Page 1

ia Di stor

NapolitanoAntonio Vincitore del Premio “Comunicare l'Europa 201 1”

Direttore Resp.: Rosamaria De Rosa Direttore - Editore: Antonio Napolitano Anno XXIV N.12

7

50

Novembre - Dicembre 2016 Copia omaggio

EDITORIALE di Tony Napolitano

Il 25 novembre, la Giornata internazionale contro la violenza sulle donne. Moltissime le iniziative in tutta Italia e nel Mondo Oltre cento donne in Italia ogni anno vengono uccise da uomini, quasi sempre quelli che sostengono di amarle. E' una vera e propria strage. E ai femminicidi si aggiungono poi violenze che sfuggono ai dati ma che, se non fermate in tempo, rischiano di fare tante altre vittime.

N. De Lucia

Cell.347.7557249

Sono migliaia le donne aggredite, picchiate, perseguitate, sfregiate. Quasi 7 milioni, secondo i dati Istat, quelle che nel corso della propria vita hanno subito una forma di abuso. Proprio per questo il 25 novembre si è celebrata nel mondo la Giornata per l'eliminazione della Continua a pag. 2

Tel.081.8236440 - 329.4907059 e-mail Info@radioantennacampania.it oppure radioantennacampania@libero.it

Nola si prepara ad accogliere il nuovo Vescovo Dalla provincia di Caserta (Cesa) arriverà il nuovo Pastore per la diocesi Nolana. A succedere a Padre Beniamino Depalma, dimessosi per raggiunti limiti di età è Msn.Francesco Marino, se 11 anni vescovo di Avellino. La nomina alla cattedra dei santi Felice e Paolino è stata ufficializzata da Papa Francesco

Nicola Valeri prendendo atto delle dimissioni di Padre Beniamino. Quella di Nola è una delle più importanti diocesi del Sud e una delle primissime in Campania, dopo Napoli e Salerno e comprende tra province (Napoli, Avellino e Salerno) e territori vasti come il Vesuviano, Continua a pag. 2

La Gazzetta Campana e Radio Antenna Campania con il Direttore Tony Augurano Buone Feste ai nostri lettori


2

Anno XXIV N.12 Novembre/Dicembre 2016

Continuo da pag. 1 (Il 25 novembre, la Giornata internazionale contro la violenza sulle donne. ) violenza sulle donne, istituita dall'Onu. - La Banca Alpi M a r i t t i m e c o n " Vi c i n i Sempre" e la collaborazione di "Natural Gravity" - team di professionisti che lavorano per il benessere delle persone - ha organizzato a Carrù (Cuneo) per il venerdì 25 novembre, un corso di difesa. Si chiama "Mi proteggo Con il corpo e con la mente" che si è tenuto presso la sede "Bam-Lab", a piazza Galli. - E' stata inaugurata presso l'Università di Firenze, in via Gino Capponi, la mostra "La forza delle donne 19702015", curata da Felice Bifulco. La mostra, promossa da Camera del lavoro di Firenze, Archivio Storico e Centro di documentazione di Cgil Toscana, Comitato unico di garanzia dell'Università di Firenze per le Pari opportunità, visitabile fino al 10 dicembre, apre la

settimana che condurrà alla Giornata mondiale contro la violenza sulle donne. Parla agli uomini, affinché 'Da uomo a uomo' si dica 'basta', l a c a m p a g n a d i comunicazione scelta dal Comune di Torino per la Giornata Internazionale per l'eliminazione della violenza contro le donne del 25 novembre. Anche a Nola non poteva m a n c a r e q u e s t a manifestazione con la partecipazione degli alunni delle scuole con il Sindaco Biancardi, l’Onorevole Paolo Russo, l’Assessore Cinzia Trinchese e tanti altri Assessori e consiglieri comunali. A Napoli la facciata del Cardarelli è stata illuminata con una luce rossa (colore universalmente associato al ricordo delle vittime del femminicidio),

Continuo da pag. 1 (Nola

si prepara ad accogliere il nuovo Vescovo)

Nolano e Pomiglianese per la provincia di Napoli. La Bassa Irpinia con il lauretano e Baianese per l'Irpinia e l'area Scafatese per il Salernitano. Padre Beniamino lascia un eredità che il nuovo Pastore avrà il compito di continuare e rafforzare. Lavoro, ambiente, sicurezza e altri temi sul quali Padre Beniamino ha focalizzato in varie lettere pastorali e in occasioni eccezionali come la Festa del Gigli. Da non dimenticare temi legati alla corruzione nella politica e nelle amministrazioni locali. Padre Beniamino non ha esitato a stringersi intorno ai parroci e alle gente in crisi come il lavoro e l'ambiente minacciato da disegni calati dall'alto come le discariche a Paenzano e Terzigno o Palma Campania. Accanto ai parroci

nella questione Fiat e Pomigliano mettendosi in certi casi contro i poteri forti (Marchionne e fabbrica). Ha fatto visita ai cittadini esprimendo tutta la solidarietà della Chiesa in occasioni di cariche della Polizia in Schiava, Terzigno, Palma e altre terre della diocesi minacciate da insediamenti della morte. Ora toccherà al nuovo Pastore continuare ad amministrare una diocesi complessa e difficile ma con tante risorse e tradizioni da preservare. Il neo pastore viene da 1a anni di episcopato dal capoluogo irpino, sicuramente meno problematico ma con problemi comuni come l'ambiente ed altri ancora. Vogliamo augurare al nuovo Pastore un fecondo apostolato nella nostra diocesi.

Tony Napolitano

Continuo da pag. 1 ()

Auguri per la nuova apertura della birreria alla spina

Tel.: 081.512.59.20


Anno XXIV N.12 Novembre/Dicembre 2016

Visciano ha dato l’ultimo saluto a Madre Rosa. In un Santuario gremito di fedeli e amici della Piccola Opera la Comunità ha dato l’ultimo saluto a Madre Rosa Fontanive, morta l’altro ieri al Villaggio del Fanciullo, Casa madre dell’Opera. La già superiore delle piccole apostole della redenzione aveva 90 anni ed entrata nella congregazione fondata da Padre Arturo D'Onofrio fin dalla prima ora. Era cugina di Papa Luciani e nativa della Provincia di belluno. Papa Luciani, allora Patriarca di Venezia visitò il Santuario della Madonna Consolatrice del Carpinello e vi è una lapide sul tempietto che ne ricorda la visita. Il rito funebre è stato ufficiato da Mons. Giovanni Rinaldi, Vescovo Emerito di Acerra con tutti i sacerdoti dell’Opera ed altri.

Hanno concelebrto Don Egidio Pittiglio, superiore dei Missionari della Divina Redenzione, Don Livio Pulita, Rettore del Santuario e Padre Mario Foglia, Parroco di Visciano. Era presente l’intera congregazione delle Suore Piccole Apostole con Madre Nunzia, Associazione ex Allievi Pro Piccola Opera e i sindaci di Visciano e San Vitaliano, Gambardella e Falcone, nonchè gli operatori dell'ATAPC Protezione Civile che hanno curato l’ordine e l’assistenza durante il Corteo funebre e nel Santuario. Nicola Valeri

Da Confapid 10mila euro per gli sportelli anti-violenza in due ospedali Raccolta fondi in occasione del galà di beneficenza con Ordine degli psicologi NAPOLI – Oltre 10mila euro per finanziare, con un'apposita borsa di studio, gli sportelli antiviolenza degli ospedali «Loreto Mare» e «San Paolo». Fondi raccolti in occasione del galà di beneficenza promosso da «Confapid – Imprenditorialità d o n n a » i n collaborazione con l'Ordine degli psicologi della Campania. «La violenza sulle donne è un tema scottante e più che mai attuale – ha detto Luisa Citarella, presidente “Confapid” –. Soltanto parlandone e sviscerandone tutte le oscurità possiamo aiutare quante, chiuse nel proprio dolore, non denunciano questo grave reato». «Questa iniziativa è il risultato di sinergie costruite nel tempo, in

questo caso con Confapid. Riteniamo infatti che, per contrastare il fenomeno della violenza di genere, sia necessario fare rete con le istituzioni e con le realtà pubbliche e private attive sul territorio – è stato il commento di Antonella Bozzaotra, presidente dell'Ordine degli psicologi della Campania –. La violenza contro le donne è un fenomeno diffuso, è fondamentale raggiungere i cittadini in maniera capillare». All'evento, tenutosi presso gli splendidi saloni del «Circolo degli Artisti» di Piazza Trieste e Trento, hanno preso parte – tra gli altri – Pino Bennici (Igb Consulting), Tonino Ferrieri (Cuori di sfogliatella), Stella La Pusada (Leonardo stampa digitale), Stefania Brancaccio (Cavaliere del lavoro), Antonella Giglio (vicepresidente Confapi Napoli), Amedeo Manzo (presidente Bcc), Raffaele Marrone (presidente Confapi jr) con la moglie Federica, Felice Russillo, Silvana Papa

(Presidente Confapi Sanità campana), Maria Teresa Ferrari e Anna Sommella (Confapid Napoli), Luisa Ventrella (Asad Ventrella), Antonella Bozzaotra (presidente dell'Ordine degli psicologi della Campania) e Paola Marone (vicepresidente dell'Ordine degli Ingegneri di Napoli). Presentata dalla giornalista Bruna Varriale, la serata ha visto il patrocinio del Comune di Napoli, della I e VII Municipalità di Napoli, dell'Ordine regionale degli psicologi, della Consigliera per le pari opportunità della Provincia di Napoli, dell'Associazione «Terzo Settore», della Consulta regionale per le pari opportunita, dell'assessorato regionale per le Pari opportunità e di «Confprofessioni».


