__MAIN_TEXT__
feature-image

Page 1


1


Catalogo a cura di

LORENZO BELLESIA

MATTEO DEL GRANDE MARCOS GUIDI

Riprese fotografiche

STEFANO DI VIRGILIO Editing

MARIA CHIARA MONALDI TIZIANA TRASCINELLI Responsabile clienti

GIANCARLO GAMBELLI, perito numismatico del Tribunale di Siena © Copyright 2021 - Nomisma spa Tutti i diritti riservati La riproduzione anche parziale e con qualsiasi mezzo di questo catalogo è assolutamente vietata senza specifica autorizzazione scritta da parte di Nomisma spa. 2


ASTA NUMISMATICA

63

150 RARITÀ NAPOLEONICHE 1/2/3 LUGLIO 2021 Esposizione e Vendita

GRAND HOTEL PRIMAVERA Via Ventotto Luglio, 191 (lungo la Superstrada Rimini-San Marino) 47893 Borgo Maggiore – Repubblica di San Marino Telefono sala Asta 0549/902007 – Fax sala asta 0549/907434 From other countries Tel. +378/902007 – Fax +378/907434 ESPOSIZIONE

Giovedì 1 luglio 2021 dalle ore 11,00 alle ore 15,00 Durante le tornate d’asta sarà esposto solo il materiale della tornata in corso

VENDITA

Giovedì 1 luglio 2021, dalle ore 15,00 Venerdì 2 luglio 2021, d alle ore 9,30 dalle ore 14,30 Sabato 3 luglio 2021, dalle ore 9,30 dalle ore 14,30

Lotti 1-452 Lotti 453-958 Lotti 959-1360 Lotti 1361-1749 Lotti dal 1750

Nel giorno dell’asta i fax devono essere inviati al numero della sala d’asta 0549/907434

ASTA LIVE

SUL NOSTRO SITO WWW.NOMISMAWEB.COM previa registrazione almeno due giorni prima dell’asta. Per ogni informazione contattate i nostri uffici.

Strada Bulumina, 6 - Tel. 0549/904012 - Fax 0549/904042 prefisso telefonico internazionale: +378/904012 Fax: +378/904042 47899 SERRAVALLE – Repubblica di San Marino e-mail: info@nomismaweb.com - sito internet: www.nomismaweb.com 3


CONDIZIONI DI VENDITA 1 2 3 4

5 6 7 8 9 10 11

12

13 14 15 16 17 18

Le vendite si intendono per contanti in Euro ed al miglior offerente. Nomisma ha ricevuto regolare mandato di vendita dai proprietari del materiale inserito in catalogo ed è quindi responsabile nei confronti degli acquirenti e dei conferenti unicamente quale mandatario. La descrizione dei lotti, lo stato di conservazione e la rarità degli stessi sono indicati secondo una valutazione personale, comunque i lotti stessi sono esposti, a disposizione degli interessati, il giorno precedente l’asta, nonché all’atto della vendita stessa. Pertanto nessun reclamo sarà ammesso ad aggiudicazione avvenuta per quanto si riferisce allo stato di conservazione, descrizione e classificazione e per tutto ciò che riguarda i lotti multipli. Quanto offerto è garantito autentico e, salvo indicazione contraria, privo di difetti occulti. Qualsiasi reclamo sarà preso in considerazione solo se presentato entro 30 giorni dall'asta e comunque prima che Nomisma spa abbia effettuato il pagamento al conferente. In caso di contestazione, presentata e convalidata entro quanto prescritto, ogni obbligo o responsabilità sarà limitato al solo rimborso al compratore della somma da lui effettivamente pagata, esclusa ogni altra pretesa. La base d’Asta è la stima indicata per ciascun lotto. Gli scatti minimi sono regolati dal direttore della vendita. Al prezzo di aggiudicazione, che avverrà alla terza chiamata, sono da aggiungere i diritti d’asta in ragione del 18%. Ogni partecipante all’asta presente in sala non conosciuto deve presentare idonee referenze. Il Direttore d’asta si riserva il diritto di raggruppare, dividere o ritirare i lotti ed eventualmente variarne l’ordine. In caso di contestazione durante un’aggiudicazione, il Direttore della vendita si riserva il diritto di rimettere il lotto in contestazione nuovamente all’incanto, nella seduta stessa, sulla base dell’ultima offerta raccolta. Ogni partecipante è personalmente responsabile degli acquisti effettuati e non può pretendere di aver agito per conto di terzi. I lotti aggiudicati in sala devono essere pagati e ritirati dall’acquirente a sua cura e rischio entro 24 ore dalla vendita. La proprietà dei lotti aggiudicati non viene trasferita fino all'integrale pagamento. Nomisma spa si riserva in ogni momento di risolvere il contratto unilateralmente in caso di inadempimento anche parziale. Le spedizioni degli ordini ricevuti per posta verranno evase solo dopo pagamento anticipato; la merce viaggerà a spese, rischio e pericolo del committente. Per le fatture non pagate entro 30 giorni saranno addebitati gli interessi in ragione dell’1% mensile. Le spedizioni in Italia viaggiano attraverso il sistema postale assicurate per l’intero valore fino ad euro 3.000,00 per ciascun invio. L’acquirente è tenuto ad osservare le eventuali leggi doganali sostenendone i relativi costi. Perciò le spese vengono come di seguito calcolate per ciascun invio: fino a euro 250,00 spese postali euro 13,00; fino a euro 500,00 spese postali euro 16,00; fino a euro 1.000,00 spese postali euro 21,00; sopra euro 1.000,00 spese postali euro 26,00. Per importi superiori ai 3.000 euro le spese saranno calcolate in base al tipo di spedizione. Queste tariffe sono forfettarie. Per i contrassegni aggiungere euro 2,00 per ciascun invio. Nomisma curerà nel miglior modo possibile la spedizione dei lotti aggiudicati rimanendone comunque sempre il rischio a carico dei committenti i quali sono pregati di fornire precise istruzioni per la spedizione stessa tenendo presente che San Marino non è Paese UE e tutte le vigenti normative doganali e postali. Ad esempio non è possibile spedire per assicurata postale nei seguenti Paesi, tra gli altri: Gran Bretagna, Germania, Albania, Canada, USA e Paesi arabi in genere. Per Gran Bretagna, Germania, Canada, USA, Nomisma provvederà a stipulare un’assicurazione privata senza tuttavia alcun impegno o responsabilità. Non è possibile in ogni caso spedire con assicurazione anche per corriere nei Paesi arabi in genere. In caso di emissione di documento doganale T2, i committenti sono tenuti al versamento dei diritti doganali d’importazione a titolo di cauzione; tale somma verrà restituita alla chiusura del detto documento doganale. I committenti sono pregati di informarsi preventivamente su queste disposizioni doganali e postali prima dell’ordine d’acquisto. A parità di valore, le offerte per corrispondenza avranno la precedenza sulle offerte in sala, tenendo conto dell’ordine d’arrivo. I concorrenti all'asta per corrispondenza possono informarsi dell’esito delle loro offerte telefonando, a partire da tre giorni lavorativi dopo la chiusura dell’asta, allo 0549/904012. Nomisma spa non si assume alcuna responsabilità nell’informare i clienti dell’esito delle loro offerte. La partecipazione all’Asta implica l’integrale accettazione delle presenti condizioni di vendita. Il testo in Italiano fa fede e la traduzione in inglese è una semplice comodità degli interessati. Per ogni controversia, il foro competente è quello di San Marino. Il partecipante è reso edotto che le Condizioni Generali pubblicate sul sito della Casa d’Aste e che sarà tenuto successivamente ad accettare espressamente in fase di iscrizione (telematica o cartacea) all’Asta, prevarranno su quelle presenti sostituendole integralmente. Tutti coloro che intendono partecipare all’asta possono iscriversi al nostro sito www.nomismaweb.com. Fedex non ritira monete in Italia.

CONDITIONS OF SALE 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11

12

13 14 15 16 17 18

The sale is strictly for cash in Euro to the highest bidder. Nomisma has signed a regular sale contract and has received a mandate from the owners of the items presented in the catalogue; for this reason it is responsible towards the buyers and the sellers only as a mandatary. The description of lots, their condition and rarity, are a personal opinion, in any case, the lots can be examinated by customers in the day preceding the auction and in the day of the sale. No claim will be considered after the sale regarding condition, description and classification and for items composed with more coins. The authenticity of the coins is guaranteed and without defects unless otherwise stated­. Any claim will be considered only if presented within 30 days after the sale (for the coins sent by mail will be considered the date of the postal office). After 30 days we are not responsible. For every claim, acknowledged within 30 days, our responsibility is limited to the sum paid by the the bidder. The sale opens at the estimated value. The buyers must add 18% to the last price realised as a premium for the sale. Every bidder present in the sale room or registered in website, if not known by Auctioneer, must be recommended. The Auctioneer can combine, divide or withdraw any lot and he can change the order of sale. If any dispute arises during the auction, the Auctioneer can put the lot again during the same session, starting from the last bid. Every bidder is direcly responsible for his purchases and he can’t claim that he acted for another person. The lots sold to bidders present in the sale room must be taken and paid within 24 hours. Property of lots is not transferred till full payment. The auctioneer can solve the contract if unpaid. Shipping to mail bidders will be executed only after the payment; the lots are mailed at the cost, risk and peril of the purchaser. Mailing is not insured for some countries (e.g. NOT in Germany, USA and Canada). Invoices not paid within 30 days will be added with a rate of 1% per month. Registered and insured mail will be sent abroad following the international rates and rules. Parcels will be sent at cost. The purchaser accepts to pay the customs duties. Please, note that the Republic of San Marino is not in the UE. Nomisma will take care of the shipping in the most accurate way, nevertheless the risk belongs to the bidders who have to supply, if needed, precise instructions for shipping. Bidders have to keep in mind that San Marino is outside UE and have to consider all the custom and postal rules. As example, it is not possible to send by insured post in the following countries, among others: Great Britain, Germany, Albania, Canada, USA and generally in all Arab countries. For Great Britain, Germany, Canada and USA, Nomisma will offer a private insurance, without any warranty or responsibility. It is not possible generally to ship with insurance by courier in all Arab countries. In the case of customs document T2 emission, bidders have to pay in advance, as deposit, the customs import duties: the deposit will be returned as the T2 document will be closed. Bidders have to be aware of customs and shipping regulations before sending bids. At parity of value, mail bid will be preferred to the room bid. A bid to this auction implies total acceptance of these conditions. The italian text is the only autorithative, the translation being made only as an help for the bidder. For any dispute, the court of San Marino is competent. The participant is made aware that the General Conditions published on the site of the Auction House and that he will be required to accept expressly during the registration (electronic or by paper) at the Auction, will prevail over these General Conditions by replacing them in full. Please, register in our website www.nomismaweb.com. No shipping with Fedex or DHL.

4


PAGAMENTI / PAYMENTS Bonifico bancario / wire transfer: Poste Italiane spa, Piazza Saffi 27, 47121 Forlì IBAN = IT06 L076 0113 2000 0001 0278 471 BIC/SWIFT = BPPIITRRXXX Oppure bonifico* presso la Banca di San Marino, via III Settembre 252, 47891 Dogana, RSM IBAN = SM 61 Y 085 400 980 20000 20106058 BIC/SWIFT = MAOISMSM *Attenzione! Non si tratta di bonifico estero come chiarito dalla circolare ABI, serie tecnica n. 27, del 27 maggio 2009, e quindi la banca non deve applicare i costi delle operazioni internazionali. Versamento sul c.c.p. 10278471 intestato a Nomisma spa, via Olivella 88, 47899 Serravalle (RSM) From abroad wire transfer: Poste Italiane spa, Piazza Saffi 27, 47121 Forlì IBAN = IT06 L076 0113 2000 0001 0278 471 BIC/SWIFT = BPPIITRRXXX ABBREVIAZIONI D/ R/ d. s. s.d. mm Ø s.s.z. ÷ cfr. q. +

Diritto Rovescio Destra Sinistra Senza data Millimetri Diametro Senza segno di zecca Da…a Confrontare Quasi Più di

GRADI di CONSERVAZIONE FS FDC SPL BB MB B D

- Fondo specchio - Fior di conio - Splendido - Bellissimo - Molto bello - Bello - Discreto

METALLI

AC Acmonital AG Argento AL Alluminio AU Oro Æ Bronzo o rame BA Bronzo alluminio CU Rame EL Elettro IT Italma MA Metallo argentato MD Metallo dorato

- Flan bruni - Fleur de coin - Superbe - Très beau - Beau - Très bien conservè - Bien conservè

MI Mistura NI Nichelio PB Piombo PE Peltro PL Platino ST Stagno

- Proof - Uncirculated - Extremely fine - Very fine - Fine - Good fine - Discret

ZECCHE

B Bologna BI Birmingham F Firenze G Genova M Milano N Napoli OM Strasburgo R Roma T Torino V Venezia KB Berlino

- Polierte Platte - Stempelglanz - Vorzüglich - Sehr schön - Schön - Sehr gut erhalten - Gut erhalten

IL PREZZO DI PARTENZA, INDICATO IN EURO, È COSTITUITO DALLA STIMA INDICATA A FIANCO DI CIASCUN LOTTO E NON SI ACCETTANO OFFERTE INFERIORI. A seguito dell’entrata in vigore nella Repubblica di San Marino della legge n. 194/2010, sui SOLI diritti d’asta sarà applicata l’imposta del 3% sul 18% (cioè lo 0,54% sull’importo dei lotti). Tale imposta è applicabile soltanto nei confronti di privati e non dei titolari di partita IVA. VI INFORMIAMO CHE IL NOSTRO PROGRAMMA ON LINE DI GESTIONE DELLE ASTE NON PERMETTE DI EFFETTUARE I RILANCI A PIACERE PER CUI TALVOLTA LE VOSTRE OFFERTE CHE CI ARRIVERANNO PER POSTA O FAX O MAIL POTRANNO ESSERE LEGGERMENTE ARROTONDATE AL RIALZO CONTATTATECI PER OGNI INFORMAZIONE USA IMPORT RESTRICTIONS ON COINS OF ITALIAN TYPE

Due to the introduction of new import restrictions on coins of italian type (generally coins of greek cities in the south of Italy and Sicily and roman republican coins struck before 211 B.C.) Nomisma declares that every coin listed in this catalogue is legally possessed but to avoid any problem Nomisma will not ship to USA the following lots: 1-8. Thank you for your comprehension. 5


6


IL 5 MAGGIO DI ALESSANDRO MANZONI

Ei fu. Siccome immobile, Dato il mortal sospiro, Stette la spoglia immemore Orba di tanto spiro, Così percossa, attonita La terra al nunzio sta,

La procellosa e trepida Gioia d’un gran disegno, L’ansia d’un cor che indocile Serve, pensando al regno; E il giunge, e tiene un premio Ch’era follia sperar;

Oh quante volte, al tacito Morir d’un giorno inerte, Chinati i rai fulminei, Le braccia al sen conserte, Stette, e dei dì che furono L’assalse il sovvenir!

Muta pensando all’ultima Ora dell’uom fatale; Nè sa quando una simile Orma di piè mortale La sua cruenta polvere A calpestar verrà.

Tutto ei provò: la gloria
 Maggior dopo il periglio, La fuga e la vittoria, La reggia e il tristo esiglio: Due volte nella polvere, Due volte sull’altar.

E ripensò le mobili Tende, e i percossi valli, E il lampo de’ manipoli, E l’onda dei cavalli, E il concitato imperio, E il celere ubbidir.

Lui folgorante in solio Vide il mio genio e tacque; Quando, con vece assidua, Cadde, risorse e giacque, Di mille voci al sonito Mista la sua non ha:

Ei si nomò: due secoli, L’un contro l’altro armato, Sommessi a lui si volsero, Come aspettando il fato; Ei fe’ silenzio, ed arbitro S’assise in mezzo a lor.

Ahi! forse a tanto strazio Cadde lo spirto anelo, E disperò: ma valida Venne una man dal cielo, E in più spirabil aere Pietosa il trasportò;

Vergin di servo encomio E di codardo oltraggio, Sorge or commosso al subito Sparir di tanto raggio: E scioglie all’urna un cantico
 Che forse non morrà.

E sparve, e i dì nell’ozio Chiuse in sì breve sponda, Segno d’immensa invidia E di pietà profonda, D’inestinguibil odio E d’indomato amor.

E l’avviò, pei floridi Sentier della speranza, Ai campi eterni, al premio Che i desidéri avanza, Dov’è silenzio e tenebre La gloria che passò.

Dall’Alpi alle Piramidi, Dal Manzanarre al Reno, Di quel securo il fulmine Tenea dietro al baleno; Scoppiò da Scilla al Tanai, Dall’uno all’altro mar.

Come sul capo al naufrago L’onda s’avvolve e pesa, L’onda su cui del misero, Alta pur dianzi e tesa, Scorrea la vista a scernere Prode remote invan;

Bella Immortal! benefica
 Fede ai trionfi avvezza! Scrivi ancor questo, allegrati; Chè più superba altezza Al disonor del Golgota Giammai non si chinò.

