Issuu on Google+

laBassa Ci trovate anche su

Tra Mantova, Reggio Emilia, Modena e Rovigo

Novembre 2013 Anno V - n. 50

SPECIALE

TARTUFO MANTOVANO

in due puntate la storia e la cultura di una tradizione gastronomica

ALTRI APPROFONDIMENTI

Mantova e la Bassa Nuove pagine dedicate a Mantova, come collegamento tra la Bassa e la città

Il Cicciolo d’Oro La golosa edizione 2013 di Campagnola Emilia

MIRANDOLA (MO) Immagina Mirandola: concorso di idee

REGGIOLO (RE) Università del Tempo Libero “Don Angelo Melegoni”

PEGOGNAGA (MN) Aperto il Centro Medico Polispecialistico

«Gazzetta della Bassa» Mensile gratuito di informazione, cultura, storia e tradizioni locali

Segue a pag. 36 ►

La Clessidra anche su

Via Borgo Trieste, 132/D - 0522 1697714 Siamo aperti tutti i giorni con orario continuato 9.00-19.00 Sabato 9.00-12.30

In copertina, foto di repertorio della chiesa di Bonizzo (MN) prima del terremoto. La frazione di Bonizzo si trova nel cuore dell’area del “tartufo mantovano”

Copia gratuita


HAI ROTTO LA PROTESI? NESSUN PROBLEMA RIPARAZIONE IMMEDIATA “IL CORREGGIO s.n.c.” A NOVELLARA in via Veneto, 4 A CORREGGIO in viale Saltini, 1 Cell. 338 3913765

MENOZZI ALLEVAMENTO PASTORE TEDESCO ADDESTRAMENTO CANI OBBEDIENZA - GUARDIA - DIFESA APERTO TUTTO L’ANNO Via Formentini 23, 42124 Reggio Emilia - Tel. 0522 950102 www.allevamentodellozio.it - E-mail: allevamentodellozio@libero.it 04 Novembre 2013 | anno V - n 50

Gazzetta della Bassa


PrimoPiano

Editoriale Novembre 2013 | anno V - n 50

14 QUISTELLO E LIBERA UNIVERSITÀ 20

QUISTELLO. Cultura. Di Edoardo Calciolari

UN LIBRO SULLE SUORE DELL’OSPEDALE E SU SUOR ROMANA SUZZARA. Persone. Di Attilio Pignata

31

FIERA DI S. MARTINO

37

558° FIERA DI SANTA CATERINA

39

IL CALCIO DELLA BASSA E NON SOLO

46

LA CUCINA DI WILSON

CASTELMASSA. Eventi GUASTALLA. Eventi

SPORT. Di Sergio Ballarini

CUCINA. Le castagne. Di Wilson Blasi

Per la vostra pubblicità Per i tutti i comuni*: Sig. Marco Barbieri tel. 328 0050604 *

Per i comuni di Bagnolo in Piano, Cadelbosco Sopra, Castelnovo Sotto, Poviglio, Reggio Emilia, Correggio e Campegine: Sig. Alberto Predieri tel. 348 3134825 IL PROGETTO Gazzetta della Bassa, o meglio la Bassa. È una testata diffusa gratuitamente nel territorio d’incontro di tre province: Reggio Emilia, Mantova e Modena. Di cosa trattiamo? Di usanze e tradizioni del nostro territorio, di enogastronomia, dialetto, storia locale e ancora volontariato, solidarietà... Da ultimo, ma con un occhio di riguardo, la Bassa guarda all’Arte e alla creatività del territorio, ai tanti artisti più o meno noti, e cerca di dar loro la visibilità e l’attenzione che meritano. In appendice è presente una parte di carattere più generale dedicata all’attualità e alle opinioni. La Bassa è un giornale plurale, non legato a partiti, organizzazioni religiose o altro. Dove siamo? Ci trovate nei luoghi di incontro: bar, locali, attività commerciali. La Bassa è distribuita nei seguenti comuni: Reggiolo, Rolo, Fabbrico, Campagnola, Rio Saliceto, Novellara, Guastalla, Gualtieri, Luzzara, Guastalla, Bagnolo in Piano, Cadelbosco Sopra, Castelnovo Sotto, Poviglio, Pomponesco, Viadana, Dosolo, Suzzara, Gonzaga, Pegognaga, Motteggiana, Borgoforte, Virgilio, Mantova città, Campitello di Marcaria, Castellucchio, San Benedetto Po, Quistello, Pieve di Coriano, Revere, Ostiglia, Borgofranco Po, Carbonara Po, Sermide, Castelmassa, Castelnovo Bariano, Bergantino, Poggio Rusco, San Giacomo Segnate, Moglia, Novi di Modena, Rovereto S/S, Concordia e Mirandola.

Gazzetta della Bassa

Tra Mantova e la Bassa

I

l numero di novembre si presenta con una novità: la presenza di alcune pagine dedicate alla città di Mantova. Come spieghiamo più dettagliatamente avanti, si tratta di pagine pensate come ponte di collegamento tra la città e la Bassa, un ponte culturale (conoscere meglio la nostra città) ed economico (dare utili consigli per gli acquisti ai residenti della Bassa e di Mantova). Visto il breve spazio a nostra disposizione in questa introduzione, vi segnaliamo in particolare due approfondimenti che troverete nelle pagine che seguono. Il primo riguarda il Tartufo della Bassa mantovana, il secondo è dedicato al programma de “Il Cicciolo d’Oro”, una golosa e divertente manifestazione che ogni anno si tiene a Campagnola Emilia. ■ Gazzetta della BASSA

Editore: Editrice La Clessidra Sede: via XXV aprile 33, 42046 Reggiolo (RE) Tel. 0522 210183 - redazione@clessidraeditrice.it Direttore responsabile: Davide Donadio Grafica: Paola Torelli Stampa: Tipografia E. Lui Reggiolo (RE) Pubblicità: BMG Immagine, commerciale Sig. Marco Barbieri, tel. 328 0050604 - info@bmgimmagine.it Alberto Predieri, tel. 348 3134825 prediericomunicazione@gmail.com Gazzetta della Bassa Registrazione n. 1243 del 25/01/2011, Tribunale di Reggio Emilia

Ci trovate anche su

Novembre 2013 | anno V - n 50 05


Spirito di conservazione


Spazio a cura della Confesercenti

BREVI DALLA BASSA SUZZARA

Guastalla Guastalla (RE), Galleria Gonzaga, tel. 0522/824323 830682 - e-mail: paola.cantoni@confesercenti.org

SUZZARESI A PARIGI

Un gruppo di suzzaresi in visita a Parigi

P

arigi, la città più visitata al mondo, ha ospitato un gruppo di suzzaresi capeggiati dalla dinamica Debora dell’Agenzia Caboto Viaggi di Suzzara. I suzzaresi in quattro giorni hanno visitato i monumenti e i luoghi più famosi come Notre Dame, il Sacro Cuore con vista privilegiata su Parigi, poi giardini, quartieri, ecc. Molto bella la visita a Ver-

sailles, alla reggia reale con visita in tutte le stanze e la galleria degli specchi. Infine il museo del Louvre, uno dei più celebri al mondo con quasi 10 milioni di visitatori l’anno. Dunque, una bella gita, con il sole e una brava guida che spiegava con passione le bellezze di questa capitale che i suzzaresi non potranno dimenticare facilmente.■ Attilio Pignata

FABBRICO

FIERA DELLE IDEE

Appuntamento l’8 dicembre a Fabbrico

D

omenica 8 dicembre nel centro di Fabbrico (Corso Roma, via Piave, via Matteotti, via De Amicis) appuntamento con la 16° edizione della “Fiera delle Idee”, mostra mercato dei prodotti dell’ingegno.

Durante la giornata sarà presente anche il mercato degli agricoltori. Regolamento e iscrizione presso la Biblioteca Comunale, tel. 0522 751923 - www.comune.fabbrico. re.it. Iscrizioni entro il 23 novembre.■

Gazzetta della Bassa

Confesercenti rilancia il Turismo nelle Terre del Po

D

all’11 al 13 ottobre 2013 si è svolta a Gualtieri (RE), Bassa Reggiana e Terre del Po, la 4ª edizione della “Borsa del Turismo Fluviale e del Po”, con un eductour e un Workshop commerciale B2B, dove Tour Operator italiani e stranieri hanno incontrato le aziende dell’offerta turistica provenienti dalle regioni lungo l’asta del Po. Durante il percorso di visita sono state toccate le eccellenze turistiche del territorio, dalla navigazione al cicloturismo, dall’enogastronomia ai percorsi culturali e il riscontro dei TO partecipanti è stato a dir poco entusiasmante. Di alto livello è stata infatti l’accoglienza delle nostre aziende e la qualità dell’offerta li ha emozionati, divertiti e stupiti. Ora il nostro lavoro continua attraverso il “Club di prodotto Terre del Fiume”, associazione di imprese che ha lo scopo di promuovere e commercializzare il turismo locale. Nei prossimi mesi saranno predisposti e messi sul mercato nuovi pacchetti turistici che interesseranno le aziende associate e che saranno proposti alle agenzie partecipanti alla Borsa per essere inseriti nei

loro cataloghi. Sicuramente quello del turismo non è un mercato semplice ed è altamente concorrenziale, ma il Po e le sue terre non hanno nulla da invidiare ad altri territori europei che già hanno fatto del turismo fluviale una grande risorsa economica, anzi, proprio per alcune sue peculiarità ed eccellenze, potrebbe davvero diventare una meta turistica ricercata di livello internazionale. Per raggiungere questo obiettivo occorre lavorare in sinergia con tutti i protagonisti del territorio e soprattutto occorre che le imprese facciano rete e si promuovano in maniera unitaria. Per questo motivo abbiamo costituito il “Club di Prodotto Terre del Fiume”, al quale invitiamo gli operatori locali ad associarsi, che ha già un suo sito internet e una pagina facebook e che lavora costantemente sulla promo-commercializzazione del territorio a vantaggio dei propri associati. Referente del Club per informazioni o adesioni è la Direttrice Paola Cantoni presso l’ufficio Confesercenti di Guastalla in Galleria Gonzaga n.1, tel. 0522/824323, e-mail: paola. cantoni@confesercenti.org

Novembre 2013 | anno V - n 50 07


TECNOGOMMA s.n.c di Faraci, Prandini e Curti

L’inverno non sarà più cattivo, con pneumatici invernali

Un consiglio da amico:

Non rinunciate alla sicurezza affidatevi a noi professionisti del settore SEDE DI FABBRICO

FILIALE DI REGGIOLO

Tel. 0522 665220 Fax 0522 660252 Cell. Alessandro 348 6538345 - Giorgio 348 6538346

Tel. 0522 972019 Fax 0522 749954 Cell. Daniele 348 6538347

Via Guidotti 87

Via G. di Vittorio 10


EVENTI DI MANTOVA

Mantova:

Mercatino dell’Antiquariato e delle Curiosità Il 17.11.2013 e 15.12.2013 in piazza Sordello circa 60 espositori con oggettistica varia e piccolo antiquariato. Info: Ica Mantova tel 0376 364090 Fiera del broccante, anticaglie, curiosità abbigliamento & libri usati Il 24.11.2013 e 08.12.2013 presso Via Daino Zona Anconetta Per informazioni e iscrizioni contattare: Via Daino: ARCI Papacqua 0376 364636 - e-mail: info@papacqua.it San Leonardo: ARCI Virgilio 0376 325721 chiamare la sera dal mercoledì al sabato, oppure Francesco, ore ufficio 349 5921605 e-mail: arcivirgilio@hotmail.it EMMA AL PALABAM La nota cantante sarà al Palabam martedì 19 novembre con lo “Schiena tour 2013”.

10 Novembre 2013 | anno V - n 50

non vi abituate alla bellezza!

S

ulle pagine della “Bassa”, periodico da anni diffuso nella Bassa mantovana, reggiana, modenese e nel Polesine Orientale, abbiamo spesso insistito sull’importanza di conoscere il nostro territorio. Non è mai stata una questione di semplice campanilismo, ma la convinzione che sia l’attenzione al territorio a consentire una più saggia politica economica e culturale. Dobbiamo certamente rimanere aperti al mondo e alle nuove possibilità che l’era di internet ci consente, ma con un occhio di riguardo al contesto in cui ci muoviamo, perchè sono la nostra città e i nostri paesi il mondo di riferimento per qualsiasi ipotesi di sviluppo e di crescita. Ci presentiamo, così, ai lettori di Mantova, anche per cercare di trasmettere loro l’idea che il collega-

Nell’immagine, la Basilica di Sant’Andrea del XV secolo a Mantova, opera di Leon Battista Alberti, uno dei protagonisti del Rinascimento Italiano. Ne parleremo nei prossimi numeri.

