Page 1

PDF Compressor Pro

Anno XIII - N° 141 - Gennaio 2014 92029 RAVANUSA (AG) Corso della Repubblica, 67 Tel. 0922.1981475 - Cell. 328.0222019 e-mail: lupapanzicu@yahoo.it www.lupapanzicu.it

Messaggio del Sindaco di Ravanusa alla cittadinanza Cari concittadini, lezza di avere creato qualche disservizio iniinizia un anno importante per la nostra co- ziale e qualche mal di pancia, ma con la cermunità. Nel 2014 saremo chiamati ad operare tezza di avere intrapreso la strada giusta delle scelte che potranno segnare il destino verso l’efficienza ed il risanamento. della nostra Ravanusa per gli anni a venire. Anche per questo, senza falsa modestia, abSono orgoglioso della mia gente ed innamo- biamo raggiunto, in pochissimi mesi, traguarrato della mia terra. In questi ultimi mesi ho di che altri non si erano nemmeno posti. Per potuto apprezzare la volontà di tanti che per elencare i più importanti: abbiamo tagliato amor patrio e senso del dovere si sono spesi gli affitti più costosi e approvato un piano per per la nostra collettività. eliminarli tutti entro il 2014; abbiamo reso Abbiamo talenti da valorizzare e risorse, funzionale lo Sportello Europa che ha Curato umane e professionali, che se l'adesione al Patto dei Sindaci per messi in risalto e ben coordinati, l'energia ed al progetto per la forpossono dare l’impulso giusto per nitura gratuita di 1500 lampade la rinascita di questo paese. alogene dal MATTM che sostituiTantissimi potrebbero essere gli ranno tutte quelle a mercurio; esempi che segnano la presenza abbiamo soddisfatto le richieste di germogli positivi e azioni codi molti cittadini approvando la struttive. realizzazione dei loculi cimiteriaIl mio pensiero é rivolto a tutti i li che abbiamo concesso direttaravanusani che non si arrendono, mente senza intermediari; abbiache portano avanti le proprie famo sbloccato le concessioni dei miglie, pur nelle difficoltà di ogni monumentini bloccate da otto anIl sindaco giorno, con sacrificio ed onestá ed ni; abbiamo ridotto il numero dei Carmelo D'angelo anche a quei gruppi che trovano dirigenti e nominato un segretario nello stare assieme una possibilità in più per generale a scavalco facendo risparmiare cinguardare con fiducia al domani. quantamila euro l'anno alle casse del ComuMi limito a ricordare l’impegno profuso dai ne; abbiamo chiesto ed ottenuto di potennostri imprenditori agricoli e dal movimento ziare lo sportello di Girgenti Acque e dato la Servire Ravanusa per la Sagra dell’Uva, la de- possibilità ai cittadini di provvedere autodizione e la passione dei Frati Minori del nomamente agli allacci idrici e fognari, anche Convento e dei volontari francescani per la se tante altre battaglie dovranno essere inrealizzazione del Presepe Vivente e l’umiltà, traprese per riequilibrare i rapporti con il la generosi-tà ed il lavoro silenzioso delle gestore e per tale ragione guardiamo con attante associazioni di volontariato, la cui pre- tenzione all'azione del Partito Democratico senza, oggi più che mai, risulta preziosa ed che ha posto la questione (continua a pag. 2) essenziale. Non voglio nascondere le difficoltà che abbiamo incontrato. Quelle di natura finanziaria, dovute alla congiuntura della crisi economica ed ai numerosi ed esosi debiti lasciati dalle amministrazioni precedenti e quelle di natura organizzativa, determinate da metodi e consuetudini che non possono più appartenere ad una municipalità dell’Unione Europea nell’era digitale. In sei mesi non si possono dirimere tutte le difficoltà, ma si può invertire la rotta. Ed è quello che abbiamo fatto, con la consapevoBollettini a partire da € 1,10 e con ricevuta immediata Spedizione pacchi con preventivi personalizzati

RAVANUSA, Via Roma-Cortile Ferruccio, 33 - Tel./Fax: 0922 875923 - Cell. 333 9976435 E-mail: postenazionaliravanusa@gmail.com

I sapori della nostra terra. Le nostre garanzie sono le nostre mani, le nostre esperienze, i nostri prodotti. Ravanusa - Piazza Crispi, 3 Tel. 0922.874414

Rinomata Specializzata Pasticceria Gelateria Rosticceria Fornitura di vasi Colonne Balaustre

di Falletta Vito & C.s.n.c.

LAVORAZIONE ARTISTICA DEL MARMO ARTE FUNERARIA SACRA PROFANA

Ravanusa - C.da Chianti Cell. Vito 328.2814351 - Cell. Lidio 320.1550074


PDF2Compressor Pro

Anno XIII - N° 141 Gennaio 2014

Agenzia generale del Dott. Gioachino Angelo Calà

Www.ergoitalia.it Imu: “Stangatina” in arrivo a fine Gennaio di Salvatore Ferrara Per quanto riguarda l’Imu, è in arrivo anche Ravanusa una “stangatina” a fine Gennaio. Infatti, con la decisione del C o n s i g l i o c o m u n a l e dell’aumento dell’aliquota I m u s u l l a seconda casa passata dall’ 8,40% allo 9,60%, per i ravanusani potrebbe scattare l’obbligo di far fronte a una mini-Imu. L’aumento dell’aliquota Imu è stata deliberata per trovare 220 mila euro per non sforare il patto di stabilità 2013. Per cui adesso i ravanusani rischiano di doversi fare carico del 40% dell’incremento su tale tassa, calcolato come differenza tra l’Imu ad aliquota standard e l’aliquota reale, cioè quella decisa dal Comune. Così ha stabilito ovviamente a livello nazionale, il decreto legge approvato ai primi di dicembre 2013 dal Governo. Con quel decreto si è appunto abolita la seconda rata Imu per le abitazioni principali non di lusso e per altre tipologie di immobili e si è fissato al 16 gennaio il termine per versare la “miniImu” sulla prima casa nei comuni che hanno aumentato l’aliquota standard. Il decreto del Governo dovrebbe colpirebbe quasi 5 mila contribuenti residenti a Ravanusa. A tutt’oggi non si conosce di quanto sarà l’esborso. Una stima verosimile

dell’ammontare medio da versare a metà Gennaio ci porta a scrivere che sarà da 9 euro sino ad arrivare a 50 euro a contribuente. Il calcolo a quanto corrisponderà la seppur piccola scure dell’Imu si baserà sulla differenza tra quanto versato nel 2012 dai contribuenti e quanto si dovrebbe versare a Gennaio con l’aliquota deliberata dal Comune. Di questa differenza sarà calcolato il 40%, che corrisponde a ciò che i contribuenti dovrebbero versare e l’importo ottenuto è stato ripartito tra tutti i contribuenti che hanno pagato nel 2012. I calcoli non prendono in considerazione nè il numero dei nuclei familiari nè i suoi componenti, quindi non vengono calcolate le detrazioni per figli a carico. A tutt’oggi anche gli uffici finanziari del Comune attendono notizie più dettagliate su questo decreto per iniziare a fare i primi conteggi e le prime previsioni. Un autogol fatto dal consiglio comunale deliberando l’aumento delle aliquote Imu che potrebbe costare caro ai

I politici sono come i pannolini. Per questo bisogna cambiarli spesso e per lo stesso motivo. Ricordiamocelo!!

Agenzia di Ravanusa (AG): Corso della Repubblica, 175 - Tel. e Fax: 0922.881147 Cell. 338.2758713 - E.mail: cala.assicurazioni@libero.it Agenzia di Canicattì (AG): Via Regina Elena, 28 Tel. 0922.738614 - E.mail: cala.assicurazioni11@libero.it (continua da pag. 1) in maniera articolata; abbiamo avviato un progetto complessivo per il riordino della viabilità e della segnaletica; abbiamo definito, dopo decenni, la controversia con gli eredi Sillitti che rischiava di far cadere nel baratro del dissesto finanziario il nostro Comune con la perdita conseguente di decine di posti di lavoro ed il blocco di servizi essenziali; abbiamo recuperato somme di oneri di concessione scaduti o mai pagati ed intrapreso azioni legali per il recupero di somme dovute al Comune; abbiamo attivato un piano di rientro per pagare i debiti ereditati che ammontano a diverse centinaia di migliaia di euro; abbiamo proposto alla soprintendenza ed all'assessorato ai Beni Culturali. di sottoscrivere una nuova convenzione per la fruizione del sito archeologico di Monte Saraceno e abbiamo incrementato le visite al museo con l'apertura pomeridiana e durante le festività; abbiamo regolamentato l'utilizzo degli impianti sportivi ed aumentato il budget per il sostegno alle attività agonistiche; abbiamo ottenuto un finanziamento che ci consentirà di potenziare e realizzare nuovi parchi giochi per bambini. Tutto questo, ed altro ancora, abbiamo fatto in questi sei mesi appena trascorsi. Potevamo fa-

re di più? Si può sempre fare di più. Ma non siamo stati certamente a scaldare una sedia o a girare i pollici. Abbiamo Gettato le basi per cambiare in meglio e siamo certi che i risultati arriveranno, nonostante ci siano forze politiche che non hanno compreso che la campagna elettorale si é chiusa ed é ora di finirla di essere tendenzialmente anacronistici, pregiudizievolmente bastian contrari e sostanzialmente distruttivi. Le subdole strumentalizzazioni o la faziosità fine a se stessa non risolvono i problemi della nostra comunità. Questo paese ha bisogno di idee, di proposte e di realizzazioni. Dal confronto propositivo e dallo stare insieme possono uscire le migliori soluzioni per una crescita sociale ed economica. Ricordava Papa Francesco che non bisogna perdere la speranza. A noi é stato affidato il compito di scelte coraggiose. Non ci tireremo indietro. Non mi tirerò indietro quando si tratterà di scegliere per il bene dei miei concittadini. Auguri a tutti voi ed in particolare a tutti i ravanusani emigrati in Italia e nel mondo affinché quest'anno possa portare pace, serenità e prosperità in tutte le famiglie. Carmelo D'Angelo

Fa la cosa giusta ... ABBONATI!!


