Benvenuto Cellini

Page 1

rossi - bizzarri

benvenuto cellini

KLeINER

FLuG


demonum legiones ego invoco, Itaque mihi venire in inferno concediate...

ego invoco Baal, Rex Orientalium custos scientia!

...Ubi non videbimus lumen...

ego invoco Paimon, hominum rex, cognitis et artium!

ego Invoco Belial regum et Dominus vitia, quae honoribus et beneficiis ministrat!

3


ego invoco beleth, rex caritate!

ego invoco asmodeo, Regis libidinem, seminat, et horror chaos!

presto! entrate ne lo circulo!

e bruciate li profumi! che lo fumo riempia l’aria!

ego invoco Zagan Rex Secretae alchimiae!

ego invoco Balam regibus scire praeterita, praesentia et futura!

4


Invoco te exspectat regno hominum! Nunc!

venite qui, ora, demoni!

5


oh, agnolo!

aaah!

quel miserabile s’è cacato addosso!

eheh...

ahahah!

ah! ah! ah!

chi osa disturbarmi?

6


fermo! settantotto principi dell’oscurità attendono i miei ordini! chi è così coraggioso da interrompere i miei offici infernali?

non lo provocare e fagli la tua richiesta!

...avanti!

io...

...sono benvenuto cellini.

ti chiedo, demonio, quando rivedrò la mia bella angelica siciliana?

fiorentino.

7


e allora lo dimonio mi disse: la rivedrai entro un anno.

uno dimonio? ma non avete avuto paura?

tsk! benvenuto non ha mai paura!

ma dè! dovete esse’ parecchio innamorato di questa angelica, se affrontate li diavoli per lei...!

...e poi avevo giĂ la mano sulla spada.

8


ma che innamorato?! cane!

levati da tre passi, vai!

no, via! bisogna esca...

...qui dentro mi manca l’aria.

9


!

oh, tubbia!

come stai?

10


bel coraggio c’hai a salutarmi!

sempre a pararvi le spalle tu e quell’infame di felice!

oh, benedetto, di che parli?

te e quell’altro schifoso dell’amico tuo andate dicendo che non v’ho pagato quegli anellini d’argento...

non sa niente, lui!

senti, se c’hai problemi con felice vai a dirglielo in bottega...

eh già! benvenuto cellini l’è sempre innocente!

come una verginella!

...io non c’entro niente.

siete due farabutti! ladri! ...lo sai che non mi garba che mi si prenda a male parole...

11

benedetto...


oh che è successo?

ti sei perso la scena? cellini ha ammazzato benedetto il tubbia!

12

quello lÏ è una serpe, vedessi che botta!


signore!

benvenuto cellini ha ammazzato tubbia!

cellini! ha colpito ser benedetto tubbia in capo con una pietra... l’ha lasciato in una pozza di sangue, lì in terra, e s’è dato alla fuga, ecco che dico!

che dici?

cellini, sempre lui... è un diavolo, altroché!

ma stavolta non la passerà liscia!

trovatelo! l’attende la forca!

13


...giovanni, stavolta sono spacciato!

alessandro de’ medici mi farà impiccare!

sentiamo che ci racconta felice, appena rientra.

andiamo benvenuto, stai calmo...

oh! allora?

eccolo!

14


...allora brutte nuove, benvenuto. il governatore è fuori di sé!

devi fuggire questa sua prima furia. scappa e non ti fidare di nessuna casa a firenze! ossignore!

dimmi, c’è qualcosa che posso fare, per aiutarti?

mediante iddio mi aiuterò ben da me...

“...vi chiedo soltanto due dei vostri cavalli migliori!”

15


...ma levami una curiositĂ : tubbia te li aveva pagati gli anelli? secondo te? ahahah! ahah!

...e io non vedo l’ora di far tuonare il mio archibugio!

oh, occhio, si dice che da ‘ste parti girano dei briganti...

tò! fermatevi cavalieri!

stai a vedere, ora!

dateci le vostre borse e non vi faremo del male.

16


ach!

dai, felice, carica!

via! via!

yaaaah!

le volete ancora le borse, vigliacchi? eheh!

17


ma...! o che ti sei ferito?

ma no, non è nulla... è saltato un ferretto dell’archibugio e m’ha graffiato.

va be’, ripartiamo.

tra poche miglia c’è una locanda.

18