Page 1

Ufficio stampa

Rassegna stampa IDV Emilia Romagna del 16.10.2012 regionale

Pagina 1 di 31


INDICE

Bologna Santa Lucia rinasce: bancarelle ecochic e merce più natalizia 16/10/12

Corriere di Bologna

Comune, scintille Pd Idv sugli accertatori della sosta 16/10/12

Corriere di Bologna

Delibera sulla sosta, il Pd snobba l’Idv “Non vota? Più affidabili i grillini” 16/10/12

La Repubblica Bologna

Effetto Veltroni sui democratici il club di “quelli che rinunciano” 16/10/12

La Repubblica Bologna

Nasce Hera-Acegas, non muore la polemica 16/10/12

5 6 7 9

Unità edizione Bologna

In Comune si litiga sulla gestione della sosta 16/10/12

4

10

Unità edizione Bologna

Piacenza Posti vuoti in commissione elette 16/10/12

11

Libertà

Amici del Capitolo contro Gazzola (Idv) e Legambiente 16/10/12

Libertà

Palazzo uffici,minoranze divise su mozione di M5s 16/10/12

Libertà

«Pari dignità con Parma, restino i centri direttivi» 16/10/12

12 13 14

Libertà

Reggio Emilia Tassa rifiuti, no Iva Si temono class action 16/10/12

16

La Nuova Prima Pagina di Reggio Emilia

Modena Vallone si prende i Lavori Pubblici 16/10/12

17

Gazzetta di Modena

Ridistribuzione delle deleghe in giunta 16/10/12

18

Il Resto del Carlino Modena

Varato il mini rimpasto nella giunta Pistoni: ecco il giro di deleghe 16/10/12

Modena Qui

19

Ravenna Lite sulla webcam tra Pdl e M5S 16/10/12

20

Corriere Romagna Ravenna

PREMIO NOBEL L’Europa che vale 16/10/12

21

Corriere Romagna Ravenna

I dubbi del M5S Sel: ‘Occasione di trasformazione’ 16/10/12

La Voce di Romagna Ravenna

Il paradiso della pesca sportiva Ecco il centro “Le Ghiarine” 16/10/12

La Voce di Romagna Ravenna

22 23

Forlì Cesena IDV RACCOGLIE FIRME 16/10/12

24

Corriere Romagna Cesena

PIANO COMUNALE Protezione civile 16/10/12

25

Il Corriere Romagna Forlì

Furti a raffica, e i poliziotti sono pochi 16/10/12

26

Il Resto del Carlino Forlì

Protezione civile, ecco il piano 16/10/12

27

Il Resto del Carlino Forlì

In corso Perticari da questa mattina raccolta firme per i 4 quesiti referendari 16/10/12

La Voce di Romagna Cesena

28

Rimini Marano, tetto insonorizzato o stop al ballo 16/10/12

29

Corriere Romagna di Rimini

Pagina 2 di 31


Un ‘tetto’ alle licenze dei locali 16/10/12

30

Il Resto del Carlino Rimini

Marano, già si programma l’estate 2013 16/10/12

31

La Voce di Romagna Rimini

Pagina 3 di 31


press LinE

16/10/2012

CORRIERE DI BOLOGNA

Periodicità: Quotidiano Tiratura: n.d.

Direttore Responsabile: Armando Nanni

Diffusione: n.d.

Commercio il bando per riqualificare la storica fiera vinto da un arc tetto romano: banchi in stile Portico dei Servi

Un altro passo avanti verso la riqualificazione del mercatino di Santa Lucia, che entro il Natale 2013 mostrerà, finalmente, il suo nuovo volto alla città. La giuria del concorso di progettazione bandito da Cofibo, il consorzio di operatori della fiera del Portico dei Servi, Ascorn. e Ordine degli architetti ha individuato il vincitore nello studio romano BianchiVenetoarchitetti, scegliendo tra 47 ipotesi provenienti dagli studi di tutta Italia. La commissione tecnica prenderà contatto con l'autore del progetto arrivato primo, l'architetto Roberto Bianchi di Roma, per valutare gli aggiustamenti necessari. L'intervento comprenderà nuove strutture di vendita, la riorganizzazione degli spazi, la scelta dei materiali, degli arredi e dell'illuminazione e la spesa sarà a carico del consorzio degli ambulanti (il bando prevede 150mila euro). Ma come sarà il nuovo mercatino natalizio di Santa Lucia? I chioschi saranno di legno liscio vicino alla chiesa e con finiture tutti gli altri: l'involucro delle bancarelle sarà «forato» secondo un disegno, una. x, che riproduce l'ornamento presente sulla trabeazione del Portico dei Servi che in alcuni casi potrà essere accoppiata a led colorati. L'illuminazione sarà integrata con proiettori che accenderanno le volte del portico, i due accessi principali saranno resi visibili con totem con insegna, mentre nel piazzale interno al quadriportico verrà posizionata una pedana lignea per concerti. «C'è un grande potenziale economico in questi mercatini ---- dice l'assessore INadia Monti, spiegando le ragioni di questo rinnovamento —, ma con il tempo quello di Santa Lucia ha perso la sua tradizione merceologica, tenendo allora conto di quanto sia importante la tradizione secolare del presepe bolognese, abbiamo iniziato un ragionamento per riqualificare la nostra fiera». Se dunque il mercatino aveva perso la sua anima natalizia, il rilancio avverrà ridefinendo la connotazione dei suoi prodotti: «Nella tipicità del mercatino ci deve essere

Santa Lucia rinasce bancarelle «eco-chic» e merce più natalizia

Via. dal 2013, «venditori selezionati» anche un elemento di novità, ma ispirato al contesto storico», precisa Monti. «L'obiettivo è rendere prevalente l'articoio natalizio, anche se è vero che se nelle tabelle del regolamento comunale tra la merceologica ammessa, oltre ad alberi di Natale e presepi, ci sono anche dolci, giocattoli e oggettistica da regalo — precisa Annamaria Beckers di Fiva-Confcommercio ci sarà una selezione tra i venditori, qualora si aderisca al progetto, ciascuno potrà decidere cosa fare, potrà anche vendere la sua bancarella ad altri, ne ha il diritto». In-

tanto H12 dicembre con Roberto Bianchi verranno premiati anche i progetti degli altri architetti arrivati rispettivamente al secondo e terzo posto: deeveranno nell'ordine 4.000, 2.000 e 1.500 euro. Tutti e 3 verranno presentati con una mostra proprio durante la fiera di Santa Lucia, assieme ai due rendering che si sono aggiudicati una menzione speciale, quelli dei bolognesi Caterina Michellni e di Fabrizio Tozzoli. A valutarli, la giuria guidata dal designer Massimo losa Chini.

Andrea Rhaidl

L'assessore Monti Con il legupo à fiera dì Santa Luda ha nasoa sua tradilone mereenbOca, otl. vogliamo fatla floaseem

Pagina 7

Pagina 4 di 31 Riproduzione autorizzata licenza Ars Promopress 2012-2015


pressunE

16/10/2012

CORRIERE DI BOLOGNA Direttore Responsabile: Armando Nanni

Periodicità: Quotidiano Tiratura: n.d. Diffusione: n.d.

caso È passata senza il voto dei dipietristi la delibera per h messa a gara del servizio. Lepore: per loro un problema di poltrone

