Page 1

WW QUE SF W. STA R OGL DA IVI IA ILY STA LU SU XU : RY. IT

Fondato da Luciano Parisini

La bellezza è lusso quotidiano ANNO

07

NOVEMBRE

09 2010 N°

ACCADEMIA

Spedizione in A.P. - 45% - art. 2 comma 20/B legge 662/96 - Filiale di Milano -  2,50 - Copia omaggio - Contiene supplemento

Tutti i profumi in nomination INCONTRO

Robert De Niro aspetta Marty CULTURA

Affascinante Mediterraneo

…in tre minuti!


www.dior.com Dior OnLine 02 38 59 88 88

Charlize Theron


Nel Mar delle)Rughe E

c

(

i n n a n z i t ut to Luciano PARISINI

Come in alto mare dove le onde increspano: mi sembra la metafora più esplicativa di questo momento della cosmesi d’attualità. Un mare di rughe insomma, contro le quali un’agguerrita flotta di frangiflutti, alcuni di dimensioni modeste altri a imponente cabotaggio, sembrano avanzare inarrestabili per spianare il mare, pardon l’immensità delle rughe. Metafora, d’accordo: ma anche sogno, incubo che ho davvero subito in una delle mie notti di pensiero turbinante, quando all’orizzonte della vista cieca sorge l’alba nera dell’inconscio. Insomma, la più recente, direi quotidiana “guerra” degli anti-età, dei “combattenti” le rughe, le macchie scure, i segni del tempo, portano a fibrillazione chi ha l’impegno di scriverne, sondando tra complicate alchimie di principi attivi, tra impegnative e interrogative (ricerca conclamata) applicazioni delle “staminali”: e davvero, chi più ne ha più ne mette. Giustamente vivaddio! se la bellezza ha così trovato il sentiero pur accidentato, tortuoso, a volte “deviato”, dell’autentica anti-età, accompagnando, come a guisa delle famose convergenze

2 | DailyLuxury |

Editoriale1.indd OK.indd 2

parallele della politica di prima Repubblica, i lusinghieri sondaggi che alzano costantemente l’età media, già portandola ben oltre le ottanta primavere. Sondaggi che se da un lato (il lato fondamentale...) allungano la vita, dall’altro richiamano all’impegno di rendere il meno possibile vecchia la vita stessa, correggendo l’imperversare del tempo, così sminuito (sembra) nel suo mietere le “vittime” di un tempo non tanto lontano. La campagna antirughe è dunque in atto con alti accenti di prodotti di pregio e d’efficacia, quasi una campagna elettorale (tanto per stare in tema con l’attualità...) per eleggere, scegliere, il siero (sì, “siero”, nome proprio, meglio: più appropriato e più efficace di “crema”, già tendente all’obsoleto...), la “scoperta” che più fa, che meglio affronta il mare di rughe dei miei incubi cosmetici. Che presto finiranno, mi auguro, si augurano, le donne del mondo (e gli uomini pure...) che oltre gli ottanta e più vogliono ora arrivarci con una faccia, un corpo, una luce negli occhi che non sia sorretta da quel davanzale di borse che ha accompagnato la “bellezza” dei nostri “avi recenti”. Il volto ad esempio della nostra copertina: che l’ultima alchimia della ricerca, promette di rendere... in tre minuti. 

N°9 NOVEMBRE 2010

15-11-2010 9:17:51


Nuova. Ultimate Lift Age-Correcting Creme

Con l’esclusiva Life Re-Newing Molecules™

Provala subito. Solo Re-Nutriv può darti tanto: tanta efficacia, tanto esclusiva, per un cambiamento totale. Un aspetto più giovane e pieno di vita. Un vero effetto lifting. www.esteelauder.it

© 2010 Estée Lauder, Inc. Estée Lauder S.r.l. Via Turati 3, Milano - Tel. 026377.1 In vendita esclusivamente presso le Profumerie Concessionarie.

Il massimo per la tua pelle. Rinnovata. Rinata. Re-Nutriv.


Monica Bellucci by Tyen

www.dior.com Dior OnLine 02 38 59 88 88


HAUTE COULEUR. SOIN VOLUPTUEUX.


Ultime OK

15-11-2010

9:03

(

Pagina 6 Denni Poletti HD

l e u lt i m e

)

D 3 N N I:Users:dennipoletti:Desktop:FILES OK:

QUESTE PRIME PAGINE SONO… ULTIME. ENTRANO INFATTI IN ROTATIVA QUANDO LE ALTRE SONO GIÀ STAMPATE E RACCOLGONO LE NOTIZIE DELL’ULTIMA ORA.

“RODIAL” IN ESCLUSIVA A LA GARDENIA

Rodial,

CREMA ESTÉE LAUDER... ITINERANTE

Dal 19 ottobre al 17 novembre

una crema Estée Lauder in... tournée. In prestigiose location di Padova, Mestre, Roma, Napoli, Genova, Bologna (foto), Bari, Verona è stata offerta ad un pubblico femminile perchè “la toccassero e l’apprezzassero”, la nuova “Re-Nutriv Ultimate Lift Age Correcting, nonchè la piccola Collection che comprende Siero e Crema Contorno Occhi. Incontri serali con quick treatment gratuiti. Davvero una promotion di particolare impatto.

L’ORÉAL PER LE DONNE E LA SCIENZA

Ègiunto alla nona edizione

il Premio L’Oréal Italia per le Donne e la Scienza in partenariato con l’UNESCO. Già on line sul sito www.loreal.it, il nuovo bando del Premio, dedicato alla carriera scientifica di cinque meritevoli ricercatrici italiane selezionate, tra le candidature pervenute, da una giuria presieduta dal professor Umberto Veronesi. Le domande delle candidate - età inferiore a 35 anni e titolo di studio nell’ambito delle scienze della vita e della materia - entro il 14 gennaio 2011.

6 | DailyLuxury |

N°9 NOVEMBRE 2010

azienda britannica ritenuta tra le più qualificate nello skin care, distribuita universalmente e fiduciata per la qualità dei suoi prodotti naturali dalle star del cinema come Sarah Jessica Parker, Kate Moss, Charlize Theron, Angelina Jolie, entra in esclusiva nei punti vendita La Gardenia. Rodial che si definisce un’alternativa seducente alla chirurgia, propone “trattamenti mirati per problemi specifici della pelle, dalle rughe alle macchie d’età, alle cellulite, alle smagliature”. Quattordici le schede di altrettanti prodotti che La Gardenia proporrà: dal “Glamoxy snake serum” ispirato al siero di vipera, che congelando i muscoli rimpolpa le linee e le rughe, allo “Skinny beach sticks” che aiuta il dimagrimento attaccando i depositi di grasso.

DIANE PREMIATA AD HOLLYWOOD nche Il “17° Annual ELLE AEvent” Woman in Hollywood Tribute

sponsorizzato da Calvin Klein Beauty ha avuto come “prima donna” Diane Kruger, affascinante volto dell’incisiva campagna pubblicitaria dedicata al nuovo profumo femminile della griffe americana. L’evento dedicato ai più brillanti talenti femminili con i migliori risultati nel cinema, ha premiato, oltre a Diane, un gruppo di donne che ha avuto “un profondo impatto sull’industria cinematografica”.

PUPA CON EMERGENCY ancora al fianco di Pupa Emergency

nel 2010 - 2011 con il proprio sostegno al Centro Maternità di Hanabah in Afghanistan, centro fondato e gestito dalla stessa Emergency.


La Linea di CHANEL - Numero con addebito ripartito 840.000.210 (0,08 € al minuto)

www.chanel.com

SUBLIMAGE LA BELLEZZA SUBLIMATA Nel cuore di SUBLIMAGE Concentrato, il leggendario potere detossificante del Fiore d’Oro dell’Himalaya. Associando il Concentrato alla Crema, CHANEL vi offre l’esperienza di una bellezza sublimata: detossificata, rigenerata, la vostra pelle non è mai stata così bella.

Daily_luxury_it_200x240.indd 1

25/08/10 16:14:24


Ultime OK

15-11-2010

9:04

Pagina 8 Denni Poletti HD

(

D 3 N N I:Users:dennipoletti:Desktop:FILES OK:

l e u lt i m e

)

VERSO IL SENTIERO DELLE LECCORNIE...

Questo “Sentiero del Bosco” “GRATTACIELI” GRIS DIOR

L’abbiamo già anticipato

nel nostro sito e lo ribadiamo: il grigio in sfumature declinate in tre smalti che nella foto si ergono a grattacieli del “nuovo”, sono emblematici (ne portano il nome) di tre, tra le più prestigiose boutique di Dior: Avenue Montaigne a Parigi, Bond Street a Londra, NY 57th nella metropoli statunitense. Gris Montaigne e Bond Street sono in vendita dal 15 novembre a Parigi e Londra; NY 57th dal 9 dicembre a New York.

ha già avuto spazio in Daily Luxury incuriosendo e affascinando per bucolica ispirazione. Portando in primo piano uno scorcio del “paradiso” che, col nome di “Palazzaccio” ingentilisce i declivi della Toscana d’Asciano. Curiosità che sta inducendo Peter, fiuto incredibile, a scoprire che... “Sentiero del Bosco” sarà soprattutto una casa di leccornie di genesi toscana e non solo un ristorante, sia pur di così tanto nome. E “cucinato” dalla simpatia di Costanza.

“UNE EXCELLENCE FRANÇAISE”

Sfogliare il libro stupendo

CON ACQUA DI PARMA ra le sponsorizzazioni alla cultura cui

T

Acqua di Parma partecipa con lodevole dedizione, eccola presente all’evento che ha festeggiato i 50 anni di Illulian con un’opera unica, un pregiato, originalissimo tappeto, riproduzione di un dipinto di Dario Ballantini (famoso anche per i suoi personaggi a “Striscia la Notizia”) dal titolo “Se ti guardo”.

8 | DailyLuxury |

N°9 NOVEMBRE 2010

“Une excellence française” scritto da Stéphane Guibourgé per narrare tutto Lancôme, si prova davvero l’emozione di una poetica leggenda... in bellezza. E si riscopre quanto l’occasionalità del passato possa creare la magnificenza del futuro. Lancôme, il marchio tra i più prestigiosi, ha infatti un’origine casuale, tale da contenere addirittura un errore ortografico. Armand Patitejan, il fondatore, si ispirò infatti per la sua idea di azienda cosmetica, al Castello di Lancosme trascrivendone il nome senza la “s”. Poi ebbe l’idea di correggersi aggiungendo quell’accento circonflesso sulla “o” che ancora contraddistingue la “griffe” dei 75 anni compiuti (1935-2010). “Omaggiati” dal volume di Stéphane (Editions du Regard, Paris), dal quale ci piace trarre, pur elogiando le stupende immagini dei prodotti e delle testimonials, il ritratto di Armand Patitejan e il Castello di Lancosme nell’Indre di Francia.


stimolando collagene, elastina e acido ialuronico.*

*Test in vitro ** Brevetto in corso ***Test effettuato su 222 donne

Risveglia in un solo giorno la naturale bellezza della pelle,

Super Corrective Serum Il rivoluzionario principio attivo Bio-Corrective Complex** aumenta la proliferazione dei fibroblasti del 27%*, ripristinando i tre elementi chiave per la giovinezza della pelle: collagene, elastina e acido ialuronico. Dopo 1 giorno, il 92% delle donne ha riscontrato la riduzione del numero delle rughe e il 96% ha riportato contorni del viso rassodati.*** Dopo 3 settimane, il 97% ha riscontrato una notevole diminuzione delle rughe profonde.***

www.shiseido.com

L’effetto di Super Corrective Serum è ancora più efficace se combinato all’azione rassodante di Bio-Performance Super Restoring Cream. Il polimero rivoluzionario contenuto in questa formula innovativa distende la pelle, ne riempie i solchi e dà un istantaneo effetto levigante.

bop serum2prod_200x240_set10.indd 1

8-10-2010 15:04:57


s

S stile

(18) 18 18)

Diego DALLA PALMA

dalla francia Silvia MANZONI

ULTIME LE NOTIZIE

giunte a rivista in macchina

C

LE

(02) (06) (34) (40) (50) (50 (58 (58)

ULTURA

S

I NCONTRO

E DITORIALE

S PECIALE

ROBERT DE NIRO dopo l'Italia... in arrivo Scorsese

CANNES & COSMOPROF news dalla Croisette e Bologna in... anteprima

{

09 2010

s om m ario

LE CONSIDERAZIONI di Luciano Parisini

Rubriche

NOVEMBRE

PECIALE

(20)

MEDITERRANEO l'omaggio di cinque generazioni

PREMIO ACCADEMIA DEL PROFUMO i finalisti della 22a edizione

dagli USA

(22)

Carole HALLAC

Mensile di High Publisher Editoriale • Direttore responsabile: Luciano Parisini • Direttore generale: Diana Baravelli Caporedattore: Marina Santin • Caposervizio coordinamento redazionale: Lucia Parisini • Redazione: Lucio Chiari, Giulia Zoni, Paola Cardona. Segreteria: Francesca Mingarelli • Progetto grafico: Denni Poletti Fotografi: Graziano Ferrari • Collaborano: Diego Dalla Palma (STILE) Rebecca Belize (FOOD) Lorena Poletti (DESIGN) Supplementi: Lucia Parisini (DAILY ACCESSORIES) • Estero: Silvia Manzoni (FRANCIA), Carole Hallac (USA)

Associazione Nazionale Editoria Periodica Specializzata

Autorizzazione del Tribunale Bologna n° 7396 in data 15/01/2004.

SOMMARIO.indd OK.indd 12

15-11-2010 9:14:05


s

NOVEMBRE 09 2010

DESIGN omaggio a Gavina

Rubriche

{

cinetime

(26)

Annarosa SETTELLI

carnet

M

(92)) 2) (122) (132) (144) (146) (154)

AKE-UP

ENESSERE

TUTTI I LOOK di stagione

RELAIS BORGO BRUFA wellness, bellezza e tanto relax

F OOD

LE NOVITÀ dell’universo “beauty”

D ESIGN

B ELLEZZA

L OOK

MODA E ACCESSORI di tendenza

B

s om m ario

BUFFET che passione!

(30)

Marina SANTIN

Sede: via Santo Stefano, 42, 40125 Bologna • Tel. +39 051 5878850 • Fax +39 051 235662 • e-mail: info@high-publisher.it • info@dailyluxury.it Abbonamento annuo per l’Italia: 20 E da effettuarsi con bonifico bancario a: Credem - ABI: 03032 - CAB: 02400 - c/c: 010000009830 - CIN: M IBAN: IT 03 M 030 3202 4000 1000 000 9830; o sul c/c postale n° 50673359 intestato a: High Publisher, via Santo Stefano, 42, 40125 Bologna. Sped. in abb. post. - Pubblicità inferiore al 45%. Stampa: Grafiche Mazzucchelli Roto-offset S.p.A., via IV Novembre 50, 20019 - Fraz. Seguro, Settimo Milanese. Egregio abbonato, ai sensi dell’art. 10 della legge 675/96, La informiamo che i Suoi dati sono conservati nel nostro archivio informatico, vengono utilizzati esclusivamente per l’invio della pubblicazione e non vengono ceduti a terzi per alcun motivo. La informiamo, inoltre che, ai sensi dell’art. 13 della legge, Lei ha il diritto di conoscere, aggiornare, rettificare i Suoi dati o opporsi all’utilizzo degli stessi, se trattati in violazione della legge.

SOMMARIO.indd OK.indd 14

12-11-2010 17:06:42


MISTERO DI


Diego DALLA PALMA

)

Chic & Shock Isabella Borromeo SENO CHIC

Isabella Borromeo è una giovane attrice raffinata che ha una giusta considerazione del seno e lo sa valorizzare con abiti, postura, grazia e femminilità invidiabili. Ha capito che il seno, per una donna, può essere un mezzo, non un fine. Quando esibisce un po’ di décolleté scoperto non è mai volgare poiché sa mettere mirabilmente in atto la tattica del dedurre anziché quella del sedurre.

Marika Fruscio SENO SHOCK

Probabilmente, il mondo del pallone è nel pallone: corruzione, violenza, volgarità, ignoranza. Ma questo è sport? E Marika Fruscio, con i palloni al vento dove vorrà arrivare? La sua presenza su Diretta Stadio La7Gold, testimonia che certe donne, quando s’impegnano, sanno farsi solo del male usando la loro figura come richiamo per fenomeni circensi. Ecco una donna autolesionista che confonde la parola seno con la parola tetta.

18 | DailyLuxury |

Rub. STILE (Diego).indd OK.indd 18

Valeria Solarino LABBRA CHIC

In un mondo e in un periodo in cui si confondono il gonfiore labiale con la sensualità, ben vengano attrici come Valeria Solarino. È un piacere constatare che ci sono ancora donne interessate alla bocca come veicolo per esprimere intelligenza e non, come accade sempre più sovente, come tumido elemento d’acchiappo erotico utile solo a esprimere sciocchezze. È l’esempio di come un finto turgore labiale non abbia niente a che fare con il fascino, la bellezza e lo stile.

ILLUSTRAZIONE: Nicoletta Montanari

R

(

stile

Daniela Santanchè LABBRA SHOCK

Se l’esibizionismo e l’arrivismo avessero un volto, Daniela Santanchè sarebbe perfetta per raffigurarli. Peccato. Poiché la conosco personalmente, è con dispiacere che mi arrendo alla sua autodistruzione in atto. Solamente una donna che non è in pace con se stessa riesce a manifestarsi così aggressiva, agguerrita, diffidente e perennemente sulle difensive. Il sorriso, le rare volte in cui appare sul suo volto, diventa in ghigno labiale aiutato dal rossetto e da altro.

N°9 NOVEMBRE 2010

12-11-2010 9:14:49


Rub. Francia OK

11-11-2010

11:27

Pagina 20 Denni Poletti HD

R

i

(

d

D 3 N N I:Users:dennipoletti:Desktop:FILES OK:

)

ll a francia Silvia MANZONI

In viaggio con Vuitton

Il museo Carnavalet consacra una mostra (“Voyage en capitale”) alle valigie e ai bauli che hanno reso famoso nel mondo il nome di Vuitton. Fino al 27 febbraio, sarà possibile ammirare più di 200 oggetti di fattura artigianale e ricoperti dalla famosa tela monogrammata, simbolo del viaggio di lusso, molti dei quali mai esposti e provenienti dalla collezione privata della Maison. Il visitatore potrà così percorrere un itinerario tra le grandi destinazioni che hanno affascinato viaggiatori e avventurieri e scoprire l’evoluzione del modo di spostarsi. Un’arte nella quale Vuitton ha sempre eccelso, offrendo soluzioni innovative e studiate ad hoc per il loro destinatario, come il baule-letto pieghevole dell’esploratore Pierre Savorgnan de Brazza o il bauleufficio del direttore d’orchestra Leopold Stokowski. BY TERRY: Dopo il trucco e lo skincare la celebre makeup artist firma una collezione di accessori sofisticata e chic, in vendita esclusivamente nella boutique di rue de la Trémoille. Sciarpe di volpe argentata, stole di visone, guanti o berrettini ornati di pelliccia e altre proposte di prêt-à-porter rinforzano il carattere lifestyle della marca parigina che, con la nuova gamma Terribly, ricentra la sua offerta su un territorio improntato al lusso e alla qualità Premium. INTERPARFUMS: I profumi e il maquillage Burberry sono i principali protagonisti della crescita-record della società francese che possiede la licenza anche dei profumi Van Cleef &

Arpels, Lanvin e Montblanc. Nel terzo trimestre l’attività è aumentata del 16,5% (85 milioni di euro) ed i primi nove mesi del 2010 sono stati molto promettenti, con un fatturato in crescita del 21,4%. L’anno si dovrebbe concludere al meglio per la società che nel 2011 ha già nuovi progetti per Montblanc e Jimmy Choo.

MAC: La marca di trucco dei backstage ha aperto un “pop up store” nel tempio parigino degli sportivi, la boutique Citadium (50-56 rue Caumartin) che, su 6000 mq e quattro piani, offre davvero di tutto per l’attività sportiva e lo streetswear (ad esempio, oltre 1500 modelli di sneakers). Un luogo frequentato più da un pubblico maschile che femminile, ma le cose potrebbero cambiare... I truccatori di Mac saranno presenti per spiegare le ultime tendenze delle sfilate, dare consigli e far provare nuovi look. Unico “inconveniente”: la boutique chiude il 4 gennaio prossimo. HOUPPETTE ET COMPAGNIE: Da dieci anni maquilleuse al fianco di “mostri sacri” come Damien Dufresne, Peter Philips e José Luis Roméro, Elodie Barat ha aperto la sua prima boutique di “maquillage bio e pro”. Houppette et Compagnie (120, rue Amelot, Paris 11°, www.houppetteetcompagnie.com) propone una scelta di marche tutte certificate che permettono di ottenere risultati degni di quelli delle sfilate (Phyt’s, Alima Pure, Lakshmi...) e tanti accessori. Decorato come un appartamento, il negozio accoglie la cliente in maniera molto personalizzata. Le vengono proposti corsi di auto-make-up e la possibilità di provare diversi look. Un giovedì al mese viene organizzata una serata gratuita after-work (dalle 20 alle 22), in cui ci si scambiano idee e consigli in un clima conviviale e divertente.


T H E

N E W

F R A G R A N C E

FOR MAN

The First S.p.A. - Milano - Italy


Rub. USA OK

11-11-2010

11:28

Pagina 22 Denni Poletti HD

R

a

(

D 3 N N I:Users:dennipoletti:Desktop:FILES OK:

dagli USA Carole HALLAC

)

Bieber da indossare Arriva il profumo dell’idolo

delle teenagers JUSTIN BIEBER. Ma non sarà una classica fragranza in boccetta. Il giovane cantante, in accordo con la nuova società Etoile Nation Beauty, proporrà infatti ai suoi fans bracciali e pendenti infusi di un jus unisex chiamato My World. Saranno in vendita a fine novembre grandi magazzini Walmart. CHRISTY TURLINGTON BURNS: La supermodel, sposata con l’attore Ed Burns, sarà la protagonista della campagna del nuovo profumo di Avon “Slip Into…”. Il bouquet vuole catturare la magica di trasformazione di una donna nell’istante in cui indossa una scarpa con il tacco. La fragranza, un orientale-floreale, arriverà in Europa in gennaio.

GUCCI: La griffe ha inaugurato due nuove boutiques a Dallas e Las Vegas.Per l’occasione, Frida Giannini ha creato una scarpa da ginnastica esclusiva, realizzata con pelli di pitone, struzzo e coccodrillo, colorate in un mix di verde, giallo, marrone e bianco. Il costo? $1480. NARS COSMETICS: La linea di make-up creata da François Nars del gruppo Shiseido, aprirà una boutique nel West Village di New York la prossima primavera.

22 | DailyLuxury |

RALPH LAUREN: Dopo anni dedicati a grandi lavori di ristrutturazione, riapre finalmente le porte la boutique dello stilista nella leggendaria “Mansion” su Madison Avenue e la 72esima strada. All’inaugurazione presente anche il Sindaco di New York Mike Bloomberg che ha consegnato allo stilista le chiavi della città. SALVATORE FERRAGAMO: In occasione del lancio di World, la nuova linea di scarpe maschili della Casa, Vanity Fair ha organizzato un cocktail party nella boutique di Fifth Avenue. Tra gli invitati, il cantante John Meyer, l’attore James Tuper e, naturalmente, Massimo Ferragamo. Il cinque per cento delle vendite di World saranno devolute in beneficenza a favore di un’associazione che combatte la povertà nel mondo.

NEW YORK TIMES: Notizia beauty dalle pagine di cronaca del giornale. Un ladro cercava di derubare un parrucchiere di Brooklyn, ma è stato fermato da una delle clienti: una poliziotta in borghese che si stava facendo la piega! Il ladro le ha sparato ma la poliziotta cinquantenne ha risposto al fuoco colpendolo al braccio. Purtroppo il rapinatore è scappato ma nessuna delle clienti, inclusa l’eroina, è rimasta ferita.


11-11-2010

11:51

Pagina 26 Denni Poletti HD

(

R

Rub. Cinetime OK

D 3 N N I:Users:dennipoletti:Desktop:FILES OK:

Annarosa SETTELLI

)

Cinema poi: DICEMBRE Tra tanti film (cinepanettone compreso...), da segnalare l’omaggio reso alla famiglia Gassman, Vittorio ed i figli che ne hanno seguito le orme, da “Primo piano sull’autore”. STANNO TUTTI BENE di Kirk Jones il remake dell’omonimo film, del 1990, di Giuseppe Tornatore e racconta di un uomo, Frank Goodie, che sta per andare in pensione dopo una vita spesa al lavoro. Rimasto vedovo, si rende conto di aver dedicato poco tempo alla famiglia e che la moglie ne era il vero fulcro. Decide di “ritrovare” almeno i figli e li invita ad un barbecue per il week-end. Nessuno di loro accetta, allora Frank si mette in viaggio per andare a trovarli uno ad uno. Con Robert De Niro (che eredita il ruolo di Mastroianni), Drew Barrymore, Kate Beckinsale, Sam Rockwell. • COMMEDIA, DRAMMATICO

È

TI PRESENTO UN AMICO di Carlo Vanzina ommedia sentimentale con piacevoli colpi di scena ambientata a Londra dove il protagonista, Marco, lavora nel marketing di un’azienda di

C

26 | DailyLuxury |

N°8 NOVE

cosmetici ed è alle prese con complicate storie sentimentali. Con Raoul Bova, Kelly Reilly, Barbora Bobulova, Martina Stella. • COMMEDIA

UN MARITO DI TROPPO di Griffin Dunne na psicologa, Emma Lloyd, esperta in problemi affettivi, conduttrice di un programma radiofonico, scopre alla vigilia del proprio matrimonio di essere già ufficialmente sposata, per un "errore burocratico" con uno sconosciuto. Ora deve trovare il suo "marito di troppo" e convincerlo a divorziare, ma c’è un imprevisto. Con Uma Thurman, Colin Firth, Isabella Rossellini, Sam Sheperd. • COMMEDIA ROMANTICA

U

NOI CREDEVAMO di Mario Martone alla Mostra del Cinema di Venezia, un omaggio ai 150 anni dell’unità d’Italia, una storia del Risorgimento in 4 episodi narrata attraverso la vita, che sarà segnata

D

tragicamente, di Domenico,Angelo e Salvatore tre ragazzi del Sud che, dopo la repressione borbonica dei moti del 1828, decidono di affiliarsi alla Giovine Italia di Mazzini. Con Luigi Lo Cascio, Valerio Binasco, Francesca Inaudi. • DRAMMATICO, STORICO

LA DONNA DELLA MIA VITA di Luca Lucini eonardo e Giorgio sono due fratelli molto diversi. Il loro rapporto conflittuale, fortunatamente, riesce ad essere gestito dalla madre. Un giorno, però, spunta una donna che metterà in crisi tutta la famiglia. Con Alessandro Gassman, Luca Argentero, Stefania Sandrelli, Sonia Bergamasco, Valentina Lodovini, Giorgio Colangeli. • DRAMMATICO

L

INCONTRERAI L’UOMO DEI TUOI SOGNI di Woody Allen resentato a Cannes, l’ultimo film di Woody Allen ripropone, attraverso la storia di due coppie (Greg e Sally ed Alfie ed Helen) dal comportamento irrazionale, i temi a lui cari: le età a confronto, la solitudine, il furto intellettuale. Lo fa con stile e col solito tocco leggero e profondo. Con Naomi Watts, Josh Brolin, Anthony Hopkins,Antonio Banderas. • ROMANTICO

P


c

en Ess

rmo

nie - 75 bis, av d e

W

ag

r

17 750 F.

