Page 1

08 | D I C E M B R E 2 01 6

La Fabbrica

MODERNA RIVISTA DEL MERCATO INDUSTRIALE

BRADY ISOLA VELOCEMENTE I CIRCUITI ELETTRICI CON IL NUOVO TAGLOCK™

5 A CIBUSTEC 2016 CON ASCO

18

I SISTEMI INTELLIGENTI AUMENTANO LA PRODUTTIVITÀ

NORD UN AZIONAMENTO INTELLIGENTE RISOLVE AUTOMATICAMENTE I BLOCCHI

37

28.01.16 11:40

NSK GUIDA GRATUITA PER MIGLIORARE LE PRESTAZIONI DELLE POMPE NELL’INDUSTRIA ESTRATTIVA

51


08 | La Fabbrica Moderna | Dicembre 2016

RIVISTA DEL MERCATO INDUSTRIALE

BRADY

BAUMER

DELTA

5

6

8

MORGAN ADVANCED MATERIALS

CURTISS WRIGHT

PORTESCAP

15

12

10 KEYENCE IT

ASCO

TYCO GFD

16

18

19

LEROY-SOMER CONTROL TECHNIQUES

20

DANFOSS SER

HAINBUCH

22

24

MAKINO

BALLUFF

KENNAMETAL

26

29

30

HENGSTLER

ASCO

KOLLMORGEN

32

34

36

INSERZIONISTA : MEPAX 4 • NORD 7

www.rivista-lafabbricamoderna.com


VERLINDE INDUSTRIE

NORD

37

FIM

40

38 STAHL

DELPHIN

MAYR

42

43

44

ADVANTECH

WIDIA

FLUKE

46

48

50

NSK

51

VERLINDE STAGEMAKER

FISCHER CONNECTORS

52

54

ARC INFORMATIQUE

56

Riferimento: Valeria PERON Direttore Responsabile: info@lafabbricamoderna.com Inviate i vostri comunicati stampa a: info@lafabbricamoderna.com Per ricevere La Fabbrica Moderna magazine gratis, cortesemente fate la sottoscrizione online a: www.rivista-lafabbricamoderna.com La Fabbrica Moderna è il magazine italiano per gli ingegneri, pubblicato da IPM (Industrial Portal Media) Contiene le novità di prodotto e le ultime news del mercato industriale. La Fabbrica Moderna edita i suoi articoli con la massima accuratezza, tuttavia non garantisce l’esattezza delle informazioni presentate. Il nostro team declina ogni responsabilità riguardo al contenuto di questa rivista o all’uso che potrebbe esserne fatto.

INDUSTRIAL

PORTALS MEDIA


OTTIMIZZATE LE VOSTRE PR E INSERZIONI PUBBLICITARIE INTERNAZIONALI PER IL MERCATO INDUSTRIALE

Capacità internazionale

Risultati eccellenti

Processo ottimizzato

80 collaboratori in Paesi diversi assicurano una forte relazione con i principali media locali. Mepax si distingue per la sua conoscenza approfondita dei media e la capacità di selezionare le migliori opzioni pubblicitarie online/su carta. Le PR possono essere tradotte in 35 lingue.

25.000 articoli pubblicati nel 2014: EMEA: 45% - Asia: 35% - Americhe: 20%. La maggior parte degli articoli è stata pubblicata sui primi 1000 media del mondo.

Con un processo collaudato, creato per oltre 70 clienti attivi, possiamo adattarci a tutte le specifiche esigenze dei clienti con la massima affidabilità. Abbiamo sviluppato internamente il più avanzato ERP dedicato alle PR, che permette trasparenza e rapporti online completi in real-time. La gestione dei media internazionali diventa quindi semplice, veloce ed efficiente per risultati ottimali.

www.mepax.com info@mepax.com

L’AGENZIA DI PR PIU’ INNOVATIVA

@mepaxIntPR


N OT I Z I E

ISOLA VELOCEMENTE I CIRCUITI ELETTRICI CON IL NUOVO TAGLOCK™

TAGLOCK™, l’esclusiva soluzione di lockout proposta da Brady, consente a operatori, meccanici e addetti alla manutenzione e alla sicurezza di isolare i circuiti elettrici in maniera facile e veloce per evitarne l’attivazione accidentale durante un intervento. Con TAGLOCK™ è possibile ridurre il rischio di elettrocuzione e altri incidenti derivanti dalla riattivazione dei circuiti. Evita incidenti TAGLOCK™ isola un circuito bloccandone l’interruttore in posizione OFF per evitarne la riattivazione accidentale durante un intervento di manutenzione. Bloccando l’interruttore in posizione OFF durante l’intervento, è possibile ridurre il rischio di elettrocuzione e altri incidenti con conseguenze potenzialmente gravi derivanti dalla riattivazione accidentale del circuito.

Per ulteriori informazioni su TAGLOCK™, guarda il video su YouTube o scrivi a Brady all’indirizzo emea_request@ bradycorp.com. Informazioni

Fino a 4 addetti Il dispositivo di bloccaggio per interruttori può essere utilizzato anche da 4 addetti contemporaneamente, ciascuno con una propria fascetta personale di colore diverso. L’addetto può rimuovere la sua fascetta con il relativo cartellino una volta conclusa la parte dell’intervento di sua competenza. Una volta terminato l’intero intervento, l’ultimo addetto rimuove anche il dispositivo di bloccaggio per permettere di riaccendere l’interruttore.

Grande semplicità TAGLOCK™ si installa in maniera facile e veloce. Applica il dispositivo di bloccaggio all’interruttore, passa una fascetta nella fessura e aggiungi un cartellino. Grazie alle dimensioni ridotte del dispositivo di bloccaggio TAGLOCK™, è possibile applicarlo alla maggior parte degli interruttori adiacenti. Passa una fascetta di nylon nelle fessure di tutti i dispositivi di bloccaggio applicati sugli interruttori per bloccarli assieme in posizione OFF. Se necessario, per una maggiore sicurezza è possibile applicare un lucchetto.

www.bradycorp.com

08 | La Fabbrica Moderna | Dicembre 2016

5


N OT I Z I E

LINEARITÀ E APPRENDIMENTO - UN ABBINAMENTO IDEALE PER MISURE SEMPLICI E MOLTO PRECISE

AlphaProx IR18 – des évaluations simples grâce à une courbe caractéristique linéarisée.

Grazie a curve di calibrazione linearizzate integrate, i nuovi sensori induttivi per la misura della distanza IR08, IR12 e IR18 della famiglia AlphaProx di Baumer permettono di analizzare i risultati di misura senza alcuna necessità di ulteriori integrazioni, semplificando il lavoro dell’utilizzatore, e senza avere il minimo impatto sul costo.

L

e misure complesse sono così superate. Un nuovo sensore che consente l’ autoapprendimento di un punto e permette di impostare sempre il valore di riferimento (valore 0), che col tempo potrebbe derivare, garantendo così una misura lineare di planarità o di deformazione meccanica precisa e ripetibile con un ottimo guadagno elettrico.

Informazioni

Questa innovazione semplifica anche l’installazione del sensore, laddove le tolleranze meccaniche potrebbero influenzare la precisione di misura o non permettere una adeguata installazione meccanica . Le tolleranze di installazione sono eliminate direttamente nel sensore, garantendo misure riproducibili e riducendo i costi di installazione.

La curva di amplificazione del segnale di uscita può essere adattata individualmente alle diverse applicazioni tramite una funzione di apprendimento su 2 punti . Tipicamente queste funzioni vengono associate a sensori di altre tecnologie di misura come quelle fotoelettriche, ultrasuoni, magnetostrittive dove i sensori apprendono un valore minimo e massimo di campo di misura lineare. Per le applicazioni in cui, oltre al segnale analogico, deve essere generato anche un segnale di commutazione digitale in determinati punti del suo campo di misura, Baumer offre anche modelli AlphaProx con un´uscita digitale programmabile. Questa combinazione di due uscite nello stesso sensore permette di installare il sensore anche in luoghi dove non c´è spazio per due sensori (due sensori in uno).riducendo altresì i costi Per ulteriori informazioni: www.baumer.com/alphaprox

08 | La Fabbrica Moderna | Dicembre 2016

6


ANTRIEB

DER

■ Affidabile ■ Versatile ■ Globale

Getriebetechnik ■ ■ ■ ■

Starke Lagerung Geräuscharmer Lauf Korrosionsschutz (AL) Hohe Leistungsdichte

Motorentechnik

Steuerungstechnik

■ Alle Effizienzklassen ■ Weitspannungsbereich

■ ■ ■ ■

(380-420V)

■ Auch als Brems - oder

Alle Umgebungen Schutzklasse bis IP69K Flexible Schnittstellen Skalierbare Funktionalität

ATEX-Variante

il Riduttore

il Motore

l‘Elettronica

■ Cuscinetti rinforzati ■ Funzionamento silenzioso ■ Alta densità di potenza

■ Alta efficienza ■ conforme agli standard internazionali ■ idoneo a tutte le condizioni d‘impiego

■ Forma costruttiva compatta ■ Facile messa in funzione ■ Funzionalità scalabili

Ampia gamma di potenze – Soluzioni complete flessibili – Sistemi ad alta efficienza

DerAntrieb.com

NORD Motoriduttori S.r.l. Via I. Newton 22, 40017 - San Giovanni in Persiceto (BO) Tel. +39 051 6870711, Fax +39 051 827749 italy@nord.com, www.nord.com Member of the NORD DRIVESYSTEMS Group

DRIVESYSTEMS


N OT I Z I E

IL PORTFOGLIO ALTAMENTE DIVERSIFICATO DI ELETTRONICA DI POTENZA, SISTEMI DI RAFFREDDAMENTO E SOLUZIONI INTEGRATE DELTA PER LA PRODUTTIVITÀ OTTIMIZZATA SONO STATI ESPOSTI A ELECTRONICA 2016 A MONACO

Delta, leader mondiale nelle soluzioni di gestione della potenza e termica, ha presentato a Electronica 2016 un ampio spettro di avanzati prodotti elettronici di potenza, sistemi di raffreddamento e soluzioni totali in grado di ottimizzare la produttività e i risparmi energetici nelle applicazioni industriali, automotive, medicali e telecom.

L

a superiorità di Delta si è riflessa in tecnologie come gli starter di potenza Cyntec qualificati secondo AEC-Q200, per applicazioni automotive, che supportano operazioni ad alta frequenza fino a 1MHz e vantano uno spessore massimo di soli 2,1mm; le sue Soluzioni di Potenza Telecom, caratterizzate non solo da un’efficienza massima del 98%, leader mondiale, ma anche dal Rectiverter di Eltek, il primo modulo di potenza bidirezionale del mondo; nonché i Ventilatori a Commutazione Elettronica (EC), che vantano un consumo elettrico ridotto dal 40% al 50% rispetto ai tradizionali ventilatori c.a. in numerose applicazioni.

Informazioni

“La competenza chiave di Delta, che è quella di fornire un’efficienza di conversione dell’energia leader del settore, nasce dalla sua focalizzazione a lungo termine sull’innovazione basata sull’R&D e dall’impegno nei confronti di un mondo a basso carbonio. Con il suo crescente portafoglio di elettronica di potenza, sistemi di gestione termica e soluzioni verdi ad alte prestazioni, il Gruppo Delta, che include società affiliate come Eltek 08 | La Fabbrica Moderna | Dicembre 2016

8

e Cyntec, aiuta i clienti in un’ampia gamma di settori a realizzare un miglioramento sostanziale nelle capacità e nelle caratteristiche ecologiche dei loro prodotti finali e delle loro operazioni”, ha affermato il Sig. Jackie Chang, Presidente & Direttore Generale di Delta in Europa, Medio Oriente e Africa (regione EMEA). Le principali tecnologie Delta presentate a Electronica 2016 comprendono: 1) Elettronica di potenza: l Il nostro crescente portafoglio di Alimentatori di Potenza Industriali (IPS), che comprende attualmente oltre 500 prodotti) offre un ampio spettro di tipi di prodotto per supportare la conversione della potenza in applicazioni diverse come l’automazione di fabbrica e il medicale. Per esempio, gli alimentatori su guida DIN a elevate prestazioni CliQ serie M di Delta offrono un’efficienza >90% e la funzione Advanced Power Boost (APB) in un design a elevata densità di potenza. La funzione APB rileva un percorso di corrente difettoso all’interno di un


N OT I Z I E

ventilatori c.a. in applicazioni come HVAC, datacenter, refrigerazione commerciale ed energia rinnovabile. L’ampio range di opzioni di tensione d’ingresso disponibili per i ventilatori trifasi (200-480Vc.a.) semplifica sostanzialmente il processo di acquisizione dei nostri clienti. A differenza dei ventilatori c.a., i Ventilatori EC Delta offrono anche proprietà di comunicazione per l’efficace controllo della velocità e il monitoraggio di stato tramite il protocollo MODBUS RS485 per migliorare l’efficienza energetica e l’affidabilità di funzionamento. l Per le applicazioni telecom, anche le nostre soluzioni termiche per armadi, comprendenti scambiatori di calore, raffreddatori termoelettrici, riscaldatori e condizionatori d’aria, sfruttano la posizione di leader mondiale di Delta nei ventilatori brushless c.c. per rendere massime le prestazioni operative, oltre a essere in grado di funzionare continuamente fino a 80.000 ore (circa 9 anni). Anche i nostri scambiatori di calore e raffreddatori termoelettrici funzionano con eccellenti proprietà di basso rumore, di soli 54 db-A in alcuni modelli. I condizionatori d’aria per armadi di Delta utilizzano compressori a velocità variable con inverter c.c. e un design a doppio rotore per raggiungere un coefficiente di prestazioni (COP) fino a 4.5, che significa un consumo di energia significativamente inferiore nel processo di raffreddamento.

collegamento con carichi multipli e aziona di conseguenza l’interruttore connesso a tale percorso, facendo in modo che gli altri carichi collegati possano continuare a funzionare senza interruzioni. l Cyntec, affiliata di Delta, ha rivelato i suoi componenti passivi, moduli di potenza e componenti RF di nuova generazione. Per il settore automotive, dalle elevate esigenze, gli starter di potenza miniaturizzati Cyntec, migliori della loro classe e qualificati secondo AEC-Q200, offrono elevate correnti di saturazione e bassa resistenza c.c., sono in grado di tollerare condizioni ad alta frequenza fino a 1MHz e vantano non solo un design super-sottile con uno spessore massimo di 2,1mm ma anche un nucleo in polvere metallica per eccellenti prestazioni. l Cyntec ha presentato anche i suoi avanzati convertitori c.c./c.c. per Punti di Carico (POL) non isolati e isolati con un’efficienza del 95% che integrano chip di controllo, starter e condensatori I/O in un singolo modulo di gestione della potenza per offrire risparmi di spazio fino al 75%. Queste qualità sono essenziali per gli ingegneri che desiderano costruire sistemi di conversione c.c./c.c. ultracompatti ad alte prestazioni.

4) Gruppi di Continuità (UPS): l Il sistema UPS trifase modulare Modulon serie DPH di Delta, progettato per una maggiore flessibilità e forti prestazioni con un’efficienza c.a.-c.a. del 96% è un’opzione ideale per i datacenter di medie dimensioni. Anche se in fiera è stato esposto un sistema Modulon da 75kW, la potenza disponibile può raggiungere i 200kW. Hanno fatto parte della proposta Delta a Electronica 2016 anche altri sistemi UPS per applicazioni IT, industriali e al dettaglio.

Informazioni

2) Soluzioni di Gestione Termica: l Delta ha esposto il suo portafoglio completo di Ventilatori a Commutazione Elettronica (EC) (soffiatori e ventilatori assiali) caratterizzati da una gestione termica superiore con risparmi energetici dal 40% al 50% circa e un funzionamento a basso rumore rispetto ai tradizionali

3) Soluzioni di Potenza Telecom: l La nostra esposizione a Electronica 2016 includeva Soluzioni di Potenza Telecom ecologiche di Delta ed Eltek. I raddrizzatori serie DPR3000-48 di Delta offrono ora l’efficienza di conversione dell’energia più elevata del mondo con un massimo del 98%, una rivoluzione notevole che permetterà non solo ulteriori risparmi di opex, ma ridurrà anche le emissioni di carbonio per i nostri operatori di reti. Il sistema di armadi modulari per esterni OutD serie “M” include anche opzioni di raffreddamento a risparmio energetico come la sola ventilazione d’aria (AV) e l’AV + il condizionamento d’aria (AC). Era disponibile anche il sistema per piccole celle Golden Eagle con efficienza del 96% per applicazioni 4G. l Il Rectiverter di Eltek, il primo modulo di potenza bidirezionale del mondo, facilita e ottimizza le strutture dei sistemi alimentati a c.a. e c.c. per maggiori efficienza, affidabilità e controllo e un minore costo totale di possesso anche al di là delle applicazioni telecom. Eltek ha presentato in fiera anche i suoi moduli Remote Power System e Flatpack S.

www.deltaww.com

08 | La Fabbrica Moderna | Dicembre 2016

9


N OT I Z I E

MORGAN ADVANCED MATERIALS ANNUNCIA LA CAPACITÀ DI PRODUZIONE DI RIFLETTORI ACUSTICI IN CERAMICA PER LA MISURAZIONE DEL FLUSSO CON GLI ULTRASUONI

Morgan Advanced Materials ha sviluppato la capacità di produrre complessi riflettori acustici in ceramica utilizzati nei flussimetri a ultrasuoni, grazie alla pionieristica ricerca condotta in collaborazione con la Loughborough University, per assicurare una precisione di misura costante in una maggiore vita operativa del sistema.

