Issuu on Google+

Sotto l’Alto Patronato del Capo dello Stato

La tua

Campania cresce in Europa L’iniziativa è stata realizzata con il cofinanziamento dell’Unione Europea - POR Campania FESR 2007-2013 Ob. Op. 1.10 “La cultura come risorsa”


Finanziato da La tua

Campania cresce in Europa L’iniziativa è stata realizzata con il cofinanziamento dell’Unione Europea - POR Campania FESR 2007-2013 Ob. Op. 1.10 “La cultura come risorsa”

Con il sostegno di

FONDAZIONE CASSA DI RISPARMIO SALERNITANA

Main Partners

Partners


Technical Partners

Main Media Partners

Media Partners · RAI · SKY CINEMA DH · LIRA TV · MUKKOPALLINO · MYMOVIES · EXTRAPOLA · RADIO CINEMA · Rebubblica.it · 35mm Social Partners · AURA · TELEFONO AZZURRO · Ospedale Pediatrico Bambino Gesù · ACTIONAID · AMNESTY · CROCE ROSSA ITALIANA · LEGAMBIENTE · Soccorso Amico Si ringrazia · 20th Century Fox Italia · Eagle Pictures · Fandango

· Lucky Red · M2 Pictures · Moviemax · Rai Cinema/01 Distribution · The Walt Disney Company Italia · Universal Pictures Int’l Italy · Warner Bros Pictures Italia · Sunshine Pictures · Unifrance Cultural Partners · ECFA · FESTIVAL OF FESTIVALS · CLUB ALPINO ITALIANO SEZIONE DI SALERNO · ACCADEMIA DELLA MODA DI NAPOLI · TRENTO FILM FESTIVAL · COMICON · CONSERVATORIO DI MUSICA “G. MARTUCCI” SALERNO · ANSPI · fiori d’italia Consorzio campano del florovivaismO Con il supporto di · coldiretti campania

· intercar · interflora · apps builder · positivo + · hard and soft house · sabox Giffoni Friends • ACETIFICIO ANDREA MILANO • ACQUA PANNA • ACQUA SANPELLEGRINO • AEFFE - BIRRIFICIO ARTIGIANALE • ANTICA DISTILLERIA RUSSO • ARISTEA • CANTINA SAN SALVATORE 1988 • CANTINE BARONE • CANTINE GROTTA DEL SOLE • COMPAGNIA ITALIANA SALI • GENTILINI • GRUPPO ITALIANO VINI • LA ROSINA • PASTA BARONIA • SALUMIFICIO SORRENTINO • VINICOLA DEL SANNIO


Generator

+

1

3


lungometraggi feature films

ASPHALT PLAYGROUND - LA CITÉ ROSE

TOUCH OF THE LIGHT - NI GUANG FEI SIANG

BLACK DIAMONDS - DIAMANTES NEGROS

YOUR BEAUTY IS WORTH NOTHING… - DEINE SCHÖNHEIT IST NICHTS WERT…

THE INEVITABLE DEFEAT OF MISTER AND PETE REGRET! - SPIJT!

WINDSTORM - OSTWIND


6

Francia/France, 2012, 1:1.85, 97’

ASPHALT PLAYGROUND LA CITÉ ROSE

generator +13

Aimé, 12 anni, detto Mitraillette (Mitragliatrice), abita nella Cité Rose, una banlieu fuori Parigi, dove le famiglie vivono a fianco dei criminali e le madri cercano di tenere i figli lontani dai guai. È un posto che Mitraillette non lascerebbe per niente al mondo, soprattutto ora che si è preso una cotta per Oceane, la più bella della classe. Nel palazzo dirimpetto vive Mohawk, il migliore amico di Mitraillette dai tempi dell’asilo. C’è poi il cugino di Mitraillette, Isma, 16 anni, che ammira il boss del quartiere, Narcisse, e passa il tempo sui tetti, a far da palo agli spacciatori. E c’è infine il fratello di Isma, Djibril, 22 anni, l’orgoglio della famiglia, brillante studente di legge che sogna una vita diversa e ha un rapporto turbolento con la fidanzata, Lola, bianca, di famiglia borghese. I destini di questi personaggi si intrecciano sullo sfondo del loro quartiere, dove a volte i sogni si pagano.

12-year-old Aimé, nicknamed Machine Gun (Mitraillette), is a kid from Cité Rose (Asphalt Playground), a housing project outside Paris, where families live alongside criminals and mothers try to keep their kids out of trouble. It’s a place that Machine Gun would never leave, and right now he has a crush on Oceane, the prettiest girl in his class. In the building across the way lives Mohawk, his best friend, a kid he’s known since kindergarten. There’s also Machine Gun’s cousin Isma, 16, who admires Narcisse, the neighbourhood boss, and who spends his days on rooftops, being a lookout for drug dealers. And his brother Djibril, 22, the family’s pride, a brilliant law student who dreams of the good life and has a troubled relationship with his girlfriend Lola, a white upper-middle class girl. Their destinies are tied together, in the middle of the neighbourhood, where dreams sometimes pay cash.


Nato nel 1976 a Enghien-les-Bains, in Francia. Ha studiato Economia e Management alla Sorbona. Insieme al fratello Thibaut (co-produttore di ASPHALT PLAYGROUND) e a due amici, Nicolas Bénac e Cédric Robion, Julien Abraham ha diretto il documentario 2001: L’ODYSSÉE DES MUSIQUES. ASPHALT PLAYGROUND è il suo primo lungometraggio di finzione.

regista/director Julien Abraham Born 1976, Enghien-les-Bains (France). He studied Economics and Management at the Sorbonne. He directed the documentary 2001: L’ODYSSÉE DES MUSIQUES along with his brother Thibaut (co-producer of ASPHALT PLAYGROUND) and two friends, Nicolas Bénac and Cédric Robion. ASPHALT PLAYGROUND is Julien Abraham’s first fiction feature film.

prodotto da/produced by Nicolas Blanc produzione/production Ex Nihilo distribuzione internazionale/world sales TF1 International sales@tf1.fr www.tf1international.com festival contact The Festival Agency www.thefestivalagency.com

interpreti/leading players Azize Abdoulaye Diabate (Mitraillette/Machine Gun) Idrissa Diabate (Isma) Ismail Ouazzani Ibrahimi (La Crête) Zouher Rahim (Nordine) Anaïs Begue (Océane) Ibrahim Koma (Djibril) 7

sceneggiatura/screenplay Zackarya DK Jimmy Laporal-Trésor Julien Abraham fotografia/director of photography Julien Meurice montaggio/editors Scott Stevenson - Richard Riffaud scenografia/production designer Eva van Haastrecht suono/sound Olivier Le Vacon - Jean-Luc Audy musica/music Soprano - Scientifik - Redk


Spagna-Portogallo/Spain-Portugal, 2013, 1:1.85, 110’

BLACK DIAMONDS DIAMANTES NEGROS

generator +13

A soli quindici anni, lasciano l’Africa e arrivano in Europa, guidati dalla promessa di diventare stelle del calcio: sono Amadou e Massa, che vengono notati da un procacciatore di talenti calcistici, separati dalle loro famiglie e portati a Madrid per diventare dei divi del pallone. I due giovani compiono un viaggio attraverso la Spagna, il Portogallo e l’Europa del Nord, scoprendo sulla propria pelle l’oscuro mondo di ombre che si nasconde dietro le abbaglianti apparenze del gioco del calcio: un affare che non vede in loro due ragazzi, ma due “diamanti neri”.

8

Just fifteen years old, they left Africa and arrived in Europe led by a promise that they would become football stars. Amadou and Moussa are spotted in Mali by a football scout, separated from their families and brought to Madrid to become stars. The embark on a journey through Spain, Portugal and Nothern Europe which will show them firsthand the world of shadows behind the beautiful game; a business which does not see in them two young kids, but two “Black Diamonds”.


Nato nel 1971 a Cartagena, in Spagna. Dopo aver lavorato come assistente alla regia per Bigas Luna, Álex de la Iglesia e Montxo Armendáriz, nel 2002 dirige il suo primo lungometraggio, IMPULSOS, cui segue ANASTEZSI (2007). In seguito ha diretto diversi episodi delle serie tv EL INTERNADO e ÁGUILA ROJA. BLACK DIAMONDS, il suo terzo lungometraggio da regista, ha vinto il Premio Speciale del Pubblico al Festival di Málaga 2013.

regista/director Miguel Alcantud Born 1971, Cartagena (Spain). After working as an assistant director for Bigas Luna, Álex de la Iglesia e Montxo Armendáriz, in 2002 he directed his first feature film, IMPULSES (IMPULSOS), followed by ANASTEZSI (2007). Then he directed several episodes of TV series THE BOARDING SCHOOL BLACK LAGOON (EL INTERNADO) and RED EAGLE (ÁGUILA ROJA). BLACK DIAMONDS, his third feature film as a director, won Special Audience Award at the 2013 Málaga Film Festival.

prodotto da/produced by Carlo D’Ursi produzione/production Potenza Producciones Fado Filmes distribuzione internazionale/world sales Latido Films www.latidofilms.com

interpreti/leading players Hamidou Samaké Setigui Diallo Carlo D’Ursi Guillermo Toledo Carlos Bardem Santiago Molero 9

sceneggiatura/screenplay Miguel Alcantud fotografia/director of photography Alberto D. Centeno montaggio/editor Pablo Blanco musica/music Juan Antonio Simarro


USA, 2012, 120’

THE INEVITABLE DEFEAT OF MISTER AND PETE

generator +13

New York. Pete, nove anni, viene abbandonato dalla madre, e quella tossicodipendente del quattordicenne Mister viene improvvisamente arrestata: in seguito a questi avvenimenti, i due ragazzi si vedono costretti a unirsi, a collaborare e a fare tutto da soli, per evitare di essere catturati e mandati a Riverview, un terribile istituto per l’infanzia. Nel corso di una torrida estate, Mister e Pete impareranno come riuscire a sopravvivere e conosceranno il senso autentico dell’amicizia.

10

New York. After nine year-old Pete’s mother abandons him, and fourteen year-old Mister’s drug-addicted mother is suddenly arrested, the two boys are forced to band together and make it on their own, to avoid being caught and sent to Riverview, a dreaded youth group home. Over the course of a brutal summer, Mister and Pete learn how to survive along with the true meaning of friendship.


Nato nel 1969 a Milwaukee, nel Wisconsin. Nel 1991 si diploma in Cinema e Video al Columbia College di Chicago. Nel 1992 gira il suo primo cortometraggio, PAULA. Nel 1995 realizza il suo primo lungometraggio, SCENES FOR THE SOUL. In seguito ha diretto i seguenti lungometraggi: I SAPORI DELLA VITA (1997), basato sulla vita dello stesso Tillman e divenuto poi una serie tv; MEN OF HONOR - L’ONORE DEGLI UOMINI (1997), con Robert De Niro, ispirato alla storia vera di Carl Brashear, primo capo palombaro afroamericano della marina USA; NOTORIUOS B.I.G. (2009), biografia di un noto rapper assassinato; FASTER (2010). Tillman ha inoltre prodotto il film LA BOTTEGA DEL BARBIERE (2002), di Tim Story.

regista/director George Tillman Jr. Born 1969, Milwaukee, Wisconsin. In 1991 he graduated in Film and Video from Columbia College in Chicago. In 1992 he made his first short film, PAULA. In 1995 he shot his debut feature film, SCENES FOR THE SOUL. Then he directed the feature films SOUL FOOD (1997), which is based on Tillman’s life and became a TV series; MEN OF HONOR (2000), starred Robert De Niro and inspired by the real story of Carl Brashear, the US Navy’s first African American Master Diver; NOTORIOUS B.I.G. (2009), a biopic about life and murder of a rapper; FASTER (2010). Besides he produced the feature film BARBERSHOP (2002), directed by Tim Story.

prodotto da/produced by Jana Edelbaum Rachel Cohen Robert Teitel George Tillman Jr. produzione/production Ideal Partners State Street Unified Pictures distribuzione internazionale/world sales festival contact Aldamisa Entertainment sales@aldamisa.com www.aldamisa.com

interpreti/leading players Skylan Brooks (Mister) Ethan Dizon (Pete) Jennifer Hudson (Gloria) Jordin Sparks (Alice) Anthony Mackie (Kris) Jeffrey Wright (Henry) 11

sceneggiatura/screenplay Michael Starrbury fotografia/director of photography Reed Morano montaggio/editor Jamie Kirkpatrick scenografia/production designer Jane Musky costumi/costume designer Charlese Antoinette Jones musica/music Mark Isham Alicia Keys


Paesi Bassi/The Netherlands, 2013, 95’

REGRET! SPIJT!

generator +13

Jochem subisce continue angherie e umiliazioni dai suoi compagni di classe. Il suo amico David non partecipa a questi atti di bullismo, ma ha troppa paura per parlare e denunciarli. Apparentemente Jochem non sembra comunque lasciarsi sopraffare da queste vessazioni, ma una mattina il preside della scuola comunica alla classe che Jochem, dopo aver partecipato a una festa, non è ritornato a casa. David viene assalito dal senso di colpa. Insieme a un altro amico, si prefigge di ritrovare Joachem e di chiedere il suo perdono. Ma, nel corso della loro ricerca, i due ragazzi rinvengono in un lago lo zaino di Jochem…

12

Jochem’s classmates bully him all the time. His friend David doesn’t join in, but he is scared to say anything. On the face of it Jochem doesn’t seem to let the harassment get to him, but one morning the headmaster tells the class that he didn’t come home after a party. David feels guilty. Together with a friend, he sets out to find Jochem and tell him they are sorry. But during their search, they find Jochem’s bag-pack in a lake…


Nato nel 1958. Si diploma in Regia all’Accademia Olandese di Cinema con il corto BETWEEN THE LINES (TUSSEN DE REGELS). Si diploma anche in Produzione con i corti THE HOWLING BABY di Han Sloos e WHY NOT di Joost Ranzijn. Nel 1987 fonda, insieme a Maria Peters e Hans Pos, la Shooting Star Film Company. Schram ha diretto i lungometraggi TIMBUKTU (TIMBOEKTOE, 2007), DESPERATE (RADELOOS, 2008), LOVER OF LOSER (2009), FURIOUS (RAZEND, 2011), e il corto JOEY’S FIRST FIGHT (JOEY’S EERSTE GEVECHT, 2012). Ha prodotto i lungometraggi di Maria Peters IL SOGNO DI CRUMB (KRUIMELTJE), presentato al GFF 2005, e MIKE SAYS GOODBYE! (DE GROETEN VAN MIKE!), presentato al GFF 2013.

regista/director Dave Schram Born 1958. He graduated in Directing at the Dutch Film Academy in 1981 with the short film BETWEEN THE LINES (TUSSEN DE REGELS). He also graduated in Production with the short films THE HOWLING BABY by Han Sloos and WHY NOT by Joost Ranzijn. In 1987 he founded, along with Maria Peters and Hans Pos, the Shooting Star Film Company. Schram directed the feature films TIMBUKTU (TIMBOEKTOE, 2007), DESPERATE (RADELOOS, 2008), LOVER OF LOSER (2009), FURIOUS (RAZEND, 2011), and the short JOEY’S FIRST FIGHT (JOEY’S EERSTE GEVECHT, 2012). He produced Maria Peters’ feature films THE LITTLE CRUMB (KRUIMELTJE), screened at GFF 2005, and MIKE SAYS GOODBYE! (DE GROETEN VAN MIKE!), screened at GFF 2013.

prodotto da/produced by Danielle Guirguis Maria Peters Hans Pos Dave Schram produzione/production festival contact Shooting Star Film Company info@shootingstar.nl www.shootingstar.nl

interpreti/leading players Robin Boissevain (David) Stefan Collier (Jochem) Dorus Witte (Vera) Charlotte Bakker (Sanne) Nils Verkooijen (Justin) Rik van Elk (Remco) 13

sceneggiatura/screenplay Maria Peters Dick van den Heuvel fotografia/director of photography Erwin Steen montaggio/editor Robin de Jong scenografia/production designer Jan Rutgers costumi/costume designer Ingrid Blankendaal musica/music Herman Witkam


14

Taiwan-Hong Kong-Cina/Taiwan-Hong KongChina, 2012, 1:2.35, 110’

TOUCH OF THE LIGHT NI GUANG FEI SIANG

generator +13

Il film è ispirato alla vera storia del pianista Huang Yu-Siang (che interpreta se stesso). Nato cieco nella campagna taiwanese da una famiglia di floricoltori, Yu-Siang si rivela un bambino curioso e precoce. Il tatto e i suoni sono tutto il suo mondo. Grazie all’amore della madre e al sostegno dei parenti, cresce libero da ostacoli, finché decide di affrontare il mondo reale, di lasciarsi la famiglia alle spalle e di andare in città per studiare pianoforte al conservatorio, dove si trova a competere con studenti vedenti e a cercare la propria strada. Presto il suo percorso incrocia quello di Jie, una ragazza bella e insoddisfatta che lavora in un chiosco di bibite e sogna di diventare una ballerina, ma, lottando contro l’aspra realtà, finisce per sentirsi impotente. Tuttavia, quando Jie e Yu-Siang diventano amici, la fiera determinazione, l’ottimismo e la pace interiore di Yu-Siang ispirano e spronano Jie a inseguire il proprio sogno.

The film is based on the true life story of pianist Huang Yu-Siang (who played by himself). Born blind to a rural family in Taiwan, Yu-Siang was a curious and precocious child. Touch and sound was everything to him. With the love of his mother and support of his family, he grew up with no barriers; that is until he had to face the real world as he left his family behind in order to go to the big city and attend university, where he had to compete with the sighted students and to find his own way. He soon crossed paths with Jie, a beautiful but frustrated cold drinks vendor who dreams of being a dancer, but whose struggles against the harsh realities of her life render her helpless. However, when she witnesses Yu-Siang’s fearless determination and understood his optimism and inner peace, she is inspired and determined to hold on to her dream.


Nato nel 1980 a Taipei. Ha conseguito un Master presso la scuola avanzata di arti multimediali dell’Università Nazionale delle Arti di Taiwan. Ha iniziato a realizzare film durante gli studi universitari. Nel 2006 ha diretto, insieme a Yang Li-Chou, il documentario MY FOOTBALL SUMMER (QI JI DE XIA TIAN). Nel 2008, il suo saggio di fine corso, THE END OF THE TUNNEL (TIAN HEI), ha vinto il premio come miglior cortometraggio al Festival di Taipei. TOUCH OF THE LIGHT è il suo primo lungometraggio di finzione.

regista/director Chang Jung-Chi Born 1980, Taipei. He received a Master’s degree from the Graduate School of Applied Media Arts at the National Taiwan University of Arts. He started making films while still in university. In 2006 he co-directed along with Yang Li-Chou the documentary MY FOOTBALL SUMMER (QI JI DE XIA TIAN). In 2008 THE END OF THE TUNNEL (TIAN HEI), his graduation film, won the Best Short Film Award at Taipei Film Festival. TOUCH OF THE LIGHT is his first fiction feature.

prodotto da/produced by Jacky Pang Yee Wah Cheung Hong Tat produzione/production Jet Tone Films Ltd. -Sil-Metropole Organisation Limited distribuzione internazionale/world sales festival contact Fortissimo Films info@fortissimo.nl www.fortissimofilms.com

interpreti/leading players Huang Yu-Siang (Siang) Sandrine Pinna / Chang Yung-Yung (Jie) Lee Lieh (la madre di Siang/Siang’s mother) Sheu Fang-Yi (l’insegnante di danza/dance instructor)

15

sceneggiatura/screenplay Li Nien-Hsiu fotografia/director of photography Dylan Doyle montaggio/editor Li Nien-Hsiu scenografia/production designer Wu Rou-Yun costumi/costume designer Teng Yu-Fang musica/music Wen Tzu-Chieh Huang Yu-Siang


16

Austria, 2012, 1:1.85, 86’

YOUR BEAUTY IS WORTH NOTHING… DEINE SCHÖNHEIT IST NICHTS WERT…

generator +13

Veysel, 12 anni, metà curdo e metà turco, è fuggito dalla Turchia in Austria con la sua famiglia e da alcuni mesi vive a Vienna. A scuola è emarginato perché non parla tedesco. A casa il fratello maggiore Mazlum, 18 anni, si ribella al padre e scappa di casa. Questi problemi finirebbero per sopraffare Veysel, se il ragazzo non avesse un’ancora di salvezza: i suoi sogni a occhi aperti con Ana, una compagna di classe di cui è segretamente innamorato. A scuola gli alunni devono recitare una poesia in tedesco di fronte alla classe. La poesia preferita di Veysel è “La tua bellezza non vale nulla…” del poeta e cantante turco Asik Veysel. Il ragazzo decide di tradurla in tedesco, sperando di far colpo su Ana, e chiede aiuto al suo vicino turco, Cem, 33 anni. Ma un giorno la polizia si presenta alla porta di casa: sembra che abbiano preso Mazlum, e che tutta la famiglia rischi di essere rimpatriata.

Veysel, 12, half Kurd, half Turk, fled from Turkey to Austria with his family and has only been living in Vienna for a few months. At school he is a shy outsider because he doesn’t speak the language. At home his older brother Mazlum, 18, rebels against their father and runs away from home. These problems threaten to overwhelm Veysel, if it weren’t for his only lifeline: his daydreams with Ana, a girl in his class for whom he carries a torch. At school the children have to recite a poem in German in front of the class. Veysel’s favorite poem is “Your Beauty Is Worth Nothing…” by Turkish poet and singer Asik Veysel. The child decides to translate and memorize it in German, secretly hoping to impress Ana, and asks help to his Turkish neighbor, Cem, 33. But one day the police shows up at the family’s door: it seems they have picked up Mazlum and the whole family is in danger of being deported.


Nato nel 1981 a Lemgo, in Germania, da due emigranti turchi. Nel 2003, ad Amburgo, inizia la sua carriera nel mondo del cinema: lavora come assistente alla regia per più di 20 lungometraggi, e intanto realizza una decina di cortometraggi. Dal 2006 al 2012 studia regia e sceneggiatura all’Accademia del Cinema di Vienna, con insegnanti come Michael Haneke. YOUR BEAUTY IS WORTH NOTHING è il suo saggio di diploma e il suo primo lungometraggio da regista. Il suo secondo lungometraggio, A HORSE ON THE BALCONY (DAS PFERD AUF DEM BALKON, 2012), è in concorso quest’anno al GFF nella sezione Elements +6.

regista/director Hüseyin Tabak Born 1981, Lemgo (Germany), as the son of two migrants from Turkey. He started out in the film industry in 2003 in Hamburg, working his way up to assistant director over the course of 20 feature films. During this period he made a dozen short films. From 2006 to 2012, he studied directing and scriptwriting at the Vienna Film Academy under Michael Haneke. YOUR BEAUTY IS WORTH NOTHING is his first feature film as a director and at the same time his final project. His second feature film, A HORSE ON THE BALCONY (DAS PFERD AUF DEM BALKON, 2012), is screened this year at the GFF in the Elements +6 section.

prodotto da/produced by Danny Krausz Hüseyin Tabak Milan Dor Kurt Stocker produzione/production festival contact Dor Film office@dor-film.at www.dor-film.com

interpreti/leading players Abdulkadir Tuncer (Veysel) Nazmi Kirik (padre/father) Lale Yavas (madre/mother) Orhan Yildirim (vicino/neighbor) Yüsa Durak (fratello/brother) Milica Paucic (Ana) 17

sceneggiatura/screenplay Hüseyin Tabak fotografia/director of photography Lukas Gnaiger montaggio/editor Christoph Loidl scenografia/production designers Julia Oberndorfinger - Attila Plangger Stefanie Hinterauer costumi/costume designer Christine Brunner suono/sound Manuel Grandpierre musica/music Judit Varga


18

Germania/Germany, 2013, 105’

WINDSTORM OSTWIND

generator +13

Mika, 14 anni, aspetta con ansia il campo estivo, ma non supera gli esami ed è mandata dai genitori alle scuderie della nonna. Mika non sa nulla di cavalli, e non ha intenzione di studiare o di lavorare agli ordini dello stalliere Sam, 15 anni. Poi, l’angolo più buio della fattoria rivela un selvaggio stallone, Windstorm. Né Michelle, la migliore cavallerizza delle scuderie, né la nonna di Mika sono riuscite a domare l’animale. Mika è magicamente attratta dal cavallo e si intrufola nella sua stalla. Tra i due nasce un legame che rivela il dono di Mika, quello di comunicare con i cavalli. Quando scopre che le scuderie sono in bancarotta e che Windstorm sarà venduto a un macellaio, Mika escogita un piano con Sam: la ragazza dovrà imparare a cavalcare e vincere una gara con Windstorm per salvare la vita dello stallone. Poiché la nonna le ha proibito di avere contatti con il cavallo, Mika si allena in segreto con il Mr. Kaan, il nonno di Sam.

Mika, 14, is looking forward to summer camp, but she failed her exams and her parents send her off to her grandmother’s stables. Mika has never cared for horses and refuses to study or work under the instructions of stable boy Sam, 15. Then the darkest corner of the stables reveal the wild stallion Windstorm. Neither Michelle, the stables’ best horsewoman, nor Mika’s grandma have managed to tame the animal. Mika is magically drawn to the stallion and sneaks into his stall. A friendship begins, showing Mika’s gift: she can communicate with horses. When she discovers that the stables is going bankrupt and Windstorm is supposed to be sold to a butcher, Mika hatches a plan with Sam: she has to learn how to ride and win a competition race with Windstorm in order to rescue the stallion’s life. Since her grandma has forbidden her to have any contact with the horse, Mika has to train in secret with Mr. Kaan, Sam’s grandfather.


Nata nel 1966 a Wiesbaden, in Germania. Studia alla Scuola Superiore per la Televisione e il Cinema di Monaco. Nel 1990 fonda con Ewa Karlström la VELA-X Filmproduktion. Nel 1989 dirige il suo primo corto, DAY TRAUMA (TAGTRAUMA), seguito da SILENT VOICE (LAUTLOS, 1991). Nel 1993 realizza il suo saggio di diploma, DONNE SENZA TRUCCO (ABGESCHMINKT!). Nel 1994 gira il making of del film NEL CENTRO DEL MIRINO (IN THE LINE OF FIRE), di Wolfgang Petersen, con Clint Eastwood. Nel 1996 dirige il lungometraggio BANDITS, cui seguono il film per la tv ANGELI D’ACCIAIO (2004, con Hilary Swank e Anjelica Huston, che vince il Golden Globe 2005 come migliore attrice non protagonista) e BLOOD AND CHOCOLATE: LA CACCIA AL LICANTROPO È APERTA (2007).

regista/director Katja von Garnier

sceneggiatura/screenplay Kristina Magdalena Henn Lea Schmidbauer fotografia/director of photography Torsten Breuer montaggio/editor Dirk Grau scenografia/production designer Carola Gauster costumi/costume designer Mika Braun musica/music Annette Focks

prodotto da/produced by Andreas Ulmke-Smeaton Ewa Karlström produzione/production festival contact SamFilm GmbH contact@samfilm.de www.samfilm.de distribuzione internazionale/world sales Attraction Distribution info@attractiondistribution.ca

interpreti/leading players Hanna Binke (Mika) Marvin Linke (Sam) Cornelia Froboess (la nonna di Mika/Mika’s grandmother) Tilo Prückner (Mr. Kaan) Nina Kronjäger (la madre di Mika/Mika’s mother) Jürgen Vogel (il padre di Mika/Mika’s father)

19

Born 1966, Wiesbaden (Germany). She studied at the University of Television and Film in Munich. In 1990 she founded the VELA-X Filmproduktion with Ewa Karlström. In 1989 she directed her first short film, DAY TRAUMA (TAGTRAUMA), followed by SILENT VOICE (LAUTLOS, 1991). In 1993 she made her graduation film, MAKING UP! (ABGESCHMINKT!). In 1994 she shot the making of Wolgang Petersen’s movie IN THE LINE OF FIRE, starring Clint Eastwood. In 1996 she directed the feature film BANDITS, followed by the TV movie IRON JAWED ANGELS (2004, starring Hilary Swank and Anjelica Huston, who won Golden Globe 2005 as best actress in a supporting role), and BLOOD AND CHOCOLATE (2007).


Generator

+

1

6


lungometraggi feature films

LES APACHES

LORE

BEFORE SNOWFALL - FØR SNØEN FALLER

THE PIECES OF ME - DES MORCEAUX DE MOI

THE DEFLOWERING OF EVA VAN END - DE ONTMAAGDING VAN EVA VAN END

THE SPECTACULAR NOW

THE GOLDEN CAGE - LA JAULA DE ORO


Francia/France, 2013, 1:1.33, 82’

LES APACHES

generator +16

Corsica, profondo sud, estate. Mentre migliaia di turisti invadono le spiagge, i campeggi e i locali notturni, cinque adolescenti di Porto Vecchio si trascinano qua e là. Una sera, uno di loro porta gli altri in una lussuosa villa disabitata, e il gruppo di amici decide di passarvi in segreto la notte. Prima di andare via, rubano alcuni oggetti di poco valore, e due fucili da collezione. Quando la proprietaria della villa rientra da Parigi, si lamenta del furto con un piccolo boss locale di sua conoscenza…

22

Corsica, extreme South, summer. While thousands of tourists invade the beaches, camping grounds and clubs, five teenagers from Porto Vecchio hang out. One evening, one of them leads the others to an unoccupied luxury villa. They decide to spend the night there. Before they leave, they steal some objects of no value, and two prize rifles. When the house owner arrives from Paris, she complains about the theft to a small local boss she knows…


Nato nel 1970 ad Ajaccio, in Corsica. Attore e regista, dal 1988 al 1991 ha frequentato il corso di formazione “Classe Libre” presso la scuola di recitazione Cours Florent di Parigi. Ha recitato in diversi film, tra cui CEUX QUI M’AIMENT PRENDRONT LE TRAIN (1998), di Patrice Chéreau; I FIGLI DEL SECOLO (LES ENFANTS DU SIÈCLE, 1999), di Diane Kurys; LE SILENCE (2004), di Orso Miret; L’ÉTÉ INDIEN (2007), di Alain Raoust. LES APACHES è il suo primo lungometraggio da regista.

regista/director Thierry de Peretti Born 1970, Ajaccio (Corsica). Actor and director, from 1988 to 1991 he did a training course within the “free class” of the Cours Florent (Paris). He was an actor in several feature films, such as THOSE WHO LOVE ME CAN TAKE THE TRAIN (CEUX QUI M’AIMENT PRENDRONT LE TRAIN, 1998) by Patrice Chéreau, THE CHILDREN OF THE CENTURY (LES ENFANTS DU SIÈCLE, 1999) by Diane Kurys, RULES OF SILENCE (LE SILENCE, 2004) by Orso Miret, L’ÉTÉ INDIEN (2007) by Alain Raoust. LES APACHES is his first feature film as a director.

prodotto da/produced by Igor Alexis Wojtowicz produzione/production Ferris & Brockman www.ferris-brockman.com distribuzione internazionale/world sales Pyramide International www.pyramidefilms.com

interpreti/leading players François-Joseph Culioli (François-Jo) Aziz El Haddachi (Aziz) Hamza Meziani (Hamza) Joseph Ebrard (Jo) Maryne Cayon (Maryne) Andréa Brusque (Pascale) 23

sceneggiatura/screenplay Thierry de Peretti - Benjamin Baroche fotografia/director of photography Hélène Louvart montaggio/editor Pauline Dairou scenografia/production designer David Bersanetti costumi/costume designer Mati Diop suono/sound Matthieu Perrot - Vincent Pateau - Armelle Mahé musica/music Cheveu


Norvegia-Germania-Iraq/Norway-Germany-Iraq, 2013, 105’

BEFORE SNOWFALL FØR SNØEN FALLER

generator +16

Siyar, sedici anni, vive in un villaggio del Kurdistan iracheno, ed è il maschio più grande della sua famiglia, l’uomo di casa. Quando la sorella, Nermin, scappa dal suo matrimonio, spetta a Siyar il compito e il dovere di seguirla, di ritrovarla e di riscattare l’onore della famiglia. Sulle tracce della sorella, Siyar intraprende un pericoloso viaggio da Oriente a Occidente, lungo il quale la contrapposizione tra il legame con la cultura tradizionale e il moderno stile di vita occidentale incita il ragazzo a tentare di scoprire la propria vera identità. Giunto a Istanbul, Siyar fa la conoscenza della giovane Evin, anche lei perduta tra i confini dell’Europa. Tra i due nasce prima l’amicizia, poi l’amore. Evin decide così di unirsi all’odissea di Siyar, ignara dei propositi del ragazzo.

24

Siyar, sixteen year-old village-boy from Iraqi-Kurdistan, is the eldest man in the family. When his sister Nermin escapes from her own wedding, he’s given the task to track her down and restore the family’s reputation. The hunt after his sister becomes a dangerous journey from east to west, where the collision of traditional bound cultures and modern western living challenges Siyar to find out who he really is. In Istanbul he meets the young girl Evin, who’s also lost between borders in Europe. They experience a budding friendship and an infatuation. Evin chooses to travel with him, unknowingly of his plan.


ato nel 1975. Nel 2004 si diploma alla Scuola Norvegese di Cinema di Lillehammer. Nel 2003 dirige il cortometraggio THE BRIDGE (BROEN), a cui seguono il suo saggio di fine corso THE ROOF (TAKET, 2004), BAWKE (2005), WINTERLAND (VINTERLAND, 2007). BEFORE SNOWFALL è il suo primo lungometraggio da regista.

regista/director Hisham Zaman Born 1975. In 2004 he graduated from the Norwegian Film School at Lillehammer. In 2003 he directed the short film THE BRIDGE  (BROEN), followed by his diploma short film  THE ROOF (TAKET, 2004), BAWKE  (2005), WINTERLAND  (VINTERLAND, 2007). BEFORE SNOWFALL is his first feature film as a director.

prodotto da/produced by Finn Gjerdrum Stein B. Kvae produzione/production Paradox Film AS firmapost@paradox.no www.paradox.no distribuzione internazionale/world sales festival contact NFI Features post@nfi.no www.nfi.no

interpreti/leading players Taher Abdullah Taher (Siyar) Bahar Ozen (Nermin) Suzan Ilir (Evin) Billey Dimirtas (Hawar) Hassan Demirca Naseradeen Mohammed Kaheleel 25

sceneggiatura/screenplay Kjell Ola Dahl Hisham Zaman fotografia/director of photography Marius Matzow Gullbrandsen montaggio/editor Arild Tryggestad scenografia/production designer Olivier Meidinger costumi/costume designer Birgit Kilian musica/music David Reyes


26

Paesi Bassi/The Netherlands, 2012, 1:2.39, 98’

THE DEFLOWERING OF EVA VAN END DE ONTMAAGDING VAN EVA VAN END

generator +16

Etty Van End, (46 anni), suo marito Evert (48), e i loro figli, Erwin (20), Manuel (16), Eva (15), formano una famiglia perfettamente normale, che nel corso degli anni ha tuttavia sviluppato al suo interno rapporti lievemente disfunzionali. Poi, improvvisamente, entra nelle loro vite l’incarnazione della perfezione, impersonata dallo studente tedesco Veit. Con il suo arrivo, dubbi, incertezze, paura e desiderio invadono la famiglia Van End. Lungo le due settimane di permanenza di Veit, i cinque membri della famiglia iniziano a ripensare e reinventare se stessi, mentre, allo stesso tempo, si sentono sempre più alienati, estranei a se stessi e agli altri. Ma, in fondo, non è la perfezione ciò che stanno cercando…

Etty Van End (46 year-old), her husband Evert (48), and their children Erwin (20), Manuel (16), and Eva (15), are a perfectly normal family, who over the years have developed a slightly dysfunctional way of relating to one another. Then, all of a sudden, the incarnation of perfection enters their lives, embodied by the German exchange student Veit. With his arrival, doubt, insecurity, fear and desire invade the Van End family. During the two weeks of Veit’s stay, all five family members start to reinvent themselves, as they feel increasingly alienated from themselves and from each other. But in the end, it’s not perfection they are looking for...


