Issuu on Google+

Spedizione in abbonamento postale -45% Poste Italiane Spa – Spedizione in A.P. D.L. 353/03 (Conv. 27/02/04 L. 46) Art. 1 comma 1, DCB Asti. Numero 10 - Anno 2010. In caso di mancato recapito rinviare all'Ufficio P.T. 14100 Asti CPO detentore del conto, per la restituzione al mittente che si impegna a pagare il relativo importo

Anno

59° Periodico della Federazione Provinciale COLDIRETTI

numero

ASTI

COLDIRETTI

10

27 ottobre 2010

m m a r i o

Questo periodico è associato all’Unione Stampa Periodica Italiana

4-5

A Rocchetta Tanaro la Festa del Ringraziamento

12-13

Oltre 1000 Punti Vendita Campagna Amica

6/9

Speciale Forum dell’agricoltura di Cernobbio

16

Un caro ricordo a Paolo Vastadore

10-11

O.G.M. flop: Il Piemonte ribadisce il suono

19

Contributi alla rottamazione delle macchine

Sommario

Direzione, Redazione, Amministrazione: 14100 ASTI Corso Felice Cavallotti, 41 Tel. 0141.380.400 Fax 0141.355.138 e-mail: ilnotiziarioagricolo.at@coldiretti.it www.coldiretti.it Periodico ufficiale Coldiretti Anno 59° numero 10-27 ottobre 2010* Realizzazione grafica e stampa Riflesso – S.r.l. F.lli Scaravaglio & C. Reg. Trib. di Asti n.44 del 20-4-1949 Direttore Resp.: Antonio Ciotta Vice Direttore: Stefano Zunino Pubblicità: Impresa Verde Asti srl – Riflesso scarl Tel. 0141.380.400 – 0141.590425 Abbonamento annuale: Euro 20,00 *Data di chiusura del giornale

argomenti in evidenza

3

numero 10 – 2010

So

A Rocchetta Tanaro la Festa del Ringraziamento Dal 25 al 29 novembre, con l’Anteprima barbera e il Consuntivo dell’annata

Celebrazioni

Q

numero 10 – 2010

4

uest’anno toccherà a Rocchetta Tanaro ospitare la Festa provinciale del Ringraziamento. L’appuntamento annuale itinerante organizzato da Coldiretti per suggellare la fine della stagione agraria, riunire la base associativa in un momento di festa aperto anche alla cittadinanza e proporre spunti e riflessioni sul presente e sul futuro del settore primario. Gli appuntamenti prenderanno il via giovedì 25 novembre alle ore 17,00, presso il Salone Comunale di Rocchetta Tanaro con l’apertura del “Punto Campagna Amica” e la presentazione dell’ “Anteprima della Barbera d’Asti DOCG 2010”, il Meeting di degustazione rivolto a giornalisti, tecnici ed operatori del settore, per una prima analisi delle caratteristiche e potenzialità della nuova annata. Sabato 27 novembre, alle ore 11,00, sempre presso il Salone Comunale di Rocchetta Tanaro, è in programma un altro momento molto importante nell’ambito organizzativo annuale di Coldiretti Asti: la Conferenza Stampa di presentazione del “Consuntivo dell’Annata Agraria 2009-2010”, con l’esposizione di tutti i dati e un’analisi critica suddivisa per ogni settore produttivo. A seguire, il presidente provinciale e il direttore, Maurizio Soave e Antonio Ciotta, faranno il punto della situazione sul progetto Coldiretti “Una filiera agricola tutta italiana”, esponendo i grandi obbiettivi già raggiunti con i punti vendita e gli agrimercati Campagna Amica, con CreditAgri, Coltiva la Salute e Unci Coldiretti, con l’avvio della vendita diretta organizzata e la nascita della so-

Un’immagine dell’Anteprima Barbera dell’anno scorso a Castagnole Lanze

La chiesa gremita nell’ultima edizione

Il Vescovo di Asti Mons. Francesco Ravinale

cietà denominata “Filiera Agricola Italiana” per gestire la contrattualistica nella coltivazione e nella commercializzazione dei seminativi prodotti in tutto il Paese. Tra le iniziative in programma per questa Festa del Ringraziamento, merita anche una segnalazione, la Giornata Nazionale della Colletta Alimentare. I volontari Coldiretti, in collaborazione con l’Associazione Banco Alimentare

del Piemonte, parteciperanno alla colletta alimentare presso i numerosi supermercati e punti vendita dell’Astigiano. Infine, come ogni anno, la Festa si chiuderà con la Giornata Provinciale del Ringraziamento. Rocchetta Tanaro riceverà tutte le autorità, i sindaci, gli associati di tutto l’Astigiano e anche gli amici e i simpatizzanti della più rappresentava forza sociale del

Celebrazioni

territorio. Un evento che coinvolgerà sicuramente centinaia di persone, predisposto con i dirigenti locali Coldiretti, che hanno fortemente voluto questo appuntamento, e che si stanno impegnando per accogliere al meglio il Vescovo diocesano. Come sempre, la giornata di domenica sarà un momento di riflessione e di fede, con la deposizione delle corone ai monumenti ai Caduti, la benedizione per gli operatori di macchine ed attrezzature agricole, l’offerta al Signore dei frutti della terra. Fra le novità di quest’anno, la visita al Museo delle Contadinerie recentemente inaugurato e la scoperta dei piatti tipici con il grande pranzo sociale di chiusura della festa. Sarà sicuramente un “Ringraziamento” memorabile.

FESTA PROVINCIALE DEL RINGRAZIAMENTO

5

ERIA O RGAN IZ

ZA

TIVA COLD Tel. +39 IRET TI AST I 0141 38 0 400 / Fax +39 434 0141 35 Email: asti@co 5 138 ldiretti.it UFFIC IO ZO NA DI 0141 38 AS 0 422 Fax +39 TI Cell. +3 0141 35 9 335 75 5 138 0 20 62

i, a a o e

Ore 17.00

chetta Tanaro Salone Comunale di Roc ntazione del Conferenza stampa di prese Agraria 2009-2010” “Consuntivo dell’Annata

chetta Tanaro

Salone Comunale di Roc

Apertura Punto Campagn

eprima della Barbera Presentazione “dell’Ant d’Asti DOCG 2010” rivolto a giornalisti, Meeting di degustazione settore, per una prima tecnici ed operatori del e potenzialità della analisi delle caratteristiche duce il Prof. Vincenzo nuova produzione. Con .A. Industrie Agrarie Gerbi del Di.Va.P.R no. Tori di à ersit Univ

Sabato 27 novembre 201

0

Ore 11.00 Salone Comunale di Roc chetta Tanaro Conferenza stampa di prese ntazione del “Consuntivo dell’Annata Agraria 2009-2010”

Progetto “Filiera Agricola tutta Segue buffet Giornata Nazionale della

Italiana”

Colletta Alimentare

I volontari Coldiretti, in collaborazione con l’Asso ciazione banco alimentare Piemonte, partecipano alla del colletta alimentare presso i numerosi supermercati punti vendita dell’Astigian e o.

Ore 10.15

Ore 11.00

a Amica

www.col www.ast diretti.it i.coldire tti.it

ra

0 Sabato 27 novembre 201

0

Giovedì 25 Novembre 201

Ore 10.45 Ore 11.00

Piacentino degli Associati,

delle Autorità e dei S

Partenza del corteo

ti Deposizione corone ai Cadu hetta Tanaro centro sto Nicolao e Stefano in Rocc Chiesa Parrocchiale S.S.Francesco Ravinale; concelebrano Don Luca Solarc s. Mon Asti, di eppe Bologna, Parro vo Vesco Diocesi di Asti, e Don Gius Sociale e del Lavoro della ole agric e zatur attrez hine ed Benedizione operatori macc

FESTA P Ore 12.15 ro e delle Contadinerie ROVIN Visita al Museo del Tana D Ore 12.30 Segue buffet EL R di Rocchetta Tanar C I A mento - salone Comunale I razia Ring L N del le socia Gentar e RA Colletta Alim ZIAME E Ore 13.00 Pranzo Giornata Nazionale della NTO IL DIRETTORE Antonio Ciotta IL PRESIDENTE Maurizio Soave 25 - 28 Novem

Progetto

ana” “Filiera Agricola tutta Itali

del ciazione banco alimentare collaborazione con l’Asso e I volontari Coldiretti, in i numerosi supermercati colletta alimentare presso Piemonte, partecipano alla o. punti vendita dell’Astigian

bre 201 Rocchett a Tanar 0 o

IVA Ore 10.15 ZAaTAnto RitroA Piazz nio Piacentino degli Asso G voNinIZ ciati, delle Autorità e dei IA OR R Sindaci E Ore T 10.30 E Parte R

SEG

Ore 10.30

Ritrovo in Piazza Antonio

CIA ROVIN EN P A T FES GRAZIAM IN 2010 DEL R ovembre

nza del corteo AST I ET TI 4 OreC10.45 OLDIR Depo 400 / e43corone ai Caduti 380 sizion 41 Domenica 28 Novembre 01 8 9 . +3 355 13 Tel11.00 2010 41 Ore 01 saldir Parro cchiale S.S. Nicolao e Stefa etti.it Fax +39 Chie no in Rocchetta Tanaro ti@covo Vesco as di l: Asti, Mon ai centro storico: celebrazio s. Francesco Ravinale; conc Em ne Euca Sociale e del Lavo elebr ristic ano a presieduta dal Don Luca Solaro, Dioc ASTIro della 5 138 esi di Asti, e Don Giuseppe Bologna, Parroco Responsabile Commissione della Pastorale NA DI di Rocchetta Tanaro IO ZO dizio +39 0141 35 Ore 12.15 ax UFFIC Bene tori macchine ed attrezzatur 422 - F ne20opera 0 62 e 38 agric ole 0 0141 +39 12.30 9 33a5al75Museo del Visit Tel. Ore Cell. +3 Tanaro e delle Contadine rie Ore 13.00 Pranzo sociale del Ringrazia mento - salone Comunale t i.i tt di Rocchetta Tanaro dire ol .c w w t w tti.i IL DIRETTORE i.coldire www.astAntonio Ciotta IL PRESIDENTE Mau rizio Soave

numero 10 – 2010

GRET

N o 25 - 28 a Tanar Rocchett

Coldiretti è “Glocal” Si guarda al globale, tutelando l’agricoltura locale

Forum

I

numero 10 – 2010

6

l decimo Forum Internazionale dell’agricoltura e dell’alimentazione concluso recentemente a Cernobbio ha visto quest’anno cinque sessioni di relazioni con protagonisti politici, amministratori, esponenti del mondo economico, scientifico e della società civile. Viene spontaneo chiedersi quali siano le ragioni per cui Coldiretti da dieci anni propone questa due giorni di confronto a tutto campo sull’agricoltura nazionale ed internazionale e sul suo ruolo nello sviluppo della società e del Paese. La risposta l’ha data il Presidente Sergio Marini: dal confronto con gli attori dell’economia e della politica nasce la strategia di Coldiretti e soprattutto la verifica se l’organizzazione è sulla giusta strada per la difesa degli interessi delle imprese agricole associate. Sarebbe impossibile in questa sede richiamare gli interventi che si sono susseguiti. Alcune considerazioni però ci sentiamo di farle. Sul fronte economico va detto che la ripresa internazionale è più lontana di quanto ci viene spesso detto. La stessa America annaspa in un mercato dissestato dalle speculazioni finanziarie del recente passato. Il continente asiatico cavalca la ripresa economica mondiale rappresentando una opportunità per la collocazione dei prodotti di qualità ottenuti nel nostro Paese. In particolare i vini sono la punta di diamante sui quali puntare per aprire la strada ad altri prodotti. Ma al momento stesso la Cina in particolar modo, rappresenta una

Il Ministro dell’economia Giulio Tremonti e Sergio Marini, presidente nazionale Coldiretti

minaccia per il mondo occidentale: produzioni di bassa qualità accompagnate da una disorganizzazione della certificazione dei processi di qualità stanno generando volumi enormi di prodotto che arriva sui mercati occidentali in modo totalmente anonimo a costi molto bassi generando, anche per l’agroalimentare, la stessa concorrenza verificatasi nel settore tessile alcuni anni fa. Inoltre dai paesi asiatici vi è una forte emigrazione della popolazione attiva dalla buona istruzione verso i paesi africani con la conseguente colonizzazione di intere aree del Continente. Qui singoli imprenditori cinesi utilizzano manodopera africana ottenendo grandi masse di prodotto veicolate in Europa attraverso società incentivate dal governo cinese che guardano con interesse ai mercati internazionali ed a quello europeo in particolare. E’ evidente che questi grandi spostamenti di capitali e questa aggressività economica da parte di alcuni Paesi non può

che generare la necessità che la politica dia risposte urgenti a tutela delle nostre produzioni. In questo senso l’intervento di Paolo Scarpa Bonazza Buora e di Paolo Russo rispettivamente presidenti della commissione agricoltura del Senato e della Camera sono stati una ventata di ottimismo con l’annuncio dell’imminente approvazione della legge sull’etichettatura all’origine dei prodotti agricoli. Questo consentirà al consumatore di individuare i paesi di origine del prodotto ed eviterà che l’industria di trasformazione “incarti di italianità” il prodotto estero. Certamente questa legge porterà ad un dibattito politico in Europa con il rischio per l’Italia di subire una procedura di infrazione. Ma, come ha sostenuto Marini, oggi le procedure d’infrazione pendenti nei confronti del nostro Paese sono ben 150. Se ve ne dovesse essere una in più, questa almeno è per una buona causa! Piena condivisione della posizione espressa da Marini da

lanciata dal procuratore capo di Torino Raffaele Guariniello, che consiste nel costituire una unica procura nazionale contro le frodi alimentari poichè oggi la gestione della giustizia sull’agroalimentare manca di specializzazione. Il forum di Cernobbio è stata anche l’occasione per ascoltare personaggi del mondo economico come Corrado Passera di Intesa San Paolo che ha definito l’agro-

alimentare una delle forze vive della Nazione. Al fine di affrontare la crisi di liquidità delle imprese agricole e di consentire a queste di investire soprattutto per la trasformazione e per la certificazione dei vari processi è stato costituito a livello nazionale un unico consorzio fidi denominato CreditAgri Coldiretti che sostituisce gli oltre quaranta confidi operanti a livello nazionale.

