Page 1

Istituto Tecnico Statale “G. Mazzotti” - Treviso Turistico – Aziendale CONTRATTO INTEGRATIVO D’ISTITUTO Anno scolastico 2011-2012 DISPOSIZIONI GENERALI Articolo 1 Campo di applicazione, durata, decorrenza del contratto 1. Il presente contratto è sottoscritto fra l'istituzione Scolastica autonoma denominata Istituto Tecnico Statale “G. Mazzotti”, avente sede in Treviso, Via Tronconi 1, rappresentata dal Dirigente Scolastico pro tempore, ed i rappresentanti delle R.S.U., sulla base di quanto previsto dal CCNL Scuola 2006/2009 e si applica al personale docente e ATA dell’Istituto, con contratto di lavoro a tempo indeterminato e determinato. 2. Gli effetti del presente contratto decorrono dalla data di sottoscrizione e hanno validità fino al 31 agosto 2012. 3. Le parti riconoscono che quanto stabilito nel presente contratto s'intenderà tacitamente abrogato da eventuali successivi atti normativi e/o contrattuali nazionali gerarchicamente superiori, qualora esplicitamente o implicitamente incompatibili. 4. Resta comunque salva la possibilità di modifiche e/o integrazioni, mediante accordo tra le parti, a seguito di innovazioni legislative e/o contrattuali. 5. II presente contratto viene predisposto sulla base e nei limiti di quanto previsto in materia dalla normativa vigente e, in particolar modo, da quanto stabilito dal CCNL Scuola 2002/2005, dal D. Lgs. 29/93, dal D. Lgs. 396/97, dal D. Lgs. 80/98, dal CCNL Scuola 15/02/2001, dalla L. 300/70 e dal CCNQ 7 agosto1998 e dal CCNL – Accordo 7 ottobre 2007 per il 2006/2009. 6. Rispetto a quanto non espressamente indicato nel presente Contratto, la normativa primaria di riferimento in materia è costituita dalle norme legislative e contrattuali di cui al comma precedente. 7. Sarà cura del Dirigente scolastico, entro cinque giorni dalla sottoscrizione, affiggere copia integrale del presente contratto nella bacheca sindacale della scuola. Articolo 2 Procedure di raffreddamento, conciliazione ed interpretazione autentica 1. In caso di controversia sull'interpretazione e/o sull'applicazione del presente contratto, le parti di cui al precedente articolo 1, comma 1, s'incontrano entro cinque giorni dalla richiesta di cui al successivo comma 2. 2. Allo scopo di cui al precedente comma 1, la richiesta deve essere formulata in forma scritta e deve contenere una sintetica descrizione dei fatti. 3. Le parti non intraprendono iniziative unilaterali se non siano trascorsi almeno dieci giorni dalla trasmissione formale della richiesta scritta di cui al precedente comma 2.

1 Tel.: +39 0422 431221/431266 Fax: +39 0422 431875

Via A.Tronconi,1 – 31100 TREVISO Sito: http://www.ittmazzotti.it E–mail: mazzotti@ittmazzotti.it

Codice MIUR. TVTN01000N Codice Fiscale 94 00 33 60 26 3


Istituto Tecnico Statale “G. Mazzotti” - Treviso Turistico – Aziendale RELAZIONI E DIRITTI SINDACALI Articolo 3 Composizione delle delegazioni 1. Secondo quanto previsto dall'art. 7 comma 1 parte III del CCNL 2006/2009 e dall’accordo quadro 7 agosto 1998, le delegazioni trattanti sono costituite come segue: • per la parte pubblica dal Dirigente Scolastico; • per le organizzazioni sindacali dalle R.S.U. e dai rappresentanti territoriali delle organizzazioni sindacali firmatarie . 2. Il Dirigente Scolastico può avvalersi dell’assistenza del Direttore dei Servizi Generali ed Amministrativi sulle materie di contrattazione che rivestono carattere contabile. Articolo 4 Materie oggetto della contrattazione 1. Sono materia della contrattazione integrativa, pertanto oggetto del presente contratto collettivo integrativo di istituto, le materie definite dall'art. 6 comma 2 del CCNL 2006/2009. 2. Nella definizione delle materie oggetto delle relazioni sindacali di Istituto le parti si impegnano a tener conto delle delibere degli OO.CC., per quanto di loro competenza. Articolo 5 Programmazione degli incontri 1. Di norma, entro il 25 settembre di ciascun anno scolastico, il Dirigente Scolastico e le R.S.U. concordano un calendario di incontri con lo scopo di effettuare in tempo utile la contrattazione decentrata sulle materie previste dall’art. 6 del CCNL 2006/2009. Articolo 6 Rapporti tra R.S.U. e Dirigente Scolastico 1. Entro quindici giorni dall'inizio di ogni anno scolastico, la R.S.U. comunica al Dirigente Scolastico le modalità di esercizio delle prerogative e delle libertà sindacali di cui è titolare. 2. Il Dirigente Scolastico concorda con la R.S.U. le modalità e il calendario per lo svolgimento dei diversi modelli di relazioni sindacali; in ogni caso, la convocazione da parte del Dirigente Scolastico va effettuata con almeno cinque giorni di anticipo e la richiesta da parte della R.S.U. va soddisfatta entro sette giorni, salvo elementi ostativi che rendano impossibile il rispetto dei termini indicati. 3. Per ogni incontro vanno preliminarmente indicate le materie all’ordine del giorno. 4. Nel rispetto delle competenze degli OO.CC. e compatibilmente con gli adempimenti amministrativi e ai termini stabiliti dalla normativa per le questioni che incidono sull’assetto organizzativo, il Dirigente Scolastico, almeno dieci giorni prima delle relative scadenze, fornisce alla R.S.U. e ai rappresentanti delle OO.SS. firmatarie in un apposito incontro, l'informazione preventiva di cui all’art. 6, comma 2, punti a), b) e c) del CCNL 2006/2009, fornendo anche

