Issuu on Google+

J: ·

.

4·. .

.

.

Anno XXV N.1 GENNAIO-FEBBRAIO 1998 Sped.in A. P. comma 20/B Legge 662/96 Filiale di 331ÒO UDINE - 33033 CODROIPO !taly Mensile Lire 1.500 TAXE P E RçUE TASSA RISCOSSA

PERIODICO DEL FRIULI CENTRALE

...

l


... Quest'anno compie

25ANNI ... Ha 40. 000 lettori ... Viene distribuito per posta in 1O comuni

SOSTIENI IL TUO GIORNALE! Corri in posta e sottoscrivi la tua offerta su bollettino di C/C postale al no 13237334 bastano solo 10.000 lire e sarai anche tu ... Amico de

"il L)()giB"


___,___ __,_ S_tJ_ ito_tJ_ia_le~' Un Ponte lungo 25 anni In copertina: ''Festa del vino a aertiolo" foto: Michele Cendamo Mensile • Anno XXV - 1)1. f gennaio/Febbraio 1998 Pubblicità inferiore al 50% Sped. In abb. postale- Gr. Jll Direttore responsabile Renzo Calligaris Direzione - Redazione Via l.,.eicht, 6- 33033 CODROIPO Telefono 0432/905189 Per la vostra pubblicità su questo periodico telefonare allo 0432!905189 - sons2 - 908226 La sede è aperta al pubbllc~ tutti l giorni feriali escluso Il sabato dalle 18 alle 19 Telefono 905189 Editrice: soc. coop. editoriale ·n Ponte" a r.I. c.c. postale n. 13237334

" di Udine Aulorizz. del Tribunale N. 336 del 3-6-1974 Realizzazione grafica: ET PUBBUC1TA' - Tet 907752 Stampa:

Il nostro per1 odico s' avvia a compiere 25 anni Un quarto di secolo d'infnrma:L1one al servizio di Cod roipo e del ~un hir'1lerland. Una lunga storia, dunque, segnata da a l~i e bassi, ma sempre fedele ai molfvl isplra lnrl originari della rivista. Dato che la nostra Cooperativa ediLOnaJe non ha scop1ci 1lucro e che alle nostre spalle non Cl sono 1nai slal1 potenta ti industri a~-po l itid di sosLegO<i, dobbiamo ring raziare per la nostra attività tutti gli operatori che si sono finora preslal i all'insegna del "volont.arialo" più puro. la nostra gratitudine va aJ 11ostri rede l1 letto ri ch e ci hanno sostenuto quando abbiamo lariCiato l'apJJe lio:''Offri un caf fè all 'am 1co PonLe" e che ,jamo certi conlinuerannn a sostenerci per il futuro; agli lnserzinnistl eh(;' hnnrw Lapil() In validità di teclamlzzare i loro prodotti allraverso la nostra pubbJ,caziOne.Servizio per servizio: un' Informazione puntuale accanto ad una pubbliclla precisa e cura ta che capillarmente ltlggiunge fJ Uasl 15 mila famiglie di dieci comuni del Friuli cenlra le. Anche a luro che ormai fanno parte dell a grande famiglia de il Ponte vada i l nostro ri nsraziamenlo e l' invito, nel nostro e nel loro interesse. anche se l tempi bono cii Hiclli. a non moll are. Acca nto alle rubric he trad izio· nali, que:;t'anno abbiamo il p1;,were cl i (lSpitare anche gli striLLi sull'agricoltura-biodinamica dell'esperto GraZJano Ganz1t c quelli dello swdioso Guido Sul sulle Memorie del Friuli e di Luigi Cosmi su Psicologia e benessere Siamo [eflci di constatare che la nostra ormai ventlcinquenna le presenza nel territorio, tesa a far da •pon te • Ira èhi ci amministra e la popo l a:Ljoo~ stia prod ucendo 1suoi ll'uttJ. Nel fn uli di mezzo i responsabili de1 com uni hanno cnmpreso la validità di un ir~i pur con:.ervando la propria identità, in for ma paritaria. 6' decollato Il Progetto integrato cullura,Oil léressa 1J comun i! sta nascendo il consorzio Ambiente e Territorio 1000 ( 18 enti loca li) che dovrà riso lvere il problema de1 rifiuti solid i urb<1n i. e del loro srna lllmenlo. Una questio11~ co mplessa, dove è necessario far ca pire prima di tutto all'u lE!n:La che più collabora alla racco lta differenziata delle ronnellate d1 rifiuti,me no le f.1m1glie saranno cos tre tte a pa~are il serviziO. Ma per il nostro territorio, propri n in 11ueslo periodo, un'altra ri fl essione s' impone a giugno cl saranno le elezJon i regionali, t- lnd i~pensal!lle che lu ll i i parUll e i movimenti si mo-biliLino per ass1curare la presenza nell 'assise triestina di una vasia r appr~senlanza del Fnuli centrale. A Codroipo ballonn alle porte altre questioni urgenti :si tratta di preoccuparsi del decollo dell'area industriale di Par1nel lia , deJia creazione di nuovi posti di lavoro soprattutto al iem m1nil ~, di riso lvere 1 problemi del tra sporto nel territorio in funzione delle scuole superiori operanll nel centro studi, di porre in atto Inizia ti ve per rl sollevare le sortì emporial f e commerciali della cfltà, di torni re finaln1e nte un ruolo preciso, al di là de 1" bla,bla" a Villa Ma nin, un t esoro ancora poco [rutluoso e lrascurato.Saranno questi aku ni degli argomecnll Lhe ilffronleremo nei prossim i mesi con l'unico :;capo di poter servire alla crescita della qualilà della vlla nel nuslro LerrlLorio.

Renzo Calligari.s

GijAFICHE FULVIO - Ud

•n Ponte" esce tn

13,500 ~opie ed è inviato gratuitamente a tutte le famiglie dei Comuni di Codroipo, Bertiolo, Camino al Tagliamento, Flaibano, Lestizza, Meretq ql To,tn~a, Rivignano, Sedegliano, Talmassons, Varmo e agli emigranti che lo richiedono.

L.a collaborazione è aperta a tutti. "Il Ponte• si riserva in oqni caso il diritto di rifiutare qualsiasi scritto o inserzione. Manoscritto e foto, anche se non pubblicati, non si restituiscono. Tutti i diritti rlservatf.

.•..

~

,

Servizi gioco, accendini, portafogli, portachiavi, portagioie penne d'argento, perle, gioielli d'argento, oggettistica d'argento e tante altre idee regalo Via Italia, 7 CODR01PO Tel. 0432 /906051


Servizi Sociali 1 Guardia farmaceutica Il turno d1 "guardia farmaceutica" funziona dalle 8.30 del lunedì alle 8.30 de41unedi successNo Durante la chiusura pomendiana e notturna delle farmacie di turno va COITisposto Il dintto di chiamala di L 3.000 dìumo (dalle 12.30alle 15.30) e di L 7.5oonottumo (dalle 19.30alle8.30)

DAL 23 FEBBRAIO AL 1 MARZO DAL 6 AL 12 APRILE Codroipo · dott. Toso · Tel. 906101 Camino al Tagliamento- Tel. 919004

DAL 2 AL 8 MARZO Codroipo· dott. Forgianni · Tel. 906048 Mereto di Tomba- Tel. 865041

~

Ufllc:ioMeclcila Legale

IN VIGORE DAL 28 / 9 / 97 AL23 / 5 / 98

PARTENZE PER UDINE DoreO 19-1Rore1.20 -Rore6.21 {ferialeperTrieste) ·R ore 7.06 (feriale)-D ore 7.20 (feriale per trieste) - E ore 7.53- A ore 8.13 (feriale) -!R. ore 8 19 (festiVo per Trieste) - iRore8.31 (feriale perTrieste) - A ore 8.59 · A ore 10.38 -1R ore 11.20 (perTneste) - 1Rore 13.20 (per Trieste) - A ore 13.38 - Rore14.24 (feriale) - A ore 14.40 - lA ore 15.20 (per Trìeste) - D ore 15.51 (feriale per Trieste) - A ore 16.38 -IRore 17.20 (per Trieste)· E ore 17,31 (da MIIano)-Rore 18.02-Rore t 8.38(perTrleste) · A ore 19.06 (ferlal~escluso sabato) - IR ore 19.20 (per Trieste)- A ore 20.03 - A ore 20.38 - lA ore 21.20 (per Trieste) -R ore21.50 - IR ore22.2B (solo domenica)- R ore 22.38 - IR ore 23.20 (perTrieste)

DAL 9 AL 15 MARZO

PARTENZE PER VENEZIA

Codroipo- dott Ghirardlni -Tel. 906054 Bertiolo · Tel. 917012

A ore 5.23 (feriale) -A ore 6.1 6 - A ore 6.29 (feriale) - lA ore 7.01 - A ore 7 11 (fenale) -A ore 7.34 (feriale fmoaSacile} - R ore 751 - iAore 8.38 - A ore9.18 (festivo) - D ore 10.14 (festivo)· lA ore 10.38 - A ore 11. t 6 (feriale) • R ore 11 .56 - lA ore 12.38 • A ore 13.16 (feriale) - A ore t 3.39 (fanale escluso sabato per sae~le) ·A ore 13.57- iR ore 14.38 • iR ore 14.59 (per Verona) -A ere 15 16 (fenale) - A ore 15.56 - 1R ore 16.38- Rore17 16 (ferìale)- A ore 17.56 ·E ore 18.24 (per Milano) · iR ore 18.38 · A ore 19.16 · A ore 19.56 {terìale) -Rore20.01 (festiVO) - A ore20.17 (feriale solo a Sacile)· IR ore 20.38 - E ore 21.38 (per Napoli C.F.) ·lA ore 22.38

DAL 16 AL 22 MARZO Codroipo - dott. Toso -Tel. 906101 l.es1lzza- Tel 760083 Sedegliano· Tel916017 Varmo- Tel. 778163

DAL 23 AL 29 MARZO Codroipo - dott Forgiarini-Tel906048 Basdìano - Tel. 84015 Rivignano -Te! n5013

DAL 30 MARZO AL 5 APRILE Codroipo · dott Ghirardlnl - Tel. 906054

R = Regionale D = Diretto

Aaibano- Tel. 869333 Talmassons-Tel. 766018

Guardia medica Il seiVizxldigadlélmedica rol1una fooale, pn!lesWaefe&Wa, per icx:msid~ llasiiro,Bri:tl,Qrri'lo, Aabim,l.esllzza Mrfetc,Ma1Bgll;m,~ l*nassonse\lamohai~Jqril

IR = lnterregtonale E = Espresso

Orari autocorriere Servizio diretto feriale

DA CODROIPO PER UDINE Ore6.30 - 6.45 - 7.00· 7.05-7.20 (• ) -7.15-7.22 (•J7.18-725-8.1 0-8.15-8.30-8.5Q-.8.5Q.9.50 10.15 ·12.20 -13.20 -1 3.30~3.50 -1 4.25 -15.0517.10·1 8.30 -19.00 -19.30.

recapilo pres1iO l polosanrtanodi Codroipo ~el. 909202). Per i

cxmmdANg;mjn!SSOra;pedalecMedllàisinl{lei.0431/

529200). nseM2IO notnmo lenale11'1218aUeom20etenma aUe

DA UDINE PER CODROIPO

ere 14delsabaloeterrrnl aleere8dlnedkdle nele lesiMà infrasettimanai i S8MZIO rliZia i giomo precedente aie om 14

Ore 7.00-7.45-7.50-10.30 (•) -11.45 -11.50 12.00 -12.20 -13.15 (~} ·13.25 ·15.00 -17.00 ·17.10 . 17.25 ·17.30 -18.00 ·18.15-19.15-19.40

lllrnWlaaleere8delgcmcsuo::essYO.

(*) Invernale scolastica

8delgaro~ 158WXlfestw(ci.JnoerdUm)ilzla<*

Veterinari di turno PerseMZIOnottumo elesWo nel corrunl diCodi'OipO, Camino al ~to,BerOOio, Vanro,~ ~eGasli::lll;

dSUada:

Telefono 118

Distretto Sanitario di Codroip~

Orari ferrovie ~ dello Stato

e

l.l.nd'GiMd Marted1 tmr.emea.c:ode/dls/rel!DJ

daDe 9.30ale 12.00 òalle15.00ale 1700

Ullicio Senillwio (IAil tilicaziouì varie) -11!1.90928 dalle 9.30alle 12.00 Mind dalle15.00a!le17.00

I.J..neO/Melroed/Gi:Mld

YacdnazloneacUl·ll!l.~

Mind

daUe15.00alle17.00

Vaccimlocl!lbarnt*11·1!1. ~ MElltOieci

VEmtl

dalle 14.30alle 16,30 dalle 8.00alle 14.00

C«ll'o di- -mentale -l!l909290 l.Lr1ed.V~

dalle 7.40 alle 17.15 dalle 7.40 alle 13.40

Sibilo

l7.il Funzioni religiose ~

in Codroipo

A:RIAU:: ll.oroae7.15-ere 18 &.!Vàeneroere 18 PREFEST1\IO:Il.oroae18Salva&axlae17

FESTM:>: CU:moae8-ete10 ·ere11.3l-aa18 &.!Valermoere 11

lsmun ASSISTENZIAU: fenaleore 16 -Fes!Noore9.15

--- PICCOIA--PUBBUCIT4' Baby sìtter referenziata offresi, anche per anziani, disponibile atempo pieno zona Codroipo. Telefonare allo 0338/8687187. Affittasi locale uso negozio o ufficio In centro Codroipo mq. 70 circa con tre vetrine, ottimo prezzo. Per informazioni telefonare allo 0432/906339. Commessa pluriennale esperienza cerca lavoro part-time negozio abbi~ gllamento, calzature o profumeria; telefonare dalle 14 alle 19.30 allo 0432/ 907752

RROZZERIA _,_

BURINI & BARUZZO Via Lignano 33033 Codroipo

TEL. 900868


Sewizi Sociali 1

oQ~ P~GI. S 21 • 22 / FEB 13/ APR

r.;J

7-8/MAR 4·5 / APR

MARTIN Tel. 900369

~

CODROIPO - Vfa Pordenone

Distributore CASTELLARIN- Tel. 917087 BERTIOLO - Piazza Mercato

r-::1

GOZZO GIANNI

~ CODROIPO - VIale Ouodo

Distributore Off. Rinaldi

~

SEOEGUANO-Via Umberto l, 2-1èl. 916046

~ AGI P ESPOSITO CAMINO ~

Via Bugnins Tel. 919119

~.

STAZIONE SERVIZIO - CAR WASH CODROIPO - Viale Venezia, 179{181 - Tel.906725

14-15/MAR 11-12 / APR ~

COLOMBA

CODROIPO V.le Venezia. 22 - Tel. 906715

AVVISO AI LETIORI Gli inserti nella pagina dei "Momenti felici" riguardan-

COOROIPO-VlaUdlne.

MonteShell CASARSA

BERTIOLO Via Vlrco -Tal. 917065

feste di classe, di compleanni, nozze d'oro etc. sono

UUANA-MARIANO Tel.906216

~

RIVOLTO- Tel. 906312

Pollo allo spiedo - Frutta RICEVITORIA TOTOCALCIO

ti: anniversari di matrimonio,

~ CODROIPO - Viale Venezia

~~ AGIP CASSIN

?®~FI!>®' &i? &.c.s.N.c.

±* •

~CANCIANI

~J AGIP

Specialità alla griglia

Chiuso Il martedì

~CODROIPO ~ S.S. 13 - Bivio Coseat

GRADISCA DI SEDEGLIANO- Tet. 916057

28 / FEB 1 - 28 • 29 l MAR

DA "TETO"

CODROIPO - Via Ugnano

a pagamento. Tariffa lire 100.000 a foto

più didascalia (esclusa NA). Perpubblicazioni di lauree, onorificenze l'importo sarà di lire 50.000 (NA esclusa)

AZ auton1ote'IJ autoruote" carrozzeria Codroipo - Viale Venezia 119- Tel. 907035- 908324

VENDITE: BASILIANO-CENTRO. casa con corte indipendente da ristrutturare

L11 O.I:XXlOOO.

AGENZIA IMMOBILIARE Codroipo - Corte Italia, 34

TEL.0432/904818 celi. 0348-2223489 PER LE VISITE CONCORDATE SIAMO DISPONIBIU ANCHE GJORNI FESTIVI

BERTIOLO - ville a schiera nuove a partire da L205.000.000. affare!l POZZECCO - Eccezzionale lotto edlncablle mq. 5.500 prezzo interessantissimo!!! CODROIPO - Via Circ.Est- villino su due plani mq.250 complessM su area di mq.1140 -otllmoslato manutentivo, posizione tranqullissina!!

CODROIPO FRAZIONE: costrueodl viiHnl piano unico, interessantissimi

con bollali - artregalo cd.dischi - ferramenta e maleriali edil.

CODROIPO - in klllizzazklne vila recenUssima abltabile da completam estemamente, lnteresante!! CODROIPO.SELVEDERE-abitazionein bifamiliare particolare con 750 mq.ter· reno lnfor.solo In agenzia.

AFFTTTANZE: CODROIPO -locaD uso uffici o laboratori professionali varie metra1ure centran e penfe11cl IN CODROIPO o periferia eerchlamo per referenzìata clientela appartamenti In condominio o In abitazioni singole, immediata definizlonelll CODROIPO - Viale Venezia, lOCali 1• plano ufficio - magazzino - palestra o altro mq. 825 dlvisibiiL

AZJENDE: AZJENDE AGRICOLE: varie zone e dlmensioni. PUB - GELATERIA - bar - tabacchino

Prossima realizzazione no4 villini bifamiliari in Codroipo zona Grovis


oD~ R_~G_~_ 6 _________________11 __e9~J_O_ae~l Testimonianze d'arte di Pellegrino, tra noi Lo scorso 1997. rnrra una sene di inLZJative e mamfesra7.ioni culturali, orgamzzate da cnn pubblici diversi , ha inteso ncordare il 450° anntvcrsano della morte del pittore Pellegrino da San Damele. Tutto CIÒ, ma soprattutto il Convegno di Studi svolto nella cittadina collinar-e a dicembre, ha permesso di dare nuova luce ed apri re l'rospettive sull'attiVItà dJ PeUegrino, pittore tutt'altro che provinciale, formatasi c svilupparosi a contatto con i centri d'arte p1ù imporranti del nord Italia rra il XV" e il XVT" secolo, al servizio di una coroirrenza prestigiosa e raffinata (... il Patriarca d'Aquileia, i Duchi d'Este) operando da Udine a Venezia. Vicenza, Padova, Ferrara, Milano. Roma, oltre a diverse località friulane e venere .. "Pellegrino da San Daniele'', in realtà è il soprannome di Martino da Udine (1467-1547), udinese, dapprima allievo di Antonio da firenze e di Domenico da Tolmez\Lo. li Nostro, come scrive C.C. Mor (1979, p. 7), "è mdubbiamente una delle figure più prestigwse dell'arre

Per chi vuole vestire con classe...

