__MAIN_TEXT__
feature-image

Page 1

04 | D I C E M B R E 2 01 4

La Fabbrica

MODERNA RIVISTA DEL MERCATO INDUSTRIALE

EATON POWERXL DE1 “AVVIATORI A VELOCITÀ VARIABILE”

12 SECO AUMENTA LA VERSATILITÀ DEL SISTEMA MINIMASTER® PLUS DI FRESATURA CON TESTINA SOSTITUIBILE

22 BRADY NUOVE SOLUZIONI DI LOCKOUT

10

KEYENCE NUOVO SENSORE A CONTATTO DIGITALE AD ALTA PRECISIONE SERIE GT2

66


04 | La Fabbrica Moderna | Dicembre 2014

RIVISTA DEL MERCATO INDUSTRIALE

EATON

NORD

BRADY

4

6

10

EATON

KOLLMORGEN

BAUMER

12

14

15

SOURIAU

BALLUFF

NORD

16

18

19

RAYTEK

DATAPAQ

SECO

20

21

22

DATAPAQ

BRADY

KEYENCE

23

24

26

SOUTHCO

CONTACLIP

WIDIA

28

30

31

http://rivista-lafabbricamoderna.com/mag/dec14/register.php


PROSOFT EMEA

32

TATA STEEL

MORGAN

34

36 ARC INFORMATIQUE

VERLINDE

38

42

40 ARC INFORMATIQUE

KENNAMETAL

44

SOCOMEC

50

48 BUREAU VERITAS

HMS

52

PEPPERL +FUCHS 68-70

MAPLESOFT

SOCOMEC

56

54

HMS

SECO

OLDHAM

58

60

61

SUNON

ELMO

KEYENCE

62

64

66

DORNER 71

HURON 72

CIAT 74

HURON 76

CIAT 77

RAYTEK 78 04 | La Fabbrica Moderna | Dicembre 2014

3


N OT I Z I E

FOCUS SULLA GESTIONE DELLA SICUREZZA: EATON SELEZIONA MITTERMAIR&PARTNER COME VINCITORE DELLO YESS AWARD 2014

Eaton, azienda leader nella Power Management, ha annunciato che la società austriaca di consulenza ingegneristica Mittermair & Partner ha vinto quest’anno il premio Yellow Eaton Safety Standard (YESS).

Informazioni

C

reato nel 2011, il premio YESS viene assegnato alle aziende dell’area EMEA (Europa, Medio Oriente e Africa) che dimostrano un elevato livello d’impegno nei confronti della sicurezza. Il premio ha anche lo scopo di aumentare la consapevolezza dei responsabili d’impianto circa il ruolo essenziale che i componenti affidabili hanno nella protezione del personale, dei macchinari, della pubblica sicurezza e così via.

“Essa riguarda soprattutto la sicurezza personale degli occupanti e la protezione dei sistemi elettrici. Progettiamo sempre la distribuzione dell’energia in modo da ottenere la massima sicurezza possibile. L’obiettivo è quello di impiegare componenti facili da capire e usare, anche da parte di non specialisti. Da questo punto di vista, Eaton è per noi il partner ideale. Siamo molto onorati di avere ricevuto il premio YESS di quest’anno”.

Il vincitore del 2014, Mittermair & Partner è un’azienda specializzata nei servizi per gli edifici che gestisce tutti gli aspetti dai sistemi elettrici ed energetici, alla building automation, dalla pianificazione all’implementazione, supervisione e certificazione. “La nostra priorità principale, soprattutto negli edifici pubblici, è la sicurezza”, spiega Heinz Schuhleitner di Mittermair&Partner GmbH.

Eaton è impegnata nella gestione della sicurezza da molti anni e promuove attivamente la minimizzazione dei pericoli per persone, apparecchiature e sistemi. Molti dei prodotti innovativi Eaton hanno un ruolo significativo nel contribuire a rendere sicuri macchinari e personale. Per esempio, molti prodotti includono capacità diagnostiche che forniscono informazioni per permettere agli utenti di applicare misure tempestive al fine di evitare interruzioni e prevenire situazioni che potrebbero mettere in pericolo persone o macchinari. “Il nostro obiettivo con il premio YESS è quello di mettere in luce le aziende che vanno oltre gli standard relativi per definire la loro politica di sicurezza. Mittermair & Partner ne è un esempio

04 | La Fabbrica Moderna | Dicembre 2014

4


N OT I Z I E

Heinz Schuhleitner (Mittermair&Partner GmbH) con il premio YESS e Markus Schwaigerlehner (Eaton)

eccellente e siamo lieti di riconoscere Mittermair & Partner come il nostro ambasciatore per la sicurezza con il premio YESS 2014�, afferma Patrick Hein, EMEA program manager Eaton, Divisione Componenti per la Distribuzione della Potenza. Per ulteriori informazioni sulla gestione della sicurezza, visitate www.eaton.eu/Europe/Electrical/ApplicationSolutions/ SafetyManagement/index.htm Per maggiori informazioni su Eaton, visitate www.eaton.eu. Per le ultime novità potete anche seguirci su Twitter (@Eaton_ EMEA) o LinkedIn (Eaton EMEA).

Informazioni 04 | La Fabbrica Moderna | Dicembre 2014

5


N OT I Z I E

UNA SOLUZIONE DI AZIONAMENTO ALL’AVANGUARDIA

Nella cubettarice base CASEUS della gamma Treif di media potenza, un motore a vite senza fine e l’inverter intelligente SK 540 NORD azionano l’unità di taglio.

Inverter di frequenza intelligenti e affidabili con capacità PLC integrata per macchine da taglio.

B

argteheide –Treif Maschinenbau GmbH, produttore tedesco della Renania, utilizza una nuova soluzione di azionamento NORD DRIVESYSTEMS per la sua ultima generazione di macchine per l’affettatura, la cubettatura e la grigliatura di vari alimenti. La loro funzione è molto superiore alla tecnologia precedentemente utilizzata e assicura elevate intelligenza e prestazioni – senza i costi di un’unità di controllo esterna. Con la sua pratica funzione di parte integrale dell’unità di azionamento, l’inverter di frequenza è dotato di un potente microprocessore che permette il porzionamento di cibi cotti, formaggio o pane e anche di molti altri prodotti alimentari – con eccellenti precisione e affidabilità e a una velocità ottimizzata.

Informazioni

“Possiamo avere un po’ di più?” Questa è la domanda posta da Treif di Oberlahr nel Westerwald, un produttore leader di macchinari per il taglio di alimenti. La domanda era solo indirettamente collegata alla carne cotta e al formaggio; soprattutto, era riferita alla convenienza e alle prestazioni delle soluzioni di azionamento per quelle macchine di taglio professionali, che l’azienda vende a migliaia in tutto il mondo. Nella maggioranza dei tipi di macchine, da molto tempo si è consolidato l’uso della tecnologia convenzionale dei relè e degli interruttori. Tuttavia, negli ultimi anni, sono diventate sempre più interessanti tecnologie 04 | La Fabbrica Moderna | Dicembre 2014

6

alternative per il taglio ad alta velocità e l’ultima generazione di soluzioni di azionamento controllato promette maggiore funzionalità, insieme a un funzionamento preciso e affidabile. Treif ha esaminato con attenzione questi prodotti disponibili sul mercato e ha finalmente trovato un sistema economicamente interessante nella forma di un nuovo tipo di inverter di frequenza con capacità PLC integrate. Grazie alla sua intelligenza incorporata, l’SK 540E dello specialista di azionamenti NORD DRIVESYSTEMS permette la libera programmazione delle funzioni di controllo dell’azionamento. E ora, come ‘cervello’ di molte nuove macchine Treif, questo inverter offre una gestione ancora più semplice, unita a una produttività ottimizzata.

Conversione di un’ampia gamma di macchine La carne non è uguale al formaggio, al pane o alla verdura e anche la carne cotta e le carni da insaccato hanno caratteristiche differenti. La cubettatura, la grigliatura e l’affettatura pongono richieste differenti alla macchina e, naturalmente, una singola macchina non può produrre tutte le forme di taglio. Inoltre, le quantità da trattare e le velocità di trattamento richieste dall’ampia gamma di clienti Treif variano da quelle di piccole aziende a quelle di grandi strutture di catering e produttori alimentari su scala industriale.


N OT I Z I E La macchina compatta FLEXON, a sua volta dotata della soluzione di azionamento NORD a elevate prestazioni, può tagliare fino a 1.400 kg di materiale all’ora.

Una doppia lama aumenta le prestazioni nella produzione di formaggio a cubetti.

Per questo motivo, il produttore della Renania offre una vasta gamma di macchine di taglio che variano notevolmente in base alla loro classe di potenza e alla loro funzionalità principale. Questa gamma estesa permette di selezionare con precisione la macchina più adatta per il particolare profilo utente-esigenza. Tuttavia, la maggior parte delle macchine è caratterizzata da una capacità multifunzione, perché molti utenti trovano utile e persino essenziale trattare vari alimenti e produrre tagli differenti con una singola macchina. Per supportare la prossima generazione della gamma di macchine Treif perché possano offrire questa capacità multiuso, che rappresenta un grosso vantaggio di marketing per l’azienda, è stata pianificata la conversione alla soluzione di azionamento basata sugli inverter sull’intero portafoglio. Questa è già iniziata con la serie CASEUS base di taglia media, nonché con la nuova serie compatta FLEXON. Queste due macchine di taglio sono utilizzare principalmente per produrre cubetti o strisce di carne, carne cotta e formaggio, ma possono produrre anche altri tagli di alimenti differenti.

L’unità di controllo centrale per tutti i processi nella FLEXON e nella CASEUS base, a cui sono collegati anche i pulsanti di controllo e i display di messaggi delle macchine, è un inverter intelligente SK 540E di NORD DRIVE SYSTEMS che permette la selezione dei vari modi operativi. Il PLC integrato opera con un tempo ciclo di 10 millisecondi. In particolare, l’SK 540E esegue il controllo intelligente del sistema idraulico. L’inverter è dotato della funzione di sicurezza “Safe Torque Off”, che forma una parte importante del concetto di sicurezza spinta delle macchine Treif. L’unità di taglio è azionata da un motoriduttore a vite NORD. Come nelle macchine disponibili in precedenza, la cinghia di rimozione è controllata da un interruttore, che è perfettamente adeguato per questo scopo. “Con il sistema di controllo intelligente, le macchine sono ora ancora più versatili. Nonostante forniscano più funzioni, il loro uso rimane semplice”, afferma Kai Jakobsen-Urwald, Direttore Acquisti presso Treif, quando riassume i vantaggi della nuova soluzione di azionamento per gli utenti delle macchine.

Informazioni

Azionare in modo ergonomico, igienico e intelligente L a CASEUS base e la FLEXON hanno numerose configurazioni e dotazioni optional, come è tipico delle macchine Treif. Per esempio, la camera di riempimento, nella quale viene disposto il materiale da tagliare, può essere facilmente chiusa con una mano. Nell’area di taglio, le varie lame per il taglio del prodotto richiesto possono essere cambiate in pochi passi. Il convogliamento di carne, formaggio o altri prodotti alle lame viene eseguito da un attuatore idraulico, per minimizzare la dissipazione di calore che potrebbe danneggiare il cibo. Questo sistema permette di

regolare finemente la pressione in modo da produrre i risultati di taglio migliori. Uno speciale design del cilindro fa in modo che il cibo trattato non possa essere inquinato da olio idraulico. In base al materiale, per esempio nel caso dei formaggi morbidi, i sistemi assicurano inoltre la compressione ottimale nella camera per mezzo della pre-pressione automatica prima che il processo di taglio inizi.

Processore integrato per funzioni di azionamento flessibili Il controllore intelligente SK 540E supporta la comoda programmazione libera delle funzioni di azionamento secondo 04 | La Fabbrica Moderna | Dicembre 2014

7


N OT I Z I E

La cubettatrice può anche tagliare fette. Per questo viene usato un solo gruppo di lame, invece di due.

Le funzioni flessibili del nuovo inverter di frequenza SK 540E con microprocessore integrato offrono un controllo di azionamento intelligente nelle nuove macchine Treif.

IEC 61131, permettendone l’uso molto flessibile per scenari di azionamento dinamico complessi. Esso ha tutte le caratteristiche provate e testate della serie di inverter SK 500E, ma è adatto per una gamma di usi più ampia e permette il controllo di motori sia asincroni che sincroni. Il feedback è fornito da una nuova interfaccia encoder universale. Grazie al suo microprocessore a bordo, veloce e potente, l’SK 540E può essere utilizzato per task sofisticati senza il supporto di un PLC esterno o altra unità di controllo, dimostrandosi molto conveniente. Oltre ai processi di taglio ad alta velocità per Treif, la tipica gamma di impieghi del nuovo modello di inverter include centri di lavoro di tornitura o fresatura. Altre applicazioni includono l’uso come azionamento di pompe dove è possibile integrare le funzioni di monitoraggio e di curva caratteristica per consentire all’unità di reagire automaticamente a portate fluttuanti. Come le altre varianti della sua famiglia di prodotti, l’SK 540E offre la funzione di sicurezza “Safe Torque Off”, oltre al controllo vettoriale senza sensori. Ha inoltre un chopper freno integrato per il funzionamento come generatore e, tramite l’identificazione del motore collegato, imposta automaticamente tutti i parametri per la messa in servizio rapida e conveniente.

Informazioni

L’affidabilità è fondamentale Poiché i clienti Treif hanno sede in molti Paesi differenti, l’affidabilità delle macchine di taglio è estremamente importante. “In linea di principio, non devono esserci interruzioni serie”, afferma Jakobsen-Urwald. Le parti di usura come le lame sono prodotte internamente, permettendo all’azienda di fornire parti di ricambio di elevata qualità su base regolare, anche in luoghi remoti 04 | La Fabbrica Moderna | Dicembre 2014

8

del mondo. Tuttavia, se componenti chiave della macchina dovessero rompersi improvvisamente, sarebbe difficile evitare considerevoli effetti o interruzioni, che si tradurrebbero in lunghi e protratti interventi di efficienza soprattutto dove gli impianti di trattamento sono situati lontano dai centri industriali. “Soprattutto la tecnologia di azionamento deve essere completamente affidabile. La funzione della macchina, il trattamento senza intoppi da parte dei nostri clienti e, in definitiva, la nostra reputazione di produttori di qualità dipendono direttamente da questo. Di conseguenza, il ruolo di NORD come nostro fornitore di azionamenti, con il quale abbiamo un’ottima esperienza da molti anni, è molto importante”, sottolinea Jakobsen-Urwald. Per queste ultime macchine non potevamo usare che il nuovo inverter SK 540E NORD perché; oltre a fornire le caratteristiche funzionali, è riuscito a soddisfare i requisiti critici di robustezza, durevolezza e affidabilità.

www.nord.com/cms/it/home_IT.jsp


N OT I Z I E NORD DRIVESYSTEMS | Azionamenti intelligenti, rete di assistenza globale

Intralogistics specialist Inverter decentralizzato SK200E ■ ■ ■ ■

Gestione a risparmio energetico Interfaccia AS integrata Fino a IP 66 Inverter di frequenza di alta qualità

Riduttore ■ Riduttore a due stadi con coppia conica ■ Monoscocca in alluminio ■ Peso leggero ■ Superfici lisce ■ Superfici fredde

Motori – IE2 / IE3 / IE4 ■ Alti valori di efficienza ■ Ampia gamma di tensioni ■ Bassa dispersione in calore ■ Grandi riserve di potenza ■ Lunga durata di servizio

Informazioni

intralogistics.nord.com NORD Motoriduttori S.r.l. Via I. Newton 22, 40017 - San Giovanni in Persiceto (BO) Tel. +39 051 6870711, Fax +39 051 827749 offerte.it@nord.com, www.nord.com Member of the NORD DRIVESYSTEMS Group

04 | La Fabbrica Moderna | Dicembre 2014

9


N OT I Z I E

NUOVE SOLUZIONI DI LOCKOUT/TAGOUT SU RICHIESTA

La procedura di lockout/tagout, che comprende dispositivi di lockout, lucchetti e chiavi per aumentare la sicurezza durante gli interventi di manutenzione, sta progressivamente diventando un approccio standard in molti siti di produzione europei, mediorientali e africani.

N

elle soluzioni di lockout/tagout di nuova generazione sono introdotte sempre più richieste di personalizzazione provenienti da tale area come la calotta di protezione trasparente per pulsanti Twist and Secure™, il sistema di chiusura per valvole a sfera Perma-Mount™, il dispositivo di chiusura a cavo universale Safelex™ e la Safety Redbox™.

Informazioni

Un salvavita per la manutenzione La procedura di lockout/tagout previene gli infortuni legati agli interventi di manutenzione quali fratture, lesioni, amputazioni, ustioni e scosse. È una procedura di sicurezza pianificata che comporta l’isolamento e la neutralizzazione delle fonti di energia dei macchinari industriali durante gli interventi di manutenzione. La procedura protegge gli addetti dai rischi creati da macchinari sotto tensione alimentati da varie fonti di energia e prevede anche l’uso di dispositivi di lockout, lucchetti e chiavi personali. A seguito delle richieste di vari settori, Brady ha inserito nuovi prodotti nella sua ampia gamma di soluzioni di lockout/tagout.

04 | La Fabbrica Moderna | Dicembre 2014

10

Conferma visiva In base alle richieste del settore automobilistico svedese, Brady ha recentemente ampliato la sua serie, già molto apprezzata, di calotte protettive di lockout/tagout per arresti di emergenza e pulsanti Twist and Secure™. Esattamente come le calotte rosse inizialmente proposte, la versione trasparente della calotta Twist and Secure™ rappresenta un comodo strumento di lockout utilizzabile laddove è necessario, con l’ulteriore vantaggio di segnalare visivamente in maniera evidente lo stato ON/OFF dei pulsanti di comando. Portabilità e flessibilità Sia il settore siderurgico polacco che il settore estrattivo sudafricano hanno espresso la richiesta di una keybox di lockout/ tagout di nuova generazione. La nuova keybox Safety Redbox™ per gruppi di operatori può essere collocata o montata in vari contesti, mentre il suo meccanismo a sgancio rapido assicura grande flessibilità e portabilità. Nel contempo, la nuova keybox può essere bloccata in posizione, precludendo ogni possibilità di recuperare una chiave al di fuori della procedura di lockout, ad esempio scuotendola intenzionalmente.


N OT I Z I E

Lockout più rapido e corretto Il nuovo sistema di chiusura per valvole a sfera Perma-Mount™ può rimanere in posizione a tempo indeterminato senza compromettere il funzionamento del macchinario. Ciò non solo consente operazioni di lockout più rapide, ma garantisce anche che venga utilizzato sempre il sistema di lockout corretto. Un meccanismo a gancio con lucchetto blocca la maniglia della valvola a sfera in posizione OFF prima che inizino gli interventi di manutenzione. Dopo aver aperto il lucchetto, è sufficiente che un addetto alla manutenzione liberi la maniglia dal gancio affinché il macchinario riprenda a funzionare. Lockout di gruppo versatile Il dispositivo di lockout a cavo universale Safelex™ utilizza un robusto cavo di acciaio e una linguetta di sicurezza porta-lucchetto per escludere qualunque apparecchiatura che non supporti un dispositivo di lockout dedicato. Il cavo, di lunghezza compresa tra 1 e 5 metri, può essere accorciato, ma non allungato, dopo aver chiuso il dispositivo con uno o più lucchetti (massimo 6).

Informazioni

Brady continua a sostenere l’industria realizzando continuamente soluzioni di lockout/tagout che aumentino la sicurezza degli interventi di manutenzione e riducano i rischi. Per ulteriori informazioni sui servizi di redazione delle procedure di lockout/tagout, sul premiato software di sicurezza LINK360™ o sull’intera gamma di dispositivi di lockout, lucchetti e chiavi, scrivere all’indirizzo emea_request@bradycorp.com.

04 | La Fabbrica Moderna | Dicembre 2014

11


N OT I Z I E

POWERXL DE1 “AVVIATORI A VELOCITÀ VARIABILE”

La nuova classe di dispositivi Eaton per la tecnica di azionamento dei motori elettrici Eaton, società di gestione dell'energia, ha sviluppato una classe completamente nuova di dispositivi per la tecnica di azionamento, i cosiddetti avviatori a velocità variabile.

P

rimo nel suo genere sul mercato, il nuovo avviatore a velocità variabile PowerXL DE1 si colloca tra la semplice partenza motore/softstarter e l'inverter (VSD) combinandone i vantaggi per un controllo efficace ed efficiente dei motori elettrici. In sostanza, il DE1 offre la stessa facilità d'uso di una partenza motore, unita a un controllo a velocità variabile. Di conseguenza, il DE1 costituisce per i costruttori di macchine e impianti un'alternativa di facile impiego, economica ed estremamente affidabile per l'avviamento, che può rendere le applicazioni con velocità costante più efficienti dal punto di vista energetico e quindi conformi ai requisiti sempre più esigenti delle normative internazionali.

Informazioni

La Direttiva ErP “La direttiva ErP (pianificazione delle risorse d’impresa) e la crescente automazione delle macchine hanno portato ad un incremento della domanda di inverter, il cui impiego è in continuo aumento anche nelle applicazioni più semplici”, spiega Guido Kerzmann, responsabile della linea di prodotto presso Eaton, SettoreElettrico EMEA. Tuttavia, per molte di queste applicazioni, come ad esempio le pompe o i ventilatori, l'inverter è spesso troppo complesso 04 | La Fabbrica Moderna | Dicembre 2014

12

in termini di funzionalità, mentre la partenza motore classica non offre il controllo della velocità. Ora possiamo colmare questo divario con la nuova serie di avviatori a velocità variabile particolarmente potenti, che costituiscono la soluzione ideale per applicazioni con funzionalità limitata, ma che richiedono una velocità variabile”. PowerXL DE1 è ideale anche per le applicazioni che necessitano di una velocità costante, nelle quali tuttavia non è possibile utilizzare i motori IE3 perché tendono ad avere dimensioni maggiori o diverse rispetto ai motori IE2. Anche le applicazioni con frequenze di avvio molto elevate e un carico termico molto alto sul motore possono trarre vantaggio dall'utilizzo di un dispositivo di questo tipo. Installazione “Side by Side” I nuovi avviatori a velocità variabile PowerXL DE1 sono inoltre dotati di numerose funzioni che garantiscono la massima disponibilità dell'applicazione in cui sono installati: • Installazione “Side by Side” senza alcun declassamento utilizzando gli accessori dei componenti elettromeccanici per le connessioni di potenza e le protezioni.


N OT I Z I E Guido Kerzmann, responsabile della linea di prodotto presso Eaton, Settore Elettrico EMEA.

