Page 1

CICLOGUIDA

Da Parigi a Londra Luoghi da non perdere, storia, consigli enogastronomici, informazioni pratiche

I O L B E

· · · · ·

G

· · · · ·

O

GI

R

R

R E E N S


Da Parigi a Londra


INFORMAZIONI SULL’AUTORE Tamara Veenendaal è l’autore di questa Guida. Tamara da molti anni accompagna gruppi di appassionati cicloturisti in bici da strada e mountainbike a scoprire l’Europa. La passione di Tamara per la bicicletta in genere è così grande che, oltre a farne un lavoro, occupa anche gran parte del suo tempo libero. Fare una vacanza in sua compagnia è un divertimento assicurato, Tamara adora cantare e suonare la chitarra. Di origini olandesi vive un po’ nel Paese dei mulini e tulipani e un po’ in Italia, tra le montagne trentine.

Foto: Elisa Antolini, Laura Bertinetti, Tiziana Brambilla, Grazia Calvani, Eva Nardulli, Donato Olivetto, Mariagrazia Ottolina, Angela Scarpari Tutte le altre foto sono di Girolibero e no.parking. © Girolibero, Vicenza 2016 Mappe e progetto grafico: no.parking, Vicenza Stampato in Italia www.girolibero.it


TAMARA VEENENDAAL

Da Parigi a Londra

I O L B E

· · · · ·

G

· · · · ·

O

GI

R

R

R E E N S

Questa guida sarà il vostro “compagno” di viaggio durante il tour in bicicletta dalla Francia al Regno Unito. Qui troverete informazioni di carattere artistico, storico e naturalistico sulle località che incontrerete lungo il percorso e vari suggerimenti pratici che renderanno il vostro viaggio piacevole e sicuro. Inoltre potrete trovare consigli su dove fermarvi per una breve pausa o per pranzare e varie curiosità sulla cucina francese e inglese.


Indice Da Parigi a Londra. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 6 Île-de-France . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . Storia . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . Parigi . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . Storia della città . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . Da non perdere . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . Mangiare e bere . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . Eventi . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .

10 11 16 18 20 24 27

Da Parigi a Cergy . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 29 Cergy . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 33 Mangiare e bere . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 34 Da Cergy a Gisors . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . La Valle dell’Oise . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . Eventi . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . Gisors . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . Mangiare e bere . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . Eventi . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .

35 35 38 39 41 42

Normandia. Normandia. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 43 Storia . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 44 La Valle dell’Epte . . . . . . . . . .. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .44 Storia della regione (Alta) Normandia . . . . . . . . . . . . . . . . 46 Da Gisors a Forges-les-Eaux. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . Forges-les-Eaux . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . Eventi . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . Mangiare e bere . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .

49 51 51 53

Da Forges-les-Eaux a Dieppe . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . Senna Marittima . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . Mangiare e bere . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . Dieppe . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . Eventi . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .

55 55 58 59 61


Traghetto Dieppe–Newhaven . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 63 Sud Est Inghilterra (South East England) . . . . . . . . . . . . . . 64 Storia . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 65 East-Sussex . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 66 Da Newhaven a East Grinstead . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . Newhaven . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . Brighton . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . Eventi a Brighton . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . West-Sussex . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . East-Grinstead. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . Mangiare e bere . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .

69 71 71 71 75 77 78

Da East Grinstead a Londra . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 81 Greater London . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 82 Londra . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 90 Storia . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 92 Da non perdere . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 95 Mangiare e bere . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 99 Eventi . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 101 Informazioni utili . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 102

CARTOGRAFIA IL TOUR: UNO SGUARDO D’INSIEME . . .8 TAPPE

Da Parigi a Cergy. . . . . . . . . . . . 28 Da Cergy a Gisors . . . . . . . . . . . 36 Da Gisors a Forges les Eaux . . . 48 Da Forges les Eaux a Dieppe. . . 54 Da Newhaven a East Grinstead 68 Da East Grinstead a Londra . . . 80

CITTÀ

Paris . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 14 Cergy . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 32 Gisors . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 40 Forges-les-Eaux . . . . . . . . . . . . 52 Dieppe. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 60 Newhaven . . . . . . . . . . . . . . . . . 70 Brighton . . . . . . . . . . . . . . . . . . 70 East Grinstead. . . . . . . . . . . . . . 76 London . . . . . . . . . . . . . . . . 87-89


6

D a Pa r i g i a L o n d r a

Da Parigi a Londra

È proprio così, due paesi, due diverse culture, due importantissime capitali europee unite da un unico grande progetto: una pista ciclabile lunga e maestosa che le riunisce sotto il nome di Avenue Verte! Buon viaggio nel futuro! L’itinerario inizia nel cuore dell’Île de France, la regione francese che ospita la splendida città di Parigi, la città più romantica del mondo e prosegue lungo la valle della Senna e del fiume Epte fino a raggiungere il mare. Pedalerete attraverso un’estesa campagna dove incontrerete antichi castelli e paesini medievali fino a raggiungere la città costiera di Dieppe. Da qui, in circa 4 ore attraverserete La Manica per giungere a Newhaven, città portuale, prima di ammirare la verdissima campagna inglese che, lungo vecchie linee ferroviarie, foreste e boschi secolari vi condurrà a Londra, la città più regale del mondo. Il percorso segue il tracciato dell’Avenue Verte e si sviluppa in parte su piste ciclabili in sede propria, in parte su strade secondarie a traffico promiscuo munite e non di corsia ciclabile e su strade di campagna a basso traffico. La costruzione di nuovi tratti di ciclabile prosegue rapidamente, pertanto il tracciato segnalato potrebbe subire variazioni.


D a Pa r i g i a L o n d r a

7

In territorio francese il percorso è generalmente pianeggiante lungo il corso dei fiumi principali (Senna, Oise, Epte) e diventa più impegnativo nelle zone di campagna. È possibile accorciare le tappe con il treno fino a Gisors. Soprattutto in territorio inglese si incontrano alcune salite e discese più impegnative, però prive di difficoltà tecniche. Oltre alle caratteristiche morfologiche del terreno, va tenuto presente che il tratto finale del tour, per raggiungere Londra, è reso più impegnativo per la presenza di maggior traffico veicolare e per la discontinuità del tracciato. Nell’arco di pochi chilometri infatti pedalerete attraverso parchi urbani e zone residenziali di periferia fino a penetrare nel fitto reticolo di strade della capitale inglese. È comunque possibile prendere un treno per raggiungere più rapidamente e facilmente Londra. Nella parte francese fino a Gisors è possibile abbreviare le tappe con il treno, dopodiché solo i bus collegano le città che incontrerete. Nel roadbook sono indicate con precisione quali sono le tappe interessate. L’itinerario è contrassegnato dalla segnaletica cicloturistica denominata “Avenue Verte”.

E ora, via sui pedali, godetevi il vostro viaggio!


