Page 1

l e

s t a g i o n i

d e l l o

s t i l e

e

d e l

g u s t o

i t a l i a n o

| w i n t e r

2 0 1 7

-

2 0 1 8

PEOPLE

Chiara Rostagno Eike Schmidt

ITINERARIES

Winter tours

EVENTS

Teatro alla Scala Open Day Carnival of Viareggio

WINTER TIME


CALIBER RM 07-01 LIMITED EDITION JADE

RICHARD MILLE BOUTIQUE MILANO Via Della Spiga 17 20121 Milan - +39 02 87 22 12 75 www.richardmille.com


WINTEREDITORIAL Firenze - Milano

Patrizio Cipollini

Mauro Governato

TRA ARTE E BELLEZZA Patrizio Cipollini and Mauro Governato, General Managers Four Seasons Hotel Firenze and Milano

Natale e arte, un binomio che unisce la tradizione e la festa per ogni età allo stile e alla storia. Seasonings Italia arriva ad uno degli eventi più amati dell’anno seguendo proprio il filo di quadri, sculture e capolavori raccontati da chi li custodisce ed esalta ogni giorno, ovvero Chiara Rostagno, direttrice del Museo del Cenacolo di Milano, e Eike Schmidt, direttore delle Gallerie degli Uffizi a Firenze. E non c’è Natale senza musica, divertimento e, soprattutto, albero addobbato ed allora ecco Vannino Vannucci, titolare del più importante vivaio d’Europa, che racconta ai nostri ospiti come nasce l’abete portato al Four Seasons Hotel Firenze. La musica invece è quella dell’Andrea Chénier e quindi dell’overture del Teatro alla Scala di Milano, che ogni anno a dicembre apre la sua stagione di concerti. Il divertimento ha la forma allegorica di un carro del Carnevale di Viareggio che, portato nel giardino del nostro hotel di Firenze, crea un legame diretto con le feste di febbraio e con una delle tradizioni più conosciute della Toscana. Per sfruttare al meglio i giorni delle festività c’è poi un ricco calendario di appuntamenti sia per il 25 dicembre che per Capodanno, oltre a quello dei nostri eventi, come The Reds & The White o le serate musicali. Infine non possono mancare i regali, magari sotto forma di evento per bambini o, per gli adulti, di trattamento o prodotto delle nostre due spa.

Christmas and art, the combination of tradition, festivities, style and history. Seasonings Italia reaches the most beloved time of the year by following the trail of art left by the paintings, sculptures and masterworks described by those who watch over them every day: Chiara Rostagno, director of the Cenacolo Museum of Milan, and Eike Schmidt, director of Florence’s Uffizi Galleries. And, of course, Christmas isn’t Christmas without music, entertainment and, above all, a Christmas tree. So, here comes Vannino Vannucci, the owner of Europe’s largest nursery, who tells our guests all about the tree brought to Four Seasons Hotel Firenze. Instead, music is brought to us by Andrea Chénier and Milan’s Teatro alla Scala, which every year opens its traditional opera and concert season in December. Entertainment comes also in the shape of a float from the Carnival of Viareggio which, brought into our Florence hotel’s garden, allows our guests to jump straight into the February Carnival celebrations, one of Tuscany’s most popular traditions. And to help our guests make the most of the festive season, Four Seasons offers a rich program of events for both December 25 and New Year’s Eve, in addition to our usual winter entertainment, such as The Reds & The White, and our weekly live music nights. And again, Christmas isn’t Christmas without gifts, so take your pick of our fun children’s activities or Spa treatments and products.

5


WINTERCONTENTS

INTERVIEWS

DESTINATIONS

18

10

NEL CENACOLO

TOP NOTES

Chiara Rostagno. Una visita eccezionale in un luogo unico

Tutti gli appuntamenti imperdibili a Firenze e Milano

The extraordinary visit of a unique place

All the must-see events in Florence and Milan

22

26

SCRIGNI Eike Schmidt racconta la bellezza delle Gallerie degli Uffizi Eike Schmidt introduces us to the beauty of the Uffizi Galleries

LA STAGIONE MENEGHINA La kermesse del Teatro alla Scala quest’anno brilla più che mai This year La Scala’s events calendar is more sparkling than ever EVENTS

40 C’È UN ORSO IN GIARDINO! Marialina Marcucci. E il Carnevale di Viareggio arriva a Firenze And the Carnival of Viareggio comes to Florence

28 TÈ E CHAMPAGNE Natale e Capodanno (non solo) all’italiana Italian-style Christmas and New Year’s Eve (and much more)

42

38

A LEZIONE DI NATURA

PORTE APERTE ALLA SOLIDARIETÀ

Vannino Vannucci ci apre le porte del suo verde mondo di meraviglia

L’Open Day del 17 dicembre per assistere i bambini di Livorno

Vannino Vannucci opens the gates to his verdant wonderland

December 17th, Open Day to help children in Livorno


WINTERCONTENTS

54

60

THE REDS AND THE WHITE

FUGA NELLO SHOPPING

Quando i grandi vini toscani incontrano sua maestà tartufo When great Tuscan wines meet His Majesty the Truffle

56 UNA LOCATION SPECIALE A Milano anche gli eventi business si trasformano in serate indimenticabili In Milan even business events can be an unforgettable experience

La nuova experience per gli amanti delle firme più esclusive The new experience for fans of the most exclusive brands FOOD & WINE

44 NATALE E CAPODANNO AI FOUR SEASONS HOTEL I menu delle festività a Firenze e Milano The holiday menus in Firenze and Milano

58 DRINK & MUSIC The Cocktail Journey, sorseggiando tra le sette note all’Atrium Bar A Cocktail Journey through the seven notes at the Atrium Bar

59 NATALE A MISURA DI BAMBINO A Firenze, per i più piccoli, un calendario ricco di attività e sorprese In Florence, a rich program of activities and surprises for the little ones

52 MOMENTI UNICI Le idee regalo gourmet firmate Four Seasons Hotel Italia Gourmet gift ideas by Four Seasons Hotel Italia BEAUTY & WELLNESS

62 REGALARE UNA COCCOLA I pacchetti wellness delle Spa di Four Seasons Hotel Italia Spa wellness packages at Four Seasons Hotel Italy


WINTERCULTURE Firenze - Milano

TOP NOTES

Tutti gli appuntamenti imperdibili a Firenze e Milano All the must-see events in Florence and Milan Milano e Firenze come non le avete mai viste. Un dialogo ininterrotto tra cultura e spettacolo per questo inverno Made in Italy. FIRENZE ARTE Quando l’antico e il moderno si incontrano, il risultato generato è un mix di connessioni contemporanee che si riflettono su un ventaglio di proposte culturali uniche nel loro genere. Ombelico dell’arte in città è sicuramente Palazzo Strozzi. Fino a domenica 21 gennaio, Il Cinquecento a Firenze. Tra Michelangelo, Pontormo e Giambologna, una straordinaria mostra dedicata all’arte del Cinquecento a Firenze che mette in dialogo oltre settanta opere di artisti come Michelangelo, Bronzino, Giorgio Vasari, Rosso Fiorentino, Pontormo, Santi di Tito, Giambologna, Bartolomeo Ammannati. Nel Centro di Cultura Contemporanea Strozzina, sempre fino al 21 gennaio, un focus che celebra la straordinaria stagione creativa fiorentina del movimento radicale tra gli anni Sessanta e Settanta del Novecento. Utopie Radicali. Oltre l’architettura: Firenze 1966-1976. Agli Uffizi fino al 7 gennaio I volti della Riforma. A Palazzo Medici Riccardi, Made in New York: Keith Haring fino al 6 febbraio. Al Museo Nazionale del Bargello fino all’8 aprile Da Brooklyn al Bargello riporta a Firenze la lunetta Antinori di Giovanni della Robbia. MILANO ARTE Milano. Parola d’ordine: unicità. La metropoli italiana per eccellenza stupisce ancora con un ventaglio di proposte culturali uniche nel suo genere. Iniziamo dall’arte. Palazzo Reale ospita uno dei maestri indiscussi dell’arte di tutti i tempi: fino al 28 gennaio 2018, la mostra Dentro Caravaggio presenta una galleria di più di 20 capolavori dell’artista provenienti dalle più prestigiose istituzioni museali del mondo, messi in rapporto con i risultati delle indagini scientifiche che negli ultimi anni hanno permesso di gettare nuova luce sulla sempre misteriosa vicenda biografica e artistica di Caravaggio. Stessa location, nel cuore di Milano, per la mostra di Toulouse-Lautrec

Milan and Florence as you have never seen them before. An ongoing dialogue between culture and entertainment for this Made-in-Italy winter. FLORENCE ART When antique and contemporary art meet, the result is a range of cultural offerings unique of their kind. The heart of the city’s art scene is definitely Palazzo Strozzi. On show until January 21, The Cinquecento in Florence. From Michelangelo and Pontormo to Giambologna, an extraordinary art exhibition devoted to sixteenth-century art in Florence showcasing over seventy works by artists of the caliber of Michelangelo, Bronzino, Giorgio Vasari, Rosso Fiorentino, Pontormo, Santi di Tito, Giambologna and Bartolomeo Ammannati. Showing at the Strozzina Center for Contemporary Culture until January 21, an exhibition celebrating the amazing Florentine creative season of the radical movement between the 1960s and 1970s. Radical Utopias. Beyond Architecture: Firenze 1966-1976. On show at the Uffizi Galleries until January 7, The Faces of the Reformation. At Palazzo Medici Riccardi, Made in New York: Keith Haring until February 6. Running at the National Bargello Museum until April 8, the exhibition From the Brooklyn to the Bargello Museum, which brings the Antinori lunette by Giovanni della Robbia back to Florence. MILAN ART Milan. The key word is uniqueness. Italy’s metropolis par excellence offers a number of matchless cultural events. Palazzo Reale hosts an exhibition exploring the career of one of the greatest artists of all time. Showing until January 28, 2018, the exhibition Inside Caravaggio features over 20 masterworks on loan from the world’s most prestigious museums. All the paintings on show underwent an extensive work of research and analysis leading to a new awareness of Caravaggio’s life and artistic career. Same location, in the heart of Milan, for the exhibition Toulouse-Lautrec in Milan: over 180 works by the great French artist who, in a 10


PALAZZO STROZZI - FLORENCE 11


WINTERCULTURE Firenze - Milano

PALAZZO REALE - MILAN

a Milano: oltre 180 opere del grande artista francese che, con un tratto sagace e anticonformista, seppe immortalare la vita della Montmartre nei suoi aspetti più veri e umani, fino a febbraio 2018. Al Museo della Permanente fino al 28 gennaio 2018, dopo la retrospettiva dedicata a Hokusai, Hiroshige e Utamaro, Milano torna a omaggiare l’arte giapponese con Kuniyoshi. Il visionario del mondo fluttuante. Step al Mudec, Museo delle Culture dove, a partire dall’1 febbraio, viene omaggiata una delle personalità artistiche più innovative e affascinanti della modernità: in città arriva infatti Frida Kahlo, con una esperienza artistica che permetterà al visitatore di approfondire la conoscenza della biografia e dell’arte di questa figura icona del Novecento, immergendolo in un appagamento visivo dato dalle sue variopinte opere, in un coinvolgimento spirituale ed esistenziale. A Palazzo Reale dal 21 febbraio al 24 giugno 2018, una grande retrospettiva dedicata al genio di Albrecht Dürer, considerato a buona ragione il principale esponente dell’arte del Rinascimento in Germania. FIRENZE SPETTACOLO Giovedì 21 dicembre all’Opera di Firenze, il Natale si celebra con il concerto del Coro delle voci bianche del Maggio diretto da Lorenzo Fratini. Sabato 13 e domenica 14 gennaio

perceptive and unconventional style, captured the life of Montmartre in its truest and most human aspects. Running until February 2018. At the Permanente Museum until January 28, 2018, following the retrospective exhibition devoted to Hokusai, Hiroshige and Utamaro, another tribute to Japanese art with Kuniyoshi. The Visionary of the Fluctuating World. Next stop, the Mudec-Museum of Cultures where, from February 1, the exhibition Frida Kahlo celebrates one of the most innovative and fascinating personalities of the modern art scene. The exhibition explores the life and career of this 20th-century icon figure, taking viewers on a spiritual and existential journey through the artist’s gaily-colored works. Showing at Palazzo Reale from February 21 to June 24, 2018, a great retrospective exhibition devoted to the genius of Albrecht Dürer, rightly considered to be the leading exponent of Renaissance art in Germany. FLORENCE SHOWS On Thursday, December 21, at Opera di Firenze, Christmas will be celebrated with the concert by the Boys’ Choir of the Maggio Orchestra conducted by Lorenzo Fratini. On Saturday, January 13 and Sunday, January 14, Opera di Firenze will stage Carmen by Georges Bizet conducted by Maestro Ryan McAdams. The Pergola Theatre’s drama sea12