Nato nel 1983, nei Paesi Bassi. Nel 2007 si diploma alla Scuola delle Arti di Utrecht (HKU), specializzandosi in animazione. In seguito, si è concentrato su produzioni dal vero. Tuttavia, i suoi studi d’animazione sono evidenti nel suo stile visivo e narrativo, sia nei cortometraggi che nei video musicali. Ha diretto tre corti: BASTA (2007), il suo saggio di diploma; ALEX IN AMSTERDAM (2009); ARIE (2009). THE DEFLOWERING OF EVA VAN END (2012) è il suo primo lungometraggio da regista.

regista/director Michiel ten Horn Born 1983, the Netherlands. In 2007 he graduated from Utrecht Arts University (HKU), specialising in animation. After graduation, he focused mainly on live action productions. In style as well as in narrative, his animation background is still clearly visible in his work, as is evident in his short films and music videos. He directed three short films: BASTA (2007), his graduation film; ALEX IN AMSTERDAM (2009); ARIE (2009). THE DEFLOWERING OF EVA VAN END (2012) is his feature debut.

prodotto da/produced by Iris Otten Sander van Meurs Pieter Kuijpers produzione/production Pupkin Film BV info@pupkin.com www.pupkinfilm.com distribuzione internazionale/world sales festival contact m-appeal berlinoffice@m-appeal.com www.m-appeal.com

interpreti/leading players Vivian Dierickx (Eva) Rafael Gareisen (Veit) Abe Dijkman (Manuel) Tomer Pawlicki (Erwin) Jacqueline Blom (Etty) Ton Kas (Evert) 27

sceneggiatura/screenplay Anne Barnhoorn fotografia/director of photography Jasper Wolf montaggio/editor Sander Vos scenografia/production designer Rikke Jelier costumi/costume designers Minke Lunter - Rebekka Wormann suono/sound Michaël Sauvage musica/music Djurre de Haan


Messico-Spagna/Mexico-Spain, 2013, 35mm, 1:2.35, 102’

THE GOLDEN CAGE LA JAULA DE ORO

generator +16

Juan, Sara e Samuel, tre adolescenti dei quartieri poveri del Guatemala, tentano di raggiungere gli Stati Uniti d’America, alla ricerca di una vita migliore. Lungo il loro tragitto attraverso il Messico, incontrano Chauk, un indio del Chiapas che non parla lo spagnolo e gira senza documenti. Viaggiando insieme su treni merci, percorrendo a piedi i binari delle ferrovie, dovranno presto affrontare una dura realtà.

28

Juan, Sara and Samuel, three teenagers from the slums of Guatemala attempt to travel to the USA, in search of a better life. On their journey through Mexico, they meet Chauk, an Indian from Chiapas who does not speak Spanish and has no official documents. Travelling together in cargo trains, walking on the railroad tracks, they soon have to face a harsh reality.


Nato nel 1969 a Burgos, in Spagna. Nel 1995 inizia a lavorare nel cinema, come assistente operatore per TERRA E LIBERTÀ di K. Loach. Nel 1996 è assistente operatore per LE COSE CHE NON TI HO MAI DETTO di I. Coixet. In seguito si diploma in direzione della fotografia all’American Film Institute. Nel 2001 dirige il corto di fine corso A TABLE IS A TABLE. Nel 2003 è operatore per il film di A.G. Iñárritu 21 GRAMMI, che lo porta poi a collaborare con registi come F. Meirelles, T. Scott, O. Stone, S. Lee. Nel 2006 gira altri due corti, I WANT TO BE A PILOT e LA MORENA. THE GOLDEN CAGE, il suo primo lungometraggio da regista, ha partecipato a Cannes 2013 nella sezione “Un Certain Regard”, vincendo il premio “Un Certain Talent” e il premio Gillo Pontecorvo.

regista/director Diego Quemada-Díez Born 1969, Burgos (Spain). His first job in the film industry was in 1995 as a camera assistant in LAND AND FREEDOM by K. Loach. In 1996 he worked as a camera assistant in THINGS I NEVER TOLD YOU by I. Coixet. Then he graduated in Cinematography at the American Film Institute. In 2001 he directed his graduation short film, A TABLE IS A TABLE. In 2003 he worked as a camera operator in 21 GRAMS by A.G. Iñárritu, which allowed him to work with directors such as F. Meirelles, T. Scott, O. Stone, S. Lee. In 2006 he shot two short films, I WANT TO BE A PILOT and LA MORENA. THE GOLDEN CAGE, his first feature as a director, was screened in the “Un Certain Regard” section at Cannes 2013, winning A Certain Talent Prize and the Gillo Pontecorvo Award.

prodotto da/produced by Inna Payán - Luis Salinas Edher Campos produzione/production Animal De Luz Films Machete Producciones distribuzione internazionale/world sales Films Boutique info@filmsboutique.com www.filmsboutique.com distribuzione italiana/italian distribution Parthénos Distribuzione Cinematografica info@parthenosdistribuzione.com www.parthenosdistribuzione.com

interpreti/leading players Brandon López (Juan) Rodolfo Domínguez (Chauk) Karen Martínez (Sara) Carlos Chajón (Samuel)

29

soggetto/story Diego Quemada-Díez sceneggiatura/screenplay Diego Quemada-Díez Gibrán Portela - Lucía Carreras fotografia/director of photography María Secco montaggio/editor Paloma López Carrillo - Felipe Gómez scenografia/production designer Carlos Y. Jaques suono/sound Matías Barberis musica/music Jacobo Lieberman - Leonardo Heiblum


30

Germania-Australia-UK/Germany-Australia-UK, 2012, 1:1.85, 108’

LORE

generator +16

Nel 1945, in Germania, alla fine della seconda guerra mondiale, un gruppo di bambini si accinge ad attraversare il loro Paese devastato dal conflitto, per raggiungere la nonna, a circa 900 chilometri di distanza in direzione Nord. I loro genitori, nazisti delle SS, sono stati fatti prigionieri dagli Alleati, e hanno affidato a Lore, la figlia maggiore, di 14 anni, il compito di prendersi cura di tre fratelli e una sorella. Il viaggio li fa scontrare con la realtà e le conseguenze dei crimini commessi dai genitori. Lungo il percorso, incontrano Thomas, un giovane rifugiato ebreo misterioso e affascinante, che presto sconvolge il mondo di Lore, lacerato da sentimenti contrastanti, diviso tra odio e desiderio. Dominata dalla paura, Lore dovrà imparare a fidarsi di quello che le è sempre stato descritto come il nemico e affrontare la propria parte oscura, per riuscire a sopravvivere.

At the close of the World War II in Germany 1945, a group of children set out to cross a devastated country to reach their grandmother some 900 km to the North. The eldest, 14 year-old Lore, is left in charge of her three younger brothers and sister when their SS Nazi parents are taken into Allied custody. The children must make a journey that exposes them to the reality and consequences of their parent’s actions. In meeting the charismatic, intriguing and mysterious Thomas, a young Jewish refugee, Lore soon finds her world shattered by feelings of both hatred and desire. She is transfixed by her fear of the young man, but must trust the one person whom she has always been taught is the enemy and face the darkness within herself in order to survive.


Nata nel 1968 a Temora, in Australia. Ha studiato all’Università di Sydney, e nel 1991 si è laureata in Belle Arti. Nel 2000 si è diplomata in Regia alla scuola australiana di cinema, televisione e radio. In seguito ha diretto quattro cortometraggi: STRAP ON OLYMPIA (1995), PENTUPHOUSE (1998), FLOWERGIRL (1999), JOY (2000). Nel 2004 ha firmato il suo primo lungometraggio, SOMERSAULT, presentato a Cannes 2004 nella sezione “Un Certain Regard”. LORE, il suo secondo lungometraggio per il cinema, è stato scelto come rappresentante dell’Australia alle nomination per l’Oscar 2013 al miglior film straniero.

regista/director Cate Shortland Born 1968, Temora (Australia). She studied at Sydney University and graduated with a BA in Fine Arts in 1991. In 2000 she graduated from the Australian Film, Television and Radio School with a Graduate Diploma in Directing. Then she directed four short films: STRAP ON OLYMPIA (1995), PENTUPHOUSE (1998), FLOWERGIRL (1999), JOY (2000). In 2004 she directed her first feature film, SOMERSAULT, which premiered at the 2004 Cannes Film Festival in the “Un Certain Regard” section. LORE, her second theatrical feature film, was Australia’s entry at the 2013 Academy Award for Best Foreign Language Film.

prodotto da/produced by Karsten Stöter - Liz Watts Paul Welsh Benny Drechsel produzione/production Rohfilm GmbH contact@rohfilm.de www.rohfilm.de -Porchlight Films www.porchlightfilms.com.au -Edge City Films www.edgecityfilms.co.uk

distribuzione internazionale/world sales festival contact Memento Films International sales@memento-films.com festival@memento-films.com www.international.memento-films.com interpreti/leading players Saskia Rosendahl (Lore) Kai Malina (Thomas) Nele Trebs (Liesel) Ursina Lardi (madre/mother) Hans-Jochen Wagner (padre/father) Mika Seidel (Jürgen)

31

sceneggiatura/screenplay Cate Shortland - Robin Mukherjee tratto dal libro/based on the book La camera oscura (The Dark Room) di/by Rachel Seiffert fotografia/director of photography Adam Arkapaw montaggio/editor Veronika Jenet scenografia/production designer Silke Fischer costumi/costume designer Stefanie Bieker suono/sound Sam Petty musica/music Max Richter


Francia/France, 2012, 1:1.85, 89’

THE PIECES OF ME DES MORCEAUX DE MOI

generator +16

Un padre sognatore e lunatico invecchiato prima del tempo, una madre malata e dispotica, una sorella scomparsa da quattro anni, e la diciassettenne Erell, la quale, con la sua telecamera, riprende tutto e tutti, continuamente… Insomma, un singolare ritratto di famiglia. Erell ha vissuto sempre nella stessa cittadina industriale, abitata da persone che nascono e muoiono lì, e tra le due cose, tra i due estremi, per Erell non c’è nient’altro da fare se non andare a zonzo con i suoi amici, Gabin, Javier e Le Majeur (Fingers). Una notte, la sorella di Erell, Sarah, ricompare, e i pezzi sparsi di Erell si ricompongono…

32

A dreamer of a father who’s old before his years, a sick, tyrannical mother, a sister who disappeared four years ago, and Erell, 17 year-old, who films everything all the time… A fine family portrait. Erell has lived in the same working-class town forever. You’re born here and die here. And between the two, there’s nothing to do but hang around with her buddies, Gabin, Javier and Fingers. One night, Erell’s sister, Sarah, reappears. The pieces of Erell come together again…


Nata nel 1978 a Rennes, in Francia. Dopo un Master in Sceneggiatura, vince il premio SIRAR (Site Régional d’Aide à la Réalisation) per la sceneggiatura al Festival di Aubagne. Il premio le consente di dirigere il suo primo cortometraggio, POIDS PLUME (2005). Nel 2007 gira un altro corto, SID. Nel frattempo, lavora come sceneggiatrice per altri registi. THE PIECES OF ME è il suo primo lungometraggio da regista.

regista/director Nolwenn Lemesle Born 1978, Rennes (France). After a Master in Screenwriting, she won the SIRAR (Site Régional d’Aide à la Réalisation) award for best screenplay at the Aubagne International Film Festival. This award allowed her to make her first short film, POIDS PLUME (2005). In 2007 she shot her second short film, SID. At the same time, she worked as a screenwriter for other directors. THE PIECES OF ME is her first feature film as a director.

prodotto da/produced by Christophe Bichot produzione/production Tokib Productions info@tokib.com www.tokib.com distribuzione internazionale/world sales Axxon Films films@axxon-media.com www.axxon-media.com

interpreti/leading players Adèle Exarchopoulos (Erell) Zabou Breitman (Christine) Tchéky Karyo (Edern) Adélaïde Leroux (Sarah) Martin Pautard (Antoine) Bruno Lochet (Bob) 33

sceneggiatura/screenplay Nolwenn Lemesle fotografia/director of photography David Ungaro montaggio/editor Louise Decelle scenografia/production designer Valérie Elder Fontaine costumi/costume designer Chattoune suono/sound Jérôme Pougnant Sébastien Savine - François Méreu musica/music Troy Von Balthazar - Ronan Maillard


34

USA, 2013, 1:2.35, 95’

THE SPECTACULAR NOW

generator +16

Sutter Kelly vive alla giornata. Ama vivere l’attimo. Studente all’ultimo anno di liceo, affascinante e sicuro di sé, è l’anima delle feste, adora il suo lavoro in un negozio di abbigliamento maschile, e non ha progetti per il futuro. Ha il vizio di bere troppo, e porta sempre con sé una enorme fiaschetta di whisky. Dopo essere stato lasciato dalla sua fidanzata, Sutter si ubriaca, e il giorno dopo si risveglia su un prato, dove una ragazza di nome Aimee Finicky lo sta fissando. Aimee è diversa da tutti gli altri: è la classica “brava ragazza”, legge fantascienza e non ha un fidanzato. Mentre Aimee ha dei sogni per l’avvenire, Sutter è ancorato alla struggente illusione di vivere l’attimo perfetto, e tuttavia i due sono irresistibilmente attratti l’uno dall’altra.

Sutter Keely lives in the now. It’s a good place for him. A high school senior, charming and self-possessed, he’s the life of the party, loves his job at a men’s clothing store, and has no plans for the future. A budding alcoholic, he’s never far from his supersized, whisky-fortified Thirst Master cup. But after being dumped by his girlfriend, Sutter gets drunk and wakes up on a lawn with Aimee Finicky hovering over him. She’s different: the “nice girl” who reads science fiction and doesn’t have a boyfriend. While Aimee has dreams of a future, Sutter lives in the impressive delusion of a spectacular now, yet somehow, they’re drawn together.


Nato nel 1978 ad Athens, in Georgia (USA). Si è laureato alla Scuola Avanzata di Cinema della Columbia University. Il suo primo lungometraggio, OFF THE BLACK: GIOCO FORZATO (2006), è stato presentato al Sundance 2006. Il suo secondo lungometraggio, SMASHED (2012), ha vinto il Premio Speciale della Giuria per i produttori al Sundance 2012. Scrive per la rivista FILMMAKERMAGAZINE, ed è autore, insieme a Benjamin Percy, della graphic novel REFRESH, REFRESH. THE SPECTACULAR NOW, il suo terzo lungometraggio, è stato presentato al Sundance 2013, dove ha vinto il Premio Speciale della Giuria per le interpretazioni dei due attori protagonisti, Miles Teller e Shailene Woodley.

regista/director James Ponsoldt Born 1978, Athens (Georgia, USA). He graduated from Columbia University’s Graduate School of Film. His first feature film, OFF THE BLACK (2006), premiered at the 2006 Sundance Film Festival. His second feature film, SMASHED (2012), won a Special Jury Prize for its producers at the 2012 Sundance Film Festival. He also writes for FILMMAKERMAGAZINE and co-authored the graphic novel REFRESH, REFRESH along with Benjamin Percy. THE SPECTACULAR NOW, his third feature film, premiered at the 2013 Sundance Film Festival, where it received the Special Jury Award for Acting (Miles Teller and Shailene Woodley).

prodotto da/produced by Tom McNulty Shawn Levy Andrew Lauren Michelle Krumm produzione/production 21 aps Entertainment Andrew Lauren Productions (ALP) Global Produce distribuzione internazionale/world sales A24 Films info@24films.com www.a24films.com

interpreti/leading players Miles Teller (Sutter Keely) Shailene Woodley (Aimee Finicky) Brie Larson (Cassidy) Mary Elizabeth Winstead (Holly Keely) Jennifer Jason Leigh Kyle Chandler 35

sceneggiatura/screenplay Scott Neustadter Michael H. Weber tratto dal libro di/based on the book by Tim Sharp fotografia/director of photography Jess Hall montaggio/editor Darrin Navarro scenografia/production designer Linda Sena costumi/costume designer Peggy Stamper


Generator

+

1

8


lungometraggi feature films

ANY DAY NOW

OH BOY - OH BOY 24 ORE A BERLINO

BURNOUT - ABGEBRANNT

THREE DAYS LATER - TRE GIORNI DOPO

THE GIRL WITH NINE WIGS - HEUTE BIN ICH BLOND

THE WILD ONES - ELS NENS SALVATGES

IT FELT LIKE LOVE cortometraggi d’animazione animated short films

cortometraggi fiction fiction short films

BUT MILK IS IMPORTANT HOLLOW LAND KALI LE PETIT VAMPIRE THE KITTEN MAMMA MIA TOTO THE WOUND

ABC BE WITH ME BEAUTY MARK CHEWING-GUM PENNY DREADFUL TWO OUT OF THREE WHALE VALLEY


38

USA, 2011, 35mm, 1:2.35, 91’

ANY DAY NOW

generator +18

Los Angeles, alla fine degli anni ’70. Rudy Donatello lavora come drag queen in un locale a West Hollywood. Una notte, dopo il suo spettacolo, incontra Paul Fleiger, un vice procuratore distrettuale. I due iniziano a frequentarsi e presto diventano una coppia. Quando Marco Deleon, un ragazzo di 14 anni affetto dalla sindrome di Down, viene abbandonato dalla madre tossicodipendente, Marianna, in seguito all’arresto di lei, Rudy e Paul decidono di prenderlo con loro, e divengono per il giovane la famiglia che egli non ha mai avuto. Tuttavia, nel momento in cui le autorità vengono a conoscenza di questa inconsueta situazione familiare, Rudy e Paul si vedono costretti a ingaggiare una battaglia legale per salvare la vita del ragazzo, che hanno imparato ad amare come un figlio. Tratto da una storia vera.

Los Angeles, in the late 1970s. Rudy Donatello works as a drag performer in a West Hollywood nightclub. One night, after the show, he meets Paul Fleiger, a deputy district attorney. They begin seeing each other and soon become a couple. When Marco Deleon, a 14 year-old teenager with Down syndrome is abandoned by his drug addicted mother Marianna after she has been arrested, Rudy and Paul take him in and become the loving family he’s never had. But once their unconventional living arrangement is discovered by authorities, the two men are forced to fight a biased legal system to save the life of the child they have come to love as their own. Inspired by a true story.


Nato nel 1968 ad Atlanta, in Georgia. A 7 anni debutta come attore. In seguito recita per il teatro, il cinema e la televisione. Ăˆ apparso in lungometraggi (come LA SOTTILE LINEA ROSSA, di Terrence Malick, e RAGAZZE INTERROTTE, di James Mangold) e serie tv (come I RAGAZZI DELLA PRATERIA, JAG, LAZARUS MAN, PROFILER - INTUIZIONI MORTALI, JAROD IL CAMALEONTE, IN TRIBUNALE CON LYNN, CSI: SCENA DEL CRIMINE). Dopo aver diretto alcuni cortometraggi, nel 1997 gira il suo primo lungometraggio, UNA BANDA DI SCOPPIATI, cui seguono THE RIDE (1999) e THE SPACE BETWEEN (2010). ANY DAY NOW ha vinto il Premio del Pubblico al Tribeca Film Festival 2012.

regista/director Travis Fine Born 1968, Atlanta, Georgia. At the age of 7, he made his debut as an actor. Then he took part in theatre, movie and TV productions. He starred in several feature films (such as THE THIN RED LINE, by Terrence Malick, and GIRL, INTERRUPTED, by James Mangold), and TV series (including THE YOUNG RAIDERS, JAG, THE LAZARUS MAN, PROFILER, THE PRETENDER, FAMILY LAW, CSI: CRIME SCENE INVESTIGATION). After directing a number of short films, in 1997 he made his first feature film, THE OTHERS, followed by THE RIDE (1999) and THE SPACE BETWEEN (2010). ANY DAY NOW won the Audience Award at the Tribeca Film Festival 2012.

prodotto da/produced by Travis Fine Kristine Hostetter Fine Chip Hourihan Liam Finn produzione/production PFM Pictures www.pfmpictures.com distribuzione internazionale/world sales festival contact Celsius Entertainment Ltd info@celsiusentertainment.com www.celsiusentertainment.com

interpreti/leading players Alan Cumming (Rudy Donatello) Garret Dillahunt (Paul Fleiger) Isaac Leyva (Marco Deleon) Frances Fisher (giudice Meyerson/Judge Meyerson) Gregg Henry (Lambert) Jamie Anne Allman (Marianna Deleon) 39

sceneggiatura/screenplay Travis Fine George Arthur Bloom fotografia/director of photography Rachel Morrison montaggio/editor Tom Cross scenografia/production designer Elizabeth Garner costumi/costume designer Samantha Kuester musica/music Joey Newman


40

Germania/Germany, 2011, 1:2.35, 102’

BURNOUT ABGEBRANNT

generator +18

Pelin è una giovane madre single del quartiere Wedding di Berlino, una zona con un alto tasso di degrado sociale. Ha avuto tre figli da uomini diversi in diversi Paesi: Robby (9 anni), Elvis (4 anni) e Roxanne (solo 19 mesi). I servizi sociali li hanno mandati in un centro per il benessere della madre e del bambino, un ricovero familiare in una città termale di campagna nella Germania del Nord. L’intervento è stato adottato per dare a Pelin, in conflitto perenne con i servizi sociali e con il sistema giudiziario, il tempo di riconsiderare il proprio comportamento e di riprendersi sia fisicamente che mentalmente. Purtroppo, né la compagna di stanza di Pelin, Christa, che soffre di mancanza d’autostima e tenta di creare un legame con lei, né il personale della clinica riescono a portare ordine nella caotica esistenza della giovane madre. Quando ritrova Edin, il suo ex fidanzato, Pelin è costretta a prendere finalmente una decisione.

Pelin is a young, single mother from the Wedding district of Berlin, an area with a high degree of social dysfunction. She has three children by different fathers from different countries: Robby (9), Elvis (4) and Roxanne (just 19 months). The social services have sent them on what is known as a Mother-Child-Cure, essentially a family retreat, in a countryside location in a spa town in northern Germany. The measure intends to give Pelin, who is on a continual collision course with youth services and the judicial system, time to reconsider her behaviour and also recover physically as well as mentally. Unfortunately neither her roommate Christa, who suffers from a lack of self-esteem and seeks to form a bond with her, nor the dedicated staff at the clinic are able to bring clarity to the young mother’s chaotic daily existence. When Pelin bumps into her former boyfriend, Edin, she is forced to finally make a decision.


Nata nel 1973 a Stoccarda, in Germania. Frequenta l’Accademia Musicale di Stoccarda, e in seguito studia regia cinematografica e televisiva all’Accademia Tedesca di Cinema e Televisione di Berlino (DFFB). Dopo il diploma, lavora da freelance come aiuto regista, assistente di produzione e responsabile di casting. Vive a Berlino, dove lavora come sceneggiatrice e regista indipendente per il cinema e la televisione. Tra le sue opere ricordiamo: i cortometraggi FIFTY FIFTY (1996) e MARIES HERZ (2000); i lungometraggi KARAMUK (2003) e SANIYES LUST (2004).

regista/director Verena S. Freytag Born 1973, Stuttgart (Germany). She studied at the Music Academy Stuttgart, followed by studies in Film and Television Directing at the German Academy of Film and Television Berlin (DFFB). After graduating, she worked as a freelance director’s assistant, line producer and casting director. She lives in Berlin where she works as a freelance writer and director for film and television. Her filmography include: the short films FIFTY FIFTY (1996) and MARIES HERZ (2000); the feature films KARAMUK (2003) and SANIYES LUST (2004).

prodotto da/produced by Jost Hering produzione/production festival contact Jost Hering Filme info@josthering.de www.josthering.de distribuzione internazionale/world sales Tropicalstorm Entertainment info@tropicalstorment.com www.tropicalstorment.com

interpreti/leading players Maryam Zaree (Pelin) Tilla Kratochwil (Christa) Lukas Steltner (Edin) Leon Samuel Kilian (Robby) Keywan Fischer (Elvis) Marie Louise Heinzel (Roxanne) 41

sceneggiatura/screenplay Verena S. Freytag fotografia/director of photography Ali Olcay Gözkaya montaggio/editors François Rossier - Tobias Steidle scenografia/production designer Rita Hallekamp - Olivier Meidinger costumi/costume designer Stefanie Jauss suono/sound Niklas Kammertöns musica/music Roland Satterwhite


Germania-Belgio/Germany-Belgium, 2013, 1:2.35, 117’

THE GIRL WITH NINE WIGS HEUTE BIN ICH BLOND

generator +18

Sophie ha appena cominciato a frequentare l’università, quando le viene diagnosticato un cancro: tutto il suo mondo ne è stravolto. Ma Sophie è una che combatte. Ha voglia di vivere, e di tutte le cose che fanno parte della vita: sognare, svagarsi alle feste, ridere, amoreggiare e fare sesso. Nove parrucche diverse, ognuna con una sua personalità, diventano la sua sorgente di vita. A volte è audacemente selvaggia, altre sensuale, altre ancora romantica, a seconda del colore e dello stile dei capelli: ogni parrucca lascia uscire e porta alla ribalta un nuovo aspetto, un altro pezzo di Sophie. Con ironia, coraggio e un po’ di spensierata leggerezza, Sophie fugge dalle quotidiane pene ospedaliere, si diverte sfrenatamente con la sua migliore amica, e si innamora di un amico, Rob.

42

Sophie has just started her studies when she is diagnosed with cancer: her world is turned upside down. But Sophie is a fighter. She wants to live, with everything that’s part of life: dreams, parties, laughing, flirting and having sex. Nine individual wigs become Sophie’s elixir of life. Sometimes courageously wild, erotic or romantic, depending on the hair colour and style, each wig brings another aspect, another piece of Sophie to the fore. With humour, courage and a portion of lightheartedness, Sophie escapes from the everyday hospital drudgery, parties wildly with her best girlfriend, and falls in love with her buddy Rob.


Nato nel 1968. Figlio del regista Sigi Rothemund. Inizia la sua carriera in qualità di assistente di registi come Helmut Dietl e Bernd Eichinger. Esordisce alla regia con le serie tv. Debutta nel lungometraggio con LOVE SCENES FROM PLANET EARTH (1998). Nel 2005 dirige LA ROSA BIANCA - SOPHIE SCHOLL, candidato all’Oscar 2006 come miglior film straniero, e vincitore degli Orsi d’Argento per il miglior regista e per la migliore attrice (Julia Jentsch) al Festival di Berlino 2005. Tra gli altri suoi lungometraggi ricordiamo: HOPE DIES LAST (2001), SINGLE BY CONTRACT (2010), MEN DO WHAT THEY CAN (2012).

regista/director Marc Rothemund Born 1968. Son of the film director Sigi Rothemund. He began his career as an assistant director for, among others, Helmut Dietl and Bernd Eichinger. He then made his directorial debut with episodes for various TV series. His first feature film was LOVE SCENES FROM PLANET EARTH (1998). In 2005 he directed SOPHIE SCHOLL: THE FINAL DAYS, which was nominated for the Academy Award 2006 as Best Foreign Language Film and received the Silver Bears for Best Director and Best Actress (Julia Jentsch) at the Berlin Film Festival 2005. His other films include: HOPE DIES LAST (2001), SINGLE BY CONTRACT (2010), MEN DO WHAT THEY CAN (2012).

prodotto da/produced by Andreas Bareiss Sven Burgemeister produzione/production Goldkind Film team@goldkindfilm.com www.goldkindfilm.com distribuzione internazionale/world sales Beta Cinema beta@betacinema.com www.betacinema.com

interpreti/leading players Lisa Tomaschewsky (Sophie) Karoline Teska (Annabel) David Rott (Rob) Peter Prager (Wolfgang) Maike Bollow (Inge) Alice Dwyer (Saskia) 43

sceneggiatura/screenplay Katharina Eyssen tratto da un libro di/based on a book by Sophie van der Stap fotografia/director of photography Martin Langer montaggio/editor Simon Gstöttmayr scenografia/production designer Carola Gauster costumi/costume designer Silke Sommer suono/sound Alexander Saal musica/music Johan Hoogewijs


USA, 2013, 1:1.85, 82’

IT FELT LIKE LOVE

generator +18

Nel corso di una tranquilla estate, alla periferia di Brooklyn, Lila, una introversa quattordicenne originaria della città inglese di Gravesend, rivolge le sue attenzioni a Sammy, un ragazzo di qualche anno più grande di lei incontrato sulla spiaggia di Rockaway. Per avere qualcosa di cui vantarsi con le amiche, Lila cerca di intrecciare una storia d’amore con Sammy, e si ritrova ossessionata da lui e dal desiderio di tradurre tale storia in realtà. Dopo aver visto fallire ogni tentativo in questo senso, Lila comincia a mentire, a inventarsi e a raccontare in giro di essere stata a letto con Sammy. Nella sua esplorazione della sessualità, Lila finisce per trasformarsi da predatrice in preda.

44

During an uneventful summer on the outskirts of Brooklyn, Lila, a lonely fourteen-year-old from Gravesend, turns her attentions to Sammy, an older guy she sees at Rockaway beach. Wanting something to brag about, she weaves a story about him and becomes fixated on seeing it realized. When her attempts fail, she propels the lie even further, claiming they’ve had sex. During her sexual quest, Lila turns from predator to prey.


Nata nel 1979 a New York. Studia regia al California Institute of the Arts. Ha diretto diversi cortometraggi, tra cui TRICKSTER (2008), SECOND COUSINS ONCE REMOVED (2010), e FOREVER’S GONNA START TONIGHT (2011), presentato al Sundance Film Festival 2011. IT FELT LIKE LOVE è il suo primo lungometraggio da regista.

regista/director Eliza Hittman Born 1979, New York. She studied Film Directing at the California Institute of the Arts. She directed several short films, such as TRICKSTER (2008), SECOND COUSINS ONCE REMOVED (2010), and FOREVER’S GONNA START TONIGHT (2011), that was screened at the Sundance Film Festival 2011. IT FELT LIKE LOVE is her first feature film.

prodotto da/produced by Eliza Hittman Shrihari Sathe Laura Wagner produzione/production Bay Bridge Productions Infinitum Productions distribuzione internazionale/world sales festival contact Visit Films info@visitfilms.com www.visitfilms.com

interpreti/leading players Gina Piersanti (Lila) Giovanna Salimeni (Chiara) Ronen Rubinstein (Sammy) Jesse Cordasco (Patrick) Nicolas Rosen (Devon) Richie Folio (Justin) 45

sceneggiatura/screenplay Eliza Hittman fotografia/director of photography Sean Porter montaggio/editor Carlos Marques-Marcet Scott Cummings scenografia/production designer James Boxer costumi/costume designer Sarah Maiorino suono/sound Nathan Ruyle


46

Germania/Germany, 2012, 1:1.85, b/n, 88’

OH BOY oh Boy 24 ore a Berlino

generator +18

Niko si avvicina ai trent’anni e di recente ha lasciato l’università. Vive alla giornata, vagando insonne per le strade della sua città, Berlino, osservando le persone intorno a lui e i modi in cui gestiscono le loro esistenze. Ma un giorno tutto cambia, e Niko è costretto ad affrontare le conseguenze della sua passiva inerzia. La fidanzata lo lascia, il padre gli taglia i viveri, e uno psichiatra gli diagnostica uno “squilibrio emotivo”. Nel frattempo, il nuovo vicino di casa cerca di stringere conoscenza, mentre una bella ragazza, emersa dal passato di Niko, lo pone di fronte alle ferite che egli le ha inflitto. Ma tutto ciò che Niko vuole è un caffè. E intanto domanda: “Sai come ci si sente quando le persone intorno a te sembrano comportarsi stranamente? E più ci pensi, più capisci che la stranezza non sta negli altri, ma in te?”.

Niko is in his late 20’s and recently dropped out of college. He lives for the moment, drifting sleeplessly through the streets of his city, Berlin, observing the people around him with curiosity as they manage their daily lives. But one day everything changes, and Niko is forced to confront the consequences of his inaction. His girlfriend ends their relationship, his father cuts off his allowance and a psychiatrist diagnoses him with an “emotional imbalance”. Meanwhile, his new neighbor tries to get to know him and a beauty from his past confronts him with the emotional wounds he inflicted. And all Niko wants is a cup of coffee. “Do you know the feeling when people around you seem to behave strangely?” Niko wonders. “And the longer you think about it, the more it dawns on you that it’s not other people who are strange, but yourself?”.


Nato nel 1978 ad Hagen, Germania. Ha seguito uno stage presso la X Filme Creative Pool, dove ha lavorato alle riprese di due film di Tom Tykwer, LA PRINCIPESSA E IL GUERRIERO (2000) e HEAVEN (2002). È stato assistente del regista Wolfgang Becker per il film GOODBYE LENIN!, di cui ha diretto anche il making of. Nel 2003 inizia a studiare regia e sceneggiatura all’Accademia Tedesca del Cinema e della TV di Berlino. Nel 2004 realizza un documentario sul compositore Yann Tiersen. Nel 2009 scrive la sceneggiatura del cortometraggio SICK HOUSE, segmento del film collettivo GERMANY 09 – 13 SHORT FILMS ON THE STATE OF THE NATION. OH BOY 24 ORE A BERLINO è il suo primo lungometraggio da regista.

regista/director Jan Ole Gerster Born 1978, Hagen (Germany). He completed an internship at X Filme Creative Pool, where he worked on the filming of Tom Tykwer’s THE PRINCESS AND THE WARRIOR (2000) and HEAVEN (2002). He was assistant to director Wolfgang Becker on GOODBYE LENIN!, and he also directed the making of the film. In 2003 he began his studies in the fields of directing and screenwriting at the German Film and TV Academy in Berlin. In 2004 he made a documentary about the composer Yann Tiersen. In 2009 he wrote the script for SICK HOUSE, part of the short film series GERMANY 09 – 13 SHORT FILMS ON THE STATE OF THE NATION. OH BOY is his feature debut.

prodotto da/produced by Marcos Kantis - Alexander Wadouh produzione/production Schiwago Film GmbH info@schiwagofilm.de www.schiwagofilm.de distribuzione internazionale/world sales Beta Cinema beta@betacinema.com www.betacinema.com distribuzione italiana/Italian distribution festival contact Academy Two srl www.academytwo.com

interpreti/leading players Tom Schilling (Niko Fischer) Friederike Kempter (Julika Hoffmann) Marc Hosemann (Matze) Katharina Schüttler (Elli) Justus von Dohnányi (Karl Speckenbach) Andreas Schröders 47

sceneggiatura/screenplay Jan Ole Gerster fotografia/director of photography Philipp Kirsamer montaggio/editor Anja Siemens scenografia/production designer Juliane Friedrich costumi/costume designers Juliane Maier - Ildiko Okolicsanyi suono/sound Magnus Pflüger musica/music The Major Minors - Cherilyn MacNeil


48

Italia/Italy, 2013, 1:1.85, 81’

THREE DAYS LATER TRE GIORNI DOPO

generator +18

Roma, quartiere del Pigneto. Matteo, 25 anni, studente affetto da attacchi di panico e abile giocatore di biliardo, vive con Sandro, 26, giocatore d’azzardo, e Nicola, 25. Matteo ama una vicina, Olimpia, 23, ma non osa dichiararsi. Nel quartiere vivono anche il dott. Carlo, un boss locale, e suo figlio Pistacchietto, ventenne tossicomane. Sandro, giocando a carte con il dott. Carlo, perde tre affitti, e per rimediare coinvolge Matteo in una partita a biliardo con il boss: l’auto della madre di Matteo è la posta in gioco. Matteo perde la partita e l’auto. Pistacchietto accompagna a casa i tre ragazzi sulla macchina vinta dal padre. L’indomani, i tre scoprono che, nel portabagagli dell’auto, giace il cadavere di Pistacchietto. La macchina, parcheggiata sulle strisce, è portata via dai vigili. Matteo, Sandro e Nicola hanno tre giorni per recuperare l’auto, far sparire il cadavere e saldare il debito con il dott. Carlo.

