Page 1

Spedizione in a.p. - 45% - art. 2, comma 20/b, legge 662/96, Filiale di Bolzano · Anno LIX · 3/2011

unione magazine #3/11 Rivista dell’Unione commercio turismo servizi Alto Adige www.unione-bz.it

“Luci spente”

un forte segnale

IE e Z A R G ti dell’Union

ssocia agli a per il loro o! gn soste o v i s deci


sxc

Modello 730, la nostra forza! Affidabilità, puntualità e consulenza completa

730

In collaborazione con il Caaf50&PIÙ, l’Unione offre la compilazione della Vostra dichiarazione dei redditi 2010. I nostri collaboratori dell’area consulenza fiscale saranno a Vostra disposizione e dei Vostri collaboratori presso la sede di Bolzano e negli uffici mandamentali di Silandro, Merano, Bressanone, Vipiteno e Brunico. Per ulteriori informazioni o per richiedere un preventivo dettagliato: Mark Kofler, responsabile per la compilazione del modello 730, T 0471 310 404, mkofler@unione-bz.it, www.unione-bz.it/fiscale.

CAAF 50&PIÙ

unione commercio turismo servizi Alto Adige


editoriale

L’Unione rinforza il suo team di gestione All’inizio di febbraio Dieter Steger ha fatto ritorno al suo posto di direttore dell’Unione. Insieme a Werner Frick andrà così a formare il nuovo team di gestione dell’associazione. Il direttore Dieter Steger rafforzerà e svilupperà ulteriormente l’associazione. Ciò, senza alcun dubbio, riuscirà a rappresentare ancor meglio i settori del commercio e dei servizi in Alto Adige e ad ampliare il sostegno e l’assistenza alle aziende associate. Questo sviluppo è un vantaggio per la nostra associazione, visto che, nei prossimi mesi, saranno molti, e tutti importanti, i temi e le decisioni nei nostri settori: introduzione e osservanza dell’ordinamento commerciale e urbanistico, temi commerciali particolari quali le aree casse comuni o gli insiemi commerciali, ma anche, fondamentalmente, lo sviluppo del commercio di vicinato, i nuovi piani commerciali nei comuni o la discussione relativa agli orari di apertura domenicale dei negozi. L’associazione si impegnerà però anche su temi quali banda larga, formazione e aggiornamento professionale o abbattimento della burocrazia e semplificazione per le aziende. In merito a tutti questi temi, risulta evidente da tutti i punti di vista la necessità di accompagnare lo sviluppo dei nostri centri attivi anche con gli strumenti dell’ordinamento commerciale e urbanistico, in maniera tale da preservare la qualità della vita e la vitalità dei nostri paesi e delle nostre città.

Walter Amort, presidente Unione

copertina Grande successo per l’iniziativa “Luci spente”

4

attualità Le assemblee mandamentali dell’Unione

3

trend Molti altoatesini sono collegati ad internet

11

mandamenti Merano: l’Unione incontra il sindaco

12

categorie I macellai dell’Unione insieme agli artigiani

17

formazione La nuova brochure dei corsi dell’Unione

23

le aziende informano Nuovo negozio di vicinato a Martello

25

consulenza legale NUOVO! Consulenza legale per associati

27

consulenza fiscale La Finanziaria 2011

29

Redazione, amministrazione e pubblicità: 39100 Bolzano, via di Mezzo ai Piani 5, T 0471 310 308/ 309, F 0471 310 396, pr@unione-bz.it, www.unione-bz.it Responsabile ai fini della legge sulla stampa E Direttore responsabile: Dott. Mauro Stoffella (capoarea comunicazione) Redazione: Dott. Verena Andergassen, Dott. Sergio Colombi Segreteria: Manuela Seebacher Concetto grafico: Gruppe Gut, www.gruppegut.it Grafica: Stefano Hochkofler Copertina: Taktfilm Fotografie: Donata Panciera, Taktfilm, Ufficio tecnico – Comune Renon Tipografia: Athesia Stampe srl – via del Vigneto 7 – 39100 Bolzano Spedito il 4 Marzo 2011 La redazione si riserva il diritto di non pubblicare annunci pubblicitari. L’opinione espressa da articolisti esterni alla redazione dell’unione magazine può discordare da quella della redazione. Editore: Unione commercio turismo servizi Alto Adige Cooperativa – Bolzano, spedizione in a.p. – 45% - art. 2, comma 20/b, legge 662/96, Filiale di Bolzano, registrazione Tribunale Bolzano n° 50/51 – Rep. 27256. Associato all’USPI Unione Stampa Periodica Italiana

unionemagazine #3/11


4 Questo è l’aspetto che avrebbero i nostri paesi e città se non brillassero più le luci dei negozi (parte a sin.). Qui sopra i portici di Merano ...,

“Luci spente”,

un segnale forte Cosa succederebbe se si spegnessero le luci nei negozi?

unionemagazine #3/11

Con l’iniziativa provinciale “Luci spente”, e all’insegna del motto “Dove brilla una luce si trova la vita”, l’Unione e tutti i commercianti al dettaglio hanno voluto attirare l’attenzione della collettività sul significato del commercio di vicinato nelle città, nei quartieri e nei paesi. L’iniziativa “Luci spente”, in occasione della quale, il 25 febbraio, a partire dalle ore 19.00, si sono spente le luci dei negozi altoatesini, non è stata una “campagna di protesta”. Si trattava invece di sensibilizzare e chiarire un tema fondamentale, invitando ad una riflessione e all’impegno a tutela del futuro sviluppo del commercio di vicinato in Alto

Adige. Momento centrale dell’azione è stato il comune spegnimento delle luci di negozi e vetrine dalla chiusura dell’attività fino all’apertura successiva il giorno seguente. La situazione del commercio al dettaglio in Alto Adige è unica a livello italiano ed europeo: esiste ancora un rapporto ragionato tra piccole, medie e grandi aziende del commercio al dettaglio. Da ciò consegue la presenza di una varietà unica sia nella dimensione delle aziende che nell’assortimento e nell’offerta delle merci. Con grande frequenza, esperti provenienti dall’estero, lodano e ammirano la struttura del commercio altoatesino e si congratulano per la presenza di


copertina

te” i sp en o “L uc Il v ide onibile su: è disp -bz.it/v ideo nione w w w.u

Basta con la crescita sproporzionata

... San Leonardo in Passiria ...

un sistema di commercio cresciuto nei quartieri, nelle città e nei paesi. 444 milioni di chilometri per fare la spesa Anche la popolazione dell’Alto Adige desidera che il commercio di vicinato sia assicurato anche a lungo termine: stando ai risultati di un sondaggio dell’Ire della Camera di commercio di Bolzano è addirittura la prima delle loro priorità. Di particolare soddisfazione è anche un altro aspetto evidenziato dal sondaggio, e cioè che la capillarità della struttura commerciale altoatesina rende

pos­sibile un modello di acquisti rispettoso dell’ambiente: la maggioranza dei consumatori, infatti, compiono i propri acquisti giornalieri spostandosi a piedi, in bicicletta, in autobus o con la ferrovia. Oltre il 60 per cento dei consumatori effettuano gli acquisti quotidiani nelle immediate vicinanze della propria abitazione. Il breve tragitto che separa dai negozi è un altro aspetto della qualità della vita così come viene percepita dagli altoatesini. Questo è un fenomeno unico in Europa.

L’Unione aggiunge ancora: Basta con la crescita sproporzionata delle superfici di vendita nel commercio altoatesino. Un processo che, nei mesi e anni passati, ha condotto ad una drammatica espansione delle superfici – soprattutto per quanto riguarda la grande distribuzione. I confini sono stati ormai raggiunti, non è possibile andare oltre. L’equilibrio esistente tra piccole, medie e grandi strutture di vendita è ora in pericolo. La politica deve farsi carico della responsabilità, altrimenti le luci dei negozi si spegneranno davvero e, questa volta, per sempre. Dal 2001 al 2008 le superfici di vendita (autorizzate) della grande distribuzione sono aumentate del 111 per cento (da 147.000 a oltre 310.000 metri quadrati). In rapporto ad altre province, l’Alto Adige ha raggiunto la quota record di 559 metri quadri dedicati alla grande distribuzione ogni 1.000 abitanti (Italia 338/1000, Verona 345/1000). Per questo motivo è necessario fare attenzione a non distruggere l’equilibrio esistente, lasciando che sia la sola grande distribuzione a fare la parte del leone.

5

continua a pagina 6

Comprate in loco! “Comprate in loco!”: titolava così un articolo pubblicato nell’edizione dell’8 dicembre 1910 del giornale “Brixener Chronik” (La cronaca di Bressanone). Il giornale fu fondato nel 1888 e venne pubblicato fino al 1925. “Natale è alle porte e allora non vogliamo tralasciare di rivolgere a tutte le casalinghe di Bressanone la preghiera di fare i propri acquisti in loco”. Esordisce così l’articolo e prosegue: “Facendo i Vostri acquisti nel negozio in paese contribuirete in modo sostanziale a far sì che il denaro rimanga in loco e che ciascun singolo abitante, e quindi molti dei Vostri familiari ed amici, in un modo o nell’altro ne traggano beneficio. Qui in loco troverete dei regali altrettanto belli, se non più belli, che altrove”.

Dopo oltre 100 anni, due guerre mondiali e tutte le movimentate vicissitudini nella storia della nostra provincia, l’articolo di allora conserva tutta la sua attualità e la sua validità non è in alcun modo compromessa. È e rimane un obiettivo sempre valido, un traguardo per il quale la nostra Unione si impegna quotidianamente e che mai si stancherà di perseguire.

Mauro Stoffella, direttore responsabile unionemagazine #3/11


copertina ... e Chiusa.

Tieni acceso il commercio di vicinato.

6 In rappresentanza di tutti i comuni e negozi dell’Alto Adige, il 25 febbraio alle ore 19.00, l’Unione ha richiamato l’attenzione sull’iniziativa grazie ad una manifestazione che si è tenuta nello storico negozio a conduzione familiare Rubatscher sotto i portici di Bolzano

Le sfide per il commercio Il commercio al dettaglio deve, in ogni caso, fare i conti con il cambiamento delle abitudini di consumo. I commercianti al dettaglio devono perciò assecondare la variazione delle aspettative della clientela e fare valere i propri punti di forza: qualità, servizio, consulenza personalizzata, capacità di trasmettere il piacere di acquistare e fidelizzazione sono fattori decisivi per il successo. L’assortimento deve essere costantemente rinnovato, anche se la vicinanza alla clientela rimane, da tutti i punti di vista, decisiva. Qui stanno i punti di forza del commercio al dettaglio altoatesino.

Maggiori informazioni sull’iniziativa su www.unione-bz.it/luci_spente.

