Page 1

CRA-PAV

Centro di ricerca per la Patologia Vegetale

Come cambia l'agricoltura sostenibile dal 2014 PAN e difesa a basso impatto ambientale

Il Piano d’Azione Nazionale sull’uso sostenibile degli agrofarmaci - PAN: i tre volti dell’agricoltura italiana tra difesa integrata obbligatoria, difesa integrata volontaria e biologico

Fieragricola - Forum Agricoltura Sostenibile Verona, 6 febbraio 2014

Anna La Torre

1


Produzioni biologiche «Nella natura vivente non succede niente che non sia in rapporto a tutto l’insieme». (Goethe) Come è noto, l’agricoltura biologica è un metodo di produzione che si basa su un sistema globale di gestione dell’azienda agricola, incentrato sull’interazione tra le migliori pratiche ambientali, un alto livello di biodiversità e la salvaguardia delle risorse naturali. (Reg. CE n. 834/2007)

Fieragricola - Forum Agricoltura Sostenibile Verona, 6 febbraio 2014

Anna La Torre

2


Dati sull’agricoltura biologica In Italia, la superficie coltivata con metodo biologico è di 1.167.362 ettari (pari al 9% della SAU totale) e gli operatori del comparto ammontano a 49.709. (fonte SINAB, 2012)

A livello europeo l’Italia si colloca al primo posto per numero di aziende ed è seconda, dopo la Spagna, per superficie coltivata. (fonte SINAB, 2012)

A livello mondiale, l’Italia si colloca al 6° posto come superficie biologica dopo Australia, Argentina, Stati Uniti, Cina e Spagna e all’8°posto come numero di operatori dopo India, Uganda, Messico, Tanzania, Etiopia, Turchia e Perù. (fonte FiBL, 2011)

Fieragricola - Forum Agricoltura Sostenibile Verona, 6 febbraio 2014

Anna La Torre

3


L’agricoltura biologica in Italia I principali orientamenti produttivi sono foraggio, cereali e pascoli. Segue, in ordine di importanza, la superficie investita ad olivicoltura. Rispetto ai dati riferiti al 2011 si rileva un aumento complessivo del 3% del numero di operatori e del 6,4% di superficie coltivata. (fonte SINAB, 2012)

http://blog.netafim.it/una-guida-per-limport-export-biologico-negli-usa/

Fieragricola - Forum Agricoltura Sostenibile Verona, 6 febbraio 2014

Anna La Torre

4


Mercato del BIO Nonostante la crisi economico-finanziaria, l’agricoltura biologica risulta in forte espansione facendo registrare in Europa un valore di mercato pari a 21,5 miliardi di euro (19,7 miliardi di euro nell’UE). (fonte ISMEA, 2011)

Anche il mercato italiano del bio risulta in crescita con un giro d’affari di 1,7 miliardi di euro (3,1 se si considera anche l’export) ed incide nella misura dell’8% sul fatturato europeo, in controtendenza rispetto al settore food nel suo complesso. L’Italia si posiziona al quarto posto in Europa dopo Germania, Francia e Regno Unito.

http://blog.netafim.it/tag/agricoltura-biologica/

(fonte SINAB, 2012)

Fieragricola - Forum Agricoltura Sostenibile Verona, 6 febbraio 2014

Anna La Torre

5


Principi della produzione biologica Adempimenti degli operatori: rispetto delle norme di produzione biologica; assoggettamento ad un sistema di controllo; limitazione dell’uso di fattori di produzione esterni (utilizzo di un elenco ristretto di prodotti fitosanitari, fertilizzanti, materie prime per mangimi, additivi per mangimi, additivi alimentari e ausiliari di fabbricazione, prodotti per la pulizia e la disinfezione); divieto di uso di OGM e dei prodotti derivanti e ottenuti da OGM ad eccezione dei medicinali veterinari; divieto di utilizzo di radiazioni ionizzanti; divieto di detenzione di prodotti di sintesi oppure, per le aziende miste, separazione dei prodotti utilizzati nelle diverse unità di produzione; utilizzo di sementi e materiale di moltiplicazione vegetativa provenienti da agricoltura biologica (salvo deroghe); rispetto delle norme di conversione (periodo di conversione di almeno due anni prima della semina e nel caso di colture perenni di almeno tre anni prima del primo raccolto di prodotti biologici); indicazione in etichetta del logo comunitario di produzione biologica. Fieragricola - Forum Agricoltura Sostenibile Verona, 6 febbraio 2014

Anna La Torre

6


Protezione fitosanitaria in agricoltura biologica La protezione delle colture è ottenuta principalmente mediante l’adozione di misure preventive, atte a rendere le colture più difficilmente attaccabili da patogeni, parassiti ed erbe infestanti. Tra i mezzi di difesa indiretti o preventivi possiamo ricordare misure di tipo: Agronomico Meccanico Fisico Biologico

Fieragricola - Forum Agricoltura Sostenibile Verona, 6 febbraio 2014

Anna La Torre

7


Misure preventive Misure agronomiche utilizzo di materiale di propagazione sano; scelta di varietà resistenti o meno suscettibili; scelta di sesti d’impianto e forme d’allevamento per garantire un buon arieggiamento; potature (sfogliature precoci, eliminazione di doppi germogli, ecc.); concimazioni equilibrate; irrigazioni equilibrate; lavorazioni del terreno.