Rome, Pigneto neighbourhood. Matteo, 25 year-old, a student suffering from panic attacks who’s a skilled pool player, lives with Sandro, 26, a gambler, and Nicola, 25. Matteo loves Olimpia, 23, his neighbour, but he does not have the courage to declare his feeling. In the neighbourhood also live dr. Carlo, a local boss, and his 20 years old son Pistacchietto, a drug addict. Sandro plays card with dr. Carlo, loses three rents and, in order to put the things right, involves Matteo in a pool game with the boss: the stake is Matteo’s mother’s car. Matteo loses the game and the car. Pistacchietto drives the three guys home by the car just won by his father. The next day, the three friends find the corpse of Pistacchietto in the car’s trunk. The car is parked on the zebra crossing and is towed by the police. Matteo, Sandro and Nicola have three days to find the car, get rid of the corpse and settle the debt with dr. Carlo.


Nato nel 1980 a Roma. Inizia la sua carriera nello spettacolo come attore, studiando per tre anni recitazione presso il Centro Sperimentale di Cinematografia di Roma (Scuola Nazionale di Cinema). In teatro, nel 2004 è autore dello spettacolo BI SOGNI (regia di Riccardo Cavallo), e regista degli spettacoli INTERMITTENZE (POESIA E MUSICA) e LA QUESTIONE G., scritto da Fabrizio Vecchi. Ha scritto e diretto i cortometraggi UNFIT (2002), IL RE DEL MERCOLEDÌ (2003), CENERE ERI (2005), CHI L’HA POTTATA (2007). Nel 2009 è stato selezionato dalla Berlinale per partecipare al Talent Campus come regista e sceneggiatore. TRE GIORNI DOPO è il suo primo lungometraggio da regista.

regista/director Daniele Grassetti Born 1980, Rome. He began his career as an actor. He studied for three years Acting at the Experimental Cinematography Centre in Rome (Italian National Film School). In theatre, in 2004 he wrote the show BI SOGNI (directing by Riccardo Cavallo), and directed the shows INTERMITTENZE (POESIA E MUSICA) and LA QUESTIONE G., written by Fabrizio Vecchi. He wrote and directed the short films UNFIT (2002), IL RE DEL MERCOLEDÌ (2003), CENERE ERI (2005), CHI L’HA POTTATA (2007). In 2009 he has been selected to participate in the Berlinale Talent Campus for directors and screenwriters. THREE DAYS LATER is his first feature film as a director.

prodotto da/produced by Daniele Mazzocca Pier Andrea Nocella produzione/production festival contact Verdeoro infoverdeoro@gmail.com

interpreti/leading players Alessandro Roja Paolo Sassanelli Francesco Turbanti Aylin Prandi Valentino Campitelli Emanuele Propizio 49

sceneggiatura/screenplay Daniele Grassetti Matteo Berdini Chiara Laudani Fabrizio Vecchi Enrico Saccà fotografia/director of photography Michele Paradisi scenografia/production designer Sergio Tribastone costumi/costume designer Elisabetta Antico


50

Spagna/Spain, 2012, 1:2.35, 95’

THE WILD ONES ELS NENS SALVATGES

generator +18

La maggior parte dei genitori ama e cura i propri figli, ma tende anche a dimenticare quanto difficile possa essere il passaggio dall’infanzia all’età adulta. Alex, Gabi e Oki sono tre adolescenti che vivono in una grande città. Sono degli estranei lontani e incomprensibili per i loro genitori, per i loro insegnanti, e perfino per se stessi. Che cosa accadrebbe se si potesse sapere quello che passa per le loro menti, quello che pensano, quello che amano e vogliono fare? Come tutti gli altri adolescenti, passano il loro tempo bevendo, picchiandosi, facendo graffiti, forzando e superando i limiti nei quali i genitori e la società li chiudono e li imprigionano. Ma niente di tutto questo potrebbe portare a immaginare e ad accettare le terribili e inaspettate conseguenze che le azioni, i comportamenti e l’isolamento emotivo di questi ragazzi avranno su coloro che li circondano e sull’intera società.

Most parents love and care for their children, but also tend to forget how difficult the transition from childhood to adulthood can be. Alex, Gabi and Oki are three teenagers making their way through life in a big city. They are strangers for their parents, their teachers and themselves. What would it happen if we could know what they are thinking and what they would like to do? Like any other teenagers, they like to spend their time pushing the limits that their parents and society enforce on them; drinking, fighting and painting graffiti. But nothing could lead us to believe the terrible and unexpected consequences that these kids’ actions and their emotional isolation could end up having on those around them and on all the society.


Nata a Madrid. Studia cinema e giornalismo, e inizialmente lavora come critico cinematografico per il programma tv REVISTA DE CINE. Dal 1973 al 1983 è assistente regista e produttrice indipendente. Dal 1984 al 1996 produce serie tv e documentari per il canale televisivo spagnolo TVE. Nel 1994 intraprende la carriera di regista. Nel 2000 dirige il suo primo lungometraggio, I KNOW YOU ARE (SÉ QUIÉN ERES), con cui ottiene una candidatura al Premio Goya per il miglior regista esordiente. In seguito dirige i lungometraggi THE IMPATIENT ALCHEMIST (EL ALQUIMISTA IMPACIENTE, 2002) e PARA QUE NO ME OLVIDES (2005). THE WILD ONES ha vinto il premio come miglior film al Malaga Film Festival 2012.

regista/director Patricia Ferreira Born in Madrid. She studied Film and Journalism, and worked as a film critic for a TV cinema magazine programme called REVISTA DE CINE. She was an assistant director and independent producer from 1973 to 1983, and produced TV series and documentary features for the Spanish broadcaster TVE from 1984 to 1996. In 1994 she began directing. In 2000 she made her first feature film as a director, I KNOW YOU ARE (SÉ QUIÉN ERES), receiving a Goya Award nomination for Best New Director. Then she directed the feature films THE IMPATIENT ALCHEMIST (EL ALQUIMISTA IMPACIENTE, 2002) and PARA QUE NO ME OLVIDES (2005). THE WILD ONES won the award for Best Film at the Malaga Film Festival 2012.

prodotto da/produced by Gonzalo Bendala Miriam Porté produzione/production Distinto Films Áralan Films Televisió de Catalunya (TVC) distribuzione internazionale/world sales festival contact Filmax International filmaxint@filmax.com www.filmaxinternational.com

interpreti/leading players Marina Comas (Oki) Alex Monner (Alex) Albert Baró (Gabi) Aina Clotet (Júlia) Ana Fernández (Rosa) José Luis García Pérez (Luis) 51

sceneggiatura/screenplay Patricia Ferreira - Virginia Yagüe fotografia/director of photography Sergi Gallardo montaggio/editor Antonio Frutos scenografia/production designer Irene Montcada costumi/costume designer Marta Wazinger suono/sound Jordi Cirbian musica/music Pablo Cervantes


BUT MILK IS IMPORTANT Norway, 2012, 10’ 38’’

regia/director Anna Mantzaris, Eirik Grønmo Bjørnsenl festival contact Norwegian Film Institute - short@nfi.no

La vita tranquilla e ordinata di un omino agorafobico cambia drasticamente quando una creatura ingenua e maldestra appare al suo fianco e inizia a seguirlo. Terrorizzato l’uomo cerca di scappare, senza sapere che la creatura in realtà è lì per aiutarlo, anche se con metodi poco convenzionali. A man with social phobia gets his life, full of routines, drastically changed. A naive and clumsy creature appears and starts following him. Terrified the man tries to escape, unaware that the creature actually is a helper with slightly unconventional methods.

HOLLOW LAND Canada, 2013, 13’57’’

regia/director Uri Kranot, Michelle Kranot festival contact National Film Board of Canada festivals@nfb.ca

generator +18

Con la loro vecchia vasca da bagno al seguito, una coppia di rifugiati arriva in una nuova terra, dove non tutto è come si aspettavano che fosse. In attesa della nascita del loro primo figlio, i due si sforzano invano di adattarsi al nuovo e oppressivo ambiente. With their old bathtub in tow, a displaced couple arrives in a new land, where all is not as they expected it to be. Awaiting the birth of their first child, they try to adjust to an oppressive environment.

KALI LE PETIT VAMPIRE France, Canada, 2012, 9’

52

Kali non è un ragazzo come gli altri ma sogna di trovare il suo posto nel mondo. Dovrà affrontare i suoi demoni e le sue paure per trovare la sua strada sul sentiero della Luce. It is the story of a boy not like the others, who dreams to find his place in the world. Kali will have to face his own demons and fears to finally make his way onto the path of Light.

regia/director Regina Pessoa festival contact AGÊNCIA - Portuguese Short Film Agency - liliana@curtas.pt


THE KITTEN Iran, 2013, 11’

regia/director Shiva Sadegh Assadi festival contact Dreamlab Films - nasrine@dreamlabfilms.com

Una bambina viene ignorato dai suoi genitori. Un giorno trova una gatta che ha dato alla luce tre cuccioli. LA bambina si immerge nella vita dei gatti e il suo sogno diventa quello di essere un gattino. A little girl is ignored by her parents. One day she finds a cat which has given birth to three kittens. She immersed herself in the lives of cats and her dream is to become a kitten.

MAMMA MIA Italy, 2013, 7’ 14’’ In due episodi personali (Buon sangue non mente di Milena Tipaldo e Mamma triceratopo di Francesca Marinelli) le autrici raccontano con humor e tenerezza le loro madri e il peso indiscutibile della loro eredità.

regia/director Milena Tipaldo, Francesca Marinelli festival contact Centro Sperimentale di Cinematografia Sede Piemonte - Dipartimento Animazione - chiara.magri@fondazionecsc.it

In two personal episodes (Good blood does not lie by Milena Tipaldo an Triceratops Mom by Francesca Marinelli) the directors talk about their mothers and the weight of their indisputable inheritance with humor and tenderness.

Un ragazzo sensibile, cresciuto da una madre sola che lavora duramente, da qualche parte in una provincia lontana, viene subdolamente sedotto da un misterioso “padrone”. A sensitive boy, raised by a lonely and hard working mother somewhere in a far province, is being deceitfully seduced by a shady “master”.

regia/director Zbigniew Czapla festival contact Polish Film Institute - zofia@kff.com.pl

53

TOTO Poland, 2013, 12’


THE WOUND Russia, 2013, 9’ Il risentimento di una ragazza è incarnato da un essere peloso che diventa la sua migliore amica e cresce insieme a lei. Stabilitosi nella mente della ragazza, il risentimento comincia a controllare completamente la sua vita. 

54

generator +18

Little girl`s resentment is embodied in a shaggy creature that becomes her best friend. And they grow side by side. Densely settled in the minds of his mistress, resentment starts to completely control her life.

regia/director Anna Budanova festival contact RuShortFilm - maricoolia2001@mail.ru


ABC Sweden, 2013, 17’

regia/director Nanna Houlman festival contact Swedish Film Institute - theo.tsappos@sfi.se

Alma e Bea, 16 anni, con una certa riluttanza e in maniera frammentaria e contraddittoria, fanno il resoconto della giornata in cui tutto è andato come previsto. Infatti sono riuscite ad attirare Carl, l’allenatore di calcio, in uno spogliatoio. 16-year-old girls Alma and Bea reluctantly give a contradictory, fragmented account of the day when everything went to plan. They had managed to lure football coach Carl into a changing room at the football club.

BE WITH ME USA, 2013, 25’

regia/director Yeonchul Lee festival contact Yeonchul Lee - luhcnoey@gmail.com

Un ragazzo, dopo essere stato abbandonato dalla madre, vive in un bordello. Un giorno nella casa arriva una giovane vittima del trafficking con la quale il ragazzo stabilisce un contatto. A boy who lives in a brothel after being abandoned by his mother finds a connection with a trafficked girl.

BEAUTY MARK Canada, 2013, 14’

regia/director Mark Ratzlaff festival contact Daniel Domachowski - daniel@domogeneous.com

55

Annabelle, 8 anni, è una star dei concorsi di bellezza che vorrebbe abbandonare le competizioni. Annabelle is an 8 year old beauty pageant star who is looking to get out the business.


CHEWING-GUM Italy, 2013, 17’39’’

regia/director Adriano Giotti festival contact Adriano Giotti - strangedays5@gmail.com

Una prostituta abbandonata da tutti, un bambino scomparso che l’intera città sta cercando. La storia di un incontro, la possibilità di cambiare. A prostitute abandoned by all, a missing child that the whole city is looking for. The story of an encounter, the possibility of change.

PENNY DREADFUL USA, 2012, 17’

regia/director Shane Atkinson festival contact Rob Cristiano - robcristiano@gmail.com

Storia di un rapimento che finisce molto molto male.

56

generator +18

The story of a kidnapping gone horribly wrong.

TWO OUT OF THREE Mexico, 2012, 12’ Cecilia è una giovane donna, Matteo è solo un bambino. Entrambi senzatetto, sono amici e lavorano in metropolitana. Un giorno un poliziotto propone a Cecilia un affare. Dopo molte esitazioni, Cecilia accetta la proposta dell’uomo prendendo la decisione più devastante della sua vita. Cecilia is a young woman, Matthew is just a child. Both homeless, they are friends and work together in the underground. One day a policeman proposes a deal to Cecilia. After much hesitation, Cecilia accepts the proposal, taking the most devastating decision of her life.

regia/director Paulina Rosas festival contact Centro de Capacitación Cinematográfica - boris@elccc.com.mx


WHALE VALLEY Denmark, 2013, 15’

regia/director Gundmundur Arnar festival contact Danish Film Institute - kurstein@dfi.dk

Un bambino di sette anni interrompe il tentativo di suicidio del fratello maggiore. Il fratello gli fa promettere di non dire niente ai genitori. Il rapporto tra i due fratelli diventa molto teso.

57

A seven-year-old boy accidentally interrupts his older brother’s suicide attempt. His brother makes him promise not to tell their parents. The relationship between the two brothers becomes really tense.


Elements

+

3


cortometraggi short films

BOXING CAT IN THE BAG THE CATCH WHERE ARE YOU HIDING? DRESS TO IMPRESS EKO BINZ FEAR OF FLYING GOOSE TROUBLE HEDGEHOGS AND THE CITY INSPECTOR STREET lungometraggi fuori concorso feature films out of competition CASPER & EMMA – BEST FRIENDS KARSTEN OG PETRA BLIR BESTEVENNER PORORO: THE RACING ADVENTURE

THE LEGEND OF PIZZOCCHERI LOVE AFFAIR WITH SUN MY STRANGE GRANDFATHER A SEA TURTLE STORY SNAP STOP LET’S CHANGE OUR FUTURE THE TRUE STORY OF BIRGALE, ROSA AND NOCCIOLO WIZARD WHERE DO THE WILD BUTTERFLIES GROW?


60

Norvegia/Norway, 2013, 1:2.35, 74’

CASPER & EMMA – BEST FRIENDS KARSTEN OG PETRA BLIR BESTEVENNER

elements +3

Petra (Emma) sta per festeggiare il suo 5° compleanno, e ciò che più desidera è un cane. Sua madre, che fa la veterinaria, afferma che bisogna essere più grandi per prendersene cura, ma Petra insiste a dire che 5 anni bastano. Intanto il piccolo Karsten (Casper) affronta timoroso il suo primo giorno in un nuovo asilo, dove fa la conoscenza di Petra. Come Karsten ha un animale di peluche, Cucciolo di Leone, così anche Petra ne ha uno, Miss Rabbit, che, come quello di Karsten, è capace di prendere vita: così i due bambini diventano amici per la pelle. Un giorno, Petra incontra un bel cane di nome Bassa, ne rimane incantata, e vorrebbe portarlo a casa con sé. Miss Rabbit si ingelosisce e, mentre Petra e Karsten sono in visita con l’asilo alla caserma dei pompieri, scappa e si nasconde. Petra pensa di aver perduto Miss Rabbit per sempre, e non riesce a ritrovare la felicità. Tuttavia, il giorno del suo compleanno, Petra riceverà non una, ma due grandi sorprese.

Petra (Emma) is about to celebrate her 5th birthday. What she wants most of all is a dog. Petra’s mom, who is a vet, says that one must be a little older to look after a dog. But Petra insists that 5 years is more than old enough. Karsten (Casper) dreads his first day at his new kindergarten. But when he arrives, he meets Petra. And just as Karsten has his Lion Cub, she also has a stuffed animal, Miss Rabbit, that comes alive. From that day Karsten and Petra are best friends. One day Petra meets a very cute dog, Bassa. Petra falls in love with Bassa and wants to take her home immediately. Miss Rabbit gets really jealous of Bassa and when Petra and Karsten are at the fire station with their class, she runs off and hides. Petra thinks she has lost Miss Rabbit forever, and nothing can make her happy again. But on her birthday, Petra doesn’t just get one great surprise, she gets two.


Nato nel 1944 in Norvegia. Ha iniziato la sua carriera nello spettacolo come attore teatrale. Dal 1985 è regista, sceneggiatore e produttore di serie tv. Dal 2001 collabora alla serie per la tv e per il cinema dedicata alla BANDA OLSEN, per cui ha diretto sei film. I suoi lungometraggi UN AMICO DA SALVARE (2005), NOORA CONTRO TUTTI (2008) e MAGIC SILVER 2 - THE QUEST FOR THE MYSTIC HORN (2011) hanno partecipato in concorso al GFF.

regista/director Arne Lindtner Næss Born 1944, Norway. He was educated as a theatre actor. Since 1985 he has been director, screenwriter and producer for TV series. Since 2001 he has worked on THE JUNIOR OLSEN GANG series, writing and directing six feature films. His feature films FINDING FRIENDS (VENNER FOR LIVET, 2005), SOS: SUMMER OF SUSPENSE (SOS SVARTSKJÆR, 2008), and MAGIC SILVER 2 - THE QUEST FOR THE MYSTIC HORN (BLÅFJELL 2 - JAKTEN PÅ DET MAGISKE HORN , 2011) were all screened at the GFF.

prodotto da/produced by Silje Hopland Eik - Tanya Badendyck produzione/production Cinenord Kidstory AS spillefilm@cinenord.no www.cinenord.no distribuzione internazionale/world sales SF International international@sf.se www.sfinternational.se festival contact Norwegian Film Institute post@nfi.no www.nfi.no

interpreti/leading players Nora Amundsen (Petra/Emma) Elias Søvold-Simonsen (Karsten/Casper) Janne Formoe (Maria) Hilde Lyrån (Hilde) Markus Tønseth (Harald) Tone Johnsen (Randi) 61

sceneggiatura/screenplay Line Fougner Christensen tratto dal libro di/based on the book Karsten og Petra di/by Tor Åge Bringsværd - Anne G. Holt fotografia/director of photography Daniel Gáras montaggio/editor Leif Axel Kjeldsen scenografia/production designer Mónika Esztán costumi/costume designer Aina Lauritsen suono/sound Tímea Agg musica/music Lars Kilevold


62

Corea del Sud/South Korea, 2013, 77’

PORORO: THE RACING ADVENTURE

elements +3

Il piccolo e curioso pinguino Pororo e i suoi amici provocano involontariamente l’atterraggio d’emergenza di un aeroplano nel villaggio di Porong. Sull’aereo viaggiavano alcune tartarughe, che stavano andando a Northpia per consegnare slitte da neve e automobili da corsa su ghiaccio. Pororo e i suoi amici si convincono che le tartarughe siano dei piloti da corsa, e le tartarughe finiscono per accettare di impartire loro qualche lezione. Dopo questi addestramenti, Pororo e i suoi amici seguono le tartarughe a Northpia per partecipare al campionato di corsa su ghiaccio. Una volta giunti sullo spettacolare circuito ghiacciato di Northpia, Pororo e i suoi amici si rivelano sorprendentemente dei fuoriclasse, e riescono ad arrivare alla finale. Tuttavia, dovranno affrontare prove ancora più ardue, e il loro più temibile avversario.

Curious little penguin Pororo and his friends accidentally cause an airplane to make an emergency landing in Porong Village. On the airplane are some turtles being shipped to Northpia to deliver ice sleds, or ice racing cars. Nevertheless, Pororo and his friends believe that the turtles are racers, and the turtles end up giving the gang at Porong Village some lessons. In the end, Pororo and his friends follow the turtles to Northpia to participate in the race. Upon arriving at icily beautiful Northpia’s race, Pororo and his friends wind up the unlikely frontrunners, and make it to the finals. However, a more complicated course awaits Pororo and his friends – as does their strongest adversary yet.


Si è laureato in design della comunicazione visiva presso la Scuola di Arti Visive dell’Università Nazionale Coreana delle Arti. Nel 2005 è assunto presso gli Ocon Studios e, dopo aver lavorato in qualità di designer e assistente alla regia, ha debuttato da regista con le serie televisive d’animazione PORORO IL PICCOLO PINGUINO (PORORO THE LITTLE PENGUIN) e DIBO DEI DESIDERI (DIBO THE GIFT DRAGON). Sempre nel 2005, ha diretto il cortometraggio PAINTER, che ha partecipato al Montreal World Film Festival e ha vinto il Premio New Media Artist al Seoul New Media Festival.

regista/director Park Young-Kyun

sceneggiatura/screenplay Lee In-Kyun Kim Eun-Sook montaggio/editor Park Young-Kyun direttori dell’animazione/animation directors Kang Seung-Hun Kim Tai-Hoon suono/sound Lee Sung-Jin Han Myung-Hwan musica/music Lee Jae-Hak

voci originali/original voices Lee Sun (Pororo) Lee Mi-Ja (Crong) Chung Mi-Sook (Petty) Hong So-Young (Loopy) Kim Hwan-Chin (Poby) Ham Su-Jung (Eddy)

prodotto da/produced by Kim Il-Ho produzione/production Ocon Studios distribuzione internazionale/world sales festival contact CJ Entertainment en.cjenm.com/#picture

63

He is a graduate of the Korean National University of Arts with a bachelor’s degree in visual communication design from the School of Visual Arts. In 2005 he joined Ocon Studios, and after working as a designer and assistant director he branched out into directing on the PORORO THE LITTLE PENGUIN and DIBO THE GIFT DRAGON animated TV series. In 2005 he directed the short film PAINTER, which was invited to the Montreal World Film Festival and received the New Media Artist Award at the Seoul New Media Festival.


BOXING Taiwan, 2012, 2’ 57’’ In una fabbrica di quaderni, i prodotti finiti vanno spediti. Ma ogni cartone da spedizione ha una sua idea su come vadano imballati i quaderni.

regia/director Yu-Chi Hsiao festival contact Department of Visual Communication Design in Jinwen University of Science and Technology - dmd@yuntech.edu.tw

A notebook factory was about to ship its product; however, every corrugated paper had its best idea of how to pack the product.

CAT IN THE BAG Latvia, 2013, 6’ 50’’

regia/director Nils Skapans festival contact Locomotive Productions - zanda@locomotive.lv

È bello e divertente avere un gatto a casa con cui giocare. E anche il gatto fiducioso pensa che sia bello avere una casa… Fino a quando non si ritrova in un sacco, per strada e tutto solo.

elements +3

It is nice and fun to have a cat at home to play with. The trusting cat also thought to himself: it’s so great to be home... Until the moment it realized that it was trapped in a bag, out on the street, all alone.

THE CATCH USA, 2012, 3’ Il magro bottino di un giovane pescatore viene rubato da una volpe che però conduce il bambino fino alla più grande preda della storia.

64

A young fisherman’s meager catch is stolen by a fox who leads him to the catch of a lifetime.

regia/director Scott McWhinnie festival contact Joshua Carroll - smcwhinn@c.ringling.edu


DRESS TO IMPRESS Germany, 2012, 9’

regia/director festival contact Falk Schuster mail@falkschuster.com

La storia parla di due “animali problematici”: un riccio che lascia il suo nascondiglio solo sotto mentite spoglie, e un uccello che ha così tanta paura dell’altezza da rischiare di morire di fame. The story is about two „problem animals“. The first, a hedgehog, who only leaves his hiding place when in disguise. The other, a bird, who is so scared of heights that he frequently has to go hungry.

EKO BINZ Slovenia, 2013, 6’ 51’’

regia/director Iztok H. Šuc festival contact Jani Anzeljc - jani@kerozin.si

Tre bidoni della differenziata cercano di insegnare ad un vecchio bidone come separare i rifiuti. Naturalmente il vecchio è piuttosto diffidente nei confronti del nuovo sistema. Three Eko binz are trying to teach an old trash container how to separate waste. Of course he is reluctant to do so.

FEAR OF FLYING Ireland, 2012, 9’

regia/director Conor Finnegan festival contact Nexus Productions - info@nexusinteractivearts.com

A small bird with a fear of flying tries to avoid heading South for the winter.

65

Un uccellino che ha paura di volare cerca di non migrare verso Sud per l’inverno.


GOOSE TROUBLE Germany, Poland, 2013, 3’ 30’’

regia/director Halina Dyrschka festival contact Ambrosia Film - info@ambrosiafilm.de

Proprio come Cappuccetto Rosso, la piccola e spensierata oca Gustav sta cercando di trovare la sua strada nel bosco buio, ignorando il pericolo del malvagio lupo. Like Little Red Riding Hood, carefree little goose Gustav is trying to find its way through the dark forest, ignoring the danger of the malicious wolf.

HEDGEHOGS AND THE CITY Latvia, 2012, 10’

regia/director Evalds Lacis festival contact Film Studio Animacijas Brigade - ab.studija@apollo.lv

Il riccio, l’alce e il procione hanno molto da fare. Gli esseri umani hanno bisogno del loro aiuto. L’istrice ripesca le chiavi finite nella fogna, l’uccello calcia il pallone giù dall’albero e il procione strofina la vasca da bagno fino a farla brillare.

elements +3

The hedgehog, the moose and the raccoon have a lot to do. The humans need their help. The hedgehog fishes the key out of the gutter, the bird kicks the ball out of the tree and the raccoon scrubs the bathtub till it‘s spick and span. And there‘s even a little „cash in paw“ for their trouble!

INSPECTOR STREET Canada, 2013, 8’ 21’’ Su una panchina le immagini e le parole di un giornale abbandonato prendono improvvisamente vita.

66

On a bench, the images and the words in an abandoned newspaper suddenly come to life.

regia/director Emmanuelle Loslier festival contact National film Board of Canada - festivals@nfb.ca


LA LEGGENDA DEI PIZZOCCHERI Italy, 2013, 4’ 5’’

regia/director Andrea Castellani festival contact Giunti - c.gensini@giunti.it

Una famiglia affamata, una dispensa vuota, un sacco di farina di grano saraceno, sono gli ingredienti di una gustosa leggenda della Valtellina. A hungry family, an empty pantry, lots of buckwheat flour, are the ingredients for a tasty legend of Valtellina.

LOVE AFFAIR WITH SUN South Korea, 2013, 6’ 8’’

regia/director KIAFA [AniSEED] festival contact kiafanews@naver.com

Una piccolo talpa è innamorata del Sole. A little mole is fallen in love with Sun.

Una persona creativa spesso sembra strana, divertente e un po’ ‘matta. Anche i suoi amici e la famiglia non sempre lo capiscono e spesso si vergognano di lui. Ma a volte un creativo può creare un vero e proprio miracolo anche da un cumulo di spazzatura. A creative person often seems weird, funny and a little bit crazy. Even his friends and family do not always understand him and often feel ashamed of him. But sometimes he can create a real miracle - merely from garbage.

regia/director festival contact Dina Velikovskaya divelik@list.ru

67

MY STRANGE GRANDFATHER Russia, 2012, 8’ 40’’


A SEA TURTLE STORY Canada, 2012, 9’

regia/director Kathy Shultz festival contact National film Board of Canada - festivals@nfb.ca

Un film d’animazione stop-motion in 2D e 3D sulle tartarughe marine in via di estinzione, che narra il loro toccante e pericoloso viaggio dalla nascita su una spiaggia sabbiosa alla vita nell’oceano. A stop-motion animated 2D and 3D film about endangered sea turtles, capturing their touching and perilous journey, from birth on a sandy beach to life in the ocean.

SNAP Belgium United Kingdom, 2012, 6’ 24’’

regia/director Thomas G. Murphy - Hilere festival contact BrightFrog - tgm@BrightFrog.com

Una creatura sottomarina che non riesce a catturare la cena come tutti i suoi amici, crea un improbabile alleanza con una rana. In questo modo dimostra come a volte sia necessario pensare in maniera differente per risolvere i problemi e battere i bulli.

elements +3

When one underwater critter has trouble catching dinner like the rest of his friends, he forms an unlikely relationship with a frog. He then shows that sometimes you to have to think differently to solve a problem & to beat the bullies.

STOP LET’S CHANGE OUR FUTURE Italy, 2013, 8’ 09’’

68

Una piccola sinfonia dedicata alla natura. Un pianeta viene distrutto più volte da macchine enormi, solo per essere rinascere di nuovo. Il film è stato creato utilizzando i disegni di 825 bambini. A tiny symphony dedicated to nature. A planet is destroyed multiple times by enormous machines, only to be re-born again. This short was created using drawings by 825 children as the starting point.

regia/director Luigi Berio festival contact Arteprima - ottonello@arteprima.com


THE TRUE STORY OF BIRGALE, ROSA AND NOCCIOLO WIZARD Italy, 2013, 15’ 19’’

regia/director Massimo Carrier Ragazzi festival contact Maga Animation - production@maga-animation.com

Si narra che in tempi antichi nell’altopiano di Asiago, a causa di un maleficio, tutti gli alberi di nocciolo e le nocciole siano scomparsi, Once upon a time on the plateau of Asiago, due to a curse, all the hazelnuts and hazelnut trees have disappeared.

WHERE ARE YOU HIDING? Italy, 2013, 6’ Dove si nascondono i bambini prima di venire al mondo? Un bimbo di 4 anni e i suoi amici cercano una risposta, un po’ sul serio, un po’ per gioco. Il film è basato sulle fantasiose ipotesi avanzate dai bambini di una scuola d’infanzia del quartiere di San Salvario a Torino.

regia/director N.Abate, F. Forti, V. Musci festival contact Centro Sperimentale di Cinematografia Sede Piemonte - Dipartimento Animazione - chiara.magri@fondazionecsc.it

Where do children hide before coming to the world? A 4 year old and his friends seek an answer, a little seriously, a bit for fun. The film is based on the fanciful hypotheses of children in a kindergarten in the district of San Salvario in Turin.

WHERE DO THE WILD BUTTERFLIES GROW? Czech Republic, 2012, 6’

regia/director Vladimíra Macurová festival contact Czech Film Center - festival@filmcenter.cz

A little creature is born into a fantastical world and meets other beings while looking for friendship. A poetic story about a search for kindred spirits.

69

Una piccola creatura nata in un mondo fantastico, incontra altri esseri, mentre è in cerca di amicizia. Una storia poetica sulla ricerca di spiriti affini.


Elements

+

6


lungometraggi feature films

A Horse on the Balcony Das Pferd auf dem Balkon Journey to the Christmas Star Reisen til Julestjernen Niko 2 – Little Brother, Big Trouble Niko 2: Lentäjäveljekset

The Famous Five 2 - Fünf Freunde I Swan The Pearl V8 - Start Your Engines! V8 - Du Willst der Beste Sein

cortometraggi short films Bobby

Matilde

The Flame and the cotton ball

the Present

The Girl from Gori

Shame and glasses


72

Germania/Germany, 2013, 93’

THE FAMOUS FIVE 2 FÜNF FREUNDE 2

elements +6

Iniziano le vacanze estive, e i membri della Banda dei Cinque, George, Julian, Dick, Anne e il cane Timmy, partono per il loro primo viaggio da soli, senza genitori. In campeggio, incontrano uno strano ragazzo, Hardy: tentano di liberarsene, ma ecco che Dick viene rapito. Presto i cinque detective scoprono che si tratta di uno scambio di persona: il vero obiettivo dei rapitori era Hardy, figlio di un ricco magnate, Mr. Kent. Grazie al loro intuito investigativo, i ragazzi trovano Dick nel covo dei banditi, un castello medievale noto come il Nido del Gufo. I cinque, aiutati da Hardy, scoprono che i criminali sono alla ricerca di un leggendario smeraldo, l’Occhio Verde, il gioiello più prezioso al mondo. Senza saperlo, Hardy è in possesso di informazioni determinanti per trovare la gemma. Un forsennato inseguimento porta la Banda dei Cinque in un misterioso circo itinerante, e nell’antro della rupe di Graffenstein.

Summer holidays are here. The Famous Five, George, Julian, Dick, Anne and the dog Timmy set out on their first journey on their own, without parents. On camping the kids meet a strange boy named Hardy. They try to get rid of him, but then Dick is kidnapped. It doesn’t take our junior detectives long to discover it is a case of mistaken identity: the hijackers’ intended victim was Hardy, the son of the business tycoon Mr. Kent. With their deal of detective instinct, the kids track Dick to the kidnappers’ hideout, a medieval castle called The Owl’s Nest. Once inside, the Famous Five, supported by Hardy, learn the thugs are after a legendary gem known as The Green Eye, an emerald that is the most valuable jewel in the world. Without even knowing it, Hardy bears hints about the ultimate destination of the jewel. A wild chase leads the Famous Five to a mysterious travelling circus and deep into the caves at Graffenstein rock.


Nato nel 1969 a Landsberg am Lech, in Germania. Dal 1995 lavora come montatore, musicista, sceneggiatore e regista. Prima di THE FAMOUS FIVE 2, ha diretto spot pubblicitari, video musicali, cortometraggi, e quattro lungometraggi: WEISST WAS GEIL WÄR...?! (2007), SUMMER (SOMMER, 2008), ROCK IT (2010), e FAMOUS FIVE (FÜNF FREUNDE, 2012), vincitore del Gryphon Award come miglior film della sezione ELEMENTS +6 al GFF 2012.

regista/director Mike Marzuk Born 1969, Landsberg am Lech (Germany). Since 1995 he has been working as an editor, musician, writer and director. Before THE FAMOUS FIVE 2, he directed commercials, music videos, short films, and four feature films: WEISST WAS GEIL WÄR...?! (2007), SUMMER (SOMMER, 2008), ROCK IT (2010), and FAMOUS FIVE (FÜNF FREUNDE, 2012), which won the Gryphon Award for best film of the ELEMENTS +6 section at GFF 2012.

prodotto da/produced by Andreas Ulmke-Smeaton Ewa Karlström produzione/production festival contact SamFilm GmbH contact@samfilm.de www.samfilm.de distribuzione internazionale/world sales Beta Cinema beta@betacinema.com www.betacinema.com

interpreti/leading players Valeria Eisenbart (George) Quirin Oettl (Julian) Justus Schlingensiepen (Dick) Neele Marie Nickel (Anne) Kristo Ferkic (Hardy) Peter Lohmeyer (Rookey) 73

sceneggiatura/screenplay Sebastian Wehlings - Peer Klehmet tratto dai libri di/based on the books by Enid Blyton fotografia/director of photography Bernhard Jasper montaggio/editor Tobias Haas scenografia/production designer Manfred Döring costumi/costume designer Silke Faber suono/sound Mario Hubert musica/music Wolfram De Marco


74

Austria, 2012, 90’

A HORSE ON THE BALCONY DAS PFERD AUF DEM BALKON

elements +6

Mika, 10 anni, è affetto da una lieve forma di autismo che gli rende difficile comunicare con gli altri, ma che gli dona un grande talento matematico. Una notte d’inverno, Mika ode un nitrito, e sul balcone dell’appartamento accanto vede un cavallo. Per risolvere il mistero, si allea con Dana, una vivace ragazza che ama fingersi una principessa indiana, e viene a sapere che il cavallo è stato vinto a una lotteria da un nuovo vicino, Sascha, ex matematico e giocatore d’azzardo, che vuole venderlo per pagarsi i debiti. Mika si affeziona all’animale e si offre di aiutare Sascha a occuparsene. I due scoprono che il cavallo era un purosangue di nome Bucephalus. Sebbene non possa più correre, l’animale sarebbe un compagno perfetto per Mika. Ma il ragazzo e la sua mamma single, Lara, non possono permettersi un cavallo. Bucephalus sembra destinato al mattatoio, ma Mika e Dana cercheranno in tutti i modi di salvarlo.