PALAZZO MEDICI RICCARDI - FLORENCE 13


WINTERCULTURE Firenze - Milano

FROM ABOVE CLOCKWISE: ALESSANDRO PREZIOSI, ZUBIN MEHTA, ANDREA CHÉNIER

sullo stesso maestoso palco la libertà dell’amore della Carmen di Georges Bizet diretta dal maestro Ryan McAdams. Direzione Teatro della Pergola, per una grande stagione di prosa. Tra i must l’Enrico IV di Luigi Pirandello interpretato da Carlo Cecchi, dal 12 al 17 dicembre. Dal 16 al 21 gennaio, dopo Pirandello e Brecht, Gabriele Lavia si confronta con lo Strindberg de Il Padre. Infine un Vincent Van Gogh inedito quello interpretato da Alessandro Preziosi, sul palco della Pergola dal 6 all’11 febbraio. MILANO SPETTACOLO Largo alla classicità impeccabile del Teatro alla Scala. l ritorno di Andrea Chénier con la direzione di Riccardo Chailly e la regia di Mario Martone apre, giovedì 7 dicembre, una ricca stagione con 15 titoli d’opera, 7 di balletto, 8 concerti sinfonici e 7 recital di canto, oltre alle serate straordinarie, le ospitalità internazionali e gli spettacoli per bambini. Tra gli imperdibili, dal 19 Gennaio all’11 Febbraio, Johann Strauss diretto dal maestro Zubin Mehta con il coro il corpo di ballo e l’orchestra del Teatro alla Scala e, dall’8 Febbraio al 4 Marzo 2018, una grande opera di Giuseppe Verdi, prodotta da Teatro alla Scala e la Staatsoper Unter den Linden di Berlino, Simon Boccanegra. FIRENZE MUSICA E adesso live: giovedì 14 dicembre sul palco

son includes Henry IV by Luigi Pirandello starring Carlo Cecchi, from December 12 to 17. From January 16 to 21, after Pirandello and Brecht, Gabriele Lavia will perform in The Father by Strindberg. Alessandro Preziosi will play the role of Vincent Van Gogh at the Pergola Theatre from February 6 to 11. MILAN SHOWS La Scala Theatre’s opera season opens with Andrea Chénier conducted by Riccardo Chailly and directed by Mario Martone on Thursday, December 7. The theatre’s opera season features a rich program of 15 operas, 7 ballet performances, 8 symphonic concerts and 7 recitals, in addition to special events, international guests and children’s shows. Among the must-sees, from January 19 to February 11, Johann Strauss conducted by Zubin Mehta with the chorus, corps de ballet and orchestra of La Scala Theatre and, from February 8 to March 4, 2018, a great opera by Giuseppe Verdi, produced by Teatro alla Scala and the Staatsoper Unter den Linden of Berlin, Simon Boccanegra. FLORENCE MUSIC And now live music: on Thursday, December 14 at the Auditorium Flog, the electro-pop sound by Samuel, the former Subsonica frontman. On Friday, December 15, same stage for Tony Allen, the founder of the Afrobeat 14


WINTERCULTURE Firenze - Milano

FROM ABOVE CLOCKWISE: LADY GAGA, LORENZO CHERUBINI, LEVANTE, ZUCCHERO

dell’Auditorium Flog il sound elettro-pop di Samuel, ex leader dei Subsonica. Venerdì 15 sullo stesso palco Tony Allen, simbolo dell’afrobeat e tra i musicisti più influenti al mondo. Lunedì 5 febbraio direzione Obihall per l’energia allo stato puro per lo spettacolo musicale di Goran Bregović. A marzo ancora grandi nomi. Al Nelson Mandela Forum: Zucchero (il 3 marzo), Gianni Morandi (il 5) e Lorenzo Cherubini in arte Jovanotti (il 10, l’11, il 13, il 14, il 16, il 17, il 19, il 20); al Teatro Verdi: Mannarino (il 26) e Brunori Sas (giovedì 29). MILANO MUSICA Musica, un tratto distintivo di Milano è sicuramente quello di mantenere viva e forte il suo animo avant-garde. Tra i live da non perdere, venerdì 15 dicembre, La star dell’elettronica Sir Bob Cornelius Rifo torna con la sua incarnazione più famosa, The Bloody Beetroots, sul palco del Fabrique. Atmosfere intimamente jazz e soul al Teatro dal Verme, per il live di Raphael Gualazzi, venerdì 22 dicembre. Gennaio a Milano è il mese dei grandi live internazionali: giovedì 18 al Mediolanum Forum d’Assago, ecco approdare il Joanne World Tour della iconica Lady Gaga. Uno show ad alto tasso di energia, sabato 20 gennaio al Mediolanum Forum di Assago, merito del dj e producer francese David Guetta, pronto a far scatenare tutti i suoi fan. Sullo stesso palco 15

music genre and one of the world’s most influential musicians. On Monday, February 5, at Obihall, pure energy with the musical show by Goran Bregović. In March, more great names. Performing at the Nelson Mandela Forum: Zucchero (on March 3), Gianni Morandi (on March 5) and Lorenzo Cherubini known as Jovanotti (on March 10, 11, 13, 14, 16, 17, 19, 20); on stage at the Verdi Theatre: Mannarino (on March 26) and Brunori Sas (on Thursday, March 29). MILAN MUSIC When it comes to music, one of Milan’s distinguishing features is its avant-garde spirit. Among the must-see live concerts are: on Friday, December 15, the star of electronic music, Sir Bob Cornelius Rifo aka The Bloody Beetroots, is back on the Fabrique’s stage. Intimate jazz and soul atmospheres at Teatro dal Verme for the live by Raphael Gualazzi, on Friday, December 22. January in Milan is the month of great international live concerts: on Thursday, December18 at the Mediolanum Forum d’Assago, the Joanne World Tour by the iconic Lady Gaga. A show bursting with energy on Saturday, January 20 at the Mediolanum Forum di Assago by French DJ and producer David Guetta, who is ready to make all his fans dance the night away. Same stage, on January 27 and 29, for the Global Spirit


ABOVE: PITTI UOMO - FLORENCE BELOW: GORAN BREGOVIC 16


WINTERCULTURE Firenze - Milano

FASHION WEEK - MILAN

doppia data, il 27 e 29 gennaio, per il Global Spirit Tour dei leggendari Depeche Mode. Febbraio: dieci date al Mediolanum Forum di Assago il 12, 13, 15, 16, 18, 19, 21, 22, 24 e 25 per Jovanotti. Martedì 13 febbraio al Fabrique, i Belle and Sebastian, una delle band scozzesi più amate e lodate dalla critica musicale internazionale e il 26 febbario, on stage al Fabrique, Liam Gallagher. Concludiamo il nostro calendario musicale con le date top di marzo: Zucchero (il 2 marzo al Mediolanum Forum di Assago), Levante (il 4 al Teatro dal Verme), Giorgia (il 7 e l’8 al Mediolanum Forum di Assago), Jason Derulo (l’11 al Mediolanum Forum di Assago), e i Phoenix (il 20 al Fabrique). FIRENZE EVENTI Una settimana interamente dedicata allo stile maschile in tutte le sue declinazioni, un’ode alla moda tout-court con una serie di eventi speciali nel cuore della città: è il meraviglioso universo di Pitti Uomo, a Firenze dal 9 al 12 gennaio. MILANO EVENTI Milano Moda Donna, l’evento più prestigioso organizzato da Camera Nazionale della Moda Italiana Milano, con più di 170 sfilate e presentazioni promuove le maison che hanno reso celebre il Made in Italy nel mondo. Dal 21 al 27 febbraio. 17

Tour by the legendary Depeche Mode. Ten dates at the Mediolanum Forum di Assago - February 12, 13, 15, 16, 18, 19, 21, 22, 24 and 25 for Jovanotti. On Tuesday, February 13 at the Fabrique, the Belle and Sebastian, one of the most popular and internationally recognized Scottish bands, and on February 26, on stage at the Fabrique, Liam Gallagher. Our music calendar includes the top March events: Zucchero on March 2 at the Mediolanum Forum di Assago), Levante (on March 4 at Teatro dal Verme), Giorgia (on March 7 and 8 at Mediolanum Forum di Assago), Jason Derulo ( on March 11 at Mediolanum Forum di Assago and the Phoenix (on March 20 at the Fabrique). FLORENCE EVENTS A full week devoted to menswear in all its facets, a celebration of fashion including a series of special events held downtown Florence: it is the wonderful world of Pitti Uomo, the trade show held in Florence from January 9 to 12. MILAN EVENTS Milano Moda Donna, Italy’s most prestigious fashion event organized by the National Chamber of Italian Fashion Milano, including over 170 shows and presentations, promotes the fashion houses which have made the “Made in Italy” renowned all over the world. From February 21 to 27.


WINTERINTERVIEW Milano

NEL CENACOLO Una visita eccezionale in un luogo unico The extraordinary visit of a unique place

Visitare il Cenacolo di Leonardo è un’esperienza unica, così, entrarci grazie alle parole della donna che lo custodisce e lo aiuta a rimanere quel gioiello che è, diventa davvero eccezionale. Ecco dunque come la direttrice del Cenacolo Vinciano, Chiara Rostagno ci racconta il ‘suo’ capolavoro di Leonardo da Vinci. Lei è ‘custode’ di un capolavoro dell’arte e dell’umanità. Quanto è difficile conservarlo’? Custode è un termine che amo. Perché restituisce appieno quel sentimento di reciprocità necessaria fra colui che detiene e il bene. Questo è un museo particolare. La storia dell’Ultima Cena è strettamente legata alla sua fragilità. Solo dopo un ventennio dal suo compimento l’opera ha manifestato i primi segni di degrado ed è da oltre cinque secoli che i suoi custodi, nel tempo, hanno fatto quanto possibile per salvarla e consegnarla alle generazioni future. Questo viene fato anche quotidianamente attraverso una sorta di restauro preventivo, ovvero diminuendo a priori le fonti di degrado. Una sfida complessa e appassionante, condotta sotto la guida della Commissione ministeriale, con otto atenei, il CNR, l’Istituto Superiore Centrale del Restauro e gli istituti Mibact competenti. Quando Leonardo arrivò a Milano furono tante le commesse e non tutte ebbero un esito felice… come definirebbe le temperie in cui l’artista visse alla corte dello Sforza? Considerando la provenienza di Leonardo, la sua vita e le ragioni del suo arrivo in Milano alla corte ducale, vi è modo di ritenere che egli fosse comunque ‘libero’. Non è mai semplice essere artista, per la sensibilità, la profondità, la forza che l’esperienza totalizzante dell’arte presuppone. Qual è l’aspetto più affascinante del Cenacolo? La forza del suo linguaggio universale. Mi soffermo, a volte, ad osservare i volti rapiti dei nostri visitatori. Nell’attimo nel quale lo

Visiting Leonardo’s Last Supper is a truly unique experience, but visiting it accompanied by the woman who watches over this gem and works to preserve it as such, is an extraordinary opportunity. Here is how the director of the Cenacolo Vinciano, Chiara Rostagno, describes “her” masterpiece by Leonardo da Vinci. You are the “custodian” of a world heritage treasure. How difficult is it to preserve it? “Custodian” is a word that I like very much, because it fully expresses the feeling of reciprocity that necessarily exists between the person and the heritage in his care. This is a special museum. The history of the Last Supper is closely tied to its fragility. Only twenty years after completion, an unstoppable process of deterioration began and for over five centuries the painting’s custodians have done all they could to preserve it and hand it down to the future generations. We actually work every day to prevent the painting from being damaged, by reducing all sources of deterioration. A complex yet compelling challenge, which we take up daily under the supervision of the ministerial Commission and alongside eight universities, the CNR, Istituto Superiore Centrale del Restauro and the relevant Mibact institutes. When Leonardo arrived in Milan, he was commissioned with many works but not all of them were successful. How would you describe the atmosphere of the Sforzas’ court? Considering Leonardo’s origin, life and the reasons that led him to Milan and to the ducal court, it’s logical to believe that he was “free” anyway. It is never easy to be an artist, because of the sensitivity, depth and strength that art, as an all-absorbing experience, requires from the artist. What is the Last Supper’s most fascinating aspect? The power of its universal language. Sometimes I stop for a moment to look at the visitors’ enraptured faces. The moment their eyes land on