• All’interno funzioni avanzate per evitare interruzioni o arresti indesiderati • Adattamento automatico di tensione e frequenza di uscita in caso di energia rigenerata o decelerazioni violente che potrebbero causare un arresto di sovratensione • Riduzione automatica della frequenza di switching al crescere della temperatura ambiente • Frenatura DC per evitare sovraccarico di corrente in applicazioni di ventilatori • Re-start automatico per garantire continuità operativa anche dopo un fault Queste funzioni permettono all’utente di poter mettere in servizio il dispositivo DE1 con poche impostazioni e in breve tempo. E’ possibile accedere a tutti i parametri del menu utilizzando il keypad esterno o il software DrivesConnect, disponibile per tutta la famiglia PowerXL.

Il modulo di configurazione universale plu-in permette l’impostazione di: tempi di rampa, protezione motore e configurazione dei morsetti. Gli utenti possono utilizzare anche lo stick Bluetooth per copiare i parametri da un dispositivo all'altro. DE1 è dotato anche di un'interfaccia Modbus RTU e può essere integrato direttamente nell'innovativo sistema di comunicazione SmartWire-DT di Eaton applicando il modulo DX-NET-SWD3 sul frontale dell’apparecchio. Tutti i comandi e la diagnostica viaggiano via bus permettendo al DE1 di integrarsi con gli altri componenti Eaton tramite il semplice sistema di connessione SWDT. I nuovi avviatori a velocità variabile sono progettati per ambienti industriali difficili e a temperature da -10°C a 60°C. DE1 soddisfa i requisiti delle normative internazionali CE, UL, cUL e cTick ed è utilizzabile in tutto il mondo.

Informazioni

Filosofia Lean e Lean Automation con SmartWire-DT PowerXL DE1 è un prodotto semplice, facile nella scelta, composto da poche unità in sole due taglie 45 e 90 mm in larghezza. La versione da 45 mm è ideale per il controllo di motori fino a 1,5 kW, mentre il modello da 90 mm è progettato per potenze nominali da 2,2 a 7,5 kW. Inoltre garantisce un sostanzioso risparmio energetico nel ciclo vita. Il filtro interno anti-disturbi, anche per ambiente domestico, crea un basso livello di armoniche in rete anche senza l’utilizzo di induttanze, grazie all’avanzata tecnologia in fase di progettazione. Integra la funzione protezione termica motore, controllo di un termistore esterno e protezione da cortocircuito. Utilizzando gli avviatori a velocità variabile DE1,

risultano più facili: l'installazione, la messa in servizio e non sono richieste conoscenze specifiche. I dispositivi sono pronti all'uso e non necessitano di alcuna impostazione dei parametri, di conseguenza il tempo necessario alla messa in servizio si riduce dell'80% rispetto alle soluzioni convenzionali. Con il modulo DEXEXT-SET l’avviatore a velocità variabile DE1, nella sua filosofia “easy”, può essere programmato senza l’utilizzo di PC o faticose navigazioni manuali nei soliti menu, è sufficiente un normalissimo “cacciavite” per impostare ciò che serve per l’applicazione richiesta.

Per ulteriori informazioni, visitare il sito www.eaton.eu.

04 | La Fabbrica Moderna | Dicembre 2014

13


N OT I Z I E

UNA CAPACITÀ DOPPIA

I servocontrollori Kollmorgen offrono ora una corrente d’uscita massima di 48 A.

P

iù capacità, più opportunità: Kollmorgen, lo specialista del motion control, ha esteso la corrente d’uscita massima della serie di servoamplificatori AKD aprendo nuove aree applicative. I nuovi dispositivi hanno una corrente d’uscita continua nominale di 48 A, rispetto a un massimo di 24 A in passato. Anche le applicazioni che richiedono azionamenti extra-robusti possono ora utilizzare una soluzione basata su servomotori Kollmorgen come efficiente alternativa ai complessi sistemi idraulici centralizzati. Per esempio, le macchine di formatura metallica possono ora essere azionate direttamente con i nuovi servocontrollori.

Informazioni

Un’altra area applicativa è quella dei sistemi servoidraulici distribuiti. In questo caso, i servocontrollori AKD possono azionare le pompe idrauliche distribuite in modo talmente diretto e preciso che non sono più necessarie unità a valvole. Le unità

04 | La Fabbrica Moderna | Dicembre 2014

14

servoidrauliche, inoltre, richiedono meno tubazioni, riducendo significativamente il costo e il volume dei sistemi idraulici. I servocontrollori AKD con corrente nominale di 48 A hanno la stessa funzionalità degli altri dispositivi della serie, aumentata da un STO a due canali per la sicurezza funzionale. Per ulteriori informazioni, contattate think@kollmorgen.com o visitate il nostro sito web www.kollmorgen.com/it-it/home/


N OT I Z I E

IL LIVELLOSTATO CLEVERLEVEL LBFS/LFFS APPROVATO UL

Le serie CleverLevel LBFS (a sinistra) e LFFS Baumer sono ora approvate UL

Il collaudato livellostato CleverLevel LBFS/LFFS Baumer è stato listato dall´American Underwriters Laboratories Inc. (UL). Le prove sul CleverLevel hanno incluso numerosi aspetti legati alla sicurezza in accordo con gli standard e i requisiti UL. Come ulteriore caratteristica di qualità, la lista UL, rinomata e accettata globalmente, facilita l´uso del livellostato in importanti mercati internazionali, soprattutto negli USA.

C

on la serie CleverLevel LBFS/LFFS, Baumer offre un livellostato che, in quanto soluzione completa, fornisce numerosi vantaggi. Il CleverLevel può essere utilizzato praticamente per tutti i prodotti, come liquidi, granulati e anche elettrostatici. Inoltre, non è influenzato da sostanze adesive o schiume che potrebbero provocare errori di commutazione con altre tecnologie.

Per ulteriori informazioni: www.baumer.com/cleverlevel

Il CleverLevel può rilevare in modo affidabile i livelli di riempimento in serbatoi o tubazioni con precisione e un tempo di risposta minore di 100 ms, evitando, per esempio, il funzionamento a secco delle pompe. E´ inoltre in grado di distinguere prodotti differenti, come acqua e olio.

Informazioni 04 | La Fabbrica Moderna | Dicembre 2014

15


N OT I Z I E

NUOVI CONNETTORI UTL POWER+CONTROL

La serie di connettori UTL Power + Control di Esterline Connection Technologies – SOURIAU, è stata progettata per apparecchi di illuminazione urbana e sistemi di illuminazione installati sia all’esterno che all’interno degli edifici.

I

ngegnerizzata specificamente per l’illuminazione LED, è una delle poche soluzioni di connettori per ambienti severi sul mercato che trasmette sia la potenza che dati RS-485 ed è ideale per applicazioni che utilizzano il protocollo di controllo dell’illuminazione DMX. La serie di connettori UTL Power + Control è certificata UL/IEC. Il prodotto è stato scelto da molti clienti importanti e le sue prestazioni sono dimostrate da diverse centinaia di migliaia di unità installate negli USA, in Europa e in Asia.

Informazioni

SOURIAU è una delle poche società di interconnessione in grado di fornire prodotti certificati UL/IEC (UL 1598, IEC 60598) per gli apparecchi di illuminazione utilizzati nei centri urbani e applicazioni di illuminazione LED all’aperto comprendenti: illuminazione architettonica per edifici, ponti, tunnel, aeroporti, strade, stadi, sistemi di intrattenimento/ palcoscenici e altro. L’UTL Power+Control è dotato di sei contatti: tre per la potenza e tre per i segnali. In opzione, i connettori possono essere pressofusi per offrire ai clienti soluzioni ‘chiavi in mano’ dotate di cablaggi totalmente integrati per l’installazione veloce e sicura.

04 | La Fabbrica Moderna | Dicembre 2014

16

L’UTL Power + Control è molto semplice da usare e sicuro da installare. Con il suo sistema di aggancio ergonomico e il blocco push-pull a contatto, è facile da connettere anche in posizioni difficili da vedere e da raggiungere. Il click udibile conferma che le connessioni sono correttamente combacianti e bloccate. L’UTL Power + Control di Souriau è un connettore con capacità di interruzione della corrente. L’UTL Power + Control è anchge molto robusto. Il suo sistema di blocco lo mantiene saldamente in posizione, assicurando una tenuta IP68/69K. Progettato per l’uso nelle condizioni climatiche più severe, compresa l’immersione in acqua, sopporta tutte le condizioni atmosferiche e presenta un guscio prodotto con un poliammide proprietario per una maggiore resistenza agli UV. L’UTL Power + Control è coperto da una garanzia di cinque anni per l’uso in condizioni esterne con esposizione agli UV. Ha una durata di 1.000 cicli di accoppiamento e sopporta vibrazioni di 10... 2.000 Hz secondo IEC 60512-4. Può essere utilizzato a temperature di –40°C... +105°C, è conforme alle norme antifumo e antincendio e ha una resistenza agli spruzzi salini superiore a 1.000 ore. www.souriau.com


N OT I Z I E

UTS LC: SEMPLICE OTTICA MULTISORGENTE PER APPLICAZIONI INDUSTRIALI E FTTX

Con diversi milioni di unità già installate in tutto il mondo, la gamma di connettori UTS di Esterline Connection Technologies – Souriau è una scelta molto frequente.

G

razie al connettore per fibra ottica UTS LC, la gamma copre ora l’intero spettro di esigenze di potenza e segnale nelle tecnologie in rame e a fibra ottica con accessori standard e lo stesso livello di ergonomia. Il connettore UTS LC offre molte innovazioni, come la protezione delle terminazioni ottiche e la sua capacità di integrare tutti i contatti LC sul mercato. Le fibre ottiche sono utilizzate sempre più spesso nelle applicazioni industriali per motivi di sicurezza ed efficienza. L’UTS LC offre agli utenti industriali una soluzione per fibra ottica pronta all’uso che è facile da usare come il rame, in quando non sono richieste particolari precauzioni. Mentre i contatti ottici LC delle soluzioni concorrenti sporgono alter i connettori, lasciando le fibre vulnerabili alla rottura durante l’installazione, Esterline Connection Technologies - Souriau ha sviluppato uno speciale design che elimina tutti i rischi di rottura. Le terminazioni delle fibre ottiche sono protette dal guscio del connettore.

A differenza della maggior parte delle alter soluzioni, che usano contatti LC di forma proprietaria, l’UTS LC è caratterizzato da un design che è compatibile con tutti i contatti LC standardizzati. I clienti possono affidare i connettori LC a chiunque senza essere legati a un particolare fornitore, semplificando in tal modo il flusso logistico e riducendo i costi totali di acquisizione. L’UTS LC è dotato di un Sistema di tenuta incorporato per connessioni dinamiche IP68/IP69K impermeabili. L’UTS LC dispone inoltre del meccanismo di chiusura particolarmente ergonomico che è caratteristico della gamma UTS: un aggancio a baionetta a 1/3 di giro che produce uno scatto udibile e tattile per confermare la corretta connessione. Garantito per 250 accoppiamenti e disaccoppiamenti. L’UTS LC può sopportare 500 ore di spruzzi salini, è resistente agli UV e non è suscettibile a Danni meccanici o significative modifiche di colore dopo 5 anni di esposizione all’esterno (ISO 4892).

Informazioni

L’avvento dell’LTE 4G ha creato nuove esigenze di connessione ottica nel settore telecom per la sostituzione delle trasmissioni convenzionali in radiofrequenza con antenne GSM per soluzioni più veloci. Il problema di preparatori e OEM è integrare la fibra ottica continuando nello stesso tempo a ridurre i costi di implementazione e manutenzione. Il connettore UTS LC offre

ai preparatori una soluzione a fibra ottica che non richiede alcun addestramento o utensile particolare, né la necessità di team specializzati sulle fibre ottiche quando devono installare tecnologie come la FTTA (Fibre to the Antenna).

www.souriau.com 04 | La Fabbrica Moderna | Dicembre 2014

17


N OT I Z I E

BALLUFF PRESENTA I SENSORI MICROMOTE®

Piccoli ma potenti.

I

sensori fotoelettrici in miniatura MICROmote® di Balluff, con unità processore elettronico separate, offrono prestazioni ottiche elevate in una piccola quantità di spazio grazie a LED, fotodiodi e fototransistor miniaturizzati. Per la loro produzione, Balluff ha appositamente sviluppato un nuovo processo di fabbricazione brevettato, che permette di ottenere component micro-ottici di elevata precisione ottica. I sensori MICROmote® sono ideali in spazi di installazione ristretti e su parti di macchine e pinze di robot in movimento, dove è richiesto un basso peso.

Informazioni

I robusti sensori integrati nella custodia metallica sono collegati a un amplificatore separato, che può essere posizionato all’esterno dell’area di azione. Cavi elettrici a elevata flessibilità permettono la trasmissione sicura dei segnali dei sensori fra la testa sensore e l’amplificatore. In questo modo, i sensori sono anche un’alternativa alle fibre ottiche. Un vantaggio addizionale: l’amplificatore è dotato di indicatori ergonomici e di elementi operativi.

04 | La Fabbrica Moderna | Dicembre 2014

18

Le teste sensore fotoelettriche, con dimensioni di pochi millimetri, non solo hanno eccezionali valori delle caratteristiche tecniche, ma anche numerosi altri punti di peculiarità unici. Grazie a un sofisticato sistema modulare, gli utenti possono trovare la soluzione ideale in modo rapido e conveniente. Indipendentemente dal fatto che l’applicazione riguardi il rilevamento della posizione di piccole parti, l’identificazione e il conteggio di oggetti o il rilevamento dei livelli di riempimento di liquidi schiumosi. I prodotti disponibili includono sensori a diffusione, sensori a fascio passante, sensori per vuoto spinto, sensori a forchetta e anche sensori a guaina di precisione utilizzati, per esempio, nel rilevamento di liquidi e bolle. www.balluff.it


N OT I Z I E

VERSO NUOVE VETTE: LE UNITÀ DI RIDUZIONE INDUSTRIALI NORD GESTISCONO UN CARICO DI LAVORO PESANTE NEL PROGETTO DI UN BACINO

Nel corso di tre anni, i motoriduttori industriali NORD hanno trasportato un milione di tonnellate di materiale. Ora sono pronti per il prossimo compito.

Il fornitore di energia svizzero Axpo sta per finire l’impegativo progetto di costruzione su larga scala “Linthal 2015”: il maggiore impianto idroelettrico della svizzera, che aumenterà l’uscita complessiva degli impianti di potenza Linth-Limmern esistenti da 480 MW a 1.480 MW. E’ stata creata una nuova stazione di pompaggio sotterranea per pompare l’acqua dal bacino di Limmernboden a un’altitudine di 1.860 m sopra il livello del mare nel lago di Muttsee circa 600 m più alto. Questa differenza di elevazione verrà utilizzata per produrre potenza idroelettrica su richiesta. Il cuore del progetto in particolare – il centro sotterraneo per la nuova stazione di potenza idroelettrica a stoccaggio pompato – ha richiesto sforzi giganteschi.

Le unità di riduzione industriali si sono qualificate per questo massiccio progetto di costruzione grazie al design UNICASE provato e testato: questo involucro monoblocco integra tutte le sedi dei cuscinetti. Gli involucri UNICASE sono prodotti su macchine CNC avanzate in una singola configurazione. Il concetto assicura elevata precisione radiali o coppia. Inoltre, l’offset dei cuscinetti a sovrapposizione permette involucri più compatti e cuscinetti a rulli più grossi, che assicurano una maggiore vita operativa.

Informazioni

Con un’inclinazione estrema di 45 gradi e una differenza di altezza di circa 180 m, i sistemi convogliatori in una sottostazione hanno trasportato 500 t di materiale scavato all’ora, tutto il giorno. Su un secondo nastro convogliatore, il materiale frantumato è stato trasportato all’impianto ghiaia per lo stoccaggio o il trattamento per l’uso successivo. Per un totale di tre anni, questi convogliatori sono stati azionati da unità di riduzione industriali NORD e hanno trasportato circa un milione di tonnellate di materiale.

Dopo il completamento dei compiti di convogliamento, i motoriduttori industriali NORD sono stati smontati dal costruttore dell’impianto Marti Technik AG e sono ora in attesa del loro prossimo compito. Ernst Kuster, capo della manutenzione convogliatori presso Marti Technik, afferma: “In conformità con il manuale di istruzioni, abbiamo cambiato l’olio una volta, ma questa è stata l’unica misura di manutenzione che abbiamo preso nel corso di tre anni. Le unità di riduzione NORD si sono comportate brillantemente.”

www.nord.com 04 | La Fabbrica Moderna | Dicembre 2014

19


N OT I Z I E

MONITORAGGIO DELLA TEMPERATURA SENZA CONTATTO NEI PROCESSI DI PRODUZIONE DEL VETRO

I pirometri ad infrarosso Raytek serie Marathon, monitorizzano con affidabilità i processi di produzione senza il rischio di inquinamento del prodotto.

Monitoraggio della temperatura senza contatto nei processi di produzione del vetro.

G

li esperti di misurazione della temperature ad infrarossi offrono una vasta scelta di pirometri e sistemi di misura IR per tutte le diverse gamme di temperatura. I sistemi senza contatto assicurano la massima affidabilità e velocità senza il rischio di inquinamento del prodotto. Insieme al software e ad alti accessori, essi garantiscono il controllo di processo automatico fornendo la completa documentazione per la qualità.

Informazioni

Raytek e Ircon condividono lo stand con la loro partner Datapaq, un fornitore leader di sistemi data-logger per la profilatura della temperatura “in-process”. Al centro della mostra c’è una soluzione combinata Raytek e Datapaq per la tempra del vetro: il sistema di monitoraggio della temperatura ad infrarossi GS150 Raytek, crea immagini termiche di tutte le lastre di vetro prima che entrino nella camera di tempra, mentre il sistema Furnace Tracker Datapaq permette la configurazione e il controllo del processo, registrando la curva di temperatura durante il preriscaldamento, nel forno e durante la tempra. Ircon presenta le versatili applicazioni della sua serie Modline 7. Con opportune apparecchiature di raffreddamento, questi robusti sensori, possono essere utilizzati fino a temperature ambienti di 315 °C. I modelli Modline 77 e 78 per la produzione di vetro piano e vetro tirato ultrasottile, sono fra gli elementi clou della mostra. 04 | La Fabbrica Moderna | Dicembre 2014

20

Raytek presenta inoltre soluzioni per processi particolarmente impegnativi come lo stampaggio e il rivestimento del vetro. Esse si affidano al Linescanner ad infrarossi MP150 che genera immagini termiche di lastre di vetro nei processi in movimento, monitorando il corretto riscaldamento di ogni singola lastra e la distribuzione regolare della temperatura. Inoltre, le eventuali rotture del vetro verranno visualizzate all’istante. In base ai risultati, se richiesto, gli utenti possono eseguire immediatamente correzioni alla configurazione del processo. La serie Marathon Raytek, a sua volta presentata al glasstec, è stata progettata per ambienti dove è richiesta un’elevata robustezza. Essa combina elettronica digitale intelligente e un moderno sistema elettro-ottico con custodie robuste e accessori specifici per l’applicazione. La gamma di dispositivi comprende termometri IR per il funzionamento a canale singolo e multicanale (pirometri a rapporto), termometri per brevi lunghezze d’onda e termometri IR con fibre ottiche.

www.raytek.com


N OT I Z I E

© AELTC/Thomas Lovelock

Il kit di misura della temperature intuitive e ad alta precisione.

IN VANTAGGIO SOTTO IL TETTO DI WIMBLEDON Il tetto viene aperto per lasciare entrare il sole sul The Championships, Wimbledon.

Datapaq misura le temperature dell’illuminazione a giorno Cambridge, UK

Q

uando il sole spunta in un piovoso giorno d’incontri a Wimbledon, il tetto che copre il Centre Court può essere retratto, ma solo dopo che i riflettori di illuminazione a giorno si sono sufficientemente raffreddati. Questo è un requisito non solo di sicurezza ma anche estetico, perché i riflettori da 1.000 W sono montati direttamente sulle travi del tetto e, quando il tetto viene retratto, il tessuto si avvicina a questa sorgente di calore. Per controllare la velocità con la quale i corpi luminosi raggiungono la temperature critica di 100 °C e la temperature del tetto retratto, Galliford Try, l’azienda che ha costruito il Centre Court per l’All England Club, ha affidato l’incarico all’esperto di profilatura della temperatura Datapaq. In un giorno qualsiasi della stagione, l’ingegnere di Datapaq Kevin Stephens ha eseguito un ciclo di misure con tre termocoppie montate sopra e vicino a due corpi luminosi.

Eugene McCormick, Senior Project Manager presso Galliford Try, nota: “Ora abbiamo dati precisi sulla temperatura del calore radiante. Utilizzeremo questa informazione quando progetteremo il tetto per il Campo N.1”. Datapaq ha fornito l’intero report, mostrando le curve di temperatura di tutti i sensori nelle due ore e mezza durante le quali i riflettori sono stati accesi per quasi due ore e sono stati quindi spenti per il raffreddamento.

www.datapaq.com

Informazioni

Collegato ai sensori tramite cavi di trascinamento di 10 m, un data logger tipo Q18 ha catturato i profili di temperatura con una frequenza di campionamento di 2 s. Usando un notebook e il software specializzato Insight di Datapaq, Stephens ha letto e analizzato i dati, marcando eventi come “luci spente” o “sensore spostato”. Il test si è tradotto nella prova che l’attesa di mezz’ora prescritta dopo lo spegnimento delle luci è effettivamente necessaria per il funzionamento sicuro. 04 | La Fabbrica Moderna | Dicembre 2014

21


N OT I Z I E

SECO AUMENTA LA VERSATILITÀ DEL SISTEMA MINIMASTER® PLUS DI FRESATURA CON TESTINA SOSTITUIBILE

I morsetti portafusibili FSIK 4 sono dotati di una leva di estrazione che può contenere un fusibile di riserva o integrare un LED che indica lo stato.

Seco ha recentemente aggiunto al sistema di fresatura a testine intercambiabili Minimaster Plus nuove testine ad elevato avanzamento con adduzione interna di refrigerante. L'ampliamento aumenta ulteriormente la versatilità di questo sistema dai costi contenuti che già dispone di una vasta scelta di testine e codoli per affrontare un'ampia gamma di applicazioni.

P

rogettato per lavorazioni generiche nell'industria aerospaziale, della generazione di energia elettrica, degli stampi, nei settori automobilistico e medicale, Minimaster Plus lavora facilmente acciaio, acciaio inossidabile, ghisa, alluminio e altri materiali di difficile lavorabilità. Rende inoltre obsoleta la necessità di rimisurare la lunghezza dell'utensile. Una delle caratteristiche più significative del sistema è l'interfaccia ad alta precisione tra la testina in metallo duro ed il codolo in acciaio. La testina dispone di una filettatura interna e di un cono esterno, mentre il codolo ha una cono interno con un perno centrale filettato per garantire la massima affidabilità e stabilità, nonché una corsa di circa 10 µm.

