Page 1


tenuta arnulfo Estensione: piccola. Quota altimetrica: 310 - 390 m circa. Esposizione: da sud a ovest Vitigni coltivati: nebbiolo in netta prevalenza; barbera, dolcetto, freisa e Langhe Bianco per la restante parte. Etichette: Barolo Campo dei Buoi e Luigi Arnulfo - Costa di Bussia. Coordinate Google Earth: 44°35’49. 72”N 7°57’45.45”E. Meno conosciuta rispetto a un tempo, e per alcuni inglobabile nelle Visette, questa tenuta ha in realtà storia e caratteristiche di terreno e di esposizione più che sufficienti per meritare una propria sottozona. Una tesi suffragata dai riconoscimenti ottenuti a fine ‘800 e soprattutto dalla carta di Renato Ratti che la inserisce tra le sottozone viticole storiche della denominazione. Alla luce di questo e dei vini pur buoni attualmente prodotti, viene quindi spontaneo pensare che questa zona abbia ancora del potenziale da strutturare.

Although this area is less known now than it was few years ago and for some people is part of the “Visette” (another cru), it can deserve its own subregion thanks to its history and the characteristics of the soil and the exposition. This statement is supported by the recognitions obtained at the end of the XIX century and by the Renato Ratti’s map that inserts the “Arnulfo” area among the historic sub-regions of wine growing. These are the reasons, together with the excellent wines produced today, why we can say that this area has still a great potential to develop.


Langhe doc Chardonnay 2012 Vitigno: Monovarietà chardonnay. Data di vendemmia: 13 settembre 2012.

Grape variety: Chardonnay grapes picked the 13th of September 2012

L’annata 2012 è partita con un inverno inizialmente mite e poi molto freddo e nevoso che, unito alle fresche piogge primaverili, ha contribuito alla formazione di una notevole riserva idrica, ma anche alla riduzione di acini per grappolo. L’estate calda e le escursioni termiche giornaliere nei mesi di settembre e ottobre hanno favorito un raccolto molto ricco in aromi e di ottima struttura per tutte le varietà di Langa, dallo chardonnay al nebbiolo, passando per il dolcetto e il barbera. Nel complesso quindi l’annata 2012, anche se non abbondante in quantità, ci ha donato vini straordinariamente equilibrati e di grande qualità.

The vintage 2012 recorded a mild winter at the beginning, which tuned to be very cold and snowy. Thanks to the spring rainfalls, copious water reserves were formed, together with a smaller number of berries on average per cluster. The hot summer and the diurnal temperature range from midSeptember on, contributed to develop great aromas and structure in every grape variety of the Langa area, from Chardonnay to Nebbiolo, going through Dolcetto and Barbera. All in all the harvest 2012, even if not exceptional in terms of production, surely gave us extraordinarily well-balanced wines with great quality.

Il 2012 è stata un’ottima annata per lo Chardonnay “Costa di Bussia”: gli sbalzi termici avuti in prossimità della vendemmia hanno favorito un accumulo di sostanze aromatiche nell’uva che, grazie ad una breve macerazione a freddo delle bucce, ritroviamo nel bicchiere come note di pesca bianca e melone. L’affinamento sui lieviti dona al vino pienezza e rotondità in bocca, il tutto supportato da un’eccellente freschezza acida.

Year 2012 was a great vintage for Chardonnay “Costa di Bussia”: the temperature leaps we had close to the harvest helped along a great development of aromatic substances which, thanks to a short cold maceration on the skins, return very clearly in the glass with scents of white peach and melon. The refining on yeast makes this wine well-rounded and mouth-filling, with an excellent freshness.

Cosa dice Luca Gardini Colore giallo paglierino, brillante e tenue. Richiami olfattivi di mela verde, pesca bianca e pompelmo. In seconda battuta affiorano accenni di timo limonato e sferzate minerali. In bocca è fresco, equilibrato e sapido.