Gazzetta della Bassa


Pagine della città di Mantova

Per la promozione del turismo e del commercio dal circondario INFORMAZIONI UTILI

per gli abitanti di Mantova e della Bassa

Mantova non è solo il punto di riferimento “amministrativo” degli abitanti della Bassa mantovana, ma un luogo d’importanza artistica nazionale e mondiale. Quanto conoscete della nostra città? Queste pagine saranno il collegamento tra la Bassa e la città!

mento tra la città e i paesi della cosiddetta Bassa (termine geografico che noi preferiamo a quello di Oltrepò), sia un importantissimo fattore di sviluppo economico e culturale reciproco. Nell’era di internet, le persone continuano ad esistere in tutta la loro fisicità e a spostarsi tra un paese e l’altro del circondario o verso la città per distrarsi e divertirsi facendo shopping o per acquistare prodotti più impegnativi della vita materiale come auto, mobili, elettrodomestici e per espletare questioni pratiche presso gli uffici pubblici che hanno sede nel capoluogo di provincia. Ecco perchè uno strumento come quello che avete sotto mano va considerato come un concreto ausilio, tanto per i cittadini quanto per i commercianti di ogni categoria. Il secondo punto che ci piacerebbe sviluppare è quello culturale. Per molti abitanti di Mantova ormai potrebbe essere venuta a noia una certa pubblicistica elo-

Gazzetta della Bassa

giativa della città e del suo patrimonio artistico e architettonico. Ma non date per scontata la bellezza! Spesso gli stessi cittadini di Mantova o della Bassa (che così spesso vengono in centro per incombenze pratiche o per svago) non conoscono veramente i tesori artistici che Mantova nasconde. O meglio, vedono palazzi, piazze bellissime, magari ne conoscono il nome, ma non ne conoscono la storia e l’importanza che questo centro ha rivestito in uno dei periodi più brillanti della storia italiana, il Rinascimento. Ma Mantova non è solo rinascimentale sul piano artistico, è medievale, moderna, contemporanea. Il nostro scopo, che per esperienza sappiamo che almeno in parte sarà raggiunto, è quello di consentire ai lettori la conoscenza un po’ più approfondita della città mentre forniamo loro utili informazioni e consigli per gli acquisti.■

COMUNE DI MANTOVA Via Roma, 39 - 46100 Mantova Centralino 0376 3381

PEC: comune.mantova.aoo@legalmail.it

provincia di mantova Palazzo di Bagno Via Principe Amedeo 32, Mantova - Centralino 0376 2041 - Ufficio relazioni con il pubblico 0376/204741/204742/204743 Museo civico di Palazzo Te Biglietteria e informazioni: 0376 323266 - Fax 0376 363883 E-mail: palazzote@domino.comune. mantova.it MOTORIZZAZIONE DI MANTOVA Via A. Vespucci, 1 - Zona Valdaro 46100 Mantova Tel. 0376 302450 - Fax 0376 302634 Tribunale DI Mantova Via Carlo Poma, 11 46100 Mantova Tel. 0376 3391 Centralino

Novembre 2013 | anno V - n 50 11


Pagine dedicate a Campitello, Marcaria (MN)

Campitello offre un servizio In più!

F

inalmente anche il Comune di Marcaria ha il suo punto di riferimento in tema di assicurazioni. Volevamo sapere il perché della scelta di Campitello da parte di Cattolica Assicurazioni; l’Agente ci risponde così: “Perché Campitello? Per prima cosa perché in tutto il Comune di Marcaria non c’è mai stato un servizio così! Gli abitanti da oggi potranno contare su un ufficio aperto tutti i giorni per richiedere tutto il supporto necessario e potersi orientare in maniera consapevole nel delicato mondo delle assicurazioni.” Il Rag. Fabio Calderone ha poi aggiunto: “Dalle statistiche

in nostro possesso, risulta molto chiaro che il Comune di Marcaria ha una popolazione prudente (dato il bassissimo numero di incidenti rilevati) e per questo merita attenzione da parte dell’assicuratore. Per questo crediamo fortemente in un rapporto con gli abitanti di Campitello e di tutto il Comune di Marcaria, anzi ne approfitto per ringraziare tutti coloro che hanno già riposto in noi la loro fiducia e ci considerano già come Patrimonio del Territorio.” Ringraziamo il Rag. Fabio Calderone per la disponibilità e la professionalità.■

Spazio concesso gratuitamente dalla «Gazzetta della Bassa» all’Associazione Commercianti per dare comunicazione delle attività del paese. L’Associazione Commercianti è indipendente dalle attività imprenditoriali della testata.

12 Novembre 2013 | anno V - n 50

Gazzetta della Bassa


Pagine dedicate a Campitello Marcaria (MN)

iniziamo da Campitello

D

NUOVE PAGINE DEDICATE AL TERRITORIO a questo mese anche Campitello, frazione di Marcaria, in provincia di Mantova, avrà un proprio spazio dedicato sulle pagine de “La Bassa”.

Desideriamo ringraziare l’Associazione Commercianti di Campitello che ha dato piena disponibilità alla redazione de “La Bassa”, rendendosi attiva per tutto il periodo nel segnalarci le attività della piazza.

Gazzetta della Bassa

Su questo spazio daremo voce ad ogni attività che desidererà dare comunicazione di attività utili ad animare la socialità e il commercio in paese, una vera bacheca di annunci finalizzata alla promozione del territorio.■

Novembre 2013 | anno V - n 50 13


Quistello pagine di promozione culturale cultura

QUISTELLO E LIBERA UNIVERSITÀ Grande quantità di incontri, parecchie tematiche, diversi relatori, al via l’anno accademico ‘13/’14

Q

uattordici anni e non sentirli, tanti per un progetto, e tanto soprattutto permane il desiderio di portarlo avanti. Come ogni anno ha vissuto la propria inaugurazione l’atteso anno accademico della Libera Università di Quistello, reso possibile grazie alla collaborazione dell’Assessorato alla Cultura e del Centro Sociale Quistellese. Una lunga rassegna di incontri, inaugurati sabato 19 ottobre e che troveranno compimento nella giornata finale di martedì 7 maggio 2014. Le lezioni - conferenze avranno luogo nel Cinema Teatro Lux, prevalentemente al mercoledì dalle ore 15 alle 17. Il programma offerto ai partecipanti risulta come di consueto ricco ed eterogeneo: si tratterà di storia moderna e contemporanea, “1707: fine di una dinastia, l’ultimo Duca di Mantova” il 27 novembre, “Vivere e morire ad Auschwitz” mercoledì 22 gennaio ed infine “25 aprile 1945: la guerra è finita” datata 23 aprile. Non mancheranno appuntamenti di arte, musica e poesia: spicca su tutti la visita guidata alla mostra del pittore spagnolo Zurbarán, allestita al Palazzo dei Diamanti di Ferrara, mercoledì 13 novembre, ed ancora gli

incontri “Seneca e il libro delle comete: tra astronomia e letteratura” l’11 dicembre, “Dal racconto breve alla poesia” il 12 febbraio, “Gabriele d’Annunzio nel 150° anniversario della nascita” il 9 aprile; si potrà partecipare alla proiezione di film, visitare altre mostre, parlare di vino, fede, assistere ad un musical e molto altro. Non manca nulla insomma per attrarre coloro i quali intendono trascorrere ore ed ore di piacevole confronto, allenando la mente e aprendo il cuore. “Mi piace pensare che l’anno accademico 2013/14 sia atteso da tante persone e che il programma riesca a soddisfare le aspettative di tutti - confessa l’assessore Roberta Cavalli - si tornerà a casa con la sensazione di un’ora spesa bene per se stessi, per accantonare, almeno un poco, il peso dei problemi. Recuperando così spazi culturali che alimentano idee e rendono lieve il resto della settimana”. Per ulteriori informazioni: Biblioteca: 0376/619974 - Ufficio Cultura: 0376/627241 - Assessore: 320 4304047 ■ Edoardo Calciolari

Spazio concesso gratuitamente dalla redazione della «Gazzetta della Bassa» per dare sostegno e comunicazione alle attività e degli eventi del paese.

14 Novembre 2013 | anno V - n 50

Gazzetta della Bassa


CARROZZERIA NUOVA REGGIOLESE di Gavioli e Prandi snc Via Amendola, 80 42046 REGGIOLO (RE) Tel. 0522/972252 Fax 0522/212036 E-mail: info@nuovareggiolese.it

Siamo su Facebook www.facebook.com/NuovaReggioleseSnc Auto cortesia (gratuita)

Lavaggi interni e ripristini interni in pelle

S.O.S.

Soccorso stradale (gratuito 50 km) (Con rientro al proprio domicilio)

Ritiro e consegna dell’auto a domicilio

NUMERO VERDE 800 980 291

La nostra officina... più professionale! > Tutto per la tua auto: diagnosi professionale e ricambi di qualità. > Qualità per manutenzione, riparazione ed equipaggiamento. > Gommista > Garanzia di rete Bosch Car Service, in caso di imprevisti sull’intervento svolto da un Bosch Car Service, puoi contare sul supporto di una rete di 1500 officine.

ANC DA OG GI HE R MEC IPARAZ UN S CANIC IONI ERV HE. E DI IZIO IN QUA P LITÀ IÙ

Scopri come sul sito www.boschcarservice.it

Bosch Car Service: tutto con qualità e convenienza www.boschcarservice.it

TAGLIANDI COMPLETI SOSTITUZIONE PASTIGLIE RIPARAZIONE CAMBI AUTOMATICI ELETTRAUTO

A prezzi vantaggiosi


San Benedetto Po

Attività informazioni Manifestazioni

SAN BENEDETTO PO TRA AGRICOLTURA E TEATRO DI FIGURA POPOLARE Due mostre presso il Museo Civico Polironiano

I

l Museo Civico Polironiano ha aperto il mese di ottobre ospitando due mostre importanti, ma di genere completamente diverso. La prima è incentrata sull’agricoltura lombarda, il cui titolo è “La faccia giovane dell’agricoltura”. Questa esposizione è stata curata da Studio Chiesa e finanziata da Regione Lombardia: l’intero racconto espositivo si articola in eventi esperienziali differenti ma tutti imperniati sul concetto basilare per cui l’agricoltura lavora al servizio del cittadino, vanta primati ed eccellenze, è di altissima qualità e gode di un apporto tecnologico all’avanguardia. L’altra mostra, “Burattini impertinenti”, creata con la collaborazione della cooperativa Charta, DOMInUs e Distretti Culturali, è un’esposizione diffusa delle collezioni di marionette e burattini possedute dal museo per raccontare la tradizione del teatro popolare e di strada. Questi pupazzi hanno “occupato” gli spazi muse-

ali integrandosi con l’allestimento delle sale: in alcune seguono la logica dell’esposizione, in altre la rivisitano in senso metaforico, oppure le invadono in modo “impertinente”. Inoltre è stato inaugurato anche un piccolo teatro per burattini che rimarrà in maniera permanente al museo per essere utilizzato per attività didattiche ed eventi di animazione. Le mostre presentate trattano di soggetti diversi, ma ci toccano da vicino in quanto entrambe sono tematiche fortemente legate al passato della nostra zona: l’agricoltura era il lavoro quotidiano, mentre i burattini rappresentavano un momento di svago e di divertimento. Info e prenotazioni: Ufficio IAT Informazione e Accoglienza Turistica Tel. 0376/623036 - Fax 0376/623021 Mail: iat@oltrepomantova.it www.museocivicopolironiano.it Seguici anche su Facebook! ■ Federica Guidetti

Sabato 7 Dicembre 2013 Locanda dal Capitano alla Perla Nera

Pesce • Pizza Mantovanità

a Tavola con Miss.. Moda e Musica Sfilata Collezione Autunno - Inverno di Max Bell

(San Benedetto Po) info: 0376 611344 - 345 4548768

a pranzo dal lunedi al venerdi “menu fisso” strada argine po nord, 65 - San Benedetto Po (mn) tel./fax 0376 611344 - cell. 345 4548768 info@dalcapitanoallaperlanera.com

16 Novembre 2013 | anno V - n 50

Gazzetta della Bassa


SAGRA DAL NEDAR 2013 Vincitori del concorso

N

ei giorni 4-5-6 ottobre 2013 si è svolta la 42° “Sagra dal Nedar” organizzata dalla Pro Loco Teofilo Folengo di San Benedetto Po e come ogni anno, tra le varie iniziative, la manifestazione prevede il concorso “La Marmelata d’la Sagra dal Nedar”, “La Turta d’la Sagra dal Nedar” e “Al Licur d’la Sagra dal Nedar”. È il secondo anno che il concorso viene gestito dall’Arci 1° Maggio di San Benedetto Po e ogni anno il concorso è sempre più atteso e partecipato. Le partecipanti hanno consegnato torte, marmellate e liquori all’Arci e qui sono stati assaggiati dalle varie commissioni esaminatrici composte da un rappresentante di ogni associazione presente in comune (Slow Food-Proloco-Arci-AvisAido-Protezione Civile-Commerciantiecc). Graduatoria vincitori: La Turta d’la Sagra dal Nedar 1° Bragiotto Eva “Torta caprese al cioccolato” voti 408 2° Miglioli Manuela “Torta after eight” voti 354 3° Paltrinieri Ivonne “Torta pere e cacao” voti 346 La Marmelata d’la Sagra dal Nedar 1° Redolfi Stefania “Marmellata pere e cannella” voti 374 2° Paltrinieri Ivonne “Marmellata di more” voti 355 3° Bragiotto Eva “Marmellata di albicocche” voti 334

Al Licur d’la Sagra dal Nedar 1° Frego Giuliana “Liquore alla liquirizia e menta” voti 352 2° Paltrinieri Ivonne “Liquore alla menta” voti 319 3° Cominotti Carla “Liquore all’Erbaluisa” voti 308 Tutte le vincitrici sono state premiate con prodotti alimentari a marchio Coop offerti dalla Coop Consumatori Nordest di San Benedetto Po. Gli organizzatori, soddisfatti per il buon andamento della manifestazione, vogliono ringraziare tutte le partecipanti alle quali quest’anno è stato consegnato un attestato di partecipazione e un simpatico omaggio, ricettari - calendario dei mercati contadini e vari gadget, confezionati con il contributo della Provincia di Mantova settore Agricoltura, Consorzio Agrituristico Mantovano, Consorzio Parmigiano Reggiano sezione di Mantova e CIA Confederazione Italiana Agricoltori di Mantova. ■ Paolo Lavagnini

Appuntamento domenica 1 dicembre con Amarcord e il mercatino di Natale!

Spazio concesso gratuitamente dalla redazione della «Gazzetta della Bassa» per dare sostegno e comunicazione alle attività e agli eventi del paese. Gazzetta della Bassa

Novembre 2013 | anno V - n 50 17


Spazio concesso gratuitamente dalla «Gazzetta della Bassa» all’Associazione Commercianti per dare comunicazione delle attività del paese. L’Associazione Commercianti è indipendente dalle attività imprenditoriali della testata.

