Page 1

www.newsliberipensieri.it

www.newsliberipensieri.it

PERIODICO DI INFORMAZIONE - DISTRIBUZIONE GRATUITA - COMUNICARE CON LA FOTOGRAFIA - di CROCIFISSO TURRISI (PISSO) Anno 0, Numero 2 Marzo-Aprile 2012, Iscrizione al Tribunale di Brindisi n°6/11 Settembre 2011 - Direttore Responsabile Crocifisso Turrisi - Edito Ass. Culturale Latiano Futura

L

DOPO 150 ANNI L’ITALIA STA BRUCIANDO SOTTO UN MANTO DI SPRECHI

’Italia sta bruciando, eppure qualche mese addietro Berlusconi diceva che tutto andava bene, che i ristoranti erano pieni, che negli aerei non c’èra mai un posto per volare e che prima che la sua stessa maggioranza gli togliesse la fiducia, sosteneva che gli italiani erano un popolo di benestanti. Ora, i partiti (PDL- UDC e PD) che sostengono questo governo composto da tecnici, con a capo il Professor Mario Monti Presidente del Consiglio, sta chiedendo agli Italiani sacrifici enormi per uscire da questa crisi economica, che si fa ancora più stringente. Come dimostra l’aumento della benzina, l’introduzione della tassa sulla casa, ovvero l’I.M.U., l’aumento dei costi dei beni di prima necessità (pane, latte, carne e verdure), l’aumento dei ticket sui farmaci e sulle visite specialistiche, e tutta una lunga serie di incrementi di costi a carico della collettività. Non per ultimo le modifiche per i parametri per andare in pensione, con una disoccupazione pari al 31%. Ma i giovani da tutti acclamati, vinceranno la sfida del precariato? Potranno mai costruirsi una famiglia? Potranno mai accedere a forme di credito agevolato per l’acquisto della casa ?Ma, se il lavoro non c’è, e se c’è è pure precario e/o sommerso come si fa? La nostra cara Italia continua a bruciare e ad invecchiare, e se non aumenterà la crescita, con gli aiuti alle piccole imprese, gli artigiani, le famiglie e le giovani coppie, con una buona politica di welfare, così come avviene nella vicina Germania, allora si che saremo un paese per non solo vecchi. Allora, se Noi Tutti, riflettessimo un attimo, probabilmente converrete che i veri tagli orizzontali dovrebbero farli eliminando i costi della politica, tra questi, quelli che porterebbero benefici reali agli italiani, come ad esempio gli enti inutili che costano circa sette MILIARDI di EURO all’anno, così come sostenuto da vari autorevoli esperti in materie economiche, perché non forniscono valore aggiunto nè ai cittadini nè alle imprese. Tra questi, l’abolizione delle Provincie, la inutile e dispendiosa proposta della regione salento, dei vari consorzi di bonifica e dei vari enti inutili IACP, ASI, STP, APT, ATO, con i relativi consigli di amministrazione, gli incarichi di consulenza etc., consentirebbero notevoli risparmi, non chiacchiere da falsa politica, ma tagli a favore della collettività. Anche il Comune di Latiano da parte sua dovrebbe adeguatersi al periodo di congiuntura economica, abolendo una spesa inutile e tanto discussa da tutta la cittadinanza, come quella sostenuta per la convenzione stipulata agli esperti nominati al primo insediamento dell’amministrazione De Giorgi, che ha un costo di circa 75.000 mila

euro annui. Dopo circa due anni, dall’insediamento dell’amministrazione De Giorgi non si vede all’orizzonte nulla di nuovo, eppure questi esperti, avrebbero dovuto fornire un supporto tecnico, per un cambiamento radicale del nostro paese. L’unica cosa certa, che si è vista in questa giunta, sono state le dimissioni dell’ ex assessore Dott. Antonio Distante. Le dimissioni di quest’ultimo così come riferito dai media, sono scaturite e derivate da personalismi infantili, da veti e invidie, che bloccano di fatto, l’azione amministrativa, poiché forse molti non condividevano il suo impegno, la sua professionalità e la sua competenza messa in campo, in maniera propositiva e innovativa per il bene del paese. Doveva essere l’amministrazione del cambiamento, della politica nuova fatta da giovani, con un cambiamento radicale rispetto al passato. Io chiedo ai Cittadini di Latiano, se hanno notato cambiamenti reali nell’amministrare. Direbbe il grande TOTO’meditate... Gente….Meditate….!