Anno XXIV N.12 Novembre/Dicembre 2016

23 NOVEMBRE 2016 36°ANNIVERSARIO DEL TERREMOTO DELL’IRPINIA Mi sembra ieri, sono trascorsi 36 anni, ed è ancora vivo il ricordo di quella indimenticabile domenica del 23 novembre del 1980, ore 19,35 un boato di pochi secondi e giù distruzioni di case e interi paesi in Campania e Basilicata, con migliaia di morti e feriti. Cosi sono intervenuti, gli esponenti di Prima l’Italia Comitato per il No al Referendum Napoli Sociale Sovranità Nazionale, Rosario Lopa e Alfredo Catapano esponente di Napoli Capitale-Azione Nazionale, al dibattito organizzato nell’anniversario del terremoto dell’ottanta. Napoli e i paesi della zona del vesuviano subirono danni gravissimi. In tutti questi anni del dopo terremoto, ancora non è stata chiusa la pagina della ricostruzione, a causa di forti ritardi dovuti allo sciacallaggio del profitto da parte di alcuni personaggi del mondo politico, imprenditoriale, finanziario, tecnico e malavitoso. Qualche anno fa nel nuovo tribunale di Napoli c’è stata un’udienza che vedeva coinvolti nell’affare terremoto oltre settanta persone. Chissà quando si potranno sapere i nomi degli innocenti o dei colpevoli. Purtroppo questo anniversario ci riporta alla memoria di quelle sfortunate persone che perirono sotto le macerie, parenti, amici o semplici conoscenti. Napoli subì gravi danni con circa settanta morti e centinaia di feriti, la più grave sciagura avvenne a Via Stadera a Poggioreale, con il crollo di un intero edificio di nove piani, dove rimasero privi di vita cinquantadue persone. Gli esponenti politici del centro-sinistra, che negli anni hanno governato le istituzioni locali, tra cui la Regione Campania, negli anni addietro, per le ricorrenze del terremoto visitavano i paesi e i posti danneggiati dal sisma, promettendo agli amministratori e ai cittadini la disponibilità della loro carica Istituzionale per accelerare il completamento della ricostruzione. Ma il tempo passa e non hanno più il tempo di ricordarsene. Bisogna chiarire che se ci sono state finora luci e ombre sulla ricostruzione adesso è tempo di operare con onestà e serenità, con la collaborazione di tutti affinché si possa completare l’opera di questa ritardata ricostruzione e avviare progetti di ricostruzione e messa in sicurezza dopo il sisma che ha colpito il centro Italia. Con il terremoto è avvenuta la saldatura tra sistema illegale privato-camorra e sistema illegale pubblico-corruzione.Il terreno d’incontro e di spartizione è stata la spesa

pubblica, le enormi risorse economiche affluite nei territori colpiti dal sisma. Di contro, una lentezza esasperata nella ricostruzione delle case: 36 anni dopo il sisma, ci sono ancora nuclei familiari che vivono ancora nei prefabbricati. La città di Napoli la sua provincia e tutta la regione vennero stravolte da gigantesche colate di cemento e centinaia di metri cubi di sbancamenti: viadotti, svincoli e strade a scorrimento veloce costruite su terreni instabili, su versanti in frana che non sopportano il peso. Fantomatiche aree industriali. Il paesaggio regionale è stato brutalizzato con una devastante alterazione dell’ecosistema fluviale, impossibile oramai da recuperare, insomma il trionfo del cemento e delle grandi opere, le sole che consentissero ai vari attori della vicenda post-terremoto di organizzare i loro affari multimiliardari. N.V

Natale e Sapori, presentazione a Piazza del Plebiscito Al via la seconda edizione della kermesse organizzata dal Sun’s Royal Park di Cervino Tradizioni e Sapori del Natale raccolte in una serie di grandi eventi che consentiranno ai partecipanti di vivere e respirare insieme la magia dei giorni di fine anno e di tutte le tradizioni più gustose. Il tutto sarà svelato giovedì mattina nel corso della conferenza stampa di presentazione. L’appuntamento è fissato per le 11 e 30 presso i saloni d’onore del circolo ufficiali di palazzo Salerno, in piazza del Plebiscito. A raccontare quello che accadrà dal 3 al 26 dicembre al Sun’s Royal Park di Cervino (Caserta) ci saranno alcuni dei protagonisti della lunga serie di eventi legati al gusto ed alla tradizione. A fare gli onori di casa l’organizzatrice Carmela Carfora che sarà accompagnata dal regista Sebastiano Bianco e lo scenografo Carlo De Marino. Prevista la presenza del professor Vincenzo Peretti direttore del Consorzio Provolone del Monaco Dop, che nei giorni dell’evento festeggia proprio i dieci anni dall’arrivo della denominazione di origine protetta. Natale e Sapori è il più grande Christmas Park d’Italia e prende forma in uno scenario esclusivo e fiabesco, dove il tema Natale è trattato a 360 gradi: dai sapori, alle tradizioni, alla spettacolarità che incanterà ogni visitatore. Vere saranno le renne che sfileranno nel villaggio nel ‘White Village’ con le casette bianche che esporranno il miglior artigianato del territorio, le scenografiche luminarie, le decorazioni più originali e gli stand gastronomici. I visitatori avranno la possibilità di gustare, in vare aree, il meglio dello ‘street food’ campano (zeppole di Natale, dolci della

tradizione, cuoppo di terra e di mare e pizza a portafoglio). Nei giorni 25 e 26 il parco di Natale sarà aperto per tutta la giornata e ci sarà la possibilità per le famiglie di pranzare potendo scegliere tra una varietà di ‘proposte menù’ che saranno pubblicate in anteprima sul sito internet (www.nataleesapori.it) e sulla pagina facebook. Roberto Esse


Anno XXIV N.12 Novembre/Dicembre 2016

Città di Nola, la quattordicesima edizione: le campane di bronzo assegnate a Paolo Mancuso e a Giancarlo Franzese Chiesa dei Santi Apostoli, Premio Felix. Nola - Il riconoscimento intende valorizzare quanti abbiano con il proprio talento e le proprie competenze, dato lustro alla città di Nola ed al territorio. Prima dell’inizio , in anteprima è stato proiettato, su di uno schermo, un filmato in memoria di Gennaro Pollicino, scomparso di recente, personaggio di primo piano nell’ambito della festa dei Gigli; la tradizionale festa nolana patrimonio Unesco. Il “Premio Felix Città di Nola” giunge alla sua quattordicesima edizione. La manifestazione, promossa dall’associazione socio – culturale “Gli Innamorati della Festa”, si è svolta presso la chiesa dei Santi Apostoli, venerdì 11 novembre. Il Premio consiste in una simbolica campana di bronzo, con impresse le effigi di San Paolino, San Felice, e Giordano Bruno, forgiata dalle maestranze locali della fonderia Del Giudice. Secondo la tradizione, infatti, la campana ad uso liturgico sarebbe stata “inventata” proprio a Nola da San Paolino. La manifestazione è inserita all’interno del cartellone dei festeggiamenti in onore di San Felice, primo Vescovo della città. Nel corso di questi anni, tanti i nomi illustri che nel campo della cultura, delle scienze, dell’arte, dello sport, hanno ricevuto il premio. Per questa edizione la scelta è caduta su altrettanti profili di grande valore e qualità che si sono particolarmente distinti nelle rispettive attività. Si tratta del Procuratore della Repubblica di Nola, Paolo Mancuso, e di Giancarlo Franzese, fisico con docenza presso l’università di Barcellona. Il primo, è magistrato di lungo corso che ha trattato i più significativi procedimenti di criminalità organizzata. Già nel 1983, da giudice istruttore, si è occupato del procedimento contro la “Nuova Famiglia”. Assegnato alla Direzione distrettuale antimafia presso la Procura della Repubblica di Napoli, nel novembre del 1991, è stato tra i sostituti che hanno seguito fin dalle prime fasi, la collaborazione di Pasquale Galasso e la cattura prima e la collaborazione poi di Carmine Alfieri. Da otto anni è alla guida della Procura di Nola con una direzione di estremo attaccamento al dovere e ricco di importanti risultati. In particolare, la disarticolazione di importanti sodalizi criminali e l’arresto di storici e pericolosi latitanti. Importanti sono state anche le indagini volte al contrasto dei fenomeni di corruzione e indebito arricchimento nella pubblica amministrazione. Per l’intero territorio, la figura di Mancuso è un vero e proprio presidio di legalità e tutela della sicurezza cittadini. Il secondo, è professore di Fisica e di Ingegneria Biomedica presso la Sezione di Fisica Statistica e Interdisciplinare del Dipartimento di Fisica della Materia Condensata dell'Università di Barcellona, dove guida un gruppo di ricerca teorica e computazionale sulla Materia Complessa dal 2003. Dottore di Ricerca in Fisica per l'Università Federico II di Napoli nel 1998, ha condotto le sue ricerche presso l'Istituto sulla Combustione del CNR (1993), il Dipartimento di Fisica dell'Università di Roma III (1998), il Centro per gli Studi dei Polimeri dell'Università di Boston (1999), il Dipartimento di Ingegneria della Seconda