Bright subtle straw-yellow color. Olfactory hints of green apple, white peach and grapefruit. Later it drops hints of lemon thyme and mineral flavours. In the mouth it’s fresh, balanced and sapid.


dolcetto d’alba doc 2012 Vitigno: Monovarietà dolcetto vendemmiato il 24 settembre 2012.

Grape variety: Dolcetto vine. Harvest date: the 24th of September 2012.

Si dice che questo nome derivi dal fatto che l’uva, al momento della vendemmia, è particolarmente dolce, ma si dice anche che l’etimologia del nome derivi dalla conformazione delle colline sulle quali si coltiva: venivano infatti scelte, in origine, le colline più “dolci” e quindi più assolate.

The name “Dolcetto” comes from the fact that the grape, during the harvest, is particularly sweet. Besides, the etimology of the name derives from the conformation of the hills where this grape is cultivated: originally, indeed, the growers picked the lowest hills (low in Italian also means “dolce”) and therefore more sunny.

è fresco, fruttato e morbido il Dolcetto d’Alba 2012! La macerazione sulle bucce, avvenuta per una settimana, dona al vino il classico colore violaceo ed una buona struttura, senza però invadere il palato. Le note di viola e fragola al naso e la morbidezza al gusto ne fanno un vino giovane e di piacevole beva.

Dolcetto d’Alba 2012 is fresh, fruity and smooth. The one-week-maceration on the skins gives to this wine the classic purple colour and a good structure, without being too aggressive on the palate. Violet and strawberry notes on the nose and its smooth taste make this Dolcetto a young and easy-to-drink wine.

Cosa dice Luca Gardini Fitta massa purpurea. Generosi aromi di fragola matura, confettura di more, erbe, lavanda e terra bagnata. Di ottima sostanza gustativa. Palato consistente e tannini vigorosi.

Deep purply wine. Generous aromas of ripe strawberry, blackberry preserve, herbs, lavender and wet soil. Great texture. Consistent on the palate with vigorous tannins.


barbera d’alba doc 2011 Vitigno: Monovarietà barbera. La vendemmia è iniziata il 29 settembre 2011.

Grape variety: Barbera harvest started on 29th September of 2011

La vendemmia 2011 ci ha concesso un raccolto splendido con uve perfettamente mature, di grado elevato ma non eccessivo e con grande equilibrio tra il contenuto zuccherino e il quadro acido. Sicuramente è un millesimo eccezionale.

The 2011 Harvest has endowed a beautiful crop. The grapes were extremely healthy and perfectly ripe. The balance between acidity and sugar was perfect, making 2011 a truly memorable vintage for all wines from Piedmont.

Il 2011 è stata una grande annata per questo vino. Un ampio ventaglio di note fruttate e speziate e un’invidiabile struttura caratterizzano il Barbera d’Alba “Costa”. L’attenta gestione della vinificazione a temperature controllate ed il suo breve affinamento finale in grandi botti di rovere hanno portato ad un vino di spiccata personalità.

In 2011 we had a great harvest of Barbera grapes which led to a special wine, characterized by a vast range of fruity and spicy notes, without forgetting the structure. The accurate vinification at controlled temperature and the short final refining in big oak barrels made Barbera d’Alba Costa di Bussia a wine with a strong personality.

Cosa dice Luca Gardini Veste rubino con bordi color porpora. Marcati sentori di mirtillo, violetta, ciliegia e cacao. L’ossigenazione lascia emergere toni speziati di chiodi di garofano e noce moscata. Palato di buona avvolgenza e persistenza, tannini giovani ma ben integrati.