Poggio Rusco

Attività, Informazioni utili, Manifestazioni

cultura

L.U.PO: LIBERA UNIVERSITà POGGESE

A

Aperto l’anno accademico 2013/14

pre a novembre l’anno accademico 2013/14 della Libera Università Poggese. Gli incontri, aperti a tutti, si svolgeranno in biblioteca il lunedì e il mercoledì dalle ore 17,30 alle 18,30 circa. Il primo ciclo di incontri è dedicato a “Il Romanticismo europeo ed italiano” ed affronterà argomenti importanti e toccanti che parlano di storia, musica, letteratura, tradizioni, bellezza e arte. Lo scopo delle lezioni è quello di riscoprire i valori che permeano l’esistenza umana, con la speranza che facciano scaturire la riflessione e la curiosità del conoscere per apprezzare il

18 Novembre 2013 | anno V - n 50

bello che la vita può offrire. Calendario degli incontri “Il Romanticismo europeo ed italiano” - prima parte: Novembre 2013: - Mercoledì 13 - Carla Magnoni, Barbara Bizzarri: Presentazione programma - Prof.ssa Freddi Ivana: Introduzione storica, “Il Romanticismo: linee generali” - Lunedì 18 - Prof. Gianni Motta: “Influenza della Cultura Romantica e dei salotti letterari del primo ‘800 sul Risorgimento Italiano” - Mercoledì 20 - Prof. Giorgio Piccinini: Musica - “La Norma” di Bellini - Lunedì 25 - Prof.ssa Milena Prandini: Giornata internazionale contro la violenza sulle donne Lezione aperta: “Donne Ferite” - Mercoledì 27 - Prof.ssa Maria Rosa Macchiella: Botanica - “Le piante officinali” Dicembre 2013: - Lunedì 2 - Prof. Claudio Rambaldi: Arte - “La pittura patriottica post-Risorgimentale” - Mercoledì 4 - Prof.ssa Maria Lavagnini: Letteratura Inglese “Il primo periodo Romantico dei Gazzetta della Bassa


‘Laghisti’. Emozioni e visioni di natura e lirismo etico ed estetico” - Mercoledì 11 - Prof. Gilberto Travaini: I° parte - “Il Romanticismo Italiano fra tradizione e modernità” - Lunedì 16 - Prof. Gilberto Travaini: II° parte - “Il Romanticismo Italiano fra tradizione e modernità” - Mercoledì 18 - Prof.ssa Zena Roncada: “La Bellezza nel Romanticismo”

fra Venezia e Milano” - Lunedì 20 - Prof. Gianni Motta: “Romanticismo Europeo e Romanticismo Italiano” - Mercoledì 22 - Prof.ssa Anna Zucchi: “J.W. von Goethe; la candela di un unico uomo è luce per molti (dal Talmut)” - Lunedì 27 - Prof.ssa Elena Rebuzzi: Giorno della Memoria lezione aperta “Ausmerzen. Vite indegne di essere vissute”. Autore Marco Paolini, Einaudi 2012

Gennaio 2014: - Mercoledì 8 - Prof.ssa Maria Lavagnini: Letteratura Tedesca - “I fratelli Jacob e Wilhelm Grimm: la Cultura Romantica Tedesca a metà fra fiaba, folklore e filologia” - Lunedì 13 - Prof. Luppi Luciano: Astronomia - “La terra ed il rischio asteroidi” - Mercoledì 15 - Prof. Claudio Rambaldi: Arte - “Il secondo ‘800

Eventuali modifiche di qualsiasi tipo saranno comunicate per tempo agli interessati. In caso di eccessivo maltempo, contattare la Biblioteca per verificare l’eventuale sospensione della lezione corrente. Per informazioni e iscrizioni rivolgersi a: Biblioteca Comunale “A. Mondadori”, tel. 0386/51057.■

informazioni

CONSIGLIO COMUNALE DEI RAGAZZI

S

i sono svolte ad ottobre le elezioni per i membri del Consiglio Comunale dei ragazzi del Comune di Poggio Rusco. I ragazzi, dalla 3° Primaria alla 3° Secondaria, hanno eletto come loro rappresentanti: Kica Anxhela, Stella Camilla, Fugagnoli Martina, Tripicchio Tommaso, Costanza Greta, Manguzzi Asia, Capucci Alessandro, Lugli Vittoria, Vincenzi

Gazzetta della Bassa

Francesco, Spelta Annachiara, Oliani Vittorio, Battini Letizia, Siano Luis, Minaudo Giulia, Dall’Oglio Riccardo, Natali Giulia, Kica Denis Todaro Kevin. Nel corso della prima riunione, tenutasi presso la biblioteca comunale giovedì 24 ottobre, sono stati eletti: Todaro Kevin Sindaco e Tripicchio Tommaso Vice-Sindaco.■

Novembre 2013 | anno V - n 50 19


Suzzara pagine di eventi e promozione cultur PERSONE

UN LIBRO SULLE SUORE DELL’OSPEDALE E SU SUOR ROMANA ll libro è stato distribuito in questi giorni in occasione della festa di saluto e di ringraziamento

I

Aperto TUTTI I GIORNI A MEZZOGIORNO Sabato sera: gnocco fritto e tigelle Dal 1 settembre: Nuova apertura spazio bar giardino - Happy hours ven-sab-dom dalle 18 con ristorante sempre in funzione Via Bettine 13/A, Brusatasso di Suzzara Tel. 0376 508256 - 0376 532723 - Cell. 333 5314235

20 Novembre 2013 | anno V - n 50

l libro, che consta di 64 pagine e 80 foto, si intitola “La storia delle Suore dell’Ospedale F.lli Montecchi di Suzzara-Mantova”. Un capitolo è dedicato a Suor Romana Ponchiroli (ora a Parma) che ha lasciato Suzzara all’inizio dell’anno per motivi di salute e che viene festeggiata dopo 25 anni di assistenza in Ospedale e a domicilio. Un libro che racconta la loro storia, scritto con la collaborazione della Superiora generale Piccole Figlie Suor Alfonsina Mazzi e di tutti i parroci del territorio suzzarese. Ecco alcuni passaggi del libro: Superiora generale: “Questa piccola grande storia di carità vissuta. Suore, tante donne consacrate che hanno gettato semi di bontà”. Mons. Egidio Faglioni su Suor Romana: “chi serve il malato entra in contatto con Gesù stesso. Si tratta di un autentico apostolato”. L’ultima parte del libro è dedicata a Suor Romana, alla sua esperienza in ospedale e poi sul territorio a domicilio

dove il ricordo è ancora vivo. Una religiosa attivissima che aveva contribuito a fondare l’AVO a Suzzara. L’autore ha dedicato uno spazio al cappellano Don Luigi Sbravati, scomparso nel 1996 dopo 33 anni di servizio in mezzo agli ammalati. Infine i ricordi sul bene che ha lasciato nei cuori Suor Romana, fra cui quello di Laura Franzini che scrive: “È arrivata in ogni casa in cui ci fosse bisogno di assistenza ad un ammalato o semplicemente necessità o desiderio di quel contatto con il Signore che è il sacro momento eucaristico. L’abbiamo vista tutti sfrecciare con il motorino o la sua minicar, come un soffio d’aria che ci passa vicino, leggero ma piacevolmente fresco: al suo arrivo non si può non percepire la rassicurazione che esce dal suo sorriso.” Un affettuoso ringraziamento da tutta la comunità suzzarese per il grande esempio che ci ha dato nel dedicare “semplicemente” la sua vita agli altri.■ Attilio Pignata

Gazzetta della Bassa


rale EVENTI

LA MAGIA DELLE NOZZE Un successo per la manifestazione dedicata agli sposi

E

norme è stato il successo ottenuto lo scorso 19-20 Ottobre presso la magnifica Villa “Corte Peron”, a Marmirolo (MN) con l’evento sposi con sfilata. Villa Corte Peron, meravigliosa residenza quattrocentesca recentemente restaurata, ha ospitato un evento esclusivo per gli sposi. All’interno tutto disposto per dare agli ospiti la sensazione di armonia ed eleganza, un viaggio tra abiti di alta sartoria, originali creazioni floreali, composizioni di bomboniere e confetti, mete insolite per il viaggio di nozze, proposte di catering e musica per il giorno del fatidico “Sì!”, Wedding Planner per guidare i promessi sposi nella realizzazione del giorno perfetto, infine foto, liste nozze ed auto meravigliose per poter sognare. “La Magia delle Nozze” nasce come un evento dedicato agli sposi, dalla passione di Giada Montanari dell’Atelier l’Incantesimo di Suzzara, con la collaborazione di Sara Ferrari di Oui, Darling Studio.

Gazzetta della Bassa

La loro volontà è stata quella di creare qualcosa di fresco, trasversale ed emozionante, perché i veri protagonisti fossero esclusivamente i futuri sposi. Dar loro l’opportunità di conoscere gli espositori, poter interagire realmente con loro, per cogliere la professionalità, la qualità del prodotto e soprattutto l’amore che ognuno di loro ha per la propria attività. Disponibili e propositivi, infatti, ognuno di loro è stato felice di avere uno spazio per interagire con le coppie, fornirgli risposte e spunti per immaginare il loro giorno speciale su misura. Al centro de “La Magia delle Nozze” ci sono creatività e disponibilità, perché non resti unicamente una vetrina, ma dia l’opportunità di tornare a casa arricchiti dalle nostre idee di espositori e dai nostri sorrisi.■

Novembre 2013 | anno V - n 50 21


SUZZARA

Dal 14 al 17 novembre appuntamento nel centro storico di Suzzara con la 14° edizione di Polentinfesta. Ospite speciale: Beppe Carletti

Polentinfesta G

iovedì 14 novembre - Ore 19,00 - Piazza Garibaldi Apertura stand gastronomico a cura del “Gruppo amici per il Po” - A seguire: “Storia di un castello sulle rive del Po” a cura del WWF Po mantovano

Venerdì 15 novembre - Ore 19,00 - Piazza Garibaldi Apertura stand gastronomico a cura della “Pescheria Lanfranchi” e del “Gruppo amici per il Po” - A seguire al Cinema Teatro Politeama “Tutto quanto fa spettacolo” Cabaret a cura dell’associazione culturale teatrale Staff8round (ore 22,00 ) Sabato 16 novembre - Ore 16,30 - Piazze Garibaldi e Luppi Storia della meccanizzazione agricola trattori e macchine a cura dei Fratelli Chierici Stand espositivi con prodotti locali e non... - Ore 19,00 - Apertura stand gastronomico

Domenica 17 novembre - In tutto il centro storico dalle ore 9,00 Hobby Donna Storia della meccanizzazione agricola trattori e macchine a cura dei Fratelli Chierici Esposizione moto d’epoca e scooter Vespa a cura del gruppo “Amici della moto” Mercato ambulante alta qualità “Consorzio Versilia Forte dei Marmi” Stand espositivi con prodotti locali e non... Premiazione concorso Scuole Medie “Disegna la tua città - Una mascotte per Suzzara” - Dalle ore 10,30 - Raduno Harley Davidson - Dalle ore 11,30 - Apertura stand gastronomico - Dalle ore 14,30 Tradizione e animazione in Piazza Garibaldi con “Musicanti d’la Bàsa” Laboratorio di manipolazione e di riciclo creativo per i più piccoli “Ci piace un mondo impastare” - Ore 16,00 - Piazza Garibaldi Beppe Carletti presenta il suo libro “Io vagabondo”. Colonna sonora dell’evento la musica dei Nomadi proposta da “Impressioni Sonore” - Ore 19,00 - Apertura stand gastronomico Tutti i giorni dalle ore 15 alle 19 in Piazza Garibaldi n° 5 “Nel regno del fantasy 2”.■

22 Novembre 2013 | anno V - n 50

Gazzetta della Bassa


Gazzetta della Bassa

Novembre 2013 | anno V - n 50 23


Eventi&Territorio

ATTUALITÀ

APERTO IL CENTRO MEDICO POLISPECIALISTICO Offrirà servizi sanitari di Medicina specialistica e di Diagnostica strumentale e per immagini

È

stato aperto presso la struttura della Rsa di Pegognaga e precisamente negli ex ambulatori dell’Asl di via Donatori di Sangue, il C.M.P. “Centro Medico Polispecialistico”, una cooperativa di noti professionisti e di stimati specialisti che esercitano nel territorio. Il C.M.P. sarà in grado di offrire servizi sani-

24 Novembre 2013 | anno V - n 50

tari di Medicina specialistica, di Diagnostica strumentale e per immagini con l’intento di garantire all’utenza prestazioni di elevata qualità e professionalità. “Con questa iniziativa già collaudata nel territorio di Reggiolo - ha detto il sindaco Dimitri Melli - nasce a Pegognaga una nuova cooperativa privata di medici che andranno

Gazzetta della Bassa


PEGOGNAGA. notize utili e volontariato a prestare una vasta gamma di servizi alla cittadinanza. Il Centro Polispecialistico si rivolge non solo al nostro paese ma a tutta la zona con tante specializzazioni e servizi. A fronte della disponibilità dei locali, che sono di proprietà comunale, la Cooperativa pagherà l’affitto e promuoverà giornate di prevenzione sanitaria a favore della collettività come le “Giornata della Salute” in programma dal prossimo dicembre. Si va pertanto a ricomporre la “Cittadella dei servizi sociali e sanitari”, un punto di riferimento per la nostra comunità”. Guido Beccari ed Enrico De Corso, rispettivamente direttore di Conf. Cooperative Mantova e Lombardia, hanno affermato che Conf. Cooperative ha assecondato l’iniziativa di indubbia rilevanza sanitaria e sociale. È la prima esperienza di questo tipo nel mantovano pertanto siamo orgogliosi di questa aggregazione fra medici al servizio della cittadinanza. Il presidente del C.M.P. Alberto Ferroni ha spiegato che l’anno precedente il terremoto nella sede di Reggiolo, lesionata e resa inagibile dal sisma, il Centro ha effettua-

to 16.000 prestazioni specialistiche, avvalendosi di 45 noti specialisti degli ospedali della zona, fra i quali alcuni primari. “Il nostro obiettivo - ha sottolineato il dottor Ferroni - è quella di potenziare la rete dei servizi e delle specialità, con attenzione particolare alla medicina sportiva e alla medicina del lavoro, fornire alle aziende assistenza esperta e completa su tutte le problematiche inerenti la tutela della salute nei luoghi di lavoro. Il centro è costituito da cinque ambulatori dotati di apparecchiature bio-medicali sovrapponibili per le varie professionalità. Oltre al dottor. Amedeo Cavalca specialista di chirurgia generale e direttore sanitario del C.M.P. gli altri specialisti sono: l’ortopedico Gabriele Cavazzuti, il fisiatra Roberto Mortari, l’urologo Rosario Piazza, il cardiologo Giovanni Adornino, il medico del lavoro Francesco Grande, l’oculista Valeriano Giglioli”. Il C.M.P. è aperto dal lunedì al venerdì mattina dalle ore 8 alle 13 e pomeriggio dalle 14,30 alle 19,30 e al sabato dalle ore 8 alle 13. ■ Vittorio Negrelli