Forum

parte dei Ministri presenti: da quello dell’economia Tremonti a quello dell’agricoltura Galan, al ministro del lavoro Sacconi ed a quello della salute Fazio. E’ stato proprio il ministro della salute ad annunciare che sugli OGM il Governo non cambierà linea nonostante i tentennamenti del ministro dell’agricoltura Galan. Per la tutela dei consumatori particolarmente importante la proposta

7

Giorno

Mattino

Pomeriggio

Lunedì Martedì Mercoledì Giovedì Venerdì Sabato

8,30 - 12,30 8,30 - 12,30 8,30 - 12,30 8,30 - 12,30 8,30 - 12,30 Chiuso

14,00 - 17,30 14,00 - 17,30 14,00 - 17,30 14,00 - 17,30 14,00 - 17,30 Chiuso

Federazione di Asti, C.so F. Cavallotti, 41 Tel. 0141.380.400 - Fax 0141.355.138 www.coldiretti.it - asti@coldiretti.it

numero 10 – 2010

Orario Uffici

Gli italiani vogliono la filiera agricola italiana Dal Forum di Cernobbio le aspettative sull’agroalimentare nazionale

Forum

L

numero 10 – 2010

8

’importante contributo del Made in Italy agroalimentare alla crescita del Paese e le esigenze di tutela nei confronti di frodi e contraffazioni sono stati i temi al centro del Forum Internazionale dell’Agricoltura e dell’Alimentazione, organizzato da Coldiretti a Cernobbio con la collaborazione dello studio Ambrosetti. Il Forum, giunto alla decima edizione, ha riunito, ieri e oggi, i maggiori esperti ed esponenti del mondo accademico, rappresentanti istituzionali, responsabili delle forze sociali, economiche, sindacali e politiche nazionali ed estere. L’edizione di quest’anno ha trattato anche i temi dell’impatto internazionale dei flussi commerciali dei prodotti agroalimentari sull’economia e sulla società. Di seguito sintetizziamo, grazie alle indagini Coldiretti svolte con Swg, i passaggi più significativi del Forum.

Per un italiano su quattro il Made in Italy vale doppio Per quasi un italiano su quattro (23 per cento) il cibo italiano dal campo alla tavola vale almeno il doppio, nonostante il momento di crisi economica. Il valore superiore attribuito dagli italiani agli alimenti, realizzato con prodotti coltivati o allevati interamente in Italia, è eccezionale con due italiani su tre (65 per cento) che ritengono valga dal 10 per cento in su. La fiducia nel Made in Italy rispetto al prodotto straniero è del 91 per cento per gli alimenti, del 66 per cento per i vestiti, del 55 per cento nei mobili, del 49 per cento per la cosmetica, del 39 per gli utensili, del 26 per auto e motorini e del 18 per l’elettronica e cresce nel 2010 in tutti i settori. La superiorità del Made in Italy alimentare è attribuita al rispetto di leggi più severe, alla bontà e freschezza e alla garanzia di maggiori controlli. L’attenzione all’origine del prodotto è evidenziata dal fatto che ben il 97 per cento degli italiani ritiene che dovrebbe essere

sempre indicato il luogo di allevamento o coltivazione dei prodotti contenuti negli alimenti. Significativo anche come il valore aggiunto per ettaro di terreno, ovvero la ricchezza netta prodotta per unità di superficie dall’agricoltura italiana, sia oltre il triplo di quella Usa, doppia di quella inglese, e superiore del 70 per cento di quelle di Francia e Spagna. Le produzioni italiane hanno poi il primato della sanità e della sicurezza alimentare, con un record del 99 per cento di campioni regolari di frutta, verdura, vino e olio, con residui chimici al di sotto dei limiti di legge. Nel nostro Paese si trovano un terzo delle imprese biologiche europee e un quarto della superficie bio dell’Unione, superando il milione di ettari. L’agricoltura italiana vanta inoltre la leadership nei prodotti tipici con 210 prodotti a denominazione o indicazione di origine protetta riconosciuti dall’Unione Europea, senza contare le 4511 specialità tradizionali censite dalle regioni.

DOVE COMPREREBBE CON PIU’ FIDUCIA QUESTI PRODOTTI

Forum

QUANTO VALE IL PRODOTTO ALIMENTARE MADE IN ITALY

PER IL 53 % DEGLI ITALIANI McBUN E’ MEGLIO DI McDONALD

U

Locali, artigianali Di una grande marca nazionale E’ indifferente, importante è la qualità E’ indifferente, importante è il prezzo

53% 10% 32% 5%

Fonte: indagine Coldiretti-Swg

striale (11 per cento) e a quello della distribuzione commerciale (10 per cento). Un’opinione confermata dal boom degli acquisti diretti dai produttori dove compra regolarmente il 17 per cento degli italiani con un aumento record del 55 per cento nel 2010.

numero 10 – 2010

na maggioranza assoluta del 53 per cento degli italiani preferisce acquistare prodotti alimentari locali e artigianali che battono nettamente le grandi marche, le quali si fermano al 10 per cento. E’ la conferma come la strada intrapresa da un allevatore di Rivoli che proponeva l’agri-hamburger “Mac Bun” e si è visto diffidare da McDonalds e il successo ottenuto dall’impresa sarda Mc Puddu accusata di “plagio” dal gigante dei fast food, è dunque avallata dalle scelte degli italiani. La vittoria del prodotto legato al territorio è sancita dal fatto che oltre due terzi degli italiani (68 per cento) si sentirebbero più garantiti da un marchio degli agricoltori italiani rispetto al marchio indu-

9

LE PREFERENZE DI ACQUISTO DEI PRODOTTI ALIMENTARI

Il flop della semina biotech Gli Ogm sono meno salutari dei prodotti tradizionali

Made in Italy

L

numero 10 – 2010

10

e provocazioni con l’eclatante semina illegale di mais geneticamente modificato (Ogm) e il pressing delle grandi lobby multinazionali con imponenti campagne di promozione che hanno segnato in Italia il 2010 non convincono i cittadini che mantengono salda la propria opposizione agli Ogm, ritenuti meno salutari di quelli tradizionali da tre italiani su quattro che esprimono una opinione (73 per cento). La forte contrarietà espressa dai consumatori sui prodotti geneticamente modificati è rimasta sostanzialmente stabile negli ultimi quattro anni nei quali è stato condotta la tradizionale indagine della Coldiretti al Forum di Cernobbio, ed è la conferma che non si tratta di una valutazione emotiva. Un atteggiamento che dà valore alla scelta fatta dalla Conferenza della regioni che ha deciso recentemente all’unanimità di continuare a vietare la coltivazione di organismi geneticamente modificati in Italia con l’importante invito ad esercitare la clausola di salvaguardia per vietare sul territorio nazionale la semina

e la produzione della patata Amflora e del mais Mon810. Con tale decisione l’Italia si unisce al numero crescente di Paesi europei come Austria, Ungheria, Lussemburgo, Grecia, Francia e Germania che hanno già vietato il mais MON 810 mentre con il medesimo mezzo giuridico per ora l’Austria, l’Ungheria e il Lussemburgo hanno vietato, altresì, la patata Amflora. Gli Ogm spingono - sostiene la Coldiretti - verso un modello di sviluppo che è il grande alleato dell’omologazione e il grande nemico della tipicità, della distintività e del Made in Italy. La scelta di non utilizzare organismi geneticamente modificati non è quindi il frutto di un approccio ideologico, ma riguarda una precisa posizione economica  per il futuro di una agricoltura che vuole mantenere saldo il rapporto con i consumatori. Su questa strada l’Italia non è certo da sola poiché dopo il divieto posto anche in Germania si sono ridotti a soli sei, su ventisette, i Paesi Europei dove si coltivano Ogm con un drastico crollo del 12 per cento delle semine. Il drastico crollo nei terreni

seminati a transgenico in Europa nel 2009 conferma che nel coltivare tali prodotti non c’è neanche convenienza economica. Il futuro della nostra agricoltura sarà nell’essere diversi e migliori e non omologati a quei sistemi produttivi che operano con strutture di costi per noi irraggiungibili. Il problema è non farsi copiare le nostre eccellenze e non replicare modelli che il mercato ha già abbondantemente bocciato.

O.g.m.: idee chiare in Piemonte La Regione dice no alla coltivazione, sì alla ricerca MADE IN ITALY: TIPICO IN TAVOLA PER 1 ITALIANO SU 3

U

resse per le produzioni ad elevato contenuto salutistico, identitario e ambientale”.

Made in Italy

n italiano su tre (32 per cento) acquista regolarmente prodotti a denominazione di origine e il 14 per cento quelli biologici. E’ la conferma che “La crisi non incide sul bisogno di sicurezza alimentare dei cittadini che continuano ad esprimere un forte inte-

11 alcun beneficio né alla nostra economia né tantomeno alla nostra agricoltura”. “Per Coldiretti – commenta Bruno Rivarossa, direttore Coldiretti Piemonte - gli OGM non rappresentano una questione ideologica bensì un problema di natura economica. La forza della nostra agricoltura sta

nella biodiversità e nelle eccellenze produttive. Inoltre, da un’indagine della Coldiretti Nazionale, risulta che i consumatori sono fortemente contrari al consumo di prodotti OGM. Dal momento che Coldiretti ha siglato il “patto con i consumatori” non può non tenere conto delle loro esigenze”.