Ruby colour with crimson borders. Stressed scents of blueberry, violet, cherry and cocoa. The oxygenation makes cloves and nutmeg notes arise. Good and persistent mouth-filling wine with quite young but well integrated tannins.


barbera d’alba doc campo del gatto 2010 Vitigno: Singola vigna di barbera denominata “Campo del Gatto” vendemmiata il 28 settembre 2010. L’annata 2010 è stata singolare dal punto di vista climatico (inverno rigido e particolarmente prolungato, abbondanti precipitazioni durante il periodo estivo); le tecniche culturali e le scelte agronomiche in funzione dell’annata hanno sicuramente giocato un ruolo di primaria importanza per le caratteristiche finali dell’uva che è arrivata nelle cantine sana e di ottima qualità. È un tripudio di emozioni gustative! Uve raccolte in leggera surmaturazione, macerazione lunga sulle bucce caratterizzata da frequenti rimontaggi e déléstage e il lungo affinamento in piccoli fusti di rovere francese hanno permesso di ottenere questo grande vino. Al naso è un’esplosione di frutta rossa di sottobosco seguita da piacevoli note vanigliate. In bocca si ritrova tutto il potenziale di una vigna di 40 anni: struttura, morbidezza, austerità.

Grape variety: Single vineyard named “Campo del Gatto” harvested on 28th September 2010. The vintage 2010 was unusual from a climatic point of view (long and hard winter, plenty of rainfall during the summer); the prudent growing techniques and agronomic decisions certainly played a fundamental role in the final properties of the grapes that reached our winery healthy and of excellent quality. It’s a triumph of tasting emotions! Grapes were picked slightly over-riped, the maceration on the skins was long with frequent pump-over and délestage, the refining in small French oak barrels was long: all these elements led to the great wine we are presenting today. On the nose it’s an explosion of undergrowth red fruits, followed by pleasant vanilla notes. In the mouth we find the great potential of a 40-years-old vineyard: structure, smoothness, austerity.

Cosa dice Luca Gardini Colore rubino intenso e profondo. Corredo olfattivo ricco e complesso, con aromi di more di gelso, sciroppo all’amarena, cioccolato fondente e caffè, ai quali seguono percezioni speziate di tabacco e pepe nero. Di grande spessore gustativo, possente ed elegante.

Intense and deep ruby colour. On the nose rich and complex, with scents of mulberry, black cherry syrup, dark chocolate and coffee, followed by spicy sensations of tobacco and dark pepper. This wine has a powerful and elegant taste.


langhe doc rosso Arcaplà 2009 Vitigno: Unione delle uve barbera e nebbiolo. Data di raccolta: prima settimana di ottobre.

Grape variety: Barbera and nebbiolo grapes blended together. Harvest during the first week of October.

Tutta la produzione del 2009 è stata un tripudio di uve sane, perfettamente mature, con gradazioni elevate ma non eccessive e vini che da subito promettono grandi risultati. Non ricordo una qualità così elevata ed omogenea in nessuna delle altre vendemmie, a cominciare con l’uva Chardonnay, per seguire con Dolcetto e Barbera e terminare con il Nebbiolo.

The most important aspect of the harvest 2009 is the incredible high and homogeneous quality. The whole production has been a jubilation of healthy and perfectly ripen grapes with high but not extreme alcoholic content. The wines promise great results from the very beginning.

Come tradizione vuole, ecco l’Arcaplà 2009, vino ottenuto dal connubio fra Nebbiolo e Barbera. La particolarità di questo prodotto risiede nella vinificazione delle due varietà insieme: si procede con la raccolta del barbera, dal quale si ottiene morbidezza e acidità, e in seguito del nebbiolo, il quale dà struttura ed eleganza. Successivamente alla vinificazione, ora insieme subiscono un affinamento in fusti di rovere francese da 500 litri. Il risultato è un vino dalla perfetta sintonia tra frutta e spezie, tra freschezza ed eleganza.