Spazio concesso gratuitamente per dare comunicazione delle attività e degli eventi del paese. Vuoi sostenere anche tu queste pagine dedicate a Pegognaga? Puoi contattarci: Commerciale Sig. Marco Barbieri tel 328 0050604

Gazzetta della Bassa

Novembre 2013 | anno V - n 50 25


Gonzaga -

Eventi & Notizie

Festa della polenta

Un successo la manifestazione organizzata dall’Associazione “Insieme Gonzaga”

ROBERTA ACCONCIATURE ESTETICA Via Montessori 1 Gonzaga (MN) Tel. 0376 58570 PIZZERIA

Robby’s

Pizza al taglio - Pizza tonda Pizza famiglia - Focaccia Piadina - Torte e dolci da forno P.zza Matteotti, 46 Gonzaga Tel. 0376 528467

Kahiat Kebdana Sanà Tel. 0376 58181 via Martiri di Belfiore 1 - Gonzaga

AGENZIA

INTERMEDIAZIONE IMMOBILIARE

L.go Martiri Libertà 6, Gonzaga Tel. 0376 528055 Cell. 348 3302352 E-mail: nazareno.arioli@tin.it

Easy Pc Computers

P.zza Matteotti 57 bis, Gonzaga Tel. 0376 528173 www.easypcweb.com info@easypcweb.com

Nuovo Panificio di Fila Davide & C. snc Prodotti da forno di alta qualità

S

i è svolta sabato 5 e domenica 6 ottobre la “Festa della polenta” a Gonzaga, organizzata dall’Associazione di commercianti “Insieme Gonzaga”. Nonostante il maltempo che ha purtroppo caratterizzato le due giornate, la manifestazione è stata un vero successo: molte, infatti, sono state le persone accorse per partecipare ai due giorni di festa

enogastronomica, permettendo così di preparare e servire una gran quantità di coperti. Una grande soddisfazione, quindi, per gli organizzatori che ringraziano sentitamente i commercianti che hanno deciso di aderire al progetto. Un ringraziamento in particolare all’indispensabile aiuto di Luciano e Rosanna.■

PIANO PER LO STUDIO 2013/14

I

l 30 settembre il Consiglio Comunale di Gonzaga ha approvato quindici interventi per il miglioramento della qualità dell’offerta formativa nel piano per il diritto allo studio che abbracciano varie aree del sapere. L’Amministrazione comunale ha stanziato fondi per circa 30mila euro per le attività dell’Istituto Comprensivo di Gonzaga e

Piera

13.450 euro per le progettazioni che sono direttamente a carico del Comune, rese possibili grazie al coinvolgimento di associazioni come Polisportiva Gonzaga, Banda di Gonzaga, A.C. Gonzaga, con le quali sono in programma convenzioni per l’erogazione di corsi sportivi e musicali. ■

Portioli Fabrizia Laboratorio Riparazioni e Commercio Armi e Fuochi d’artificio

Calzature Pelletterie

Via del volontariato 4/c, Gonzaga Tel. 328 4629347 maurobers1958@libero.it

Gonzaga (MN) piazza Matteotti 17/19 Tel 0376 588211

Gruppo immobiliare H@bitare Gonzaga

Parrucchiera

50 anni di esperienza A Gonzaga

MOLINO MORETTI Mangimi

Tel 0376 528328

Effebi Costruzioni s.r.l.

P.zza Matteotti, 24 Gonzaga P.zza Martiri della Libertà, 24 Tel 0376 528184 Gonzaga www.effebicostruzioni.com

26 Novembre 2013 | anno V - n 50

di Facchini Stefania & Malagutti Simona Gonzaga (MN) - Via del Volontariato, 4/d Tel 0376 528881

Via Principe Santo 12, Gonzaga Tel. 0376 58005

Gazzetta della Bassa


SUZZARA. Nel verde della campagna vendesi bellissima palazzina con annesso capannoncino in un’area di 2.000 mq. INFO UFFICIO ace G

GONZAGA. Ai margini del paese vendesi palazzotto inizio ‘900 in ottime condizioni dotato di doppio garage con taverna e 3.000 mq di parco. INFO UFFICIO ace G

GONZAGA. A 2 km dal paese immerso nel verde vendesi villino con finiture medio alte con annesso parco e piscina. INFO UFFICIO ace F

GONZAGA. Vendesi o affittasi, arredata, villetta indipendente dotata di ampio parco, con 3 letto, tavernetta e garage con 3 posti auto. INFO UFFICIO ace G

BASSA REGGIANA. Causa motivi familiari, vendesi ristorante pizzeria già locato, ottimo investimento. INFO UFFICIO ace G

GONZAGA. Vendesi complesso immobiliare da ristrutturare posto sulla piazza principale del paese, costituita da antica villa, adattata ad albergo con annesso barristorante con ampio parcheggio. INFO UFFICIO ace G

GUASTALLA. Bellissima oasi, immersa in un’area di 23.000 mq. con laghetto artificiale e ampio parco, vendesi fabbricato con 2 unità indipendenti. INFO UFFICIO ace G

APRICA DI SONDRIO. Vendesi bellissimo appartamento a 500 metri dagli impianti da sci mq. 600 con loggia, completamente arredato. PREZZO INTERESSANTE

NUOVA AUTOFRANCE UNICA CONCESSIONARIA PER MODENA

Gazzetta della Bassa

Via Emilia Est , 814 - 41125 Modena Showroom tel. 059 2930311 Assistenza tel. 059 2930328 Magazzino ricambi tel. 059 374407 modena@nuova-autofrance.it

Novembre 2013 | anno V - n 50 27


PaginePagine di promozione culturale dedicate al Comune di Mira di promozione culturale dedicate al Comune di

Spazio concesso gratuitamente dalla redazione della “Gazzetta della Bassa” per dare comunicazione delle attività e degli eventi del paese.

MIRANDOLA

Immagina Mirandola Sono 11 i progetti presentati al concorso per ripensare la città

S

ono stati presentati 11 progetti nell’ambito del concorso internazionale di idee “Immagina Mirandola” per la riqualificazione del centro storico cittadino. A valutarli una giuria di architetti e ingegneri dell’Urban Center di Torino e del Comune di Mirandola che hanno premiato cinque progetti per tre dei quattro ambiti che componevano il concorso: tre progetti per l’Ambito 2 “NordOvest. Un progetto per lo spazio aperto”; uno per l’Ambito 3 ”Sud- Est. Nuovi spazi da abitare”; uno per l’Ambito 4 “SudOvest. Tra via Pico e via Fanti”; nessuno per l’Ambito 1 “NordOvest. Un progetto per lo spazio aperto”. Ad aggiudicarsi il primo premio per l’Ambito 2 l’architetto di Mirandola Annalisa Castorri, mentre il secondo posto è andato al Gruppo di Progettazione con capogruppo l’architetto Uberto Siola e terzo l’architetto Claudio Zanirato di Bologna.

28 Novembre 2013 | anno V - n 50

Per gli altri ambiti sono stati assegnati solo i primi premi: primo classificato per l’Ambito 3 il team di professionisti guidato dall’architetto Maria Luisa Cappelli di Cavezzo e primo posto per l’Ambito 4 per il gruppo con a capo l’architetto Matteo Battistini di Mercato Saraceno (Forlì-Cesena). Soddisfazione per l’esito del concorso da parte del Sindaco di Mirandola Maino Benatti: «La qualità degli elaborati arrivati era, in media, elevata. Desidero poi ringraziare per la preziosa collaborazione l’Urban Center e il Comune di Torino. Consideriamo i lavori arrivati degli interessanti stimoli culturali che potrebbero potenzialmente ispirare alcune scelte del Piano della Ricostruzione e del Piano Strutturale comunale. Una delle nostre priorità sarà quella di ricostruire non solo con gradi di sicurezza superiori ma anche in una prospettiva architettonica e urbanistica migliore». ■

Gazzetta della Bassa


andola e altrie comuni della Bassa Modenese i Mirandola paesi limitrofi MIRANDOLA

Novità per il Tecnopolo Il progetto parteciperà al nuovo bando regionale per ricerca e sviluppo

I

mportanti novità per il Tecnopolo di Mirandola sono emerse nel corso di un incontro che si è svolto ad ottobre, in cui è stato deciso che il Tecnopolo parteciperà al nuovo bando indetto dalla regione per ricerca e sviluppo. Alla riunione, che ha visto la partecipazione di molti imprenditori, erano presenti Enzo Madrigali di Democenter Sipe, il Sindaco di Mirandola Maino Benatti e il Rettore dell’Università di Modena e Reggio Emilia Aldo Tomasi. Come ha spiegato Benatti: «Il progetto dovrà essere vagliato dalla Regione Emilia Romagna per l’ottenimento dei relativi fi-

Gazzetta della Bassa

nanziamenti. Noi confidiamo in un positivo accoglimento. L’idea che abbiamo di ricostruzione è questa: puntare su nuove opportunità per le aziende, il lavoro e l’economia del territorio. Fare incontrare scuola, università e imprese è fondamentale per rilanciare l’economia della Bassa dopo il terremoto, attraverso progetti di ricerca, sviluppo, formazione, innovazione e incubazione d’imprese. Per le aziende biomedicali il Tecnopolo diventerà un motivo in più per puntare sulla zona del distretto e nello stesso tempo sarà una carta in più che il territorio potrà utilizzare per il proprio rilancio».■

Novembre 2013 | anno V - n 50 29


30 Novembre 2013 | anno V - n 50

Gazzetta della Bassa


BASSA MANTOVANA OSTIGLIA

Mostra fotografica, fino all’8 dicembre

I

l Comune di Ostiglia in collaborazione con l’Istituto Scolastico Superiore “Galileo Galilei”, l’Associazione Culturale “Il Dialogo” e la Fondazione Mondadori Milano organizza la mostra documentaria e fotografica “Sotto il vulcano 1913-2013”, l’avventura umana e artistica di Giorgio Monicelli, tra l’Ostiglia di inizio ‘900 e la Mon-

dadori a Milano. Curatori: Maria Chiara Romani e Franco Chiavegatti. L’esposizione si svolge presso la Palazzina Mondadori ad Ostiglia. Inziata il 6 ottobre prosegue fino all’8 dicembre 2013. Potete scaricare il depliant informativo “Sotto il vulcano” sulla home page del comune di Ostiglia all’indirizzo http:// www.comune.ostiglia. mn.it/ ■

POLESINE CASTELMASSA

fiera di s. martino

Dall’8 all’11 Novembre a Castelmassa (RO)

S

i terrà proprio in questi giorni la nota fiera di San Martino. Impossibile riportare il programma completo nel breve spazio che abbiamo a disposizione. Sulla home page del comune troverete un link alla brochure sfogliabile della Fiera. Basti dire che la manifestazione comprende le classiche attrazioni delle fiere, ma anche spettacoli, mostre, lotterie, concorsi fotografici, di bellezza e così via.

Gazzetta della Bassa

Visto che questo numero esce proprio alla vigilia della Fiera di S. Martino vi invitiamo a consultare velocemente il ricco programma. Per info: http://www.comune.castelmassa. ro.it/ Comune di Castelmassa Piazza Vittorio Veneto, 1 - 45035 Castelmassa - Tel. 0425/846711 - Fax. 0425/846799. ■

APERTO TUTTI I GIORNI dalle 7:00 alle 23:00 OSTIGLIA via Aia Madama 32 POGGIO RUSCO via Largo Kennedy 4 info 338 903 10 56

Cultura locale/informazione Bassa Mantovana Orientale e il Polesine occidentale

sotto il vulcano

Novembre 2013 | anno V - n 50 31


Il centro storico di Reggiolo

Daniela PROFUMERIA

Via Veneto, 13 Tel. 0522 972977

L’OTTICA di REGGIOLO VIA MATTEOTTI, 13

Università del Tempo Libero

“Don Angelo Melegoni”

D

TEL. 0522 974019 Piazza Martiri, 32 Chiuso il lunedì Colazioni, pranzi e aperitivi Tutti i mercoledì di settembre piano bar con karaoke

Piazza Martiri 48/49 Tel. 0522 213573 Aperto tutti i giorni

di Mariotti Nadia

Tel. 0522 973378 Galleria “Il Cortile” Via Matteotti 84/D

Specializzata in: Fitoterapia Cosmesi vegetale - Apicultura Consulenza dietetica - Fiori di Bach

Nuova sede: via Veneto, 22 Tel e fax 0522 971970

Tuttifrutti

Abbigliamento 0-16 anni Timberland (tutto cotone biologico) - To be too Streetgang e tante altre Via Matteotti, 110

a pochi mesi avevo ricordato come la nostra “Università del Tempo Libero” avesse compiuto, con gioia ed entusiasmo, i suoi primi vent’anni di vita. E li avevamo festeggiati tutti insieme quei vent’anni: amici partecipanti, docenti, relatori, assistenti, mancava solo lui: il nostro “fondatore”, l’amico di sempre, l’amico di tutti, Don Angelo Melegoni, il prete, l’uomo che con tanta caparbietà ha voluto questa nostra bella istituzione, credendoci fermamente fino in fondo, anche quando mancavano i soldi e bisognava chiedere aiuto a qualche generoso privato cittadino; anche quando, sempre per motivi economici, ha chiesto uno sforzo in più a noi relatori e docenti. E noi ci siamo stati. Don Angelo ti guardava, con quello sguardo magnetico e potente che possiede solo chi lotta con forza per una causa vera e importante; e tu non potevi dirgli di no, neanche a volerlo, perché lo sentivi, Lui te lo faceva sentire, che quell’obiettivo era veramente importante. Il tempo gli ha dato ragione: la nostra scuola, come viene familiarmente chiamata quella che ufficialmente ha il titolo roboante di “Università del Tempo Libero”, è molto cresciuta sia nel numero dei partecipanti “allievi” che nel numero dei relatori e docenti; è cresciuta fino a diventa-