Venerdì 25 febbraio 2011, ore 19.00 | Luci spente La luce del commercio di vicinato brilla e ti permette gli acquisti sotto casa, crea posti di lavoro e ti garantisce la qualità di vita. Non lasciare che si spenga. www.unione-bz.it

unione commercio turismo servizi Alto Adige

Numeri e dati sul commercio al dettaglio in Alto Adige * • Ca. 7.000 negozi • Più di 740.000 metri quadrati di superficie di vendita • Oltre 16.000 occupati • Oltre

il 50 per cento degli altoatesini compie i propri acquisti a piedi o in bicicletta • Oltre il 60 per cento degli altoatesini compie i propri acquisti nelle immediate vicinanze di casa propria • Il 40 per cento degli altoatesini si serve del piccolo negozio specializzato • Oltre il 90 per cento degli altoatesini sono dell’opinione che il commercio al dettaglio contribuisca in maniera assai positiva alla vitalità di città e paesi • Tra i punti di forza del commercio al dettaglio ci sono il contatto personale, la consulenza diretta, la qualità del servizio prestato e la capillarità dell’approvvigionamento di prossimità • Oltre il 90 per cento degli altoatesini sono dell’opinione che il commercio di vicinato in Alto Adige debba essere assicurato anche sul lungo termine * Fonte Ire

unionemagazine #3/11


ior i e ulter Tr ov at li spot g i, n azio adio infor m r t v e la per la -bz.it/ e n io w.un ia su w w on l tes tim

attualità Fotografate il codice QR con il Vostro Smartphone per vedere lo spot pubblicitario della campagna

Antonia, Kathrin, Rosa e Luis ... ... promuovono i negozi locali

“Mi piace fare gli acquisti nei miei dintorni, perché qui ho i miei negozi di fiducia e, in caso di necessità, posso cambiare la merce acquistata”, sostiene Antonia, madre di Aaron e attrice di S. Paolo/Appiano. “Faccio i miei acquisti qui da noi, perché non devo andare lontano”, spiega in modo semplice e diretto Kathrin, apprendista parrucchiera di Lagundo. Il motivo per cui Rosa e Luis, agricoltori della val Sarentino, fanno i loro acquisti nel proprio paese lo

si può invece evincere dall’annuncio qui pubblicato. Con queste dichiarazioni Antonia, Kathrin, Rosa e Luis promuoveranno questa primavera il commercio al dettaglio altoatesino. L’Unione ripresenta la sua campagna con testimonial. L’iniziativa, che si svolge all’insegna del motto “Alto Adige conviene, fare acquisti in Alto Adige” è partita nel 2006 e porta all’attenzione dei consumatori gli aspetti positivi del commercio di vicinato altoatesino attraverso annunci pubblicitari e spot radiofonici. Per anni, a questa campagna hanno partecipato numerosi personaggi altoatesini più o meno noti. Quest’anno invece saranno persone comuni a fare da testimonial al commercio di vicinato. La campagna si svolgerà a marzo e maggio 2011. Gli annunci appariranno su quotidiani e riviste di comprensorio e gli spot saranno trasmessi da cinema, tv e radio.

www.unione-bz.it/testimonial Rosa e Luis,

l Sarentino

agricoltori, Va

Alto Adige conviene

locali ri acquisti in “Facciamo i nost ferta di prodotti of a cc ri a un o m ovia ” paese, perché tr nostra famiglia. la e i no er p tà di buona quali PROVINCIA AUTONOMA DI BOLZANO - ALTO ADIGE Ripartizione 35 - Artigianato, Industria e Commercio

unione commercio turismo servizi Alto Adige

unionemagazine #3/11

7


attualità

ECO FASHION Abbigliamento da produzione ecologica e solidale – Un modello per il futuro?

24.03.2011 ore 19.00

sala di rappresentanza del Comune di Bolzano (piano terra), vicolo Gumer 7 serata InformatIva per consumatorI e ImprendItorI Dr.ssa Deborah Lucchetti, presidente cooperativa sociale Fair – “I recenti sviluppi nell’industria tessile globalizzata”

Sonja Wöhrnschimmel, co-organizzatrice WearFair Linz, designer Ecomode – “Eco Fashion – Cosa c’è dietro?”

Dibattito

Ospiti: Günther Reifer, imprenditore EcoFashionStore Ruth Oberrauch, marketing manager Salewa Italy Francesco Imbesi, Centro consumatori Alto Adige Unione commercio turismo servizi Alto Adige

Moderazione: Rudi Dalvai – CTM Botteghe del mondo

in collaborazione con „Centro per la Pace del Comune di Bolzano”

Ecofashion 8

Un modello per il futuro? 24 marzo: manifestazione informativa per consumatori e imprenditori

Foto: Südwind

Sempre più, tra i consumatori, cresce la consapevolezza che anche l’industria tessile sia responsabile di danni ecologici, rapporti di lavoro dannosi per la dignità umana e utilizzo di sostanze chimiche. E sono, di conseguenza, sempre più numerosi anche gli imprenditori che decidono di produrre e vendere capi di moda realizzati secondo criteri ecologici e sociali. Orientarsi nella giungla di marchi e garanzie per compiere l’acquisto giusto, però, non è impresa facile. La manifestazione informativa “Ecofashion. Abbigliamento da produzione equa e solidale – Un modello per il futuro?” è in grado di fornire il background necessario rispondendo, allo stesso tempo, alla seguente domanda: la moda compatibile può diventare uno standard? La serata, organizzata dall’Unione in collaborazione con Operation Dayword e OEW, avrà luogo giovedì, 24 marzo 2011 alle ore 19.00 nella sala di rappresentanza del Comune di Bolzano in vicolo Gumer 7.

www.unione-bz.it• servizi e consulenza

L’Unione - Il Vostro competente partner per i servizi. Confrontate prestazioni e prezzi - LasciateVi sottoporre un’offerta non vincolante!

unione commercio turismo servizi Alto Adige

unionemagazine #3/11


attualità

Perché internet interessa anche il commercio altoatesino Dedicate ai “Nuovi media” le Assemblee mandamentali 2011 dell’Unione Avranno luogo nelle prossime settimane (vedi info-box) le annuali Assemblee dei mandamenti dell’Unione. Al centro dei lavori sarà, quest’anno, il tema “Nuovi media”. Tra gli altri, l’esperto di Marketing online Arnold Malfertheiner terrà una relazione dal titolo: “Perché internet interessa anche il commercio altoatesino”. L’Unione presenterà quindi i suoi servizi online. Presentazione di siti web degli associati dell’Unione Nell’ambito delle Assemblee mandamentali è nostra intenzione presentare alcuni esempi concreti della presenza su internet dei nostri associati. Concorrete anche Voi! Spiegateci quali motivi Vi hanno convinto della necessità di essere presenti online, quali motivazioni si nascondono dietro il Vostro sito e quali obiettivi avete raggiunto grazie ad esso. Comunicateci queste ed altre interessanti informazioni all’indiriz-

zo bbini@unione-bz.it e partecipate quali Best Practice alla nostra relazione! Tra tutte le candidature pervenute saranno scelti tre esempi da analizzare e presentare nel corso delle Assemblee mandamentali. Gli inviti alle Assemblee saranno inviati nei prossimi giorni a mezzo posta a tutti i nostri associati.

Gli appuntamenti nei Mandamenti Assemblea mandamentale val Pusteria lunedì, 21 marzo Brunico, Scuola professionale Assemblea mandamentale Merano/Burgraviato giovedì, 24 marzo Lagundo, “Vereinshaus” (sala civica) Assemblea mandamentale val d’Isarco martedì, 29 marzo Bressanone, sala Raiffeisen Assemblea mandamentale val Venosta giovedì, 31 marzo Lasa, “Josefshaus”

9

L’Unione commemora Seppl Lamprecht L’Unione piange la morte del con­- sigliere provinciale e vicepresidente del Consiglio regionale Seppl Lamprecht, avvenuta a fine dicembre. Lamprecht ha saputo conquistare molti meriti sia come funzionario di associazione che come politico provinciale. La sua visione unitaria dell’economia e la sua spinta verso una fruttuosa collaborazione tra l’economia produttiva e l’agricoltura hanno sempre indirizzato il suo lavoro. La sua affidabilità, la sua costante fiducia e la sua personalità sono state esemplari.

Assemblea mandamentale Bolzano e circondario mercoledì, 13 aprile Bolzano, sede dell’Unione

unionemagazine #3/11


attualità Orario di ricevimento BOLZANO E CIRCONDARIO • Orario di ricevimento Ortisei, ogni lunedì dalle 14.30 alle 17 presso il Municipio. • Consulenza legale (su appuntamento) Bolzano, di lunedì dalle 11 alle 12.30 e di mercoledì dalle 15 alle 16.30 presso l’Unione (T 0471 310 558).

Calendario 16.03. • Workshop: “Come relazionarsi in maniera attuale e corretta“ Bolzano, sede Unione

• Consulenza finanziaria (su appuntamento) Bolzano, il 4 aprile dalle 15.30 alle 17 presso l’Unione (T 0471 310 311).

18. - 23.03.

MERANO/BURGRAVIATO

• Internorga 2011, Amburgo (D)

• Orario di ricevimento Lana, ogni giovedì dalle 11 alle 13, presso il Municipio. San Leonardo in Passiria, ogni 2° e 4° mercoledì del mese dalle 8 alle 10 presso la Comunità comprensoriale Burgraviato, via Passiria 3

21.03.

10

• Consulenza in questioni condominiali (su appuntamento) Bolzano, ogni 2° e 4° martedì del mese presso l’Unione (T 0471 310 311).

• Assemblea mandamentale val Pusteria, inizio ore 20.00, Brunico, Centro di formazione professionale, via Tobl 6 24.03. • Assemblea mandamentale Merano/Burgraviato inizio ore 20.00, Lagundo, „Vereinshaus“ (sala civica), piazza Hans Gamper 3 24.03. • Serata informativa: “Eco fashion, abbigliamento da produzione ecologica e solidale - Un modello per il futuro? inizio ore 19.00, Bolzano, Comune (sala di rappresentanza), vicolo Gumer 7 29.03. • Assemblea mandamentale val d’Isarco, inizio ore 20.00, Bressanone, sala Raiffeisen, via Bastioni Maggiori 31.03. • Assemblea mandamentale val Venosta, inizio ore 20.00, Lasa, “Josefshaus”

• Pensioni Merano, il 23 marzo e 13 aprile dalle 8 alle 11.30 presso l’Unione. • Consulenza legale (su appuntamento) Merano, il 1° e 3° lunedì del mese dalle 14.30 alle 15.30 presso l’Unione (T 0473 272 511). • Sicurezza sul lavoro, ambiente e igiene (su appuntamento) Merano, il 30 marzo dalle 14 alle 16.30 presso l’Unione (T 0473 272 511). VAL D’ISARCO • Orario di ricevimento Chiusa, ogni giovedì dalle 8.30 alle 12.30, Città Bassa 65. Rio Pusteria, ogni martedì dalle 8 alle 9.30 presso l’albergo “Zur Linde”. • Pensioni Vipiteno, il 16 marzo e 6 aprile dalle 8.30 alle 9.30 presso l’Unione. Bressanone, il 16 marzo e 6 aprile dalle 14 alle 16 presso l’Unione. • Consulenza legale (su appuntamento) Bressanone, di martedì dalle 14 alle 15 presso l’Unione (T 0472 271 411). Vipiteno, di giovedì dalle 14 alle 15 presso l’Unione (T 0472 766 070).

• Assemblea mandamentale Bolzano e circondario inizio ore 20.00, Bolzano, sede Unione

• Sicurezza sul lavoro, ambiente e igiene (su appuntamento) Vipiteno, il 23 marzo dalle 8.15 alle 10.45 presso l’Unione (T 0472 766 070). Bressanone, il 23 marzo dalle 11.30 alle 13 e dalle 14 alle 15 presso l’Unione (T 0472 271 411).