Fleurs

Ha

am

e

t se

I primi e unici profumi al mondo realizzati con i Fiori di Bach

Profumi per il benessere del corpo e dell’anima Distributore esclusivo per l’Italia - HPS s.r.l. GREZZAGO (MI) info@hpssolutions.it

20X24 pub italie.indd 1

4/10/10 17:54:09


11-11-2010

11:50

Pagina 28 Denni Poletti HD

(

R

Rub. Cinetime OK

D 3 N N I:Users:dennipoletti:Desktop:FILES OK:

) UNSTOPPABLE

THE SOCIAL NETWORK di David Fincher al libro The Accidental Billionaires di Ben Mezrich e dal regista di Seven e Fight Club, ecco il film, fresco di presentazione al Festival di Roma, sulla vera storia del genio dell’informatica, Mark Zuckerberg, studente ad Harvard, che una sera d’autunno del 2003, davanti al suo computer, è folgorato da una nuova idea. Destreggiandosi abilmente tra blog e linguaggi di programmazione, inventa una rete sociale globale, Facebook, che rivoluzionerà la comunicazione. Con Justin Timberlake, Jesse Eisenberg,Andrew Garfield, Rashida Jones. • COMMEDIA

D

A NATALE MI SPOSO di Paolo Costella l “cinepanettone” di Boldi quest’anno è ambientato in gran parte a St Moritz dove si deve celebrare un matrimonio di convenienza. Gag ed episodi equivoci condiscono la storia ricca di colpi di scena. Con Massimo Boldi, Vincenzo Salemme, Nancy Brilly, Elisabetta Canalis. • COMMEDIA

I

di Tony Scott n veterano ingegnere ferroviario e un giovane conducente (la storia è realmente accaduta) ingaggiano una corsa contro il tempo per fermare un enorme treno, un “siluro” dalle dimensioni di un grattacielo, ed evitare un disastro in un'area densamente popolata. Con Denzel Washington, Chris Pine, Rosario Dawson. • AZIONE, DRAMMATICO

U

DALLA VITA IN POI di Gianfrancesco Lazotti spirato a una storia vera e girato tra Cinecittà e Rebibbia, il film racconta, attraverso il loro epistolario, la storia d’amore di Katia e Danilo. Le loro vicende amorose hanno risvolti imprevedibili. Con Cristiana Capotondi, Filippo Nigro, Nicoletta Romanoff, Pino Insegno. • COMMEDIA

I

I POLIZIOTTI DI RISERVA

G

I FIORI DI KIRKUK di Fariborz Kamkari nizia come una bella storia d’amore tra Najla, una giovane dottoressa irachena, e un curdo, un “nemico del popolo”. Ben presto la storia, però, prende una direzione diversa e si trasforma in un’appassionante lotta a difesa delle minoranze e della civile convivenza. Girato nel Kurdistan, a Kirkuk, il film è ambientato negli anni ’80 durante il regime di Saddam Hussein. Con Morjana Alaoui, Ertem Eser, Mohammed Bakri,Ashraf Hamdi. • DRAMMATICO

I

28 | DailyLuxury |

N°8 NOVEMBRE 2010

di Adam McKay rande successo al box office Usa, ambientato a New York, il film racconta le vicende del detective Allen Gamble, revisore dei conti, che ama trascorrere il tempo tra le scartoffie piuttosto che affrontare la vita di strada. Gli è stato affiancato Terry, un ragazzo dai modi un po' ruvidi.Allen e Terry ammirano i poliziotti più bravi della città ma, quando si presenta loro l'opportunità di prender parte alla squadra, le cose non vanno come previsto. Con Mark Whalberg,Will Farrell, Samuel L. Jackson, Eva Mendes,Anne Heche, Paris Hilton. • AZIONE, COMMEDIA

OMAGGIO AI GASSMAN

L

a 29° edizione di Primo Piano sull’Autore, curata da Franco Mariotti, che si è tenuta pochi giorni fa ad Assisi, è dedicata alla famiglia Gassman. Il titolo è illuminante: “I Gassman, di padre in figlio - Tra cinema, teatro e letteratura”. Una rassegna ricca di eventi: proiezioni di film di Vittorio e Alessandro, del documentario di Giancarlo Scarchilli “Vittorio racconta Gassman”, d’incontri con studenti all’Università di Perugia, che culmina col convegno alla presenza dei protagonisti, Alessandro, Paola e Jacopo che hanno, in diversi modi, seguito le orme del grande Vittorio.


Pitanguy dLuxury Specif 26-10-2010 18:13 Pagina 1 C

M

Y

CM

MY

CY CMY

K


11-11-2010

11:33

Pagina 30 Denni Poletti HD

D 3 N N I:Users:dennipoletti:Desktop:FILES OK:

carnet

c

Marina SANTIN

Pensati ad… arte In primo piano, arte, fotografia, bijoux, costumi di scena ed appuntamenti a teatro, perfetti per accompagnarci nei lunghi giorni d’inverno.

«

PORDENONE

P

rima antologica italiana dedicata al celebre fotografo statunitense della Magnum, “Jim Goldberg” ne ripercorre tutte le tappe della carriera artistica sottolineando la duplicità delle sue opere: da un lato indaga sulle condizioni di violenza e marginalità tipiche delle periferie e delle realtà socali complesse; dall’altro crea immagini suggestive spesso utilizzate dal mondo glamour della moda. Parco, Pordenone Arte Contemporanea, fino al 30 gennaio 2011. Info: www.comune.pordenone.it.

sensibile rarefazione dell’immagine, “Guccione. Mediterraneo”. Palazzo Ducale, dal 27 novembre 2010 al 6 gennaio 2011. Info: Call Center Tel. 0422.429999, Fax 0422.308272, biglietto@lineadombra.it, www.lineadombra.it.

ROMA

R

«

iunisce le creazioni dei più grandi stilisti italiani per il teatro, l’opera e la danza, “Il teatro alla moda. Costume di scena. Grandi

stilisti” che propone cento costumi originali più bozzetti, figurini e video dei relativi spettacoli. Fondazione Roma Museo, fino al 5 dicembre 2010. Info: Tel. 199.500.200, www.teatroallamoda.it.

MILANO

D

«

irettamente dal Museo del Louvre, arriva nel capoluogo lombardo uno tra i più importanti dipinti di Tiziano, “Donna allo specchio. Femme au miroir”, un’opera che esalta i valori estetici e morali della bellezza femminile del Rinascimento italiano. Un’occasione unica, da non perdere. Palazzo Marino, dal 3 dicembre 2010 al 6 gennaio 2011. Info: Tel. 800.14.96.17, www.comune.milano.it.

Da non perdere, a teatro

«

Carnet OK

GENOVA

R

accoglie 35 opere che l’artista ha dedicato e continua a dedicare al mare a partire dagli anni ’80 seguendo un’instancabile ricerca pittorica caratterizzata sempre più da una

30 | DailyLuxury

E

ntra nel vivo la stagione del Teatro EuropAuditorium di Bologna, moltiplicando gli appuntamenti con la prosa, il jazz, la danza ed il musical. Spettacoli di grande suggestione e caratura, da non lasciarsi sfuggire per il divertimento di tutta la famiglia. 16 NOVEMBRE - In esclusiva regionale, inserito nel calendario del Bologna Jazz Festival, “Sonny Rollins” in concerto nel tour dei suoi 80 anni. Per oltre

mezzo secolo, questo formidabile ottantenne ha incantato il pubblico suonando con la maestria di una divinità ed è una delle ultime icone viventi di un'epoca d'oro del jazz. 20-21 NOVEMBRE - Ispirato all’omonimo cartoon, al Paladozza, va in scena “Ben 10 Live” che, tra musica, acrobazie, effetti speciali e coreografie mozzafiato, racconta le avventure di Ben, ragazzino di 10 anni che gioca a videogames, va in bicicletta e spesso si mette nei guai. Grazie ad un misterioso orologio acquisterà la capacità di trasformarsi in diversi esseri alieni e scoprirà che essere un supereroe non è così facile.


Carnet OK

11-11-2010

11:33

Pagina 31 Denni Poletti HD

D 3 N N I:Users:dennipoletti:Desktop:FILES OK:

«

BOLOGNA

«

U

TORINO

C

ollane, orecchini, spille, bracciali ma anche borsette e Christmas Tree, per un totale di oltre 300 esemplari provenienti dalla collezione di Patrizia Sandretto Re Rebaudengo, per “Gioielli fantasia da una collezione torinese” che ripercorre la storia dei bijoux realizzati negli Stati Uniti tra gli anni ’30 e ’70, compresi alcuni pezzi più recenti. Palazzo Madama, dal 23 novembre 2010 al 23 gennaio 2011. Info: Tel. 011.4433501, www.palazzomadamatorino.it, www.fondazionetorinomusei.it.

na trentina di opere tra cui capolavori rari e di grandi rilievo per “L’anima della pittura. Dipinti emiliani dal XV al XIX secolo” che presenta dipinti dal ‘400 all’inizio dell’800 realizzati dai più noti maestri nativi della regione o operanti in essa. Galleria d’Arte Fondantico, fino al 23 dicembre 2010. Info: Tel. 051.265980, www.seleart.com/fondantico, fondantico@tiscalinet.it.

LUCCA

È

la donna, fotografa e artista, soggetto o musa ispiratrice, il tema della sesta edizione del “LuccaDigitalPhotoFest”. Ricchissimo il calendario: 17 mostre di cui alcune in anteprima assoluta,

workshop, conferenze, incotri, letture e novità di quest’anno, il LuccaDigitalBook, constest dedicato all’editoria specializzata. Sedi varie, dal 20 novembre al 12 dicembre 2010. Info: www.ldpf.it.

«

MILANO

C

elebra l’opera, condensata in soli sette anni, dell’artista lituano, considerato nel suo paese uno dei fondatori dell’arte moderna e leggendario per le sue “visioni d’altri mondi”, “Ciurlionis. Un sogno esoterico”, prima mostra italiana che ne presenta tempere, pastelli, acquarelli, chine, disegni e documenti. Palazzo Reale, fino al 6 gennaio 2011. Info: Tel. 02.54918, www.mostraciurlionis.it.

16 DICEMBRE - Dopo il successo ottenuto la scorsa

30 NOVEMBRE 29 NOVEMBRE - È uno spettacolo di danza moderna, dinamico e pieno di energia e grande musica “Rock the Ballet” di Rasta Thomas, interpretato dai sette danzatori della compagnia Bad Boy of Dance che seducono il pubblico con coreografie d’insieme e assoli maschili mescolando diversi stili la cui commistione dà vita a quella che è stata definita la danza del XXI secolo, il Balletto Pop.

Claudio Bisio in “Io quella volta lì avevo 25 anni”, lettura scenica di un testo inedito scritto da Giorgio Gaber insieme a Sandro Luporini con musica dal vivo. Lo spettacolo, prevede sei monologhi in cui il protagonista, perennemente venticinquenne, rivive un passato immaginario e rievoca avvenimenti vissuti in prima persona nelle varie epoche dal secondo dopoguerra ad oggi.

stagione, torna (al Paladozza) il musical “Cats” interpretato dalla Compagnia della Rancia. Un allestimento moderno ed innovativo, le coreografie di Daniel Ezralow, le musiche dal vivo rendono unico lo spettacolo che, tratto da libro di T.S. Eliot, racconta con emozione l’incontro dei 25 Jellicle, i gatti dispettosi, golosi, sensuali o raffinati, tra cui la meravigliosa Grisabella.


i

R

v

T

Aspettando M Incontro De Niro.indd OK.indd 34

11-11-2010 17:05:53


R

incontro Silvia BIZIO

Robert De Niro

continua la sua storia d’amore con l’Italia ed il cinema italiano. Nato a New York nel 1943 (dove vive con la seconda moglie Grace e il loro figlio di 10 anni) e detentore di due Oscar (per “Toro Scatenato” e “Il Padrino II”) oltre a quattro altre candidature, l’attore, che ha recentemente girato a Roma il film di Giovanni Veronesi “Manuale d’amore 3”, è appena tornato sugli schermi italiani con il remake americano del film di Giuseppe Tornatore “Stanno tutti bene”, in cui riprende il ruolo che fu di Marcello Mastroianni. È la storia di un vedovo che parte in un improvvisato viaggio in pullman per ritrovare ognuno dei suoi figli e scoprire che le loro vite sono ben lontane dall’idilliaco quadretto che lui e la moglie si erano costruiti. Scritto e diretto da Kirk Jones (“Svegliati Ned”) il film, vede recitare accanto a De Niro, Drew Barrymore, Kate Beckinsale e Sam Rockwell rispettivamente nei panni dei tre figli alle prese con la tragica assenza del quarto fratello (su suggerimento dello

Parentesi tutta italiana per Robert De Niro: padre vedovo in “Stanno tutti bene”, remake americano dell’omonimo film di Tornatore, ora sugli schermi; professore divorziato in “Manuale d’amore 3” di Veronesi. Nel suo futuro però c’è Martin Scorsese ed il ruolo di un efferato gangster.

o Marty...

stesso Tornatore nel nuovo film i figli sono stati ridotti da cinque a quattro). Nel 2011, il nostro protagonista si augura di tornare a girare un altro film con Martin Scorsese, “I Heard You Paint Houses”, imperniato sulla figura di Frank “the Irishman” Sheeran, il gangster sospettato di aver assassinato il leader sindacale Jimmy Hoffa (interpretato da Jack Nicholson in “Hoffa” di Danny De Vito, nel 1992), ricoprendo appunto il ruolo di Sheeran, accusato di oltre 25 assassinii legati alla Mafia. L’abbiamo incontrato e con lui abbiamo parlato di questo progetto e di “Stanno tutti bene”. � Signor De Niro, lei crede che le relazioni tra genitori e figli siano cambiate negli ultimi anni in America? “Una volta le famiglie erano molto più unite. Poi si è sviluppata la tendenza che porta i figli, appena finito il Liceo, a studiare all’Università in un’altra città, in un altro stato, quasi a voler fuggire dal proprio luogo di nascita. Cosa che a me sembra un po’ strana. Io non mi sono mai mosso da New York! I miei figli stanno tutti con me o vicino a me a New York, ed è così che a me piace”. � Come padre, si è identificato nelle vicende del protagonista? “Certamente. E mi ha reso il compito più facile”. � Ha visto il film originale? Ha mai incontrato Marcello Mastroianni? “Sì, ho visto il film di Tornatore, e sì, ho incontrato varie volte Mastroianni. Molto simpatico... Ma ci tengo a dire che il nostro film è diverso da quello di Tornatore, che era di 16 o 17 anni fa. Le cose sono cambiate nel frattempo, e la nostra storia risente di questi mutamenti. Non ho cercato assolutamente di imitare Mastroianni. Anzi, ho fatto finta che il nostro fosse un film originale, non un remake. Ho rimosso ogni idea e pregiudizio al riguardo”. � Quando i suoi figli si allontanano da casa, come vi comunicate? Lei usa l’e-mail? “Un po’. Preferisco il telefono. So che esiste Skype... ma sapete, sono di un’altra generazione!”. � Come si spiega che tutti adesso hanno la tendenza a correre, ad andare sempre in fretta, a fare tante cose, e nel caso dei giovani, a schivare i genitori? ››

N°9 NOVEMBRE 2010

Incontro De Niro.indd OK.indd 35

| DailyLuxury | 35

11-11-2010 17:06:03


i

incontro

›› “Domanda troppo difficile per me! (ride). Non ne ho

idea. Non so filosofeggiare sui mutamenti sociali e di costumi tra gli anni ’50, ’60, oppure tra i ’30 ed i ’40 o gli ’80 e i nostri tempi. Non so che dire. Aumentano il numero di distrazioni e gadget come l’iPhone e i videogiochi, e i genitori si arrabbiano perchè i ragazzi guardano troppo la televisione, mentre una volta si stava tutti insieme ad ascoltare la radio. Una volta le famiglie andavano al cinema insieme, proprio come esperienza di gruppo, ora ognuno ci va per conto suo”. � Il suo personaggio nel film, Frank, si sente spaesato senza moglie e figli. Va al supermercato e non sa che fare. Lei anche è così? “No, nel senso che non mi sono mai sentito solo come lui. È triste ritrovarsi così soli e privi di aiuto. Inetto come lui? Lo sono, ma fino ad un certo punto. So farmi da solo il caffè al mattino, e mi piace macinare i chicchi con una macchinetta fatta a posta. È una sorta di terapia mattutina”. � Lei, così famoso, cosa la soddisfa nella vita privata? “Semplicemente starmene seduto in poltrona a casa mia con i figli intorno. Leggere il giornale. Mi piace leggere quotidiani e riviste d’attualità politica e culturale, ci tengo a tenermi bene informato”. � Cosa scatta fra lei e Martin Scorsese quando lavorate insieme? “Penso che ogni attore che lavora con Marty vi dica la stessa cosa: lui è aperto ad ogni idea. La mia esperienza con lui è stata che qualunque cosa io provi sul set lui l’accoglie con

36 | DailyLuxury |

Incontro De Niro.indd OK.indd 36

N°9 NOVEMBRE 2010

11-11-2010 17:06:22


entusiasmo e ci lavora su, aiutandoti a realizzarla anche se poi non funziona. In questo modo un attore si sente molto, molto fiducioso con lui, senti che le tue idee vengono ascoltate e accolte a braccia aperte. Avere un regista chiaro nel modo in cui guida il suo film ma allo stesso tempo pronto ad ascoltare i suoi attori è una combinazione vincente. Tornerei sempre con gioia a fare un film con Marty, al di là della nostra amicizia. Per non parlare del fatto che se so qualcosa di cinema è grazie a lui, è un’enciclopedia ambulante”. � Perchè un altro film su Hoffa? “Hoffa è stato una figura molto importante nella storia dei sindacati americani prima della sua morte nel 1975. I suoi legami mafiosi gli hanno inimicato sia John F. Kennedy che Lyndon B. Johnson, ed è finito in prigione per tentata corruzione. Sheeran lo ha incastrato in un finto incontro in una casa a Detroit, dove gli ha sparato uccidendolo e poi scappando. Sembra che il suo corpo sia stato cremato entro un’ora dalla sua morte! Sono personaggi assai coloriti della nostra storia!”. 

Tornerei sempre con gioia a fare un film con Marty, al di là della nostra amicizia. Per non parlare del fatto che se so qualcosa di cinema è grazie a lui, è un'enciclopedia ambulante

Incontro De Niro.indd OK.indd 37

N°9 NOVEMBRE 2010

| DailyLuxury | 37

11-11-2010 17:06:33


L’Homme infiniment

www.dior.com Dior OnLine 02 38 59 88 88


c

c u lt u r a

Incanto

mediterraneo GUSTAVE COURBET

La spiaggia a Palavas 1868

40 | DailyLuxury |

Cultura mare.indd OK 1.indd 40

N°9 NOVEMBRE 2010

16-11-2010 10:02:43

r

S

pe

qua inqu vigli nato blu, l’ide pros non tant can sai m il rif o gr XIX ficil co, t capo


o

Non una ma ben cinque le generazioni di artisti francesi che, tra il XIX e XX secolo, hanno fatto del Mediterraneo e dell’entroterra provenzale il soggetto privilegiato delle loro opere. A Genova, una mostra affascinante, ripercorre le tappe del loro cammino scrivendo un racconto all’insegna del colore e della suggestione.

S

Marina SANTIN

Sempre immobile ma in perenne movimento; appena increspato e

mente spirituali di Friedrick o le tempeste baluginanti e magmatiche di Turner, al sud, è la costa del Mediterraneo ed il suo immediato entroterra provenzale, il punto d’inquasi tranquillo o squarciato da onde immense e marosi contro di differenti generazioni di pittori francesi, almeno inquietanti; accogliente e materno o freddo ed ostile; meracinque, che nell’ambito del classicismo prima e del realismo viglioso nel suo susseguirsi di mille riflessi quando illumipoi, giungono fino alla dissoluzione del colore nella materia nato dal sole o dalla luna, in una magica alchimia di verdi, mirabile di Bonnard quasi al confine con la blu, turchesi o grigi… Il mare, la sua vastità, metà del XX secolo. l’idea dell’infinito ed al tempo stesso della “Mediterraneo. Propone un affascinante e suggestivo itineprossimità che racchiude in sé, da sempre, Da Courbet a Monet rario tuffandosi nelle profondità marine, solnon ha mai smesso di affascinare gli artisti, a Matisse” candone i flutti o catturandone la miriade di tanto che lo stesso Van Gogh scrisse: “Colore GENOVA, sfumature, la mostra “Mediterraneo. Da Coucangiante, non sai mai se sia verde o viola, non Palazzo Ducale rbet a Monet a Matisse” allestita nelle sale del sai mai se sia azzurro, perché il secondo dopo Dal 27 novembre 2010 all’1 maggio 2011 Palazzo Ducale di Genova, una rassegna preil riflesso cangiante ha assunto una tinta rosa stigiosa che presenta circa 80 dipinti proveo grigia”. Ed è proprio il mare ad assumere nel Info: Call Center Tel. 0422.429999 nienti da musei e collezioni di tutto il mondo, XIX secolo una rilevanza fondamentale e difFax 0422.308272 alcuni dei quali realizzati dai più celebri maeficilmente dimenticabile nel panorama artistibiglietto@lineadombra.it www.lineadombra.it stri. Un cammino non certo facile, basti penco, tanto da diventare protagonista di autentici sare che la costa francese del Mediterra- ›› capolavori. Se al nord, sono le visioni forteN°9 NOVEMBRE 2010

Cultura mare.indd OK 1.indd 41

| DailyLuxury | 41

16-11-2010 10:02:48


c

c u lt u r a

›› neo

si impose con notevole ritardo nella percezione che i pittori avevano del paesaggio all’inizio del XIX secolo, proprio nel momento in cui Pierre-Henri de Valenciennes pubblicava il suo celebre trattato sulla rappresentazione della natura. Era opinione diffusa e difficile da scalfire che la nozione del Mediterraneo fosse strettamente legata all’antichità ed in particolare alla romanità. Di conseguenza, il riferimento alle coste italiane, ad esempio, quali luoghi deputati di questo riandare all’antico, dominava lo scenario pittorico di quei tempi. Un primo segnale di cambiamento, che offrì un contributo fondamentale dopo i grandi quadri settecenteschi che riproducevano la città ed il porto di Tolone realizzati da Joseph Fernet, cui seguirono quelli di Robert e Constantin a Valchiusa, che siglano l’avvio dell’esposizione, venne da Gustave Courbet, che nel piccolo villaggio di pescatori di Palavas, a sud di Montpellier, dipinse alcuni dei suoi capolavori. Un paio di essi sono presenti alla mostra genovese quasi a voler sancire il drastico mutamento di rotta che pone l’uomo, o il suo essere assente, davanti alla grandezza del mare. In quest’epoca di realismo si possono certamente ascrivere anche le opere di Félix Ziem e di Emile Loubon, artefici di dipinti realizzati attorno a Marsiglia, Antibes e Nizza. Così come quelli di Paul Guigou ed Adolphe Monticelli, ovvero la cosidetta scuola di Marsiglia che si afferma a metà secolo con la volontà di descrivere il reale con tutta la sua forza di presentazione e dichiarazione. Vengono poi i grandi Maestri dell’Impressionismo (Cézanne, Renoir, Monet, Boudin, Van Gogh, solo per citarne alcuni) che danno testimonianza con molte opere delle loro visite o dei loro lunghi soggiorni in Provenza e sulla costa del Mediterraneo. Cézanne, ad esempio, che dalla fine degli anni Sessanta coltiva quello spazio, sia esso mare o bosco, come la nascita di una continua, sempre nuova bellezza. Oppure Renoir, che proprio vicino a Cézanne dipinge, nel 1882, scorci mirabili di paesaggi vicino all’Estaque. Un parallelo tra i due artisti che sottolinea anche la nostra rassegna proponendo due capolavori realizzati da Cézanne e Renoir all’inizio del 1882, quando il secondo lascia la Sicilia per raggiungere il primo all’Estaque e, giunto sul posto, ››

42 | DailyLuxury |

Cultura mare.indd OK 1.indd 42

1

2

n°9 novembre 2010

12-11-2010 10:03:52


3 4

5 1

Claude Monet

Cap Martin, vicino Mentone 1884 2

Edvard Munch Mattino sulla Promenade des Anglais 1891 6

Claude Monet

Pierre-Auguste Renoir

Cap d’Antibes, Mistral, 1888

n°9 novembre 2010

Cultura mare.indd OK 1.indd 43

Il porto di Antibes 1893 5

Salici potati al tramonto, 1888 3

Vincent Van Gogh

6

4

Eugène Boudin

Rocce a L’Estaque 1882

| DailyLuxury | 43

12-11-2010 10:04:06


c

c u lt u r a

1

4 3

2

›› fianco a fianco con l’amico, giusto il cavalletto fissa-

to un po’ più in basso rispetto all’altro, realizza forse il quadro più cézanniano della sua storia e, di certo, uno dei suoi più bei paesaggi inquadrando la piccola valle, le rocce e il cielo, mentre Cèzanne, scavalca con lo sguardo quelle stesse rocce ed immortala l’azzurra distesa del mare. Ma da non trascurare anche i due soggiorni di Monet (presente a Genova con una decina di opere), nel 1884 a Bordighera, e nel 1888 ad Antibes, quando il mare è scintillante come un forziere ricolmo di pietre preziose. Oppure i lavori di Boudin, che solo pochi anni dopo Monet ne ripercorre le tracce davanti al Forte di Antibes, aprendosi ad una visione che torna quasi vicina a quella della realtà di Courbet. E, in ultimo, i due anni provenzali di Van Gogh, tra i primi mandorli fioriti ed i campi di grano. Ognuno di questi pittori approfondisce il suo mondo, nell’inesausto cammino tra il colore e la ›› costruzione con il colore.

