Issuu on Google+

illustrazione www.illustrazione.ch

TICINESE

RIVISTA FAMILIARE DELLA SVIZZERA ITALIANA

N° 01 - 1 FEBBRAIO 2008

EURO ‘08 ECCOCI L’osservatore speciale CONCORSO Per piccoli grandi chef DESTINAZIONE FAMIGLIA Nel paese degli angeli

SUA MAESTÀ Giovanna Guidotti


Jbkqob i^ qbkabkw^ ^qqr^ib qo^ ib ^rqljl_fif Œ i^ q^dif^ buqo^*i^odb) i^ krls^ J^wa^/ plssboqb ib `lksbkwflkf b pf mobpbkq^ mfš pkbii^) mfš `ljm^qq^ b mfš qlkf`^ pbkw^ krii^ p^`ofÛ`^ob ^ii^ pf`robww^ b ^i `ljcloq+ ?^ppf `lkprjf) do^kab j^kbddbslibww^) drfa^ afk^jf`^ b ofpmbqql ^j_fbkq^ib7 rk `lk`bkqo^ql aÒ^dfifq… q^dif^ qlm jlabi+ 0 jlqlof ^ _bkwfk^ ^ p`biq^ .+0 %42 l 53 @S& lmmrob .+2 %.-0 @S&+ J^wa^/7 a^ @EC .3 /2-+Í lmmrob ib^pfkd a^ @EC .61+Í,jbpb'+ ttt+j^wa^+`e

Krls^ J^wa^/+ Klt qe^qÒp Wllj*Wllj+ D^o^kwf^ J^wa^ af 0 ^kkf l .-- --- hj+ @^qbdlof^ aÒbcÛ`fbkw^ bkbodbqf`^ >) `lkprjl `f`il jfpql 2)1 i,.-- hj) bjfppflkf af @L/ ./6 d,hj+ S^ilob jbafl af @L/ af qrqqf f jlabiif /-1 d,hj+ ' Ib^pfkd J^wa^ @obafq7 J^wa^/ .+0 Vlrkdpqbo) mobwwl _^pb @EC .3 /2-+Í) ^``lkql /-" abi mobwwl af ifpqfkl) aro^q^ 15 jbpf) .- --- hj ^iiÒ^kkl) q^ppl aÒfkqbobppb kljfk^ib 3)6") q^ppl aÒfkqbobppb bccbqqfsl 4)./") `^rwflkb `lkclojbjbkqb ^iib afobqqfsb

af J^wa^ @obafq+ >ppf`ro^wflkb `^p`l qlq^ib l__ifd^qlof^ b klk `ljmobp^+ FS> 4)3" fk`irp^+ I^ `lk`bppflkb abi `obafql Œ sfbq^q^ pb `^rp^ rk fkab_fq^jbkql b``bppfsl abi `lkprj^qlob+ Moljlwflkb s^ibslib Ûkl ^i 0-+1+/--5+


SOMMARIO

IN PRIMIS

Dalla parte sbagliata degli “anta”

6 Ma tu lo sai? Una risposta ai tuoi perché

8 Scelti per voi La rubrica a misura di lettore

10 Scriv in dialètt Insultá giò la gent l’è mia tant bell

12 L’intervista “A carnevale, mi sento una regina!”

18 A tavola in Ticino Sapori genuini e tradizione familiare

22 Internet

CAM I RI A

24 Euro 08 eccoci Pierluigi Tami l’osservatore speciale

ch •

• ww

26 Sondaggio Oro nero alle stelle: che fare?

e.

w

.il

lu str azi

12

Memorie e dintorni… (2ª parte)

A D

SC

A partire dall’anno nuovo, abbiamo deciso di introdurre una novità che renderà Illustrazione Ticinese più interattiva e un po’ più moderna. Già da due anni è possibile sfogliare ogni edizione virtuale al sito www.illustrazione.ch, dove sono anche raccolti tutti gli arretrati dalla prima edizione del 2006, ma da quest’anno alcune rubriche fisse, e di volta in volta anche altri servizi, saranno contrassegnati con questo bollino

4 Fuorionda

on

che indica il collegamento virtuale. Basta andare sul sito di Illustrazione Ticinese, sfogliare la rivista fino alla pagina desiderata e cliccare sul bollino perché si apra automaticamente il file leggibile e stampabile. Così ad esempio le ricette, la scheda con le istruzioni per realizzare i lavoretti o il cruciverba, saranno scaricabili in formato pdf. Sarà così possibile salvare le schede in formato digitale per creare un archivio sul proprio computer o ritrovare e stampare ricette o contributi di edizioni arretrate. Non solo. A volte anche i reportage o l’intervista principale avranno il bollino “scaricami”, che riporterà ad un contributo audio o video. Una novità questa che speriamo soddisfi tutti coloro, e cominciano ad essere un numero davvero cospicuo, per i quali il computer è diventato un ausilio tanto utile quanto irrinunciabile. E allora buona lettura e… buon clic!

29 Viaggi Tutto inizia ad Accra La loro Africa, Ghana (1ª parte)

32 Salute Acne, la più temuta nemica della pelle

36

35 Penne, pennelli e pasticci La mestolucca

36 Concorso Siete anche voi piccoli grandi chef?

38 Destinazione famiglia Passeggiando nel paese degli angeli

42 Motor Time Quando la mobilità trasmette nuove emozioni Swiss-Moto ’08

47 Oroscopo Le previsioni di Cloris

50 Cruciverba Caccia al personaggio

La redazione

38 Troverete la prossima edizione di llustrazione Ticinese, nella vostra bucalettere a inizio marzo.

IN COPERTINA: Giovanna Guidotti (foto Rémy Steinegger)

ILLUSTRAZIONE TICINESE 01-08

3


FUORIONDA

H

o appena spento 47 candeline. Ero quasi tentato di ricorrere all’estintore condominiale. Fortunatamente il mio compleanno cade in pieno inverno: niente festa all’aperto, anche perché qualche aereo di passaggio avrebbe potuto scambiare le candeline della mia torta per le luci notturne dell’aeroporto di Agno! Naturalmente sto esagerando, mio

ta”: adesso ancora un paio di compleanni e mi ritroverò già a dover “festeggiare” il mio primo (e anche ultimo) mezzo secolo di esistenza, su questa valle di lacrime. Eppure, ripensando ai compleanni trascorsi, mi convinco ogni anno di più che la (vera) vita comincia con i primi “anta” e finisce inevitabilmente quando ci si trova a dover cambiare suffisso... Inoltre se

DALLA PARTE SBAGLIATA

DEGLI “ANTA” Capisci che stai invecchiando quando spendi più per le candeline che per la torta. testo Roberto Rizzato

padre tra breve ne spegnerà ben 81 e (per ora) sta benissimo: ha ancora tutti i suoi denti senza neanche un’otturazione (in compenso i capelli li ha persi da oltre mezzo secolo) e l’unica volta che l’ho visto star male è stato dopo aver mangiato le cozze a Bellaria. Pensare che quando compì i miei stessi anni lo sentii fare discorsi assurdi, tipo: “A volte anche solo a contare i miei anni mi spavento”! Non ho mai capito bene a cosa alludesse: al fatto di ritrovarsi già così “attempato”; oppure alla velocità con cui effettivamente vola il tempo. Tuttavia dopo i 45 mi sono reso conto anch’io di essere in qualche modo passato “dalla parte sbagliata degli ‘an-

4

ILLUSTRAZIONE TICINESE 01-08

penso agli anni, mi sembra che sia passato un istante; ma se ripenso agli eventi, mi sembra che sia trascorsa un’eternità. Per esempio quest’anno festeggio già 20 anni di RSI (sono stato uno dei pionieri della Rete Tre, anche se loro sembrano quasi essersene dimenticati) e ben 30 anni di radio! Ne approfitto anzi per ringraziare tutti coloro che non hanno mancato di testimoniarmi per così tanto tempo la loro simpatia e il loro GRANDE affetto. Ma non volevo improntare tutto il mio primo articolo del 2008 su considerazioni strettamente autobiografiche. Intendo cogliere questa occasione per una riflessione più ampia sul concetto di età. Co-

me direbbe una mia anziana collega, spesso l’età è solo un “malinteso anagrafico”: ciascuno ha gli anni che si sente e naturalmente anche gli anni che dimostra. Mi sovviene il celebre caso dell’attrice anglo-statunitense Estelle Winwood. Qualcuno se la ricorderà nei panni della nonnina “stringimi e straziami” nella prima commedia di Mel Brooks, “Per favore, non toccate le vecchiette”, film-culto del 1968. All’epoca aveva 85 anni. Morì nel sonno alla veneranda età di 101 anni. Fumava ancora una sessantina di sigarette al giorno, beveva superalcolici, cenava fuori quasi ogni sera e giocava a bridge tre volte alla settimana. Eppure da giovane una zingara le avevo predetto che “sarebbe finita male e prematuramente”. Lei che aveva recitato in una quarantina di spettacoli di Broadway, oltre che in molti film, aveva scandalizzato New York nel 1919 perché... si metteva il rossetto sulle labbra anche nella vita di tutti giorni e non solo sulle scene! Si era sposata quattro volte e, dopo aver oltrepassato il secolo di vita, usava dire di aspettarsi sempre che le succedesse ancora “qualcosa di meraviglioso”. Ecco, forse si è davvero vecchi solo quando non ci si aspetta più niente di meraviglioso dalla nostra vita. Ma d’altro canto, per quanto possa dispiacerci, l’unico modo per campare a lungo è proprio quello di invecchiare, sempre tenendo presente che l’aspettativa media di vita in Svizzera si aggira comunque sui 79 anni per gli uomini e addirittura 84 anni per le donne. Insomma, bisogna proprio averne di anni per potersi legittimamente sentire “dalla parte sbagliata degli anta”! 


yaris.ch

La Yaris Cool con climatizzatore gratuito del valore di fr. 1’200.–.

La Toyota Yaris Cool ti aspetta per un giro di prova. Cogli anche tu tutti i vantaggi della Yaris, come l’intelligente organizzazione degli interni, che grazie al sistema Easy Flat consente di spostare i sedili in tutta rapidità per creare ancora più spazio. O la sicurezza eccellente con 5 stelle nel test sulla sicurezza Euro NCAP. Tipica e affidabile qualità Toyota. Per un piacere di guida ancora più grande c’è il climatizzatore del valore di fr. 1’200.–, gratuito nella Yaris Cool. La Yaris Cool è ottenibile da fr. 21’200.–* (Yaris Cool 1.3, 87 CV, 3 porte). Chiedi al tuo partner Toyota.

Su tutti gli altri modelli Yaris concediamo ora un allettante leasing di favore a partire da fr. 238.– al mese.

* Prezzo netto consigliato.

Condizioni leasing: Yaris Style 1.0, 69 CV, 5 porte, prezzo catalogo fr. 20’800.–*. Interesse leasing da fr. 237.20/mese incl. IVA per 48 mesi, 10’000 km/anno. Pagamento speciale fr. 3’120.–, cauzione 5 % (almeno fr. 1’000.–) dell’importo del finanziamento, tasso d’interesse annuo effettivo 3,97 %, escl. casco totale. Altri esempi di calcolo a richiesta. La concessione del leasing non è assicurata nel caso di eccessivo indebitamento del consumatore. Tel. 044 495 2 495, www.multilease.ch. Offerta valida per immatricolazioni entro il 31. 03. 2008.


SAI PERCHÉ I DETERSIVI PER PIATTI SGRASSANO? È un gruppo di sostanze chimiche, i tensioattivi, a rendere efficaci le liscive. Il nome di queste sostanze dice anche come, poiché abbassano la tensione superficiale dell’acqua aumentandone le proprietà schiumogene. Funziona così, i tensioattivi formano delle sferette che internamente si legano ai grassi ed esternamente sono idrofile. Il movimento della spugna stacca le particelle di sporco che si legano alle sferette, che a loro volta vengono disperse dall’acqua. Quindi, maggiore è la concentrazione di tensioattivi, maggiore è il potere sgrassante del prodotto.

1 2

1° All the best di Zucchero 2° Dalla pelle al cuore di Antonello Venditti 3° Live I love you more di Mario Biondi Classifica dei CD più venduti in Ticino, realizzata in collaborazione con City Disc, Lugano.

2

PIANTARE IN ASSO?

SAI DA COSA DERIVA TIFOSO?

6

ILLUSTRAZIONE TICINESE 01-08

I tifosi degli USF Bulls, una squadra di football americano della Florida.

1

3

1° Harry Potter e i doni della morte di J.K. Rowling 2° Parliamo della luna di Tito Tettamanti 3° La somma dei giorni di Isabel Allende Classifica dei libri più venduti in Ticino, realizzata in collaborazione con la Libreria Segnalibro, Lugano.

SAI CHI HA INVENTATO

Questa espressione, che si utilizza per indicare qualcuno abbandonato a sé stesso, con il tempo è stata “storpiata” nella lingua parL’isola greca di Naxos. lata, perché l’originale sarebbe “piantare in Nasso”. Deriva dal mito greco di Arianna che fu abbandonata da Teseo a Nasso. Piantata in Nasso appunto.

Acceso sostenitore di una squadra sportiva, perfetto conformista privo di senso critico, deriva dal greco “thifos”, che significa delirare. Tifoso è infatti anche chi, affetto dall’omonima malattia, diviene febbricitante e appunto delirante. Il termine tifoso, preso quindi in prestito dal campo medico, descrive al meglio chi, a differenza dello sportivo che valuta razionalmente ciò a cui assiste, tende ad emulare i suoi beniamini quasi morbosamente, dedicando parte del suo tempo libero alla sua passione in modo irrazionale, delirando appunto.

3 SAI COSA LEGGIAMO?

SAI PERCHÉ SI DICE

SAI COSA ASCOLTIAMO?

MA TU LO SAI?

LE SUGUS? Probabilmente pochi sanno che le morbide caramelle alla frutta che tutti conoscono sono nate in seguito a un periodo di crisi. Era il 1929 quando cacao e caffè, ad esempio, erano rari e troppo costosi. Il direttore della fabbrica di cioccolato Suchard si mise a cercare una soluzione e la trovò a Cracovia, dove la succursale polacca della società fabbricava delle caramelle morbide alla frutta. Acquistò la licenza per la Svizzera, convinse il suo consiglio di amministrazione, avviò la produzione e nel 1931 mise sul mercato quelle che oggi rappresentano tra 20 marchi preferiti dagli svizzeri!


I piccoli di oggi sono le star di domani. PostFinance crede nelle giovani leve. Per questo motivo, coi PostFinance Top Scorer sosteniamo finanziariamente i settori giovanili dei diversi club e della Nazionale. Siamo infatti convinti che sia importante sostenere le giovani sportive e i giovani sportivi nel loro percorso verso il successo. www.postfinance.ch

Accompagnati meglio.


SCELTI PER VOI

Da avere Il vino medagliato

Un capo di abbigliamento, un paio di scarpe o un accessorio.Va bene qualsiasi cosa, purché sia blu elettrico. Un colore dimenticato negli Anni 80 e ora ritornato prepotentemente. Con cosa abbinarlo? Con il jeans e il nero adesso, con il bianco e l’argento verso la primavera.

Da vedere I costumi di carnevale per cani

Chi andrà alle Maldive Dopo aver sorteggiato con una monetina se il premio andava pescato tra le tantissime cartoline o email di risposta al concorso “Nel cuore di un sogno” apparso sull’ultima edizione del 2007 pervenute in redazione, Gaby Malacrida, responsabile per Hotelplan Italia in Svizzera, ha estratto la fortunatissima e-mail di Michela Grassi di Bellinzona. La signora Grassi partirà quindi per l’atollo Addu. Buon viaggio!

I bambini dell’asilo di Taverne-Centro Gianna Fry, maestra della Scuola dell’infanzia di Taverne-Centro, aveva partecipato con i suoi bambini al concorso Disney “Con Baloo vinci anche tu” apparso sull’edizione di novembre 2007. La sua cartolina è stata estratta per prima e Baloo è andato ad abitare a Taverne, dove i suoi nuovi piccoli amici lo hanno accolto con gioia!

8

ILLUSTRAZIONE TICINESE 01-08

Abbiamo premiato

www.fancydress.com Il carnevale impazza nelle città e nei borghi ticinesi e probabilmente vi siete già procurati il vostro costume di carnevale, ma avete pensato a Fido? Se volete travestire anche il vostro amico a quattrozampe, andate a vedere su questo sito inglese. Ci sono costumi di tutti i generi, per donne, uomini, bambini e… cani. Il modello in fotografia è disponibile per cani piccoli, tipo Jack Russell, e medi, tipo Cocker Spaniel. Basta infilare le zampine anteriori nelle maniche, fissare il velcro attorno al collo ed ecco fatta la trasformazione!

Al Grand Prix du Vin Suisse 2007 questo Merlot ha vinto il 3° rango. Un ottimo traguardo per questo vino, fiore all’occhiello della Monticello Vini di San Pietro. Affinato in barriques di pregiato legno di rovere per oltre 18 mesi, questo grande merlot può essere invecchiato da 8 a 15 anni, a seconda della cantina, e accompagna magnificamente grandi piatti di carne rossa, selvaggina e formaggi stagionati. Un vino importante, che racchiude il sapore e il calore della nostra terra. Perfetto per accompagnare una cena importante o per fare un regalo raffinato.

Abbiamo estratto

Hennes & Mauritz.