Art du Fleur Via Trieste - Reggiolo Tel. 0522 973122 PIZZA AL METRO PIZZA AL TAGLIO E D’ASPORTO di Righi Stefano

32 Novembre 2013 | anno V - n 50

di Bertolini Claudia

re una delle più importanti in tutta la Regione Emilia-Romagna. Come ho già detto in quell’occasione qualche mese fa, lo scopo primario della nostra scuola è quello di ritrovarsi e “stare insieme per scambiarsi emozioni”, magari aggiungendo qualche nozione al proprio bagaglio culturale, o ritrovare nei relatori qualche argomento di interesse personale che da tempo ci si portava dentro; riassaporare il gusto musicale e lirico di una poesia che forse, al tempo della scuola, ci sembrava noiosa, o magari scoprire che certi discorsi di filosofia, di religione o di scienze naturali, sono molto più concreti e vicini a noi di quanto i nostri schemi mentali stereotipati ci abbiano sempre fatto pensare. Ripeto volentieri quei discorsi perché credo con molta convinzione in questa “nostra” scuola. Io vent’anni fa c’ero con Don Angelo, col dott. Giorgio Sgarbi, col prof. Franco Canova, col direttore Roberto Ferrari, con l’indimenticato artista Carlo Santachiara, con la altrettanto indimenticata artista Egizia Ongarini e con tutti gli altri amici, che non ricordo in questo momento e coi quali fin da ora mi scuso; c’ero, c’eravamo tutti! E tutti abbiamo condiviso e sostenuto pienamente questo progetto importante uscito dalla mente e dall’anima di Don Angelo Melegoni. Al pranzo conclusivo di Domenica 24 Marzo

V i a e V a i

di Flavia Grassotti

Via Matteotti, 84/E (ingresso da via Mameli) Tel. 0522 971686 Cell. 393 1006465

Coffee and wine - Viale Marconi, 8

Panificio BORGONOVI

Abbigliamento, accessori, arredo casa

Via Matteotti, 116 Tel. 0522 972211

Via Vittorio Veneto, 28 Tel. e fax 0522 975356 glamourreggiolo@hotmail.it

STUDIO DENTISTICO ASSOCIATO Dott. E. Mausoli e Dott. R. Sacchi

Consegna a domicilio per bar e ristoranti Via Matteotti, 127 Tel. 0522 972136

Via Roma, 22 Tel. 0522 973723

Gazzetta della Bassa


Lui non c’era; era con noi sicuramente col cuore e con lo spirito come lo è sempre stato, ma il peso degli anni non gli ha più consentito di partecipare fisicamente. Qualche tempo prima, quando aveva ancora una minima possibilità di spendere le ultime residue energie, mi ripeté un caloroso invito già rivoltomi in altre occasioni: “Continuate l’Università del Tempo Libero anche quando non ci sarò più io, continuatela sempre, non

fatela morire, è troppo importante!”. No, Don Angelo, non tradiremo la Tua volontà, la nostra Università del Tempo Libero, come Tu l’hai voluta chiamare, non finirà, anzi credo che da oggi dovrebbe essere chiamata col Tuo nome: Università del Tempo Libero “Don Angelo Melegoni”.■ Roberto Rinaldi

UNITED COLORS OF BENETTON

ADULTO E BAMBINO

Via Matteotti, 93 Tel. 0522 972339

LA BACHECA. MESSAGGI DALLE ATTIVITÀ di Reggiolo

Erboristeria L’Elisir

isto uguaPer ogni acqu ai 30€ in re rio le o supe o sconto on omaggio un bu l 1 al 24 da o lid va del 10% i articoli gl tti tu dicembre su lo. rega

Nails & Beauty Massaggi rila riequilibranti ssanti e viso e collo

(rilassante, id ratante, seboriequilibr ante). Scopri all’inter no del centro le offerte a te riservate!

Sara Bomboniere

Via Marconi, 5/9 tel. 0522 210056

Sono in arriv 2014 per le boo le novità per gli articol mboniere e interessanti pri regalo con omoz prenoti subito ioni se !

Art du Fleur È in arrivo il N at pronti con nu ale, siamo ove idee, colori e profum Vi aspettiamo!i.

Conad card

Immagine Intimo e abbigliamen to Domenica 10 occasione de novembre in dei sapori” sc lla festa “Le vie onto de nostri prodotti.l 10% sui Da novembre, inoltre, potete trovare nel no st linea Emporio ro negozio la Armani Uomo.

Lady ParruccLhinieera

Stile Libero

di Bonaccio Chiara

Via Pironda 2/B, Reggiolo Cell. 348 8048470

KRISMA Gelateria, Pasticceria, Cioccolateria Via Marconi, 6 Tel. 346 8703317

Edicola Marinelli

Riviste straniere - dvdteca Giochi - Libreria Piazza Martiri Tel. 0522 1694734

Gazzetta della Bassa

Macelleria Fusari F.lli s.n.c.

Via Matteotti, 121 Via0522 Vittorio Veneto, 2 Tel.42046 972228 Reggiolo (RE) Tel. 0522.972228 fusarifratellisnc@cgnlegalmail.it C.F e P.IVA 00263240350

Sara Bomboniere di Grassi Romana

Bomboniere -Dolciumi Claraluna point Via Matteotti 40 Tel. 0522 973509 Cell. 339 3303109

Lady Line

Acconciature Unisex ed Estetica ViaVivaldi, 5 - Reggiolo Tel. 328 3285832 Sconto 20% ragazze minori di 20 anni

di Arioli Maria & C s.n.c.

Promuove l’o fferta da gennaio 20 14: tutti i martedì , m er co ledì, giovedì per sem pre ov Colore + pieg er 65 anni: a 34€ Permanente Colore + tagl + piega 34€ io Permanente + piega 50€ + piega 50€ Tel. 328 3285 832

parrucchieri

Orari di apertura lun-giov 8-13.30 / 15.30-20 ven-sab 8- 20

Colorificio arcobaleno

Via R. Margherita, 14 Tel. e fax 0522 972936

Ancellotti F.lli Ferramenta

Via Matteotti 104

Pelletteria - Valigeria - Calzature Accessori per l’abbigliamento Via Matteotti, 20-24 Tel. 0522 972090

Intimo donna e uomo Mare e abbigliamento Via Matteotti, 93 A/B Tel. 0522 972416

Schizzo

Cartotecnica Articoli da regalo Prodotti per l’ufficio - Timbri

Via 25 Aprile, 3 Tel. 0522 972795

Piccoli Particolari

Abbigliamento - Accessori Cerimonie - 0-16 anni Articoli da regalo Via Veneto, 24 Tel. 0522 972879

Novembre 2013 | anno V - n 50 33


Il centro storico di Reggiolo

di Lodi Augusto Via Pironda 2/A - Reggiolo (RE) Tel. 0522 973939

COMMEMORAZIONE STRAGE DI MARZABOTTO I comitati Anpi di Reggiolo, Luzzara e Rio Saliceto hanno partecipato il 6 ottobre alla commemorazione della strage

Cartoleria - Tutto per la scuola Carta - Cartucce e toner Via Amendola, 96 - Reggiolo Tel. 0522 210114

Via Guglielmo Marconi 19 Tel. 0522 210306

La Bottega del Calzolaio di Fila Simona

Riparazione calzature e piccola pelletteria Vendita accessori Via Amendola 8 - Reggiolo cell. 3381869899

D

omenica 6 ottobre i comitati ANPI dei comuni di Reggiolo, Luzzara e Rio Saliceto hanno partecipato alle commemorazioni della strage di Marzabotto (BO) avvenuta durante il periodo fascista. L’eccidio di Monte Sole (più noto come strage di Marzabotto, dal maggiore dei comuni colpiti) fu un insieme di stragi compiute dalle truppe naziste in Italia tra il 29 settembre e il 5 ottobre 1944, nel territorio dei comuni di Marza-

Tabaccheria di Isaura e Valeria

Ricevitoria Lotto, Superenalotto Profumeria, articoli regalo

Tel e fax 0522 971859 Via Veneto, 7

Piazzale Lidio Artioli, 19 Tel. 0522210353

botto. La strage, con circa 1830 morti (tra cui intere famiglie e molti bambini), è uno dei più gravi crimini di guerra contro la popolazione civile perpetrati dalle forze armate tedesche in Europa occidentale durante la Seconda Guerra Mondiale. Nella foto il gruppo dei partecipanti subito dopo il pranzo in un agriturismo della zona, al centro i presidenti dei rispettivi comitati Ivan Zanoni per Reggiolo, Simone Lasagna per Luzzara e il sig. Bellesia di Rio Saliceto. Erano presenti anche il Sindaco di Reggiolo Barbara Bernardelli con il gonfalone del comune a rappresentare la vicinanza delle istituzioni locali nei riguardi dell’importanza di ricordare questi episodi tragici del nostro passato.■

Divina Essenza Bellezza e Benessere

di Gavioli e Prandi snc

Via Amendola, 80 - Reggiolo Tel. 0522/972252 E-mail: info@nuovareggiolese.it

A colazione, a pranzo, dopo cena... Piazzale Artioli - Reggiolo Tel. 0522 973838

Via Trieste, 94 Abbronzatura Reggiolo (RE) Cappelletta n. 34 Cell. 348 8138390 Via Reggiolo (RE) lu.hairdressing@alice.it tel 0522 971606 cell. 339 1085212 Siamo su Facebook

Bar

Venturelli Roberta Ricevitoria - Punto Sisal Ricariche telefoniche

Piazza Martiri, 7

LATTERIA SOCIALE COOPERATIVA PARMIGIANO-REGGIANO, BURRO, LATTE FRESCO, RICOTTA, SALUMI TIPICI EMILIANI, LAMBRUSCO E ACETO BALSAMICO Via Case Melli, 80 - 42024 Castelnovo Sotto (RE) Tel. 0522 682572 - Fax 0522 483668 info@latterialagrande.it - www.latterialagrande.it

34 Novembre 2013 | anno V - n 50

Gazzetta della Bassa


Pagine Viadanesi

Spazio dedicato alle attività del territorio di Viadana

la criminalità nelle nostre terre

Il Territorio Viadanese: Percezione delle Criminalità organizzate

IL DUCA DI SABBIONETA

GUERRE ED AMORI DI UN EUROPEO ERRANTE Di Luca Sarzi Amadè

Luca Sarzi Amadè riporta alle stampe dopo oltre vent’anni un’opera che ricompone la figura di Vespasiano. Il volume è arricchito di immagini e di nuovi volti di questo personaggio poliedrico che l’autore illustra con grandi capacità storica: urbanista, generale, architetto, collezionista d’arte... ma soprattutto artefice ...della città ideale di Sabbioneta

Per quanto riguarda il testo, la comunicazione di eventi, manifestazioni e simili lo spazio è concesso gratuitamente per dare sostegno e comunicazione alle attività del paese.

36 Novembre 2013 | anno V - n 50

S

econdo quanto riporta il sito del Comune di Viadana, si terrà Venerdì 15 Novembre, alle ore 21, presso la Sala Saviola, un incontro che riguarderà la percezione della criminalità organizzata nel nostro territorio. “La presenza del fenomeno criminalità organizzata sul territorio di Mantova è stato di recente oggetto di alcuni momenti di riflessione pubblica. L’infiltrazione criminale nel tessuto economico, sociale e

politico, a quanto risulta, è conosciuta da molti ma è spesso taciuta: è proprio nel silenzio che le dinamiche malavitose trovano fertilità e opportunità di proliferazione.” Interventi di Nicola Federici Assessore Attività Produttive e Pubblica Istruzione Comune di Viadana; Mauro Bardi, Ph. D. Istituto di Criminologia di Mantova; Luigi Caracciolo Scuola di Alta Formazione in Scienze.■

Gazzetta della Bassa


Pagine Guastallesi Spazio dedicato al territorio di Guastalla

558° FIERA DI SANTA CATERINA Dal 23/11/2013 al 25/11/2013 il consueto appuntamento

S

i terrà nel periodo compreso tra il 23 e il 25 novembre del 2013 la tradizionale Fiera di Santa Caterina a Guastalla. Si tratta di una mostra-mercato, comprendente anche stands commerciali, un luna park per famiglie e bambini. Saranno inoltre presenti spettacoli, animazione lungo le strade della cittadina rivierasca e mostre. Non dovrebbe mancare la consueta esposizione di macchine agricole, attrazioni ludiche per i bambini, dibattiti e convegni, mostre d’arte. Tuttavia, per un programma più certo e dettagliato, si invita a consultare il sito del comune nelle

BREVI

P

prossime settimane o a consultare i recapiti sottostanti per la richiesta di informazioni. Per informazioni: tel. 0522/839763 - Comune; 0522/219812 - UIT (Ufficio Informazioni Turistiche).■

RINNOVO PERMESSI DI TRANSITO E SOSTA IN CENTRO STORICO PER L'ANNO 2014

er l'anno 2014 il rinnovo dei permessi di transito e sosta in centro storico avverrà tramite l'applicazione di un bollino sul permesso del 2013 presso l'Ufficio Relazioni con il Pubblico a partire da fine novembre. è necessario presentarsi con il permesso in originale. Se il titolare non può presentarsi personalmente può compilare il modulo a casa, firmarlo e farlo consegnare da altri con copia di un proprio documento di riconoscimento valido e il permesso in originale.■

Gazzetta della Bassa

Novembre 2013 | anno V - n 50 37


SPORT DELLA BASSA

MOGLIA

Finalmente si Gioca!

