__MAIN_TEXT__

Page 1


Lungomare Murri, 13 . Rimini Tel. 0541 309678 info@wellnesssparimini.com www.savoiawellness.com


via Chiabrera, 34c 47924 - Rimini Tel. 0541 393238

quartopianoristorante.com


LIFE & PEOPLE INTERNATIONAL SPECIALE PHOTOGIFT EDITING: QUATTROESSE DIRETTORE RESPONSABILE direttore@lifeandpeople.it DIRETTORE COMMERCIALE E MARKETING: STEFANO MARANGONI commerciale@lifeandpeople.it info@lifeandpeople.it 348 8552098 GRAPHIC DESIGNER: EMANUELE FEDELI grafica@lifeandpeople.it PHOTOGRAPHERS IN THIS ISSUE: MARCO BARBARO - ENRICO RICCIARDI - SERGIO FORTINA - EROS VENEZIANO DANIELE MAFFIETTI - GIANLUCA ANTONIETTI - WILSON SANTINELLI - ANNAMARIA QUARESIMA ADVERTISING LAGO DI GARDA E BRESCIA: ALTER EGO SERVIZI alteregoservizi@hotmail.it 366 5977076 REDAZIONE MILANO: VIA ENNIO 6/A MILANO MI PRINTING: GRAFICHE MDM FORLI www.grafichemdm.it FACEBOOK: LIFEANDPEOPLE

registrazione Tribunale Pesaro 08/2012 Del 27.09.2012

6


Editoriale

di Enrico Sanchi

Un antico detto della saggezza popolare recita: “Non é importante come pensavi sarebbe potuta andare, l’importante è come davvero è andata”. In questi giorni le nostre orecchie sono stanche delle migliaia di parole spese ed ormai perse perciò non possiamo privare i nostri occhi della dose di immagini quotidiane che compongono la nostra realtà. Sempre più persone si cimentano nella produzione e sopratutto nell’esposizione di immagini sempre più varie, elaborate ed originali, così da dare avvio e sviluppo all’uso di nuove tecnologie per la diffusione e condivisione dell’immagine fotografica con lo scopo di apparire, dunque esistere. “Selfie Ergo Sum”! Passare attraverso l’obiettivo della macchina fotografica non ci basta più, vogliamo scattare ed autoscattare (selfie), il fotomontaggio del nostro quotidiano quello che in altri tempi sarebbe stato definito “il film della nostra vita”. Sempre più spesso la condivisione rende rarefatti i confini tra informazione, curiosità, gusto, senso estetico, voyeurismo e narcisismo. Ma come si suol dire: una immagine vale più di mille parole e così come ogni anno ecco pronto per il gentile pubblico lo speciale “Photogift” di Life&People magazine realizzato insieme a tanti professionisti dell’immagine ed amanti dell’esposizione fotografica. Un’arte quella di immortalare l’attimo più o meno fuggente!!! Tantissimi scatti per produrre quella sintesi di poche foto selezionate per la pubblicazione. Questo numero speciale dedica la cover ad una bellissima attrice, Vittoria Schisano, immortalata in uno shooting di lusso al “The Church Palace” di Roma dal fotografo Marco Barbaro, mentre il noto fotografico milanese Enrico Ricciardi grazie alla modella Susanna Canzian dedica i dodici scatti del 2017 al calendario De Nardi giunto alla ventesima edizione. Gloria Giacosa sfrutta la propria immagine per sostenere il solidale progetto benefico “Leading Calendar”, donando parte del ricavato a favore di chi ogni giorno deve combattere con un nemico ostile ovvero le vittime di stalking e le persone affette da tumori (Lilt Lega Tumori). Sergio Fortina presenta la prorompente showgirl Laura Lena Forgia a Villa Horti, splendida dimora storica ferrarese, mentre la costumista - fotografa Annamaria Quaresima dedica ai nostri lettori uno shooting capolavoro nato grazie alla passione per il cosplay e la fotografia. Roberto Tomassoni in arte Eros Veneziano propone un progetto fotografico, pittorico ed editoriale seguendo da tempo un percorso artistico ambientato nella magnifica Venezia. Nella Civica Pinacoteca di Ascoli Piceno Gianluca Antonietti grazie alla stilista e designer Graziella Simonetti propone nuove maestrie sartoriali preziose, grande fascino degli Atelier del Novecento.Le sfumature sono elemento conduttore del servizio fotografico realizzato da Daniele Maffietti, un approccio delicato in chiave fashion in cui i colori si mischiano alle luci e alle ombre. Il miglior brindisi che possiamo dedicare a questa manciata di artisti della fotografia è composto da una sola preziosissima parola: ”Grazie”!!! Tutta la famiglia di Life&People magazine porge la sua gratitudine a chi queste foto le ha scattate, le ha scelte, a chi ha elaborato i testi, a chi le ha impaginate, ma sopratutto ai nostri lettori che le ammireranno. A voi tutti: felicitazioni ed Auguri. Buone Feste e buona lettura!!!

9


BEAUTY IN VENICE Progetto Fotografico - Pittorico - Editoriale L’ artista pittore e fotografo Roberto Tomassoni, segue da tempo un percorso e progetto artistico su Venezia. Seleziona i migliori scatti eseguiti alle sue modelle, trasferendoli poi in pittura con tecnica ad olio, su tele di grandi dimensioni che saranno esposte ad Agosto 2017. Per lui la pittura e fotografia sono da sempre due arti parallele, mai in conflitto tra loro, ma alleate verso l’unico obiettivo di rendere nel tempo quelle selezionate e privilegiate persone da lui scelte, delle vere icone di immagine e bellezza eterna. www.fotoportale.it ph_eros_veneziano@live.com Photographer: Eros Veneziano Models: Carmen Pagano e Valery Vich Location: Venice

10


11


12


13


14


15


ALTAROMA 2016 di Elena Parmegiani

Grande successo per la kermesse di moda capitolina svoltasi a

luglio scorso che sceglie ancora una volta l’Ex Dogana ferroviaria come headquarter della manifestazione. Il programma si divide in tre sezioni: Fashion Hub, dedicato a scouting e promozione delle creatività emergenti, , contenitore di sfilate e presentazioni di maison di couture, In Town, destinato a iniziative connesse alla moda che promuovono il business in città. Le tre sezioni mirano ad unire Altaroma verso la città ed il pubblico al fine di promuovere il territorio. Ancora una volta è presente il progetto di fashion scouting “Who in On Next?” ideato ed organizzato da Altaroma in collaborazione con Vogue Italia che mira a scoprire i giovani talenti della moda. Per il pret a porter si aggiudica il premio Brognano mentre per gli accessori Pugnetti Parma. Continua ancora la collaborazione con lo store Coin Excelsior con diversi designer che espongono le loro collezioni: Angelo Bratis, MVP, Giuliana Mancinelli Bonafaccia, Oscar Tiye, SuperDuper Hats. Sfilano con le loro creazioni Angelo Bratis, Greta Boldini, Quattromani, Sara Lanzi. Altaroma conferma il suo impegno nella promozione della formazione offrendo all’Accademia Costume & Moda, all’Accademia Maria Maiani, alla Scuola di Moda Ida Ferri, all’Accademia Altieri, all’Accademia Italiana, all’Accademia dei Sartori e all’Accademia Koefia l’opportunità di presentare il lavoro

16

dei giovani studenti. A testimonianza del rinnovato interesse per la couture e della tradizione rivista in chiave contemporanea debutta per la prima volta Hussein Bazaza. Arnoldo Battois presenta una donna un po’ vamp ed un po’ geisha che sfoggia un guardaroba fatto di contrasti di linee e volumi opposti, Esme Vie fa rivivere lo stile Grace anni 50 e 60 forte di un’eleganza senza tempo. Renato Balestra incanta il pubblico con la sfilata dal titolo “Blu amore mio”, una collezione minimalista e sofisticata dall’allure romantico, Rani Zahkem ci trasporta invece ai fasti del passato ed al glamour dei gioielli che caratterizzavano le corti imperiali proponendoci abiti sofisticati dai colori blu zaffiro e verde rubino. Vittorio Camaiani si ispira alle suggestione della Scozia per presentarci degli abiti ispirati a Maria Stuarda ma con uno sguardo contemporaneo: la camicia bianca in taffetà ed i pantaloni per il giorno si uniscono a raffinati abiti da sera in seta. Splendida l’iniziativa “The secret of couture” ideata da Silvia Venturini Fendi presso la Galleria del Cembalo dove vengono esposti le atmosfere di tre storiche realtà: il laboratorio di alta pellicceria di Fendi, l’atelier di moda di Valentino e la Sartoria Farani. Sabrina Persechino sceglie uno stile minimalista e rigoroso fatto di spolverini, tubini e pantaloni aderenti dove dominano cachemire ,faille,tasmanie e pelle lame che restituiscono un tocco di leggerezza agli abiti pur nel rigore sofisticato ispirato a particolari architettonici.


17


18


Concept Boutique And New Contemporary Brand Designers Viale G. Bovio n. 39 - 47841 - Cattolica Telefono e fax 0541 833352 www.guidicult.com - info@guidicult.it ecommerce at ferrettiluxury.com


VITTORIA SCHISANO STORIA DI UNA CENERENTOLA MODERNA Vittoria Schisano e il sogno realizzato: la mia vita è il miglior film che potrei andare a vedere. Fotografata da Marco Barbaro, Vittoria interpreta una donna forte, decisa ma al tempo stesso fragile e romantica.

20


21


22


23


Photographer: Marco Barbaro Model: Vittoria Schisano Stylist: Sara Leoni Hair: Antonio Pruno Make Up: Moreno Salerno Jewels: Spazio Manassei Dresses: Atelier Persechino Shoes: Christian Louboutin Location: The Church Palace Roma

24


25


TRUSSARDI PRESENTA LA COLLEZIONE GIOIELLI DI MARIA VITTORIA PAOLILLO di Elena Parmegiani

U

na indagine coraggiosa. Una estetica che si compone di fratture contemporanee. Per la collezione Trussardi Donna Primavera/Estate 2017, Gaia Trussardi utilizza la moda come fosse una forma di dialogo universale che unisce mondi, culture e domande sulle conseguenze del post-moderno. Ciò che sappiamo dell’eleganza e dell’eredità borghesi italiane, elementi cardine dell’estetica Trussardi, si mischia a ciò che non si comprende o che è dissonante delle contro culture e dell’era digitale. La collezione primavera/estate della maison Trussardi è elegante ma al tempo stesso ha un’anima pop. Troviamo leggins in lurex con grafismi che ricordano i trainer pants. I colori rassicuranti del perbenismo minimalista di fine anni Settanta si infrangono nelle cromie lucide e lampanti degli anni Ottanta. Motivi “logomania” vengono stampati su shantung e garze invece che sulle lane per un nuova idea di suit pop. I giubbotti oversize in pelle lucida dai colori accesi o in suede in nuances tenui e polverose si indossano sopra gonne a tubo o con i pantaloni di jeans a vita altissima con gamba a “carota”. Le fantasie a logo dominano e si contrastano.   Gli accessori non sono da meno. Le scarpe che prendono la forma di un mocassino squadrato e il tacco degli stivali si compongono di patch di pelle policroma. E la Lovy Bag, la nuova borsa icona di Trussardi, s’illumina di pois, logomanie e pelli specchiate multicolore. I bijoux, presentati nella boutique di Roma a Via Frattina, sono disegnati in esclusiva per Trussardi dalla giovane designer Maria Vittoria Paolillo e si inseriscono perfettamente sui look proposti, completandoli. Maria Vittoria Paolillo si avvicina al mondo orafo grazie all’azienda di famiglia, legata al mondo dei preziosi, ed emerge creando un proprio marchio: MVP. La scelta di celare il suo nome dietro ad un acronimo è stata fatta per volersi svincolare e diversificare dal lavoro della famiglia Paolillo, legato unicamente al mondo dei preziosi, e per confrontarsi con materiali più accessibili come l’argento. La designer è riuscita a fondere la tradizione artigianale con un’estetica giovane ed irriverente senza tralasciare la cura per i dettagli e la costante ricerca dei materiali. In occasione della presentazione della linea di bijoux MVP sono accorsi in via Frattina a Roma tanti volti dello spettacolo per complimentarsi con la designer: Anna Safroncik, Cristina Vaccaro, Michela Andreozzi, il regista Gabriele Mainetti, Catrinel Marlon, Ilaria Spada, Giulia Elettra Gorietti e Luca Capuano.

