Page 1

Free MAGAZINE • Gennaio - Febbraio 2011

La guida per le tue VACANZE - Your HOLIDAY companion Eventi

Sp o r t

B e n e s s e re

Ristoranti

Cultura

Curiosità


Cari lettori, Anno nuovo, vita nuova. Wanted Magazine invece, ha deciso di non cambiare, continuando a darvi tutte le informazioni necessarie per trascorrere un’ottima vacanza in Alta Valtellina. Buon 2011! Buona lettura. La redazione

Editoriale_Editorial_ Dear reader New Year, new life. Wanted Magazine however has decided not to change, but to carry on giving you all the necessary information for an unforgettable holiday in the Alta Valtellina. Happy 2011! Happy reading The Editorial team


Sommario_Summary_

Editoriale_Editorial_

Focus on_

Rivista registrata presso il Tribunale di Milano Reg. N. 1 del 09.01.07 N. 16 - Gennaio, Febbraio 2011 Redazione: Via della Posta, 4 - 6900 - Lugano Ch

2 5

Eventi_Events_

15

Sport_Sports_

25

Benessere_Wellness_

33

Ristoranti_ Restaurant Guide_

35

Habitat_Living_

43

Curiosità_Curiosities_

51

Shopping_Shopping_

59

Immobiliare_Housing_

65

Per i piccoli_For kids_

69

Numeri Utili_Useful numbers_

73

Editore: Hot Spots LLC, Lugano Ch Direttore Responsabile: Adriano Pedrana In redazione: Maria Elena Morcelli Hanno collaborato: Ottavio Ongania Massimo Favaron Nonna Ada Nonno Gino Promozione e pubblicità: adv.wantedmagazine@gmail.com Tel. 345 3303935 Traduzioni: Kat Barnes Realizzazione grafica: Cristian Vitali - info@bormiositi.it Tel. 0342 902470 Fotografo: Piercarlo Ortalli - www.piercarloortalli.com Stampa: Bonazzi Grafica S.r.l. Le pubblicità e gli articoli sono sotto l’esclusiva responsabilità dei rispettivi autori e inserzionisti - Ads and articles are under the sole responsibility of the respective authors and advertisers.


Focus on

Anno nuovo, Vita... ricca: per ora! La biodiversità (testo e foto di Massimo Favaron - Parco Nazionale dello Stelvio)

Un anno si chiude e un altro ne inizia. Come da tradizione, è il momento del rinnovamento, di gettare dalla finestra (metaforicamente) il vecchio per fare spazio a nuove speranze. Qualcosa da salvare, però, c’è. Penso, a proposito di Parchi e di conservazione, all’idea di biodiversità. L’anno appena concluso è stato dichiarato dalle Nazioni Unite “Anno Internazionale della Biodiversità”. Già, direte, ma se si è concluso, perché parlarne ora, a cose fatte? Beh, proprio perché della biodiversità non ci si deve dimenticare, tutt’altro. La biodiversità è l’insieme delle forme viventi e può essere indagata a diversi

livelli: da quello microscopico dei geni fino a quello degli ecosistemi. Ma c’è un livello, quello a cui mi sto riferendo, che è particolarmente importante quando si parla di vita e della sua conservazione: la specie. La biodiversità è, dunque, l’insieme delle specie viventi. Il numero di quelle conosciute è già altissimo, ma è destinato a crescere ancora di molto. Fino a oggi sono state descritte circa 1.750.000 specie, ma moltissime altre sono ancora da scoprire. Secondo diverse stime, sul nostro pianeta potrebbero vivere 3, 10 o addirittura 100 milioni di specie. Una straordinaria ricchezza di vita.

Gli insetti hanno un ruolo fondamentale come impollinatori per la conservazione della biodiversità


Il Cervo è uno dei più maestosi animali dal Parco

Per limitarci ai gruppi di viventi più “famosi” - ma ne esistono molti altri oltre a questi – al mondo esistono circa 100.000 funghi e licheni, 270.000 piante e poco meno di 1.300.000 animali. Tra questi ultimi, circa un milione sono insetti (300.000 dei quali sono coleotteri: coccinelle, maggiolini e simili), mentre gli uccelli sono solo 10.000 e i mammiferi appena 4.500. In Italia vivono 57.000 specie animali, il 98% delle quali appartiene agli invertebrati. Gli insetti rappresentano Il Giglio martagone, bel fiore di boschi e radure

circa i due terzi della fauna italiana. Le piante sono circa 13.300 specie pari alla metà della flora europea. Di queste, ben 5.000 sono specie endemiche, presenti solo nel nostro paese. Anche il Parco dello Stelvio è ricco di vita, basti dire che, malgrado la relativa omogeneità ambientale, esso ospita 178 specie di uccelli e 59 di mammiferi. Proprio niente male! Al di là della bellezza e del fascino di tanta ricchezza, la biodiversità è importante per moltissimi motivi: ha un ruolo nella regolazione dell’atmosfera, del clima, del ciclo dell’acqua e delle sostanze nutrienti; garantisce la disponibilità di cibo, di materie prime e di farmaci ecc.. Troppo lungo sarebbe l’elenco completo. Purtroppo, per colpa della distruzione e dello sfruttamento sconsiderato degli ambienti naturali stiamo perdendo biodiversità a una velocità altissima. Ormai un’alta percentuale di specie è a rischio di estinzione e moltissime di quelle sconosciute si estingueranno

06


La vita riesce ad affermarsi anche ad alta quota

ancora prima di essere scoperte. Facile capire come sia messo a repentaglio il nostro benessere. Per questo non bisogna scordarsi della biodiversità e abbassare la guardia ma, anzi, impegnarsi costantemente per la sua conservazione. In maniera diretta, come fanno i Parchi, o anche solo facendo sentire la propria voce in suo favore, perché chi ha il potere di fare le cose non se ne dimentichi. E questo possiamo farlo tutti! New year, ongoing commitments - Biodiversity

(text and photos by Massimo Favaron - Stelvio National Park)

One year ends and another begins, as the saying goes: ’Out with the old, in with the new’. But some things are worth holding on to; I refer in particular

07

to parks and conservation, and the idea of biodiversity. The year just over was declared the International Year of Biodiversity by the United Nations. Why, you may ask, talk about it now the year is over? The answer is simple; we cannot forget biodiversity, even if we want to. It is all around us, in the shape of all living creatures, from genes to ecosystems. But there is a particular aspect I would like to talk about, life and its conservation: the species. Biodiversity is the sum of all living species. The number of known species is already extremely high, but growing all the time. Up to now around 1,750,000 species have been discovered, but according to various estimates there could be as many as 3, 10 or even 100 million different species


Focus on

on planet Earth, a truly extraordinary number. There are around 100,000 types of fungi and moss, 270,000 plants and just under 1,300,000 animals, of which around 1 million are insects, just 10,000 are birds and only 4,500 are mammals. There are 57,000 species of animal in Italy, 98% of which are invertebrates. The Stelvio National Park alone is teeming with life, despite its relatively homogenous environment it is home to 178 species of birds and 59 species of mammals. Biodiversity is important for a number of reasons: its role in regulating the atmosphere and climate, the water cycle, the abundance of food, raw materials and medicines, the list goes on. Unfortunately due to the destruction and misuse of our natural environment, we are losing biodiversity fast. A high percentage of species are at risk of extinction and many of these will die out before even being discovered. So

Le varie specie di elleborine sono solo alcune delle orchidee selvatiche dell’area protetta

for this reason we should not forget biodiversity and instead work to promote its conservation, either directly as in the case of the National Parks, or just by getting our voice heard in its favour – something we can all do.

Via De Simoni 42 23032, Bormio (SO) tel. 0342.900.811 fax 0342.900.898 info.lo@stelviopark.it www.stelviopark.it La tordela è una delle 173 specie di uccelli del Parco

08


Focus on

Promozione col sorriso

La cosa che colpisce subito di lui è l’atteggiamento professionale ed elegante ma cordiale, che mette a suo agio chiunque lo incontri. Il dott. Laurent Samou è il nuovo volto nel mondo del turismo dell’Alta Valtellina, dove è arrivato da pochi mesi. Infatti da agosto 2010 è il Direttore Commerciale di Bormio Turismo, il consorzio turistico locale che raggruppa oltre 50 strutture ricettive, le Terme e i Bagni di Bormio, nonché la SIB - Società degli Impianti di Bormio. Il suo compito è quello di promuovere

09

e commercializzare la destinazione Bormio sui mercati turistici. Il curriculum del dott. Samou è di tutto rispetto; tra i suoi prestigiosi incarichi, quello di Responsabile Marketing della Sestrieres Spa/Gruppo Fiat e Direttore Marketing dell’Aeroporto Internazionale di Cuneo. In questi ambienti ha potuto mettere a frutto la propria esperienza in ambienti multinazionali, esperienza applicata allo sviluppo delle potenzialità territoriali e turistiche, del marketing strategico e operativo. Attualmente è anche partner della Società HTMS Aviation. Laureato in Economia e Commercio presso l’Università degli Studi di Torino e Specializzato in “Economia di Sviluppo” in ambiente ILO-ONU, Laurent Samou è docente di Economia Turistica presso AICQ – Facoltà Economia e Commercio dell’Università di Torino. La sfida per Bormio è lanciata! Per il neo-Direttore sono quattro i cardini che caratterizzeranno la strategia per Bormio: • Il prodotto/paese “Bormio” • Il trinomio “Sport-BenessereNatura” • L’internazionalizzazione • La destagionalizzazione. Wanted Magazine augura buon lavoro al dott. Laurent Samou!


Focus on

Ma tu sei una persona gelosa? Il test di San Valentino (Quiz elaborati da Nonna Ada, profili a cura di Nonno Gino)

terzo incomodo, in particolare se si rifa vivo/a il suo/la sua ex. B. Invecchiando si diventa meno attraenti e un po’ “sordi” verso l’altro. C. Quando non si provano più gli stessi sentimenti.

Rispondi alle domande con sincerità e scopri se sei geloso oppure no. 1) Il tuo lui/ La tua lei esce con alcuni amici: A. Esigi sapere dove va e cosa faranno vuoi che ti avverta quando torna. B. Non devi chiedere nulla tanto ti racconta sempre tutto. C. Non chiedo niente tanto vanno sempre al solito bar e si raccontano le solite cose... 2) Il tuo lui/la tua lei riceve una telefonata mentre siete insieme: A. Chiedi subito chi era e cosa voleva. B. Con discrezione cerchi di scoprire chi sia l’interlocutore (o interlocutrice!!!). C. Si allontana per parlare ma non te ne curi. 3) Il rapporto di coppia può incrinarsi se: A. Naturalmente quando spunta il

11

4) Quali sono gli ingredienti per far durare a lungo una storia d’ amore? A. Raccontarsi tutto e confidarsi sempre. B. Saper comunicare bene, comprendersi e perdonarsi. C. Non prendersela mai troppo ovvero divertirsi.

5)Spesso si è gelosi degli amori del passato e questo può creare situazioni spiacevoli. Cosa pensate? A. Ci sono fatti che è sempre meglio tacere. B. Vi siete già raccontati tutto per filo per segno. C. Quel che è stato è stato; se non


Focus on vi amasse non sarebbe lì con voi adesso. 6) L’ amicizia tra uomo e donna è: A. Impossibile: la differenza di sesso fa sì che, prima o poi, desiderino altro. B. Improbabile: la componente affettivo/sessuale tende a farsi sentire. Se sono entrambi già impegnati...forse può funzionare. C. Normale: se si sviluppa qualcosa di più vuol dire che era inevitabile ti avrebbe tradito comunque.

7) Cosa è per te la gelosia? A. E’ la sorella minore dell’amore e il legame non si può scindere. B. Può essere un modo per tenere vivo l’interesse all’interno della coppia. C. È un comportamento insensato, da persona insicura. MAGGIORANZA DI RISPOSTE A Gelosia a palate! Certo, il vostro tesoro è importante per voi, e magari sarà lusingato di sentirsi sempre al centro della vostra vita, ma attenzione: a esagerare (e magari state già esagerando!) potreste invece risultare soffocanti,

pesanti, insopportabili! Se invece siete così gelosi per paura (che scappi, che vi tradisca o altro), allora vi manca la fiducia verso il vostro partner. E, senza fiducia, non si va avanti in due... MAGGIORANZA DI RISPOSTE B Mediamente geloso/a “L’è megl ster in mez” diceva un mio amico. E voi siete così, a metà strada: gelosi ma non troppo. Tutto bene, quindi... O forse no: provate a far fare questo test anche al vostro amore, per vedere se la pensa allo stesso modo. Una cosa per niente scontata: provare per credere! MAGGIORANZA DI RISPOSTE C Gelosia? Quale gelosia? Delle due una: o vi fidate ciecamente di chi vi sta vicino, e allora complimenti! Avete un rapporto solido e molto promettente (sperando che la vostra fiducia sia ben riposta). Oppure vi importa poco di lui/lei; in quest’ultimo caso, beh, forse meglio cambiare strada (e partner). La sentenza di Nonno Gino: La gelosia è il sale dell’amore? Sarà, ma il mio medico dice che troppo sale fa male, a ogni età; inoltre copre i veri sapori. Per questo mi è sempre piaciuto mangiare insipido!

