Page 1

n째 106 anno XI - 7 Febbraio 2013

il Cittadino www.ilcittadinodimessina.it

Lo Spoil System di Crocetta

La mossa del cavallo


Asterisco di Lillo Zaffino

Lo spoil system del

I

l governa la norma le posizio il proprio orie dettato dall’e chi esercita la burocrazia ti emanati. R sciate sul pr smentito attu genti genera l’esterno T anti racket, tendere il ca Ormai lo sp cambi di go per il bene della pubblica amministrazione allonta

re spetta il bottino”. Il rafforzamento dell

cabile per accelerare i processi decisionali liberan trolli di legittimità. Tuttavia, in Sicilia, dove la tent

re è forte, appare necessario porre attenzione n getto politico e dal fenomeno della transuma

sono legati i repentini cambi di casacca. Probabilmente, il Presidente otterrà la maggiora ideale tanto per la stabilità del governo quanto ut

Il giocatore di Scacchi, Dipinto di Massimo Maria (max) Crivello

2

WWW.ILCITTADINODIMESSINA.IT


presidente Crocetta

tore della Sicilia ha applicato in maniera ampia che consente al nuovo presidente di predisporre ni apicali dell’amministrazione regionale secondo entamento politico. Ciò in osservanza al principio esigenza di instaurare un rapporto di fiducia tra il potere politico e stabilisce gli indirizzi generali e a chiamata a eseguire, con lealtà, i provvedimenRosario Crocetta, in linea con le dichiarazioni rilarofondo rinnovamento della burocrazia , non si è uando una profonda e generale rotazione dei diriali, anzi ha allargato la rosa con l’immissione delTano Grasso, esponente storico del movimento a cui ha assegnato il delicato compito di sovrinampo degli appalti pubblici. poil system è una prassi consolidata, in tutti i verno si tenta di rendere più armonici i rapporti anandosi dall’espressione storica “al vincito-

’esecutivo, a volte, può essere addirittura auspindoli dalle pastoie burocratiche e da reiterati contazione di salire sul carro del vincito-

nel discriminare i movimenti sostenuti da un pro-

anza parlamentare,

cui molto più spesso

anza nell’Assemblea Regionale: una condizione tile per l’espressione democratica siciliana.

WWW.ILCITTADINODIMESSINA.IT

3


Rotazione dei Dirigenti Ge

C

ome previsto dallo Statuto siciliano, il presidente Crocetta applica lo spoil system ed entro i novanta giorni dal suo insediamento e nomina i nuovi capi dipartimento. Per alcuni si tratta di un cambio di poltrona, per altri di nuova nomina tra cui risalta il nome di Tano Grasso designato a capo del costituendo dipartimento tecnico. Riunione di Giunta a Palermo per definire, tra l´altro, le nomine dei capi dipartimento, posizioni di vertice dell´amministrazione regionale. Due i nuovi dirigenti generali: Maria Cristina Stimolo, prima responsabile dell'ufficio di Bruxelles che ora andrà a dirigere il dipartimento Affari extraregionali, e Vincenzo Sansone, nuovo dirigente generale dell'Ambiente in sostituzione di Giovanni Arnone, che andrà a capo dell'Azienda foreste. Scambio di poltrone tra Vincenzo Falgares e Pietro Lo Monaco: il primo va a dirigere la Protezione civile, il secondo le Infrastrutture. Al dipartimento della Funzione pubblica va Luciana Giammanco, prima al dipartimento Autonomie Locali, che prende il posto di Giovanni Bologna che andrà alle Finanze e credito. Rosolino Greco va invece alla Pesca e ad interim guiderà anche il dipartimento Interventi infrastrutturali in Agricoltura e lascia il dipartimento Famiglia a Maria Antonietta Bullara e resta a Rosa Barresi quello degli interventi Strutturali per l’agricoltura. Il nuovo dirigente generale delle autonomie locali è adesso Giuseppe Morale. Confermate le nomine fatte dal Presidente Crocetta nei primi giorni del suo insediamento: Alessandro Ferrara alle Attività produttive, Mariano Pisciotta al Bilancio, Gaetano Gullo all'Urbanistica,

Palazzo d’Orleans

4

Marco Lupo

Pietro Lo Monaco

Vincenzo Falgares

Romeo Palma

WWW.ILCITTADINODIMESSINA.IT


nerali alla Regione Sicilia Vincenzo di Rosa al Corpo forestale, Alessandro Rais al Turismo e Sergio Gelardi ai Beni culturali. Alla Sanità rimane Salvatore Sammartano. Anche Felice Bonanno che rimane alla Programmazione, Anna Rosa Corsello, che dirigerà il Lavoro e a interim la Formazione e Istruzione, e Marco Lupo resta al dipartimento Acque e rifiuti e a quello dell’Energia. Altro argomento affrontato all´interno dell´esecutivo regionale ha riguardato il piano di riordino della Giustizia che per la Sicilia prevede un taglio di 80 magistrati.Crocetta non ha esitato a definire “folle questa previsione in una fase in cui la magistratura siciliana è impegnata in una grande lotta a criminalità e mafia e mentre nuove indagini cominciano a riguardare colletti bianchi, economia e i rapporti tra burocrazia e politica. Ha poi aggiunto che “in base allo Statuto Siciliano e alla Costituzione Italiana sulle questioni che attengono alla Sicilia, il Governo deve sentire il presidente della Regione in qualità di ministro. Questa procedura non è mai stata attivata e noi chiediamo immediatamente di aprire un tavolo istituzionale perchè - ha concluso il presidente- vogliamo rappresentare anche le esigenze dell´Associazione nazionale magistrati che ravvisa un vero massacro nei confronti della magistratura siciliana“. Crocetta ha anche annunciato che riorganizzerà gli Uffici presso l´ex palazzo ESA di Catania in modo da avere rappresentanti di tutti i dipartimenti regionali a servizio della Sicilia orientale e rendere più vicina l´amministrazione regionale ai suoi cittadini. Gino Morabito

Sergio Gelardi

Gaetano Gullo

Alessandro Rais

Giovanni Arnone

Giovanni Bologna

Tano Grasso

WWW.ILCITTADINODIMESSINA.IT

5


Sommario numero 106 anno XI 7 Febbraio 2013

22-27 AttualitĂ

36-39 Sicilia

Tecnologia e medicina al Policlinico Tre navi della Marina MIlitare a Messina

28

Settegiorni

40-41 Economia

Cronaca della settimana

29

Circoscrizioni

50-51 Cultura

Notizie dai quartieri

30-31 CittĂ

52-61 Spettacoli

Cronache urbane

34-35 Provincia News dal territorio

8

WWW.ILCITTADINODIMESSINA.IT

62-63 Pane per tutti


il Cittadino Direttore editoriale: Lillo Zaffino Direttore responsabile: Carmelo Arena Coordinamento: Tiziana Zaffino, Gianluca Rossellini, Gabriella Giannetto, Dario Buonfiglio, Gino Morabito, Antonio Grasso Redazione Nunzio De Luca, Cristina D’Arrigo, Giuseppe Zaffino, Enza Di Vita, Maria Cristina Rocchetti, Letizia Frisone Collaboratori Andrea Castorina, Hermes Carbone, Marilena Faranda, Chiara Lucà Trombetta, Max Leone, Salvatore Grasso, Paola Libro, Lilly La Fauci, Fabrizio Bertè

65-66 Mangiare Sano

Rubriche Mimmo Saccà, Michele Giunta Art Director Salvatore Forestieri Ricerca fotografica Antonio De Felice, Riccardo Caristi, Orazio D'Arrigo, Nunzio Di Dio, Peppe Saya, Gianmarco Vetrano Direttore marketing Francesco Micari Pubblicità contatti: 3462306183, 3473640274 e-mail: info@ilcittadinodimessina.it Amministrazione Mario De Marco, Giuseppe Pagano, e Franco Rossellini Web master sito Fabio Lombardo

r.g. Tratta dal dipinto di Pietro Paciotti Il giocatore di scacchi

Il Cittadino digitale sarà pubblicato sul giornale on line e inviato gratuitamente ai lettori direttamente nella posta elettronica e sarà condiviso in rete attraverso Facebook

WWW.ILCITTADINODIMESSINA.IT

99


immagine di Michele Giunta


Teatro Vittorio Emanuele

I Messinesi affidano le loro angosce al sogno di Crocetta

12

WWW.ILCITTADINODIMESSINA.IT


I candidati messinesi al Senato del Movimento il Megafono hanno scelto di presentarsi alla città scegliendo come location il Teatro Vittorio Emanuele, simbolo di una città martoriata dalle vertenze. Entrando nel teatro si è avvertita subito l’angoscia dei lavoratori messinesi. Tutte le vertenze cittadine, che riguardano, ormai tutti i settori, a cominciare dagli orchestrali del teatro Vittorio Emanuele, che erano sul palco, erano rappresentate dai volti dei lavoratori da troppo tempo senza stipendio e dai molteplici striscioni di denuncia.

foto Antonio De Felice

WWW.ILCITTADINODIMESSINA.IT

13


Riceviamo e pubblichiamo

Quasi 1400 gli amministrat in competizione per camera 250 sono i primi cittadini

Sono 1363 gli amministratori comunali (250 i sindaci) che il 24 e 25 febbraio prossimi s Repubblica. E’ quanto emerge dalla fotografia scattata da Anci Comunicare che ha analizzato le liste E’ il centro-destra (Pdl, Lega e Fratelli d’Italia) lo schieramento con il maggior numero d meno in coalizione, che ne conta 304. Più indietro come candidature le liste a sostegno Udc alla Camera totalizza 249 amministratori. ‘Rivoluzione Civile’ di Antonio Ingroia: tra italiani. Infine, il movimento di Oscar Giannino schiera 13 amministratori locali, dei qua Nel dettaglio per singoli partiti, dall’indagine di Anci Comunicare emerge come sia il Pd Comuni. A seguire Fratelli d’Italia che ne schiera 216, la Lega Nord (204), l’Unione di Ce Civile (96), Futuro e Libertà (31), Monti per l’Italia (27) e Fare per fermare il declino che Partendo dalla coalizione di centro-sinistra, quella al momento più avanti nei sondaggi, proviene dal Nord Italia (42 solo in Lombardia) e sempre la Lombardia in testa per i can Come detto è il Pdl il partito con più amministratori comunali e anche in questo caso è Emilia-Romagna (24). Stesso primato del Nord (e non poteva essere altrimenti) per la L in Emilia-Romagna. Seguono Toscana (10), Friuli Venezia Giulia (9), Liguria (8), Trentino Fratelli d’Italia, il movimento fondato da Giorgia Meloni e Guido Crosetto, conta invece comunali candidati alle prossime elezioni politiche, Fratelli d’Italia è secondo solo al Pd sime elezioni politiche. Il premier uscente Mario Monti ha lasciato spazio a 27 amministratori, 31 le candidature sto schieramento arriva dall’Udc che per la sola Camera ha in lista 192 gli amministrato degli altri partiti, l’Unione di Centro punta sul Sud. Sono 6, infatti, i primi cittadini della Infine gli amministratori di ‘Rivoluzione Civile’ di Antonio Ingroia e di ‘Fare per fermare Montecitorio e 36 per Palazzo Madama. Anche in questo caso la regione preferita per fa tra le proprie fila. Novità assoluta di questa tornata, il movimento guidato dal giornalista economico Osca dell’organizzazione. I candidati non potevano essere moltissimi a causa dell’assoluta n un vicesindaco; quasi la metà (sei) candidati in Lombardia.