8

D a Pa r i g i a L o n d r a

Il tour in sintesi

A 28

A 16

Dieppe

Amiens A 29

SaintSaĂŤns Forgesles-Eaux

A 16

Beauvais

Rouen

Clermont Les Andelys

Gisors

La

Persan

Se

ine

A 13

Evreux

N

Creil Senlis A1

Cergy Mantesla-Jolie

PARIS


D a Pa r i g i a L o n d r a

St Albans

9

Chelmsford

M 11

M 25

Watford

Brentwood

M 40

LONDON

M 25

Ri v e r

M4

Th

ames

Dartford M 25

Woking M3

M2

Maidstone

Guildford Crawley

East Grinstead

M 20

Ashford

Horsham

Brighton Worthing

N

Hastings Newhaven


10

Île-de-France L’Île-de-France è la regione in cui si trova Parigi, confina con l’Alta Normandia, la Piccardia, la Champagne-Ardenne, la Borgogna e la regione del Centro. Questa zona della Francia è per lo più pianeggiante e ricca di laghi e stagni, testimonianza delle numerose innondazioni della Senna. L’Îlede-France nacque come dominio reale e venne suddivisa in Seine, Seine-et-Oise e Seine-et-Marne. Dal 1965 i dipartimenti sono otto, compresa Parigi. ÎLE-DE-FRANCE IN NUMERI AREA: ca. 12.000 km² ABITANTI: ca. 11.800.000 LE CITTÀ PIÙ GRANDI (IN TERMINE DI ABITANTI) SONO: Parigi (2.275.000), Boulogne-Billancourt (114.000), Saint-Denis (107.000), Argenteuil (104.000), Nanterre (92.000), Versailles (86.000), Cergy (58.000) e Pontoise (31.000).


11

La storia in breve 53 A.C. i romani stabiliscono l’insediamento Lutetia Parisio-

rum 250: la città viene cristianizzata dal vescovo Dionigi (patrono della città, Saint-Denis) IV SEC.: la città viene chiamata Paris 486: Parigi entra definitivamente a far parte della dinastia dei Merovingi (la prima dinastia dei Franchi) 845-911: invasioni dai Vichinghi 1021: Notre-Dame diventa meta di pellegrinaggio 1246: viene riconosciuta l’autonomia accademica all’università di Parigi 1257: nasce la scuola della Sorbona XII E XIII SEC.: sviluppo e crescita economica della città di Parigi 1789: inizio della Rivoluzione Francese XIX SEC.: costruzione dell’Arc de Triomphe (1806), la Torre Eiffel (1889) e la Basilica del Sacro Cuore a Montmartre (18751914) 1940: invasione tedesca


ÎLE-DE-FRANCE

12

D a Pa r i g i a L o n d r a

1944: il governatore tedesco Von Choltitz si arrende al generale Leclerc e la città esce praticamente intatta dalla seconda guerra mondiale 1946: inizia la Quarta Repubblica francese (Charles de Gaulle) ANNI 60: la città vive un momento di grande sviluppo 1968: sciopero generale intrapreso dagli studenti per contrastare la società tradizionale, il capitalismo, l’imperialismo ed il potere gollista. Gli eventi del ’68 restano il più importante movimento sociale della storia di Francia del XX secolo. 1969: trasferimento di Les Halles (mercato generale) 1970: creazione delle 13 università della Région parisienne 1973: completamento del Boulevard périphérique (che diventa il limite della nuova cintura metropolitana) 1977: inaugurazione del Centre Pompidou 1986: inaugurazione del Museo d’Orsay 1989: inaugurazione della Pyramide del Louvre, della Grande Arche de la Défense e dell’Opéra Bastille 1995: inaugurazione della nuova Bibliothèque Nationale de France 2003: nasce il nuovo quartiere Paris Rive Gauche attorno alla Biblioteca


13

ÎLE-DE-FRANCE IN INTERNET

WWW.SNCF.COM Informazioni sulle ferrovie in Francia

WWW.RENDEZVOUSENFRANCE.COM Informazioni generali sul turismo in Francia

WWW.VELO.SNCF.COM Informazioni su viaggiare con la bicicletta sul treno in Francia

WWW.FRANCE-VOYAGE.COM/ FRANCIA-GUIDA-TURISMO/ILE-DEFRANCE-REGION.HTM Informazioni sul turismo nell’Île de France

WWW.FRANCEVELOTOURISME.COM Informazioni sugli itinerari in bicicletta in Francia


ue en Av

M

Boulevard de la Tou r-Maubourg

M

11

ain eS Ru

1,1

Se

is en t-D

Ja rdi rdin

1,2

Ru

don har

uc e Bo

Rue de

La

Vare nne

M

M

RER

M

e

10

in

L

M

re

Rue de Riv oli M

9

M

art

rd S

leva

Bou M

M

M

M

n

M

Quai de la Seine

M

16 Jean Jaur ès

Q Méugai de isse la rie

M

M

RER

Mo Qua nte i de be llo

Ma Quai rch du éN euf

Cor

li

l’H

2

i de se

Qu a

ivo

de R

l la

Rue

Qua i de M

18

M

12

Vil le

17

M

4e Arrondissement

ôte l de

M

500 m

M

19

Parc de la Villette

Aven ue Je an Ja 1,3 urès M

M

1,1

1,1

Châtelet- RER Les Halles

M

Les Halles

Parc des Buttes-Chaumont

Aven ue

Bas sin de la Vill ett e

M 15 1,1

M

mai

-Ger

aint

ais Qua i de Co nt i

i Ma laqu

Qua

M int-

1,8

a al S

nçoi s Mi ttera nd

i Fra

Qua

Ru e

Can

i de

Qua

a Fay ette 1,1 y Valm in

Rue L

Vil let te

Boulevard d el a

enta

x mpai . Sa

rd de Mag

ltai

i Vo

Qua

des es TTu u i l eeri rii ees Qua d i de 1,2 s Tu Qua iler i An ies ato le F M ran ce

13

ail

500 m

Quai d’Orsay

Espl a na de des Inval i de s

M RER

et qu Hôtel Pic te des Invalides ot M la M Avenue de Tour de ville

Quai d’Orsay

1,6

5

Boulevard des Inv alides

e euf

Bouleva

Ru e d eR en nes

ouvr du L Rue tN

Rue de Crimée

Rue Sain Bou t-De leva nis r d d e Se bast opo l

6, 7, 8

B

t sque ue Bo Aven

Pon

Rue SainLavan des te-O dière ppo s rtun e

u Pa lais

Sai

dd

rd

ou l ev ar

d

rg

14

rd Rasp

Bouleva

R Petiue du t Po nt

enar du R

Cergy

rm

Ge nt-

Ru la Ce de ité

Bo

va ule

Rue

bou

Notre-Dame ame Beau

tain e S ine Ru poll A

Rue

Bd

re niè son s i Po Château Rue du d’Eau

s nd ra s G s tin de us ai ug u A Q

ain


la

rite

2,5

4 5 6

1 2 3

Luoghi di interesse storico-artistico Tour Eiffel Notre-Dame Palais de Chaillot (Trocadéro) Arco di Trionfo Champs Elysées Montmartre

u

1

Bois de Boulogne

Inf I nf ééri rieur

Ufficio del Turismo LLa ac

Parigi

A

N 185

9 10 11 12 13 14

Bo

Lam

es

RERR

RER

M

A

M

A

Avenue Georges

Rue de

M

Pr e du

nu Ave

ue

en

Av

to Vic

u rH

go

M

ent

d’I Pon én t a

e

1

ue d

Ave n

York New

n ei

de ue en

on Wils M

M

4

M RER

Charles De lle Gaulle-Etoile

Gau

1,3

ésid

Mandel M Place du 0,9 Trocadéro et du 3 11 Novembre Jardins Jar Ja r d ins du du Trocadéro TTr r occ adé adérr o

