Page 1

n° 123 anno XI - 13 Giugno 2013

il Cittadino www.ilcittadinodimessina.it

Renato Accorinti e Felice Calabrò

La sfida


Asterisco di Lillo Zaffino

Elezioni amministrative 2

Thriller alla me A

ncora una volta Messina si è distinta anche nella competiz talenante risultato per l’elezione del sindaco ha lasciato co

Il finale è stato degno dei migliori film di Hitchcock, a notte fonda rato la fatidica soglia del 50% per l’elezione diretta ed è stato c che, nonostante la notevole distanza registrata, presenta un’infin ballottaggio è una nuova partita, dove il risultato del primo turno Calabrò parte da uno straordinario 49.94% a fronte di un Ac le del 26.06 separa i due contendenti, che, a una superficiale an Ma molte sono le incognite per poter agevolmente pronosticare Intanto l’analisi del voto rileva un dato che deve far riflettere la c centuale di consensi molto al di sotto di quella ottenuta dalle list La differenza di oltre quarantamila consensi non può es

legge elettorale che, con il voto confermativo o disgiunto, ha rid

mento.

Un fenomeno, peraltro, sempre registrato, ma quasi mai ha ragg della coalizione del centro sinistra dovranno approfondire e ricer maggioranza bulgara in Consiglio Comunale, è rappre

che sono stati eletti e dalla delusione di chi non ha raggiunt In ogni caso, esiste il rischio di un affievolimento dell’impegno in Un’altra incognita che potrà influenzare il risultato finale risiede ciare dal Pdl, che si trova nella singolare situazione di formare l la candidatura Felice Calabrò, mentre alla regione siciliana si co E, nella scelta definitiva, quanto peserà il rapporto di stima e a Accorinti. Infine, come si orienteranno gli elettori che hanno sce Gianfranco Scoglio di Nuova Alleanza o per Alessandro Tinaglia Un po’ di pazienza, tra meno di quindici giorni, i messinesi daran

2

WWW.ILCITTADINODIMESSINA.IT


2013

essinese

zione elettorale: enormi ritardi nelle operazioni di scrutinio e l’alon il fiato sospeso i messinesi.

per una manciata di voti (circa 40) Felice Calabrò non ha supecostretto da un sorprendente Renato Accorinti a un ballottaggio nità di insidie. Come molti osservatori politici hanno precisato, il non ha un peso determinante. ccorinti che si è fermato al 23,88% : un’immensa percentuanalisi, appare insormontabile, insomma non ci sarebbe partita. il dato finale. coalizione di sinistra: il candidato a sindaco ha ottenuto una perte collegate per il Consiglio Comunale. ssere semplicisticamente imputata al meccanismo della nuova

dotto o addirittura annullato il presunto

voto di trascina-

giunto una siffatta dimensione. Il candidato a sindaco e i leader care le autentiche cause. Un altro pericolo per chi possiede una sentato dal cosiddetto effetto appagamento per coloro

to l’obiettivo sperato e rimugina sui motivi della sconfitta patita. n vista del ballottaggio del prossimo 23 giugno. nell’atteggiamento che assumeranno i partiti sconfitti. A comina maggioranza di governo a Roma con i partiti che sostengono olloca all’opposizione. amicizia manifestato da Enzo Garofalo nei confronti di Renato elto di votare per Maria Cristina Saija del Movimento 5 stelle, o a di Reset! nno la risposta.

WWW.ILCITTADINODIMESSINA.IT

3


Primo piano di Marilena Faranda

“Partendo con la bicicletta abbiamo vinto la Ferrari”

A

ppresa la notizia del ballottaggio, continua la festa nel quartier generale di Renato Accorinti, che viene accolto da una gremita folla di cittadini e sostenitori di questa battaglia di cambiamento di Messina dal basso. Accorinti ha introdotto l’incontro dicendo: “Questo è il risultato della forza dirompente di tutti noi per cambiare questa città e adesso si riparte felici e con la gioia nel cuore. Da quando ho cominciato nei primi anni ‘70, ho pensato che tutto è possibile. Un grazie a tutti e, soprattutto, un impegno verso tutte le persone che sono state violentate dalla vecchia politica. Dobbiamo andare avanti per i giovani, affinché trovino qui il loro futuro. L’impegno c’è da parte di tutti, ho sentito giorno per giorno questa forza crescere di numero e di qualità. Sono andato ovunque ieri, da tutti i candidati sindaci, perché la lotta politica non deve scadere, oggi siamo arrivati qua, impensabile! Ormai abbiamo fatto questo “danno irreparabile”, stigmatizza Accorinti ed il frutto è la gente. Man mano vedremo tutto con occhi diversi, noi abbiamo parlato sulle frequenze dell´anima. Ora dobbiamo cercare di non sprecare neanche un secondo, loro hanno le macchine da guerra, mentre noi abbiamo macchine di pace. Non siamo qui per pettinare le bambole, vogliamo risolvere il problema dei lavoratori. Ogni singolo problema è un problema di tutti, risolto un problema tutti dobbiamo partecipare, perché un problema nostro è un problema di tutti. Intanto, in Consiglio comunale entrerà una forza giovane, gente fresca che lavorerà per il bene della città. Per quanto concerne il conteggio dei voti, egli, ovviamente, ha pensato anche agli elettori di Centrodestra, suoi nuovi potenziali sostenitori, ma non come un pacchetto di voti; piuttosto, come un gruppo di persone da convincere a dargli fiducia insieme a tutti coloro che non sono andati alle urne o hanno votato un altro candidato a sindaco. In ogni caso, giorno dopo giorno, ci dovremo impegnare in queste ultime settimane, bisogna capire se la gente vuole votare la continuità che finora ha governato o vuole davvero cambiare, votando la novità assoluta, fatta di gente che ha un progetto per il bene della città”.

4

WWW.ILCITTADINODIMESSINA.IT


“I numeri parlano chiaro”

F

elice Calabrò in una conferenza stampa commenta i risultati elettorali e traccia le linee guida sul percorso che intraprenderà.

Introduce dicendo: “Intanto, abbiamo in Consiglio comunale 29 persone. Voglio ringraziare gli altri 5 candidati a Sindaco per una campagna entusiasmante, ma dai toni pacati. A loro dico, che se hanno un progetto per il bene della città, io sarò con loro. Siccome sono una persona leale, mi piace pensare che non sia stato chiaro il sistema di voto chiaro il sistema di voto, per questo si registra un dislivello fra le preferenze a me e quelle alle liste a me collegate. Senza sindaco non si va da nessuna parte, comunque io sarò il Sindaco di tutti. Tutti quelli che vogliono lavorare per il bene della città e dialogherò con tutti, in me possono confidare tutti. Come la si mette si mette è un paradosso, sono io che ho i numeri, anche se l´elettorato di Centrodestra votasse Accorinti. Comunque, io non faccio inciuci. Al Consiglio comunale, ritengo giusta alla presidenza una rappresentanza della minoranza. Nella mia giunta ci saranno persone valide per ogni partito della coalizione”. Fra i nomi che circolano si parla di: Melazzo UDC e Saija del PD, mancano all´appello DR e Megafono, ma poi probabilmente saranno i partiti a scegliere i loro esponenti. WWW.ILCITTADINODIMESSINA.IT

5


I nuovi inquilini d

29 seggi al centrosinistra e 11 PD

Progr. Democratici

Emilia BARRILE

Francesco PAGANO

Carlo CANTALI

Benedetto VACCARINO

Simona CONTESTABILE

Claudio CARDILE

Nicola CUCINOTTA

Antonella RUSSO

Giuseppe SANTALCO

Paolo DAVID

Santi Daniele ZUCCARELLO

Donatella SINDONI

Pietro IANNELLO

6

Felice per Messina

WWW.ILCITTADINODIMESSINA.IT


di Palazzo Zanca

1 tra centrodestra e Accorinti Il Megafono

Udc

Dr

Giuseppe DE LEO

Elvira AMATA

Libero GIOVENI

Pio AMADEO

Antonino INTERDONATO

Maria PERRONE

BURRASCANO

Rita LA PAGLIA

Francesco MONDELLO

Nora SCUDERI

Santi SORRENTI

Mario RIZZO

Antonino CARRERI

Carmela DAVID

Carlo ABBATE

Andrea CONSOLO

Angelo

WWW.ILCITTADINODIMESSINA.IT

7


Pdl

Messina dal basso

Giovanna CRIFò

Piero ADAMO

Renato ACCORINTI

Daniela FARANDA

Sebastiano TAMà

Lucia FENECH

Giuseppe TRISCHITTA

Nina LO PRESTI

Nicola CRISAFI

Luigi STURNIOLO

Pierluigi PARISI

8

SiAmo Messina

WWW.ILCITTADINODIMESSINA.IT


foto Peppe Saya


Sommario numero 123 anno XI 13 Giugno 2013

22-27 Attualità

46-47 Provincia News dal territorio

28-29 Dietro le quinte

48-51 Sicilia

40

60-61 Cultura

Settegiorni Cronaca della settimana

41-43 Circoscrizioni

64-67 Spettacoli

44-45 Città

70-71 Mangiare Sano

Notizie dai quartieri

Cronache urbane

10

WWW.ILCITTADINODIMESSINA.IT


il Cittadino Direttore editoriale: Lillo Zaffino Direttore responsabile: Carmelo Arena Vicedirettori: Tiziana Zaffino, Gabriella Giannetto Coordinamento Maria Cristina Rocchetti, Giuseppe Zaffino Redazione Enza Di Vita, Letizia Frisone, Andrea Castorina, Marilena Faranda Collaboratori Cristina D’Arrigo, Salvatore Grasso, Paola Libro, Fabrizio Bertè, Dario Buonfiglio, Gino Morabito, Antonio Grasso, Gianluca Rossellini

13-18 Inserto Annunci Immobiliari

Rubriche Mimmo Saccà, Michele Giunta, Ignazio Rao, Enzo Caruso Art Director Salvatore Forestieri Ricerca fotografica Peppe Saya, Orazio D'Arrigo, Antonio De Felice, Gianmarco Vetrano, Mattia Florena Direttore marketing Francesco Micari Pubblicità contatti: 3462306183, 3473640274 e-mail: info@ilcittadinodimessina.it Amministrazione Mario De Marco, Giuseppe Pagano, e Franco Rossellini Web master sito Fabio Lombardo Il Cittadino digitale sarà pubblicato sul giornale on line e inviato gratuitamente ai lettori direttamente nella posta elettronica e sarà condiviso in rete attraverso Facebook

WWW.ILCITTADINODIMESSINA.IT

11 11


immagine di Michele Giunta


ZONA SUD Galati Marina - MESSINA

Appartamento con ampie verande, giardino attrezzato, cantina, posto auto, piccolo condominio proprio sul mare. Per avere spazio interno, esterno possibilità di far giocare i figli in giardino, avere gli spazzi per il tempo libero, godersi una località con vocazione turisticoResidenziale.