Marzo/aprile

VAL PUSTERIA

• Alcuni eventi formativi organizzati dall’Unione si trovano a pagina 23.

• Pensioni Brunico, il 16 marzo e 6 aprile dalle 11 alle 12.30 presso l’Unione.

13.04.

• Consulenza legale (su appuntamento) Bressanone, di martedì dalle 14 alle 15 presso l’Unione (T 0472 271 411). • Sicurezza sul lavoro, ambiente e igiene (su appuntamento) Brunico, il 23 marzo dalle 15.30 alle 17.30 presso l’Unione (T 0474 555 452). VAL VENOSTA • Orario di ricevimento Malles, ogni lunedì dalle 8 alle 10 presso il Municipio, via Stazione 19. Prato allo Stelvio, ogni lunedì dalle 10.30 alle 12.30 presso la Cassa Rurale. Solda, il 13 aprile dalle 10 alle 12 presso la Cassa Rurale. • Pensioni Silandro, il 23 marzo e 13 aprile dalle 14 alle 15.30 presso l’Unione. • Consulenza legale (su appuntamento) Silandro, di giovedì alle 14 presso l’Unione (T 0473 730 397).

L’att delle uale calen man dario s i t r o i fe s t a z i o n v i a su -www - - - - - .unio ne event -bz.it/ i

unionemagazine #3/11

• Sicurezza sul lavoro, ambiente e igiene (su appuntamento) Silandro, il 30 marzo dalle 9.30 alle 12 presso l’Unione (T 0473 730 397).


trend Diffusione e uso di internet in Alto Adige

Credito:

ancora in difficoltà un’impresa su due Così come avvenuto nel terzo trimestre, anche nell'ultimo trimestre del 2010 quasi un'impresa su due (il 48,9 per cento) segnala difficoltà o non riesce a far fronte al proprio fabbisogno finanziario. E se dalla domanda di credito è possibile cogliere qualche segnale di vitalità con quasi il 26 per cento delle imprese che si sono rivolte al sistema bancario per ottenere un finanziamento (il 3 per cento in più rispetto al trimestre pre-

Ero un artigiano straordinario… …ma purtroppo non avevo la contabilità sotto controllo!

cedente), quasi un quarto delle imprese - il dato più alto da due anni a questa parte - ha ottenuto un importo inferiore a quello richiesto o addirittura si è vista rifiutare del tutto la richiesta del finanziamento. In deciso peggioramento, infine, la percezione da parte delle imprese circa i costi dell’offerta di credito da parte delle banche: aumentano, infatti, il costo dei finanziamenti, quello delle altre condizioni e quello dei servizi bancari. Questi, in sintesi, i principali risultati emersi dall’Osservatorio sul credito per le imprese del commercio, del turismo e dei servizi realizzato da Confcommercio.

Dall’indagine Istat del 2010 sulle famiglie, condotta dall’Istituto provinciale di statistica (Astat), emerge che poco più della metà delle famiglie altoatesine (52,1 per cento) ha un collegamento ad internet. Nel 2005 lo possedevano appena quattro famiglie su dieci (38,3 per cento). All’incirca un quarto della popolazione altoatesina (24,3 per cento) utilizza internet almeno una o più volte alla settimana. Solo il 9,3 per cento usa internet più raramente. Il 26,3 per cento della popolazione naviga giornalmente in internet. Tale quota è più o meno raddoppiata rispetto al 2005 (13,5 per cento).

11

Franz è un artigiano molto talentato, per cui riceveva sempre più incarichi... finché non è fallito! Come è possibile? Molto semplice: Franz non aveva sotto controllo i conti, il sistema di solleciti e la liquidità della sua impresa. Con un buon programma di amministrazione OMBIS ciò si sarebbe potuto evitare. Come? Con il software OMBIS Business, che gode di grande popolarità in Alto Adige, Franz avrebbe potuto calcolare i preventivi, emettere fatture e svolgere in modo efficiente molte altre attività di amministrazione, con uno sforzo minimo. E avrebbe potuto concentrarsi sul proprio lavoro di artigiano. Scoprite su www.systems.bz/franz, come il „fallito“ è riuscito alla fine a farcela per il rotto della cuffia, ed è poi diventato un artigiano e imprenditore di successo. Volete scoprire qualcosa di più su OMBIS? Scrivete a ombis@systems.bz. Systems è lo specialista del software e service leader in Alto Adige.

BOLZANO 0471 631142

BRUNICO 0474 555530

SILANDRO 0473 740083

unionemagazine #3/11


azioni inform le e t t su Tu ge t to t/ s ul p r o b e - z .i union o n a w w w. b r ting-u e k r a m

mandamenti

Merano

Prenderà il via in aprile il progetto “Centri attivi” Corso Libertà diventerà quest’anno definitivamente una zona pedonale

12

Il progetto “Centri attivi” è stato al centro di un incontro recentemente tenutosi tra il sindaco Günther Januth, l’assessore comunale all’economia Heidi Siebenförcher e il fiduciario dell’Unione Gundolf Wegleiter. Secondo quanto affermato dall’assessore provinciale al commercio Thomas Widmann, anche Merano può essere coinvolta in questo progetto per la rivalorizzazione dei centri storici. L’iniziativa dovrebbe prendere il via nel mese di aprile 2011. Oltre a questo è stato anche deciso che il Comune inoltrerà al competente assessore provinciale Widmann l’idea, presentata da Wegleiter, relativa ad una “personalizzazione degli autobus urbani”. Il progetto prevede di decorare i veicoli cittadini con le principali attrazioni turistiche della zona, come i giardini di Castel Trautmannsdorf, le terme o la nuova funivia verso Merano 2000. L’Unione si è quindi mostrata particolarmente soddisfatta del fatto che, nel 2011, corso Libertà sarà trasformato in via definitiva in zona pedonale. “Una volta che avremo compiuto questo passo fino in fondo – spiega entusiasta Wegleiter – nessuno vorrà tornare indietro. Quasi dappertutto, ove sia stata introdotta una zona pedonale, la gente ha mostrato di non volerne più fare a meno”.

Sluderno

È importante mantenere la vita nei paesi Ha avuto recentemente luogo un incontro tra una delegazione dell’Unione e il sindaco di Sluderno, Erwin Wegmann, affiancato dalla vicesindaco e assessore all’economia Brigitte Stecher. Il presidente del Mandamento Dietmar Spechtenhauser ha sottolineato l’importanza delle strutture commerciali locali cresciute in maniera spontanea nei paesi: “Attraverso l’equilibrio garantito dalle aziende commerciali e del turismo viene mantenuta la vita nei paesi. Altrettanto importante è la tutela dello storico tessuto urbanistico, che segna il carattere di un centro abitato”. Il sindaco Wegmann ha quindi chiarito che, dal punto di vista commerciale, e anche per quanto riguarda il settore dell’abbigliamento, Sluderno è ben fornito, e non necessita quindi di grandi strutture di vendita. Nel settore alberghiero e della gastronomia, invece, il comune potrebbe diversificarsi ulteriormente. Importante, a questo proposito, la stretta osservanza, da parte dell’amministrazione comunale, delle chiusure domenicali e festive e degli orari di apertura straordinaria nel periodo natalizio e in occasioni particolari.

Da sin. l’assessore all’economia e vicesindaco Brigitte Stecher, il sindaco Erwin Wegmann, il presidente mandamentale dell’Unione Dietmar Spechtenhauser, il fiduciario Johann Peter Platzer e il caposede Walter Holzeisen

Da sin. il fiduciario Gundolf Wegleiter, il sindaco Günther Januth e l’assessore comunale Heidi Siebenförcher

unionemagazine #3/11


mandamenti Solda Alta Pusteria

Sì al comprensorio sciistico Dolomiti di Sesto Valorizzare i paesi grazie al collegamento ferroviario L’Unione appoggia il progetto per la creazione del comprensorio sciistico Dolomiti di Sesto/alta Pusteria. “L’area sciistica – spiegano il presidente Walter Amort e il presidente mandamentale della val Pusteria Philipp Moser – è un progetto orientato al futuro, in grado di guardare lontano e che non rappresenta solo vantaggi per il turismo, ma rafforza anche la capacità di creare valore dell’intera area”. Grazie all’unificazione tra i comprensori sciistici Monte Elmo e Croda rossa si generano una serie di vantaggi: primo tra tutti l’innovativo, e allo stesso tempo ecologico, collegamento ferroviario al monte Elmo, elemento che contribuisce anche alla valorizzazione dei paesi vicini ora direttamente collegati con il comprensorio sciistico. L’idea di unificare le offerte mediante il collegamento delle località e il miglioramento delle infrastrutture è sicuramente da accogliere con favore e prendere a modello. Per questo motivo l’Unione è particolarmente soddisfatta della risoluzione, proposta dai sindaci dei comuni dell’alta Pusteria e del confinante Comelico, e votata all’unanimità, di realizzare la regione sciistica Dolomiti/alta Pusteria. È un segno visibile che va nella direzione del rafforzamento dei circuiti economici locali e dell’attrattività del territorio con i suoi paesi.

Si è tenuto a inizio anno il Direttivo mandamentale della val Venosta: il Parco nazionale dello Stelvio, il commercio di vicinato, la collaborazione con il turismo e il marketing a livello mandamentale sono stati i punti al centro dei colloqui. Tra gli invitati erano presenti anche il senatore Manfred Pinzger, l’assessore provinciale Richard Theiner, i rappresentanti della comunità comprensoriale, i membri e i componenti emeriti del Direttivo mandamentale dell’Unione, i sindaci del mandamento e i rappresentanti della Camera di commercio di Landeck

13

S. Cristina

Armin Senoner nuovo fiduciario È Armin Senoner il nuovo fiduciario comunale dell’Unione di S. Cristina. Toccherà a lui succedere allo storico e stimato fiduciario comunale Guido Perathoner. Oltre a Senoner, del rinnovato Direttivo comunale fanno parte anche Margherita Comploj, Markus Demetz, Roland Mayr e Robert Perathoner. Nel gruppo di coordinamento per il progetto “Centri attivi”, oltre al fiduciario, che ricopre anche la carica di assessore comunale al commercio, è stato invece eletto Patrick Demetz.

Con le convenzioni dell’Unione giocate in casa! Numerosi sono i risparmi che Vi attendono. Tutte le attuali convenzioni trovate su www.unione-bz.it/ convenzioni. Maggiori informazioni: T 0471 310 311, convenzioni@unione-bz.it.

unionemagazine #3/11


Con DAO, mille e più opportunità

Oltre 1000 prodotti a marchio Conad in esclusiva per i Soci. Questa è solo una delle opportunità che DAO offre ai suoi Associati. Entrando in DAO, il Socio sceglie un Gruppo radicato nel territorio dove è presente con oltre 250 punti vendita. Trova l’esperienza e l’efficienza di chi dal 1962 opera sul mercato. E gode dei vantaggi dell’alleanza con Conad, di cui DAO è centro distributivo per il Trentino Alto Adige. Oltre 150 Soci hanno già scelto un mondo di servizi dove il ruolo del Socio è al centro.

