Page 1

illustrazione www.illustrazione.ch

N.3

- 1 APRILE 2012

RIVISTA FAMILIARE DELLA SVIZZERA ITALIANA

TICINESE

OCCHIO A

Una domenica a passo slowUp

TENDENZE

SONDAGGIO

Emigrare sì, no, forse

Tradizioni pasquali


ì d e l o c r e m i Ogn su tut to . s o r g i M o t n e l’assortim igros!

Iscriviti ora: ww w.famigros.ch

MGB www.migros.ch W

i Fam Solo per i membri d

IL MERCOLEDÌ DELLE FAMIGLIE DAL 21.3 AL 30.5.2012: come esclusiva offerta di benvenuto, presentando la carta Famigros tutti i membri registrati di Famigros ricevono ogni mercoledì punti Cumulus moltiplicati per dieci su tutti gli acquisti effettuati nei supermercati Migros. Iscriviti ora e approfittane! www.famigros.ch www.famigros.ch

Solo per i membri di Famigros. Offerta valida in tutti i supermercati Migros in Svizzera presentando la carta Famigros alla cassa prima del pagamento. Sono esclusi sacchi e bollini con tassa, vignette, depositi, schede telefoniche, prestazioni di servizio, e-loading, schede iTunes, carte SIM, buoni, carte regalo e Smartbox. Non valida presso i mercati specializzati, i negozi online, le filiali OBI né per le ordinazioni. Nel caso in cui abbiano luogo contemporaneamente diverse azioni con punti moltiplicati, vale l’offerta più alta: le azioni con punti moltiplicati non possono essere cumulate. I punti Cumulus supplementari non appaiono sullo scontrino di cassa ma vengono calcolati successivamente e accreditati sul conto Cumulus il giorno seguente.


so mmari o fondata nel 1931 12 edizioni annuali Tiratura 131.335 copie (REMP 2011) Redazione CP 418, 6908 Lugano Via Massagno 10 Tel. 091 972 26 20 Fax 091 972 45 65 www.illustrazione.ch info@illustrazione.ch

12

4 Fuorionda

Premonizioni o coincidenze?

6 Appunti

Spunti, idee e consigli in vetrina

8 Sai che

Domande curiose e risposte sfiziose

10 In dialètt

Editore Editrice Tredicom SA 6908 Lugano Distribuzione AWZ - Lugano

Ciao Mariuccia, tütt a pòst?

12 Ritratto

Amministrazione e produzione Marco Werder Editore Matthias Werder

Nella bicocca con i Mafa (terza parte)

28 A tavola

Per terra, attorno ad un grande piatto

SCARICAMI

CAMI RI A

ch •

SC

stelli gonfiabili per bambini, giochi, distribuzione di gadget e molto altro ancora. L’importante per tutti sarà prendersela con… calma e godere dell’evento, della splendida regione e non da ultimo delle strade libere da traffico. v

.il

w

In copertina: Agnese Balestra-Bianchi Foto: Rémy Steinegger

22 In viaggio

• ww

Il materiale redazionale e fotografico non richiesto non viene restituito.

38 quest’anno gli organizzatori proporranno un programma ancora più attrattivo, per grandi e piccini, per chi vuole riposare e chi vuole divertirsi, per chi necessita solo di una bibita prima di riprendere nuovamente la pedalata, la camminata o la pattinata, e per chi vuole mangiare una specialità locale. Le undici “soste slowUp” tra Locarno e Bellinzona sono anche quest’anno promosse in collaborazione con dodici associazioni ricreative e sportive delle regioni attraversate dal tracciato di slowUp. Sono previste grigliate, ca-

20 Web

App a costo zero

A D

Inserzioni Ticino e Italia: Tredicom SA Tel. 091 973 20 10 Fax 091 972 45 65 info@illustrazione.ch Edimen S.a.g.l. Tel. 091 970 24 36 edimen@edimen.ch Svizzera tedesca e romanda: Grütter-Werbung 4914 Roggwil - CP 176 Tel. 062 929 27 82 Fax 062 929 27 82 Natel 079 415 87 88 gruetter-werbung@besonet.ch Inserzioni moto: TuttoSprint Tel. 079 697 49 65 info@tuttosprint.ch

13

ILLUSTRAZIONE TICINESE 03-12

Online trovate i dettagli dell’evento e la cartina su www.slowup.ch > Ticino.

e.

Grafica Tredicom SA Gabriele Campeggio

Pensionata felice >

lu str azio

n

Andamento... lento.

34 Salute

Gestosi, una nemica silenziosa

38 Occhio a

slowUp Ticino 2012: novità sul percorso

41 Tendenze

La Pasqua e le sue tradizioni ILLUSTRAZIONE TICINESE 03-12

39

43 Lavoretti I timbri di polistirolo

46

44 Sondaggio Nuovi emigranti

46 Sport

La forza mentale nella racchetta

50 Motori

Prima di comprare una moto Dalla macchina per cucire all’auto dell’anno 2012

Certificato Certificato PEFC PEFC

55 Oroscopo

L’interno di questa rivista è stampato su materia prima da foreste gestite in maniera sostenibile e da fonti controllate PEFC/18-31-240

Uno sguardo tra stelle e pianeti

www.pefc.it

L’interno di questa rivista è certificata PEFC™. Non sono certificati PEFC™ gli inserti pubblicitari.

> ILLUSTRAZIONE TICINESE 03-12

47

58 Cruciverba Dove si trova

ILLUSTRAZIONE TICINESE 03-12

3


fuoriond a

premonizioni o

coincidenze Ho il presentimento che certe premonizioni siano solo delle coincidenze. testo Roberto Rizzato - roberto.r@illustrazione.ch

S

ono sempre stato molto scettico nei confronti di chi attribuisce valenze parapsicologiche ai presentimenti. Tuttavia ricordo, come se fosse oggi, un inquietante episodio della mia adolescenza. Mi trovavo da solo nella mia cameretta, il locale dov’era strategicamente (per me) appeso alla parete l’unico telefono di casa. Stavo cercando di concentrarmi negli studi, quando a un certo punto venni assalito da un pensiero assurdo: di lì a poco sarebbe suonato il telefono per annunciare che mio nonno era morto. Ebbene, voi non ci crederete (non volevo crederci neppure io), ma fu esattamente quello che accadde pochi minuti dopo! Fu una premonizione o una semplice coincidenza? Chi può dirlo? So solo che all’epoca nessun elemento razionale avrebbe potuto indurmi a immaginare una cosa del genere, dato che mio nonno godeva di ottima salute e non era neanche poi così avanti negli anni. Ci ho ripensato proprio in questi giorni, perché mi è capitato di leggere uno strano episodio della vita di Winston Churchill, che risale al periodo in cui l’aviazione nazista sottopose Londra a una micidiale serie di bombardamenti, a cavallo tra il settembre del 1940 e il maggio del ’41. Una sera, stanco di utilizzare il suo scomodo autoblindo, il premier britannico requisì un’auto di servizio per rientrare a casa. Gli fu aperta la portiera si-

4

ILLUSTRAZIONE TICINESE 03-12

nistra della macchina, perché lui sedeva sempre da quel lato. Ma Churchill inspiegabilmente si fermò, si girò, aprì la portiera dall’altra parte e si accomodò sul lato destro della vettura. Mentre il veicolo viaggiava lungo una circonvallazione ad un centinaio di chilometri orari, una bomba cadde nei pressi della strada. Per lo spostamento d’aria la vettura fu sollevata su due ruote, ma poi riuscì miracolosamente a raddrizzarsi e filò via. Churchill disse, scherzando, che probabilmente era stato il suo dolce peso a far sì che l’auto non si capovolgesse in modo disastroso. Sta di fatto che, se si fosse seduto al solito posto, non avrebbe potuto fare da contrappeso in modo altrettanto provvidenziale. Quando la moglie, conoscendo le sue abitudini, gli chiese come mai avesse cambiato posto all’ultimo momento, Churchill rispose che semplicemente qualcosa dentro di lui lo aveva spinto a farlo e l’aveva fatto. Sicché mi viene, se non altro, da pensare: chissà quante volte una nostra intuizione, chissà quante volte una decisione istintiva dell’ultimo minuto possono aver mutato anche il corso della nostra esistenza, senza che neppure ce ne accorgessimo. v

«Qualcosa dentro di lui lo aveva spinto a farlo»


Bella invenzione: la prima mondiale SteamFinish per una lucentezza brillante. ® ®

Adora Adoracon conla laprima primamondiale mondialeSteamFinish SteamFinish Adora Adoraèèlalaprima primalavastoviglie lavastoviglieche chesisiprende prendecura curadidibicchieri, bicchieri,posate posate ee stoviglie stoviglie con con ilil puro puro vapore. vapore. SteamFinish SteamFinish garantisce garantisce una una pulizia pulizia impeccabile impeccabile ee una una brillantezza brillantezza scintillante scintillante fifinora nora ineguagliate. ineguagliate. Trovate Trovate maggiori maggiori informazioni informazioni sulle sulle nostre nostre straordinarie straordinarie invenzioni invenzioni su suvzug.ch vzug.ch


ap p unti

1

IL SUPER PAPI ÖKK, www.superpapi.ch Se volete dimostrare al vostro papà che è il migliore che ci sia, partecipate a questo simpatico gioco online. Con un po’ di fortuna potreste vincere per lui un premio speciale: un volo in mongolfiera, un giro in Ferrari, un volo in elicottero, un profumo, e tanti altri premi. Se il messaggio che dedicherete al vostro papi sarà il più votato, potrà addirittura vincere un buono viaggio Hotelplan del valore di 2’000 franchi.

LA STORIA VERA Stringimi, Cinzia Tani, Piemme È una storia vera, questa, che la giornalista Cinzia Tani racconta nel suo nuovo romanzo. Una storia accaduta in Giappone negli Anni 30, che fece discutere moltissimo e che ispirò lo scabroso e censurato film degli Anni 70 scritto e diretto da Nagisa Oshima “Ecco l’impero dei sensi”, riproposto nella sua ver versione integrale negli Anni 90 con il titolo “L’impero dei sensi”. Un giallo? Una storia di amore e passione? Una biografia? Tutte e tre le cose, in un racconto che non lascia indifferenti.

2

annes C i d l a v i t so Al 29° Fesfu un tale succes iste v e r p i n o i roiez che le 5 p nero 12 diven

3

LE SCARPE CHE GERMOGLIANO Oat Shoes, www.oatshoes.com Le scegli, le indossi e quando ormai sono da buttare… le seppellisci. Sì, perché sono biodegradabili. La tomaia in cotone si dissolve in un paio di mesi, le parti in plastica in circa sei mesi. Dipende ovviamente dal tipo di terreno, dalla temperatura e dall’umidità del suolo. All’interno hanno una piccola tasca contenente una bustina di semi di fiori selvatici e le istruzioni per dare alle vecchie scarpe… degna sepoltura!

6

ILLUSTRAZIONE TICINESE 03-12

4

IL LATTE TICINESE Latte fresco ticinese, Lati Il latte ticinese ora viene prodotto tramite processi di lavorazione ulteriormenulteriormen te ottimizzati al fine di gaga rantirne la massima qualità. Non solo. Anche i processi produttivi sono stati migliomiglio rati affinché l’impatto amam bientale sia ridotto quanto più possibile. Il nuovo imim ballaggio con tappo richiurichiu dibile, garantisce inoltre una migliore conservazioconservazio ne ed è molto più pratico.


Potete trovare trovare maggiori maggiori informazioni informazioni su su tutte tutte le le Potete problematiche legate all’udito e sui nostri 79 punti problematiche legate all’udito e sui nostri 79 punti vendita specializzati specializzati alla alla pagina pagina www.amplifon.ch www.amplifon.ch vendita

llif ifiic caatti i

ziiaa GGaarraannz àà liitt ddiiqquuaal

n ccoo n

Approfittate subito subito di di un un test test dell’udito dell’udito gratuito gratuito Approfittate presso Amplifon. Amplifon. Non Non esitate esitate aa contattarci: contattarci: saremo saremo presso pronti ad ad ascoltarvi. ascoltarvi. Numero Numero verde: verde: 0800 0800 800 800 881. 881. pronti

meenn ddaattttaam ttoo ••AA

izi errvvizi •• SSe

nsulleen C Coonsu nzza a

Tendete l’orecchio ai primi segni di perdita dell’udito.

aa aauu qquu ddiioo pprrootteessiissttii


sa i c he

leggiamo

SAI

perché

CI SVEGLIAMO PRIMA CHE SUONI LA SVEGLIA?

1.

Fai bei sogni, di Massimo Gramellini

2. L’importanza di essere Svizzera, di I quaderni speciali di Limes

3. Galeotto fu il collier, di Andrea Vitali

ascoltiamo

In realtà si tratta di una falsa per percezione. Udiamo la sveglia e ci svegliamo, ma la per per-cezione, ritardata per il passaggio da sonno a veglia, crea l’illusione di esserci svegliati poco prima del trillo. Se invece l’orario della sveglia è semsem pre lo stesso, allora l’abitudine influisce sul ritmo circadiano, ossia il ciclo fisiologico legato allo scorrere del tempo, che grazie all’influsso di diversi ormoni funge da orologio biologico interno.

SAI

perché si dice

PARLARE A VANVERA?

1.

12000 Lune, di Lucio Dalla

2. 21, di Adele

3. Sarò libera, di Emma

Locuzione risalente almeno al 1565, data nella quale si ha la sua prima attestazione scritta. Parrebbe derivare da un gioco toscano ma di origine spagnola, la bambàra. Ma gli etimologisti oggi ritengono sia più verosimile credere che questo vocabolo derivi dall’espressione onomatopeica fanfera, che indica una cosa di nessun valore, e che riprodurrebbe il suono del farfugliamento.

Bla...

...Bla...

...Bla

guardiamo SAI

da cosa deriva

SPARTANO?

1.

Questo aggettivo, utilizzato per definire una per persona o un ambiente particolarmente semplici ed essenziali, deriva dal nome della città greca Spar Sparta. Gli spartani antichi erano noti per essere fieri, austeri e rigidi. Posti in piedi in Paradiso, di Carlo Verdone

2.

Quasi amici, di Olivier Nakache ed Éric Toledano

3. John Carter, di Andrew Stanton

8

ILLUSTRAZIONE TICINESE 03-12


OGGI LE GRANDI IDEE SI AFFERMANO NEL SILENZIO. Ibrido IbridoTOYOTA. TOYOTA.

