Issuu on Google+

n° 21 anno VIII 23 Dicembre 2010

il Cittadino

www.ilcittadinodimessina.it

Il sindaco di Messina, Giuseppe Buzzanca, con il ministro alle Infrastrutture, Altero Matteoli e monsignor Vincenzo D’Arrigo

La galleria dei desideri


anteprima foto Giuseppe Saya

“Ci vediam

Messina, Inauguraz Giostra- Annunziata


mo in Galleria�

zione galleria San Jachiddu, a - 21 dicembre ore 15,30


Sommario

numero 21 - anno VIII16 Dicembre 2010

22-25 Attualità 10-14

Ripristinato l’ecopass

PrimoPiano Alleluja, alleluja finalmente qualcosa si muove

32-33 Città Cronache urbane

15

Il paradosso San Michele:la valle dei mostri senza testa

18-19 Dietro le quinte Fatti e indiscrezioni

20

21

6

Settegiorni Cronaca della settimana

Circoscrizioni

36-37 Provincia

News dal territorio

38-39

Sicilia Notizie dall’isola

Economia 40-41 Speranze per l’economia Siciliana

Notizie dai quartieri

WWW.ILCITTADINODIMESSINA.IT

23 Dicembre


il Cittadino Direttore editoriale: Lillo Zaffino Direttore responsabile: Carmelo Arena Coordinamento: Tiziana Zaffino, Gianluca Rossellini, Gabriella Giannetto, Dario Buonfiglio, Gino Morabito, Antonio Grasso Redazione Nunzio De Luca, Cristina D’Arrigo, Giuseppe Zaffino, Enza Di Vita, Maria Cristina Rocchetti, Letizia Frisone Collaboratori Andrea Castorina, Marilena Faranda, Chiara Lucà Trombetta, Donatella Tagliaferri, Gaetano Biondo, Max Leone, Hermes Carbone, Salvatore Grasso, Salvatore Filloramo, Giovanni Micalizzi, Antonino Genovese

42-46 Cultura il circuito del Mito

50-51 MangiaRE sano

A Natale sempre il Made in Italy

Rubriche Mimmo Saccà, Michele Giunta Ricerca fotografica Antonio De Felice, Riccardo Caristi, Orazio D'Arrigo, Nunzio Di Dio, Peppe Saya, Gaziella Roberto Direttore marketing Francesco Micari

n° 21 anno VIII 23 Dicembre 2010

Pubblicità

il Cittadino

www.ilcittadinodimessina.it

contatti: 3462306183, 3473640274 e-mail: info@ilcittadinodimessina.it Amministrazione Mario De Marco, Giuseppe Pagano, e Franco Rossellini Web master sito Fabio Lombardo

Il sindaco di Messina, Giuseppe Buzzanca, con il ministro alle Infrastrutture, Altero Matteoli, e monsignor Vincenzo D’Arrigo

La galleria dei desideri

23 Dicembre

Il Cittadino digitale sarà pubblicato sul giornale on line e inviato gratuitamente ai lettori direttamente nella posta elettronica e sarà condiviso in rete attraverso Facebook

WWW.ILCITTADINODIMESSINA.IT

7


immagine di Michele Giunta


Primo Piano Servizio Il Cittadino foto Peppe Saya

Alleluja, alleluja: qu


ualcosa si muove

INAUGURAZIONE GALLERIA SAN JACHIDDU

E

’ stato inaugurato martedì 21 dicembre a Messina il terzo lotto del collettore autostradale nord degli svincoli di Giostra. Alla cerimonia, all'esterno dell'imbocco della galleria (lato Giostra), erano presenti tra gli altri, il ministro delle Infrastrutture Altero Matteoli il sindaco Giuseppe Buzzanca, il presidente dell'Anas, Pietro Ciucci, il presidente della Provincia regionale, Nanni Ricevuto, autorità civili e militari, è intervenuto l'Arcivescovo di Messina, Mons. Calogero La Piana, che ha benedetto l'opera completata. "L'opera - ha affermato Matteoli - e' una parte significativa di un'infrastruttura piu' ampia che dara' benefici importanti alla circolazione della citta' di Messina, determinando cosi' un miglioramento alla qualita' della vita dei messinesi. Devo dare atto all'amministrazione di Messina e al sindaco Buzzanca di aver compiuto scelte efficaci per sbloccare la realizzazione di quest'opera ferma per inghippi burocratici, e non solo, da diversi anni. E devo complimentarmi con l'Anas che sta rispettando il cronoprogramma dei tempi di realizzazione di un'opera che sara' completa entro la prossima estate". “La galleria – ha ribadito Matteoli - si inserisce all'interno dei grandi collegamenti regionali e fungera' da collettore con lo svincolo autostradale di Giostra dell'autostrada A20 Messina-Palermo, all'interno dell'intervento che riguarda i lavori delle opere a terra del Ponte sullo Stretto”. “ L'apertura della galleria, a


doppio senso di marcia – ha affermato poi anche il presidente dell'Anas Pietro Ciucci e' una risposta concreta all'emergenza traffico che, come per tutti i grandi centri urbani, assedia la citta' di Messina". GLI SVINCOLI L'intervento per la costruzione dello svincolo autostradale Giostra, I e II lotto, comprende la realizzazione di 14 viadotti principali e di due viadotti minori per una lunghezza di oltre 3.7 km, oltre a due tratti in rilevato in corrispondenza del collegamento con viale Giostra e uno in corrispondenza della rampa di immissione all'autostrada A20, in direzione Palermo. Si tratta di un intervento infrastrutturale frutto di una sinergia fra il Comune e l'Anas DECENNI DI RITARDO 1989 -2010 . La realizzazione comprende il terzo lotto degli svincoli Giostra Annunziata, cioè il tratto stradale, previsto già con l'accordo di programma, sottoscritto il 19 dicembre del 1989, per collegare il viale Annunziata con lo svincolo autostradale di Giostra (oggetto del primo e del secondo lotto in corso di esecuzione), mediante il tratto in Galleria di circa un chilometro. Il sindaco Buzzanca, dopo che gli furono attribuiti i poteri speciali per la prosecuzione delle procedure legate all'emergenza della mobilità, considerato che il terzo lotto sarebbe stato completato prima degli altri due, dispose di realizzare un rampa tra l'uscita sud della Galleria ed il viale Giostra in modo da attivare in via provvisoria ed in tempi ridotti, una infrastruttura viaria urbana, di connessione tra la parte a monte di viale Giostra con la zona alta dell'Annunziata, in cui sono ubicati nuovi insediamenti universitari ed aree a forte densità residenziale.

12

L'appalto complessivo delle opere oggi consegnate assomma ad oltre 20 milioni di euro; aggiudicato il 4 settembre 1997 all’A.T. I. costituita dalla Torno Internazionale S. p. a. (già TORNO S. r. l., oggi Torno Global Contracting S. p. a.) e dalla Società Ingegneria Civile S. r. l. in liq. (già C. E. C. – Civile Engineering Company S. r. l., già Impresa GITTO S. r. l.), era stata estromessa nel 2006 dall'appalto. L'Amministrazione comunale, rimanendo il 10 per cento dei lavori da eseguire aveva deciso l'ultimazione in danno. Nel 2007 poi con OPCM 3633 del 15 dicembre 2007, il terzo lotto era stato inserito tra quelle ritenute strategiche per l'emergenza ambientale, secondo il decreto del Presidente del Consiglio del 6 settembre 2006, per cui il completamento dell'opera, riappaltata all'impresa Consoter srl, fu consegnato dal commissario Buzzanca, il 23 marzo del 2009. Oggi ultimata l'opera con il collegamento provvisorio tra Giostra Annunziata, si


resterà in attesa della definizione del primo e secondo lotto. Il tratto che si apre stamani, con caratteristiche di strada urbana di collegamento locale, comprende una corsia per senso di marcia, e per eseguire alcuni interventi residuali, sarà chiuso la notte dalle ore 21 alle 7 del mattino. La velocità massima consentita è di 40 chilometri orari rilevabile con i dispositivi elettrici di misurazione che sono stati istallati lungo il percorso; è esclusa la circolazione dei mezzi pesanti con massa a pieno carico di oltre 3,5 tonnellate e di vetture che trasportano esplosivi o prodotti facilmente infiammabili; le due corsie sono delimitate nella mezzeria da indicatori flessibili verticali; non sarà consentita la circolazione pedonale o ciclistica, come dalla segnaletica orizzontale e verticale collocata lungo la strada. Il sindaco Buzzanca ha ringraziato il Ministro “per avere supportato con l'azione del Governo nazionale gli interventi finanziari necessari alla definizione dell'opera ed ha auspicato che nel prosieguo possa esserci attenzione anche per la realizzazione di una

seconda galleria”. A PROPOSITO DI PONTE DELLO STRETTO

Il presidente Ciucci ha poi rilevato la fortunata coincidenza dell'apertura della galleria proprio all'indomani della presentazione del progetto definitivo del ponte sullo Stretto di Messina. La Societa' Stretto di Messina ha infatti ricevuto dal contraente generale Eurolink, il progetto definitivo del ponte sullo Stretto di Messina e degli oltre 40 chilometri di raccordi stradali e ferroviari. Si tratta di oltre 8.000 elaborati progettuali, che confermano tutte le impostazioni tecniche e i costi di costruzione del progetto preliminare redatto dalla Stretto di Messina e approvato nel 2003 dal Cipe. Il progetto definitivo comprende inoltre le importanti opere deliberate dai Comuni interessati dalla costruzione del ponte, come ad esempio il sistema di fermate ferroviarie intermedie tra Reggio e Messina che consente la concreta attuazione di una moderna rete di trasporti metropolitani dello Stretto, rappresentando un ulteriore valore aggiunto per il Territorio. Il Progetto definiti-

13


vo accoglie altresi', ai fini anche della sicurezza antisismica delle opere a terra, la nuova normativa del Testo unico delle costruzioni, intervenuta successivamente alla progettazione preliminare. "La consegna del progetto definitivo del ponte sullo stretto di Messina, avvenuta nel pieno rispetto dei tempi previsti – ha dichiarato il ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Altero Matteoli - segna una tappa fondamentale per la realizzazione dell'opera. La puntualita' con cui il progetto e' mstato definito dimostra la chiara volonta' del Governo che ha ritenuto, sin dal suo insediamento, il ponte un opera prioritaria per il Mezzogiorno, per l'Italia e l'Europa, essendo esso un tassello del corridoio Berlino-Palermo. Avremo modo di presentare all'opinione pubblica il progetto che rappresenta un vanto per l'ingegneria e la tecnologia italiane".