L’8 MARZO NON REGALIAMO SOLO MIMOSE

Diamo un segnale di speranza a tutte le donne, la loro vita è dedicata totalmente per la famiglia e per la società, l’8 marzo è solo una data

N

el 1908, dopo alcuni giorni di scioperi e occupazioni in una fabbrica tessile di New York, al fine di migliorarne la qualità della vita e delle condizioni di lavoro, 129 operaie, tra le quali anche donne emigrate di nazionalità italiana, trovarono la morte in quel rogo, provocato dolosamente dallo stesso proprietario dello stabilimento.In ricordo di quella tragedia, Rosa Luxemburg, propose questa data, come una giornata di lotta internazionale, a favore dei diritti delle donne. Da quella data, l’8 marzo di ogni anno in Italia in ricordo di quel tragico evento, precisamente nel 1946 durante la prima celebrazione del movimento UNIONE DONNE ITALIANE (U.D.I.) che Rita Montagnana (attiva figura antifascista e moglie di Palmiro Togliatti) propose allo stesso movimento. In quella data suggerì di dedicare un fiore e scelse la mimosa in quanto “povero e umile” simboleggia il riscatto della dignità femminile, dalle vessazioni che la donna ha subito nel tempo in una società maschilista. Oggi le cose in occidente sembrano cambiate, è diventata una festa da trascorrere in locali con le proprie amiche sbizzarrendosi, ma in altri luoghi della terra le donne non hanno alcun diritto. Forse inizia a sbiadire il senso vero dell’8 marzo, dimenticando la condizione della donna di un secolo fa e le lotte che si sono succedute per avere i diritti attuali. Molte donne, legittimamente rifiutano l’immagine stereotipata che la società odierna propone, ossia quello dell’apparire, dell’isola dei famosi, del grande fratello, o della “farfallina di Belen”. Quindi, molte donne hanno iniziato a non riconoscersi più in quella giornata , per questo motivo, giunge l’occasione per porgere gli auguri alle donne del mio paese. Gli auguri sono

rivolti alle mamme, che con grande dignità e maestria contabile, a causa della crisi economica, fanno salti mortali per far quadrare i conti della famiglia. Auguri vanno alle nostre braccianti agricole, che escono alle tre del mattino, ancora col buio per andare a lavorare nelle campagne e tornare a casa alle la sera, stanche con gli occhi lucidi, ma sempre pronte a sorridere ai propri figli. Un augurio a tutte le donne che hanno qualche piccolo problema fisico e si sentono diverse da tutte le altre. Auguri alle donne che studiano, alle volontarie, a quelle donne che sono costrette a emigrare per lavorare, a tutte quelle donne che lavorano negli uffici, negli ospedali, nei ristoranti, nelle fabbriche, alle donne appartenenti alle forze dell’ordine e alla protezione civile. Un augurio speciale è dedicato alle donne precarie che combattono per il diritto al lavoro e, qualora lo avranno, non si annoieranno di certo. Auguri a tutte le donne che hanno le rughe e i capelli arruffati, perché troppo stanche per pensare solo all’esteriorità, ma che credono fortemente ai valori della coppia e della famiglia. Infine, Auguri a tutte quelle le donne, che hanno subito qualsiasi tipo di violenza, con la speranza di poter reagire con dignità e forza, sperando in un loro futuro migliore, con l’aiuto che ci siano norme sempre più pesanti per chi commette abusi e violenze di qualsiasi genere. Auguri di vero cuore a tutte Voi. Foto servizio di Crocifisso Turrisi (Pisso)