2 Tel.: +39 0422 431221/431266 Fax: +39 0422 431875

Via A.Tronconi,1 – 31100 TREVISO Sito: http://www.ittmazzotti.it E–mail: mazzotti@ittmazzotti.it

Codice MIUR. TVTN01000N Codice Fiscale 94 00 33 60 26 3


Istituto Tecnico Statale “G. Mazzotti” - Treviso Turistico – Aziendale l'eventuale documentazione. Nei termini di dieci giorni dalle relative scadenze, il Dirigente scolastico fornisce alle R.S.U. e alle OO.SS, in un apposito incontro, l’informazione successiva di cui all’art. 6, comma 2, punti j), k) e l) del CCNL 2006/2009, fornendo anche l'eventuale documentazione. 5. Entro cinque giorni dal ricevimento dell'informazione preventiva, le R.S.U. e i rappresentanti delle OO.SS. firmatarie hanno facoltà di iniziare una procedura di concertazione durante lo svolgimento della quale il Dirigente Scolastico non assume decisioni unilaterali. 4. La procedura di concertazione si conclude entro dieci giorni dalla richiesta e in ogni caso prima di eventuali scadenze amministrative; nel caso si raggiunga un'intesa, essa ha valore vincolante per le parti. 5. Con le limitazioni previste dalla Legge 241/90 e dalla Legge 675/96, il Dirigente Scolastico mette a disposizione delle R.S.U. tutti gli atti e documenti sui quali sia prevista informazione preventiva e successiva, tutti gli atti e documenti sui quali sia prevista attività di contrattazione integrativa di Istituto; mette inoltre a disposizione tutti gli atti ed i documenti emanati dall'istituzione scolastica attinenti gli argomenti di cui all’art. 6 del CCNL.e tutte le disposizioni inviate dal CSA e/o dalla Direzione Generale Regionale e/o dal MPI, in modo da assicurare alle R.S.U. la completa informazione. 6. II rilascio di copia degli atti ad uso personale avviene, senza oneri di segreteria, di norma entro 5 giorni dalla richiesta e comunque non oltre i 10 giorni. 7. La richiesta di accesso agli atti di cui ai commi precedenti può avvenire anche verbalmente, previo appuntamento, nell’arco della giornata di richiesta, dovendo assumere forma scritta solo in seguito ad espressa richiesta dell'Amministrazione Scolastica. Articolo 7 Assemblee sindacali 1. Per quanto riguarda le assemblee del personale si fa riferimento all’art.8 del CCNL 2006/2009. 2. II Dirigente Scolastico predispone quanto necessario affinché le comunicazioni relative all'indizione delle assemblee, sia in orario sia fuori orario di servizio, vengano affisse nelle bacheche sindacali della scuola nella stessa giornata in cui pervengono. Inoltre il Dirigente scolastico trasmette tempestivamente le comunicazioni di cui al presente comma a tutto il personale interessato, anche nella forma di circolari interne della scuola. 3. Secondo quanto previsto dall’art. 8 del CCNL 2006/2009, per le assemblee in cui è coinvolto anche il Personale A.T.A., se la partecipazione è totale, il Dirigente Scolastico assicura i servizi minimi essenziali mantenendo in servizio un collaboratore scolastico in ogni sede e un assistente amministrativo in segreteria. 4. Qualora si renda necessaria l'applicazione di quanto descritto al comma precedente, il Dirigente scolastico sceglierà i nominativi su dichiarata disponibilità, oppure tramite sorteggio, seguendo comunque il criterio della rotazione nel corso dell'anno scolastico. 5. La dichiarazione preventiva individuale di partecipazione, espressa in forma scritta presso la sede di servizio, da parte del personale in servizio nell'orario dell'assemblea sindacale, fa fede ai fini del computo del monte ore individuale annuale ed è irrevocabile, cosicché i partecipanti all'assemblea stessa non sono tenuti ad assolvere ad ulteriori adempimenti.

