Page 1

Copertina con dorso_Layout 1 28/08/12 17.06 Pagina 1

Bilancio Sociale di SoSteniBilitĂ 2011


Bilancio Sociale di SoSteniBilitĂ 2011


indice

realizzazione SIMAM S.p.A a cura di Sandro Rossi e Francesca Frassinelli formazione e coordinamento del progetto Essebi Consulting progetto grafico dmpconcept stampa Tipografia GMA Finito di stampare nel mese di luglio 2012

Introduzione

5

L’Azienda

7

Il Bilancio di SostenibilitĂ

21

Governance, Impegni e Stakeholder

23

La Dimensione Economica

29

La Dimensione Ambientale

33

La Dimensione Sociale

43


introduzione Il Bilancio di Sostenibilità 2011 è il risultato di un percorso intrapreso da SIMAM nel 2008 con la pubblicazione del primo Bilancio Sociale. Al tempo stesso, è la testimonianza della volontà dell’azienda di assumere comportamenti, prassi, norme e processi decisionali innovativi, finalizzati al rispetto delle relazioni sociali e degli impatti ambientali ed economici. Il presente documento, pertanto, contiene informazioni diverse per tipologia e rivolte a descrivere come SIMAM si è posta nei confronti del territorio in cui opera negli scorsi dodici mesi. Il territorio, anzi, i territori sono presentati come sistema in cui diversi stakeholder scambiano con l’azienda e tra di loro, in un insieme relazionale complesso, che acquista valore aggiunto da comportamenti collaborativi reciproci. Sia nel suo essere impresa, sia nel contribuire alle iniziative di terzi, SIMAM diffonde i propri principi ispiratori che sono espressi nella Carta dei Valori e nel Codice Etico. Nell’attuale periodo di crisi economica, che impatta significativamente anche a livello sociale, questo approccio, coraggioso, è percepito, con convinzione e forza, come unica risposta possibile. È in questa direzione che la trasparenza è una necessità imprescindibile, per una corretta ed etica gestione delle relazioni con gli stakeholder e per la condivisione, a diverso grado, delle decisioni di investimento e delle relazioni di mercato. L’obiettivo del Bilancio di Sostenibilità 2011 di SIMAM è quello di fornire informazioni e notizie in merito ai risultati e agli obiettivi raggiunti, nonché agli impatti conseguiti con il proprio agire nelle tre dimensioni principali: economica, ambientale e sociale. Un documento nuovo, quindi, per SIMAM che, forte dell’esperienza di 4 edizioni di Bilancio Sociale, si confronta con una modalità di rendicontazione più ampia e più completa, non solo responsabile ma anche sostenibile.

5


l’azienda lettera dell’amministratore delegato Da quando sono stato nominato Amministratore Delegato ho ricevuto una grande responsabilità. Ho la responsabilità di una comunità: i miei dipendenti, in primis, le loro famiglie, i loro figli, a cui è mio dovere garantire un futuro. A questi si aggiungono tutti gli altri stakeholder. Garantire un lavoro di qualità è la risposta che SIMAM ha dato. Non un lavoro, ma un lavoro di qualità. Un impiego stabile, prima di tutto. Il lavoro è tale se si traduce in diritti e doveri. Lavoro è crescere insieme, collaborare, raggiungere obiettivi comuni. Il lavoro è condivisione. Questo vuol dire lavorare in SIMAM. Ed è anche per questo che il nuovo piano industriale è fondato sulla ricerca di nuove opportunità di mercato. SIMAM vuole proporsi al mercato globale rimanendo se stessa, fedele alla sua mission. L’internazionalizzazione non può tradursi in mera delocalizzazione. Al contrario deve essere uno strumento di crescita economica e sociale, attraverso il confronto e l’individuazione delle migliori pratiche che siano capaci di produrre “benessere e crescita”. La seconda, da sola, si è tradotta troppo spesso in forme legali di saccheggio sociale. Ed è sempre per questo che il nuovo piano industriale prevede ingenti investimenti in Ricerca e Sviluppo Tecnologico, con la costituzione di una apposita Unit Aziendale. Questo vuol dire costruire il proprio futuro. La ricerca è sì uno strumento per la crescita competitiva, ma è anche il percorso che conduce alla costruzione dell’economia del domani, quella che i padri lasceranno in eredità ai loro figli, se sostenibile. Il nostro primo bilancio sociale iniziava con “crescere insieme”. L’anno scorso il Presidente e Amministratore Delegato chiudeva la sua lettera con una domanda: “che cosa si sta ancora aspettando?...” Quest’anno, da neo Amministratore Delegato vi dico “è arrivato il momento di agire” e di “reagire” con fermezza e determinazione ad una babele che non ci travolgerà. Amministratore Delegato Sandro Rossi

7


SIMAM S.p.A. Sede Principale - Senigallia

8

Profilo organizzativo SIMAM è una realtà solida, innovativa e in costante espansione, che vanta competenze tecnologiche e esperienze operative d’avanguardia, frutto di ricerche approfondite per la tutela e la difesa dell’ambiente. Con oltre 130 tecnici, più della metà ingegneri, qualificati e di esperienza, Simam è presente nei settori della Depurazione delle Acque, Bonifica di Siti Inquinati e Contaminati, Protezione e Risanamento Ambientale, Costruzione e Gestione di Impianti in Global Service, Ricerca e Sviluppo e Formazione. L’attitudine alla collaborazione ha permesso a SIMAM di promuovere network informali in Italia e all’estero, diventando partner dei propri clienti. L’etica aziendale guida tutte le attività poste in essere, con un agire costituito da diritti, doveri e responsabilità, nei confronti degli stakeholder, e ispirato alla trasparenza di valori e principi e alla tutela della salute e sicurezza dell’ambiente.

9


Servizi principali 10

Ingegneria e Consulenza Ambientale

Prestazioni e Servizi Ambientali

SIMAM fornisce servizi di Ingegneria e Consulenza Ambientale

SIMAM svolge attività di intermediazione rifiuti al fine dello smal-

attraverso due teams multi professionali, integrati e ad alta spe-

timento. Tale servizio è erogato in Global Service o come singola

cializzazione. Il primo si occupa di ingegneria dei processi chi-

attività oggetto di contratto. Altre prestazioni e servizi ambienta-

mici tecnologici applicati alle tematiche di Trattamento e

li riguardano la direzione lavori di Genio Civile, per la tutela del-

Depurazione Acque. Il secondo segue i progetti di Bonifica e Ri-

la natura e del paesaggio, la realizzazione di progetti di messa

qualificazione Ambientale, di Ingegneria Impiantistica e di Genio

in sicurezza, la bonifica di suoli e falde, il barrieramento falde in-

Civile. SIMAM è in grado di fornire, pertanto, una vasta gamma

quinate, il montaggio e la manutenzione di impianti di tratta-

di servizi di Ingegneria di base e di dettaglio.

mento acque.