14

WWW.ILCITTADINODIMESSINA.IT


tori comunali a e senato.

i presenteranno agli elettori chiamati a rinnovare la Camera dei Deputati e il Senato della

e presentate dai principali partiti che si sfideranno nelle prossime elezioni politiche. di amministratori comunali in lista (701), seguito dal centro-sinistra, con un partito in o del premier uscente Mario Monti, che con la lista unica per il senato e le liste di Fli e a Camera e Senato l’ex magistrato propone 96 amministratori provenienti dai Municipi li uno è sindaco. dl, con 281 amministratori, il partito che più ha puntato sull’esperienza amministrativa nei entro (191), il Partito Democratico (189), Sinistra Ecologia e Libertà (115), Rivoluzione ne conta 13. , l’indagine ci dice che il Pd tra sindaci e ‘vice’ conta 61 candidature. La maggior parte ndidati di Sel (17) che però al Sud schiera ben sei sindaci su dodici nella sola Calabria. la Lombardia in testa con 47 candidature seguita dal Veneto ( 34), Piemonte (26) ed ega Nord. Il partito di Maroni candida 70 amministratori in Lombardia, 44 in Veneto e 26 o (7), Marche (4) e Umbria (3). su 24 sindaci, 17 vicesindaci, 28 assessori e 147 consiglieri. Con 216 amministratori dl tra i partiti che più di tutti hanno voluto candidare amministratori dei Comuni alle pros-

e nelle liste di Futuro e Libertà. Il maggior numero degli amministratori comunali in queori, tra sindaci (27), ‘vice’ (13), assessori (32), e consiglieri comunali (120). A differenza Campania in lista, seguiti da altri quattro di Puglia e Sardegna. il declino’ di Oscar Giannino. L’ex magistrato ne presenta 96, 60 sono in corsa per ar emergere le esperienze degli amministratori comunali è la Lombardia che ne avrà 19

ar Giannino conta “molti amministratori tra i nostri sostenitori”, afferma chi si occupa ovità di questa formazione. Se ne contano in tutto 13, di cui 11 consiglieri, un sindaco e

Indagine di ANCI COMUNICARE

WWW.ILCITTADINODIMESSINA.IT

15


Il trio Nania-Buzzanca-Formica sc

Delusione per chi si aspettava una clamo

C

on una nota polemica nei confronti dei giornalisti, il Senatore Domenico Nania avvia la cam di poltrona dei vari candidati da un partito all´altro, “occorerrebbe un occhio di riguardo - as di rispetto per la collettività“. Una premessa che spiana la strada all´avvio della campagna Palazzo dei Leoni. Gli ex An del Pdl di Messina, dopo l’esclusione dalle politiche annunciano la p Il Centro Destra presenta due candidati per la provincia di Messina: Garofalo in sesta posizione pe alla Camera e 14 al Senato nel caso in cui il Centro Destra dovesse vincere le elezioni. Non vi sa dati non lo permetterebbero. “E Martino?“ - si chiede a Nania. “Può prendere bene voti a livello na piato tutte le elezioni elettorali - le parole di Santi Formica che fanno eco alle dichiarazioni preced contenitore politico- prosegue l´onorevole - non saremo noi ad abbandonarlo ma il contrario“. “Scenderemo in campo alle prossime amministrative - precisa Nania - con una nostra lista e con i Sarà una sana competizione utile a costruire una un programma di centro-destra“. “Avremo un n Messina, Giuseppe Buzzanca - in un percorso di primarie che è quello che voleva il Pdl. Pensiam tro destra e in questo contesto esprimere un nostro candidato al Comune e alla Provincia”.Dura Nania : “Non mi sono mai occupato di amministrazione per cui non sono interessato alla poltrona

16

WWW.ILCITTADINODIMESSINA.IT


cende in campo

orosa scissione dell’ala ex AN dal Pdl

mpagna politica per la corsa alle prossime elezioni. Bacchettati per l´eccessiva attenzione ai cambi serisce Nania - per quei candidati sempre coerenti con sè, le proprie idee e posizioni come segno a elettorale annunciata venerdì primo febbraio in conferenza stampa nel salone degli Specchi di artecipazione alle amministrative con liste e candidati propri sempre del Pdl. er la Camera dei Deputati e Mancuso al decimo per il Senato della Repubblica. Ne salirebbero 15 arebbero rappresentanti messinesi, se, al contrario, le perdessero perché i piazzamenti dei candiazionale“ - liquida sinteticamente il senatore. “Siamo la componente più forte di Italia che ha dopdenti - . Questa componente c´era ieri e c´è oggi. Se questo Pdl domani non sarà più quel grande

i nostri candidati e ci auguriamo si facciano le primarie di centro destra così come detto da Alfano. ostro candidato sindaco e candidato alla Presidenza della Provincia – puntualizza l’ex sindaco di mo sia una specificità che debba essere riconosciuta e consegnata ai cittadini e al popolo del censmentita per quel che riguarda la candidatura a presidente della Provincia, invece, proviene da di Palazzo dei Leoni come, invece, è stato detto”. Paola Libro

WWW.ILCITTADINODIMESSINA.IT

17


Riceviamo e pubblichiamo

Situazione dei Cantieri Nav La dichiarazione dell’on. Fr

“L’ Azienda cittadina Rodriquez – Cantieri Navali, continua ad essere nell’occhio quattro anni, e dell’attività tutta, merita attenzione ed un intervento che non può ri messinesi, un tunnel senza uscita; una soluzione che sarebbe dovuta essere tra status quo di dubbia valenza giuslavorista e di sicura inopportunità etica. Lascia stillicidio che paralizza le sorti di chi si trova coinvolto e, conseguentemente, Rodriquez ha il dovere di dare delle risposte; deve fare chiarezza, lo deve ai lav sorti dell’intero stabilimento cittadino. E’, in genere, troppo facile parlare di “lav cassa integrazione”, ciascuno di “quei lavoratori” è una storia, ha un nome ed u denza attuale, quando ci si trova innanzi a situazioni di difficile soluzione. Chied caso Messina”. E’ necessario che la Rodriquez, nelle sue componenti dirigenzial concertata e congiunta, che permetta all’Azienda di garantire i suoi dipendenti, ed

18

WWW.ILCITTADINODIMESSINA.IT


vali Rodriquez. rancantonio Genovese

del ciclone. La sorte incerta dei suoi dipendenti, in cassa integrazione ormai da essere più rinviato.L’utilizzo di ammortizzatori sociali, è divenuto, per i lavoratoansitoria e di accompagnamento, per la sua stessa natura,si è trasformata in uno are famiglie nell’incertezza, un’incertezza protratta per anni, rappresenta un lento paralizza le sorti di un intero sistema aziendale, gestionale ed economico. La oratori in cassa integrazione, lo deve a tutta la realtà d’impresa che teme per le voratori” come categoria astratta ed impersonale; è semplice dire che “sono in n cognome, ha necessità, speranze, intenti, diritti e doveri. Semplificare è la teniamo, che l’Azienda intervenga su quello che non vorremmo diventi “l’ennesimo i, si pronunci sugli intenti; solo allora si potrà porre in essere una pianificazione d alla città di non vedere estinta un’altra delle sue storiche roccaforti d’impresa.” On. Francantonio Genovese

WWW.ILCITTADINODIMESSINA.IT

19


Programma attività 2012/2013 L’inserimento nei vari gruppi è libero e può avvenire dopo un contatto con la nostra Associazione ai numeri: 328/1022286 – 090/631761 o tramite mail al seguente indirizzo: pertedonnaonlus@alice.it Gruppi di auto-aiuto e training autogeno per sostegno psicologico conduce la dott.ssa Grazia Taca c/o sede operativa dell’Associazione (via Appennini, ex scuola materna, Villa LinaMessina) Venerdì dalle ore 16.00 alle ore 17.30 ( incontri individuali su richiesta). Percorsi di tecniche yoga conduce la dott.ssa Domenica Luciano c/o il consultorio di via del Vespro-Messina Lunedì dalle ore 16.15 alle ore 17.30 c/o lo studio “yoga” della dott.ssa Domenica Luciano via Comunale Sperone, Fortuna Residence pal. X – Messina Mercoledì dalle ore 19.00 alle ore 20.15 Pilates matwwork conduce la dott.ssa Maria Ansaldo Lunedì dalle ore 17.30 alle ore 18.30 Meditazione conduce il prof. re Marcello Aragona Lunedì dalle ore 18.30 alle ore 19.30 c/o Aragona (camp.1002) Viale della Libertà is.481, n°41 pal. Palano-Messina. Prestazioni di linfodrenaggio manuale per il trattamento del Linfedema del braccio operato Dott.ssa Jessica Messina c/o studio: Via S. Ermanno n°1 Provinciale-Messina (per le prenotazioni telefonare a cell. 328/1022286). Centro estetico per le donne in trattamento chemioterapico e banca delle parrucche In corso di realizzazione. Campagna di prevenzione Visite senologiche gratuite date da stabilirsi secondo la disponibilità della L.I.L.T. sez. di Messina c/o Villa Salus. Si ricorda alle socie di raccogliere più adesioni possibili al fine di favorire una prevenzione più capillare sul territorio. Il Presidente Grazia Di Blasi

20

WWW.ILCITTADINODIMESSINA.IT


"Puoi sostenere L'Associazione" Per te donna onlus, che : offre sostegno psicologico alle donne operate di tumore (in partucolare al seno), organizza giornate di visite gratuite per la prevenzione per una diagnosi precoce, organizza delle attivitĂ per il benessere psicofisico delle donne , destinando il tuo 5x1000. Firma la dichiarazione dei redditi nello spazio dedicato al "sostegno delle organizzazioni non lucrative di utilitĂ  sociale"... ed inserisci il C.F. 97 059 660 833. E' semplice non ti costa nulla ma per l'Associazione ha un grandissimo valore. Visita il nostro sito : wwwpertedonnaonlus.it" WWW.ILCITTADINODIMESSINA.IT