Passy

Hotels 18 Hotel Holiday Inn Express Paris - Canal De La Villette er oum 19 Hotel Mercure Paris aul D P e u ven d u La Villette du

Ra R a ne l a ag gh h

icto

eV

go

u rH

M

ch

Avenue Fo 1,4

ud

ugea

ue B

Aven

u ven

Ristoranti nri Martin M e HeRestaurant la Rotonde u15 n e Av 16 Le Pavillon des Canaux 17 Glacier Berthillon

Musei Museo del Louvre Museo d’Orsay Museo dell‘Orangerie Centre Pompidou Pinacoteca di Parigi Museo del cioccolato JJardi a r di ns Gourmet Choco-Story

7 Sacro Cuore 8 Cattedrale Saint Denis

0,5

ber

gue

Mar

Rein e

e de

Allé

llée

et

de

va

rd P érip he

le

Bou leva

rd

Pé r i p her iqu e

ul

Bo

p am gch n o L

uch

rd S

riqu e

B

1,6

on

d ur

Bo

u

Champ

M

M

am ps-

es C h

dland

RER

Quai d’Orsay

Élys ées

e Frie Avenue d

la

en

Y ew

en

Av e ed

Av

Aven

ue

de N

eva rd

Klé ue Ave n

or k

Av

Cergy

oule va

Poincaré

S

Raimond

Q

Avenue

ly

ceau

an

Mar

La

n u e d’Iéna

A ve

ue Aven

Br

Avenue George V

ua i

Av Cha rles M de

Paris ue Bo sque t

na is


Parigi Parigi, capitale della Francia, è considerata una delle città più affascinanti del mondo, il susseguirsi delle numerose vicende storiche hanno contribuito a fare di questa metropoli un centro culturale, politico ed economico tra i più prestigiosi al mondo. La Senna, simbolo indiscusso di Parigi divide la città in due parti: la Rive droite (riva destra) a nord è il centro economico, politico e finanziario mentre la Rive gauche (riva sinistra), a sud, rappresenta il centro culturale e artistico. Parigi è suddivisa in 20 distretti amministrativi autonomi chiamati “arrondissement”. I più caratteristici sono: Marais, con i suoi vicoli in pavé su cui si affacciano numerose boutique alla moda e ristoranti etnici. L’attrazione principale è la seicentesca Place des Vosges. Montparnasse, ha rappresentato in passato il centro culturale della città dove si incontravano pittori, poeti e artisti da ogni parte del mondo. Montmartre, domina la città dall’alto della sua collina dove

PARIGI IN NUMERI AREA: ca. 105,00 km² ABITANTI: ca. 2.300.000


17

nella parte più elevata, sorge la bianchissima Basilica del Sacro Cuore. Montmartre è per definizione il quartiere degli artisti e della vita bohémienne: lasciatevi ritrarre da uno dei tanti pittori che incontrerete nelle sue strade. Quartiere Opera, un quartiere consacrato al commercio e alla finanza, caratterizzato dai cosiddetti “passage” una sorta di galleria commerciale coperta che ospita negozi di artigianato locale. Il Quartiere Latino è uno dei più vivaci della città ed è detto anche il quartiere degli studenti poiché ospita numerosi numerosi istituti, scuole ed università. Pigalle è il quartiere a luci rosse situato ai piedi di Montmartre, dove si trova il famosissimo Moulin Rouge. Saint Germain des Prés, una zona molto animata e frequentatissima la sera, rappresenta un punto di ritrovo apprezzato dai giovani. Île de la Cité, uno dei luoghi più affascinanti della città, è un isolotto che sorge sulla Senna nel cuore di Parigi e che ospita la cattedrale di Notre-Dame, la Sainte Chapelle e la Conciergerie, il

UFFICIO TURISTICO DI PARIGI Gare du Nord Welcome Centre, 18 Rue de Dunkerque, Paris 10e. OFFICE DU TOURISME ET DES CONGRÈS DE PARIS 25 Rue des Pyramides, Paris 1er, tel. +33 (0)1 49524263, internet@parisinfo.com - www.parisinfo.com


PA R I G I

18

D a Pa r i g i a L o n d r a

palazzo reale dei Capetingi, poi trasformato in prigione. Île Saint Louis, ideale per chi vuole rivivere l’elegante periodo del Seicento. Su quest’isola, nel centro della città, si possono ammirare antichi palazzi nobiliari e numerosi negozi d’artigianato e boutique d’arte. Bercy, tra i più moderni quartier della città, ospita edifici importanti come il Ministero dell’Economia e della Finanza, la Biblioteca Nazionale di Francia e La Cinematheque Francaise (museo del cinema). Il clima di Parigi è continentale con una forte influenza oceanica. Durante l’inverno si alternano periodi miti e piovosi a periodi più rigidi e nevosi. Le temperature raramente scendono sotto lo zero. L’estate è generalmente calda e ventilata, sono possibili precipitazioni.

Storia FONDAZIONE Parigi, in passato veniva chiamata Lutèce, che in

francese significa palude, successivamente, con l’insediamento dei romani nel 53 a. C. il nome venne modificato in Lutetia Parisiorum. Secondo la tradizione nel 250 d. C. la città venne cristianizzata dal vescovo Dionigi poi divenuto patrono di Parigi. Solo nel IV la città assunse il nome di “Paris”.


