Issuu on Google+

OPPEANO s w DI INFORMAZIONE ne PERIODICOCOMUNALE

Registrazione al tribunale di Vr n. 1868 del 9 marzo 2010 - Anno 1 - n. 1 marzo 2010

e n o i z a r t e s i l a n i n u m m m o A ’ a C l r u g Vi auasqua P a n B uo

I vantaggi della nuova tesoreria comunale Sportello Unico Imprese Approvata la variante 4 al P.A.Q.E. In fase di chiusura l’appalto per la videosorveglianza


Saluto del A die ci me si dalle ele zio ni dello sco rso giugno l’Amm inistrazione è imp egnata a reg ime nel dare attuazion e al pro gramma di govern o che gli ele tto ri hanno premiato con il loro voto. Il primo sco rcio di leg islatura è stato contra sseg nato dalla difficile con giu ntu ra eco nom ica, con la quale anche gli Ent i locali son o chiam ati a confro ntarsi. Questa Am min istrazione ha pertanto me sso in atto due nuo vi ser vizi utili allo sco po: lo Spo rtello Lav oro, che ser ve a far incontrare domanda e offerta di occ upazio ne, e lo Spo rtello Un ico Impre se, che si occupa di suppor tare le aziende nel rep erimento di finanziam enti. Nelle pag ine seguenti diamo conto più ampiamente di tali iniziat ive. Sul fro nte delle ope re pubbliche, dop o la sospensio ne di alcuni lav ori nel per iodo inver nale, tutti i cantie ri hanno ripreso l’attività. Son o quindi in fase di realizzazione la sistemazione di via Sor io e via Bertin i a Ca’ degli Oppi, dove ver rà costruita, unitam ente agli Ent i gestor i, la nuo va fog natura. A Mazzantica ver rà allargata la carreg giata di via Mazzanta e sar à sistemato il centro. A Oppeano sarà chiuso a breve il cantie re di via Fossette, non app ena le società che gestiscon o i pubblici ser vizi avrann o inte rrato le linee. È poi in fase di avvio l’iter per la pro gettazion e delle scuole mater ne di Oppeano e Vallese, nonché dell’asilo nido del cap olu ogo: son o ope re considerate prioritar ie, nella convin zio ne che l’istruzio ne dei gio van i è con dizion e impresci ndi bile per lo svi lup po della nostra com unità. Da evi den zia re ancora l’im peg no dell’Amm inistrazio ne, assunto uni tam ente ad Acque Verone si e all’Aato, per la soluzio ne della situazione dei depura tor i di Casotton e di Fen iletto. L’e ntità rag guardevole delle risorse eco nom iche me sse in campo in que sti ann i per le ope re è frutto anche del notevolissimo lavoro che è stato fatto per l’otten imento dei con tribut i reg ionali: que sto Comune ha saputo infatt i inoltrare puntualmente e cor ret tam ent e tutte le domande di finanziam ento ad em anazio ne dei ban di da parte del la Regio ne Ven eto. In mater ia urbanistica l’Ente sta addivenen do alle fasi conclu sive di definizione del PAT (Piano di Assetto Ter rito riale), str um ento di pro grammazione fon dam entale che deve con iugare le politiche di cre scita del ter ritorio con il rispetto del l’equilibrio ambientale. Sempre in campo urbanistico me rita sottolineatu ra la recente app rovazione da parte della Reg ione della var iante 4 al P.A.Q.E. (Piano d’Area Quadrant e Europa), con la quale viene prevista la possibilità di inte rvenire con apposita pianificazion e individuan do alcune zon e di sviluppo, com e i poli com me rciale, log istico, dei ser vizi e sideru rgico, il centro tessile e il centro tabacchi, la zon a archeolog ica e la scuola di agr ico ltura “Do n Marin o” di via Lin o Lovo. Essa confer ma poi un’area di espansion e import ant e a Vallese e un’ulter iore zona d’in iziativa pubblic a a Oppeano, che arr iva fin o al con fin e di Isola Rizza. Il nostro Comune, che era stato in un primo tempo escluso dalla var ian te, è ora impegnato nell’adeguam ento alla ste ssa del pro prio str um ento urbanistic o: per l’illustrazione alla popolazio ne e per recepire le osservazioni degli inte ressati ver ranno sul tema te-


Sindaco vo ro, po ro e co mplesso la ng lu un di to ut fr ovazio ne, ri pubblici. L’appr nt . co in ni cu al eti nu un ità di Oppeano m co la a di bilancio di pr tt a tu m a he sc gi ag lo nt e al va i to nta Comun te rà in dubb gior ni dalla Giu e ve rrà sottop os ti ch es e , qu ro in eu o at di i ov di 22 m ilion È stato appr e pe r ia nella so m ma so evidenzia ch gg es re st pa Lo e . le ch ri , 10 ap , le vision e 20 o m ese di patto di stabilità entro il prossim l io de gl si le on go C re l le de all’esam e osse rvate la necui è avve rt ita ut ivo so no state di ec ti ns en co im no st an ve in il quarto tutt i gli di eu ro to no di attivare ui pe r 5 m ilion i ut en m ns i co or n ri no te ul rò e quali pe accender di eu ro. omun e potrebbe C il se e ch a ben 4 m ilion i an ri pa 09 ce ssità, 20 ne fi si duo di ca ssa di e presenta un re do ve re attende, sento il ci e ch e nt ge in vo rare in pe r quello che ha saputo la sin qui svolto, e , ro za vo an la or il gi o ag tt m tu Pe r Com e pu re la squa dra di te enco m iabile. en grazie a tutta m un ra e ve er o lg gn vo e, pe ri di aco Bo aretto, ch mpatta e co n im nd co si ra ce ie vi x an m ’e ll in si iam ento de questi m esi in uando a propor asimare l’attegg nt bi l co a da i st m o, er nt im co n di po co reno n po sso es rico pe r motivi no tificazion e della ca is m ’in ll a da un a to br va m lle ento: m i se sebben e so del no stro movim e rt pa e m co i ai cittadin nte! a in giro della ge gior altà e una pres nu m ero di questo so or sc llo ne o stato fatt ppeano. r il Comun e di O co ra, co m e già è pe an e re ar ta zi en en am id rl ev Voglio rica di pa m i e di fatt i nu m erosissi anza della m ia ca in rt po no im so a m sa re es st st nale, l’e matiche fo rza della nu m erose proble tuto attivare in a po e on ho zi e lu ch so ti a it at I co nt re sp ed su pe rco nsentirm i di da more ai lati della da ru li ti ta an o, re at ie ev rr el ba livello , co m e le no stro te rr itor io il o abili. an ss re te in che di en ergie rinn ov ia er at m in ti st im en sustra da e gli inve ti hann o infatt i an it ab i gl e: un o stro Com il dato nu m er ic di crescita del no rò d pe en e tr nd il po o is nt rr ta di to no n co Prosegue in A tale increm en te alle esig enze on 0. fr 32 re ila fa m r 9 pe a e sufficient ente pe rato quot , che riman e in tti su un dipend te fa in en e nd ar pe nt di co e ò al ente del pe rson . Opp eano pu ale di un dipend lla cittadinanza on zi da o na on se ng ba ve e su un e to m e dio se rvizi ch te di un rapp or notizia che il Com on la fr ni a , or ti gi an ti it es ab qu og ni 310 ne no n o letto in r co ntro, abbiam i. È una situazio tt Pe de i! nt ad de 0 si 55 re e 6 og ni 12 r assu m er è che da enza. L’augu rio o un co ncor so pe it nd te nd di ba ne ha io i ol rs di Nap risp osta ecisa inve rich ie de una pr ssan o dare una e po ch e e, ch tr ol ri ia le ch bi i tolle ra mo fiscale. dei risu ltat gionali escano on e del fe de ralis re zi ua ni tt io ’a ez ll el da te lo ques venire so ve ro la difma, la quale può rn o centrale, ov le ve ob go pr il al o va rs ti ve ni defi e dito dei veneti 315 eu ro pro-ca cr ila il m e 4 ch a e ta ar on ns enti, am m Ba st i solo pe e e i trasfe rim at rs ve e ss ta le no fe renza tra ttadin i di Opp ea ci i i tt tu a no ale giun ga pite. istrazio ne co mun in m m A l’ a tt tu A no m e di . di Buona Pa squa Il Sindaco i m iglio ri augu ri ontagnoli On. Alessandro M


SOMMARIO IN QUESTO NUMERO Saluto del sindaco Sommario Colophon Numero delibere e determinazioni Un Comune in costante crescita Tutti i vantaggi della nuova Tesoreria comunale Il servizio di pubbliche affissioni Obiettivo lavoro Sportello unico imprese Indagine multiscopo Istat Nuovi criteri attività di somministrazione alimenti e bevande Concorso per istruttore direttivo area servizi demografici Centri urbani sempre più verdi Agricoltura tra problematiche e possibili soluzioni Nuovo impianto diffusione sonora nella Chiesa di Vallese Commissione edilizia comunale componenti elettivi Commissione ediziona comunale esperti in beni ambientali Sconto sul lotto di via Spineta a vallese Lottizzazione comunale Sorio a Cà degli Oppi Nuovo tracciato metanodotto Zimella - Cervignano d’Adda P.A.Q.E. variante 4 Pat a sostegno del teritorio Parco San Serafino Pista ciclabile di via Cadalora Via Fossette Marciapiedi di via Spinetti a Vallese Via Mazzanta Cà degli Oppi nuove opere Via Busoni Centro Mazzantica Contributo regionale per asilo nido e scuola materna Oppeano Asfaltatura strade Convenzione con Edison Appalto videosorveglianza Nuovi criteri per l’idoneità abitativa Cani che sporcano Cani randagi accolti alla San Francesco Immondizie ai cigli delle strade Manutenzione delle aree verdi Cconvenzione la Scuola d’infanzia Don Carlo Forante Contributo all’Istituto Comprensivo di Oppeano Sostegno ai 3 gemellini Soggiorni climatici per anziani Interventi assistenziali Bonus energia e buoni vacanze 4

2-3 4 4 4 5 5 6 6 7 7 8 8 9 9 10 10 10 10 11 11 11 12 12 12 13 13 13 14 14 15 15 15 15 16 16 16 17 17 18 18 19 19 19 20 20

Tribunale per i diritti del malato e dell’anziano Fondazione M. Zanetti Arrivata la nuova pediatra Buon compleanno nonna Angelina Invito a teatro Premiazioni borse di studio 2008/2009 Nuovi nati 2008 e 2009 Vighini e Perazzani Comunicazione alla cittadinanza per manifestazioni e sagre Nuovo piano di protezione civile Distretto VR5 delle valli Contributo ANA Contributo ANC Servizio civile degli anziani Tariffe cimiteriali Iniziative 2010 della biblioteca Statuto e regolamento biblioteca & Informa Giovani Volume dedicato al nostro Comune Tempo di Carnevale Asilo “Ai Caduti di Oppeano” serate informative Banda larga: primi allacciamenti Piano finanziario dei rifiuti 2010 Raccolta rifiuti porta a porta & comune riciclone Sport a scuola Minitennis Trasporto con pullmino polisportiva Festa intercomunale dello sport Orari uffici comunali e numeri utili

20 21 22 22 22 23 23 23 23 24 24 24 25 25 25 26 27 27 28 28 29 29 30 30 31 31 31 32

N° delibere e determinazioni del 2009 Nel 2009 l’Amministrazione comunale ha registrato un’intensa attività. In media, tra Deliberazioni di Giunta, di Consiglio e Determinazioni, sono stati approvati ogni giorno lavorativo più di 3 atti amministrativi! DGC n. 268; DCC n. 88; Determinazioni n. 649.

Registrazione al Tribunale di Vr n. 1868 del 9 marzo 2010 - Anno 1 - Numero 1 marzo 2010 Direttore Responsabile: Costantino Meo Proprietario ed editore: Comune di Oppeano (Vr), Piazza G. Altichieri, 1 - tel. 045 7139211, fax 045 6970586 In redazione: Michela Saggioro, tel. 045 7139238 Progetto grafico e stampa: Grafica Ciesse Print srl, via G. Garibaldi, 5/41 - San Giovanni Lupatoto (Vr) "Oppeano News" viene stampato in 3.800 copie ed è consegnato a tutte le famiglie del Comune. Questo numero è stato chiuso in tipografia il giorno 26.03.2010


Il nostro Comune si sta ingrandendo velocemente. Alla fine di febbraio, come riportato nella tabella a lato, i cittadini si sono assestati a quota 9 mila 320. Rispetto al 2008 l’incremento è stato sensibile: di oltre 300 persone. La popolazione continua ad aumentare grazie alle nascite e soprattutto grazie agli immigrati, sia italiani che stranieri. Nell’ultimo mese ci sono state ben 64 richieste di residenza a Oppeano e frazioni, in maggioranza maschi (35) e in minoranza femmine (29), contro i 43 emigrati. Le stime parlano chiaro: il paese più popoloso rimane ancora Vallese, con 3 mila 421 anime; Oppeano sfiora le 3 mila (per l’esattezza gli abitanti sono 2 mila 966), Cà degli Oppi ne conta mille 776, Mazzantica 531 e Villafontana 626.