21


Attualità

Tecnologia e medicina: il Policlinico sempre più attrezzato

22

WWW.ILCITTADINODIMESSINA.IT


S

trumentazioni di biologia molecolare, Pet, Ciclotrone, stimolazione magnetica transcranica: sono tutte le strumentazioni in dotazione al padiglione E del Policlinico. Le loro potenzialità sono state illustrate stamattina nel corso di un incontro sulle “Tecnologie avanzate al servizio della ricerca e della salute” organizzato al Policlinico. “La missione del cantiere sulle tecnologie avanzate al servizio della ricerca e della salute- ha affermato il Rettore Francesco Tomasello- è una ricerca industriale con un alto livello di cooperazione tra Università, Ricerca e Sanità. Noi abbiamo un cantiere aperto che entro pochi mesi sarà finito. E’ un laboratorio capace di produrre ricerca non solo in campo biomedico, ma anche in altre discipline. E’ una piattaforma con una rete di circa 50 ricercatori. Si crede sia qualcosa che possa portare ad uno sviluppo dell’azienda e ad una competitività in un territorio più vasto. Inoltre abbiamo un personale altamente qualificato e grazie alle risorse acquisite abbiamo potuto ottenere nuove attrezzature come la Stimolazione magnetica transcranica navigata, il cui unico esemplare in Italia è qui a Messina. Questo è un progetto inserito nella fondazione dell’Università di Messina. Qui siamo specialisti del non fare, invece i nostri giovani devono vederci fare, perché questo rappresenta una grande opportunità per loro. Le cose serie vanno salvaguardate per tutti quei giovani che non vogliono andar via da Messina, ma che vogliono restare in questa città”. Il dott. Giuseppe Pecoraro è intervenuto dicendo che il tasso di integrazione tra azienda e Università è particolarmente intenso: “C’è una convivenza tra Ricerca, didattica e attività assistenziale”, ha dichiarato. “L’importante è lavorare in squadra”, come ha aggiunto il prof. Giuseppe Altavilla, che ha concluso dichiarando: “Si cercherà di offrire al paziente una grande informazione sulla Pet e il Ciclotrone, nuove tecnologie per studiare i tumori e capire quali sono i loro caratteri biologici”. Alla fine dell’incontro, al quale hanno preso parte anche il prof. Sergio Baldari e l’ingegnere Francesco Oteri, i giornalisti si sono recati a visitare il cantiere in costruzione per le tecnologie avanzate al servizio della ricerca e della salute. Maria La Fauci WWW.ILCITTADINODIMESSINA.IT

23


V

ega, la stella bianca più luminosa della costellazione della Lira, illumina il cielo favorendo il volo della Fenice, uccello mitologico che rinasce dalle proprie ceneri, sotto il buon auspicio di Urania, Musa dell'astronomia. Qualità intrinseche prese in prestito dalla mitologia e dall'astronomia sono di buon auspicio per la vita del mare, le quali definiscono le navi della Marina Militare Italiana. Urania (F 552) e Fenice (F557), due unità rientranti nella classe Minerva Minerva (rispettivamente della prima e seconda serie), e Vega (P 404), un pattugliatore, appartengono al Comando delle Forze di Pattugliamento per la sorveglianza e la difesa costiera (COMFORPAT) di Augusta, guidato dal contrammiraglio Domenico Di Capua, da domani sosteranno al porto di Messina in

24

WWW.ILCITTADINODIMESSINA.IT

occasione della 259^ sessione della Scuola di Comando navale e di attività addestrativa, della duarata di sei settimane predisposta alla formazione degli ufficiali, e saranno accessibili al pubblico. Dopo la visita del Palinuro della scorsa estate, anche questa volta, la cittadinanza avrà l'opportuntià di visitare l'interno ed apprezzare sia le attrezzature specifiche presenti a bordo sia lo scrupoloso lavoro del personale, portato avanti con abnegazione : le navi, infatti, assolvono il compito di sorveglianza degli spazi marittimi, di vigilanza sulla pesca e di controllo dei flussi migratori nel Canale di Sicilia. Ancorate nelle banchine Marconi e Primo settembre, saranno visitabili domani tra le 15 e le 18, sabato e domenica dalle 10 alle 12 e dalle 15 alle 18. Paola Libro


Vega, Fenice e Urania, da domani ancorate al porto di Messina Visite a bordo delle navi della Marina Militare Italiana

WWW.ILCITTADINODIMESSINA.IT

25


L'evento è organizzato dal network "Vento dello Stretto" Domenica visita al Forte S.Salvatore

Foto Peppe Saya

26

WWW.ILCITTADINODIMESSINA.IT


D

omenica 10 febbraio “Vento dello Stretto”, neocostituita aggregazione di associazioni, ed il network “ZDA Messina” insieme con l’Associazione “Amici del Museo”, “l’Istituto Italiano dei Castelli (sez. di Messina)” ed il “Rotaract Messina” organizzano una visita guidata presso il Forte S. Salvatore, luogo simbolo della Falce e della Città. L’iniziativa, resa possibile grazie alla gentile disponibilità prestata dal Comando “Maridist”, vuole contribuire a far scoprire ai messinesi uno dei “tesori della Falce” attraverso la guida culturale del Prof. Franz Riccobono, esperto messinese di chiara fama. Per partecipare occorre inviare – non oltre la sera di giovedì – una mail all’indirizzo zdamessina@hotmail.it indicando: nome, cognome, luogo e data di nascita ed indirizzo di residenza. I predetti dati sono necessari poiché si accederà all’interno di un’area militare. Ovviamente la partecipazione è totalmente gratuita. Il concentramento è previsto domenica alle ore 10:00 nello spiazzo antistante l’ingresso della base militare.

WWW.ILCITTADINODIMESSINA.IT

27


sette giorni

Febbraio 2013

di Andrea Castorina

31 giovedì

1

venerdì

2

sabato

Svincoli, a marzo si apre la rampa direzione Palermo – Messina A breve saranno accreditati dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti le risorse per gli interventi manutentivi al viadotto autostradale di Ritiro. La conferma è stata data al Commissario straordinario del Comune di Messina, dott. Luigi Croce, dal responsabile regionale Anas, ing. Ugo Dibennardo, con il quale è stato definito l'intervento di apertura, a marzo prossimo, della rampa della carreggiata Palermo – Messina, di ingresso alla A 20, dagli svincoli Giostra-Annunziata.

Rapina in casa di un'anziana Sono in corso accertamenti da parte dei militari della Compagnia Carabinieri di Barcellona Pozzo di Gotto e di quelli della Stazione Carabinieri di Castroreale, a seguito della rapina perpetrata, nella tarda serata di ieri, da due individui armati verosimilmente di pistola e di coltello, in un’abitazione privata ubicata nel Comune di Castroreale (ME), dove viveva in compagnia di due collaboratori domestici una pensionata 76enne.

Il camper di Reset parte dalla ”Signora Messina” Il Movimento Reset! ha iniziato una nuova fase del suo progetto “Città possibile”, incontrando i messinesi a “Largo Minutoli”, di fronte alla Casa Comunale di Palazzo Zanca, nel luogo in cui è stata collocata la “Statua di Messina”. Il coordinatore, Arch.Alessandro Tinaglia, dichiara: Abbiamo scelto di incontrare tutti gli abitanti di Messina, girando in camper per far conoscere il movimento ed il risultato del lavoro svolto e per raccogliere ulteriori idee e soluzioni per dare vita ad una città a misura di cittadino.

3

Derby: un pareggio e tanto spettacolo

4

Con determina dirigenziale è stata costituita una commissione interna al Dipartimento politiche della casa, risanamento, Erp, per l'individuazione, con delibera del Consiglio comunale, della porzione del territorio da risanare ricadente nell'Ambito ove sono in costruzione nuovi alloggi al Rione Taormina. L'adempimento renderà possibile la demolizione delle casette ultrapopolari, di baracche e permetterà la conseguente formazione delle graduatorie, ai sensi della Legge Regionale n. 10/90.

Finisce a reti bianche l’atteso confronto tra Città di Messina e ACR Messina, in un “Celeste” tornato agli antichi splendori. Gli uomini di Rando conducono la gara sfiorando ripetutamente il vantaggio, in affanno il Messina che domenica comunque riesce a conquistare un prezioso punto mantenendo il primato in classifica. Il vero spettacolo è stato regalato dai tifosi che hanno riempito la “Sud” creando un’atmosfera non certo da serie D.

lunedì

5

martedì

6

Commissione interna al Dipartimento politiche della casa

Tecnologia e medicina: il Policlinico sempre più attrezzato Strumentazioni di biologia molecolare, Pet, Ciclotrone, stimolazione magnetica transcranica: le strumentazioni in dotazione al padiglione E del Policlinico. Le loro potenzialità sono state illustrate nel corso di unincontro sulle “Tecnologie avanzate al servizio della ricerca e della salute” organizzato al Policlinico. “La missione del cantiere sulle tecnologie avanzate al servizio della ricerca e della salute- ha affermato il RettoreFrancesco Tomasello- è una ricerca industriale con un alto livello dicooperazione tra Università, Ricerca e Sanità.

“Per la gente, con la gente”, pulizia dell’Arena Villa Dante

Si è svolta ieri 5 Febbraio la prima delle tre giornate organizzate dall’Associazione “Ecodem” (Ecologisti democratici), nell’ambito del Progetto “Per la gente, con la gente”. Durante il pomeriggio è stata realizzamercoledì ta, con mezzi e a spese proprie, una pulizia dell’Arena Villa Dante. Con la forza e la voglia di cambiamento nel cuore e la volontà di credere nella politica, l’Associzione ha cercato di ridare vigore e decoro ad un importante sito della Città.

28

WWW.ILCITTADINODIMESSINA.IT


circoscrizioni di Andrea Castorina

III quartiere

Fogna in via S.Marta:programmati i lavori di manutenzione

I

consiglieri Udc della terza Circoscrizione Libero Gioveni e Alessandro Cacciotto, in merito alle gravissime problematiche igienico-sanitarie e di disagio alla circolazione che persistono da giorni nella parte alta di via Santa Marta per la presenza di una fogna a cielo aperto, hanno avuto rassicurazioni dal Direttore Generale dell'Amam ing. Luigi La Rosa sull'avvio, nella prossima settimana, dei necessari lavori di manutenzione. Si è messa quindi la parola "fine" ad una vicenda che si protrae ormai da diverse settimane con i noti problemi strutturali alla carreggiata che avevano costretto Palazzo Zanca a collocare persino una transenna per evitare rischi alla pubblica incolumità; ma è stata poi l'esplosione della condotta fognaria con un suo presunto cedimento che ha peggiorato la situazione, anche e soprattutto per le condizioni igienico-sanitarie da "terzo mondo" creatisi e ulteriormente aggravate dalla presenza di diversi esercizi commerciali. Gioveni e Cacciotto insieme al Consiglio della quarta Circoscrizione avevano effettuato dei sopralluoghi anche con funzionari e tecnici del Comune, ma da ciò è emerso che i danni provocati alla sede stradale erano appunto da addebitare alla fognatura.

V quartiere Avviata la bonifica sul torrente Bisconte-Cataratti

I

consiglieri Udc della t e r z a Circoscrizione Libero Gioveni e Alessandro Cacciotto, che più volte in passato avevano chiesto a Palazzo Zanca la giusta attenzione per il torrente Bisconte - Catarratti in tema di riqualificazione e messa in sicurezza, esprimono grande soddisfazione per il tanto atteso avvio dei lavori di bonifica dell' alveo effettuati dall'ATO 3 sotto la guida attenta del direttore dei lavori della società d'ambito, l'ing. Santi Pino. Appare superfluo rimarcare - sottolineano i due consiglieri - la bontà e l'importanza di questo intervento radicale che serve a scongiurare o a lenire i possibili disagi provocati da potenziali eventi alluvionali che non farebbero di certo dormire sonni tranquilli ai residenti dei due popolosi villaggi. Da ieri mattina, quindi, i mezzi della ditta vincitrice di una gara espletata dall'ATO 3 per la pulizia dei torrenti cittadini, sono all'opera per rimuovere dall'asta torrentizia di Bisconte tutti i generi di rifiuti.