AnnoPro XIII - N° 141 PDF Compressor Gennaio 2014

3

Comune di Ravanusa

PREMIO DI POESIA “L’ALTRA META’ DEL CIELO” L’Associazione culturale “Lu Papanzicu” con la compartecipazione del Comune di Ravanusa e la collaborazione dell’ACSI-Regione Sicilia, della Cooperativa sociale Istas, dell’Ass. internazionale “Sicilia in Europa” e dell’Assicurazioni Groupama di Paolo Romano indice la 5^ Edizione del Premio di Poesia “L'altra metà del cielo”

Tema del concorso: “La donna” Regolamento: Scadenza iscrizioni: 31 marzo 2014 - Premiazione: 24 maggio 2014 Sezione A: Adulti: inviare da 1 a 3 poesie, rigorosamente inedite e mai premiate in altri concorsi. Ogni poesia, pena l'esclusione non deve superare i 32 versi. Sezione B: Riservata agli studenti delle Scuole Primarie: Inviare 1 poesia rigorosamente inedita e mai premiata in altri concorsi. Ogni poesia, pena l'esclusione, non deve superare i 32 versi. Sezione C: Riservata agli studenti Scuole Secondarie di 1° grado: inviare 1 poesia rigorosamente inedita e mai premiata in altri concorsi. Ogni poesia, pena l'esclusione, non deve superare i 32 versi. Sezione D: Riservata agli studenti delle Scuole Secondarie di 2° grado: inviare 1 poesia rigorosamente inedita e mai premiata in altri concorsi. Ogni poesia, pena l'esclusione, non deve superare i 32 versi. Quota di partecipazione: Per gli abbonati de “Lu Papanzicu” la partecipazione è gratuita. Tutti gli altri partecipanti, a parziale copertura delle spese organizzative si impegnano a versare: Sezione A: la somma di € 10 (dieci) per ogni poesia inviata (max 3 poesie). Il versamento deve essere effettuato sul c/c postale n. 61128914 intestato a Cassaro Filippo - Via del Saraceno 2 - 92029 Ravanusa (AG), indicando come causale “iscrizione Premio L'altra metà del cielo 4^ edizione”. Sezioni B – C e D: GRATUITO. Spedizione degli elaborati: Con posta elettronica inviare con posta elettronica in documento Word a lupapanzicu@yahoo.it copia della ricevuta di pagamento, scheda di adesione, 2 copie dell’opera di cui 1 anonima e 1 completa di dati anagrafici: nome, cognome, indirizzo, recapito telefonico, e-mail dell'autore entro il 31 marzo 2014. Per le sezioni B - C e D indicare nei dati anche la classe e Scuola frequentata. Invio cartaceo: Se si sceglie di inviare in via cartacea entro il 31 marzo 2014 (farà fede il timbro postale) e indirizzare la busta ad Associazione culturale "Lu Papanzicu" – Via del Saraceno 2 92029 Ravanusa (AG) allegando copia della ricevuta di pagamento, scheda di adesione, 2 copie delle opere, di cui 1 anonima e completa di dati anagrafici: nome, cognome, indirizzo, recapito telefonico, e-mail dell'autore da allegare in busta chiusa, dattiloscritte o redatte in Word. Per le sezioni B - C e D indicare nei dati anche la classe e Scuola frequentata completa da indirizzo. Norme generali: La partecipazione al Concorso implica l’accettazione incondizionata di questo regolamento. # Ai sensi del DLGS 196/2003 e della precedente Legge 675/1996 i partecipanti acconsentono al trattamento, diffusione ed utilizzazione dei dati personali da parte dell’organizzazione o di terzi per lo svolgimento degli adempimenti inerenti al concorso. # Per le spedizioni tramite posta ordinaria farà fede il timbro postale. L'organizzazione non si fa carico dei danni per opere non pervenute o giunte in ritardo per disservizio postale. # In nessun caso sarà restituita la quota versata. # I componimenti inviati non saranno restituiti. # Ogni autore è responsabile del contenuto delle proprie opere. Saranno esclusi tutti i componimenti che conterranno parole o concetti volgari, violenti, razzisti, contro ogni religione, i componenti fuori tema o che superano i limiti di lunghezza, quelli spediti oltre il

termine stabilito o pervenuti senza la scheda di adesione compilata. Saranno altresì esclusi i partecipanti non in regola con il pagamento della quota. # A tutti gli autori partecipanti al Premio presenti alla cerimonia di premiazione sarà consegnato l’attestato di partecipazione. Per ulteriori informazioni contattare: 328. 02 22 019 lupapanzicu@yahoo.it # Regolamento e scheda di adesione sono scaricabili da: www.lupapanzicu.it # Tutte le informazioni relative al premio saranno inoltre consultabili ai link: www.lu papanzicu.it Sezione A: 1° classificato: Abbonamento gratuito per 1 anno al mensile Lu Papanzicu - Targa e diploma di merito - 2° e 3° classificato: Targa e diploma di Merito -4° e 5° classificato: Diploma di Merito. Sezione B: 1° classificato: Abbonamento gratuito per 1 anno al mensile Lu Papanzicu - Targa e diploma di merito; 2° e 3°classificato: Targa e diploma di Me-rito; 4° e 5° classificato: Diploma di Merito. Sezione C: 1° classificato: Abbonamento gratuito per 1anno al mensile Lu Papanzicu, Targa e diploma di Merito; 2° e 3°classificato: Targa e diploma di Merito; 4° e 5° classificato: Diploma di Merito. Sezione D: 1° classificato: Abbonamento gratuito per 1 anno al mensile Lu Papanzicu, Targa e diploma di merito; 2° e 3°classificato: Targa e diploma di Merito; 4° e 5 classificato: Diploma di Merito. PS. Per i primi 3 classificati di ogni sezione, se provenienti da oltre 100 Km., è previsto anche il pernottamento gratuito per il giorno della premiazione per loro più un eventuale accompagnatore. La Giuria potrà assegnare a discrezione ulteriori menzioni e premi. Tutte le poesie finaliste saranno pubblicate nell’Antologia “La Donna - L’altra metà del cielo” edita da “Edizioni Lu Papanzicu”, che sarà presentata in occasione della cerimonia di premiazione. Copie dell’antologia saranno spedite gratuitamente alle più importanti biblioteche. Tutti coloro che intendono acquistare l’Antologia dovranno prenotarla entro il 30 Aprile 2014 inviando euro 10,00 per ogni copia richiesta a Cassaro Filippo - Via del Saraceno 2- 92029 Ravanusa (AG), c/c postale n. 61128914 indicando come causale: Per richiesta n. …… copie dell’Antologia “L’Altra metà del Cielo”. Gli autori premiati saranno avvertiti telefonicamente almeno 15 giorni prima della data di premiazione. I vincitori sono tenuti a presenziare alla premiazione. Solo in caso di reale impedimento sarà consentito delegare un proprio rappresentante. I premi non ritirati potranno essere spediti al domicilio degli autori (a carico del destinatario, con modalità da concordare). La Giuria che sarà composta da tre personaggi della cultura e del giornalismo, il cui operato è insindacabile e inappellabile, sarà resa nota il giorno della premiazione. La cerimonia di premiazione si svolgerà a Ravanusa Sabato 24 Maggio 2014, in sede e orari da stabilire. Tutti i partecipanti riceveranno in tempo utile la comunicazione e l’invito. L’Editore-Direttore de "Lu Papanzicu” Filippo Cassaro


PDF4Compressor Pro

Primarie PD. Un'altra occasione persa di Salvatore Ferrara Renzi continua a ripetere che «è finita l’epoca degli inciuci e che non c'è motivo di cercare ancora alleanze con il centro destra». Ha perfettamente ragione: lui è già il centro destra. Lo si era capito fin dalle sue migliaia di apparizioni e dai suoi discorsi di vecchio stampo democristiano. La sua elezione a segretario del Pd oggi e magari a presidente del Consiglio domani, è la dimostrazione di come le forti lobby possono sempre costruire ed imporre un personaggio mediatico. Come dimenticare che la prima candidatura di Renzi alle primarie fu tenuta a battesimo da Blair e finanziata dagli alti papaveri di banche straniere e italiane, da capitani d'azienda, manager, consulenti finanziari e colletti bianchi di vario genere? E gli elettori del Pd, come hanno fatto ha dimenticare la cultura del loro partito e affidarsi ad un ex «picciotto» della DC? Sono davvero così disorientati da non capire più una mazza? Come non capire che le proposte di rinnovamento fatte da Renzi sono frutto di un palinsesto da tempo studiato, per sottrarre l’Italia a qualunque tentazione socialdemocratica che possa mettere in crisi la cortina di ferro ideologica che ormai divide l’Europa in una periferia di rango ormai colo-

niale, con i Paesi forti sinergicamente alleati ai poteri finanziari? Il popolo dei gazebo capirà molto presto che le riforme cui fa riferimento Renzi sono dirette anche contro di loro, soprattutto contro i lavoratori. Renzi non è mai stato né mai sarà uomo della «Sinistra» e non avrà mai un programma di popolo, ma è il frutto maturo del virus berlusconiano che ha contagiato anche la ex sinistra. Quando il trionfo si tramuterà in sfacelo, coloro che lo hanno votato capiranno che ancora una volta hanno scelto il suicidio di massa, perché si sono messi in casa il frutto maturo e più riuscito di Berlusconi. Ma sarà già troppo tardi, quel momento avrà celebrato già il Requiem del PD. Tutto si compie: il mondo vecchio che crolla per mano di due «becchini» adeguati alla bisogna; un Berlusconi patetico e un Renzi saccente che parla sempre senza dire niente. E’ la teoria degli opposti che si toccano, anzi… che coincidono.

Anno XIII - N° 141 Gennaio 2014

Parlamentari «abusivi» e finanziamenti ai partiti (Salfer): Sono stati eletti con una legge «truffa» - ovvero con il «porcellum» voluto da Pdl e Lega, con l'avallo silenzioso del Pd. Di conseguenza, i parlamentari italiani eletti con il «premio di maggioranza" non sarebbero legittimati a sedere tra gli scranni e quindi a legiferare. Non avrebbero potuto eleggere un Napolitano bis e nemmeno promulgare e le varie leggi «carnefici» perpetrate a danno dei cittadini. Sennonché il passato si salva applicando i principi sulle «situazione giuridiche esaurite». C'è voluto il ricorso di un libero cittadino italiano di 76 anni, l'avvocato Aldo Bozzi, per tirare fuori la «polpetta avvelenata» dai partiti politici, che fin dal 2005 decidono come e quali loro deputati eleggere e non più i cittadini, come Costituzione vuole. Tra Pd, Centro democratico, Sel e Svp sarebbero148 gli «abusivi» che dovrebbero fare le valigie e smobilitare. Ma non se ne vogliono andare, anzi, continuano a prenderci in giro, come nel caso della legge sui finanziamenti ai partiti: hanno annunciato che sarà abolito a partire dal 2017, che i partiti non prenderanno più un euro dallo Stato ma sopravviveranno solo con contributi privati, attraverso il 2 per mille. Falso, poiché la realtà è ben

diversa: i partiti continueranno a pesare sul contribuente, da 30 milioni a 60 milioni, poco meno di quanto costano ora. Il motivo è nascosto tra le pieghe della legge approvata dalla camera il 18 ottobre e riproposta nel decreto legge del governo del 13 dicembre. Con la legislazione vigente, i partiti hanno diritto a un massimo di 91 milioni di euro all’anno: 63,7 milioni come rimborso spese elettorali, e 27,3 milioni come cofinanziamento per quote associative ed erogazioni liberali ricevute (il 26 percento delle libere erogazioni sono detraibili dall’imposta dovuta). Quanto riceveranno invece i partiti con la nuova legge? La prima cosa da notare è che i soldi ricevuti dai .partiti attraverso il 2 per mille non sono un regalo deciso da privati: sono a carico di tutti i contribuenti. Il motivo è che il 2 per mille è di fatto una detrazione al 100 percento dall’imposta dovuta. Se lo stato raccoglieva 10.000 euro in tasse per pagare sanità e pensioni, e ora un contribuente destina 1 euro a un partito attraverso il 2 per mille, tutti i contribuenti nel loro complesso dovranno pagare 1 euro di tasse in più per continuare a pagare pensioni e sanità. Buon Anno!


AnnoPro XIII - N° 141 PDF Compressor Gennaio 2014

5

A Natale presepe vivente e Museo by nicht di Filippo Cassaro In occasione delle festività natalizie Rava- del nostro paese. Il programma natalizio di nusa, quest’anno, si è vestita di tante novi- quest’anno annovera tra le novità la 1^ tà. Tra queste un albero di Natale installato edizione del presepe vivente a cura dei nella centralissima Piazza 1° Frati Minori del Convento e Maggio che non è il solito abeFra Pietro Buttitta ha prepate a cui per tradizione siamo rato il tutto coinvolgendo abituati ma un nostro albero numerosi giovani per la“vestito a festa” e poiché è ilsciare un segno indelebile luminato di bianco, specialcon la speranza che si possa mente di sera, è uno spettaripetere anche in futuro. colo a vedersi. Durante le festività di fine Naturalmente il tutto è stato anno, anche il Museo archeoorganizzato dall’assessore logico “S. Lauricella” è stato Daniela Giordano che ha an- L'Assessore Daniela Giordano al centro dell'attrazione tuche predisposto la filodifusristica natalizia poiché sino sione con canti natalizi e l'illuminazione al 5 Gennaio 2014 è rimasto aperto fino alle artistica lungo il Corso e le strade d’ingresso ore 21.