www.newsliberipensieri.it

NON CONSENTIRE CHE SIA GETTATO NEI RIFIUTI SPECIALI OSPEDALIERI. CONSENTI DI CONSERVARE IL CORDONE OMBELICALE

N

el 2008 furono raccolte 27.000 firme per consentire all’Ospedale Antonio Perrino di Brindisi che diventasse uno dei Centri per la Raccolta e la Conservazione delle Cellule Staminali da Cordone Ombelicale, ed è uno dei tredici centri riconosciuti sul territorio della Regione Puglia a raccogliere ed inviare il sangue placentare all’unica Banca Regionale, sita a San Giovanni Rotondo presso il P.O. Casa Sollievo della Sofferenza. Le cellule staminali del cordone si possono donare solo al momento della nascita. La donazione non arreca nessun disturbo ne per la madre e ne tantomeno per il bambino. Con la donazione si possono curare diverse malattie ematologiche (leucemie, linfomi ecc.), neurovegetative, (sclerosi multipla, morbo di Parkinson, ecc.) metaboliche, muscoloscheletriche e diversi tumori solidi. Il Dott. Francesco Cucci Primario del Centro Trasfusionale con tutta la sua equipe, dal 2008 conduce insieme ad altre equipe sanitarie tra le quali quelle di Ginecologia-Ostetricia e Neonatologia, questo progetto della raccolta del sangue ricavato dal cordone ombelicale, strategico per la salute della collettività, poiché ricco di cellule staminali utilissime per tante patologie così come ci conferma la Dott.ssa Maria Antonietta De Sangro, referente del Centro Raccolta Sangue del Cordone Ombelicale Ospedale A. Perrino Brindisi. La Dott.ssa, senza mezzi termini sostiene semplicemente che si potrebbe fare di più attraverso la sensibilizzazione delle donne, dei medici di base e dei ginecologi e il supporto dei mezzi di comunicazione, affinché venga scelta la via della donazione. Al momento, la percentuale provinciale è dell’ 8% rispetto ad una media nazionale stimata intorno al 10%, possiamo e dobbiamo fare ancora molta strada, ribadisce la responsabile del centro, ma con una giusta informazione culturale ed un approccio educativo alle donne, soprattutto dedicata alle future mamme, affinchè quest’ultime possano essere consapevoli e capirne il valore aggiunto ed intrinseco. Noi, di Liberi Pensieri, abbiamo già aperto con il primo numero (Gennaio – Febbraio 2012) la rubrica socio-sanitaria iniziando a parlare della Sclerosi Multipla, continueremo a pubblicare vari argomenti che riguardano la solidarietà e siamo aperti a collaborazioni e suggerimenti in merito. Se desiderate saperne di più per la donazione del cordone ombelicale, potete mettervi in contatto con il servizio di immunoematologia e Medicina Trasfusionale o rivolgersi alla Dott.ssa Maria Antonietta De Sangro. al numero 339-2086162 Per info: http://www.asl.brindisi.it/centroraccolta/centroraccolta.asp 2

Foto servizio di Crocifisso Turrisi (Pisso)


L’URLO ASSORDANTE CHE MOLTI NON ASCOLTANO www.newsliberipensieri.it

Noi siamo indignati di fronte a una decisione che la Corte di Cassazione ha deliberato in merito ad uno stupro di gruppo. Coloro che sono sospettati del reato “stupro di gruppo” (cosi detto branco) non andranno in carcere ma saranno tenuti comodamente a casa agli arresti domiciliari. Sembra che molti opinionisti temono che anche per il grave reato di abusi di violenza sui minori ci sarà la stessa sconcertante decisione. Noi di Liberi Pensieri diciamo con fermezza a tutte le forze politiche che sostengono il governo Monti, di scrivere una Legge severa e adeguata per tutte le violenze e abusi che sono perpetrati sulle donne e sui minori. C.T.(Pisso)

L’8 MARZO REGALA UNA GARDENIA

Roberto Vecchioni Testimonial AISM

FORMAZIONE PROFESSIONALE E UNIVERSITARIA Ora anche i corsi per Assistenti alla Poltrona Odontoiatrica

L’8 marzo in occasione della Festa della Donna, non sciupare le mimose ma dona una gardenia diventerai protagonista per la ricerca, acquistando la pianta contribuirai alla ricerca per debellare la SCLEROSI ULTIPLA. L’AISM, da molti anni è presente in moltissime piazze d’Italia per sostenere la ricerca scientifica. Il ricavato sarà destinato a un progetto sul rapporto tra gravidanza e Sclerosi Multipla. La sclerosi multipla è una malattia al femminile, il rapporto e il seguente; su tre persone colpite da (SM) due, sono donne di età compresa tra i 20-35 anni. E’ una patologia imprevedibile, cronica e invalidante, ecco perché, per combattere la Sclerosi Multipla è importante sostenere la ricerca scientifica. Rendiamo pubblica la nostra solidarietà e lo sdegno nei confronti dell’atto intimidatorio che Salvatore De Punzio e la sua famiglia hanno subito la notte del 31 Dicembre scorso. Lo facciamo adesso, perchè quando è successo il terribile fatto, LIBERI PENSIERI era già in fase di stampa. Il Direttore Responsabile Crocifisso Turrisi (Pisso)