Fu vera gloria? Ai posteri
 L’ardua sentenza: nui Chiniam la fronte al Massimo Fattor, che volle in lui Del creator suo spirito Più vasta orma stampar.

Tal su quell’alma il cumulo Delle memorie scese! Oh quante volte ai posteri Narrar se stesso imprese, E sull’eterne pagine Cadde la stanca man!

Tu dalle stanche ceneri Sperdi ogni ria parola: Il Dio che atterra e suscita, Che affanna e che consola, Sulla deserta coltrice Accanto a lui posò.

7


1

Medaglia 1796 Prima campagna d’Italia. Battaglia di Montenotte. – Busto del generale Bonaparte in uniforme a sx. Sotto: GAYRARD F. – Opus: Gayrard – Hennin 731 D/ – AE (g 66,26 – Ø 42 mm) RRRR Prova di conio del D/ della celebre medaglia in cui compare per la prima volta l’immagine del generale Bonaparte SPL 150 8


2

Medaglia 1796 Battaglia di Montenotte – D/ Busto a dx del generale Bonaparte in uniforma. In basso: GAYRARD F. – R/ La Vittoria tenendo nella mano dx una spada e nella sx una palma e una corona sorvola una parte del globo ove si nota l’Italia. A sx, in cima ad una montagna, si erge la ridotta di Montelegino, difesa eroicamente dal generale francese Rampon. Sulla barra divisoria: a sx: JEUFFROY F. a dx: DENON DIR. Esergo: BATAILLE DE MONTENOTTE. MDCCXCVI – Opus: D/ Gayrard, R/ Jeuffroy – Hennin n. 731 – AG (g 40,10 – Ø 40 mm) RRRR Colpetti nel contorno e segnetti nei campi. Ex Künker 20.11.2013 n. 3046. In asta NAC (Milano) del 28.5.2019 un esemplare definito SPL+ di g 40.16 (n. 1073) ha realizzato € 3.720 SPL 1.500 9


3

Medaglia 1796 Battaglia di Millesimo e combattimento di Dego – D/ Circolarmente: BATTAILLE DE MILLESIMO. COMBAT DE DEGO. Ercole nudo con la clava abbatte l’idra di Lerna. A terra arde la fiaccola con la quale l’eroe distrusse le teste dell’idra sopra l’esergo a sx: L (Lavy). – R/ Circolarmente: LOI DU 6. FLOREAL AN 4.ME DE LA REP. Al centro: LE PEUPLE FRANCAIS ‘A L’ARMÉE D’ITALIE. – Opus: Lavy – Hennin n. 734 - AG (g 39,55 – Ø 43 mm) RRR Conio francese: tranche liscia. Impercettibili colpettini sul contorno. Bella patina. Ex arch. Stefano Bertuzzi VR 26.11.05 (proviene dalla celebre collezione di Piero Voltolina di Venezia). Il mostro a 7 teste allude, secondo il Coniglio, alla coalizione che combatté i francesi. FDC 1.500 10


4

Medaglia 1796 Passaggio del Po, dell’Adda e del Mincio – D/ Un generale francese a cavallo passa il ponte di Lodi alla testa di una colonna di fanteria tra il fumo delle batterie nemiche. A dx: I.S.F. Circolarmente: PASSAGE DU PO. DE L’ADDA ET DU MINCIO – R/ À L’ARMÈE D’ITALIE LA PATRIE RECONNAISSANTE – LOI DU 24. PRAIRIAL AN 4.ME REP – Opus: Salwirck – Hennin n. 736 – AG (g 32,21 – Ø 43 mm) RRR Segnetti nei campi. Patina uniforme al D/ da conservazione in antico medagliere. Tranche incisa. In asta Nomisma del 13.5.2014 esemplare di g 31,02 con difetti nel contorno (n. 614), stimato € 1.180, realizzò € 2.240. In asta NAC del 28.5.19, esemplare di g 31,80 proveniente della collezione A.N.P.B., n. 1080, realizzò € 2.232 SPL 1.200 11


5

Medaglia 1796 Battaglia di Castiglione – D/ Circolarmente: BATAILLE DE CASTIGLIONE – COMBAT DE PESCHIERA. Guerriero nudo armato di spada sopraffà due nemici. Prima dell’esergo a sx.: LAVY – R/ A L’ARMÉE D’ITALIE. Due trombette in corona di alloro. Sotto: LOI DU 27. THERMIDOR AN 4.ME REP. – Opus: Lavy – Hennin n. 744 – AG (g 39,41 – Ø 43 mm) RRR Conio francese. Colpetto ad ore 18 del contorno e forellino ad ore 12. Il 5 agosto 1796 a Castiglione il combattimento, micidiale per ambo le parti, si risolve con la sconfitta degli austriaci che perdono 70 cannoni ed hanno 600 morti e 15.000 prigionieri. Il giorno dopo sono nuovamente battuti a Peschiera e obbligati a ritirarsi nel Tirolo SPL/FDC 750 12


6

Medaglia 1796 Spedizione napoletana in Lombardia – D/ FERDINAN. IV UTRI SCILIAE. REX P.F.A. Busto a dx. del re con elmo corinzio ornato di una sirena che tiene una corona ed un ramo di alloro. – R/ due rami di palma annodati in basso. Al centro legenda in lingua latina in 6 linee: FIDEI REGIAE DOMUS PATRIAE PROPUGNATORI OB EGREGIA FACTA. In basso: AER. VULG. AN. / MDCCXCVI. Sotto: N.M – Opus: Nicola Morghen – Christie’s Roma 30.4.1992, n. 49; Ricciardi n. 49; Turricchia n. 54 (R4) – AE (g 72,00 – Ø 60 mm) RRRR Ex Artemide 11.12.1996 n. 330 (R4). Esemplare proveniente della collezione D’Auria n. 54. È stato aggiudicato in asta NAC del 4.6.2008 (n. 410) per € 3.700 FDC 3.000

13


7

Medaglia 1796 Statua equestre di Carlo IV, re di Spagna, in città del Messico – D/ Busti a destra di Carlo IV, re di Spagna dal 14.12.1788 al 19.3.1808 e dal 6.5.1808 al 6.6.1808, e della consorte Maria Luisa di Borbone-Parma. – R/ Statua equestre del re dedicata in Città del Messico da Miguel de la Grua Talamanca marchese di Branciforte, vice-re della Nuova Spagna dal 12.7.1794 al 31.5.1798. Opus: G. A. Gil – AE (g 128 – 60 mm) Per lusingare il re ed il primo ministro Godoy, suo suocero il vice-re commissionò l’opera allo scultore spagnolo Manuel Tolsa (1757/1816). Iniziata il 18.7.1796 fu completata nel 1803. Nota oggi come “El Caballito” è ancora un punto di riferimento a Città del Messico. SPL 150

14


8

Medaglia 1796 Calendario repubblicano dell’anno V – D/ In alto: CALENDARIO REPUBBLICANO – ANNO 5. ED ERA VOLGARE. Sotto il calendario dei 12 mesi dell’anno 5. su due colonne e sua concordanza con il calendario gregoriano. In basso: 5 GIORNI COMPLEMENTARI… TIOLIER F. A sx: PRESA DELLA BASTIGLIA 14 LUGLIO (26 messidoro). ABOLIZIONE DELLA MONARCHIA 10 AGOSTO (23 termidoro). A dx: CADUTA DELLA TIRANNIA (n.d.r. di Robespierre) IL 9 TERMIDORO (4 agosto). FONDAZIONE DELLA REPUBBLICA FRANCESE IL 1° VENDEMMIAIO. – R/ COSTITUZIONE REPUBBLICANA DEL 1795 – Opius: Tiolier – Hennin n. 753 – AE (g 46,67 – Ø 46 mm) FDC 200

15


9

Medaglia 1797 Resa di Mantova – D/ La città di Mantova nelle sembianze di antica matrona romana turrita presenta le sue chiavi ad un guerriero. In fondo si vede un ponte che conduce alla città. A lato: LAVY. Esergo: REDDITION DE MANTOUE. – R/ Corona di alloro in alto. Sotto: À L’ARMÉE D’ITALIE VICTORIEUSE. Un fulmine. LOI DU 24. PLUVIOSE AN 5.ME R. – Opus: Lavy – Hennin n. 784 – AG (g 39,47 – Ø 43 mm) RRR Tranche liscia, segnetti e colpetti. Con la battaglia di Rivoli del 14 gennaio 1797 gli austriaci sono definitivamente battuti ed il giorno 2 febbraio 1797, dopo un assedio di 5 mesi, Mantova si arrende ai francesi. Bonaparte concesse l’onore delle armi alla guarnigione per premiarne l’eroica resistenza SPL 750

16


10

Medaglia 1797 Passaggio del Tagliamento – D/ Il Dio del Tagliamento, nelle sembianze di un vegliardo coricato tra le alghe, regge l’urna dalla quale scorre l’acqua e si desta stupito alla vista dei soldati francesi che inseguono il nemico. A dx: LAVY. Esergo: PASSAGE DU TAGLIAMENTO. PRISE DE TRIESTE. R/ in corona di alloro: À L’ARMÉ D’ITALIE. Circolarmente: LOI DU 15. GERMINAL. AN 5.ME DE LA REP. Sul contorno: BONAPARTE GENERAL EN CHEF – Opus: Lavy – Hennin n.786 – AG (g 30,76 – Ø 43 mm) RRR Conio milanese. Insignificanti segnetti nei campi. Il 16 marzo i francesi attraversano il Tagliamento ed il 19, dopo un accanito combattimento, il generale Massena s’impadronisce del colle di Tarwis ed il giorno 23 Murat occupa Trieste. SPL 1.000 17


11

Medaglia 1796 Pace di Tolentino tra la Francia di Napoleone ed il Papa Pio VI – D/ Busto a dx di José Nicolao Salas de Azara, ministro di Spagna a Roma dal 1765 al 1798 – R/ tra 2 rami di alloro legenda in lingua latina in 4 linee: PRAESIDIUM ET DECUS ROMAE MDCCXCVI – Opus: V. Cocchi – Turricchia n. 51; Beraud n. 1237 – AE (g 41,44 – Ø 53 mm) RR Incaricato dal Papa di trattare la pace con Napoleone dopo l’invasione dei suoi territori ottenne a caro prezzo la tregua a Bologna il 23 giugno 1796. Solo il 19 febbraio 1797 fu firmato a Tolentino il tratto di pace. SPL 150 18


12

Medaglia 1797 Il pittore Nicolas Poussin – D/ Testa del pittore francese a dx. – R/ ECOLE FRANCAISE – PREMIER PRIX DE PEINTURE. Al centro di corona d’alloro strumenti per dipingere. AN V. – Opus: R. Demarest – Hennin n. 796 – AE (g 80,92 – Ø 56 mm) La medaglia fu coniata dalla zecca di Parigi nel corso dell’anno V° per il gran premio di pittura. FDC 150 19


13

Medaglia 1797 Battaglia di Capo San Vincenzo – D/ Busto a sx dell’ammiraglio John Ervis in alta uniforme. – R/ La Spagna affranta dinnanzi alla sua flotta distrutta. Esergo: FEBRUARY 14 1797. Opus: J. G. Hancock e P. Kempson – Brown n. 435 – AE dorato (g 64,94 – Ø 49 mm) RR Nelson ebbe un ruolo determinante per la vittoria della flotta inglese su quella spagnola, alleata dei francesi. Segnetti in entrambi i campi e colpetti nel contorno. Ex Casolari 2.10.2005 n. 346 BB 250 20


14

Medaglia 1797 Amministrazione del mantovano – D/ VIVA LA NAZIONE. Testa di Napoleone con pugnale sottostante. PER LA LIBERTÀ DELLA PATRIA. Il tutto entro corona di alloro. Contorno perlinato. – R/ AMMINISTRAZIONE DI STATO DEL MANTOVANO. Altare acceso. Sopra: RISPETTO ALLA LEGGE. Brambilla n. 23; De Felissent n. 569 (“de la plus grande rareté); Martini n. 209 – AE dorato (g 49,76 – Ø 56 mm) RRR Ex Asta del Titano 8.6.1997 M113 (L. 1.938.000) SPL+ 1.900

21


15

Medaglia 1797 Fondazione della Repubblica Cisalpina – D/ Busto del generale Bonaparte in uniforme a dx. – R/ REPUBBLICA CISALPINA. Nel campo matrona abbigliata all’antica tiene con la mano dx il fascio e con la sx un’asta sormontata dal cappello frigio degli schiavi liberati. Sul cubo su cui siede la livella chiaro simbolo massonico dell’uguaglianza tra i cittadini. Opus: Luigi Manfredini – Hennin n. 792 – AE (g 90,31 – Ø 62 mm) Conservazione eccezionale FDC 400 22


16

Medaglia 1797 Proclamazione a Genova della sovranità popolare – D/ Busto del generale Bonaparte in uniforme a sx. Esergo: la Liguria riconoscente. – R/ Busto di Faypoult a sx. Esergo: La Liguria riconoscente. – Opus: Vassallo – Hennin n. 791; Essling n. 718 – AE (g 59,63 – Ø 50 mm) Il 10 giugno 1797 fu proclamata a Genova la sovranità del popolo che fu garantita da un accordo tra il generale Bonaparte e Faypoult, ministro di Francia presso la repubblica, da una parte, e i deputati genovesi, dall’altra. qFDC 200

23


17

Medaglia 1797 Festa della confederazione della Repubblica Cisalpina – D/ Busto del generale Bonaparte, in uniforme, a sx ALL’ITALICO. – R/ L’INSUBRIA LIBERA. La Repubblica francese, rappresentata da figura muliebre abbigliata da antica matrona romana con lungo peplo e casco in testa, accompagnata dalla pace che tiene con la mano dx un ramo di ulivo, pone il cappello frigio degli schiavi liberati (“LE BONNET DE LA LIBERTÉ”) sulla testa dell’Insubria. Esergo. IX LUGLIO MDCCLXXXXVII – Opus: H. Vassallo – Hennin n. 793 – AE (g 37,59 – Ø 48 mm) Conservazione insolita con i consueti difetti di conio nei campi. Ex Negrini 16.6.1996 n. 1910 qFDC 250

24


18

Medaglia 1797 Trattato di pace di Campoformio – D/ Busto del generale Bonaparte, in uniforme, a dx. – R/ LES SCIENCES ET LES ARTS RECONNAISSANT. Il generale Bonaparte a cavallo alza verso il cielo con la mano dx un ramo di ulivo. È preceduto dalla Prudenza e dal Valore che tiene le redini del destriero. Alle sue spalle la Vittoria in volo. Esergo: PAIX SIGNÉ L’AN 6 – Opus: B. Duvivier – Hennin n. 811 – AE (g 78,00 – Ø 56 mm) Il trattato di Campoformio tra Napoleone e i plenipotenziari austriaci, preceduto dai preliminari di Leoben in Stiria, fu sottoscritto il 7 ottobre 1797. Con tale accordo venne, tra l’altro, riconosciuta la Repubblica Cisalpina come stato indipendente. SPL/qFDC 300 25


19

Medaglia 1797 Trattato di Campoformio – D/ ITALICUS. Busto del generale Bonaparte in uniforme a sx. – R/ ALEXAND. BUONAPARTE. POST. HERCULEOS. LABORES. REPORTATAS. UNO. ANNO. CXI. VICTORIAS. ITALIAE. LIBERATORI. EUROPAE. PACIFICATORI. Sotto questa iscrizione un trofeo, accuratamente inciso, composta da un elmo piumato, uno scudo, alcune bandiere e armi. Esergo. D. XVIII. OCT. MDCCXCVII. – Opus: non identificato – Hennnin n. 812 – AG (g 23,65 – Ø 40 mm) RR Segnetti nei campi. Ex D’Antan 21.5.2016 n.1055 €1.075. La medaglia fu incisa e coniata, in occasione del trattato di Campoformio, a Strasburgo a spese di Etienne Mainoni, commerciante di tabacchi. Il trattato fu firmato il 17 e non il 18 ottobre SPL 750 26


20

Medaglia 1797 Pace di Campoformio – Minerva, seduta, alzando verso il cielo con la mano dx una fiaccola accesa e appoggiata con il braccio sx ad uno scudo con al centro un occhio raggiante, si appresta a bruciare un ammasso di armi ai suoi piedi. Alle sue spalle una palma, gli attributi del commercio e il gallo che vigila. Esergo: ELLE DOIT PLAIRE – Hennin n. 825 – AE dorato (g 2,90 – Ø 48 mm) Repoussé molto raro in superba conservazione (mai apparsa sul mercato negli ultimi 30 anni). SPL 250 27


21

Medaglia 1798 Campagna d’Egitto. Vigilia della battaglia delle piramide – Al centro di corona formata da due rami di quercia e di alloro intrecciati Napoleone a cavallo passa in rassegna le truppe schierate in prossimità di tre piramidi la vigilia della celebre battaglia. In cielo la Vittoria alata. In fondo a sx sorge il sole. Esergo: LES PYRAMIDES 20 JUILLET 1798. In basso sotto la corona: L. CLAUDE – Opus: L. Claude – AE (g 244 – Ø 75 mm) Matrice della più grande rarità FDC 2.500 28