€mporio · Codroipese Piozzo Garibaldi. 15 CODROIPO Tel 0432 - 90633 7

STElNBOK TYROL PIERRE CARDIN

MISSONI CIIRISTIAN DIOR

PAULSHARK I:IALF.Sl'RA LAURA BIAGIOrn

REPORTER

~--~..:.lll:::ll<l~ll:t"..r"-~··.,..__""'1,~~~

Novità abbigliarnento uomo- donna primavera '98

~\J&Sil-1~

~~~'+

J~ ABili DA SPOSA TENDA(ì(:ìl RETI EMATERASSl

--


00 ~

PAGINA

llegioneJ

l

friulana a cavallo del Cinquecento, ... ed è certamente l'artista che più vigorosameme apre le porte agli insegnamenti veneziani. d:u Y1varm1 ai Bellini e a C1ma da Conegliano. E' colui. in sostanza, che inizia il vero "Rina5cimenro" in Friuli, con l'accetrazione integrale del modulo classicista, quale era venuto elaborando durante il secolo dell'Umanesuno ". Oltre al vasto ciclo d'affreschi nella chiesa di S. Amonio abate a Sa11 Dan ie le, polirnco per la Basihca ru Aquileia, a quellt: per la Cattedrale di Udine (oggi conservate anche ai Civic1

Musei), a un affresco a Concordut, da docu-memazioni archivistiche pubblicate da Anchise Tempe~t1n1 ( 1979), ~i apprende che l'artista è stato pre~ente anche nel uostro rerritrio in alcune occasioni. Nel 1498: figura tra i periti chiant:ltl a stimare un'ancona di Domenico da Tolmezzo per la chiesa d1 Talmassons. Nel 1517: sempre in veste di pemo estimativo, è presente a San l orcnzo di Sedegliano, per un ·ancona t! i GIOvanni Martim; nello stesso anno una Confraternita dl Sant'Odc>rico salda il debito verso il nostro pittore per un

gonfalone da lui cscguiro (opera andata perdura). Nel 1524: sripula del conrrarro per affreschi che Pellegrino eseguirà per la chiesa dei Ss. Giusro e Biagio di Lestizza (andati perduri). Nel 1534: la duesa di S. Stefano di Gradisca di Sedegliano, dopo un'accesa verreoza, deve re~-riru­ lre al pittore i modelli per una pala d'altare mai esegui ta e pagarglt quanto dovuto. Si nmandano altre mnsi dcra7iolll ai notevoli, specillci contributi b•bUograiici.

Franco Gover

PROPOSTE DEL MESE AUTOVEnURE AKm O LANCIA YKm O bianco e rosso l antifurto l vetri eleHr.l cristalli atermici ~ 15.900.000 LANCIA DELTA 16v Km O rosso Monza l antifurto l airbag l clima ~ 25.500.000 LANCIA DEDRA 1.6 Km O rosso Monza l antifurto l airbag l clima ~ 29.800.000 LANCIA DEDRA 1.8 SW Km O rosso met.l clima l ruote in lego l airbag ~ 33.500.000 LANCIA KAPPA 2.0 LS Km O nero met.l clima l A.B.S.I alcantara ~ 48.600.000 AUTOVEnURE USATE CON GARANZIA EFINANZIAMENTI SAVA AUTOBIANCHI Y1 O vari modelli e colori APRml MOUO INTERESSANTI!!! LANCIA DEDRA 1.6 e 1.8 1994/1995 blu met./ grigio met./ clima l A.B.S. LANCIA TEMA 2.0 16v LS 1993 nero met./ di ma l A.B.S./ ruote in lego ovA LANCIA KAPPA 2.0 TURBO LX 1996 grigio chiaro met./ full opti onals ( APERTURA VW GOLF GTI 1991 blu metallizzotol vetri eleHrici l chiusura centralizzata ~ na artigianale FIAT TEMPRA S.W. 1.8 1993 rosso bordeaux l dimo l autoradio ~ zo p;ccola di Moro SAAB 900 SE 2.0 TURBO Sp 1996 nero l int. in pelle l clima l telefono l radio ' ~ h LANCIA- AUTOBIANCHI

Ali

s. n.e.

La Concessionaria Vincente CODROIPO: Zona artig. Piccola di Moro (V.I~ Venezia)- Tel. 0432/908252 LATISANA: VIa E. Gaspari- Tel. 0431/510050

--


Agricoltura: non esiste una storia scientifica

-

Rubrica a cura di Graziano Ganzit Ho passato alcuni pomeriggi, di queste fea curiosare in biblioteca aUa ncerca di spunri o documenti su quanro vi sto scrivendo.Bene! Se dovessi riemp1re la paginà con ciò che ho trovato dovrei lasciarvela in bianco. Come supponevo, nella scienza ufficiale, non c'è nulla che tratti la sroria scientifica dell'agricoltura. Del mondo antico tanto d resta come testimonianza in fano eli medicina, matematica, fisica, astronomia e soprarrurro filosofia ma niente che colleghi tutto quesro sapere alla scienza agricola. Ci sono moln reperti archeologici che aJ massimo possono spiegare l'cvoluzìane tecnologica dtdla prarica agricola ma niente eli più. H o rrovaro, ammerro, su un libro d1 stona dell'economia agricola dal 1500 al 1850, uno sptmto nel quale l'autore asseriva che l'agricoltura non poteva che: esser nata da un popolo pacifico, laborioso, ben orgamzzato socialmente in uno Smto m cui terre e acque fossero state fertili e pescose. ln poche parole se SI è ben nurri ti si ragiona meglio ma che senso ha complicarsi la vita quando la natura ti dà già turro ciò eli cui hat bisogno? Questi insediamenri umani possono essere posti indicativamente nella antica ~esopotamia e nell'Egitto, ma nulla vieta di iponzzare aJtri Stri con identiche carar[ensriche in alrre parti del mondo quali culle di nascenti agricolture.. Anche la Bibbia pone il Paradiso Terrestre sito nella fertile plal1ura tra tl1igri e l'Eufrate e il ste,

dubbionmane su cosa abbia spinto queste popolaziom, pasciute e civili, a darM all'agricoltura. Bi~ogna precisare che allura la cultura e la scienza erano 111 mano a pochi eletn i quali mfluenzando 1 sovram ne dettavano le regole di comporramemo per i popoli indirizzando così lo sviluppo della loro civiltà. Nel V" secolo a.C. la Persia viveva il suo massimo splendore c in quel periodo ebbe in Zoroasrro la sua massima luce culturale. Predicò il monoreismo e il risperro deUa Natura in quanro incarnazione sensibile eli questo Dio cosrrurrore eli rurro l'csisrente. lnvìtò il suo popolo ad abbandonare d nomadismo in quanto modo di vivere non capace di sviluppare una civiltà stabile prima ed evolutiva poi. Narra la leggenda che egli possede~ un pugnale con la punta d'oro e con questo tracciò U primo solco invitando il popolo all'agricoltura praticandola con volontà (il ferro) e sap1enza (l'oro). Si può supporre, ed è un punro di vbro checondiv1do, che l'agricoltura sianata m forma scientifica più come mezzo per indagare la natura che per nurme i popoli. 11 farro che gli srorici abbiano posto qucsro secondo fine alla base della sua nascim ha sicuramente precluso la conoscenza scientifica delle scoperte che l'hanno resa valida e guidata per oltre 2500 anni. Ma quali erano, e sicuramente lo sono anche oggi, quesn presupposti scientifici a fondamento dell'arre agricola ? Essenzialmente sono due: il primo è una grande conoscenza dell'astronomia iniziatag1à dai Caldei molto tempo prima, il secondo è basato sulla teona degli Elementi elaborata da Aristotele nel Ul 0 secolo d.C. la conoscenza dell'astronomia, è eli quei rempi la scoperta della precessione degh equinozi, portò alla conclusione che la v1ra, proveniente dal Cosmo, era ben regolata dai movimenti planetari e ne influenzava le forme e i comporramenn nei regni del-

la Natura. la teoria degli Elemenn (Terra, Acqua, \ria. Fuoco) dava una mposra alla formaziOne della Sostanza la quale racchiusa dalla forma configurava lo materia. Qu~ro sapere, alla caduta dell'impero Romano, \'enne gelosamente cusrodiro nei conventi soprorrurro dei Benedettini i quali ass1en1e ai Cistercensi lo custodirono gelosamc:nre adoperandolo nella costruzione del paesaggio europeo. All'avvento deUa Rivoluzione Francese e dell'rllurninismo quesro ~apere venne spazzato per laJ;aare Hposto alla sc1enza della Materia studiata m forma analinca c non più suuenca; aJ sapere clistrutto sopravvisse la rradi:Lione la quale decadde in supersrizione c fu passaggio molro facile l'afferrnaz.ionc, attraverso gh studi di Jusrus von Liebig alla meta deU'Orroccmo. dell'agricoltrura moderna quale quella ogg• no1 conosciamo. anche nelle sue degenerazioni. Ma il sapere di allora non andò perso per merito del padre del Romanricismo rede\co ]. W. Goethe il quale, conosciuro p1ù come scnrrore e poeta, fu in realtà un grandissimo scic:nziato naturalista c lt: ~ue opere, elaborate durante i viaggi e sogg1orni m lralia costitUirono l'anello mancante rra il sapere anrico e quello necessario all'uomo d'oggi. Il destino volle che U stJo immenso archivio venne dato da riordinare ad un giovane austriaco dicianovenne appena eliplomaro alla Scuola Tecnica il quale mtuì l'enorme porent1ale di ~,Liuppo c nel segwto della sua VIta diede forma compiUta alle 1dce di Goethe applic:mdole a rum i camp1 dello ~c1bile umano. Il suo nome era Rudolf Sremer e nel 1924 nella tenuta del conre Kc1serling in Slcsin diede i fondamenti dell'agncolrura Bw-dinamu::a. Per il momento. basracosì; la prossima volta parleremo di questi due uomini cd c:sarnineremo l'agticolrura alla luce dei loro stueli e delle esperienze fin qui acquisire.

Petrini Piante Garden Piante da interno - Orto Giardino Vasi in terracotta assortiti - Terricci - Sementi Via Mozzini, 13 CODROIPO

Tel. 0432/907560


oo.~

Studenti tirocinanti in aziende locali La sezione commerciale corso lgea dell'fsriruro Lumssio di Codroipo ha avviato da tre anni Lm'esperienza con l'Associazione delle piccole c medie industrie di Udine tesa a consentlrea:i ragazzi delle classi 4° e 5°di partecipare a periodi dj tirocinio estivi in aziende locali. Tutto ciò per consennre agli srudenti di vivere alcuni giomi all'inrerno di un'azienda per porer togliere e verificare le concrete funzioni dell'organizzazione aziendale; analizzare il flusso dei dòcumenri ti-pici, elaborati dru singoli sortosiste.mi; analizzare i rapporri con l'ambi.eme (cliemi.fornirori, aziende di credito. enti locali, associazioni di categoria); inquadrare le prospettive aziendali future e le l)OUtiche di marketing e le strategil!. Lo svolgimento degl i stage è parte qualificanTe del Piano di ori~mamemo alla scelm della profes-

Triennio del

sione approvaro dal Collegio docenti ed Ùltegra le alrre arrività previste qunli mcentri con imprendirori locali, liheri professionisti. promotori finanziari. assicuratori, ra-ppresentanti delle associazioni sociali e civili, funzionari degli istituti JJ credito, ex alunni ora occupar:i. ~'.:esperien­ za maturata in questi anni è risulrara proficua e gli smdenti l'hanno trovata scimolante perchè ha loro consentito di riscontrare operativaruente quamo appre56 a scuola. T neo-diplomati hanno al rermine del periodo di permru1enza in azienda srilaw Wl.a relazione ccirica sull'esperienza vissuta e l'hanno poi disL1ISsa con gli srudenri delle classi quarre d quinte. Nello stcs~o ccmpQ la gran parte delle aziende contattare ha accolto con piacere l'iniziativa che cosriruisce un valido ponte e favonsce la reciproca cono-

~alignani

Non con il prossimo anno scolastico, cosa impossibile per esigenze ~1rganizzazòve, ma in un arco di tempo ragionevole esiste rutta la huona volontà d'istituire a Codroipo ,nel Cenrro Smdi, il rriennio del Maliguani con indirizzo di specializza7.Ìone nel rruno ddla mecca:nica.lu base a quanto affermato dal preside ingegncr Fabio Illusi, intervenuTO a Codroipo, la sede centrale di Udme non è più in grado di acco-

--

in pole position

glicrc srudcmi. E' necessario lstiruite altr.i due poli periferici, uno appunto a Codroipo e l'altro a San Giorgio diNogaro. Arrualmeme il Malignani di Udine assegna il diploma a 600 allievi ed è disposto per 150 (il 25%) a far sì d1e l'abilitazione al tirolo di perito meccanico venga conseguito a Còdroipo e a San Giorgio di Nogaro." ln que~o modo- ha precisato il capo d'Tsrimtoi diplomaci avranno la possibilità di trovare

COOPERATIVA

RORA

sccnza tra gli operatori scolastici e quelli economici. l rutor aziendali banno presenraro al tirocinante ospite le politiche e la strutmradell'azienda. Hanno poi guidato gli smacnti alla visira dci reparti produttivi e consemito di prendere in visione la documentazione e le scritture civilistiche e fiscali. Cinque studenn sono stati ospir:i di alcuni istituti di credito locali come la Banca nazionale de l lavoro. la Banca ùl credito cooperativo dì Ba!iiliann c di Martignacco,rinnovando cosl l'esperienza vissUta gli scorsi anru scolastici ùa altri ragazzi. Le imprese della zona che hanno ospitato gli smdenti sono stare: Diga Control sas,Premedil srl e Lamprom Spa di Codroipo; Ceramiche Fabbro srl e Self sue di Rivignano;l.Ve.Masrl di Sedegliano; Comuzzi e Sbaiz scl Autotrasporti e Salumificio Pitaccolo srl di Varmo.

un lavoro accamo a casa viste le richieste di ditte locali come la Mangia rotti, la Rhoss c la Lamprom nonchè da altre 1mprese presenti nel territorio." Per favorire il decollo dell'iniziativa è necessario che gh smdenti della zona.inte01ionati a diventare periti meccanici, s'iscrivano fin d'ora al bienni() perchè il munero degli iscrlrri è determinanre per il nuovo sbocco scolastico che si auspica che si avvii nel 2000.

• • • • • • •

Pane Integrale e semlntegrale a lievitazione naturale Prodotti da tomo Alimenti dietetici e per bambini Cereali e loro farine macinate a pietra Succhi dì frutta e verdura - Conserve e marmellate Verdure efrutta - Orzo, caffè, aromi ed erbe officinali Olio di oliva e semi spremuti afreddo e Latte, burro, formaggi, yogurt • Prodotti per l'igiene personale e la pulizia della casa SPACCI:

CODROIPO- Via Candotti, 76 -Tel. 0432/908233 UDINE - Via Bersaglio, 7 - Tei.0432/26406 S.VITOal Tagl. -Via P. Sarpi, 32- Tel. 0434/876056


oO~ _ &c~'~_1o____~_____________ S_cu_o_la ~1 Linussio: vendite e consumi indagine rivelatrice Hanno dov uw fare un po' d1 faricn gli srudenti delle quinte A e B del Linuss10 per l'indngine a campione condort:l a Codroipo per menere a ..:onfnmw le due realtà commerciali del cenrro sronco r di viale Venez1a. Fan ca l'avevano farra quando hanno mrerpcllaro J commercianti mrercss:m e altrenanro l'hanno 30srenura quando :.i è rrartato di chiaman: in cau~•l i consumatori. Tanto per fare un esempio ..:oncrero si può riferire che non tutre le fa1111glie hanno risposm alln domnnd;~. ~e prefenscono effetruare lo spe!>a nel-

l'ambito del Comune o a l di fuori. C'indagini! si TJUÒ ugualmente considerare vaUda e soprnrrurto significativa. An~ uno dci dari che più haLta agli occh.i è che i codro1pesJ sono ancora legati al negozio ua<lizionalc c lasc1ano poco terreno a ,·anraggio del supennercato o ai grandi centri. l daciresi noci nell'incontro con il Preside, i docena profes~oreSl.e Osbar c Senru, gli smdent1, i rappresentanti delle categorie c dell' ammirusrraz.ione comunak hanno riguardato 492 famig(je Jj Codroipo con figli in età scolare. eetà

mobili ed elementi per J•arredamento Oltre 3000 mq. d'esposizione con più di quanto immagini per farredamento della casa, dell'ufficio, del negozio e in più... Da oggi c'è anche il reparto computers

Emporio Roiatti

medJa del capofamiglia è di 43 anni. Il numero dei componenti lo famiglia è di 4 persone (53%), ùi 3 (27%) e di 5 (14%). l dJn raccolti sono srari posti m doruc1 rabellc al fine d1 avere la possibilità di anahzlare la scelra del npo ru negozio nel quale abm1olmentc ~'iene efferruaro un acquisto, ti motivo della scelta cd il Comun.: in cui si trova il negozio. Tipo di negoz1o prefenro : rradizlonalc 61 %; supermercato 6 l %;hard discoLmt : 52%; centro commerctale : 62%;mercaro amhulante : 400;{); produttore : 65o/o; vendita a domicilio: 85%; vendha per corri~pondenza : 68°t. auroconsumo 820ft,. J'vlonvo della scelta. qualità 48%;assorrìmcnro nqu; converuenza 521\tl; parcheggio 43111>; serviZio 59qo: ,;cino alm negozi S6th1; amhll!ntc: ptacevole 48%; orari apertura 45%; alrro 59%. Dall'analisi dci dati è posstbde rnoltre comprendere i comportamenti dci consumaron nel momento ddla scelta de l tipo di negozio per l'acquisto del prodotto. Alimentari: supermercato 48% e negozio rradi71onale J20u; le motivazioni riguardano la qualirà 52%, l'assonimento 3 31Vo c la converuenza 301Vo. Per l'acqu1sto dell'abb•gliamemo il consumatore si rivolge ~orramttto al negozio tradizionale : 520u e al centro commerciale :23%. Le motivazioni nguan.Lmo la qualità 43%, l ':~ssuwmemo 39~b c la convenienza 321l4t. Per l'acquisto di prodotti ruversi dagli alimenrari e J:~U'abbigliamcnto il consum.trorc si rivolge ~oprarrutto al negozio tradizionale 6211tl, al cenno commerciale 19Un c al supermercato 15%. Le motivaziOni nguardano la qualità -IO~o. l'a!l~orumenro 36% e la convenienza 30 Qu. furto sommato d negozio tradizionale è sempre un punto di riferimento pnnctpale per il consumarore che nel momento de llo ncerca de ll a qualità, a~­ sortimcnro e convenienza si rivo lge anche al supermercato (alimentari), al cenrro commerciale (abh•ghamenco) ed a1 supermercan e centri commerciai• per 1 prodom diversi dagl• aliumeman e daJI'abbighamemo. [n sostanza ti ...on&umatore, in base ai dari forniti dalb ricerca. acquittta i prodotti alimentari a Codrotpo per il 62%, l'abbig!Jamentn per il 51 evo c al m prodotti per d 52%.

-


00 ~

P~GINA

Uomini fatti idee

11

Concetta Bertoli, la crocifissa di ~ereto ----~~

A Mereto la con,tderano una Santa, mvocandola per un :11uto ne1 ptcmh come nc1 grandi problemi quoridìaru.dccine di pe!'l>ont: testimoniarono. c altre tuttora affermano, di aver ricevutO numerose graztc rivolgcndo!.i a lei. Basti un esempio: un g~orno, Wl bambino del suo paese, gJOCllldo con la cannuccia vuota ili una pcrma a lanciare ,soffiando, un chiodo messo lì dentro, lo inghiottì per sbaglio. l parenti del bimbo, spaventati :1ndarono da le1 imploranti: Ici disse che tutto si sarebbe rrsolto sem•.n l'intervento det medtci. Così fu. Sebbene siano trascorsi piCt di quarant'anni dt1lla sua morte, Concetta BcrtoU. nata a Mereto di Tomba il 14 aprile J908, resta nei cuori di chi l'ha conosciuta e di chi poi negli anm si è avvicmaro alla sua mcmona. La piccob Conccna era una bambina come rnmc nel Friuli d'rntzto secolo: rermmare le d~• elementari. do,•ette aiutare i fmmltan sia nei campi "a in casa, obbligata dalle condtt.ìom dì povertà in cui si vtve\ a. R.aga:aa assat vtvace( amava talmente il ballo tanto che "l rmrò dall'Az.tonc Carml.ca, cut s'era IScritta, pcrchè sapeva che le due cose erano in contr:mo), conobbe il suo dranm1a all'età dt sedici an m e me:ao: alla vigilia di N:ualc del l 924, andando a Messa, avvertì delle fitte ad un ptetle. Nonosranrc ciò. dovl!ne continuare a lavorare come ~empre. Nelln prliTiavera dell'anno seguente, lu malattia s'aggravò lna~>petmrnmonre: Conceqa un giorno mrnò tl casa dai camp1111 lacrime, quasi non rtuscendo a cammmnrc. Dopo un breve quanro inurde soggiorno a Grado,nell'autuuno del 1925 la povera ragazza era costretta a letto, con atroci dolori lungo rutto il corpo: dovette rimanere chiusa nella ~ua cameretta, nuscendo a malapena a seùerst per guardare fuori dalla finestra. Nel l929le fu co~LTUita una carrozzelln, sulla quale potè finalmente civedere il ~uo paese. ~cmpre spinta da qual-

w

cuno. Solo allor:1 i medtct o;tabtlirono che malarna SI u:mava: armre nervosa defomlante poliarricolarc reumanca. Già ti nome è terribile, e terribile fu In condiztone di Concetta, che nel 1930 si rrovò completamenre immohiliaara: dd suo corpo si muovevano solamente gli occhi, le p:tlpcbrc, la lingua e il cuore. Poreva mangtare solo cibi liquic:U, bere uova, succhiare pezzi dì do lce o di frutta. All'ini:tio dl.l respmse tutto questo, e ripeteva: ''Non voglio! N"on vogho! Pe rchè propno a me ?";poi, già dru pnmi annt di malama, g•·azie ru parenti. ai compaesani c al parroco Don Nicodcmo Zanini(morì nel 193.5, poi venne Don Eugenio Peressini) che le srcrtero accanto, accettò la sua croce, portandola con dìgnità c cercanJu dì Jven: una buona parola per mrri coloro che 1:1 visitavano. Tnfarri, già dal '30, quando let era già confinata a leno, chi andava a rrovarla credeva di darle un po' d t conforto e compagnia, ma spesso accadeva il conrrano: era Concetta che ascoltava con partccìpnZtonc i problemi al[rul per pm serenamente dare un consiglio e invirare a pregare. Chi usciva da quella camercna in ~im:t .t Ile scale er:1 li!tteralm~re srordiro da quell'esempio di accettazione cristiana Jel dolore; capiva che s'era posstbile sopporrare un dolore come ti suo, sopportare e superare certi problemi di ogni giornu ~arebbe stato faci le. Concerta sapeva che Dio l'aveva messa alla prova. Disse: ''Nun ho abbastanza fiato pc.:r nngr:1l.iare il Stgnorc d'averml messa in queste condizioni , perchè, se io fos:.i srara sana. chissà quanto carriva sarei stata". Ed era solita ripetere:" male, senza rassegnaLtone, è tremendo; ma, se c'è rassegnazione, non è nieruc". Andò in pcllegnnaggio a Lourlles nel luglio 1938: umtlmenre non chtcsc la guartgione ma chiese cd ottenne dalla Madonna, cui era parricularmenre devota, la grazia di riuscire a sopportare il dolo-

n