Informazioni

Inoltre, una battuta assiale sul codolo aumenta la ripetibilità e la produttività consentendo di sostituire la testina senza dover rimuovere l'utensile dal mandrino. La nuova testina quindi si riposiziona assialmente in 25 µm. Grazie alle testine intercambiabili, è possibile ridurre i costi, eliminando le operazioni di rettifica. 04 | La Fabbrica Moderna | Dicembre 2014

22

Sono disponibili 24 versioni di codoli con lunghezze che vanno da 55 mm a 249 mm; le testine sono disponibili in due qualità per la lavorazione di tutti i tipi di materiali e nelle geometrie E ed M per la lavorazioni con taglio dolce. Le testine sono disponibili con diametri di 10 mm, 12 mm e 16 mm ed i raggi di punta variano da 0,4 mm a 3,1 mm per soddisfare tutte le necessità di produzione. Inoltre, gli inserti a spallamento retto ed a testa sferica dispongono di adduzione interna di refrigerante su tutte le versioni a tre eliche. Per ulteriori informazioni su Minimaster Plus, contattare il funzionario Seco di zona o visitare: www.secotools.com/minimasterplus


N OT I Z I E

PRIMO SISTEMA DI PROFILATURA DELLA TEMPERATURA IN-PROCESS PER RIVESTIMENTI PV ANTIRIFLESSO

La nuova tecnologia di protezione termica a elevate prestazioni permette la profilatura della temperatura nei processi sotto vuoto.

In collaborazione con fornitori del settore solare e fotovoltaico (PV), Datapaq ha progettato la prima soluzione sul mercato per il monitoraggio della temperatura delle celle PV attraverso il processo di rivestimento PV antiriflesso.

I

l sistema SolarPaq attraversa le camere di processo insieme ai prodotti, eseguendo letture precise anche quando il plasma è attivo. Ciò permette agli operatori di ottimizzare il processo di rivestimento e, quindi, l’efficienza delle celle. Con un’altezza di appena 18 mm e una base di 146 mm2, il logger customizzato per l’applicazione e la relativa protezione termica trovano spazio in un portacelle standard, permettendo il proseguimento della produzione senza interruzioni.

E’ adatta per l’uso ripetitivo sia nell’impostazione di processo che nel monitoraggio regolare. All’uscita dal processo, il profilo di temperatura può essere scaricato dal logger DQ1863 e analizzato con l’intuitivo software Solar Insight, che offre diverse funzioni specifiche al processo. www.datapaq.com

Informazioni

La barriera termica VB7400 è caratterizzata da una speciale tecnologia di isolamento a piastre riflettenti che preclude il degassamento nei processi sotto vuoto e sopporta le severe condizioni ambientali termiche ed elettriche all’interno della camera al plasma. Pur essendo ottimizzato per il processo di rivestimento antiriflesso, essa trova impego anche in altri processi di rivestimento sotto vuoto a bassa temperatura nella produzione di obiettivi e nel rivestimento del vetro. 04 | La Fabbrica Moderna | Dicembre 2014

23


N OT I Z I E

CREAZIONE DI SEGNALI DI SICUREZZA SUL POSTO

Segnali di sicurezza, marcatura di tubi, marcatura precisa di prodotti chimici e iniziative LEAN e 5s contribuiscono tutti a un ambiente di lavoro più sicuro. Oltre a dimostrare la vostra attenzione per il benessere dei vostri dipendenti, essi aumentano anche l’efficienza riducendo le interruzioni della produzione a causa di incidenti.

I

mmaginate di essere in grado di implementare, modificare o aggiornare questi potenti strumenti sul posto e a richiesta! “Con una stampante di sicurezza specializzata Brady, potete stampare tutta la vostra segnaletica di sicurezza a richiesta, dove e quando ne avete bisogno”, afferma Tom Bieseman, EMEA Product Manager Sistemi di Sicurezza presso Brady.

Informazioni

Segnali di sicurezza che durano a lungo Tutte le stampanti di sicurezza Brady possono creare segnali di sicurezza conformi su materiali estremamente durevoli, perfettamente adatti al loro ambiente. Gli esperti Brady possono aiutarvi a scegliere i materiali migliori per il vostro specifico contesto, garantendo una lunga durata per ognuno dei vostri segnali. Questi possono essere stampati su materiali che resistono a un’esposizione UV prolungata, temperature estreme, umidità, prodotti chimici e solventi o olio e grasso, in base alle condizioni della vostra officina o al contesto in cui i vostri segnali di sicurezza devono funzionare. Potete anche stampare segnali riflettenti 04 | La Fabbrica Moderna | Dicembre 2014

24

o fotoluminescenti per creare il vostro sistema di linee guida di sicurezza per l’evacuazione sicura al buio. Consolidate la vostra segnaletica di sicurezza In molti casi, i vari siti di un’azienda hanno fornitori di segnaletica di sicurezza differenti. Pertanto, i segnali di sicurezza usano parole diverse e hanno dimensioni ed età variabili. Un Direttore degli Stabilimenti, che ha la responsabilità di più siti, può facilmente introdurre una stampante di sicurezza Brady in ogni sito, impostando i modelli della segnaletica di sicurezza per tutta l’azienda per consolidare tutta la segnaletica di sicurezza in tutti i siti. “Così facendo, potete assumere il controllo completo della segnaletica di sicurezza con una tecnologia che vi supporterà nella creazione di segnali conformi alle normative governative e industriali, come l’ISO 7010. Sostituire i segnali invecchiati e sbiaditi e renderli conformi diventa molto più semplice”. Create segnali custom in pochi secondi “Se vi serve un testo personalizzato su un segnale di sicurezza, ordinarlo pezzo per pezzo può rivelarsi costoso e molto probabilmente


N OT I Z I E

i tempi di consegna verranno ritardati. Una stampante di sicurezza interna può velocizzare notevolmente queste operazioni. La customizzazione dei segnali di sicurezza può essere eseguita con pochi click. Queste stampanti vi permettono di aggiungere messaggi di avvertimento, una condizione o anche il logo della vostra azienda per migliorare ulteriormente l’effetto del segnale di sicurezza. Gestite i vostri segnali temporanei I rinnovamenti recenti dei siti, con un flusso costante di fornitori, possono generare la necessità di identificare rischi temporanei. Avere a disposizione una stampante di sicurezza offre la flessibilità di gestire efficacemente questo tipo di richieste di segnaletica di sicurezza temporanea per evitare incidenti e ferite.

A portata di mano “Avere a portata di mano una stampante di segnaletica di sicurezza e una buona fornitura di materiali vi permette di gestire in modo pronto ed efficiente qualsiasi richiesta di segnali di sicurezza, evitando gli incidenti che potrebbero verificarsi a causa di segnaletica insufficiente. Nello stesso tempo, una stampante di sicurezza vi permette di creare messaggi di sicurezza custom adattati agli specifici contesti. Potete inoltre risparmiare tempo e denaro avendo capacità di stampa interne per segnali di sicurezza durevoli, conformi e professionali”.

Per maggiori informazioni, visitate www.en.bradyeurope.com/bradyeurope/scv/401451/401451/ Safety-Identification/Safety-Signage-Printers.html o inviate una email a emea_request@bradycorp.com

Informazioni

Forme, colori e dimensioni Le stampanti di sicurezza Brady soddisfano le diverse esigenze del cliente. “Alcune stampano segnali monocolore, come la stampante entry-level MiniMark™ o le BBPTM31 e BBPTM33, che offrono anche sostituzioni incredibilmente veloci dei materiali. Queste stampanti possono stampare segnaletica di sicurezza con una larghezza massima di 100 mm. La Globalmark™ Colour & Cut Brady offre la stessa larghezza massima delle etichette, ma aggiunge la stampa multicolore e un plotter, permettendovi di tagliare i vostri segnali di sicurezza in qualsiasi forma desiderata. Quando vi occorre la flessibilità per produrre internamente grossi segnali di sicurezza, la BBPTM85 stamperà segnaletica larga fino a 254 mm in tutti i colori con la massima facilità. La BMP71, che stampa etichette monocolore fino a 50 mm è un sistema di stampa mobile che offre grande mobilità e la flessibilità per stampare sul momento. Tutte le stampanti possono essere utilizzate con le impostazioni esistenti dei

vostri computer e Brady offre un software specializzato di creazione delle etichette per sfruttare al massimo il loro potenziale”.

04 | La Fabbrica Moderna | Dicembre 2014

25


N OT I Z I E

L’ISPEZIONE OTTICA DI MINUTERIA METALLICA PERMETTE DI RILEVARE ANCHE I PARTICOLARI PIÙ PICCOLI

Per mantenere i suoi standard di produzione elevati e i livelli di qualità che ne hanno decretato il successo e avere la possibilità di eseguire anche le misurazioni più impegnative, spesso impossibili con strumentazione tradizionale, MTV Microtecnica Veronese ha deciso di dotarsi di una tecnologia all’avanguardia: quella della Serie IM-6500 Keyence.

S

ituata a Verona, da oltre 27 anni MTV Microtecnica Veronese è specializzata nella produzione di minuterie di precisione e particolari tecnici speciali realizzati su progetto del cliente per differenti settori merceologici come gas, saldatura e taglio, macchine per calzature, automobili, motocicli, strumenti di misura e controllo, oleodinamica, fotografia, parti e connettori elettrici, componenti medicali e così via.

Informazioni

I prodotti dell’azienda, spesso caratterizzati da piccole dimensioni e da un elevato grado di complessità, vengono fabbricati utilizzando principalmente barra, tubo e filo in metallo e plastica e possono essere ottenuti in tutti i materiali lavorabili alle macchine utensili: acciaio, alluminio, magnesio, titanio, plastica, rame, ottone, bronzo, nonché altre leghe speciali come nitinol, mumetal, phinox, rame berillio-CuBe, invar, incoloy e argento oro platino. Mediante l'utilizzo di macchine a controllo numerico di ultima generazione, viene effettuata una serie di lavorazioni, tra cui tornitura, foratura profonda, fresatura, brocciatura, poligonatura, dentatura, filettatura e tourbillonage, realizzate simultaneamente 04 | La Fabbrica Moderna | Dicembre 2014

26

dalla stessa macchina. Altre lavorazioni possibili sono deformazione a freddo, tranciatura, trattamenti termici, coniatura, micromolle a compressione a partire da filo diametro 0,07, rettifica centerless, microsaldatura laser, shot peening e marcatura laser prodotta con dispositivo MD-V9900WA Keyence acquistato insieme al sistema di misurazione Serie IM-6500. Dove necessario, sono utilizzate attrezzature ed automazioni speciali progettate e realizzate direttamente all’interno dell’azienda. “L’obiettivo che da sempre perseguiamo è l’ottenimento della qualità e del servizio richiesti dai nostri clienti”, afferma Dalis Turazza, Responsabile della Qualità presso MTV Microtecnica Veronese. “A dimostrazione di questo impegno, la nostra azienda è certificata ISO 9001:2008 e IqNet. Inoltre, sta per ottenere la Certificazione EN ISO 15001:2010 per la pulizia dei pezzi dei settori gas e medicale”. Per soddisfare meglio le esigenze di un controllo stringente della qualità e di reportistica destinata ai clienti, MTV Microtecnica Veronese ha deciso di investire in un sistema di misura all’avanguardia per le sue caratteristiche tecnologiche: il sistema


N OT I Z I E

Afferma Elio Turazza, Direttore Tecnico: “L’IM6500 ha permesso di ottenere misure che in precedenza non era possibile eseguire per la mancanza di strumenti adeguati, migliorando in tal modo i rapporti con i clienti, a cui è ora possibile fornire report più dettagliati”.

L’IM-6500 è stato introdotto per poter controllare i pezzi nel loro insieme e per rilevare con la massima precisione tutte le caratteristiche dimensionali dei pezzi prodotti.

scelto immediatamente”, afferma il signor Dalis Turazza. “Non è stato necessario confrontarlo con i sistemi di altri fornitori, perché abbiamo riscontrato tutte le caratteristiche di cui avevamo bisogno”. Il sistema lavora ininterrottamente nelle 24 ore. Esso ha permesso di ottenere misure che in precedenza non era possibile eseguire per la mancanza di strumenti adeguati, migliorando in tal modo i rapporti con i clienti, a cui è ora possibile fornire report più dettagliati. “Potendo controllare i pezzi in tutte le loro caratteristiche, abbiamo la certezza di consegnare pezzi conformi alle specifiche dei clienti”, conclude il signor Dalis Turazza. “Inoltre, abbiamo ottenuto una riduzione degli scarti, con un conseguente risparmio sui materiali”. Per la programmazione iniziale del sistema IM-6500 è stato utilizzato il supporto tecnico Keyence, ma oggi esso viene gestito autonomamente dall’azienda, grazie alla semplicità dell’interfaccia operatore e alla sua intuitività. Il personale di assistenza tecnica Keyence è comunque sempre disponibile per risolvere qualsiasi eventuale difficoltà d’uso.

di misurazione dimensionale tramite immagini Serie IM-6500 Keyence. “Lo strumento di misura Keyence è stato introdotto per poter controllare i pezzi nel loro insieme e per rilevare con la massima precisione tutte le caratteristiche dimensionali dei pezzi prodotti: raggiature, lunghezze, angoli e corrispondenze tra varie parti del pezzo, anche su particolari molto piccoli”, spiega il signor Dalis Turazza. “Esso viene quindi utilizzato su tutte le linee di produzione anche per eseguire misurazioni che spesso non è possibile ottenere con gli strumenti classici. E’ il caso, per esempio, di piccole fresature su particolari minuti, che altrimenti sarebbe impossibile rilevare”.

Il sistema IM-6500 Keyence è stato introdotto in MTV Microtecnica Veronese nel 2012. “Quando abbiamo visto le potenzialità che poteva avere per la nostra azienda, lo abbiamo

Informazioni

La maggior parte dei pezzi viene controllata durante la produzione, mentre in altri casi viene effettuato un controllo su un numero prestabilito di pezzi. Dopo il controllo dimensionale mediante lo strumento Keyence, viene redatta una scheda contenente tutte le misurazioni ottenute, per poter dimostrare al cliente la conformità alle specifiche ricevute. L’esecuzione di misurazioni durante la produzione è resa possibile da una caratteristica fondamentale del sistema IM-6500 Keyence: la capacità di rilevare le quote dei pezzi e dei loro particolari indipendentemente dalla posizione e dall’orientamento con cui si presentano sul piatto di misura. “Solo in qualche caso è necessario un adattamento, perché alcune delle misurazioni sono più difficili e richiedono il posizionamento dei pezzi in un certo modo”, sottolinea il signor Dalis Turazza.

La serie IM-6500 di Keyence è un dispositivo di misura concepito con un concetto completamente nuovo che unisce la flessibilità di un sistema di visione con la ripresa precisa di un doppio obiettivo telecentrico, in grado di competere con apparecchi di misura consolidati come proiettori di profilo, microscopi di misura o macchine di misura CNC automatiche. Il concetto di misura dimensionale della serie IM-6500 utilizza un´avanzata tecnologia dell´immagine, permettendo quindi a qualsiasi utente di eseguire misure affidabili in un tempo minimo e con maggiore precisione. È sufficiente disporre un particolare sul piano di misura e premere un pulsante, per misurare fino a 99 dimensioni in pochi secondi con precisioni fino a soli 0,7 micron, senza complessità di posizionamenti né rischi di variazioni o deviazioni delle misure fra i singoli operatori. Il dispositivo IM-6500 acquisisce l´immagine integrale dell´elemento target, permettendo quindi di misurare in contemporanea tutti i punti di controllo. La semplicità d´uso si traduce in un´alternativa di forte risparmio sui costi rispetto ai laboriosi processi di misura tradizionali. Grazie a questa tecnologia diventa possibile acquisire pixel senza distorsione d´immagine del componente disposto all'interno della circonferenza dell´obiettivo, con un ampio diametro di 100 mm. Inoltre, i dati di misura possono essere memorizzati in digitale come rapporti di ispezione, elenchi dati o grafici di tendenza insieme agli screenshot dello schermo. Tali file possono poi essere esportati verso altre piattaforme, poiché la serie IM utilizza un comodo sistema di gestione dati basato su PC. www.keyence.it/IM 04 | La Fabbrica Moderna | Dicembre 2014

27


N OT I Z I E

SOUTHCO INTRODUCE LA NUOVA CERNIERA CON MONTAGGIO IN SUPERFICIE IN ACCIAIO INOX RESISTENTE ALLA CORROSIONE PER AMBIENTI ESTERNI

Southco ha aggiornato il design della sua comprovata cerniera N6 in acciaio inox con montaggio in superficie per garantire una durata superiore negli ambienti applicativi soggetti a corrosione. Disponibile in acciaio inox 304 o 316 con finiture passivate o ultralucide, la cerniera N6 con montaggio in superficie propone una soluzione raffinata ed elegante senza alcun compromesso in termini di funzionalità.

L

a nuova cerniera N6 in acciaio inox è disponibile in sei misure e configurazioni di semicerniera diverse e con le coperture opzionali per aumentare la flessibilità progettuale delle applicazioni. La cerniera N6 è disponibile con due finiture: un’elegante finitura ultralucida in acciaio inox 316 resistente all’acqua dolce e salata e una versione in acciaio inox 304 passivato adatta per ambienti interni ed esterni.

Informazioni

Jim Grady, Global Product Manager, aggiunge: “La nuova cerniera in acciaio inox N6 con montaggio in superficie è un prodotto di qualità superiore che offre una resistenza ottimale alla corrosione”. Questa robusta cerniera è disponibile in vari materiali, finiture e configurazioni, offrendo pertanto prestazioni affidabili in applicazioni industriali destinate ad ambienti esterni per settori quali nautica, veicoli speciali e macchinari industriali”.

04 | La Fabbrica Moderna | Dicembre 2014

28

Per ulteriori informazioni sulle funzionalità delle cerniere N6 con montaggio in superficie, visitate il sito web: www.southco.com o inviate un’e-mail al servizio di assistenza clienti disponibile 24 ore su 24/7 giorni su 7 all’indirizzo: info@southco.com


N OT I Z I E

SOUTHCO INTRODUCE IL SISTEMA DI CHIUSURA ELETTRONICA COMPLETAMENTE AUTONOMO E ALIMENTATO A PILE

Southco ha recentemente lanciato un sistema completamente autonomo di chiusura elettronica SC in grado di integrare controllo dell’accesso, serratura elettronica, esclusione elettrica e alimentazione in un unico dispositivo. Questo sistema, alimentato mediante pile AA, è disponibile con accesso mediante tastierino o RFID.

C

aratterizzato da un design ergonomico e installabile senza richiedere nessuna modifica o preparazione particolare, il sistema consente di integrare la funzionalità della chiusura elettronica in una varietà di applicazioni.

Per ulteriori informazioni sulle funzionalità del sistema autonomo di chiusura elettronica SC , visitate il sito web: www.southco.com o inviate un’e-mail al nostro servizio di assistenza clienti disponibile 24 ore su 24/7 giorni su 7 all’indirizzo: info@southco.com

Il sistema autonomo di chiusura elettronica SC è basato su un design monocomponente per semplificare il montaggio in un pannello 25x150 con preparazione standard. Pertanto, questo dispositivo semplifica l’integrazione dell'accesso elettronico in qualunque armadio, eliminando la necessità di effettuare collegamenti elettrici o collegare componenti separati.

Informazioni

Kevin McCloskey, Capo Progettista Southco, aggiunge “Il nostro sistema autonomo di chiusura elettronica semplifica la transizione dall’accesso meccanico a quello elettronico nelle installazioni esistenti e consente l’accesso senza chiavi in quelle nuove. Basta inserire il sistema di chiusura elettronica autonomo nel pannello precedentemente preparato, installare la camma e la staffa di montaggio, e il dispositivo è pronto all’uso.”

04 | La Fabbrica Moderna | Dicembre 2014

29


N OT I Z I E

MORSETTI PORTAFUSIBILE CONTA-CLIP CON SISTEMA A LEVA E FUSIBILE DI RISERVA

I morsetti portafusibili FSIK 4 sono dotati di una leva di estrazione che può contenere un fusibile di riserva o integrare un LED che indica lo stato.

I morsetti portafusibili tipo FSIK 4 della CONTA-CLIP sono caratterizzati dal portafusibile a leva che si blocca nella sua posizione finale e offre spazio per un fusibile di riserva.

I

n alternativa, CONTA-CLIP fornisce anche la versione del morsetto portafusibile con integrato il LED di segnalazione che ne indica lo stato. Il sistema di connessione diretto a molla, (PushIn), permette un cablaggio dei conduttori rapido e sicuro. Un canale di ponticellatura presente in questi morsetti portafusibili permette di distribuire il potenziale anche ad altri morsetti portafusibili serie FSIK 4 adiacenti. Per distribuire i potenziali, CONTA-CLIP offre il sistema di ponticellatura standard FQI, disponibile nelle versioni da 2 a 10 poli. Utilizzando degli accessori di accoppiamento VSB della parte portafusibile, è possibile accoppiare e comandare simultaneamente due o tre morsetti portafusibili. Gli involucri dei morsetti portafusibili FSIK 4 sono in poliammide 6.6 UL 94 V-0.

Informazioni

www.conta-clip.fr

04 | La Fabbrica Moderna | Dicembre 2014

30


N OT I Z I E

LA PIATTAFORMA A ELEVATE PRESTAZIONI VSM11™ WIDIA PER SPALLAMENTI RETTI

Gli utensili e inserti WIDIA Victory VSM11.

Eccellenti capacità di taglio e durata dell’utensile promettono grandi vantaggi in officina.

I

n quanto proprietari di officina, come descrivereste un utensile ideale pronto all’uso? Certamente, dovrebbe trattarsi di un utensile ad alte prestazioni in grado di coprire più operazioni come lo spallamento retto, le cave dal pieno, tasche, l’ entrata in rampe lineare, la contornatura e l’interpolazione elicoidale. Nelle ultime qualità WIDIA Victory™ sono disponibili tutti gli inserti per una varietà di materiali. E, naturalmente, dovrebbe avere le prestazioni e la vita che lo rendano un vincitore in economia per le produzione presenti e future.