Abitanti per frazione al 28 febbraio 2010 F M Oppeano 1.468 1.498 Cà degli Oppi 894 882 Mazzantica 269 262 Vallese 1.738 1.683 Villafontana 317 309 Totale 4.686 4.634 Popolazione residente al 1° gennaio 2010 4.683 4.621 Totale immigrati 35 29 Totale emigrati 25 18 Popolazione residente al 28 febbraio 2010 4.686 4.634

Tutti i vantaggi della nuova Tesoreria comunale. 30 milioni per la prima casa e mutui agevolati

Tot. 2.966 1.776 531 3.421 626 9.320

9.304 64 43 9.320

AMMINISTRAZIONE & TERRITORIO

Un Comune in costante crescita

Rag. Fernando Tebaldi Vicesindaco con delega al bilancio, tributi, sportello unico imprese e sportello del lavoro

Conclusa la gara tra istituti di credito per la Tesoreria. Alla fine l’ha spuntata UniCredit Banca, aggiudicandosi il servizio del Comune per i prossimi cinque anni. In cambio la banca metterà a disposizione dei cittadini e dell’ente molteplici benefici economici, a cominciare dai 30 milioni di euro riservati ai residenti che intendono costruirsi, ristrutturare o comprare la prima casa. Nello specifico i cittadini potranno avvalersi di condizioni particolarmente vantaggiose. In primis la banca non applicherà le spese di istruttoria della pratica. Il tasso, inoltre, potrà essere fisso o variabile, a scelta di chi accende il credito. Interessante la durata dei mutui, che andranno, a discrezione della banca, sino a 30 anni per quelli a tasso variabile, con tasso indicizzato all’euroribor tre mesi più uno spread (maggiorazione) pari al 1,30 % per qualsiasi durata. I mutui a tasso fisso avranno invece una durata massima di 20 anni ed il tasso applicato alla data di stipula sarà pari all’Interest rate swap (IRS) di durata equivalente al mutuo concesso, più uno spread (maggiorazione) dell’1,5 %, sempre su approvazione dell’istituto di credito. È evidente che nell’attuale momento di particolare criticità economica l’Amministrazione ha dovuto dare una mano ai cittadini che vogliono costruire, acquistare o ristrutturare casa. Un’altra novità legata al servizio di tesoreria sarà il servizio “POS Pagobancomat”, con i costi a carico della banca. Il sistema entrerà in funzione a breve negli uffici comunali. Condizioni favorevoli sono state strappate dal Comune all’istituto di credito anche per le aziende che si garantiranno gli appalti pubblici. Chi lavorerà per l’ente potrà godere di agevolazioni e potrà farsi anticipare, a condizioni interessanti, i crediti vantati per i lavori che sono già stati eseguiti. Infine Unicredit si impegna a versare alle casse municipali 50 mila euro, 10 mila all’anno per 5 anni, che l’amministrazione potrà usare per migliorare la qualità dei servizi comunali in ambito sociale, educativo, formativo e culturale. Unicredit si impegna anche a remunerare il Comune per le somme a giacenza sui propri conti a credito con un tasso pari all’euroribor tre mesi, più uno 0,32%. Per eventuali somme a debito l’Ente pagherà un tasso pari all’euroribor tre mesi, meno uno 0,32%. Il sindaco tiene a precisare che, fin dalla sua elezione, l’Ente non ha mai utilizzato anticipi di tesoreria, essendosi sempre avvalso delle proprie disponibilità finanziarie. Il saldo di cassa della Tesoreria comunale al 31/12/2009 è di 4 milioni 354 mila 613 euro. 5


AMMINISTRAZIONE & TERRITORIO

Il servizio di pubbliche affissioni: modalità e scadenze Pietro Caucchioli Consigliere con delega alle piste ciclabili e ai gemellaggi

Dallo scorso 1° gennaio 2010 l’imposta annuale sulla pubblicità e sulle pubbliche affissioni è gestita direttamente dal Comune, e non più da Aipa Spa. È una decisione che l’Amministrazione ha adottato al fine non solo di migliorare il servizio ma anche di apportare un notevole risparmio economico rispetto alla precedente gestione. Il gettito annuo previsto è di 60 mila euro. La scadenza del pagamento è stata prorogata al 31 marzo 2010; questo per permettere all’ufficio ragioneria, anche attraverso l’invio di questionari, di adeguare la banca dati relativa alle utenze. Successivamente si procederà alla redazione del nuovo piano generale degli impianti pubblicitari. Attraverso apposita convenzione è stato incaricato il sig. Zampieri, della Cooperativa Sorgente InLavoro Arl, di effettuare l’affissione dei manifesti e la riscossione delle imposte sulle pubbliche affissioni e sulla pubblicità temporanea. Tutta la modulistica necessaria al pagamento dell’imposta è presente sul sito del Comune, all’indirizzo: www.comune.oppeano.vr.it/inmunicipio/modulistica_2.asp?area=30. Per maggiori informazioni è possibile rivolgersi all’ufficio ragioneria, al numero 045 7139212; mentre per la consegna del materiale da affiggere e per la pubblicità temporanea va contattato il sig. Zampieri, cell: 328 1038015.

Obiettivo: lavoro. Aperto lo sportello che aiuta i cittadini a trovare un’occupazione Dallo scorso 21 novembre al primo piano del Comune è attivo lo Sportello lavoro. Il nuovo servizio aperto al pubblico svolge attività di orientamento alla professione. Tutti i sabati, dalle 9 alle 13, i cittadini che desiderano trovare occupazione possono sostenere un colloquio conoscitivo, essere inseriti nel data base dedicato al collocamento e accedere alle selezioni. Lo Sportello, gestito in collaborazione con l’agenzia InLavoro Spa, offre un supporto concreto ai cittadini nell’attuale momento di difficile congiuntura economica: il servizio vuole porsi da tramite tra le ditte del territorio alla ricerca di addetti e gli oppeanesi che si vogliono inserire nel mondo lavorativo attraverso un canale preferenziale. Esso svolge anche funzioni di formazione professionale. Ad oggi lo Sportello lavoro ha già accolto 70 persone, sottoposte a colloquio conoscitivo e con inserimento dei curricula nel data base; tra loro ben 15 concittadini sono riusciti a trovare impiego grazie al nuovo servizio. “Un buon risultato, che ci auguriamo possa anche migliorare nel tempo”, ha di6

chiarato il responsabile dello Sportello, il vicesindaco Fernando Tebaldi, in ciò supportato dal consigliere all’artigianato e commercio, Simone Marchi. La convenzione, stipulata per un anno con la Cooperativa InLavoro Spa, prevede una spesa di circa 9 mila euro.


Simone Marchi Consigliere con delega all’artigianato e commercio

AMMINISTRAZIONE & TERRITORIO

Lo Sportello unico imprese. Servizi di aggiornamento e supporto ai titolari di partita Iva

Per le aziende produttive non è cosa semplice affrontare le sfide del momento. L’Amministrazione è convinta che esse si possano superare soltanto unendo le forze e articolando le iniziative in maniera concertata. Per questo, in concomitanza con l’attivazione dello Sportello lavoro, il Comune ha istituito un servizio indirizzato alle ditte: lo Sportello imprese. I titolari di partita Iva del Comune possono inserire la propria azienda nell’apposito data base comunale compilando lo specifico modello unito alla lettera ricevuta oppure reperibile on line all’indirizzo http://www.comune.oppeano.vr.it/imprese/index.asp. L’utilità dell’iscrizione per le imprese consiste nell’essere costantemente aggiornate in merito a bandi, contributi e finanziamenti erogati da Regione, Stato e Comunità Europea a supporto delle attività imprenditoriali. L’addetta dell’Ufficio Staff, Michela Saggioro, è a disposizione per eventuali informazioni al numero 045/7139238 o all’indirizzo mail: ufficiostaff@comune.oppeano.vr.it. Il consigliere delegato al servizio, Simone Marchi, ha dichiarato: “L’iniziativa è di certo un ottimo strumento operativo; cerchiamo di aiutare le aziende del nostro territorio con il costante monitoraggio dei contributi messi a disposizione dai vari enti, filtrandoli ed inviandoli alle ditte che rispondono ai requisiti richiesti. Spesso i titolari delle piccole e medie imprese non sono a conoscenza di questi contributi, e quand’anche lo venissero a sapere spesso si sentono rispondere che sono esauriti. Invito quindi tutti i titolari di partita Iva a registrarsi nel sito del Comune, per poter presentare in tempo utile le proprie domande e usufruire quindi al meglio di questo servizio. Lo Sportello imprese e’ in stretto collegamento con lo Sportello lavoro, tenuto conto che sono molte le persone che accedono alle strutture comunali in cerca di aiuto. Pur non essendo un ufficio di collocamento, siamo impegnati a stilare liste di persone alla ricerca di lavoro, da diffondere tra le aziende, avendo ben presenti le difficoltà che queste ultime stanno vivendo”.

L’indagine Multiscopo Istat. Aspetti della vita quotidiana Fin dal 1993, l'Istat - Istituto Nazionale di Statistica – propone annualmente a un campione di circa 24 mila famiglie italiane distribuite in circa 850 comuni il sistema integrato di indagini sociali denominato “Multiscopo sulle famiglie”. Anche Oppeano è stato scelto per partecipare all’indagine “Aspetti della vita quotidiana”, che rileva le informazioni fondamentali sulla vita di individui e famiglie. Nel questionario proposto si susseguono varie aree tematiche che permettono di capire come vivono gli individui e se sono soddisfatti del funzionamento di quei servizi di pubblica utilità che devono contribuire al miglioramento della qualità della vita. Un’attenzione particolare viene data al cittadino, ai suoi bisogni, alle sue esigenze e ai suoi giudizi: l’indagine verte infatti su scuola, lavoro, vita familiare e di relazione, abitazione e zona in cui si vive, tempo libero, partecipazione politica e sociale, salute, stili di vita e rapporto con i servizi. L’Istat stabilisce che la rilevazione dei dati venga affidata all’ufficio di statistica del Comune interessato: non essendo Oppeano fornito di tale struttura si è provveduto a individuarla in alcuni dipendenti comunali (ai sensi dell’art 29 del D. L. 196/2003). La ricerca quantitativa è stata portata a compimento nel periodo 15-28 febbraio su un campione di 22 fa-

miglie, estratte casualmente sul territorio comunale; durante queste due settimane i rilevatori, istruiti dal Comune, si sono recati nelle abitazioni, muniti di cartellino identificativo, per rivolgere alcune domande ai componenti del nucleo familiare, con preavviso attraverso lettera firmata dal Sindaco e dal presidente dell’Istituto Nazionale di Statistica. Nella lettera veniva anche presentata l'indagine affinché i componenti del nucleo familiare fossero preparati e presenti al momento della compilazione del questionario. I risultati dell'indagine sono disponibili on line all’indirizzo: www.istat.it/societa/comportamenti. L’Istat è comunque tenuto a rispettare il segreto statistico (D. Lgs.322/89): i dati raccolti possono quindi essere utilizzati esclusivamente al fine della compilazione di statistiche e non possono essere comunicati ad altre istituzioni o persone, se non elaborati e pubblicati sotto forma di tabelle e in modo tale che non sia possibile alcun riferimento individuale. Possono farne richiesta Istituzioni, Enti di ricerca nazionali e internazionali, l’Ufficio di Statistica delle Comunità europee (Eurostat), Università, studenti e tutti i cittadini interessati. Ai sensi della legge che disciplina la tutela della privacy (D.Lgs.196/2003) il titolare delle rilevazioni rimane I’Istat. 7


AMMINISTRAZIONE & TERRITORIO

Nuovi criteri e parametri per le attività di somministrazione di alimenti e bevande

La Legge Regionale 29/2007 ha ridefinito la disciplina degli esercizi di somministrazione di alimenti e bevande, il cui comparto era rimasto per più di quindici anni privo di regole certe. Il settore dei pubblici esercizi è infatti una realtà produttiva molto importante: basti pensare che i ristoranti rappresentano il terzo canale di vendita dei prodotti alimentari, dopo la grande distribuzione e il dettaglio tradizionale. Nel Veneto il mercato della somministrazione è composto da circa 20 mila imprese tra bar e ristoranti, a cui devono aggiungersi i circoli privati e i locali da ballo, con oltre 100 mila addetti e un volume di affari di 3 miliardi di euro. Nella nostra Regione è concentrato il 10 per cento delle imprese italiane che si occupano di somministrazione: solo la Lombardia ne ha di più. I bar sono diventati sempre più, al mattino, luoghi di consumazione di pasti veloci o spuntini al banco, tra un turno di lavoro e l’altro, mentre nelle ore serali si sono trasformati in luoghi di stilizzazione frequentati per lo più dai giovani. La nuova normativa regionale segna la disapplicazione nel Veneto della Legge 287/1991 e vuole ridisegnare il settore tenendo presente le trasformazioni avvenute in questi anni, ma anche introdurre elementi di novità in grado di ammodernare ulteriormente il comparto. La scelta è stata quella di mantenere una programmazione di settore di competenza comunale che, in ogni caso, segni il superamento dei semplici parametri numerici finora esistenti, aprendosi a nuovi obiettivi di “utilità sociale” da rendere al consumatore e in genere all’intero sistema dell’economia urbana. Alla rete di somministrazione di alimenti e bevande viene ora riconosciuto un ruolo di mantenimento della vitalità di un aggregato abitativo. È evidente infatti che le scelte effettuate a livello comunale circa la localizzazione dei pubblici esercizi possono determinare modificazioni strutturali nell’utilizzo dei

luoghi urbani e generare impatti positivi o negativi sugli stessi. Con deliberazione dell’ottobre 2008 la Giunta Regionale ha emanato le linee guida alle quali i Comuni devono attenersi per la determinazione dei parametri e dei criteri di programmazione per i rilascio delle autorizzazioni per gli esercizi di somministrazione di alimenti e bevande. L’Amministrazione ha pertanto incaricato una ditta specializzata delle relative analisi, per una spesa di 9 mila 600 euro. Le verifiche, espletate d’intesa con il competente ufficio comunale, evidenzieranno lo stato attuale e tendenziale della popolazione, il territorio e l’economia delle zone interessate, così consentendo di valutare la congruità delle scelte da effettuare. Entro maggio la società dovrà presentare i risultati dello studio, e il Consiglio Comunale sarà chiamato ad approvare la nuova programmazione dei pubblici esercizi. Essa non indicherà per i medesimi quote numeriche predefinite, ma terrà conto delle caratteristiche sociali, fisiche e funzionali del territorio, avendo presente: - lo sviluppo e l’innovazione del settore, in armonia con le altre attività economiche; - la formazione e l’aggiornamento professionale degli operatori e dei dipendenti; - la tutela del consumatore, in relazione ai prezzi e alla qualità del servizio; - la semplificazione delle procedure amministrative. Lo strumento sarà una sicura opportunità per l’Amministrazione di governare al meglio le diverse implicazioni (sociali, ambientali, economiche, di ordine pubblico) legate all’attività di somministrazione di alimenti e bevande, nell’ottica di conferire impulso e maggiore vivibilità ai vari centri urbani. L’Amministrazione organizzerà a breve un incontro con tutti gli esercenti per illustrare la nuova normativa.

Ha un vincitore il concorso per istruttore direttivo dell’Area Servizi Demografici Dal 1° di gennaio l’Area demografica, che comprende anche l’ufficio elettorale, ha un nuovo vertice nella persona della dott.ssa Barbara Maria Milani, vincitrice del concorso indetto lo scorso ottobre per un posto di istruttore direttivo, categoria D1 del contratto Regioni-Enti locali. La stessa, che ha maturato alcuni anni di esperienza nel Comune di Castelnuovo del Garda, è risultata la migliore su una settantina di candidati presentatisi alle prove. Il posto era coperto fino a un paio d’anni fa dal dott. Roberto Pisani, che è poi transitato alla Provincia di Verona. Con tale assunzione l’ufficio posto al piano terra della sede municipale è ora in grado di fare fronte in modo egregio alle innumerevoli richieste di certificati dei cittadini, come pure di dare compiuta risposta alle complesse problematiche che vengono quotidianamente sottoposte alla struttura da parte dei numerosi extracomunitari che quotidianamente vi accedono. 8


AMMINISTRAZIONE & TERRITORIO

Centri urbani sempre più verdi

Continua l’impegno dell’Amministrazione Comunale per la messa a dimora di alberi allo scopo di migliorare non solo l’estetica ma anche la salubrità dell’aria. Le piante contribuiscono infatti a filtrare l’anidride carbonica presente e a trasformarla, attraverso il processo di fotosintesi, in ossigeno. Per migliorare la qualità dell’ambiente e del paesaggio si è già proceduto, come da prassi, ad affidare a una ditta esterna la messa a dimora nella Zona Artigianale Industriale di Oppeano di 19 aceri e di essenze arboree di varie specie per un costo di 2 mila euro e nella zona della Casetta di Vallese di 14 tigli per un costo complessivo di 770 euro.