re e dt ncevere la Comunione{prese la particola ammorbtdita m acqua).l'\el1940 prese uu'imporranrc dectsione: volle.: vestire l'abito Jel Terz'Ordine francescano, per la venerazione che aveva verso San l rancesco d'Assisi. Di ma le lei ne passò anc~>ra ramo: nel1948 iniziò ad offuscarsi la vista, dllC anm più tardi divenne completnmenre cieca. Nel settembre del 195 l .mdò a Loreto: lei, già cieca, implora la Madonna ÙJ porer vedere solo la Basilica c.: la Santa Casa c viene esaudita. Arriva il 1956: 111 gennaio annuncia la sua morte enrro l'anno e l' 11 marzo si spegne, dopo 31 anni di malattia, 26 nell'immobilità, 5 di "ecirà. Viene \epulra neJ cimitero del pac:J>e. 11 processo ordinario informativo per la beatifi=onc si è aperto a Udine il 13 gennmo 1969, su richiesta dci Terziari francescani, ma anche di meri coluro che cnnobhero Concetra. furono senriri 43 tcsumon~ tta cui undici sacerdoti. Concetta fu dchmta "St!rva ÙJ Dto-; Il processo st è chìu~o nel novembre del 1971, ora s'arrende la causa di beatificazione vera e propria. Il 5 agosto 1973 la salma è srara trasportata nella chiesa dì Nlt!reto su auronnnztune deU'Arcwescovo B-arrisri e la sua tomba si può vedere appena entrati, sulla de~rra. A Codroipo invece Concerra è rctffigur<~ra nella cbiesa di Santa Maria Maggiore, in un dipinto insieme a Beato Odorko ùa Pordenone, suhiro a sinistra dell'entrata sopra j ( Battistero. La sempHcc camc.:rtltra dove vtsse forutt amenre per 16 aruti st rrova dietro la chiesa parrocchiale: di Men::to; si può rranquillamcnre visitare, la porta è aperta giorno e none. Vi si trovano ancòra le sue povere cose. U luogo ~pmge a raccoglierst ln preghiera: cht non crede, rifl.cna ed ammiri la fede e la dignità di Concetta Bertoli_ che nel suo immenso dolore, aveva sempre un lòorriso per tunt.

Alexpo

CONSUlENZA TECNICA PROGITTAZIONE REAliZZAZIONE E MANUTENZIONE DI GIARDINI E PARCHI

e

DITTA SPECIAUUATA NEllA REAliZZAZIONE DI TAPPETI ERBOSI Green Service Italia


_ _ _ _ _ _J_: l person11ggio 1

Sebastian, nato per il pianoforte ho dovuto fame -W m 15 g10rru. Come dicono aU'Acca.demia. è difficili~imo entrarci (nel '94 c' era un soln po~to m palJO per 60 concorrenti) ma facilissimo uscirvi (ogni anno si deve superare un esame Ùl permanenza, che consiste nel >uunarc per due ore braru a memoria). Tuttavia, devo dire d i aver faao mo lti progre~si."

-Come fai a frequentare conr:emporaneamente l'Accademia e il Liceo?

Rifler.rori punrad questa volta su Scbastian Di Bin, 16 anni, ralenmoso pinmbta di Plasencis, frazione di !l ferero di Tomba. Vive con i genitori ed un fr.lrello maggiore. Frequenta la rcrza classe dd liceo linguistico Manzim d1 San DJ.mele. -Come riesci a conciliare lo studio liceale con quello sulla tastiera? "Devo ammettere che è un po' dura, ma ho sempre con~iderato le due cose complementari: un bravo piamsrn deve tmmergere le proprie conoscenze musicali nelle altre discipline, poichè la music::1 ha come srrurrura di base i fondamenti Ji altri sapcri. M i riferisco alla matematica, alla fisica e alla filosofia, che fra l'altro sono le mie materie preferite."

-Raccontaci dei tuoi inizi. "Il mio prim o rapporto con la tastiera è iniziato a u:e anni: avevo paura d1 quella che mi sembrava u na grande dentiera Ùl un animale e norme e , per djfendermi add irirrura ne ho mo rso qua lche tasto. A quattro anni bo cominciaro a mimpeUare, a serre sono iniziare le lezioni vere c proprie con il maesrro Carnevalem. In seguito con la guida de l maesno Comardo ho sviluppaw le m1e doo musicali e con il maestro Sivilorri ho affinato la mia tecnica. Già all'inizio, comunque, chi mi semiva suonare si srupiva della mia incrediliile sensibilità alla musica e allo strumeoro."

-Ed ora

r

''Dal '94 sono iscritto all'Accademia internazionale di Lmola, una delle m1gliori al mondo. Sono seguito dai maestri Scala per il piano e Rattalino per la letteratura musicale. il primo anno è Stato terri bile, lo confesso. Io venivo da ritml d i studio lentissimi: pensi che in un mese facevo dodici pagine di bra nì a memoria, all'impro vviso

"Quest'anno ho frcqucmam il Liceo in media due giorni per semmana; i compagni mi passarto gli appunti. Trascorro Ol;.'llÌ week-end ad Imola, dove mi reco in rreno accompagnato da mia madre. Inolrre ogni gtorno devo allenarmi alla tnsnt!ra per sette-OttO ore"

-Anche se sei bravissimo, per restare tale devi !Bre molti ... sacriEd. ~Cerro! E' da molri anni che m fam1glta non facciamo una vacanza vera, c. m ogni caso, ovunque si vada deve esserc1 un p1anoforre. Ancht: i miei ~i sono sacnficati nel !>Cguirmi: durame il primo anno di Accademia hanno tentato di scotaggiarmi• .wvertendomi che la cosa, forse anche per me che non mc ne rendevo conto, SI stava facendo tro ppo grande, ma ho coorinunro e non mi pento. Per quanto riguardo le spese, ricevo da quattro an ni una borsa di studio dal la Elecrrolux-Zanussl che mi rermette di viaggiare anche all'ester<> per concerti."

-So che da sette anni a questa parre nei bai fatti parecchi. "Sì, è vero. Nd '91, a nove anm, sono Ùlvemaro ù più g10vane ambasciarore dell'Unicef c ho farto molti concerti per beneficenza. Sempre a nove anni ho vinto la selezione nazionale del 4° Premio internazionale Mozarr Under l J ed ho pa.rteaparo alla trasmissione ~Bravo, Bravissimo" con Mike Bongtoroo.Duc anni più tardi ho vinto la selezione inrernazionale "Enfaot prodige" a Roma ed ho ricevuto il premio "Moret d'àur" per lo l>pcrrncolo. Nel febbraio del '94 ho fatto un recital per la "Word youth talt:nt assooa.rion" alPalce Horel di Gsraad (Svizzera), presenraro da Roger Moore (un evento davvero esclusivo). N el dicembre '95 ho suon ato per Tclcrhon con Katia Ricciarel li; il mese seguente, per Ucinq uan-

tesimo anruversano deli'Unicef al teatro Mass1mo di Roma. Molte mie e:.1bizioru sono :;rate trasmesse da Rai tmo, Rai tre, Canale cinque, Tmc, Tele Friuli, Tele Capodisrria, Tele Chiara.".

-Programmi per il futuro? "Qualche mese fa Luigt Alberto Bianchi. diretto re della P hilarmonic O rchestra Ji Londra mi ha proposto di eseguire un concerto assieme entro l'anno . Ino ltre lo SIgnora Moore vo rrebbe orga.n.izzare sempre per il '98 u n a gra nde r iu nione concertisricn a l .ondra. Parigi o Vìenna."

-Oltre al pianoforte, ti piace suonare qualche altro saumenro? "Arno ù v10lU1o, dove es1sre un rapporto suonarore-srrumento più diretto rispcrro a quello del piano."

-Chi prefe.risci cm i gr:mdi della. musica classica? ..Premetto che cons1d~:ro quella class1ca In mul>ic.1 prunaria. Al suo inremo si po!>sono distinguere il campo cla!>.'>ico (il più grande è Bach ), quello romanrico (Schumann, Chop10. ma soprattutto I.tszr, che amo) e quello moderno (Rachmantnov, Srravinskij, Debussy. Ravel ecc.).

-Cosa pensi delle altre musiche, come la leggera, la lirica, ecc.? "Beh, la lirica non t! paragonabi1e alla m uSica classica, p01chè è scritta apposta per il rcarro , cht! è rappre~t:nrazione , finzione: non enrra dircrrnmcnre nell'animo come la classica, dove SI suona solo iJ brano l:ìne a se 'res,o, senza collegamcnri con una ~'to· na da rappresentare. Della musica leggera apprezzo alcum camuaron che nei loro pezzi comurucaoo qualcosa di significati· vo: Lucio Dalla, RenatO Zero, Eltonjhon, l ouis Anru.trong per qua.nro riguarda il 13U· U rap mvccc non è musica, è rumo e , quando il ritmo prevale sulla melodia, non c'è musica. La musica classica invece non è riperitiva, porta chi l'àscolra ad un coinvolgimento Ùlretto, con dolcezza, ma esige 1mpegno ed attenzione..,

-Percnndudett; qual èlafunzionedellamusicar "La musica deve em ozionare: ha il compim di rapire l'animo di ogni llOmo per fargli scoprire sensazioni nuove."

Alessio Potocco


CROCIERA ISOLE DEI.I.A I.UCE - --

dal 6 al11 maggio

--- -.

M/N The Azur Savona l Barcellona l Palma de Majorc a l lblza 1Minorca /Corsica l Savona. Pullman da Codroipo pensione completa cabine doppie con servizi. Prenotazioni entro il 15 marzo

.l

E 1. 150.000

AMSTERDAM l BRUXELLES

r-

Agenzia Generale

dal 7 al11 maggio

BRITISH AIRWAYS

Pullman per Venezia - volo per Amsterdam Pensione completa - hotel 3 stelle - tre giorni visite guidate

r. 1.45o.ooo

7

-----

VIENNA dal15 al17 maggio autopullman hotel 1• categoria- pensione completa Due giorni di visite con guida e ingressi

E. 490.000 - - - - - - '

r=

SAI.ISBURGO l M ONACO dal 4 al 8 settembre -

VIAGGIA GRATTA E... VINCI

In autopullman hotel 4 stelle - pensione completa Sallsburgo - zona laghi - saline - Monaco - castelli della Baviera

c

e Vinl

E. 790.000 - - - - - - - '

TARIFFE PROMOZIONALI uVOLAMONDO" CON BRITISH AIRWAYS validità fino al 31 Marzo 1998

USA E CANADA: BOSTON BALTIMORA CHARLOTTE CHICAGO DETROIT HOUSTON LOS ANGELES MIAMI NEW YORK PITTSBURGH

Tn omaggio ai clienti biglietti Gratta

E 628.000 E 660.000 r 66o.ooo r 628.ooo r 628.ooo r 66o.ooo E 814.000 E 736.000 E 600.000 E 660.000

S FRANCISCO SEATILE WASHINGTON MONTREAL TORONTO VANCOUVER REGNO UNITO: LONDRA adulti · bambini MANCHESTER BIRMINGHAM EDIMBURGO GLASGOW BELFAST JERSEY

f: 814.000

r 814.ooo r 660.ooo E 660.000 f 726.000 r 928.000 E 390.000 E 195.000 !: 480.000 r 48o.ooo i: 610.000 r e1o.ooo r s1o.ooo E590.000

SUD AMERICA : BOGOTA' CARACAS MEXICO C. RIO DE J. S. PAOLO SANTIAGO C.

r 1.ooo.ooo r 1.ooo.ooo E 1.000.000 r 1.ooo.ooo r 1.ooo.ooo E 1.000.000

CARA IBI:

E 1.300.000

~

f: 1.100.000

NAIROBI MAUAITIUS SEYCHELLES

r 1.1oo.ooo r 1.1oo.ooo i! 1.100.000

ORIENTE: PECHINO HONK KONG JAKARTA

i! 1.100.000 f: 1.100.000

KUAlA WMPIJR AFRICA: ACCRA CAPETOWN

DAR ES SAL.AAM DURBAN HARARE

MANI LA

r 1 1oo.ooo 1 SEOUL E 1.100.000 TAIPEI E 1 100.000 TOKYO E 1.100.000 NAGOYA E 1.100.000 OSAKA

E 1.100.000 E 1 100.000 E 1.100.000 f 1.100.000 r 1.1oo.ooo E 1.100.000 E 1.100.000 E 1.100.000

Piazza della Legna, 1 - CODROIPO - Tel. 0432/904447 • 908689 r.a.


00 ~

fJsito/ogill e benessere

_P."'c_INA_ 14_ _ _ _

L'ansia: un fenomeno normale o no? Uno dei concerti più consolidati in Psicologia è quello per cui la differenza che estSte tra ctò che è normale e ciò che è patologico è una differenza di quantità, non di qualità. In alrre parole, non è affarro patologico provare dell'ansia, invece Lo è quand'essa usualmente supera un certo livello o quando perdura troppo a lungo nel tempo. li1tte le persone, senza eccezione alcuna, anche quelle pitt forti e sicure di sé, poswno in dererminnti momenti o sitl.l!lZioni provare dell'ansia. Questo, evideruemenre, non è un fenomeno patologico. Anzi, esistono numerose nccrche le quali rendono a confennare che un cerro livello di ansia è addiri!Illra favorevole alla persona poiché l'aiuta ad affronrnre meglio, con più pronrezza ed efficien..:a, situazioni impegnanve o problemariche. Si è accen:aro, ad esempio, che un modcraro liveUo dl ansia m occasione di esami, mcomri di lavoro, rrartative di affari e persino nelle • rela~zioni amorose iniziali, contribuisce all' ortenirnento dei risulta d arresi più d1e se si affrontaSsero le medesime siruaztonicon uno StatO d'anuno freddo e distaccaro. l::msia., a ben vedere, sta a significare almeno due cose: l) che la persona dà impon:ana J sé sressa e vuole evirare di fare "brurrn figura" in una data situazione; 2) che la person;~ arrribwsce oorevo le lmpon:am.a alla Sltua2IOne che deve affrontare. Ecco, 1:J differenza rra fansia "nom1ale" e quella che poi tamo nomlale non è, si gioca

rutta qui: quanta è l'importanza che una detcrminarn persona dà :1 sé stessa? E quanta è l'imponnnza d1e quella sressa persona arrribuisce alla siruazione in cui ~i trov:~ o nella quale sra per trovarsi? Più è elevato il concerto di sé, il proprio orgoglio, la propria autostima, :~ùilinttura la proprta varurà, ptù si è porrao a provare mtensi livelli di ansia quando c• si viene a trovare in una simazione nella quale occorre dimostrare qualcosa a qualcuno o t:omunque non si è certi del proprio successo. D'alrra parre, più una certa siruazione viene vissuta come difficile, rischtosa, di fondamentale tmportana-quando ctoè si pensa con rurrn la propria convinzione che "la posta in gioco è alta" - mnto più l>i è indotti a provare ansta. Attribuire quindi un'importanza oltre JlllSUrn al proprio sé, alla siruaztonc che si deve affronrore o ad emrambe le coM: insieme, innesca una sensazione di timore, di angoscia, di tensione; si prova difficolt:l ad organizzare le proprie idee, a ricordare, ad agire m modo sensato e coordinato; possono verificarsi anche efferti fisici quali aw11emo del barritO am.liaco, sudorwone, voce resa, respirazione faticoS3, rossore al voltO e così via. l:ansia è normale finché la pen.ona riesce a manrenere un adeguaro livello di controllo su sé sressa e sulla sima1jone che vtene a fronwggiare; non è normale, invece, quando il più delle volte l'ansia è mie da prc:giudicare in rutto o in parre il sucçcs.'IO che altrimenti si

VALORIZZA IL TUO RISPARMIO CON l PIANI PREVIDENZIALI E FINANZIARI OFFERTI DA

Per Informazioni e preventivi personallzzatl rivolgersi a:

Petri e Maier.o Agenzia di Codroipo Via IV Novembre, 3 Tel. 0432/906088

sarebbe pormo ottenere, pur essendocisi adeguatamente preparati ad affrontare la siruazione are.iogena. Ad un cerro punto, può avvenire che l'ami:l diventi una M:nsa:t.ione pressoché quotidiana, un \'ÌSSUfo dlc la persona ,; porta dentro conrinuameme e che prova and1e se non c'è alcuna SLrWlZione o condizione "rischiosa" che deve affronmre. l n qualche modo, è come se la perwna si trovasse sempre in allarme, andle quando sa che non ci sarebbe proprio nulla di cui al.larmarSt. Paradossalmente, può avvenire d1e mie sensaztone diveno più acurn nelle ore nottume o quando la persona è da sola. propno perché in quet. momenti ci sono meno stimoli c meno ~bilità di distrazione, per cu1 è come se il krumore di fondo'' della nostra mente ~ e ciò ci facesse M:ntire m modo più netro il "suono" di talune nosrre "corde interiori". Si può combattere l'ansia e porre rimedio ad una sensazione cosl disrurbante che, a sua volta, rende ad accenmare o a creare problemi di altro genere? la risposta è s1curan1ente affermativa: molro infarri si può fare per ridurre l'ansia e ricomlurla a livelli normali. Non si crarta però d1 nsultati che si possano onenere m tempi brenssuru: la Psicolog~a soenrifica non dispone eh "ricette" facili, •mmediare, ugu<~li per rutti. Ma una volrn che lo ps1cologo sia riuscito a chiarire quali sono le determinanti ~-peci fiche dell'ansia della per;ona che ba davanti, è pos'iibile dar luogo ad un intervento psicologico miraro. Poiché la Pstcolog~a non è una scienza monolinca, essa prevede una molteplicim di stiliopcr:uivi. Uno diquesn, ild esempio, consiste nell'incrapre.ndere un 1doneo cammino di "rJapprendimenro", assoluramenre mdividualizzato, arrraverso il quale la persona può, da un lato, acquisire nuovi modi di pensare e, dall'altro, può scoprire e praticare spc· ciiidle strategie di comportamento. Alla fine, avrà appreso a tenere l'ansia sorto conrrollo e ad agu-e e reagire suni.l.mcnte a come fanno gli uomiru e le donne più sicuri di sé.

Rubrica a aua del Dott. Luigi Cosmi, Rivignano. OJ~fXm!dl~iJJm',piJiamclt cmip:n:bTl:J{XtY.Utl~'iltue".ù tip:Htltmlm:IJt~fimlliÌ

1


Memorie 1 Il friuli dell' immaginario collettivo Con questa nuova rubrica che ci accompagnerà nell'arco del 1.998, curata dallo srudioso e ric:ercarore Guido Sur,che riene un corso :,peciEco sull'argomenro alJ'Universicà della Terza Ecà di Codroipo, intendiamo riportare alla luce uno squarcio del Friuli di ieri frutto di credenze popolari c:ram!lndare oralmeme d1 generazione e generazione: episodi di VÌI' Ì che s'intrecciano con quelli dei rrapassariJarri veri o presunti tali, rradi;:iom~ leggende, memorie di "orcui, aganis e sttJes ···~ un increcdo davvero formidabile, un quadro inreressanrissimo con un alone di magia e di miscero. erigìrwro dalle fantasie dell'immaginario co/ler;rìvo nelnosrro cerricorio.

11 ciòc dì Nadal Soma e J'v1arco erano dai nonni al pranzo di Na~ale assieme a mamma e papà.Sapevano poche cose iliNarale, solLllmo di Gesi1 Bambino, dci regali, di Babbo Natale, deUa Messa di mezumotte, degli alben con le luci, de1 presepi e che avrebbero mangiato rra poco il panettone. Marie e Bepi sapevano molte cose di Natale. l] padre di Bepi al primo tocco della campana dci "madins~ era andaro nella sralla ed aveva portato un "pie" di erba alle mucche. Avevano scaldato Gesù Bambino ed un po' di riconoscenza ci voleva ! Gli ;mima lì erano irrequieri, sembrava bisbigliassero rra loro; meglio non sentire. A Vigi, che era un curiosane~ eta andata male queU"anno lll cui volle sencir parlare gli aniruali della sra lla nella notte di Natale! Il nonno di Marie a febbraio, undici mesi prima, aveva ta.gliaro il "ciòc", l'aveva conservato con cura patticolate, era il più grande e grosso(tosl sarebbe d ivenrato grande c grosso anche il maiale). Lo sistemò, lui, ch'era il più anziano della casa, .nella norrc santa, sul fogolar, mentre rmngli altri erano ai "madins". Doveva bruciare lentamente, perchè tanti più giorni durava il ceppo acceso, ranti più sacchi di frumento avrehbe raccolto nei campi. Segnò JJ fuoco col segno della croce e si sede m at:camo a l fogolàr e quasi si assoph•a, quando sénù bussare alla porra. Cui isal là. D ciòc di Nadal. Ce puarnal. Sah1t e forrune. Apri la porra, cnrrò il "copari" e bevettero

ilrosso che era stato travasato nell'estate ili San Martino. Un augurio fotte, robusto. Entrambi sapevano che non bevevano iJ vino solo per loro, ma and1e per ntttì i loro defunti pure loro presenti in qualche modo nel mondo dei vivi in questa notte misteriosa e magica. AliOia .rruse quattro tizzoni nei quamo angoli del fogoliìr, mise dodici fette di cipolla ai bordi del fogolfn: e dodici chicchldlmais Attesero un po'. Scoppiarono quasi rutti l grani e diventa.rono"siores".Buon segno. Segno di anno abbondamc. Raccolse la prima fetra di cipolla. TI "copari la palpò tra i polpas.relli anche loro incalliti ormai per il rroppo lavoro. Non era molto umida, un mese di genrutio poco piovoso, la seconda poco umida, un febbraio poco piovoso. La quinra era umidissima e viscida: un maggio con pioggia abbondante (brutto segno, era il mese delle foglie del gelso per i bachi). Poi U ''copari" se ne andò, l'anno dopo toccava al nonno fare il"cioc di Nadàl". Enrrò un soffio d'aria gelida nelJa casa. Rimasto solo in un silenzio irreale, inquietan~e, dj attesa, il nonno rimesco lò il brodo dJ tacchino( la sua famiglia poteva permetterselo). All'una ritornarono tutti i suoi dalla Messa di Mezzauorre. La nonna vers<Ì a rutti il brodo nella scodella. Era caldo e buono, profumato e saporito. lo nonna prese la candela per salire in camera. Vi si saliva dalle scale esterne. Fece il segno delia croce con l'ultima acqua sanra dell'Epifania scorsa. Il fumo della candela andava verso est. Rimase di nuovo solo dopo ch'erano sallrl ne lle camere i figli e la moglie. Loro sapevano da anni che aveva ancora qualcosa da fare in quella notte. Raccolse le braci del fogolàr e le mise m un secchia. Le copr:ì con la cenere. Mise il secchio sotto latavo la e sopra mise seì pezzi di pane: uno

per li Natale, due per ù Capodanno e tre per. l' Epifani a. In un altro seccblo, un po' più piccolo, mise ancora braci e un po' d'incenso c lo accostò all'angolo in cui sua moglie non versava il sale benedetto. 11 fumo renne lontano per mrto l'.anno gli influssi malefici. Tn un terzo secchio raccolse la cenere. Ora nmo era finito ed anche lui andò a letto. La notte era steli ara, la luna :.1:ava calando.Erafreddo, ma rutti i Natall erano ireddi. Soffiava da due giorni il freddo venro di bora. Il giorno dopo mise sotto il piatto della moglie la so lira chiave e sorto il piatto del .figlio un anello. La figlia, che trovò sotto il piatto Il pettine, rimase un -po' male, ma d'altra parre sapeva che la sua vita sarebbe stata ancora imrica:ra. Quando la se.ra prima. dopo la buonanotte, senZ:l che nessuno lo sapesse, c:ra andara al vicino torrente, nonostante il freddo, luogo a Ici caro, dove tante volte aveva sfogato da sola, non visra da nessuno. le sue angosce e le sue malinconie, nell'acqua corrente rischiarata da lla luna, aveva visto fermarsi immagini non ben definite, frastaglia~e. U giomo dopo, ch'era la festa di Santo Stefano, il nonno .mise un pizzico di cenere nel cesro della semina, Ull al[ro pizzico sono la trave più grossa del tetto della casa, un a ltro pizzico sulla soglia, un altro pizzico nella s~anza dei bacili e poi un p()' nel porcile e nella stalla. Prese il ntbarro, si copr:ì ben bene, ora il venro glaciale fischiava fone [fa i rami nudi dtlgli alberi, e buttò il resto delia ..:enere nelcortile e nella "hraldc", nella prima vite del filare, alle radlci del melo. Si dice che avesse lanciare un po' eli cenere sui rami del melo, rua lui non ne parlò. Smùa e Marco avevano nel frar[empo mangiato il panettone. Poi si misero, come ogni giorno, davanti al televisore:.


DO~

__.PA<J_JNA_16_ _ _ _ _ _ _ ~_o_ l~_ ite_ ve_'rl_ de__J

La potatura

-

--------------~~~~~------------------------------· ------~-----