I corpi degli utensili VSM11 hanno un ampissimo vano truciolo per un perfetta evacuazione in tutte le condizioni, oltre a sedi inserto temprate per una maggiore durata e affidabilità. Sono disponibili corpi fresa a manicotto, testine filettate, con gambo cilindrico

Sei qualità e cinque geometrie WIDIA Victory™ compongono un portafoglio completo per ogni tipo di materiale e operazione. Ci sono molte cose che faranno apprezzare VSM11 alle officine. Una solo utensile per eseguire spallamenti retti, cave dal pieno, fresature di tasche 3D, contornature interne ed esterne, interpolazioni elicoidali e rampe dal pieno. Se si aggiungono le forze di taglio ridotte e un azione di taglio molto dolce, ne risultano ore fenomenali incrementi di vita utensile. VSM11 è una piattaforma ad alte prestazioni che sorprenderà gli operatori macchina di tutto il mondo. Uno Starter Kit VSM11 con vari diametri e diversi tipi di corpo oltre alla qualità di metallo duro WIDIA Victory WP40PM (che coprono dalla sgrossatura alla finitura) è disponibile presso il vostro distributore WIDIA.

Informazioni

Questo prodotto ideale è la nuova piattaforma WIDIA VSM11. “La versatilità e l’ampio spettro di offerta della VSM11 sono stati specificamente ingegnerizzati e ottimizzati in modo da fornire una maggiore produttività alle officine”, afferma Adarsh Sowcar, global product manager, fresatura a fissaggio meccanico. Progettata pensando al più basso assorbimento di potenza, la VSM11 offre un’efficace combinazione di bassi assorbimenti al mandrino e di velocità e avanzamenti più elevati, che permettono di eseguire più rapidamente il lavoro.

e Weldon con passaggio di aria e refrigerante interni. L’inserto VSM11 11 ha un tagliente ottimizzato e una spoglia positiva che garantisce uno spallamento a veri 90 gradi, riducendo nello stesso tempo le forze di taglio e offrendo eccellenti finiture superficiali senza gradini.

Per maggiori informazioni, visitate www.widia.com 04 | La Fabbrica Moderna | Dicembre 2014

31


N OT I Z I E

I GUASTI NON SONO AMMESSI!

I Moduli PROFIBUS e i Moduli Wireless Industriali di ProSoft Technology permettono di trasmettere dati critici da PAC ControlLogix a un Sistema di Difesa contro le Inondazioni.

Informazioni

D

ue torri di cemento alte 20 metri rispetto al livello del terreno si ergono alla foce del Dartford Creek, sulle due sponde. Questo è il Dartford Barrier Flood Defense System dell´UK Environment Agency nel Kent, in Inghilterra. La barrierà viene chiusa periodicamente, insieme alla Thames Barrier a monte, più grossa, per evitare che elevati livelli di maree all´estuario del fiume Tamigi rifluiscano lungo il corso d´acqua inondando Dartford e l´area circostante.

una paratia in 15 minuti. Quando non sono in uso, entrambe le strutture delle paratie sono mantenute in sicurezza nelle posizioni totalmente sollevate e bloccate mediante meccanismi idraulici. Ciò permette alle imbarcazioni di passare sotto le paratie lungo il torrente.

Due paratie d´acciaio, ciascuna lunga 30 metri e con un peso di oltre 160 tonnellate, sono sospese a un livello elevato fra le due torri di cemento. Come un´enorme ghigliottina sulla foce del torrente, una paratia può essere lentamente abbassata sulle sue catene di supporto fino al letto del fiume per bloccare il flusso d´acqua. Anche la seconda paratia può quindi essere lentamente abbassata fino ad appoggiarsi sopra la prima paratia. Quando sono entrambe chiuse, le paratie d´acciaio da 160 tonnellate possono sopportare fino a 10,4 metri d´acqua.

“Il sistema deve essere altamente disponibile con molti sistemi di riserva in caso di guasto”, afferma Andrew Garwood, Senior Contracts Manager della Divisione Controlli di Qualter Hall & Co Limited, Barnsley.

Le paratie sono sollevate e abbassate tramite motori oleoidraulici ad azionamento diretto. Il sistema di azionamento comprende due unità pompa e motore da 18,5kW, ciascuna con funzioni di lavoro e standby, che permettono di sollevare o abbassare 04 | La Fabbrica Moderna | Dicembre 2014

32

E´ stato previsto che, a causa dei cambiamenti climatici, la barriera potrebbe dovere operare mediamente 50 volte all´anno per i prossimi 25 anni.

Appena pochi anni fa, il sistema di controllo stava iniziando a mostrare la sua età. Nell´ambito di un grosso upgrade della barriera, il suo sistema di controllo associato è stato revisionato. Il sistema di controllo originale era completamente cablato ed era basato su un sistema a relè che aveva oltre 30 anni. Le parti di ricambio per il sistema di 30 cominciavano a scarseggiare.


N OT I Z I E

Qualter Hall ha fornito i lavori M&E in appalto tramite il contractor principale Birse Civils, che ha incaricato Qualter Hall come Systems Integrator per il progetto e come Contractor di Ingegneria Meccanica ed Elettrica responsabile dell´upgrade del sistema di controllo. L´azienda aveva numerosi obiettivi, primo dei quali la sicurezza e l´affidabilità. In caso di inondazione, i danni all´area circoscante sarebbero stati molto ampi. Qualter Hall, che offre un interessante “one stop shop” per una molteplicità di soluzioni ingegneristiche, ha deciso di rivolgersi a ProSoft Technology. Qualter Hall ha selezionato questa impresa perché rappresentava una soluzione affidabile e conveniente, appoggiata da Rockwell Automation. ProSoft Technology è un Encompass Partner Rockwell Automation.

“La linea wireless è stata quindi impiegata come connessione di riserva automatica in caso di perdita di una connessione a fibra ottica. Le apparecchiature ProSoft Technology sono state selezionate per la loro flessibilità e il supporto del protocollo spanning tree (RSTP)”, ha affermato Andrew Garwood. Le soluzioni ProSoft Technology hanno contribuito a facilitare il lavoro ingegneristico permettendo al sistema ControlLogix di comunicare come un singolo protocollo. Il sistema permette ora il recupero dei dati, a livello centrale e remoto, offrendo un comodo accesso alle informazioni diagnostiche. Migliaia di case e imprese sono ora protette con sicurezza. Per altre storie di successo visitate il nostro sito web www.prosoft-technology.com

Informazioni

All´interno di ciascuna delle due torri di 20 metri vi sono due PAC ControlLogix Rockwell Automation ridondanti che controllano l´apertura e la chiusura della barriera, ma gran parte delle apparecchiature con le quali il sistema di controllo parlava erano basate su PROFIBUS o Siemens. Due moduli di comunicazione PROFIBUS Master (MVI56-PDPMV1) di ProSoft Technology sono stati installati all´interno dei PAC ControlLogix per facilitare le comunicazioni con i processori Rockwell Automation.

Fra le due torri sono stati installati cavi a fibra ottica, nell´ambito della revisione del sistema di controllo.Mentre le connessioni via cavo venivano costruite, sono stati utilizzati moduli radio wireless Industrial Hotspot 802.11 di ProSoft Technology per la comunicazione.

“I moduli ProSoft Technology sono stati utilizzati per inserire PROFIBUS DP nel rack ControlLogix e i quali hanno permesso l'utilizzo di quattro segmenti PROFIBUS DP separati per il funzionamento ridondante”, ha affermato Andrew Garwood. 04 | La Fabbrica Moderna | Dicembre 2014

33


N OT I Z I E

LE ROTAIE STRESS-FREE OFFRONO MANUTENZIONE SENZA STRESS AGLI OPERATORI FERROVIARI

Resultato di quasi 30 anni di produzione e ricerca di binari trattati termicamente, il future delle rotaie è stato definito con le rotaie trattate termicamente Stress-Free di Tata Steel.

L

e rotaie prodotte utilizzando il processo di trattamento termico unico dell’azienda permettono agli operatori di ottenere una durata fino a cinque volte più lunga rispetto a quella ottenibile utilizzando rotaie standard non trattate termicamente. In più, l’apertura di un nuovo impianto Tata Steel, in grado di produrre rotaie trattate termicamente Stress-Free in lunghezze fino a 108m, significa una maggiore produttività e affidabilità per i clienti.

Informazioni

Le rotaie standard sono prodotte tramite riscaldamento in forno e laminazione a temperature del caldo rosso. Sono richieste diverse fasi di laminazione prima che le rotaie vengano finalmente raffreddate e allineate per ottenere la precisione richiesta dalle moderne ferrovie. Il risultato dei processi di raffreddamento e allineamento è un elevato stress residuo all’interno delle rotaie. L’area della rotaia che presenta la maggiore tensione è la base del piede. Ogni elemento che aumenta lo stress nel materiale, come un danneggiamento o la corrosione, viene esacerbato dal carico dinamico del transito dei treni e dalla tensione nelle rotaie necessaria per prevenire l’instabilità. La conseguenza è che si possono formare e propagare fratture, che alla fine portano alla 04 | La Fabbrica Moderna | Dicembre 2014

34

rottura delle rotaie. A causa degli elevati stress residui nelle rotaie convenzionali, è sufficiente un difetto relativamente piccolo per formare una frattura. Negli ultimi anni sono state eseguite molte ricerche sui meccanismi di rottura delle rotaie e sulle tecniche di ispezione, ma esse si cono concentrate prevalentemente sulla parte di ‘testa’ della rotaia. Non è possibile rilevare le fratture per fatica del piede utilizzando le metodologie correnti e, poiché le fratture per stress residuo tipicamente emanano dal piede della rotaia, esse riescono spesso a propagarsi senza essere notate. Questa situazione ha portato Tata Steel ad affrontare il problema sviluppando rotaie con un minore stress sul piede. Il processo di trattamento termico brevettato di Tata Steel vede la rotaia spostarsi attraverso una serie di forni a induzione dove un campo elettromagnetico alternato riscalda la rotaia molto rapidamente fino a circa 950°C. Mediante aria compressa, la rotaia viene quindi raffreddata rapidamente, permettendo di ottenere un’elevata durezza con una microstruttura a grana molto fine che offre un valore di elongazione eccezionalmente elevato. Un attributo unico di questo processo è che produce una distribuzione benefica dello stress residuo con bassissimi stress


N OT I Z I E

di trazione o anche di compressione nel piede della rotaia. Ciò la protegge contro il rischio di rottura della rotaia dai difetti del piede rispetto ad altri processi di trattamento termico in-linea, riducendo in tal modo la velocità di degradazione della rotaia. Le rotaie Stress-Free Tata Steel contengono stress residui nel piede minori di 50 MPa – in effetti, essi sono spesso compressivi, cosa che è benefica per le prestazioni perché aiutano a chiudere (o a comprimere) le potenziali fratture, impedendo loro di crescere ulteriormente. Questa innovazione di processo, prima nella sua classe, di Tata Steel è stata estesa a un’intera famiglia di rotaie trattate termicamente per soddisfare varie specifiche in uso nelle reti ferroviarie di tutto il mondo. Prodotti come la SF350 (Stress-Free, durezza 350 HB), per esempio, stanno vedendo un successo crescente in Europa, dove la loro maggiore resistenza all’usura offre una durata fino a cinque volte superiore a quella delle rotaie non trattate termicamente.

www.tatasteelrail.com

Informazioni 04 | La Fabbrica Moderna | Dicembre 2014

35


N OT I Z I E

IL FIREMASTER FIREBARRIER 135 DI MORGAN E’ STATO SCELTO PER AIUTARE A PROTEGGERE LO SVILUPPO DI UN NUOVO TUNNEL ITALIANO

Da molti anni, il mondo dell’ingegneria sta cercando soluzioni innovative ma efficaci al problema di garantire la sicurezza nei tunnel stradali, e in particolare una protezione contro la costante minaccia di incendi. Ora, grazie all’uso del FireMaster® FireBarrier™ 135 di Morgan Advanced Materials, gli utenti di un tunnel stradale nel Centro Italia sono assolutamente protetti.

I

l tunnel Serralunga si estende per 1300m vicino alla località montana di Rocca di Cambio, in Italia, collegando i noti impianti sciistici di Campo Felice con l’altopiano delle Rocche attraverso il sistema autostradale. Costruito a un’altitudine di 1600m, il tunnel Serralunga ha una pendenza del 4,5% ed è stato aperto al traffico nel Dicembre del 2013.

Informazioni

Gli incendi nei tunnel stradali possono avere conseguenze catastrofiche; non solo sono una minaccia per la vita umana, ma possono causare danni enormi alla struttura del tunnel, in alcuni casi provocando un collasso. Inoltre, gli incendi nei tunnel sviluppano temperature estremamente elevate; il tipico incendio di un’auto in un tunnel può raggiungere i 400°C, ma l’incendio di una grossa autocisterna può raggiungere i 1400°C. Pertanto, tutti i tunnel devono offrire una sufficiente protezione nel caso si verifichino questi eventi.

04 | La Fabbrica Moderna | Dicembre 2014

36

Il Tunnel Serralunga ha due vie di fuga, sotto forma di passaggi sospesi. Il problema affrontato dal team di progettazione che ha lavorato su questo progetto è stato quello di foderare questi passaggi di fuga con un materiale in grado di sopportare temperature estremamente elevate, proteggendo le persone all’interno contro le devastazioni degli incendi e gli effetti del fumo. Dopo avere considerate tutte le opzioni, è stato deciso di utilizzare il FireMaster FireBarrier 135 di Morgan Advanced Materials, fornito tramite l’installatore specializzato Kapyfract AG. Il FireMaster FireBarrier 135 è uno dei prodotti più ampiamente testati contro gli incendi disponibili per questo scopo ed è applicato tramite spruzzatura sul manufatto in calcestruzzo fissato al tunnel. Nel tunnel Serralunga, il prodotto è stato applicato sopra una rete di fili galvanizzati. Il FireBarrier 135 ha una capacità di adesione molto elevata, pertanto durante l’applicazione si perde pochissimo materiale. Il FireBarrier 135 richiede una singola applicazione – uno spessore di soli 36mm è stato ideale per il lavoro di Serralunga – e asciuga rapidamente,


N OT I Z I E

un vantaggio particolare nel progetto di Serralunga, perché tutte le parti volevano vedere la pronta apertura del tunnel. Ermanno Magni, Direttore Tecnico di Applicazione del Prodotto, Europa, per Morgan, è soddisfatto dei risultati del progetto Tunnel Serralunga. “Questo è solo il secondo tunnel in Italia che utilizza questa soluzione tecnica avanzata e Morgan è lieta di aprire la strada in questo campo. L’installazione del FireBarrier 135 in questo progetto è stata agile e lineare e ha dato una finitura liscia e uniforme alle vie di fuga del tunnel. Soprattutto, sappiamo da prove estensive che l’uso di questo prodotto aiuta ad assicurare la sicurezza delle persone che usano il Tunnel Serralunga, anche in condizioni d’incendio estreme”. Anche Francesco Ferrari, consulente specializzato nella protezione antincendio, è stato colpito dal progetto Serralunga. “Il trattamento delle gallerie di fuga sospese in questo tunnel con il FireBarrier 135 offre uno strato di protezione estremamente significativo agli utenti di questo tunnel. Il suo uso è supportato da una ricca evidenza e l’installazione di circa 6.500 piedi quadrati (600m²) di protezione è stata ottenuta in meno di 40 giorni”, egli commenta.

Informazioni

Il FireBarrier 135 è prodotto dalla divisione Ceramiche Termiche di Morgan. Per ulteriori informazioni, visitate www.firemaster. morganthermalceramics.com/cementitious

04 | La Fabbrica Moderna | Dicembre 2014

37


N OT I Z I E

PARANCHI VERLINDE INSTALLATI IN UN NUOVO CENTRO DI MANUTENZIONE TRENI IN SPAGNA

Grupo JPG, un'azienda metalmeccanica che si occupa tra l'altro dell'installazione di paranchi e componenti per gru VERLINDE, ha fornito dei carriponte al CISF (Centro Integral de Sistemas Ferroviarios), il nuovo centro di manutenzione della società ADIF (Administrador de Infraestructuras Ferroviarias) che si estende su una superficie di 22.000 metri quadrati.

N

el quadro del programma di standardizzazione globale della velocità e dell’alimentazione dei treni, i carriponte verranno utilizzati per sollevare i gruppi di alimentazione e di motorizzazione dei treni. Il laboratorio del CISF è dotato di un impianto di prova e di un capannone per i controlli finali e la manutenzione dei treni ed è collegato al centro tecnologie ferroviarie di ADIF. Per via delle dimensioni e della qualità dei servizi, l'impianto di prova è considerato uno dei più importanti d’Europa.

� JPG ha installato nel CISF di Malaga (Spagna) 8 carriponte dotati di paranchi a cavo EUROBLOC VT VERLINDE: 4 monotrave inferiori, 2 monotrave superiori e 2 bitrave superiori. La loro portata va da 2 a 40 tonnellate, lo sbraccio da 4,5 a 12 m, l’altezza da 8 e 9 m, mentre la via di corsa può andare da 50 a 214 m. � JPG ha installato 5 paranchi elettrici completi modello EUROCHAIN VL10 VERLINDE. La loro portata raggiunge le 2 tonnellate, con un’altezza massima di sollevamento di 8 metri.

Informazioni

Per la fornitura e l’installazione da parte del Grupo JPG sono stati necessari 3 mesi. Per ulteriori informazioni visitare il sito www.verlinde.com

04 | La Fabbrica Moderna | Dicembre 2014

38


N OT I Z I E

VERRICELLI VERLINDE AD ABU DHABI

Gulf Drilling International, una controllata di Qatar Petroleum, utilizza verricelli Verlinde per le macchine e attrezzature di trivellazione gasiera e petrolifera.

L

’installazione è stata realizzata da TPC Crane, distributore esclusivo di Verlinde con sede ad Abu Dhabi. Gulf Drilling International stava cercando una soluzione per la gestione dei pozzi e delle piattaforme petrolifere che rispondesse a criteri di precisione di assemblaggio e posizionamento, e con un minimo di corsa del gancio durante lo spostamento del verricello. Per soddisfare questi requisiti è stato utilizzato il verricello a cavo Eurobloc VT Verlinde per la minima corsa del gancio rispetto ai modelli di altre case. Inoltre il verricello Eurobloc VT è in grado di ottenere il massimo avvicinamento del gancio alla zona di applicazione grazie al tamburo avvolgicavo di grande diametro.

Informazioni

Le gru ha una portata massima di 30 tonnellate. Gulf Drilling International ha scelto come fornitori Verlinde e TPC Crane per l’affidabilità insuperabile dei macchinari e per il servizio di assistenza e manutenzione ineccepibile. Per ulteriori informazioni visitare il sito www.verlinde.com

04 | La Fabbrica Moderna | Dicembre 2014

39


N OT I Z I E

TELECONTROLLO ACQUEDOTTO INDUSTRIALE DI COMO

L’acquedotto industriale del lago di Como è una rete di circa 60Km. L’impianto, realizzato negli anni ’80 da un consorzio di aziende associate il cui scopo è la fornitura di acqua industriale alle stesse, era già interamente automatizzato, ma necessitava di revamping a causa della obsolescenza del sistema di telecontrollo.

L

Informazioni

’acquedotto preleva l’acqua direttamente dal lago di Como e attraverso un sistema di pompaggio lo invia ai serbatoi di stoccaggio. Da questi si dirama una rete di distribuzione che raggiunge tutti gli utenti. La sala controllo è presidiata solo nelle ore diurne dei giorni lavorativi; pertanto il sistema deve operare per la maggior parte del tempo senza presidio. In caso di anomalie è previsto un sistema di reperibilità gestito con un fornitore esterno per il pronto intervento. L’affidabilità dell’intera infrastruttura è quindi una priorità. Un disservizio o un’interruzione si ripercuoterebbe in breve sulle aziende utilizzatrici con rischio del fermo produzione. Un altro elemento da non sottovalutare è il risparmio energetico dal momento che la geografia del territorio è particolarmente svantaggiosa ai fini della energia utilizzata.

04 | La Fabbrica Moderna | Dicembre 2014

40

Il rifacimento del sistema è stata l’occasione per prendere in considerazione oltre all’aggiornamento tecnologico anche una revisione dei concetti di gestione e manutenibilità del sistema. Si è quindi optato per un sistema basato su hardware di mercato standard quindi con struttura aperta e modulare che migliora anche la manutenibilità introducendo una semplificazione dell’architettura. Un ulteriore elemento valutato in fase di progetto è stata l’infrastruttura di trasmissione dati: la scelta è stata quella di abbandonare il bus di campo di tipo proprietario preferendo una rete Ethernet che permette di rendere il sistema di comunicazione indipendente dal sistema di controllo plc e supervisione. Un altro aspetto critico che si è dovuto affrontare è stata la tempistica per la sostituzione del sistema in quanto il sistema totalmente automatico non è gestibile in manuale se non per poco tempo e per risolvere le emergenze. Trattandosi di un sistema centralizzato la sua fermata comportava l’arresto totale dell’infrastruttura. La sfida è stata mettere in campo un’organizzazione ben coordinata che ha dovuto operare contemporaneamente in tutti i siti per ridurre al minimo il tempo di montaggio, lasciando quindi il tempo necessario per il commissioning.


N OT I Z I E Per il primo caso si sono introdotti dei firewall con opportune policy che permettono l’accesso solo a utenti riconoscibili. Per il secondo caso si sono introdotti dei modem 3G che realizzano il bypass della VPN. In caso di perdita di una connessione i plc riconoscono la perdita di comunicazione e attivano la connessione sul mobile. Sfruttando la rete Ethernet ed internet è possibile raggiungere ogni dispositivo individualmente: questo permette al fornitore di accedere al software installato in modo da garantire un primo intervento da remoto per valutare l’evento o effettuare delle diagnosi sul funzionamento del processo ed eventualmente intervenire a modificare il codice sorgente. L’accesso oggi viene remotato attraverso un software di desktop remoto ma è già possibile veicolare la supervisione su un apparecchio tipo tablet.

Il nuovo sistema di controllo si basa su una serie di plc interconnessi tra loro e interfacciati ad un sistema client-server di supervisione attraverso una rete Ethernet veicolata sulla rete telefonica in HDSL. I plc adottati sono prodotti della serie ACS500 di ABB con linguaggio CoDeSys. Solo in alcuni siti sono stati installati dei pannelli per il comando locale e per la visualizzazione dello stato del sito. Il manutentore è già in grado oggi di connettersi alla rete e tramite il browser del proprio personal computer accedere alle pagine grafiche locali nei plc ed operare da remoto. Per la conduzione dell’impianto si è scelta una soluzione SCADA in modalità client-server. La stazione principale è un server su piattaforma Windows Server 2008 con monitor wide-screen. Il software scada PcVue di ARC Informatique è stato preferito ad altri per la sua versatilità e facile manutenibilità. Il sw grafico permette di costruire un’interfaccia molto snella e versatile grazie alla semplicità degli oggetti grafici disponibili per la realizzazione dei sinottici e delle animazioni. Anche la gestione delle variabili di campo, utilizzando la struttura a Branch, permette di ridurre i tempi di realizzazione. L’implementazione delle stazioni client inoltre è praticamente automatica in quando, una volta realizzata la stazione server, la stessa applicazione è semplicemente copiata nella macchina client ed eseguita dichiarandola client. Questo permette inoltre la facile manutenibilità: una qualsiasi modifica una volta testata può essere copiata direttamente sulle altre stazioni rendendola subito attiva; inoltre per molte modifiche non è nemmeno necessario il riavvio della macchina.