Abbonati anche tu alla nostra rivista e avrai la possibilità di scrivere e pubblicare qualsiasi evento e ricevere il nostro giornale direttamente a casa. Per contatti Tel. 0818236440 3477557249 whats app 3248012263 info@lagazzettacampana.it. Oppure gli auguri radiofonici su Radio Antenna Campania.

Università di Napoli (2001), il Centro per la Meccanica Statistica e la Complessità presso l'Istituto Italiano Nazionale di Fisica della Materia dell'Università "La Sapienza" di Roma (2002). A porgere gli indirizzi di saluto è stato il sindaco di Nola Geremia Biancardi e l’assessore ai Beni culturali, Cinzia Trinchese. “Anche per quest’anno – afferma il cerimoniere del Premio Felix, Franco Nappi – abbiamo puntato su nomi di qualità che danno lustro al nostro territorio. E’ questo l’obiettivo del Premio che intende fornire momenti in cui le eccellenze nolane possano confrontarsi con la città, affinché possano testimoniare le proprie esperienze per un’ ulteriore momento di crescita della comunità”. La “Menzione speciale” è stata attribuita al Coro Diocesano di Nola, diretto dal maestro Don Mimmo De Risi. Istituito nel 1992, all’indomani della visita di Papa Giovanni Paolo a Nola, oltre ad animare le celebrazione eucaristiche più importanti svolge anche un’attività concertistica con un repertorio sia sacro che profano. A. R.


Anno XXIV N.12 Novembre/Dicembre 2016

“I vantaggi del primo soccorso precoce-BLSD” Convegno, 26 novembre 2016 , h 9.30 Comune di Camposano (Na)-Sala Consiliare L’ Associazione “Pensando al nostro Futuro” , patrocinata dall’Associazione Italiana di Aritmologia e Cardiostimolazione (A.I.A.C.) e dal Comune di Camposano (Na), ha il piacere di informare la popolazione tutta di aver ultimato la realizzazione del Progetto Sociale “CAMPOSANO, PAESE CARDIO PROTETTO “ , con la donazione al medesimo Comune di Camposano di n.3 defibrillatori (DAE), da ivi dislocare , e contestualmente la formazione di circa 30 cittadini volontari (Polizia Municipale ed esercenti commerciali di Camposano), diffusamente e costantemente presenti sul territorio, sì da creare una ”rete protettiva”. Il progetto è nato dall’esigenza di promuovere la cultura per la salute pubblica attraverso programmi di formazione, prevenzione e protezione della stessa, e dalla consapevolezza che gli operatori istituzionali deputati al soccorso, in caso di necessità, possono raggiungere il nostro territorio non prima di dieci minuti dalla chiamata. L’Amministrazione Comunale di Camposano, con il suo Sindaco, On. Francesco Barbato, patrocinante il suddetto progetto, si è fattivamente impegnata, sia destinando siti pubblici strategici ove collocare i defibrillatori, sia acquistando le teche da esterno per contenerli, sia predisponendo una app per consentire di allertare in tempo tutti i volontari formati. Saremmo lieti di poter essere osservati come progetto pilota, e anche peraltro di essere di aiuto nell’esportare il sopracitato progetto e la nostra esperienza in tutti i Comuni, Amministrazioni, ecc. che abbiano a cuore la salute pubblica. La popolazione tutta è calorosamente invitata al suddetto convegno, ove, a margine degli illustri interventi e dibattiti in merito On.Francesco Barbato, Sindaco di Camposano / Dott. Gavino Berardesca, Pres.te Associaz. “Pensando Al Nostro Futuro” / Dott.Carmine Muto, Aritmologo, Osp. Civ. “Santa Maria della Pietà” di Nola / Dott.ssa Antonella Spina,m Vice Pres.te Regione

SCIU’ SCIU’ Generi Alimentari Via Tanzillo e prossima apertura a Via Fonseca

Croce Rossa Italiana, Campania / Prof. Antonio D’Aniello, Resp. U. O. Riabilit. Distr. 50 ASL NA3 SUD / Dott.ssa Rossella Panariello,Resp.Med.,Elios Engineering / Dott. Antonio Pintauro,Pres.Mov.Reg. per La Vita- , si svolgerà anche cerimonia per la consegna degli attestati di formazione BLSD e la dimostrazione/simulazione /funzionamento dell’app di alert BLSD. Camposano (Na), 23 novembre 2016 “PENSANDO AL NOSTRO FUTURO” Il Presidente Dott. Gavino Berardesca


Anno XXIV N.12 Novembre/Dicembre 2016

1 Novembre all'insegna del Torrone Campano Lopa: La tradizione del Torrone ha radici antiche in Campania La tradizione del Torrone ha radici antiche in Campania. Il torrone,spiega il Rappresentante della Consulta Nazionale dell'Agricoltura,Rosario Lopa, questo dolce di miele e frutti secchi lavorato secondo ricette tramandate di generazione in generazione. Esistono angoli pittoreschi in cui sono attrezzati laboratori all'aria aperta,dove si creano questa delizia per gli occhi e per il palato, offrendola poi ancora calda ai turisti che si accalcano attorno a loro. I torroni possono essere di vari gusti, da quelli più tradizionali fatti con mandorle o noci, a quelli più originali aromatizzati con i sapori della tradizione sarda, quali mirto, corbezzolo o limoncello. Quella della lavorazione del torrone è un'arte le cui origini si perdono in tempi lontani: un arte sapiente custodita gelosamente dai Turrinargios, i torronai appunto, che nei secoli ha subito pochissimi cambiamenti. Il risultato di questo lavoro è comunque di assoluta qualità, il miele utilizzato è generalmente sardo e la quantità di frutta secca è tale da ottenere un prodotto croccante e gustoso, così da essere diventato famoso ben oltre i confini regionali. Le caratteristiche organolettiche del torrone dipendono dalla consistenza, che deve essere croccante e friabile nella versione dura, solubile e non adesivo in quella morbida. Il torrone in genere è prodotto con una miscela di zucchero e miele, poiché l'uso di solo miele comporta il rischio di non mantenere la consistenza solida e di liquefarsi gradualmente. Tuttavia, alcuni produttori riescono a produrre un torrone usando solamente miele. Il miele conferisce al torrone il suo aroma, tra i tanti il torrone sardo è famoso proprio per il caratteristico aroma che ha quando viene utilizzato miele di cardo o di corbezzolo, particolarmente profumati. Il torrone ha ben 480 kcal per 100 g ed è particolarmente appetibile, dunque bisogna valutare attentamente le quantità assunte perché è molto facile esagerare con le calorie. Il torrone non deve contenere additivi di alcun genere, né aromi generici (chimici), che indicano la non eccelsa qualità delle materie prime. Il torrone classico è composto da un impasto di miele, zucchero e albumi d'uovo montati, cotto lentamente e addizionato con mandorle tostate. Attualmente esistono in commercio moltissimi tipi di torrone: le variazioni possono riguardare gli ingredienti o la consistenza. Il torrone classico è croccante, ma esiste anche la forma morbida, ottenuta cocendo meno l'impasto oppure aggiungendo ingredienti grassi come il cioccolato.