22

Medaglia 1798 Campagna d’Egitto. Battaglia delle piramidi – Circolarmente: SONGEZ QUE DE HAUT DE CES MONUMENTS QUARANTE SIECLES VOUS CONTEMPLENT. Il generale Bonaparte, in piedi, arringa l’armata francese rappresentata da un geniere, un mamelucco e quattro granatieri. In fondo tre piramidi. Esergo: 3 THERMIDOR AN 6. 23 JUILLET 1798 – Opus: Jean Du Bois – Hennin n. 849 – AE (g 116 – Ø 67 mm) RRRRR Matrice della celebre Medaglia destinata ad ornare… le tabacchiere FDC 2.500 29


23

Medaglia 1798 Campagna d’Egitto. Battaglia di Aboukyr – D/ REAR-ADMIRAL LORD NELSON OF THE NILE. Figura muliebre in piedi su uno scoglio tiene con il braccio sx uno scudo con il busto di Nelson e la scritta in inglese: speranza dell’Europa e gloria dell’Inghilterra. In basso: C. H. K. – R/ ALMIGHTY GOD HAS BLESSED HIS MAJESTY’S ARMS. Vista della battaglia navale di Aboukyr. Esergo: VICTORY OF THE NILE AUGUST 1. 1798. Sul contorno: FROM ALEX. R. DAVISON ESQ. R ST. JAME’S SQUARE = A TRIBUTE OF REGARD. Opus: Küchler – Hennin n. 852; Brown n. 447 – AE (g 40,15 – Ø 47 mm) RR Ex Gorny 8.2.11 n. 2057 SPL 300 30


24

Medaglia 1798 Battaglia del Nilo – D/ Busto di Horatio Nelson in uniforme di ammiraglio della flotta inglese, di tre quarti. – R/ Il dio del Nilo osserva la battaglia vinta dagli inglesi il 1° agosto 1798. Legenda in alto in 4 linee. – Opus: J. G. Hancock e P. Kemson – Brown n. 448 – AE (g 57,87 – Ø 48,77 mm) Segnetti nel campo del R/. Ex Gorny e Mosch 15.10.2008 n. 6449 (€ 322) SPL 300 31


25

Medaglia 1798 Esposizione dei prodotti dell’industria a Parigi – Opus: B. Duvivier – Hennin n. 871 – AE (g 83,25 – Ø 56 mm) Questa bella e rara medaglia venne coniata dalla zecca di Parigi in occasione della prima esposizione dei prodotti industriali francesi nel Campo di Marte dal 19.9.1798 al 1.10.1798. Nel R/ doveva essere inciso al centro di una corona di alloro il nome del premiato FDC/SPL 150

32


26

Medaglia 1798 Battaglia navale di Tory Island vinta dagli inglesi – D/ Busto in uniforme a dx di sir J. B. Warren ADMIRAL OF THE BLUE. Sotto la troncatura della spalla HANCOCK. – R/ Circolarmente in alto in due linee: ATTACKED & DEFEATED THE FRENCH SQUADRON / ON THE COAST OF IRELAND. Esergo: OCTO 12 1798. Hibernia assiste alla battaglia suonando la lira. – Opus: Hancock – Brown n. 455; Julius n. 658; Hennin manca (v. n. 872) – AE (g 60,63 – Ø 49 mm) RR Ex Künker 11.2.15 n. 2278. Esemplare proveniente dalla celebre collezione Julius con cartellino manoscritto del collezionista SPL 300

33


27

Medaglia 1798 Scuola di medicina di Parigi – D/ Busti accollati a dx di Jean Fernel e di Ambroise Paré. Sotto il busto dei due: LA MEDICINE RENDUE A SON UNITÉ PRIMITIVE. DECRET DU 14 FRIMAI.RE AN III DE LA R. F. – R/ ECOLE DE MEDECINE DE PARIS. Nel campo: PRIX DE L’ECOLE PRATIQUE AN VI. In basso: il serpente di Esculapio attorcigliato ad un nodoso bastone. – Opus: Gatteaux – Hennin n. 862 – AE (g 100 – Ø 60) RRR Insignificanti colpetti sul ciglio del R/ SPL 250 34


28

Medaglia 1798 Costituzione dell’anno terzo. Consiglio degli Anziani (3° sessione) – D/ In corona di quercia REPUBLIQUE FRANCAISE. Al centro il fascio repubblicano sormontato dal cappello frigio degli schiavi liberati, circondato da due cornucopie, da un ramo d’ulivo e da uno di quercia. Esergo: REPRÉS. DU PEUP. L’AN VI° - R/ CONSEIL DES ANCIENS. In cerchio formato da serpente che si morde la coda una livella e le tavole della legge in cui è scritto: CONSTITUTION DE L’AN TROIS – Opus: M. Nicolas - Marie Gatteaux – Hennin n. 845 – AE (g 62,01 – Ø 51 mm) R Il consiglio degli Anziani ed il consiglio dei 500 costituivano il corpo legislativo previsto dalla costituzione dell’anno 3° SPL 200 35


29

Medaglia 1798 La Vittoria alata – D/ La Vittoria in volo suona una trombetta che tiene con la mano dx, mentre con la sx tiene una corona di alloro per Napoleone vincitore in Egitto e un ramo di palma. In fondo una porzione del globo terrestre. – R/ Corona di alloro. – Opus: Duvivier – Hennin n. 874 – AE (g 83,10 – Ø 61 mm) RRR Hennin ritiene che si tratti di medaglia premio. FDC 200 36


30

Medaglia 1798 Napoleone conquista l’Egitto – D/ Testa di fronte del generale Bonaparte coronato con fiori di loto. Sotto: J. JOUANNIN. F. DENON. D. – R/ Bonaparte, in costume antico, con una spada in mano, su un carro trainato da due cammelli riccamente bardati, passa vicino all’obelisco di Cleopatra. La Vittoria plana sul vincitore tenendo nelle mani un ramo di palma e una corona di alloro. Esergo: L’EGYPTE CONQUISE MDCCXCVIII. Sotto: BRENET F. DENON D. – Opus: D/ J. Jouannin, R/ Brenet – Hennin n. 879 – AG (g 35,80 – Ø 41 mm) RRRR Estremamente rara in AG. Conservazione eccezionale. Ex Asta del Titano 14.3.1993 n. 805. Ultime aggiudicazioni: Ranieri: FDC g 38,21 12.11.16 n. 159 € 4.956; MDC: qFDC g 37,68 15.11.18 n. 276 € 3.720; Künker: FDC g 40,68 29.9.20 n. 1030 € 6.820 FDC 3.000

37


31

Medaglia 1799 Il Senato conservatore – D/ REPUBLIQUE FRANCAISE. Minerva seduta a sx tiene con la mano dx la spada ed appoggia il braccio sx ad uno scudo in cui si legge: CONSTITUTION FRANCAISE AN VII – R/ SENAT CONSERVATEUR. Al centro del campo il serpente simbolo della prudenza si rimira in uno specchio, attorcigliato al manico. – Opus: R. Dumarest – Bramsen n. 7 – AE (g 57,52 – Ø 50 mm) RRR Segnetti nei campi. Ex Casolari 8.6.1997 M26. Il Senato conservatore fu un organo costituzionale istituito con la costituzione dell’anno 8° della prima repubblica francese. Era con il tribunato e con il corpo legislativo una delle 3 assemblee legislative del consolato. SPL 200

38


32

Medaglia 1799 Consiglio di Stato – D/ Testa di Minerva a sx elmata e laureata. Ai lati: REPUBLIQUE FRANCAISE. Sotto il collo: DUVIVIER AN 8 – R/ CONSEIL D’ETAT. In basso: due rami di alloro intrecciati. – Opus: Duvivier – Bramsen n.8 – medaglia ovale AG (g 37,33 – Ø 47 x 38 mm) RRR Colpettini sul contorno. Ex Sabine Bourgey (Parigi) 14.3.2000. In asta Ratto del 1938 esemplare di g 43 in AR venne definita “estremamente rara” SPL 600 39


33

Medaglia 1799 Battaglia di Pfullendorf – D/ Busto dell’arciduca Carlo d’Austria con casco piumato antico a sx. CAROLUS. ARCHID AUSTRIAE – R/ VIRTUTE CONSILIO. La Vittoria alata in piedi su un cippo di marmo tiene con la mano dx una corona e con la sx un ramo di palma. Al cippo è attaccato un trofeo composto da una spada, una mazza, dei dardi ed uno scudo. – Opus: Baldenbach – Hennin n. 882 – AG (g 26,16 – Ø 48 mm) Segnetti nei campi. Ex Bankaus Aufhäuser 1.10.1996 n. 918. A Pfullendorf, nell’attuale Baden-Württenberg, gli austriaci dell’arciduca Carlo sconfissero il 21 marzo 1799 i francesi comandati dal generale Jean-Baptiste Jourdan. SPL 300 40


34

Medaglia 1799 Campagna d’Egitto: Napoleone costretto dalla flotta inglese a togliere l’assedio a San Giovanni d’Acri in Palestina – D/ Busto in uniforme a sx del comandante della flotta inglese sir William Sidney Smith. – R/ Vista di San Giovanni d’Acri. Esergo: BONAPARTE REPULSED AND SIEGE OF ACRE RAISED 20 MAY 1799 – Opus: J. G. Hanock – Brown n. 473 – AE (g 61,53 – Ø 48,7) RR Segnetti nel campo del D/. Ex Gorny e Mosch 15.10.2008 n. 6449 (€322). La strenua resistenza di Jazzar Pasciá e l’intervento della flotta inglese costrinsero Napoleone a rinunciare il 21 maggio 1799 all’assedio di San Giovanni d’Acri, iniziato il 20 marzo e a ritirarsi in Egitto. Fallì così il piano di conquista dell’Asia anteriore. SPL 300 41


35

Medaglia 1799 La battaglia della Trebbia – D/ Busto del generale russo Suworow a dx. – R/ ITALIAE LIBERATOR. Il generale, in piedi, in costume militare romano, tiene con la mano dx una lancia in cima alla quale sono 4 corone murali. Tiene con la mano sx la mano dx di una matrona turrita, rappresentante l’Italia, e seduto sul globo terrestre a sx si nota un soldato francese ferito, armi e uno scudo. – Opus: C. H. Küchler – Hennin n. 903; Diakov n. 4081 – AE (g 51,14 – Ø 48 mm) R Rara e ricercata. La medaglia celebra la battaglia del Trebbia del 18 e 19 giugno 1799 e la liberazione di Genova dalle truppe francesi. qFDC 500 42


36

Medaglia 1799 Ristabilimento dell’ordine a Brescia – D/ ORDO BRIX CIVITATE COSTITUTA. Figura allegorica di Brescia, coronata, seduta, col viso volto a sx, con una bilancia nella sx sollevata e con una spada nella destra che abbraccia un’aquila. Sullo sfondo 2 fabbri al lavoro in una grotta. – R/ V. C. COCASTELLIO. COM. PRAEF. ITALIE. ORDINANDAE. Nel campo tra due rami di quercia e di alloro OB MERITA – Opus: Joseph Salwirck – Turricchia n. 156; Martini n. 236 – AE (g 39,09 – Ø 51 mm) R Colpetti sul contorno. Il visconte Luigi Cocastelli era ciambellano dell’imperatore d’Austria e commissario imperiale in Italia durante l’offensiva austro-russa contro i francesi qSPL 150 43


37

Medaglia 1799 Ristabilimento sul trono del Regno di Napoli di Ferdinando IV dopo il crollo della Repubblica Partenopea – D/ Busto corazzato del re a dx, con lunga chioma, manto reale e fascia. In basso a sx.: D. PERGER – R/ EXPETATE REDI (aspettate che ritorni). Il Sebeto sdraiato a sx saluta il sole che sorge alle spalle del Vesuvio in eruzione. Nel mare la sirena Partenope esulta. Esergo: VOTA PUBLICA / MDCCXCIX - Opus: Domenico Perger – Bramsen n. 2136; D’Auria n. 62; Ricciardi n. 60; Christie’s 30.4.92 n. 64 – SN (g 110 – Ø 72 mm) RRR Ex Varesi 18.4.2007 n. 111 SPL 2.500 44


38

Medaglia 1800 Papa Pio VII – Repoussé in bronzo dorato in superba conservazione inciso da Lienard di grandissima rarità – Circolarmente: PIE VII BERNABÉ CHIARAMONTI PAPE EN 1800. Busto a dx del papa con mozzetta e stola - Opus: Lienardi – AE dorato (g 5,25 – Ø 50 mm) RR 150 45


39

Medaglia 1800 Tribunale di cassazione – D/ Lateralmente: TRIBUNAL DE CASSATION. La Giustizia in piedi appoggia la mano dx sulle tavole della legge e tiene sollevata con la sx la bilancia. – R/ In corona di rami di quercia un triangolo raggiante con scritto all’interno LA LOI – Opus: Gatteaux – Bramsen n. 93 – AE (g 39,99 – Ø 47 mm) RRR Ex Alain Weil di Parigi 24.3.10 n. 184 (€ 336). Il tribunale, istituito durante la rivoluzione, con legge del 27 novembre 1790, divenne corte di cassazione con senatoconsulto del 28 fiorile AN XII (1804) FDC 300 46


40

Medaglia 1800 Tribunale di appello – D/ circolarmente: TRIBUNAL D’APPEL SEANT A PARIS. La Giustizia in piedi con spada e bilancia. Un codice ai piedi. – R/ lateralmente: REPUBLIQUE FRANCAISE. Nel campo le tavole della legge rette dal fascio repubblicano e sovrastate dall’occhio massonico raggiante. – Opus: Gatteaux – Bramsen n. 95 – AE (g 45,31 – Ø 48 mm) RRR Una sola apparizione sul mercato negli ultimi 30 anni. Ex Francesco Tuzio (Parigi) 30.06.94 qFDC 200 47


41

Medaglia 1800 Attentato al re Giorgio III d’Inghilterra – D/ Busto del re a sx – R/ Circolarmente: PERSPICIT ET PROTEGIT. Altare fiammeggiante nel campo, con lettere sul frontale (D.O.M.), sovrastato dal delta raggiante. Esergo: A SICARIO SERVATUS MAI.XV.MDCCC. – Opus: C.H. Küchler – Brown n. 483. – AE argentato (g 54,20 – Ø 48 mm) SPL 200 48


42

Medaglia 1800 Passaggio del S. Bernardo. Battaglia di Marengo – D/ La Vittoria alata in piedi su un cannone spinge al galoppo due cavalli collegati verso la sommità di una montagna. Esergo: L’ARMÉE FRANCAISE PASSE LE ST. BERNARD XXVIII FLORIAL AN VIII 1800 – R/ BATAILLE DE MARENGO. Tra due rami di palma undici chiavi sospese da un anello. Esergo: XXV PRAIRIAL MDCCC – Opus: Dubois – Bramsen n. 37 – AG (g 36,46 – Ø 41 mm) RRR In perfetta conservazione con fondi lucenti e patina iridescente di antico medagliere. Ex Negrini (MI) 31.5.2001 n. 1176. Bonaparte, sulle orme di Annibale, il 18 maggio 1800 varca il San Bernardo alla testa di 40.000 uomini e di 60 cannoni e il 2 giugno entra vittorioso in Milano. FDC 1.000 49


43

Medaglia 1800 Corpo legislativo – D/ Nel campo la Libertà elmata abbigliata da antica matrona romana tiene con la mano dx la picca sovrastata dal cappello frigio degli schiavi liberati e con la sx deposita una corona di alloro su un fascio repubblicano. Ai lati: REPUBLIQUE FRANCAISE. Sulla barra divisoria: GATTEAUX – R/ In alto ai due lati: LIBERTÉ – EGALITÉ. Al centro: CORPS LÉGISLATIF – Opus: Gatteaux – Bramsen n. 26 – AG (g 52,79 – 47 x 39 mm) RRR Bella patina uniforme. Segnetti nei campi. Ex Spink (Londra) 6.10.1999 n. 881 (RRR). In asta Künker del 22.6.2016 esemplare definito qSPL con colpetti (n. 1087) stimato € 1.000 è stato aggiudicato per € 1.984 SPL 1.000 50


44

Medaglia 1800 Tribunato – D/ Come quello della precedente – R/ come quello della precedente. Unica differenza: nel campo: TRIBUNAT invece di CORPS LÉGISLATIF – Bramsen n. 27 - Opus: Gatteaux – AG (g 57,79 – Ø 47 x 39) RRRR Segnetti nei campi. Difetto di conio sul contorno in basso ad ore 18. Ex Weil-Berger 3.4.2003 n. 381. Dal 2003 l’unico esemplare in conservazione SPL di g 38,95 (n.2105) apparso sul mercato internazionale è stato battuto in asta Künker del 6.10.14 per € 2.100 SPL 1.000 51