According to the tradition, Arcaplà 2009 is obtained blending nebbiolo and barbera grapes. Its peculiarity is due to a joined vinification where the two vine varieties are blended together: we start harvesting barbera, from which we get smoothness and acidity, and we continue with nebbiolo, from which the wine obtains structure and elegance. After the vinification the two wines are already blended and can refine in French oak barrels (500 liters). What we get at the end is a wine with a perfect balance between fruits and spices and between freshness and elegance.

Cosa dice Luca Gardini Luminoso rosso granato. Spiccano al naso sentori balsamici fusi in un intreccio di frutti e fiori rossi, aromi di sottobosco, noce moscata e sfumature di grafite. Palato consistente, ma dal sorso agile e fresco. Lievi percezioni amarognole in chiusura di bocca.

Bright garnet-red wine. On the nose balsamic hints stand out together with red fruits and flowers, undergrowth aromas, nutmeg and graphite overtones. Full-bodied but fresh and pleasant to drink. Light bitterish notes at the end.


barolo docg 2009 Vitigno: Vitigno nebbiolo raccolto a partire dal 10 ottobre 2009.

Grape variety: Nebbiolo grapes picked starting from the 10th of October 2009.

La vendemmia delle uve nebbiolo è stata perfetta per tutto il periodo. Maturazione fenolica completa, contenuto zuccherino elevato ma non eccessivo, equilibrio acido eccellente. Una qualità ottima per ottenere vini di grande levatura.

Nebbiolo harvest was perfect in 2009. Complete phenolic maturation, high but not excessive sugar level, great balance. An excellent quality in order to get excellent wines.

È il più giovane fra i Barolo di Costa di Bussia. Il Barolo 2009 proviene dai vigneti più giovani esposti a sud. La lunga macerazione sulle bucce e l’affinamento per 26 mesi in grandi botti di rovere di Slavonia ne fanno un vino complesso e strutturato, che mantiene però inalterate le sue tipiche caratteristiche fresche, fruttate e floreali.

It’s the newcomer in Barolo wines at Costa di Bussia. Barolo 2009 comes from the youngest vineyards exposed to the south. The result of a long maceration on the skins and a 26-months-refining in big Slavonian oak barrels is a complex and well structured wine that doesen’t lose its typical freshness and its fruity and flowery notes.

Cosa dice Luca Gardini Luminoso colore rubino con sfumature granato. Rivela al naso aromi di cassis, gelsi neri e rose. Affiorano poi note speziate e tostate. Gusto pieno in cui dominano tannini vigorosi ma piacevoli. Finale mentolato.

Burning ruby colour with garnet-red overtones. The bouquet reveals aromas of blackcurrant, black mulberry and roses. Later spicy and toasted notes stand out. Mouth-filling with vigorous tannins that pleasantly dominate the taste. Hint of menthol at the end.


barolo docg campo dei buoi 2008 Vitigno: Vitigno nebbiolo raccolto a partire dal 20 ottobre 2008.

Grape variety: Nebbiolo grapes picked starting from the 20th October 2008.

Le fortunate condizioni climatiche di settembre e ottobre 2008 e l’ottima cura dei vigneti da parte dei nostri viticoltori Beppe e Carla, hanno consentito di ottenere in vendemmia ottimi livelli di maturazione per le uve Nebbiolo, che ci hanno donato vini di qualità superlativa. Giudicate voi stessi!

The providential weather conditions in September and October and the admirable vines’ care from our wine growers Beppe and Carla, allowed Nebbiolo grapes to reach ideal ripening levels for the harvest. This year’s Nebbiolo-based wines are surely excellent.

Il Barolo 2008 “Campo Buoi”, il nostro cru! Le uve, raccolte ad elevato grado di maturazione, provengono esclusivamente dalla storica “Vigna dei Bovi” già citata negli atti del 1874. La fermentazione e la macerazione sono lunghe e caratterizzate da ripetuti rimontaggi e follature in modo da estrarre tutto il potenziale che la vigna possiede. L’evoluzione avviene poi in botti di rovere di Slavonia per 30 mesi, durante i quali questo vino assume il suo grande impatto olfattivo, balsamico e speziato, e il suo carattere gustativo, pieno, potente ed equilibrato.