Fieragricola - Forum Agricoltura Sostenibile Verona, 6 febbraio 2014

Anna La Torre

8


Misure preventive Misure meccaniche protezione delle superfici dei tagli di potatura (mastici, cera d’api);

disinfezione degli attrezzi di potatura ed innesto;

raccolta ed eliminazione del materiale infetto; monitoraggio delle avversità attraverso l’utilizzo di trappole e modelli previsionali; Utilizzo di barriere (siepi, alberature, pacciamatura, inerbimenti, ecc.). Fieragricola - Forum Agricoltura Sostenibile Verona, 6 febbraio 2014

Anna La Torre

9


Misure preventive Misure biologiche introduzione di antagonisti per il contenimento degli organismi nocivi;

Colpoclypeus florus

lotta ai vettori di malattie

Misure fisiche solarizzazione; pirodiserbo; disinfezione delle sementi con il calore. Fieragricola - Forum Agricoltura Sostenibile Verona, 6 febbraio 2014

Anna La Torre

10


È possibile utilizzare prodotti fitosanitari in agricoltura biologica? In caso di grave rischio per la coltura, è consentito l’impiego di prodotti fitosanitari solo se tali prodotti sono autorizzati per essere impiegati nelle produzioni biologiche. (art. 12 comma 1 lettera h) del Reg. CE n. 834/07)

I prodotti fitosanitari utilizzabili sono elencati nell’allegato II del Reg. CE n. 889/08. I prodotti e le sostanze figuranti in questo elenco ristretto possono essere usati solo in quanto l’uso corrispondente è autorizzato nel quadro dell’agricoltura generale negli Stati membri interessati, conformemente alle pertinenti disposizioni comunitarie o alle disposizioni nazionali conformi al diritto comunitario. (art. 16 comma 1 Reg. CE n. 834/07)

Fieragricola - Forum Agricoltura Sostenibile Verona, 6 febbraio 2014

Anna La Torre

11


È possibile utilizzare prodotti fitosanitari in agricoltura biologica? In altri termini, per poter utilizzare un prodotto fitosanitario in agricoltura biologica bisogna sottostare ad una doppia condizione cioè i prodotti, oltre ad essere autorizzati secondo la normativa vigente che regola l’immissione in commercio degli agrofarmaci (Reg CE n. 1107/09), devono essere inseriti nell’Allegato II del Regolamento CE n. 889/2008

Ciascuno Stato Membro può utilizzare, pertanto, solamente i prodotti dell’Allegato II che risultano autorizzati nel proprio territorio Fieragricola - Forum Agricoltura Sostenibile Verona, 6 febbraio 2014

Anna La Torre

12


Disposizioni del PAN per l’agricoltura biologica

Fieragricola - Forum Agricoltura Sostenibile Verona, 6 febbraio 2014

Anna La Torre

13


Difesa fitosanitaria a basso apporto di prodotti fitosanitari Agricoltura biologica Obiettivo da realizzare: incremento della SAU nazionale condotta con metodo biologico, con riferimento alle principali produzioni agricole (in base alle risorse finanziarie disponibili).

http://www.aserramanna.it/2012/12/ecco-la-stangata-nei-campi/

Fieragricola - Forum Agricoltura Sostenibile Verona, 6 febbraio 2014

Anna La Torre

14


Compiti del Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali

Il Mipaaf avvalendosi della Commissione Tecnica, istituita con D.M. n. 4416 del 22 aprile 2013 (ai sensi dell’art. 17, comma 4, del DPR 290/01 e s.m.i.), e del “Gruppo di esperti” di cui al decreto ministeriale n. 18180 del 12 agosto 2013, provvede a: definire un manuale di orientamento, per diffondere ed applicare correttamente il metodo di produzione biologica; definire, aggiornare e pubblicare periodicamente, sul portale internet, le linee guida nazionali di difesa in agricoltura biologica, valorizzando i sistemi informativi per il biologico già esistenti; provvedere alla gestione e all’aggiornamento della banca dati sui prodotti fitosanitari utilizzabili in agricoltura biologica; predisporre e diffondere materiale informativo sulla difesa in agricoltura biologica, valorizzando i sistemi informativi per il biologico già esistenti; realizzare iniziative informative sull’agricoltura biologica rivolte anche ad utilizzatori non professionali per incentivare l’adozione di pratiche colturali a basso impatto sanitario e ambientale; continua…. Fieragricola - Forum Agricoltura Sostenibile Verona, 6 febbraio 2014