45

Medaglia 1800 Battaglia di Marengo – D/ Busto di Napoleone in uniforme a sx. Circolarmente: BONAPARTE PREMIER CONSUL DE LA REP. FRANC.E. Sotto: BATAILLE DE MARENGO 25 ET 26 PRAIRIAL AN 8. Il tutto tra due rami di alloro formanti corona. R/ Leggenda in 9 linee: LE PREMIER CONSUL COMMANDANT L’ARMÉE DE RÉSERVE EN PERSONNE: ENFANTS RAPPELEZ-VOUS QUE MON HABITUDE EST DE COUCHER SUR LE CHAMP DE BATAILLE. – Opus: Brenet e H. Auguste – Bramsen n. 38 – AE (g 63,43 – Ø 50 mm) FDC 150

52


46

Medaglia 1800 Battaglia di Marengo – Bella medaglia uniface rappresentante la testa di Napoleone, con capelli corti, circondata da trofei di bandiere e di armi, collocata sopra un quadro della battaglia. Esergo: BATAILLE DE MARINGO LE XXV PRAIRIAL AN VIII. Sulla barra divisoria: ANDRIEU. F. AN X – Opus: Andrieu – Bramsen n. 40 – PB (g 42,51 – Ø 59 mm) Segnetti impercettibili nel campo. La medaglia come attesta l’unita scheda manoscritta con bella calligrafia proviene da antica collezione SPL 200 53


47

Medaglia 1800 Battaglia di Marengo – D/ Busto di Napoleone a sx con testa e collo nudi e capelli corti. Sotto: ANNO VIII. – R/ XII MUNITISSIMIS OPPIDIS UNA DIE AD DEDITIONEM COACTIS. Ercole porge la mano all’Italia a terra. Dietro la Vittoria scrive su uno scudo: HOSTIBUS PROPE MARENGUM FUSIS. Esergo: RESPUBLICA CISALPINA RESTITUTA. Opus: Lavy d’aprés Appiani – Bramsen n. 42 – AE (g 79,95 – Ø 53 mm) Ex Ceccarelli, RSM Marzo 1994. Grazie all’intervento nel pomeriggio del 14 giugno 1800 dell’amico generale Desaix Napoleone sconfisse gli austriaci di Melas qFDC 250 54


48

Medaglia 1800 Morte del generale Desaix a Marengo – D/ Busto a dx di Desaix in uniforme. Sotto: BATAILLE DE MARENGO. 25 PRAIRIAL AN 8. – R/ Legenda in 7 linee: LE GÉNÉRAL DESAIX EST BLESSÉ A MORT: ALLEZ DIRE AU PREMIER CONSUL QUE J’EMPORTE LE REGRET DE N’AVOIR PAS FAIT ASSEZ POUR VIVRE DANS LA POSPERITÉ – Opus: Brenet e Auguste – AE (g 57,26 – Ø 50 mm) Ex Varesi 29.4.2014 n. 58. Sorprendente coincidenza: Desaix e Kleber i migliori amici di Napoleone furono uccisi lo stesso giorno. Il primo a Marengo. Il secondo al Cairo dal pugnale di un arabo. FDC 150 55


49

Medaglia 1800 Colonna nazionale sulla Piazza Vendome – D/ in alto: BONAPARTE PREMIER CONSUL. In basso: CAMBACERES SECOND CONSUL LEBRUN TROISIE.ME CONSUL DE LA REPUBLIQUE FRANCAISE. Nel centro: busto di Bonaparte in uniforme a dx. – R/ LE PEUPLE FRANCAIS A SES DEFENSEURS. Legenda in 7 linee. – Opus: Duvivier – Bramsen n. 53 – AE (g 80,20 – Ø 56 mm) R Segnetti nei campi BB 120

56


50

Medaglia 1800 Passaggio del reno e del Danubio – D/ Busto a dx del primo console. – R/ PASSAGE DU RHIN ET DU DANUBE. Marte con spada e fulmine minaccia il dio del Danubio dopo aver superato il Reno. Esergo: ARMÉE DU RHIN MOREAU GENERAL EN CHEF. Sul bordo a sx: GATTEAUX I. ET F. – Opus: Andrieu D/ Gatteaux R/ - Bramsen n. 55 – AG (g 98,66 – Ø 60 mm) RRR Colpetti nel contorno e segnetti nei campi, bella patina scura uniforme. Riconio del 1845/1860 (mano indicatrice e Argent). Ex Künker 8.3.2010 n. 280 SPL 800 57


51

Medaglia 1800 Passaggio del Reno e del Danubio – D/ PASSAGE DU RHIN DU DANUBE. Marte, impugnando con la mano dx il gladio e con la sx il fulmine, dopo aver superato il Reno, minaccia il dio del Danubio. Esergo: ARMÉE DU RHIN MOREAU GEN.L EN CHEF – Opus: Gatteaux – Uniface – Bramsen n. 55/R – AE (g 17,73 – Ø 59 mm) RR La medaglia, come attesta l’unita scheda manoscritta con bella calligrafia, proviene da antica collezione FDC 250 58


52

Medaglia 1800 Colonna del dipartimento della Senna – D/ In alto: BONAPARTE PREMIER CONSUL. In basso: CAMBACERES SEC.D. CONS.L LEBRUN TROIS.E CONS.L. Busti accollati dei 3 consoli a dx. Esergo: CONSTITUTION DE LA REPUB. FRANC. ANNO VIII – R/ GUERRE DE LA LIBERTÉ. LE DEPARTEMENT DE LA SEINE A SES BRAVES. Al centro legenda in 9 linee – Opus: Gatteaux – Bramsen n. 64 - AE (g 86,10 – Ø 60 mm) R Ex Ceccarelli RSM marzo 1994 qFDC 200 59


53

Medaglia 1800 Attentato a Bonaparte nella Rue Saint-Nicaise – D/ AMOUR DU PEUPLE FRANCAIS POUR LE PREMIER CONSUL. Busto di Napoleone a sx in uniforme. – R/ Legenda in 10 linee: LES CITOYENS VOLENT EN FOULE VERS LUI. AMIS CE N’EST PAS A MOI QU’IL FAUT VENIR: QU’ON AILLE QU’ON AILLE AU SECOURS DES MALHEUREUX QUE LA MACHINE INFERNALE A PU FRAPPER – Opus: H. Auguste – Bramsen n. 76 - AE (g 59,40 – Ø 50 mm) RR Ex Ceccarelli RSM marzo 1994 FDC 200 60


54

Medaglia 1800 Attentato a Bonaparte nella Rue Saint-Nicaise – D/ BONAPARTE. REIP. ITAL. PRAESES. ANNO III. Busto a dx. - R/ DUX, TUTUS, AB, INSIDIIS. Il Destino impersonato da un vegliardo seduto vicino alle tre parche alate. – Opus: L. Manfredini d’aprés A. Appiani – Bramsen n. 77 – AE (g 83,52 – Ø 59 mm) Secondo il Turricchia, la medaglia erroneamente attribuita prima dei suoi studi all’attentato al primo console del 1800, sarebbe stata coniata a Milano nell’anno III della Repubblica Italiana il 3 giugno 1803 in occasione della Festa della Repubblica. SPL/FDC 200 61


55

Medaglia 1800 Omaggio dei musicisti a Joseph Haydn – D/ Busto abbigliato a sx. – R/ Circolarmente: HOMMAGE A HAYDN, PAR LES MUSICIENS QUI ONT EXÉCUTÉ L’ORATORIO DE LA CRÉATION DU MONDE * AU THÉATRE DES ARTS L’AN IX DE LA REPUBLIQUE FRANCAISE OU MDCCC. Al centro del campo una lira fiammeggiante sovrastata da corona di stelle. Opus: N. Gatteaux – Bramsen n. 88 – AE (g 82,83 – Ø 55 mm) RR Ex Hirsch 25.9.1996 n. 4261. Franz Joseph Haydn è stato un celebre compositore austriaco, uno dei maggiori esponenti del classicismo viennese, padre della sinfonia e del quartetto d’archi. FDC 150 62


56

Medaglia 1801 Pace di Luneville – D/ Circolarmente: BONAPARTE PR. CONSUL DE LA REP. FRAN. Busto del primo console in costume a dx. Sotto il busto: J. P. DROZ F. AN IX. 1801 – R/ In alto: BONHEUR AU CONTINENT. Il sole splende sulla Francia. Esergo: PAIX DE LUNEVILLE AN IX. 1801 – Opus: J. P. Droz – Bramsen n. 106 – AE (g 83,31 – Ø 55 mm) Ex Varesi 21.4.98 n. 684 (L. 345.000) qFDC 200 63


57

Medaglia 1801 Verona riconoscente al Gen. Brune – D/ Busto a sx. in uniforme del generale in capo dell’armata d’Italia. Sotto il busto: Salvirch F. – R/ Legenda in lingua latina in 9 linee: HELVETICO. BATAVO. CENOMANO SEMPER. INVICTO HOSTIBUS. FUGATIS. CAESIS CUMULATIS AD. MINCIUM. ET. AD. ATHESIM TRIUMPHIS LIBERTATIS. ADSERTORI VERONENSES – Opus: Salvirch – Bramsen n. 158 – AE (g 62,83 – Ø 54) Conservazione eccezionale. Ex Numismatica Ariminensis di Gianfranco Casolari 10.10.1973 FDC 200 64


58

Medaglia 1801 Preliminari di pace con l’Inghilterra – D/ circolarmente: A BONAPARTE. PAIX GENERALE. AN III: DE SON CONSULAT. Testa a sx. Sotto il collo: MERCIÉ F. LUG. – R/ in spessa corona di foglie di quercia legenda in 14 linee. – Opus: Mercié – Bramsen n. 166 – AE (g 46,16 – Ø 49 mm) RRR Ex WAG 28.6.2008 n. 2350. La medaglia intende celebrare contemporaneamente, afferma Bramsen, l’anniversario dell’avvento al consolato di Bonaparte, i preliminari della pace con l’Inghilterra sfociati nell’accordo di Londra dell’1 ottobre 1801, e la condotta encomiabile di due cittadini di Lione. FDC 300 65


59

Medaglia 1801 Preliminari di pace con l’Inghilterra – D/ Come il D/ di Bramsen n. 166 – R/ In spessa corona di ulivo legenda in 10 linee: IL A CONQUIS LA PAIX: RESTAURÉ LE COMMERCE, L’AGRIC: ET LES ARTS….. – Opus: Mercié – Bramsen n. 167 – AE (g 54,34 – Ø 49 mm) Segnetti nel campo del D/ SPL 150

66


60

Medaglia 1802 Pace di Amiens – D/ NAPOLEON BONAPARTE PREMIER CONSUL. Testa laureata a sx. – R/ PAIX D’AMIENS. Napoleone, come Marte, tiene con la mano sx la Vittoria e porge con la dx all’Inghilterra, parzialmente distesa e appoggiata su un leone, un ramo di olivo. Esergo: LE VI. GERMINAL AN X. XXVII. MARS MDCCCII – Opus: Dumarest – Bramsen n. 195 – AE (g 66,99 – Ø 49 mm) Segnetti nei campi. Ex Numismatica Ariminensis 30.6.1973 qFDC 200 67


61

Medaglia 1802 Concordato con la Santa Sede – D/ NAPOLEONE BONAPARTE PREMIER CONSUL. Busto a dx. – R/ RETABLISSEMENT DU CULTE. La Francia tende la mano alla religione afflitta. In fondo a sx la chiesa di Notre Dame. – Opus: Andrieu – Bramsen n. 213 – AE (g 63,19 – Ø 50 mm) Ex Numismatica Ariminensis 25.4.1975 qFDC 200

68


62

Medaglia 1802 Bologna riconoscente al dott. Sacco – D/ SIC MORBUS MURBO CURATOR. La Salute paludata stante, volta a dx, in atto di spingere un bambino nudo, che porta una corona di sempreverdi, verso un busto del dott. Sacco posato su un piedistallo su cui è raffigurata una mucca. Sopra la linea dell’esergo a dx: L. M. Esergo: VIII KALENDAS. MAII / ANNO. I. REIP. ITALICAE / MDCCCII – R/ Legenda in lingua latina in 6 linee: ALOYSIO. SACCO / IENNERIANAE. INSITIONIS / PRIMO. IN. COENOMANIS / PROPAGATORI. BENEMER. / MUNICIPIUM / GRATES – Bramsen n. 216; Martini n. 361; Turricchia n. 307 – AE (g 58,52 – Ø 55 mm) RRR Piccolo foro per appiccagnolo nel contorno ad ore 12. Introduzione della vaccinazione. Medaglia proveniente da antica collezione (v. schedina manoscritta) FDC 400

69


63

Medaglia 1802 Medaglia premio di incoraggiamento all’industria – D/ SOCIETÉ D’ENCOURAGEMENT. La Francia abbigliata da antica matrona romana tiene in ciascuna mano una corona per premiare i più meritevoli. Esergo: FONDÉE LE IX BRUM. AN X. 1802 – R/ In spessa corona di alloro: DECERNÉE A MR. ENGELMANN DE MULHAUSEN (HAUT RHIN) EXECUTION EN GRAND ET PERFECTIONNEMENT DE L’ART LITOGRAPHIQUE. ENCOURAGEMENT 1816 – Opus: Tiolier – Bramsen n. 234 – AG dorato (g 106 – Ø 64 mm) RRR Dedicata SPL/FDC 500

70


64

Medaglia 1802 Torino riconoscente al gen. Jourdan – D/ MARS ET MINERVE COURONNENT SES VERTUS. Esergo: L’AN XI DE LA REP. FRANCAISE – R/ AU GENER. JOURDAN CONSEILL. D’ETAT ADMINISTRAT. GEN. DE LA XXVII. DIVISION MILITAIRE LES SUBALPINS RECONNOISS. – Opus: Lavy – Bramsen n. 260 – AE (g 51,38 – Ø 50 mm) RRR Ex Ceccarelli (VR) 7.11/1999. In asta Thesaurus (R.S.M.) dell’11.11.2012 un esemplare simile ha realizzato € 552 FDC 350 71


65

Medaglia 1802 Per le nozze di Constantin Fellner – D/ UNIO LATOMOR. FRANCOF. A. M. – R/ Legenda in lingua latina in 9 linee – Opus: Loos – Sommer A93 – AG (g 59,6 – Ø 51 mm) Segnetti nei campi. Ex Teutoburger Münzauktion (D) 8.9.2012 n. 4368. Medaglia massonica molto rara impreziosita al D/ da splendida patina uniforme. Un esemplare simile in recente asta Hirsch a Monaco ha realizzato € 900 + diritti. La loggia “Zur Einigkeit” cui era affiliato nel 1802 il Fellner è tuttora attiva in Francoforte SPL 300

72


66

Medaglia 1802 Medaglia premio assegnata a Lenfume Camuzat dalla giuria delle arti – D/ ENCOURAGEMENS ET RÉCOMPENSES A L’INDUSTRIE. Esergo: AUX ARTS UTILES REP. FR. Sotto a sx. B. DUVIVIER – R/ In spessa corona di alloro, incisa in 10 linee, legenda in lingua francese: “4° anno del consolato di Napoleone Bonaparte / ella è stata assegnata a Lenfume Camuzat industriale a Troyes (nel Dipartimento dell’Aube nella regione Grand Est a 150 km da Parigi) per la sua bella produzione di calze di cotone sul modello di quelle inglesi dal giurì delle arti dell’anno decimo” – Opus: B. Duvivier – Hennin n. 871 (D/) – AG (g 93,33 – Ø 56 mm) RRRRR Unica. Colpetti nel contorno e segnetti nei campi. Esemplare simile dedicato nell’anno 9° al cittadino Boutet ha realizzato in asta Bourgey del 26.11.97 (n. 218) L. 28.300.000 (circa € 15.000) SPL 1.000 73


67

Medaglia 1803 La città di Lille al primo console – D/ Circolarmente: BONAPARTE PREMIER CONSUL DE LA REPUBLIQUE FRANCAISE. Busto a sx in costume. Sotto il busto: FRAPPÉ A LA MONNOIE DE LILLE – R/ Circolarmente: LA VILLE DE LILLE AU PREMIER CONSUL. Nel campo: AMOUR, FIDELITÉ. RECONNOISANCE. Esergo: ARRÉTE DU CONSEIL MUNICIPAL DU XIX GERMINAL AN XI 9 AVRIL 1803 – Opus: H. Auguste – Bramsen n. 263 – AE (g 61,69 – Ø 50 mm) RRR Rarissima variante. Si unisce la scheda del vecchio collezionista FDC 200 74