Racconti Riserva Ticino 2003, Monticello Vini SA, San Pietro

Abbiamo assaggiato

Qualcosa di blu elettrico


SCRIV IN DIALÈTT

O

gni tant, quand ta gira i sacramént, una quai parola da tropp ta rísc-ciat da dila. In Tesin, pö, l’è mia che femm sémpar atenzion a misürá quell che disom. Mia domà in dal parlá, anca in dal scriv. Ogni tant sa léng di ropp che, se i’en mia insulti, pôc gha manca. Cert, a gh’è chi che dopra ul forcon e chi che invece i gh’an scià ul fioretto, che in certi casi al fa püssee maa. A gh’eva un avocat da Lügan che par dí che vün l’eva mia tant intevist, anzi un po’ indré da cotüra, al diséva: “L’è vün che sconfond ul Benedetto Croce cunt ul Remo Croce, síndic da Quint in Leventina”. Ul síndic al gha centrava nagot, ma l’eva una manéra da dí che sa doveva fá i cünt cunt quaidün che l’eva scaldât i banc da scöla. Cert che nüm, vécc come una sassada, sa regór-

Materazzi, quel giügadoo dall’Italia che in final dala Coppa dal mund a gh’avress dii al Zidan dala Francia: “Fiöö d’una pütana da terorista”. Quaidün al diis invece che al gh’a dài dala “pütana” ala sorela dal Zidan. Cert che nissün da nüm sa lasaress dí na roba dal géner senza sentí i man che sa scalda e la pression che la va sü. Ul Zidan l’è partít come un tôr a cò bass e tücc i sann come l’è naia a finí. Al podéva rispóndig, come ogni tant femm nüm: “Oéti, mamalüch, dâg mia dal tò ai altri!”? Ma tücc i gh’an mia ul “selfcontrol” dal Winston Churchill, quand che in parlament una sciora comünista la gh’a dii: “Se ta füdessat ul mè omm, ta métaress ul velén in dal cafè!”. E ul Winston, calmissim, al gh’a rispondüt: “Se ta füdessat la mè dona, al bévaress sübit”, par

dent a l’è un bel Arschloch”, che in dialett a vör dii “büs dal cüü”. O tafanari, come sa diseva una volta. Dopo ula manéra ofensiva la pò anca giügá contra, come par ul Marcel Reich Ranicki che in dal 1995, davanti ai telecamer, l’ha strasciàt sü ul libar “Il vasto campo” dal Günter Grass, diséndo che l’eva “una cagàda mémorabil”. L’è staia na fortüna e ul Grass, che pö l’avréss vingiüt ul premio Nobel, inscì da repeton l’ha vendüt föra un sbarlazz da libar, par la réclame che gh’è stai fai cunt lo “strasciamento” püblic dal libar. Cert che la sciora Sorge l’ha scopèrt l’acqua tévida, parché l’Arthur Schopenhauer (1788-1860) l’eva già scrivüt “L’arte di insultare” (tradott in italan da Adelphi, 1999) in dal Vottcent, indova ul

INSULTÁ GIÒ LA GÉNT

L’È MIA TANT BELL Adess ta trövat anca libar e libritt che i ta dísan come sa dév fá par mia portá i sciavatt davanti al giüdas o in tribünal. scrivüt dal Pier Baron

dom benissim dal Plinio Verda, che l’eva scrivüt sül “Dovere”: “Ciccaiolo mentitore”, “Professore mancato per fortuna della scuola ticinese”, “Il più grande pirla dell’emisfero occidentale cristiano”, ma in una manéra che, se ta legévat tütt l’articol, l’eva da capii come un compliment e dal rest, cunt ul “destinatari” da quii comünicazion lì, ul Plinio al nava sü ala Rocca a mangiá polenta e cüníli. E dal Tribünal Federal gh’è rivât indré che “pirla” l’è mia un insult, parché l’eva mia denta in dala lista “punibile” di parolasc. Ta chí, fresca da bügada, una pagina vegnüda föra sü “La Repubblica”, firmada dala sciora Paola Sorge, cunt ul titol intrigant “L’arte dell’insulto - Quanto costa dire idiota”. E sübit nüm a pénsum al

10

ILLUSTRAZIONE TICINESE 01-08

dîgh cunt la bèla manéra da töss via da mezz, da ná föra di ball. Rispônd, fá paré da nagot, doprá i man o un quai tarell, tirá giò na randelàda? Cert che quand che ta set denta a po’ slitatt la frizion, ma al saréss sempar méi doprá la “batüda fulminante” e secá giò quel che ta ofénd con cativéria. Alura lì ta diventat un “artista dell’insulto” e ul tò “sense of humor” al lassa un bel segn. L’è mia ul cás da un politic tudesch, che al s’è tacât sota cunt un para da donn dal medesim partit e al gh’a dii: “A sii denta a faa politica domà par i tétt che pòrtov in gir”. E ul Joschka Fischer, miníster di afàri ester, al gh’a mia mandât a dí al président dala Germania, ma davanti a tücc l’ha fai savé: “Cunt ul so permess, lü scior prési-

grand filosof-pensadoo tudesch a sa la ciapa un po’ con tücc, e anca la barba la finiss giò tridada: “La barba, che l’è comè una màscora, la dovréss vess proibida dala polizia. E in più, lì in mezz ala facia, l’è adiritüra oscena e par questo la ga piàs ai donn”. Se al füdess incöö, ul Schopenhauer al faréss saltá föra un mezz casott, quand che l’ha dii: “I cinés i gh’an in ment domà un governo monarchico e i sann gnanca cosa l’è una repüblica. In dal 1658 l’ambasciadoo di tülipan l’è stai obligat a dí che il principe d’Orange l’eva ul re da l’Olanda, altrimenti i cinés i avressan pensat che l’Olanda l’è un “covo” da malfaben, da genôria che i gh’evan mia gnanca vün che al comandava in quel paes”. 


HvS Forch

Le due nuovissime star di Kia! Qualità top & rapporto qualità/prezzo imbattibile – provatele oggi stesso!

N U O VA

da CHF 14’950.– Lo stiloso bolide da città dal design tutto nuovo. Pulito e contenuto nei consumi: 1.1 L solo 126 g/km CO2 e 5,3 l di consumi ciclo misto! Più spazio, maggiore divertimento e minori consumi! 1.1 L 65 CV, servo sterzo, chiusura centr., alzacr./retrov. est. el., climatizzatore man., radio/CD ecc. Anche con cambio automatico.

N U O VA

da CHF 24’750.–

santi Interes leasing di offerte

La nuova shooting star di Kia con 7 anni di garanzia di fabbrica! Progettata in Germania e prodotta a Zilina, nello stabilimento slovacco di Kia! Consumi sorprendentemente contenuti: 2.0 L con filtro antiparticolato, solo 149 g/km CO2 e 5,6 l di consumi ciclo misto! pro_cee’d 1.6 L 126 CV – pro_cee’d sport 2.0 L 143 CV – pro_cee’d sport 2.0 L CRDi diesel con filtro antiparticolato 140 CV. Look sportivo con spoiler, lettore CD integrato, presa USB e iPod, cambio automatico a richiesta, ESP di serie.

Rio

cee’d

cee‘d SW

Magentis

Carens

Carnival

Sportage

Sorento

da CHF 16’950.–

da CHF 20’980.–

da CHF 26’250.–

da CHF 29’950.–

da CHF 28’950.–

da CHF 36’950.–

da CHF 34’250.–

da CHF 38’950.–

L’auto per meno Garanzia di fabbrica sensazionale:

3 anni senza limitazioni di chilometraggio per la Picanto, la Rio, la Carnival, la Magentis, la Sportage e la Sorento 5 anni senza limitazioni di chilometraggio per la Carens 7 anni per tutti i modelli cee’d: 7 anni di garanzia di fabbrica – 5 anni di garanzia di fabbrica (limitata a max. 150’000 chilometri, di cui i primi 3 anni senza limitazioni di chilometraggio) più 2 anni di garanzia sulla catena cinematica (motore e cambio, limitati a max. 150’000 chilometri)

www.kiafootball.ch

KIA Motors SA, 5745 Safenwil, tel. 062 788 88 99, fax 062 788 84 50, www.kia.ch

Consumi ciclo misto l/100 km (cat. di efficienza energetica, CO2 g/km man./aut.) – media di tutte le auto nuove 204 g/km Picanto 1.1 L 5,3/6,0 (A/B, 126/143). pro_cee’d 1.6 L 6,4 (B, 152), 2.0 L 7,1/7,7 (C /D, 170/184), 2.0 L CRDi 5,6 (A, 149). Prezzi netti raccomandati IVA incl.


L’INTERVISTA

12

ILLUSTRAZIONE TICINESE 01-08


A CARNEVALE

MI SENTO UNA REGINA Festeggiare carnevale significa fare festa, potersi nascondere dietro la maschera di un personaggio che avremmo voluto essere o vorremmo diventare. E allora, ci siamo chiesti, Giovanna Guidotti, sovrana per il quarto anno del carnevale di Bellinzona, sognava davvero scettro e corona? testo Lorenza Storni - foto Rémy Steinegger

L’

abbiamo incontrata alla vigilia della 145esima edizione del Rabadan per scoprire cosa significa vivere il carnevale da regina. Nel suo regno, la sua bella casa di Monte Carasso, la scopriamo agitata. È la sua prima intervista. Solitamente fa parlare Re Rabadan, più avvezzo a telecamere, microfoni e giornalisti. Ma poi, quando entriamo nel vivo della sua passione, allora si scioglie e inizia a chiacchierare a ruota libera, intercalando volentieri il dialetto all’italiano. È una ragazza genuina, spontanea e semplice, che ama sì la baldoria del carnevale, ma il resto dell’anno le piace la tranquillità del giardinaggio, dell’uncinetto e della sua collezione di angeli. Insomma, per certi versi una donna d’altri tempi, proprio come certe sovrane… COSA SPINGE UNA SEGRETARIA DI POLIZIA A DIVENTARE REGINA DEL RABADAN? “Ah, soprattutto l’amore per il carnevale! Una cosa che la mia famiglia ha sempre avuto nel sangue e che ci è stata trasmessa da mio papà. Una mia sorella, il suo compagno e i miei nipoti fanno parte di un noto gruppo di carnevale, un’altra sorella ha vestito i panni di damigella Rabadan nel passato, mio fratello è nel comitato Rabadan, io sono la regina. Credo sia un fatto genetico!”. DA PICCOLA HAI MAI SOGNATO DI DIVENTARE UNA REGINA? “Proprio sognato no, ma come tutte le bambine mi sono vestita da principessina durante il carnevale”. DA QUANTI ANNI SEI LA SOVRANA DI BELLINZONA? “Quest’anno è il quarto anno. Ma già dal 1999 al 2002 avevo respirato aria di… corte come damigella. In seguito mi è stata concessa una pausa e sono tornata ad essere una suddita. Poi, nel 2005…”. PERCHÉ PENSI DI ESSERE STATA SCELTA? “A dire il vero non sono proprio stata scelta. Ma andiamo con ordine. La regina precedente, Jones Corti, aveva annunciato che avrebbe “abdicato”, e con lei anche le damigelle. Così il comi-

tato Rabadan si mise alla ricerca delle sostitute. Mio fratello, che è membro di comitato, mi chiese di aiutarlo a ricomporre la corte. Poi un giorno mi si presentò chiedendomi di fare la regina. “No, io no, non è il mio ruolo, troppo importante!”, risposi. Cominciò un lungo tira e molla fino a quando capitolai, accettando di diventare nel 2005 la nuova regina Rabadan. Adesso guai a chi mi “tira giù dal trono!””. COME AFFRONTERAI QUEST’ANNO IL CARNEVALE? CI SONO NOVITÀ PER LA REGINA? “Novità particolari per la regina, no. Ma visto che quest’anno cade la 145esima edizione, il comitato Rabadan ha concesso alla corte di indossare un abito nuovo. Dunque, anch’io sfoggerò un magnifico e ricco vestito rosso e oro. È bellissimo! Ringrazio il comitato!”. IL RUOLO È IRONICO, MA IN FONDO È UN LAVORO IMPEGNATIVO E SERIO… “È vero, è bellissimo, ma allo stesso tempo pesante e impegnativo, abbiamo addirittura una tabella oraria da seguire! Bisogna avere sempre il sorriso sulle labbra e dar retta alla gente, alla quale non interessa se hai dormito solo quattro ore la notte prima. Però è talmente gratificante, che tutto il resto non conta”. QUALI CARATTERISTICHE DEVE AVERE UNA REGINA DEL CARNEVALE? “Io credo che l’unica e vera prerogativa sia la passione per il carnevale. Infatti, negli anni, le regine sono state così diverse tra loro! Basti pensare a colei che mi ha preceduta: era la metà di me…”. NONOSTANTE LA GRANDE EMANCIPAZIONE FEMMINILE, LA REGINA DEL CARNEVALE VIVE ALL’OMBRA DEL RE… NON TI DISTURBA CHE IL SOVRANO SIA LA PRIMADONNA? “No, lui è talmente un bravo sovrano, buono e coinvolgente, che va bene così. Io poi, mi vergogno davanti alle telecamere e mi agito, quindi meglio che sia lui in primo piano”.

ILLUSTRAZIONE TICINESE 01-08

13


L’INTERVISTA

«Per la 145esima edizione del Rabadan tutta la corte indosserà nuovi abiti. Sono bellissimi!»

14

ILLUSTRAZIONE TICINESE 01-08


QUINDI NON HAI MAI PENSATO DI “DETRONIZZARE” RE RABADAN (DANTE PESCIALLO, NDR) E PRENDERE IL SUO POSTO? (Ride). “No, assolutamente!”.

na. In secondo luogo, l’Associazione intende promuovere e difendere un sano divertimento, lontano da eccessi e ogni forma di violenza. Ovviamente durante i carnevali”.

MA LA REGINA DI BELLINZONA CE L’HA UN NOME? “No, penso che sia una delle poche regine del carnevale a non avere un suo nome. Si chiama regina Rabadan e basta. E non ha nemmeno la corona!”.

QUANDO COMINCIA E QUANDO FINISCE IL CARNEVALE PER I CONIUGI RABADAN? “In media dura circa dal mese e mezzo ai due mesi. L’anno scorso, tanto per dare un’idea, abbiamo preso parte a 38 carnevali prima del nostro e ad altri 6 o 7 dopo. Quest’anno, visto il calendario, è tutto più concentrato. Inizieremo il 13 gennaio e finiremo con alcuni carnevali ambrosiani, tra cui quello di Tesserete (7/8/9 febbraio), ospiti di Or Penagin”.

COME TI PREPARI OGNI ANNO AD ESSERE REGINA? “Non mi preparo, attendo il momento. In tanti a carnevale prendono le ferie e volano alle Maldive o sul Mar Rosso, io prenoto le mie vacanze per diventare la regina Rabadan. E non vedo l’ora. È un momento di sfogo, uno scaricare le energie. Giorno dopo giorno, notte dopo notte”.

IN QUALITÀ DI REGNANTI PIÙ FAMOSI DEL TICINO SIETE MAI STATI INVIATI A CARNEVALI ESTERI? “Un anno siamo andati in Italia, ma io ero “solo” damigella. Quest’anno siamo stati invitati al carnevale di Moudon dal 21 al 24 febbraio. Infatti, il carnevale vodese e il nostro Rabadan hanno gemellato. Staremo a vedere… Dicono sia bellissimo!”.

CHI SI OCCUPA DI TRUCCO E PARRUCCO? “Una parrucchiera, lei stessa ex damigella del Rabadan e soprattutto mia cara amica, si mette gentilmente a disposizione ogni giorno per acconciare i capelli alla regina e alle damigelle. Il trucco, invece, è affidato ad una sua collega. Dopodiché indossiamo i nostri costumi e siamo pronte per buttarci nelle mischia”.

E CHE FISICO BISOGNA AVERE PER SOSTENERE GIORNI E GIORNI DI BAGORDI? “Già d’abitudine io dormo poco e non sono mai stanca. Capita che durante la cena ti venga il coccolo, ma poi si riparte. L’importante è mai sedersi troppo. Ma è vero che i nostri occhi, a fine carnevale sono spenti e infossati come non mai. Una vera tragedia!”.

COME VENGONO SCELTI GLI ABITI E CHI LI REALIZZA? “Gli abiti vengono scelti dai regnanti e da alcuni membri del comitato. A Saronno c’è un teatro che dispone di tantissimi costumi di scena. La scorsa estate ci siamo recati lì e abbiamo scelto i nuovi abiti per il 145esimo. Ora la sarta, una signora anziana dalle mani d’oro, li sta ultimando. Il colore resta il “rosso Ferrari”, ma la stoffa è più ricca ed impreziosita d’oro. Uno spettacolo!”.

QUANTO RIESCI A DORMIRE DURANTE IL RABADAN? “Una media di tre/quattro ore per notte. Dal giovedì al martedì è un vero tour de force, che comunque io vivo con grande passione a allegria. Gli altri carnevali si svolgono invece perlopiù nei weekend, quindi c’è il tempo per rimettersi in sesto”.

ALLORA IL MATRIMONIO FUNZIONA… “Funziona alla grande, siamo regnanti di… peso, molto affiatati”.

QUALI DOVERI E QUALI DIRITTI HA LA REGINA DEL CARNEVALE DELLA CAPITALE? “Diritti pochi. Il comitato ci tiene in riga. Abbiamo invece doveri di rappresentanza che sconfinano anche nel sociale. Infatti, oltre ad essere presenti a tutti gli appuntamenti carnevaleschi, ci rechiamo in diverse case anziani e al laboratorio don Colombo. Sono visite ufficiali, molto attese e importanti. È bello poter portare un sorriso e due parole agli ospiti di queste strutture”. ESISTE UNO SPAZIO CHE È UNICAMENTE DELLA SOVRANA? “No, il monarca non l’ammette. Ride. Siamo così ben assortiti e uniti che la corte si sposta in gruppo: il re, la regina e le quattro damigelle”. CON QUALI ALTRI SOVRANI AVETE RAPPORTI DI “BUON REGNATO”? “Con tutti. L’anno scorso è stata costituta l’Associazione Regnanti della Svizzera italiana alla presenza di circa 130 fra re e regine. Due gli scopi principali: in primo luogo la conservazione dei numerosissimi carnevali locali in Ticino e nella Mesolci-

E LO STOMACO CE LA FA, TRA ALCOL, RISOTTI E LUGANIGHE? “È un periodo all’insegna dei carboidrati: risotto e maccheroni a go-go, qualche luganiga, ma senza esagerare, e ogni tanto una pizzettina. La dieta di carnevale è così. Ma nessuno della corte si lamenta, siamo tutti delle buone forchette e abbiamo bisogno di mangiare. Per quanto riguarda l’alcol, abbiamo la fortuna che il re beve poco, così che è lui a guidare l’automobile. Ma anche

LA SCHEDA NELLA VITA

A CARNEVALE

Nome: Giovanna Cognome: Guidotti Soprannome: Giò Nata: il 26 aprile 1975 a Bellinzona Domicilio: Monte Carasso Professione: segretaria in Polizia cantonale Stato civile: nubile Passatempi: giardinaggio e uncinetto Motto: “Peccato lamentarsi”

Nome: Regina Rabadan Incoronata: il 2005 a Bellinzona Regno: città di Bellinzona Titolo: Regina Stato civile: coniugata Passatempi: intrattenere, ballare, mangiare e bere Motto: “Mai a letto”

ILLUSTRAZIONE TICINESE 01-08

15


L’INTERVISTA

«Ogni giorno ci sottoponiamo al rito del trucco e dell’acconciatura, poi indossiamo gli abiti e ci buttiamo nella mischia!»

16

ILLUSTRAZIONE TICINESE 01-08


noi cerchiamo di non eccedere. Spesso si accetta una coppetta, si beve un sorso e poi si lascia lì. Io prendo vino bianco e alterno con la Coca-Cola. In tutti i casi la corte beve con moderazione, risparmiandosi per i vari giorni in cui dovrà regnare”. MA NON È MASSACRANTE? “Sì, “l’è düra”, ma più che altro perché dopo settimane dove la corte sta sempre insieme, si ha voglia di ritirarsi in solitudine. Bisogna “disintossicarsi” dalla compagnia, anche se siamo affiatatissimi”.