Consulente: Antonino ABBATE

Trivani con giardino s margherita marina - MESSINA

Appartamento con giardino su tre lati

Consulente: Rosy BIONDY

Tremestieri - Pressi centro commerciale - MESSINA

Contesse - - MESSINA

Appartamento al piano terra con annessa corte e piccolo magazzino. Recentemente ristrutturato è l'ideale per chi lavora in zona o vuole vivere vicino a tutte le comodità.

Luminoso appartamento posto al 4° piano di un edificio composto da 5 elevazioni. Ottimo contesto, in zona molto servita dove tutto è a portata di mano, ideale per famiglie ed anche per investimento. Consulente: Carlo GIUFFRIDA

Consulente: Nunzio FLORAMO

14

Via Cesare Battisti, 48 Tel. 090 2936934 www.ciacase.it

Provinciale - Pal. Palano - MESSINA

Villetta a schiera zona sud - MESSINA

Grande appartamento situato nella zona di provinciale, per la famiglia che vuole essere al centro della città senza rinunciare agli spazi, ottimo anche come studio professionale vista la comodità degli ambienti.

Villetta a schiera con ottime rifiniture, nuova costruzione in zona sud.

Consulente: Carlo GIUFFRIDA

Consulente: Luciana MORABITO

WWW.ILCITTADINODIMESSINA.IT


Via Cesare Battisti, 48 Tel. 090 2936934 www.ciacase.it

ZONA CENTRO

Piazza del popolo - MESSINA

Appartamento zona boccetta mq. 95 - MESSINA

Centrale appartamento al secondo piano con ascensore, posizione angolare, piano di copertura con lavatoio, abbaini e terrazza di pertinenza. Abitare nel centro storico in fabbricato con soli due appartamenti senza condominio.na località con vocazione turisticoResidenziale.

Comodo appartamento centrale: ingresso, salone, due camere, cucina, ripostiglio e bagno.

Consulente: Antonino ABBATE

Consulente: Giuseppe CULLURà

Vendesi appartamento c\i via garibaldi - MESSINA

Quadrivani zona p.Zza del popolo - MESSINA

Vendesi c\i via garibaldi appartamento con veranda posto al primo piano in zona centrale ben servita. Quadrivani, ripostiglio e servizi.

Luminoso appartamento ristrutturato a 50 metri da piazza del popolo vicino a scuole negozi e mezzi pubblici

Consulente: Patrizia CURRò

Consulente: Giacomo GUARDO

Panoramico appartamento - MESSINA

V. Bonino, pentavani con ampio terrazzo a livello - MESSINA

Via giglio, a due passi dalla via garibaldi e dal torrente trapani, propongo in vendita appartamento panoramicissimo e ottimamente rifinito composto al v° piano da salone doppio, cucina ,una camera e due wc di cui uno con vasca idromassaggio; al vi° piano, collegati da scala interna, due vani, bagno, ripostiglio e terrazzino panoramico. Posto auto in garage comune e cantina di proprietà.

In complesso con portiere, propongo in vendita appartamento così composto: salone doppio, cucina abitabile, due camere, due wc. Per un totale di 135 mq. Ca. Oltre ampio terrazzo a livello di 150 mq. Ca. Posto auto all'interno dell'area condominiale

Consulente: Giovanna CALAFATI

Consulente: Giovanna CALAFATI WWW.ILCITTADINODIMESSINA.IT

15


ZONA NORD

Via Cesare Battisti, 48 Tel. 090 2936934 www.ciacase.it

ZONA NORD

Panoramico con spazi esterni e posto auto - MESSINA

Annunziata-Pressi facoltà di farmacia - MESSINA

Ottimo appartamento di mq. 105 Interni, oltre a giardino di mq. 40 E balcone/veranda panoramica di mq. 20, Posto auto esterno.

Vendesi grazioso appartamento trivani con angolo cottura e bagno pressi facoltà di farmacia. Prezzo interessante.

Consulente: Giuseppe CULLURà

Consulente: Patrizia CURRò

Villetta singola con spazi esterni - MESSINA

Villetta con giardino torre faro - MESSINA

Villetta su due piani con spazi esterni attrezzati a pochi passi dal mare.

In contesto esclusivo, ampi spazi esterni attrezzati dotato di parco giochi per bambini, campo da tennis, campo di calcio, a due passi dal mare. Villetta ottimamente rifinita con ampio giardino.

Consulente: Carlo GIUFFRIDA

Consulente: Eleonora MANGANO

Zona s. Licandro - MESSINA

16

Viale della libertà - MESSINA

Uso a cui destinare l'immobile.

Parco dei gerani - Grande appartamento con corte esterna e box auto. Fronte mare. Trattative riservate

Consulente: Luciana MORABITO

Consulente: Nunzio FLORAMO

WWW.ILCITTADINODIMESSINA.IT


IMMOBILI DI PREGIO Pressi via sant'agostino - MESSINA

Villa rodia oltre terreno e ruderi - MESSINA

Appartamento anni 70 di grandi dimensioni con vista sulla città e sullo stretto, all'occorrenza divisibile. 3 Posti auto in garage.

Zona rodia, grande villa di recente costruzione realizzata in stile e colori degli ambienti interni ed esterni che richiamano il paesaggio mediterraneo e le vecchie case siciliane. Nei circa 10.000 Mq. Esterni, fra distese di prato inglese interrotte da muretti a secco, fichi d'india e ulivi secolari da cui si produce un ottimo olio extravergine. Dalle terrazze si dominano le isole eolie e tramonti mozzafiato. Fanno parte della proprietà alcuni vecchi fabbricati rurali. La villa è attrezzata per attività turistico-Recettiva. Ottima soluzione per incantevole residenza o per utilizzo commerciale recettivo.

Consulente: Nunzio FLORAMO

Consulente: Antonino ABBATE

Ganzirri- Villetta a schiera su tre elevazioni - MESSINA

Villa ganzirri - MESSINA

Villetta a schiera su tre elevazioni con spazi esterni in complesso esclusivo.

Elegante villa con incantevole panorama su mareLago-Piscina, lo spazio interno è distibuito in: tavernetta con zona cucina, camera, bagno e spogliatoio, al piano rialzato grande salone e cucina abitabile con affaccio su patio attrezzato, al primo piano quattro camera da letto e due bagni. La villa è attorniata da tre lati da un giardino ricco di essenze mediterrane e spazi relax. Il complesso (tranquillo e molto ben tenuto) è dotato di piscina, campo da tennis e servizio di portierato. Una soluzione abitativa con tutti i comfort in un ambiente esclusivo.

Consulente: Carlo GIUFFRIDA

Consulente: Antonino ABBATE

WWW.ILCITTADINODIMESSINA.IT

17


Programma attività 2012/2013 L’inserimento nei vari gruppi è libero e può avvenire dopo un contatto con la nostra Associazione ai numeri: 328/1022286 – 090/631761 o tramite mail al seguente indirizzo: pertedonnaonlus@alice.it Gruppi di auto-aiuto e training autogeno per sostegno psicologico conduce la dott.ssa Grazia Taca c/o sede operativa dell’Associazione (via Appennini, ex scuola materna, Villa LinaMessina) Venerdì dalle ore 16.00 alle ore 17.30 ( incontri individuali su richiesta). Percorsi di tecniche yoga conduce la dott.ssa Domenica Luciano c/o il consultorio di via del Vespro-Messina Lunedì dalle ore 16.15 alle ore 17.30 c/o lo studio “yoga” della dott.ssa Domenica Luciano via Comunale Sperone, Fortuna Residence pal. X – Messina Mercoledì dalle ore 19.00 alle ore 20.15 Pilates matwwork conduce la dott.ssa Maria Ansaldo Lunedì dalle ore 17.30 alle ore 18.30 Meditazione conduce il prof. re Marcello Aragona Lunedì dalle ore 18.30 alle ore 19.30 c/o Aragona (camp.1002) Viale della Libertà is.481, n°41 pal. Palano-Messina. Prestazioni di linfodrenaggio manuale per il trattamento del Linfedema del braccio operato Dott.ssa Jessica Messina c/o studio: Via S. Ermanno n°1 Provinciale-Messina (per le prenotazioni telefonare a cell. 328/1022286). Centro estetico per le donne in trattamento chemioterapico e banca delle parrucche In corso di realizzazione. Campagna di prevenzione Visite senologiche gratuite date da stabilirsi secondo la disponibilità della L.I.L.T. sez. di Messina c/o Villa Salus. Si ricorda alle socie di raccogliere più adesioni possibili al fine di favorire una prevenzione più capillare sul territorio. Il Presidente Grazia Di Blasi

20

WWW.ILCITTADINODIMESSINA.IT


"Puoi sostenere L'Associazione" Per te donna onlus, che : offre sostegno psicologico alle donne operate di tumore (in partucolare al seno), organizza giornate di visite gratuite per la prevenzione per una diagnosi precoce, organizza delle attivitĂ per il benessere psicofisico delle donne , destinando il tuo 5x1000. Firma la dichiarazione dei redditi nello spazio dedicato al "sostegno delle organizzazioni non lucrative di utilitĂ  sociale"... ed inserisci il C.F. 97 059 660 833. E' semplice non ti costa nulla ma per l'Associazione ha un grandissimo valore. Visita il nostro sito : wwwpertedonnaonlus.it" WWW.ILCITTADINODIMESSINA.IT