Per quanto riguarda gli ingredienti, si passa dalla semplice variante della frutta secca (nocciole, pistacchi, pinoli, al posto delle mandorle) all'aggiunta di cioccolato, frutta candita, gianduia. Dunque tanti torroni in commercio, ma cosa dobbiamo controllare quando lo acquistiamo? Gli esperti ci dicono che tra gli ingredienti di base dovrebbe esserci solo il miele di ottima qualità e non zucchero o sciroppo di glucosio, la quantità di frutta secca, come noci, nocciole, mandorle, dovrebbe inoltre essere minimo il 50% del peso totale. Non dimentichiamo che se un torrone è di qualità, la frutta secca dovrebbe sempre essere indicata per prima nella lista degli ingredienti: per legge, infatti, essi devono essere elencati in ordine di quantità. Un buon torrone è un torrone con tanta frutta secca.

Ad Ottaviano arriva il liceo Scientifico, soddisfatta l’opposizione. Il liceo classifico “Armando Diaz” avrà dal prossimo anno scolastico l’indirizzo scientifico in città. Un risultato importante, così come sottolinea Andrea Nocerino, leader dell’opposizione ad Ottaviano che, insieme ad i consiglieri del suo gruppo, commenta: “E’ una splendida notizia per il nostro paese con l’auspicio che possa diventare anche in ambito scientifico, un punto di riferimento nel campo della formazione come lo è, da sempre, nell’insegnamento delle materie classiche. Al preside Sebastiano Pesce, che da sempre ha lavorato con impegno e dedizione per la realizzazione di tale progetto, vanno i nostri migliori auguri”. In particolare Nocerino chiarisce l’iter amministrativo che ha portato a questo successo per Ottaviano.

“Dopo un lavoro costante ed incisivo”, spiega, “si è finalmente giunti ad un significativo risultato. La città metropolitana, dove si è particolarmente prodigato il gruppo del Partito Democratico guidato dal consigliere Giuseppe Jossa, esprime parere favorevole affinchè il liceo Diaz, ampli appunto la sua offerta formativa con l’indirizzo scientifico. Proseguiremo, ora, la nostra azione politica per fare in modo che tale progetto possa ottenere la definitiva approvazione in sede regionale. A tale scopo ho coinvolto personalmente l’onorevole Mario Casillo che, da sempre

attento alle esigenze del territorio, ha da subito dimostrato disponibilità a riguardo”.

Via Variante 7 Bis, 213, Nola (NA) Tel.: 081.823.65.00


9

Anno XXIV N.12 Novembre/Dicembre 2016

8

Previsioni 2017

Ariete Il 2017 ti riserverà qualcosa di totalmente diverso da quanto vissuto finora. Un anno costruttivo, a tratti anche con cali d'umore notevoli (effetto di Giove contrario) ma tutto da sfruttare. Il successo personale sarà strettamente legato alla volontà di promuovere le tue doti, come il saper rimanere concentrato, non lasciarti influenzare dai dubbi, dalla negatività e dalle critiche altrui. Tra febbraio e giugno, l'amore occuperà un posto d'onore grazie alla lunga sosta di Venere nel segno, che donerà un buona armonia all'interno della coppia. E di single (non per scelta) ne rimarranno pochi!

Leone

Toro Sei il primo segno dell'elemento Terra e come tale possiedi la forza pratica della produttività. I risultati tangibili ti gratificano e ti esortano a lavorare, a fare e agire sempre meglio. Fino all'inizio dell'autunno del 2017 sarà possibile operare come piace a te. La tua mente, per lunghi periodi stimolata superbamente dal pianeta dell'intelletto, metterà in evidenza astuzia, ironia, lucidità e piacere nei contatti. Il lavoro e la scuola saranno i luoghi più adatti per affermare la tua forza di carattere. Sarà l'anno del lavoro e della cura di sé, degli hobby, adatto a dare più spazio alle cose semplici della vita. Un po' come piace a te.

Vergine

Gemelli Il modo in cui esprimi la tua natura libera e spensierata, il desiderio di entrare in contatto con chi ti circonda senza inutili pregiudizi, ti garantiranno la flessibilità mentale che, nel corso dell'anno, ti servirà per superare i periodi più faticosi, caratterizzati da qualche motivo di insoddisfazione, di agitazione, di seccatura o difficoltà in ambito domestico. Sia in amore che in campo pratico la linea da seguire sarà quella di una basilare umiltà e di un rigoroso rispetto della legge. Ripresa considerevole in autunno quando quel Giove che ti aveva ostacolato vorrà spianarti la strada, quella che porterà al successo, in amore e nella vita.

Bilancia

Un anno fortunato, un anno d'amore e di gioia, in cui ti potrai rifare da eventuali periodi di stasi. La tua natura solare e autorevole, enfatizzata dagli influssi planetari, offrirà livelli di energia davvero ragguardevoli. Coraggio e generosità non verranno mai meno, e questo significherà avere mente e cuore sufficientemente forti per impegnarti in un cammino basato sugli ideali che desideri raggiungere, un viaggio nel quale, con il tuo entusiasmo, saprai coinvolgere e guidare anche gli altri. Primavera a cinque stelle. Dall'autunno in poi potresti dover mettere dei paletti alla tua libertà sentimentale o professionale. La famiglia (nuova?) Reclamerà la tua presenza.

Alcune realtà oggettive saranno messe in discussione e maggiori responsabilità graveranno sui nati nella terza decade. Ma basterà evitare gli eccessi per trascorrere bene un anno in cui il denaro sarà in primo piano. L'aiuto delle stelle sarà un incentivo per le tue risorse. Potresti, aver bisogno di costruire e rafforzare talento e abilità. Per fare questo, probabilmente, bisognerà investire denaro. I lunghi transiti positivi di Mercurio incrementeranno l'intuito, l'intelligenza e la capacità di osservare il quadro generale di ogni circostanza. Potrai arricchire ulteriormente il tuo sapere e la tua reputazione di persona fidata, dotata di senso pratico e dono di osservazione.

Cara Bilancia questo sarà uno splendido anno per te! Finalmente imparerai a contornare la tua mente con un campo di energia positiva in grado di impedire l'ingresso alle negatività. Dentro di te prenderà forma una positiva visione del futuro e, se riuscirai ad aver fiducia in te, potrai concretizzarla nel corso dei prossimi anni. La scelta del periodo, per portare avanti questo percorso mentale ed emotivo, non potrà che essere quella giusta. Tra febbraio e maggio potresti avvertire un senso di incompletezza, un bisogno di gratificazione estremo o commettere qualche imprudenza sentimentale che potrebbe procurarti una delusione. L'estate riporterà la gioia di vivere.

Sagittario

Capricorno

Acquario

Al fine di conseguire il meglio da una personalità come la tua, nel corso del 2017 sarà basilare accogliere il cambiamento, accettando il fatto che è indispensabile. Aspettando troppo a lungo, l'occasione giusta potrebbe sfuggirti. Questo sarà un anno di espansione, un anno in cui lasciarsi alle spalle i fardelli riguardanti casa, famiglia, denaro e lavoro. Insomma, tutto quanto ti avrà appesantito nel corso del 2016. La parte del leone la fanno i contatti, gli aiuti e le dimostrazioni d'affetto degli amici più cari. Le stelle sapranno indirizzarti verso collaborazioni azzeccate, partner professionali perfetti e amici validi su tutti i fronti. Otterrai il successo personale che meriti.

Se avrai sfruttato nel modo opportuno gli aiuti planetari del 2016, costruendo il tuo impero personale e allargando gli orizzonti esistenziali, in questo anno ricco di sfide e di qualche intoppo burocratico, arriverai in alto. Ti sentirai in grado di compiere qualsiasi cosa e di andare ovunque desideri. Tieni presente che sarà indispensabile riuscire a collegare il tuo lato espansionistico al lato disciplinato e laborioso. L'amore potrebbe rimanere in sordina, specie nella prima parte dell'anno, ma la carriera raggiungerà il punto massimo, così come visibilità e reputazione collegate al ruolo che occuperai. Finale anno con riconoscimenti e premi degni di nota, anche sentimentali.

Ti piace fare tante cose per gli altri, per gli amici, per il mondo intero. Non vuoi cadere preda della cosiddetta ''mentalità del gregge''. Da questa indipendenza interiore nasce l'esigenza di essere sempre all'avanguardia per quanto concerne le tendenze (sociali e professionali) del momento. Nel 2017 questo tuo lato caratteriale sarà un vantaggio da non trascurare, visto che di realtà diverse ne esplorerai parecchie e ne trarrai un vantaggio enorme. Così dicono Giove e Saturno. Pieno di energie e progetti, affronterai l'anno con ottimismo e saggezza: il giusto mix di elementi per approdare al successo desiderato. Sentimentale o professionale che sia.