Yaris YarisHybrid Hybrid

Effi Efficienza cienzaenergetica: energetica:A** A** Emissioni Emissionidi diCO CO22: :79 79g/km** g/km** In Invendita venditada dagiugno giugno2012 2012

Auris AurisHybrid Hybrid

Effi Efficienza cienzaenergetica: energetica:AA Emissioni Emissionidi diCO CO22: :89 89g/km g/km Da DaFr. Fr.30’900.–, 30’900.–,incl. incl.Cash CashBonus* Bonus*

Prius Prius

Effi Efficienza cienzaenergetica: energetica:AA Emissioni Emissionidi diCO CO22: :89 89g/km g/km Da DaFr. Fr.35’900.–, 35’900.–,incl. incl.Cash CashBonus* Bonus*

Prius Prius++Wagon Wagon

Effi Efficienza cienzaenergetica: energetica:A** A** Emissioni Emissionidi diCO CO22: :96 96g/km** g/km** In Invendita venditada dagiugno giugno2012 2012 Da DaFr. Fr.40’500.–, 40’500.–,incl. incl.Cash CashBonus* Bonus*

Prius PriusPlug-in Plug-inHybrid Hybrid

Ibrida Ibridacon conpotenza potenza superiore superioredella dellabatteria batteria Effi Efficienza cienzaenergetica: energetica:A** A** Emissioni Emissionidi diCO CO22: :49 49g/km** g/km** In Invendita venditada daagosto agosto2012 2012

toyota-hybrid.ch toyota-hybrid.ch

* Prezzo di vendita netto consigliato dopo deduzione del Cash Bonus, incl. IVA. Yaris Hybrid 1,5 VVT-i Hybrid Synergy Drive®, 74 kW (100 CV), 5 porte, prezzi non ancora noti al momento della stampa. Auris Hybrid Luna 1,8 VVT-i Hybrid Synergy Drive®, 100 kW (136 CV), 5 porte, Fr. 34’400.– dopo deduzione del Cash Bonus di Fr. 3’500.– = Fr. 30’900.–. Prius Luna 1,8 VVT-i Hybrid Synergy Drive®, 100 kW (136 CV), 5 porte, Fr. 38’900.– dopo deduzione del Cash Bonus di Fr. 3’000.– = Fr. 35’900.–. Prius+ Wagon 1,8 VVT-i Hybrid Synergy Drive®, 100 kW (136 CV), Fr. 44’200.– dopo deduzione del Cash Bonus di Fr. 3’700.– = Fr. 40’500.–. Prius Plug-in Hybrid 1,8 VVT-i Plug-in Hybrid Synergy Drive®, 100 kW (136 CV), 5 porte, prezzi non ancora noti al momento della stampa. Ø delle emissioni di CO2 di tutti i modelli di veicoli immatricolati in Svizzera: 159 g/km. Queste offerte sono valide per contratti stipulati con immatricolazione entro il 30.06.2012 o fino a revoca. Per la Prius+ Wagon stipulazione del contratto entro il 30.06.2012; solo presso i concessionari Toyota aderenti all’iniziativa. ** Valori provvisori. I dati reali di omologazione possono divergere da tali valori.


in dia lètt

ciao mariuccia

tütt a pòst L’è passàt püssée che un més da quand che la s’è slontanàda, ma la vif sémpar in dala memoria dala nossa gént. testo Pier Baron - pier@illustrazione.ch

C

hissà se sü da là, in di spazi celèst, la nossa Mariuccia Medici l’ha mia già trài in pée una quài comédia, un teatrin. Tànt che a sa pò quasi véss sicür che l’ha incontràt, par dì un nom inscì a caas, ul Quirin Rossi. E donca anca tücc i inquilin da chi spazi lì, quii sora da nüm, i s’è setàt giò süi nivolett. Par vedé e scoltà. Parché anca se ta capissat mia ul dialètt, a gh’è domà da guardà come sa mövan i man e i öcc. E già quell l’è assée par savé cos’l’è che sa cünta sü. La nossa Mariuccia (Mariora, come la ciamàva ul Sergio Maspol) le partida par quell viagg che un dì o l’altro dovremm fà tücc. I’éva i sés dala matina dal 23 da febràr, poc dopo i festeggiamént par i sò 102 ann. La m’ha lassàt indré ‘na gran bèla eredità, che pòdum sémpar nà a catà sü: da “Quattro bücer e ‘na gazosa” (1978) fin “A dü pass da l’eternità” (2006) e anca “Ol segreto dala centenaria” (2008) indova la faséva capì sè ch’al vör dì vegnì vécc, ma in dal stess témp tegnì bon la memoria. E guardà innanz. “La sò manéra da fà passà sentimént, da alzà e sbassà la vós al moment giüst, i paròll dal copión che i ciapàva quela forza che domà lee l’eva bona da dàg!”. L’ha dii ul Fernando Grignola, che l’ha portàt ai microfon dala nossa radio tanti béi moment dal teàtar dialettal. L’istess al pò dì ul Yor Milano, che cunt ul Vittorio Barino l’è stài bon da dàg valór, in television, ala manéra da véss dala Mariuccia e di altri atór: cunt ul TEPSI (Teatro popolare della Svizzera Italiana) la Mariuccia la s’è fàia cognoss anca da là dal Gotàrd e giò in dala Insubria, anca

10

ILLUSTRAZIONE TICINESE 03-12

parché la gh’éva mia problema a lavorà in “lingua alta”, in bon italian, cunt personagg come l’Ernesto Calindri, l’Ugo Pagliai e la Valeria Fabrizi. Alóra, Mariuccia, tütt a pòst? Sü da là, t’e rimetüt in pista ul to internet (ul blog che ta gh’évat già da quand che t’e compìt 99 ann chichinscì)? Dimm come pòdum fà par colegass, intant che léngium ammò quaicoss che t’e lassàt indré. Par dinn vüna, quela comünicazion dal Pino da Legnano, che al ta diséva che “ai suoi tempi”, giò in dal Milanés, l’éva proibìt parlà e insegnà ul dialètt a scöla. Anca da nüm - ta ghé rispondüt - in vün di noss istitüt (collegio) ai maéstar sa ga dava la mülta se i dopràvan na quài espression dialetàl. “In dal mè pícol - ta dísat ammò - ho sémpar cercàt da doprà italian e dialètt, ma da separà ben i dò espression, par mia fa sü casott”. A Loreto, indova ta insegnàvat, da problemi ga n’è mai stài, inscì che italian e dialètt i podévan végh “pari dignità”. “A scöla - ta scrivat ammò - a ga vöreva ben a tücc, ma i dovévan véss ordinàt, parché chi che tegn ben i sò ropp i’è anca ordinàt in dala züca. E inscì i rasona come sa dév rasonà prima da vèrt boca”. La Mariuccia la ga tegnéva a tütt ul Tesín, anca se la sa sentiva püssée lüganésa. E in dal sò blog l’ha mandàt un messag da “vöress ben” a tücc i ticinés, diséndog da mia sémpar tacaas sota, anca domà par na quài stüpidàda. “Setémas giò inséma, guardémas in facia e parlémas. Magari a vosaremm un zichinin, ma almén se sa la cüntum sü a finissum, ora dala fin, par nà d’acordi. Mi va vöri ben a tücc. W un Tesín che stà inséma!”. v


E E R F E K SMO E R O M A PER I O U T I E D AMORI.

La Lapresente presentecampagna campagnaèèfifinanziata nanziatadal dal Fondo Fondoper perlalaprevenzione prevenzionedel deltabagismo. tabagismo.

N NEESSSSU UN NA A SSIIGA GARREETTTA TA ÈÈ M MIIG GLL IIO ORREE.. Se Seiigenitori genitorinon nonfumano, fumano,le leprobabilità probabilitàche cheiifigli figlifumino fuminosisiriducono riduconodella dellametà. metà.Fate Fatequalcosa qualcosadi dibello belloper periivostri vostrifigli figliscegliendo scegliendo SmokeFree. SmokeFree. Per Per maggiori maggiori informazioni: informazioni: linea linea telefonica telefonica «Stop «Stop tabacco» tabacco» 0848 0848 000 000 181 181 (8 (8 cts./min.) cts./min.) oo wwwww.smokefree.ch w.smokefree.ch


r itra tto

pensionata

felice

È stata per 40 anni al servizio della giustizia ticinese. Abbiamo incontrato Agnese Balestra-Bianchi alla vigilia del suo primo anno da pensionata per scoprire come vive oggi e ripercorrere la sua storia di donna magistrato. testo Lorenza Storni - lorenza@illustrazione.ch foto Rémy Steinegger

L’

avevamo salutata ancora seduta sullo scranno più alto dell’aula penale, alla fine di un processo minore, ma seguito da un numerosissimo pubblico accorso per tributarle simpatia e affetto alla fine di una lunghissima carriera. L’abbiamo ritrovata un anno dopo a casa sua, rilassata, in forma, felice di godersi la desiderata e meritata pensione. Con lei abbiamo trascorso un simpatico pomeriggio chiacchierando del passato e del presente e scoprendo i luoghi che oggi, libera da impegni professionali, ama frequentare. Prima di tutto, come sta, signora BalestraBianchi? “Bene, grazie”. Come vive la pensione dopo 40 anni al servizio della giustizia? “La pensione è un’ottima istituzione. Se non ci fosse, andrebbe inventata. Restituisce tempo e libertà. In pensione si può, senza sensi di colpa,

12

ILLUSTRAZIONE TICINESE 03-12

sia “perdere” tempo, sia “trovare” il tempo per fare quello che si ha voglia”. Lei è stata un personaggio pubblico della cui vita privata si è sempre saputo pochissimo. Oggi possiamo aprire un piccolo varco e sapere come trascorre la sua quotidianità? “Senza uno schema fisso. Senza troppa organizzazione. Vado comunque a ginnastica due volte per settimana e partecipo alle attività di diverse associazioni. Con l’ATTE, la nota associazione per la terza età, frequento i corsi UNI3 che mi piacciono moltissimo. Con un altro gruppo vado a teatro a Milano una volta al mese e, con un terzo, all’occasione visito mostre in Svizzera o nella vicina Italia. Tutte cose impensabili quando lavoravo, non ne avevo il tempo. Negli ultimi anni arrivavo al fine settimana molto affaticata, senza l’energia che ci vuole anche per andare a spasso. Devo dire che l’offerta di attività culturali, sportive e ricreative in Ticino è particolarmente ampia”.


> ILLUSTRAZIONE TICINESE 03-12

13


r itra tto Il 7 aprile 2011, quando ha lasciato la magistratura, i suoi colleghi si sono congedati da lei regalandole una crociera. Vi è andata? E dove? “Con un gruppo di soci dell’ATTE ho fatto un bel giro nel Mediterraneo, visitando città (come Palermo, Marsiglia e Barcellona) che già conoscevo, ma nelle quali è sempre bello tornare”. “Ritorno dall’India” di Abraham Yehoshua è uno dei suoi libri preferiti. Ma in India lei c’è mai stata? “Mai, ma quel libro riesce a dare al lettore la sensazione di esserci fisicamente stati. Almeno questo è il ricordo che io conservo”. Visitare il mondo rientra tra i suoi interessi? In quali luoghi ha viaggiato? “In realtà non ho viaggiato molto. Posso dire di conoscere abbastanza bene l’Italia e il sud della

14

ILLUSTRAZIONE TICINESE 03-12

Francia. Ho visitato alcune città che si affacciano sul Mediterraneo, anche sulla costa nordafricana, e sull’Atlantico. Sono stata pure in diverse capitali del Nord Europa e una volta sono arrivata sino a San Pietroburgo. Non sono mai stata nelle Americhe, né in Asia e tantomeno in Australia”. Si è congedata dalla vita professionale ripromettendosi di recuperare un po’ di forma fisica e di coltivare alcuni hobby. Vi sta riuscendo? “Pian pianino”. Quale professione sognava di fare da bambina? “Da piccola mi piaceva mettere in fila le sedie di cucina, sistemarvi sopra le bambole e raccontare loro delle storie. Sembravo destinata a diventare maestra con grande gioia della mia mamma che insegnante lo era davvero”.

“Amo visitare esposizioni. La storia dell’arte è una delle mie passioni”.


“La mia vita professionale non mi manca per niente”.

Cosa l’ha spinta ad intraprendere gli studi di legge a Zurigo? “A Zurigo sono arrivata per motivi abbastanza banali. All’epoca era nell’ordine delle cose compiere gli studi universitari in tedesco, così da imparare la lingua. Alla facoltà di legge mi iscrissi dopo qualche tentennamento. Ero incerta tra lettere, farmacia e diritto. Credo di aver optato per diritto un po’ per esclusione e un po’ per curiosità”. A quel tempo le giuriste in Ticino erano poche e le donne non avevano ancora il diritto di voto. Non la preoccupava questo stato di cose? “Per niente. Era evidente che in quel campo le cose stavano cambiando. Ero certa che nel breve-medio termine alle donne svizzere sarebbe stato concesso il diritto di voto e di eleggibilità. A Zurigo teneva i corsi di diritto costituzionale il prof. Werner Kägi, grande sostenitore del suffragio femminile. Era lui che aveva preparato, per incarico del Consiglio federale, il messaggio per l’uguaglianza dei diritti uomo-donna in materia di voto. Quel testo per me rappresentava una sorta di Bibbia e nemmeno mi veniva in mente che lo si potesse mettere in discussione. E così

fu: nel 1969 il suffragio femminile fu introdotto in Ticino e nel 1971 nella Confederazione”. Come si è sviluppata la sua carriera? “Mi sono diplomata nel maggio 1968. Sono stata eletta nella Magistratura ordinaria nel 1980. All’epoca, per le donne, i tempi di attesa erano quelli. Nel frattempo avevo però avuto modo di fare significative esperienze lavorative nel settore pubblico e in quello privato. Sicuramente mi ha anche aiutato a diventare Magistrato il fatto di essere stata eletta nel 1979 in Gran Consiglio, per cui i deputati mi conoscevano di persona. Per alcuni mesi ho esercitato la funzione di Giudice istruttore sostituto e poi quella di Procuratore pubblico sostituto. Sono stata eletta Giudice d’Appello nel 1987. La predilezione per il diritto penale mi è cresciuta dentro negli anni settanta quando, per un lustro, ho lavorato presso la Magistratura dei minorenni. Erano quelli “anni bollenti”. Sull’onda del sessantotto, andavano manifestandosi anche nella società ticinese, soprattutto giovanile, fenomeni nuovi, sconosciuti e molto preoccupanti, quali l’abuso diffuso di droghe leggere e pesanti (all’epoca soprattutto eroina). Le istituzioni si sono trovate - abba-

ILLUSTRAZIONE TICINESE 03-12

15


r itra tto stanza impreparate - a far fronte a problemi assai difficili come quello - tuttora insoluto - della devianza giovanile. Ho imparato, in quegli anni, molte cose che mi sono poi tornate utili quando sono diventata Magistrato. In Magistratura dei minorenni ho anche appreso ad interrogare le piccole vittime di reati sessuali e a lavorare con la Polizia giudiziaria”. Lei è stata la seconda donna magistrato del nostro Cantone (dopo Clementina Sganzini e prima di Carla Del Ponte). Che ricordi ha di allora? “Clementina Sganzini è stata nel 1972 la prima donna ticinese eletta Giudice d’Appello. Per Carla Del Ponte e per me, la Giudice Sganzini era un punto di riferimento. Presiedeva all’epoca la Corte di cassazione e revisione penale. Rappresentava quindi la più alta carica penale nel Cantone. Era molto riservata. Ricordo che con lei era vietatissimo parlare di lavoro. Solo a quella condizione potevamo incontrarla per bere insieme un caffè. Conservo ottimi ricordi di quegli anni. Con Carla eravamo amiche oltre che colleghe, ma anche con la maggior parte dei colleghi uomini i rapporti erano ottimi”. Ha mai subito discriminazioni e ingiustizie nella sua carriera e nella vita privata? “Discriminazioni no, cattiverie sì, come molti del resto. In un’occasione mi sono imposta di reagire, ma ho ottenuto solo di farmi “bastonare” una seconda volta e in modo ancor più pesante. Da allora mi sono allenata a non farmi scalfire più di tanto, all’insegna del motto “non ti curar di lor ma guarda e passa”. D’altro canto l’indipendenza

SCHEDA

biografica

Nome: Agnese Cognome: Balestra-Bianchi Nata: 8 gennaio 1944, Chiasso Stato civile: coniugata con Fabio Balestra Domicilio: Lugano Passioni: lettura e storia dell’arte Il suo motto: nessuno in particolare Piatto preferito: pasta in genere

16

ILLUSTRAZIONE TICINESE 03-12

del giudice passa anche attraverso la sua capacità di diventare il più possibile “impermeabile” agli attacchi”. Come magistrato si è battuta una vita a favore della giustizia. Come cittadina è riuscita a trovare giustizia, quando è stato il caso? “Ho sempre creduto che anche un singolo cittadino può, utilizzando la via giudiziaria, provocare riforme legislative anche di peso. Da giovane, con dei ricorsi in materia tributaria e previdenziale portati avanti fino al Tribunale federale, mi è riuscito di provocare sentenze che hanno poi indotto Governo e Parlamento a modificare talune norme che discriminavano le donne”.