Comune, scintille Pd-khr sugli accertatori della sosta Alla fine, la delibera per la messa. a gara dei servizi degli accertatori della sosta dopo la liquidazione di Atc e la nascita di Tper è passata senza problemi con il voto favorevole del Pd e della lista Fra.scaroll-Sel, ma anche quella di ieri è stata una giornata di passione in consiglio corn.unale. Non solo perché a Palazzo è andata in scena l'ennesima protesta (ieri ad interrompere la seduta. sono stati i lavoratori di Atc sosta che chiedono un affidamento diretto a Tper), ma per l'ennesima fibrillazione in maggioranza. Sei ha ottenuto di far votare alcuni emendamenti presentati dal Movimento Cinque Stelle e poi ha dato voto favorevole alla delibera. Durissimo braccio di ferro, invece, con fldv perché ancora una volta (era

già successo con la, delibera sulla fusione tra Hera e Acegas la settimana scorsa) il capogruppo dei dipietristi Pasquale Caviano ha votato contro il provvedimento. La novità è che il Pd non ne può più de[l'Idv e ieri è partito l'attacco. Un attacco che però per il momento non arriva a mettere in discussione la, permanenza. dell'assessore dipietrista nella giunta Merda, Nadia Monti. «L'Italia dei Valori • ha attaccato ieri il capogruppo dei Democratici, Sergio Lo Giudice • fa parte della giunta e dovrebbe conoscere in maniera molto puntuale il perché non si può procedere con l'affidamento diretto. In questa occasione si è dimostrato più affidabile il Movimento 5 Stelle che ha presentato emendamenti dando per scontata

l'impossibilità dì un affidamento diretto. Onore alla buona fede di chi ha preso atto. Per noi però il problema non è la giunta Merola visto che il sindaco è autonomo nelle sue scelte, ma la maggioranza del consiglio comunale e i rapporti con l'Idv». 11 tema tocca comunque anche la giunta. Ieri l'assessore Matteo Lepore ha accusato l'Idv di aver votato contro più pensando alle poltrone che hanno perso nell'azienda dei trasporti che al posti di lavoro. Durissima replica del segretario, Sergio Mandini: «Non abbiamo nessuna poltrona da difendere, Lepore pensi piuttosto a portare dei risultati». Sul merito a provare a rassicura-. re i lavoratori ci ha pensato la vicesindaco e assessore al Bilancio. Silvia Giannini: «Il bando e non l'affidamento diretto della sosta — ha spiegato • è l'unico modo per fare del bene ai lavoratori di Aie sosta perché affidare il servizio a una società in house sarebbe stato un danno sia per l'azienda che per i suoi dipendenti e per i dipendenti comunali, visto che il patto di stabilità avrebbe bloccato tutto». O. Ro.

Pagina 7 timiki

,k

han.relle eee,reele» e c'e, pe nerdiDia

Pagina 5 di 31 Riproduzione autorizzata licenza Ars Promopress 2012-2015

;g2:53;1LX

'');ttik


16/10/2012

pressunE

Periodicità: Quotidiano Tiratura: n.d.

Direttore Responsabile: Ezio Mauro

Diffusione: n.d.

Delibera sulla sosta, il Pd snobba l' Idv "Non vota? Più affidabili i grillini" NUOVA grana nella maggioranza a Palazzo d'Accursio. Dopo la spaccatura sulla fusione Hera-Acegas ieri ancora uno scontro tra i partiti che sostengono la giunta Merola per la votazione sulla messa in liquidazione di Atc Sosta e l'affidamento tramite gara del servizio. La delibera è passata, dopo duesospensioni per le proteste dei lavoratori e le accuse reciproche tra i consiglieri, ma il rappresentante dell' ldv Pasquale Caviano ha votato contro sotto il tiro incrociato dell'assessore Matteo Lepore («Difendete poltrone, non posti di lavoro», ha detto) e del capogruppo Pd Sergio Lo Giudice, che ha lodato il comportamento del Movimento cinque stelle. «Mi duole dirlo ma si è dimostrato più affidabile dell'Idv. Onore alla buona fede», dice il Democratico, perché i grillini non hanno votato a favore ma presentato emendamenti per migliorare l'atto. «Sono sorpreso che il contenuto della delibera sfugga all'Idv che ha un componente in giunta», ha dichiarato Lo Giudice riferendosi all'assessore Nadia Monti, dipietrista. Più in là si spinge Lepore, che legge il com-

portamento di Caviano come una difesa di Claudio Claroni, attuale presidente di Atc Sosta che all'epoca di Delbono era tra i papabili per un assessorato in quota ldv. «Se qualcuno vota contro lo fa per difendere logiche di bottega nella gestione dellasocietà, stiamo parlando di poltrone, non di posti di lavoro», attacca Lepore. Affondo che

h,%;emAtz: Cue volte Col :avoraoA z k'b:z • %Z.:de;à però Caviano non raccoglie. «La nostra non è una posizione polemica, siamo nella maggioranza. Ma questo non è nel programma di mandato», spiega. Sel vota a favore ma con l'Idv usa bastone e carota. «Spiace che qualcuno non abbia letto la delibera», dice Cathy La Torre, mentre Lorenzo Cipriani esprime «rispetto» per la decisione. (m.b.) C RIPRODUZIONE RISERVATA

Pagina 3

Dalla carta alla p lastica. F3o logna si di fferenAa stasera. d sla alla raccole dersacchett

Pagina 6 di 31 Riproduzione autorizzata licenza Ars Promopress 2012-2015


16/10/2012

press LinE

Periodicità: Quotidiano Tiratura: n.d.

Direttore Responsabile: Ezio Mauro

Diffusione: n.d.

Effetto Veltroni arriva col libro e scompagina la politica MARCO MAROZZI

Walter Veltron i

v

ELTRONI può far bene anche a Bologna. Se i parlamentari incassano 20mila euro lordi, può essere un investimento discreto anche annunciare che non sivuol (più) fare il deputato e il senatore. Walter Veltroni arriva per spiegarlo venerdì pros simo, il giorno dopo Matteo Renzi, in una città da decenni non più laboratorio. L'hanno chiamato a presentare il suo libro, "L'isola e le rose", nuovo sogno di un mondo che potrebbe-dovrebbe essere e non c'è. Occasione perfetta, ora che ha detto di non candidarsi più, per mostrare che lui ha successo e futuro in barba a dalemiani e rottamatori. In via Gerolamo Rainaldi, costruttore del Palazzo Nuovo in Campidoglio e a Bologna della chiesa di Santa Lucia, patrona degli orbi. Destinie siti si sposanoperl'ex sindaco che indica una nuova luce. Allora, in tempi in cui i p olitici non sono granchè amati dal popolo, chi anche da queste parti investirà sul non candidarsi? SEGUE A PAGINA V

Pagina 1 Pa croaniludamanola,

Debutta il colosso Hera Mori u Acegas

Pagina 7 di 31 Riproduzione autorizzata licenza Ars Promopress 2012-2015


16/10/2012

press unE

Periodicità: Quotidiano Tiratura: n.d. Diffusione: n.d.

Direttore Responsabile: Ezio Mauro

L' ex segretario venerdì sarà in città per presentare il suo ultimo libro "L'isola delle rose"

Effetto Veltroni sui democratici il club di "quelli che rinunciano" (segue dalla prima di cronaca)

, F

MARCO MAROZZI

CHE fine farà, nella generale caduta di maschere, l'iIdea del segretario regionale Pd, Stefano Bonaccini, bersaniano doc, di primarie per scegliere i candidati al Parlamento, vecchi e nuovi, senza guardare in faccia a nessuno, come negli Usa? Walter Vitali, l'amico n.1 del Uolter nazionale, ha già fatto sapere da temp o che non sarà più in Parlamento: si occuperà del suo Laboratorio Urbano con cui, da ex sindaco, cerca di dare idee alla politica metropolitana. Se Bonaccini si è chiamato fuori dalla corsa romana da un mese e più, puntando sull'Emilia e sulla sua Modena, Raffaele Donini, il segretario bolognese del Pd, pro-

Walter Veltroni

prio ieri ha rinunciato a candidarsi per seguire il partito. Veltroni esce dal Parlamento e piomba ancor più nella campagna elettorale entro il Pd. Vassallo, veltroniano e sostenitore di Matteo Renzi, parla di "dimostrazione di stile" su cui "altri" devono "riflettere" e chiama il Pd a usare in modo equanime, non in toto pro Bersani, la propria macchina "organizzativa, umana, finanziaria". Motivo che tornerà in queste settimana, anche se Veltroni cerca di svincolarsi dai paragoni e dagli accoppiamenti, mentre con Romano Prodi il grande freddo scatenatosi con la caduta del governo del professore è stato superato dall'appoggio di entrambi al (non ammesso, ma con tante firme) referendum sulla legge elettorale. Gara di capacità mediatiche, con Renzi che giovedì, il giorno prima, pure lui aBologna a cercare di battere tutti come fantasia. In questo quadro tutto da vedere quanto sia meno remunerativo ma più gratificante fare p olitica sul territorio. Cosa decideranno Antonio La Forgia e Arturo Parisi, due nomi storici agli sgoccioli dei 15 anni in Parlamento?