Rubrica a cura della Cooperativa Agricola Forestale Dimensione Verde La porarura rappresenta un mezzo per regolare la forma ed il comportamento delle piante. Per esegu1re una porarura corretta è però oppo rtuno conoscere le esigenze e le caratteristiche delle specie su cui si intende intervenire, avendo le idee ben chiare su quali risultati si vogliono orrenere daUa potatura. Molto spesso l'obb1errivo che ci si prefigge è quello di ottenere piante esteticamente più belle e ordinate, ma un intervento di raglio eseguito in maniera sbagliata può produrre l'effetto contrario. E' imporrante ricordare che l'intervento di potatura ha l'effetto primario di prevenire l'insorgere di malattie, limitando i ristagni di umidità dovurt alla presenza di eccess1va vegeraztone e favorendo la penerraztone della luce del sole anche nell3 zona più interna della chioma. I a porarura rappresenta, inoltre, un mezzo per dare forma alle piante durante la loro crescHa, per mantenere le dLmensioni loro assegnare enuo le misure presrabillte, per nngiovanire individui vecchi e danneggiati, per creare le migliori condizioni di produzione di fiori e di f rurri, o, al contrario, per favorire lo svtluppo vegetativo o, ancora, per dilettarsi nella creazione di vere e proprie sculture viventi.

.Le gemme E' indispensabile fornire alcune indicazioni sulle gem me, in modo da evidenziare gli elementi essenziali per il ril:onoscimento delle stesse. E' estremamente importante, infatti, sapere riconoscere le diverse funziont che ad esse sono arrnbutte, per prevedere quali saranno gli effetti di posr-porarura. Gemme apicali: sono situare all'c~tremità dei rami e fusti, di cui

controllano la lunghezza. Se tagliate, tali gemme favoriscono lo sviluppo delle gemme VJcme. Gemme laterali: sono posre all'ascella delle foglie e da esse sviluppano germogli laterali. Talvolta rimangono "donn.ienci" per diversi anni. Gemme dormienti: sono genune provvisoriamente inattive. Se stimolate da interventi di potacura, possono svilupparsi. Gemme a legno: sono gemme, spesso laterali, in grado di sviluppare germogli vegetativi. Gemme a fiore: sono più grosse delle precedenti e di colore più scuro, spesso sono apicali. La potatura di mantenimento ha la funzione di conservare la forma delle piante, favorendone lo sviluppo vegerarivo e la formazione di fiori e di frutti . Il raglio di alcune parti della pianta, infatti, stimola la loro sosti ruzione con una nuova vegetaziOne p1ù giovane, sana e vigorosa. A volte, tale porarura favorisce anche la produzione dei boccioli, grazie ad una magg10re formazione di gemme a fiore. Porarure che alterino eccessivamente 1a nawrale forma della pianta vanno quindi evitate, in quanro finiscono spesso per influire negativamente sulla crescita e sulla rusticità della stessa. li primo principio su cu1 basarsi, wdipendentemente dalla spec1e su cui si intende intervemre, è quello di euminare sempre rami e parti secche della pianra, malformate o comunque danneggiare, che possono essere individuate "ad occhio". Una volra eliminato ilnecessan o, occorre valutare se es ista una vera e propria necessità dì sfo l timenro, osservando se si hanno sintomi di in debolimento, di ingiallimenro o di diradamento fogltare dt alcune zone della pianra. Se vengono nsconrrari tali stntomi è indispensabile favonre la penetrazione dell'aria e della luce ~olare nelle zone danneggiare, diradando i rami troppo vicim. A q uesto proposito, è bene ncorda-

re che il raglio va effettuato il ptu vicino al terreno, oppllte a livello delle ramificaz10ru primarie o secondarie seguendo alcune regole fondamentali: 1) L'inclinazione del caglio de1re for-

mare un angolo il p1ù possibile prossimo a 45° con l'asse del ramo, parallelo all'asse della gemma per favorire lo scorrimento dell'acqua sul taglio in direzione opposra a quella della gemma 2) il caglio deve essere sempre effettuato leggermente al di sopra dell'apice dJ una gemma 3) va evirata la formazione di monconi, in quanto la parre di ramo compresa rra la gemma e il caglio finisce per seccars1 4) aJ fine di fa1orire una rapida cicamzzazione del raglio, quindi per evirare il verificarsi di infezioni patologiche, utilizzare le pasce cicacrizzanci. L'enntà della pocarura, cioè il numero de1 rami da cagliare dipende, olcre che dalle condizioni ficosanirarie generali della ptanra, anche dalla specie su cui si deve mrecYenire. Porarure energiche vanno effettuare su Abelia, Deurzia, Ibisco, Porentilla, Spirea, Vibur n o e Weigelia, mentre molto più contenurj dovranno essere gli interventi su Calycanthus, Cassia, Lonicera, nelle quali andranno e limtnau solo 1 rami più deboli o danneggiati. Drastiche potarure SI porranno effettuare, mvece, sulle Lager-stroemie e sugli Oleandri dove i ratn.i più vecchi potranno essere eliminati completamente. Specie come il Caprifog!to, le p1anre arbusnve, le Sirene, le Magnolie, le Maome, le Camelie e i Gelsom tnt, anche se to llerano senza grossi prob lemi g li interventi di taglio, in genere vengono avvantaggiare da semplici porature dt sfolrimenco c di conrentmento (raccorciamenro), a volre a mantenere le forme prestabilire. Per alrre ~pccte, come ad esempio l'lppocasrano, il Rododendro e le 1a.merici, non viene normalmente eseguita aJcuna porarura, se non la sopracitata clurunaZlone delle parti secche.


00 ~

p .,GINA

17 __ __---:-----~ _ ia_n_e_fii_IJ_o_ nD_II__,I

Pranzo di Natale Candele accese fra rami d'abete e bacche d'oro su lla tovaglia immacolan1 dello festa. Scinri llnno le stoviglie ed i calici preziosi del giorno di Natale; il tavolo apparecchi:uo è lungo perchè 1 commensaL sono rontt e c'è perfino qualche posro m p1ù: chi ha rifimato l'invito porrebbe sempre ripcnsarci. La parentela anziana, o meglio :mtica, ili CU I m1occupo come-posso mi ha abitu:ua a1 suo1 ntu:1li, fra cui quello degl1 mvirt: per i compleanni, gli anniversan, le feste di Natale e Pasqua. la convocazione deve essere fatta due-mesi prima, in modo che poi ci po~sa essere rurro il tempo m:cessario per far seguire all'iniz1ale - Non se ne parla nemmeno- la consucr:t sccneggtarn del - Vengo, no non \engo ... ch1 c'è? Cosa si mangia? Cosa vengo a f::lrc 10 che ~ono vecchio ...-. Per ~entir:.i 'eramente dcsidcratt, i vecchi banno b1sogno di f:trsi pregare e d1 convincerti che, ~e proprio sono costterti, ri faranno Wl favore. Ma Angeline quesra volm non è pròprio voluta \•enire. -Sono rroppo vecchia,- ba derro· e poi ha aggiunto ch'era divenrara un ··oracul" e che era meglio se non 5.1 faceva vedere da ness~.1o. come da copione, ho ms•sriro c sospirato e di nascosto ho sbuffato menrre le1 srrologava per inventarnc: una nuova e infarti: -T vostri figli hanno i" muros'' che poi li vengono a rrovare c io non so neppure come si chiamano rum quei " muros", nè se sono glj stessi del-

COO PERATI V A

l'anno scorso ... Sono almeno sempre quelli?-. -Il .Buon Natale si può dare anche a chi non si conosce,- avevo tentato ili eludere la risposta, ma non c'era stato verso. A causa de1 "muròs" de1 miet figli e ili quelli dei loro cugmi, Angeline aveva definirivamenrc rifimaro l'invito al pranzo di Natale. Larmosfera a tavola è gioiosa, finalmente rutti insieme, tu m vestiti a festa, '" mia fam1glia e quelle de1 miei fratelli sono riunite anorn o a mi a mndrc, la gran matriarca. l ragazzi parlano e ridono fra loro, noi donne esibiamo i regali crovari sorro l'albero, i nosrn uomini fanno nperuran1eme onore alle vivande, ttnrinnano bicchien e posare e 1 ciondoli del bracciale nuovo di mia cognata. Squilla anche il telefono. E' Angeline che ha bisogno urgenrc di parlarmi: si è accorra eli essere giunca agu sgocciOLi con il dentifriClO e vuole che le procurt al p1ù presto il "Con Gardol", il migliore per la sua dentiera. Approfitta per chiedermi che cosa sriamo facendo c se i "muros" sono già arrivari, così la telefonata va per le lunghe. Nel mio piatto l'arrosto si raffredda e mia madre sforbiC1a mstsrememcnre l'indice e il medio della mano destra per invirarmi a chiudere; è gelosissima di Angeline, sua cugina. Con santa pazJenza arrivo al "Mandi'', ma non è finita; un'ultima cosa: i ringraziamenti per il pranzo che le ho portato e servito m tavola, dopo essere sfrecciata in macchina

AGRICOLA

per le strade dest:rre della mattina di Natale con penole c pemolini di brodo e carne, corechmo e brovada al seguiro. -Ti è piaCIUtO?- duedo, e le1:- fl COtechino non sapeva di menre,al1, quelli di una volta! E la brovada ... Ma ri avevo pur detto di non porrnrmel~ s~ e_ra troppo acida. Adesso mi brucia lo stomaco, starò male due giorni, figlia mia!-E il ._.;.ppvn~, com'era?,- chtedo nmorosa, -Srope- mi risponde con sodchsfaz•one. Ulrimo, defi11itivo "Mandi" c fine Jella conversazione. -Che cosa voleva, proprio adesso ?-vuoi sapere llll3 madre, aUora mentre taglio il rmo pezzo d'arrosto ghiacoaro. la informo del "Con Gardol". del corechmo msi p• do. della lnovada acida e del la"~;ope". -Tt sra bene, così impari a Mmorosàlc tam'' e a stare mezz'ora aJ relefono il g•orno di Narale mentre siamo rum :1 ravolo-. Mi guardo attorno cercando almeno uno sguardo di solidarietà, ma vedo solo occhi allegri ed inrerrogativi, non capiscono perchè mJ sono rabbuiata, infatti non si sono accorti di nulla. E allora sorrido. sorrido subito. anzi rido da sola fino :~Ile lacrime e ade~o ridono anche gli altri e vogliono sapere perchè rido io c pcrchè ridono loro. Mia madre c1 guarda disonentat:a e IDI elice che vuoi ridere anche lei. -Vuoi ridere anche tu? Telefona ad Angeline-. Alcesti

FORESTALE

DIMENSIONE VERDE s.c.a.r.l. Progettazione allestimento manutenzione giardini Potatura e abbattimenti piante d'alto fusto Interventi di dendrochirurgia Primule - Viole - Fioreria e addobbi per cerimonie

Per cerimonie nuziali: bouquet omaggio alla sposa

Zompicchia di Codroipo (UD) Via Cavalcavia, 20 tel. 0432 l 905377

-


oD~ _~c_~_1_ s ________________~ __o_d_ ro_ip ~o~, 4rte e ... numeri nel territorio comunale Nel febbraio dello scorso anno è staro edito dallo Regione il 26• quaderno del Ccnrro regionale di caralogazionc dci bem culturalt, rtguardantc Codrotpo e il tcrmono comlrnale. U volume è usctto a 23 anni dal primo , dcdtcato a 1\lotmacco; poi, l'attenzione è cadura su paesi come Sesto al Reghena, Moggio, Porc1a, Fa!,'<lgna, Varmo, Spilimbergo, Rivignano, Cormons, tanto pt:r citare qualche cm adina. Ma lo sapete qua nte opere sono state catalogate ufficialmen· re dalla Regione nella nosrra zonn ? For· se non ci crederete: sono ben 159 1. Comunque occorre srare attenti a questo dato numerico, poichè c'è da dire che una buona parre det bem m questione fanno parre del complesso di Villa l\lanm(villa più paicO più cappella gemilizm), che, com'è noto, ~i rifà dircr· ramcnre all'archìrerrura veneta (631 su 1591 quasi il 40%) Le srarue su lle faccia· te della villa, sulle barchesse e ~ui bracci

curvilinei dell'esedra sono CLrca 100; sullo Stesso valo re è anche d numero delle statue presenti nel grande parco. ~armeria della villa, poi, conriene cenrmaia e cenrinrua di strumenti di morre provenienn da tutto il mondo; SI va dalle lance alle daghe, dalle alabarde alle sc1abole, dalle pistole agli archibugi. Del resto è l'ane religiosa a fare la parte del leone con una quarantina dì co~truzioni tra chiese, cappelle, campanili, Clmlten,ex-case canoniche.A queste vanno aggiunti i beni che c:ontengono dagli ostensori alle acquasantiere, dai quadri ai registri parrocchiali, dalle statue ai paramenri liturgici ( compresa la cappella Manin, 1 beni artistici presenti m edifici religiosi sono 918, il57,7o/o del totale). Alrre opere di chiara ispirazione cristiana, nella maggior parre dei casi, sono gli affreschi che si trovano nelle facciate di case pnvate, visibili anche dalla strada oppure solo dai cortili interni. A questi vanno aggiunte le sta·

tue di mamce re ug1osa, sempre sulle facciate de lle abit:tzioni, rivol[e ai vmudunu; le lapidi con iscrizioni più o meno antiche; le meridiane (in turto 115, il 7.2Un delle opere catalogate). Infine, con ti 4,1% (65 bem; ; 558, il35,1 11tl. se corut· deriamo anche Villa .1\lanin con 1l suo par· co) v1 sono gh ed1fic1 privati come case cd ex-aziende; pubblici, cioè asili, la preturu di Codro1po,ecc; militari, vale a dire forttni, caserme, le ex-carceri sc:mpre a Codroipo, e 1 g1ardini pubbltci o privati che siano. Gh auron del caralogo dividono le opere pac~c per paese, in ordine alfabetico: tra Codroipo e le sue dod1c1 frazioni . TI maggtor numero dtbem, come si può ben unmagmare. si rrova a Pas:;ananu (in tutto 634; olrrc a.ll:t \"ilh. sono mserm due dipmn murali e 1'=-casa canomca) .Il minor numero è a San PJetro, con 16. Sono tutte opere d1 cararrerc religioso presenti nella chicscrra del paese. Alex po

di

Quando un ab-ito veste di realtà il tuo sogno ABITI ,VUZIALJ PER CERIMONIE CWILJ E RELIGIOSE ACCESSORI - BOMBONfERE - P4RTECIPAZJONI

in Corte Italia, 26/28 a Codroipo tel. 0432/904747


oD~

1_9___________C _o_dl1_o_ip_o__l

PAGIN_A

.4pprovato il bilancio: progetto Codroipo più Joan Dopo otto ore di dibattito, mrerrotto solo da una breve pausa, è stato approvar o il bllanciO preventivo '98 con i von di Progetto Codr01po Insieme e dell'esponente del Cdc Verginio loan. Lega Nord. Fon.a Italia c An (assenre la Gallo) hanno voraw contro.Anche in quest'occasione per far fronte alle argomenta:l!oni della Giunta per giusci(icare l'i1uposrazione del conto economico, la gran parre della minoranza, in primis Domenico Scolari, ha giocato la carta dell'occupazione.II rappresentante del Polo ha affermato in soldoru che la Giunra Tonurti sta facendo molro poco per creare le condiz10ni necessarie per dare lavoro a chi non cc l'ha.Sccondo Scolari gli inveStimenti che si ~-ranno façendo per il decollo della zon.1 industriale sono poca cosa ri~petto a quello che ~i attendono gli uuprend1rori, i quali onruù prediligono le aree arrreT.l3te, nelle quali possono contare su innumerevou agevola7.ioni; arce, che · a derra dell'esponenre dJ Forza lraha-, ci sono già in nume· rose parti deUa Rcgtone.Scolan ha voluto stud1are più da vicino il fenomeno della disoccupazione e a tal proposito ha condotto un'indagine in città dove la forza lavoro ammonta a ciro 6700 unità {il 43% della popolaz1onc residente) con un msso di disoccupazione complessiva stimata al 13%, mentre secondo i dati del

1996 il valore medio annuale di disoccupazione io Regione è staro del 6,5%. A Codroipo la disoccupaz.10ne è rappresentata soprattutto dalJe donne il cui numero raggiunge le 655 unità molre delle quali l>i rrovano inJisrad'anc:;a datami anni. "Dobbiamo wnvincerci- ha detto Scolari- che siamo in una siruaz1onc d'emergenza e che dobbmmo fare rutto il possibile per supe· rarla ançhe mettendo il Comune in quarantena··.(] grido d'allarme è StatO raccolto nel suo intervento daJ Sindaco Tonutti, come del resto :weva fatto prima l'assessore Masotn. " Per la zona mdustriale- ha detto il viccsindaw· siamo dispostl a fare di rurro, anche a çhiedere murui senza il concorso degli enti sovraccomunoli, ma gli imprenditori dove ~ono ?" Se il discorso di Scolan ha avuto eco in aula, quello del capogroppo di Forza ltalta Ccngatle non è srato condiviso dal pnmo cittadino. Tonutti oltre a toccare 1 problemi dell'occupazione , ha fatto una panoramica su aJcuni altri aspem del bilancio.Cengarle (Forza Italia) ha sostenuto che il como economiCO manca di originalità çreando malumori tra i cittadini.Ha fatto cenno all'accenrrnmento delle scuole elementari nel capoluogo, previsto nel programma della Giunta Tornmi,che avrebbe come conseguenza. l'allontanamenro dal paese di residenza da

parre: degli alunni; la caserma dei carabinieri è stata pensata-secondo l'esponente dJ Forza Iraha- senza tener como della possibilità di puntare sulla tenenza che avrebbe porrato a Codroipo una settantina di famiglie di militari.Sulla stessa lunghezza d'onda Bruno DìNarale(An) che si ~ soffcrmaro a parlare della caduta emporiale e sulla necessità di avviare iniZiative per rivitalizzare il ccntto cirradJno. Per la Lega sia Zoratto , sia Tubaro hanno fatto dei discorsi politici per far capire che l'attuale siSJ:enla non va. Zoratto, tra l'altro, ha portato un esempio calzante: "Qui si sra lottando per sconfiggere la disoccupazione e Prodi promette ai lavoratori del Sud 800 mila lire a testa se decidono di venire a lavorare al Nord".

Notizie nash Pretura in ti/t • Rinvii su rinvii dei processi a ruolo nella Pretura di Codroipo. Si è concluso un anno esatto di udienze in bianco. Dopo che si è assentato Il giudice Elena Sollazzo non è stato più possibile portare a compimento procedimenU anche mollo importanti. Il che ha comportatu la parali>i dell'attività gtudiztana nel capoluogo del Medio-Friuli.

Autoporto nella Piccola di Mqro?

Tassa rifiuti: che botta!

el'Amministrazione comunale, per quanto di

Era da prcvcdcrlo: molti codtoipesi si sono trovati 1mprcparat1 n ccv endo a casa le cartelle delle tasse per i rifiuti. Negli uffici del palaz7.o, in piazza Garibaldi si sono recan m molti a chiedere! informazioni. Gli 1mpiegari hanno avuro il loro bel daffare per sp1egare a tutti che si trattava dci nuov1 aumenti, 1quH hanno raggiunto anche il 55 per cento. La preoccupazione più ~enrita è quella secondo la quale il pagamenro di rurra la carreila viene farra 10 ~ole due rate e ciò è spiegato dal farro che s1 rratta ancora degli addebiti risaJemi all'anno prima, cioè al'97. Per la rassa del '98 i pagamenti potranno cominciare a giugno per proseguire a scnembre,novcmbre c gennaio '99. l'cr i pagamenti che scadono al 10 del mese ç'è la poss1bilirà di aspettare alm

e E' mano a 77 anni Luciano Todisco, stron-

orto giorni senza essere assoggettati al pagamento della sovrarassa e c1ò rivolgendosi agli sportelli delle poste o direttamente alla Sfer, nel centro commerciale di \'ia C-andarti, le cui riscossioni vengono farre senza che ci sia il bisogno di pagare ì dinrri dì segrete n a. Gli aumenti, sono dovuti al fatto che 1 rifiuti da portare in discarka sono sensibilmente aumentati; inolrre iJ Governo ha applicato una sovratassa che dalle 20 lire al chilogrammo è ora passata a 30 lire. J>er contenere Je spese d1 discarica gli utenti dovranno essere più scrupolosi nella dillerenziazione dei rifiuti, la quale allo stato attuale è ancora molto bassa (lOo/o).Si tratta di puntare al raggiungimcnro degh srandard europei che si anesrano intorno al 35%

sua competenza avrebbe proposto di ricavare l'autoporto nell"unico lotto rimasto libero nella Piccola di Moro. Si tratta di un'area di complessivi 4.300 metri quadrati che ha soltanto b1sogno di essere trasformata sotto l'aspetto urbanistico. Naturalmente è indispensabile conoscere in merito l'atteggiamento dei rappresentanti dell'Unione Artigiani nonchè li referente degli autotrasportatori, interessati alla soluzione del problema

L'addio a Luciano Todisco cato da un male inguaribile che l'ha consumato lentamente. Figura popolarissima, fin da piccolo infaUl, dapprima coadiuvando il padre Pietro, quindi, da solo, praticamente dal1955 ha gestito uno dei bar più famosi del centro storico di Codroipo, in via Italia. lascia nel dolore la moglie Rila Cozzutti e le figlie Giuseppina eMilnuela.AI familiari la nostra redazione rivolge l sensi del più profondo cordoglio.


Codroipo

oo~ martcdl e il venerdì dalle ore 10.30 alle 12. Telefono 909248.

tttJotizle nash Schianto fatale in autostrada

e

Lucio Guglielmo Di Tommaso, 41 anni, idraulico, è morto '" un terribile schianto sull'autostrada A 4, ne1 pressi del casello dr Palmanova in territorio del Comune di Aiello. l'uomo era da una decina d'anni che abitava a Codroipo, nel seco ndo Peep, in v1a Venzone, 12 Sposato con Gabriella Pasqualini, 38 anni casalinga, era padre di una bambina,Crislina, di soli sette anni. La sua tragica scomparsa ha suscitato a Codroipo dove viveva e a Santa Maria la longa dov'era nato, impressione e unanime cordoglio

e Non c'è pace per gli ospiti della Casa di Riposo, ora Ente di Assistenza Daniele Moro. In base alla normativa 626 rrguardante la sicurezza, il consiglio d'amministrazione è costretto a trasferire dieci ospitl attualmente sistemati nel settore vecchio in v1a di ristrutturazione, nel padiglione nuovo già al limite della capienza con i suoi125 ricoverati

E' nata /a sezione locale per i diritti d el malato

e E' stata inaugurata la $ezione di Codroipo del Tribunale per i diritti del malato. La sede è stata ricavata in una saletta degli ambulatori del Polo san1rario m viale Duodo,82. Responsabili locali del servizio sono Angelo Macor e Luigi Massa rutto. Per segnai azioni e denunce, l'orario d'apertura al pubblico è fissato il

~~

IACPuoiNE

Don Carlo, un ritrovo chic in centro

La Biblioteca ringrazia

e

e udirettore della Biblroteca CIVICa

Ora a Codro1po il centro storrco è p1u attraente con l'inaugurazione del nuovo ritrovo Don Carlo, aperto in largo San Francesco all'interno di una costruzione di pregio secolare, prima sede della Società Operaia di Mutuo Soccorso. Il Don Carlo è un ambiente curato con assai buon gusto e può essere frequentato soltanto daJ soci, muniti di tessera d'Iscrizione (le prime cento distribuite a titolo promozionale). L'adesione consente di beneficiare di un pacchetto di agevolazioni per l'attività sportiva (ski pass) e per fare gli acquisti in negozi convenziona ti.

400 milioni per una "ripassatina" al teatro comunale

Casa di riposo superaffollata

potrebbero Iniziare, prevedibilmente, alla fine dell'anno in corso.