TUTTA COLPA DI UN... FRAGOLINO “Era il venerdì sera del mio primo carnevale in veste di regina. Attorno all’una di notte, chiacchierando tra amici in una tendina stracolma di gente, una maschera vicino a me perde l’equilibrio e mi versa il suo intero bicchiere di fragolino sul vestito. Abbasso lo sguardo e vedo orrende macchie scure dappertutto. Una tragedia! Come avrei fatto ad affrontare i quattro giorni seguenti di carnevale compreso il grande corteo della domenica? Sentivo già le “sgridate” del comitato... Tornata a casa provo a pulire il vestito con acqua, ma peggioro solo la situazione! Come rimediare? Disperata vado a letto, dicono che la notte rechi consiglio. Alle 7 del mattino decido di portare il vestito in lavanderia, ma è sabato e le lavanderie sono chiuse, fatta eccezione per quelle dei grandi magazzini. Il tempo stringe. Entro le 10.30 devo assolutamente indossare il vestito per la foto ufficiale in plenum (corte e comitato). Mi decido ed entro nel negozio: la commessa mi guarda incredula. Le mostro le macchie e le spiego la situazione. Lei con tranquillità mi risponde: “Possiamo provare signorina, ma non le garantisco che venga pulito e soprattutto che il vestito non si rovini”. Manca poco che svengo! E sottovoce le dico: “Mi scusi, ma questo è il vestito della regina del Rabadan, so che in questo momento non sono molto presentabile, ma la regina sono proprio io. Questo vestito è unico e per le 10.00 devo assolutamente poterlo ritirare, integro e possibilmente smacchiato!”. La cara signora mi sorride e mi assicura che farà il possibile. Ormai in ritardo sulla tabella di marcia, salgo in automobile e mi reco all’appuntamento dalla parrucchiera. Alle 10.20, ancora seduta sulla sedia del salone, dallo specchio vedo entrare… il mio vestito, nel quasi suo totale splendore. Il mio compagno era andato a ritirarlo. Il carnevale era salvo e io finalmente rilassata e felice!”.

Giovanna Guidotti, regina Rabadan

Mepha – farmaci al giusto prezzo, ad es. per

Raffreddore senza conservanti

®

Xylo-Mepha

Libera il naso in pochi minuti – per ore Questo è un medicamento. Leggere il foglietto illustrativo. In vendita in farmacia.

Quelli con l’arcobaleno

MA È VERO CHE A CARNEVALE OGNI SCHERZO VALE? “Sì, nei limiti del buon gusto e dell’accettabile. Per me carnevale è ridere e scherzare, far festa nel modo sano, senza eccessi”. COSA PENSANO IN POLIZIA DELLA TUA PASSIONE? “Conoscono questa mia “debolezza” e me la concedono. Io lascio scegliere durante tutto l’anno le vacanze alla mia collega, che però sa che durante carnevale sarò io ad essere assente per due settimane”. ANCHE IL COMANDANTE PIAZZINI È ORGOGLIOSO DELLA SUA… REGINA? “Penso di sì, ormai mi conosce e conosce la mia passione”. E CHE NE È DELLA VITA PRIVATA DURANTE IL CARNEVALE? “Da dimenticare. L’ultimo carnevale è per così dire andata bene perché sono tornata single e quindi ero totalmente libera. I carnevali precedenti sono invece stati un po’ più difficili da questo punto di vista, perché il mio ex-compagno non amava questo tipo di divertimento e quindi non condivideva e capiva la mia passione”. COSA TI PESA MAGGIORMENTE DURANTE IL CARNEVALE? “Nulla, tranne le telecamere. La loro presenza mi fa tremare, sudare, battere il cuore. Una sofferenza”. COSA TI MANCA DEL CARNEVALE DURANTE L’ANNO? “La musica delle guggen, il corteo dei bimbi, la festa quella vera”. CONTINUERAI A REGNARE ANCORA A LUNGO? “Per il momento penso proprio di sì. Poi, se un giorno arriverà il principe azzurro, lascerò il re e mi dedicherò al principe. Per intanto mi diverto. E poi ho già chi mi succederà. La mia nipotina mi ripete spesso: “Zia un giorno sarò io la regina”. Per i bambini è un sogno, una bella favola”. SMETTERE I PANNI DI REGINA PER INDOSSARE NUOVAMENTE QUELLI DI GIOVANNA: È DURA O È UN SOLLIEVO? “Mah, finito il carnevale, in fondo sono contenta di tornare con i piedi per terra. Perché quando indosso il vestito rosso mi immedesimo nel ruolo e mi sento davvero una regina…”. 


A TAVOLA IN TICINO

1. L’insegna esterna raffigura la pipa, da cui trae nome la trattoria. 2. La scala, di fronte all’entrata, porta alla cantina dove sono conservati vini e vivande. 3. Andrea Giuliani al centro della sala principale, che può accogliere una quarantina di ospiti. 4. La facciata della trattoria Er Pipa, i cui spazi si trovano all’interno di una tipica casa ticinese della fine dell’Ottocento. 5. Alcuni degli oggetti della vita contadina in bellavista nel ristorante.

1

2

3

4

18

5

ILLUSTRAZIONE TICINESE 01-08


SAPORI GENUINI E TRADIZIONE FAMILIARE La Trattoria Er Pipa, ritrovo a conduzione familiare a pochi passi dal Monastero delle Agostiniane di Monte Carasso, lungo la strada che scorre verso Bellinzona, propone piatti caserecci che sposano tradizione ticinese e sapori italiani. Ad accogliere gli avventori, dai clienti locali che animano l’aperitivo ai turisti in viaggio alla scoperta della regione, il sorriso di Andrea Giuliani e la simpatia genuina della mamma Mimi. testo Alda Viviani - foto Rémy Steinegger

O

CURIOSITÀ IN

A CIN CU

sservarlo mentre imbocca Riccardo manca, rifornire la dispensa, serviche mangia con gusto il passato re i primi caffè, passare i fordi verdure preparato da nelli, assecondare i desideri Scoprire pietanze diverse dalle nostre dei clienti, ridare ordine mamma Elena, è proprio un’impermette di entrare in contatto con altre alla cucina, trovare idee magine carica di dolcezza. culture. Nato dai viagOggi le attenzioni di Andrea per nuove pietanze gi dello Chef Kumalè, Giuliani sono tutte rivolte al ecc. Senza dimentipseudonimo del giornalista suo bimbo, visto che la care il piacere di Vittorio Castellani, un gastrotrattoria è chiusa. Gli altri quattro chiacchere nomade che non conosce frongiorni della settimana i con gli avventori. tiere, questo libro aiuta a scoritmi sono più sostenuti. Un’attività che ad prire il mondo passando dal Chi lavora nel campo Andrea Giuliani piatto. Non mancano le ricette della ristorazione ha il riesce bene, forse curiose, quali il porcospino alla zingara, la zuppa di cobra, scorsuo bel da fare. Si è occuper carattere o pioncini gialli e gallina vecchia o pati da mattina a sera e di forse perché, le larve alle verdure. Paese che tempo libero ne rimane abbandonata la vai, sapori che trovi… poco. Quando si sceglie professione di tipoChef Kumalè, Il mondo a questa professione per pasgrafo, tra queste tavola. Precetti, riti e sione, tutto risulta però più mura ha trovato modo tabù, Einaudi 2007. piacevole. Oltre ad essere padre per dar corpo alla sua e marito, gran parte della giornata passione per la gastronoNota: i libri presentati in questa rubrica sono gentilmente messi a disposizione dalla Libreria Andrea la passa nella sua trattoria. mia. Dopo aver gestito per Taborelli di Bellinzona. Qui s’inizia di buon mattino e si chiude alcuni anni il Bar Convento, che è già notte. Nel frattempo, le cose da situato all’interno del chiostro del fare non mancano. Bisogna controllare quello che Monastero delle Agostiniane, ha preso le

BORSA ARMI CACCIA PESCA ESPOCENTRO BELLINZONA 8-9-10 FEBBRAIO 2008 Orari: Ve 8 (14.00-20.00) Sa 9 (10.00-20.00) Do 10 (10.00-18.00)

6502 Bellinzona ■ Tel. 091 826 26 62 ■ www.armicacciapesca.ch

ILLUSTRAZIONE TICINESE 01-08

19


A TAVOLA IN TICINO

redini della Trattoria Er Pipa, ritrovo a gestione familiare che una specialità della savana ma di una sottile e gigante fetta di condivide con la mamma Mimi. carne impanata e rosolata – ma anche la romanissima coda alla La trattoria è situata lungo la strada che da Bellinzona porta a vaccinara. Gli amanti della salumeria e dei prodotti caseari posLocarno, all’interno di una tipica casa ticinese di fine Ottocento sono allettare il palato con vari affettati misti e salametti nostracompletamente rinnovata. All’esterno, tra tavoli e panche di gra- ni o formaggi provenienti dalle valli ticinesi, tra cui lo zincarlìn. nito all’ombra della pergola, durante i mesi caldi, s’incontrano i Il lardo a fettine, una delizia che si scioglie sulla lingua, fa la clienti indigeni che, dopo il lavoro o nella pausa pranzo, passa- gioia di chi non teme gli accumuli di grasso. Le proposte stagiono per l’aperitivo o per un espresso. La sala principale può acco- nali vanno dagli asparagi, in primavera, alle costine, durante l’egliere una quarantina di persone. L’arredamento, dominato dal state, fino all’immancabile selvaggina autunnale. Il buffet d’anlegno, conserva varie testimonianze del pastipasti freddi permette di concedersi un sato, legate soprattutto alla vita contadina. saporito spuntino mentre si discute durante INFO Tra gli oggetti in bella mostra, troviamo un aperitivo o in attesa delle pietanze calde. anche alcune pipe, l’oggetto che ha dato oriI gelati sono preparati in casa con ingredien6513 Monte Carasso gine al nome della trattoria e che il nonno di ti di stagione. Qualche gusto goloso? I sortel. 091 826 45 03 Andrea teneva spesso tra le sue labbra. betti d’uva americana, di cachi o il gelato al www.erpipa.ch La cucina proposta da questo locale di miele e croccantino. Chi vuole chiudere MENU DEL MEZZIOGIORNO Monte Carasso è composta prevalentemente all’insegna della dolcezza, non si può perDa fr. 19.– a fr. 21.– da sapori ticinesi e specialità del Centro dere la crema di mascarpone all’amaretto. Italia, soprattutto del Lazio, regione d’origiProssimamente la brigata di cucina accone del padre Enrico, e della Toscana. Da Er glierà l’entusiasmo e l’inventiva culinaria Pipa si punta su prodotti freschi e, quando possibile, lavorati di del cuoco fiorentino Saverio Sabatini che, dopo varie esperienze giornata. Molto apprezzate le paste fatte in casa, ripiene e non, tra lavorative e di vita in giro per il mondo, tra cui nella fastosa cui spiccano i ravioli e i tortelloni rossi alle verdure, i tagliolini e Dubai, con le sue specialità si appresta a deliziare anche i clienle tagliatelle ai porcini. Ma anche penne, fusilli, rigatoni o mac- ti di Monte Carasso. Tra i vari progetti della famiglia Giuliani, cheroni, serviti in diverse combinazioni di gusti. Per quanto quello di creare pietanze rivolte alle persone affette da celiachia, riguarda le carni, si punta su preparazioni classiche, come brasa- in modo da dar loro la possibilità di mangiare fuori casa senza to, spezzatino, ossobuco o lo stinco di maiale alle quali si aggiun- doversi preoccupare della presenza di glutine nelle pietanze. Una gono i saltimbocca alla romana, gli straccetti con rucola e aceto novità che conferma l’attenzione verso le esigenze dei clienti che balsamico, l’orecchio d’elefante – niente paura, non si tratta di varcano la soglia della trattoria.  ECCOVI TRE RICETTE PROPOSTE DALLA TRATTORIA ER PIPA

A N T I PA S T O CROSTINI ALLA TOSCANA Ingredienti: 4 persone • 3 cucchiai d’olio extravergine d’oliva • 1 cipolla bianca • 2 spicchi d’aglio • 1 rametto di salvia • 200 g di fegatini e cuori di pollo • sale, pepe • 200 g di Vin Santo • 1 l di brodo di carne • 20 g di capperi dissalati • 20 g d’acciughe sott’olio • 200 g di burro

20

ILLUSTRAZIONE TICINESE 01-08

Preparazione: Soffriggere nell’olio la cipolla tritata, l’aglio schiacciato e la salvia. Unire i fegatini e i cuori puliti e sciacquati. Rosolare il tutto. Regolare di sale e pepe. Sfumare con il Vin Santo, lasciare evaporare e continuare la cottura bagnando con il brodo di carne. Frullare il tutto unendo i capperi e le acciughe. Regolare la densità, mantecando con il burro e il brodo di carne. Spalmare sulle fette di pane caldo. Accomodare sul piatto, accompagnando, a piacere, con delle fettine di lardo e alcune olive.


P R I M OP I AT T O TORTELLONI ROSSI CON MELANZANE E PECORINO ROMANO

SALSA • 2 spicchi d’aglio • 200 g di zucchine a cubetti • 1 mazzetto di rucola • 60 g di pecorino romano a scaglie Preparazione Per la pasta rossa, impastare la farina, i tuorli, l’uovo, il concentrato di pomodoro, il sale e acqua a sufficienza. Lavorare la pasta finché risulta lucida. Formare una palla, avvolgerla nella pellicola e

CREMA DI MASCARPONE ALL’AMARETTO Ingredienti: 4 persone • 5 uova • 500 g di mascarpone • 100 g di zucchero a velo • 0,5 dl di cognac • 0,5 dl di amaretto di Saronno • amaretti • salsa al cioccolato

A D

Preparazione Separare i tuorli dagli albumi. Sbattere leggermente i tuorli, incorporare il mascarpone, lo zucchero a velo, il cognac e l’amaretto di Saronno. Montare a neve gli albumi e incorporarli delicatamente al composto. Disporre la crema nei piatti con l’ausilio di un cucchiaio. Sbriciolare gli amaretti e distribuirli sulla crema. DecoraCAM I re con la salRI A sa di cioccolato.

• ww

.il

w

DESSERT

ch •

TORTELLONI • 900 g di melanzane • 1 spicchio d’aglio • 8 pomodori secchi • 30 g di pecorino romano grattugiato • 350 g di pasta fresca rossa • 1 uovo • olio, sale

e.

PASTA ROSSA, 350 G • 240 g di farina • 2 tuorli, 1 uovo intero • 35 g di concentrato di pomodoro • un pizzico di sale

fare riposare al fresco per 1 ora. Per i tortellini, dimezzare ca 450 g di melanzane. Disporle in una teglia. Unire l’aglio, irrorare con un filo d’olio, salare e cuocere in forno a 140 °C per 40 minuti. Sfornare le melanzane, scavare la polpa con un cucchiaio, lasciare raffreddare e frullare con i pomodori secchi. Sbucciare le melanzane rimaste, tagliarle a cubetti e friggetele nell’olio. Estrarle, farle sgocciolare e salarle. Unirle alla purea di melanzane e pomodori secchi. Incorporare il pecorino. Stendere la pasta con il matterello, ricavando una sfoglia sottile. Spennellarla con l’uovo sbattuto. Disporvi tanti mucchietti di ripieno. Con un tagliapasta, ritagliare i tondi, piegarli a mezzaluna e unire le estremità premendo con le dita. Per la salsa, soffriggere l’aglio nell’olio. Saltare le zucchine. Unire la rucola. Quando la pasta è cotta, mantecarla nella salsa. Servire e cospargere di pecorino.

SC

Ingredienti: 4 persone

lu str azio

ILLUSTRAZIONE TICINESE 01-08

21

n


2ª PARTE

INTERNET

MEMORIE E DINTORNI Le schede di memoria sono piccoli dispositivi rimuovibili per l’immagazzinaggio di dati elettronici, paragonabili ai più classici dischetti, anche se molto più capienti e ridotte nelle loro dimensioni. Queste schede le troviamo nei videogiochi, nei riproduttori musicali, negli apparecchi cellulari, nelle calcolatrici, nelle fotocamere digitali e nelle agende elettroniche, contraddistinte da dimensioni estremamente piccole, risultano facilmente portatili, hanno grandi capacità di memoria e sono riutilizzabili a piacimento. testo Elio del Biaggio

LE TIPOLOGIE DI SCHEDE La veloce diffusione, l’elevato numero di produttori e gli enormi interessi commerciali fanno in modo che non si sia ancora giunti ad un vero e proprio standard per questi dispositivi di archiviazione portatili. Esistono, infatti, molti tipi di memoria, differenti per dimensione, forma e interfaccia. Fra le diverse tipologie di schede in commercio troviamo sia schede di memoria generiche (“memory card” generiche), maggiormente diffuse, sia “memory card” specifiche, contraddistinte da una maggiore capacità di memorizzazione e da dimensioni fisiche più contenute. MEMORY STICK Di “memory stick” - inizialmente introdotte da Sony e così chiamate perché simili ai “bastoncini” di gomma da masticare fabbricate anche da produttori, come Sandisk, Verbatim e Transcend, ne esistono di diverse varietà, come le “Memory Stick Pro” e le “Memory Stick Pro Duo”, che raggiungono anche diversi GB di memoria, con una capacità massima fissata a 32 GB. Grazie a un apposito adattatore, le memory card Duo e quelle Pro Duo possono venire impiegate anche con periferiche che normalmente utilizzano Memory Stick e Memory Pro, mentre il contrario non è purtroppo possibile. È inoltre da tener presente che un dispositivo compatibile solo con le Memory Stick non può gestire le Memory Stick Pro. COMPACTFLASH Le “CompactFlash”, fra le schede più diffuse pur essendo le meno recenti sul mercato, sono abbastanza capienti, particolarmente veloci ed economiche, frequentemente utilizzate nelle macchine fotografiche digitali di maggiore qualità. Esistono anche delle unità dalle piccole dimensioni fisiche di tipo CompactFlash, conosciute anche come “Microdrive” ed entrambe possono immagazzinare molti dati, sono veloci e più economiche dei modelli “Flash Memory” equivalenti e paragonabili,

22

ILLUSTRAZIONE TICINESE 01-08

con una capienza di memorizzazione variabile da un minimo di 32 MB fino a un massimo di 32 GB. MULTIMEDIA MEMORY CARD (MMC) Le “Multimedia Memory Card” (MMC) non sono tanto diffuse e le loro capacità di memorizzazione, così come le loro velocità, sono abbastanza ridotte, perlopiù utilizzate con i telefoni cellulari, dove capacità e velocità non sono aspetti determinanti. Da questo formato sono in seguito nate le “Reduced Size-Multimedia Memory Card” (RS-MMC), dalle dimensioni più ridotte. È da osservare che le Multimedia Memory Card sono utilizzabili anche con apparecchi e dispositivi che in genere utilizzano le SD Card, mentre il contrario non è invece sempre possibile. SECURE DIGITAL (SD CARD) Le “Secure Digital Card” (SD Card), come anche le “CompactFlash”, sono molto popolari e addirittura le hanno sostituite in innumerevoli applicazioni, potendole utilizzare nei palmari, nei sistemi GPS, nelle camere digitali e in alcuni SmartPhone, disponendo pure di un sistema di protezione dalla scrittura. Troviamo anche la variante “Mini Secure Digital Card” (Mini SD Card) che, attraverso un adattatore, può anche essere utilizzata con dispositivi che in genere impiegano le SD Card, accanto a nuovi sistemi ancor più piccoli e leggeri come le schede miniSD. TRANSFLASH CARD “Transflash Card” è oggi uno dei formati fra i più innovativi, sviluppato da un produttore leader del mercato delle “memory card” come Sandisk, al momento essenzialmente utilizzato nei telefoni cellulari, e le cui possibilità di applicazione ancora sono piuttosto limitate. SMARTMEDIA MEMORY CARD Successori naturale dell’ormai “soppiantato” floppy disk, solo


www.comparis.ch Comparis, un sito web utile e indispensabile a tutti i consumatori, con un ventaglio di servizi che inizialmente permetteva di comparare i costi far le diverse casse malati e che oggi consente di comparare costi e prezzi in ogni ambito, assicurativo, immobiliare, automobilistico, telefonico e nel nostro caso elettronico, con indicazioni utili per acquistare prodotti e servizi ai prezzi più convenienti in Svizzera.

fino a qualche anno fa le “SmartMedia Memory Card” erano praticamente le uniche schede di memoria esistenti, accanto alle schede “CompactFlash”, popolari in ambito fotografico digitale, mentre oggi sono quasi completamente scomparse a causa della loro scarsa e limitata capacità di memorizzazione. A queste sono poi seguite le ”xD-Picture Card”, dal successo ancora assai limitato e che sono impiegate in alcune fotocamere digitali. Compatibili con la maggior parte dei sistemi esistenti, grazie a specifici adattatori è possibile utilizzarle in dispositivi per i quali non sono direttamente compatibili, tenendo in ogni caso presente la loro limitata capacità di memorizzazione.