«Il reato più

odioso è sempre stato l’omicidio»

Il suo aspetto esile e minuto le è stato di aiuto o d’ostacolo nell’esercizio della sua carriera? “Non credo abbia influito”. Fra i tanti processi che ha presieduto, ce n’è uno che non dimenticherà mai? “Sono molti i processi che non potrò dimenticare vuoi perché mi sono costati grande fatica, vuoi perché trattavano fatti tristissimi che colpivano dritti al cuore”. Quale reato, fra tutti, l’ha disgustata nel modo più assoluto? “Il reato più odioso per me è sempre stato l’omicidio. La morte violenta di un uomo, di una donna o di un bambino mi è sempre parsa l’evento più scioccante. Poiché il processo penale si incentra sull’accusato, io sentivo fortissimo dentro di me il bisogno di dare voce in aula a queste vittime così silenti. Solo rendendole “presenti e vive” mi sembrava di render loro giustizia. È lo stesso motivo per cui gli inquirenti non riescono - in genere - a dimenticare gli omicidi insoluti. Il fatto di non scoprire l’autore viene risentito spesso come un ulteriore torto che deve subire la vittima”.


Tra i consigli che ha dispensato ai suoi colleghi vi era quello di “essere forte con i forti e debole con i deboli”. Lei ci è sempre riuscita? “Non lo so. Certo è che ci ho provato”. L’ironia e la battuta facile che l’hanno contraddistinta nella sua carriera sono anche un tratto distintivo del suo carattere? “Penso di sì”.

“Vengo spesso in biblioteca a consultare e leggere libri”.

Ha qualche rimpianto come giudice. E come donna? “Alla mia età è normale avere dei rimpianti già perché la sensazione che la vita sia scivolata via troppo in fretta diventa acuta, così come la percezione che col pensionamento - per quanto voluto e desiderato - un’epoca importante si chiude definitivamente”. Ha dichiarato di aver amato moltissimo la sua professione. Quali gli aspetti più

interessanti e quelli più ostici? “Paradossalmente gli aspetti più ostici della professione sono anche i più interessanti. L’esempio classico è costituito dal cosiddetto “processo indiziario”, quello cioè in cui mancano la confessione dell’imputato o altre prove certe e sicure. Per arrivare alla verità il giudice deve, in tali casi, compiere un laborioso lavoro di ricerca e di analisi di tutti gli indizi. Li dovrà dapprima valutare ad uno ad uno e poi nel loro complesso. Dovrà cioè saperli “cucire insieme” secondo rigorosi criteri di logica, di obiettività e di coerenza. E, alla fine, solo se l’insieme del materiale probatorio raccolto sarà tale da escludere dalla sua mente ogni “ragionevole dubbio” (non quindi un dubbio qualsiasi, ma solo un dubbio consistente) potrà pronunciare un giudizio di condanna. Giudizio che dovrà motivare per iscritto in modo dettagliato, solido e convincente. Un lavoro stimolante, certo, ma anche molto faticoso, non esente da tensione e da travaglio interiore”.

ILLUSTRAZIONE TICINESE 03-12

17


r itra tto “Frequento i corsi UNI3: mi piacciono moltissimo”.

Il 1 gennaio 2011 è entrato in vigore il nuovo Codice di procedura penale che dà più tempo ai giudici per motivare le sentenze. Lei, però, era ormai sul piede di partenza. L’ha vissuta come una beffa personale? “Certo che no! Non ho mai capito la severità del Parlamento ticinese che - unico in Svizzera e forse nel mondo - ha costretto per oltre 60 anni i giudici penali ticinesi a motivare sentenze anche difficili e complesse in tempi estremamente ristretti (inizialmente in dieci giorni e, dal 1993 in poi, in venti, rispettivamente trenta giorni). Termini capestro che solo l’intervento del Parlamento federale ha finalmente corretto portandoli a 60 (e, in casi particolarmente complessi, a 90) giorni. Questi nuovi termini non sono solo più “umani” per i giudici, ma anche più seri e rispettosi nei confronti delle persone coinvolte nel processo penale”. Pensa di essere stata un buon giudice? “Non spetta a me dirlo”.

ILLUSTRAZIONE TICINESE 03-12

Online un’intervista ad Agnese Balestra-Bianchi realizzata al termine del suo ultimo processo.

.il

e.

ch •

CAMI RI A

w

18

SCARICAMI

• ww

Consiglierebbe la sua carriera alle giovani generazioni? “Sì. È una funzione difficile e faticosa ma appassionante”.

Se con una magia potesse modificare qualcosa nel nostro sistema giudiziario, lo farebbe? “No, la magia non serve. Il nostro sistema giudiziario nel suo complesso funziona. Ha certamente bisogno di correttivi, ma per realizzarli bastano le normali vie istituzionali”. v

A D

Pensa che oggi sia più difficile di un tempo essere magistrato? “Sì e no. Fare bene il magistrato, in modo indipendente e impegnato, non è mai stato facile in passato, non lo è oggi, né lo sarà in futuro. Diventare magistrato forse oggi è più difficile. Le interferenze della politica si sono fatte, da alcuni anni a questa parte, più pressanti e manifeste. Si fanno sentire in modo particolarmente greve sui candidati, col risultato di avvilire e scoraggiare gli esclusi e di etichettare troppo l’eletto di turno”.

Se potesse ritornare giovane studentessa, ripercorrerebbe pari pari la sua carriera? “Certamente”.

SC

Crede ancora nella giustizia come ai tempi in cui era studentessa a Zurigo? “Certamente. Pur avendo concretamente conosciuto sia l’ingiustizia sia i limiti del far giustizia, il mio ideale di Giustizia resta sempre il medesimo”.

lu str azio

http://info.rsi.ch/home/channels/informazione/info_on_ line/2011/04/07--Agnese-Balestra-Bianchi-esce-di

n


MONOTONO MONOTONO SARAI SARAI TU. TU.

LANCIA YPSILON NON NON MONOTONA. MONOTONA. PER PER DEFINIZIONE. DEFINIZIONE.

Lancia LanciaYpsilon YpsilonBlack Black&&Red Redèètutto tuttofuorché fuorchémonotona. monotona.Fuori Fuoridinamica dinamicacity citycar caraa5 porte, 5 porte,dentro dentroseducenti seducenti contrasti contrastiininrosso rossoeenero. nero.1,2 1,2litri litriee69  69 CV CVcon consistema sistemaStart&Stop. Start&Stop.4,9ŽlŽ/Ž100Žkm*. 4,9ŽlŽ/Ž100Žkm*.Climatizzatore, Climatizzatore,Pack Pack«Blue&Me™ «Blue&Me™ My MyPort» Port»con convivavoce vivavoceBluetooth®, Bluetooth®,porta portaUSB USBper perlettore lettoreMP3, MP3,lettore lettoreSMS, SMS,volante volantemultifunzione multifunzioneininpelle pelle eepredisposizione predisposizioneper pernavigatore navigatoreTomTom®. TomTom®.

Adesso Adessogià giàda da CHF CHF 16’920.– 16’920.– incl. incl. Euro Euro vantaggio vantaggio ee vantaggio vantaggio Pack Pack CHF CHF 3’580.–** 3’580.–**

*ŽCategoria *ŽCategoriadidiefficienza efficienzaenergetica energeticaB:B:consumo consumourbano urbano6,4, 6,4,extraurbano extraurbano4,1, 4,1,combinato combinato4,9ŽlŽ/Ž100Žkm, 4,9ŽlŽ/Ž100Žkm,CO CO2 2==115ŽgŽ/Žkm. 115ŽgŽ/Žkm.Media Mediaemissioni emissioniCO CO2 2diditutte tuttelelevetture vetturenuove nuoveimmatricolate immatricolate nel nel2012: 2012:159ŽgŽ/Žkm. 159ŽgŽ/Žkm.**ŽPrezzo **ŽPrezzobase baseYpsilon YpsilonSilver Silver1.2 1.2CHF CHF17’990.–. 17’990.–.Equipaggiamento Equipaggiamentosupplementare supplementareBlack Black&&Red RedCHF CHF2’510.–, 2’510.–,meno menovantaggio vantaggioPack PackCHF CHF580.–, 580.–,meno menoEuro Eurovantaggio vantaggio CHF CHF3’000.– 3’000.–==CHF CHF16’920.–; 16’920.–;offerta offertavalida validafino finoalal29.2.2012. 29.2.2012.Modello Modelloillustrato illustratocon conulteriori ulteriorioptional: optional:CHF CHF20Ž297.– 20Ž297.–(incl. (incl.Euro Eurovantaggio). vantaggio).

lancianewypsilon.ch lancianewypsilon.ch


web

zero

app a costo

A inizio 2012 il mondo rivela come Apple stia facendo fatica con le vendite del suo iPhone, complice la crisi mondiale, mentre Google con il suo Android sta ormai sempre più spopolando. Staremo a vedere dove ci porteranno i mesi a venire nel mondo degli Smartphone. testo Elio Del Biaggio - elio@illustrazione.ch

App a pagamento senza sborsare un centesimo Le App altro non sono che tutte quelle applicazioni utilizzate per il funzionamento di uno Smartphone, un telefono cellulare multifunzionale. È infatti assai raro che al suo acquisto un dispositivo ne abbia in dotazione, con l’eccezione di alcune di base magari preinstallate dal produttore. Risulterà quindi spesso necessario, per ogni utilizzatore di questi dispositivi, far capo a uno dei tanti negozi online predisposti dai singoli produttori per trovare l’applicazione più adatta alle proprie esigenze. Qualsiasi utente, in effetti, troverà certamente in questi spazi online, qualche App utile per il lavoro, lo studio o anche per il tempo libero. Fra le innumerevoli esistenti e disponibili, il problema sta proprio nel trovare quelle effettivamente corrispondenti ai propri bisogni, in maniera rapida e sicura. Un problema minore per le App a pagamento,

20

ILLUSTRAZIONE TICINESE 03-12

poiché i negozi online che le offrono eseguono una catalogazione e una scrematura automatica, con quelle di maggior successo e più valide sempre bene in evidenza. Al contrario, per le App gratuite diventa davvero più difficile e complicato, poiché la disponibilità cresce in maniera esponenziale e trovare quelle desiderate diventa davvero un’impresa ardua, scaricando molto spesso App poco utili.

«Le migliori App si trovano tra quelle a pagamento»

App Store a pagamento o AppShopper con offerte speciali? Inutile negare come le migliori App si trovino di solito proprio fra quelle a pagamento. Infatti, fra queste ultime ritroviamo applicazioni


CLASSIFICHE

LE “APP”

più utilizzate

1. Sky Go Costo: gratuita Utilità: H H H I I Funzionalità: H H H I I Applicazione che permette di vivere in tempo reale lo Sport e il Calcio di Sky, con tutta l’informazione di Sky Tg24 e Sky Sport 24 e il meglio dell’intrattenimento di Sky Uno, ovunque ci si trovi. 2. DragonVale Costo: Fr. 6.Utilità: H H H H I Funzionalità: H H H H H Un gioco di successo con il quale creare un parco pieno di draghi adorabili e amichevoli covandoli, nutrendoli e guardandoli crescere, condividere la propria terra con i propri amici, aiutandosi a vicenda e scambiandosi doni. 3. Messagenet Talk Costo: gratuita Utilità: H H H H H Funzionalità: H H H H H App gratuita per iPhone, iPad e PC che consente di chiamare gratuitamente e mandare messaggi a tutti gli utenti Messagenet Talk nel mondo. Diversamente da altre App paragonabili, permette anche di parlare gratuitamente con ogni utente PC nel mondo semplicemente inviandogli un link, in modo più facile e veloce di Skype.

più veloci e curate, aggiornate e funzionanti, caratteristiche spesso sottovalutate per molte soluzioni gratuite. Non sempre è però obbligatorio far capo ad applicazioni a pagamento quando il web offre e propone le stesse identiche soluzioni a prezzi scontati. Basta saper cercare, ma vi vogliamo svelare un piccolo trucco: a partire dall’App Store è possibile scaricare e installare una sola semplice App, chiamata “AppShopper”, per disporre giorno dopo giorno di un elenco di tutte le migliori App in offerta speciale, a prezzi scontati e sovente anche gratuitamente. AppShopper scandaglia il negozio online della Apple alla ricerca delle migliori offerte, dove “sconto” può anche significare offerta gratuita di App solitamente a pagamento, come promozione e solo per un tempo ridotto e limitato. Una vera e propria cuccagna, insomma, per tutti i fortunati possessori di un iPhone, un iPad e iPod Touch, che fanno capo ad App Store per trovare le applicazioni da utilizzare sul proprio dispositivo, in modo del tutto legale. v

Finalmente, dal 29 marzo siamo a Contone. 11% Via Via Cantonale Cantonale 10, 10, Lu Lu––Me Me++Ve Ve 9 9––18.30, 18.30, Gio Gio 9 9––21, 21, Sa Sa 9 9––17 17

F Fin ino oa all 114 4a ap pri rile le

d dii ssc co on nto to p pe err l’l’a ap pe ert rtu ura ra ssu u tu tutt tto o l’l’a asssso ort rtiim me en nto to..

GIOIA GIOIAletto letto

799.–

Per chi ama il bello.


i n viaggio

nella bicocca

con i mafa Dopo dieci ore di un viaggio interminabile su strade dissestate attraverso l’estremo nord del Camerun, il “taxi brousse” si arresta nel bel mezzo della notte nei pressi di una piccola moschea. Un agguato di banditi? No, è solo l’ora dell’ultima preghiera dei fedeli musulmani. Presto giungerò finalmente a Maroua. testo e foto Roberto Schneider - roberto.s@illustrazione.ch

AL RITMO DI ALLAH Amadou Po, più che medico e praticante della medicina tradizionale, guaritore o ciarlatano, invero era stato profeta. Osservandomi alla stazione dei bus di Ngaouderè mi aveva detto: “Tu hai mal di schiena, si vede da come ti siedi”. In un batter d’occhio mi aveva sciorinato una lunga serie di spiegazioni che erano terminate con una diagnosi chiara: necessitavo di una delle sue pozioni curative. Da una vecchia borsa aveva tolto strane bottigliette contenenti ancor più strani intrugli ed unguenti dagli odori acri. Mi aveva però stupito per la sua profonda conoscenza del corpo umano e per le precise spiegazioni che mi aveva fornito. Unico neo: io non avevo assolutamente mal di schiena. Ce l’ho però ora, dopo una decina di durissime ore ammassato, schiacciato, contorto su di uno scomodo e piccolo sedile del taxi-brousse che mi ha portato fino al capoluogo dell’estremo nord, Maroua. Qui, ho ritrovato un letto, dell’acqua per lavarmi e pure un pasto caldo, dopo essere praticamente sopravvissuto unicamente a biscotti e banane rimediate nel corso di brevi

22

ILLUSTRAZIONE TICINESE 03-12

>


FINALMENTE FINALMENTE UN’AUTO UN’AUTO CHE CHE CALZA CALZA A A PENNELLO PENNELLO A A TUTTI. TUTTI.

NEW NEW SUBARU SUBARU XV XV 4x4. 4x4. A A PARTIRE PARTIRE DA DA FR. FR. 25 25900.–. 900.–.