18


LAST SUPPER BY LEONARDO DA VINCI (COURTESY POLO MUSEALE LOMBARDIA MUSEO DEL CENACOLO VINCIANO) 19


THE ENTRANCE TO CENACOLO VINCIANO 20


WINTERINTERVIEW Milano

CHIARA ROSTAGNO, DIRECTOR OF THE CENACOLO VINCIANO scorgono, non vi è volto che non si illumini di emozione autentica. Visitare è un termine magnifico. Poiché unisce l’atto di vedere con l’atto implicito di trattenersi, in un luogo o con qualcuno. Chi si occupa di cura e valorizzazione, come me, lavora per quell’incontro fra l’opera e chi ne fa esperienza. Perché chi arriva a Milano dovrebbe visitare Santa Maria delle Grazie e il suo Cenacolo? Il compendio di Santa Maria delle Grazie è un Patrimonio dell’Umanità e quindi, metaforicamente, ‘appartiene’ a tutti. È un luogo di straordinario valore storico ed artistico. Ma non solo. È un libro di colori, pietre, opere d’arte e giochi di luce. Perdersi in tale bellezza è un nutrimento per i sensi. La diversa fama che gli ha regalato Il Codice da Vinci di Dan Brown in cosa ha cambiato questo luogo? La diffusione di un romanzo tanto popolare e amato ha di certo ampliato lo spettro sociale e culturale dei nostri visitatori. Per qualsiasi ragione venga intrapreso un percorso culturale, ciò che è importante è abbattere le barriere fra l’arte e il quotidiano. Milano oggi è aperta a più forme d’arte, quale tra queste consiglierebbe di visitare? Milano mi stupisce per la sua capacità di inclusione culturale. Riesce a ospitare svariati linguaggi architettonici, dalla Torre Velasca al nuovo grattacielo Zaha Hadid, che si staglia in diretta relazione visiva con piazza di Santa Maria delle Grazie. 21

the painting, all faces light up with excitement. “Visiting” is a wonderful word, because it combines the act of directing the eyes toward something and the act of staying a little longer in a place or with someone. Those who, like me, deal with the preservation and promotion of cultural heritage, work in order to establish a relationship between the work of art and the viewer. Why should someone visiting Milan go to see the Refectory of Santa Maria delle Grazie and the Last Supper? The complex of Santa Maria delle Grazie is a World Heritage Site and thus, metaphorically speaking, it belongs to everyone. It is a place of extraordinary historical and artistic value. And, what is more, it is like a book filled with colors, stones, works of art and plays of light. Losing oneself in such beauty is food for the senses. Has the popularity of Dan Brown’s Da Vinci Code changed this place in some way? Such a widely popular and beloved novel has definitely broadened the social and cultural range of our visitors. Whatever the reason for a cultural initiative, what really matters is breaking down the barriers between art and everyday life. Milan is now open to a variety of art forms, what would you recommend visiting? What I find particularly amazing about Milan is the city’s culturally inclusive environment. Milan offers a variety of architectural languages, from the Velasca Tower to the new Zaha Hadid skyscraper which, from the visual point of view, is directly connected to Piazza di Santa Maria delle Grazie.


UFFIZI, TONDO DONI BY MICHELANGELO AND THE HELLENISTIC SLEEPING ARIANNA (PH. LORENZO COTROZZI)

22


WINTERINTERVIEW Firenze

SCRIGNI

Eike Schmidt racconta la bellezza delle Gallerie degli Uffizi Eike Schmidt introduces us to the beauty of the Uffizi Galleries Quali giorni migliori di quelli invernali per visitare Firenze e i suoi Musei? Il ritmo diventa più placido, il freddo leggero acuisce la sensazione di lucidità e la bellezza appare più trasparente e quasi accessibile. È così che parlare con il direttore Eike Schmidt diventa un’occasione ancora più speciale del solito, perché è come poter contare su una guida davvero unica, sorta di Virgilio che ogni cosa sa e ama delle Gallerie degli Uffizi che guida con mano saggia. E che fortemente vuole aprire al mondo l’intera struttura che i Medici vollero e i Lorena sostennero, muovendo dalle stanze degli antichi Uffizi, percorrendo il lungo Corridoio Vasariano fino alla maestà di Palazzo Pitti per concludere con quello spazio d’aria meravigliosamente verde che è il Giardino di Boboli, “mi sento un solitario privilegiato, quando mi ci rifugio soprattutto le mattina presto, prima dell’arrivo dei visitatori - ammette il Direttore sorridendo -. Punti bellissimi con una vista spettacolare su Firenze. Ma non vorrei che restassero tutti per me, invito a scoprirli con piacere e lentezza.” Fors’anche per questo Schmidt non ha esitato (dopo 35 anni) a riaprire Palazzo Pitti, che fu portato ai Medici dalla moglie di Cosimo I, la splendida Eleonora di Toledo, alla moda, con nuove sfilate che resero la Sala Bianca famosa nel mondo. E spiega come intenda “porre il visitatore al centro di una importantissima collezione d’arte non solo in maniera intellettuale ma anche emozionale. Credo infatti che i musei siano spazi di fruizione produttiva dell’arte” e ci accompagna idealmente nella grazia avvolgente e intensa che anima le sale della Galleria Palatina, “qui, insieme ad altri capisaldi dell’arte brillano anche veri capolavori di Raffaello, come La Velata e La Madonna della seggiola e quella solenne del Granduca, alle quali sembra far da contraltare la dolcezza della Madonna del Cardellino ospitata agli Uffizi”. Perché 23

Winter is the best season to visit Florence and its many museums. The city moves at a slower, muffled pace. The cold sharpens one’s focus and beauty appears clearer and brighter and nearly within reach. That is why talking to Director Eike Schmidt seems more special than usual around this time of the year. He is a truly unique guide, a sort of Virgil who knows and loves everything about the Uffizi Galleries, which he wisely leads and manages. Schmidt’s greatest desire is to open the whole museum complex, which was started by the Medici family and continued by the House of Hapsburg Lorraine, to the public by combining the halls of the Uffizi Galleries, the Vasari Corridor, Palazzo Pitti and the wonderful Boboli Gardens into a single museum route. “I feel like a very privileged visitor, especially in the early morning hours, when I come here before the arrival of visitors- says the Director with a smile-. Beautiful spots with a spectacular view over Florence. But I don’t want all this to myself, I’d rather share it with people who are able to take it in slowly and enjoy it”. That is probably the reason why Schmidt was determined to reopen (after 35 years) Palazzo Pitti- which became the Medicis’ official residence with the beautiful Eleanor of Toledo, the wife of Cosimo I- to the fashion world, by hosting the latest fashion shows in the famous White Room. And he explains how he intends to “place the visitor at the heart of a very important art collection both intellectually and emotionally. I believe, in fact, that museums are designed to be spaces for the enjoyment of art”. He then virtually leads us through the halls of the Palatine Gallery “which showcases, among other highlights, masterworks by Raphael, such as The Woman with the Veil, the Madonna of the Chair and Madonna del Granduca, which seem to counterbalance the sweetness of the Madonna of the Goldfinch kept at the Uffizi Galleries”.


WINTERINTERVIEW Firenze

EIKE SCHMIDT, DIRECTOR OF THE UFFIZI GALLERIES FROM 2015 (PH. PASQUALE PARADISO) visitare il complesso che progettò il Vasari nella seconda metà del Cinquecento regala ogni volta sorprese, come assicura il Direttore nato a Friburgo e da due anni custode massimo degli Uffizi, “poco tempo fa, durante una visita privata tra le sale degli Uffizi, mentre accompagnavo un ospite importante, mi è caduto l’occhio su una piccola particella degli affreschi a soffitto nel Corridoio di Ponente, dove per la prima volta ho notato una scritta ‘Ospitalità’ che chiosava la raffigurazione di quattro antichi personaggi fiorentini noti per la loro ospitalità, intesa come virtù. L’arte rimane occasione di soprese ogni volta preziose e le Gallerie in modo particolare, perché con una collezione così importante e così ricca, la vera sfida è per me proporre sempre nuovi lavori e nuove scoperte. Io stesso sento il bisogno di guardare periodicamente le opere con occhi nuovi.” Un’arte aperta al pubblico dal 1789, “l’anno della Rivoluzione Francese per Pietro Leopoldo di Toscana fu una rivoluzione d’altro tipo, dedicata al bello e alla sua forza di formazione ed educazione”, aggiunge Eike Schmidt che a Firenze ha perfezionata la sua carriera di studioso. Oggi i capolavori che si svelano lungo le Sale, che siano di Giotto, Leonardo, Botticelli, Bronzino, Pontormo, Rosso Fiorentino, ma anche Michelangelo con il suo denso Tondo Doni, rappresentano un luogo dal quale attingere e ispirarsi, lungo i secoli passati per comprendere il futuro. 24

The museum complex designed by Vasari in the second half of the sixteenth century reveals a new surprise every time you visit it, according to the Director who was born in Freiburg and has been the Uffizi’s highest custodian for two years. “Recently, during a private visit of the Uffizi’s rooms, while I was accompanying an important guest, my eye was attracted to a small portion of the frescoed ceiling along the West Corridor. For the first time I noticed the word “Hospitality” which refers to four Florentine figures who were well-known for their sense of hospitality, meant as a virtue. Art is a constant source of amazement. This is especially true for the Uffizi Galleries, because with such a rich art collection, I am constantly faced with the challenge of new works and new discoveries. I myself feel the need to see what lies before me with new eyes from time to time”. The museum was opened to the public in 1789, “the year of the French Revolution was another kind of revolution for the Grand Duke of Tuscany, a revolution devoted to beauty and to its power of elevating the human spirit” , says Eike Schmidt, who completed his studies in Florence. Today, the works of art which are showcased in the museum’s rooms, whether by Giotto, Leonardo, Botticelli, Bronzino, Pontormo, Rosso Fiorentino or Michelangelo with his magnificent Doni Tondo, represent the place where we can learn about the past to understand the future.


ABOVE:UFFIZI, THE MAIN CORRIDOR BELOW: PALATINE GALLERY


FROM ABOVE CLOCKWISE: MYUNG-WHUN CHUNG, DAVID POUNTNEY, KRASSIMIRA STOYANOVA, RICCARDO CHAILLY, ZUBIN MEHTA, FEDERICO TIEZZI, MARIO MARTONE, MICHELE MARIOTTI 26


WINTEREVENT Milano

LA STAGIONE MENEGHINA La kermesse del Teatro alla Scala quest’anno brilla più che mai This year La Scala’s events calendar is more sparkling than ever

Si apre con un inno all’amore e alla poesia la stagione lirica del Teatro alla Scala giocata quest’anno tra romanticismo e opera buffa. Torna infatti dopo 32 anni, l’Andrea Chénier capolavoro romantico di Umberto Giordano che debuttò alla Scala nel 1896 e venne rappresentato l’ultima volta nel 1985 con un allora giovane maestro Riccardo Chailly che nel quarantesimo anniversario della sua instancabile attività, torna a dirigere l’appassionante storia d’amore tra il poeta Chénier e la nobildonna Maddalena sullo sfondo della Rivoluzione francese, affidando la regia al napoletano Mario Martone. I colori intensi e potenti del più scapigliato ‘800 meneghino danno corpo a una stagione ricca di ritorni e di prime assolute. Che dal 1951 parte il 7 dicembre, per Sant’Ambrogio, come volle l’allora direttore Victor de Sabata, di cui quest’anno si ricordano i 50 anni dalla scomparsa con quindici opere liriche, sette balletti e otto concerti sinfonici. Colorato tributo alla città più fashion, capitale della lirica e della moda, che proseguirà con una scoppiettante e insolita opera buffa: il Die Fledermaus (Il Pipistrello) di Johann Strauss (dal 19 all’11 febbraio), prima assoluta a Milano e con un direttore d’eccezione: il viennese d’adozione Zubin Mehta. E non poteva mancare Verdi: è a marzo il rinnovato Simon Boccanegra dove il direttore cinese Myung-Whun Chung rinfresca con maggior enfasi la consolidata regia di Federico Tiezzi; mentre tra maggio e giugno sarà la volta di una Aida vintage. Infatti, per celebrare i 95 anni di Franco Zeffirelli, sarà nuovamente allestita come fu ideata dal regista nel 1963 con la bravissima soprano Krassimira Stoyanova. Prima volta in versione francese invece per l’Orphée et Euridice (dal 24 febbraio al 17 marzo), capolavoro di Gluck, diretta da una promessa della Scala, il maestro Michele Mariotti. E ancora un’opera che prende spunto dal teatro dell’arte: il Don Pasquale, ironica opera di Gaetano Donizetti. A ridar vita alla farsa popolare Davide Livermore. Mancava invece dal 1959 la Francesca da Rimini di Riccardo Zandonai per la regia stavolta di David Pountney. A giugno torna l’epopea romantica con il Fierrabras di Schubert e il Fidelio di Beethoven mentre con Il Pirata, opera di debutto di Vincenzo Bellini, si celebra il bel canto. Alla Scala la prima volta fu nel 1827 e l’ultima con Maria Callas nel 1958. 27

This year, the opera season of La Scala Theatre opens with a celebration of love and poetry, a mix of Romanticism and comic operas. After 32 years, Andrea Chénier, the romantic opera composed by Umberto Giordano which was first performed at La Scala in 1896 and for the last time in 1985, will be staged again and conducted by Riccardo Chailly, in the fortieth year of his untiring career. The opera, which tells the fascinating love story of the French poet Chénier and Lady Maddalena during the French Revolution, will be directed by Mario Martone. The opera season of Milan’s most famous theatre traditionally begins on December 7, on Saint Ambrose’s Day, the city’s patron saint, since 1951, when the theatre’s director was Victor de Sabata. The fiftieth anniversary of his death will be celebrated this year with a rich program including fifteen operas, seven ballet performances and eight symphonic concerts. A colorful tribute to Italy’s capital of fashion and opera music, which will continue with the operetta Die Fledermaus (The Bat) by Johann Strauss (from February 19 to 11), premiering in Milan and conducted by Zubin Mehta, who is Viennese by adoption. Of course, the theatre’s rich opera season includes works by Verdi. In March, La Scala Theatre will stage Simon Boccanegra, conducted by the Chinese MyungWhun Chung and directed by Federico Tiezzi. Between May and June, a “vintage” Aida will be performed. On the occasion of Franco Zeffirelli’s 95th birthday, the opera will be staged in the version directed by Zeffirelli in 1963, starring the great soprano Krassimira Stoyanova. The opera season continues with the French version of Orphée et Eurydice (from February 24 to March 17), the masterwork composed by Gluck, conducted by the rising star of La Scala Theatre, Maestro Michele Mariotti, and with Don Pasquale, the comic opera by Gaetano Donizetti, in the production directed by Davide Livermore. Francesca da Rimini by Riccardo Zandonai was performed for the last time at La Scala in 1959. This year, it will be directed by David Pountney. In June, the theatre will stage the opera Fierrabras by Schubert, Fidelio by Beethoven, and Il Pirata, the first opera composed by Vincenzo Bellini. It was performed at La Scala for the first time in 1827 and for the last time in 1958 starring Maria Callas.