68

Medaglia 1803 La Svizzera pacificata – D/ LA SUISSE PACIFIEE ET REORGANISÉE. Aquila raggiante tiene tra gli artigli un libro sul quale si legge ACTE DE MEDIATION – R/ PREMIERE ASSEMBLÉE DU GRAND CONSEIL DU CANTON DE VAUD. Peristilio a quattro colonne con due edifici laterali. Esergo: XIV AVRIL. MDCCCIII – Opus: Andrieu – Bramsen n. 265 – AG (g 47,85 – Ø 46 mm) RR Molto rara e ricercata. Ex iNumis 8.12.2011 n. 236 € 516. Il 19.2.1803 si pose fine ai contrasti tra i cantoni svizzeri con un atto di mediazione che stabilì un nuovo patto federativo e la costituzione particolare di ciascun cantone SPL 400 75


69

Medaglia 1803 Napoleone occupa l’Hanovre – D/ Circolarmente: LE TRAITÊ D’AMIENS ROMPU PAR L’ANGLETERRE EN MAI DE L’AN 1803. Nel campo il leopardo inglese addenta il trattato di pace. – R/ Circolarmente: L’HANOVRE OCCUPÉ PAR L’ARMÉE FRANCAISE EN JUIN DE L’AN 1803. Nel campo la Vittoria alata a cavallo di un destriero lanciato al galoppo porta con la mano dx una corona di alloro. Esergo: FRAPPÉE AVEC L’ARGENT DES MINES D’HANOVRE L’AN 4 DE BONAPARTE – OPUS: JEUFFROY – BRAMSEN N. 271 – AG (g 32,51 – Ø 41) RR Patinata, segnetti nei campi. In asta Künker dell’1.2.2018 esemplare in AG di g 38,33 (n. 1371), stimato € 1.000, ha realizzato € 2.500 SPL 750

76


70

Medaglia 1803 A Jean-Antoine Chaptal – D/ INSTITUT NATIONAL DES SCIENCES ET DES ARTS. Busto di Minerva elmata a dx. Sotto: DUMAREST AN XI. In fondo: CONSTIT. ART. LXXXVIII – R/ Corona di rami intrecciati di ulivo e stella. Al centro: J. A. CHAPTAL – Opus: Dumarest – Bramsen n. 279 – AG (g 76,52 – Ø 49 mm) RRRRR Segnetti nei campi. Della più grande rarità: dedicata a Jean-Antoine Chaptal nato a Saint-Pierre de Nogaret (Lozere) il 3.6.1756, morto a Parigi il 30.7.1832. Conte di Chanteloup. Chimico. Ministro dell’interno durante il consolato di Bonaparte. SPL 2.000

77


71

Medaglia 1804 Accampamento di Boulogne – D/ HONNEUR LÉGIONAIRE AUX BRAVES DE L’ARMÉE. Napoleone seduto su uno scranno distribuisce ai soldati l’onoreficenza della Legion d’Onore. Esergo: A BOULOGNE LE XXVIII THERM. AN XII. XVI AOUT MDCCCIV – R/ Posizione di ciascuno dei corpi dell’armata d’Inghilterra. Esergo: SERMENT.DE L’ARMÉE. D’ANGLETERRE A L’EMPEREUR NAPOLEON. N.1 CAVALLERIE. 2. INFANTERIE. 3. GÉNÉREAUX. 4. DRAPEAUX. 5. LEGIONNAIRES. 6. GARDE DE L’EMPEREUR…. – Opus: D/ Jeuffroy; R/ Jaley – Bramsen n. 318 – AG (g 36,90 – Ø 41 mm) RRR Rarissima in argento. Bella patina uniforme. Esemplare FDC di g 42,28 (n. 633) in asta Nomisma del 13.5.2014 ha realizzato € 1.650 SPL/FDC 1.000

78


72

Medaglia 1804 Preparativi per l’invasione dell’Inghilterra – D/ Testa laureata a dx di Napoleone – R/ EN L’AN XII 2000 BARQUES SONT CONSTRUITES. Napoleone nelle sembianze di Ercole nudo si accinge ad incatenare il leopardo inglese che tiene ben stretto tra le gambe. Esergo: DENON. DIREXIT. 1804. – Opus: Droz – Bramsen n. 320 – AG (g 38,55 – Ø 40 mm) RR Segnetti nei campi. Patinata. Molto rara in argento. In asta Künker esemplare simile di g 38,45 (n. 4216) ha realizzato € 1.860 il 28.9.2016. La medaglia commemora l’armamento della flotta d’invasione dell’Inghilterra, costituita da circa 2.000 navi di ogni tipo e stazza, per il trasporto di 160.000 uomini, 10.000 cavalli e 650 pezzi di artiglieria SPL 800 79


73

Medaglia 1804 Festeggiamenti per l’incoronazione di Napoleone – D/ NEAPOLIO IMPERATOR. Busto laureato a sx. Sotto il collo: GALLE FECIT. – R/ TUTELA PRAESENS. La città di Parigi si complimenta con Napoleone che siede su uno scranno abbigliato da imperatore romano e tiene con la mano sx il bastone del comando. Esergo: EPULUM SOLLEMNE IMPERATORIS IN CURIA URBANA - FRIM – A. XIII. Sulla barra divisoria: PRUDHON DEL. / JEUFFROY FEC. – Opus: Galle e Jeuffroy – Bramsen n. 358 – AG (g 162 – Ø 68 mm) RR Bella patina di medagliere nel R/. SPL/FDC 1.500

80


74

Medaglia 1804 Museo del Louvre. Sala del Laocoonte – Medaglia uniface – Opus: C. M. Renaud – Bramsen n. 369; Tresor Numismatique 5, 8 – AE o PB dorato (g 140 – Ø 73 mm) RRRRR Mai più apparsa sul mercato dal 21.4.1975 data dell’acquisto in Numismatica Ariminensis di Gianfranco Casolari di Rimini SPL 300 81


75

Medaglia 1805 Napoleone a Genova – D/ IMP. NAPOLEON. P. F. A. REX. ITAL. Busto laureato a dx con il mantello imperiale. Sotto il busto: H. VASSALLO – R/ FELICI. FAUSTOQ. ADVENTUI. Giano bifronte su colonna ornata dello scudo della Repubblica Ligure. A fianco due bandiere, il caduceo, un mappamondo ed altri oggetti. Esergo: III. KAL. JUL. MDCCCV. S. P. Q. LIGUR. – Opus: H. Vassallo – Bramsen n. 428 – AG (g 48,58 – Ø 50 mm) RRR Bella patina. Esemplare con colpetti in asta Nomisma del 13.5.14 n. 638 ha realizzato € 1.805 FDC 900

82


76

Medaglia 1805 Napoleone abbandona il progetto d’invadere l’Inghilterra e si dirige verso l’Austria – D/ Testa laureata a dx di Napoleone – R/ L’EMPEREUR COMMANDE LA GRANDE ARMÉE. Aquila davanti al trono sovrastato dal fulmine. Esergo: LEVÉE DU CAMP DE BOULOGNE LE XXIV. AOUT MDCCCV. PASSAGE DU RHIN LE XXV SEP.BRE MDCCV – Opus: D/ Droz; R/ Brenet – Bramsen n. 430 – AG (g 36,00 – Ø 40 mm) RRR Rarissima in argento. Patinata. Napoleone, compresa la superiorità in mare dell’Inghilterra, abbandonò il campo di Boulogne e, al comando della Grande Armata, il 25 settembre 1805, passò il Reno ed invase l’Austria FDC 1.000 83


77

Medaglia 1805 Allocuzione di Napoleone all’armata sul ponte del Lech in Baviera – D/ Testa laureata di Napoleone a dx. Sotto: DROZ FECIT. DENON DIREX. MDCCCVI – R/ Napoleone sul ponte del fiume Lech nella città di Fussen in Germania arringa i suoi soldati che giurano di vincere. Esergo: ALLOCUTION A L’ARMEE. L’ARMÉE FAIT SERMENT DE VAINCRE XII OCTOBRE MDCCCV – Opus: D/ Droz; R/ Andrieu – Bramsen n. 432 – AG (g 37,01 – Ø 40 mm) RRR Rarissima in argento specialmente in questa superba conservazione. Bella patina. Ex Nomisma 14.10.2006 n. 254. Esemplare simile di g 36,53 in conservazione SPL/FDC (n. 1395) ha realizzato in asta WAG dell’11/12.9.2017 € 2.700 qFDC 900

84


78

Medaglia 1805 Battaglia navale di Trafalgar. Morte di Nelson – D/ tomba sormontata da una piramide. Nella parte frontale si legge: GALLANT NELSON DIED IN THE HOUR OF VICTORY 21 OCT. A.D. 1805. Sulla tomba dei cannoni, dei proiettili e un’ancora. Al centro della piramide un medaglione con il busto di Nelson a sx. Esergo: TRAFALGAR – R/ IN LIFE VICTORIOUS IN DEATH TRIUMPHANT. Tra Nettuno e l’Inghilterra un altare sormontato da un’urna. Esergo: MDCCCV – Opus: P. Wyon – Bramsen n. 434; Brown n. 579 – SN (g 50,88 – Ø 52 mm) RRR Ex M&M GmbH 19.10.2007 n. 986 SPL 200 85


79

Medaglia 1805 Morte di Nelson nella battaglia di Trafalgar – D/ busto a sx del celebre ammiraglio inglese. Circolarmente: HOR. VICECOM. NELSON OB PATRIAM PUGNANDO MORT. OCT. XXI. MDCCCV – Sotto la spalla a dx: W. – R/ IPSE BELLI FVLMEN. Bellona alata scaglia fulmini contro la flotta francese. – Opus: T. Webb – Bramsen n. 435; Julius n. 1418; Brown n. 577 – AE (g 74,69 – Ø 53 mm) RRR Ex Münzen & Medaillen GmbH 19.10.2007 n. 987. Esemplare simile in asta WAG del 18.2.08 n. 2621 ha realizzato € 500 qFDC 300 86


80

Medaglia 1805 L’armata francese vittoriosa entra in Innsbruck – D/ Testa laureata di Napoleone a dx. Sotto: DROZ FECIT. DENON DIREX. MDCCCVI – R/ Napoleone in piedi, la testa laureata, indossante una corazza antica, tiene con la mano dx una statuina della Vittoria e con la sx uno stendardo con lettere R.F. Nel campo a sx: LES AUTRICHIENS VAINCUS e a dx: LES DRAPEAUX FRANCAIS REPRIS. Esergo: INSPRUCK LE XVI BRUM.RE AN XIV.MDCCV – Opus: D/ Droz; R/ Brenet – Bramsen n. 442 – AG (g 38,19 – Ø 40 mm) RR Segnetti e colpetti. Molto rara in argento. Ex Ceccarelli, convegno di Verona del 20.11.2004. In asta Künker del 28.9.2016 esemplare di g 36,21 in conservazione SPL (n. 4224) ha realizzato € 2.720 SPL 500 87


81 Medaglia 1805 Presa di Vienna – D/ Testa laureata di Napoleone a dx – R/ Napoleone in piedi, nelle sembianze di Ercole, tra due donne turrite che gli porgono le chiavi delle loro città. Esergo: PRISE DE VIENNE ET DE PRESBOURG MDCCCV. Ai lati: DENON D. – GALLE F. – Opus: D/ Andrieu; R/ Galle – Bramsen n. 443 – AG (g 32,66 – Ø 40 mm) RR Patinata. Ex Nomisma (Grigoli) 5.11.1994 n. 1423, Dopo aver accerchiato e distrutto un’intera armata austriaca durante la battaglia di Ulma, le forze francesi occuparono Vienna l’11 novembre 1805 SPL 750 88


82

Medaglia 1805 Battaglia di Austerlitz – D/ BATAILLE D’AUSTERLITZ. Testa laureata di Napoleone a dx. Sotto il collo: ANDRIEU F. II DECEMBRE 1805 – R/ ALEXANDRE I. – FRANCOIS II. Teste laureate dei due imperatori. Sotto: DENON D. – ANDRIEU F. – Opus: D/ Andrieu; R/ Andrieu – Bramsen n. 446 – AG (g 41,51 – Ø 40 mm) RR Patinata. Ssbavatura di conio nel ciglio del contorno del D/, ad ore 18. Colpetto ad ore 15 e punzone del collezionista nel taglio. Ex Hirsch 15.2.1995 n. 3968. Precedenti apparizioni sul mercato: Gorny 6.3.2007 n. 4696 FDC g 37,69 € 2.230; Münzen & Medaillen 19.10.2007 n. 995 SPL € 2.461; Palombo 12.10.2008 n. 631 SUP g 36,20 €2.800; Künker 28.1.2010 n. 1245 SPL g 36,43 € 2.100; Monnaies D’Antan 21.11.2015 n. 1298 SUP g 36,26 € 2.360 SPL 1.000 89


83

Medaglia 1805 Pace di Presburgo – D/ Testa laureata di Napoleone a dx. Sotto: DROZ FECIT. DENON DIREX MDCCCVI – R/ facciata del tempio di Giano. Esergo: PAIX DE PRESBOURG XXVI. DECEMBRE MDCCCV – Opus: D/ Droz; R/ Andrieu – Bramsen n. 455 – AG (g 34,99 – Ø 40 mm) RR Colpettino ad ore 12 del ciglio del contorno. Molto rara in argento. Ex Francesco Tuzio di Parigi (Convegno di Verona del 20.11.2004). La pace di Presburgo fu un trattato di pace conclusosi il 26 dicembre 1805 in Slovacchia nell’attuale Bratislava tra l’imperatore Francesco I d’Austria e Napoleone Bonaparte. Rappresentò l’evento conclusivo della guerra della Francia contro la terza coalizione delle potenze europee qFDC 750

90


84

Medaglia 1805 Venezia resa all’Italia – D/ Testa laureata a dx di Napoleone. Sotto: DROZ FECIT. DENON DIREX. MDCCCVI – R/ Vista del ponte di Rialto. Esergo: VENISE RENDUE A L’ITALIE XXVI: DÉCEMBRE MDCCCV – Opus: D/ Droz; R/ Brenet – Bramsen n. 460 – AG (g 37,37 – 40 mm) Bella patina uniforme di antico medagliere. Colpettino ad ore 13 nel ciglio del contorno. Rara e ricercata. Ex Varesi 29.4.14 n. 184. In seguito agli accordi del trattato di Presburgo, l’Austria fu costretta ad abbandonare il Veneto, l’Istria e la Dalmazia che Napoleone riunì al Regno d’Italia. Venezia venne occupata nel gennaio 1806 dalle truppe francesi comandate dal generale Marmont. Esemplare simile qFDC di g 35,73 (n. 628) stimato € 1.500 in asta Nomisma 13.4.2013 realizzò € 1.720 FDC 1.000 91


85

Medaglia 1805 Te Deum nella Cattedrale di Vienna – D/ Testa laureata a dx di Napoleone – R/ Circolarmente: ACTIONS DE GRACES POUR LA PAIX. Vista della cattedrale di Santo Stefano a Vienna. Esergo: ORDONNÉES À VIENNE PAR L’EMPEREUR NAPOLEON LE XXVII. DÉCEMBRE MDCCCV. Sopra la barra divisoria: DENON D. – ANDRIEU F. – Opus: Andrieu – Bramsen n. 461 – AG (g 39,38 – 40 mm) RR Impercettibili segnetti da contatto nei campi. Ex A&B (Roma) 29.4.1999 n. 1383. Ultime apparizioni sul mercato: MDC di Monaco SUP. 29.10.20 n. 514 € 1.612; WAG 11/12.9.2017 n. 1397. Esemplare FDC di g 36,50, stimato € 1.500 ha realizzato € 2.480 qFDC 800 92


86

Medaglia 1805 Prova in piombo di medaglia di Cocchi – Testa laureata di Napoleone a sx. NEAPOLIO IM. REX. Sotto il busto: Cocchi. – Uniface – Opus: Cocchi – Bramsen n. 483/d PB (g 70,81 – Ø 51 mm) RRR Segnetti. Ex Ghiglione 19.10.1995 n. 657 BB 150 93


87

Medaglia 1806 Luigi Napoleone re d’Olanda – D/ Busto a dx del re. Testa e collo nudi. Circolarmente: NAP. LOUIS I. ROI DE HOLLANDE CONN. DE FRANCE. Sotto il collo: George. F – R/ Nel campo uno scudo alle armi di Olanda con la corona ed i simboli del potere regale. Al centro la spada del gran connestabile di Francia. – Opus: George – Bramsen n. 528 – AG (g 63,38 – Ø 50) RRR Rarissima in argento. Patina scura. Ex Elsen 13.6.1998 n. 2717. In asta Künker 20.11.13 esemplare simile di gr 57,66 ha realizzato € 2.108 SPL 1.500

94


88

Medaglia 1806 Conquista dell’Istria – D/ Busto laureato a dx. NAPOLEON EMP. ET ROI – R/ Facciata del Tempio di Augusto. Circolarmente: TEMPLE D’AUGUSTE A POLA. Esergo: L’ISTRIE CONQUISE AN MDCCCVI – Opus: D/ Andrieu; R/ Brenet – Bramsen n. 512 – AG (g 34,88 – Ø 41 mm) RR Segnetto sulla guancia di Napoleone nel D/. Ex Nomisma 5.11.1994 n. 416. La medaglia fu voluta da Napoleone per celebrare l’annessione dell’Istria, precedentemente appartenente alla Repubblica Veneta, al Regno d’Italia. In asta D’Antan del 21.5.2016 esemplare in conservazione inferiore di g 39,64 (n. 1071) è stato aggiudicato per € 1.711 FDC 1.200 95