GLI ACQUIRENTI DI PRODOTTI ALIMENTARI Tipo di prodotto Prodotti di origine controllata e protetta Prodotti biologici Prodotti equo-solidali Prodotti etnici Fonte: indagine Coldiretti-Swg su quanti dichiarano di acquistare regolarmente o qualche volta Bruno Rivarossa, direttore regionale Coldiretti

% 32% 15% 6% 5%

numero 10 – 2010

S

i è svolta a Roma la Commissione Politiche Agricole con tema centrale la politica nazionale da adottare nei confronti degli OGM. La conferenza, alla quale ha partecipato anche l’Assessore all’Agricoltura della Regione Piemonte Claudio Sacchetto, si è conclusa con l’approvazione di un documento in cui tutte le Regioni ribadiscono unanimemente il loro “No” agli OGM, restando però aperte alla ricerca sugli stessi. Il pacchetto legislativo approvato dalla Commissione Europea  offre l’opportunità di non dover, per forza, approvare le linee guida per la coesistenza tra diversi sistemi agricoli, condizione che ha permesso alle Regioni di far valere le loro linee guida. Gli Assessori hanno inoltre fatto espressa richiesta al Ministro affinché per il futuro in sede Europea si esprima in sintonia con la linea adottata dalle Regioni, soprattutto per quel che concerne temi delicati come quello degli OGM. “Il documento approvato – spiega l’assessore regionale all’agricoltura - è anche volto a ribadire il fatto che l’Italia non ha bisogno degli OGM, i quali non porterebbero sicuramente

Dove acquistare: da Campagna Amica Punti vendita, Fattorie di Eccellenza, Distributori di Latte, Mercati

Filiera

numero 10 – 2010

12

Ci hanno messo la faccia ed anche la firma”. Possiamo riassumere così, il grande impegno delle migliori imprese agricole nel rinnovato rapporto con i consumatori. Sono oltre mille in tutta Italia, un centinaio nell’Astigiano, ad aver aderito ai “Punti Vendita Campagna Amica”. L’elenco completo si trova nel sito www.campagnamica.it. Ogni azienda espone all’ingresso l’apposita targa “Punto Campagna Amica” ed offre prodotti agricoli e trasformati di alta qualità ad un prezzo equo che tuteli l’ambiente ed i consumatori: -30% rispetto al servizio SMS consumatori per i prodotti generici confrontabili. L’iniziativa è dei produttori di Coldiretti, stufi di essere l’anello debole della filiera agroalimentare che anni fa strinsero un patto con i consumatori ed, oggi, propongono la vendita diretta in azienda, senza intermediari, per evitare l’aumento esponenziale lungo la catena di vendita. Sul sito internet, www.campagnamica.it, si trova la mappa completa, con indirizzi e prodotti offerti, di tutte le imprese agricole italiane che hanno già aderito ai punti vendita. I “Punti Campagna Amica” che attualmente in provincia di Asti sono 55, propongono dai prodotti primari, frutta, verdura, fiori, a quelli trasformati, vini, formaggi, mieli ecc…, con la possibilità di acquistarli direttamente in azienda a prezzi agevolati. Nell’elenco delle “Fattorie di Eccellenza” (nell’Astigiano sono 21) si trovano le imprese agricole che alle stesse condizioni agevolate di prezzo e qualità, aggiungono un servizio di accoglienza, sale di degustazioni, laboratori didattici, possibilità di pernottamento ecc…

I cento punti della vendita diretta nell’astigiano

Il sito ospita poi le imprese agricole “Distributrici di latte”, sono sei in provincia, dove viene offerto il latte intero munto di giornata; lo si può acquistare portandosi la bottiglia di vetro da casa. In fine una sezione apposita del portale ospita i “Mercati di Campagna Amica”, in provincia di Asti questa nuova tipologia di vendita organizzata sono già cinque. Ad Asti il Moi, presso il mercato ortofrutticolo all’ingrosso, in piazza Saragat, è attivo ogni mercoledì e sabato dalle 7,30 alle 11. A Bubbio il mercato si tiene ogni sabato pomeriggio nella centrale via Roma e, naturalmente, offre una “specializzazione” per i formaggi ed i prodotti caseari. A Calamandrana il mercato di terra amica è sempre al sabato, ma in mattinata, e per il prossimo periodo invernale avrà la possibilità di utilizzare gli spazi dell’area mercatale della ristrutturata ex cantina sociale.

A Castelnuovo don Bosco, il mercato di vendita diretta del contadino, è in funzione ogni domenica mattina e vede la partecipazione di molti produttori del nord dell’Astigiano. Infine, ancora ad Asti, i produttori di Campagna Amica si ritrovano, ogni seconda domenica del mese nella rassegna agroalimentare sotto i portici di piazza Alfieri. Oltre a poter scegliere il luogo più comodo dove acquistare ad un prezzo equo i prodotti agroalimentari di qualità, il sito campagna amica offre anche la possibilità di una ricerca del ventaglio di offerte per ogni singolo prodotto o servizio garantito da ogni impresa agricola. Naturalmente, molte imprese agricole stanno ancora aderendo al progetto Coldiretti che è senz’altro destinato a riscrivere l’intera mappatura dell’offerta commerciale nazionale. Per informazioni rivolgersi a Coldiretti Asti, tel. 0141.380.400.

Ci mettiamo la firma agricoli e consumatori. “I dati e i sondaggi illustrati al Forum di Cernobbio - rileva Ciotta - ci confortano sul percorso intrapreso da Coldiretti”. Stiamo concretizzando la più estesa rete commerciale nazionale che coinvolge i mercati di campagna amica, i punti di vendita delle cooperative, i consorzi agrari, agriturismi e aziende agricole, ma coinvolgerà anche la rete della ristorazione a chilometri zero e la distribuzione che intenderà partecipare”.

La crescita degli acquisti diretti dal produttore hanno raggiunto il valore di 3 miliardi di euro e interessano più di 60mila imprese agricole tra cantine, cascine e malghe oltre a 600 mercati degli agricoltori di Campagna Amica. “La nostra provincia – conclude Soave - per offerta di prodotti tipici e valore dell’agroalimentare è fra le prime in Italia. Il nostro impegno è di dare valore aggiunto al giusto prezzo, contribuendo al miglioramento dello stile di vita di tutti i cittadini”.

Pensionati in Umbria

In 200 per un viaggio memorabile

L

’Associazione regionale Pensionati Coldiretti ha organizzato dall’8 all’11 ottobre scorso un viaggio in Umbria che ha raccolto duecento adesioni. “E’ stato un bel momento di aggregazione - ha evidenziato Bruno Porta, presidente dell’associazione regionale Pensionati -. Siamo molto soddisfatti di come è stata accolta questa iniziativa, l’entusiasmo dei partecipanti ha premiato l’impe-

gno con cui sono curati i progetti dall’associazione”. L’associazione regionale Pensionati Coldiretti continua il suo impegno a fianco degli anziani agricoltori, cercando un dialogo costruttivo con le istituzioni e la politica. Ciò al fine di mantenere anche in periferia i servizi socio-assistenziali che spesso con questa crisi economica rischiano di essere centralizzati.

13

La presenza dell’agricoltore pensionato è indispensabile per il presidio umano del territorio a tutela dello stesso e dell’ambiente naturale.

9V(Vcc^ FgdYjo^dcZZkZcY^iVe^Vci^cZY^cdXX^dadXZgi^ÒXViZkVg^Zi| IdcYV<Zci^aZYZaaZAVc\]ZVgVY^XZcjYV :^hedc^W^a^i|Y^e^Vci^cZ^beVaXViZY^&"'Vcc^ 9dchZ\cVVYdb^X^a^d Fdhh^W^a^i|Y^k^h^iVk^kV^d Ij\a^^be^Vci^hjeZg^dg^V^'=VVcVa^h^iZggZcd\gVij^iV 7hh^hiZcoVVaaVegd\ZiiVo^dcZZgZVa^ooVo^dcZYZ\a^^be^Vci^ LZcY^iVY^e^VciZ^bedaa^cVig^X^ FgZhZciZVabZgXdaZY‡egZhhd^abZgXVidY^6hi^ E#ooV8VbedYZaEVa^d

GZ\#HVci6cidc^d!,,"7J77>D IZa#Z;Vm%&))"-&-%"8Zaa#().#-+,-,-' lll#k^kV^"gdkZiV#^iZgcZhid5k^kV^"gdkZiV#^i

XdaaVWdgVXdc aÉ>hi^ijidY^

8dai^kVo^dc^ 6gWdgZZYZaaV

;VXdai|Y^6\gVg^V YZaaÉJc^kZgh^i|

8Viida^XVYZa HVXgd8jdgZY^ E^VXZcoVZXdc

8daY^gZii^

numero 10 – 2010

Favorire la presenza di prodotti locali nei punti vendita è anche l’obiettivo del progetto per una Filiera agricola tutta italiana per arrivare ad offrire prodotti alimentari al cento per cento italiani firmati dagli agricoltori e al giusto prezzo”, così Maurizio Soave e Antonio Ciotta, rispettivamente presidente e direttore Coldiretti Asti, sottolineano l’impegno dell’organizzazione per tutelare le produzioni Made in Italy in linea con il patto siglato fra produttori

Filiera Italiana

Ecco perchè Coldiretti lavora per una filiera agricola tutta italiana

A Torino il futuro dell’agricoltura Alla grande kermesse Coldiretti ha presentato una Filiera agricola tutta italiana

Evento

A

numero 10 – 2010

14

l recente Salone del Gusto e Terra Madre di Torino, Coldiretti ha presentato il grande progetto della “Filiera Agricola tutta Italiana” e la sua strategia di salvaguardia del territorio e dell’ambiente. Al Salone la filiera filiera è stata presentata attraverso le attività più innovative delle imprese agricole, nate proprio dal progetto Coldiretti. A Terramadre, dove alla fine dei cinque giorni, sono stati oltre 5.000 i rappresentanti delle comunità del cibo, cuochi, docenti e giovani provenienti da tutto il mondo, Coldiretti è stata molta attenta a raccogliere le varie iniziative legate all’alimentare locale, sostenibile, in equilibrio

TERRAMADRE

con il pianeta e rispettose dei saperi tramandati di generazione in generazione.

SALONE DEL GUSTO

A

l recente Salone del Gusto e Terra Madre di Torino, Coldiretti ha presentato il grande progetto della “Filiera Agricola tutta Italiana” e la sua strategia di salvaguardia del territorio e dell’ambiente. Al Salone la filiera filiera è stata presentata attraverso le attività più innovative delle imprese agricole, nate proprio dal progetto Coldiretti.

A Terramadre, dove alla fine dei cinque giorni, sono stati oltre 5.000 i rappresentanti delle comunità del cibo, cuochi, docenti e giovani provenienti da tutto il mondo, Coldiretti è stata molta attenta a raccogliere le varie iniziative legate all’alimentare locale, sostenibile, in equilibrio con il pianeta e rispettose dei saperi tramandati di generazione in generazione.

A

l meeting mondiale delle Comunità del cibo Coldiretti era presente come partner ed ha curato gli aspetti organizzativi dell’ospitalità di 300 delegati provenienti da tutti i paesi del mondo, suddivisi in cinque case “Coldiretti”. I lavori di Terra Madre sono stati dedicati all’approfondimento dei temi cruciali per il futuro dell’agricoltura e del pianeta, a difesa delle biodiversità e delle energie rinnovabili, nell’ottica di rafforzare le modalità di produzione del cibo locale, tradizionale e sostenibile. Valori fondamentali sui quali si incardina l’azione di Coldiretti per la salvaguardia della genuinità dei prodotti alimentari e del territorio. Tra i diversi appuntamenti programmati, la giornata del venerdì è stata dedicata alla delegazione americana con una cena di prodotti tipici piemontesi, tra i quali la “Bagna Cauda”.

Verso il record l’export di cibo nel 2010 C’è però ancora troppa agripirateria: troppi “tarocchi” falsi Made in Italy

di Consorzi Agrari, cooperative, farmers market, agriturismi e imprese agricole, prodotti alimentari al cento per cento italiani firmati dagli agricoltori al giusto prezzo.

15

BUON COMPLEANNO!

Compie 100 anni il Presidente onorario della Coldiretti sezione di San Martino Alfieri. Massano Mario nato il 02/11/2010 è stato festeggiato con grande affetto dalla nipote Chiara con Adriano, la figlia Carla con Renzo e tutta la popolazione di San Martino Alfieri.

numero 10 – 2010

(+ 9 per cento). L’andamento sui mercati internazionali potrebbe ulteriormente migliorare da una più efficace tutela nei confronti della “agropirateria” internazionale che utilizza impropriamente parole, colori, località, immagini, denominazioni e ricette che si richiamano all’Italia per prodotti taroccati che non hanno nulla a che fare con la realtà nazionale. All’estero - stima la Coldiretti - il falso Made il Italy a tavola fattura 50 miliardi di euro e sono falsi tre prodotti alimentari di tipo italiano su quattro. I risultati positivi delle esportazioni alimentari non si sono ancora adeguatamente trasferiti alle imprese agricole dove registrano ancora in molti settori quotazioni al di sotto dei costi di produzione, a conferma delle pesanti distorsioni che permangono nel passaggio degli alimenti lungo la filiera dal campo alla tavola. Per questo Coldiretti promuove il progetto per una filiera agricola tutta italiana con l’obiettivo di tagliare le intermediazioni e arrivare ad offrire, attraverso la rete

Economia

M

ade in Italy protagonista nel mondo. In Russia, il paese della vodka, nel corso del 2010 sono più che raddoppiate le esportazioni di grappa, facendo segnare un più 135 per cento. Anche in Germania, la terra dei wurstel, si è registrato un incremento consistente per le vendite di salsicce (+23 per cento). In Cina, dove c’è chi sostiene siano stati inventati gli spaghetti, la pasta italiana in pazza, con un aumento dell’export del 17 per cento. I dati più confortanti sono stati divulgati da Coldiretti, sulla base dei rilievi Istat sul commercio estero del primo semestre del 2010, nel corso del Forum Internazionale dell’Agricoltura e dell’Alimentazione di Cernobbio, dai quali emerge che nei primi sei mesi dell’anno è stato registrato il massimo valore di sempre. Se il trend dovesse proseguire, si raggiungerà a fine anno quota 26 miliardi, frutto di esportazioni effettuate per la grande maggioranza nei paesi dell’Unione Europea, ma anche negli Stati Uniti e nei mercati emergenti come la Cina. Gli esempi della grappa, delle salsicce e della pasta sono rappresentativi del successo del Made in Italy agroalimentare sulle tavole del mercato globale, dove i prodotti del Belpaese fanno registrare complessivamente un aumento del 10 per cento in valore nei primi sei mesi dell’anno, con la crescita a due cifre della presenza di ortofrutta, vini e formaggi. A crescere sono soprattutto l’ortofrutta (+16 per cento), i formaggi e latticini (+ 14 per cento), l’olio di oliva (+11 per cento) e il vino