Arriverà il giorno dopo Renzi, ma lo ha anticipato annunciando di rinunciare a una candidatura per le prossime elezioni. Facendo proseliti Entrambi sono molto critici con Bersani e vicini a Prodi, mentre la portavoce del premier, Sandra Zampa, proprio oggi con Donini presenta il coordinamento pro

Bersani. Parlamentari che scendono, parlamentari che vo gliono un altro giro, con l'incognita delle primarie. In epoca di antipolitica, l'ipotesi di Bonaccini cresce in valore etico, ma si scontra con problemi politici. Se ci sarà la riforma elettorale con i collegi uninominali, come si potranno bilanciare le candidature fra le varie correnti (anime) del Pd? Il Cencelli interno diventa impossibile, con il rischio che vincano i candidati della struttura e la minaccia di sorprese come peri sindaci (daF orlì a Milano) . Rinnovamento in ogni caso si impone, mentre persino il decaduto Formigoni dice di voler rinunciare al listino presidenziale che alle elezioni regionali sceglie i candidati sicuri in base al bilancino fra i partiti RIPRODUZIONE RISERVATA

Pagina 5 Munto, i mutali ilpardtonon si schieri

, . ADDIAVeltinnoul dem. clubd,quelk chroAnu

Pagina 8 di 31 Riproduzione autorizzata licenza Ars Promopress 2012-2015


press LinE

l'Unità Romagna

16/10/2012 Periodicità: Quotidiano Tiratura: n.d.

Direttore Responsabile: Claudio Sardo

Diffusione: n.d.

Nasce Hera Acegas, non muore la polemica Un gigante con 2 milioni di clienti e un giro d'affari di 4,5 miliardi Diciassette i comuni dissidenti BOLOGNA PAOLA BENEDETTA MANCA

bologna@kinItait Dopo settimane di polemiche diventa realtà la fusione tra Hera e Acega.s-Aps. L'assemblea degli azionisti della multiutilty ieri ha approvato la fusione per incorporazione della holding che fa capo ai Comuni di Padova e Trieste e che controlla. il 62,69% di Acegas-Aps, Il matrimonio tra le due multiutility ha spaccato la maggioranza del centrosinistra in diversi Comuni emiliano-romagnoli. Diciassette di loro, tra cui due big come Forlì-Cesena e Rimini, hanno votato contro la fusione. A Bologna, il Consiglio Comunale che ha approvato la delibera di fusione è durato fino a notte:inoltrata, registrando la più grave divisione nella coalizione di centrosinistra dall'inizio del mandato di Virginio Merola: Sei e ltdv hanno votato contro il provvedimento, difeso invece dal Pd. Ieri, Daniele Manca, sindaco di Imola e presidente del Patto di sindacato di Fiera ha sottolineato la necessità dell'operazione definendola «decisiva per la competitività del nostro sistema territoriale ed economico» e per «la salvaguardia dell'occupazione». «Se non avessimo questa dimensione - ha puntualizzato saremo spazzati via dalle liberalizzazioni. Noi che abbiamo combattuto contro la privatizzazione l'orzata con il referen-

(111111>>. Ma resta ferma la contrarietà dei

Comitati per l'acqua pubblica e di Legambiente. « il voto di questi giorni - evidenzia il presidente regionale dell'associazione, Lorenzo trattini - testimonia una forte impreparazione dei Corno ili», «Non è ideologico evidenziare - aggiunge, riferendosi ad Hera-Acegas - che chi guadagna dallo smaltimento potrebbe avere difficoltà a perseguire politiche di forte raccolta differenziata e riduzione La fusione sarà efficace a partire dal l gennaio 2013. Nell'ultima fase dell'operazione è previsto l'ingresso nel capitale sociale del Fondo strategico :italiano, controllato dalla Cassa depositi e presti-

ti, con una quota che pota. arrivare fino al 6%. Non ci saranno, dopo la fusione, tagli agli stipendi dei dirigenti di Hera. Lo ha. messo in chiaro il presidente Tomaso 't'ommasi di Vi grano, durante l'assemblea degli azionisti. La riduzione dei compensi è, invece, una delle garanzie che il Pd vuole chiedere ad Hera per rafforzare il controllo dei Comuni sull'azienda. Le altre sono: maggiori investimenti sul territorio, ri publicizzaz ione e rimodulazione delle tariffe per me-no abbienti. Tutte rich ieste contenute in un ordine del giorno che il consigliere Democratico Francesco Errani avrebbe dovuto presentare ieri in Commissione Pianificazione ma di cui è stata rimandata la trattazione alla prossima settimana. A Padova, proprio il taglio degli stipendi dei dirigenti di Acegas ha portato alla convergenza tra. Sei e Pd in Consiglio Comunale sul voto alla fusione. La nuova multiutility diventerà il secondo gruppo tra le locai utility nazionali con un valore superiore a 4,5 miliardi di giuro, grazie agli oltre 2 milioni di clienti. Tomasi ieri ha chiarito due concetti fondamentali. «Con la fusione la quota pubblica cresce mentre a calare può essere quella di un singolo sindaco. Se qualcuno, però, - ha avvertito - pensa che debba alzare la voce per chiedere qualcosa di più nella gestione dei servizi, è chiaro che quel problema non è solo aziendale». In ogni caso - ha. specificato rivolgendosi ai Comuni ribelli - la gestione è «fatta per omogeneità dei territori». Ha spiegato poi che il gruppo intende espandersi ad Est, congelando quindi matrimoni futuri con li -en e A2a che creino una mega-utility del Nord. «Il mercato del Nord-Est è più consono ad operazioni del tipo e della taglia che siamo in grado di fare, per questo abbiamo scartato nei mesi scorsi alcune offerte di alleanze».

Pagina 25

Pagina 9 di 31 Riproduzione autorizzata licenza Ars Promopress 2012-2015


press LinE

l'Unità Romagna Direttore Responsabile: Claudio Sardo

16/10/2012 Periodicità: Quotidiano Tiratura: n.d. Diffusione: n.d.

In Comune s itiga sulla gestione della sosta Una settimana dopo lo scontro su Here, ad affiorare in consiglio tornano comunalerzi cetr meroa. i;listra che sostiene Virginio deiram In aula si discute la decisione la so ministrazione di mettere sosta gestita finora da Atc: unaapartit gara a e quale già Sei aveva espresse riserve, prin 7e, Ma ad andare all atta cc osoper ' le sue giun che ha chiest o e dSti at congelare il provvedimento,

«in caso contrario- ha avvertito il consigliere Pasquale Caviano- sarò costretto ad esprimere voto co t Dura la reazione della giunta. i n rari. ». non reffidamento diretto della a band° usta e l'unico modo per fare dei P a ff i lavoratoti di Atc sosta», b chèal servizio una società in house « -areb stato un danno sia per l'azienda, r3 • i suoi dipendenti e per i led la comunali», dice vicesindac°

Pagina 25 ' Nasce Ikra-Accgas, non °morda pokrnioa

Pagina 10 di 31 Riproduzione autorizzata licenza Ars Promopress 2012-2015


press LinE

LIBERTÀ QUOTIDIANO DI PIACENZA FONDATO DA ERNESTO PRATI NEL 1883

Direttore Responsabile: Gaetano Rizzuto

16/10/2012 Periodicità: Quotidiano Tiratura: 32.634 Diffusione: 26.480

- Polemiche le due esponenti grilline e la pidiellina °pizzi: stiamo fuori

Posti vuoti in commissione elette Maggioranza e Girometta (Pdl): organismo utile. Contrari Idv e M5s Divide i gruppi consiliari e gli schieramenti la commissione delle elette. L'organismo che all'inizio di ogni mandato munii' 'rativo viene costituito riunendo i consiglieri comunali del gentil sesso al fine di trattare temi legati alle pari opportunità ha creato stavolta fratture politiche più profonde che in passato. Basti dire che delle sette consigliere che siedono in aula, ben tre hanno reso noto che non faranno parte dell'organismo. La partecipazione, infatti, a differenza delle quattro commissioni permanenti, è su base volontaria. E ieri in consiglio comunale, chiamato a istituire con votazione la commissione delle elette, l'intenzione di non entrarci è stata messa in chiaro sia dalle due grilline Mirta Q uagliaroli e Barbara Tarquini sia dalla pidiellina Erika Opizzi: le prime, come tutto il. loro gruppo, hanno votato contro la costituzione: Opizzi si è astenuta, linea del Pdl ad eccezione di Lucia Girometta che si è invece pronunciata a favore. L'ok alla commissione è arrivato grazie al sì, oltreché di Girometta, anche della Lega, di Piacenza viva e di Sveglia, insieme a quello della maggioranza da cui è tornata però a smarcarsi l'Idv che ha votato contro, mentre Roberto Colla (Moderati) si è astenuto. Tarquini ha motivato il no del Movimento 5 stelle dicendosi scettica sulla possibilità della commissione di «arrivare a cambiamenti». A suo avviso «serve una rivoluzione culturale›) per migliorare la condizione femminile, e «spetta a noi donne lottare per i nostri diritti». I temi di competenza dell'organismo delle elette possono benissimo essere trattati dalle quattro commissioni permanenti, ha sostenuto la grillino trovando condivisione da parte di Samuele Raggi (Idv), di Marco Tassi (Pdl) e anche di Guglielmo Zucconi (Piacentini per Dosi) che ha dichiarato di votare però a favore per «disciplina di maggioranza». A perorare la causa della commissione è stato il. Pd con Laura Rapacioli, Giulia Piroli e Dalli& Negri che hanno parlato di positivi risultati raggiunti dalle elette nei precedenti mandati, dal Centro salute donna alla "sala rosa" al Pronto soccorso.