Il paradosso di Carmelo Arena

San Michele:La valle dei mostri senza testa

È

mai possibile che in questa Messina grigio-fango, il colore della vergogna civile, dove tutto scorre e nulla cambia, qualunque articolo che non sia di cronaca nera o rosa si potrebbe ugualmente riproporre (aggiornando soltanto la data), in qualunque giorno di qualunque mese, di qualunque anno? Sì, è possibile. Anzi certo! Questa la regola, una tantum l’eccezione: il 21 dicembre dell’anno di Grazia 2010 è stata inaugurata la galleria Annunziata-Giostra indispensabile per raccordare l’asse viario urbano con l’autostrada Messina-Palermo e nel contempo, confortante notizia, i frenetici lavori in corso anche nell’adiacente contrada S. Michele (Ritiro) nella cosiddetta valle degli “obelischi senza testa” che per decenni è stato un grande fiore (che non marcisce) all’occhiello di questa città ferita e offesa nelle sue più elementari priorità urbane da veri “mostri senza testa” di conclamata insipienza politica e/o inefficienza tecnico amministrativa. Si stenda comunque un velo pietoso sul lungo interludio (1989-2010) di questa grande sinfonia del nulla peloritano suonata a più mani di cui (alleluja, alleluja) forse si può scrivere la parola fine. Ma in questa ‘patria del paradosso dove può accadere tutto e il contrario di tutto, in questa Messina da rivoltare dalla fondamenta come un calzino logoro, i fiori che non marciscono sono ancora tanti, troppi: da fondo Fucile a rione Tormina, a fondo De Pasquale ( ...) grumi di degrado ancora incistati nel ventre molle di questa città paziente, rassegnata che, tra ragli di ominicchi in carriera, resta quieta come mandria nel recinto dopo il tramonto. Ma questa è un’altra storia, sempre nuova, sempre vecchia.


Foto notizia

Acr M


Messina da salvare


La provincia lascia 38 partecipate

dietro le quinte pagine a cura di Hermes Carbone

Gli auguri dell’arcivescovo alla città Messina

C

arissimi cittadini e fedeli,mi è particolarmente gradito anche quest’anno, in occasione delle festività natalizie, rivolgervi un caro saluto e formularvi auguri affettuosi. Ritengo questa un’occasione propizia per offrire un breve pensiero circa la presenza e la missione degli Angeli, attingendo alla sacra Bibbia, che in questo anno abbiamo voluto collocare al centro della nostra azione pastorale. Il termine

“angelo” (“messaggero”) non indica la natura, ma la funzione di queste creature. La ricca testimonianza biblica presenta gli Angeli come esseri celesti che servono e lodano Dio; in suo nome vegliano e custodiscono gli uomini (angelo custode), proteggono i popoli (angelo delle nazioni) e quali messaggeri sono da Dio inviati per portare liete notizie: a Maria, a Giuseppe, ai pastori, agli Apostoli, ecc. Il Vangelo di Luca narra di

un angelo del Signore che nella notte si presentò ai pastori dicendo: “vi annunzio una gioia grande, che sarà di tutto il popolo: oggi vi è nato nella città di Davide un salvatore, che è il Cristo Signore. Questo per voi il segno: troverete un bambino avvolto in fasce, che giace in una mangiatoia” (Lc 2,10-12). E’ la lieta notizia (“Vangelo”) della nascita del Figlio di Dio, “sole che sorge per rischiarare coloro che stanno nelle tenebre e nell’ombra di morte” e dirigire i passi degli uomini “sulla via della pace”, l’evento di salvezza di cui nella festa del santo Natale celebriamo la memoria liturgica, mistero di amore partecipato da Dio all’uomo: “Dio si è fatto come noi per farci come lui”. In questo Natale, ecco il mio augurio, a Messina ritornino gli Angeli del Signore per portare liete notizie alla città e ai suoi cittadini”.

L

a Provincia di Messina lascia 38 tra partecipate e consorzi. Tra cui Fiera ed Ente Porto E’ il programma di dismissioni presentato oggi dal presidente Ricevuto e dall’assessore alle Partecipate Bisignano. Con la regia dell’esperto La Tella. L’ente lascia anche gli Ato, Feluca, Nettuno, Cas, Asi Ci sono l’Ente Fiera e l’Ente Porto. Ci sono il Consorzio Autostrade e tutti gli Ato, peraltro già in liquidazione. E poi la Nettuno, anch’essa sul viale del tramonto, Feluca, che sta per scomparire per dare vita ad una “newco” totalmente pubblica (51 per cento Comune, 49 per cento Provincia). Sono 38 le società partecipate, gli enti e i consorzi da cui la Provincia ha deciso di tirarsi fuori. Un taglio netto, che ha le sue origini nel faticoso monitoraggio portato avanti dall’assessore alle Partecipate Michele Bisignano, che oggi ha presentato il programma di dismissioni al fianco del presidente della Provincia Nanni Ricevuto.

Francilia: “I turisti non hanno tempo per vedere la città” l consigliere provinciale Matteo Francilia, capogruppo UDC – Centro con D’Alia, ha richiesto la convocazione a Palazzo dei Leoni dei tour operator che si occupano dell’organizzazione delle escursioni a terra per i turisti che sbarcano in crociera nella città dello Stretto, a Milazzo ed a Giardini Naxos. Nella nota viene messo in evidenza che le navi sostano per un periodo di tempo troppo breve per consentire ai turisti di godere con calma delle bellezze del territorio, ed i commercianti vengono penalizzati in termini di vendita dei propri prodotti locali.

I

18

WWW.ILCITTADINODIMESSINA.IT

23 Dicembre


Piano carceri

Dati fine anno 2010

Il consigliere comunale In Sicilia è la svolta, Mimma Brigandì 3000 assunzioni nel 2011 passa a FLI ggi si è finalmente giunti all'intesa

Messina 36esima per sicurezza

O

tra il Commissario delegato per l'emergenza di sovrappopolamento degli istituti penitenziari, Franco Ionta, e il Presidente della Regione Sicilia, Raffaele Lombardo, per la costruzione di 4 nuovi istituti carcerari in Sicilia. Sciacca, Catania, Marsala e Mistretta saranno le sedi, per un totale di 1800 posti che dovrebbero vedere la propria realizzazione entro dicembre 2012. “Tuttavia - dichiara Mimmo Nicotra V. Segretario Generale OSAPP - da qua al 2012 urgono dei provvedimenti deflattivi affinchè i detenuti attualmente ristretti in Sicilia, pari a 8500 circa, vengano ridotti notevolmente anche attraverso l'apertura di alcuni istituti già pronti, come Gela, Favignana e le sezioni del Pagliarelli e Agrigento.” “Nel 2011 - conclude Nicotra - probabilmente dovrebbero essere assunti circa 3000 agenti.”

Il questore Carmelo Gugliotta

I

l questore di Messina Carmelo Gugliotta durante i suoi saluti alla stampa stamani a Messina ha presento il bilancio di fine anno della polizia affermando: ''Messina mantiene la sua posizione di 36esima citta' italiana in materia di sicurezza. Il nostro obiettivo, sara' la protezione e l'affiancamento del mondo dell’imprenditoria''. Questi i dati piu 'importanti del 2010: 333

gli arresti, 865 le persone denunciate, 113 3448 gli interventi,2953 controlli a persone con obblighi, 2881 servizi di scorta espletati,due omicidi, 5 tentati omicidi, 153 rapine 17 estorsioni''. Su irecenti episodi di bullismo Gugliotta ha affermato: ''Il rischio forte e' che ci siano fenomeni emulativi. Per cui un singolo episodio può ingenerare una serie di vicende analoghe scollegate uno dall'altro''

Esercizi commerciali: il 25 dicembre ed il 1 gennaio chiusura totale

L

'assessore al commercio, Giuseppe Puglisi, ha firmato l'ordinanza che dispone la deroga degli orari di apertura degli esercizi commerciali per le festività di fine anno. Sabato 25 dicembre e sabato 1 gennaio è prevista la chiusura totale di ogni attività. I titolari delle attività commerciali con dipendenti, che si avvarranno della facoltà di apertura in deroga, dovranno comunicare al Dipartimento commercio del Comune, quale piano di lavoro utilizzeranno per il personale che sarà impegnato nelle giornate festive e domenicali.