Impianti di Trattamento Acque

Energia da Fonti Rinnovabili

SIMAM progetta e costruisce Impianti di Trattamento Acque, im-

SIMAM si occupa della produzione di Energia da Fonti Rinno-

piegando tutta la gamma di tecnologie e processi disponibili, e

vabili, con particolare attenzione all’energia da biomasse, ai fini

ne implementa l’efficienza attraverso l’applicazione dei risultati

della cogenerazione in senso lato e della promozione della mi-

acquisiti dal settore Ricerca e Sviluppo aziendale. L’approccio

cro generazione diffusa, a partire da fonti energetiche reperibi-

seguito intende valorizzare quelle soluzioni progettuali che pre-

li a costo “zero”. Si occupa, inoltre, di processi di gassificazione

vedono il riutilizzo a scopo industriale, la riduzione al minimo dei

per via termica, la cui applicazione potrebbe sostituirsi, in alcu-

rifiuti prodotti dai processi di trattamento e l’abbattimento dei

ne aree, alle fonti di alimentazione tradizionale.

consumi delle fonti di energia tradizionali e non rinnovabili. Ricerca e Sviluppo Global Service

SIMAM investe costantemente in Ricerca e Sviluppo tecnologi-

SIMAM, con la formula Global Service, assicura ai suoi Clienti: lo

co a supporto delle unità di linea, sia in fase di progettazione,

studio, la progettazione, la costruzione e la gestione completa

sia di gestione impianti. La Ricerca è finalizzata allo sviluppo del-

degli impianti, grazie a prezzi concorrenziali, che preservano

le competenze aziendali e all’acquisizione di vantaggi competi-

qualità ed efficienza. Global Service garantisce al Cliente la mas-

tivi di mercato, fondati sull’eccellenza e ad alto valore aggiunto.

simizzazione del vantaggio economico, sia di breve, sia di lun-

L’attività di Ricerca e Sviluppo è strutturata al fine di testare mo-

go periodo, rispetto ad una gestione condotta in proprio.

dalità di impiego originali di processi noti, con particolare riferimento alle fasce di mercato dell’azienda.

11


organigramma SiMaM 2011 12

Formazione

13

SIMAM è Ente Formativo Accreditato presso la Regione Marche e offre servizi di analisi dei fabbisogni formativi, progettazione e P RE SI D ENTE M icae l a Ro ss i

gestione corsi di formazione e qualificazione. I corsi di formazione sono rivolti ai dipendenti, per una loro costante crescita professionale, e/o a giovani che si devono inserire nel mercato del lavoro.

RICERCA INNOVAZIONE TECNOLOGIA E BREVETTI Executive Vice President Ciro Cozzolino (Consulente esterno)

SOCIETÀ COLLEGATE E/O PARTECIPATE Executive Vice President Massimo Rossi

AMM INI ST RA T ORE D E LE GA TO S an dr o Ros si

l’organizzazione Nel 2011, in SIMAM, si è verificato un cambiamento nei vertici organizzativi aziendali. Sandro Rossi è stato nominato nuovo

PREVENZIONE E PROTEZIONE

ASSISTENZA LEGALE

Nicola Polese

Esterna

SISTEMA DI GESTIONE AZIENDALE Qualità ambientale Francesca Frassinelli S&SL Nicola Polese

Amministratore Delegato.

COST CONTROL Roberto Olivi

La struttura organizzativa ha seguito un processo di crescita di

INTERNAL AUDIT

mercato, con la definizione di cinque Unità di Business: Ge-

PROCUREMENT

stione Impianti in Global Service, Rifiuti, Energia da fonti alter-

DIREZIONE PERSONALE CONTABILITÀ INDUSTRIALE E SERVIZI

Massimo Rossi

Luca Ansevini

native, Ingegneria e Bonifica, Salute e Sicurezza. Sempre nel 2011, si è dato avvio ad un ulteriore processo riorganizzativo, che vede SIMAM impegnata nella costituzione di

DIREZIONE COMMERCIALE

DIREZIONE PROJECT MANAGEMENT

R.T. Sandro Rossi

Carmine Grande

un “sistema impresa”, sempre più articolato. Il risultato finale di questa evoluzione vedrà l’Unità di Business Salute e Sicurezza confluire in SO.GE.IN1.

Unità di business INGEGNERIA E BONIFICA

Unità di business GESTIONE IMPIANTI GLOBAL SERVICE

Unità di business RIFIUTI

Unità di business ENERGIA DA FONTI ALTERNATIVE

INGEGNERIA

BONIFICHE

Unità di business SICUREZZA

1 Alla data di pubblicazione del presente documento, il ramo d’azienda “Salute e Sicurezza” è stato ceduto a SO.GE.IN.


localizzazione, mercati e nuovi clienti 14

Impianto Disidrat Herambiente - Ravenna

SIMAM è una realtà internazionale con visione globale. La sede

Nel corso dell’anno, la Società ha investito significativamente in

legale è a Senigallia. Altre sedi operative nazionali sono a Mar-

attività di sviluppo di mercato, difendendo le posizioni acquisi-

ghera (Veneto), Assemini (Sardegna) e Priolo Gargallo (Sicilia).

te in Italia e crescendo all’estero.

All’estero SIMAM è fisicamente presente in Costa d’Avorio, nel

Le azioni intraprese sono state molteplici: campagne promo-

Senegal e in Croazia.

zionali, presenza a convegni, divulgazione delle opere e dei

SIMAM annovera tra i suoi Clienti grandi gruppi multinazionali

servizi realizzati, ricerca e selezione di bandi pubblici, ricerca

(tra cui ENI, ENEL, EDISON e TAMOIL, ERG, ecc.) ai quali ga-

di alleanze con operatori affidabili, implementazione di una re-

rantisce prodotti e servizi di qualità certificata e documentata.

te tecnico-commerciale, campagne di qualificazione e pre-

L’obiettivo della massima soddisfazione del Cliente fa di SIMAM

qualifica presso privati ed Enti Pubblici, implementazione della

una realtà attenta al mantenimento di rapporti solidi e duraturi, che si traducono in partnership e network informali.

Fatturato 2011 per area di business

business line dei rifiuti, come linea operativa e come complemento delle altre linee di business, soprattutto nel settore del-

SIMAM ascolta le necessità dei Clienti e le traduce in soluzio-

la consulenza ambientale, della gestione degli impianti e delle

ni operative, ne sostiene le strategie di sviluppo, contri-

bonifiche. SIMAM (con quota maggioritaria), e Pavind (Sulmona, Abruzzo)

buendo alla loro sostenibilità e al conseguimento dei 11,0%

loro obiettivi di mercato, coniugandoli con il rispetto delle Comunità in cui essi operano.

hanno costituito un consorzio specializzato nella gestione dei

9,0%

rifiuti: il Consorzio Rifiuti Centro Italia. La politica di rafforzamento si è concretizzata nella firma di im51,0%

portanti alleanze (Akron, Gruppo Hera, ITALVECO), al fine di aumentare l’investimento complessivo nei confronti di alcuni

costruzione e gestione impianti

29,0%

ambienti e Clienti.

sicurezza

Le attività di Media e Communication sono state affidate a un

energia, rifiuti, ingegneria

team di consulenti esterni, con l’obiettivo di una maggiore dif-

bonifica

fusione a livello nazionale e internazionale. Alla divulgazione cartacea si è unita quella on line. È stato rinnovato e arricchito il sito aziendale, oggi fruibile in più lingue, con numerosi progetti realizzati, riferimenti legislativi, area download, area riservata (per

In base al fatturato, la principale area di Business di SIMAM è

accessi) e con una sezione intranet.

quella della Costruzione e Gestione di Impianti in Global Servi-

In ambito scientifico, intensa è stata la pubblicazione di articoli

ce (51%). La seconda area è quella dei servizi di Salute e Si-

e papers tecnici relativi a progetti operativi o di ricerca.

curezza (alla data di pubblicazione del presente documento, il

La visibilità commerciale, presso i canali fieristici, è un bisogno

ramo d’azienda “Salute e Sicurezza” è stato ceduto a SO.GE.IN

che SIMAM ha affrontato con la partecipazione a Rimini Expo,

srl). Terza, in percentuale, è l’area delle Bonifiche Ambientali.

in qualità di espositore.