10-year-old Mika has a mild form of autism which makes it hard for him to connect with other people but gives him a great maths talent. One winter’s night Mika hears a neighing sound and spots a horse on the balcony of the apartment next door. On his mission to solve the mystery, he teams up with Dana, a spirited girl who likes pretending to be an Indian princess. It turns out that their new neighbour Sascha, a former mathematician and hapless gambler, has won the horse in a lottery and is eager to sell it to pay off his debts. Mika instantly connects with the animal and lends a helping hand to Sascha. They discover that the horse was once a racehorse called Bucephalus. Although the horse is no longer able to race, he would make a perfect companion for Mika. Alas Mika and his single mum, Lara, cannot afford a horse. The slaughterhouse seems the last resort, but Mika and Dana will try to save Bucephalus.


Nato nel 1981. Nel 2003, ad Amburgo, inizia la sua carriera nel mondo del cinema: lavora come assistente alla regia per più di 20 lungometraggi, e intanto realizza una decina di cortometraggi. Dal 2006 al 2012 studia regia e sceneggiatura all’Accademia del Cinema di Vienna, con insegnanti come Michael Haneke. Si è diplomato con il lungometraggio YOUR BEAUTY IS WORTH NOTHING (DEINE SCHÖNHEIT IST NICHTS WERT, 2012).

regista/director Hüseyin Tabak Born 1981. He started out in the film industry in 2003 in Hamburg, working his way up to assistant director over the course of 20 feature films. During this period he made a dozen short films. From 2006 to 2012, he studied directing and scriptwriting at the Vienna Film Academy under Michael Haneke. He completed his studies with the full-length film YOUR BEAUTY IS WORTH NOTHING (DEINE SCHÖNHEIT IST NICHTS WERT, 2012).

prodotto da/produced by Katja Dor-Helmer produzione/production festival contact Mini Film www.minifilm.at office@minifilm.at distribuzione internazionale/world sales Sola Media GmbH post@sola-media.com www.sola-media.com

interpreti/leading players Enzo Gaier (Mika) Nataša Paunović (Dana) Nora Tschirner Andreas Kiendl Bibiana Zeller Alexander Fennon 75

sceneggiatura/screenplay tratto da un libro di/based on a book by Milo Dor fotografia/director of photography Peter von Haller montaggio/editor Fabian Rüdisser scenografia/production designer Julia Oberndorfinger Atilla Plangger costumi/costume designer Monika Buttinger suono/sound Heinz K. Ebner


Cina/China, 2012, 98’

I SWAN

elements +6

Holly, traumatizzata dalla tragica e accidentale morte della madre, sviluppa un disturbo emotivo, il mutismo selettivo, che le causa l’incapacità di parlare in alcuni contesti, quelli in cui ci si aspetta che si parli, come la scuola. Nella speranza di aiutarla a guarire, il padre la porta con sé nella zona paludosa dove lavora. Lì Holly trova casualmente un cigno ferito, si lega affettivamente all’animale, lo cura e lo rimette in salute. La compagnia del cigno aiuta inoltre Holly a ritrovare la felicità, e infine a superare il lutto per la perdita della madre. Purtroppo, un uomo armato di cattive intenzioni si impadronisce del cigno, spingendo Holly e suo padre alla disperata ricerca del migliore amico della bambina.

76

Holly, traumatized by her mother’s accidental death, develops into selective mutism. Hoping to help her recover, her father takes her to the natural wetland where he works. Holly casually befriends a wounded swan and nurtures it back to health. The swan’s company also helps Holly become happy again, and eventually to outgrow the trauma of her mother’s death. Unfortunately, a man with evil intentions steals the swan, leading Holly and her father to begin a difficult search for her best friend.


Nato nel 1960 in Cina. È regista e direttore della fotografia. Ha iniziato a lavorare come direttore della fotografia nel 1991. Ha diretto più di 600 episodi di diverse serie televisive, tra cui ADVENTURE OF KANTO (2006, che ha vinto sette premi Aquile d’Oro, gli Oscar della televisione cinese), EDGE OF SURVIVAL (2008, che è considerata in patria come una delle migliori storie di guerra della storia della televisione cinese), THE AGE OF IRON (GANG TIE NIAN DAI, 2009), WINDMILL (FENG CHE, 2011), FAMILY ON THE GO (WENZHOU YI JIA REN, 2012).

regista/director Kong Sheng Born 1960, China. He is a director and cinematographer. He started working as a cinematographer in 1991. He directed more than 600 episodes of several TV series, such as ADVENTURE OF KANTO (2006, which won seven Golden Eagle Awards, the main national prizes of the Chinese television industry), EDGE OF SURVIVAL (2008, which is regarded as one of the best war stories in the Chinese television history), THE AGE OF IRON (GANG TIE NIAN DAI, 2009), WINDMILL (FENG CHE, 2011), FAMILY ON THE GO (WENZHOU YI JIA REN, 2012).

prodotto da/produced by Hou Hongliang produzione/production distribuzione internazionale/world sales Shandong Film & Teleplay Production Center Shandong Film & TV Media Group festival contact China Children’s Film Association www.cchfa.cn

interpreti/leading players Chen Yaxi Ning Wenbin Zu Feng Fan Lei

77

sceneggiatura/screenplay Qiu Tinghao fotografia/director of photography Li Xue montaggio/editor Li Gang scenografia/production designer Shao Changyong musica/music Meng Ke


78

Norvegia/Norway, 2012, 80’

JOURNEY TO THE CHRISTMAS STAR REISEN TIL JULESTJERNEN

elements +6

Sonja, 14 anni, cercando di fuggire a una banda di ladri, si nasconde nel castello reale, dove ascolta il Re narrare una triste storia: quando sua figlia, la piccola Principessa Capelli D’Oro, cercando la Stella di Natale, sparì in una foresta oscura, il Re, prostrato dal dolore, lanciò una maledizione sull’oggetto della rovinosa ricerca; ora, solo se il Re troverà la Stella, spenta dalla sua maledizione, nei pochi giorni che mancano al Natale, Capelli D’Oro potrà tornare al castello, altrimenti sarà perduta per sempre. Sonja decide così di aiutare il Re a trovare la Stella. Ma anche la Strega malvagia e il Conte traditore hanno una missione: ostacolare il piano di Sonja e sbarazzarsi dell’erede al trono. Gli elfi del bosco mostrano a Sonja la via per trovare la Stella: la strada per il Polo Nord. Sul dorso di un grande orso bruno, fendendo il vento del Nord, scalando montagne innevate, Sonja arriverà alla bottega di Babbo Natale.

Trying to escape from a gang of thieves, Sonja, 14, is hiding in the King’s castle where she overhears the King telling a sad story: after his daughter, little Princess Goldenhair, had disappeared in the dark forest on her search for the Christmas Star, the King, overwhelmed with grief, cursed the object of her disastrous search. Only if he finds the Star, which was extinguished by his curse, within the few remaining days before next Christmas, Goldenhair will return to the castle: if not, she will be lost forever. Sonja wants to help the King and find the Star. But the evil Witch and the treacherous Count have also set out on a mission: to thwart Sonja’s plan and get rid of the heiress to the throne. The forest elves show Sonja the way to find the Star: the way to the North Pole. Riding on the back of a big brown bear, soaring through the air on the North Wind, climbing over snow-clad mountains, Sonja arrives at Father Christmas’ workshop.


Nato nel 1955 a Kautokeino, in Norvegia. Si forma all’Accademia Teatrale Norvegese, diplomandosi da attore nel 1978. Nel 1981 è tra i fondatori del Teatro Beaivváš Sámi, l’unico teatro che realizza spettacoli in lingua sami, idioma della Norvegia del Nord, dove Gaup è nato. Una delle sue sceneggiature lo porta a debuttare come regista, con il lungometraggio L’ARCIERE DI GHIACCIO (OFELAS, 1987), che diventa uno dei più grandi successi del cinema norvegese e viene candidato all’Oscar 1988 come miglior film straniero. Ha poi diretto, tra gli altri, SHIPWRECKED (HAAKON HAAKONSEN, 1990), HEAD ABOVE WATER (HODET OVER VANNET, 1993), DUELLO TRA I GHIACCI, (NORTH STAR, 1996), MISERY HARBOUR (1999).

regista/director Nils Gaup Born 1955, Kautokeino (Norway). He trained at The Norwegian Theatre Academy, graduating as an actor in 1978. In 1981 he co-founded the Beaivváš Sámi Teáhter, the only theatre performing in the Sámi language of the indigenous Sámi people of Northern Norway, of which Gaup himself is a native. One of his screenplays led to his debut as a film director with PATHFINDER (OFELAS, 1987), which became one of Norwegian cinema’s greatest box-office successes and was nominated for an Academy Award for Best Foreign Language Film in 1988. His other films include SHIPWRECKED (HAAKON HAAKONSEN, 1990), HEAD ABOVE WATER (HODET OVER VANNET, 1993), NORTH STAR (1996), MISERY HARBOUR (1999).

prodotto da/produced by Sigurd Mikal Karoliussen Jan Eirik Langøen produzione/production Moskus Film AS www.moskusfilm.no post@moskusfilm.no distribuzione internazionale/world sales festival contact Sola Media GmbH post@sola-media.com www.sola-media.com

interpreti/leading players Vilde Zeiner (Sonja) Anders Baasmo Christiansen (il Re/the King) Agnes Kittelsen (la Strega/the Witch) Andreas Cappelen (Babbo Natale/Santa Claus) Kristin Zachariassen (Mamma Natale/Mrs. Claus) 79

sceneggiatura/screenplay Kamilla Krogsveen tratto da un libro di/based on a book by Sverre Brandt fotografia/director of photography Odd Reinhardt Nicolaysen montaggio/editor Per-Erik Eriksen scenografia/production designer Martin Vackár costumi/costume designer Kjell Nordström musica/music Johan Halvorsen


Danimarca-Finlandia-Irlanda-Germania Denmark-Finland-Ireland-Germany, 2012, 75’

NIKO 2 – LITTLE BROTHER, BIG TROUBLE NIKO 2: LENTÄJÄVELJEKSET

elements +6

La giovane renna Niko spera in cuor suo che la sua mamma single e il suo valoroso papà possano superare i loro dissidi, tornare insieme e formare di nuovo una famiglia felice. Un giorno, però, la mamma si presenta con una sorpresa: un nuovo fidanzato, una ordinaria e insulsa renna di nome Lenni, che porta con sé il suo figlioletto, Johnny. Niko vede il suo mondo andare in frantumi, e per di più si ritrova costretto a far da guardiano al fratellastro. Basta una breve distrazione di Niko perché Johnny venga rapito. Aiutato dell’inseparabile amico Julius, Niko dovrà sfoderare tutto il suo coraggio per ritrovare il fratellastro, salvarlo e imparare ad accettare la sua nuova famiglia.

80

Young reindeer boy Niko secretly wishes his single mom and his hero dad would get back together so they could be a real family again. One day, mom has a surprise for Niko: she has met a new boyfriend, an ordinary reindeer named Lenni, who is moving in with his little son Johnny. Niko’s world is shattered. When Niko takes his eyes off little Johnny for a minute, his new stepbrother is kidnapped. It’s up to Niko and his friend Julius to find him. In a turbulent showdown, in which all of Niko’s friends and family pitch in, he saves his brother and learns to accept his new family.


Kari Juusonen Nato nel 1967 in Finlandia. Studia cinema al Lahti Polytechnic, e nel 2001 si laurea in animazione all’Università di Arte e Design di Helsinki. Nel 2001 realizza il cortometraggio PIZZA PASSIONATA, seguito da BIRTHDAY (2004). Nel 2008 dirige, insieme a Michael Hegner, il lungometraggio d’animazione NIKO: UNA RENNA PER AMICO Jørgen Lerdam Nato nel 1958 in Danimarca. Nel 1996 debutta nel lungometraggio, dirigendo JUNGLE JACK: THE STAR (1996) insieme a Stefan Fjeldmark e Flemming Quist Møller. Torna a lavorare con Møller per AMAZON JACK 3: JUNGO GOES BANANAS (2007). Nel 2009 dirige OLSEN GANG GETS POLISHED.

regista/director Kari Juusonen - Jørgen Lerdam Kari Juusonen BBorn 1967, Finland. He started studying filmmaking at the Lahti Polytechnic and in 2001 he graduated from the University of Art and Design in Helsinki, where he studied in the programme of animation. In 2001 he made the short PIZZA PASSIONATA, followed by BIRTHDAY (2004). In 2008 he directed along with Michael Hegner the feature animated film NIKO AND THE WAY TO THE STARS.. Jørgen Lerdam Born 1958, Denmark. He co-directed his animated feature debut, JUNGLE JACK: THE STAR (1996), along with Stefan Fjeldmark and Flemming Quist Møller. Lerdam teamed up with Møller once again on AMAZON JACK 3: JUNGO GOES BANANAS (2007). In 2009 he directed OLSEN GANG GETS POLISHED.

prodotto da/produced by Antti Haikala Petteri Pasanen Hannu Tuomainen produzione/production Animaker Oy Anima Vitae Ulysses Film Tidal Films A.Film Production distribuzione internazionale/world sales Global Screen GmbH www.globalscreen.de info@globalscreen.de

festival contact The Finnish Film Foundation www.ses.fi voci/voices Erik Carlson (Niko) Mikko Kivinen (Julius) Riku Nieminen (Lenni) Juhana Vaittinen (Johnny)

81

sceneggiatura/screenplay Hannu Tuomainen Marteinn Thorisson montaggio/editor Antti Haikala scenografia/production designer Mikko Pitkänen supervisore all’animazione animation supervisor Raoul Cacciamani suono/sound Aza Hand musica/music Stephen McKeon


Iran, 2012, 85’

THE PEARL MORVARID

elements +6

Karim fa il pescatore di perle in una città dell’Iran meridionale, ma non riesce più a tirare avanti perché è malato di cuore. Seguendo un consiglio del suo medico, arriva in una grande città e scopre che non c’è altra soluzione se non quella di sottoporsi a un intervento chirurgico. Suo figlio, Maher, dodici anni, insiste nell’andare al mare per pescare perle, nonostante il nonno sia contrario. Preoccupati per il padre e posti di fronte a difficoltà economiche, Maher e sua sorella minore, Mahrokh, saranno costretti a crescere prima del tempo...

82

Karim is a pearl hunter in one of the southern towns in Iran, but he can’t go on due to his heart disease. Following his doctor’s advice, he goes to a big city and finds out that there is no way but surgery. His son, twelve-year-old Maher, insists on going to the sea for pearl hunting despite his granddad’s disapproval. Worried for the dad and confronted with money problems, Maher and his little sister, Mahrokh, should grow up sooner than expected…


Nato nel 1962. Si laurea al centro islamico di formazione cinematografica, e inizia la sua carriera nello spettacolo come attore in un cortometraggio diretto da Bahram Beizai, UNCLE MOUSTACHE (AMOO SIBILOU, 1969). In seguito dirige diversi cortometraggi per ragazzi, tra cui FIRST GRADE, THE SATISFACTION LETTER, THE MIGRATORY GOOSE. Nel 2001 gira il suo primo lungometraggio, THE TRAIN OF OUR CHILDHOOD, cui seguono THE LIAR SHEPHERD (2006), KOBRA’S DECISION (2007), e THE PEARL, che vince il Premio Unicef al festival del cinema per ragazzi di Isfahan del 2012.

regista/director Sirous Hassanpour Born 1962. He studied at the Islamic Filmmaking Training Centre and began his career as an actor in a short film directed by Bahram Beizai, UNCLE MOUSTACHE (AMOO SIBILOU, 1969). Then he shot some short films for children, such as FIRST GRADE, THE SATISFACTION LETTER, THE MIGRATORY GOOSE. In 2001 he directed his first feature film, THE TRAIN OF OUR CHILDHOOD, followed by THE LIAR SHEPHERD (2006), KOBRA’S DECISION (2007), and THE PEARL, which won the Unicef Award at the Isfahan Film Festival for Children 2012.

prodotto da/produced by Javad Norouzbeigi produzione/production distribuzione internazionale/world sales festival contact Farabi Cinema Foundation intl@fcf.ir www.fcf.ir

interpreti/leading players Alireza Oosivand (Karim) Parivash Nazarieh (Ayene) Salimeh Rangzan (Halime) Sirous Kahouri Nezhad Mehdi Faghih Mir Taher Mazloumi 83

sceneggiatura/screenplay Sirous Hassanpour Mohammad Moradpour fotografia/director of photography Said Nikzat montaggio/editor Hassan Hassandoost scenografia/production designer Farhad Azizifar costumi/costume designer Farhad Azizifar musica/music Said Ansari


84

Germania/Germany, 2013, 1:2.35, 100’

V8 – START YOUR ENGINES! V8 – DU WILLST DER BESTE SEIN

elements +6

Gli eroi del gruppo V8 sono quattro ragazzi molto diversi tra loro. Uno è ricco e viziato, un altro povero e umile. C’è poi la fastidiosa sorella del secondo ragazzo, e infine una ragazza che non si comporta mai come tale. All’inizio i quattro non vanno per nulla d’accordo, ma sono uniti da un sogno in comune: formare il team di corse più veloce e segreto del mondo. I quattro ricevono un invito per Il Castello, il mitico circuito noto solo ai ragazzi dove pare siano passati tutti i campioni di Formula 1. Ma prima di accettare l’invito a correre su questo circuito, i quattro dovranno diventare una vera squadra, un gruppo i cui membri sappiano aiutarsi e difendersi reciprocamente, dimenticando egoismi, invidie e rivalità. Dovranno diventare il gruppo V8 e imparare a essere i migliori sia in pista che nella vita. Dovranno perseguire il loro sogno malgrado tutte le avversità e senza l’aiuto dei genitori.

The heroes of V8 are four kids who are as different as can be. One is rich and spoiled, the second poor and modest. The third is the second boy’s sister, a constant pain. The fourth is also a girl but never acts like one. Nobody in this group likes any of the others in the beginning but they share a common dream: to be the fastest and the most secret racing team in the world. The four receive an invitation to The Castle, the legendary racing arena that only kids know about and that (rumour has it) has produced all F1 champions. But before the four can accept the invitation to race at The Castle, they have to become a team. A team in which they trust each other, fight for each other, shed their egos, cut out envy and rivalry. They have to become the V8 team and learn to be the best on the track and in life. They have to pursue this dream against all odds and without the help of their parents.


Nato nel 1960 a Hamm, in Germania. Studia Filosofia, Studi Germanici, e Cinema a Monaco. Dal 1985 lavora come scenografo, tecnico delle luci, cameraman e sceneggiatore. Dopo aver partecipato a diversi progetti d’animazione, scrive il libro per bambini DIE WILDEN FUSSBALLKERLE, basato sulla storia della squadra di calcio da lui fondata a Monaco. Nel 2004 dirige il suo primo lungometraggio, THE WILD SOCCER BUNCH (DIE WILDEN KERLE, Grifone d’oro al GFF 2004 come miglior film della sezione Kidz), e quattro seguiti: il secondo vince il Grifone d’oro al GFF 2005 (sezione Kidz), il terzo vince il Grifone d’oro al GFF 2006 (sezione First Screens).

regista/director Joachim Masannek Born 1960, Hamm (Germany). He studied Philosophy, German Studies, and Film in Munich. Since 1985 he has worked as a production designer, lighting technician, cameraman and author. After working on various animation projects, he wrote the children’s book DIE WILDEN FUSSBALLKERLE, based on the soccer team he founded in Munich. In 2004 he directed his first feature film, THE WILD SOCCER BUNCH (DIE WILDEN KERLE, Golden Griphon at the GFF 2004 as best film in the Kidz section), followed by four sequels: the second won the Golden Griphon at the GFF 2005 (Kidz section), and the third won the Golden Gryphon at the GFF 2006 (First Screens section).

prodotto da/produced by Christian Becker produzione/production Rat Pack Filmproduktion GmbH info@ratpack-film.de www.ratpack-film.de distribuzione internazionale/world sales festival contact Arri Media Worldsales worldsales@arri.de www.arriworldsales.de

interpreti/leading players Georg A. Sulzer (David Michele) Maya Lauterbach (Luca Michele) Samuel Jakob (Robin Veit Acht) Klara Merkel (Kiki Lilou) Tom Hossback Nick Romeo Reimann 85

sceneggiatura/screenplay Joachim Masannek fotografia/director of photography Benjamin Dernbecher montaggio/editor Claus Wehlisch scenografia/production designer Julian Wagner costumi/costume designer Andrea Spanier suono/sound Heiko Müller musica/music Andrej Melita


BOBBY Tunisia, 2013, 18’35’’

regia/director Mehdi M. Barsaoui festival contact Mehdi M. Barsaoui - mehdi.barsaoui@yahoo.fr

Fares, 8 anni, ha il permesso di andare a scuola da solo per la prima volta. Per strada incontra un cane randagio che chiama Bobby. È l’inizio di una vera amicizia. It’s back to school day and for the first time, 8 year old Fares is allowed to walk alone to class. On his way, he crosses the destiny of a stray dog, he called Bobby. It’s the beginning of a true friendship.

THE FLAME AND THE COTTON BALL Denmark, 2013, 24’

regia/director Niels Bisbo festival contact Danish Film Institute - kurstein@dfi.dk

Una piccola fiamma che vive nella terra del fuoco, non ama lavorare duramente nelle rumorose miniere. Preferirebbe sdraiarsi e guardare il cielo per sognare ad occhi aperti.

elements +6

A little flame that lives in fire land. He works hard in the noisy mines but he doesn’t like it there. He would rather lie on his back, looking up in the sky daydreaming.

THE GIRL FROM GORI Georgia-Germany, 2012, 13’

86

2008 Georgia. Datho, 8 anni, è un outsider a causa delle sue origini russe. Quando Tamari, una rifugiata di guerra dell’Ossezia del Sud, arriva in classe, tra i due comincia una piccola guerra. 2008 Georgia. Datho, 8 years old, is an outsider because of his Russian origins. When Tamari, a South Ossetian war refugee, arrives in his class, a little war starts between them.

regia/director Eka Papiashvili festival contact Greenstonefilms - ohnke@greenstonefilms.com


MATILDE Italy, 2012, 10’

regia/director festival contact Vito Palmieri vitopalmieri@hotmail.com

Matilde non sembra appartenere a questo mondo. Segue con difficoltà quello che succede in classe a causa del troppo rumore. Ogni giorno dopo la scuola, raccoglie vecchie palle da tennis, le taglia e le mette da parte nel suo zaino. Ma cosa progetta di fare? Matilde doesn‘t quite seem to be of this world. She can hardly follow what‘s going on in class because of all the noise. Every day after school she collects old tennis balls, cuts them open, and stores them in her school-bag. But what is she planning on doing with them?

THE PRESENT New Zealand, 2013, 12’

regia/director Robins Thomas festival contact Godwit Films - jpmacey@gmail.com

Il banchiere Michael, ossessionato dal suo lavoro, una sera rimane in ufficio fino a tardi. Safal, la figlia della donna delle pulizie, in cerca di qualcosa da fare, lo osserva in segreto. Workaholic banker Michael is stuck at work late one night. He’s being secretly watched by the cleaner’s 9-year-old daughter Safal who’s looking for something to do.

Mirko deve affrontare la sua più grande paura: indossare gli occhiali. È l’unico modo superare un test a scuola. Ma cosa accadrebbe se la ragazza di cui è segretamente innamorato lo vedesse? Mirko has to face his worst fear: wearing glasses. That is the only way to do his school test, but what would happen if the young girl he is secretly in love with could see him?

regia/director festival contact Alessandro Riconda alessandro.riconda@gmail.com

87

SHAME AND GLASSES Italy, 2013, 7’3’’


Elements

+

1

0


lungometraggi feature films

BEKAS CLARA AND THE SECRET OF THE BEARS CLARA UND DAS GEHEIMNIS DER BÄREN THE GREEN UMBRELLA CHATR-E SABZ HORIZON BEAUTIFUL

MIKE SAYS GOODBYE! DE GROETEN VAN MIKE! RICKY - THREE’S A CROWD RICKY - NORMAL WAR GESTERN THE STORY OF CINO The child who crossed the mountain LA STORIA DI CINO Il bambino che attraversò la montagna

cortometraggi

Home

The Snail Pace

In the sea where I was born Rain

The Swim Trunks

A real keeper

WEEKEND DADDY

SWIMMING IN AIR


90

Svezia-Finlandia-Iraq/Sweden-Finland-Iraq, 2012, 1:2.35, 92’

BEKAS

elements +10

Primi anni ’90. Il regime di Saddam Hussein esercita una violenta pressione sulla regione curda dell’Iraq. Due fratelli curdi orfani e senzatetto, Zana, 7 anni, e Dana, 10, vedono il film Superman attraverso un buco nel muro del cinema locale, e decidono di andare in America. Quando saranno lì, Superman potrà risolvere i loro problemi, semplificare le loro vite e punire quelli che sono stati cattivi con loro, primo fra tutti Saddam Hussein. Ma, per arrivarci, hanno bisogno di denaro, passaporti, un mezzo di trasporto, un modo per passare la frontiera. Purtroppo non hanno nulla di tutto ciò, ma, imperterriti, stabiliscono di intraprendere il viaggio verso il loro sogno. Raccolgono tutti i dinar che hanno e comprano un asino che Zana chiama Michael Jackson. In groppa a Michael, carico di pane e acqua, seguiti da una coda di 30 ragazzi, Zana e Dana iniziano il loro cammino verso l’America e verso Superman.

Early 1990s. Saddam Hussein’s regime puts great pressure on the Kurdish region of Iraq. Two homeless orphan Kurdish brothers, Zana, 7, and Dana, 10, live on the edge of survival. They see Superman through a hole in the wall at the local cinema and decide to run away to America. Once they get there he can solve all their problems, make their lives easy and punish everyone that has been mean to them, first of all Saddam Hussein. But to get there they need money, passports, transportation, a way to get across the boarder. Unfortunately they have neither, but undeterred they resolve to start the travel towards their dream. They put together every dinar they have and buy a donkey that Zana calls Michael Jackson. With Michael fully loaded with bread and water and 30 kids behind like a tail, Zana and Dana begin their journey to get to America, and to Superman.


Nato nel 1982 a Sulaymaniyah, in Kurdistan. A sei anni, nel corso della guerra in Iraq, insieme alla sua famiglia lascia il Kurdistan ed emigra in Svezia. Studia regia al Dramatiska Institutet, la scuola nazionale di cinema svedese, dove si diploma nel 2010, e nello stesso anno vince uno Student Academy Award, il premio oscar per gli studenti di cinema, con il suo saggio di diploma, BEKAS, miglior cortometraggio Generator +13 al GFF 2011. Su questo corto si basa il suo primo lungometraggio, dal medesimo titolo.

regista/director Karzan Kader Born 1982, Sulaymaniyah, Kurdistan. 6 years old, during the war in Iraq, he and his family left Kurdistan and eventually ended up in Sweden. He graduated from Dramatiska institutet as a film director in 2010 and the same year he won a Student Academy Award for his graduation short film, BEKAS, which was awarded as best short Generator +13 at GFF 2011. His first feature film of the same title is based upon this short.

prodotto da/produced by Sandra Harms produzione/production Sonet Film AB www.sonetfilm.se distribuzione internazionale/world sales The Swedish Film Institute registrator@sfi.se www.sfi.se distribuzione italiana/Italian distribution festival contact Minerva Pictures www.minervapictures.com

interpreti/leading players Zamand Taha (Zana) Sarwal Fazil (Dana) Diya Mariwan (Helliya) Suliman Karim Mohamad Rahim Hussen Abdulrahman Mohamad 91

sceneggiatura/screenplay Karzan Kader fotografia/director of photography Johan Holmqvist montaggio/editors Sebastian Ringler Michal Leszczylowski scenografia/production designers Faten Kheymegahi LinnĂŠa Pettersson suono/sound Micke NystrĂśm musica/music Juhana Lehtiniemi


92

Svizzera/Switzerland, 2012, 93’

CLARA AND THE SECRET OF THE BEARS CLARA UND DAS GEHEIMNIS DER BÄREN

elements +10

Clara, 13 anni, vive con la madre Nina e il patrigno Jon in una remota e isolata fattoria sulle Alpi svizzere. La sensibilità di Clara e il suo forte legame con la natura la rendono capace di vedere e udire cose che gli altri non riescono a percepire. Solo nel dodicenne Thomas, Clara trova un amico e un alleato. Attraverso il ritrovamento di un’antica scarpa, Clara entra in contatto con Susanna, una ragazza della sua età vissuta nella fattoria due secoli prima. Susanna è profondamente turbata: suo padre ha catturato un cucciolo di orso e, secondo un’antica leggenda, coloro che fanno del male agli orsi vengono colpiti da una maledizione. Clara decide di aiutare Susanna, suscitando lo sgomento dei propri genitori. Ma prima che le due ragazze riescano a salvare il cucciolo d’orso e a sanare l’equilibrio tra uomo e natura nel passato, Clara e Thomas si ritrovano ad affrontare un’avventura altrettanto pericolosa nel presente.

13-year-old Clara lives with her mother Nina and her stepfather Jon on a remote farm in the Swiss Alps. Clara’s sensitivity and her strong connection with nature enable her to see and feel things others cannot perceive. Only in 12-year-old Thomas, Clara finds a confidant and an ally. Through the discovery of an ancient girl’s shoe, Clara connects with Susanna, a girl of the same age who lived on the farm two centuries ago. Susanna is deeply troubled: her father has captured a bear cub and - according to an age-old legend - a curse falls upon those who do wrong against bears. To the dismay of Clara’s parents, Clara decides to help Susanna. But before the two girls succeed to free the bear cub and to restore balance between man and nature in the past, Clara and Thomas have to engage in an equally dangerous adventure in the present day.


Nato nel 1964 a Lucerna, in Svizzera. Nel 1989 si diploma in Cinema alla Scuola Superiore di Arti Visive di Ginevra (ESAV/HEAD), con il cortometraggio di diploma LE DÉCOUPAGE, presentato al Festival di Locarno del 1990. Dal 1998 ha realizzato diversi cortometraggi, documentari e spot pubblicitari. Nel 2002 ha diretto il suo primo lungometraggio, DILEMMA, seguito da svariati film e serie per la tv. CLARA AND THE SECRET OF THE BEARS è il suo nono lungometraggio da regista.

regista/director Tobias Ineichen Born 1964, Lucerne (Switzerland). In 1989 he graduated from the École Supérieure d‘Art Visuel in Geneva (ESAV/HEAD) at the department of film with his diploma film LE DÉCOUPAGE, that was shown at the Film Festival in Locarno. Since 1998, he directed a variety of short films, documentaries and commercials. In 2002 he directed his debut feature film DILEMMA, followed by several TV movies and TV series. CLARA AND THE SECRET OF THE BEARS is his ninth feature film as a director.

prodotto da/produced by Simon Hesse Valentin Greutert produzione/production festival contact HesseGreutert Film AG contact@hessegreutert.ch www.hessegreutert.ch distribuzione internazionale/world sales Attraction Distribution info@attractiondistribution.ca interpreti/leading players

Ricarda Zimmerer (Clara) Damian Hardung (Thomas) Elena Uhlig (Nina) Roeland Wiesnekker (Jon) Rifka Fehr (Susanna) Monica Gubser (la nonna di Jon/Jon’s grandmother) 93

sceneggiatura/screenplay Jan Poldervaart tratto dal libro/based on the book “Het Vervloekte Huis” di/by Marian van der Heiden fotografia/director of photography Michael Schreitel montaggio/editor Mike Schaerer scenografia/production designer Nina Bachmann costumi/costume designer Birgitta Lohrer-Horres Carol Luchetta musica/music Fabian Römer


Iran, 2013, 100’

THE GREEN UMBRELLA CHATR-E SABZ

elements +10

Il padre e la madre del piccolo Mehran stanno per separarsi. La triste circostanza diventa per il bambino l’occasione di compiere un viaggio nel Nord dell’Iran, dove i suoi genitori si incontrarono per la prima volta.

94

Mehran’s parents are going to separate. This incident becomes the reason for him to take a journey to the North of Iran where his parents first met.


Nato nel 1964 a Teheran. Ăˆ un esperto di cinema. Ha diretto i seguenti lungometraggi: THE EXAM (EMTEHAN, 2002, presentato alla Settimana Internazionale della Critica di Venezia 2002), ANOTHER MORNING (SOBHI DIGAR, 2006), THE HOUSE IS SAFE (2010), BUTTERFLIES.

regista/director Nasser Refaie Born 1964, Tehran. He is a cinema expertise. He directed the following feature films: THE EXAM (EMTEHAN, 2002, which was screened at the Venice International Film Critics Week 2002), ANOTHER MORNING (SOBHI DIGAR, 2006), THE HOUSE IS SAFE (2010), BUTTERFLIES.

prodotto da/produced by Nasser Refaie produzione/production distribuzione internazionale/world sales festival contact Visual Media Institute www.visualmediains.com

interpreti/leading players Ali Aghareza Kashi Ali Ghafoori Mahsa Zarinjooei Keyvan Khanbagi Habib Afrasiabi Abbas Keshavarz 95

sceneggiatura/screenplay Nasser Refaie fotografia/director of photography Mohammad Reza Sokoot montaggio/editor Nasser Refaie suono/sound Abbas Rastegarpoor Hossein Ghorechian


96

Svizzera-Etiopia/Switzerland-Ethiopia, 2013, 1:2.35, 91’

HORIZON BEAUTIFUL

elements +10

Un dirigente calcistico svizzero, Franz, va ad Addis Abeba per una campagna mirata a promuovere il calcio come fonte di speranza per l’umanità. Più si rende conto che i suoi sforzi sono solo una mossa tattica per ripulire la sua reputazione, più la sua missione si trasforma in qualcosa di personale: provare a se stesso di non essere nel profondo una cattiva persona. Admassu, un ragazzo di strada di 12 anni, vede l’occasione di mostrare al magnate la propria destrezza con il pallone come una porta magica aperta a un futuro da calciatore professionista. Quando invece Franz lo ignora, Admassu, avendo sentito alcuni delinquenti progettare un piano per sequestrare un uomo facoltoso, propone ai delinquenti di rapire Franz. Il suo vero piano, però, è quello di liberare l’uomo e di salvargli la vita, costringendolo ad aprirgli le porte del paradiso del calcio. Ma la vita è più complicata dei sogni, e nulla andrà come previsto.

Swiss soccer-industry magnate Franz travels to Addis Ababa as part of a campaign promoting his sport as a fountain of hope to humanity. The more he realizes that his effort is a purely tactical move to save his damaged reputation, the more his task turns into something personal: proving to himself that deep inside he isn’t really a mean person. For Admassu, a 12-year-old street kid, the chance to show off his artistry on the ball to the big boss himself seems like a magic door to a future as a soccer pro. When Franz ignores him, Admassu hears of some thugs’ scheme to kidnap a rich guy. Admassu proposes the thugs to kidnap Franz. But his secret real plan is to liberate the guy and save his life – obliging the big boss to open the doors of soccer heaven for him. But life is more complicated than dreams, and nothing goes as planned.