e E' giunta notizia in municipio che la Regione è disposta a concedere mlerameme, capitale ed interessi, per l'accensione di un mu· tuo di 400 milioni, destinato a dare "una ripassatlna• al teatro comunale, cominciando dalle poltroncine rivelatesi inadeguate e per nulla funz1onali.

Raccordo strada le Zompicchia: la rotonda va

di

e E' stato approvato all'unanimità dal Consiglio Provinciale il progetto prelimmare per l'esecuzione della rotonda di Zompicchia. Per porre la parola fine all'annoso problema del nodo stradal e occorre ancora l'acquisizione del parere deii'Anas e l'approvazione del progetto esecutivo. Sarà costruita una rotonda a raso con un diametro di 95 metri e i lavori

Giorgio De Tina desid~ra esprimere la propria gra t itudine al Lio ns Cl ub Mediotagliamento e all'associazione codroipese "la Pannocchia" l membn dei lions club. nell ambito della f1era di Sc1 11 Slmone si sono adoperati con l'allestimento di un ch1osco birro-gastronomico in piazza Caribaltli,con il ricavato del quale la Direzione della Biblioteca ha proweduto alla nstampa delle tesserine plastìcate utilizzate per il prestito automalico da parte del lettori e all'acquisto di un'opera di consultazione mentre r associazione codr01pese la Pannocchia, che rac· coglie l genlton dei ragaai ospitati nella Slruttura del Campp,ha clona to alla Biblioteca oltre 500 libri soprattutto romanzi. Un grazie doveroso nei conironti di queste due associazioni cui la Biblioteta di Codro1po sa dl poter 1are affidamento anche per d futuro.

In tre in lizza per il ve rt ice dei/'Ascom maniJam entale

e

La nomina del presrdente deii'Ascom si fa ,empre più difficile e probabilmente passerà ancora del tempo pnma di con~sccre il prescelto. Al momento attuale le candidature sono tre: ai già noti hOOllnallvl di Anna Wally Ganz e Cesarino Toso sollecitato da molti a farsi avanti s1 t• un1to quello di Arnaldo Roaatti mandamentc~le

L'Istituto Autonomo per le Case Popolari della Provincia di Udine è proprietario delle seguenti unità immobiliari non residenziali:

UDINE, VIA SACILE, 15 •

COMUNE DI CODROIPO: P.ZZA GARIBALDI (N. 2 NEGOZI)

COMUNE DI MORTEGLIANO: VIA CAVOUR (N. 2 NEGOZI)

COMUNE DI SEDEGLIANO: P.ZZA REGINA MARGHERITA (N. 1 NEGOZIO)

COMUNE DI REMANZACCO: VIA ZIRACCO (N. 1 STUDIO)

COMUNE DI MORUZZO (Ainlcco): P.ZZA PLEBISCITO (N. 1 NEGOZIO)

COMUNE DI TARCENTO: VIA D8 MOLINI (N. 2 DEPOSITI/MAGAZZINI + N. 1 NEGOZIO)

COMUNE DI TORVISCOSA: VIA ROMA (N. 2 NEGOZI)

COMUNE DI S.GIORGIO DI NOGARO: VIA EMILIA (N. 3 NEGOZI)

Tali unità risultano disponibili all'assegnazione In locazione ovvero alla cessione. Per ulteriori informazioni tel. 0432/5571.

1


00 ~ _ P~c_rNA_ 21_ _ _ _ _ _ _ _C_o_dJ_ro_ip ;;;;.,._o___,

1

~otizie

nash

Orario continuo in stazione e "Sono d'accordo, Codroipo non può trascurare il fatto che alla stazione ferroviaria non ci sta un orario continuo d'apertura della btglielleria. Abbiamo già i atto qualcosa ed ora conltnueremo ad insistere." Cosl ~i è espresso ilstndaco di Codroipo Giancarlo Tonuttt in sintor11a con la pressante richiesta dell'utenza Non è, infalli, possibile che un c.:entm della portata del capoluogo del Medio-friuli, non possa r..on t.ue su un servizio completo d'apertura della btglietteria della stazione ferrovialia.

Mattatoio in affitto e 11 macello comunale realizzato a luttao 10 via Marinelli, per un importo d1 un miliardo non rimarrà inattivo, dopo che 1' AmministraLione comunale ha trovato un accordo dt <1ifi1tanza con la ditta Dino Bassi, mac.:ellcJIO, di NC'spoledo di Lestizza, dichiaratosi disposto ad esegu1re i lavorr che ancora devono essere f11tti, Ira cui la linea dei suini. E' prevista una spesa di! i 150 ai 200 milioni d,, decurtare .Jgll erretli dell 'affitto per una durata di nove anni, fino al2007.

Quasi 500 le micro - aziende e codroipo pian piano sta giungendo al traguardo delle 500 mtcro-aziende. Una nuova iniziativa imprenditoriale è sorta in via O~termann Si tratta di una nliale della Termo Nova dt Fagagna,che dispone .d t una supen·irie di 400 metri quadrati eu è affidatn rn loco a lre giovani imprenditori di talento:Giuliaoo

!biti come opere d'arte avilla "Tre 6elsi" Dietro un portone Ji ferro ... un luogo incantatO dove aleggta ancora ti profumo del tempo i mbriglbto negli affreschi, nei mobili dal lingttaggio muro eppure ricco e palpabile. E' Villa "T tre gelsi", nel cuore di San Martino, in direzione San Pietro accanto a Villa Kechlcr, epicentro perfetto per ospttare forme d'arte fuon schema, dove nulla è scontato .;e non la ricerca di smgobri espress1vitll. In ta le scenano si è consumata la serata, rra i versi del celebre ospite spagnolo Alexis Monsalves. recitati eù interpretati con rirmi istintivi suggenri da veli d:mzanri e macchiati d'oro uscm da un baule, per invenr::are 1mmagman pakoscemci, per superare la soglia del già v1sro, per scartare fanrasoche tstantanee. E, subito dopo, m tm'alrra stanza. ecco volare abiti garbarame-nre diplnri , posarsi ~ul pubblico, offrirsi per essere toccati ed indossati. Abiti, sete,

Scarpe, fiocch i, opere d'arte nell 'aria di Fiora Gandolfi che ognuno ha scelto, vestitO a piacere, coccolato, inventando personaggi, giostre di umori inaspettati, gioiosi e lievi memre lo stupore si confondeva con il sorriso. E conoscersi rra 1 presenti è diventato faelle, le barriere sono svanite e comunicare è stato namrale come il divertirsi sce· gliendo nel mucch1o, quasi un mercatino ueUe pulci improvv1s.1to e quanto mm fri7zame. Una sfilata cd una serata speciali, curate dali'A!;sociazione Art Space, valorizzate dai paraventi dipinti dal pittore Giancarlo Venuto, si sono collocare quali autenrict punri di forza nel panorama deUe espressioni artistiche alternative, di quelle che non puntano a vasti consensi nè ragionano in termini di mercato ma hanno davvero molro da dire. P. G.

Delle Vedove,Mnurlzlo Callegarin e Gianmarco Coradani che hanno la volonlà di andare lontano

"quadrivio", emblema di Codroipo effetlu~n­ do una serie di elaborazioni artistiche su dei pannelli, c~ c si sono potuti ammir.tre in Corte Italia dalla F1era di San Simone in poi. Alla fine non è ~lata )tilata una classifica dt meritu,anche se la popolazione è stata chtamata ad esprimersi attraverso una cartolina sulla migliore compostzJOne, ma gli organizzatori hanno ritenuto di premiare tutti i prolagonist l ex.aequo.

L'arte in Corte Italia e u n 'bravo" SI meritano i COmmercianti di Corte Italia per l~ serie d'iniZiative promosse, tra cu1quella del LOtnvolgtmento degli studenti dell'Istituto d'Arte Sello dt Udine. l ragazzi si sono cimentali sul tema d~l

GASPARINI REGALATI UN MATERASSO... ortopedico anallergico sanitario

singolo

r.249.QQQ

doppio

E.499.QQQ

Ptezzo rvo 1ncluso + picColo contrlburo spese

... ENOI TI REGALIAMO compreso nel prezz o

FINO AD ESAURIMENTO SCORTE

Codroipo Via Ponte della DeliziaJ 2 SS 13 Pontebbana (BIVIO COSEAT) Tel. 0432/900691


Biblioteca: in crescita i volumi, i lettori ed i servizi Nel '97 la biblioteca dì Codroipo ha mantenuto e consolidato l'elevato standard qualitativo dci scrvir.i offerti. ~alto numero delle presenze dimostra che l'ente cuirurale è onna.i cnn·aro nel cosrume della cittadinanza codroipese. mentre l'aumento Jei libò prestati dimostra sia l'indice di gradimento del servizio che la qualità delle raccolte documentarie messe a disposizone del pubblico. Atrualmenre la bib lioteca dispone di 29.703 volumi invemariati (1.725 le nuove acquisizioni del '97, tra acqui~ti e donazioni, tra le quali quella molto consisreme dell' Associazione culturale la Pannocchia di Codrotpo), qua.qi tLme di.rerramenre dispm1ihili al pubblico( i piÌl vecchi sono in magazzino). Accamo <li rrailizionali servizi di conSlùenza e eli prestim libro rio, si sonu ulteriormente sviluppati altri servizi: consultazione eli periodici e delle gazzette ufficiali; organizzazione di corsi di lingua inglese e tedesca (per adulti e per j ragazzi delle scuole medie), dei premi letterari in lingua frit.ùana "S.Simon e San S.imunut'!, degli Ìllconrri con l'autore, specie locali come quelli con

Elio Bartolini e Amedeo Giacomini e la serie eli presentazioni ili nuuve pubblicaziocidJmeresse regionale; le attività di animazione e dt presentazione della biblioteca agli alunni delle scuole dell'obbligo ecc.

Hanno assunto, ù10ltre. notevole importanza i St!rVlZl attivati più recenremenre:Pronto Biblioteca, la banca dnri telematica; la possibilità per gli urenn di collegarsi a Inrerm:r, la rere mondiale che collega migliaia d.l computer. Le richieste di connessione sono stare nel corso dell'anno 138, oltre a quelle effettuare dai hibliutecari per le ricerche bililiogtafiche.Le presenze in bibiLorcca nel '97 sono srare 33.561, con un incremento dell' 1,66% rispetto al '96(33.0 ll).Le giornate d'apernlra sono !>tate 2.83 cun una media giornaliera di ns,6 presenze di pubblico, leggermente superiore au·anno precedente l'osicivo anche il presciro librario nel '97: i prestiti sono stati 17.548, il 5.07% in piÌl rispetto all'anno precedente, ill69. t4% in più rispetto all986, primo anno di cui si hanno dati certi ~uJ movimento librario dellabibliorec.t c1vica locale.

Avviso della sezione circoscrizionale per l'impiego di Codroipo La sezione circoscrizionale per l'1mpiego di Codroipo informa che dal primo gem1aio al S l marzo '98 ,Può essére presentata la domanda di JjsoccupllZione~on ì requ isiti ridotti per coloro che posliono far valere hlmeno tlnè .mni dJ anzianità assicurativa e un'attività lavoratM1 nell99Z non inferiore" 78 giorni effettivi. L1 do1nanda può e$S<;,r~,inoltra;t:a sia pre.,o;.<;o la sez.ione m via tvlanzoni2, sia direttamente pre~() gli sportelli della sede ll!P§ di Codr;oipo. aperta di recente in pÌa7.zetra

Notizie flash 42 alloggi in regalo eLo Stato con l'u ltima finanziaria regala 42alloggi .al Comune di Codroipo. Si tratta cli 36 ab!L.azionl ubica Le In via Indipendenza (primo Peep) e 6 in via degli Orti. Gli amministratori sono preoccupa~! per il reperimenLo delle risorse clcsllnate alla manutenzione di questi alloggLdata la scarsità di fondi a bilancio.

Scrittori codroipesi alla ribalta

eAc.ura della Biblioteca ciVica dr Codroipo sono statr presentate nella sala consiliare del munlciplu. presenli gli aulori. le opere dei due maggiori scriUuri codroipesl contemporanei. Di Elio Bartolini è stato presentato Il romanzo edito da Santi Quaranta di Treviso (seconda edizione) "J.:Infanzla furlana"; mentre del poeta Amedeo Giacomini, con l'tntervento del critico letterario Gian Mario Villanta di Pordenone, è stata presentata la nlmva opera "Antologia privata". poesie i11 lnulano edite da Mobydick -Faenza

Motorizzazione: personale al minimo e Per

il

Centro

Collaudi

della

MotomzazlonQ dr Cod roipo siamo quasi al "blackout•. Prallcamente in via San Lorenzo sono presenti clue persone dell'Ispettorato della Motorizzazione di Udine. tra cu i una con cornpili dl custode. l collaudi che vengono portati a buon Ime sono sporadlc1 e rischia no di essere sempre meno . Tutto perchè non ci sono le condizioni per indire i concurs1 per assicurare l'assunzione di 12 persone, tante dovrebbero cosllLulre l'organico della sede di Codroipo.

l.adri in canonica

CUCINE

ARMADI MOBili

Lorenzatto Davide FALEGNAMERIA Progettazione e costruzione

Arredamenti su misura Via Codroipo, 44 - Blouzzo Te!. 0432/900643 celi. 0338/7634747

eE· accaduta alla mattina presto{ore 5.30J mentre quasi tutti anLOra dormivano un'escursione ladresca in canonica. l t re lauruncoll sono stati sorpresi dall 'arciprete 1n piena az.ione. Anzi monsignnr Remo Bigotto , ne ha agguanlalo uno che dopo una breve colluttazione gli è stato strappato dalle mani dai due complici (ui'IO era una ragazza) Poi ilterzello si è dilegualO, saltando da una finestra aperta nella sala-riunioni a piano terra.) malvivenli in precedenza hanno avuto il lempo pe 1 b1vaccare mangiando qualche fetta di gubana e bevendo dei succhi di frutta. Hanno rovistatonei cassetti ùegll uflki,rillall.ando carte, ma non sono riLJsciti a rubare nulla.Un raid ladresco in canonica, dunqt~e. andi!tO a vuoto.


Codroipo Più nascite ed immigrati e la popolazione aumenta: +57

1

In quesr'ini7.JO del '98 fari puntati sulla stmazJOne demografica del comune di Codrotpo. Al 31 Ù1cemhrc scorso i reSIdenti nel rernrono comunale erano 14.277 (6.917 M-7369 F) con 57 umtà in più dell'anno precedc:me. Quesro saldo posiuvo non \a, d'alrra pane a~critto ad un incremento ddle na.~cite ma ad un magg.10r numero d1 tmm tgrari rispetto a coloro che hanno lasciato la citr3.NegL ultimi l2 mesi i nati del Comtme ~ono ~tan 102 (55 M-47 F). Nel raffronto con l'anno precedl!ntc si regiStra un aumento delle nasore d1 12 umm;ncl '96 mfalll 1 nan erano stau 90 (50 M-W F). Va dcrro che da quando la dinica privam Villu Bianca ha chiuso 1 bancnci, rurti 1 cvdroipcsi vengono a lla luce m repa.rt1 Ji marem1tà fuori dal rermono comunale L' d'obbligo ~aiutare con soddisfazmnc questo piccolo rncremc:mo delle nascnc:.dopo il minimo sronco regisrraro nel '9' con 81 nati (50 M c J J F). Siamo, comunque, molto distanti dall'anno piì1 f1rolifiCO JelJ' ultimo dcCCI111lO, allorchè i nari furono nel 1988 ben l L7, addirirmra sotto la metà dci "picchi" reg~strati nel rermorio comun:Jle nel1954 con 215 e nel1975 con 219 nati.Luu.l.ice di naralirà è sraro del 7, 1permille nclrult1nm anno rispetto al6,33 per mtlle del '96. l decessi sono stati ncll ~arco dell'armo di 147 morri(72 M- 75 r),meno 9 ri:.pcrto al '96.Dunque la d iffcrenn tra i morrr e i nati,denominato s::~ldo naturale, è srara dt -45 (17 t-.1-28 F).I'indice di morralità è sceso dal10,98 per mille del '96, al l 0,34 per mille del '97. Ha.non f1ssnro la residenza ::1 Codroipo rra il gennnio c il dicembre '97 330 persone (l54 M- 176 F)delle quali 3 l O da :Jitn Comun i c 20 dall'estero.

Hanno abbaudonaro Codroipo per :Jitrt si ti 228 persone ( Ll5 M- J 13 F), di questi 222 per a ltri Com11 ni irallan~ 5 per recatsi all'estero e l è ~taro cam;ellaro per trrcperibllirà. Quesre ctfre confem1ano che il saldo negativo rra morti e nan VIene compensato da un incremento di coloro che scelgono il capoluogo del Medio-F nu.IJ come loro dimora. Nel movimento m•gratorio intetno a l CornLme si contin ua a regiStrare un snido a favore delle frazioni dL + 4 l c he fn riflerrere.Sooo stare infnrri nel '97 72 le persone(J8 t-.1-3-JF) che da Codroipo capoluogo SI sono trasferire nt!lle frazwni,mentrc da quest'ultime nel capoluogo sono Stare solo 31 (19 M-12 F). Ma ecco a lrn: c11rlose :.pigolature sui dati anagrafici :l'et:ì media dei codroipeM residenti è di 40 annt per 1 maschi e di 44 per Le femmind'crà media dei deceduti è di 74 anm per 1 maschi e di 79 per le donne.Tra gh uommt1l ptù anziano è Alessandro Passah:nti( 99 anni il 23 gennaio), fra le donne Maria Zara (101 <liUÙ nel tnagg10 del '98).l.a frazione ptù immobtle è srara San P1etro,senza aleu n moYimcmo; a Zompicclua Sl è regts-rraro ìl più alro tasso d1 morralirà negli ulrim1 12 mesi , il 19,47 per mJlle;la frar.tone più ham1ta dalla ocogna m base ai residenti, San Martino con un mdice di nal:alità dd 26,55 per mille. Un' ultima annotaztllne riguarda i nomi dei codro ipcsi:fr:J i m:Jschi questa la graduaroria; 172 i Giu~ep­ pe, 167 i Marco, J 66 gli Andre:J,l46 i luca e Giovanm; tra le donne: le Maria 393, le Anna 150, le laura 118, le Elena 117, le Paola 98. l nomi ptù gettonarttra i l 02 nari del '97 sono srari i Fra ncesco (5) e i Davlde(4); rrJ le femminucce le Chiara(6) e le Elisa (4).

RICEVITORIA

LOT10 no 569 PRESSO...

/éyr!s§ar

Notizie nash Gesti di solidarietà

e La solidarietà d<' i Codroipes• non conosce

~ost e. 115 componenlì del diurno della sede di Codroi po del Centrn di salute mentale dopo aver aperto un punto ~endita in ptaLZa Garibaldi per ofirire oggetti coslrUJti mn le propne mant, sunu nu5cill a raccogliere i landi ne~ari all'acquisto di un forno per la wttura della cera mie<~, di cui erano privl m•l loro laboralono Nella st>dc del Gruppo dct Volontari CmlrolpC'si in via Mazzint. rlopo la raccolta di viveri c prodolll pt>r l'igiene ~unu statt preparati tanti parchi Inviati at proiughi bo5niacf, tramite 1~ Caritas siO\·ena Frattanto in Ca,-a Italia ~i 'Ono registrati due nuovi arri· vt, portando ti numero dea lrequentanli a ~ !entro l'anno torchcranno le 15 unitàl. Nel Centro, opera poi un obiettorr che :.i ~la di mostra ndo un preztoso supporto per l'attività dell'istiluzìonl'

Più fondi per le malattie del fegato e ·Per mmbaucrc le millattle del legato le ricerche non suno anrora suificientì e per approiondirle 1 mezz• itnanztari che melle a disposizione In Statll nun :.ono adeguati, tanto dJ essere la detima parte rispeltu a qttclll che mette a disposizione per I'Atds benchè> i malati di fegato tn Italia stano rinqlll: mi !tu"' mentrP i colpili d,tlld 'e<Onda rnalallicl unicamente un mil10ne c mezzo è una dt>lle tante mformazioni fornite da, dottor Oaudiu nribelli medico dt lam<~ mcmdiale intervt>nuto all'ancnnlro det sodalizt del Rnt<Hv LIgnano Sal'ibl~~l oro-f<lgllilmento e PalmanovilCetvignano tenuto~! al Ristorante Da TcHJ I a Gradiscutta dt Varmo

//Ponte sì": un appello

e Il pres1dento del Comttato

fhnte st luc•.Jnu Petrussa, Interessato ,,i prtlblem; delle llltùmiglio

isolate al Ponte della Ot'lilia lancia un appello a lutti gli Enti che s'erdnn dtl hinratJ d'accordo ,J m;Jntenere alcut111mpegnl 'he invece suno rimasti a metà dell"opera o lettera murta.

e TABACCHERIA e AMPIO PARCHEGGIO e SERVIZIO BAR (chiuso Il mercoledl) e TERMINALE OPERATIVO dalle 7.00 alle 24.00 • NEl GIORNI DI ESTRAZIONE IL GIOCO CHIUDE ALLE 19.30 e NESSUN UMITE MINIMO DI GIOCATA e RICEVITORIA APERTA TUTIII GIORNI TRANNE l FESTM

GRIONS di Sedegliano P.zza V.Emanuele 111'\ 1 - Tel. 0432/916006 - 915153

1


Sci club Codroipo, nuovi corsi di sci e snowboard --

~----

Per la stagJOoe 1997/93 lo Sci C lub Cod roipo ha programmato due corsi, uno eli sci e l'altro di snmvboard, come località è stata scelta Amoltlstem (Austria). [corsi sono stati molro apprezzati dai circa cenro parrecipanti, adulti e bambini, principianti edesperò e si sono articolari in quan:ro giomare ..:on l'ausilio dci maesuideJJa scuola sci di Tarvi1oio. IL gruppo d1e svolge attivttà agonistica c che parrec:upa alle gare promosse dalla F.T.S.T. si è a Uenato rra 'i paletti' ed ha già partecipato al Trofeo Regioni - Monte Zoncol:m, Gimkana Beby-Cucciolie 1i:ofeo Plasral - Piancavallo. Per quanto riguarda la gara sociale, la destinazione è Sella Nevea m data 15 Febbraio. All'apptmramento sono invitati anc he i familiari ed amici per rrFlSCOrrece una giornata suJJa neve in alJcgria. Tnfine per il 7/8 Marzo, lo Sci Club Codroipo organizza un fantastico Weekend a Madonna di Campiglio/Pinzolo. A causa tldla limitata ricettivitàdell'albergo, ci vediamo costret-

SOCI ETA

ITALIANA ELETTROIMPIANTI

"--

.JIIc

d a limitare il numero degli lscrirri, vi invitiamo quindi a darci l'adesione a l più presto. Tutte le notizie e le novttà dello Sci Club Codroipo vengono, comunque appese nella bacheca che si trova ìn Piazza

Garibaldi (vicino Bar Centrale), i11 modo che rutti, soci e non, ne l'engono a conGscenza e possano così chiedere informazioni presso la ns. sede m Vta Verdi n. 28 a Codroipo.

VIALE VENEZIA 165 APERTURA NUOVA ESPOSIZIONE E VENDITA MATERIALE ELETTRICO

e Vendita a privati ed artigiani con PREZZI SPECIALI e Apparecchi elettrici per la casa con la novità del radiotermostato, rilevatori fughe di gas, citofono telefono, riscaldamento elettrico, aspiratori ecc.

e Illuminazione per interni e Illuminazione per giardini e Sistemi antifurto senza filo di facile e rapida installazione e Apparecchiatur& elettriche per imprese, quadri da cantiere, prolunghe, lampade portatili, ecc. e Rivenditore autorizzato automazionj per cancelli MFAJ1C• con la NOVITA' KIT e ~~~l Piccoli generatori di corrente diesel e benzina --

~

33033 CODROIPO (Ud) V.le Venezia, 165 Tel. 0432/905646 Fax 0432/905670


$port

oo ·~

Bilancio positi.vo per la bocciofila di Pantianicco E' periodo di bilanci, e come ogni società che si rispetti, i_bocoofill di Panrianicco si sono incontrati venerdi 5 dicembre per una disamina dell'annata sportiva appena conclusa. Costante è stata la partecipazjone all'attivta agonistica provinciale e regionale con lusillghieri risul tati; anche nel campionato provillciale il comportamento di società e giocatori è srato piu' che dignitoso. Non meno intensa ed import-ante l'attività svolta in ambito comunale, riservata a soci e simpatizzanti, iniziata dalla sfida celibi-ammogliari o ve al te rmine di una serata trascorsa all'insegna dell'allegria, ma anche dallo spirito associativo dJ squadra, è terminata con un clamoroso pareggio. Sempre nel mese di giugno si è disputata nna gara a coppie a baraonda dove ha prevalso la formaz.ione Berteli/Barbieri che ill finale ha s uperato Zec.ch.in/ Toffoletro. Successi>•amente il 4" Memoria! Stefano Petrazzo valido per l'assegnazione del tirolo di campione sociale se l'e aggiudicato Cisilino Alberto che ha prevalso su Cisilino Ermanno, al 3" e 4° posto si sono piazzati Lauro