PASS VOLLEY, M5S NEL MIRINO

-Pirolhancepmzto i grillini sulla volontà di rinunciare agli abbonamenti alle partite di volley al. Palabanca di culi è fatto omaggio agli amministratori comunali: «Volete che siano dati ai più bisognosi, ma certi proclami cozzano con la regola evangelica che della carità non ci si vanta», ha attaccato Piroli trovando la sponda del piediellino Tommaso Poti («Solidarietà e carità sono belle se anonime, tutto il resto è pubblicità, anche elettorale, e non ha nulla a che fare con la dignità della persona»). Tornando alle elette, in favore della commissione si sono pronunciati anche Massimo Polledri (Lega), Girometta e Lucia Rocchi (Moderati) secondo cui «è uno strumento in più per far prendere coscienza all'opinione pubblica delle problematiche. delle donne». Colla ha motivato la sua astensione con il rammarico per la mancata partecipazione all'organismo di tutte le consigliere. STRANIERI,SÌ ALLO"IUSSOLr-La

seduta si era aperta con la votazione sulla risoluzione del Pd per il diritto di cittadinanza a chi nasce in Italia da genitori stranieri regolarmente residenti che era saltata lunedì scorso per mancanza del numero legale. No del centrodestra, sì della maggioranza senza l'Idv che si è astenuta come M5s.

Pagina 13 Posti voti iRAom m fissione elette

•••••••

Erika Opizzi e Lucia Girometta:pidiellìne divise sulla commissione delle elette (f. Lunini)

Pagina 11 di 31 Riproduzione autorizzata licenza Ars Promopress 2012-2015


press unE

LIBERTÀ QUOTIDIANO DI PIACENZA FONDATO DA ERNESTO PRATI NEL 1883

Direttore Responsabile: Gaetano Rizzuto

16/10/2012 Periodicità: Quotidiano Tiratura: 32.634 Diffusione: 26.480

Amici del Capitolo contro Gazzola (Idv) e Legambiente RE Sulla recente questione del

"raddoppiabile" utilizzo di vecchi pneumatici come combustibile per la Cementirossi interviene con una nota il Comitato "Amici del Capitolo": «Siamo in primis coinvolti in questa sitazione avendo non solo la Cementirossi a cento metri dalle abitazione, ma numerose altre industrie». Nel mirino del Comitato le affermazioni del consigliere provinciale Gazzola (Idv): «E' iniziata la campagna elettorale di aprile, viste le sue affermazioni - si legge nel comunicato - come mai, lei non ha aperto bocca sul tema del forno crematorio? Forse perchè era in consiglio comunale in maggioranza. Lei come altri non si è mai mosso, e visto per tutti i problemi di inquinamento che affliggono il quartiere Capitolo e la frazione del Gerbido, solo adesso si preoccupa degli abitanti di Piazza Cavalli! Perchè non va a valutare l'impatto ambientale della Safta, dell'inceneritore, (visto che bruciamo anche i rifiuti di Parma), il depuratore, l'autostrada e per finire la centrale dell'Enel. Quelli non si toccano, come mai? Perche Iren e gestita dalla sinistra, perchè l'autostrada si "tocca" solo per in alcuni casi (vedasi barriere solo a protezione di piazzale Milano). Ma l'unica ditta resasi sempre disponibile ad ogni nostra richiesta di chiarimenti sui dati dell'aria è proprio la Cementirossi, anche in questo caso, non si è smentita. Prima della pubblicazione su Libertà del progetto, ci ha interpellato per illustrarci il tutto e siamo rimasti d'accordo che ogni sei mesi ci illustrano i valori di diminuzione della Co2. Se il tutto se fosse confermato con effettivo abbassamento di Co2 ben venga finalmente quiche ditta che fa qualcosa per i propri "vicini". La vostra amministrazione cosa ha mai fatto fino ad ora per migliorare la vita dei bambini, anziani, e residenti del quartiere Capitolo? Avete invece, ed in silenzio, approvato qualsiasi cosa (forno crematorio ecc.) e, senza mai sentire il parere degli abitanti». «Le nostre osservazioni - conclude la nota - sono estese anche a Legambiente ed alla presidente Laura Chiappa: come mai non si attivata per il forno crematorio, non si è mai "fatta" vedere in quartiere, e adesso si fa promotore di cosa»? Pagina 12 di 31 Riproduzione autorizzata licenza Ars Promopress 2012-2015

Pagina 13


pressunE

LIBERTÀ QUOTIDIANO DI PIACENZA FONDATO DA ERNESTO PRATI NEL 1883

Direttore Responsabile: Gaetano Rizzuto

16/10/2012 Periodicità: Quotidiano Tiratura: 32.634 Diffusione: 26.480

Palazzo uffici, minoranze divise su mozione di M5s , Minoranze in ordine sparso sulla mozione di M5s che contesta la regolarità urbanistica dell'iter seguito per il progetto di palazzo uffici nell'area ex Unicem. Nel mirino in particolare la variante, licen. ziata nello scorso mandato, per la dismissione degli immobili comunali con cui finanziare la gran parte dell'opera. A difendere l'operaio del Comune è stato l'assessore Silvio Bisotti. La maggioranza ha respinto la mozione insieme a Sveglia, si sono astenuti Piacenza viva e Marco Tassi (Pdi), mentre a votare sì sono stati i grani, Erika °pizzi e Giovanni Botti (entrambi Pdi).

Pagina 13 Posti moti commissiove elette

- " .° ; 4ir'-;-; .; -.4

•í".tt,t'5:':

t•F,±I•

2-2:::,•Z.I.,3-Tr,r;,;;; . ,'. ±.,. : .2 .:::::111':-I...517:1 ! !:::•:±±:;.--:,.':, • :: :!•'':::

..-,

-

C,,_

g Pagina 13 di 31 Riproduzione autorizzata licenza Ars Promopress 2012-2015

.,...

d dm am

mmme -1.',.:.•,:-:..":! .',..

ZII: '.;f:•'"•g.::.7.:'gkr.5 ,'. ,1.,,,I I. CREI ,.11'li' . n-rvve


pressunE

LIBERTÀ

16/10/2012 Periodicità: Quotidiano

QUOTIDIANO DI PIACENZA FONDATO DA ERNESTO PRATI NEL 1883

Direttore Responsabile: Gaetano Rizzuto

Tiratura: 32.634 Diffusione: 26.480

Votato all'unanimità un documento che chiede al governo di salvaguardare il territorio piacentino. Il sindaco:azione di pressing sulla Regione

«Pari dignità con Parma, restino i centri direttivi» Rinunciando gli schieramenti a presentarsi ciascuno con un proprio documento, smussando gli angoli più spigolosi, il consiglio comunale è riuscito ieri pomeriggio a votare all'unanimità un ordine del giorno (odg) sulla problematica partita della riorganizzazione delle Province. Il testo si configura nella forma di un «invito al governo a considerare necessari» quattro punti con i quali principalmente la municipalità piacentina chiede pari dignità con Parma nel processo di accorpamento tra le due Province del ducato che fu delineatosi sin qui ai tavoli istituzionali. Il primo punto chiede che da Roma scaturisca infine un disegno di legge di riordino che «tenga conto del fatto che l'assegnazione di competenze, seppure di area vasta, alle Province non giustifica più la loro classificazione a enti locali di secondo livello». Le parti di maggior rivendicazione . territoriale arrivano dal punto due: «Salvaguardare i posti di lavoro e le professionalità dei dipendenti» di via Garibaldi (precari compresi) «attraverso un riordino complessivo della pubblica amministrazione che vado-