12


Focus on turns up out of the blue. B. As time passes the attraction fades and you take less notice of your partner. C. When you don’t have the same feelings as you did.

Are you jealous? The St. Valentines Quiz

(Questions by Granny Ada, Profiles by Grandad Gino)

Answer the questions honestly and discover if you are a jealous person. 1) Your other half goes out with some friends: A. You demand to know where they are going, what they are doing and when they will come home. B. You don’t have to ask anything, they always tell you everything. C. You don’t ask anything, they always go to the same bar and talk about the same old things anyway. 2) Your girl/boyfriend receives a call when you’re together: A. You ask them straight away who it was and what they wanted. B. You discreetly try and find out who the caller was. C. They go into the next room to talk but you don’t care. 3) A relationship can break up if: A. If a third party turns up, eg. an ex

13

4) What are the ingredients of a successful relationship? A. Always talk and share things with your partner. B. Know how to communicate, be understanding and forgiving. C. Never get too hung up on things and have fun. 5) People are often jealous of past relationships, and this can create problems, what do you think? A. There are things it is best never to mention. B. You have told each other everything, regardless.


Focus on MAINLY A’S Oh so jealous! Of course your other half is important to you, and perhaps they are flattered to be at the centre of your world, but be careful not to overdo it (perhaps you already have!), as you could come across as suffocating and annoying. If however you are jealous because you are insecure (you think they will leave you for another), you don’t trust your partner, and without trust there is no future for a relationship...

C. What’s done is done, if they didn’t love you they wouldn’t be with you. 6) Friendship between a man and a woman is: A. Impossible, they will always at some stage be attracted to each other. B. Improbable: the emotional/physical side usually takes over. If they are both in a relationship however it may work. C. Normal: If something happens it was inevitable that they would have cheated on you anyway. 7) What is jealousy? A. It is part and parcel of love and you can’t separate the two. B. It can be a way of keeping a relationship alive. C. It is ridiculous behaviour by an insecure person.

MAINLY B’S Fairly jealous You’re half way between the two extremes, jealous but not too jealous. All good then... or perhaps not, try getting your partner to take the test to see if they see things the same as you do...don’t take it for granted! MAINLY C’S Jealousy? What jealousy? Either you trust your partner implicitly (in which case well done! You have a solid and promising relationship, as long as your trust is returned); or you don’t care much about the other person, in which case it is perhaps best to find another. Grandad Gino says: Jealousy is the salt of love as the saying goes. Maybe so, but as my doctor says too much salt is bad for you at any age, and anyway, it masks the other flavours- that’s why I always prefer my food bland!

14


Agenda Gennaio SAB DOM LUN MAR MER Tango (Bormio)

GIO

VEN

Gabinat

Happy New Year!

1

3

King of the night (Bormio)

Bach e Respighi (Sondalo)

8

9

10

15

16

17

22

23

24

Ice Cup (Livigno)

Ice Cup (Livigno)

4

5

6

7

8o Winter Raid (Livigno Bormio)

12

13

14

18

19

20

21

25

26

Peak to creek (Bormio)

29 15

30

L’é fòra Geneiron! (Bormio)

31

28


Agenda Febbraio SAB DOM LUN MAR MER

GIO

L’è fora l’ors de la tana (Bormio)

1

5

6 Rossignol Demo Tour (Livigno)

7

2

8

VEN Elia Tagliavia al pianoforte (Sondalo)

3

4

10

11

Rossignol Demo Tour (Livigno) San Valentino

12

19

13

20 Jägermeister Vertical Tour (Livigno)

26

14

27

15

16

17

18

Burn River Jump (Livigno)

Burn River Jump (Livigno)

Burn River Jump (Livigno)

Burn River Jump (Livigno)

22

23

24

25

Jägermeister Vertical Tour (Livigno)

28 16


Appuntamenti

Tutti i lunedì Scopri lo sci di fondo Valfurva Sciata promozionale, per conoscere questo sport. Ingresso e lezione gratuiti. Appuntamento alle 13,45 presso il Centro Sci Fondo di Santa Caterina Valfurva. Every Monday - Discover cross country skiing An introduction to the sport with free entry and lessons. 13.45 at the Cross Country Piste, Santa Caterina Valfurva.

Tutti i martedì Riscopriamo Bormio: visita al centro storico

Bormio, Piazza Cavour/Kuerc, ore 15,00 Visita guidata al centro storico attraverso le leggende, l’arte, il folklore... Ulteriori informazioni: Ufficio turistico Bormio. Every Tuesday - Rediscover Bormio: a guided tour of the old town centre and its legends, art and folklore. For further information: Bormio Tourist Information Office.

Sci notturno

Livigno Sciovia San Rocco (n. 17), aperta e illuminata dalle 20,30 Night skiing - Livigno - San Rocco drag lift (n.17) open and floodlit from 20.30

Ciaspolata al chiar di luna

Valfurva A partire dall’11 gennaio. Passeggiata con racchette da neve nel Parco Nazionale dello Stelvio, accompagnati dalle Guide Alpine. Ulteriori informazioni: Consorzio Tourisport. Moonlit snowshoeing excursion - From 11th Jan. Snowshoe walks in the Stelvio National Park accompanied by Alpine Guides. Further information available from the Consorzio Tourisport.

Tutti i giovedì Sci notturno

Livigno Sciovia Campo scuola (n. 23) aperta e illuminata dalle 20,30 Every Thursday - Night skiing - Livigno - ‘Campo Scuola’ drag lift (n.23) open anf floodlit from 20.30

Tutti i giorni Una notte al chiaro di luna...

Bormio, Terme di Bormio Una notte diversa, nelle terme aperte fino alle 21 (mercoledì e venerdì fino alle 23!) On a moonlit night... - A relaxing evening at the thermal baths, open until 9pm (11pm on Wednesdays and Fridays)

Gite, escursioni fuoripista, arrampicata

Alta Valtellina Ogni giorno le Guide Alpine dell’Alta Valtellina hanno una proposta interessante per conoscere la montagna da un punto di vista diverso e originale. Per ulteriori informazioni, rivolgetevi agli uffici turistici o direttamente alle Guide Alpine. Off piste and climbing excursions Every day the Alpine Guides of the Alta Valtellina offer something different, for those who want to get

17


Events

to know these mountains from a different perspective. For further information contact the local tourist office or the Alpine Guides.

Museo Civico di Bormio

Bormio, Via Buon Consiglio 25 All’interno del Palazzo De Simoni (XVII sec.) potrete scoprire da vicino gli strumenti di un tempo. Oltre tremila oggetti e opere d’arte in 14 sale, con la ricostruzione degli ambienti di lavoro e di vita, oltre a ex voto, dipinti religiosi e reperti bellici. Orari: martedì sabato dalle 15 alle 19. Fino all’8 gennaio tutti i giorni 10 alle 12,30 e dalle 15 - 19. Chiuso primo gennaio. Bormio Civic Museum - Inside the Palazzo De Simoni (XVII century) you can discover over 3,000 antique objects and works of art in 14 rooms, with reconstructions of working and home life, as well as religious paintings and war equipment.

Museo Mineralogico e Naturalistico

Bormio, Via Ortigara 2 In esposizione migliaia di pezzi provenienti principalmente dalla Valtellina, con la ricostruzione di alcuni ambienti naturali alpini, dove viene rappresentata la ricca fauna di montagna. Orari: 9-12.30/15-19. Mineralogical Museum - Thousands of pieces on display, largely from the local area, as well as reconstructions of the Alpine habitat of many local animals.

Aqua Granda Wellness Park

Livigno Un nuovo centro benessere per tutta la famiglia. Thermarium, spazio ludico e, novità di quest’anno, piscina semi olimpionica da 25 metri e area fitness! Orari: dalle 10 alle 20 (fino alle 22 per piscina e fitness). A new spa for the whole family, with thermarium, play area, and new this year a 25m swimming pool and fitness area! Open 10.00 – 20.00 (swimming pool and fitness area open until 22.00)

Art in Ice

Livigno Galleria a cielo aperto di opere d’arte fatte di neve e ghiaccio, frutto dell’omonima manifestazione che si tiene ogni anno in dicembre. Open air art gallery displaying works made of snow and ice, fruit of the event of the same name that takes place every December.

18


Eventi

Tutti gli eventi possono subire cambiamenti. Per informazioni, contattare gli uffici turistici (v. pag. 74). All events subject to change. For further information, please contact the tourist offices (see page 74).

03.01.11

Tango

Bormio, Pentagono, ore 20,45 Esibizione della Compania Argentina de Tango Roberto Herrera. Organizzazione: Amici della Musica di Sondalo Dance display by the Compania Argentina de Tango Roberto Herrera. Organised by Amici della Musica di Sondalo (Sondalo Friends of Music)

06.01.11

Ghibinet/Gabinat

Bormio, Livigno, Valdidentro, Valfurva Come da tradizione, i bambini di Bormio percorrono il paese visitando le case dei valligiani per ricevere in dono, come risposta all’esclamazione «Gabinat» o «Bondì Ghibinet», dolci, frutta secca e regali. Gabinat in Bormio, Livigno, Valdidentro, and Valfurva. Traditionally the children of Bormio walk from home to home, shouting “Gabinat” when the door is opened, and receiving in return sweets, dried fruits, and gifts.

10.01.11

Bach e Respighi

Sondalo, Palazzetto Comunale, ore 20,45 Sabrina Lanzi e Anne Oland, assieme alla Kiev String Orchestra diretta da Silvano

19

Pasini, eseguiranno concerti di per due pianoforti e orchestra d’archi. Organizzazione: Amici della Musica di Sondalo Sabrina Lanzi and Anne Oland, together with the Kiev String Orchestra conducted by Silvano Pasini, will perform with 2 pianos and a string orchestra Organised by Amici della Musica di Sondalo (Sondalo Friends of Music)

13.01.11

8o Winter Raid

Livigno-Bormio Settanta automobili d’epoca (con almeno 22 anni d’età) girano per tre giorni le Alpi, da Klosters a Lenzerheide, passando da Svizzera e Italia. La prima tappa attraversa Livigno e Bormio! Seventy vintage cars (at least 22 years old) will drive across the Alps from Klosters to Lenzerheide, passing through Switzerland and Italy. The first stage will pass through Livigno and Bormio!

Dal 29 al 30.01.11

6a Ice Cup

Livigno Manifestazione di kart sul lago ghiacciato di Livigno. Ice karting on the Livigno lake.

31.01.11

L’é fòra Geneiron!

Bormio Antica tradizione che annuncia la fine dell’inverno. Ci si ritrova mascherati con gli abiti tradizionali, muniti di “campanacci” per risvegliare la primavera. Geneiron: long-time tradition marking the end of winter, children in traditional dress make a huge din in an effort to wake Spring.

02.02.11

L’è fora l’ors de la tana

15.01.11

Peak to creek

Bormio Gara con gli sci aperta a tutti, da Bormio 3000 fino in paese, per oltre 10 km non stop! Ski race open to all, from Bormio 3000 to the town, over 10 km non stop!

Bormio Durante questa giornata si cerca di far uscire di casa qualcuno, proprio come un orso che esce dal letargo, con pretesti e stratagemmi più o meno verosimili, per poi salutarlo con la frase L’è fora l’ors de la tana. “The Bear’s out of its den.” People try to entice their neighbours out of the house in all sorts of ways in order to greet them with this phrase.


Events

04.02.11

Elia Tagliavia al pianoforte

Sondalo, Palazzetto Comunale, ore 20,45 Musiche di Chopin, Verdi, Thalberg, Chopin ecc. Organizzazione: Amici della Musica di Sondalo. Piano concert by Elia Tagliavia Music by Chopin, Verdi, Thalberg, Chopin Musiche di Chopin, Verdi, Thalberg, Chopin ecc.

Dal 13 al 14.02.11

Rossignol Demo Tour

Livigno, Carosello 3000 I team Rossignol attraverseranno l’Europa per farvi provare gli ultimissimi prodotti e offrirvi numerose attività di animazione. The Rossignol team will be stop-

ping off on their tour of Europe and giving you the chance to try the latest equipment.

Dal 22 al 25.02.11

Burn River Jump

Livigno, Mottolino Evento di snowboard unico nel suo genere, con le prime gare nel Mottolino Snowpark, una delle cinque strutture del suo genere più belle d’Europa! Nella finale tante emozioni, quando i migliori rider cercheranno di saltare in notturna il fiume Spöl! Unique snowboarding event, with the first competition rounds held in the Mottolino Snowpark, one of the best 5 parks in Europe, and the final challenging the best riders to jump the river Spöl at night!

Dal 27 al 28.02.11

Jägermeister Vertical Tour

Livigno, Carosello 3000 Ice Cold Contest: gara di sci freestyle, con trampolini, gobbe e salti liberi, aperta a tutti! Il Freestyle Nescafé Freestyle Show è spettacolo assicurato, grazie alle esibizioni dei grandi campioni di sci e snowboard freestyle. Ice Cold Contest: freestyle ski competition, with trampolines, moguls and jumps, open to all! The Nescafé Freestyle Show is a guaranteed hit, thanks to demonstrations from champion freestyle skiers and boarders.