44 | DailyLuxury |

Cultura mare.indd OK 1.indd 44

1

Emile Loubon Veduta di Marsiglia da Aygallades in un giorno di mercato 1853

2

Jean-Baptiste Olive L’isola Maïre 1880 circa 3

4

5

Joseph Vernet La Ville et la Rade de Toulon 1756

Paul-Camille Guigou Le colline di Allauch 1862

n°9 novembre 2010

12-11-2010 10:04:17

Franç Grane

La racc zucche cascin Malval s.d.


net

lon

5

6

5

François-Marius Granet La raccolta delle zucche nella cascina del Malvalat s.d.

6

Claude Monet Veduta di Bordighera 1884

7

Hubert Robert La fonte di Vaucluse 1873

7

n°9 novembre 2010

Cultura mare.indd OK 1.indd 45

| DailyLuxury | 45

12-11-2010 10:04:32


c

c u lt u r a

›› A questo periodo segue quello del post-Impressio-

nismo, che ha soprattutto in Signac, tra Saint-Tropez ed Antibes, il loro fiore all’occhiello. Ma accanto, anche Van Rijsselberghe, Cross, Valtat, Guillaumin, Manguin, Camoin, solo per citarne alcuni. E sono illuminati dalla suggestiva luce dei paesaggi francesi anche alcuni quadri che Edvard Munch dipinse a Nizza, nel corso di un periodo di convalescenza, tra il 1891 ed il 1892, opere, oggi quasi tutte in mano privata, che ci fanno ben capire come l’impatto con la luce del Mediterraneo sia tale da non lasciare indifferente nessuno, in particolare se si considera che Munch, quando scende a Nizza, è già diventato il Munch che tutti abbiamo ben presente. Si giunge così alla pittura dei Fauves, una sezione di indubbio significato, che accoglie con lavori di Matisse, Derain, Parquet, Braque, Friesz, Dufy, che mostrano agli occhi del visitatore come il Mediterraneo, solo pochi decenni dopo, sia una realtà completamente differente rispetto alle visioni di Courbet, già immerso in una modernità di un secolo che si stava aprendo. E semmai chiudendo dentro ampie zone di colore quella che era stata la dispersione cromatica di Monet sul mare davanti ad Antibes nel 1888. A ‘900 ormai pienamente iniziato, troviamo nella regione provenzale e sulle rive del Mediterraneo, la presenza di Felix Vallotton, Chaïme Soutine e Pierre Bonnard, l’artista che più di ogni altro ha saputo consegnare la lezione di Monet al secolo nuovo, nella partecipazione che il colore fa dello spazio e del tempo, nel rendere quello spazio e quel tempo realtà solo della pittura. Dove non è più la descrizione dei luoghi mediterranei e provenzali, ma piuttosto la dimensione della visione ininterrotta.  2

46 | DailyLuxury |

Cultura mare.indd OK 1.indd 46

1

n°9 novembre 2010

12-11-2010 10:04:48


3

6

4

7

1

Raoul Dufy Fabbrica a l’Estaque 1908 2

Georges Braque

Il porto de L’Estaque 1906 3

paul Cézanne

Fabbriche nei pressi del monte di Cengle 1869-1870 circa 4

paul Cézanne

5

8

Alberi e rocce vicino a Château Noir, 1900-1906 5

Henri-Edmond Cross

Le Four des Maures 1906 6

Henri Matisse

Carnevale a Nizza 1921 circa 7

André Derain L’Estaque 1906 8

Henri-Edmond Cross undefined

n°9 novembre 2010

Cultura mare.indd OK 1.indd 47

| DailyLuxury | 47

12-11-2010 10:05:10


LA BELLEZZA IN MOVIMENTO

Distribuito da SIFARMA – e-mail: info@sifarma.it – Tel. 02 422015.1


DAL 1927


S

speciale

Nella luce d Luciano Parisini

... la luce del golfo che abbraccia il business sempre in crescendo della “World Exhibition” sulla Croisette. Là dove tutto è in positivo divenire. Con qualche doveroso, seppur lieve eccepire sulla 26° edizione. 50 | DailyLuxury |

Speciale Cannes.indd OK.indd 50

n°9 novembre 2010

12-11-2010 9:27:24


e di CaNNes...

C

ini

Cannes Tax Free:

ia la to so, ne.

d’ora innanzi preferisco chiamarlo Cannes Businnes Free. So di ripetermi commentando ancora una volta un’edizione della fiera sulla Croisette con l’entusiasmo di chi ama la positività; ma lo faccio per ribadire il concetto, fuor d’ogni schema fieristico, di una manifestazione d’ineguagliabile eccezione. ››

Speciale Cannes.indd OK.indd 51

n°9 novembre 2010

| DailyLuxury | 51

12-11-2010 9:28:06


PUPA

NEL MONDO ARMENIA AZERBAIJAN BAHRAIN BELGIUM BOLIVIA BOSNIA & HERZEGOVINA BULGARIA CANADA CHILE COLOMBIA CROATIA ECUADOR EGYPT ESTONIA GEORGIA GERMANY GREECE HONG KONG HUNGARY IRAN ISRAEL ITALY KAZAKHSTAN KOSOVO KUWAIT KYRGYZSTAN LEBANON LIBYA LITHUANIA MACEDONIA

Speciale Cannes.indd OK.indd 52

MALTA MALAYSIA MEXICO MOLDOVA MONTENEGRO MYANMAR OMAN PALESTINE PARAGUAY POLAND PORTUGAL QATAR PANAMA ROMANIA RUSSIA SAUDI ARABIA SERBIA SINGAPORE SLOVENIA SWITZERLAND SYRIA TAIWAN TAJIKSTAN THE NETHERLAND TURKEY TURKMENISTAN UKRAINE UNITED KINGDOM URUGUAY VIETNAM

17-11-2010 13:44:27


ND

N

S

speciale

SIGNIFICATIVAMENTE In tre immagini il “significato” di Cannes World Exhibition. Dalla luce che emana un’alba sul golfo, l’alba di un altro, ennesimo giorno positivo del “Tax Free”, all’intensità di partecipazione nelle sale del Palais, al lusso della nuova prestigiosa location di Dior, al messaggio (da un tabellone esposto allo stand) di un’autentica “italianità” come Pupa, profondamente proiettata nel mondo.

›› Tanto da propormi come sospetto cointeressato ad un

successo che ho visto crescere di anno in anno, partendo da pioniere alla seconda edizione, quando l’evoluzione del “Tax” si svolgeva agli attracchi del porto, su barche in gara ad esaltare l’immagine il vanto, l’orgoglio (e la presunzione...) delle “griffe” partecipanti. Vero: si cominciò 26 anni fa più per scenografia che per business, ma bastò una seconda edizione sulla scia di un consuntivo più che lusinghiero, per cambiare rotta, qualche volta esagerando al punto da mostrarsi contemporaneamente in barche sontuose e in location (pur costose) interne al Palais. Cannes insomma fu business sin dalla nascita e ora, pur attraversando i mari in burrasca di crisi profonde (minori comunque dell’ultima...) torna a navigare se non a vele spiegate, pur con un buon vento di bolina. Spazi ancora ristretti (che pericolo le “tane” del Palais! meglio le “aperture” di Riviera...), pesanti quote di esposizione: ma nulla sembra fermare il costante divenire in progress di una manifestazione che ha anche il merito di proporre, nel giorno d’apertura, un dotto confronto d’opinioni nella Conference, sempre animata da interpreti di fama, anche se talvolta più di scenografia che d’esperienza. E che l’espansione sia inarrestabile, lo dimostrano anche le messinscena di gran lusso nelle suites degli alberghi che s’affacciano alla Croisette: quasi una disputa

2011:

CANNES A SETTEMBRE! E

intanto... Intanto la priorità G20, il meeting mondiale dei “grandi” della Terra previsto in Francia nel novembre del 2011, suggerisce al Président, Nicolas Sarkozy, di chiedere al Tax Free, edizione 2011, di fare un passo indietro, anzi un mese indietro. Anzichè in ottobre, la fiera sulla Croisette si effettuerà dal 18 al 23 settembre. Lo spazio tradizionale del Festival del Cinema e appunto del “Tax”, farà parte in novembre dello scenario del G20. Scenario che richiede un mese (ottobre) di allestimento.

a suon di euro per il meglio del meglio. È insomma un... Business Free che non cede, tantomeno alla crisi, offrendo opportunità di incontro “mondiale” a chi sa incontrarsi. Qui il buyer è sacro e lavora per appuntamento, sfruttando al meglio un impegno di spesa notevole che va dal biglietto d’ingresso (300 euro al giorno) al costo della trasferta con il “pegno” spesso esagerato dovuto agli hotels, ai ristoranti, sino al costo del parcheggio auto nell’immensità del garage sotto il Palais. Ma nulla impedisce un aumento costante di presenze-visitors (5398 quest’anno appartenenti a 2570 società con un incremento dell’8% rispetto alla scorsa edizione) e di aziende espositrici (457). Un successo insomma anche e soprattutto nel “nostro” settore, con gli operatori made in Italy veramente, unanimamente soddisfatti (eccezionale il bilancio di Mavive con l’intrigante “Zippo” simboleggiato da Vasco...). Un successo che documentiamo in poche ma significative immagini: la sempre monumentale e un po’ ironica “insegna” sulla facciata del Palais, un’animata zona d’affluenza operatori, lo spettacolare ingresso al faraonico (e riservatissimo) spazio LVMH, e una dichiarazione di universalità distributiva appesa allo stand di una “profonda” italianità come Pupa. Il tutto “avvolto” nel più romantico dei tramonti sul golfo... 

N°9 NOVEMBRE 2010

Speciale Cannes.indd OK.indd 53

| DailyLuxury | 53

17-11-2010 13:44:30


S

speciale

È già

Prime anticipazioni dal cantiere So.Ge.Cos. per un’edizione (18-19-20-21 marzo 2011) di rinnovata suggestione. Con particolare supporto ad eventi di eccezionale prestigio in uno spazio “CosmOff Privé”. Rivoluzionato il concetto di partecipazione-stampa. Pubblicazione quotidiana di un Daily “dedicato”. 54 | DailyLuxury |

Speciale Cosmoprof.indd OK.indd 54

N°9 NOVEMBRE 2010

16-11-2010 9:55:22


à

é”. pa. o”.

COSMOFF PRIVE’ Anticipazione di una delle novità Cosmoprof Bologna 2011, secondo design dell’architetto Simone Micheli. Nel cuore della “fiera”, ecco abbozzato uno scorcio di quel che sarà il “CosmOff Privé”, dedicato agli eventi di particolare prestigio, profumo, cosmesi, e non solo.

Cosmoprof... Luciano PARISINI

Speciale Cosmoprof.indd OK.indd 55

V

Voltando pagina...

Passando insomma dalle considerazioni su Cannes espresse nel servizio che precede, ecco le prime novità in cantiere per il Cosmoprof Bologna. ›› N°9 NOVEMBRE 2010

| DailyLuxury | 55

16-11-2010 9:55:26


S

speciale

›› Cantiere in fibrillazione in casa So.Ge.Cos, l’organizzazione a guida Aureliana de Sanctis e preziosi, validissimi collaboratori, che in pratica fa da propulsore trasversale tra Unipro e Bologna Fiere, tutti “legati” al Cosmoprof ivi compresa l’Accademia del Profumo e il suo evento-cerimonia di premiazione profumi protagonisti dell’anno. Novità in cantiere, in gestazione provvisoria, anche se dall’uscita di questi appunti alla “Fiera” di Bologna mancano poco più di un centinaio di giorni. Ed è dal provvisorio che attingiamo quanto esprimiamo in queste pagine che pur precedono l’anticipazione (nelle successive) dei profumi in nomination al Premio Internazionale Accademia del Profumo, il cui evento di premiazione ha ancora ovvia e stabile location a Bologna. Novità in cantiere si diceva: e ci sembra quanto mai efficace il ritorno a quello spazio di sontuosa immagine e praticità che, per farne esempio, ospitò due edizioni orsono la presentazione ad invito del filmato stupendo che riecheggiava l’emozione di Chanel N.5. Spazio nel cuore della “fiera” (un tempo dedicato alla stampa e successivamente ad altri momenti culturali sotto il nome di “CosmoOffLab”) che chiamerà a protagonismo il gotha della profumeria, non per esposizione prodotti ma per valorizzazione di idee, di novità, di ciò che si vuol esprimere ad intelletto fragrante. Insomma un autentico “gotha per il gotha” che avrà nome CosmOff Privé. Momenti quindi di spettacolo e di comunicazione che coinvolgeranno la più vasta entità di addetti ai lavori, profumieri in primis, con il tono dell’evento di particolare immagine e prestigio. Certo non si negherà la possibilità di... standardizzare, facendo spazio in appositi padiglioni (25 - 26, profumeria selettiva) a chi vorrà essere presente con la propria location espositiva. E a tal proposito, da quanto ci risulta, la richiesta di spazi sta accrescendo le già positive cifre della scorsa edizione, confermando la preziosa ospitalità del Cosmoprof, e ribadendo quel “bisogna esserci” che scriviamo da tempo per Cannes e che ora ci sembra più che mai opportuno ribadire per Cosmoprof Bologna. E relativamente a Cannes, ecco la risposta di So.

56 | DailyLuxury |

Speciale Cosmoprof.indd OK.indd 56

DECOMPRESSION AREA Due esempi di quel che saranno le “Decompression Area”, altra novità del Cosmoprof Bologna 2011: spazi dedicati al relax dei visitatori elegantemente arredati e forniti costantemente delle copie di tutte le pubblicazioni (riviste, quotidiani) partecipanti al Cosmoprof. Si tratta ovviamente di bozzetti in anteprima realizzati dall’architetto Simone Micheli.

N°9 NOVEMBRE 2010

12-11-2010 9:33:18


Ge.Cos ad un’esigenza che da tempo segnaliamo agli organizzatori del Tax Free: la necessità di sopravvivere da parte di chi frequenta il Palais e il resto del Tax in spazi per un piacevole relax così da interrompere proficuamente l’estenuante “via crucis” tra ristrette... topaie-stand. So.Ge.Cos per Bologna 2011 provvede: dalle idee geniali dell’architetto Simone Micheli è scaturita la serie di progetti che pubblichiamo e cioè le “relax area” dove ci sarà di che riposare e informarsi, perchè in ogni area costantemente rifornita avranno presenza le pubblicazioni d’ogni genere, interessate anche al Cosmoprof - quotidiani, riviste - come si trattasse di autentici “bar di lettura” a disposizione del pubblico, variamente dislocati e sempre assemblati a piacevole, invitante arredo. Non più la tristezza di stand-stampa con hostess spesso abbandonate a sconsolanti presenze? Forse. Quanto alla quotidiana informazione di tutto ciò che accade in fiera a totale raggio d’azione, niente di meglio di un “Daily”, come del resto Cannes insegna efficacemente da anni. Ci servirà d’esempio. Quotidianamente... 

N°9 NOVEMBRE 2010

Speciale Cosmoprof.indd OK.indd 57

| DailyLuxury | 57

12-11-2010 9:33:21


S

speciale

ACCADEMIA: una “cascata” Luciano PARISINI

Decretate da un’elaborata, efficace selezione anche ad intervento computerizzato, le 50 “nomination” al 22° Premio Internazionale Accademia del Profumo. Il voto del pubblico in (previsti) 500 punti venditaprofumerie, dal 24 gennaio al 12 febbraio 2011. Cinquanta nominations di ottimo livello qualitativo, testimonianza di una buona annata fragrante 2010. 4

1

2

3

5

58 | DailyLuxury |

Speciale Accademia.indd OK.indd 58

N°9 NOVEMBRE 2010

17-11-2010 16:37:57

d


A:

10

di nominations 8

6

a 9 7

Q

Questa autentica “cascata” che invade

le pagine d’autunno di “Daily” è il terminale di un immenso fiume in piena, gonfiato dall’industria fragrante con vero record di proposte al giudizio Accademia. Mai come in questa edizione il numero dei profumi “iscritti” aveva raggiunto una cifra così elevata, malgrado una considerevole quota-nomination (da elargire solo in caso di scelta) avesse fatto supporre una limitazione delle adesioni. Entrare in nomination insomma poteva essere finanziariamente impegnativo e invece... Invece il fiume è cresciuto in piena, la selezione dei soci Accademia più un cast prestigioso di beauty editor e di profumieri ha valutato e “selezionato” la piena con un sistema computerizzato di livello nei locali dell’Unipro fino a ridurla alla “cascata” della nostra metafora. ››

PREMIO GIURIA CONSUMATORI MIGLIOR PROFUMO DELL’ANNO Profumi femminili finalisti

1 - ACQUA DI GIOIA GIORGIO ARMANI 2 - ATTIMO 3 - BALENCIAGA PARIS 4 - BELLE D’OPIUM YSL 5 - BERGAMOTTO DI CALABRIA 6 - GUCCI GUILTY 7 - LADY MILLION PACO RABANNE 8 - LOVE, CHLOÉ 9 - VANITAS VERSACE 10 - WOMANITY THIERRY MUGLER

N°9 NOVEMBRE 2010

Speciale Accademia.indd OK.indd 59

| DailyLuxury | 59

17-11-2010 16:38:29


S

speciale

››

Cascata di qualità come forse non mai. Non c’è infatti profumo dei 50 “nominati” per i sei premi specifici del regolamento (20 per il profumo dell’anno, e sei ciascuno, per miglior creazione olfattiva, miglior packaging, miglior comunicazione, miglior prodotto made in Italy e miglior prodotto di nicchia), non c’è profumo che “strida”: son tutti espressione di qualità, di inventiva, di stile. Giunto alla 22° edizione il Premio Internazionale Accademia sembra dunque sulla strada della più efficace, acclamata maturazione. Nessuno della platea nella serata di presentazione ufficiale delle “nomination” ha avuto da ridire: il bisbiglio degli altri anni (il sottoscritto li ha “vissuti” tutti e ventidue...) non c’è stato: approvazione convinta, compiacimento per una selezione che ha portato in primo piano il vero “meglio” dell’annata. Un’annata buona si dice del vino, un’annata buona stavolta anche del profumo, sia pur in tempi di crisi induttiva al risparmio. Qualità dunque:

vestita di un design d’alto impegno creativo, di una comunicazione di costoso prestigio (vien da supporre ormai che divi e non divi del cinema e delle passerelle, accrescano oltre misura con le loro “testimonianze” i compensi del mestiere...); qualità che, finalmente! (è autocritica di chi fa parte da sempre del direttivo “accademico”) dà significato, valore, apprezzamento ad un Premio che stava scivolando nella più pericolosa ovvietà. Uno dei tanti insomma, da finir di discutere per mancanza di considerevoli eccezioni. Eccezioni che, certo, ci saranno anche stavolta, da qui alla consegna dei premi, perchè è nel Dna di chi fa parte di questo universo fragrante, specie di estrazione italica, far polemica, cercare ostinatamente lo spunto per alimentarla. Tant’è: e non certo di determinante avversità ad un’Accademia e al suo Premio, incamminate sulla strada giusta. La strada di un sistema di voto che coinvolge il pubblico ancor più intensamente pur dopo il successo

2

5 4

1

60 | DailyLuxury |

Speciale Accademia.indd 60

N°9 NOVEMBRE 2010

3

17-11-2010 16:14:48


una orre elle, e” i ! (è ccaun vieper che, gna esto olearla. Acada ge il esso

10 7

9 8

6

dei 400 punti vendita messi a disposizione lo scorso anno dalla profumeria italiana, anche attraverso l’encomiabile impegno della sua Federazione con a capo un presidente (Ostuni) di fattiva, appassionata partecipazione. Tale che i 400 d’esordio del 2010 saranno 500 per questo 2011, un eccezionale volume di urne, quindi (graficamente allestite da un design accattivante), entro le quali potrà essere inserita la scheda voto che eleggerà i Profumi dell’Anno, femminile e maschile, nell’arco di una “campagna elettorale” che andrà dal 24 gennaio al 12 febbraio. E la chiamata al voto ha ancora una valenza-concorso con un cast di premi capeggiati da una Fiat 500. Tutto questo per le venti nomination al Premio di maggior “popolarità” che comunque avrà una corona di eletti non di minor importanza, anzi!... E per loro avran sentenza giurie ››

PREMIO GIURIA CONSUMATORI MIGLIOR PROFUMO DELL’ANNO Profumi maschili finalisti

1 - BLEU DE CHANEL 2 - BVLGARI MAN 3 - COLONIA ESSENZA 4 - DAVIDOFF CHAMPION 5 - DOLCE & GABBANA THE ONE GENTLEMAN 6 - DSQUARED2 HE WOOD OCEAN WET WOOD 7 - GUCCI BY GUCCI SPORT POUR HOMME 8 - JOHN RICHMOND FOR MEN 9 - MARC JACOBS BANG 10 - VOYAGE D’HERMÈS

N°9 NOVEMBRE 2010

Speciale Accademia.indd 61

| DailyLuxury | 61

17-11-2010 16:15:02


speciale

S

PREMIO GIURIA VIP 1

›› speciali, “tecnica” e “Vip”, per “specialità” che fan prestigio e valore alla fragranza: creazione olfattiva in primis e non da meno, packaging, e comunicazione; e quindi l’eccellenza “made in Italy” e la “nicchia”. È dunque aperta la corsa al trionfo di una notte di esaltazione - ancora prevista in ambito Cosmoprof 17-21 marzo 2011 (stavolta “incredibilmente” il giovedì del week end di Bologna?...) - una notte di consacrazione per i 50 “nominati” che han vinto le... primarie. Una notte di premiazione “che - riscrivo testualmente l’opinione espressa alla cerimonia di presentazione il 16 novembre scorso - riveste un ruolo ancora più importante perchè si integra in un nuovo progetto che vede la partecipazione delle imprese della filiera della profumeria selettiva per valorizzarne l’eccellenza. Sarà programmata una serie di eventi e di iniziative con il contributo di tutte le aziende; i profumi finalisti del Premio Accademia saranno protagonisti, oltre che alla serata di premiazione, in uno spazio polisensoriale per vivere il connubio emozioni-prodotto, elementi alla base dell’esclusività del canale selettivo”. Si vedrà, vedremo, ci saremo. E intanto con queste pagine d’anticipazione, andiamo a incominciare... 

MIGLIOR PACKAGING Profumi femminili finalisti 1 - GUCCI GUILTY 2 - LADY MILLION PACO RABANNE 3 - WOMANITY THIERRY MUGLER

Profumi maschili finalisti 4 - JOHN VARVATOS ARTISAN 5 - MARC JACOBS BANG 6 - VOYAGE D’HERMÈS

3

2 4

5

PR

PREMIO GIURIA TECNICA

MIG M

MIGLIOR CREAZIONE OLFATTIVA

Pro

Profumi femminili finalisti 1 - BALENCIAGA PARIS 2 - BELLE D’OPIUM YSL 3 - LOVE, CHLOÉ

1

1

Pro 2

4 - BLEU DE CHANEL 5 - MARC JACOBS BANG 6 - VOYAGE D’HERMÈS

3

62 | DailyLuxury |

Speciale Accademia.indd 62

2

6

Profumi maschili finalisti

2

6

5

4

N°9 NOVEMBRE 2010

17-11-2010 16:15:47

4-


4

VIP

AGING

5

2

inalisti

3

ABANNE MUGLER

nalisti

PREMIO GIURIA VIP

6

MIGLIOR COMUNICAZIONE

TISAN NG ÈS

Profumi femminili finalisti 1 - ACQUA DI GIOIA GIORGIO ARMANI 2 - GUCCI GUILTY 3 - LADY MILLION PACO RABANNE

Profumi maschili finalisti

1

6

4 - BLEU DE CHANEL 5 - BVLGARI MAN 6 - MARC JACOBS BANG

5

3

PREMIO GIURIA TECNICA

4 5

MIGLIOR PRODOTTO MADE IN ITALY (OVER 400 PORTE)

Profumi femminili finalisti

6 2

1 - ATTIMO 2 - BERGAMOTTO DI CALABRIA 3 - VANITAS VERSACE

PREMIO GIURIA TECNICA MIGLIOR PRODOTTO DI NICCHIA

Profumi maschili finalisti 4 - ALVIERO MARTINI 1A CLASSE URBAN SAFARI MAN 5 - BVLGARI MAN 6 - COLONIA ESSENZA

(MAX 400 PORTE)

Profumi femminili finalisti 5

4

6

1

1 - (UNTITLED) MAISON MARTIN MARGIELA 2 - BAS DE SOIE SERGE LUTENS 3 - L’EAU SERGE LUTENS

Profumi maschili finalisti 4 - VAN CLEEF & ARPELS MIDNIGHT IN PARIS 5 - WONDERWOOD COMME DES GARÇONS 6 - ZEGNA FORTE 3

N°9 NOVEMBRE 2010

Speciale Accademia.indd OK.indd 63

| DailyLuxury | 63

17-11-2010 16:42:48


ANNIVERSARY

C’è un po’ di difarco nel gesto !di ogni donna. Grazie Difarco


è un nome sulla bocca di tutte le donne, ma anche sui loro occhi, o nel loro profumo: è Difarco. Un’imponente struttura di logistica avanzata, che da 30 anni è partner dei più acclamati marchi internazionali della farma-cosmesi grazie a servizi di custodia e distribuzione sul punto vendita. Un circolo virtuoso che unisce l’elevata affidabilità di un sistema integrato ai gesti che rendono una donna ogni giorno un po’ più bella.