21


Attualità

Addio sogni di gloria

C

osì recitava nel suo ritornello una vecchia canzone che ancora oggi rievoca, almeno in coloro che hanno qualche anno in più, ricordi legati ad un passato neppure tanto lontano. Ritornello quanto mai adeguato alla circostanza che vede protagonista, per l’ultima volta, la Fiera Campionaria di Messina, che dopo oltre 70 edizioni, le ultime a dire il vero meglio non ricordarle, chiude definitivamente i battenti. Con la cessazione di questo evento agostano che ha visto transitare milioni di persone, che ha entusiasmato e creato attese in almeno 4 generazioni di messinesi, la città perde un altro importante simbolo della sua messinesità. Chi non ricorda i momenti pieni di entusiasmo in cui si organizzava un’ “annata a fiera”, gli occhi sgranati e stracolmi di curiosità nel vedere oggetti di artigianato di altri paesi o novità commerciali per pulire i vetri. Chi non ricorda i film che andavano in onda nel primo canale la mattina – ai i più giovani bisogna dire che le trasmissioni televisive iniziavano alle 12:00 e finivano alle 23:30 e la mattina veniva trasmesso il segnale per la sintonizzazione. Un amarcord che finisce, che sfuma miseramente tra le tinte fosche di un sistema politico ed economico che non è in grado di creare più i miti che ha creato in altri momenti storici. Oggi gli scopi e i modelli sono altri, più semplici e soprattutto più remunerativi. Non possiamo, o meglio non vogliamo, dare la colpa di ciò a nessuno in particolare. È tutto un sistema globale che cambia: i mercati sono internazionali, mentre prima erano circoscritti a territori ben definiti e le novità della Fiera Campionaria avevano un senso e soprattutto un valore. Dove andranno adesso a passeggiare i messinesi nelle prime due settimane di agosto, dove si ritroveranno a ferragosto dopo la sfilata della Vara. Ma soprattutto dove andranno, adesso, i 12 impiegati della Fiera di Messina rimasti senza lavoro e tra l’altro con problemi di cassa integrazione e di mobilità? Gino Morabito

22

WWW.ILCITTADINODIMESSINA.IT


foto Peppe Saya

WWW.ILCITTADINODIMESSINA.IT

23


Società Italiana di Endocrinologia

Presidenza al prof. Francesco Trimarchi

Il Prof. Ezio Ghigo e il Prof. Francesco Trimarchi

N

el corso del 36° Congresso Nazionale della Società Italiana di Endocrinologia, celebratosi a Padova dal 5 all’8 giugno 2013 con la partecipazione di oltre 1000 iscritti, il Prof. Francesco Trimarchi si è insediato alla Presidenza della Società per il biennio 2013-2015. La Società Italiana di Endocrinologia è una delle Società scientifiche italiane più antiche, essendo stata fondata oltre mezzo secolo fa e annovera più di 1400 soci ordinari. Il Prof. Trimarchi, ordinario di Endocrinologia nell’Ateneo di Messina, è autore di oltre 300 pubblicazioni scientifiche, quasi tutte apparse su riviste internazionali recensite dall’Institute for Scientific Information e con elevato fattore di impatto. Ha curato inoltre trattati e manuali didattici ed è autore di numerosi capitoli apparsi su volumi collettanei di bioetica e epistemologia, oltre che del volume “Il Camice strappato-sostanze e accidenti nella medicina clini-

24

WWW.ILCITTADINODIMESSINA.IT

ca” apparso per i tipi di Rubbettino nel 2003. L’attività scientifica del Prof Trimarchi e dei gruppi di ricerca da lui fondati e autonomamente sviluppati dai suoi allievi Proff. Benvenga, Vermiglio e Cannavò, oggi assurti ai più alti livelli accademici, ha coperto molti campi di ricerca dell’Endocrinologia , dalla fisiopatologia tiroidea, alla carenza nutrizionale di iodio, dall’autoimmunità tiroidea all’oncologia tiroidea , dalla fisiopatologia, clinica e terapia delle malattie dell’asse ipotalamo ipofisario e surrenalico alla biologia molecolare applicata alla clinica. Il Prof. Trimarchi ha sempre considerato il paziente come il fine e non come il mezzo di un curriculum scientifico. Ne è prova la moderna e efficiente struttura clinica di Endocrinologia dell’AOU Policlinico Gaetano Martino, fondata nel 1990, e potenziata negli anni dalla Direzione strategica aziendale che ha promosso la sperimentazione di nuovi modelli organizzativi dipartimentali e di degenza in week-hospital. Sul piano didattico formativo, oltre all’attività istituzionale nei Corsi di Studio, nella Scuola di Specializzazione e quale Coordinatore del Dottorato di Ricerca in Scienze Endocrinologiche e metaboliche sperimentali, il prof Trimarchi ha sperimentato innovativi modelli educativi per non medici, impegnandosi anche nell’ECM e in attività divulgative e di educazione alla prevenzione, anche quale consigliere regionale dell’AIRC. Sul piano organizzativo, il Prof. Trimarchi, Prorettore dell’Ateneo di Messina, ha fatto parte della Commissione per la redazione del nuovo Statuto dell’Università, fa parte della Commissione ECM regionale e dell’Osservatorio Regionale per le Scuole di Specializzazione di area medica.


WWW.ILCITTADINODIMESSINA.IT

25


Premiate le esperienze di 30 ragazz

E

lisabetta è emozionata quando viene chiamata a parlare: “Grazie, perché abbiamo imparato lavoro”. Un sorriso e il cenno alla compagna, Alessia, per dire qualcosa anche lei: “E’ st Elisabetta e Alessia sono solo due dei 30 studenti dell’Istituto Antonello di Messina che h Messina. “Ho visto il sorriso in questi ragazzi” ha commentato la prof. Antonia Aricò, responsabil ti hanno fatto anche più ore di quanto previsto perché si sono trovati bene”. Oltre l’attestato, la C senza è stata per noi un regalo straordinario – ha detto il segretario generale della Cisl Tonino G di questa città”. Il progetto di alternanza scuola-lavoro è stato portato avanti dalla Cisl e dall’Istitu “Guardiamo avanti – ha detto il presidente dell’Anolf Messina, Carlo Mastroeni, ai ragazzi – ci a all’estero, ma il biglietto deve essere di andata e ritorno. Fate tesoro di quanto apprendete e ripor

26

WWW.ILCITTADINODIMESSINA.IT


zi dell’Istituto Antonello di Messina

o a relazionarci con ogni tipo di utenza e abbiamo capito cosa significa l’inserimento nel mondo del tata un’esperienza significativa, abbiamo acquisito competenze che ci serviranno sicuramente”. anno partecipato ai percorsi formazioni alternanza scuola-lavoro presso le strutture della Cisl di e del progetto con la preside Elvira D’Orazio. “Controllando i verbali ho notato che alcuni studenCisl di Messina ha donato agli studenti un buono da spendere nell’acquisto di libri. “La vostra preGenovese ai ragazzi – ci avete messo in contatto con il futuro, che è la parte più bella e più sana uto Antonello in collaborazione con l’Anolf, l’associazione del sindacato che guarda agli stranieri. spettiamo molto dalla vostra generazione. Andate via, fate esperienze lavorative o di studio fuori, rtate qui le vostre esperienze per fare crescere questa città e aiutarla a uscire dalla crisi“.

WWW.ILCITTADINODIMESSINA.IT

27


dietro le quinte

UDC, Giorgianni:

di Francesco Certo

Comunali 2013

1, 2, 3, 4, 5…10…100 voti (persi?!)

E

cosi sia. Qualcuno forse lo aveva pensato all’idea del ballottaggio per la poltrona di sindaco della città di Messina tra Felice Calabrò(PD) e Renato Accorinti(lista civica Renato Accorinti Sindaco - Cambiamo Messina dal Basso). E quando ci eravamo ormai rassegnati ad altre due settimane di battaglie verbali, ed avevamo metabolizzato i “grazie” dei due contendenti, come un fulmine arriva la notizia di un possibile ribaltone nei risultati per Palazzo Zanca. Pare infatti che la verifica dei dati ufficiali affidata al magistrato Giuseppe Bonfiglio abbia portato alla luce diversi “nuovi voti” a favore del candidato Calabrò, al punto che un’elezione al primo turno non sia poi così una chimera. Realtà o nuova delusione piddina? Per questo il tempo soltanto potrà darci una risposta. L’unica certezza che abbiamo è che dopo 3 giorni dal voto cittadino non si abbiano ancora dei risultati definitivi e che lo scetticismo della popolazione cresca. Dolo o indolenza?

“Faremo tesoro del successo ottenuto per affrontare la delicata situazione economica del Comune di Messina e il disagio sociale sempre più crescente”

M

essina roccaforte. Sicuramente lo avranno pensato i dirigenti dell’UDC dopo l’esito delle comunali 2013 della città di Messina, dove in questa tornata elettorale il partito scudato è stato il più votato dai cittadini recatisi alle urne. Lo sottolinea con orgoglio il segretario provinciale Chiara Giorgianni: "I messinesi hanno condiviso le nostre scelte e la nostra politica e premiato l'impegno sul territorio della classe dirigente locale. I cittadini chiedono una politica attenta ai bisogni delle persone, delle famiglie, capace di affrontare le grandi emergenze e il bisogno di ripresa della città". Adesso per i consiglieri UDC ci sarà da attendere soltanto il nome del nuovo sindaco col quale collaborare per trasformare le facili parole in difficili fatti. Per aspera ad astra…si spera!

Sono una “San Lorenzo” le comunali 2013 per il M5S

S

i ferma sotto il 3%, trend nazionale, la corsa di Maria Cristina Saija (M5S). La candidata sindaco che non definiremo volgarmente “grillina” paga in maniera pesante il momento storico del Movimento che non sembra godere più delle simpatie invernali, o almeno così sembra essere in tanti comuni italiani. A questo si aggiunge anche l’intromissione nel campo dei “non castizzati” del candidato Accorinti che certamente avrà sottratto parecchi dei voti potenziali dei 5 stelle. Proprio contro il candidato arrivato al ballottaggio(?) la Saija aveva lanciato strali provocatori su chi fosse più puro e “delobbizzato”.

28

WWW.ILCITTADINODIMESSINA.IT


Magnifiche dimissioni? Tomasello lascia. Inizia l’era Navarra.