XD-PICTURE CARD Le “xD-Picture” sono state introdotte e rese popolari da marche come Fujifilm e Olympus, utilizzate essenzialmente per apparecchi fotografici digitali di una certa qualità, ma anche per la registrazione della voce in digitale. CAPACITÀ, VELOCITÀ E ACCESSORI Le schede di memoria ad alta capacità sono sicure e affidabili, sì da poter investire in una “memory card” con grande capacità di memorizzazione, dell’ordine di GB, anche se in genere una scheda da 1 GB è più che sufficiente per gli impieghi tradizionali e comuni. Per la maggior parte degli usi, la velocità di una “memory card” non costituisce un fattore determinante, diventando importante solo se si tratta di una scheda utilizzata con una fotocamera digitale - e in questo caso e per apparecchi di qualità, una velocità di 40x è il requisito minimo - poiché se di scarsa velocità allunga i tempi di memorizzazione delle foto tra uno scatto e l’altro. Per memorizzare file semplici, come la musica, non sono necessarie memory card ad alta velocità. Fra gli accessori menzioniamo i lettori di “memory card” che, connessi al nostro computer attraverso USB (o anche porta FireWire), consentono di leggerne il contenuto, permettendo nello stesso tempo un veloce trasferimento di file di dati, musica e fotografie. Un altro utile accessorio potrebbe essere costituito da specifici adattatori di memory card, risolvendo in questo modo problemi di compatibilità fra i diversi tipi di supporto esistenti e utilizzati.

Ristrutturare e costruire a

prezzi fissi FUST novacasa – Ristrutturare con uno specialista costa meno

Occhio ai tassi Conto investimento fino al

3%

Tel. 091 985 90 90 Informatevi senza impegno da: Ing. dipl. FUST SA, novacasa 071 955 52 77 oppure www.fust.ch/novacasa

In tutta la Svizzera

dal 1934

www.bancawir.ch

Lugano • Basilea • Berna • Losanna • Lucerna • San Gallo • Zurigo

ILLUSTRAZIONE TICINESE 01-08

23


EURO ’08 ECCOCI

PIERLUIGI TAMI L’OSSERVATORE SPECIALE Dalla stagione 2003/2004 è allenatore professionista presso l’Associazione Svizzera di Calcio. Oltre che con la Nazionale Under 20, lavora a stretto contatto con lo staff tecnico della Nazionale maggiore, ormai prossima a partecipare al ‘grande evento’. A quattro mesi dal ‘fatidico’ 7 giugno 2008, in questa rubrica che ci accompagnerà fino al fischio d’inizio, abbiamo incontrato Pierluigi Tami, già apprezzato calciatore delle quattro squadre ticinesi di Lega nazionale, per tastare il polso delle nostre avversarie, ma anche il... nostro. testo Marco Ortelli - foto Ti-Press/Carlo Reguzzi, Gabriele Campeggio

ALLORA, IL MOMENTO SI AVVICINA. A CHE PUNTO CI TROVIAMO? “In questo momento avverto che attorno alla Nazionale c’è un po’ di preoccupazione, legittima direi, per quanto mostrato nelle ultime uscite. Tuttavia, il mio lavoro quotidiano mi ha portato a conoscere sempre meglio i nostri giocatori, e ho così potuto notare come sia in aumento il numero di quelli dotati di una grande personalità, e questo trovo sia l’aspetto più importante, che mi consente di essere relativamente ottimista. Non dimentichiamo, poi, che alla guida della nostra Nazionale c’è un allenatore, Köbi Kuhn, che ha ottenuto dei buoni risultati. Non siamo superiori ai nostri avversari, ma alla loro altezza. Siamo una squadra giovane, ma di esperienza e dotata di personalità emergenti”. HA PARLATO DI LAVORO QUOTIDIANO. IN COSA CONSISTE PROPRIAMENTE? “Parallelamente alla mia attività di selezionatore della squadra Under 20, collaboro con lo staff tecnico della Nazionale maggiore a due livelli. Da un lato, osservo le squadre avversarie, allestendo rapporti scritti completati dall’impiego di immagini. Nello stesso tempo, col direttore tecnico della Federazione Hansruedi Hasler, si è allestito un programma di sostegno rivolto a tutti i 40 giocatori presenti nella rosa allargata della Nazionale. Dall’estate 2007, io

24

ILLUSTRAZIONE TICINESE 01-08


e gli altri cinque allenatori professionisti federativi, ci mettiamo a disposizione di questi giocatori. Lo scopo primario è quello di sostenerli e seguirli soprattutto per quello che pertiene il profilo atletico. Cerchiamo quindi di allacciare dei contatti con gli allenatori e i preparatori atletici di questi giocatori, affinché si possa lavorare con loro in modo mirato, per mantenere i loro punti forti e migliorare quelli deboli, per portarli a maggio senza che abbiano grosse lacune atletiche. Personalmente, con visite dirette almeno ogni due mesi e contatti telefonici regolari, seguo Behrami alla Lazio, Inler all’Udinese, Ziegler alla Sampdoria, Vonlanten al Salisburgo e Lustrinelli al Lucerna”. COME OSSERVA UNA SQUADRA UN... OSSERVATORE SPECIALE? “Come detto, stiliamo dei rapporti, e a tal proposito ne ho messo a punto uno uniforme, grazie al quale, con uno sguardo d’insieme, possano emergere gli aspetti determinanti. Per conoscere bene un avversario bisogna seguirlo almeno per quattro o cinque partite, per capire come si comporta contro avversari diversi e in situazioni differenti. Solo così si può avere una visione più chiara e nitida di una squadra. Conosco ad esempio tanti giocatori che sono forti contro i deboli, ma deboli contro i forti, allora bisogna sempre valutare quale squadra incontra chi e in quali condizioni. In dettaglio il rapporto è strutturato in due parti, la prima, di quattro pagine, è dedicata al sistema di gioco, ai principi difensivi e offensivi della squadra osservata e al sistema di gioco della squadra avversaria. La seconda parte, di 6/7 pagine, mira a definire le individualità dei giocatori, le situazioni di gioco, come ad esempio le palle ferme, lo studio dei punti forti e deboli per quello che riguarda gli aspetti tattico, tecnico, fisico e mentale. Il rapporto termina col commento dell’osservatore sulle contromisure che adotterebbe per affrontare l’avversario in questione”. UN LAVORO PREZIOSO, QUINDI, CHE PASSA POI NELLE MANI E NELLA MENTE DEL SELEZIONATORE, KÖBI KUHN, PER LA PREPARAZIONE DELLA PARTITA. QUALI AVVERSARI, ALLORA, CI TROVEREMO DI FRONTE IN GIUGNO? “Tre avversari con caratteristiche diverse tra loro. Se guardiamo la classifica FIFA, vediamo che sono tutti davanti a noi, e questo potrebbe spaventare, ma i valori importanti sono altri. Sono avversari che possiamo battere, fermo restando che, prima di parlare degli avversari, sarà importante capire quale Svizzera si presenterà il 7 giugno e in quale stato psico-fisico arriveranno i nostri giocatori.

LA SCHEDA Nome: Pierluigi Cognome: Tami Data di nascita: 12 settembre 1961 Domicilio: Muralto Professione: allenatore ASF, dalla stagione 2003/2004 Hobby: tennis, sci

La Repubblica Ceca è una squadra impressionante fisicamente e con un’ottima organizzazione di gioco. Ha delle individualità importanti, come Koller e Rosicki. È squadra vera, solida, completa, non per nulla ha terminato il proprio girone di qualifica davanti alla Germania, e questo la dice lunga sul suo valore. Personalmente sono contento che la si incontri per prima. Il Portogallo è una squadra meno quadrata rispetto alla Repubblica Ceca, ma onestamente ha delle individualità di classe mondiale, Cristiano Ronaldo su tutti, senza dimenticare però i vari Deco, Quaresma o Maniche. Il Portogallo ha giocatori che poche squadre hanno, in grado, con una giocata, di decidere una partita. Una squadra tecnicamente forte, che nelle qualificazioni ha dimostrato di avere qualche difficoltà a trovare una continuità nei risultati, che patisce le squadre che applicano un certo tipo di calcio. La Turchia, che ho visto una volta contro la Grecia senza lasciarmi una grande impressione - ma proprio perché confrontata contro una squadra, quella greca, molto forte - è molto diversa da quella che abbiamo incontrato per le qualifiche ai Mondiali. È una squadra molto dinamica, che si basa sull’esperienza di Emre a centrocampo. Rispetto a Cechia e Portogallo è quella che ora, con le dovute cautele, per quanto visto, dà meno pensieri”. Speriamo. 

ILLUSTRAZIONE TICINESE 01-08

25


SONDAGGIO

Davide Patriarca, 26 anni, grafico, Lugano - “Da sempre utilizzo energie rinnovabili come legna e pellet. Interessanti anche gli impianti ad energia solare”.

Valentino Rutner, 27 anni, designer, Pregassona - “Secondo me, attualmente non vi sono alternative di egual qualità, ma a prezzi inferiori per rimpiazzare gli attuali sistemi di riscaldamento”.

Kastriot Cufaj, 16 anni, venditore, Breganzona - “Visto che in Ticino godiamo di tanto sole dovremmo approfittare di questo dono e mettere sui tetti i pannelli solari”.

ORO NERO ALLE STELLE:

CHE FARE? Da mesi ormai, il prezzo del greggio continua a stabilire nuovi record e c’è chi prevede che oltrepasserà i 110 dollari a barile. Riscaldare casa con l’olio combustibile sta diventando insostenibile per i borsellini di tante famiglie. Come pure fare il pieno di benzina. E allora: che fare? State pensando a delle alternative? testo Lorenza Storni - foto Stefano Ember

Nadia Milan, 18 anni, studentessa, Cureglia - “Penso che sia importante incrementare la ricerca nell’ambito dei pannelli solari e delle auto a idrogeno”.

26

ILLUSTRAZIONE TICINESE 01-08

Gabys Giulietti, 31 anni, gerente, Lugano - “Credo che la miglior soluzione sia il passaggio alla termopompa”.

Pierluigi Galeazzi, 61 anni, pensionato, Lugano - “Nell’abitazione primaria ho introdotto il gas, mentre in quella secondaria abbiamo risolto il problema con l’elettrico a pavimento”.


Renzo Picco, 45 anni, impiegato, Bissone - “Penso ai pannelli solari per l’acqua calda, mentre per il riscaldamento si possono utilizzare il pellet, l’idrogeno o in futuro anche il combustibile ricavato da fermentazione biologica”.

Olga Mazzola, 53 anni, casalinga, Ligornetto - “Considerato che nel 2013 sarò costretta a cambiare il bruciatore, ho già preso contatti per l’allacciamento al gas e sto valutando i pannelli solari per l’acqua calda”.

Fausto Tinetti, 44 anni, indipendente, Biasca - “L’idrogeno, il solare o l’energia eolica sono sicuramente alternative valide, ma gli interessi delle lobby del petrolio prevalgono”.

Nadia Casellini, 57 anni, casalinga, con Delia e Simon, Lugano - “Se va avanti così mi ritirerò in montagna con una stufa a legna…”.

Silvana Ranzanici, 45 anni, segretaria, Paradiso - “Pannelli solari e energia eolica (vedi progetto San Gottardo) sono delle buone alternative. Inoltre bisogna aggiungere la consapevolezza individuale per evitare inutili sprechi”.

Pia Cafiero-Ullmann, 53 anni, gerente/casalinga, Soazza - “Nell’ambito delle automobili, sono sicuramente da considerare le auto elettriche o comunque le piccole cilindrate”.

Sergio Caffi, 55 anni, informatico, Camignolo - “Per il risparmio energetico ci si può affidare alla tecnologia di costruzione delle case chiamata ‘Minergie’”.

Laura Carelle, 29 anni, impiegata di commercio, Porza - “Le alternative sono sicuramente le stufe a pellet e i pannelli solari, attualmente sussidiati dal Cantone”.

ILLUSTRAZIONE TICINESE 01-08

27


CREDITI PRIVATI

per tutte le persone che lavorano in Svizzera, con permesso L, B, C, G e svizzeri.

INTERESSE ANNUO A PARTIRE DALL’ 8.4%

Fr. 10'000.– pagabili in 60 mesi = Fr. 210.30 mensili Fr. 20'000.– pagabili in 60 mesi = Fr. 406.40 mensili Fr. 40'000.– pagabili in 60 mesi = Fr. 812.85 mensili La nostra consulenza è gratuita e sarà trattata con la massima competenza e discrezione. Anche se avete altri crediti, possiamo riprenderli e aumentarli a un tasso più basso.

CASSA MALATI - PREMI 2008

Minorenni da 0 a 18 anni pagano al mese Fr. 46.80 Giovani da 19 a 25 anni pagano al mese Fr. 143.80 Adulti da 26 a 99 anni pagano al mese Fr. 175.– Per la disdetta alla vostra Cassa Malati ci pensiamo noi. Telefonate subito per una consulenza alla: CREDITFINANZ SA Agenzia generale di Consulenze Assicurative e Crediti privati

Tel. 091 835 42 02 - 091 921 36 90 Tel. 079 620 35 22 - 079 620 52 06

anche la sera fino alle ore 21:00 – www.creditiprivati.ch

IL RISCALDAMENTO PER LA VOSTRA CASA, RISPARMIATE FINO AL 50% SUI COSTI DI INVESTIMENTO ED ENERGIA! Ambiente molto confortevole, grazie ad una distribuzione uniforme e generalizzata del calore nel locale Design molto elegante e all’avanguardia Costi accessibili e trasparenti, nessuna manutenzione o servizio di manutenzione Regolaggio semplice con comando a termostato Facile integrazione in ogni genere di edificio, nuovo, riattato, ampliato, singoli locali, ecc. Nessuna corrente d’aria che provochi circolazione o sollevamento di polvere e polveri fini nell’ambiente

edimen.ch

Rappresentante ufficiale per la Svizzera italiana: VetroXan Sagl • CH-6965 Cadro • Tel: 091 943 71 91 • Fax: 091 943 71 88 • info@vetroxan.ch

Perché la vita è movimento e il movimento è libertà. Sollevatori da bagno

0.– . 2’00 da Fr clusa IVA in

Rollatori

L e polt r o ne ele t t r iche elev abili e r e clinabili sono proget t ate per of frir vi il massimo comfor t nel rispet to dell’eleganza e della varietà di modelli e colori. Il meccanismo di sollevamento è stato ulteriormente migliorato garantendo oggi per fet ti risultati anche con por tate massime fino a 170 Kg.

★ ★ ★ ★ ★ ★

Carrozzelle e mezzi ausiliari Montascale - Sollevatori Articoli per l’incontinenza Consulenze personalizzate Vendita e riparazione Noleggio e occasioni

Sementina, via Pobbia Tel. 091 857 67 33 Mendrisio, via Lavizzari 4 Tel. 091 630 17 43 info@roll-star.ch www.roll-star.ch

● Verande ● Giardini d’inverno ● Tetti apribili ● Vetrate per balconi ● Tende d’ombreggiamento

● Produzione

propria ● Showroom di oltre 150 m2 ● Visite su appuntamento

Via San Michele 64 CH-6987 Caslano Tel. 091 606 23 40 Fax 091 606 20 20 info@frubau.ch www.frubau.ch


VIAGGI

1a PARTE

TUTTO INIZIA

AD ACCRA Osservo perplesso un grande tabellone nell’aeroporto internazionale Shipol di Amsterdam. Vi sono indicati i diversi “gate” d’imbarco così come i tempi necessari per raggiungerli… a piedi. L’Olanda deve essere un paese di grandi podisti: i riferimenti più vicini sono a 15 minuti, il mio porto d’imbarco è a 25 minuti. Per curiosità mi informo se si debba veramente camminare e la gentile signora del servizio aeroportuale mi conferma che è proprio così. Nulla di grave, fortunatamente manca più di un’ora alla partenza del mio volo in direzione di Accra, la capitale del Ghana. testo e foto Roberto Schneider

NIENTE COLLA, NIENTE VISTO Quando giungo alla sala d’attesa la trovo già discretamente affollata. La maggior parte delle persone è africana, presumo ghanese. Pochi gli occidentali: una signora anziana dall’aria molto anglosassone, un gruppo di uomini di mezza età, alcuni giovani viaggiatori. Il volo durerà poco più di sette ore e avrò modo di riflettere sulle incognite di un viaggio africano, programmato sì da molto tempo, ma sul quale nutro ancora alcuni dubbi, perché le informazioni raccolte in precedenza sono alquanto lacunose. Il Ghana appare ancora come una meta piuttosto trascurata da guide e siti internet. La preoccupazione maggiore è per l’arrivo

notturno in una metropoli caotica - come lo sono la maggior parte delle grandi città africane - e soprattutto per il consueto noioso controllo passaporti e di immigrazione. Le prime esperienze a confronto con una burocrazia ostica risalgono già ai mesi antecedenti la partenza. La puntigliosa amministrazione dell’ambasciata del Ghana di Berna mi aveva infatti inizialmente rifiutato il visto d’entrata, per ragioni alquanto futili, seppur formalmente corrette. Mi ero visto ritornare l’incarto con preavviso negativo in quanto la fotografia sul formulario di richiesta non era incollata, ma solo aggraffata (!), e per l’assenza di una firma su uno dei documenti allegati. È sorprendente tanta

Il viaggio è iniziato, sotto di me le sabbie sahariane e un tramonto pieno di mistero, nel quale pare di intravedere sagome di palmeti.