...e tante altre novità

Daniela Giordano, assessore allo SportTurismo e Spettacolo del nostra città ci ha detto: «In tale occasione la cittadinanza e non solo, ha avuto la possibilità di visitare il presepe vivente curato dai Frati Minori del Convento e l'esposizione di presepi e dio-rami curato dall'Associazione culturale “Leonardo Da Vinci” di Ravanusa. Tutto ciò ha consentito ai visitatori continua l’assessore Giordano - di coniugare l'arte, la cultura e le tradizioni presenti nel nostro territorio. Inoltre, per favorire il raggiungimento del Museo Archeologico, in collaborazione con gli ispettori di polizia municipale e con gli operai del settore servizi esterni, ho provveduto a predisporre in tutto il centro abitato una segnaletica dettagliata e mi sono attivata per garantire, previa richiesta, l'apertura del museo anche nei giorni festivi e prefestivi dell'anno a scolaresche, studenti universitari e gruppi, grazie alla collaborazione dei nostri dipendenti comunali. Il tutto - conclude l’assessore Giordano - con l'intento di valorizzare questa struttura”.

Nuddru si piglia si nun s’assumiglia!


PDF6Compressor Pro

Anno XIII - N° 141 Gennaio 2014

Caos tributi… parla l’UIL Poiché il comune di Ravanusa to il sindacalista provinciale dopo avere deliberato l'aumen- della Uil Pensionati Giovanni Mito dell'aliquota Imu sulla secon- celi su un quotidiano regionale da casa passandola dall’8,40% al ha notificato gli avvisi di accer9,60%, per i cittadini potrebbe tamento Ici e indicando per la scattare l'obbligo di far fronte a voce spese di notifica l'importo una mini-Imu. di 5,60 euro a fronte di un serIn pratica, nei Comuni che han- vizio che costa 3,10 euro. Quinno aumentato l'aliquota dell'im- di con un maggiore esborso non posta, i cittadini rigiustificato da parte schiano di doversi fare dei contribuenti di carico del 40% dell'in2,50 euro. A questo cremento dell'impopunto sarebbe opporsta, calcolato come tuno che l'Amminidifferenza tra l'Imu ad strazione chiarisse ai aliquota standard e cittadini, come intenl'aliquota reale. de rimediare a questo A questo, come se non madornale errore (se bastasse, bisognerà di errore si tratta aggiungere anche l'aun.d.r.), visto che tale mento dell'addizionadifferenza non sarà inle comunale Irpef, Giovanni Miceli camerata dall’ufficio portata allo 0,80% e postale e in consideratanto per non farsi mancare zione che tutto ciò potrebbe nulla è stata notificata agli rendere nullo l'atto di notifica, utenti anche l'aumento di 0,30 che di fatto arrecherebbe un centesimi di euro della Tares. danno di centinaia di migliaia di «Come se non bastasse questa euro alle casse comunali già diraffica di aumenti, recente- sastrate». Noi ci chiediamo a mente l'ufficio tributi del Co- questo punto cosa ne pensa mune di Ravanusa – ha afferma- L’Adiconsum…

In regalo il brano “La ballata di Lu Papanzicu” Per la nuova campagna abbonamenti per l’anno 2014, a tutti i nuovi abbonati o a coloro che regaleranno un abbonamento o lo rinnoveranno entro il 31 gennaio prossimo, andrà in regalo il CD contenente il brano musicale “La Ballata di Lu Papanzicu” cantato dalla favarese Giusy Pitruzzella.

Municipio: Nell’atrio realizzato un albero di Natale ecologico (G.L.G.): Un albero di Natale ecologico ed un Presepe sono stati realizzati presso l’atrio del Municipio da questi dipendenti comunali: Giovanna Ferrera, Enza Capobianco, Ina La Greca, Elena Cannizzaro, Ornella Tornambè, Giuseppe Lana, Lillo Esposto e Pino Aronica (vedi foto). La novità di quest’anno riguardava l’Albero di Natale ecologico, curato nei minimi particolari, realizzato con i prodotti della nostra terra e con tanta passione, pazienza, estro e fantasia … il tutto in sinergia con il sig. Saro D’Angelo che sembra sia un esperto in questo settore. Con tale gesto, il gruppo di dipendenti comunali ha voluto portare una fresca novità utilizzando prodotti ecologici e riciclabili al 100 per cento anche per far capire a chi segue il consumismo, che volendo, con un po’ di fantasia, un po’ di lavoro in più e molti soldi in meno, si possono ottenere risultati sicuramente più consoni al rispetto della natura.

aby Liste B

Babylandia di Maria e Rosalinda

Ravanusa (AG)- Via Tintoria, 12 - Tel. 328 74 80 511

L'Italiano? Se non lo sai, sallo! Abbiamo mangiato la trota salmonellata. (Auguri!)

Via Edison, 126 Campobello di Licata (AG) Tel. 0922 877286 Cell. 339 8107412

SUPERMARKET di Anna Vizzì in Tedesco

Via Vitt. Veneto,48- Campobello di Licata (AG) Tel. 0922879320


AnnoPro XIII - N° 141 PDF Compressor Gennaio 2014

7

Fine anno molto intenso per L’Athena Club Un percorso molto significativo e con tante tappe importanti che hanno fatto del primo anno di vita del club femminile Athena, la differenza tra i tanti Circoli culturali maschile presenti a Ravanusa. Lo stesso fatto di volerci essere a dispetto di tutto e di tutti, a dispetto della tradizione maschilista che da sempre caratterizza la nascita di tali Circoli o club nella nostra cittadina e non solo, è un fatto che merita non solo rispetto ma anche grande ammirazione anche per la quantità delle gentile signore che sin dal primo giorno ne fanno parte. E poiché in questo primo anno di attività la Presidente Dott.ssa Luigia Trenta e tutte le socie si sono accorte di stare un po’ strette nei locali che avevano affittato ecco che decidono di trasferirsi in un altro locale attiguo al loro primo “rifugio” che è sicuramente molto più grande. Il 6 dicembre: E’ questa la data in cui realizzano tale loro idea alla presenza del sindaco Carmelo D’Angelo e dell’arciprete Mario Polisano che si occupa della benedizione. Per tale occasione la Presidente annuncia che in futuro l’Athena organizzerà tante

iniziative particolari e nuove e intanto comincia a presentare un concerto di musica classica che va “in scena” proprio quella sera e che porta come titolo “Incontro con la musica” a cura dell’Associazione culturale “Amici della musica Giovanni Marengo” di Campobello di Licata. Tale momento musicale rivelatosi di grande spessore anche per le musiche di Rossini, Morricone, Miller e altri grandi compositori interpretate da Valentina Alabiso (flauto), Stefano Messina (pianoforte) Giuseppe Dattolo (sax) e Michele Galloni (chitarra) è stato molto apprezzato da tutti i presenti e, sempre a detta del Presidente Luigia Trenta prima del momento conviviale, segna l’inizio di un percorso musicale che verrà sicuramente ampliato nel corso dei prossimi anni. Il 13 dicembre: Ancora una tappa significativa per il Club che ospita fra Pietro, il francescano del nostro Convento che le fa riflettere sull’importanza e sul vero significato del Natale e al quale è seguito un momento conviviale con la consumazione della tradizionale “Cuccìa”. Il 15 dicembre: Il Club visita i palazzi e i musei di Caltagirone con passeggiate che permettono alle socie di ammirare la particolarità dei “carruggi” che le conducevano a visitare i tanti bellissimi presepi preparati con arte e cura per la gioia dei turisti. Il 19 Dicembre: L’Athena organizza un incontro-dibattito molto parte-

(Spazio autogestito)

cipato, per assistere al docufilm “Enzo Tortora - una ferita italiana (del quale trattiamo in unarti-colo a parte). Il 28 dicembre: Il club conclude il 2013 in bellezza e lo fa organizzando una tombola di beneficenza il cui ricavato è servito a rinnovare le loro adozioni a distanza.

Enzo Tortora - Una ferita italiana (S.F.) A 30 anni dall'arresto e 25 dalla morte, il docufilm «Enzo Tortora - Una ferita italiana», diretto da Ambrogio Crespi, torna a puntare l’obiettivo sui fatti che condussero all'arresto del celebre conduttore nel 1983, con l’accusa di associazione per delinquere di stampo camorristico, la condanna a 10 anni di carcere del 17 settembre 1985, l’assoluzione con formula piena del 15 settem-

bre 1986, sino alla morte nel 1988 a causa di un tumore. Per ricordare il personaggio straordinario che è stato come professionista, ma anche per ricordarlo come vittima di malagiustizia, oltre che per sensibilizzare le nuove generazioni che molto spesso non conoscono quelli che sono stati i personaggi e le storie che hanno interessato la nostra nazione, il Sindaco di Ravanusa

Carmelo D'Angelo ha voluto che il docufilm venisse proiettato anche nel nostro paese. Di fatti, alla presenza dello stesso regista, del prof. Giuseppe Arnone, del giornalista Andrea Mancia, della prof.ssa Bruna Albai dell'Athena Club e di Francesca Scopelliti (moglie di Enzo Tortora) - il 19 dicembre scorso presso la Biblioteca comunale è stato proiettato il film documento, seguito da un breve dibattito. Il Sindaco non esclude di recuperare e organizzare altre iniziative del genere per sensibilizzare sempre più i cittadini, oltre che intitolare una strada al noto giornalista e presentatore televisivo che, ricor-

diamo, fu anche parlamentare europeo, e che si dimise dalla carica per seguire le fasi processuali da «comune cittadino» e quindi rinunciando a qualsivoglia «protezione» istituzionale.