A

Stromboli dal 22 al 26 giuIlAconsigliere comunale gnoMimma una FESTA DI TEATRO Brigandì ECOLOGICO, zero impatto passa FLI ambientale conaTeatro

lla fine ha deciso di deporre le armi e arrendersi. Sembra infatti che il rettore uscente dott. Franco Tomasello sia intenzionato a passare subito la mano al suo successore, il prof. Pietro Navarra, così da facilitare il duro lavoro che aspetta quest’ultimo senza dover attendere penosamente la fine mandato del neurochirurgo messinese. Si concludono così i 9 anni di chiacchieratissimo “regno Tomasello”, nel quale non sono mancati scandali e inchieste giudiziarie che hanno reso l’università di Messina una sorta di maleodorante ricettacolo dei peggiori vizi italici. Tra esami, concorsi, ammiccamenti e chi più ne ha più ne metta il glorioso ateneo messinese non gode ormai da anni del lustro dovuto, anzi sembra essere l’esempio più fulgido del decadimento cittadino. Ora toccherà ad un nuovo regnante rialzare le sorti di studenti e professori, che sperano da subito che queste dimissioni di Tomasello non vogliano essere una mano tesa verso una collaborazione col nuovo rettore che significherebbe ancora che si cambia per non cambiare. L’università anela un cambiamento, ne ha bisogno come chiunque prima o poi nella vita. Vogliamo negarglielo? Non sarebbe giusto!

e Musica

I

l giorno di San Valentino scorso come dono d’amore alle centinaia di persone che avevano, con la loro passione fatto rifiorire quello che loro hanno ribattezzato “teatro Pinelli” situato nell’aria della Fiera di Messina, è arrivato lo sgombero e la cacciata da quei luoghi. 4 mesi dopo confermando che non si trattava di un covo per disadattati ma di un reale movimento culturale, il “Teatro Pinelli Occupato” promuove e partecipa alla FESTA DI TEATRO ECO/LOGICO a cura della compagnia FLUIDOn9 con la collaborazione di THE COMPANY e con il TEATRO PINELLI OCCUPATO; con il patrocinio del Comune di Lipari, di Legambiente Sicilia e del Centro Studi Eoliani.

Voto di genere o di competenza? Abbiamo bisogno di entrambe le cose.

E

milia, Elvira, Donatella, Simona, Lucia, Daniela, Giovanna, Rita, Nora, Mariella, Nina, Antonella e Carmelina. Niente cognomi e niente partiti. Solo 13 nomi delle 13 donne che entrano a far parte del nuovo Consiglio Comunale di Messina. Sicuramente il doppio voto di genere ha favorito l’elezione di un numero così alto di donne ma è altresì vero che molte delle neo elette hanno stracciato gli uomini presenti nelle proprie liste dimostrando che la fiducia in politica nelle donne è in continua ascesa. Fiducia che dovranno meritarsi col buon governo, ora toccherà a loro portare una ventata di serietà in un Consiglio che negli ultimi anni si è dimostrato spesso assente e distratto. Troppe le sedute sprecate per mancanza del numero legale. Pagine vergognose di politica che vorremmo lasciarci alle spalle. Le donne formeranno un terzo del nuovo governo (13/40). Siamo sicuri che il pragmatismo al femminile farà bene a chi ha vivacchiato finora. Ma nessuno sconto neanche per loro, alla fine conta la competenza e non il genere! WWW.ILCITTADINODIMESSINA.IT

29


La Città OltreLeMura A cura di Enzo CARUSO

Messina, sul mare e nei cieli. Navi e aerei intitolati alla Città dello Stretto

Il piroscafo Città di Messina silurato nel 1916

30

WWW.ILCITTADINODIMESSINA.IT


N

el racconto della Genesi, al momento della Creazione, Adamo riceve da Dio la facoltà di dare un nome alle cose e agli esseri viventi del Creato. Ciò che sembrerebbe un ingenuo racconto e che potrebbe evidenziare quasi un “elemento poetico” nasconde in sé un alto valore antropologico. Nel pensiero antico, il nome è un attributo mistico e potente e l’azione di "dare un nome" assumeva un importante significato che nella cultura moderna si è gradualmente affievolito fino a svilirne il valore. Nel racconto biblico, Dio non riserva per sé la prerogativa di “nominare tutte le cose”, ma delega l’uomo a questo meraviglioso atto. Tale azione racchiude in modo implicito la facoltà, come “creatura superiore”, di dominare, gestire ed esercitare una responsabilità del proprio potere. Sono rare, oggi, le occasioni in cui riscopriamo il valore e l’importanza di assegnare un “nome nuovo” alle cose: in occasione di scoperte scientifiche, alla nascita di un bambino e nella particolare circostanza del varo di una nave. Il nome di una nave ha un valore intrinseco e altamente simbolico: ogni nave diventa infatti ambasciatore nel mondo della bandiera che inalbera e del nome che porta. Già in passato Messina ha avuto l’onore di dare il proprio nome a mezzi di trasporto aero-navali.

WWW.ILCITTADINODIMESSINA.IT

31


Cartolina per i Festeggiamenti per Aeroplano Messina 1912

E’ il caso dell’aeroplano “Messina” realizzato con una petizione popolare nel 1911 per “donare Ali all’Italia” per la costituenda Aeronautica Militare; partecipò alle operazioni di sorvolo nella guerra Italo-Turca (1911-1912) e venne abbattuto durante la I Guerra Mondiale. Il piroscafo “Città di Messina” fu invece costruito tra il 1909 ed il 1910; faceva parte, insieme al Città di Palermo, Città di Siracusa e al Città di Catania, di una serie di quattro veloci piroscafi passeggeri ordinati dalle Ferrovie dello Stato, adibiti alle linee Napoli-Palermo e Napoli-Messina; requisito dalla Regia Marina e armato come incrociatore ausiliario, venne impiegato durante il conflitto Italo-Turco e nella Grande Guerra. Fu silurato da un U-boote austro-ungarico il 23 giugno 1916 nel Basso Adriatico. Una nuova nave ricevette poi il nome di “Messina” nel primo dopoguerra; costruita presso l’Arsenale Militare di Taranto, per conto delle FF. SS., fu varata nel giugno 1924. Dopo il suo impiego nella II Guerra Mondiale, esercitò il servizio di linea fino alla sua demolizione avvenuta nel 1985. E infine, anche il moderno rimorchiatore della ditta Picciotto-Capiece, attualmente in servizio nel porto della città che gli ha dato il nome, è intitolato a Messina. Encomiabile è dunque l’impegno profuso da Giovanni Russo, nella qualità di presidente dell’Associazione “Ferrovie Siciliane” e promotore del Comitato “Pro Nave tra-

32

WWW.ILCITTADINODIMESSINA.IT


ghetto Messina”, affinché la nuova nave traghetto delle Ferrovie dello Stato Italiane venisse intitolata alla città dello Stretto. Un lungo percorso iniziato nel 2009 che ha condotto, per mezzo di una petizione popolare, al raggiungimento dell’ambizioso obiettivo. Un traguardo che, oltre a fare onore alla nostra città, è certamente espressione di grande amore e attaccamento alla propria terra, desiderosa di riacquisire quella identità che le compete per essere stata nei secoli, con il suo porto, “la regina dello Stretto” e il baricentro delle principali rotte mercantili e militari nel Mediterraneo. Un opuscolo di prossima pubblicazione, a cura dell’Associazione Ferrovie Siciliane, consentirà di ripercorrere questa affascinante impresa e a documentarne le tappe. Reale Aereo Club Messina. Sottoscrizione per il veivolo MESSINA

Rimorchiatore Città di Messina della ditta Capiece WWW.ILCITTADINODIMESSINA.IT

33


La nuova Nave Traghetto MESSINA. Foto G. Russo

34

WWW.ILCITTADINODIMESSINA.IT


WWW.ILCITTADINODIMESSINA.IT

35


A.A

Mittente Il Cittadino Destinatario Assessorato Arred


Messina - Piazza Unione Europea

A.A. Tettoia cercasi

do Urbano

foto Peppe Saya


bianco&nero di Giuseppe Marra Castronovo

38

WWW.ILCITTADINODIMESSINA.IT


WWW.ILCITTADINODIMESSINA.IT

39

Qualcuno pi첫 uguale degli altri


sette giorni

Giugno 2013

a cura di Maria La Fauci

6

giovedì

7

venerdì

8

sabato

9

domenica

10 lunedì

11 martedì

12

Più di 200 mila gli elettori a Messina E' costituito da 201 mila 739, il corpo elettorale definitivo, che sarà chiamato alle urne per le elezioni amministrative di domenica 9 e lunedì 10; il dato, comprensivo degli elettori comunitari, è formato da 95 mila 072 uomini e 106 mila 667 donne.

Bonifica delle spiagge, avviata la seconda fase La ditta “Opera appalti srl” di Torregrotta, aggiudicataria dell’appalto, sta completando la prima fase di pulizia straordinaria sia dell’arenile che dei terrapieni della zona del Tono. La spiaggia della Ngonia si presenta (come si vede nella foto) nelle condizioni desiderate da cittadini e turisti.

Rete degli Stretti con le Province di Messina e Reggio Calabria Provincia Messina. Bisignano: “Rete degli Stretti, verrà costituito un comitato operativo” Dopo la sottoscrizione del protocollo di intesa sulla Rete Esi (EuropeanStraitsInitiative) - nota come Rete degli Stretti - da parte delle Province di Messina e Reggio Calabria, come nuova prospettiva di opportunità per l’elaborazione condivisa di una strategia di sviluppo sostenibile dell’Area dello Stretto.

Scontro auto-moto, grave un 36enne Si trova attualmente ricoverato in gravi condizioni presso la Rianimazione del Policlinico, il centauro che stanotte si è scontrato con una Toyota(nella foto) in una zona poco illuminata del viale Giostra.

Funerali solenni per il capitano La Rosa

Aprirà alle 16, e resterà aperta fino alle 17 di oggi, la camera ardente allestita presso il Policlinico Militare "Celio" di Roma per il Capitano Giuseppe La Rosa, ucciso in Afghanistan. Il Ministero della Difesa rende noto inoltre che le esequie solenni si terranno oggi alle 18 nella Basilica di S. Maria degli Angeli in Roma.

Seasubsarex, simulazione di un'onda anomala nello Stretto Si è svolta stamani l’esercitazione di protezione civile “Seasubsarex 2013”, promossa dalla Capitaneria di Porto Autorità Marittima dello Stretto di Messina. E’ stata simulata un'emergenza causata da un’onda di maremoto, che ha colpito una nave traghetto, con a bordo un treno passeggeri. I protagonisti, in qualità di passeggeri da evacuare, sono stati 57 alunni dell’Istituto Tecnico Nautico Caio Duilio di Messina,

Insediato a Palazzo Zanca l'Ufficio Centrale

Sono iniziate stamani, nella sala consiliare di palazzo Zanca, le operazioni elettorali dell'Ufficio centrale, insediatosi con la presidenza del magistrato,Giuseppe Bonfiglio, per la proclamazione dei risultati dell'eleziomercoledì ne del Sindaco, con la determinazione dei due candidati ammessi al ballottaggio, e dei Consiglieri comunali.