XV

Disponibile Disponibileinintre tremotorizzazioni motorizzazionieetre trelivelli livellididiallestimento, allestimento,anche anchecon coninterni interniininpelle, pelle, tetto tettoapribile apribileelettricamente, elettricamente,navigatore, navigatore,sistemi sistemiKeyless KeylessEntry EntryeeKeyless KeylessGo Gocon con pulsante pulsantestart/stop. start/stop. ••1,6 1,6litri litriaabenzina, benzina,114 114CV, CV,cambio cambiomanuale manualeaa2x5 2x5marce marceooautomatico automaticoCVT, CVT,prezzo prezzodidilancio: lancio:da daFr. Fr.25 25900.– 900.– ••2,0 2,0litri litriaabenzina, benzina,150 150CV, CV,cambio cambiomanuale manualeaa66marce marceooautomatico automaticoCVT, CVT,prezzo prezzodidilancio: lancio:da daFr. Fr.28 28900.– 900.– ••2,0 2,0litri litriaagasolio, gasolio,147 147CV, CV,cambio cambiomanuale manualeaa66marce, marce,prezzo prezzodidilancio: lancio:da daFr. Fr.30 30900.– 900.– Ora Oradal dalvostro vostroconcessionario concessionarioSubaru Subarudidififiducia. ducia.

CONCORSO CONCORSO

Categoria Categoriadidieffi efficienza cienzaenergetica energeticaB,B,CO CO2 2146 146g/km, g/km,consumo consumomisto misto5,6 5,6l/100 l/100km km(2.0D). (2.0D). Media Mediadiditutte tutteleleautovetture autovetturenuove nuovevendute vendute(tutte (tuttelelemarche): marche):159 159g/km. g/km.

Trezia, Trezia,55porte, porte, trazione trazioneanteriore, anteriore,da daFr. Fr.22 22500.–. 500.–. Premio Premiodidipermuta permutadidiFr. Fr.22000.–. 000.–. Anche Anchecon conmotore motoreaagasolio. gasolio.

XV XV4x4, 4x4,55porte. porte. WRX WRXSTI STI4x4, 4x4,4/5 4/5porte. porte. Prezzodidilancio: lancio:da daFr. Fr.25 25900.–. 900.–. Prezzo Prezzobomba: bomba:da daFr. Fr.44 44100.–. 100.–. Prezzo Anche Anchecon conmotore motoreboxer boxeraagasolio. gasolio.

www.subaru.ch www.subaru.ch SUBARU SUBARUSvizzera SvizzeraSA, SA,Industriestrasse, Industriestrasse,5745 5745Safenwil, Safenwil,tel. tel.062 062788 78889 8900. 00.

Forester Forester4x4, 4x4,55porte. porte. Prezzo Prezzopromozionale: promozionale: da daFr. Fr.30 30900.–, 900.–,Fr. Fr.22500.– 500.–inin meno menodel delprezzo prezzodidilistino. listino. Anche Anchecon conmotore motoreboxer boxeraagasolio. gasolio.

Concessionari ConcessionariSubaru: Subaru:200 200circa. circa.www.multilease.ch www.multilease.ch Prezzo Prezzonetto nettoconsigliato consigliatonon nonvincolante, vincolante,IVA IVAdell’8% dell’8%inclusa. inclusa.

Legacy Legacy4x4, 4x4,4/5 4/5porte. porte. Prezzo Prezzopromozionale: promozionale: da daFr. Fr.29 29650.–, 650.–,Fr. Fr.44000.– 000.–inin meno menodel delprezzo prezzodidilistino. listino. Anche Anchecon conmotore motoreboxer boxeraagasolio. gasolio.

Outback Outback4x4, 4x4,55porte. porte. Prezzo Prezzopromozionale: promozionale: da daFr. Fr.37 37350.–, 350.–,Fr. Fr.44000.– 000.–inin meno menodel delprezzo prezzodidilistino. listino. Anche Anchecon conmotore motoreboxer boxeraagasolio. gasolio.

SUBARU. SUBARU. SWITZERLAND’S SWITZERLAND’S 4x4 4x4


i n viaggio soste in piccoli villaggi. Non rimarrò comunque molto a Maroua, il tempo di riposare un poco e di ambientarmi. Il clima è subsahariano, caldissimo di giorno e caldo di notte quando la vita delle genti del luogo si anima e sembra mai arrestarsi. Nel buio si confondono i veli dei magnifici abiti delle donne musulmane che vendono ortaggi e spezie lungo le strade. Profumi e voci si mescolano in un ambiente che ti fa sentire tanto estraneo. Incrocio sguardi inin curiositi, sguardi sospetti, sguardi provocanti, sguardi amichevoli. Mi perdo in mercati e in viuzze, per poi sedermi al tavolino di un bar di strada e parlare con chi mi siede accanto. Qui si incontra l’Africa musulmana delle genti Fulbe che vengono dal nord, dai lineamenti fini ed eleganti, dal portamento austero e nobile, che si incrocia con le etnie dell’Africa nera, delle genti kirdi, che nella lingua locale significa selvaggi, dal fisico robusto, i capelli crespi e il naso schiacciato, che vivono sulle montagne dove rifuggono da sempre l’islamizzazione.

LA GRAZIA DELLE DONNE FULBE Habiba è una donna fulbe, con un sorriso quasi timido mi porge il biglietto per il “taxi brousse” da dietro grosse inferiate che la imprigionano in uno sgabuzzino. “È bella nevvero”, mi dice un giovane che mi sta accanto, “è la figlia del lamido”. Il lamido incorpora il potere storico e politico locale. Una sorta di grande capo villaggio, un monarca tipico per queste regioni. Vive in un palazzo di terracotta e lei, la bella donna impiegata alla stazione del bus, non è di certo sua figlia. Dopo un’ora di attesa lascio comunque la presunta figlia del lamido e proseguo il viaggio con l’ennesimo sovraffollato “taxi-brousse”. La prima tappa è Mokolo, ai piedi dei Monti Mandara. Lascio così le genti fulbe musulmane per incontrare le etnie Mafa. Giungo a Mokolo nel giorno di un magnifico e coloratissimo mercato, nel quale mi immergo senza esitazione dopo aver trovato un ristoro presso un accampamento in un “boukaros”, una sorta di capanna circolare tradizionale. Il cordiale gerente si scusa dicendo

Publiredazionale

Polaroid Suncovers: gli occhiali da sole per chi porta gli occhiali I Suncovers soddisfano le richieste più elevate: proteggono gli occhi sia dall’alto sia lateralmente in modo ottimale, senza limitare il campo visivo. Lenti polarizzate di alta qualità consentono una percezione visiva perfetta e gradevole: antiabbagliante, ricca di contrasto, con fedeltà di colore e senza distorsione della visuale. Ovviamente è garantita anche la protezione al 100% dai raggi UV fino a 400nm.

Finora, i portatori di occhiali avevano bisogno di occhiali da sole con lenti graduate oppure di clip filtranti da montare sugli occhiali. Adesso ci sono i Polaroid Suncovers: leggeri, alla moda e dalle dimensioni simili agli occhiali da sole tradizionali. Si lasciano mettere con facilità sugli occhiali da vista e tengono perfettamente.

24

ILLUSTRAZIONE TICINESE 03-12

Perfetta soluzione per la macchina Alla guida della propria vettura è importante soprattutto la protezione dai raggi di sole e dal bagliore. Ogni volta che cambiano le condizioni di luce (ad es. gallerie, strade forestali), gli automobilisti sono spesso costretti a mettere o togliere velocemente le protezioni antisolari. Grazie a Suncovers, adesso tutto ciò è possibile anche per i portatori di occhiali. A differenza degli occhiali da sole con lenti graduate, lo scambio avviene senza temporanea perdita dell’acutezza Per maggiori informazioni, consultare il sito web: www.polaroideyewear.ch

visiva. Undici modelli diversi si adattano facilmente alle varie grandezze delle montature e alle preferenze individuali di moda. Grazie al prezzo moderato di CHF 59.90 (modello per bambini CHF 39.90), si possono acquistare anche uno o due esemplari di riserva e conservarli comodamente nel vano portaoggetti, senza che ciò gravi troppo sul vostro budget. I Suncovers sono disponibili nei grandi magazzini nonché dall’ottico e nei negozi di articoli sportivi.

Senza occhiali da sole polarizzati.

Vista non compromessa dall’abbagliamento grazie agli occhiali da sole polarizzati.


Habiba; è veramente la figlia del lamido.

che non vi è corrente da alcuni giorni a causa dell’ultima tempesta che ha interrotto le linee elettriche. Quindi non c’è luce, e soprattutto mi mancherà la caratteristica musica africana che costantemente trasmettono gli altoparlanti di ritrovi e bancarelle. Mi rallegro di conseguenza oltremodo per l’intermezzo costituito da un gruppo di giovani fulbe, che con strumenti tradizionali si esibiscono in musiche tipiche mentre una graziosa donna danza in modo sensuale giocando con i veli turchesi del proprio vestito. Non sembrano però suscitare l’interesse degli altri avventori del ritrovo, funzionari statali e commer commercianti, che vestono le tipiche tuniche bianche oppure inopportuni completi giacca e cravatta un poco sgualciti che li fanno sudare copiosamente. Addirittura i giovani musicanti vengono cacciati sgarbatamente dal gerente. Io li inseguo, do loro una moneta e loro sembrano essere presi da una gioia irrefrenabile. Riprendono a suonare sulla strada e la giovane balla felice in modo ancora più avvenente.

>

OMEGA-life : 1✕ al giorno per la vita. ®

ooggnnoo ffaabbbbisis PPeerrililoottididiaiannoo. . u u qq

TTÀÀ:: NNOOVVIIvvisisttaa. . ppeerrlala

Acidi Acidi grassi grassi omega omega 33 altamente altamente concentrati concentrati dal dal mare. mare. OMEGA-life OMEGA-life®®contiene contienegli gliacidi acidigrassi grassiomega omega33essenziali essenzialiEPA EPAeeDHA DHAche cheinfluenzano influenzanolalaregolazione regolazionedei deilipidi lipidinel nelsangue. sangue.Come Come Eye, arricchito arricchito con con vitamine vitamine ee carotenoidi, carotenoidi, ee OMEGA-life OMEGA-life®® Junior Junior in in capsule capsule novità novità sono sono disponibili disponibili anche anche OMEGA-life OMEGA-life®® Eye, masticabili masticabili alal gusto gusto didi arancia. arancia. Una Una capsula capsula copre copre ilil fabbisogno fabbisogno giornaliero. giornaliero. In In vendita vendita nelle nelle farmacie farmacie ee nelle nelle drogherie. drogherie.

Partecipate Partecipate ora ora al al concorso. concorso. www.omega-life.ch www.omega-life.ch >>

TTÀÀ:: NNOOVVIIppicicccoolili. .

ppiùiù ppeerri i


IL MIO CENTRO ESTETICO È

ELETTROPORAZIONE CAVITAZIONE ULTRASONICA

QAGE

RADIOFREQUENZA

TRATTAMENTI VISO

DEPILAZIONE LUCE PULSATA

CHRISTA RIGOZZI, MISS SVIZZERA 2006

www.lineasana.ch - info@lineasana.ch

TELEFONA ANCHE TU PER UNA CONSULTAZIONE GRATUITA! ESTETICA – DIMAGRIMENTO – DEPILAZIONE LASER – FOTO-RINGIOVANIMENTO – CURA DEI CAPELLI

LUGANO Via Pretorio, 11 Telefono 091 923.20.90

BELLINZONA Viale Portone, 5 Telefono 091 825.65.06

CHIASSO Corso S. Gottardo, 54 Telefono 091 682.77.09

LOCARNO Viale Verbano, 3 Telefono 091 743.92.18


in via ggio

Maroua: il mercato delle genti fulbe.

LA BIRRA DI MIGLIO Un anziano indigeno mi invita, nel senso che lui invita a bere e si attende che io paghi (!), in una bicocca dove ci si ritrova per consumare la tradizionale birra di miglio. Una casupola di argilla, buia e scarna, senza sedie né tavoli, ma solo con grandi otri pieni di bilbil, la birra rossa, quella più forte. Vi è infatti anche il fordou bianco, che è un po’ meno alcolico. La padrona assoluta è una signora africana robusta, tutti la chiamano “mama”. Inizialmente è austera, mi è quasi ostile,

ma col tempo diverrà molto cordiale. Nel luogo vi trascorrerò, infatti, mio malgrado, un paio d’ore, brindando ed incontrando molte persone, la maggior parte già un poco allampanate. Tempo sufficiente per prendere atto di prima persona della complessa mentalità delle genti mafa, delle loro credenze e delle loro abitudini, dei loro tabù e del loro modo di pensare. Invero credevo di essermi preparato bene leggendo un interessante libro di un etnologo che aveva vissuto anni fa in questi luoghi. La realtà si rivela però ben diversa e mi ritrovo preso in una sorta di gioco senza via d’uscita. A turno sono obbligato a offrire un giro ai presenti, perché così sono le regole, per ricambiare un piacere, perché tutti sono amici, oramai già quasi familiari. Alexandre, uno dei più chiacchieroni, insiste perché beva ancora. Io sorseggio per l’ennesima volta il bilbil, poi gli passo la ciotola, ma lui la rifiuta dicendo che non è vero che ho bevuto. Bevo un ennesimo sorso e questa volta però mi dice di essersi distratto e di non aver visto. Chi mi sta in faccia osserva compostamente che nemmeno lui ha visto e aggiunge che la tradizione vuole comunque che ognuno beva. La loro attesa prosegue. Comincio ad irritarmi, ma non posso di certo mostrarlo. Sembra un gioco di bimbi capricciosi, ma è tutto dannatamente serio. La situazione è però destinata a complicarsi ulteriormente quando chiedo di poter scattare una foto. Continua. v

La marghe è tornata!

variante.ch

Vuoi sapere cosa succede nel mondo? Hai voglia di un programma educativo ed innovativo allo stesso tempo? Allora… cambia frequenza! MA ANCHE NO!

Ogni mercoledì, ore 16–18.30 Perché non tutti siamo nati per essere degli YES MAN!

ILLUSTRAZIONE TICINESE 03-12

27


a ta vola

per terra, attorno

ad un grande piatto A cena a casa di Elhadji Djibril Diene e Carola Franceschini di Lugano per gustare un piatto tipico senegalese. testo Lorenza Storni - lorenza@illustrazione.ch foto Rémy Steinegger

C

ondividere un pasto con Elhadji Djibril Diene - per gli amici Bakary -, sua moglie Carola e il loro figlio Elhadji, è un’esperienza nuova,

28

ILLUSTRAZIONE TICINESE 03-12

coinvolgente, divertente e gustosa. Nuova perché non capita spesso di mangiare seduti per terra, coinvolgente perché si mangia tutti dallo stesso piatto, divertente perché chi ci ha accol-


to sa intrattenere l’ospite con simpatia e gustosa perché la cucina senegalese è saporita, profumata e buonissima! Bakary e il piccolo Elhadji, ci accolgono per l’occasione con i loro costumi tradizionali, che indossano con fierezza. RICORDI E SOGNI Cresciuto in una famiglia numerosa nella medina di Dakar, Bakary ci racconta che il cibo, per lui, ha sempre rappresentato anche una fonte di guadagno. Per vari motivi: “Se sbucciavo le patate, ad esempio, mia madre mi dava un piccolo contributo in denaro; mio papà gestiva un negozio di commestibili e ad un certo punto, con un fratello, ho aperto in Senegal un piccolo ristorante”, ci spiega. Anche oggi, il sogno di continuare nella ristorazione è vivo: “A Lugano ci sono diversi ristoranti etnici, ma nessuno propone la cucina africana. Mi piacerebbe tentare questa strada. Per il momento, per farmi conoscere, cucino su invito alle feste o in locali, ho partecipato con una mia bancarella a Festate a Chiasso e sono disponibile per organizzare dei catering (076 781 09 28; carolaetbakary@gmail.com)”. Mentre parla - in un simpatico italiano misto al francese non sempre di facile comprensione - pulisce e affetta con pazienza e dimestichezza una “montagna” di verdure. Gli piace stare ai fornelli, ci dice, perché gli piace mangiare bene. “In Senegal chi ha le possibilità - prosegue Bakary - cucina in grandi quantità. Il cibo non deve mai mancare, ospiti improvvisi potrebbero bussare alla porta. Perché il cibo è simbolo di vita, ma anche di ospitalità, amicizia e condivisione”. Interviene la moglie Carola: “Resta il fatto che Bakary in cucina è un esagerato. È la sua cultura e non riesce a limitarsi. Anche quando prepara la pasta, ne cuoce sempre in quantità industriali”.