D a Pa r i g i a L o n d r a

19

LA CITTÀ NELLA STORIA

Fino alla metà del XIV secolo, la città si estendeva soprattutto sulla riva destra della Senna. In seguito, durante la Rivoluzione francese numerosi edifici furono danneggiati. Solo successivamente, in epoca napoleonica la città assunse un nuovo aspetto grazie alla ricostruzione degli edifici, all’introduzione di un nuovo sistema di illuminazione stradale a gas, alla posa di numerose fontane dotate di acqua corrente che migliorarono la situazione igienico sanitaria della città. Nel 1914 la città si salvò dall’invasione tedesca, ma nel 1940 venne occupata dal Terzo Reich. Nel ’44 Hitler ordinò la distruzione dei ponti sulla Senna e dei maggiori monumenti ma fortunatamente il governatore tedesco Von Choltitz si rifiutò di eseguire l’ordine e la città fu salva. Fu l’unica metropoli europea a uscire praticamente intatta dalla seconda guerra mondiale. LA CITTÀ MODERNA E NUOVA

Parigi, conosciuta anche come Ville Lumière, Lumière (la città delle luci) è la città più popolata di Francia. La sua popolazione è di 2 milioni di abitanti e la “Grande Parigi” è il centro economico e finanziario più grande d’Europa alla pari di di Londra e Mosca. La capitale francese è rinomata per la bellezza della sua architettura, i suoi lunghi viali, gli scorci romantici e per i molti musei. In prossimità della “Place de la Bastille” si trova “Rue de Lappe” uno dei centri di vita notturna più conosciuti di Parigi. Altri luoghi molto frequentati sono Le Lido sugli ChampsÉlysées, noto per i suoi spettacoli esotici, lo storico Moulin Rouge e Crazy Horse.

PARIGI IN INTERNET Le seguenti pagine internet danno informazioni su eventi, musei, monumenti, gastronomia, trasporti, strutture ricettive: WWW.VISITPARISREGION.COM WWW.PARIGI.IT WWW.PARISINFO.COM

WWW.PARISBYTRAIN.COM/ PARIS-RER/ Informazioni su tutte le linee ferroviarie, bus e metro a Parigi WWW.RATP.FR Informazioni sulla metropolitana di Parigi


20

D a Pa r i g i a L o n d r a

Da non perdere È l’icona di Parigi, costruita in occasione dell’Esposizione Universale del 1889, la Tour Eiffel riscosse così tanto successo che i francesi decisero di non smantellarla e farne un vero e proprio simbolo della città. Prima di diventare puramente una meta turistica imperdibile per chi visita la città, la Tour Eiffel venne utilizzata come stazione per osservazioni meteorologiche, per esperimenti sulla resistenza dell’aria e come gigante antenna radiofonica. La struttura è divisa in tre livelli aperti al pubblico, raggiungibili sia con l’ascensore che con le scale (1665 scalini!). Dal 1964 è classificata come Monumento storico di Francia.

PA R I G I

1 TOUR EIFFEL

2 NOTRE-DAME

Nel cuore di Parigi si trova uno dei monumenti più prestigiosi della città: la cattedrale di Notre-Dame. Edificata a partire dal 1163 rappresenta una delle costruzioni gotiche più celebri del mondo ed è uno dei monumenti più visitati di Parigi. Durante la rivoluzione francese Notre-Dame subì dei danni notevoli. Grazie al successo del romanzo di Victor Hugo “Notre-Dame de Paris” si decise di ristrutturare completamente l’intera chiesa. Dal 1991 fa parte del Patrimonio dell’Umanità dell’UNESCO.


D a Pa r i g i a L o n d r a

21

4 ARCO DI TRIONFO

L’Arco di Trionfo è un altro dei monumenti più importanti e simbolo della città di Parigi. Venne fatto costruire da Napoleone I nel 1806 in onore della Grande Armata. 5 CHAMPS ELYSÉES

Il viale più celebre d’Europa e una delle passeggiate più amate al mondo. Su questo maestoso Viale si affacciano da una parte le tipiche brasserie con giardini, teatri, ristoranti dall’altra invece si trovano palazzi, negozi, boutique d’alta moda, eleganti saloni d’automobili, il famoso Lido, uno dei più celebri cabaret parigini.

IL FIUME SENNA La Senna è uno dei principali fiumi della Francia ed è lungo circa 776 km. Il fiume nasce a SaintGermain-Source-Seine in Borgogna e sfocia nella Manica presso l’abitato di Le Havre. Passeggiare lungo les berges de la Seine, o navigare a bordo di un bateauxmouche vi farà ammirare Parigi da

un altro punto di vista . I principali affluenti della Senna che incontrerete lungo il percorso sono: la Marna (525km), l’Oise (302km), l’Epte (100km) e l’Eure (225km). Il fiume è sempre stato un’ispirazione per tanti pittori nel XIX e XX secolo, i più noti sono Daubigny, Van Gogh, Seurat, Monet, Renoir e Signac.

PA R I G I

3 PALAIS DE CHAILLOT (TROCADÉRO)

Trocadero è situato sulla collina di Chaillot di fronte alla Torre Eiffel. Il Palais de Chaillot è stato costruito nel 1937 per l’Esposizione Universale, in stile neoclassico. Da questo punto della città si può godere di uno dei paesaggi più belli e suggestivi di Parigi. La famosa piazza è una vera e propria terrazza affacciata sulla città! Il Palais de Chaillot ospita il Théâtre National de Chaillot, il Musée de l’Homme, il Musée de la Marine e la Cité de l’Architecture e du Patrimoine.


22

D a Pa r i g i a L o n d r a

PA R I G I

6 MONTMARTRE

Il quartiere degli artisti. Sin dal 1860 la collina di Montmartre divenne la dimora preferita di numerosi pittori che lo resero un luogo vivace e ricco di fascino (Renoir, Picasso, ToulouseLautrec, Valadon e Utrillo). Il quartiere è oggi pieno di ristoranti e negozi di souvenir e ha ormai in gran parte perso la sua autenticità. Ci sono, però, ancora delle strade che conservano il fascino di un tempo, come Rue Lepic, la lunga strada che sale lungo la collina, o la Rue St. Vincent. 7 SACRO CUORE

È impossibile non notare la Basilia di Sacre Coeur che con il suo colore bianco candido è visibile da quasi ogni punto della città. Per raggiungerla dovrete affrontare 300 ripidi scalini ma una volta arrivati in cima sarete ripagati da una vista incantevole, un panorama su Parigi a 360°. 8 CATTEDRALE SAINT DENIS

Questo bellissimo esempio di architettura gotica ha un’importanza anche simbolica in quanto luogo di sepoltura dei re di Francia. Al suo interno ci sono oltre settanta monumenti funerari (Dagoberto, Francesco I, Caterina de’ Medici, Luigi XVI…) che hanno contribuito ad aumentare il valore della cattedrale creando un vero e proprio museo dell’arte funeraria francese del Medioevo e Rinascimento.


D a Pa r i g i a L o n d r a

23

9 MUSEO DEL LOUVRE Pyramide du Louvre, tel. +33 (0)1 40205317, aperto tutti i giorni 9.00-18.00, mercoledì e venerdì 9.00-22.00, chiuso il martedì, entrata libera il 14 luglio, collezioni permanenti € 12, Sala Napoleone € 13, biglietto cumulativo € 16, www.louvre.fr Museo d’arte antica e moderna. 10 MUSEO D’ORSAY 62 Rue de Lille, tel. +33 (0)1 40494814, aperto tutti i giorni 9.30-18.00, giovedì 9.3021.45, chiuso il lunedì e il 1° maggio, audioguida € 5, biglietto € 11, www.musee-orsay.fr Al suo interno sono custodite le opere appartenenti a diverse correnti artistiche, tra cui l’impressionismo (Monet, Cezanne, Renoir e Degas). 11 MUSEO DELL’ORANGERIE Place de la Concorde, Jardin des Tuileries, tel. +33 (0)1 44504300, aperto tutti i giorni 9.00-18.00, chiuso il lunedì, audioguida € 5, biglietto € 9, www.musee-orangerie.fr Una galleria d’arte celebre per i dipinti di Monet, Cézanne, Matisse, Modigliani, Picasso, Renoir, Walter-Guillaume e Rousseau.

