Page 1

Corso di Formazione PNSD – Polo Formativo del Lazio Materiali Modulo III I.C. Via D’Avarna Roma I.C. Card. O. Giorgi Valmontone Settembre- Ottobre 2016

Docente Prof.ssa Maria Rosa Mazzola PNSD 2016


Il modulo sarĂ articolato in due parti: una fase iniziale di presentazione delle risorse e una fase di simulazione operativa da parte dei corsisti

M. R. Mazzola 2016


Obiettivi formativi

Contenuti

Risorse tecnologiche per l’apprendimento

Attività

Compito

Creare materiali per la didattica delle discipline artistiche III

•Presentazioni narrative e artistiche. •Mappe concettuali. •Il filmato come strumento didattico di presentazione (videoascolti) e documentazione di contenuti ed esperienze.

•Impress •Prezi •Cmap Tools •Windows Movie Maker •Debut Video Capture Software •Photo Flash Maker

Laboratorio individuale.

Creare una presentazione o un video con il programma preferito.

Conoscere e saper reperire in rete risorse per la didattica delle discipline artistiche.

•Siti web di documentazione e Librerie musicali utili alla didattica. •L'organizzazione e conservazione dei materiali con tools in rete.

•Library British Sounds •Liber liber •Free Choral Music •GoogleArt project.

Navigazione e consultazione.

Navigazione e consultazione.

Conoscere e rispettare le regole di copyright e copyleft.

•Copyright •Copyleft •Licenze Creative Commons •File sharing.

•EMule

Navigazione in rete.


Obiettivo B. Creare materiali per la didattica delle discipline artistiche III.

◦ Presentazioni narrative e artistiche. ◦ Mappe concettuali. ◦ Il filmato come strumento didattico di presentazione (videoascolti) e documentazione di contenuti ed esperienze.

M. R. Mazzola 2016


ď ˝

Obiettivo C. Conoscere e saper reperire in rete risorse per la didattica delle discipline artistiche.

o

Siti web di documentazione e Librerie musicali utili alla didattica. Accesso a collezioni o a musei virtuali per il reperimento di risorse digitali del patrimonio culturale. Digital Library sul Patrimonio Nazionale e Internazionale. L'organizzazione e conservazione dei materiali con tools in rete. GoogleArt project.

o o

o o

M. R. Mazzola 2016


 

Obiettivo D. Conoscere e rispettare le regole di copyright e copyleft. File sharing. Diritto d'autore. Licenze Creative Commons.

M. R. Mazzola 2016


ď ˝

Impress è uno strumento per la creazione di presentazioni multimediali appartenente al pacchetto open source LibreOffice https://www.openoffice.org/it/informazioni/prodotto/impress.html.

Comprende elaboratore di testi, foglio di calcolo, strumenti per presentazione, disegno, database. Ăˆ un software open source e completamente gratuito. Durante la fase di realizzazione, Impress permette di visualizzare le slide secondo varie modalitĂ , in base alle varie esigenze: Normale (per le modifiche generali), Struttura (per l'organizzazione e la struttura del contenuto testuale), Note (per vedere e modificare le note che si riferiscono a una slide), Stampati (se desiderate avere il materiale su carta) e Ordine diapositive (per un'anteprima che permetta di trovare e ordinare velocemente le slide). Sono presenti numerose animazioni ed effetti per ravvivare le slide e con Fontwork si realizzare accattivanti immagini 2D e 3D a partire dal testo. M. R. Mazzola 2016


Impress Consente di inserire audio e video. Impress supporta più monitor e con l'estensione Presenter Console, a corredo dell'applicazione, si può avere un controllo ancora più esteso sulle slide: mentre il pubblico osserva le slide proiettate, sullo schermo di chi gestisce la presentazione, è possibile visualizzare la pagina successiva, leggere le note e tenere d'occhio orologio e timer. È disponibile una versione portatile - LibreOffice Portatile che è una versione completa di LibreOffice che permette di avere a disposizione ovunque tutto ciò che serve per elaborare i documenti.

M. R. Mazzola 2016


Prezi https://prezi.com/ è uno strumento di presentazione on line che a differenza delle diapositive statiche, combina movimento, zoom, le relazioni spaziali e la musica per coinvolgere il pubblico e aiutarlo a ricordare il messaggio presentato. La presentazione di Prezi si può condividere, embeddare e salvare in versione portatile per essere usata in modalità offline.