«Il sogno

di continuare nella ristorazione è vivo»

DADI JIMBO E TEMPI LUNGHI Il padrone di casa sorride e sbriciola qualcosa sulle verdure. La nostra aria interrogativa gli dà

>

15.90

Merlot Ticino DOC Mendrisio, 75 cl

Coop non vende bevande alcoliche ai minori di 18 anni. In vendita nei grandi supermercati Coop o sul sito www.coopathome.ch

Per un Merlot ticinese di qualità. Questo Merlot si distingue per le sue note di bacche e per gli aromi di frutti maturi. Al palato si presenta vigoroso e aromatico. Un vino armonioso, eccellente con la polenta e piatti della cucina italiana.

Per ogni occasione il vino adatto.


Le cucine professionali sfruttano il calore e il vapore per tirare fuori il meglio dai loro piatti.

Ora anche la vostra. Allo stesso modo dei forni che abbiamo sviluppato per i migliori ristoranti del mondo, il nuovo forno Profi Steam combina cottura a vapore e calore per mantenere sapori e consistenze genuine. www.electrolux.ch

Il nuovo forno ProďŹ Steam. Sviluppato per professionisti, adattato per voi.

Swissline – prodotta in Svizzera


a t avol a l’occasione di parlare ed elogiare i dadi senegalesi jimbo, che si trovano nei negozi etnici di alimentari, che possono essere a base di carne o di pesce, che sono saporiti ma meno salati dei nostri e che sono molto più morbidi. Ci mostra con orgoglio la confezione e ce ne porge un pezzettino in assaggio. E già che c’è ci fa assaggiare anche la senape senegalese. Buonissima! Non vediamo l’ora di accomodarci a tavola, pardon,

per terra, per gustare ciò che è in preparazione. Ma ci vorrà ancora un po’ di pazienza, perché la cucina senegalese richiede tempo. “La preparazione è lunga e a volte laboriosa. Il piatto di questa sera, ad esempio, è uno dei più veloci”, ci spiega Carola e aggiunge: “In Senegal cucinare è un rito che inizia con il vestirsi con cura per andare al mercato a scegliere ed acquistare gli ingredienti”.

> ILLUSTRAZIONE TICINESE 03-12

31


a ta vola

LA

ricetta

YASSA (POLLO CON RISO E VERDURE)

Ingredienti per 5/6 persone: • 6/8 cosce di pollo • senape senegalese (si può trovare nei negozi di cibo etnici, ad es. quello asiatico di Paradiso) • jimbo (dadi senegalesi di carne: nei negozi di cibo etnici) • 6 peperoni • 4 cipolle grandi • 6 carote • 6 zucchine • riso (tipo Carolina della Migros in confezione verde) • uova sode • olive • crevette • pomodori • olio di semi di girasole • aceto • limone

32

ILLUSTRAZIONE TICINESE 03-12

Preparazione (circa 2 ore tra preparazione e cottura): Deporre le cosce di pollo su una teglia da forno, spalmarle di senape (un cucchiaio da minestra per ogni coscia), bagnarle con un goccio d’aceto e una spruzzata di succo di limone e spolverizzarle con 2/3 dadi jimbo. Far cuocere in forno a 200° per circa 1h, controllandole e girandole di tanto in tanto. Nel frattempo mondare le verdure e tagliarle a pezzetti. Versare in una padella capiente abbondante olio e farvi rosolare le carote condite con un cubetto di dado jimbo sbriciolato. Togliere le carote, deporle in una ciotola e proseguire con la cottura - una dopo l’altra nello stesso olio - delle altre verdure, ricordandosi di condirle sempre con un dado jimbo. Versare dell’acqua in una casseruola e unirvi il riso (la distanza dal riso sott’acqua sino al livello dell’acqua nella pentola dovrà essere di circa una falange del dito indice) e lasciar cuocere a fuoco medio sino

a che l’acqua non verrà tutta assorbita, spegnere il fuoco e lasciare riposare il riso. Cuocere le uova. Prendere tutte le verdure precedentemente rosolate, metterle in una pentola, aggiungere 3 cucchiai da minestra di senape, pepe, il succo di mezzo limone ed eventualmente ancora del dado jimbo sbriciolato. Far amalgamare e cuocere per alcuni minuti. Su un grande piatto di portata preparare un letto di riso, adagiarvi le cosce di pollo e coprire il tutto con le verdure. Decorare con uova sode, olive, fette di pomodoro e gamberetti.


POLENTA E YASSA Intanto qualcuno suona alla porta. È Valeria, una collega di lavoro di Carola, che da qualche anno vive a Shangai. Ovviamente mangerà con noi e così potremo anche parlare un po’ delle abitudini alimentari dei cinesi. Intanto però, chiedo a Bakary cosa gli piace della cucina ticinese. Risponde senza esitazione: “Amo molmol tissimo la polenta, ma anche il risotto lo gusto volentieri”. La parte del leone continua però a farla la cucina tradizionale senegalese e il suo

La dieta per la Sua vita quotidiana!

«Ci sediamo per

terra, sul tappetto, attorno al grande piatto di portata»

w

.il

e.

ch •

SC

• ww

SCARICAMI

Il sistema 2+1: due volte al giorno BCM Basic e una volta un pasto secondo il Suo proprio gusto!* Massima flessibilità – pranzi e cene in famiglia, attività professionale e inviti non sono un problema. Nonostante il contenuto calorico ridotto il Suo corpo riceve tutte le sostanze nutritive e necessarie per una giornata produttiva.

A D

piatto preferito è quello che ci sta preparando questa sera, lo yassa (pollo con riso e verdure), uno dei sei piatti tipici senegalesi. Bakary ci parla anche del “ceebu jen” (riso con pesce), del “maffé” (carne di bue, cucinata di preferenza in un sugo a base di arachidi) o le “fataya” (crespelle fritte ripiene di carne e verdure). Che fame! Finalmente è pronto. Il profumo è fantastico, i colori ricordano quelli degli abiti delle donne africane e l’aspetto è così invitante da far venire l’acquolina in bocca. Ci sediamo per terra, sul tappeto, intorno al grande piatto di portata e forniti del solo cucchiaio, la cena ha inizio. Bissimilayi (buon appetito)! Valeria, come noi, trova tutto buonissimo e chiede al piccolo Elhadji cosa pensano i suoi compagni del fatto che lui mangi per terra. Lui sorride e risponde: “All’asilo abbiamo i tavoli!”. La serata, così diversa e piacevole, si conclude sorCAMI seggiando un caffè Touba. SeneRI A galese, ovviamente. v

lu str azio

n

Online trovate le gustose ricette di Elhadji Djibril Diene e Carola Franceschini. http://www.illustrazione.ch/atavola_03_12.pdf

Ordinate subito! 00800 2500 3500 www.precon.ch (numero gratuito)

* Pasto equilibrato da 500-600 kcal secondo la Società Svizzera di Nutrizione.


salute

gestosi, una nemica

silenziosa Può comparire in modo abbastanza improvviso, in genere dopo la 20ma settimana, ed è sicuramente una delle patologie più gravi che possano insorgere durante la gravidanza. Cerchiamo dunque di conoscerla meglio. testo Stéphanie Castiglioni Scatizza - stephanie@illustrazione.ch

34

ILLUSTRAZIONE TICINESE 03-12


L

a gestosi resta una delle più diffuse complicazioni in gravidanza e delle eventuali cause di parto prematuro. Arrivare ad una diagnosi tempestiva è cruciale, ma per questo è fondamentale riconoscere da subito i sintomi e parlarne con il proprio medico. Per saperne di più ci siamo rivolti al Dr. Andrea Scatizza, chirurgo specialista F.M.H. in ginecologia ed ostetricia a Lugano.

«Le cause a

Caduta dei capelli … Capelli deboli … Unghie fragili …

Biotin-Biomed

tutt’oggi non sono ancora ben conosciute»

® forte

... possono essere provocati dalla carenza di biotina.

aiuta ad eliminare questo stato di carenza.

Quali sono le cause di questa patologia? “Le cause a tutt’oggi non sono ancora ben conosciute. Si suppone che entrino in gioco alterazioni placentari durante la fase di sviluppo della placenta stessa, con liberazione di sostanze che possono provocare una vasocostrizione, soprattutto a livello delle piccole arterie, con conseguente ipertensione. La forte ritenzione idrica può inoltre portare ad un sovraccarico cardio-

Così agisce la biotina La biotina agisce sulla moltiplicazione delle cellule matrici di capelli e unghie , favorisce la formazione di cheratina e ne migliora la struttura.

1 x al giorno Biotin > diminuisce la caduta dei capelli > migliora la qualità di capelli e unghie > aumenta lo spessore di capelli e unghie In vendita in farmacia e drogheria.

> Leggere il foglietto illustrativo.

Distributore: Biomed AG, 8600 Dübendorf www.biomed.ch

Innanzitutto cos’è la gestosi? “Si tratta di una patologia che può comparire dopo le 18-20 settimane di gestazione. È una sindrome che può essere caratterizzata dalla presenza singola di edemi (monosintomatica) o associata a proteinuria (proteine nell’urina) e ipertensione, in questo caso viene definita anche preeclampsia. Nei casi di preeclampsia la filtrazione renale è alterata, diminuita e i liquidi vengono trattenuti in maniera esagerata nel corpo. La situazione può essere aggravata da un’alimentazione troppo ricca di sodio e, in questi casi ovviamente, è opportuno ridurre l’apporto di sale dalla dieta, eliminando cibi come formaggi, salumi e insaccati vari, patatine, ecc…”.

Lo sviluppo di capelli e unghie sani Cellule specializzate (cellule epidermiche) nella matrice dei capelli , rispettivamente delle unghie si riproducono per scissione cellulare e si spingono lentamente verso gli strati cutanei superiori . Maturando, formano la proteina filamentosa cheratina, elemento costitutivo principale di capelli e unghie. La cheratina conferisce a capelli e unghie resistenza.


salute

circolatorio. Ci sono comunque situazioni quali la gravidanza gemellare, l’età superiore ai 40 anni ed inferiore ai 16, la familiarità, il diabete, patologie renali preesistenti, malattie autoimmuni che possono favorire l’insorgenza della preeclampsia”.

Quali sono i rischi per le donne colpite da gestosi? “Le complicazioni possono interessare sia il feto, sia la madre. I rischi per il feto possono essere un eventuale parto prematuro, un grave ritardo di crescita, un distacco placenta-

Agisce contro il mal di gola.

36

La potente combinazione di principi attivi aiuta in modo mirato ed efficiente ad alleviare il mal di gola. Senza antibiotici. Informatevi sugli altri prodotti neo-angin® presso la vostra farmacia o drogheria. ILLUSTRAZIONE TICINESE 03-12

www.neo-angin.ch

Sono medicamenti. Rivolgersi allo specialista e leggere il foglietto illustrativo.


re con conseguente morte in utero se risultasse importante. Tra i rischi materni ricordiamo invece una forte diminuzione delle piastrine con problemi di coagulazione, danni epatici, ipertensione grave e, soprattutto, l’evoluzione in eclampsia. L’eclampsia è una patologia veramente grave che può arrecare disturbi neurologici importanti (convulsioni) ed emorragie cerebrali con conseguente coma, che può condurre alla morte”.

può essere comunque fisiologica) e soprattutto segnalarlo al ginecologo che effettuerà tutti gli accertamenti del caso, sia materni che fetali e procederà a programmare un eventuale parto anticipato prima che la situazione diventi pericolosa”. v

«Le complicazioni

possono interessare sia il feto, che la madre» Come riconoscere allora l’eclampsia? “I sintomi dell’eclampsia sono un dolore addominale a fascia, cefalea, disturbi visivi, iperiflessia. La pressione sanguigna è sempre oltre i 150/100, le proteine nell’urina superano i 3g/l. A livello ematico la creatinina è aumentata così come le transaminasi, mentre i trombociti sono fortemente diminuiti. Naturalmente in questi casi è importantissimo far nascere immediatamente il bambino e contemporaneamente, con l’aiuto di farmaci, inibire le convulsioni e ridurre la pressione. Il rischio materno può persistere ancora per alcuni giorni dopo il parto, in seguito la situazione si rinormalizza spontaneamente con la possibilità che però si ripeta durante un’eventuale gravidanza successiva”. Quali sono dunque i suoi consigli? “È molto importante, nel caso in cui dovessero comparire degli edemi con corrispettivo notevole aumento ponderale, tenere regolarmente sotto controllo la pressione ed eventualmente l’urina per escludere una presenza importante di proteine (una leggera proteinuria in gravidanza

Colora la tua menopausa. cimifemine® neo – con cimicifuga • Attenua i disturbi menopausali come: – vampate di calore – sudorazioni intense – nervosismo • Solo 1 compressa al giorno

Max Zeller Söhne AG 8590 Romanshorn www.zellerag.ch

Disponibile in farmacia o in drogheria. Si prega di leggere il foglietto illustrativo.

0560552_Anzeige_cimifemin_neo_88x115_I_Ticinese.indd 1

37

19.03.12 09:37

ILLUSTRAZIONE TICINESE 03-12


occhio a

slowup ticino novità sul percorso Il 22 aprile su strade comunali e cantonali tra Locarno e Bellinzona, all’insegna di calma, vista panoramica e percorsi udite udite - non congestionati dal traffico quotidiano.

A

lla seconda edizione quanti saranno i partecipanti? È la domanda che gli organizzatori si sono posti dopo che la prima di slowUp Ticino dello scorso anno ha superato ogni più rosea previsione di partecipazione. Oltre 10’000 persone di ogni età hanno goduto di una splendida giornata all’insegna del movimento, del divertimento e della natura. Un successo tale da non far nemmeno porre la domanda sulla continuità dell’iniziativa promossa a livello nazionale da oltre dieci anni da Svizzera Turismo, Svizzera Mobile e Promozione salute svizzera, così come dagli sponsor nazionali e cantonali della manifestazione con il sostegno imprescindibile della Polizia cantonale e di cinque polizie comunali ed intercomunali. RINNOVATA COLLABORAZIONE INTERCOMUNALE slowUp Ticino è reso possibile dalla collaborazione e dalla disponibilità di ben 12 Comuni, che con entusiasmo hanno accolto l’invito degli organizzatori: Locarno, Muralto, Minusio, Tenero-Contra, Gordola, Cugnasco-Gerra, Gudo, Cadenazzo, S. Antonino, Camorino, Giubiasco e Bellinzona. Ed è appunto su questi territori che transiterà il nuovo tracciato previsto per l’edizione 2012 di slowUp Ticino, che percorrerà sia strade comunali sia cantonali con un’importante novità: la percorrenza della strada cantonale da

38

ILLUSTRAZIONE TICINESE 03-12

Gudo a Cugnasco-Gerra. Sei bellissimi chilometri di strada ampia, che per una volta si potrà godere senza l’angoscia del traffico motorizzato e che soprattutto, permetterà di vivere e magari scoprire la bellezza delle località e di un paesaggio incantevole. 50 SPLENDIDI CHILOMETRI TRA LAGO, PIANURE E CASTELLI Globalmente il tracciato, chiuso al traffico motorizzato tra le ore 10.00 e le ore 17.00, collega nuovamente Locarno a Bellinzona, partendo da Locarno in Piazza Grande, anche se i partecipanti potranno accedervi liberamente ed in qualsiasi punto, vi è unicamente il senso di marcia da rispettare, che verrà segnalato da appositi cartelli. In seguito si procede lungo il Lago Maggiore fino a Minusio e Tenero, quindi si attraversa il Piano di Magadino fino a Gudo e Cadenazzo per poi prendere la direzione di S. Antonino, Camorino, Giubiasco e Bellinzona. Il ritorno è previsto come detto sulla tratta Gudo - Cugnasco, quindi Gordola e Muralto. FESTE E SOSTE DI RISTORO LUNGO TUTTO IL PERCORSO slowUp entusiasma non solo per le sue strade libere dal traffico e per l’ineguagliabile ambiente che riesce a creare, ma pure per le feste e le animazioni organizzate lungo il percorso. E


ch •

e.