15


Stand SIMAM – Ecomondo 2011

16

Costruzione e Gestione Impianti SIMAM

Infine, è stata implementata l’attività promozionale di ricerca di cliente esteri:

dimensioni dell’organizzazione

17

Secondo le classificazioni della Comunità Europea, SIMAM è

o in Costa d'Avorio relativamente ai servizi: trattamento delle acque, energie alternative e interventi ambientali

Fatturato da nuovi clienti acquisiti per area di business

una società di media dimensione, che ha visto crescere i suoi livelli occupazionali, dalla sua costituzione, fino agli anni più re-

o in Croazia, con la creazione di una società, ad hoc, per

centi.

lo sviluppo dei servizi

Nel 2011, la politica di gestione delle risorse umane si è con-

o in Senegal, con l’accelerazione per la registrazione

cretizzata in una scelta coraggiosa e in controtendenza rispetto

12,0%

di una società in loco.

al mercato. La società ha optato per l’incremento dei contratti di lavoro a tempo indeterminato. Ciò per garantire mag-

31,0%

giore stabilità professionale e una migliore specializzazione ai propri dipendenti, mettendoli al riparo dalle crescenti pressioni costruzione e gestione impianti

sociali in essere. 56,0%

1,0%

sicurezza

Dei 103 dipendenti con contratto di lavoro subordinato, 63 sono a tempo indeterminato, pari al 61%, con un aumento del

energia, rifiuti, ingegneria

24% rispetto all’anno precedente (51 unità nel 2010). Un trend

bonifica

in controtendenza, a dimostrazione della fiducia riposta nel pro2011

prio capitale sociale. evoluzione dei contratti di lavoro subordinato 120 100 80 60 40 20 0

2007

2008

tempo indeterminato tempo determinato totale

2009

2010

2011


certificazioni, premi e riconoscimenti 18

Considerando la somma dei contratti di lavoro subordinato e

SIMAM è certificata da RINA per Qualità ISO 9001:2008 e Am-

delle collaborazioni, l’organico ha complessivamente subito una

biente 14001:2004; inoltre, dal 2011 ha avviato l’implementa-

flessione, dettata prevalentemente dalla crisi economica e fi-

zione del Sistema di Gestione della Salute e Sicurezza sul

nanziaria mondiale che si è tradotta, per l’azienda, nella ristrut-

Lavoro conforme alla norma BS OHSAS 18001:2007, con

turazione di commesse.

l’obiettivo di certificarlo nel 2012 (alla data di pubblicazione del

L’organico attuale è composto da 137 unità, di cui 117 uomini

presente documento Simam è in fase finale di certificazione da

(85%) e 20 donne (15%). La prevalenza della componente

parte di RINA). Infine, ha avviato il processo di strutturazione di

maschile è legata al settore di intervento e alla tipologia di con-

un Sistema di Gestione Integrato nell’ottica del D. Lgs. 231 e

tratti di lavoro che richiedono turni e che spesso non sono ri-

dell’assoggettabilità al suo dettato dei reati colposi nel settore

cercati dalla risorsa umana femminile.

del lavoro e dell’ambiente. SIMAM è iscritta all’Albo Nazionale Gestori Ambientali per la ca-

composizione dell’organico (collaborazioni e contratti di lavoro subordinati)

tegoria 8 Classe D, Intermediazione Rifiuti, per la categoria 9 classe A, Bonifica dei siti ai sensi del D. M. n. 406/98, per la ca-

180

tegoria 10 Classe C, Bonifica beni contenenti amianto, e per il

160 140

Trasporto dei propri rifiuti ai sensi dell’Articolo 212, Comma 8,

120

del D. Lgs 152/06.

100

SIMAM è qualificata SOA per le categorie OG9, impianti produ-

80 60

zione di energia elettrica classe III, OG12, opere ed impianti di

40

bonifica e protezione ambientale classe VI, OS22, impianti po-

20 0

tabilizzazione e depurazione classe VI. 2009 uomini donne totale

2010

2011

SIMAM è iscritta nell’Albo dei Laboratori di Ricerca, di cui all’Art. 14, Commi 9-15 del D.M. n. 593 dell’8 Agosto 2000, istituito dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, funzionale alla sua attività di ricerca e innovazione, in particolare nell’ambito dei processi di trattamento acque e delle tecnologie impiantistiche per la produzione di energia da fonti non convenzionali. Nel corso dell’anno, l’azienda ha ottenuto premi a conferma della qualità del suo agire e dei principi che ne ispirano la mission, orientati alla sostenibilità ambientale e all’armonia tra azione umana e sistema naturale. In particolare, ha ricevuto il premio quale testimonianza della

19


il Bilancio di Sostenibilità Parametri del Bilancio di Sostenibilità 20

buona imprenditoria marchigiana (Vª edizione del “Premio Va-

I dati economico-finanziari del presente documento si riferiscono

lore Lavoro”), inserito nell’ambito della Giornata delle Marche.

al bilancio civilistico che decorre dal 1 Gennaio 2011 al 31 Di-

Il premio è istituito dalla Regione Marche, con il contributo del

cembre 2011. Il periodo di rendicontazione coincide, quindi, con

Fondo Sociale Europeo, allo scopo di valorizzare le buone pra-

l’anno solare. I dati relativi al 2011 sono messi a confronto con

tiche aziendali attuate dalle realtà imprenditoriali marchigiane

quelli delle annualità precedenti pubblicati nel Bilancio Sociale.

in favore delle risorse umane, per condividerne le buone prati-

Gli argomenti e gli indicatori inclusi nel Bilancio di Sostenibilità

che tra aziende, istituzioni e opinione pubblica.

sono quelli che hanno avuto un’importanza significativa nell’im-

Infine, SIMAM è stata premiata all’interno di una manifestazio-

patto economico, ambientale e sociale dell’azienda.

ne tenutasi nell’Aula Magna del Palazzo Comunale di Recanati,

Attraverso il presente documento, si vuole mettere in evidenza la

alla presenza dell’Assessore Regionale alla Formazione e Lavo-

solidità e la serietà di SIMAM, nei suoi aspetti di forza o di critici-

ro Marco Luchetti.

tà, connesse al rispetto e al miglioramento delle condizioni economiche e sociali della Comunità in cui opera. L’obiettivo finale è di fornire, a tutti gli stakeholder, report significativi, con analisi quali-quantitative, in forma chiara ed efficace, per valutare al meglio le performances aziendali e i relativi trends. Nel corso del 2011, come in passato, SIMAM ha intrapreso strategie di crescita e, contestualmente, di interesse e di importanza per le Comunità locali in cui ha operato. L’attività operativa ha tenuto fede ai principi e agli assunti contenuti nella Carta dei Valori, che orienta e guida i comportamenti aziendali, all’interno e nei confronti di interlocutori esterni. Infine, l’agire aziendale si è conformato al Codice Etico, redatto e pubblicato nel corso dell’anno, contenente norme e regole di condotta che SIMAM si impegna

SIMAM riceve il Premio Valore Lavoro 2011 (10 dicembre 2011)

a seguire e che chiede ai suoi interlocutori di rispettare.

21


Governance, impegni e Stakeholder 22

Contatto aziendale per informazioni sul report

SIMAM persegue il proprio business nel pieno rispetto di valo-

Per informazioni o chiarimenti sul presente documento è pos-

ri etici inderogabili, massimizzando le ricadute positive sul tes-

sibile contattare l’ufficio Qualità, Ambiente e Responsabilità So-

suto sociale e eliminando o minimizzando gli impatti negativi e

ciale presso la SIMAM SpA, a Senigallia in Via Cimabue 11/2,

i rischi dell’attività industriale.