III quartiere

Avviati i lavori al torrente Bordonaro

A

ccompagnati dal Consigliere della III circoscrizione, Massimo Minutoli, Il dirigente del servizio 2 del comune di Messina Ing. Bartolotta e il dirigente del Genio Civile di Messina Geom. Musciumarra, hanno eseguito un sopralluogo per la verifica dello stato dei lavori di risagomatura del torrente Bordonaro. I tecnici hanno riscontrato l’ottimo avanzamento dei lavori, effettuati dal servizio movimento terra del comune di Messina, coordinato dal geom. Marco Mancuso. Il consigliere Massimo Minutoli, esprimendo soddisfazione per i risultati ottenuti, pone ai tecnici e agli organi preposti il problema del conferimento a discarica del materiale rimosso, altresì chiede di accelerare la definizione della convenzione con l’ESA da parte della Provincia Regionale di Messina, in modo che l’ente intervenga con lo stesso principio nei luoghi di propria competenza, al fine di completare l’opera di pulizia di tutta l’area del Torrente in questione. WWW.ILCITTADINODIMESSINA.IT

29


città a cura di Marilena Faranda

Dipartimento Sociale

Presentazione delle domande per i contributi affitti per l'anno 2011 Da lunedì 11 c.m. sino alle 12 dell'11 aprile si potranno presentare, personalmente, al Dipartimento Sociale, piazza della Repubblica - palazzo Satellite, al Protocollo Generale del Comune, o spedite a mezzo raccomandata A/R, le domande per la concessione di contributi integrativi per il sostegno all'accesso alle abitazioni in locazione per l'anno 2011. Per il ritiro dei moduli e di copia del bando gli interessati potranno rivolgersi al Dipartimento Sociale, palazzo Satellite, piazza della Repubblica, piano 1° stanza n.6 tel. 0907723740, aperto al pubblico lunedì dalle ore 9,30 alle 12, e martedì e giovedì, dalle 9,30 alle 12 e dalle 15 alle 16. I moduli potranno essere ritirati all'U.R.P. di palazzo Zanca, piazza Unione Europea, tel. 0907722291 - aperto al pubblico da lunedì al venerdì, dalle 9,30 alle 12 e martedì e giovedì anche dalle 15 alle 16. Il reddito imponibile annuo familiare, rispetto al quale l'incidenza del canone di locazione risulti non inferiore al 14 per cento (fascia A), è da 0 a 12.153,18 euro.

30 30

Consiglio Comunale

Cosa ne sarà del secondo Palazzo di Giustizia

I

l Consiglio Comunale si è riunito per proseguire i lavori della nuova sessione consiliare apertasi il 30 gennaio. L'Aula - come concordato dalla conferenza dei capigruppo –ha proseguito la discussione sul procedimento per l'acquisto dell'immobile da destinare a secondo Palazzo di Giustizia e l'approvazione degli atti della commissione giudicatrice per la selezione delle offerte a vendere di uno o più fabbricati da destinare ad uffici giudiziari. L'esame della delibera, alla quale sono stati presentati tredici emendamenti, come si ricorderà, era stato sospeso per rinviarne la

WWW.ILCITTADINODIMESSINA.IT

trattazione successivamente alla seduta straordinariasull'annunciata proposta di revisione delle piante organiche dei tribunali. Proprio su tale tema il Consiglio sta elaborando un ordine del giorno che sarà indirizzato al Ministero ed al Consiglio Superiore della Magistratura per un forte invito a riconsiderare l'annunciata proposta del Ministero della Giustizia di revisione delle piante organiche dei Tribunali, in attuazione del D. Lgs. N. 155/12, che vedrebbe Messina pesantemente penalizzata con il taglio di cinque magistrati.


Scuole

Elezioni Politiche 2013

Approvata la convenzione per il gasolio per il riscaldamento

C

on determina dirigenziale è stata approvata l'adesione alla convenzione CONSIP, stipulata con la società Bronchi Combustibili S.r.l., aggiudicataria del lotto n. 9 (comprendente la Sicilia) CIG 2885704E42, relativa alla

gara per la fornitura di carburanti per autotrazione e gasolio da riscaldamento mediante consegna a domicilio per le pubbliche amministrazioni. Con il provvedimento si garantirà la fornitura di gasolio, sino a marzo, ai 25 plessi scolastici dotati dei relativi impianti. In via presuntiva la spesa approvata è di 109.594,37 euro, IVA compresa al 21 per cento, pari a tre quarti della spesa annuale 2012, realizzata nei mesi di gennaio, febbraio, marzo e dicembre, nei quali è previsto, dalla normativa vigente, il funzionamento degli impianti di riscaldamento nelle scuole cittadine.

Dipartimento Pubblica Istruzione Aggiudicazione della gara di affidamento del servizio di mensa scolastica

E

' stata fissata per il 14 marzo, al Dipartimento Pubblica Istruzione in viale Boccetta, la seduta di aggiudicazione il bando di affidamento del servizio di refezione scolastica nelle scuole materne, elementari e medie inferiori del territorio comunale, sino al 31 maggio.

Il pubblico incanto per un importo a base d'asta di 568.854,00 euro, oltre a 1193,40 per oneri per la sicurezza non soggetti a ribasso, permetterà di assicurare l'erogazione di 2600 pasti caldi confezionati pro die, per circa 51 giornate scolastiche. Il bando di gara è visionabile sul sito www.comune.messina.it o al dipartimento pubblica istruzione, in viale Boccetta is. 373, 5° piano, Palacultura, da lunedì a venerdì, dalle ore 10 alle ore 12.30.

Chiusura delle scuole sedi di seggi elettorali

I

l Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, in vista delle consultazioni politiche del 24 e 25 c.m., ha impartito ai Dirigenti degli Uffici scolastici opportune istruzioni affinché, mettano a d i s p o s i z i o n e dell'Amministrazione comunale, i locali scolastici nei giorni necessari per l’approntamento dei seggi, la votazione e lo scrutinio. I locali dei plessi scolastici, occorrenti per l’allestimento dei seggi, saranno disponibili dal pomeriggio di venerdì 22 fino a martedì 26 febbraio, quando riprenderanno le normali attività didattiche.

Eventi

Mostra “Titani”

S

arà inaugurata domenica 10 alle 18, a Santa Maria Alemanna, “Titani” mostra di arte moderna e contemporanea. L'evento, patrocinato dal Comune e dalla Provincia regionale di Messina ed organizzato dall'Associazione culturale “Messina e20”, si chiuderà domenica 17.

WWW.ILCITTADINODIMESSINA.IT

31 31 31


Messina - 3/02/2013

Febbre da derby

32

WWW.ILCITTADINODIMESSINA.IT


In parità il derby disputato al Celeste tra Città di Messina e Acr Messina. Il vero spettacolo lo hanno offerto i tifosi della curva sud che, con i loro striscioni e cori. Un vero colpo d’occhio per l’impianto sportivo di via Oreto. Un gradevole spettacolo di sport e folklore per l’encomiabile comportamento delle due tifoserie. servizio di Peppe Saya

WWW.ILCITTADINODIMESSINA.IT

33


provincia Messina di Marilena Faranda

N

el Salone degli Specchidi Palazzo dei Leoni l’ 'associazione no profit "Me4Africa" durante una conferenza stampa ha presentato il progetto internazionale: "4LTrophy", un rally, aperto solo ad universitari fra i 18 e i 28 anni, chegiunto alla sedicesima edizione, evento di straordinaria valenza umanitaria che prevede l’attraversamento del sud del Maroccoper permettere alla carovana di effettuare azioni di solidarietà a favore delle popolazioni, con particolare attenzione ai bambini dei villaggi, in particolare verrà portato materiale scolastico alle tre scuole, che si è contribuito a costruire in Marocco. L’incontro, è stato introdotto daidue giovani componenti dell’equipaggio messinese, Alfredo Finanze e Giuseppe Lanfranchi, la cui partecipazione al rally è patrocinata dalla Provincia regionale e dall’Università degli Studi di Messina, sulla storicaRenault 4 del 1988,saranno gli unici italiani presenti tra i 2.289 partecipanti alla manifestazione internazionale.Sono intervenuti: la professoressa Murdaca che ha portato i saluti e i ringraziamenti del Rettore Tomasello ed ha sottolineato come la solidarietà sia ormai un valore dimenticato, perché spedire soldi in Africa senza interessarsi di cosa succede è facile, ma andare a potare la rinascita è davvero un bell’esempio. Michele Bisignano, Assessore provinciale all’Attuazione del Programma, definito dai ragazzi del team, un volontario come loro per quanto si è speso ,anche l’anno scorso,ha ringraziato Alfredo e Giuseppe, perchè rappresentano la parte bella della nostra città ed i politici che spesso non danno un bell’esempio di sé, devono aiutare questi giovani a portare Messina nel mondo all’insegna della solidarietà non formale. L’Assessore ha invitato i ragazzi ad usare la forza che darà loro questa esperienza, spendendola per avere un futuro in questa città, senza delegare gli altri. E’ seguito il racconto dell’esperienza di Alfredo Finanze e Giuseppe Lanfranchi, che da ottobre hanno dovuto prepararsi a questa missione umanitaria, concentrandosi soprattutto sulla ricerca degli sponsor, ricerca non facile. I ben diciotto sponsor, fra i quali l’AGESCI – Gruppo Scout Messina 13; dell’Unità Cinofila di Soccorso Messina, l’Associazione Mogli Medici Italiani; l’associazione culturale “Messina Giovani, che volontariamente sono stati la forza lavoro di questo progetto ed il Lions Club Messina Host, che oggi sostengono l’iniziativa ME4Africa si sono spesi molto , tanto da fornire così tanto materiale, da non entrarci nella Renault 4, il restante, infatti, sarà donato al CIRS .

La solidari

34

WWW.ILCITTADINODIMESSINA.IT


4 AFRICA al 4L Trofy

età di Messina continua

Unico neo di questa,che si sta già preannunciando una fantastica esperienza, dicono i ragazzi, è stata la mancata esposizione della Renault 4 del 1988,con i loghi di tutti gli sponsor nell’isola pedonale di via Dei mille, perché negata dal presidente dell’Associazione “Mille Vetrine”. Il team peloritano partirà da Messina sabato 9 febbraio, intorno alle 17,giovedì 14 febbraio a Saint-Jean-de-Luz (Francia)è fissato il raduno con tutti gli equipaggi alla volta del Marocco , mentre il rientro è previsto l’1 marzo, a questo seguirà il report di Alfredo e Giuseppe e l’esposizione della loro Renault 4 a in Fiera o nella zona portuale, in modo che sia visibile ai croceristi la solidarietà messinese ,per la quale l’Assessore Bisignano si è impegnato personalmente , visto anche l’ottimo rapporto che ha con il Presidente dell’Autorità Portuale di Messina.