TÈ E CHAMPAGNE

Natale e Capodanno (non solo) all’italiana Italian-style Christmas and New Year’s Eve (and much more)


DURING THE CHRISTMAS SEASON, FOUR SEASONS HOTELS GLITTER WITH FESTIVE MAGIC 30


SPRINGEVENT Milano

UNIQUE DECORATIONS BY VINCENZO DASCANIO

Un Natale che profuma di Natale quello del Four Seasons Hotel: zucchero caldo, cioccolato alla vaniglia e champagne millesimato, ma anche panpepato, cannella e agrumi, freschezza di neve leggera e tepore di caminetto mentre il mondo resta fuori. Una piccola, grande magia dalle origini complesse e intriganti ma che ogni anno fa brillare gli occhi di chi entra nell’atrio di Palazzo della Gherardesca a Firenze o in via Gesù a Milano. Una magia perché l’eleganza dei salotti s’ammanta di un calore diverso e quasi intimo, i desideri trovano forma nelle proposte che il personale degli Hotel ha forgiato nel corso del tempo, rendendo indimenticabili i giorni trascorsi tra le loro mura e nei loro giardini. POMERIGGI DA SORSEGGIARE Si comprende forse anche per questo come il Four Seasons Hotel diventi “casa” nel periodo di Natale e Capodanno, quando le feste sono di famiglia anche se si è in viaggio o all’estero e la gioia vera è data dal sapersi avvolti nel calore dell’attenzione e della sorpresa. Sorpresa che quest’anno rende sbarazzino anche il rito anglico e talvolta cerimonioso del tè delle cinque, grazie all’inaugurazione del Classic Champagne Tea Time, nel quale accanto alle tazze in porcellana di liquido ambrato, ai pasticcini e alle tartine si possono sorseggiare flûte di Champagne, riunendo 31

The sweet smell of Christmas at Four Seasons Hotels: warm sugar, vanilla-flavored chocolate and vintage Champagne, but also panpepato cake, cinnamon and citrus fruit, a dusting of fresh snow and the warmth of a crackling fireplace, while the loud world stays outside. A big, small work of magic, which every year makes the eyes of those who walk into Palazzo della Gherardesca in Florence or into the hotel building on Via Gesù in Milan shine with starlight. A work of magic because a different and more intimate warmth envelopes the elegant hotel halls and all guests’ wishes are fulfilled by the highly-professional staff, making the days spent indoor and in the gardens truly unforgettable. AFTERNOON RITUALS Four Seasons Hotels offer the comfort of a “home” over the Christmas and New Year’s Eve week, for many the time of the year to be celebrated with family and friends even when one is travelling abroad and knows how comforting it is to be greeted with warmth and surprise. This year, surprise is also the leitmotif of the two hotels’ quintessentially English afternoon tea ritual: Classic Champagne Tea Time. In addition to delicious tea served in the finest bone china cups with sweet treats and finger sand-


FOUR SEASONS HOTEL FIRENZE OVER THE 2016 CHRISTMAS HOLIDAYS

inaspettatamente appassionati di entrambe le bevande. Per chi poi preferisse non allontanarsi dalla tradizione, non mancano certo i pomeriggi (fino al 15 gennaio a Milano e dall’8 dicembre all’Epifania a Firenze) di tè e cioccolata calda da apprezzare con dolci e sandwich, secondo tradizioni ormai consolidate, firmate Daniele Bonzi nella città meneghina e Domenico Di Clemente sulle rive dell’Arno. PER BRINDARE DAVANTI AL CAMINETTO Ma sentirsi in famiglia qualche volta significa stare bene con gli amici, con i quali si condividono interessi, orari, pensieri che hanno bisogno di trovare l’angolo giusto nel quale esser formulati e assaporati. E anche per queste ore sospese tra i tempi del quotidiano e i ritmi del lavoro, Four Seasons Hotel Italia propone due diverse occasioni: l’Atrium Bar, nell’Hotel di Firenze, che dal 12 al 30 dicembre propone anche due aperitivi declinati nel segno dello Champagne e arricchiti da ostriche e caviale, per regalare un tocco nordico a ogni serata. A Milano, invece il Direttore Artistico Vincenzo Dascanio ha contribuito a progettare l’allestimento di Natale della Sala Camino, che quest’anno sarà in tutto e per tutto un lussuoso chalet di montagna, senza perdere i suoi soffitti a volta affrescati e facendo tesoro del suo camino. Qui saranno servite le miscele Damman per i tè del pomeriggio, ma anche 32

wiches, guests can enjoy a glass of Champagne, bringing together the fans of both beverages. For those who prefer a more traditional Italian afternoon ritual, Four Seasons Hotels offer (until January 15 in Milan and from December 8 to January 6 in Florence), tea and hot chocolate accompanied by delicious cakes and sandwiches, prepared by Daniele Bonzi in Milan and Domenico Di Clemente in Florence. HOLIDAY DRINKS BY THE FIREPLACE “Feeling at home” is also about spending quality time with friends, with those with whom one shares interests and values, and finding the right space and time to be together. Four Seasons Hotel Italia has two perfect solutions to make your gettogether a memorable occasion. The Florence Hotel’s Atrium Bar, from December 12 to 30, offers two Champagne-based drinks served with oysters and caviar, to give a Nordic touch to each night. In Milan, Artistic Director Vincenzo Dascanio has decorated the hotel’s Sala Camino like a luxurious mountain chalet, making the fireplace the room’s focal point while still highlighting the beautiful vaulted and frescoed ceiling. This is the room where guests can gather in the afternoon to enjoy Damman tea blends or in the evening to taste the


AN EXPLOSION OF LIGHTS AND WONDER 33


ENCHANTING DECORATIONS (PH. PASQUALE PARADISO)


AT FOUR SEASONS HOTEL MILANO, A LUXURIOUS MOUNTAIN CHALET

i cocktail che il Bar Manager Luca Angeli ha elaborato per l’inverno, come gli intensi Bitter Shaken e Rubino, perfetti per il rosso carico del Natale. A TAVOLA CON AMORE Per i giorni del Natale non mancano poi le proposte gastronomiche da assaporare nel milanese La Veranda e nel fiorentino Il Palagio, rigorosamente sotto l’egida dello chef stellato Vito Mollica che, con le brigate delle due cucine e i pasticcieri Daniele Bonzi e Domenico Di Clemente, ancora una volta ha saputo creare menu adatti al clima di ciascuna delle due città Four Seasons d’Italia. Tradizione e innovazione coniugate con apparente levità e mano sicura mantengono la promessa di un Natale perfetto per la famiglia e le coppie. Firenze e Milano propongono ai propri ospiti un menu speciale per quanti amino festeggiare la sera del 24 dicembre, a non diminuisce certo la cura per quanti amano la solennità del pranzo di Natale, concluso dal classico panettone anche questo declinato secondo il clima e i profumi delle due cucine. Non poteva poi mancare la conferma del brunch, di cui il Four Seasons Hotel è paladino orgoglioso anche in Italia: in entrambi gli Hotel ne sarà allestito uno per il 25 dicembre e uno per Capodanno, con pietanze di diverse origini gastronomiche ma deliziose in assoluto, per ogni palato e gusto. 35

cocktails that Bar Manager Luca Angeli has created for this winter season, such as the Bitter Shaken and Rubino, which are perfectly in keeping with the deep red Christmas decorations. AT TABLE WITH LOVE Over the Christmas week, many are the culinary offerings to be enjoyed at Milan’s La Veranda and Florence’s Il Palagio restaurants, under the careful supervision of Michelin-starred chef Vito Mollica who, alongside his two kitchen brigades and pastry chefs Daniele Bonzi and Domenico Di Clemente, creates dishes that are in step with the spirit of the two Four Seasons Italia cities. Tradition and innovation blend masterfully and effortlessly in the Chef’s dishes, providing hotels guests with the perfect Christmas meal with a menu designed for families and couples alike. The Florence and Milan hotels offer their guests a special Christmas Eve menu, on the night of December 24, as well as a traditional Christmas lunch topped off with the classic Panettone cake, prepared according to the two kitchens’ different recipes. And of course, Four Seasons will present its muchcoveted signature brunch at both hotels on December 25 and on New Year’s Day, with a range of sumptuous delicacies of dif-


SPARKLING DETAILS AT FOUR SEASONS HOTEL FIRENZE

… MA LA NOTTE… Imperdibile il Capodanno firmato Four Seasons Hotel, perfetto per iniziare l’anno in modo indimenticabile, scintillante e raffinatamente goloso, con piatti fatti apposta per risvegliare la voglia di vivere intensamente e continuare a farlo per l’intero 2018, cominciando con una serata di buon cibo, ottimo vino e musica dal vivo. E per chi avesse voglia d’immergersi in una notte di luci e musica e brindisi, all’insegna della miglior disco, Four Seasons Hotel Firenze ha nel suo carnet il New Year’s Eve Party a tema ‘Studio 54’, con cena a buffet, show e party di mezzanotte con Dj set e pista da ballo nello spazio de La Villa. PER UN REGALO ESCLUSIVO Per quanti infine volessero non abbandonare l’intensità dell’esperienza Four Seasons Hotel Italia regalandola a quanti amano, non mancano neppure quest’anno i pacchetti regalo Christmas Gift Voucher, che vanno dalle proposte Food & Beverage a quelle più orientate verso il Wellness a tutto tondo, con trattamenti mirati e dedicati ai desideri più segreti di chi li riceverà. Un’occasione unica per rimanere immersi nell’atmosfera dell’Hotel anche dopo che Natale, con le sue luci e i suoi profumi, sarà un ricordo caldo da tenere nel cuore e nella memoria. 37

ferent origins but for all palates and tastes. … AND BY NIGHT… New Year’s Eve by Four Seasons Hotel is a not-to-be-missed event, in order to start the year in an unforgettable, sparkling and elegantly tasty way, with dishes specially prepared to make guests wish to go on living life to the fullest throughout the new year, starting with good food, excellent wine and live music. And for those who dream of experiencing a New Year’s Eve night filled with lights, disco music and toasts, here comes Four Seasons Hotel Firenze’s Studio 54-themed New Year’s Eve Party, including buffet dinner, entertainment and midnight party with DJ mixset and dance floor at La Villa. FOR AN EXCLUSIVE GIFT And for those who wish to make a gift of a Four Seasons Hotel Italia experience to their loved ones and friends, Four Seasons offers its traditional Christmas Gift Vouchers, ranging from Food & Beverage offerings to personalized Wellness treatments. A unique chance to feel happy and enjoy the hotels’ warm atmosphere even when Christmas is over, the lights come down and the festive season is but a sweet memory.