Agricoltura: tra problematiche e possibili soluzioni Paolo Noro Consigliere con delega all’agricoltura

Negli ultimi anni il mondo agricolo sta purtroppo affrontando sempre maggiori difficoltà. I coltivatori si trovano a combattere contro molti fattori, primo fra tutti la rigidità delle disposizioni normative, ad esempio quelle sui nitrati e sulla sicurezza (L. 81/2008, ex 626), - molto vincolanti per il lavoro in campagna. A seguire hanno portato a una pesante diminuzione del reddito sia i dati negativi riguardanti il calo dei prezzi della merce che l’aumento di costi di produzione e manodopera. Senza dimenticare che, tra le difficoltà principali con cui si scontra il settore, c’è anche il complesso rapporto con la grande distribuzione. I grossisti infatti la fanno da padroni, imponendo sui banchi dei supermercati frutta e verdura estera non accuratamente controllata e selezionata e di qualità inferiore a quella autoctona, per la quale esistono rigorosissimi controlli sui trattamenti fito-sanitari. Un primo metodo di contrasto a questa stortura potrebbe arrivare dalla proposta del Ministro delle politiche agricole alimentari e forestali, Luca Zaia, dell’obbligo di etichettatura dei prodotti agricoli. La proposta è certamente un ulteriore passo avanti nella battaglia per la tutela dei consumatori italiani, che grazie ai nuovi vincoli di legge potranno conoscere l'origine e la provenienza dei prodotti e decidere se acquistarli in modo consapevole. Infatti sugli alimenti non trasformati verrà indicato il Paese di origine, su quelli trasformati sia il luogo in cui è avvenuta l'ultima lavorazione che il luogo di origine o provenienza della materia prima agricola. Allo stesso tempo l’etichettatura è garanzia di difesa delle produzioni Made in Italy, dando piena garanzia della rintracciabilità degli alimenti. Sicuramente la norma agirà da deterrente contro comportamenti commercialmente o legalmente scorretti a danno dei consumatori. Una soluzione alle problematiche del comparto agricolo potrebbe derivare anche da una maggiore unione tra le organizzazione sindacali. Gli sforzi profusi dal sindaco di Oppeano nelle recenti elezioni per il Consorzio di Bonifica Veronese vanno in tale direzione. Infatti, grazie all’On. Alessandro Montagnoli, che ha coordinato le liste, lo scorso 25 gennaio è stata raggiunta una unità sindacale tale da far prevalere un direttivo organico, così da, fornire risposte concrete al comparto a ricompattarlo attorno alle scelte di gestione. Nel CdA del Consorzio sono presenti tutte le sigle: il neo presidente eletto è Antonio Tomezzoli della Coldiretti. Il vicepresidente Angelo Venturelli era alla guida dell’Adige Garda. Nell’esecutivo sono stati eletti Christian Marchesini dell’Unione Provinciale Agricoltori e Maurizio Zuliani della CIA, entrambi della lista “Uniti per una vera riforma”. Infine a rappresentaare i sindaci nell’assemblea del consorzio, come previsto dalla L.R., è stato eletto Cristiano Zuliani, primo cittadino di Concamarise, in quota Lega Nord. “In assemblea ha prevalso il nostro accordo politico: ovvero rappresentanze delle più importanti organizzazioni agricole più un sindaco della Lega Nord. Ora gli eletti devono andare avanti e rendere un buon servizio al mondo agricolo, utenza urbana e Comuni, affinché il nuovo Consorzio del veronese risponda a tutte le esigenze dei coltivatori e degli Enti locali”, ha dichiarato l’On. Montagnoli. Il neonato consorzio di bonifica veronese, con oltre 100 mila contribuenti ripartiti su 150 mila ettari, prende il posto di Valli Grandi e Medio veronese, Adige Garda, Agro veronese Tartaro Tione, operativi sulla destra del grande fiume di casa nostra; la sede provvisoria è a Legnago. Infine vi comunico, in quanto consigliere delegato all’agricoltura, dell’intenzione di organizzare una serie di incontri e di tavoli di concertazione con gli agricoltori per fare il punto della situazione sul nostro territorio.

9


AMMINISTRAZIONE & TERRITORIO

3 mila euro per il nuovo impianto di diffusione sonora nella Chiesa di Vallese

EDILIZIA PRIVATA

Le campane di Vallese tornano a suonare. Grazie anche al contributo straordinario di 3 mila euro stanziato dall’Amministrazione lo scorso dicembre, l’impianto di diffusione sonora della parrocchia dei santi Giacomo e Anna è stato sostituito con uno nuovo e di migliore qualità musicale. Don Gianni Gennaro può così usufruire del concerto parrocchiale durante la celebrazione della messa e delle altre cerimonie religiose.

Componenti elettivi della La Commissione Edilizia Commissione Edilizia Comunale: eletti gli esperti Comunale in beni ambientali Il Consiglio Comunale ha eletto la nuova commissione edilizia per il quinquennio 2010/2015. I nominati sono:

• • • •

l’arch. Giuliano Usvardi di Ca’ degli Oppi; l’ing. Massimo Bressan di Vallese; l’arch. Marella Maestrello di San Pietro di Morubio;

Il Consiglio Comunale ha nominato gli esperti della commissione edilizia in materia di beni ambientali per il quinquennio 2010/2015. Gli stessi sono stati prescelti tra i laureati in architettura, ingegneria, urbanistica, agraria, materie ambientali e artistico monumentali o equipollenti. I prescelti sono: • l’ arch. Sergio Martin di San Giovanni Lupatoto;

l’ing. Luigi Lovato (per la minoranza) di Bovolone. • il dott. agr. Silvano Filini di Verona.

Nella prima seduta la commissione edilizia ha nominato suo presidente l’arch. Giuliano Usvardi.

Sconto sul lotto di via Spineta a Vallese Sul sito Internet del Comune, all’indirizzo http://www.comune.oppeano.vr.it/vivere/bandi.asp, è disponibile il nuovo bando, con scadenza 12 aprile 2010, per l’alienazione dell’area di proprietà comunale situata in via Spineta a Vallese, lungo la Transpolesana. Il lotto ha una superficie di 6 mila 533 mq, ed è destinato ad insediamenti produttivi. Già due bandi precedentemente pubblicati sono andati deserti, e due ditte assegnatarie del terreno hanno rinunciato all’acquisto a seguito dell’attuale situazione economica, talché ora l’Amministrazione ha abbassato il prezzo di vendita a 110 euro al metro quadro, per un controvalore complessivo di 718 mila 630 euro. Con il ricavato dell’alienazione sarà finanziata la costruzione della nuova scuola materna di Vallese, che verrà realizzata vicino al centro sportivo. 10


EDILIZIA PRIVATA

Ca’ degli Oppi: in vendita le aree della lottizzazione comunale “Sorio”

Solo tre lotti degli otto disponibili del piano attuativo residenziale “Sorio”, di iniziativa comunale, sono stati alienati a seguito del bando pubblicato lo scorso ottobre. Il regolamento di assegnazione fissava infatti quale condizione di vendita la non proprietà di altre abitazioni. Il Consiglio comunale è quindi intervenuto a modificare tale clausola, stabilendo che, nel caso di aree non assegnate, la Giunta possa disporre la vendita anche a chi già possiede una casa. La modifica è chiaramente rivolta a consentire di esaurire i lotti e quindi di rientrare nella relativa spesa. È stato pertanto pubblicato un nuovo bando: se alla scadenza rimarranno aree invendute la Giunta comunale provvederà di conseguenza. L’iniziativa è rivolta in particolare alle giovani coppie e alle famiglie. La graduatoria vede privilegiato chi ha la residenza a Oppeano da almeno cinque anni e le persone a basso reddito. Altri requisiti per presentare la domanda sono la cittadinanza italiana e il non essere stati in precedenza beneficiari di altre assegnazioni di tipo edilizio. I cinque lotti residui di 600 metri quadrati ciascuno vengono messi in vendita ad un costo agevolato rispetto a quello di mercato: il prezzo è fissato a 85 euro al metro quadro, per una somma di complessivi 51 mila euro a lotto. Per cinque anni gli acquirenti non possono però vendere ad altri il terreno, né l’abitazione che sarà costruita sopra. Il nuovo bando è visibile sul sito del Comune, all’indirizzo: www.comune.oppeano.vr.it/vivere/bandi.asp.

Nuovo tracciato del metanodotto Zimella-Cervignano D'Adda Il metanodotto Zimella-Cervignano D’Adda avrà un nuovo tracciato nel territorio del nostro Comune. Snam Rete Gas ha infatti accolto la richiesta di rettifica presentata dall’Amministrazione anche su istanza di privati cittadini. Il nuovo percorso risulta ora meno impattante sulle varie proprietà attraversate e segue sostanzialmente l’andamento delle strade e degli scoli dei luoghi. In tal modo non vengono compromesse le unità aziendali e le prospettive di nuovi insediamenti produttivi sul territorio, con particolare riferimento alle aree individuate nella variante numero 4 al P.A.Q.E .(Piano d’Area Quadrante Europa).

Venezia approva la variante 4 del P.A.Q.E. Il P.A.Q.E., ovvero il Piano d’Area Quadrante Europa, è una pianificazione territoriale interessante alcuni Comuni della Provincia, redatto dalla Regione Veneto di concerto con le Amministrazioni locali, che prende atto della situazione urbanistica esistente e consente nuove opportunità di sviluppo attraverso l’insediamento di realtà produttive e residenziali. Esso è sostanzialmente una pianificazione di vasta scala che individua correlazioni tra Comuni contermini, dettando linee di crescita del territorio degli stessi. L’obiettivo del P.A.Q.E. è individuare le eccellenze e valorizzare le specificità delle varie zone, dando la possibilità ai Comuni di intervenire sugli ambiti in cui viene riscontrato un deficit urbanistico. La variante 4 del Piano, approvata in questi giorni dalla Regione, include anche Oppeano, in ordine al quale sono indicate le aree sulle quali sarà possibile intervenire con apposita pianificazione. L’occasione è sicuramente fondamentale per il nostro Comune, perché permetterà di dare impulso notevolissimo al processo di crescita avviato già da qualche anno nel nostro territorio con la creazione di nuovi posti di lavoro. 11


EDILIZIA PRIVATA

Un Pat a sostegno del territorio

LAVORI PUBBLICI

Il Comune di Oppeano ha in fase di elaborazione il Piano di Assetto Territoriale (PAT). Si tratta dello strumento che detterà i tempi e le metodologie della pianificazione urbanistica comunale. Le operazioni propedeutiche alla stesura di tale importante documento sono principalmente: l’analisi della situazione urbanistica territoriale; la redazione del grado conoscitivo; la VAS (Valutazione Ambientale Strategica). L’analisi, lo dice la parola stessa, comporta l’indagine preliminare l’”esistente”, intendendo con tale termine le zone edificate, le dotazioni infrastrutturali e le proprietà agricole utilizzabili (quest’ultimo dato sarà determinante come parametro per l’individuazione delle aree trasformabili). La redazione del quadro conoscitivo consiste sostanzialmente nell’informatizzazione dei dati raccolti, che verranno trattati al fine di creare una banca dati comunale e, dopo la “validazione” regionale, inseriti nella banca dati regionale dei singoli PAT. Per quanto attiene alla VAS, la stessa è stata oggetto di approvazione da parte dell’apposita commissione regionale nel corso del 2009. Successivamente, a conclusione del relativo iter formativo, potrà essere redatta la tavola delle trasformabilità, vero e proprio documento pianificatorio utile per la successiva fase di redazione del Piano degli Interventi (P.I.), il quale governerà per i prossimi 10 anni l’assetto urbanistico comunale. Il PAT sarà adottato dal Comune entro l’anno, per poi essere trasmesso in Regione per l’approvazione definitiva. Prima della fase conclusiva di stesura di tale documento l’Amministrazione vuole verificare l’interesse dei proprietari delle aree a variazioni di destinazioni d’uso delle stesse. A breve sarà emesso un avviso con il quale verrà sollecitata la presentazione di istanze in tal senso, unitamente a proposte per la realizzazione di opere pubbliche in cambio di modifiche urbanistiche. L’Amministrazione intende infatti evitare operazioni speculative e nel contempo avere un beneficio che “premi” il maggior valore dei terreni inseriti nel Piano, ad utilità di tutta la collettività.

Parco San Serafino: un polmone verde di 10 mila metri quadri Arch. Enrico Massagrande Assessore con delega ai lavori pubblici, viabilità, arredo urbano, urbanistica, edilizia privata ed energie rinnovabili

Finalmente conclusi i lavori di realizzazione del parco San Serafino. Gli oppeanesi hanno ora a disposizione una grande area verde di 10 mila metri quadri nel centro del paese, in cui trascorrere il tempo libero. Grazie alla sua posizione, il parco può essere fruito anche dagli ospiti della vicina casa di riposo e dagli alunni dell’attigua scuola media. All’interno della struttura sono presenti alcuni giochi didattici per i ragazzi e a breve verrà resa funzionante la fontana. L’inaugurazione del parco, che è costato all’Amministrazione comunale 960 mila euro, sarà il prossimo 24 aprile.

In via di conclusione la pista ciclabile di via Cadalora I lavori per la pista ciclabile che collega Oppeano a Ca’ degli Oppi proseguono regolarmente. Sono già stati eseguiti la bonifica del terreno, la costruzione del sottofondo, la posa del profilo di delimitazione della carreggiata, la predisposizione delle reti tecnologiche, la rimozione delle linee aeree (Enel, Telecom). I lavori, sospesi prima dell’inizio dell’inverno per permettere 12

un corretto assestamento del sottofondo, si concluderanno entro il mese di maggio. L’opera ha un costo di 700 mila euro, al quale contribuisce la Regione Veneto con 130 mila euro. La realizzazione è stata possibile grazie agli accordi bonari che l’Amministrazione ha sottoscritto con tutti i proprietari dei fondi interessati all’intervento.


LAVORI PUBBLICI

Ripresi i lavori di via Fossette. Erano stati interrotti a causa delle interferenze con i sottoservizi A seguito di numerosi solleciti agli Enti gestori dei servizi pubblici, è stato riaperto il cantiere di via Fossette. I lavori erano stati sospesi a seguito delle interferenze del nuovo collettore con i sottoservizi presenti (acquedotto, reti di alimentazione e distribuzione energia elettrica, linea telefonica e condotte di media e bassa tensione per la distribuzione del gas metano a uso domestico). Ora tutti gli Enti, per quanto di rispettiva competenza, hanno espresso disponibilità a modificare i propri impianti entro aprile per permettere al Comune di realizzare la nuova condotta fognaria e successivamente di sistemare la strada, con la costruzione di nuovi marciapiedi. Essendo via Fossette lo sbocco delle nuove lottizzazioni di via Pontida e Alberto da Giussano, è intenzione dell’Amministrazione di modificare la viabilità con la creazione nella zona di sensi unici per garantire sicurezza ai residenti e ai pedoni. I lavori, la cui spesa ammonta a 350 mila euro, si prevede saranno completati entro il mese di giugno.