Due sono gli aspetti presi in considerazione: la sicurezza della rete dovuta al fatto di essere connessi a internet e l’altra al fatto che in caso di caduta di una connessione il sistema potrebbe andare fuori servizio.

L’occasione del rifacimento del telecontrollo ha permesso di riportare in evidenza la necessità di controllare anche il profilo energetico del servizio idrico fornito. Si è quindi introdotto nel sistema di controllo una logica per gestire in modo intelligente l’uso delle pompe ottimizzandone il funzionamento. In pratica, analizzando i consumi giornalieri ed i prelievi dal lago, si è fatta una stima credibile delle necessità medie e si è introdotto un sistema dinamico di cambio dei set-point che attiva gli inserimenti delle pompe, con l’obiettivo di riempire al massimo i serbatoi negli orari notturni limitando il pompaggio, solo se strettamente necessario, nelle ore diurne in cui l’energia elettrica è più costosa. Il sistema di monitoraggio permette di raccogliere tutti i dati significativi dell’impianto con registrazioni in continuo di tutte le grandezze fisiche, pressioni, livelli, portate e contabilizzatori: questo permetterà in futuro di ottimizzare ulteriormente la logica di risparmio arrivando ad implementare degli algoritmi sempre più efficaci. Anche la scelta del fornitore da parte del committente è stata valutata con attenzione. Si è optato per un system-integrator in grado di progettare e realizzare tutto il sistema in piena autonomia. T.s.a ha garantito il committente presentando un progetto tecnico risultato di un attenta analisi dello stato dell’arte esistente e proponendo un piano di lavoro realizzato in collaborazione con un partner specializzato (Borghi) che ha curato la realizzazione e la installazione dei nuovi quadri di controllo e comando. La sinergia tra i due partner (TSA-Borghi) ha permesso una notevole riduzione dei costi permettendo di proporre una soluzione molto competitiva. Nello stesso tempo si sono messe in campo tutte le professionalità necessarie a poter realizzare in totale autonomia tutte le fasi dalla progettazione alla messa in servizio senza dipendere da altri attori esterni al gruppo di lavoro.

Informazioni

L’infrastruttura di rete basata su Ethernet è stata preferita ad un bus di campo per sfruttare al massimo le sue potenzialità: potendo far coesistere più protocolli sullo stesso supporto si sfrutta la rete sia per veicolare il protocollo Modbus/Tcp dedicato al telecontrollo ma anche (in futuro) per altri servizi, recuperando così parte degli investimenti; ad esempio per la videosorveglianza, la telefonia o per altri servizi eventualmente in affitto ad altre società multiutility del territorio.

Nel sistema sono stati inseriti circa un migliaio di segnalazioni di allarmi suddivisi in livelli di priorità: dalle semplici segnalazioni a situazioni che richiedono un intervento di ripristino. Tutti gli allarmi vengono memorizzati nel sistema di supervisione e resi disponibili immediatamente sia con messaggi di testo che con animazioni grafiche. In caso di insorgenza di un allarme la logica dell’impianto discrimina la tipologia e agisce di conseguenza in diversi modi. I messaggi sms presuppongono che l’operatore si connetta al sistema e riconosca l’allarme in caso negativo viene rinviato ciclicamente il messaggio sino a quando un operatore risponde. L’operazione viene attivata per ciascun nuovo messaggio di priorità alta che può insorgere.

www.pcvuesolutions.com

04 | La Fabbrica Moderna | Dicembre 2014

41


N OT I Z I E

MAPLE T.A. È ORA ACCESSIBILE DA DISPOSITIVI MOBILI GRAZIE AL SUPPORTO PER TABLET

La nuova release include un maggior numero di domande per le valutazioni basate sulla matematica.

L

a nuova versione di Maple T.A. è ora accessibile da tablet e offre nuove tipologie di domande per materie tecniche e un’interfaccia semplificata

Informazioni

Maplesoft™, leader nei prodotti software per la formazione e la ricerca tecnica, ha annunciato oggi il rilascio dell’ultima versione del suo noto tool di test e valutazione Maple T.A. Maple T.A. è un potente sistema di test e valutazione online progettato appositamente per corsi che implicano l’uso della matematica, ideale quindi per corsi di scienze, tecnologia, ingegneria e matematica (STEM). Maple T.A. 10 integra il feedback di studenti, docenti e amministratori per offrire un maggior numero di campi di applicazione, maggiori usabilità e flessibilità per il test e la valutazione in un ambiente online.

Con Maple T.A. 10, tutte le funzionalità di Maple T.A. sono ora accessibili tramite un semplice web browser sia da computer che da tablet, compresi iPad®, tablet Android™ e altri. Tutte le caratteristiche basate sulla matematica sono pienamente supportate sugli iPad, inclusi i simboli matematici standard in domanda e risposta e la gamma completa di opzioni di visualizzazione. Maple T.A. 10 include nuovi tipi di domande per la valutazione tecnica. Con la nuova domanda sketch, i docenti possono chiedere agli studenti di tracciare grafici e Maple T.A. assegna un voto automaticamente ai grafici. Per i docenti di ingegneria e scienze, Maple T.A. può ora effettuare domande che richiedono agli studenti di disegnare diagrammi a mano libera, assegnando automaticamente un voto ai risultati. Inoltre, il tipo di domanda Math App, introdotto in anterpima come innovazione tecnologica, è ora pienamente supportato. Con le Math App valutabili, gli insegnanti possono fornire agli studenti calcolatrici specializzate, chiedere loro di manipolare parametri fino a trovare la soluzione desiderata, fornire loro grafici interattivi da esplorare e molto altro. Altri miglioramenti includono un’interfaccia completamente riprogettata che incorpora feedback di insegnanti e studenti

04 | La Fabbrica Moderna | Dicembre 2014

42


N OT I Z I E

per creare un flusso di lavoro più semplice; un nuovo editor di equazioni che elimina la necessità di plug-in del browser; opzioni di connettività aggiornate che permettono di integrare Maple T.A. in sistemi di gestione dei corsi come Blackboard, Moodle e Brightspace del D2L; e più opzioni per personalizzare l’interfaccia Maple T.A. “Maple T.A. 10 è un passo importante verso la valutazione STEM”, afferma Paul DeMarco, Direttore dello Sviluppo per Maple e Maple T.A. “Dal supporto mobile per tablet ai nuovi tipi di domande per matematica, scienze, e interfaccia personalizzata, Maple T.A. 10 offre a studenti, insegnanti e amministratori un potente ambiente di test e valutazione integrabile in qualsiasi corso online o infrastruttura di gestione dell’apprendimento. Maple T.A. 10 è disponibile come soluzione sia Maplesoft-hosted che school-hosted. Traduzioni dell’interfaccia sono disponibili in francese, portoghese e portoghese brasiliano , coreano, cinese semplificato o tradizionale e molte altre.

www.maplesoft.com

Informazioni 04 | La Fabbrica Moderna | Dicembre 2014

43


N OT I Z I E

IN LINEA CON LA FILOSOFIA DEL “DIFFERENT THINKING” KENNAMETAL PRESENTA NOVOSPHERE™, LA SOLUZIONE IDEALE PER L’OTTIMIZZAZIONE DEI PROCESSI E DELLA VOSTRA PRODUTTIVITÀ I dati reali degli utensili sono classificati sulle corrispondenze migliori con i parametri di taglio dell’utente, offredo una gamma di scelte per maggiori efficienze.

NOVO™ Optimize di Kennametal: un cambiamento fondamentale nel miglioramento della produttività.

Un enorme archivio di utensili che si interfaccia ai diversi settori e processi aziendali, tra cui produzione, magazzino, acquisti per ottimizzare la produttività in officina.

D

al suo lancio rivoluzionario nel 2013, l´applicazione NOVO™ di Kennametal ha continuato a evolversi fornendo dati completi sugli utensili di fresatura, tornitura, foratura parti di ricambio, parametri di lavoro e molto altro e facendo risparmiare a pianificatori di processi e ingegneri di produzione ore in consultazioni di cataloghi e ipotesi sui processi. Ora, grazie al collegamento continuo con il Machining Cloud™, questa stessa intelligenza produrrà nuove efficienze nella progettazione dei pezzi in CAD/CAM, nelle simulazioni di taglio, nei presettaggi, nell´effettiva lavorazione, nella gestione degli inventari e nell´ecommerce.

Informazioni

Un altro fondamentale passo in avanti sarà quello di rielaborare tutti questi miglioramenti di processo reali e potenziali della vostra officina sulla base dei dati raccolti dalle vostre apparecchiature per individuare nuove opportunità di ottimizzazione. “Sembra che la maggior parte dei fornitori di soluzioni tecnologiche stia cercando a tutti i costi di offrire qualche forma di accesso digitale alle informazioni, ma l´accesso digitale è solo il biglietto d´ingresso”, afferma John Jacko, vicepresidente e capo dell´ufficio marketing presso Kennametal. “Kennametal si differenzia nel modo in cui aiuta i clienti a sfruttare dati di taglio e informazioni al meglio per fare 04 | La Fabbrica Moderna | Dicembre 2014

44

crescere il loro intero business. NOVOsphere™ si basa su una struttura aperta proprio per offrire questo. NOVOsphere™ è un´eccezionale visione su come sia possibile innovarsi per offrire produttività ai nostri clienti”. Gli esperti dei processi di produzione hanno descritto l´attuale disponibilità di soluzioni di elaborazione digitale come una “continua frenesia di connessioni e dati”. Ciò avviene per una serie di cause - le imprese manifatturiere vedono opportunità per migliorare la produttività e ridurre i tempi dalla progettazione alla produzione. Le aziende più evolute hanno maggiori opportunità di fornire servizi e prodotti ai clienti più esigenti e di farlo a velocità molto maggiore. “La nostra visione per NOVOsphere™ fin dall´inizio è fornire un sistema open-source che interagisca senza problemi con i sistemi di produzione che devono sfruttare i dati degli utensili da taglio e la competenza nella lavorazione per migliorare la produttività”, spiega Jacko. “NOVOsphere™ è costruito attorno alle esigenze dell´officina, dalla quotazione al controllo dimensionale. NOVOsphere™ ha sei applicazioni principali per aiutare i nostri clienti a essere più produttivi:


N OT I Z I E

L’integrazione senza discontinuità con l’e-commerce e la gestione utensili ToolBOSS™ migliora la disponibilità di utensili.

Più che un catalogo utensili, NOVO™ include una conoscenza di suggerimento degli utensili per una gamma di strategie di lavorazione.

- Selezione e Suggerimenti: Con questa funzione gli utenti valutano le strategie di lavorazione sulla base di macchine, materiali e caratteristiche specifiche dei componenti. Qual è l´approccio migliore? Quanto tempo sarà necessario? Quanto costerà? Di quali utensili ho bisogno? - Simulazione: Questa è la funzione con cui gli utenti simulano l´intero processo dall´inizio alla fine con l´uso di software come il CAM. Ci sono problemi dimensionali? Possibili collisioni, eccessive forze in gioco ? - Quotazione e Acquisto: Questa è la funzione in cui gli utenti hanno l’elenco completo dei prodotti e la loro disponibilità in tempo reale per poter per poter richiedere la quotazione e procedere all’acquisto - Ottimizzazione: Con questa funzione gli utenti possono conoscere l’efficienza della linea di produzione. Siamo entro i tempi ciclo e i costi programmati? Utilizzo questo utensile/ processo in modo corretto sulle diverse macchine o impianti?

di utensili assemblati e la possibilità di collegarsi al sistema di gestione utensili ToolBOSS™ tramite il Machining Cloud.

I dati sono la chiave della produttività. Con la sua struttura aperta, NOVOsphere™ offre possibilità illimitate. NOVOsphere™ è l´ulteriore confrema della filosofia “Different Thinking is Better Thinking”. Dalla progettazione agli acquisti Ciò che colpisce sono le numerose aree in cui la corretta gestione dei dati migliora il processo di produzione. DP Technology (Camarillo, CA) importa i dati degli utensili da NOVO™ (ora parte di NOVOsphereTM) nella sua ultima versione del software CAM ESPRIT abilitato al cloud. Questo non solo permette ai programmatori di risparmiare ore rispetto alla creazione manuale della lista utensili, ma i part program sono migliori perché i dati si basano su utensili reali che possono essere selezionati in base alle caratteristiche delle singole parti, materiali di lavoro, requisiti di finitura superficiale o qualsiasi altro aspetto più critico del lavoro.

Dal lancio delle funzioni originali Tool Selector, Tool Configurator, Tool Advisor e Job di NOVO™ nel 2013, NOVO™ ha aggiunto l’interfaccia all´e-commerce, l’accesso immediato ai modelli 3D

Gli utenti del ToolBOSS™, abilitando l’accesso al cloud con l´ultima versione del software, possono ora utilizzare NOVO™ per vedere se un articolo proposto per un dato processo è già disponibile nel loro inventario ToolBOSS, rendendo più efficienti sia i piani che i budget. I codici articoli dei clienti sono automaticamente inseriti nei risultati Tool Advisor e nelle finestre a comparsa Tool Availability di NOVO™ attraverso il database di ToolBOSS™. “Aggiungendo le credenziali ToolBOSS™ al loro profilo utente, i clienti possono facilmente verificare l´inventario nelle loro unità ToolBOSS™ locali per il processo che stanno sviluppando”, afferma Chris Merlin, Marketing Manager dell´iniziativa Virtual Machining presso Kennametal. “Così riescono a visualizzare meglio gli articoli già presenti nella loro officina”. Gli utenti possono sfruttare NOVO™ sul loro tablet preferito. “La mobilità non è più un lusso. Con le versioni di NOVO™ per Android, Apple e Windows ora disponibili, è possibile visualizzare la propria distinta utensili, indipendentemente dal dispositivo su cui si esegue il log in”, aggiunge Merlin. “Ciò facilita a sua volta la collaborazione fra le persone che lavorano in officina con tablet e i pianificatori dei processi in altri reparti”. Tutto è stato ottimizzato per la vostra officina Fornire dati degli utensili e parametri di taglio è una cosa, ma dove NOVOsphere™ offre una marcia in più è l’ottimizzazione dei processi sulla base dei dati ricavati direttamente dalle vostre macchine in officina. “NOVO™ Optimize è l´applicazione di manufacturing intelligence più recente in NOVOsphere™”, afferma Colin Tilzey, direttore dell´Innovation Ventures Group di Kennametal. “Essa raccoglie dati real-time sul comportamento dei vostri utensili da taglio e delle macchine e fornisce un´analisi su dove sia possibile apportare delle ottimizzazioni, migliorare l’efficienza o incrementare la capacità produttiva.”

Informazioni

Il valore dei dati di NOVO™ non si limita al reparto di programmazione o di pianificazione dei processi. In officina, nel presettaggio degli utensili e dei gruppi di utensili si può risparmiare tempo prezioso. ZOLLER (Ann Arbor, MI), leader nelle macchine di presettaggio ed equilibratura automatizzati, sa che i clienti possono importare i dati di NOVO™ dal Machining Cloud , inclusi le dimensioni degli utensili, l’offset e altri dati critici, in modo preciso e affidabile per eseguire presettaggi accurati e di qualità.

Specificamente, gli utenti di NOVO™ possono richiedere una quotazione ai distributori di zona Kennametal trasferendo loro il proprio elenco nel carrello della spesa tramite il pulsante “Request Quote”. Il distributore riceverà una notifica con i dettagli completi degli articoli e le informazioni del richiedente a cui rispondere. Una nuova finestra a comparsa facilita l´aggiunta di ricambi e altri articoli individuali ai carrelli della spesa esistenti. Le parti di ricambio sono chiaramente identificate come “incluse” o “non incluse” nelle distinte dei materiali.

04 | La Fabbrica Moderna | Dicembre 2014

45


N OT I Z I E NOVOTM Optimize cambia fondamentalmente il modo con cui le imprese manifatturiere possono migliorare efficienza di produzione e produttività. Apprendendo dall’utilizzo degli utensili direttamente dalle macchine utensili dell’utente, il sistema racomanda automaticamente miglioramenti dei processi, oltre a seguire l’utilizzo della macchina utensile e identificare le aree su cui focalizzare il miglioramento continuo.

In ogni officina c´è una miriade di dati che possono essere raccolti, ma un ostacolo significativo è la raccolta efficiente in caso di marche e modelli differenti di macchine e utensili. Tutti i dati e la conoscenza di processo di NOVO™ sono conformi al protocollo MTConnect, specificamente progettato per l´ambiente di officina. Ciò significa che NOVO™ Optimize può raccogliere dati da macchine utensili, utensili da taglio, macchine presetting o qualsiasi altro elemento o sorgente di dati. Ed essendo collegato a NOVO™, può automaticamente raccomandare cambiamenti dei parametri di taglio (velocità e avanzamenti) o identificare utensili di migliori prestazioni sulla base delle vostre specifiche necessità - eseguire il lavoro più velocemente oppure ottimizzare una specifica macchina o cella in base al carico di lavoro. “Ogni officina che utilizza NOVO™ Optimize ha opportunità di miglioramento uniche, basate sul feedback degli operatori e sulle condizioni dell´officina”, afferma Tilzey. “Identificare le cause di fermo macchina, in aggiunta ai dati completi sui parametri di lavoro significa che la possibilità di reali, significativi miglioramenti dei processi è pronta ad esprimersi”.

Informazioni

Le officine così potenziate possono meglio pianificare, processare e ottimizzare le loro operazioni per significativi guadagni di produttività. L´applicazione NOVO™ Optimize è un sistema sviluppato insieme a System Insights Inc di Berkeley, CA, che permette ai clienti di ottimizzare una specifica macchina o un´intera linea. Per maggiori informazioni, visitate www.kennametal.com/novo/ 04 | La Fabbrica Moderna | Dicembre 2014

46

COLONNA 1 - Come funziona NOVO™ può essere utilizzato in una serie di modi intuitivi, da “Devo eseguire un foro da 12mm profondo 30mm su ANSI 4140” a “Mi serve una punta a forare da 12mm per 5xD in metallo duro in qualità KC7315”. Nel primo caso, NOVO™ aiuta gli utenti a definire le caratteristiche di lavorazione, nello specifico l´esecuzione di un foro cieco, quindi riduce immediatamente il set di prodotti a quelli che possono eseguire il lavoro, tenendo conto dei vincoli richiesti come materiale, tolleranza e sequenza di lavorazione sia per singoli utensili che per più utensili. NOVO™ classifica quindi i risultati—attraverso regole basate sulla conoscenza—in modo da rispondere ai problemi del cliente, offrendo una conoscenza del processo molto più approfondita di qualsiasi catalogo online. Nel secondo caso, quando un cliente ha già in mente l´utensile e la qualità più idonea, non solo i filtri di attributi intelligenti NOVO™ selezionano rapidamente i prodotti disponibili per eseguire il lavoro, ma NOVO™ offre anche opzioni sugli inserti e sulla mandrineria idonea, lavorando quindi con la soluzione selezionata. i filtri intelligenti NOVO™ riducono il compito di selezionare TUTTI i componenti degli utensili da taglio da ore a minuti, mentre gli utenti ottengono un elenco completo e corretto in base ai loro input. In entrambi i casi, il Tool Configurator di NOVO™ fornisce i file CAD 3D e il supporto grafico per tutti i componenti degli utensili e il loro assemblaggio - un fondamentale risparmio di tempo per i clienti. “NOVO™ pensa come un pianificatore di processi”, spiega Thomas Long, capo del reparto di nuova formazione Virtual Machining


N OT I Z I E Identificazione del tempo di ciclo delle parti e dei risparmi sui costi dalle raccomandazioni di NOVO™ Optimize.

Identificazione e ottimizzazione dell’efficienza della macchina utensile con NOVO™ Optimize.

RDE presso Kennametal. “Esso risale dalle caratteristiche alla strategia degli utensili. Inoltre, ogni numero d´ordine è legato ai dati dell´applicazione ricavati da centinaia di esperti delle lavorazioni in decenni di esperienza Kennametal. Richiedendo un codice articolo, ottenete immagini, gruppi, elenchi delle parti di ricambio e inserti utilizzabili. Non solo si ottiene in minuti ciò che prima richiedeva ore, ma si ottiene sempre una soluzione ottimizzata, supportata dalla competenza Kennametal”. Ancora di più, l´opzione Job Functionality di NOVO™ è un archivio basato su cloud e legato all´utente da un ID unico, nel quale si possono memorizzare elenchi di utensili per uso futuro, scrittura, copia e condivisione. Gli elenchi possono essere facilmente scaricati in formati standard e includono informazioni commerciali, dati dimensionali e pesi, velocità e avanzamenti , foto o immagini di modelli CAD 3D.

i nuovi lavoratori non riescono a intraprendere carriere nella produzione. “Per combattere efficacemente il gap di competenza professionale dei nostri clienti, ci occorre un modo migliore per distribuire la conoscenza raccolta da Kennametal”, sottolinea Francois Gau, VP Strategic Marketing e New Business Development. “Più che un catalogo, NOVO™ porta gli utenti in una comunità – dove tutta la nostra competenza crescente sui processi produttivi viene rapidamente fornita in modo digitale. Il risultato potenzia gli utenti offrendo le soluzioni giuste specificamente adattate alle loro operazioni. Non si limita a gestire i dati, ma va oltre: risolve i problemi”.

Informazioni

COLONNA 2 – Come risolvere il gap di competenza professionale La produzione manifatturiera sta vivendo un cambiamento globale nelle economie sviluppate ed emergenti di tutto il mondo, grazie alla richiesta costante di prodotti nuovi e migliori da parte dei grandi settori industriali come aerospace , automotive, energy e altri. I fornitori di tecnologie di produzione hanno risposto con macchine utensili CNC , software di progettazione e produzione assistita da computer (CAD/CAM) su base digitale e significativi progressi negli utensili. Tuttavia, dietro questa tendenza positiva vi è un´importante barriera che minaccia lo scenario: un gap di competenza professionale che si allarga in modo significativo, mano a mano che i lavoratori più anziani vanno in pensione e 04 | La Fabbrica Moderna | Dicembre 2014

47


N OT I Z I E

NUOVA VERSIONE DEL SOFTWARE DI SUPERVISIONE PCVUE®

ARC Informatique presenta PcVue 11, l’ultima versione del suo prodotto SCADA. L´azienda è un fornitore SCADA globale indipendente con 30 anni di esperienza. Il suo prodotto centrale, PcVue®, è leader nell´automazione.

D

a anni, gli utenti ne apprezzano la flessibilità e l´apertura, che consentono di progettare sistemi di supervisione moderni. Esso supporta un´ampia gamma di protocolli industriali e consente di realizzare molteplici architetture di sistema.