I

flussimetri ad ultrasuoni, comunemente utilizzati nella misura delle utenze residenziali, hanno un ruolo importante nel permettere un accurato monitoraggio e controllo del flusso. La crescente domanda di una maggiore precisione di misura ha un contribuito ad un sensibile incremento nell’uso della tecnologia ad ultrasuoni per la misura del flusso. Al centro di questa tecnologia vi sono i riflettori acustici, che sono utilizzati nei tubi di flusso per convergere le onde ultrasoniche da un sensore all’altro. Tradizionalmente, essi sono realizzati in acciaio inossidabile, ma i recenti sviluppi fra Morgan e alcuni dei suoi clienti chiave nel mercato del rilevamento del flusso hanno portato allo sviluppo dei riflettori in ceramica, che offrono una serie di vantaggi prestazionali.

Anche se i riflettori acustici in acciaio inossidabile permettono inizialmente una buona precisione di misura, si è scoperto che essa diminuisce piuttosto significativamente nel corso degli anni. Al contrario, i cunei ceramici prodotti con Allumina di proprietà Morgan (tipo Hilox) non mostrano una diminuzione di prestazioni paragonabile, offrendo una maggiore precisione di misura nel lungo termine. Dopo un periodo di dieci anni, la differenza di prestazioni fra i riflettori in ceramica e quelli in acciaio inossidabile si allarga notevolmente. Morgan è in grado di fornire sensori a ultrasuoni ad alta sensibilità e ampia larghezza di banda per la misura del flusso, per incrementare ulteriormente questa sensibilità iniziale.

Informazioni

I riflettori acustici in ceramica di Morgan offrono una varietà di benefici addizionali rispetto ai loro equivalenti in acciaio inossidabile: le proprietà inerti del materiale lo rendono più sicuro nel trattamento delle acque, mentre la sua leggera composizione riduce il peso complessivo dei componenti senza compromessi sulla durata. Altri benefici includono una superficie più liscia e un migliore scalabilità dello spessore dell’elemento di misura, che migliorano entrambi la precisione della lettura strumentale. 08 | La Fabbrica Moderna | Dicembre 2016

10


N OT I Z I E

Basandosi sulla sua vasta esperienza nell’ingegneria applicativa, Morgan ha intrapreso un approccio pionieristico nello sviluppo dei riflettori in ceramica. Utilizzando la tecnologia dello stampaggio a iniezione, è ora possibile ottenere una gamma più ampia di progetti personalizzabili con geometrie complesse, per rispondere alle esigenze del settore. Questo metodo permette inoltre a Morgan di adattare correttamente i sensori alla larghezza del fascio ultrasonico ed alle proprietà acustiche, assicurando la massima sensibilità grazie alla riduzione potenziale della turbolenza nel percorso seguito dal flusso d’acqua attorno ai cunei. Ciò è ottenuto creando forme più complesse che possono aiutare la dinamica del fluido sul flusso all’interno del tubo.

Per ulteriori informazioni, visitate: www.morgantechnicalceramics.com/ceramic-wedge

Informazioni

Charles Dowling, Business Manager di Morgan Advanced Materials, ha così commentato: “Questo sviluppo è il risultato di una collaborazione unica fra Morgan e la Loughborough University ed è un chiaro esempio di come abbiamo allargato i confini della ricerca per fornire soluzioni complete ai nostri clienti. Poiché la longevità è un aspetto chiave per molti dei nostri clienti che operano nella misura industriale, abbiamo ottimizzato i nostri sensori ad ultrasuoni per offrire prestazioni mantenute nel tempo rispetto ad altri materiali. Di conseguenza, i nostri clienti possono sentirsi rassicurati sul fatto che i loro flussimetri rimarranno precisi più a lungo”.

08 | La Fabbrica Moderna | Dicembre 2016

11


N OT I Z I E

CON I NUOVI ATTUATORI ELETTRICI È POSSIBILE MISCELARE E DOSARE, IN QUANTITÀ PRECISA E CON ELEVATA DINAMICA, ALLOGGIANDO L’ATTUATORE DIRETTAMENTE NEL MISCELATORE

E’ quanto avviene grazie ai nuovi attuatori elettrici che, posti direttamente nel miscelatore, garantiscono il controllo preciso del dosaggio accompagnato a prestazioni con elevata dinamica.

L’erogazione accurata e ripetibile di adesivi e sigillanti è un presupposto indispensabile in settori critici come quelli automobilistici, aerospaziali, delle energie rinnovabili, elettrico ed elettronico e della produzione di elettrodomestici. La miscelazione e l’erogazione dei materiali direttamente sulla superficie aumentano in modo significativo la precisione e la ripetibilità del dosaggio, riducendo nello contemporaneamente i tempi ciclo; soprattutto quando vengono erogate molte piccole quantità da una singola camera volumetrica.

I

l produttore tedesco di sistemi di erogazione Hilger u. Kern / Gruppo Dopag, insieme al suo distributore CurtissWright locale, Parkem AG, ha sviluppato due nuovi sistemi di erogazione unici in grado di gestire materiali a bassa o alta viscosità e anche materiali abrasivi. Il Vectodis, progettato per materiali monocomponente, e il Vectomix, progettato per materiali multicomponente, combinano entrambi un attuatore elettrico GSM di Curtiss-Wright con una valvola pneumatica, per un dosaggio preciso e tempi ciclo ridotti al minimo, di un’ampia gamma di materiali.

Tramite il monitoraggio della pressione nella camera di misura si ottiene una elevata affidabilità, e flessibilità di processo. Grazie all’attuatore posto nel miscelatore si evita la sedimentazione del materiale, mentre la deaerazione nella parte superiore della camera di misura elimina l’aria intrappolata nel sistema. Speciali pistoni guidati minimizzano il carico laterale, mentre il lavaggio del pistone di misura con liquido sigillante, se si usano materiali abrasivi, porta a una maggiore affidabilità e a una vita prolungata. Le unità di misura con effetto snuff back evitano la contaminazione dello spazio di lavoro.

Informazioni

Materiali mono e multicomponente Il Vectodis (figura 2) è destinato al trattamento dei materiali monocomponente, che possono essere applicati per singoli punti o a striscia continua. Il Vectomix (figura 3) è destinato al trattamento dei materiali multicomponente e consiste di due sistemi Vectodis sincronizzati che controllano in modo indipendente la portata di ciascun 08 | La Fabbrica Moderna | Dicembre 2016

12


N OT I Z I E

Il sistema Vectodis

Il sistema Vectomix

componente che entra nel blocco di miscelazione, situato subito prima del tubo di miscelazione in plastica. Entrambi i sistemi erogatori richiedono un’appropriata alimentazione di materiale che avviene tramite una motion controller.

Per rispondere ai requisiti previsti di velocità e accuratezza di posizionamento e ai vincoli di spazio, Parkem ha contribuito a dimensionare e selezionare gli attuatori elettrici Exlar GSM di Curtiss-Wright. L’attuatore elettromeccanico GSM (figura 4) integra un servomotore

Il concetto del controllo Ogni sistema è controllato da un PLC, grazie al quale tutti i parametri dell’applicazione sono accessibili tramite un’interfaccia operatore touchscreen. Il PLC calcola il moto richiesto del cilindro elettrico per ottenere il dosaggio di materiale richiesto, e nelle applicazioni robotizzate permette di scaricare il materiale sincronizzandosi al movimento del master. Per rispettare i target di costo previsti, e ottenere nello stesso tempo le prestazioni richieste, è stato selezionato un azionamento Xenus con interfaccia di comunicazione CANopen. Informazioni

Attuatore elettromeccanico GSM Gli attuatori pneumatici sono stati considerati brevemente, grazie al loro basso costo, ma sono stati rapidamente scartati a causa della loro intrinseca bassa accuratezza nel posizionamento e della mancanza di risposta dinamica. Sono stati considerati anche gli attuatori idraulici, ma alla fine sono stati scartati a causa dei problemi di accuratezza del posizionamento, delle esigenze di manutenzione e delle potenziali perdite di fluido. Gli attuatori elettromeccanici offrivano un’accuratezza di posizionamento superiore, tempi ciclo ridotti, prestazioni costanti nel tempo e alla mancanza di perdite rispetto alle soluzioni pneumatiche e idrauliche. Alla fine sono stati selezionati i motori/attuatori integrati Exlar GSM per il loro design compatto e a elevata densità di potenza, adatti per l’uso nella maggior parte degli ambienti industriali, comprese le aree pericolose, che combinano la flessibilità e risposta dei servomotori con un’eccezionale efficienza energetica.

a c.a. con una vite a rulli planetari in un insieme compatto. Le viti a rulli planetari offrono una spinta molto elevata e una vita lunghissima; l’integrazione del servomotore accoppiato direttamente alla vite a rulli ne migliora le prestazioni dinamiche e affidabilità. Per le applicazioni completamente automatizzate (figura 5), l’attuatore GSM può essere fornito con il dispositivo di feedback e i connettori del produttore del robot, assicurando un’integrazione senza soluzione di continuità con il controllore principale del robot come 7° asse.

La trasmissione dei dati avviene in tempo reale attraverso il motion control standardizzato Device-Profile DS402. Con il sistema Vectomix, la trasmissione sincrona dei dati richiesti ai due servo-controllori avviene simultaneamente. L’attuatore Exlar GSM ha un encoder integrato. Gli anelli di corrente, velocità e posizione sono chiusi nel driver 08 | La Fabbrica Moderna | Dicembre 2016

13


L’attuatore elettromeccanico GSM di Curtiss-Wright.

N OT I Z I E

Il sistema Vectodis montato su un braccio robotizzato.

Xenus, semplificando il compito di ottimizzare i singoli anelli di controllo. La comunicazione in tempo reale e la regolazione dinamica, unite alla precisione dell’attuatore GSM si traducono in un dosaggio estremamente accurato e affidabile.

Informazioni

I vantaggi rispetto ad altre soluzioni pneumatiche sono evidenti: il monitoraggio e il controllo della posizione ad anello chiuso, insieme all’accoppiamento diretto del motore all’attuatore offrono una risposta di sistema a dinamica estremamente elevala, depositando in modo preciso il materiale. La comunicazione CANopen permette inoltre il facile accesso a numerosi parametri di controllo per l’adattamento del profilo, il monitoraggio e la diagnostica. Il supporto post vendita del sistema sarà disponibile localmente o da remoto, tramite l’applicazione per Windows TeamViewer.

08 | La Fabbrica Moderna | Dicembre 2016

14

Una soluzione integrata Parkem, grazie all’ esperienza ingegneristica ottenuta sviluppando una vasta gamma di applicazioni, ha selezionato per questo progetto il cilindro elettrico GSM e il driver Xenus. La stretta collaborazione fra Parkem e Dopag si è tradotta in tempi di messa in opera ristretti, ottimizzazione dei parametri di controllo, che ha portato a prestazioni complessivamente superiori alle aspettative. www.curtisswright.com David Hansen, Direttore Marketing, Exlar Actuation Solutions, Curtiss-Wright Corporation


N OT I Z I E

GLI ATTUATORI LINEARI CAN STACK 20DBM OFFRONO PRESTAZIONI ECCEZIONALI

Portescap ha introdotto una nuova generazione di attuatori lineari a elevata densità di potenza Can Stack, i 20DBM.

Q

uesti motori passo-passo lineari da 20 mm offrono un design ottimizzato ideale per le applicazioni che richiedono un’elevata forza lineare. I nuovi 20DBM sono caratterizzati da un circuito magnetico ottimizzato che offre prestazioni migliori rispetto ai design esistenti. L’angolo del passo di 7,5 gradi offre movimenti incrementali più fini con un elevato livello di precisione e ripetibilità. Grazie a una forza di tenuta massima fino a 50N, gli attuatori 20DBM sono particolarmente adatti per applicazioni come pipette elettroniche, analizzatori medicali e non medicali, stadi XY e attuatori di valvole.

I nostri attuatori 20DBM completamente customizzabili sono alimentati da magneti al neodimio ad alta energia, un circuito elettromagnetico ottimizzato e un design di precarico dei cuscinetti in attesa di brevetto, che assicura prestazioni eccezionali in un piccolo involucro. La standardizzazione dei componenti e la modularità del progetto assicurano una capacità di rapida customizzazione per campioni destinati alle diverse applicazioni. Le configurazioni standard possono essere consegnate entro un tempo massimo di una settimana. I 20DBM sono disponibili nelle versioni Captive e NonCaptive con varie opzioni di passo della vite sul nostro tool di selezione dei motori online MotionCompass™. Sono prodotti in una fabbrica certificata ISO e sono conformi alle direttive RoHS. Informazioni

www.portescap.com

08 | La Fabbrica Moderna | Dicembre 2016

15


N OT I Z I E

SOFFIERIA BERTOLINI : SISTEMA DI MISURAZIONE DIMENSIONALE UN COMPARATORE OTTICO PER MEDICINALI PIÙ SICURI

Soffieria Bertolini utilizza il comparatore ottico Serie IM per la misura dimensionale delle parti più complesse di flaconi e fiale in vetro, in particolare di quelle che sono a diretto contatto con le chiusure.

S

offieria Bertolini di Candiolo (Torino) produce per le industrie farmaceutiche i contenitori primari, ossia le fiale, i flaconi e le cartucce in vetro di prima classe idrolitica. Tali contenitori vengono utilizzati per i farmaci iniettabili in tutte le loro forme: liquido, polvere, Lyo. “La Soffieria Bertolini fornisce tutte le case Farmaceutiche più importanti sui mercati italiano e internazionale”, afferma il Quality Assurance Dr. Luca Carnelli.

Informazioni

“La nostra produzione si distingue per l’alta qualità, le tolleranze di produzione ristrette e la ricerca della customizzazione del prodotto: in particolare, nel fornire al cliente la qualità dedicata che abbiamo definito ‘Zenith’. Cerchiamo quindi di fare in modo che il nostro cliente finale possa ottenere il massimo risultato dal punto di vista di rendimento, di efficienza e di minimizzazione del rischio residuo. L’obiettivo è quello di mettere il cliente e la nostra azienda al riparo da problemi di qualità che potrebbero avere delle ricadute molto serie sull’utilizzatore del farmaco”.

08 | La Fabbrica Moderna | Dicembre 2016

16

Ogni flacone ha una bocca sulla quale viene inserito un tappo di gomma che a sua volta viene mantenuto in posizione da una ghiera di alluminio. La parte che è a contatto con la bocca deve avere delle tolleranze ottimali per garantire la tenuta di accoppiamento e quindi la salvaguardia del farmaco. E’ qui che entra in gioco il comparatore ottico Serie IM Keyence, utilizzato nel laboratorio di produzione per la misura dimensionale dei flaconi e delle fiale nelle loro parti più complesse, ossia quelle che sono a diretto contatto con le chiusure. “In precedenza il controllo veniva eseguito utilizzando dei normali calibri dimensionali da interni e da esterni”, afferma il Dr. Carnelli. Da 4 a 6 componenti misurati contemporaneamente In particolare, il controllo viene effettuato all’atto dell’avviamento della macchina per confermare che la stessa lavori all’interno del range di produzione (le macchine di Soffieria Bertolini sono comunque equipaggiate con sistemi di controllo dimensionale al 100% tramite telecamere sviluppate internamente). “Lo strumento Keyence serve come confronto in modo da avere una garanzia che la taratura delle nostre telecamere


N OT I Z I E sia adeguata per scartare eventuali pezzi non conformi”, sottolinea il Dr Carnelli.

deve semplicemente richiamare un codice e il problema è risolto”.

Vengono inoltre effettuati dei controlli che, a seconda del tipo di prodotto, possono avvenire ogni due ore, ogni quattro ore oppure una volta per turno. “Nella nostra organizzazione abbiamo un ufficio di Controllo Qualità che esegue una campionatura sulle oltre 30 linee di produzione”, prosegue il Dr. Carnelli. “L’addetto acquisisce manualmente dei campioni su ogni macchina e quindi esegue le misure richieste in laboratorio. Queste ultime sono state molto velocizzate grazie al sistema Keyence, perché sono stati memorizzati tutti i codici ed è quindi possibile misurare da 4 a 6 flaconi contemporaneamente, invece che uno per volta come in precedenza”. Tali misure permettono di confermare se la produzione è allineata alle specifiche. Se vi sono delle situazioni ‘border line’, non ancora fuori specifica ma vicine al limite minimo o al limite massimo del range di tolleranza, il Controllo Qualità interviene presso la produzione affinché tutto venga riportato in condizioni ottimali.