WWW.ILCITTADINODIMESSINA.IT

35


Sicilia a cura di Dario Buonfiglio

S

i chiama 'I Luoghi della cultura' il progetto cui sta lavorando il vice presidente dell'Ars, Antonio Venturino, con l'obiettivo di coinvolgere organizzazioni estere, università e privati per la gestione dei siti culturali in Sicilia. Il progetto prevede "carte prepagate per l'acquisto on line di pacchetti turistici in Sicilia, mappatura dei beni culturali esistenti, superamento della logica dei finanziamenti a pioggia da parte della Commissione europea per iniziative talvolta slegate tra loro per promozioni turistiche locali ed ancora, dimore storiche aperte ai turisti con sgravi fiscali per i proprietari, nuova sinergia tra pubblico e privato e razionalizzazione di costi e personale per la gestione dei siti". Venturino sin dai primi giorni del suo insediamento ha richiesto agli uffici competenti una mappatura dei siti culturali siciliani, chiedendo notizie della loro gestione, dallo stato di conservazione alla vendita di ticket d'ingresso, dal numero del personale alle stesse condizioni di conservazione e valorizzazione. "Dati necessari all'avvio di un progetto teso alla creazione di Ambiti ottimali (secondo i dettami dell'Ue). Ambiti che saranno non legati ad un singolo sito ma costruiti attorno ad un territorio che potrebbe includere piÚ siti collegati fra loro". Per Venturino "la Regione siciliana pur avendo un importante demanio culturale versa ancora in una situazione di arretratezza normativa che negli anni ha portato a trascurare il codice dei beni culturali. La mia idea è quella di affidare a fondazioni che operano a livello internazionale, la gestione integrale dei nostri 'Luoghi della cultura'; ritengo ancora una assurdità il fatto che i turisti che arrivano in Sicilia, spesso trovino porte sbarrate all'ingresso di siti archeologici, musei ed luoghi di interesse culturale per carenze di gestione".

36

WWW.ILCITTADINODIMESSINA.IT

Il piano per ri


ilanciare la cultura in Sicilia WWW.ILCITTADINODIMESSINA.IT

37


I

l presidente del Parlamento europeo Martin Schulz e il governatore siciliano Rosario Crocetta siglano un'intesa d'onore che ha al centro l'ultimo cruccio di colui che il politico tedesco, che ha fatto tappa nel capoluogo siciliano, ha chiamato "presidente rivoluzionario": il blocco dei fondi europei, dopo che il commissario competente ne ha contestato la destinazione. Uno stop che riguarda, secondo l'assessore all'Economia Luca Bianchi, la programmazione precedente, Agenda 2000: oltre 600 milioni di euro. Ha detto Crocetta, intervenuto nella tarda serata di ieri a Palermo all'evento "La Sicilia e l'Europa" - "noi stiamo facendo la rivoluzione, ma se l'Europa ci continua a guardare con i parametri del burocratese, lo sviluppo non parte". "L'Europa vi deve aiutare", è stata la risposta del suo interlocutore. La Regione ha inviato una documentazione che verifica la correttezza delle procedure, con l'obiettivo di sventare il pericolo. Il blocco non riguarderebbe, invece, la programmazione del 2007-2013, sulla quale esisterebbe con il ministero dello Sviluppo economico, secondo Palazzo d'Orleans, pieno consenso sul piano di azione e coesione. "Ho presentato la programmazione europea in tre settimane - ha spiegato Crocetta - ma i burocrati di Bruxelles mi hanno messo i bastoni tra le ruote, imponendoci regole burocrati-

38

WWW.ILCITTADINODIMESSINA.IT


Fondi europei in Sicilia Intesa d’onore Schulz - Crocetta

che. Abbiamo bisogno di infrastrutture, di strade e loro dicono di no. Vogliamo un'Europa comprensibile, che si faccia capire". Schulz non lo ha deluso: "L'Europa non può lasciare la Sicilia solo davanti ai suoi drammi. Siete un risorsa e l'Europa vi deveaiutare. Occorre difendere i fondi per la coesione e la cooperazione che alcuni governi vorrebbero tagliare con l'accetta". E servono più controlli, avverte il presidente dell'Europarlamento: "Mai più un centesimo dei fondi europei deve finire nelle mani della mafia". Sull'immigrazione Schulz ha aggiunto: "L'Europa non può lasciare sola la Sicilia di fronte ai drammi di centinaia di uomini e donne immigrati che hanno tragicamente trovato la morte al largo delle coste siciliane. "Solo insieme - ha detto Schulz - possiamo tutelare i diritti dei migranti e allo stesso tempo controllare le nostre coste, per combattere i trafficanti di esseri umani, per assicurare un'immigrazione regolare, dignitosa e giustamente distribuita tra i vari paese europei. Anche per questo serve un'Europa più forte e più solidale". "Ogni euro dei fondi europei, se speso bene, genera tre euro di ritorno. E' ora che anche al Sud questi fondi generino lavoro, imprese, rinascita", ha detto Schulz.

WWW.ILCITTADINODIMESSINA.IT

39


Economia

“Creazione d’impresa e come motore di sviluppo

I

l prossimo 12 febbraio 2013 si svolgerà il Seminario “Creazione d’impresa e innovazione: l’energia come motore di sviluppo multisettoriale” presso l’Aula Magna della Facoltà di Economia dell’Università degli Studi di Messina, dalle 10.30 alle 12.30. Nel corso del seminario, destinato ai giovani ed a quanti desiderano realizzare un’idea d’impresa, si parlerà delle opportunità offerte dal settore energetico in termini di innovazione e creazione di impresa. Verranno inoltre illustrate le opportunità offerte dal bando Start UP 2 Go per la selezione di 10 idee imprenditoriali innovative nel campo sistemi energetici applicabili alle filiere produttive della Nautica e dell’Abitare. Sono previsti approfondimenti sul tema delle Start Up, con l’intervento della prof.ssa Daniela Baglieri, Università degli Studi di Messina. Il neo Presidente della Piccola Industria

40

WWW.ILCITTADINODIMESSINA.IT


innovazione: l’energia o multisettoriale” di Confindustria Sicilia, Giorgio Cappello, traccerà gli scenari e le prospettive d’impresa nel mercato dell’energia. Un ricercatore del CNR ITAE di Messina, il dott. Lorenzo Spadaro, fornirà la sua testimonianza sulla creazione di un’impresa innovativa, partendo dai risultati della ricerca scientifica. L’incontro è organizzato nell’ambito del progetto E.P.C. - Energy Power Cluster con l’obiettivo di sostenere la creazione e lo sviluppo di iniziative imprenditoriali innovative operanti nell’ambito dei sistemi energetici. Il progetto nasce dalla collaborazione tra l’Istituto di Tecnologie Avanzate per l’Energia “Nicola Giordano” del Consiglio Nazionale delle Ricerche di Messina (CNR ITAE), l’Università degli Studi di Messina, Confindustria Messina, Comonext (Parco Scientifico Tecnologico di Como) e Innova BIC di Messina. WWW.ILCITTADINODIMESSINA.IT

41


“Per la gente, con la gente”

S

i è svolta il 5 Febbraio la prima delle tre giornate organizzate dall’ Associazione “Ecod pomeriggio è stata realizzata, con mezzi e a spese proprie, una pulizia dell’Arena Villa ca, l’Associzione ha cercato di ridare vigore e decoro ad un importante sito della Città. vo dibattito sulla condizione delle donne nella nostra società, che ha dato possibilità ai partec Il Progetto non si ferma qui, sono previste nelle giornate di Domenica 10 presso la PINETA D 9:00 alle ore 13:00“ altrettante Iniziative ”Per la gente con la gente”, momenti di incontro con

42

WWW.ILCITTADINODIMESSINA.IT


em” (Ecologisti democratici), nell’ambito del Progetto “Per la gente, con la gente”. Durante il Dante. Con la forza e la voglia di cambiamento nel cuore e la volontà di credere nella politiInoltre è stato letto ed Interpretato il libro di Dacia Moraini “Passi Affrettati” con un successicipanti di e esprimere idee e pensieri sull’argomento. I MONTEPISELLI e Sabato 16 presso la VILLA BELFIORE(difronte Chiesa Ringo) dalle ore tutta la cittadinanza, con la voglia di ascoltare tutti coloro che avranno voglia di partecipare.

WWW.ILCITTADINODIMESSINA.IT

43


Le associazioni del Coordinamento Azioni Ambientali di Messina hanno presentato nella sala ovale del Comune di Messina, le iniziative per l'anno ambientale 2012-13, con il patrocinio di numerose istituzioni: Comune di Messina, Università di Messina, ATO3 Messina, Provincia di Messina, Stazione di Granicoltura di Caltagirone, AMAM Messina, ATO Acque 3 Messina, Ufficio Scolastico Provinciale, CEA Sicilia, Sigea Sicilia. Era presente Pippo Previti, presidente del Consiglio comunale di Messina.

Anno Ambienta 27 Ottobre 2012 BiodiversaMente 2012: Immersi nella biodiversità: dai Monti Peloritani ai fondali dello Stretto di Messina - Villa Mazzini, nell’ambito della campagna promossa da WWF e ANMS, organizzata dal CeSPOM di Messina, in collaborazione con l’Azienda Regionale Foreste Demaniali - UPA Messina, l’Associazione Ornitologica Messinese onlus, Digimare Italia, il Centro Studi Faunistica dei Vertebrati ed il Centro Studi Invertebrati - Società Italiana di Scienze naturali ed il CEA Messina onlus.

4 Novembre 2012 Villa Dante: Esposizione Canarini, Arricciati, Esotici Indigeni e loro ibridi, pappagalli, razze inglesi. Evento su Facebook: http://www.facebook.com/events/277198679066034

9-10 Novembre 2012 Formazione Quadri Terzo Settore FQTS – Programma: L’effetto della crisi sull’ambiente e sul territorio - Politiche ambientali e di sostenibilità - Politiche partecipative

19-25 Novembre 2012 Concorso per tutte le Scuole di Messina sul Tema Unesco Dess del 2012 con svolgimento il 22 marzo 2013 della premiazione in occasione della Giornata Mondiale dell'Acqua 2013. Titolo del Concorso per le Scuole del Comune di Messina per la Settimana Unesco Dess 2012: "Cucina senza rifiuti: consapevole, sana ed economica", con presentazione e divulgazione nella Settimana Unesco Dess 2012 e conclusione nel corso della Giornata dell'Acqua 2013 (22 marzo 2013)

19-25 Novembre 2012 Istituzione dell'Osservatorio Rifiuti a Messina in occasione, della 4^ Edizione della Settimana Europea per la Riduzione dei Rifiuti: http://www.facebook.com/events/350679251693032

44

WWW.ILCITTADINODIMESSINA.IT


Ecco i promotori: FareVerde - Ambiente e/è Vita - CEA Messina Onlus – MareVivo Associazione Ornitologica Messinese- Osservatorio Lucia Natoli - CESV Messina - Telefono Amico - CEA Eolie - Il Ramarro onlus Caltagirone - AIF SEz. Messina - ANISN Sez. Messina SlowFood Valdemone - ARPA Sicilia DAP Messina - SS.BB.CC.AA. di Messina - CeSPOM Messina - InBar Messina - Architettura Ecosostenibile - ORSA Scuola Alta Formazione Ambientale – Legambiente.

ale 2012- 2013 Iniziativa editoriale 2013 Realizzazione in formato elettronico del Calendario Ambientale 2013 (soggetto :"La Natura delle Eolie: Aree Protette e Sviluppo Sostenibile", cfr. vedi http://www.facebook.com/calendarioambientale2012)

27 Gennaio 2013 Ventunesima edizione, organizzata dall’associazione ambientalista Fare Verde, dell’iniziativa “Il mare d’inverno”. I volontari, aiutati da tanti cittadini, raccoglieranno i rifiuti che anche d’inverno inondano le nostre spiagge e stileranno una sorta di hit – parade degli oggetti ritrovati sull’arenile.