28


Via Sansovino 1, Milano Info e prenotazioni +39 02.20242298 www.atlasfoyer.com info@atlasfoyer.com


Istituto Medestetico Haquos: C.so Garibaldi 50 Milano 02/36555182 389/1558114


CONCERTI A ROMA LA IX DI BEETHOVEN di Elena Parmegiani

In occasione dell’anno del Giubileo indetto da Papa Francesco

a Roma, presso l’imponente e suggestiva basilica di Santa Maria in Aracoeli, si è svolto il secondo appuntamento di “Sacrum una preghiera in musica per la pace universale”. Il concerto è stato mirabilmente diretto dal Maestro Jacopo Sipari di Pescasseroli che per l’occasione, ha intrattenuto oltre 2000 persone, tra cui ambasciatori e personalità delle istituzioni, accorse ad acclamarlo con uno dei capolavori più importanti della musica classica: la “IX Sinfonia” di Ludwig Van Beethoven. Il Maestro Sipari , per questa importante esibizione, si è rivolto all’Orchestra Sinfonica di Stato della Radio e Televisione Ucraina, una delle quattro grandi orchestre di Stato dell’ Ex Urss ora tra le più rinomate del panorama internazionale, e all’Opera Choir istruita da Gea Garatti con i talentuosi solisti Mariana Altamira, Maria Gabriella Cianci, Alessio Quaresima Escobar e Amadi Lagha, tenore franco tunisino che aveva già collaborato con il Maestro

Sipari nella “Turandot” di Puccini a Torre del Lago riscuotendo immenso successo. L’evento diretto brillantemente dalla giornalista Camilla Nata ha previsto anche degli importanti passi di riflessione e meditazione affidati alle voci di Elisabetta Pellini, Elena Parmegiani e Valeria Fabrizi. La rassegna, organizzata da Accademia Musicale e Artistica Maria Rosa Coccia nel decimo anniversario dalla sua Fondazione, con la direzione di Mariana Altamira, gode del patrocinio straordinario del Pontificio Consiglio della Cultura, unitamente a Roma Capitale, Senato della Repubblica Italiana, Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, Camera dei Deputati, Ambasciata d’Italia presso la Santa Sede, Ambasciata di Polonia, Consiglio Regionale d’Abruzzo, Regione Abruzzo, Consiglio Regionale del Lazio, Fondazione Festival Pucciniano, Fondacion Incanto, Confederazione Lirica Italiana, Comune di Viareggio, Comune di Pescasseroli, Rotary Roma Nord.

31


LAURA FORGIA INCANTO A VILLA HORTI

La Bella showgirl posa per Sergio Fortina in una splendida dimora storica immersa in un parco fiabesco

S

otto l’attenta direzione del p.r. Willy Vecchiattini, Laura si diverte realizzando un interessante shooting fotografico presso il Luxury Boutique Hotel Ferrarese. Showgirl, modella, attrice nonché conduttrice italiana di origine svedese inizia presto la sua carriera sfilando sulle più importanti passerelle mondiali: Tokyo, Los Angeles, New York, Londra, Parigi, Milano. Studia e si laurea in Biotecnologie mediche all’Università degli studi dell’Insubria e consegue successivamente anche il diploma in teoria e solfeggio al Conservatorio di Como. La sua ambizione è il cinema, frequenta la scuola di recitazione e dizione con Ettore Distasi, nel 2008 si perfeziona alla “New York Academy” e nel 2010 a Parigi “L’Ecole D’Actures De Theatre Cinema et Television”. La partecipazione a Pechino Express (reality adventure/game italiano) l’ha vista arrivare al traguardo finale, poi la realizzazione di vari spot pubblicitari come testimonial e fotomodella fino al grande salto in Rai nelle vesti della professoressa a “L’Eredità” programma di Carlo Conti e Fabrizio Frizzi su Rai Uno. Cinque anni meravigliosi dal 2011 al 2016 dopo di che abbandona il cast per rimettersi in gioco e affrontare nuove sfide. Attualmente affianca Teo Mammucari a “Cultura Moderna” programma in onda su Italia Uno nei panni della “Marzullina”. L’abbiamo incontrata sul set fotografico e le abbiamo chiesto qualcosa in più. Quale il motivo principale dell’abbandono de “L’eredità”? L’Eredità mi ha dato molto, un grande percorso di crescita professionale e umano. Dopo cinque meravigliosi anni era diventata la mia seconda casa, ma sentivo il bisogno di nuove sfide. Cosa ci racconti della tua nuova avventura con Teo Mammucari a “Cultura moderna”? Essere stata scelta tra tante pretendenti e lavorare nella squadra di Antonio Ricci è stata per me una vittoria. Sul lavoro aver scoperto la grande professionalità, la bravura, la grande umanità di Teo è stata una bellissima scoperta. Lavorare con lui è tosta, non ho un momento di pausa e devo stare sempre all’erta però tutto questo per me è stimolante da morire mi insegna tantissimo. 

32

Sappiamo che la tua grande ambizione è il cinema e hai anche realizzato il sogno di diventare attrice. Una carriera in continua evoluzione. Le tue prossime apparizioni sul grande schermo e in tv? Il mondo della TV ha varie sfaccettature, più vado avanti più mi piace scoprirle e crescere. Ad ogni modo la mia più grande ambizione è il cinema come hai detto tu. Ho già avuto modo di assaporare il set. A breve uscirà il film “Il mondo di mezzo” diretto da Massimo Scaglione e “Figli randagi” diretto dallo stesso. Esperienze in cui ho imparato moltissimo e mi sono persino emozionata. Quale ruolo interpreti? Nel primo interpreto il ruolo di Gaia, una ragazza apparentemente superficiale che vive la notte, amante di persone di potere e inserite nel mondo politico. Presto si troverà coinvolta in una relazione con il figlio di un suo amante (interpretato da Tony Sperandeo) un ragazzo coetaneo (interpretato da Matteo Branciamore). Con la sua determinazione e intelligenza Gaia riesce ad inserirsi nel mondo imprenditoriale e ad ottenere potere.  In “Figli randagi” sono una ragazza che dalla provinciale realtà del suo paese vorrebbe scappare e diventare fotomodella vivendone di tutti i colori. Il tuo mito cinematografico? Jennifer Lawrence credo che sia una delle attrici più brave che ci siano, però i miei miti rimangono Sean Penn e Quentin Tarantino: “Sono pazza di lui”. Progetti futuri in ambito lavorativo? La co-conduzione di programmi come “Zelig” o “Le Iene”. E la tua relazione sentimentale ora? Al momento sono single, però sono una inguaribile romantica, credo molto nell’amore. Sono sicura che un uomo dolce, passionale, ironico e sensibile che mi faccia sentire importante in qualche angolino del mondo c è anche per me… Dopo questa vado a lavorare che è meglio!!!


33


34


35


36


Photographer: Sergio Fortina Model: Laura Lena Forgia Ufficio stampa and Event: Willy Vecchiattini Interview: Enrico Sanchi Outfit: Interno 4 Concept Store di Laura B. Hair: Daniela Provasi, Modacapelli Modamani Ferrara Make Up: Maura Staffa Location: Villa Horti della Fasanara Ferrara

37


PREVIEW PITTI UOMO 91

Performance, comfort, tailoring: le tre chiavi di volta dell’outerwear dell’uomo per l’autunno-inverno 2017 a cura di Enrico Sanchi

È una tendenza forte emersa all’ultima edizione di Pitti Uomo, il

salone internazionale della moda uomo in scena due volte all’anno a Firenze. L’uomo del prossimo autunno-inverno sceglie dal suo nuovo armadio capi in grado di coniugare eleganza e funzionalità, assecondando le esigenze di protezione e comfort metropolitano. Nasce un nuovo concetto di design in cui raffinatezza e pulizia delle forme si fondono all’impiego di tessuti altamente performanti. Il

38

nylon stretch di derivazione active viene utilizzato per realizzare il classico impermeabile, ma con interno reversibile in fresco di lana accoppiato a membrana. Il raincoat si veste di gabardine di poliestere con membrana tecnica di derivazione sailing e sfoggia dettagli ricercati, il peacoat non rinuncia alle linee sartoriali ma è antivento e water resistant. Un guardaroba sempre più sofisticato, che si anima di giochi interno/esterno, alla scoperta di una doppia anima per il capospalla o il capo knitwear.


39


Riflettori puntati sull’athleisure, un nuovo concetto di casual

ATHLEISURE rappresenta uno dei mood più cool del momento:

la nascita di collezioni athletic-minded, realizzate con tecno tessuti performanti ma perfettamente a loro agio nell’utilizzo quotidiano, anche al di fuori dai luoghi deputati allo sport. Linee di prêt-à-porter e accessori che introducono un nuovo concetto di modernità. Alla base, una ricerca inedita di materiali e lavorazioni

40

che rendono i capi performanti al pari di indumenti tecnici per il segmento active, tra luxury, dinamismo e aspirazione al comfort. Capi timeless in tessuti esclusivi progettati per garantire comfort, benessere e stile al globetrotter 2.0, in palestra, in viaggio, a casa o per strada. Una tendenza destinata ad evolversi e a offrire una nuova interpretazione del concetto di casual e leisurewear.


41


PROPOSTE VACANZA 2013 Via Cima Tosa, 63 Madonna di Campiglio - Tel +39 0465 441021 Fax +39 0465 440410 info@miramontihotel.com www.miramontihotel.com

da 3 a 7 giorni


davidecontidesign.it

hai il coraggio di guardare oltre?

lasciati sorprendere dai materiali piĂš innovativi

pavimenti e rivestimenti, superfici continue oltremateria, pavimenti in legno, pietre naturali, proposte e composizioni tessili, arredamenti, cucine, bagni e accessori, arredi da esterno, soluzioni illuminotecniche, realizzazione centri benessere, servizi di posa e tante altre idee per progettare e arredare ogni tipo di ambiente.

via al mare, 14 - 47842 san giovanni in marignano (rn) - tel. 0541 957697 - www.centrodellaceramica.it


Amazon Warrior: Essere un giorno in una foresta fatata e il giorno dopo una guerriera pronta a combattere su un destriero nero, è il bello di chi fa per mestiere la costumista. Abbracciare piÚ stili ed esaltarne le particolarità con sfondi e accessori sempre nuovi, danno sempre lo stimolo ad una nuova sessione fotografica dove ecopelle, tessuto a scaglie, e pizzo camuflage emergono da un rosso fumo di battaglia. 