Infatti, il sistema di misurazione dimensionale tramite immagini Serie IM completa istantaneamente le misurazioni dimensionali con una semplice operazione di “Posiziona e premi” permettendo a chiunque di eseguire le misurazioni in modo agevole, rapido e preciso, senza preoccuparsi delle differenze e delle variazioni individuali.

L’applicazione di Soffieria Bertolini evidenzia in modo inconfutabile la differenza fra i comparatori ottici tradizionali e il comparatore ottico Keyence. Nei primi, le misurazioni richiedono molto tempo, i risultati di misurazione sono variabili a seconda dell’operatore, non tutti sono in grado di utilizzare gli strumenti a causa della loro complessità ed è difficile creare report accurati. Nel comparatore ottico Keyence, al contrario, le misurazioni vengono eseguite in pochi secondi, i risultati delle misurazioni sono omogenei a prescindere dall’operatore, l’interfaccia è intuitiva e utilizzabile da chiunque e i report di ispezione sono pronti in pochi istanti. La Serie IM misura concentricità, parallelismo, rotondità, centinatura, profilo interno e molto altro, anche su componenti con superfici curve, plastica stampata, metallo a basso contrasto, ecc. Riduzione dei tempi e degli scarti Queste caratteristiche del comparatore ottico Keyence hanno permesso di ridurre i tempi di controllo e gli scarti, grazie alla possibilità di intervenire più rapidamente sulle linee di produzione in caso di necessità. “La nostra azienda lavora su tre turni, con una produzione di oltre 2 milioni di pezzi al giorno”, riferisce il Dr. Carnelli. “In media controlliamo almeno due volte a turno una ventina di pezzi per macchina. Oggi disponiamo di una storia statistica che potrebbe permetterci di ridurre a sei il numero delle misure eseguite ogni due ore, ma mediamente ne eseguiamo venti proprio per avere uno specchio migliore della situazione”.

Poiché per le misurazioni si utilizzano immagini proiettate, nelle immagini sono proiettate anche polvere o bave. Per eliminare l’effetto di tali fattori, il sistema Serie IM utilizza avanzati algoritmi di estrazione dei bordi. Per esempio, per il rilevamento dei bordi lineari o circolari presenti nelle immagini viene impostato un cosiddetto “intervallo di rilevamento bordo”, nel quale vengono specificati i bordi da rilevare. All’interno di tale intervallo il sistema provvede a rilevare numerosi punti bordo (punti al confine fra aree chiare e scure) in sub-pixel (unità di 0,01 pixel o meno). Per esempio l’impostazione iniziale specifica di rilevare 100 punti per individuare una retta. Per interpolare tale retta, il sistema utilizza quindi il metodo dei minimi quadrati sul gruppo di punti bordo rilevati. Anche se viene specificato come una retta, il bordo di un target reale può presentare piccole irregolarità. L’interpolazione mediante il metodo dei minimi quadrati è in grado di ridurne l’effetto. Potenza e semplicità Queste doti di semplicità e potenza del comparatore ottico Keyence hanno ridotto nettamente la necessità di supporto iniziale dopo l’installazione. E’ stata necessaria meno di un’ora, grazie anche agli skill molto elevati del laboratorio di Controllo Qualità. Inoltre, l’azienda aveva già una competenza di background perché essa stessa costruisce sistemi di telecamere per il controllo inline. “In sostanza, abbiamo completato da soli la fase di installazione e messa in servizio del nuovo sistema, semplicemente leggendo il manuale d’uso Keyence”. Il sistema è entrato in funzione nella primavera del 2016. Il passaggio successivo, che verrà completato nei prossimi mesi, sarà quello di trasferire a una banca dati centrale tutti i dati che attualmente vengono memorizzati in modo stand alone. Questo permetterà all’Ufficio Qualità di estrapolare dei trend per controllare visivamente l’andamento delle misure sulle singole macchine. L’operazione sarà favorita dalle caratteristiche della Serie IM. Infatti, il file che registra il contenuto di impostazioni quali la configurazione del target, i punti di misurazione e la tolleranza della valutazione, detto “dati di impostazione delle misurazioni”, viene automaticamente conservato nell’unità disco rigido integrata del controllore. Quando la Serie IM è collegata a una rete, tutti i dati possono essere gestiti attraverso un server di connessione.

Informazioni

Nella fase di selezione dello strumento, vi erano tre candidati: uno strumento di costruzione interna per il controllo dimensionale offline, il sistema Keyence e un sistema della concorrenza. “Abbiamo ritenuto che la capacità, la potenza di analisi e la riproducibilità del sistema Keyence fossero superiori a quelle tutti gli altri candidati, ma abbiamo scelto il comparatore ottico Keyence soprattutto perché offre il grande vantaggio di potere eseguire più di una misura contemporaneamente. La possibilità di gestire 4 o 6 flaconi contestualmente è stata un passo avanti notevole, se si considera che il nostro sistema ne misurava uno per volta. Inoltre, dal punto di vista dell’interfaccia software il comparatore ottico Keyence è assolutamente simile a quello che avevamo progettato al nostro interno. Procediamo quindi per codici e l’operatore non ha il problema di caricare dei dati:

Le dimensioni dei target che è possibile misurare dipendono dal campo visivo di misurazione. Per questo, il sistema di misurazione dimensionale tramite immagini Serie IM offre quattro tipologie di testine di misurazione.

www.keyence.it/IM6225

08 | La Fabbrica Moderna | Dicembre 2016

17


N OT I Z I E

A CIBUSTEC 2016 CON ASCO

CibusTec 2016, che si è tenuta a Parma dal 25 al 28 Ottobre, è tra le più importanti manifestazioni del panorama internazionale dedicate al food processing & packaging ed è considerata una vetrina completa delle migliori soluzioni disponibili per tutte le tipologie di prodotti.

L

a produzione e la trasformazione dei prodotti agro-alimentari richiedono l’utilizzo di tecnologie di automazione avanzate. I componenti ASCO contribuiscono all’ottimizzazione ed affidabilità dei vostri processi, a partire dalle materie prime fino all’imballo e alla spedizione. Leader mondiale nella produzione di elettrovalvole e valvole “general purpose” e protagonista nel mercato dei componenti pneumatici, ASCO offre prodotti standard e specializzati, nonché soluzioni specifiche per l'attività di destinazione come:

Informazioni

• Industria delle carni - Gli attuatori anticorrosione ASCO sono progettati per resistere a pulizia intensiva e le valvole della serie 551 ne garantiscono un pilotaggio semplice e fluido. • Settore caseario - Grazie al design modulare, le isole di distribuzione ASCO sono facilmente integrate nei cabinet e sono dotate di display integrati, che consentono di velocizzare e semplificare funzionamento e diagnostica. • Beverage – Questo settore impone requisiti severi. Le valvole a sede inclinata in acciaio inox sono certificate CE 1935-2004 per applicazioni alimentari 08 | La Fabbrica Moderna | Dicembre 2016

18

• Industria dei cereali - I nostri sistemi di depolverizzazione sono perfetti per ambienti ATEX e non. • Settore frutta e verdura - Le valvole delle serie 290 e 298 sono indicate per applicazioni in ambienti difficili: vapore, acqua surriscaldata e fluidi aggressivi e sono conformi alla direttiva sulle apparecchiature a pressione 97/23/CE e allo standard CEI 61508, livello di sicurezza SIL 2. Tra le novità di prodotto segnaliamo: CILINDRI per INDUSTRIA ALIMENTARE: il settore Food & Beverage richiede spesso soluzioni adatte agli ambienti più difficili. I cilindri per Industria Alimentare ASCO sono robusti, resistenti alla corrosione e facili da pulire, per una perfetta integrazione negli ambienti sensibili. Particolarmente adatti per zone di processo alimentare e zone soggette a spruzzi. ISOLE DI VALVOLE: provviste di funzioni high-end, tra cui i display digitali, per semplificare la messa in servizio e la diagnostica dei guasti, le isole di valvole ASCO sono fornite con la più ampia gamma di protocolli fieldbus del settore e sono adatte per l’utilizzo in aree pericolose e non. www.asconumatics.eu/it


N OT I Z I E

IL RIVELATORE FISSO DI GAS ITRANS 2 OFFRE SINO A 2 PUNTI DI RILEVAZIONI DA UN SINGOLO STRUMENTO

Tyco Gas & Flame Detection è lieta di presentare Itrans2, rivelatore fisso di gas caratterizzato da una particolare piattaforma elettronica in grado di fornire due punti di rivelazione partendo dallo stesso strumento.

Q

uesto rivelatore, che si pone allo stato dell’arte, è in grado di monitorare una combinazione di gas utilizzando sensori con differenti tecnologie che includono elettrochimici, catalitici ed infrarosso. L’Itrans 2 presenta una vasta gamma di caratteristiche di sicurezza che includono il riconoscimento automatico del sensore, l’accesso con codici di sicurezza, la protezione da errori su zero e calibrazione. Un display LED a linee suddivise, per singolo o doppio canale, fornisce una visibilità ottimale in luoghi oscuri con un’interfaccia operatore semplificata dall’utilizzo di una bacchetta magnetica.

Disponibile in alluminio o in acciaio inossidabile, questo strumento explosion proof è progettato per l’impiego in una vasta gamma di applicazioni ed ambienti impervi. Altre opzioni includono il protocollo di comunicazione HART, Modbus RS-485, relay programmabili e sensori remoti. Il range di certificazioni include CSA, ATEX, INMETRO, CCC e China Ex. Per ulteriori informazioni visitate il sito www.TycoGFD.com

Informazioni 08 | La Fabbrica Moderna | Dicembre 2016

19


N OT I Z I E

PASSARE A UNIDRIVE M È UN VANTAGGIO PER PRODUTTORE DI CARTA TESSUTO

Uno fra i maggiori produttori di prodotti consumer realizzati in carta tessuto è passato alle unità Unidrive M di Control Techniques.

S

offass SpA, con sede a Porcari, in Italia, fa parte del gruppo di società Sofidel. La società realizza una gamma di prodotti inclusi i rotoli di carta Regina, oltre ad un’ampia selezione di altri prodotti rivolti al mercato consumer globale della carta tessuto. Questi includono la carta igienica, gli asciugatutto, i tovaglioli, le tovaglie di carta, i fazzoletti, i panni per il viso e i panni per l’uso in campo medicale e industriale.

Informazioni

L’azienda è un utente di lunga data degli azionamenti a velocità variabile di Control Techniques. Tuttavia, con prodotti maturi come Commander SK e Unidrive SP che si apprestavano a passare verso lo stadio successivo del proprio ciclo di vita, risultavano chiari i vantaggi legati al passaggio verso la più recente tecnologia di azionamenti AC, Unidrive M.

Unidrive M è in grado di sostituire e di migliorare le installazioni Commander SK e Unidrive SP. L’unità offre la piena compatibilità meccanica in termini di dimensioni e di peso e, in caso di sostituzione di azionamenti a montaggio superficiale precedentemente installati, consente di riutilizzare i fori di montaggio esistenti, eliminando la necessità di praticare ulteriori fori. Inoltre, Unidrive M offre la stessa filosofia di alimentazione e di controllo e la stessa struttura di menu e di parametri. Per l’appunto, i parametri possono essere trasferiti da Unidrive SP e Commander SK usando il software Unidrive M Connect, o attraverso una smartcard (solo da Unidrive SP). Il team incaricato della gestione della manutenzione in Soffass, guidato da Giuliano Dinelli (Responsabile di Manutenzione) e da Luca Manfredini (Ingegnere elettrotecnico), ha apprezzato i vantaggi extra offerti da Unidrive M, ed è stato in grado di usufruirne in modo semplice e rapido grazie alla presenza di numerose funzionalità chiave. “In precedenza usavamo gli azionamenti Commander SK e Unidrive SP con i moduli SM-Applications e SM-Safety e, anche se sapevamo che questi prodotti avrebbero

08 | La Fabbrica Moderna | Dicembre 2016

20


N OT I Z I E

continuato ad essere supportati almeno per i prossimi 10 anni, abbiamo pensato fosse una buona opportunità sfruttare le caratteristiche di Unidrive M” ha affermato Giuliano Dinelli, responsabile della manutenzione e della conversione presso Soffass. Come conseguenza dell’upgrade, ora usiamo gli azionamenti Unidrive M200 per il controllo dei motori asincroni nei nastri trasportatori ed usiamo gli azionamenti Unidrive M700 nelle restanti applicazioni.” “Fra i principali utenti di Unidrive M in Soffass figura la goffratrice, nella quale i veli di carta sono uniti l’uno con l’altro per rendere il prodotto finale più spesso e più soffice. Gli azionamenti controllano anche le unità di stampa, oltre che l’avvolgitore/svolgitore che invia i materiali verso gli stadi successivi del processo.

Il successo del programma di upgrade è stato tale che Soffass sta ora considerando l’uso di ulteriori prodotti di Control Technologies e della sua consociata, LeroySomer, in progetti futuri. Nello specifico, la società ha previsto l’adozione di motori a magneti permanenti (PM), per i risparmi energetici che questi possono offrire in impianti quali le cartiere, in cui i requisiti di potenza sono tipicamente alti. “Ci piace Control Techniques perchè i suoi prodotti sono affidabili e semplici all’uso,” conclude Mr Dinelli. “Inoltre, Control Techniques ci ha supportato nel progetto e nello sviluppo dei macchinari, e ha risposto positivamente alle nostre domande in merito a rese e di budget.” www.emersonindustrialautomation.com

Informazioni

“Confidiamo totalmente nella piattaforma Unidrive M e vogliamo passare a quest’ultima per molti motivi, non da ultimo la semplicità di programmazione, di impostazione, di avviamento e di cablaggio,” dichiara Dinelli. “Inoltre, abbiamo apprezzato le caratteristiche tecniche quali Ethernet sincrono, la funzione AMC su scheda e il connettore per encoder multiprotocollo. Questo sistema multiasse con più controlli costituisce la soluzione perfetta per i nostri macchinari di conversione a Porcari. In totale, abbiamo ora acquistato circa 100 azionamenti Unidrive M da Emerson.” 08 | La Fabbrica Moderna | Dicembre 2016

21


N OT I Z I E

DANFOSS SI IMPEGNA A RADDOPPIARE LA SUA PRODUTTIVITÀ ENERGETICA E ADERISCE ALL´EP100

Aderendo all´iniziativa EP100 lanciata dal Climate Group, Danfoss si è impegnata a raddoppiare la sua produttività energetica prima del 2030. Questa azione sottolinea l´impegno dell´azienda a combattere il cambiamento climatico attraverso la produttività energetica, offrendo soluzioni sostenibili per città ed imprese.

Informazioni

Lavorare seguendo gli schemi consueti non è più sufficiente. Per raggiungere l’Obiettivo di Sviluppo Sostenibile 7 delle Nazioni Unite ed “assicurare l’accesso a un’energia conveniente, affidabile, sostenibile e moderna per tutti”. Il punto di partenza naturale è quello della produttività energetica, ottenendo una maggiore resa economica per unità di energia”, afferma Niels B. Christiansen, Presidente & CEO Danfoss.

Globalmente, la produttività energetica è cresciuta con una media annuale dell’1.3% tra il 2001 ed il 2011. Tuttavia, questo miglioramento non è sufficiente per far fronte al crescente fabbisogno di energia, a causa del quale stiamo continuando a consumare le risorse del pianeta ad una velocità sconcertante. Quasi il 98% di tutta l’energia utilizzata nel processo produttivo viene sprecato, anziché essere convertito in servizi e prodotti utili. Il raddoppio della produttività energetica ridurrebbe di oltre 2 trilioni di dollari la spesa peri combustibili fossili e potrebbe creare più di sei milioni di posti di lavoro a livello mondiale entro il 2020. Raddoppiando la produttività energetica solo negli Stati Uniti, entro il 2030, si risparmierebbero 327 miliardi di dollari all’anno in termini di costi energetici, creando 1,3 milioni di posti di lavoro e riducendo del 33% le emissioni di CO2. Leader in azione Dal 2007, Danfoss ha migliorato del 60% la sua produttività energetica grazie a progetti di risparmio energetico nelle sue 21 più grandi fabbriche, le quali assorbono il 70% del

08 | La Fabbrica Moderna | Dicembre 2016

22


N OT I Z I E

consumo energetico totale. Sono stati identificati più di 160 progetti tecnici, nei quali utilizziamo i nostri stessi prodotti per incrementare la produttività e l’efficienza energetica, tutti con un ritorno massimo di tre anni. Ad esempio, vengono installati azionamenti Danfoss per ottimizzare la velocità di rotazione di pompe e ventilatori; gli scambiatori di calore Danfoss permettono di recuperare il calore dai sistemi ad aria compressa; ed una vasta gamma di valvole di regolazione, sensori di temperatura e trasmettitori di pressione vengono utilizzatti per ridurre il consumo di energia.