È

È iniziata la stagione in serie B dei Caimani

partita la prima stagione in Serie B dei Caimani e come volevasi dimostrare è tutta un’altra musica rispetto la precedente, in quattro incontri disputati infatti solo due le vittorie ed entrambe in casa mentre in trasferta la squadra ancora non ingrana anzi quasi si trasforma, sia nell’atteggiamento di gioco che nella poca fiducia dei propri mezzi, è plateale (e spesso succede anche negli incontri in casa) l’errore di giocare troppo con individualità a scapito del gioco di squadra che ha reso i Caimani vincenti e spietati. Quest’anno nessuno si aspetta i risultati dell’anno scorso sia chiaro ed infatti la società ed il gruppo sono sereni e non rincorrono obiettivi in termini di risultati se non la salvezza, ma rimane fondamentale crescere e sviluppare gioco, gioco che ancora arranca ad arrivare, troppo poche le partite giocate fino ad ora da un gruppo rinnovato al 50% composto per lo più da giovanissimi. Rincuora comunque la sempre folta presenza di pubblico durante le partite casalinghe, segno di un interessamento sempre più alto da parte di tutti verso questo sport nuovo per il nostro territorio. “In ogni incontro ci sono nuovi spettatori e curiosi che a fine partita rimangono sempre contenti e soprattutto impressionati dal livello agonistico

della categoria” - ha dichiarato il vice Presidente Garavaldi che continua - “desideriamo infatti ringraziare tutti coloro che vengono a sostenerci ogni domenica, è incredibile ed un piacere da parte di tutti noi dello staff guardare la partita e spiegare le regole e le decisioni dell’arbitro a chi non ha mai visto una partita di rugby”   Sul fronte delle giovanili invece i Caimani esultano! I ragazzi dell’under 18 finora non hanno sbagliato un colpo anzi stanno dimostrando una tenacia ed una professionalità che lascia ben sperare per i futuri rinforzi alla prima squadra. Due le vittorie su altrettante gare disputate contro le compagini di tutto rispetto di Bassa bresciana e Desenzano, il lavoro dell’allenatore Iannucci inizia a farsi vedere ed i ragazzi non si tirano indietro anzi si allenano cinque giorni a settimana col sorriso sulle labbra ed il coltello tra i denti.   I Caimani Under 16 appena saliti dalla scorsa Under 14 pagano la differenza di caratura tecnica con diversi avversari e capitolano contro la Bassa Bresciana ma sfiorano il colpaccio col Fiumicello, si sta formando solo ora una mentalità diversa di approccio al gioco con più tecnica e i risultati non tarderanno ad arrivare…   L’Under 14 invece è la categoria che più paga in termini di numeri la mancanza di attività scolastica dello scorso anno a causa del terremoto, i ragazzi sono infatti 16, appena sufficienti per

giocare (14) e appena la scuola o la salute chiede pegno a qualcuno di loro, si rischia la mancata omologazione della partita ma conforta vedere ogni sera ad allenamento nuovi amici che vengono a provare e presto questi problemi saranno solo un ricordo.   Ultimi ma primi nei nostri pensieri in termini di futuro e speranze i bambini del Minirugby, reduci dalla loro prima esperienza al trofeo Zaffanella dove hanno avuto modo di muovere i primi passi e placcaggi da rugbisti, tanta allegria e gioia per potersi misurare sul campo promettono luminosi orizzonti per i Caimanini!■ Foto di sfondo di Nazareno Marangon

Pagina concessa in gestione autonoma dalla redazione della “Gazzetta della Bassa” ai Caimani Rugby A.s.d.

38 Novembre 2013 | anno V - n 50

Gazzetta della Bassa


SPORT DELLA BASSA calcio, pallavolo e ciclismo

IL CALCIO DELLA BASSA E NON SOLO

opo un mese e mezzo di calcio giocato, si possono già tracciare le prime analisi delle formazioni che ruotano intorno alla Bassa inserite nel nostro mensile. Certo, fare analisi approfondite è sicuramente prematuro, ma quelle formazioni un po’ attardate, devono a tutti i costi dare un segnale positivo nelle prossime gare. Promozione. Una sola formazione in questa categoria, il Reggiolo di mister Zanasi, dieci gare giocate, dieci punti in classifica, decisamente troppo poco, serve una svolta e magari mettere in campo quel carattere dimostrato nell’ultima di campionato contro il Montembraro. Prima Cat. Luzzara e Viadana sono entrambe inserite nel girone C, la formazione di Dall’Asta, partita tra le papabili al salto di categoria, dopo un’ottima partenza sta trovando qualche ostacolo di troppo, con i suoi 11 punti in classifica è già a ben sei lunghezze dalla vetta. Tutt’altro discorso in casa Viadana, la società ha fatto una squadra al risparmio confermando alla guida Angelo Boni e puntando su giovani locali. Manca ancora la prima

vittoria, cinque pareggi e due sconfitte mettono un po’ in apprensione società e tifoseria, ma si può migliorare, mister Boni ne è pienamente convinto. Gonzaga. Nuovo tecnico Andrea Osti, diversi volti nuovi non hanno ancora permesso alla squadra di prendere il volo, due sconfitte e solo un successo, fanno riflettere, mancano è vero i tre punti con il Porto, gara sospesa sul tre a uno, ma si prendono ancora troppi gol. Seconda Cat. Dosolo e Suzzara si trovano dopo otto gare nelle zone nobili del girone, hanno gettato al vento qualche punto prezioso, ma la strada è lunga, entrambe hanno margini di miglioramento. Terza Cat. Le note piÚ lite arrivano da questa categoria, dove le squadre della Bassa, stanno dando grosse soddisfazioni ai loro tifosi. Nel girone B, l’Iveco Suzzara viaggia a punteggio pieno, sette gare tutte vinte, ma non stupisce piÚ di tanto, squadra rifatta e un tecnico come Zanichelli tra i piÚ preparati in queste categorie. Al terzo posto, la Dinamo Gonzaga si conferma tra le protagoniste anche in questa stagione. Da anni cerca il salto di categoria, sembra quello VOLLEY. Quest’anno sono diverse le formazioni di cui ci occubuono, ma oltre all’Iveco, dovrà fare peremo. Partiamo dalla piÚ conosciute Atm Moglia e S. Marco i conti con un Boca Juniors con le stesPego, due formazioni che vogliono confermare quanto di buono se ambizioni. Non male anche Moglia hanno fatto nella passata stagione, pochi cambi a Moglia, nuovo e Sporting Pegognaga, ma per mister a Pegognaga, Cozzolino ha preso il posto di Comparsi. puntare in alto serve qualche cosa in Due gare giocate, Moglia ancora al palo, tre punti invece per il piÚ. Il San Benedetto invece fatica piÚ Pego, ma siamo alle prime battute, il campionato è lungo. A Viadel previsto ad imporsi. Nel girone A, dana il Volley spopola, una squadra maschile in B2 e subito due sempre di terza, brilla il Real Bagnolo successi contro Costa Volpino Bg e Zane Vicenza, meglio di cosÏ e non poteva essere diversamente non poteva partire la squadra allenata dalla coppia Rasi-Perboni. vista la rosa su cui mister Alessandro Stecca alla prima invece la squadra femminile contro il CarobGola può contare, secondo posto in bio, mentre la seconda gara è stata rinviata. Restando in zona la attesa del big match con la capolista Bottari Pomponesco, serie C femminile, ha già colto due successi Robur Marmirolo in calendario domein due gare.■ nica 3 novembre.■

     ,% 

Polo Reggiolo, Guastalla, Luzzara 42100 Reggio Emilia tel. 0522.3561 fax 0522.356349 web: www.cnare.it e-mail: cnare@cnare.it

STAZIONE DI SERVIZIO

di Savini & Pezzoni Via Cattanea 5 - Reggiolo (RE)

Vella Giusi Sarta

Riparazioni e abiti su misura Via A. Gramsci 3/c Reggiolo

tel. 333/2059136

&DUWD&RUUHQWH ODFDUWDSUHSDJDWDFRQ,%$1 GHO*UXSSR%3(5

)LOLDOHGL%UHVFHOOR WJB$BSEVDDJUFM )LOLDOHGL)DEEULFR WJB1P[[JUFM )LOLDOHGL*XDVWDOOD WJB$JTB-JHVSFCUFM )LOLDOHGL1RYHOODUD HBMM.BFTUSJEFM-BWPSPUFM )LOLDOHGL/X]]DUD WJB'JMJQQJOJUFM )LOLDOHGL5HJJLROR WJB5SJFTUFUFM

Gazzetta della Bassa

Messaggio pubblicitario con finalitĂ  promozionali. Per le condizioni contrattuali ed economiche si rinvia ai fogli informativi a disposizione della clientela presso ogni filiale della banca o sul sito bper.it - Febbraio 2013

D

di Sergio Ballarini

bper.it Novembre 2013 | anno V - n 50 39


I

l consueto appuntamento con il Cicciolo d’Oro di Campagnola. Di seguito il programma della manifestazione. Buon divertimento e... buon appetito!

V

enerdì 13 Novembre. Dalle ore 19:00 Apertura straordinaria ristorante sotto il tendone riscaldato.

s

abato 14 dicembre. Presso la Biblioteca Comunale: Premiazione concorso letterario Bassa in Letteratura, concorso letterario organizzato dall’Associazione “Il Cicciolo d’Oro” in collaborazione con il Comune di Campagnola Emilia e con il patrocinio della provincia di Reggio Emilia, riservato a

«Dicono del Maiale» Chi ha un buon orto, ha un buon porco.

Vive il maiale e muor nella sporcizia, ma nelle mense nostre è gran delizia. Mi piacciono i maiali. I cani ci rispettano troppo. I gatti per niente. I maiali ci trattano alla pari. Prima di acquistare il maiale costruisci il porcile. Porci e figlioli, come li educhi li trovi. 40 Novembre 2013 | anno V - n 50

Gazzetta della Bassa


Cicciolo d’Oro 13-14-15 dicembre 2013

a bollire. La Strana Coppia, intrattenimento by Radio Bruno / Apertura parco Villa Cottafavi. ore 11:00. La salsiccia corre in piazza - 400 mt di salsiccia prodotta e distribuita

racconti inediti sulle atmosfere e storie della Bassa Padana. I racconti migliori sono pubblicati in un volume edito da Aliberti Editore.

d

omenica 15 dicembre ore 9:00. Ritrovo norcini; 150 paioli in piazza cominciano a fumare. dalle ore 10:00. Apertura festa con l’Inno al Cicciolo eseguito dalla Banda Primavera / A fom só al gugiól, dimostrazione della lavorazione tradizionale del maiale / Distribuzione del grasso ai norcini / Fuoco alle caldaie del Supercicciolo; 10 q.li di grasso che cominciano

Gazzetta della Bassa

ore 12:00. Pranzo in Piazza sotto il tendone riscaldato e Speciale PORK-ART - L’arte di cucinare il maiale secondo lo Chef Massimo Guidetti. ore 14:30. Aspettando il “Supercicciolo” assaggi gratuiti dei ciccioli prodotti per tutti. dalle ore 16:30. La giuria Academia Judices Salatii si riunisce sotto il tendone per giudicare i ciccioli in gara. ore 16:30. Il Supercicciolo da Guinness - 110 kg di ciccioli in un’unica forma offerti a tutti. ore 18:00. Proclamazione del Miglior Norcino 2013, vincitore della Coppa dei Campioni 2013 e Miglior Under 30. Consegna Attestato Cicciolo Rosa alle norcine partecipanti.

Novembre 2013 | anno V - n 50 41


Parliamo ancora di tartufo nella «Bassa»

I

PRIMA PUNTATA. Ne avevamo parlato in modo introduttivo qualche anno fa, sulle pagine della “Bassa”. Quest’anno cerchiamo di scoprire qualcosa in più di questo goloso prodotto della terra

paesi “tipici” che coltivano la tradizione del tartufo sono quelli che si estendono a ridosso dell’argine maestro del Po. Sono, per lo più, piccoli borghi, dove il tempo sembra essersi fermato, non tanto per l’assenza di una modernità arrivata qui come ovunque, quanto per le forme caratteristiche dei centri abitati e per i modi ancora genuini di vivere la vita sociale. In queste terre fertili, calde d’estate, umide e fredde d’inverno, coperte dalla nostra suggestiva nebbia che in riva al grande fiume si fa ancora più fitta, cresce il noto e profumatissimo tartufo bianco (Tuber magnatum pico).  In questa parte della “Bassa” le tradizioni del tartufo hanno determinato sul territorio una ricca offerta gastronomica legata a questo prodotto. Una fitta rete di sagre, di ristoranti, di cultura del nostro tubero si trova lungo la serie di comuni “da tartufo”. Per comprendere quanto questa

42 Novembre 2013 | anno V - n 50

tradizione stia a cuore degli abitanti, si segnala la presenza nella località Bonizzo di Borgofranco sul Po del Museo del Tartufo Mantovano. Il museo è anche sede dell’Associazione Strada del Tartufo Mantovano, inaugurata nell’ottobre 2007 con il culmine di tutte le attività della Provincia di Mantova legate al Progetto Tartufo. Su un piano più generale, si parla di “Valle del tartufo Mantovano”; questa indicazione comprende la zona sud-est della provincia di Mantova a sud del fiume Po. È proprio in questa fascia che una rara combinazione di suolo, clima e habitat ben bilanciati rendono l’area una vera e propria tartufaia naturale. Da Felonica (verso il ferrarese) fino a Quistello, si snoda la Gazzetta della Bassa


Speciale Tartufo 2013. Prima parte

LA RICETTA crespelle al tartufo bianco Ingredienti per 4 persone per le crespelle: 2 uova 50 gr di farina 2 bicchieri di latte burro sale per il ripieno besciamella Tartufo Bianco parmigiano Preparazione crespelle Rompere le uova in una terrina, aggiungere la farina mescolando insieme, unire il latte poco alla volta ed infine salare. Con l’impasto fare delle piccole frittate sottili, in una padella imburrata. Preparazione ripieno Preparare la besciamella con farina, burro e latte; quando incomincia a bollire, toglierla dal fuoco e farla raffreddare. Togliere un poco di besciamella, nella rimanente aggiungere il tartufo tagliato a fettine sottili, il parmigiano e il sale. Con questo ripieno farcire le crespelle e richiuderle a fazzoletto, metterle in una pirofila imburrata e, con un filo di besciamella, disporle una vicino all’altra. infine ricoprire con la rimanente besciamella ed infornare per circa 20 minuti a 150° C. Togliere dal fuoco e mettere sopra il tartufo a fettine o grattugiato. Servire bollente.

lunga “Strada del Tartufo Mantovano”, nome, tra l’altro, dell’omonima associazione che ha lo scopo di promuovere e incentivare le attività gastronomiche e turistiche legate al tartufo. Tutti sappiamo che la cucina delle nostre terre è già di per sé gustosa e rinomata all’estero (non sono forse i prodotti tipici della bassa Valle Padana come il Parmigiano e il Grana, il Lambrusco, lo zampone emiliano e così via ad essere marchi dell’Italia nel mondo?): la cucina mantovana, quindi, acquista un sapore particolare se rivisitata nella sua variante... tartufata! Si pensi ai noti tortelli di zucca, che spolverati di tartufo acquistano un sapore inedito e ottimo con alcuni vini nostrani. Nella prossima puntata parleremo delle caratteristiche organolettiche del tartufo e dei suoi impieghi culinari. Qui a fianco potete trovare una prima ricetta per preparare un gustoso piatto al tartufo.■

Da: Strada del Tartufo Mantovano

Gazzetta della Bassa

Novembre 2013 | anno V - n 50 43


DiVino

Enogastronomia e tendenze

di Sabrina Baracchi*

CHAMPAGNE & Co

GUIDA PER CONSERVARE E SERVIRE GLI SPUMANTI Avete qualche dubbio riguardo la gestione di questi grandi vini spumanti rifermentati in bottiglia? Ecco qualche suggerimento per le vostre curiosità.