60019.

Sono diversi i processi aziendali che impattano sulla società cir-

Tel. +39 071 6610040 Fax +39 071 6610165 e-mail info@simam-spa.it Il Bilancio Sociale di Sostenibilità è inoltre disponibile sul sito www.simam-spa.it

costante, dai rapporti con i lavoratori, alle relazioni che si intessono con i sindacati, alla tutela della salute e della sicurezza, al rispetto delle normative che tutelano il vicinato, la Comunità locale e il Cliente. SIMAM opera con la convinzione che il successo di un'azienda, nel lungo periodo, dipenda anche dalla capacità di soddisfare o addirittura anticipare i bisogni culturali, sociali ed economici della società. Dall'ascolto attento dei vari portatori di interesse derivano conoscenza, cultura, sensibilità e tutte le iniziative che rendono concreto il principio della sostenibilità.

Struttura di governo La Struttura di Governo di SIMAM è pensata in funzione degli impegni etici legati alle scelte di Responsabilità Sociale. Dal 2008, come già detto, SIMAM pubblica il Bilancio Sociale, mentre nel 2011 si è dotata di un Codice Etico. A ciò bisogna aggiungere le certificazioni conseguite (vedi apposito paragrafo) e l’avvio del processo di strutturazione di un Sistema di Gestione Integrato, nell’ottica del D. Lgs. 231/2001.

23


impegni 24

In conformità ai requisiti stabiliti come strategici per il proprio si-

o Rispettare la normativa a tutela della sicurezza e dell’am-

stema di gestione, l’Alta Direzione SIMAM ha definito la propria

biente nello svolgimento dei propri impegni contrattuali.

Politica per la Qualità, l’Ambiente, la Salute e Sicurezza dei la-

I valori fondanti la cultura aziendale ispirano i comportamenti di

voratori, impegnandosi:

coloro che operano nell’interesse della società, sia all’interno,

o ad attuare il Sistema di Gestione Aziendale Qualità Ambien-

sia all’esterno dell’organizzazione. Affinché ciò possa realizzarsi

te e Salute e Sicurezza e migliorarlo di continuo

compiutamente, sono stati predisposti appositi strumenti di con-

o al rispetto delle leggi, dei regolamenti vigenti, degli accordi

trollo che permettono al management di raccogliere tutte le in-

sottoscritti e degli altri impegni assunti dalla Società e al moni-

formazioni necessarie per gestire i rischi e garantire che tutte le

toraggio periodico del rispetto delle prescrizioni

scelte siano prese secondo meccanismi concordati di approva-

o a promuovere le attività di prevenzione eliminando e/o ri-

zione, delega e notifica.

ducendo, ove tecnicamente possibile e a costi sostenibili, i rischi per la salute e per la sicurezza dei dipendenti, dei contrattisti e dei Clienti, adottando i principi, gli standard e le soluzioni che

La Carta dei Valori

costituiscono le “best practices” internazionali.

Gli stessi valori, enunciati da SIMAM, pubblicati nella Carta dei

E individuando come principali obiettivi:

Valori, sono interpretati come impegni che l’azienda assume e

o Documentare e diffondere i principi della Politica in materia

persegue.

di Qualità, Sicurezza, Salute ed Ambiente a tutto il personale dipendente, ai fornitori di servizi, ai Clienti, presso i cui siti la So-

I valori e gli impegni di SIMAM:

cietà opera in Global Service, e alle Autorità

o Coinvolgere per valorizzare: favorire la crescita umana e pro-

o Identificare e valutare i rischi associati alle proprie attività, al-

fessionale e rafforzare il senso di appartenenza.

lo scopo di individuare le azioni di miglioramento da inserire

o Crescere un’azienda moderna che sappia considerare i rap-

nel programma degli interventi migliorativi

porti umani nelle scelte strategiche.

o Controllare le attività effettuate da terzi subappaltatori che

o Consolidare il capitale intellettuale e la partecipazione alla

possono produrre impatti sull’ambiente o rischi per la salute e

comunicazione.

sicurezza dei lavoratori aziendali e, se nel caso, dei clienti

o Incentivare la libera iniziativa e le nuove idee, stimolando le

o Formare ed informare il personale sui rischi per l’incolumità,

risorse umane ad essere motore attivo di sviluppo e di crescita.

sia propria che di Terzi, tipici dell’attività svolta, e su quelli che

o Garantire un profilo di correttezza, disponibilità, lealtà, coe-

ne possono derivare per le matrici ambientali

renza nelle scelte e nei rapporti con tutti gli interlocutori.

o Coinvolgere i dipendenti, nell’ambito della proprie mansioni,

o Dedicare la massima attenzione alle necessità del cliente, as-

nel processo di referenziazione della Società verso i Clienti, so-

sicurando qualità del servizio, competenze adeguate, disponi-

prattutto per quanto attiene i valori della gestione aziendale e la

bilità, serietà e trasparenza delle scelte.

sua alta considerazione

o Investire nell’innovazione per offrire servizi moderni e pro-

25


Giornata SIMAM 2011 Presentazione Bilancio Sociale

Gli Stakeholder 26

dotti migliori, nel rispetto consapevole e responsabile dell’am-

Gli stakeholder sono tutti coloro che contribuiscono al raggiun-

biente, del clima e della biodiversità dei luoghi, attraverso pro-

gimento degli obiettivi e dei risultati dell’azienda, che influen-

cedure coerenti e consolidate.

zano o possono essere influenzati dalle performance e dalle

o Creare nuove opportunità di lavoro, cercando di coinvolgere

scelte di SIMAM.

e valorizzare le competenze locali, nel rispetto delle tradizioni,

Gli stakeholder di SIMAM sono coloro verso i quali la società

della cultura dei territori e delle Comunità Locali.

ha, o potrebbe avere, responsabilità legali, finanziarie ed ope-

o Conciliare l’equilibrata redditività delle scelte aziendali con la

rative (ad esempio Personale, Società collegate, Banche).

diffusione di valori sociali e di una cultura solidale.

Gli Stakeholder sono coloro che potrebbero influenzare le de-

o Trasmettere l’entusiasmo del saper fare e fare del sapere un

cisioni aziendali (ad esempio i Clienti, lo Stato, il Mercato), so-

bene da condividere.

no coloro con cui l’organizzazione interagisce (Vicinato,

o Costruire uno sviluppo a misura d’uomo.

Ambiente, Comunità locali e territoriali), sono coloro che, direttamente o indirettamente, dipendono dalle attività e dall’operatività dell’organizzazione, in termini economici e finanziari e in termini di infrastrutture e servizi regionali o locali. Inoltre, sono stakeholder coloro i quali, per loro cultura e usanze, possono essere portatori di nuovi interessi ed esigenze (ONG, Università, Generazioni future) o coloro con cui l’azienda si rapporta e si confronta (famiglie del personale e dei collaboratori, Associazioni di categoria e Centri per l’Impiego). Nella raffigurazione attraverso la “mappa”, gli stakeholder sono suddivisi tra “interni” (facenti parte di SIMAM o immediatamente vicini ad essa) ed “esterni” (i quali pur non facendo parte di SIMAM concorrono alla realizzazione degli obiettivi aziendali). Per ogni “portatore di interesse” SIMAM identifica e valuta le cosiddette “istanze prioritarie”, al fine di procedere ad interventi mirati in termini di coinvolgimento, di partecipazione e di condivisione.