S

Protocollo d’energia 66 | DailyLuxury |

Speciale Biotherm.indd OK.indd 66

N°9 NOVEMBRE 2010

11-11-2010 11:08:47


F

speciale

Affrontati con Skin.Ergetic i segni della fatica sulla pelle. Attraverso ricerca, attestati di esperti, utilizzo di determinanti valori della natura, applicazione di una tecnologia d’eccezione, ecco un completo protocollo d’energia firmato Biotherm. Luciano PARISINI

a

Fatica - stanchezza - viso “distrutto”:

è la formula del malessere di una vita soggetta all'alimentazione sbagliata, al fumo, all’inquinamento, allo stress determinato dall’assillo di performances sempre più d’impegno. La femminilità soffre di questo male dell’età degli assilli e il volto mostra, attraverso una pelle che perde splendore che non ha uniformità, ispessita, rugosa, i segni di un progressivo decadimento. Formule chimiche anti-età? Difficile saper scegliere e trovare il prodotto “personalmente” giusto. E allora? Anzitutto il parere di esperti: il neuropsichiatra David Servan-Schreiber, una vita per migliorare la salute delle persone, un libro, “Guarire”, per un milione e trecentomila copie, tradotto in 28 lingue, e il proprietario dell’Arpége di Parigi, Alain Passard, che per il suo famoso ristorante da tre stelle Michelin ha ideato e applicato con enorme successo la cucina vegetariana “Haute Couture”. La loro semplicità, l’efficacia di considerazioni apparentemente ovvie ma profondamente significative, la valorizzazione dei tesori benefici che la natura offre, il rispetto dei canoni elementari di una vita salutare, inducono a riflettere. Così come va valutata la saggezza di Jolanda Bak, fondatrice e CEO di Institution che, considerando le donne dai trenta ai quarant’anni osserva: “… sono nate pensando di avere il pieno controllo di tutto… desiderano eccellere in ogni ambito della loro vita in un arco di tempo decisamente breve… esiste naturalmente il problema della stanchezza fisica, ma anche mentale, perché si cerca di fare tutto alla perfezione … certo, son disposte a valutare possibili soluzioni per controllare stanchezza e fatica… un consiglio, però: smettetela di voler sempre essere perfette!...”. Filosofia, pratica, didattica: ma il problema resta e andiamo al sodo. Il viso che pubblichiamo per essere tale deve avvalersi non solo di pareri ma, e costantemente, di… mitocondri facendo sì che questi generatori di energia della pelle non rallentino la loro indispensabile funzione. Ma… i mitocondri? Pardon, sono “organelli intracellulari”, fondamentali per un corretto funzionamento delle cellule, così da essere per il 90% fonte della loro produzione di energia. Però un mal funzionamento nell’unirsi a formare le cosidette “reti” non può che determinare un deterioramento del tessuto cutaneo, generando una perdita di vitalità cellulare e quindi segni visibili della fatica. ››

N°9 NOVEMBRE 2010

Speciale Biotherm.indd OK.indd 67

| DailyLuxury | 67

11-11-2010 11:09:15


s

speciale

›› E allora? Necessario potenziare la vitalità delle cellule, aiutando la pelle a proteggersi dalle aggressioni quotidiane, stimolando capacità di recupero, eliminando le sostanze di scarto. Come? Con la “cosmetica fresca” di Biotherm e cioè utilizzando ingredienti attivi, fragili eppure potenti, ma difficili da utilizzare perché instabili. Quale di questi? Un estratto di broccoli, tanto ricchi di sulforafano, ultra efficace contro i segni della fatica sulla pelle. I broccoli lo si sa, sono raccomandati nella prevenzione del cancro e delle malattie cardiache. Vantano funzioni antiossidanti, attivazione di sistemi di difesa ma soprattutto contenitori di in composto ultra attivo, il sulforafano appunto. Abbiamo scelto broccoli giovani, assicurano a Biotherm, più ricchi di sulforafano per stimolare la produzione di NrF2, proteina antiossidante di autodifesa. E per ovviare al problema di un sulforafano “instabile” se inserito nelle formule di trattamento pelle, lo hanno isolato in una capsula, così da essere attivato con un clik immediatamente prima dell’applicazione perché la capsula rilasci gli ingredienti attivi sotto forma di polvere ultra concentrata. Ecco dunque Skin.Ergetic Sérum: broccoli, con proteine della soia e cellule vegetali estratte dalle mele. Un cocktail-natura, una “cosmesi fresca” a contrasto della fatica. Che si avvale di un autentico protocollo di cui fan parte Skin. Ergetic trattamento idratante giorno antifatica no stop anti ox, e Skin.Ergetic trattamento idratante notte de-tossinante di intensa rigenerazione. Nell’uno 5 frazioni di frutta e verdura (arancia, uva, pomodoro, mela, melograno); nell’altro 5 frazioni di thè e sementi (thé, grano nero, soja, mirtillo, ruscus). 

68 | DailyLuxury |

Speciale Biotherm.indd OK.indd 68

Angela Lindvall e Charlotte Franceries Scambio d’opinioni tra la testimonial di Skin.Ergetic e l’International General Manager di Biotherm

A

NGELA LINDVALL non è soltanto una top model d’altissimo rango ma anche un’ambientalista di profonda convinzione, tanto da creare ad appena 22 anni, la Collage Foundation, associazione ambientalista finalizzata a sensibilizzare sul tema ecologia. Angela, 31 anni, è madre di due figli: vive in un ranch nella campagna californiana. Le abbiamo chiesto di esprimersi su Skin. Ergetic stralciando il parere dal colloquio cui abbiamo assistito tra due donne di eccezionale convincimento “ecologico”: Angela appunto e Charlotte Franceries, International General Manager di Biotherm. ANGELA: nessuno prima mi aveva mai offerto un progetto nel quale potessi riconoscermi in maniera così profonda e completa. Il fatto che Biotherm ricerchi nuovi ingredienti attivi nel cuore della frutta e della verdura - ingredienti attivi che possono davvero farti apparire bella - è perfettamente in linea con il mio impegno, che ormai porto avanti da molto tempo, nei confronti delle questioni ambientali. CHARLOTTE: hai avuto la fortuna di essere una delle prime persone a testare i prodotti: che ne pensi? ANGELA: entusiasta di questa collaborazione! Uso i prodotti naturali da molto tempo. Mia madre Laura è una massaggiatrice e una terapista e, quando ero una ragazzina, si creava da sola i prodotti. Erano a base di cera d’api e avocado anche se, naturalmente, non potevano certo competere con Skin.Ergetic…! Adoro le texture che siete stati in grado di creare e le fragranze, così golose ed energizzanti. Spesso i prodotti naturali non sono molto piacevoli da applicare. Non solo i vostri risultati sono eccezionali, ma le formule riescono a rendere la cura della propria pelle un vero e proprio piacere. È l’ecologia che ti rende felice! Ecco perchè mi avete scelto... CHARLOTTE: ho letto molto della tua fondazione. E poichè la natura è davvero il cuore del know-how Biotherm, per questo lancio, abbiamo cercato di creare un vero e proprio team: tu, innanzitutto, visto che incarni appieno lo spirito della donna Skin.Ergetic in quanto mamma, top model e donna ultra-attiva; poi David Servan-Schreiber, con i suoi preziosissimi consigli per uno stile di vita anti-fatica che abbiamo trovato particolarmente interessanti, e infine Alain Passard per il suo ben noto lavoro sulle verdure e sugli ingredienti naturali. Un team davvero eccezionale! ANGELA: affrontando la fatica e i suoi effetti visibili sul viso, credo che abbiate individuato uno dei problemi maggiori delle trentenni come me alle prese con una vita iperattiva e intensa. Alla nostra età, non sono tanto le rughe a preoccuparci, ma quei momenti in cui ci sentiamo esauste e i livelli di stress raggiungono il picco (che poi si vedono subito sul viso). Ti svegli dopo un party o dopo una giornata molto pesante e ti ritrovi con la pelle spenta, i tratti tirati e - cosa orribile - con le borse sotto gli occhi! È così bello risvegliarsi senza sembrare un... gufo.

N°9 NOVEMBRE 2010

11-11-2010 11:09:47


PAG DAILY LUXURI MAND.pdf

C

M

Y

CM

MY

CY

CMY

K

1

03/11/10

17:18


S

C

a de Que tem loro gra tess sion ta” eseg ad u Lou Ma Lou stic crea che nell Car teci sità nas nell

sb “u da

LOUD, una… b Speciale Hilfiger.indd OK.indd 70

12-11-2010 9:37:13


S

C

speciale Luciano PARISINI

Così Tommy Hilfiger:

“Per me LOUD non è solo una parola che aiuta a definire un suono. È un look e un atteggiamento, un desiderio di emergere, di essere notati. Quello che m’impressiona veramente è la grande unione che accompagna i giovani, la loro temerarietà e il loro profondo desiderio di essere ascoltati. Ed io ho desiderato rivolgermi a loro nella lingua che utilizzo per comunicare la musica”. Riporto questa dichiarazione del grande stilista americano come la più incisiva delle presentazioni che il suo Loud potesse avere. Un profumo vuol essere, può essere un messaggio? Questo lo è. La passione di Hilfiger per il rock’n roll viene dalla sua concezione - costantemente “coltivata” - della vita e della gente: ecco quindi una creatura olfattiva che tende alla globalità, eseguita da un “genio” che, pur attraversando il classico americano, tende da sempre ad uno stile fresco, giovane, decisamente… Hilfiger. Così da organizzare per questo suo Loud una “band” che non è soltanto quella dei “Ting Tings” (Katie White e Jules DeMartino, duo “nominato“ ai Grammy, che ha realizzato in esclusiva per lo spot di Loud, la canzone “We’re Not the Same”) ma che si compone anche di eccellenze artistiche: nel design (Chad Lavigne per due flaconi a guisa di disco in vinile!...), nella creatività profumata (Yann Vasnier e Aurelien Guichard), nel sound (Fabien Moreau che ha curato la scelta della musica che esalta l’intero progetto Loud), nella “testimonianza” (Daisy Lowe e Josh Beech), nella regia (il geniale Carrozzini). Insomma non solo un profumo ma... un’orchestra di partecipazioni illustri a rendere quanto mai eccezionale Loud, per estrosità, per impegno artistico. E il risultato olfattivo prodotto dal duonasi della “band”? Ne disquisisce tecnicamente Marina Santin nella sua “nota” qui a fianco. 

Remix profumati ivono al ritmo della musica, sulle note del più scatenato V e coinvolgente rock n’roll, Loud

for Her e Loud for Him, le nuove fragranze di coppia firmate Tommy Hilfiger. Per lei, una canzone d’amore scandita da toni di rosa di maggio, olio di rosa, patchouly e lychee maturo. Per lui, una melodia distorta suonata dalla chitarra che riecheggia di patchouly indonesiano, rosa e tabacco. A racchiuderli, un pack ispirato ai vecchi dischi di vinile, il cui cap rievoca la manopola del volume degli stereo e delle radio di un tempo.

Come dall’ispirazione di un genio della creatività come Tommy Hilfiger possa sbocciare un profumo dai toni “universalmente giovani” così da coinvolgere profondamente i “Ting Tings” con l’aggiunta di un’autentica… band di primattori dell’arte “suono e profumo”.

… band Hilfiger N°9 NOVEMBRE 2010

Speciale Hilfiger.indd OK.indd 71

| DailyLuxury | 71

12-11-2010 9:37:17


es

L’excess di 72 | DailyLuxury |

Speciale Armani.indd OK.indd 72

M

N°9 NOVEMBRE 2010

12-11-2010 9:16:18


S

speciale Luciano PARISINI

Q

Questa splendida, conturbante Megan Fox

ha lo sguardo magnetico di un’altra eccellenza trucco firmata Giorgio Armani Cosmetics. Che Megan sia tra le sue testimonials favorite è cosa risaputa e anche in questa occasione il “Mitico” ha saputo “vestirla” di profondo fascino incidendo su quegli occhi che han già dentro la seduzione come un sortilegio-bellezza. Un mascara nero, profondamente nero, che ispessisce le ciglia con sorprendente effetto bagnato, esaltato da uno scovolino oversize davvero straordinario, brevettato per una esclusiva tessitura di fibre tessili che in pochi tocchi procura volume, rendendo lo sguardo penetrante come questo di Megan. Peccato dalla foto che pubblichiamo non sbocci movimento: basterebbe un battito di quelle ciglia per ammaliare irresistibilmente… Ma cosa rende scientificamente così ficcante Eyes to Kill Excess? Il brevetto di cui si pregia, e cioè la fusione del Wax™ Complex con nuovi incentivi volumizzanti, così da rendere la texture fluida, dolcemente cremosa per un’applicazione (importante la facile gestualità) perfetta e totale. E poiché il Wax™ Complex è dotato di cere dure e morbide per un impatto decisamente volumizzante, ecco rendere le ciglia, spazzolate dalla radice alle punte, più folte e flessibili. Non è solo effetto Megan Fox insomma: quel laccato nero per uno sguardo profondamente seduttivo è risultato di un geniale connubio tra Wax™ Complex e la miscela di ingredienti voluta da chi ha saputo rendere Eyes to Kill veramente… Excess. A firma Giorgio Armani Cosmetics… 

Un magico, brevettato, scovolino oversize, il connubio tra Wax™ Complex (per la sua miscela di cere) e nuovi formidabili agenti volumizzanti, nonché la più fluida e cremosa delle texture e raffinati pigmenti nerissimi: ecco il segreto di un mascara che nasce da Eyes to Kill per essere Excess e rendere irresistibilmente seduttivo lo sguardo di Megan Fox. A firma Giorgio Armani…

MEGAN FOX N°9 NOVEMBRE 2010

Speciale Armani.indd OK.indd 73

| DailyLuxury | 73

12-11-2010 9:16:20


S

speciale

Calvin Klein Beauty: per questo “gentile” capolavoro, una Diane Kruger sottilmente affascinante come una… vestale nella semplicità del “bianco” Calvin Klein, a interpretazione della calla, il fiore della femminilità, intenso e sofisticato, tocco intrigante di una straordinaria idea olfattiva. Luciano PARISINI

La “vestale” di BEAUTY 74 | DailyLuxury |

N°9 NOVEMBRE 2010


CON UN LANCIO D’ECCEZIONE

Così Carlo Bianchini direttore vendite Coty Prestige

”S

iamo particolarmente orgogliosi di poter parlare di Calvin Klein, essendo l'unico brand americano presente nella top 10 delle fragranze femminili ed essendo lo stesso particolarmente rilevante per dimensione, storia e trasversalità di target. Nell'ultimo periodo, ci siamo concentrati sul mercato maschile, proponendo due profumi di grande successo: CK Free, lanciato a novembre 2009 e dopo soltanto 5 mesi premiato come migliore fragranza maschile 2010 nell'ambito di Accademia del Profumo, ed Eternity

Men Aqua, dello scorso aprile, che ha straordinariamente arricchito e rinnovato la franchise Eternity, una delle più classiche e di successo del portfolio Calvin Klein. Ma veniamo al periodo attuale e parliamo di mercato femminile e della grande novità Calvin Klein Beauty, da questo mese in profumeria. Mi preme sottolineare che il segmento dei femminili vale più del 60% del mercato fragranze, e per noi ha ovviamente una rilevanza davvero strategica. Calvin Klein Beauty rappresenta il più grande lancio degli ultimi 5 anni. È una novità che si caratterizza per uno studio particolarmente sofisticato su tutti gli aspetti del marketing mix: una fragranza fiorita moderna e molto innovativa, che si ispira alla raffinatezza della

calla, un packaging elegante e molto femminile, una testimonial di grande rilievo, Diane Kruger, una tra le attrici più promettenti nel panorama internazionale. Il piano di lancio sarà di grande effetto: utilizzeremo tutti i mezzi, quali televisione, affissioni, stampa e web, con l'obiettivo di arrivare ad essere tra le 20 fragranze top del mercato. Calvin Klein Beauty avrà infine una distribuzione capillare al fine di raggiungere un target trasversale, come del resto è quello di Calvin Klein, e vedrà delle attività di animazione di forte impatto all'interno dei punti vendita nel corso di questo mese".

Che Diane Kruger

“testimoni” la donna di questo Calvin Klein Beauty, di stile raffinato, d’impronta decisa, tutte virtù fuse nel crogiolo della femminilità più sofisticata, è dato di fatto, anzi è immagine di fatto, nonché indole di una star che sa essere al di sopra della sua notorietà, per quel tratto di intrigante seppur dolce seduzione che la caratterizza; tutto insomma di questa donna “speciale” simboleggia la donna speciale cui è dedicata questa alchimia fragrante. C’è però un tocco in più che rende Calvin Klein Beauty straordinariamente diverso, seppur profondamente classico: quell’idea di calla, il fiore della raffinatezza estrema, che entra nella composizione olfattiva attraverso i semi di ambretta per poi congiungersi in un connubio di sensualità fragrante, al gelsomino e al legno di cedro (i particolari nel box tecnico di Marina Santin qui a fianco). E Diane con quell’abito in semplicità-biancore di Calvin Klein esce dallo spazio di una doppia pagina come la vestale che accompagna il flacone, una vestale a… calla: altera, carismatica. Come del resto l’ha voluta Francisco Costa, direttore creativo della linea Calvin Klein Collection Donna: “Qui Diane è una bella donna sensuale e intensa che incarna alla perfezione forza e raffinatezza interiore ed esteriore”. E il suo… talismano, aggiungo, non può essere che Calvin Klein Beauty. 

Bellezza fragrante arla di femminilità, di eleganza, di raffinatezza e di bellezza interiore, P racchiusa nell’anima, Calvin Klein

Beauty. Protetto da uno scrigno dai profili sinuosi suggellato da guizzi d’argento, il suo bouquet vede protagonista la calla, annunciata dal calore dei semi d’ambretta, valorizzata da preziosi effluvi di gelsomino, e soffusa da nuances di legno di cedro, che gli conferiscono un’aura magnetica ed avvolgente.

N°9 NOVEMBRE 2010

| DailyLuxury | 75


S

Q

d

NOT A PERFUME Speciale Juliette.indd OK.indd 76

12-11-2010 9:38:49


O

speciale

Luciano PARISINI

Sì…“NOT NOT A PERFUME”. Questa la nuova creazione di Romano Ricci sotto il segno di “Juliette Has a Gun”. Nessuna piramide olfattiva, un solo ingrediente: Ambroxan, già inserito nelle alchimie dei precedenti profumi, ma ora solo, unico. Geniale! Anche nell’immagine pubblicitaria.

Ogni volta che mi appresto a “giudicare” i profumi di Romano Ricci, sorrido

compiaciuto di averlo conosciuto parlando con lui “fuori onda” dopo la immancabile intervista di non lontana investitura “profumata”. Captandone - ecco perché sorrido - un carattere di spensierata, piacevole ironia, quasi racchiusa, entro quel cappello nero che porta costantemente in testa a… scanzonatura della sua pur giovane ma già di successo età. In contrasto, certo, con una discendenza di rigoroso prestigio come sempre ebbe a coltivare il suo “avo” Robert Ricci. Conosciuti entrambi, si ha la sensazione di un vero sortilegio della natura. Questo ragazzo dal cappello nero, sembra negare, quasi a sfida interminabile, il creatore dei “Nina Ricci” preziosamente declinati in Lalique ed esaltati in autentica icona da “L'Air du Temps” a volo di colombe. “Juliette Has a Gun” il marchio di fabbrica del “genio”, ha già prodotto fragranze di estrema “diversità”, come Calamity J., Lady Vengeance, Miss Charming e Citizen Queen, tutte toccate dall’ironia più sottile, sia nell’immagine che nel jus, ma tutte con un ingrediente “comun denominatore” della passione dell’autore. Insomma sempre nelle composizioni di Romano Ricci c’era il tocco del diverso che oggi egli stesso svela e che riproduco come descritto nella sua personale presentazione del profumo. Ecco: “Se le mie differenti creazioni hanno qualcosa in comune, questo qualcosa è un ingrediente di cui sono particolarmente appassionato… E così questa volta ho creato una fragranza con questo solo ingrediente. Un profumo non nel senso convenzionale del termine. Sì, perché non si tratta proprio di una “composizione”. Lascerò che lo proviate sulla vostra pelle perché solo a contatto con essa svelerà il suo mistero”. Ma cos’è? È l’Ambroxan. E cioè: formula C16 H28 O. Conosciuto anche come Cétalox o Ambrox. Sviluppato da Firmenich nel 1950 per sostituire l’ambra grigia, rarissima secrezione naturale delle balene. Complessa struttura per evocare note muschiate, legnose ed animali. Anche se creazione molecolare, prezzo elevatissimo. Ho riassunto in grassetto, parola per parola, la nota tecnica fornitami dall’autore: come si vede niente piramide olfattiva, un solo ingrediente. Così il “genio” ha voluto. Proponendo anche una campagna pubblicitaria davvero nello stile e nell’ironia che racchiude quella testa sotto il cappello nero…  N°9 NOVEMBRE 2010

Speciale Juliette.indd OK.indd 77

| DailyLuxury | 77

12-11-2010 9:39:21


S

Ri

m

p

de

MARBERT 78 | DailyLuxury |

Speciale Marbert-Sifarma.indd OK.indd 78

i

N째9 NOVEMBRE 2010

12-11-2010 9:47:46


S

speciale Luciano PARISINI

Rifarsi l’aspetto in 180 secondi: è scientificamente provato da Marbert Germany con il suo clamoroso Instant Lifting System (un successo mondiale senza precedenti per un’autentica orchestrazione mediatica, Tv, Internet, Facebook...) che spegne i segni del tempo (volto, area perioculare, contorno labbra, collo, mani) in tre minuti, prolungando poi un'azione anti-age con il “collaterale” Re-Generation. Presto degnamente, doverosamente - in profumeria, a ravvivare con la forza del risultato, il... torpore del nuovo in cosmesi.

S

Succede che “il caso” è talmente eclatante da significare un successo di vendita straordinario, un clamore quasi “eccitante” di spot su Tv locali (le più immediatamente efficaci), di messaggi in Internet con sito dedicato e social network, tra cui Facebook; succede che il caso... ti strappa la copertina! ››

“ILS” COS’È

INSTANT LIFTING SYSTEM di Marbert Germany con: INSTANT LIFTING SERUM

rende la pelle di uomini e donne più levigata, distesa, eliminando i segni del tempo in tre minuti per una formulazione brevettata ricca di principi attivi vegetali ad effetto tensore. L’estratto di Acmella Oleracea ad efficacia distensiva, liscia rapidamente le rughe d’espressione. Una combinazione antiossidante di vitamine A, C ed E aiuta a combattere i segni del tempo e gli stress ambientali della pelle: estratto di melograno, vitamine A e C, estratto di olio d’oliva, vitamina E, estratto di Ginkgo Biloba anti-radicale, estratto di vite rossa antiossidante; estratto di cetriolo purificante nutriente, lenitivo. Siero Instant Lifting è senza profumo e privo di alcool. Dermatologicamente testato e ipoallergenico, può essere utilizzato come base ideale per il maquillage. È adatto a tutti i tipi di pelle. Cromo, Nickel, Cobalto tested.

RE-GENERATION,

siero rigenerante, contrasta la formazione delle rughe e delle linee d’espressione ripristinando il naturale equilibrio idrico della pelle. Uno speciale complesso aminopeptidico combatte i segni dell’invecchiamento conferendo alla pelle il massimo grado di idratazione per un trattamento rigenerante a lungo termine, completo e visibile. La pelle del viso più idratata apparirà più tonica. Cromo, Nickel, Cobalto tested.

in tre minuti! N°9 NOVEMBRE 2010

Speciale Marbert-Sifarma.indd OK.indd 79

| DailyLuxury | 79

12-11-2010 9:47:55


s

speciale

›› Anche

COME SI USA INSTANT LIFTING SERUM

1

Detergere e pulire accuratamente viso, collo, decollété e mani. Asciugate bene la pelle prima di procedere all'applicazione del siero.

80 | DailyLuxury |

Speciale Marbert-Sifarma.indd OK.indd 80

2

Applicate poche gocce di siero e stendetelo partendo dalle zone con maggiore concentrazione di rughe.

perchè il “marchio di fabbrica” è Marbert, nientemeno che “Marbert Germany”, cioè l’ultima versione scientificamente supportata da ricerca made in Germany, con, nel... caso, attestati sulle pubblicazioni di maggior prestigio e credibilità (European Bulletin of Drug Research e documentazione profonda dell’ISPE, Institute of Skin and Product Evaluation). Insomma un clamore assordante per un successo di vendita a proporzione tsunami (in USA specialmente) perchè supportato da risultati evidenti, immediati, nettamente al di sopra di qualsiasi altra concorrenza. Bastano infatti tre minuti perchè una risoluzione cosmetica, non un intervento chirurgico o parachirurgico, cambi le... brutte carte dell’aging, del divenire dell’età che fa specchio intollerabile specie in momenti di fretta; bastano per una ravvivata d’immagine, degna d’occasione di recuperata “giovinezza”. Si chiama “Instant Lifting Serum”, ma potrebbe essere più specificatamente definito un vero “Makeup Lifting” per la disponibilità immediata della sua efficacia, tale da “rifare il trucco” anzi da “ridare aspetto” alla pelle: del viso - area perioculare, contorno labbra del collo, delle mani. E subito! nei tre minuti del suo immediato tempo d’efficacia. Per poi proseguire il trattamento anti-age, a sera, con il “fratello del tempo più lungo”, il Re-Generation, siero rigenerante, ad azione idratante anti-aging. Un gioiello d’immediatezza cosmetica, insomma: che avvalendosi di un concerto mediatico di rara dimensione per una divulgazione capillare, non può esimersi dal punto vendita-profumeria, la location di tradizione di un marchio di prestigiosa tradizione (come Marbert, ora - com’è doveroso puntualizzare più specificatamente “Marbert Germany”, per più immediata e rassicurante identità scientifica. 

3 4 Tenete il viso disteso mentre il siero asciuga. In 2-3 minuti sarà completamente assorbito.

Se usate il trucco, applicatelo come al solito sopra il siero lifting una volta asciutto e cominciate la giornata!

5

Non dimenticate di applicare il siero lifting immediato sul dorso delle mani.

N°9 NOVEMBRE 2010

12-11-2010 9:48:03


S

KIEHL’S 82 | DailyLuxury |

Speciale Kiehl's.indd OK.indd 82

N°9 NOVEMBRE 2010

12-11-2010 9:44:32

i


S

speciale

L’“incredibile” storia del più prestigioso tra i marchi della cosmesi di “favolosa” tradizione e un genio dell’arte contemporanea come Jeff Koons, ispirano il gesto più tenero (e qualitativo!) per combattere lo sfruttamento infantile in tutte le sue forme, traffico di minori, pedopornografia, rapimento di bambini.