20


Eventi

Non solo spettatore In Alta Valtellina sei tu il protagonista Quanti di voi, vedendo una gara sulla neve, non hanno sognato di poter partecipare in prima persona, invece di rimanere semplici spettatori? In Alta Valtellina questo è possibile, almeno per alcuni appuntamenti aperti a tutti! A gennaio si inizia con il Peak to Creek, l’ormai classica gara di discesa da Bormio 3000 fino in paese; oltre 10 km con un dislivello di quasi 1800 metri. Una lunga sciata, che non dà attimi di tregua e richiede, oltre a un allenamento medio, anche la necessità di dosare le proprie forze, in modo da arrivare senza problemi al traguardo. Il tutto può essere fatto senza l’assillo del cronometro: infatti non è previsto un tempo massimo. Ci sono anche diversi atleti ed ex atleti che partecipano a questa gara decisamente atipica, per la quale è vietato l’uso di tute... da gara (quelle aderenti, tanto per intenderci) mentre è comunque obbligatorio il casco. Per informazioni: www.peaktocreek.it. Negli stessi giorni a Livigno, sullo

21

Snowpark Mottolino, si terrà il World Rookie Fest, seguito dal Rookie Camp; quest’ultimo è una vera e propria scuola di snowboard e freeski, riservata esclusivamente a chi ha meno di 18 anni. Questi “piccoli” atleti potranno migliorare la propria tecnica su ogni livello, da principiante ad avanzato, grazie alla guida di istruttori preparati. I gruppi saranno composti da persone di diverse nazionalità, quindi ci sarà anche spazio ogni pomeriggio per affinare la propria conoscenza dell’inglese con gli English Talks. Le iscrizioni si raccolgono sul sito www.rookietour.it. Per chi non ha voglia di faticare, ecco l’Ice Cup, la gara di go kart sulla pista di ghiaccio in zona lago a Livigno. Una competizione rigorosamente non agonistica, come viene precisato nel regolamento, e alla quale possono partecipare proprio tutti: il comitato organizzatore fornisce i kart e tutto il necessario per l’evento. Per un fine settimana (29-30 gennaio)


Eventi all’organizzatore scegliere chi parteciperà all’evento. Il tutto si svolge a Livigno, nella Ski Area Carosello 3000, il 27 e 28 febbraio. www. verticaltour.it.

le gomme che slittano e la strada scivolosa diventeranno vostre amiche; ricordatevi solo di cambiare stile di guida una volta che vi ritrovate sulla strada per tornare a casa. www.ice-cup.it Se, al posto di avere i piedi per terra, vi piace volare, allora lo Jägermeister Vertical Tour fa per voi. Vi aspetta un salto di ben 15 metri, da affrontare tre volte. Potrete partecipare con sci o con la tavola da snowboard e le vostre imprese verranno valutate da una giuria specializzata: i primi due classificati parteciperanno alla finale, che si terrà a fine marzo a Gressoney. Anche in questo caso le preiscrizioni sono aperte a tutti; toccherà poi

Come vedete, sono tanti gli appuntamenti e le competizioni a cui potete partecipare da protagonisti. Se invece non ve la sentite di “mettervi alla prova” in queste gare, potete sempre assistere alle stesse come spettatori. In ogni caso c’è sempre molto da fare in Alta Valtellina. Buone vacanze! Don’t just sit there – take part! How many of you have watched any kind of competition on the snow and not wanted to be a racer rather than a mere spectator? Well now you can do just that, in some of the events over this winter open to all. In January the Peak to Creek race returns, from Bormio 3000 down to the town,

22


Eventi over 10km with a difference in height of almost 1800m. This race requires a certain amount of training- you need to pace yourself to reach the finishing line. There is no time limit, and professional atheletes both current and retired compete – so to level the playing field a litte, lycra ski suits are not allowed, though a helmet is compulsory. For further information see www.peaktocreak.it Around the same time the World Rookie Fest takes place in Livigno, followed by the Rookie Camp, a ski/board freeride school for under 18s only; for all nationalities, with the opportunity to improve your English skills every afternoon. Apply at www.rookietour.it . For those who don’t want to break a sweat, the Ice Cup go karting race on ice in Livigno could be for you, a non competitive event open to all, all karts

23

and equipment are supplied by the organisers. Just make sure that once the weekend (29-30 Jan) is over you revert to your normal driving style to get home! www.ice-cup.it . If you don’t like to keep your feet on the ground the Jagermeister Vertical Tour is for you, with a 15m jump to face a total of 3 times on skis or board, and a specialist team of judges; the first and second place holders will classify for the final, held at the end of Mrch in Gressoney. Applications open to all, the organisers will decide who goes on to compete. Taking place at Carosello 3000 ski area on the 27th and 28th of February. www.verticaltour.it . As you can see there are a number of opportunities to put yourself to the test, or just enjoy the show as a spectator here in the Alta Valtellina - Happy Holidays!


PRIMA

DOPO

PRIMA

DOPO


Sports Associazione Impianti A Fune Alta Valtellina Sede Operativa: Via Btg. Morbegno 25 – 23032 - Bormio (SO) Sede Legale: Via Funivia, 30 - 23032 - Bormio (SO) - ITALY Tel. +39 0342 902770 - Fax +39 0342 918567 www.skipassaltavaltellina.it - skype: aiafav

Livigno Per informazioni 0342/ 996.915 info@skipasslivigno.com www.skipasslivigno.com ORARI BIGLIETTERIA: 8.30-17.00 / ORARI IMPIANTI: 9.00-17.00 PROMOZIONI: dall’8/1/2011 sabato speciale euro 29.50 x gli adulti e euro 26.50 x junior e senior. SCIATE IN NOTTURNA: il giovedì sera campo scuola 20.30-22.30, euro 7. Skilift San Rocco aperto il mercoledì sera 20.30-22.30, euro 7 con la presenza gratuita di maestri di snowboard e telemark. TICKET OFFICE OPENING HOURS: 8.30-17.00 / LIFT TIMES: 9.00-17.00. PROMOTIONS: from 8/1/2011 sabato speciale euro 29.50 adults and euro 26.50 junior & senior NIGHT SKIING: Thursday evenings, ski school slope 20.30-22.30, euro 7. San Rocco drag lift open Wednesday night 20.30-22.30, euro 7 with snowboard and telemark instructors on hand for free

Valdidentro Information 0342/ 985.333 info@cima-piazzi.com www.cima-piazzi.com ORARI BIGLIETTERIA: 08.30 - 16.45 / ORARI IMPIANTI: 8.30 - 16.30. PROMOZIONI: lunedì sconto, per tutta la stagione (escluso periodo di Natale) Cima Piazzi - Oga / San Colombano skipass giornaliero al prezzo scontato di euro 23 per gli adulti e di euro 21 per i ridotti e senior. SPECIALE WEEKEND DI GENNAIO: sconto di euro 5,00 ai residenti in provincia di Sondrio (escluso periodo di Natale) TICKET OFFICE OPENING HOURS: 8.30-17.00/LIFT TIMES: 8.30-16.30. PROMOTIONS: Monday discount throughout the season (excluding the Christmas period) Cima Piazzi-Oga/San Colombano daily skipass just euro 23 adults, and euro 21 junior and senior Santa Caterina Per informazioni 0342/ 935.312 scispa.commerciale@gmail.com www.sci-santacaterina.it. ORARI BIGLIETTERIA: 8.30-17.00 / ORARI IMPIANTI: 8.30-17.00 PROMOZIONI: sconto 50% su tutti gli skipass per i residenti di tutta la Valtellina TICKET OFFICE OPENING HOURS: 8.30-17.00/LIFT TIMES: 8.30-17.00. PROMOTIONS: 50% discount for all Valtellina residents

25

Bormio Per informazioni 0342/ 901.451 info@bormioski.it :www.bormioski.it. ORARI BIGLIETTERIA: lun-ven : 8.00-17.30 / sab-dom:8.00-18.30. ORARI IMPIANTI: 8.30-17.00 per la telecabina Bormio-Bormio 2000 / 9.00-16.30 per tutti gli altri impianti. SCIATE IN NOTTURNA: il giovedì dal 30/12/2010 dalle 20.00 alle 23.00 , 14 euro e riduzione del 50% per residenti nella provincia di Sondrio e ospiti con Card Servizi. PROMOZIONI:Dall’ 8/1/2011 al 25/3/2011 SPECIALE VENERDI prezzi speciali giornalieri a 30.00 euro adulti e 26.00 euro ridotti (junior e senior). TICKET OFFICE OPENING HOURS: 8.00-17.00/ sat-sun 8.00-18.30. LIFT TIMES: 8.30-17.00 Bormio-Bormio 2000 gondola / 9.00-16.30 for all other lifts.NIGHT SKIING: Thursdays from 30/12/10 from 20.00 to 23.00. euro 14, 50% discount for local residents and guests with Welcome Card. PROMOTIONS: from 8/1/11 to 25/3/11 FRIDAY SPECIAL daily ski pass euro 30 adults and euro 26 juniors and seniors.


Sports

Info noleggio - Rental info BORMIO SKI & BIKE Bormio – Via Stelvio, 19 – Tel. 0342 911142 Bormio – Via Btg. Morbegno, 7 – Tel. 0342 901698 Bormio 2000 – Tel. 0342 911420 - www.bormioskibike.it CELSO SPORT Bormio - Via Vallecetta, 5 - Tel. 0342/90.14.59 Bormio - Via Battaglion Morbegno, 16 - Tel. 0342/90.40.87 Bormio 2000 - Tel. 0342/90.40.87 Celsino Sport Bormio – Via Battaglion Morbegno, 1 – Tel. 348. 36.77.864 www.celsosport.it - info@celsosport.it CECCO Sport Bormio - Via Funivie, 55 - Tel. 0342/90.43.61 Bormio 2000 - Tel. 0342/91.03.86 - www.ceccosport.it ZINERMANN SPORTING Livigno - Via Plan, 21/h Tel. 0342. 99.66.85 www.zinermann.it


Sports attività Maneggio Livigno Per chi ama gli animali , le passeggiate in maneggio o a contatto della natura sui sentieri di montagna, il maneggio Livigno, con la sua esperienza pluriennale, offre passeggiate a cavallo per tutti e servizio slitta. Per i più piccoli lezioni di equitazione base, corsi di avviamento dai 3 anni in poi. What better way to enjoy the beautiful countryside as on the back of a horse. Maneggno Livigo offers guided excursions through some of the most beautiful mountain landscapes Italy has to offer. Experience and well trained horses garentees fun and safety. Children as young as three can enjoy tailored lessons for their age

via Ponte Bondio, 433 - Tel. 329 8524844 - yuri.dellAgostino@yahoo.it

Museo mineralogico e naturalistico Il museo espone moltissimi minerali e cristalli provenienti dall’ Alta valtellina ma anche da molte altre zone di tutto il mondo. Potrete inoltre visitare una sala naturalistica nella quale in varie ambientazioni sono esposti animali impagliati tipici del Parco Nazionale dello Stelvio. Aperto tutti i giorni dalle 09.00 alle 12.30 e dalle 15.00 alle 19.00. Mineralogical and nature museum Many minerals and crystals from the Alta Valtellina, as well as from all over the world are on display here. You can also visit a nature room and see stuffed animals from the Stelvio National Park. Open every day 09.00-12.30 and 15.00-19.00.

Via Ortigara, 2 - Bormio - Tel. 0342. 927285

“HUSKY VILLAGE” Indimenticabili escursioni con le slitte trainate da mute di cani a stretto contatto con la natura. Lo sleddog è uno sport adatto ad ogni stagione, già perchè quando la neve se ne va le slitte vengono sostituite da un carrello. Potrete provare le stesse emozioni, quello che cambia è solo il colore del paesaggio. For the experience of a lifetime, take a tour or drive your own dog team through pristine winter wilderness...(summer tours available)

Centro Italiano Sleddog “HUSKY VILLAGE” Strada Decauville, 9 - Località Arnoga - 23030 Valdidentro (SO) huskyvillage@libero.it Tel. 0342-927072 - 347.7960309

27


Sports

Una necessità diventata divertimento Storia delle racchette da neve (testo di M.Elena Morcelli)

Le ciaspole o racchette da neve, che negli ultimi anni sono tornate alla ribalta con un vero e proprio boom di appassionati di passeggiate in montagna, hanno una storia lunga moltissimi anni. In origine la loro funzione era per così dire legata più alla necessità che al divertimento. Nacquero infatti dall’esigenza di percorre anche lunghe distanze su terreni innevati. Le racchette da neve presentano una superficie piuttosto ampia rispetto alle normali calzature e quindi consentono di camminare anche nella neve profonda senza sprofondare. Rispetto agli sci, inoltre, risultavano più comode per spostamenti nei boschi, in caso di passaggi stretti ma anche perché più leggere e meno ingombranti da

29

portare appese allo zaino, qualora necessario. Per i vantaggi presentati, le ciaspole erano molto usate presso le popolazioni artiche già moltissimi anni fa. Qualche studio parla addirittura dell’utilizzo delle racchette da neve per spostamenti in montagna quasi 6000 anni fa. Generazioni di Eschimesi, di impavidi lanciati nella corsa all’oro, ma anche tenaci alpini durante la Grande Guerra sulle nostre montagne utilizzarono le racchette da neve. Una continua evoluzione di materiali le ha rese oggi ultra leggere e davvero comode, probabilmente per questo negli ultimi anni sono state “riscoperte” dagli


Sports

amanti della montagna. Le ciaspole che si possono acquistare oggi o trovare a noleggio sono molto comode, solitamente in plastica o costruite con leghe che le rendono resistenti, assai diverse quindi dai primi prototipi piuttosto rudimentali. I primi “modelli” infatti erano composti da un cerchio in legno legato da cinghie di cuoio, mentre altre cinghie servivano per legare la racchetta alla calzatura. Dopo un periodo in cui vennero quasi abbandonate, soprattutto nelle nostre zone, le ciaspole vivono oggi un momento di grande popolarità. Furono dimenticate nelle cantine quando le condizioni ormai mutate non le resero più necessarie negli spostamenti e le strade venivano pulite, ma ancor più erano ormai scomparse anche le attività per cui venivano usate, ad esempio la caccia o le lunghe camminate su tracciati alternativi durante l’inverno usati ad esempio da molti contrabbandieri. “Ciaspolare” è un modo semplice e adatto quasi a tutti per fare passeggiate nella neve a contatto con la natura, lontano dalle affollatissime piste da sci. Non serve una preparazione particolare perché in fondo si tratta di camminare. L’attrezzatura è economica rispetto ad esempio a quanto

occorre per sciare e non serve un abbigliamento specifico, è sufficiente che sia comodo e caldo. L’unica avvertenza è quella di non avventurasi su percorsi poco battuti se non conoscete bene la zona e di prestare attenzione soprattutto se c’è pericolo di valanghe. Che dire quindi; ciaspole ai piedi e buon divertimento... Con un pensiero a chi un tempo usava le racchette per la sopravvivenza...