Danfoss sta lavorando ogni giorno per creare soluzioni che permetteranno anche ad altri di incrementare la loro produttività energetica. Scoprite come la vostra azienda può essere parte di questa iniziativa: www.danfoss.com/smart_buildings/ and www.theclimategroup.org/project/ep100

Informazioni

Damian Ryan, Acting CEO del The Climate Group, afferma :“L’incremento della produttività energetica porta benefici economici tangibili alle imprese. L’impegno da parte di Danfoss dimostra che l’azienda riconosce sia l’opportunità commerciale di essere un’azienda produttiva sotto il profilo energetico, sia il tornaconto economico che ne deriva. Abbiamo bisogno di più imprese che seguano questo esempio e che raddoppino la loro produttività energetica, riducendo così non solo il proprio consumo di energia e i relativi costi, ma anche il loro impatto ambientale – un fattore vitale per proseguire verso un futuro energetico prospero e pulito”. Danfoss è solo una delle imprese, tuttavia, se vogliamo combattere il cambiamento climatico, dobbiamo unirci tutti in uno sforzo più coordinato e trasversale. Per questo, 08 | La Fabbrica Moderna | Dicembre 2016

23


N OT I Z I E

IL MANDRINO DI SERRAGGIO TOPLUS IQ VINCE IL PREMIO MM PER L’INNOVAZIONE ALL’AMB 2016

Il mandrino Toplus IQ si è piazzato con punteggi elevati in tutte le categorie.

Dopo avere ricevuto lo scorso Maggio il premio “100 posti per Industry 4.0” dalla Industry 4.0 Alliance del Baden-Württemberg per due soluzioni di produzione/rete, Hainbuch ha ora conquistato un secondo successo nel 2016.

A

lla fiera AMD, il mandrino di serraggio intelligente Toplus IQ recentemente sviluppato ha vinto il premio MM per l’innovazione. Un grande numero di espositori AMB era in gara per il premio all’innovazione.

Informazioni

Nella categoria dei dispositivi di serraggio, una giuria di 8 membri aveva il compito di selezionare il vincitore fra tre finalisti, e il mandrino di Hainbuch è emerso vittorioso. La giuria ha apprezzato lo spirito pionieristico e le eccezionali prestazioni ingegneristiche dell’azienda a conduzione famigliare di Marbach. Il mandrino si è piazzato con punteggi elevati in tutti i criteri decisivi, compresi il grado di innovazione tecnica, l’utilità per l’industria, l’ambiente e la società e l’efficienza economica. “L’innovazione fa esclamare 'Wow' al cliente. E sembra che i giurati abbiano avuto questa reazione”, ha affermato il CEO Gerhard Rall sorridendo felice dopo la premiazione. “In passato, senza mezzi termini, era solo una questione di ferro e acciaio, ma oggi la meccatronica e la digitalizzazione giocano un ruolo molto importante nello sviluppo del prodotto”, ha spiegato Rall.

08 | La Fabbrica Moderna | Dicembre 2016

24

Un mandrino dalle capacità eccezionali Con la sua sofisticata tecnologia dei sensori integrata, il mandrino misura in modo permanente la forza di serraggio effettivamente applicata al pezzo. Attraverso la trasmissione senza contatto di dati ed energia, i risultati di misura sono inviati direttamente al sistema di controllo della macchina per l’elaborazione. Il sistema di controllo esegue un confronto con i valori di riferimento e, in base ai casi, visualizza un messaggio o esegue una regolazione. La verifica in linea delle dimensioni di ogni pezzo dopo il serraggio può essere eseguita anche direttamente mediante un sistema integrato di sensori di misura. Viene monitorizzata anche la temperatura intorno al pezzo per consentire, ad esempio, la compensazione termica. I dati producono grandi ritorni Utilizzando i dati raccolti dal sistema di controllo, è possibile eseguire un monitoraggio a lungo termine, il cosiddetto “Condition Monitoring”. Il Condition Monitoring ha due obiettivi: la sicurezza e l’efficienza della macchina. Monitorare lo stato della macchina è un requisito obbligatorio per la manutenzione preventiva e l’assistenza orientate alla necessità e allo stato. I moderni sistemi di Condition Monitoring pongono requisiti molto severi ai


N OT I Z I E

Gerhard Rall, felice e visibilmente orgoglioso, tiene il premio nelle sue mani. Da sinistra a destra: Attillio Mandarello, Direttore Ricerca e Sviluppo di Hainbuch, Sebastian Ivenz, Ingegnere Ricerca e Sviluppo di Hainbuch, Anke Reichenecker, Marketing Manager di Hainbuch e Gerhard Rall, CEO di Hainbuch.

sistemi di sensori, all’acquisizione dati e all’elaborazione automatizzata dei dati di misura, oltre a richiedere una conoscenza specifica del sistema. Essi offrono tuttavia anche il potenziale più elevato di risparmio sui costi, perché la vita di lavoro prevista per le parti critiche della macchina può essere sfruttata al massimo, mentre si può pianificare simultaneamente ogni intervento di manutenzione richiesto per inserirlo nei programmi di produzione. Ciò permette di prevenire le interruzioni non necessarie, con un conseguente aumento della disponibilità della macchina e una riduzione dei cali di produzione. Un altro punto positivo è la capacità del mandrino di rilevare i pezzi da scartare. Per esempio, se un pezzo si rompe esso viene scartato e il processo di aggiunta del valore viene interrotto. Tutto questo migliora la qualità e riduce i costi del personale. Di conseguenza, i dipendenti possono concentrarsi maggiormente sui compiti proattivi. Il monitoraggio permanente riduce il rischio di perdita del pezzo e i danni risultanti alla persona e alla macchina. E questo è un vantaggio molto significativo. Informazioni

www.hainbuch.it

08 | La Fabbrica Moderna | Dicembre 2016

25


N OT I Z I E

MAKINO DA300: IL CENTRO DI LAVORO VERTICALE AD ALTA PRECISIONE A 5 ASSI CHE OFFRE LA STESSA PRODUTTIVITÀ DI UN CENTRO DI LAVORO ORIZZONTALE

Tavola rigida e dinamica, a 5 assi.

Makino lancia DA300 – il pi# recente centro di lavoro verticale a 5 assi. La DA300 offre un mix ideale di velocità, precisione e flessibilità per pezzi complessi multiasse con il minimo ingombro macchina.

I

spirato alle migliori caratteristiche di progettazione di entrambi i centri di lavoro verticali ed orizzontali, la DA300 combina la rigidità strutturale e la precisione di un centro verticale con l'alta produttività e l'affidabilità di un centro orizzontale, offrendo il meglio dei due sistemi. Ciò riduce significativamente i tempi ciclo dei pezzi raggiungendo al contempo prestazioni molto accurate.

Informazioni

Mercati di destinazione La DA300 è destinata all'industria di produzione di componenti. I mercati a cui si riferisce sono i produttori di componenti industriali come componenti idraulici e pneumatici, parti in alluminio pressofuso e simili. Questo centro di lavoro è l'ideale per tutti coloro che producono prototipi e componenti geometricamente complessi e di alta precisione, ad esempio costruttori e produttori per reparti provenienti da vari settori quali l'industria automobilistica, medicale, fotonica, l'industria delle automobili da corsa e di lusso nonché di energia. La DA300 è interessante anche per i produttori di componenti aerospaziali, in particolare di piccole parti strutturali, componenti satellitari e componenti del motore, come blisk, giranti e lame. 08 | La Fabbrica Moderna | Dicembre 2016

26

Rigidità della macchina La DA300 si basa sulla struttura a semiponte tradizionalmente utilizzata nelle macchine verticali Makino. Dotata di motori ad azionamento diretto (DD) progettati per l'asse A e l'asse C, la macchina offre un eccellente controllo del movimento dinamico e un accesso su cinque lati per la produzione di componenti complessi con meno operazioni di approntamento. La tavola con sostegno su due lati è incorporata in una struttura con telaio estremamente rigida, rendendo la macchina rigida ma comunque leggera, consentendo una maggiore dinamicità, accelerazione e velocità massime senza compromettere le prestazioni. I motori ad azionamento diretto (DD) offrono il vantaggio della rotazione ad alta velocità, anche con un carico massimo della tavola di 250 kg. Inoltre, le guide a rulli ben dimensionate larghe 45 mm e le viti a sfere con nucleo raffreddato e con un diametro di 40 mm aumentano la stabilità della macchina. Riduzione dei tempi di taglio e non-taglio Considerando il settore della produzione, la produttività del DA300 è da considerare eccellente. Dotata di un mandrino con attacco HSK-A63 molto dinamico e con una velocità di a 20.000 giri/min, la macchina riduce il


N OT I Z I E

Vista frontale di DA300.

tempo di taglio necessario per eseguire le operazioni di fresatura, foratura e maschiatura. Un magazzino standard con 60 utensili e un cambio utensili automatico (ATC) ben collaudato, ispirati ai famosi centri di lavoro orizzontale Makino della serie a1nx, assicurano una grande affidabilità e garantiscono un tempo di cambio truciolo-truciolo di 3,5 secondi. Il meccanismo dello sportello del cambio utensile è azionato da un servomotore, che oltre ad essere molto affidabile semplifica anche l'approntamento, riducendo il tempo di cambio utensile. Il centro DA300 è dotato di serie del sensore utensile rotto “Vision” (Vision B.T.S.). Questo sensore è in grado di rilevare un utensile rotto e verifica la condizione dell'utensile prima e dopo ogni cambio utensile. Il sistema Vision B.T.S. ha parti con movimenti minimi e non richiede alcun contatto fisico con l'utensile, consentendo una maggiore affidabilità a lungo termine e un minor rischio di scheggiature per i delicati materiali degli utensili, come ad esempio il diamante policristallino (PCD). Il sistema crea un profilo degli utensili e ne rileva lunghezza, dimensioni e peso approssimativo.

Questa unità raggiunge questi obiettivi, riducendo il rischio di collisione, razionalizzando e facilitando l'operatività, includendo come dotazioni standard molte funzioni precedentemente opzionali e migliorando le prestazioni della macchina. Il controllo è stato progettato per un utilizzo facile e intuitivo tramite menu semplificati ed icone simili a quelle degli smartphone. Caratteristiche il Geometric Intelligence (GI) per il controllo avanzato del movimento, riducono il tempo di ciclo complessivo, soprattutto per la produzione di componenti tipici. La foratura tramite il GI permette al mandrino e all'utensile di procedere disegnando un arco di foro in foro, invece di seguire un percorso “squadrato”. Ciò riduce i tempi di non-taglio rispetto alla comune foratura. D’altro canto, la fresatura con il GI è progettata per migliorare le prestazioni di fresatura 2D, permettendo all'utente di definire una tolleranza di arrotondamento angolare su ogni percorso di fresatura. Informazioni

Funzionalità intelligente Grazie al controllo numerico di Makino di ultima generazione Professional 6 (PRO 6), la DA300 viene dotata di diverse funzioni intelligenti per aumentare la produttività della macchina. Il controllo è stato sviluppato per soddisfare le esigenze dei nostri clienti per processi di lavorazione avanzati, tramite il miglioramento della

sicurezza, della facilità d'uso, dell'affidabilità e della produttività.

Altre funzioni intelligenti della macchina includono il Controllo attivo dell'inerzia (Inertia Active Control – IAC), progettato per accelerare ulteriormente i movimenti della macchina in base alle caratteristiche dinamiche del sistema. La IAC riceve le indicazioni dai servomotori e 08 | La Fabbrica Moderna | Dicembre 2016

27


N OT I Z I E

imposta accelerazione e decelerazione del pallet a livello ottimale. Operabilità avanzata senza rinunciare a facilità e sicurezza La maggiore produttività complessiva si ottiene implementando misure di sicurezza all'avanguardia, grazie alla Protezione di sicurezza anticollisione (Collision Safe Guard – CSG), un sistema molto avanzato di prevenzione delle collisioni in tempo reale, particolarmente importante ed efficace nelle applicazioni a 5 assi. Statisticamente parlando, la causa più frequente dei danni ai mandrini sono da riportare ad una collisione. I principali fattori di concausa sono errori nella gestione, impostazione e modifica, attrezzamento e bloccaggio, tutti errori che si verificano sulla macchina stessa. La protezione anticollisione prende in considerazione le reali condizioni della macchina per evitare collisioni.

Informazioni

Eccellente gestione del refrigerante ed evacuazione dei trucioli L'importanza di una gestione efficace del refrigerante è spesso sottovalutata nei centri di lavoro verticali, benché sia un requisito assolutamente necessario qualora una macchina sia destinata a livelli elevati di produttività e di conseguenza generi grandi volumi di trucioli al minuto. Contrariamente alla configurazione della tavola del tipo con perno di articolazione a 5 assi, in cui sono presenti due stretti canali per l'asportazione dei trucioli su ciascun lato, il centro di lavoro DA300 dispone di un perno di articolazione a larga apertura e un ampio canale situata sotto la tavola. Questo assicura che i trucioli cadano direttamente nel canale. Il sistema di gestione del 08 | La Fabbrica Moderna | Dicembre 2016

28

refrigerante nel centro DA300 è eccezionale. Un generoso flusso di refrigerante proveniente dal sistema refrigerante della doccia sovrastante e del lavaggio della sezione sporgente, elimina l'accumulo di trucioli e ne permette un'eccellente evacuazione. Precisione operativa e controllo termico Le macchine Makino sono conosciute per la loro tecnologia di controllo termico e la DA300 non fa eccezione. Una struttura termicamente simmetrica combinata con un'efficace rimozione del calore dal mandrino, strutture di supporto, come le viti a sfere e i motori, garantiscono stabilità e precisione di lavorazione della macchina nel corso di lunghe ore di funzionamento. Pronto per l'automazione La DA300 è pronta per essere integrata in celle di produzione automatizzate. La tavola (340 mm x 300 mm) è dotata di 5 porte pneumatiche (idrauliche in opzione) che la rende pronta per la movimentazione dei pallet, offrendo un rapido ed efficiente cambio pezzi e massimizzando l'utilizzo della macchina. Esso assicura un facile accesso laterale alla tavola in modo da non interferire con l'azionamento anteriore e consente di ospitare diverse possibilità di automazione, dai sistemi di bloccaggio standard al punto zero fino alla movimentazione diretta dei pezzi con bloccaggio idraulico. In breve, questo centro di lavoro verticale a 5 assi offre una combinazione unica di alta produttività, qualità e sicurezza operativa insieme ad una facilità d'uso intuitiva. www.makino.eu


N OT I Z I E

MAGGIORE EFFICIENZA E FLESSIBILITÀ

Hub IO-Link per sensori/attuatori con porte di espansione.

G

li hub IO-Link per sensori/attuatori di Balluff sono dotati di otto porte per 16 ingressi/uscite. Permettono, per esempio, di raccogliere segnali da un massimo di 16 sensori a commutazione fino alla distanza di 20 m per renderli disponibili al controllore della macchina tramite IO-Link e un master IO-Link utilizzando un semplice cavo a 3 conduttori.

Una completa novità sul mercato sono le versioni con una porta di espansione. In queste, lo Slot 7 può essere riconfigurato come porta di espansione tramite l’inserimento di un semplice parametro. Ad esse si può quindi collegare un blocco valvole completo o un hub per sensori addizionale. Per l’utente ciò si traduce in un significativo guadagno di flessibilità ed efficienza. Ora è possibile non solo elaborare in modo conveniente ingressi e uscite addizionali, ma anche espandere la distanza utile a un’ulteriore circonferenza di 20 m. Grazie al plug-and-play e all’uso di cavi standard non schermati, il sistema può essere avviato immediatamente. www.balluff.com

Informazioni 08 | La Fabbrica Moderna | Dicembre 2016

29


N OT I Z I E

PRESTAZIONI PCD

Gli inserti PCD del KBDM sono disponibili in varie dimensioni. Qui si vede una mini scheggia adatta per lavorazioni di finitura.

L´alluminio nel settore automotive ha trovato pane per i suoi denti con la nuova piattaforma di fresatura a spianare KBDM di Kennametal.

T

utti coloro che hanno sostituito una guarnizione della testata su un motore a combustione interna sanno che per un corretto funzionamento è necessaria una superficie liscia e piana sia nella testata che nel blocco motore. Nessuno lo capisce meglio delle Case automobilistiche, che sono sempre alla ricerca di finiture superficiali prevedibili, controllabili e di un´elevata resa della produzione, insieme alla massima durata e al minimo costo dell’utensile per componente lavorato.