È

Luciano PARISINI

È di un... certo John Kiehl l’idea lontana (1851) di aprire a New York non la solita farmacia ma una location all’angolo tra la Tredicesima e la Terza (un angolo chiamato “Peter Stuyvesant Pear Tree Corner”, per un albero di pere bicentenario che sovrastava la farmacia, ora flagship store), una location poi destinata a “... simbolo di un’unione unica tra raffinata abilità ed esperienza cosmetica, farmaceutica, medicinale e botanica”. E con un’autentica “mission”, allora così pomposamente enunciata eppoi mantenuta nei valori, lungo un arco di progressione qualitativa che ha fatto e continua a far epoca. Trascrivo: ››

DAL GENIO DI KOONS Un suggestivo grappolo di tulipani d’arte fa da fondale al nostro “racconto” sulla realtà Kiehl’s, abbinata stavolta, tra le sue tante iniziative a sostegno dell’infanzia, ad una encomiabile partnership, in vista del Natale, con il geniale Jeff Koons, autore tra le sue numerose opere esposte nei maggiori Musei del mondo, anche della “Tulips” (olio su tela) riprodotta sull’etichetta dell’edizione limitata di Creme de Corps, il 100 % degli utili netti delle vendite in tutto il mondo a favore della fondazione “The Koons Family Institute”.

il Natale dei tulipani N°9 NOVEMBRE 2010

Speciale Kiehl's.indd OK.indd 83

| DailyLuxury | 83

12-11-2010 9:44:41


S

speciale

›› “Un’azienda che si rispetti deve avere uno sco-

po per la sua esistenza che non sia limitato al pur giusto profitto, ma vada ben oltre, mirando a migliorare la qualità di vita e il benessere della comunità a cui il marchio stesso si rivolge. Qualsiasi azienda - così come ciascun individuo - dovrebbe offrire il proprio contributo a quanti la circondano o vengono con essa in contatto. E attraverso gli sforzi compiuti giorno dopo giorno il marchio riveli lo standard di elevata qualità che si propone di raggiungere. Chi fa parte della famiglia Kiehl’s si augura, grazie alla qualità dei nostri prodotti e agli sforzi fatti per portare verità, giustizia e chiarezza in tutti i nostri rapporti quotidiani, di poter contribuire a diffondere la consapevolezza che questi valori sono eterni e praticabili ogni giorno, per dar vita a cittadini migliori, imprese migliori e migliori comunità”. D’effetto, certo. Ma anche e soprattutto di coerenza assoluta, perchè tutt’oggi Kiehl’s è sinonimo di prodotti d’altissima qualità e di generose performances nel sociale. Proseguite per l’avvenuta acquisizione (2000) da parte de L’Oréal, impegnata a diffondere i valori del marchio in tutto il mondo. Ravvivando anche il sogno della dinastia dei Morse che attraverso l’avo Irving, erborista apprendista di John Kiehl, aveva ereditato l’azienda nel 1910, sempre mantenendo l’impegno di quell’”editto” del 1851, ribadito anche da una lunga teoria di prodotti “specifici” e sempre all’avanguardia. Sogno di riavere il favoloso simbolo dell’angolo tra la Tredicesima e la Terza, il pero-icona, distrutto nel 1859 da un incidente. Pero ripiantato il 12 novembre del 2003 nella giornata proclamata “Kiehl’s Day” dallo stesso sindaco di New York, Michael Bloomberg. Anche per sottolineare l’impegno costante di Kiehl’s nella lotta contro l’AIDS/ HIV, nella sensibilizzazione ambientale contro il surriscaldamento terrestre, nonchè a favore dei senza tetto e nella promozione di attività culturali.

84 | DailyLuxury |

Speciale Kiehl's.indd OK.indd 84

PER I BAMBINI Qui sopra Jeff Koons posa a Venezia con una delle sue opere più famose. A fianco, la storica farmacia di New York che nel 1851 diede origine alla “leggenda” Kiehl’s. Sull’estrema destra, l’edizione limitata di Crème de Corps Holiday Collection, illustrata in etichetta dall’opera Tulips di Koons e in vendita in tutto il mondo da dicembre (a Milano nelle boutiques Kiehl’s di via Brera - in foto - e di Corso di Porta Ticinese, nonchè nel corner presso Rinascente Duomo) per ricavare fondi a favore della Fondazione The Koons Family Institute, un’iniziativa ICMEC, Centro internazionale per i bambini scomparsi e sfruttati.

N°9 NOVEMBRE 2010

12-11-2010 9:44:48


Ora, quasi in concomitanza con quell’11 novembre - “Kiehl’s Day”, ci piace annunciare nell’atmosfera del Natale 2010, il “Giardino delle meraviglie”, un’edizione limitata della linea Crème de Corps Holiday Collection, comprendente la nuova Crème de Corps Whipped Body Butter e la classica Crème de Corps, riproducenti sull’etichetta l’opera “Tulips” (della Celebration Series) di Jeff Koons, che con i suoi stupendi tulipani e l’impegno de L’Oréal, aiuta così i bambini bisognosi in tutto il mondo, attraverso la sua fondazione The Koons Family Institute, un’iniziativa dell’International Centre for Missing and Exploited Children (Centro internazionale per i bambini scomparsi e sfruttati). L’intero ricavato degli utili netti derivati dalla vendita di ciascun prodotto andrà infatti a favore della fondazione. Questa edizione limitata di Kiehl’s è in vendita nelle boutique di Milano: Corso di Porta Ticinese 2, Via Brera 40 e Corner presso La Rinascente Duomo, a partire dai primi di dicembre. 

N°9 NOVEMBRE 2010

Speciale Kiehl's.indd OK.indd 85

| DailyLuxury | 85

12-11-2010 9:44:55


S

speciale Silvia MANZONI

PROFUMI


L’universo dei profumi si allea a quello della gastronomia per… un libro: “La Cuisine des Nez”. Accattivante e dalle splendide immagini, il volume svela i segreti e le passioni culinarie dei più grandi “nasi” proponendo anche un ricco corollario di ricette, da provare per lasciarsi inebriare dagli aromi.

DA MANGIARE Condividono gli ingredienti,

il vocabolario, le emozioni ed il piacere che suscitano in chi li sa apprezzare. Due territori diversi, ma di un'unica, comune sensualità. Il profumo e la cucina, l'universo dell'odorato e quello del gusto. Una complicità che oggi sembra quasi diventata un patto di alleanza. Io ti rivelo i miei segreti, sorride sornione lo chef; ed io ti faccio conoscere quelli del nostro mestiere, gli risponde il “naso”, con altrettanta malizia. Negli anni Novanta, Maurice Maurin, grande creatore di fragranze (tra le quali Amazone di Hermès) aveva aperto un ristorante, Macis & Muscade, nel quale ingredienti alimentari ed oli essenziali profumati danzavano nei piatti dei clienti. Se all’epoca era un’innovazione, oggi non è raro in Francia degustare dei menù ispirati a profumi famosi o elaborati a partire di materie prime della profumeria. Spesso interrogati sulle loro preferenze olfattive, i grandi cuochi si sono finora mostrati più loquaci dei loro “cugini” profumieri. Ecco però che, per una volta, sono loro, i nasi, di solito discreti e nell'ombra, a raccontare i loro gusti in cucina. Carlos Benaïm (Flower Bomb di Viktor & Rolf o Premier Jour di Nina Ricci) adora i sapori orientali; Anne Flipo (La Nuit de l'Homme d'YSL o Jeanne di Lanvin) le erbe aromatiche; Jacques Cavallier (L'Eau d'Issey, Jean-Paul Gaultier Classique), invece, predilige le zucchine farcite che gli ricordano l'infanzia... Merito di un bel libro, “La Cuisine des Nez” (ed. Terrebleue), superbamente illustrato dalle foto di JeanMarc Anglès et Frédéric Huijbregts, che schiude le ››

IL LIBRO Nella pagina accanto, Sabine Chabbert, autrice de "La Cuisine des Nez" con alcune ricette proposte nel libro. Qui a destra, Jean-Paul Guerlain e Thierry Wasser con gli ingredienti per la loro pollastrella con gamberi.


s

speciale

POLLO ALLO ZAFFERANO E AI CECI RICETTA DI NATHALIE GRACIA-CETTO (BRIT DI BURBERRY, LOVE DI CHLOÉ)

TEMPO DI PREPARAZIONE: 30 minuti COTTURA: 1 ora INGREDIENTI PER 4-6 PERSONE: 4 -6 cosce di pollo ruspante tagliate in due e senza pelle; un barattolo di ceci; 2 o 3 peperoni gialli; 2 o 3 cipolle; 3 spicchi d'aglio; 1 limone non trattato; 50 gr d'olive verdi snocciolate; 10 cl vino bianco secco; 20 cl brodo di gallina; 1 cucchiaio di semi di coriandolo; 1 cucchiaino di semi di cumino; mezzo cucchiaino di pistilli di zafferano; un mazzo di coriandolo fresco; sale, pepe macinato di fresco. PREPARAZIONE: In una padella calda, tostare i semi di cumino e di coriandolo e sminuzzarli leggermente nel mortaio. In una grande pentola mettere i pezzi di pollo a dorare con un po' d'olio d'oliva. Trasferirli su un piatto, poi far dorare le cipolle tritate e i peperoni pelati, senza semi e tagliati in quattro. Abbassare il fuoco e aggiungere l'aglio schiacciato, le spezie tostate, la metà del mazzetto di coriandolo tagliato, i ceci sciacquati e sgocciolati. Versare quindi lo zafferano, il succo di limone, il vino bianco e il brodo di gallina, le olive verdi e i pezzi di pollo. Salare, pepare e mescolare tutto con molta cura. Coprire e fare cuocere al forno prescaldato a 200° per più o meno un'ora. Prima di servire, spolverare con il coriandolo restante. Delizioso con del riso basmati, della semola o delle patate al vapore. Servire con un vino bianco di tipo Chablis.

88 | DailyLuxury |

Speciale Francia.indd OK.indd 88

›› porte sulle tavole dei grandi

profumieri. Ne è autore una giornalista francese, Sabine Chabbert, esperta di profumi e rea confessa di “gourmandise”. È stata lei ad infiltrarsi nelle loro cucine, ad ascoltare i loro racconti, spesso appassionati, tinti di ricordi, di emozioni, di ricerche insolite, ed a raccogliere le loro indicazioni per preparare gustose ricette da suggerire ai lettori. Apprendiamo così che Francis Kurkdjian (Armani Mania) ritrova la serenità tuffandosi nei piatti armeni della tradizione familiare e prepara per i suoi ospiti, come antipasto, dei triangoli d'oro al formaggio feta, “una ricetta rapida ed economica”; che Olivier Polge (Dior Homme e Armani Code) condisce le Saint Jacques con una vinagrette al thé nero Lapsang Souchong. Jean-Paul Guerlain e Thierry Wasser (nuovo profumiere della grande Maison) danno invece, in tandem, tutte le istruzioni per realizzare una pollastrella con i gamberi (associazione sorprendente) da servire con un contorno di un bel colore verde “per esaltare l'effetto visivo del piatto”. Antoine Maisondieu e sua moglia Shyamala (entrambi creatori) poi, puntano sugli aromi malesi (citronella, noce di cocco, peperoncino, coriandolo, cumino, zenzero e paprika) associati ad un ingrediente tipicamente francese, la Saint Jacques (ancora lei!). Pesce anche per Jean-Michel Duriez (naso della Maison Patou) con il suo trancio di merluzzo fresco al pan pepato e zafferano accompagnato da mini-verdure profumate ai fiori d'arancio... Una deliziosa appendice racchiude quarantasei ricette che vedono in primo piano gli ingredienti della tavolozza del profumiere, come lo zenzero, il cardamomo, il cedro, il vetyver, la verbena, la curcuma, l'ibisco, la badiana, il pino silvestre, la salvia, il petit grain e l'ylang ylang, completa questo succulento omaggio ai nostri sensi. 

N°9 NOVEMBRE 2010

12-11-2010 9:35:47


29/09/10

14:32

Page 1

INNOVATION - une efficacité extrême grâce au 1 er programme de nuit scientifiquement fondé sur la chronobiologie. Le système de monitorage inédit ORLANE a permis de mesurer l’efficacité de la nuit 24h/24 et ainsi de cibler les meilleurs actifs dans les meilleurs dosages pour une réparation et une régénération extrêmes.

ORLANE, spécialiste de l’anti-âge, a mis au point des soins exclusifs hautement concentrés, à l'action chronobiologique ciblée pour stimuler la Sirtuine, protéine de longévité et avoir une efficacité extrême sur les rides. AU RÉVEIL, LES RIDES SONT ATTÉNUÉES. LA PEAU EST LISSÉE, ÉCLATANTE, VISIBLEMENT PLUS JEUNE.

chronobiologie antirides

antirides extrême

Institut Orlane Paris 16e : 01 47 04 65 00 Service Qualité Beauté Orlane : 01 44 35 72 98

DAILYLUXURY:Mise en page 1


S

speciale Carole HALLAC

Dici Pop Art e pensi “al maschile”, Warhol, Lichtenstein… Invece, all’ombra dei colleghi uomini una nutrita schiera di artiste, tra il 1958 e 1968, ha offerto un importante contributo al movimento. Al Brooklyn Museum, una mostra rende loro il giusto tributo.

I

Inaugurata al Brooklyn Museum

di New York la mostra “Seductive Subversion: Women Pop Artists”, che, esponendo cinquanta lavori delle maggiori artiste Pop dal 1958 al 1968, esplora l’importante contributo ed il ruolo fondamentale che le donne hanno avuto nell’affermazione e nello sviluppo del movimento artistico di cui sono portavoce i più noti colleghi uomini. Nonostante i cambiamenti sociali nell’America degli anni Sessanta, le Pop artists di quei tempi sono state ignorate dal mondo dell’arte. Relegate ai margini della storia da discriminazione ed aspettative sociali, queste donne sono state costrette a rimanere nell’ombra dei loro contemporanei, quali Andy Warhol e Roy Lichtenstein, diventati icone di quell’era. Tanto che alcune delle loro opere, spesso frutto di collaborazioni ed espressione di messaggi sociali, sono state tenute nascoste per ben quarant’anni. La rassegna include la scultura di “John Wayne” di Marisol, commissionata da Life Magazine per un numero sul cinema; quella di due metri e mezzo “Black Rosy” della scultrice, pittrice e regista Niki de Saint Phalle, parte di una serie che esplora il

Seductive Subversion: Women Pop Artists Brooklyn Museum

200 Eastern Parkway, BROOKLYN - NY Info: Tel. 001.718-638.5000 www.brooklynmuseum.org

1 MARISOL John Wayne 1963 2 ROSALYN DREXLER

Chubby Checker, 1964

1

Pop Art 90 | DailyLuxury |

Speciale USA.indd OK.indd 90

N°9 NOVEMBRE 2010

12-11-2010 9:51:10


2

ruolo della donna; i dipinti a olio e acrilico “Chubby Checker” di Rosalyn Drexler, ispirati dal poster del film “Twist Around the Clock” e il suo “Home Movies”, basato sulle vecchie pellicole gangster; l’istallazione “Ampersand”, un cubo di Plexiglas illuminato e ispirato da Times Square, dell’artista Chryssa, tra le prime ad usare il neon nei suoi lavori. Se un forte movimento d’arte femminista si è sviluppato negli anni successivi, alcune di queste artiste avevano già espresso la loro protesta attraverso alcune opere, come ad esempio il collage di Martha Rosler che associa immagini della guerra in Vietnam, interni domestici e pinups di Playboy. Altri lavori interessanti includono “Vacuming Pop Art”, un fotomontaggio, sempre di Martha Rosler, che mostra una donna che passa l’aspirapolvere in un corridoio pieno di quadri di Pop Art, e “Astronaut” dell’austriaca Kiki Kogelnik, artista che s’ispirava ai viaggi nello spazio e alla fantascienza. Sid Sachs, curatore della mostra, è anche autore del bellissimo catalogo, frutto di sei anni di ricerca, in cui racconta aneddoti relativi ad un mondo d’arte bohémien, dove alle donne si chiedeva di essere prima mogli, amanti e madri lasciando la carriera come ultima priorità, proprio come nell’ambiente borghese. Da non dimenticare poi che molte donne hanno contribuito al lavoro dei compagni con poco credito, come Terry Hamilton che, con l’aiuto di un’altra artista donna, Magda Cordell, ha ritagliato tutte le immagini del collage di suo marito Richard Hamilton “Just What Is It That Makes Today’s Homes So Different, So Appealing?”, oppure Patty Mucha, che ha cucito tutte le conchiglie di stoffa delle prime sculture soffici di suo marito Claes Oldenburg. Le autrici giovani e belle potevano appartenere al gruppo, ma non erano prese sul serio. La bellezza apriva le porte dei posti giusti ma era difficile affermarsi come vere artiste. Queste donne dovevano usare il loro charme per ottenere quello che volevano come tante donne di oggi in molte parti del mondo, dove una vera ribellione non è possibile. La situazione attuale in America e in Europa per le donne artiste è certamente migliore. Se gli artisti più quotati rimangono in grande maggioranza quelli del sesso forte, la biennale al Whitney ha incluso più donne che uomini tra gli artisti emergenti, una buona speranza per il futuro. 

al femminile N°9 NOVEMBRE 2010

Speciale USA.indd OK.indd 91

| DailyLuxury | 91

12-11-2010 9:51:14


Look apertura.indd OK.indd 92

11-11-2010 17:09:09


l

look Marina SANTIN

Material

fashion

I

In tema di moda

ormai siamo abituati a leggere di tendenze che verranno, di leit motivs ricorrenti, di colori vincenti… e con loro tutto un corollario di linee, silhouettes, volumi, proporzioni. Meno consueto, sentir parlare di materie. Sono, invece, un elemento fondamentale, complici dello charme e della raffinatezza delle mises couture, partner privilegiato dell’appeal e del piglio grintoso delle proposte più urbane e easy. Materie che per la stagione del freddo si fanno sempre più carezzevoli e sensuali e compiono metamorfosi all’insegna del bello, del concreto e del vero, declinandosi in pizzi, trine e dentelle dal fascino d’altri tempi resi audaci da trasparenze super-sexy; in tricot dall’effetto handmade, avvolgenti e caldissimi; in print animalier per un mood sauvage very chic; in tartan rivisitati che strizzano l’occhio agli scozzesi delle Highlands; in décor grafici degni dei protagonisti dell’arte astratta; ed in fantasie floreali dal sapore Liberty o neo-gispy da indossare per sconfiggere i rigori dell’inverno.  N°9 NOVEMBRE 2010

Look apertura.indd OK.indd 93

| DailyLuxury | 93

11-11-2010 17:09:13


GUCCI HERMĂˆS

l animalier Look.indd OK.indd 94

11-11-2010 17:11:04


ETRO

BALMAIN

DOLCE & GABBANA Look.indd OK.indd 95

11-11-2010 17:11:10


KENZO

BLUMARINE

l animalier Look.indd OK.indd 96

11-11-2010 17:11:30


MOSCHINO

BLUGIRL

JUST CAVALLI Look.indd OK.indd 97

11-11-2010 17:11:36


Look.indd OK.indd 98

11-11-2010 17:11:52

l

JEAN PAUL GAULTIER

DOLCE & GABBANA

flowers


Look.indd OK.indd 99

11-11-2010 17:11:58

LOUIS VUITTON

ANGELO MARANI

VIVIENNE WESTWOOD


ROCCO BAROCCO

RALPH LAUREN

l flowers Look.indd OK.indd 100

11-11-2010 17:12:12


ANTONIO MARRAS

KENZO

CHRISTOPHER KANE Look.indd OK.indd 101

11-11-2010 17:12:19


Look.indd OK.indd 102

11-11-2010 17:15:04

EMILIO PUCCI

ENRICO COVERI

MATTHEW WILLIAMSON


graphic

l

BASSO BROKE

ERDEM Look.indd OK.indd 103

11-11-2010 17:15:16


MARNI

DIANE VON FURSTENBERG

l graphic Look.indd OK.indd 104

11-11-2010 17:16:21


Look.indd OK.indd 105

11-11-2010 17:16:29

JEAN CHARLES DE CASTELBAJAC

ALEXANDRE HERCHOVITH

CUSTO BARCELONA


GIVENCHY

BLUGIRL

DOLCE & GABBANA

l lace Look.indd OK.indd 106

11-11-2010 17:17:15


HAIDER HACKERMANN

GUCCI Look.indd OK.indd 107

11-11-2010 17:17:31


DONNA KARAN

CHRISTOPHER KANE

l lace Look.indd OK.indd 108

11-11-2010 17:18:12


ANTONIO BERARDI

MOSCHINO

ANTONIO MARRAS Look.indd OK.indd 109

11-11-2010 17:18:19


Y3

DRIES VAN NOTEN

JIL SANDER

l ta r ta n Look.indd OK.indd 110

11-11-2010 17:20:49


MARC BY MARC JACOBS

ALEXANDRE HERCHOVITH Look.indd OK.indd 111

11-11-2010 17:20:55


LOUIS VUITTON

CHRISTIAN DIOR

l ta r ta n Look.indd OK.indd 112

11-11-2010 17:21:09


PRADA

ICEBERG

COMME DES GARÇONS Look.indd OK.indd 113

11-11-2010 17:21:15


C'N'C' COSTUME NATIONAL

MISSONI

l tricot Look.indd OK.indd 114

11-11-2010 17:21:31


D&G

LOUIS VUITTON

MAISON MARTIN MARGIELA Look.indd OK.indd 115

11-11-2010 17:21:38


PRADA

PAUL SMITH

ISSEY MIYAKE

l tricot Look.indd OK.indd 116

11-11-2010 17:21:57


JULIEN MCDONALD

CHANEL Look.indd OK.indd 117

11-11-2010 17:22:05


( ) P BORSE

r

accessori Lucia PARISINI

iccole tracolle per uno stile minimal chic; pochettes da portare a mano, very glamour; secchielli e bauletti, pratici e capienti. Per le più esigenti frange e plissé ad arte.

Emporio Armani

Pollini

Alberta Ferretti Salvatore Ferragamo Blugirl

Emporio Armani

BAULETTI

A MANO

Furla

Pollini

Salvatore Ferragamo

Blumarine

Giòsa

Accessori BORSE.indd OK.indd 118

Cafè Noir

11-11-2010 11:37:54


; ur;

Blumarine

Blumarine

Gilli

Giòsa

Chanel

Coccinelle

PLISSÉ

Accessori BORSE.indd OK.indd 119

SECCHIELLI

Chandra

Guess

Coccinelle

Le Pandorine

TRACOLLINE

Coccinelle

Furla

Coccinelle

Emporio Armani

Salvatore Ferragamo

11-11-2010 11:39:11


( ) D MIX

r

accessori

al country chic a base di cuoio e impunture artigianali, al blu elettrico very glamour. Dallo sportivo che esalta il piumino e i dettagli active, al patchwork tricolore, ďŹ no al classico e super chic bianco e nero. Salvatore Ferragamo

Blumarine

SPORTY

Max & Co.

Lucia PARISINI

Emp orio Arm ani

Salvatore Ferragamo

Furla

Pirelli Pzero

Chanel

Tiffany & Co.

CafĂŠ Noir

COUNTRY CHIC BLU

Emporio Armani

Accessori MIX.indd OK.indd 120

11-11-2010 11:54:11


Salvatore Ferragamo Emporio Armani

Pirelli Pzero

Salvatore Ferragamo

Prada Sport

Chanel

CafĂŠ Noir

o Ar man i

TRICOLOR Guess

BIANCO & NERO

Prada Sport

Onitsuka Tiger

Pirelli Pzero

Ballin

Accessori MIX.indd OK.indd 121

Salvatore Ferragamo

ttagli

Furla

SPORTY

re

Onitsuka Tiger

11-11-2010 11:55:24


m

Contrasti d Trucco A/I.indd OK.indd 122

16-11-2010 10:09:54


make-up Marina SANTIN

C

Contrasti ed estremi.

stes a r t n o Les Chanel de C

U

n maquillage che rende omaggio a Joues Contraste, il fard “must” della Maison, icona senza tempo che celebra 30 anni di successo. È lui quindi l’assoluto protagonista che, nella nuance Pink Explosion, dona un effetto bonne mine e scolpisce i tratti. Complici di seduzione: Les 4 Ombres Enigma, connubio di viola ombreggiato, grigio metallizzato azzurrato, marrone polvere e rosa chiaro dorato, Stylo Yeux Cassis, Rouge Coco Chintz, pesca chiaro fruttato, Lèvres Scintillantes Petit Pêche, pesca e argento, e Le Vernis Paradoxal, viola grigio.

Questo il leit motiv di stagione in tema di maquillage, gli esperti non hanno dubbi. Se da un lato si assiste al ritorno di un minimalismo ricercato, chic ed elegante, dall’altro si afferma la voglia di osare, mettendo parte la regola dell’alternanza tra sguardo e labbra, giocando con il colore più deciso e vibrante su entrambi, contemporaneamente. Le regole del make-up sono poche e semplici. All’unanimità il volto sarà “nude”, valorizzato da un finish trasparente ad effetto seconda pelle ed appena ravvivato da un soffio di fard. Le labbra, invece, si accenderanno di rosso, elegante ed iperfemminile, affiancato da nuance alternative ma sempre intense: il porpora ed il violetto, satinati o illuminati dal guizzo del gloss. Lo sguardo poi, riscopre il mascara e l’eyeliner che disegnano un’occhio da cerbiatto in versione moderna che si fa ancora smoky scoprendo nuove cromie fumées abbinate a toni bleutés, bronzo, oro e verde. 

d’autunno N°9 NOVEMBRE 2010

Trucco A/I.indd OK.indd 123

| DailyLuxury | 123

16-11-2010 10:10:02


m

dior

“I

l viola è il Re dei colori”, sosteneva Christian Dior. “Smoky Purple” gli rende omaggio con un’alchimia di toni fumé, malva-cenere, rosa-grigio, fino al nero illuminato d’argento. Per realizzarlo: gli ombretti 5 Couleurs Misty Mauve e 2 Couleurs Collector Silver Screen ed il Mascara Diorshow 360° e, per le labbra, Sérum de Rouge Smoky Pink Sérum, Dior Addict Ultragloss Tailored Mauve e Dior Addict Lip Color Mauve Spectaculaire.

in guerla

R

ende omaggio al glamour francese, incarnato alla perfezione dalla donna della Maison, “68, Champs Elysées”. Dedicato all’eleganza atemporale ed alla seduzione, il look accoglie 68 Champs Elysées, palette di ombretti in un camaïeux di marrone, beige e viola; Blush 4 Eclats Caresse de l’Aube; Rouge G de Guerlain Gwen, KissKiss Gloss Poppy Star e KissKiss Essence de Gloss Violine.

Trucco A/I.indd OK.indd 124

a

12-11-2010 9:54:26


make-up

é, no Per eurs

Pink

Lip

YSL

O

sa i contrasti e sperimenta il colore per reinventarsi ogni giorno diversa, la donna del couturier, protagonista di "Rock & Baroque". Per il look Extase Chocolat, mix di ocra, malva bistrato e cioccolato: Blush Variation Rose Caresse, Ombres Duolumières Violet Améthyste-Brun Fauve, Mascara Singulier Indigo Profond, Rouge Volupté Perle Rose Stellaire o Violet Evoûtant, e Manicure Couture Duo Belle de Nuit.

ani m r a

I

nventa un nuovo chic ispirandosi alle sfumature che vestono il paesaggio nelle notti d’autunno, alchimia di blu profondo, rosa sofisticato, cremisi dei frutti in bosco, "Night Shades". Per indossarlo: Palette Blush Fall 2010, lampone in due nuances, Palette 4 Eyes Designing Color Fall 2010 (Blu Navy, Deep Brown, Icy Brown e Silver), Rouge d’Armani Deep Ruby e Fluid Shine Nail Polish Dark Blue.

^ e c lan om

C

elebra le “nuove” donne di inizio secolo, trendy e sofisticate, “French Coquettes”, un make-up dal mood anni ’20 che intreccia toni urbani e smoky, rosa nude ed un tocco di cherry, audace rosso boudoir. Per ricrearlo: la Rose Déco Blush Rosy Glow, Ombre Absolue Magnétique Cherry Chérie, Urban Silver e Black Macadam, il rossetto French Touch Absolu Rose Daria e Le Vernis Bloody Black Cherry.