40

WWW.ILCITTADINODIMESSINA.IT


circoscrizioni

Messina, assegnate le presidenze. Il centrosinistra conquista i Quartieri

I circoscrizione

II circoscrizione

III circoscrizione

Vincenzo MESSINA

Antonino ZULLO

Natale CUCè

IV circoscrizione

V circoscrizione

VI circoscrizione

Ciccio PALANO QUERO

Santino MORABITO

Orazio LAGANà WWW.ILCITTADINODIMESSINA.IT

41


V Progetto Eden all’opera per riqualificare alcuni spazi verdi dell’Annunziata

R

endere il villaggio “Annunziata” una zona vivibile e ospitale. Con questo obiettivo l’associazione Progetto Eden ha dato il via a un significativo intervento di riqualificazione di alcune aree verde presenti lungo il popoloso rione. Nell’ambito delle iniziative promosse nel programma “Annunziata ieri, oggi e domani” il sodalizio ha scelto di adottare alcuni spazi collocati di fronte la casa famiglia “Regina Elena”. I volontari di Progetto Eden, la scorsa settimana, hanno avviato interventi di pulizia e scerbatura, nei prossimi giorni verranno messe a dimora diverse piante ornamentali offerte dal Dipartimento Regionale Azienda Foreste Demaniali. Il prossimo sabato, alle 15.30, le aiuole verranno inaugurate alla memoria dell’educatrice Sofia Idelson.

Solennità Sant’Antonio tra Fede e Notte Bianca

U

n ricco e nutrito programma liturgico,organizzato dai padri Rogazionisti, in onore dei Solenni Festeggiamenti di S.Antonio di Padova, il Santo messinese fondatore della Stessa Basilica Santuario e degli Orfanotrofi Antoniani della città, che tra il 15 e il 16 giugno arricchirà l’anima e il corpo di fedeli (provenienti dalla provincia, Catania e dalla vicina Calabria), cittadini e bambini, grazie alle numerose e variegate manifestazioni collaterali di stampo artistiche-culturali, sportive e commerciali. “Si rinnova come ogni anno l’attenzione verso uno dei Santi più amati al mondo, il Santo dei miracoli per una devozio-

42

WWW.ILCITTADINODIMESSINA.IT


Vill. Santo: a breve la riqualificazione della piazza Chiesa Madre

L

a piazza Chiesa Madre del Villaggio Santo sarà interessata da interventi di riqualificazione. Ad annunciarlo il presidente della III Circoscrizione Giovanni De Salvo: "Dopo avere ottenuto la ristrutturazione della Chiesa Madre negli anni scorsi, oggi sono venuto a conoscenza per bocca dei progettisti dell'imminente avvio dei lavori di riqualificazione dell'antistante piazza". L’iter già avviato vede soltanto gli ultimi ostacoli tecnico burocratici riguardanti il rilascio del parere del dipartimento viabilità per l’apertura del cantiere che dovrebbe avvenire dal prossimo martedì. De Salvo non nasconde la propria soddisfazione: "Dopo anni di sacrifici e controversie si è riusciti concretamente a portare a termine un iter travagliato a dispetto di chi ne ha fatto solo demagogia. Desidero esprimere soddisfazione poiché dal finanziamento del Cipe, che vedeva 4 piazze da riqualificare in tutta la città, questa del Villaggio Santo è stata l’unica della terza circoscrizione".

ne molto sentita dalla collettività, al pari della Madonna della Lettera – puntualizza il Rettore della Basilica Padre Mario Magro, nel corso dell’odierna conferenza stampa nell’Istituto dei Padri Rogazionisti di Cesare Battisti - e la seconda edizione della Notte Bianca del 15 giugno dalle 21 alle 03.00 del mattino”. Sarà presente ai festeggiamenti, che per due giorni animeranno i luoghi simbolo scelti per l’occasione (tra cui la Basilica di Sant’Antonio, Piazza Annibale Maria Di Francia, Scalinata Caserma Zuccarello, Piazza del Popolo e via Santa Cecilia), anche il Cardinale StanislawDziwisz, segretario di Papa Giovanni Paolo II, per onorare il carro trionfale centenario del Santo e per commemorare il venticinquesimo anniversario della visita di Papa Wojtyla nella città messinese (11 giugno 1988) per la canonizzazione di Eustochia Calafato.

WWW.ILCITTADINODIMESSINA.IT

43


città a cura di Marilena Faranda

Solennità

Cero votivo alla Madonna di Montalto

Protezione Civile

“Seasubsarex 2013”

S

i è svolta l’esercitazione di protezione civile “Seasubsarex 2013”, promossa dalla Capitaneria di Porto di Messina. E’ stata simulata un'emergenza causata da un’onda di maremoto, che ha colpito una nave traghetto, con a bordo un treno passeggeri. I protagonisti, in qualità di passeggeri da evacuare, sono stati 57 alunni dell’Istituto Caio Duilio, sbarcati dai mezzi di soccorso, alla passeggiata a mare. E’ stato utilizzato il sistema MES, costituito da scivoli, per il trasbordo alle zattere di salvataggio, e simulato il trasporto in barella di un ferito grave. All’esercitazione oltre alla Capitaneria di Porto, i Vigili del Fuoco, il SUES 118, la Croce Rossa Italiana di Messina, la Società RFI S.p.A., il Comune, il Nautico Caio Duilio, i rimorchiatori della società Picciotto, Enti ed Associazioni. Dopo l'evento, al COC, vi è stata una riunione, fra il comandante Matteo Lo Presti del VTS, dell'esperto ing. Antonio Rizzo, di rappresentanti del 118 e della Polizia Municipale, per un bilancio dell’esercitazione.

44 44

S

i è tenuto nel santuario della Madonna di Montalto il solenne Pontificale, in onore della protettrice speciale della città, presieduto dall’Arcivescovo, mons. Calogero La Piana, alla presenza di autorità religiose, civili e militari. Al Pontificale è seguito l’alzabandiera ed il tradizionale “volo della colomba” e la processione con la benedizione sulla città. Nel corso della cerimonia, a nome della Città, verrà offerto il cero di 25 libbre, seguendo la tradizione istituita dal decreto del Senato messinese il primo marzo 1745, in ringraziamento dell’intervento della Madonna durante la peste del 1743. L’intervento della Madonna di Montalto apparsa come una “Dama Bianca” - valse a salvare la città dall’assedio dei Saraceni e degli Angioini durante la guerra del Vespro

WWW.ILCITTADINODIMESSINA.IT

del 1282. La notizia della prodigiosa apparizione della “colomba” sulla Caperrina, è stata trasmessa da una pia tradizione. “Fra Nicola”, un eremita del Terz’Ordine di San Domenico, che viveva in una cella presso il Colle, aveva avuto una visione nel giugno del 1294, la Madonna, che era stata vista sulle mura della città in difesa dei messinesi durante l’assedio angioino, che gli ordinò di convocare i Maggiorenti della città perché si trovassero sulla spianata della Caperrina per indicare loro il sito dove i messinesi avrebbe dovuto costruire una chiesa, a Lei dedicata, con il titolo di Santa Maria dell’Alto. A mezzogiorno videro apparire sulla spianata del Colle della Caperrina una “bianca colomba” che, volando lentamente, designò il luogo per la costruzione della chiesa.


Emergenza caldo

Progetto

Nuova riunione

A

Palazzo Satellite, i dirigenti del Dipartimento Sociale, Giovanni Bruno, e della Protezione Civile, Francesco Ajello, incontreranno rappresentanti dell'ASP e della Croce Rossa Italiana, i responsabili dei City Angels e Rangers di Messina, i presidenti della Consulta comunale del

Volontariato e della Protezione Civile, e i sindacati, per un secondo confronto sulle iniziative che l'Amministrazione comunale intende promuovere a favore degli anziani e delle categorie fragili nel periodo estivo. Obiettivo degli incontri è predisporre il nuovo piano al fine di contrastare i disagi del caldo in vista dell'imminente stagione estiva, verificare l'efficacia del progetto "Emergenza caldo ed anziani", già attuato negli anni scorsi, e rimodulare tutte le procedure standardizzate, in linea con le esigenze del territorio, finalizzate al miglioramento del servizio destinato alle fasce più deboli.

Mobilità urbana

D

opo l'incontro internazionale avvenuto a Goteborg sul progetto “SustainableFood in Urban Communities”, il Gruppo di Supporto Locale ha programmato un incontro presso l'UrbanLab per affrontare il tema “Growing” (Crescita) al fine di fornire casi di buone prassi del territorio messinese. Il progetto sull'Alimentazione Sostenibile prevede lo sviluppo di un Piano di Azione Locale, condiviso con i partner del territorio, attraverso il coinvolgimento attivo delle associazioni di categoria, dei produttori, degli agricoltori e dei cittadini.

Mobilità urbana

Controlli con autovelox

Divieto di sosta

I

controlli della velocità con autovelox, disposti dal Comando del Corpo della Polizia Municipale, proseguiranno fino a sabato 15 nell'ottica della prevenzione dei sinistri stradali. Il settore competente del Reparto operativo mobile ha attivato il servizio sugli assi viari più interessati dal transito, il viale della Marina Russa, la via Consolare Pompea, la S.S. 114 Galati, Mili Marina e S. Margherita, e la S.S. 113 Spartà. Il Comando della Polizia Municipale invita la cittadinanza a rispettare i

“SustainableFood in Urban Communities”

S

limiti di velocità su tutte le strade per evitare incidenti, spesso causati dall'eccesso di velocità.

arà istituito il divieto di sosta, fino a venerdì 14, dalle ore 7 alle 19, con zona rimozione coatta, sul lato ovest di via Natoli a sud dell'intersezione con via del Vespro, per una lunghezza di 60 metri. La limitazione è stata disposta per consentire la realizzazione della segnaletica orizzontale e verticale per otto stalli di sosta riservati alle autovetture di servizio in dotazione alle sezioni di Polizia Giudiziaria dei Carabinieri e della Polizia.