Assegnata la Borsa di Studio Paolo Vastadore Daniele Longo è lo studente più meritevole dell’Istituto G. Penna

Commemorazione

U

numero 10 – 2010

16

na cerimonia molto toccante, domenica 24 ottobre ad Isola d’Asti, per la commemorazione di Paolo Vastadore, giovane tecnico Coldiretti, tragicamente scomparso, il 19 gennaio scorso, all’età di 27 anni, in un incidente stradale mentre tornava a casa dopo una giornata di lavoro. Alle 11 nella chiesa parrocchiale di Santa Caterina ad Isola Piano, Mons. Giovanni Bertolino ha officiato una messa in suffragio, alla presenza di numerosissime persone, familiari, amici, colleghi di lavoro, autorità e moltissimi concittadini. Alle 12, in Municipio, la consegna della Borsa di Studi allo studente più meritevole dell’Istituto I.I.S. “G. Penna” di Asti diplomatosi con il miglior risultato all’esame di maturità. Un’iniziativa voluta dai familiari di Paolo Vastadore insieme a Coldiretti Asti, sotto il patrocinio del Comune di Isola d’Asti, e con il contributo delle associazioni di volontariato del paese, di tanti amici e colleghi. Vincitore della Borsa di Studi, e del premio di 750 euro, è risultato Daniele Longo, 19 anni di Asti. La consegna è avvenuta ad opera del presidente di Coldiretti Asti, Maurizio Soave, alla presenza

������������ �������� ���������������������������

��������� ����� ���� ���� ���������������� ����

����������������� �

���������� ������ ��� ��� �� �������������� ������ ���� ���������������� � � ������������������������ ��!

Le famiglie Longo e Vastadore

dei familiari di Paolo Vastadore, e con gli interventi, coordinati dal professor Erildo Ferro, del Sindaco di Isola, Franco Cavagnino, del direttore dell’Ufficio Scolastico provinciale, del preside dell’Istituto Penna, del presidente della Commissione aggiudicatrice Marco Devecchi, del Consigliere regionale Angela Motta e dell’Assessore provinciale Antonio Baudo.

Il presidente Maurizio Soave e Daniele Longo

Nella foto a sinistra Paolo Vastadore, giovane tecnico Coldiretti tragicamente scomparso il 19 gennaio scorso all’età di 27 anni, in un incidente stradale mentre tornava a casa dopo una giornata di lavoro.

Consegna del premio De Concilio Consegnato a Torino dal presidente Coldiretti Soave

U

pignoletto rosso e per averne avviato la trasformazione producendo e distribuendo direttamente in azienda prodotti da forno di eccellente qualità fra cui le superlative paste di meliga.

Eventi

continuità imprenditoriale dei giovani impegnati in agricoltura. Valentina Vittone si è distinta su oltre 200 partecipanti al concorso, per aver saputo riscoprire un’antica varietà di mais, denominata

Coldiretti e gli Alpini Il 3 e 4 ottobre Asti ha accolto le Penne Nere brindando con la Barbera

C

oldiretti Asti ha dato il benvenuto agli Alpini. In occasione del XIII Raduno Intersezionale e con migliaia di persone ad Asti, Coldiretti, in collaborazione con Fondazione Campagna Amica, ha promosso la Barbera d’Asti. In un’apposita postazione dislocata in piazza San Secondo nella serata del 2 ottobre, per la “notte Bianca degli Alpini”, sono state offerte degustazioni del vino più prodotto in Piemonte. Nella mattinata del 3 ottobre in occasione della grande sfilata, una postazione Coldiretti dislocata nei punti di accoglienza ha distribuito la Barbera d’Asti a tutti gli alpini. “Abbiamo voluto – sottolinea Maurizio Soave, presidente provinciale Coldiretti - brindare alle Penne Nere con la Barbera d’Asti. E’ un modo

17

Soggiorno invernale

Organizzato da Coldiretti Donne Impresa a Spotorno

C

oldiretti Donne Impresa organizza, dal 10 al 24 Gennaio 2011, un soggiorno invernale a Spotorno per associati, parenti ed amici. La quota di adesione è di 35 euro a persona e comprende la pensione

diverso per accogliere chi, come il mondo agricolo, è ancorato a sani principi e valori. Per queste grandi occasioni di incontro è importante portare alla ribalta le tipicità della nostra provincia per contribuire alla valorizzazione della Barbera che rappresenta una parte importantissima della nostra economia”.

completa cocktail di benvenuto, una serata danzante e una festa la sera precedente la fine del soggiorno. Per informazioni e prenotazioni rivolgersi agli uffici di zona di Coldiretti Asti. numero 10 – 2010

na giovane imprenditrice agricola di Barge è la vincitrice del premio “Massimiliano De Concilio”, istituito da Coldiretti Piemonte. La consegna del premio è avvenuta il 22 ottobre negli uffici di piazza San Carlo, ad opera del componente di giunta di Coldiretti Piemonte, Maurizio Soave e del direttore regionale, Bruno Rivarossa. Valentina Vittone dell’azienda agricola La Genuina di Barge ha ritirato il riconoscimento collegato al prestigioso concorso nazionale Oscar Green per testimoniare la

Latte crudo per tutti: è buono e salutare Prelevato ai “bancolat” costa meno e vale molto di più

Manifestazione

S

numero 10 – 2010

18

ul latte crudo è stata costruita una favola metropolitana negativa che danneggia sia gli allevatori che hanno scelto di vendere il loro latte con i “bancolat” che i consumatori che pagano il latte crudo 1 euro al litro quando quello UHT viene venduto tra 1,30 euro e 1,50 euro. Questo in buona sostanza quanto è emerso dal convegno del 30 ottobre indetto da Coldiretti Piemonte dal titolo: “Latte per noi, per voi, per tutti”. Tra gli intervenuti, Mario del Piano, direttore del Reparto Gastroenterologia dell’Ospedale Maggiore della Carità di Novara che ha sostenuto che la tecnologia attuale ci permette di avere latte crudo di alta qualità, sicuro con numerosi vantaggi rispetto a quello UHT: maggiore contenuto vitaminico e caratteristiche nutrizionali complete. Inoltre per quanto riguarda l’allarme lanciato di media circa i rischi di latte contaminato da batteri, Del Piano sostiene che il batterio “Escherichia coli O157” responsabile di infiammazioni è presente in alimenti diversi dal latte. Di qui le statistiche dalle quali emergono 1000 casi di contaminazione negli Stati Uniti per acqua infetta ed alcuni sandwiches in Canada. Dunque il latte crudo non è assolutamente il veicolo di diffusione

S. Damiano Cisterna Celle Enomondo Ferrere

del batterio. Rossana Becarelli, direttore sanitario dell’Ospedale Giovanni Vecchio di Torino, ha lanciato la proposta di inserire i distributori di latte crudo nelle corsie degli ospedali piemontesi quale collegamento ideale con la richiesta del consumatore di sanità e salute. Giuliana Moda, responsabile del settore Sanità Animale della Regione Piemonte, ha evidenziato i numerosi passi avanti compiuti dagli allevatori piemontesi, oggi in condizione di garantire latte di alta qualità con la stretta sorveglianza di veterinari aziendali. Infine il progetto coordinato dall’Associazione Regionale Allevatori che punta ad implementare la qualità del latte crudo piemontese venduto nei distributori self service. Una qualità già elevata, come ha precisato il direttore Tiziano Valperga, ma sicuramen-

te migliorabile con il concorso dell’Istituto Zooprofilattico per il Piemonte e la Liguria. Le conclusioni sono state tratte dal direttore di Coldiretti Piemonte Bruno Rivarossa, che ha evidenziato come il latte piemontese non debba più essere considerato una “commodities”, ma un prodotto di alta qualità legato al territorio. Di qui, la strategia economica di Coldiretti di continuare sulla strada degli accordi di filiera con quella parte di industria che sia nel latte che negli altri settori, intende valorizzare i prodotti collegati al territorio con la tracciabilità e l’etichettatura al fine di consentire acquisti consapevoli ed informati. Presenti al convegno anche i presidenti di Federconsumatori Giovanni De Giudici e di Movimento Consumatori Alessandro Mostaccio.

Via C. Botta, 4 - 14015 San Damiano d’Asti

Tel. & Fax 0141.975146 cell. 336.253369

ATTIVITA' INFORMATIVA E DIVULGATIVA ai sensi del Regolamento (CE) 1698/2005 – Programma di Sviluppo Rurale 2007-2013 Misura 111 Azione 1 Sottoazione B): informazione nel settore agricolo

Riaperta la rottamazione agricola Sconto del 20% su macchine agricole, attrezzature e movimento terra

le mietitrebbiatrici (6 per cento) e le macchine movimento terra (4 per cento). L’incentivo pubblico ha permesso così l’attivazione di investimenti privati di circa 160 milioni di euro da parte delle imprese. Relativamente alle procedure di funzionamento, il Ministero dello Sviluppo Economico ha sottoscritto una convenzione con Poste Italiane per il disbrigo di tutte le pratiche. Le domande saranno finanziate in base all’ordine di arrivo, a decorrere dal 3 novembre, sino all’esaurimento delle risorse messe a disposizione. I Consorzi agrari sono a disposizione per la predisposizione delle pratiche necessarie all’incentivo rottamazione.

COSTIGLIOLE D’ASTI: Doppia Laurea in casa del nostro associato Giuseppe Saglietti In data 23 settembre la figlia Nadia presso il Politecnico di Torino ha conseguito la Laurea magistrale in architettura discutendo la tesi “Conservazione del patrimonio contemporaneo tra architettura e design” con votazione 110. In data 22 settembre la figlia Sara

presso l’università degli studi di Torino ha conseguito la Laurea di 1° livello in economia aziendale con la tesi “Il consorzio dell’Asti Spumante e la relazione tra i soci” con votazione 110 e lode. Congratulazioni e auguri alle neo dottoresse.

19

numero 10 – 2010

macchine agricole e macchine movimento terra, gru a torre per edilizia, componenti elettrici ed elettronici, nautica da diporto) attingeranno dal fondo unico. I soggetti interessati ad usufruire dei fondi rottamazione, proprio in considerazione del fatto che le risorse finanziarie sono accorpate in un fondo comune per tutti i settori, dovranno  formalizzare le richieste con la necessaria tempestività, in quanto le richieste verranno finanziate in base all’ordine di arrivo. Dei precedenti 20 milioni della rottamazione agricola sono stati utilizzati in prevalenza per le macchine agricole operatrici e le attrezzature (65 per cento), i trattori (25 per cento),

Misura 111-1B

D

al 3 novembre sono nuovamente disponibili gli incentivi per la rottamazione di macchine agricole, attrezzature e movimento terra. La misura, uguale alla prima rottamazione 2010, prevede un contributo pubblico del 10% sul prezzo di acquisto a cui si aggiunge un altro 10% di sconto praticato dal concessionario. Dopo il successo nei mesi scorsi del primo provvedimento rottamazione, che ha portato in pochi giorni all’esaurirsi dei 20 milioni messi a disposizione del settore agricolo,  soddisfando circa 4.300 richieste di incentivo, il sistema è stato rifinanziato. Con decreto del Ministero dello sviluppo economico sono state riassegnate le risorse non ancora utilizzate, che ammontano a circa 110 milioni di euro, mettendole a disposizione di tutti i settori, in un fondo unico. Dal 3 novembre, è possibile prenotare gli incentivi, secondo le regole e le modalità della precedente rottamazione, tutti 10 i settori (motocicli, cucine componibili complete di elettrodomestici efficienti, elettrodomestici, immobili ad alta efficienza energetica, internet veloce per i giovani, rimorchi e semirimorchi,

ATTIVITA' INFORMATIVA E DIVULGATIVA ai sensi del Regolamento (CE) 1698/2005 – Programma di Sviluppo Rurale 2007-2013 Misura 111 Azione 1 Sottoazione B): informazione nel settore agricolo

Con l’etichettatura ci sarà meno spreco Italia 1° produttore europeo di frutta, ma il consumo di ananas è raddoppiato

Misura 111-1B

L

20

a legge sull’etichettatura obbligatoria consentirà acquisti più consapevoli a difesa del Made in Italy. A confermare quanto sostenuto da Coldiretti, vi è lo studio che riporta i dati sulle scelte alimentari degli italiani. Negli ultimi dieci anni, è raddoppiato il consumo di ananas, mentre si è dimezzato quello delle pesche. Le banane sono addirittura diventate il terzo frutto più consumato dopo mele e arance. L’ analisi sugli effetti della globalizzazione a tavola evidenzia che la frutta straniera rappresenta oggi ben il 15 per cento di quella consumata nonostante l’Italia sia il primo produttore di frutta e verdura in Europa. Accanto all’arrivo di frutta “esotica” negli ultimi dieci anni si è anche assistito ad una crescita degli sbarchi di frutta straniera “contro” stagione come i mirtilli dall’Argentina (+560

per cento), le ciliegie dal Cile (+122 per cento) o l’uva dal Sudafrica (+50 per cento). Una tendenza che comporta spreco di denaro, energia e inquinamento ambientale per i trasporti, spesso

dovuta alla perdita di conoscenza dei cicli stagionali ed amplificata dalla mancanza di trasparenza sull’origine dei prodotti in etichetta, sulla quale la Coldiretti chiede di intensificare i controlli.