44


ANNAMARIA QUARESIMA “ANNATHETEKKEN”: COSTUMISTA, FOTOGRAFA E REGISTA La sua passione per il cosplay nasce nel lontano 1998 quando

partecipò per la prima volta alla fiera di Lucca Comics vestita da Lara Croft. L’esperienza estremante piacevole, da qui la decisione di frequentare un corso da modellista per imparare a cucire. I suoi abiti, realizzati nel corso degli anni, hanno gareggiato nelle manifestazioni nazionali e vinto più di 25 premi tra cui proprio a Lucca uno shooting fotografico per il maestro Pino Ninfa e per “la struttura del disegno stilistico” consegnato da Yuri Grazzini responsabile digitale di Roberto Cavalli. Da una semplice passione è nato un vero e proprio lavoro che spazia dal teatro alle feste di carnevale fino all’incarico presso la Rainbow per la quale ha realizzato gli abiti ufficiali delle Winx del 2009 e 2010. Questi vestiti poi sono stati utilizzati per eventi pubblicitari tenutesi in tutto il mondo e per i media qui in Italia (a “Il senso della vita” condotto da Paolo Bonolis). Da circa 8 anni si è appassionata alla fotografia realizzando degli scatti con gli abiti da lei confezionati e indossati da modelle in

location suggestive, includendo spesso anche un’altra passione, i cavalli. Con l’amico videomaker Giovanni Demaio, l’amazzone Silvia Manfredi e il pluripremiato modello Stefano Varagona ha diretto un video in spiaggia col proprio cavallo Frisone che su Youtube, in meno di un’anno, ha raggiunto più tre milioni di visualizzazioni. Ha fondato con Daniele Legramante sei anni fa l’associazione “Fantasia sogno e realtà” e da allora ha organizzato sfilate, eventi, mostre e shooting fotografici cimentandosi anche in un cortometraggio ispirato alla saga di Resident Evil, “Project Eva” nel ruolo di regista e sceneggiatrice. Nel corso degli anni le attività dell’associazione si sono moltiplicate esponenzialmente, specie quelle legate al mondo horror, portandola a grosse collaborazioni a livello nazionale con il canale FOX di SKY, la Asbro, Asterion e Saldapress. L’associazione ad oggi vanta una poliedrica scuderia di truccatori, modelle, animatori, sarti, scenografi, fotografi, videomaker, grafici, attori e cantanti che insieme danno vita a sempre nuovi e ambiziosi progetti.

45


46


White Fairy Horse: Un set fotografico tutto in bianco per esaltare il rarissimo esemplare Gipsy, proprietà dell’allevamento di Andrea Pompa che ha collaborato per la realizzazione degli scatti a Canfaito. Un Cavallo “magico” per dare vita a una fata avvolta in un abito leggero e svolazzante in seta e giorgette, qualcosa di unico ed etereo!

47


48


Angelo caduto: Queste foto sono ispirate al romanzo “L’angelo caduto” di Becca Fitzpatrick e interpretato da Stefano Varagona. Gli scatti sono stati realizzati nel magnifico cimitero monumentale di Recanati nel tentativo di ricreare ambientazioni e suggestioni suggerite dal romanzo.

49


50


Red Rose: Leila Mengoni è la ragazza che ha dato vita a una dama gothico vittoriana con l’abito piÚ ricercato e pomposo mai realizzato su questo genere dalla stilista. Damascato pizzo e broccato... sullo sfondo di Villa Cellini negli scatti ambientati nel giardino di un sontuoso castello.

51


DEBUTTA IN ITALIA BEAUTY BY MIMI LUZON di Elena Parmegiani

La celebre beautician Mimi Luzon arriva in Italia a Milano per

presentare Beauty by Mimi Luzon, il primo corner in Italia con le più esclusive tecnologie di bellezza amate da tutte le star internazionali, disponibile da ora per tutti i centri estetici e Spa di lusso. Definita da moltissime Star “The Best Facialist in The World” la beautician israeliana è specializzata in esclusivi trattamenti di bellezza per viso e corpo che da quest’anno saranno disponibili in Italia grazie al lancio del nuovo corner di bellezza: Beauty by Mimi Luzon. Le sue clienti più affezionate sono bellezze e celebrity internazionali del calibro di Alessandra Ambrosio, Irina Shayk, Eva Cavalli, Isa Goulart, Paris Hilton, oltre a star nostrane quali Melissa Satta, Claudia Gerini, Maddalena Corvaglia ed Elena Santarelli. Dopo l’enorme successo ottenuto nel mondo, da poco rientrata da Parigi dove era presente per il Victoria’s Secret Fashion Show, Mimi Luzon atterra a Milano per tutte le sue clienti e per lanciare il suo nuovo Beauty, perfetto per le migliori Spa ed i centri estetici esclusivi che vogliono garantire trattamenti efficaci e sicuri, sposando la filosofia di benessere attraverso la tecnologia. Beauty By Mimi Luzon è un singolare mix che vede l’uso di speciali

52

tecnologie laser assolutamente non invasive in combinazione con la linea di prodotti “Mimi Luzon”, creata direttamente nei suoi laboratori in Florida. Le tecnologie incluse nel corner sono Alma Remove ed Alma Reboost. Alma Remove: Definito dagli Aesthetics Awards 2015-2016 la miglior tecnologia di epilazione laser al Mondo perché in pochi minuti (solo 10) è in grado di trattare grandi aree come gambe intere. Il laser più veloce al mondo, è anche l’unico utilizzabile in estate sulla pelle abbronzata, completamente indolore. Alma Reboost: una tecnologia a ultrasuoni capace di veicolare in profondità i suoi sieri e attraverso il calore stimolare nuovo collagene, il tutto in modo non invasivo, completamente indolore per un effetto di ringiovanimento unico e immediato ma sempre naturale. Dal 15 dicembre sarà finalmente acquistabile on-line ed applicabile a casa propria la famosissima Gold Mask la maschera di bellezza preferita dagli Angeli di Victoria’s Secret, considerate le donne più belle al mondo.


53


54


ATELIER DEL NOVECENTO La

luce ripercorre luoghi antichi, a scoprire opere d’arte sopravvissute al tempo, storie immortali che ispirano nuove maestrie sartoriali preziose. È il fascino dei grandi Atelier del Novecento dove tradizione e sperimentazione si fondono in un magico connubio artistico di singolare bellezza. Le immagini, realizzate dal fotografo Gianluca Antonietti per la collezione della designer Graziella Simonetti, ci regalano una storia che si sviluppa nella splendida cornice della Civica Pinacoteca di Ascoli Piceno, dimora di artisti e delle loro magnifiche opere. Una location esclusiva fortemente voluta per riuscire ad esprimere al meglio il mood della collezione, dove la fotografia di moda incontra l’arte classica regalando emozioni ed immagini dal sapore “timeless”. Photographer: Gianluca Antonietti Model: Aleksandra Liz Designer: Graziella Simonetti Atelier Make Up: Max Moretto

56


57


58


59


60


61


62


63


L'Hotel Savoia è gestito dalla Famiglia Antonioli che, attraverso una atmosfera elegante e familiare, unita alla tradizione e alla professionalità , lo rende il luogo ideale per una vacanza di relax, benessere e divertimento.

Savoia Palace Hotel Viale Dolomiti di Brenta 18 Madonna di Campiglio Trento 0465 441004

savoiapalace.it

PROPOSTE VACANZA 2013

da 3 a 7 giorni


RESIDENZA VERDE MARE RICCIONE

Per informazioni: 0541 080995 | 339 2866228 | 338 9995233 VENDITA DIRETTA SENZA SPESE DI MEDIAZIONE E POSSIBILITÀ DI ACCOLLO DEL MUTUO DA PRIMARIO ISTITUTO DI CREDITO A CONDIZIONI MOLTO INTERESSANTI

WWW.COSTRUZIONISANMARTINO.IT


DANIELE MAFFIETTI SHADES OF POP Le sfumature sono l’elemento conduttore del servizio realizzato

dal Fotografo Daniele Maffietti. Un approccio delicato in chiave fashion, in cui i colori si mischiano alle luci e soprattutto alle ombre. “Ho voluto unire due mondi artistici molto distanti tra di loro come la Pop Art e il Caravaggismo. Le luci sono state usate seguendo lo stile del maestro Caravaggio, creando ombre molto decise con l’utilizzo di luci “spot”. In queste ombre ho inserito i colori tipici della Pop Art ispirandomi alle opere di Andy Wharol. Rispetto ai due artisti sopra indicati ho voluto aggiungere un mio tocco personale dato dalle sfumature di questi elementi per rendere il tutto più delicato” La chiave Pop si ritrova negli outfit proposti dalla stylist Barbara Pasqualini che ha vestito Silvia Vittoria Trevisson con una selezione di abiti ispirati alle tendenze autunno-inverno 2016. Si rispolvera un look tipicamente anni 90 con richiamo al mondo biker e rockglam. Nel primo si gioca tra la mancata distinzione tra abbinamenti casual e sex appeal, mentre lo stile rock-glam è un mix di trasparenze e cura nel dettaglio senza mai perdere di vista l’idea di abbinare seduzione e stile. Anche nel make up realizzato da Elisa Negrini ritornano i contrasti sfumati. Nel primo look si utilizza una base chiara e luminosa abbinata ad un ombretto nero-bordeaux per accentuare lo sguardo intenso e magnetico della modella. Per concentrare l’attenzione sulla parte alta del viso non sono state valorizzate le labbra che ritrovano spicco nella seconda parte, quando un rossetto scuro e deciso torna ad esaltare il lato rock pop degli scatti.

66


67


68


69


70


71


Photographer: Daniele Maffietti Make Up Artist: Elisa Negrini  Model: Silvia Vittoria Trevisson  Dressed by: Barbara Crazy Pasqualini

72


73


SUSANNA CANZIAN Dopo aver immortalato bellezze come Vanessa Kelly, Eva Henger, Belen Rodriguez, Nina Senicar e tante altre e omaggiato l’arte del burlesque e le grandi dive degli anni 70 e 80, Enrico Ricciardi, noto fotografo milanese, ha scelto quest’anno per De Nardi, l’irresistibile bellezza e sensualità di Susanna Canzian modella trevigiana. Gli scatti che ne esaltano le curve conturbanti e le forme super sexy celebrano quest’anno il 20° anniversario dell’oramai tradizionale calendario DE NARDI, una certezza in fatto di qualità e una garanzia per quanto riguarda bellezza e sex appeal delle modelle INSTAGRAM: enricoricciardiph

76


77


78


Photographer: Enrico Ricciardi Model: Susanna Canzian Make Up, Hair and Stylist: Ladydiabolika Location: Château Monfort Milano

79


GLORIA GIACOSA Prosciolta da un’accusa di stalking nel 2006 la savonese Gloria

Giacosa decide di fare qualcosa per aiutare le vittime vere di stalking: donne molestate, perseguitate e picchiate. Nasce così un calendario benefico ideato e realizzato dal fotografo Enrico Ricciardi. Quest’anno la bella modella si mette ancora a disposizione per una giusta causa e mostra tutta la sua prorompente bellezza in un calendario, dal titolo “Leading Calendar“, per sostenere la LILT (Lega Tumori Cuneo) e il progetto H-Maps (L’App che aiuta i malati a combattere contro i tumori)

80


81


82


Photographer: Enrico Ricciardi Model: Gloria Giacosa Make Up, Hair and Stylist: Ladydiabolika Location: Marcos MondovĂŹ Cuneo

83


LE QUATTRO IMPERDIBILI NOVITA DI APPLE a cura di Enrico Sanchi

Novità e rivoluzione continua del colosso statunitense di

Cupertino. Parlando di telefonia Iphone 7 e iPhone 7 Plus migliorano notevolmente ogni aspetto dell’esperienza iPhone e raggiungono livelli di innovazione e precisione che rende gli smartphone i migliori di sempre. Nuovo il sistema di fotocamere, più potenza e autonomia, altoparlanti stereo per un sound più avvolgente, display più luminoso e ricco di colori, novità assoluta protezione all’acqua e agli schizzi. Il nuovo sistema operativo mobile Chip A10 fusion è il più potente mai introdotto in uno smartphone che ha permesso oltre che raddoppiare la velocità anche una ottimizzazione delle prestazioni e della durata della batteria.