23 Dicembre

WWW.ILCITTADINODIMESSINA.IT

19


sette giorni

Dicembre 2010

di Andrea Castorina

16 giovedì

17 venerdì

18 sabato

Protesta agenti carcerari: a Messina gravi carenze d’organico “La carenza di personale nella Casa Circondariale di Messina è elevata, almeno di 305 unità di polizia penitenziaria”. La denuncia è della Fns Cisl che questa mattina, insieme agli altri sindacati, ha protestato all’esterno della struttura di Gazzi. “Una situazione già nota ai vertici del Dipartimento ma che sinora non ha trovato alcuna soluzione e alla quale non è mai stata data concreta risposta.

Oggi l’inaugurazione delle sette piazzette tematiche

Alla presenza del sindaco Giuseppe Buzzanca, questo pomeriggio verranno inaugurate le sette piazzette tematiche collocate lungo la Cortina del porto. La cerimonia, coordinata dall'assessore allo sviluppo economico, Gianfranco Scoglio, sarà arricchita dalla collaborazione dei commercianti della zona e sarà accompagnata dalle musiche del maestro Giovanni Cirino, che guiderà la visita dei sette punti di ritrovo già realizzati nel cuore storico di Messina.

Taormina: due pregiudicati arrestati dai carabinieri per tentata estorsione I Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Taormina hanno dato esecuzione ad un’ordinanza di custodia cautelare in carcere a carico di due soggetti ritenuti affiliati al clan mafioso Brunetto facente capo alla più nota famiglia mafiosa catanese dei Santapaola, poiché ritenuti responsabili in concorso di tentata estorsione. Il provvedimento di custodia cautelare è stato emesso dal GIP del Tribunale di Messina, d.ssa Daria Orlando.

L

19

Il Città di Messina cade in casa contro il Real Avola

20

Al via il progetto definitivo del nuovo plesso scolastico di Tremestieri

Inizia male il girone di ritorno per il Città di Messina, rimontato e sconfitto a domicilio dalla vice-capolista Real Avola. La squadra di Accetta passa in domenica vantaggio al 13’ con Pirrotta ma viene ripresa al 35’ da Guastella. Nella ripresa a fare la partita sono sempre i padroni di casa ma in pieno recupero arriva la rete di Sirugo che gela il pubblico del “Celeste”, quest’oggi particolarmente numeroso.

lunedì

Stamani è stato presentato, nel corso di una conferenza stampa, il progetto definitivo del nuovo plesso scolastico di Tremestieri, che prevede la costruzione di 15 aule da destinare alla scuola primaria, 2 aule da destinare alla scuola materna, un auditorium e una palestra. L'illustrazione alla stampa è stata fatta dal sindaco, on. Giuseppe Buzzanca e dagli assessori alle politiche scolastiche, Salvatore Magazzù, ed al patrimonio, Franco Mondello.

21

Piano locale giovani: Presentato il progetto mosaico

22

Esercizi commerciali: il 25 dicembre ed il 1 gennaio chiusura totale

martedì

Stamani nel corso di una conferenza stampa tenutasi a palazzo Zanca è stata presentata l’Azione Sociale del Piano Locale Giovani del Comune di Messina. L’iniziativa è rivolta ai giovani tra i 16 e i 35 anni che vogliono impegnarsi per abbattere ogni barriera culturale, di etnia o di genere. Il progetto, significativamente denominato “Mosaico”, si pone l’obiettivo di creare coesione nel tessuto sociale sempre più frammentato.

L'assessore al commercio, Giuseppe Puglisi, ha firmato l'ordinanza che dispone la deroga degli orari di apertura degli esercizi commerciali per le festività di fine anno. Sabato 25 dicembre e sabato 1 gennaio è prevista la mercoledì chiusura totale di ogni attività.

20

WWW.ILCITTADINODIMESSINA.IT

23 Dicembre


circoscrizioni di Andrea Castorina

II Circoscrizione

Zafferia: presepe del “Borgo Monalla”

L

’Associzione Jobel e la comunità Parrocchiale di Zafferia, avvalendonsi del Patrocinio della Presidenza del Consiglio Comunale, propongono, il 26 dicembre e il 6 gennaio, la prima edizione de “Il presepe del Borgo Monalla”. Si tratta di un presepe vivente che sarà allestito tra i caratteristici vicoli del Borgo Monalla, realizzato grazie alla collaborazione di molti abitanti del luogo. Il Presepe potrà essere visitato dalle ore 18.00 con ingresso libero. III Circoscrizione

Lezioni “gelate” alla scuola La Pira di Camaro

D

a tre anni gli alunni della scuola materna ed elementare “Giorgio La Pira” di Camaro sono costretti a fare lezioni patendo il freddo nei mesi invernali. Il sistema di riscaldamento dal 2007 , anno della ristrutturazione del plesso, non ha mai fatto il suo dovere. In alcune aree dell’edificio, comprendenti 3 classi di scuola materna, i riscaldamenti non sono mai entrati in funzione, costringendo i piccoli alunni a frequentare le aule muniti di cappotti e abiti pesanti. In merito, il consigliere della III Circoscrizione Libero Gioveni, sollecita ,con un’ interrogazione , l’assessore all’edilizia scolastica Salvatore Magazzù. In tutta questa vicenda, occorre certamente evidenziare come appaia paradossale il fatto che una scuola venga consegnata dopo una ristrutturazione con delle gravi anomalie all’impianto di riscaldamento.

23 Dicembre

IV Circoscrizione

I soldi di Natale spesi per l’arredo urbano

I

l presidente della IV Circoscrizione Quero comunica che il Consiglio circoscrizionale nella seduta del 13 dicembre scorso, ha deciso di utilizzare le risorse ,ad esso conferite per il periodo natalizio, per l’effettuazione di alcuni interventi volti a migliorare l’arredo urbano. In particolare verranno installate panchine e portarifiuti nelle vie e nelle piazze di competenza della IV municipalità.Si tratta di un gesto semplice ma molto significativo soprattutto in un periodo di crisi, con il quale la IV Circoscrizione vuole rafforzare la propria presenza sul territorio come punto di riferimento per i cittadini.


attualità

pagine a cura di Antonino Grasso

Ecopass ripristinato a Messina

Per il sindaco Buzzanca forse una vittoria di Pirro

D

a martedì 21 dicembre è stato nuovamente applicato il ticket ecopass che regolamenta accesso e circolazione dei veicoli in città, introducendo il tagliando, disposto dal sindaco di Messina, Giuseppe Buzzanca, quale Commissario Delegato per le misure dell’emergenza ambientale nel settore del traffico e della mobilità, secondo l’O.P.C.M. Ordinanza del Presidente del Consiglio dei Ministri n. 3633, del 2007. Buzzanca, ha annunciato il ritorno all'applicazione del ticket dopo il decreto del Consiglio di Stato che, in sede giurisdizionale, sezione quarta, ha accolto l'istanza di misure cautelari provvisorie e per l'effetto, ha sospeso l'esecutività della quattro sentenze appellate sino alla discussione della camera di consiglio del 18 gen-

22

naio 2011. Il sindaco, Buzzanca, aveva presentato a novembre scorso, ricorso al Consiglio di Stato avverso alla sentenza del Tar del Lazio in merito all'Ecopass e alla ZTL. Buzzanca ha confermato che l'applicazione del ticket sarà fatta sino al 31 dicembre, data di scadenza dell'ordinanza con la quale era stata introdotto l'ecopass in via sperimentale il 1 giugno scorso e dal 1 gennaio con una nuova ordinanza che sarà rimodulata con le modifiche evidenziate dal Tar. Vi saranno controlli a campione della polizia municipale mentre dal nuovo anno saranno avviati sistemi di riscossione sempre più automatizzati. “La tassa di attraversamento – ha detto il sindaco di Messina - è un sistema di pagamento dovuto alla nostra città, perchè con le entrate abbiamo iniziato quanto previsto, provvedendo a mettere in sicurezza le strade, il cui asfalto viene eroso dall'attraversamento dei mezzi; con la sospensione del Tar abbiamo registrato una perdita di 300 mila euro”. ”Gli introiti dell'ecopass – prosegue il primo cittadino - sono desti-

nati alla realizzazione di un monumento alle vittime della strada e ad interventi, servizi ed opere connessi alla funzionalità del sistema di mobilità ed al miglioramento delle condizioni ambientali e di vivibilità generale, come la copertura delle spese della manutenzione stradale cittadina, pesantemente compromessa dai flussi di traffico di attraversamento dello Stretto”. Buzzanca ha poi confermato che “la Protezione civile ha già espresso parere favorevole per la proroga al sindaco di Messina, dei poteri speciali per l'emergenza traffico, decreto che dovrà essere ora delibe-