PDF8Compressor Pro

Anno XIII - N° 141 Gennaio 2014

Il Convegno Culturale “Maria Cristina di Savoia” Ravanusa-Campobello in visita a Mazzarino Sabato, 30 novembre scorso, il Convegno di Cultura “Maria Cristina di Savoia”, sensibile alle attività che rientrano in contesti storico-culturale-artistico, ha visitato Mazzarino, città “d’arte”, di antica origine medioevale. L’appuntamento era in Piazza Gesualdo, per procedere, poi, con una passeggiata lungo il Corso Vittorio Emanuele con sosta all’ex Convento dei Carmelitani, attuale sede del Municipio cittadino e all’ex Collegio dei Gesuiti, edificio di fine XVII sec., puro esempio di Barocco del Val di Noto. Degna di nota si è rivelata la visita al Museo archeologico e di arte sacra e al Palazzo Branciforti, alla quale famiglia, Branciforti, appunto, la città lega la propria storia dal XIV sec. sino alla fine dell’età feudale (primo quindicennio del 1800). Ha proseguito, quindi, con la visita alla Chiesa Madre di Maria SS. della Neve, di fine XVII sec. e alla Chiesa di San Domenico, scrigno architettonico, conserva nel suo interno due opere di alto valore: la pala di Filippo Paladini della Madonna del Rosario e il “Cristo deposto”, fine artigianato spagnolo, rivestito in pelle; entrambi risalgono all’inizio del 1600. Altra tappa la Basilica di Maria SS. del Mazzaro (patrona di Mazzarino) meta di continui pellegrinaggi, perché, oltre alla antica icona della Madonna

del Mazzaro (XII sec.), vi si conservano importanti reliquie di S. Pio di Pietralcina, di Santa Maria Teresa di Calcutta e del beato Giovanni Paolo II, di cui si conserva, come segno di benedizione, anche l’impronta della mano destra sul portone bronzeo (1982). L’attuale chiesa fu voluta fortemente dal Servo di Dio Ludovico Napoli e, da poco, è stata innalzata al grado di Basilica. Ultima tappa il Convento dei Cappuccini e la Chiesa di San Francesco di Assisi (1574). Degno di nota soprattutto l’altare maggiore con il tabernacolo intarsiato con varie essenze legnose, tartaruga, avorio, madreperla; opera di Fra Angelo Maria Gagliano da Mazzarino (XVIII sec.) L’altare è corredato, inoltre, anche da importanti tele. La chiesa conserva le spoglie mortali di Padre Ludovico Napoli, Servo di Dio, morto in odore di santità il 23 aprile del 1764, a cui si deve la ricostruzione della chiesa della Santa Patrona. La visita di cui sopra è la prima di una serie di tante altre che il Convegno “Maria Cristina di Savoia” nel nuovo quinquennio, pre-

Perché abbonarsi a Lu Papanzicu? 1) Per ricevere ogni mese, direttamente a casa tua il giornale; 2) Per accedere gratuitamente ai nostri servizi: annunci e auguri (anche con foto) strettamente personali; 3) Per contribuire a far crescere un organo di informazione indispensabile nella nostra comunità. Quanto costa abbonarsi? 20,00 € per i residenti a Ravanusa e Campobello di Licata; 30 € per le altre parti d’Italia; 80 € per i residenti all’estero. Come fare per abbonarsi? Si può sottoscrivere direttamente l’abbonamento in sede incaricando anche qualche parente o amico di farlo oppure inviando la somma tramite c/c postale n. 61128914 intestato a: Filippo Cassaro, Via del Saraceno, 2 - 92029 Ravanusa (AG).

o Corredin e in p Scar Via Garibaldi,6 Tel. 0922/877279 Campobello di Licata

Spazio autogestito

sieduto da Teresa Brancato, vorrà attuare presso località, della Sicilia e non, dove si può ammirare patrimonio artistico e culturale di prim’ordine. Il tour, con soddisfazione generale dei componenti il gruppo “M. Cristina”, è stato considerato interessante e coinvolgente, per cui hanno potuto apprezzare il rapporto dinamico tra artisti del passato e i luoghi dove essi hanno lasciato la loro traccia. L’addetto stampa Lilla Aronica

Vuoi pubblicare un articolo su Lu Papanzicu? Ecco cosa devi sapere... Il giornale è aperto alla collaborazione di tutti e gli eventuali articoli vanno consegnati in redazione o spediti alla nostra e-mail lupapanzicu@yahoo.it entro il 5 di ogni mese. Gli articoli o le segnalazioni devono riportare il nome e il recapito postale e telefonico dell'autore. Se è il caso devono essere corredati anche da foto. GLI ARTICOLI PIU' LUNGHI DI 1 . 8 0 0 B AT T U T E S A R A N N O TAGLIATI A DISCREZIONE DELLA REDAZIONE OPPURE NON SARANNO PRESI IN CONSIDERAZIONE. Articoli proposti da uomini e partiti politici, si pubblicano solo

AUTOFFICINA

a pagamento in spazi autogestiti. Lo stesso vale per gli articoli “pubblicitari” inviati da associazioni, scuole, club, circoli etc. A pagamento sono anche eventuali articoli o quant'altro da noi non espressamente richiesto. Si avverte che il semplice fatto di aver inviato materiale non costituisce garanzia alcuna di pubblicazione. Nessuna giustificazione è dovuta per la mancata pubblicazione. Gli spazi Lutti e Notizie liete sono gratuiti per gli abbonati, ma solo per i loro eventi strettamente familiari.

MARIO LIPARI

* Personale altamente specializzato al vostro servizio! * Prezzi scontati * Esecuzione imediata dei lavori * Riparazioni Marmitte * Vendita pneumatici * Ricarica Aria Condizionata Ravanusa - Via S. Di Giacomo, 6 (vicino Scuola Media) Tel. 320 2190562 - 0922 880291


AnnoPro XIII - N° 141 PDF Compressor Gennaio 2014

9

Le parrocchie di Ravanusa e i loro presepi (Foto Giuseppe Brucculeri)

Madrice

Santa Croce

B.M.V. di Fatima

Sacra Famiglia

Tutti a bordo, e….!!! Salve, sono Babbo Natale, non cominciate a dire che sono in ritardo o rincoglionito perché non lo sono! Arrivo ogni anno, con la slitta, felice di far contenti i miei bambini e anche i grandi che mi aspettano ancora, arrivo col cuore pieno di gioia, serenità, pace, salute per dividerla un po’ a tutti coloro che ne hanno bisogno e col cuore in mano la richiedono. Non sono un Babbo Natale dolce, come tutti credono, lo sono con chi crede in me e chi mi accoglie ogni anno con gioia, soprattutto i bambini, gli esseri più puri di quest’universo. Sono anche un Babbo Natale schietto e questo non vuol dire esser cattivo, ma sincero e vero. Attributi che se ognuno di noi ne avesse almeno un po’, non starei adesso qui a lasciare una lettera prima del mio ritorno al Polo nord. Magari non ho fatto in tempo a fare felici tutti i miei bambini, ma lascerò il posto a mia sorella Epifania, la donna più bella dell’universo che voi tutti conoscete come la Befana, la sua faccetta rugosa e il naso lungo

e curvo le da un aspetto più cattivello del mio che sono dolcemente barboso, pancione e morbidoso… ma fidatevi, che anche lei è una brava persona come me. Sono un po’ scurrile, lo so! Per tal motivo vi lascio una lettera di auguri e avvisi per poter ritornare, volete o non volete, anche il prossimo Nata le…. Lascio un bacio ai miei bimbi teneri e dolci, alle persone vere che col cuore sentono ancora il Natale e lo vivono con gioia, amore, fratellanza, sentimenti che portano con sé tutti i giorni dell’anno e non solo a Natale. Io sono ormai sulla strada di ritorno e la mia slitta è vuota perché ho consegnato tutti i regali, quindi è libera per prendere a bordo tutti quelli che vorranno venire con me per essere lasciati in un paese che, tornando verso il mio, è di passaggio. Si chiama Fuck you… e li vi posso lasciare lì fino a quando vorrete e sono convinta che vi ci troverete tutti bene perché: C’è spazio pi li gruessi e li minuti; per tutti quelli che arraffano politicamente senza servire il popolo; scioperano ma non sanno perché lo fan-no; dicono che ci

San Michele

Convento

sono troppe tasse e sono i primi evasori; non riescono a dirti le brutte cose in faccia e ti cercano solo se hai un po’ di grana; sorridono e ti stanno a prendere per i fondelli; vanno in chiesa ma son dannati; per i preti che nella casa del Signore accol-gono i dannati senza purificarli; per chi fa parte di associazioni no lucro ma solo per occhio di popolo; per gli stronzi presuntuosi del “so tutto io!”; per i ricchi che senza soldi non sono e non valgono niente; per chi ti tende la mano , ma solo per affossarti di più; per chi chiede perdono ma firma la tua con-danna; per chi finge di proteggerti e amarti per indagare sulla tua vita; per chi si permet-te di gioire sulle sofferenze altrui; per chi dice” tu meritavi del male”! Nel paese di Fuck you c’è spazio proprio per tutti e siete anche tanti, non c’è bisogno nemmeno di stringervi perché valete tal-mente poco che le mie renne potranno be-nissimo reggere il peso della vostra nullità. Buon anno, comunque , anche a voi! Rosalinda Nicotra

Realizzato dal Convegno “Maria Cristina di Savoia” un presepe vivente di Miriam Messana Nei locali dove l’anno scorso era sorto l’Athena club, l’associazione Convegno “Maria Cristina di Savoia”, che per questo nuovo quinquennio è presieduto dall’ins. Teresa Brancato, ha dato vita a un presepe vivente nel quale però, visto l’ambiente in cui era collocato, mancavano alcuni elementi caratterizzanti di tutti i presepi e cioè gli animali. L’ampio salone che ha così visto come protagonisti soltanto gli alunni dell’Istituto comprensivo “A. Manzoni” di Ravanusa, è stato visitato da centinaia di persone accorse per ammirarne la scenografia. Tra queste anche il sindaco Carmelo D’Angelo e Filippo Cassaro, il nostro editore.


PDF 10Compressor Pro

Anno XIII - N° 141 Gennaio 2014

Il video “Natale, tenerezza infinita” riempie di emozioni i social network di Rosetta Romano Tra le tante iniziative natalizie della cittadina del Monte Saraceno vogliamo parlare anche di un particolare video che sta spopolando nei social network regalando quelle emozioni proprie dell’atmosfera di tali festività. Il filmato che ha i tempi di un cortometraggio è stato realizzato da Giovanni Di Caro ed ha come titolo “Natale, tenerezza infinita”. Il protagonista è Francesco Lentini, un bambino del luogo e le immagini raccontano nella massima semplicità l’infinita tenerezza di un sogno che abbraccia la bellezza di Colui che viene nella nostra vita, cioè Gesù che, come dice Giovanni Di Caro “Egli volle essere un bambino, perché tu potessi diventare vero uomo…. Egli fu stretto in fasce, perché tu fossi liberato dai lacci della morte… Egli nella stalla e tu nell’altare… Egli venne sulla Terra perché tu potessi entrare nei cieli..ò Egli Dio uomo perché tu uomo Dio”. Sentito da noi, l’autore del video ci dice: “Il Natale è l’avvenimento più sorprendente della nostra vita poiché incontriamo la tenerezza infinita dell’amore di Dio che si china sui nostri limiti, sulle nostre debolezze, sui nostri peccati. Un messaggio chiaro, bello, pieno che ho descritto in due intense scene di questo filmato che consiglio a tutti di vedere. Solo la tenerezza infinita di Gesù - conclude Giovanni Di Caro - può permettere ogni giorno a ognuno di noi di ripartire sempre per poter costruire un mondo nuovo”.

Visitate il sito http://www.lupapanzicu.it/ cell. 3394803241

Affissioni pubbliche il Comune all'attacco (Effeci): In occasione delle scorse festività natalizie gli agenti di Polizia municipale di Ravanusa hanno intensificato i controlli in merito al pagamento del suolo pubblico e del servizio affissioni. Un controllo preventivo che con il passare dei giorni dovrebbe diventare repressivo. Questo perché in un momento di crisi generale non è né giusto né corretto che alcuni bar paghino le tasse di suolo pubblico e altri no. Stesso principio per contrastare il servizio di manifesti attaccati in maniera selvaggia lungo le strade del paese e il Comune ha, quindi, dichiarato guerra alle loro affissioni abusive e questo anche e soprattutto per ripristinare, si spera al più presto, il decoro di talune aree urbane. Saranno i vigili a segnalare il tutto e poi i manifesti abusivi dovrebbero essere eliminati da operatori del Comune. Il Sindaco, da parte sua minac-

cia e promette sanzioni adeguate per coloro che in futuro non adempiranno agli obblighi previsti da leggi e regolamenti, non rispetteranno gli spazi e gli stalli previsti dal Comune per la pubblicità e non pagheranno il suolo pubblico. «Abbiamo fatto di tutto dichiara Carmelo D'Angelo per garantire il decoro urbano nel corso dell'ultimo anno. Mi ha fatto enorme piacere registrare che la sensibilità ambientale si sta radicando sempre di più su tutto il territorio comunale e che i risultati, grazie alla collaborazione dei cittadini e degli operatori commerciali, hanno raggiunto standard di elevata qualità». Si, sarà anche vero, noi però continuiamo a vedere saracinesche di locali chiusi, le facciate dei bar e di qualche esercizio commerciale tappezzate da locandine pubblicitarie di ogni genere… compresi avvisi del Comune!