12 CENTRE POMPIDOU Place Georges Pompidou, tel. +33 (0)1 44781233, aperto tutti i giorni 11.00-21.00, chiuso il martedì e il 1° maggio, audioguida € 5, biglietto museo € 13, biglietto panorama €3, www.centrepompidou.fr La più importante collezione d’arte moderna e contemporanea d’Europa. 13 PINACOTECA DI PARIGI 28 Place de la Madeleine, tel. +33 (0)1 42680201, tutti i giorni 10.30-18.30, mercoledì e venerdì 10.30-20.30, biglietto € 14, www.pinacotheque.com Una galleria d’arte (Pollock, Lichtenstein, Soutine, Tintoretto, Picasso e Rembrandt). 14 MUSEO DEL CIOCCOLATO GOURMET CHOCO-STORY 28 Bd Bonne Nouvelle, tel. +33 (0)1 40547250, aperto tutti i giorni 10.00-18.00, biglietto € 12,50, www.museeduchocolat.fr Un delizioso museo dove i visitatori potranno scoprire i segreti del cioccolato e conoscere gli oltre quattromila anni di storia del cacao.

PA R I G I

MUSEI


24

D a Pa r i g i a L o n d r a

PA R I G I

Mangiare e bere Una delle cose più belle di una vacanza è mangiare, assaporare, degustare, e la Francia, in particolare Parigi, è uno dei posti migliori dove “sacrificarsi” a queste attività! Famosa nel mondo, la cucina francese soddisfa ogni palato, non mancano piatti a base di pasta e riso ma la vera particolarità della cucina francese sono le salse. In Francia, generalmente i pasti vengono serviti in tre portate: gli antipasti (hors-d’oeuvres/entrées), il piatto principale (plats) e i desserts. Le entrées sono solitamente costituite da insalate, mousse e patè di carne o pesce, piatti di sottaceti assortiti (assiette de crudités), salumi, passati di verdure (potage), zuppe (soupe) e brodo in tazza (consommé). I piatti di pesce più gettonati sono quelli di ostriche (huitres), crostacei (crustaces) e frutti di mare (fruites de mer). I plats sono divisi tra carni (viandes) e pesci (poissons), con i relativi contorni (garnitures) di pasta (pâte), o patate (pommes de terre) servite in diverse varietà: fritte (frites), bollite (à l’anglais) e crocchette (Dauphine). I dessert sono per lo più al cucchiaio e vengono farciti con panna montata, ma a farne da regina è la famosissima crema chantilly. Per gli amanti del salato, il dessert ideale sarà l’assiette de formage accompagnata da prelibate marmellate!

MANGIARE E BERE

15 RESTAURANT LA ROTONDE 6-8, Place de la Bataille de Stalingrad, Paris, tel. +33 (0)1 80483340 Questo ristorante è molto spazioso, è possibile cenare nel giardino affacciato su di un canale circondato da numerosi luci che creano un’atmosfera molto romantica. 16 LE PAVILLON DES CANAUX 39 quai de Loire, Paris, tel. +33 (0)1 42575870 La particolarità di questo ristorante è la sistemazione delle sale, in

passato il locale era un’abitazione privata ed i proprietari hanno scelto di mantenerne la disposizione trasformando ogni stanza in una sala da pranzo. Aperto tutti i giorni. 17 GLACIER BERTHILLON 29-31 rue saint Louis en l’ile tel. +32 (0)1 43543161 Visitando l’isola è d’obbligo una sosta alla gelateria più rinomata della città per assaggiare il famoso sorbetto.


SHOPPING Grandi firme, glamour, tendenza ed eleganza sono le parole d’ordine per la Parigi d’alta moda. Gli amanti dello shopping avranno l’imbarazzo della scelta, alcune vie sono conosciute proprio per le numerose boutique delle migliori firme: Champs-Elysées, Avenue Montaigne, Avenue George V, Rue Saint-Honoré, Rue du Faubourg e

Avenue Marceau senza dimenticare le Galeries Lafayette ed il grande centro commerciale di Les Halles. A chi piace gironzolare tra le bancarelle e scovare gli oggetti più strani e vintage non si può che suggerire il mercato delle pulci di Saint-Ouen il più grande mercato di antichità al mondo


26

D a Pa r i g i a L o n d r a

PA R I G I

PARIGI IN BREVE

Se avete poco tempo, ma non volete perdervi i monumenti principali della città, vi consigliamo di percorrere la “Voie Triomphale” (Via Trionfale), una linea immaginaria che collega monumenti, edifici e strade dal centro di Parigi fino alla Défense. Si parte dalla moderna Piramide del Louvre, si attraversano i variopinti giardini delle Tuileries fino a Place de la Concorde. Dall’ampia piazza, con l’inconfondibile obelisco egizio di Luxor, si prosegue lungo i maestosi Champs-Elysées: lasciatevi catturare dalle vetrine d’alta moda, i ristoranti eleganti prima di arrivare all’imponente Arco di Trionfo. Da qui percorrendo Avenue Kléber raggiungerete la piazza del Trocadéro: prendete un bel respiro prima di farvi catturare dal magnifico panorama sulla città! Scendendo dalla scalinata di Trocadéro attraversarete la Senna e sarete finalmente al cospetto della Tour Eiffel.

Oppure se volete respirare l’atmosfera bohémien di Parigi, vi consigliamo una visita alla famosa collina di Montmartre, uno dei luoghi prediletti dagli artisti. Il punto più alto della collina è la chiesa del Sacro Cuore che si può raggiungere o salendo i gradini o con la funicolare. Spesso davanti alla chiesa, si esibiscono artisti di strada in acrobazie e spettacoli davvero originali. Discesi dal sacro al profano, perdetevi tra le numerose e strette vie del quartiere Pigalle, fino a sbucare in Boulevard de Clichy dove troverete il mulino più famoso di Francia: Le Moulin Rouge. Da Montmartre potrete arrivare facilmente al Museo d’Orsay, ex stazione ferroviaria dell’Ottocento, che raccoglie i più celebri capolavori dell’impressionismo. Per concludere potrete passeggiare fino alla Chiesa di St. Germain-des-Près e alla vicina Cattedrale di Notre-Dame.