L

LAURA ARGENTIERI

a Scuola “Rousseau” di Latiano non è più soltanto sinonimo di formazione professionale nel campo dell’informatica. Certo, i corsi e gli esami per il conseguimento della Patente Europea del computer ci sono sempre, e pure i corsi, riconosciuti dalla Regione Puglia / Provincia di Brindisi, per Operatore di Computer, Estetisti, Acconciatori, Assistenti Familiari, Mediatori Culturali e, ultima novità, i corsi per Assistenti alla Poltrona Odontoiatrica. Poi ci sono i corsi specialistici per Webmaster, per Tecnico Hardware, nonché i corsi per la sicurezza sul lavoro e quelli per la preparazione al recupero anni scolastici. Insomma, la realtà imprenditoriale creata da Laura Argentieri e da

GIUSEPPE DE FAZIO

Giuseppe De Fazio è ormai punto di riferimento, in provincia di Brindisi, per quanti vogliono investire sul loro futuro. Ma il valore aggiunto consiste, ormai, nel fatto che, da poco più di due anni, la Scuola “Rousseau” è riuscita a portare a Latiano l’Università, anche come sede d’esame, con i Corsi di Laurea - in Giurisprudenza, Economia, Scienze Politiche, Scienze dell’Educazione e della Formazione - della Unisu, Università Telematica delle Scienze Umane “Niccolò Cusano”: basti pensare che ad oggi questo “learning center” conta ben cento iscritti ai Corsi di Laurea e centocinquanta iscritti ai Master ed ai Corsi di Perfezionamento Unisu. 3

FARMACIA di Rigliano Angelo Raffaele Via Pola 60 - Latiano (BR) 0831 72 79 91

Foto servizio di Crocifisso Turrisi (Pisso)


I CACCIATORI SONO DEGLI AMBIENTALISTI CONVINTI www.newsliberipensieri.it

R

iceviamo e pubblichiamo il pensiero del referente cittadino dell’Associazione Libera Caccia Sig. Vincenzo Parabita (foto sopra). L’Associazione Libera Caccia di Latiano nasce nel 1998, per volontà di Parabita e di un gruppo di amici cacciatori, i quali, erano consapevoli che con le nuove norme in materia di caccia, si esigeva una guida competente per non incorrere in pesanti sanzioni. La caccia nei nostri paesi, è una tradizione venatori antica. Il nostro territorio agro-silvo-pastorale, che per motivi di inquinamento dell’ambiente non è più idoneo alla permanenza o nidificazione della fauna. I cacciatori, con le loro tasse contribuiscono ai miglioramenti ambientali e al ripopolamento di fauna stanziale (lepri e fagiani). L’Ass. Libera Caccia risulta la più numerosa come iscritti rispetto ad altre a livello cittadino. Negli anni passati, si chiamava “Associazione Diana” raggiungendo quasi l’80 % di adesioni. Oggi siamo la seconda realtà in Provincia dopo la sede di Ceglie Messapico, e siamo anche punto di riferimento per i cittadini per quanto concerne le leggi sulle armi e il loro uso. La nostra sede Libera Caccia è ubicata in piazza Bartolo Longo e sopravvive grazie alla presenza continua e massiccia dei soci. È centro di aggregazione (dopo lavoro) non solo per i cacciatori, ma per tanti cittadini, ci si incontra per discutere oppure farsi una partitella a carte. Penso che il segreto per avere una associazione viva, il più delle volte, dipende dalla disponibilità di chi è preposto a “dirigere”. Oggi la sede dell’Associazione Libera Caccia si sostiene economicamente con tesseramento dei Soci, oltre a piccoli contributi volontari. I nostri bilanci, alcune volte si chiudono con qualche centinaio di euro in attivo che vengono reinvestiti per l’Associazione. Noi ci sentiamo veri sostenitori dell’ambiente per-

ché, per perseguire la nostra passione (la caccia) vogliamo salvaguardarlo con degli strumenti di controllo e se occorre anche di repressione, tant’è che l’Associazione Libera Caccia ha delle Guardie Volontarie munite di decreto rilasciato dal Presidente della Provincia di Brindisi che hanno il compito di sorvegliare e segnalare alle autorità competenti tutto ciò che è degrado di inquinamento atmosferico, del suolo e di vigilanza venatoria e ittica. La nostra Associazione dal gennaio 2011, ha una convenzione con il Comunale di Latiano, per il controllo del territorio contro lo scarico abusivo di rifiuti nelle campagne, utilizzando le due guardie volontarie Cosimo Baldari e Rocco Basile. E già si riscontrano ottimi risultati. Noi cacciatori ci sentiamo veri tutori dell’ambiente.