Artisti nella Qualità Maestri nella Convenienza

Il tuo miglior vicino di casa

DAO Società cooperativa - Centro Distributivo CONAD, via G. Di Vittorio, 43/3 - 38015 Lavis (TN) tel. 0461 248411 - fax 0461 241890 - e-mail: info@dao.it


Il Consiglio di amministrazione di Enasarco ha approvato lo scorso dicembre le modifiche al Regolamento delle attività istituzionali per garantire la stabilità della gestione previdenziale per il periodo minimo di trenta previsto dalla legge, senza però diminuire l’efficacia della tutela per la categoria. Il nuovo regolamento è ora al vaglio dei Ministeri per l’approvazione. Di seguito le principali novità del Regolamento in vigore dal 2012: - aumento graduale dell’aliquota contributiva in almeno sette anni a partire dal 2013 passando dall’attuale 13,50 al 17 per cento. Come previsto nel precedente Regolamento l’aumento servirà al finanziamento del fondo di solidarietà a partire dal 2012, - aumento progressivo dei massimali provvigionali (in un arco di 4 anni a partire dal 2012) per l’incremento del montante utile al calcolo della pensione (o quota di essa) contributiva, - aumento progressivo del contributo a carico delle ditte che si avvalgono di agenti operanti nella forma della società di capitali. Parte dell’incremento sarà utilizzato per finanziare le prestazioni integrative di previdenza e la polizza assicurativa infortuni e malattia, - introduzione di un contributo facoltativo per favorire l’incremento del montante contributivo individuale per le pensioni o quote di pensione da calcolare con il sistema contributivo, - introduzione di un minimo garantito di rivalutazione del montante contributivo pari all’1,5 per cento annuo, - aumento dei requisiti pensionistici ed intro­- duzione graduale della quota 90 da raggiungere sommando l’età anagrafica e l’anzianità maturata. I requisiti pensionistici minimi tra donne e uomini sono stati uniformati a 20 anni di anzianità contributiva e 65 anni di età pensionabile. Tale intervento riguarderà solo le donne per le quali l’età pensionabile minima, oggi 60 anni, salirà di un anno ogni due anni solari a partire dal 2012 e fino al 2020. Per quanto riguarda il meccanismo delle quote, già in uso nelle pensioni erogate dall’Inps, partirà dal 2012, pertanto il requisito per chiedere la pensione di vecchiaia sarà quello della “quota”, cioè il rispetto della somma minima tra età anagrafica e anzianità contributiva.

categorie www.unione-bz.it/agenti

Agenti e rappresentanti del commercio

Fondazione Enasarco: la “riforma della previdenza” Tutte le novità l’Unione informa e offre consulenza

Sesso

2012 2013 2014 2015 2016 2017 2018 2019 2020

M

86

Quota

87

88

89

90

età minima

65

65

65

65

65

anzianità minima

20

20

20

20

20

F

Quota

82

83

84

85

86

età minima

61

61

62

62

63

63

64

64

65

anzianità minima

20

20

20

20

20

20

20

20

20

Esempio: per l’anno 2012 la quota da raggiungere per gli uomini sarà “86” (somma di età non inferiore a 65 anni ed anzianità contributiva di 21 anni). Tale meccanismo si applicherà per tutti gli anni successivi al 2012, con quote diverse fino a raggiungere una quota di 90 nel 2016 per gli uomini e nel 2020 per le donne (vedi tabella), - introduzione di un meccanismo di ancoraggio del requisito dell’età anagrafica all’aspettativa media di vita in base allo schema già introdotto con la legge 122/2010, - erogazione di una rendita contributiva reversibile ridotta in proporzione in base agli anni mancanti al raggiungimento del requisito minimo necessario al pensionamento in favore degli iscritti alla Fondazione dal 2012. In breve è stata introdotta ai nuovi iscritti alla Fondazione dal 2012 la possibilità di percepire la pensione di vecchiaia al 65° anno di età (sia per gli uomini che per le donne) anche con solo 5 anni di contributi. La pensione sarà ridotta del 2 per cento per ogni anno di differenza tra anni di con-

15

87

88

89

90

tribuzione versati e requisito minimo per maturare la pensione. Attualmente sono richiesti 20 anni di contribuzione. La riforma dell’Enasarco e i suoi effetti pratici sull’attività degli agenti e rappresentanti di commercio è stata anche al centro della 48ª Assemblea generale della categoria tenutasi, in presenza di un grande numero di iscritti, lo scorso 19 febbraio presso la sede di Bolzano dell’Unione.

Michael Riegler, responsabile patronato 50&Più Enasco, T 0471 310 316, mriegler@unione-bz.it, www.unione-bz.it/patronato-enasco

unionemagazine #3/11


categorie www.unione-bz.it/gelatieri www.unione-bz.it/pasticceri

Donata Panciera, specialista in materia di gelati e semifreddi

Alimentari, ambiente e sicurezza

Maggiore attenzione per il settore degli alimentari

16

L’Unione rafforza ed amplia le proprie competenze nei settori degli alimentari, dell’ambiente e della sicurezza. Grazie ai nostri preparatissimi esperti è stata infatti istituita una nuova area professionale con il compito di fare fronte ai crescenti bisogni delle aziende in merito a queste problematiche. Obiettivo del nuovo raggruppamento è quello di fornire un aiuto concreto alle aziende per mezzo di consulenze rapide e professionali. “Se vogliamo rafforzare la nostra rappresentatività - dice convinto il presidente dei panificatori Benjamin Profanter - è necessario unire gli sforzi di tutti i settori alimentari. Ciò aumenterà la nostra capacità di influenzare la discussione in materia di formazione, igiene e sicurezza degli alimentari”. Tra i punti di forza del nuovo servizio di consulenza c’è la cura delle diverse categorie alimentari, del settore ambiente, rifiuti ed energia, del settore relativo alla sicurezza sul lavoro e nella produzione di alimentari, dell’igiene, dell’etichettatura, della rintracciabilità e della privacy. Oltre alla consulenza in tutti i sei uffici dell’Unione si svolgerà anche assistenza diretta nelle aziende. Per ulteriori informazioni: Gerd Locher, T 0471 310 507, glocher@unione-bz.it.

Anche l’occhio vuole la sua parte!

Gelatieri

Si faccia avanti l’estate! Workshop: semifreddi. È stata ospite dell’Unione per la seconda volta a febbraio, nelle vesti di coordinatrice di un corso di formazione, Donata Panciera, specialista e consulente in materia di gelati e semifreddi, nonché autrice di libri. Contenuto dell’apprezzatissimo workshop “Semifreddi” è stato da un lato la preparazione di diversi semifreddi, gustosi, soffici e leggeri; dall’altro lato si è anche affrontato il tema della relativa decorazione e presentazione. I partecipanti hanno potuto imparare, grazie a facili ricette, a realizzare velocemente e senza grandi sforzi i propri prodotti preferiti. Partendo da una corretta valutazione dei costi di produzione si è infine appreso come calcolare il giusto prezzo di vendita.

Pasticceri

Gerd Locher, capoarea alimentari, ambiente e sicurezza nell’Unione (a des.) e il presidente dei panificatori, Benjamin Profanter

unionemagazine #3/11

Numerosi pasticceri e apprendisti amanti dello sport con famiglie, amici e collaboratori, hanno preso parte, anche quest’anno, all’inizio di febbraio, alla tradizionale giornata degli sport invernali organizzata dalla categoria. Vincitrici della 34ª edizione della manifestazione sono risultate le seguenti squadre: pasticceria Klaus (Bolzano) seguita da pasticceria Profanter (Bressanone) e pasticceria/panificio Pardeller (Vipiteno). Tutti i risultati sono disponibili in internet (• news). Nella foto (da sin.) Renzo Zanolini, presidente dei pasticceri nell’Unione, Werner Frick, Gerd Locher e il vicepresidente dei pasticceri Christian Abfalterer


categorie www.unione-bz.it/macellai www.unione-bz.it/ambulanti

Macellai

Una voce per le 150 macellerie altoatesine

hdsmarktkalender unionecalendario mercati 2011

Stand: Januar 2011/Situazione: gennaio 2011

ambulanti

Calendario 2011 dei mercati in Alto Adige Tutti i mercati settimanali, quindicinali, mensili e annuali in Alto Adige sono contenuti nel nuovo calendario dei mercati 2011. La brochure bilingue in formato tascabile è stata recentemente pubblicata dall’Unione. “Il calendario – spiegano Andreas Jobstreibizer e Andrea Esposito, rispettivamente presidente e vicepresidente degli ambulanti nell’Unione – offre uno sguardo d’insieme ai nostri mercati, diversificati e ricchi di tradizione. Si tratta di eventi molto amati sia dai residenti che dagli ospiti”. In 77 comuni altoatesini si tiene almeno un mercato all’anno, mentre in 35 di essi viene allestito un regolare mercato settimanale. Il calendario dei mercati è disponibile presso la sede centrale dell’Unione a Bolzano, negli uffici mandamentali e da sfogliare online su internet.

GASSER

Unione e artigiani percorrono la medesima strada. I macellai nell’Unione e i macellai nell’Associazione degli artigiani intendono percorrere in futuro la medesima strada. Questo è quanto hanno stabilito i Direttivi di entrambe le categorie professionali nel corso di un incontro. Storicamente, una rappresentativa dei macellai è sempre stata presente in entrambe le associazioni. “In passato - spiegano il presidente dei macellai nell’Unione Thomas Schrott (nella foto) e il suo omologo nell’Apa Kurt Leggeri - questa situazione ha portato spesso ad affrontare alcuni temi con posizioni divergenti, quando non addirittura opposte. Ciò deve appartenere al passato. Le priorità dei macellai altoatesini, d’ora in poi, saranno portate avanti in piena sintonia”. Per raggiungere questo obiettivo sono già state intraprese le prime misure: in futuro, infatti, i Direttivi si riuniranno in seduta comune. Le due associazioni, inoltre, organizzeranno e pubblicizzeranno insieme iniziative e occasioni di formazione - queste ultime saranno offerte alle stesse condizioni a tutti i macellai. Il gruppo intende condurre in maniera concordata anche le diverse occasioni di confronto con i rappresentanti della politica e delle istituzioni pubbliche. Schrott e Leggeri sottolineano infine che, in primo luogo, saranno tutelati gli interessi della categoria dei macellai altoatesini, a prescindere da quale delle due associazioni essi facciano parte. Con le sue circa 150 macellerie l’Alto Adige è un territorio troppo piccolo perché una categoria professionale possa sopportare di essere ulteriormente suddivisa.