rizzi il capitale umano favorendone, se necessario, la formazione». Il terzo paletto entra nel merito della fase di attuazione che seguirà: dovrà «garantire la più. corretta e funzionale ubicazione di tutte quelle istituzioni o uffici legati allo Stato connessi alla sussistenza dell'ente Provincia (prefettura, questura, comandi di vigili del fuoco, carabinieri, guardia di finanza, camera di commercio e agenzia delle entrate), a tal fine individuando - e prescindendo dunque dall'ubicazione della città capoluogo - una funzionale collocazione d.egil uffici predetti, tenendo conto delle caratteristiche socio-economiche del territorio e delle esigenze di salvaguardia dell'ordine e la sicurezza pubblica e degli interessi economici nei nuovi territori provinciali». Infine, si conclude l'odg, vanno «previste adeguate forme di garanzia per le Province che dovranno trasferire a quella risultante dal riordino beni mobili, azioni, immobili e ogni altro conferimento oggetto di possibile valorizzazione, garantendo che i possibili proventi di quest'ultima

siano riservati a investimenti e/ o iniziative di utilità per il territorio dell'ente che originariamente degli stessi aveva la proprietà». Firmato da tutti i capigruppo a eccezione del Movimento 5 stelle, il documento è stato votato all'unanimità, grillini compresi. Darà così più forza negoziale »a chi dovrà presenziare alle riunioni» ancora da tenersi prima che il percorso vada in porto, è stato l'auspicio di Daniel Negri (Pd) nell'annunciare la fumata bianca di un odg bipartisan dopo che sia Pd sia Pdl ne avevano preparato uno a testa. «Non si otterrà nulla dal gover-

no? E' probabile, ma le battaglie vale la pena di combatterle», ha esortato Tommaso Foti (Pd1) tornando a lanciare l'allarme circa il rischio di una «spoliazione del nostro territorio» a opera di Parma, in termini «non solo di centri direzionali, ma anche di beni immobili (ad esempio la sede dei vigili del fuoco di viale Dante) e mobili (ad esempio la partecipazione in Centropadane) della Provincia». E proprio al fine di porre un argine a queste eventualità sono stati scritti i punti tre e quattro deli'odg. Un invito alla prudenza è arrivato dal Pd con Michele Bricchi

l'azione di pressing del Comune, «già partita nei confronti soprattutto della Regione», affinché il riordino «vada nella direzione di salvaguardare quante più direzioni e funzioni possibili in capo alla nostra città e al nostro territorio». E a tale proposito c'è un precedente incoraggiante, ha indicato il sindaco, quello della nascita della provincia di Barletta, Andria e Trani che, rispetto alle funzioni di derivazione statale, ne ha previsto la redistribuzione tra i tre Comuni. Gustavo Roccella gustavo. roccel i a@i i berta. it

(«Prima di buttare avanti la palla aspettiamo che il governo chiarisca il quadro normativa»). «Secondo noi possiamo giocarcela alla pari», ha fatto eco il capogruppo Negri in riferimento. al derby con Panna anche sul piano del confronto industriale («Il nostro agro-alimentare non ha nulla da invidiare a quello dei cugini») su cui Foti si era invece detto preoccupato. Critici con il governo per la riforma varata sono stati sia Carlo Paliavicini (Sinistra per Piacenza) sia Mirta Quagliaroi (M5s) e Marco Tassi (Pd.1) a giudizio dei quali le Province andavano abolite tutte. «La politica dimostra la sua incapacità rispetto alle d.ecisioni sullo sviluppo del territorio» ha osservato Filiberto Putzu (Pdl) critico con il presidente della Provincia e compagno di partito Massimo Trespidi e con l'opzione del referendum per l'annessione alla Lombardia indicata dalla maggioranza di centrodestra che guida via Garibaldi. Posizione critica fatta sua dal sindaco Dosi («li referendum è un percorso più accidentato delle altre soluzioni e destinato anche per motivi numerici legati al quorum a non raggiungere l'obiettivo»), che ha assicurato circa

Pagina 14 di 31 Riproduzione autorizzata licenza Ars Promopress 2012-2015

Pagina 21 dignità con Parma, restino byprq direttiv i»


press LinE

LIBERTÀ QUOTIDIANO DI PIACENZA FONDATO DA ERNESTO PRATI NEL 1883

Direttore Responsabile: Gaetano Rizzuto

16/10/2012 Periodicità: Quotidiano Tiratura: 32.634 Diffusione: 26.480

Sopra, i banchi del Movimento 5 stelle. A destra Tommaso Fati (Pdl).A sinistra il sindaco Paolo Dosi e il presidente del consiglio comunale Claudio Ferrari (foto Lti nini)

Pagina 21 dignità con i restino i centri

Pagina 15 di 31 Riproduzione autorizzata licenza Ars Promopress 2012-2015


press LinE

PRIMA PAGINA Direttore Responsabile: Corrado Guerra

16/10/2012 Periodicità: Quotidiano Tiratura: n.d. Diffusione: n.d.

RINTUZZI (1DVi LANCIA LALLMìM

Tassa rifiuti, no Iva Si temono class action a stampa specializzata degli scorsi giorni ha confermato la piena legittimità delle mie denunce sulla questione IVA tassa rifiuti e il rischio di una proliferazione di azioni legali collettive, come confermano le principali associazioni dei consumatori con cui abbiamo intrapreso contatti». Lo dice l'esponente dell'Italia dei Valori Francesco Fantuzzi responsabi.le regionale del dipartimento economico. «Infatti - Fantuzzi -, nonostante l'atteggiamento eufemisticamente dilatorio del Governo, è ormai assodato che la tariffa integrata ambientale (TIA), almeno fino all'applicazione della cosiddetta TIA 2,

non avrebbe dovuto essere assoggettata a IVA; pertanto, è possibile per i cittadini attivare le istanze di rimborso dell'UVA versata, nel caso del Comune di Reggio Emilia fino al 29 giugno 2010, data di adozione della TIA2, tutto ciò nei limiti della prescrizione ordinaria». Prosegue il dipietrista: «Rilancio pertanto l'invito al Sindaco Delrio, anche in qualità di Presidente dell'ANCI, di attivarsi al più presto presso il Governo per affrontare la delicatissima questione e le sue possibili ripercussioni prima che vengano avviate, anche collettivamente, azioni di richiesta di rimborso tali da mettere in ulteriore difficoltà il già risicato bilancio del nostro Comune».

Pagina 7

rego,ezare,,,s, amo

sfakb talamso

Pagina 16 di 31 Riproduzione autorizzata licenza Ars Promopress 2012-2015

ip conglip


press LinE

GAllETTA DI MODENA Direttore Responsabile: Enrico Grazioli

16/10/2012 Periodicità: Quotidiano Tiratura: 14.465 Diffusione: 10.513

Vallone si prende i Lavori Pubblici Fiorano. Cambio di deleg ne in Giunta: Politiche Abitative e la Salute alla Bonilauri FIORANO

Una ridistribuzione delle 38 deleghe "per coordinare in modo più diretto il lavoro con la struttura e i servizi", dice la comunicazione del Comune. Ma in giunta ci sono importanti cambiamenti che alleggeriscono gli impegni del sindaco Pistoni, dando ad un paio di. assessori Importanti :fardelli. L il caso del vice-sindaco Maria Paola Bonilauri che alle Politiche Sociali e ai Rapporti con il volontariato affiancherà anche le politiche per la salute (delega ereditata da Borghetti) e quelle abitative. Come a dire: più difficoltà economiche, più problemi sociali, più necessità di no-

vare un alloggio. Meglio far convergere tutto il coordinamento su una persona. L'altro assessore che viene "promosso" è Luca Vallone che dal sindaco incassa la protezione civile, i progetti di quartiere e soprattutto i lavori pubblici. Elementi che si collegano tra loro e che avranno un'unica regia. Tutto il resto viene sostanzialmente confermato con l'unico, piccolo aggiustamento per Alessandro Borghetti: l'assessore dell'Italia dei Valori, infatti, andrà ad occuparsi anche di "Comunicazione, Statuto, Partecipazione, Diritti del Cittadino". :(nalterate le deleghe a Sergio Pederzini, Marco B usagli e Annalisa Lamazzi.