rato alla prima seduta utile, dal Consiglio dei ministri”. Prima del ricorso al Consiglio di Stato l’ecopass e le Ztl erano state stato bocciate dal Tar del Lazio che aveva dato ragione al ricorso della Società Cooperativa Baglieri. Il giudice amministrativo contestava diversi punti nella sentenza. Il giudice sottolineava tra l’altro, che nella «circolare del Ministero dei Lavori Pubblici del 21 luglio 1997 viene aggiunto che “i comuni, per poter subordinare l'accesso alle zone a traffico limitato al pagamento di una somma, devono: aver istituito una Ztl (zona a traffico limitato) ai sensi dell'art. 7, comma 9 del NCS; aver adottato il Piano urbano del traffico ai sensi dell'art. 36 del NCS; aver introdotto la tariffazione degli accessi alla Ztl all'interno del Piano urbano del traffico, avendo verificato che tale provvedimento si rende effettivamente necessario per il raggiungimento degli obiettivi del Piano urbano del traffico. Di tale verifica deve essere data documentazione di uno specifico paragrafo della relazione tecnica che accompagna il suddetto Piano”. “È tuttavia ammessa – proseguiva il giudice - l'adozione della tariffazione degli accessi per i comuni che non abbiano “ancora adottato il Piano urbano del traffico, unicamente in via sperimentale e per un periodo non superiore ad un anno, a condizione che nella relazione tecnica che dovrà accompagnare il progetto di tariffazione siano precisati gli

obiettivi ed i relativi criteri di verifica”. E ancora: “Non risultano essere state effettuate: in primo luogo, misurazioni in ordine alla presenza di inquinanti atmosferici, tali da consentire di apprezzarne l’eventuale abbattimento e/o contenimento per effetto delle approvate misure di contenimento del traffico; secondariamente, alcuna stima del carico inquinante del traffico veicolare, necessariamente articolata in ragione delle potenzialità emissive delle diverse classi e/o categorie di veicoli e dell’eccessiva presenza di dispositivi atti a contenere la diffusione nell’aria di materie nocive; e infine non ci sono analisi in ordine alla distribuzione giornaliera del flusso di traffico da e per l’Isola: tali, ad esempio, da indurre una più appropriata individuazione delle cd. “fasce esenti” al fine di propiziare, in una con l’attitudine “disincentivante” verso la percorrenza delle Ztl in orari diversi, anche comportamenti maggiormente “virtuosi” suscettibili di determinare una più organica articolazione dei flussi durante l’intero arco della giornata”. Inoltre per il giudice “appare evidente, alla stregua dei riportati contenuti dell’ordinanza commissariale, la prevalente considerazione riservata dall’Autorità emanante all’acquisizione, veicolata dall’introduzione dell’ecopass, di disponibilità finanziarie per le casse comunali: e, con essa, lo sviamento realizzato dall’intervento di che trattasi, la cui legittima preordinazione funzionale non risiede nell’intento di accrescimento delle entrate per l’Amministrazione, quanto piuttosto nella tutela di valori della persona”.

23


attualità Pagine a cura di Cristina D’arrigo

Camera Commercio di Messina: Progetti di internazionalizzazione per aziende messinesi

A

pprovati alcuni progetti predisposti dalla Camera di commercio di Messina (capofila) congiuntamente con gli altri Enti camerali dell’Isola, che daranno l’opportunità alle aziende messinesi di farsi conoscere nel panorama internazionale. Ai progetti, è stato dato il via alla riunione che si è svolta alla Camera di Commercio e dove Gaetano Gaglio, responsabile della società Logos che ha predisposto il progetto e che farà da consulente, ha illustrato le nozioni tecniche agli operatori presenti. Il finanziamento di Unioncamere nazionale, di circa 300mila euro, sarà investito in questa attività promozionale. I tre progetti, gestiti dall’Azienda speciale servizi alle imprese, sono: “Internauta”, finalizzato alla promozione della Nautica cantieristica messinese (Emirati Arabi Uniti, Usa e Federazione Russa); Intertour, progetto di sviluppo internazionale della filiera turistica (Emirati Arabi Uniti, Usa, Federazione Russa e Cina); Incagri, progetto di incoming alimentare in provincia di Messina

24

WWW.ILCITTADINODIMESSINA.IT

(Federazione Russa, Giappone ed Egitto). Le aziende che in tutto hanno dato la loro adesione sono 50 così distribuite: 21 per il progetto Intertour; 20 per il progetto Incagri e 9 per Internauta. “Si tratta di progetti importanti – ha affermato il presidente dell’Ente camerale, Nino Messina, durante la riunione – perché, attraverso essi, si evidenziano le eccellenze del nostro territorio nel campo agroalimentare e in quello della nautica, entrambi elementi di supporto al turismo. In particolare, la nautica, con i nuovi porti turistici, rappresenta per il futuro un volano di crescita reale per l’intero territorio”. Presente alla riunione anche l’amministratore unico dell’Azienda speciale servizi alle imprese, Rosario La Rosa, che ha evidenziato la rilevanza dei progetti che, per la prima volta, offrono alle aziende partecipanti l’opportunità di farsi conoscere, utilizzando le risorse dell’intero sistema camerale, negli importanti mercati esteri.

23 Dicembre


Messina, Duomo

Concerto Gospel in cattedrale

O

ltre mille persone per il concerto del coro multietnico e interconfessionale “Gospel Project” diretto da Pietro Marchese, che domenica sera si è tenuto in Cattedrale. Formato da 45 elementi, di cui 22 sono solisti, hanno intrattenuto e coinvolto il pubblico con numerosi brani, oltre quelli del classico repertorio gospel, o creati da alcuni dei musicisti del coro stesso, anche “Now to Him”, “I wanna be ready”, “you not be alone”, “the bible singer”, I’ll forget the pain”, come ultimo per gli auguri natalizi il tradizionale “Oh happy day”. Le canzoni sono state eseguite senza una scaletta precisa, come ha confermato il direttore Pietro Marchese, “perché oltre la tecnica cerchiamo di trasmettere qualcosa, e senza un minimo di improvvisazione questo non è possibile”. L'evento è stato organizzato, nell'ambito del progetto "G2 Seconde Generazioni Crescono" con il gruppo Gospel Project nato a Palermo nel dicembre del 1994, con coristi provenienti da diverse parti del mondo: Costa d'Avorio, Capo Verde, Isole Mauritius, Stati Uniti, Francia, Germania, Danimarca e Austria, e di varie confessioni religiose: cristiana cattolica, luterana, evangelica,valdese. Il concerto è stato organizzato dall'assessore comunale alle politiche della famiglia, rapporti con le chiese Dario Caroniti, d'intesa con l'assessore all'arredo urbano, Elvira Amata, e dagli esperti del sindaco Celesti, Corpina e Lembo.

23 Dicembre

WWW.ILCITTADINODIMESSINA.IT

25


Messina, 17 dicembre

“Gruppo d 26

WWW.ILCITTADINODIMESSINA.IT

23 Dicembre


2010, teatro Vittorio Emanuele

di famiglia in un interno� 23 Dicembre

WWW.ILCITTADINODIMESSINA.IT

27


Chi siamo Garden Houseè specializzata nella progettazione e realizzazione di giardini e strutture in legno e si pone come presenza costante nel mondo dell'arredo da interno ed esterno. Garden House amplia i suoi orizzonti specializzandosi in nuovi settori come: arredamento, mobili e accessori, arredamento locali commerciali, arredo pubblico, giardinaggio, mobili e arredamento da giardino, piscine ed accessori, arte floreale, addobbi floreali, piante e fiori con servizio a domicilio. Inoltre puoi trovare prefabbricati e chioschi in legno, attrezzature per lidi balneari, vasi e fontane, tavoli, sedie, dondoli ed ombrelloni, giocheria da esterni e gonfiabili, camini e barbeque, progettazione impianti di irrigazione, rigenerazione manti erbosi. Garden House flower & plant progetta ed arreda il tuo giardino.

GARDEN HOUSE | 12/14, v. S. M. Alemanna - MESSINA (ME)


I prodotti - arredamento da esterni

- sedie

- barbecue

- tralicci in legno e vasi

- giochi per giardini

- attrezzature per lidi

- mobili per terrazzo

- fontane

- tavoli

- mobili

- arredamento da interni

- strutture in legno per esterni

- camini

- vasi

- Tel. 090.669604 | fortunatotaglieri@alice.it | P.I. 01488140839


Foto di Giuseppe Saya

In gabbia

MESSINA - Via Garibaldi

Ang


Largo Cardines

geli

In vitro


città a cura di Marilena Faranda

Cooperazione

L’opera dei City Angels a Messina

N

ella sala Falcone Borsellino di palazzo Zanca, Dario Caroniti, ass. alle politiche per l'integrazione multietnica, con il coordinatore della sezione di Messina dei City Angels, Giovanni Gentile, ha fatto il bilancio dell'attività svolta dall'associazione, in collaborazione con l'Amministrazione comunale. La sezione messinese dei City Angels è cresciuta numericamente (il gruppo conta oggi 30 unità) e con il Banco Alimentare ha effettuato 400 distribuzioni di viveri di prima necessità a 100 famiglie messinesi indigenti. I City Angels, che si distinguono per la divisa con giubba rossa e basco azzurro cercano di alleviare la sofferenza di chi si trova in stato di disagio. I City Angels hanno organizzato, con il Comune, la “Cena con gli angeli” nell'ambito della manifestazione “Gli angeli sopra il Tirone”, che si svolgerà il 28 dicembre alle 21. L'evento porterà alla condivisione del Natale con i più bisognosi. Per l’occasione il sindaco, Buzzanca con l'ass. Caroniti consegneranno zainetti con generi di prima necessità.