WINTEREVENT Firenze

PORTE APERTE ALLA SOLIDARIETÀ

L’Open Day del 17 dicembre per assistere i bambini di Livorno December 17th, Open Day to help children in Livorno Assaggi di caldarroste, vin brulè e fumante cioccolata calda, piccoli doni da scovare sulle bancarelle degli artigiani, incontri ravvicinati con Babbo Natale per la gioia dei più piccoli. Non è un mercatino qualunque ma un diverso modo di concepire lo shopping natalizio, nel segno della solidarietà. La location, spettacolare, è quella del Giardino della Gherardesca del Four Seasons Hotel Firenze che si veste a festa per il Natale e apre i cancelli all’Open Day, domenica 17 dicembre (dalle 10 alle 16). Il tradizionale evento di solidarietà, giunto quest’anno alla decima edizione, rappresenta un appuntamento da non perdere. Sì perchè ogni piccolo acquisto diventa un gesto prezioso per ricostruire le aule e ricomprare il materiale didattico in due scuole gravemente danneggiate dal nubifragio di Livorno il 10 settembre scorso: si tratta della secondaria di primo grado G.Bartolena e dell’asilo Montenero. Così, dopo che per otto anni i fondi raccolti sono stati donati all’Istituto degli Innocenti e, nel 2016, utilizzati per acquistare uno scuolabus per i piccoli terremotati di Cittareale, si rinnova la causa solidale dell’Open Day che l’anno scorso ha raggiunto 8.000 presenze. Basta poco per dare il proprio contributo: un’offerta simbolica a partire da un euro per l’ingresso al parco. Il polmone verde del Four Seasons 38

Roasted chestnuts, mulled wine, steaming hot chocolate tastings and small gifts are to be found at the artisans’ stands, as well as meetings with Santa Claus, much to the delight of children. This is not an average market - here you can find a unique way of conceiving ideas for your Christmas shopping in the spirit of charity. The Open Day will be held on Sunday, December 17th (from 10 a.m. to 4 p.m.) at the spectacular location of the Gherardesca Garden at Four Seasons Hotel Firenze, which will be all decked out for Christmas. This traditional charity event celebrates its 10th anniversary. Make sure you don’t miss this event, since every small purchase is a priceless act of charity aimed at rebuilding the classrooms and buying new teaching materials for two schools in Livorno, significantly affected by the violent cloudburst on September 10th: the secondary school G. Bartolena and the kindergarten Montenero. For eight years, the funds raised had been given to the Istituto degli Innocenti and in 2016 they were used to buy a school bus for the child-victims of the earthquake in Cittareale. Last year, the Open Day welcomed 8,000 visitors and this year it has a new charitable cause. It takes so little to make a contribution: 1€, as a symbolic offering for entrance to the park, is immediately donated to the reconstruction of the two schools in Livorno. Deep in the magical Christmas atmosphere during this Open Day, the


WINTEREVENT Firenze

THE TRADITIONAL CHARITY EVENT IN THE GHERARDESCA GARDEN

Hotel diventa un regno incantato per i bimbi grazie alla Compagnia di Babbo Natale e ai Bandierai degli Uffizi, sulle note del Light Gospel Choir. A far sorridere i piccoli visitatori, bolle di sapone giganti, palloncini e molto altro ancora, oltre ad un presepe artigianale in movimento interamente realizzato a mano da Tommaso Nesi della Bottega dei Grassi Nesi. In quest’oasi di circa quattro ettari e mezzo, è dedicato un angolo specifico al gusto, con i più grandi nomi della ristorazione fiorentina: Buca Lapi, Touch Florence, Four D’Acqua, Trattoria Mario, Trattoria Da Burde e lo stesso Il Palagio dell’Hotel. E per la prima volta anche la pizza gourmet si ritaglia un posto di tutto rispetto grazie alla partecipazione dei migliori pizzaioli come Paolo Pannacci del locale Lo Spela, Giovanni Santarpia di Santarpia, Graziano Monogrammi di Divina Pizza e Massimo Giovannini di Apogeo, oltre a strizzare l’occhio alla cucina del pesce con i ristoranti Oscar di Livorno e Il Pirata del Polpo di Piombino. Ma la pizza non è l’unica novità di quest’anno: ad aspettare i bambini nel Giardino della Gherardesca, un gigantesco orso di cartapesta che dallo storico Carnevale di Viareggio sbarca a Firenze fino al termine della festa più colorata che ci sia. 39

small green lungs of the Four Seasons Hotel turn into an enchanted kingdom for children, thanks to Compagnia di Babbo Natale and Bandierai degli Uffizi, to the tune of the Light Gospel Choir. This year you will find giant soap bubbles, balloons and many other things to bring smiles to the youngest visitors, as well as a moving handcrafted nativity scene by Tommaso Nesi of Bottega dei Grassi Nesi. This oasis covers four and a half hectares and provides a specific space for the local flavours by the best Florentine restaurants, capable of satisfying the most demanding of palates. In one area of the park you can find such names as Buca Lapi, Touch Florence, Four D’Acqua, Trattoria Mario, Trattoria Da Burde as well as the Hotel’s Palagio restaurant. This year, for the first time, gourmet pizzas earn a very important place due to the attendance of the best pizza makers such as Paolo Pannacci of Lo Spela, Giovanni Santarpia of Santarpia, Graziano Monogrammi of Divina Pizza and Massimo Giovannini of Apogeo. This year’s Open Day also gives a nod to the seafood kitchen, thanks to the restaurants Oscar from Livorno and Il Pirata del Polpo from Piombino. But pizza is not the only new development this year: a giant papier-mâché bear from the Carnival of Viareggio will be waiting for the children in the Gherardesca Garden and will stay in Florence throughout the most colourful festivities of the year, Carnival celebrations.


PICTURES OF THE HISTORIC CARNIVAL OF VIAREGGIO. ABOVE, TO THE LEFT: MARIALINA MARCUCCI, PRESIDENT OF THE CARNIVAL OF VIAREGGIO FOUNDATION ZZZZZZ 40


WINTERINTERVIEW Firenze

C’È UN ORSO IN GIARDINO! E il Carnevale di Viareggio arriva a Firenze And the Carnival of Viareggio comes to Florence

Un orso di cartapesta accoglierà gli ospiti del Four Seasons Hotel di Firenze, dal 17 dicembre fino alla fine del Carnevale. A spiegare e raccontare in modo originale il perché di questa sorpresa Marialina Marcucci, imprenditrice e prima donna presidente della Fondazione Carnevale di Viareggio. Come nasce l’idea di portare un po’ dello spirito del vostro Carnevale nel Giardino della Gherardesca? Il Carnevale di Viareggio è un’eccellenza toscana e non poteva non sposarsi con gioielli come Firenze e il Giardino della Gherardesca. Se consideriamo poi che Firenze è la città di Lorenzo de’ Medici e che il suo chi vuol essere lieto sia, del doman non v’è certezza è la perfetta sintesi dello spirito e della tradizione carnevalesca, l’accostamento è naturale. Quali esperienze per gli ospiti Four Seasons Hotel Firenze? Il Carnevale è un mese di eventi teatrali, gastronomici, sportivi e mostre d’arte, che arricchiscono il calendario delle sfilate. A Viareggio è una grande opportunità di svago esperienziale, che soddisfa i gusti degli ospiti più esigenti, si organizzano proposte di accoglienza esclusive, tra cui speciali serate a tema in luoghi storici della città, con progetti culturalmente raffinati, come quello che farà rivivere la residenza balneare di Paolina Bonaparte, per ricostruire il clima culturale della Toscana negli anni napoleonici. Per il Carnevale grandi maestri realizzano vere opere d’arte. Ci racconti questa tradizione... L’idea sbocciò tra i giovani della Viareggio bene, lungo i tavolini del Caffè del Casinò. La sfilata di carrozze irruppe il giorno di Martedì Grasso del 1873, sulla via Regia. Da quel primo nucleo si è sviluppato il Carnevale così come è conosciuto e la fama del Corso mascherato è cresciuta con i carri. All’inizio del Novecento il circuito delle sfilate passò dalla Via Regia alla Passeggiata a mare. Nel 1921 si cantò la prima canzone ufficiale - ancora oggi inno: la “Coppa di Champagne”, ma la rivoluzione fu nel ‘25: Antonio D’Arliano utilizzò la tecnica della carta a calco, ovvero la cartapesta, un materiale, tanto leggero quanto povero, che ha consentito costruzioni colossali e sempre più ardite. Nel ‘30 Uberto Bonetti, pittore e grafico futurista, ideò Burlamacco: la maschera simbolo di Viareggio che, nel manifesto del ‘31, sullo sfondo dei moli apparve in compagnia di Ondina, simbolo della stagione estiva. 41

A papier-mâché bear will welcome the guests of Florence’s Four Seasons Hotel from December 17 to the end of the Carnival. Marialina Marcucci, first female president of the Carnival of Viareggio Foundation, tells us all about this surprise. When did you first come up with the idea of bringing a bit of the spirit of your Carnival to the Gherardesca Garden? The Carnival of Viareggio is one of Tuscany’s most beautiful events and it blends wonderfully with gems such as Florence and the Gherardesca Garden. And considering that Florence is the city of Lorenzo de’ Medici and that his famous line “Let all who want to, now be gay, about tomorrow no one’s sure” is the perfect synthesis of the spirit and tradition of Carnival, the matching comes natural. What experiences will Four Seasons Hotel Firenze’s guests be able to enjoy? Carnival is a full month of celebrations including theatre, culinary, sports and art events, in addition to the float parades. Viareggio offers a number of fun experiences, which satisfy the tastes of the most demanding visitors, including special themed events in the city’s historic venues, cultural and sophisticated projects, such as the one aimed at bringing Paolina Bonaparte’s seaside residence back to the original splendor, by reconstructing the cultural atmosphere of Tuscany in the years of Napoleon’s rule. Great artisans create veritable works of art for the Carnival. Please tell us about this tradition… The idea of a parade was first raised by wealthy young locals who gathered at Viareggio’s Caffè del Casinò. The first parade of horse-drawn carriages was held in 1873, on Mardi Gras, along the Via Regia. And over the years the Carnival developed into the popular float parade and strong tradition of today. In the early 1900s, the parade’s route was shifted from Via Regia to the Promenade. The Carnival’s first official song, Coppa di Champagne, was introduced in 1921, but the true revolution took place in 1925. Antonio D’Arliano started using papier-maché, a light-weight and cheap material which allowed to make increasingly bigger and elaborate floats. In 1930, Uberto Bonetti, a futurist painter and graphic designer, created Burlamacco, the clown-like figure which is the symbol of the Carnival of Viareggio. On the 1931 promotional poster, Burlamacco appeared in the company of Ondina, the symbol of Viareggio as a summer destination, against a background of piers projecting into the sea.


WINTERINTERVIEW Firenze

A LEZIONE DI NATURA

Vannino Vannucci ci apre le porte del suo verde mondo di meraviglia Vannino Vannucci opens the gates to his verdant wonderland

Un regno di rigogliosa natura nel cuore di Pistoia. Dal 1938 Vannucci Piante è la più grande azienda italiana che interpreta la coltivazione delle piante come un costante motivo per il miglioramento dell’ambiente. Leader nel settore internazionale, il motto “More plants, more” è interpretato come una vera missione. Una collaborazione unica tra bellezza e esclusività è sancita tra Vannucci Piante e Four Seasons Hotel Firenze attraverso la cura costante di uno dei parchi più vasti di Firenze, il Giardino della Gherardesca, rigoglioso cuore verde dell’hotel. Vannino Vannucci, titolare di Vannucci Piante ci apre le porte del suo mondo. Il grande albero di Natale del Four Seasons Hotel di Firenze proviene dai suoi vivai. Ci presenta l’albero di questo Natale? L’abete è un Abies Alba di circa 10 metri di altezza. Proviene dai nostri vivai e per farlo recapitare nel meraviglioso parco del Four Seasons non solo servono una decina di persone specializzate in questo tipo di allestimento, ma anche diversi mezzi meccanici. L’albero ha tutte le carte in regola per essere ricordato. Quali sono secondo lei le verdi destinazioni della Toscana da non perdere? Il paesaggio che amo di più in Toscana è sicuramente quello legato ai grandi vigneti. A proposito di parchi sorti intorno alle Ville Medicee, secondo lei qual è in assoluto quello che ha più fascino? Tutti meriterebbero una particolare citazione e visita. Se proprio dovessi farlo sceglierei il Giardini di Boboli, soprattutto per un ricordo affettivo legato alle gite scolastiche della mia infanzia. Pistoia, la sua città, sta per terminare il mandato di capitale della Cultura 2017. Quali sono le cose assolutamente da non perdere? Piazza del Duomo - una delle più belle d’Italia -, la “Visitazione” di Della Robbia in Piazza San Leone, e il Museo Marino Marini. Ma non perdetevi nemmeno una visita al Nursery Park, il primo parco vivaistico d’Europa (aperto su appuntamento). Il valore aggiunto di un settore come il suo, il vivaismo? La miscela di persone, natura e mezzi che lavorano insieme. Una filiera che fa da modello anche in altri settori. Un’economia basata su regole di antica tradizione, ma sempre innovativa con ricerche che esaltano le produzioni di piante di qualità, esportate inoltre 50 paesi in tutto il mondo. 42

A kingdom of flourishing nature in the heart of Pistoia. Since 1938, Vannucci Piante has been the largest Italian company to understand plant cultivation as a constant motivation for the betterment of the environment. An international leader in its field, its motto “More plants, more life” is interpreted as a true mission. Vannucci Piante and Four Seasons Hotel Firenze have sanctioned a unique collaboration of beauty and exclusivity with the ongoing care of one of Florence’s largest parks, the Giardino della Gherardesca, the thriving green heart of the hotel. Vannino Vannucci, owner of Vannucci Piante, opens the doors on his world. The enormous Christmas tree at Four Seasons Hotel Firenze comes from your nursery. Would you introduce us to this year’s tree? It’s an Abies Alba fir tree, around 10 meters in height. It comes from our nursery, and in order to deliver it to the wonderful park at the Four Seasons we not only need a dozen people specialized in this type of set-up but also various mechanical means. The tree has everything it needs to be memorable. In your opinion, what are Tuscany’s not-to-bemissed “green” destinations? The route I love most in Tuscany is definitely the one connected to the great vineyards. Speaking of the parks found around the Medici Villas, which do you think is the most appealing? Each one merits a word and a visit. If I really have to choose then I would say the Boboli Gardens, above all for a fond memory I have from school excursions there when I was young. Your city of Pistoia is about to finish its term as Italian Capital of Culture for 2017. What is absolutely not to be missed? Piazza del Duomo – one of the most beautiful in Italy –, the Visitation by Della Robbia in piazza San Leone, and the Marino Marini Museum. But don’t miss a visit to the Pistoia Nursery Park, the first of its kind in Europe (open on appointment). What is the added value of a sector like yours (plant nurseries)? The blend of people, nature and means that work together. A production chain that serves as a model, even for other sectors. An economy based upon the rules of ancient traditions, yet which continues to innovate with research that extols the production of quality plants, exported to more than 50 countries around the world.