21 Marzo 2013 “Giornata della Memoria e dell'Impegno per ricordare le vittime innocenti di tutte le mafie”.

9-10-11 Aprile 2013 Ambiente e Benessere: dall’olivo all’olio, 2° Corso di aggiornamento scientifico- sperimentale che si terrà presso la sede dell'Ordine dei Medici di Messina, organizzato dall’Arpa ST Messina, l’ANISN sez di Messina, con la collaborazione dell'Assessorato Regionale delle Risorse Agricole Alimentari Distretto Nebrodi e dell'Università degli Studi di Messina.

12 maggio 2013 “Dieci, cento, mille rapaci sul tuo orizzonte”, con l'eccitante escursione per i sentieri di colle San Rizzo sulle rotte dei rapaci in migrazione alla scoperta di panorami mozzafiato sulle sponde dello Stretto di Messina e il suo mare al cobalto. Con l’appassionata guida di Arnaldo Oliva, uno dei massimi esperti locali e la collaborazione de “il Ramarro” - Associazione di Ecologia e Cultura di Pace.

1-19 Maggio 2013 "European Solar Days 2013", che il Comitato Promotore proporrà di realizzare in condivisione con altre Associazioni non della Ns. Città come avvenuto per il 2012.

WWW.ILCITTADINODIMESSINA.IT

45


SCIENZA & CULTURA A cura di Ignazio Rao

Quando la foca monaca popolava le coste della Sicilia e delle Isole Eolie Foche dell'Isola Principe Edoardo in Canada - Foto Antonino CIARDO

46

WWW.ILCITTADINODIMESSINA.IT


L

a foca monaca (Monachus monachus- Hermann 1779), conosciuta anche come vitello marino o bue marino, è un Mammifero dell’Ordine dei Pinnipedi che fino agli anni sessanta popolava le coste di molte isole del Mediterraneo ed in particolare, della Sicilia e delle Isole Eolie . Le foche sono animali particolarmente socievoli che amano vivere in gruppo e tollerano poco la presenza dell’uomo, spesso loro acerrimo e crudele nemico. Sono abilissime nel nuoto, si destreggiano nell’acqua con rapidi e veloci movimenti e durante le ore più calde del giorno, amano stare sdraiate al sole, ma non per pura pigrizia, ma per regolare la temperatura corporea o allattare i piccoli. Il corpo, è interamente coperto da fitto pelo , che nell’acqua rimane molto aderente alla superficie corporea, gli occhi sono molto grandi e scuri e la vista e l’olfatto sono poco sviluppati, le orecchie sono nascoste tra il pelo ed il senso dell’udito è ottimo, la bocca è munita di denti simili a quelli degli altri carnivori ed attorno al muso ha dei caratteristici e lunghi baffi molto rigidi. Gli arti , necessari per il nuoto, sono a forma di pinne. Il maschio ama circondarsi di numerose femmine che difende strenuamente dagli altri corteggiatori, con i quali non esita ad ingaggiare, quando necessario, aspri e violenti combattimenti, spesso sino alla morte. Dopo l’accoppiamento la femmina partorisce generalmente un solo piccolo ,

WWW.ILCITTADINODIMESSINA.IT

47


con il quale vive in grande armonia nutrendolo e proteggendolo dai predatori, pronta a sacrificare se necessario, anche la propria vita. Si nutrono principalmente di pesci, crostacei e molluschi che catturano in mare con rapidità, abilità e destrezza. Questi animali sono capaci di immergersi a notevoli profondità rimanendo in apnea anche per diversi minuti. La loro voce è molto simile ad un muggito o debole latrato ed alcune volte in segno di difesa sembra che riescono addirittura a ringhiare. Nei mari artici , lungo le coste del continente americano, dell’Oceano Pacifico e nel Nord Europa vivono numerose specie di foche mentre in Mediterraneo è presente solo la foca monaca , a forte rischio di estinzione. Attualmente, sembra che questa specie sia ridotta a poche centinaia di esemplari ed è presente solo in alcune grotte delle zone costiere della Turchia, e della Spagna ma sembra ormai scomparsa in Adriatico, Tirreno e Ionio. Fortunatamente nel 2010 la foca monaca è stata avvistata nel limpidissimo mare nell’Isola di Marettimo, nell’Arcipelago delle Egadi. In passato la presenza di questa specie, lungo le coste della Sicilia, è stata segnalata da autorevoli naturalisti come il Minà Palumbo e Pietro Doderlein , ma soprattutto dai

Cala Gonone - Dorgali ( Nuoro)- Grotta del bue marino Foto I. RAO

48

WWW.ILCITTADINODIMESSINA.IT


pescatori che conoscevano bene questo meraviglioso animale con il quale praticamente condividevano lo stesso ambiente e le stesse risorse alimentari. Spesso, la sua presenza, considerata di buon auspicio, li accompagnava durante l’attività di pesca. In molte Regioni ed in particolare in Sicilia e Sardegna, sono numerose le “grotte del bue marino”, dove questi animali, conosciuti rispettivamente con il termine dialettale di “viteddu marinu” e “boi marinu” , vivevano indisturbati. La foca monaca è stata spesso anche preda di sconsiderati cacciatori, desiderosi di esibire un macabro ed inutile trofeo di caccia, ma certamente la pratica di questa attività, unitamente ad altre cause di natura ambientale, ha contribuito in modo determinante alla scomparsa di questa specie. Speriamo che in futuro, così come è avvenuto per le tartarughe marine, attraverso mirati programmi scientifici di tutela e ripopolamento, potremo nuovamente ammirare queste meravigliose creature che ci auguriamo possano tornare presto a popolare nuovamente le coste della Sicilia e delle Isole Eolie per nuotare libere ed indisturbate nel nostro meraviglioso mare.

WWW.ILCITTADINODIMESSINA.IT

49


Cultura di Paola Libro

foto Antonio De Felice

La storia d’Italia nelle copertine del Fondo Bongiovanni

I

l Pinocchio di Collodi rappresenta l’ideale dell’uomo che deve cambiare e, quindi, sempre preso in considerazione per l’educazione dei fanciulli. Una icona presa in considerazione per veicolare messaggi educativi dalla fine dell’800 ad oggi: il personaggio più “sfruttato” per le copertine dei quaderni didattici italiani sia prima sia durante l’avvento del fascismo così come alla fine del periodo dittatoriale. Le immagini delle copertine, da fogli sparsi messi insieme, monocromatici e monotematici, come lo erano nell’800, acquistano maggiore rilevanza visiva, in termini di grandezza e colore, con veste accattivante. Da Pinocchio ai fumetti, dal al fascismo alla rivalutazione del mondo delle cartiere, dallo sviluppo dei motori e dell’aviazione alla scoperta della luna il tutto siglato da validi grafici, disegnatori ed artisti italiani come Cesare Gobbo, Angelo Canevari e Antonio Rubino : in esse sono racchiuse la storia d’Italia e, per riflesso, la passione di Antonino Bongiovanni, un collezionista che ha donato il proprio fondo di materiale di cancelleria, arricchito negli anni della sua esistenza, alla Biblioteca Regionale Universitaria di Messina. Settanta rare copertine e diverse pagelle scolastiche della collezione Bongiovanni, 1000 quaderni e diversi soldatini giocattolo “Confalonieri” del periodo fascista di quella privata

50

WWW.ILCITTADINODIMESSINA.IT


del professore Santi Racchiusa costituiscono l’essenza della mostra “A quadretti o a righe…: la mancata innocenza delle copertine dei quaderni dagli anni ’20 agli anni ’60 del ‘900” allestita al pian terreno della Biblioteca “Giacomo Longo” di via Primo settembre, aperta al pubblico tutti i giorni, dal lunedì al venerdì fino al 29 marzo, dalle 8,30 alle 13,30, ed il mercoledì anche nella fascia oraria pomeridiana 15,30-18,00. Quattordici pannelli espositivi, e tre teche - due contenenti pagelle e diplomi, ed una sulla “retorica coloniale di Roberto Scrilli” – illustrano il percorso tecnico del progetto espositivo curato da Luciana Caminiti, docente dell’Università di Messina. “Ad un anno e mezzo dalla ricezione della donazione – precisa Rocco Scimone, Direttore della Biblioteca Regionale – è possibile ammirare la rarità delle opere e mettere a disposizione della collettività”. Il fondo possiede, infatti, una “importanza metodologica” di lavoro per i bibliotecari – puntualizza la Sandra Conti, già direttrice dalla stessa da decenni – e del modo di porsi nei confronti di quei “serbatoi” della cultura costituiti dalle collezioni dei privati: la collezione arricchisce notevolmente non solo il patrimonio librario posseduto dell’ente, ma anche le possibilità di interazione con la collettività, in particolare dei giovani studenti dei venti istituti scolastici che aderiscono al progetto scuola. Una nuova occasione grazie alla quale annusare quell’aria di cultura che si respira nei luoghi di trasmissione e conservazione del sapere, grazie alla quale vivere la Biblioteca anche come luogo di riflessione,confronto ed aggregazione sociale.

foto Antonio De Felice WWW.ILCITTADINODIMESSINA.IT

51


Spettacoli

Berretto a sonagli Dal 6 al 10 febbraio. L'attore siciliano, Sebastiano Lo Monaco nel ruolo di Ciampa, ha avuto unanimi apprezzamenti di critica e di pubblico. Sul palcoscenico del Vittorio Emanuele, con lui Marina Biondi e Isa Bellini.