ILLUSTRAZIONE TICINESE 01-08

29


VIAGGI

In un vecchio castello è insediata la prigione. Oltre un uscio quasi anonimo, i carcerati vivono in condizioni probabilmente atroci... anche le donne.

solerzia amministrativa per un paese quale il Ghana, politicamente stabile, con un regime democratico e un territorio discretamente sicuro. Ne era seguita una lunga serie di telefonate e di contatti sia in Ghana sia con l’ambasciata, nel corso dei quali sempre con gentilezza - reciproca - passo dopo passo, spiegazione dopo spiegazione, scusa dopo scusa, finalmente ero arrivato ad ottenere l’agognato visto. Ora con in mano il passaporto rosso, completo dell’importante timbro, mi accingo ad iniziare un viaggio che prevede un lungo periplo che dalle selvagge coste atlantiche del Ghana, seguendo le piste storiche delle tratte degli schiavi e delle carovane dell’oro, si inoltrerà sempre più nell’entroterra del continente africano fino a raggiungere il Burkina Faso. MANCA L’ACQUA Le prime ore del mattino una fitta nebbia avvolge Accra, la capitale del Ghana. Vengo svegliato da strani canti, una sorta di cori da stadio ritmati da sordi tamburi, che scopro però giungere da un luogo di culto situato poco distante. La sera precedente, sorprendentemente, tutto si era svolto nel migliore dei modi. Poco più di

30

ILLUSTRAZIONE TICINESE 01-08

un’ora dopo il mio arrivo all’aeroporto avevo trovato alloggio in una pensione, dal curioso colore rosa, situata in uno dei tanti quartieri periferici della grande città africana. Ancora insonnolito guardo ora dalla grata della finestra di una stanza che mi è ancora poco familiare. Nel cortile della casupola di legno e terracotta accanto, oltre un muro con infisse schegge taglienti di vetro di bottiglia, noto un andirivieni di giovani donne con secchi ricolmi di acqua sulla testa. Quell’acqua che, mi accorgo poco dopo, manca totalmente nel mio alloggio. L’inserviente al quale mi rivolgo appare sorpreso e scusandosi con esagerata gentilezza mi dice che rimedierà al più presto. Comprenderò però nei giorni seguenti come la mancanza d’acqua sia in verità uno dei maggiori problemi del Ghana, in particolare delle zone costiere e di quelle del nord. Una condizione vissuta spesso con rassegnazione, se non con abitudine, ma che nel contempo pare essere affrontata con un certo disagio, quasi si provasse una sorta di vergogna. Accade così che, nel pomeriggio, la medesima scena si ripeta in un ristorantino sulla mondana spiaggia La Beach, località situata a pochi chilometri dal centro di Accra, luogo d’incontro degli indigeni alla ricerca di un bagno rinfrescante in acque invero alquanto pericolose. Il cameriere, che poco prima mi aveva indicato il bagno ove poter lavare le mani, addirittura non crede che non esca nemmeno una goccia dal rubinetto. Constatata l’evidenza dei fatti, in seguito

Sulla spiaggia “La”, la domenica si ritrovano gli indigeni. Un bagnino fischia costantemente, quasi pateticamente, nell’intento di rendere attenti i bagnanti sui grossi rischi che corrono affrontando le pericolose onde dell’Oceano Atlantico.

si fa in quattro per recuperare una piccola bacinella con del liquido saponoso. GLI ODORI DI JAMES TOWN La maggiore preoccupazione di Patrick invece non è l’acqua, bensì la benzina. Lui infatti è addetto ad una pompa di carburante al vecchio porto di Accra. E qui il concetto di “pompa” è estremamente corretto. In un caldo torrido, infatti, passa le sue ore a riempire con uno stantuffo a mano, bottiglie e secchi, risucchiando il prezioso liquido da vecchi bidoni arrugginiti ammassati l’uno sull’altro. Chiede di potermi accompagnare, sconsigliandomi nel contempo di proseguire solo sulla spiaggia affollata e sudicia, luogo di attracco dei suggestivi barconi colorati e delle canoe dei pescatori. Il pesce appena pescato trova compratori a pochi passi dal mare, mentre poco più lontano, sotto improvvisati ripari, intere famiglie vivono in condizioni pietose. Rifiuti animali e vegetali sono gettati ovunque e il penetrante tanfo di pesce si sovrappone a quello delle fogne a cielo aperto. Qui la gente è poverissima. Questa è una sorta di appendice di James Town, il quartiere della città vecchia che a sua volta è un’appendice di Accra, una grande città dell’Africa moderna, che lotta disperatamente per un riconoscimento nel mondo dei più fortunati. James Town è paradossalmente un luogo dal passato coloniale illustre, capace di stimolare fantasia e sensazioni. Tra vie dissestate e case diroccate, ancora vi si scoprono vecchie insegne di alberghi dai nomi altisonanti e che suonano oggi quasi beffarde, come “See view hotel” (una libera traduzione potrebbe essere “Bellavista”). Gli edifici dal passato tanto prestigioso sono ora trasformati in ritrovi religiosi o localini ambigui. Qui vi si assapora una vita tipicamente africana, fatta di suoni, di profumi e odori di spezie, di bimbi che giocano scalzi a pallone, di poveri venditori ambulanti, di persone sdraiate per terra all’ombra. Oltre la porta in ferro del forte che si affaccia sul mare, vi sono poi i più disgraziati, lo storico monumento è stato infatti trasformato in prigione, le cui squallide e umide mura esterne lasciano bene immaginare l’incubo di chi vi è rinchiuso. CONTINUA. 


PUBBLIREDAZIONALE

INFLUENZA? RAFFREDDAMENTO? Quanti sintomi ci abbacchiano quando prendiamo l’influenza! Febbre, dolori alle membra, raffreddore, naso chiuso, tosse con catarro e/o secca, ... Cosa fare? IN COMMERCIO ESISTONO DIVERSE SOLUZIONI. COME SCEGLIERE? Invece di ricorrere a molti medicamenti, uno per ognuno dei sintomi citati, sarebbe ideale acquistare un farmaco completo che contenga i principi attivi necessari a curare tutta la sintomatologia. Ciò ha il grande vantaggio di evitare che il paziente acquisti vari farmaci distinti, per i quali non può controllare le interazioni. Sarebbe inoltre opportuno considerare delle soluzioni che curano i sintomi dell’influenza da raffreddamento, rispettando i naturali bioritmi dell’essere umano, evitando per esempio di

provocare sonnolenza di giorno (con sostanze sedative) e di stimolare durante la notte (con sostanze eccitanti), disturbando così l’indispensabile riposo notturno. Esistono sul mercato degli anti-influenzali di nuova generazione, che tengono conto di questo aspetto e consentono una terapia differenziata che allevi i sintomi influenzali, mediante due tipi di compresse modulate per le esigenze del giorno e della notte. Quelle per il giorno curano i sintomi senza provocare sonnolenza, quelle per la notte facilitando la respirazione e l’addormentamento. Il suo farmacista la consiglierà volentieri.


SALUTE

ACNE LA PIÙ TEMUTA NEMICA DELLA PELLE

L’acne colpisce soprattutto i giovani, ma può presentarsi anche in età adulta. In molti casi tende a scomparire da sola dopo un certo numero di anni ma, se non curata, rischia di danneggiare la pelle con profonde cicatrici, complicazioni che segnano i pazienti anche psicologicamente. testo Stéphanie Scatizza - foto Gabriele Campeggio illustrazioni Ivan Artucovic

P

er poter riconoscere cause e sintomi di questa patologia tanto paventata soprattutto dai più giovani e scoprire quale deve essere l’approccio fisico e psicologico di chi ne soffre, abbiamo interpellato lo specialista in Dermatologia e Venerologia Dr. Francesco Pelloni. “L’acne è un processo infiammatorio che si sviluppa attorno a un poro o follicolo, al quale è legata la ghiandola che produce una sostanza grassa detta sebo. Si manifesta sotto forma di punti neri, brufoli o addirittura noduli, prevalentemente sul volto ma può diffondersi anche sul dorso e sul torace. La forma più frequente è quella “volgare” o giovanile e colpisce i più giovani dall’inizio della pubertà ormonale verso i 10 anni fino alla fine dell’adolescenza, attorno ai 20 anni. Nella maggior parte dei casi, tende a scomparire spontaneamente intorno ai 25 anni, tuttavia, non deve essere sottovalutata e va curata fin dai primi stadi d’insorgenza, per impedire che la pelle rimanga segnata da antiestetiche cicatrici”. Ma vediamo in dettaglio se e come è possibile difendersi da questa comune e temuta patologia.

I SINTOMI Prima fase: pelle grassa e punti neri (comedoni), veri e propri “tappi” che occludono lo sbocco di uscita di una ghiandola sebacea. Il risultato è un rilievo cutaneo (papula) dato dal rigonfiamento sottostante. Seconda fase: è detta infiammatoria, la cute si riempie di foruncoli gialli (pustole), determinati da colonie di batteri che infettano le parti occluse dei dotti escretori sebacei. Terza fase: viene chiamata nodulocistica. I noduli sono espansioni molto dure delle pustole e sono i principali responsabili delle cicatrici. Sul viso si possono riconoscere due entità estetiche: la zona a “T” che è l’acne maschile e delle ragazze giovani e la zona a “U”, l’acne femminile della fine adolescenza/inizio età adulta che si presenta con meno brufoli, ma più profondi e sovente è la stessa lesione a riattivarsi ad ogni ciclo mestruale.

32

ILLUSTRAZIONE TICINESE 01-08


LE CAUSE Nell’insorgenza dell’acne possono essere coinvolti diversi fattori, primo tra tutti l’ipersecrezione sebacea, regolata dagli ormoni androgeni (ormoni maschili presenti in piccole quantità anche nelle donne) la cui produzione, specialmente durante il periodo della pubertà, subisce importanti innalzamenti. Ma esistono anche delle malattie che causano disturbi ormonali, tra queste la più frequente è la sindrome dell’ovaio policistico che generalmente provoca acne, obesità e irsutismo (eccessiva peluria). Altre forme di acne possono essere provocate da medicamenti come il cortisone, alcuni antitumorali e gli anabolizzanti. Possono esserci poi dei fattori “peggioranti” come la stitichezza, i cibi grassi, i dolciumi, lo stress fisico o emotivo. L’acne stessa, per il disagio sociale che procura soprattutto negli adolescenti, è fonte di stress causando un circolo vizioso: acne-stressaumento ormoni-aumento acne.

LE CURE TRADIZIONALI Vanno individualizzate per il tipo di acne e per il momento che può essere caratterizzato da un particolare stato ormonale. Esistono tre livelli di terapia:

1 2

Cure locali: consistono nello sgrassare e disinfettare la pelle con saponi detergenti, creme che tengano sotto controllo i punti neri come quelle a base di vitamina A, creme antibiotiche disinfettanti, esfolianti.

Se l’acne invece è più intensa o molto manipolata con forte rischio di cicatrici è necessario passare ad una terapia farmacologica per via orale a base di antibiotici, finalizzati a debellare la fase infiammatoria-pustolosa. L’unica terapia ormonale mirata è quella della pillola anticoncezionale, ma ovviamente concerne solo il sesso femminile e va valutata in base ad età, ciclo mestruale e natura etico/religiosa della paziente.

LE CURE ALTERNATIVE

1 2

Fitoterapia: bardana e carciofo (drenanti), viola del pensiero (decongestionante).

Olii essenziali: limone, arancio dolce o amaro, ginepro, cipresso, legno di cedro, bergamotto, melissa, salvia sclarea, lavanda, geranio, rosa, timo bianco, cedro, camomilla, fiori d’arancio, incenso, mirra, benzoino, elicriso (drenanti, decongestionanti, tonificanti, riequilibranti, cicatrizzanti, rigeneranti).

3

Fiori di bach: crabb apple, wild oat, walnut, pine.

LE 10 REGOLE FONDAMENTALI 1. Mai schiacciare brufoli e punti neri 2. Lavare accuratamente il viso con acqua tiepida 3. Usare detergenti e creme non grassi 4. Sì al make up 5. Non eccedere con l’esposizione al sole 6. Assumere vitamine A, C ed E 7. Fare maschere purificanti d’argilla 8. Privilegiare cereali integrali, olio d’oliva, yogurt, frutta, verdura, pesce e carni magre 9. Bere molta acqua, preferibilmente non gassata 10. Attenzione alla frangia, i capelli poco puliti possono favorire le infezioni batteriche e peggiorare l’acne.

3

Nei casi di acne più gravi si fa capo a farmaci che hanno come principio attivo la isotrechinoina, molto potenti ma con serie controindicazioni ed effetti collaterali. Occorre pertanto, come per tutti i farmaci, consultare il proprio medico. Il sole in dosi contenute “asciuga”, ha effetto antinfiammatorio, in parte antibatterico e quindi migliora l’aspetto della pelle. La forte esposizione però può peggiorare l’acne perché la pelle, per proteggersi, si ispessisce e i pori tendono a chiudersi. Le cicatrici oggigiorno vengono trattate con peeling chimici o sedute laser, il miglioramento è del 40-50%.

In collaborazione con il Dr. Francesco Pelloni, specialista in Dermatologia e Venerologia.

ILLUSTRAZIONE TICINESE 01-08

33


edimen.ch

Sostituzione vasca da Fr. 900.– VASCA ECOLOGICA VASCA ACCIAIO VASCA PLAST/GLASS PIATTI DOCCIA ARREDOBAGNO Manutenzione sanitari e riscaldamenti

www.remail.ch

☎ 091 922 69 63 zaz enti latto permeabilizzaz ne lattoniere edile risc one tetti sanitari lattonier damenti riscaldamenti sanitari ti sanitari ventilazione imperme amenti climatizzazione lattoni ne tetti lattoniere edile riscald impermeabilizzazione tetti caldamenti lattoniere edile climati corteglia-chiasso-balerna

Tel. +41 91 646 50 44 Fax +41 91 646 13 45

www.conconi.com info @ conconi.com

Sicurezza • • • • •

Antintrusione (Cert. FFIS) Antincendio (Cert. VKF) Videosorveglianza Controllo accessi Gestione presenze

Automazioni • Sistemi di registrazione telefonici • Automazione cancelli e garages • Gestione stabili tramite bus di campo • Citofonia e comunicazione

SicurTech SA Via Pianon • CH 6934 Bioggio Tel +41 (0)91 946 41 37 Fax +41 (0)91 946 41 28 info@sicurtech.ch www.sicurtech.ch


PENNE, PENNELLI E PASTICCI

La Mestolucca Trasforma un mestolo di legno in una mucca e avrai una simpatica marionetta. idea, disegni e realizzazione di Anto

Cosa ti occorre:

CAM I RI A

A D ch •

• ww

w

.il

e.

SC

un mestolo di legno, colore a tempera bianco e nero, cordino bianco, colla bianca, un pennarello nero, forbici dalla punta arrotondata, cartoncino nero, giallo e rosa, un bicchiere per l’acqua e un pennello.

lu str azio

n

1. Colora il mestolo di bianco. Quando il colore è asciutto, con il nero disegna le macchie e gli occhi.

2. Ritaglia quattro zoccoli e il ciuffo dal cartoncino nero, due corna da quello giallo e il muso e due orecchie da quello rosa.

3. Con il pennarello nero decora le orecchie e il muso. Incolla muso e ciuffo. Applica le orecchie e le corna.

4. Taglia un pezzo di corda lungo ca. 30 cm, giralo intorno al mestolo a ca. 3 cm da dove diventa cucchiaio e fissalo con un po’ di colla bianca. Incolla gli zoccoli alle due estremità della corda.

ILLUSTRAZIONE TICINESE 01-08

35


CONCORSO

SIETE ANCHE VOI PICCOLI

GRANDI CHEF? Dimostratecelo partecipando a questo concorso. Vi occorrono pochi ingredienti, dolci o salati, forse l’aiuto di un adulto, una cucina e tanta fantasia!

R

emy è il protagonista del film Ratatouille, il film DisneyPixar (in vendita nei migliori negozi a partire dal 7 febbraio 2008) che racconta la storia di un piccolo topo che sogna di diventare un grande chef in un prestigioso ristorante. Sin da piccolo Remy si accorge di avere un olfatto straordinario, che i suoi amici topi sfruttano per fargli scartare i bocconcini avvelenati. Remy però ha altre ambizioni e riuscirà a realizzare il suo sogno, ma… Se anche a voi piace mangiare, e mangiare bene, potreste inventare nuove ricette, come Remy. Va bene qualsiasi cosa, dall’ape-

© Disney/Pixar

36

ILLUSTRAZIONE TICINESE 01-08

ritivo al dolce, basta che il soggetto sia Remy. Noi vi proponiamo le pizzette topolose, ideali per stupire i vostri amici, magari a una festa di compleanno. E voi cosa ci proponete? Dunque: inventate una ricetta che abbia per soggetto Remy, preparatela, fotografatela o disegnatela, scrivete ingredienti e preparazione sulla scheda tagliando e inviatecela in redazione, per posta o e-mail. Le più originali verranno premiate, e la migliore verrà pubblicata. Forza allora e… buon lavoro!


LE PIZZETTE DI REMY

I PREMI PER I PICCOLI GRANDI CHEF

TI OCCORRONO:

1° premio: il DVD Ratatouille (special edition) e la pubblicazione della ricetta su Illustrazione Ticinese

• una confezione di pasta per pizza già spianata, rotonda. Va bene anche la pasta sfoglia • passata di pomodoro • una mozzarella, ma va bene anche dell’Emmentaler • olive nere, ma vanno bene anche quelle verdi • sale • stuzzicadenti

dal 2° al 15° premio: il DVD Ratatouille (special edition). dal 16° al 30° premio: gli esclusivi adesivi giganti (Linguini è alto 75 cm!) da applicare sul vetro.

COME FARE: Srotola la pasta e ritaglia tanti triangoli, come quando affetti una torta. Metti i triangoli sulla teglia foderata con carta da forno, lasciando abbastanza spazio tra uno e l’altro. Su ogni triangolo spalma un po’ di pomodoro, poi mettici un po’ di mozzarella tagliata a pezzettini e condisci. Per fare il nasino, dimezza delle olive nel senso della lunghezza e disponine una sulla punta di ogni triangolo. Per fare gli occhi invece, affetta altre olive e otterrai dei cerchietti. Mettine due sulla parte alta di ogni triangolo. Per i baffi, spezza in due un po’ di stuzzicadenti e infilane sei in ogni pizzetta, tre per lato. Infila nella pasta il lato spezzato, badando che non vi siano schegge di legno. Metti la teglia nel forno già caldo a 200°C, per una decina di minuti o fino a quando le pizzette saranno dorate. Buon appetito!

dal 31° al 40° premio: il grembiulino da cucina di Remy.

dal 41° al 50° premio: il timer da cucina di Remy.

 LA MIA RICETTA:

ETÀ:

SC

CAP, LUOGO

ch •

• ww

.il

w

Compilare, ritagliare, incollare il tagliando su cartolina postale e spedirlo entro il 3 marzo 2008 a: Illustrazione Ticinese, “CONCORSO RATATOUILLE” CP 418 - CH-6908 Lugano oppure mandare un’e-mail all’indirizzo concorso@illustrazione.ch indicando in oggetto “CONCORSO RATATOUILLE” inserendo nel messaggio la ricetta e i vostri dati. È escluso il ricorso a vie legali e i premi non sono convertibili in denaro.