Ridotti dell’8% i fitofarmaci

numero 10 – 2010

Aumentano del 66% i prodotti biologici

N

ei campi italiani si sono ridotti dell’8 per cento i principi attivi distribuiti nei fitofarmaci per proteggere le piante dalla malattie mentre contestualmente è aumentato del 66 per cento l’impiego di quelli biologici. E’ quanto emerge da una analisi della Coldiretti sulla base di dati Istat relativi al 2006 che registrano una diminuzione dei principi attivi distribuiti nelle campagne  da 80,7 mila tonnellate del 2008 a 74,2 mila del 2009. Una situazione che ha contribuito alla conquista da

parte dell’Italia di valori da primato europeo per l’assenza di residui chimici nei prodotti in vendita come conferma l’ultimo rapporto ufficiale annuale del Ministero della Salute sul “Controllo ufficiale dei residui di prodotti fitosanitari negli alimenti di origine vegetale” secondo il quale non è stato trovato alcun campione irregolare nel vino e nell’olio in vendita e solo una percentuale minima dello  0,8 per cento nei cereali. La situazione è particolarmente confortante anche per la frutta e verdura con appena lo 0,8 per cento

dei campioni trovati irregolari rispetto alla media del 3,5 per cento a livello europeo.

ATTIVITA' INFORMATIVA E DIVULGATIVA ai sensi del Regolamento (CE) 1698/2005 – Programma di Sviluppo Rurale 2007-2013 Misura 111 Azione 1 Sottoazione B): informazione nel settore agricolo

Deroga rame sul biologico Il limite di 6 Kg. si può calcolare sul quinquennio

Misura 111-1B

I

l Reg. (CE) n. 889/2008 autorizzando l’uso dei prodotti a base di rame in agricoltura biologica ne ha limitato quantitativamente l’impiego a Kg 6 per ettaro all’anno per evitare accumuli nel suolo. Per le colture perenni, in deroga alla suddetta limitazione, il Regolamento medesimo prevede che gli stati membri possano autorizzare il superamento, in un dato anno, del limite massimo di Kg 6 di rame a condizione che la quantità media effettivamente applicata nell’arco dei cinque anni, costituiti dall’anno considerato e dai quattro precedenti, non superi i Kg 6. Con Determinazione Dirigenziale n. 1032 del 24/09/2010 il Settore Fitosanitario della Regione Piemonte ha disposto la deroga nell’utilizzo del rame per le coltivazioni perenni condotte con metodo biologico. Il provvedimento è motivato dal fatto che l’impiego dei prodotti a base di

rame in agricoltura biologica e nelle condizioni pedoclimatiche piemontesi risulta ancora indispensabile per la protezione delle colture perenni,

in modo particolare della vite dalla peronospora e delle pomacee per diverse avversità crittogamiche e batteriche.

21

Sospensione concianti

I

l Decreto Ministeriale 14 settembre 2009 aveva stabilito la proroga, fino al 20 settembre 2010, della sospensione cautelativa dell’autorizzazione di impiego per la concia di sementi dei prodotti fitosanitari neonicotinoidi (chlothianidin, thiamethoxam, imidacloprid e fipronil). Il Ministero della Salute, con un ulteriore provvedimento del 16 settembre 2010 ha prorogato il termine della sospensione al 30 giugno 2011. L’ulteriore proroga è legata, tra l’al-

tro, alla necessità che si concluda il progetto APENET, finanziato per valutare l’efficacia e gli effetti del decreto di sospensione dei neonicotinoidi nella concia delle sementi di mais e fornire risposte alle problematiche legate ai fenomeni di mortalità e di spopolamento di famiglie di api. Il progetto ha previsto un monitoraggio sul territorio, interventi sulle seminatrici e sulla concia delle sementi, una valutazione degli effetti degli agrofarmaci e l’approfondimento delle problematiche collegate alle patologie delle api, con particolare

numero 10 – 2010

Neonicotinoidi vietati fino al 30 giugno 2011

riferimento all’individuazione dei fattori coinvolti nella sindrome del collasso della colonia.

ATTIVITA' INFORMATIVA E DIVULGATIVA ai sensi del Regolamento (CE) 1698/2005 – Programma di Sviluppo Rurale 2007-2013 Misura 111 Azione 1 Sottoazione B): informazione nel settore agricolo

Verso una deroga, la scadenza sui pozzi Coldiretti ha chiesto di posticipare i termini

Misura 111-1B

C

oldiretti ha partecipato all’incontro del Tavolo Operativo Permanente che si è tenuto all’Assessorato Ambiente della Regione Piemonte per esaminare le richieste di proroga dei termini per l’adempimento delle imminenti scadenze riguardanti i pozzi ed i prelievi da corpi idrici superficiali. Per quanto riguarda gli “stati di consistenza” dei pozzi individuati dalla Regione come a rischio di connessione tra falda superficiale e falda profonda, sembrerebbe accolta la richiesta, avanzata anche da molti consorzi irrigui, di proro-

gare i termini per la presentazione delle perizie fino al 31/12/2011. Sulle tempistiche per l’eventuale successivo ricondizionamento del pozzo, si fa strada l’ipotesi di scaglionare l’obbligo prevedendo, per i pozzi che ricadono entro aree individuate come a maggior rischio (zone vulnerabili da nitrati e/o fitofarmaci e  campi pozzi), la data del 31 dicembre  2013, mentre per tutti gli altri resterebbe valida la data del 31/12/2016. La Regione si è impegnata a produrre in tempi rapidi delle linee guida relative alle modalità di esecuzione delle perizie e per la

questione del ricondizionamento,  anche individuando apposite misure di sostegno. Anche per i misuratori di portata che dovrebbero essere installati   entro il 31 dicembre su tutti i prelievi (da pozzo, sorgente, trincee drenanti e captazioni da corpi idrici superficiali), la richiesta di proroga dovrebbe essere accolta.

22 ATTIVITA' INFORMATIVA E DIVULGATIVA ai sensi del Regolamento (CE) 1698/2005 – Programma di Sviluppo Rurale 2007-2013 Misura 111 Azione 1 Sottoazione B): informazione nel settore agricolo

Notizie Coldiretti sempre aggiornate Richiedete l’invio delle notizie tramite e-mail o SMS

numero 10 – 2010

Coldiretti Asti, nell’ambito dell’Azione 111-1B del PSR, ha predisposto un nuovo servizio per la diffusione delle notizie in tempi rapidi e puntuali. Per essere sempre informati sugli adempimenti, le scadenze, le opportuità inerenti l’attività delle imprese agricole, Coldiretti divulgherà le notizie tramite e-mail e/o SMS telefonici. Si tratta di un’opportunità per essere sempre aggiornati e tenere sotto controllo la propria azienda, dal punto di vista tecnico, burocratico ed economico. Per aderire all’iniziativa e ricevere quindi le notizie è sufficiente compilare e restituire il presente modello agli uffici Coldiretti. Io sottoscritto_____________________________________________________________ Indirizzo__________________________________________________________________ Settore produttivo di interesse_______________________________________________ desidero ricevere l’invio delle informazioni divulgate da Coldiretti Asti inerenti i vari argomenti di interesse per la propria impresa agricola, tramite:

e-mail all’indirizzo: _______________________________________

SMS al telefono di cellulare: _______________________________

Autorizzo Coldiretti Asti ad inserire i miei dati nelle liste per la gestione dell’invio dei comunicati informativi. In qualsiasi momento in base all’Art. 13 della legge 675/96 potrò chiedere la modifica o la cancellazione, oppure negare il consenso al loro utilizzo scrivendo a Coldiretti C.so F. Cavallotti 41 – 14100 Asti.

Luogo ____________________________________Data__________________________Firma_____________________________

da ritagliare e spedire a: coldiretti asti - c.so cavallotti 41 - 14100 asti

ATTIVITA' INFORMATIVA E DIVULGATIVA ai sensi del Regolamento (CE) 1698/2005 – Programma di Sviluppo Rurale 2007-2013 Misura 111 Azione 1 Sottoazione B): informazione nel settore agricolo

Spollonatura “a fuoco”

N

ell’ambito dei festeggiamenti della Fiera “Città della nocciola” di Castellero, il 9 ottobre si è svolta un’interessante iniziativa tecnico-dimostrativa sull’utilizzo del pirodiserbo per la spollonatura del nocciolo. L’iniziativa, organizzata dall’Amministrazione Comunale in collaborazione con Coldiretti Asti e CReSO Centro Ricerche per la Frutticoltura, ha visto la partecipazione di un centinaio di agricoltori e tecnici che hanno seguito con interesse la dimostrazione guidata dalla Ditta Mingozzi di Ferrara. La tecnica del pirodiserbo rappresenta certamente un interessante mezzo non chimico, già molto collaudato per il controllo delle erbe infestanti ma che stà via via conquistando nuovi spazi come l’eliminazione dei polloni o la disinfezione sul terreno dei residui di potatura. Questo metodo è utilizzato con diverse attrezzature

e modalità applicative, in relazione ai problemi che si vogliono risolvere su frutteto, vigneto, kiwi, noccioleto ecc… A Castellero sono state utilizzate attrezzature già in commercio e rispettose di tutti gli standard di sicurezza, portate a spalla oppure con trattrice. Solitamente il trattamento di pirodiserbo è effettuato solamente sulla fila e determina una larghezza di lavoro utile fino a cm 60 per ogni passaggio in base alle esigenze. La fiamma viene proiettata ad una distanza di 30 cm dal centro della fila e provoca sostanzialmente un repentino aumento di temperatura dei tessuti verdi colpiti e la rottura delle cellule vegetali, senza creare problemi invece ai tessuti lignificati del tronco. Il passaggio finalizzato alla spollonatura difatti si è dimostrato efficace anche come diserbo lungo la fila. La velocità di lavoro è influenzata

dalle condizioni ambientali e in particolare dallo stadio di sviluppo delle infestanti e dei polloni, dalla presenza di acqua sulle foglie, dalla temperatura ambiente; queste condizioni portano a variare la velocità di lavoro da 3 a 5 km/ora. L’attrezzatura consuma circa 18-20 kg/ora di GPL, prelevato da bombole d’uso commerciale comune. Certamente, in un’ottica di produzioni ecocompatibili, questa tecnica si presenta con tutte le carte in regola, non utilizzando prodotti chimici dannosi alla salute e all’ambiente; anche da un punto di vista economico il pirodiserbo si presenta conveniente. Una riflessione è imposta, invece, a riguardo di tutti gli accorgimenti per la sicurezza personale e ambientale che vanno considerati prima di scegliere e utilizzare questo tipo di attrezzature.