Anna La Torre

15


Compiti del Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali  promuovere programmi di formazione specifica e di aggiornamento per gli operatori del biologico;  promuovere e rafforzare la ricerca e lo scambio di informazioni ed esperienze nell’agricoltura biologica, avvalendosi anche delle reti di ricerca e delle specifiche piattaforme tecnologiche e informatiche nazionali attive nel settore, nonché degli Enti Pubblici di Ricerca;  individuare strumenti finanziari per sostenere le aziende agricole e le strutture impegnate nell’applicazione dell’agricoltura biologica, valorizzando anche i sistemi informativi per il biologico già esistenti;  favorire la promozione e la valorizzazione delle produzioni biologiche a livello nazionale e comunitario. Fieragricola - Forum Agricoltura Sostenibile Verona, 6 febbraio 2014

Anna La Torre

16


Compiti delle Regioni e delle Province autonome Le Regioni e le Province autonome promuovono l’agricoltura biologica provvedendo a: attuare gli interventi previsti dal Piano anche attraverso l’adozione di eventuali “Piani d’Azione Regionali”; predisporre e diffondere le informazioni e materiale informativo a beneficio delle aziende agricole biologiche; http://www.rdfgolf.it/circoli-italia

 rendere disponibile, sui portali regionali, il manuale sulle tecniche di coltivazione in agricoltura biologica e le linee guida nazionali di difesa in agricoltura biologica, anche attraverso collegamenti con gli analoghi siti nazionali (banca dati difesa biologica e di ricerca e sperimentazione);  predisporre eventuali bollettini sulla base dei risultati delle elaborazioni dei modelli previsionali e delle reti di monitoraggio che forniscano agli agricoltori informazioni sull’applicazione della difesa biologica; continua…. Fieragricola - Forum Agricoltura Sostenibile Verona, 6 febbraio 2014

Anna La Torre

17


Compiti delle Regioni e delle Province autonome  garantire la realizzazione e/o il potenziamento di supporti tecnici e informativi alle aziende, nonché il coordinamento dell’assistenza tecnica, in sinergia con le attività di supporto previste per la difesa integrata volontaria e obbligatoria;  promuovere eventuali servizi di consulenza innovativi;  individuare possibili strumenti finanziari per sostenere le aziende agricole e le strutture impegnate nello sviluppo dell’agricoltura biologica nonché le attività di ricerca e sperimentazione specificamente ad essa orientate.

http://forum.termometropolitico.it/166381-immaginate-di-dover-dividere-l-italia-come-la-dividereste-7.html

Fieragricola - Forum Agricoltura Sostenibile Verona, 6 febbraio 2014

Anna La Torre

18


Compiti delle aziende agricole

Le aziende agricole applicano le tecniche di agricoltura biologica, anche tenendo conto, come ulteriore elemento di qualificazione, delle disposizioni specifiche previste dal Piano, delle linee guida e manuali nazionali nonchĂŠ degli orientamenti regionali.

Fieragricola - Forum Agricoltura Sostenibile Verona, 6 febbraio 2014

http://www.greenme.it/approfondire/guide/2158-labc-dellagricoltura-biologica

Anna La Torre

19


Ricerca e sperimentazione a supporto del PAN Il PAN esplicita che «La ricerca e la sperimentazione costituiscono elementi fondamentali per lo sviluppo di strategie e l’attuazione di azioni per l’uso sostenibile dei prodotti fitosanitari, con particolare riferimento alla difesa fitosanitaria a basso apporto dei prodotti fitosanitari». http://www.roars.it/online/assegnisti-o-ricercatori/

Il potenziamento della ricerca può, infatti, consentire di disporre di informazioni scientifiche e tecniche affidabili, utili per orientare l’evoluzione delle norme e per la salvaguardia e la crescita del comparto. Fieragricola - Forum Agricoltura Sostenibile Verona, 6 febbraio 2014

Anna La Torre

20


Ricerca in agricoltura biologica Principali aree tematiche di interesse: •Potenziamento dell’utilizzo degli ausiliari nei programmi di agricoltura biologica •Studi riguardanti la prevenzione e la gestione delle avversità biotiche (patogeni, parassiti e piante infestanti)  Sviluppo di pratiche agronomiche bio-compatibili Gestione innovativa e sostenibile delle avversità che limitano le filiere biologiche Sviluppo di prodotti naturali biologicamente attivi, alternativi al rame e ad altri fitofarmaci Combinazione di differenti strategie di difesa Indagini sugli effetti collaterali dei fitofarmaci biologici Strategie innovative di gestione delle avversità delle derrate Innovazione negli strumenti e nelle strategie per una efficiente gestione delle malerbe •Prevenzione e gestione di danni da avversità abiotiche Fieragricola - Forum Agricoltura Sostenibile Verona, 6 febbraio 2014

Anna La Torre

21


http://www.blogbiologico.it/page/3/

Forum agricoltura sostenibile 06 02 2014 Anna La Torre Presentazione Agricoltura Biologica  

www.agronotizie.it/FAS

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you