CAM I RI A

A D

VIA E N°:

COGNOME:

e.

NOME:

lu str azio

ILLUSTRAZIONE TICINESE 01-08

n

37


DESTINAZIONE FAMIGLIA

Il monastero di Engelberg è ancora oggi nel cuore della vita del paese.

PASSEGGIANDO NEL PAESE

DEGLI ANGELI Avete bisogno di cambiare aria e vi piace la montagna? A meno di due ore da Lugano, nel cuore della Svizzera centrale, nel cantone Obwalden, a circa mille metri d’altezza si trova Engelberg, un piccolo paese contornato da alte vette. Per trovare la serenità di una cittadina di montagna e l’atmosfera della vita contadina, ma anche la modernità di impianti d’avanguardia per lo sport. testo Coralie Nativel - foto Stefano Ember

38

ILLUSTRAZIONE TICINESE 01-08


E

ngelberg, letteralmente “la montagna degli angeli”, deve il suo nome dalla leggenda secondo la quale all’inizio del XII secolo un prete eremita avrebbe visto degli angeli nella valle. Per questo motivo, nel 1120 un nobile della regione di Zurigo decise di edificarci un monastero di benedettini. Una trentina di monaci ci vivono ancora e propongono delle visite guidate su richiesta, per poter vedere i tanti tesori, tra i quali uno tra gli organi più grandi d’Europa e una stupenda biblioteca. Durante la stagione invernale però, il tranquillo villaggio di montagna, che conta circa 3’500 anime, si anima di innumerevoli amanti degli sport invernali. Gli sciatori con attrezzature sempre più sofisticate e le slitte trainate dai cavalli, fanno di Engelberg un curioso crocevia di modernità e tradizione. Quando la neve ricopre il paesaggio con il suo soffice manto bianco, si moltiplicano le offerte di attività e animazione. Come ogni anno, il 22 e il 23 di dicembre ha luogo a Engelberg una tappa del campionato mondiale di salto con gli sci, uno spettacolo incredibile. Dal paese, utilizzando i diversi impianti di risalita si possono raggiungere i 3’200 metri del Titlis da una parte, e i 2’040 metri del Brunni dall’altra. Un vero paradiso per gli appassionati degli sport alpini, che offre piste adatte ai principianti come ai più abili sciatori. Per coloro che vogliono imparare o migliorare le loro performance, vengono organizzati corsi accessibili a partire dai tre anni di età, per i bambini in gruppo o individuali, come pure per gli adulti. Con i suoi 82 chilometri di piste e 25 impianti di risalita, Engelberg non può che conquistarvi. Inoltre, negli ultimi tre anni sono stati posati nuovi cannoni per l’innevamento artificiale, che garantiscono 41 chilometri di piste innevate anche nelle stagioni meno fortunate. La pista del Klostermatte, situata nel paese, accanto al monastero, è l’ideale per le famiglie, ma lo sono anche quelle del Brunni o del Gerschnialp che offrono impianti adatti ai più piccoli o a quelli che fanno i loro primi passi con gli sci. Se decidete di andare a Engelberg durante il carnevale, vi troverete la tradizionale sfilata dei carri e un ambiente davvero elettrizzante. 

1

COME ARRIVARCI • Con l’auto: prevedete circa 2 ore da Lugano. Prendete l’autostrada A2 direzione nord e uscite a Stans. Seguite i cartelli per Engelberg (circa 20 chilometri dall’uscita dell’A2). • Con il treno: andate fino a Lucerna, poi prendete la coincidenza per Engelberg (1 ora). Il viaggio dura complessivamente 4 ore circa. QUANDO ANDARCI Per gli sport invernali la stagione comincia il 15 dicembre, ma è una destinazione gradevole tutto l’anno. QUANTO COSTA La carta giornaliera per il Titlis costa 53.franchi per gli adulti, 42.- a partire da 64 anni, 37.- per i ragazzi da 16 ai 19 anni e 21.per i bambini dai 6 ai 15 anni. La carta giornaliera Trübsee è la soluzione ideale per le famiglie. Non permette di salire fino a 3’000 metri sul Titlis, ma dà accesso a tante altre piste facili e medie, al costo di 32.- franchi per gli adulti, 22.- per i ragazzi e 13.- per i bambini. Un giro in carrozza trainata da cavalli della durata di un ora circa costa 18.- franchi per gli adulti e 12.- per i bambini. DOVE DORMIRE Engelberg offre tante possibilità di alloggio. Dal bed&breakfast al residence, nonché una vasta scelta di alberghi di tutte le categorie. Info : www.engelberg.ch.

2

1. Quando la neve ricopre monti e strade è tempo di una passeggiata su una carrozza trainata da cavalli. 2. Engelberg offre 82 chilometri di piste di cui la metà con neve garantita dai cannoni. 3. A più di 3’000 metri si gode di una vista stupenda sulle vette e ci si può concedere una pausa… rinfrescante. 4. In febbraio il paese s’infiamma per il carnevale.

3

4

DA SAPERE Per spostarsi nel paese esiste una rete gratuita di bus che permette di raggiungere tutti i servizi (risalite, piscina…).

ILLUSTRAZIONE TICINESE 01-08

39


LAURA KÖNIG RACCONTA

Inserzione a pagamento

In sole 6 settimane ho perso 19 chili, mangiando tutto ciò che desideravo … … grazie a una fantastica trasmissione televisiva, che mi ha cambiato la vita… (da allora è passato un anno Oggi mangio che desidero tutto ciò , e non ho ripreso nemmeno un le patatine fr anche itt Niente fa più e. grammo) grassare, pe inrché do

Prima di questa sorprendente cura dimagrante, pesavo 71 chili, per un'altezza di 1,67 m. Sapevo di pesare troppo. Quando però si ha già provato di tutto senza risultati, proprio come me, alla fine ci si rassegna a restare grassi per tutta la vita…

I

nnanzitutto devo premettere che tutte le donne della mia famiglia sono di costituzione robusta. Mia nonna diceva sempre: «Meglio fare invidia che pietà». Anche quando non avevo fame, mi dicevano: «Finisci quel che hai nel piatto.» E credetemi, non avevo scelta. Già a 12 anni, avevo una paura folle di diventare grassa. Non volevo assolutamente assomigliare alle mie zie e alle mie cugine. Volevo essere magra, come le modelle dei giornali di moda, con le foto delle quali tappezzavo le pareti di camera mia! Non so quale ruolo abbia avuto la mia predisposizione in tutto ciò, ma già a 14 anni ho iniziato a ingrassare: avevo la vita stretta, ma le anche si arrotondavano e le gambe erano meno slanciate. Fra i 15 e i 20 anni, non ho fatto altro che lottare contro i chili di troppo… e contro me stessa.

Un giorno mi sono vergognata di me stessa! Dopo il matrimonio, io e mio marito abbiamo deciso che avrei dovuto abbandonare il lavoro, per dedicarmi alla casa. All'inizio era tutto fantastico! La mia nuova vita mi piaceva: a casa stavo bene, avevamo una bella casa… Ma presto ho iniziato ad annoiarmi. Non uscivo quasi mai di casa. Quando non sapevo cosa fare, mi trovavo qualcosa da mangiare…, un panino al burro qui, un biscotto là, avrei potuto continuare a mangiare tutto il giorno. Dovevo proprio trattenermi per riuscire a non ingurgitare tutto il contenuto del frigo in una volta. Mi sembrava che stessero tornando gli attacchi di bulimia di quando ero giovane… e non potevo farci niente, era semplicemente più forte di me. Così ingrassavo sempre di più. All'inizio a mio marito piaceva, perché il mio seno era diventato più femminile! … Io però non mi sentivo a mio agio con il mio corpo, non osavo più indossare un paio di pantaloni. Dopo due anni, la catastrofe si era compiuta: l'ago della bilancia indicava 71 chili. Riuscivo a perdere di tanto in tanto 2 o 3 chili sottoponendomi a diete radicali, ma li riprendevo in pochi giorni. Mi

sono anche rivolta a un medico, ma le medicine e i farmaci antiappetito mi davano fastidio allo stomaco… dormivo male e comunque non dimagrivo affatto.

Non potevo continuare così! Mi sentivo orribile e incredibilmente grassa! Evitavo di girare per casa in biancheria intima come facevo prima. Mio marito non si interessava più particolarmente a me e, la sera, quando andavamo a letto, spesso mi voltava le spalle e si addormentava…, senza neanche una parola! Dalla TV e da alcune riviste, sono venuta a sapere di giovani donne, all'incirca della mia età, che erano riuscite a perdere senza difficoltà e in breve tempo 10, 15 o addirittura 25 chili. Senza sforzi e senza medicine, proprio così dicevano. Continuando a mangiare come prima! In queste testimonianze si parlava di Algoline (una cura dimagrante a base di alghe fresche ed erbe cinesi), da bere alla mattina e alla sera. Sembrava facile e non sapeva di privazione. Per cui mi sono detta: «Dovresti provare, i cinesi del resto sono famosi per i trattamenti naturali. E poi se così tante donne sono già dimagrite grazie a questa bevanda, potrebbe essere proprio il miracolo che aspetti da così tanto tempo.»

armadietto…e la sera stessa presi il mio primo bicchiere di Algoline, il gusto era gradevole, leggermente speziato.

vrei rinunci a qualcosa? are

D'un tratto, i miei chili di troppo iniziarono a sciogliersi! Avevo iniziato un lunedì sera. Quando

E poi ho fatto un'incredibile scoperta! Senza dire nulla a mio marito, ho chiamato la ditta chiedendo di inviarmi discretamente per posta la formula potenziata dell'Algoline. Una garanzia precisava esplicitamente che si trattava di un test gratuito: se non avessi perso 12 chili in meno di 4 settimane, il test non mi sarebbe costato nulla. Ogni mattina attendevo impazientemente il postino, il quale mi consegnò il sospirato pacchetto appena un paio di giorni dopo! Quel pacchetto, sul quale non era riportato il mittente, conteneva le bottigliette di Algoline di cui parlavo prima. Ero eccitatissima: la composizione era promettente, inoltre sembrava facile da usare. Presi in mano la confezione, sulla quale lessi che nel mio caso, si dovevano assumere tre bottigliette prima di ogni pasto. Non vedevo l'ora di iniziare il trattamento! Ricordo che avevo appeso in bagno uno schema sul quale riportare i miei risultati disegnando una curva del peso...però non volevo che mio marito lo vedesse, così l'avevo appeso dentro il mio

Mio marito non se ne capacita ancora. Da quando ho perso i miei 19 chili di troppo così rapidamente e così facilmente, mi sembra di avere trovato la chiave di una nova vita…


due giorni più tardi salii sulla bilancia, rimasi un po' delusa: in due giorni avevo perso solo un chilo, poi però lessi che era perfettamente normale e mi sollevai. Riportai il mio «misero» chilo sullo schema e proseguii. D'un tratto, non so come, i miei chili di troppo hanno iniziato a sciogliersi… fra mercoledì sera e domenica, avevo perso 4 kg. Non stavo in me dalla gioia. Ero convinta che con questa cura avrei perso tutti i miei chili di troppo. E non mi sbagliavo…, infatti ho continuato a dimagrire anche dopo. Alla fine della seconda settimana, avevo perso 8 chili precisi. E davvero non ho dovuto fare sforzi, ma soprattutto non avevo dovuto minimamente cambiare le mie abitudini alimentari.

In 21 giorni ho perso 11 chili! Ogni mattina, salendo sulla bilancia, avevo l'impressione di vedere i miei chili sciogliersi letteralmente. Era semplicemente fantastico. Avevo ritrovato la gioia di vivere. D'un tratto non mi annoiavo più, ero piena di voglia di fare. Ero proprio di buon umore. Alla fine della terza settimana, fui completamente entusiasta. Senza alcun problema, avevo perso altri 3 chili. Senza patire la fame e senza sentirmi spossata! Quando alla fine della sesta settimana salii sulla bilancia, non riuscivo a credere ai miei occhi!… Sono andata a pesarmi anche in farmacia, per accertarmi che la mia bilancia funzionasse correttamente. Era semplicemente incredibile! Avevo perso 19 chili, mangiando tutto ciò che desideravo. Da un anno, mantengo il mio peso di 52 chili (rispetto ai 71 chili di prima). Continuo a cucinare con piacere e mio marito adora quando lo coccolo con i miei manicaretti. La cosa bella è che, nonostante tutti i nostri capricci, non ingrasso più…Qualcosa è cambiato in me, ma non so di preciso che cosa… Del resto non mi interessa saperlo. Tutto ciò che so è che non voglio tornare a essere grassa!

Non sono più ingrassata nemmeno dopo la nascita di mio figlio! Non solo non sono ingrassata, ma ho perso altri 3 chili, nonostante come prima io non rinunci davvero a nulla! Consiglio Algoline a tutte le mie amiche che hanno problemi di peso. E tutte sono entusiaste. Una ha perso addirittura 26 chili, nonostante i suoi chili di troppo la affliggessero da oltre 20 anni.

Volete anche voi pesare 52 o 53 chili come Laura? Algoline è una cura dimagrante unica. Già durante i primi giorni, si perdono almeno 3 chili. Dopo si perdono regolarmente da 3 a 4 chili alla settimana. E tutto ciò fino a quando non si è pienamente soddisfatte della propria figura. Dopo non si ingrassa più (vedere la spiegazione sotto). Per tutto il tempo in cui si assume Algoline, si può continuare a mangiare quanto si desidera, dimagrendo… Giorno dopo giorno, settimana dopo settimana. Desiderate anche voi liberarvi una volta per tutte di quei chili di troppo che vi impediscono di stare bene con voi stesse? Allora seguite l'esempio di Laura e fate la prova (vedere di seguito l'offerta gratuita). Fate come tutte le persone che hanno la vostra età e possiedono finalmente la forma dei loro sogni.

Queste 3 alghe ( ) consentono di perdere 10, 15 o addirittura 20 chili e oltre ... combinate con le erbe descritte di seguito

M

ediante la distillazione di 3 alghe e 29 erbe della tradizione cinese, gli scienziati hanno sviluppato il primo siero da bere con calorie negative. Questo siero è in grado di stimolare permanentemente il metabolismo di base (stimolazione del ricambio metabolico), riducendo il sovrappeso e consentendo di perdere da 3 a 4 chili alla settimana. La scoperta è stata diffusa mediante la stampa: attivando il metabolismo in questo modo, l'organismo brucia molti più grassi di quanti non se ne assumano.

bicchiere d'acqua o in una tisana prima DOMANDA: Che cosa di ogni pasto principale. Sin dal primo devo fare ora? sorso, la combinazione di alghe ed erbe Risposta: È facile. Chiami oggi o comdimagranti inizia ad avere effetto. Le pili il coupon e lo spedisca subito agli calorie perdono la loro efficacia e le cel- specialisti: lule adipose si disgregano. I cuscinetti BIO-BOTANICA VERSAND di grasso si riducono rapidissimamente e gli effetti si vedono sia allo specchio Postfach 5870 sia sulla bilancia.

D-78437 Konstanz

DOMANDA: Ho già provato tante soluzioni e tanti metodi. Sempre senza risultati. Perché questa volta dovrebbe essere diverso? Risposta: Le calorie negative attivano un processo naturale: il corpo brucia più DOMANDA: Come è possibile? Risposta: Studi recenti dimostrano che calorie di quante non se ne introducaAlgoline consente di bruciare più no. Chiunque abbia provato Algoline è calorie di quante non se ne assumano. dimagrito. E anche voi dovete dimagriNon appena si inizia ad assumere il re. Inoltre questa cura dimagrante non siero, si perdono costantemente peso e richiede alcun sacrificio. Non richiede: volume. Non si deve seguire alcuna - NESSUNO sforzo di volontà dieta, anzi, si può mangiare tutto ciò - NESSUNA dieta che si desidera. - NESSUNA ginnastica faticosa DOMANDA: Di quali alghe ed erbe si tratta? Risposta: Questo siero naturale al 100% contiene 29 erbe cinesi e 3 alghe di mare fresche, che si completano a vicenda nella loro azione. Le tre alghe sono il Fucus, la Chlorella e la sorprendente alga bruna Wakame, le cui proprietà annientano l'effetto delle calorie. Anche le 29 erbe, dosate con precisione, possiedono proprietà complementari riconosciute. L'Hou Tao (in combinazione con l'alga Wakame) scioglie il grasso corporeo. I principi attivi di questa pianta fluidificano il grasso, rendendolo facilmente scomponibile. L'efficacia di questa miscela di alghe ed erbe cinesi è stata dimostrata su migliaia di persone robuste. Si perde peso in brevissimo tempo, come mai prima d'ora.

Allora, se avete già provato di tutto e non siete mai riuscite a dimagrire, fate ancora un tentativo, l'ultimo. Questa volta funzionerà. Leggete di seguito che cosa si deve fare. Questa esperienza vi dimostrerà che anche voi adesso potete dimagrire davvero… e avere la silhouette dei vostri sogni.

DOMANDA: Quanto peso può perdere in una settimana una persona che non è mai riuscita a dimagrire con risultati costanti? Risposta: Se i chili di troppo sono meno di 7, si perdono in media 3 chili alla settimana. Se i chili di troppo sono più di 7, il dimagrimento è ancora più rapido. Le persone in sovrappeso di oltre 15 chili sono riuscite a perdere nella prima settimana fino a 6 chili e, durante le settimane successive, da 3 a 4 chili.

DOMANDA: Quali garanzie ho? Risposta: Deve perdere almeno 3 chili alla settimana, già dalla prima settimana. Questa è la nostra garanzia esplicita e incondizionata.

DOMANDA: Come lettrice di questa rivista, ho diritto a usufruire di un'offerta per provare Algoline senza obbligo d'acquisto? Risposta: Sì, durante le prossime due settimane. Per ricevere Algoline da provare senza impegno, basta telefonarci oppure compilare e inviarci il coupon qui accanto. Come lettrice di questa rivista, ha il grande vantaggio di non correre il minimo rischio e di godere del diritto di restituzione nel caso in cui non fosse soddisfatta.

IMPORTANTE: Per questo siero, si utilizzano solo alghe fresche e al momento è disponibile solo una piccola scorta. La prossima consegna sarà pronta solo fra 3 settimane circa. Saranno servite pertanto le persone che avranno ordinato Algoline per prime. Per evitare inutili tempi di attesa, richiedete DOMANDA: Come si assume il siero? Algoline oggi. Risposta: Aggiungete Algoline in un

Servizio consulenza e ordini tutti i giorni continuato dalle 8 alle 18. Fax 0848 000 265.