30


Necessity becomes fun. A history of snowshoeing. (text by M.Elena Morcelli)

Snowshoeing has become a popular activity in the mountains in the last few years, but it has been around for a great deal longer. Originally born of necessity, used for walking long distances in the snow; the large surface area meant the wearer could walk in deep snow without sinking. They were also easier to use than skis through narrow forest paths, and were easier to carry. Some studies even talk of their use in the mountains as long as 6,000 years ago, and they were used by generations of Eskimos, in the gold rush and in the Great War. The continuous evolution of materials means that they are more comfortable and lightweight than ever, perhaps the main reason why they have become so

31

popular in recent years; the first ‘models’ were made of wood and leather straps. Snowshoes became almost obsolete in this area when weather conditions became milder and roads were cleared more frequently of snow. Another reason for their fall into disuse was a decline in hunting and other activities that needed to find alternative routes, like smuggling Snowshoeing has become an alternative to crowded ski slopes for nature lovers. You don’t need any instruction and the equipment and clothing is cheaper - you can wear anything provided it is warm and comfortable. The only thing to be aware of is not to stray onto unbeaten paths if you don’t know the area, and to be careful especially if there is a risk of avalanche. So get your snowshoes on and have fun... just think that once they were a means of survival...


Benessere

Parliamo di... Botulino “la gomma che cancella le rughe”! (testo di M.Elena Morcelli)

Si dice che non si debba mai rivolgersi ad una signora (ma neanche ad un signore) e nominare la parola rughe, quasi si trattasse di una parolaccia! Siate gentili qualora vi capitasse, se non volete correre il pericolo che si offenda, riferitevi alle rughe chiamandole “segni d’espressione”. Quelle che comunemente definiamo rughe non sono altro che il risultato dei continui movimenti muscolari del nostro viso, ovvero i muscoli mimici. Allo scopo di eliminare questi “segnacci”, si utilizza il botulino. Alzi la mano chi non ne ha mai sentito parlare. Protagonista di dibattiti, programmi TV, articoli di benessere forse alla fine nemmeno siamo sicuri di aver capito bene di cosa si tratta. Il botulino o tossina botulinica è un farmaco utilizzato, come si diceva, in medicina ma il cui impiego è stato autorizzato anche a scopo estetico. Si tratta di una proteina che, se iniettata nei

33

punti giusti, agisce determinando un rilassamento muscolare. Non si tratta dunque di riempire le rughe, ma di indebolire i muscoli, favorendo la distensione della pelle e i solchi; e le pieghe tendono a scomparire piano piano. L’effetto dei trattamenti col botulino è praticamente immediato, nel senso che le prime conseguenze sono visibili dopo pochi giorni. Tra i tanti vantaggi vi è il fatto che le sedute durano poco, sono fatte ambulatorialmente, non richiedono nessuna preparazione, nessuna anestesia e non sono per niente dolorose. Appena terminato il trattamento, è possibile riprendere tutte le attività quotidiane, in quanto gli effetti collaterali sono davvero minimi: al massimo potrebbero esserci lievi arrossamenti o gonfiore. I costi, inoltre, rispetto ad altri interventi di chirurgia estetica sono più contenuti. Per tutti questi motivi i trattamenti col botulino sono molto popolari e richiesti, principalmente per eliminare le rughe della fronte, le zampe di gallina a lato degli occhi, ma anche per rughette attorno alle labbra oppure per risollevare le sopracciglia. L’effetto non è permanente e quindi le sedute devono essere ripetute mediamente due o tre volte in un anno a seconda dei diversi casi. Non è assolutamente detto che le rughe siano brutte e necessariamente da


Wellness

eliminare, sono certo il segno del tempo che passa e per qualcuno questo non significa solo diventare “vecchi” ma magari anche persone più mature. Se non la pensate così e preferite invece eliminare questi segni ricordatevi che potete ricorrere al botulino! Naturalmente come sempre anche se i rischi sono minimi per poter trarre il massimo dei benefici e non avere brutte sorprese il consiglio è quello di rivolgervi a medici competenti ed esperti. Mettetevi in buone mani insomma se non volete rimetterci la faccia! Per maggiori informazioni Dott Montonati Tel. 0331 204244 Botox – the wrinkle eraser (text by M.Elena Morcelli)

These days the word ‘wrinkles’ is deemed to be almost taboo, the somewhat softer sounding ‘expression lines’ seems to have taken over. What we often define

as wrinkles are no more than the result of continual facial movement, which can be eliminated by using Botox. Although it is often the subject of TV debates and magazine articles, not everyone understands how it works. Botulin is a pharmaceutical product that has been licensed for cosmetic use, a protein which when injected at the right point relaxes the muscle. It doesn’t fill the muscle, but weakens it, causing the skin to relax and lines to disappear. The effect is almost instantaneous; you can see the results after just a few days. Amongst the many advantages of this treatment is the short length of the treatment, you don’t need to go to hospital, they require no preparation, no anaesthetic and are in no way painful. As soon as the treatment is over you can go back to your normal routine as the side effects are negligible, the most that will happen is slight redness and swelling around the treated area. It also costs a lot less than surgery. All this means that it is a popular treatment, with many people choosing to eliminate lines on the forehead, crow’s feet, lines around the mouth and even to raise the eyebrows. The effect is not permanent however, you need around 2-3 sittings a year. While it is certainly not the case that lines are ugly and need to be eliminated, rather than a sign of old age they could be seen as a sign of maturity, if you don’t share this opinion then you could turn to Botox. Although the risks are minimal, please go to an expert for the best results, put yourself in good hands if you don’t want to lose face!

34


Ricetta Carrè di Agnello agli aromi con salsa di vino rosso e scalogno Ingredienti per 4 persone

1\2 Kg di carne per persona Per l’impanatura • 80 % della panatura deve essere composto dal pane gratuggiato • 20% della panatura deve essere composto dagli aromi: timo, rosmarino, salvia, maggiorana, pistacchi verdi • aggiungere un filo d’olio Per la salsa • 3 scalogni • 2 bicchieri di vino rosso • burro • olio • rametti di timo

PREPARAZIONE Pulire la carne d’agnello e tagliarla in tante costolette quante sono le ossa. Adagiare le costolette su un piatto piano passandolo leggermente nell’olio. Salare e pepare entrambe i lati. Nel

frattempo tagliare a Julienne i tre scalogni e metterle in un padellino con un filo d’olio, scottandoli leggermente. Aggiungere i due bicchieri di buon vino rosso di Valtellina, un rametto di timo e lasciar cuocere a fuoco lento per 20 minuti fino ad ottenere una salsa densa, salare a piacere. Preparare in un piatto piano il misto di aromi e pane e passare le costolette da una parte e dall’altra. Adagiarle in una padella e rosolare a fuoco medio alto finché entrambi i lati risultino ben rosolati. Mettere in forno a 160 gradi per 15 minuti. Nel frattempo preparare il piatto da portata mettendo la salsa calda e raddensata e adagiare sopra le costolette calde. Buon appetito! Ringraziamo il cuoco Vincenzo Pepe del Ristorante La Caneva di Bormio per averci fornito questa ricetta.


Ristoranti Legenda Specialità carne - meat

Cucina tipica Typical cuisine

Specialità vino Wine specialties

Specialità pesce - fish

Cucina classica Classic cuisine

Sala fumatori Smoker’s room

Pizzeria

Cucina internazionale International cuisine

Area giochi Playground

Grand Chalet Restaurant Chiamato “Il Terrazzo di Livigno” per la vista mozzafiato. Il fascino del camino e il calore del legno lo rendono ideale per una cena romantica, o per occasioni “speciali” in compagnia. Sapori semplici e genuini accompagnati da una selezione di grandi vini e liquori. Aperto tutto l’anno mezzogiorno e sera. Gradita prenotazione.

Its breathtaking view has earned the name The Livigno Terrace. The warmth of the wood fireplace makes it the ideal place for a romantic dinner or for special occasions. Open year-round for lunch and dinner. Reservations recommended.

30/40 euro

LIVIGNO - Via Teola, 515 - Tel. 0342/970.176 - www.parkchaletvillage.com

La Locanda Un ambiente davvero unico interamente in stile western. All’interno del locale realizzato come una vera locanda del far-west potrete gustare ottimi piatti fatti in casa e pizze nell’atmosfera cortese tipica della conduzione familiare. La pizzeria rimane aperta fino a mezzanotte.

A truly unique environment, entirely in Western style. Inside, as in a true Far West restaurant, you can taste excellent homemade dishes and pizzas in a courteous, homey atmosphere. The pizzeria is open until Midnight.

25,00 euro

LIVIGNO - Via Canton, 71 Tel. 0342/970.308 - www.la-locanda.it - info@la-locanda.it

39


Restaurants

Stua Da Legn Atmosfera calda e avvolgente nella Stua da Legn, il ristorante tradizionale nella sala arredata in stile livignasco. Qui oltre a tutti i piatti tipici della cucina valtellinese, si possono ordinare la fondue bourguignonne o chinoise, piatti collettivi da gustare in compagnia degli amici.

The Stua da Legn is a traditional restaurant furnished in traditional local style, offering a warm and welcoming atmosphere. Other than local Valtellinese dishes, you can order both ‘bourguignonne’ and ‘chinoise’ fondue, a great dish to be shared among friends.

A partire da / Starting price: 25 ,00 euro LIVIGNO - Via Saroch, 496/D – Tel. 0342/996.166 - Hotel Lac Salin SPA&Mountain Resort

La Caneva Ambiente raffinato ed accogliente, dove gustare piatti della cucina italiana e valtellinese preparati con prodotti freschi a coronare un pasto perfetto una vasta scelta di vini, tra 100 etichette valtellinesi e nazionali….Ogni venerdì diponibile anche menù a base di pesce. Su richiesta ogni giorno possibilità di gustare la Fondue.

Classic Italian cuisine and local specialties served in a warm and elegant atmosphere. Over 100 different brands of wine. Every Friday gourmet fish dinner. Every day Cheese Fondue on request.

25,00 euro

BORMIO - Via Don Peccedi, 24 - Tel.328/76.89.315

La Casera Un caratteristico camino nella splendida saletta rivestita in legno antico accoglie le forchette più esigenti per degustare piatti tipici valtellinesi, alla Fondue Party di ogni domenica a alla Cena del Marinaio di venerdì e sabato, il tutto accompagnato da pregiati vini italiani. Gradita prenotazione.

Enter into another realm, made of antique wood and wrought iron find a corner to delight your taste buds. Every Sunday Fondue Party. Every Friday and Saturday Fresh Fish Night.

30,00 euro

LOCALITÀ BORMIO 2000 - Tel. 0342/904.652 - 335/61.67.267

40


Ristoranti

Milio Restaurant Cucina d’autore: il gusto dell’eleganza, perfezione di sapori. Musica diffusa, menù pieni di suggestioni gourmand a lume di candele, 30 posti dedicati all’alta cucina. Ogni giorno nuovo menù. Sapori mediterranei, cucina leggera e creativa e vini prestigiosi.