Barolo 2008 “Campo Buoi”: our cru! Grapes were all picked over-riped and only from the historical vineyard “Vigna dei Bovi”, already mentioned in documents from 1874. Fermentation and maceration were long, with repeated pump-over and punchdown of the cap in order to extract all the potential of this vineyard. The evolution of this wine happened in Slavonian oak barrels for 30 months, during which it developed its great olfactory impact, balsamic and spicy, and its distinctive personality, round, powerful and balanced.

Cosa dice Luca Gardini Cuore rubino, orlo granato. Al naso ricordi di visciole sotto spirito, menta e fragoline di bosco, con tocchi polverosi. Ossigenando emergono aromi di noce e caffè tostato. Palato avvolgente e setoso, tannini accentuati, buona vena acida e sapidità.

Ruby heart with garnet-red rims. The nose reminds of sour alcoholic cherry, mint and wild strawberry, with dusty tannins. Letting the wine breath, walnut and toasted coffee notes arise. Round and silky, with marked tannins, good acidic and sapid veins


barolo docg riserva 2007 Vitigno: Vitigno nebbiolo vendemmiato a partire dal 2 ottobre 2007.

Grape variety: Nebbiolo grapes harvested starting from the 2nd of October 2007.

L’annata 2007 la si può considerare “anomala” per l’andamento climatico generale, con un inverno particolarmente mite, un’estate non molto calda, con scarse precipitazioni e una vendemmia leggermente anticipata. La resa generale è stata quantitativamente inferiore rispetto alle medie ma qualitativamente eccellente, tant’è che ne risultato vini di ottimo corpo e struttura, colore e profumi.

The 2007 vintage can be considered as “abnormal” in terms of its general climate, with a particularly mild winter, not a too hot summer, little rainfall, and a slightly anticipated harvest. All in all, the yield resulted lower in volume than usual, but offering excellent quality and able to produce wines of excellent body and structure, colour and aromas.

Il Barolo Riserva deriva da un’accurata selezione delle uve migliori atte a garantire vini longevi, ricchi di struttura e tipicità. Il lungo affinamento avviene in botti grandi di rovere, e una piccola parte in tonneaux da 500 litri. Le partite vengono poi assemblate e affinate in bottiglia per almeno un anno prima della commercializzazione. Il risultato è un vino elegante e suadente, dalle caratteristiche note balsamiche e di menta, con richiami di chiodi di garofano. In bocca è intenso, pieno e strutturato, con un piacevole finale gustativo di ciliegie ed un grande potenziale di evoluzione.

Barolo Riserva comes from an accurate selection among the best nebbiolo grapes, able to lead to great wines, with a strong structure and personality . The long refining is made in big oak barrels, with a small selection refined in tonneaux (500 liters). Batches are blended and refined in the bottle for at least one year before marketing. What we present is an elegant and intriguing wine, with typical balsamic and mint notes, with hints of cloves. In the mouth it expresses its intensity, roundness and structure, with a pleasant cherry finish and a great ageing potential.

Cosa dice Luca Gardini Rosso granato vivo e luminoso. Emergono al naso sentori di lampone, rosa, fragoline di bosco e maggiorana, con lievi note di fungo secco. L’ingresso al palato è intenso ed elegante. I tannini opulenti si integrano bene con la vena acida e con la sapidità. Ritornano sfumature di tabacco e grafite.

Bright and vivid garnet-red wine. On the nose raspberry, rose, wild strawberry and marjoram stand out, with a light dried mushroom note. At the very beginning this wine is intense and elegant in the mouth. Opulent tannins well combine with the sour vein and the sapidity. At the end tobacco and graphite feelings come back again.


barolo docg luigi arnulfo 2007 Vitigno: Vitigno nebbiolo vendemmiato il 3 ottobre 2007.