M. R. Mazzola 2016


PowToon all’URL: https://www.powtoon.com/ PowToon è un software cloud-based disponibile sia gratuitamente che a pagamento; ancora in versione beta, si presenta con un’interfaccia grafica semplice ed intuitiva che in pochi passi permette di creare divertenti presentazioni animate stile cartoon e video professionali di grande effetto, ottimo per realizzare video didattici esplicativi o promuovere un piccolo business. Il video si può condividere o caricare su YouTube. PowToon – sito ufficiale

M. R. Mazzola 2016


ď ˝

TimelineJS Strumento open source, disponibile in 40 lingue (tra cui l’italiano), che consente di realizzare linee del tempo interattive in pochissimi minuti semplicemente compilando un foglio elettronico creato con GoogleDrive che fa uso di un template predefinito. Dalla grafica semplice ma gradevole, questa timeline vi permette di inserire file multimediali e supporta naturalmente Twitter, Flickr, Google Maps, YouTube, Vimeo, Vine, Dailymotion, Wikipedia e SoundCloud TimelineJS – sito ufficiale http://timeline.knightlab.com/

M. R. Mazzola 2016


Tiki-Toki Si tratta di un software web-based, in versione free e premium, che permette di creare timeline interattive e creative di notevole impatto grafico, in cui poter inserire immagini e video (supporta YouTube e Vimeo). Nella versione free è possibile creare una sola timeline che può essere condivisa ma non inserita all’interno di un sito, per usufruire di questo servizio è necessario richiedere uno degli account a pagamento. Tiki-Toki – sito ufficiale

Timetoast Timetoast è un altro tool per realizzare timeline gratuitamente e velocemente. Molto essenziale nella grafica, a differenza delle precedenti, questa linea del tempo non supporta i video ma consente di visualizzare i contenuti sia nella classica versione timeline che come elenco cronologico. Timetoast – sito ufficiale

M. R. Mazzola 2016


Cmap Tools wmaps.com/G Cmap tools - tutorial http://www.2uidaCmapTools/

Edraw Mindmap https://www.edrawsoft.com/freemind.php

M. R. Mazzola 2016


Windows Movie Maker http://windows.microsoft.com/itit/windows/movie-maker è un'applicazione utile per trasforma i video e le foto in filmati didattici o artistici.

Debut Video Capture Software software gratuito per registrazione e cattura da video http://www.nchsoftware.com/capture/

M. R. Mazzola 2016


Photo Flash Maker Free http://www.photo-flash-maker.com/photo-flashmaker-free-version.html rappresenta la versione lite di un tool per la creazione e la gestione di contenuti basati sulla tecnologia Flash. Consente in particolare di preparare in pochi e semplici passaggi presentazioni multimediali composte d'immagini e musica. L’interfaccia utente è abbastanza intuitiva per favorire l’approccio anche da parte di chi non abbia particolari esperienze in materia. Gli utenti possono inoltre contare su un set di template ed effetti pronti all’uso, realizzati proprio per rendere ancora più immediato l’approccio con il software. Le presentazioni generate con Photo Flash Maker Free sono tipicamente nel formato SWF e sono pertanto visualizzabili su qualsiasi personal computer, sia direttamente con CD/DVD che via Web. Per quanto concerne i formati grafici, vi è la compatibilità con JPG, TIFF, BMP e PNG, mentre a livello audio sono gestibili file MP3, WMA e WAV. Si tratta dunque di un prodotto adatto a diversi contesti d’uso, sia sul piano personale sia professionale. Tutorial Mazzola all’URL: https://www.youtube.com/watch?v=5zjjzuye58 M. R. Mazzola 2016


Library British Sounds http://sounds.bl.uk/Sound-recording-history banca dati inglese ricca di effetti sonori, brani musicali, mappe sonore.

Liber Liber http://www.liberliber.it/ è una banca dati con più di 3.500 libri (in edizione integrale), 6.000 brani musicali, decine di audiolibri e una videoteca in costruzione.