The taste of elegance , the perfection of flavours Soft background music, flickering candlelight and a menu overflowing with tempting delicacies. with seating for 30 diners. The menu changes day by day. Light and creative Mediterranean dishes acompanied by an ample selection of prestigious wines. A partire da\ Starting price 35,00 euro

LIVIGNO - Via Saroch, 496/D - Tel.0342/996.166 - Hotel Lac Salin SPA&Mountain Resort

Baita de Mario Una sala ampia tutta in legno, le innumerevoli foto, i vari trofei di caccia, la neve sugli alberi, le candide montagne d’inverno e il verde dalla mille sfumature d’estate rendono sicuramente indimenticabile la vostra tappa di buongustai al ristorante ‘‘Baita de Mario’’, dove potrete gustare piatti tipici valtellinesi accompagnati dai più prestigiosi vini, e per i più piccoli ‘‘Menù

per Piccoli’’. The Baita di Mario restaurant, furnished in wood and with splendid views over the mountainside, offers traditional local dishes accompanied by prestigious wines, as well as a children’s menu for its younger customers.

25,00 euro

LOCALITÀ CIUK - BORMIO - Tel. 0342/ 901.424

Sunny Valley Kelo Resort Un ambiente accogliente, i cui menù rispecchiano le caratteristiche tradizioni della Valtellina. Simpatico è l’ampio angolo predisposto per le grigliate dove carni selezionate vengono servite alle forchette più esigenti, vini tipici e pregiati accompagnano questi piatti dai gusti delicati.

SANTA CATERINA – Tel. 0342/902.222

41

Sunny Valley invites you to relax and enjoy an unforgettable meal in the midst of nature. Come choose your own Juicy steak to be put on our flaming grill. Savour our wine in a truly special environment.

30,00 euro


Living

Quando il freddo è...meglio! Nonna Ada consiglia... E risponde! (Nonna Ada)

Care signore mie, e pure signori (non me ne vogliate ma so che le fedelissime della rubrica sono per lo più donne, i signori invece seguono con più fervore il mio caro Gino, di cui per altro condividono caldamente il pensiero), mi auguro che voi tutti abbiate passato serenamente le feste e che non abbiate fatto indigestioni. Ancora aspettiamo la Befana che, anche se non passa, va bene lo stesso (lo so che già sghignazzate malignamente voi maschietti perché dite che ce ne sono già abbastanza in giro, ma il motivo non è questo). Io e il mio Gino infatti quest’anno, per paura del diabete siamo stati un po’ più attenti, ma solo un po’ sia chiaro, non ci siamo mica sacrificati. Se però adesso arriva la Befana e ci rimpinziamo di dolcetti tanto valeva lo sforzo fatto fino qui. Scusate, come sempre divago un po’ troppo prima di presentarvi l’argomento di cui vi voglio parlare, cosa volete farci

io sono proprio una chiacchierona (e qui diamo per una volta ragione a Ginetto mio!). Béh venendo a noi, in questa seconda uscita invernale, ora che il freddo è davvero freddo e ci troviamo, (per citare le massime della mia cara nonna), nel rigor dell’inverno più crudo, ecco vi vorrei parlare su suggerimento di Annetta di come usare il freddo... a nostro vantaggio! Per giustizia avendo la scorsa volta parlato di come difenderci dal freddo vi racconterò delle occasioni in cui questo non è un fastidio ma un alleato.

La nostra amica Annetta ha scritto: Cara Ada, mi sai dire cosa posso fare usando il freddo, ad esempio cosa posso fare con il ghiaccio? Bene, premesso che la domanda è un po’ vaga, la risposta vaga potrebbe essere il sorbetto o il gelato! A parte gli scherzi queste sono due cose che facciamo sfruttando le proprietà del freddo, sia nella preparazione che nella conservazione. Sono solo degli esempi di tutto quello che facciamo


Living

utilizzando il freddo e traendone dei vantaggi. La conservazione di molti cibi avviene in questo modo. I cubetti del ghiaccio sono molto utili, ad esempio per rinfrescare le bevande. Il freddo è nostro alleato anche quando applichiamo del ghiaccio in seguito a contusioni. In questo caso il gelo crea un effetto anestetizzante sulla parte che dona sollievo. Sono gli usi questi più comuni e scontati quindi non mi dilungo. Vi racconto invece un paio di usi curiosi rispondendo ad altre domande. Elda ci scrive, Cara Nonna Ada un’amica mi ha detto che per levare le cicche devo mettere i vestiti in freezer è vero? Verissimo Elda! Il freddo si rivela molto utile per togliere i chewing gum (comunemente detti cicche) dai vestiti ma anche dai capelli... Evitando magari di accorciare qualche bella chioma.

Questo rimedio si rivela molto efficace anche per togliere la resina degli alberi. Quanto ci scoccia vedere i pantaloni nuovi dei bambini (o dei mariti) con una bella cicca appiccicata li in bella vista! se le avete provate tutte: lavaggi, strofinamenti e anche le spatoline magari! Assolutamente non pensate di usare il ferro da stiro, sarebbe proprio la fine, o meglio l’inizio della vita a due della cicca e dei pantaloni, non li separerete mai più! L’unica soluzione per recuperare gli amati pantaloni è quella di metterli nel congelatore. Infilateli in un sacchetto di plastica e poi lasciateli là dentro per parecchie ore, anche qualche giorno e quando li togliete usate un coltellino e “raspate” il chewing gum che a questo punto, grazie al freddo, si sarà indurito. Se non ci riuscite ancora, riponete l’abito di nuovo nel freezer per qualche altro giorno e riprovate. Per i capelli invece, visto che non è una buona idea infilare la testa di vostra figlia nel congelatore (anche se qualche volta, quando vi risponde male lo vorreste fare...ma vi arresterebbero poi), usate qualche cubetto di ghiaccio strofinandolo sulla

44


Living

cicca, con un po’ di pazienza riuscirete a far tornare la chioma splendida come prima. Una curiosità legata al congelamento, un signore tempo fa mi raccontava che a Livigno venivano fatte delle ruote di letame che congelando poteva essere trasportato molto più facilmente... se non è questo un uso intelligente del freddo... When the cold is a good thing Granny Ada answers your questions (Nonna Ada)

For our second winter issue, I would like to talk about how to use the cold to our advantage rather than how to defend ourselves against it. Annetta writes: Dear Ada, what can I use the cold for? Well vague a question as it may be...

sorbet, or ice cream spring to mind... but joking aside these are two things that exploit the properties of the cold, in their preparation and conservation. We can use the cold to preserve food, cool our drinks and even apply ice cubes to wounds for an antiseptic effect. These are the most obvious uses which we won’t go into, but here are a couple of ideas you may not have thought of. Elda writes: Is it true that you can get chewing gum out of clothes by putting them in the freezer? Very true Elda! You can use the cold to get gum out of not only clothes but hair. You may have tried everything from washing to scrubbing (never use the iron!) but the thing to do is put the offending piece of clothing in a plastic bag and put it in the freezer for a few hours or even days, then take it out and scrape the gum off. If it doesn’t chip off straight away put it back in the freezer for a little while. For hair just rub an ice cube on the gum until it hardens and comes out easily, without having to cut your hair. Another interesting freezing fact; someone once told me that in Livigno they frozen manure into wheels in order to transport it more easily.

La Sentenza di Nonno Gino Nonno Gino su questo argomento non ha niente da dire: è rimasto... di ghiaccio! (Magari ogni tanto succedesse anche a te, cara la mia Ada!) Grandad Gino has nothing to say on this topic, he is literally frozen! (If only that would happen to you sometimes my dear Ada!)

45


Living

Chi ben comincia... Parte con dei buoni pneumatici (testo di M.Elena Morcelli)

le posteriori, in quanto l’usura è assai differente. Certo anche il tipo di guida può influire sul consumo delle gomme, un’andatura regolare li farà durare più a lungo! On the right track... (text by M.Elena Morcelli)

La cosa più importante quando ci mettiamo in auto è la sicurezza nostra e degli altri passeggeri. Spesso ci preoccupiamo del buon funzionamento di airbag e dispositivi elettronici, che certo non sono da sottovalutare, ma ci dimentichiamo di cose basilari come gli pneumatici; ma la sicurezza inizia anche dalla “buona salute” di questi componenti. Per questo abbiamo chiesto consiglio ad un esperto, il signor Guido Bormolini. Parlando di gomme uno degli errori più comuni è quello di montare pneumatici della misura sbagliata. Bisogna stare molto attenti poi ai segni di usura come crepe o battistrada troppo consumato. Il buono stato degli pneumatici rende la vettura molto più sicura, ma consente persino di risparmiare benzina. Controllate mensilmente la pressione. Un altro trucco può essere quello di invertire periodicamente le gomme anteriori con

The most important thing when setting off in the car is driver and passenger safety. We often forget about how important tyres are to the safety and performance of a car, so we asked an expert for advice. One of the most common mistakes is fitting the wrong sized tyres. Make sure that there are no signs of wear and tear like cracks or worn treads. Tyres in good condition not only make the car safer but help you to save on petrol - check the pressure monthly. One good trick is to switch the front and back tyres around every so often, as the wear is very different. And as how you drive can affect the longevity of your tyres, careful driving will make them last all the longer! Livin Pneus Via Rin, 46 - Livigno Tel. +39 0342 997459

46


Living

Montagne e vacanze... da leggere! Tante proposte letterarie per questo inverno (testo di Thomas Ruberto*)

Ormai in pieno inverno, presentiamo in questo numero della rivista alcuni libri dedicati alla stagione fredda, attraverso due volumi fotografici di qualità e un titolo molto originale dedicato alla nostra regione, oltre a varie proposte legate all’attività fisica. Lyasis edizioni di Sondrio ha voluto raccogliere in un bel catalogo alcune delle immagini più suggestive scattate da Pepi Merisio, uno dei più importanti esponenti delle radici e delle tradizioni della provincia italiana. Il volume, dal titolo “Ieri in Lombardia. La memoria per il nostro presente in 150 fotografie”, altro non è che la trasposizione cartacea della mostra che Merisio ha tenuto al grattacielo Pirelli di Milano nell’autunno scorso. Immagini in bianco e nero, ma anche a colori, che ci portano in una Lombardia che non c’è più, fatta di persone e mestieri scomparsi nel tempo. Una testimonianza indelebile della nostra storia recente che comprende alcune fotografie dell’Alta Valle. Sulla Lombardia è anche incentrato un libro del 2008 pensato e scritto da

47

Franco Brevini, professore di Letteratura italiana a Milano e a Bergamo, grande appassionato di montagna, di alpinismo e di Valtellina. Si tratta di “Voci di Lombardia. Scrittori, dialetti, luoghi e tradizioni dalla A alla Z” (Hoepli editore, 25 euro), un viaggio nella tradizione lombarda, un percorso attraverso le parole dialettali, i modi di dire, i proverbi, gli scrittori, gli eventi storici e i luoghi della nostra regione, con una predilezione per le montagne. A proposito di libri pubblicati da Hoepli, da sempre un editore attento alla vita “montanara”, proponiamo due titoli a metà strada tra la divulgazione e l’attività sportiva: il primo è “Medicina e salute in montagna”, a cura di Annalisa Cogo e in vendita a 19,90 euro, che affronta i più importanti argomenti riguardanti la salute in quota. Sono descritte le caratteristiche del clima e le risposte dell’organismo alle diverse condizioni ambientali, il mal di montagna e le patologie legate all’ambiente con tabelle per la prevenzione e il trattamento, oltre alla preparazione, all’allenamento


Living e all’alimentazione per affrontare semplici escursioni o trekking impegnativi. Il secondo libro è “Ciaspole”, a cura di Michele Dalla Palma e Cesare Re, in vendita a 24,90 euro. Le racchette da neve sono il mezzo più facile per muoversi sulla neve e compiere escursioni a contatto con la natura. Sconosciute al pubblico e agli sportivi fino a qualche stagione fa, le ciaspole sono oggi diffuse in tutto l’arco alpino e affermano un modo nuovo adatto a tutti, soprattutto ecologico, di vivere la montagna in inverno (e di cui si parla anche a pag. 29). Il volume, partendo dalla scelta dei materiali, illustra la progressione, i rischi, le precauzioni, l’abbigliamento e l’alimentazione per le escursioni sulle montagne italiane, comprese quelle della provincia di Sondrio. Una vera e propria guida è invece “Specchi di ghiaccio” (Versante Sud edizioni, 15,90 euro), in cui il giovane scalatore Andrea Gaddi descrive minuziosamente 300 cascate per l’iceclimbing presenti nel comprensorio montuoso che va dalla valle Spluga a

Livigno, dalla val Masino al Bernina, passando per l’intera Valtellina, la Valchiavenna e l’Engadina. E molto interessante è anche l’introduzione storica che riassume l’evoluzione della scalata su cascate degli ultimi trent’anni. Infine, nella libreria degli amanti dello sci che desiderano approfondire lo sviluppo del movimento sciistico e capire meglio gli elementi alla base delle vittorie dei più grandi atleti, non può mancare “Sci Moderno” (Mulatero editore, 30 euro), scritto dai due valtellinesi Chicco e Mario Cotelli. Si tratta del primo libro di tecnica sciistica che esamina le varie “fasi di curva”, con un’analisi approfondita del gesto tecnico dei migliori interpreti della disciplina, ma è anche la storia dello sci degli ultimi quarant’anni, raccontata con emozione da chi l’ha vissuta in prima persona e ha avuto l’onore di esserne parte attiva. * titolare della libreria La Botia Noa, dove è possibile trovare i libri descritti qui sopra, oltre a tanti altri titoli. La Botia Noa Via Plan, 264 23032 - Livigno. La libreria è anche sul blog: www.labotianoa.it