Pagina 21 . .„

hOCa znaitagdo ditutti <,EN. Ce

alle., si prende

Pagina 17 di 31 Riproduzione autorizzata licenza Ars Promopress 2012-2015


press unE

il Resto del Carlino

MODENA

Direttore Responsabile: Giovanni Morandi

RORANOI LAVORI PUBBLICI PASSANO DAL SINDACO A VALLONE

Ridistrib one delle deleghe in giunta — FIORANO —

RIDISTRIBUZIONE delle deleghe per gli assessori della giunta del Comune dì Fiorano. Il sindaco Claudio Pistoni passa a Luca Vallone quella dei lavori pubblici che va ad aggiungersi, tra le altre, a gemellaggi e progetto Centro per le famiglie. Per quanto riguarda il vicesindaco Maria Paola Bonilauri, oltre alla pubblica istruzione e alle politiche sociali, dovrà occuparsi di sanità e politiche abitative. Alessandro Borghetti, già assessore alle politiche della polizia municipale e sicurezza, dovrà occuparsi anche di statuto e partecipazione. Non mutano le deleghe per Sergio

Pederzinì (attività produttive); Anna Lisa Lamazzi. (cultura) e Mare() Busani. (ambiente e sport). «Ho inteso rimettere assieme spiega il sindaco Claudio Pistoni le politiche abitative, il volontaria() e il sociale scaricandomi della delega ai lavori pubblici perché, occupandomi molto della crisi economica, ho ritenuto giusto passare questo importante assessorato a Luca Vallone. Non esistono, ad ogni modo, valutazioni politiche di altro genere». Variazioni che saranno messe al voto del consiglio comunale convocato per giovedì, presso la sala consiliare di via Santa Caterina 36, alle 2030. 1.g.

Pagina 18 di 31 Riproduzione autorizzata licenza Ars Promopress 2012-2015

16/10/2012 Periodicità: Quotidiano Tiratura: n.d. Diffusione: n.d.


en.a •

press LITE

16/10/2012 Periodicità: Quotidiano Tiratura: n.d.

Direttore Responsabile: Rossano Bellelli

1:10 AI\

Diffusione: n.d.

Grandi manovre in maggioranza

Varato il mini rimpasto nella giunta Pistoni: ecco il giro di deleghe

(73rauì

us Bertgli,

N1A

partito. Il comitato dei `renziani' modenesi è già abbastanza attivo e già ieri a Conio si è riunito per un'assemblea dei coordinatori provinciali. La Pigoni però respinge l'idea di un Pd diviso: «Io mi sono schierata fin da subito con entusiasmo e intendo portare avanti questa campagna con il sorriso sulle labbra - dice -. Forse chi segue Renzi viene visto un po' con freddezza da una parte del partito, ma è un rischio che voglio correre e se non dovessimo vincere resterò comunque nel partito». Con meno entusiasmo, ma certo con interesse anche il sindaco Caselli aspetta l'arrivo del rottamatore con grande attenzione. «Ha rifiutato il mio invito - dice -, ma certo non mi lego al dito queste cose. Sabato andrò ad ascoltarlo come cittadino e se avrà tempo per incontrarmi mi farà piacere. Se non dovesse avere voglia e tempo, sarò certo lì a rompergli le scatole. La cosa che però mi piace sottolineare - conclude Caselli - è che Sassuolo ancora una volta è stata scelta come laboratorio politico e questo è significativo». Sempre sabato, ma a partire dalle ore 18 presso l'Auditorium di via Pia, Giuliano Pisapia, insieme a Carlo Nordio, presenterà il libro scritto a quattro mani dal titolo 'In attesa di giustizia. Dialogo sulle riforme possibili'.

■ Pier Paolo Pedriali

Pagina 16 Renzi-Pisapia, staffetta in città Rol lama

Il sindaco

Pagina 19 di 31 Riproduzione autorizzata licenza Ars Promopress 2012-2015

ti, e al Cani pensando alle primarie ,CI sarò espero dl parerlo ineoniraren


pressunE

orriere

di Ravenna Faenza-Lupo e Imola

Periodicità: Quotidiano Tiratura: n.d.

Direttore responsabile: Pietro Caricato

Diffusione: n.d.

16/10/2012

Lite sulla webcam tra Pd1 e M5S Salomoni dichiara la promogenitura del progetto CERVIA. Il consigliere Pdl Gianluca Salomoni rivendica la richiesta di mettere in rete le sedute del Consiglio comunale, accusando i Grillini di «ripetere miei vecchi concetti». La primogenitura delle sedute online, insomma, sarebbe la sua; mentre il M5S si starebbe arrogando un merito non acquisito. «Un anno fa il presidente del Consiglio Ercole Massari - afferma -, dichiarava che non c'erano i fondi per questo progetto. Il sindaco Roberto Zoffoli negava la webcam, per la sua bassa qualità, con immagini statiche e noiose. Anche in questa

legislatura, ho presentato una interpellanza riportando l'esempio di altre città, che avevano adottato questo sistema. Ma il sindaco insisteva con le sue tesi, bocciando la tecnologia. Resto ora basito dalle dichiarazioni rese nuovamente dal presidente del consiglio comunale che, nella seduta del 27 settembre scorso, ha annunciato la introduzione della webcam nella sala consiliare. Resto adesso in attesa di capire come si vorrà comportare questa Giunta, in merito alle mie proposte, sempre respinte ed ora ripresentate da altri rappresentanti di partiti».

Pagina 14 ,327,5

La partita con l'Iran diventa un caso

Pagina 20 di 31 Riproduzione autorizzata licenza Ars Promopress 2012-2015


pressunE

orriere

di Ravenna Faenza-Lupo e Imola

Periodicità: Quotidiano Tiratura: n.d.

Direttore responsabile: Pietro Caricato

Diffusione: n.d.

.5> i\ L\O

PREMIO NOBEL

L'Europa che vale Il premio Nobel per la pace assegnato all'Unione Europea è un fatto di grande importanza tenuto conto dei gravi problemi di natura finanziaria che affliggono l'Europa in questi ultimi anni. Detto questo, a me sembra che le varie critiche per l'assegnazione di tale premio siano prive di fondamento. Col primo e secondo Risorgimento, gli europei hanno sempre cercato di costituire gli Stati Uniti d'Europa nel solco tracciato da Mazzini con la Giovane Europa. Purtroppo oggi assistiamo a tanti politici quaraquaqua che invitano a disprezzare le istituzioni e le regole democratiche. Da ultimo Beppe Grillo che dopo aver attraversato a nuoto lo stretto di Messina (chapeau per l'impresa sportiva) ha osato denigrare Garibaldi reo di aver portato i Savoia in Sicilia. Tutti sappiamo che Giuseppe Garibaldi ha combattuto in tutto il mondo per la libertà dei popoli ed è stato il braccio armato per unificare l'Italia seppure con il Re ed il Papa, per arrivare alla Repubblica. Infatti, i reali sono stati poi sconfitti con il referen-

16/10/2012

dum popolare, Ed è al "Popolo" che come recita la Costituzione delle Repubblica Romana viene riconosciuta "la sovranità è per diritto eterno al Popolo. Il Popolo dello Stato Romano è costituito in repubblica democratica". Poi alcuni politici corrotti hanno cercato di rovinare questa repubblica democratica, ma sono sicuro che i giovani sapranno, con una rivoluzione culturale, far riemergere quei principi che i padri dell'Europa non hanno mai cessato di propugnare e, grazie a loro, per oltre 60 anni, l'Unione Europea, nonostante tanti problemi ancora irrisolti, abbia dato ai cittadini un periodo così lungo di pace e progresso. E' evidente che c'è ancora molta strada da fare, ma quella tracciata da Altier o Spinelli, ispiratore dell'unità dell'Europa e fondatore insieme ad altri del Movimento Federalista Europeo quasi 70 anni fa è una strada che non dovrà essere abbandonata. Se la nostra generazione ha in parte fallito, lascia però principi ed ideali di giustizia e libertà che, se il Popolo saprà perseguirli attraverso un terzo risorgimento. Danilo Ballardini (Fo rlì)

Pagina 39

Pagina 21 di 31 Riproduzione autorizzata licenza Ars Promopress 2012-2015


pressunE

FOC E

ROMAGNA RAVENNA FAENZA LUGO & IMOLA

Direttore Responsabile: Franco Fregni

16/10/2012 Periodicità: Quotidiano Tiratura: n.d. Diffusione: n.d.

GLI ALTRI INTERVENTI

I dubbi del M5S Sek 'Occasione di trasformazione' Nel dibattito su Ravenna2019 è intervenuta anche Sarah Ricci (Sel), secondo cui "la candidatura dev'essere l'occasione per trasformare la nostra città, mutarne abitudini consolidate, aprirla a nuove idee, soggettività, esperienze". Per il Movimento 5 Stelle Francesca Santarella ha osservato che "a nostro avviso il percorso di candidatura dovrebbe partire dalla realtà locale per arrivare a definire un tema specifico, unico e caratterizzante per Ravenna", cosa che secondo lei non è avvenuta. Nereo Foschini (Pdl) ha affermato che "è impossibile non condividere il progetto e le sue finalità. Sono le modalità di attuazione del percorso che invece possono essere discusse. Ad esempio ritengo che si debba cercare un consenso ancora più ampio tra i cittadini e che serva qualche progettualità più concreta sulle infrastrutture". Alla luce di quanto emerso nel dibattito, il sindaco Matteucci ha concluso proponendo che la conquista del titolo venga riconosciuta come "obiettivo comune di tutto il consiglio".