Brandolino e Denis Toffolerto. ln contemporanea alia gara dej seniores si è anche disputato il e Torneo giovani con la partecipazione di ben 16 ragazzi, dove dopo oltre una settimana di incontri sperracolari ed equilibrati ha visco vincere T tZiano Brandolino che in finale ha battuto Emanuele Manazzone mentre al 3o e 4° posto trovjamo Luca Bertolissi e

Lorenzo Eertolissi. Anche il '97 come si e poruto notare l'attivita e stata intensa e ricca di soddisfazioni sia per i risultati conseguiti sia per l'entusiasmo che c'è intorno alla società; ora quindi non ci resta che porgere up. cordiale saluto ai lettori del Ponre e a tutti i soci e simpatizzanti della Sociera Bocciofila di Panrianicco.

A.C.

Trionfo deii'Oiympia nel quadrangolare ragaui di pàllacanestro gara con un sorprendente 77 a 6'1 flnale, aggiudicandosi in ral modo il rrofeo. Dj chi il merito? TJ1nanzitutto dei ragazzi che banno saputo infilare più canestri degli avversari ma anche del direttore tecnico

Aldo Campanorto, che ha guidatQ i suoi ragazzi ad un redditizio gioco di squadra. Alle prcmiazioni ha preso parte l'assessore Giovanni Giau, cui è segtuto un rinfresco offeno dall'Amministrazione comunale.

Ooricizza: calcio amatoriale, una realtà ll Torneo giovanile di pallacanestro svolrosi nella palestra comunale di Rivignano ha registrato la netta vittoria dei ragazzi (nati nell'84-'85) deli'Olympia Basket di Rivignano. Quartro le squadre a confronto. 1 rivignanesi hanno prima superato la compagine di Fagagna per 94 ad 88 per poi incontrarsi nella finale con il Feletto già vittorioso sul Perteole con un altisonante l 07 a 3 8. ln linale dopo una prima parte 1avorevole al Feletto che ha condotto per 26 a 16, i loL'ali hanno offerto uno spettacolo d'impegno e determinazione capovolgendo le soni delta

Adeti e dirigenti del gruppo sportivo Amatori caldo di Goricizza

1


-ASSISTENZA PNEUMATICI-

PNEUIUDINEsrl di Gianni Perlo/di

33037 Pasian di Prato (UD) Via Campoformido. 127

Tel 0432/699411

di \ltloron Stafono

OFFERTE GRANDI MARCHE BERTIOLO Via

Ramo, 16

Tel. 0 432/9 17039

CASSI N s.n.c. di Cassin Teodoro & C.

AUTOFFICINA 110Bfi ELETTRAUTO - GOMMISTA

DISTRIBUTORE CARBURANTE Agip 33032 Bertiolo Via Vlrco, 25 Tal. 04321917065

' l

Ma!isan ..

![ranco Lavorrwwne Mistica tfe1ferro 6att11to, rmtll ottone e fnmpmfan

s.s. Nopoleonlco

27

smnOlo

Tel. 04321917080

~ 49a FESTA DEL VINO

~BERTIOLO DAL 13 AL 22 MARZO Venerdl 13 001 19.30Apertra deta 49"edzme detalesladel vm '9881 suooo dela fimmca ·upme 10s •dì BerHao. Saluto agli ìn!eMnuti. alle automa regionali. provinciali ecu!turab: consegna <ilgli attestm i!lini!JII!SBÌÌ ai1S>Camso deivo-861U tal Fri.r; aJ1Se!11a del Plmlo gaomahSbCO Bei1Jolo '98; apemua deichloscli carattensiJcl eò enoteca su palco suooa i Tno MusiCale Renato e1Los dos rilmi caraibici eam sessanta.

BAR LA COLOMBA Cucina .m prmota'tione Specialità Selvaggina

*

Sabato 14 Riapertura dei chioschi e dell'enoteca; sul palco spettacolo con la favolosa orchestra Holiiwood, musica d'ascolto: serata teatrale a cura del gruppo berliolese"Ciar di lune· che presenterà, nell'auditorium comunale, la farsa Passlons e conluslons. Domenica 15 Sin dallamattanata 13 Mercato Frera; esposiZione di bancarelle lungo le vre del paese. negozi aperli Ore 11-ln piazza Enzo Driussi presenta "Il pane per lavata•. assaggi offerti dal panettieri locah-lnrzratava a sostegno dell'attività del Comitato Regronale del Fnull Venezia Giulia Pro ricerca sul cancro ore 14.30- Sul palco esibizione del gruppo Rsannoniclsti friulanl.conl'Intermezzo del comaco carnico Romeo. Glovedi19 Nell'auditorium comunale "Sfilata di abita da sposa d'epoca• Venerdì 20 Grande serala per r gfovani.Sul palco dedrchee musica an diretta con Radro Baccano Sabato 21 Ore 20.30 sul palco suona l'orchestra di Uscio e musica anni sessanta Butterfly Domenica22 Ore 6 nell'ama delle scuole me<fae 25° edlzìone Pet epiume-Concorso canoro. ammali da cortile. Ore 1O Iscrizioni al 4° raduno Maggiolini. organizzato In collaborazione con il Kannaggiollnbuggy Club di Bertlolo. Ore 11 nell'auditorium comunale convegno tecmco In collabOf"aZJOne con r Ersa. concorso dolci tijlici del Friuli a cura della Pro-Loco. mlzialiva a sostegno deil 'Associé!ZIOne Ricerca sul Cancro. Ore 11 In piazza dlstnbuzione gratuita di piante forestali a cura dell'associazione naturalistlca 'La Marculìne• Ore 14.30 presentazione esaluto.ana comunrta dr Cormons: perwtto ~ porneaiggio folClore, danze ambientazione e sfilata del gruppo slorico-rinasclmentale con noblfl. dame cavalieri della eone Imperiale dl Masslmillano l' con al segurto rl popolo con arti e mestJen.accompagnatadalla filaonoruca di Cormonstorgamzzwooo ecurata dalla Pro Loco Cast rum Cannonis presente ncoro M.Quarin ed altri artisti della nota località del Collio: presentazione del famoso "Vino della pace· Ore 15 sfilata di moda -anteprima pnmavera·estate '98 nell' audltonum comunale. Ore 18 -Premlazlonl del miglior chiosco, della miglior vetrina e del concorso dolci. Enoteca: In una caratteristicacantinadi paazza Plebascito sono espostrr vmapremiataal ts• Concorso vini"Bertlùi tarFliOI" A tiJttl gli assaggiatoli é riservato un calice conto stemma dellaFesta. Mostre: Fotografica "Momenta di festa• acura di MacheleCendamo. Convegno tecnico acura della Pro-t.oco In collaborazionecon I'Ersa Mercato • Aera: Bancarelle lungo le vie Speltacoli: musrcaanru sessanta -mUSica peri gaovant· srllata da moda- sfilala abiti da sposa d'EljlOCa • folclore acura della pro Coonons-rappresentazioni tealrall-luna park Attivrtà di beneficerJZa: Pane perla vita. pro-ricerca sul cancro· "Dolci t1p1ci del Fnuli" pro ricerca sul cancro· Pozzo di S.Pa!nzJo acwa del Gruppo Carnas parrocchtale di BertiOlo - Pesca di beneficenza a cura della Sportiva e della pro-loco di Bertiolo· Lotteria pro opere panocchiali a cura del Gruppo Giovani- Giochi ragazzi- Sala giochi per bambini eragazza •Krearte acura della signora Crishna

Chiuso 11/unedJ

POZZECCO di BERTIOLO

P.zza Scuole, 9 lei. 0432/917005

1------------1 .MJTOCARROZZERIA - OFFICINA

La IBertiolese d i Ploveson Da rlo & C .

r VENDITA E ASSISTENZA

.

NUOVE E USATE NAZIONAJ..I ED ESTERE

SOGCOFISO STRADAlE ACI116 33032. BERTIOLO - UO Via Stradalta, 25 Tel. e Fax 0432/917049

LABORATORIO D'OROWGERIA Eredi di G. PiOvesan & c

~~ 33032 BERTIOLO Via Grande, 30/b Tel. 0432/917085 Fax 0432/917282

, IDEA 1 REGALO Articoli da regalo Profumeria Cartolenà Giocattoli VIA GRANDE. 4 BERTIOLO - UD

m.

0432 l 9171 37

A~ CREDITO

'-7

AliTO

COOPERATIVO

BANCA DI CREDITO COOPERATIVO DELLA BASSA FRIULANA


Bertiolo (ìuerra al sesso • mercenario

Bertiolo: Viva la classe 1937!

l:amminisrr~one

comunale di Bertiolo dichiara Ltfficialmeme «glJerra" al sesso mercenario. Che il Palazzo, esasperatO per la oramai cromica invasione di lucciole che inves te il ter ritorio comunale sulle statali Napoleonica c Ferrara, arrivasse ai ferri corti con le protagoniste in gonnella, c'era da aspettarselo. Vanno scorso, il sindaco eh Bertiolo Luigi Lanr, aveva solranro vencilaro la possibilità di emettere lm'ordinanza per vietare la circolazione nel lé strade comunali e vicinall, interessare dal fenomeno della pro~l:itu­ zione. Esattamente un anno dopo, quell'idea sra per diventare realtà. Infatn l'amministrazione sta lavorando al fine di predisporre un' orditulllza c he vieti remporaneamt:rrté agli automobilisti, il passaggio nelle srrade dl sua competenza. lh seguito alla emissione del documento, seguirà la posa di un'apposita segnaletica verticale. Ma il Comune, naturalmente non p1.1ò agìre in questo senso, .in sordina, ma auspica nella collaborazione dei cittadio~ in pan:it:olar modo dagli agricoltori, piOprietan dei terreni, divenuti terra di conquista per le effusioni amorose tra prostitu.te è dienti. l conrad.inL insomma, dovranno collaborare, apponendo degli ulteriori segnali di J.iviero d'accesso nelle strade inrerpodera li e private, visto chel'amministrazione non è auronzzata a farlo in mli srrade. fn quesro11 lrimu caso, la polizia municipale potrà intervenire solo in OlSO di violazione della proprietà privata, esclusivamente su denw1cin del proprietario. Quando l'ordinanza diverrà esecutiva, ci sarà una restrizione temporanea alla libertà di circolazione, fatta eccezione dei frontisti. Gli estranei, se sorpresi a transitare nelle vmzze di campagna, costeggiare da improvvisi "pie nic a luci rosse", incorreranno in sanzioni amministrative. Stop quindi andJc per deUe innocenti passeggiare o pedalate a ridosso dellerismgive, srop magarl alla camponilla d1 q11elle coppiette alla ricerca di un mo mento eli privacy. Qualche rimmcia per debelbre tUJ fenomeno in preoccupante crescita.

Danie/eParoni

l coscrrtti ciel comune eli Bertiolo si sono riuniti pedesteggìareln armonia Uloro sessantesimo anno di vita. Nel momento dell'incontro hanno ricordato anche i coetanei defunti.

COMUNICAZIONE Gol primo gennruo il servmo drmrerinle c serv1210 pnvauva di trasporti è stato affidato alla ditta Fabello Gino con sede a Codroipo Tel. 0412/906181.

Le 93 primavere ·Laura Ha raggiunro le 93 primavere la nonnina di Beniolo: LauraDegano vedova De Zan. Nativa di Thlmassons, è residente nella frazione di Vìrco. Per il bel traguardo raggiunto è sr.ara festeggiata dalle Iighe Frauca e Rosanna, dai nipoti Carla, Daniele, Giordano, Claudia 'ed Aliera, dai pronipoti .Manuel, Cristian e Marteo, da parenti ed amici1 dJe le hanne atlj,'llrato tanti di qu~1:i giorni.

Trattoria

"Da Nino" Specialità selvaggina P.zza Plebiscito, 1/2. BERTIOLO Tel. 0432/917006 chiuso lunedl

1


Bertiolo 1 Gabriela Paroni, 110 ... e lodel

Ue sin dù par ncuarclasi d'inchedl, prin d i N adal, cuanche Bepo c:un Marie, cuJ vistlrdi nuvizzal 'e àn metùr adun la vu e c fonuàr la 1or Earncc, come'Sef e la Mado ne ral paìs di Galilec. ~essanfams ch'a vìvin dongje. dal diccmbar rrentesiet, co, difftr da la lòr glesie, ju àn viodftz jcssì a brace t ...

No àn vivùr ~igùr dl glorie ! 1hnr hwéìr l' a nqc snfri'; mai un cine, ma1 fÌt:"stùc.:.i:. r ... preà su1là a Jurmi.

Il l l dicembre 199.., \-!.anJ t' Giusepp e To nutri hanno raggtullto Il loro bO anno d i rnmnmonto. l'1m1JUrranre traguardo è sraw fesreg~mro dn1 fJglt. dai mpoci e Jai parenti pii1 rross1mi che: si sono riuniri per l'occ::t~ione. Quel ginrn o dJ 60 ann1 ta è srato r:i~C<>rl 1to nn nosmlgta cd a llegria. A tliffereu:ta Ji allora, gtaz!e a Mnna c Gillseppc, ora ci sono rrc n uove famiglie frutto e testimoni della loro unione. E' venuto dal cuore un sincero ringra.Ziamenro agli sp osi accompagnaro dall'augurio di ogni bene con la dedica di q uesta poe-

11111 tlicembre Gaùrlela Paruni eh Bert1ulu ;i (>l.luteill.i in Scil111lP. Biolngich; r.nn 11() e lo l1 presso l'Università clegl~ Studi di TnesLe, dopu aver sostenuto la tesi spenmentale in Blnlngia Molecolare "Ridl)ZÌQne del numero di copie del gene umano

Sin conren:t, arnìs, par vualrris, pal travtJart avonde rir, clt'a son pos cbet che lu rlvin; cualch idnn snn mn miar. CUI aEet di due' nualms con cinua1r a sci coJHCilZ, rignir dfu- res rraversii~,

della 1armaco- resiste nza MDR-1 in Ilne.: tumo rqli umane medianle oltgonucleotirle ormate tripl a el ica

scuvierginiur, sot, un sens.

intermolecolare d1 DNA: modello di modulaLione esogena della repll-cazJone di

'0 seis stb un dongjclar:ri

geni.Jmplilicatl". Non d resLa che CLJngratularci ron la neo-dottoressa Gab rie la per la :.ua tenacra ed Il brillante risultato ottenulu e tant i auguri per Il fu!uro!

tal r ispiet di Ben iul, vait dilunc vivinrl insieme fintramai che Diu al tìl

I nipoti

Con. simpatia i cugini

49aFesta del Vino a·Bertiolo P.le Gemona. 6

V.Latisana, 5

Il PEEP Tel. 908234

Tel. 917362

Siamo presenti con unfornitissimo chiosco enogastronomico

Ambiente rustico a sedere riscaldato Lo Chef Alberto vi cucinerà specialità di carne di nostra produzione

Domenica 15 - 22 marzo grigliate di costa e salsiccia ecc. con fuoco a legna

ESPOSIZIONEdi ANIMALI ESOTICI- AUTOdfepoca .. ATTRAZIONI VARIE... VI ASPmiAMO!!!


00 ~

_P4._GENA_ 2_ 9

~~-~-~_-_C _ am _in_o_a_I_Ji_ ll9 __~_ia_m_e_,_to___,1

.4 lezione di ... salute Salure, lunga v1ra... prancamenre tutti le rincorrono. Eppure molti non sanno che 1'80% delle cause dl malattia dipendono dalla cattiva nutrizione e che longevi, anche fino a 120 anni, si può davvero arrivare e anche in buono stato di salute. Ma come? Ecco i rre segreti; attività fisica, peso ideale, dieta sana ed equilibrata. Più facile a dirsi che a farsi?;.. sentire la dottoressa romana Rira Marcherei, esperta in scienza dell'alimentazione, non è cosl. Nella sua conferenza, tenuta nella sala consiliare di Camino, affollatissima, ha dimostrato come, nonostante sembri una cosa incredibile, con l'alimentazione si possono prevenire le malattie. E' vero che esistono pred1sposizioni genetiche ma ci sono carenze nurrizionali che le creano. I:alimenrazione è un fatto importante. La dieta salutare è quella mediterranea, a base di olio d'oliva e ricca di verdura e frutta. I:alimenrazione giusta è povera di carne, il nostro corpo non ne ba bisogrio, di grassi di origine animale, ricca di sali minerali e vitamine. Al bando, dunque, ogni tipo di carne? No, ma lìmitara a quella di maiale, con meno colesterolo rispetto a quella di manzo e per due volte la settimana. In ogni caso, le proteine della carne sono presenti in egual misura nei legumi. Alno cibo da limi rare è il formag-

gio, che diventa un grosso problema in caso di sovrappeso. Qual è il peso ideale? E' quello che conseme di guardarsi allo specchio e piacersi oltre che di fare le scale senza affanno. Nella serie degli alimenti dannosi è rra i primi posri lo zucchero che, se in eccesso, provoca diabete e iperattività, soprattu~­ to nei bambini che mangiano merendine. Seguono la coca.cola, il caffè, i conservanti, la margarina, aceto di vino, i fritti. Attenzione agli interni smaltati delle pentole, alla moka in alluminio, alle lattine percbè il metallo, a contatto con l'alimento, viene integrato e ingerito, danneggiando il sistema nervoso. Capitolo chiave della relazione deiJa dottoressa Marchetti ~ stato quello relativo alle m tolleranze alimentari, legate qlJasi sempre ai cibi che si desiderano di più e agli abbinamenti corretti. 11 pasto ideale? A pranzo, pasta e verdura. A cena, carne o legumi o pesce più grandi quantità dJ verdura, condita con olio d'oliva e aceto di mele. I dolci? Solo fatti in casa e limitati alle grandi occasioni. Altro consiglio importante masticare bene. Seguirissima, dall'inizio alla fine, la confertenza curata dalla dottoressa Marchetti ha puntato con competenza l'indice sull'alimentazione, dando spazio ad interrogativi e doverosi "mea culpa".

l~ ~ '~ ;1~ 1~ l~ ~ ifAI CRESSATTI '1UTTO Il NECESSARIO PER CURARE tORTO EIl GIARTJINO"

BERTIOLO Via Virco, l 4 Tel. e Fax 0432 l 91 7040

Aperto anche Sabato


~!!!!ino al ~agliamento

ao .·~

Quando la televisione fa ridere a teatro "Natale Due sedìe, una televisione, due uomini sul palco. Ed è spettacolo. TI primo deiJasmgione teatrale caminese. Metafora reale della

reledipenden.za che incanrena cd inghiotte. Verità che ci riguarda. Per forruna c'è il tearro che dà ali aUa fantsìa.Così è volato, rra risate e sorprese, il tempo di "Morda dli può" davanti al folto pubblico che annuiva.si meravigliava, si divertiva. Due attori, f'erntccio Cainero e Giovanni De Lucia, colpici d i televisionite acuta l'un(> e adorazione del tearro l'alcro, dunosrrando ecceztonale versatilità, hanno sapuro far ridere ma anche riflerrere. Quanto è possibile resistere al fusci-

Salvate il

no della relevistone? Poco, a giudicare dai fatti e dal potere che detiene. Alla fine, anche il reattanteha ceduto aUe lusinghe televisive, rincorrendo s~ldi e fama. Perfino lui ha cessato di lottare conrro la televisione, iìnta e bugiarda. E lo spettacolo, a quel punro, è .finiro senza avarizia di risate che si sono protrarre ben olrre la chiusura del sipario. Segno evidente che gli att0ri Eriulani Cainero e De Lucia, sempre insieme sulle scene europee, in particolare quelle tedesche, da ben21 anni sono bravi, bravissimi. Tanta che viene spontaneo chiedersi"ma perchè non vanno in televisone ?''

"~issus"

Serro le feste, è stato un appello, accorato e sincero. A farlo sono srare alume persone cresciute portandosi nel cuore l'aria solenne del Missus, per nove giorni d'avvento dil'll!lri e tanci anni. ·'Fare qualcosa per salvare il Missus. Avvertite la gente, i g~ovani cht: alle serre di sera la chiesa di Canlino s'infervora sulle sue possenti noce. Fare in modo d1e vengano a sentire il calore çhe tllilalliUlO le voci diAldo, Bepo, Checco,Danre, Gigi, Bmno, Davide, Bep~ 1ìn, Primo, che S<mCI pii! bravi di quelli della Scala''. Capisaldi, uomini che hanno superare, alcuni abbondantemente, gli anta e che il Missus ce l'hanno dentro perchè. ai loro temp~ ci andavano con i geni-

sono pochi, troppo pochi eppure con grinta, passione.. devozione, con mcro il fiato che hanno in gola, accompagnano l'organo, modulato a dovere da Bruno Zorz.ini. Con ramo di assok1! Sono stare poche, rroppo poche le persone che hanno ascoltato e condividono con Don Saverio Ull solenne e toccante momento di preghiera natatizia. Anche se per lui non c'è stata differenza alcuna, dicci o mille persone, l'impegno è stam il mdesimt>. "n .M.issus non deve .moore.Sin sunpri in mancul" eta il commento un poco sconsolato eli ch1, renacememe, al Missu.s èanelato traendone gtande soddisfazione. Ma la p~;ebcatpazione aleggiava mentre il "Fate -" ,y.~,~ wpcl\o corale.

APERTO AL PUBBUCO dal Lunedì al Venerdì

GRILLO s~c.

mattino 8 - 12 pomeriggio 13 -18

dì Carbonera Marco & C.

SEDEGLIANO z..L Pannellia, 14 Tel. 0432/918332

con l'arte" a San ~ichele C'è stato tempo fino allTpifan •a per ammirare i capolavori su rame esposti sulle vetrine del Centro Commerciale " La Quercia" di san Michele ~ l Tagliamento, senza biglietto d1ingresso nè vincolo d'orario, Per visitare la mostra e le opere di emilio Sabatin1, basl:ilva passeggiare e rendersi conto di persona della valenza: artistica delle sculture su rame esposte, in varie fom1e e grandezze. Opere uniche, realizzate grazie alla personale tecnica messa a punto dall'artista caminese, capace di , dar .1nima ad una lastra di r.Jme ed inddervi gli aspetti più genuini e semplici della vita. Sclllture che hanno falto parlare molto di sè-anche all'estero. Ed , il lusinghiero afflusso di persone giunte , a San Michele, awalora la porlala artisticà della mo:.tra e del suo autore. Caratteristiche già sottolineate nel corso de li.;~ cerimonia d'inaug~razione, tenuLasi presso l'Abaco Vlaggì, cui hanno presenziato numerose autorità in ambito sociale ed artistico, òltre ad un attt!flto e caloroso pubblico.

1


00 ~

PAGINA

Lestizzi!J

31

"In file" alla ricerca delle nostre radici "'ln file cirinr li ladrìs " così s'inùmla il programma proposto daJrassociazione culturale Colonos cù Vlllacaccta. Ci saranno cinque incontri, per ciasctm giovedì del mese di fcbbroio, sempre con inizio a ll e 20.45, ingresso libero, neU'agmummo di VillaCJccia di lestizza. La ras~cgna è dedicara a Gianm Pressacco, un grande amtco scomparso un anno fa, mùmatore culmrale di rame iniziative che avevano origint: dalla sua Sedegliano. Le prìme due s..:-r,tte hanno v1sto alla nbalra Pn: Bellina e Tiru

Maniacco con in scena la Bibbia in fnulano e Domenico Scanddla chiamaro ~lenocchto. 11 19 febbraio giovedì grasso, st parlerà delia rivolta comadina guidara dal Savorgnnu durante il carnevale del 15 l l. Sarà raccontata da Furio Bianco, autore Ji un hhro su que!tte \ icendc. CrustoLua e mustca con gli Anngae. C.tovedì 26 febbraio sarà di scena ''Le hdrls d1Aquilec", un tema straordinario che fu alla base della ncerca di don C.ilherro Pressacco. Parlerà il professar Roberto jacumm

cd effettuerà le lermre l'attore Giorgio Monre. C.1ovedì 5 marzo nuovo appunramenro dedicato ad Aqutleia sempre con il profc~~or Jacumin.Musiche e can ti con la cora le Cando11io. Durante queste serate rassoci:wione Colonos avvterà la campagna soc1 per il 1998 contando di riperere t! nsultato dello ~cono anno, qu:mdo si è arrivati a quota 350, a conferma di una granòe attenzione verso questo modo di sentirsi fnulani e di parlare della Piccola Patria, partendo dalle sue radict culturali.

Nespoledo: volontari della sofferenza in festa Domemca 15 febbraio. presso la palestra di Nespoledo, i volontan della ,,,ffercn:t.a hanno orgamu.aro un pomeriggio d'allegna m occasione del Carnevale. La festa, apena a rurri, è iniziata alle 14.30 cd

è prosegutta per rurro ti pomenggw. lo precedenza (domenica 8 febbraio) sempre a Ne~polcdo si è registrata I:.J nmpatriara degli allievi del Bearzi. Dopo In messa nella parrocchiale celebraw da don

e\.\.\

