Juggling Magazine #79 - june 2018

Page 6

Ciofi nna by Aria photo

Giordano Cantù (9) Quando nel 2008 sono venuto per caso a questa convention, ho visto il gala e ho scoperto cosa fosse la giocoleria. Prima di allora sapevo giocare con le tre palline, ma non avevo idea di cosa ci fosse dietro questo mondo. Riccardo Tanca (15) La cosa speciale per me qui alla Brianzola è stata riuscire a trovare nuovi amici che hanno le stesse mie passioni, con cui ho creato negli anni un legame molto speciale. Anna Saragaglia (10) È la prima volta che vengo alla Brianzola e la cosa bella che sto provando è camminare e riconoscere volti che ho già visto, ma non ricordo dove, in giro per l’Italia el’Europa, perché ritrovarsi è una bellissima esperienza.

motivazioni che alimentano questa passione Romeo Zanaboni (20) La giocoleria è come una storia d’amore. Incontri quest’arte, la frequenti con grande passione, dopo di che diventa una storia matura e te la continui a portare addosso, Continui a portare le clave e le palline nello zaino, come una donna al tuo fianco. E dopo tanti anni è ancora la mia passione principale, il mio amore. Ray (12) Il circo ha cambiato me e la mia vita. Ora sono un’altra persona. Lavoravo dalle otto di mattina alle sette di sera, poi alle sette entravo nello studio e finivo alle undici di sera. Il mio primo viaggio all’estero fu alla juggling convention 2007 ad Atene, e quando ero lì capii che esisteva altro di diverso, di nuovo, che il sistema non mi aveva insegnato. Incontravo gente alternativa con vite alternative, con un’altra filosofia di vita. E in questo momento qualcosa cambiò in me e comiciai a fare circo, spettacoli e viaggiare. Ho scoperto che viaggiare è una passione, cambia la persona totalmente, maturiamo moltissimo quando viaggiamo. Il circo ha cambiato la mia vita e voglio condividere con tutto il mondo questa opportunità.

4

|

WWW.JUGGLINGMAGAZINE.IT

Sasha B (7) Il viaggio, andare in giro, conoscere tanta gente, essere sempre in allenamento. Lo farei tutta la vita. Poi magari domani finirò con il fare l’idraulico, però adesso mi piace questo, quindi va bene così. Alessandro Bortolozzi (22) Pensavo proprio ieri che era un po’ che non facevo più spettacoli, che non mi allenavoi più con costanza. Così mi sono detto “mi prendo due ore e vado in palestra” e tutto il corpo mi ha seguito, e stavo molto meglio dopo. Mi piace potermi focalizzare su una cosa per volta. La testa si zittisce, non è però che stai a guardare un muro. È come guardare un muro, però ti muovi e tutto il corpo gioisce; è l’endorfina! Davide Cattaneo. (22) Sono innamorato della gente in generale, e stare a contatto con artisti professionisti è uno stimolo per me. Ho bisogno di confrontarmi con gente creativa e sognatrice, mi nutre e alimenta la mia passione per la Brianzola. Questo è il mio ambiente, ma essendoci dentro fino al collo con la Play posso godere le persone da vicino. Per me è una famiglia. è una crescita perché quando c’è il confronto, lo scambio amichevole, divertente, pacifico, felice è solo ispirazione, apertura del cuore, della mente. Giuseppe Cattaneo “Geppo” (19) Io continuo a giocolare perché la giocoleria me la sogno di notte, nel senso che quando sogno la giocoleria di notte funziona tutto, tutti i trick, e quindi poi di giorno ci voglio provare. Poi non funziona, però di notte è fantastico! Dori Giulia Fumagalli (12) Per me è importante la possibilità di partecipare alle convention, perché incontri un sacco di gente, di bella gente, e questo mantiene vivo l’interesse e la passione per la giocoleria.

WWW.PROGETTOQUINTAPARETE.IT


Issuu converts static files into: digital portfolios, online yearbooks, online catalogs, digital photo albums and more. Sign up and create your flipbook.