Informazioni

Molti operatori potrebbero pensare: “Dov´è la grande novità? L´alluminio è uno dei materiali più facili”. Benché questo sia certamente vero per l´ubiquo 6061-T6, nulla potrebbe essere più lontano dalla verità quando si tratta delle leghe di alluminio utilizzate nelle applicazioni automobilistiche. I tipi 319 e 390, per esempio, possono essere facilmente fusi nelle forme complesse richieste per i blocchi motore, i pistoni, le teste, le pulegge e le parti analoghe, ma a causa del loro elevato contenuto di silicio — facilmente da 20 a 30 volte di quello nel 6061— è come tagliare la sabbia. Fortunatamente per coloro che devono lavorare questi materiali abrasivi, esiste un´alternativa migliore degli 08 | La Fabbrica Moderna | Dicembre 2016

30

utensili da taglio in carburo che permette di ottenere finiture a specchio e produrre decine di migliaia di pezzi per tagliente. “Si possono ottenere facilmente finiture con Ra di 2 o 3 μm, con una vita utensile tra cambi tagliente di 40.000 blocchi motore, teste cilindro e altri componenti automotive”, afferma Tim Marshall, Senior Global Product Manager per la Fresatura a fissaggio meccanico presso Kennametal. “Questa nuova piattaforma di fresatura a spianare utilizza un corpo in alluminio a passo fine con fissaggio a cuneo e sedi regolabili. E´ disponibile una varietà di inserti in diamante policristallino (PCD), da mini schegge per tagli di finitura leggeri a wiper con tratti piani completi, inserti a cartuccia standard e frese assiali da 1/2 pollice (12,7 mm) per la sgrossatura pesante e lo spallamento”. Egli si riferisce al sistema di fresatura a spianare KBDM di Kennametal. Progettato per elevati volumi di lavorazione, il KBDM è disponibile in stock nelle dimensioni standard di 2,5 - 8,0 pollici (63 - 200 mm), benché Marshall sottolinei rapidamente le capacità di soluzioni personalizzate dell´azienda.


N OT I Z I E

Regolare la KBDM è un processo semplice: è sufficiente utilizzare un dispositivo di preset ottico quando possibile e NON SERRARE ECCESSIVAMENTE!

Gli utensili KBDM sono disponibili in stock nelle dimensioni standard di 2,5 - 8,0 pollici (63 - 200 mm), benché siano possibili anche soluzioni speciali con diametri fino a 21,5 pollici (550 mm).

“Possiamo offrire utensili con diametro fino a 21,5 pollici (550 mm). Ciò permette ai clienti di lavorare componenti molto grossi in una singola passata. Abbiamo anche opzioni per corpi fresa con attacco integrale, montaggio HSK, rotazione sinistrorsa dell´utensile, nonché preparazioni taglienti e raggi di punta speciali”.

“Un importante costruttore di macchine ha eseguito dei test di taglio per noi, confrontandoli con diverse soluzioni della concorrenza”, afferma Marshall. “Utilizzando una fresa a spianare a 24 denti, con diametro di 6,0 pollici (150 mm), una fascia in presa radiale dell´80% e un profondità di

Marshall raccomanda di preparare il KBDM fuori macchina utilizzando un presetter di tipo ottico o video. Una piccola quantità di lubrificante dovrebbe essere applicata alle viti di regolazione, di blocco e anche al lato cuneo della sede. Ruotate la vite di regolazione assiale finché l´inserto è 0,0004 - 0,0006 pollici (0,010 - 0,015 mm) sotto l´altezza di impostazione finale, serrate le viti di blocco a 31 pollici/ libbra (3,5 Nm) — non serrate eccessivamente — quindi regolate ogni inserto alla sua altezza finale. Se utilizzate un inserto wiper, impostatelo 0,0006 - 0,0008 pollici (0,015 0,020 mm) più alto del resto. “L´impostazione è semplice”, afferma Marshall. “Potete facilmente completare il tutto entro qualche micron. E´ questa una delle chiavi per la spianatura di successo, non solo per il corretto equilibrio a elevate velocità del mandrino ma anche per ottenere la finitura superficiale desiderata; quando finite una superficie su un blocco motore o una testata, entrambi sono critici”.

Informazioni

Il KBDM tuttavia non è solo un robusto design del corpo. Poiché le Case automobilistiche spesso creano le loro leghe di alluminio proprietarie, Kennametal ha sviluppato due qualità PCD che lo completano: la KD1400 utilizza piccoli granuli di diamante e offre un´eccellente resistenza alla formazione del truciolo con buone caratteristiche di resistenza all’usura, mentre la KD1425 utilizza grossi granuli di diamante che le conferiscono un´eccellente resistenza all´abrasione e stabilità termica, con prestazioni solo leggermente minori per quanto riguarda la formazione del truciolo. Entrambe sono in grado di raggiungere parametri di taglio molto elevati: in base alla lega e alla rigidità del sistema, Kennametal raccomanda una velocità di taglio iniziale di 3280 piedi/min (1000 m/min) e velocità di avanzamento di 0,004 pollici per dente (0,01 mm), nonostante siano possibili valori sostanzialmente più elevati.

taglio assiale di 0,04 pollici (1 mm), abbiamo lavorato con una velocità di avanzamento di 0,006 pollici IPT (0,15 mm/ dente) e una velocità superficiale di 9600 piedi/min (2926 m/min). Ciò equivale a 6112 giri/min, con una velocità della tavola di 880 IPM (22.350 mm). Il movimento era veramente notevole ma, anche in questo caso, il KBDM ha prodotto una finitura superficiale con Ra 14,7, diversi punti migliore degli altri utensili da taglio”.

www.kennametal.com 08 | La Fabbrica Moderna | Dicembre 2016

31


N OT I Z I E

ACURO® AX73 COMPLETA LA GAMMA HENGSTLER DI ENCODER ROTANTI ASSOLUTI A NORME ATEX

Il nuovo ACURO® AX73 Hengstler è ideale per applicazioni a norme ATEX che richiedono precisione o una regolazione fine della velocità.

Il nuovo ACURO® AX73 Hengstler è un encoder ottico all’avanguardia nella sua classe che offre attributi come facilità d’installazione, elevata precisione e dimensioni compatte. Inoltre, l’introduzione dell’AX73 completa l’ampia famiglia di encoder rotanti assoluti a norme ATEX dell’azienda, di tipo sia ottico che magnetico. I progettisti di apparecchiature hanno ora una scelta senza precedenti tra una serie di componenti per ambienti pericolosi.

N Informazioni

ello sviluppo di apparecchiature da utilizzare in ambienti pericolosi, è vitale selezionare l’encoder giusto. In questo caso, la protezione contro le esplosioni è la prima considerazione da fare, ed è per questo che l’ACURO-AX73 Hengstler è dotato della certificazione ATEX e IECEx per i requisiti di tenuta alle esplosioni in presenza di gas e polvere. Tuttavia, questo encoder ottico avanzato offre molte altre caratteristiche di specifico beneficio in applicazioni come verricelli, gru, trivelle e altre apparecchiature del settore oil and gas, oltre a linee di vernicitura, impianti petrolchimici, linee di imbottigliamento e mulini per grano, ad esempio.

Fra i principali vantaggi vi è il concetto di connessione dell’AX73, che permette di eseguire in fasi separate la posa dei cavi e l’installazione finale dell’encoder. Ciò permette di ottenere significativi risparmi di costi e tempo durante l’installazione, perché il cablaggio può essere eseguito in anticipo. Anche l’assistenza in caso di emergenza può essere portata a termine più rapidamente, grazie alla possibilità di distaccare semplicemente il cavo e di connetterlo all’encoder di ricambio. Poiché molte piattaforme oil and gas utilizzano cavi pesanti e ingombranti che possono avere una lunghezza di 40m o anche maggiore, il design dell’AX73 rappresenta un’alternativa interessante per i clienti che desiderano abbattere il loro costo di possesso totale (TCO). Un’altra innovazione che facilita la manutenzione è l’uso di due sole viti per il cappuccio di connessione. Molti encoder dello stesso tipo utilizzano sei o anche sette viti, e la protezione insufficiente contro la corrosione rende

08 | La Fabbrica Moderna | Dicembre 2016

32


N OT I Z I E

L’introduzione dell’AX73 completa la famiglia di encoder rotanti assoluti a norme ATEX di Hengstler.

molto difficile la disinstallazione di tali unità. Al contrario, sull’AX73 sono utilizzate speciali viti brevettate per la protezione contro polvere, acqua e corrosione.

e AX71, oltre alle varianti incrementali RX70 e RX71, con cavo integrato. www.hengstler.com

La precisione intrinseca è un’ulteriore caratteristica positiva dell’ACURO® AX73. Il sistema di scansione ottica eroga un segnale sensore molto accurato, con una risoluzione di 22 bit, per le applicazioni che richiedono precisione o una regolazione fine della velocità. Tuttavia, nonostante la sua accuratezza, l’encoder ha un design robusto, con un’eccellente resistenza a urti, vibrazioni e campi magnetici esterni. Inoltre, l’unità offre agli utenti una classe di protezione IP67 per la custodia in acciaio inossidabile e un campo di temperatura per ambienti Ex compreso fra -40 e +70°C.

Informazioni

Nonostante l’AX73 sia considerato come il ‘fratello maggiore´ dell’AX65 introdotto da Hengstler lo scorso anno, con un diametro della custodia di 76 mm esso resta più piccolo dei prodotti concorrenti dello stesso tipo. Ciò si rivela estremamente prezioso per i progettisti di sistemi che sono alla ricerca di soluzioni salvaspazio. Disponibile immediatamente, l’AX73 può essere ordinato con interfacce SSI, BiSS-B, BiSS-C e Profibus. L’introduzione dell’AX73 completa ora la linea di encoder ad albero assoluti ACURO®-Xproof di Hengstler. I nuovi AX73 e AX65 offrono uno speciale sistema di montaggio, mentre sono disponibili anche gli encoder assoluti AX70 08 | La Fabbrica Moderna | Dicembre 2016

33


N OT I Z I E

I VENTILATORI EOVE RESTITUISCONO AI PAZIENTI LA LORO MOBILITÀ

EOVE rivoluziona il mercato riducendo significativamente il peso dei suoi ventilatori salvavita. ASCO è orgogliosa di avere contribuito a questo miglioramento.

E

OVE progetta, produce e commercializza dispositivi medici e chirurgici utilizzati durante l´assistenza domestica. Introdotto nel 2015, l´EO-150 presenta un grosso vantaggio rispetto ai suoi concorrenti. Con un peso di soli 1,8 kg, è infatti il ventilatore più leggero sul mercato, consentendo una maggiore mobilità ai pazienti. “L´EO150 è stato progettato principalmente per i pazienti in condizioni mediche serie, molti dei quali utilizzano giorno e notte un ventilatore”, spiega Fabien Cotteaux, fondatore di EOVE. “La mobilità non è solo una comodità, ma è anche una ragione di vita. I pazienti che sono attivi e mobili vivono più a lungo e hanno relazioni sociali decisamente migliori”.

“L’elettrovalvola ASCO è un componente essenziale dei nostri ventilatori”, afferma il Sig. Cotteaux. “Infatti, essa adempie a una doppia necessità: contribuisce a controllare un processo complesso ed è abbastanza leggera da assicurare che i nostri ventilatori rimangano portatili”. L´espirazione è ottenuta tramite una valvola pneumatica sul “circuito del paziente” che è controllata dall’elettrovalvola PreciFlow IPC di ASCO. L´unità opera in anello chiuso tramite vari sensori. Il controllo è ottenuto variando la corrente e questa funzione è stata interamente programmata da EOVE.

Informazioni

“La prima cosa che volevamo era una elettrovalvola che potesse combinare un controllo a elevata precisione con un´elevata ripetibilità. Ci siamo messi in contatto con il nostro partner consueto, ASCO, che ci ha immediatamente proposto una soluzione dimostratasi ideale, grazie alla sua apertura progressiva e all´eccellente ripetibilità”, afferma il Sig. Cotteaux. Le elettrovalvole proporzionali a solenoide PreciFlow IPC di ASCO sono particolarmente adatte per applicazioni di analisi medica e industriale, in particolare per 08 | La Fabbrica Moderna | Dicembre 2016

34


N OT I Z I E

ventilatori medici e flussimetri di massa. Il nucleo di queste elettrovalvole è contenuto nel tubo guida fra due molle piane specificamente profilate per eliminare completamente l´attrito e offre eccellenti prestazioni di controllo con un´isteresi minore del 5% e una ripetibilità e sensibilità minori dell´1%. “Per quanto riguarda la portatilità dell´EO-150, ASCO è stata l´unica azienda a proporci una soluzione adeguata. A differenza di quanto è successo durante i test che abbiamo condotto con le valvole della concorrenza, la PreciFlow IPC non si surriscalda, non vi sono effetti su controllo e affidabilità e il consumo è estremamente ragionevole”, afferma il Sig. Cotteaux.

utilizzata in un range di pressione da 0 a 7 bar con una pressione massima di immissione di 10 bar. Le fornite a EOVE soddisfano anche la richiesta di essere dotate di un connettore adeguato con una specifica lunghezza del cavo. “Dalla sua introduzione nel 2015, ad oggi più di mille EO-150 sono in uso. Non vi sono state segnalazioni di guasti, fattore cruciale considerando ciò per cui l´EO-150 è utilizzato”, afferma il Sig. Cotteaux. Questi dispositivi rispondono a stringenti standard di sicurezza e recano la marcatura CE per i dispositivi medici. www.asconumatics.eu

EO-150 consiste di un modulo portatile con una durata della batteria di sei ore e di una docking station. Il modulo può essere rimosso con sicurezza dalla docking station per facilitarne la portabilità. La connessione in rete permette di ottenere i dati da remoto. Informazioni

L’elettrovalvola PreciFlow IPC (Inlet Pressure Compensated) Serie 202 di ASCO controlla proporzionalmente il flusso d´aria. Questa innovazione permette di controllare elevate pressioni e portate con una bobina a bassa energia (max. 2,5 W). Benché compatta, essa offre una portata altamente variabile (190 l/min a 2,7 bar) senza una pressione di funzionamento minima. La PreciFlow IPC è disponibile nella funzione 2/2 NC con una sede di 3 mm e può essere 08 | La Fabbrica Moderna | Dicembre 2016

35


N OT I Z I E

100 ANNI KOLLMORGEN

Una Startup partita da un garage. Dopo la fine della I Guerra Mondiale, il tedesco Hugo Unruh si trasferì negli USA e fondò negli anni ‘40 la Inland Motors. I primi avvolgimenti sono stati realizzati in cantine, garage e anche nelle cucine di abitazioni private.

Dan St. Martin, presidente di Kollmorgen: “È un vero onore e un privilegio lavorare per un’azienda che esiste da 100 anni.”

Festeggiamenti per l’anniversario: dal brevetto sul periscopio ai sistemi di azionamento e controllo.

I

periscopi destinati principalmente ai sottomarini hanno rappresentato il primo vero successo di Kollmorgen. Nel 1911 il dott. Friedrich Kollmorgen brevettò le proprie invenzioni enel 1916 fondò a New York la Kollmorgen Optical Corp. 100 anni di Kollmorgen: un anniversario che nasce dallo spirito dell’inventore e creatore dell’azienda e da un’analisi sistematica dei prodotti fin dagli inizi.

Informazioni

Sistemi e soluzioni complete hanno caratterizzato ai tempi lo sviluppo dell’azienda che si rispecchiava tra l’altro nella fusione con altri pionieri visionari dell’epoca. Vanno ricordati soprattutto Norman Macbeth, presidente della Macbeth Daylighting Company, Hugo Unruh, fondatore della Inland Motors, e Robert Swiggett, inventore dei circuiti stampati per la Photocircuits. Kollmorgen si è dedicata successivamente alla produzione di sistemi di servoazionamento e motion control. L’azienda fondata dal dott. Friedrich Kollmorgen è anche all’avanguardia nello sviluppo di motori a magneti permanenti. Ad esempio Kollmorgen ha equipaggiato i velivoli spaziali Mars Rover e ISS e ha inoltre fornito il robot con il quale il dott. Robert Ballard ha realizzato nel 1986 immagini spettacolari del Titanic. 08 | La Fabbrica Moderna | Dicembre 2016

36

Oggi l’azienda fa parte di Fortive Corporation e conta 1500 dipendenti in tutto il mondo. Il mercato europeo fa capo alla sede di Ratingen. “È un vero onore e un privilegio lavorare per un’azienda che esiste da 100 anni. Sono pochissime le organizzazioni in grado di sviluppare soluzioni innovative per un secolo”, sottolinea il presidente di Kollmorgen Dan St. Martin. “Il nostro successo si basa sull’impegno di tutti i dipendenti che ogni giorno e da ogni angolo del pianeta si occupano di innovazioni e nuove tendenze.” www.kollmorgen.com


N OT I Z I E

UN AZIONAMENTO INTELLIGENTE RISOLVE AUTOMATICAMENTE I BLOCCHI

Gli inverter NORD con PLC a bordo possono risolvere i blocchi attraverso procedure programmate - gli allarmi di impianto saranno una rara eccezione.

Les entraînements intelligents NORD DRIVESYSTEMS à automate intégré sont parfaitement équipés pour exécuter des séquences de commandes dans les applications des clients.

G

li azionamenti intelligenti di NORD DRIVESYSTEMS con PLC integrato hanno una dotazione completa per potere eseguire le sequenze di controllo nelle applicazioni dei clienti. Dotati di numerose interfacce per sensori e di un´ampia diagnostica, nonché di funzioni di controllo di processo, possono rilevare i fermi impianto e in molti casi ripristinare indipendentemente il normale funzionamento. Ciò migliora la disponibilità del sistema e riduce le necessità di assistenza.