Nato nel 1970 a Uster, in Svizzera. Nel 1997 si diploma in sceneggiatura e regia all’Accademia del Cinema di Baden-Württemberg, in Germania. Oggi insegna regia nella stessa scuola e sceneggiatura all’Università delle Arti di Zurigo, e tiene lezioni alla Scuola Internazionale di Cinema di Colonia (Germania) e all’Accademia di Cinema e Televisione Blue Nile di Addis Abeba (Etiopia). Ha diretto, scritto e prodotto diversi lungometraggi, tra cui BIRTHDAY (2001), IL PUGNO DI GESÙ (2007), HELLO GOODBYE (2007).

regista/director Stefan Jäger Born 1970, Uster (Switzerland). In 1997 he graduated from the Filmakademie Baden-Württemberg (Germany) in writing and directing. Today he is teaching at the same institute directing, is teacher for script writing at the ZHdK, Zürcher Hochschule der Künste in Zurich (Switzerland), gives lectures at the IFS, International Film School in Cologne (Germany) and at the Blue Nile Film and Television Academy in Addis Ababa (Ethiopia). He has directed, written and produced several feature films, such as BIRTHDAY (2001), BOXING JESUS (IL PUGNO DI GESÙ, 2007), HELLO GOODBYE (2007).

prodotto da/produced by Stefan Jäger Stefan Gubser produzione/production tellfilm GmbH Blue Nile Film and Television Academy distribuzione internazionale/world sales festival contact tellfilm GmbH info@tellfilm.ch www.tellfilm.ch

interpreti/leading players Henok Tadele (Admassu) Stefan Gubser (Franz) Kenny Allen (Jonathan) Rahel Teshome (Nebiat) Zenaw Tessema Getachew Seleshi 97

sceneggiatura/screenplay Mikyias Efram - Ephrem Alemu - Abiange Tahun Oliver Keidel fotografia/directors of photography Abraham Biru montaggio/editors Robin Wenger - Nahom Girma Emebet Dagne - Henok Birhanu scenografia/production designers Rakeb Mersha - Meron Daba costumi/costume designers Catherine Schneider - Meron Kassahun Daba Rakeb Alemayehu Mersha suono/sound Ed Cantù - André Zacher musica/music Kenny Allen Angelo Berardi - Oliver Keidel


98

Paesi Bassi/The Netherlands, 2012, 95’

MIKE SAYS GOODBYE! DE GROETEN VAN MIKE!

elements +10

Mike, 10 anni, ricoverato per mesi e guarito da una grave malattia, viene dimesso dall’ospedale, ma sua madre, Natasja, non si presenta per riportarlo a casa ed è introvabile. Il Dipartimento per la giustizia minorile decide che Mike non tornerà a casa finché non si sarà stabilito se la madre sia in grado di prendersi cura di lui. Mike non è d’accordo: sa che talvolta sua madre beve tanto e che, quando accade, lo trascura, ma pensa di poter badare a se stesso. Nonostante gli sforzi di Mike, il giudice minorile delibera che il ragazzo sia assegnato a una famiglia affidataria. Con l’aiuto di Vincent, il suo nuovo compagno di stanza, Mike escogita un piano per aggirare la decisione del tribunale. Ma, invece di ottenere il permesso di tornare dalla madre, viene mandato in un istituto. La vigilia di Natale, il ragazzo scappa e arriva a casa, ma Natasja non è lì. Riuscirà Mike a festeggiare il Natale con la sua mamma?

Mike, 10 year-old, a boy who has been hospitalized for months and is cured from a severe illness, get’s released from hospital. But his mother, Natasja, doesn’t come to take him home and can’t be reached anywhere. The Youth Care Bureau decides he can’t go home for while, not until they determined whether his mother can take care of him. Mike disagrees: he knows his mother sometimes drinks too much and that she neglects him when she does, but he can take care of himself. Despite all his efforts, the juvenile judge decides Mike has to go to a foster family. With help from his new roommate Vincent, Mike thinks up a way to cross the Youth Care’s plans. But instead of being allowed to go home, he is sent off to a Children’s Home. The day before Christmas Mike flees and gets home, but Natasja is not there. Will Mike manage to celebrate Christmas at home with his mom?


Dopo essersi laureata in Legge, nel 1983 si diploma all’Accademia Olandese di Cinema con il corto ALL BIRDS FLY (ALLE VOGELS VLIEGEN). Nel 1987 fonda la Shooting Star Film Company con Dave Schram e Hans Pos. Tra i film da loro prodotti, PADRE DAENS (DAENS), diretto da Stijn Coninx e candidato all’Oscar come miglior film straniero. Nel 1995 debutta nel lungometraggio con THE PURSE SNATCHER (DE TASJESDIEF), vincitore dell’Orso di Cristallo al Children’s Film Festival di Berlino. Nel 1999 dirige IL SOGNO DI CRUMB (KRUIMELTJE), presentato al GFF 2000. Nel 2012 il suo lungometraggio SONNY BOY è stato scelto come rappresentante dell’Olanda alle nomination per l’Oscar al miglior film straniero.

regista/director Maria Peters After obtaining a B.A. in Law, she graduated in 1983 from the Dutch Film Academy with the short film ALL BIRDS FLY (ALLE VOGELS VLIEGEN). In 1987 she founded the Shooting Star Film Company together with Dave Schram and Hans Pos. Among the feature films they produced is DAENS (1993), which was directed by Stijn Coninx and received an Oscar nomination for Best Foreign Language Film. In 1995 she made her first feature film, THE PURSE SNATCHER (DE TASJESDIEF), winning the Crystal Bear at the Berlin Children’s Film Festival. In 1999 she directed THE LITTLE CRUMB (KRUIMELTJE), which was screened at GFF 2005. In 2012 her feature film SONNY BOY was selected as the Dutch entry for the Academy Awards.

prodotto da/produced by Dave Schram Hans Pos Maria Peters Daniëlle Guirguis produzione/production festival contact Shooting Star Film Company info@shootingstar.nl www.shootingstar.nl distribuzione internazionale/world sales Mountain Road Entertainment Group www.mountainroad.nl

interpreti/leading players Maas Bronkhuyzen (Mike) Faas Wijn (Vincent) Bracha van Doesburgh (Natasja) Carine Crutzen (Cilia) Leona Philippo (Laetitia) Dave Mantel (Willem) 99

sceneggiatura/screenplay Mirjam Oomkes Willemine van de Wiel fotografia/director of photography Erwin Steen montaggio/editor Robin de Jong scenografia/production designer Florian Legters costumi/costume designer Ingrid Blankendaal suono/sound René van den Berg musica/music Herman Witkam


100

Germania/Germany, 2013, 88’

RICKY - THREE’S A CROWD RICKY - NORMAL WAR GESTERN

elements +10

Nel villaggio tedesco di Herzfeld, Ricky, 10 anni, non ha paura di nulla, ma il mondo intorno a lui è spietato. Le cose vanno anche peggio con suo fratello maggiore, Micha, 15 anni, che gli rende la vita difficile e non lo vuole tra i piedi. I loro genitori hanno una falegnameria, ma gli affari vanno male, e la famiglia è in crisi. Le cose cambiano quando una grintosa ragazza di città, Alex, 13 anni, si trasferisce nel villaggio. Micha si prende una cotta per lei, ma, poiché Alex è difficile da conquistare, Micha assolda Ricky, più intelligente di lui, come spia. In cambio, Ricky vuole Micha come guardia del corpo. Così i due diventano una squadra, e Ricky ha finalmente con suo fratello lo stretto rapporto che aveva sempre sognato. Ricky stringe amicizia con Alex, e fornisce a Micha preziose informazioni. Ma c’è di più: Ricky scopre una certa affinità con Alex, un sentimento che potrebbe essere per lui il primo vero amore.

In the German village of Herzfeld, Ricky, 10 year-old, knows no fear, but the world around him is rough. He still comes off worst against his older brother Micha, 15, who is giving him a hard time and doesn’t want him around. Their parents have a woodworking shop, but the business is in trouble and the family is out of balance. Things change when a tough city girl Alex, 13, moves to the village. Micha has the hots for this girl, but because she plays very hard to get, he employs his clever, younger brother as his spy. In return Ricky demands Micha for his bodyguard, and so the two become a team: Ricky finally has the close relationship with his brother he has always longed for. Ricky becomes friend with Alex and provides Micha with valuable information. Even more: he feels an amazing kinship with her, something that could be his very first love.


Nato nel 1962 a Hannover, in Germania. Dal 1972 al 1982 lavora nel settore del teatro di marionette. Nel 1979 pubblica OTTO MAIER VERLAG RAVENSBURG, un libro sulla creazione e sulla manipolazione delle marionette, e inizia a realizzare i suoi primi lavori in Super 8. Dal 1993 lavora come sceneggiatore e regista indipendente per il cinema e la tv. Dopo aver girato alcuni cortometraggi, tra cui BIS JETZT HAST DU NOCH NICHTS GEHÖRT (1981) e ISOLA (1987), nel 2002 dirige il suo primo lungometraggio, THE CHILD I NEVER WAS (EIN LEBEN LANG KURZE HOSEN TRAGEN). RICKY - THREE’S A CROWD è il suo secondo lungometraggio da regista.

regista/director Kai S. Pieck Born 1962, Hanover (Germany). From 1972 to 1982 he worked in the field of puppetry. In 1979 he published OTTO MAIER VERLAG RAVENSBURG, a book about making and manipulating wire puppets, and began making his first works on Super 8. Since 1993 he has been working as a freelance writer and director for film and TV. After shooting some short films, such as BIS JETZT HAST DU NOCH NICHTS GEHÖRT (1981) and ISOLA (1987), in 2002 he directed his first feature film, THE CHILD I NEVER WAS (EIN LEBEN LANG KURZE HOSEN TRAGEN). RICKY - THREE’S A CROWD is his second feature film as a director.

prodotto da/produced by Jost Hering produzione/production Jost Hering Filme info@josthering.de www.josthering.de distribuzione internazionale/world sales festival contact Beta Film GmbH beta@betafilm.com www.betafilm.com

interpreti/leading players Rafael Kaul (Ricky) Jordan Elliot Dwyer (Micha) Merle Juschka (Alex) Lazlo I. Kish (Hans) Petra Kleinert (Marie) Paul Maximilian Schüller 101

sceneggiatura/screenplay Hannes Klug fotografia/director of photography Mel Griffith montaggio/editor Tobias Steidle suono/sound Niklas Kammertöns musica/music Andreas Helmle


102

Italia-Francia/Italy-France, 2013, 85’

THE STORY OF CINO - The child who crossed the mountain LA STORIA DI CINO - Il bambino che attraversò la montagna

elements +10

Piemonte, fine Ottocento. Cino, nove anni, figlio di poveri montanari del cuneese, è affidato a un losco carrettiere francese per essere condotto in Francia e “affittato” per lavorare negli alpeggi estivi del Mercantour. Nel corso del viaggio, Cino stringe amicizia con Catlìn, una bambina della sua età che lungo il percorso si ammala di polmonite e viene abbandonata dal carrettiere. Giunto in Francia, Cino è vittima dei maltrattamenti del suo padrone, e presto tenta una fuga disperata, che lo porta a ritrovare la piccola Catlìn. I due decidono di attraversare a piedi le Alpi per ridiscendere in Piemonte e tornare a casa. Il percorso verso l’Italia si rivela irto di sorprese e di pericoli, mentre la montagna, popolata da forze misteriose e ostili, sembra avere una magica influenza sulla piccola Catlìn.

Piedmont, late nineteenth century. Cino, nine years old, lives in Cuneo with his poor mountaineers parents; he is entrusted to a shady French carter to be conducted in France and “rented” to work in the summer pastures of Mercantour. During the trip, Cino befriends Catlin, a girl of his age, who along the way gets ill with pneumonia and is abandoned by the carter. Arriving in France, Cino gets mistreated by his master, and soon attempts a desperate escape, which leads him to meet again Catlin. The two decide to walk across the Alps to back down in Piedmont and go home. The route to Italy reveals itself fraught with surprises and dangers, as the mountain, populated by mysterious and hostile forces, seems to have a magical influence on Catlin.


Nato nel 1935 a Torino. Figlio dello scrittore e sceneggiatore Tullio Pinelli. Si laurea in Lettere e Storia dell’Arte dell’India e dell’Asia Centrale presso l’Università “La Sapienza” di Roma. Regista documentarista attento ai temi etno-antropologici, ha realizzato (soprattutto per la Rai) oltre 120 documentari, tra cui diverse serie per la tv e il lungometraggio IL DIO SOTTO LA PELLE (1974), diretto insieme a Folco Quilici. Nel 1998 ha girato un film sul padre, 89 E MEZZO: UN INCONTRO CON TULLIO PINELLI. Insegna Cinematografia Documentaria all’Università Suor Orsola Benincasa di Napoli. Questo è il suo primo film di finzione per il grande schermo.

regista/director Carlo Alberto Pinelli Born 1935, Turin. Son of writer and screenwriter Tullio Pinelli. He graduated in Literature and Art History of India and Central Asia at the “La Sapienza” University of Rome. Documentary filmmaker concerning about ethno-anthropological themes, he made (mainly for the Public Italian TV Rai) more than 120 documentaries, such as TV series and the feature film GOD UNDER THE SKIN (IL DIO SOTTO LA PELLE, 1974), co-directed along with Folco Quilici. In 1998 he shot a documentary about his father, 89 AND A HALF: A MEETING WITH TULLIO PINELLI (89 E MEZZO: UN INCONTRO CON TULLIO PINELLI). He teaches Documentary Film at the Suor Orsola Benincasa University of Naples. This is his first fiction theatrical feature film.

prodotto da/produced by Laura Cafiero, Ugo Adilardi, Valeria Adilardi Karine Blanc, Michel Tavares produzione/production Metafilm Srl Paneikon Srl Takami Productions distribuzione internazionale/world sales distribuzione italiana/italian distribution festival contact Paneikon Srl info@paneikon.it www.paneikon.it

interpreti/leading players Giovanni Anzaldo Stefano Marseglia Francesca Zara Marc Andreoni Jean-Louis Culloc’h Giada Laudicina 103

sceneggiatura/screenplay Carlo Alberto Pinelli Giovanni De Feo con la supervisione di/with the supervision of Tullio Pinelli fotografia/director of photography Alessandro Ojetti montaggio/editor Paolo Guerrieri musica/music Antonio Arena Lamberto Macchi


HOME Germany, 2013, 9’

regia/director Simona Feldman festival contact aug&ohr medien - lisa@augohr.de

Juri cresce in un povero villaggio dell’ex Unione Sovietica. Quando suo padre si trasferisce in Germania per poter lavorare, il ragazzo dovrà fare i conti con una vita senza papà. Juri is growing up under deprived circumstances in a small village in the former CCCP. When his father moves to Germany to earn money for his family he hast to come to grips with a life without a father.

IN THE SEA WHERE I WAS BORN Italy, 2013, 10’

regia/director Isabel Achaval, Chiara Bondì festival contact Locomotion Films giordanobaffari@locomotionfilms.eu

Sina, una bambina eritrea di sette anni, racconta alla sorella Muna, ancora nel grembo di sua madre, l’avventura del suo arrivo in Italia. In uno stile tra fiaba e diario intimo, Sina descrive il viaggio verso l’Italia compiuto dalla madre in fuga dalla guerra.

elements +10

Sina, a seven year old Eritrean girl, tells her sister Muna, still in her mother’s womb, the adventure of her arrival in Italy. In a style between a fairy tale and an intimate diary, Sina describes her mum’s journey to Italy fleeing the war.

RAIN Qatar, 2012, 13’ Pioggia viaggia nel deserto per confrontarsi con la propria mortalità e con l’essenza della sua identità.

104

Rain travels into the desert to be confronted with his own mortality and the essence of his identity.

regia/director Rahab Elewaly festival contact Rahab Elewaly - erahab@hotmail.com


A REAL KEEPER Italy, 2012, 5’

regia/director Lisa Riccardi festival contact Premio Solinas - info@premiosolinas.it

Caterina, 11 anni, ama giocare a calcio. Il suo idolo è Rene Higuita e sogna di diventare come lui. Purtroppo Caterina non gioca mai, mentre suo fratello gemello sì. All’ultima partita della stagione Catherine spera di avere un’opportunità. Caterina, 11 years old, loves to play soccer. Her idol is Rene Higuita, and she dreams of becoming like him. Unfortunately, Caterina never plays while her twin brother always does. Today is the last game of the season and Caterina hopes to have a chance.

THE SNAIL PACE Italy, 2013, 6’25’’

regia/director festival contact Daniele Suraci danielesuraci@gmail.com

Mentre la madre fa shopping Giovanni (7) gioca con una lumaca che scivola sulla vetrina del negozio. Quando si accorge di Giulia, una bambina che abita di fronte e dietro la sua finestra sembra avere l’aria triste, Giovanni decide di strapparle un sorriso. While his mother is shopping, Giovanni (7) plays with a snail that slips on the shop window. Then he sees Giulia. The girl lives across the street and looks sad behind her window. Giovanni decides to make her smile.

Mark, 15 anni, viene mandato dai suoi in piscina. Dovrebbe insegnare a nuotare al fratellino adottivo, Samy. Ma quando arriva lì, Mark comincia a sognare ad occhi aperti la bella bagnina. 15 year old Mark is sent off to the pool to teach his younger, adopted brother, Samy, how to swim, but then he starts daydreaming of a beautiful lifeguard.

regia/director Gutschmidt Gerald festival contact Gutschmidt Gerald - 4-guts@sbcglobal.net

105

THE SWIM TRUNKS Germany, 2012, 11’


SWIMMING IN AIR Usa, 2013, 10’

regia/director festival contact Justin Tipping - tipping.justin@gmail.com

Victor può essere giovane, ma sa cosa sia l’amore. Emily è la ragazza dei suoi sogni e lui sa che deve fare qualcosa di straordinario per dimostrarle il suo amore. Quando decide di impressionarla, finirà per mettere a rischio la sua vita per amore. Victor may be young, but he knows what love is. Emily is the girl of Victor’s dreams and he knows he has to do something extraordinary to prove his love to her. When Victor sets out to impress Emily, he’ll be challenged in every way and ultimately have to risk life and limb for the sake of love.

WEEKEND DADDY Denmark, 2013, 26’

106

elements +10

Sune, un ragazzo super intelligente, è costretto a partire per un viaggio di sopravvivenza nei boschi svedesi con il padre sempre assente. Padre e figlio finiscono per perdersi e separarsi proprio durante il viaggio che avrebbe dovuto riavvicinarli. A super intelligent boy, Sune, is forced to go on a survival trip to the Swedish woods with his estranged dad. Father and son end up getting lost and are separated from one another on a trip that was supposed to bring them closer together.

regia/director Johan Stahl Winthereik festival contact Danish Film Institute - kurstein@dfi.dk


www .lanostr aricetta.it

Coca-Cola e la bottiglia Contour sono marchi registrati della The Coca-Cola Company.


Anteprime Previews


anteprime - previews - teaser - special events

ECHO PLANET ECO PLANET - UN PIANETA DA SALVARE THE LAST GOAL - L’ULTIMO GOAL MONSTER HIGH: 13 WISHES MONSTER HIGH -13 DESIDERI MONSTERS UNIVERSITY MOOD INDIGO - L’ÉCUME DES JOURS MOOD INDIGO (LA SCHIUMA DEI GIORNI) PERCY JACKSON: SEA OF MONSTERS PERCY JACKSON E GLI DEI DELL’OLIMPO IL MARE DEI MOSTRI THE SMURFS 2 - I PUFFI 2

TEEN BEACH MOVIE TITEUF THE FILM TITEUF LE FILM Belle & Sebastian- Belle et Sébastien Jurassic Park 3D Justin and the Knights of Valour Justin e i Cavalieri Valorosi Kill Your Darlings - Giovani Ribelli Tarzan Violetta


110

Thailandia/Thailand, 2012, 81’

ECHO PLANET ECO PLANET - UN PIANETA DA SALVARE

anteprima.preview

La Terra è in pericolo. Il surriscaldamento globale ha generato delle terribili creature, chiamate “bestie del fuoco”, che si stanno riproducendo e diffondendo su tutto il pianeta. I leader mondiali hanno appoggiato la proposta, presentata dal Presidente della megalopoli Capital State, di lanciare dei missili denominati “bombe fredde”, ignari del fatto che la loro tecnologia distrugge lo strato di ozono. Nel frattempo, il giovane figlio del Presidente, Sam, si è perso in una foresta durante una escursione con gli scout, e viene salvato da Nora, 14 anni, e dal suo fratellino Kim, 3 anni, che ha il dono speciale di parlare con la natura, e ha così scoperto che il solo modo per fermare le “bestie del fuoco” è privarle di energia. I tre amici cercheranno disperatamente un modo per salvare il pianeta e l’umanità.

The planet is in jeopardy. Global warming has caused the widespread formation of heat devils that are reproducing and spreading all over the planet. World leaders join the President of Capital State to launch “Cool Bomb” missiles, unaware that their technology will destroy the ozone layer. Meanwhile, the President’s son, Sam, is lost in the jungle on a scouting vacation. He is rescued by Nora, 14 year-old, and her younger brother Kim, 3 year-old, who has a special gift that allows him to communicate with nature. And the planet has told him that the only way to stop the heat devils is to starve them of energy. The three friends desperately try to find a way to save the planet and the mankind.


Nato in Thailandia. Lavora nel mondo dell’animazione da più di 16 anni. Ha studiato Design della Comunicazione Visiva all’Università Silpakorn, e Animazione al California Institute of the Arts. Ha partecipato a importati progetti negli Stati Uniti, per i Walt Disney Studios e i Blue Sky Studios, lavorando come animatore per i film TARZAN (1999), ATLANTIDE, L’IMPERO PERDUTO (ATLANTIS, 2001) e L’ERA GLACIALE (ICE AGE, 2002). In seguito è tornato in Thailandia, dove ha diretto il suo primo lungometraggio d’animazione, KHAN KLUAY (2006).

regista/director Kompin Kemgumnird Born in Thailand. He has been working in the animation industry for more than 16 years. He studied Visual Communication Design at Silpakorn University, and Animation at the California Institute of the Arts. He has worked on numerous high-profile projects in the USA, including stints at Walt Disney Studios and Blue Sky Studios, where he was an animator on TARZAN (1999), ATLANTIS (2001) and ICE AGE (2002). Then he returned to Thailand to direct his first animated feature film, KHAN KLUAY (2006).

prodotto da/produced by Auchara Kijkanjanas produzione/production Kantana Animation Studio cg@mail.kantana.co.th cgcom@kantana.co.th www.kantanaanimationstudios.com distribuzione internazionale/world sales Golden Network Asia www.goldnetasia.com distribuzione italiana/italian distribution festival contact Moviemax Italia Srl info@moviemax.it

www.moviemax.it voci originali/original voices Athipich Chutiwatkajornchai Nuengthida Sopon Noppan Chantasorn Kongded Jaturuntradsame Warinda Dumrongpon Thodsapol Siriwiwat

111

sceneggiatura/screenplay Kongdej Jaturanrasamee Charoonporn Parapakpralai Warunyu Udomkanjananon fotografia/director of photography Puchis Asavamahasakda montaggio/editor Tummarat Sumetsupasork musica/music Kongded Jaturuntradsame Chadchai Pongprapunt


Italia/Italy, 2013, 1:2.35, 85’

THE LAST GOAL L’ULTIMO GOAL

special event

Peppino è nato in un piccolo paese dell’Italia del Sud. È soprannominato “Platini” fin da quando era bambino. Per questo veniva sempre scelto per primo quando si faceva la conta per formare le squadre, e per questo suo padre era convinto che sarebbe diventato un grande calciatore. Il suo allenatore e mentore Carmando lo aiuta nella preparazione atletica per inseguire il sogno del padre. Ma non tutto va come sperato. Tra amori, infortuni, rivelazioni e crisi adolescenziali, uno spaccato della vita di provincia prima dell’euro.

112

Peppino was born in a small town in Southern Italy. He was nicknamed “Platini” since he was a child. For this reason he was always chosen first when they were counting to form teams and for this his father was convinced that he would become a great player. His coach and mentor Carmando helps him in training to pursue the dream of his father. But not everything goes as hoped. Between loves, injuries, revelations and adolescent crises, a slice of small-town life before the Euro.


Nato nel 1973 ad Avellino. Nel 1996 dirige il documentario LA GRANDE OCCASIONE. Nel 1997 è assistente alla regia per il film TEATRO DI GUERRA, di Mario Martone. Nel 1998 gira il documentario C’ERA UNA VOLTA LA VALIGIA DI CARTONE, si diploma alla NUCT (Scuola Internazionale di Cinema e Televisione), ed è assistente alla regia per il film LA CENA, di Ettore Scola. Nel 1999 realizza il corto SCRITTE D’AMORE. Nel 2001 scrive, dirige e interpreta il lungometraggio a soggetto UN ALTR’ANNO E POI CRESCO. Nel 2002 si diploma alla scuola di Fiction Mediaset. In seguito firma i documentari STEFANIA SENZA COGNOME (2003) e LA VITA È FATTA COSÌ! (2006), e la docufiction IL TALEBANO (2009).

regista/director Federico Di Cicilia Born 1973, Avellino (Italy). In 1996 he directed the documentary LA GRANDE OCCASIONE. In 1997 he was assistant director in the feature REHEARSAL FOR WAR (TEATRO DI GUERRA), by M. Martone. In 1998 he shot the documentary C’ERA UNA VOLTA LA VALIGIA DI CARTONE, graduated from the NUCT (International School of Cinema and TV), and was assistant director in the feature THE DINNER (LA CENA), by E. Scola. In 1999 he made the short SCRITTE D’AMORE. In 2001 he directed the fiction feature UN ALTR’ANNO E POI CRESCO. In 2002 he graduated from the school of Mediaset Fiction. Then he shot the documentaries STEFANIA SENZA COGNOME (2003) and LA VITA È FATTA COSÌ! (2006), and the docu-drama IL TALEBANO (2009).

musica/music La Jeunesse Dorée Notturno concertante Molotov Carlo Venezia prodotto da/produced by Federico Di Cicilia Milena Pascucci produzione/production festival contact Jamfilm s.a.s. amfilm@libero.it www.jamfilm.net

interpreti/leading players Nello Mascia Massimiliano Gallo Renato Carpentieri Nicola Capobianco Gerardo De Blasio Daniela De Vita 113

sceneggiatura/screenplay Federico Di Cicilia - Alessandro Anselmi fotografia/director of photography Rocco Marra montaggio/editors Federico Di Cicilia - Valeria Sapienza supervisione al montaggio/editing supervisor Giogiò Franchini scenografia/production designer Elodia Bianco costumi/costume designer Teresa Papa suono/sound Luca Ranieri


114

USA, 2013, 70’

MONSTER HIGH: 13 WISHES MONSTER HIGH -13 DESIDERI

anteprima.preview

Un nuovo anno scolastico è iniziato a Monster High, e la sorellina di Clawdeen Wolf, Howleen, è determinata a diventare più mostruosamente favolosa che mai. Il suo sogno di popolarità si rivela più accessibile di quanto non immaginasse grazie all’incontro con un genio di nome Gigi Grant, che le concede non 3, bensì 13 desideri! Ma gli Spiriti imparano presto a essere molto attenti a ciò che desiderano, perché ogni desiderio racchiude un lato oscuro, e presto Monster High si ritrova sottosopra! Unitevi a Frankie Stein, Clawdeen Wolf, Draculaura e al resto della loro mostruosa compagnia, nel loro viaggio all’interno della lanterna magica per salvare l’essenza di Monster High… mentre il loro stile assassino risplende a ogni passo!

It’s a new school year at Monster High, and the little sister of Clawdeen Wolf, Howleen, is determined to be more fangtastic than ever. Her dream of popularity turns out to be easier than anyone imagined when she stumbles upon a genie named Gigi Grant who grants her not three, but 13 Wishes!  But the ghouls quickly learn to be s-careful what you wish for because each wish comes with a dark side, and soon the student disem-body of Monster High is turned upside-down! Join Frankie Stein, Clawdeen Wolf, Draculaura and the rest of their creeperiffic ghoulfriends as they journey deep inside the magic lantern to save the very soul of Monster High... while flashing their killer style every step of the way!


Garret Sander is the Design Manager and creator of Monster High at Mattel. He has worked for Mattel since January 2004. In 2010 he won an American Inhouse Design Award for the Monster High box sets.

regista/director Garrett Sander

basato sui personaggi creati dgolder age a based on the characters created by Garrett Sander per/for Mattel con illustrazioni di/with illustrations by Kellee Riley

prodotto da/produced by Asaph Fipke Chuck Johnson Ken Faier distribuzione internazionale/world sales distribuzione italiana/italian distribution Universal Pictures Home Entertainment festival contact Mattel Italy

115

Garrett Sander è il Design Manager e il creatore di Monster High presso Mattel. Lavora per la Mattel dal gennaio del 2004. Nel 2010 ha vinto l’American Inhouse Design Award per i box set di Monster High.


USA, 2013, 1:1.85

MONSTERS UNIVERSITY

anteprima.preview

La matricola Mike Wazowski, fin da quando era un piccolo mostro, ha sempre sognato di diventare uno spaventatore professionista, e sa meglio di chiunque altro che i migliori spaventatori vengono dalla Monsters University (MU). Ma, durante il suo primo semestre alla MU, i piani di Mike vengono sconvolti dall’incontro con lo spocchioso James P. Sullivan, detto “Sulley”, uno spaventatore dal talento naturale. Il loro incontrollabile spirito competitivo li fa espellere dall’esclusivo corso universitario per spaventatori. Come se ciò non bastasse, i due si renderanno conto che, per rimettere le cose a posto, dovranno lavorare insieme, facendo squadra con un gruppo di scapestrati mostri.

116

Ever since college-bound Mike Wazowski was a little monster, he has dreamed of becoming a professional Scarer - and he knows better than anyone that the best Scarers come from Monsters University (MU). But during his first semester at MU, Mike’s plans are derailed when he crosses paths with hotshot James P. Sullivan, “Sulley”, a natural-born Scarer. The pair’s out-ofcontrol competitive spirit gets them both kicked out of the University’s elite Scare Program. To make matters worse, they realize they will have to work together, along with an odd bunch of misfit monsters, if they ever hope to make things right.


Nato nel 1976 nel Michigan. Nel 1998 si laurea al Columbus College of Art and Design. È stato animatore per il cortometraggio THE INDESCRIBABLE NTH e per il lungometraggio GIUSEPPE IL RE DEI SOGNI. È stato creatore di storyboard per LA SIRENETTA II - RITORNO AGLI ABISSI e per LA CARICA DEI 101 II - MACCHIA, UN EROE A LONDRA. Nel 2001 è entrato alla Pixar, dove ha lavorato come storyboard artist per CARS - MOTORI RUGGENTI e per TOY STORY 3 - LA GRANDE FUGA. Nel 2006 ha diretto, insieme a John Lasseter, il cortometraggio CARL ATTREZZI E LA LUCE FANTASMA. Nel 2009 ha scritto e diretto un lungometraggio dal vero, TRACY. MONSTERS UNIVERSITY è il suo primo lungometraggio d’animazione da regista.

regista/director Dan Scanlon Born 1976, Michigan. He graduated with a BFA from the Columbus College of Art and Design in 1998. He was an animator for the short THE INDESCRIBABLE NTH and the feature JOSEPH: KING OF DREAMS. He served as a storyboard artist for THE LITTLE MERMAID II: RETURN TO THE SEA and 101 DALMATIANS II: PATCH’S LONDON ADVENTURE. In 2001 he joined Pixar, where he was a storyboard artist for CARS and TOY STORY 3. in 2006 he co-directed along with John Lasseter the short film MATER AND THE GHOSTLIGHT. In 2009 he wrote and directed a live-action feature film, TRACY. MONSTERS UNIVERSITY his is first animated feature film as a director.

prodotto da/produced by Kori Rae produzione/production Pixar Animation Studios www.pixar.com distribuzione internazionale/world sales Walt Disney Pictures www.disney.go.com distribuzione italiana/italian distribution festival contact The Walt Disney Company Italia www.disney.it

voci originali/original voices Billy Crystal (Mike Wazowski) John Goodman (James P. Sullivan) Steve Buscemi (Randall Boggs) Frank Oz (Fungus) Helen Mirren (Dean Hardscrabble) Alfred Molina (Professor Knight) 117

sceneggiatura/screenplay Daniel Gerson Robert L. Baird Dan Scanlon musica/music Randy Newman


118

Francia-Belgio/France-Belgium, 2013, 1:1.85, 125’

MOOD INDIGO L’ÉCUME DES JOURS MOOD INDIGO (LA SCHIUMA DEI GIORNI)

anteprima.preview

Colin, giovane ricco, creativo e idealista, vive sognando di incontrare il grande amore. Il suo amico Chick, povero ingegnere, appassionato ammiratore del filosofo Jean-Sol Partre, vive il suo idillio con Alise, la nipote di Nicolas, il geniale cuoco di Colin. Il desiderio di Colin si avvera a una grande festa, dove conosce Chloé, una giovane donna che sembra l’incarnazione di un brano di Duke Ellington intitolato MOOD INDIGO. I due si innamorano e si sposano, ma durante la luna di miele la loro felicità si trasforma in dolore: Chloé scopre di essere malata a causa di una ninfea che cresce nei suoi polmoni. In una fantasmagorica Parigi, per pagarle le cure necessarie e circondarla continuamente di fiori freschi che dovrebbero aiutarla a guarire, Colin è costretto ad accettare i lavori più assurdi, mentre la loro abitazione si fa sempre più piccola e la cerchia dei loro amici si sgretola.

Colin, a rich, creative and idealistic young man, dreams of meeting his great love. His friend Chick, a poor engineer, fanatic of the philosopher Jean-Sol Partre, lives with Alise, who is also the niece of Nicolas, the brilliant chef of Colin. Colin’s dream comes true when at a big party he meets Chloé, a young woman who seems to be the incarnation of a blues by Duke Ellington, entitled MOOD INDIGO. It is love at first sight and the two marry, but during the honeymoon, their idyllic marriage turns to sorrow when Chloé becomes ill, due to a water lily growing in her lung. In a fantastical Paris, to pay for her medical care and surround her constantly with fresh flowers which should be the only way to treat the ailment, Colin must work in increasingly absurd conditions, while their apartment falls to bits around them and their circle of friends disintegrates.


Nato nel 1963 a Versailles. La sua carriera di regista inizia con i video musicali del gruppo Oui Oui, che vengono notati dalla cantante Björk, per la quale Gondry realizza otto video. Gira videoclip anche per Rolling Stones, Daft Punk, Radiohead, Chemical Brothers, Massive Attack, Kylie Minogue. Nel 2001 esordisce nel lungometraggio con HUMAN NATURE, scritto da Charlie Kaufman. Nel 2004 firma il suo secondo lungometraggio, SE MI LASCI TI CANCELLO (ETERNAL SUNSHINE OF THE SPOTLESS MIND, 2004), con cui vince (insieme a Kaufman e Pierre Bismuth) l’Oscar 2005 per la sceneggiatura originale. In seguito ha diretto i lungometraggi L’ARTE DEL SOGNO (LA SCIENCE DES RÊVES, 2006), BE KIND REWIND: GLI ACCHIAPPAFILM (BE KIND REWIND, 2008), THE GREEN HORNET (2011), THE WE AND THE I (2012).

regista/director Michel Gondry

Born 1963, Versailles. His career as a filmmaker began with music videos for the band Oui Oui. These works caught the attention of the singer Björk: for her, he directed eight videos. He shot music videos also for the Rolling Stones, Daft Punk, Radiohead, the Chemical Brothers, Massive Attack, Kylie Minogue. In 2001 he made his debut feature film, HUMAN NATURE, written by Charlie Kaufman. His second feature film, ETERNAL SUNSHINE OF THE SPOTLESS MIND (2004), won the 2005 Academy Award for Best Original Screenplay (by Gondry, Kaufman and Pierre Bismuth). Then he directed the feature films THE SCIENCE OF SLEEP (LA SCIENCE DES RÊVES, 2006), BE KIND REWIND (2008), THE GREEN HORNET (2011), THE WE AND THE I (2012).

costumi/costume designer Florence Fontaine suono/sound Guillaume Le Bras musica/music Étienne Charry prodotto da/produced by Luc Bossi produzione/production Brio Films - Studiocanal - France 2 Cinéma Hérodiade - Scope distribuzione internazionale/world sales Studiocanal www.studiocanal.com

distribuzione italiana/italian distribution festival contact Koch Media italia@kochmedia.com www.kochmedia.it interpreti/leading players Romain Duris (Colin) Audrey Tautou (Chloé) Gad Elmaleh (Chick) Omar Sy (Nicolas) Aïssa Maïga (Alise) Charlotte Le Bon (Isis)

119

sceneggiatura/screenplay Michel Gondry - Luc Bossi tratto dal libro/based on the book L’Écume des jours (La schiuma dei giorni - Froth on the Daydream) di/by Boris Vian pubblicato in Italia da/published in Italy by Marcos y Marcos fotografia/director of photography Christophe Beaucarne montaggio/editor Marie-Charlotte Moreau scenografia/production designer Stéphane Rozenbaum


USA, 2013, 1:2.35

PERCY JACKSON: SEA OF MONSTERS PERCY JACKSON E GLI DEI DELL’OLIMPO IL MARE DEI MOSTRI

special event

Tratto dal best seller di Rick Riordan, PERCY JACKSON E GLI DEI DELL’OLIMPO - IL MARE DEI MOSTRI è la prosecuzione dell’epico viaggio del giovane semidio verso il compimento del suo destino. Per salvare il loro mondo, Percy e i suoi amici devono trovare il mitico e incantato Vello d’Oro. Imbarcandosi in una pericolosa odissea attraverso le acque inesplorate del Mare dei Mostri, noto ai mortali come il Triangolo delle Bermude, i nostri eroi affronteranno creature terrificanti, un’orda di zombi, e il Male supremo.