GASSER FIAT PROFESSIONAL BOLZANO · TEL. 0471 553 400 S. LORENZO · TEL. 0474 474 514 WWW.GASSERSRL.IT

17

IVECO

IL TEAM

NUOVI SHOWROOMS

ASSISTENZA RAPIDA

NUOVA CONCESSIONARIA PER L‘ALTO ADIGE

S. LORENZO

BOLZANO

unionemagazine #3/11


categorie www.unione-bz.it/servizi www.unione-bz.it/agenzieviaggi

Agenzie viaggi

Tunisia ed Egitto, paesi in crisi

18 Prestatori di servizi

Collaborare al completamento della banda larga Dopo la decisione della Giunta provinciale di aumentare gli investimenti per la realizzazione delle infrastrutture di banda larga in Alto Adige, presa alla fine del 2010, qualche settimana fa la Giunta ha ulteriormente ribadito l’importanza del processo. A questo proposito, nella legge di bilancio, è stato previsto lo stanziamento di 15 milioni di euro, che saranno investiti nel corso dei prossimi tre anni. Philipp Moser, membro del Direttivo dei prestatori di servizi nell’Unione, ed egli stesso professionista del settore dell’IT, si è recentemente incontrato con l’assessore provinciale competente, Florian Mussner, per discutere in merito ad un rapido ampliamento della banda larga e per definire gli obiettivi comuni. “La nostra categoria - spiegano Moser e il presidente dei prestatori di servizi Christoph Rainer - è composta da professionisti spesso in viaggio e sempre più abituati a lavorare con l’estero; la velocità dei dati è quindi la premessa fondamentale per un servizio efficiente e di qualità”. Sarebbe pertanto auspicabile il fatto che la Giunta provinciale decidesse di incrementare i propri sforzi per dotare tutti gli uffici pubblici di collegamenti a fibre ottiche, impegnandosi allo stesso tempo per fornire lo stesso servizio anche alle vallate. Importante sarebbe soprattutto la collaborazione con i Comuni, cui dovrebbe essere reso possibile il collegamento via fibra ottica fino alla singola azienda.

hneuhauser@unione-bz.it

unionemagazine #3/11

Vantaggi grazie alla consulenza personalizzata. “Come già era accaduto nel 2010 con la nube di polveri causata dal vulcano islandese - afferma il presidente delle agenzie viaggi nell’Unione Martin Pichler (nella foto) in occasione della recente Assemblea generale - si ripete ora da alcune settimane con i venti di crisi che agitano la Tunisia e l’Egitto. Si tratta di una seria sfida anche per le agenzie viaggi altoatesine”. Per le circa 60 agenzie viaggi della provincia di Bolzano, l’incontro annuale rappresenta da sempre un’importante occasione sia per ripercorrere un anno di attività che per valutare gli avvenimenti che hanno interessato il settore. “Questi momenti di crisi - prosegue Pichler - mostrano, una volta di più, che la consulenza offerta dalle agenzie locali riveste una grande importanza per chi vuole prenotare le proprie vacanze. All’altoatesino all’estero necessita, in questo frangente, un consulente diretto e personalizzato”. Le cosiddette Hotlines, spesso offerte in occasione delle prenotazioni su internet, nei momenti di crisi sono congestionate e quindi praticamente irraggiungibili. L’agenzia altoatesina, al contrario, si preoccupa immediatamente di fornire una soluzione tempestiva, rappresentando spesso un momento di sollievo per il turista all’estero, stressato dagli eventi, che riesce in questo modo a contattare una persona di fiducia. “Le agenzie rappresentano un importante punto di contatto tra gli organizzatori dei viaggi e i consumatori finali.”

hneuhauser@unione-bz.it

Aeroporto, importante infrastruttura In occasione dell’Assemblea, il direttore dell’aeroporto di Bolzano Mirko Kopfsguter ha riferito della situazione dell’infrastruttura. Nell’aeroporto, le agenzie viaggi vedono in particolare l’utilità del collegamento con Roma, utile punto di partenza per ulteriori viaggi verso la meta delle proprie ferie. Assai auspicabile sarebbe inoltre un collegamento con Francoforte. Ciò, tuttavia, può funzionare solo in collaborazione con Lufthansa e i partner Star-Alliance. Per quanto riguarda i voli charter sono ancora molte, e importanti, le decisioni da prendere per mantenere, anche in futuro, il flusso di turisti in arrivo nella nostra provincia. Senza il prolungamento della pista di decollo e atterraggio, le agenzie vedono per l’aeroporto cittadino un futuro di grande incertezza.


categorie www.unione-bz.it/commerciantiedili www.unione-bz.it/benzinai

Da sin. il presidente dei commercianti di materiali edili, Bernhard Hilpold e l’assessore provinciale all’innovazione Roberto Bizzo

Gerd Locher (a des.) succede ad Adolfo Schievenin

Commercianti di materiali edili

Il successo passa per la collaborazione e la sinergia Si è svolta nell’ambito dell’edizione 2011 della fiera KlimaHouse di Bolzano l’annuale Assemblea generale dei commercianti di materiali edili nell’Unione. L’incontro, coordinato dal presidente del gruppo Bern­ hard Hilpold (TopHaus Spa) ha registrato un’altissima adesione degli iscritti, presentatisi quasi al completo non solo per fare il bilancio dell’attività negli ultimi dodici mesi, ma anche per cogliere l’occasione di confrontarsi sulle tematiche e sui problemi della categoria insieme ai relatori Giuseppe Freri, presidente Federcomated - Ufemat, Paolo Beneggi, presidente Sercomated, e all’assessore provinciale all’innovazione Roberto Bizzo. “Dopo gli anni scorsi, caratterizzati da una forte recessione e da una congiuntura generalmente negativa - spiega il presidente Hilpold - la chiave del successo nel futuro è la collaborazione e la sinergia tra le aziende. Un obiettivo particolarmente importante visto l’incremento nel numero degli attori presenti in questo delicato settore e per raggiungere il quale siamo riusciti a mobilitare tutti i nostri partner, pubblici e privati, coinvolgendoli nella stesura delle linee guida per lo sviluppo dell’edilizia in Alto Adige, un documento che autoregola le aziende nei rapporti reciproci indicando altresì un modello virtuoso di cooperazione”. Appassionato, come sempre, anche l’intervento del presidente Federcomated - Ufemat Giuseppe Freri, che ha sottolineato l’eccellenza dell’Alto Adige invitando allo stesso tempo i presenti a non rinunciare alla strada

della collaborazione, sia tra imprese che con altri settori quali l’industria, che non deve essere vista come un nemico ma come un partner indispensabile.

Presentata nuova ricerca

La ricerca “I vantaggi del canale indiretto – La prospettiva del produttore, della rivendita e del cliente” realizzata dalla School of Management dell’Università Bocconi di Milano e presentata durante l’Assemblea, è disponibile sul portale internet dei commercianti edili nell’Unione alla voce • Documenti utili.

Gestori impianti stradali

19

Novità nell’Unione e un grazie Da gennaio è partita una ristrutturazione nell’Unione che riguarda anche le categorie dei gestori impianti stradali carburanti e dei liberi distributori. Entrambi i raggruppamenti, infatti, fanno ora parte della nuova area alimentari - ambiente - sicurezza. Quale persona di riferimento nell’Unione sarà a disposizione il capoarea Gerd Locher (T 0471 310 507, glocher@unione-bz.it). Un sentito ringraziamento per il suo impegno a favore dell’intera categoria dei benzinai va al nostro fidato collaboratore e per molti anni segretario di categoria Adolfo Schievenin.

Liberi distributori nell’Unione Giovanni Maria Gros è il nuovo vicepresidente dei liberi distributori nell’Unione, e diventa così il successore di Guerrino Rossetto, il quale, per molti anni, ha coordinato l’attività del gruppo insieme al presidente Richard Kompatscher

unionemagazine #3/11


VERONA

do, 20 marzo

LANA

sa, 09 aprile

ASOLO

do, 08 maggio

PUSTERTAL

do, 29 maggio

DOLOMITI

do, 12 giugno

PASSIRIA/MERANO do, 26 giugno

ALTA BADIA

Golf Trophy 2011

sa, 02 luglio

CASTELROTTO/ ALPE DI SIUSI do, 10 luglio

CAREZZA

do, 31 luglio

RENDENA

do, 07 agosto

FOLGARIA

sa, 20 agosto

PETERSBERG

do, 11 settembre

2011

FINALE GARDAGOLF sa, 15 ottobre

Giocare sui pi첫 bei green. La Cassa di Risparmio augura buon divertimento! Informazioni su www.caribz.it/golf Pi첫 Banca.

www.caribz.it

840 052 052


categorie www.unione-bz.it/giovani

Giovani nell’Unione

Workshop: come relazionarsi in maniera attuale e corretta I Giovani nell’Unione invitano ad un workshop davvero particolare: “Le forme di relazione attuali e corrette per il lavoro e la quotidianità”. Con la sua relazione, Harald Stauder, spiegherà ai partecipanti le regole sociali e formali che regolano la vita professionale e quella privata. Cos’è ancora attuale? Che cosa, invece, è ormai superato? La conferenza avrà luogo mercoledì 16 marzo dalle ore 19.00 alle 22.00 presso la sede di Bolzano dell’Unione. Iscrizioni entro il 10 marzo 2011 a giovani@unione-bz.it oppure T 0471 310 515 (quota di partecipazione 10 euro).

Giovani nell’Unione

21

Un “gelido” inizio di anno nuovo È con la visita ad un evento sportivo d’alta classe che i Giovani nell’Unione hanno dato inizio all’anno 2011. Insieme a Werner Frick, e sotto la guida di Jan Eric Cecchinato, coordinatore dei Giovani, la delegazione ha potuto gustare l’atmosfera unica della pista di pattinaggio di velocità del Renon, presso la quale oltre 3.000 tifosi altoatesini e stranieri si sono dati appuntamento per un avvenimento sportivo di livello internazionale. Su invito del comitato organizzatore di Renon, i giovani imprenditori hanno potuto gettare uno sguardo dietro le quinte, facendosi un chiaro quadro dell’enorme impegno e del grande interesse da parte dei media che un simile evento è capace di catalizzare: i Campionati Europei sono stati infatti trasmessi “live” da RAI sport, da ZDF e da un canale della pay-tv olandese. 80 i giornalisti accreditati provenienti da tutto il mondo, oltre 100 i volontari e circa 1.000 i sostenitori giunti dalla patria del pattinaggio di velocità - l’Olanda.