3 Tel.: +39 0422 431221/431266 Fax: +39 0422 431875

Via A.Tronconi,1 – 31100 TREVISO Sito: http://www.ittmazzotti.it E–mail: mazzotti@ittmazzotti.it

Codice MIUR. TVTN01000N Codice Fiscale 94 00 33 60 26 3


Istituto Tecnico Statale “G. Mazzotti” - Treviso Turistico – Aziendale Articolo 8 Permessi sindacali 1. Per lo svolgimento delle loro funzioni, compresi gli incontri necessari all’espletamento delle relazioni sindacali a livello di unità scolastica, le R.S.U. si avvalgono di permessi sindacali, nei limiti complessivi individuali e con le modalità previste dalla normativa vigente e segnatamente dell’accordo collettivo quadro del 7 agosto 1998. 2. Considerato per l’anno scolastico 2011/2012 il numero di dipendenti con rapporto di lavoro a tempo indeterminato in servizio, il monte ore disponibile è di 72,40 ore. 3. La concessione dei permessi di cui al precedente comma 1 si configura come un atto dovuto, a prescindere dalla compatibilità delle esigenze di servizio con l'assenza dei R.S.U. Articolo 9 Agibilità sindacale all'interno della scuola 1. Le strutture sindacali territoriali possono inviare comunicazioni e/o materiali alle R.S.U. tramite lettera scritta, fonogramma, telegramma, fax, e posta elettronica. 2. II Dirigente Scolastico assicura la tempestiva trasmissione alle R.S.U. di tutte le comunicazioni e di tutto il materiale che a queste viene inviato dalle rispettive strutture sindacali territoriali. 3. Al di fuori dell'orario obbligatorio di servizio, per motivi di ordine sindacale, in via eccezionale e previa comunicazione al Dirigente Scolastico, alle R.S.U. è consentito l'uso gratuito del telefono (esclusivamente per telefonate urbane e/o intercomunali nell'ambito della Provincia), del fax (esclusivamente per trasmissioni nell'ambito del territorio della Regione), del ciclostile e della fotocopiatrice (in entrambi i casi per la quantità minima indispensabile di copie). 4. Fuori dell'orario obbligatorio di servizio, alle R.S.U. è quotidianamente garantito l'uso gratuito di un PC e di una stampante, compreso il libero accesso ad Internet e l’utilizzo della posta elettronica per gestire, ricevere, spedire e stampare materiale sindacale proveniente dalle strutture sindacali territoriali o a queste ultime inviato. La componente RSU utilizza lo spazio Dell’aula orientamento e CIC al piano terra. 5. Alle R.S.U. è garantito l'utilizzo di un'apposita bacheca sindacale ai fini dell'esercizio del diritto di affissione di cui all'art. 25 della L. 300/70. 6. Le bacheche sindacali di cui al comma precedente sono allestite in via permanente in luoghi accessibili, visibili, non marginali, bensì di normale transito da parte del personale in servizio a scuola. 7. Le R.S.U. hanno diritto di affiggere nelle bacheche di cui al precedente comma 6 materiale di interesse sindacale e del lavoro, in conformità alla normativa vigente sulla stampa, e senza preventiva autorizzazione del Dirigente Scolastico. 8. Il materiale pubblicato sarà vistato da chi lo espone al fine della assunzione di responsabilità sui contenuti esposti. Articolo 10

4 Tel.: +39 0422 431221/431266 Fax: +39 0422 431875

Via A.Tronconi,1 – 31100 TREVISO Sito: http://www.ittmazzotti.it E–mail: mazzotti@ittmazzotti.it

Codice MIUR. TVTN01000N Codice Fiscale 94 00 33 60 26 3


Istituto Tecnico Statale “G. Mazzotti” - Treviso Turistico – Aziendale Referendum 1. Prima della sottoscrizione del Contratto Integrativo, le R.S.U. possono indire un referendum tra tutti i lavoratori dell’Istituto. 2. Le modalità per lo svolgimento del referendum, che non devono pregiudicare il regolare svolgimento del servizio, sono definite dalle R.S.U.; la scuola fornisce il supporto materiale ed organizzativo. Articolo 11 Contingenti minimi di Personale Educativo ed A.T.A. in caso di sciopero 1. Secondo quanto definito dalla Legge 146/90, dall'art. 6 del CCNL Scuola 26/05/99, dalla Legge 83/2000, dall'apposito allegato al CCNL Scuola 26/05/99 e dall'Accordo Integrativo Nazionale dell’08/10/99, si conviene che in caso di sciopero del Personale A.T.A. il servizio deve essere garantito esclusivamente in presenza delle particolari e specifiche situazioni sotto elencate:  svolgimento di qualsiasi tipo di esame finale e/o scrutini finali: mantenimento in servizio di n° 1 Assistente Amministrativo, n° 1 Assistente Tecnico e n° 2 Collaboratori Scolastici;  pagamento degli stipendi ai supplenti temporanei: mantenimento in servizio del Direttore dei Servizi Generali ed Amministrativi, di n° 1 Assistente Amministrativo e n° 1 Collaboratore Scolastico; 2. Al di fuori delle specifiche situazioni elencate al comma precedente, non potrà essere impedita l'adesione totale allo sciopero di lavoratrici e lavoratori. 3. Nel caso di eventuali scioperi, entro 48, ore il Dirigente Scolastico consegna alle R.S.U. ed invia alla Direzione Scolastica Regionale, per il tramite degli Uffici Scolastici Provinciali, una comunicazione scritta riepilogativa del numero esatto degli scioperanti, con la relativa percentuale di adesione. 4. I Dipendenti precettati ufficialmente per l'espletamento dei servizi minimi di cui al precedente comma 3, vanno computati fra coloro che hanno aderito allo sciopero, ma devono essere esclusi dalle trattenute stipendiali.