Decennale del Coro polifonico “San Giacomo” Il Coro polifonico San Giacomo ha festeggiato il 29 dicembre scorso presso la Chiesa Madre di Ravanusa il suo decennale con una serata all’insegna della musica natalizia, intitolata “Cantiamo a Gesù Bambino”. Ad essa hanno partecipato questi sei cori: “Pueri e Juevenes Cantores” di Naro, “V. Majorana” e “L. Cherubini” di Licata, “Angel Voice” di San Cataldo, “Basilica della Madonna del Mazzaro” di Mazzarino e “Triade” di Delia.

Agente: Paolo Romano

Agenzia Generale di Ravanusa C.so della Repubblica, 190-Tel. 0922.874622

RAVANUSA- Corso Garibaldi, 298 - Tel. e fax: 0922.874840


AnnoPro XIII - N° 141 PDF Compressor Gennaio 2014

11

Conclusa con successo la 4^ Edizione del Premio Lu Papanzicu di Stella Ferrara Dopo le prime tre edizioni che negli anni scorsi si sono svolte al Centro polivalente di Campobello di Licata, quest'anno la 4^ Edizione del Premio "Lu Papanzicu" è "sbarcato" nella sua Ravanusa dove sabato 14 dicembre scorso presso il locali dell'ex chiesa Sacra Famiglia che sono adibiti a teatro, il giornale di Ravanusa ha dato i propri riconoscimenti alle varie attività e persone della società civile residenti o nate a Ravanusa e Campobello che si distinguono nel loro campo facendosi conoscere anche al di fuori delle loro città. Tale Premio, per poter crescere ed essere sempre più conosciuto, dalla prossima Edizione si allargherà alle personalità civili di tutta la provincia di Agrigento. Quest'anno a patrocinare tale evento sono stati il Comune di Ravanusa, l'Acsi regionale presieduta da Salvatore Balsano, l'Associazione internazionale "Sicilia in Europa" presieduta da Vincenzo Nicosia che ha sede a Manchester (G.B.) e altri sponsor minori quali la ditta Jean Messana che ha offerto delle composizioni floreali alle donne presenti, la G.P.S. di Michele Gattuso che ha realizzato le statuette del Premio, le agenzie generali di Assicurazioni Groupama di Paolo Romano e Calà Assicurazioni del Dott. Angelo Calà, la farmacia Testasecca (tutte di Ravanusa) e Radio Azzurra (di Licata), che hanno voluto omaggiare con Targhe-ricordo e/ o attestati tutti coloro che hanno collaborato per la riuscita di tale evento. I Premi di questa 4^ Edizione sono stati assegnanti da un'apposita commissione a: n Lu Trappitu di Luigi Cani di Campobello di Licata per l'Imprenditoria (settore trasformazione e vendita di prodotti agri-

Filippo Cassaro con la presentatrice Ermanna Di Grado

coli); goria B3: Desirèe Maria Fontana (di Camn Gaetano Lombardo di Ravanusa per pobello) e Luigi La Rocca (di Canicattì) ha l'Imprenditoria (settore commercio di incantato il pubblico che li ha applauditi a "Uva Italia"); lungo. n Domenico Nicotra di Ravanusa alla Per l'occasione, è stato presentato per la Memoria; prima volta al pubblico il brano "La ballata n Caritas "M. Teresa di Calcutta" di Ravadi Lu Papanzicu" il cui testo è stato comnusa per il Volontariato; posto da Filippo Cassaro e Angelo Lumia n Caterina Bizzarro (artista circense) namentre la musica è stata realizzata dal ta a Ravanusa, per lo Spetmaestro di clarino Frantacolo (Premio non riticesco Rizzo che è venuto rato perché assente per appositamente da Roma motivi di Salute); per essere presente a quen La Coop. Sociale sta presentazione. I.S.T.A.S. di Campobello di Lo stesso ha fatto Giusy Licata per l'Assistenza Pitruzzela di Favara che ha agli anziani; inciso con la sua bella voce n Giancarlo La Greca di tale brano e poi ha voluto Ravanusa per lo Sport. cantarlo dal vivo riscuoInoltre l'Associazione tendo applausi a scena internazionale "Sicilia in aperta. Filippo Cassaro li Europa" ha voluto conseha ringraziati per la loro gnare un riconoscimento collaborazione, consespeciale al piccolo Fabio gnando loro degli attestati Cosentino per essere baldi stima. Con sua sorpresa, zato agli onori della croperò, si è visto omaggiare naca mondiale quando di una bellissima Targa-ridomenica 12 Maggio cordo consegnatagli dai scorso, in Piazza San Angelo Lumia e Francesco Pietro a Roma, venne baRizzo che lo ringraziavano ciato da Papa Francesco. per averli scelto per reaL'evento è stato presenlizzare il brano "La ballata Filippo Cassaro con la cantante tato direttamente dall'edidi Lu Papanzicu". Rosy Lerro tore de "Lu Papanzicu" Nel corso della premiaFilippo Cassaro che si è avvalso della colzione, tutti i premiati e tutti coloro che laborazione di Ermanna Di Grado, una lauconsegnavano i premi consistenti in una renda campobellese che ha svolto con statuetta del logo de "Lu Papanzicu" sono garbo e bravura il suo compito. stati omaggiati con una copia di questo Non sono mancati i momenti di spettacolo brano. tra questi la giovane cantante Rosy Lerro, Gradita la presenza di Carmelo D'Angelo, una fresca e duttile voce campobellese che Sindaco di Ravanusa che ha avuto parole di ha estasiato i presenti e che alla fine è apprezzamento per tale iniziativa, di Dastata ringraziata da Filippo Cassaro con una niela Giordano, Assessore alla Cultura e di bella Targa; anche l'esibizione dei due picIrene Di Dio, consigliere comunale del Mecoli Campioni nazionali di ballo della categafono ... peccato per chi non c’era!


PDF 12Compressor Pro

Anno XIII - N° 141 Gennaio 2014

La 4° Edizione del "Premio

La Cantante Rosy Lerro ringraziata con una Targa-ricordo da Filippo Cassaro I piccoli ballerini Desirée Fontana e Luigi La Rocca ringraziati con una Targa-ricordo da Franco Romano

La cantante Giusy Pitruzzella interpreta dal vivo “La ballata di Lu Papanzicu”

Parte del pubblico in sala

Ermanna Di Grado, Giovanni Di Caro e Mario Esposto (entrambi nostri collaboratori) con il nostro attestato di ringraziamento per la loro collaborazione

La presentatrice Ermanna Di grado riceve una Targa-ricordo da Paolo Picone

Servizio fotografico a cura del fotografo Giuseppe Brucculeri


AnnoPro XIII - N° 141 PDF Compressor Gennaio 2014

13

Lu Papanzicu" in immagini Questi i settori premiati: Alla Memoria a Domenico Nicotra La figlia Rosalinda Nicotra riceve il Premio dal Sindaco Carmelo D'Angelo

Premio Speciale da "Sicilia in Europa" a Fabio Cosentino

Per il Volontariato alla Caritas " Maria Teresa di Calcutta” Padre Polisano riceve il Premio dall'assessore Daniela Giordano

Per l'Imprenditoria ( Commercio "Uva Italia" ) a Gaetano Lombardo Il nostro collaboratore Salvatore Ferrara (a dx) consegna il Premio a Gaetano Lombardo

Filippo Cassaro ringrazia il poeta Angelo Lumia (a sx), la cantante Giusy Pitruzzella e il maestro per averlo collaborato nella realizzazione del brano “La Ballata di Lu Papanzicu”

Per lo Sport a Giancarlo La Greca Irene Di Dio consegna il Premio a Giancarlo La Greca

Per l'Assistenza agli anziani alla Coop. sociale I.S.T.A.S. L' assessore Daniela Giordano consegna il Premio a Salvatore Patti (a sx) e Mario Romano Filippo Cassaro con la Targa offertagli da Angelo Lumia e Francesco Rizzo

Per l'Imprenditoria (Trasformazione e vendita prodotti agricoli) a Lu Trappitu Luigi Cani (a dx) riceve il Premio dal Sindaco Carmelo D'Angelo

8


PDF 14Compressor Pro

Anno XIII - N° 141 Gennaio 2014

Con “Genti di mari” ancora un successo per Enzo Sciascia e i “ The Comedians” di Miriam Messana Anche quest'anno, come ormai consuetudine durante le festività natalizie è andato il scena il nuovo lavoro comico-musicale "Genti di Mari", scritto e realizzato da Enzo Sciascia e dal suo gruppo. Le storie infatti che Enzo e i The Comedians portano sul palco, sono ormai diventate un appuntamento fisso che in tutte le sere in cui vanno in scena riempie la sala, riscuote tanto successo e riesce a regalare sempre una serata diversa, piacevole e divertente a tutte quelle persone che, puntualmente, accorrono in teatro ansiose e in attesa di scoprire ancora una volta, quale altra divertente storia avrà partorito la fertile mente del nostro regista. Ebbene, lo spettacolo del 2014, che ha visto il suo battesimo di fuoco la sera del 3 gennaio scorso e che per l’occasione festeggiava il ventennale della fondazione del gruppo teatrale ravanusano, ha raccontato piccoli veri e vari frammenti di vita e di realtà che fanno parte del nostro quotidiano vivere. Una realtà che non passa mai di moda, alle quali molte volte non diamo peso o che diverse volte sono difficili da capire, ma che sono sempre e

comunque da affrontare. Il regista ha evidenziato la storia di due protagonisti, due fratelli, nativi di Palermo ma residenti a Lampedusa, che tra varie vicissitudini la vita ha diviso e poi fatto rincontrare in un abbraccio fraterno; ha raccontato l'amore, quello vero che non muore mai, ma vive per sempre; ha messo in evidenza con molto humor, la comicità dell'uomo del sud, di noi siciliani; ha parlato di turisti, di migranti, di vittime in mezzo al mare, di forestieri che raggiungono le nostre terre per ammirare le bellezze della natura, ma ha parlato anche di sopravvissuti, di gente di colore, che non hanno nulla in meno di noi, anzi hanno bisogno di noi. Insomma una storia contemporanea, una storia come quelle che giornalmente vediamo in televisione ma che è stata resa unica e diversa dall'allegria dei nostri interpreti, tutti bravi e che sicuramente, sacrificando diverse ore del loro tempo libero hanno affrontato questa esperienza dando il massimo per aiutarci a riflettere divertendosi e divertendoci così come recita il motto dei The Comedians e cioè “Genti allegra Dio l’aiuta”.

Riuscitissimo il veglione di fine anno (Effeci): Notte di festa quella che ha traghettato almeno un migliaio tra giovani e meno giovani nel 2014. Infatti circa alle 1, 30 del 1 gennaio la piazza era piena e pronta a scatenarsi in un’allegria sfrenata per dimenticare, almeno per qualche ora, i mali dell’anno appena trascorso. Sul palco opportunamente predisposto, dopo i saluti e gli auguri degli amministratori, dopo i giocolieri e i mangiafuoco, hanno iniziato a rullare i tamburi di un gruppo afro che ha

reso omaggio a Mandela. A seguire diversi Dj ravanusani con la loro musica, hanno accompagnato sino alle ore 4,30 tutti coloro che ancora resistevano al sonno e al loro frastuono musicale… e poi tutti a nanna o nei vari bar a fare colazione. Serata sicuramente riuscitissima e fortemente voluta dall’Amministrazione comunale per evitare che i giovani cercassero altrove e

con conseguenti pericoli, quell’allegria che invece hanno facilmente scaricato a due passi da casa e in tutta sicurezza. L’evento che si diceva doveva costare la bellezza di 7.000 euro, sembra sia costato al Comune “soltanto” 4.500 euro compreso Iva ed è stato organizzato dall’Associazione “Night events” presieduta da Davide Ciotta, fratello del Presidente del Consiglio Comunale.