32

Natale

Presepe che passione!

E

’ stata inaugurata la V mostra di arte presepiale Il presepe tra arte e tradizione. Erano presenti l’Arc. mons. La Piana, l’On. Ardizzone, l’ass. Amata e una rappresentante del teatro V. Emanuele e si sono complimentati con l’associazione Amici del presepe e principalmente, con il presidente Gigi Genovese, per l’impegno profuso ogni anno per la realizzazione della mostra che costituisce un appuntamento importante e molto seguito tra gli eventi natalizi organizzati dal Comune e dalla Diocesi. In particolare, mons. La Piana che ospita presso l’arcidiocesi l’esposizione, ha sottolineato l’importanza del presepe come simbolo della vera essenza del Natale: la nascita di Cristo. Alla mostra è possibile ammirare diversi presepi diorami e sculture provenienti da tutta la nazione, realizzati con vari

WWW.ILCITTADINODIMESSINA.IT

materiali, fra cui cartapesta e terracotta. Vi è anche il presepe siciliano, che riproduce la natività, i cui personaggi indossano abiti tipici della nostra terra. L’associazione Amici del presepe, sotto la sapiente guida di Genovese, si prepara a questa mostra dall’anno precedente, organizzando incontri e corsi di formazione, per la realizzazione dell’evento a cui hanno contribuito le maestranze del teatro con l’allestimento. La città plaude a questo evento, poiché contribuisce a promuovere cultura. La mostra è fruibile dal 18 dicembre 2010 al 9 gennaio 2011, presso i chiostri del Palazzo Arcivescovile via I settembre 117 Messina. Aperta tutti i giorni dalle ore 16.30 alle 20.30, eventuali visite fuori orario per gruppi e scolaresche sono da concordare con gli organizzatori.

23 Dicembre


Integrazione

Progetto Mosaico

Risanamento

Smaltimento rifiuti ono iniziati gli interventi che l'imS presa Ecosistem effettua nella Zona Falcata, per la bonifica di manu-

A

palazzo Zanca, presenti l'ass. alle Politiche per l'integrazione multietnica, D. Caroniti, il presidente dell’Ass. Anymore Onlus, A. Spignolo, ed il direttore dell’Uff. Diocesano Migrantes, Santino Tornesi, è stato evidenziato come il progetto “Mosaico” rappresenti, a livello locale, l'Azione Sociale del Progetto “Piani Locali Giovani - Città Metropolitane”, promosso dal Dipartimento della Gioventù, Presidenza del Consiglio dei Ministri, in collaborazione con l’Anci Ass.

Naz. Comuni Italiani, e con il Comune di Messina. L’iniziativa è rivolta ai giovani tra i 16 e i 35 anni che vogliono impegnarsi per abbattere ogni barriera culturale. Il progetto, vuole creare coesione tra i giovani italiani e i giovani immigrati e figli di immigrati che vivono a Messina come fra le tessere di un mosaico. Il progetto promuove l’accoglienza e l’integrazione. Le attività proposte andranno, dalla musica allo sport, dal cinema alle escursioni.

fatti industriali con amianto. Ai lavori erano presenti l'ass. al risanamento P. Rao, il direttore dei lavori ing. A. Cortese, l'ing. F. Di Sarcina per l'Autorità Portuale ed il dott. R. Madaudo, presidente dell'Ente Autonomo Portuale. Il piano di risanamento prevede un’intervento all'ex cantiere Cassaro, all'Arsenale, all'ex stazione degassifica, nei Cantieri Navali Rodriguez, al C.S. Savena ed alla Gentiluomo Service s.r.l..

Scuola

Nuovo plesso a Tremestieri

E

’ stato varato il progetto definitivo del nuovo plesso scolastico di Tremestieri, che prevede 15 aule da destinare alla scuola primaria, 2 aule da destinare alla scuola materna, un auditorium e una palestra. Del gruppo di progettazione

fanno parte gli architetti D. De Pasquale, R. Antonuccio e S. Denaro, gli ingegneri A. Di Bella e G. Villari, Rup, ed i geometri I. Russo e G. Frigione. Sulla Gazzetta ufficiale della Regione siciliana n. 28 era stato pubblicato il decreto per la variante, per la realizzazione di un complesso polivalente per la scuola dell'obbligo, in accoglimento dell'istanza del Comune di Messina. L'importo dei lavori è di 5 milioni di euro, ma disponibili sono 1 milione e 400 mila, il sindaco attiverà la Regione per le rimanenti risorse necessarie per l'appalto dell'opera.

LAUREA

A

uguri al nostro collaboratore Giuseppe Zaffino per la sua laurea in Geologia “Gestione dei Rischi Territoriali” presso la Facoltà di Scienze MM.FF.NN. dell’Università di Messina, conseguita con il massimo dei voti.


Foto Antonio De Felice

34

WWW.ILCITTADINODIMESSINA.IT

23 Dicembre


All'arcivescovado V mostra presepiale

23 Dicembre

WWW.ILCITTADINODIMESSINA.IT

35


provincia Messina a cura di Marilena Faranda

I

Il movimento di Terronia

rappresentanti del comitato Terronia Roberto Cerreti, Pippo Previti, Sebastiano Tamà e Nino Previti a seguito della confermata fiducia a Berlusconi, hanno voluto tenere un incontro con gli aderenti al movimento per spiegare quale sarà l’impegno politico, o forse meglio morale, che intendono assumere verso la propria regione ed in particolare, verso la propria città. Questo movimento non è e non vuole essere un partito politico, ma qualcosa di più, cioè un incontro tra forze trasversali che collaborano per un riscatto dei meridionali ed in particolare degli ultimi i siciliani. Il movimento Terronia, infatti, ha al suo interno anche delle rappresentanze sindacali, quali: l’O.R.S.A. ( Organizzazione Sindacati Autonomi), nella persona di Mariano Massaro e l’UGL (Unione Generale del Lavoro), nella persona di Salvatore Mercatante. Essi sono molto adirati con i rappresentanti nazionali, i quali non hanno fatto altro che battersi per togliere la poltrona a chi aveva il comando, la risposta a questa loro azione non poteva che essere e no che non mi schiodo non mi schiodo no. Una mossa più utile e concreta sarebbe stata la richiesta a Tremonti di far dimettere Moretti, amministratore delegato, il quale si sta occupando della società trasporti come fosse sua e non statale. Egli ha dichiarato, di voler tagliare il ramo secco, che sarebbe il

36

WWW.ILCITTADINODIMESSINA.IT

trasporto siciliano a suo avviso poco redditizio, a favore di accordi con compagnie estere. Questi suoi provvedimenti stanno comportando, la perdita di molti posti di lavoro. Tra l’altro se si parla di ramo secco, perché non dire che qui vengono portati i treni dismessi che hanno un aspetto lurido, su cui la gente si vergogna a salire? Il primo obiettivo del movimento è partire dall’ultima in graduatoria Messina, per far ciò lotteranno instancabilmente, in quanto neanche i parlamentari nazionali della città sono in grado di far nulla, partono con belle promesse, ma, forse bloccati da interessi politici superiori, non concretizzano nulla. Il comitato per essere sempre più vicino ai cittadini ed ai loro bisogni si è messo in rete, creando un sito: www.comitatoterronia.it, che parla del movimento, ma, soprattutto, all’interno di esso è presente una finestra bianca dove ciascun cittadino può denunciare le ingiustizie subite, fra cui la perdita del lavoro. Le istanze verranno ricevute direttamente dai dirigenti che le valuteranno e se ritenute valide, se ne faranno carico presso gli organi competenti. Il movimento ha raggiunto i confini dell’Italia, arrivando sino in Veneto, dove è stata richiesta la possibilità di aprire una sezione del movimento, per educare le coscienze allo spirito terrone. Il motto quindi è: Terrone e me ne vanto. 23 Dicembre


Assessorato alle politiche giovanili

L

“Il verde ed il blu”

’assessore alle politiche giovanili Daniela Bruno (nella foto) ha realizzato il progetto Il verde ed il blue: i giovani per la sostenibilità ambientale, nell’ambito del programma “Azione Province Giovani 2010”, promosso dal Ministero della Gioventù e dall’U.P.I.. Per tale progetto hanno ottenuto un finanziamento la Provincia Regionale di Messina, unitamente alla Provincia Regionale di Palermo (capofila) e le Province Regionali di Trapani ed Agrigento. L’assessore ha voluto promuovere questo progetto mossa dalla volontà di fornire professionalità ai giovani dai 18 ai 30 anni che si accostano al mondo del lavoro. Oggi, i ragazzi esco-

23 Dicembre

no dalle scuole o dalle università, privi delle competenze necessarie richieste dalle aziende. Così l’assessorato alle politiche giovanili ha deciso di aderire al progetto Azione Province Giovani 2010, formando dei giovani sul tema della sostenibilità ambientale e sulla lotta ai cambiamenti climatici, tale insegnamento sarà corredato da un modulo di comunicazione. Nella seconda fase, i corsisti potranno osservare nelle riserve, quanto appreso nelle ore di lezione in aula. La fase conclusiva del progetto, prevede la realizzazione di materiale informativo quale: opuscoli, brochure, etc. per scuole e turisti. A Messina, sono state individuate come riserve: le aree di Capo Peloro,

Laghetti di Marinello e Parco fluviale dell’Alcantara. Tale progetto è finalizzato alla creazione di un info point nei comuni e nelle riserve, individuati per offrire le informazioni ai turisti, al coinvolgimento dei giovani nelle progettazioni di politiche ambientali a livello locale attraverso la realizzazione di percorsi didattici, di opuscoli didattici ed di opuscoli informativi, di materiale divulgati vo da utilizzare negli info- point ed ad implementare l’attività turistica fiorente nei comuni con la proposizione di percorsi naturalistici, nel rispetto dell’ambiente. Le istanze verranno prese in considerazione in base all’ordine di presentazione.