V

i sono alcune regole per poterli conservare in casa, senza avere la sorpresa di un vino che ormai corre verso la vecchiaia. La temperatura di conservazione corretta sarebbe intorno agli 11°C e l’umidità dell’ambiente si deve aggirare tra il 60 e 80%. In questa maniera si mantiene l’elasticità del sughero e si conserva intatta l’etichetta, soprattutto se vi è una leggera areazione. Non meno importante è l’oscurità, perché il buio protegge i vini dal “gusto di luce”, un fenomeno degenerativo della qualità dei vini del quale sono responsabili i raggi ultravioletti. Il problema della luce è più grave di quanto si immagini per i seguenti motivi: - i nuovi sistemi di distribuzione, gli scaffali illuminati alla luce dei neon, non tengono conto della delicatezza dei Metodi Tradizionali, che restano in cantina per anni prima di essere commercializzati - il peggioramento del potere filtrante delle bottiglie - la modificazione delle qualità organolettiche dei vini dovute a tecniche di trattamenti in vigna e vinificazio-

44 Novembre 2013 | anno V - n 50

ne, che li rendono più gentili al gusto e più eleganti, ma anche più fragili. Mantenere la bottiglia al buio rivestendola con alluminio o carta trasparente gialla è un’eccellente soluzione. Utilizzare nella cantina luci a vapori di sodio alloggiate in involucri di vetro, o più semplicemente luci molto fioche e poco invasive. Bisogna conservare le bottiglie lontano da rumori e vibrazioni, per esempio dalla lavatrice. Nello stesso ambiente non è gradita la compagnia di alimenti dal profumo intenso come aglio, cipolla, tartufo, formaggi o salumi. Le vernici e i saponi rappresentano un vero pericolo per i vini, pari dell’auto e del motociclo. Il cartone rischia di ammuffire. I micro-frigoriferi per vini sono una soluzione ottimale perché vengono incontro alle nostre necessità, per ricreare in maniera non del tutto

naturali le condizioni ideali di stoccaggio. La posizione di conservazione dei vini deve essere orizzontale, per mantenere l’umidità del sughero che altrimenti si essicca. Questo serve per non fare uscire il gas e non

Gazzetta della Bassa


ritrovarsi uno Spumante “appena vivace”! La posizione migliore è nello scaffale di legno, materiale che evita i differenti contatti termici ed assorbe le vibrazioni, nella zona più vicina al terreno.

Il servizio ideale ed il piacere del bere freddo Se desiderate ricevere i vostri amici con stile e nel modo migliore, seguite i miei consigli! La temperatura ottimale dello Champagne e degli Spumanti è intorno ai 6°C e non deve oltrepassare i 9°C. Per ottenere questa temperatura in casa vi sono due metodi: il frigo e il secchiello del ghiaccio che, oltre a raffreddare, consente anche di mantenere costante la temperatura di una bottiglia già fredda. Il secchiello va riempito per metà di acqua e per metà di ghiaccio fino a 3 cm dal bordo, in tal modo la bottiglia in 40 minuti raggiungerà la temperatura di 7°C se proviene da cantina a 11°C e l’ambiente è a 20°C. Per accelerare il raffreddamento si può aggiungere nel secchiello sale e acqua già fredda al posto di quella del rubinetto. L’unione del ghiaccio e sale produce un notevole raffreddamento, questo perché la soluzione acqua e sale assorbe calore dalla bottiglia

Gazzetta della Bassa

contenente il vino, con conseguente effetto refrigerante, questa miscela si chiama “miscela frigorifera”. Per i professionisti l’abbattitore è utilissimo a far scendere la temperatura di 2°C al minuto. Appena servirete nel calice il festoso vino, la temperatura passa dai 7 °C ai 12-13°C. Suggerisco di fare attenzione a ghiacciare i bicchieri per mantenere la temperatura, perché il rischio di assorbire dal congelatore odori di lezzo, di uovo, di persistenza metallica è davvero elevato. L’abitudine di bere vini ghiacciati proviene da Enrico III figlio di Caterina dé Medici, che adorava le bevande molto fresche. Al tempo nei locali dove veniva chiesto il vino in ghiaccio, la bottiglia veniva fatta pagare anche quattro volte il proprio valore! Il consumo domestico di ghiaccio e neve assunse sempre più il valore di “status symbol”, caricandosi di significati simbolici già nel corso del XVI secolo e accendendo un dibattito, che stava tra il filosofico e il medico, sulle conseguenze per la salute “del bever freddo”. ■ *Sommelier professionsita, è inviata enogastronomica per Telereggio. Nel 2001 è stata valutata miglior somelier dell’Emilia Romagna.

Novembre 2013 | anno V - n 50 45


La cucina di Wilson

Le castagne

di Wilson Blasi*

Novembre: mese dedicato alle castagne

L

a pianta del castagno è talmente antica che non è chiaro da dove provenga, si sa però che questo frutto ha contribuito alla sopravvivenza dell’uomo nei periodi di carestia, quando mais e frumento scarseggiavano per la siccità e il pane e le zuppe venivano fatti con la farina di castagne. Ci sono molte varietà di castagne che si differenziano per forma e sapore, la più evidente però è quella tra castagna e marrone. Dei due la varietà più pregiata è il marrone per svariati motivi, primo fra tutti è la produzione, la pianta del marrone fruttifica molto meno del castagno, ecco perchè è più costoso del 30% rispetto alle castagne, poi perchè il frutto interno è intero senza cavità o infiltrazioni di pellicine quindi si adatta meglio alle lavorazioni, tipo la canditura dei marrons glaces, e ad altri tipi di conservazione. Un altro punto a suo favore è che la

buccia si stacca più facilmente dalla polpa rendendolo più adatto e più pratico per chi lo deve pelare a mano come nel caso delle caldarroste, “le brostole”. Anche se a volte i marroni si presentano di grossa taglia, non sono le dimensioni a fare la distinzione tra marroni e castagne, ma il colore, infatti il primo si riconosce facilmente perchè di colore più chiaro. Ma se parliamo di utilizzo in cucina e in pasticceria, anche questo frutto si presta a molteplici preparazioni classiche, diventate famose come il “Monte bianco”, una prelibatezza anche semplice da fare, è una purea di castagne dolce passata da uno schiacciapatate e a strati intercalata con panna montata. Ma le castagne trovano il loro spazio anche in cucina, vi assicuro che farete bella figura in una cena con amici se servite

una rollatina di tacchino al rosmarino con castagne brasate profumate con alloro come contorno. Voglio darvi questa ricetta perchè è interessante e semplice da fare e anche quella dei marrons glaces, ricordandovi però che per quest’ultima dovrete munirvi di tanta pazienza, che sarà ripagata dalla soddisfazione che proverete nel servire su un piatto d’argento all’interno di eleganti pirottini dei brillanti marrons glaces. Mentre li servite, non dimenticate di dire con modestia, ma con orgoglio: “Questi li ho fatti io”. ■

Castagne brasate

I

ncidere le castagne e passarle in forno molto caldo per circa 15 minuti, toglierle dal forno e, ancora calde, pelarle togliendo anche la pellicina

interna. Metterle in un tegame o teglia larga di modo che le castagne non si sovrappongano, coprirle con brodo e un mestolo di buon sugo d’arrosto oppure con * Presidente Associazione Cuochi di Reggio Emilia. Consigliere fondo Nazionale FIC (Federazione Nazionale Cuochi) e Team manager bruno, squadra SARC (Squadra Associazione Reggiana Cuochi) aggiun-

gere una foglia di alloro, coprirle con coperchio o con un foglio di stagnola e cuocerle in forno per un’ora, fin quando il liquido non si è completamente assorbito non rigiratele perchè quando sono cotte sono molto delicate e si romperebbero, servitele come contorno ad una carne bianca.■ continua a pag. 49 ►

Per la tua pubblicità su queste pagine contatta La Clessidra Editrice Tel. 0522 210183 E-mail: info@clessidraeditrice.it 46 Novembre 2013 | anno V - n 50

Gazzetta della Bassa


N U O V A

di Montanari e Manfredi s.n.c.

SALOTTI NUOVO LOCALE - AMPIO SHOW ROOM

Via Provinciale Nord, 21 Pieve Rossa - 42011 Bagnolo in Piano (RE) Tel. 0522 951318 - Fax 0522 958536 www.nuovabm.it - info@nuovabm.it

www.nuovabmstore.com

Gazzetta della Bassa

Novembre 2013 | anno V - n 50 47


48 Novembre 2013 | anno V - n 50

Gazzetta della Bassa


novembre a tavola ►►►

La cucina di Wilson DESSERT

Marron glaces INGREDIENTI 1 kg di marroni 1 kg di zucchero 1 bacca di vaniglia 1,5 lt acqua

L

asciare a bagno in acqua fredda i marroni per un giorno, scolarli e scottarli in acqua bollente per 2 minuti quindi pelarli delicatamente togliendo anche la pellicina. Chiuderli in una garza facendo un sacchetto, metterli in un tegame di misura e coprirli di acqua fredda, mettere il tegame sul fuoco e portare alla temperatura di 95°C, attenzione l’acqua non deve mai bollire, cuocere per 2 ore. Nel frattempo preparare lo sciroppo,

Amate la cucina? Siete dei cuochi per passione? Se volete proporre ricette tipiche della Bassa o di altre regioni italiane riviste da voi in modo originale, scriveteci! E-mail: redazione@clessidraeditrice.it

facendo bollire zucchero, acqua e vaniglia, togliere dal fuoco lo sciroppo e dopo qualche minuto immergervi il sacchetto dei marroni che sono stati tolti dall’acqua di cottura e sgocciolati. Lasciarli a bagno per 3 giorni, ripetere questa operazione per 3 volte, cioè togliere il sacchetto, fare bollire lo sciroppo e immergere di nuovo il sacchetto nello sciroppo caldo, quindi lasciare raffreddare e riposare per 3 giorni, totale del riposo: 9 giorni. A questo

punto liberare i marroni dalla garza, sistemarli su una griglia e lasciarli asciugare. Riportare lo sciroppo sul fuoco e farlo ridurre finchè non risulti una glassa lucida e densa e lasciare intiepidire, quindi immergere uno alla volta i marroni con l’aiuto di una forchetta e con molta delicatezza si ricopriranno di uno strato di glassa lucida: finalmente i marron glaces sono pronti.■

RISTORANTE

Le Franchine Disponiamo di una vasta carta di vini pregiati provenienti da quasi tutte le regioni d’Italia

La nostra buona cucina in un pregevole locale, per ogni importante occasione Villanova di Reggiolo (RE) - Via Moglia 37 Tel. 0522 972870 Cell. 320 3777461 www.ristorantelefranchine.it Chiuso il martedì e sabato a pranzo - È gradita la prenotazione Gazzetta della Bassa

Novembre 2013 | anno V - n 50 49


IL LOTTO, QUESTO SCONOSCIUTO

Metodi di gioco e curiosità sul popolare gioco del lotto

di Marco Barbieri

Metodo del Mese Attraverso una continua osservazione del quadro estrazionale e di alcuni periodi storici, possiamo stabilire quelle che sono state formazioni interessanti, su talune ruote, che inevitabilmente saranno protagoniste anche nei prossimi tempi circoscritti. Da queste possibili situazioni porto a conoscenza, con apposite ricerche, elementi che con cadenze temporali particolari tendono ad una “costante” e si proiettano con interesse per i prossimi periodi di gioco… PERIODO DI GIOCO Nessun altra regola deve essere applicata, oltre la descrizione seguente... Stabiliamo come punto fermo la data del 15 novembre 2013. DOPO QUESTA DATA (quindi da sabato 16 novembre) e per un periodo limitato di colpi di gioco (in media ne bastano 4/6 colpi, ma possiamo arrivare sino a 10...) possiamo mettere in gioco la seguente previsione sulle ruote di:

50 Novembre 2013 | anno V - n 50

pronti per il gioco...? GENOVA-MILANO

novembre 2013

AMBATA 17 Combinazione in lunghetta per tutte le Combinazione in lunghetta per tutte le sorti.... sorti.... 07.17.24.47.57.70 05.33.38.49.51.90 Anche in questa circostanza le combinazioni queste combinazioni segnalate sopra, citate, sicuramente forniranno esiti multipli.. possono essere giocate in modo distinto e separato, poichè ognuna di loro darà Nel corso dei mesi/anni passati, si sono sicuramente un buon risultato... avute diverse situazioni più che positive, a noi basta evidenziare la curva di frequenza positiva nel periodo proposto e con fiducia Con lo stesso procedimento, ci attiviamo il proseguio sul prossimo step di estrazioni. sulle ruote di: Dobbiamo altresi ricordare che il gioco del Lotto è un gioco aleatorio, nessuno può TORINO-VENEZIA garantire il successo di un determinato evento, quindi è d’ obbligo la giusta L’inizio GIOCO anche su queste due ruote razionalità e un meritato e attento distacco è fissato a partire da sabato 16 novembre critico, alla proxima... 2013, quindi da questa data possiamo Se volete comunicare con l’autore e/o contare su: inviare copie degli scontrini vincenti, potete AMBATA 70 farlo inviando una mail al seguente: bmgmarco@virgilio.it