Pagina 15 RAVENNA

^Nbhatte laporta e aggredisce

Pagina 22 di 31 Riproduzione autorizzata licenza Ars Promopress 2012-2015


pressunE

FOCE

DI ROMAGNA RAVENNA FAENZA LUGO & IMOLA

Direttore Responsabile: Franco Fregni

16/10/2012 Periodicità: Quotidiano Tiratura: n.d. Diffusione: n.d.

L'INAUGURAZIONE

Il paradiso della pesca sportiva Ecco il centro "Le Ghiarine" È stato inaugurato sabato il centro sportivo 'Le Ghiarine', gestito dalla sezione ravennate della Federazione Italiana Pesca Sportiva e Attività Subacquee (FIPSAS). A tagliare il nastro è stato l'assessore a Sport e Ambiente Guido Guerrieri. Dal 2008 ad oggi, la FIPSAS Ravenna si è impegnata per rendere fruibile l'impianto, situato al centro del lago ai piedi di Mirabilandia. L'attuale gestione, presieduta per il secondo mandato consecutivo da Floriano Camanzi, ha investito 250mila euro per la messa a norma. Un contributo di 60.000 euro è stato fornito dalla FIPSAS nazionale. La scelta dell'amministrazione è quella di seguire il modello delle aziende private, vale a dire che l'impianto deve auto-mantenersi grazie ai ticket di ingresso.

Pagina 17 RAVENNA 7g,

[al

Eros negli spot Scende in emnpo ilLiceo Artistico

EalhilineMelindricanIA `Roma, icol

1Y,

Pagina 23 di 31 Riproduzione autorizzata licenza Ars Promopress 2012-2015


pressunE

ci,o'r'fiere

di Forlì e Cesena

Direttore Responsabile: Pietro Caricato

16/10/2012 Periodicità: Quotidiano Tiratura: n.d. Diffusione: n.d.

SAVIGNANO • IDV RACCOGLIE FIRME

Oggi dalle 10 alle 12 l'Italia dei Valori di Savignano sarà in corso Perticari angolo piazza Borghesi per l'inizio della raccolta firme per i 4 quesiti referendari denominati "meno casta, più lavoro".

Pagina 18

Pagina 24 di 31 Riproduzione autorizzata licenza Ars Promopress 2012-2015


pressunE

ci,o'r'fiere

di ForlĂŹ e Cesena

Direttore Responsabile: Pietro Caricato

16/10/2012 PeriodicitĂ : Quotidiano Tiratura: n.d. Diffusione: n.d.

PIANO COMUNALE Protezione civile Questa sera alle 20.30 l'elementare di Villafranca in via XIII novembre, 129 ospita l'incontro di presentazione ai quartieri della zona del "Piano comunale di Protezione civile". Interverranno il sindaco Roberto Balzani, il vice Giancarlo Biserna e il geologo Marcello Arfelli, responsabile del piano comunale di Protezione civile.

Pagina 3 Sfondalaportadicasaepicchialaex la M.M. figliornefrnse, mo, ifloinc arte.. dai

xie, nominalo Un

Pagina 25 di 31 Riproduzione autorizzata licenza Ars Promopress 2012-2015

,"" ''''


il Resto del Carlino

press unE

FORLÌ

16/10/2012 Periodicità: Quotidiano Tiratura: n.d.

Direttore Responsabile: Giovanni Morandi

Diffusione: n.d.

«Furti a raffica, e i poliziotti sono pochi» .11 segretario provinciale del Siulp sarà tra i relatori del convegno di venerdì VENERDÌ alle 20.45 il salone comunale ospiterà il convegno 'La sicurezza delle nostre città. Sinergie tra Stato, Regione ed Enti locali' organizzato dafir Ude. Ad aprire i lavori sarà il segretario provinciale del partito, Andrea Pasini. Interverrà poi Achille Serra, oggi senatore Udc e in passato prefetto di Roma e questore di Milano. Nella sua carriera professionale ha affrontato personaggio storici della criminalità nazionale come Renato Vallanzasca e Angelo Eparninonda. Altri relatori sono il vice sindaco del Comune di Forlì Giancarlo Biserna, Mario Peruzzini, segretario provinciale del Siulp, Cosimo Di Paola, consigliere nazionale Siap e Silvano Fedigra, segretario provinciale Sap. Le conclusioni saranno affidate a Saverio Ruperto, sottosegretario del Ministro dell'Interno, A moderare il dibattito sarà il giornalista Roberto Zoli, E possibile rivolgere domande e osservazioni a Pasini, attraverso il suo profilo Facebook e il suo sito www,andreapasini.com.

«BISOGNA risolvere il problema degli aggregati. Questo chiederemo al sottosegretario del Ministero dell'Interno Rupe rto». Così Mario Pertizzini, segretario provinciale del Siulp, tra i relatori del convegno di venerdì organizzato dall'Udc in municipio. Gli aggregati, per i profani, sono quegli agenti che vengono chiamati a svolgere il loro servizio — «per un periodo variabile da sette giorni fino a un mese», spiega Pe-ruzzini in altre regioni d'Italia. «In questo momento — prosegue il segretario del Siulp — un funzionario e un ispettore dovranno andare a Catania e un agente a Caltanisetta per almeno 20 giorni. Come se non ci fossero, da qui alla Sicilia, altri posti di polizia ai quali richiedere questi agenti». «Il Siulp — continua ritiene che in condizioni di emergenza dovrebbero essere impiega-ti reparti le cui assenze non vadano a gravare sui servizi da rendere al territorio, specie se siamo flagellati da continui furti nelle abitazioni, come dimostrano le recenti statistiche. Perché non attingere personale dai Reparti mobili o dai Nuclei prevenzione crimine molto più vicini e con minori spese e disagi per il personale?».

zio fuori sede, che sembrano non rispondere a criteri di razionalità e di razionalizzazionedelle risorse umane disponibili'. Altra questione che Peruzzini sottolinea «riguarda le carenze di organico e la necessità di rivedere l'impiego delle risorse a disposizione, anche nella Polizia Stradale per le problematiche di sicurezza nelle strade». Proprio questa mattina una delegazione della segreteria provinciale del Siulp incontrerà il dirigente della sezione Polizia Stradale di Forlì, Michele Pascarella, «per proporre modifiche agli itinerari compartimentali (disposti a livello regionale) per un coerente, razionale ed efficace impiego del personale sulle strade della provincia».

kan \N\.`

ANCHE nei mesi scorsi (l'ultima volta in giugno) il sindacato aveva chiesto 'chiarimenti urgenti' al Ministero dell'interno sulle logiche seguite nel chiedere personale al nostro territorio. il sindacato aveva evidenziato l'esistenza `di provvedimenti di organizzazione e gestione del personale inviato in servi-

-

. . ..

• ,"›

o

••""""""•••

e a e in e 0 ti Li

IMPEGNATO Mario Peruzzini, segretario provinciale del Siulp

MARIO PERUZZIN1 A. sottesegreta

Mistero detrinterno rg

Saverio Rupero h ederò ddí occuParti. deLProbLema c ì egh agenti aggregah

li

Pagina 26 di 31 Riproduzione autorizzata licenza Ars Promopress 2012-2015

mti tatr,-a, e rh,Mota sarw,


press unE

il Resto del Carlino

FORLÌ

Direttore Responsabile: Giovanni Morandi VZLLSRANCA

ecco piano parla del li protezione e a Villafranea e ntar°e,via XIII n bre 129, ore 2031). Inrranno il sindaco Ball vice sindaco Biser. geologo Alareello La serata é rivolta quarte di Brane San Tornè.

Pagina 27 di 31 Riproduzione autorizzata licenza Ars Promopress 2012-2015

16/10/2012 Periodicità: Quotidiano Tiratura: n.d. Diffusione: n.d.


E

pressunE

16/10/2012

ROMAGNA

FORLÌ & CESENA

Direttore Responsabile: Franco Fregni

Periodicità: Quotidiano Tiratura: n.d. Diffusione: n.d.