WWW.ILCITTADINODIMESSINA.IT

37


sicilia a cura di Dario Buonfiglio

Casini: "Il nostro è il metodo Obama"

P

ier Ferdinando Casini fa tappa a Palermo per una convention del suo partito. "Abbiamo un'interlocuzione serena e seria sia con il Pdl che col Pd, ma balliamo da soli"."Riteniamo che in Italia serva una nuova offerta politica - ha aggiunto - non occorre ripercorrere strade già battute e che si sono dimostrate fallimentari. Questo, però, vale per le prossime elezioni, adesso abbiamo un Parlamento". "Noi ci occupiamo dei problemi degli italiani, perché si sta evidenziando ogni giorno che molte famiglie italiane non riescono a pagare la rata del mutuo, poi c'è il tema della povertà e dei giovani disoccupati. Insomma emerge uno spaccato sociale drammatico". L'ex presidente della Camera parla del neona-

38

to terzo polo, del quale lui con il suo movimento fa parte: "Ci sono due proposte politiche del Pdl e del Pd che si sono dimostrate fallimentari, parlano i fatti. Noi vogliamo che il Paese abbia una nuova offerta politica, lavoriamo per dargliela. Oggi non abbiamo tempo per polemizzare con nessuno, nè a destra nè a sinistra. Anche perché, abbiamo fatto un fioretto natalizio". "Vogliamo parlare dell'Italia e dei problemi degli italiani aggiunge Casini - perché c'è una drammatica questione sociale. Realizziamo in Parlamento convergenze possibili per risolvere le questioni sociali italiane. Siamo il polo della Nazione che parla il linguaggio della responsabilità nazionale". "Vedo che tutti in queste ore parlano di noi,

WWW.ILCITTADINODIMESSINA.IT

magari per criticarci, questo è il segno che siamo l'unica novità esistente nel panorama politico". Casini sottolinea che "proprio perchè vogliamo essere una novità non dobbiamo azzardarci nelle vecchie polemiche. Dobbiamo dire cambiamo spartito, vogliamo una nuova musica". "Noi non siamo interessati alle poltrone, ma lavoriamo per il bene del Paese. Se il Governo ci chiama per collaborare nell'interesse dell'Italia, siamo disponibili. Il nostro modello è quello di Obama - conclude Casini - che ha saputo unire Repubblicani e Liberali nell'interesse di una sola Nazione". Supera i limiti: raddoppia la velocità da 10 a 20 Mega!

23 Dicembre


Al Sud particolarmente soggetti alla Febbre mediterranea familiare

A

l Sud, in particolar modo calabresi e siciliani, sono soggetti ad essere vittime di una particolare febbre genetica e misteriosa. Questa patologia genetica, è chiamata febbre mediterranea familiare (FMF), e purtroppo sembra manifestarsi solo nei dintorni dello Stretto di Messina. Questo tipo di malattia fa parte di un gruppo di febbri periodiche, studiate e monitorate dall’associazione AIFP (Associazione Italiana Febbri Periodiche), aderente a UNIAMO-FIMR (Federazione Italiana Malattia Rare). Il dottor Paolo Calveri, presidente dell’AIFP, ha sottolineato che la febbre mediterranea familiare è una malattia infiammatoria, senza avere come causa un agente patogeno. Infatti appartiene al gruppo di malattie autoinfiammatorie, che si sviluppano, soprattutto nell’infanzia, molto raramente in età adulta. E’ una malattia di una certa gravità, con sintomi non comuni, e se non diagnosticata precocemente causa delle complicanze importanti

23 Dicembre

e gravissime. Tra i sintomi, sicuramente delle febbri inspiegabili e ricorrenti, dolori articolari e addominali. E’ una malattia, che si diffonde a livello sistemico, interessando sia il peritoneo che la pleure, provocando rispettivamenteo pleuriti. La patologia non riconosciuta e non trattata degenera in amiloidosi reattiva AA (causata da un aumento dei livelli di una proteina: la siero amiloide), provocando gravi disturbi ai reni e necessità di dialisi. Essendo una malattia non specifica, ma interessando varie parti dell’organismo, non viene riconosciuta facilmente dai medici, e trattata per altre patologie. Infatti un altro meccanismo non chiaro, è la scomparsa automatica dei sintomi e della patologia, e la ricomparsa dopo alcuni mesi o settimane, non dando la possibilità al paziente di riprendersi. In questi giorni si è svolto un convegno avente come tema la FMF, mettendo in luce tutto ciò che si conosce di questa malattia.

WWW.ILCITTADINODIMESSINA.IT

39


economia a cura di Gino Morabito

Speranze per l’e L

’anno che sta per chiudersi, se pur sarà ricordato come tra i più faticosi per famiglie e imprese, a causa di una crisi internazionale che non ha risparmiato niente e nessuno, offre all’economia regionale significativi, seppur parziali, segni di ripresa che ci fanno ben sperare per il futuro”. Lo dice l’assessore per l’Economia Gaetano Armao che prosegue: “le previsioni della scorsa settimana di Unioncamere e Prometeia evidenziano, per il 2011, un aumento del Pil del + 1,1%, rispetto allo 0,8% dell’intero mez-

40

WWW.ILCITTADINODIMESSINA.IT

zogiorno e quindi equivalente a quello del centro-Italia, il doppio di altre regioni ferme allo 0,5%. Questo dato trova risconto in quelli diffusi dall’Istat sulle ripartizioni territoriali delle esportazioni italiane nel periodo gennaio-settembre 2010 che evidenziano un trend positivo del Mezzogiorno, e della Sicilia in particolare, anche se dobbiamo essere consapevoli che si tratta di un dato accettabile solo in quanto iniziale di un trend che dovrà proseguire la sua crescita”. “Va rilevato – evidenzia Armao – che nell’area meridionale e insulare il consi23 Dicembre


L’Assessore regionale all’Economia Gaetano Armao

economia siciliana stente incremento delle esportazioni (+ 25,5%) è particolarmente evidente nei flussi indirizzati verso l’area extra Ue (+ 34,6%) rispetto all’area comunitaria (+ 18,7%), circostanza che sottolinea la capacità di penetrazione anche in nuovi mercati come la Russia, nonché verso i Paesi del nord Africa verso i quali le nostre esportazioni competono con quelle del centro nord. “Con l’inizio del 2011 può partire una nuova fase dell’economia siciliana – conclude l’assessore per l’Economia – che accanto alla definizione del risanamento, per il quale abbiamo predisposto concrete e oculate misure 23 Dicembre

economiche, vede delinearsi segni di ripresa. Da questa piattaforma intendiamo partire per costruire una nuova stagione per l’economia siciliana che dovrà crescere nel contesto del federalismo fiscale”. Noi ci auguriamo che queste note di ottimismo trovino riscontro nei dati reali, ricordando a noi stessi che i posti di lavoro e l’economia si realizzano con gli investimenti e che nell’anno che sta per concludersi molte imprese hanno chiuso i battenti in Sicilia e molte altre sono pronte a farlo nel prossimo futuro.

WWW.ILCITTADINODIMESSINA.IT

41


cultura

Il Circuito del Mito

Sulle Orme del Sacro. Eventi culturali dal 20 dicembre al 20 febbraio. Migranti Tour” a Messina

Jolanda Insana

D

al 20 dicembre 2010 al 20 febbraio 2011 spettacoli di musica, poesia, mostre, appuntamenti cinematografici troveranno la loro collocazione in rappresentativi scenari della Sicilia all’interno del ‘Circuito del Mito’, rassegna che nasce nel 1998 da un’idea di Franco Zeffirelli, con la direzione artistica di Giancarlo Zanetti e il patrocinio della Regione Sicilia. Nel corso della conferenza stampa di presentazione avvenuta lo scorso 20 dicembre presso il Teatro Vittorio Emanuele è stato presentato