Tel. 0848 000 264 Code

80 176 1 Magri Senza rischio

Ritagliare e spedire subito oggi: Bio-Botanica Versand Postfach 5870, D-78437 Konstanz

SÌ, voglio dimagrire con Algoline alla velocità della luce. Il mio ordine non comporta rischi! K Pacchetto normale per 7 chili in meno solo CHF 49.50 K Pacchetto intensivo per 10 chili in meno solo CHF 88.– (risparmio CHF 99.–) K Pacchetto superintensivo per 15 chili in meno solo CHF 108.– (risparmio CHF 148.50) Pagamento K anticipato con contante allegato, franco di porto. K con fattura più spese di spedizione. Cognome: Nome: Via: CAP/Località: Mon numéro de téléphone:

Ritagliare e spedire subito oggi: Bio-Botanica Versand Postfach 5870, D-78437 Konstanz


1

2

3

4

QUANDO LA MOBILITÀ TRASMETTE

NUOVE EMOZIONI La sfida del veicolo utilitario, dell’automobile, del bus o del camion, dove l’immagine è di scena e permette di arricchire di colori e messaggi anche la strada. Un modo ormai molto diffuso per sfruttare creatività e tecnologia in un’originale comunicazione, adattata alle esigenze di ogni singolo cliente. testo Stefano Pescia - foto Rémy Steinegger

I

l segreto del successo di un’azienda passa anche e soprattutto dalla capacità di quest’ultima di sfruttare i canali pubblicitari con fantasia e innovazione. La pubblicità oggi deve offrire soluzioni innovative, che mirano ad una comunicazione veloce, chiara, diretta e in costante movimento. Probabilmente vi siete già chiesti come si faccia a decorare così bene un bus o

42

ILLUSTRAZIONE TICINESE 01-08

un camion, senza che maniglie, vetri, specchietti e guarnizioni siano di impiccio? Lo abbiamo chiesto a Hansjörg Hasler, titolare della Rutschi Ticino SA: “Nel regno della stampa digitale, siamo oggi in grado di stampare direttamente su qualsiasi tipo di materiale; dall’alluminio al vetro, dall’acrilico al legno. Le nuove prospettive sono quindi lo stimolante adattamento di un


5 6

1. La creatività per la personalizzazione di un veicolo utilitario, un’automobile, un bus o un camion si concretizza al computer. 2. Le nuove macchine sono in grado di stampare direttamente su qualsiasi tipo di materiale; dall’alluminio al vetro, dall’acrilico al legno. 3. Un’elaborazione del camion decorato indica esattamente dove applicare le diverse parti di adesivo. 4. Per decorare camion e bus bisogna utilizzare dei ponteggi che permettano di raggiungere comodamente anche le parti situate più in alto. 5. Su un autoveicolo sono tantissime le viti, guarnizioni e giunture a complicare il lavoro. 6. Applicare un adesivo correttamente non è affatto un’operazione semplice e non è permesso sbagliare.

continuo dialogo, costruttivo e dinamico”. Sfogliando il catalogo informatico, che scorre come in un film e propone le diverse possibilità di utilizzo dell’immagine pubblicitaria stampata, sembra di abbracciare la filosofia di un vecchio detto cinese che afferma “mi fido più dei miei occhi che delle mie orecchie”. Un secondo vestito su misura o, se preferite, la base per l’evoluzione di un fantasioso dialogo per automobili, veicoli utilitari, bus oppure camion, che rendono questi veicoli più affascinanti e meno monotoni. Semplificando, funziona così: i grafici compongono al computer un’immagine fotografica con le scritte, passano i dati al reparto grafico della ditta che produce gli adesivi. I dati vengono preparati e trasmessi alla macchina che è appunto in grado di stampare praticamente su tutto, dalla quale esce l’adesivo stampato. Poi però è ancora l’uomo, con la sua manualità ad applicare l’adesivo sul veicolo. Con perizia, precisione e pazienza. Nel 1999, il via libera alla pubblicità retroilluminante sui camion, ha aperto il mercato ad un nuovo tipo di pubblicità innovativa, che permette di aumentare del 15% l’impatto visivo della propaganda. Una tecnica che si presenta con un doppio valore aggiunto. Questo genere di illuminazione si propone vantaggioso anche per la visibilità e, di riflesso, per la sicurezza stradale. Infatti permette pure di diminuire il rischio di collisione. “In futuro”, ci spiega Hansjörg Hasler, “non dobbiamo aspettarci delle grandi rivoluzioni. Negli ultimi 30 anni vi sono già stati due momenti particolarmente significativi. Il primo è stato quello di poter produrre tramite computer lettere e frasi intere in materiale adesivo. Il secondo aspetto, importantissimo, è stato quello di poter stampare, in digitale su carta, materiali adesivi e altro. Meglio è quasi impossibile ottenerlo. Quello che si può migliorare è la velocità di esecuzione, mantenendo l’alto livello di qualità”. E se una volta i formati avevano un limite, oggi non è più così. Per Expo 02 ad esempio, è stata prodotta una stampa digitale gigante di 80 metri di larghezza per 7 metri di altezza. Un mondo affascinante, quello della comunicazione… adesiva, che lascia pochissimo spazio all’improvvisazione. Il lavoro deve essere eseguito con meticolosa precisione e pulizia. Lasciamo il laboratorio con un sorriso. L’inconfondibile odore dell’adesivo ci ricorda le ore passate a sfogliare le preziosissime collezioni di figurine! 

CAMPO ESTIVO DI INGLESE/TEDESCO/ FRANCESE A LENK GLE Ogni giorno 3 lezioni d‘IN 1 lezione di + ESE NC RA O/F ESC TED NCESE INGELESE/TEDESCO/FRA

PA LLA CA NE ST RO e MO UN TA IN BIK E

Sprachkurse ARIANA AG Monica A. Schmid/Patricia Bühler Höhenweg 60, 9000 San Gallo, www.ariana.ch telefono 071 277 92 91, fax 071 277 98 27 o 071 277 72 53

ARIANA

• • • •

Pulizie domestiche Pulizie di fine cantiere Pulizie di manutenzione Noleggio navicella aerea

lio g a t t e d l ra i

cu

an ni ra ga zz i da i 12 ai 18 Lin gu e e sp or t pe r In com bin azi on e con SE/

Polyrama SA - Centro Nord/Sud 2 - 6934 Bioggio Tel. 091.605.56.26 - Fax 091.604.66.26 - www.polyrama.ch - poly@polyrama.ch

ILLUSTRAZIONE TICINESE 01-08

43


SWISS-MOTO ’08 Salire in sella, confrontare, provare. Per questo esiste SwissMoto, la Fiera nazionale dedicata alle due, come pure alle tre e qualche volta quattro, ruote! 180 espositori presenteranno il mondo delle motociclette, degli scooter, degli ATV/Quad, dell’abbigliamento e molto altro ancora, nei padiglioni della Fiera di Zurigo da giovedì 21 a domenica 24 febbraio. testo Graziano Guerra

Q

uesti in dettaglio i settori rappresentati: motociclette, scooter, quads, tuning, accessori per i veicoli, pneumatici, abbigliamento e accessori, caschi, stampa specializzata del settore, scuole guida, prodotti per la pulizia e la manutenzione, viaggi, associazioni, assicurazioni. Ovviamente non mancheranno le attrazioni, come le spettacolari, acrobatiche prove del mondiale di Streetbike, quest’anno alla seconda edizione sulla pista di 50 metri di Zurigo-Oerlikon. LE MOTO PIÙ SPECIALI All’edizione 2008 di Swiss-Moto non mancherà certo l’esposizione partner di Tuning & Customizing Show SWISS PERFORMANCE, lì si potranno ammirare i modelli più originali a livello nazionale e internazionale, moto a “effetti speciali”, con modifiche e vernici uniche, modelli fuori serie. Particolare attenzione si dovrà prestare alla Twintrax Power Plus, l’incredibile moto, in prima svizzera, costruita in 12 anni di lavoro certosino e dotata di due (2!) motori! OSPITI Alla Swiss-Moto 2008 parteciperanno personaggi dello sport e dello spettacolo, sicura la presenza del campione del mondo in

Vieni a scoprire i nuovi modelli. Scooter 260cc Xingyue è un marchio distribuito in esclusiva da DC Motor Group.

DC Motor Group

www.dcmotorgroup.com

Via Roncaglia 5 - 6883 Novazzano - Tel. +41 91 683 39 10 - info@dcmotorgroup.com

44

ILLUSTRAZIONE TICINESE 01-08

carica di Indoor Streetbike, Chris Pfeiffer, e il già campione del mondo nelle 125 cc Tom Lüthi, il quale sarà nello stand Aprilia per incontrare il pubblico sabato 22 febbraio alle 15.00. NOVITÀ A 2 RUOTE Fra le novità più importanti, saranno esposte le Aprilia Mana 850 e Dorsoduro, le BMW della serie GS: R 1200 e Adventure, F 650 e F 800. La sensazionale Buell 1125R, le Derbi 125 Senda: Baja, Cross City e Terra come pure la Mulhacen Scrambler. Della Ducati saranno in bella mostra le nuove 848 SBK e 1098 R, la Hypermotard Nera e probabilmente anche le già mitiche nuove Monster 696 e S4Rs Tricolore, come pure la Desmosedici RR. La Harley-Davidson, come tradizione, esporrà tutta la nuova gamma, e per la serie 2008, oltre alle attesissime Rocker e Rocker C, ci saranno le Sportster XL1200N Nighster e i modelli speciali 105th Anniversary Limited Edition, le sempre accattivanti Dyna Fat Bob nuova edizione. Assolutamente da non perdere allo stand HD la XR 1200, il nuovo modello ispirato alla leggendaria sportiva Flat-Track-Racer Harley-Davidson® XR 750. Della Honda, fra le tante, si potrà ammirare la nuova sportiva CBR100 RR8, la nuova fiammante Transalp700, la cruiser in stile retrò VT750 Shadow nella sua nuo-


va veste, le motocross CRF450 R8 e CRF250 R8. Della partita, molto probabilmente, saranno anche le nuove DN-01, CB1000 R e CBR600 RR HANNspree. Hyosung a Zurigo toglierà i veli alla RX450SM mentre allo stand Kawasaki i cuori sportivi batteranno forte per la nuova Ninja ZX-10R e per la piccola peste Ninja 250R. Altra bella novità targata “Kawa” in

VERSYS

LE TOURING DI KAWASAKI – PIACERE DI GUIDA PER OGNI DESTINAZIONE

1400GTR

08-258-KA

Thomas Lüthi, un campione delle 125cc.

esposizione a Swiss-Moto 2008 sarà la VN2000 Classic, ammiraglia delle Kawasaki Cruiser, con motore V2 2.0 litri. Dal verde veleno all’arancione: KTM, accanto al super bolide 1190 RC8, esporrà tutta la nuova gamma Supermoto e Enduro, come pure la Duke e la SMC. Moto Guzzi porterà due prime svizzere: la Griso 8V 1200 e la già mitica enduro di grossa cilindrata Stelvio. Moto Morini, avrà in vetrina la Corsaro 1200 Avio, bella nella sua livrea blu e argento. Suzuki dal canto suo esporrà tutta la nuova gamma sportiva GSX, dalla 1300 R Hayabusa alle R 750 e R 600. Molto attese dal pubblico le nuove GSX 650F e la B-King GSX 1300 BK. In evidenza allo stand bianco/blu anche le motocross e supermoto, su tutte la RM-Z 450 a iniezione e la DR 125SM, e le cruiser Intruder C 1800R e M 1800R2 Naked. Nomi interessanti come Triumph (con la Bonneville ’08, la Daytona 675 Special Edition, Thruxton, Speedmaster, America, Rocket III Touring e tante altre), Dnepr-Ural, Voxan e altri ancora, renderanno ancor più interessante la fiera nazionale svizzera delle motociclette. Per quanto concerne gli scooter, oltre a presenze importanti quali Piaggio con i nuovi X7 125 e X7 250 i.e., Gilera con il GP 800, Malaguti con il nuovo Phantom F12R Speciale, Suzuki con il Sixteen UX 125 e Honda con l’SCV110 Lead, sono da segnalare i nuovi scooter made in China Ghess-XINGYUE, importati dalla ticinese DC Motor Group di Novazzano, con cilindrate da 50 cc, 125 cc e 150 cc. 

KAWASAKI TOURER

Nelle loro rispettive categorie le due moto sono tra le più performanti e le più maneggevoli in commercio. Provatele, fatene l’esperienza! – Per scoprire la nostra vasta scelta visitate la Swiss-Moto. Ci rallegriamo FIBAG SA, IMPORTATORE GENERALE KAWASAKI, 5745 SAFEnWIL, TEL. 062 788 85 55, INFO@KAWASAKI.CH già della vostra visita.

ILLUSTRAZIONE TICINESE 01-08

45


Perdi i capelli? Chiama L’Istituto Sanders Con una consultazione gratuita presso i centri Sanders potrai conoscere la verità sui tuoi capelli e le migliori tecniche per prevenire, combattere e sconfiggere la calvizie. Un aspetto gradevole e curato contribuisce in modo sostanziale ai successi nel campo del lavoro e della vita privata. Perdere i capelli a volte significa subire disagio, insicurezza, incrinare i nostri rapporti sociali e sentimentali. Per fortuna non siamo più impotenti nel combattere la calvizie, anzi, possiamo affermare che avere i capelli oggi è una scelta. L’Istituto Sanders, azienda leader del settore tricologico, vanta oltre venti anni di esperienza. È presente a Lugano, Chiasso, Bellinzona e Locarno. In questi quattro centri tutti potranno sottoporsi gratuitamente a un esame dei propri capelli e informarsi sulle tecniche più attuali per salvaguardarli. Segnali d’allarme. In presenza di perdita eccessiva di capelli, di diradamento, di diminuzione della loro densità, di prurito, di grasso eccessivo, di forfora e desquamazione, meglio subito farsi controllare perché prima si interviene con misure di prevenzione e maggiori sono le possibilità di successo. Analisi dei capelli. Metodi diagnostici di avanguardia consentono di stabilire con precisione le cause delle diverse anomalie dei capelli, di accertare l’eventuale mancanza di qualche elemento e di individuare anche piccolissime tracce di sostanze intossicanti. Esame tricologico, mineralogramma e tricogramma, sono le analisi dei capelli che possono essere ritenute necessarie per stabilire un trattamento specifico e personalizzato. E per la donna? Naturalmente il problema dei capelli si evidenzia maggiormente negli uomini con la conseguente calvizie più o meno pronunciata, ma è tra le donne che quando il diradamento si manifesta diventa intollerabile. In effetti la donna con pochi capelli non ha alcuna possibilità di passare inosservata senza suscitare curiosità e commenti. Una risposta convincente al problema femminile la dà ancora una volta l’Istituto Sanders, che ha creato un trattamento specifico e una tecnica di integrazione insuperabili.

www.istitutosanders.com Lugano Bellinzona Chiasso Locarno

Via Pretorio 11 Viale Portone 5 C. S.Gottardo 54 a Viale Verbano 3 a

Tel. 091 923 44 74 Tel. 091 825 68 12 Tel. 091 682 77 01 Tel. 091 743 92 16

Per infoltire i capelli? Per coloro che intendono riavere i capelli persi l’Istituto Sanders propone i più affidabili sistemi di infoltimento disponibili oggi. Sono sostanzialmente due i tipi di intervento che, a dipendenza dei casi e delle esigenze, vengono consigliati. Uno è il sistema di integrazione MS ideato dalla Sanders, una tecnica non invasiva che consente di aumentare progressivamente la propria capigliatura con una gradualità del tutto impercettibile. Il secondo è l’autotrapianto dei capelli che consiste nel prelevare dei capelli non soggetti alla caduta per integrarli nelle zone diradate. Una tecnica chirurgica ampiamente collaudata che garantisce la ricrescita dei capelli per tutta la vita. Questo ovviamente in estrema sintesi, per saperne di più e soprattutto per sapere qual è la soluzione ideale del vostro problema, basta prendere contatto con l’Istituto Sanders. Previo appuntamento otterrete gratuitamente una completa informazione sulle reali possibilità inerenti al vostro caso.


OROSCOPO testo Cloris Sciaroni L’augurio ovviamente è quello di vedere sempre più gente ricercare l’armonia interiore attraverso il risveglio della propria coscienza espandendo la propria visione della realtà, indipendentemente da ciò che scienza, religione e medicina ufficiale vogliono farci credere o peggio imporre. Noi siamo tutti esseri unici e speciali ma collegati a un tutto più grande e siamo su questa terra per evolvere insieme, interagendo con gli altri nostri fratelli, per cui che senso ha uccidere, maltrattare o sfruttare un nostro simile? Non è facile rimanere lucidi e concentrati su un obiettivo più grande in un mondo che ci vuole tutti burattini e sottomessi al potere. La nostra sfida più difficile è proprio quella di saper discernere con la propria testa in ogni ambito della vita, ascoltando ciò che risuona con la nostra verità più profonda. Le guerre e i disordini in genere sono voluti da quel “potere occulto” proprio per distrarci dal nostro scopo superiore, altrimenti come potrebbero manipolarci cosi bene? Ricordate che in febbraio ci sono due eclissi: il 7.2 e il 21.2. Siate prudenti durante il carnevale, nel muovervi sulle strade e sulle piste da sci.

ARIETE 21/3 - 20/4

Marte dai Gemelli, stimolato dai pianeti in Aquario promette un mese eccitante, quasi troppo dinamico con i suoi tanti appuntamenti e impegni faticosi, che ruberà tempo agli affetti e al riposo. Non sarà sempre facile selezionare e valutare dove stare, perché l’ambizione e la curiosità vi spingerebbero dappertutto. È tuttavia il mese ideale per ampliare la propria visione mentale e iscriversi magari a un nuovo corso di ordine filosofico-spirituale o di medicina olistica. È probabile che i valori cambieranno. Del resto il denaro e il potere non aiutano a sentirsi integrati nel corpo e nell’anima. Attenzione alle due eclissi del 7.2 e 21.2. Mettete ordine nelle vostre questioni pratiche e muovetevi con prudenza. E l’amore? Conoscerà fasi alterne: a volte la solitudine pesa, ma fa crescere. Non riempite i vuoti con un iperattivismo!

TORO 21/4 - 20/5

Molto positiva la prima metà del mese se saprete cogliere l’attimo. Giove e Venere in ottimo trigono a Saturno regaleranno momenti magici e intensi specie in amore. Cantate e ballate! Voi donne emanerete un fascino particolare. E non mancheranno attrazioni fatali, dichiarazioni inaspettate e magari anche una nuova convivenza. Gli influssi aquariani, invece, indicano rotture con situazioni logoranti, ma agite con la massima prudenza se volete liberarvi di qualcuno. Muovetevi con discrezione anche sul lavoro per non suscitare pettegolezzi inutili. Professionalmente si prevedono avanzamenti di carriera e ampliamento dei contatti al di fuori del proprio habitat. Non fatevi comunque prendere dal facile guadagno solo per la brama di denaro. La fortuna assiste gli audaci, ma non gli imprudenti. Salute: attenzione sulle strade e in montagna.