Grape variety: Nebbiolo grapes harvested the 3rd of October 2007.

Il Barolo “Luigi Arnulfo”, dedicato al fondatore della nostra azienda, è ottenuto da una selezione dei grappoli dei nostri vigneti migliori. La vendemmia 2007 è stata per questo vino eccezionale! L’uva è stata raccolta in surmaturazione con un potenziale in colore e struttura senza eguali. Alla fermentazione lunga segue una fase a “cappello sommerso” durante la quale le bucce vengono tenute immerse nel vino per tre settimane, al fine di avere la massima estrazione possibile di sostanze aromatiche e tanniche. Dopo un affinamento di 30 mesi in grandi botti di rovere, il Barolo 2007 “Luigi Arnulfo” presenta un profilo olfattivo seducente che ci riporta alle note di gelso, eucalipto e cacao. La bocca è intensa, dolcemente tannica e raffinata.

Barolo “Luigi Arnulfo”, dedicated to the founder of Costa di Bussia, comes from a selection of the best clusters from our vineyards. The vintage 2007 was fantastic! The grape was picked over-riped with an exceptional colour and structure potential. A long fermentation was followed by a “submerged cap” period during which skins were kept submerged in the wine for three weeks, in order to extract all aromatic and tannic substances. After a 30-months-refining in big oak barrels, Barolo 2007 “Luigi Arnulfo” presents a seductive bouquet with mulberry, eucalyptus and cocoa notes. In the mouth it’s intense, softly tannic and elegant.

Cosa dice Luca Gardini Colore rubino di media intensità con riflessi granato. Dominano aromi di prugna disidratata, marasca e viola mammola, seguono sentori di nocciole, fieno e cardamomo. In bocca è ampio e strutturato. Sfumature terrose e note di caffè a chiudere.

Medium-intense ruby colour wine with garnet-red reflections. Scents of dried plum, marasca cherry and scented violet dominate the bouquet of this wine, followed by sensations of nuts, hay and cardamom. In the mouth it’s generous and structured. Earthy suggestions and coffee notes as finishing touch.


Vocazione, passione, dedizione. In queste parole possiamo riassumere l’essenza dell’azienda Costa di Bussia. Vocazione, perché la grandezza di un vino non può prescindere dal territorio in cui nasce e le Langhe rappresentano l’emblema della vocazionalità e dell’eccellenza nel nostro paese. Passione, per un mestiere antico che richiede grandi sacrifici, ripagati però da enormi soddisfazioni. Dedizione, perché solo attraverso cure e controlli costanti un buon vino può diventare grande. I vini Costa di Bussia, eleganti ed espressivi,  sono prodotti secondo uno stile tradizionale, seguendo scrupolosi accorgimenti in vigna e in cantina e in una perfetta armonia tra natura, uomo e tecnica.

Leaning, passion, devotion: these keywords can resume the core of Costa di Bussia estate. Leaning, because the greatness of a wine cannot leave the territory aside and the Langhe region represents the excellence of our country. Passion, for an ancient job that requires big efforts but gives enormous satisfactions. Devotion, because only through constant care and check-up a good wine can became great. Costa di Bussia wines, elegant and expressive, are traditionally produced following thorough no-nonsense in the vineyard and in the cellar.

Luca Gardini Campione Mondiale dei Sommeliers World’s Best Sommelier

In senso orario/Clockwise: Paolo Sartirano (titolare/owner), Marco Marsili (enologo/wine maker), Beppe & Carla (viticoltori/wine growers), Guido Sartirano (titolare/owner), Francesco Chiarena (cantiniere/cellarman)

CAMPAIGN FINANCED PURSUANT TO EEC REGULATION NUMBER 1234/07


Costa di Bussia Mo n f o rt e d ’A l ba www.costadibussia.com


Bruchure costa di bussia 2013 sito  
Advertisement
Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you