Gazzetta della Bassa


Luoghi non comuni Attualità e altro

di Maddalena Letari

Videomorfosi

Odio la televisione. La odio come le noccioline. Ma non riesco a smettere di mangiar noccioline. (Orson Welles)

C

on il digitale terrestre sembra che l’aria un po’ stantia della TV nazionale, sia essa di stato o commerciale, sia cambiata. Dal tempo del canale unico, punto di riferimento per una popolazione in cerca di identità e portatore ancora sano del pensiero unico del boom economico post bellico, l’evoluzione televisiva ha subìto arresti ed accelerazioni, ma pare che la sua parabola evolutiva sia adesso arrivata al punto discendente, come capita a qualsiasi cosa di questo mondo: si nasce, si cresce e si muore. Prima di decretare la morte effettiva della TV italiana, bisognerebbe capire quando questa ha cominciato la sua degenerazione, ma è difficile valutare una gestione dell’etere che, di fatto, è rimasta bulgara fino all’avvento delle TV commerciali, nei primi anni ‘70 e poi ha semplicemente trascorso il tempo scimmiottado gli obiettivi ed i target di queste ultime, presentando replicanti di quiz e sosia di talk show, tutte trasmissioni copia-carbone le une delle altre. Si sa, quando ci si accoppia tra simili generalmente il risultato è pessimo. La TV generica è ormai in debito d’ossigeno,

troppo preoccupata di una concorrenza defunta a sua volta. I talk show sono in fin di vita e i reality non stanno meglio. Il varietà era già morto e non lo sapeva, le grandi kermesse, San Remo e Miss Italia, sanno di naftalina e i film li si guarda distrattamente, messaggiando sul proprio cellulare. L’attuale platea televisiva vede un forte calo della presenza dei giovani tra i 20 e i 30 anni e un aumento considerevole di anziani con livelli culturali medio-bassi: le pay tv hanno, infatti, reclutato i ceti con più disponibilità economiche, formando uno spartiacque virtuale, come se ce ne fosse bisogno, tra ricchi e poveri, acculturati e non. Lo spettatore medio è donna, cinquantenne e vive al nord, spesso utilizza la TV come se fosse una radio, troppo presa dalle faccende per sedersi e guardare, “ascolta” format e fiction preconfezionati, ma quasi più i confronti polemici urlati, poiché alla lunga tutto viene a noia. La crisi delle TV generaliste si percepisce anche dal numero di fiction che propongono, forse un tentativo di rebirthing, un ritorno alle origini che non tiene conto dell’evoluzione degli eventi e di un’audience che non ha più tanta voglia di farsi

raccontare delle storie. È lontano il tempo delle produzioni RAI di qualità, quelle che hanno fatto diventare familiari agli italiani alcuni dei più grandi testi letterari, supportati da interpretazioni magistrali: I Promessi Sposi, l’Odissea, Anna Karenina, E le Stelle Stanno a Guardare, solo per citarne qualcuno, mentre le produzioni degli ultimi 30 anni si sono limitate a lobotomie di matrice statunitense: Beautiful, Quando si ama, Centovetrine o a prodotti seriali nostrani, poco accurati ed ancor meno interpretati. Forse non è del tutto corretto decretare la morte della TV tout court, forse è meglio dire che stiamo assistendo al decesso di un modello di tv. Nel corto circuito tra spettatore e canale di trasmissione, l’indice d’ascolto influenza la TV e, viceversa, ma la necessità di “fare cassa” ha talmente depauperato le TV generaliste, portandole ad un’inevitabile emarginazione. Speriamo di prendere ispirazione da Marx, Groucho non Karl, che candidamente affermava: “Trovo la TV molto istruttiva. Ogni volta che qualcuno mette in funzione l’apparecchio, me ne vado nell’altra stanza a leggere un libro.” To be continued…■

OFFERTA CERCHI ORIGINALI BMW CON GOMME INVERNALI

Bmw Serie 1

Bmw X1

Bmw X3

Bmw Serie 5

Cerchi Lega BMW St. 377

Cerchi Lega BMW St. 317

Cerchi Lega BMW St. 304

Cerchi Lega BMW St. 377

Bridgestone Blizzak

Michelin Primacy Alpin

Pirelli Sottozero

Bridgestone Blizzak

205/55 R 16 Run Flat

225/50 R 17

205/65 R 17

205/55 R 16 Run Flat

€ 1.250,00 IVA INCLUSA

€ 1.600,00 IVA INCLUSA

€ 1.650,00 IVA INCLUSA

€ 1.250,00 IVA INCLUSA

BMW Service

Moretti Bruno Srl Via San Francesco D’ Assisi 21/23 - 46020 PEGOGNAGA (MN) Tel. 0376 558107 www.morettibruno.com info@morettibruno.com Gazzetta della Bassa

Novembre 2013 | anno V - n 50 51


52 Ottobre 2013 | anno V - n 49

Gazzetta della Bassa


L'osservatorio

L’individualista e la corsa del criceto

di Raffaele Giglietti

Parlare della categoria degli individualisti può sembrare una contraddizione in termini laddove questi si ritengono, per definizione, unici. Qui se ne discute in maniera leggera e, perché no, gratuita. E, alla fine, un test per verificare il livello di individualismo personale.

L

’individuo è un elemento di una collezione di cose o persone ma, talvolta, qualcuno smarrisce la consapevolezza della sua appartenenza e si crede unico. Ogni mattina, l’individualista ricorda a se stesso “non cercare esempi da seguire, sii tu stesso un riferimento”. Poi se lo ripete più e più volte, come un mantra su cui concentrare tutta la sua attenzione. Anche senza mettersi nella posizione di meditazione classica, e fissare il proprio ombelico, in realtà, è proprio su questo simbolo autoreferenziale che finisce per concentrarsi. Questa sorte di ossessione, però, finisce per determinare uno stato mentale alterato. Ne consegue la perdita del nesso tra individuo e società, per cui il primo tende ad affermarsi sulla seconda. Se questo poi diventa ideologia, qualunque imbecille si crede un genio, qualunque egoista si ritiene una bella persona e qualunque prepotente, specie se ricco e potente, si sente autorizzato a calpestare il prossimo. L’individualista ha il terrore di cadere nella “qualunquità” e scoprire di non contare nulla come singolo. Tuttavia, per quanti sforzi faccia, egli non può realmente staccarsi dal contesto in cui prospera. È come il criceto che, nella sua gabbietta munita di ruota interna, incomincia a corrervi dentro restando, inesorabilmente, fermo lì senza spostarsi di un centimetro! Il rifiuto di ogni forma di classificazione nasconde la refrattarietà ad ogni controllo e la volontà di operare senza quei lacci e lacciuoli imposti dalle regole di categoria. L’individualista ha sempre un’opinione su tutto e su tutti e, nella vasta distesa dell’umanità, più che una

Gazzetta della Bassa

piccola armonica discontinuità, egli appare come una sgradevole spiegazzatura. Margaret Thatcher: “La società non esiste, esistono solo gli individui”. La signora “di ferro” era consapevole che la deregolamentazione dei mercati, ed il liberismo sfrenato, non potevano convivere con le regole della cooperazione sociale. Ancora oggi siamo succubi di obiettivi strettamente individuali quali il successo e la competizione meritocratica. Quando si perde la percezione di appartenenza, nell’individuo prevale l’istinto primitivo di autoconservazione e questo, tra l’altro, costituisce oggi uno dei maggiori impedimenti alla completa integrazione europea. La crisi, inoltre, che spinge i meno fortunati della terra a cercare la solidarietà di quanti hanno avuto un destino migliore, sta creando una diffusa mentalità di separazione come avvenne in Sudafrica con l’apartheid. Presto, in tutta Europa, assisteremo all’affermazione di quei partiti che esplicitamente rifiutano la cooperazione con i più deboli. In questo caso l’individualismo, spinto ad una innaturale e precaria coesione, si sposerà con l’imbarbarimento di una società più insicura, instabile e impaurita. L’individualista, spesso, è pervaso da un profondo senso di insoddisfazione; egli non è contento del suo stato di salute, del lavoro, delle relazioni interpersonali, del rapporto di coppia, della posizione economica… D’altro canto non è proprio tutta colpa sua, infatti sembra che i livelli di testosterone, nella puerpera, influenzino la predisposizione del nascituro a prediligere, indipendentemente dal sesso, giochi pacifici o competitivi (bambole o

pistole) nonché una innata tendenza all’individualismo. Se fosse accertato si potrebbe cercare di agire sui livelli ormonali delle donne incinte, ma … in quale direzione? TEST: Verificate quale affermazione interpreta meglio la vostra opinione sul brano appena letto. a) interessante e, a tratti, anche divertente b) abbastanza banale e con molti luoghi comuni c) zeppo di stupidaggini, l’autore non ha capito niente Risultato: a) siete persone positivamente sociali e in armonia col mondo, potreste anche avvicinarvi al buddismo b) siete quasi individualisti, dovete decidere se rimuovere il “quasi” o “l’individualista” c) siete inguaribilmente individualisti e il calore, e la veemenza, della vostra reazione è proporzionale al dominio che il vostro ombelico ha su di voi. ■

autocarrozzeria

prandi

SOCCORSO STRADALE AUTO SOSTITUTIVE

di Prandi Giuliano e Mirco s.n.c. Via Panizzi, 7 - 42011 Bagnolo in Piano (RE) Tel 0522 951590 fax 0522958966 carrozzeriaprandi@alice.it

Novembre 2013 | anno V - n 50 53


qfwfq

discussione culturale e altre inutilità

G

ACCIAIO, VETRO E MODERNITÀ

ran parte dell’acquisizione di un certo bagaglio culturale transita per il passato. Se questo è prevedibile per una formazione umanistica, non è poi tanto diverso per il sapere tecnico o scientifico. Il passato immediato o remoto è il punto di riferimento di ogni discorso e percorso formativo. Queste considerazioni certamente un po’ scontate mi servono per giustificare una sorta di infatuazione “concettuale” che da un po’ di tempo mi riguarda. Una certa idea vaga di sviluppo e modernità (nel senso comune del termine, non in quello storiografico), mi spinge verso la ricerca di conoscenze che riguardino l’ambito del management in termini, diciamo così, metaforici e più generali di quelli della gestione d’azienda. Mi ha sempre incuriosito l’idea di mettere alla prova quella concettualizzazione così astratta della pratica imprenditoriale, e se vogliamo di qualsiasi attività umana, che una certa cultura anglosassone da sempre manifesta e che noi leghiamo ad immagini di efficienza, ricchezza, progresso. Sono mondi di riferimento che comprensibilmente, in un paese di produzione artigianale e dal tessuto economico parcellizzato, hanno trovato scarso seguito, se non in grandi gruppi. Organizzazione, coordinazione, pianificazione, controllo, sviluppo, innovazione. Sono parole di forte carica emotiva oggi, nate

in contesto economico, forse abusate dalla politica e nella prassi quotidiana. Di forte impatto, dicevo, non solo perchè la visione economica ha influenzato ormai il modo di vedere le cose su un piano più generale, ma anche per il fatto che da queste parole-azioni

ci si attende un reale sviluppo delle condizioni materiali di una società. Nella vita di tutti i giorni, però, questo orizzonte può rivelarsi una chimera e un guazzabuglio di parole vuote. Difficile organizzare e coordinare, e ancora di più sviluppare e innovare partendo da un sostrato che sa di vecchio. Intendiamoci, non sono qui a proporre la solita lamentela di un paese che non funziona, ma al contrario per mettere il carro davanti ai buoi. Non ci può essere una mente sociale rivolta verso un futuro di sviluppo se non verremo messi davanti ad un orizzonte visivo che ci incoraggi a farlo. Probabilmente, c’è un caso in cui le apparenze fanno la sostanza: l’architettura delle

discussione culturale e altre inutilità di Davide Donadio città. L’Italia, sotto questo profilo, è da decenni fuori dalla modernità. La parte “buona (gli edifici storici di rilevanza artistica e architettonica) è lasciata a se stessa e non sfruttata come si deve dal punto di vista economico-turistico, mentre non c’è nessuna idea di modernità nell’urbanizzazione delle nostre città mediograndi. Nei centri piccoli non ne parliamo. Non mancano solo le risorse, manca la visione. Potrebbe essere questo il motivo per cui, guardando le immagini delle grandi metropoli verticali asiatiche o americane, sentiamo che “il mondo” ormai si trova irrimediabilmente da un’altra parte, mentre noi qui si sonnecchia, ormai alla periferia della storia. Penso di avere una tendenza ecologista, spero non fanatica: mi piacciono molto i contesti naturali, le “bestie” e persino gli esseri umani. Ma la città è opera della razionalità umana, e oggi va costruita, o meglio elevata, in vetro e acciaio, conservando, promuovendo e tutelando l’esistente che ha un valore storico-artistico e integrandolo con un’idea non fanatica di ecologia. Prima di invecchiare e morire nel nostro Bel Paese addormentato, spero di vedere l’avvio di una politica urbana verticale, fatta di grattacieli, adatta al XXI secolo. Non vuoi mai che l’apparenza di modernità risvegli gli animi e ci faccia ritrovare un senso di movimento e di ottimismo. ♦

Il blog in rete contiene anche gli interventi di Adriano Amati, Raffaele Giglietti, Franco Insalaco, Maddalena Letari e Marco Ruini pubblicati su questa testata e su altri mezzi di informazione

http://qfwfqblog.wordpress.com/

https://www.facebook.com/qfwfqblog

NOVEMBRE

LA VENDITA PROMOZIONALE CONTINUA! SIAMO APERTI ANCHE PER TUTTO IL MESE DI NOVEMBRE DAL LUNEDÌ AL SABATO

54 Novembre 2013 | anno V - n 50

Gazzetta della Bassa


Centro cucine Lube

Il mese della cameretta

Sorrentino arredamenti Via Meucci 22 - 42046 Villanova di Reggiolo (RE) Tel. 0522 973092 - Fax 0522 971868 www.sorrentinoarredamenti.it e-mail: sorrentino.arred@libero.it

Chiuso il lunedĂŹ


Gazzetta dell Bassa - anno V n. 50