L’anello di ghiaccio del Renon, la pista di pattinaggio all’aperto più veloce del mondo situata a oltre 1.200 metri sul livello del mare e circondata dall’incantevole scenario delle Dolomiti

unionemagazine #3/11


MODULO

MODULO

MODULO

1/1 pagina ultima, 2a pagina 210 x 297 mm al vivo

1/1 pagina interna 210 x 297 mm al vivo

1/2 pagina verticale 86,25 x 252 mm

A

B

C

800 € 1.600 €

1.350 €

MODULO

MODULO

MODULO

1/2 pagina orizzontale 177 x 135 mm

1/3 pagina orizzontale 177 x 85,5 mm

1/4 pagina orizzontale 177 x 63 mm

D

E

F

800 €

550 €

360 €

MODULO

MODULO

MODULO

1/4 pagina verticale 86,25 x 126 mm

piè di pagina orizzontale 177 x 27 mm

quadrato 56 x 56 mm

G

H

360 €

260 €

I

300 €

unionemagazine: il posto giusto per i Vostri annunci www.unione-bz.it/pubblicita

Volete indirizzare il Vostro annuncio pubblicitario in maniera mirata alle aziende del settore commercio, servizi e gastronomia? Sia come inserzione pubblicitaria che articolo redazionale, daremo ai Vostri messaggi il posto che meritano all’interno di una rivista moderna e ricca di informazioni. I soci dell’Unione hanno diritto ad uno sconto del 30% su tutte le inserzioni! Contatto: Verena Andergassen, T 0471 310 309, vandergassen@unione-bz.it

unione commercio turismo servizi Alto Adige


hdsweiterbildung - FRÜHJAHR-SOMMER 2011 / unioneformazione - PRIMAVERA-ESTATE 2011

formazione

unione formazione PRIMAVERA-ESTATE 2011

www.unione-bz.it/opuscolo-corsi www.unione-bz.it/formazione

EDITORE: UNIONE COMMERCIO TURISMO SERVIZI ALTO ADIGE COOPERATIVA IN COLLABORAZIONE CON: ENTE BILATERALE DEL TERZIARIO (EbK)

HERAUSGEBER: HANDELS- UND DIENSTLEISTUNGSVERBAND SÜDTIROL GENOSSENSCHAFT IN ZUSAMMENARBEIT MIT: BILATERALE KÖRPERSCHAFT FÜR DEN TERTIÄRSEKTOR (EbK)

FRÜHJAHR-SOMMER 2011

hds weiterbildung

Dietro le quinte delle aziende

Croccante, succoso, colorato! Pubblicata la nuova brochure dei corsi di formazione dell’Unione. Con i suoi colori primaverili e l’offerta aggiornata dei corsi di formazione, la nuova brochure dell’Unione è da alcuni giorni disponibile per la consultazione. All’Unione sta particolarmente a cuore la sicurezza sul lavoro. I nostri esperti sono sempre in movimento in tutta la provincia per tenervi aggiornati in materia di sicurezza sul lavoro, protezione dagli incendi, primo soccorso, igiene degli alimenti, etichettatura e altri importanti tematiche. Torna anche l’offerta dei corsi organizzati dai nostri partner: dal project management alla vendita, dalla decorazione delle vetrine alle competenze linguistiche fino alle attività del tempo libero come il corso di cucina primaverile “Croccante, succoso, colorato”. Approfittate degli sconti per gli associati all’Unione. La brochure dei corsi è disponibile in tutti gli uffici dell’Unione e anche consultabile in internet. Il team della formazione nell’Unione Vi aspetta.

Durante le scorse settimane, molti studenti altoatesini hanno avuto la possibilità di conoscere le professioni del commercio e dei servizi in primissima persona (vedi anche l’articolo nella scorsa edizione). 50 aziende del settore commercio e servizi si sono messe a disposizione e hanno aperto le proprie porte ai giovani. In questa maniera i 170 ragazzi hanno avuto la possibilità di sperimentare un vero giorno di lavoro, di porre tutte le domande relative alla professione e di fare la conoscenza di un potenziale futuro datore di lavoro. Tutte le informazioni sono disponibili all’indirizzo www. unione-bz.it/dietrolequinte.

Per in fo r m az e pre notaz ioni ioni: M a rg T 047 it Mock. 1 310 3 2 3/ 3 mmo ck@ 24, www unione-bz .unio .it ne -b corsi z.it/

Alcuni eventi formativi tratti dall’attuale programma corsi dell’Unione Inizio FINE

G* MANIFESTAZIONE

TEMATICA

L**

LUOGO

RELATORE

CODICE KOOP2011-26

14.03.

01.04. 24 Vetrinistica e scenografia

Visual Merchandising

it

Bolzano

CTS Einaudi

23.03.

7 1 Time Management, efficienza personale

Segreteria e assistenza

it

Bolzano

Wifi

KOOP2011-8

24.03.

2 1 Formazione d'igiene

Igiene alimentare

it/ted Bolzano

Gerd Locher

EbK2011-21

4 1 Corso per addetti antincendio

Corso obbligatorio

it

Bolzano

Walter Depaoli

EbK2011-22

Corso obbligatorio

it

Merano

MC-System

EbK2011-23

31.03. 01.04. 16 1 Leadership e gestione del cambiamento

Leadership e motivazione

it

Bolzano

Wifi

KOOP2011-10

04.04. 15.04. 16 1 Visual Merchandising

Visual Merchandising

it

Bolzano

CTS Einaudi

KOOP2011-11

1

28.03. 29.03.

06.04. 2

RSPP

23

12.04.

1

Pronto soccorso

Corso obbligatorio

it

Merano

Croce Bianca

EbK2011-28

12.04.

2 1 Formazione d'igiene

Igiene alimentare

it

Bolzano

Gerd Locher

EbK2011-29

13.04.

7 1 Tecniche di comunicazione applicate alla vendita Vendita e negoziazione

it

Bolzano

CTS Einaudi

KOOP2011-14

* Giorni; 1 ore; ** Lingua

unionemagazine #3/11


Il titolare Norbert Nägele (2° da sin.), il fiduciario comunale dell’Unione Joachim Tauber, il sindaco Ulrich Gamper, Peter Kirchlechner dell’Unione e la fiduciaria comunale dell’Unione di Parcines Inge Schnitzer

Nägele - Molto più delle sole bevande

24

Il produttore di bevande Nägele di Lagundo è, da decenni, attivo nel mandamento del Burgraviato e non solo. Puntando ad uno sviluppo aziendale orientato al futuro, la famiglia Nägele ha ora deciso di allestire, a fianco dell’impresa, il più grande negozio al dettaglio di bevande dell’Alto Adige. I lavori si sono conclusi a metà gennaio: nell’ambito di una cerimonia semplice ma festosa, la

nuova attività è stata presentata al pubblico. Ai presenti è stato possibile gettare uno sguardo dietro le quinte di un’azienda efficiente, ma soprattutto cordiale verso la clientela. L’assortimento del negozio va oltre la sola gamma di prodotti firmati Nägele e offre anche specialità gastronomiche e vini. All’azienda e ai suoi titolari l’Unione porge i migliori auguri di un grande successo!

ROL SMS:

messaggi mobili per il vostro business Per tutti noi, il cellulare è un fido accompagnatore nella vita di tutti i giorni. Sempre a portata di mano, serve ormai a molto di più che a telefonare. Perché dunque non usare la telefonia mobile come strumento di marketing? Le soluzioni SMS di Raiffeisen OnLine permettono di rivolgere messaggi diretti e personalizzati a clienti e utenti. Con ROL SMS inviate i vostri messaggi da un’interfaccia web verso le reti mobili, senza bisogno di digitare sulla tastiera del cellulare. ROL SMS permette di spedire messaggi extra large,

di comporre un SMS e predisporlo per la spedizione differita, programmandone la data e l’ora dell’invio, di salvare bozze e di creare modelli per comunicazioni ricorrenti. Grazie alla funzione dell’invio massivo, potrete spedire a un gruppo di contatti lo stesso messaggio, personalizzato con nome e appellativo del destinatario. Con ROL SMS, è perfino possibile effettuare un sondaggio attraverso il cellulare. Le risposte pervenute verranno elaborate in automatico dal sistema, e poi visualizzate nella vostra area personale.

Benvenuti a Ferrara “Portare l’Alto Adige direttamente nel salotto della città di Ferrara”: questo l’obiettivo per il prossimo autunno dell’agenzia Events.st e di EOS. Dopo due manifestazioni di prova a Caorle e Fano nel corso dell’anno passato, partirà in autunno la prima edizione ufficiale di “Alto Adige in piazza”. Dal 14 al 16 ottobre, la piazza principale di Ferrara si trasformerà in un paese nel quale i produttori, le aziende, le zone turistiche e gli artigiani dell’Alto Adige mostreranno i propri prodotti e servizi. Iscrizioni entro il 21 marzo 2011 a 0471 631 119, Events.st.

Per provare ROL SMS gratuitamente fino al 31 marzo 2011, diventa fan di ROL: www.facebook.com/RaiffeisenOnLine.

La vostra banda musicale deve comunicare urgentemente un appuntamento ai propri componenti? Avete uno studio dentistico e desiderate ricordare sistematicamente le date delle visite ai vostri pazienti? La vostra biblioteca comunale sta cercando uno strumento pratico ed economico per segnalare ai propri utenti i libri in scadenza? ROL SMS si presta a questi e a tanti altri tipi di utilizzo, ed è più conveniente della messaggistica SMS tradizionale.

Per saperne di più, chiamate il numero 800 031 031, oppure venite su www.ROLsms. it. Se avete un “telefonino intelligente”, basta leggere il codice per collegarvi al sito.

unionemagazine #3/11


aziende informano

Da sin. Johann Fleischmann, il presidente mandamentale Dietmar Spechtenhauser, l’assessore provinciale Thomas Widmann e la fiduciaria comunale Gerlinde Götsch

PR – LA CASSA DI RISPARMIO DI BOLZANO INFORMA

La sicurezza innanzitutto Proteggersi oggi dalle molteplici insidie che possono turbarci la vita

Riapre un negozio del commercio di vicinato!

Cassa di Risparmio di Bolzano e il suo partner Itas Assicurazioni propongono alcune soluzioni mirate anche a chi lavora in proprio ed a chi ha una propria attività commerciale.

25

Dopo che, nei primi mesi del 2009, l’hotel Thairmühle e Infortuni e malattia l’annesso negozio di alimentari della famiglia Fleischmann fu- Cassa di Risparmio e Itas hanno sviluppato una copertura che rono distrutti da un grave incendio, torna ora un buon motivo protegge l’assicurato fornendo una serie di prestazioni in caso di per festeggiare: in presenza di molti ospiti d’onore - tra i quali infortunio o malattia, quali ad esempio: anche l’assessore provinciale al commercio Thomas Widmann, - diaria giornaliera per ricoveri da infortunio e malattia, l’assessore provinciale alla sanità Richard Theiner, il consigliere - rimborso spese mediche fino a 50.000 euro a seguito di infortunio, provinciale Josef Noggler e il sindaco Georg Altstätter - si è tenuta - sostegno economico per i costi dovuti a visite specialistiche, tratla festosa riapertura del rinnovato negozio con annesso bar. tamenti rieducativi e di fisioterapia dovuti all’infortunio, con il Per conto dell’Unione erano presenti la fiduciaria comunale di rimborso di tutte le spese non riconosciute dal Servizio Sanitario Martello, Gerlinde Götsch, il presidente mandamentale Dietmar Nazionale. Spechtenhauser e Dietmar Reich, i quali hanno rivolto ai titolari Ma i veri punti di forza di questa polizza, anche rispetto a quanto i loro migliori auguri. offerto dalla concorrenza, sono: - diaria giornaliera raddoppiata nel caso di ricovero all’estero, - garanzia estesa anche al parto, - in caso di invalidità permanente, Itas ricorre per il calcolo dell’invalidità alle tabelle Inail (Istituto nazionale per l’assicurazione contro gli infortuni sul lavoro) più vantaggiose rispetto a quelle Ania (Associazione nazionale fra le imprese assicuratrici), - all’indennità per invalidità permanente viene applicata una franchigia fissa del 3 per cento che si annulla nel caso di invalidità permanente superiore al 20 per cento, - se a causa di un’invalidità permanente superiore al 25 per cento, l’assicurato è costretto a ricorrere a collaborazioni domestiche, la polizza garantisce il rimborso delle spese sostenute nei primi 6 mesi, fino ad un massimo di 3.000 euro, - la polizza contempla un’ulteriore indennità riservata ai figli minori, nel caso in cui muoia il coniuge insieme all’assicurato, a causa dello stesso infortunio.

Tanti auguri per gli 80 anni!