.il

w

SCARICAMI

CAMI RI A

A D

SC

stelli gonfiabili per bambini, giochi, distribuzione di gadget e molto altro ancora. L’importante per tutti sarà prendersela con… calma e godere dell’evento, della splendida regione e non da ultimo delle strade libere da traffico. v

• ww

quest’anno gli organizzatori proporranno un programma ancora più attrattivo, per grandi e piccini, per chi vuole riposare e chi vuole divertirsi, per chi necessita solo di una bibita prima di riprendere nuovamente la pedalata, la camminata o la pattinata, e per chi vuole mangiare una specialità locale. Le undici “soste slowUp” tra Locarno e Bellinzona sono anche quest’anno promosse in collaborazione con dodici associazioni ricreative e sportive delle regioni attraversate dal tracciato di slowUp. Sono previste grigliate, ca-

lu

io

str az Online trovate i dettagli dell’evento e la cartina su www.slowup.ch > Ticino. http://www.slowup-ticino.ch/interna.asp?idarticolo=20530 http://www.illustrazione.ch/slowup_flyer_2012.pdf http://www.illustrazione.ch/slowup_cartina.pdf

n

Andamento... lento.

ILLUSTRAZIONE TICINESE 03-12

39


Gli esclusivi prodotti gourmet Sélection sono in vendita nelle maggiori fi liali Migros e su www.leshop.ch www.migros.ch / selection

nta e le mie capre», racco scolano le mie pecore pa ci indi ora e qu e ani te Tit lat i sconfisse rendere speciale il suo «Su questi prati Giove e quasi intimorito. A Ad . voc di sca o fre ton ia un l’ar n e a co l’erba san Stavros Papadimoulas o però forze divine, ma mestiere dal esso si ricava non son as che ha imparato il uss Ro lis ssi anche la feta che da Wa aro cas il è te di tre mesi lat l ura de e na nat on rmazi o subisce una stagio occuparsi della trasfo e di mare ed in seguit o ci o», sal n ens co int a ma ert aro op ric suo ne il e padre. «Ogni feta vie esto modo acquisisc qu in lo So la. tul be o di botti di in salamoia all’intern o da provare. tutto fiero un pezzettin e cen do ren off a spieg


t en denze

la pasqua e le sue tradizioni Insieme al Natale, la Pasqua è la ricorrenza cattolica più impor importante. Momento di gioia e rinascita quindi, nella fede, ma anche per la natura, che dopo il lungo inverno torna a rivivere, in tutto il suo gioioso splendore. testo Antonella Broggi - antonella@illustrazione.ch

C

he a Pasqua si decorino e nascondano le uova va ricondotto alla primavera, e al fatto che gli uccellini inizino a preparare il nido e a deporre le uova solo quando inizia la bella stagione. Già gli antichi greci, i cinesi e i persiani usavano scambiarsi uova decorate in concomitanza con l’equinozio di primavera, che segnava un nuovo anno. Per il cristianesimo, l’uovo divenne simbolo di rinascita dell’uomo e della risurrezione. Ecco quindi l’accostamento alla Pasqua. Donare uova colorate rappresenta la primavera e la rinascita, mentre quelle rosso scuro simboleggiano la passione di Cristo. Anche i re donavano uova. Nei libri contabili dell’impero britannico risulta che Edoardo I di Inghilterra regalò per Pasqua 450 uova rivestite d’oro. Ma le uova preziose più famose furono indubbiamente quelle del maestro orafo Peter Carl Fabergé, che nel 1883 ricevette dallo zar Alessandro la commissione per la creazione di un dono speciale per la zarina Maria. Il primo Fabergé fu un uovo di platino smaltato bianco che si apriva per rivelare un uovo d’oro che a sua volta conteneva un piccolo pulcino d’oro ed una miniatura della corona imperiale. Gli zar ne furono così entusiasti che ordinarono a Fabergé di preparare una serie di uova da donare ogni anno.

Il coniglietto invece pare abbia cominciato a rappresentare la Pasqua nella Germania del XV secolo, ma solo nei primi decenni dell’Ottocento si cominciò a produrre dolci a forma di coniglio. Furono gli immigrati tedeschi e olandesi a importare questa usanza in America, dove si diffuse immediatamente. Con il tempo la tradizione è leggermente cambiata e ha unito uova e conigli. Oggi infatti il coniglietto è un simpatico e dispettoso animaletto che nasconde tra fiori e cespugli le uova per i bimbi. v

Cleo, il nuovo coniglietconigliet to della prestigiosa casa glaronese, ha le orecorec chiette decorate con oro vero. Läderach.

Ormai un classico inconincon fondibile, il coniglietto dorato con collarino rosros so. Lindt.

Coniglietti di ceramica nostalgici perfetti se nascosti in giardino, a guardia di un ovetto… Manor.

Le grandi uova di carta decorata si usavano un tempo per confezionare ovetti di zucchero. Manor.

ILLUSTRAZIONE TICINESE 03-12

41


LOCAZIONE APPARTAMENTI SUSSIDIATI IN TUTTO IL CANTONE

EDILIZIA CONVENZIONATA IN CANTON TICINO Centro Nord-Sud 3 | Via Campagna 26 | 6934 Bioggio Tel. 091 600 18 45 | Fax 091 600 18 46 | at@alloggiticino.ch Orari da lunedĂŹ a venerdĂŹ: 9:00 -11:00 / 13:30 -15:30

Trovate gli appartamenti disponibili su www.alloggiticino.ch zaz enti latto permeabilizzaz ne lattoniere edile risc one tetti sanitari lattonier damenti riscaldamenti sanitari ti sanitari ventilazione imperme amenti climatizzazione lattoni ne tetti lattoniere edile riscald impermeabilizzazione tetti caldamenti lattoniere edile climati corteglia-chiasso-balerna

Tel. +41 91 646 50 44 Fax +41 91 646 13 45

www.conconi.com info @ conconi.com


lavo retti CAMI RI A

http://www.illustrazione.ch/lavoretti_03_12.pdf

ch •

• ww

w

e.

SC

A D

i timbri di polistirolo .il

lu str azio

n

Una vaschetta di polistirolo e qualche tappo di bottiglia è ciò che ti occorre per realizzare dei timbri semplici, ma perfetti per decorare ad esempio una carta regalo. idea, disegni e realizzazione Anto anto@illustrazione.ch

Cosa ti occorre: una vaschetta alimentare di polistirolo, tappi a vite di bottiglie in PET, forbici dalla punta ar arrotondata, una penna a biro, colla bianca, inchiostri per timbri.

1 2. Con la penna a biro disegna sul dischetto premendo abbastanza da creare un’incisione, ma non troppo da bucare il polistirolo. Fai magari delle prove su degli scarti.

1. Dalla vaschetta di polistirolo ritaglia un dischetto grande circa quanto una moneta da due franchi.

2

3

3. Incolla il dischetto inciso sul tappo di plastica e aspetta che la colla sia asciutta prima di usare i timbri. 4. Puoi decorare carta regalo, carta da lettere o, usando l’inchiostro adatto, anche il tessuto.

4

ILLUSTRAZIONE TICINESE 03-12

43


sond a ggio

nuovi

emigranti È noto, dalla metà dell’800, l’esodo dei ticinesi Oltreoceano, alla ricerca dell’oro, di una vita migliore. L’emigrazione, oggi, è solo un retaggio o nelle menti dei ticinesi vi è ancora il desiderio di raggiungere in una terra migliore? Vi abbiamo incontrato “on the road” per sondare la vostra opinione in merito. testo Marco Ortelli - marco.o@illustrazione.ch foto Ti-Press

Nell’edizione precedente siamo incorsi in un errore di trascrizione del cognome del signor Patrick Botticchio, con il quale ci scusiamo.

44

ILLUSTRAZIONE TICINESE 03-12

Renata Nalli, 37 anni, docente, Losone: “Andrei in Polinesia, dove la popolazione si accontenta con poco ed è sempre sorridente”.

Sabina Lombardo, 39 anni, marketing, Riazzino: “Sinceramente vi è un luogo migliore di questo? Se proprio devo, scelgo la Finlandia per il fascino della sua natura”.

Laura Nicora, 32 anni, mamma a tempo pieno, Losone: “Ritornerei in Spagna (alle mie origini), adoro quel calore solare e umano”.


Eleonora Mavrai, 30 anni, parrucchiera, Bellinzona: “Vorrei emigrare in Nepal, perché adoro una vita semplice e senza tante regole”.

Raffaele Chiaro, 46 anni, cameraman, Varese: “Sicuramente in Svizzera per i servizi, per la semplicità di accesso alle istituzioni e per la qualità di vita”..

Alessandra Carrara, 45 anni, casalinga, Gordola: “Emigrerei in Cornovaglia, per i suoi stupendi paesaggi e per il clima”.

Tobias Rezzonico, 29 anni, aiuto giardiniere, Ponte Capriasca: “In Irlanda, poiché amo il verde e i paesaggi celtici in stile Signore degli Anelli”.

Elena Pedroni, 40 anni, casalinga, Gravesano: “Andrei ovunque, l’importante è che io possa sentirmi bene”.

Daniela Marcionelli, 44 anni, impiegata di commercio, Sigirino: “Non ci penso nemmeno a emigrare, sto benissimo qui e sono appagata in tutto”.

Maris Baserga Bonalli, 44 anni, impiegata, Caneggio: “Da nessuna parte, perché la Valle di Muggio è un piccolo paradiso a pochi passi dalla città”.

Christian Gianetti, 32 anni, Capo cucina, Bodio: “In Svezia, più precisamente a Stoccolma, perché stile di vita e natura mi affascinano molto”.

Fabio Maestrini, 42 anni, direttore casa anziani, Bioggio: “Senza dubbio in Polinesia! Sole caldo, mare da favola e inoltre si parla francese”.

Natalie Corpataux, 31 anni, fiorista, Melano: “In Australia, per la grande varietà dei suoi sconfinati paesaggi”.

Cristina Rovati-Gozzi, 47 anni, titolare di boutique, Bellinzona: “Ho subito il fascino dei paesi arabi, adoro l’Andalusia e la Provenza, ma in realtà sto bene qui”.

Aldo Capoani, 35 anni, autista di bus, Losone: “A Lanzarote, un’isola tranquilla con ritmi di vita meno frenetici dei nostri”.

ILLUSTRAZIONE TICINESE 03-12

45


sp ort

la forza mentale

nella racchetta Incontro con David Bär, giovane e talentuoso interprete della disciplina sportiva del tennis tavolo. Forza fisica e agilità mentale uniti alla ricerca del colpo perfetto. testo Marco Ortelli - marco.o@illustrazione.ch foto Ti-Press/Gabriele Putzu

N

on so dire perché lo sport del tennis tavolo sforni campioni soprattutto asiatici e cinesi, forse c’è un nesso tra pensiero circolare e sfolgorante e la pratica del ping pong, chissà. Un’espressione in voga tra gli appassionati di questo sport lo caratterizza come un “giocare a scacchi correndo i cento metri”. Abbiamo incontrato David Bär, interprete di questa disciplina, per sentire come corre i cento metri, come gioca a scacchi, quando impugna la racchetta con la mano destra al modo “Occidentale”. L’incrocio tra lo sport del ping pong e il giovane David è avvenuto “a scuola, quando ho cominciato a seguire con curiosità i miei compagni che giocavano. Ho provato, e man mano mi sono sempre più appassionato”. A tal punto, che nel 2010 partecipa al Gubler School Trophy a Düdingen, la più grande manifestazione pongistica svizzera per scolari senza licenza, nel corso della quale oltre 5’000 ragazze e ragazzi si sfidano per l’ambito titolo. Ebbene, David Bär conquista il diploma di campione svizzero e da quel momento comincia a praticare con assiduità questo sport nelle fila della Società Tennis Tavolo Tenero (STTT). È il momento di farci spiegare in cosa consiste il gioco, quali sono i colpi fondamentali. “Il gioco comprende diversi colpi, cominciando

46

ILLUSTRAZIONE TICINESE 03-12

dai servizi che possono essere tagliati sotto, laterali, veloci e sopra. Ci sono poi il colpo a rotazione, il cosiddetto top spin, il blocco, usato per contrastare il top spin, il palleggio che è un colpo tagliato e il contrattacco, che di solito si usa per riscaldarsi in partita”. Tra tutti questi colpi, quali sono i tuoi punti forti? “Il top spin di diritto, di solito quando lo faccio, gli avversari bloccano fuori”. Come si sviluppa una partita, ci sono tattiche per sconfiggere l’avversario? “Prima dell’inizio di una partita si fanno sempre due minuti di riscaldamento, e già in questo momento studio quali potrebbero essere i colpi più deboli del mio avversario, che cerco poi di sfruttare in partita. La partita è un rapido scambio di colpi ma anche di mosse mentali, se ad esempio eseguo un servizio sotto corto, so che al 90 per cento la pallina tornerà tagliata e allora dovrò fare un top spin o mandare l’avversario ancora in palleggio…”. Agilità fisica e mentale si combinano indissolubilmente e vanno allenate. In cosa consiste un tuo allenamento tipo? “Mi alleno il martedì e il giovedì, mentre il venerdì è alternato tra campionato o allenamento. Una volta al mese poi, faccio un weekend di


> ILLUSTRAZIONE TICINESE 03-12

47


Sostituzione vasca da Fr. 900.– VASCA ECOLOGICA VASCA ACCIAIO VASCA PLASTT/GLASS PIATTI DOCCIA ARREDOBAGNO Manutenzione sanitari e riscaldamenti

www.remail.ch

☎ 091 922 69 63

CREDITI PRIVATI

PER CITTADINI SVIZZERI O CON PERMESSO B, C, L, FRONTALIERI, INDIPENDENTI, PENSIONATI O INVALIDI

Esempi di calcolo al tasso del

Fr.. Fr.. Fr.. Fr..

5'000.– 10'000.– 20'000.– 80'000.–

7.9% con possibilità di chiedere altri importi intermedi

pagabili pagabili pagabili pagabili

in in in in

72 72 72 72

mesi mesi mesi mesi

= = = =

Fr. Fr 86.75 Fr. 173.50 Fr. 347.05 Fr. 1’388.15

mensili mensili mensili mensili

L’importo del finanziamento da concedere e il tasso d’interesse verranno stabiliti dalla Banca in seguito all’esame dei documenti allegati alla richiesta. Anche se avete altri crediti, possiamo riprenderli e aumentarli a un tasso più basso.

“Le Primizie”

fresche di mercato, con il gusto, il sapore, i profumi della primavera.

Avviso di legge: “La concessione dei crediti è vietata se conduce ad un indebitamento eccessivo” (Art. 3 LCSI)

CASSA MALATI - PREMI 2012 Minorenni da 0 a 18 anni pagano al mese Fr. 46.40 Giovani da 19 a 25 anni pagano al mese Fr. 159.70 Adulti da 26 e oltre pagano al mese Fr. 187.70

Telefonate per una consulenza alla: CREDITFINANZ

SA

Tel. 091 921 36 90 – 091 835 42 02

Fino alle ore 21:00

www.creditiprivati.ch

Via Foce 9 - CH-6900 Lugano Tel. 091 971 42 00 - Fax 091 971 42 01 www.osteriadelporto.ch È gradita la riservazione.