D

opo dieci anni di assenza torna al Vittorio Emanuele Sebastiano Lo Monaco, che è stato direttore artistico per la prosa dell'Ente Teatro di Messina dal 2000 al 2003. Torna con quello che è considerato il "suo" spettacolo per eccellenza: "Il berretto a sonagli" di Luigi Pirandello, in scena dal 6 al 10 febbraio. Accanto a lui Marina Biondi, Isa Bellini, Clelia Piscitello, Claudio Mazzenga, Franca Maresa, Rosario Petix, Elena Aimone. La regia è quella "storica" di Mauro Bolognini, ripresa dallo stesso Lo Monaco. "Il berretto a sonagli", rappresentato per la prima volta nel 1923, è uno dei testi pirandelliani più popolari. La trama, basata sul dissidio tra apparenza e verità, conformismo e autenticità, ha sempre attirato i più importanti attori italiani. Famose soprattutto le interpretazioni di Salvo Randone, Turi Ferro ed Eduardo De Filippo. Sebastiano Lo Monaco aveva già interpretato il dramma dello scrivano Ciampa, che sembra vivere il problema delle corna solo nel momento in cui queste diventano ufficialmente note a tutti, nei primi anni Novanta. È tornato al personaggio nel 2005 e da allora, pur dedicandosi anche ad altri testi, ha inanellato oltre duemila repliche ottenendo un grande successo di pubblico e di critica. Nello stesso 2005 l'attore siciliano ha avuto per questo ruolo la nomination a migliore attore protagonista ai Premi Olimpici. In questa nuova edizione Lo Monaco ha recuperato alcune preziose indicazioni registiche di Bolognini, che nelle sue note scriveva: «Il personaggio di Ciampa è il più moderno degli eroi pirandelliani. Un uomo che, tradito dalla moglie, accetta la condanna e la pena di spartire l'amore per la propria donna con un altro uomo, pur di non perderla. Un tema drammatico e attuale, che si voglia o no! Per tradizione questo personaggio è stato affrontato da attori alla fine della propria carriera, ad ogni modo avanti con gli anni. Questo travisava la forza drammatica di Ciampa, così eroico e pieno di umanità, una umanità silenziosa e astuta che gli dà la forza di difendere la sua infelicità coniugale, contro la società ridicola di quel tempo. Un personaggio insomma apparentemente piccolo, ma infinitamente grande».

52

WWW.ILCITTADINODIMESSINA.IT


WWW.ILCITTADINODIMESSINA.IT

53


Riceviamo e pubblichiamo

I cosiddetti “nuovi numeri”, diramati dai sindacati che, non accettando alcun dialogo co autonomo regionale di Messina, continuano il presidio al quinto piano del Vittorio Ema presupposto totalmente errato: cioè a fronte di debiti per 5 milioni (più o meno corretta le voci nonostante gli stessi sindacati non abbiano mai chiesto all'Ente i dati, né ufficia te) vengono indicati crediti per 3,5 milioni di euro, con un disavanzo di 1,5 milioni di eu così: i crediti (certi) vantati dall'Ente Teatro equivalgono esattamente ai debiti (c’è una l all’incertezza sul contributo comunale 2012 di 80mila euro). Non c'è quindi alcun buco, fantasia di alcuni sindacati (SLC-CGIL, UILCOM-UIL, FIALC-CISAL e S.A.Di.R.S.) che ha aperta”. Tutto lo stato esatto dei conti del Teatro di Messina è riportato voce per voce nella tabe La ripetizione delle altre “accuse” è veramente stucchevole, tuttavia l'Ente ritiene di do rispetto dei cittadini, a cui è indirizzata la “lettera” sindacale. Precisato che l'Ente ha dichiarato più volte pubblicamente, comunicati stampa compres lità sul ritardo con cui è stato elaborato il conto consuntivo 2010 (avendo il buon gusto su eventuali singole responsabilità negli uffici: il bilancio è pur sempre un lavoro d’equ data 7 dicembre scorso è stata presentata - con tutti i relativi documenti - la domanda p canti del finanziamento regionale. Sono passati quasi due mesi, ma non si è avuta alcu pagamento a proposito. Suona veramente strano che i sindacati scrivano che «è risapu vi è liquidità nelle casse regionali», come se questa circostanza non sia colpa di nessu del caso o del destino rio. È evidente che questa «mancanza di liquidità» sta penalizzan e quindi anche dell'Ente Teatro di Messina. Non dimentichiamo il ritardo della presentaz vo 2010 ma questa circostanza è ormai ampiamente alle spalle e nulla impedisce il paga non quella che, al momento attuale, è solo un'inadempienza della Regione, probabilme te legislatura. Va precisato che anche i consuntivi 2011 e 2012 sono in fase di elaborazi Sulla pianta organica, va detto che nel dicembre del 2010 è stata restituita dalla Region perché erano passati quattro anni (sic!) dalla sua presentazione, nonostante l'Ente ne a vazione. Il problema è stato subito posto all'attenzione del C.d.A., ma si è dovuto sopra l'Assessorato al Turismo, dopo aver nominato un commissario ad acta con l'incarico di equiparazione, aveva annunciato l’intenzione di affidargli anche la redazione della piant rio ha provveduto al primo incarico (peraltro i sindacati presidianti contestano anche il avuto affidato il secondo. Per cui adesso il C.d.A. ha incaricato alcuni suoi componenti mento, d'intesa con gli altri sindacati (FISTEL-CISL e CISAL) che hanno voglia di dialog do al tavolo tecnico permanente. Rimane la domanda di fondo: come mai per molti ann silenziosi su questo argomento? Forse per il timore che una pianta organica riduca il n dell'Ente? Di certo non è questa l'intenzione del C.d.A. In quanto alle minori giornate lavorative di professori d'orchestra, dei tecnici a tempo d ratori precari, è sotto gli occhi di tutti che ciò dipende unicamente dalla diminuzione de le. Se mancano le risorse per realizzare nuove produzioni e per programmare una stagi più dei cinque spettacoli al momento in cartellone, la colpa non è e non può essere del Solo un'azione sinergica nei confronti della Regione, in particolare del presidente Croc disponibile nei confronti del Teatro di Messina, portata avanti da tutte le forze cittadine, zione economica a condizioni almeno accettabili. Infine, per quel riguarda le utenze di gas e telefono, si assicura che sono regolarmente

54

WWW.ILCITTADINODIMESSINA.IT


on il C.d.A. dell'Ente nuele, sono fondati su un mente indicati per singoalmente né ufficiosamenuro. Non è assolutamente eggera differenza dovuta che è solo frutto della anno redatto la “lettera

ella allegata. ver rispondere per

Nessun “buco” all’Ente Teatro di Messina I conti sono in pareggio, si attende solo che la Regione Siciliana eroghi i finanziamenti già maturati

si, la propria responsabio di non soffermarsi mai uipe), va ribadito che in per ottenere le parti manna notizia di mandati di uto che, attualmente, non no e sia piuttosto frutto ndo la vita della Regione zione del conto consuntiamento delle somme se nte legata alla precedenione. e con l'invito a rivalutarla avesse sollecitato l'approassedere perché i redigere le tabelle di ta organica. Il commissasuo lavoro), ma non ha di procedere sull’argogare e stanno partecipani i sindacati sono stati umero dei dipendenti

determinato e di altri lavoel finanziamento regionaione musicale che abbia la dirigenza dell'Ente. etta che appare così , potrà riportare la situafunzionanti.

WWW.ILCITTADINODIMESSINA.IT

55


Agos Tutti

56

WWW.ILCITTADINODIMESSINA.IT


stino. contro tutti

Alla Sala Laudamo in scena Rolando Rovello. La storia comica e paradossale di un dramma urbano dei nostri tempi.

S

arà Rolando Rovello, l'attore noto al grande pubblico per aver interpretato il ruolo di Marco Pantani nel film tv "Il Pirata", a inaugurare il cartellone "Paradosso sull'Autore", curato da Dario Tomasello e dedicato alla drammaturgia italiana contemporanea (unico esempio o quasi nel teatro pubblico italiano). L'artista romano, che nella sua carriera ha anche la partecipazione a diversi film di Ettore Scola, sarà interprete (nella Sala Laudamo, dall'8 al 10 febbraio) di "Agostino. Tutti contro tutti", scritto da Massimiliano Bruno. La regia è di Lorenzo Gioielli, le musiche di Alessandro Mannarino (cantautore molto popolare fra i giovani), scene e costumi di Claudia Cosenza. La periferia di Roma, come quella di Milano, Napoli e Palermo, nasconde realtà estreme e storie amare come quella dell’operaio Agostino, raccontata prendendo spunto da un fatto realmente accaduto e trasformando la singolare vicenda in una metafora paradossale... Un giorno, Agostino esce dal suo appartamento, situato al quarto piano di un palazzone a Tor Bella Monaca: è vestito in giacca e cravatta e insieme a sua moglie sta portando il figlio in chiesa per la prima comunione. Ma quando torna per festeggiare, si accorge che la sua chiave non apre più la porta. Gli hanno occupato casa, o meglio gliel’hanno rubata. E a nulla valgono le sue rimostranze presso le autorità: Agostino non ha nessun titolo per dimostrare che l’appartamento è suo. Come capita abitualmente nelle periferie italiane, dove vige la legge del Far West, il nostro ha dato, a suo tempo, ad un boss di quartiere, una buona uscita a fondo perduto, per prendere possesso di una casa popolare assegnata, negli anni ’70, a un signore ora deceduto, e ormai diventata vero e proprio “bottino di guerra”. Così, Agostino decide di riprendersela a modo suo. Occupa il pianerottolo insieme a tutta la sua famiglia e da quel momento in poi comincia la sua battaglia personale. «“Agostino” - scrive Gioielli nelle sue note di regia - è un modo per trattare con leggerezza un tema per molte famiglie angosciante: la casa. Un viaggio in cui la sua onestà si scontra continuamente contro l’Italia del ventunesimo secolo, un Paese in cui la buona fede viene spesso dileggiata, se non calpestata e umiliata. Agostino è un antieroe piccolo piccolo, che riesce a resistere alla tentazione di mescolarsi con i “cattivi” uscendone, però, quasi distrutto. Rolando Ravello interpreta tutti i personaggi della commedia, Agostino stesso, nonni, mogli, figli, i loro insegnanti, i loro compagni di scuola, e ancora sacerdoti, temibili delinquenti e i nuovi occupanti della casa, disegnando in un’ora e mezza un affresco comico e struggente della nostra epoca e dell’eterna lotta a cui si è costretti per non soccombere all’arroganza ed alla sopraffazione». WWW.ILCITTADINODIMESSINA.IT

57


58

WWW.ILCITTADINODIMESSINA.IT


WWW.ILCITTADINODIMESSINA.IT

59


60

WWW.ILCITTADINODIMESSINA.IT


WWW.ILCITTADINODIMESSINA.IT

61


Commento al Vangelo

Sulla tua Parola 10 Febbraio 2013 V domenica del T.O. (C)

In quel tempo, mentre la folla gli faceva ressa attorno per ascoltare la parola di Dio, Gesù, stando presso il lago di Gennèsaret, vide due barche accostate alla sponda. I pescatori erano scesi e lavavano le reti. Salì in una barca, che era di Simone, e lo pregò di scostarsi un poco da terra. Sedette e insegnava alle folle dalla barca. Quando ebbe finito di parlare, disse a Simone: «Prendi il largo e gettate le vostre reti per la pesca». Simone rispose: «Maestro, abbiamo faticato tutta la notte e non abbiamo preso nulla; ma sulla tua parola getterò le reti». Fecero così e presero una quantità enorme di pesci e le loro reti quasi si rompevano. Allora fecero cenno ai compagni dell’altra barca, che venissero ad aiutarli. Essi vennero e riempirono tutte e due le barche fino a farle quasi affondare. Al vedere questo, Simon Pietro si gettò alle ginocchia di Gesù, dicendo: «Signore, allontànati da me, perché sono un peccatore». Lo stupore infatti aveva invaso lui e tutti quelli che erano con lui, per la pesca che avevano fatto; così pure Giacomo e Giovanni, figli di Zebedèo, che erano soci di Simone. Gesù disse a Simone: «Non temere; d’ora in poi sarai pescatore di uomini». E, tirate le barche a terra, lasciarono tutto e lo seguirono. (Lc 5, 1-11)