Misura 111-1B

Dimostrazione a Castellero per il pirodiserbo del nocciolo

23

Il programma di promozione del settore

I

l Ministero delle politiche agricole sta lavorando alla definizione del programma delle attività di comunicazione per il florovivaismo nel 2011. Le iniziative di promozione previste dal Piano Nazionale di settore si potranno sviluppare su quattro diversi filoni. Il primo sono glie eventi fieristici, come la IPM di Essen, con oltre 60.000 visitatori professionali e più di 100 espositori italiani. Ci sono

poi le fiere e/o eventi collegati al settore, ma non rivolte al mondo professionale, come Euroflora 2011 (che si svolgerà a Genova a fine aprile 2011). Ancora, azioni sui punti vendita all’estero, tramite editoriali e/o redazionali sulle principali riviste straniere di settore e opuscoli informativi; azioni sui consumatori italiani, attraverso editoriali e/o redazionali sulle riviste italiane e trasmissioni

televisive, come “Grazie dei fiori”, “Uno Mattina”, “Geo&Geo”, “Le Amiche del Sabato”. Coldiretti evidenzia come, nella definizione del programma, la massima priorità vada data a quelle azioni che portino ad una ricaduta diretta sull’attività delle imprese italiane; è importante – in un momento particolarmente difficile per il settore - promuovere i consumi evitando di disperdere le scarse risorse disponibili.

numero 10 – 2010

Il Ministero deve garantire una ricaduta diretta alle imprese

ATTIVITA' INFORMATIVA E DIVULGATIVA ai sensi del Regolamento (CE) 1698/2005 – Programma di Sviluppo Rurale 2007-2013 Misura 111 Azione 1 Sottoazione B): informazione nel settore agricolo

Quando si può conferire all’Ecocentro Rifiuti speciali assimilati agli urbani solo dai Comuni

Misura 111-1B

I

24

rifiuti speciali, cioè quelli derivati da attività produttive, possono essere consegnati agli ecocentri solo se il Comune competente (quello dove è situata la Ditta che ha prodotto i rifiuti) ne ha deliberato l’assimilazione agli urbani. L’assimilazione è variabile da Comune a Comune, sia per la tipologia di rifiuti che per la loro quantità massima conferibile in ecocentro da parte di ogni Ditta. In base alle norme vigenti (Articoli 193 e 212 del D.Lgs. 152/2006 e s.m.i.), per il trasporto e il conferimento dei rifiuti speciali assimilati agli urbani destinati ad un centro di raccolta pubblico, occorre ottemperare a quanto segue:

TRASPORTO DEI RIFIUTI: per trasporti superiori a 30 chilogrammi o 30 litri, i rifiuti vanno accompagnati da un formulario di identificazione (FIR) redatto dal produttore. Detto formulario deve essere acquisito dall’ecocentro. Fino al quantitativo massimo conferibile di rifiuto assimilato, non è obbligatoria l’annotazione nel registro di carico e scarico. In ogni caso il FIR va conservato per almeno 5 anni. ALBO NAZIONALE TRASPORTATORI: i mezzi di trasporto devono essere iscritti all’Albo nazionale Gestori Ambientali. In caso di trasporto di propri rifiuti è possibile evitare l’iscrizione se si effettua il conferimento ad un servizio pubblico con il quale sia stata stipulata

apposita convenzione. Nel caso, invece, di trasporto di rifiuti in conto terzi l’iscrizione è sempre obbligatoria e, oltre all’eventuale FIR, occorre una dichiarazione del cliente che attesta la provenienza di quel rifiuto (es. ramaglie e sfalci di giardini, rifiuti vari derivati da pulizie cantine/solai, ecc.). Sull’argomento in oggetto alla già complessa normativa rifiuti s’innesta la complicazione che ogni Comune può decidere sull’assimilabilità dei rifiuti, inoltre ogni ecocentro ha un suo regolamento opeativo; nell’Astigiano è operativo l’ecocentro di Asti gestito dall’ASP S.p.A. e altri ecocentri distribuiti sul territorio e gestiti da GAIA S.p.A..

Sicurezza dei luoghi di lavoro Attivato un corso di formazione, dal 2 al 14 dicembre

numero 10 – 2010

N

ell’ambito dell’attività formativa curata da Coldiretti Asti e Inipa Piemonte, con l’arrivo della stagione invernale viene avviata una serie di attività corsuali, per imprenditori agricoli, che hanno come scopo l’aggiornamento e la formazione in materia di sicurezza dei luoghi di lavoro. Il primo corso “L’adeguamento dell’impresa agricola alla normativa sulla sicurezza” sarà realizzato tra il 2 e il 14 dicembre 2010 presso Coldiretti Asti e Azienda sperimentale IMAMOTER di Vezzolano. I principali argomenti riguarderanno l’analisi dei vari rischi dell’attività agricola, la direttiva macchine e l’adeguamento di

quelle non marcate CE, i principi di pronto soccorso, la nomina del medico competente, i vari adempimenti e accorgimenti prescritti dalla normativa vigente.

Gli interessati possono segnalare la propria adesione rivolgendosi direttamente presso gli uffici della Coldiretti oppure telefonando al n. 0141-380426.

Nel bidone il 30% dei cibi

F

inisce nel bidone della spazzatura circa il 30 per cento del cibo acquistato che contribuisce notevolmente ad aggravare il problema dei rifiuti prodotti in Italia che sono pari in media a 541 chili a persona all’anno per un totale di 32,5 milioni di tonnellate, dei quali ben quasi un terzo sono di natura organica. E’ quanto afferma la Coldiretti nel sottolineare che con lo “smaltimento” a tavola, dalla spesa alla preparazione dei cibi, si puo’ contribuire personalmente alla riduzione della produzione dei rifiuti. Oltre la metà dello spazio della pattumiera nelle case è occupato da scatole, bottiglie, pacchi con i quali sono confezionati i prodotti della spesa e che generano complessivamente 12 milioni di tonnellate di rifiuti. Oggi l’agroalimentare è il maggior responsabile della produzione di rifiuti da imballaggio che pesano sull’ambiente e sulle

tasche, ma è possibile abbatterne la diffusione grazie ad una maggiore attenzione negli acquisti (preferire prodotti freschi,  confezioni piu’ grandi) e  a nuove tecnologie distributive che si stanno diffondendo nei supermercati e nelle piazze anche per sostenere le vendite dirette effettuate dagli agricoltori di campagna amica. Dai nuovi dispenser che consentono di acquistare pasta, riso, legumi e frutta secca sfusa ai distributori di latte crudo direttamente dalla stalla che sono presenti oramai a centinaia (elenco sul sito www. campagnamica.it ). Il problema dei rifiuti può però essere affrontato anche in cucina con i trucchi delle ricette antispreco, che utilizzano il cibo avanzato grazie ai segreti custoditi nei piatti della nonna. Nelle case degli italiani - sottolinea la Coldiretti - ad essere gettati nel bidone sono sopratutto gli avanzi quotidiani

della tavola come frutta, verdura, pane, pasta, latticini e affettati che si classificano tra i prodotti più a rischio. Dal campo alla tavola si stima che in Italia a causa degli sprechi viene perso cibo sufficiente a nutrire 44 milioni di persone (l’intera popolazione della Spagna) per un valore che ammonta a circa 37 miliardi di euro, ben il 3 per cento del PIL, secondo una indagine di “Last Minute Market” dell’Università di Bologna. Recuperare con un po’ di fantasia i cibi rimasti sulle tavole non è dunque solo un modo per risparmiare senza rinunciare ad ingredienti naturali e di qualità, ma anche la dimostrazione di un impegno concreto alla riduzione dello spreco delle risorse agro-alimentari. Un aiuto anche per l’ambiente con una minore produzione di rifiuti, il cui smaltimento rappresenta oggi uno dei principali problemi delle economie sviluppate.

Consumi

Con quanto sprecato si possono sfamare 44 milioni di persone

25

Torna la colletta alimentare

S

abato 27 novembre, si terrà la quattordicesima edizione della Giornata Nazionale della Colletta Alimentare organizzata in tutta Italia dalla Fondazione Banco Alimentare ONLUS. Nel solo astigiano l’evento coinvolgerà circa 60 supermercati, con 400 volontari che inviteranno le persone a donare alimenti a lunga conservazione destinati a circa 50 enti caritatevoli convenzionati che assistono circa 5000 persone in stato di bisogno. Le donazioni

di alimenti ricevute durante la Giornata Nazionale della Colletta Alimentare andranno a integrare quanto la Rete Banco Alimentare raccoglie tutti i giorni, combattendo gli sprechi e salvando, in Italia, ogni anno 70.000 tonnellate di alimenti. L’evento del 27 novembre gode dell’Alto Patronato della Presidenza della Repubblica e del patrocinio del Segretariato Sociale della Rai. Anche nell’Astigiano, storicamente da 14 anni, partecipano all’evento diversi enti in vari modi. In partico-

lare Coldiretti Asti, l’Associazione Nazionale Alpini e la Società San Vincenzo De Paoli (partner a livello nazionale), e il Coordinamento Provinciale Protezione Civile mettono a disposizione volontari e mezzi di trasporto. Tutti coloro che volessero partecipare – come volontari - a questo straordinario evento di carità popolare possono contattare la Coldiretti di Asti telefonicamente ai numeri 0141380427, 335-7502061 oppure, via posta elettronica antonio.bagnulo@ coldiretti.it.

numero 10 – 2010

Il 27 novembre si può combattere lo spreco e la fame

Coldiretti stipula accordo con Sebaste Per il ritiro di Nocciole Piemonte IGP; costituita una cooperativa

Filiera Italiana

E

numero 10 – 2010

26

’ stato siglato mercoledì 1 settembre tra Coldiretti Cuneo e l’azienda Sebaste di Gallo d’Alba, l’ accordo di filiera per la fornitura di nocciole IGP Piemonte alla nota azienda dolciaria albese. Un accordo importante volto a promuovere la territorialità e la qualità di un prodotto locale. Coldiretti Cuneo, al fine di poter concentrare e gestire la fornitura del prodotto, ha dato vita a Corilanga Società Cooperativa Agricola. Una nuova cooperativa attualmente costituita da oltre 20 soci. I produttori aderenti ad essa si sono impegnati a fornire all’azienda dolciaria Golosità dal 1885 Spa a cui appartiene il noto marchio Sebaste, nocciole IGP Piemonte di elevata qualità, provenienti direttamente da produttori agricoli del territorio, destinate a produzioni alimentari di pregio. La cooperativa Corilanga si impegna inoltre a seguire la produzione in campo, durante le fasi di pulitura ed essicazione ed a fornire infine circa 1000 quintali di prodotto a Sebaste. “Un collaborazione estremamente interessante – commentano Marcello Gatto e Federico Vacca, rispettivamente presidente provinciale e presidente di zona della Coldiretti – che se da un lato promuove in concreto un prodotto d’eccellenza come la Nocciola Piemonte I.G.P. dall’altro riconosce che il progetto Coldiretti volto alla creazione di una “Filiera agricola tutta italiana” è autentica garanzia di tracciabilità e di un percorso etico ed economico all’interno della filiera”. “L’accordo con l’azienda Sebaste – spiegano Bruno Rivarossa direttore di Coldiretti Cuneo e Piemonte e Cesare Gilli, segretario zona di

La produzione corilicola in Piemonte

NOCCIOLA TONDA GENTILE TRILOBATA Piemonte

Produzione 2009

Superficie

176.642 quintali

11.199 ettari

Coldiretti Alba e Cortemilia – ha lo scopo di attuare la progettualità economica di Coldiretti, in un rapporto di filiera dove produttori e trasformatori hanno la stessa dignità e prevale la volontà di valorizzare i prodotti locali per la creazione di produzioni di alta eccellenza. Dal punto di vista agricolo il progetto è finalizzato a sostenere lo sviluppo della corilicoltura piemontese marchiata IGP, sinonimo di nuovo impulso per l’economia legata al territorio, che deve essere sempre più mirata allo valorizzazione delle eccellenze locali ottenute dall’intelligenza di molti imprenditori agricoli che hanno scelto la strada della qualità certificata”. Aggiunge Massimo Ferrero, presidente della neonata cooperativa

Corilanga che opera nell’ambito di UNCI – Coldiretti - “ Siamo una ventina di produttori che credono in questi accordi di filiera. Per ora la quantità di nocciole IGP Piemonte pattuita con la Sebaste rappresenta una buona base di partenza, ma vogliamo crescere in piena sintonia con le esigenze della Sebaste con la quale abbiamo instaurato un rapporto di grande fiducia e trasparenza pur consapevoli di rompere gli schemi commerciali tradizionali. L’accordo lo riteniamo una formula economica adatta ai tempi ove tutti i soggetti della filiera si impegnano per valorizzare al massimo il loro lavoro e per dare al consumatore un prodotto di qualità elevata e certificata ad un prezzo accessibile a tutti.