SICUREZZA SUL LUOGO DI LAVORO Articolo 12 Rappresentante dei lavoratori per la sicurezza 1. Le R.S.U. designano al loro interno il rappresentante dei lavoratori per la sicurezza, dandone comunicazione al Dirigente scolastico. Egli svolgerà le funzioni previste dal Legge 626/94 e successive integrazioni e ulteriormente specificate nel Capo VII art. 73 comma 1 e 2 del CCNL 2006-2009. 2. Al rappresentante dei lavoratori per la sicurezza verranno fornite in modo continuativo e sistematico tutte le informazioni e tutta la documentazione relativa alla sicurezza dell’Istituto sia su richiesta formale, sia su richiesta informale. 3. Il rappresentante dei lavoratori per la sicurezza verrà avviato alla formazione specifica come previsto dall’art. 19 comma 1 lettera G) della Legge. 81/2008.

5 Tel.: +39 0422 431221/431266 Fax: +39 0422 431875

Via A.Tronconi,1 – 31100 TREVISO Sito: http://www.ittmazzotti.it E–mail: mazzotti@ittmazzotti.it

Codice MIUR. TVTN01000N Codice Fiscale 94 00 33 60 26 3


Istituto Tecnico Statale “G. Mazzotti” - Treviso Turistico – Aziendale 4. Il rappresentante dei lavoratori per la sicurezza potrà usufruire dei permessi (40 ore annue) su semplice richiesta con almeno un giorno di preavviso. In caso di emergenza con comunicazione diretta al Dirigente scolastico o, in sua assenza, al DGSA. 5. Il Dirigente scolastico, individuato ai sensi del D.M. 292/96, assolverà agli obblighi imposti dalla Legge 81/2008 in materia di sicurezza sui luoghi di lavoro. 6. Per l’anno scolastico 2011/2012 è individuato quale rappresentante dei lavoratori per la sicurezza la Sig. Sartor Paola.

PERSONALE DOCENTE Articolo 13 Utilizzazione dei docenti in rapporto al POF 1. L’utilizzazione dei docenti in rapporto al POF, rispetterà le norme di cui all’art. 3, comma 2 del DPR 275/99. 2. L’utilizzo su progetti terrà conto della disponibilità accertata del personale espressa in Collegio Docenti. Nel caso di progetti alternativi, il Dirigente si atterrà alla graduatoria espressa dal Collegio dei Docenti sulla base dei criteri da esso stabiliti. 3. In ogni caso, il Dirigente scolastico eviterà il cumulo di incarichi sullo stesso personale docente. 4. Il Dirigente Scolastico conferisce individualmente e in forma scritta gli incarichi relativi allo svolgimento di attività aggiuntive previste dal POF. 5. L’assegnazione dei Docenti alle classi avverrà nel rispetto dell’art. 35/bis, comma 2, del D. L.vo 59 del 6/3/98, sentite le proposte espresse dal Collegio dei Docenti di cui all’art. 7, comma 2, lett. b del D. L.vo 297/94, i criteri generali forniti dal Consiglio di Istituto di cui all’art. 10, comma 4 del D. L.vo citato e le proposte avanzate dai Dipartimenti disciplinari. 6. Per l’organizzazione dei corsi e per l’assegnazione degli incarichi, si prevede la rotazione tra i docenti e l’individuazione di professionalità degli stessi nella conduzione della metodologia di recupero. Articolo 14 Organizzazione del lavoro e articolazione dell’orario di insegnamento 1. L’orario di lavoro viene definito su base settimanale e si articola in non meno di cinque giorni lavorativi (esclusi part-time e riduzioni di orario). I docenti possono esprimere la preferenza per il giorno libero dall’insegnamento; tale preferenza non costituisce diritto, ma solamente una richiesta che sottostà ai vincoli dell’organizzazione dell’orario scolastico delle esigenze della didattica e dell’efficacia ed efficienza del servizio. Nel caso delle richieste di uno specifico giorno (esempio: sabato, lunedì..) potranno essere soddisfatte in percentuale, garantendo di norma, non più di 4 ore di servizio ai docenti presenti. Nel caso di più richiedenti, nel rispetto dei criteri didattici deliberati dagli organi collegiali della scuola, l’attribuzione del giorno libero avverrà tenendo in considerazione il carico complessivo di lavoro dei docenti, in termini di ore di insegnamento, numero di classi e attività aggiuntive, seguendo il criterio della rotazione e tenendo conto anche di più anni scolastici. 2. I docenti possono esprimere richieste di adeguamento dell’orario allo scopo di contemperare le esigenze di servizio con le incombenze familiari. Le richieste saranno soddisfatte compatibilmente con la progettazione/stesura dell’orario. L’orario scolastico ha comunque inizio,

6 Tel.: +39 0422 431221/431266 Fax: +39 0422 431875

Via A.Tronconi,1 – 31100 TREVISO Sito: http://www.ittmazzotti.it E–mail: mazzotti@ittmazzotti.it