STUCCHIFICIO - ART. D’ARREDAMENTO GIARDINO E DA REGALO Si affitta elegante Location per tutte le ricorrenze con servizio Catering

A e c l rte o D

di Seggio Bar - Gelateria Pasticceria Tavola Calda

Via Edison,114 Campobello di Licata (AG) tel. 327/6706955-0922/877194 - e.mail:dolcearteseggio@virgilio.it www.pasticceriadolcearteseggio.it

GPS di GATTUSO M. & C. S.n.c. 92029 RAVANUSA (AG) Via Olimpia, 48 - Tel. 0922 881077 - Fax 0922 880080 www.gpsgattuso.it info@gpsgattuso.it


AnnoPro XIII - N° 141 PDF Compressor Gennaio 2014

15

Oltre 3.000 persone per il presepe vivente Servizio fotografico di realizzato al Convento Giuseppe Brucculeri In occasione della prima edizione del presepe vivente, organizzato e promosso dai frati francescani del Convento che si sono avvalsi della preziosa opera di tantissimi volontari, sono intervenuti a tutt'oggi oltre 3.000 visitatori che pagando la modica cifra di 1 euro a persona hanno potuto non solo visitare i vari ambienti che caratterizzavano i nostri paesi una volta, ma hanno potuto assaggiare del vino e diverse pietanze contadine quali: lenticchie, ceci, bruschette e ricotta. Un grande risultato per gli organizzatori e anche per l'amministrazione comunale guidata dal sindaco Carmelo D'Angelo che come si vede nella foto lo ha inaugurato giorno 28 dicembre e cioè tre giorni dopo del previsto a causa dell’incessante pioggia che nei giorni dal 25 e 26 si è abbattuta su Ravanusa e che ha fatto temere il fallimento di tale iniziativa che si spera venga ripetuta, ma migliorata e ampliata nel suo contesto, in modo da attirare anche i forestieri, molti dei quali, almeno in questa prima edizione, sono ritornati a casa, come anche tanti ravanusani, senza poter assaggiare la ricotta. Questo perché per poterlo fare, come ci hanno raccontato lamentandosi, dovevano aspettare la fine della Messa e cioè dovevano restare a girare in tondo quasi sino alle ore 20. Secondo noi non avevano torto e sarebbe bastato approntare due ambienti di pastori … uno dovrebbe avere la ricotta pronta da subito e l’altro, se proprio si vuole, alla fine della funzione religiosa. «L'iniziativa del presepe vivente nell'era digitale – ha dichiarato Carmelo D'Angelo - serve per consentire alle nuove generazioni di riscoprire le tradizioni e far rivivere un evento che duemila anni fa ha cambiato il corso della storia». (Foto di Giuseppe Savarino)

*** Via L. Giglia, 151 Tel. 0922 870071

Farmacia Dr.Costanza Pietro

La

di Licata (Ag)

fa

rm

iz i

Campobello

o

(Foto di Giuseppe Savarino)

acia al tuo ser

Nuova Gestione

Omeopatia Erboristeria Dermocosmesi Prodotti per l’infanzia

Su tutta la linea SOMATOLINE sconto del 15%

Si effettua consegna dei farmaci a domicilio Ravanusa - C.so della Repubblica 210 Tel. 0922874103

v


PDF 16Compressor Pro

Anno XIII - N° 141 Gennaio 2014

La vicenda Sillitti costerà soltanto 900 mila euro «Chiusa definitivamente la vicenda decennale che ha condizionato questi ultimi mesi di amministrazione e che rischiava di portare il Comune in dissesto con la perdita del posto di lavoro per decine di persone». Sono queste le parole del sindaco Carmelo D'Angelo che si ritiene soddisfatto dell’accordo con gli eredi Sillitti che percepiranno durante i prossimi otto anni la somma complessiva di 900 mila euro dei quali 145 mila euro sono stati già pagati il 31 dicembre scorso. La prossima scadenza, secondo gli accordi sarà il 30 giugno quando il Comune emetterà un bonifico di 230 mila euro. Da questa data in poi ogni anno sarà pagata una trance: 100 mila euro il 30 giugno 2015 mentre dal 30 giugno 2016 al 30 giugno 2020, ogni anno, gli eredi percepiranno una rendita di 85 mila euro.

Ma ricapitoliamo i fatti con le parole di sindaco di Ravanusa: «La controversia è nata il 13 Aprile 1999 quando Angelo Sillitti in qualità di erede del padre Ignazio Cesare Sillitti e della madre Gaetana Militello, conveniva in giudizio il Comune di Ravanusa avanti il tribunale di Agrigento che dichiarava illegittima l'occupazione dei terreni di proprietà del padre costituiti in porzioni residue alle costruzioni di edifici sulle aree riportate nel Prg per oltre 7 mila mq di terreno chiedendo così il risarcimento del danno corrispondente al valore dell'area acquisita. In particolare - continua il sindaco Carmelo D'Angelo - le aree illegittimamente occupate dal Comune ricadono nella via Arancio, nella parte che si estende dalla via Padre Gioacchino Tintoria alla via Lombardo Radice, nella via Russo nella

La “muffulettatta” della FIDAPA di Maria Aronica

Spazio autogestito

Dicembre mese pieno di eventi per la FIDAPA sezione Ravanusa – Campobello. Come da tradizione in occasione della festa dell’Immacolata, la sera del 7 dicembre, le socie fidapine si sono riunite per la tipica “muffulettata” presso la casa di campagna messa gentilmente a disposizione da una delle socie della Dopo un primo momento prettamente religioso in cui è stato acceso il falò e sono stati cantati inni in onore della Madonna, si è passati alla parte conviviale alla quale hanno aderito anche i mariti delle socie. La serata, trascorsa allegramente tra canti e giochi tipicamente natalizi, si è conclusa a notte inoltrata.

del rag. Alberto Pirrera Ravanusa (AG) Corso Garibaldi, 240 Tel. 0922 .876870

parte che si estende dalla via Padre Gioacchino Tintoria alla via Fanaco e così via. La somma che andremo quindi a pagare è soltanto parziale poichè che gli eredi avevano chiesto al tribunale di Agrigento ben 1 milione e 800 mila euro. Gli eredi Sillitti per bloccare tale somma, sono riusciti a far emanare un atto di precetto, bloccando così la tesoreria comunale, ma successivamente grazie alla mia insistenza - afferma D’Angelo - le parti sono addivenute alla comune volontà di transigere la vertenza con la rinuncia, seppur temporanea all'atto del pignoramento presso terzi. Ciò ha avviato un procedimento interno dell'ente finalizzato all'approvazione, dietro i subordinati pareri favorevoli tecnici e contabili anche dell'organo del collegio dei revisori dei conti a redigere e sottoscrivere questo

Carmelo D'Angelo

piano di transazione, con il quale il Comune di Ravanusa si obbliga a pagare a rate il debito contratto, chiudendo così la partita con soli 900 mila euro e facendo rinunciare gli eredi Sillitti alle altre somme richieste che erano pendenti presso la Corte di Cassazione».


AnnoPro XIII - N° 141 PDF Compressor Gennaio 2014

17 Notizie da Campobello

Le sorelle Grova si incontrano per la prima volta dopo 62 anni ed è festa in città di Giovanni Blanda Quasi alla vigilia di Natale nella cittadina campobellese è avvenuto il toccante incontro fra le due sorelle e i due fratelli che mai si erano incontrati nella loro vita. Parliamo dei Grova: sorella e fratelli di Campobello di Licata e l'altra della Spagna. Una storia che ha fatto il giro del mondo e della quale si sono occupati tutti i mass media e anche noi nel numero scorso in un articolo a pag. 16. Un incontro fortemente voluto dalle due sorelle, che per la prima volta nella loro vita sono incontrate soprattutto tramite il mondo virtuale di Facebook. Poi il legame di sangue ha fatto il resto e così hanno deciso di incontrarsi e conoscersi realmente. Si sono dati quindi appuntamento a Campobello di Licata, da dove partì il loro padre, per abbracciarsi nella centrale Piazza XX Settembre, davanti al Palazzo Municipale, fra un nugolo di parenti della campobellese, di cittadini commossi e festanti e della banda musicale. Un abbraccio dopo l'altro e l'atmosfera quasi fiabesca sottolineata dai tanti flash e dalle luci delle telecamere che hanno fermato per sempre questo loro

incontro. E si, perché nella nostra cittadina in mattinata era arrivata anche la troupe di Rai 1 che poi ha raccontato e fatto vedere a tutta i telespettatori nel programma la Vita in diretta questo toccante momento. Era presente l'Amministrazione comunale e i l sindaco Giovanni Picone ha "benedet to" il loro a b braccio tra tanta commozi o n e , lacrime d i emozioni, sorrisi, ap-plausi e interviste televisive. Le note musicali del complesso bandisti-co e lo scintillio delle luci natalizie, poco pri-ma delle 18, hanno fatto da corollario all'ab-braccio fraterno fra le sorelle e i fratelli Grova e la sorella spagnola che era arrivata nella nostra cittadina con il marito. Il fratello Gaetano era arrivato dalla Germania con la moglie mentre Vincenzo e la moglie erano arrivati da Marina di Ragusa. Infine tutti nel Palazzo Municipale, stanza "Giudici Saetta e Livatino" dove la campobellese Giovanna Grova molto emozionata ha ingentilito l'incontro con un omaggio floreale all'altra Giovanna Grova, anch'essa sposata ma vissuta in Spagna. Con l'aiuto di un interprete i

L'Italiano? Se non lo sai, sallo! Anche l'occhio va dalla sua parte... (Si potrebbe chiamare strabismo...)

Pasta fresca- Panineria Salumeria-Panetteria NUOVA APERTURA a aperti La domenic

ldo

a con pane c

Campobello di Licata (Ag) Via Edison, 83

Grova sono riusciti a dialogare. "Sono molto commossa, emozionata e un po' agitata", ha detto la campobellese, con la voce rotta dall'emozione. Ha preso la parola anche il sindaco di Campobello che con tanto di fascia tricolore ha confermato l'ufficialità dell'evento dicendo: "E' un attimo emozionante non solo per le due famiglie ma anche per la nostra comunità per la quale rappresenta il Natale". Qualcuno scherzosamente, ma non troppo, diceva sottovoce: "E' una commovente "carrambata". No, è stato e resterà sicuramente un Natale indimenticabile per questi fratelli che si sono ritrovati e la comunità campobellese. È la storia a lieto fine fra due sorelle (e fratelli), omonime, figlie dello stesso padre, che grazie alle nuove tecnologie, si sono ritrovate, l'una ignara dell'esistenza dell'altra. Spiega la campobellese: "Ci siamo messi in contatto circa due mesi addietro, tramite il computer. Io sapevo dell'esistenza di una sorella in Spagna, me lo diceva mio padre… ma c'è più. E' stata lei, mia sorella, a intra-prendere la ricerca informatica familiare, e c'è riuscita. Io pensavo che lei fosse figlia 'illegittima' di mio padre, invece non è così". Giovanna Grova,

di 62 anni, vive a Campobello di Licata, l'altra sorella, Giovanna Grova, 73 anni, sta in Spagna, a Girona, Barcellona. Un tuffo nel passato. Sullo sfondo una 'storia di guerra e diserzione': Salvatore Grova, campobellese, padre delle due donne, si ritrovò a combattere accanto agli insorti nazionalisti del generale Francisco Franco, secondo il volere del Duce. "L'Italia degli anni '30 è quella dei fascisti che avevano un atteggiamento "revisionista" verso il trattato di Versailles" - afferma la campobellese - Rotti i rapporti con Francia e Regno Unito, l'Italia entrò nell'orbita della Germania hitleriana, partecipando con l'invio di ingenti aiuti militari agli insorti nazionalisti del generale Franco alla guerra civile in Spagna ('36'39). Deportato in Italia, e precisamente ad Ustica, mia papà si sposò a Campobello di Licata (do-po l'unione di amore in Spagna), ed ebbe quattro figli, che in ordine di età sono: Calogero, Gaetano, Giovanna e Vincenzo che abita in Germania". Sorelle e fratelli, ora, sono vicini al camino di casa per raccontarsi i loro 'segreti e riappropriarsi di un pezzo della loro famiglia che era stata loro negata... almeno sino ad oggi!