62

WWW.ILCITTADINODIMESSINA.IT

E' un giorno di lavoro, uno qualsiasi, uno dei tanti. I pescatori per tutta la notte hanno cercato il loro bottino nel lago Genesaret, ma le reti sono rimaste vuote. Niente da fare. I pesci non sono saltati nella rete. Tanta fatica, tanti sacrifici per nulla. Si ritorna a casa a mani vuote. Ma in questa delusione, in questa quotidianità della vita dei pescatori di Cafarnao, si presenta Gesù e chiede a Simone di usare la sua barca come un pulpito per parlare alle folle. La fama del Rabbì di Nazaret era già diffusa, tutti avevano sentito parlare dei suoi miracoli, esorcismi e guarigioni. Simone stesso era stato testimone della guarigione di sua suocera (Lc 4,38-39) e accetta volentieri la richiesta di Gesù. Simone lo ascolta dalla sua barca e così pure i suoi soci. Ma alla fine del suo discorso, Gesù - figlio del falegname - dà un ordine inatteso al futuro ignaro apostolo: "Prendi il largo e calate le reti per la pesca" (v.4). Provate a immaginare la faccia di Simone davanti all'ordine di Gesù. Lui, pescatore di professione, riceve ordini dal figlio di un falegname, totalmente digiuno di pesca… "Maestro, abbiamo faticato tutta la notte e non abbiamo preso nulla; ma..." (v. 5). E' vero, il comando di Gesù appare assurdo e insensato, ma... L'ordine dato dal Rabbì è contrario a tutte le regole della pesca, ma... Gesù è figlio di un falegname, non se ne intende di pesci, ma... Simone e i suoi compagni hanno lavorato tutta la notte senza prendere nulla, ma... "...ma sulla tua parola getterò le reti". (v.5) Simone lo sa che la Parola di Gesù è potente ed efficace, sa che quella Parola fa la differenza, lo ha sentito e lo ha visto. Simone si


fida, issa l'ancora e prende il largo. Le reti si riempiono a dismisura, devono chiamare in soccorso l'altra barca. Mai vista una cosa simile. Simon Pietro si sente indegno di stare sulla stessa barca con Gesù, si riconosce peccatore, tutti i suoi limiti gli rimbalzano davanti agli occhi, ma il Signore lo rassicura, "non temere", dice. Il Suo amore è più grande della povertà che Simon Pietro si scopre addosso. Le reti sono state gonfiate dal peso della Sua Parola, dalla fecondità della fiducia consegnata all'insensata richiesta del Rabbì di Nazareth. Hanno lasciato tutto. Hanno seguito Lui. Quella Parola che ha riempito le reti vuote, riempirà pure la loro vita. Coraggio, se pure noi come Simone guardiamo con amarezza le reti vuote dei nostri insuccessi, affidiamoci alla Sua Parola; se facciamo esperienza del nostro peccato e della nostra miseria, non temiamo, il Suo amore è più grande, più forte e più ostinato; se ci sembra che il Vangelo sia una follia, che la proposta di vita di Gesù sia insensata, che camminare dietro a Lui sia una pazzia, facciamo un bel respiro e lasciamo spazio nel cuore alle parole di Simon Pietro: "Sulla tua parola getterò le reti".

WWW.ILCITTADINODIMESSINA.IT

63


parole in blu

a cura di Sara Ursino

Il primo raggio di luce che viene a rompere ed a fugare le tenebre nelle quali pareva involta l'apparizione dell'immortale Pickwick sull'orizzonte del mondo scientifico, la prima menzione officiale di quest'uomo prodigioso trovasi negli statuti inseriti fra i processi verbali del Circolo. L'editore dell'opera presente è lieto di poterli mettere sotto gli occhi dei suoi lettori, come una prova della scrupolosa attenzione, dello studio diuturno, dell'acume, che hanno sempre accompagnato le sue ricerche nella farraggine dei documenti affidati alle sue cure. Cit. Il circolo Pickwick, Incipit.

CURIOSITà

Targa blu sul n° 48 di Doughty Street, Londra dove visse Charles Dickens, come ricorda la targa.

64

- Considerato uno dei maggiori autori inglesi del suo secolo, egli è ritenuto dalla critica il "fondatore" del romanzo sociale - Il 9 giugno 1865 viene coinvolto nell'Incidente ferroviario di Staplehurst, nel corso del quale sei carrozze del treno sul quale Dickens viaggia cadono da un ponte in riparazione; l'unica carrozza di prima classe che rimane sul ponte è proprio quella in cui si trova lo scrittore. - Il 14 giugno 1870 è stato sepolto nell'abbazia di Westminster, nella quale la sua salma è stata portata da un treno speciale, nell'angolo dei poeti (Poets' Corner), accanto a Henry Fielding, cui egli si "ispirò", come ad altri autori, per la creazione del romanzo sociale. - A Dickens è stato intitolato il cratere Dickens, sulla superficie di Mercurio. - A Charles Dickens è stata dedicata una lapide al Cimitero Monumentale della Certosa di Bologna che ricorda la visita del 1844 dello scrittore inglese al cimitero.

WWW.ILCITTADINODIMESSINA.IT


Charles

Portsmouth, 7 febbraio 1812 Gadshill, 9 giugno 1870

Dickens

Nacqui a Blunderstone, un paesino dell'Inghilterra meridionale, in una ventosa notte di marzo; e precisamente alla mezzanotte d'un venerdì. Mio padre era morto prima ch'io nascessi, e io crebbi quindi tra le cure di mia madre e dell'affettuosa governante Peggotty. Le prime cose che ricordo, quando tento di rievocar la mia infanzia, sono precisamente la figura della mamma, col suo bel visino giovane e la sua personcina graziosa, e quella di Peggotty, goffa e sfortunata, coi vestiti sempre troppo stretti, gli occhi così neri che sembravano oscurar tutto quello che le stava attorno, e le guance e le braccia così sode e così rosse che non capivo perché gli uccelli non le beccassero a preferenza delle mele. Cit. David Copperfield, Incipit.

WWW.ILCITTADINODIMESSINA.IT

65


RE sano

Mangia

a cura di Mimmo Saccà

L’Organizzazione Mondiale della Sanità modifica linee guida su sodio e potassio Secondo l’OMS, Organizzazione mondiale della sanità, non bisognerebbe consumare più di 2.000 grammi al giorno di sodio, pari a circa 5 grammi di sale. Al contrario, dovrebbero essere assunti almeno 3.510 mg di potassio al giorno. Un discorso a parte meritano invece le dosi raccomandate per i bambini, per i quali l’OMS indica un consumo di sodio proporzionale al peso, all'altezza e all’energia consumata quotidianamente. Sono queste le indicazioni contenute nelle nuove linee guida emanate di recente dall’organismo internazionale, che ha modificato verso il basso il limite al consumo di sodio, introducendo invece ex novo un valore per il potassio. Le nuove raccomandazioni nascono dalla consapevolezza che gli individui con alti livelli di sodio e bassi livelli di potassio corrono il rischio di avere pressione alta, malattie cardiovascolari e ictus. Ma – avvertono gli esperti - per non superare il limite raccomandato dall’OMS non è sufficiente limitare il sale in pentola e nei condimenti, ma occorre ridurre drasticamente il consumo di alcuni cibi. Alimenti precotti e industriali, come il pane in cassetta, le patatine e i vari snack salati (popcorn, salatini, crakers), come anche gli insaccati (soprattutto i crudi) e le carni conservate, il dado da brodo, la salsa di soia (per non parlare di maionese e kechup) devono essere introdotti nella dieta con estrema moderazione, a vantaggio di un

66

WWW.ILCITTADINODIMESSINA.IT

consumo giornaliero di frutta e verdura. Il potassio, invece, è un preziosissimo elemento che si può trovare in alimenti come legumi, frutta secca, spinaci, piselli, cavoli, banane, prezzemolo, noci, datteri e molti altri cibi ancora. È bene sottolineare che questi alimenti producono il massimo effetto benefico se consumati al naturale, in quanto ogni processo di trasformazione, compresa la semplice cottura, riduce il quantitativo di potassio contenuto in molti prodotti alimentari.


RE sano

Mangia

PREPARAZIONE

La ricetta Panzerotti fritti Ingredienti per 20 panzerotti • • •

• • • • • • • • •

570 gr di Acqua tiepida 500 gr di Farina 00 1 bustina (7gr) di Lievito di birra disidratato e fresco 1 cubetto (25 gr) 15 gr di Olio di oliva extravergine 20 gr di Sale grosso 10 gr di Zucchero 500 gr di Farina manitoba o 0 500 gr di Mozzarella 200 ml di Pomodori passata Origano q.b. Sale q.b. Olio di semi q.b.

Per preparare i panzerotti fritti, mescolate in una ciotola capiente la farina 00 e la farina manitoba o 0. Sciogliete il lievito in poca acqua tiepida, presa dalla dose totale, e unite anche lo zucchero. Aggiungete il lievito disciolto alla farina; nella restante acqua, fate sciogliere il sale grosso e versate il liquido a filo sulla farina, iniziando ad amalgamare con le mani gli ingredienti. Aggiungete anche l’olio e impastate energicamente; trasferite l'impasto su di una spianatoia e continuate a lavorarlo per ottenere un impasto liscio e morbido. Dividete l’impasto ottenuto in 20 parti da circa 80 gr l’una, lavorate ogni parte per formare una pallina e poi ponetele sulla spianatoia, o un vassoio, infarinata, ben distanziate l'una dall'altra. Fate lievitare le palline, in forno spento con la luce accesa oppure coperte con un canovaccio e una coperta, fino a che non avranno raddoppiato di volume (circa 2 h). Nel frattempo, preparate il ripieno per i panzerotti, tagliate la mozzarella a cubetti molto piccoli; in una ciotola mescolate insieme la mozzarella e la passata di pomodoro. Quando le palline saranno lievitate , riscaldate in una capiente pentola, possibilmente larga, l'olio di semi e preparate i panzerotti: stendete ogni pallina, con un matterello, dandole una forma tonda dal diametro di 20 cm circa. Mettete al centro un cucchiaio abbondante di ripieno (circa 30 gr). Richiudete il panzerotto formando una mezzaluna e sigillate bene i bordi, prima esercitando pressione con le dita, poi ripiegate l’impasto verso l’interno e, infine, premendo con i rebbi di una forchetta, per evitare che il ripieno fuoriesca durante la cottura. Tuffate subito i panzerotti nell'olio bollente, girandoli da entrambi i lati, fino a quando non saranno dorati. Scolateli su carta assorbente e servite i panzerotti fritti ancora caldi! WWW.ILCITTADINODIMESSINA.IT

67


Agenda


Amarcord


Sport il Cittadino

BASKET

Inarrestabile CUS Messina. Amatori ok

www.ilcittadinodimessina.it

VOLLEY

Numero 53 - Anno XI - 04 Febbraio 2013

Pall. Messina batte anche il Martina

CittĂ di Messina - ACR Messina

Giallorossi

a reti bianche

il Cittadino n. 106  

Settimanale di attualità, politica e cronaca

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you