Trucco A/I.indd OK.indd 125

12-11-2010 9:54:58


s Clarin

C

elebra il glamour e la seduzione delle labbra, lasciando il volto “nude” e lo sguardo appena sottolineato, “Rouge Prodige”. Protagonisti: Palette Prodige Poudre Teint & Blush (Rose Tendre, Beige Ensoleillant, Corail Scintillant, Beige Naturel), Instant Blush Couleur Magique, Crayon Khôl Extrême Black e il nuovo rossetto a lunga tenuta dal finish intenso, lucente e confortevole Rouge Prodige Red Prodige.

lauder

U

n susseguirsi di blu elettrico, navy vibrante e rosa pallido dai riflessi lucenti per “Blue Dalia”, un look ricco di glamour, dall’energia contagiosa e non certo privo di un pizzico d’eccentricità. Per realizzarlo: Pure Color Eyeshadow Five, palette di cinque ombretti dal blu notte al nude, Pure Color Gloss Twilight Petal, per un sorriso lucente in toni naturali, e Pure Color Nail Lacquer Blue Dalia, blu audace.

Trucco A/I.indd OK.indd 126

12-11-2010 9:55:44


make-up

e cliniqu

II ultima

P

unta l’accento su occhi e labbra e gioca sui contrasti tra semplicità e glamour, naturalezza e preziosità, "High Glam", un’armonia in chiaroscuro declinata in una palette che spazia dai toni neutri ai bruni vibranti. In primo piano: Extraordinaire Loose Powder All Over Shining, Extraordinaire Long Lasting Eyeshadow Ice Glam, Intense Bronze e Hot Brown, ed Extraordinaire Lipstick Sienna o Bohémian Coral.

o to, nisti: nt ige

“O

cchi più grandi, sguardo più intenso, all’istante!”, un look che già dal nome rivela chi sarà il suo protagonista. Tre le armonie, tra cui Like Mink, declinata in cromie neutre valorizzate da sfumature beige luminoso e marrone scuro dorato. Per indossarlo: Quickliner for Eyes Intense Intense Coffee, Color Surge Eye Shadow Duo Like Mink, Instant Lift for Brows Soft Brown e High Impact Lip Color Go Fig.

l),

o a dal e

givenchy

P

ermette di rivivere l’atmosfera dell’estate nel cuore dell’autunno e di cancellare con un soffio d’ottimismo l’umore grigio, "Blooming", un look fresco e vivace dominato dall’arancio. Per realizzarlo: Le Prisme Visage Blooming Apricots, Le Prisme Blush Blooming Fuchsias, Le Primes Yeux Quatuor Blue Collection, Rouge Interdit Blooming Peach, Gloss Interdit Blooming Coral e Vernis Please! Blooming Pink.

Trucco A/I.indd OK.indd 127

12-11-2010 9:56:22


m

pupa

m

M

ixa passato e presente rivelando la sua ispirazione barocca per tratteggiare un make-up femminile, elegante e sensuale, "Baroque Couture". Susseguirsi di toni rosati scanditi da guizzi d’oro e tocchi di verde e bruno intenso, vede in primo piano le labbra, intense e matt. Per realizzarlo: Baroque Blush Pink Delight, Luminys Mystery Pink ed Emerald Green, Baroque Eyeliner Baroque Gold e Diva’s Rouge Matt Opera Red.

M.A

D

isp fe Be de ma So Be Ki

arden

C

elebra i 100 anni di bellezza della casa ed il glamour delle dive del cinema americano degli anni ’50, "Red For Perfection", che vede protagoniste labbra scarlatte e sguardo sottolineato dal nero. In primo piano: Color Intrigue Dual Perfection Brow Shaker & Eyeliner Ebony, Ceramide Lash Extending Treatment Mascara Black, Red Door Red Limited Edition Anniversary Lipstick e Crystal Clear Lip Gloss.

128 | DailyLuxury |

Trucco A/I.indd OK.indd 128

o shiseid

N°9 NOVEMBRE 2010

12-11-2010 9:56:41


make-up

tar collis

“A

vant-Garde", un look dai bagliori lucenti e delle cromie integranti che guarda al futuro e supera la tradizione per esplorare nuovi territori. Star del make-up, Cuore di Collistar Bagliori Dorati, una boîte nera tempestata di paillettes che cela una poudre all over scintillante. Accanto: Click Fard Litchi, Ombretto Wet & Dry Oro e Argento, Rossetto Puro Satinato Rosso Amaranto e Smalto Unghie Perfette Petrolio Perla.

nte

ure".

no Per h

uge

do

M.A.C

D

edicato alle donne eleganti, seducenti con un pizzico di malizia, "Fabulous Felines" ispirato ai colori ed alle caratteristiche dei felini più pregiati. Per l’armonia Burmese Beauty, lussussosa come il “suo” gatto e declinata in toni sabbia, champagne, oro, marrone e verde oliva: Mineralize Blush The Soft Meow, Eye Shadow x 4 Burmese Beauty, Pigment Gold Stroke, Lipstick Kittenish e Lipglass Facy Cat.

A

rmonie cromatiche inedite e contrastanti o giochi di sfumature ton sur ton per un look da reinventare ogni giorno per regalarsi uno sguardo che conquista. En vedette, Luminizing Satin Eye Color Trio Opera (bronzo, oro, azzurro cielo), Automatic Fine Eyeliner e Perfect Mascara Defining Volume entrambi Black, Refining Makeup Primer e Perfect Rouge Caramel e Roseate, marrone dorato e rosa scuro.

Trucco A/I.indd OK.indd 129

12-11-2010 9:56:56


m

make-up

revlon

L

ussuoso, femminile e sofisticato, "Suede Rhapsody", che vede protagonisti cromie calde che vincono il grande freddo, contrasti di nuances mat e neutre e toni vivaci e luminosi. Per indossarlo: ColorStay 12 Hour Eye Shadow Quad Silver Fox (prugna, bianco lucente, turchese, grigio iridato), Super Lustrous Lipstick Mink, Matte Lipstick Smoked Peach e Nail Enamel Ruby Ribbon.

eari l o j a n

F

ascino e suggestione per "Magic Expression", un maquillage che vede in primo piano un camaĂŻeux di sfumature pacate e neutre ravvivate da accenti decisi e vivaci di rosso, bruno e verde vibrante che rendono protagoniste le labbra e le unghie. In primo piano quindi: Ombretto Sublime Marrone Visone, Magic Eye Pen Intense Gold, Affinity Lipstick Vermillion o Magenta e Smalto Sublime Dark Green.

130 | DailyLuxury |

Trucco A/I.indd OK.indd 130

N°9 NOVEMBRE 2010

12-11-2010 9:57:13


b Anteprima Bellezza.indd OK.indd 132

11-11-2010 12:10:58


anteprima bellezza Marina SANTIN

Sensualità notturna Femminilità allo Zenith e sensualità profonda, misteriosa e dark, per Sensuous Noir di Estée Lauder, un bouquet avvolgente ed ipnotico come il profumo di un giardino esotico a mezzanotte.

U

Un bouquet “Ambra-Legno”.

Così Estée Lauder aveva definito al suo debutto, il femminile Sensuous, alchimia sapiente di espressioni profumate diversamente percepite, sfaccettate, calde e luminose, ammiccanti ed innocenti. Oggi, la fragranza originaria esplora nuovi territori olfattivi ed indaga le sfumature più scure della sensualità, diventando Sensuous Noir, capace di rivelare il lato più evocativo della femminilità e di concretizzare la seduzione esaltata dalla notte, misteriosa e dark. A racchiuderlo, uno scrigno che riprende i codici del primo jus: la silhouette rotonda, il cristallo scolpito da un susseguirsi di righe sinuose, il cap oro e rosa, vestito però di porpora scuro per suggerire fin dal primo istante un’emozione glamour ed intrigante. Altrettanto irresistibile e magnetica l’essenza, ancora un “Ambra-Legni”, ma più profonda ed avvolgente. A siglarne il debutto, un accordo di femminilità che intreccia i sentori della rosa purpurea, dell’essenza di rosa e del gelsomino notturno, vivacizzati da un tocco di pepe nero, perfetto anfitrione di un cuore seducente che vede protagonisti i legni infusi, la crema nera, il prisma patchouly ed il giglio speziato, e di un sillage opulento e conturbante che indugia a lungo a fior di pelle sfumando con effluvi di benzoino, vaniglia, miele ed ambra.  N°9 NOVEMBRE 2010

Anteprima Bellezza.indd OK.indd 133

| DailyLuxury | 133

11-11-2010 12:11:22


Bellezza OK

11-11-2010

11:58

Pagina 134 Denni Poletti HD

D 3 N N I:Users:dennipoletti:Desktop:FILES OK:

B

anteprima bellezza

Dior QUINTESSENZA OLFATTIVA

S

Acqua di Parma PROFUMO D’ATMOSFERA

L

a collezione di Profumi d’Ambiente Acqua di Parma si arricchisce con due nuove fragranze perfette per regalare un tocco di stile alla propria casa, per creare un’atmosfera speciale e per offrire emozioni uniche sia nei momenti di convivialità che in quelli dedicati a se stessi. Racchiuse nell’iconico flacone Art Déco ornato dallo scudetto regio della città e dalla personalità inconfondibile, debuttano così Legni e Foglie di Tè. Raffinata, elegante, perfetta per suggerire una sensazione avvolgente e rassicurante, la prima, connubio di legno di cedro, vetyver e patchouly, ravvivati da guizzi agrumati di bergamotto e pompelmo e soffusi da un sillage muschiato. La seconda, invece, dal carattere verde ed agrumato, ideale per concretizzare un suggestione di vivacità e serenità, intreccia la freschezza delle foglie del tè Oolong con le nuances del gelsomino e dei fiori d’arancio e con i sentori del legno di cedro e dei semi di fava tonka.

134 | DailyLuxury |

N°9 NOVEMBRE 2010

vela la quintessenza della fragranza originaria ed è realizzato come un abito Haute Couture, J’adore L’Or Essence de Parfum di Dior. Immaginato da François Demachy, parfumeurcréateur della Maison proprio come l’oro, il più prezioso dei metalli, dalla selezione delle materie prime alla composizione fino al colore, e dalla concentrazione eccezionale, rivela una texture unica che a contatto con la pelle crea un effetto satinato e setoso al tatto. Ricco, raffinato ed ancor più prezioso il bouquet, che vede protagonisti l’assoluta di rosa di Maggio e l’assoluta di gelsomino di Grasse, intrise di effluvi orientali di assoluta di fava tonka, assoluta di vaniglia di Tahiti, gocce di ladano e note ambrate. A racchiuderlo ancora scrigno ad anfora, ma con una base più spessa, il coperchio rivestito da un filo dorato, e un astuccio realizzato a mano.

Dior PERFEZIONE “NUDE”

P

romessa di un colorito dalla luminosità naturale e di una pelle che diventa ogni giorno più bella, la linea Diorskin Nude di Dior si amplia con due nuove formule. Alla base di entrambe, l’Acqua Oligominerale Attiva, cocktail idratante ed energizzante di sali minerali e vitamine che fornisce alla cute gli elementi indispensabili per il suo benessere e la sua bellezza, le cui microgocce catturano e riflettono la luce per offrire una trasparenza che esalta l’éclat naturale del volto. Compacte Gelée Effet Peau Nue, dalla texture “gelée de poudre”, alternativa al fondotinta fluido o in polvere, racchiude Acqua Oligominerale Attiva dieci volte più concentrata di principi trattanti rispetto al fondotinta e si fonde con l’epidermide grazie ad una rete microscopica di cere morbide che imprigiona polveri minerali. Diorskin Crystal Nude Touche Perfection Matité Peau Nue, dalla formula cristallina ad effetto ottico, è un perfezionatore universale che fissa e trattiene l’Acqua Oligominerale Attiva sulla superficie cutanea e grazie a microsfere di silicone trasparenti cancella le imperfezioni e leviga l’incarnato con un’azione soft focus; le rende impercettibili alla vista ed al tatto avvolgendo il viso con un alone delicato; e assicura un aspetto vellutato e confortevole senza effetto poudré.


Bellezza OK

11-11-2010

11:58

Pagina 135 Denni Poletti HD

D 3 N N I:Users:dennipoletti:Desktop:FILES OK:

Givenchy CURA E MAKE-UP

A

ssociano trattamento e make-up le novità della linea Radically No Surgetics di Givenchy, efficaci grazie al “must” della gamma, il Dermo-Target System, doppia tecnologia di incapsulamento mirato (hyalurosome di acido salicilico e ciclosfera di betulla africana) che agisce sui nove segni legati all’invecchiamento cutaneo: pelle levigata, rughe, tono, rilassamento, densità, luminosità, chiarezza ed omogeneità del colorito. Fond de Teint Perfection Jeunesse, fondotinta dalla texture siero e dalle nuances luminose, protegge anche da fotoinvecchiamento con un filtro organico ed uno schermo minerale (Spf 15 - PA++); assicura l’ottimale controllo della luce grazie al Perfecting Surfacing Complex, i cui multistrati, sovrapponendosi correggono le irregolarità del colorito e offrono un effetto levigato ed una luminosità omogenea; e regala comfort ed una tenuta duratura senza effetto maschera per merito di una doppia rete morbida di polimeri idrofili e lipofili e pigmenti rivestiti di aminoacidi. Soin Jeunesse Multi-Protecteur Uniformisant, cura da giorno attiva per 24 ore, accoglie, invece, una triplice azione protettiva nei confronti degli effetti negativi dell’ambiente: antiossidante, ad opera del Radical-R System, vettore intelligente consente un rilascio su misura degli attivi (vitamine C ed E); anti-Uva ed Uvb (spf 15 – PA+); ed anti-macchie con principi specifici.

Lancôme NUOVI ABSOLUE

S

empre più completa e performante la linea Absolue Precious Cells di Lancôme, trattamento specifico per tutelare la giovinezza del volto. Le sue formule si avvalgono infatti di Basal Recontruction e Pro-Xylane™ che, agendo in sinergia, permettono ricreare l’ambiente ottimale in cui vivono le cellule staminali affinché esse possano funzionare al meglio ed esprimere in modo ottimale il loro potenziale rigenerativo. Dedicato alle labbra, Absolue Lèvres Precious Cells Soin Régénératif Jeunesse du Sourire, che, racchiuso in un esclusivo applicatore roll-on, leviga le rughe, rimpolpa e dona luminosità e morbidezza avvalendosi anche di estratto di castagna per combattere l’eccessiva aridità. Riservato alle epidermidi secche, invece, Absolue Precious Cells Extra-Riche, impreziosita da olio vegetale di albicocca, passiflora, mais e riso per nutrire ed offrire sericità e comfort.

Biotherm ENERGIA PER LA PELLE

G

li uomini di oggi? Impegnati 24 ore su 24. Ritmi frenetici, giornate sempre più lunghe, notti troppo corte eppoi lavoro, amici, sport… Ovvio che l’aspetto del volto e la pelle ne risentano. Specifico per combattere i segni della fatica, da Biotherm Homme, High Recharge Energy Shot, un fluido idratante ad effetto immediato che risveglia l’epidermide restituendole freschezza, energia e vitalità. La sua formula si avvale di sette attivi dalle proprietà esclusive: ginseng, per stimolare la microcircolazione; vitamina B5, per offrire tonicità; vitamina E, per proteggere dai radicali liberi e dallo stress ossidativo; magnesio, rame e zinco, per ottimizzare la rigenerazione cellulare; ed estratto puro di plancton termale, per rafforzare i meccanismi di difesa naturali della cute. Ulteriore plus, la texture fluida, fresca e dall’effetto quick break per penetrare in pochi istanti.

N°9 NOVEMBRE 2010

| DailyLuxury | 135


Bellezza OK

11-11-2010

14:46

Pagina 136 Denni Poletti HD

D 3 N N I:Users:dennipoletti:Desktop:FILES OK:

B

anteprima bellezza

Lauder SOIN MULTIFUNZIONE

R

igenera, ricarica, ripara, idrata ed energizza l’epidermide del volto rendendola più giovane, come liftata, Re-Nutriv Ultimate Lift Age-Correcting Creme di Estée Lauder. Soin multifunzionale ed espressione del concetto di lusso nella cura della pelle, si avvale delle più avanzate tecnologie e di esclusivi attivi. In primis, le Molecole della vitalità™: Phormidum Persicinum, un’alga dalle proprietà riparatrici e protettive; EGT, che rifornisce le cellule d’energia e neutralizza i radicali liberi; e Laminaria Digitata, pianta marina che influisce positivamente sul Sirt-3, il gene della longevità cellulare. Accanto, per un approccio olistico al concetto di lifting (interno, in superficie e manuale), un pool d’estrema efficacia, connubio di tormalina nera, energizzante, che, in tandem con altri attivatori energetici, stimola la sintesi del collagene e migliora la tensione meccanica interna che mantiene la cute tonica; acido ialuronico, trealosio, polvere di perle dei mari del Sud e oro colloidale che rendono la pelle turgida e piena, donano luminosità e assicurano comfort; e del massaggio EnergyLift, che ottimizza i benefici della crema.

136 | DailyLuxury |

Dior

Kenzo

VERNIS “COUTURE”

PER MANI E PIEDI

D

N

ior reinventa la sua collezione di smalti e per farlo attinge all’universo delle sue collezioni couture. Per i colori, innanzitutto, 22 sfumature che vanno dal beige naturale al rosso profondo senza dimenticare cromie audaci come il blu o il “Bronze Libertine”, un bronzo malizioso, “riflesso” della collezione di prêt-àporter dell’autunnoinverno 2010. E perché le tonalità siano vibranti e luminose ogni pigmento è stato lavorato e micronizzato inserendo anche nella texture l’amplificatore di luminosità e brillantezza, un cocktail di attivi che orienta pigmenti e madreperle nella stessa direzione per intensificare i riflessi della luce. Ma non è tutto. La formula, per assicurare una tenuta duratura accoglie un mix inedito di polimeri e resine che, affini alla cheratina si fondono con essa per resistere agli urti, e si avvale di silicio e proteine per agire come un vero trattamento che con il passare delle applicazioni rende le unghie più forti e resistenti. Nuovo anche l’applicatore, più largo e con taglio arrotondato per adattarsi alla sagoma dell’unghia.

N°9 NOVEMBRE 2010

ei gesti di bellezza e cura quotidiani che vengono riservati al corpo, troppo spesso ci si dimentica dei “confini dell’impero”. Ovvero delle mani e dei piedi, le prime esposte tutti i giorni alle aggressioni ambientali, i secondi, soffocati da calzature spesso inadatte e destinati a sostenere il nostro peso. A loro ha pensato Kenzo che ha ampliato la linea KenzoKi con il Kit Fantasia Mani e Piedi, pensato per assicurare relax, benessere ed un soin ottimale. Racchiude infatti, il Balsamo per Mani Sensuali, che, completo di soffice manicotto, nutre, protegge e dona morbidezza, e la Fantasia per Piedi Nudi, formula da massaggiare o da farsi massaggiare nutriente, distensiva e lenitiva, la cui azione verrà ottimizzata se si indossano gli appositi calzini infradito anch’essi inclusi nel coffret.


Bellezza OK

11-11-2010

14:46

Pagina 137 Denni Poletti HD

D 3 N N I:Users:dennipoletti:Desktop:FILES OK:

Boss COLLEZIONE “NIGHT”

A

romatico e legnoso, il virile jus di Boss Bottled Night di Hugo Boss, pensato proprio per accompagnare l’uomo durante le sue avventure notturne e per diventare il suo complice di seduzione, pervade anche un’essenziale collezione per il benessere e la toilette quotidiana. Quattro le formule in cui si declina: Shower Gel, morbido docciaschiuma che deterge l’epidermide rispettandone l’equilibrio idrolipidico; Deo Spray, efficace deodorante che previene le conseguenze della traspirazione ed assicura comfort e freschezza per tutto il giorno; e, dedicati alla rasatura Atfer Shave Lotion, rivitalizzante ed nergizzante, ed After Shave Balm, balsamo delicato perfetto per le pelli più sensibili che si irritano facilmente.

Carey BOUQUET “CANDY”

“L’

ispirazione nasce dalla proposta di matrimonio che mi ha fatto Nick. Per prima cosa infatti, mi ha sorpresa con un Ring Pop, uno di quegli anelli leccalecca romantico, spiritoso e da eterne bambine… come me!”. Così Mariah Carey descrive la sua nuova collezione di fragranze, Lillipop Bling, innovative ed irresistibilmente “candy”. Tre i bouquet: Mine Again (flavour red), un’armonia di cioccolato e lamponi con un pizzico di magnolia impreziosita nel cuore da un velo di zucchero filato; Ribbon (flavour rainbow), un jus goloso ispirato al sapore del blue raspberry, dal carattere di ortensia, loto blu e rugiada di gelsomino; e Honey (flavour yellow), un mix irresistibile di giglio dell’Amazzonia, ginger e fresia bianca, vivacizzato da miele ed ananas. A custodirli, uno scrigno sfumato di rosso, giallo o arcobaleno su cui svetta la farfalla, simbolo della cantante.

Arden VOLTO GIOVANE E RADIOSO

S

pecifica per contrastare le prime rughe riattivando le difese naturali della pelle e stimolando il metabolismo cellulare, la linea Intervene di Elizabeth Arden si amplia con due nuovi soin. È un trattamento di “giovinezza immediata” che in soli 20 minuti rivela un volto più fresco e luminoso, Peel & Reveal Revitalizing Treatment Mask, maschera intensiva rinnovatrice e rivitalizzante che esfolia ed elimina in tutta delicatezza cellule morte e impurità attenuando i segni dello stress grazie ad una combinazione di alfaidrossiacidi, estratti naturali dello zucchero e betaidrossiacidi. Avvalendosi anche di estratti di semi d’uva Cabernet poi, antiossidanti, rivela un incarnato più compatto, morbido e luminoso. Daily Moisture Lotion Spf 15, invece, fluido idratante privo di oli, anch’esso con alfa e betaidrossiacidi, dona éclat e sericità all’epidermide, contrasta la disidratazione grazie ad un complesso umettante, neutralizza i radicali liberi con vitamina C ed E, e calma e lenisce per merito di estratti vegetali.

N°9 NOVEMBRE 2010

| DailyLuxury | 137


Bellezza OK

11-11-2010

11:59

Pagina 138 Denni Poletti HD

D 3 N N I:Users:dennipoletti:Desktop:FILES OK:

B

anteprima bellezza

Costume National BENESSERE E CURA

D

Biagiotti MISTERO DA INDOSSARE

I

spirato alla bellezza eterna di Roma e creato per celebrare la nuova seduzione della donna contemporanea e la femminilità intesa come insieme di valori senza tempo, Mistero di Roma di Laura Biagiotti non è più solo. Il suo bouquet orientalfougère, dal cuore di eliotropio e ciclamino soffuso da un sillage che intreccia vaniglia, mirra, olibano, ambra e muschio, pervade due specialità per la mise en beauté. Dedicato alla toilette quotidiana, il Bath & Shower Gel, che deterge l’epidermide senza inaridire lasciandola delicatamente profumata. Ideale per indossare la fragranza preferita a fior di pelle e per esaltarne il jus, invece, la Body Lotion, fluido vellutato arricchito da attivi idratanti ed emollienti che regala alla silhouette sericità e comfort.

138 | DailyLuxury |

edicato al viaggiatore di una simbolica giungla metropolitana fatta di emozioni, dallo stile essenziale ed innovativo, Costume National Homme, virile jus connubio di agrumi frizzanti, spezie inedite e legni sensuali e misteriosi, oggi è anche un’esclusiva collezione per il benessere quotidiano che, dalle formule altamente tecnologiche, assicura anche un’efficace azione trattante. Tutti i prodotti si avvalgono infatti di Hydrergy™, un complesso ricavato da una microalga che racchiude acido poligluconico, simile per struttura ed azione all’acido ialuronico, e un complesso vitaminico del gruppo B, dall’attività idratante ed energizzante e capace anche di rafforzare i sistemi di difesa cutanei e di migliorare l’aspetto dell’epidermide. Tre i preparati: Energizing Hair & Body Wash, detergente per corpo e capelli con caffeina e provitamina B5, rivitalizzanti, umettanti e protettivi; Energizing After Shave Balm, balsamo dopobarba e crema viso anti-rughe con caffeina, vitamina A ed E, e biopeptidi per lenire, donare freschezza e stimolare la produzione di collagene; ed Energizing Spray Deodorant, deo che previene le conseguenze della traspirazione.

N°9 NOVEMBRE 2010

Bronnley HOME PROFUMATA

S

empre più ricco l’universo della Home Fragrance Collection di Bronnley. Si completa infatti con due nuove linee perfette per aggiungere un tocco di stile e di personalità ad ogni ambiente della casa, creando un’atmosfera accogliente e rilassante. Lavander & Sandalwood, dal carattere fresco ed inebriante, è caratterizzata da un cuore di lavanda valorizzata da guizzi verdi e floreali di rosa, giglio e gelsomino; Rose & Geranium, allea sentori di rosa, geranio, ylang ylang e petit grain per dar vita ad un bouquet soave e romantico. Davvero completa la gamma dei prodotti: Diffusore per Ambiente con bastoncini, Candela Profumata, Candele Votive racchiuse in un set da due, Spray per Ambienti, Pot Pourri e Carta Profumata per Cassetti.


Bellezza OK

11-11-2010

11:59

Pagina 139 Denni Poletti HD

D 3 N N I:Users:dennipoletti:Desktop:FILES OK:

Hermès EDIZIONE EFFIMERA

R

acchiuso nell’inconfondibile scrigno che riproduce le forme dell’iconico carré della Maison ed annunciato da un nome che ne consacra il mitico indirizzo, 24, Faubourg di Hermès, attinge nuovamente alla tradizione della Casa per proporsi in un’esclusiva edizione limitata. L’Eau de Parfum da 100 ml si veste infatti con i motivi del celebre foulard in seta “Jeu des omnibus et dames blanches”, ridisegnato da Cyrille Diatkine nel 2007, che si concretizza sul cristallo in un susseguirsi di prospettive, decori e luci. Immutato il bouquet, un concentrato di fiori bianchi ebbri di sole che vede protagonista il fiore d’arancio, intriso di ylang ylang, tiarè, sandalo, patchouly e vaniglia.

Pupa

D

ipinte con i colori più vari, da quelli naturali ai grandi classici della manicure fino alle cromie più originali e vibranti o alle sfumature fashion; laccate impeccabilmente scegliendo tra differenti effetti, mat, iridati, perlati o lucenti e luminosi; decorate con strass, applicazioni o disegni… Oggi in tema di maquillage delle unghie c’è davvero l’imbarazzo della scelta e non c’è limite alla creatività ed alla fantasia. Ben lo sa Pupa che, per tutte le “addicted”, ha creato Nail Art Kit, un set innovativo che permette di sfoggiare unghie impeccabilmente decorate. Racchiude infatti Art Base, uno smalto brillante da stendere in una sola passata e Art Top, un top coat da applicare sulla base dopo aver atteso 4 minuti. Una volta passato il finish, sarà sufficiente aspettare pochi secondi perché appaia magicamente un particolare motivo ad effetto “craquelé”.