Free Choral Music http://www3.cpdl.org/wiki/index.php/Main_Page ricco portale di risorse corali con accesso libero a partiture. M. R. Mazzola 2016


Joconde - Interessante perché presenta anche immagini sulla conservazione e indagini sulle opere http://www.culture.gouv.fr/documentation/joconde/fr/pre s.htm

Art History basics https://www.khanacademy.org/humanities/art-historybasics

Immagini di arte (in inglese) per la comunità di insegnanti http://quod.lib.umich.edu/a/aict?g=art-ic;page=index M. R. Mazzola 2016


Culturaitalia http://www.culturaitalia.it/?T=1237995668656

Internet culturale http://www.internetculturale.it/opencms/opencms/it/

Europeana Digital Library http://europeana.eu/portal/

Workd Digital Library https://www.wdl.org/en/

M. R. Mazzola 2016


Open data e Beni culturali - riuso delle risorse digitali aperte Cosa sono gli Open Data http://opendatahandbook.org/guide/it/what-is-open-data/

Rijskmuseum Amsterdam https://www.rijksmuseum.nl/en/explore-the-collection

Collezioni musei Fondazione Torino http://opendata.fondazionetorinomusei.it/dataset.php

Mused piattaforma con risorse museali multidisciplinari http://mused.uniroma1.it M. R. Mazzola 2016


GoogleArt project

https://www.google.com/culturalinstitute/beta/?hl=it

è una raccolta online di immagini in alta risoluzione di opere d'arte esposte in vari musei in tutto il mondo, oltre che una visita virtuale delle gallerie in cui esse sono esposte. La visita virtuale permette di vedere le opere in alta definizione. Il progetto è stato lanciato il 1º febbraio 2011 da Google, ed include opere presenti presso la Tate Gallery di Londra, il Metropolitan Museum of Art di New York, gli Uffizi di Firenze e i Musei capitolini di Roma.

M. R. Mazzola 2016


GoogleArt project

https://www.google.com/culturalinstitute/beta/?hl=it

è una raccolta online di immagini in alta risoluzione di opere d'arte esposte in vari musei in tutto il mondo, oltre che una visita virtuale delle gallerie in cui esse sono esposte. La visita virtuale permette di vedere le opere in alta definizione. Il progetto è stato lanciato il 1º febbraio 2011 da Google, ed include opere presenti presso la Tate Gallery di Londra, il Metropolitan Museum of Art di New York, gli Uffizi di Firenze e i Musei capitolini di Roma.

M. R. Mazzola 2016


ď ˝

Portale di RAI Educational dedicato al canale tematico di Rai scuola. http://www.raiscuola.rai.it/startLezioni.aspx è un portale che consente di creare lezioni scegliendo i contenuti dalle teche Rai, da Youtube, da Wikipedia, dal proprio PC, consente di aggiungere testi autoprodotti e di conservare la lezione in cloud.

M. R. Mazzola 2016


Playposit è un servizio che consente di costruire videolezioni interattive integrate da test, potrebbe essere uno strumento per creare materiale didattico per la flipped classroom. https://www.playposit.com. Tutorial per iniziare ad utilizzare playposit: https://www.playposit.com/public/33834/92997/educanon-tutorial

Blendspace è un servizio che grazie all'intuitiva interfaccia drag-anddrop consente di inserire video youtube, documenti e siti web. Si possono agevolmente raccogliere, annotare e organizzare i materiali digitali. Oltre a questo, può essere utilizzato per creare quiz online e per valutare e monitorare gli studenti in tempo reale. https://www.tes.com/lessons Un tutorial per iniziare ad utilizzare https://www.youtube.com/watch?v=OqdT5WNTU3c

M. R. Mazzola 2016


Copyright: Titolarità del diritto di riproduzione di un'opera letteraria, discografica, cinematografica ecc.

Copyleft: Libertà di utilizzare, copiare, modificare e distribuire un prodotto dell'ingegno a condizione che ne venga garantita la gratuità.

Le licenze Creative Commons sono delle licenze di diritto d'autore redatte e messe a disposizione del pubblico a partire dal 16 dicembre 2002 dalla Creative Commons (CC), un'organizzazione non a scopo di lucro statunitense fondata nel 2001 da Lawrence Lessig, professore di diritto all'Harvard University.