ABOVE, TO THE RIGHT: VANNINO VANNUCCI, OWNER OF ITALY’S LARGEST PLANT-GROWING COMPANY 43


WINTEREVENT Firenze

CENA DELLA VIGILIA DI NATALE CHRISTMAS EVE DINNER PALAZZO DELLA GHERARDESCA Piccolo stuzzichino Welcome canapé Tartare di tonno con avocado, gambero rosso Tuna tartare, avocado, marinated red prawn, marinato, caviale oscietra e crema di mango Oscietra caviar and mango purée Risotto alle erbe. peperone Wild herbs risotto, “Senise” bell pepper and di Senise e capasanta scottata seared scallop Dentice arrostito con salsa di broccoli Roasted snapper, prawn fricassee with lime al lime e fricassea di gamberi and broccoli sauce Cappone farcito alle castagne con crema di Chestnut filled capon on parsnip veloutè, pastinaca, radicchio all’arancia e salsa tartufata orange flavored radicchio and truffle sauce Tartufo alla nocciola farcito alla confettura Hazelnut semifreddo, milk and caramel jam di latte e caramello con gelato alla Tonka with Tonka beans ice cream Panettone degli auguri con zabaione Christmas ‘Panettone’ with Pantelleria sweet al Passito di Pantelleria wine sabayon Espresso e frivolezze natalizie Coffee and Christmas friandises Euro 150.00 a persona / per person - bevande escluse / drinks excluded Per informazioni e prenotazioni /for informations and reservation: ph. (+39) 055 2626450 44


WINTEREVENT Milano

CENA DELLA VIGILIA DI NATALE CHRISTMAS EVE DINNER LA VERANDA Crema di patate, trota oro affumicata Creamed potatoes, al miele e le sue uova honey-smoked trout with its eggs Baccalà confit, carciofi e olive taggiasche Salt cod confit, artichokes and small black olives Risotto alla zucca, astice e lardo di Colonnata Risotto with pumpkin, lobster and Colonnata lard San Pietro, topinambur e tartufo nero John Dory with Jerusalem artichoke and black truffle Cremoso al mandarino e cioccolato bianco Mandarin and white chocolate crémeux Panettone degli auguri con zabaione Traditional panettone all’Amaretto di Saronno with Amaretto di Saronno liqueur sabayon Espresso e frivolezze natalizie Espresso and Christmas mignardises

Euro 130.00 a persona / per person - vini esclusi / wines excluded Per informazioni e prenotazioni / for informations and reservation: ph. (+39) 02 77081416 45


C

T I F I C AT E ER

E

I TA LY

10

0% MAD

IN

ITPI

100% Made in Italy


WINTEREVENT Firenze

PRANZO E CENA DI NATALE CHRISTMAS LUNCH AND DINNER PALAZZO DELLA GHERARDESCA Piccolo stuzzicchino natalizio Christmas welcome canapé Astice con crema di zucca Lobster, pumpkin and ginger purée with al ginger e topinambur Jerusalem artichoke Tortellini in brodo di chianina, coriandoli Tortellini pasta in ‘Chianina’ broth, vegetables di verdure ed erbe fresche flakes and fresh herbs Cavatelli alle cime di rapa, Cavatelli pasta, turnip tops, prawn and sea gamberi e ricci di mare urchin Rombo scottato con vellutata di cavolfiori Seared turbot, vanilla and cauliflower velouté alla vaniglia e salsa al dragoncello with tarragon sauce oppure

or

Maiale iberico arrostito con crema Roasted Iberian pork with cinnamon carrot di carote alla cannella purée Mousse all’arancio e cioccolato, frutta secca Orange and chocolate mousse, caramelized caramellata e gelato alla vaniglia Bourbon dried fruit and Bourbon vanilla ice cream Panettone degli auguri Christmas ‘Panettone’ con zabaione al Vin Santo with Vin Santo sabayon Espresso e frivolezze natalizie Coffee and Christmas friandises

Euro 150.00 a persona / per person - vini esclusi / drinks excluded Per informazioni e prenotazioni /for informations and reservation: ph. (+39) 055 2626450 47


Milano, Via Fiori Chiari 5 | Ferrara, Corso Giovecca 27 | Tokyo, Minami Aoyama


WINTEREVENT Milano

BUON NATALE! MERRY CHRISTMAS! LA VERANDA

Crema di broccoli, Creamed broccoli, calamaretti spillo e limone candito baby squid and candied lemon Scacchiera di salmone e tonno, Salmon and tuna fish “chessboard”, caviale italiano e salsa al Franciacorta Italian caviar and Franciacorta wine sauce Fregula sarda, polpa di granchio Sardinian “fregula” pasta risotto style, e gamberi rossi marinati crabmeat and marinated red prawns Tortellini in brodo di manzo, “Tortellini” small ravioli in a beef stock coriandoli di verdure ed erbe fresche with vegetable confetti and fresh herbs Cappone di Saluzzo farcito alle castagne, Chestnut-filled capon with polenta polenta e salsa al foie gras and foie gras sauce Barretta al cioccolato, pere e mascarpone Chocolate, pear and mascarpone bar Panettone degli auguri Traditional panettone con zabaione all’Amaretto di Saronno with Amaretto di Saronno liqueur sabayon Espresso e frivolezze natalizie Espresso and Christmas mignardises

Euro 160.00 a persona / per person - Euro 40.00 bevande/drinks Per informazioni e prenotazioni / for informations and reservation: ph. (+39) 02 77081416 49


WINTEREVENT Firenze

CENA DI SAN SILVESTRO 2017 NEW YEAR’S EVE DINNER 2017 PALAZZO DELLA GHERARDESCA

Stuzzichini di benvenuto, 10g di Caviale Siberian Welcome canapé, 10gr of Siberian Cavial, with con blinis e condimenti, ostrica alla creola blinis and oystr creole Granchio reale con salsa di pomodori datterini King crab with datterini tomatoes pizzaiola alla pizzaiola sauce Risotto allo champagne con crudo di crostacei Risotto with raw shellfish and Champagne Filetto di branzino arrostito Roasted seabass fillet, ai carciofi e tartufo nero artichocke and black truffle Controfiletto di wa-gyu giapponese con crema Japanese wa-gyu sirloin, parsley root veloutè di radice di prezzemolo e salsa alle morchelle and chanterlle mushrooms sauce Delizia al pistacchio con amarene Visciole Pistachio bavarois with “Visciole” e gelato al kirsh sour cherries and Kirsch ice cream Espresso e frivolezze Coffee and friandises

Euro 380.00 a persona / per person - bevande escluse / drinks excluded Per informazioni e prenotazioni /for informations and reservation: ph. (+39) 055 2626450 50


WINTEREVENT Milano

FELICE ANNO NUOVO! HAPPY NEW YEAR! LA VERANDA Ostrica e canapé di benvenuto Welcome oyster and canapés con foie gras e salmone selvaggio with foie gras and wild salmon Astice, crema di cavolfiore Lobster, creamed cauliflowers e salsa al soffritto toscano and Tuscan sauté sauce Raviolo con tuorlo d’uovo, Raviolo with egg yolk, red chicory radicchio e salsa tartufata and truffle-flavored sauce Rombo in guazzetto allo zafferano, Stewed turbot with saffron, steamed baby squid calamaretti al vapore e galletta di semolino and semolina galette Capriolo arrostito al ginepro, Juniper-roasted venison, castagne e melograno chestnuts and pomegranate Montebianco ai marrons glacés Mont Blanc with marrons glacés e violette candite e and candied violets Espresso e frivolezze Espresso and mignardises

Euro 290.00 a persona / per person - vini esclusi / wines excluded Per informazioni e prenotazioni / for informations and reservation: ph. (+39) 02 77081416 51


FOOD AND WINE LOVERS’ IDEA OF A PERFECT CHRISTMAS IS FOUR SEASONS HOTEL ITALIA 52


WINTEREVENT Firenze - Milano

MOMENTI UNICI

Le idee regalo gourmet firmate Four Seasons Hotel Italia Gourmet gift ideas by Four Seasons Hotel Italia Romanticismo, alta gastronomia e piacere per gli occhi e l’olfatto: questi alcuni degli ingredienti dei ‘pacchetti regalo’ acquistabili nei Four Seasons Hotel nei giorni più freddi ma anche più festosi dell’anno. I momenti che precedono il Natale sono infatti spesso caratterizzati dalla febbrile ricerca di un regalo per il partner, i figli, i parenti e gli amici. I Four Seasons Hotel di Firenze e Milano offrono ai propri clienti un’ampia possibilità di scelta per far trovare sotto l’albero la sorpresa giusta, soprattutto per chi ama soddisfare il proprio palato e quello delle persone amate. L’idea è quella dei voucher, che a Firenze possono essere abbinati a piacevoli momenti a tavola. La scelta infatti può spaziare dai brunch per due alle cene con degustazione con in regalo il libro Vito Mollica. A cena al Palagio di Firenze dedicato allo Chef che racconta la sua filosofia in cucina, per arrivare a più particolari e intime cene romantiche nella Cappella o sulla Terrazza Altana, con possibile abbinamento ad un’esperienza in Spa Suite (pacchetto Senso del Benessere o Luna di miele). Non manca la possibilità di regalare un Panettone Four Seasons da un chilo in confezione regalo. Four Seasons Hotel Milano invece ha i Christmas Gift Voucher completamente personalizzabili e improntati ai sapori e alla gastronomia d’eccellenza. Ci sono infatti i brunch domenicali, i menu degustazione, il tradizionale panettone, anche in questo caso da un chilo, i Weekend Lunch e gli speciali pacchetti che riguardano il the: Afternoon Tea, fino al 15 gennaio, Sweet Tea Time, Classic Tea Time e il Classic Champagne Tea Time. Ultima idea regalo, ma non per importanza, il Christmas Open Value, da spendere tra gli esclusivi eventi gourmet. 53

Romance, high cuisine and a pleasure for the eyes and nose: these are some of the ingredients of the “gift packages” available at the Four Seasons Hotels during the coldest but most festive days of the year. The weeks leading up to Christmas are often marked by the frenzied search for gifts for partners, children, relatives and friends. At the Four Seasons Hotels in Florence and Milan, guests can choose from a wide range of options for gifting the perfect surprise to be found under the Christmas tree, especially for anyone who loves to satisfy their palate and those of their loved ones. The packages include vouchers, which in Florence can used for enjoyable experiences around the table. Choices range from brunch for two to dinner with a tasting and a copy of the book Vito Mollica. A cena al Palagio di Firenze, dedicated to the Chef and which recounts his philosophy for the kitchen, as well as more unique and intimate romantic dinners in the Chapel or on the Altana Terrace, which can be paired with an experience in the Spa Suite (Sense of wellbeing or Honeymooners package). A one-kilogram Panettone Four Seasons is also available as a gift. Four Seasons Hotel Milano offers Christmas Gift Vouchers, completely customizable and available to be used for the best of Italian food and flavours. Options include Sunday brunch, tasting menus, the traditional panettone (also one kilogram), Weekend Lunch and special packages for tea: Afternoon Tea, until January 15, Sweet Tea Time, Classic Tea Time and Classic Champagne Tea Time. Last but not least is the Christmas Open Value, which can be spent on one of the exclusive gourmet events.


WINTEREVENT Firenze

THE REDS AND THE WHITE Quando i grandi vini toscani incontrano sua maestà tartufo When great Tuscan wines meet His Majesty the Truffle

Bianco, tondo dal profumo intenso e il gusto deciso: il tartufo è il protagonista della gran soirée al Four Seasons Hotel Firenze che anche quest’anno, il primo di dicembre apre le sale di Palazzo della Gherardesca a The Reds and the White, una cena esclusiva dedicata al prezioso tubero selezionato da Cristiano Savini e abbinato a vini della Fattoria Le Pupille di Elisabetta Geppetti. “Parteciperemo - spiega la ‘signora del Morellino’ - con le migliori annate di Saffredi e Poggio Valente, i nostri grandi vini, a base di Caberenet Sauvignon, Merlot e Petit Verdot il primo, Sangiovese in purezza il secondo”. Ed è dalle colline tra San Miniato e Palaia che arriva il tartufo usato per dare un tocco in più ai piatti creati dallo chef stellato Vito Mollica. “A fine novembre è il momento migliore per il bianco che si trova sulle nostre colline - racconta Cristiano Savini - anche se in Toscana si raccoglie tutto l’anno”. La cena quest’anno è a favore della Cooperativa Parco del Mulino che da dieci anni crea opportunità lavorative per i giovani affetti da disabilità. “Cinque di loro - conferma il direttore Marco Paoletti - serviranno in sala durante la serata. E dieci sono impegnati nel progetto lavoro che, tra le altre cose, coinvolge Ca’ Moro, un ristorante-peschereccio ancorato nel porto di Livorno”. All’asta, soggiorni nei Four Seasons Hotel e gioielli Buccellati della gioielleria Vaggi, oggetti preziosi della Galleria Frilli e Manifattura Panerai, oltre a un prestigioso Jamon Joselito.