ANNUNCI

28

Vendo trattore om 513 r automatic. Vendo trattore Renault 100 CV, Tel 3384883534 modello 1181, 4 ruote motrici. Richiesti Vendo trattore Ferguson Euro 4500,00. TelMassey 3381025137 3080 105 CV, ore 3700. tel 3357502059 Vendo trattore Landini 8500 DT motore e cambio revisionati a nuovo. Vendo trattore Same DA47 2 ruote 1200 ore di lavoro. Gommato nuovo. motrici. Richiesta Euro 2000. Tel Tel 3387488081 3387632487 Ve n d o Hanomag r u s p a F LBrillant 12. tel Vendo trattore 3382301340 601 anno 1970, trattore Hano Vendesi mietitrebbia Claas mag R 440 anno 1960. Prezzo da Dominator 98, anno di immatricolazione concordare. Telpettini 3493636319 1999, dotata di due da grano e Vendo trattore Same cilindri 1 pettine da mais a 5 file2pieghevoli e trincia sollevatore 30 CVstocchi; ad Euro 2200,00.posteTel riore 3 D; in perfette condizioni. Tel 3381025137 3387941371 Vendesi trincia Ferri sbanchinatrice seminuova causaOto inuti m 1,80 Vendo trattore d’epoca 25 a lizzo. Tel. 0141904007 cingoli, originale, con documenti e funzionante.motocoltivatore Da amatori. Tel 3384872975 Vendesi Pasquali in ottimo stato di manutenzione. Vendesi cingolo Agrifull Toselli Tel 3474415410 35. ottime condizioni. Con fresa. Tel 3387914904

B C

VENDO PICCOLI ATTREZZI

Causa inutilizzo vendesi tratA MOTORE tore Massey Ferguson 285 DT. Buone condizioni. Tel 01419874641

VENDO ATTREZZATURA AGRICOLA Vendesi motocoltivatore Co-

tiemme 11 Cv con rimorchio ribaltabile ed aratro. Tel 0141793451 Vendo seminatrice Hassia – rau a

sei file per barbabietole o soia.

numero 9 - 2009

Vendo escavatore terna. Tel Accessoriata con impianto per 3381155354

diserbo sulla fila, spandicone microgranulatore. Tel cimeVendo trattore Massey Ferguson3384883534 135, 40 CV, 2 RM, motore nuovo garantito. Fiat 450Rotowator, 45 CV, 2RM, larghezza pochissime Vendesi fresa ore. Pari al nuovo. Tel 3334299660 di lavoro mt 2,50, da sistemare. Tel 3384883534 Vendo trattore Massey Ferguson 285 Vendesi rotopressa Velger RP DT causa inutilizzo. Tel 0119874641 150, balloni di diametro mt Causa cin1,50,cessata legatoreattività a filo, vendo in buono golo Fiat 45 CV, trattrice 75 CV. Tel stato. Prezzo Euro 2000,00 3387572190 trattabili. Tel 0141917019 oppure trattore 3483935214 Vendesi gommato Same 55 CV, 4RM, cambio 16 marce, Vendesi carrosincronizzato agricolo d’epoca per rolla originale. 1900 Prezzo da buoi a 4 ruote. Telore. 0141292171 concordare. Tel 3490749632 oppure 3355605840 Vendesi per Carraro cessata attività Vendo trattore 9400T TGF Viagricola spandiconcime Bargneto con cabina ed aria condizionata. 1000 ore capacità circa. Tel 3495162582 bieri q 3 con attacco sollevamento trattore. Tel VENDO PICCOLI 3493195291 A MOTORE VendoATTREZZI rimorchio auto scaricante per uva omologato portata q 26. tel 3385944733

B

C

VendoVENDO imballatrice per balleDA piccole MATERIALE Sgorbati in buono stato; rimorchio nuovoCANTINA a 2 ruote non omologato, ribaltamento manuale, pianale rifatto, dimenVendesi bigoncia perlargh trasporto uve. sionni lungh 300 cm, 181 cm ,h 82 cm. Prezzo10 trattabile; biroccio Portata q. tel vendo 0141206033 antico. da concordare. soloPrezzo ore pasti.

D

Vendo vasca in vetroresina sem-

Vendo seminatrice per mais pre piena capacità 10.Preztel meccanica a 2 file in buono hl stato. 3387632487 zo da concordare. Tel 3493636319 vendo da mais, larghezza cm Vendo trincia bigonce di ferro, capacità 160/250 ad Tel euro 1100/600, fresa mt 10 q.li. 3387632487 2 da cessata riparare ad euro 450,00 barra Per attività vendo epigiafalciante Gaspardo monolama ad euro diraspatrice elettrica. Buono 180,00. Tel 3381025137

stato. Tel 0141958261

Vendesi da diserbo Vendo abotte prezzo davverotrainata modicolt 2.000 con barra mt 12; sistema vasche inidraulica vetroresina semdi distribuzione ARAG prepiena davolumetrico hl. 10 e da hl.7,e sistema di lavaggio contenitori. Ottimo vendo in vetroresina da stato d’uso.vasca Tel 014163155

hl 80 per stoccaggio acqua.

Vendesi concimatore interratore per Tel.0141.966343 vigneti della ditta Olmi, annomarca 2002, Vendo lavabottiglie elettrico poco utilizzato. Campagnola usato poche volte. Larghezza mt 1,20, 2 ripper con rullo. anche pigiadiraspatrice Tel Vendo 3331254988

in legno e metallo funzionante

a mano o con collegamento del trattore. alla puleggia Vendesi rimorchio Silver Tel Car 3468457895 ad 1 asse con sponde e sovra sponde nonché vasca acciaio per trasporto Vendo bottididi legno, pompa uva, ribaltamento trilaterale, 50 elettrica da vino, comeportata nuova, q. tel 3283284546 usata una volta sola, gomme e 3334299660 raccordi. VendoTel botte da diserbo portata, capacità 400 lt, barra da 10 mt, marca Dragone, ottimo stato. VENDO MATERIALE VARIOTel 3479736331

E

Vendo refrigeratore per lat-

Vendo 2 pneumatici 620/75 te, capacità lt 80; giostra per fieno al 70% di battistrada. Tel con– 26 ranghinatore, erpice a dischi, prezzi modici, tel 0141531792 oppure 3384883534 014131292 preferibilmente ore serali Vendesi attrezzature di laboratorio per cessata attività usate per analisi agrarie – enologiche: idrostatica, Vendobilancia imballatrice per balle bagno termostatico, piccole, ottime condizioni e pHmetro voltafieno – ranghinatore. 0141644276colo(Gibertini), Tel centrifughe, rimetro, acidimetro velox per Vendo trincia erba marca Sovema acidità volatile a 6 posti, muflarghezza di lavoro mt 1,5, revisionata fola, stufe, densimetri e vetrerie a nuovo, spostamento meccanico. Tel varie, banconi, lampade a raggi 3343368197 infrarossi, distillatori e attrezVendo seminatrice mais pneumatica zature varie. per Tel. 0141292171 a 2 file in perfette condizioni. Prezzo oppure 3355605840 da concordare. Tel 3493636319 Vendesi uve, zona di Calliano. Piemonte docg, marca dolVendesi pressa barbera per balle piccole Fergusson. Ottimo statodoc, d’uso. cetto Monferrato freisa, Tel grignolino 0141905034 d’asti ore pasti doc. Possibilità di acquisto anche per Vendesi ranghinatore per fieno. Come piccole quantità. Possibilità nuovo. Tel 0141905034 ore pasti di vendemmiarsi l’uva acquistata. Vendo falciatrice B.C.S. con carrello; Tel 0141928329 ore pasti o serali piccola betoniera elettrica con sisteoppure 3408435002 ma di blocco d’emergenza; raccogli Vendo trattorino tosaerba John fieno trainato e uno portato con atDeere mod 6X85. tacco sollevamento a prezzo 3 punti, intelama tel 3385944733 da ressante. neve anteriore non omologata. Tel 3334299660 Vendo refrigeratore per latte, capacità lt 80; giostra per fieno con Causa inutilizzo vendo elevaranghinatore, erpice a dischi, tore a catenaria per foraggio con eleprezzi modici, vazione maggiore di 5tel mt, 014153792 sdoppiabile, oppure 014131292 preferibilrichiesta Euro 390,00 e spandiconcime centrifugo mente con ore dosatori serali regolabili, marca Standard mod spper 250,foraggio come nuovo, Vendo elevatore alrichiesti Euro 500,00. tel 3397937286 tezza massima raggiungibile 5 mt, sdoppiabile, richie oltre Vendo macchina raccoglitriEuro Cimina 350,00.120 tel 3397937286 ce sta nocciole seminuova e macchina pulitrice. Tel 0141644216 ore ore ufficio pasti Vendo bigoncia auto scaricante con portata q.li 20 circa, betoVendesi rototerra Meritano, larghezza niera 2,5 conm,attacco cardano, di lavoro in ottimoalstato. rimorchio ruote regolarmente Richiesta Euro42000,00. tel 0141594338 solo al mattino. Tel 3293226609 omologato. Vendo finestre, portoncini, persiane continua... varie misure. Tel 3387632487 Vendo macchina impastatrice

Annunci

COLTIVATORI - MOTORI

Vendo attrezzatura agricola varia in Vendo motofalce BCS ferstato.adTeleuro 0141946275 ma buono da 2 anni 180,00. Tel Vendo atomizzatore per trat3381025137 tore, buone condizioni. Tel Vendo falciatrice piccola, larghezza di 3387632487 taglio mt 1. Tel 3387632487 Vendo estirpatore, larghezza utile Tel 3387632487 1 mt.Vendo decespugliatore 40 c.c. Vendo 2 sfogliatrici per mais a usato pochissimo. Tel 3343417770 12 rulli marca Gerbaldo, ragno con 4Vendo turboneve a picgirandole per adatto rastrellare cole superfici (cortili, vialetti). Buono il fieno. Prezzo da concordare. stato. Tel 0141405938 Tel 3493636319 Vendo fresa cm 180 nuova ad Euro VENDOtel ATTREZZATURA 1300,00. 3381025137 AGRICOLA Vendesi rimorchio 1 asse Randazzo ribaltabile a tre lati, portata 60 acaricatore pieno carico, dop quintali Vendo carrellato per pie legna, lunghezza braccio 2002. 5 mt. sponde, immatricolato Tel Come 0141649262 oppure nuovo.ore Telserali 0141997290 3389108280 ore pasti Privato vende rimorchio 4 ruote Vendesi spandiletame poribaltabile. Omologato. Ottimo steriore “Verderone” da tonnellate 3,non immatricolato ad euro 1500;Tel tel. stato. Gommato nuovo. 3355826026 3475838690 Vendo imballatrice Ama, ottime Vendo imballatrice seminuofalciatriceperB.C.S. va; condizioni; voltafieno; raccoglitore fieno, con euro carrello; piccola betorichiesta 1300,00. tel 3387991437 ore niera pasti elettrica con sistema di blocco d’emergenza; raccogli fienoVendo trainatocarro e uno miscelatore portato con Ambrogio da 10 mq con peso eletattacco sollevamento a 3 punti. tronico, in perfette condizioni. Tel Tel 3334299660 3397935965

27

numero 10 – 2010

Annunci

AA

VENDO TRATTORI - MOTOVENDO TRATTORI - MOTOCOLTIVATORI - MOTORI

VENDO - COMPRO - AFFITTO - CERCO - LAVORO

Vendo dinamo per trattore Landini (funzionante). Tel 0141295163 ore pasti

Vendo torchio idraulico capacità 30qt carellato in ottimo stato e damigiane da lt 54 seminuove Tel. 0141292163 cell. 338 7784162

Vendo rimorchio 2 ruote con trazione; vasca auto scaricante con pompa e coclea; trivella a motore; pali di cemento. Tel 3495162582

Vendo pompa Mencarelli G/120 e pigiadiraspatrice, capacità di lavoro 120 q/ora in acciaio inox. Tel 3495162582

Causa cessata attività vendo atomizzatore lt 500, solforature, rimorchio ribaltabile, vasca inox per trasporto uve, cimatrice, elevatore Olmi con vasca inox. Tel 3387572190 Vendo brentone / muletto Colombardo alzata 2,5, attacco a tre punti con ruote di appoggio. Tel 3474157933 oppure 0141531216 ore pasti o serali

Annunci

Vendo trincia dragone 1 mt di lavoro spostamento idraulico ad euro 850,00 in ottimo stato;

28

Vendo rincalzatore per il mais a sei file con spandiconcime, usato pochissimo ad euro 1100 Tel 347 1609292 Vendo bigoncia auto scaricante capienza 20 qt. Tel. 0141/292163 celll. 3387784162 VENDO MATERIALE DA CANTINA

D

Pigiadiraspatrice in legno e metallo funzionante a mano o con collegamento alla puleggia del trattore. Tel 3468457895 Vendo botti in vetroresina sempre piene marca C.M.P. capacità 30 hl. Ottimo stato. tel 3385419737 Vendesi etichettatrice Cavagnino e Gatti, max 2500 bottiglie. Tel 3387914904

numero 10 – 2010

Vendo cisterna in vetroresina con capacità di 500 lt e pompa da vino. Tel 0141793151 Vendo botti di legno, pompa elettrica da vino, come nuova, usata una volta sola, gomme e raccordi. Tel 3334299660 Vendo filtro vino e feccia in acciaio inox o permuto con trattore cingolato di pari valore; vasche sempre piene in vetroresina da 25 e 50 q Tel 3495162582 Pigiadiraspatrice Mori tutta in acciaio, velocità regolabile, come nuova, vendesi occasionissima. Tel 3334500564