Codice MIUR. TVTN01000N Codice Fiscale 94 00 33 60 26 3


Istituto Tecnico Statale “G. Mazzotti” - Treviso Turistico – Aziendale di norma, alla prima ora e, nel caso di classi con indirizzi diversi, le ore in diminuzione saranno collocate al termine della giornata di lezione. 3. Ai docenti, compatibilmente con l’esigenza di assicurare il servizio, non saranno assegnate più di quattro unità orarie di insegnamento giornaliere. 4. Gli impegni pomeridiani saranno equamente suddivisi tra tutti i docenti, tenendo conto della collocazione oraria delle attività e degli insegnamenti nell’arco della giornata. 5. L’orario di lavoro è continuativo e non possono essere previste, di norma, più di tre interruzioni orarie nell’arco della settimana. 6. Le assenze per malattia dovranno essere comunicate all’ufficio del personale, entro le 7.45. 7. Per richieste di permessi brevi e/o ferie, si seguono le disposizioni del CCNL. I permessi vanno sempre recuperati in servizio Art. 16 CCNL 2006/2009. Articolo 15 Ore eccedenti 1. Ad ogni docente verrà richiesto, per esigenze di servizio, di mettere a disposizione almeno due ore settimanali per l’effettuazione di ore eccedenti l’orario d’obbligo, in sostituzione dei colleghi assenti. 2. Tale disponibilità non può essere resa obbligatoria e va indicata nel quadro orario settimanale. 3. Nel caso sia necessario effettuare le ore eccedenti, il docente dovrà essere avvisato in tempo utile per prendere servizio. Articolo 16 Attività funzionali all’insegnamento 1. Le attività funzionali all’insegnamento sono definite all’inizio dell’anno mediante la proposta del Dirigente scolastico al Collegio dei docenti di un piano annuale delle attività. Per i docenti con un numero di classi su più Istituti e/o con 8 o più classi, all’inizio dell’anno scolastico sarà possibile concordare il calendario della partecipazione agli impegni collegiali, fermo restando l’obbligatorietà degli adempimenti dovuti (scrutini, programmazione, valutazione, predisposizione materiale per scrutini) che sono al di fuori del calcolo delle 40 h + le altre 40 ore / CCNL art. 27 . 2. Il Dirigente Scolastico, per improrogabili esigenze e necessità non previste, può disporre l’effettuazione di attività funzionali all’insegnamento non previste nel piano annuale. In questo caso, in occasione della prima convocazione del Collegio dei Docenti, verranno apportate le opportune modifiche.

7 Tel.: +39 0422 431221/431266 Fax: +39 0422 431875

Via A.Tronconi,1 – 31100 TREVISO Sito: http://www.ittmazzotti.it E–mail: mazzotti@ittmazzotti.it

Codice MIUR. TVTN01000N Codice Fiscale 94 00 33 60 26 3


Istituto Tecnico Statale “G. Mazzotti” - Treviso Turistico – Aziendale PERSONALE ATA Articolo 17 Utilizzo del personale ATA Le presenti disposizioni sono regolate dal Capo V Personale ATA del CCNL 2006/2009. 1. All’inizio di ogni anno scolastico, sulla base del POF e delle attività ivi previste: • il DSGA formula una proposta di piano delle attività contenente la ripartizione delle mansioni tra il personale in organico, l’organizzazione dei turni e l’organizzazione degli orari. Art. 53 CCNL 2006/2009. • Il Dirigente Scolastico e il DSGA al fine di acquisire pareri,proposte e disponibilità,consultano il personale in un’apposita riunione in orario di lavoro. • Il Dirigente Scolastico, verificatane la congruenza rispetto al POF, adotta il piano delle attività. L’attuazione dello stesso è affidata al DSGA, il quale individua anche il personale cui assegnare le mansioni, i turni e gli orari sulla base dei criteri indicati nel presente contratto e dispone l’organizzazione del lavoro. • Il Dirigente scolastico, su proposta del DGSA, assegna gli incarichi specifici ai sensi dell’art. 47 CCNL 2006/2009 in base alle esigenze derivanti dal POF e alle esigenze generali dell’organizzazione scolastica, valorizzando le competenze specifiche dei singoli ma evitando, per quanto possibile, il cumulo degli incarichi. 2. All’albo dell’Istituto sarà esposto un prospetto con l’indicazione di mansioni, turni ed orari, assegnati a ciascuna unità di personale, non oltre la fine di ottobre. Copia del prospetto sarà consegnato ai delegati sindacali che sottoscrivono il presente accordo. Copia dello stesso prospetto sarà allegata all’accordo annuale per il personale ATA di cui al successivo art. 18. 3- Il Piano di lavoro una volta pubblicato, potrà essere modificato solo per sopraggiunti gravi motivi di ordine organizzativo e con informazione alle RSU. Articolo 18 Accordo annuale per il personale ATA 1. All’inizio di ogni anno scolastico viene stipulato uno specifico accordo di validità annuale sull’orario e l’organizzazione del lavoro del personale ATA, sulla base del POF, degli atti preliminari di cui all’articolo precedente, delle norme contenute nel presente contratto e nei contratti nazionali e decentrati. 2. All’interno dell’accordo vengono anche definiti i criteri e le modalità per l’espletamento delle attività aggiuntive e l’accesso al fondo di istituto. 3. Il Dirigente Scolastico individua il personale da utilizzare nelle attività aggiuntive sulla base dei seguenti criteri: • disponibilità espressa dagli interessati; • professionalità in rapporto alle attività da svolgere, nel caso sia richiesta una specifica professionalità; • possesso di esperienza gia’ maturata • rotazione tra il personale • necessità ed esigenze organizzative dell’Istituto.