27


la dimensione economica

Gli Stakeholder

Le performance economiche e finanziarie rappresentano una

28

dimensione chiave della strategia di sostenibilità di SIMAM, in quanto consentono il mantenimento dell’attività aziendale e quindi il suo proseguimento nel tempo e nello spazio. PertanDirezione Aziendale

to, la rendicontazione della dimensione economica è un aspetPersonale e collaboratori

to centrale del Bilancio di Sostenibilità di SIMAM, in quanto fornisce un primo riscontro in termini di strategie aziendali at-

Società collegate Mercato (concorrenza)

Clienti (pubblici, privati, associazioni)

Fatturato Il fatturato 2011 di SIMAM ha subito una flessione del 3,5%

Stato, Enti locali, Amministrazioni pubbliche

Fornitori

Banche

tuate e di risultati economici ottenuti.

circa, rispetto al 2010.

Ambiente

Positivi sono i trend riscontrati nelle Aree di Business “Rifiuti” e Fondazione “Maria Grazia Balducci Rossi per i più bisognosi”

Comunità locale e territoriale

“Ingegneria” (con un recupero rispetto ai risultati 2009). Le performance delle altre aree di business sono sostanzialmente invariate rispetto al periodo precedente.

Generazioni future

Centro per l’impiego

evoluzione del fatturato nel triennio 2009-2011 60%

Università

Associazioni di categoria

50% 40%

Famiglie del personale e dei collaboratori

30% 20% 10% 0%

2009

2010

costruzione e gestione impianti sicurezza energia, rifiuti, ingegneria bonifica

2011

29


distribuzione geografica del fatturato

distribuzione del valore aggiunto 2011 risorse umane pubblica amministrazione 6,0%

capitale di credito

nord centro

soci

22,0%

30

collettività

21,0%

sud e isole

La distribuzione geografica del fatturato conferma la struttura territoriale acquisita nel corso degli an-

2,0%

ni. Il principale mercato rimane quello italiano, con una presenza prevalente nell’area meridionale e nel-

Il Valore Aggiunto prodotto da SIMAM viene

65,0%

13,0%

distribuito innanzitutto alle risorse umane, al6,0%

le quali vanno circa i 2/3 della ricchezza creata nel 2011. Queste ultime si confermano,

65,0%

quindi, i principali beneficiari della ricchezza di-

le isole, una quota altrettanto rilevante al centro e al

stribuita.

nord e una presenza in termini di servizi e attività in tutto il territorio nazionale.

Valore aggiunto

Forniture

La dinamica del Valore Aggiunto è conseguenza di quella del

Anche per il 2011, SIMAM ha perseguito l’obiettivo di migliora-

Fatturato realizzato. Nel 2011, il Valore Aggiunto ha subito una flessione, calcolata sulla base delle componenti reddituali che,

re i rapporti di collaborazione e fiducia con i propri fornitori, in-

dimensione aziendale dei fornitori

nalzando la qualità dei servizi offerti. Tutti i fornitori sono

in forma proporzionale, si sono ridotte.

sottoposti ad un processo di qualifica, il cui periodo è della durata di 24 mesi, al termine del quale si procede ad una

Valore globale della produzione

19.933.000

Costi intermedi di produzione

- 8.695.000

Elementi finanziari straordinari di reddito

+ 107.000

Ammortamenti, svalutazioni, accantonamenti

- 550.000

Valore Aggiunto Globale Netto - Ricchezza distribuibile

5,0%

nuova valutazione nell’ottica di un miglioramento continuo. Il fornitore tipo è un’azienda di media dimen22,0%

sione (73%), ma non mancano anche i piccoli e i grandi fornitori.

10.795.000

piccola

La ricchezza generata nel 2011, circa 11 milioni di euro, è stata poi distribuita a coloro che ne hanno contribuito alla creazione, ovvero agli stakeholder chiave in termini di valore aggiunto.

73,0%

media grande

31


tipologia del fornitore 4,0%

storico nuovo

32

la dimensione ambientale

SIMAM collabora con fornitori locali, dislocati nelle

La dimensione ambientale è altrettanto importante in un’ottica

vicinanze degli impianti, in modo da creare una ri-

di sostenibilità, tanto più per un’azienda che opera nell’ambito

caduta sociale ed economica attiva sul territorio in cui l’azienda opera e, contestualmente, da ridurre

dei servizi all’ambiente, per cui l’attenzione a questi temi di96,0%

venta elemento di sopravvivenza e di mantenimento delle atti-

l’impatto ambientale del ciclo di fornitura. Inoltre, privi-

vità operative.

legia il rapporto di fiducia, di correttezza e di qualità con i

SIMAM è certificata UNI EN ISO 14001:04 e misura e valuta i

fornitori “storici”, pur non trascurando l’attività di selezione di

propri impatti ambientali attraverso uno specifico sistema di ge-

nuovi fornitori, soprattutto per nuove iniziative economiche.

stione. SIMAM ha definito una Politica Ambientale, diffusa a tutti gli in-

SIMAM acquista dai propri fornitori beni e servizi: prodotti com-

terlocutori interessati.

merciali, apparecchiature, hardware e software, consulenze, incarichi di progettazione, collaudo e direzione lavori, prestazioni di servizi svolti da imprese esterne e tutto ciò che riguarda la gestione dei rifiuti e che passa attraverso la specifica area di business.

Fornitori certificati

il consumo di risorse Il consumo di risorse è monitorato al fine di evitare gli sprechi,

4,0%

contenere gli eccessi e definire prassi ecocompatibili.

SIMAM valuta e seleziona i fornitori di beni e servizi

Per il controllo del consumo idrico, sono state implementate

anche in base alla loro capacità di rispondere alle le-

azioni che vanno dall’uso di miscelatori d’aria nei rubinetti del-

gislazioni vigenti in materia di Salute, Sicurezza e

la sede centrale, al controllo sistematico di fatture e contatori, al-

Ambiente.

la sensibilizzazione del personale ad un utilizzo rispettoso della risorsa idrica. Nel 2011, il consumo idrico ha registrato una sensibile diminuzione. in possesso di certificazione non in possesso di certificazione

96,0%

2009

2010

2011

Totale (m3) Unitario

Totale (m3) Unitario

Totale (m3) Unitario

228

5,6

493

13,1

380

9,7

Le misure per il controllo del consumo di metano si basano su una specifica procedura che è finalizzata alla riduzione del consumo, a manutenzioni periodiche, al controllo di fatture e con-

33


la gestione dei rifiuti 34

tatori, alla sensibilizzazione del personale attraverso volantini in-

La quasi totalità di rifiuti che SIMAM gestisce (99%) è relativa

formativi e istruzioni operative, ad un uso corretto degli impianti

ai servizi offerti ai propri clienti. Non si tratta pertanto di rifiuti

di riscaldamento e condizionamento.

prodotti internamente che, percentualmente, incidono sola-

Nel 2011, il consumo di metano è rimasto sostanzialmente in

mente per l’1%.

linea con l’anno precedente, con un leggero aumento.