GEMELLI 21/5 - 21/6

Marte nel segno riceve ottimi influssi dall’Aquario e nella prima metà del mese Venere e Giove congiunti in 8. campo propendono per investimenti e contatti di rilievo, anche con stranieri, per cui potreste o consolidare il vostro patrimonio, vendere o diventare comproprietari e consoci di qualcosa. Possibili trasferte anche per motivi di lavoro, studio o convenienza. Trattative fiscali e molta burocrazia da sbrigare. In tutte le transazioni finanziarie fatevi consigliare da persone esperte. E l’amore? Novità per i single ma anche ricerca di affetti stabili per altri. Se per alcuni di voi una vita dinamica e avventurosa risulterà stimolante, per altri potrebbe significare stress e nervosismo. Salute: i troppi impegni o il ritmo incalzante potrebbero minare il vostro equilibrio. Fermatevi ogni tanto. Attenzione all’eclissi del 21.2.

LEONE 23/7 - 23/8

Voi vi ritrovate con ben quattro pianeti in Opposizione in febbraio. Gli influssi “aquariani” portano imprevisti e quindi bisogna che siate elastici, pronti a qualsiasi cambiamento. Saranno soprattutto i rapporti di coppia a venir messi sottosopra, ma anche voi giovani a desiderare maggiore indipendenza, lontano dai genitori, ma dovrete mostrare di cavarvela da soli. Scegliete con cura anche le amicizie. Per altri di voi potrebbe profilarsi invece l’idea di una nuova attività, magari a conduzione familiare, diversa da quella svolta finora o il bisogno di aiutare il partner. Le offerte di lavoro e opportunità varie non mancano a nessuno di voi, ma attenzione alle pretese eccessive. Salute: stress e nervosismo in vista durante le eclissi dei giorni 7 e 21.2.08. Siate prudenti sulle strade e negli sport.

VERGINE 24/8 - 22/9

Plutone, Giove e Venere in trigono al vostro Saturno non possono che promettere bene, salvo che gli influssi dall’Aquario di questo mese renderanno la vita di molti di voi più stressante del solito, e per i più pigri e indecisi fra voi beneficamente dinamica. Siete pronti per il salto di qualità? A volte i cambiamenti vengono imposti dalle circostanze e non è detto che non siano positivi. Importante è sapersi staccare da quell’eccessivo bisogno di sicurezza, che oggi non può più essere garantito. Ricordate il motto dei buddisti: “la vita è come un fiume, scorre e non puoi fermarlo”. Siate flessibili dunque. E l’amore? Chissà che non arrivi da lontano o quando meno ve l’aspettate! Voi giovani del segno dovrete essere più prudenti nei nuovi approcci. Salute: evitate di esporvi a rischi inutili attorno alle eclissi del 7 e 21 febbraio.

Fr. 12 70

Oltre 50

-10 % Fr. 1270.-

Fr.11430.-

pezzi da esposizione a

metà prezzo! (ad.es. modelli Gala, Pinta-Line, Bari-N, Trento-N, Viva, Largo color etc.

Un esempio sulle migliaia di variante possibili!

Nella galleria di foto su Internet su www.fust.ch oppure in tutte le filiali.

Cucina FUST con elettrodomestici al prezzo speciale

1. Progettazione su misura gratis (Portate con voi la planimetria oppure misurazioni gratis da parte nostra!) 2. La più vasta scelta di apparecchi della Svizzera (tutte le marche!) con servizio riparazioni proprio (Tel 0848 844 100) Lavastoviglie ESL 6270 3. Montaggio con propri falegnami qualificati Classe AAA, massima silenziosità con 4. Cucine compreso elettrodomestici già a partire il programma automatico. da Fr. 8000.- fino Fr. 80’000.5. Adattamenti chiavi in mano con direzione Tutti piani di cottura in vetroceramidei lavori, compreso smontaggio, muratori, ca a induzione di Electrolux elettricisti, idraulici, piastrellistri, ecc. Rapidità, sicurezza, pulizia e risparmio: tutte caratteristiche che contraddistin- 6. Diritto di cambio entro 30 giorni per tutti gli guono questo miracolo della tecnica. apparecchi ad incasso, anche se usati In più FUST ed Electrolux vi regalano tre 7. Fino a 10 anni di proroga della garanzia per tutti pregiate pentole del valore di CHF 280.gli apparecchi incorporati Forno combinato professionale EB SL 70 cn Tutto in uno: cottura tradizionale, a vapore e grill. Prodotto in Svizzera. Gratis un corso di cucina, prima e dopo l’acquisto.

36 studi di cucine e bagni, più 10 centri di prova, nelle vostre vicinanze: Grancia/Lugano Centro Grancia, Tel. cucine/bagni 091 960 53 90

Quanto segue parla a favore delle cucine FUST:

Giubiasco/Bellinzona Via Campagna 1, Tel. cucine/bagni 091 850 10 24

CUCINA / BAGNO RINNOVAMENTO

www.fust.ch

Ing. dipl.

10% di sconto su tutte le cucine Superofferta Prezzo speciale per 0.-

Ulteriore

Solo

Questo potrebbe essere il mese degli imprevisti e della rivoluzione, dove tutto può accadere quando meno ve l’aspettate. Inizia da ora un periodo di profonde trasformazioni dove molte credenze verranno sovvertite, molti schemi ribaltati, molti tabù infranti. Plutone è il pianeta che segnerà queste svolte epocali. Esso è appena entrato in Capricorno a fine gennaio 2008, vostro segno opposto, dove resterà per molti anni e dove ora si trovano anche Giove e Venere, pianeti sorretti però da Saturno in aspetto positivo. I single fra voi potrebbero incontrare il grande amore o qualcuno che avrà un grande impatto nella propria vita. A livello professionale c’è desiderio di elevarsi, di rendersi indipendenti, di mostrare i propri talenti. Molto movimento di denaro e trattative fiscali in vista. Salute: liberatevi da vizi nocivi.

È l’ora dei saldi sulle cucine Fust

Cucine gennaio e febbraio Prima

CANCRO 22/6 - 22/7

E funziona.

ILLUSTRAZIONE TICINESE 01-08

47


OROSCOPO

BILANCIA 23/9 - 22/10

Marte positivo ai pianeti in Aquario vivacizza l’elemento Aria e l’intelletto, e vi sprona a dar prova delle vostre abilità orali e creative. Ora vi sentirete particolarmente ispirati. Inoltre, circostanze favorevoli vi apriranno nuove strade. Ottimo feeling con i bambini. Qualcuno di voi potrebbe anche intraprendere la strada dell’insegnamento, in qualsiasi ramo. Sia nelle trattative, sia negli studi, mostrerete una singolare lucidità. E non scoraggiatevi se Giove e Plutone “remano contro”. Dovete infatti dar prova di resistenza come in una grande gara fra campioni. Anche in amore l’atmosfera potrebbe essere disturbante, almeno nella prima metà del mese, ma poi Venere diventa più trasgressiva e avventurosa, stimolando fra l’altro un forte desiderio di libertà e indipendenza. Salute: curatevi con suoni, colori o agopuntura.

SCORPIONE 23/10 - 22/11

Questo non sarà un mese facile per voi, almeno nei primi 20 giorni, visto che Sole, Mercurio, Nettuno e Chirone si trovano in aspetto molto dissonante, complice anche l’eclissi del giorno 7, disturbando il vostro sonno e creando un po’ di turbolenze nell’atmosfera domestica, ma anche con colleghi e amici. Si sa che voi avete bisogno di una certa adrenalina per sentirvi vivi. Può anche darsi che dobbiate sostenere qualcuno in difficoltà o accettare dei “distacchi dolorosi”. Non è forse ora di liberarsi di vecchi ricordi, anziché crogiolarsi nella nostalgia? Chiedete al vostro angelo guaritore di aiutarvi. A favore avete tre pianeti importanti per lungo tempo ancora: Urano, Giove e Plutone. La loro energia è potente e, una volta fatto il grande passo, vi schiuderanno le porte di grandi scoperte. Lasciatevi guidare.

SAGITTARIO 23/11 - 21/12

Ecco un mese estremamente vivace per voi che amate il movimento, l’avventura e i viaggi. Saranno molti gli inviti, le offerte, gli appuntamenti, gli spostamenti. Ma attenzione, perché avrete Marte in opposizione, per cui guidate con prudenza e non gettatevi a capofitto ovunque. Per qualcuno di voi si tratterà di trovare il lavoro giusto, la scuola giusta, la cura giusta e nuovi amici. Potrete persino unire l’utile al dilettevole. Anche l’economia migliorerà. Le relazioni pubbliche sono quanto mai indispensabili per voi commercianti e abili venditori. La vostra dialettica persuasiva risulta sempre molto produttiva. Approfondite le lingue straniere e, anche se non siete giovanissimi, osate iscrivervi a qualche corso che tratti argomenti insoliti e frequentate gente. È molto costruttivo scambiarsi le proprie esperienze. Salute: depuratevi.

CAPRICORNO 22/12 - 20/1

Mese intrigante e anche molto impegnativo. Giove, Venere e Plutone nel vostro segno ricevono il trigono di Saturno, mentre gli influssi “aquariani” spingono all’apertura, al rinnovamento, alla ricerca di indipendenza e di un lavoro speciale, fatto su misura per voi. Potreste anche avere dei contatti con i mass media o interessarvi di politica. Qualcun altro potrebbe darsi alla scrittura, al teatro e/o veder riconosciuti i propri sforzi di anni di lavoro su un progetto importante o ancora inserirsi in un’associazione umanitaria per dare il proprio contributo. Gli studi, la conoscenza e la cultura sono importanti, ma che conta è l’esperienza e la saggezza nel sapersi muovere e promuovere con umiltà. In amore cercherete, oltre alla passione, fedeltà e stabilità. Salute: evitate sport rischiosi e non esponetevi alle correnti.

AQUARIO 21/1 - 19/2

Marte dai Gemelli sostiene tutti i vostri pianeti in transito stimolandovi forse un po’ eccessivamente. Evento importante quello del giorno 7, perché si verifica un’eclissi anulare di Sole nel vostro segno: questo può avere effetti diversi. Dovrete controllare un’esagerata tendenza a strafare e l’impulsività a buttarvi un po’ dappertutto. Evitate avventure rischiose. Per contro, può regalare grande ispirazione, interessante per fare ottimi affari, sbrigare trattative importanti, affrontare esami o colloqui, aiutati in questo dai pianeti in Capricorno, che promettono contatti vantaggiosi. E anche in amore ci sono da aspettarsi sorprese, magari una dichiarazione inaspettata? Pur essendo spiriti liberi, ora tenderete a prediligere rapporti più stabili. Salute: suoni, colori, massaggi dolci. Ecco la cura per il corpo e l’anima.

PESCI 20/2 - 20/3

Gli influssi “aquariani” tendono a spingere al rinnovamento interiore ed esteriore e questo potrebbe essere il mese delle grandi svolte, ma dovrete fare degli sforzi personali in questo senso. Urano è sempre ben sorretto dai pianeti in Capricorno e invita a scambiarsi le esperienze per aiutarsi vicendevolmente. E l’amore? Apprezzate la stabilità degli affetti veri. Le avventure lasciano il tempo che trovano. Ciò che non aiuta l’evoluzione è seguire gli istinti bizzarri di Marte che tende a confondere la realtà, a farci trascinare da amici poco raccomandabili o ad agire impulsivamente. Attenzione all’eclissi lunare del 21.2 nel vostro segno opposto. Il vostro sistema nervoso questo mese sarà particolarmente sollecitato, per cui, sarà proprio attorno a quei giorni che dovrete stare più tranquilli e cercarvi degli spazi ove rigenerarvi.

CLORIS SCIARONI - per info e consulti tel. 091 930 02 32 o scrivete via e-mail a: universal-mente1@bluewin.ch - www.astro-therapy.org

Per ragazzi da 7 a 16 anni ad

Corsi estivi di

lingua e sport ARIANA

• Inglese • Francese • Tedesco

&

Tennis, pattinaggio su ghiaccio, golf, escursioni ecc.

SPRACHKURSE ARIANA AG, Monica A. Schmid Höhenweg 60, 9000 San Gallo, www.ariana.ch telefono 071 277 92 91, fax 071 277 98 27

ILLUSTRAZIONE TICINESE 01-08

49


SC

w

.il

PERSONAGGIO

e.

ch •

• ww

CACCIA AL

CAM I RI A

A D

CRUCIVERBA

lu str azio

n

Siete degli amanti della lettura? Allora, risolvete il cruciverba e riportate nel casellario le lettere risultanti nelle caselle contrassegnate dai numeri in rosso. Risulterà il nome di un personaggio del romanzo “Per chi suona la campana”. a cura di Daniela Sandrini

1

2

3

4

5

6

7

8

9

12

10

11

13

3 15

14

16

illustrazione TICINESE

N° 1 - 1 FEBBRAIO 2008 Fondata nel 1931 - 12 edizioni annuali, tiratura 130.776 copie (tiratura controllata REMP 2006) REDAZIONE CP 418, 6908 Lugano-Massagno via Massagno 10 Tel. 091 972 26 20 - Fax 091 972 45 65 info@illustrazione.ch EDITRICE Tredicom SA, 6908 Lugano-Massagno DISTRIBUZIONE AWZ - Lugano AMMINISTRAZIONE E PRODUZIONE Marco Werder INSERZIONI TICINO E ITALIA: Tredicom SA Tel. 091 973 20 10 - Fax 091 972 45 65 info@illustrazione.ch Edimen S.a.g.l. - Tel. 091 970 24 36 edimen@edimen.ch SVIZZERA TEDESCA E ROMANDA: Grütter-Werbung 4914 Roggwil - CP 176 Tel. 062 929 27 82 - Fax 062 929 27 82 gruetter-werbung@besonet.ch CAPO REDATTORE Matthias Werder GRAFICA Tredicom SA, Gabriele Campeggio

4 17

18 20

23

COLLABORATORI REDAZIONALI

19 22

21 25

24

26

2 27 31

35

36

32

33

37

39

Stefano Ember

Graziano Guerra

Marco Ortelli

Stefano Pescia

Roberto Rizzato

Stéphanie Scatizza

Roberto Schneider

Cloris Sciaroni

Lorenza Storni

Alda Viviani

41

40

1 43

45

44 46

ORIZZONTALI: 1. Un peso del pugile 12. Lo usa il meccanico 13. In coppia con Gian 14. Porto e città francese 15. Più che buona! 17. Alloggi centrali 18. Rimanenza 20. Commossa, impressionata 23. Il nome della Wertmüller 25. Atomi 26. Quattro romani 27. È un pegno d’amore 29. Lo sport della Figini 30. Norvegia e Cuba 31. Lo sono i pirati di Salgari 34. Alcolisti Anonimi 35. Collinette del deserto 37. Arrischiati, arditi 39. Il nome di Ramazzotti 40. Un’andatura del cavallo 42. Marina nel cuore 43. Valutazioni 44. Spagna e Arkansas 45. Narrazione epica 46. Assicurazione Invalidità 47. Maestria.

47

VERTICALI: 1. Celebre romanzo di D. De Foe 2. Il nome di Vittorini 3. Il filosofo di Sinope 4. Il nome di Fleming 5. La Bella danzatrice 6. I confini di Mogno 7. Bel paesino malcantonese 8. Divide le nari 9. Giorni pari 10. Una tuta del soldato 11. Starnazza 16. Modulazioni 19. Lo studio delle cause delle malattie 21. Sciatta, trasandata 22. Pilota aerei 24. Negligenza, trascuratezza 28. Una nota e un articolo 32. Sono pratici e teorici 33. Andato in poesia 36. Negazione 38. Si contrappone a ipo 41. Un amico di Tex.

La soluzione del numero precedente era: PLUTO.

50

Elio del Biaggio

34 38

5 42

Giosanna Crivelli

29

28

30

Piergiorgio Antonella Broggi Baroni

ILLUSTRAZIONE TICINESE 01-08

Elena SternRémy Balestra Steinegger

“Il materiale redazionale e fotografico non richiesto non viene restituito”.

www.illustrazione.ch 6908 Lugano-Massagno c.p. 418 tel. 091 972 26 20 Pubblicità moto: TuttoSprint Tel. 079 697.49.65


VISO Per combattere efficacemente i segni che il tempo lascia inesorabilmente sul viso, Linea sana ha messo a punto una serie di trattamenti che, associati alla innovativa tecnica di fotoringiovanimento mediante luce pulsata, aiutano a correggere il precoce invecchiamento della pelle stimolando la produzione naturale del collagene. Tale processo permetterà di avere rughe meno evidenti con una pelle piú liscia ed elastica.

CAPELLI Con una consultazione e un test gratuito presso i centri Linea Sana potrai conoscere la verità sui tuoi capelli e le migliori tecniche per prevenire, combattere e sconfiggere la calvizie.

CHIRURGIA ESTETICA

DIMAGRIMENTO

Le migliori tecniche di chirurgia estetica vengono trattate dal medico Luca Borra spec. FMH in chirurgia plastica ricostruttiva ed estetica.

In un’atmosfera amichevole e di assoluto relax potrai goderti il piacere di modellare il tuo corpo senza sottostare a diete impossibili o a faticose ginnastiche. La metodica di intervento è un insieme di trattamenti personalizzati, piacevoli e rilassanti in grado di esaltare i principi attivi dei prodotti utilizzati e di creare una sinergia tra di loro. Un sistema collaudato ed efficace che ti aiuta a dimagrire senza perdere il buon umore.

CELLULITE Linea Sana ha messo a punto un programma di trattamenti mirati e specifici che risultano utili a contrastare gli inestetismi e le diverse manifestazioni della cellulite.

DEPILAZIONE LASER E LUCE PULSATA Con l’innovativo sistema a luce pulsata adottato da Linea Sana potrai ridurre gli inestetismi dei peli superflui in modo permanente e progressivo. Questo sistema, non invasivo, agisce generando una luce ad alta intensità che, attraversando la pelle, surriscalda i follicoli e danneggia la matrice pilifera. Il tutto senza causare dolori, effetti indesiderati e nella più totale sicurezza e comfort. Per l’uomo e la donna, la tecnica si dimostra efficiente, veloce ed economica.

www.lineasana.ch - info@lineasana.ch

CENTRO DI DIMAGRIMENTO – FOTO-RINGIOVANIMENTO VISO - DEPILAZIONE LASER – ANALISI E CURA DEI CAPELLI - CHIRURGIA ESTETICA

LUGANO Via Pretorio, 11 Telefono 091 923.20.90

BELLINZONA Viale Portone, 5 Telefono 091 825.65.06

CHIASSO Corso S. Gottardo, 54 Telefono 091 682.77.09

LOCARNO Viale Verbano, 3 Telefono 091 743.92.18


Non avrei mai pensato che mio marito mi lasciasse per una donna piĂš matura.

La vita, a volte, non segue i nostri piani. Pensate alla previdenza con la numero uno. Chi pensa in tempo alla previdenza e investe con Swiss Life, è pronto ad affrontare gli imprevisti del futuro. Le soluzioni d’investimento e previdenza elaborate dai nostri esperti tengono conto della vostra età, delle vostre esigenze e del vostro profilo di rischio. Rivolgetevi alla numero uno sul mercato. Tel. 0848 841 000. www.swisslife.ch


Illustrazione Ticinese n. 1 - 2008