8 Tel.: +39 0422 431221/431266 Fax: +39 0422 431875

Via A.Tronconi,1 – 31100 TREVISO Sito: http://www.ittmazzotti.it E–mail: mazzotti@ittmazzotti.it

Codice MIUR. TVTN01000N Codice Fiscale 94 00 33 60 26 3


Istituto Tecnico Statale “G. Mazzotti” - Treviso Turistico – Aziendale Articolo 19 Settori di lavoro 1. I settori di lavoro saranno definiti, per ciascuna figura del personale ATA, in modo da assicurare un’equa ripartizione del carico lavorativo tra le diverse unità di personale della stessa qualifica. 2. L’assegnazione ai settori vale, di norma, per l’intero anno scolastico. 3. Nell'assegnare i settori, si terrà conto delle diverse professionalità, dell’esperienza acquisita e della funzionalità del servizio. 4. L’assegnazione dei laboratori agli assistenti tecnici potrà avvenire per rotazione, anche per più laboratori e/o aule multimediali, aule video, aula magna e, comunque, per garantire l’assistenza e la funzionalità alla tecnologia presente in Istituto. Articolo 20 Orario normale 1. Nell’accordo di cui al comma 1 dell’art. 18, l’orario di lavoro viene, di norma, stabilito per l’intero anno scolastico. 2. Nella definizione dell’orario, si terrà conto sia delle esigenze dei lavoratori che della necessità di garantire al meglio il servizio. 3. L’orario normale deve assicurare, per quanto possibile, la copertura di tutte le attività didattiche previste dal curricolo obbligatorio, comprensivo della quota nazionale e di quella definita dalla scuola e di tutte le riunioni degli OO.CC.. 4. L’orario di lavoro, di norma, è di sei ore consecutive antimeridiane per sei giorni consecutivi. L’orario di lavoro massimo giornaliero è di nove ore. 5. Se la prestazione di lavoro giornaliera eccede le sei ore continuative, il personale usufruisce, a richiesta, di una pausa di almeno 30 minuti. Tale pausa deve essere comunque prevista se l’orario giornaliero è superiore a 7 ore e 12 minuti. 6. Poiché l’orario di servizio della scuola può prevedere la presenza dalle ore 7.30 alle ore 23.30 per consentire lo svolgimento delle attività curricolari, lo svolgimento di eventuali corsi e progetti previsti dal POF, nonché i corsi serali SIRIO, il servizio dovrà essere organizzato su turni, antimeridiani, pomeridiani e serali. Per i turni specifici si rimanda al piano annuale delle attività. Il personale sarà assegnato, ai vari turni, prioritariamente in base alla disponibilità individuale. Nel caso in cui le disponibilità individuali convergano verso un unico turno, sarà attuata la rotazione. A richiesta degli interessati e per motivi personali è possibile lo scambio giornaliero del turno di lavoro, previa richiesta ed autorizzazione da parte del DSGA. 7. Il DSGA organizza la propria presenza in servizio e il proprio tempo di lavoro per 36 ore settimanali, secondo criteri di flessibilità, assicurando il rispetto delle scadenze amministrative e la presenza negli organi collegiali dove è componente di diritto. 8. In base al funzionamento dell’intero servizio scolastico vengono previsti i turni di lavoro e le rispettive unità di personale coinvolto. Le stesse sono suscettibili di modifiche nel caso di assenze del personale o di particolari esigenze organizzative dell’istituto. 9. Nei periodi di sospensione delle attività didattiche (vacanze natalizie,pasquali ed estive) si osserva per tutti il solo orario antimeridiano,salvo specifiche esigenze dell’Amministrazione.

9 Tel.: +39 0422 431221/431266 Fax: +39 0422 431875

Via A.Tronconi,1 – 31100 TREVISO Sito: http://www.ittmazzotti.it E–mail: mazzotti@ittmazzotti.it