SIMAM è pienamente coinvolta nel contribuire a ridurre gli impatti delle attività produttive economiche attraverso processi di

2009 Totale (m3)

2010

2011

smaltimento innovativi ed efficaci e una costante attività di Ricerca e Sviluppo di tecnologie all’avanguardia. Grande atten-

Unitario (m3/pc)

Totale (m3)

Unitario (m3/pc)

Totale (m3)

Unitario (m3/pc)

40,9

10.170

70,6

11.773

84,7

6.300

zione è rivolta alla tracciabilità dei processi di smaltimento. Per questo, sono state definite procedure e prassi di monito-

Il consumo elettrico evidenziato è legato alle esigenze di utiiiz-

raggio della gestione, al fine di controllare la qualità e la quan-

zo per l’illuminazione degli ambienti di lavoro, l’alimentazione di

tità di rifiuti prodotti, le eventuali possibilità di recupero e/o

computer, apparecchi elettronici e condizionatori d’aria. Anche

riutilizzo prima dello smaltimento e le varie opportunità per la Rifiuti prodotti da attività industriali

in questo ambito, sono state prese misure specifiche per il controllo e la riduzione, soprattutto per quanto riguarda la sede cen-

raccolta e lo smaltimento finale. I rifiuti delle attività industriali dei Clienti SIMAM sono collegati

trale. Tali misure prevedono l’uso di lampade a basso consumo,

1,0%

ad attività di bonifica dei terreni, e relativi, soprattutto, ai fanghi

la programmazione ottimale dei termostati per il riscaldamento

prodotti da operazioni di risanamento delle acque di falda e

e il condizionamento, la verifica di fatture e contatori, la sensi-

di trattamento delle acque reflue industriali.

bilizzazione del personale ad un uso corretto della risorsa elet-

21,0%

trica attraverso volantini informativi e istruzioni operative.

29,0%

Come per i consumi di metano, anche l’utenza elettrica ha re-

carbone attivo esaurito rifiuti liquidi acquosi e concentrati acquosi prodotti dalle operazioni di risanamento delle acque di falda

gistrato un lieve incremento rispetto alla precedente rendicontazione. 37,0% 2009

2010

2011

Totale (kWh) Unitario (kWh/pc)

Totale (kWh) Unitario (kWh/pc)

Totale (kWh) Unitario (kWh/pc)

129.957

844

118.760

797

126.898

904

12,0%

fanghi prodotti dalle operazioni di risanamento delle acque di falda fanghi prodotti dal trattamento delle acque reflue industriali varie

35


rifiuti liquidi acquosi e concentrati acquosi prodotti dalle operazioni di risanamento delle acque di falda, contenenti sostanze pericolose

Rifiuti industriali trattati

2,7% 0,2%

rifiuti liquidi acquosi e concentrati acquosi prodotti dalle operazioni di risanamento delle acque di falda rifiuti liquidi acquosi contenenti inchiostro rifiuti liquidi fosse settiche

36

I rifiuti industriali trattati si riferiscono, principalmente, a rifiuti liquidi acquosi e concentrati, ac-

50,5% 46,6%

commerciale, rendendo così possibile anche il riutilizzo spinto del rifiuto. In particolare SIMAM sta approfondendo lo studio sui

quosi derivanti dalle operazioni di risanamento

processi di trattamento mediante filtrazione su membrane, fo-

delle acque di falda, contenenti o meno sostanze pe-

calizzando l’attenzione sui i campi nei quali l’applicazione di ta-

ricolose.

li tecnologie può consentire il raggiungimento degli obiettivi di qualità imposti per le acque trattate e le materie seconde recuperate a condizioni economicamente sostenibili.

Nel 2011, sono stati recuperati 16.100 kg di materia prima

A tale proposito SIMAM sta studiando l’applicazione al tratta-

secondaria, durante operazioni di recupero su rifiuto liquido

mento rifiuti del processo di osmosi diretta del tutto nuovo nel

pericoloso, mentre l’area di intermediazione del settore rifiuti

panorama nazionale. Le potenzialità di tale tecnologia, laddove

ha consentito lo smaltimento e il trattamento di oltre 8.000.000

applicabile, sono legate al minor consumo energetico, alla per-

kg di rifiuti (pericolosi e non pericolosi).

centuale di recupero più elevata e, più in generale, ad un minor costo di trattamento. È stato a tale scopo noleggiato un impianto pilota scala industriale ed è stato assemblato un altro scala la-

la ricerca SIMAM ha proseguito l’attività di Ricerca e Sviluppo di tecnologie alternative, sia per il trattamento di rifiuti (con particolare riferimento alle acque di falda e alle acque reflue industriali), sia per la generazione di energia da fonti rinnovabili, con l’obiettivo di dare valore aggiunto a impianti e servizi e di potenziare, quindi, le relative performance economiche e ambientali. L’attività di ricerca sperimentale è principalmente focalizzata a: o Individuare modalità di trattamento affidabili nei confronti di tipologie di rifiuti ancora scarsamente referenziate nella letteratura tecnica del settore. o Sviluppare e ottimizzare processi di trattamento eco-innovativi che, oltre a garantire un’elevata protezione delle matrici ambientali, diano la possibilità di trattare in loco rifiuti liquidi, al momento inviati a smaltimento presso impianti autorizzati, attraverso la produzione di sottoprodotti ad apprezzabile valore

boratorio. SIMAM ha inoltre raggiunto l’accordo, che ha fornito tali attrezzature, per la distribuzione in Italia in forma esclusiva. o Valutare le diverse modalità di produzione di energia a partire dalle varie fonti rinnovabili (eolica, fotovoltaica, vettori energetici ampiamente disponibili e “puliti”, etc.), analizzandone anche la sostenibilità e l’applicabilità. o Sviluppare, implementare e mettere a punto configurazioni impiantistiche, caratterizzate da elevata efficienza energetica e da minimo impatto ambientale, per la produzione di energia elettrica dalla gassificazione sia a caldo che a freddo delle biomasse, per cercare di valorizzare, mediante questa forma di riutilizzo, anche scarti di lavorazione e/o biomasse a costo “zero”.

37


Impianto pilota di osmosi diretta scala laboratorio – Centro prove SIMAM

Impianti pilota di digestione anaerobica allestiti in area dedicata all’interno del Centro Prove

38

39

Impianto pilota di gassificazione

Impianto pilota di osmosi diretta scala industriale


Prototipo del lampione GENERATOR installato presso la Facoltà di Ingegneria dell’Università Politecnica delle Marche

40

Il carattere d’innovazione dei progetti in corso risiede nella ricerca continua dello sviluppo/miglioramento di tecnologie anche note, al fine di conseguire maggior una efficacia ed efficienza, oltre ad un miglior grado di compatibilità ambientale dei processi produttivi. La SIMAM, oltre a portare avanti progetti di ricerca interni, partecipa anche insieme ad altre società ed enti di ricerca a programmi co-finanziati da Bandi Nazionali. In particolare è tra i soggetti beneficiari di n° 2 progetti finanziati dal Ministero dello Sviluppo Economico nell’ambito del piano INDUSTRIA 2015: o GENERATOR: Nuovo lampione per generare energia elettrica con fonte eolica e fotovoltaica ad elevata diffusività applicativa (Bando Efficienza Energetica). o ENERCLEAN: Idrogeno dalla combustione dell’alluminio (Bando Made in Italy).

GENERATOR “Nuovo lampione per generare energia elettrica con fonte eolica e fotovoltaica ad elevata diffusività applicativa” Il progetto consiste nella realizzazione di un generatore elettrico a turbina verticale e coassiale eolica, ecocompatibile, integrando un’unità fotovoltaica ausiliaria ad alta efficienza. Consente di generare energia rinnovabile con lo sfruttamento delle fonti energetiche rinnovabili dell’eolico e del fotovoltaico. È stato realizzato un primo prototipo del lampione GENERATOR e a seguito delle sperimentazioni si è costruito un secondo prototipo per migliorarne le prestazioni. È stata condotta presso la Facoltà di Ingegneria dell’Università Politecnica delle Marche l’ultima fase di sperimentazione e validazione del prototipo. Il progetto è stato completato a dicembre 2011.