Informazioni

Un modo più semplice per lo sviluppo e la manutenzione Le nuove librerie, i modelli template e gli ambienti di configurazione di PcVue® 11 riducono in modo significativo il tempo di sviluppo delle applicazioni. Gli sviluppatori di applicazioni possono ora accedere a diverse migliaia di nuove immagini e oggetti animati (motori, valvole, tubazioni, nastri trasportatori, display, ecc.) nonché a molti template predefiniti e istanziabili che integrano nativamente il comportamento degli oggetti che rappresentano (variabili, pop-up di allarme, simboli, operazioni di elaborazione, soglie, ecc.). PcVue® 11 offre inoltre set di librerie per campi specifici come i BMS (scambiatori di calore, sistemi di gestione dell´aria, sistemi di riscaldamento, illuminazione, ecc.) e sistemi di distribuzione elettrica (interruttori, protezioni, colorazione dinamica, ecc.). 04 | La Fabbrica Moderna | Dicembre 2014

48

PcVue® 11 integra tre tool di configurazione per ridurre i tempi di configurazione delle applicazioni - Application Architect (gestione dei template), Application Explorer (configurazione e diagnostica) e Smart Generator (generazione automatica delle applicazioni). Nella versione 11, Application Explorer potenzia le operazioni diagnostiche visualizzando i flussi dei dati all´interno di PcVue® e fra PcVue® e i componenti esterni. Smart Generator importa i dati da sorgenti esterne (programmi PLC, software CAD, ecc.) permettendo la generazione automatica delle applicazioni. I dati di configurazione sono sincronizzati e gli errori di configurazione vengono ridotti in un unico passaggio.

Visualizzazione ed elaborazione dei dati sono potenziate PcVue ® 11 offre agli operatori tool che facilitano il monitoraggio e il controllo dei loro processi. Il suo schedule manager basato su web è caratterizzato da un´interfaccia più intuitiva e ergonomica. Il nuovo modulo DataExport totalmente integrato analizza statisticamente i dati (min./max., media, durata e ricorrenza dei guasti, contabilizzazione dell´energia) e li rappresenta in un foglio Excel.


N OT I Z I E

Rilasciato alla fine del 2013, PcVue® 11 integra nuovi tool che semplificano lo sviluppo delle applicazioni, la loro manutenzione, oltre a potenziare la visualizzazione e l´elaborazione dei dati.

Infine, la soluzione TouchVue® permette l´accesso senza programmazione, attraverso uno smartphone o un tablet, alle informazioni di processo in qualsiasi applicazione PcVue®, notificando agli utenti l´attivazione di allarmi. Insieme a WebVue®, client web che permette il controllo via web e senza programmazione delle applicazioni PcVue®, questo modulo completa l´offerta per la mobilità di PcVue Solutions®.

PcVue® 11 - aperto e interoperabile PcVue® 11 supporta oltre 150 protocolli. Nel caso delle applicazioni di gestione dell´energia, PcVue® 11 è conforme allo standard IEC 61850, e il suo driver è certificato DNV KEMA. Sono disponibili anche IEC 60870-5-104 e DNP3.

Informazioni

PcVue® supporta i protocolli di comunicazione BACnet® e LON® per le reti di building automation e controllo. Supporta inoltre tutte le tecnologie IT standard come OPC Client/Server, SNMP, SQL Server, Remote Desktop Services e la virtualizzazione (VmWare® e Hyper-V®). PcVue® 11 è una soluzione ideale per una grande quantità di applicazioni, inclusi sistemi di building management, sistemi di gestione dell´energia, produzione e distribuzione di elettricità, energie rinnovabili, industria, infrastrutture, trasporti e trattamento e distribuzione dell´acqua. Per maggiori informazioni visitare www.pcvuesolutions.com

04 | La Fabbrica Moderna | Dicembre 2014

49


N OT I Z I E

2014: IL DIRIS DIGIWARE INNESCA UNA RIVOLUZIONE NELLE MISURE ELETTRICHE

Vent’anni dopo avere scosso il mercato delle misure elettriche con il sistema DIRIS system, la prima soluzione multimisura, SOCOMEC apre ancora una volta la strada con la sua ultima innovazione tecnologica: il DIRIS Digiware, un sistema di misura e monitoraggio dell’energia totalmente modulare e flessibile.

P

iù esattamente, il sistema modulare DIRIS Digiware si basa su un display centralizzato e un singolo punto di misura della tensione per l’intero sistema. Il DIRIS Digiware offre un’efficace capacità di condivisione delle funzioni. Include inoltre moduli di misura della corrente che sono interconnessi tramite il bus Digiware (cavi RJ45) per misurare il consumo energetico nel punto più vicino ai carichi effettivi. Ogni modulo può monitorizzare uno o più circuiti attraverso i sensori di corrente per mezzo di ingressi di corrente indipendenti (3, 4 o 6 in base ai moduli). Con 3 ingressi, un modulo di corrente può monitorizzare un circuito trifase o 3 circuiti monofase.

Informazioni

Questi quattro elementi (display centralizzato, punto di misura della tensione, moduli di misura della corrente e sensori di corrente) costituiscono il cuore del sistema. Per le applicazioni senza display locale, l’interfaccia di sistema del DIRIS Digiware C-31 centralizza tutti i dati del sistema. I dati provenienti dai moduli Digiware e dalle unità remote sono centralizzati su uno o più gateway di comunicazione DIRIS G. Ogni gateway include un web server WEBVIEW per il monitoraggio dei parametri elettrici in tempo reale e per analizzare i dati di consumo energetico.

04 | La Fabbrica Moderna | Dicembre 2014

50

Un tablet touch-screen opzionale complete il sistema. Può essere montato a fronte quadro ed è collegato tramite cavo Ethernet o Wi-Fi (via router) per fornire informazioni al software di gestione dell’energia come la VERTELIS Suite. Per i punti di monitoraggio remote, l’utente può utilizzare anche le unità di misura DIRIS B-30 con comunicazione wireless o RS485. Tecnologia avanzata… resa semplice L’apparente semplicità del concetto è il risultato della competenza di SOCOMEC nelle tecnologie di misura e comunicazione elettriche, nonché di una chiara visione su come dovrebbero essere i sistemi di misura del futuro: precisi, flessibili, multicircuito, plug & play e convenienti.


N OT I Z I E

Il DIRIS Digiware è una semplice soluzione per costruire un sistema di misura modulare. Il sistema comprende almeno un’unità di visualizzazione, un modulo di misura della tensione, più moduli di misura della corrente e sensori di corrente.

Il sistema DIRIS Digiware: più moduli di misura della corrente con un display centralizzato e un modulo di tensione comune. Esempio di architettura a gateway singolo: il sistema permette anche la centralizzazione dei dati su più gateway in cascata o in parallelo.

Benefici concreti Per i terzisti e i costruttori di quadri: • l DIRIS Digiware è una soluzione plug & play: i suoi collegamenti RJ45 e RJ12 permettono di integrare molto rapidamente i moduli, oltre a permettere la configurazione automatica dei sensori di corrente connessi. • Il DIRIS Digiware è soprattutto una soluzione molto conveniente: l’implementazione in un quarto del tempo normalmente richiesto, il design compatto dei moduli che liberano più spazio nell’armadio degli apparecchi elettrici e le funzioni comuni di misura, visualizzazione e comunicazione della tensione offrono risparmi fino al 30% rispetto alla tecnologia di misura esistente.

Punti chiave � Un sistema di misura innovative che è preciso, flessibile, multicircuito, plug & play e conveniente � Benefici concreti per installatori, costruttori di quadri e utenti finali � Tempo di implementazione ridotto a un quadro � Risparmi sui costi fino al 30% rispetto alla tecnologia esistente

www.socomec.fr

Informazioni

Per gli utenti finali: • L’accuratezza del sistema su un ampio range di carichi offre una precisione senza uguali in termini di misura dell’energia, ottimizzando quindi ogni iniziativa di efficienza energetica. • Il DIRIS Digiware permette l’identificazione dei carichi principali e monitorizza costantemente più parametri elettrici per eventuali anomalie. Con la sua capacità di mantenere un controllo sulla qualità dell’energia elettrica, il sistema può più facilmente prevedere i malfunzionamenti della rete. • Il DIRIS Digiware è estremamente flessibile e adatto alle installazioni dove lo spazio è più limitato. Il sistema può essere facilmente aggiunto a un impianto esistente grazie alle opzioni sensore di corrente a nucleo diviso.

Conformità alle norme: l’accuratezza delle misure è in accordo con la norma IEC 61557-12: classe 0.5 per la catena di misura globale fra il 2 e il 120% della corrente nominale (con sensori di corrente TE).

04 | La Fabbrica Moderna | Dicembre 2014

51


N OT I Z I E

CANANALYSER 3 ORA ANCORA PIÙ POTENTE

Il canAnalyser IXXAT è un potente tool di analisi per lo sviluppo, il test e la manutenzione di reti CAN, adatto per sistemi sia industriali che automotive. HMS Industrial Networks introduce ora il canAnalyser Versione 3, con funzionalità e interfaccia utente migliorate. Nuove caratteristiche Il canAnalyser IXXAT supporta ora simultaneamente fino a 64 canali CAN con il nuovo “Multi-Board Support” e visualizza le informazioni mediante una base tempi uniforme. Per i moduli che utilizzano l’accesso simultaneo a più canali CAN, il Multi-Board Support offre benefici addizionali – con il modulo di tracciamento, per esempio, il canAnalyser diventa una soluzione datalogger estremamente potente. Una caratteristica che colpisce in modo particolare è il nuovo modulo di trasmissione dei segnali, con il quale i dispositivi in rete possono essere stimolati in modo molto rapido e semplice – a livello di processo senza la necessità di conoscere in dettaglio la comunicazione CAN sottostante.

Informazioni

Altra novità della Versione 3 è il livello di portabilità esteso, con il quale è possibile copiare le configurazioni di misura su computer di misura differenti senza alcuna perdita di funzioni. Anche il supporto di database offerto dal canAnalyser è stato notevolmente esteso, permettendo ora l’importazione di database diversi nella configurazione. Per l’interpretazione dei dati, i database sono uniti dal canAnalyser in un unico database di rete globale. 04 | La Fabbrica Moderna | Dicembre 2014

52

Gli script statistici di nuova introduzione, per l’analisi delle distribuzioni di frequenza e dei tempi di ripetizione, ad esempio dei tempi di risposta e run, sono in codice sorgente (C#) e possono essere adattati molto rapidamente alle esigenze specifiche dell’utente. Inoltre, nuovi esempi per l’interfaccia di programmazione integrata e lo Scripting Host del canAnalyser rendono ora più semplice adattare il canAnalyser ad applicazioni differenti. L’interpretazione dei segnali migliorata permette un rilevamento più rapido degli errori L’interpretazione dei segnali completamente rivista permette di analizzare le informazioni statistiche a colpo d’occhio insieme ai parametri di processo – come nel nuovo modulo grafico/di segnale. Ciò è particolarmente utile quando si verificano degli errori o è necessaria un’assistenza perché il raggruppamento di specifici parametri del processo e gli indicatori di qualità della rete (come i telegrammi di guasto per unità di tempo o il carico del bus) permettono di identificare rapidamente i problemi.


N OT I Z I E

Interfaccia utente migliorata Altre novità includono la nuova, avanzata interfaccia utente con una serie di funzioni differenti per creare finestre di analisi perfettamente disposte sullo schermo, e la commutazione fra diverse configurazioni utente tramite hotkey. L’intuitiva sincronizzazione delle finestre, in cui tutte le finestre di informazione saltano allo stesso messaggio con un doppio click, offre all’utente una rapida vista d’insieme degli eventi in un punto temporale definito.

Informazioni

Prezzo scontato fino alla fine di Luglio Il canAnalyser 3 è immediatamente disponibile - HMS offre il canAnalyser 3 (versione standard) con il 30% di sconto per gli ordini inviati entro il 31/7/2014. I clienti chje utilizzano già il canAnalyser Standard/Lite Versione 2.5 o superiore riceveranno uno sconto del 30% sul normale prezzo di aggiornamento/upgrade per il canAnalyser 3 (versione standard) prima del 31/7/2014. Ulteriori informazioni sul canAnalyser sono disponibili sul sito web IXXAT all’indirizzo www.ixxat.com/cananalyser 04 | La Fabbrica Moderna | Dicembre 2014

53


N OT I Z I E

BUREAU VERITAS DIVENTA PARTNER DI GREEN BUILDING CERTIFICATION INSTITUTE (GBCI) E RAFFORZA LA PROPRIA PRESENZA NEL MERCATO DEL GREEN BUILDING

Il Green Building Certification Institute, l’ente di certificazione per il programma di costruzione di edifici ‘verdi’ LEED dell’U.S. Green Building Council, e Bureau Veritas hanno sottoscritto un accordo per la promozione del programma LEED. Il LEED è il programma più avanzato del mondo per la certificazione della progettazione, costruzione, manutenzione e gestione degli edifici ‘verdi ’.

N

ell’ambito di tale accordo, il Bureau Veritas eseguirà la verifica di certificazione per i progetti LEED a livello internazionale per conto del GBCI. La partnership rafforza l’impegno del GBCI verso un processo di certificazione trasparente, indipendente e professionale e beneficia della presenza globale del Bureau Veritas.

Informazioni

Per il mercato degli edifici ‘verdi’ è prevista una crescita del 780% entro il 2020, raggiungendo i 5,3 miliardi di metri quadrati di spazio certificato. Questa impressionante tendenza massiva è spinta dalle crescenti aspettative di migliori prestazioni degli edifici in tutto il mondo e migliori condizioni di salute e benessere degli occupanti degli edifici. Gli edifici e le infrastrutture rappresentano circa il 40% dei consumi energetici globali e il movimento verso il Green Building ha il potenziale per ridurre in modo significativo questo impatto ambientale. Gli edifici ‘verdi’ stanno rapidamente diventando la norma ed è prevista una crescita massiva nei principali mercati mondiali delle costruzioni, come Cina, India e Brasile. 04 | La Fabbrica Moderna | Dicembre 2014

54

Recenti studi hanno dimostrato che gli edifici LEED offrono agli occupanti un ambiente di lavoro migliore, che porta ad incremento della produttività globale. Tra gli altri benefici troviamo un maggiore valore degli asset, migliori prestazioni energetiche e minori costi operativi. “La partnership con il GBCI e l’USGBC mette Bureau Veritas in prima linea in questo mercato in crescita”, specifica Didier MichaudDaniel, CEO di Bureau Veritas. “I nostri team sono impegnati ad aiutare i nostri clienti a migliorare la vita quotidiana delle persone nel mondo attraverso l’implementazione dello standard LEED”. “Grazie all’accordo con Bureau Veritas, USGBC sarà in grado di fornire globalmente una qualità di servizio coerente”, ha affermato Rick Fedrizzi, Presidente, CEO e & Presidente Fondatore di USGBC. “La nostra nuova partnership strategica permetterà a entrambe le parti di affrontare il mercato in espansione del Green Building garantendo gli elevati livelli di qualità richiesti dal mercato”.


N OT I Z I E

L’Accordo è stato firmato dalle due parti il 24 Luglio ed ha validità immediata a livello mondiale. E’ attesa per la fine del 2015 la certificazione da parte di Bureau Veritas dei primi edifici nell’ambito di questa partnership. Per ulteriori informazioni: www.bureauveritas.com

Informazioni 04 | La Fabbrica Moderna | Dicembre 2014

55


N OT I Z I E

SUNSYS PCS2: LA SOLUZIONE PER L’INTEGRAZIONE INTELLIGENTE DELL’ENERGIA FOTOVOLTAICA NELLE GRID ELETTRICHE

Adattare le sorgenti di energia intermittenti (come l’energia solare o eolica) con una domanda fluttuante è un ostacolo fondamentale delle smart grid. Socomec ha affrontato questo problema offrendo un sistema che converte e immagazzina l’energia rinnovabile prodotta e compensa la natura intermittente della sorgente di energia.

Q

uesta soluzione offre tuttavia molto di più: il SUNSYS PCS2 ottimizza infatti l’autoconsumo delle smart grid, allevia le varianze fra l’energia disponibile e la domanda e soddisfa le esigenze di “islanding”. Grazie alle caratteristiche totalmente innovative del SUNSYS PCS2, Socomec è uno dei primi produttori in grado di rispondere ai requisiti di più applicazioni con un solo dispositivo. Il SUNSYS PCS2 assicura tre funzioni distinte:

Informazioni

1. Massimizzazione dell’autoconsumo nelle reti smart grid L’energia rinnovabile prodotta viene convertita in corrente c.a. e utilizzata per alimentare i carichi. Tutta l’energia in eccesso viene immagazzinata nelle batterie del SUNSYS PCS2. Se la produzione dell’energia rinnovabile viene interrotta, il SUNSYS PCS2 riconverte l’energia immagazzinata nel suo sistema di batterie in corrente c.a. per alimentare i carichi. Quando le batterie sono scariche, il sistema ricommuta sulla grid.

04 | La Fabbrica Moderna | Dicembre 2014

56

2. Supporto della grid e servizi ausiliari Quando la produzione di energia rinnovabile è superiore alla domanda, il SUNSYS PCS2 carica le batterie e mantiene la frequenza entro la tolleranza. Se la domanda è superiore all’energia prodotta, il SUNSYS PCS2 reinietta nella grid l’energia immagazzinata nelle batterie. 3. Prevedibilità della produzione di energia rinnovabile Utilizzato insieme a impianti di energia rinnovabile ad alta potenza, il SUNSYS PCS2 permette di assicurare il profilo di produzione di un impianto di energia rinnovabile non prevedibile sulla base dei valori definiti dall’ente elettrico. Il SUNSYS PCS2 è un sistema scalabile modulare “hot swap”, con un range di potenza estremamente ampio (da pochi kW a diversi MW). Questo può essere esteso aggiungendo più unità in parallelo collegate in una configurazione mista con l’inverter PV Socomec e tecnologie di batterie differenti, in funzione delle applicazioni da alimentare. La configurazione è rapida e semplice.


N OT I Z I E

La gamma include: - convertitori di energia PCS2 con trasformatore, adatti per edifici o parchi solari, in base alla loro potenza (SUNSYS-PCS2-33TR con uscita nominale di 33,3 kW, SUNSYS-PCS2-66TR con uscita nominale di 66,6 kW, SUNSYS-PCS2-100TR con uscita nominale di 100 kW) - convertitori di energia PCS2 senza trasformatore, adatti per il supporto di rete (SUNSYS-PCS2-66TL con uscita nominale di 66,6 kW, SUNSYS-PCS2-100TL con uscita nominale di 100 kW) - sistemi di stoccaggio dell’energia PCS2 che utilizzano batterie a ioni di litio, ideali per applicazioni di smorzamento dei picchi (SUNSYS-AB-LT30 con capacità nominale di 30 kWh, SUNSYS-ABLT38 con capacità nominale di 38 kWh) - sistemi di stoccaggio dell’energia PCS2 che utilizzano batterie al piombo, adatti per sistemi a ricarica rapida (SUNSYS-AB-LA22 con capacità nominale da 22 kWh a 33 kWh, SUNSYS-AB-LA32 con capacità nominale da 32 kWh a 49 kWh). Socomec offre come extra opzionali un dispositivo di monitoraggio dell’isolamento (IMD) e dispositivi di protezione contro i transitori c.a. e c.c. (SPD).

Conformità alle norme: il SUNSYS PCS2 è fabbricato in Europa. Punti chiave: � Una soluzione modulare, flessibile e scalabile: requisiti di potenza e back-up facilmente modificabili, � Elevata efficienza d’uscita (fino al 98%), � Compatibile con tecnologie di batterie differenti in funzione del tipo di applicazione, � Facile da integrare negli impianti di produzione di energia rinnovabile esistenti.

www.socomec.fr

Informazioni 04 | La Fabbrica Moderna | Dicembre 2014

57


N OT I Z I E

HMS ESPANDE L’OFFERTA DI MANAGEMENT REMOTO NETBITER

Il gateway di comunicazione Netbiter EC310 invia i dati dal dispositivo del cliente al Netbiter Argos.

HMS Industrial Networks ha espanso l’offerta di management remoto Netbiter includendo tre diversi servizi che rispondono a differenti necessità degli utenti. I servizi dedicati permettono sia il collegamento rapido a una singola macchina remota, sia progetti avanzati come impianti e utenti multipli.

H

MS presenta inoltre un nuovo gateway Netbiter EasyConnect (EC310) che comunica solo tramite Ethernet.

Tre servizi differenti Il Netbiter è una soluzione basata su cloud per la gestione remota di apparecchiature come generatori di potenza, PLC, sensori, serbatoi, ecc. Gli utenti collegano un gateway Netbiter alle loro apparecchiature ed eseguono il log in sul data center online Netbiter Argos (www.netbiter.net), dal quale possono accedere ai loro dispositivi online. Il Netbiter include ora tre servizi differenti:

Informazioni

• Accesso remoto – Gratuito e incluso con ogni gateway Netbiter Apre un tunnel sicuro verso un PLC o una macchina. Ciò permette la configurazione, la programmazione o il debugging di quasi tutti i dispositivi industriali da qualsiasi luogo. Gli utenti utilizzano il loro consueto software di configurazione come se fossero sul posto.

04 | La Fabbrica Moderna | Dicembre 2014

58

• Vista e controllo - Gratuito e incluso con ogni gateway Netbiter Permette agli utenti di gestire da remote un singolo impianto. Cruscotti, allarmi e grafici di tendenza online offrono una visione dettagliata da qualsiasi luogo. • Gestione e analisi – Servizio in abbonamento Per gli impianti multipli su grande scala con più utenti. Gli utenti possono customizzare l’interfaccia Netbiter Argos e integrare dati nel loro sistema con l’API Netbiter Argos. Realizzazione dell’Internet of Things “Con questa nuova offerta di servizi, compiamo per i nostri clienti un altro passo verso la semplicità di accesso alle loro apparecchiature online”, afferma Henrik Arleving, Product Line Manager presso HMS Industrial Networks. “Possiamo ora offrire una soluzione rapida e semplice sia per il monitoraggio di un singolo impianto online, sia per una potente gestione multisito con più utenti per impianti più grossi. Il Netbiter può ora soddisfare requisiti ancora maggiori di messa online delle apparecchiature di campo, realizzando l’Internet of Things”.


N OT I Z I E

Il gateway di comunicazione Netbiter EC310 invia i dati dal dispositivo del cliente al Netbiter Argos. Controllo di un singolo dispositivo o di un intero sito online.