Codice MIUR. TVTN01000N Codice Fiscale 94 00 33 60 26 3


Istituto Tecnico Statale “G. Mazzotti” - Treviso Turistico – Aziendale Articolo 21 Orario di lavoro degli assistenti tecnici Art 53 CCNL 200&/2009 comma 3 1. L’orario di lavoro degli assistenti tecnici avrà la seguente articolazione: a) assistenza tecnica alle esercitazioni didattiche per almeno 24 ore in compresenza del docente; b) le restanti 12 ore per la manutenzione e riparazione delle attrezzature tecnico scientifiche del laboratorio o dei laboratori cui è addetto, per la preparazione del materiale per le esercitazioni, nonché per i compiti connessi alla realizzazione dell’autonomia scolastica. c) All’assistente tecnico potrà altresì essere richiesta, nell’ambito delle 12 ore settimanali, assistenza e collaborazione per gli uffici di segreteria, aula magna durante le conferenze, aule attrezzate. d) Per le attività di assistenza durante i corsi di formazione e/o attività didattica in orario non di servizio, potrà essere riconosciuto il lavoro straordinario o a recupero del 50% del tempo, su base volontaria. e) Nei periodi di sospensione dell’attività didattica, gli assistenti tecnici saranno utilizzati in attività di manutenzione del materiale tecnico-scientifico-informatico dei laboratori o negli uffici di loro competenza. Articolo 22 Orario di lavoro flessibile Art 53 CCNL 2006/2009 comma 2 1. L’orario flessibile giornaliero consiste nell’anticipare o posticipare l’entrata e l’uscita del personale, distribuendo anche l’orario di servizio in cinque giorni lavorativi, concesso in base alle esigenze di servizio,sentite le esigenze espresse dal personale. 2. L’organizzazione dell’orario flessibile non potrà essere a singola richiesta giornaliera, ma organizzato tenendo altresì conto delle esigenze di servizio. Articolo 23 Riduzione dell’orario di lavoro a 35 ore Art.55 CCNL 2006/2009 Il personale destinatario della riduzione di orario a 35 ore settimanali è quello adibito a regime di orario articolato su più turni o coinvolto in sistemi di orario comportanti significative oscillazioni degli orari individuali, rispetto all’orario ordinario, finalizzati all’ampliamento dei servizi all’utenza e/o comprendenti particolari gravosità nelle istituzioni scolastiche.

Essendo l’orario dell’Istituto organizzato dalle 7.30 alle 23.30 su tre turnazioni per 5 gg. alla settimana, si prevede di riconoscere la riduzione a 35 ore settimanali al personale, collaboratori, amministrativi o tecnici che accettano l’inserimento nella turnazione a vantaggio dell’efficienza del servizio. Articolo 24 Permessi e ritardi 1. I permessi possono essere concessi al personale con contratto a tempo indeterminato e determinato secondo le modalità previste dall’art. 16 del CCNL 2006/2009. 2. Salvo motivi improvvisi e imprevedibili, i permessi devono essere richiesti all’inizio del turno di servizio e saranno concessi salvaguardando il numero minimo del personale in servizio. 3. Il ritardo deve essere sempre giustificato e recuperato o nella stessa giornata o entro l’ultimo giorno del mese successivo a quello in cui si è verificato.

10 Tel.: +39 0422 431221/431266 Fax: +39 0422 431875

Via A.Tronconi,1 – 31100 TREVISO Sito: http://www.ittmazzotti.it E–mail: mazzotti@ittmazzotti.it

Codice MIUR. TVTN01000N Codice Fiscale 94 00 33 60 26 3


Istituto Tecnico Statale “G. Mazzotti” - Treviso Turistico – Aziendale 4. I ritardi potranno essere recuperati su richiesta dell’Amministrazione per particolari esigenze. Articolo 25 Orario in aggiunta al normale orario di servizio e recuperi compensativi del personale ATA 1. Le ore rese dal personale in aggiunta al normale orario di lavoro, possono essere effettuate su incarico dell’Amministrazione per particolari esigenze di servizio. Potranno essere recuperate in giornate di riposo nei periodi di sospensione delle lezioni e/o previo accordo con il DSGA ed il DS, oppure quantificato nel pagamento di servizio straordinario. 2. I recuperi compensativi con giornate di riposo, in alternativa al pagamento delle attività aggiuntive, di norma non potranno superare il 50% del totale su base annua. 3. Il pagamento del servizio straordinario va effettuato tempestivamente a chiusura di periodi di quattro mesi. 4. Il recupero in riposo compensativo, di norma, va effettuato entro l’anno scolastico in corso e in periodi di sospensione delle attività didattiche, certamente non in periodi di scrutini, esami, iscrizioni.

Articolo 26 Ferie e festività soppresse 1. Al fine di contemperare la garanzia del servizio e le esigenze del personale in ordine al godimento delle ferie e delle festività soppresse, si procederà nel seguente modo. • Le richieste di ferie e di festività soppresse sono autorizzate dal Dirigente Scolastico, acquisito il parere del DSGA. • Le ferie del personale a tempo determinato devono essere fruite, durante i periodi di sospensione dell’attività didattica e, in ogni caso, entro il termine dell’anno scolastico (31 agosto). • Il DS ed il DSGA inviteranno il personale a formulare il proprio piano ferie, due volte all’anno, al fine di contemperare, organizzare ed autorizzare un piano ferie che possa essere garanzia dei lavoratori, senza ledere l’efficacia del servizio. • Le richieste riguardanti le ferie da usufruire nel periodo estivo devono essere presentate entro il 15 aprile dell’anno cui si riferiscono; entro il 15 novembre per le ferie del periodo di Natale; entro il 15 febbraio le ferie del periodo pasquale. • Vista la richiesta di ferie del personale,la risposta di accettazione delle stesse, sarà restituita al personale entro 15 giorni . • Nel caso in cui le richieste del personale, appartenente ad una stessa qualifica, non permettano di garantire il servizio minimo, il DSGA, sentito il DS, informerà il personale interessato e lo inviterà a modificare, in modo volontario, la richiesta. • Qualora non fosse raggiunto un accordo con il personale interessato, sarà adottato il criterio della scelta d’ufficio, secondo il principio di rotazione. 2. Il DSGA, su richiesta e con il consenso del personale interessato, potrà autorizzare lo scambio del turno di ferie tra il personale della medesima qualifica e, se funzionale, anche il cambio del periodo concordato. 3. L’eventuale variazione d’ufficio del piano ferie, anche per evitare danni economici al lavoratore, può avvenire solo per gravissime e motivate esigenze di servizio.

