__MAIN_TEXT__

Page 9

Per sapere qualcosa in di più su una delle gere i limiti delle tecniche circensi? Questi compagnie ospiti a Smells Like Circus, sasono solo alcuni dei temi che sono stati direbbe ovvio scegliere Alexander Vantourscussi da un panel di esperti, tra artisti, desinhout, un artista di circo e danza innovativo e gner, ricercatori, appassionati e professiodi grande successo. Andiamo invece a scoprinisti. Tra i relatori, Marie Vandecaveye, Mare Mardulier& Deprez, un duo sperimentale che rion Guyez & Karine Saroh, Aline Breucker, non manca mai di stupire. Ruben Mardulier e MiAnne-Catherine Kunz, Lukas Brandl. chiel Deprez si sono entrambi diplomati alla “Smells Like Dialogue”, è un simposcuola ACaPA (Paesi Bassi), nel 2015. Ruben, sio di tre giorni dedicato come acrobata, Michiel, come giocoliere, scoprendo a discussioni avdi essere molto più interessati a lavorare e interagire insieme vincenti su teoche alla pura tecnica. Nozione importante: non creano spettacoli in sé; ria, politica e praconducono esperimenti, a cui il pubblico assiste, diventando complice. tica del circo. Al A Smells Like Circus hanno presentato “Slagwerk” (un titolo che si suo interno, ha riferisce alle percussioni). In questo esperimento, il battito del avuto spazio parte cuore di Michiel e Ruben viene amplificato e utilizzato come ritmo del progetto di ricersu cui improvvisa un tastierista. Il battito cardiaco, e quindi il ca artistica biennale ritmo, accelera o rallenta in base ai movimenti di Michiel o “The Circus Dialogues”, Ruben. Il risultato è un concerto unico e irripetibile, per un puborganizzato dalla KASK blico di massimo trenta persone alla volta. Alcuni spettatori si School of Arts di Ghent e sono addormentati, altri sono stati travolti da quella che curato da Bauke Lievens, hanno definito la migliore esibizione a cui hanno partecipato. Quintijn Ketels, Sebastian Il punto però, è altrove: Mardulier & Deprez non suoneranno Kann e Vincent Focquet. Il mai più “Slaqwerk”; non vogliono che diventi un regolare spetsuo obiettivo è creare lo tacolo da vendere a festival o in altri luoghi. Vogliono semplispazio per incontri tra cemente andare avanti, esplorare nuove idee. Quindi, se volete teoria e pratica artistica invitarli al vostro festival, non saprete mai cosa avranno in serbo del circo, facendo luce per voi. Saprete solo che il vostro pubblico assisterà a qualcosa sul circo come un che non ha mai visto prima. campo in cui il penPer i professionali Smells Like Cirsiero sperimentale cus ha programmato dei work in “sta già accadendo”, per garantire la continuità di questo progress, una serie di incontri per pensiero, nel rispetto di un’ecologia artistica, istituzionale e fare rete, pitch sessions per gli artisostenibile a lungo termine. Le nostre attività sono concesti, e due seminari: un incontro di pite con l’intento di aiutare a immaginare il circo come “CARP” (CircusArtsReserachPlatform) un’attività importante e politica allo stesso tempo. e “Smells Like Dialogue”. Aspetto ancora più importante, difendiamo il circo come I ricercatori di “CARP” hanno affrontato forma d’arte aperta e indefinibile. “The Circus Dialol’utilizzo dei costumi in relazione alle arti gues” organizza anche un’intera settimana di ricerca in circensi, la presenza o l’assenza di costumi cui otto artisti di circo affrontano le stesse domande nel circo contemporaneo. Qual è l’importanza attraverso la pratica comune in studio. Nell’ultimo del costume indossato nel corso della creaziogiorno del simposio, si è discusso tutti insieme delle ne di una produzione circense? Niente è più icoloro proposte performative. nico dei tradizionali costumi da circo. Dal rifiuto Durante il seminario, abbiamo anche infine lanciato del design colorato e glamour dei classici costuil libro “Thinking Through Circus”, una raccolta di mi tradizionali, ci si è evoluti in colori neutri e vescritti realizzata da e con artisti circensi, intorno stiti semplici, dando più spazio ad un abbigliamento alla nozione di circo come pratica del pensiero da spogliatoio per distinguersi da paillettes scintilnel corpo. “Thinking Through Circus”, rivela lanti e body attillati. A che punto siamo della ricca e come il femminismo, l’essere queer, la dramaffascinante storia dello sviluppo del costume nel maturgia, l’amore, la disobbedienza, il postcirco contemporaneo? Quali sono le implicazioni della umanismo e l’immaginario estetico-politico, progettazione per il circo, i limiti su cui un designer si imbatte nella sua progettazione? siano ripensati al suo interno e attraverso In che modo, l’innovazione tessile può influenzare il design dei costumi e come può spinle pratiche circensi contemporanee.

RUGGIERIPOGGI.IT

7JUGGLINGMAGAZINE

2020 NUMERO86MARZO

Profile for Ass. Giocolieri e >Dintorni

Juggling Magazine #86 - march 2020  

quarterly italian magazine dealing with contemporary circus arts

Juggling Magazine #86 - march 2020  

quarterly italian magazine dealing with contemporary circus arts

Profile for jugmag
Advertisement