4

Foto servizio di Crocifisso Turrisi (Pisso)


DUE BORSE DI STUDIO IN MEMORIA DI VINCENZO PARISI CAPO DELLA POLIZIA DI STATO DALL’ 1987 AL 1994 www.newsliberipensieri.it

L

unedì 16 gennaio 2012 alle ore 18.30, presso l’auditorium della Cittadella della Ricerca di Mesagne (BR), a conclusione delle lezioni del corso di Laurea in Sociologia e Ricerca Sociale, saranno consegnate due borse di studio alla memoria dell’ex Capo della Polizia di Stato Vincenzo Parisi. L’iniziativa, organizzata dalla Questura di Brindisi, in collaborazione con l’Università del Salento e il Centro Studi di Pubblica Sicurezza, promossa dall’Osservatorio Sindacale Provinciale della Polizia di Stato. Erano presenti alla cerimonia, Sua Eccellenza il

Prefetto Luigi Rossi, , l’On. Alfredo Mantovano, l’ex Senatrice Rosa Stanisci, Sua Eccellenza il Prefetto di Brindisi Dott. Nicola Prete, il Questore di Brindisi Dott. Alfonso Terribile, il Comandante Provinciale dei Carabinieri Col. Ugo Sica e il Rettore dell’università del Salento Prof. Domenico La forgia. La vedova dell’ ex capo della Polizia di Stato V. Parisi Sig.ra Maria Rosaria Mazzocco, che consegnerà le borse di studio al Sig. Paolo Orlando di Messina e al Sig. Marcello Chirulli di S. Michele Salentino (BR).

Si ringrazia per la collaborazione 5

Foto servizio di Crocifisso Turrisi (Pisso)


LA CONFARTIGIANATO www.newsliberipensieri.it

AL SERVIZIO DEI SOCI E DEI PENSIONATI A.N.A.P.

L

Ufficio di Zona LATIANO

NICOLETTA DE GIROLAMO

PIETRO DE GIROLAMO

’Ufficio di Zona della Confartigianato di Latiano conta oltre 600 iscritti ed è diretto dalla Sig. ra Nicoletta De Girolamo. L’ufficio s’interessa del disbrigo di tutte le pratiche inerenti la categoria degli artigiani. Il responsabile Provinciale degli Artigiani Pensionati A.N.A.P. il Sig. Pietro De Girolamo, conosciuto meglio come (Pietro dell’Artigianato ) da otto anni, organizza la giornata dedicata al protettore degli artigiani San Giuseppe lavoratore, occasione conviviale da trascorrere insieme agli artigiani e pensionati. Naturalmente, organizzare il tutto non è facile ci conferma il sig. Pietro, grazie anche all’impegno di mia moglie e di mia figlia insieme ad altri volontari. Quest’anno ricorre l’ottava edizione della giornata dedicata ai pensionati A.N.A.P. tenuto conto che tale iniziativa è tutta autofinanziata dagli invitati, e saremo circa 200 partecipanti. Il Referente Provinciale A.N.A.P. tramite questa redazione, ringrazia tutti gli invitati, per l’affetto che dimostrano con la loro presenza, elogiando nel contempo , la professionalità dei proprietari e dello staff del Ristorante Parco Dei Pini, oltre al Sig. Armando Truppa della Pirosud per gli stupendi fuochi pirotecnici di fine festa, con l’augurio che tutti insieme ci rincontreremo l’anno venturo a rifesteggiare il nostro Santo protettore.

6

Foto servizio di Crocifisso Turrisi (Pisso)


IL DUBBIO www.newsliberipensieri.it

DI FULVIO CASALUCI

N

ella saletta Imperiali di Latiano , il 13 febbraio 2012, è stato presentato il libro scritto da Fulvio Casaluci, dal titolo IL DUBBIO edito da Altro Mondo, moderatore della serata il Professore Ferdinando Parlati. Fulvio Casaluci è nato a Latiano 68 anni fa, sposato con due figli, nonno di tre nipotini. Fulvio, scrivendo questo libro, ha voluto mettere in risalto, i contrasti che ci sono nella società contemporanea , dei falsi moralismi e delle connesse ipocrisie , con i suoi dogmi e le sue contraddizioni, tra l’amore ed il potere, tra il dare e il ricevere,tra il giusto e l’ingiusto, tra il normale e l’anormale . L’autore, mette in risalto soprattutto la sua vita giovanile, formata da un’educazione rigida. Fulvio, attualmente non gode di ottima salute , ma la vicinanza della moglie e dei figli , gli hanno dato la voglia di scrivere questi suoi “Dubbi” , ridandogli vigore e forza interiore, con la determinazione per continuare ad affrontare la vita. In bocca al lupo dalla redazione !!!