E

VENDO MATERIALE VARIO

Vendesi legna da ardere tagliata e spaccata. Tel 0141649262 ore serali oppure 3389108280 Vendesi 2 nastri trasportatori metallici a palette da mt 3 e 4 ad euro 1000; vendesi caldaia “Arca fuego combi” legna e gasolio, calorie 29000, come nuova; usata un anno ad euro 3500; tel. 3355826026 Vendesi legna da ardere, tagliata ed imbacalata. Già essicata. Essenza faggio. Euro 110,00 a pedana; caldaia Tatano Kalorina usata 2 stagioni, funzionante a pellet, gusci, ecc.. elettronica, richiesta euro 3.000,00; disponibilità di circa 50 q di cippato di rovere per caldaia a 6,5 euro/q Tel 3922313389 Causa cessata attività vendo incubatrici da 1000 uova e da 450 uova in buono stato. Tel 0141942245 Causa inutilizzo vendo macchina da cucire Singer inizio 900 in buone condizioni, eventualmente con motorino elettrico; como del ‘900 con specchiera e cassettoni, ottime condizioni; letto singolo di una piazza e mezza, in noce,del ‘900 già restaurato; tel 3468457895 Azienda olivicola vende olio extravergine di oliva nuova produzione al prezzo di 5 euro al litro. Tel 330449952 e-mail infosantangelo@libero.it

Vendo retro scavatore Mazzotti completamente revisionato con traslatore e tre benne. Tel 014489330 Vendo impianto di irrigazione completo (pompa, tubi e getti). tel 3382301340 Vendo vasca per gasolio da l 4000. tel 0141997007 ore pasti Vendo enciclopedia Motta completa. Prezzo da concordare. Tel 0141834755 Vendo pompa acqua carenata seminuova; elevatore da fieno d’epoca con ruote in ferro; forca posteriore da letame; tel 3334299660 Vendesi rotolone per irrigazione, 250 mt di lunghezza , 8 cm di diametro. Tel. 0131776058 ore pasti Vendo forgia per uso dilettantistico e cuccia per cane di grossa taglia. Tel 0141295163 ore pasti Vendo compressore da 100 l, idropulitrice 150 atm, 11 litri al minuto; legna da ardere di pali di legno e ceppi di vite Tel 3495162582 Causa inutilizzo vendo struttura per capannone in ferro smontata. Dimensioni 4 x 12, altezza massima 6,50 mt. Prezzo da concordare. Tel 0141958639 ore pasti oppure 3396906009 Vendo piantine di nocciola tonda gentile delle langhe di 2 e di 3 anni., vendo gomme con cerchioni posteriori per Belarus , pompa idraulica (pompa ac) a gasolio per Ford Maior 40 . Tel. 338 9108280

F

VENDO AUTO FURGONI

Vendo pressa Sgorbati 132. buono stato. tel 3385419737

Vendo autovettura Audi A4 Avant TDI 130 Hp, Km 125000, originali. Unico proprietario, ottime condizioni. Ottobre 2002. richiesti Euro 9500,00. tel 3357476355 oppure 0141844814

Vendo trapiantatrice da ortaggi a due file, marca Sfoggia. Seminuova. Richiesta Euro 1800,00. disponibile qualunque prova. Tel 3355264786

Vendesi camion O.M. 70 non ribaltabile. Tel 3387914904 vendo camion e fuoristrada pick up. Tel 3381155354

Vendo capra idraulica a mano, richiesti Euro 150; carrello appendice con libretto ad Euro 130; torchio a mano piccolo ad Euro 150; vasca in vetroresina da 10 q.li ad Euro 130; 2 vasche di cemento da 4 e 6 q.li; fotocopiatrice grande con vetro rotto ad Euro 50 e cardatrice lana a mano ad Euro 100. Tel 3387632487

Vendo scooter SR 50 Aprilia. Tel 0141295163 ore pasti Vendo panda young a euro 2000 trattabili. Tel 0141 943419 Vendesi camion ribaltabile iveco 145-17 in buono stato Per info Tel. 335/6918586

Vendo 600 mq di diritti di reimpianto Barbera d’Asti. Tel 3285463591 Vendo in un unico appezzamento, Ha 2,07 di terreno a vigneto, Moscato DOCG in Calosso. Per informazioni telefonare al 0141968340 Vendo diritti di reimpianto Barbera d’Asti e Freisa per mq 2400. tel 3333586094 Vendo terreno irriguo nella zona di Carmagnola, in un unico appezzamento di circa 80.000 mq coltivato attualmente a mais. Tel 3497262999 Vendo 2400 mt di diritti di reimpianto di Barbera. Tel 3333586094 Vendo diritti di reimpianto Barbera e Grignolino per circa 16000 mt. Tel 3495162582

L

VENDO ANIMALI

Azienda agricola del cuneese vende vitelli da latte e svezzati. Razza piemontese. Iscritti apa.Tel 3358234246 Vendo capre e pecore. Tel 0141942245 Vendo due puledri di asino, maschio e femmina, rispettivamente di 6 e 7 mesi. Si vendono solo in coppia con documenti e non atti alla macellazione. Prezzo di mercato. Tel 3385944733 Vendo cane da tartufi bianco pelo forte, età 2 anni. tel 0141997007 ore pasti vendo border collie, bellissimi cuccioli, nati a Pasqua, genitori visibili, prezzo modico. Tel 3462102558 Vendo vitelli di razza piemontese di 30/60 giorni. Tel 3386051171 border collie a pelo corto, splendidi cuccioli, genitori visibili, telefonare ora pranzo, no sabato e domenica. Cell 3462102558 Causa cessata attività vendo pecore con agnello, capre da latte, incubatrice da 450 uova. Tel 0141942245 oppure 3322804096 vendo vacche razza piemontese e non, iscritte Apa. Tel 3334299660.

Privato vende in agliano terme rustico su 2 piani, indipendente su tre lati, cortile ampio e chiuso, interni completamente ristrutturati con materiali di qualità, composto al piano terra da cucina abitabile, soggiorno, sala tv, studio e servizi; al primo piano servizi, tre camere da letto, terrazzino e balcone, una travata di ex fienile, ampia cantina. Richiesti euro 250.000. tel 3355282186

Si eseguono lavori edili con grande esperienza ed accuratezza, ristrutturazione case ed abitazioni, costruzione case, rifacimento tetti, muri in cemento armato, in pietra, mattoni vecchi o vespai; formazione sottofondi e posa di mattonelle, solai semplici o con voltine in mattoni vecchi; tramezze; intonaci di ogni genere ed antiumidità. Prezzi competitivi. Tel. 0141824094 cell 349510524 Pierin l’imbianchin piemunteis esegue lavori di tinteggiatura interni ed esterni con prodotti antimuffa. Tel 3342323917

Canelli, circondario, privato vende azienda agricola ristrutturata con circa 3 ettari di vigneto doc in un unico appezzamento di terreno. Ideale anche per bed & breakfast. Tel 3772215214 vendo casa più 1500 mq di moscato in Calosso, eventualmente abbinabile ad ettari 2,70 circa di terreno con varie tipologie. Tel 3387914904

Fratelli piemontesi eseguono lavori di intonaco (trabucant). Prezzi modici. Tel 3407751772

Vendo alloggio in Pietraporzio (CN), 45 mq , terrazzo e garage. Tel 3666686781

Quarantenne con diverse esperienze in campo artigianale ed agricolo cerca lavoro in agricoltura anche con attività di custodia. Tel 3495367066

Portacomaro paese, privato vende grande alloggio in palazzina quadrifamiliare composto da cucina, sala, 2 bagni (uno con idromassaggio) 3 camere da letto, sgabuzzino, 2 balconi e ampio terrazzo, garage. Climatizzato e dotato di antifurto, riscaldamento indipendente, nessuna spesa condominiale, comodo ai servizi. Prezzo interessante. Tel 3202149692 oppure 3202154147 Canelli vicinanze, privato vende ampia villa indipendente in campagna in posizione panoramica. Libera anche subito. Per informazioni e visite tel. 3772215214 Affittasi capannone per uso stalla completo di tutta l’attrezzatura, letamaia a norma di circa 1000 mq. Tel 3334299660

H

VENDO ATTIVITA’ MANODOPERA

Signore piemontese cerca lavoro come potatore. Tel 3493637882 Signore albanese diplomato in agraria, con esperienza, cerca lavoro in campo agricolo nell’astigiano e nell’albese. Patente B, automunito. Tel 3271561022 Si eseguono abbattimento piante pericolose e potatura piante e castagni. Lavori in sicurezza Tel 335 5327122

Signore marocchino con esperienza cerca lavoro in campo agricolo-vitivinicolo nella zona di Asti e dintorni. Patente C. Automunito. Tel 3803485548

Signora rumena cerca lavoro come badante – colf – pulizia – baby sitter. Zona di Asti e dintorni. Tel 3209567607 Quarantaseienne, con lunga esperienza di autista, automunito, cerca qualsiasi lavoro in provincia di Asti, per ulteriori informazioni telefonare al n. 347-2306678

Annunci

Vendo cascina in Agliano Terme con 5 ettari coltivati a vigneto e due case annesse. Tel 0141954647

G

VENDO ALLOGGI CASE - FABBRICATI

29

Ragazza macedone cerca qualsiasi lavoro purchè serio zona Costigliole d’Asti. Tel 3294643419 Ragazzo macedone in possesso di tutte le patenti cerca lavoro in provincia di Asti e Cuneo. Tel 3293269546 Laureata in scienze biologiche cerca lavoro in Asti – Alessandria e zone limitrofe. Automunita. Tel 3472616350 Signora albanese, referenziata, con esperienza in imprese di pulizia, cerca lavoro come colf, badante o per pulizie. Tel 329-9741210 Signore italiano cerca lavoro come custode, giardiniere, decoratore; pratico piccole riparazioni, zona di Asti e dintorni. Tel 3397706447 Famiglia italiana referenziata cerca lavoro in Asti e dintorni, il marito come salariato fisso, specializzato in vigneto, trattorista e lavori di cantina; la moglie come collaboratrice familiare, tenuta giardino e custodia. Tel 3341085465 ore serali

numero 10 – 2010

I

VENDO TERRENI (diritti reimpianti)

Ventiquattrenne della Costa d’Avorio cerca lavoro in campo agricolo e non, zona Asti e dintorni, immediatamente disponibile. si assicura massima serietà. Tel 3280532191 Signore rumeno cerca lavoro in campo agricolo nella provincia di asti; pratico di viticoltura e coltivazioni orticole. Tel 3276553167 Signore marocchino ventisettenne cerca lavoro in campo agricolo nella provincia di Asti. Pratico anche lavori di giardinaggio. Patente B. Automunito. Tel 3208689407 Ragazzo italiano di 24 anni laureato in scienze forestali cerca lavoro in campo agricolo – forestale nella provincia di Asti. Patente B automunito. Pratico uso trattrice ed attrezzatura agricola. Tel 3332803296

Annunci

Signore peruviano cerca lavoro in campo agricolo e non in provincia di Asti. Patente B, automunito. Tel 3275505876 oppure 3332422996

30

Signore della Costa d’Avorio cerca lavoro in campo agricolo nella provincia di Asti, pratico di lavori agricoli. Patente B, automunito. Tel 3396631526 Signore rumeno cerca lavoro in campo agricolo nelle province di Asti e Alessandria. Pratico di lavori agricoli e manutenzione giardini. Patente CE. Automunito. Tel 3403480207 Signore peruviano cerca lavoro in campo agricolo nelle vicinanze di Asti, patente B. Tel 3271528293 Signora albanese con regolare permesso di soggiorno cerca lavoro come collaboratrice domestica o badante o bracciante agricola a ore. Zona di Asti e vicinanze. Tel 3208675301

numero 10 – 2010

Signore italiano cerca lavoro in campo agricolo nelle vicinanze di asti. Tel 3482373986 oppure 3487226648 Signore pachistano cerca lavoro in campo agricolo in provincia di Asti. Pratico di lavori agricoli e allevamento. Tel 3284393699 Colf piemontese e badante offresi fissa per persone anziane anche non autosufficienti a 1280 Euro mensili. Libera da impegni familiari con patente B. tel 3345423346 Signore italiano con esperienza cerca lavoro in campo agricolo in tutta la provincia di asti. Tel 3897881079 oppure 3881848455 GLI ANNUNCI PROSEGUONO SUL PROSSIMO NUMERO

CINQUE ANNI A INTERESSI ZERO NEW HOLLAND INVESTE CON TE NEL TUO FUTURO

& ROBINO ORESTE & C. S.n.c.

Santo Stefano Belbo Tel. 0141 844814 Fax 0141 843288 www.robinotrattori.it

&

TI ASPETTIAMO ALLA TRADIZIONALE FIERA DEI CUBIOT DOMENICA 5 DICEMBRE 2010 A SANTO STEFANO BELBO

RIFLESSO - ASTI

FINANZIAMENTI A TASSO 0% (Per dettagli sui modelli e sulla campagna, chiamaci!)


Il Notiziario Agricolo n.10/2010