~~~~ ~cJfo<:fò

~~~ cO\)~

,~.~~~ ,_ _

UOMO E DONNA: NEL CENTRO COMMERCIALE VIA CANDOTII, 35- TEL (0432) 904252 UOMO: IN VIA ROMA, 68 • TEL. (0432) 908649

DOPO

1 0 ANNI DI RI CE RCA

UNA SCOPERTA FOMDAMENTALE

Michele Ceschta, c'è l>tara anche la beneÒIJ.IOne di un dip11110 dedicato a don Busco, da poco reahzzaro da un pirrore morregliancse, collocato accamo all'immagine della Madonna.

IN 6

SETTIMANE

+DI 5°/o DI DENSITÀ CAPILLARE IL RUOLO DEL PARRUCCHIERE SPECIAUSTA

E' dawero fondamentale perché e l'umco che può rilevare tempestivamente ltnsorgere del problema lnfat11 può riconoscere il progressivo assottigliamento del capello, segnale premonttore della caduta, Il diradamento e l'impoverimento dei capelli, una caduta più abbondante del normale. Lo spectalista qu1nd1 può consigliare il programma anticaduta più adatto ed effettuare la prima appllcazìone In salone per mostrare la corretta gestualità.

Inibisce l'accumulo el'irrigidimento del collageneolioradice di

KÉRASTASE SPECIFIQUE

Previeneil"soffocamento" del capello Evita l'invecchiamento prematuro del copello Favorisce loGrescito del nuovo capello


Mereto di Tomb11

oQ ~ P~GrNA 32

San

~arco:

1

in onore e ricordo della civiltà contadina

Ormai nel nostro Fnult è arrivata la generazione che sra costruendo i"musei" della civiltà contadina e deve fare anche presto, prima che spariscano oggerti legati, da secoli, ai lavo n della terra o usati in famiglia ed utilizzati per dare soluztoru pratiche alle esigenze della vita. Infiniti oggetti sono stati letteralmente razziati da antiquari senza scrupoli che hanno barattato mobili antichi, d i valore, per pochi soldi o in cambio di prodotti moderni farri in serie. Altri poi, sono stati"ripulici" dalle case e buttari nelle discariche. I contadini (i veri contadini, perchè il solo nome di agricoltori ne falsa il concetto ed il conrenuro della parola) sono scomparsi. nel nostro Friuli. rra gh anni cinquanta e gli anni sessanta di questo dopoguerra ed hanno ora cambaaco tanto

da rendere ormai irriconoscibili 1 paesi, le campagne, gli attrezzi meccanizzatt di lavoro, le strade come le stesse c~e ora tirate a lucido e "zeppate" di elettrodomesnct. Ed era ora ! E non si dirà mai abbastanza bene di chi ha saputo trasformare i contadini in agricoltori, le campagne In "luogo di lavoro", con un riscarro cd una conquista di dignità che il mondo del campi si era da sempre visto rifiutare. Cambiando modo e forma di lavoro, è morta però anche una nobile civiltà contadina che il nostro poeta padre Turoldo ha cantaro con versi d1 nostalgia. Con quei contadim diventati "Coltivatori direrti", se n'è andaro un mondo che ha dirirto almeno ad un museo come memoria del passato. Da queste considerazioni, per un recupero di immagini

legate alla ttadizwne, a San Marco di Mereto di Tomba è naro un"museo" espresso come ciclo pittorico dal dottor Gianni Di Lena di Lauzacco, farmacista per formazione ma pittore per vocazione. Lungo la via dt un intero borgo. nelle facciate delle case ptùin vJSta sul percorso stradale, sono stati diprnn diect grandi "murales'' che esprimono scene di vira conradina legara alla trad.ìzione dei nostri paesi agricoli. Un lavoro accurato ed apprezzato che merita di essere segnala co e veduto. Una rievocazione storica non legata alla nostalgia del passato, ma al dovere di ncordare ed onorare una civiltà povera dt mezzi ma ricca di valori, legata alla famiglia, alla terra e ad un mondo di saggezza che non può ~ssere dimenricaro. A.M.

La (ìrame: per un nuovo modo di fare cultura ------A due anm e mezzo dalla sua nasctta rassociaztone culturale "La Gramen di Mereto dio Tomba , ha chiamato a raccolta i propn ~oci per il rinnovo delle cariche .Per il Consiglio Direrrivo sono nsultati e letti: Luca Zoratti, Michele Nonis, Massimo Furlani, Luca Bulfone,

Sandro Burlone, Raruen Faomro, Gtovanni Fioritto, Michele Manazzone, Massimo Miorti; per il Collegio dei Sindaci: Tarcisio Bover,Walter De Marco, Michele Pecile. La serata è stata inoltre occasione., per iJ presidente Luca Zoratti, di tirare le somme degh olrre due anni di

FERRAMENTA - COLORI - UTENSILERIA MATERIALI ELETTRICI, IDRAULICI, EDlU Via Candotti, 28 CODROIPO Tel. 0432/901248

GPL IN BOMBOLE PICCOLI SERBATOI RETI CANALIZZATE

arrività culturale condorra ad alto livello, che hanno portato alla realizzazione di numerose manifestazioni tra le quali non possiamo dimenticare "Lis gnòs furlanis" del '96 al Mulin di Marchct; il convegno sulla Legge Regionale 15/96 sulla tutela delia lingua e culrura friulana, con la successiva pubblicaziOne degli arti del convegno; la "Fieste dal Fciw" organizzata in collaborazione con alrre associazioni della Regione ed una serie di altre iniziative culturali a livello locale. Durante l'assemblea si è parlato inolrre det progertt furun che nel'98 pon:eranno a collabora.uoni dt livello europeo, per promuovere neU"ortica dt una Europa unita, ma comunque ancora 1razionata a livello culturale, scambt che saranno senza dubbio arricchenti. Con questi ambiziosi progerti i giovani de "La Grame" vogliono inaugurare un nuovo modo di fare culrura m Friuli, per la nscoperta e la tutela dl un parumonio _ culturale, storico, sociale che non deve andare perduto.

'

M assimo Miotti


Rivignano 1 Un bacino per lo sci nautico a Sella~ ln una reccmc riunione del consiglio comunale s'è discusso a lungo su un'ipotetica cosuu?ionc dì un.giganresco bacino d'acqua di grosse dimensioni e di profondità variabile per la pratica dello sci nautico, proposta dalla Federazione sportiva del semm:, arta a gare nazionali ed internazionali di q ttesro specifico spon. da realizzarsi nei pressi della frazione di Sella. Dopo on vivace dibattito~ rutti i componenti della mag:gJOranza. hanno deciso, prima di

prendere in considerazione la proposra, di .richiedere alla federazione dello sci nautico ogni informazione tecnica sulle dimensioni del bacino e la sua profondirà, sulle infi:asuutture idonee per .il fuuzionamenw dell'impianto, sulle urbanizzaziorri necessarie e sHlle modalità di finanziamento dell'investimento; inoltre dì disporre l'immediatO incarico ad un geologo per l'esecuzione dell'indagine specifica del sottosuolo alfine tli verifu:are l'idonettà ambtentale.

f ' morto Umberto titolare delle onoranze funebri

Premiato l'originale presepio dentro una zucca

Ogni anno vengono esposti in tma saln

g<tzzi di Rivignano in occasione del Natale. l'apposita giuria ha dovuro scegliere i tre migliori allestimenti: compito molto difficile perchè ogni opera ha proposto un materiale e una rccnica diversa, come quella di Lorenzo Cumero che ha costruito una Narivirà denrro una zucca. il cui interno, giallo vivo, ha dato ai personaggi dei mirabili riflessi auret. Con Lorenzo sono srari premiati

del ricreawrio i presepi al lesriri dai ra·

Cristian Nonis e i fratel li -righin.

Tre cugini si rivedono dopo 7Sanni rtre cugi.ru Dante Pilutti(88 anni), Clelia Pilurri(84 anni) e ftalico l'ìlutti(82) quest'ultimo proveniente daJ Canada, si sono rivisti dopo 75 anni. E' una storia che comincianel1922, quando la grande famiglia patriarcale dei rilutti, denominati "Zailos'', residente a Rivignano appumo uel" borg dai Zailos", composta da 49 famigliari, si divide in alcuni nuclei, quello eli Pierro, di Lodovico, di Giacomo, eli Giovan.nl e di -Ferdinando. Quest'ultimo espatria in Canada con il figlio ltalico m cerca eli lavoro. Prima operaio, poi

------------------

fornaciaio e ta11ti sacrifici. TI figlio Ttalico cresce, fa il falegname, si sposa (ora è vedovo), alleva tre figli, oggi ben sistemati a Toromo (rutti e cre laureati). Recenremenre trovandosi a Venezia per una crociera, ha voluto rivedere la casa dov'era nato ed i parenti che ora l'abitano (il nìpoteAl:rigo e famiglia), naruralmenre nmodemar.a e a rivivere ormai lomanissimi ricordi con i cugiru Clelia e Dante che nel 1922, quandoJtalico partiva olrreoceano a 7 anni, lui facev.a, a 14, il garzone lJresso il falegname Parussini detto ''Thtoros".

E' mancato a Rivignano un personaggio che rimarrà scn1pre nel ricordo di tutti i rìvignanesi, della vecchia e della n uova generaziOne, perchè l'hanno visro sempre presenre in occasione della triste dipartita di 1J.11 pareme, dJ un amico, di un familiare. Umberto Pilutti è il personaggio eli cui sì parla, naro a Rtvignano 75 anrufa e, ormai, ex dtolare delle locali "Onoranze funebri l'ilutti". li suo decesso, avvenuto improvvisamente il 23 dicembre ha commosso e sorpreso tutti, quasi che, nell'ìrraz10nale immaginario, ci fosse fra Umberto e la morte, così frequentemente vicino a lui nel proprio lavoro, un patto particolare. quasi d'immunità; ma putroppo 11on sempre l'immagmazione trova fondamento nella realtà Non resta ora che ricordare, a onore di Umberto, il rispettO che lui aveva, nella sua attività verso quei familiari colpiti da un lutto, ai quali riservava sempre parole di conforto, di sollievo, spinto da una particolare sensibilità al dolore che ci.rconda chi lascia quesro mondo.

Vendita pneumatici - Cerchi in lega -Assistenza tecnica

ASSE l Il SPORTIVI • MOLLE • DISTANZIALI


oD~ _&_~_J4_________________ 1t_i_w~J_n_ o_ no~1

Ariis: otto

all~gi

in Borgo Vecchio

!.:area indicma dall'Anlrninbcrazionc comunale all'lsnrutu Aoronomo Case J>opolarj per 1:! co~rnl7lnnc di orto allow è quella del Borgo Vl!\:dUI) d t Ariis, dcnommaro -Borgo Jetla l.t• li · ptT il quale è sraro adorraro Wl pt. 1• rcf!tll.llorc pamcolareggmro comunak. l'rp.. ), com \·r:t ù.1 tl·mpo ~ggetta al piano lh ru.<tperc >. (E' gw sram accennato nel prt:cedcme numero di questo ptnodico la d tspombihtà per l'opera dj un miliardo c orrocenro milioni). Un tempo quest'are:~ ero unn grande corte circondata e chiusa da un complc...;-;u Ji edifici OCaJpari Ja famiglie di addern .1gncoli (culonos). Le case verr:mno cosrruttc (è quello dle 1..1 si ::Wb'Ura) nel nspcrw ad uno stile ardurerroruco dt lx)rgo an nco. Uno ~ti le: che st richianù alle carnrrcristiche ddi'Jnrica eone, Jdl.: mriche linee. che nrril.durehlx: il gtà norcvole patrimonio ambtenmlc dt Ari l'>

Sensazioni di stupore nei versi di Pilutti "La cerchia delle montagne·· è una raccolta di poeste dt Reuaro Pt!urri edita dalle EdiZloru La B:ma, ncca di commozioni umane, di :.eduzioni, di antichi ricordi, di fellctrà passare, tramutati! in mrimi 'ersr. L'aurore e la sua opera sono sran presentati nella sala consiliare do Eugenio Pilurti, pocra anc h'egli, al la prcsen:&a de llo scrirtore M.aldini, de ll 'assessore comunale alla cultura Giovanni Giau, del presidente dc "La Bassa" Giuliano Btni e di rand esumarori e cirradiru di Rtvignano, da cui provtene ti poeta, nato nel 1952 e che ora vive a Codroipo. "Il valore del messaggio poenco di Renato Pilurri -ha affermato il presentatore-" constste nella posizione vi r tulale del l'osservazione:... coll ocata ne lla vastirà della Flas-

PRODUZIO N E MANUFATTI IN C EME NT O

FLUMIGNANO - UD TEL. 766013/ 765254 FAX 765249

sa, dove il scn~o Jell'appiarumcnro nene superaw da uno sguardo alla cerchw dcii~ montagne e ... dal l' inquteranrl! inrerrogauvo che mdaga ohre ... ~.L'<>pcra ~i .:hiudc con i sc.t,TUcntt versi:~ ... e ura 1•i s1lluto-rorno alla mi;J (.,1\a- Jt miet sogm- e 1ago per 1l mondo- che amo-non pensate a me- pen~tamo tllSJeme- a rurra la rerr<r".Cml il poera ~·accomiata da t lettori. quasi un chiudere genrilrnenre la pona, con il suo abirunle sorriso. per appartarsi dt nuovo J ... sognare. Renaro Ptlurrt ha tnrrartcuuro i presenrt parlando del padre, a cui è dedicata !"opera, delle sçnsazioni di stupore per la vita, per lo scorrere delle sragioni e del le conseguenti meùirazioni, non sempre possibili perì rempi di mllrLellante arrività.

_ _,.. Locu ~ll"' c.lmlterla/1· Arredo urbano


______, _______ll __i_w~•-•_an_o~t 4 [lena il nuovo Festeggiati Luigi ed Ines per il bel traguardo negozio d'occhiali

E' questa la sroria del cinquantseienne Guido Bartisturta di Dr.iolassa di Teor, entraro nel 1960, a l9 anni, operaio nel la fabbrica dt occh iali CCC di Rivignano, prima in officina poi agli stampi cd infine aJia manutenzione meccanica. Sorta l'occhlalcria Solmar, nella sua ristruttUTazione, occupa un livello direttivo e VIene spediw dalla dina in Austria a fondare la nuova Solmar. Ma l'anno fatidico di questo personaggio è il 19!!0 quando vuole mettersi in proprio. Dopo le prime e non lievt difficoltà economiche, la sua fabbrica d i monrarure d'occhiali prende lo slancìo con una produzion<! parricolarmente richicsm da dlrte sparse in rutto il mondo: dall'America ali" Australia, dall'Europa all'Oriente, che dà lavoro a 14 dipendenti. Batusmrra uiTimameme ha volmo completare la sua opera cosrrucndo il nuovo negozio per la vendita diretta degli occhiali ed ha consegnato le chiavi alla figlia Elena, diplomata in o mca, che dirigerà la nuova arcivirà. All 'inaugurazione erano presenti il parroco don Giuseppe Sava, il sindaco d i Teor Pesni n insieme a quello di Ri"Vign;mo Bertoltssi, la moglie Maria, suo braccio desrro, come afferma, nel raggi ungimenro del suo sogno .. E' la storia. detta Ùl breve, di uno d~i tanti imprenditori di cui il nosrro Friuli va giusramenre fiero.

Luigi Pigac c Tncs Macor banno feseggiato le nozze d'oro. La mess"l! è stata celebrata dal pàrroco don Adolfo Pirruello nella chieserra di Sivigliano. TI celebrante, all'omelia, rivolgendosi ai tanti fedeli presenti alla bella cerimonia, ha purtaro come esempio la coppia cbc ha allevato ed educato in una serena convi\'enza t rre figli lrma, Luciano ePlavio cl1e, a loro volta, hanno regalato ai genitori quattro nìpori

e una pronipotina. T festeggiati , provenienti da l>alazzolo dello Stella e da 38 anni residenti a Sivigliano, ora aiurano il figlio luciano nei lavori della campagna, attività pracicam fin dall'infanzia . Alla cerimonia c al pranm hanno partecipato ben sessanra invitati, rin-

novando eosì eonle ooz1.e d'oro quelle avvenute 50 anni prima quando tl vemottennc Luigi c lo diciannovenne lncs si dissero il fatidico ...sì.

servizi di Ermes Comuzzi

MACE&l.ERIA Carnuui POLLI ALLO SPIEDO -ARROSTI COTTI -PRONTO CUOCI

i11 Yia Roma~ I5 t'el. 0432191701 9

-


Sedegliano 1 $

~uove

A

strutture per l'occupazione

nconsiglio comunale di Sedegliano ha Jeliheraro di indire la gara d'appalto mediaute rrattattiva privata per la realivmzione delle lnfraso;urrure in località"Cjalcine" nel capoluogo. Le opere di urbanizzazione approvare rientrano ln un progetto che l'amminisrrazione comunale aveva già da tempo reso esecutivo in nome di un'attenzione

mirata a completare e a migliorare gli insedi amenti produttivL J1 settore artigianle e commerciale che corrisponde alla Cjalcine potrà quindi incrementare le sue già )'latenzialltà con l'ìndizione di nuove stturrure per l'occupazione, al cui finanziamento si provvederà attraverso un conrriburo provinciale, un avanzo d'amministrazione, una rinegoziazione di

Sì al consorzio per la tutela ambientale E' stato approvato dal Consiglio comunale di Sedegliano ti testo dello Statuto e la Convenzione per la cosciruzionc del Consorzio per la mtela deU'ambicme e del Territorio "A & T 2000-Servizi oomunali associati". Lo st:ru.memo consortile, che parla per i comuni di apprarenenia di lJersDnalltà giundica, autonomia imprenditoriale e gestionale, permf'!tterà percitl a l R emi terriroria~, rra cui Sedegliano, di garantire un'efficieuza ed utla cura nel rapporto rifiuti-ambiente, che ~i sapranno sposare con un effettivo conseguente abbattimento dei cosci di gestione. La raecolta differenziata, il riciclaggio e tlltre

le varie operazioni connesse ad una quanto .mai attuale strategia di tutela amblent:ale passano infatti, ad ''A & T 2000" come valida alternativa alla concentrazione di questi servizi nelle mani del privato, fenomeno che di per sè implica un continuo aumento degli stessi costi. A seguito perciò di un lungo periodo di gestazione, di ipotesi di lavoro, di consu.lri a pitL hvel.li, di anali sì su più piani.l'idea di aderire al conson:io diventa ora concreta a Sedegliano con la recente approvazione del documento di base, che riconosce a Codroipo il ruolo di capofila in quest'ambito.

l prestigiosi settantacinquenni

Coetanei e coetanee del.la classe 1922. giunti al rraguardo dei 1,5 Lustri si sono cirrovari insieme pe.r festcggtare la lieta ricorrenza. Pertanto si sono dati appuntamento mun n oro ristorante della zona per t1 tradlzionale pranzo e per la loto di rito. Le prelihare pietanze, 1 ricordi e la serena allegria hanno farro arrivare troppo presro l'ora del commiato, peril si sono la~ciaci con la ferma speranza e la sincera promessa. .. di trovarsi anco.ra.

mutru ed un nuovo mutuo d'accendere con la Cassa Depositi e Prestiti. AILTo importante punto approvato è quello relativo al completamento dell~1 metanizz,azione sul territorio comunale. E' scaro infatti affidato all'ing. Zaramella (Ceoprogetti di Pordenone) l'incarico di consulenza per la revtsione degli atti sdpulari.fra il comune e la ditta Metanfritili.

La casa di Turoldo luogo di cultura Una cerimonia solenne per l'inaugurazione della casa natale eli padre Davi d Maria Turoldo, a Coderno eli Sedegliano. Hanno presenziam le autorità dJ ttrtta la Regione e un nutrito pLtbblico. Il sindaco Corrado O livo ha aperto la seoe d'imerve mi presentando con legirn ma soddisfazione il recupero conservativo del luogo dario di padre Turoldo, co~tato 600 milioni ci.rca e più di 7 anni d! lavoro. Sono seguiti i discorsi di mons1gnor Nicolino Borgo, del vice-prCSlderue della provinaa Mario BaneUi. del già consigliere regionale Roberto Domirùci, del presidtmte dei Garanti dell'associazione lùroldo ingegner Agostino Crippa,mentre Raffaella Beano ba presentatO il volume "[umile porm" pubblicaro per l'occasione e l'architerro Enzo Pascolo ha tenuto una punmale relazione tecnica sulle soluzioni e i crireri adorrati nel restauro. Prima del rimale rag~o del na5tro il presidente della gruma regionale G1Mcarlo Cruder ha sottolineato come Ja volontà di salvare la casa narnle del poeta c sacerdote si ponga come un'evidente intenzione di ripartire non da un patrimonio architettonico, ma da una complessa e ricca arcbìrettura spiriroale da valorizzare. La celebraztone della messa e un nnfresco hanno concluso la ere giorni dedicata da Sedegliano a padre D<tvid , che come affermato da C ruder è stato: "Un uomo, un prete, un cittadino scomodo ed incompreso che- fedele agli ultimi ed alla povertà in cui affondano le sue radici- ha avuto il coraggio dei proferi nel denunciare i pericoli dell'omologazione dell'appiattimenro del.le dievrsità".

servizi di Sonia Zane/lo


Un libro su don Liberale De11'4ngelo Eralda Berrolini Basello non avrebbe certo peosaro nel '94 che la sua ricerca nonchè tesi dl laurea su Don liberale Dell'Angelo, dlvenisse pubblicazione. Invec.e,r Amministrazione civica di Talmassons si è accorta del suo valore StOrico e se ne sta facendo carico, a tu ttO vantaggio della valorizzazione delle risorse culturali ed artistiche del Comune. E', mfatti, in stamp;~, a cura della Casa editrice Eomm, illlbro "Le i.niziative sociali e culturali di un parroco friulano rra 1'800 ed il '900: Don Liberale Dell'Angelo, 1855-t924. La dottoressa Bertolini manifesta la sua soddisfazione per l'esiro della ricerca, non tanto per un fano personale quanto per il conrriburo alla conoscenzadella \rita e dell'opera di un Parroco alrrirìlenrl sconosciuro. "Ho sapuro della sua esistenza rramite una citazione a proposito del movimenro cattolico friulano. M.i ha incuriosito il