Vallese, terminati i marciapiedi di via Spinettii I lavori di arredo urbano in via Spinetti sono stati completati definitivamente. Recentemente è stato realizzato anche il tratto di marciapiede sul lato destro all’inizio del paese. In collaborazione con Enel e Telecom sono state interrate le relative linee, con l’asportazione dei cavi esistenti e delle palificazioni. Per questi ultimi lavori è stata liquidata alla ditta Beozzo Costruzioni Srl, azienda appaltante, la somma di 22 mila euro. L’importo totale dei lavori realizzati è stato di 444 mila euro.

Via Mazzanta, i lavori termineranno entro maggio In via Mazzanta sono ripresi i lavori per l’allargamento della carreggiata, con la costruzione dei nuovi ponti di collegamento alle varie proprietà. La strada si presentava infatti di estrema pericolosità, con un piano di transito estremamente ridotto. Ad opera ultimata via Mazzanta sarà un raccordo strategico tra la frazione di Mazzantica e la complanare che collegherà Isola della Scala a Oppeano. Il costo dell’opera, calcolato in 315 mila euro, è così ripartito: 125 mila euro da finanziamento regionale e i rimanenti 190 mila euro suddivisi in parti uguali tra i Comuni di Oppeano e Isola della Scala. La conclusione dei lavori è prevista per maggio. 13


LAVORI PUBBLICI

Ca’ degli Oppi, nuove opere in via Bertini, Busona, delle Corti e dei Bursi

Nelle vie Dante Bertini, Busona, delle Corti e dei Bursi di Ca’ degli Oppi sono in corso i lavori per la realizzazione delle reti di distribuzione dell’acqua potabile e per la raccolta dei reflui. È in fase di esecuzione anche la rete fognaria in via dei Bursi, nella quale saranno realizzate la pista ciclabile e l’allargamento e la sistemazione della sede stradale. L’Enel e la Telecom hanno assicurato la propria disponibilità per l’eliminazione delle attuali linee aeree, con l’interramento delle stesse. Dopo la sistemazione di via Croce a breve inizieranno gli interventi in via Bertini, che consistono anche nella costruzione dei nuovi marciapiedi in porfido e nel rifacimento della pubblica illuminazione. Anche a seguito dell’incontro con la cittadinanza tenutosi lo scorso anno, via Bertini sarà trasformata in una strada a senso unico. La rotatoria di via Verona verrà sistemata, con spese a carico della ditta che sta realizzando l’attigua lottizzazione.

via Busona

via Bertini

via dei Bursi

via della Corti

Via Busoni si allarga Sono in corso i lavori di sistemazione ed allargamento di via Busoni. La nuova strada, che avrà una carreggiata regolare minima di metri sette, è un collegamento strategico tra la Strada Provinciale 2 di Villafontana-Verona e la Zona Artigianale Industriale di Vallese, che è quasi del tutto completa e dove ora risultano liberi solo i due lotti da 12 mila metri quadri e da 21 mila metri quadri, che l’Amministrazione renderà disponibili a breve dopo l’approvazione del bilancio. I lavori di sistemazione e asfaltatura sono stati aggiudicati all’impresa Dromos e la spesa complessiva ammonta a 330 mila euro, di cui 200 mila euro finanziati dalla ditta lottizzante. L’apertura della nuova strada è prevista per la fine di aprile. 14


LAVORI PUBBLICI

In fase di ultimazione i lavori nel centro di Mazzantica

I lavori nel centro di Mazzantica si sono protratti a causa della stagione invernale, che non ha permesso il completamento degli interventi di riqualificazione. Entro il mese di aprile nella zona antistante il monumento ai Caduti verranno sistemati la pavimentazione in porfido e l’annessa area verde. Saranno poi portate a termine le opere relative ai marciapiedi su ambo i lati dell’incrocio a inizio del paese e il rifacimento della sede stradale. Successivamente verranno realizzati con i medesimi materiali anche i parcheggi per i portatori di handicap vicino alla chiesa. Infine si provvederà alla sostituzione dei pali dell’illuminazione pubblica per renderli adeguati a quelli esistenti nel territorio comunale.

Nuovi asilo nido e scuola materna a Oppeano. Un contributo dalla Regione Oppeano è sprovvisto di asilo nido e necessita di una nuova scuola materna, essendo quella attuale non più adatta ad accogliere il gran numero di bambini frequentanti. Considerato che la ristrutturazione dell’immobile adibito a scuola dell’infanzia non appare conveniente, l’Amministrazione ha programmato la costruzione di un nuovo edificio, nel quale accorpare sia il nido che la materna. La relativa spesa è prevista in 2 milioni 438 mila euro. A tale onere contribuiranno la Fondazione Cariverona e la Regione Veneto con finanziamenti rispettivamente in 150 mila euro e in 241 mila euro. Agli stessi occorre aggiungere un ulteriore contributo deliberato lo scorso 16 marzo dalla Giunta veneta per 550 mila euro. La differenza sarà coperta con il ricavato dell’alienazione di aree comunali. Esperiti i vari passaggi burocratici, entro fine anno è prevista l’attivazione delle procedure di approvazione del progetto e a seguire l’affidamento dei lavori

Asfaltatura strade, 325 mila euro dalla Regione L’Amministrazione ha recentemente ottenuto un contributo regionale in euro 325 mila per i lavori di sistemazione di alcune vie comunali, e precisamente: via Negra, via Piave (traversa di via Matteotti) e via Manzini a Oppeano; via Ortali, via Vivaldi, via Carducci, via Cimarosa e via Mazzini a Vallese; via della Libertà e via del Lavoro a Mazzantica e via Canova, via Oppi, via Malachini e via delle Rose a Ca’ degli Oppi. L’importo totale dei lavori è di 490 mila euro. Sono attualmente in corso le procedure per l’affidamento dell’incarico progettuale ad un professionista esterno.

Lotta al caro elettricità. Firmata la convenzione con Edison per il 2010 Nell’ottica del contenimento delle spese per la pubblica illuminazione l’Amministrazione Comunale ha deciso di affidare il servizio di somministrazione dell’energia elettrica alla Edison Spa. La scelta farà risparmiare alle casse del Comune circa 21 mila euro l’anno rispetto al precedente contratto. La durata della convenzione con Edison Spa è di un anno. Con la stesso obiettivo di contenimento dei costi l’amministrazione ha conferito all’Ing. Giulio Giavoni della società Ingea Srl di Verona l’incarico di rilevare gli impianti di pubblica illuminazione esistenti. Il monitoraggio presenterà lo stato delle reti elettriche, dei pali e dei corpi illuminanti del territorio, allo scopo di conoscere la situazione degli impianti, la rispondenza dei quadri elettrici e delle linee di alimentazione alle normative vigenti in materia. Successivamente l’Amministrazione potrà così valutare la possibilità di accorpare alcuni impianti, eliminando convettori superflui e installando dei regolatori di tensione che dovrebbero portare un risparmio del 2030% sugli attuali consumi che ad oggi ammontano a 245 mila euro. 15


SICUREZZA

Maggiore sicurezza ai cittadini: l’appalto per la videosorveglianza in fase di chiusura L’appalto di videosorveglianza è oramai giunto alle sue fasi conclusive. Dagli atti di gara risulta prima classificata una ditta friulana, con uno sconto considerevole rispetto al prezzo a base d’asta. La procedura di legge ora prevede che, proprio per l’entità del ribasso indicato, venga verificato se la stessa offerta sia stata correttamente formulata, ad evitare sorprese in fase di esecuzione. Il progetto di sicurezza urbana vede Oppeano come capofila ed è stato redatto d’intesa con i Comuni di Belfiore, Palù e Ronco all’Adige. Comporta una spesa di complessivi euro 369 mila 360, finanziata con un contributo regionale di 215 mila 450 euro, e per la rimanenza in 153 mila euro degli Enti associati, ovvero euro 76 mila euro a carico di Oppeano, euro 21 mila euro di Belfiore, euro 37 mila euro di Ronco all’Adige ed euro 17 mila euro di Palù. Esso prevede l’installazione nel nostro territorio di 26 teleca-

mere, da posizionare nei principali luoghi pubblici, con una centrale operativa posta presso la Polizia Locale. Il sistema consentirà il controllo e la visualizzazione da remoto di un evento, la ricostruzione dello stesso tramite l’analisi delle immagini archiviate e il controllo del traffico, oltre a costituire un elemento importante di deterrenza contro eventi di microcriminalità o atti vandalici. L’iniziativa comprende anche l’acquisto di due autovetture ad uso della Polizia Locale, per una spesa di 60 mila euro, di cui una resterà in disponibilità a Oppeano e l’altra verrà assegnata ad uno degli altri Comuni. Prima dell’attivazione del sistema di videosorveglianza la legge prevede che debba essere approvato dal Consiglio Comunale un apposito regolamento della privacy, a tutela della riservatezza delle persone riprese dalle telecamere.

Nuovi criteri per l’idoneità abitativa Il Ministero dell’Interno ha emanato lo scorso 18/11/2009 una circolare contenente chiarimenti in materia di idoneità alloggiativa; l’art. 1, comma 19, della L. 94/2009 ha introdotto alcune novità relative ai requisiti per poter avviare la richiesta del nulla osta ai fini del ricongiungimento familiare. In materia i Comuni devono fare riferimento al decreto del 05/07/1975 del Ministero della Sanità, che stabilisce i requisiti igienico-sanitari principali dei locali di abitazione e che precisa i requisiti minimi di superficie degli alloggi in relazione al numero previsto degli occupanti. Tra i requisiti ci sono: l’altezza minima interna degli alloggi di 2,7 metri, riducibili a 2,4 metri per corridoi, disimpegni, bagni, gabinetti e rispostigli; per ogni abitante fino a 4 devono risultare minimo 14 mq. di superficie, e 10 mq. a testa se gli abitanti sono più di 5; negli alloggi ci deve essere un soggiorno di almeno 14 mq. e nelle stanze da letto, nel soggiorno e nella cucina sono d’obbligo le finestre apribili. Spetta alla Polizia Locale effettuare i relativi controlli e verificare la corrispondenza delle richieste a tali standard abitativi. Successivamente l’ufficio edilizia privata, in base agli accertamenti esperiti, rilascia o nega la certificazione di idoneità dell’alloggio. L’Amministrazione Comunale con apposito provvedimento ha recepito la suddetta circolare e stabilito di applicare il massimo della tariffa prevista per legge per il rilascio del certificato di idoneità dell’alloggio, utile nel caso di contratto di soggiorno e suo rinnovo, ricongiungimento familiare e richiesta della carta di soggiorno: 50 euro per i diritti di segreteria se non viene effettuato il sopralluogo, 80 euro con il sopralluogo.

Ordinanza per i cani che sporcano in luogo pubblico I padroni di cani domestici devono occuparsi della custodia, del mantenimento e dell’assistenza del proprio animale; purtroppo, però, capita che gli amici a quattro zampe vengano maltrattati, sfruttati e abbandonati. Per evitare che i cani incustoditi creino danni ai cittadini o a chi circola su mezzi propri e per far sì che non sporchino con escrementi il suolo pubblico, con apposito regolamento comunale, approvato con Delibera n. 29 del 23/03/2005, è stato disposto che non si lascino i cani liberi di circolare nelle strade pubbliche se non a guinzaglio e che, durante le manifestazioni o nei locali pubblici, indossino anche apposita museruola. I cani non devono essere lasciati liberi di vagare nemmeno nei campi, per impedire di arrecare danno a terzi. I padroni non devono far subire maltrattamenti agli animali, custodirli in spazi adatti e soprattutto curarli per prevenire le malattie infettive e parassitarie; le catene, se esistono, devono essere lunghe almeno quattro metri per consentire la mobilità del cane senza pericoli per la sua incolumità. Inoltre l’animale deve riuscire ad arrivare agevolmente alle ciotole dell’acqua e del cibo; il riparo deve essere rialzato dal suolo e coperto su almeno tre lati per permettere la protezione dalle intemperie. Anche sul suolo pubblico i proprietari di cani sono tenuti a pulire laddove i loro animali sporchino, munendosi di appositi sacchettini igienici per la raccolta degli escrementi. Salvo eventuali altre sanzioni previste da diverse normative regionali e nazionali, le multe previste per la violazione di tale regolamento vanno da 50 euro e un massimo di 300 euro. La somma, in misura ridotta, va pagata al momento dell’accertamento o entro 60 giorni dalla notifica. 16


SICUREZZA

La Onlus San Francesco di Villafontana dà accoglienza ai cani randagi

L’abbandono di un cane è un atto che non smette di stupire. Per tutte le persone di buon senso resta un mistero come sia possibile sbarazzarsi dell’amico a quattro zampe nel momento in cui non faccia più comodo averlo accanto, senza interessarsi minimamente di quale sarà il suo destino. Per aiutare questi cani, in modo da evitare anche situazioni di pericolo sulle strade, l’Amministrazione Comunale, da sempre sensibile alla problematica dell’abbandono, ha rinnovato la convenzione con l’associazione di volontariato “San Francesco” di Villafontana. Si è previsto di affidare il servizio per un ulteriore anno alla proprietaria, Silvia Soave, impegnando il corrispettivo giornaliero di 2,20 euro a cane accolto e curato. La cattura degli animali, le prime cure e l’inserimento del microchip devono però essere effettuati dai servizi veterinari dell’Azienda Ulss 20, per la quale sono stati stanziati mille 500 euro. La Onlus di via Lino Lovo, 11 ospita in media 170 cuccioli e adulti; attualmente i volontari assistono 12 cani abbandonati sul territorio di Oppeano. Animali che, sebbene alla “San Francesco” siano coccolati come meritano, attendono speranzosi un padrone che li voglia amare per sempre. Chi voglia perciò adottare un cane può fare visita al cascinale dal lunedì al venerdì dalle 9.30 alle 12.30 e dalle 14.30 alle 17.30 e il sabato con orario continuato fino alle 17. Per maggiori informazioni e per vedere le foto dei cani disponibili alle adozioni si può visitare il sito: www.cascinalesanfrancesco.it.

Immondizie nei cigli della strada. Un’ordinanza per chi sporca Luca Ceolaro Assessore con delega a manutenzioni, verde pubblico e sicurezza

Dall’entrata in vigore dell’ordinanza comunale n. 62 del 2009, che vieta di abbandonare rifiuti solidi e liquidi nell’ambiente, sono aumentati i controlli sul territorio. Il Comando della Polizia Locale, incaricato della sorveglianza e dell’esecuzione del provvedimento, accerta le violazioni anche in abiti borghesi. Chi viene trovato in flagrante a gettare rifiuti al di fuori degli appositi contenitori verrà sanzionato con una multa che può arrivare fino a 500 euro.