D a Pa r i g i a L o n d r a

27

, Fine maggio/primi di giugno: French Open Roland-Garros. Torneo Internazionale di Tennis. Stade Roland Garros, 2 Avenue Gordon Bennett, tel. +33 (0)1 47434800. www.rolandgarros.com , Metà giugno: Champs-Elysées Film Festival. Proiezioni di film indipendenti e grandi anteprime di Hollywood. Cinéma Gaumont Marignan, 27 Avenue des Champs-Élysées. www.champselyseesfilmfestival.com , Fine giugno: Festa della Musica. Artisti, gruppi amatoriali e artisti indipendenti suoneranno e canteranno per le strade della città con tutti i generi di musica. Place du Trocadéro. www.fetedelamusique.culture.fr , Weekend di giugno e luglio: Paris Jazz Festival. Con concerti, numerosi laboratori e attività dedicate, questo festival è un evento di grande risonanza a livello europeo. Parc Floral de Paris, Esplanade Saint Louis, tel. +33 (0) 820 007575. www.parisjazzfestival.fr , 14 luglio: Festa del 14 luglio. Festa nazionale per commemorare la Festa della Federazione del 1790 (Unità nazionale e Presa della Bastiglia). Si festeggia con riti ufficiali, feste popolari e fuochi d’artificio. Champs-Elysées, sfilata dall’Arco di Trionfo in direzione della Place de la Concorde. , Da metà luglio a metà agosto: Paris Plage. Lungo la riva destra della Senna verrà ricreata una vera e propria spiaggia. La sera hanno luogo numerosi concerti e incontri culturali di vario genere presso Voie Georges-Pompidou e presso il bassin de la Villette. , Fine luglio: Finale Tour de France. L’ultima tappa del Tour de France terminerà come d’abitudine sugli Champs-Elysées. www.letour.fr

PA R I G I

EVENTI


0

N

5 km

3

A1

5

e

Chatou

RueilMalmaison

Nanterre

3

Carrièressur-Seine

1

Neuilly

BoulogneBaillancourt

2

Colombes

6

A8

Argenteuil

Sartrouville

4

MaisonsLaffitte

Coflans-SainteHonorine

SaintGermainen-Laye

A 14

Poissy

Maurecourt

Jouy-leMoutier

Cergy

in

6

5

La Se

VaurĂŠal

Pontoise

Sarcelles

PARIS

La Villette

Gonesse

Goussainville

Bobigny

Montreuil

Aubervilliers

SaintDenis

Montmorency

Domont

A1

Sagy

A1 A3

15 A1

A 86

A1

3


D a Pa r i g i a L o n d r a

29

Au revoir Paris! Un ultimo saluto alla ville Lumière e poi via lungo la rotta dell’Avenue Verte. Si parte in grande stile da Notre-Dame passando dalla Tour Eiffel, l’Arco di Trionfo e, attraverso il parco Bois de Boulogne si arriva alla nuova Parigi de La Défense. Giungerete a Nanterre, luogo caro agli impressionisti e ai parigini che qui trascorrevano i pomeriggi en plein air navigando tra la Senna e la Marna: la Promenade Bleue di Parigi! Il verde primeggia in questo tratto di percorso particolarmente rilassante mentre ci si allontana dal caos cittadino. Lungo la rive droite della Senna passerete per Le Pecq e Maisons-Laffitte, da qui attraverserete la foresta di Saint-Germain-en-Laye e arriverete a Cergy. 1 BOIS DE BOULOGNE Il Bosco di Boulogne è uno dei più vasti e frequentati parchi di Parigi. In passato era la riserva di caccia dei re di Francia. All’interno di questo immenso polmone verde, luogo ideale per rilassarsi e praticare attività all’aria aperta, è presente un’abbondante varietà di alberi e piante come faggi, ciliegi e querce secolari. Inoltre, all’interno del bosco sono stati creati due laghi collegati tra loro, il Lac Inferieur e il Grand Lac, un vero paradiso per gli appassionati di canottaggio. 2 LA DÉFENSE è il polo commerciale ed economico più importante della città, il suo aspetto quasi futuristico, evidenza l’evoluzione architettonica della zona: palazzi in vetro, grattacieli altissimi, fontane dallo stile moderno e monumenti contemporanei. Simbolo incontrastato di questo quartiere è il Grande Arco de la Défense, inaugurato nel 1989 in occasione del bicentenario della Rivoluzione Francese. Questo arco ha una forma decisamente moderna che esula dalla tradizionale linea di un arco, è un cubo di cemento alto 110 m e largo 108 m. Anche i materiali utilizzati sono originali, infatti il cubo, svuotato al centro, è ricoperto di vetro e dal prezioso marmo bianco di Carrara. Questa importante costruzione è sede di uffici e rappresenta un business center di notevole rilievo.

DA PA R I G I A C E R G Y

Da Parigi a Cergy


DA PA R I G I A C E R G Y

30

D a Pa r i g i a L o n d r a

3 PARC DES IMPRESSIONNISTES L’isola di Chatou è notoriamente conosciuta con il nome di Isola degli Impressionisti, il motivo è facilmente intuibile, questo era il luogo preferito di moltissimi pittori della seconda metà dell’Ottocento. Tra i più famosi Van Gogh, Monet e Renoir. Il noto ristorante Maison Fournaise, chiuso nel 1906, oggi ospita un museo sull’impressionismo. Musée Fournaise, 3 Rue du Bac, Ile des Impressionnistes, Chatou. Tel. +33 (0)1 34806322, aperto da mercoledì a venerdì 10.00-12.00 e 14.00-18.00, sabato e domenica 11.00-18.00, www.musee-fournaise.com

4 MAISONS-LAFFITTE Questa cittadina ospita uno dei centri ippici più rinomati della Francia (il più lungo rettilineo in tutta Europa, 2300 m.). Il grandioso e massiccio castello (XVII sec.) è un capolavoro del classicismo francese. Già in passato, nel parco laterale, si organizzavano le corse dei cavalli. Agli inizi del XIX secolo fu acquistato dal banchiere Jacques Laffitte e alla fine dello stesso secolo il suo cognome venne aggiunto alla cittadina che prima si chiamava solamente Maisons-sur-Seine.


31

è una foresta di 3.500 ettari. Per lo più caratterizzata da querce e faggi, veniva utilizzata come riserva reale di caccia. Questo luogo è noto per il castello che sorge nel centro cittadino. Costruito nel 1124 dal re Luigi VI il Grosso, il castello fu una delle residenze principali dei re di Francia fino a Luigi XIV. Ospita oggi il museo nazionale di archeologia. 5 SAINT-GERMAIN-EN-LAYE

6 ÎLE DE LOISIRS CERGY-PONTOISE Questo centro ricreativo si trova a soli 30 minuti dalla capitale. Un ambiente naturale di 250 ettari di acqua e di verde. Numerose sono le attività sportive che vi si possono praticare (la pesca, lo sci d’acqua, il rafting, il surf d’onda, la vela e molto altro) oppure chi preferisce può rilassarsi prendendo il sole in uno dei grandi prati o divertirsi sulla spiaggia. Il parco è un luogo ideale anche per i più piccoli ospita infatti una scuola di circo e molti giochi all’aperto. L’accesso al centro ricreativo è gratuito per tutti. Per i prezzi delle attività, visitare il sito web. Île de Loisirs de Cergy-Pontoise, Rue des Étangs, Cergy-Pontoise, tel. +33 (0)1 30302155, www.cergy-pontoise.iledeloisirs.fr