120

Based on Rick Riordan’s publishing phenomenon, PERCY JACKSON: SEA OF MONSTERS continues the young demigod’s epic journey to fulfil his destiny. To save their world, Percy and his friends must find the fabled and magical Golden Fleece. Embarking on a treacherous odyssey into the uncharted waters of the Sea of Monsters, known to humans as the Bermuda Triangle, they battle terrifying creatures, an army of zombies, and the ultimate Evil.


Nato a Berlino. Al liceo scrive e illustra una serie di fumetti per l’editore Carlsen. All’Accademia d’Arte di Berlino scopre la passione per il cinema. Grazie ai corti MONKEY BUSINESS (1996) e MIND THE GAP (1998), ottiene una borsa di studio per la Cal Arts. Nel 1998 gira il suo primo corto americano, THE TENOR. È assunto poi dalla società di effetti speciali Sony Pictures Imageworks, dove collabora con il regista Rob Minkoff ai film STUART LITTLE (1999) e STUART LITTLE 2 (2002). Nel 2003 è regista della seconda unità di un altro film di Minkoff, LA CASA DEI FANTASMI. Nel 2005 firma il corto MOTEL, presentato al Sundance. Nel 2009 dirige il suo primo lungometraggio, HOTEL BAU, cui segue DIARIO DI UNA SCHIAPPA (2010).

regista/director Thor Freudenthal Born in Berlin. In high school he wrote and illustrated a series of comics for publisher Carlsen. As a student at the Berlin Academy of Arts he discovered his passion for film. His short films MONKEY BUSINESS (1996) and MIND THE GAP (1998) led him to a scholarship at the Cal Arts. In 1998 he shot his first American short film, THE TENOR. He then joined the visual effects house Sony Pictures Imageworks, where he worked with director Rob Minkoff on STUART LITTLE (1999) and STUART LITTLE 2 (2002). In 2003 he was second unit director on Minkoff’s THE HAUNTED MANSION. In 2005 he made the short film MOTEL, which premiered at the Sundance. In 2009 he directed his first feature, HOTEL FOR DOGS, followed by DIARY OF A WIMPY KID (2010).

prodotto da/produced by Chris Columbus Michael Barnathan Karen Rosenfelt produzione/production Fox 2000 Pictures www.foxmovies.com distribuzione internazionale/world sales 20th Century Fox distribuzione italiana/italian distribution festival contact 20th Century Fox Italia info@20thfox.it www.20thfox.it

interpreti/leading players Logan Lerman (Percy Jackson) Alexandra Daddario (Annabeth Chase) Leven Rambin (Clarisse La Rue) Douglas Smith (Tyson) Brandon T. Jackson (Grover Underwood) Sean Bean (Zeus) 121

sceneggiatura/screenplay Marc Guggenheim tratto dal libro Percy Jackson e gli dei dell’Olimpo: il mare dei mostri - based on the book Percy Jackson and the Olympians: The Sea of Monsters di/by Rick Riordan fotografia/director of photography Shelly Johnson montaggio/editor Mark Goldblatt scenografia/production designer Claude Paré costumi/costume designer Monique Prudhomme suono/sound Ai-Ling Lee musica/music Andrew Lockington


122

USA, 2013, 1:1.85

THE SMURFS 2 I PUFFI 2

anteprima.preview

In questo seguito del film I PUFFI, il perfido mago Gargamella crea una coppia di dispettose creature simili ai Puffi, i Monelli, con cui spera di catturare la magica e onnipotente “essenza blu”. Ma quando scopre che solo un vero Puffo può dargli ciò che vuole, e che solo un incantesimo segreto conosciuto da Puffetta può trasformare i Monelli in veri Puffi, Gargamella rapisce Puffetta e la porta con sé a Parigi, dove è conosciuto e acclamato da milioni di persone come il più grande stregone del mondo. Toccherà a Grande Puffo, Tontolone, Quattrocchi e Vanitoso tornare nel nostro mondo, incontrare i loro amici umani Patrick e Grace Winslow, e salvarla. Da parte sua, Puffetta, che si è sempre sentita diversa dagli altri Puffi, instaurerà un legame speciale con i Monelli, Vexy e Hackus, o si lascerà convincere dai Puffi che il loro affetto per lei è Vero Blu?

In this sequel to the feature film THE SMURFS, the evil wizard Gargamel creates a couple of mischievous Smurf-like creatures called the Naughties that he hopes will let him harness the all-powerful, magical Smurf-essence. But when he discovers that only a real Smurf can give him what he wants - and only a secret spell that Smurfette knows can turn the Naughties into real Smurfs - Gargamel kidnaps Smurfette and brings her to Paris, where he has been winning the adoration of millions as the world’s greatest sorcerer. It’s up to Papa, Clumsy, Grouchy, and Vanity to return to our world, reunite with their human friends Patrick and Grace Winslow, and rescue her. Will Smurfette, who has always felt different from the other Smurfs, find a new connection with the Naughties Vexy and Hackus - or will the Smurfs convince her that their love for her is True Blue?


Nato nel 1958 a Los Angeles. Inizia la sua carriera come assistente al montaggio per il regista Robert Altman (QUINTET; UNA COPPIA PERFETTA; POPEYE - BRACCIO DI FERRO). In seguito è montatore di film come VOGLIA DI VINCERE 2 e PRETTY WOMAN. Per il regista Chris Columbus, monta TUTTO QUELLA NOTTE; MAMMA, HO PERSO L’AEREO; CARA MAMMA, MI SPOSO; MAMMA, HO RIPERSO L’AEREO - MI SONO SMARRITO A NEW YORK; MRS. DOUBTFIRE; NINE MONTHS - IMPREVISTI D’AMORE. Nel 1997, Gosnell passa alla regia con MAMMA HO PRESO IL MORBILLO, cui seguono MAI STATA BACIATA; BIG MAMA; SCOOBY-DOO; SCOOBY-DOO 2 - MOSTRI SCATENATI; I TUOI, I MIEI E I NOSTRI; BEVERLY HILLS CHIHUAHUA; I PUFFI.

regista/director Raja Gosnell

sceneggiatura/screenplay J. David Stem, David N. Weiss, Karey Kirkpatrick, Jay Scherick, David Ronn basato sui personaggi creati da/based on the characters created by Peyo fotografia/director of photography Phil Meheux scenografia/production designer Bill Boes costumi/costume designer Véronique Marchessault suono/sound Robert L. Sephton musica/music John Jennings Boyd, Guillaume Roussel

prodotto da/produced by Jordan Kerner produzione/production Columbia Pictures Sony Picture Animation distribuzione internazionale/world sales Columbia Pictures distribuzione italiana/italian distribution festival contact Warner Bros Italia www.warnerbros.it

interpreti/leading players Neil Patrick Harris (Patrick Winslow) Jayma Mays (Grace Winslow) Hank Azaria (Gargamella/Gargamel) voci/voices Katy Perry (Puffetta/Smurfette) Jonathan Winters (Grande Puffo/Papa Smurf) Anton Yelchin (Puffo Tontolone/Clumsy Smurf)

123

Born 1958, Los Angeles. He started his career as an assistant editor for director Robert Altman (QUINTET; A PERFECT COUPLE; POPEYE). Over the next years he worked as an editor for several films such as TEEN WOLF TOO and PRETTY WOMAN. Meanwhile he worked as an editor for filmmaker Chris Columbus on ADVENTURES IN BABYSITTING; HOME ALONE; ONLY THE LONELY; HOME ALONE 2: LOST IN NEW YORK; MRS. DOUBTFIRE; NINE MONTHS. In 1997 Gosnell made the transition to directing with HOME ALONE 3, followed by NEVER BEEN KISSED; BIG MOMMA’S HOUSE; SCOOBY-DOO; SCOOBY-DOO 2: MONSTER’S UNLEASHED; YOURS, MINE & OURS; BEVERLY HILLS CHIHUAHUA; THE SMURFS.


USA, 2013, 110’

TEEN BEACH MOVIE

anteprima.preview

Brady e McKenzie, due adolescenti amanti del surf, intenti a cavalcare l’ultima onda dell’estate, si ritrovano misteriosamente catapultati nel più classico dei “beach movie”, WET SIDE STORY, con le due bande rivali di surfisti e motociclisti che si scontrano per conquistare il controllo del territorio, e tutti a esibirsi con spontanea naturalezza in canti e balli. Brady e McKenzie cercano di tornare alla realtà, ma i loro destini rischiano di cambiare per sempre quando i due finiscono inavvertitamente per alterare la storia d’amore su cui si regge il film, e l’affascinante protagonista della pellicola, il surfista Tanner, si innamora di McKenzie, mentre la motociclista Lela perde la testa per Brady.

124

Brady and McKenzie are two teen surfing sweethearts ride the last wave of summer together, one that mysteriously takes them into a classic beach party movie, WET SIDE STORY. There it’s surfers versus bikers for control of the beach hangout, and everyone spontaneously breaks into song and dance. Now Brady and McKenzie must try to return to present day, but their lives may be changed forever when they inadvertently alter the movie’s romantic storyline - and the movie’s handsome leading surf guy, Tanner, is falling for McKenzie, while biker girl Lela is swooning for Brady.


Coreografo e regista. Ha realizzato coreografie per film come FLASHDANCE, CHORUS LINE, DICK TRACY, CARLITO’S WAY. Ha allestito e diretto tournée mondiali per Paul McCartney, Madonna, Mariah Carey, Miley Cyrus. Ha diretto diversi videoclip ed è stato candidato agli MTV Video Music Award come miglior coreografo per aver adattato la sua routine di FLASHDANCE per il video con Jennifer Lopez I’M GLAM. Come regista, ha diretto episodi delle serie tv CBS SUMMER PLAYHOUSE e ABC AFTERSCHOOL SPECIAL. Nel 1991 ha girato il suo primo lungometraggio, SHOUT, con John Travolta e Gwyneth Paltrow al suo debutto sul grande schermo. Nel 2011 ha diretto per Disney Channel il film REGISTA DI CLASSE.

regista/director Jeffrey Hornaday Choreographer and film director. His choreography credits include the feature films  FLASHDANCE, A CHORUS LINE, DICK TRACY, CARLITO’S WAY. He staged and directed world tours for Paul McCartney, Madonna, Mariah Carey,  Miley Cyrus. He directed several music videos and was nominated for the  MTV Video Music Award for Best Choreography  for adapting his dance routines from FLASHDANCE for Jennifer Lopez in music video I’M GLAD. As a film director he helmed episodes of the TV series CBS SUMMER PLAYHOUSE and ABC AFTERSCHOOL SPECIAL. In 1991 he shot his debut feature film, SHOUT, starring John Travolta and Gwyneth Paltrow in her first screen role. In 2011 he directed the Disney Channel film GEEK CHARMING.

prodotto da/produced by Robert F. Phillips produzione/production Disney Channel Rainforest Productions, LLC distribuzione internazionale/world sales festival contact Disney Channel www.disneychannel.disney.com

interpreti/leading players Ross Lynch (Brady) Maia Mitchell (McKenzie) Grace Phipps (Lela) Garrett Clayton (Tanner) John Deluca (Butchy) Chrissie Fit (Cheechee) 125

sceneggiatura/screenplay Vince Marcello Mark Landry Robert Horn fotografia/director of photography Mark Irwin montaggio/editor Girish Bhargava scenografia/production designer Mark Hofeling costumi/costume designer Ruth Carter


126

Francia/France, 2011, 1:1.85, 87’

TITEUF THE FILM TITEUF LE FILM

anteprima.preview

Nadia sta per festeggiare il suo compleanno e non ha invitato Titeuf. Perché? Come potrebbe essersi dimenticata di lui, quando Titeuf, ogni volta che la incontra, si sforza in tutti i modi di apparire più che seducente? Ma qualcosa di ancora più sconvolgente sta per scuotere la vita di Titeuf. Ancora una volta, gli adulti dimostrano di essere davvero inutili. Non fanno che complicare le cose. Titeuf si ritrova sballottato tra la casa dei suoi nonni in campagna, gli incontri con lo psicologo e le riunioni nel cortile della scuola. La sua immaginazione lo porterà poi dalla preistoria al Far West, dove incontrerà un vecchio avventuriero tale e quale a Johnny Halliday, senza dimenticare una sosta nel mondo del Gran Mogol. Titeuf, come al solito, tenterà di capire cosa gli sta succedendo, e metterà in atto disastrosi stratagemmi per rimettere ordine nella sua vita, senza mai perdere di vista il suo obiettivo: essere invitato alla festa di Nadia.

Nadia is celebrating her birthday and Titeuf isn’t invited. Why? How could she have forgotten him when he takes care over his ultra-seductive attitude each time he crosses paths with her? But an even greater upheaval will shake up Titeuf’s life and tip it into chaos. Adults, once again, really are useless. They do everything they can to complicate life. Titeuf is tossed back and forth between his granny in the countryside, sessions with his psychiatrist and the schoolyard. His imagination will also take him from prehistoric times to the Far West, where he’ll meet an old adventurer who looks strangely like Johnny Halliday, not forgetting a period in the world of the Great Mugul. Titeuf, the same as ever, will try to understand what is happening to him and will multiply disastrous stratagems to fix up his life, while never losing sight of his objective: to be invited to Nadia’s birthday.


Nato nel 1967 a Onex, in Svizzera. Il suo vero nome è Philippe Chappuis. Nel 1979 crea la sua prima fanzine, e la chiama ZEP in omaggio ai Led Zeppelin. Nel 1985 è assunto da LE JOURNAL DE SPIROU. In seguito lavora per la rivista FLUIDE GLACIAL, e pubblica tre albi a fumetti: VICTOR N’EN RATE PAS UNE (1988), LÉON COQUILLARD (1990), KRADOK AMANITE BUNKER (1991). Si fa così notare dalle edizioni Glénat, con cui lancia il personaggio di Titeuf. Nel 1992 viene pubblicato il primo libro di Titeuf, DIEU, LE SEXE ET LES BRETELLES. Da allora la serie ha venduto più di 16 milioni di copie, e i libri di Titeuf sono stati tradotti in più di 15 lingue. TITEUF THE FILM è il suo primo lungometraggio d’animazione.

regista/director Zep Born 1967, Onex (Switzerland). His real name is Philippe Chappuis. In 1979 he created his first magazine named ZEP in honour of Led Zeppelin. In 1985 he joined the magazine LE JOURNAL DE SPIROU. Then he worked for the magazine FLUIDE GLACIAL and published three albums: VICTOR N’EN RATE PAS UNE (1988), LÉON COQUILLARD (1990), KRADOK AMANITE BUNKER (1991). He was noticed by Glénat Editions, which published in 1992 the first Titeuf book, GOD, SEX AND SUSPENDERS (DIEU, LE SEXE ET LES BRETELLES). Today more than 16 million copies of the series have been sold, and the Titeuf books have been translated into 15 languages. TITEUF THE FILM is Zep’s first animated feature film.

prodotto da/produced by Benoît Di Sabatino Christophe Di Sabatino produzione/production Moonscoop www.moonscoop.com distribuzione internazionale/world sales Pathé Distribution sales@patheinternational.com www.patheinternational.com distribuzione italiana/italian distribution festival contact Cloud Movie Distribuzione

voci/ originali/original voices Donald Reignoux (Titeuf) Maria Pacôme (Mémé) Jean Rochefort (Pépé) Zabou Breitman (mamma/mom) Mélanie Bernier (Nadia) Michael Lonsdale (lo psichiatra/the psychiatrist) 127

sceneggiatura/screenplay Zep scenografia/production designer Max Braslavsky musica/music Thierry Blanchard Nicolas Neidhardt Zep Moïse Albert


Belle & Sebastian - Belle et Sébastien Francia/France, 2013 Durante la seconda guerra mondiale, il piccolo orfano Sebastien trova l’amicizia di Belle, un grande cane dei Pirenei che abita nei boschi intorno al paese e che dovrà difendere da chi lo ritiene un feroce e pericoloso predatore. Ispirato al classico della letteratura francese e alla serie animata che ha appassionato più di una generazione... Preparatevi a riscoprire la grande avventura di BELLE & SEBASTIEN, due amici inseparabili.

128

teaser

During World War II, the little orphan Sebastian meets with Belle, a great Pyrenees dog who lives in the woods around the village. The two of them become great friends and Sebastian must defend Belle from those who believe the dog is a wild and dangerous predator. Based on a  classic of French literature and the animated series that has enthralled more than a generation... Get ready to rediscover the great adventure of BELLE & SEBASTIAN, two inseparable friends. Nicolas Vanier Nato nel 1962 a Dakar, in Senegal. È regista, attore, scrittore e viaggiatore. Ha raccontato i suoi viaggi con libri, servizi fotografici, articoli, e documentari come IN THE NORTH OF THE WINTER (AU NORD DE L’HIVER, 1991), THE CHILD OF THE SNOW (L’ENFANT DES NEIGES, 1995), THE WHITE ODYSSEE (L’ODYSSÉE BLANCHE, 1999), SIBERIAN ODYSSEY (L’ODYSSÉE SIBÉRIENNE, 2006). Nel 2004 ha diretto il suo primo lungometraggio di finzione, IL GRANDE NORD (LE DERNIER TRAPPEUR), seguito da LOUP (2009).

Nicolas Vanier Born 1962, Dakar (Senegal). He is a director, actor, writer and traveller. He covered his journeys in several books, photographic services, articles, and documentaries such as IN THE NORTH OF THE WINTER (AU NORD DE L’HIVER, 1991), THE CHILD OF THE SNOW (L’ENFANT DES NEIGES, 1995), THE WHITE ODYSSEE (L’ODYSSÉE BLANCHE, 1999), SIBERIAN ODYSSEY (L’ODYSSÉE SIBÉRIENNE, 2006). In 2004 he directed his first feature fiction film, THE LAST TRAPPER (LE DERNIER TRAPPEUR), followed by LOUP (2009).

regia/director Nicolas Vanier sceneggiatura/screenplay Fabien Suarez Juliette Sales Nicolas Vanier tratto dai libri di/based on the books by Cécile Aubry fotografia/director of photography Éric Guichard scenografia/production designer Sébastian Birchler costumi/costume designer Adelaide Gosselin suono/sound Emmanuel Hachette interpreti/leading players Tchéky Karyo Dimitri Storoge Margaux Châtelier Félix Bossuet Andréas Pietschmann Urbain Cancelier

prodotto da/produced by Clément Miserez Frédéric Brillion Gilles Legrand produzione/production Radar Films radar.films@yahoo.fr distribuzione internazionale/world sales Gaumont www.gaumont.com distribuzione italiana/italian distribution festival contact Notorious Pictures info@notoriouspictures.it www.notoriouspictures.it


prodotto da/produced by Kathleen Kennedy Gerald R. Molen produzione/production Universal Pictures Amblin Entertainment distribuzione internazionale/world sales Universal Pictures www.universalpictures.com distribuzione italiana/italian distribution festival contact Universal Pictures Italia www.universalpictures.it

Jurassic Park 3D USA, 1993/2013, 1:1.85, 127’ A vent’anni dalla sua prima uscita, torna nelle sale, in versione 3D, uno dei capolavori di Steven Spielberg: JURASSIC PARK, celebrato come uno dei film più spettacolari e tecnicamente innovativi della storia del cinema. In un’isola lontana, un miliardario ha creato il Jurassic Park, un parco abitato da veri dinosauri. Lo visitano un paleontologo, una paleobotanica, un avvocato, un matematico e due bambini. Quando il sistema di protezione viene disattivato, i dinosauri attaccano gli umani. Twenty years after its first theatrical release, backs in theatres, in a 3D version, one of the Steven Spielberg’s masterpieces: JURASSIC PARK, celebrated as one of the most spectacular and technically innovative movies in the film history. On a remote island, a billionaire has created the Jurassic Park, a theme park populated with living dinosaurs. A palaeontologist, a paleobotanist, a lawyer, a mathematician and two children visit the park. When the security system which protect the park is deactivated, the dinosaurs attack the humans. Steven Spielberg Nato nel 1946 a Cincinnati. Studia all’Università Statale della California. Nel 1971 debutta nel lungometraggio con un film per la tv, DUEL. Il suo primo film per il cinema è SUGARLAND EXPRESS (1974). Si afferma come uno dei principali esponenti della Nuova Hollywood anni ’70. Ha diretto opere di enorme successo, come LO SQUALO (1975), I PREDATORI DELL’ARCA PERDUTA (1981), E.T. L’EXTRA-TERRESTRE (1982), SCHINDLER’S LIST (1993), SALVATE IL SOLDATO RYAN (1998), LINCOLN (2012).

Steven Spielberg Born 1946, Cincinnati. He studied at the California State University. In 1971 he shot his first feature film, the TV movie DUEL. His debut theatrical feature was SUGARLAND EXPRESS (1974). In the 70s he became one of the most important figures of the New Hollywood. He directed successful feature films, such as JAWS (1975), RAIDERS OF THE LOST ARK (1981, first instalment in the INDIANA JONES franchise), E.T. THE EXTRA-TERRESTRIAL (1982), SCHINDLER’S LIST (1993), SAVING PRIVATE RYAN (1998), LINCOLN (2012).

129

regia/director Steven Spielberg sceneggiatura/screenplay Michael Crichton David Koepp tratto da un libro di/based on a book by Michael Crichton fotografia/director of photography Dean Cundey montaggio/editor Michael Kahn scenografia/production designer Rick Carter suono/sound Gary Rydstrom musica/music John Williams interpreti/leading players Sam Neill (Alan Grant) Laura Dern (Ellie Sattler) Jeff Goldblum (Ian Malcolm) Richard Attenborough (John Hammond) Bob Peck (Robert Muldoon) Samuel L. Jackson (Ray Arnold)


Justin and the Knights of Valour Justin e i Cavalieri Valorosi Spagna/Spain, 2013, 90’ Justin vive in un regno in cui i burocrati gestiscono il potere e i cavalieri sono stati banditi. Il suo sogno è diventare uno dei Cavalieri Valorosi, come lo fu suo nonno, ma il padre Reginald, alto consigliere della Regina, vuole che Justin segua le sue orme e diventi avvocato. Dopo una illuminante visita alla nonna, Justin intraprende il viaggio per diventare cavaliere. Lungo la strada, incontra la bella Talia, lo stregone Melquiades, e tre monaci che gli insegnano le arti dei Cavalieri Valorosi. Quando Sir Heraclio torna a minacciare il regno, Justin dovrà dimostrare tutto il proprio valore.

130

teaser

Justin lives in a kingdom where bureaucrats rule and knights have been ousted. His dream is to become one of the Knights of Valour, like his grandfather was, but his father Reginald, the chief counsel to the Queen, wants his son to follow in his footsteps and become a lawyer. After a visit to his grandmother, Justin embarks on a quest to become a knight. Along the way he meets the beautiful Talia, the wizard Melquiades, and three monks who teach him the ways of Knights of Valour. Justin must rise to the challenge when Sir Heraclio threatens to destroy the Kingdom. Manuel Sicilia Nato a Granada. Si laurea in ingegneria informatica e studia animazione in Spagna e all’estero. Nel 1995 fonda lo studio Kandor Graphics. Nel 2008 dirige, con Raúl García, il suo primo lungometraggio, THE MISSING LYNX (EL LINCE PERDIDO), presentato al GFF 2009. Ha prodotto i cortometraggi THE TELL TALE HEART (2005) e THE LADY AND THE REAPER (LA DAMA Y LA MUERTE, 2009).

Manuel Sicilia Born Granada. He took a degree as Informatics Engineer and studied animation in Spain and abroad. In 1995 he founded the Kandor Graphics. In 2008 he co-directed, along with Raúl García, his first feature film, THE MISSING LYNX (EL LINCE PERDIDO), which was screened at the GFF 2009. He produced the short films THE TELL TALE HEART (2005) and THE LADY AND THE REAPER (LA DAMA Y LA MUERTE, 2009).

regia/director Manuel Sicilia sceneggiatura/screenplay Manuel Sicilia - Matthew Jacobs fotografia/director of photography Javier Fernández montaggio/editor Claudio Hernández direttori dell’animazione/animation directors Francisco Fernández - Gabriel García scenografia/production designers Óscar J.Vargas - Esteban Martín suono/sound Federico Pajaro musica/music Ilan Eshkeri interpreti/leading players Freddie Highmore (Justin) Alfred Molina (Reginald) Antonio Banderas (Sir Clorex) Rupert Everett (Sota) Olivia Williams (Regina/Queen) Julie Walters (nonna/grandmother) prodotto da/produced by Antonio Banderas Marcelino Almansa Ralph Kamp Kerry Fulton produzione/production KANDOR Graphics Timeless Films Out of the Box Aliwood Mediterráneo Producciones distribuzione internazionale/world sales Timeless Films contact@timelessfilms.co.uk www.timelessfilms.co.uk distribuzione italiana/italian distribution festival contact M2 Pictures info@m2pictures.it www.m2pictures.it


prodotto da/produced by Michael Benaroya Christine Vachon Rose Ganguzza John Krokidas produzione/production Benaroya Pictures general@benaroyapics.com www.benaroyapictures.com distribuzione internazionale/world sales Prodigy Public Relations www.prodigypublicrelations.com distribuzione italiana/italian distribution festival contact Notorious Pictures info@notoriouspictures.it www.notoriouspictures.it

Kill Your Darlings - Giovani Ribelli USA, 2013, 1:2.35, 104’ La vera storia mai raccontata di quattro giovani studenti della Columbia University che, ispirati dall’esempio di Walt Whitman e della “setta dei poeti estinti”, sfidarono le rigide regole della più potente università americana, finendo per diventare a loro volta ispirazione per le generazioni successive. Definito il nuovo ATTIMO FUGGENTE, con GIOVANI RIBELLI - KILL YOUR DARLINGS, Daniel Radcliffe vi farà tornare la voglia di salire in piedi su un banco di scuola. The untold real story of four young students attending Columbia University who were inspired by the example of Walt Whitman and the “Dead Poets Society” and challenged the strict rules of the most powerful American university, and became inspiration for subsequent generations. In KILL YOUR DARLINGS, the new DEAD POETS SOCIETY, Daniel Radcliffe will awake the wish to climb on a school desk again. John Krokidas Nato nel 1973 a Springfield, nel Massachusetts. Si laurea in teatro e studi americani all’Università di Yale. In seguito, studia cinema alla Tisch School of the Arts di New York. Intanto scrive e dirige due cortometraggi: il primo, SHAME NO MORE (1999), viene proiettato in più di 70 festival, e il secondo, SLO-MO (2001), viene presentato al Sundance 2002. KILL YOUR DARLINGS è il suo primo lungometraggio da regista. John Krokidas Born 1973, Springfield (Massachusetts). He received his BA in theatre and American studies from Yale University before attending NYU’s Tisch School of the Arts graduate film program. He wrote and directed two short films while at NYU: the first, SHAME NO MORE (1999), was played at more than 70 film festivals, and the second, SLO-MO (2001), was screened at the 2002 Sundance Film Festival. KILL YOUR DARLINGS is his first feature film as a director.

131

regia/director John Krokidas sceneggiatura/screenplay Austin Bunn John Krokidas fotografia/director of photography Reed Morano montaggio/editor Brian A. Kates scenografia/production designer Stephen H. Carter costumi/costume designer Christopher Peterson suono/sound Warren Shaw musica/music Nico Muhly interpreti/leading players Daniel Radcliffe (Allen Ginsberg) Dane DeHaan (Lucien Carr) Michael C. Hall (David Kammerer) Ben Foster (William Burroughs) Jack Huston (Jack Kerouac) Jennifer Jason Leigh (Naomi Ginsberg)


Tarzan Germania/Germany, 2013 L’imprenditore John Greystoke si reca in Africa con la moglie e il figlioletto alla ricerca di un prezioso minerale e crede di averlo trovato in una misteriosa grotta. Scoppia un temporale e i tre tornano all’elicottero per lasciare la giungla, ma invano. Un branco di gorilla trova il relitto e un solo sopravvissuto, il figlio di Greystoke, che cresce nella giungla e diventa un giovane indipendente e forte, da tutti chiamato Tarzan. Passano dieci anni prima che Tarzan incontri un altro essere umano, la bella e audace Jane Porter.

132

teaser

Entrepreneur John Greystoke travels with his wife and their little son to Africa in search of a valuable mineral. In a mysterious cave he thinks he has found it. As a violent storm erupts, he and his family rush back to the helicopter to leave the jungle, but don’t make it far. A band of gorillas finds the wreckage and only one survivor, the child, who grows into a strong and independent young man known as Tarzan. Ten years pass before Tarzan encounters another human, the beautiful and intrepid Jane Porter. Reinhard Klooss Studia Letteratura Comparata a Marburg e Londra, prima di fare lo sceneggiatore freelance per radio, stampa e tv. Nel 1986 inizia a lavorare per il cinema. Ha prodotto più di 20 film, tra cui COMEDIAN HARMONISTS (1997), IL TRIONFO DELL’AMORE (2001), BUFFALO SOLDIERS (2002). Ha diretto insieme a Holger Tappe i film d’animazione computerizzata IMPY E IL MISTERO DELL’ISOLA MAGICA (2006), IMPY SUPERSTAR MISSIONE LUNAPARK (2008), ANIMALS UNITED 3D (2010).

Reinhard Klooss He studied Comparative Literature in Marburg and London before he worked as a freelance writer for radio, print and TV media. In 1986 he entered the film industry. He has produced over 20 movies, including COMEDIAN HARMONISTS (1997), THE TRIUMPH OF LOVE (2001), BUFFALO SOLDIERS (2002). He directed along with Holger Tappe the CGE animation movies IMPY’S ISLAND (2006), IMPY’S WONDERLAND (2008), ANIMALS UNITED (2010).

regia/director Reinhard Klooss sceneggiatura/screenplay Reinhard Klooss Jessica Postigo Yoni Brenner tratto dai libri di/based on the books by Edgar Rice Burroughs fotografia/director of photography Markus Eckert montaggio/editor Alexander Dittner musica/music David Newman interpreti/leading players Kellan Lutz (Tarzan) Spencer Locke (Jane Porter) Anton Zetterholm (Tarzan da ragazzo/ Tarzan teen) Mark Deklin (John Greystoke) Trevor St. John (William Clayton) Jaime Ray Newman (Alice)

prodotto da/produced by Reinhard Klooss Robert Kulzer produzione/production Constantin Film Produktion info@constantin-film.de www.constantin-film.de distribuzione internazionale/world sales Summit Entertainment Group www.summit-ent.com distribuzione italiana/italian distribution festival contact Medusa Film info@medusa.it www.medusa.it


..

Violetta xxxx xxxx xxxxxxx

xxxxxx

xxxxxx

133

xxxxxxxx


LA CANTATA DEI PASTORI Italia/Italy, 2012, 50’ Giudea, Anno Zero. Lo scrivano napoletano Razzullo, assoldato dall’imperatore Augusto per censire gli abitanti dell’Impero, incontra il compaesano Sarchiapone, barbiere e violinista in fuga da Napoli. Nel corso delle loro avventure, incontrano Maria e Giuseppe in viaggio verso Betlemme alla ricerca di un posto dove far nascere Gesù. Ma Plutone, signore degli inferi, vuole impedire la nascita ed è sulle tracce della Sacra Famiglia, aiutato da quattro diavoletti e ostacolato dalla Sibilla Cumana. Razzullo e Sarchiapone aiuteranno Maria e Giuseppe a far nascere il loro Bimbo.

134

teaser

Judea, Year Zero. The scribe Razzullo, hired by the Emperor to take the census of the Empire, meets Sarchiapone, barber and violinist on the run from Naples. They meet Mary and Joseph travelling to Bethlehem in search of a place to wait for the birth of Jesus. But Pluto, lord of dead, wants to prevent the birth and is on the trail of the Holy Family, helped by four little devils and thwarted by the Cumaean Sibyl. Razzullo and Sarchiapone will help Mary and Joseph to give birth to their Child. Nicola Barile Nicola Barile è titolare della Tilapia, azienda campana che opera nei settori dell’audiovisivo, dell’editoria e della comunicazione d’impresa. L’attività nei cartoons l’ha portato a specializzarsi nella realizzazione di format educational. Ha diretto i cartoni animati TIMOTHY PEABODY: MISSIONE T-REX (vincitore del Premio Massimo Troisi) e LA CANTATA DEI PASTORI. È giornalista pubblicista, autore di testi teatrali e libri illustrati per l’infanzia. È stato annoverato tra i pionieri della fiction online in Italia.

Nicola Barile Nicola Barile holds Tilapia, a company situated in Campania that works in audiovisual, publishing and business communications fields. The cartoons activity made him specialize in the production of educational format. He directed the cartoons TIMOTHY PEABODY: MISSION T-REX (winner of the Massimo Troisi Prize) and LA CANTATA DEI PASTORI. He’s also a registered journalist, author of plays and books for children. He is considered one of the pioneers of online fiction in Italy.

regia/director Nicola Barile direzione artistica/art direction Daniele Bigliardo Cecilia Latella Amerigo Pinelli fotografia/directors of photography Antonio Funaro Sergio Chimenti direzione dell’animazione/animation director Antonio Funaro musica/music Antonio Fresa Luigi Scialdone

prodotto da/produced by Luciano Stella (MAD Entertainment) Sonia Farnesi, Erica Pellegrini (Rai) produzione/production MAD Entertainment Srl Rai festival contact MAD Entertainment Srl info@madinnaples.com www.madinnaples.com


Masterclass cortometraggi short films

Father Gaspé Copper The giant Le livre des morts Ninja & soldier Raffael’s way The siege Tierra fértil


FATHER Bulgaria, Croatia, Germany, 2012

regia/director I. Bogdanov, V. Popovic, M. Mayerhofer, A. Petrov, R. Raleva, D. Yagodin festival contact Bonobostudio - vanja@bonobostudio.hr

Quando hai fatto l’ultima chiacchierata con tuo padre? Gli parlerai mai delle cose che ti hanno fatto soffrire? When did you last talk with your father? Will you ever ask him about those things that hurt you?

GASPE COPPER Canada, 2013

regia/director - festival contact Alexis Fortier Gauthier alexisfortiergauthier@hotmail.com

Murdochville, 1957. Una famiglia è costretta a trasferirsi. Il padre minatore, a causa di un lungo sciopero alla miniera, ha dovuto trovare un nuovo lavoro in città. Murdochville,1957. A family is forced to move, as the father, pained by a long miners’ strike, finds a new job in the city.

THE GIANT Spain, 2012

regia/director Julio Vanzeler, Luis Da Matta Almeida festival contact Marvin & Wayne - fest@marvinwayne.com

137

Un gigante porta una bambina nel cuore. Il suo cuore è come una grande finestra da dove la bambina scopre e capisce il mondo in cui viviamo. A giant carries a little girl in his heart. His heart is like a large window from where the little girl discovers and understands the world where we live.


LE LIVRE DES MORTS France, 2013

regia/director Alain Escalle festival contact Autour de minuit - festivals@autourdeminuit.com

Tra le macerie di una città orientale, Micha è sopraffatto dai fantasmi e dalle nebulose visioni del passato. In the rubble of an Eastern town, Micha is overcome with ghosts from the past and hazy visions.

NINJA & SOLDIER Japan, 2012

regia/director Isamu Hirabayashi festival contact Bravo Film - fukuro@bravofilm.jp

Un dialogo infantile tra due bambini, una competizione verbale. Ken è un ninja. Nito è un bambino soldato del Congo. L’ingenuità a confronto con una realtà raccapricciante.

masterclass

Two boys are competing with one another in a child-like dialog. Ken is a ninja. Nito is a child soldier from the Congo. Naive meets gruesome reality.