41


ENERCLEAN “Idrogeno dalla combustione dell'Alluminio”

42

Il progetto è dedicato allo sviluppo di un sistema energetico innovativo che, fondato sull'utilizzo dei prodotti e dei sottoprodotti della combustione di un combustibile solido in ambiente saturo d'acqua, risulta potenzialmente in grado di realizzare la generazione integrata e simultanea di quattro fonti energetiche secondarie, dando luogo ad una applicazione classificabile come CombinedHeatHydrogenSteam and Power (CHHSP) completamente ecosostenibile. Le attività sono state avviate nel luglio del 2010 ed hanno visto il completamento della progettazione concettuale nel 2011. Attualmente è in fase di sviluppo la progettazione esecutiva conclusa la quale si passerà alla realizzazione del prototipo e alla fase di sperimentazione e validazione del progetto. Si prevede il completamento del progetto a dicembre 2013. La SIMAM, in seguito all’uscita della capofila, è stata nominata all’unanimità dal partenariato del progetto società primo referente/proponente per la presentazione della proposta di variazione di programma e la continuazione fattiva del progetto.

la dimensione Sociale le risorse umane Il capitale delle risorse umane di SIMAM ha subito una lieve flestipologia contratto di lavoro

sione, attestandosi comunque sostanzialmente sui valori del 2010, nonostante il perdurare della crisi economica finanziaria e le difficoltà del mercato. L’organico è composto da 137 unità. In particolare, si è rafforzata, nel 2011, la scelta di SIMAM di valorizzare il contratto di lavoro dipendente (103 uni-

25,0%

tà), preferito rispetto alle collaborazioni (34 unità).

Per lo sviluppo delle ricerche in essere SIMAM ha ritenuto fondamentale promuovere la creazione e lo sviluppo di una rete tra Università, centri tecnologici di ricerca e mondo istituzionale in modo da poter avere un costante interscambio e

75,0%

confronto tra il proprio know-how raggiunto e quello conseguito da tali enti di ricerca. L’obiettivo è dunque quello di coopera-

contratti di lavoro dipendente

re in sinergia allo sviluppo di nuove tecnologie o al

contratti di collaborazione

miglioramento di quelle esistenti. In particolare ci sono collaborazioni attive con: o Dipartimento di Energetica dell’Università Politecnica delle Marche (UNIVPM) o Dipartimento di Ingegneria delle Costruzioni Meccaniche, Nu-

durata del contratto di lavoro subordinato

cleari, Aeronautiche e di Metallurgia della Seconda Falcoltà di

Pur in presenza di una leggera contrazione dei valori assoluti degli occupati, SIMAM ha comunque registrato un conso-

Ingegneria di Bologna (DIEM – UNIBO)

lidamento della base occupazione aumentando i

o Enea, Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l’energia e lo sviluppo economico sostenibile o Dipartimento di Ingegneria Meccanica e Industriale dell’Uni-

contratti di lavoro a tempo indeterminato (+ 12 uni39,0%

tà) e riducendo i contratti a tempo determinato (15 unità).

versità di Brescia (DIMI – UNIBS) o Istituto per le Macchine Agricole e Movimento Terra del Consiglio Nazionale delle Ricerche, INAMOTER - CNR o Dipartimento di Elettronica, Informatica e Sistemica dell’Uni-

61,0%

versità di Bologna (DEIS – UNIBO) o Dipartimento di Scienze e Metodi dell’Ingegneria

tempo indeterminato

o S.P.R.I.S.S. Lab S.r.l. Laboratorio di Ricerca

tempo deternimato

43


composizione organico per fasce d’età

la formazione

inferiore a 30 anni 44

da 31 a 40 anni

SIMAM ha incrementato significativamente il numero dei corsi,

15,0%

da 41 a 50 anni

soprattutto in materia di Salute e di Sicurezza sul lavoro, con l’obiettivo di ottimizzare l’implementazione del sistema di ge-

oltre 50 anni 15,0%

41,0%

stione conforme alla OHSAS 18001:2007 e di accrescere e ap-

SIMAM ha confermato per l’anno 2011 la sua carat-

profondire le competenze specialistiche del personale impe-

teristica di “azienda giovane” con oltre il 55% di uni-

gnato nell’erogazione dei servizi sui cantieri.

tà sotto i 40 anni.

Sono stati organizzati due corsi per Lead Auditor registrati IRCA e CEPAS erogati da Bureau Veritas, con esame finale, con il coin-

29,0%

volgimento di un totale di 36 dipendenti tra personale di sede e dei siti (uno per ogni unità di business). È continuata, inoltre, l’attività di aggiornamento legislativo ineIl dato relativo all’anzianità del personale dipendente ha regi-

anzianità lavorativa del personale dipendente

strato nel 2011 un aumento di tutte le fasce interessate, a di-

rente le prescrizioni applicabili a SIMAM e gli approfondimenti tecnici in materia di Costruzione, Ricerca e Sviluppo, Bonifiche.

2,0%

mostrazione di una costante crescita della stabilità degli

Formazione erogata

occupati e della valorizzazione dei giovani in un’ottica

Dirigenti

di stabilità lavorativa.

12,0%

totale ore formazione media pro-capite

13,0%

34,0%

totale ore formazione

tra 1 e 3 anni

media pro-capite

tra 5 e 10 anni superiore a 10 anni

39,0%

220 24,44

Impiegati, Quadri, Tecnici, Operai, etc.

infeirore a 1 anno

tra 3 e 5 anni

2011

4572 48,63

Complessivamente, SIMAM ha attivato 61 corsi di formazione interna, coinvolgendo il 90% dei lavoratori ed erogando un totale di 4.792 ore di formazione.

45


46

2007

2008

2009

2010

2011

Numero corsi attivati

10

38

31

32

61

Numero partecipanti

22

75

179

241

205

29%

42%

58%

78%

90%

64

282

2696

3239

4792

Ore di formazione pro-capite

1,55

2,96

15,06

30,56

42,04

Costo formazione pro-capite

342,54

210,26

198,5

832,94

1582,01

% lavoratori che hanno partecipato ad almeno 1 corso di formazione Ore di formazione erogate totali

2007

2008

2009

2010

2011

Numero infortuni

1

2

2

0

1

Giornate non lavorate

2

24

28

0

11

153,5

245,5

226,51

193

88

Indice gravità (gg. infortunio/ore lavorate x 1.000)

0,01

0,1

0,12

0

0,05

Indice frequenza (n. infortuni/ore lavorate x 1.000.000)

6,51

8,15

0

0

4,15

Ore non lavorate

SIMAM sostiene fortemente anche l’inserimento nel mondo del

la sicurezza

lavoro di giovani diplomati e laureati e, per favorire la ricerca di

Al fine di monitorare il fenomeno infortunistico e migliorare il si-

personale altamente qualificato, ha promosso la creazione e lo

stema di gestione aziendale della sicurezza, SIMAM analizza sta-

sviluppo di una rete tra Università, centri tecnologici di ricerca e

tisticamente i propri infortuni sul lavoro.

mondo istituzionale. I progetti di ricerca vengono quindi porta-

I dati dell’analisi si riferiscono alla totalità dei dipendenti SIMAM

ti avanti da giovani ricercatori sotto la direzione e la supervisio-

per il periodo 2007-2011 e si fa riferimento alla Norma UNI

ne del personale senior presente in azienda, che possiede una

7249 “Statistiche degli infortuni sul lavoro”, norma UNI di riferi-

comprovata esperienza pluriennale nei settori di interesse. La

mento del D. Lgs. 81/08 e s.m.i. per la statistica. Tale docu-

stretta collaborazione, tra senior e junior, favorisce il trasferi-

mento ha altresì lo scopo di fornire tutte le informazioni e i dati

mento delle conoscenze al personale più giovane, promuo-

esistenti a tale fenomeno a vantaggio delle commesse di ven-

vendone la crescita professionale. Nel settore della Ricerca e

dita e di offerta aperte da SIMAM nell’ambito delle proprie atti-

Sviluppo sono in programma per il 2012 nuove assunzioni (sia

vità. Nel 2011, a fronte di un minimo aumento del numero

di personale femminile, sia maschile). Il potenziamento del set-

degli infortuni, si registra una notevole diminuzione delle ore

tore permetterà di portare avanti e di intensificare le attività di

non lavorate.

ricerca in corso, con particolare riferimento alle fasi di sperimentazione in campo e di validazione dei risultati.