N

rie

ne Mai

Rue Nation ale

al

ve ue

Gisors

L

mour int-Ay Rue d e Caix de Sa

i ’O

Ru

se

ale on ati N e

Paris

D 203

ean eJ

Hotels 7 Hotel Novotel Cergy Pontoise 8 Olivarius Apart’Hotel

l de rd a v ule Bo

l uti ’Ha

u l’Ea de ord B u in d Chem

500 m

r

s de

Ave nu e du

2

Av

D 203

7

rt Po du d r a ev

s te et ou r G

Bart

3

Bru loi

ue

Cergy

d Rue Av en 4 u 5 Port 6

or t uP

dd var R ue ule Bo de

Ru Sche Pierr erin e ga

8

d

ve

Rue d e Neuv ille

Bo

es

s ine ta on F 3

1

ue

A 15 M CergyPréfecture RER

S

ue Aven du

ud

l auti

d it t er an

F r a nç ois

n Ave

e l’H ard d ulev

nued

c Par du

Luoghi di interesse storico-artistico 1 École supérieure des sciences économiques et commerciales D 55supérieure 2 École nationale de l’électronique et de ses applications 3 Port Cergy

ler Vog

N

eu

Ru

rtin Ma nti a eS

n Ave

Ristoranti 4 La Crêperie du Port 5 Le Millésime du Port 6 Les Relais d’Alsace

Les Étangs de Cergy

L’ O i s e

Rue de Pontoise

A

Ufficio del Turismo

l éa ur

D 922

Rue Pier r e

Cergy

Rue

Rue du Marais l’A Rue d ncien e

on ati eN u R

e

Va

de

Ru e

D 922

ale tion ue N a e

N ord u Avenue

R eau nc Po

le

Bo a e l re e d ctu Ruréfe P

v il

e

Bo ul

d rd va ule

ise L’O


33

Cergy È il centro di Cergy-Pontoise, una delle cinque nuove città della cosiddetta “Francilienne”, la cintura extraurbana di Parigi costruita negli anni sessanta. Cergy è sede della prestigiosa “École supérieure des sciences économiques et commerciales” (scuola superiore di economia e commercio) 1 e dell’”École nationale supérieure de l’électronique et de ses applications” 2 (scuola di ingegneria, informatica e telecomunicazioni). Pur essendo una cittadina residenziale, rappresenta un importante snodo per i trasporti e il commercio. Una delle zone più apprezzate della cittadina è il porto 3 . Port-Cergy è il primo porto fluviale di Île-de-France e fu costruito sul progetto dell’architetto François Spoerry. Oltre ad essere frequentato da diportisti si trovano brasserie e ristoranti.

IL FIUME OISE L’Oise è un fiume (302 km) che nasce in Belgio nei pressi di Chimay (provincia di Namur) nel massiccio della Fagne, passa attraverso il bacino di Parigi e all’altezza di Conflans-Sainte-Honorine confluisce nella Senna. Il nome Oise deriva dal nome latino Isara (Is =

fiume, ar = corso d’acqua) che significa “il selvatico”. Questo fiume ha sempre avuto un ruolo di particolare importanza nel commercio tra Parigi ed il Belgio in particolare nel collegamento tra il bacino della Senna e quelli della Mosa e della Schelda.


MANGIARE E BERE 4 LA CRÊPERIE DU PORT 5 av. Jean Bart - Immeuble Le Brigantin - Bâtiment A, Cergy, tel. +33 (0)1 34249115, contact@lacreperieduport.com Questo ristorante ma anche pub si trova nel porto di Cergy. Specialità della casa: crèpes tradizionali, le galettes (crèpes salate), piatti della Savoie come la raclette (tipo di formaggio) o le tartiflette (formaggio, patate, cipolle e pancetta), ma anche piatti a base di pesce, carne e insalate. Nel Pub c’è una vasta scelta di birre, sidri, whisky e cocktails. 5 LE MILLÉSIME DU PORT 6 Quai de la Tourelle, Cergy-Pontoise, tel. +33 (0)1 75396148, www.lemillesimeduport.fr

Direttamente sul porto di CergyPontoise il ristorante gode di una una bellissima vista sul fiume. Specialità della casa sono i taglieri di salumi e formaggi da abbinare con l’ampia scelta di vini. 6 LES RELAIS D’ALSACE 18 Quai de la Tourelle, Cergy, tel. +33 (0)1 34249096, portcergy@ lesrelaisdalsace.com, www.brasserie-port-cergy.fr Ristorante alsaziano, sulle rive dell’Oise, affacciato sulle barche ormeggiate al porto. Specialità della casa sono i piatti tipici dell’Alsazia, ma soprattutto i frutti di mare, i Flammekueches (simili alla pizza), la Choucroute alsaziana (piatto a base di carne di maiale e crauti), ma anche un’ampia varietà di carni, pesci e insalate.


D a Pa r i g i a L o n d r a

35

Dalla periferia di Parigi, L’Avenue Verte vi porta nell’ondulata campagna francese. Panorami rurali e piccoli borghi agricoli ma anche castelli ed eleganti dimore vi danno il benvenuto nel Parco Naturale del Vexin. Incontrerete il castello di Théméricourt, la scenografica Maison du Parc, e Villarceaux, dove potrete raggiungere l’omonimo castello settecentesco abbellito da un immenso giardino. Da Bray-et-Lû si prosegue su ciclabile lungo la valle del fiume Epte con i suoi mulini, i suoi borghi antichi e rovine di castelli. Infine arriverete a Gisors, dove l’imponente fortezza che domina la città, segnava l’antico confine franco-normanno.

LA VALLE DELL’OISE AREA: ca. 1246 km² ABITANTI: ca. 1.170.000 LE CITTÀ PIÙ IMPORTANTI SONO: Pontoise, Argenteuil e Sarcelles. CONFINI: dipartimenti dell’Oise, di Senna-e-Marna, della Senna-Saint-Denis, degli Hauts-de-Seine, degli Yvelines e dell’Eure. AEROPORTI: All’interno del territorio si trova l’aeroporto internazionale Charles de Gaulle.