Il polso si rinnova e l’occhio vuole la sua parte, Apple ha riconfermato le due casse da 38 e 42 mm in tre modelli alluminio acciaio e ceramica ma con la seconda versione Watch 2 ha introdotto OS3 nuovo sistema operativo pensato per gli sportivi con Apple Watch Nike+ e la versione Hermes dedicata a un pubblico glamour e modaiolo. E proprio la casa di moda francese con la versione Hermes ha studiato un modello ad hoc dal design sobrio ed elegante con cinturino da polso raffinato. Un dispositivo ideale per una vita sana dedicata a salute e fitness resistente all’acqua fino 50 mt pertanto tale caratteristica lo rende perfetto per i clienti che nuotano, praticano surf o semplicemente si divertono in piscina o al mare.L’ultima versione Watch OS3 è caratterizzato da prestazioni migliorate e funzioni per la salute e il fitness includendo la rivoluzionaria applicazione “Respirazione” progettata per incoraggiare gli utenti a dedicare un momento della giornata a esercizi di respirazione per rilassarsi e combattere lo stress.

84


Mac Book Pro con un tocco di genio si rivoluziona ancor più, potente e veloce sottile e leggero, presenta uno schermo più luminoso ricco di colori e porta con se la grande novità: Touch Bar. Touch Bar rende la tastiera più versatile grazie a una striscia Multi Touch in vetro integrata dove è più facile avere a portata di mano gli strumenti che servono.Le idee rivoluzionarie degli ingegneri di Cupertino semplificano la vita e il lavoro di molti professionisti e non solo, facendo si che un notebook raggiunga livelli mai visti con grafica all’avanguardia, processori ad alte prestazioni e archiviazione dati ultrarapida.

Infine nasce la nuova era del wireless con i nuovi auricolari senza fili AirPods.Una fusione tra tecnologia e semplicità che riesce a collegarti all’istante a qualsiasi dispositivo Apple con un “Tap Tap”. Piccoli e super resistenti con notevole durata di batteria sono fatti per accompagnare il viaggio e la vacanza di ognuno. E se serve una ricarica al volo? Niente paura, 15 minuti nella loro custodia danno la possibilità di aumentare l’autonomia con una qualità dell’audio sempre eccezionale.Chip W1 è il chip che permette un collegamento wireless stabile, un suono pulito e genialmente gestisce la batteria. Che dire? La tecnologia del futuro non ha barriere ed Apple grazie alle sue performance ha fatto parecchia strada non solo nell’evoluzione dei suoi prodotti ma ha generato una vera e propria rivoluzione mobile.

85


WILSON SANTINELLI I

l mio approccio alla fotografia è stato del tutto casuale e in concomitanza con l’inizio dell’era dei social. Queste condizioni hanno fatto crescere la mia passione verso la fotografia in maniera esponenziale, da fotoamatore espongo in vari luoghi d’Italia e dopo pochi anni divento fotografo professionista. Non mi definisco un artista, preferisco la professione, all’esposizione. Mi piacciono le nuove sfide, riuscire a trasmettere messaggi e percezioni attraverso le immagini. La sperimentazione serve a rinnovare lo stile e a rielaborarlo in chiave moderna. Il mio motto: “La fotografia come forma di linguaggio, stile di vita, percezione di uno stato d’animo” www.wilsonsantinelli.com facebook.com/Wilson.Santinelli.Photography

86


87


88


89


90


91


92


93


CRISTINA TESTATONDA Amo la fotografia in tutte le sue sfaccettature, ma quello che mi

cattura in modo particolare sono i visi delle persone. L’espressione, lo sguardo, un sorriso, un ghigno. Non riesco a scattare foto a comando: la persona che ho davanti mi deve trasmettere qualcosa, quello che faccio mi deve divertire, emozionare e sorprendere. Facebook: Cristina Testatonda Email: testatondacristina@yahoo.it

94


“In un mondo dove aumentano i modi di comunicare, così come diminuiscono le cose interessanti da dire, a volte, t’innamori del silenzio”

95


Gli occhi non usano mai la punteggiatura. PerchÊ gli sguardi dicono tutto d’un fiato.

96


97


“Fabrizio Monaldi, attore romano, ritratto presso la prestigiosa Villa Koch di Recanati, palazzo del ‘700 e suggestiva location per matrimoni ed eventi esclusivi.�

98


99


COMUNICARE CREA ENERGIA

L’imperativo è: comunicare bene, comunicare con energia e chiarezza, poiché chi ben comunica è a metà dell’opera

In questa rubrica tratteremo argomenti inerenti

il mondo della comunicazione, con la finalità di sensibilizzare imprenditori, manager e liberi professionisti, ad avere dimestichezza nelle molteplici tecniche comunicative, saperle mixare tra di loro, e a creare quindi: “Strategie comunicative vincenti e riconoscibili per il proprio Business”. Comunicare: inviare, trasmettere, trasferire, notificare, far vedere, far sentire, illustrare, far conoscere, contagiare, partecipare, unire, mettere in comune con gli altri ciò che è nostro. Comunicare significa tante cose ma può anche non significar nulla, tutto dipende da come lo facciamo. L’energia Comunicativa cos’è? Chi ben comunica, chi comunica con creatività, metodo ma anche energia è a metà dell’opera. Questo lo possiamo vedere in tutte le fasi della nostra vita, dalle relazioni familiari, a quelle sentimentali e lavorative. I fisici sostengono che l’energia da sola è in grado di compiere la metà del lavoro. Per cui è un termine che identifica forza, azione ed espressione. Tutti noi conosciamo l’energia nelle sue più svariate forme: meccanica, chimica, nucleare, termica.

100

L’energia Comunicativa la definiamo come quella forma di energia in grado di dare ed aumentare notorietà al brand, instaurare relazioni sociali, incrementare il business di un’azienda, apportare credibilità e sostenibilità a progetti imprenditoriali. L’energia comunicativa si basa sullo scambio di informazioni, emozioni, sensazioni, attraverso la sua capacità di essere multimediale (audio, video, testi, grafiche, musiche) e la decodifica dei nostri sensi. L’energia comunicativa crea relazioni sociali, business, valori di un brand, proiettando l’individuo e quindi il consumatore finale attraverso una semplice immagine, una frase o un insieme di note musicali (es.: Mulino Bianco, Barilla, Coca Cola). Il tutto grazie e attraverso strategie comunicative semplici ma riconoscibili e univoche, fatte di immagini, suoni, parole. L’energia è grandezza, per cui può assumere solo valori positivi, per questo motivo è importante che sia usata bene in comunicazione e soprattutto incanalata in un’unica direzione. La comunicazione è un eco che si diffonde, ed è fondamentale inviare sempre lo stesso segnale, in tutte le sue modalità. Poiché chi comunica con chiarezza, avrà utenti e quindi clienti attenti al messaggio capaci di decodificarlo, avrà quindi clienti soddisfatti.

a cura di Caterina Pancotto Communication Manager firstcomunicazione.it


Messaggio pubblicitario con finalità promozionale - Per le condizioni contrattuali e per quanto non espressamente indicato si rinvia ai fogli informativi disponibili nelle filiali di Banca Carim e sul sito www.bancacarim.it


Photographer: Andy Wall Model: Amy Ambros Outfit: Robert Le Blank Underwear: Beatrice Boutique Hair: Enisa by Alternative di HCD Make Up: Michela Medici Set Assistant: Eclod Photography Backstage Videomaker: Mirco Cancellieri

102


AMY AMBROS Amy Ambros, cantante e presentatrice veneta, è partita dalla

musica classica per arrivare al mondo del clubbing. Diplomata all’Accademia del Teatro Stabile del Veneto e laureanda in Lingue Letterature e Culture Moderne, Amy lavora come presentatrice, presta la sua voce ai party più glamour d’Italia e gira il mondo come corista ufficiale di Johnson Righeira. Dal 2014 collabora con l’agente Michele Siviero fondatore dell’agenzia di spettacolo Urania Corporation, con sede a Padova.

103


EMMA MARRONE NUOVAMENTE PREMIATA PER IL TOUR E L’ALBUM “ADESSO” di Marianna Pilato

D

ate sold out per le principali tappe dell’Adesso Tour di Emma Marrone: al Forum Assago di Milano e al Palalottomatica di Roma, dove la cantante è tornata a esibirsi regalando agli spettatori e ai fan accorsi ad applaudirla due ore di concerto. Inoltre questa volta l’artista salentina ha curato personalmente ogni dettaglio dei suoi spettacoli, compresa la disposizione dei maxischermi, delle luci, degli effetti speciali e di altri elementi presenti sul palcoscenico. Durante le sue performance, (Emma del resto si muove molto “on stage”) arrampicandosi anche sugli schermi in bilico, accompagnata dai ballerini che con le loro coreografie hanno reso l’esecuzione dei brani ancor più emozionante in particolar modo per il pubblico femminile presente. “Ho tirato il fiato solo all’ultimo brano. È solo alla fine di un concerto che riesco a lasciare andare la tensione, di solito o mi sento mortificata perché ho sbagliato tante cose oppure, come stasera, mi libero. Ci tenevo tanto a farlo bene. Questa sera ci sono riuscita”. Sono queste le dichiarazioni che la vincitrice di “Amici 2009” ha rilasciato alla stampa alla fine dello show di Milano. Le ventitrè date del tour, fra l’altro, non sono state caratterizzate solo da musica ma anche da parole: molto toccante è stato