Cancro Iniziamo col dire che non sarai sul podio dei favoriti delle stelle del 2017. L'anno partirà con fatiche professionali e sentimentali non sempre sopportabili. Gli impegni di lavoro intralceranno il godimento dei piaceri sentimentali o viceversa. La stagione più cruciale sarà la primavera. E allora perché non prepararsi da subito ad avere una visione più aperta e fiduciosa sull'evolversi delle situazioni e della vita in generale? E imparare a costruire da solo la tua fortuna, credere in te e nelle tue qualità, senza aggrapparti a realtà illusorie. Gli ultimi tre mesi ti riserveranno qualcosa di piacevole, che ti farà tornare a sorridere, specie in amore.

Scorpione Il tuo contatto con la vita è così energico ed impulsivo che ti concede ben poco tempo da dedicare all'osservazione prolungata e all'ascolto della tua voce interiore. Ma questo sarà l'anno in cui il tuo fiuto psicologico ti suggerirà di aprirti al mondo inesplorato del tuo sé interiore, per divenire consapevole di tutto quanto ti circonda, delle persone che ti stanno vicino e delle tenue sfumature che colorano eventi e decisioni. Nei primi nove mesi del 2017 sarà necessario sgombrare l'anima, ripulire la tua vita da cose inutili e da rapporti obsoleti, per prepararti ai grandi eventi degli ultimi tre mesi e del 2018.

Pesci Sei un degno rappresentante dell'elemento Acqua. Ricettivo, sensibile, creativo, capace di assorbire ciò che gli altri solitamente non avvertono, e cioè le correnti sotterranee e le vibrazioni che fluttuano intorno al mondo circostante. Arriverai nel 2017 reso maggiormente forte da una nuova consapevolezza, maturata nel corso degli ultimi anni. Potrai avvicinarti, in alcuni casi raggiungere, sempre più al culmine dell'ascesa iniziata qualche anno fa. Di sacrifici ne hai fatti, ne dovrai fare ancora, specie se sei nato nell'ultima decade del segno, ma ci saranno nuove energie a sostenerti. Dentro e fuori di te. Finale anno di grandi premesse. La fortuna tornerà a bussare alla tua porta.


Anno XXIV N.12 Novembre/Dicembre 2016

Ad Arturo Sepe assegnato il Premio città di Napoli “Libero Bovio” per Cultura e Spettacolo La cerimonia di premiazione della VI edizione del premio internazionale “Città di Napoli” - Memorial “Libero Bovio”, promossa dal cavaliere Domenico Cannone, presidente dell’Accademia Internazionale Partenopea Federico II, si è tenuta lo scorso 12 Novembre al complesso monumentale “San Severo a Pendino” in via Duomo a Napoli. A ricevere il premio, sezione “Cultura e Spettacolo”, il camaleontico attore bruniano Arturo Sepe, per essersi distinto come “Portatore Sano di Cultura e Teatro”, anche grazie al suo spettacolo itinerante “Pierino & il Lupo ai piedi del Vesuvio”, dove si esibisce insieme alla “Bizzarra Ensemble Musica e Teatro”, intrecciando l'opera Russa di Prokofiev con la Classica Napoletana, in una esilarante ed inedita farsa metropolitana. Non solo cinema per l'attore nolano, che dopo aver interpretato il ruolo di ‘Angioletto’ in Gomorra - la serie, fa il giro della Penisola raccogliendo unanimi consensi positivi. Insieme al Sepe ad essere premiati anche l'attore Remo Girone con premio alla Carriera e Lele Mora con premio per il Sociale. Durante l’evento sono intervenute delegazioni internazionali provenienti dagli Stati Uniti, Svizzera, Spagna, Ucraina, Georgia, Somalia, Crimea, Marocco e Tailandia. La rassegna si è svolta con la partecipazione di personalità del mondo della cultura, dell’arte, dello spettacolo e del mondo accademico. Il premio è intitolato a Libero Bovio, poeta, scrittore, drammaturgo, giornalista e autore di diverse celebri canzoni in lingua napoletana, che ha contribuito ad arricchire e a rendere unico il patrimonio culturale della nostra città.

“Sono molto soddisfatto e lusingato di come si sta svolgendo la mia carriera di attore cinematografico e teatrale”, ci confida l’artista nolano. “Mi compiaccio di aver ricevuto un riconoscimento così importante insieme a personaggi che hanno fatto la storia dello spettacolo, quali Remo Girone e Lele Mora. Ciò mi responsabilizza ancora di più e mi coinvolge particolarmente nel ruolo di "vettore di sana cultura" di cui vado fiero, anche per avere l’opportunità di portare il nome del nostro territorio in giro per l’Italia in modo propositivo e concreto, allo scopo di contrastare con l’arte le cattive congetture che ci attanagliano tutti i giorni. Vedi gli episodi criminosi o la crudele problematica della terra dei fuochi. L’arte, lo spettacolo – conclude il Sepe - di qualunque disciplina essi siano, danno sempre segnali positivi per il futuro. Io proverò sempre a fare la mia parte, in merito”. Mauro Romano

A Marigliano si presenta la terza edizione de “Alla Corte del Gusto” Torna l’atteso evento dedicato alla conoscenza delle eccellenze della regione Campania con un ricco programma di eventi che coinvolgerà anche il Comune di Scisciano e l’intero territorio mariglianese. La Sala Consiliare del Comune di Marigliano ospiterà, mercoledì 30 novembre, alle ore 11,30, la Conferenza Stampa di Presentazione dell’evento “alla Corte del Gusto”, giunto alla sua terza edizione, quest’anno co-finanziato dalla Regione Campania – Assessorato alla Sviluppo e Promozione del Turismo, nell’ambito del POC Campania 2014-2020. La manifestazione, dedicata alla scoperta e alla valorizzazione delle eccellenze della Regione Campania, ideata dall’Associazione Culturale Terre di Campania e organizzato dal Comune di Marigliano, “alla Corte del Gusto” estende, quest’anno, le attività previste dal suo ricco programma anche al Comune di Scisciano, coinvolto attivamente nella realizzazione dell’iniziativa attraverso un protocollo d’intesa, e a tutto il territorio cittadino. Alla Conferenza Stampa prenderanno parte Antonio Carpino, Sindaco del Comune di Marigliano; Edoardo Serpico, Sindaco del Comune di Scisciano; Simone Ottaiano, Direttore Artistico dell’evento. A moderare l’incontro sarà Carmela Maietta, giornalista

de Il Mattino. Per l’occasione saranno svelate le tante novità e sorprese che caratterizzano questa terza edizione. L’evento si articola in tre momenti principali. Si comincia dal 3 al 4 dicembre, presso il Teatro Comunale di Scisciano, con la rassegna “il Gusto del Teatro”, due appuntamenti dedicati al rapporto tra arte e cibo, per poi proseguire dall’8 all’11 dicembre, presso il Castello Ducale di Marigliano con l’evento principale de “alla Corte del Gusto”. Quattro giorni di laboratori, degustazioni, concerti, spettacoli, visite guidate e attività per bambini, nella splendida cornice di uno degli edifici simbolo della storia dell’AgroNolano che per l’occasione sarà animato dalla magia tipica del Natale grazie agli imperdibili “Mercatini delle Eccellenze”. Dal 18 dicembre al 6 gennaio prenderà il via, infine, la kermesse “Il Gusto del Natale, teatro e musica”, che coinvolgerà tutti i luoghi della Città di Marigliano in un calendario di appuntamenti adatti a tutte le età e a tutti i gusti. Un programma ricco e diversificato, adatto a tutta la famiglia, che aprirà le porte della conoscenza del buono e del bello della nostra regione e che sarà presentato per la prima volta, mercoledì 30 novembre, presso la Sala Consiliare di Marigliano.