89

Medaglia 1806 Conquista della Dalmazia – D/ Busto laureato a dx di Napoleone. NAPOLEON EMP. ET ROI. R/ TEMPLE DE JUPITER A SPALATO. Il tempio al centro. Esergo: LA DALMATIE CONQUISE EN MDCCCVI. PAR LA PAIX DE PRESBOURG – Opus: D/ Droz; R/ Brenet – Bramsen n. 513 – AG (g 34,58 – Ø 40 mm) RRR Patinata, rarissima in argento. Esemplare di g 33,38 in conservazione decisamente inferiore (colpetti e graffietti) in asta AMS del 4.6.2019 (n. 140) stimato € 500 è stato aggiudicato per € 1.730. In base al trattato di Presburgo del 1805 Istria, Dalmazia e le Bocche di Cattaro vennero date alla Francia. Il 19.2.1806 il generale Dumas emanava il proclama d’unione della Dalmazia al Regno d’Italia dal titolo: Dalmati! L’imperatore Napoleone, re d’Italia, vostro re, vi rende la vostra patria. FDC 1.200 96


90

Medaglia 1806 Conquista di Napoli – D/ Busto laureato di Napoleone. NAPOLEONE EMP. ET ROI – R/ La Vittoria alata corona un toro a faccia umana. Sotto il toro un piccolo busto di Vulcano a dx. Esergo: CONQUETE DE NAPLES / MDCCCVI – Opus: D/ Droz; R/ Brenet – Bramsen n. 516; Siciliano n. 1; Ricciardi n. 72 – AG (g 36,58 – Ø 40 mm) RRR Patinata. Rarissima in argento, particolarmente in questa eccezionale conservazione. Ex Varesi 18.4.2007 n. 118. Si legge in Siciliano a pag. 8: La conquista di Napoli, se non presentò speciali difficoltà tattiche, rivestì una grande importanza dal punto di vista strategico e morale, perché consolidò la sicurezza degli altri stati italiani e costituì uno smacco per gli inglesi e per i Borboni, loro alleati, cha avevano costantemente combattuto e, nel 1799, perfino scacciato i francesi. FDC 1.200 97


91

Medaglia 1806 Confederazione del Reno – D/ Busto laureato a dx di Napoleone – R/ Quattordici principi germanici, rivestiti dell’antica armatura nazionale, sono raggruppati attorno ad un fascio sul quale posano la mano per prestare giuramento. In fondo al gruppo il principe primate con gli emblemi della sua dignità ecclesiastica. Esergo: CONFEDERATION DU RHIN. MDCCCVI – Opus: D/ Andrieu; R/ Brenet – Bramsen n. 534 – AG (g 34,99 – Ø 41 mm) R Minuscolo colpetto ad ore 18 sul ciglio del contorno. Bella patina da antico medagliere. Segnetti da contatto nel campo del D/. Ex Jean Vinchon (Parigi) 10.12.1997 n. 358. L’atto costitutivo della Confederazione del Reno tra i principi tedeschi fu il trattato di Presburgo del 1806. FDC 900

98


92

Medaglia 1806 Battaglia di Iena – D/ Busto di Napoleone a dx. R/ Napoleone nei tratti di Giove, a cavallo di un’aquila, fulmina i giganti che volevano invadere il cielo. Esergo: BATAILLE D’JENA. MDCCCVI – Opus: D/ Andrieu; R/ Galle – Bramsen n. 538 – AG (g 43,72 – Ø 40 mm) RRR Patinata. Rarissima in argento in particolare in questa superba conservazione. In asta WAG del 12.9.2017 esemplare in conservazione inferiore (n. 1398) stimato € 1.000 ha realizzato € 2.970. Il 14 ottobre 1806, in prossimità di Jena la Grande Armata francese guidata da Napoleone distrusse l’esercito prussiano. Nella circostanza Napoleone ottenne una delle più grandi vittorie della sua carriera. FDC 1.200 99


93

Medaglia 1806 Ingresso di Napoleone a Berlino – D/ Busto laureato di Napoleone a dx – R/ In alto: PORTE DE BRANDEBOURG. Nel campo: vista della celebre porta di Berlino sovrastata da quadriga guidata dalla Vittoria. Esergo: L’EMPEREUR ENTRE A BERLIN LE XXVII OCTOBRE MDCCVI – Opus: D/ Andrieu; R/ Jaley – Bramsen n. 546 – AG (g 39,45 – Ø 40 mm) RRRR Patinata. Estremamente rara in argento in questa superba conservazione. Dopo le vittorie di Jena e Auerstadt il 26 ottobre Napoleone entrò a Potsdam e si recò in visita alla tomba di Federico il Grande e davanti ai suoi marescialli disse: “Se lui fosse ancora vivo, noi non saremmo qui”. Il giorno successivo entrò trionfalmente a Berlino alla testa della Grande Armata. FDC 1.200

100


94

Medaglia 1806 Capitolazione di quattro fortezze prussiane – D/ Busto laureato di Napoleone a dx – R/ Quattro donne, abbigliate da antiche matrone romane, coronate da torri, osservano sbigottite, e lasciano cadere a terra le loro chiavi, alla vista di Napoleone in cielo, trasportato da un’aquila. Esergo: CAPITULATION DE SPANDAU, STETTIN, MAGDEBOURG ET CUSTRIN MDCCCVI – Opus: D/ Andrieu; R/ Jeuffroy – AG (g 39,29 – Ø 40 mm) RRR Segnetti nei campi, patina scura. Rarissima in argento, due sole apparizioni nel mercato internazionale negli ultimi 30 anni. In asta WAG del 29.4.2013 esemplare qFDC di g 34,38, stimato € 1.000 ha realizzato € 1.860 SPL 750

101


95

Medaglia 1806 Corriere del Regno d’Italia – D/ Armi del regno. Circolarmente in basso: CORRIERE DEL REGNO D’ITALIA – R/ Liscio. Negli esemplari in argento veniva inciso nel R/ il nome e la data di nomina del corriere. – Opus: Joseph Salwirck – Bramsen n. 583; Brambilla n. 65 – AE (g 60,42 – Ø 51 mm) RR Medagliainsegna in superba conservazione per i corrieri governativi del regno. Ex Christie’s (Roma)14.12.200 n. 576 SPL+ 800 102


96

Medaglia 1806 Imperiale Regia Accademia delle Belle Arti – D/ Circolarmente: IMPERIALE REGIA ACCADEMIA DELLE BELLE ARTI. Nel campo Minerva, con casco ornato da sfinge e serpente, seduta a sx, porge con la mano dx le tre Grazie. Sotto: L. MANFREDINI F. – R/ Tra due rami d’ulivo intrecciati: PREMIO DI MILANO - Opus: Luigi Manfredini (1771-1840) – Bramsen manca V. n. 584 – AG (g 108 – Ø 61 mm) Bella patina al D/, segnetti nei campi. Ex Numismatica di Emilio Tevere 13.4.1996 n. 615 SPL 350 103


97

Medaglia 1807 Battaglia di Eylau – D/ Busto laureato di Napoleone a dx – R/ VICTORIAE MANENTI. Napoleone nudo, nei tratti di Diomede, tra un ammasso di armi e bandiere, tiene con la mano dx una spada e con la sx una piccola statua della Vittoria. Esergo: BATAILLE DE PREUSS EYLAU VIII. FEVRIER MDCCCVII – Opus: D/ Andrieu; R/ Brenet – Bramsen n. 628 – AG (g 38,64 – Ø 40 mm) RRR Impercettibili segnetti da contatto nel campo del R/. Rarissima in argento in particolare in questa superba conservazione. Ex asta Negrini 1.12.1994 n. 407. La battaglia di Eylau fu uno degli scontri più sanguinosi delle guerre napoleoniche e fu combattuta l’8 febbraio 1807 nell’attuale regione russa di Kaliningrad tra la Grande Armata, comandata dall’imperatore e l’esercito russo guidato dal generale Levin August von Bennigsen FDC 1.000 104


98

Medaglia 1807 Campagne del 1806 e 1807 – D/ Busto laureato di Napoleone a dx – R/ Ai lati e in alto: BERLIN, KOENIGSBERG, VARSOVIE. Nel campo tre donne turrite, abbigliate da antiche matrone romane, si preparano a consegnare al vincitore le chiavi delle loro città. Esergo: CAMPAGNES DE MDCCCVI ET MDCCCVII – Opus: D/ Andrieu; R/ George – Bramsen n. 634 – AG (g 35,62 – Ø 40 mm) RRR Patina di antico medagliere. Rarissima in argento. Ex Nomisma 5.11.1994 n. 1440. Esemplare simile in conservazione inferiore (n. 4738) in asta Künker del 28.9.2016 ha realizzato € 1.736 FDC 1.200 105


99

Medaglia 1807 Pace di Tilsit – D/ FRID. AUGUST. III. D. G. REX SAX. DUX VARSOV. Busto in grande uniforme a dx. Sotto il busto: KRÜGER. SEN. F. – R/ PAX ADES ET TOTO MITIS IN ORBE MANE. Donna classicamente abbigliata con lungo peplo tiene con la mano dx un ramoscello di ulivo e con una torcia nella sx accende il fuoco sopra un altare. Esergo: TILSIT D. VII IUL. M. DCCC VII. KRÜGER SEN. F – Opus: Krüger senior – Bramsen n. 644 – AG (g 39,43 – Ø 47 mm) RRRR Segnetti da pulitura nei campi. Ex Gorny 11.3.2010 n. 4953 (R4). Esemplare simile di g 38,72 in asta Künker del 19.6.2008 n. 4866 ha realizzato € 1.722 qSPL 900 106


100

Medaglia 1807 Spalato al generale Marmont – D/ Circolarmente: VIA PUB. ERECTA. LITTORE. AUCTO. URBE. EXORN. IMPERANTE. NAPOLEONE. M. Pianta della città di Spalato davanti al mare ove valeggiano due barche. Esergo: SPALATI VOTUM – R/ Circolarmente: ALEXANDRO MARMONT SUPREMO GALLORUM DUCI IN DALMATIA. La Dalmazia seduta su una roccia con il braccio dx appoggiato su una ruota tiene con la dx una cornucopia. Esergo: ANNO MDCCCVII – Opus: L. Manfredini – Bramsen n. 687 – AG (g 43,74 - Ø 42 mm) RRR Segnetti nei campi. Rarissima in argento. Ex Osenat 21.9.2014 n. 286 SPL 750

107


101

Medaglia 1807 Congresso di Erfurt – D/ Vista della città di Erfurt e dei dintorni. Esergo: ERFORDIAE XIV OCTOBRIS MDCCCVII – R/ Nel campo in 2 linee: NAPOLEONI GRATA CIVITAS – Opus: Facius – AG (g 28,60 – Ø 42,5 mm) RRR Bella patina uniforma al D/ di antico medagliere. Rarissima in argento specialmente in questa stupenda conservazione. Ex Hirsch 5.5.2004 n. 1317. In asta WAG del 12.9.2011 esemplare in conservazione inferiore (n. 328) ha realizzato € 1.437. A Erfurt, capitale della Turingia, in Germania, Napoleone incontrò lo zar Alessandro I nella speranza di consolidare l’accordo di Tilsit FDC 900

108


102

Medaglia 1809 In difesa di Ferdinando VII re di Spagna, prigioniero di Napoleone – D/ Circolarmente in lingua spagnola: AMADO FERNANDO VII. EL COMERCIO DE N.E: DERRAMARA GUSTOSO SU SANGRE EN TU DEFENSA. Busto a dx del re in uniforme. – R/ Circolarmente: LA INDUSTRIA Y EL VALOR SE UNIRAN EN DEFENSA DEL MONARCA. Marte e Mercurio in piedi tra armi, bandiere e attributi del commercio. Esergo: TOMAS SURIA EN MEXICO AGOSTO DE 1809 – Opus: Suria – Bramsen n. 873; Essling n. 2404; Julius n. 2136 – AE dorato (g 68,60 – Ø 65 x 50 mm) Appiccagnolo originale. Segnetti nei campi. Bella e rara qFDC 600 109


103

Medaglia 1809 L’Austria rompe il tratto di pace di Presbourg – D/ Il tempio di Giano bifronte con la porta spezzata in segno di guerra. Esergo: TRAITÉ DE PRESBOURG ROMPU PAR L’AUTRICHE – IX AVRIL MDCCCIX – R/ In alto: ABENSBERG * ECKMUHL. Al centro: Napoleone in piedi, in costume da condottiero romano, stende le braccia su due trofei. Esergo: BATAILLES DES XX ET XXII AVRIL MDCCCIX. XL. M. PRISONNIERS. – Opus: D/ Andrieu; R/ Brenet – Bramsen n. 844 – Ag (g 36,66 – Ø 40 mm) RRR Bella patina uniforme e delicata al D/. Rarissima in argento. In asta Künker del 28.9.2016 esemplare SPL di g 36,73 è stato aggiudicato per € 2.720 (n. 4232) FDC 1.200 110


104

Medaglia 1809 Battaglia di Ratisbona – D/ Testa di Napoleone a sx. Fulmine dietro la nuca. Circolarmente: NAPOLEO GALLOR. IMP. ITAL. REX PROTECT. FOEDERAT. RHEN - R/ circolarmente: AGGRESSUM MAGNUM RESCINDERE COELUM. Nel campo: Encelade seppellito sotto il monte Etna. Esergo: AUSTRIACIS FULMINE DEIECTIS MDCCCIX – Opus: D/ H. Vassallo; R/ L. Manfredini – Bramsen n.846 – AG (g 44,09 – Ø 42 mm) RRR Patina uniforme di antico medagliere. Insignificanti colpetti sul contorno. Rarissima in argento. Il 23.4.1809 nella battaglia che aprì ai francesi le porte di Vienna Napoleone fu ferito alla caviglia da un proiettile vagante. In asta Künker del 29.9.20 esemplare simile di g 43,73 è stato aggiudicato per € 3.000 (n. 1031) SPL/FDC 1.200

111


105

Medaglia 1809 Battaglia d’Essling e passaggio del Danubio – D/ DANUBIUS PONTEM INDIGNATUS. Il dio del Danubio intento a distruggere un ponte di barche. Esergo: PROELIUM AD ESLINGAM MAII XXII MDCCCIX – R/ ITERUM IBIDEM. Truppe francesi attraversano un ponte. La Vittoria alata in volo corona i loro stendardi. Esergo: TRAIECTUS V. IULLI MDCCCIX – Opus: Brenet – Bramsen n. 859 – AG (g 40,49 – Ø 40,4 mm) RRR Bella patina azzurrina di antico medagliere. Invisibili segnetti nei campi da contatto. Colpettini nel contorno. Piccolo punzone quadrato del collezionista. Ex Hirsch (Monaco) 25.11.1994 n. 2040. In asta WAG dell’11/12.9.2017 esemplare simile di g 38,80 ha realizzato € 2.852 (n. 1399) SPL/FDC 1.200

112


106

Medaglia 1809 Battaglia di Wagram – D/ Testa laureata a dx di napoleone. Circolarmente: NAPOLEON EMP. ET ROI. Sotto: ANDRIEU F. – R/ Ercole minacciando con una mazza un gigante a terra esce vincitore della lotta. Alla sua dx la Vittoria alata. Esergo: BATAILLE DE WAGRAM VI JUILLET MDCCCIX. Sotto a sx: DENON D. A dx: GALLE F. – Opus: Galle – Bramsen n. 860 – AG (g 39,08 – Ø 40 mm) Segnetti e colpetti. Bella patina. Ex St. James Baldwin (Londra) 3.10.2011 n. 1126. In asta Thesaurus (RSM) esemplare in conservazione migliore (qFDC) ha realizzato il 5.11.2016 (n. 926) € 1.665 qSPL 750 113


107

Medaglia 1809 Anversa attaccata dagli inglesi – D/ IUPITER STATOR. Giove seduto sul trono. Esergo: NAPOLEON A SCHOENBRUNN MDCCCIX – R/ La città di Anversa in piedi a dx abbigliata da matrona romana davanti a tre torri sormontate da una mano. Esergo: ANVERS ATTAQUE PAR LES ANGLAIS M.D.CCCIX – Opus: D/ Domard; R/ Depaulis – Bramsen n. 870 – AG (g 40,41 – Ø 40 mm) R Colpetti e segnetti. Patinata. Rara in argento. Ex Numismatica Ariminensis di Gianfranco Casolari 10.10.1973 SPL 600