104

l’intervento di Valentina Piztalis, una giovane sopravvissuta al tentato omicidio da parte del marito, che ha voluto rilasciare la sua testimonianza per sensibilizzare il pubblico sulla campagna contro la violenza alle donne. Emma da sempre ha a cuore questa tematica sociale, a tal punto da dedicarle la celebre canzone “Io di te non ho paura”. Oltre a questa hit, in scaletta se ne ritrovano tante altre, sia recenti che risalenti agli esordi della carriera, come “Calore”, scritta da Roberto Angelini e definita dalla diretta interessata come il proprio marchio di fabbrica. A canzoni più ritmate come “Il paradiso non esiste”, “Occhi profondi”, “Cercavo amore”, “La mia città”, insomma, se ne alternano altre più riflessive e lente come “Poco prima di dormire”, che chiude il concerto in maniera teatrale. Da ricordare è anche il duetto di Emma con il padre alla chitarra durante la tappa romana “Arriverà l’amore”, il quale dimostra l’attaccamento della cantante verso la sua famiglia, che ringrazia per averla supportata a intraprendere questo mestiere bello e ricco di soddisfazioni, ma pure difficile. Poiché sa benissimo che all’inizio non è facile emergere, la cantante ha voluto far aprire ogni tappa del tour a due promesse del panorama musicale che lei stessa ammira molto: Elodie e Antonino. Chissà se anche loro un giorno conquisteranno come Emma 13 dischi di platino: ora infatti, anche “Adesso” è stato certificato doppio platino, e questo è stato un traguardo ancora più importante dei precedenti, dal momento che tale lavoro discografico è stato prodotto interamente da lei insieme al produttore Luca Mattioni e include la title-track “Adesso (Ti voglio bene) e due canzoni (“Per questo paese” e “Il paradiso non esiste”) di cui è rispettivamente autrice e co-autrice. Per celebrare il premio, l’album di recente è stato rimesso in commercio in una versione deluxe, composta per la precisione da un cd e un dvd. Nel primo, rispetto all’edizione classica, sono state aggiunte le bonus tracks “Nel posto più lontano” e “You don’t love me”, il brano “Quando le canzoni finiranno” (colonna sonora del film “La Cena di Natale”, tratto dall’omonimo romanzo di Luca Bianchini), nonché il successo dell’estate “Libre”, cantato in coppia con Alvaro Soler. Nel Dvd, invece, vengono ripercorsi i momenti più belli registrati dal vivo durante le varie tappe dell’ “Adesso Tour” sia sul palco che nel backstage.


105


106


Benvenuti nel Fascino Italiano Milano MarittiMa - riMini - CesenatiCo

Grand Hotel Rimini *****L riMini (rn)

Grand Hotel Da Vinci

Palace Hotel

Grand Hotel Italia

Grand Hotel Gallia

Hotel Aurelia

Hotel Doge

Hotel Brasil

Hotel Universal

Hotel Miramonti

*****

*****

*****

****

****

****

***

****

****

CesenatiCo (FC)

Milano MarittiMa (ra)

Cluj napoCa - ro

Milano MarittiMa (ra)

Milano MarittiMa (ra)

Batani seleCt Hotels - www.selecthotels.it

Milano MarittiMa (ra)

Milano MarittiMa (ra)

Cervia (ra)

Bagno di roMagna (FC)


LUCIANO BOCCONI Luciano Bocconi, fotografo, ha cominciato a sperimentare i suoi primi scatti nel 2008 e dal quel momento ha scoperto il bellissimo e variegato mondo del digitale. Da quello che inizialmente era un hobby presto divenne passione. Iniziò dai paesaggi, per poi passare a immortalare visi di persone per strada. Col tempo si è concentrato sui volti femminili, immersi in paesaggi e in studio.

108


109


110


111


QUANDO C’ERA VILLA SORRISO Rivive a Senigallia il sogno degli anni ‘60. Intervista con Stefano Spazzi

“Quando c’era Villa Sorriso – Locali e musica nella Senigallia

degli anni ‘60” è un libro di Stefano Spazzi che ripercorre la famosa lunga estate degli anni ’60 in riviera attraverso ricordi, racconti ed immagini. Come mai un libro su Senigallia? Visto che mi sembra tu sia di Ancona... E’ una domanda che mi aspettavo a tal punto che, nel libro, ho scritto un capitoletto introduttivo per spiegarlo! Il rapporto con Senigallia risale al 1974, anno in cui ho iniziato a trascorrere qui l’estate con la mia famiglia, poi con l’arrivo di nuove amicizie e le successive frequentazioni, non più solo estive, il legame con la città si è stretto sempre di più tanto da farne per me ormai una seconda casa....così mi è stato naturale parlare di una storia che riguardasse la città. Il libro si chiama “Quando c’era Villa Sorriso – locali e musica nella Senigallia degli anni ‘60”... perché gli anni ’60 e perché Villa Sorriso? Gli anni ’60 sono stati l’ultimo decennio del ‘900 di reale energia vitale e creatività in ambito artistico, e sostanzialmente un periodo irripetibile dovuto ad una congiuntura particolarmente favorevole mai più ripetuta in seguito e ciò in ambito musicale, culturale, sociale. La scelta di inserire Villa Sorriso nel titolo assolve alla funzione di individuare e richiamare con un solo nome l’immaginario di un intero periodo. Nonostante a Senigallia non ci fosse solo un locale di punta negli anni in questione, ho però capito che il solo nome di Villa Sorriso valeva a qualificare un’”epoca” e quindi è stato gioco forza farlo diventare l’incipit di questa avventura. Come è iniziato il tutto? Per la realizzazione di questo lavoro, oltre alla Raffaello Editore nella persona di Franco Bastianelli che ha creduto nel progetto dandogli la possibilità di vedere concretamente la luce, ed il patrocinio del Comune di Senigallia ad opera del Sindaco Maurizio Mangialardi, è stato fondamentale l’apporto di Ivano Magi Galluzzi, storico deejay

112

degli anni ‘70 e ’80 conosciutissimo in riviera e proprio dalla fine degli anni ’60 aveva iniziato la sua vicenda professionale. Ivano è stata la prima persona alla quale ho parlato di questo progetto, e lui, recependone subito lo spirito, mi ha messo a disposizione la sua sterminata rete di contatti che hanno poi consentito di raccogliere il corposo materiale che si può apprezzare nella pubblicazione... oltre naturalmente a raccontarmi molti aneddoti gustosi e retroscena di quegli anni. Di cosa parla nello specifico il libro? Il libro racconta storie e immagini quella che comunemente viene definita “la lunga estate degli anni ‘60”. Il racconto procede attraverso la descrizione dei locali di punta del periodo che, è bene ricordarlo, avevano risonanza nazionale, tra i quali si pensi alla già citata Villa Sorriso dove si sono esibiti tutti gli artisti più famosi del decennio trattato, ma anche alla Rotonda a Mare un vero e proprio topos degli anni ’60, con tanto di canzone che la richiama e di vera storia dello stesso brano e della genesi... che non mancherà di rivelare qualche sorpresa! A fianco dei locali si sviluppa la vicenda artistica dei tanti musicisti locali che ne hanno impreziosito le serate tra i quali spicca Annagloria, che vanta nel suo palmares la partecipazione al Festival di Sanremo del 1975 ed al Disco per l’estate del 1973, oltre che collaborazioni con i più importanti autori ed arrangiatori italiani. Mano a mano che il lavoro procedeva, ed ai racconti iniziali di Ivano si aggiungevano quelli di tutti gli altri protagonisti, è stato quasi naturale arricchire la narrazione estendendola alla descrizione delle tante manifestazioni importanti che Senigallia ha ospitato, ed alla ricostruzione delle notti estive e delle avventure dei tanti playboy che le hanno animate, finendo per dare un panorama esaustivo (si spera!) dei favolosi sixties! Il libro è tra l’altro nobilitato dalle interviste ad alcuni amici che raccontano la loro esperienza musicale e la tappa del Cantagiro a Senigallia: Mal dei Primitives, Bobby Posner dei Rokes e Giampaolo De Bastiani di Dino & i Rollicks Questa non è la tua prima pubblicazione in quanto venivi già da “Ancona Beat” in cui hai potuto godere della collaborazione di


un’artista di culto degli anni ’60 come Gene Guglielmi che ne ha addirittura scritto l’introduzione... Da lì è un po’ partita questa mia storia “editoriale” in quanto l’amicizia con Gene è stato il collante che, insieme ai suoi incoraggiamenti, mi ha dato la spinta per raccontare la stagione del movimento beat nella città di Ancona, che, forse non tutti sanno, ha espresso realtà di livello nazionale in quanto a gruppi. Si pensi ai Wanted, agli Spirituals, ai Players ed ha dato modo al talento di Roberto Bacchiocchi di rivelarsi definitivamente prima di giungere al successo con gli Oz Master Magnus e il brano “Lonely people”- trasmesso da Alto Gradimento e Supersonic – e dare vita agli Agorà gruppo simbolo del progressive italiano. Il sodalizio con Gene Guglielmi ha dato nuovo impulso anche alla tua vicenda di musicista... Il rapporto con Gene è stato fondamentale in questo senso. Negli

anni ’90 avevo inciso due singoli trasmessi anche dalle radio e preso parte a vari festival sia in Italia che in Francia, poi con la musica ero entrato un pò in una fase di stallo. L’incontro con Gene ha rimesso in moto la macchina musicale a pieno regime ed insieme abbiamo preso parte al XII° Music Day di Roma, al Beatles Day di Brescia, al Festival Beat di Milano e soprattutto partecipato al Summer Festival di Sanremo calcando il palco del mitico Teatro Ariston, punto d’approdo di ogni musicista! Peraltro nuovi progetti sono in vista... Prima di salutarti dimenticavo una domanda... Tu oltre che autore e musicista sei avvocato... Come si conciliano queste cose? In modo molto semplice quanto professionale... senza che nessuna delle attività rubi spazio all’altra!

113


114


115


116


∂16∂


1976 - 2016: 40 ANNI SUL MIXER

FUNNY DJ Ha lavorato in locali storici per citarne alcuni: Shalimar, Baia

Imperiale, People, Fantasy, Capannina,Jicky, Echoes, Miu Miu, Papillon, Bibo’s, Ghibli, Masai, Ciack, Accademia, Zen, Miami, Enterprise, Osteria della Cuccagna, Golden Drop, Las Paradies (Ibiza), Nooctua (Tenerife), Morandi (Lugano), Echoes (Tenerife), Diva (Shofhausen Germania) e la storia continua‌

120


via dell’Industria, 31 - Mondolfo Tel. 0721 930270 exofashionhouse@hotmail.it


IVO SERRA I

vo Serra si affaccia al mondo della fotografia già dall’adolescenza, ma la sua vera passione inizia a18 anni quando comincia a scattare con una Voigtlander a telemetro. Acquista la sua prima reflex, un’Olympus OM 10, inizia a lavorare per altri fotografi fino ad affermarsi uno dei più grandi matrimonialisti. Vince ed organizza concorsi fotografici anche a livello nazionale, viene richiesto più volte come giudice, le sue ottiche preferite sono i grandangolari ed i tele spinti. Nel 2001 vince il prestigioso premio “Wedding Album” a Milano, per l’originale album “Sposi anno 2000”, concorso riservato a tutti i fotografi matrimonialisti. Facebook Ivo Serra

122


123


124


125


i prezzi più convenienti s er

viti

GESTIONI METANO GPL DIESEL BENZINA


DOLOMITES

CHARMING HOTEL TEVINI a cura di Enrico Sanchi

128


Situato nel cuore della Val di Sole in Trentino dopo un’accurata

ristrutturazione, riapre le sue porte a tutti gli appassionati di sci e benessere. Situato nelle immediate vicinanze dell’impianto di risalita Daolasa Val Mastellina, da cui si raggiungono i comprensori sciistici di Folgarida – Marilleva e Madonna di Campiglio, L’Hotel Tevini è la meta ideale per gli amanti del grande sci. L’hotel vanta una lunga tradizione nell’accoglienza calorosa della famiglia Tevini, apre la stagione invernale 2016 - 2017 con un’immagine rinnovata a partire dal nome “Dolomites Charming Hotel”. Un nome che rimanda alle sue calde atmosfere di hotel in stile alpino contemporaneo radicato nel territorio di quelle montagne che il mondo ci invidia: Le Dolomiti. Un ambiente raffinato e accogliente,

intimo, nelle nuove stanze che scelgono il calore di tre differenti tipi di legno: l’abete, il profumato cirmolo e il larice trentino per offrire il massimo del comfort ai suoi ospiti. Progettato nel segno della ecosostenibilità, rientra nella categoria dei bio-hotel non solo per la scelta dei materiali, ma anche per i consumi a impatto zero sul territorio come l’acqua, che si trova in abbondanza in tutta la valle, o il legno usato al posto del gasolio per il riscaldamento naturale. Per non parlare della cucina che offre i piatti della tradizione realizzati con gli ingredienti dell’orto. Novità anche per la Spa che nel suo nuovo concept reinventa l’acronimo di Salus Per Aquam, proponendosi come Spa a Km Zero fortemente caratterizzata dai tre elementi naturali che maggiormente rappresentano il territorio: Sale, Pietra, Acqua.