PDF 16Compressor Pro 18

Anno XIII - N° 141 Gennaio 2014

Notizie da Campobello

“Quelli della Parnasso” con “Una caratteristica di famiglia” coinvolgono e divertono il pubblico che ne decreta il successo di Maria Serena Milisenna Con “Quelli della Parnasso” lo spettacolo è all'insegna del divertimento: successo per “E' una caratteristica di famiglia”, commedia brillante in due atti, che ha coinvolto il pubblico nelle serate del 28 e 29 Dicembre presso il Centro Polivalente di Campobello di Licata. Bravissimi gli attori protagonisti, Luigi Progno e il regista Lillo Ciotta, capaci di reggere i due atti della messinscena scritta dall'inglese Ray Cooney e reinterpretata in stile siciliano dal gruppo. Ottima la performance di Enzo Lepre, davvero simpatici tutti gli altri attori: Mariangela Iannello, Sandro La Mendola, Saverio La Greca, Claudia Destro, Totò Termini, Milena Lepre, Vito

Una scena della commedia

I figli della Parnasso (al centro Giovanni Intorre)

Spazio autogestito

Terrana, Sara Puleri. Professionalità e bravura aumentano di anno in anno e gli attori si ritrovano coinvolti in interpretazioni sempre più difficili e variegate: questa volta la rappresentazione della trama intrecciata e piena di bugie ha lasciato nel pubblico l'idea che certe volte la menzogna è forse più plausibile e coinvolgente della realtà stessa. Foto di gruppo degli attori Novità di quest'anno la maggiore presenza dei “Figli della Parnasso”, che rappresentano il vivaio della Compagnia. I più giovani hanno interpretato il prologo, scritto dallo stesso Lillo Ciotta: “La Parnasso, per ragioni di continuità e crescita, vuole dare anche ai più piccoli la possibilità di avvicinarsi al teatro – ha dichiarato il regista – il teatro è un modo per crescere, per migliorare i livelli di socializzazione e per imparare qualcosa, arricchendo se stessi”. “E' assolutamente salutare per i ragazzi – dichiara Peppe Miccichè, attore che queLillo Ciotta (a sx) e Luigi Progno st'anno si è occupato dei più giovani - l'educazione alla disciplina del teatro, fatta di progetto di beneficenza. Chiara la volontà studio, di impegno, di crescita personale e della Compagnia di proporre un'azione condi arricchimento culturale”. creta da rivolgere proprio ai ragazzi in conSul palcoscenico si sono avvicendati così i dizione di disagio: come ogni anno l’incasso “veterani” Giovannino Intorre, Alessia La sarà destinato all’istituzione di un laboraGreca, Luigi Vella e Angelo Toledo, e i pic- torio dello spettacolo dedicato. coli Ines Toledo, Elisa Ciuni, Kleide Ciotta, “E' una caratteristica di famiglia” sarà riCarmelo Mannarà, Gaetano Di Salvo e Tom- proposto a Ravanusa il 18 Gennaio. maso Mannarà. L'appuntamento si inserisce nella cornice Per “I figli della Par- del II Festival del Teatro “Fratelli di Scena”, nasso” è prevista una dedicato al prof. Carmelo Graci, scomparricca tournee. E ai so. giovani è rivolto il AVIS COMUNALE DI CAMPOBELLO DI LICATA VIA UMBERTO, 102 CAMPOBELLO DI LICATA (AG)

TEL. 0922.877864 www.aviscampobellodilicata.it e-mail: info avis@aviscampobellodilicata.it

CALENDARIO DONAZIONI IN SEDE: Anno 2014

19 gennaio - 16 febbraio - 16 marzo - 30 marzo 11aprile - 27 aprile - 18 maggio - 15 giugno 28 giugno - 20 luglio - 1 agosto - 17 agosto 31 agosto - 21 settembre - 19 ottobre 16 novembre - 21 dicembre


AnnoPro XIII - N° 141 PDF Compressor Gennaio 2014

19 Notizie da Campobello

Natale alla Casa di riposo Istas di Giovanna Muratore Il periodo natalizio presso la casa di riposo della Coop. sociale Istas, quest'anno è stato particolarmente ricco di eventi tra i quali ci piace ricordare: il 7 dicembre giorno in cui si è celebrata la messa dell'Immacolata e a seguire il tradizionale falò e l'assaggio dei "muffuletti"; il 17 dicembre, sono stati nostri ospiti speciali i ragazzi della 4° c elementare del plesso “Don Bosco” di Ravanusa che insieme ai loro insegnanti A. Erba , G. Aronica e M.D. La Marca hanno allietato i nostri anziani con canti, poesie e balli. Al termine della loro esibizione i ragazzi hanno donato un bellissimo presepe da loro realizzato con materiale riciclato. Il sorriso e la gioia traspariva nei volti dei nostri "nonni" che con la presenza dei ra-

gazzi hanno ricordato i momenti più belli della loro giovinezza; il 25 dicembre Padre Giordano ha celebrato la messa solenne di Natale alla presenza di tutti gli anziani, dei loro familiari e di tutti gli operatori della casa di riposo; il 27 dicembre dopo la messa, animata dal coro polifonico "Alma Laetitia Cantorum", è seguito il concerto dei "Senior e dei Pueri Cantores "che con i loro canti hanno coinvolto tutti i presenti . La bella serata si e' conclusa con l'arrivo dei Babbi Natale, la distribuzione dei regali e a seguire un ricco buffet; il 1° gennaio 2014 festeggiamenti per i 105 anni della sig.a Gruttad'Auria Giovanna, la "nonnina" più longeva; il 3 gennaio tombolata in collaborazione con i ragazzi dell'associazione Adda

Spazio autogestito

di Campobello di Licata; il 6 gennaio, giorno dell'Epifania, l'arrivo della Befana che ha chiuso in bellezza le festività portando una ventata di allegria tra gli anziani e addolcendo il palato dei presenti con cioccolatini e caramelle.

Ripristinati gli abbonamenti per gli alunni pendolari (Effeci): Una buona notizia per quanto riguarda gli abbonamenti per gli studenti pendolari di Campobello che erano stati sospesi nel mese di Dicembre 2013 e che avevano portato diversi genitori a segnalarci la loro mancata erogazione: l'Amministrazione comunale con un suo comunicato fa sapere a tutti gli interessati che non solo l'abbonamento per il trasporto dei loro figli verrà regolarmente erogato dal mese di Gennaio al mese di Maggio 2014, ma che anche le somme versate dalle famiglie stesse nel mese di Dicembre 2013 saranno rimborsate… Naturalmente dietro presentazione di un certificato di avvenuta frequenza in quel periodo rilasciato dalla scuola in cui sono iscritti gli studenti più la relativa domanda di Rimborso.

CONFEDERAZIONE ITALIANA AGRICOLTORI Sezione di Campobello di Licata (AG) - Via Napoli, 22 Tel. 0922878251 - Cell. 3356234026 Responsabile: Calogero Romano e-mail: ciacampobello@tiscali.it

Per le prossime festività troverete novità a prezzi eccezionali. VENITECI A TROVARE!

A chi è spericolato nel guidare l'auto, dico "Se rischi di sorpassare al buio, ti potrà capitare di vedere le stelle!”


PDF 20Compressor Pro

Anno XIII - N° 141 Gennaio 2014

Notizie da Campobello

Anche quest’anno successo dei Babbo Natale del Vespa club E anche quest’anno a grande richiesta per la gioia dei piccoli e anche per quelli che giovani non lo sono più, è andata in “scena” la 4° edizione dei Babbo Natale in vespa organizzato dal Vespa club Campobello del presidente Giovanni Curto. Il programma ha visto il gruppo dei Babbo Natale in vespa visitare giovedì 21 dicembre scorso le scuole dell’infanzia e le scuole primarie dove sono state distribuite caramelle a tutti i bambini. Sabato 21 dicembre, invece, sono

stati anche visitati anche i vari istituti di accoglienza per anziani del paese, dimostrando da parte del Vespa club grande solidarietà per il sociale da parte dei suoi soci e della Tre Torri eventi. Alla fine dei due momenti sfilata del gruppo tra le vie di Campobello con sosta finale in un bar del paese per lo scambio di auguri, brindisi e ringraziamenti da parte dell’organizzazione Tre Torri eventi a quanti hanno collaborato per la riuscita dell’evento.

Nelle presentazioni non si risponde “piacere” o “onoratissimo”. Meglio un sorriso e, nel caso, una stretta di mano.

MACELLERIA - SALUMERIA

Ddal dal 1968

Iolanda F.lli Sanfilippo

Enoteca - Gastronomia Via Catania, 48 - TEL. 0922 877932 - Campobello di Licata (Ag)

Produzione Propria

Panificio

Specialità: Panettoni - Colombe Pane Casareccio Pasta Fresca

Pasticceria

Tavola Calda

All’Istituto comprensivo mostra dei presepi con i “Pueri Cantores” di Giovanni Blanda Carica di emozioni, presso l’Istituto comprensivo ‘San Giovanni Bosco’ di Campobello di Licata, la performances dei ‘Pueri Cantores’, in occasione dell’inaugurazione della mostra dei presepi benedetta da Padre Angelo Burgio. Sono stati esposti 56 presepi frutto di un lavoro laborioso che ha visto impegnati gli alunni della scuola primaria e secondaria e delle loro famiglie. Presenti alla cerimonia: il dirigente scolastico Giuseppa Cartella, lo staff dei professori che hanno collaborato, il sindaco con parte dell’amministrazione comunale e una folla di persone convenute per l’occasione. L’ingresso dei partecipanti nella sala adibita a mostra è stato salutato dalle angeliche voci dei Pueri Cantores “Alma Laetitia Cantorum” diretti dal maestro Francesca Ciotta.

di Simone Picone

Tutto per la scuola Ricariche

Via Cavour, 233 - Tel. O922.877271 CAMPOBELLIO DI LICATA

Carte Internazionali Pagamento Bollette

Via Generale Cascino 6 - Campobello di Licata (AG) Tel. 0922/879951 - Cell. 329 0639501 - multidee.carto@libero.it