UNGHIE DÉCOR

Crabtree & Evelyn DALL’IRIS, BELLEZZA E MAISON

È

pervasa dai sentori raffinati ed avvolgenti dell’omonimo fiore e trascrive in chiave olfattiva la personalità della donna più attuale, sapiente alchimia di eleganza, femminilità e creatività, la collezione Iris di Crabtree & Evelyn. Protagonista della gamma, l’Eau de Toilette, costruita attorno alle note dell’iris fiorentino, annunciato da guizzi di bergamotto italiano e mirtillo nero e valorizzato da effluvi di violetta, sandalo, patchouly e vetyver. Accanto alla fragranza, la linea per la mise en beauté e quella home. La prima accoglie i Saponi Lavorati, il Gel Bagno Doccia e la Lozione Corpo, impreziositi da attivi antiossidanti, lenitivi, nutrienti, idratanti ed emollienti quali estratti di peonia, sambuco, magnolia, rosa canina, enotera e vitamina C. La seconda si declina in due proposte, lo Spray per Ambienti, perfetto per creare l’atmosfera e personalizzare gli spazi domestici, e la Carta Profumata per Cassetti, decorata da sofisticati motivi floreali.


Bellezza OK

11-11-2010

12:00

Pagina 140 Denni Poletti HD

D 3 N N I:Users:dennipoletti:Desktop:FILES OK:

B

anteprima bellezza

Pupa

Iceberg

Maybelline NY

OLTRE IL ROSSETTO…

COLLEZIONE IN… EAU

EFFETTO CIGLIA FINTE

U

S

A

ssocia gli effetti di un trattamento volumizzante ad un risultato make-up impeccabile, il nuovo rossetto Pupa Volume. Alla base delle sue performances, l’esclusivo VoluComplex, un pool di attivi che associa Volufiline, bio-estratto naturale di Gardenia asiatica, che aiuta rimpolpare i tessuti distendendo le rughe; microsfere vegetali, che restituiscono turgore alle labbra; ed estratto di Portulaca Pilosa unito ad oligopeptidi che stimola la sintesi dell’acido ialuronico per incrementare l’idratazione e la pienezza della mucosa labiale. A garanzia di un maquillage ottimale, invece, una texture cremosa e confortevole, un colore pieno grazie a cere purificate che creano una base che esalta l’intensità di ogni nuance, un finish luminoso per merito di polimeri brillanti ed uno stick con punta ergonomica per un’applicazione perfetta e precisa. Otto le sfumature in cui è disponibile, dai nude, ai rosa fino ai rossi ed ai bruni profondi.

140 | DailyLuxury |

n irresistibile mix di sportwear di lusso, raffinatezza, eleganza urbana, spirito di libertà, apertura verso il mondo. Così è lo stile della moda Iceberg che oggi trova espressione di sé in Eau de Iceberg, due fragranze, per lui e per lei che, fresche e moderne, diventeranno, arricchendosi di anno in anno di nuovi jus, una speciale collezione, espressione dell’essenza della griffe. Eau de Iceberg pour Femme, floreale e fruttato, nasce con guizzi di arancia rossa, ananas e pere che ricamano un cuore mediterraneo di fico e gelsomino soffusi di legni e vaniglia. Eau de Iceberg pour Homme, vetyver-agrumato, conquista con guzzi agrumati di limone e bergamotto per poi rivelare un carattere di vetyver valorizzato da violetta, ladano, ambra e muschio. Ad annunciarli lo stesso look. Un flacone dalle linee sobrie e moderne su cui spicca un numero, 74, l’anno del debutto della Casa nell’universo fashion.

N°9 NOVEMBRE 2010

i ispira al pizzo ed al suo universo di seduzione e glamour, Volum’ Express Il Ciglia Finte Black Drama, il nuovo mascara di Maybelline New York che volumizza e solleva le ciglia rendendole istantaneamente più folte ed intense come se… fossero finte offrendo magnetismo, fascino ed appeal allo sguardo. Alla base delle sue performance esclusive, innanzitutto, la formula, arricchita da fibre nere che assicurano una pigmentazione ancora più decisa e vibrante. Eppoi l’applicatore “a cucchiaio” con setole più folte per depositare una maggiore quantità di prodotto sulle ciglia e per aprirle “a ventaglio” raggiungendo anche quelle più corte e quelle degli angoli.


Bellezza OK

11-11-2010

12:00

Pagina 141 Denni Poletti HD

D 3 N N I:Users:dennipoletti:Desktop:FILES OK:

Blumarine ELIXIR MULTISENSORIALE

È Patyka BELLEZZA “BIO”

B

rand parigino che allea esperienza professionale francese, un approccio estetico très chic, il meglio del “bio” e delle tecnologie più innovative, Patyka, presenta la “beauté remarquable”, bellezza unica, dedicata a chi vuole prendersi cura di sé dando importanza anche all’etica personale ed alla coscienza ambientale. Ecco allora che tutti i prodotti vantano numerose certificazioni (Cosmèbio, Ecocert, One Voice e 1% from the Planet), a testimonianza dell’utilizzo di ingredienti naturali e biologici, del non essere testati su animali e delle donazioni a favore di organizzazioni che supportano progetti ecologici; che vengono privilegiati fornitori europei e francesi per ridurre l’inquinamento e garantire massima qualità; e che si cerca di evitare sprechi nei processi produttivi e di ottimizzare il riciclo dei materiali. Due le linee al debutto in Italia: Absolis, per la cura quotidiana del viso e del corpo, con attivi ed estratti vegetali (mandarino, menta, neroli, geranio, rosa, amamelide…); e Biokaliftin, una gamma anti-età declinata in formule ad altissima concentrazione e frutto delle più avanzate ricerche che rinnova, rigenera, idrata e rivitalizza l’epidermide avvalendosi di esapeptide-11, polisaccaridi derivati dall’avena, acido ialuronico e di un pool di attivi naturali.

un elisir fragrante che trasforma il gesto del profumarsi in un’esperienza multisensoriale, Blumarine Bellissima My Elixir de Parfum, che allea alla sensualità del bouquet una texture raffinata e preziosa da indossare a fior di pelle. È infatti, un profumo in gel, morbido, vellutato, caratterizzato da una resa olfattiva e da una persistenza d’eccezione, che si fonde con l’epidermide vestendola con un impalpabile velo inebriante ed illuminandola con riflessi dorati e pigmenti perlati. Immutato il jus, dal cuore romantico di petali di peonia, fiore della passion e sunny sexy flowers, intriso da un sillage che intreccia cashmeran, legno di sandalo, fiore di vaniglia e musk.

Pitanguy NUOVI SOIN

D

a Beauty by Clinica Ivo Pitanguy, nuove formule per la giovinezza del viso e del corpo. La linea Previous, dedicata al volto, si amplia con Lips & Contour Formula, trattamento specifico che idrata, nutre, rivitalizza e protegge le labbra, rimpolpandole e definendone i profili avvalendosi dell’esclusivo complesso comune a tutta la gamma (acido ialuronico, peptidi, centella asiatica, silicio organico, vitamina E) associato da estratto di papaia ed aloe vera, vitamina B5 e burro di mango e rosa. La collezione Bodycare, vero programma anti-età per la silhouette, accoglie, invece, Revitalizing Formula, un balsamo vellutato che combatte l’invecchiamento grazie al complesso “must” della linea (balsamo d’Amazzonia, urucrum, calcio, magnesio, vitamina E) assicurando anche un’azione idratante, rivitalizzante e nutriente (estratto di quinoa, fosfolipidi, oli di maracuja e orbignya, provitamina B5 ed omega 3 e 6).

N°9 NOVEMBRE 2010

| DailyLuxury | 141


Bellezza OK

11-11-2010

12:00

Pagina 142 Denni Poletti HD

D 3 N N I:Users:dennipoletti:Desktop:FILES OK:

B

anteprima bellezza

Van Cleef & Arpels GIOIELLO ORIENTALE

L’

Oriente, i suoi colori, la sua cultura, i suoi miti, da sempre, sono preziosa fonte d’ispirazione per le creazioni più esclusive di Van Cleef & Arpels. Oggi la Maison guarda ancora all’universo orientale per creare una nuova fragranza femminile che ne celebra lo splendore e la maestosità, Oriens. Chypre, fruttato e floreale il bouquet, creato per cingere chi lo indossa con un’aura sensuale ed opulenta, annunciato da guizzi di mandarino, lampone e mora che ricamano un cuore solare dominato dai petali di gelsomino, sublimato da un sillage che intreccia patchouly e praline. A racchiuderlo, un vero gioiello, quasi un anello su cui svetta un cabochon di tormalina dai mille riflessi iridati, cinto dall’abbraccio di un susseguirsi di foglie d’argento. A suggellarne la magia, poi, accanto all’Eau de Parfum, la Perfumed Body Lotion.

142 | DailyLuxury |

Martini

Pupa

WILD E METROPOLITANI

MANI PIÙ GIOVANI

R

D

acchiudono in sé due anime, una selvaggia ed una metropolitana, sintetizzando l’eterno dualismo città-natura e parlano di bellezza moderna, libertà, istinto, movimento, multiculturalità e desiderio di ricerca, le nuove fragranze per lui e lei di Alviero Martini 1° Classe: Urban Safari. Il jus maschile nasce agrumato e fresco di mandarino, cardamomo e pompelmo per poi affermarsi con un cuore floreale e trasparente mix di note acquatiche, gelsomino e ninfea, e con un’eco muschiata e legnosa che allea muschio di quercia, patchouly e vetyver. L’essenza femminile, dopo un debutto scandito da un accordo solare punteggiato di bergamotto e rosabianca, conquista con una personalità floreale di violetta, mughetto, gelsomino ed ylang ylang soffusa da un sillage muschiato e boisé, armonia di muschi di quercia, legno di sandalo, vaniglia, ambra e muschio bianco. A racchiuderli, un pack originale dalla forma arrotondata per lei, squadrata per lui, proposto in differenti versioni: serigrafato, per la linea Basic; abbinato alla pelle per quella Luxury Glass & Leather; color alluminio unito al legno per quella Luxury Metal & Wood.

N°9 NOVEMBRE 2010

a Pupa, un “tris” di formule intensive specifiche per contrastare l’invecchiamento precoce delle mani assicurando loro benessere e giovinezza. Dedicato a quelle mature e “svuotate”, Volumizzante Filler Mani, che riattiva i volumi di una pelle giovane grazie all’azione liporiempitiva del Volufiline, assicurando anche tono e consistenza ai tessuti, attenuando rughe, segni e macchie d’età (vitamina E, pro-vitamina C, Spf 15). Ideale per un effetto levigatezza immediato, invece, Lifting Mani, con UltraLifting Complex, Subliskin e vitamina E per minimizzare increspature, rugosità ed imperfezioni, rendere più elastica e tonica la cute e combattere i segni del tempo. Specifico per minimizzare macchie brune e discromie, infine, Anti-Macchia Intensivo Mani, che schiarisce, illumina ed uniforma l’epidermide con un’azione progressiva favorendo il rinnovamento cellulare avvalendosi di uno speciale enzima biotecnologico esfoliante, il Keratoline, abbinato a Subliskin e filtri solari Uva ed Uvb Spf 15.


Bellezza OK

11-11-2010

12:00

Pagina 143 Denni Poletti HD

D 3 N N I:Users:dennipoletti:Desktop:FILES OK:

Maybelline NY

Arval

SGUARDO COSMICO

SIERO ANTI-ETÀ

C

D

olor Cosmos by Eyestudio, questo il nome del nuovo ombretto duo cotto di Maybelline New York, creato per regalare allo sguardo un maquillage multi-dimensionale e luminoso. Connubio di una parte marmorizzata e di una dalla cromia unica, si avvale infatti di una formula e di una tecnologia esclusive. La prima assicura un colore puro e traslucido ed un’applicazione semplice e delicata (mica e nitruro di boro); tonalità intense e luminose (pigmenti, perle non sminuzzate e 7 differenti tipi di perle); e una sensazione setosa e cromie sempre vibranti (silice). La seconda, propone un procedimento di cottura particolare che miscela perle e pigmenti con acqua, li cuoce in forno per 24-48 ore per ottenere una finitura compatta, levigata e brillante. Cinque le armonie disponibili: Magic Mauve, Blue Moon, Savana Green, Mocha Mirage e Cosmic Black.

octora, il programma anti-età di Arval specifico per contrastare l’invecchiamento cutaneo precoce frutto dell’azione dannosa dei radicali liberi e dell’inquinamento ambientale, la cui efficacia si deve al coenzima Q10, si arricchisce con una nuova formula. Debutta infatti il Serum Anti-Wrinkles, un siero concentrato che si avvale di un esclusivo cocktail di attivi per un’efficacia ancora maggiore, visibile fin dalle prime applicazioni. Associa infatti all’ingrediente “must” della gamma, vitamina A e C, estratto di foglie di foglie di olivo, ceramidi e sodio ialuronico, per idratare e rinnovare l’epidermide minimizzando rughe e segni del tempo. Ulteriore plus, la texture, fluida, leggera, d’immediato assorbimento che, impreziosita da particelle illuminanti regala al volto un finish vellutato e radioso.

St Barth DEDICATI A LUI

P

ensata per soddisfare le esigenze di cura e benessere dell’epidermide maschile, la linea St Barth Homme si arricchisce con nuove proposte dedicate alla mise en beauté ed alla toilette quotidiana di lui. Debutta, innanzitutto, il Fluide Hydratant Visage, fresca lozione la cui formula, priva di emulsionanti chimici, stabilizzanti e conservanti, deve la sua efficacia all’azione benefica del burro di mango ed alla sua particolare struttura lamellare che, riproducendo quella della pelle, rinforza le difese naturali e le fibre di collagene.Applicata quotidianamente, idrata, rigenera, rivitalizza, protegge, neutralizza i radicali liberi e contrasta l’invecchiamento precoce.Accanto, anch’essi inediti, i formati da 125 ml del Gel Douche, che deterge rispettando l’equilibrio idrolipidico cutaneo, ed il Lait Corps, fluido, non grasso e d’immediato assorbimento, perfetto per assicurare morbidezza, freschezza e comfort al corpo.

N°9 NOVEMBRE 2010

| DailyLuxury | 143


b

Wellness e relax

Benessere, bellezza e relax. Questi i protagonisti di una vacanza al Relais Borgo Brufa, resort d’eccezione incastonato nel verde, tra olivi e vigneti, nel cuore dell’Umbria. Marina SANTIN

144 | DailyLuxury |

Benessere.indd OK.indd 144

N°9 NOVEMBRE 2010

11-11-2010 15:54:36

R

men gian nalm in u mat perv prir C Bru con da c tem mom mon Q arre al w ben all’a per re la Ecc di c ti da che font


x

R

benessere

Risali la collina tra olivi e vigneti,

mentre lo sguardo indugia su un panorama di sogno: Torgiano, Perugia, Assisi, Spello, Foligno, fino a Spoleto. Poi, finalmente lo scorgi in lontananza, ti sembra quasi di tuffarti in una dimensione irreale dove il tempo sembra essersi fermato e immediatamente un senso di tranquillità e relax ti pervade regalandoti sensazioni piacevoli che ti fanno riscoprire il piacere di stare bene. Così ci siamo sentiti al nostro arrivo al Relais Borgo Brufa, uno splendido complesso immerso nella natura, con il verde più lussureggiante ed i fiori più colorati a far da cornice ai suoi casolari, studiato per offrire il meglio in tema d’ospitalità e per trasformare una vacanza in un momento esclusivo all’insegna della rigenerazione, dell’armonia psicofisica, del benessere globale. Qui infatti nulla è lasciato al caso: dall’atmosfera agli arredi, dalla piscina ai campi da tennis, dal côté gourmand al wellness. Fiore all’occhiello del resort infatti, il centro benessere, un’oasi privilegiata dove avvalersi di trattamenti all’avanguardia, di rituali orientali e di pratiche occidentali per cancellare lo stress, ritrovare le energie vitali, recuperare la perfetta forma fisica o regalarsi un tocco di bellezza. Ecco allora l’Acquae Term, spazio riservato al rilassamento di corpo e mente e alla disintossicazione della pelle. Guidati da operatori qualificati ed esperti si seguirà un percorso che prevede sauna, calidarium con essenze aromatiche, fontana con ghiaccio, doccia sensoriale, piscina coperta

Benessere.indd OK.indd 145

multimix con getti idromassaggio, vasca idrojet. Accanto, due aree relax con cromo-aroma-musicoterapia ed angoli tisaneria. Cabine accoglienti permettono poi di concedersi un ricco carnet di massaggi e di soins trattanti per viso e corpo, specifici per contrastarne gli inestetismi e combattere l’invecchiamento. Tra i tanti, da non perdere due “must” che proprio per la loro particolarità a Borgo Brufa hanno definito “Gli Introvabili”: il Water Relax, un trattamento rilassante in acqua calda con cromoterapia e musicoterapia; ed il Fitsu-System, un nuovo percorso all’insegna del relax e del riequilibrio psicofisico senza limiti di tempo che permette di scoprire un approccio diverso alla propria fisicità grazie a due terapeuti che lavorano in contemporanea con tecniche diverse, mix di Oriente ed Occidente. Ultimo “sigillo”, la zona fitness, con attività cardio, palestra attrezzata, zona per esercizi a corpo libero, il tutto coordinato da istruttori professionisti pronti a risponAL BORGO dere ad ogni esigenza. Discipline orientali, Per chi preferisce seguire un programed occidentali, ma “mirato”, il centro offre numerosi cure hi-tech e tanto relax. Il tutto “pacchetti” i cui nomi invitano fin dal a Borgo Brufa. primo istante alla scelta: In forma OcciRELAIS BORGO BRUFA dente, In forma Oriente, ReVia del Colle 38 lax, Cioccolato! Che pasBrufa di Torgiano (PG) Tel. 075.985267 sione…, Sapori umbri Fax 075.9480106 per il tuo relax e www.borgobrufa.it info@borgobrufa.it Coppia di cuore. 

11-11-2010 15:55:21


d

design Marina SANTIN

GAVINA

tra arte e design Gli artisti, i designers e gli architetti che hanno condiviso la sua avventura nel mondo dell’arte e della creatività, e le aziende che nel tempo ne hanno portato l’impronta, uniti per “Dino Gavina. Lampi di design”, che ne racconta l’avventura intellettuale ed imprenditoriale. 146 | DailyLuxury |

Design.indd OK.indd 146

P

Premessa d’obbligo:

non era un designer, ma il suo essere un catalizzatore di creatività e la sua capacità di cambiare il volto del design italiano, dettando nuovi canoni della cultura visuale e dell’esperienza estetica lo fanno entrare a pieno titolo nella categoria. Autentico maestro dell’innovazione e dell’intuizione sovversiva, ha reso possibile la diffusione su scala industriale dei principi delle avanguardie, dalle quali ha tratto idee e compagni di strada applicando al design i principi del ready made. Stiamo parlando di Dino Gavina, figura eclettica e poliedrica del panorama italiano della creazione, protagonista di un’interessantissima mostra, allestita nelle

n°9 novembre 2010

11-11-2010 16:42:17

sale “Di la su rifer han vità. attra port tern Para selez dal scom duzi alle un s nagg Gav


A

n

o:

e di sign le e tolo e e one dalle o al

ca e otanelle

1 Collezione Ultramobile (Simon inTernATionAl, 1971). La collezione si avvalse del contributo di artisti famosi: Man Ray, Sebastian Matta, Meret Oppenheim, Marion Baruch, Novello Finotti.

DINO GAVINA. Lampi di design Fino al 12 dicembre 2010

MAMbo, Museo d’arte moderna, BOLOGNA

Info: Tel. 051.6496611, Fax 051.6496600 info@mambo-bologna.org www.mambo-bologna.org

sale del Museo d’Arte Moderna (MAMbo) di Bologna. “Dino Gavina. Lampi di Design”, ne ripercorre infatti, la sua avventura intellettuale ed imprenditoriale facendo riferimento ad artisti, designers ed architetti che con lui hanno condiviso l’iter nel mondo dell’arte e della creatività. Ma non solo. Ne interpreta il cammino anche attraverso le aziende che ne hanno portato l’impronta: Gavina, Simon International, Flos, Sirrah, Simongavina Paradiso Terrestre. Esposta, un’ampia selezione di modelli realizzati a partire dal 1950 fino al 2007, anno della sua scomparsa, molti dei quali ancora in produzione, capaci di evidenziare l’approccio alle varie dinamiche industriali, declinati in un susseguirsi di sezioni dedicate ai personaggi ed ai temi che identificano il lavoro di Gavina. Vediamole in dettaglio. ››

Design.indd OK.indd 147

GAVINA PUBBLICO E PRIVATO Nella foto sotto: Pier Giacomo Castiglioni, Carlo Scarpa, Dino Gavina ed Achille Castiglioni nel negozio Gavina di via Cerva a Milano, progettato dai fratelli Castiglioni nel 1962. Accanto: Dino Gavina ritratto nella sua casa bolognese.

11-11-2010 16:43:34


d

design

1

1

Kazuh

lampa 2

Kazuh

lampa 3

Achil Castig

lampa

›› l

car le p

l

Ga lora più ti a ten mie

5

m

des Ca stra del de, spo sen ogg ada

2

a

to c get “Ba far teri “Sa “M den me da

7 4 3

6

n

arc

Design.indd OK.indd 148

11-11-2010 16:43:49


1

Kazuhide Takahama

lampada Saori Q1, 1973 2

4 Tobia Scarpa lampada Foglio, 1966 5 Achille e Pier Giacomo

Castiglioni

Kazuhide Takahama

lampada Taccia, 1959 6 Achille e Pier Giacomo

Achille e Pier Giacomo Castiglioni

lampada Snoopy, 1963 7 Cactus, 2004 da disegni e sculture di Giacomo Balla

lampada Kazuki 3, 1976 3

lampada Arco, 1962

Castiglioni

›› la grafica: Inviti, depliant, cataloghi, libri, poster, opuscoli,

cartoline, manifesti, locandine, pubblicità ed articoli di giornale proiettano il visitatore nel variegato mondo gaviniano. Lucio Fontana: è una figura chiave dell’avventura di Gavina nel design. Si incontrano a Milano nel ‘54 e da allora l’artista lo mette in contatto con la cultura progettuale più avanzata. Esempio ne siano, “Teatrini”, interventi diretti ad interpretare un nuovo rapporto spaziale del quadro, tendente all’eliminazione della tradizionale cornice, e “Lamiere”, opere ispirate ai grattacieli di New York. maestri anonimi: Sottolinea la relazione tra Gavina e il design anonimo frutto del suo incontro con Pier Giacomo Castiglioni e il fratello Achille. Quest’ultimi avevano mostrato grande interesse per gli oggetti comuni, dotati dell’estetica innegabile che ogni creazione perfetta possiede, tanto da inserirli in quasi tutti i loro progetti. Gavina sposa questa impostazione considerandola una lezione di sensibilità e di attenzione al lato tecnico e funzionale degli oggetti, agli aspetti, quindi, che rendono un prodotto adatto alla produzione in serie. achille e pier giacomo castiglioni: Racconta il rapporto che intrecciarono con Gavina fin dal 1953. Il primo progetto ufficiale realizzato insieme è la poltroncina impilabile “Babela”, del 1958. Nel tempo diversi modelli che entrano a far parte del catalogo Gavina, accomunati da scrupolosi criteri di serialità e dotati di forte e originale carica ideativa: “Savena”, “Armstrong”, “Camillo”, “Sanluca”, “Lierna”, “Mariano”, “Giro”, “Milano”, tutti elementi di arredo rispondenti alla concezione gaviniana di prodotto industriale, facilmente riproducibile, costituito da elementi assemblabili, tali da agevolare trasporti e magazzinaggio. neoliberty 1960: Nato come riferimento a una “corrente” architettonica vicina agli ambiti torinesi e milanesi della metà

degli anni Cinquanta, nel design si caratterizza per l’attenzione alle abilità artigiane, per la libertà compositiva affrancata dai modelli americani e scandinavi all’epoca dominanti e per l’uscita dai vincoli di un troppo restrittivo funzionalismo. Per Gavina rappresenta il riferimento ad una strada già da tempo intrapresa, identificabile in alcuni pezzi della sua produzione: la poltrona “Digamma” di Ignazio Gardella, la sedia “Lierna” e la poltrona “Sanluca” di Achille e Pier Giacomo Castiglioni, la poltroncina “Pigreco” di Tobia Scarpa. Flos: Partendo dalla constatazione che in Italia, non esisteva una produzione di lampade con cui completare i nuovi arredamenti, nel 1960 Gavina fonda con Arturo Eisenkeil e Sergio Biliotti, la Flos, da cui uscirà nei primi anni ’70. I primi progetti della società (affidati ai fratelli Castiglioni e a Tobia Scarpa), nascono dalla sperimentazione sul cocoon, un velo plastico a spruzzo impiegato dagli americani per proteggere i mezzi bellici imbarcati sui ponti delle navi. Dopo solo due anni il catalogo è già ricco di modelli, tipologicamente assortiti e concepiti con criteri di assoluta originalità, che si distinguono per l’alto livello della ricerca tecnologica ed in gran parte prodotti ancora oggi tra cui “Splügen Bräu”, “Fior di loto”, “Taraxacum”, “Arco”, “Taccia”, “Nuvola”, “Foglio”, “Snoopy”. Marcel Breuer: La frequentazione con i fratelli Castiglioni e le riflessioni che con loro sviluppa sull’evoluzione del Movimento Moderno lo spingono a individuare i pezzi che sarebbero rimasti nel futuro, come superamento del Movimento Razionalista. Da qui, la volontà di incontrare Breuer, protagonista del Bauhaus con una serie di mobili in tubolare metallico, caratterizzati da un’intramontabile coerenza progettuale e in accordo con i criteri di produzione industriale, di cui vuole proporne la riedizione. Si vedono a New York nel 1962 e l’incontro porta rapidamente alla produzione di una serie di quei modelli, risalenti agli anni Venti, che hanno immediato successo, soprattutto la sedia “Cesca” e la poltrona “Wassily”. I negozi e la fabbrica: Per Dino Gavina i luoghi di lavoro aziendali, hanno la stessa importanza della produzione dei modelli. Così fin dall’esordio della sua attività, allestisce situazioni ove collocare i “mobili nel loro spazio” ed apre una serie di punti vendita esclusivi. Kazuhide Takahama: Si incontrano nel 1957 e subito instaurano un rapporto destinato a durare nel tempo il cui frutto sono innumerevoli modelli che rispondono alle ›› n°9 novembre 2010