Nuovo gateway HMS offre anche un nuovo gateway, il Netbiter EC310, che invia dati dal sito remoto solo tramite Ethernet. E’ un complemento dell’EC350, che comunica sia tramite la rete cellulare (3G/GPRS), sia via Ethernet. Che cos’è il Netbiter? Il Netbiter è una soluzione di gestione remota per il monitoraggio e il controllo di impianti industriali online. Un gateway Netbiter si college all’apparecchiatura remota sul campo e invia dati al data center Netbiter Argos. Questo server basato sul cloud raccoglie e memorizza i dati dall’apparecchiatura sul campo e permette agli utenti di ottenere statistiche e report sulle prestazioni dei loro dispositivi. Su www.netbiter.net gli utenti possono vedere lo stato dei loro dispositive e possono monitorizzare e controllare le apparecchiature in un cruscotto grafico. Per maggiori informazioni sui nuovi servizi Netbiter, visitate il nuovo sito web www.netbiter.com

Informazioni 04 | La Fabbrica Moderna | Dicembre 2014

59


N OT I Z I E

LA NUOVA QUALITÀ SECO CW100 OFFRE VELOCITÀ E RESISTENZA NELLA SCANALATURA DI SUPERLEGHE RESISTENTI AL CALORE

Grazie alla nuova qualità dell'inserto in ceramica CW100 rinforzato con whisker per operazioni di scanalatura ad alta velocità, Seco ottimizza ulteriormente la sua gamma di prodotti in termini di resistenza all'usura e tenacità nella lavorazione di materiali impegnativi, inclusi Inconel 718, Waspaloy e altre superleghe resistenti al calore.

L

a qualità CW100 è a base di ossido di alluminio rinforzato con whisker di carburo di silicio (Al2O3-SiCw). Quando disperse in una matrice di ossido di alluminio a grana fine, le fibre whisker estremamente robuste agiscono da rinforzo, aggiungendo resistenza meccanica e migliorando la tenacità alla frattura della matrice fragile.

Informazioni

Una composizione Al2O3-SiCw, costituita in genere da whisker al 25-50%, è la più tenace e la più resistente agli shock termici tra tutte le composizioni ceramiche a base di ossido di alluminio. La qualità CW100 quindi offre una maggiore resistenza all'usura ma anche alle fratture ed agli intagli; offre anche elevata durezza alle alte temperature quando si lavorano materiali difficili a velocità particolarmente elevate. CW100 eccelle sia in applicazioni a secco che con refrigerante, Seco però raccomanda l'uso di refrigerante emulsionato. La qualità CW100 è disponibile nel formato integrale. È disponibile in quattro geometrie con larghezze pari a 3,175 mm, 6,35 mm e 7,925 mm. Inoltre, il tagliente molto arrotondato degli inserti

04 | La Fabbrica Moderna | Dicembre 2014

60

CW100 consente di effettuare finiture eccellenti di superfici di varie tipologie, tra cui tubazioni, alberi, dischi e anelli per il settore aeronautico e della generazione di energia. CW100 fa parte della gamma di inserti ceramici Secomax™, che comprende anche la qualità sialon CS100 per inserti ISO di tornitura. Per ulteriori informazioni sulla qualità CW100 in ceramica, contattate il funzionario Seco di zona oppure visitate: www.secotools.com/cw100


N OT I Z I E

OLDHAM LANCIA IL BM25 WIRELESS

Il BM25 Wireless ti porta libertà e flessibilità pur mantenendo le caratteristiche standard del BM25.

Oldham, Società del gruppo IST, è lieta di annunciare il lancio della versione wireless del suo rivelatore di gas trasportabile a cinque sensori BM25. Poiché la tecnologia wireless continua a raggiungere nuovi traguardi tecnologici, l'integrazione dei sistemi di rilevazione gas wireless nelle applicazioni industriali è sempre crescente.

L

a tipologia di rete utilizzata dal BM25 è una rete mesh. In una rete mesh tutti gli host sono collegati peer-to-peer senza gerarchia centrale, formando così una struttura a rete. Ogni nodo può ricevere, inviare e trasmettere dati e questo evita di avere punti critici che, in caso di guasto, interrompono il collegamento della rete.

Per ulteriori informazioni sul BM 25 Wireless, si prega di visitare le pagine sul BM 25 nel nostro sito web e visualizzare il nostro nuovo video BM 25 Wireless. www.oldhamgas.com

Se un nodo è disconnesso, si passa semplicemente attraverso un altro percorso. La tipologia Mesh permette un’implementazione rapida e semplice, versatilità, un’elevata copertura e tolleranza ai guasti. Si riducono significativamente i costi d’installazione ed esercizio della rete. Se un BM 25 non risponde alle richieste di comunicazione in rete, la funzione locale di rilevazione gas rimane efficace ed ogni BM 25 fornirà un allarme locale in presenza di gas.

Informazioni

Se la rete è divisa a causa di un ostacolo posto in rete, è possibile continuare a lavorare e si creeranno automaticamente due reti separate. Rimosso l’ostacolo, la comunicazione riprende automaticamente a rete unica.

04 | La Fabbrica Moderna | Dicembre 2014

61


N OT I Z I E

VENTILATORI DI RAFFREDDAMENTO SOTTILI PER APPLICAZIONI MOBILI

Per smartphone, tablet e dispositivi mobili in genere sempre più sottili, Sunon offre una gamma completa di ventilatori di raffreddamento con spessore di 2mm o meno.

U

n numero crescente di prodotti mobili stanno diventando più sottili, più leggeri e più efficienti. E’in fase d’introduzione una nuova generazione di prodotti con il processore a 4 core più recente. Per il futuro, inoltre, si sta considerando la tecnologia dei processori a 8 core. Questi dispositivi mobili hanno prestazioni superiori alle loro controparti più vecchie in termini di velocità, ampiezza di banda e capacità, e le loro funzioni sono più diversificate. Pertanto, la tecnica di raffreddamento giocherà in futuro un ruolo ancora più cruciale e rigoroso!

Informazioni

Negli ultimi 32 anni e oltre, Sunon si è impegnata in termini di innovazione e invenzione nel campo del raffreddamento miniaturizzato. Ora, l’azienda sta creando varie serie di prodotti “ventilatori di raffreddamento sottili e leggeri” (da 30x30x3mm a circa 8x8x3mm), oltre a prodotti con spessore di 2mm o inferiore che possono essere customizzati. Chiaramente, Sunon può rispondere completamente alle esigenze di raffreddamento dei prodotti mobili.

Negli anni, l’azienda ha lavorato con impegno per ottenere brevetti e fornire innovazione, con l’obiettivo di diventare il N.1 nel settore. Sunon è stata classificata al N.48 in termini di forza tecnica in tutto il mondo e al N.4 a Taiwan dal “MIT Technology Review”! Questi prestigiosi riconoscimenti sono la prova del fatto che la forza tecnica Sunon è campione del settore. I ventilatori tradizionali hanno uno spessore minimo di 0,6cm. Essi hanno un grande spazio interno e utilizzano rondelle, anelli di tenuta e altre parti necessarie. Inoltre, essi fissano il ventilatore in sede e lo fanno ruotare mediante acciaio al silicio e magneti che generano linee di forza magnetica. Con i ventilatori di raffreddamento sottili, tuttavia, lo spessore viene ridotto significativamente a 0,4 cm o meno e il loro spazio interno e fortemente ridotto. Poiché non si utilizzano né rondelle né anelli di tenuta e le linee di forza magnetica sono insufficienti durante la rotazione, i ventilatori della concorrenza sono soggetti a esaurimento delle pale, allentamento delle pale e blocco inefficace a causa della polvere. Tutto ciò ha un impatto dull’efficienza del raffreddamento, compromettendo anche la vita di servizio del prodotto. www.sunon.com

04 | La Fabbrica Moderna | Dicembre 2014

62


N OT I Z I E

VENTILATORI IP68

I ventilatori Sunon sono ora disponibili in versione IP68. Dedicati a condizioni ambientali severe, sono protetti contro la forte presenza di polvere e getti d’acqua. Sono già disponibili tre modelli, tutti con certificazione UL/TUV.

P

er ottenere il livello di certificazione IP68, gli ingegneri Sunon hanno sviluppato un complesso processo di rivestimento per i motori, laddove i modelli usuali hanno un rivestimento in resina o tropicalizzato. Questo specifico processo di stampaggio copre il 100% dello statore, degli avvolgimenti, del circuito e dei fili, proteggendo il sistema contro l’intrusione di polvere e acqua. Optional è disponibile anche un trattamento antiruggine (protezione contro spruzzi salini).

I ventilatori IP68 Sunon sono dedicati ad applicazioni in condizioni ambientali severe come telecomunicazioni in esterni, inverter fotovoltaici, a bordo di automobili, illuminazione a LED in esterni, ecc.

Sono stati eseguiti con successo numerosi test in condizioni di polvere e umidità estreme 8 ore sotto una depressione massima di 2 kPa, 1 ora sotto 1 m d’acqua, ecc.

A richiesta, è possibile la customizzazione per grandi serie.

Sono già disponibili tre modelli: 80 x 80 x 25 mm, 80 x 80 x 32 mm, 92 x 92 x 25 mm, con tensione da 12 a 48 V e con portate d’aria da 50 a 75CFM. Molti altri ne verranno commercializzati quest’anno.

www.sunon.com

Informazioni 04 | La Fabbrica Moderna | Dicembre 2014

63


N OT I Z I E

UN NUOVO ECCEZIONALE PROGRESSO NEL SETTORE DEL MOTION CONTROL: IL GOLD TWITTER – È IL PIÙ PICCOLO SERVO DRIVE CHE SUPPORTA ETHERCAT

Il Nano Drive Gold Twitter offre una potenza ultraelevata – 4000 W in qualsiasi ambiente industriale.

E

lmo Motion Control, fornitore leader di soluzioni di motion control intelligenti e super efficienti, ha annunciato un importante avanzamento con il rilascio del suo prodotto di punta Gold Twitter, il più piccolo servo drive ad alta potenza oggi disponibile sul mercato.

settore che si avvicinino a questa densità di potenza e dimensioni”, ha concluso Haim Monhait, CEO di Elmo.

Con un peso di appena 18 grammi e meno di 13 cm3, il Gold Twitter eroga una potenza qualitativa massima di 4000 W, una corrente ultraelevata fino a 50 A / 100 V, possiede le configurazioni più avanzate, e supporta gli standard di comunicazione EtherCAT e CANopen per l’utilizzo in una varietà di applicazioni di configurazione, la conformità con le norme internazionali di sicurezza, gli standard EMC e la certificazione STO.

Il Gold Twitter supporta ‘qualsiasi sensore di feedback’ nelle configurazioni singola, dual e gantry loop.

Informazioni

“Con una densità di potenza da record che raggiunge i 4000 W, abbiamo migliorato l’efficienza del 200%, ridotto il volume del 75% e aumentato la densità di potenza di oltre il 400%. Il GOLD Twitter è una soluzione eccellente per le applicazioni che richiedono altissime prestazioni servo ma hanno uno spazio molto limitato. Inoltre, il GOLD Twitter è abbastanza robusto da soddisfare la crescente esigenza di montaggio degli azionamenti ‘sul motore’, ‘accanto al motore’ o ‘sul carico meccanico in movimento’, assicurando quindi le elevate prestazioni servo e permettendo enormi risparmi sui costi hardware e di cablaggio. Non siamo a conoscenza di altri prodotti nel 04 | La Fabbrica Moderna | Dicembre 2014

64

Il Gold Twitter funziona in modo ottimale su qualsiasi servomotore nelle modalità corrente, velocità e posizione avanzati.

Basandosi sulla premessa che ‘il modo migliore per dissipare il calore è in primo luogo non generarlo’, il Gold Twitter incorpora la tecnologia FASST (Fast and Soft Switching Technology) proprietaria di Elmo, con il risultato di un’efficienza >99% con EMI trascurabile. Con una configurazione molto semplice grazie a Elmo Application Studio II (EASII), il software basato su Windows®, il servo drive Gold Twitter può funzionare come soluzione di controllo monoasse o parte di un sistema di controllo multiasse con una rete di controllo in real-time. Fra le sue tante caratteristiche, il Gold Twitter incorpora un potente resistenza interna e un’interfaccia di I/O multipla. Visitateci all´indirizzo www.elmomc.com


N OT I Z I E

NOVITÀ – L’ESPERIENZA DI ELMO NEL MOTION CONTROL: UN REMOTE PRACTICE SYSTEM (RPS) GRATUITO ONLINE

E’ online il nuovo sistema gratuito che offre a tutti gli utenti la possibilità di costruire e provare avanzati servocontrolli, soluzioni multiasse e connessione a reti EtherCat.

E

lmo Motion Control, fornitore leader di soluzioni complete per il motion control, offre ora un accesso remoto gratuito tramite Internet al suo unico EASII Experience - Remote Practice System (EASII-RPS), permettendo a chiunque, da qualsiasi punto del globo, di provare con mano gli avanzati tool offerti dall’ambiente software EASII di Elmo. Il nuovo EASII Experience RPS è un sistema di Motion Control esclusivo, avanzato e di semplice uso. L’RPS comprende servomotori, feedback, servoazionamenti, un controllore multiasse, un controllore Master di rete Ethercat e Application Studio (EASII). Ciò permette di costruire una completa applicazione online senza la necessità di acquistare o installare alcun hardware o sistema operativo.

Elmo offre l’accesso con login al suo incomparabile EASII Experience RPS a tutti coloro che desiderano esplorare i motori e gli azionamenti in azione, configurare la rete EtherCAT, eseguire movimenti multiasse sincronizzati complessi, sviluppare programmi IEC-61131-3, motorizzare la regolazione automatica semplificata e avanzata, analizzare sistemi avanzati nei domini della frequenza e del tempo, programmare filtri, eseguire sequenze di motion, programmare azionamenti e registrarne i dati e molto altro. Impostare una macchina non è mai stato così semplice. Vi invitiamo ad eseguire il login e a provare direttamente il nostro RPS dal vostro browser a: www.elmomc.com/support/elmo-rps.html

Informazioni

“Stiamo lanciando un tool di Motion Control Experiencing online gratuito che permette di conoscere e provare un avanzato sistema di motion control, tecnologia servo a elevate prestazioni e la connessione a reti Ethercat. L’RPS è un autentico sistema di formazione per tutti gli ingegneri che lavorano nel campo dell’automazione e del motion. Per i principianti è un’introduzione molto efficiente e completa al motion control avanzato, per gli ingegneri esperti mostra le possibilità di programmazione più all’avanguardia, le complesse capacità multiasse e una innovativa connessione a reti

Ethercat in real time. E’ il modesto contributo di Elmo a migliorare la consapevolezza dell’avanzato livello di conoscenze raggiunto nel campo di automazione e motion control”, ha affermato Haim Monhait, CEO di Elmo Motion Control.

Per maggiori dettagli, visitate il nostro sito web www.elmomc.com o contattate un rappresentante Elmo.

04 | La Fabbrica Moderna | Dicembre 2014

65


N OT I Z I E

NUOVO SENSORE A CONTATTO DIGITALE AD ALTA PRECISIONE SERIE GT2

La testina a matita della Serie GT2! Elevata precisione e informazioni sulla posizione assoluta in un corpo sottile Ø 8 mm.

I

n questa testina ø8 mm e integrata una tecnologia inimitabile. Keyence Italia vi presenta il sistema Scale Shot della Serie GT2, che risolve i problemi dei sensori a contatto tradizionali, ora integrato in una testina del tipo a matita. Oggi è possibile scegliere la Serie GT2 per qualunque applicazione.

Sistema scale shot ii La testina ø8 mm è dotata del sistema brevettato KEYENCE Scale Shot II, che le permette di raggiungere la massima precisione della sua classe sull’intero intervallo di rilevamento( Risoluzione del display 0,1 µm. Precisione 1 µm). Essa risolve inoltre i problemi dei metodi tradizionali, come gli errori di inseguimento e la mancata conoscenza della posizione assoluta. Grazie all’adozione di dispositivi di nuovo sviluppo per trasmettitore, ricevitore e CPU, il sistema Scale Shot II è contenuto in un corpo sottile, con diametro di ø8 mm. La testina assicura una precisione elevata e risolve allo stesso tempo i problemi dei sensori a contatto tradizionali, come gli errori di inseguimento e la mancata conoscenza della posizione assoluta.

Informazioni

Struttura solida e robusta Conforme alle norme di protezione NEMA Type 13/IP67G sulla resistenza agli oli. È possibile utilizzare queste testine in ambienti nei quali sono presenti umidità, polvere e ora anche schizzi di olio. Grazie ai suoi cuscinetti lineari a sfere a lunga durata, la testina assicura inoltre una durata pari a 70 milioni di rilevamenti. Oltre alla testina, anche il connettore relè è conforme alle norme NEMA Type 13/IP67G. Per il cavo del sensore viene utilizzato 04 | La Fabbrica Moderna | Dicembre 2014

66


N OT I Z I E

poliuretano (PUR) con un’estrema resistenza agli oli, a garanzia di una riduzione della corrosione dei cavi.

installare il sensore anche su apparecchiature che devono essere movimentate.

Unita multi-testina Alla linea di amplificatori KEYENCE si è aggiunta di recente un’unità multi-testina che permette di collegare 5 testine a 1 unità amplificatore. È possibile collegare simultaneamente un massimo di 3 unità amplificatore e 15 testine per supportare applicazioni su più punti. L’uso delle unità di comunicazione permette inoltre di realizzare con facilità una varia gamma di sistemi diversi.

https://www.keyence.it/products/measure/contact-distancelvdt/gt2/index_pr.jsp

Informazioni

Straordinaria durata di rilevamento L’adozione di nuovi cuscinetti lineari a sfere a lunga durata, all’interno del mandrino ha permesso di raggiungere una durata pari a 70 milioni di rilevamenti, con una notevole riduzione dei costi di manutenzione e degli interventi di sostituzione. La realizzazione di una struttura totalmente in acciaio inossidabile per la sezione del mandrino (albero e cuscinetti) ha permesso di ridurre il peso dei sensori. Il collegamento fra il connettore relè e l’unità amplificatore è realizzato mediante un cavo robotico flessibile e accorciabile a piacere, che resiste alle piegature continue. Ciò consente di 04 | La Fabbrica Moderna | Dicembre 2014

67


N OT I Z I E

LETTORI DI CODICI OPC120 CON UN INNOVATIVO FILTRO DI POLARIZZAZIONE PER LA LETTURA ANCHE SU SUPERFICI RIFLETTENTI

OPC120P - lettura affidabile su superfici riflettenti.

I sensori di visione sono sistemi altamente sofisticati come, ad esempio, il lettore di codici della nuova serie OPC120 per codici mono e bidimensionali; oltre all’elevata funzionalità, al design compatto e alla velocità, ciò che caratterizza in modo particolare questo dispositivo è la presenza di un filtro di polarizzazione che permette la lettura di materiali riflettenti ed una connessione PROFINET.

L

Informazioni

a serie OPC120 di Pepperl+Fuchs comprende lettori fissi (codici a barre e Data Matrix) per il rilevamento e la decodifica di codici mono e bidimensionali. L’alloggiamento misura solo 70mm di larghezza, 70mm di altezza e 54mm di profondità e contiene un gestore di immagini CMOS, un flash LED e un’interfaccia di controllo. Il lettore di codici è disponibile in due versioni, in grado di leggere le simbologie di codice attualmente in uso. La versione OPC120W si adatta facilmente ad applicazioni standard con normali requisiti di velocità di lettura, mentre la versione OPC120P è considerata di “fascia elevata” ed è in grado di raggiungere velocità di lettura di 100 letture/s o velocità del nastro fino a 10m/s.

L’innovativa tecnologia del filtro di polarizzazione elimina i riflessi Uno dei punti deboli comuni dei sensori ottici è l’influenza da riflessi, derivanti da luce esterna o dalla luce della telecamera stessa. Nella maggior parte dei casi, è raro riuscire a prevenire la presenza di tali riflessi, perché dipesi da più fattori come, ad esempio, l’angolo di lettura del lettore di codici, l’angolo della sorgente luminosa e l’orientamento e la struttura della superficie su cui è situato il codice da rilevare. Per ovviare a tale disagio, i tecnici della Ricerca e Sviluppo di Pepperl+Fuchs, hanno dotato la serie OPC120P di uno speciale filtro di polarizzazione che elimina i riflessi, permettendo di eseguire letture più affidabili anche su codici situati su superfici altamente riflettenti come metalli, plastica e schede a circuito stampato. Niente più regolazioni di messa a fuoco o modifiche parametri L’elevato campo della distanza di lettura di 70…180mm, contribuisce in modo significativo all’efficienza e alla flessibilità del sensore di visione; il lettore di codici OPC120P è in grado di

04 | La Fabbrica Moderna | Dicembre 2014

68


N OT I Z I E

Lettura simultanea fino a quattro codici in una singola acquisizione d’immagine.

leggere codici su superfici riflettenti e a varie distanze, senza più la necessità di effettuare regolazioni meccaniche di messa a fuoco, modifiche di parametri o illuminazione laterale ausiliaria, operazioni solitamente richieste da altri lettori in situazioni più specifiche. Oltre a rilevare codici mono e bidimensionali, i lettori di codici sono in grado di verificare anche la presenza di materiale stampato che controlla il variare delle strutture, garantendo il corretto posizionamento dei dati relativi alla produzione, dei numeri di serie e dei dettagli delle date di scadenza. Grazie al confronto tra i loghi, viene verificata la presenza e la posizione corretta degli stessi. Il dispositivo riesce, inoltre, a leggere codici estremamente lunghi o disposti su oggetti tondi, tramite l’acquisizione di più immagini consecutive, fino ad un massimo di sei.

Lettura affidabile di codici su schede a circuito stampato.

integrato uno switch a due porte come soluzione ideale che permette un collegamento diretto al successivo dispositivo PROFINET, consentendo l’implementazione di reti in topologia lineare, senza la necessità di accoppiatori o switch addizionali. Tutte le impostazioni di configurazione del sensore di visione sono accessibili tramite interfaccia PROFINET, mentre il software Windows Vision Configurator viene utilizzato per le operazioni di parametrizzazione. Altre capacità del lettore di codici sono, ad esempio, l’accesso alla memoria dei pattern di errore, l’uscita della qualità del codice e la manipolazione e formattazione delle stringhe di risultati. www.pepperl-fuchs.com

Spesso accade che sia necessario leggere più codici nella stessa applicazione; il lettore di codici OPC120P consente la lettura simultanea fino a quattro codici in una singola acquisizione d’immagine.