114


108

Medaglia 1809 Battaglia di Aspern-Essling – D/ L’arciduca Carlo d’Austria, con due ufficiali dello stato maggiore, riceve una borraccia da un lanciere. Alle spalle dei 4 cavalieri un villaggio in fiamme. In fondo: I. HARNISCH. F. – R/ Legenda in lingua tedesca in 12 linee – Opus: I. Harnisch. – Bramsen n. 2219; Julius n. 2099 – SN argentato (g 124 – Ø 76 mm) RRRR Colpetti e segnetti. Ex Münzen & Medaillen GmbH 19.10.2007 n. 1168. La battaglia si svolse in prossimità di Vienna il 21 e il 22 maggio 1809 tra l’esercito austriaco comandato dall’arciduca Carlo e quello francese comandato da Napoleone qSPL 300

115


109

Medaglia 1809 Campagne del 1809. Pace di Vienna – D/ NAPOLEON EMP. ET ROI PROT. DE LA CONF. DU RHIN. 1809. Testa laureata a dx in alto rilievo. Sotto il collo: Babout. F. – R/ In alto CAMPAGNE DE 1809. Al centro la Vittoria alata in volo. Nella barra divisoria: DUVIVIER. Esergo: ENTRÉE A VIENNE. BATAILLE D’ECKMULH, D’ESSLING, WAGRAM ET CONQUETE DE L’ILLYRIE. REUNION DE L’ETAT ROMAIN. PAIX DE VIENNE – Opus: Babout (D/) e Duvivier (R/) – Bramsen n. 874 – AG (g 100,26 – Ø 54 mm) RRRR Estremamente rara in particolare in questa superba conservazione FDC 1.500

116


110

Medaglia 1809 Pace di Vienna – D/ Testa laureata di Napoleone a dx. Sotto la testa: J. P. DROZ FECIT. AN 1809 – R/ Circolarmente: PREMIER HOMMAGE DE LA FRANCE RECONNAISSANTE. La città di Strasburgo brucia dell’incenso su di un altare ornato di un caduceo. Esergo: PAR LA VILLE DE STRASBOURG LE 24 OCTOBRE 1809. PAIX DE SCHÖHBRUNN - Opus: J. P. Droz – Bramsen n. 880 – AE (g 106 – Ø 68 mm) RR Ex Alain Weil di Parigi 15.6.1997. In realtà il trattato di pace con l’Austria, dopo la vittoria di Napoleone a Wagram, venne firmato a Schönbrunn il 14 ottobre e non il 24 FDC 250

117


111

Medaglia 1809 Pace di Vienna – D/ Testa laureata di Napoleone a dx. NAPOLEON EMP. ET ROI. Sotto il collo: ANDRIEU F. DENON DIR.T – R/ Napoleone coronato di alloro, completamente nudo, con il mantello appoggiato alla spalla sx, in piedi vicino ad un altare in atto di posare un ramo di ulivo, con la mano dx, da fuoco con la sx ad un ammasso di spoglie militare. Esergo: PAIX DE VIENNE MDCCCIX – Opus: Andrieu – Bramsen n. 876 – AG (g 40,67 – Ø 41 mm) RRR Segnetti nei campi. Rarissima in argento. Ex Alan Weil (Parigi) 19.6.1996 SPL 600

118


112

Medaglia 1809 Pace di Vienna – D/ Al centro del sole raggiante: FRIEDE – R/ ERFREUE UNS MIT DEINEN SEEGNUNGEN. La Pace incoronata, tenendo con la mano sx un ramoscello di ulivo, accende con la dx il fuoco su un altare, al quale è appoggiato uno scudo alle armi della Sassonia. Esergo: WIEN D. 14. OCTOB. 1809 – Senza nome dell’incisore – Bramsen n. 2223; Julius n. 2147; Bourgeot n. 564 – SN (g 36,64 – Ø 56 mm) RRR Segnetti nel campo del R/. Ex Münzen & Medaillen GmbH 19.10.2007 n. 1207 FDC/SPL 250 119


113

Medaglia 1809 Napoleone e Giuseppina – Cliché in cornice d’epoca protetta da vetro con appiccagnolo e anello originali. Busti accollati a sx di Napoleone, laureato, con pelle di leone, capo ornato da testa d’aquila che tiene nel becco il fulmine, e di Giuseppina, diademata, con acconciatura piumata e orecchini. – Opus: Paroy. – V. Bramsen n. 892; Julius n. 2170; Otto Helbing 14.10.1930 n. 615; Tresor Numismatique 35.1; Essling n. 1276 – AE dorato (g 128 – Ø 73 mm, il cliché Ø 66 mm) Un capolavoro in alto rilievo. Ex ICE (Dublino) 4° asta 17.11.2012 n. 120 aggiudicata per € 1.180 FDC 1.000 120


114

Medaglia 1809 Gran premio di incisione del 1809 – Uniface. Circolarmente: GRAND PRIX DE GRAVURE EN MEDAILLES REMPORTÉ EN 1809 PAR J. E. GATTEAUX. Marte nudo impugna con la dx il gladio e con la sx un giavellotto seguito dalla Vittoria alata che tiene con la mano sx un ramo di palma. Esergo: liscio – Opus: J. E. Gatteaux – Bramsen n. 909 – Julius n. 2203/2204 – Tresor Numismatique n. 35.8 – SN (dipinto) (g 64,87 – Ø 73 mm) RRRR Ex Numismatica Ariminensis di Gianfranco Casolari 7.6.1974 FDC 200

121


115

Medaglia 1809 Banca di Francia – D/ Testa laureata di Napoleone a dx. Sotto la testa: J. P. DROZ FECIT. AN 1809 – R/ Circolarmente in alto: LA BANQUE DE FRANCE. Al centro: matrona classicamente abbigliata tiene con la mano dx un ramo di quercia ed appoggia il braccio sx su due corni d’abbondanza collocati sopra una cassaforte. – Opus: J. P. Droz – Bramsen n. 915 – AE (g 128 – Ø 68 mm) RR Ex Nomisma 28.10.1995 n. 1556. Conio originale. La Banca di Francia fu istituita il 18 gennaio 1800 per volere del 1° console Napoleone Bonaparte. Con decreto imperiale del 1808 vennero promulgati gli “statuti fondamentali” che avrebbero retto l’ente fino al 1936 FDC 25

122


116

Medaglia 1809 Banca di Francia – D/ Testa laureata di Napoleone a dx. Sotto la testa: J. P. DROZ FECIT. AN 1809 – R/ Circolarmente: LA BANQUE DE FRANCE RECONNOISSANTE. “Cartouche” in corona di spighe e di frutti. - Opus: J. P. Droz – AE (g 136 – Ø 68 mm) – Bramsen n. 917 – AE (g 134 – Ø 68 mm) RRR Conio originale. Ex Nomisma 28.10.1995 n. 1555 SPL 300

123


117

Medaglia 1809 Banca di Francia – D/ Testa laureata di Napoleone a dx. Sotto la testa: J. P. DROZ FECIT. AN 1809 – R/ Antica matrona consegna una moneta ad un vegliardo accompagnato da Mercurio - Opus: J. P. Droz – AE (g 142 – Ø 68 mm) RR Conio originale. Ex Ghiglione 23.4.1997 n. 655 FDC 250 124


118

Medaglia 1809 Battaglia di Corunna – D/ Testa nuda del luogotenente generale Sir John Moore – R/ Circolarmente in alto: DEAT OF SIR JOHN MOORE. Un guerriero armato di spada tenta di proteggere con il suo scudo il generale inglese morente a terra dall’aquila francese – Opus: D/ Mills; R/ J. A. Couriguer – Bramsen n. 2214; Brown n. 666 – AG (g 36,35 – Ø 41 mm) RR Patina. Molto rara in argento in particolare in questa superba conservazione. Ex Nomisma 5.11.1994 n. 1445. La Battaglia di Corunna nella Spagna nord-occidentale venne combattuta il 16.1.1809 tra l’armata britannica e l’esercito francese guidato dal maresciallo Nicolas Soult FDC 750

125


119

Medaglia 1810 Matrimonio di Napoleone con Maria Luisa – Testa laureata di Napoleone a sx. Circolarmente: NAPOLEON EMPEREUR DES FRANCAIS ET ROI D’ITALIE. Sotto il collo: GALLE FECIT. – Opus: Galle (il vecchio) – Bramsen n. 1014; Tresor Numismatique 41.4 – AE dorato (g 122 – Ø 89 mm) RRRRR Della più grande rarità. Spettacolare repoussé circondato da tre cornici d’epoca, con contorno perlinato, appiccagnolo e anello originali. Nella parte retrostante cartoncino a stampa pubblicizzante la bottega dell’incisore SPL 500

126


120

Medaglia 1810 Vittoria degli spagnoli sugli insorti messicani – D/ Vista della battaglia di Monte della Croce in occasione dell’assedio di Veracruz. In alto sostenuto da un putto e da un leone un medaglione di Ferdinando VII raggiante. Esergo: 30. DE OCTUBRE D 1810 – R/ Legenda in lingua spagnola in 11 linee. – Opus: Gordillo – Julius n. 2316 (foto); Essling n. 2412 (foto); manca in Bramsen – AE (g 61,47 – Ø 55 mm) RR Ex Gorny 10.3.2004 n. 4498. Nel 1810 Don Miguel Hidalgo indignato per la miseria dei nativi porta alla rivolta un esercito di indigeni rapidamente sconfitto dal vice-re spagnolo. SPL 200

127


121

Medaglia 1811 Nascita del re di Roma – Repoussé in superba conservazione. Circolarmente: NAPOL.ON EMP. ET ROI. N.C.F.J. ROI DE ROME NÉ LE 20 MARS 1811. M. L.SE IMP. ET REINE. F.S. II EMP. D.CHE M. LSE B.IX IM.CE D.HE. In basso: S.A. IMP. M.ME MERE. Nel campo in alto rilievo in primo piano i busti raggruppati a sx dei componenti della famiglia imperiale francese in secondo piano le teste dei nonni austriaci del re di Roma. – Opus: Herthaux – Bramsen n.1120; Tresor Numismatique 51,7 – AE dorato (g 9,51 – Ø 72 mm) RRRRR Mai apparsa sul mercato negli ultimi 30 anni. Ex Numismatica Ariminensis di Gianfranco Casolari 14.11.1972 SPL 600

128


122

Medaglia 1811 Battesimo del re di Roma – D/ Testa laureata di Napoleone a sx. – R/ Napoleone in piedi davanti a un trono, in prossimità della fonte battesimale, mostra orgoglioso al mondo il suo figlio maschio. Esergo: BAPTEME DU ROI DE ROME. MDCCCXI. – Opus: Andrieu – Bramsen n. 1126 – AE (g 150,04 – Ø 68 mm) RR Ex Bankhaus H. Aufhäuser 1.10.1996 n. 956. Esemplare simile in minore conservazione in asta Nomisma del 13.4.2013 (n. 648) è stato aggiudicato per € 805. Afferma Bramsen che al ritorno dell’imperatore dall’Elba, nel 1814, poiché 22 delle città indicate nel R/ della medaglia n. 1125 non appartenevano più all’Impero, in sostituzione si pose la testa di Napoleone. qFDC 400

129


123

Medaglia 1812 Battaglia di Salamanca – D/ Fanteria inglese tra le montagne, in cielo la Vittoria alata indica con la spada il cammino. Esergo, JULY XXII MDCCCXII SALAMANCA MUDIE D – R/ Wellington a cavallo ricevuto da una coppia spagnola che gli offre una ghirlanda di fiori. Esergo, THE BRITISH ARMY ENTERS MADRID AUG XII MDCCCXII – Opus: Brenet – Bramsen n. 1175; Brown n. 735 – AG (g 38,85 – Ø 41 mm) RRR Bella patina uniforme. Rarissima in argento e in questa superba conservazione. Ex Elsen 13.9.2008 N. 1944 (RRR). Esemplare in conservazione inferiore con colpetto sul contorno in asta Künker del 29.9.2020 (n. 1087) ha realizzato € 1.364 SPL/FDC 900

130


124

Medaglia 1812 Scuola francese di belle arti a Roma – D/ ECOLE FRANCAISE DES BEAUX ARTS A ROME RETABLIE ET AUGMENTEE PAR NAPOLEON EN 1803. Al centro tra due rami di quercia testa elmata a sx di Minerva. Attorno gli attributi delle belle arti. – R/ Napoleone in gran costume, in trono, seduto a sx. Esergo: E. GATTEAUX.ROME.1812 – Opus: E. Gatteaux – Bramsen n. 1178 – AG (g 104 – Ø 58 mm) 2 soli esemplari in argento sono apparsi sul mercato internazionale negli ultimi 30 anni. In asta Künker del 28.9.2016 esemplare in conservazione minore ha realizzato € 4.216 (lotto n. 4481) SPL/qFDC 2.000

131


125

Medaglia 1812 Battaglia di Almaraz – D/ Circolarmente: LIEUT. GENERAL LORD HILL. Busto a sx. Sotto: MILLS F. H. – R/ La Vittoria e la Pace in volo su ponte distrutto. Lateralmente a sx. GAYRARD F. A dx: MUDIE D. Esergo: ALMARAZ MAY XIX MDCCCXII – Opus: D/ Mills; R/ Gayrard – Bramsen n.1155; Brown n. 727 – AG (g 37,05 – Ø 41 mm) RRR Splendida patina uniforme. Rarissima in argento. Ex Nomisma 12.5.15 n. 565. La battaglia di Almaraz in Spagna, durante la guerra peninsulare, ebbe luogo il 18 e il 19 maggio 1812. L’esercito anglo-portoghese comandato da Lord Hill distrusse un ponte di barche sul fiume Tago protetto alle due estremità da due guarnigioni francesi FDC 750 132


126

Medaglia 1813 Alleanza tra Austria, Prussia e Russia contro la Francia di Napoleone – D/ FRANCISCUS I. ALEXANDER I. FRIEDERIC. WILHELM.III. Busti laureati accostati a dx dei 3 sovrani. – R/ Legenda in lingua latina in 10 linee: VOTA PUBLICA. PRO INCOLUMITATE PRINCIPUM QUORUM CONSILIO VIRTUTE UNANIMITATE GERMANIA JUGO EXTERNAE DOMINATIONIS DEPULSO LIBERTATEM IURIS ET NOMINIS DIGNITATEM RECUPERAVIT MDCCCXIII – Opus: J. Lang – Bramsen n. 1249; Diakov n. 365.1 (R3); Julius n, 2262 – AU (g 34,99 peso pari a 10 ducati – Ø 47 mm) RRR Segnetti da contatto nei campi. Ex Emporium Hamburg 16.11.2000 n. 1600. Esemplare di g 34,92 (SPL) ha realizzato in asta Numismatica Genevensis del 28.11.2012 (n. 1572) € 25.265 SPL 10.000 133


127

Medaglia 1813 Battaglia di Lutzen – D/ Busto in uniforme a dx di Napoleone. Ai lati: NAPOLEON EMP. ET ROI. Sulla testa una corona di alloro. Sotto il busto: DENON. D. – DEPAULIS. F. – R/ Un cosacco e un cavaliere prussiano in fuga alla vista dell’armata francese che si avvicina. Esergo: BATAILLE DE LUTZEN II. MAI MDCCCXIII – Opus: D/ Depaulis; R/ Brenet – Bramsen n 1229 – AG (g 36,30 – Ø40 mm) RR Segnetti nei campi. Sbavatura di conio ad ore 20 del R/. Patinata. Ex Rauch (Vienna) 18.9.2009 n. 2278 € 1.030. Al termine di una giornata di aspri combattimenti Napoleone non riuscì a trasformare la vittoria in una rotta decisiva dei russi-prussiani per mancanza della cavalleria. Si trattò di uno scontro non decisivo per le sorti del conflitto SPL/qFDC 1.000 134


128

Medaglia 1813 La regina d’Inghilterra consegna uno stendardo ad un soldato – D/ FIELD MARSHAL F. DUKE OF YORK. Busto a sx. Sotto: WEBB F. – R/ La regina Sophie Charlotte seduta. Dietro a lei due ufficiali in piedi. Un soldato inginocchiato riceve uno stendardo in cui è scritto: VIRES AQUIRIT EUNDO. Dietro altri soldati tra i quali un portabandiera. Esergo: vista del castello reale. Sotto: 1802 – Opus: D/ Webb; R/ Brenet – Bramsen n. 1246 – AG (g 36,61 – Ø 41 mm) RRR impercettibili colpetti nel contorno e segnetti nei campi. Rarissima in argento. Patina scura. Ex Alan Weil, Rue de la Bourse, Parigi, settembre 1993 BB/SPL 400

135


129

Medaglia 1813 Alleanza tra Austria, Prussia e Russia. I vincitori di Napoleone a Lipsia – D/ Busti laureati a dx di Francesco I, Alessandro I, Federico Guglielmo III, rispettivamente imperatore d’Austria, zar di Russia e re di Prussia. In basso: J. LANG F. – R/ Legenda in lingua latina in 10 linee – Opus: J. Lang – Bramsen n. 1249; Diakov n. 365/1 – AG (g 26,19 – Ø 46 mm) Segnetti nei campi. Ex Antiqua di R. Paolucci 4.5.1996 n. 172 SPL 500 136