farro che provenisse da Talmassons, mio paese natale e ho cercato materiale su dlluL Niente di niente nè alla Biblioteca nè al Seminario di Udine. Tale mancanza dì notizie mi ha stimolato nella ricerca. Nell'archivio parrocchiale di Talmassons ho rrovato molte notizie su di lui che lo idemificano come precursore dci wmpi, battagliero, autore di iniziative concrete a favore del popolo. A Talmassons fu designato nel 1894, dopo un lustro :.cantaro a Tolmezzo come punizione per aver svolto attività dì giornalista su ··u cittadino ttaliano". I~citul subito Il Comitato parrocchiale, la Cassa Rurale, l'asilo, la latteria. Nel 190 l si recèJ nell'impero austroungarico a visitare gli emigrami e si battè per avere i gruppi economici. Non era ceno un classico e conservatore parroco di campagna. Siinimicòmolti esponenti liberali del Comune, pri.mo Era ruttt il marchese

Mangilli, che lo ostacolarono fino a farlo processare. Nel 1906 la spuntò io corte d'appello ma non riuscì a realizzare la macelleria e la farmacia comunale, la bonifica delle terre paludose intorno al fiume Stella e l'acquisto di un'Azienda agricola d i Torsa per trasformarla in società per azwni. Dtuantc la prima guerra mondiale. si arrivò per alleviare la sofferenza della geme eli Talmassons e, lino al1924, anno della morre, Don Liberale dette prova del suo spirìto d'iniziativa, istituendo una sezione del partito popolare contro il sindaco fascista" chiarisce la dottoressa l3ertolini e conclude con "Don Liberale 11 0 11 ha avuro la fama che si meritava. Per questo ho tenuro conferenze e sono diS"ponibile a farlo ancora per rendergli l'omaggio d1e gli ~l'etta" . Quando il libro sarà pron to, il suo operaco divemerà patrimonio di rutti. Piecinq, Gallina

....---·mobili mauro GRADISCA di Sedegliano VIa Maggiore, 20 Tal. 0432 • 916060

tnolrilì cornp\ernent\ d'arredo

cucitze


00 ~ P.~GrNA 38 ~---------V. _a_FJ_m_O___,I jll patronato

Berlasso si è dimesso S1 è dimesso, vencrdl 30 gennaio, il smdaco di Varmo Paolo Berlasso.Il sind:~co hn gertato In spugna dopo che è venuto meno il numero legalt: in aula.Ncl corso della discussione sul bilancio preventivo, nove corruglieri-Pirtoni,Giuseppin,Fasan, Della Mora,Giau,D1 Bias1o.Pinale, Zamburliru e Fernn- hanno abbandonato la ,ala consiliare e quesra uscira è stara mrerpretata dal ~indaco come una molmne di sfiducia.Da qui le dimissioni. Frattanto tulro tace ~ul fronre pohtico -amministr:.mvo d1 Varmo dopo questo farro. Non s1 ~~

,quindi, se il primo cittadino intende confermare la propria decisione oppure ridrarla. Avrò. tempo fino al 19 febbraio per decidere. I.:unica novità, al momenro, è rappresemara dalla riconvocazione del Consiglio comunale. Berlasso, mfarti, ha fì!>Saro per lunedl 16 alle 20 la riunione dell'assemblea c1vica. All'ordine del giorno fìgurano gli stessi argomenu ISCnrtl nella sedura in cu1 egli aveva preso la decisione di abbandonare la carica . Stilla crisi amminisrraiva dJ Varmo rimane una grossa incognita: cusa accadrà ora?

4 Romans gli argini del Como vanno rinforzati La Situazione prccana degh argm1 del rorrenrc: Corno prt:occupa gli abirann della frazione di Romam; di \fumo. Come si ricorderà lo scor\o 20 dicembre solo l'intervenw della l'roteLinne civile e dei Vigili del fuoco, che hanno nnforzatu gli argini con 3000 sacchi di sabbia, ha evita-

ro In tracimazione dell'acqua del torrenre. Ora ì .residenti a Romans, con una peuzione firmata da 341 persone chicdono alle aUlorirà prepo~te-in pnmJS la Regione- di procedere Jn tempi hrcvì ad una sistemazione definitiva degli argmi per rendecli più SJcun.

A.cli anche a varmo Per quant1 ancora non informaù, il Patronato Acli cun :.ede zonaJe a CodrcHpu, da rempo ha ampliato il servizio sul terntorio, aprendo un recapito ancbe a Varmo. Il servizio viene l>Volto nei locali della Canonica di Varmo, tutti i giovedì dalle ore 17 alle 1/UO. 11 recap1ro è affidato a Bruno Scruzzi, addetto sociale ben noto, che opera anche a Sedegliano e Codroipo. Sarà a disposizione di tutta la popolazwne per pratiche di pensioni lraliane ed estere, infortuni sul lavoro, assegni familian, prauche d'invalldicà civile ed altro. Turtc le consulenze sono completamente graruirc.

servizi di Franco Gover

[antina ~robuttori bi [obroipo Vini D.O.C. "Friuli Grave" Grappa Riserva e Monovitigno

VENDITA al M~~~~D e aii'INGR domiciliO consegna a Grappa Novella

e Novello

ORARIO: da Lunedì al Venerdì 8. 00/12.00 - 14.00/18.00

Viale Vittoria, 14 CODROIPO - UD tel. 0432 l 906030

-


00 ~

Fiorisce il calcio amatoriale Si~.

Lettere

P~GINA 39

Dircnorc: Noi, lettori del "noHro" periodico Codroaopcsc, clucda~uno un po' dt ospatalirà nelle sue pagane, alla rubrica rascrvata allo sporr. Essendo una AssocialtOnt: Sportiva che npera nel nosrro rerrirorio. crediamo di farle co~a gradita, formulare questa nostra richiesta. Come Lei già sicuramente sa, il Gruppo Sportivo Amatori Calcio Goricaz.za, tra le sue attl.VIrà, prevede anche la partecipazione ai campionari dJ calcio amatoriale, organizzati dalla lega Caldo Friuli Collinare. Lo facciamo con due squadre: la prima, costatu ira dagli elementi più gaovant, parrecipa a l campionato d i seconda categoria, ha un nome un po' scherzoso: Dnnk Team Goriciua; la seconda., formazinne costituita da veri c propri senatori del e1lcao, difende 1 nostri coJoo nel campiona w over 3 5 c porta il nome del nostro magg~or sosrerurore: My CAR Goriciz:ra. Dobbiamo prcmerrere. che la nosrra attivatà mira in maggior misura al raggiungimenro dei principi istiru?JonaiJ della nosrr:J Associazione: massima partecip37.1one, aggreguaone rra le varie componenti (atleti, dirigenti, sosteniron. familian, sporrivi in genere); da sostegno alle attività delle altre Associazioni paesane e solo io secondo luogo guarda ai risultati sporcavi cbc vengono consegum. Questa ultima con~idera:raone è il nosrro maggior vanto ed è il motore che alimenra il nostro cnrusiasmo che si rinnova di anno in anno nonasmnrc: le difficoltà. La maggiore, rra qucsre, è la mancanza di un terreno di gaoco adt:!JUato a lie nostre esigenze. Si, abbmmo la promessa det nostri amministratori, che in un "immediato" fururo vedremo realizzato il nostro sogno, un vero campo sporrivo, noi auspichiamo che il nostro sogno sa tram uri in realtà c non io un brusco risveglio. Da due anna il rt:rreno del campo sporcavo parrocchiale di Goricizza è cingio' aniro. lnfani, ospitiamo i pulcini dell' A.S.Sedcgliano, che svolgono il loro campaonaro. In particolare, da quest'anno, tra 1 pulcmJ di Sedeghano e 111osrn over 35 è nata una parricolare SJIDparia; cosi i nosrri gaocaton anzaam, dapprima preparano ai bambini il nostro impiaoro per la gara., poi, ~i divertono a vederli giocare e divenirsi, e alla fine, vittona o sconfitta, ~~ festeggia turri insieme nel chiosco. !!attività degl i over, a Goricizza, vede il sostegno eli alcune realtà imprenditoriali del nostro comprensorio, tra rurre voglia-

mo ricordare i marchi My CARe Premedil, senza il loro sostegno sarebbe arduo comanuarc. Un doveroso rmgraziamenro lu ri\'olgiamo ai no:.-rri amac1 deli'Udmc:.e club di Coderno, che ci prestano atrualmcnrc il loro terreno di gmco, an attesa che spunti anche per noi l'alba da un nuovo giorno e che il sole ìliumini di gi01a ilnosrro sogno realizzato. Con queste quattro righe speriamo di darLe spunto per una breve finestra che mostri la nostra piccola realtà, dalle pagine di atrualir.ì del nostro pcridico affiora una piccola punta di iceberg, il calcio amatoriale; nel Codroipese ci sono serre Associaziona, circa 21 Oatieri che ogni senimana si allenano, giocano, si divertono, "affrontano" altri amia, s1 parbno, st ancontrano. E non è poco, in qucsn tempi di frena e stress, praticare lo :.-pon è di grande atrualità, anche se non è di serie "A". Cordialissimi Saluti. Braz.zoni Silvano - Tam Giulio coordinatori delle attività Over 35.

Ricordo di due insegnanti ====

Caro Direnore. è giusto e doveroso ricordare quelle perSone che in diversi modi hanno rel>O benefici aLnosrro Comune. Tra quesn benemeriti è opporruno accennare m particolare a qualche componente del corpo iusegnante. Su questo periodico, tempo addietro è stata ricordata Anna Fabri~, per molti anni maestra elcancnrare a

Zomptcdua, oreJaglia d'oro del Ministero della Puhblica Tsuuzione, dtrcrrrtcc dJdamca e poetessa.. Altri due insegnanti meritano di essere ricordati. verso i quali molra devono raconoscenza per l'aiuto avuto nella vata. Difarri quando ancora a Codro1p0 non esistevano scuole oltre la quinta elementare . i maestri Pompomo Pasquotti c Antonio Feruglio hanno saputo creare dei corsi privati per dare ai giovani d'allora un po' di culrura per potersi affermare nella vira. 'fra l'altro il maestro Pasq uorra (siamo nel periodo rra 1e due guerre) o lrre alla sua arrivirà d'insegnante a Codroipo, ha organizzato una serie eli corsi di disegno professaonale che, frequenrato da molti gtovani anche det Comuni vicim, ba pcrme~so loro di mettersi m luce come imprenditon ed operai specialiuari. li maestro Feruglio.purc docente a Codroapo, nelle ore ~erali e nelle "Scuole vecchJe..,,.acino al r-.1unicipio in piazzetta Marcom e spesso nella sua abat37Jonc in vaa Roma nel capoluogo, ha sapuro preparare srudeoti della zona del Codroi pese. alle ~uole medie, chiamare allora "scuole recmche", che ogni anno mandava agli esami pubb!Ja nelle regolari scuole di Udine:: e ~emprc con buom risultati. Con 1 diplomi orrenuri molti proseguivano gli srudi o sa affermavano nella vira. A questi insegnanti , da <empo scomparsi, vada la riconoscenza di coloro che hanno racevuto l'aiuto culturale e di tutta la comunità locale. Distino sal uri

Pietro De Paulis un r:x-a/licl'O

a disposizione Mod. 730 e dichiarazione WA concessionaria

1


00 ~ _ PAG-INA~ 40_ _ _ _ _ _, _l_fu _J'j_fa_'II_·_~_D_ es_i_ e L'ultin scrit di Pre fijilbert Pressacco Pre Gj ilbert Pressacco. ddom ai 17 Setembar dal1997, al veve seri t ima i siei ultins dìs un arricul pc rivisre "Gnovis Pagjims Furlanis'', il bolenn anuàl de Union dai scmòrs, che ancje lut al 1ere un dat Socts. Chel saç al à il ciruJ "'Bcpo Fumul e i doi "canais" di Codroip~: "Bepo FumuJ" al é Josephu:. Flavtus, il storie ebreu passar cun Rome par vent avanraçs, sot l'imperi dai dot Flovis, Vespasianus e Tiws; i doi "canais" a son Sa m Simon e Sant Gjude Taùeu. Chesr saç di Pre Gjilberr al é cerant ìnreressant: al panr purropis sòs intuwons

imal cja:mp sroric e rellgjos. Us "Gnovis Pagjinis Furlanisn a àn dute une rteste d1 arttcut: su Pre Checo Placerean, su Fausr Scluavt, su lircis Peuacco, su fars dt: storie dal Friùl • su la nc:~rre poesìc inra cht:st secul ( un resr dal galès prof. Oouglas B. Grcgor), ~u la tOponomàstichc inral F riul di Mieç. S1 à po putropts reccns10ns dt libns, un notiziari ctùrudì l , tnformazions bibliogràiichis: ta l '96 si à vCtt ben 75 libris inte ienghe furlane. Chest numar ùe rivtste, di 102 pagjinis, ~i pues cjatalu inte "Librarìe dt Ahce"a Codro1p.

PANIFI CI PA S TICCERIE tartine - sa/alini - rinfreschi Codroipo Via 29 Ottobre. 18 tel. 907029 - Via Candotti, 45 tel 901257 Pozzo di Codroipo

VIa San Daniele tel. 907015

Casarsa- Pn VIale Venezia, 54 tel0434/86149

"Jacum dai zèis '98" aPre4ntoni Beline A Pre Amon1 Belinc:, om di Glesie e scriror di gr:~nùe efìcacitat, i é lat il Premi "Jacum dai z~is" par chest an, la dì dc Pifanìc, a Codroip. Pre A.nroni a l é nassùt a Vençon intaJ 1941; orepresi nr al é pie\ an a Y1scpente. La sò v ore, mmcnse e mag1istral, e JC la version inra chestc: nesrre lenghc dal Libri dai L1bns, la B1bhe. Chesre rraduz10n e f5.s in mftt che 1 furlam a puedin di dt se1 ancjemò un popul. No sin une int muarte, scancclade. Un popul, une culture c he e fas nassi ime so lenghc la Bìhl ie, al é un popul che alé ancjemò dailr a eressi, al cuisre plui vite; la ~ò e IC une cultuTe ch' e bure, ferbtnr, no b:mal. no inuril. U sei rìvàts cussì rarr a vé la Biblie nesrre, vadì che noi é un disavamaç: no o scomencìn ben t! nerç mileru. E lu scomencln in cnmparue di une altre cu lruTc, luntane di no; c jé nassuùe intai stes dis la Bib lie inte lenghe"papiamento", un misdiç di spagnul, porrughes e vocabui africans, fe, eliit intcs lsulis Antills: une lenghe"crìolla". zovine. Un ingraztaml!nt ceranr fuart i \'a a Pre Anroni Beltne, un fi dal dir vèr di chesr popul. Cu 1:1 rraduzion de Biblie, noi à dome far un l:lvor ili verston di plu1 di 2600 pagjmts, un lavor eu n dimensions d1 fa pere: Prc An toni alà dar frtr une opare degne, nobtl, e cheste vore lu rim un dai oms plui fuarts e sgarzàts de nesrre lcreradure, dt ogni timp; cc elle paraltri al veve za pandùt cui siei libns. prosis e traduzions, nassfits di passe 'inq agns in ca. Par cont ili chesr popul, grazits; par ce che chest popul alé star; par ce che, res dificultirs, al é; par ce che al podarà set. Pre Anroni, che Diu t ' al meni!

A.P.


Il Futlan - Poesie 1

oo .~

Ultimis peraulis Citats d'furope: Limoges Ogmnassùt dJ femine alà dit (al dts, al disarà, o a rimp o tarr) lis sòs "uhimis peraulis", prin di lassa chcsr mom par jcntdi ~ chel alni Chei che a san di jessl aiJ sul partì , a pucdin des voltis mediai ches peraulis, a puedin "progjetalis"; chei impl che a muenn a l'unprovise, a àn Ltltums perau lis che uo sao di jessi rals,a son casua.Js, cuaJsisei, e inaloris palpJuj russun si vise di lòr. Paraltrì, di tancj oms, oben fcminis, che a àn Lassat il lor non beo dir e fer in te Storie, si ricuarde ches pcraulis, dicis eu la cussience, o la praresc, di lassa un messaç pai amis, pal prossim, pai sudits, pai !><tvìms, magari par due il mom e par simpri ... ; des volris a son peraolis che a disio tant., dut, di une persone: ta ches peraulls e reste imbrarnide dure une vire. Cualchi esempli: il granr JuJius Cesar al mctè in te uJcime espression so La maravee che la so vite, gloriose parve fa t incressi il domini di Rome, e finl$ çoncjade dai siei conciradins inral sane: o savìn che viodinr cui sicaris il so fi d'au.imc, aJ disè:" Ancje m, Brmus, fi gno ... !" Ne.ron. l' imperador cetant crude L e brauros che mai, al murl disinr:" Ce grane artisrche al mfrr tun me!" Secui e secuiplu.i ~rut,ilre Lu1s XVl, cussienr cha alc di reribil al jere daur a sucedi inre sò France, al à lassat dir:"Daspò di me li grant burlaç...". Ma il poer Goetbe, no si -pues save se in scgn di une constararsion che al jere daCtr a fa, o m sego di une grande spcrance, al à sunsurar:" Mehr Licht, phù lùs ...". Po , Sante Taresie di Li!>ieux e merè dme la so fè inmensc in~es imprornissions di Jesù cun chestis peraulìs: "Ima! vivi mi à coventade tante rassegnatsion; denant dc muartimpl o iU une grande gjonde". E [Lne vere serenitiìt ima! momenr de muarr al à pand1lt , parie cuntune grande semplicicar, un oro dai nestrìs paìs , defonr ben vìeli che noi é tant; une serenirnt e une semplicitat che i vignivin des nesrris lidrls comadinìs e cr.iscianis, che i "Vevin far capi il sens di eh este esistence provisorie. Un moment prin di mur1, cercenàt di fis e nevòts , che! o m alà dit dòs peraulis:"Cussl, pa ... "; dos perauUs che a son un come n t sintetica une lungje vire di afiets e di vore, dòs peraulis che a meni n di resra tal "museu" des ''ul timis" phù significantis. Agnul di Spere

U paralel 46 Nord, che aJ rae 1l Frìtll jusre intal rnieç, passanr parsorevìe di Codtoip e sotvìe d i Udin, al rocje ancje Limoges, une citar lontane uns 170 ki lemetris dal Arlantk. Chesre e je tiere che e fevele la Lenghe ocirane, e adLtncje o vin ancje il non ocitan de citar, Lemotges. l Romans inral concuistll la Ga lie a me1:crin dongje llll "castrum", che a clamaritl Augusrorinun~ inte pianure jenfri lis aghis de Aurc11cc e de Vienoe, su la rive gjestre di chest flum, che s'inv1e inviers il Nord par la a fini inte Loire. Il reritorl al jere che] dai Celrs "Lemovices". Plul tart, in ere za cristiane, al nasse in. bande dal ..castrum", devenr:h "Chàreau ", un al tri grop di edificis~ eu la Caredral di Sanr Sriefin, altris glesiis, munistl'rs, -zardins e paJaçs di fameis di çocje anrighe. Fintre::mai a la Ete di mieç cbestc gnove "Ciré ·· e il Chareau a restarin distaeàrs ; po, cressiìrs i abiranrs, lis dos parts de cirar a finirin cui fòndisl. e Lemorges si slargjà fin a cjapa dut iJ terirori jenfri Vienne e Aurence, lis dos aghis lcmranis uns cuaw kilometris une di ché altre. Lemotges in.re Ere di M1eç e fmi sor dru lnglés . parcecbe la monarchìe di Londre e veve ereditarle dure la regjon atlantiche de france. La cidlr e jemrà i.n. maniere definitive inral Ream frances ra1 secul XlV, prin la Cité (inral 1369) e po Chareau (1371), jessmr Re Charles V di Valojs. Finrremai dal cimp auttc si vè a Lemorges plusors formis di art e di artesanàt, par ese m p l i i oresins, i pitors suLsmalt, i ceramiscj. l.lart de ceramiche si le cjate za inral secul X VITI, prin (LI la maiòl iche, daspò eu la porcelane. Lemotges al deventà i] centri principàl de produzion des porcelanis in dure l'Europe, favorirle

par chesr de presince inral Limosin di sgjavis di caolin. Si à in cititt un iunomeniìr museu des porcelauis. Vué Limoges/Lemotges e je um: ciràt di 150.000 animis, capH\c dal dipartiment de Alte Vienne, cuntune :Prcfcture, Vesculàt , une Con di Ape! e di Assise. l siei edificis di an plui cognosmts a son lis glesili: la Catedral dJ Sant Stiefin, scomençadc intal secuJ Xl. si pues di zlmule ùi ches di Narbonne e di Clermonr Ferrand, cunrun stìl avonde omogjem; e po Sanu Marcia!, Saim Pierre de Queyroix. La citar e à lis sòs lndt.JStriis; la campagne e prodiìs vin bon, forment e blave.

A.P.

CJANT DAL NASSI DAL SOTSERE Une par une, tai miei v81 o dlspon lis vii is cognossudis.

Cjase, montagne, barcje, Oada ampli da l'aghe, dare rose: eu n peraul is simprl gnovìs, o vistivj

rl sotsere za nassOL. Il nut 5Qtsere, che da la llis al flwve

al mar. a la montagne. Salvador Espriu (Barcelona,1913) 7raduzion dal catalan dJ Agnul di Spere ( 1997)

(n J(,--. .) ..-.-..

VENDITA E ASSISTENZA CICLI E MOTOCICLI officina meccanica auto

~

SELF SERVICE24hr

Gradisca éJi SetJegliano - tel 0432/916057 rjH

...-


Momenti leliti 1

T coscri tti de l '37del com une d1 Lestizza hanno festeggiato il se.ssantc.:simo compleanno. Ha.tlll o dapprima assisriro ad una Santa Mess<J nella dtiesa parrocchiale, celebrata da don Adriano Piricco e si sono qu1ndi rirrovar1 11e lla p iù schiena armonia eù a llegria in un ri storante de lla zona. fril aperitivi, pranzu, dolci e brindisi vari si sono scaJnbiari g li auguri"di buona sal ute" e di rinoy;arsi il più presto possi b ile, nello srcsso numero, per p rend er parre ad alrri 111conui. Ai baldi sessanteoJU di Lestizza, augltri di ra.nti alrri,felici traguardi.

~arino ed Ulderica,

mezzo secolo di matrimonio Marino De lla Schiava ed Uldcdca Righ ini (Marino e Riche Macari n. per gli amici) hanno ricordato il luro 50c a nn iversan o di nozze. Tutti 1 parcnri si sono stretti afferruosamenre int orno a loro nella parrocchiale di Beano, andando con il pensiero a quel 22 novembre del 1947, ln cui Marino c Riche avevano pro nunciato U primo, fa1:idico sì, cbc li riene ancora fe li..:ememe urutl. Alla coppia d'oro, felkirazi o ni vivissime.

Luigi e Adelaide, 60 anni insieme Luigi Tonlurti c Adelaide Del l'Angela hanno festeggiare i 60 anni di felice matr.imoùio. N ella circostanza sono stari attorniati dai fi gli Graziano, Erminio, Franco, Gelindo, dalle nuore Angelina, Lucia na, Anna e Silvia, dai nipoti e pronipoti. All a co pp ia auguri vivissimi dalla comunità di Pozzecco.

-


Se devt· arredare la tua casa ..

Visita il nostro nuovo centro esposizioni dove troverai le soluzioni p iù interessanti alle condizioni più vantaggiose

rivenditor e

a utorizzato

VuDI dire pf(JfessiDnttll~iJ nell'ttrredttre

ZONA INDUSTRIALE PANNELLIA. 21 STRADA STATALE CHE PORTA A RIVIS- SEDEGLIANO Tel. 0432/ 9 181 79


:Ps~< BoEM&PARETTI AGENTI DI

VIAGGIO

SEDE:

Via Carducci, 26 - 33100 UDINE-

Tel. 0432/246811 - Fax 0432/246868

FILIALI :

Via Cavour, 1 - 33100 UDINE Te l. 0432/510340 - Fax 0432/21471 Via Roma, 138 - 33033 CODROIPO - Tel. 0432/906037 - Fax 0432/908924

-


il ponte 1998 n. 01 febbraio