Informazioni

Connessione PROFINET con switch integrato Il lettore di codici OPC120 si integra facilmente in impianti e macchine, perché dispone delle principali varianti di interfaccia come, ad esempio, RS232, ingressi/uscite digitali, opzioni di connessione per encoder rotativo o sensore di trigger, Ethernet TCP/IP, fino alla più recente interfaccia PROFINET. Industrial Ethernet supporta una velocità di trasferimento di 100Mbit/s e risponde ai requisiti dell’interfaccia PROFINET IO Real-Time Conformance Class A. I tecnici della Ricerca e Sviluppo hanno 04 | La Fabbrica Moderna | Dicembre 2014

69


N OT I Z I E

INTELLIGENZA ALL’INTERNO: LA NUOVA FIELDBARRIER FIELDCONNEX®

La FieldBarrier, con dodici uscite, ha un design compatto.

Intelligent Fieldbus di Pepperl+Fuchs è sinonimo di una generazione di componenti che portano capacità diagnostiche sul campo. La nuova FieldBarrier FieldConnex® è l’aggiunta perfetta a questo concetto di disponibilità senza compromessi. Essa include dodici uscite con diagnostica e monitoraggio. La FieldBarrier è dotata di innovative caratteristiche tecniche che offrono un’affidabile protezione contro i tipici scenari di guasto per assicurare la massima affidabilità.

U

n componente intelligente è un componente ideale: le FieldBarrier FieldConnex® possono rilevare la speciale dinamica dei guasti, come i contatti allentati o i rimbalzi dei contatti. Di conseguenza, è possibile identificare e isolare i guasti in modo rapido e affidabile.

Informazioni

Il nuovo componente è il primo a permettere il monitoraggio del livello fisico su ogni uscita della FieldBarrier. Ciò consente di riportare cambiamenti graduali nell’impianto e guasti nella sala controllo. Questa funzione di monitoraggio assicura un livello di trasparenza ancora più elevato e copre un gap significativo nel processo di monitoraggio, perché identifica in modo proattivo le esigenze di manutenzione. Un’altra caratteristica è la sofisticata gestione del carico. Le dodici uscite sono attivate in sequenza, riducendo il carico sull’alimentazione dovuto alla corrente di spunto. In più, se la corrente di segmento raggiunge livelli critici, viene attivato il distacco automatico del carico sui nodi meno critici in modo da ottenere una protezione contro il guasto dell’intero segmento. 04 | La Fabbrica Moderna | Dicembre 2014

70

Questo pacchetto di intelligenza integrata è completato dalla funzione di automonitoraggio della FieldBarrier, che può trasmettere segnali di allarme alla sala di controllo. Queste caratteristiche innovative non richiedono alcuna ingegneria. La FieldBarrier FieldConnex è la perfetta aggiunta ai componenti fieldbus intelligenti con capacità diagnostiche e rappresenta un altro passo chiave verso l’obiettivo del 100% di disponibilità. www.pepperl-fuchs.com


N OT I Z I E

NUOVO TRASPORTATORE A NASTRO MODULARE SERIE 3200

Dorner lancia la nuova generazione della piattaforma Serie 3200, che offre ai clienti più opzioni e una maggiore flessibilità per servire una più ampia gamma di mercati, inclusi quelli industriale, del packaging e dell’assemblaggio.

L

a nuova linea che debutta questo mese è stata creata unendo e migliorando i trasportatori Serie 5200/5300 Dorner con la piattaforma di trasportatori Serie 3200. La nuova linea di prodotti Serie 3200 include trasportatori a nastro piani, trasportatori a nastro modulari e trasportatori di movimentazione di precisione. Il trasportatore a nastro modulare 3200 è la prima fase di questo lancio. “Unendo queste due linee di prodotto, abbiamo creato una piattaforma di prodotto che combina flessibilità e funzionalità”, afferma Stacy Pabst, Direttore Marketing, Dorner Mfg. Corp. “Non solo ha maggiori velocità e capacità di carico, ma è anche più facile da integrare, e permette configurazioni complesse con molte curve”.

Le caratteristiche del nuovo trasportatore a nastro modulare Serie 3200 includono il design a coda laterale piana per facilitare l’interfacciamento con le macchine, la possibilità di un massimo di quattro moduli curvi, un aumento della capacità del trasportatore curvo fino al 200 per cento, la capacità massima di velocità del nastro curvo fino a 400 piedi al minuto, la riduzione del 50 per cento delle dimensioni del motoriduttore a rullo di pressione dritto –alloggiato nell’altezza del telaio, e il modulo di impegno del nastro pesato sulle curve che riduce la manutenzione del prodotto. Per maggiori informazioni sulla nuova piattaforma trasportatore a nastro modulare Serie 3200, telefonate all’800-397-8664 o visitate www.dornerconveyors.com

Informazioni

Il trasportatore a nastro modulare Serie 3200 include molte delle caratteristiche delle altre piattaforme per carichi pesanti Dorner, ma offre anche nuovi accorgimenti progettuali che migliorano l’efficienza e le prestazioni.

04 | La Fabbrica Moderna | Dicembre 2014

71


N OT I Z I E

MÉCANAT PRÉCISION ACQUISTA UN CENTRO DI FRESATURA A 5 ASSI MX 12 M HURON

Jean-Marie Jacquet (CEO di Mécanat Précision).

Mécanat Précision, azienda del Gruppo Euclide Industrie, ha appena ordinato un centro di fresatura a 5 assi MX 12 M Huron. Questa macchina versatile permette di eseguire operazioni di lavorazione complesse su parti destinate all’uso in applicazioni nei settori aerospaziale e dell’energia.

H

uron si è differenziata dai suoi concorrenti proponendo una speciale configurazione del suo centro di fresatura. Questa mossa ha pagato, perché Mécanat Précision ha effettuato un investimento importante in un bene di capitale industriale che dovrebbe restare in funzione per i prossimi 20 anni!

Informazioni

Spinta dalla necessità di aumentare e ottimizzare la sua produttività, Mécanat Précision ha deciso nel 2013 di acquistare un centro di lavoro dell’ultima generazione in grado di lavorare parti con dimensioni fino a 1500 × 1500 × 1000 mm. Fra gli oltre 10 produttori contattati, Mécanat Précision ha chiesto a Huron e ad altri due di sottoporre un’offerta in linea con le sue specifiche. Il centro di fresatura MX 12 M Huron è stato scelto per le sue capacità tecniche. Tuttavia, nonostante la fattibilità dei pezzi fosse teoricamente confermata, rimaneva l’aspetto chiave dell’accessibilità geometrica per alcune operazioni di lavorazione complesse. “Huron è una PMI francese che ha una scala umana. Anche se operiamo attraverso una rete di distribuzione, abbiamo anche un’interazione diretta con i nostri clienti. Utilizziamo infatti la nostra competenza tecnica e ingegneristica per adattare i nostri prodotti alle loro esigenze. In Huron, riteniamo molto importante rispondere 04 | La Fabbrica Moderna | Dicembre 2014

72

alle esigenze dei nostri clienti. Questa filosofia ci permette di fornire un supporto tecnico in ogni fase del processo decisionale e di capire a fondo i cambiamenti che dobbiamo apportare ai nostri prodotti”, afferma Yvano Créma, tecnico commerciale. Per esempio, i progettisti Huron hanno sviluppato una parte speciale successivamente fusa in modo custom. Il reparto Applicazioni di Huron ha fornito a Mécanat Précision un video di simulazioni CAD che illustrava come le soluzioni proposte fossero in grado di lavorare anche le parti più complesse. Flessibili e modulari, i centri di fresatura multifunzione MX di Huron eseguono operazioni di lavorazione su 5 assi e 5 facce, dalla sgrossatura alla finitura, con un solo serraggio. La serie MX combina potenza, velocità e precisione. Può eseguire lavorazioni su 5 assi di parti aventi un peso massimo di 4000 kg, tagliare materiali difficili in una quantità di tempo minima e ottenere contorni e profili con un altissimo grado di precisione. Mécanat Précision utilizza il centro di lavoro MX 12 M per creare parti impiegate in applicazioni aerospaziali, come le parti utilizzate per la protezione dei motori e parti strutturali, e parti di turbine a gas industriali, come schiere di palette guida e anche giranti e palette guida di compressori centrifughi.


N OT I Z I E

“Abbiamo scelto Huron perché la sua soluzione è strettamente rispondente alle esigenze dei nostri clienti, mentre le soluzioni concorrenti erano offerte a catalogo standard. Tutto è andato bene da quando abbiamo messo in funzione la macchina all’inizio dell’anno. Huron ha fornito la sua assistenza tecnica per la messa a punto fine, oltre a integrare il magazzino utensili con il software di controllo. Questo investimento ci ha inoltre permesso di aumentare la qualità del nostro lavoro su pezzi di queste dimensioni, migliorando quindi l’immagine del nostro marchio. Come azienda di lavorazione su commessa, le nostre capacità tecniche devono essere alla pari di quelle dei nostri clienti, per i quali siamo una sorgente alternativa o l’unica sorgente di produzione. Ora possiamo creare parti di 2,2 m3 con una precisione arrotondata al centesimo. Per esempio, i nostri clienti apprezzano in modo particolare la funzione di scansione automatica utilizzata per creare parti aerospaziali e di altro tipo da getti grezzi. La macchina scansiona alcuni punti definiti, identifica l’equilibrio ed esegue la lavorazione. Questo ci permette di espandere la nostra base clienti e proteggere i processi eseguiti sulla macchina dagli errori umani. Una parte può costare da 50 a 100.000€ e può anche essere unica. Non possiamo permetterci alcun errore! Ora abbiamo una linea di fabbricazione completa che gestisce tutto: dalla simulazione alla produzione di prototipi e piccoli volumi”, afferma Jean-Marie Jacquet, CEO di Mécanat Précision.

prodotte in poche unità in metalli duri (titanio, Inconel, acciaio inossidabile, ecc.). Produce cinque parti alla settimana e ha una base installata di 20 macchine nei suoi impianti, che sono gestite da 48 dipendenti. Mécanat Précision ha portato a termine un progetto di investimento di 1,8 milioni di euro che includeva altre due macchine ed edifici. Il progetto è stato cofinanziato dalla regione francese della Limousin per assistere l’espansione dell’azienda.

Mécanat Précision, azienda del Gruppo Euclide Industrie Fondata nel 1998, Mécanat Précision è una società in accomandita semplifice (SAS) con un capitale registrato di 300.000€. Essa genera un fatturato di 6,5 milioni di euro e ha 49 dipendenti. Mécanat Précision è partner di 40 clienti, il 90% dei quali sono grossi nomi, in Francia e all’estero. L’azienda è specializzata in prototipi e parti

www.huron.fr/Index.aspx

Comprendente Mécanat Précision e Moreton, il Gruppo Euclide Industrie (www.euclide.pro) genera un fatturato di 14 milioni di euro con un totale di 100 dipendenti. Il gruppo, di proprietà familiare, fornisce servizi esclusivamente a grossi nomi nei settori dell’energia (Cameron, Dresser-Rand, Alstom, GE, ecc.), aerospaziale (Snecma, Techspace, Turbomeca, Messier-BugattiDowty, ecc.), minerario (Metso, ecc.) e delle macchine utensili (Comau, NTN-SNR, ecc.). Esso offre servizi di lavorazione completa o parziale e di assemblaggio, compresi trattamenti termici e superficiali, per apparati e parti di medie dimensioni, metalli duri, prototipi, lotti di produzione piccoli e medi e parti ricorrenti. GestIsce una base installata di 28 macchine, inclusi torni paralleli e verticali e un centro di lavoro a 5 assi, con capacità da 100 a 2500 mm.

Informazioni 04 | La Fabbrica Moderna | Dicembre 2014

73


N OT I Z I E

LA VERSIONE HEE DEL POWERCIAT2

Il refrigeratore d´acqua POWERCIAT2 di CIAT, con capacità di raffreddamento che variano da 610 a 1350 kW, è ora disponibile nella versione ad Alta Efficienza Energetica (HEE).

P

er aumentare la sua efficienza energetica, i team di CIAT si sono basati sulla versione standard del POWERCIAT2, hanno ottimizzato la superficie di scambio termico delle sue batterie e dell´evaporatore, e hanno aggiunto l´ultima generazione di compressori a vite a basso consumo energetico. Ne è risultata una unità con un migliorato rapporto fra capacità di raffreddamento e potenza assorbita che gli conferisce un livello particolarmente elevato di efficienza energetica.

Informazioni

A parte il suo basso consumo di energia, il POWERCIAT2 HEE è caratterizzato dalle stesse innovazioni e livelli di prestazioni della versione standard, offrendo il migliore rapporto fra potenza e carica refrigerante sul mercato (7 kW di raffreddamento /kg di R134a). Il POWERCIAT2 HEE è attualmente l´unico refrigeratore d´acqua che combina le tecnologie della batteria a microcanale e dell´evaporatore a espansione secca a fasciotubiero. Esso è stato progettato utilizzando principi di ecosostenibilità per minimizzare il suo impatto ambientale nell´intero arco della sua vita. Rispetto alla precedente generazione di refrigeratori d´acqua, la maggiore innovazione tecnica del POWERCIAT2 HEE è la sua batteria a microcanale interamente in alluminio con i numerosi vantaggi che essa offre: il 45% di refrigerante in meno, macchine 04 | La Fabbrica Moderna | Dicembre 2014

74

il 20% più leggere (che risultano quindi più facili da maneggiare, trasportare e installare sul posto) e un ingombro diminuito del 20%. Anche la manutenzione è più semplice. La superficie esterna rigida della batteria è compatibile con la pulizia ad alta pressione e il suo progetto completamente in alluminio elimina le correnti galvaniche fra metalli differenti e offre una maggiore resistenza alla corrosione. Il POWERCIAT2 HEE è inoltre caratterizzato dal COREVA2, un nuovo evaporatore ad espansione secca a fasciotubiero per il quale sono stati richiesti due brevetti. Gli eccezionali livelli prestazionali del COREVA2 offrono il massimo scambio termico e perdite di carico ridotte che gli permettono di ottenere un´elevata efficienza energetica. Questa tecnologia è perfettamente adatta ai nuovi vincoli ambientali e alle norme europee più stringenti. Il POWERCIAT2 HEE è disponibile con tre livelli di rumore: Standard, Low Noise e Xtra Low Noise. La versione Xtra Low Noise ha un livello di pressione sonora di 63 dB(A) a 10 metri per la grandezza da 1160 kW. Questo notevole livello è raggiunto grazie a una riduzione dei livelli di rumore su ogni componente. Ventilatori silenziosi dell´ultima generazione regolano automaticamente il flusso d´aria in base alle esigenze di raffreddamento. I compressori


N OT I Z I E

POWERCIAT2 HEE comprende 10 nuovi grandezze di refrigeratori d´acqua che ampliano la gamma standard, offrendo capacità di raffreddamento da 600 a 1160 kW.

sono dotati di supporti antivibrazioni e inseriti all´interno di contenitori isolati acusticamente e i tubi ingresso / uscita sono dotati di accoppiamenti flessibili che prevengono la trasmissione di vibrazioni. L´opzione di recupero parziale del POWERCIAT2 HEE utilizza il calore dissipato per produrre acqua calda gratuita alla temperatura massima di 60°C e soddisfa le richieste di acqua calda domestica e le richieste di acqua calda in edifici come gli hotel.

Informazioni

Gli eccezionali livelli di prestazioni del POWERCIAT2 HEE lo rendono l´elemento centrale del sistema Hysys® POWER che offre riscaldamento, raffreddamento e qualità dell´aria interna per edifici nel settore terziario. Per progetti a grande scala, questo sistema ottimizzato può integrare un Energy Pool CIAT, la soluzione più avanzata per i vincoli di responsabilità ambientale legati alla produzione di energia. www.ciat-italia.it

04 | La Fabbrica Moderna | Dicembre 2014

75


N OT I Z I E

MU TECH

La MU TECH di Huron è una fresatrice entry-level a 3 assi che ha la caratteristica distintiva di essere dotata di serie di un elettromandrino. Versatile e multiapplicazione, la MU TECH può funzionare anche nel modo a 3+2 assi.

E

ssa offre un’elevata potenza a bassa velocità per la sgrossatura di pezzi di grandi dimensioni, perché può essere utilizzata nella classe di servizio S1 a partire da 3000 giri/min e nella classe di servizio S6 per il 40% del tempo a 2200 giri/min. Le operazioni di finitura possono essere eseguite successivamente nel modo a 5 assi ad alta velocità. MU TECH 6, la prima versione disponibile, è caratterizzata da una tavola diametro 600 mm.

Informazioni

La MU TECH è dotata di serie di un elettromandrino ad alta velocità. Esso offre una potenza di 23 kW con una coppia di 75 Nm e una velocità massima di 12.000 giri/min. Può essere utilizzata in servizio continuo (S1) a partire da 3000 giri/min e in servizio continuo con carico intermittente (S6) per il 40% del tempo a 2200 giri/min. L’elettromandrino è dotato di una testa ronte (asse B). La rotazione di +30°/-120° permette di lavorare verticalmente e orizzontalmente i componenti meccanici generici. La rotazione continua della testa è ottenuta tramite un sistema senza gioco che permette anche tutte le applicazioni di formatura a 5 assi possibili. La stabilità di lavorazione senza difetti è ottenuta attraverso il progetto del mandrino e l’uso di cuscinetti ad alte prestazioni. La MU TECH è inoltre dotata di uno speciale sistema di raffreddamento che la mantiene alla temperatura corretta.

04 | La Fabbrica Moderna | Dicembre 2014

76

Ogni asse è pilotato da viti a sfere di grande diametro a elevate prestazioni e tutti i movimenti sono controllati da encoder per assicurare la precisione entro un centesimo di millimetro lungo i tre assi. La massima velocità lineare è di 30 m/min. Analogamente alle altre macchine della serie Huron, i componenti strutturali della MU TECH sono realizzati in ghisa fortemente nervata per smorzare sostanzialmente le vibrazioni e assicurare un elevato livello di stabilità della lavorazione. Il suo progetto simmetrico garantisce un’elevatissima stabilità geometrica. La MU TECH è inoltre caratterizzata da un progetto altamente ergonomico. Le sue porte ad ampia apertura permettono un facile accesso all’area di lavoro per la rimozione della testa e l’esecuzione di altre operazioni, come caricare la macchina con un carroponte. Il telaio accoglie tutti gli assi di movimento e la tavola da 1000 × 600 mm può spostarsi verticalmente fino a 560 mm. La slitta trasversale con corsa di 750 mm è limitata da un battente con corsa di 560 mm. www.huron.fr/Index.aspx


N OT I Z I E

CIAT EQUIPAGGIA GLI AEROPORTI BULGARI DI BURGAS E VARNA

CIAT ha installato oltre 40 unità rooftop per assicurare la qualità dell´aria nei nuovi terminali aeroportuali di Burgas e Varna, che sono stati inaugurati la scorsa estate. Consegnate in appena due mesi, le unità rooftop Space PF di CIAT sono ad elevata efficienza energetica e di filtrazione.

A

lle infrastrutture esistenti degli aeroporti bulgari di Burgas e Varna sono stati aggiunti nuovi terminali per fare fronte all´incremento del traffico aereo. Le unità rooftop Space PF installate da CIAT riscalderanno e raffredderanno l´aria in tali terminali, nelle sale di arrivi e partenze e nei locali tecnici.

Informazioni

Tutte le 44 unità rooftop sono unità IPF MRC 11, quindi reversibili (caldo / freddo) e sono dotate di recuperatori di calore e batterie ausiliare integrate che potenziano il circuito termodinamico quando non è in grado di sostenere la domanda. Grazie ai loro compressori in tandem, alla funzione di free cooling e al sistema di recupero termodinamico del calore, queste unità offrono la massima efficienza energetica. Le unità rooftop Space di CIAT contribuiscono anche al trattamento dell'aria. Esse sono dotate di filtrazione F7 a basse perdite di carico e filtri a carbone attivo. I modelli installati nei terminali variano da IPF 90V MRC 11 a IPF 1200V MRC 11 con potenze frigorifere da 30 a 350 kW. Poichè i tempi di consegna richiesti erano molto stretti, tutte le 44 unità sono state prodotte in soli due mesi! www.ciat-italia.it

04 | La Fabbrica Moderna | Dicembre 2014

77


N OT I Z I E

RAFFREDDAMENTO AD ACQUA PER SENSORI DI TEMPERATURA MINIATURIZZATI A INFRAROSSI

Una custodia della testa sensore raffreddata ad acqua estende la gamma di applicazione dei sistemi di misura della temperatura a infrarossi MI3 in ambienti caldi con temperature ambiente fino a 180 °C.

Grazie all’ultima espansione del sistema, i pirometri MI3100 di Raytek mantengono la testa fredda anche in applicazioni ad alta temperatura.

L

a nuova custodia in acciaio inossidabile raffreddata ad acqua estende la tolleranza alla temperatura ambiente fino a 180°C. La fornitura include un collare per artia di purga. Con un diametro di 35 mm e una lunghezza di 73 mm, la custodia può essere facilmente integrata anche in applicazioni dove lo spazio è limitato. La serie di sensori offre elevata versatilità e precisione. Due modelli spettrali coprono un ampio range di temperatura di 500 – 1.800 °C (1 μm) e 250 °C – 1.400 °C (1,6 μm). Un puntatore laser integrato facilita il posizionamento e la regolazione. Sono disponibili i box di comunicazione Modbus, Profibus, Ethernet e Profinet per il collegamento al livello di controllo, oltre a un modello con quattro uscite analogiche galvanicamente isolate.

Informazioni

E’ possibile connettere fino a otto teste di misura a un singolo box di comunicazione MI3. La comunicazione digitale fra il sensore e il box e il rilevamento automatico della testa brevettato permettono il plug and play del sistema. I pirometri a onde corte MI3100 sono particolarmente adatti per l’uso nella lavorazione secondaria e dei metalli e nei relativi processi e per la produzione di forni e sistemi di riscaldamento. 04 | La Fabbrica Moderna | Dicembre 2014

78

www.raytek.com


N OT I Z I E NORD DRIVESYSTEMS | Intelligent Drivesystems, Worldwide Services

Who keeps the cement industry moving?

Whether for conveyors, mills, rotary kilns, silos – NORD DRIVESYSTEMS has the right drive solution.

Informazioni

NORD DRIVESYSTEMS supplies drive units to the cement industry, which are both energy-efficient and robust enough to withstand this harsh industrial environment. Find out more under: http://cement.nord.com

NORD Motoriduttori srl, Via I. Newton 22, 40017 - San Giovanni in Persiceto (BO ) Tel. +39 051 6870711, Fax +39 051 827749, italy@nord.com Member of the NORD DRIVESYSTEMS Group

04 | La Fabbrica Moderna | Dicembre 2014

79

Profile for Induportals Media Publishing

La Fabbrica Moderna 04  

La Fabbrica Moderna è il portale tecnico in italiano per gli ingegneri. Presenta le notizie di prodotto e aziendali più recenti per il merca...

La Fabbrica Moderna 04  

La Fabbrica Moderna è il portale tecnico in italiano per gli ingegneri. Presenta le notizie di prodotto e aziendali più recenti per il merca...