WWW.ILCITTADINODIMESSINA.IT

45 45 45


provincia Messina di Marilena Faranda

Ricevuto: “Capitano La Rosa un esempio per tutti noi”

Il suo sacrificio ci ricorda che a chilometri da qui ci sono dei giovani valorosi disposti a rinunciare alla propria vita pur di ripristinare la pace e la giustizia laddove vengono negate. Pur di rendere il mondo un posto migliore. Il suo esempio, insieme a quello di tutti coloro che lo hanno preceduto e che non moriranno mai nella nostra memoria, deve ricordarci che noi messinesi, noi siciliani, noi italiani siamo un un’unica cosa. E che tutti uniti abbiamo il dovere oltre che il diritto di impegnarci per rendere migliore il nostro Paese e superare l’attuale momento. Da parte mia e dell’Istituzione che rappresento, un sentimento di forte vicinanza, di affetto sincero e profondo per i familiari del capitano Giuseppe La Rosa, per le Forze Armate Italiane e per tutti i militari impegnati nei contingenti di pace all’estero”. Così Nanni Ricevuto, Presidente della Provincia regionale di Messina, ha voluto manifestare il proprio cordoglio a seguito della morte del 31enne Capitano dei Bersaglieri, originario di Barcellona Pozzo di Gotto, ucciso in Afghanistan.

46

WWW.ILCITTADINODIMESSINA.IT


WWW.ILCITTADINODIMESSINA.IT

47


Sicilia a cura di Dario Buonfiglio

48

WWW.ILCITTADINODIMESSINA.IT


Persi 38 mila posti di lavoro

U

n calo dell'occupazione del 2,7% e in peggioramento rispetto all'anno precedente (-0,5%). Situazione drammatica per i giovani: - 6,9% di occupati nella fascia tra i 15 e 34 anni e addirittura -9,8% fino a 24 anni. In totale gli occupati sono un milione e 394 mila. È quanto emerge dal rapporto della Banca d'Italia sull'Economia in Sicilia, presentato oggi. Al forte incremento delle persone in cerca di occupazione (32,6%) nel 2012 si è accompagnata una crescita delle forze di lavoro del 2,4%; il tasso di attività così è salito, dopo sei anni di contrazioni consecutive, di 1.3 punti, al 50,8%. L'espansione dell'offerta di lavoro si è riflessa in un aumento del tasso di disoccupazione di 4.2 punti,

attestantosi a quota 18,6% e con un picco nel quarto trimestre del 2012 del 19,2%; si tratta di un dato superiore alla media del Sud (17,2%) e a quella nazionale (10,7%). I più in difficoltà sono sempre i giovani tra i 15 e i 24 anni: uno su due senza lavoro; il tasso di disoccupazione di questa fascia d'età ha raggiunto il 51,3% rispetto al 35,3% della media nazionale. Anche le retribuzioni dei lavoratori dipendenti risultano tra le più basse d'Italia, pari a 1.159 euro rispetto ai 1.254 euro della media Paese. Raddoppiato il ricorso agli ammortizzatori sociali: +37,8% di ore autorizzate contro il 18,5% del 2011. La cassa integrazione in deroga è stata concessa a circa 12 mila lavoratori, tre mila in più del 2011.

WWW.ILCITTADINODIMESSINA.IT

49


Bankitalia: "Sicilia sempre più in crisi" L

a Sicilia sprofonda in una crisi sempre più nera. E si mette alle spalle un 2012 orribile. Tutti gli indicatori sono di segno negativo: Pil, occupazione, produzione industriale, servizi, prestiti a famiglie e imprese, compravendite immobiliari e persino la quota di indebitamento che finora è stato volano per i consumi, ormai al palo. L'isola fa spesso peggio delle altre regioni d'Italia. Si salvano soltanto l'export e il turismo (gli unici con segno positivo). A fornire questo quadro drammatico è la Banca d'Italia nel suo rapporto sull’Economia in Sicilià, presentato dal direttore della filiale di Palermo, Giuseppe Arrica. In un anno sono stati bruciati oltre 2 miliardi di euro di Pil, con un calo del 2,7%; flessione che aggrava i risultati negativi del 2011, quando la crisi aveva provocato la perdita di 1,1 miliardo di euro (-1,3% di Pil). Il valore aggiunto nell'industria in senso stretto si è ridotto del 4,2%, con un calo nel quinquiennio 2008-2012 addirittura del 20%; il grado di utilizzo degli impianti è sceso del 2,4%, mentre il fatturato, secondo una indagine di

50

WWW.ILCITTADINODIMESSINA.IT


Bankitalia condotta tra marzo e aprile di quest'anno su un campione di imprese industriali con almeno 20 addetti è diminuito dello 0,9% in termini nominali; gli investimenti si sono ridotti del 6,2%. Fa peggio il settore delle costruzioni, con un calo di valore aggiunto del 7,9%, il 10% in meno di occupati e il 16,1% in meno di ore lavorate. In diminuzione del 16,9% il valore complessivo delle gare per le opere pubbliche, il cui numero si è ridotto del 2,3%. Valore aggiunto con segno negativo anche nei 'servizì: -1,9%. Crolla del 13,7% la spesa delle famiglie per i beni durevoli, in particolare per auto, motoveicoli, elettrodomestici e mobili. Un pò meglio l'agricoltura: +4,1% la produzione di cereali, +5,2% il raccolto di frumento, +4,8% di coltivazione di ortaggi; in riduzione invece la produzione di pomodori (-2,8%) e di agrumi (-8,3%). Bene la produzione di vino, +48,4%. Segnali positivi, anche se in rallentamento in confronto al 2011, giungono dal turismo e dall'export. Gli arrivi di turisti stranieri sono aumentati del 2,8% anche se in misura ridotta rispetto all'anno precedente (5,4%), in rialzo anche i pernottamenti (+1,4%) ma con un ritmo inferiore al 2011 (+3,9%); la spesa degli stranieri è cresciuta del 21,8% (5,6% nel 2011); in diminuzione, invece, i turisti italiani: -2,6%. ''L'Italia ha poi un enorme potenziale inespresso al Sud. E la Sicilia sta perdendo la partita del turismo nel Mediterraneo, dove dovrebbe essere leader''. Lo ha dichiarato il vice presidente della Commissione europea, responsabile per l'Industria e l'Imprenditoria, Antonio Tajani, intervenendo all'evento 'Turismo e infrastrutture per far crescere l'occupazione al sud: il caso dell'aeroporto di Comiso'.

WWW.ILCITTADINODIMESSINA.IT

51


Turismo

“Pulitura” nell’archeologia

M

ediante un accordo stipulato tra l'Assessore alle Risorse Agricole e Alimentari, Dario Cartabellotta, e l'Assessore ai Beni Culturali, Maria Rita Sgarlata, sono in corso di ripulitura, ad opera dei lavoratori forestali, alcuni siti archeologici della Sicilia tra cui Morgantina, dove sono già stati completati i lavori di manutenzione al verde, Selinunte, Segesta, Tindari, Eloro. É stata in tal modo data concreta attuazione a quanto previsto dall'art. 25 della Legge Finanziaria che prevede l'impiego delle risorse umane del settore forestale per una

52

WWW.ILCITTADINODIMESSINA.IT

serie di interventi finalizzati alla tutela e al miglioramento ambientale come la manutenzione delle aree verdi pubbliche, di siti archeologici, di fiumi, torrenti, laghi, la cura e la pulizia del verde presente nelle scuole pubbliche, università, musei, ospedali. Per l'Assessore alle Risorse Agricole e Alimentari, Dario Cartabellotta, la realizzazione di questi interventi rappresenta un'iniziativa strategica per andare in contro alle esigenze della collettività, in un'ottica di contenimento della spesa pubblica e di valorizzazione delle risorse umane.


WWW.ILCITTADINODIMESSINA.IT

53


Forte S. Salvatore

SCIENZA & CULTURA

“Un secolo insieme per l’esplorazione e la tutela del mare”

A cura di Ignazio Rao

54

WWW.ILCITTADINODIMESSINA.IT


G

iovedì 6 giugno, nella splendida cornice storica del Forte S. Salvatore, ha avuto luogo il convegno dal titolo “UN SECOLO INSIEME PER L’ESPLORAZIONE E LA TUTELA DEL MARE” organizzato dalla Marina Militare e dall'Istituto per l'Ambiente Marino Costiero – CNR di Messina, per ripercorrere le tappe dello stretto rapporto di collaborazione che da oltre un secolo vede impegnati i militari ed il mondo scientifico nell'attività di tutela ed esplorazione del mare. Questa meravigliosa avventura, ebbe infatti inizio nel 1866 con la prima importantissima missione scientifica : “Il viaggio intorno al mondo della Pirocorvetta Magenta” , al comando del Capitano di Fregata Vittorio Armijon ed a cui presero parte due illustri naturalisti, il Prof. F. De Filippi ed il Prof. E.H. Giglioli . Questo rapporto di collaborazione si è rafforzato nel tempo ed è ancora oggi attualissimo grazie soprattutto al prezioso e concreto contributo dato dalla Marina Militare allo sviluppo delle Scienze Marittime e Naturali, attraverso la progettazione, la sperimentazione, ed il perfezionamento , di nuovi strumenti nautici e delle

WWW.ILCITTADINODIMESSINA.IT

55


Forte S. Salvatore

attrezzature per l’esplorazione del mare ed in particolare della zona abissale, la cui fauna fu scoperta in Mediterraneo, dal dal Prof. E.H. Giglioli durante la campagna di esplorazione abissale in Mediterraneo condotta nel 1881 dal Regio Piroscafo “Washington” , al comando dell'Ammiraglio G.B. Magnaghi , che per le ricerche utilizzò attrezzature da lui stesso progettate e realizzate. Particolarmente interessanti le numerose campagne idrografiche e biologiche condotte, all'inizio del “900”, nel Tirreno, Ionio e Adriatico, dalle navi della Marina Militare, Ciclope, Città di Milano, Montebello e dalla Torpediniera 107 S, insieme al personale scientifico del Regio Comitato Talassografico Italiano, istituito nel 1910 e con i ricercatori dell'Istituto Centrale di Biologia Marina di Messina, realizzato nel 1916. La giornata celebrativa ha avuto inizio con il saluto e la presentazione dell'attività da parte del Comandante del Distaccamento Marina Militare di Messina, Capitano di Vascello Santo Giacomo Legrottaglie a cui ha fatto seguito l'intervento del Pro-Rettore Vicario dell'Università degli Studi di Messina, Prof.ssa Rita De Pasquale, ed è proseguita con le relazioni, presentate dal Dott. Mauro Cavallaro, moderatore dell'evento: -“Storia delle prime esplorazioni del mare condotte dalla Marina Militare Italiana (1866 -1914), a cura del Gen. B. (Aus.) Dott. Ignazio RAO; -“Storia dell’Istituto per l’Ambiente Marino Costiero di Messina e la moderna attività di ricerca nel campo delle scienze del mare, delle risorse rinno56