47


48

la comunicazione

la comunità e il territorio

Nel 2011 SIMAM ha attivato l’intranet aziendale per una mag-

SIMAM si pone nei confronti della Comunità di riferimento co-

giore velocità ed efficienza di comunicazione tra i vari settori.

me una presenza viva nel territorio, pur conservando un ap-

Sono state implementate (con cadenza settimanale) le riunio-

proccio discreto, coerente con l’immagine di impegno e serietà.

ni tra la direzione e i responsabili delle Unità di Business o dell’area commerciale per il monitoraggio degli indicatori stabiliti,

Un occhio di riguardo è assicurato nei confronti del territorio del

l’esposizione di problematiche e per eventuali azioni correttive

Comune di Senigallia, dove si trova la sede legale. In questo

da intraprendere.

senso, l’azienda sostiene iniziative sportive locali, sponsorizzan-

Nel corso dell’anno, si sono svolte molteplici riunioni tra la Diri-

do la A.S.D. Pallacanestro Senigallia, che partecipa al Campio-

genza e tutto il personale. I verbali sono stati divulgati anche su

nato Nazionale di Basket Serie B Dilettanti, così come la A.S.D.

siti esterni, per descrivere la situazione della società, gli obietti-

Pallacanestro Maior, che svolge attività di promozione e diffu-

vi così come espressi nella politica Salute, Sicurezza sul Lavoro

sione dello sport della pallacanestro presso i giovani tra i 6 e i

e Ambiente.

21 anni in un ambito territoriale che include i Comuni di Seni-

Sono stati inoltri stabiliti i flussi di comunicazione in merito a:

gallia, Monterado, Castelcolonna, Corinaldo, Ripe, Castellone di

o comunicazioni ambientali e di Salute, Sicurezza sul Lavoro

Suasa, Marotta e Mondolfo e altri Comuni per un bacino di

e Ambiente

utenza di circa 100.000 abitanti.

o comunicazioni relative a commesse.

Sempre nel territorio di Senigallia, SIMAM ha inoltre sponsorizzato: o gli avvenimenti sportivi organizzati dalla A.S.D. Sport&Travel,

clima interno

tra cui la manifestazione della Gran Fondo dell’Adriatico di cicli-

SIMAM ha posto particolare attenzione alle esigenze del perso-

smo, che richiama atleti non professionisti provenienti da tutta

nale. Ha infatti diffuso la propria politica a tutti i dipendenti e i col-

Italia

laboratori in un’ottica di coinvolgimento delle figure professionali

o l’A.S.D. Tennistavolo Spiaggia di Velluto, i cui atleti partecipa-

impiegate, nel rispetto delle competenze di ciascuno e finalizzato

no alle gare di campionato di serie regionale e nazionale

comunque al raggiungimento degli obiettivi aziendali.

o l’edizione annuale della rassegna “Festa delle Scienze”, svol-

SIMAM ha assicurato quindi un’attenzione particolare a tutte le

tasi nel mese di Maggio.

parti interessate, siano esse interne che esterne, in un’ottica di ascolto e di riesame dei processi e delle prestazioni sulla base delle esigenze dello stesso personale impiegato.

Nel territorio nazionale SIMAM ha sostenuto attività nei territori dove opera, contribuendo allo sviluppo di iniziative, soprattutto sportive, che determinano una ricaduta sociale nei confronti della collettività interessata. Sono state quindi elargite sponsorizzazioni a varie Associazioni sportive dilettantistiche in Sardegna, così come nelle altre province delle Marche.

49


la Fondazione 50

In collaborazione con la società AFP Management, SIMAM ha

La “Fondazione Maria Grazia Balducci Rossi per i più bisognosi”

organizzato una giornata presso l’autodromo del Mugello per i

è sostenuta da Simam.

propri dipendenti, ai quali è stato proposto un corso di guida

La Fondazione opera fornendo servizi socio sanitari e di ricerca

sicura.

e formazione per migliorare le situazioni di emergenza e di necessità di coloro che si trovano a vivere in territori in cui forte è

Da segnalare, infine, la continua e proficua collaborazione con

il bisogno.

la Fondazione Maria Grazia Balducci Rossi per i più bisognosi

Nel 2011 la Fondazione ha visto “aumentare” i suoi numeri:

Onlus, che SIMAM ha promosso in fase di costituzione e che

o 4 lavoratori stipendiati

continua a sostenere, soprattutto per i progetti di solidarietà di

o 3 stagisti ivoriani (progetto La Via di Casa)

respiro locale/territoriale.

o 4 lavoratori SIMAM (coinvolti nella Fondazione in Italia) o Numero utenti dei servizi (densità del bacino di utenza): tutta la popolazione di Yakassé e dei villaggi limitrofi. Stipendiati Ivoriani progetto Centro Sanitario Stipendiati Ivoriani progetto Infanzia e Alfabetizzazione

6

Stipendiati Italiani

1

Stagisti Progetto La Via di Casa

3

Utenti progetto Centro Sanitario Utenti progetto Infanzia e Alfabetizzazione

SIMAM – Corso di Guida Sicura - Mugello

Volontari SIMAM – Stand Fondazione

33

tutta la popolazione della zona + villaggi limitrofi 120

51


legami con il territorio 52

La Fondazione, nell’espletamento delle sue funzioni e nella realizzazione delle sue attività, collabora con: o Regione Marche - Registro associazioni per la Cooperazione allo Sviluppo o Provincia di Ancona - Protocollo di Intesa per la Formazione di immigrati che desiderano rientrare in patria o Comune di Senigallia o Centro per l’Impiego e Formazione di Senigallia - Realizzazione di tirocini formativi per immigrati o Consulta della Cultura del Comune di Senigallia o Caritas di Senigallia o Servizi sociali Comune di Senigallia o Parrocchia del Vallone - Sostegno a famiglie disagiate, presso la sede del progetto “Ridiamo valore alla Nostra Vita” o Associazione “Cesano Per” - Partnership etica o Associazione Sport & Travel - Partnership etica o Associazione Le Rondini - Corso di italiano per immigrati tenuto da alcuni dei partecipanti al progetto “Ridiamo Valore alla Nostra Vita” o UNIREM - Associazione di ivoriani residenti nelle Marche o JumboreeSummer Festival - Partnership etica o Pallacanestro Senigallia - Partnership etica o Associazione Ciclistica Monturano - Partnership etica La Fondazione dispone di un sito internet www.fondazionebalduccirossi.com che è stato oggetto di nuova pubblicazione. Sono stati diffusi 3.000 segnalibri e stampate 1.000 brochure illustranti l’attività svolta. La Fondazione ha visto rinnovato il riconoscimento del Premio Sciacca 2011 a conferma dell’impegno nello svolgimento delle attività di interesse morale generale.


Copertina con dorso_Layout 1 28/08/12 17.06 Pagina 1

Bilancio Sociale di SoSteniBilitĂ 2011

Bilancio Sociale di Sostenibilità 2011  

SIMAM - Bilancio Sociale di Sostenibilità 2011

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you