Licenze Creative commons http://www.creativecommons.it/

M. R. Mazzola 2016


Il Legislatore italiano con la Legge 17 dicembre 2012, n. 221 ha formalizzato una definizione di dati aperti (formalmente "dati di tipo aperto") inserendola all'interno dell'art. 68 del Codice dell'Amministrazione Digitale. Secondo tale definizione, sono dati di tipo aperto, i dati che presentano le seguenti tre caratteristiche: ď ˝ ď ˝

ď ˝

sono disponibili secondo i termini di una licenza che ne permetta l'utilizzo da parte di chiunque, anche per finalitĂ commerciali, in formato disaggregato; sono accessibili attraverso le tecnologie dell'informazione e della comunicazione, ivi comprese le reti telematiche pubbliche e private, in formati aperti ai sensi della lettera a), sono adatti all'utilizzo automatico da parte di programmi per elaboratori e sono provvisti dei relativi metadati; sono resi disponibili gratuitamente attraverso le tecnologie dell'informazione e della comunicazione, ivi comprese le reti telematiche pubbliche e private, oppure sono resi disponibili ai costi marginali sostenuti per la loro riproduzione e divulgazione.

M. R. Mazzola 2016


Nel panorama culturale contemporaneo gli open data rientrano in un più ampio movimento di pensiero che mira a difendere i diritti dei cittadini/utenti con iniziative affini, da considerarsi parallele. L'Open content è il "padre" dell'Open data: il primo si occupa principalmente di opere creative, il secondo di dati e ricerca scientifica. Il software libero, che ha ispirato l'open content, è incentrato sulla libertà dell'utente oltre che sulla apertura del codice sorgente a beneficio del sistema sociale della produzione e distribuzione di software. L'open source è concentrato sulla sola apertura del codice sorgente (e non sulla sua redistribuzione).

In estrema sintesi si possono individuare alcuni aspetti che caratterizzano un insieme di dati come "aperto":  i dati aperti devono essere indicizzati dai motori di ricerca;  i dati aperti devono essere disponibili in un formato aperto, standardizzato e leggibile da un'applicazione informatica per facilitare la loro consultazione ed incentivare il loro riutilizzo anche in modo creativo;  i dati aperti devono essere rilasciati attraverso licenze libere che non impediscano la diffusione e il riutilizzo da parte di tutti i soggetti interessati. M. R. Mazzola 2016


File sharing: programma che consente lo scambio di file tra utenti di Internet tramite un server comune.

eMule http://it.ccm.net/download/scaricare-25-emule Software di file sharing freeware per scaricare gratis e per condividere file, musica, video e altro. È il software Peer to Peer (p2p) opensource più utilizzato al mondo che adotta la rete eDonkey. Oltre ad una comoda e intuitiva interfaccia, include il filtraggio dei server che non esistono nella lista, una connessione ottimizzata quindi più veloce ai server, la compressione di file scaricati in transito tra due clienti eMule e una statistica sui download. M. R. Mazzola 2016


Strumentazione necessaria:

Aula con LIM o videoproiettore e casse acustiche. Laboratorio informatico con 1 PC per ogni corsista. Connessione Internet per tutti i PC o almeno per la postazione docente-formatore. Autorizzazione all'installazione dei software free oggetto della formazione su tutti i PC del laboratorio. Dispositivi personali di archiviazione.

Strumentazione opzionale:

Cuffie personali.

  

M. R. Mazzola 2016


Blog didattico Musica@scuola https://musicaescuola.wordpress.com/  Piattaforma e-learning www.musicascuola.mdl2.com  Sito di documentazione didattica Cl@sse 2.0 G.B.Piranesi Roma www.classe20piranesi.altervista.org  Sito di documentazione didattica Le città invisibili https://invisibilidalverme.wordpress.com/  Sito di documentazione didattica O Patria mia! La musica e il sentimento patriottico www.piranesi150.altervista.org  Canale Radio dal Verme https://www.youtube.com/channel/UCz6zHA2fhDJCpLmlP_P3EfQ  Blog didattico in lingua francese Les villes d’Europe: Rome-Athènes http://blog.eun.org/rome-athenes mariarosa.mazzola@gmail.com 

M.R. Mazzola 2016


Grazie per l’attenzione

Maria Rosa Mazzola 2016


Discipline Artistiche e TIC - Immagini e Suoni di M.R. Mazzola - Modulo III  

Discipline Artistiche e TIC - Immagini e Suoni di M.R. Mazzola Corsi di Formazione PNSD - Polo Formativo del Lazio - Settembre e Ottobre 201...

Discipline Artistiche e TIC - Immagini e Suoni di M.R. Mazzola - Modulo III  

Discipline Artistiche e TIC - Immagini e Suoni di M.R. Mazzola Corsi di Formazione PNSD - Polo Formativo del Lazio - Settembre e Ottobre 201...

Advertisement