RAFFAEL’S WAY Italy. Spain, 2013

138

Raffael ha 13 anni e vive in una periferia di Napoli. Insieme al suo amico Adama, vende sigarette ad un angolo della strada. Raffael aspetta con ansia che sua madre ritorni. Nell’attesa disegna una casa, con giardino. Raffael (13) lives in a suburb of Naples. Along with his friend Adama, he sells cigarettes at a street corner. The two friends are set to play at the annual festival of their village. Raffael is eagerly awaiting his mother’s return.

regia/director Alessandro Falco festival contact Unisono produzioni - unisonoproduzioni@gmail.com


TIERRA FERTIL Italy, 2012 Guillermo, 11 anni, passa le giornate a giocare con i suoi amici. Un giorno, nel bosco, trovano un uomo morente, la sua uniforme mostra che appartiene ad un gruppo di guerriglieri.

regia/director Daniel Meja festival contact Centro Sperimentale di cinematografia b.dante@cscproduction.it

11-year-old Guillermo spends his days playing with his friends. One day, in the forest, they find a dying man, his uniform shows that he belongs to an illegal army group.

THE SIEGE Canada, 2013

regia/director Olivier LabontĂŠ-Lemoyne festival contact La Distributrice - dankaro@ladistributrice.ca

Antoine, un adolescente, si nasconde per ore all’interno del suo liceo. Maxime, uno dei suoi compagni di scuola, lo sta aspetta fuori e ha cattive intenzioni.

139

Antoine, a young teenager, is hiding after hours inside his high school. Maxime, one of his schoolmates, is waiting for him outside with harmful intentions.


Parental Control


AS WHITE AS MILK, AS RED AS BLOOD - BIANCA COME IL LATTE, ROSSA COME IL SANGUE Italia/Italy, 2013, 1:1.85, 102’

regia/director Giacomo Campiotti produzione/production Lux Vide distribuzione italiana/italian distribution 01 Distribution

Leo ha 16 anni. Per lui la vita ha solo due colori: Bianco e Rosso. Il Bianco è il colore del vuoto, del silenzio, della noia. Il Rosso è il colore dei capelli di Beatrice, la ragazza di cui è innamorato, anche se lei ancora non lo sa. Quando trova il coraggio di avvicinarsi alla ragazza, Leo scopre che Beatrice sta vivendo un grande dolore. Leo is 16 year-old. For him, life has only two colours: White or Red. White is the colour of absence, silence, boredom. Red is the colour of Beatrice’s hair, the girl he loves, although she doesn’t know it yet. When Leo finds the courage to approach her, he discovers that Beatrice is living a great pain.

BEASTS OF THE SOUTHERN WILD - RE DELLA TERRA SELVAGGIA USA, 2012, 1:1.85, 92’

regia/director Benh Zeitlin distribuzione italiana/italian distribution festival contact Satine Film Bolero Film

Hushpuppy, 6 anni, vive con il padre Wink in una comunità detta la Grande Vasca, una zona paludosa nel Sud degli USA. Quando Wink si ammala, gli equilibri naturali si infrangono, e arrivano gli Aurochs, misteriose creature preistoriche. Hushpuppy, tentando di sopravvivere, si mette alla ricerca della madre perduta. Hushpuppy, 6 year-old, lives with her father Wink in the Bathtub, a Southern Delta community. When Wink contracts an illness, nature flies out of whack, unleashing an army of prehistoric creatures, the Aurochs. Hushpuppy will try to survive and go in search of her lost mother.

Napoli. Un ragazzo e una ragazza si trovano in un enorme edificio abbandonato. Lei, Veronica, la prigioniera, ha fatto uno sgarbo al capo camorra del quartiere ed è rinchiusa in attesa di punizione. Lui, Salvatore, il carceriere, non ha niente a che fare con la camorra, ma è costretto a sorvegliare la ragazza. Naples. A girl and a boy in a huge abandoned building. She, Veronica, has snubbed the camorra boss in her neighbourhood and has been locked up waiting for her punishment. He, Salvatore, has nothing to do with the camorra, but they have forced him to play the gaoler.

regia/director Leonardo Di Costanzo produzione/production tempesta srl distribuzione italiana/italian distribution Cinecittà Luce

141

THE INTERVAL - L’INTERVALLO Italia-Svizzera-Germania/Italy-Switzerland-Germany, 2012, 1:1.85, 90’


THE MONGREL - RAZZABASTARDA Italia/Italy, 2012, 1:2.35, 106’ Roman, rumeno emigrato in Italia più di 30 anni fa, non è riuscito a districarsi dallo spaccio di droga e dalla delinquenza, ma ha ancora un sogno: dare a suo figlio Nicu, che ha cresciuto senza madre, una vita diversa e migliore. Roman is a Romanian immigrant who came to Italy more than 30 years ago. He can’t extricate himself from the cycle of drug dealing and the thugs he thinks are his friends. But Roman has a dream: to provide his son Nicu, who he’s raised without a mother, a chance at a better life.

THE PERKS OF BEING A WALLFLOWER - NOI SIAMO INFINITO USA, 2012, 1:1.85, 103’

regia/director Stephen Chbosky produzione/production Mr. Mudd Production distribuzione italiana/italian distribution M2 Pictures

142

parental control

1991. Charlie, intelligente ma timido e insicuro, è preso sotto l’ala protettiva di due studenti dell’ultimo anno, la bella Sam e il suo fratellastro Patrick, e vive così le sue prime esperienze da adolescente. Ma il suo doloroso passato, segnato dal suicidio dell’amico Michael e dalla morte di una zia, lo tormenta. 1991. Charlie is a clever but shy boy. One day a pair of seniors takes him under their wing. Beautiful Sam and her stepbrother Patrick shepherd Charlie through his first experiences as a teenager. But the pain of Charlie’s past, which includes his best friend’s suicide and the death of an aunt, torments him.

STEEL - ACCIAIO Italia/Italy, 2012, 95’ Di qua l’acciaieria, che lavora 24 ore al giorno. Di là l’isola d’Elba. In mezzo, Anna e Francesca, piccole ma già grandi, un’amicizia potente quanto l’amore. Lo stesso amore che tiene in piedi Alessio, fratello di Anna, operaio, che si ostina a pensare al sogno della sua vita, Elena, l’unica ragazza che non può avere. Here, the steel worker works 24 hours a day. There, the island of Elba. In the middle, Anna and Francesca, young but already old, have a friendship as special as love itself. The same love keeps Alessio, Anna’s brother, going. A factory worker, the only girl he wants is Elena, the girl he cannot have.

regia/director Stefano Mordini produzione/production Palomar distribuzione italiana/italian distribution Bolero Film


WADJDA - LA BICICLETTA VERDE Arabia Saudita-Germania/Saudi Arabia-Germany, 2012, 97’

regia/director Haifaa Al-Mansour produzione/production Razor Film distribuzione italiana/italian distribution Academy Two

Wadjda, 10 anni, abita a Riad, la capitale dell’Arabia Saudita. Dopo una lite con l’amico Abdullah, Wadjda vede una bicicletta verde in vendita e la chiede alla madre, che gliela rifiuta, poiché la società in cui vivono considera le biciclette un pericolo per la virtù delle ragazze. Wadjda decide così di cercare i soldi per comprarla.

143

Wadjda, 10 year-old, lives in Riyadh, the capital of Saudi Arabia. After a fight with her friend Abdullah, she sees a green bicycle for sale. She wants it, but her mother won’t allow it because their society sees bicycles as dangerous to a girl’s virtue. Wadjda decides to try and raise the money herself.


GFF Productions


ALE OH OH - LA VITTORIA Più BELLA Italia/Italy, 2013, 18’

regia/director Luca Apolito Realizzato in collaborazione con ELI EDIZIONI e la Scuola Elementare Statale di Sabaudia (LT)

Il TORNEO DEI QUARTIERI sta per iniziare ma diversi problemi si presentano ai ragazzi di Via del Porto: Giorgio, il portiere, si è infortunato e Luca, l’attaccante di punta, è messo in punizione dai genitori. Grazie ai nuovi innesti Sara e Ivan riusciranno a raggiungere la finale contro i rivali di sempre, i Red Devils. The DISTRICT TOURNAMENT is about to begin, but several problems present themselves to the guys at Via del Porto: Giorgio, the goalkeeper was injured to a leg, and Luca, the goleador has put in punishment by his parents. Thanks to the new player Sara and Ivan they can still achieve the final against arch-rivals, the Red Devils.

IL FANTASMA DI CANTERVILLE Italia/Italy, 2013, 18’

regia/director Manlio Castagna Realizzato in collaborazione con ELI EDIZIONI e la Scuola Elementare Della Valle di Casette D’Ete (Sant’Elpidio a Mare)

Un classico della letteratura inglese rivisitato attraverso l’interpretazione di giovani attori. Sei ragazzini vincono, come premio scolastico, una gita a Canterville e al suo misterioso castello. Un fantasma inizialmente li terrorizzerà, ma forse quel che cerca è solo un po’ di pace... A Classic of English Literature revisited through the interpretation of young actors. Six kids win, as school prize, a trip to Canterville and its mysterious castle. A ghost initially terrify them, but maybe he is just looking for a bit of peace ...

Marta e Giulia sono due ragazze che si trovano a vivere contemporaneamente il dramma di una gravidanza indesiderata. La prima ha una famiglia molto religiosa, mentre Giulia non ha un padre e il ragazzo responsabile della sua gravidanza non ne vuole sapere di questo bambino. Entrambe si trovano di fronte a un bivio e la loro scelta, qualsiasi essa sia, cambierà la loro vita per sempre. Marta and Julia are two girls who are experiencing the drama of an unwanted pregnancy. Marta has a very religious family, while Julia has no father and the guy in charge of her pregnancy doesn’t want to know about this baby. They both find themselves at a crossroads and their choice it will change their lives forever.

regia/director Manlio Castagna e Gianvincenzo Nastasi Realizzato in collaborazione con ARREX LE CUCINE e il Comune di Sacile (PN)

145

SE TU (NON) FOSSI QUI Italia/Italy, 2013, 25’


My Giffoni Premio “Giffoni Experience 2013” al migliore cortometraggio

AUDIENCE AWARD, assegnato dal pubblico on line

Sezione 1 Il custode - The keeper  

Sezione 1 Le simpatiche canaglie - The little rascals

Sezione 2 Il Poeta, una storia d’amore - The poet, a love story

Sezione 2 L’aquila A.D. 2009

Sezione 3 L’atroce caso R. - The grievous R. case

Sezione 3 Diverse esistenze - Differen existences


THE POET, A LOVE STORY

THE GRIEVOUS R. CASE

IL CUSTODE

IL POETA, UNA STORIA D’AMORE

L’ATROCE CASO R.

Italia/Italy, 2011, 12’

Italia/Italy, 2013, 12’

Italia/Italy, 2012, 11’ 57’’

Secondo gli anziani del luogo, è meglio tenersi lontani da quel vecchio castello. Il perfido custode non vuole nessuno al suo interno, specialmente i bambini…

Paolo è diverso, distante dai compagni che lo deridono per la sua eccentricità. È intento nella lettura di Dante. Ama Francesca che lo guarda da lontano, con distacco. Grazie al potere evocativo dell’amore, le pagine del libro prendono vita e conducono Francesca nel mondo di Paolo.

In un prossimo futuro, il Ministero della Coercizione, per opera dell’On. Gambini, mette in circolazione nelle scuole italiane un potente farmaco contro la libertà di pensiero. La terapia sembra funzionare, ma presto le cose peggiorano e, prima della catastrofe, un gruppo di ragazzi si ribella.

According to the local elders, it is better to stay away from that old castle. The evil guardian does not want anyone on the inside, especially the children...

Paolo is different, far from his classmates, who make fun of him for his oddity. He’s reading Dante. He loves Francesca, who looks at him from a distance, with indifference. Thanks to the evocative power of love, the pages of the book come to life and bring her into his world.

In the near future, a powerful medicine against freedom of thought circulates in Italian school by means of Hon. Gambini who works for the Ministry of Coercion. The therapy seems to work, but things get worse soon and, before the catastrophe, a group of young rebels.

regia/directors Marco Di Gerlando - Ludovica Gibelli produzione/production Associazione culturale ZuccherArte - Genova www.zuccherarte.com

regia/director Emanuele Di Silvestro con i ragazzi del corso di cinema “Dentro lo Specchio” produzione/production Scuola secondaria di I grado “A.S. Aosta” Reggio Emilia

regia/director Luca Piermarteri produzione/production Liceo Classico Statale “Ugo Foscolo” Albano Laziale

147

THE KEEPER


THE LITTLE RASCALS

L’AQUILA A.D. 2009

Italia/Italy, 2012, 9’ 59’’

Italia/Italy, 2012, 4’ 43’’

A Pecorara, come in ogni paese, vivono e combinano guai delle SIMPATICHE CANAGLIE. Sulla scia dell’omonima serie degli anni ’30, l’avventura inizia con un guaio: un vaso rotto. I piccoli protagonisti faranno di tutto per risolvere il problema, imparando il valore dell’amicizia.

2009, la terra trema e ingoia senza pietà. Due terremoti, la stessa città, lo stesso terrore, la stessa distruzione. L’Aquila ferita trova la forza di rialzarsi: “Insieme ce la possiamo fare! Ricostruiamo la nostra città!”.

Marco Leone, ragazzo omosessuale, è costantemente ridicolizzato da alcuni bulli; l’unica amica che lo sostiene e lo accetta è Laura. Lei frequenterà nuovi amici, tra cui i bulli, e Marco, solo e stanco della sua dolorosa vita, preferisce morire.

In Pecorara, as in every village, LITTLE RASCALS live and get into trouble. On the track of the homonymous TV series of the Thirties, the adventure begins with a mess: a broken vase. The little protagonists will do everything they can in order to solve the problem, learning the value of the friendship.

2009, the earth trembles and swallows everything with no mercy. Two earthquakes, the same city, the same terror, the same destruction. The city of L’Aquila is wounded but finds the strength to rise again: “ We can make it together! Let’s rebuild our town!”.

Marco Leone, a homosexual boy, is constantly ridiculed by some bullies; Laura is the only friend who supports and accepts him. She will hang out with some new friends, including the bullies, and Mark, alone and tired of his painful life, chooses to die.

regia/director Paola Trivelloni produzione/production Istituto Comprensivo “Don Milani” Pizzoli (L’Aquila)

regia/director Salvatore Bonaffini produzione/production Istituto Superiore Valli Barcellona Pozzo di Gotto (Messina)

148

My Giffoni

LE SIMPATICHE CANAGLIE

regia/director Ins. Andrea Braga produzione/production Scuola Primaria di Pecorara

DIFFERENT EXISTENCES

DIVERSE ESISTENZE

Italia/Italy, 2013, 12’


Italian Cinema Forever Young

BABYLON FAST FOOD Italy, 2011, 13’41” Mamadu, un ragazzo nato in Italia da genitori senegalesi, combatte ogni giorno la sua personale battaglia per essere riconosciuto come cittadino italiano. Eppure né gli immigrati di prima generazione, né la sua anziana padrona di casa vogliono aiutarlo.

Mamadu, a boy born in Italy by Senegalese parents, fights daily with his own personal battle to be recognized as an Italian citizen. Yet neither first generation immigrants or his old landlady want to help him.

regia/director festival contact Alessandro Valori alessandrovalori@hotmail.com


forever young 150

BETTER TO SHUT UP Italy, 2013, 15’

DAVID’S TOUR Italy, 2012, 11’

DREAMING APECAR Italy, 2013, 20’

Tradimento: dirlo o non in nome dell’amicizia? Le cose si complicano quando c’è un matrimonio di mezzo. Tra onestà, interessi e soprattutto un sacco di invidia, il cortometraggio analizza il tutto con cinica ironia i comportamenti di un gruppo di amiche sulla trentina il giorno del matrimonio di uno di loro.

David, una guida turistica, conduce i suoi fedeli turisti in una bizzarra e surreale escursione a Roma, visitando i luoghi più famosi della città nei quali si è consumata la sua tormentata storia d’amore.

Non è semplice avere a che fare con il vecchio Gheorghe, burbero anziano rumeno portato in Italia dal figlio per essere meglio assistito. Bloccato su una sedia a rotelle, ha fatto fuggire tutte le badanti

Cheating: say it or not in the name of friendship? Things get complicated when there is a wedding. Between honesty, interests and especially a lot of envy, the short film analyzes it all with cynical irony the behaviors of a group of thirtyish friends during the wedding day of one of them.

David, a city tour guide, leads his faithful tourists into a bizarre and surreal excursion through Rome and its famous landmarks that have witnessed the reasons for his broken heart.

It is not easy to have to deal with the old Gheorghe, Romanian grumpy old man brought in Italy by his son. Gheorge stuck on a wheelchair, forces all the caregivers to escape.

regia/director festival contact Elena Bouryka betteryoushutup@gmail.com

regia/director festival contact Nicola Sersale nicola.sersale@lfs-students.org.uk

regia/director festival contact Dario Samuele Leone ledari@libero.it


MARGERITA Italy, 2012, 15

ZINÌ AND AMÌ Italy, 2012, 5’

Uno scrittore e il suo nuovo libro; una giovane madre, abbandonata dal marito, vive alla soglia della povertà; un vecchio reduce rapina una gioielleria per recuperare un prezioso accendino d’oro, ultimo regalo fattogli dal fratello morto.

Efrem, giovane rom e abile borseggiatore, affronta il suo primo furto in appartamento. Un’esperienza che gli cambierà la vita.

Una storia d’amore tecnologica, tra un ragazzo (Zinì) e un androide (Amì), come tutte le storie d’amore ha le sue difficoltà e come tutti i rapporti con la tecnologia ha le sue complicazioni. Il dramma per Zinì è che i due problemi coincidono.

A writer and his new book; a young mother, abandoned by her husband, who lives on the threshold of poverty; an old veteran who robs a jewelry to retrieve a precious gold lighter, last gift of his dead brother.

Efrem, young Roma and skilled pickpocket, faces his first burglary. An experience that will change his life.

A technological love story, between a boy (Zinì) and an android (Amì), like all love stories has its difficulties and like all relationships with technology has its complications. The drama for Zini is that the two problems overlap.

regia/director Maurizio Ravallese festival contact Nuova Renato Film m.ravallese @gmail.it

regia/director Alessandro Grande festival contact Pi.Sa. Film festival@margerita.it

regia/director Pierluca Di Pasquale festival contact Premio Solinas info@premiosolinas.it

151

MIRACLE IN THE SUBURBS Italy, 2012, 14’


FACE Stefan Sidovski, 2011

Una bambina si sente fuori posto a un funerale. Mentre gli adulti in lutto se ne stanno accanto alla tomba con facce truci, la bambina fugge via e riceve in dono un palloncino.

Vetka è una vedova di 40 anni, è madre di due figli (Simcho, 14 anni e Bobe, 3 anni) e non ha un lavoro. Suo marito è morto nel periodo di transizione. Lei lava i vetri delle auto e raccogliere roba vecchia dai contenitori della spazzatura con Simcho per cercare di sopravvivere.

A little girl feels out of place at a funeral. While the bereaved adults stand about stiffly with grim faces the little girl runs off and is given a balloon as a gift outside the cemetery.

Vetka is 40 years old widow, mother of two children (14 years old Simcho and 3 years old Bobe), without a job. Her husband died in the late transitional period. She wash windows of cars and collect old stuff from garbage containers with Simcho, hardly finding food for survival.

Out of competition

Focus on Macedonia

BALLOON Marija Apchevska, 2011


THE LITTLE MATCH GIRL Filp Matevski, 2012

VIOLENT YOUTH Marko Gjokovik, 2010

Una calda giornata d’agosto. C’è un camion parcheggiato in strada carico di angurie. A venderle un padre e un figlio. Il figlio - Dime, 15 anni – fissa una ragazza che vive nel quartiere, la quattordicenne Eli.

Il film è basato su La Piccola Fiammiferaia di Hans Christian Andersen: una bambina, orfano e senza casa, invece di mendicare vende fiammiferi per strada.

La storia si svolge negli anni novanta anni, un periodo di transizione per la Macedonia. Il personaggio principale è un ragazzo che rappresenta tutti i giovani alienati e dimenticati.

It is a hot day in August. There is a truck parked in the street with watermelons for sale. A father and his son are selling the watermelons. The son, 15-year-old Dime, glares at a girl who lives here, the 14-year-old Eli.

The film is based on the story “The little girl with the matches” by Hans Christian-Andersen. The main character in the story is a little girl, a homeless orphan who instead of begging is selling matches on the side of the street.

The story takes place in the Nineties years, a period of transition in Macedonia. The main character is a young boy who represent all the alienated and forgotten young people.

153

GLOW Tomislav Aleksov, 2011


Les Films du Nord & La BoĂŽte,... Productions - Out of competition

Focus on French-Belgian coproduction

154

Bonhommes - Cecilia Marreiros Marum, 2004 Un giorno, un bambino di 5 anni, decide di creare il suo pupazzo di neve. Si dedica al lavoro con energia e speranza. DovrĂ  essere forte e coraggioso per difendere il pupazzo dal cattivo tempo. A day, a five years old little boy decides to create his snowman. He puts on this work all this energy and specially much of hope. The creator will need to be a proud and inventive knight to protect his snowman from bad weather.

Rumours - Frits Standaert, 2011 Nella calma della giungla, un improvviso rumore spaventa gli animali creando il panico; man mano che il rumore aumenta, il loro comportamento diventa sempre piĂš irrazionale.

In the calm of the jungle, an unusual noise scares the animals who panic one after the other; as the rumour spreads, their behaviour becomes increasingly irrational.


Les Fables en délire, 1re partie La poule, le loup et l’éléphant Fabrice Luang-Vija, 2003, La poule, le renard et l’éléphant Fabrice Luang-Vija, 2003 La poule, le loup et le lion Fabrice Luang-Vija, 2003 Les Fables en délire, 2e partie Le cochon, la loup et l’éléphant Fabrice Luang-Vija, 2004 La poule, le renard et le lion Fabrice Luang-Vija, 2004 Le cochon, le renard et l’éléphant. Fabrice Luang-Vija, 2004 La Poule, l’Eléphant et le Serpent Fabrice Luang-Vija, 2012

Take three animals, in the farm, in the forest and in the jungle. Put them together, although the meeting seems improbable. And you’ll have the moral of the tale.

155

Prendete tre animali, nella fattoria, nella foresta e nella giungla. Metteteli insieme, anche se l’incontro sembra improbabile. E avrete la morale della favola.


Out of competition

Obiettivo Alluminio

156

CIAL – Consorzio Nazionale per il Riciclo dell’Alluminio, è Official Partner del Giffoni Film Festival da oltre 10 anni. Tra le diverse attività messe in campo negli anni, tutte finalizzate alla promozione delle tematiche ambientali e dello sviluppo sostenibile, “Obiettivo Alluminio - Movie Experience” rappresenta di sicuro quella più nota ed importante. Giunto alla sua sesta edizione, il concorso si rivolge a tutti gli studenti delle scuole superiori italiane, chiamati a realizzare un video - interamente prodotto da loro, dallo storyboard al montaggio - che racconti l’alluminio e il valore del suo riciclo. Quest’anno i video giunti alla segreteria organizzativa sono stati 368. Soltanto 10, però, hanno vinto la possibilità di essere presentati al Festiva e i loro autori fanno parte della giuria ufficiale nelle sezioni +16 e +18. CIAL – Consorzio Nazionale per il Riciclo dell’Alluminio (National Consortium for Aluminum recycling) has been Official Partner of Giffoni Film Festival since 10 years.  CIAL has always promoted creative activities on environment and sustainable development. The last initiative named “Obiettivo Alluminio – Movie Experience” is the most important one for sure. In occasion of its 6th edition, CIAL has announced a competition for high school students, consisting in making videos which talk about the importance of aluminum recycling. This year 10 video, selected before, will be screened during Giffoni Film Festival and those video makers will be members of the +16 and +18 official jury.


L’ALLUMINIO VIVO

ALUMINIUM SOUND

La hit tormentone dell’ultimo anno “Gangnam Style” diventa un inno al riciclo, divertentissimo e super colorato.

Un ottimo lavoro di grafica 3D per raccontare come gli oggetti in alluminio, una volta buttati via, possono tornare alla vita grazie alla raccolta differenziata e al riciclo.

Il suono dell’alluminio è inconfondibile e se il musicista riesce a moltiplicare se stesso per rendere più forte il messaggio ambientale legato al riciclo, l’effetto è strabiliante.

The last year smash hit “Gangnam Style” becomes a funny and colorful tribute to recycling.

A 3D video which explains that aluminum things, once thrown away, can be used again thanks to recycling and separate collection of waste.

Aluminum sound is unique and a musician can make the environmental issue more captivating.

di/by Petra Errico Istituto Enrico Mattei di Fossalta di Piave - Venezia

di/by Samuele Pino Liceo Galileo Galilei di Spadafora - Messina

di/by Tommaso Di Santo Istituto Leonardo da Vinci - Ripamonti di Como

157

ALLUMINIO STYLE


obiettivo alluminio 158

CI VUOL L’ALLUMINIO

UN ERRORE MOSTRUOSO

MAGICO RICICLO

Una visitazione rock del famoso brano “Ci Vuole un Fiore”, dove è l’alluminio l’elemento necessario per fare ogni cosa.

Gettare una lattina in strada può rivelarsi un’esperienza davvero “mostruosa”.

La città di Matera, con la sua magia, diventa il set perfetto per una storia che racconta il riciclo dell’alluminio attraverso un percorso poetico e al tempo stesso neorealista.

A rock version of the famous track “Ci vuole un fiore”, where aluminum is the essential element to do anything.

Throwing a can in the streets could turn out to be very bad action.

Matera city becomes the perfect set for a story which deals with aluminum recycling through a poetic and neorealistic representation.

di/by Lorenzo Arrigoni Liceo Giulio Natta di Bergamo

di/by Domenico Belilacqua Liceo V. Vecchi di Trani

di/by Vittoria Elena Simone Liceo Artistico Carlo Levi di Matera


RECYCLE FOR THE FUTURE

UNA STORIA INFINITA

Cosa fare se ancora c’è qualcuno che non differenziata i rifiuti e si mostra distratto e poco attento all’ambiente? Facile, basta far intervenire il paladino del riciclo: l’Orso Salvambiente.

In ogni Nazione del mondo l’alluminio viene usato in maniera diversa, a seconda degli usi e della cultura del luogo. C’è però un elemento che accomuna tutti: la volontà di non sprecarlo ma di riuscire a riciclarlo del tutto.

L’Alluminio si trasforma, continuamente. Un materiale malleabile e moderno che si presta alle rappresentazioni più attraenti e allo stesso tempo più sostenibili.

What can you do if there’s someone who doesn’t contributes to separate collection of waste and is little respectful to environment? It’s easy! It’s sufficient to call the recycling defender: the environment rescuer bear!

In every country of the world, aluminum is used in many different ways. However, they have one thing in common: the willing not to waste it but to recycle it at all.

Aluminum is a modern and malleable metal and steadily changes.

di/by Giuseppe Semeraro Liceo Don Quirico Punti di Cisternino - Brindisi

di/by Sylvie Contoz Istituto d’Arte di Aosta

di/by Gemma di Petrillo Liceo Alessandro Volta di Colle di Val d’Elsa - Siena

159

L’ORSO SALVAMBIENTE


TG MARCONI xxxxx

160

obiettivo alluminio

E’ il classico telegiornale lo strumento più efficace e diretto per comunicare, con ironia, un messaggio importante: non differenziamo le persone (bianchi/ neri – etero/omosessuali) piuttosto differenziamo i rifiuti.

Traditional newscast to communicate with irony an important message: don’t separate people (black/white, gay/ straight) rather separate waste!

di/by Antonio Buzzanca Liceo Statale Guglielmo Marconi di Pescara

lattinoir


30 e lode Italia/Italy, 2012, 9’

Out of competition

Chiamata alle Arti

In un’aula sta per iniziare una seduta d’esame. Prima però un assistente invita gli studenti ad osservare un minuto di silenzio. In a university a session of examinations is about to begin. First, however, an assistant asks students to observe a minute of silence.

regia/director Salvatore Romano festival contact Loading Production

COSì COME SONO Italy/Italia, 2010, 19’ Una ragazza, due vite, un mondo solo: Paola e i suoi sogni. Nella vita della sedicenne Paola tutto sembra andare storto fino a quando la conoscenza di Andrea, tramite facebook, le mostrerà un’ancora di salvezza. A girl, two lives, one own world: Paola and her dreams. In Paola’s life everything is going wrong until she meets Andrea, on Facebook. Her new friend is going to show her a new life line.

regia/director festival contact Daniele Santonicola santonicoladaniele@ hotmail.it


SUICIDIO ITALIA STORIE DI ESTREMA DIGNITÀ

Italia/Italy, 2009, DVD, 1:2.35, 15’ Un uomo, i suoi amori, le sue illusioni. A man, his loves, his illusions.

regia/director Cristian Patanè festival contact Azteca Produzioni Cinematografiche andreani2005@gmail.com

Il documentario cerca di raccontare l’Italia nella sua evoluzione più recente, attraverso gli occhi di una giovane donna, Eugenia, che si deve confrontare con realtà assai scomode. The documentary tries to tell Italy’s latest evolution, through the eyes of a young woman, Eugenia, who must confront very uncomfortable realities.  

SENZA PAROLE

SULL’IMMAGINE

Italy, 2013

Trailer, Italiy, 2013

Il protagonista dello spettacolo, del quale vedremo un brano, è un Mimo (interpretato da Gennaro Di Micco) che comunica attraverso la musicalità del linguaggio dei gesti.

Matthew è un giovane attore inglese di passaggio da Napoli. Si sta preparando per un provino importante. È un bravo attore, ma sta attraverso una forte crisi esistenziale. 

The protagonist of the show, which will see a track, is a mime (played by Gennaro Di Micco) that communicates through the musicality of the language of gestures.

Matthew is a young British actor who some days in Naples. He’s preparing an important audition. He’s a good actor, but it is through a strong existential crisis.

regia/director festival contact Mariagrazia Riccardi riccardi.mariagrazia@libero.it

regia/director Filippo Soldi producer Alessandro Tartaglia Polcini

163

LE NOTTI BIANCHE

regia/director Cristian Patanè festival contact Monica Merola


Entertainment Altolivello  Brasiliando Burattini Bus Stop Carciofina e il Campo Gustossissimo Gustoso Carillon Musicale Il carretto dei sogni Casa dolce casa La cicala e la formica Cigarini Puppet Show Concerto Il cuoco Pasticciotto

 Effetto caffeina Equilibrium Tremens Fekat Circus I Fenomeni Funny  Moments Hope ! hope ! hoplà !!! La luna e il topolino Malaparata I musicanti di Brema Nanirossi Show Nasorosso On Air Pastrocchio ed i colori della

differenziata Robin Bull Santerè Brasil Show SciSciò Show Sconcerto D’Amore Storie di Pulcinella Storie di sabbia Strip Fighters-Boxe Clowndestina Tra le Nuvole Triciclò L’unguento miracoloso Voglio la Luna!


ALTOLIVELLO

BRASILIANDO

Uno spettacolo senza parole che usa la tecnica del trasformismo e dell’illusionismo su trampoli. Viene presentata una galleria di suggestivi personaggi umani o animali tutti realizzati con semplici trucchi basati sul prolungamento degli arti.

L’unica, entusiasmante e spettacolare rivista brasiliana e sud-americana esistente in Europa, capace di coinvolgere tutti in una serata di musica e di danze con splendidi costumi.

A word lacking show and a spectacle of transformation and illusion on trampolines that makes a grand impact visually conducted with a touch of comic and light relief.

The unique, thrilling and spectacular Brazilian and South-American magazine in Europe able to attract people for a special night event with music, dance and gorgeous costumes. Ipanema Show do Brasil www.ipanemashow.it

BURATTINI

BUS STOP

La compagnia mette in scena spettacoli teatrali e commedie che propongono il Teatro di figura come strumento per lo sviluppo della creatività e riflessioni su temi sociali, ricreando atmosfere fantastiche.

Una fermata dell’autobus, una giornata all’apparenza come tante altre, tre personaggi molto diversi tra loro: uno spettacolo divertente ed ironico, in cui la fermata del bus si trasforma nell’arena di un circo, con giocoleria, acrobatica e palo cinese.

The puppet show as a means to promote creativity and propose reflection on social themes, creating fantastic atmospheres.

A bus stop, an apparently normal day, 3 different characters: an ironic and fun show where the bus stop turns into a circus with acrobats, jugglers.x

di Giò Ferraiolo (SA) www.teatroeuropeodiburattini.it

165

Terzostudio – Ponte a Egola (PI) www.terzostudio.it

Acrobatas, Jugglers, Circus actors Five Quartet Trio (Roma) www.fivequartettrio.com


CARCIOFINA E IL CAMPO GUSTOSSISSIMO GUSTOSO

CARILLON MUSICALE

Carciofina, folletto dei campi coltivati, è alla ricerca di nuove gustose ricette. Tirando fuori dalla pentola sogni, fantasie e giochi accompagna i piccoli spettatori alla scoperta del cibo sano e gustoso.

Specialista in carillon giganti. Ogni personaggio è altro 2,50 metri e la performance e arricchita da musiche e piccole sorprese per il pubblico.

Carciofina , elf of cultivated land, searches for new tasty recipes discovering healthy food.

A performance rich in music and interesting surprises for the audience.

166

entertainment

Jeu De Dames - TeatroAssociazione culturale (Ischia)

Vera Vù (Marche) www.statueviventimarche.com/vera-vu/

IL CARRETTO DEI SOGNI

CASA DOLCE CASA

La compagnia nasce dall’incontro dell’attore Orazio Cerino e della disegnatrice Clelia Bove. L’obiettivo è restituire allo spettatore l’idea del sogno, costruendo una porta immaginaria su un mondo magico.

Spettacolo in cui la disciplina acrobatica si mescola con il teatro di figura attraverso l’uso di scenografie che prendono forma davanti agli occhi del pubblico come numeri di magia. Oggetti senza vita e un tocco di comicità trasognata.

The company was founded by actor Orazio Cerino and drawer Clelia Bove. The aim is to give the audience back the idea of dream, creating an imaginary passage into a magic world.

A show which combines acrobatics, puppet theater, magic number and fantastic settings. Compagnia Il carretto dei sogni – teatro Instabile  d’immaginazione (G.V.P.)

KaraKasa Circus www.karakasa.it


LA CICALA E LA FORMICA

CIGARINI PUPPET SHOW

La celebre favola di Esopo “La cicala e la formica” si trasforma in un’avventura colorata e divertente, con una morale meno severa e più solidale.

Alcuni spettatori scelti a caso tra il pubblico vengono trasformati in pupazzi per cantare, ballare e raccontare le loro storie bislacche. Grazie a loro Cigarini mostrerà al pubblico l’antica arte del ventriloquismo.

The well-known Esopo’s fable “The Grasshopper and the Ant” as a colorful, fun and less moralistic representation.

Some selected spectators are turned into puppets and start singing, dancing and telling their own freaky stories. Cigarini shows the ancient art of ventriloquism. Dante Cigarini – ventriloquo www.dantecigarini.it

CONCERTO

IL CUOCO PASTICCIOTTO

Una banda etno-metropolitana itinerante, un gruppo di giovani musicisti colorati che suonano scanzonate partiture e che metteranno in allegro soqquadro le strade del paese.

Spettacolo di educazione alimentare. Il lavapiatti Pasticciotto è convinto di essere un grande cuoco pur non avendo mai cucinato in vita sua. Per evitare la chiusura del ristorante imparerà a cucinare con prodotti freschi, cibi sani e alimenti genuini.

A touring ethno- metropolitan band, a group of young and high-spirited musicians will enliven Giffoni streets.

“La Contrabbanda” Napoli (NA) www.facebook.com/ pages/Contrabbanda-diLuciano-Russo

A nutritional education show. Pasticciotto is a kitchen hand and is convinced to be a good cook, even if he has never cooked before. He learns to cook using fresh and unadulterated ingredients.