Design.indd OK.indd 149

| DailyLuxury | 149

11-11-2010 16:43:51


d

design

7 2

›› esigen

3

che e guagg con il tico ch “Dada tebello

sirr

un’azi suo ca hama, verso Mariy tendo “Garb “La lu

4

luig

vina è che se anni ‘8 pre sta e ogg questo moder compl iono n vera c gnati p e “Go guarde

1

150 | DailyLuxury |

Design.indd OK.indd 150

n°9 novembre 2010

11-11-2010 16:44:43


7

1 Sebastian matta pouf MAgriTTA, 1970 2 Kazuhide Takahama seduta Esa, 1966 3 Studio Simon tavolino Constantin, 1980 4 meret oppenheim tavolino Traccia, 1933 5 Achille e Pier Giacomo

Castiglioni

lampada Totio, 1962 7 Tobia scarpa lampada Biagio, 1968

›› esigenze dell’azienda ed adottano le innovazioni tecnologi-

3

che e organizzative introdotte nei vari cicli produttivi. Il linguaggio di Takahama rimane comunque sempre coerente con il modo espressivo libero, rigoroso e sensibilmente poetico che lo contraddistingue, esempio ne siano: “Naeko”, “Dada”, “Esa”, “Tulu”, “Kazuki”, “Mantilla”, “Gaja”, “Montebello”, “Iside”, “Magnolia”. sirrah: Nel 1973 Dino Gavina è consulente di Sirrah, un’azienda che produce apparecchi di illuminazione. Il suo catalogo viene rivisitato ed accoglie le firme di Takahama, con “Saori”, basata sull’idea di filtrare la luce attraverso un tessuto trasparente, “Sirio” e “Totem”; di Mariyo Yagi, giovane artista giapponese che, partendo da alcune sue opere tessili, sviluppa la serie “Garbo”; e addirittura Man Ray, con la lampada “La lune sous le chapeau”. luigi caccia dominioni: Fin dagli esordi di Ga5 vina è una presenza costante nelle sue attività, anche se il loro rapporto si concretizza solo dai primi anni ‘80. L’attenzione di Caccia per il design è sempre stata legata all’esigenza di completare con arredi e oggetti specifici le architetture progettate. Per questo dà vita ad Azucena, una delle prime aziende moderne per la produzione e vendita di mobili e complementi, costruiti in piccole serie che compaiono nei negozi Gavina già dai primi anni ‘60. La vera collaborazione inizia con due prodotti disegnati per Simon International nel 1987: “Mantova” e “Gonzaga”, un cantonale e una credenza di ragguardevoli dimensioni. Caccia Dominioni è

successivamente coinvolto nella strutturazione della nuova società di Gavina, il Paradisoterrestre, dedicata all’arredo urbano e ai complementi da giardino. Frutto emblematico di questa collaborazione è la panchina “Manforte”, del 1989. tobia scarpa: Già amico del padre Carlo, Dino Gavina, lo coinvolge in diverse attività delle sue aziende. Collabora con l’ufficio tecnico delle società Gavina e Flos, e, parallelamente, sviluppa i suoi primi lavori: la poltroncina “Pigreco”, il divano “Bastiano” e il tavolo “Nibai”. Disegna anche per Flos, creando due modelli in cocoon, “Fantasma” e “Nuvola”. La loro collaborazione si interrompe negli anni ’60 per riprendere nel 2000. carlo scarpa: L’incontro avviene nel 1958 a Venezia. Fin dal 1960 Gavina, lo coinvolge nelle sue attività, ma Scarpa è restio a interessarsi di design. Nel 1968, cede, e inizia la sua collaborazione in concomitanza alla nascita della Simon International, la nuova avventura imprenditoriale di Gavina e Maria Simoncini. In breve tempo vengono studiati e prodotti diversi modelli, contrassegnati da una grande ricchezza formale, che non rinnega comunque i più saldi principi della produzione industriale: “Doge”, “Valmarana”, “Corsaro”, “Rialto”, solo per citarne alcuni. La collaborazione si interrompe con scomparsa di Scarpa, nel 1978. marcel duchamp, man ray: L’incontro con il primo, nasce dall’idea di inaugurare i nuovi uffici di Roma, nel 1965, con una mostra dedicata ai ready-made dell’artista, una tematica ricorrente in molti aspetti del lavoro gaviniano a conferma del suo interesse per questo modo di operare e di interpretare la realtà. Ulteriore omaggio al maestro, la creazione del Centro Duchamp, nel 1969. L’incontro con Man Ray avviene, invece, nel 1966 nel suo studio di Parigi. La loro collaborazione dà vita una serie di opere in gran parte realizzate presso il Centro Duchamp. Man Ray disegna anche alcuni oggetti per la produzione di serie: “La lune sous le chapeau”, “Les grands Trans-Parents” e “Le Témoin”. il centro duchamp: Nel 1968 Gavina cede la sua società, conclusa l’esperienza di imprenditore, ricerca in altre attività nuove motivazioni. Fonda così nel 1969 il Centro Duchamp, con l’intento di stabilire una rete di rapporti artisti, designers, ricercatori scientifici, imprenditori, per individuare nuove forme di produzione e di comunicazione della cultura. Qui, gli artisti, tutti di spicco, sperimentano ipotesi di nuovi lavori, costruendo prototipi di diversi manufatti, pronti per future produzioni di serie; si stampano libri e ricerche; e si organizzano manifestazioni artistiche e culturali. ›› n°9 novembre 2010

Design.indd OK.indd 151

| DailyLuxury | 151

11-11-2010 16:44:54


d

design

››

ultramobile: Racconta il nuovo sovvertimento delle regole di produzione del mobile attuato da Gavina nel 1971: l’introduzione dell’opera d’arte “funzionale” nell’arredamento, ovvero conciliare la figura dell’artista con il ruolo del designer e produrre le opere come fossero mobili di serie, destinati ad un’ampia diffusione, con la speranza che vengano considerati come una forma di poesia e non come tradizionali multipli d’arte. Coinvolti Man Ray, Marcel Duchamp, Sebastian Matta, René Magritte, Meret Oppenheim, Marion Baruch, François Lalanne, Allen Jones, Novello Finotti. sebastian matta: La collaborazione nasce nel 1966 con il progetto del sistema di sedute “Malitte”, vendute ancora oggi. Divisorio e salotto insieme, introduce un inedito modo di concepire l’arredo, in grado di modificarsi e integrarsi nell’ambiente domestico, risolvendo problemi di organizzazione dello spazio in modo versatile. Matta partecipa anche all’operazione Ultramobile, ideando “Margarita” e “Saccoalato” cui si affianca l’omaggio a Magritte con il sedile “MagriTTA”. giacomo balla: Tra il 1916 e il 1930 Balla realizza modelli in legno e cartone colorato per “fiori futuristi” con l’obiettivo di ricostruire l’universo nel laboratorio d’artista. Nel ‘68 Gavina collabora con la Galleria dell’Obelisco di Roma per la ricostruzione del Giardino futurista, offrendo l’assistenza della sua fabbrica. I modelli vengono riprodotti fedelmente ed inseriti nel catalogo delle opere del Centro Duchamp e, successivamente, nel 2001, “Nuvolo”, “Dianto”, “Aloe”, “Cactus”, in lamiera inox tagliata al laser, entrano in quello della società Paradisoterrestre. Da segnalare anche un paravento in legno serigrafato, ideato da Balla nel 1917, ricostruito grazie all’acquisizione del bozzetto originale. metamobile: Nel 1974, in seguito alla mostra mostra milanese di Enzo Mari “Proposta per un’autoprogettazione”, che proponeva una serie di mobili fatti di semplici tavolette assemblate con chiodi, realizzabili direttamente dall’utilizzatore, il cui catalogo era curato dal Centro Duchamp e “dovuto alla Simon International che produrrà alcuni dei mobili presentati”, Gavina, insieme a Mari, presenta l’operazione Metamobile. La collezione inizia con tre modelli di Mari - i tavoli “ICS” ed “EFFE” ed il letto “EMME” - e viene successivamente ampliata con altri pezzi appositamente progettati da vari autori oppure recuperati da un patrimonio già sperimentato. La formula di vendita è

152 | DailyLuxury |

Design.indd OK.indd 152

innovativa e in parte provocatoria: vengono forniti i disegni costruttivi, oppure il pacco delle tavole tagliate a misura, oppure il mobile finito. Ci si può rivolgere ai negozi che partecipano all’iniziativa o richiedere il tutto per posta. paradisoterrestre: Nel 1983 Gavina incarica Virgilio Vercelloni “di fare un viaggio nel tempo tra i manufatti del giardino e dell’uomo”, una ricerca necessaria per disegnare e produrre arredi da esterno, ripensandoli e riferendoli al paesaggio contemporaneo. Il materiale raccolto porta alla pubblicazione del volume “Il Paradiso Terrestre” ed alle prime ipotesi del progetto che vede coinvolti Luigi Caccia Dominioni, Alan Irvine, Ennio Chiggio, Virgilio Vercelloni, Kazuhide Takahama e Manlio Brusatin, autore di due pezzi che ne diverranno l’emblema: la riproduzione dell’Altare della Buona Fortuna di Goethe e L’Albero del bene, omaggio a Robert Mallet-Stevens. Con quest’iniziativa Gavina affronta tematiche nuove, riferite all’ambiente urbano, alle infrastrutture della città, al paesaggio naturale e in pochissimi anni il catalogo Paradisoterrestre si allarga con numerosi modelli e con diverse tipologie di prodotto: la collezione comprende sedili, tavoli, panchine, paracarri, “fittoni”, cestini, portabiciclette, lampioni, fioriere, sistemi per pubbliche affissioni, pensiline per autobus. E qui si conclude la mostra. Da vedere…  2

1

n°9 novembre 2010

11-11-2010 16:45:04


egni ura, che

gilio i del nare li al alla alle ccia oni, due ’Alene, ativa rbae in con o: la arri, emi

3

1 Achille e Pier Giacomo Castiglioni

poltrona Sanluca, 1959 2 marcel breuer tavolini Laccio, 1924

3 Metamobile, 1974 (Simon inTernATionAl), ProGeTTo Per l’AuToCoSTruZione di enZo mAri

5 Dianto, 2004 dA diSeGni e SCulTure di GiAComo bAllA 5 marcel breuer poltrona Wassily, 1925

5

6

n°9 novembre 2010

Design.indd OK.indd 153

| DailyLuxury | 153

11-11-2010 16:45:20


f

S

BUFFET

ad

picc quic un b te p di z buff man colo toria mon Pan ca, s l’ap non A ne d

che passione! Il buffet. Definirlo una moda è riduttivo, si tratta infatti, di un nuovo stile gastronomico che risponde alle rinnovate abitudini culinarie ed ai ritmi di vita sempre più veloci. Qui non si mangia, si “spizzica” muovendosi tra una miriade di stuzzichini e portate appetitose e versatili in una sorta di “zapping” gustativo. Scopriamone tutti i segreti con Mattia Poggi, giovane chef che a questo “rito” ha dedicato un libro.

PAROLA DI CHEF Un ritratto sorridente di Mattia Poggi, giovane chef genovese, creativo, di talento e vero esperto di buffet. Non solo gli ha dedicato un libro, ma in queste pagine ce ne ha svelato, storia, segreti e protagonisti.

Marina SANTIN

154 | DailyLuxury |

Food.indd OK.indd 154

n°9 novembre 2010

11-11-2010 16:56:28


S

food

Si passa da un vol au vent ad una tartina, cedendo alla tentazione un

piccolo timballo, di un involtino ripieno di verdure, di una quiche lillipuziana, di un cucchiaino ricolmo di mousse, di un bicchierino riempito di creme o di un crostino croccante per poi ritornare magari alle tartine. Il tutto in una sorta di zapping gustativo, di scorribanda culinaria. È il “rito” del buffet, nuova forma di cultura gastronomica in cui non si mangia, ma si “spizzica” qua e là, tra una miriade di portate colorate ed invitanti, tutte preferibilmente, ma non obbligatoriamente, in versione mignon, dalle dimensioni mini e monoporzione. Nulla a che fare però con le abbuffate di Pantagruel di vecchia memoria: qui si assaggia, si spilluzzica, si gioca con il cibo senza esagerare, secondo la voglia e l’appetito, in una sorta di regressione all’infanzia che altro non fa se non “ufficializzare” ciò che si fa da sempre. A decretarne l’affermazione liberandolo dalla definizione di fenomeno di moda passeggero ed a contribuire alla 1

sua affermazione numerosi fattori. Il buffet, innanzitutto, solletica e conquista tutti i sensi: vista, olfatto, tatto e solo nel finale, il gusto; permette poi di muoversi liberamente tra antipasti, primi, secondi, contorni e dolci sovvertendo le regole canoniche del pasto; è perfettamente in sintonia con i ritmi frenetici della vita quotidiana perché permette di gustare tanti piatti in poco tempo, tutti veloci, leggeri, appetitosi e versatili soddisfando così esigenze di rapidità con il desiderio di qualità ed estetica; e seduce con la sua varietà di proposte ed il mix di sapori che appagano la curiosità, proponendo ed accostando cucine diverse in piena era di fusion food ed internazionalizzazione dei gusti e delle abitudini alimentari. Ulteriori vantaggi, la capacità di alleare lo chic e la disinvoltura, la gastronomia e la praticità, il raffinato ed il ludico in un inno alla convivialità libera e creativa da condividere con gli amici o in coppia. Sì proprio in coppia, in alternativa a romantici tête à tête, perchè se la cenetta a lume di candela ha ancora i suoi addicted, non è più il “must” della seduzione e della conquista. Recenti sondaggi hanno rivelato infatti che raccoglie il 38% delle preferenze, perdendo posizioni a favore proprio del buffet che raggiunge quota 31% riscuotendo più consensi della colazione a letto (20%) e della cena fatta preparare a domicilio da uno chef (9%). ››

Una terrazza… sul mare 2

Food.indd OK.indd 155

1 Gamberi scottati su passato di patate con salsa al prezzemolo 2 Crema pasticciera al bicchiere

11-11-2010 16:56:38


f ››

Ce n’è davvero abbastanza per indagare e per voler conoscere meglio riti, regole e… ricette di questa particolarissima abitudine alimentare che sta rivoluzionando i codici e gli stili della convivialità a tavola. Per saperne di più, ci siamo rivolti a chi di buffet se ne intende per davvero, tanto da dedicargli un libro, “I buffet, detto fatto” (Sitcom Editore). L’esperto in questione è Mattia Poggi, giovane chef genovese, ex allievo della prestigiosa scuola ALMA di Gualtiero Marchesi, volto di punta del canale satellitare Alice con il suo programma “Mattia, detto fatto!”, dove insegna agli italiani ricette semplici e veloci che permettono però di trasformare il più comune degli ingredienti in un piatto prelibato, e firma preferita dei lettori di Alice Cucina dove propone l’omonima rubrica. L’abbiamo incontrato e, complice la sua abilità di comunicatore, abbiamo intrapreso un autentico viaggio alla scoperta del buffet. n Mattia, la moda del buffet impazza sempre più. Scoperta recente o fenomeno che attinge alla tradizione del passato? “Il buffet, che spesso sentiamo definire un nuovo rito gastronomico, in realtà affonda le proprie radici nella storia più di quanto si possa immaginare. Questa meravigliosa fusione di gusto e semplicità infatti, altro non è che un’evoluzione naturale delle grandi abbuffate dei nostri avi, arrivata fino ai giorni nostri adeguandosi via via alle esigenze dei tempi moderni”. n Il buffet ha quindi una sua storia? “Assolutamente sì. Basti pensare ai grandi banchetti medioevali con enormi tavolate e cuochi intenti a preparare prelibatezze per i commensali che potevano servirsi direttamente dai piatti di portata. Questa usanza è stata tramandata fino ai nostri giorni dai francesi che hanno raffinato questa formula durante le grandi reggenze tra il 1600 e 1800, codificandola e facendola in un certo senso loro”. n Il “rito” del brunch, del tea time, del drunch (o slunch, se vogliamo dirlo alla francese) ed ultimamente addirittura dello spruch, riservato gli addicted del benessere, arrivano tutti da oltreconfine. È così anche per il buffet e per il suo corollario di finger foods e mini-delizie? “Il brunch in Italia è ancora un’abitudine limitata ai grandi centri urbani in una società di livello medio-alto, non si può ancora parlare di globalità. Lo stesso vale per l’ora del

156 | DailyLuxury |

Food.indd OK.indd 156

1

Addio alle armi

2

tè che non ha mai fatto parte della nostra cultura e che, di conseguenza, non è mai riuscita ad imporsi come “tradizione” del nostro paese. Il buffet, invece, ha origini molto più vicine al nostro background mediterraneo, pensiamo alle famose tapas spagnole o ai bocadillos che, uniti al rito tutto italiano dell’aperitivo, hanno dato vita ad un momento di convivialità molto più radicato nella nostra tradizione culturale”. n Come è nata questa “moda” e quali sono i motivi che ne hanno decretato il successo? “Questa “moda”, anche se non è esattamente corretto definirla così, è nata dall’esigenza di semplicità e velocità nella consumazione dei pasti. Ed il buffet possiede tutte le caratteristiche per soddisfare appieno questa richiesta. Con questi presupposti era quasi scontato che riscuotesse unanimi consensi!”. n Lo si sceglie per cerimonie, incontri tra amici, perfino per cenette romantiche. Pranzi, cene, i “classici” appuntamenti con la tavola sono davvero acqua passata? ››

n°9 novembre 2010

11-11-2010 16:56:42

Fes


food 3 1 Bocconcini di pollo fritto 2 Seppioline alla piastra con salsa di asparagi 3 Sorbetto al pomodoro 4 Uova in cocotte

2

“A

Invito al brunch

1

Feste d’estate

e, di zioù vimoano alità

4

Il buffet, spesso definito un nuovo rito gastronomico, in realtà affonda le proprie radici nella storia più di quanto si possa immaginare. È l'evoluzione delle grandi abbuffate dei nostri avi.

i

etto eloiede esta che

ro

››

Food.indd OK.indd 157

mo la cucina perché la considero relax e divertimento; un modo per stare bene con me e con gli altri e trovare un equilibrio… Le serate che preferisco le passo ai fornelli in compagnia di tanti amici, perché mi arricchiscono; così ho pensato di scrivere e raccontarvi della possibilità di realizzare un buffet preparando tutto in anticipo. Si tratta di proporvi dei piatti gustosi, semplici da realizzare e adatti all’informalità di questo tipo di situazioni. Attenzione. Questo non vuol dire che non ci siano degli accorgimenti da seguire perché il buffet risulti perfetto, anzi…”. Così Scrive Mattia Poggi nelle prime pagine del suo libro “I buffet, detto fatto!”, un volume accattivante che propone una selezione delle sue ricette migliori che spaziano dagli antipasti, ai primi, ai secondi, ai contorni, ai dessert fino ai cocktail, corredate da bellissime immagini e tutte accomunate da velocità e mancanza di formalità unite a gusto e creatività.Inedita ed originale anche la presentazione, tanti menù a buffet per le più diverse occasioni: dal compleanno chic, alla serata Liguria style, dall’incontro etnico ma non troppo all’addio al celibatonubilato; dal party in terrazza al Natale a sorpresa, per non parlare dell’invito con seduzione alla francese o del brunch della domenica. Ma non è tutto. Nel libro non mancano tutte le informazioni per organizzare un buffet a regola d’arte e le “pillole” di bon ton.

n°9 novembre 2010

| DailyLuxury | 157

11-11-2010 16:57:05


f

food

››

“Non direi. La nostra società è effettivamente molto cambiata negli ultimi anni ed ha permesso alle persone di avere molteplici possibilità di scelta, di qualsiasi ambito si tratti. Il buffet non è altro che una valida alternativa ai grandi pasti della domenica o delle feste. La gente può optare per ciò che preferisce, a volte privilegia il buffet, altre cede al piacere della cara, vecchia “maratona culinaria” che tanto andava di moda negli anni ‘80”. n Quali sono le caratteristiche e cosa si deve scegliere perché un buffet abbia successo? “La prima regola è l’avere una giusta proposta di portate: non troppo ampia ma nemmeno troppo scarsa. Poi, deve essere “stagionale” molto fresco. Infine, deve essere bello da vedere, ancor prima che buono da gustare”. n I suoi protagonisti si chiamano finger foods, one bite foods, mini size… piccolo dizionario del buffet. “Ci sono un’infinità di modi per definire queste preparazioni, tutte comunque richiamano alla semplicità di consumazione (si mangiano quasi sempre in… punta di dita o in un solo boccone) ed alle dimensioni ridotte”. n Oltre al gusto, hai sottolineato l’importanza della vista. Quanto conta l’aspetto estetico? “Conta moltissimo! Già al primo sguardo si devono percepire la freschezza e l’appetibilità delle varie proposte. La natura ci ha regalato prodotti molto gustosi e colorati che sono la carta vincente per ogni buffet”. n Veniamo al tuo libro. Cosa ti ha spinto a scriverlo? “È il mio primo libro, ma ho intenzione di scriverne

Natale a sorpresa

5

Tutto crudo

1 Soupe parmentier 2 Tartine in gelatina 3 Tartare di salmone affumicato 4 Tartellette di brisée alla frutta

4

3

Seduzione alla francese

1 2

158 | DailyLuxury |

Food.indd OK.indd 158

n°9 novembre 2010

11-11-2010 16:57:26

5 Boc alla fru 6 Pât 7 Cro con cu 8 Cre al profu 9 Foc alla ge 10 Pà


Countryside

7

5

do

3

6 5 Bocconcini alla frutta secca 6 Pâté portafortuna 7 Crocchette di patate con cuore filante 8 Crema di zucca al profumo di limone 9 Focaccia alla genovese 10 Pànera

8 9

Liguria style

10

molti altri. Volevo cominciare dal… basso, per permettere a tutti di poter ripetere con estrema facilità le preparazioni descritte. Le ricette che propongo, sono tutte semplici, da preparare in anticipo, per poi servirle agli ospiti senza affannarsi in cucina o farsi trovare ancora nel bel mezzo della lavorazione. La parte del libro che preferisco e che consiglio a tutti di leggere è quella che suggerisce i giusti abbinamenti tra cibo ed aperitivi. A chi mi chiede perché ho scelto il buffet come soggetto, rispondo che volevo un libro fresco ed estivo. Vista poi la sua uscita in libreria pressochè in concomitanza con i recenti Mondiali di calcio, mi piaceva l’idea di offrire una valida alternativa alla “classica” pizza consumata davanti alla Tv”. n Veniamo ora a te. Cuoco, showman, comunicatore, surfista… Chi è in realtà Mattia Poggi? “È un giovane marito che con la responsabilità di una famiglia si è un po’ calmato, almeno per quanto riguarda gli sport estremi, anche se non mi nego mai un’uscita in mare durante le mareggiate invernali. In ambito professionale, cerco di migliorarmi sempre. Lavoro tantissimo sulla mia comunicazione e sulla scelta delle ricette, per cercare di garantire allo spettatore che guarda il mio programma Tv semplicità ed interesse. Nei limiti del possibile poi, non mi nego mai nuove sperimentazioni, sia in televisione che in cucina. Ho molta voglia di imparare. Quanto alla mia vita, si divide tra famiglia, surf ed arte, per la quale ho una passione sfrenata. Lo so, non è molto ma è quello che mi rende felice!”. n Tre aggettivi per definirti. “Curioso, determinato e disponibile”. n Perché hai scelto questa professione? “Perché non si arriva mai, c’è sempre tantissimo da imparare. Eppoi perché è quasi come la magia: si manipolano le materie prime e si trasformano in qualcosa di completamente diverso da quello che erano in origine”. n Hai conquistato il pubblico con la tua cucina. Semplice, veloce, capace di trasformare l’ingrediente più scontato in un piatto speciale. Da cosa nasce questa tua abilità? “Dalla vita reale. Quando sei un cuoco che lavora 14 ore in un ristorante di certo non hai voglia di preparare piatti particolari per te stesso. Ed è proprio in questi momenti che nascono le mie ricette: metto a disposizione della mia conoscenza le materie più povere e sbrigative e da lì scaturi- ›› n°9 novembre 2010

Food.indd OK.indd 159

| DailyLuxury | 159

11-11-2010 16:57:44


f

food

Cocktail party

1

Etnico ma non troppo

2

1 Ostriche alla Rockfeller e Gin Tonic 2 Anelli di cipolla al coriandolo e Caipirinha 3 Spiedini di frutta con fondente di cioccolato al peperoncino 4 Chips di zucchine in tempura con yogurt aromatizzato alla maggiorana

›› scono le preparazioni buone, alla portata di tutti”.

n Tutti i grandi chef sognano di aver un proprio

3 4

Food.indd OK.indd 160

ristorante, tu, invece… “Anch’io non faccio eccezione, ma mi piacerebbe una formula un po’ diversa. La sto ancora studiando, quando ci arriverò, prometto che ve lo farò sapere”. n Naomi Campbell, Madonna, Jennifer Lopez… tante star avrebbero voluto averti in esclusiva. Chi avresti scelto?Cosa avresti cucinato? “Avrei scelto Jennifer Lopez, è la meno… pericolosa! Penso che le sarebbe piaciuta la punta di vitello croccante con finocchi scottati e fondo alla liquirizia”. n Chi, invece, vorresti invitare a cena e perché? “A questa domanda rispondo sempre con lo stesso nome: Fiorello, per farmi due risate. Inoltre lo ammiro molto, è il mio showman preferito. Come seconda opzione, se fosse ancora in vita, inviterei Jackson Pollock, per sapere cosa gli passava per la testa e per scolarci qualche bicchiere di whisky”. n Quali sono i tuoi progetti per il futuro? “Vorrei continuare a lavorare in tv migliorandomi sempre. Dimagrire qualche chilo e fare un figlio con Laura, mia moglie”. Obiettivi importati, sia professionali che personali, ma ci auguriamo che tra i mille programmi di Mattia, ci sia anche lo spazio per scrivere un nuovo libro. 

11-11-2010 16:57:51


www.spazialesplendy.it

Antonio Rossi

Venticinque Italia srl.

16:59

Testimonial Spaziale Splendy

9-09-2010

Realizzato in

Spaziale Splendy® è un marchio registrato di GIL srl.

Composizione: 80% Poliestere e 20% Poliammide

Distributore per le profumerie: ITALART CO SRL - Via I Maggio 5/A Basilicanova (PR) - Tel. 0521 681990 - Fax 0521 681993

Daily_Luxury_ott_esec.qxd:Layout 1 Pagina 1

L’accappatoio

OCCUPA MENO SPAZIO, PESA MENO E ASCIUGA PIÙ RAPIDAMENTE!

75 VOLTE PIÙ VELOCE CHE TI ASCIUGA PRIMA DI BAGNARTI...

IL TESSUTO DEL FUTURO

L’Unico Originale


DAILY LUXURY • n.9 novembre 2010  

news, bellezza, anteprima, speciale, fashion, couture, parfums, look, moda, makeup, trend, food, wellness, cultura, culture, interview, inte...

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you