È intenzione dell’Amministrazione comunale applicare il massimo della stessa, come da ordinanza del Sindaco. In aggiunta la Polizia Locale si impegna a far rispettare, assieme all’ordinanza, anche il Testo Unico Ambientale (D.L. 3/4/2006 n. 152, “Norme in materia ambientale”) che prevede una multa proporzionale al danno ambientale arrecato al terreno, all’acqua o all’aria: per legge è previsto inoltre l’avvio di un’azione penale nei confronti di chi abbandona rifiuti pericolosi per la salute. Infine, anche la Legge 94/2009 (cosiddetto “pacchetto sicurezza”) prevede una sanzione di 500 euro per chi getta rifiuti od oggetti da veicoli in movimento o in sosta. Data l’ingente quantità di rifiuti abbandonati sui cigli delle strade, soprattutto negli ultimi anni, la Giunta ha deciso di affidare il servizio di raccolta di bottiglie in plastica, sacchetti e carta nonché della pulizia delle aree pubbliche (zone a verde, piazze, parcheggi) a Sorgente Inlavoro. La stessa si impegna a mettere a disposizione dell’Ente due addetti per un totale di 20 ore settimanali. 17


SICUREZZA

La manutenzione della aree verdi comunali. Incarico a ditte e associazioni

POLITICHE SOCIALI

Per il corrente anno l’Amministrazione comunale usufruirà di prestazioni esterne per la manutenzione delle innumerevoli aree verdi e giardini, alcune di notevole estensione, in quanto il personale in organico è chiaramente insufficiente rispetto alle necessità dell’Ente. La gestione delle aree verdi di Ca’ degli Oppi - più precisamente delle aiuole e dell’area antistante il cimitero, delle scuole elementari, delle piazze Donatori di Sangue e Aviatore, dei parchi Malfassi e di via Sorio, di via Arena e l’entrata della SS 434 per Legnago – è stata affidata alla ditta Mantovanelli Stefano, con un costo totale di 10 mila 230 euro. A Vallese, i parchi di piazza Carlo Alberto Dalla Chiesa e piazza Falcone, piazzetta Don Savoia, il parco giochi di via Spinetti e le aree circostanti La Casetta di via Mascagni e il cimitero saranno gestiti dal Gruppo La Casetta. Lungo le strade sarà comunque una ditta ad occuparsi dello sfalcio dell’erba, data la pericolosità dell’ambito d’intervento. La convezione prevede che il Comune eroghi 6 mila euro l’anno per l’attività di gestione, mille 500 euro per l’assicurazione e 500 euro per il carburante e l’attrezzatura, con una spesa totale di 8 mila euro; inoltre l’Amministrazione si è impegnata a fornire al Gruppo La Casetta un trattorino tagliaerba, un tosaerba e un decespugliatore. Per le altre aree verdi del territorio, capoluogo compreso, sono in corso trattative con associazioni e ditte private.

Rinnovata la convenzione con la Scuola d’Infanzia “Don Carlo Forante di Villafontana“ Il Consiglio Comunale ha approvato lo schema di accordo con il comune di Bovolone e la scuola dell’infanzia “Don Carlo Forante” di Villafontana per la gestione di quest’ultima. La convenzione, ulteriormente prorogata di sei mesi, prevede che i comuni limitrofi di Oppeano e Bovolone apportino adeguato sostegno economico per la gestione della scuola, proporzionalmente al numero di iscritti residenti nei rispettivi territori; per il corrente anno scolastico 2009/2010 i bambini frequentanti sono 56, di cui 23 residenti nel comune di Oppeano, 30 a Bo-

18

volone e ulteriori 3 in altri comuni. Il comune di Oppeano ha perciò stanziato 13 mila 500 euro a favore dell’istituto. La convenzione è stata attivata nel rispetto della piena autonomia della “Don Carlo Forante” in merito alle attività didattiche; allo stesso tempo verrà però tutelata l’esigenza dei Comuni di verificare l'utilizzo dei fondi erogati grazie ad un rappresentante negli organi gestionali con compiti di mera verifica contabile dell'esame del bilancio di previsione e del conto consuntivo di fine anno.


Lo scorso novembre la Giunta ha stanziato per l’anno scolastico in corso 7 mila euro per la fornitura di materiale di pulizia, cancelleria e sussidi didattici, onde consentire il regolare funzionamento delle strutture scolastiche, e 755 euro per la fornitura del materiale di pronto soccorso per tutti i plessi scolastici (la scuola media e le tre scuole elementari). Per le stesse scuole Primarie sono stati spesi circa mille 400 euro per fornitura di carta fotocopiatrice. Inoltre nel corso del 2009 l’Amministrazione Comunale ha contribuito alle spese di trasporto per le uscite didattiche di tutte le scuole,

POLITICHE SOCIALI

Ampliata l’offerta formativa. Contributo all'Istituto Comprensivo di Oppeano

con una somma di circa quattromila euro. Infine lo scorso dicembre, oltre ai 7 mila 500 euro che il Comune aveva da poco stanziato per l’acquisto delle lavagne interattive, sono stati erogati ulteriori 5 mila euro al fine di poter proporre agli studenti un ampliamento dell’offerta formativa e quindi la possibilità per gli stessi di poter disporre di un maggior ventaglio di scelta tra le discipline extra-scolastiche e di frequentare nuovi laboratori di musica, arte, teatro, informatica, sport, educazione alla legalità ed ecologia.

Sostegno ai tre gemellini. Un conto corrente dedicato alla solidarietà Rag. Pietro Luigi Giaretta Assessore con delega allo sport, tempo libero, scuola e istruzione, politiche sociali

L’Amministrazione Comunale è impegnata a favore dei gemellini Antonio, Diodato e Nicola, originari di Vallese e orfani di padre, attraverso l’erogazione di un contributo mensile per far fronte alle necessità quotidiane. Sia il Sindaco che l’assessore ai servizi sociali, Pierluigi Giaretta hanno fatto visita fin da subito alla madre Mariana, ospite della Fondazione Madonna di Lourdes di Cerea. «La signora lavora part-time ed è aiutata anche da volontari», ha detto l’assessore ai servizi sociali Giaretta, «e abbiamo ottenuto dal tribunale la possibilità di allungare il periodo di ospitalità nella comunità di Cerea». Finora sono stati molti gli aiuti economici che Mariana ha ricevuto da privati e per questo la signora ringrazia tutti coloro che contribuiscono al mantenimento dei piccoli. Don Gianluca Colato, gestore del centro d’accoglienza di Cerea, nel quale sono attualmente ospitati i piccoli, ha aperto un conto corrente bancario espressamente dedicato presso CereaBanca. Per chi volesse fare una donazione l’IBAN del C/C è IT 35 X 08481 59400 000014072854, la dicitura della causale: “A sostegno dei piccoli Antonio, Diodato e Nicola”.

Soggiorni climatici per anziani. Continua il successo dell’iniziativa L’Amministrazione, in collaborazione con la Cooperativa Sociale Emmanuel di Bovolone, ha attivato i soggiorni climatici per anziani dell’estate 2010. Queste le mete proposte: - Hotel La Pergola di Igea Marina (Rimini): dal 26 giugno al 10 luglio (quota di partecipazione: 487 euro, quota ridotta: 335 euro*); - Hotel Mina di Boario (Brescia): dal 17 al 31 luglio (quota di partecipazione: 440 euro, quota ridotta: 303 euro*); - Hotel Concordia di Levico (Trento): dal 3 al 17 luglio (quota di partecipazione: 578 euro, quota ridotta: 393 euro*). (* La quota ridotta viene applicata ai partecipanti con un reddito ISEE inferiore a 7 mila 500 euro) Le comitive saranno seguite durante la vacanza da un accompagnatore della Cooperativa; i ritrovi per la partenza sono dislocati sul territorio comunale. Ad oggi i partecipanti ai soggiorni climatici sono stati numerosi: nel 2009 ben 100 anziani hanno trascorso le vacanze nelle località prescelte dal Comune. Anche nel 2010, come ogni anno, il Comune sosterrà l’organizzazione dei soggiorni climatici contribuendo con una quota del 25% del costo per ogni partecipante. 19


POLITICHE SOCIALI

Erogati 53 mila euro per interventi assistenziali. Fondi per i cittadini in difficoltà Lo scorso anno l’Amministrazione Comunale ha erogato circa 53 mila euro per interventi assistenziali al fine di sostenere i cittadini in difficoltà economica. In particolare sono stati concessi contributi una tantum per affitto, per utenze luce-gas e per spese di gestione quotidiana (18 mila 400 euro), per pagamento rette scuole materne (8 mila 200 euro), per spese di trasporto scola-

stico (1.400,00 euro) , per spese farmaceutiche (mille euro), per integrazione del minimo vitale (18 mila euro), esenzioni dal pagamento mensa e anticipi dell’indennità d’accompagnamento (6 mila euro). Le attività si inseriscono in un’ottica di interventi assistenziali allargati che oltre a prevedere elargizioni economiche comprende anche altri tipi di aiuto sociale.

Bonus Energia

Buoni vacanze

1. Il Bonus Gas in collaborazione con i Caf Acli Il Bonus Gas è una riduzione sulle bollette del gas riservata alle famiglie a basso reddito e numerose. L’agevolazione vale esclusivamente per il gas metano distribuito a rete (e non per il gas in bombola o per il GPL) relativamente ai consumi dell’abitazione di residenza. I requisiti base per ottenere il Bonus sono l’utilizzo di gas naturale attraverso un contratto di fornitura diretto o con impianto condominiale e, in presenza di un indicatore ISEE, un valore non superiore a 7 mila 500 euro annui e a 20 mila euro per le famiglie numerose, ovvero con più di 3 figli a carico. Per le domande presentate entro il 30 aprile 2010 il Bonus avrà valore retroattivo al 1° gennaio 2009. Per richiedere il Bonus è necessario prendere appuntamento con il Caf Acli di via Interrato dell’Acqua Morta, 22 a Verona, tel. 045/8065550 dal lunedì al venerdì dalle ore 14.30 alle ore 18.30.

Dallo scorso 20 gennaio è possibile richiedere anche il Buono Vacanze, direttamente sul sito: www.buonivacanze.it. Il Buono è un contributo elargito dallo Stato alle famiglie con un reddito basso per poter usufruire di un periodo di vacanze in Italia in bassa stagione, cioè entro il 30 giugno 2010. Gli interessati devono essere necessariamente cittadini italiani residenti in Italia. La percentuale del contributo statale per ogni richiesta può variare dal 20% al 40 %; le domande approvate verranno soddisfatte in ordine cronologico, fino ad esaurimento dei fondi a disposizione. Il gestore dei buoni vacanza sarà l'associazione no profit Buoni Vacanza Italia (BVI), costituita tra FITuS Reti del turismo sociale, Assoturismo-Confesercenti, Confturismo-Confcommercio e Federturismo-Confindustria. La richiesta può essere attivata solamente attraverso una procedura on line: è necessario infatti compilare sia il modulo anagrafico sia l'autodichiarazione sulle condizioni reddituali per il calcolo della percentuale di contributo pubblico; al termine della procedura verrà rilasciato in automatico dal sistema un codice di prenotazione che dovrà essere presentato entro 10 giorni, pena la decadenza della prenotazione, ad una agenzia della Banca Intesa-Sanpaolo. La banca, a sua volta, ordinerà i buoni che verranno recapitati al beneficiario direttamente a domicilio. Anche l'elenco delle strutture turistiche convenzionate può essere consultato sul sito www.buonivacanze.it.

2. Bonus Elettrico Il Bonus Elettrico è un’agevolazione introdotta dal Governo e resa operativa dall’Autorità per l’Energia in collaborazione con il Comune, per garantire alla famiglie in condizione di disagio economico e a quelle numerose un risparmio sulla spesa per l'energia elettrica. Possono accedere al Bonus tutti i clienti domestici intestatari di un contratto di fornitura elettrica, con un reddito annuo uguale o inferiore a 7 mila 500 euro ISEE, oppure inferiore ai 20 mila euro ISEE per le famiglie con 4 o più figli a carico. In alternativa possono richiederlo gli intestatari di un contratto di fornitura elettrica residenziale quando uno dei componenti del nucleo familiare sia in gravi condizioni di salute, tali da richiedere l’utilizzo di macchine elettromedicali. Per richiedere i Bonus Energia e Gas è necessario prendere appuntamento con il Caf Acli di via Interrato dell’Acqua Morta, 22 a Verona, tel. 045/8065550 dal lunedì al venerdì dalle ore 14.30 alle ore 18.30.