48


Living

La vita di Rocco L’Alta Valtellina di una volta Com’era la gente di montagna di cinquanta, sessant’anni fa? Di cosa vivevano le persone che, con coraggio, abitavano tutto l’anno queste zone? Quali i divertimenti di allora? Per avere un’idea di tutto ciò, basta leggere “Storia Breve di un Montanaro” la biografia romanzata di Rocco Sertorio, ottantenne di Livigno. Dalla dura infanzia, con i pochissimi passatempi, alla Seconda Guerra, vissuta da adolescente; dall’emigrazione in Svizzera, al servizio militare, fino al matrimonio. Dalla fondazione di un’impresa edile agli hobby da pensionato: le vicende personali di Rocco, e quelle della sua Livigno, scorrono parallele e veloci pagina dopo pagina, raccontate in prima persona, in un alternarsi di flashback e riferimenti ai giorni nostri. Così, attraverso i suoi vivaci occhi e la sua memoria, ci ritroviamo a scuola durante gli anni ‘30 quando, assieme ai

49

quaderni, bisognava portare un pezzo di legno per poter riscaldare l’aula in un paese «effervescente perché chi ci abitava poteva sopravvivere solo agitandosi». Poco dopo arriva il conflitto mondiale, vissuto con lo «smarrimento di un ragazzo troppo piccolo per fare il soldato e troppo grande per dimenticare il significato della guerra», mentre i giovani partivano al fronte e gruppi di “forestieri”, con armi e divise ogni volta diverse, si avvicendavano in paese, nella relativa indifferenza di chi era occupato principalmente a sopravvivere. Ecco l’emigrazione all’estero, in Svizzera, con le varie difficoltà, prima di tutto linguistiche, a cui segue il servizio militare, passato in Sicilia «al caldo, pagato dallo Stato per fare poco o nulla» e il ritorno al gelo di Livigno. I primi approcci con le signorine in paese sono raccontati senza malizia, così come i conflitti tra generazioni che, ora come allora, la


Living

pensavano diversamente. Vengono anche spiegati i motivi che stavano dietro al contrabbando, un’attività tanto pericolosa quanto necessaria alla sopravvivenza . E, ancora, le slavine, la scomparsa sotto l’acqua di un’intera contrada di Livigno, il decollo del turismo e la profonda trasformazione del paese, fino ai giorni nostri, con i cambiamenti, positivi ma anche negativi, che sono avvenuti durante tutti questi decenni. Rocco non risparmia alcune critiche alla società attuale, alle troppe, inutili leggi o allo stile di vita dei giovani oggi. Lo stile, riconoscibilissimo, è quello schietto, vivace e simpatico tipico del protagonista, sapientemente romanzato da Thomas Ruberto e illustrato da Domenico Silvestri (entrambi di Livigno) con ritratti dello stesso Rocco in età diverse. Così le duecento pagine passano fresche e piacevoli, strappando spesso un sorriso, ma anche attimi di commozione. “Storia Breve di un Montanaro” (casa editrice Lyasis) è disponibile nelle

migliori librerie dell’Alta Valtellina e di tutta la Provincia di Sondrio, ma può anche essere acquistato attraverso i principali portali online. A completare l’opera, anche un sito, www. storiabrevediunmontanaro.it con, tra l’altro, diverse foto d’epoca. Due anni e mezzo. Tanto c’è voluto per la stesura di “Storia Breve di un Montanaro”. Thomas Ruberto, l’autore, ha infatti dovuto mettere in ordine le informazioni raccolte e completarle con ricerche sulla storia recente del Piccolo Tibet. Non si tratta, però, della prima fatica letteraria per Ruberto. Infatti diversi suoi racconti sono già stati inseriti su riviste cartacee e on-line e anche in alcune antologie. Tra le sue attività anche diverse collaborazioni con quotidiani, testate online e periodici (tra cui anche Wanted Magazine). Un curriculum già ricco di pubblicazioni, quindi, anche se nessuna è stata così impegnativa come questo libro.


Curiosità

Colori irridescenti e fascino intramontabile. (testo di Ottavio Ongania)

“Fine strato di acqua e sapone che forma una sfera dalla superficie iridescente”. A cosa corrisponde questa definizione?? La risposta è....rullo di tamburi.......... Bolle di sapone: un passatempo che incanta da sempre i piccini, ma anche i grandi. “Come una bolla di sapone” nel parlare comune, indica una cosa breve ed fragile, esistono tante ”ricette “, da quella casalinga, fino a quella creata da un professore universitario, che utilizza colla da parati e promette risultati sbalorditivi. Le quantità variano in funzione di temperatura, umidità dell’aria, qualità ingredienti e durezza dell’acqua: 1 litro di acqua, 300 gr. di sapone e 100 gr. di glicerina sono una buon punto di partenza per trovare la vostra dose ideale, se le bolle scoppiano subito, aggiungi piccole quantità di sapone o glicerina... buona sperimentazione.

51

Gli additivi come zucchero e sciroppo, rendono le bolle più resistenti, mentre più sapone usi, più potrai fare bolle grandi...sempre entro certi limiti. Per bolle grosse, dovrai usare supporti di dimensioni maggiorate, e non andranno gonfiate con il fiato, ma usando il movimento delle braccia, muovendo ad arco l’attrezzo. Le condizioni ideali per produrre bolle, sono alta umidità dell’aria, caldo e assenza di vento e polvere . Se soffi bolle con temperature vicine ai -15 gradi, quando toccheranno una superficie si congeleranno, mentre sotto i - 25 gradi, geleranno in aria, per poi rompersi toccando terra. A queste temperature, le bolle saranno piccole, dato che congeleranno subito. CURIOSITÀ Alan McKay nel 1996 in Nuova Zelanda, produsse una bolla lunga 32 metri! Il canadase Fan Yang nel 1997 fece un muro di bolle lungo 47,7 m e alto 4 m che resistette 5-10 sec. I colori irridescenti sulla superfice, variano in funzione dello spessore della parete, si vedranno prima il blu, poi il magenta, poi il giallo oro; quando la bolla sta per scoppiare, sarà trasparente. Prepara il giorno prima e conserva la miscela in frigorifero, le bolle riusciranno meglio.


Curiosities

a surface they will freeze, while at -25° degrees they will freeze in mid air, and fall to the ground and break. At theses temperatures the bubbles will be small, as they freeze almost immediately. CURIOSITIES ...Forever blowing bubbles (text by Ottavio Ongania)

Bubbles - great fun for little ones, but also for the rest of us. In Italian the phrase ‘like a bubble’ is used to describe something ephemeral and fragile. There are many ways of making them, from the classic home made way to the University professor who uses wallpaper paste for his. The recommended quantities below vary according to temperature, humidity, the quality of the ingredients and the hardness of the water: 1 litre of water, 300g soap, and 100g glycerin are a good rule of thumb, if the bubbles pop straight away add a little more soap or glycerin, and have fun experimenting. Adding sugar or syrup makes the bubbles more durable, while using more soap makes them bigger...up to a point. For bigger bubbles use a bigger blower, but don’t blow to inflate them, use your arm to move the blower and fill it with air. The ideal conditions for bubble blowing are warm and humid, with no dust or wind. If you blow bubbles at a temperature of around -15 degrees, when they touch

In 1996 Alan McKay from New Zeland produced a bubble 32 metres long! The Canadian Fan Yang in 1997 made a wall of bubbles 47.7m long and 4m high than lasted 5-10 seconds. The irridescent colours on the surface depend on the thickness of the film, from blue, to magenta, golden yellow and then when the bubble is about to burst, transparent. For better bubbles prepare the mix the day before and conserve it in the fridge overnight.

52


Curiosità

Eccovi una foto d’epoca. Sapete dirci che cosa ritrae? Di che periodo si tratta e dove si trovano queste persone? Here is a photo taken a long time ago, do you know what it is of, what period it was taken in and where these people are?

Cus’el? (a cura di M.Elena Morcelli)

L’oggetto mostrato sull’uscita di Wanted di Novembre- Dicembre 2010 non era un attrezzo proveniente da antiche botteghe ma presente nelle...cucine. Si tratta infatti di un ingegnoso strumento per pelare e sbucciare frutta e verdura, principalmente patate, mele e barba bietole poiché questi erano i frutti e gli ortaggi maggiormente presenti sulle tavole dei nostri antenati.

53


Curiosities

In sostanza quindi un pelapatate potremmo chiamarlo in cui il frutto da sbucciare veniva infilzato sul braccio con i tre denti (visibile nella foto mostrata per indovinare, nella successiva è visibile la mela), girando la manovella si azionava il braccio alla cui estremità è posta una lama che muovendosi secondo un movimento circolare era in grado di pelare il frutto o l’ortaggio in questione seguendone quindi la forma. Ringraziamo il Signor Casy di El Corambrero Livigno per l’oggetto misterioso 0342 996579 The object shown in the Nov-Dec 2010 issue of Wanted was used in the kitchen, an ingenious instrument for peeling fruit and veg; mainly potatoes, apples and beetroot as these were the types most commonly found on the dinner table at the time. Essentially then a potato peeler, a piece of fruit or veg was skewered on the three pronged arm (visible in the photo used in the last issue, in the next photo you can see an apple), turning the handle would cause the other arm with a blade at the end to move in a circular motion and peel the fruit.

And the winner is.... Il vincitore del nostro quiz ovvero la prima persona ad averci inviato la risposta corretta è stata la signora Maria Pietrogiovanna. Congratulazioni! This issue’s winner, the first person to provide the correct answer, is Maria Pietrogiovanna. Congratulations! Il vincitore di questo numero si aggiudicherà una bresaola offerta da Bice Passera a Trepalle.

Da Bice Passera Duty Free Strada Statale, 301 - Trepalle (So) - Tel. 0342/979.030

54


Curiosità

Chi l’é?

Ci Ka l’é? (a cura di M.Elena Morcelli)

Ecco la nuova foto. Riconoscete qualcuno? Ricordate i loro nomi? Sapete dove e quando è stata scattata? Scriveteci a infowantedmagazine@gmail.com Here is the new photo. Do you recognise someone? Remember their name? Know where and when this photo was taken? If so write to infowantedmagazine@gmail.com

55


Curiosities I nomi delle persone ritratte nella foto che vi abbiamo mostrato sulla scorsa uscita sono partendo da sinistra verso destra in ordine: Ivan Bormolini, Stefano Moretti, Marco Rocca, Davide Rocca, Ermes Cusini, Simone Mottini, Giorgio Zini, Giacomo Galli, Emy Pradella, Sonia Bormolini, Andrea Rocca, Silvestri Luigi (allenatore). La foto è stata scattata nei pressi del Ghiacciaio Diavolezza nel 1981, questi erano alcuni dei ragazzi dello Sci Club di Livigno. Ringraziamo Luigi Silvestri e il Negozio i Mini per averci fornito questa foto

VINCITORE - WINNER And the winner is.. La prima risposta corretta che abbiamo ricevuto è stata quella inviata dall’ equipe Agenzia Interalpen Livigno che ci ha scritto indovinando tutti i nomi delle persone nella foto. Per la prima volta abbiamo ricevuto una riposta in cui tutti i nomi corrispondono esattamente alla soluzione, Congratulazioni all’equipe dell’Agenzai Interalpen di Livigno, siete i vincitori del nostro quiz! Doppie congratulazioni anche per questo primato! Ooooppss! Ci scusiamo per essercene dimenticati... Ringraziamo Seconda Casa di Bormio per averci fornito la foto apparsa sul numero di agosto- settembre 2010 che ritraeva Ottavio e Aristide Compagnoni.

56


Curiosità

Lo sapevate che.... La prima motoslitta fu inventata a Livigno! (testo di M.Elena Morcelli)

Non ce lo siamo inventato noi, è davvero questa l’origine delle moderne motoslitte. Fu un signore di Livigno nel 1942 a creare il prototipo. Si chiamava Bernardo Cantoni ed era nato nel 1890. Una famiglia numerosa, una vita fatta di lavoro e di fatica e una genialissima idea. Come si dice, spesso la necessità aguzza l’ingegno e così probabilmente fu. Negli anni ’40 Livigno era ancora isolato durante l’inverno, la strada

che porta a Bormio dal Passo Foscagno rimaneva innevata e si poteva percorrerla solo con le slitte o i cavalli. Un bel problema, considerato che l’inverno da queste parti è davvero lungo! Fino al 1952, anno in cui per la prima volta la strada venne finalmente pulita dalla neve, Livigno visse lunghi periodi di isolamento dal resto della valle. Un grosso problema era sicuramente il trasporto dei malati all’ospedale,


Curiosities che obbligava a transitare per il Passo dal momento che a Livigno non ce ne erano. La prima idea che venne a Bernardo fu quindi quella dell’ambulanza. Non era un vera e propria invenzione questa, ma contribuì comunque a migliorare le cose. Non si trattava certo di un ambulanza attrezzata come quelle attuali, ma l’intuizione di una slitta chiusa e riscaldata allora era già un gran lusso. Bernardo non si fermò qui, fu davvero un’illuminazione quella che lo portò alla costruzione della motoslitta. Mentre osservava un finanziere che in sella alla motocicletta saliva con facilità verso il Passo, ebbe un’idea che in sé era semplice ma anche rivoluzionaria: mettere alla slitta tradizionale un motore! Ci vollero vari tentativi, pazienza e fatica ma infine ci riuscì. Realizzato il primo progetto supportato anche da parenti e amici, decise di presentarlo all’ufficio brevetti di Milano. Depositò così il disegno di quella che lui chiamo motoslitta. Il successo non mancò tanto che lo Stato commissionò ben 100 pezzi a Bernardo. Il genio civile voleva le motoslitte per la campagna di Russia. Bernardo incontrò nuove difficoltà, la Guzzi infatti a cui chiese i motori non glieli diede, dopotutto erano pur sempre tempi di guerra! Ringraziamo Paolo e Fausto Cantoni di Auto Center per averci fornito questa foto.