Anno XXIV N.12 Novembre/Dicembre 2016

I L R O TA RY C L U B N O L A POMIGLIANO D’ARCO PRESENTA IL LIBRO “ ANIELLO MONTANO UN FILOSOFO NEL ROTARY “ Il giorno 29 novembre

2016 nei locali dell’Hotel I Gigli di Nola si terra’ la presentazione del libro “ Aniello Montano un filosofo nel Rotary “, una raccolta di scritti del filosofo curata da Marina Montano e presentata dall’ing. Francesco Socievole, Past Governor del Distretto 2100 del Rotary International, e dal prof. Michelangelo Riemma, formatore del Distretto 2100. Aniello Montano, scomparso circa un anno fa, è stato professore ordinario di Storia della filosofia presso l’Università di Salerno, ove ha anche ricoperto l’incarico di Direttore del Dipartimento della F i l o s o f i a . R a ff i n a t o conoscitore del pensiero antico, moderno e contemporaneo, è stato autore di molti saggi ed infaticabile animatore della scena culturale scientifica locale e nazionale nonché fine conoscitore di Giordano Bruno e Jean Paul Sartre. Tra i molti riconoscimenti conferitogli, si ricordano la medaglia del Presidente del Senato per gli alti meriti culturali ed il “ Premio della Cultura “ della Presidenza del Consiglio nel 1985. Cittadino onorario di Nola e Palma Campania è stato Presidente della Fondazione Regionale “Parco Letterario Giordano Bruno “ è stato anche componente del consiglio direttivo del prestigioso Istituto Italiano per gli Studi Filosofici di Napoli. E’ stato socio del Rotary Club Nola Pomigliano d’Arco ricoprendo la carica di Presidente nell’anno 1997-98 e investendo agli incarichi

Nel Distretto 2100 del Rotary International. Dalla prefazione di Francesco Socievole : “ Aniello Montano, in questa raccolta, affronta i temi piu’ importanti dell’essenza del Rotary e li correla all’attuale situazione di societa’ globalizzata in cui, oggi, si dibatte l’uomo. Sono affrontati tutti i temi di grande interesse sociale che spaziano dalla pace e comprensione dei popoli all’impegno civile del Rotary, alla sua azione solidaristica sostanziata dal comportamento etico rotariano e all’educazione amorevole delle nuove generazioni verso le quali si è molto dedicato. Piu’ volte si è affrontato il tema della pace quella vera, fondata sull’integrazione e rispetto delle varie culture. Il dott. Alfredo Pecoraro, presidente del Rotary Club Nola Pomigliano d’Arco , sottoliena “ Il Distretto 2100 del Rotary International, nella figura del PG Giorgio Botta, ed il Rotary Club Nola Pomigliano d’Arco hanno fortemente voluto la pubblicazione del libro per far sì che il pensiero di Aniello Montano fosse accessibile a tutti e per testimoniare come attraverso la sua attività culturale abbia fatto conoscere e condividere in modo entusiastico a generazioni di rotariani la visione dell’uomo e della società che il Rotary ha maturato nella sua storia più che centenaria “.

La Redazione

Pettole Ingredienti per 20 pettole: - 1/2 kg. di farina - 1 cubetto di lievito di birra - 1/2 cucchiaino di sale - Acqua tiepida - Olio extravergine di oliva - Zucchero/miele

Procedimento: Mescolare la farina, il lievito di birra e il sale in modo da farli amalgamare; aggiungere dell’acqua tiepida fino ad ottenere una pastella elastica. Lasciar lievitare per 1 ora mezza al coperto. Scaldare l’olio, quindi, con un cucchiaio bagnato e aiutandosi con le mani sempre bagnate formare

delle palline e friggere. Scolare, passare nel miele o nello zucchero e servire. Per preparare la versione salata basta prendere l’impasto e prima di friggerlo inserire all’interno pezzettini di formaggio, acciughe, verdura. Bisogna mangiarle appena fritte.

DICEMBRE DE SANCTIS 5 - 17 - 18 - 22 -26 Dicembre. Via S.P. Bel Sito tel. 0818237343 VISCONTI 10 -11 - 13 - 20- 27 Dicembre. Via A. Boccio tel. 0818231269 SCALA 7 - 14 - 21 - 31 Dicembre. Via T .Vitale tel. 0818231788 NAPPI 6 - 12 - 19 - 25 -29 Dicembre. Via T .Vitale tel. 0818231188

S. MARIA 4 - 8 - 16 - 24 -30 Dicembre. Via dei Mille tel. 0815126387 MAZZEO 1 - 9 - 15 - 23 - 28 Dicembre. Via T .Vitale tel. 0818231049 aperti tutti i sabato

Nei giorni in cui la farmacia è di turno festivo o del Sabato effettua anche il turno di notte. ABBONATO CON L’ASSOCIAZIONE A.C.A.P. (CITY CARD)

ANTICA FARMACIA CENTRALE

SCALA LA FARMACIA SCALA, RESTA APERTA CON ORARIO CONTINUATO DALLE ORE 8.30 ALLE 20.30. PUOI PRENOTARE VISITE MEDICHE (CUP), PAGARE TIKET (CUP), CONTROLLARE IL TUO STATO DI SALUTE CON AUTOANALISI DEL SANGUE.

Via Tommaso Vitale,76 - Nola (NA) Tel. e fax 081.8231788 e.mail farma.scala@alice.it


Anno XXIV N.12 Novembre/Dicembre 2016

Polvica festeggia la festa dei santi per osteggiare il mito di Halloween. Un messaggio altamente educativo che mira alla formazione dei giovani nel modo più chiaro e diretto possibile, è stato trasmesso ai giovanissimi della comunità di Polvica, allo scopo di metterli a confronto con due credenze diverse: il mito della festa di Halloween e la concezione della Chiesa in merito. Ovviamente, il messaggio è stato quello di invitare i bambini a non festeggiare Halloween. L’evento denominato la “Festa dei Santi”, si è svolto lo scorso 31 ottobre nella Sala Parrocchiale della Chiesa della comunità di Polvica. I bambini sono stati accolti con il saluto del parroco don Pasquale Ferrara. Di seguito le catechiste ed educatrici ACR hanno dato loro l'immagine del Santo, la cui effige ognuna porta appesa al collo. Una volta riunitisi tutti, si è assistito alla visione di un filmato sull'origine di Halloween per capire il motivo per cui “NOI CRISTIANI!” non festeggiamo questa ‘festa’. A prosieguo dell’iniziativa, si è passati alla parte più dinamica e cioè a giochi e balli di canzoncine religiose e bans, conclusasi con alcuni ragazzi presenti ad interpretare una breve scenetta sulla vita di un Santo. Al termine si è festeggiato con dolci e salati gentilmente offerti dalle mamme dei giovanissimi che hanno partecipato all’evento da protagonisti. La soddisfazione più grande è stata il vedere i bambini divertiti, contenti e soddisfatti di essere stati messi di fronte ad una realtà, quella di halloween, dal significato diverso da come viene decantata. In ognuno di loro certamente sarà rimasto un segno indelebile e la possibilità di poter decidere arbitrariamente tra sacro e profano. Prima di chiudere i battenti, ogni presente è stato invitato ad accendere un cero davanti all'immagine dei Santi presenti in Parrocchia. Un messaggio altamente educativo che mira alla formazione dei giovani nel modo più diretto possibile. La società, gli educatori, la Chiesa possono! Poi, a ciascuno la propria scelta. Claudia Mauro

CENTRO AZIENDALE NA2Nord-Serapide per il trattamento semiresidenziale dell’autismo LETTERA APERTA AL PRESIDENTE DELLA REGIONE CAMPANIA Al sig. Presidente Vincenzo De Luca Alla Quinta Commissione “Sanità e Sicurezza sociale” Regione Campania In forza del contratto di collaborazione tra ASL Na2 Nord e centro Serapide S.p.A., approvato con delibera n. 1229 del 25/11/2013, dall'1/09/2014 circa 60 ragazzi autistici inseriti nel progetto Autismo in Via Campana 233 a Pozzuoli (NA) ogni giorno, oltre alle terapie in rapporto 1 a 1 con gli operatori, svolgono attività occupazionali; imparano a cucinare; a prendersi cura dell'orto; a fare la spesa; alcuni seguono stage formativi all'esterno per imparare un mestiere (come il pizzaiolo); delle ragazze vanno in un centro estetico per imparare a truccarsi; altri in piscina per imparare a nuotare, ma anche a fare la doccia e a rivestirsi da soli. Nei mesi più caldi fanno gite in bellissimi agriturismi del puteolano. Il tutto sotto la guida dei terapisti con la supervisione della dott.ssa Teresa Petrarca, neuropsichiatra infantile dell'Asl NA2 Nord, la quale con amore, oltre che con competenza professionale, suggerisce interventi mirati, somministra cure farmacologiche, presenzia a tutti gli incontri GLH per rendere possibile la collaborazione tra scuola, centro di riabilitazione e famiglia. Il progetto da attuarsi in favore dei ragazzi autistici, così come previsto dalla deliberazione n. 709 del 22/07/2013, in linea con la Legge n. 134 del 2015 sull'autismo, prevede tutto questo e anche di più; a favore dei ragazzi più grandi la possibilità, per esempio, di soggiornare nella struttura, essendo disponibili posti letto. Nessun centro di riabilitazione ordinario offre oggi tutto questo; eppure, nonostante ciò, il contratto di