Tribunale per i Diritti del Malato e dell’Anziano I volontari del Tribunale per i Diritti del Malato e dell’Anziano di Oppeano (TDMA) si sono dotati di una divisa sulla quale appare il logo dell’Associazione, così acquisendo maggiore visibilità. Per accedere ai servizi di trasporto e pasti caldi a domicilio dell’associazione è necessario telefonare all’Area Promozione e Sviluppo del Comune, Elena Quinto (tel. 045 7139218), o all’Assistente sociale, Laura Bresciani (tel. 045 7139243). Per eventuali disdette di trasporto si prega di contattare il Vicepresidente vicario del Tribunale Bruno Tarocco, al numero 334 9256782. A breve i volontari del TDMA si occuperanno anche di un’altra importante iniziativa a favore dei cittadini indigenti: la consegna dei pacchi alimentari forniti dal Banco Alimentare del Veneto presso la Casetta di San Serafino a Oppeano. 20


Flaviano Bonvicini Presidente della Fondazione “Marcello Zanetti“

POLITICHE SOCIALI

Vento di novità alla Fondazione “Marcello Zanetti”

Alla Fondazione “Marcello Zanetti” è tempo di cambiamenti e di nuove iniziative. Dopo la firma dei contratti d’appalto per ampliare e completare la RSA (Residenza Sanitaria Assistenziale) al terzo piano, è stato richiesto un contributo a supporto del terzo stralcio di lavori per modernizzare e rendere più efficienti gli spazi a disposizione degli ospiti. Sarà così garantita la privacy degli anziani e dei familiari durante le visite. In tal modo verranno migliorate non solo le attività assistenziali, ma anche la qualità dei servizi offerti; i lavori alla RSA saranno terminati entro il prossimo inverno, mentre la sistemazione della sala ospiti è prevista per il 2012. L’augurio dell’attuale Amministrazione e del presidente della Fondazione, Flaviano Bonvicini, è di riuscire a portare a compimento le opere con un aggravio minimo sugli ospiti e garantendo un equilibrato bilancio. Come già anticipato nel numero di dicembre di questo giornale informativo, è di prossima apertura anche ai residenti del Comune il servizio di riabilitazione. In attesa dell’attivazione sono iniziati i lavori di messa a norma dei locali; il servizio sarà operativo già nei prossimi mesi. Continuano con grande soddisfazione anche le attività rieducative. I nonni proseguono la musicoterapia, col supporto dell’insegnante Cinzia Meneghelli, consistente in un trattamento terapeutico mediato dalle sonorità e gli incontri di Pet Therapy, ovvero la riabilitazione grazie alla compagnia di cani. Entrambi gli appuntamenti hanno cadenza settimanale. Infine sono riprese a pieno ritmo le lezioni dell’Università della Terza Età, che si tengono ogni mercoledì dalle ore 15.30 alle 17.30 nel salone delle manifestazioni della Fondazione “Marcello Zanetti”. Le attività formative vertono su tematiche varie e vogliono essere per gli ospiti e per i cittadini un momento d’incontro; per gli esterni è disponibile il servizio di trasporto gratuito gestito dai volontari del Tribunale del Malato. Gli appuntamenti dell’anno 2009/2010, che gli esperti settoriali hanno dedicato agli argomenti più vari, sono stati apprezzati e seguiti: si è parlato delle “Intossicazioni da alimenti” con il veterinario dell’Asl 20 Riccardo Murari, di malattie legate alla vecchiaia con il geriatra Matteo Grezzana e del “Viaggio in Libia” compiuto dall’esploratore Giorgio De Carli, che ha trattato dei siti archeologici e delle bellezze naturalistiche della nazione. A ciò si aggiunge l’appuntamento dedicato ai “Valori di una volta” con il Prof. Ezio Bonomi, che ha ricordato le tradizioni contadine e l’incontro “Depressione: riconoscerla è il primo passo per uscirne” con lo psicologo Diego Ruzza. Le altre attività degne di nota che si sono svolte nei mesi scorsi alla Fondazione “Marcello Zanetti” sono state: - 10 gennaio: rappresentazione del presepe vivente da parte del gruppo parrocchiale di Palù; - 11 febbraio: festa di carnevale con le Benemerite, ovvero le volontarie in divisa blu che accompagnano i malati negli ospedali e in particolari manifestazioni, e la band del Dr. Corrado Patuzzo; - 26 febbraio: festa di compleanno per gli ospiti. In attesa del proseguo delle iniziative nei mesi estivi, un ringraziamento particolare va a tutti gli operatori e ai volontari che aiutano i nostri anziani a soggiornare con serenità alla Fondazione “Marcello Zanetti”.

21


POLITICHE SOCIALI

Arrivata la nuova pediatra

A seguito della domanda di numerosi cittadini l’Amministrazione Comunale aveva chiesto all’Ulss 21 di verificare la possibilità dell’inserimento di un nuovo pediatra nel nostro territorio. Grazie all’interessamento del direttore dell’azienda sanitaria dr.ssa Daniela Carraro e’ stata predisposta una procedura di deroga e indetto un concorso per la copertura dell’incarico. Finalmente nel mese di marzo ha preso servizio a Vallese la nuova pediatra, dottoressa Valeria Carraro, convenzionata con l’Asl 21. Al momento gli assistiti sono 150. Il medico visita neonati e bimbi a Oppeano nell’ambulatorio di via XXVI Aprile,

10/c, nei giorni di martedì dalle 11 alle 12, mercoledì dalle 15 alle 17 e venerdì dalle 10 alle 12. A Vallese riceve i piccoli pazienti nell’ambulatorio di via Bassa, 45, nei giorni di lunedì dalle 10 alle 12, martedì dalle 9,30 alle 10,30 e giovedì dalle 15 alle 17. La dottoressa Carraro visita solo su appuntamento, telefonando al 347 7330454 dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 10. Adesso Vallese, per completare l’organico, rimane in attesa di un altro medico di base, che verrà nominato non appena chiuse dall’Ulss 21 di Legnago le relative graduatorie.

Buon compleanno, nonna Angelina! Auguri nonna Angelina! Lo scorso 14 marzo, al Centro Sportivo Sociale La Fontana di Villafontana, la signora Angelina Gobbi ha festeggiato il compleanno con 100 candeline. Learda, come la chiamano affettuosamente tutti nella frazione di Villafontana, dove vive, è infatti nata il 3 marzo del 1910. La sua è stata una vita semplice, dedicata alla famiglia e al lavoro: lo ha dimostrato l’affetto dei figli e dei numerosi nipoti durante la messa e i festeggiamenti, ai quali hanno preso parte il

sindaco di Bovolone, Riccardo Fagnani, il Parroco di Villafontana, don Silvio Zonin e gli assessori oppeanesi Giaretta e Caucchioli. Anche il Sindaco di Oppeano, On. Alessandro Montagnoli, ha portato un saluto a nonna Angelina, a cui è stata donata una targa di riconoscimento; infatti, nella sua lunga vita, Learda ha abitato sia nella parte bovolonese che in quella oppeanese della frazione. Di nuovo tanti, tantissimi auguri di buon compleanno nonna Angelina!

Invito a teatro: “La bottega del caffè” di Goldoni. Così l’Amministrazione sostiene la ricerca per la fibrosi cistica Anche quest’anno, come consuetudine, l’Amministrazione Comunale sostiene l’Onlus Alba - Progetto Fibrosi Cistica di Verona con un contributo, in cambio di alcuni ingressi teatrali. Lo spettacolo proposto dall’associazione è “La bottega del caffè” della compagnia teatrale Ensamble, che si terrà venerdì 7 maggio alle ore 21 al Cineteatro Alcione di Verona. I biglietti acquistati dall’Amministrazione sono a disposizione dei cittadini interessati, che possono ritirarli gratuitamente presso l’ufficio staff del Comune. 22


POLITICHE SOCIALI

Premiazioni borse di studio 2008/2009. È possibile richiedere le foto

I vincitori della Borsa di Studio per l’anno scolastico 2008/2009 sono stati: Andrea Benati, Giulia Perlati e Giorgia Saggioro di Oppeano; Sabrina Bonato, Matteo Saiani, Luca Rizzotti, Giada Menegazzi, e Anastasia Mocritcaia di Vallese; Noemi Marchiotto, Valentina Tomezzoli e Laura Valdo di Ca’ degli Oppi; Alessandro Sitara di Mazzantica. I ragazzi, presenti alla premiazione avvenuta lo scorso 21 dicembre, possono richiedere la foto via mail telefonando alla responsabile dell’Area Promozione e Sviluppo, Elena Quinto, al numero: 045 7139218.

Cerimonie dei “Nuovi nati” 2008 e 2009. Fotografie disponibili all’Area Promozione e Sviluppo

Presso l’Area Promozione e Sviluppo sono disponibili anche le foto cartacee delle cerimonie dei “Nuovi nati” del 2008 e 2009. I genitori possono ritirarle nel suddetto ufficio in orario di apertura al pubblico.

Vighini e Perazzani, onoreficenze per l’Ordine al Merito della Repubblica Italiana

Comunicazione alla cittadinanza in merito a manifestazioni e sagre Romolo Meneghelli Assessore Con delega a manifestazioni, protezione civile e servizi cimiteriali

MANIFESTAZIONI

Sabato 13 marzo, in fiera a Verona, alla presenza del prefetto Perla Stancari, due oppeanesi sono stati insigniti della medaglia al Merito della Repubblica Italiana. Luigi Vighini è stato nominato Commendatore per il suo impegno sociale a favore dell’istituzione del Tribunale per i dei Diritti del Malato e dell’Anziano, per l’attività di insegnante alla scuola elementare e per le cariche di assessore e consigliere nell’Amministrazione di Oppeano; Giulietto Perazzani ha invece ricevuto la nomina di Cavaliere della Repubblica per la dedizione al lavoro e l’impegno nel sociale. Ha partecipato alla consegna delle onorificenze ai due concittadini il Sindaco di Oppeano, On. Alessandro Montagnoli. Gli altri Cavalieri della Repubblica residenti nel nostro Comune sono: Adelino Peroni, Armando Zanin, Silvino Brigo, Raffaello Brigo, Zeffirino Tarocco, Mario Posenato, Graziano Peretti, Maurizio Battaglia, Dr. Diego Moretti, Bruno Gabbai, Franco Fadini, Carlo Bruto e Alessandro Merlini senza dimenticare il Commendatore Ferdinando Priuli.

Dato l’elevato numero di manifestazioni che necessitano del permesso di polizia amministrativa, quali sagre, carnevali, feste campestri, gare ciclistiche e sportive, raduni di vario genere, processioni civili e religiose, si invitano le associazioni e i loro presidenti a richiedere a tempo debito l’autorizzazione alla somministrazione di alimenti e bevande e intrattenimenti musicali all’interno di strutture permanenti o provvisorie. Si richiama poi la necessità che le istanze siano presentate almeno 30 giorni prima dell’evento all’ufficio protocollo, per consentire agli uffici preposti di controllare tutta la documentazione. Nel caso le manifestazioni prevedano la chiusura al traffico di vie pubbliche è necessario allegare la planimetria e l’elenco delle strade e piazze che saranno interessate dall’evento. Le recenti modifiche apportate alla normativa in materia di pubblici spettacoli e manifestazioni in genere hanno introdotto procedure inderogabili al fine di tutelare maggiormente l’incolumità del pubblico che accede agli stessi e dei volontari che vi operano a vario titolo, ponendo altresì in capo agli organizzatori rilevanti responsabilità. 23


PROTEZIONE CIVILE

Nuovo piano di protezione civile. Ancora di salvezza contro le calamità naturali

La protezione civile svolge indubbiamente un ruolo di straordinaria importanza in caso di catastrofe naturale, come dimostra da ultimo il caso del terremoto dello scorso anno in Abruzzo. Anche il nostro Comune ha pertanto proceduto all’approvazione del piano definitivo di protezione civile. Con delibera del Consiglio Comunale assunta lo scorso gennaio è stato portato a termine un percorso iniziato nel 2007, che ha consentito di dotare l’Ente di tale strumento fondamentale per la sicurezza, in

collegamento con gli altri Comuni della Provincia e con la Regione Veneto. Il piano contiene l’analisi dei rischi di catastrofe che possono riguardare il nostro territorio, con indicazione delle misure organizzative da porre subito in atto al verificarsi degli eventi. La documentazione è stata ora inviata al competente dipartimento regionale per l’ottenimento del saldo del contributo che Venezia ha concesso al Comune a completa copertura delle spese di redazione.

Il Distretto VR5 Delle Valli ricerca volontari tra gli oppeanesi Oppeano è entrato a far parte del Distretto di Protezione Civile ed Antincendio Boschivo denominato Verona 5 “delle Valli”. Il Distretto comprende i seguenti 17 Comuni del Basso Veronese: San Giovanni Lupatoto, Zevio, Angiari, Bovolone, Isola Rizza, Oppeano, Palù, Ronco all’Adige, Roverchiara, S. Pietro di Morubio, Casaleone, Cerea, Concamarise, Sanguinetto, Castagnaro, Villa Bartolomea e Legnago, che è anche capofila. Il regolamento recentemente approvato dal Consiglio Comunale per il funzionamento del Distretto consentirà in particolare ai Comuni partecipanti di accedere ai bandi regionali di finanziamento per lo sviluppo del sistema di Protezione Civile. I principali obiettivi del Distretto Verona 5 “delle Valli” sono: - il coordinamento del volontariato di PC, per realizzare formazione, esercitazioni e manifestazioni e per partecipare attivamente alla colonna mobile regionale; - l’integrazione di tutte le attività di PC ricadenti nel Distretto, favorendo anche forme di convenzione tra enti locali e soggetti istituzionali operanti con il volontariato; - la risoluzione sovracomunale dell’organizzazione e della rappresentanza dei gruppi di PC del Distretto; - lo sviluppo di una pianificazione propria nell’ambito delle problematiche dei Comuni; - la programmazione di risorse, finanziamenti, mezzi, dotazioni e azioni di formazione tenendo conto delle attività del Distretto; - la razionalizzazione territoriale della disponibilità di mezzi e dotazioni; - l’organizzazione di componenti attivi del sistema di PC secondo una logica unitaria. Per l’ingresso dell’Amministrazione Comunale nel VR 5 “delle Valli” non è previsto alcun tipo di spesa. Adesso resta solo da riempire le file del Distretto con volontari oppeanesi.

Associazione Nazionale Alpini, un contributo per le attività di Protezione Civile Il Comune di Oppeano, approvando nel luglio 2009 la convenzione con l’Associazione Nazionale Alpini – ANA, per le attività di Protezione Civile, si è impegnato a concedere un finanziamento annuale a supporto della ricostituzione delle scorte di materiali ed attrezzature deperibili, dell’acquisto di equipaggiamento, mezzi e attrezzi e del rimborso spese per gli interventi di tipo ad24

destrativo o dimostrativo. Alla Sezione di Isola della Scala, denominata “6° Squadra Isolana”, la Giunta ha concesso un contributo di mille 500 euro per l’anno 2009. Le richieste di intervento in caso di bisogno sono gestite dalla Polizia Locale, competente per territorio, che coordina e mantiene il collegamento con i referenti della “Squadra Isolana”.


PROTEZIONE CIVILE

Contributo all'Associazione Nazionale Carabinieri, sezione di Oppeano – Isola Rizza

I 20 volontari dell’ ANC – Associazione nazionale Carabinieri in congedo - di Oppeano – Isola Rizza, hanno collaborato attivamente nel 2009 con la Polizia Locale per il controllo del corretto andamento delle manifestazioni sul territorio comunale. Gli associati, guidati dal presidente pro tempore Claudio Cailotto, hanno svolto un servizio di ausilio alla viabilità e alla sicurezza della circolazione e delle persone. Per tale impegno l’Amministrazione Comunale ha stabilito di liquidare all’Associazione un rimborso spese di mille 500 euro.