AnnoPro XIII - N° 141 PDF Compressor Gennaio 2013

21 Notizie da Canicattì

Inaugurato il museo etno antropologico Negli spentidi locali dell’ex Convento della Badia, adiacente alla chiesa dei Santi Filippo e Giacomo, è stata inaugurata nella settimana precedente il Natale, la sezione Etno-antropologica del Museo civico che ha

concretizzato il desiderio di tanti canicattinesi che da sempre desideravano avere un luogo della memoria. Tutto ciò è diventato realtà grazie alla generosità di quei cittadini che, privandosi dei loro beni personali, hanno regalato alla collettività gli oggetti del loro passato. Gli ambienti ricreati che rievocano un angolo di una casa borghese, di una casa contadina e gli angoli dei mestieri, sono stati realizzati dall’architetto Rosa Maria Corbo e dell’archeologa Simona Iannicelli mentre il progetto è stato portato avanti dall’assessore ai Grandi eventi, Giuseppe Ferrante Bannera che insieme a tutta l’amministrazione si augura possa diventare l’occasione non solo di un rilancio culturale, ma anche di volano per il centro storico attraverso una costante presenza di turisti e studenti delle scuole di ogni ordine e grado in modo anche i più giovani alla conoscenza delle tradizioni, del loro con-

All’Oratorio salesiano successo del Concerto di Natale Il 27 dicembre scorso, grande successo di pubblico per il concerto di Natale che si è tenuto presso il teatro salone “Don Bosco” dell’oratorio salesiano di Canicattì la cui direzione artistica è stata curata da Pietro Sacheli e alla quale hanno collaborato per la riuscita dello spettacolo: Liborio Sacheli, Chiara Giardina, Martina Muratore, Fabio Paci, Angelo Di Naro, Valeria Mantione. La serata ricca di canti, coreografie e poesia, ha visto la presenza sul palco delle due cantanti canicattinesi Federica Geremia e Viviana Geremia. I ragazzi dei gruppi giovanili presenti in oratorio, hanno dato vita ad uno spettacolo dove ogni minimo dettaglio era curato alla perfezione. Le coreografie natalizie, i canti e le poesie, hanno suscitato nelle persone presenti in sala, la voglia di vivere in pieno lo spirito natalizio e, come da stile cristiano dell’oratorio salesiano, al centro di tutto lo spettacolo c’è

stato il Bambin Gesù avvolto in fasce. L’iniziativa del concerto di Natale si pone nel programma di “Salviamo in nostro oratorio” che vede coinvolti giovani animatori, i salesiani e gli ex allievi e adulti della parrocchia. L’oratorio dopo la crisi estiva, durante la quale si parlava di chiusura, ha una chance per non chiudere i battenti, gli addetti ai lavori vogliono costruirne uno più grande per dare un grande futuro ai ragazzi di Canicattì. Tra le iniziative natalizie anche la “Festa insieme” dove giovani e adulti si sono ritrovati a fare festa in oratorio la sera del 5 Gennaio scorso.

testo e quindi del loro integrale recupero e rivitalizzazione con le iniziative che saranno via via organizzate. Questo perché tale sezione Etno-antropologica si inserisce in un progetto generale di Polo Museale o meglio di Laboratorio Culturale.

ABBONATEVI


PDF 22Compressor Pro

Anno XIII - N° 141 Gennaio 2013

Sapori del Mediterraneo Rubrica di cucina a cura di Elanka

Risotto al cavolfiore Il risotto al cavolfiore è una ricetta facile che si prepara in 50 minuti e che viene preparata mondando il cavolfiore per dividerlo a cimette per poi farle scottare in pentola. Al termine della lavorazione serviremo il risotto ben caldo con le cimette di cavolfiore come guarnizione. Ingredienti per 4 persone: • 250 g Riso superfino • 300 g Cavolfiore • 1 Aglio, spicchio • 1/2 Cipolla • 2 cucchiai Olio extravergine • 30 g Burro • 2 cucchiai Formaggio grana grattugiato • 1 litro Brodo • 1/2 bicchiere Vino bianco secco • q.b. Sale Preparazione: Mondare il cavolfiore e divi-

derlo a cimette; lavarle accuratamente in abbondante acqua fredda e scolarle. Farle scottare in una pentola con acqua salata in ebollizione per un minuto; scolarle e tenerle da parte. In una pentola portare a ebollizione il brodo. Sbucciare la cipolla e l'aglio, lavarli e tritarli finemente; metterli in un tegame sul fuoco con l'olio e farli appassire senza lasciarli colorire. Aggiungervi le cimette di cavolfiore, tenendone da parte qualcuna per la decorazione, e farle insaporire per 2 minuti circa, mescolando di tanto in tanto con un cucchiaio di legno. Unirvi, sempre mescolando, il riso e farlo tostare per 2 minuti;

versarvi il vino bianco e farlo evaporare a fuoco vivace. Versarvi, poco alla volta, il brodo bollente e continuare la cottura per 1518 minuti circa, mescolando ogni tanto. Togliere il tegame dal fuoco, aggiungere il burro e il formaggio grana grattugiato, mescolare, far riposare un poco il risotto e servirlo ben caldo, distribuendovi sopra le cimette di cavolfiore tenute da parte. Consigli: Per una riuscita ottimale del risotto al cavolfiore, dopo aver fatto evaporare il vino aggiungete un cucchiaio di concentrato di pomodoro diluito in poco brodo: darete al risotto una leggera nota di colore.

Rubrica legale a cura dell’avv. Irene Di Dio

Intervento di sterilizzazione non riuscito: sì alla responsabilità medica Cassazione civile, sez. III, sentenza 24.10.2013 n° 24109 La Corte di Cassazione con la sentenza suindicata, esamina il caso di una donna, che aveva portato a termine in precedenza due gravidanze entrambe con taglio cesareo, in occasione di nuovo parto cesareo, si era sottoposta ad un intervento di sterilizzazione. I sanitari avevano rassicurato la donna circa l’irreversibilità dell’intervento e pertanto la stessa non aveva più adottato alcuna misura anticoncezionale. Nonostante l’intervento, la donna rimaneva nuovamente incinta e partoriva due gemelli. La donna e il suo coniuge erano, quindi, venuti a trovarsi con cinque figli a carico, in una situazione di grave disagio economico, anche a causa della sopravvenuta necessità, per la stessa, di lasciare il lavoro. Risultati soccombenti sia in primo che in secondo grado, i due coniugi proponevano

ricorso in Cassazione e quest’ultima riconosceva l'inadempimento (o l'inesatto adempimento) concretatosi nell'aver tenuto, in relazione alla peculiarità del’intervento convenuto, un comportamento non conforme alla diligenza richiesta, con riguardo sia alla corretta esecuzione della prestazione sanitaria sia a quei doveri di informazione e di avviso preliminari e integrativi dell'obbligo primario della prestazione. Sostiene, infatti, la Cassazione che, nella fattispecie, il dovere di informazione è stato assolto in maniera non solo inesatta ma, anche e soprattutto, fuorviante, così da incidere in maniera determinante sul valido e corretto processo formativo della volontà dei due coniugi in relazione alla scelta del momento - e del contesto operatorio - in cui eseguire l’intervento. In particolare, l'obbligo di informativo non doveva esaurirsi in generiche informazioni sull'operazione e sul carattere irreversibile e permanente della sterilizzazione, 106.00 Mhz

Tel. 0922 892824 – sms line 333/2498304

ma doveva investire, altresì, i profili di incertezza che invece Avv. Irene Di Dio gravavano sulla definitività della sterilizzazione, “specialmente in considerazione del particolare contesto temporale in cui l'intervento veniva eseguito, rientrando nel comune patrimonio delle conoscenze di un ginecologo - ma non anche di una paziente - che la legatura delle tube, eseguita in occasione di un parto cesareo, essendo i tessuti edematosi, non assicura l'irriversibilità della sterilizzazione e può risultare inadeguata ad Impedire la discesa dell'ovulo quando i tessuti medesimi tornano in condizioni di normalità”.


AnnoPro XIII - N° 141 PDF Compressor Gennaio 2014

23

Melissa

La ragazza del Mese... Gennaio Nome: Melissa Sciumè Età: 18 anni Nazionalità: italiana Dove vivi: Favara (Ag) Dove ti piacerebbe vivere: America Professione: studentessa Aspirazione: diventare barman I valori per te più importanti: la famiglia e gli amici Cosa più ti piace di te: emmmhh faccio giudicare gli altri... Io non saprei Cosa ti vorresti rifare: tutto Non rinunceresti mai: agli amici

RAVANUSA

I tuoi pregi: sono particolarmente simpatica I tuoi difetti: a volte divento scorbutica Per conquistarti un uomo deve essere: simpatico 5 aggettivi per descrivere il tuo uomo ideale: educato, simpatico, pazzo, stravagante e rispettoso Il tuo sogno nel cassetto: diventare una brava barman La tua citazione preferita: nessuno è perfetto Il tuo motto preferito: “vivi oggi come se dovessi morire domani”

Ti aspettiamo in via Cavallotti a Ravanusa ogni 2° domenica del mese

Macelleria

Carne Macellata Fresca Mensile fondato da Filippo Cassaro - Anno XIII - N° 141 Gennaio 2014 Registraz. Tribunale di Agrigento - Registro stampa n. 246 del 23/01/03 Direttore ed Editore: Filippo Cassaro - Vice Direttore: Rosalinda Nicotra Direttore Responsabile: Carmelo Vella Realizzazione grafica: Arianna Fontana - Responsabile sito internet: Piero Romano - Stampa: Sanfilippo Arti grafiche s.r.l.- Naro (AG) Direzione e Ammistrazione: Via del Saraceno, 2 - 92029 Ravanusa (Ag) - Tel. 328.0222019 / E-mail: lupapanzicu@yahoo.it - www.lupapanzicu.it Contributi annui per ricevere a casa il giornale. Ravanusa e Campobello € 20,00 - altri paesi € 30,00 - Estero € 80,00 - Sostenitori € 100,00 - Arretrati € 5,00 Inviare con C.C. Postale N° 61128914 intestato a: Filippo Cassaro - Via del Saraceno, 2 - Ravanusa (Ag) o anche vaglia postale. L’Editore per garantire al massimo l’obiettività dell’informazione, lascia ampia libertà di trattazione ai suoi collaboratori, anche se non sempre ne può condividere le opinioni. La responsabilità degli articoli e delle lettere pubblicate è dei singoli autori - La collaborazione al giornale è gratuita. Chiuso il 6 Gennaio 2014


PDF 24Compressor Pro

Anno XIII - N° 141 Gennaio 2014

Liete” “Notizie Liete” “Notizie

Esame della vista gratuito Esperienza trentennale

Vasto assortimento vista e sole delle migliori marche Canicattì: via Carlo Alberto, 63 Campobello di Licata: Via Trieste, 2 - Tel. 0922 877444

Ravanusa: Per il compleanno dei nostri 2 splendidi figli: Carol che ha compiuto il suo 1° anno di vita il 9 settembre scorso e Paolo che ne ha compiuto 13 il 18 novembre scorso, immensi auguri dalla mamma Giovanna Minacori e papà Vittorio Notarstefano che vi ringraziano per la gioia con cui riempite le loro giornate e dai nonni e dagli zii che vi vogliono tanto bene!!

Viaggiare in pullman Per informazioni e prenotazioni:

Tel. 0922.881725 Cell. 327.5684360

Ravanusa: Il 12 dicembre 2013 Fabio Cosentino ha compiuto 4 anni. Al nostro piccolo tesoro, un grandissimo augurio di buon compleanno con la speranza che il suo futuro sia sempre sereno e raggiante di felicità da papà Mario, dalla mamma Maria Paola Paci e dal fratellino Alessio.

P.zza Indipendenza, 14 Canicattì (Ag) Tel. e Fax 0922 85 41 99 s.m.s. 388 8951694

Lu Papanzicu - Gennaio 2014  

Lu Papanzicu, Anno XIII - n. 141 - Gennaio 2014.

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you