White-colored, intensely fragrant and strong-flavored: truffle is the star of the great dinner event held at Four Seasons Hotel Firenze on December 1st. Palazzo della Gherardesca opens its halls to host The Reds and the White, an exclusive dinner party devoted to the precious tuber selected by Cristiano Savini and paired with the wines produced by Elisabetta Geppetti’s Fattoria Le Pupille. “We will bring – explains the ‘Lady of Morellino’- our finest vintages of Saffredi and Poggio Valente wines, the former a blend of Cabernet Sauvignon, Merlot and Petit Verdot grapes, the latter a 100% Sangiovese wine. The truffles used to enhance the dishes created by Michelin-starred chef Vito Mollica come from the hills between San Miniato and Palaia. “Late November is the best time of the year for the white truffle found in our hills- says Cristiano Savini- although truffle is harvested all year round in Tuscany”. The proceeds of this year’s dinner event will be donated to Cooperative Parco del Mulino, which has been offering job opportunities to young people with disabilities for ten years. “Five of themsays director Marco Paoletti- will be waiting at tables during the event and ten more are currently working at Ca’ Moro, a fishing boat-restaurant at anchor in the port of Leghorn”. Stays at Four Seasons Hotels across the world, Buccellati jewelry by jeweller’s shop Vaggi, valuables offered by Galleria Frilli and Manifatture Panerai, and a unique Jamon Joselito will be auctioned during the dinner party. 54


A Milano la Boutique dell’editore dei parfumeur più esclusivi al mondo.

“Editions de Parfums Frédéric Malle”, il brand creato da Frédéric Malle nel 2000, ha rilanciato la profumeria di lusso e ha permesso di far conoscere i migliori parfumeur del mondo, facendoli finalmente riconoscere come grandi artisti. Il ruolo di Frédéric Malle è infatti quello di “editore”, che lavora al fianco dei parfumeur, spingendoli a produrre capolavori artistici unici, realizzati con i loro nomi. Insieme a Monsiuer Malle, i parfumeur hanno il lusso di una totale libertà creativa per rivoluzionare le categorie del profumo e ridefinire i classici moderni del futuro, senza dimenticare che il marchio Editions de Parfums Frédéric Malle è l’unico dell’industria profumiera a sostenere, con orgoglio e con fermezza, la qualità delle materie prime che utilizza. Portrait of a Lady e Carnal Flower, due delle EDP best seller di Frédéric Malle, sono il risultato di un’eccezionale collaborazione con Dominique Ropion; altri parfumeur hanno portato le loro formule pre-esistenti a Frédéric Malle, come fece nell’ultimo periodo Edmond Roudnitska con il suo visionario “Parfum de Thérèse”, oppure Maurice Roucel con il suo “Musc Ravageur” diventato oggi un’icona.

E nel cuore di Milano, nel quadrilatero della moda e dei negozi più esclusivi, si trova una nuova boutique Frédéric Malle, progettata dallo stesso Frédéric come pied à terre nella città sinonimo di eleganza, lusso e raffinatezza. Fedele alla tendenza di adattare il proprio gusto alla struttura e allo stile originari dell’edificio, Frédéric ha svelato il neoclassicismo degli anni’40, dell’arco in stucco e del soffitto in stile romano, dipingendo di bianco l’intera boutique. Non ma nca no gli element i d ist i nt iv i d i og n i bout ique Editions de Parfums, ovvero i ripiani sottili in alluminio, le vetrine refrigeranti per i profumi e l’esclusiva “smelling column”, oltre un cospicuo numero di oggetti moderni che rendono la boutique unica. Un ambiente accogliente e intimo, ideale per scoprire tutte le fragranze grazie al sapiente lavoro degli shop assistant che, attraverso un percorso olfattivo, faranno vivere un’esperienza indimenticabile.

BOUTIQUE Editions de Parfums Frédéric Malle VIA VERRI, 2 | 20121 MILANO | TEL 02 7601 2071 | DAL LUNEDÌ AL SABATO DALLE 10.30 ALLE 19.30 Per scoprire tutte le boutique Editions de Parfums Frédéric Malle visitate il sito www.fredericmalle.com


IN THE BEAUTIFUL SETTING OF FOUR SEASONS HOTEL MILANO, BUSINESS EVENTS ARE FILLED WITH THE SCENT OF HOLIDAY CHEER 56


WINTEREVENT Milano

UNA LOCATION SPECIALE

A Milano anche gli eventi business si trasformano in serate indimenticabili In Milan even business events can be an unforgettable experience Milano, città dinamica. Città capace di offrire le più svariate location per incorniciare ogni tipo di evento aziendale. Ecco che così un hotel di lusso diventa palcoscenico ideale per organizzare eventi esclusivi e incontri di lavoro, anche nel periodo di Natale. Un’alternativa ai soliti pranzi per brindisi e scambi di auguri: diversamente, chi sceglie una struttura di prestigio come il Four Seasons Hotel Milano lo fa per regalare ai propri dipendenti e collaboratori un evento indimenticabile, unico. Tra effetti luminosi e sonori, coro gospel, melodie swing, golosi momenti a base di cioccolato e croccante torrone piemontese, sono due le proposte riservate per l’evento di Natale, a loro volta declinate in più formule: Entertainment e La dolce idea. Con Laser Show le sale del Four Seasons Hotel Milano aprono le porte per ospitare uno spettacolo futuristico, tra luci, musica e costruzioni bidimensionali laser, in un mix capace di far vivere agli ospiti un’esperienza natalizia unica che guarda alla tradizione come alle nuove frontiere della tecnologia. Per chi invece Natale è sinonimo di musica, può assistere a un’esibizione di coro gospel con cinque cantanti professionisti adornati di vischio e tunica rossa, oppure rivivere le melodie del passato, un ventennio di storia dagli anni Trenta ai Cinquanta, per un Natale tutto al ritmo di swing. Per una ‘dolce’ idea bastano la Fontana di cioccolato Four Seasons e la Station di torroni per far venire l’acquolina in bocca agli ospiti: una fontana di cioccolato su cui intingere pan di zenzero, spiedini di brownies, spicchi di arancia candita, frutta fresca e datteri oppure, in alternativa, un buffet con i migliori torroni artigianali della tradizione piemontese. Al Four Seasons Hotel Milano, il Natale è diverso. 57

Milan is a very dynamic city. A city that offers the most varied locations as the perfect setting for all kinds of corporate events. And so, a luxury hotel can be the ideal venue for exclusive events and business meetings, even during the Christmas season. An alternative to the usual December holiday luncheons and work parties. Those who choose a prestigious location such as Four Seasons Hotel Milano are moved by the desire to treat their employees and coworkers to an unforgettable, unique experience. In particular, Four Seasons Hotel offers two solutions for the planning of holiday season events, Entertainment and La dolce idea, which include sound and light effects, a gospel chorus, famous swing melodies and a selection of chocolates and Piedmontese nougat sweets. Four Seasons Hotel Milano’s Laser Show is a futuristic-style event featuring lights, music and two-dimensional laser constructions, providing guests with a unique Christmastime experience which combines tradition and the new frontiers of technology. Those who believe that Christmas isn’t Christmas without music will enjoy Four Seasons’ gospel chorus performance, including five professional singers dressed in red robes and mistletoe crowns, or swing music from the 1930s to 1950s, to take a walk down memory lane. For a “sweet” experience, Four Seasons suggests the Chocolate Fountain and Nougat Station event, which will make all guests drool with anticipation. They can take a pick of selected sweets and dunk them into the chocolate fountain: gingerbread, brownie skewers, candied oranges, fresh fruit and dates. Or, alternatively, enjoy a selection of the best, traditional artisan-made nougats from the Piedmont region. At Four Seasons Hotel Milano, Christmas is a different story.


WINTEREVENT Firenze

DRINK & MUSIC

The Cocktail Journey, sorseggiando tra le sette note all’Atrium Bar A Cocktail Journey through the seven notes at the Atrium Bar

Una stagione autunno-inverno all’insegna delle sette note e di un menu speciale. L’Atrium Bar, il lounge bar di Four Seasons Hotel Firenze, permette agli ospiti di godere di musica dal vivo ogni due giovedì del mese: si può partecipare alle serata con un pacchetto di food, musica e una cocktail list completamente nuova, The Cocktail Journey, la carta dei drink ripensata con basi alcoliche ispirate alle nazioni più importanti, come sakè, calvados e mezcal, spaziando geograficamente, ma sempre in contatto con l’Italia e Firenze, presenti in ogni miscelazione. Tra i drink da non perdere il Reporter: servito in un bicchere a forma di obiettivo fotografico, in omaggio dopo averlo ordinato uno scatto realizzato con la Polaroid mentre lo si degusta. Un’esperienza sensoriale quasi completa durante la quale i clienti potranno godere della cucina dello Chef Vito Mollica con un pacchetto che abbina alla performance musicale due drink dal menù della serata realizzato in collaborazione ogni volta con un brand diverso, snack di benvenuto, una main course e dessert. Il 14 dicembre suoneranno Nico Gori, Piero Frassi e Michela Lombardi, il 21 Virgin’Cisco, e nell’anno che sta per cominciare, gli appuntamenti si ripeteranno. Ma la musica sarà protagonista anche ogni martedì e mercoledì, con il DJ Marco Solforetti che accompagnerà gli ospiti con il suo Atrium in lounge, Dj set con vinili e non solo.

The autumn-winter season at the Atrium Bar, the lounge bar of Four Seasons Hotel Firenze, is inspired by the seven notes and is based on a very special menu. Every two Thursdays of the month, hotel guests and customers can listen to live music and enjoy a package including food, music entertainment and a completely new cocktail list, The Cocktail Journey. The Atrium Bar’s new drinks are based on the use of distilled alcoholic beverages coming from far-away countries, such as sake, calvados and mezcal, but inspired by Italy and Florence at the same time. Among the musttry drinks is Reporter: it is served in a camera lensshaped glass and the drinker is given a Polaroid picture taken while enjoying the cocktail. Guests can also have a taste of the dishes prepared by Chef Vito Mollica by choosing the package that includes the music performance, two drinks from the cocktail menu- which is created with the collaboration of a different brand each time-, an appetizer, one main course and one dessert. On December 14, Nico Gori, Piero Frassi and Michela Lombardi will be performing at the Atrium Bar. On December 21, it’s the Virgin’Cisco’s turn, and the events will be repeated throughout the new year. But music will also be the star of the Tuesday and Wednesday night events, featuring DJ Marco Solforetti who will entertain hotel guests with his Atrium in lounge, a DJ mixset performed by using vinyl records. 58


WINTEREVENT Firenze

NATALE A MISURA DI BAMBINO

A Firenze, per i più piccoli, un calendario ricco di attività e sorprese In Florence, a rich program of activities and surprises for the little ones Dai mercatini ai musei e dalle mostre ai presepi: Firenze a Natale offre il lato più dolce e caldo di sé. E per i più piccoli qualcosa di unico ce l’ha in serbo il Four Seasons Hotel Firenze. Nella settimana di Natale è stato riservato uno spazio esclusivo per i giovani ospiti. E mentre uno speciale concierge, il 21 e il 22 (dalle 16 alle 18), li accoglierà nell’antica cappella raccontando le favole natalizie più belle, nei giorni successivi i ragazzi saranno coinvolti in varie attività destinate a divertire e a sviluppare la creatività. Il 23 (dalle 16 alle 18) tutti a decorare l’albero di Natale allestendolo con palle personalizzate. Fantasia superstar dunque. E perché non usarla anche in cucina? La vigilia di Natale (dalle 16 alle 18) è perciò riservata a preparare biscotti, dolcetti e chicche, così tutto sarà pronto per l’arrivo di Babbo Natale, atteso tra le 18 e le 20, quando andrà a bussare a ogni porta. E per Natale (dalle 14 alle 16), il babbo più amato porterà i ragazzi a fare un giro in carrozza o a piedi nel parco del palazzo. A questo punto manca solo una cosa: il pupazzo natalizio. Il 26 (dalle 16 alle 18) basterà portare un calzino, qualche bottone e un po’ di lana... e il gioco è fatto. 59

From street markets to exhibitions to Nativity scenes: Christmas brings out Florence’s sweetest and warmest side. And Four Seasons Hotel Firenze has something truly unique in store for the little ones: an exclusive program designed for its youngest guests over the Christmas week. On December 21 and 22 (from 4 pm to 6 pm) a special concierge will welcome the children into the old chapel and tell them beautiful Christmas tales and, in the days that follow, they will be able to take part in fun activities designed to develop children’s creativity. On December 23 (from 4 pm to 6 pm), children are invited to decorate the Christmas tree with personalized ornaments. And why not encourage children’s creativity in cooking as well? And so, on Christmas Eve (from 4 pm to 6 pm) our little guests will be busy in the kitchen preparing cookies, sweets and treats, in order for everything to be ready for the arrival of Santa Claus, who is expected between 6 and 8 pm, knocking at every door. And on Christmas Day (from 2 pm to 4 pm), Santa Claus will take the kids on a tour of the hotel’s park either on his sleigh or on foot. At this point, there is only one thing left to do: a snowman. On December 26 (from 4 pm to 6 pm), all we need is a sock, a few buttons and some wool… and it’s done.