WWW.ILCITTADINODIMESSINA.IT


vabili e delle tecnologie marine”, a cura della Dott.ssa Lucrezia Genovese, Responsabile della Sezione IAMC – CNR di Messina; -Lo Stretto di Messina: sguardo alle ricerche passate per programmare studi ed applicazioni future in quest’area peculiare”, a cura del prof. Emilio De Domenico, Direttore del Dipartimento di Scienze Biologiche e Ambientali dell’Università di Messina. Il convegno si è concluso con l' intervento del C.Amm. Roberto CAMERINI, Comandante Militare Marittimo Autonomo in Sicilia. Successivamente è stata inaugurata la mostra, “Miti e correnti dello Stretto dal XVI-XIX Secolo” allestita all’interno del Forte S. Salvatore, a cura del Dott. Franz Riccobono, dell’ “Associazione Amici del Museo”, nella quale sono state esposte delle preziosissime stampe a carattere mitologico come quelle raffiguranti “Kronos”, “Scilla e Cariddi” e “Nettuno”, o religioso come quella che ritrae S. Francesco di Paola, che, sul suo mantello, attraversa le tumultuose acque dello Stretto. Completano l'esposizione le antiche carte nautiche, del 1700, della Marina Inglese e Francese, che testimoniano il grande interesse per la navigazione nelle insidiose acque dello Stretto di Messina e le quattordici interessantissime tavole litografiche, realizzate nel 1826 da Pietro Ribaud, che descrivono in modo particolareggiato le varie fasi delle correnti dello Stretto (Montante e Scendente) e ancora oggi straordinariamente attuali. Forte S. Salvatore

WWW.ILCITTADINODIMESSINA.IT

57


La giornata è proseguita con il trasferimento presso l'Istituto per l'Ambiente Marino rata una interessantissima mostra sugli antichi strumenti ed attrezzature utilizzate Messina, curata dal Dott. Franco Perdichizzi e dalla Dott.ssa Maria Teresa Costa costruito in Italia nel 1930, dalla ditta “Laros”, antichi volumi sulla flora e la faun baro, ed il “fucile lancia arpione”, sperimentato dal Prof. Luigi Sanzo, per la caccia “Vittorio Emanuele” e del “Dragamine Gelsomino” realizzati dall'Associazione Fer con la descrizione e la sezione longitudinale del rimorchiatore “Tremiti” della Ma cessivamente trasformato in Nave Idrografica “Marsigli”. All'evento hanno preso Fazio, il Comandante Interregionale Carabinieri “Culqualber” , Generale di Corpo dello Stretto, Capitano di Vascello Antonino Samiani, il Comandante del 5° Re dell'Ufficio Scolastico Regionale, Prof.ssa Francesca Manca, oltre a numerosi stu Istituto per l'Ambiente Marino Costiero- CNR di Me

58

WWW.ILCITTADINODIMESSINA.IT


o Costiero. Dopo la visita della struttura e dei laboratori di ricerca è stata inaugue per l’esplorazione del mare ed esposizione di alcuni pesci batifili dello Stretto di anzo. Tra i reperti più interessanti in esposizione, uno dei primi motori fuoribordo na marina, una ricchissima collezione di pesci abissali, uno scafandro da paloma al pesce spada. In mostra anche alcuni eccezionali modelli della nave “Elettra”, rrovie Siciliane – AFS di Messina, e di un pannello, realizzato da Enzo Annuario, arina Militare, destinato nel 1921 al Regio Comitato Talassografico Italiano e sucparte numerose autorità tra cui il Presidente della Corte d'Appello, Dott. Nicolò d'Armata Ugo Zottin, il Comandante della Capitaneria di Porto Agenzia Marittima ggimento Fanteria “Aosta”, Colonnello Corrado Renzi , ed il rappresentante udenti e ad un folto pubblico.

WWW.ILCITTADINODIMESSINA.IT

59


Cultura

Donne, gioielli e profumi Dal 22 giugno al 30 settembre 2013 in mostra a Lipari i monili più raffinati dell'età del bronzo sino a quelli dell’era romana

S

arà inaugurata il prossimo 22 giugno, nella Chiesa Santa Caterina di Lipari, la Mostra dedicata all´oreficeria antica. Maria Clara Martinelli, archeologa del Parco archeologico Isole Eolie e curatrice della msotra, spiega come gli ornamenti in epoca antica abbiano sempre rappresentato un qualcosa di particolarmente importante. “L’uomo ha sempre cercato, fin dai tempi più remoti, di adornarsi con oggetti la cui rarità o la difficile reperibilità conferivano personalità, importanza e prestigio nell’ambito della comunità. Sembra strano, ma l’uomo proba-

60

WWW.ILCITTADINODIMESSINA.IT

bilmente pensò dapprima ad adornarsi e poi a vestirsi. Nella preistoria, l’attenzione degli ornamenti era rivolta ad oggetti di difficile reperibilità costituiti da conchiglie, denti di animali, le cui origini risalgono a circa 40.000 anni fa. Gli ornamenti spesso conservano un valore di amuleto, per proteggere da malattie e dalle forze del male. Già con la preistoria l’uomo scopre l’oro, che per gli Egizi rappresentava la carne di AmonRa, dio del sole. L’oreficeria si raffina nel tempo, con i famosi orafi etruschi e durante l’età ellenistica (III-II a.C.) con la produzione di splendidi gioielli abbelliti da intarsi di pietre dure. La civiltà romana fu invece la prima ad utilizzare l’anello come segno di fidanzamento oltre alle funzioni di sigillo e talismano. Al desiderio di adornarsi con oggetti, nasce anche la cura del corpo, prima con evidenti segnali di distinzione in particolari riti religiosi (olii profumati, terre colorate), poi in età greca si afferma l’arte della cosmesi, la “kommotikè techne” rivolta soprattutto al mondo femminile come ancora la conosce la donna di oggi. Buona parte di questa storia è rappresentata dai ritrovamenti archeologici e Lipari offre un ricco panorama di manufatti di assoluto prestigio ed importanza. In mostra i più raffinati reperti a partire dall’età del Bronzo fino all’età romana“.


WWW.ILCITTADINODIMESSINA.IT

61


Scacchi News a cura di Aurelio Bandiera e Giuseppe Massimo Cattafi http://asdenzocrea.altervista.org asd.enzo.crea@gmail.com

N

el numero di oggi parleremo di un grande campione del passato: Harry Nelson Pillsbury (Somerville, 3 dicembre 1872 – Filadelfia, 17 giugno 1906) è stato il giocatore statunitense più forte dopo la scomparsa dalle scene di Paul Morphy e prima dell'arrivo di Bobby Fischer. Fu certamente tra i più forti giocatori al mondo anche se non riuscì mai ad arrivare alla sfida per il Titolo. Nel 1895, il Brooklyn Chess Club sponsorizzò il suo viaggio in Europa per farlo giocare nel Torneo di Hastings 1895. Il ventiduenne Harry vinse a sorpresa questo fortissimo torneo al quale parteciparono tutti i più forti giocatori dell'epoca (il Campione del Mondo Lasker, l'ex Campione del Mondo Steinitz, Chigorin, Gunsberg, TRarrash, Schlechter e Janowski) divenendo così una celebrità nel modo degli scacchi. Pillsbury aveva un gioco molto dinamico e brillante. Il suo successivo torneo importante fu quello di San Pietroburgo lo stesso anno; al torneo parteciparono quattro dei primi cinque classificati ad Hastings (Pillsbury, Chigorin, Lasker e Steinitz). Sembra che Pillsbury abbia contratto la sifilide prima dell'inizio dell'evento e così, benché fosse al comando dopo la prima metà del torneo, fu afflitto da forti emicranie e ottenne solo 1.5 su 9 nella seconda metà, concludendo al terzo posto. Malgrado la sua salute ormai cagionevole, Pillbury batté il campione americano Jackson Showalter nel 1897, vincendo il titolo di campione statunitense che mantenne sino alla morte. Di Pillsbury è nota la grandissima abilità nel gioco alla cieca; giocò più di mille partite alla cieca in oltre settanta simultanee. Era in grado di giocare a scacchi e a dama contemporaneamente, mentre giocava una mano di whist e recitava a memoria una lista di lunghe parole. La partita che Pillsbury disputò con Alexander Halprin a Monaco nel 1900 è stata usata come base per la creazione del racconto La Variante dell'Unicorno (1981) di Roger Zelazny, che con questa storia ha vinto un Premio Hugo. Lo stesso Zelazny racconta (in una postfazione assente nelle edizioni italiane del racconto) che il suo protagonista gioca la parte di Halprin, mentre l'Unicorno quella di Pillsbury.

62

WWW.ILCITTADINODIMESSINA.IT


Pillsbury - Marco Parigi 1900

1.d4 d5 2.c4 e6 3.¤c3 ¤f6 4.¥g5 ¥e7 5.e3 0–0 6.¤f3 b6?! Questa mossa è praticamente scomparsa dalla pratica dei tornei. 7.¥d3 ¥b7 8.cxd5 exd5 9.¤e5 Pillsbury occupa l'avamposto in e5... 9...¤bd7 10.f4 ...e lo sostiene. 10...c5 11.0–0 c4? Non bisognava chiudere l'Ala di Donna in quanto adesso il Bianco può avviare in tranquillità le operazioni sull'Ala di Re. 12.¥c2 a6 13.£f3 Minaccia 14.Cxc4 13...b5 14.£h3 g6 15.f5! Comincia la distruzione dell'arrocco nemico.