7

Foto servizio di Crocifisso Turrisi (Pisso)


IL CENTRO POLIVALENTE DEL TEMPO LIBERO E’ UNA REALTA’ A LATIANO www.newsliberipensieri.it

A

circa 500 Mt. dal centro abitato della Città di Latiano sulla strada Provinciale Latiano - S. Vito dei Normanni è nato il centro polivalente denominato LA CASINA PARK. La struttura, si trova su un terreno di circa due ettari immersa nel verde dei grandi alberi di pini secolari, ulivi, fichi, agrumeto e mandorli. Fornisce una serie di servizi per il tempo libero, lo sport e per il relax delle famiglie e per la gioia dei bambini. L’idea di realizzare questo centro, unico nelsuo genere, nasce da un gruppo di amici, che circa 9 mesi fa costituirono una società denominata La Casina Park S.R.L., Maglie Damiana (amministratrice delegata) D’Angelo Roberta e De Nitto Mirko. La struttura fornisce una serie di servizi che sono : un grande parcheggio - bar- paninoteca - area picnic- barbecue -parco giochi per bambini - campo di calcetto - spazi per eventi - pista da ballo - campo da bocce. L’amministratrice, conferma che la struttura avrà

personale qualificato per ogni settore che svolgerà con competenza, cortesia e professionalità il proprio ruolo . Abbiamo obbiettivi ambiziosi per il futuro continua la Sig.ra Maglie ora, vogliamo lavorare e desideriamo che i ragazzi con i genitori trovano accoglienza e la serenità nella nostra struttura. Per inf. www.lacasinapark.it - email: lacasinapark@ live.it.

SUA ECCELLENZA MONS. VINCENZO PISANELLO VESCOVO DELLA DIOCESI DI ORIA (BR)

UOVO DI PASQUA LATIANESE “LU PUDDICASTRU”

Si ringrazia la Signora Cotrina Rubino per aver realizzato “ I Puddicastri”

In tempi antichi, le uova di pasqua non erano come quelle che la grande industria dolciaria mette in commercio oggi , ma erano fatte con semplicità e genuinità così come le nostre nonne avevano cura nella preparazione del cosidetto “PUDDICASTRU” , nel nostro dialetto latianese. Ingredienti per realizzare “Lu Puddicastru”: 2 uova di gallina allevata allo stato bravo; 200 gr di farina di grano duro; un poco di lievito, acqua tiepida salata quanto basta; impastare la farina, aggiungendo qualche goccia di olio extra vergine di oliva, fare una specie di rotolo ciambellano mettendo al centro le uova. Mettere al caldo sotto alcune coperte di lana il rotolo dell’impasto e dopo circa mezz’ora portarla dentro il forno già riscaldato. Nell’impasto si possono aggiungere alcuni aromi tipo ( semi di finocchio, cannella o altro. Trascorsa circa mezz’ora, tirare fuori la teglia con l’uovo di Pasqua dei poveri “ LU PUDDICASTRU” appena raffreddato, sgusciare l’uovo sodo …… Buon appetito a Tutti !!!

Si ringrazia per la collaborazione

Giovedì 8 aprile 2012 ricorre il secondo anniversario della nomina a Vescovo della Diocesi di Oria. La cerimonia si svolse presso la Cattedrale di Otranto (Le), con una suggestiva cerimonia in cui erano presenti;27 Vescovi, 200 Sacerdoti, e una immensa folla di fedeli della Provincia di Lecce e molti giunti dalla diocesi di Oria (BR).Il Cardinale Salvatore De Giorgi a svolto la funzione dell’ordinazione di Mons. Vincenzo Pisanello Vescovo della Diocesi di Oria, che il 24 aprile 2010 prenderà possesso.

VISITA IL NOSTRO SITO WEB:

www.newsliberipensieri.it o scrivi a lib.pensieri@libero.it cell. 348 00 84 418 - fax 0831 72 44 15 La collaborazione è gratuita

teknigraf

Latiano (BR) 0831 727756

Stampa: Locopress Industria Grafica - Mesagne Impaginazione Grafica: Teknigraf, Via Torre 68 Latiano (BR) Tel. 0831727756

8

Foto servizio di Crocifisso Turrisi (Pisso)

news liberipensieri marzo  

latiano futura