NORD offre un´elettronica di azionamento a bassa manutenzione, versatile e distributa con una compatibilità elettromagnetica eccezionalmente buona per motori sincroni e asincroni fino a 22 kW. www.nord.com

Informazioni

Se l´azionamento è in grado di rimuovere un ostacolo, come un blocco in una tubazione, cambiando ripetutamente la velocità e la direzione del motore, può ripristinare il normale funzionamento. Se il problema persiste, l´inverter può inviare un segnale di errore al livello di controllo ed eventualmente iniziare una procedura di fallback, per esempio facendo in modo che altre unità di azionamento in rete attivino un bypass. Ciascuna di queste misure può essere programmata individualmente in modo specifico all´applicazione. Questo offre agli utenti segmenti d´impianto e macchinari intelligenti, come smistatori, sistemi di porzionatura e confezionamento, singole

pompe o gruppi di pompe, frantumatrici, o trasportatori a vite, che funzionano in modo indipendente. Allo stesso tempo, è assicurata l´integrazione ottimale nelle reti di automazione. Il PLC dell´inverter può pre-elaborare i dati dell´azionamento e dell´applicazione per un controller di livello superiore per vari usi, inclusa la diagnostica.

08 | La Fabbrica Moderna | Dicembre 2016

37


N OT I Z I E

PARANCHI VERLINDE PER UNA GRU GIREVOLE PER FONDERIA PROGETTATA SU MISURA

Ognuno dei due paranchi elettrici a fune d'acciaio VERLINDE EUROBLOC VT3 è in grado di sollevare in condizioni di sicurezza un carico da 8 tonnellate.

Un sistema di sollevamento a gru girevole progettato su misura, installato nella fonderia dell'azienda leader mondiale nella produzione di superleghe Special Metals Wiggin Ltd (SMWL) a Hereford, nel Regno Unito, è stato dotato di una coppia di paranchi elettrici a fune d'acciaio EUROBLOC serie VT3 prodotti da VERLINDE. Disposti su ambo i lati del gruppo carrello, i paranchi sono in grado di sollevare pesi combinati per complessive 16 tonnellate. Il sistema di sollevamento è stato progettato e realizzato espressamente da Pelloby, che da decenni distribuisce i prodotti VERLINDE nel Regno Unito.

S Informazioni

MWL, il cui inizio dell'attività risale al 1835, è attualmente l'azienda leader mondiale nel settore dell'innovazione e della produzione di leghe di nichel di prestazioni elevate. I prodotti dell'azienda, tra cui figurano marchi riconosciuti a livello mondiale come Inconel®, Nimonic®, Udimet® e Monel®, vengono realizzati espressamente per offrire una combinazione di resistenza al calore e alla corrosione, robustezza e solidità per alcuni dei settori industriali e delle applicazioni più esigenti del panorama industriale attuale. L'azienda produce leghe di nichel in tutti i formati standard, dai lingotti e dalle billette di grandi dimensioni ai piatti, alla lamiere, ai tubi, alle barre e ai profilati estrusi. Ovviamente, alcuni prodotti sono di grandi dimensioni e di peso elevato, il che pone il requisito indispensabile dell'impiego di un sistema di portata adeguata in fonderia.

08 | La Fabbrica Moderna | Dicembre 2016

38

La filosofia di SMWL è basata sull'investimento costante in nuovi macchinari e attrezzature di fonderia per razionalizzare l'attività produttiva, e la scelta dell'ultimo sistema di sollevamento è stata dettata dalla necessità di ruotare rapidamente prodotti e materiali lunghi o ingombranti in fase di spostamento tra le diverse postazioni di lavorazione o di stoccaggio. SMWL aveva già ordinato in passato a PELLOBY diversi carriponte, gru a braccio e a portale, per cui era perfettamente a conoscenza dei suoi processi di progettazione e produzione modulari, il che ha ovviamente avuto il suo peso nella scelta del fornitore per questo progetto. La soluzione fornita comprende una speciale gru girevole, che utilizza un carrello rotante a 360° che si


N OT I Z I E

sposta liberamente lungo binari sospesi bitrave. Le travi della gru, la cui campata è di ben 23.470 mm, poggiano sull'incastellatura del sistema di sollevamento esistente nell'edificio. Per lo spostamento longitudinale della trave, il movimento del carrello e la rotazione della gru viene utilizzato un radiocomando ad impugnatura manuale.

I paranchi elettrici a fune d'acciaio VERLINDE EUROBLOC VT3 sono sistemati su ambo i lati del carrello della gru girevole nello stabilimento Special Metals.

I due paranchi elettrici a fune d'acciaio VERLINDE EUROBLOC sono di tipo VT3, ognuno in grado di sollevare in condizioni di sicurezza un carico di 8 tonnellate. Il sistema è caratterizzato inoltre da un motore di sollevamento a rotore parallelo a due velocità, con corrente di avviamento lento, protezione termica del motore di sollevamento e freno autoregolante. Inoltre i paranchi sono dotati di un riduttore compatto con ingranaggi trattati termicamente e tamburo portafune lavorato di precisione con un ampio rapporto tamburo-diametro della fune. SMWL può anche contare su finecorsa superiore e inferiore di facile regolazione a riarmo automatico e sul sollevamento sincronizzato. www.pelloby.com www.verlinde.com

Informazioni

“Mentre prima dovevamo utilizzare un carrello a forca per far sì che i pezzi in lavorazione fossero rivolti nel verso giusto prima di movimentarli con le gru esistenti, la possibilità di ruotarli mentre vengono spostati ha migliorato enormemente la nostra produttività” - ha dichiarato Marcus Upcott, Responsabile Ingegneria di SMWL.

08 | La Fabbrica Moderna | Dicembre 2016

39


N OT I Z I E

© Stephane Lariven

PIÚ FORTI INSIEME: INNOVAZIONE, CREATIVITÀ E COLLABORAZIONE INDUSTRIALE IN EUROPA

Intervista con Bruno Grandjean il nuovo Presidente del FIM. (Federazione delle Industrie Meccaniche - Francia) Oggi, le principali sfide nel settore dell’industria meccanica si affrontano a livello Europeo, basandosi su una collaborazione industriale sempre migliore. In questo contesto, il progetto ‘Industry of the Future’ porterà a vantaggiose partnership, fondate sui punti saldi dell’industria francese, come lo spirito di collaborazione, la qualità, la creatività e l’innovazione.

Quali sono i punti di forza dell’industria francese? Nel nostro Paese, c’è una forte tradizione industriale, oltre a una cultura di innovazione e creatività. La Francia ha la più grande rete di treni ad alta velocità, un’industria aeronautica e aerospaziale di primo ordine, un’industria automobilistica di grande rispetto e siamo uno dei leader nel settore nucleare... Beneficiamo dell’esperienza a tutto campo e della passione dei nostri ingegneri, tecnici e operatori altamente qualificati così come di un forte settore di ricerca. Non è un caso che la Francia abbia un’eccellente presenza nelle industrie del lusso e dell’aeronautica, due settori di eccellenza.

Informazioni

L’industria francese ha dovuto affrontare la sfida della globalizzazione e ha perso un po’ di terreno. Come tornare a essere protagonisti? Al centro del progetto Industria del Futuro vi è l’idea che la rivoluzione digitale offra l’opportunità di tornare in gara. L’industria francese deve trarre vantaggio da questa dinamica per tornare fra le 5 nazioni più industrializzate del mondo. Nel contesto del piano “Industria del Futuro” vi sarà un rimbalzo degli investimenti nella produzione e nell’ammodernamento delle fabbriche, con oltre 2000 08 | La Fabbrica Moderna | Dicembre 2016

40


N OT I Z I E aziende che si sono unite a questo sforzo potendo contare sul supporto dei nostri centri tecnici. Lo sviluppo di un’industria additiva francese, come evidenziato dalla joint venture Fives-Michelin, BeAM e Prodways (gruppo Gorgé), è un valido esempio di un ritorno degli investimenti pilotato dall’innovazione. Altri esempi sono Dassault con i jet da combattimento Rafale venduti in tutto il mondo, Alstom, il cui TGV è stato selezionato per collegare Boston e New York, Bolloré con la sua “Blue Car”, un concetto innovativo di auto elettrica e servizio, o Renault che sta rilanciando la produzione dell’Alpine, un’automobile di fascia elevata e un simbolo dell’eccellenza francese. Le aziende del settore meccanico industriale, che riforniscono tutti gli altri comparti industriali, sono al centro di questo rinnovamento. L’Unione Europea dovrebbe adottare una politica industriale? Oggi, l’Europà è diventata il mercato domestico per le aziende industriali nella EU. E’ evidente che molte delle sfide della globalizzazione devono essere gestite a livello europeo ed è per questo che le politiche devono essere coordinate per potere ottimizzare gli investimenti. Quindi, la Francia e la Germania beneficerebbero dallo sviluppo di strategie convergenti nei settori dell’energia o della difesa. E’ essenziale che l’Europa non abbia standard imposti dall’esterno, specialmente in termini di sicurezza dei dati digitali e dei trasferimenti bancari. Dobbiamo proteggere i nostri brevetti, lottare contro il dumping e raggiungere un miglior livello di interscambio internazionale. Tutti questi aspetti possono essere risolti solo a un livello europeo. Come si può migliorare la cooperazione europea rispetto all’industria? Basarsi sull’outlook internazionale di Germania e Italia, insieme alla creatività francese, mi sembra un’idea promettente. Nell’industria meccanica, la cooperazione esiste già. Molte aziende tedesche e italiane hanno sede in Francia e viceversa. Vi sono esempi di successo come SEW Usocome, Schaëffler o Bonfiglioli. L’azienda che dirigo, REDEX, ha sedi presso Stoccarda e a Milano da molto tempo. Oggi, quasi nessun prodotto è puramente francese, italiano o tedesco, le catene del valore sono integrate e il valore aggiunto viene originato in paesi differenti. La FIM ha un dialogo costante con l’equivalente tedesco, la VDMA. I programmi Industria del Futuro sono una parte centrale di tale dialogo: il programma Industria 4.0 sponsorizzato dal governo tedesco e il programma sponsorizzato dall’Alleanza Industria del Futuro sul lato francese. La nostra posizione è condivisa dai nostri leader politici, come è testimoniato dall’incontro fra Angela Merkel e François Hollande il 23 Ottobre all’Eliseo, durante la conferenza sulle tecnologie digitali. E’ dimostrato che la competitività dell’industria europea è, senza alcun dubbio, un argomento che avvicina i nostri due Paesi.

Bruno Grandjean è l’Amministratore delegato di REDEX, una piccola-media impresa francese i cui prodotti sono esportati in più di 50 Paesi in tutto il mondo, e che è un leader europeo nella ‘meccanica di precisione’, nelle apparecchiature high-tech per l’industria dell’acciaio e dei metalli non ferrosi e per l’industria delle macchine utensili high-tech. É s t a t o d e s i g n a t o c o m e n u o v o Pr e s i d e n t e d e l l a F.I.M.(Federazione dell’Industria Meccanica – Francia), a giugno 2016. Laureato in ingegneria, alla ‘Stanford University’, Bruno Grandjean opera nel settore industriale da più di venticinque anni. Ha conseguito numerosi brevetti ed è a capo del gruppo REDEX dal 2005.

www.fim.net/fr Informazioni 08 | La Fabbrica Moderna | Dicembre 2016

41


N OT I Z I E

NUOVI PROIETTORI A LED VERSATILI E ROBUSTI PER IMPIEGO IN ZONA ATEX L’impiego della nuova tecnologia a risparmio energetico a LED rende i nuovi proiettori di R. STAHL splendenti.

I nuovi proiettori estremamente robusti a LED di R. STAHL forniscono un’efficiente e duratura soluzione di illuminazione in aree con pericolo d’esplosione (zona 1 e 21 oppure zona 2 e 22).

C

on l’impiego di lenti TIR ad elevata qualità vengono minimizzati i tipici effetti di abbagliamento e dispersione della luce, mantenendo il fascio luminoso all’interno di angoli di 10°, 40° o 120°. I proiettori possono quindi essere impiegati non solo per illuminare una zona ben delimitata o ad ampio raggio ma anche come armature illuminanti pendenti.

Informazioni

La nuova serie 6125 per zona 1 e 6525 per zona 2 raggiungono un’eccellente flusso luminoso rispettivamente di 21,000 lumen nella versione da 210 W e di 12,000 lm in quella da 120 W . Con un’efficienza luminosa di 100 lm/W, I proiettori a LED di R. STAHL non solo risultano più efficienti di quelli HID ma richiedono anche minor manutenzione. Il fronte proiettore con la lente è dotato di cerniere per facilitare le operazioni in quota di installazione ed eventuale manutenzione. Anche in condizioni ambientali particolarmente gravose la vita utile di questi proiettori è specificata in 50.000 ore di funzionamento alla massima temperatura ambientale certificata (i.e. +60°C) o di 100.000 ore a temperatura ambiente di +25°C . La loro superiore robustezza ne consente l’impiego in ambienti particolarmente difficili e corrosivi come l’industria Chimica o dell’estrazione del Gas e del Greggio per lungo tempo anche in ambiente marino su piattaforme off-shore. 08 | La Fabbrica Moderna | Dicembre 2016

42

I proiettori sono certificati per un range di temperatura ambientale particolarmente ampio da -40°C fino a +60°C consentendone l'utilizzo pressochè ovunque. E’ inoltre possibile dotare i proiettori di uno speciale dissipatore di calore fatto di alluminio resistente all’acqua di mare. Per alcune applicazioni come ad esempio l’illuminazione generale in produzione o nello stoccaggio dell’industria alimentare, i nuovi proiettori a LED possono essere ordinati con l’aggiunta della protezione di dispersione sul fronte. L’involucro robusto garantisce una protezione meccanica IP66/67 con una altissima resistenza agli shock e all’impatto (IK10). Sono disponibili sia in acciaio verniciato a polvere che in acciaio inox (V4A). Per gli esperti della protezione all’esplosione di R. STAHL, questi nuovi proiettori sono il perfetto completamento di tutta la gamma con tecnologia a LED implementata per le soluzioni di illuminazione efficiente. R. STAHL presenta ulteriori dettagli ed informazioni aggiuntive di questa nuova serie, della tecnologia LED in generale e video sulle esperienze di utilizzo reale di armature illuminanti a LED in ambienti con pericolo d’esplosione e particolarmente gravosi sul proprio sito dedicato www.stahl-explorers.com


N OT I Z I E

EXPERT LOGGER 400

Automazione dell’acquisizione dati e dei banchi di prova utilizzando un’interfaccia OPC UA.

D

elphin Technology AG (Bergisch Gladbach) ha esteso la sua gamma di Expert Logger con il nuovo modello tipo 400 dotato di un’interfaccia Client/ Server OPC UA. Questo miglioramento al sistema data logger a funzionamento indipendente lo equipaggia idealmente per lo scambio universale dei dati di misura al livello di campo e per i requisiti di Industry 4.0. Lo strumento Expert Logger è altresì dotato di interfacce ProfiBus, ModBus, CAN-Bus e seriale. I PC possono essere collegati tramite USB, LAN, WLAN e LTE.

Inoltre, il software ProfiSignal Go – per ritrarre e analizzare i dati di misura online e offline – rimane un elemento fisso di ogni strumento Expert Logger. www.delphin.com Informazioni

Il nuovo tipo 400 offre 16 ingressi analogici differenziali utilizzabili universalmente per la misura dei segnali mV e mA o di qualsiasi tipo di termocoppia. La precisione a 24 bit e una velocità massima di 1000 misure al secondo soddisfano le esigenze più elevate per un data logger. Il nuovo Expert Logger ha inoltre la possibilità di misurare i sensori Pt100(0) utilizzando la tecnologia a 2, 3 o 4 fili o DMS. Lo strumento ha un totale di 24 ingressi/uscite digitali commutabili che possono registrare fronti ed eventi di guasto con una precisione del microsecondo, oltre ad allarmi d’uscita. Un totale di 6 uscite analogiche permette la gestione di elementi di regolazione e controllo.

La sere Expert Logger offre una gamma di modelli con 16... 46 ingressi analogici che sono ideali per l’acquisizione dati indipendente e l’automazione dei banchi di prova. Nel dispositivo è anche possibile eseguire funzioni di monitoraggio in modo indipendente. I dati di misura e le violazioni di soglia possono essere trasmessi immediatamente ai sotto sistemi tramite OPC UA. L’interfaccia OPC UA offre anche lo scambio dati a sistemi PLC e la connessione a sistemi PLT.

08 | La Fabbrica Moderna | Dicembre 2016

43


N OT I Z I E

FRENI DI SICUREZZA PNEUMATICI CON LA STESSA POTENZA DI QUELLI IDRAULICI

Con il nuovo ROBA®-guidestop pneumatico, mayr® power transmission offre un concetto di frenatura innovativo che risponde a elevati requisiti di sicurezza e raggiunge un’elevata densità di prestazioni senza l’uso di idraulica. Immagine: mayr® power transmission

Freni a guida profilata, ad alte prestazioni ed elevata rigidità ROBA®-guidestop.