HOTEL FOUR SEASONS MILANO IS IN THE HEART OF THE CITY’S SHOPPING DISTRICT 60


WINTEREVENT Milano

FUGA NELLO SHOPPING La nuova experience per gli amanti delle firme più esclusive The new experience for fans of the most exclusive brands

All’ombra della Madonnina e ispirata dalle sue gallerie d’arte e di moda, l’équipe di Four Seasons Hotel, forte della sua esperienza fatta anche di aver base nel Quadrilatero della moda (ovvero in Via Gesù), ha preparato un pacchetto perfetto per due giorni a Milano immersi in quella disciplina fatta solo di soddisfazioni che è lo shopping. Uno shopping che a Milano ha una delle sue capitali europee più prestigiose, grazie alle case di moda e ai laboratori artigiani che qui contano su alcuni dei maestri più brillanti, estrosi e capaci. Da qui l’idea di un’esperienza a tutto tondo nei negozi della moda, siano questi dell’abbigliamento o degli accessori, dedicati alla donna o all’uomo, senza mai dimenticare quel fashion delizioso e lieve dedicato ai più piccoli, fatto di colori e materiali innovativi. Così gli ospiti - rigorosamente due per moltiplicare il piacere dell’acquisto e la condivisione delle novità - dopo aver riposato nella loro lussuosa stanza degli ospiti saranno accompagnati da un personal stylist attraverso un intrigante e segreto, indimenticabile tour delle vie milanesi della creatività, per scoprire i luoghi nei quali lo stile ha le sue forme più originali e innovative, uniche perché sartoriali e pensate esclusivamente per chi le indosserà. Gli ospiti, oltre a vivere la raffinata esperienza firmata Four Seasons Hotel, godranno di un accesso riservato in ogni boutique, insieme ai consigli e ai preziosi suggerimenti del personale dedicato, da apprezzare sorseggiando un cocktail o un tè. A completare le giornate dedicate allo shopping meneghino la colazione full breakfast in quel luogo perfetto che è il ristorante La Veranda, perfetta per affrontare una giornata all’insegna della fatica di trovare l’abito giusto e l’accessorio più sfizioso. 61

In the shadow of the Madonnina and inspired by its art and fashion galleries, the team at the Four Seasons Hotel, made experts from the establishment’s fortuitous location in the Quadrilatero della moda (a.k.a. via Gesù), has prepared the perfect package for spending two days in Milan immersed in that activity made solely of pleasure that is shopping. Shopping in one of the most exclusive European capitals is rendered top-notch thanks to the presence of fashion design houses and artisan workshops led by some of the most splendid, brilliant and skilled masters. It is precisely Milan’s reputation as a haven for shopping that inspired this comprehensive experience in the city’s fashion stores, whether they be stocked with clothing or accessories, dedicated to women or to men, or even charming and delicate children’s fashion, made of colours and original materials. After resting in their luxurious rooms, the guests – strictly in pairs so as to multiply the joy of their purchases and the sharing of the latest products – will be accompanied by a personal stylist on an intriguing, secret and unforgettable tour of Milan’s creative streets to discover the places where style is at its most original and innovative, unique because they are tailored and designed exclusively for those who will wear it. In addition to this elegant experience offered by the Four Seasons Hotel, guests will enjoy reserved access to every boutique, along with recommendations and priceless suggestions from the dedicated staff while sipping on a cocktail or tea. Rounding out these days dedicated to Milanese shopping is a full breakfast in that perfect place that is the La Veranda restaurant, ideal for tackling a day marked by the endeavour of finding the right outfit and most extravagant accessory.


WINTERSPA

Firenze - Milano

REGALARE UNA COCCOLA I pacchetti wellness delle Spa di Four Seasons Hotel Italia Spa wellness packages at Four Seasons Hotel Italy

Farsi coccolare da mani esperte per rigenerarsi, combattere i segni del tempo e imparare a volersi bene. Lo sanno bene ai Four Seasons Hotel di Firenze e di Milano che offrono anche pacchetti relax e bellezza nei rispettivi centri benessere, all’avanguardia sia per i prodotti che per le prestazioni, con personale altamente qualificato. A Firenze la spa è nella limonaia del rinascimentale Palazzo della Gherardesca, dentro il parco privato più vasto della città e a Milano in un ex convento, nel cuore del quadrilatero della moda. Delle oasi di benessere, con tanto di beauty trainer che insegna a ottimizzare i prodotti e a ossigenare la pelle con pratiche detox. Difficile non lasciarsi tentare, visto poi che per le festività sono disponibili dei voucher per pacchetti-dono. Non c’è che l’imbarazzo della scelta. A Firenze si va dall’iscrizione per Tre mesi in palestra con lezioni di personal trainer e uso di saune e Jacuzzi esterna riscaldata alla Romantic spa suite dream che consiste in due trattamenti completi tra quelli offerti coronati da prosecco e fragole. E ancora trattamenti singoli personalizzati come i Signature previsti nel menù della spa o dei pacchetti di 6 Days spa use, che prevedono utilizzo della piscina, aree umide e palestra. E ancora il Lux Indulgence dedi62

Indulge in a pamper at the hands of experts to regenerate your senses, combat the signs of aging, and learn how to treat yourself with love and care. The Four Seasons Hotel in Florence and Milan know exactly how to do just that, leading the way in wellness, both for their products and services, with a series of relaxation and beauty spa packages offered by highly qualified staff. The Florence spa is situated in the orangery of the Renaissance-era Palazzo della Gherardesca, immersed in the city’s largest private park, while in Milan it can be found in an ex-convent in the heart of the fashion district known as the Quadrilatero della Moda. Oases of wellbeing, the spa centers’ beauty trainers also demonstrate how to optimize products and oxygenate the skin with detox practices. It’s hard not to be tempted, and with gift vouchers available for the holidays you’re certainly spoilt for choice. At the spa in Florence, packages range from Three Months at the Gym with lessons from a personal trainer and the use of the sauna and heated outdoor Jacuzzi to the Romantic Spa Suite Dream, which consists of two complete treatments selected from those on offer, crowned with strawberries and prosecco. Personalized single treat-


AUTUMNCOCKTAIL Firenze

ABOVE: SPA OF FOUR SEASONS HOTEL FIRENZE BELOW: SPA SUITE OF FOUR SEASONS HOTEL FIRENZE 63


SPA OF FOUR SEASONS HOTEL MILANO


FOR MOMENTS OF PURE RELAXATION

cato esclusivamente alla cura del viso con il sistema rigenerante che adotta l’oro a 24 carati, o la Beauty Day che invece prevede la seduta dal coiffer del Seasons Pistolesi e i rituali Shu Uemura con piega e make up. I voucher si possono spendere anche con i prodotti esclusivi usati nella spa. A Milano gli wellness voucher possono essere utilizzati invece per godere di un Trattamento Gold a base di oro che ha la funzione di ripristinare l’equilibrio del corpo ed è indicato dopo una giornata di shopping frenetico. Nel pacchetto è inclusa anche una beauty lesson personalizzata con consigli per ottenere il meglio dalle creme che si usano quotidianamente e accesso a tutti i servizi della spa. Il Pacchetto Silver offre invece un massaggio all’aromaterapia e un trattamento viso personalizzato per un completo relax. Chi invece desidera un trattamento anche energizzante non può non sperimentare il Candle Massage previsto nel Pacchetto Red effettuato con una candela il cui calore rilascia sostanze nutrienti a base di polifenoli, burro di karitè, miele biologico e oli vegetali. E infine il Break Package con un massaggio personalizzato con accesso ai servizi della spa. 65

ments include our Signature range or 6 Days’ Spa Use, which enables use of the gym, pool and pool facilities. Dedicated exclusively to the care of the face, our Lux Indulgence regenerating system utilizes 24-carat gold, while Beauty Day combines a coiffeur treatment with the Pistolesi Group at Four Seasons and a Shu Uemura ritual with make-up and blow-dry. Vouchers may also be spent to purchase exclusive products used in the spa. In Milan, wellness vouchers can instead be used to enjoy a gold-based Gold Treatment, which restores the body’s equilibrium and is ideal after a frenetic day of shopping. The package also includes a personalized beauty lesson with advice on how to achieve the best from daily face cream rituals, as well as complete access to all spa services. The Silver Package offers an aromatherapy massage and a personalized facial for utter relaxation. Those seeking an energizing treatment simply can’t pass up the candle massage in our Red Package, in which a slow-burning candle releases nourishing ingredients based on polyphenols, shea butter, organic honey and vegetable oils. Finally, our Break Package offers a personalized massage and access to spa services.


GLI APPUNTAMENTI DA NON PERDERE

Il calendario degli eventi dei Four Seasons Hotel Firenze e Milano Detailed account of the events at Four Seasons Hotel Firenze and Milano Four Seasons Hotel Firenze

Four Seasons Hotel Milano

Christmas Tea Time Dall’8 dicembre al 6 gennaio Atrium Lounge - Euro 32,00 Menu con Champagne Euro 47,00

Afternoon Tea Fino al 15 gennaio Sala del Camino Sweet Tea Time - Euro 18,00 Classic Tea Time - Euro 28,00 Classic Champagne Tea Time - Euro 46,00

Aperitivo Dal 12 al 30 dicembre - Atrium Bar Ostriche & Flute di Champagne - Euro 40,00 Siberian Caviale Calvisius e Champagne - Euro 75,00 Cena della Vigilia Domenica 24 dicembre Palazzo della Gherardesca Euro 150,00 (bevande escluse) Pranzo e Cena di Natale Lunedì 25 dicembre Palazzo della Gherardesca Euro 150,00 (bevande escluse)

Cena della Vigilia Domenica 24 dicembre La Veranda - Euro 130,00 (vini esclusi) Pranzo e Cena di Natale Lunedì 25 dicembre La Veranda - Euro 160,00 (vini esclusi) Selezione bevande Euro 40,00

Cenone di San Silvestro Domenica 31 dicembre Palazzo della Gherardesca Euro 380,00 (bevande escluse)

Brunch di Natale Lunedì 25 dicembre Sala Teatro - Euro 175,00 (vini inclusi)

New Year’s Eve Party Domenica 31 dicembre - La Villa Tema Studio 54 - Buffet Dinner Show e Midnight Party Euro 270,00 (vini inclusi fino a mezzanotte) Euro 60,00 ingresso dopo mezzanotte, Euro 20,00 seconda consumazione

Cenone di San Silvestro Sabato 31 dicembre La Veranda - Euro 290,00 (vini esclusi)

Brunch di Capodanno Lunedì 1 gennaio - Euro 115 (vini inclusi) Christmas Tea Time From December 8 to January 6 Atrium Lounge - Euro 32,00 Menu with Champagne Euro 47,00 Aperitivo From December 12 to 30 - Atrium Bar Oysters & Glass of Champagne - Euro 40,00 Siberian Calvisius Caviar and Champagne - Euro 75,00 Christmas Eve Dinner Sunday, December 24 Palazzo della Gherardesca Euro 150,00 (drinks excluded) Christmas Lunch and Dinner Monday, December 25 Palazzo della Gherardesca Euro 150,00 (drinks excluded) New Year’s Eve Dinner Sunday, December 31 Palazzo della Gherardesca Euro 380,00 (drinks excluded) New Year’s Eve Party Sunday, December 31 - La Villa Studio 54-themed Buffet Dinner Show and Midnight Party Euro 270,00 (wine included until midnight) Euro 60,00 admission after midnight Euro 20,00 second drink New Year’s Day Brunch Monday, January 1 - Euro 115 (wines included)

Brunch di Capodanno Lunedì 1 gennaio Sala Teatro - Euro 95,00 (vini esclusi) Vini inclusi Euro 110,00 Afternoon Tea Until January 15 Sala del Camino Sweet Tea Time - Euro 18,00 Classic Tea Time - Euro 28,00 Classic Champagne Tea Time - Euro 46,00 Christmas Eve Dinner Sunday, December 24 La Veranda - Euro 130,00 (wines excluded) Christmas Lunch and Dinner Monday, December 25 La Veranda - Euro 160,00 (wines excluded) Selection of beverages Euro 40,00 Christmas Brunch Monday, December 25 Sala Teatro - Euro 175,00 (wines included) New Year’s Eve Dinner Saturday, December 31 La Veranda - Euro 290,00 (wines excluded) New Year’s Day Brunch Monday, January 1 Sala Teatro - Euro 95,00 (wines excluded) Wine included Euro 110,00


Seasonings Winter 2017-2018  
Seasonings Winter 2017-2018  
Advertisement