15...b4 16.fxg6! Ovviamente erano possibili (e forse anche preferibili) 16,Ca4 o 16.Ce2, ma la mossa del testo mette sotto pressione il Nero. 16...hxg6 17.£h4! La mossa decisiva, semplice eppure così nascosta. 17...bxc3 18.¤xd7 £xd7 Ovviamente, se 18...¤xd7 segue 19.¥xe7 19.¦xf6 Il Nero è spacciato, il suo arrocco è circondato dai pezzi nemici. In poche mosse sarà la fine. 19...a5 20.¦af1 ¦a6 21.¥xg6 fxg6 22.¦xf8+ ¥xf8 23.¦xf8+! ¢xf8 24.£h8+ ¢f7 25.£h7+ Se 25...¢f8 (25...¢e8 26.£g8#) allora 26.£xd7 1–0

WWW.ILCITTADINODIMESSINA.IT

63


Spettacoli

“The Lone Ranger” chiuderà TaorminaFilmFest

The Lone Ranger“, la nuova produzione di Disney/Jerry Bruckheimer Films, diretta da Gore Verbinski e interpretata da Johnny Depp ed Armie Hammer, chiuderà la 59a edizione del TaorminaFilmFest, diretta da Mario Sesti e dal general manager dell’evento Tiziana Rocca, il prossimo 22 giugno, all’interno del suggestivo Teatro Antico di Taormina. “The Lone Ranger”, che uscirà nelle sale italiane il 3 luglio 2013, racconta le rocambolesche avventure del noto eroe mascherato attraverso una nuova prospettiva ricca d’azione e di umorismo. Il guerriero indiano Tonto (Johnny Depp) narra la storia inedita secondo la quale John Reid (Armie Hammer), un uomo di legge, diventò un leggendario giustiziere: il pubblico si vedrà catapultato in un’epica giran-

64

WWW.ILCITTADINODIMESSINA.IT

dola di sorprese in cui i due improbabili eroi, spesso impegnati in comici alterchi, combattono fianco a fianco contro l’avidità e la corruzione. Prodotto da Jerry Bruckheimer e Gore Verbinski, e basato su una sceneggiatura di Justin Haythe e Ted Elliott & Terry Rossio, ed un soggetto di Elliott & Rossio and Haythe il film rivisita la leggenda del famoso eroe mascherato noto come il Cavaliere Solitario, le cui gesta furono narrate, negli anni ’30, in una fortunata trasmissione radiofonica. Il TaorminaFilmFest è promosso dal Comitato Taormina Arte e sostenuto dal Dipartimento Regionale del Turismo e dal Dipartimento Cinema del Ministero della Cultura. Gli sponsor principali del TaorminaFilmFest sono Lancia Y e GreenNetwork.


WWW.ILCITTADINODIMESSINA.IT

65


Ancora rinviato "1952 a danilo dolci", dopo la ma

L'Ente Teatro di Messina non può più impegnare somme e ogni attività, di pro

È

stato nuovamente rinviato a data da destinarsi lo spettacolo "1952 a Danilo Dolci" che avre programma nella Sala Laudamo dal 3 al 5 maggio e poi era stata programmata dal 21 al consente, come specificato chiaramente dall'Assessorato regionale al Turismo, né l'impegno non potrà aver luogo neppure il concerto sinfonico annunciato per il 15 giugno. "1952 a Danilo Dolci" potrebbe essere recuperato nel prossimo mese di ottobre, se nel frattempo zioni delle Regione, non possono essere approvate per la mancanza del numero legale nel CdA d sigliere Carmela David, appunto di nomina regionale, che si è dimesso per partecipare alle recen

66

WWW.ILCITTADINODIMESSINA.IT


ancata approvazione del bilancio di previsione

osa e di musica, è bloccata. Prima occorre che la Regione reintegri il CdA

ebbe dovuto chiudere il cartellone "Paradosso sull'Autore". La messinscena era originariamente in 23 giugno. La mancata approvazione da parte della Regione del bilancio di previsione 2013 non o né l'erogazione di somme per la programmazione di spettacoli, sia di prosa sia di musica. Pertanto

o si sarà completato l'iter burocratico. In atto le variazioni al bilancio, apportate secondo le indicadell'Ente Teatro di Messina e quindi tutta l'attività è bloccata. La Regione dovrebbe sostituire il connti elezioni amministrative. WWW.ILCITTADINODIMESSINA.IT

67


parole in blu

a cura di Sara Ursino

Amo come l'amore ama. | Non conosco altra ragione di amarti che amarti. | Cosa vuoi che ti dica oltre a dirti che ti amo, | se ciò che ti voglio dire è che ti amo? Cit. Fernando Pessoa A volte, quando alzo la testa stanca dai libri nei quali segno i conti altrui e l'assenza di una vita mia, avverto una sorta di nausea fisica che forse deriva dalla posizione curva, ma che trascende i numeri e la delusione. La vita mi disgusta come una medicina inutile. Cit. Fernando Pessoa, Il libro dell'inquietudine C'è, tra me e il mondo, una nebbia che impedisce che io veda le cose come veramente sono – come sono per gli altri. Cit. Fernando Pessoa, Una sola moltitudine

CURIOSITà - Fernando António Nogueira Pessoa è considerato uno dei maggiori poeti di lingua portoghese. - Il critico letterario Harold Bloom lo definì, accanto a Pablo Neruda, il poeta più rappresentativo del XX secolo. Avendo vissuto la maggior parte della sua giovinezza in Sudafrica, la lingua inglese giocò un ruolo fondamentale nella sua vita, tanto che traduceva, lavorava, scriveva, studiava e perfino pensava in inglese. - Pessoa possedeva legami con l'occultismo e il misticismo, con la massoneria e con i rosacroce (benché non si conosca Fernando Pessoa, Statua in bronzo, alcuna affiliazione concreta in una loggia o fraternità di queste organizzazioni), e Café A Brasileira, in Rua Garrett 120, Lisbona difese pubblicamente le organizzazioni iniziatiche sul quotidiano "Diario di Lisbona" del 4 febbraio 1935 contro gli attacchi della dittatura del "Nuovo Stato". - Morì a causa di problemi epatici all'età di 47 anni nella stessa città dov'era nato. L'ultima frase che scrisse fu in inglese "I know not what tomorrow will bring... ", e si riportano come le sue ultime parole (essendo molto miope) "De-me os meus óculos!" (Datemi i miei occhiali).

68

WWW.ILCITTADINODIMESSINA.IT


Ci sono giornate che sono filosofie, che ci suggeriscono interpretazioni della vita, che sono appunti a margine, pieni di altra critica, nel libro del nostro destino universale. Questa è una di quelle giornate, lo sento. Ho l'assurda impressione che con i miei occhi pesanti e col mio cervello assente si stiano tracciando, come con un lapis insensato, le lettere del commento profondo e inutile. Cit. Fernando Pessoa, Il libro dell'inquietudine

Fernando

Lisbona, 13 giugno 1888 Lisbona, 30 novembre 1935

Pessoa

Esiste una stanchezza dell'intelligenza astratta ed è la più terribile delle stanchezze. Non è pesante come la stanchezza del corpo, e non è inquieta come la stanchezza dell'emozione. È un peso della consapevolezza del mondo, una impossibilità di respirare con l'anima. Cit. Fernando Pessoa, Il libro dell'inquietudine

WWW.ILCITTADINODIMESSINA.IT

69


RE sano

Mangia

a cura di Mimmo Saccà

Scoperto il rimedio anti-abbuffate

L

e abbuffate compulsive hanno i giorni contati, e il nostro proposito di seguire una sana alimentazione non rischierà più di fallire, grazie a un nuovo studio condotto dai ricercatori italiani Valentina Sabino e Pietro Cottone, membri della "Boston University", le cui analisi sarebbero state pubblicate sulle pagine della rivista "Neuropsychopharmacology". Secondo quanto riportato, pare proprio che i due studiosi abbiano identificato la causa che scatena le classiche abbuffate notturne (ma in generale di tutti i problemi legati all'alimentazione). La causa delle abbuffate compulsive sarebbe l'ormone "CRF", ovvero l'ormone cerebrale dell'ansia, che provocherebbe l'irrefrenabile bisogno di mangiare a volontà. Disattivando tale ormone, sarebbe dunque possibile arginare questo irrefrenabile impulso.

70

WWW.ILCITTADINODIMESSINA.IT

"Secondo noi - spiegano infatti gli esperti dietro questo disturbo c'è appunto CRF, che aumenta nell'amigdala (il centro che genera ansia) durante l'astinenza da cibo, incrementando l'ansia". Per limitare il problema, sarebbe quindi sufficiente iniettare una molecola capace di bloccare CRF. Per il momento lo studio sarebbe stato condotto su dei topi resi "cibo-dipendenti", ed avrebbe dato risultati molto promettenti, come sottolineano gli stessi esperti. "Abbiamo dimostrato che iniettando un farmaco antagonista del CRF nell'amigdala, riusciamo a bloccare completamente sia le abbuffate compulsive sia l'ansia generata dall'astinenza dai cibi appetitosi", avrebbero spiegato la Sabino e Cottone, che grazie alle loro analisi pare siano davvero riusciti a trovare l'interruttore per "spegnere" il bisogno di abbuffarsi ed in generale quello legati ai disturbi da alimentazione incontrollata.


RE sano

Mangia

La ricetta

PREPARAZIONE

Per preparare i rigatoni con pesto di pomodori secchi, iniziate occupandovi Rigatoni con pesto del pesto. Dopo aver versato i pomododi pomodori secchi ri secchi nel mixer senza scolarli dall’olio in cui sono conservati, aggiungete i pinoli e le mandorle pelate. Ingredienti per 4 persone Unite anche le foglie di basilico e frullate fino ad ottenere un composto piuttosto granuloso. Trasferitelo in una ciotoli• 400 gr di Pasta rigatoni na e mettete da parte. Fate bollire l’ac• 20 gr di Mandorle pelate qua in una pentola, salatela e una volta • 30 gr di Pinoli raggiunto il bollore, versate la pasta. • Basilico q.b. Prelevate circa 150 ml di acqua di cottu• 400 gr di Pomodori secchi sott'olio ra e tenetela da parte. Quindi scolate la pasta due minuti prima del tempo di cottura indicato sulla confezione e nel frattempo versate il pesto nella pentola dove è stata cotta la pasta. Unite i rigatoni al pesto, mescolate per colorare la pasta e aggiungete l’acqua di cottura che avevate messo da parte. Mescolate per far amalgamare il tutto e fate cuocere per altri 2 minuti a fuoco lento per evitare che il condimento si asciughi. A questo punto i vostri rigatoni con pesto di pomodori secchi sono pronti per essere serviti e gustati.

WWW.ILCITTADINODIMESSINA.IT

71


Abbonamento annuale open 200 euro, per chi si iscrive entro il 30 settembre.


Agenda


Amarcord


n° 122 anno XI - 6 Giugno 2013

il Cittadino www.ilcittadinodimessina.it

G. Scoglio, R. Accorinti, F. Calabrò, V. Garofalo, M.C. Saija, A. Tinaglia

I paladini

Il Cittadino n. 123  

Settimanale gratuito d'informazione socio-politica e culturale.

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you