Did you know... The first snow mobile was invented in Livigno! (text by M.Elena Morcelli)

No we didn’t make it up, the modern snow mobile originated here. Bernardo Cantoni of Livigno created the prototype in 1942. Invention is born of necessity, as they say, and it was certainly true in this case. In the 1940s Livigno was still cut off in the winter, the road to Bormio from the Foscagno Pass was covered in snow and was only accessible by sleigh or on horseback, quite a drawback as winter around these parts is pretty long. Until 1952, the first year that the road was cleared of snow, Livigno was isolated from the rest of the valley for long periods. One of the biggest problems was transporting ill people to hospital, as there wasn’t one in Livigno it meant crossing the Pass. Bernardo’s first idea was therefore an ambulance; although it was hardly his invention it certainly helped to improve things. While it didn’t have all the equipment that a modern ambulance has, a covered, heated sleigh at the time was a real luxury. Bernardo didn’t stop here, while watching a customs officer expertly manoeuvring his motorbike up the hill towards the Pass, he had an idea that was as simple as it was revolutionary: put a motor on a sleigh! After many failed attempts he was successful, with the help of family and friends he built his first model and patented his invention in Milan. It was an instant success-the state commissioned 100 from Bernardo for the Russian campaign. This presented new difficulties however, as he couldn’t find the engines; there was after all a war on!

58


Shopping sport

2

1

3 1. Doposci con antiscivolo per ghiaccio e neve incorporato. Après ski boots with anti-slip system incorporated for snow and ice. 2. Un caldo ricordo....cappellino in lana “Bormio”. A warm memory... ‘Bormio’ wool hat. 3. Scaldapiedi in piuma d’oca North Face. North Face goosedown footwarmer Celso Sport - Bormio - Via Valleccetta, 5 - Tel. 0342 901459


1

Shopping moda

3

2

4

1. Borsa Gucci in pelle e manico in bamboo. Un must have per tutte le stagioni. Leather Gucci bag with bamboo handle. A must have for all seasons. Da Giuseppina - Livigno - Via Dala Gesa, 711 - Tel. 0342 990153 - fashion@lungolivigno.com 2. Trench e look very British per lui e lei. Tutto Burberry. A very British look for him and her, all Burberry. Renna Sport - Livigno - Via Plan, 130 - Tel. 0342 990150 - fashion@lungolivigno.com 3. Decollette in tessuto logato Gucci con tacco alto e plateau. Gucci high heeled court shoe. Da Giuseppina - Livigno - Via Dala Gesa, 711 - Tel. 0342 990153 - fashion@lungolivigno.com 4. Sneaker in pelle tamponata dal sapore street di Hogan Rebel. Leather trainer by Hogan Rebel. Connaction - Livigno - Via Rin, 52 - Tel. 0342 990154 - fashion@lungolivigno.com


Shopping living

1

2 3

1. IPhone Massima velocità e risoluzione per un concentrato di tecnologie, con tante nuove funzionalità. Disponibile nelle versioni 16 o 32 GB. Maximum speed and resolution, with loads of new functions; 16 and 32 GB versions available. Galleria delle Novità - Livigno - Via Plan, 99/B - Tel 0342 996143 2. Shiseido creme, profumi, make-up concessionario ufficiale. Shiseido moisturiser, perfume and make-up. Botia Cantoni - Livigno - Via Plan, 29 - Tel.0342 996024 3. Vasto assortimento di cioccolato italiano, svizzero e belga. Vast assortment of Italian, Swiss and Belgian chocolates. Botia Cantoni - Livigno - Via Plan, 29 - Tel.0342 996024


1 3

Shopping living

2

4

1. Sedia ergonomica swopper salvaschiena, da ufficio e per lo studio regolabile, per una corretta e comoda seduta senza danneggiare la postura, stimola la circolazione e rafforza la muscolatura della schiena. Disponibile anche per bambini. Swopper adjustable ergonomic chair for the home and office, for comfort and a correct posture - stimulates circulation and tones back muscles. Also available for children. Dimensione Sonno - via Mazzini, 26 - Sondrio - Tel. 0342 210179 2. Cuscini 50x50 e Plaid 150x200 “Marmottes”, Autrement dit collezione 2010. 50x50 cushions and 150x200 ‘Marmottes’ throw blanket, from the Autrement dit 2010 collection. Bruna Punto d’oro - Bormio- Via Peccedi,16 - Tel. 0342 905007 3. Blocchi in legno Haba, colorati e divertenti. Colourful wood block set for hours of fun by Haba. Cotton Club - Bormio - Piazzetta M. Anzi, 2 - Tel. 0342 910116 4. Passeggino fuoristrada per bambole e orsacchiotti, in compensato con assi d’acciaio e elementi in stoffa. Off-road stroller for dolls and teddy bears. Cotton Club - Bormio - Piazzetta M. Anzi, 2 - Tel. 0342 910116


Vendite immobiliari

LIVIGNO – S. Rocco Via Saroch

Appartamento di 60 mq. arredato. Soggiorno, cottura, due camere, bagno, balcone, posto auto coperto, posto auto esterno e cantina. Ottima posizione. Tel. 0342-902672 / 0342-910491

BORMIO – Via Alberti No condominio

Centralissimo appartamento di 75 mq. arredato. Soggiorno, cucina, due camere, bagno, grande terrazzo e cantina. Termo-autonomo. Dietro P.zza Cavour. Tel. 0342-902672 / 0342-910491

BORMIO – Via Milano Residenza Cristallo

Come nuovo : soggiorno, cottura, camera, bagno e ampio giardino privato. Disponibilità immediata. Centralissimo. Tel. 0342-902672 / 0342-910491

BORMIO – Via Santelone Residenza Santelon

Appartamenti in fase di ultimazione all’interno di un piccolo chalet di sole 5 unità immobiliari. Bilocali e trilocali con giardino oppure su due livelli con mansarda. Garage e cantine. Tel. 0342-902672 / 0342-910491

VALDISOTTO – Cepina Residenza Al Mot

Trilocale al piano terra con balcone e giardino. Due camere da letto, arredato, garage e cantina. 220.000 euro. Subito disponibile. Tel. 0342-902672 / 0342-910491

65


Bormio - Via Roma, 48 Bormio - Via Milano, 24/a S.Caterina Valfurva - Via S.Caterina, 5 www.immobiliaremoretti.it info@immbiliaremoretti.it

Housing

BORMIO – Via Sertorelli Villetta Bifamiliare

150 mq. distribuiti su tre livelli. Soggiorno, cucina, due camere, tre bagni, balcone, taverna, box doppio e giardino di 300 mq. NUOVISSIMA. Tel. 0342-910491 / 0342-902672

BORMIO – Via Sertorelli Residenza Soliva

Luminosissimo appartamento di 125 mq. completo di box doppio. Soggiorno, cucina, 3 camere, doppi servizi, due balconi. Finiture di prestigio. Tel. 0342-910491 / 0342-902672

VALDISOTTO – Frazione Oga Nuovissimi e prestigiosi

Ampi e panoramici bilocali con balconi e giardini privati all’interno di un esclusivo chalet con finiture in antico legno pregiato. Garage e cantine. Pronta consegna Tel. 0342-910491 / 0342-902672

VALFURVA – S. Nicolò Residenza Erminia

Sulla strada per Madonna Dei Monti, in posizione panoramica e soleggiata disponiamo di appartamenti arredati subito disponibili. Trilocale al prezzo di 128.000 euro. Tel. 0342-910491 / 0342-902672

VALFURVA – Santa Caterina Residenza Pigna

In corso di costruzione, a fianco del nuovo impianto di risalita, bilocali e trilocali con balconi e giardini privati. Possibilità di garage o posto auto esterno. Bilocali a partire da 195.000 euro. Fitness condominiale con sauna e idromassaggio. Tel. 0342-935527

66


Affitti immobiliari Bormio Edificio totalmente ristrutturato, appartamenti nuovi (bilocali e trilocali) arredati elegantemente in stile montano, finiture curate. La struttura è ubicata in centro Bormio a 100 mt dall’isola pedonale (via Roma) in zona tranquilla. Tutti gli appartamenti sono dotati di uno o più balconi, le ampie e spaziose mansarde con abbaini offrono una splendida vista. Tutte le unità abitative sono indipendenti e termo autonome, dispongono di posto auto coperto, ascensore, deposito sci, lavanderia a gettoni e impianto d’aspirazione per pulizia centralizzato. Cucina/soggiorno in legno massicci con divano letto e televisione, accessoriata e dotata di lavastoviglie, forno, piano cottura in vetroceramica. Camera da letto matrimoniale in stile montano dotata di cassaforte, coperte e piumini. Seconda camera (trilocale) a 2 letti singoli e armadio. Spaziosi servizi con doccia e attacco lavatrice. Si affittano stagionalmente o preferibilmente annuali come seconda casa (solo uso turistico). Casa vacanze Santa Barbara - Via Milano, 6 - Bormio - Tel. 0342/910.483 www.affittibormio.it

Oga Valdisotto Residence Mirage

A 4 km dal centro di Bormio in zona tranquilla e soleggiata nel verde della pineta ideale casa vacanze per famiglie con bambini. Monolocali e bilocali arredati in stile alpino con finiture in legno e attrezzati con angolo cucina, tv color sat, biancheria da cucina, da letto e da bagno in dotazione. Residence Mirage - Località Oga al Telèir - Via Crap Del Maro, 22 Tel. 0342/929.029 - www.residencemirage.com

Livigno La Locanda

Piccola struttura a conduzione familiare con camere accoglienti dove vi sentirete subito a vostro agio, servizio di pernottamento e prima colazione, deposito sci, sauna, cassette di sicurezza. Vicinissima agli impianti e alla fermata dell’autobus. Possibilità di gustare ottimi piatti della cucina tipica valtellinese nel ristorante adiacente.

La Locanda – Via Canton, 71 Tel. 0342 970.308 www.la-locanda.it - info@lalocanda.it

67


Housing Livigno Baita la BrĂśina - Via Florin, 24

Casa Vacanze di nuova costruzione, in stile rustico montano con caratteristiche di Livigno. A disposizione appartamenti monolocali e bilocali per single, coppie o famiglie fino a 4 persone per appartamento. In inverno siamo vicini alle sciovie American e Carosello 3000, in estate fuori dal centro, ma immersi nel verde. In via Florin, dopo la via Saroch, vicino alla Plaza Placheda, centro polifunzionale dove si effettuano manifestazioni di intrattenimento turistico. Nella Baita La Broina sei a casa, in compagnia della Fam. Bormolini che cercera’ di rendere la vostra vacanza indimenticabile. Per informazioni e prenotazioni: Baita la BrÜina - Via Florin, 24 - Livigno - Tel./Fax 0342/970.218-0342/997.319 www.edwins.it - info@edwins.it


THERE ARE 12 HIDDEN OBJECTS IN THIS PICTURE. PLEASE HELP ME FIND THEM.