U

n freno di sicurezza compatto in un piccolo spazio costruttivo con forze elevate, il tutto senza l‘uso di idraulica – mayr® power transmission ha sviluppato una nuova versione con rilascio pneumatico, a elevate prestazioni, del freno a guida profilata ROBA®-guidestop. Con questo innovativo concetto di frenatura, che risponde ai sempre crescenti requisiti di sicurezza e raggiunge un’elevata densità di prestazioni senza l’uso di idraulica, l’azienda fissa dei nuovi standard.

mayr® power transmission estende la serie provata e collaudata ROBA®-guidestop con una versione a rilascio pneumatico, che offre agli utenti nuove possibilità grazie alle elevate forze di tenuta. Nelle macchine dove è già disponibile un sistema idraulico, gli utenti possono comunque continuare a usare i freni di sicurezza ROBA®-guidestop a rilascio idraulico. Tuttavia, nelle applicazioni dove dovrebbe essere installato inizialmente un sistema idraulico per potere azionare un freno con elevate forze di tenuta o nel quale sarebbero necessari più freni per potere ottenere le forze richieste, si può ora utilizzare il freno di sicurezza a rilascio pneumatico ROBA®-guidestop. Esso serra guide profilate in modo altrettanto accurato e privo di giochi raggiungendo nello stesso tempo le stesse forze di tenuta elevate della versione idraulica del freno.

Informazioni

Un concetto innovativo con amplificatore di pressione Il ROBA®-guidestop pneumatico viene aperto con aria compressa fra 20 e 30 bar. Per raggiungere la necessaria pressione di funzionamento, insieme al freno viene utilizzato un amplificatore di pressione compatto, che incrementa meccanicamente la pressione del sistema da 4 a 6 bar come è normale nelle reti pneumatiche, senza l’uso 08 | La Fabbrica Moderna | Dicembre 2016

44


Per raggiungere la necessaria pressione di funzionamento, in combinazione con il freno viene utilizzato un amplificatore di pressione compatto, che incrementa la pressione esistente nel sistema in modo puramente meccanico e senza energia esterna. Questo concetto innovativo permette un incremento selettivo della pressione subito prima del singolo freno. Immagine: mayr® power transmission

N OT I Z I E

di energia esterna. Questo concetto innovativo permette un incremento selettivo della pressione subito prima del freno, ossia direttamente nel sistema dove è richiesta la pressione maggiore – di conseguenza, sono sufficienti linee ad alta pressione brevi. Il freno di sicurezza ROBA®guidestop pneumatico è disponibile in cinque taglie costruttive – ciascuna taglia è offerta sia in un design standard, sia in un design corto e compatto – che coprono un range di forze di tenuta da 1 a 34 kN. Il freno è stato progettato per dimensioni di costruzione differenti delle guide dei produttori di guide lineari convenzionali.

Affidabile e preciso Il serraggio senza gioco del ROBA®-guidestop direttamente sulla guida profilata offre ulteriori vantaggi: la rigidità addizionale dell’asse CN aumenta la precisione del processo, migliora le prestazioni di lavorazione e può assicurare ulteriori benefici tecnologici nella lavorazione pesante, per esempio. La lavorazione produce meno vibrazioni e quindi la qualità superficiale del pezzo viene influenzata positivamente. Nel caso di un asse stazionario, per esempio durante la lavorazione, il freno può assorbire il carico. Di conseguenza, è possibile spegnere il motore di azionamento in questa fase e rimuoverlo dai controlli. Ciò elimina movimenti di controllo ed è quindi positivo per le viti a sfere del mandrino. Il freno chiuso assorbe le forze assiali. La vita di servizio e gli intervalli di manutenzione dei componenti di azionamento vengono estesi. Come tutti i freni di sicurezza di mayr® power transmission, anche i freni della serie ROBA®-guidestop operano secondo un principio di sicurezza in caso di guasto, ossia si chiudono in condizioni di diseccitazione. Garantiscono quindi in modo affidabile la sicurezza operativa e funzionale di macchine e sistemi in tutto il mondo.

Informazioni

Sicurezza grazie al serraggio diretto Come nel design del freno idraulico, il freno di sicurezza ROBA®-guidestop pneumatico opera con una rigidità estremamente elevata applicata direttamente alla guida lineare. Ciò significa che esso è montato direttamente sulle masse che devono essere trattenute. Questo rappresenta un vantaggio decisivo, specialmente per quanto riguarda gli assi caricati a gravità, dove è necessario ridurre i rischi di pericolosità per le persone: gli elementi di azionamento fra il motore e la massa in movimento, come mandrini, dadi mandrino, accoppiamenti ad albero o riduttori non hanno quindi influenza sulla sicurezza – al contrario dei concetti che utilizzano freni motore, dove tutti gli elementi di azionamento trasmettono la coppia frenante al carrello. I sistemi che utilizzano i freni di sicurezza ROBA®-guidestop permettono quindi una rigidità significativamente

superiore rispetto alle soluzioni dotate di freni rotativi integrati nei servomotori.

www.mayr.com

08 | La Fabbrica Moderna | Dicembre 2016

45


N OT I Z I E

ADVANTECH INTRODUCE I NUOVI COMPUTER INDUSTRIALI UNO-3283G, UNO-3382G E UNO-3384G

Advantech è lieta di annunciare l’introduzione dei nuovi computer industriali fanless UNO-3283G e UNO3382/3384G, dispositivi che vanno ad integrare una serie di IPC (UNO-3000) già fortemente nota per alte prestazioni, affidabilità, elevato numero di porte di I/O e grande flessibilità di espansione.

I

computer industriali UNO-3283G e UNO-3382G/3384G includono sulla parte frontale un doppio slot per SSD/ HDD, estraibili sotto tensione e compatibili con la tecnologia RAID 0/1. In caso di necessità, gli HDD/SSD risultano facilmente accessibili sulla parte frontale del computer, allentando una piccola vite prigioniera.

Le caratteristiche dei nuovi UNO-3283G e UNO-3382/3384G rendono questi ultimi particolarmente adatti per l’utilizzo nell’automazione di fabbrica e di macchine. In particolare, i nuovi UNO3 sono ideali per: • Robot guidance in applicazioni di Visione Artificiale nei settori F&B e Pharma; • Applicazioni di identificazione/ispezione per controllo qualità nel settore Automotive; • Integrazione dei Sistemi di Visione e Motion Control nelle macchine di ispezione semiconduttori; • I sistemi di ispezione nelle applicazioni del mercato Tessile.

Informazioni

Come la maggior parte degli UNO, anche i nuovi modelli della famiglia 3000 supportano completamente la tecnologia iDoor, garantendo all’utente la massima flessibilità in termini di Fieldbus industriali, connettività Wireless/3G/4G e PoE per le smart camera nelle applicazioni di ispezione del ciclo produttivo. Combinati con opportune schede Motion e Video PCIe/PCI, i computer industriali UNO-3283G e UNO-3382G/3384G 08 | La Fabbrica Moderna | Dicembre 2016

46


N OT I Z I E

rappresentano la soluzione ideale per applicazioni di Motion Control e Visione Artificiale.

Per ulteriori informazioni sulla nuova serie UNO-3000 vi suggeriamo di contattare il vostro referente commerciale Advantech, o visitare il sito www.advantech.eu

Con l’obiettivo di massimizzare flessibilità e facilità di manutenzione, l’UNO-3283G è stato progettato con un particolare cover a “L” asportabile, che consente di accedere al cuore della macchina comodamente svitando viti prigioniere. Un design intelligente, che permette all’utente un rapido accesso ai connettori PCI/PCIe, al modulo iDoor, allo slot CFast e alla batteria RTC per operazioni di installazione e manutenzione. L’UNO-3283G è dotato di un processore Intel® Core™ i7 di 6a generazione che offre un incremento della velocità fino al 79% rispetto alle CPU di 3a generazione. Il robusto design offre un’alimentazione ridondata, e grazie ad un range di temperatura -10 e 60 °C risulta ottimale per il funzionamento anche in ambienti industriali impegnativi. Il robusto design della serie UNO-3300 è confermato anche dalla certificazione UL/IEC-61010, lo standard per le applicazioni industriali. Informazioni

In aggiunta alle già citate caratteristiche, la serie UNO3283G è in grado di supportare fino a tre uscite video indipendenti veicolando i segnali attraverso le porte DVI-I e HDMI integrate di default. I differenti metodi di montaggio a piedistallo, a parete e all’interno di cabinet aumentano la flessibilità di utilizzo del prodotto in ogni luogo. 08 | La Fabbrica Moderna | Dicembre 2016

47


N OT I Z I E

VELOCE E FLESSIBILE

Con una storia sessantennale di esperienza negli utensili da taglio al carburo, la tecnologia VariMill di Hanita porta straordinari progressi nel sistema di frese modulari di WIDIA, compresa una gamma di geometrie a passo ed elica variabile, un design asimmetrico delle taglienti e rivestimenti con AlTiN resistenti all´usura per l´uso produttivo su titanio e superleghe a base di nickel.

Le frese modulari WIDIA asportano più truciolo in meno tempo rispetto a simili sistemi utensili.

S

e la vostra officina è alla ricerca di flessibilità, semplicità e convenienza delle frese modulari ma ha bisogno delle prestazioni di taglio delle frese integrali, non cercate altro che la soluzione di frese modulari di WIDIA Products Group, caratterizzata dalla connessione DUO-LOCK™ di WIDIA e Haimer. Infatti, questo è l´unico utensile disponibile che può eseguire in modo prevedibile scanalature cave dal pieno su acciaio inossidabile e superleghe alla profondità di 1xD, nonché larghezze di taglio del 50% a 1,5xD. “Nelle prove di taglio a pari condizioni con gli utensili dei nostri concorrenti, la connessione DUO-LOCK™ è stata l´unica che non si è rotta”, afferma Avishay Zohar, direttore dei portafogli di fresatura integrale e foratura. “E´ sicuramente la soluzione modulare più robusta oggi sul mercato”.

Informazioni

Il volume truciolo asportato senza pari è dovuto a una connessione a doppia conicità, con contatto anche sulla faccia e al design intelligente della filettatura. Ciò offre una precisione di esecuzione migliore di 5 µm (0,0002 pollici), una ripetibilità assiale di 10 µm (0,0004 pollici) o migliore, una coppia fino al 25% maggiore e capacità di asportazione truciolo maggiore degli altri utensili sul mercato. 08 | La Fabbrica Moderna | Dicembre 2016

48

Ciò rende inoltre il sistema WIDIA un´alternativa più attenta al budget rispetto alle frese in carburo integrale per le officine di tutte le dimensioni.“Esatto, possiamo competere molto bene ai livelli Tier I e Tier II nei settori aerospaziale, dell´energia e automotive, ma questa è un´ottima soluzione anche per i loro fornitori, le officine più piccole con una manciata di centri di lavoro verticali che oggi tagliano Inconel e domani una lega di acciaio 4140”, riferisce Zohar. “Queste officine saranno quelle che otterranno i maggiori vantaggi dalla flessibilità e dal prezzo competitivo del nostro sistema, perché esso riduce la necessità di frese integrali costose e di utensili speciali per gli ordini che possono richiedere settimane prima che arrivino”. Mark White, manager del portafoglio di marketing WIDIA, conferma. “La connessione DUO-LOCK era stata in origine progettata per applicazioni di sgrossatura pesante e semifinitura su materiali difficili, ma da allora la piattaforma si è evoluta. Insieme all´ampia gamma di carburo, rivestimenti e geometrie della sua consociata Hanita, WIDIA offre ai produttori un´alternativa modulare alle frese integrali nell´80% delle loro operazioni di lavorazione”.


N OT I Z I E

WIDIA offre una varietà di portautensili conici ISO, PSC e HSK, oltre ad adattatori per codoli diritti “tagliati a misura” con diametro 10 - 32 mm (0,39 1,25 pollici), tutti disponibili con la tecnologia Safe-Lock™ di Haimer®.

Esempi includono la VariMill III, una fresa con taglio al centro a 7 taglienti a marchio WIDIA-Hanita con angolo dell’ elica a 38° per la lavorazione ad alta velocità del titanio e delle superleghe a base di nickel, e la VariMill I, con nocciolo conico e un design dei taglienti asimmetrico che elimina le vibrazioni nelle applicazioni di sgrossatura pesante e scanalatura profonda. Entrambe sono disponibili nelle qualità Victory WS15PE e WP15PE con rivestimento in AlTiN di WIDIA, note in tutto il settore per la resistenza superiore all´usura e al calore. Hanita ha messo sul tavolo oltre 60 anni di eccellenza nel carburo; la partnership di WIDIA con Haimer® GmbH aggiunge anche decenni di eccellenza nei portautensilil. Tutti gli utensili da taglio e gli adattatori modulari di WIDIA sono disponibili con la tecnologia Safe-Lock™, che previene lo sfilamente dal mandrino nelle lavorazioni di titanio e altri materiali difficili.

“Il nostro sistema intercambiabile diminuisce gli utensili a magazzino, i fermi macchina e il mal di testa degli operatori”, afferma White. “Un singolo portautensile o adattatore può ospitare qualsiasi numero di frese. E´ sufficiente svitarne uno, avvitarne un altro, fissarlo alla giusta coppia e si è pronti a partire, senza preoccupazioni per il cambiamento dell´offset sull´asse Z. Grazie alle eccellenti prestazioni di taglio e alla vita superiore dell´utensile VariMill, riteniamo che si tratti della soluzione modulare più flessibile e conveniente disponibile. Invito le officine di tutte le dimensioni a provarla”. Un design intelligente della filettatura, la doppia conicità e il pieno contatto sulla faccia rendono la connessione DUO-LOCK di WIDIA la fresa modulare più robusta oggi disponibile. www.widia.com Informazioni

Per le officine che preferiscono un approccio più semplice al portautensile, WIDIA offre una varietà di portautensili conici ISO, PSC e HSK, nonché adattatori per codoli diritti “tagliati a misura” con diametro 10 - 32 mm (0,39 - 1,25 pollici).

con angoli dell´elica di 20° e 45°, con preparazioni taglienti custom possibili in un massimo di qualche settimana.

WIDIA offre anche una gamma completa di geometrie degli utensili, dagli sgrossatori ad alte prestazioni, alle frese sferiche e per smussi. Molti di questi sono disponibili 08 | La Fabbrica Moderna | Dicembre 2016

49


N OT I Z I E

TERMOGRAFIA E UNA SOLUZIONE DI MONITORAGGIO COMPLETA PER LA FORMATURA A CALDO NELL’INDUSTRIA AUTOMOBILISTICA

Le aree di interesse sono verificate in tempo reale. E’ possibile configurare sequenze automatiche per allarmi, scarico e interruzioni della linea. Archiviazione delle ricette per parti differenti.

In collaborazione con Fluke Process Instruments, il produttore tedesco Selmatec Systems ha sviluppato una gamma completa di sistemi di controllo qualità per la formatura a caldo.

I

l portafoglio copre la formatura a caldo diretta e indiretta, nonché la formatura a caldo controllata in pressione (PCH). Sono disponibili soluzioni per varie fasi del processo: riconoscimento di nastri doppi; controllo della posizione prima e dopo il forno e nella pressa; monitoraggio della temperatura delle parti prima e dopo la pressa; e monitoraggio della temperatura dei binari guida punteria. Oltre ai sensori di visione, sono utilizzati in vario modo i termometri a infrarossi Raytek MI3 e gli scanner lineari a infrarossi Raytek MP150 di Fluke Process Instruments.

Informazioni

Gli scanner lineari permettono il monitoraggio in linea di nastri e parti stampate. Grazie alla scansione delle parti alla frequenza di 150 Hz, essi generano immagini termiche che forniscono informazioni sull’uniformità della temperatura, l’integrità delle parti (variazioni di spessore, sovrapposizioni di materiale), le prestazioni del forno, l’usura degli stampi e le prestazioni del ciclo di raffreddamento. Vengono rilevati anche punti caldi o punti freddi minimi. Quando le parti non sono conformi alle specifiche impostate, il sistema può emettere allarmi automatici e scaricare le parti stesse. Ciò contribuisce a ridurre le interruzioni perché la normale produzione può normalmente proseguire senza 08 | La Fabbrica Moderna | Dicembre 2016

50

arresti. Il 100% delle parti lavorate viene monitorizzato in linea. La misura della temperaturà è conforme a CQI-9 HTSA con un’accuratezza del ±1%. Il sistema è compatibile con tutte le marche di controllori tra cui, per esempio, l’S7-1500. Può essere integrato in reti OPC e specifiche al cliente. Caratterizzati da un layout software e hardware aperto e scalabile, tutti i sistemi Selmatec permettono adattamenti come l’integrazione di sensori addizionali per l’osservazione più dettagliata di parti complesse. www.fluke.com


N OT I Z I E

GUIDA GRATUITA PER MIGLIORARE LE PRESTAZIONI DELLE POMPE NELL’INDUSTRIA ESTRATTIVA NSK ha presentato una guida gratuita, intitolata “Bearings for Pumps and Compressors” che offre informazioni dettagliate sulle tipologie di cuscinetti e sulle tecnologie più recenti associate a diversi modelli di pompe comunemente utilizzati nell'industria mineraria ed estrattiva.