129


130


131


132


CAPPELLETTO DA PASSEGGIO di Elisabetta Boninsegna

Il pittore dipinge, lo scultore scolpisce, il bravo cuoco sa tirare la

sfoglia e fare un brodo di carne da leccarsi i baffi. E’ un lavoro di artigianato, dove braccia e pazienza sono le protagoniste. Ma non sono da meno altre caratteristiche, come la sapienza nel dosare gli ingredienti e la capacità d’interpretare la durezza di acqua e farina, trovando un perfetto accordo tra carni, verdure e aromi. I misteriori segreti della cucina racchiusi in un piatto. Una volta le nonne avevano mano, occhio, ma soprattutto, tempo. Tra un lavoro in casa e uno in campagna si ritagliavano quelle due o  tre ore da dedicare alla cucina. Oggi, invece, è sempre più difficile preparare nella propria casa il cibo della tradizione, perchè è un cibo che normalmente necessita tempi di produzione e cottura particolarmente lunghi. E’ un perenne “vorrei ma non posso...”  Ma da qualche mese a Cesena c’è qualcuno che lo fa in maniera eccellente per tutti coloro che, pur non avendo tempo da dedicare ai fornelli, non vogliono rinunciare al caldo abbraccio dei sapori di una volta. Qualcuno che con la tradizione ha avuto a che fare fin da bambino quando seguiva nella cucina dello storico Ristorante La Cerina di San Vittore (aperto nel 1965) la nonna e la mamma mentre tiravano la sfoglia, la piadina o preparavano il sugo per gli strozzapreti già adagiati sulla spianatoia.  Piergiorgio Sacchetti, figlio d’arte, che per anni ha lavorato e imparato davanti ai fornelli del ristorante di famiglia, proprio insieme a Rosanna, la sua mamma, la vera sfoglina della vecchia scuola Cerina (allora capitanata da Maria Ceccarelli, detta Ines, la più grande sfoglina di sempre) ha deciso di cambiare prospettiva mantenendo però fermo il gusto per la sostanza.

Dalla sua mente creativa è nato “Brodino”, un luogo molto trendy, arredato con lo stile dell’essenzialità e il calore dell’antico, in cui ci si può fermare per bere un ricco brodo coi cappelletti oppure mangiarli passeggiando. Il cappelletto da passeggio è veramente il massimo per chi è attratto dalle tradizioni ma ama la contemporaneità. Nella bottega, che si trova in via Fra’ Michelino, le creazioni artigianali che escono dal laboratorio, fresche ogni mattina con prodotti genuini e del territorio, infatti, si possono consumare sia all’interno che portare a casa per cuocerle nelle proprie pentole, oppure mangiarle mentre si passeggia.  “La mia famiglia ed io – spiega Piergiorgio Sacchetti – abbiamo dedicato ogni minuto della nostra vita al Ristorante La Cerina. E’ un lavoro serio, faticoso, dove i segreti si imparano giorno per giorno, operando con i cuochi più esperti. Non è possibile improvvisarsi cuochi della tradizione da un momento all’altro. E oggi più che mai credo in questo progetto di “Brodino” dove ho cercato di unire l’arte culinaria tradizionale con la storia della nostra città.  E’ per questo che ho scelto di aprire il locale proprio nel cuore di Cesena, a due passi dalla Biblioteca Malatestiana. La bottega sarà una vetrina per la nostra produzione, dove acquistare, consumare all’interno ma, per chi viene da fuori, anche consumare le nostre paste artigianali facendo un bel giro turistico per le città grazie a un opportuno packaging studiato per questa esigenza”.  Un esempio dei prodotti che troverete? Cappelletti di Cesena, passatelli di Cesena, sfoglia lorda, ravioloni ripieni, tagliatelle, tagliolini, pappardelle, quadrucci/monfettini, strozzapreti, gnocchi, lasagne, brodo di carne, brodo di verdure e ragù di carne già preparato per i tortelloni. (brodinopastificio.com)

133


BURRO & ALICI

DALL’OBIETTIVO DI LUCIANO BOCCONI

Burro & Alici Food | Drinks | Friends Lungomare C.Colombo, 98 - Marotta Tel. 0721 961200 - Mobile: 347 1332105 info@ristoranteburroealici.it

134


135


MADRID TRA ARTE, SHOPPING, TAPAS E MOVIDA di Marcello Tosi

Città monumentale, capitale ricca di storia secolare, Madrid è

dinamica, aperta, intenso centro di scambi e di affari, di eventi di cultura e di spettacolo, catalizzatore di cento sguardi aperti verso il futuro, nell’arte, nel cinema, nella narrativa, nella moda. Come su di un palco, come su una scena naturale, il suo sipario si apre tra edifici avveniristici e splendidi palazzi nobiliari, splendidi giardini regali oggi aperti al pubblico e parchi naturali, grandi polmoni verdi, su arene colme di passione e di festa, mentre corre nelle sue vene la dignità e la fierezza di una vera capitale internazionale. Scoprire Madrid è andare alla scoperta delle mille anime di una capitale caliente e accogliente. L’adrenalina della vita notturna, la frenesia lavorativa del giorno, la strabordante monumentalità dei quartieri antichi, delle lunghe “Avenidas” che ricordano quelle sudamericane, allo stupore dell’ architettura di stile newyorchese del Paseo della Castellana, fanno da sfondo ai suoi universi artistici, alla moda e dell’originalità dei nuovi stilisti all’originale e prelibata arte della cucina. In ogni campo in cui da il meglio la sua incredibile, funambolica vivacità. Madrid è tutta da assaggiare in ogni specialità. Da gustare e degustare. Madrid non è solo fare un ripasso sulla storia d’Europa. La città è ricchissima di monumenti e di cultura, con il vecchio ed il nuovo vivacemente in contrasto tra loro. La chiave per rendere il soggiorno a Madrid ancora più interessante è quella di promuovere il proprio ruolo da semplice turista a quello di viaggiatore, spostare il proprio ‘focus’ da spettatore e immergersi nei vicoli antichi della città, nei “Barrios”, muovendosi da una Plaza ad un’altra, veri salotti urbani, passeggiando a testa in su per la Gran Via per non perdere i dettagli degli eleganti edifici anni Venti e Trenta, e lungo i maestosi viali. Dalla Puerta del Sol al Palacio Real, da Plaza de España a la Puerta de Alcalà. Andando alla ricerca di un’ottima “tapas”, così come visitando il Museo del Prado o il Thyssen-Bournemisza, oppure percorrendo la “Milla de Oro”, il lungo miglio dello shopping, attraversando gli stretti vicoli lastricati a cui si affiancano chiese e palazzi seicenteschi incredibilmente decorati, e piazze secolari che confinano con viali moderni e scintillanti grattacieli, come le Cuatro Torres che sono i quattro grattacieli che compongono il quartiere degli affari edificato sui terreni dell’antica città sportiva del Real Madrid: la Torre Foster, la Torre PwC (prima chiamata Sacyr Vallehermoso), la Torre de Cristal e la Torre Espacio. Tale è Madrid, una città tutta da scoprire, ricca di curiosità e densa di luoghi di ritrovo dove sulla scia di frequentatori famosi, come Hemingway, non si può mancare di fare una puntata a locali come la Cerveceria Alemana, tra i ritrovi preferiti dello scrittore

136

americano, che lo ricordò in un articolo pubblicato nel settembre 1960 su Life come “un buen sitio para tomar cervezas y café”. E sempre nella splendida Plaza Santa Ana, il famosissimo e sciccosissimo Tablao Villa Rosa in stile moresco che ebbe come protagonisti di memorabili bevute tra palme, cimeli taurini e suoni di chitarra anche Ava Gardner, Frank Sinatra, Orson Welles… Da mezzogiorno a mezzogiorno una capitale che non sta mai ferma, gustando quella che è stata ribattezzata “removida” così come le atmosfere letterarie. Da sempre una città ammaliatrice per artisti e intellettuali. Oggi un universo di fashion. tentazioni e seduzioni che sono continuo stimolo per creativi provenienti da ogni parte del globo, e lanciano le nuove tendenza a livello internazionale. Una passeggiata lungo i secoli, tra piazze salotto e quartieri maestosi, antichi e moderni, dove si compie il rito quotidiano del “vamos a tapear”, tra bar e taverne, stuzzichini e un bicchiere di cerveza per arrivare all’ora di cena, con tutto l’ottimismo per cui vanno famosi i suoi abitanti e l’esuberante piacere di sentirsi madrileni e gli spagnoli, si sa, con il tempo hanno un rapporto particolare, tutto è spostato in avanti di qualche ora. Da non perdere anche lo spettacolo della città vista dall’alto, del panorama a 360° che si gode salendo sulle vaste terrazze liberty del Circulo de Bellas Artes. Anche i quartieri della fascia suburbana, come l’elegante “Las Rozas”, a nord ovest della città, sono connotati da spazi amplissimi e tanto verde, lontano dal convulso traffico cittadino. Centro outlet delle più prestigiose firme spagnole e internazionali, e tra le italiane Armani, Versace, Dolce e Gabbana, Missoni, “Las Rozas Village” è il centro commerciale più redditizio del mondo, con un beneficio di 304 dollari a m2. I mezzi pubblici (il modo migliore per muoversi a Madrid, anche sfruttando l’efficiente rete della metropolitana, i numerosi autobus panoramici, itinerari in bici e gite con degustazioni) sono frequenti e veloci. Si cammina comunque con piacere al fresco dei lunghi viali alberati. La città è vivacissima, colma di occasioni culturali. La gente affolla a metà giornata bar e caffè all’aperto. Madrid è la città in Europa ad averne il più alto numero, dove gustare le sue specialità gastronomiche: cocido e bacalao, churros e tortillas o il tipico bocadillo de calamares. Uno spettacolo di colori e di sapori. Altro mito negativo da sfatare, le uniche attrazioni turistiche sono grandi musei (Prado, Thyssen-Bornemisza e Reina Sofia): il fascino di Plaza Mayor, i marmi del Palacio Real e l’adiacente Plaza de Oriente, per non dire della storica Plaza de la Villa, del Parque del Buen Retiro e della Estación de Atocha, stanno a testimoniare che Madrid in realtà è una città tutta da scoprire. Basta averne voglia (e la forza) e la si può vivere 24 ore su 24…