167

Accademia perduta – Bagnacavallo (RA) www.accademiaperduta.it

Teatro Dell’Osso (AV) www.teatrodellosso.it


EFFETTO CAFFEINA

EQUILIBRIUM TREMENS

Tazzine volanti,scope danzanti, acrobazie, e un grande cubo dondolante. Uno spettacolo comico e poetico in cui ogni oggetto viene presentato sotto un’altra luce, tutto si trasforma come l’acqua che, messa in una moka, diventa caffè.

Uno spettacolo di equilibrismi e clownerie dal clima surreale in cui si susseguono colpi di scena e trovate inaspettate.

168

entertainment

Flying cups, dancing brooms and a big swinging cube. A comic and poetic show where everything changes, like the water which turns into coffee.

A surreal show of jugglers and acrobats.

Circo Puntino Spettacolo di teatro-circo www.circopuntino. blogspot.it

Marco Borghetti (Milano) www.marcoborghetti. com

FEKAT CIRCUS

I FENOMENI

Si tratta di un viaggio fantastico, dove i numeri circensi di giocoleria, acrobatica e contorsionismo si alternano a danze e musiche tradizionali eseguite dal vivo, disegnando quadri di unicità artistica.

I fenomeni è uno spettacolo di arte di strada che unisce l’acrobatica all’equilibrismo su corda molle, il tutto mescolato sapientemente con la tecnica del clown.

A fantastic journey into the circus world: jugglers, acrobatics, contortionists together with traditional dance and live music.

A street art show which combines acrobatics, thigh rope walkers and clowns. Nomad Adventure (Etiopia) www.fekatcircus.com

I Chicchi d’uva www.ichicchiduva.it


FUNNY  MOMENTS

HOPE! HOPE! HOPLÀ!!!

Una valigia, un personaggio singolare, e tanta voglia di giocare!!! Uno spettacolo di poche parole con un ritmo incalzante, disseminato di gag, improvvisazioni, numeri di giocoleria, magie e manipolazioni d’oggetti!

Un susseguirsi di gag comiche in un crescendo di abilità tecniche e di risate. La musica fa da contrappunto sonoro, raccontando le emozioni e gli scambi tra i due clown giocolieri.

A suitcase, a freaky man and the feel of playing!! A few words show including persistent rhythm, gags, juggling, magic and improvisation.

An escalation of technical abilities, music and laughter with two clownsjugglers’ gags.

LA LUNA E IL TOPOLINO

MALAPARATA

Ma è tutta di formaggio quella bella Luna lassù? Il topolino vorrebbe andare a vedere, ma è così piccino... I suoi amici gli daranno una mano. Uno spettacolo di oggetti a sorpresa e colori, coinvolgimento, musica...

Le strade saranno invase da artisti capaci di far uscire da un baule polli, scopini, missili, spade spara bolle e tanto altro.

Is the moon made of cheese? A mouse would like the check it but it’s so little. However some friends will help it.

Streets will be invaded by artists able to take out from a chest: chicken, brushes, missiles, foam shooting guns, etc. Tiriteri Teatro dell’Invenzione (Modena) www.tiriteri.it

169

I Nipoti di Bernardone produzione de Il teatro del sottosuolo (Carbonia)

Compagnia Duo Alegrè www.alessandroalegria. blogspot.it

Compagnia Sirteta www.compagniasirteta.it


I MUSICANTI DI BREMA

NANIROSSI SHOW

Una versione dei “Musicanti di Brema” fedele alla fiaba dei Grimm, ma reinterpretata con uno stile originale, divertente ed interattivo. I bambini vengono coinvolti fino a diventare essi stessi asini, cani, gatti e galli.

Momenti di acrobatica sono intervallati da virtuosismi di giocoleria con il coinvolgimento del pubblico: due volontari diverranno protagonisti della scena assicurando a tutti grosse risate.

A new “The Town Musicians of Bremen” version, close to the Grimm’s fable, which will be performed following an original, funny and interactive style where kids will be involved.

Jugglers and acrobatics will engage the spectators. Follow the wave of fun!

Compagnia Nanirossi (Verona) www.nanirossi.it

170

entertainment

Teatro Dell’Osso (AV) www.teatrodellosso.it

NASOROSSO

ON AIR

Monsieur Alfred scopre per caso l’esistenza di una fabbrica apparentemente abbandonata, ma che si rivela un mondo fantastico e e man mano che scopre quel posto, comincia a riconoscerlo…

DJ Busker installa la sua radio itinerante portandovi in un universo musicale dove il linguaggio si fonde con la beat box, la giocoleria e l’umorismo. Il DJ manipola i vinili, i cappelli e gli spettatori a un ritmo entusiasmante.

Monsieur Alferd finds out by chance an apparently abandoned factory, which instead turns out to be a fantastic world.

DJ Busker installs his touring radio, leading you into a special universe where music merges with beat box, juggling and humor. Compagnia Il carretto dei sogni – teatro Instabile  d’immaginazione(G.V.P.)

Mondofefé (Belgio) www.mondofefe.com


PASTROCCHIO ED I COLORI DELLA DIFFERENZIATA

ROBIN BULL Nella scuola per aspiranti “Robin Hood” la protagonista, Jane, viene tormentata dalla terribile “Robin Bull”. Per liberarsene avrà bisogno dell’aiuto dei piccoli spettatori, perché i bulli non fanno paura se non siamo soli!

A show which deals with the recycling issue which includes magic, fire, juggling and music bells. Thanks to magic, a can changes into a toy!

Pastrocchio Lab di Giuseppe Foggiano (NA) www.facebook.com/ pastrocchio.lab

At the aspiring “Robin Hood” school, the protagonist Jane is bullied by the terrible “Robin Bull”. To get rid of him, he needs the kids’ help of the audience, because bullies don’t frighten if we aren’t alone!

SANTERÈ BRASIL SHOW

SCISCIÒ SHOW

Spettacolo di samba, percussioni e capoeira: Il gruppo si esibisce in ritmi trascinanti con coreografie scatenate e coinvolgenti. 

Uno spaccato di Varietà con musiche coinvolgenti e performance strabilianti dove il pubblico non smette mai di stupirsi, fantasticare e divertirsi.

Samba, percussion and Capoeira dance.

Associazione Arte e DominioArci – Porto Recanati (MC)

Teatro Dell’Osso (AV) www.teatrodellosso.it

A Variety Show full of captivating music and astonishing performances will amaze the audience.

171

Spettacolo sul tema della raccolta differenziata con magia, fuoco, giocoleria e campanelle musicali. Grazie alla magia una lattina diventerà un giocattolo, ed i colori della raccolta differenziata guideranno una piccola orchestra.

Compagnia Sirteta www.compagniasirteta.it


SCONCERTO D’AMORE

STORIE DI PULCINELLA

Un concerto-spettacolo comico condito di gags, acrobazie aeree, giocolerie musicali e prodezze sonore, in cui una struttura autoportante si trasforma in un’imprevedibile orchestra di strumenti.

Un modo di presentare i canovacci antichi nella loro modernità e universalità alternandoli con altre storie antiche e moderne. Un viaggio insieme nel mondo meraviglioso delle guarattelle.

A comic concert-show rich in gags, aerobatics, music jugglers and a changeable orchestra.

An interesting journey into the amazing “guarattelle” world. A representation of ancient written outlines and other traditional and modern stories. Nando e Maila - Ozzano Emilia www.nandoemaila.it

entertainment

STORIE DI SABBIA

172

STRIP FIGHTERS-BOXE CLOWNDESTINA

Uno spogliarello che diventa una sfida all’ultima risata, un cerchio che si trasforma in ring, un pubblico che scatena la propria tifoseria. Sudati e ridicoli, Jeff e Tony si randellano di mazzate tra le risate degli spettatori.

Il teatro delle favole in dieci brevi racconti. Dalla sabbia, attraverso un suggestivo gioco di mani e pennelli, appaiono,scompaiono, scoloriscono, si trasformano tutte le immagini evocate da ogni storia.

The fable theater and 10 short stories. By using sand paint brushes and hands, there will be impressive storytelling through images evoked by each story.

di e con Bruno Leone I Teatrini (NA) www.iteatrini.it

Di e con Ciro Girardi e Licio Esposito (SA)

Jeffy and Tony cudgel each other in the middle of laughing people.

Clown DuoDorant www.duodorant.org


TRA LE NUVOLE

TRICICLÒ

Cinque nuvole rappresentate con ombrelli e veli indossate da altrettanti clown bianchi, passeggiano per le vie accompagnate da musica per carillon l’effetto incanto e la meraviglia si fondono in una parata davvero unica.

Lo spettacolo insegna ai bambini l’importanza di comportamenti corretti e rispettosi dell’ambiente: attraverso dialoghi spiritosi, personaggi divertenti e canzoni dal vivo.

Five clouds carrying umbrellas and voiles walk through the streets followed by music, creating an enchanting parade.

This show teaches kids the importance of plain dealing and of being respectful to the environment. Parata itinerante Baracca dei Buffoni (Arzano)

L’UNGUENTO MIRACOLOSO

VOGLIO LA LUNA!

Uno struzzo parlante annuncia la scoperta del secolo: l’Unguento Miracoloso farà “volare” i papà e le mamme. I bambini scopriranno i magici poteri dei loro genitori, che si trasformeranno in super-eroi.

Fabio riesce a fare una cosa impossibile: catturare la luna e portarla nella sua cameretta. Scoprirà però che il mondo senza luna non è più lo stesso e la lascerà andare, per condividerne la luce con i bambini del pubblico.

An ostrich announces the discovery of the century: the miraculous unguent which turns parents’ kids into superheroes!

Fabio succeeds in capturing the moon and in bringing it in his bedroom. But he understands that the world isn’t the same without the moon. In the end, he decides to leave it go and share its light with kids present during the show

Dante Cigarini - ventriloquo www.dantecigarini.it

173

Teatro Dell’Osso (AV) www.teatrodellosso.it

Teatro Pirata - Jesi www.teatropirata.com


PIRATES OF CARIBBEAN PIRATI DEI CARAIBI The Giffoni Film Festival presents the MARATHON “PIRATES OF CARIBBEAN”. A non-stop screening will show the four episodes of the saga inspired by a famous attraction at Disney parks and focused on the character of Jack Sparrow, played by Johnny Depp: THE CURSE OF THE BLACK PEARL (2003), DEAD MAN’S CHEST (2006), AT WORLD’S END (2007), all directed by Gore Verbinski, and ON STRANGER TIDES (2011), directed by Rob Marshall.

MARATHON MARATONA

Il Giffoni Film Festival presenta la MARATONA “PIRATI DEI CARAIBI”. In una proiezione non stop, saranno presentati i quattro capitoli della saga ispirata a una delle più note attrazioni dei parchi Disney e incentrata sul personaggio di Jack Sparrow, interpretato da Johnny Depp: LA MALEDIZIONE DELLA PRIMA LUNA (2003), LA MALEDIZIONE DEL FORZIERE FANTASMA (2006), AI CONFINI DEL MONDO (2007), tutti e tre diretti da Gore Verbisnki, e OLTRE I CONFINI DEL MARE (2011), diretto da Rob Marshall.


www.fila.it


MARATHON MARATONA

THE ARISTOCATS GLI ARISTOGATTI

USA, 1970, 1:1.37, 78’ La gatta Duchessa e i suoi cuccioli Bizet, Matisse e Minou vivono con Madame Bonfamille, che fa testamento per lasciar loro i suoi beni. Alla loro morte andrà tutto al maggiordomo Edgar, che vuole liberarsi dei gatti e li abbandona in campagna, dove essi incontrano il gatto Romeo.

The cat Duchess and her kittens Berlioz, Toulouse and Marie live with Madame Bonfamille, who settles her will and leaves them her fortune. Upon their deaths, all her goods will revert to her butler Edgar, who plots to eliminate the cats and abandons them in the countryside, where they meet the cat Thomas. regia/director Wolfgang Reitherman festival contact The Walt Disney Company Italia


IL LIBRO DELLA GIUNGLA

USA, 1967, 1:1.33, 78’

MONSTERS, INC. MONSTERS & CO. USA, 2001, 1:1.85, 92’

PETER PAN LE AVVENTURE DI PETER PAN USA, 1953, 1:1.37, 77’

Mowgli, un cucciolo d’uomo, è trovato nella giungla dalla pantera Bagheera e allevato dai lupi. Quando la tigre Shere Khan torna nella giungla, i lupi decidono che Mowgli deve essere portato al villaggio degli umani. Inizia per Mowgli un viaggio che lo porta a conoscere l’orso Baloo.

Mostropoli, città dei mostri. La fonte d’energia è data dalle urla dei bimbi umani spaventati dai mostri della fabbrica Monsters Inc. In realtà i mostri temono i bimbi perché li considerano tossici. Una sera, il campione di spaventi Sulley fa entrare per sbaglio una bimba nel mondo dei mostri.

Londra, una sera ai primi del ’900. Wendy e i suoi due fratellini, Gianni e Michele, ricevono la visita del loro eroe, Peter Pan, e della fatina Trilli, che li portano in volo sull’Isola Che Non C’è, dove non si cresce. Lì incontreranno i Bimbi Perduti e Capitan Uncino, il pirata nemico di Peter Pan.

Mowgli, a man cub, is found in the jungle by black panther Bagheera and raised by wolfs. When tiger Shere Khan returns to the jungle, the wolfs decide that Mowgli must be taken to the man village. During the travel, Mowgli will meet bear Baloo.

Monstropolis, city of monsters. The city’s power is generated by the screams of human kids scared by the monsters of the Monsters, Inc. factory. But monsters actually believe kids are toxic and fear them. One night, the top scarer Sulley accidentally lets in a baby girl into the monster world.

London, a night in the early 1900s. Wendy and her younger brothers John and Michael are visited by their hero, Peter Pan, and the little fairy Tinker Bell, who take them to the island of Never Land, where you don’t grow up. There they will meet the Lost Boys and Captain Hook, the pirate enemy of Peter Pan.

regia/director Wolfgang Reitherman festival contact The Walt Disney Company Italia

regia/director Pete Docter festival contact The Walt Disney Company Italia

regia/directors Clyde Geronimi, Hamilton Luske, Wilfred Jackson festival contact The Walt Disney Company Italia

177

THE JUNGLE BOOK


THE 43rd GIFFONI FILM FESTIVAL BELONGS TO YOU!

... ALL OF US! www.smemoranda.it


MOSTRA D’ARTE CONTEMPORANEA a cura di Salvatore Colantuoni

19/ 28 luglio 2013 Complesso Monumentale San Francesco - Giffoni Valle Piana, Salerno Dalle 10.00 alle 13.00 - dalle 17.00 alle 20.00

• Giustino DE SANTIS • Francesco Saverio FERRARA • Massimiliano GIARA • Stefano IANNI • Danilo MAESTOSI • Pietro MANCINI • Massimiliano MASCOLINI • Giovanna NOIA • Ewa PIETKA • Marco ROMANO • Raffaele RONCA • Stefania SABATINO • Gennaro SCARPETTA • Karen SHAH • Silvia SIMEONE • Zacaria SOLE • Salvatore TROIANO • Gennaro VALLIFUOCO


Hospira...

The world’s leading provider of injectable drugs and infusion technologies


Su HOSPIRA Hospira è un’azienda mondiale di specialità farmaceutiche e sistemi di somministrazione di farmaci dedicata a sviluppare benessere - “Advancing Wellness™” - attraverso le persone giuste ed i prodotti giusti. Quale leader mondiale dei farmaci equivalenti iniettabili, Hospira offre uno tra i più ampi portafoglio prodotti per la terapia intensiva e per l’oncologia, ai quali si aggiungono prodotti per la terapia infusionale integrata e le soluzioni infusionali per la gestione delle terapie. Hospira è anche uno dei principali fornitori di servizi di produzione conto terzi per primarie aziende farmaceutiche e biotecnologiche per lo sviluppo di formulazioni, riempimento e confezionamento di farmaci iniettabili. L’intera gamma dei prodotti Hospira è impiegata in ospedale e nelle strutture destinate alla erogazione di terapie ai pazienti, quali cliniche, servizi di assistenza domiciliare e centri di lungodegenza. Il nome “Hospira” deriva dalle parole ospedale, spirito, ispirazione, e la parola latina spero, che significa sperare. Il nome riflette l’obiettivo primario della società nel mercato e vuole esprimere speranza ed ottimismo, fattori di vitale importanza nel mondo della salute.

HOSPIRA per l’arte La Mostra di arte contemporanea “Forever Young Art” vede la partecipazione di 18 artisti italiani ed internazionali che con le loro opere offrono visioni alternative al tema dell’eterna giovinezza. Gli eventi Giffoni Film Festival e Forever Young Art coinvolgono i giovani in un dialogo tra arte e cinema e promuovono allo stesso tempo un confronto tra diverse generazioni ed esperienze culturali. Il connubio Hospira-Arte continua ancora quest’anno e trova la sua espressione nella 43a edizione del Giffoni Film Festival, contribuendo alla realizzazione della Mostra “Forever Young Art” curata da Salvatore Colantuoni. Con il contributo per il premio “Giffoni per l’arte” e attraverso questa Mostra, Hospira intende offrire al direttore artistico del Festival, al curatore, agli artisti partecipanti e alle centinaia di ragazzi che affolleranno la cittadina di Giffoni Valle Piana, un omaggio per i messaggi positivi che scaturiscono da questa manifestazione.


ArtForeverYoung è un altro importante step in quel cammino di ricerca, di sperimentazione, di traiettorie creative che da anni stiamo portando avanti grazie alla cura sapiente di Salvatore Colantuoni. Mai come quest’anno le 18 opere da lui scelte sembrano volersi spingere oltre la pura interpretazione del tema - PER SEMPRE GIOVANI - per riflettere sul significato stesso che l’opera d’arte assume in un momento storico in cui il Nuovo sembra voler demolire a tutti i costi il retaggio del passato, cancellando a colpi di vita virtuale e iper-tecnologica il corpo reale delle dinamiche sociali. Io vedo in questa tensione tra passato e moderno, vecchio e giovane, tradizione e innovazione la chiave di lettura per avvicinarsi allo straordinario “affresco” che gli artisti - ognuno con il proprio punto di vista e i propri strumenti ermeneutici - ci propongono quest’anno. Sarà affascinante entrare in questo corpus di opere in cui l’arte testimonia come la voglia d’espressione umana resterà un desiderio per sempre giovane. Claudio Gubitosi Direttore Giffoni Experience

Dedico questa mostra ad Andrea Laici, prematuramente scomparso, al suo amore per la vita, per la musica, a coloro che ha amato e lo hanno amato.

Le mostre ospitate all’interno delle edizioni del Giffoni Film Festival sono state - anche grazie alla generosità del Direttore artistico Claudio Gubitosi - occasione di crescita e di confronto con le nuove generazioni. Il tema di quest’anno è stato complesso, poiché era inevitabile il contrasto tra la rappresentazione di valori ed ideali sempre giovani rispetto ad un contesto reale dove è costantemente più presente il tema della caducità. Attraverso le loro opere i 18 artisti raccontano l’evoluzione - soprattutto in un momento storico così complesso - dei linguaggi artistici in relazione al rapporto con gli sviluppi sempre più vertiginosi della società. Interessante il rapporto con il passato - riletto sempre in chiave mitica quando il futuro è lontano o indeterminato - sempre circolare poiché ripropone in forme diverse quei valori eterni che sono scritti nella nostre civiltà. Salvatore Colantuoni


ARTISTI


Giustino DE SANTIS

“Modular dance” acrilico su tela cm 120 x 120 La vita è “campo arato” dove ogni generazione rigira le zolle e le lavora nella sua stagione con spirito FOREVER YOUNG.


Francesco Saverio FERRARA

“Regressus Diaboli” elaborazione digitale di disegno a matita cm 100 x 40 Sentirsi giovani è lo stato d’animo delle cose semplici e di una vita serena. La storia civile e religiosa dei popoli è ricca di esempi negativi che hanno condizionato questo stato di armonia attraverso strumenti repressivi sia fisici che ideologici. Il Regressus Diaboli è il timore di questo ritorno, delle paure che condizionano l’animo e che ostacolano il cammino verso la ricerca della felicità attraverso ideali sempre giovani.


Massimiliano GIARA

“Il tempo del naufrago” terracotta policroma cm 56 x 50 x 25 “…Cantami di questo tempo / l’astio e il malcontento / di chi è sottovento / e non vuol sentir l’odore / di questo motor che ci porta avanti / quasi tutti quanti / maschi , femmine e cantanti / su un tappeto di contanti / nel cielo blu…” Ottocento - Fabrizio De André


Stefano IANNI

“Forever young” tecnica mista cm 60 x 106


Danilo MAESTOSI

“Sempre giovani? Come una bolla” tecnica mista su tavola cm 120 x 80 L’eterna giovinezza è un maledetto imbroglio. Un titolo tossico.


Pietro MANCINI

“Canti elettriciâ€? stampa digitale su foam cm 120 x 45 I Canti elettrici attraversano i campi, le persone, i sogni e le realtĂ , senza porre domande, senza chiedere dati anagrafici.


Massimiliano MASCOLINI

“Ludus adultorum” olio su tela cm 80 x 90 Nell’opera di Mascolini il gruppo di cinque giovani (vortice di un moderno e delirante baccanale) sembra non accusare la gravezza della maturità producendosi in un gioco animato, ambientato in un’agorà immaginaria, dove il canto che accompagna il ludus si eleva esorcizzante contro il transito indomabile dei cicli e delle stagioni della vita.


Giovanna NOIA

“Spoon River Anthology” olio e matita su tela polittico di 9 elementi cm 75 x 55 circa Nella mia ricerca l’infanzia torna spesso, come in quest’opera: solo cercando nei fantasmi, nelle immagini e nelle memorie infantili possiamo rimetterci sulle tracce del nostro daimon, “di questo compagno segreto”, che rappresenta la nostra parte unica e irripetibile, il nostro talento, la nostra missione nel mondo.


Ewa PIETKA

“Infinitezze” olio su tela cm 110 x 140 Infinite le strade che portano al cuore, come una linea continua del nostro respiro. Giovane per sempre nell’ anima vitale.


Marco ROMANO

“Iuvenis” acrilico su plexiglass e legno cm 130 x 120 Spirito di ricerca, curiosità, vitalità, giovinezza, scoperta, amore per la vita, avventura meraviglia dell’anima, passione, viaggio, eterna giovinezza, novità, idea creativa, sole di primavera, alba, nascita… Forever Young


Raffaele RONCA

“Di-segni” incisione su tavola cm 110 x 110 L’arte come maniera di confrontarsi con la realtà attraverso un’interazione reciproca; percezioni, immagini e linguaggi sono artefici del mondo che verrà…..”


Stefania SABATINO

“La Fonte” olio su tela cm 78 x 160 Mani colte nel momento dell’abbeveraggio alla fonte dell’eterna giovinezza. Mani che compiono il gesto di raccogliere l’acqua che scorre e scivola tra le dita. Sorgente ideale e misteriosa che alberga dentro ognuno e che permette di rigenerarsi solo a coloro che riusciranno a raggiungerla, nutrendo la mente e lo spirito e donando nuove energie per percorrere le strade della vita con animo curioso e leggero di un bambino mai sazio!


Gennaro SCARPETTA

“Forever young#1” olio su tela cm 60 x 90 Come in un tempo in cui basta magari chiudere gli occhi, tutto accade durante il pensiero di essere ancora giovani. Un’aria di casa soffia forte da una finestra, vivono e si raccontano storie di giocattoli accumulati, di strade che solo si immaginano, passa un treno sulle nostre teste forse stanche. Sarà presto domani. Un aereo di plastica ci porterà lontano.


Karen SHAH

“Pensiero” olio su tela cm 57 x 150 Passano le stagioni e passano gli anni, il ciclo della vita sempre si rinnova, non l’età. Resteranno i ricordi, i sogni e le proiezioni (progetti) nell’incognito futuro.


Silvia SIMEONE

“WI-FI” acrilico su cartapesta cm 106 x 60 x 65 La società rappresentata dalle mani e dalla scatola per convenzione ci rende adulti tutti uguali e legati per necessità a determinate regole-fili. Forever young significa essere WI-FI, senza quei fili che ci renderebbero tutti uguali.


Zacaria SOLE

“Tempo-in grana-G” tecnopittura meccano-scultorea su profilati di risulta cm 50 x 60 Tempo-in grana-G: ovvero ritrarre nel sembiante acciaio il motore che muove il Tempo, colla soglia del suono lontano dal senno e le ruggini spremute sul disco come fossero i lombi di un bue ad incidere tanto fonda la lastra nel solco. Dalle singole parti che appaiono per loro natura costitutiva quanto di più lontano vi sia dall’immagine che si abbia del movimento in spirito che è l’Arte: Motore eterno.


Salvatore TROIANO

“Solo sole” olio su tela cm 60 x 80 Il sole è appena sorto e l’ansia volgare del fare inizia a percorrere le strade della città. Un uomo anziano, in un vicolo affollato, non chiede, non cerca ma attende... Un raggio di sole gli accarezza il volto e un sorriso gli sorge in viso. La sintesi della vita in un fascio di luce.


Gennaro VALLIFUOCO

foto di Gianni Iannone

“For ever young” olio su tela cm 100 x 90 Questo dipinto, omaggio a Vincent Van Gogh, è il simbolo del cammino della vicenda umana, e nello specifico di quella giovanile. Guidati da simboli propri di ogni cultura essi hanno la capacità di unire la tradizioni antiche e future. Il senso del cammino e della ricerca e’ anche espresso nella scelta alchemica dei colori.


ARTISTI


Agriturismo “La Vecchia Quercia” Via Montevetrano n°4 - 84099 - San Cipriano Picentino tel +39 (0)89 882528 - fax +39 (0)89 882011 www.lavecchiaquercia.it - info@lavecchiaquercia.it


In

orazione con: b a l l co

originale

logo scala arancione

Partners:


GRANDE ANTEPRIMA “MONSTER HIGH 13 DESIDERI” A GIFFONI! La premiere esclusiva avrà luogo all’interno del “Monster High Day”, giornata speciale interamente dedicata ai piccoli fan del brand.

Durante la 43esima edizione del Giffoni Experience un’intera giornata sarà dedicata al mondo Monster High. Domenica 21 Luglio tutti i partecipanti al Festival potranno assistere in anteprima al nuovo film Monster High 13 Desideri, che uscirà in dvd il 16 Ottobre. Protagoniste della pellicola sono le sorelle mannare Clawdeen, altezzosa lupetta grande amante della moda e sua sorella minore Howleen, che ama gli hotdog e detesta essere trattata come una bambina. Nella soffitta della Monster High, Howleen scopre una lampada magica con all’interno un genio capace di esaudire 13 desideri. Ma non sempre tutto ciò che luccica è oro e la nostra eroina si ritroverà vittima di un incantesimo che porterà scompiglio nella Monster High. La partnership tra Giffoni Experience e il brand Mattel Monster High è nata con il concorso “Crea il tuo episodio”: tutti i fan, in una fascia d’età compresa tra i 6 ed i 15 anni, hanno avuto l’occasione di creare una nuova ed appassionante avventura con protagonisti i mostramici preferiti. Le due vincitrici dei concorsi saranno ufficialmente premiate al Festival di Giffoni e le loro creazioni saranno proiettate in sala davanti a tutti gli spettatori! Potranno inoltre prendere parte ad una Cena di Gala esclusiva, in un ambiente a dir poco mostruoso e interamente personalizzato in stile Monster High. Per tutta la durata del Monster High Day verrà allestita un’area trucco in cui le partecipanti al Festival potranno provare i prodotti di Markwins e Nice Group per cambiare il loro look e trasformarsi in perfette “mostramiche”! A disposizione anche postazione gioco dove testare il videogioco di Monster High edito da Bandai Namco Games! Per un divertimento da paura!!


REGRET! - SPIJT! TOUCH OF THE LIGHT - NI GUANG FEI SIANG YOUR BEAUTY IS WORTH NOTHING… - DEINE SCHÖNHEIT IST NICHTS WERT… WINDSTORM - OSTWIND LES APACHES BEFORE SNOWFALL - FØR SNØEN FALLER THE DEFLOWERING OF EVA VAN END - DE ONTMAAGDING VAN EVA VAN END THE GOLDEN CAGE - LA JAULA DE ORO LORE THE PIECES OF ME - DES MORCEAUX DE MOI THE SPECTACULAR NOW ANY DAY NOW BURNOUT - ABGEBRANNT THE GIRL WITH NINE WIGS - HEUTE BIN ICH BLOND IT FELT LIKE LOVE OH BOY - OH BOY 24 ORE A BERLINO THREE DAYS LATER - TRE GIORNI DOPO THE WILD ONES - ELS NENS SALVATGES BUT MILK IS IMPORTANT HOLLOW LAND KALI LE PETIT VAMPIRE THE KITTEN MAMMA MIA TOTO THE WOUND ABC BE WITH ME BEAUTY MARK CHEWING-GUM PENNY DREADFUL TWO OUT OF THREE WHALE VALLEY BOXING CAT IN THE BAG THE CATCH WHERE ARE YOU HIDING? DRESS TO IMPRESS EKO BINZ FEAR OF FLYING GOOSE TROUBLE HEDGEHOGS AND THE CITY INSPECTOR STREET THE LEGEND OF PIZZOCCHERI LOVE AFFAIR WITH SUN MY STRANGE GRANDFATHER A SEA TURTLE STORY

WHERE DO THE WILD BUTTERFLIES GROW? CASPER & EMMA – BEST FRIENDS KARSTEN OG PETRA BLIR BESTEVENNER PORORO: THE RACING ADVENTURE A Horse on the Balcony Das Pferd auf dem Balkon Journey to the Christmas Star Reisen til Julestjernen Niko 2 – Little Brother, Big Trouble - Niko 2: LentäjäveljeksetThe Famous Five 2 - Fünf Freunde I Swan The Pearl V8 - Start Your Engines! - V8 - Du Willst der Beste Sein Bobby The Flame and the cotton ball The Girl from Gori Matilde the Present Shame and glasses BEKAS CLARA AND THE SECRET OF THE BEARS CLARA UND DAS GEHEIMNIS DER BÄREN THE GREEN UMBRELLA CHATR-E SABZ HORIZON BEAUTIFUL MIKE SAYS GOODBYE! DE GROETEN VAN MIKE! RICKY - THREE’S A CROWD - RICKY - NORMAL WAR GESTERN THE STORY OF CINO The child who crossed the mountain LA STORIA DI CINO Il bambino che attraversò la montagna Home In the sea where I was born Rain A real keeper The Snail Pace The Swim Trunks SWIMMING IN AIR WEEKEND DADDY ECHO PLANET ECO PLANET - UN PIANETA DA SALVARE THE LAST GOAL - L’ULTIMO GOAL

dice-index-indice-index-indice-index-indice-index-indice-index-indice-index-indice-index-indice-index-indice-index-indice-index-indice-index-indice-index-indice-index-indice-index-indice-index-indice


MONSTER HIGH: 13 WISHES MONSTER HIGH -13 DESIDERI MONSTERS UNIVERSITY MOOD INDIGO - L’ÉCUME DES JOURS MOOD INDIGO (LA SCHIUMA DEI GIORNI) PERCY JACKSON: SEA OF MONSTERS PERCY JACKSON E GLI DEI DELL’OLIMPO IL MARE DEI MOSTRI THE SMURFS 2 - I PUFFI 2 TEEN BEACH MOVIE TITEUF THE FILM - TITEUF LE FILM Belle & Sebastian- Belle et Sébastien Jurassic Park 3D Justin and the Knights of Valour Justin e i Cavalieri Valorosi Kill Your Darlings - Giovani Ribelli Tarzan Violetta Father Gaspe Copper The Giant Le Livre des morts Ninja & Soldier Tierra Fertil The Siege AS WHITE AS MILK, AS RED AS BLOOD - BIANCA COME IL LATTE, ROSSA COME IL SANGUE BEASTS OF THE SOUTHERN WILD - RE DELLA TERRA SELVAGGIA THE INTERVAL - L’INTERVALLO WADJDA - LA BICICLETTA VERDE THE MONGREL - RAZZABASTARDA THE PERKS OF BEING A WALLFLOWER - NOI SIAMO INFINITO STEEL - ACCIAIO ALE OH OH - LA VITTORIA Più BELLA IL FANTASMA DI CANTERVILLE SE TU (NON) FOSSI QUI

THE KEEPER - IL CUSTODE THE POET, A LOVE STORY - IL POETA, UNA STORIA D’AMORE THE GRIEVOUS R. CASE - L’ATROCE CASO R. THE LITTLE RASCALS - LE SIMPATICHE CANAGLIE L’AQUILA A.D. 2009 DIFFERENT EXISTENCES - DIVERSE ESISTENZE BABYLON FAST FOOD BETTER TO SHUT UP DAVID’S TOUR DREAMING APECAR MIRACLE IN THE SUBURBS MARGERITA ZINÌ AND AMÌ BALLOON FACE GLOW THE LITTLE MATCH GIRL VIOLENT YOUTH Bonhommes Rumours Les Fables en délire, 1re partie Les Fables en délire, 2e partie La Poule, l’Eléphant et le Serpent ALLUMINIO STYLE L’ALLUMINIO VIVO ALUMINIUM SOUND CI VUOL L’ALLUMINIO UN ERRORE MOSTRUOSO MAGICO RICICLO L’ORSO SALVAMBIENTE RECYCLE FOR THE FUTURE UNA STORIA INFINITA TG MARCONI lattinoir 30 e lode COSì COME SONO LE NOTTI BIANCHE SUICIDIO ITALIA - STORIE DI ESTREMA DIGNITÀ SENZA PAROLE SULL’IMMAGINE ALTOLIVELLO BRASILIANDO BURATTINI BUS STOP CARCIOFINA E IL CAMPO GUSTOSSISSIMO GUSTOSO CARILLON MUSICALE IL CARRETTO DEI SOGNI CASA DOLCE CASA LA CICALA E LA FORMICA

CIGARINI PUPPET SHOW CONCERTO IL CUOCO PASTICCIOTTO EFFETTO CAFFEINA EQUILIBRIUM TREMENS FEKAT CIRCUS I FENOMENI FUNNY  MOMENTS HOPE ! HOPE ! HOPLÀ !!! LA LUNA E IL TOPOLINO MALAPARATA I MUSICANTI DI BREMA NANIROSSI SHOW NASOROSSO ON AIR PASTROCCHIO ED I COLORI DELLA DIFFERENZIATA ROBIN BULL SANTERÈ BRASIL SHOW SCISCIÒ SHOW SCONCERTO D’AMORE STORIE DI PULCINELLA STORIE DI SABBIA STORIE DI PULCINELLA STRIP FIGHTERS-BOXE CLOWNDESTINA TRA LE NUVOLE TRICICLÒ L’UNGUENTO MIRACOLOSO VOGLIO LA LUNA! PIRATEScatalogo OF CARIBBEAN - PIRATI DEI CARAIBI curatori THE ARISTOCATS Antonia Grimaldi - GLI ARISTOGATTI THE JUNGLE BOOK - IL LIBRO DELLA GIUNGLA Francesco Rufo MONSTERS, INC. - MONSTERS & CO. assistenti PETER PAN - LE AVVENTURE DI PETER PAN Orazio Maria Di Martino Luca Iuorio

supervisione lingua inglese Tony Guarino

Collana Festival

Giffoni Experience Cittadella del Cinema via Aldo Moro, 4 84095 Giffoni Valle Piana Salerno - Italy ph +39 089 80 23 001 fax +39 089 80 23 210 www.giffoniff.it info@giffoniff.it

Sede via Aldo Moro, 4 84095 Giffoni Valle Piana Salerno - Italy info@giffonimediaservice.it

Finito di stampare nel giugno 2012 presso Industria grafica Tecnostampa di Loreto

grafica e impaginazione Patty De Cris Edizioni Giffoni Media Service srl

e-index-indice-index-indice-index-indice-index-indice-index-indice-index-indice-index-indice-index-indice-index-indice-index-indice-index-indice-index-indice-index-indice-index-indice-index-indice-i


Catalogo Giffoni Experience 2013