130

Medaglia 1813 Battaglia di Lipsia – D/ EUROPAE CONCORDIA * VINDEX LIBERATIS. La Vittoria in piedi a dx su trofeo di armi e bandiere scrive su scudo: LIPSIA. Sotto: H : KARL : F: / H : FUGER : INV : - R/ In corona di rami intrecciati di quercia e di alloro legenda in lingua latina in 10 linee “…. DEBELLATO HOSTE GALLO” – Opus: H. Karl – Bramsen n. 1260 – AG (g 43,80 – Ø 50 mm) RRR Colpetto sul ciglio del R/ e segnetti nel campo del D/. Rarissima medaglia per la battaglia di Lipsia in cui Napoleone venne sconfitto dalle potenze europee coalizzate. Esemplare simile in asta UBS del 5.9.2007 (n. 1346) ha realizzato CHF 3.540 SPL 1.500 137


131

Medaglia 1813 Wellington oltrepassa i Pirenei - D/ ARTHUR DUKE OF WELLINGTON. Busto a dx. Sotto: BRENET – R/ Circolarmente: THE ENGLISH ARMY PASS THE PYRENÉES. Un leone tra le rocce afferra con gli artigli l’aquila francese e stringe tra le fauci il fulmine. Esergo: MDCCCXIII. J. Mudie – Opus: Brenet e J. Mudie – Bramsen n. 1285 – AG (g 35,85 – 41 mm) RRR Segnetti nei campi. Ex Bourgey (Parigi) 26.11.1997 n. 431 SPL/FDC 600

138


132

Medaglia 1814 Bernadotte principe ereditario di Svezia – D/ Busto a dx del principe ereditario in alta uniforme. Circolarmente: CAROLUS JOHANNES PRINC. HAERED. REGN. SVEC. ET NORVEG. Sotto il busto: ENHÖRNING – R/ SPES ET FELICITAS PATRIAE. Guerriero romano elmato tiene con la mano destra il caduceo, simbolo di prosperità e di pace e con la sx una corona di foglie di alloro. Esergo: DIER. XXI AUG. MDCCCX. ET XXI IUN. MDCCXIV MEMUR URBS OREBRO – Opus: Enhörning – Julius n. 3020 – AG (g 51,83 – Ø 51 mm) RRR Minuscoli colpetti nel contorno e segnetti nei campi. Bernadotte divenne re di Svezia e di Norvegia il 5 febbraio 1818, prendendo nome di Carlo XIV SPL 1.200 139


133

Medaglia 1814 Pace di Parigi - D/ Circolarmente: FANTERIA VOLONTARIA DI BETHNAL GREEN. LUOGOTENENTE COL. CARRICK. In spessa corona di foglie di quercia: ARRUOLATI IL 13 AGOSTO 1803 E DISCIOLTI IL 24 GIUGNO 1814 CONSEGUENTEMENTE ALLA PACE GENERALE IN EUROPA – R/ Britannia schiaccia un serpente alato. Circolarmente: LA PERSEVERANZA INGLESE HA DETRONIZZATO BONAPARTE – Opus: P. Wyon – Manca in Bramsen; Brown n. 833 (RRR) – AG (g 60,29 – Ø 50 mm) RRR Due insignificanti colpetti sul contorno e segnetti nei campi. SPL 500

140


134

Medaglia 1814 Visita in Inghilterra dello zar Alessandro – D/ testa laureata a dx. Sotto il collo: Halliday – R/ HOSPES / BRITANNIARUM / MDCCCXIV – Opus: Halliday – manca in Bramsen (v. n. 1470/D); Diakov n. 384/2 (molto rara); Brown n. 847 – SN (g 55,36 – Ø 53 mm) RR Segnetti. Ex Peus 27.4.1998 n. 1873 SPL/FDC 200

141


135

Medaglia 1814 Vittorie francesi di febbraio – D/ Testa laureata a dx di Napoleone. Sotto il collo: ANDRIEU F. Lateralmente: NAPOLEON – EMP. ET ROI. – R/ Ai lati: FEVRIER – MDCCCXIV. Aquila con stella sopra la testa tiene con gli artigli un fulmine spento. A sx due pesci. A dx la Vittoria in volo. Sotto: BRENET. F. DENON. D. – Opus: D/ Andrieu; R/ Brenet – Bramsen n. 1348 – AG (g 40,99 – Ø 40 mm) RRR Segnetti nei campi. Medaglia in conservazione eccezionale con patina di antica collezione. Ex Elsen (Belgio) 18.3.2001 n. 1480. Esemplare in conservazione SPL/FDC di g 41,25 in asta AMS del 4.6.2019 (n. 152) ha realizzato € 2.100 FDC 900 142


136

Medaglia 1814 Parigi assediata – D/ Busto a dx di Napoleone in uniforme sovrastato da corona di alloro. Sotto la spalla: DENON. D. DEPAULIS. F. Ai lati: NAPOLEON EMP. ET ROI. – R/ Un cosacco, lancia in mano, afferra due donne disperate. A sx: due vacche morte. A dx: casa in fiamme. Ai lati: DENON D. – BRENET F. Esergo: MALHEURS DE LA GUERRE MARS MDCCCXIV – Opus: D/ Depaulis; R/ Brenet – Bramsen n. 1363 – AG (g 39,10 – Ø 41 mm) RRRR Impercettibili segnetti. Bella patina uniforme. Colpettini sul contorno. Ex Rauch 9.11.1998 n. 1006. Mai apparsa sul mercato internazionale in argento negli ultimi 20 anni qFDC 1.200

143


137

Medaglia 1814 Capitolazione di Parigi – D/ Testa laureata di Napoleone a dx. Sotto il collo. DROZ FECIT. DENON DIREX. MDCCCVI – R/ La Fortuna, vista di spalle, su una barca con un remo spezzato e vento contrario. Ai lati: BRENET F. – DENON D. Esergo: FORTUNE ADVERSE. MARS MDCCCXIV – Opus: D/ Droz; R/ Brenet – Bramsen n. 1365 – AG (g 35,67 – Ø 41 mm) RRRR Colpettini sul contorno. Patina uniforme da conservazione in antico medagliere. Ex Nomisma 4.11.1994 n. 1468. In asta Baldwin’s del 23.6.2015 esemplare simile di g 45,30 (n. 81), proveniente da Luma Collection, ha realizzato € 1.920 qFDC 1.200

144


138

Medaglia 1814 Abdicazione di Napoleone – D/ Busto di Napoleone in uniforme a dx. Sotto la spalla: BRENET. F. Ai lati: NAPOLEON – EMP. ET ROI. – R/ Napoleone in uniforme, con la leggendaria redingote, sospinto da una furia con torcia accesa in mano, firma l’atto di abdicazione. Esergo: L’EMPEREUER NAPOLEON ABDIQUE. XI AVRIL. MDCCCXIV. – Opus: Brenet – Bramsen n. 1387 – AG (g 39,32 – Ø 41 mm) RRRR Bella patina da conservazione in antico medagliere. Segnetti nel campo del D/. Ex Nomisma 4.11.1994 n. 434. In asta NAC/Varesi del 29.5.19 esemplare simile qFDC di g 35,48 ha realizzato € 3.410 (n. 2012) FDC 1.200

145


139

Medaglia 1815 La famiglia di Napoleone – Medaglia uniface con appiccagnolo originale rappresentante Napoleone, Maria Luisa ed il re di Roma. – Opus: Heurtaux – Bramsen n. 1697 – AE (g 60,70 – Ø 66 MM) RRRRR Della più grande rarità. Ex Ceccarelli 24.6.1997 SPL 300 146


140

Medaglia 1815 Vittorie prussiane sui francesi – D/ Circolarmente: FRIEDRICH WILHELM III KOENIG VON PREUSSEN. Il re di faccia con cappello piumato da generale tiene con la mano dx il bastone del comando e con la sx la spada. In fondo: GOETZE. F. – R/ In larga corona di quercia e alloro: 1813 1814 1815 – Opus: Goetze – Bramsen n. 1723; Julius n. 3475 – SN (g 216 – Ø 80 mm) RRR Segnetti e colpetti. Ex Münzen & Medaillen GmbH 19.10.2007 n. 1537. Esemplare in bronzo in asta Künker del 26.9.2011 (n. 3042), stimato € 750 è stato aggiudicato per € 2.375 SPL 450 147


148


141

Medaglia 1815 Battaglia di Waterloo – D/ Busti accollati a sx dei 4 sovrani alleati contro Napoleone: Giorgio III d’Inghilterra, Alessandro I zar di Russia, Federico Guglielmo III re di Prussia, Francesco II imperatore d’Austria. Attorno scene mitologiche. – R/ La Vittoria alata tra Wellington e Blücher a cavallo. In alto Zeus di fronte su quadriga, armato di fulmine e con scettro, sbaraglia i giganti. In basso: PISTRUCCI – Opus: Benedetto Pistrucci – Bramsen n. 2317; Brown n. 870; Julius n. 3368; Essling n. 1588 – AE (g 618 – Ø 132) RRR Insignificanti colpetti sul contorno e segnetti nei campi. Ex asta Viscontea 13/14 ottobre 1988 n. 767 (R3) SPL 1.200 149


142

Medaglia 1815 Morte di Murat – D/ JOACHIM NAPOLEON MURAT ROI DES DEUX SICILES. Busto a sx in alta uniforme. In fondo a dx: JALEY FECIT. MDCCCXI – R/ Biografia di Murat in 25 linee. – Opus: Jaley – Bramsen n. 708 – AG (g 180 – Ø 76 mm) RRR Originale. Mancanza di patina dietro la testa nel D/. In asta Künker esemplare ripulito in conservazione qSPL, stimato € 4.000 ha realizzato € 6.200 (9.10.2019 lotto n. 3386) SPL 4.000 150


143

Medaglia 1815 Ferdinando IV grato ai cittadini di Pizzo Calabro per aver catturato e ucciso Murat – D/ Effige del re coronato a dx con lunga chioma. - R/ OB EGREGIAM URBIS PITII FIDELITATEM. Giglio borbonico al centro. Esergo: POSTRIDIE NONAS OCTOBRIS / ANNI R.S. MDCCXV – Opus: Rega e, forse, Catenacci per il D/ e Arnaud per il R/ - Ricciardi n. 106; Siciliano n. 53; D’Auria n. 108 (questo esemplare) – AG (g 64,85 - Ø 48,5 mm) RRRR Estremamente rara. Leggera patina di medagliere. Insignificanti colpetti sul bordo altrimenti più di splendida. Nel catalogo dell’asta di Carlo Beraud del 16/17 giugno 1930 al n. 1703 si legge: “di questa medaglia furono coniati pochissimi esemplari e, secondo la memoria del conte Capalbi si conoscono solo 4 esemplari esistenti, appartenenti a persone eminenti” SPL 15.000

151


144

Medaglia 1815 Feroce critica di Napoleone – D/ NAPOLEON I. EMPEREUR DES FRANCAIS ROI D’ITALIE. Sotto il busto di Napoleone laureato a sx: DUMAREST F. – R/ Legenda incisa nel campo circondato da corona di alloro e separata in alto da una stella: 1799. FORTUNATO AVVENTURIERO PER ASTUZIA E AUDACIA RAGGIUNSI I VERTICI DEL POTERE. I FURIOSI ECCESSI DELLA MIA AMBIZIONE, ROVINANDOMI, HANNO PROVOCATO L’INFELICITÀ DEI FRANCESI. 1815 (traduzione dal francese) – Opus: Dumarest – Bramsen n. 477 -AG (g 65,95 – Ø 49 mm) RRRRR Unica. Bella patina. Esemplare simile con diversa iscrizione nel campo del R/ in asta Nomisma 13.5.2014 n. 662 ha realizzato € 2.000 FDC 1.200

152


145

Medaglia 1816 Ingresso di Maria Luisa a Parma – D/ Busto a dx di Maria Luisa adornata di diadema e di collier di perle – R/ Tra due rami di quercia facenti corona: ADVENTU PRINCIPIS. SUAE PARMA VOTIS COMPOS. XX. APR. M.DCCC.XVI. – Opus: Santarelli – Bramsen n. 1780 – AG (g 33,68 – Ø 41 mm) Bella patina. Ex Numismatica Ariminensis 19.10.1972 FDC 750 153


146

Medaglia 1818 Maria Luisa duchessa di Parma. Costruzione del ponte sul fiume Taro – D/ Circolarmente: M. LUDOV. ARCH. AUSTR. D.G. PARM. PLAC. ET. VAST. DUX. Busto de Maria Luisa con diadema e collier di perle a dx. Sotto: SANTARELLI. F – R/ vista del ponte Taro in paesaggio montagnoso. Esergo in tre linee: TARO. FIRMUS / DENIQUE. REPRESSO / M.DCCC.XVIII – Opus: Santarelli – Bramsen n. 1811; Johnson (Medaglia – giugno 1972 – n. 69); Julius n. 3640; Essling n. 2589 – AU (g 41,88 – Ø 41 mm) RRR Ex Hess-Divo 25.10.1995 n. 283 (aggiudicata per L 15.500.000). Esemplare simile (lotto n. 1202) è stato venduto in asta Nomisma del 5.10.2008 per € 15.520 (R4) FDC 15.000 154


147

Medaglia 1818 Maria Luisa: ponte sul fiume Taro – D/ Busto a dx di Maria Luisa adornata di diadema e di collier di perle. – R/ Veduta del ponte sul Taro. Esergo: TARO. FIRMIUS DENIQUE. REPRESSO M.DCC.XVIII. – Opus: Santarelli – Bramsen n. 1811 – AG (g 34,43 – Ø 41 mm) Splendida patina di antica collezione. Ex Numismatica Ariminensis 19.10.1972 FDC 750 155


148

Medaglia 1821 In morte di Napoleone a S. Elena – D/ Circolarmente in lingua greca: EUGENIO ESARCA D’ITALIA. Testa nuda a sx. sotto il collo la lettera N. – R/ Circolarmente in lingua greca: UOMO TRA GLI UOMINI. Trofeo di armi e bandiere. Esergo: anno 1814 – Bramsen n. 1836 AU (g 3,08 – Ø 14 mm) RRRR Segnetti nei campi e difetti di conio nel contorno. Bramsen colloca la coniazione di questa medaglia del figlio adottivo di Napoleone nel 1821 in occasione della sua morte il 5 maggio al pari di quelle coniate per iniziativa della moglie Giuseppina e di ortensia seguendo la classificazione del Trésor de Numismatique (planche 68, 4). Ex Thesaurus 11.11.12 n. 1725 SPL 1.000 156


149

Medaglia 1840 Passaggio a Rouen della salma di Napoleone – D/ SAINTE HÉLÈNE V MAI MDCCCXXI. Testa laureata di Napoleone morto a sx sostenuta da un cuscino. Esergo: JE DESIRE QUE MES CENDRES REPOSENT SUR LES BORDS DE LA SEINE, AU MILIEU DE CE PEUPLE QUE J’AI TANT AIMÉ – R/ S.A.R.L LE PRINCE DE JOINVILLE COMMANDANT DE L’EXPEDITION. Trasbordo della salma dalla “Normandie” alla “Dorade”. Esergo: PASSAGE A ROUEN DES RESTES MORTELS DE L’EMPEREUR NAPOLEÓN LE X DÉCEMBRE MDCCCXL – Bramsen n. 1980 – AG (g 128 – Ø 63 mm) RRR Rarissima in argento. Segnetti nei campi. Originale: prua di naviglio e argent sul contorno (1842-1845). Ex Francesco Tuzio di Parigi 27.12.1995 qFDC 700 157


150

1840 Trasferimento della salma di Napoleone agli “Invalides” di Parigi. Medaille-Boite con appiccagnolo e anello originali portaritratto – D/ Busto di Napoleone a sx in divisa militare e tricorno. – R/ In lingua francese in 8 linee: S. ELENA 16 APRILE 1821. DESIDERO CHE LE MIE CENERI RIPOSINO SUI BORDI DELLA SENNA IN MEZZO A QUESTO POPOLO FRANCESE CHE HO TANTO AMATO. NAPOLEON. Sotto: aquila ad ali spiegate tiene il fulmine con gli artigli. – AU (g 17,06 – Ø 30 mm) RRR Manca in tutte le collezioni consultate FDC 2.000

158


Isola di Sant’Elena, Porto di Jamestown.

159


Finito di stampare nel mese di aprile 2021 da Litographic Group SpA Spezzano di Fiorano (MO)

160


Profile for maraja-sm

Asta 63 - 150 Medaglie Napoleoniche  

Asta 63 - 150 Medaglie Napoleoniche : giovedì 1 luglio 2021 a partire dalle ore 15:00 CEST presso il Grand Hotel Primavera di Borgo Maggiore...

Asta 63 - 150 Medaglie Napoleoniche  

Asta 63 - 150 Medaglie Napoleoniche : giovedì 1 luglio 2021 a partire dalle ore 15:00 CEST presso il Grand Hotel Primavera di Borgo Maggiore...

Profile for maraja-sm

Recommendations could not be loaded

Recommendations could not be loaded

Recommendations could not be loaded

Recommendations could not be loaded