LA SOLUZIONE LA TROVI ALLA PAGINA SUCESSIVA. TURN THE PAGE TO SEE THE ANSWERS


For kids

La leggenda della befana Ma perché la Befana porta i dolci ai bambini? (testo di M.Elena Morcelli)

Dopo Babbo Natale, il 6 gennaio, prima che l’Epifania tutte le feste si porti via, in ogni casa passa la Befana. Ma chi è la Befana e perché porta i dolci a tutti i bambini (quelli buoni s’intende ovviamente)? C’è una leggenda che lo racconta. La Befana è una vecchia signora, o meglio una vecchissima signora... Pensate che la incontrarono una volta i Re Magi, quindi fatevi due conti e scoprirete che ha ormai più di 2000 anni. Bé possiamo dire che è ancora arzilla per la sua età non pensate? Da sola e aiutata unicamente dalla sua scopa volante, in una sola notte passa le case di tutti i bambini. La leggenda che vi stavo appunto per raccontare narra che la sera del 5 gennaio i Tre Re Magi, poco prima di giungere a Betlemme, per portare i doni a Gesù Bambino, affamati e stanchi bussarono ad una porta. Aprì loro una vecchietta molto gentile che li invitò ad entrare. I Re Magi raccontarono che

venivano da molto lontano e cercavano Gesù Bambino. La Befana ascoltò la storia e offrì loro un’ottima cenetta. I Re Magi ben contenti mangiarono a volontà, ma prima di riprendere il viaggio chiesero alla vecchietta se li voleva accompagnare alla ricerca di Gesù Bambino. La Befana, che è una brava donna di casa, proprio non se la sentiva di lasciare tutto in disordine dopo la cena. Doveva pulire e sistemare ma i Magi avevano fretta: la Cometa già da un po’ li aspettava e non aveva più pazienza. Fu così che i Magi se ne andarono. La Befana iniziò a riordinare ma presto si pentì di non aver accettato l’invito. Anche lei voleva vedere questo bambino così speciale, quindi prese tutti i dolci e i balocchi che aveva in casa li mise in un sacco e corse fuori sperando di ritrovare i tre Re Magi. Li chiamò a lungo mentre correva, chiese in giro ma non riuscì mai a raggiungerli. Non sapendo cosa fare, visto che non poteva più dare i suoi doni al piccolo Gesù, decise di passare nelle case dei bambini e di lasciare a loro qualche dolcetto e qualche altro piccolo regalo. Impiegò tutta la notte e solo quando il sole

70


Per i più piccoli stava per spuntare tornò a casa, stanca e felice. Da allora, sapendo che i bimbi la aspettano con ansia, ogni anno la notte fra il 5 e il 6 gennaio esce con il suo sacco per riempire le calze dei bambini buoni. Porta ormai scarpe rotte (pensate quanto ha camminato!) ma ai bimbi non importa e mentre la aspettano cantano “Viva viva la Befana!” The “befana” - a very Italian tradition (text by M.Elena Morcelli)

On the 6th January, before the Epiphany marks the end of the festive season, the Befana, an old lady resembling a witch, calls on all homes in one night (on her broom) bringing sweets for the

Colora la Befana! - Paint the “Befana”!

children (only those who have been good, obviously). Legend has it that on the night of the 5th January the Three Wise Men, just before reaching Bethlehem knocked on someone’s door, hungry and tired. A kind old lady opened the door and invited them in. The Wise Men told her they had travelled a very long way to see Baby Jesus. When they had eaten and were about to leave, the Wise Men asked the Befana if she would like to accompany them, but she declined, not wanting to leave her house in disorder. The Wise Men had no time to lose and left without her. The old lady soon regretted not taking them up on their offer, she too wanted to see this special child, so she collected up all the sweets and toys she had at


For kids home and ran to try and catch up with the Wise Men. She never reached them, and not knowing what to do with the presents, she decided to give them to the children of the houses she passed. Since then children in Italy have waited impatiently for the night of the 5th January for the Befana to come with her sack and fill their stockings with sweets, singing “Viva viva la Befana!� while waiting for her.

Ecco la soluzione. Here are the answers.

72


Numeri utili

Numeri di emergenza Emergency Numbers

Bormio S. Caterina Valfurva Isolaccia Valdidentro Punto sanitario - Livigno

Carabinieri Pronto Intervento Police 112 (Chiamata Gratuita - free call) Bormio - 0342/903.700 Livigno - 0342/996.009 Ambulanza Ambulance 118 (Chiamata Gratuita - free call)

Pedrini Nicoletta Bormio Rota Monica Livigno

Guardia di Finanza Pronto Intervento 117 (Chiamata Gratuita - free call) Servizio Antincendi Corpo Forestale dello Stato 1515 (Chiamata Gratuita - free call)

Pronto Soccorso Emergency 0342/909.111 0342/996.300 0342/808.111 0342/903.040

Medici Specialisti Healthcare specialist Dentisti / Dentist Bormio Dr. Canclini S.Nicolò Valfurva Odontoiatra Dr. Di Caterino Odontotecnico Sig. Ciresa

347/96.81.162

Pediatri / Pediatrician Bormio Livigno

0342/904.004 0342/978.112

Ottici / Optician Bormio Livigno

0342/909.270 0342/935.390 0342/985.373 0342/978.107

Veterinari Veterinarian

Vigili del Fuoco Fire Dep. 115 (Chiamata Gratuita - free call)

Pronto Soccorso Bormio Pronto Soccorso Livigno Ospedale Morelli Sondalo Soccorso Alpino Bormio

Servizio di Guardia Medica Turistica Healthcare for tourists

0342/905.187 0342/945.739

0342/901.390 0342/997.039

349/47.68.852 331/94.08.194

Farmacie - Omeoterapia - Fitoterapia Dermocosmesi Pharmacy Bormio - Via Roma Bormio - Via Milano Livigno - Via Pontiglia Livigno - Via Freita Valdidentro Caspani Valdisotto Compagnoni Valfurva Sondalo

0342/901.233 0342/901.466 0342/997.068 0342/978.048 0342/985.100 0342/950.212 0342/945.789 0342/801.137

Benessere Wellness Centri Estetici / Beauty Center Estetista Paola Bormio 0342/ 904.138 Studio De Lorenzi Bormio 0342/903.747 338/42.96.060 Massaggi/Massage - Riflessologia/Reflexology Studio De Lorenzi Bormio 0342/903.747 338/42.96.060 Parrucchieri / Hairdresser Sweet Life Bormio 0342/901.312 Tagliati per il successo Livigno 0342/970.081 Salute e bellezza / Spa Terme di Bormio Bagni Nuovi/Bagni Vecchi

0342/901.325 0342/910.131

Famiglia Cooperativa di Consumo ed Agricola Tel. 0342/99.60.28 - Fax 0342/99.76.08 Sede - Via Dala Gesa, 21 - Livigno Latteria - Via San Antoni, 111 - Livigno Paradisin - Via Borch, 804 - Livigno


Useful numbers

Informazioni Turistiche Tourist Info Bormio Livigno Valdidentro Valdisotto Sondalo Valfurva - Consorzio Tourisport Valtourist via Cima Piazzi, 58 - Semogo

0342/903.300 0342/052.200 0342/985.331 0342/955.544 0342/801.816 0342/935.544 0342/927.103 339/45.76.285

Municipi City Halls Comune di Bormio Comune di Livigno Comune di Valdidentro Comune di Valdisotto Comune di Valfurva Comune di Sondalo

0342/912.211 0342/991.111 0342/921.901 0342/952.011 0342/945.702 0342/809.011

Uffici Postali Post Offices Bormio Livigno Valdidentro Valdisotto Valfurva Sondalo

0342/901.297 0342/996.049 0342/985.117 0342/950.071 0342/945.131 0342/803.311

Dogane / Passi alpini Border Control / Alpine passes Passo del Gallo Passo Forcola Passo Stelvio Passo del Forno Passo del Foscagno

0342/997.271 0342/979.290 0342/903.300 0342/052.200 0342/979.018

CARROZZERIA SOSIO Via Milano, 124- Bormio Tel. 0342 901433 Passo di Gavia

0342/935.598

Guide Alpine Alpine Guides Guide Alpine Livigno Guide Alpine per Bormio e valli

0342/996.262 339/77.29.041

Parchi Parks Parco Nazionale dello Stelvio

0342/911.448


Numeri utili

Tempo libero Free time Musei / Museums Museo Civico Bormio Museo Mineralogico Bormio Museo Vallivo Valfurva

0342/912.236 0342/927.285 0342/945.291

Biblioteche / Libraries Bormio Valdisotto Valfurva Livigno Valdidentro Sondalo

0342/912.229 0342/951.134 0342/946.161 0342/997.275 0342/986.114 0342/809.011

Cultura e divertimento / Cultural & Fun Palestra di arrampicata Valfurva 0342/945.510 Palestra Bormio 0342/901.325 Palestra Cepina 0342/951.161 Palestra Valfurva 339/82.12.173 347/88.48.506 Golf Bormio 0342/910.730 Bocce Bormio 0342/901.482 Bocce Livigno 0342/970.443 Bocce S. Caterina 0342/935.334 Pattinaggio Bormio 0342/903.600 0342/903.242 Tennis Bormio 0342/904.381 Cai Valfurva 0342/945.338 Unione Sportiva Bormiese 0342/901.482 Livigno Campo Tennis Hotel Posta 0342/996.076 Livigno Campo Tennis San Rocco 329/14.15.888 Pesca 0342/904.677 Cinema / Cinemas Livigno Bormio

0342/970.480 0342/901.349

Alimentari Food Gastronomie / Delicatessen Gastronomia Pedrana Livigno

0342/997.082

Pasticcerie / Bakery Pasticceria Pozzi

0342/901.492

Servizi Services Bambini

Asilo Nido La Tata – Bormio - Tutti i giorni anche per turisti 339/67.59.283

Edicole - Cartolerie / Newspapers Cartoleria Sosio Bormio 0342/901.452 Fioristi / Florist Fiordelmondo Bormio Fiordelmondo Valdidentro

0342/903.288 0342/986.014

Imbianchini / Painters Zanoli Davide Rocco

0342/911.405

Idraulici / Plumbers Rodigari Alessandro Confortola Amerigo

338/98.54.339 347/76.14.165

Lo spazzacamino/Chimney sweep Rocca Maurilio 349/61.10.257 Rodigari Alessandro 338/98.54.339 Ferramenta Ferramenta Livigno

Bombole gas / Gas Bertolina Fabiano per Bormio e valli; aperto la domenica.

0342/996.522

328/76.54.951 0342/945.713

Rifornimento Gasolio / Home Heating Fuel Valtellina Petroli s.r.l. 0342/770.049 Bertalli Aldo 0342/905.000 340/19.53.478


Useful numbers

Internet Point Assistenza e vendita PC L’angolo informatico Valdidentro 0342/052.192 Tuttocomputer Bormio 0342/911.502 Riparazione e vendita moto e bici / Bike and Motocycle repair Bertolina Moto & Cicli 0342/945.713 Gommisti / Tyre Specialist Mazzucchi Gomme Livigno

0342/979.145

Treni e bus / Train & bus Tirano: Ferrovie dello Stato Tirano: Ferrovia Retica Bormio: Perego Automobilistica

0342/701.314 0342/701.353 0342/905.090

Service Partners Cola S.r.l.

0342/903.056 335/62.34.467 info@colauto.it

Autonoleggio / Car Rental Carrozzeria Sosio

0342/901.433 335/22.95.98

Soccorso Stradale e meccanici Car SOS Mazzucchi Gomme - Livigno 0342/979.145 Carrozzeria Sosio per Bormio e valli 0342/901.433 - 335/57.15.025 Sosio Ilario per Bormio e valli 0342/929.576 - 339/56.02.262 Carrozzeria Livigno via Rin, 290-Livigno 0342/996.907 Carrozzeria Sosio per Bormio e valli 0342/901.433 - 335/57.15.025

Taxi Taxi Express Livigno Taxi Bormio

0342/997.400 347/61.44.351

Immobiliari Real Estate Agencies Immobiliare Moretti Bormio

0342/902.672

Affittasi Apartment Rentals Seconda Casa Bormio Santa Barbara Bormio Baita La Broina Livigno

0342/902.104 0342/910.483 0342/970.218

Parrocchie Churches Bormio Isolaccia Livigno Premadio Semogo S.Nicolò –Valfurva

0342/91.01.73 0342/98.51.07 0342/99.60.25 0342/90.25.44 0342/92.70.08 0342/94.57.12


Distributori Bormio

Livigno Bar delle Terme Via Stelvio, 10 Cartolibreria Edicola Sosio Via Santa Barbara, 3 Tel. 0342 901452 Celso Sport Via Vallecetta, 5 Tel. 0342 901459 Immobiliare Moretti Via Roma, 48 Via MIlano, 24/A Tel 0342 902672

Al Portico Via Dala Gesa, 24 Tel. 0342 973687 Bar Centro Sci Fondo Via Isola, 113 Tel. 0342 996010 Carosello Via Saroch, 1242/G Tel. 0342 996152

Oliver Bar Via Vanoni, 3 Tel. 335 8396044

Coop Famiglia Cooperativa di Consumo ed Agricola Tel. 0342 996028 Sede - Via Dala Gesa, 21 Latteria - Via San Antoni, 111 Paradisin - Via Borch, 804

Punto d’oro Via Peccedi, 16 Tel. 0342 905007

Da Bice Passera Duty Free Trepalle - Via S.S 301 Tel. 0342 979030

Laboratorio Pasta Fresca Via Roma Tel 334 6655391

Valdidentro Supermercato Gurini Isolaccia – Via Livigno, 15 Tel. 0342 985139

Valfurva Bar Centro La Fonte Santa Caterina Via Magliaga, 3 CRAI Cola Michelangelo via S.Nicolò - Valfurva Tel. 0342 945623

77

Agenzia Interalpen Via Plan, 271 Tel. 0342 996262

Da Paolo Extradoganali Trepalle – Via S.S. 301 Tel. 0342 979176 El Corambrero Via Plan, 361 Tel. 0342 996579 Mottolino Via Bondi, 473/A Tel. 0342 970025 Ristorante Il Cenacolo Via Pedrana, 413/A Tel. 0342 996728 Zinermann Via Plan, 21/H Tel. 0342 996685


D U T Y F R E E PRICE

Wanted Magazine  

La tua guida turistica per la pianificazione della tua estate o delle tue vacanze invernali. Alloggi, ristoranti, centri benessere, avventur...

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you