Contenuti facilitati da Madrid destino turismo cultura y negocio, s.a., disponibili su www.esmadrid.com

137


138


Contenuti facilitati da Madrid destino turismo cultura y negocio, s.a., disponibili su www.esmadrid.com

139


140


Contenuti facilitati da Madrid destino turismo cultura y negocio, s.a., disponibili su www.esmadrid.com

141


ALBERTO BESSON da Italart Spazio Arte Cremona Domenico”, Crema; Galleria 20, Torino; Museo Civico, Crema; Galleria Del Rivellino, nell’ambito del Ferrara Art Festival, Ferrara; Palazzo della Racchetta, Ferrara; “Tra ragione e sentimento”, Palazzo Ricci Oddi, Piacenza, nell’ambito del Piacenza Art Festival; Biennale ADAFA, Cremona. 2015: Artefiera di Cremona; “Cibo per l’anima”, AAC, S.Maria della Pietà, Cremona; Affordable Art Fair, Milano; Spazio E, Naviglio Grande, Milano; “Percorsi espressivi”, Galleria L’Altra Arte, Bagnolo Mella; Palio Artistico Milano Expo 2015, “Arte, energia dell’immaginario”, Palazzo della Permanente, Milano; “Museo Ponchelliano”, Paderno Ponchielli; Italian Art Fair in UAE, Mall of the Emirates, Al Barsha, Dubai; 2016: “Dramatis personae”,Castel dell’Ovo, Napoli; “Koinè”, Muef Art Gallery, Roma; “Senza soluzione di continuità”, Spazio “E” Arte contemporanea, Milano; Artefiera di Cremona; Galleria “Itinerarte”, Venezia; Galleria “Il Rivellino”, Ferrara; “Underground Art Festival”,Grotte del Boldini, Ferrara; Arte senza frontiere, Amnesty International, Palazzo Cattaneo, Cremona; Galleria “Immagini Spazio Arte” Cremona.

A

lberto Besson nasce a Crema ove tuttora risiede. Significativi riconoscimenti al Castello Sforzesco di Milano ed alla società Belle Arti di Torino, lo incoraggiano a continuare il proprio discorso artistico iniziato nel 1965. Gli anni ‘70 sono di grande fervore creativo, favorito dalla frequentazione degli ambienti artistici milanesi, parallelamente agli studi universitari.Tre le personali nel capoluogo lombardo in breve tempo e prime realizzazioni serigrafiche su lastre di alluminio e nuovi materiali plastici. Dopo un periodo di esperienze diversificate, si laurea in giurisprudenza alla Statale di Milano e superato un concorso pubblico, ottiene un impiego statale. Al suo attivo una quarantina di illustrazioni su volumi di racconti e poesie pubblicati da varie case editrici e oltre quattrocento le presenze dal 1970 in Gallerie d’Arte, Fondazioni e Musei in Italia e all’estero Tra le ultime presenze, si ricordano: 2013: Artefiera Genova; Artefiera Cremona; “Musicando”, Museo Paderno Ponchielli ; “Koinè”, Palazzo della Racchetta, Ferrara; Rocca Viscontea, Lacchiarella; Galleria “20” Torino; “Segni”, Rocca di San Giorgio, Orzinuovi; Artefiera, Padova; 2014: Artefiera, Genova; Artefiera, Cremona; “Fondazione San

142

Di seguito la critica di Virgilio Patarini ( da”La Materia è il Colore”, Giorgio Mondadori editore, Milano, 2010) Se si tralascia la produzione più figurativa di Alberto Besson, d’ispirazione pop, decisamente moderna e suggestiva, si può notare come dalla metà degli anni duemila, l’artista di Crema abbandona la strada vecchia e consolidata per avventurarsi in nuovi altrettanto suggestivi sentieri. Fino a quel punto di rottura la pittura di Besson si distingueva per il rigore e l’equilibrio formale delle composizioni geometriche e delle ampie campiture “a plat”, che evidenziavano una tavolozza dai toni tenui, quasi pastello e una ricerca di armonia basata su un gioco di pesi e contrappesi, di cui la chiave di volta era, in sostanza, la ubriacante reiterazione e il reciproco bilanciamento di tasselli cromatici dello stesso colore (magari con uno o due toni di scarto) e di forme geometriche simili, anche se sempre, leggermente, sottilmente diverse... Intorno al 2005 le armoniche composizioni di Besson si frammentano, le forme si frantumano, si rimpiccioliscono, si addensano in formazioni più complesse e articolate.I colori si fanno più acidi, più violenti. Si ricerca sempre e comunque un’armonia, ma si tratta di un’armonia diversa: meno classica, meno apollinea, più audace, scomposta, post-moderna. La destrutturazione delle figure e delle forme sembra rifarsi ad un diverso immaginario che riscatta e trasfigura quello derivante dalla consuetudine col computer...I titoli poetici ed evocativi di un tempo lasciano spazio ad indicazioni più secche di precisi luoghi geografici sinteticamente allusivi. E l’artista così ci sembra essere piovuto dal cielo di un astratto, poetico Iperuranio sulla terra di una coloratissima, acidissima realtà quotidiana post-moderna.


143


144


LUCIEN da Italart Spazio Arte Cremona

Nasce a Castellamonte, in Canavese, il 9/9/1949. Normali e

regolari studi giovanili fino ai canonici 18 anni, con conseguimento di altrettanto regolare diploma di perito elettrotecnico, portando con se la passione per il disegno e per la pittura. A seguito delle visione del film Woodstock, decide di trasferirsi a Torino e di iscriversi ad Architettura, unica facoltà possibile per poter in qualche modo dare sfogo e libertà alla creatività. Si mantiene gli studi ed una vita “alternativa” disegnando poster delle icone pop e rock e vendendole per strada. Entra in contatto con la Torino freak, hippy, anch’essa alternativa. Ma più dell’ideale politico, è lo strumento di rottura rappresentato dalla musica che lo attrae. Con altri amici organizza il primo pop festival in Canavese nel 1973. A questo seguono ilpop festival di Altare ed incontra artisti come Alan Sorrenti, Battiato, Bennato e moltri altri. Inoltre organizza l’importazione dei primi film musicali (Monterey Pop, Emerson Lake and Palmer, Pink Floyd) dal mondo anglosassone e decide di distribuirli nelle sale delle maggiori province itliane. A questo periodo risale la fondazione, con altri amici, della prima radio libera “Country Broadcasting”. Segue, sempre con l’aiuto di amici, il progetto della Cooperativa Medianova, che si proponeva di organizzare concerti usando come promozione la prima radio libera torinese, RTA, vicina al Partito Radicale.

146

Nel 1975 organizza i primi concerti italiano in un Palasport. Tre storici sold out con Guccini De Andrè e Dari Fo. Seguono Ginger Baker, Gentle Giant, Nuova Compagnia Di Canto Popolare e molti altri. Nel 1976 fonda, a Castellamonte, Radio Punto Zero e contemporaneamente nasce Medianova Spettacoli, ideata per dare una strutturazione commerciale al fenomeno del merchandising, ad esempio seguendo le tournee dei grandi gruppi musicali. Ritorna sulla strada con poster, button e t-shirt, e davanti ai maggiori Palais europei riesce a trasmettere le vibrazioni e le emozioni del rock. Altro scopo della Medianova era l’organizzazione di viaggi in pullman in tutta l’Europa per seguire i grandi concerti rock. Sia attraverso i viaggi che attraverso il merchandising, ha lavorato con tutte le maggiori star del rock, da Dylan ai Queen, Da Marley agli ACDC. Dal 1981, dopo essere stato consulente per le sponsorizzazioni musicali per la Jesus Jeans/ Robe Di Kappa, decide,con Marco Boglione, di trasportare il merchandising dalla musica al mondo del calcio e fonda la Football Sport Merchandising con vendita per corrispondenza e vendita diretta negli stadi. In 10 anni portano il merchandising sportivo tra le più importanti voci di bilancio per le società sportive, incluse Juventus, Milan, Roma e Lazio. Nel 1991, dopo la divisione da Marco Boglione, fonda la Eventi, che, oltre ad occuparsi del merchandising sportivo( Scherma, nuoto, equitazione etc), allarga il campo operativo, immaginando l’estensione del concetto di merchandising ad eventi artistici in senso lato. Nel 2001si ritira nel suo casale canavesano e con il figlio Riccardo crea la Old Legend Jersey, società specializzata nella riproduzione del vintage sportivo, musicale ed artistico. Riprende la sua mai sopita passione per la pittura e per il disegno e dal 2009 con il rinnovato e fondamentale contributo dell’amico e compagno di viaggio Marco Boglione intraprende una collaborazione creativa con Robe di Kappa, producendo una numerosa serie di opere per i vari spazi commerciali della Robe di Kappa in tutta Italia. A questa collaborazione continuativa affianca l’attività di ritrattista e di pittore ispirato alle molte e varie esperienze personali. Ed la storia continua….. LUCIANO ANTONINO “Lucien” 377 4068.304 - 0124 501821 - lucien.coursaire@tiscali.it


147


148


149


LUIGI CARINI da Italart Spazio Arte Cremona delle campagne che circondano il Po e la Trebbia, di sperduti e solitari casolari di collina. Pittura dominata dal silenzio e dalla quiete dove il tempo sembra essersi fermato per concedere a noi, poveri mortali, qualche momento di riflessione e meditato silenzio. In ogni sua opera traspare sempre, in modo chiaro ed evidente, una grande emozione ed un autentico sentimento che spesso riescono a trasformarsi in sintesi formale, in puro e sentito atto creativo.