11 Tel.: +39 0422 431221/431266 Fax: +39 0422 431875

Via A.Tronconi,1 – 31100 TREVISO Sito: http://www.ittmazzotti.it E–mail: mazzotti@ittmazzotti.it

Codice MIUR. TVTN01000N Codice Fiscale 94 00 33 60 26 3


Istituto Tecnico Statale “G. Mazzotti” - Treviso Turistico – Aziendale 4. Le festività soppresse e la festa del santo patrono, se festive, sono fruite nel corso dell’anno scolastico cui si riferiscono.

5. Le richieste per ogni tipo di assenza, con esclusione di quelle per malattia, dovranno essere presentate con almeno 3 giorni di preavviso. Articolo 27 Apertura della scuola in giorni festivi L’apertura della scuola in giorni festivi, va considerata solamente in casi assolutamente eccezionali. Su richiesta di soggetti esterni e/o per attività specifiche e saltuarie organizzate dalla scuola, l’apertura dei locali in giorni non lavorativi, si organizzerà nel seguente modo per quanto riguarda il personale che, su adesione volontaria, collaborerà per l’apertura ed il buon funzionamento dell’attività: 1. Se attività organizzata dalla scuola (es. open-day ..) sarà riconosciuto al personale il recupero compensativo e/o il pagamento dello straordinario. 2. Se l’apertura è richiesta da un ente esterno: sarà riconosciuto il compenso ordinario maggiorato dell’80%. Saranno calcolate nelle ore necessarie in aggiunta un’ora prima e un’ora e mezza dopo per il riordino a persona per un fabbisogno medio di non meno di due persone. (tabella 6-ATA CCNL 2006/2009) Articolo 28 Chiusura giorni prefestivi 1. Le ore lavorative non effettuate in caso di chiusura della scuola deliberati dal Consiglio di Istituto e in presenza di richiesta del 75% del personale ATA nei giorni prefestivi in assenza di attività didattica. Nei giorni di chiusura deliberati dal Consiglio di Istituto il personale potrà utilizzare in ordine : ferie anni precedenti non utilizzate,recupero straordinario, eventualmente ferie dell’ anno in corso. Questi giorni di recupero non andranno ad interrompere la progressione di eventuale incarico, in quanto vengono considerati in analogia ai giorni festivi. Articolo 29 Collaborazioni in attività e progetti Per l’attività che l’Istituto organizza per l’arricchimento dell’offerta formativa agli allievi, in collaborazione con Enti esterni, sia privati che pubblici, nonché con uffici scolastici regionali e provinciali, nella consapevolezza che detta collaborazione porta un vantaggio in termini di immagine e visibilità a tutto l’Istituto, in ambito di contrattazione va riconosciuto il maggiore impegno a tutto il personale .

12 Tel.: +39 0422 431221/431266 Fax: +39 0422 431875

Via A.Tronconi,1 – 31100 TREVISO Sito: http://www.ittmazzotti.it E–mail: mazzotti@ittmazzotti.it

Codice MIUR. TVTN01000N Codice Fiscale 94 00 33 60 26 3


Istituto Tecnico Statale “G. Mazzotti” - Treviso Turistico – Aziendale Art 30 Attività di collaborazione del personale ATA Su specifici incarichi e progetti Per particolari esigenze di servizio e solamente con lo scopo di migliorare il servizio verso gli studenti e nel rispetto dell’ambiente scolastico, in caso di particolare manutenzione o riordino, riassetto, pulizia che l’ente provincia dichiarasse di non poter effettuare, il DS, sentito il DSGA, potrà negoziare lo svolgimento dell’attività con il personale ATA. Tale procedura dovrà prevedere: - l’esplicitazione del bisogno dell’amministrazione in sede di assemblea, ( per attività programmabili e non urgenti ) - l’individuazione del personale interessato, - l’individuazione del personale tra coloro i quali hanno dato la disponibilità secondo precise competenze riconosciute, - la formalizzazione dell’incarico secondo i seguenti criteri: - in orario straordinario, completamente fuori servizio, sarà riconosciuto il compenso straordinario secondo CCNL 2006/2009; Art. 31 Il personale in servizio è tenuto alla conoscenza dell’art. 92 Capo IX,sezione II ed al rispetto delle “ Norme disciplinari ATA “ in ottemperanza degli artt. 55 e seguenti del Codice disciplinare dei dipendenti pubblici DLGS 165/01. Tali norme sono affisse all’albo e pubblicate sul sito dell’Istituto.

13 Tel.: +39 0422 431221/431266 Fax: +39 0422 431875

Via A.Tronconi,1 – 31100 TREVISO Sito: http://www.ittmazzotti.it E–mail: mazzotti@ittmazzotti.it

Codice MIUR. TVTN01000N Codice Fiscale 94 00 33 60 26 3

ITT Mazzotti - Contrattazione integratica generale  

ITT Mazzotti - Contrattazione integratica generale