Monte Generoso 1704 m s/m

Via alla Foce 4 - 6933 Muzzano - Tel. 091 994 11 75 Viale Portone 12 - 6500 Bellinzona - Tel. 091 994 11 76 Fax 091 994 87 29 - info@isellafoletti.ch - www.isellafoletti.ch

®

Monte Generoso: la montagna più panoramica del Cantone Ticino Si raggiunge la vetta, a 1704 metri di quota, dopo 40 minuti di viaggio attraverso la natura. Dalla vetta si gode di un panorama incantevole sui laghi di Lugano, di Como, di Varese e Maggiore, sulla città di Lugano, la pianura Padana e dagli Appennini fino alla catena Alpina, dal Gran Paradiso al Monte Rosa, dal Cervino alla Jungfrau e dal massiccio del Gottardo fino al gruppo del Bernina. • 51 km di sentieri • 27 km di itinerari per rampichino • Osservazione del Sole gratuita con telescopio solare ogni domenica pomeriggio dal 6.5 al 30.9.2012 • Serata Mediterranea* con musica dal vivo e Karaoke ogni venerdì

La rivista bimestrale con suggerimenti su e nuove idee co per pe p chi intende costruire, ristrutturare, arredare o acquistare casa.

sfogliala e scoprila su www.tutto-casa.ch

• Serata Ticinese* con osservazione astronomica e musica dal vivo - ogni sabato • Pranzo di stagione con musica dal vivo - ogni prima domenica del mese • Pranzi e cene festivi • Escursioni con treno a vapore del 1890 24.6 / 15 + 29.7 / 12 + 26.8 / 9.9.2012 * Ricco buffet di antipasti e dessert, primi e secondi serviti al tavolo

6825 Capolago • Tel. 091 630 51 11 • Fax 091 648 11 07 • montegeneroso.ch


sport

SCHEDA

biografica

Nome: David Cognome: Bär Data di nascita: 8.9.1997 Nazionalità: svizzera Domicilio: Quartino Club di appartenenza: STT Tenero Categoria: D5 Risultati: 1. Campionato svizzero Gubler School Trophy (2010) Scuola: quarta media Collegio Papio Ascona

allenamento con la selezione ticinese per un totale di sei ore. Un allenamento standard dura un’ora e mezza e inizia con una fase di riscaldamento della durata di dieci minuti, comprendente corsa e stretching. Per altri dieci minuti si riscaldano i diversi colpi, per poi entrare nello specifico, allenando i singoli colpi ed il movimento delle gambe”. Il tennis tavolo in Svizzera e in Ticino è strutturato in categorie (A, B, C, D) e campionati nazionale (lega A e B) e cantonale (dalla 1. alla 4. divisione). Come ti situi all’interno di queste classificazioni e quali sono i tuoi obiettivi stagionali? “Il mio obiettivo è quello di salire di categoria. Nel mio caso vuol dire fare il salto dalla categoria D alla C, che si ottiene totalizzando punti nei diversi tornei e campionati che si svolgono in stagione. Obiettivo che ho già raggiunto, acquisendo momentaneamente i punti per passare alla categoria C. Per quello che riguarda il campionato, quest’anno

gioco in 3. divisione, l’obiettivo è allora quello di giocare la stagione prossima in 2. o in 1. divisione”. Le giornate di David sono scandite da allenamenti settimanali accompagnati da tornei e partite e, beninteso, da ore trascorse sui banchi di scuola del Collegio Papio di Ascona. Se il suo modello sportivo è il campione tedesco di tennis tavolo Christian Süss, forse quello professionale un giorno potrà essere l’economista John Maynard Keynes… “Attualmente frequento la quarta media, il prossimo anno andrò al liceo, mentre in seguito probabilmente studierò economia e diritto”. Ma questa sarà occupazione del futuro. Il presente sono scambi e punti da ottenere lanciando e respingendo palline da ping pong, sono le lezioni predilette di matematica, inglese, educazione fisica, è studio nelle ore a disposizione e partite di calcio giocate con gli amici nel tempo libero. v

a co gamm

mplet

a pro

d ot ti

Piscine Spa Saune Sagl

edimen.ch

6986 Curio | Tel. 091 606 53 86 | Fax 091 606 87 20 | info@casapool.ch Orari: lunedì - sabato 08:00-12:00 o su appuntamento 6512 Giubiasco - Negozio Esposizione | Via Olgiati 9c | Tel. 076 366 53 86 NUOVI ORARI: lu - ve 09:00-12:00 / 14:00-18:30 | sabato 09:00-12:00 www.casapool.ch

ILLUSTRAZIONE TICINESE 03-12

49


m otori

prima di comprare

una moto Come scegliere la fidata compagna di viaggio o il compagno se la scelta cade su uno scooter. testo Graziano Guerra - graziano@illustrazione.ch

O

gni anno si presentano in migliaia all’esame di guida per ottenere la licenza di condurre una moto grossa o un maxi scooter. Sono tante anche le persone che si ricordano di avere già questo documento e, dopo anni, decidono di tornare in sella a una moto. Fra le donne la passione per le due ruote è scoppiata da qualche tempo, e non per forza per gli scooter. È tanta la gente che si trova di fronte a modelli e tipologie di moto diverse con l’ardua scelta della compagna - o compagno - ideale di viaggio. I criteri che possono aiutare a trovare il modello più adatto non sono molti. Il più importante riguarda l’estetica: se è vero che si compra con gli occhi, è altrettanto vero che la ragione può e deve imporsi. Per questo è bene tener presente che più la moto è maneggevole e più sarà facile dominarla. Si tratti di scooter o di motocicletta, nella scelta il look passa in secondo piano, perché è più saggio affidarsi alla sensazione di sicurezza nel movimento del motore. In ogni caso, prima di comprare è bene provare diversi modelli. La posizione rilassata del corpo è una premessa irrinunciabile, le mani devono posarsi con scioltezza sul manubrio e se i piedi toccano senza difficoltà il terreno, sarà più facile ponderare il peso del veicolo al momento dell’arresto, si eviteranno certe brutte figure,

50

ILLUSTRAZIONE TICINESE 03-12


Nella foto a sinistra: Piaggio Beverly SporTouring 350cc, il primo scooter al mondo con controllo di trazione ASR/ ABS: dei sensori rilevano un pattinamento imminente della ruota posteriore prevenendo la perdita di controllo del mezzo.

così divertenti per chi si trova a osservare, ma pericolose. A chi affidarsi? Amici esperti, Moto Club, senza dimenticare il ruolo di concessionari e rivenditori ufficiali del settore, che rimane fondamentale. Una consulenza specifica sulla scelta dei modelli e sull’abbigliamento ripagherà di certo. Numerosi club offrono corsi di sicurezza a esordienti e a chi riprende dopo anni l’avventura in sella a una coda di fuoco. QUESTIONE DI SICUREZZA Lo impone la legge, ma soprattutto il buon senso: chi viaggia in moto deve infilare il suo bene maggiore in un casco di qualità. Indossare una giacca da motociclista con protettori omologati, guanti e solide calzature, meglio se stivali, anche se fa caldo, è più che ragionevole. PREMESSO CHE IL CASCO NON BASTA, OCCORRE LA TESTA! • Per un’adeguata protezione, il casco deve essere ben calzato e ben allacciato.

• Non calzarlo troppo all’indietro: per una protezione ideale deve coprire bene la fronte. • Prima di partire assicurarsi che il cinturino sia ben stretto. • Non lasciare il casco sullo specchietto o sul manubrio della moto, vicino alla marmitta o a fonti di calore. In estate, durante le soste, proteggerlo dai raggi diretti del sole. v

Ora Ora oo mai mai più: più: con con CREDIT-now CREDIT-now ii vostri vostri sogni sogni diventano diventano subito subito realtà. realtà. Numero Numero gratuito gratuito 0800 0800 40 40 40 40 42 42 oppure oppure concludete concludete direttamente direttamente su su www.credit-now.ch www.credit-now.ch

51

Un Uncredito creditodidiCHF CHF10’000.– 10’000.–aaun untasso tassoannuo annuoeffettivo effettivotra trailil9.9 9.9% %eeilil13.9 13.9% %rimborsabile rimborsabileinin12 12rate ratemensili mensilicomporta comportaun uncosto costocomplessivo complessivocompreso compresotra traCHF CHF521.– 521.–eeCHF CHF723.20. 723.20. ILLUSTRAZIONE TICINESE 03-12SA, Avviso Avvisosecondo secondolalalegge: legge:lalaconcessione concessionedidicrediti creditièèvietata, vietata,se seconduce conducead adun unindebitamento indebitamentoeccessivo eccessivo(art. (art.33LCSI). LCSI).CREDIT-now CREDIT-nowèèun unmarchio marchio didiprodotto prodottodidi BANK-now BANK-now SA,Horgen. Horgen.


m otori

dalla macchina da cucire

all’auto dell’anno 150 anni nel mondo dei mezzi di trasporto. Biciclette, motociclette, ma soprattutto veicoli nascono e si sviluppano nel nome di Adam Opel. testo Stefano Pescia - stefano@illustrazione.ch

E

ra il 1862 quando un metalmeccanico di nome Adam Opel decise di tornare nella sua cittadina natale Russelsheim - per inaugurare una propria fabbrica di macchine per cucire. Un’idea che si è sviluppata con successo, ma l’ingegnoso e intraprendete Opel, seguiva anche con attenzione l’importanza crescente che stavano assumendo i mezzi di trasporto e il desiderio di potersi spostare con maggiore agio e velocità per soddisfare la grande voglia di scoprire il piacere della mobilità indipendente. E così, dal 1886 si lancia dapprima nel settore delle biciclette di cui divenne, all’inizio del ventesimo secolo, uno dei principali produttori mondiali. Poi, nel 1899, è il turno delle automobili e due anni più tardi delle prime motociclette. Negli anni ’30 Opel divenne il primo costruttore di auto in Europa. Un risultato che ha ingolosito l’americana General Motors, che nel 1931 acquisì il 100% della Casa tedesca, insediando i due figli dello scomparso Adam Opel alla presidenza e vice-presidenza della società. Da allora il marchio Opel si è distinto anche nel prestigioso riconoscimento. Nato nel 1964, il titolo “Auto dell’Anno” è stato attribuito a un modello Opel già quattro volte (1985 Kadett, 1987 Omega e 2009 Insignia e nel 2012 Opel Ampera). Il concorso cambia casa e s’insedia al Salone dell’automobile di Ginevra Una scelta che conferma il prestigio del Salo-

52

ILLUSTRAZIONE TICINESE 03-12

ne annuale dell’automobile e degli accessori di Ginevra a livello internazionale. Il regolamento del premio accetta solo vetture presentate non oltre dodici mesi prima dell’apertura del concorso e commercializzate in almeno cinque mercati europei in 5’000 esemplari l’anno. Ognuno dei 59 giurati ha a disposizione 25 voti da distribuire a un massimo di 5 automobili, ma non può assegnare più di 10 voti a un singolo modello. Tra le sette finaliste del 2012, scelte fra 35 candidate, sono salite sul gradino più alto del podio l’accoppiata Opel Ampera e Chevrolet Volt (330 punti), davanti alla Volkswagen up! (281) e alla Ford Focus (256). Il premio alla vettura di casa Opel conferma l’obiettivo dell’in-

Opel Ampera l’“Auto dell’Anno”.


www.croazia.hr

dustria automobilistica di ampliare la proposta di automobili con un tasso d’inquinamento in marcato calo, anche per soddisfare le future norme antinquinamento. Infatti, il riconoscimento internazionale è stato attribuito a un veicolo, metà benzina e metà elettrico, in grado di garantire un’autonomia estesa che si adattata perfettamente alle odierne esigenze di una mobilità efficiente. Che sia Opel Ampera oppure Chevrolet Volt poco importa. Le berline gemelle, cambia solo il marchio, la carrozzeria e qualche accessorio, hanno la medesima tecnologia. Due propulsori, uno a benzina EcoFlex da 1,4 litri e 86 cavalli e uno elettrico, con il compito di fungere da generatore di corrente e ricaricare la batteria per un’autonomia complessiva di circa 500 km. L’Opel Ampera è in grado di superare i 160 km/h di velocità massima e scattare da 0 a 100 km/h in 9 secondi, con un consumo medio inferiore ai 2 litri al 100 e un’emissione di CO2 di 40 g/Km.

17 beni culturali e naturali sotto protezione dell’UNESCO 2786 ore di sole all’anno

Croazia. Suona bene.

Foto: Ivo Pervan

Chissà come sarà “l’Auto dell’Anno” nel 2020? Osservandone la sua evoluzione, si costata che vani motori e abitacoli saranno dominati da un’elettronica che cambierà il suo modo di servire il conducente. In casa Intel Inside non si pensa più solo alle componenti per i computer. In effetti, considerando che le automobili si arricchiranno di sistemi capaci di dialogare con tutto quello che si muove e circonda il mezzo di trasporto, si stima che già nel 2014 l’automobile sarà una delle tre aree di maggior crescita e sviluppo in termini di connessione e di contenuti Internet. Non ci sono dubbi. L’automobile di domani sarà andata a scuola d’informatica per diventare sempre più ricercata e garantire a chi la guida una maggiore comodità e soprattutto sicurezza. L’automobile possiederà il dispositivo mobile più evoluto, tanto che ci permetterà di dialogare e scambiare informazioni con altri sistemi utilizzando, oltre alla voce, anche gli schermi tattili. Un valore aggiunto al passo con i tempi come quelle macchine per cucire che un secolo e mezzo fa hanno reso la vita più facile a chi era chiamato a vestire il mondo. v

1244 isole

Ente Nazionale Croato per il Turismo Badenerstr. 332, 8004 Zürich, Tel. 043-336 20 30, Fax 043-336 20 39, info@visitkroatien.ch


La pubblicità che arriva direttamente nel cuore delle famiglie

CORSI ESTIVI DI LINGUE

Distribuzione di stampati pubblicitari a tutti i fuochi della Svizzera Dal 1987 nel Canton Ticino

PER ALLIEVI dai 6 ai 16 ANNI ad • TEDESCO • INGLESE • FRANCESE • SPORT & ATTIVITÀ escursioni, tennis, golf ecc.

Corso Elvezia 10 - 6901 Lugano Tel. 091 922 96 37 - www.awz.ch

LINGUE E SPORT PER ALLIEVI dai 12 ai 18 ANNI a • TEDESCO • INGLESE • FRANCESE 3 lezioni giornaliere & conversazione in combinazione con pallacanestro, mountainbiking, escursioni ecc.

ARIANA AG | Monika A. Schmid | Patricia D. Bühler Höhenweg 60 | 9000 San Gallo | Tel. 071 277 92 91 Fax 071 277 72 53 | www.ariana.ch

Amm. e Consulenza - Schoffelgasse 3, 8001 Zurigo - www.polstermoebelklinik.com

Progetto1:Layout 1 17.09.10 14:46 Pagina 3

Purezza naturale

previene infiammazioni gengive sane contro l’alito cattivo

ON RISPARMIARE C LA BANCA WIR

sapore fresco contro la raucedine da 100 anni

imento con Un conto invest s vantaggioso un sistema bonu

contro le afte altamente efficace ricaricabile ch www.bancawir. 9 Tel. 0848 947 94

Prodotto di qualità; nelle farmacie e drogherie


oroscop o testo Cloris Sciaroni cloris@illustrazione.ch

PREVISIONI APRILE 2012

g ARIETE 21/3 - 20/4

h TORO 21/4 - 20/5

i GEMELLI 21/5 - 21/6

j CANCRO 22/6 - 22/7

Con il Sole nel vostro segno fino al giorno 18.4, sarete ancora pieni di vigore, mentre dal giorno 16., con l’ingresso di Mercurio, sarà la mente a risvegliarsi, rendendovi agili e veloci nell’afferrare i concetti e le proposte che vi sembrano allettanti. In tutto questo Urano farà la sua parte. E a Pasqua pochi di voi vorranno restarsene fermi a casa propria, spinti dalla curiosità e dal bisogno di muoversi, di incontrare gente o comunque cambiare aria. In effetti, dal giorno 3, Venere si disporrà in posizione favorevole per voi, per cui non mancheranno gli incontri positivi e qualche colpo di scena in amore. È inoltre tempo di cambiare look.