SAVIGNANO

In corso Perticari da questa mattina raccolta firme per i 4 quesiti referendari Da questa mattina, dalle 10 alle 12, l'Italia dei Valori di Savignano sarà in Corso Perticari angolo Piazza Borghesi per l'inizio della raccolta firme per i quattro quesiti referendari denominati "meno casta, più lavoro". Due quesiti riguardano i costi della politica relativamente al finanziamento ai partiti e l'abolizione della Diaria Parlamentare; gli altri due invece riguardano il lavoro, relativamente al ripristino dell'articolo 18 e al contratto collettivo dei lavoratori. In caso di maltempo il banchetto sarà rimandato al martedì successivo. Ad aspettarvi in sede troverete i giovani attivisti e il responsabile Idv savignanese che vi daranno tutte le informazioni utili sui quesiti referendari per decidere se dare il vostro contributo oppure no.

Pagina 22

Pagina 28 di 31 Riproduzione autorizzata licenza Ars Promopress 2012-2015


Corriere Marano tetto insonorizzato o stop al ballo press LinE

16/10/2012

; ti t'i A 5' MA o

di Rimini e San Marino

Direttore Responsabile: Maria Patrizia Lanzetti

Periodicità: Quotidiano Tiratura: n.d. Diffusione: n.d.

,

Ultimatum del Comune ai gestori dei locali. Angelini (Cna): l'area va rivista

Al Marano ogni anno la stessa musica...

RICCIONE. O montano il tetto del suono oppure addio licenza da ballo. E' quanto è stato comunicato ieri mattina agli imprenditori del Marano dal Comune che ha dato l'ultimatum ai locali che non fanno dormire d'estate residenti e turisti per la musica troppo alta. Si ripete la solita polemica autunnale in cui l'amministrazione cerca di mostrare i muscoli. Ma questa volta, forse, le cose potrebbero andare diversamente. Il prossimo passo è quello di chiedere alla Soprintendenza l'autorizzazione a montare il tetto del suono in maniera regolare. In sostanza, si tratta di una struttura, una

sorta di gazebo, che serve per far ascoltare la musica a chi sta sotto e non la diffonde fuori. Nel corso dell'incontro cui hanno partecipato tutte le categorie, oltre a sindaco, vicesindaco e comandante dei vigili urbani, è stata confermata la disponibilità da parte dei gestori a diffondere una carta d'intenti: tra gli impegni che si dicono pronti ad assumere c'è anche l'illuminazione a giorno delle spiagge prospicienti i locali e l'assistenza sul fronte della sicurezza da parte di un'unica agenzia che sorvegli tutta la zona. «Con questo atto - commenta Lanfranco Francolini, assesso-

re alla Polizia municipale e vicesindaco - cerchiamo di dare una risposta ai residenti della zona che hanno tutte le ragioni per protestare». Per la Cna, anch'essa seduta al tavolo, è necessario riqualificare l'area (come anche sottolineato dall'amministrazione) creando magari un club di prodotto con alberghi, ristoranti, piadinerie, per fare in modo che sia spendibile. «L'area va rivista a 360 gradi - sostiene Daniela Angelini di Cna - da parte di tutto il sistema. Facciamo che ci venga garantito impegno da parte dei locali anche ad attività diurne, così come dal resto delle attività».

Pagina 11 Sosta selvaggia, multe a raffica

Marmo tetto ilsonolinato o stop al ballo

Pagina 29 di 31 Riproduzione autorizzata licenza Ars Promopress 2012-2015


press unE

il

Resto

del

Carlino

RIMINE

Direttore Responsabile: Giovanni Morandi

KVN ,. .X NUOVO ULTIMATUM AL MARANO

Un etto" a te cenze dei Local nza suono n -a da ballo per i locali io. L'ha detto il sindaco a ni nell'incontro con ociazioni di categoria e gestori dei locali. TI `tetio.' per limitare i rumori nella notte è condizione sin,' qua non per ottenere la licenza, «ma da solo

n.on s,ì ebbe:sa3isrnteed,r ì p, pi,ii_rrenm o sope, in d nl au testo è 'f ° passo rotta passato. Unadalla.'.arrivatee 'e

.

oprinten Soprintende -' ce ntanvzoalt::aa ' liz iri golamento per LaPirez se e come 1 rivede re orari norr

Pagina 30 di 31 Riproduzione autorizzata licenza Ars Promopress 2012-2015

16/10/2012 Periodicità: Quotidiano Tiratura: n.d. Diffusione: n.d.


press LinE

LAWO CE

16/10/2012

ROMAGNA RIMINI & SAN MARINO

Direttore Responsabile: Franco Fregni

Marano, già si progra RIUNIONE

Periodicità: Quotidiano Tiratura: n.d. Diffusione: n.d.

a l'estate 2013

Sindaco Pironi e assessore Francolini hanno incontrato gli albergatori, i locali di spiaggia e le associazioni

on hanno ancora tenninato di rimettere a posto l'attrezzatura, che già l'amministrazione comunale - con il sindaco di Riccione Massimo Pironi, l'assessore Lanfranco Francolini e il comandante della polizia municipale nonché dirigente al Commercio Graziella Cianini - ir harem convocati per programmare la stagione del 20123. Parliamo di tutti gli operatori che hanno interessi nella zona dei Marano, principalmente albergatori, bagnini e locali di spiaggia, nonché i rappresentanti delle categorie economiche. Oggetto della riunione: fare in modo che la prossima estate la convivenza sia più pacifica. Affinché ciò accada l'amministrazione ha già fatto presente che si dovrà operare fin da subito affinché, tra le cose principali, finalmente i locali di spiaggia si dotino dei famosi "tetto suono". Questo perché, dopo la positiva sperimentazione dello scorso giugno, l'intervento della Sovrintendenza - che fece smontare tutto poiché mancavano i permessi - fa capire come sia necessario accelerare i tempi affinché non ci Una immagine delle persone che, d notte, passano da un locale all'altro lungo la spiaggia del Marano siano più questi problemi. In pratica il sindaco Pironi ha detto îl Consorzio, ma la riqualificazione la Cna. TE FILM SPERIAMO chiaro e tondo che, in presenza del complessiva dell'intera area dei MaraAnche il "Marmo Doc" ha presentaNU N FINALE DIVERSO permesso della Sowintendenza, chi dei no non può essere demandata solo ai to un suo promemoria nel quale, dopo 5 locali (Beach Cafè, Beach Paradise, Consorzio. I problemi di ordine pubaver ripercorso storia, progetti e proOpéra, Mojito e Hakuna ?datata) non blico e della microcriminalità non grammi dello stesso, mette per iscritto se e ie flris 4e' la avrà il "tetto suono" noci si vedrà conspetta loro risolverli. Certo, ci deve esalcuni impegni: sensibilizzazione sul s orta bbcirid . Che al cedere la licenza. Inoltre, oltre a quello sere collaborazione, con il potenziaconsumo dell'alcol; niente prevendite o si otiti dire deldel "rumore", il Comune è intenzionato mento, se necessario, degli addetti alla di "bevute", ma con prevendita di un a intervenire anche su sorveglianza, ma non braccialetto per la promozione del pacenne incontro altri aspetti affinché il Tetto suo no obblipossono essere certachetto completo per la zona, compresi rivertia le i eri rc°i tic Marano diventi finalmente loro a intervei servizi diurni; promessa che tutti si sta e ara mente una risorsa per gatorio o i nire. Così pure il coindoteranno del "tetto suono"; niente voil turismo di Riccione, rilasciata la licenza volgimento delle altre calist con intrattenimenti dal vivo solo 43, men( lda? Purnon un problema da realtà economiche fino all'una di notte; ri-qualificazione a ali )o C 11 risolvere ogni notte. presenti nell'area è con incremento di attività diurne, così Però il Marano non è solo "locali di necessario se veramente lo si vuole '1S o. Speriam e dopo il "Beach Golf" si sta pensando a spiaggia", ma anche tanto altro, Ecco considerare un prodotto turistico a tutun "Beach Stadium" per tutti tipi cli ti sta volta, il O cosa ne pensa la Cna. ti gli effetti. Le condizioni ci sono per sport. Poi ci sono anche delle richieste 'sso regista e illtei "Si condivide la necessità di innovare poter creare un vero Club di Prodotto, (pulizia, gestione parcheggio, illuminail prodotto innalzandone la qualità e capace di portare benefici diffusi; oczione arenile) a cui sarà bene che l'ameti ca l bi ll 1-Male incrementando le attività diurne; per corre, però, la volontà e la capacità di ministrazione dia una risposta concrecui il primo impegno io deve assumere mettersi in gioco tutti quanti" conclude ta. (epi) ,

Pagina 21

Pagina 31 di 31 Riproduzione autorizzata licenza Ars Promopress 2012-2015

Rassegna 16.10  

Rassegna 16.10

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you