Regione Veneto, istituito il Servizio Civile degli Anziani

Le tariffe cimiteriali Prospetto importi di concessione loculi e aree cimiteriali: Tipologia:

Importo:

LOCULI (Validità 30 anni): Loculi 1° fila dal basso

2.100,00 euro

Loculi 2° e 3° fila

2.400,00 euro

Loculi 4° fila in alto

1.900,00 euro

CELLETTE / OSSARIO E COLOMBARI (Validità 30 anni):

200,00 euro

SERVIZI CIMITERIALI

La Legge Regionale n. 9 del 22 gennaio 2010 ha istituito il Servizio Civile degli Anziani. Tale normativa prevede la possibilità per i pensionati con più di 60 anni di fornire il loro aiuto e il patrimonio di esperienze per attività socialmente utili presso le Pubbliche Amministrazioni. Anche il Comune di Oppeano ha aderito a tale iniziativa, che permette di ampliare e potenziare i servizi dedicati alla cittadinanza. Gli anziani svolgeranno nel Comune attività di Servizio Civile quali: il trasporto con mezzi pubblici per l’accesso a prestazioni sociali e socio sanitarie; l’insegnamento nei corsi professionali e tutoraggio nei percorsi formativi di collegamento tra la scuola ed il mondo del lavoro; la sorveglianza davanti alle scuole e presso mense e biblioteche scolastiche e sugli scuolabus; la sorveglianza durante mostre e manifestazioni giovanili; la custodia e la vigilanza di musei, biblioteche e parchi pubblici, sale di ritrovo e di quartiere, palestre e impianti sportivi, aree sportive attrezzate, centri sociali, ricreativi e culturali; la conduzione di appezzamenti di terreno di proprietà o di uso pubblico i cui proventi sono destinati ad uso sociale; il supporto alle iniziative volte a far conoscere e perpetuare le tradizioni di artigianato locale; l’assistenza, anche domiciliare, a minori, anziani, soggetti portatori di handicap e ad altre categorie a rischio di emarginazione, in ausilio al personale dei servizi sociali; gli interventi di carattere ecologico, stagionali o straordinari, nel territorio; le campagne e i progetti di solidarietà sociale. Gli anziani verranno ricompensati per il servizio reso sul territorio comunale attraverso un apposito contributo stanziato dalla Regione, ripartito proporzionalmente al numero degli abitanti del Comune e al numero degli anziani coinvolti nel programma. I criteri di affidamento del servizio civile verranno preventivamente stabiliti dall’Amministrazione Comunale, comunicati entro il 30 aprile alla Giunta Regionale veneta e pubblicati attraverso apposito avviso comunale.

AREE CIMITERIALI PER CAPPELLE (Validità 50 anni):

600,00 euro/mq.

AREE CIMITERIALI PER TOMBE TERRANEE (Validità 50 anni):

300,00 euro/mq.

Ricordiamo inoltre alla cittadinanza che le operazioni di apertura e chiusura di un loculo costano 100 euro; l’esumazione di una salma comporta una spesa identica di 100 euro. 25


CULTURA

Le iniziative 2010 della Biblioteca. Mentre aspetti, assaggia un libro! La Biblioteca comunale è un servizio pubblico aperto a tutti. Attualmente gli iscritti sono 709, con una percentuale in crescita del 17 % nei primi due mesi dell’anno rispetto al 2009. Affinché i cittadini scoprano l’importanza e la bellezza della lettura e possano diventare nuovi utenti, per il 2010 sono in calendario serate ed eventi dedicati a grandi e piccini.

Innanzitutto prosegue “Biblioteca fuori di sé”, l’iniziativa che porta mensilmente nelle scuole primarie e medie i migliori libri per ragazzi. Un’ora di svago e di lettura di gruppo in compagnia della nostra bibliotecaria Pamela. Da poco è attivo anche un innovativo servizio dedicato a tutti gli esercenti del Comune: nelle sale d’attesa sarà possibile sbirciare i nuovi libri in uscita. Si tratta di “Assaggi di libri”, l’idea dedicata a che si lamentava di non poter curiosare tra le righe di un testo prima di procurarselo. Così, leggendo le prime pagine di un romanzo o un di saggio, sarà possibile appassionarsi alle vicende dei protagonisti e rivolgersi alla biblioteca per scoprirne il finale. La quasi totalità dei soggetti coinvolti sul territorio comunale ha aderito con notevole interesse e curiosità all'iniziativa. A disposizione di clienti e pazienti ci sarà, anche la nuova Carta Servizi della biblioteca che riporta in calce gli orari di apertura del 2010. Più o meno una volta al mese verranno portati nuovi titoli cercando di variare le tipologie per accontentare tutti i gusti. Ricordiamo comunque che la biblioteca non fornisce solo libri ma anche film, cartoni e documentari in dvd. Nel catalogo sono presenti più di 100 titoli, disponibili tra le uscite in commercio da almeno 18 mesi secondo la legge per la tutela del diritto d'autore. I film possono essere presi a prestito per massimo una settimana. È sempre consigliabile controllare comunque la disponibilità del titolo sul catalogo on line: 26

www.sbp.provincia.verona.it. Sullo stesso è anche possibile prenotare libri e dvd non presenti nella Biblioteca di Oppeano oppure già a prestito e ritirali personalmente nella sede di via Roma, 11. Dal mese di aprile la Biblioteca donerà a tutti i nuovi nati, al raggiungimento dei 6 mesi d’età, un libro in edizione speciale da ritirare in orario d’apertura. L’iniziativa fa parte del progetto nazionale “Nati per leggere”. Per i più piccoli è presente nella sala consultazioni della Biblioteca un angolo riservato ai giochi in compagnia dei genitori. In calendario per il mese c’è la seconda edizione della “Maratona Letteraria” in collaborazione con l'Istituto Comprensivo di Oppeano. Come l'anno scorso, saranno coinvolti tutti coloro che, dai 10 anni in su, vorranno offrire la propria voce per la lettura integrale di un classico della letteratura per ragazzi. Quest'anno puntiamo al raggiungimento dei 100 lettori volontari, quindi aspettiamo le vostre adesioni in biblioteca! Per ulteriori informazioni è possibile contattare la bibliotecaria al numero: 045 7135788 o via mail a: biblioteca@comune.oppeano.vr.it.


Dott. Marco Brigo Consigliere Con delega al patrimonio e rappresentante di maggioranza nel consiglio della Biblioteca

CULTURA

Dopo 25 anni, la Biblioteca comunale ha un nuovo statuto

La Biblioteca Comunale ha finalmente un nuovo Statuto e il relativo Regolamento. Quelli precedenti risalgono infatti al 1985, quando fu adottata la delibera di Consiglio Comunale n. 51 che istituiva il servizio e approvava le relative normative. Trascorsi quasi 25 anni dalle prime applicazioni l'Amministrazione Comunale ha ritenuto opportuno aggiornare lo Statuto al fine di rendere la nostra Biblioteca, inserita nell’ampio Sistema Bibliotecario Provinciale, più funzionale e più adeguata alle necessità del cresciuto numero di utenti. Le novità apportate riguardano principalmente la cooperazione interbibliotecaria, la selezione del materiale in coordinamento con le altre biblioteche della Provincia, e la formazione del comitato, composto da cinque membri, tra cui due rappresentanti nominati dal Consiglio Comunale (uno di maggioranza e uno di minoranza), un rappresentante della Pro Loco, un rappresentante delle associazioni locali nominato dal Sindaco ed un suo delegato.

Servizi dedicati ai ragazzi. Ampliato l’orario di apertura dell’InformaGiovani All’interno della Biblioteca, in orario di apertura, è possibile usufruire dello sportello InformaGiovani. Forse non tutti gli oppeanesi sono a conoscenza del servizio, attivo sin dal febbraio 2007, che offre assistenza ai ragazzi di età compresa tra i 14 e i 29 anni nelle ricerche dedicate al lavoro, ai corsi di formazione, alle vacanze studio all'estero e al tempo libero. Inoltre, grazie ad un monitoraggio permanente condotto nelle scuole superiori, il servizio fornisce dati reali sulle tendenze giovanili che permettono di pianificare efficacemente la prevenzione del disagio giovanile. Con la Dcc n. 9 del 25/01/2010 si è proposto di dedicare maggiore spazio a questa realtà poco conosciuta del nostro Comune, integrando di 2 ore l’orario di apertura della Biblioteca, che passa da 14 a 16 ore settimanali, per un ammontare di 644 ore annue, e di conseguenza anche dello sportello. Rientra infatti tra le iniziative a favore dei giovani supportarli con un corretto e positivo percorso informativo e formativo e contrastare fenomeni quali il disagio giovanile, l’abbandono scolastico, la marginalità nel mercato del lavoro la scarsa formazione o qualificazione professionale. Per maggiori informazioni è possibile consultare il sito: www.retegiove.it, del coordinamento provinciale degli InformaGiovani veronesi.

Un volume dedicato alle meraviglie del nostro Comune Prosegue la realizzazione del volume dedicato alla storia di Oppeano: la precedente edizione, redatta da Luigi Modena, risale infatti al 1978 ed è esaurita da tempo. È prevista la stampa di cinquemila copie del nuovo libro, che arriveranno nelle case di tutte le famiglie del Comune presumibilmente entro l’anno corrente. La monografia illustrerà il territorio, le comunità e il patrimonio artistico-ambientale di Oppeano. Il progetto editoriale è curato dagli esperti del settore Gian Maria Varanini, Bruno Chiappa e Claudio Bismara; ora che la fase di ricerca è conclusa, si è provveduto ad incaricare la tipografia Scripta Edizioni di Verona per la stampa dei volumi. 27


CULTURA

Tempo di Carnevale Matteo Tambalo Presidente della Pro Loco

Il 55° carnevale di Oppeano si è portato via l’inverno e ci ha lasciato gustare i dolci tipici dell’occasione e godere dei suoi colori. Come ogni anno la cittadinanza si è riunita nei tradizionali appuntamenti: l’elezione di Marco Isolan a Paron de la Tore, la premiazione della mascherina d’argento per i più piccoli e le immancabili sfilate allegoriche, che si sono tenute il 6 febbraio a Ca’ degli Oppi, il 13 febbraio a Oppeano e il 6 marzo a Vallese. Da sempre i carri sono motivo d’attrazione anche per gli abitanti dei paesi vicini, curiosi di vedere i nuovi temi, di intuire le citazioni e di scendere in piazza con gli oppeanesi a cantare, ballare e festeggiare; quest’anno ad ogni sfilata hanno partecipato 15 carri dei paesi limitrofi e 30 gruppi mascherati. A festa mascherata finita c’è già la voglia di partecipare alla successiva, colmi di quelle sensazioni di familiarità, magia e unicità che solo il carnevale sa dare; siamo certi che la tradizione continuerà fino a quando ci saranno i volontari di Gruppi e Comitati impegnati a farlo vivere, dedicando il loro tempo libero all’allestimento delle sfilate, alla realizzazione dei carri e delle coreografie. È grazie a loro che abbiamo potuto godere dei bellissimi carri, tra cui “www.cupido/cerco/trovo/spero.it”del Gruppo compagnia dell'onda di Oppeano, geniale unione della vecchia tradizione burlesca e del moderno mezzo Internet. Senza dimenticare “50 in orbita con il Papà del Gnoco” del Gruppo Artigli di Vallese, “L'ultima spiaggia” del Gruppo Brigata Matta di Ca’ degli Oppi, gli “Intramontabili Beatles” del Comitato Le Croci d’Oro di Vallese e infine “Il cantastorie” dei Giullari della Valle di Vallese. Agli oltre 350 giovani che hanno contribuito alla buona riuscita del Carnevale 2010 l’Amministrazione ha concesso un contributo di 9 mila euro, così suddivisi: mille 500 euro a ognuno dei gruppi che hanno coordinato le sfilate e mille 500 euro sia alla Compagnia dell’Onda di Oppeano che al Gruppo Brigata Matta di Ca’ degli Oppi e di 500 euro l’uno a Comitato Le Croci d’Oro, Gruppi Giullari della Valle, Gruppo Artigli, per l’allestimento dei carri allegorici. Il nuovo criterio di ripartizione è stato elaborato con gli interessati durante apposita riunione ed è stato pensato per incrementare la collaborazione reciproca ed evitare disparità tra le frazioni. Il presidente della Pro Loco, Matteo Tambalo, riceve la cittadinanza il giovedì dalle ore 12.30 alle 14 presso l’Area Promozione e Sviluppo del Comune; è possibile contattarlo anche telefonicamente al 347 7613378

Asilo “Ai Caduti” di Oppeano, continuano con successo le serate informative Continuano anche nel mese di aprile gli incontri di formazione culturale in collaborazione con la Biblioteca Comunale. Alla Scuola dell’Infanzia “Ai caduti” di Oppeano sono già state proposte le serata dedicate alla lettura, con la prof. Elisa Zoppei, e al cibo, con il dottor Daniele Degli Innocenti. I presenti sono stati numerosi e hanno mostrato profondo interesse per i temi trattati, soprattutto per l’occhio di riguardo che gli esperti hanno avuto nel declinare i temi sull’educazione in età pre-scolare. Ora sono in calendario altre due serata aperte a tutti e gratuite. Lunedì 12 aprile 2010, alle ore 20.30, il dottor Ezio Aceti, psicologo dell’età evolutiva, dedicherà la serata all’approfondimento di un tema complesso quale: “L’importanza del ruolo del padre”. Mentre lunedì 19 aprile, alle ore 20.30, il dottor Michele Gangemi, pediatra di famiglia, formatore al counselling e past president dell’Associazione Culturale Pediatri, darà il via al progetto “Nati per leggere” anche sul territorio di Oppeano. Il titolo dell’appuntamento è: “Nati per leggere compie dieci anni: un bilancio dell’iniziativa di promozione della lettura” e vuole sottolineare l’importanza della lettura ad alta voce per i bambini dai 6 mesi ai 6 anni. Tutte le serate si terranno nella Scuola dell’Infanzia di Oppeano, in via F. Petrarca, 7. Per informazioni potete contattare le educatrici al numero 045 7135092 o via mail a: infanzia.oppeano@libero.it 28


Arch. Luca Faustini Assessore

CULTURA

Banda larga: primi allacciamenti nelle frazioni sino ad oggi sprovviste con delega a cultura, associazioni, politiche giovanili e informazione

Approvato in Consiglio il piano finanziario dei rifiuti per l’anno 2010

ECOLOGIA

Dallo scorso gennaio a Mazzantica, Boscoriondo e Villafontana è attiva una nuova modalità di accesso a Internet. Fino ad ora le connessioni non erano presenti nelle suddette località, caratterizzate da case sparse, nuclei abitati e borgate di ridotte dimensioni. Come da programma elettorale, per cercare di ridurre tale fenomeno nel nostro Comune e per mettersi al passo con gli standard internazionali, e grazie anche alla particolare sensibilità al problema da parte di un’azienda locale, l’Amministrazione, ha affidato alla ditta Wireless Verona il compito di installare un ripetitore di banda. “Consentendo i primi allacciamenti”, ha affermato l’assessore alla cultura, Luca Faustini, “abbiamo portato la connettività nelle zone che ne erano sprovviste, riducendo il cosiddetto digital divide. Attualmente ci sono già 70 nuovi utenti ”. Le utenze, installando un ricevitore nella propria casa o azienda, a fronte di un canone variabile a seconda dell’offerta, possono “navigare” fino a 10 Mb/s in download con IP statico e abbandonare così la chiavetta Usb per le connessioni Internet e l’ormai più che obsoleto doppino da 56 Kb/s. La cittadinanza è invitata a segnalare ulteriori problematiche inerenti la ridotta possibilità di accesso alla rete inviando una mail a: ufficiostaff@comune.oppeano.vr.it. Si valuterà la possibilità di estendere il servizio.