collaborazione tra ASL NA2 Nord e centro Serapide S.p.A. alla scadenza biennale del 31/08/2016 non è stato rinnovato. I circa 60 ragazzi autistici rischiano di essere dimessi; le loro famiglie sono in uno stato di agitazione e disperazione, ben consapevoli delle opportunità che potrebbero perdere; il centro Serapide rischia la chiusura. Come è possibile tutto ciò? In un momento storico in cui sembra esserci tanta attenzione per la disabilità, e in modo particolare proprio per l'autismo, come è possibile che invece di creare nuove opportunità ,ovvero incrementare quelle già in essere, si butti tutto all'aria così e si decida di recludere i ragazzi autistici nelle case, negando loro ogni forma di integrazione? Quale regressione subiranno questi ragazzi così sensibili vedendosi negate tutte le occasioni di socializzazione e monitoraggio clinico/terapeutico cui erano abituati? Perché il Direttore Generale dell’Asl Napoli 2 dr Antonio D'Amore, nonostante diversi nostri solleciti e gli impegni presi dal suo staff in occasione della nostra manifestazione di protesta del 14 Ottobre c.a. presso la sua sede a Monteruscello, a tutt’oggi non riceve la nostra associazione e una delegazione di genitori al fine di permetterci di rappresentare le vive preoccupazioni di tutti e ricevere chiarimenti se allo stato sia in fase di elaborazione e/o emissione la delibera di conferma del progetto stesso? Si può decidere il destino dei nostri ragazzi e di un progetto pilota senza constatarne, sul campo, la reale incidenza sulla società stessa? Marano 3/11/2016 Il Presidente Daniele Minichini


Anno XXIV N.12 Novembre/Dicembre 2016

Cimitile. Cultura, solidarietà ed intrattenimento per salutare il 2016 CIMITILE – Cultura, intrattenimento e solidarietà: sono gli ingredienti del ricco calendario di eventi che accompagnerà l’intera comunità fino all’inizio del nuovo anno. Un progetto condiviso e partecipato, nato dalla collaborazione tra Amministrazione comunale, istruzione, e le numerose associazioni che operano sul territorio (Rete Associazioni Cimitile – Pro Loco Cimitile – Commissione Politiche Sociali Pro Loco – Anpi Sez. Cimitile – Ass. Genitori del Sud – Ass. Amici del Presepe Vivente – Istituto Comprensivo Guadagni Mercogliano – Coro Parrocchiale – ASD City Soccer – Unicef Sez. Cimitile). Oltre un mese di appuntamenti, a partire da questo fine settimana, per promuovere un incontro e partecipazione a temi importanti: dalla cultura della prevenzione alla valorizzazione del complesso Basilicale Paleocristiano, fino all’ormai tradizionale visita del Presepe Vivente, allestito proprio all’interno del prestigioso sito archeologico cimitilese. La Redazione

GRAN CONERTO LIRICO DI NATALE “LE DAME DEL REGNO” ENSEMBLE Chi ha seguito “Le Dame del Regno”, l’unico Ensemble di musiciste professioniste, tutto al femminile, che indossano abiti originali Borbonici, avrà visto le date dei concerti svolgersi sempre in luoghi storici suggestivi della provincia di Caserta tra cui il Palazzo Reale, il Real Sito Borbonico di San Leucio. Il viaggio nel tempo, in racconti del bel canto lirico napoletano, porterà lo spettatore in un altro luogo affascinante dell’arte casertana: Casertavecchia e direttamente nel Duomo dedicato a San Michele Arcangelo. Il Duomo è il principale luogo di culto cattolico della Caserta Antica costruito dal 1113 e ultimato nel 1153. Il contesto storico-culturale che offre Casertavecchia è il luogo perfetto per Le Dame del Regno nel proporre il “Gran Concerto Lirico di Natale” che si svolgerà il giorno 11 dicembre alle ore 19:30. Organizzato da Notalirica Management e inserito dalla Pro Loco Caserta Antica nell’evento Borgo Natale. Vede la partecipazione del noto soprano internazionale M° Teresa Sparaco, fondatrice dell’Ensemble, ambasciatrice del canto lirico casertano e ideatrice della lirica turistica per offrire con la propria musica anche la conoscenza, con proprie guide turistiche, del luogo dove si svolge il concerto e con degustazione di prodotti enogastronomici locali. Una grande esclusisa del soprano Sparaco. “Le Dame del Regno”Ensemble è formato da; Teresa Sparaco soprano drammatico, Clara Vitale soprano, Cecilia D’Iorio violino, Fiammetta Drammatico violino, Ludovica Ambroselli violino, Marilena Di Martino viola, Monia Massa violoncello, Ilaria Scarico contrabbasso, Arianna Onorato flauto, Martina Nappi flauto, Adriana Mendella clarinetto, Cira Romano arpa, Annapaola Zenari pianoforte. Il Gran Concerto di Natale è ad ingresso libero. Presenta l’evento la giornalista di Comunico Caserta Dott.ssa Laura Ferrante. Si ringraziano per la collaborazione i seguenti esercenti: Mura Optical ottica in teverola, Securcoop in Caserta, Iris centro estetico in Grazzanise, Un Diavolo X Capello parrucchiera in Grazzanise, Mina parrucchiera in Caserta, Connetti a Mammellata pizzeria e cornetteria in Caserta, Novità bomboniere oggettistica in S.Maria la fossa, “Le Muse” design studio costumiste in Marcianise, Mjwell sport e Healthnenn palestra in

Caserta, Fioreria Marino in Casola, PG service in Casola, Alimentari Cerrito in Casola, Alimentari Golino in Casola, Oasi chiosco bar San Rocco Casertavecchia e La Pro Loco Caserta Antica. La Redazione


Anno XXIV N.12 Novembre/Dicembre 2016

Parte da Annibale Spartaco e Garibaldi la seconda edizione del Festival della Letteratura nel segno del mito all'Anfiteatro Oltre la Storia, al di là del mito, ci sono le imprese di Annibale, il generale cartaginese che osò sfidare Roma, di Spartaco, lo schiavogladiatore che mise sotto scacco l’Urbe con uno stuolo di ribelli, e di Garibaldi, l’impareggiabile stratega dell’Unità d’Italia che sancì la disfatta dei Borboni nella battaglia del Volturno”. L’ultimo libro del ‘matematico scrittore’ Guido Trombetti “Annibale Spartaco e Garibaldi” (Edizioni Spartaco) sembra scritto apposta per un Festival letterario dedicato al mito. E non a caso è stato scelto per aprire venerdì 25 Novembre alle ore 18 la seconda edizione de “La Memoria degli Elefanti”, il Festival della Letteratura ideato da “Arena Spartacus Amico Bio” all’Anfiteatro Campano di Santa Maria Capua Vetere, il secondo anfiteatro al mondo per dimensioni dopo il Colosseo. “A Santa Maria Capua Vetere c’è uno dei siti archeologici più belli ma nel contempo meno valorizzati del Paese - racconta Bruno Zarzaca, fondatore del progetto “Arena Spartacus Amico Bio”, il primo ristorante biologico al mondo in un sito archeologico - ed è per questo che da oltre tre anni ci stiamo impegnando per valorizzare con un suggestivo binomio tra cibo e cultura la gestione dei servizi aggiuntivi che il MIBACT ci ha assegnato all’Anfiteatro Campano nell’ambito delle attività del Consorzio Arte’m”. Un binomio felice che non a caso è stato celebrato proprio in questi giorni da “Un patrimonio italiano” (Utet Editore), l’ultimo volume del presidente del Consiglio Superiore Beni Culturali e Paesaggistici, Giuliano Volpe, come uno degli esempi più innovativi in Italia di valorizzazione di un sito culturale. E sarà proprio il libro di Volpe, che racconta dei nuovi sistemi di management e innovazione nella gestione e nella valorizzazione del patrimonio culturale italiano, a chiudere il 26 Maggio questa seconda edizione del Festival organizzato quest’anno anche con il patrociniodel Comune di Santa Maria Capua Vetere. In un Festival che ha per sottotitolo e per comune denominatore culturale “I am Spartacus: eroi, valorosi e valori” ci saranno anche i valori della legalità raccontati il 27 Gennaio in “Toghe, banchieri e rotative” (Guida Editore), Il libro del magistrato Vincenzo Pezzella, consigliere della Suprema Corte di Cassazione, e i nuovi valori del Papato di Bergoglio raccontati il 31 Marzo in “The American Pope” (Libreria Editrice Vaticana) dal giornalista Massimo

Miilone direttore di Rai Vaticano. “Il leggendario “I am Spartacus” pronunciato dal celebre gladiatore-schiavo tracio che proprio nell’anfiteatro dell’antica Capua (l’attuale Santa Maria Capua Vetere) diede inizio a quella che è considerata la prima rivoluzione della storia, oggi risuona come un appello al senso civico in quella Campania Felix ormai avvelenata da immondizie materiali (roghi e diossine) e umane (camorristi e corrotti)”. Così Antonio Emanuele Piedimonte, direttore artistico del Festival, ricorda la mission di un Festival letterario nel segno del mito di Spartacus nel cui titolo “La memoria degli Elefanti” c’è l’obiettivo di dare valore alla memoria vivificandola con una mobilitazione culturale che risvegli la coscienza civile di un territorio martoriato che può ritrovare nella valorizzazione del suo grande patrimonio culturale il terreno fertile per un nuovo sviluppo economico ed occupazionale”.