La dea della bellezza e dell’amore uscirà dal vostro segno il giorno 3, ma si disporrà in moto comunque favorevole, portando più leggerezza a voi sempre dediti al dovere. E se pensate a un viaggio, non è necessario andare troppo lontano per stare bene e divertirsi. Trascorrete la Pasqua insieme a persone allegre o dallo spirito giovanile. Non sono escluse delle visite a sorpresa. Dal giorno 16 la vostra vita relazionale diventerà più movimentata, con Mercurio che si sposta in Ariete, favorendo chi fra voi si occupa di scrittura, arte, musica o moda. E con un bel tris nel vostro elemento terra, darete un bell’impulso anche all’ecologia.

Il mese si profila molto vivace per voi con il passaggio di Venere nel vostro segno dal giorno 3.4, dove rimarrà per qualche mese. Tuttavia, l’astro dell’amore formerà dissonanza con Nettuno in Pesci, facendovi vedere lucciole per lanterne. L’attrazione iniziale lascerà poi il posto alla delusione. Siate accorti anche nelle finanze, poiché Marte non vi è favorevole, tanto che rischiate di agire in modo compulsivo senza pensare alle conseguenze. Viaggi, progetti nuovi, contratti o pratiche importanti sono da rimandare a dopo il 16.4, quando Mercurio si disporrà in moto favorevole. Allora sarete più lucidi. Salute: esercizi yoga per il sistema nervoso. Pur avendo Sole e Urano in aspetto dissonante, che ovviamente vi invitano a stare lontano dallo stress e dalle persone negative, a favore avete Nettuno e Marte e per 15 giorni anche Mercurio. Quindi le feste pasquali potrebbero portarvi anche lontano dalla vostra città o essere allietate da visite simpatiche, da conoscenti o parenti lontani, ma saranno i giovani a tenervi su di giri. Insomma, non le trascorrerete da soli. E se non siete più giovanissimi, potreste pensare a una mini-vacanza termale. Venere dai Gemelli promette momenti divertenti che vi aiuteranno a uscire dalla routine. Per una volta, care mamme e nonne, pensate di più a voi stesse.

k LEONE 23/7 - 23/8

l VERGINE 24/8 - 22/9

a BILANCIA 23/9 - 22/10

b SCORPIONE 23/10 - 22/11

Con Sole e Urano positivi vi sentirete in gran forma, ma anche un po’ irrequieti a causa di Marte che, dalla Vergine, non vi lascierà dormire sonni tranquilli, forse a causa di qualche preoccupazione. Intanto concedetevi anche una pausa mentale e staccate la spina per Pasqua. Vi farà bene un po’ di relax nella natura. Poi, dal giorno 16, quando Mercurio passerà in bel trigono, sorretto da una altrettanto positiva Venere, vi risolleverete come per magia e ripartirete alla grande, con nuove idee e nuovi propositi. Ascoltate i consigli di una donna matura. Anche le relazioni amorose saranno all’insegna di una sana dialettica.

Voi dovete fare i conti con quel Marte un po’ insidioso che staziona da tempo nel vostro segno e che al momento si trova in moto retrogrado, per di più opposto a Nettuno. Mercurio pure nei Pesci fino al giorno 15.4 rende confusi e svogliati. Anche Venere si dispone in moto dissonante a partire dal giorno 3. Chi fra voi ha superato i 40 anni avvertirà maggiormente quella strana insoddisfazione che vi fa sentire un po’ “stranieri” in casa vostra. E forse anche il lavoro che svolgete non vi soddisfa più. A favore avete comunque sempre Giove e Plutone. Siate coraggiosi e valutate altre possibilità.

Mese per alcuni di voi un po’ stressante a causa dei vari impegni: difficile scegliere dove stare e con chi stare, perché le proposte sono diverse, ma avete anche bisogno di riposo ogni tanto. C’è però una bella notizia per voi nativi della 1. decade. Venere, la dea della bellezza e dell’amore, si sposterà nel segno dei Gemelli e formerà un bel trigono, regalando anche qualche momento di sano divertimento, in piacevole compagnia. Viaggi brevi e incontri interessanti allieteranno la vostra Pasqua. Nettuno invece aggiungerà una nota musicale e/o spirituale per chi fra voi se deciderà per percorsi alternativi. Salute: l’amore è per voi prima di tutto. Il potente Plutone riceve le buone energie astrali da Nettuno e Mercurio dai Pesci (quest’ultimo fino al giorno 15.4) favorendo l’arte, la poesia, la musica, la spiritualità, ma anche la ricerca di metodi alternativi per il vostro benessere globale. Inoltre, anche Marte darà una bella spinta al cambiamento, in particolare vi induce ad alimentarvi in modo più sano e semplice, prediligendo prodotti biologici. E l’amore? Con Venere che passa in Gemelli, sarete meno drammatici e più inclini al gioco, all’autoironia, alleggerendo la tensione che spesso create nella coppia per un eccesso di gelosia e possesso.

ILLUSTRAZIONE TICINESE 03-12

55


Come farsi aiutare dalle Pietre

a

ttorno a noi esiste un’immensa risorsa naturale che attende solo di essere utilizzata per migliorare la nostra vita e la nostra salute. Le pietre. Ormai è noto a tutti che le pietre possiedono un’enorme energia e che ciascuna di esse può aiutare in modo diverso e per diverse necessità. Infatti ogni pietra è diversa da un’altra e se vengono utilizzate correttamente possono modificare nettamente il nostro modo di vivere. Per esempio, una delle pietre più comuni è l’ametista; questa pietra dall’aspetto trasparente e di colore violetto ha la capacità di calmare il mal di testa e controllare il sistema nervoso. Il quarzo rosa invece viene consigliato come filtro per eliminare le energie negative trasmesse dal computer, si consiglia di tenerne sempre uno, anche piccolo, sopra o accanto al monitor per assorbire gli influssi negativi, inoltre è utile per ridurre l’invecchiamento cutaneo, provate ad indossare un monile in quarzo rosa, possibilmente a contatto diretto con la pelle per rallentare il processo di invecchiamento. Il turchese invece, assorbe direttamente i malesseri fisici e mentali, “spegnendosi” lentamente; è necessario indossarlo in modo tale che la pietra sia a contatto con la pelle, preferite quindi incastonature di contorno e non pietre montate su metallo, anche se pregiato, che farebbe da barriera tra la pelle e la pietra stessa. Nel caso in cui soffriate di disturbi fisici o anche solo di uno stato di leggera depressione, la pietra da verde brillante con venature nere accese, piano piano diventerà di un color verde molto pallido e spento perdendo luminosità e brillantezza; a quel punto la pietra non ha più vitalità, a questo punto è indispensabile eliminarla, ma non dovete buttarla via; questa infatti è l’unica pietra che deve essere prima avvolta in un pezzo di stoffa e poi sepolta in un angolo del giardino ricoprendola prima con un cucchiaio di sale grosso. In breve però voi vi sentirete sicuramente molto meglio. Questi sono solo alcuni esempi sommari di quanto possono essere utili e di quante possibilità hanno le pietre per darci una mano a migliorare la nostra vita. Bisogna però anche aggiungere che le pietre devono essere curate purificandole e caricandole di energie positive. Per questo motivo potete provare a rivolgervi a persone preparate in questo campo che vi possono indicare quali pietre usare e come trattarle nel modo giusto per ricevere da loro il miglior sostegno possibile. Vedrete in poco tempo che la vostra vita subirà un gradito cambiamento, naturalmente in meglio.

Specialista nelle unioni impossibili!

Il tuo destino è già scritto chiama e lo scoprirai.

0901 588 204 SFR. 2.50/MIN. PER LA RETE FISSA

0901 588.253 0901 588.SFR. 2092.50/MIN. 0901 588.253 PER LA RETE FISSA

Ti senti sperduto e insicuro? CHIAMA!

0901 588.201 SFR. 2.50/MIN. PER LA RETE FISSA

Interpretazione dei sogni...

Cartomanzia Cristalli Feng Shui Oroscopo Per chimamare dall’Italia

899.000.413 € STUDIO-EMETH.COM

1.50/min.


PREVISIONI APRILE 2012

c SAGITTARIO 23/11 - 21/12

d CAPRICORNO 22/12 - 20/1

Questa prima metà del mese propone alti e bassi per alcuni di voi, in particolare se siete della 1. decade. Le dissonanze astrali risvegliano nei meno giovani di voi un senso di insoddisfazione e malinconia, forse dovuto a qualche preoccupazione oggettiva. Chi e cosa vi dà fastidio? Siete davvero sinceri con voi stessi o vi nascondete dietro una facciata di perbenismo? Vi sentite forse intrappolati tra il dovere e la voglia di evadere da tutto ma non sapete cosa fare? La 2. metà del mese potrebbe illuminarvi meglio quando Mercurio passerà in Ariete e si congiungerà a Urano. Intanto siate accorti nelle finanze. Pasqua tranquilla se possibile. Sebbene Sole e Urano dall’Ariete siano portatori di un certo stress, spesso dovuto a circostanze esterne, riuscirete a superare indenni le turbolenze di questi primi 18 giorni, grazie al potente supporto di Marte, Giove e Plutone che vi doneranno un’energia fuori dall’ordinario. Anzi, vi dirò di più, novità simpatiche sono in arrivo per voi, che renderanno la vostre feste pasquali molto gradevoli. Lasciate perdeperde re un po’ il dovere e godete di più del tempo libero facendo delle sane scampagnate nella natura. Il sensibile Nettuno inoltre vi spinge ad ascoltare di più il silenzio, dedicarvi alla poesia, all’arte e alla musica.

Cucine Bagni Ristrutturazioni

e AQUARIO 21/1 - 19/2

f PESCI 20/2 - 20/3

Questo è un mese molto dinamico per voi, con Sole e Urano positivi, a cui si aggiungerà Mercurio dal giorno 16.4, favorendo le attività intellettuali, tecniche e artistiche. Positivi anche gli studi delle lingue straniere e l’approfondimento di materie scientifiche. Ma la notizia forse più intrigante è l’ingresso di Venere nei Gemelli il giorno 3.4, che formerà un bel trigono al vostro segno e questo per diversi mesi, favorendo viaggi culturali, incontri con persone di vario genere con cui nasceranno vari flirt. Non sono esclusi dei veri colpi di fulful mine in amore, ma non è detto che durino. Non prendete decisioni affrettate. Intanto godetevi la vostra Pasqua. Questo mese sarà ricco di sorprese e decisioni inaspettate, spesso indipendenti dalla vostra volontà. Diciamo che il clima pasquale potrebbe venir turbato da alcune dissonanze astrali, ma tutto dipende dal vostro percorso di vita sin qui. In effetti Nettuno, che da poco è entrato nel vostro segno, potrebbe dilatare un certo pessimismo e la confusione che spesso vi caratterizza, mentre l’opposizione di Marte farà crollare qualche mito. Molte delle vostre credenze verranno rivalutate. Tuttavia è un bene. Plutone da tempo favorevole sostiene infatti questo processo di rinnovamento profondo, nel quale rientrano anche le amicizie e l’amore.

Un ottimo scambio: dalla vasca da bagno alla Twinline in 1 giorno di installazione!

Reportage del rinnovamento:

Ore 8: Si inizia; viene tagliato il bordo della vasca.

Ore 9.15: Il rivestimento e la vasca vengono rimossi.

Ore 11.30: Il nostro installatore sanitario monta le listelle di fissaggio.

Ore 13.30: Ora viene adattata la nuova vasca doccia/bagno.

Ore 14.15: E l’ora dello scarico, delle rubinetterie e della copertura.

Ore 15.30: Vengono montate porta-TWINLINE e zoccolo.

Prima: La vecchia vasca da bagno senza possibilità di doccia deve essere sostituita adesso!

La vasca da bagno per il suo futuro Sostituzione vasca di facile opera. Sulla stessa posizione della vostra vecchia vasca da bagno, in futuro si troverà la nuova TWINLINE 2. In due parole: doccia E bagno in uno – sulla stessa superficie, senza ulteriori esigenze di spazio. – Il tutto in 1 solo giorno! Ore 17.00: La nuova vasca doccia e bagno TWINLINE 2 é finita!

Giubiasco Grancia

Via Campagna 1 Centro Grancia

TWINLINE ha un norme vantaggio rispetto a qualsiasi altra soluzione: Non necessita di una scelta tra vasca da bagno o doccia, poichè TWINLINE è ambedue. Con questa combinazione di vasca e doccia, anche in futuro sarà sempre la scelta giusta.

Tel. 091 850 10 24 Tel. 091 960 53 90


c ru ci ver b a

dove si

trova Dove si trova la città di Arcangelo? Lo scoprirete risolvendo il cruciverba e riportando le lettere risultanti nelle caselle contrassegnate dai numeri in rosso. testo Daniela Sandrini - daniela@illustrazione.ch

1

2

3

4

5

6

7

8

9

10

1 11

12 14

17

18

13

15 19

16

20

21

2 22

23

24

25

26

27

5

4 28

29

31 36

32 37

41

30 33

34

38 42

35

39

40

43

44

45

46

3 47

48

49

6

58

ILLUSTRAZIONE TICINESE 03-12

ORIZZONTALI: 1. Lo è l’attore principale 11. Oppure a Zurigo 12. Risonanza 13. Piera nel cuore 14. I confini di Tegna 15. Anestesia 17. Mezza paga 19. Né mie, né sue 21. Il pianeta sul quale si trova il Monte Olimpo 22. La città in cui si trova la casa di Anna Frank 24. Un locale della casa 25. Alberi sempreverdi 28. Sminuzzati 30. Rabbrividir, congelar 31. Pedina coronata 32. C’è quel del vero 34. Tiro centrale 36. La fondò E. Mattei 38. Orrende, terrificanti 41. Segno zodiacale 43. Concorso Internazionale 44. Uno a Zurigo 45. Vi si trova la sede della Banca Mondiale 47. Arrabbiato 48. Il fiume di Berna 49. La seconda nota. VERTICALI: 1. Si pungono spesso quelli del sarto 2. Consonanti in rodeo 3. Pari in polenta 4. Negoziato, accordo 5. Vi sono anche quelli alimentari 6. È bella ma stupida 7. Usuale, consueto 8. L’appellativo del Todero Brontolon 9. Prova attitudinale 10. I maschi delle pecore 16. Alberi ornamentali 18. Grosse ciliegie 20. Dittongo in guerra 23. Salti senza pari 26. Il libretto degli assegni 27. Croce Rossa 29. Capito, recepito 30. Lo stato in cui si trova il promontorio di Azio 33. In mezzo al coro 35. Tirano la slitta di Babbo Natale 37. Lo stato USA con la città di Des Moines 39. La nota Mazzini 40. Noto stilista 42. Il nome di King Cole 46. Il Grigioni sulle targhe. La soluzione del numero precedente era: Placido.


PARADISO TERRESTRE. Mobili da giardino 2012

Sant’Antonino

delcomobili.ch


Visitate le nostre esposizioni a Basel, Biel/Bienne, Carouge, Chur, Contone, Cortaillod, Crissier, Develier, Jona, Köniz, Kriens, Lugano, Olten, Sierre, St. Gallen, Thun, Winterthur e Zürich. Panoramica dell’azienda su: www.sanitastroesch.ch

Chiarezza fin dalla prima ora: cucine e bagni Sanitas Troesch.

Ruf Lanz

Illustrazione Ticinese n. 3 - 2012  

N. 3 - 2012 - La rivista familiare della Svizzera Italiana

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you