G

razie a una gamma ottimizzata di cuscinetti a sfere e a rulli, pompe e compressori possono garantire prestazioni e rendimenti economici superiori. Inoltre, la scelta del cuscinetto più idoneo contribuisce a ridurre gli ingombri delle pompe e a migliorare il valore più importante della manutenzione, cioè il tempo medio fra i guasti (MTBF). In cave e miniere le pompe svolgono un ruolo chiave nelle attività di estrazione, movimentazione e lavorazione, guasti imprevisti possono provocare improvvise perdite di produttività e un'impennata dei costi di manutenzione. A seconda della concezione progettuale, i cuscinetti in una pompa possono sostenere carichi assiali, radiali o carichi agenti in entrambe le direzioni. Inoltre, le velocità di esercizio possono variare notevolmente, così come le condizioni di lubrificazione: ma la lunga durata, o un MTBF elevato, resta un'esigenza imprescindibile.

Le pompe a pistone sono spesso soggette a carichi assiali e radiali pesanti, necessitano di un montaggio preciso del cuscinetto e devono essere compatibili con l’olio di lubrificazione. In questo caso, NSK ha sviluppato un cuscinetto radiale a rulli cilindrici con la speciale gabbia L-PPS, che garantisce una resistenza superiore al calore e all'usura e una stabilità chimica.

Un buon esempio è rappresentato dalle pompe centrifughe, che richiedono un cuscinetto in grado di sostenere carichi assiali elevati garantendo al tempo stesso un gioco minimo. In questo caso NSK raccomanda l’utilizzo del cuscinetto radiale rigido a sfera ad alta affidabilità (HR), dotato di elementi volventi più grandi rispetto ai cuscinetti radiali rigidi a sfere standard. Questa tipologia di cuscinetto aumenta la capacità di carico dinamico fino al 19% e prolunga la durata della pompa.

Per maggiori informazioni vi invitiamo a consultare la guida “Bearings for Pumps and Compressors” di NSK, che fornisce dettagli su specifiche applicazioni per pompe nell’industria mineraria ed estrattiva e sui cuscinetti più idonei a garantire un esercizio efficiente e affidabile. La guida illustra anche gli sviluppi tecnologici più recenti e propone alcuni casi applicativi. La guida è disponibile in formato cartaceo e online all’indirizzo www.nsk-literature.com/it/pumps-compressors-bearings/

Informazioni

Esistono diverse tipologie di pompe: centrifughe, a pistoni, a vortice, a girante e a coclea. A seconda del materiale trasportato, ogni pompa presenta requisiti specifici rispetto al tipo di cuscinetto richiesto; per questo motivo NSK fornisce soluzioni specifiche per ciascuna applicazione.

Lunga durata e manutenzione minima sono le esigenze principali per le pompe a immersione. Tuttavia, la durata dei cuscinetti può essere compromessa dallo scorrimento generato dall'effetto congiunto dei carichi radiali leggeri e accoppiamento libero nell’alloggiamento. Per risolvere questo problema frequente, NSK ha sviluppato una soluzione anti-scorrimento che integra doppi anelli O-ring nella superficie esterna del cuscinetto.

08 | La Fabbrica Moderna | Dicembre 2016

51


N OT I Z I E

100 MOTORI STAGEMAKER VERLINDE INSTALLATI NEGLI STUDI DI RIPRESA DI AED A LINT IN BELGIO

Nei soffitti tecnici degli studi di ripresa della società belga AED sono stati recentemente installati 100 motori STAGEMAKER SR10 VERLINDE per semplificare le operazioni di montaggio e smontaggio delle scene.

I

l gruppo AED è una società internazionale che offre tutta una serie di servizi per gli operatori del settore audiovisivo e dello spettacolo: locazione e vendita di prodotti standardizzati per il suono, le luci, la proiezione e il sollevamento di scenografie, oltre a un complesso di studi completamente operativi per il cinema, la televisione e lo spettacolo.

Informazioni

Un complesso di studi nel cuore del Belgio A Lint, vicino ad Anversa, AED dispone di uno dei complessi di produzione audiovisivi più importanti d’Europa. Su una superficie di 25.000 m², 16.000 sono di studi e 4.000 di uffici, con tutte le attrezzature di postproduzione e tutto ciò che occorre per le troupe cinematografiche o televisive. L’azienda resta fedele alla sua eredità industriale. Nel salone d’ingresso i clienti ed i visitatori possono conoscere la storia dell’evoluzione delle attrezzature tecniche audiovisive e sceniche. Con una museografia ludica e moderna sono esposte luci, telecamere, microfoni, banchi di mixaggio, videoproiettori e, per quanto riguarda la parte sollevamento, tutta l’evoluzione dei motori Berline utilizzati da AED da decenni, come il primo paranco manuale a vite senza fine del 1858, il primo motore L104, il LITCHI LI5, la 08 | La Fabbrica Moderna | Dicembre 2016

52

gamma STAGEMAKER SM10 ed infine l’ultima generazione della famiglia STAGEMAKER SRL con il modello SR10. 100 motori STAGEMAKER SR10 al servizio della creazione audiovisiva. Fili Van Vlem, direttore della comunicazione di AED, ha dichiarato: “Siamo particolarmente sensibili al risparmio energetico, e l’installazione di pannelli fotovoltaici sul tetto degli studi obbedisce alla stessa filosofia che ci ha indotti ad impiegare i motori di sollevamento STAGEMAKER per i soffitti tecnici perché, oltre a sostituire i carrelli elevatori che consumano un sacco d’energia, si traducono al tempo stesso in flessibilità, efficacia e risparmio di tempo per i clienti. In fase di produzione di una trasmissione o di un film, gli studi dotati di questi motori consentono una rapida sistemazione di tutte le attrezzature installate nella soffitta del palcoscenico. I motori STAGEMAKER fanno scendere la trave su cui vengono fissate le luci, i microfoni, le telecamere e i videoproiettori per lo spettacolo, per posizionarli all’altezza giusta. Grazie a questa attrezzatura le regolazioni e le modifiche sono semplici e rapide. Infine, al momento dello smontaggio al termine dello spettacolo i tecnici risparmiano molto tempo e di conseguenza il produttore guadagna di più”.


N OT I Z I E

STAGEMAKER SR10, una scelta ponderata Fili Van Vlem ha inoltre precisato: “Abbiamo una collaborazione lunga e fruttuosa con VERLINDE, per quanto riguarda sia l’attività di locazione, sia l’attrezzatura degli studi, e ci capita anche di proporre delle idee che vengono adottate in fase di sviluppo dei prodotti. La sicurezza per noi è un fattore determinante, perché le attrezzature posizionate nelle soffitte tramite i motori sono sopra alla testa degli attori, dei presentatori e del pubblico, e non possiamo correre nessun rischio. I motori STAGEMAKER SR10, con una portata fino a una tonnellata, sono di per se stessi una garanzia, cui si affiancano il doppio freno di sollevamento, il limitatore di coppia ed il finecorsa elettrico, che sono qualcosa per noi indispensabile, mentre la velocità di sollevamento non è un elemento determinante, ma è importante che la velocità sia costante, con o senza carico, e che non si producano contraccolpi nocivi per le attrezzature fissate sulla trave. Per quanto riguarda il comando dei motori, abbiamo standardizzato il modello di pulsantiera, sempre per motivi di sicurezza. Possiamo comandare i motori singolarmente o a gruppi semplicemente premendo un pulsante”.

sono stati utilizzati per le riprese di film come “Iron Sky”, “A quiet passion”, “Aéroport” e in serie televisive come “Belgium’s Got Talent”, “So You Think You Can Dance” e “Wouf”. E certamente la loro vita incomincia nelle soffitte degli studi. AED Rent e VERLINDE, due partner di fiducia. Per chiarire i rapporti di collaborazione tra le due società le cifre parlano da sole. Attualmente i prodotti SR1 (250 kg), SR5 (500 kg) e SR10 (1 tonnellata) disponibili presso AED Rent vengono noleggiati ai sensi della normativa D8+, e se si considerano i paranchi manuali VRH/PHD, parliamo di oltre 5.000 prodotti VERLINDE disponibili presso AED Rent. www.stagemaker.com Per ulteriori informazioni consultare il sito www.verlinde.com

Informazioni

STAGEMAKER al servizio dello spettacolo. La collaborazione tra VERLINDE e AED è di vecchia data e si basa sull’attenzione per le esigenze reciproche al fine di fornire sempre delle risposte in termini di qualità ed affidabilità delle attrezzature. Sin da quando hanno iniziato ad essere installati negli studi di Lint, i motori STAGEMAKER 08 | La Fabbrica Moderna | Dicembre 2016

53


N OT I Z I E

LA FISCHER RUGGED FLASH DRIVE ORA CINQUE VOLTE PIÙ VELOCE CON L’USB 3.0

Fischer Connectors, leader mondiale nell’innovazione di connettori circolari push-pull e di soluzioni di cablaggio, ha presentato oggi la versione USB 3.0 della Fischer Rugged Flash Drive, ultraportatile, miniaturizzata, leggera ed estremamente robusta. Questa chiavetta è stata progettata appositamente per garantire l’archiviazione e la trasmissione sicura di dati sensibili in ambienti estremi.

L

a Fischer Rugged Flash Drive USB 3.0 è ancora più veloce, più piccola e facile da usare della versione USB 2.0, introdotta sul mercato nel 2011. La velocità di lettura è fino a cinque volte superiore; la capacità di memoria standard è di 32, 64 o 128 GB; il contenitore è più corto; e per garantire un accesso sicuro, è ora disponibile con l’interfaccia della serie Fischer UltiMateTM e di quella MiniMaxTM. Il LED luminoso che segnala l’attività è stato aggiunto per migliorare l’utilizzo della chiavetta.

Informazioni

Miniaturizzata – grande quanto un portachiavi – e leggera, la Fischer Rugged Flash Drive ha dimostrato di essere la soluzione per le persone che hanno bisogno di scaricare e trasferire in modo sicuro dati confidenziali, immagini o video da apparecchiature usate in ambienti estremi o in zone difficili da raggiungere. È perfetta per applicazioni dove la sicurezza e la confidenzialità dei dati sono fondamentali, come ad esempio nell’ambito della difesa e della sicurezza, nei settori finanziario, medicale, industriale, energetico, sottomarino e dello sport estremo, 08 | La Fabbrica Moderna | Dicembre 2016

54

ad esempio per UAV o ROV in ambiti civili o militari, per apparecchiature di test e misura o per computer robusti. Principali specifiche tecniche • A tenuta stagna IP68 anche non connessa • Interfacce Fischer UltiMate (dimensione 07) e MiniMax (dimensione 08) • Velocità di lettura fino a 100 MB/s • USB 3.0 ad alta velocità • Capacità di memoria: 32, 64, 128 GB • Resistente a corrosione, vibrazioni, urti e temperature estreme Affidabile e sicura Il robusto involucro garantisce una protezione totale in condizioni ambientali estreme. L’unità è impermeabile fino a 120 metri di profondità ed è resistente a temperature estreme (-40°C to +85°C). Grazie all’interfaccia di connessione circolare Fischer Connectors, abbinata a una


N OT I Z I E

Fischer Rugged Flash Drive USB 2.0 su UltiMate 08 e le nuove versioni su UltiMate 07 e MiniMax 08 con USB3.0.

tecnica di incapsulamento duratura, garantisce la sicurezza dei dati anche in caso di perdita del dispositivo o di furto. “Prestazioni e flessibilità” “In un momento in cui la privacy e la confidenzialità sono essenziali, è indispensabile avere il prodotto giusto per proteggere le informazioni sensibili da fattori esterni e da potenziali rischi di smarrimento o furto del dispositivo”, spiega Wim Vanheertum, Product Manager presso Fischer Connectors. “La tecnologia evolve rapidamente, elevate prestazioni e flessibilità estrema sono richieste quando si progettano applicazioni ad alta velocità che fanno uso di video. La nuova Rugged Flash Drive aumenta, in modo esponenziale, la velocità di trasmissione dei dati, e il design modulare, con un’ampia selezione di involucri, dimensioni, configurazioni di contatto e capacità di memoria, permette di personalizzare il prodotto”.

Per maggiori informazioni: •Sito web (in inglese): www.fischerconnectors.com/global/en/fischer-ruggedflash-drive-usb-3 • Contattateci: www.fischerconnectors.com/italy/it/contact-us

Informazioni

Prima mondiale al salone Eurosatory La nuova Fischer Rugged Flash Drive, già disponibile per l’acquisto, sarà presentata ufficialmente, insieme alle nuove soluzioni di connessione ottica ed elettrica, al salone Eurosatory a Parigi dal 13 al 17 giugno 2016, sullo stand no. G 497, hall 6, di Fischer Connectors. La Fischer Rugged Flash Drive sarà commercialmente disponibile nel mese di luglio.

08 | La Fabbrica Moderna | Dicembre 2016

55


N OT I Z I E

PCVUE INTRODUCE LA MOBILITÀ CONTESTUALE IN BASE ALLA PROSSIMITÀ PER GLI SCADA

PcVue® è il prodotto principale di ARC Informatique, fornitore indipendente di software HMI/SCADA. L´azienda contribuisce all´evoluzione del settore automazione da 30 anni offrendo una soluzione flessibile per la supervisione dei sistemi di gestione degli edifici e di processi industriali, reti di pubblica utilità e infrastrutture. Dopo aver ottenuto la certificazione da BTL, PcVue Solutions sta ora entrando in un mercato inesplorato con un´offerta mobile innovativa di SCADA per gli edifici intelligenti.

I

servizi basati sulla prossimità resi possibili dalla microgeolocalizzazione per gli Indoor Positioning Systems (IPS) sono in rapida crescita. Il mercato della sola tecnologia IPS dovrebbe raggiungere un giro d´affari di 5 miliardi di dollari entro il 2017 e rappresentare oltre 200.000 installazioni di apparati d´infrastruttura, inclusi hotspot Wi-Fi, antenne Bluetooth e oltre 800 milioni di download di applicazioni offerte da vendor.

Informazioni

Questa tecnologia ha reso possibile l’implementazione delle Human Machine Interface (HMI) contestuali. Una HMI contestuale permette nuovi processi di lavoro più efficienti agli utenti di sistemi SCADA e di Building Management Systems (BMS) nell’eseguire la loro attività.

08 | La Fabbrica Moderna | Dicembre 2016

56

L´accesso remoto ai sistemi di supervisione è stato tipicamente ottenuto mediante browser internet su laptop. Con la crescente adozione di dispositivi mobili smart, sono state adottate tecnologie come i Microsoft Remote Desktop Services (RDS) in alternativa all´HMI mobile. Navigare un´HMI progettata per una workstation utilizzando un dispositivo mobile molto più piccolo può rivelarsi difficile a causa delle ridotte dimensioni dello schermo e del meccanismo di gestione del mouse. Un´infrastruttura di mobilità elimina questo problema presentando le informazioni e i controlli nel loro contesto di ruolo e posizione. Essa offre un´HMI dinamica che cambia mentre l´operatore si sposta attraverso le zone della sua postazione di lavoro, regolandosi automaticamente in base al suo ruolo aziendale. In uno scenario d´impianto, un tale sistema è consapevole del piano dove si trova un operatore e invia automaticamente lo stato e i controlli delle apparecchiature in prossimità dell´operatore stesso.


N OT I Z I E

E´ un approccio molto proattivo, con riconosciuta capacità di migliorare l´efficienza durante il commissioning, la gestione e la manutenzione dei sistemi di automazione. Per la sicurezza è critico che il Mobility Server conosca la posizione attuale degli operatori. Grazie alla disponibilità real-time di segnali di geolocalizzazione, IPS in interni e GPS in esterni, è possibile tracciare la posizione semplicemente archiviando la posizione del dispositivo nel tempo. Sicurezza e tracciamento delle spedizioni sono funzioni naturali del Mobility Server, che si basa sulla posizione al fine di creare un HMI contestuale. PcVue sta reinventando le architetture di mobilità con dispositivi mobili smart che sfruttano i servizi di prossimità in modi innovativi per gli SCADA e i progetti di Intelligent Building in tutto il mondo. www.pcvuesolutions.com

Informazioni 08 | La Fabbrica Moderna | Dicembre 2016

57

Profile for Induportals Media Publishing

La Fabbrica Moderna 08  

La Fabbrica Moderna è il portale tecnico in italiano per gli ingegneri. Presenta le notizie di prodotto e aziendali più recenti per il merca...

La Fabbrica Moderna 08  

La Fabbrica Moderna è il portale tecnico in italiano per gli ingegneri. Presenta le notizie di prodotto e aziendali più recenti per il merca...