Nato a Gropparello, ma residente a Piacenza, ha frequentato

l’Istituto d’Arte Gazzola di Piacenza. Luigi Carini è un artista che vanta già un nutrito curriculum fatto di mostre tenute in varie città italiane e di interessanti e qualificati interventi critici. La sua espressione, basata su di un solido impianto graficocompositivo appartiene senza dubbio all’area post-impressionista per la straordinaria capacità di saper cogliere sensazioni e atmosfere, ma sovente il suo sguardo riesce a “fermare” e cogliere dettagli e particolari con tale efficacia e precisione da rasentare l’Iperrealismo. Innamorato della natura, l’artista piacentino ci rende così immagini straordinarie e uniche delle nostre vallate,

150

Di seguito la critica di Gianluigi Guarner “L’artista piacentino Luigi Carini trasfigura, nei suoi eleganti dipinti, il paesaggio padano, donando alle personali visioni compositive forti valenze metafisiche e silenti. Dalla sua espressività affiora la straordinaria capacità di saper cogliere  sensazioni e atmosfere nelle inedite e  liriche tonalità, interpretando, dettagli e particolari, con una straordinaria precisione, quasi iperrealista. Innamorato della natura, supera la mimesi della rappresentazione donandoci scorci e inquadrature delle campagne che circondano i fiumi Po e Trebbia, collegate idealmente a idilliache ed evocate immagini delle colline piacentine. Originario di Gropparello, vive e lavora a Piacenza, dove ha frequentato l’Istituto d’Arte Gazzola. La sua pittura è dominata dal silenzio e dalla quiete, donando alla natura rappresentata suggestioni che vanno al di là del tempo e dello spazio. L’Arte di Luigi Carini è concepita come pura e sensibile meditazione dalla quale trae uno spirito romantico simbolico che sublima in raffinate e vibratili emozioni. La composizione diviene sogno e allegoria di purezza che fluttua in una dimensione sospesa e inquieta. Una brezza sottile rende le immagini di Luigi Carini terse e luminose, prive di un’apparente presenza umana, decretando la natura come unica e autentica testimone di un mondo segreto e incontaminato. “


151


152


ITALART SPAZIO ARTE Via Beltrami 9 - 26100 CREMONA Ph. 3779752755 E-mail: info@arteimmagini.it www.arteimmagini.it facebook: galleria immagini cremona

153


DARIO AIO Dario Aio, Architetto, laureato allo IUAV di Venezia, specializzato

in Storia contemporanea presso l’università di Urbino si occupa da sempre di fotografia, a 27 anni, vince un premio internazionale di fotografia, fotografa soprattutto in bianco e nero e diapositive. Nel 2003 approda gradualmente alla fotografia digitale, con grande perenne nostalgia della pellicola. Ultimamente ha collaborato per

156

molti anni come redattore fotografo con una rivista di Architettura e con Miss Italia nel mondo, particolarmente per le finali Americane e dei paesi dell’est. Dopo l’approdo in Romagna si occupa di motoGP e Superbike con incursioni nel basket. Non si stacca mai dalle sue amate reflex, sempre pronto a cogliere la bellezza di tutto ciò che lo circonda.


157


Ristorante con specialitĂ di carne e pesce, pizzeria, cantina con ricca selezione di vini. A disposizione per convenzioni aziendali e pranzi e/o cene organizzati. Prodotti di qualitĂ  a km 0

Via Comacchio ang. Piazza Angilberto II 20139 Milano Tel +39 02 4945 4074 www.ristoranteglorymilano.it


B.L.T. Vetreria

Via Tevere, 7/A - 61121 Pesaro Tel. 0721 288181 - Fax 0721 270858 info@vetreriablt.it - www.vetreriablt.it


PROVENZANO DJ MUSICA ALLO STATO PURO Quarantasei anni, romano, portatore sano di musica nel sangue.

Amerigo Provenzano, in arte Provenzano DJ, di sé stesso dice: “Sono un DJ, e me lo sento addosso da sempre”. Volendo essere più precisi però, siamo di fronte a uno dei fondatori di radio m2o musica allo stato puro, emittente radiofonica del Gruppo Editoriale L’Espresso, autore di programmi in radio, DJ delle più famose discoteche italiane ed europee nonché produttore discografico di successi come Provenzano & Simioli Feat. Scarlet “Ain’t No Sunshine” su EGO e della collaborazione di prossima uscita con Federico Scavo “Folegandros” sull’etichetta di Kryder Sosumi/ Cartel Recordings. Determinazione, eclettismo e sincerità sono i tratti che contraddistinguono l’uomo, capacità di innovare sempre e comunque, le caratteristiche di un talento che hanno assicurato una carriera molto lunga, sia nel campo radiofonico che dei locali notturni. La sua avventura inizia nei fantastici anni ‘90, anzi proprio nel 1990, a seguito di un corso professionale della Regione Lazio che per stage lo manda a Radio Dimensione Suono. La scintilla scocca da entrambe la parti e da qui uscirà dopo ben tredici anni, con la

162

sua m2o. Contestualmente si avvia anche la sua carriera di DJ nel mondo della notte a livello internazionale. A lui che è un DJ, se chiedi qual è la qualità indispensabile per avere le carte in regola in questo settore, la risposta che sentirai è: “Oggi fare questo lavoro è diventato uno sport nazionale, secondo me è il gusto musicale ciò che fa la differenza. La tecnica si insegna, saper scegliere i dischi per accontentare sempre il pubblico che si ha di fronte invece, non è questione di esperienza, ma di una sensibilità che difficilmente si può imparare. Anzi, è una dote che hai oppure non avrai mai”. Giostrarsi con successo in una triade di attività come queste, non è stato semplice perché, anche se si tratta di settori sintonici, sono comunque campi che presentano peculiarità estremamente diverse. In che veste Amerigo si senta più a suo agio è chiaro ed evidente: “Certo, sono stati tutti e tre sempre presenti nella mia vita, ma la radio è stata e rimane il mio primo amore, quello che ci rimarrà per sempre. Per questo, anche se siamo alla fine, mi presento: Buongiorno a tutti, sono Amerigo Provenzano, e sono un dj che lavora alla radio”.


Photographer: Marco Garofalo

163


Pergola Via Bellini, 1 - 0721 735957 - 339 5617286 Visite specialistiche - Fisioterapia - Osteopatia Cagli Via Flaminia, 128 - 0721 790269 - 320 6314912 Visite specialistiche - Medicina dello sport Fisioterapia - Osteopatia Lucrezia di Cartoceto Via Flaminia, 94-96 - 0721 877194 - 3345861441 Visite specialistiche - Fisioterapia - Osteopatia Sassoferrato 339 6198753 Fisioterapia Marotta 328 8842622

Auguri di Buone Feste

Pesaro Via del Novecento, 17 - 0721 452193 - 366 1472757 Visite specialistiche - Terapie del dolore - Fisioterapia - Osteopatia San Michele al Fiume Via Vittorio Emanuele II - 339 6198753 Fisioterapia - Osteopatia Canavaccio Via Nazionale - 346 6665346 Prossima apertura

Ubino Via Sforza Battista, 227 - 320 6314912 Fisioterapia

Gruppo Fisiosan

Pergola - Cagli - Lucrezia di Cartoceto - Sassoferrato - San Michele al Fiume - Pesaro - Urbino


NEW WEBSITE PER ESSERTI SEMPRE PIÙ VICINO WWW.FISIOSAN.ORG Fisiosan Fisioterapia e Polispecialistica Centro Unico di Prenotazione


DR. FEELX Dr.Feelx è un cantante, produttore, dj, speaker, attore e

showman di fama internazionale. Da molti decenni protagonista della musica e dello spettacolo in tutto il mondo. Cresciuto a Roma in quanto figlio di un ex-diplomatico della Fao, Dr.Feelx ha girato e lavorato in tutto il mondo seguendo dapprima il padre, poi in seguito dedicandosi alla sua grande passione: la musica. Passione che l’ha spinto negli anni a lavorare ed esibirsi in centinaia di locali, teatri, studi radiofonici, set televisivi e studi cinematografici. Proprietario dell’etichetta “Feel Reel Records and Productions” ha creato e prodotto innumerevoli brani che l’hanno affermato grande artista nel panorama italiano e non solo. Questo anno che giunge al termine ha visto nascere e svilupparsi progetti molto importanti che hanno fatto tornare alla mente ricordi significativi nella vita di Dr.Feelx. Per citarne uno, l’importantissimo remake del suo famosissimo brano del 1989 “Relax your Body” a cura di Ricardo Villalobos uscito poco più di un mese fa su vinile con etichetta “Autum”, già in vetta alla classifiche degli lp più venduti in Germania e tra le prime cinque posizioni in Europa. Un successo lavorativo ma soprattutto un onore alla lunga carriera iniziata nei club decenni fa, quando non era ancora l’era tecnologica mediale dei nostri giorni, per creare musica ci si trovava negli studi di registrazione. Il mercato della musica e la sua diffusione erano molto diversi da oggi. Con la sua etichetta ha recentemente creato e prodotto due video musicali molto importanti: il primo è un tributo al grande sportivo “Muhammad Alì” recentemente scomparso, la cui memoria Dr.Feelx l’ ha voluta omaggiare con la nascita del progetto “I am the Greatest”, composto da differenti versioni del brano a lui dedicato e dal videoclip che ha visto la collaborazione di artisti provenienti da tutta Europa. Un video tributo ad un grande personaggio che ha lasciato un segno indelebile nella storia per i suoi successi sportivi e per il suo grandissimo impegno umanitario. Il secondo video prodotto da Dr.Feelx è “Love Is”, parla come sempre d’amore come in tutte le produzioni di Dr.Feelx, però questa volta è un amore particolare,

168

quello di un padre verso una figlia. Il brano “Love Is” è il remake del brano originale creato in collaborazione con Alex Barattini, dj e produttore con cui sta realizzando svariati lavori e produzioni che fanno parte della colonna sonora del film “Teen Star Academy”, una produzione internazionale molto importante dell’italiano Enrico Pinocci. Imminente è l’uscita in tutte le sale del mondo di “Teen Star Academy” che sarà presentato in anteprima mondiale a maggio al Festival di Cannes. Questo anno si conclude e il nuovo che arriva, annovera progetti molto importanti di Dr.Feelx: il grande tributo ai dj che hanno fatto la storia dei club di tutto il mondo negli ultimi trent’anni con il brano “Old Bastard” prodotto in due versioni, dedicata ai dj italiani, l’altra ai dj esteri. Altro tributo dedicato a due grandi colleghi scomparsi: Frankie Knuckles e Dave Mancuso, in preparazione in loro memoria un video musicale con la sua etichetta “Feel Reel Productions”. Altro grande progetto per il duemiladiciassette è la produzione del brano “The Game is Over”, grandissimo successo degli anni ‘90 prodotto da Dr.Feelx per Lady Gee, con il quale ha vinto innumerevoli premi che lo hanno portato in giro nei club di tutto il mondo. In fase di ultimazione anche il cd “Love in the House”, un omaggio (a Sua Santità Papa Francesco) che ha coinvolto dj e musicisti di tutta Italia che con la loro partecipazione e vena artistica hanno voluto condividere il messaggio di pace ed amore al mondo intero. Questa iniziativa, oltre ad omaggiare Sua Santità, auspica di poter avvicinare i giovani alla Chiesa attraverso la musica, con lo slogan: “Se i giovani non vanno verso la Chiesa, portiamo la Chiesa verso i giovani con la musica”. Nel 2013 Dr.Feelx aveva già creato un brano dedicato al Papa, dal titolo “Diamoci del tu”. La sua lunga carriera e la sua intensissima vita saranno presto raccontate in un libro che è in fase di realizzazione, dove Dr.Feelx parlerà della sua carriera artistica, delle sue esperienze, dei ricordi, della sua missione di vita. Il libro si chiamerà “Me, Myself and I”, un libro di vita, musica e amore. La filosofia di vita dell’artista è racchiusa in tre semplici parole: pace, amore e fratellanza. www.drfeelxyo.com


169


ESSEPI VIA XXV APRILE, 5/A MAROTTA DI MONDOLFO (PU) TEL. 0721 961056 info@essepimport.it

ENOTECA NON SOLO VINO VIA LITORANEA, 274 MAROTTA DI MONDOLFO (PU) TEL. 0721 969482 - 348 3037283 negozio@essepimport.it


Aris

2

ristorante - pizzeria

via Faa di Bruno, 95 - Marotta - Info e prenotazioni: 347 5728854


Profile for Life&People Magazine

Life&People Magazine Photogift 2016  

Life&People Magazine Photogift 2016  

Advertisement