La legge prevede che ogni anno il Consiglio Comunale approvi il piano finanziario relativo ai costi della raccolta, trasporto e smaltimento dei rifiuti solidi urbani. Nei giorni scorsi è stato approvato tale piano per il 2010, dal quale risulta una spesa del servizio in netti euro 835 mila 131 euro. Il costo, oltre alla gestione della raccolta, comprende euro 295 mila 431 euro per smaltimenti e tiene conto della somma di euro 31 mila 818 euro per eventuali morosità, che devono purtroppo essere considerate alla luce anche dell’andamento dei pagamenti degli scorsi esercizi. Sul costo grava altresì l’onere di euro 13 mila 636 euro per accantonamenti per riduzioni tariffarie all’utenza. Occorre considerare che dal 2010, a seguito della sentenza della Corte Costituzionale n. 238/09 che ha sancito il concetto di tributo della tariffa rifiuti, l’Iva è da considerare a tutti gli effetti un costo che grava sul servizio. Nella stessa seduta che ha approvato il piano, il Consiglio Comunale ha apportato alcune rettifiche al regolamento per l’applicazione della tariffa, con le quali in particolare sono state previste agevolazioni a favore delle utenze non domestiche che avviano al recupero i rifiuti non assimilati agli urbani. Sulla base del piano finanziario approvato la Giunta Comunale ha in questi gironi approvato la tariffa TIA per il corrente anno, che sarà introitata dal Comune (e non più da EcoCisi) e che risulta in ogni caso più contenuta rispetto a quella di molti Comuni contermini.

29


ECOLOGIA

Un occhio di riguardo per l’ambiente. Buoni risultati per la raccolta differenziata dei rifiuti Remo Molinari Presidente del Consiglio Comunale con delega all’ecologia

SPORT

Grazie anche all’impegno dei cittadini la percentuale di rifiuti differenziati nel nostro Comune ha raggiunto nell’anno 2008 il 64,9% secondo la certificazione di Legambiente e il 66 % secondo i dati dell’Osservatorio ARPA/MUD. Un buon risultato, che ha consentito di superare nel bacino VR4, assieme agli altri 29 Comuni, il 62% di differenziazione. Un risultato che ha consentito anche all’Ente di essere insignito da Legambiente del titolo di “Comune riciclone”, essendosi collocato al 543° posto della classifica dei Comuni italiani che si distinguono per tale pratica virtuosa. I dati parlano chiaro: nel nostro Comune ben 2 mila 298 famiglie su 3 mila 541 seguono alla lettera le direttive ambientali, consentendo così di sottrarre all’inceneritore o alla discarica un’enorme quantità di immondizia. L’Amministrazione è certa che tale traguardo potrà essere superato con l’introduzione della nuova separazione, che prevede che anche i contenitori di Tetra Pak (di latte, succhi di frutta, passata di pomodoro, panna, ecc.) siano riciclati. Questi vanno infatti conferiti, appositamente lavati e schiacciati, assieme a carta e cartone. La ditta incaricata della raccolta dei rifiuti e della gestione del “centro di raccolta” è EcoCisi Spa. Tutti i cittadini possono pertanto fare riferimento, per qualsiasi informazione o segnalazione, alla stessa, al numero verde: 800983737. L’Amministrazione ha programmato da tempo una diversa soluzione all’attuale “centro di raccolta” sito in località Feniletto, che prevede il suo spostamento in altro sito di più agevole accesso e meglio attrezzato. L’attuale struttura osserva in ogni caso i seguenti orari di apertura: orario invernale (ottobre/maggio): - lunedì e mercoledì dalle ore 14 alle 18; - sabato dalle ore 8 alle 12 e dalle ore 14 alle 18; orario estivo (giugno/settembre): - lunedì e mercoledì dalle ore 15 alle 19; - sabato dalle ore 8 alle ore 12 e dalle ore 15 alle 19. Al “centro di raccolta” possono accedere: - i cittadini, presentando idoneo documento di riconoscimento che attesti la loro residenza nel Comune; - le utenze produttive, esibendo l’autorizzazione al conferimento dei rifiuti assimilati agli urbani rilasciata da EcoCisi Spa e l’autorizzazione al trasporto rifiuti rilasciata dall’Albo gestori ambientali. È evidentemente vietato abbandonare i rifiuti al di fuori del “centro di raccolta” e, in generale, lungo strade e nelle aree pubbliche o private. Per i trasgressori sono previste sanzioni adeguate.

Così si fa sport a scuola

Nell’ambito del progetto regionale “Più sport a scuola” la Polisportiva di Oppeano offre la possibilità a tutti gli studenti delle medie di seguire uno dei tre corsi trimestrali proposti dalle associazioni sportive del territorio. A dicembre si è concluso il corso di danza classica, proposto dalla maestre Graziana Giorio e Lucy Marangoni, dell’Associazione “G.L. Danzando”. Al momento i ragazzi stanno seguendo il corso di difesa personale, sotto la guida di Massimo Rebonato dell’Aiki Team. Subito dopo le vacanze pasquali prenderà il via il corso di pallavolo a squadre miste, organizzato da Gianni Realdon, responsabile della stessa attività agonistica all’interno della Polisportiva. Le attività si svolgono sempre durante un rientro pomeridiano facoltativo, proposto dall’Amministrazione all’Istituto Comprensivo per incentivare lo sport e il moto al di fuori delle classiche ore scolastiche.

30


Alle elementari si gioca a tennis. Prosegue, infatti, con grande entusiasmo da parte degli alunni, la proposta del Tennis Club Oppeano, prontamente recepita dall’Amministrazione Comunale, di insegnare il minitennis alle classi di 1°, 2° e 3° elementare. Durante le ore d’attività motoria i bambini possono imparare ad usare la racchetta e a palleggiare con palline depressurizzate e di gomma piuma, guidati dall’istruttrice federale Anna Signorini. Gli studenti prendono così dimestichezza con il minitennis, che prevede un campo più ristretto e una rete più bassa rispetto agli standard: uno sport indicato anche per bimbi molto piccoli, dai sei anni d’età. L’Istituto Comprensivo d’Oppeano è stato un precursore del minitennis a scuola. Nel lontano 1997, infatti, la passione dell’allora direttore scolastico Vergani e del presidente dell’associazione tennis Tiziano Mela ha portato ad una convenzione con la Regione Veneto per l’istituzione di corsi gratuiti che sono giunti, quest’anno, alla 13° edizione.

SPORT E TEMPO LIBERO

Il minitennis alle elementari. Piccoli sportivi crescono

Nel corrente mese sono iniziati, sui campi del centro comunale sportivo “Le Fratte”, anche i corsi per ragazzi e per adulti tenuti da insegnanti federali: per informazioni e per prenotare il campo da gioco è possibile prendere contatto con Anna Signorini, al numero 340 9650856. “Ancora una volta, l’associazione tennistica oppeanese si mostra più avanti delle altre e, noi, non possiamo che sostenerla in questo tipo d’attività a favore di bambini e ragazzi che si avvicinano a questo meraviglioso sport per la prima volta”, ha dichiarato Gaudio Pedalino, vice presidente provinciale CONI e per molti anni responsabile della federazione tennis di Verona.

Il servizio di trasporto col pullmino della Polisportiva L’assessore allo sport, Pierluigi Giaretta, ricorda alle famiglie che per il trasporto dei ragazzi da casa alla palestra o al campo da gioco è disponibile il pullmino della Polisportiva. Chi fosse interessato può prenotare il servizio chiamando il presidente della Polisportiva, Giacinto Purgato, al numero: 045 7135101. Il Comune contribuirà alle spese di gestione del pullmino della Polisportiva con il ricavato della vendita dell’album di figurine “Noi sportivi”, una divertente iniziativa dell’Amministrazione, ovvero la raccolta di tutte le foto degli sportivi del territorio comunale.

3ª edizione della “Festa Intercomunale dello Sport”. Riunito il Coordinamento a Ronco Dopo il grande successo della scorsa edizione della Festa Intercomunale dello Sport, che ha visto la presenza di 630 ragazzi delle 3e elementari di 13 Comuni della Bassa, quest’anno l’evento si sdoppia. Alla due giorni dedicata alle discipline motorie parteciperanno sia le 3e elementari che gli studenti delle 4e di ben 15 Comuni: sono infatti entrati a far parte del coordinamento Zimella e Arcole, che vanno ad aggiungersi a Oppeano, Ronco, Zevio, Albaredo, Isola Rizza, Cologna Veneta, Veronella, Pressana, Bonavigo, Palù, Roverchiara, Roveredo di Guà e Minerbe. La manifestazione si terrà in autunno in due week-end distinti, per permettere la partecipazione dei circa mille alunni: il 18 e 19 settembre a Isola Rizza e la settimana dopo, il 26 e 27 settembre, ad Albaredo, momento d’incontro solo per i Comuni oltre Adige. Giunta alla 3° edizione, la Festa Internazionale dello Sport è nata dalla collaborazione tra il coordinamento intercomunale, il Coni e l’assessorato allo sport della Provincia di Verona. Le discipline sportive nelle quali gli studenti si cimenteranno sono le più varie: calcio, basket, pallavolo, equitazione, scherma, kick boxing, tiro con l'arco, ciclismo, danza classica e caraibica, atletica, tennis, karate, jujitsu e ginnastica artistica. Afferma l’assessore allo sport del nostro

Comune, Pierluigi Giaretta, impegnato attivamente nell’organizzazione: “La Festa Intercomunale dello Sport è un’occasione importantissima per supportare non solo le discipline sportive ma anche tutto ciò che rappresentano: lo sport è un passatempo e un impegno che va coltivato con costanza. Perché chi si allena sa che la fatica viene ricompensata con il rila lealtà da parte di compagni e avversari sul campo da gioco. Valori che uno sportivo sa riconoscere e mettere in pratica anche nella vita quotidiana”. L’obbiettivo dell’Amministrazione comunale è infatti educare i ragazzi a praticare sport e soprattutto a farlo in modo sano, nella speranza di contrastare i dati emersi dall’indagine conoscitiva del Coni, analizzati dal coordinamento intercomunale. In essi risulta infatti che, sebbene solo una piccola percentuale di ragazzi non pratichi nessuna attività sportiva (il 17 per cento), ben il 10 per cento dei 2 mila 798 bambini e ragazzi tra i 6 e i 14 anni intervistati ha già fumato mentre il 35 per cento ha già bevuto alcolici. “Sono dati che spaventano, vista la giovane età; un dato incoraggiante è però quel 63 per cento che pratica sport, soprattutto per divertirsi e stare con gli amici”, sottolinea Stefano Gnesato, presidente provinciale del Coni nonché del coordinamento intercomunale. 31


NUMERI UTILI

Orari di apertura del Comune di Oppeano

Orari di ricevimento di Sindaco e Assessori

AREA SEGRETERIA-AFFARI GENERALI segreteria@comune.oppeano.vr.it Orario apertura Martedì 9 - 12,30 / 16 - 18 Giovedì 9 - 12,30

SINDACO ON. ALESSANDRO MONTAGNOLI competenza del Sindaco: affari generali, programmazione, sanità, polizia urbana, personale, rapporti con enti e aziende, famiglia e infanzia. Sabato: 09.30 – 12.30 VICESINDACO FERNANDO TEBALDI delega a bilancio, tributi, sportello unico imprese e sportello del lavoro Giovedì: 10 – 12 ASS. LUCA FAUSTINI delega a cultura, associazioni, politiche giovanili e informatizzazione Giovedì: ( su appuntamento ) Sabato: 10 – 12 ASS. LUCA CEOLARO delega a manutenzioni, verde pubblico e sicurezza Sabato: 10 – 12 ASS. PIETRO LUIGI GIARETTA delega allo sport, tempo libero, scuola e istruzione, politiche sociali Sabato: 10 – 12 ASS. ENRICO MASSAGRANDE delega a lavori pubblici, viabilità, arredo urbano, urbanistica, edilizia privata ed energie rinnovabili Mercoledì: 10 – 12 ASS. ROMOLO MENEGHELLI delega a manifestazioni, protezione civile e servizi cimiteriali Venerdì 9 – 11 Per contattare l’On. Montagnoli e tutti gli Assessori: ufficiostaff@comune.oppeano.vr.it

Protocollo

dal Lunedì al Venerdì 9 - 12,30 Martedì 16 - 18

AREA SERVIZI DEMOGRAFICI demografici@comune.oppeano.vr.it Orario apertura dal Lunedì al Venerdì Martedì Sabato Sede Decentrata Villafontana Orario apertura Lunedì Giovedì

9 - 12,30 16 - 18 9 - 12 9,30 - 12,30 9,30 - 12,30

AREA TECNICA - EDILIZIA PRIVATA/URBANISTICA ediliziaprivata@comune.oppeano.vr.it Orario apertura Martedì 9 - 12,30 / 16 - 18 Giovedì 9 - 12,30 AREA TECNICA - LL.PP., MANUTENZIONI , ECOLOGIA lavoripubblici@comune.oppeano.vr.it Orario apertura Martedì 9 - 12,30 / 16 - 18 Giovedì 9 - 12,30 AREA SERVIZI FINANZIARI ragioneria@comune.oppeano.vr.it tributi@comune.oppeano.vr.it Orario apertura Martedì Giovedì

9 - 12,30 / 16-18 9 - 12,30

Numeri di telefono Responsabili Circoli Sportivi del territorio

Pres. Associazione Tennis Club di Oppeano: Tiziano Mela, cel. 333 3039648 Pres. Aiki Team, difesa personale: Massimo Rebonato, cel. 328 4829106 Resp. Minivolley di Oppeano: Sabrina Malvezzi, cel. 328 2933679 AREA PROMOZIONE E SVILUPPO Resp. Pallavolo della Polisportiva: Gianni Realdon, cel. 328 6929917 (assistenza, istruzione, cultura, sport, associazionismo) Resp. Basket: Marco Greguoldo, cel. 349 7819328 sociale@comune.oppeano.vr.it Resp. Atletica Leggera: Elonora Paruta, cel. 348 7379771 Orario apertura Martedì 9 - 12,30 / 15,15 – 17,15 Resp. Ginnastica Mattutina a Vallese: Silvia Todeschini, cel. 320 0892416 Giovedì 9 - 12,30 Pres. ASD Junior Oppeanese: Maurizio Sartori, cel. 335 5212650 Sabato 9 - 11,30 Associazione “G.L. Danzando”: Graziana Giorio, cel. 349 4798315 Lucy Marangoni, cel. 347 0677025 Ricevimento assistente sociale Lunedì (Villafontana su appuntamento) 09,30 - 12,30 Martedì 15,15 – 17,15 Giovedì 9 - 12,30 Vi ricordiamo che il numero di marzo di Oppeano News è AREA VIGILANZA scaricabile in formato Pdf e sfogliabile on line sul sito del poliziamunicipale@comune.oppeano.vr.it Comune di Oppeano, all’indirizzo: www.comune.oppeano.vr.it/vivere/notiziario.asp Orario Apertura Martedì e Giovedì 9 - 12

Giornalino in formato pdf e sfogliabile on line


Oppeano News - n°1 anno 1 - Marzo 2010