Josef Gatterer, di Chienes, ha festeggiato recentemente il suo ottantesimo compleanno. Diventano così ben 65 gli anni di attività lavorativa del commerciante presso il Kaufhaus Gatterer. A nome dell’intera Unione, la fiduciaria comunale Heidi Gatterer ha porto al festeggiato i migliori auguri di buon compleanno e di un futuro all’insegna della salute e delle soddisfazioni professionali

La polizza incendio e altri eventi Questa è una polizza collettiva a primo rischio assoluto ed a premio unico anticipato. Punto di forza di questa polizza è la forma a primo rischio: i danni vengono risarciti totalmente fino all’ammontare della somma assicurata, indipendentemente dal valore che il fabbricato aveva al momento del sinistro.

unionemagazine #3/11


consulenza legale www.unione-bz.it/legge

Chi risponde per i danni

da prodotti difettosi? Responsabilità del produttore

26 Le prescrizioni per produttore, venditore e consumatore

La lavatrice difettosa che perde acqua e causa un danno patrimoniale al proprietario, il frullatore difettoso che ferisce la casalinga, la bottiglia contenente una bevanda gassata che esplode nelle mani del consumatore: chi risponde per i danni da prodotti difettosi? Il produttore non è il solo responsabile per il danno cagionato da un prodotto difettoso: sono infatti responsabili anche il fabbricante del prodotto finito o di un suo componente e il produttore della materia prima. Quando però il produttore non può essere individuato, responsabile sarà il fornitore che abbia distribuito il prodotto nell’esercizio commerciale, nel caso ometta di comunicare al danneggiato, entro il termine di tre mesi dalla richiesta, l’identità e il domicilio del produttore o della persona che gli ha fornito il prodotto.

unionemagazine #3/11

In alcuni casi la responsabilità del produttore può essere esclusa: • se il produttore non ha messo il prodotto in circolazione, • se il difetto che ha cagionato il danno non esisteva quando il produttore ha messo il prodotto in circolazione, • se il produttore non ha fabbricato il prodotto per la vendita o per qualsiasi altra forma di distribuzione a titolo oneroso, • se il difetto è dovuto alla conformità del prodotto a una norma giuridica imperativa o a un provvedimento vincolante, • se lo stato delle conoscenze scientifiche e tecniche, al momento della messa in circolazione del prodotto, non permetteva ancora di considerare il prodotto come difettoso, • nel caso del produttore o fornitore di una parte componente o di una materia prima, se il difetto è interamente dovuto alla concezione del prodotto in cui è stata incorporata la parte alla conformità di questa alle istruzioni date dal produttore che l’ha utilizzata. Per il produttore, chiamarsi fuori dalla responsabilità è, nella maggior parte dei casi, quasi impossibile. Bisogna perciò che egli si accerti in prima persona della sicurezza del prodotto che sta per immettere sul mercato, adottando certe precauzioni: • prestare attenzione alle normative comunitarie del settore di sicurezza nella categoria merceologica ed alle norme del paese dove viene commercializzato il prodotto, • nominare un soggetto che si occupi della sicurezza dei prodotti immessi nel commercio, • stipulare un’assicurazione sulla responsabilità civile per danno da prodotto difettoso,

provvedere alla presentazione del prodotto, alla sua etichettatura, alle eventuali avvertenze ed istruzioni per il suo uso e la sua eliminazione, • elencare le categorie di consumatori che si trovano a rischio nell’utilizzazione del prodotto, in particolari dei minori e degli anziani, • allegare una descrizione dei provvedimenti adottati per prevenire i rischi per i consumatori. ... e il consumatore?

Il consumatore, invece, deve utilizzare il prodotto unicamente per l’uso previsto. Spetta in ogni caso al consumatore danneggiato l’onere di provare il difetto e il fatto che il danno non derivi da un uso improprio del prodotto. Il diritto al risarcimento si prescrive in tre anni dal giorno in cui il danneggiato ha avuto o avrebbe dovuto avere conoscenza del danno, del difetto e dell’identità del responsabile. Il consumatore danneggiato decade però dal diritto al risarcimento per i danni causati dalla lavatrice difettosa che gli rovina il parquet se sono trascorsi 10 anni dal giorno in cui il produttore ha messo in circolazione tale prodotto.

Renate Ennemoser, consulenza legale, T 0471 310 422, rennemoser@unione-bz.it


La consulenza legale a sostegno degli associati

La mediazione civile e commerciale Obbligatoria dal 20 marzo 2011? La mediazione è l’attività professionale svolta da un terzo imparziale e finalizzata ad assistere due o più soggetti sia nella ricerca di un accordo amichevole per la composizione di una controversia, sia nella formulazione di una proposta per la risoluzione della stessa. La mediazione può essere: - facoltativa, e cioè scelta dalle parti, - obbligatoria, quando per poter procedere davanti al giudice, le parti debbono aver tentato senza successo la mediazione. Dal 20 marzo 2011 la mediazione sarà obbligatoria nei casi di una controversia in materia di: condominio, diritti reali, divisione, successioni ereditarie, patti di famiglia, locazione, comodato, affitto di aziende, risarcimento del danno derivante dalla circolazione di veicoli e natanti, da responsabilità medica e da diffamazione a mezzo stampa o con altro mezzo di pubblicità, contratti assicurativi, bancari e finanziari. Sembra tuttavia farsi strada l’ipotesi di un rinvio di un anno dell’obbligatorietà della mediazione per le liti in materia al condominio e sinistri stradali. cpezzi@unione-bz.it

La consulenza legale dell’Unione offre alle case mandanti un servizio qualificato di contrattualistica e consulenza che, grazie alla fruttuosa esperienza raccolta sul campo, verrà ora esteso all’assistenza stragiudiziale degli imprenditori nella composizione delle vertenze insorte con i propri agenti di commercio. Al fine di evitare inutili e lunghi iter processuali e di consentire alle parti una definizione satisfattiva per entrambi, l’Unione ha infatti costituito, in sede sindacale, una Commissione paritetica territoriale di conciliazione ed un Collegio arbitrale.

Avv. Chiara Pezzi, consulenza legale, T 0471 310 558, cpezzi@unione-bz.it

27

Contratto di agenzia • Patto di non concorrenza: la Cassazione si è recentemente pronunciata sull’art. 1751-bis c.c., ribadendo che il patto di non concorrenza post-contrattuale può ritenersi operante solo per la medesima zona e clientela per la quale era stato concluso il contratto di agenzia, mentre deve ritenersi nullo per la parte eccedente. • Rinuncia al preavviso: la casa mandante può rifiutare il preavviso all’agente che recede dal contratto di agenzia, purché lo renda noto entro 30 giorni dal ricevimento

della comunicazione di recesso. Lo stabiliscono gli accordi economici collettivi di settore. • Esclusiva: garantisce all’agente il diritto alla provvigione su tutti gli affari diretti ed indiretti andati a buon fine nella zona di sua competenza. Essendo un elemento naturale del contratto, sussiste ogni qualvolta le parti non la escludano espressamente. cpezzi@unione-bz.it

unionenews

la newsletter settimanale dell’Unione

www.unione-bz.it/unionenews Settimana per settimana tutte le informazioni di attualità dall’Unione, le novità sulle tendenze dei settori commercio e servizi, economia e ambiente, riunite in un unico documento. L’iscrizione è gratuita: www.unione-bz.it/unionenews

unionemagazine #3/11


consulenza aziendale www.unione-bz.it/consulenza www.unione-bz.it/terfidi

Le novità della Cooperativa di garanzia Terfidi Come si ottiene una garanzia di finanziamento

Rivisti i criteri di incentivazione: servizio di consulenza dell’Unione

28

I criteri di incentivazione relativi alla legge provinciale n. 4/1997 sono stati rivisti e modificati nonché estesi al settore del turismo. Ecco le principali novità: - Il capo III “Interventi a favore degli investimenti ecologico-ambientali” è stato interamente cancellato dalle direttive. - Per i broker assicurativi non sono previste incentivazioni per investimenti in beni immobili. - Sono stati modificati i limiti d’investimento. - Per interventi di internazionalizzazione, aggiornamento e consulenza come per gli investimenti aziendali si potrà presentare un’unica domanda di contributo all’anno. - Nelle iniziative di formazione e aggiornamento le spese di viaggio, vitto e alloggio dei partecipanti non sono più ammesse a contributo. - Non sono previsti contributi per le imprese fondate da lavoratori licenziati. - La realizzazione e revisione di siti in internet non sono più ammessi a contributo, nemmeno per le nuove imprese. - I viaggi di delegazioni non vengono più incentivati.

La cooperativa di garanzia commercio, turismo, servizi della provincia di Bolzano ha concluso una convenzione anche con la Cassa Rurale Centrofiemme - Cavalese. Questo vuol dire che, d’ora in poi è possibile ottenere una richiesta di garanzia oltre che da Banca Sella Nord Est Bovio Calderari, Cassa Centrale Raiffeisen, Casse Rurali dell’Alto Adige, Banca di Trento e Bolzano, Banca Popolare, Cassa di Risparmio, Mediocredito Trentino - Alto Adige anche dalla Cassa Rurale Centrofiemme – Cavalese.

Attività esistenti

- modulo di richiesta - visura camerale - bilanci relativi agli ultimi tre esercizi e bilancio di verifica c.a. - dichiarazione dei redditi ultimo esercizio - D.U.R.C. attuale o prospetto contabile del debito Inps verso dipendenti relativo agli ultimi 6 mesi Ricordiamo che la Terfidi garantisce il 50 - D.U.R.C. o prospetto Inps (lettera azzurra) per cento del finanziamento fino ad un dei quattro pagamenti fissi riguardanti il importo massimo di: 150.000 euro per le titolare e i soci operazioni ordinarie di durata annuale e - liquidazione Iva ultimi 6 mesi di 300.000 euro per le operazioni a rien- - copia di tutti gli F24 ultimi 6 mesi e rispettitro (mutui, prestiti rateali ecc.) ve quietanze di pagamento Alla riunione del Comitato esecutivo, che - descrizione motivo richiesta si ritrova una volta al mese, viene discus- - codice fiscale e documento di riconoscisa e decisa la richiesta di adesione come mento dei garanti anche la richiesta di garanzia. - delibera banca I costi equivalgono a 154,92 euro una tan­- tum (103,28 euro quota sociale e 51,64 euro tassa di ammissione), 2,5 per cento cauzione sull’intero affidamento, 0,25 per cento diritto di segreteria, sempre sull’intero affidamento. Come commissione per l’istruttoria della pratica si calcolano 77,46 euro al momen-

Attività nuove

- modulo di richiesta - visura camerale - businessplan - descrizione dettagliata attività - descrizione motivo richiesta - ev. bilancio di verifica - documento di riconoscimento dei garanti - delibera Per ulteriori informazioni: Alessandra Mezzanato, T 0471 310 408, amezzanato@unione-bz.it.