42

WWW.ILCITTADINODIMESSINA.IT

il programma degli eventi previsti dai rappresentanti delle singole iniziative. A introdurre i lavori è stato l’onorevole Luciano Ordile, presidente dell’Ente Teatro che ha ribadito come “senza cultura” non sia possibile uno sviluppo sociale o economico; e l’assessore regionale al turismo, sport e spettacolo Daniele Tranchida. “Messina è una sede prestigiosa per la presentazione di questa edizione del Circuito del Mito, sono previsti 80 spettacoli che hanno visto 21 produzioni. Sono stati coinvolti 6 grandi comprensori turistico-culturali, dislocati in determinate aree, area nord-ovest, Sicilia centrale, Sicilia barocca e cuspide nordorientale. L’evento” – dichiara Tranchida, – “si muove su due linee guida: una dimensione religiosa che veicola una localizzazione esistenziale e una contaminazione culturale, che vede il progetto di ‘attraversamenti’ su Messina e provincia. La nostra terra va inserita nella dimensione degli approdi e non solo delle fughe. E’ necessaria pertanto una politica culturale d’intervento. L’iniziativa ‘Maschere di Spaesamento’ nasce da una riflessione su Messina come metafora della Sicilia che sa cos’era ma non sa cos’è; a causa della sua identità aperta, allo scambio culturale e d’integrazione. Il territorio messinese non va tenuto ai margini, anche in un momento di emergenza come quello attuale.” Questa iniziativa citata da Tranchida, promossa da Dario Tomasello, dall’Associazione Culturale Querelle rappresentata da Gigi Spedale e da Actor Gym, con la partecipazione di Vincenzo Tripodo, offrirà una sorta di ‘teatro di poesia on the road’ attraverso l’azione del flash mob accompagnato dall’esecuzione di musiche 23 Dicembre


dal vivo. Dal 27 al 30 dicembre saranno presi d’assalto luoghi simbolici di Messina, dal corso Garibaldi a Piazza Cairoli, da Provinciale al Centro Commerciale di Tremestieri per concludersi alla Chiesa Madre di Giampilieri il 30 dicembre alle 20.00, con la straordinaria partecipazione della poetessa Jolanda Insana. La Insana accompagnata dal maestro Luciano Troja eseguirà il 23 dicembre, nel Teatro Vittorio Emanuele di Messina, un reading dei suoi brani, legati allo Stretto. Il progetto nato con l’idea che Messina, città dello Stretto, abbia una naturale vocazione alla poesia e vede la partecipazione di giovani messinesi che in una fase formativa, curata da Jolanda Insana, hanno esaminato il materiale in versi che verrà presentato nella performance. Tomasello ha sottolineato l’intenzione da parte della città di un riconoscimento alla poetessa Insana attraverso la rappresentazione di una sorta di ‘marginalità metaforica’. ‘Attraversamenti sonori’ è la rassegna di musica folk presentata da Fabio Sodano che afferma “Questa iniziativa intende raccogliere attraversamenti tra forme espressive per recuperare le origini e riversarle nel mondo d’oggi, attraverso una visione caleidoscopica e un meticciamento culturale nella Sicilia intesa come crocevia.” Dal 22 dicembre al 3 gennaio i gruppi che si alterneranno nell’evento ‘attraversamenti’ sono rappresentati da: Terrae, compagnia di musiche popolari, il 22 dicembre all’Antica Filanda di Roccalumera; Kalamos, con il ricco apporto di strumentario siciliano di tradizione di Galati Mamertino, a Giarre il 23 dicembre; Isola, gruppo messinese giunto al quarto lavoro discografico che vanta collaborazioni con Battiato, alla Sala Laudamo di Messina il 27 dicembre; Banda Mariù, in ‘Miscia Lay’ il 28 dicembre alla Laudamo; Pocket Poetry Orchestra, con un reading 23 Dicembre

poetico e musicale palestinese in dialogo con la tradizione siciliana, il 29 dicembre alla Sala Laudamo e infine Orazio Corsaro & Milo Longo in ‘Emozioni Siciliane’ al Vittorio Emanuele il 3 gennaio. Per quanto concerne altri appuntamenti musicali, sono stati illustrati dal maestro Lorenzo Genitori che ha sottolineato l’importanza di un riconoscimento importante per l’orchestra di Messina quale veicolo d’esportazione. Con la direzione del maestro Alberto Veronesi l’orchestra del Vittorio Emanuele toccherà infatti le sponde sicule eseguendo sinfonie di Beethoven e Tchaikovsky, partendo da Messina il 23 dicembre, nella Basilica Cattedrale. L’evento ‘Mons Regalis’ di Salvino Leone con le musiche di Lucina Lanzara vedrà il 29 dicembre al Teatro Vittorio Emanuele, il cuntastorie Salvo Piparo, accompagnato da altre voci recitanti come il gruppo Sei Ottavi o il cantore arabo Yousif Latif Yaralla e la stessa Lanzara, raccontare la storia del Duomo di Monreale attraverso l’architettura e la storia. Il 28 dicembre a Taormina il Coro del Patriarcato Ortodosso di Mosca diretto dal maestro Anatolij Grindenko eseguirà con i suoi 13 elementi le liturgie con cui si esibisce in sale di concerto di tutto il mondo. Milazzo e Giardini Naxos ospiteranno il Gran Concerto di Natale, rispettivamente il 28 e il 29 dicembre; con un’orchestra di 46 professori d’orchestra diretti da Salvatore Percacciolo, Michele Amoroso e Paolo Carbone. Il 22 dicembre Peppe Barra traendo spunto dalla ‘Cantata dei Pastori’ si esibiWWW.ILCITTADINODIMESSINA.IT

43


rà a Tusa con il suo “Canto di Natale”; ispirato alle opere pirandelliane ‘Ciàula scopre la luna’, ‘I Giganti della Montagna’ e ‘La Favola del Figlio Cambiato’ lo spettacolo ‘La Favola del Poeta’ di Ilenia Costanza sarà rappresentato al teatro comunale di Pace del Mela il 30 gennaio; il 5 febbraio ‘Il Sacro dei Musici Russi’ sarà ospitato alla Chiesa di San Paolino a Torregrotta. Il maestro Giuseppe Paratore dirige la Messina Brass Band costituita da 30 professori d’orchestra per musica di ottoni e percussioni, da quella colta a Morricone o John Williams in tre date: l’8 gennaio al Teatro Glauco di Santo Stefano di Camastra, il 5 febbraio a Torrenova e il 6 febbraio alla Chiesa della Sacra Famiglia di Santa Teresa di Riva. Per quanto riguarda gli eventi espositivi sono in programma due mostre ed esattamente ‘Il postimpressionismo Astratto di Togo’ alla sede del Rettorato di Messina dal 27 dicembre al 27 febbraio e la collettiva

‘Attraver/samenti’ a Villa Pace con 11 artisti dell’area mediterranea dal 27 dicembre al 20 febbraio; Eleonora Cacopardo ha rappresentato l’iniziativa sottolineando l’importanza del ‘dare arte ai luoghi’ mediante più linguaggi per ‘dare arte al luogo, alla città’. ‘Fantasticamente’ è la rassegna che coinvolge il Teatro Trifiletti di Milazzo ‘restituito’ alla sua città; il 20 dicembre il film ‘I Malavoglia’ di Pasquale Scimeca inaugura i lavori che proseguiranno il 23 dicembre con ‘A Fleur’ di Giuseppe Cordaro e Giuseppe La Spada; il 29 dicembre con lo spettacolo di Salvo Presti ‘Flatus Voci’; il 5 gennaio il concerto di Rita Botto con un omaggio a Rosa Balistreri; il 7 gennaio due proiezioni ‘ItalianAmerican’ di Scorsese e ‘Auguri Don Gesualdo’ di Franco Battiato e infine l’8 gennaio 2011 Danilo Rea con un tributo a Fabrizio De Andrè. Vincenza Di Vita


La Chiesa Normanna Santa Maria di Mili di San Pietro Meraviglia Italiana

L

a Chiesa Normanna Santa Maria di Mili di San Pietro Meraviglia ItalianaIl Forum Nazionale Giovani, l' unica piattaforma nazionale di organizzazioni giovanili italiane, ha promosso in questi mesi, in occasione del 150° anniversario dell'Unità d'Italia, il progetto ''Meraviglia Italiana''. Il progetto ''Meraviglia Italiana'' ha come obiettivo, la realizzazione di un itinerario delle meraviglie italiane meno conosciute. Una giuria rappresentata da giovani di età compresa tra 18 e 35 anni, selezionerà 1000 tra le candidature di siti paesaggistici, beni culturali e manifestazioni culturali raccolte dal Forum Nazionale Giovani. Alle candidature selezionate verrà conferito il bollino di ''Meraviglia Italiana''. L' idea della candidatura della Chiesa Normanna di Santa Maria di Mili San Pietro al progetto ''Meraviglia Italiana'' nasce dalla collaborazione tra le associaioni Ionio, Giosef Messina e LAG C.T.G. ''Proteggiamo la natura''. Le tre associazioni, negli ultimi

mesi, hanno lavorato alla realizzazione di un percorso comune, una vera e propria rete di risorse ed esperienze, con l' obiettivo di ottenere in tempi brevi il recupero dell' intero plesso della Chiesa Normanna di Mili. L' inziativa della candidatura infatti, è animata dalla speranza che il valore simbolico del possibile conferimento del bollino di ''Meraviglia Italiana'', possa portare una maggiore attenzione da parte delle istituzioni competenti alla difesa e al recupero della Chiesa, la quale attualmente versa in uno stato di degrado e abbandono. A rappresentare le associazioni durante la presentazione dell’iniziativa avvenuta lo scorso 20 dicembre alla scuola Gaetano Martino sono intervenuti: Ivan Tornesi dell' Associazione Ionio, Lorenzo Floresta (Presidente nazionale Giosef Italy), Sebastiano Busà ( Presidente LAG, C.T.G. ''Proteggiamo la natura''), Eugenio Enea (Dipartimento cultura Associazione Ionio). Vincenza Di Vita