Roberto Conte

Torre del Greco, Marrone: sì marchio Unesco a lavorazione corallo NAPOLI – «L'“arte rossa” è una delle eccellenze della nostra tradizione ed è un settore imprenditoriale di eccezionale valore strategico: per questo la Confapi jr si schiera al fianco del comitato promotore per chiedere il riconoscimento “Unesco” per la lavorazione del corallo di Torre del Greco» A dirlo è Raffaele Marrone, presidente del gruppo Giovani Confapi di Napoli. «Stiamo parlando di uno dei fiori all'occhiello del “made in Campania” e di uno dei comparti commerciali più floridi con migliaia di addetti e centinaia di aziende che esportano in Italia e nel resto del mondo – ha aggiunto il leader degli imprenditori jr –. Sicuramente, la procedura non è tra le più semplici ma i requisiti per raggiungere l'obiettivo ci sono tutti». «Il gruppo Giovani Confapi è al fianco di chi ha intrapreso questa battaglia e delle Istituzioni che si aggregheranno – conclude Marrone – per ottenere la certificazione di una lavorazione artigianale unica nel suo genere, che affonda le proprie radici in quasi due secoli e mezzo di storia. Una lavorazione che dà identità alla nostra cultura artigianale e imprenditoriale».

Per ascoltarci scarica l’applicazione di Radio Antenna Campania su tutti i telefoni Android.


15

Anno XXIV N.12 Novembre/Dicembre 2016

* A scuola un bambino dice alla maestra di avere una gallina che fa un uovo ogni mezz'ora e la maestra aspetta un po' e poi dice: "Si va bene, ma allora?" ed il bambino candidamente risponde: "due uova!"

* La moglie: "caro che differenza c'è tra un incidente e una calamità?" e il marito: "l'incidente è quando tua madre si scontra con un automobile e muore, la calamità è quando si scontra con un auto e...si riprende!"

* Un padre dice a un figlio: - "figliolo ora sei grande e quindi ti devo dire una cosa... Hai presente gigio? - "si si il gatto del nostro vicino" - "esattamente! ecco te sei come * U n b a m b i n o m a n d a u n lui" telegramma alla mamma: "bocciato - "come? scattante rapido e veloce" prepara papà" risposta: "papà - "no, attaccato ai coglioni” preparato ora preparati tu!" * Mio nonno è l'unico che riesce a *Moglie al marito: "amore se mordersi il sedere..come fa? potessi scegliere di morire, morirei semplice...si siede sulla dentiera!! nel sonno!" e il marito: "ninna nanna ninna * Matteo ad Aldo: "che ci fai così presto di domenica mattina?" ooooo". Aldo: "compro un regalo a mia *Un tizio entra in un bar e chiede: figlia!" “un caffè con la vecchia, grazie" il Matteo: "fa il compleanno?" barista va nel retro, dopo 2 minuti Aldo: "no è perché si chiama torna e si siede. Il cliente, domenica e vuole un regalo ogni s p a z i e n t i t o , f a u n c e n n o : domenica" “allora???" ed il barista sorride ed Matteo: "che fortuna che hai" esclama: “tutto apposto..domani Aldo: "perché?" appuntamento qui con mia Matteo: "mia figlia si chiama alba" suocera". *- "mariolino ti piace andare a scuola?" - "sinceramente preferisco tornare dalla scuola"

* Un nipote chiama la zia e dice: * Un giorno la mamma di "pronto?" e il nipote dice: "no, mi c a p p u c c e t t o r o s s o d i c e a cappuccetto rosso: "Amore vai a devo ancora preparare". portare la merendina alla nonna?", * La mattina di Natale a casa Rossi è cappuccetto rosso si incammina e riunita tutta la famiglia con tanti arrivata dalla nonna le dice: "Nonna che occhi grandi che hai...nonna bambini. Allora dice Babbo Natale: "chi di che naso grande che hai...nonna che voi ha sempre ubbidito alla bocca grande che hai"....e la nonna rispose: "a ragazzi, sei venuta a mamma?" portare la merendina alla nonna o E i bimbi in coro: "il papà” sei venuta per rompere i coglioni?". * Due anziane signore parlano dei loro mariti...la prima dice: "il mio * Una donna anziana tutte le ha l'abitudine di mangiarsi le mattine appena si alza si ritrova unghie" e l'altra: "anche il mio, ma bagnata dalla testa ai piedi così che poi l'ho fatto smettere di colpo!" e decide di consultare un medico. l'altra: "e come hai fatto?" e lei: "gli Egli le prescrive delle pillole per restare sveglia la notte per vedere ho nascosto la dentiera!” chi la bagna. La donna esegue le * Due sposi vanno al pozzo dei indicazioni del medico e fa finta di desideri insieme alla suocera della dormire quando vede l'anziano moglie; il marito lancia una moneta marito accendere la TV e guardare nel pozzo e la suocera si affaccia e le donne nude e dice: "questa è bella cade giù...il marito si gira verso la e te no!" sputando di continuo alla moglie e dice: "cazzo, allora moglie . funziona davvero". * Secondo voi le mucche pazze erano veramente tali?......Ma no,è solo che avevano imparato a fumare l'erba anziché mangiarla!

Antonio Merone mette in scena “La cantata dei pastori” Chiude i festeggiamenti per il suo trentesimo compleanno artistico l'attore teatrale Antonio Merone con l' esilarante rappresentazione pastorale "La Cantata dei pastori" , con la regia del bravissimo Antonino Laudicina. Il gran debutto sarà al teatro Metropolitan di Sant'Anastasia venerdì 9 dicembre, sabato 10 e domenica 11. Questa grande opera sacra nasce verso la fine del '600 e il suo primo autore fu Andrea Perrucci che la pubblico' nel 1698. Numerosi i rifacimenti e le versioni ma sempre magica ed emozionante: racconta le vicissitudini di Maria e Giuseppe nel loro viaggio verso Betlemme, ostacolato dalle insidie dei diavoli che vogliono a tutti i costi impedire la nascita di Gesù. I diavoli periranno però, per mano dell'angelo Gabriele che difenderà con tutte le sue forze la sacra famiglia. Tra pastori, pescatori e tanti altri personaggi spiccheranno Razzullo e Sarchiapone che con la loro simpatia daranno quel tocco di napoletanità che renderà unica la rappresentazione. Pù di cinquanta artisti in scena e gli attori interpreti oltre al capocomico Antonio Merone sono: Carmine

Beneduce, Susy Muselli, Mimmo Borriello, Onofrio Ogliastro, Lisa Terranova, Ciro Formisano, Aniello Sdino, Franco Abete, Gabriele Merone, Marcello Cozzolino, Gabriele Milano, Attilio Miani, Anna Servillo, Alfredo Bruni, Annamaria Varretti, Giovannantonio Sepe. L'orchestra sarà diretta dal maestro Giovanni Sepe e ci sarà la partecipazione del corpo di ballo della Talent Dance della maestra Emiliana Esposito e il coro dell'associazione musicale "Aedi del borgo" di Somma Vesuviana. Lo spettacolo, inoltre, vanta la bravura di tecnici d'eccellenza come: Mariarosaria Riccio che si è occupata della realizzazione dei costumi, le scene sono state studiate e disegnate da Franco Piccolo e realizzate da Mario Castì, il disegno luci è a cura di Megaride, le foto di scena scattate dal b r a v o f o t o g r a f o C i ro M e ro n e , e l'amministrazione è di Clelia Mosca. Intanto Antonio Merone invita il suo pubblico: "Regalatevi e regalate una sana e divertente serata a teatro. Prenotate la vostra poltrona. Vi aspetto! " Luisa Terranova


Giornale La Gazzetta Campana Dicembre 2016-Gennaio 2017  
Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you