Liane Cittadini, consulenza aziendale, T 0471 310 561, lcittadini@unione-bz.it, www.unione-bz.it/ contributi

ettive ella le dir d Tutte tuazione bili all’at consulta e iv t rela sono ativa rnet alla i norm e in int me e legg nor • e voc unionemagazine #3/11

to della presentazione della domanda più 129,12 euro in caso di esito favorevole. La documentazione da allegare si distingue tra:


consulenza fiscale www.unione-bz.it/fiscale

La Finanziaria 2011 Le principali novità di carattere fiscale È stata pubblicata in Gazzetta Ufficiale la legge 13 dicembre Detassazione dei “premi di produttività” (art. 1, comma 47) 2010, n. 220, contenente la Finanziaria 2011, c.d. “Legge di stabilità È prorogata per l’anno 2011 l’agevolazione consistente nell’assogget2011”. Il testo prevede un limitato contenuto di disposizioni fisca- tamento all’imposta sostitutiva dell’Irpef e delle relative addizionali, li, in quanto le principali misure economico/finanziarie sono state pari al 10 per cento, delle somme erogate dal 1° gennaio al 31 diceminserite nel decreto legge n. 78/2010, contenente la c.d. “Manovra bre 2011, a titolo di “premi di produttività”. Condizioni: correttiva” (DL 31 maggio 2010, n. 78). - importo massimo complessivo lordo di 6.000 euro, - lavoratori dipendenti del settore privato con reddito 2010 da lavoro dipendente non superiore ad 40.000 euro, al lordo delle somme asLeasing immobiliare e imposte indirette (art. 1, commi 15 e 16) Dal 2011 sono dovute in misura integrale le imposte ipotecarie e ca- soggettate nel 2010 ad imposta sostitutiva, tastali in caso di acquisto di immobili, anche da costruire o in corso - sgravio dei contributi dovuti, sia per il lavoratore che per il datore di lavoro su un importo massimo annuale pari al 5 per cento della di costruzione, da parte di imprese di locazione finanziaria, banche retribuzione percepita dal lavoratore, con riferimento alle somme ed intermediari finanziari autorizzati, da concedere in leasing. erogate a titolo di premio di produttività, L’utilizzatore è solidamente responsabile con la società di leasing per il pagamento delle imposte dovute a seguito del trasferimento - detassazione, ai fini Irpef e addizionali, del trattamento economico accessorio per il personale del comparto sicurezza, difesa e soccordel bene dal fornitore alla società. so pubblico con reddito 2010 non superiore a 35.000 euro. All’atto della cessione dell’immobile concesso in leasing, a seguito del riscatto da parte dell’utilizzatore, le imposte di registro, ipotecarie e catastali sono dovute in misura fissa. Detrazione 55 per cento (art. 1, comma 48) Non è più obbligatorio registrare un contratto di locazione finanzia- È prorogata al 2011 la detrazione del 55 per cento prevista per la ria avente ad oggetto un immobile, salvo in caso d’uso o per volontà riqualificazione energetica degli edifici. delle parti, anche per atto pubblico o scrittura privata autenticata. In questo caso si applicherà l’imposta di registro fissa. Attenzione: la detrazione spettante potrà essere fruita in 10 rate annuali, anziché in 5. Attenzione: Per i contratti di leasing in essere alla data del 1° gennaio 2011 è previsto il versamento in un’unica soluzione di Giochi (art. 1, commi da 64 a 82) un’imposta sostitutiva delle imposte ipotecarie e catastali entro L’obiettivo consiste nel contrastare il gioco gestito e praticato in foril 31 marzo 2011, mediante i servizi telematici dell’Agenzia delle me, modalità e termini diversi da quelli propri del gioco lecito e sicuentrate. ro, nella tutela dei consumatori (in particolare minorenni), nella lotta contro il gioco minorile, e nel contrastare le infiltrazioni della criminalità organizzata. Allo stesso tempo si cerca di garantire maggiore Attività di accertamento e aumento delle sanzioni ridotte effettività al principio di lealtà fiscale recuperando base imponibile e (art. 1, commi da 17 a 22) L’attività di controllo delle dichiarazioni spetta all’Ufficio te- gettito a fronte di fenomeni di elusione ed evasione fiscali. nendo conto di specifiche analisi del rischio di evasione. L’accertamento parziale è ammesso anche sulla base di dati e infor- Regime Iva cessione immobili uso abitativo (art. 1, comma 86) mazioni acquisiti con inviti a comparire, richieste di documenti Dal 1° gennaio 2011 le cessioni di fabbricati (o porzioni) abitativi e compilazione di questionari. È previsto un aumento delle san- effettuate dalle imprese costruttrici o dalle imprese che hanno esezioni ridotte dovute dal contribuente per chiudere la partita con guito, anche tramite imprese appaltatrici, interventi di restauro e di il Fisco (sia derivanti da ravvedimento operoso che da conten- risanamento, ristrutturazione edilizia ed urbanistica, sono considezioso). rate esenti a partire dal 5° anno dalla data di ultimazione dei lavori, anziché dal 4° come previsto in precedenza. Soppressione aumento contributivo 0,09 per cento Il testo integrale è disponibile in internet (• news). (art. 1, comma 39) Dal 1° gennaio 2011 è abrogato l’aumento dello 0,09 per cento delle aliquote contributive per i lavoratori dipendenti, artigiani/commerElena Mosna, cianti, coltivatori diretti e iscritti alla Gestione separata Inps, previconsulenza fiscale, T 0471 310 406, sto dal comma 10 dell’art. 1, legge n. 247/2007.

29

emosna@unione-bz.it

unionemagazine #3/11


lavoro www.unione-bz.it/lavoro

Revisione della direttiva comunitaria

sull’orario di lavoro

30

Seconda fase di consultazione delle parti sociali a livello europeo. Secondo l’Unione europea, l’attuale direttiva comunitaria relativa agli orari di lavoro deve essere urgentemente rielaborata. Il motivo è che non offrirebbe effettiva tutela per la salute e la sicurezza dei lavoratori, non lasciando inoltre sufficiente flessibilità

nell’organizzazione degli orari di lavoro, sia da parte del datore di lavoro che del dipendente. A ciò la Commissione aggiunge il fatto che la legislazione non sarebbe più aggiornata a causa dei cambiamenti degli assetti economico-lavorativi e quindi nuove esigenze legate ai nuovi modelli organizzativi, economici e tecnologici.Sulla

base delle esigenze sopra indicate, la Commissione ha presentato alle parti sociali una serie di questioni quali il trattamento del cosiddetto “on-call time”, i periodi di riposo compensativo, la conciliazione tra vita privata e lavoro e i limiti alle deroghe per i lavoratori autonomi. EuroCommerce, in qualità di rappresentante dei datori di lavoro del settore del commercio e del terziario a livello comunitario, con la collaborazione delle associazioni datoriali nazionali, ha posto l’accento sulla necessità di una modifica dell’attuale direttiva. In internet (• News) è disponibile un documento esaustivo con la presa di posizione di EuroCommerce e il piano di variazioni pianificato dalla Commissione articolato in diversi punti.

apetrera@unione-bz.it

Horizon, il partner migliore per il tuo business. Horizon, la tua azienda di servizi per il business. La nostra missione? Prenderci cura del cliente! I nostri valori? Qualità, rapidità, responsabilità, trasparenza e soprattutto consulenza. E l’attenzione all’ambiente? È una spinta contagiosa, che mettiamo in alto con entusiasmo! E poi? Siamo Canon business center dell’Alto Adige e software partner

unionemagazine #3/11

.


info attualità Attenzione alle truffe con la carta di credito

STOP

alla fastidiosa pubblicità telefonica Basta telefonate promozionali indesiderate: il decreto del presidente della Repubblica del 7 settembre 2010, n. 178, prevede l’istituzione di un registro in cui possono iscriversi tutti gli abbonati che non desiderino ricevere telefonate promozionali. Il cosiddetto “Registro delle opposizioni“, detto anche Lista Robinson, è attivo dal 1° febbraio 2011 ed è gestito dalla “Fondazione Bordoni”. La registrazione, qualsiasi modifica o cancellazione sono gratuiti e possono avvenire in vari modi: telefonicamente, per posta elettronica, fax, lettera raccomandata o compilazione del relativo modulo sul sito internet.

L’Unione segnala il verificarsi di truffe telefoniche con le carte di credito. Entrato in qualche modo in possesso del numero di serie della carta, il truffatore, spacciandosi per operatore della società che ha emesso il documento, contatta telefonicamente il titolare, chiedendo la conferma di alcuni dati personali di libero accesso (nome, indirizzo, etc.). L’obiettivo è quello di ottenere la fiducia dell’interlocutore, al quale infine chiederà di comunicare il codice di sicurezza di tre cifre riportato sul retro della carta di credito. Ottenuto quello, il truffatore sarà in grado di eseguire qualsiasi pagamento utilizzando la carta in questione. Nel caso in cui si ricevesse una simile chiamata, l’Unione consiglia di non comunicare in alcun caso i dati di sicurezza rivolgendosi invece direttamente alla banca o alla società emittente della carta di credito.

31

Chi può registrarsi? Tutti coloro il cui numero privato o professionale (fisso o di cellulare) appaia in un elenco telefonico pubblico (ad. es. Pagine gialle o bianche). Come avviene la registrazione? Con la registrazione telefonica viene registrato esclusivamente il numero dal quale si chiama. Alla lettera di registrazione tramite posta o fax occorre allegare copia della carta d’identità. Vanno invece in ogni caso indicati il numero di telefono ed alcuni dati anagrafici (nome, cognome, data e luogo di nascita, codice fiscale). L’abbonato avrà una conferma dell’avvenuta registrazione e gli verrà assegnato un codice Pin a cinque cifre con il quale potrà modificare o addirittura cancellare i dati registrati.

Fax/e-mail (SPAM): La suddetta disposizione non si applica purtroppo alle registrazioni via fax o per posta elettronica. Per questi mezzi di comunicazione vale il vecchio regolamento che prevede che il mittente richieda il consenso per ulteriori contatti all’atto del primo contatto. Contatto: www.registrodelleopposizioni.it, numero verde 800 265 265, F 06 5424 822, abbonati.rpo@fub.it. Indirizzo: Gestore registro pubblico delle opposizioni – abbonati, Ufficio Roma Nomentano, Casella postale 7212, 00162 Roma.

Albo dei gestori ambientali: Obbligo d’iscrizione – l’Unione aiuta www.unione-bz.it/prevenzione

Tutte le aziende che trasportano i propri rifiuti devono iscriversi all’Albo nazionale dei gestori ambientali, indipendentemente dalla loro attività. L’Unione Vi sostiene con impegno in questa materia: compilazione di formulari, ricerca dei giusti codici dei rifiuti, controllo di dati e presentazione dei documenti alla Camera di commercio. Contatto: ddemichiel@unione-bz.it, T 0471 310 513 oppure presso le sedi mandamentali.

unionemagazine #3/11


Premi im media

10x

20x

www.caribz.it

840 052 052

PiĂš Banca.

Wellness-Voucher 250 â‚Ź

Immagini puramente indicative

Comunicazione pubblicitaria con finalitĂ promozionale. Perr le condizioni contrattuali ed economiche consultare i fogli informativi presso le filiali e su www.caribz.itt

o t n o C a l l e d l a t s i Cr i d a s s a C o i m r a p s i R

a l o r a p a s s a i a p P p o d d a e ... r taggi! i van vinc a d i r t l a ti ed ere

15x

unione magazine 3/11 - “Luci spente - un forte segnale”  

Rivista dell’Unione commercio turismo servizi Alto Adige