Omaggio al nobel Salvatore Quasimodo

S

i è tenuta la seconda edizione del premio Salvatore Quasimodo, alla presenza dell’assessore provinciale alla cultura Mario D’Agostino, del dirigente scolastico dell’ist, tecnico commerciale Jaci, Claudio Stazzone e di Alessandro Quasimodo figlio del grande letterato Salvatore Quasimodo, a cui è dedicato il premio, presidente della giuria. La premiazione è stata preceduta dalla proiezione di un dvd alla cui realizzazione hanno collaborato anche professori, per ricordare ai giovani presenti in sala il grande letterato ragusano. Il premio volto ad appoggiare il nuovi artisti, si compone di due sezioni, quella che vede concorrere le poesie 46

WWW.ILCITTADINODIMESSINA.IT

di studenti delle scuole medie superiori e quella per gli studenti universitari. Il concorso è di respiro nazionale, a partecipare, infatti, sono stati non solo ragazzi messinesi, ma di tutta Italia. I vincitori della prima sezione sono: I° posto Giulia Fiume (Messina), II° posto Francesca Bua (Cosenza) e III° Alessia Belvedere (Vibo Valentia). Per la seconda sezione Valentina Cacopardo (Bologna) è arrivata al I° posto, Edoardo Faletti (Torino) al II° posto, Chiara Porretta (Ferrara) al III° posto. Dall’incontro è sorta anche la proposta di associare alle sezioni di poesia, anche una per coloro che si accingono ad intraprendere degli studi sul grande poeta. Marilena Faranda 23 Dicembre


poesia in blu

Scirocco E sovra i monti, lontano sugli orizzonti e lunga striscia color zafferano: irrompe la tomba moresca dei venti, d’assalto prende le porte grandi gli osservatori sui tetti di smalto, batte alle facciate da mezzogiorno, agita cortine scarlatte, pennoni sanguigni, aquiloni, schiarite apre azzurre, cupole, forme sognate, pergolati scuole, le tegole vive ove acqua di sorgive posa in orci iridati, palloni brucia, di virgulti fa sterpi, in tromba cangia androni, piomba sulle crescenze incerte dei giardini, ghermisce le foglie deserte e gelsomini puerili poi vien più mite batte tamburini; fiocchi, nastri… Ma quando ad occidente chiude l’ale d’incendio il selvaggio pontificale e l’ultima gora rossa si sfalda d’ogni lato sale la notte calda in agguato. In tromba cangia androni, piomba sulle crescenze incerte dei giardini, ghermisce le foglie deserte e gelsomini puerile poi vien più mite batte tamburini; fiocchi e nastri…

Lucio Piccolo di Calanovela Capo d'Orlando, 26 maggio 1969 – Palermo, 27 ottobre 1901)

23 Dicembre

WWW.ILCIT-

47


Piazza Fulci - Pal Frette, 3 tel/fax 090.674988

email: info@otticagarreffa.com si


ito:www.otticagarreffa.com

Via C.Pompea, 1571 (LocalitĂ  S.Agata) - tel/ 090.3974016


RE sano

Mangia

a cura di Mimmo Saccà

Natale: per il brindisi si afferma ancora il “made in Italy”

P

er le prossime feste natalizie sarà la riscossa dello spumante “made in Italy”. Dopo le lievi flessioni registrate dai consumi nei mesi scorsi, per le “bollicine” nostrane assisteremo ad una vera e propria affermazione sulle tavole degli italiani. Tra Natale, Capodanno ed Epifania salteranno in aria circa 95 milioni di tappi nazionali, con un aumento, in quantità, del 2,5 per cento rispetto al 2009 e con una spesa complessiva di circa 900 milioni di euro (il 2 per cento in più nei confronti dello scorse festività). A sottolinearlo è la CiaConfederazione italiana agricoltori per la quale viene premiato l’ottimo rapporto qualità-prezzo delle nostre produzioni. Ad allietare le tavole delle feste saranno, dunque, otto bottiglie su 10 di spumanti dolci e aromatici nazionali (Asti Docg e Prosecco Doc Conegliano Valdobbiadene in testa). Dall’inizio di dicembre e fino all’Epifania si stapperanno nelle nostre case e nei locali 112 milioni di bottiglie nazionali e poco più di 5 milioni di importazione (Francia e Spagna in particolare). D’altra parte, circa il 70 per cento del consumo nazionale avviene proprio in 25 giorni (dal 10 dicembre al 6 gennaio). Si è sicuri che che il 65 per cento delle bottiglie di spumante verrà stappato in famiglia. A prevalere nelle case degli italiani sarà lo spumante dolce (58 per cento), seguito da quelli secchi e brut e dallo champagne. E questo conferma che la qualità delle nostre produzioni continua ad essere una formidabile arma vincente, visti i consensi che esse stanno registrando. D’altra parte, i numeri parlano chiaro: più di 2,7

50

WWW.ILCITTADINODIMESSINA.IT

miliardi di euro il giro d’affari globale; nel 2009 oltre 329 milioni le bottiglie vendute, 305 milioni (92,5 per cento del totale) con metodo Charmatitaliano (Asti, Prosecco) e 24 milioni (7,5 per cento del totale) con metodo classico (Trento Doc, Oltrepò Pavese, Franciacorta). L’Italia, con circa 175 milioni di bottiglie, dopo la Francia con 197 milioni di bottiglie e prima della Spagna con 157 milioni, è il secondo paese al mondo per l’esportazione di “bollicine”. Le nostre “bollicine” continuano ad avere, nonostante la crisi, il loro appeal sui mercati internazionali. Gli spumanti italiani occupano, infatti, spazi significativi e danno battaglia ai “francesi”. All’estero fanno segnare un aumento record del 21 per cento dell’export. I principali consumatori di spumante “made in Italy” sono gli statunitensi e i tedeschi. Un positivo trend si sta, comunque, registrando anche in Giappone, Russia e Gran Bretagna. In crescita l’export in mercati come la Svizzera, la Svezia e soprattutto la Cina, sempre più conquistata dalla tradizione e dalla qualità delle produzioni nazionali. Per gli spumanti italiani le feste di fine anno sono, dunque, un momento di crescita importante e significativa. Un successo che si riscontra in particolare tra i giovani che stanno riscoprendo il sapore e l’aroma caratteristici degli spumanti. In testa alle preferenze quelli dolci, ma sono in netta ascesa anche i secchi, brut e quelli prodotti con metodo classico. Si ricorda, infine, che anche nel periodo delle festività natalizie l’uso degli spumanti, come tutti gli alcolici, deve rimanere nella giusta moderazione. 23 Dicembre


Mangia

RE sano

Le ricette Maltagliati al ragù di pesce Ingredienti per 4 persone Per la pasta fresca •

400 gr Farina 00

1 pizzico di Sale

4 Uova medie intere

Per il ragù •

2 spicchi di Aglio

2 rametti di Aneto fresco

1 Carote

1 Cipolle

200 gr di Gamberi e Gamberetti

3 cucchiai di Olio

150 gr di Platessa

400 gr di Pomodori a pezzettoni

Sale q.b.

1 costa di Sedano

150 gr di Trota salmonata

Vino

23 Dicembre

Preparazione Per preparare i maltagliati al ragù di pesce, cominciate preparando il sugo. Prendete le verdure, mondatele, riunitele nel mixer e tritatele finemente. Fate scaldare in una padella antiaderente l'olio e unite le verdure tritate, fate stufare a fuoco molto dolce per circa 10-12 minuti; nel frattempo pulite i filetti di trota ed eliminate le lische con l'apposita pinzetta; eliminate anche la pelle procedendo in questo modo: incidete la coda del filetto e tenendo la lama aderente al filetto fatela scivolare tra il filetto e la pelle. Procedete allo stesso modo anche con la platessa eliminando le lische e eventualmente la pelle; una volta eliminata tutta la pelle dai filetti, riduceteli in dadolata. Aggiungete in padella i gamberetti e dopo un paio di minuti anche la trota e lascaite cuocere per un paio di minuti, quindi unite anche la platessa, fate cuocere a fuoco vivace per un paio di minuti e poi sfumate con il vino bianco. Fate evaporare l'alcol e poi aggiungete i pomodori e abbassate la fiamma, coprite e cuocete per circa 10-15 minuti. Regolate di sale e tenete in caldo il ragù coperto fintanto che la pasta non è pronta. Quindi preparate la pasta riunendo in una capiente ciotola la farina, un pizzico di sale e le uova intere (19); impastate per bene tutti gli ingredienti fino a ottenere un impasto liscio, elastico e omogeneo. Coprite con pellicola e lasciatelo riposare al fresco (non in frigo) per circa 1 ora; trascorso questo tempo, stendete la pasta in una sfoglia molto sottile, ricavate delle strisce anche irregolari e da questa tegliate i vostri "maltagliati" tutti della stessa dimensione circa; riscaldate il vostro ragù di pesce e aggiungete dell'aneto spezzettato. Portate a bollore abbondante acqua salata e cuocete i maltagliati per 3-5 minuti; scolateli al dente (26) e ripassateli nel ragù di pesce qualche istante in modo che raccolgano il sugo. Servite i maltagliati al ragù di pesce ben caldi.

WWW.ILCITTADINODIMESSINA.IT

51


Messina, via Garibaldi


Amarcord



Il Cittadino di Messina 23 dicembre 2010