DA C E R G Y A G I S O R S

Da Cergy a Gisors


A1

3

0

N

Vernon

5 km

Chaussy

La Sein e

Bray-et-Lû

Berthenonville

L’ E

pte

4

Saint-Clairsur-Epte

Dangu

NeuflesSaint-Martin Tr

oe sne

Arthies

Maudétouren-Vexin Avernes

3

Magny-en-Vexin

Gisors

La 2

Sagy

Vigny

Vauréal

Marines

1

Cergy

A1

L’ O i s e Pontoise

Méru

6

L’IsleAdam

15 A1

A1 5


D a Pa r i g i a L o n d r a

37

1 L’AXE MAJEUR è una struttura architettonica creata dallo scultore Dani Karavan e fa parte di un più ampio progetto di Urban Design, chiamato “World of Imagination” (Mondo di Immaginazione) che unisce architettura, pianificazione urbana e arte. Iniziato nel 1980, il complesso è stato inaugurato dal presidente François Mitterrand all’inizio degli anni ’90. La struttura è lunga 3 km ed è composta da 12 “stazioni” che rappresentano lo sviluppo economico, culturale e politico della capitale. Le 12 stazioni sono la Tour Belvédère, la Place des Colonnes, il Parc des Impressionnistes, l’Esplanade de Paris, la Terrasse, i Jardins des Droits de l’Homme, l’Amphithéâtre, la Scène (il palcoscenico), la Passerelle, l’Île astronomique, la Pyramide e il Carrefour de Ham.

è una regione divisa sin dal X secolo in Vexin normanno (divenne parte del Ducato di Normandia e ora fa parte della regione dell’Alta Normandia) e Vexin francese (si trova negli odierni dipartimenti della Val d’Oise e Yvelines). Il Vexin è un altopiano calcareo attraversato da corsi d’acqua e abbracciato da colline, le abitazione che si incontrano lungo il percorso sono le tipiche case costruite in pietra calcarea con tetti piastrellati. A tutela del paesaggio e della fauna locale nel 1995 è stato fondato il Parco Regionale del Vexin Francese. 2 IL VEXIN

www.pnr-vexin-francais.fr

LA VALLE DELL’OISE IN INTERNET WWW.OISETOURISME.COM Informazioni generali sulla Valle dell’Oise WWW.VAL-DOISE-TOURISMEE.COM Informazioni generali sulla Valle dell’OCSE

WWW.EURE-TOURISME.FR Informazioni generali sul dipartimento dove passa il fiume Eure


DA C E R G Y A G I S O R S

38

D a Pa r i g i a L o n d r a

3 IL CASTELLO DI THÉMÉRICOURT fu fatto costruire alla fine del XV secolo da Philippe Théméricourt. La regale costruzione è abbellita da un grande giardino in perfetto stile inglese con un lago al centro. Nel 1959 il castello diventò la sede ufficiale del Parco Regionale del Vexin Francese che comprende anche la Maison du Parc, museo sulla flora, fauna e tradizioni locali. Il Musée du Vexin Français è aperto da martedì a venerdì 9.00-12.30 e 14.00-18.00, sabato 14.00-18.00 e domenica 10.00-19.00. Chiuso il lunedì. Tel. +33 (0)1 34486600, musee@pnr-vexin-francais.fr

4 VILLARCEAUX è una tenuta di campagna che comprende una casa fortificata medievale, un palazzo del XVI secolo, il maestoso castello del XVIII secolo e un immenso parco con giardini tematici. Entrata gratuita. Aperto da martedì a domenica 14.00-18.00. Tel. +33 (0)1 34677433 (da lunedì a venerdì 8.30-12.00 e 13.45-17.00). www.villarceaux.iledefrance.fr

EVENTI , Inizio giugno: l’Oise Verte & Bleue. Un evento interamente dedicato alla scoperta del patrimonio naturale e culturale della Val d’Oise. Oise Tourisme/Oise verte et bleue, tel. +33 (0)3 64606052, www.oise-verteetbleue.com


39

Gisors Gisors è la capitale storica del Vexin Normanno e si trova sulle rive del fiume Epte. Ha ca. 12.000 abitanti ed è una straordinaria cittadina medievale ancora oggi perfettamente conservata. 1 LA CHIESA DI SAINT-GERVAIS-ET-SAINT-PROTAIS è stata costruita dal XII al XVI secolo ed è interessante perché combina lo stile gotico con quello rinascimentale.

Ingresso libero tutti i giorni dalle 9.00 alle 18.00.

UFFICIO TURISTICO DI GISORS 4, Rue du Général de Gaulle, Gisors. Tel. +33 (0)2 32276063 - www.tourisme-gisors.fr Aperto da lunedì a sabato 9.00-12.00 e 14.00-18.00, domenica e giorni festivi 10.00-12.00 e 14.00-16.00.


D 14b

Rue du

N Fabourg de

eau es

ouen

Cergy

R

e Rein

sse

e la ue d

u B arb

t Le r

Rue de R

R ue H.

Vic to rH ug o

r Rue Albe

D 15e

u Fossé Vert ed

Hotels Ave n 4 Hotel Modern ue

Ristoranti 3 La Cappeville

oy

che Blan

olo uC

L’ E

e

’Di

pt

lQ ne

1 e ett

nne

e Vie Rue d

ed

Ru

2

nue de Verdun Ave

D 14

n ue

te

-O int Sa

p L’ E

e ed Ru

un Verd

ville

appe Rue C

ès aur nJ

3

a Rue J e

D 15e

e de

nu Ave

te

D 15e

Luoghi di interesse storico-artistico 1 Chiesa di Saint-Gervais-et-Saint-Protais 2 Castello di Gisors

Ufficio del Turismo

lla rd

Ma

Rue Lo uis

en Av

D 15b G la de ue

Ru

4

are

ed

Gisors Place de la Gare

u en Av

D 15b

nes

den is Ca ncço a r F e

oir

Rue

R

e de Ru

Ru

l ina orc F rt lbe eA

oes a Tr ul

L’ E p

el ue d uB o

e

Forges-les-Eaux

ppe

Ru

Rue de Die

esn

Rue Marion

250 m

La Tr o

M ret ord de rré ue Fe en au Av ete rm l’O

ne

Paris

Rue de Preslay

D 181


41

2 IL CASTELLO DI GISORS è stato costruito tra l’XI e XII secolo ed è il monumento principale della città. La costruzione è un fantastico esempio di architettura militare medievale la cui realizzazione iniziò nel 1097 per volere del re Guglielmo II d’Inghilterra, figlio di Guglielmo il Conquistatore. Una vera e propria fortezza che i Duchi di Normandia utilizzarono per la difesa del territorio anglo-normanno. Infatti, la sua posizione, arroccata su di una collina, permette di ammirare l’intera cittadina regalando un paesaggio davvero suggestivo che si estende a tutta la valle dell’Epte. Dal 1862, il castello di Gisors, è stato riconosciuto come monumento storico francese.

Il parco si può visitare liberamente e gratuitamente dalle 8.00 alle 19.30. Le visite al castello si possono fare solo guidate e su prenotazione.

MANGIARE E BERE 3 LA CAPPEVILLE 17 Rue Cappeville, Gisors, +33 (0)2 32551108, sppotel@orange.fr, www.lecappeville.com. Chiuso Mercoledì e Giovedì.

LES JARDINS D’ÉPICURE 16 Grande Rue, Bray-et-Lû, tel. +33 (0)1 34677587, info@lesjardinsdepicure.com, www.lesjardinsdepicure.com Aperto tutti i giorni.

LE RESTAURANT DU GOLF DE VILLARCEAUX Chateau du Couvent, Chaussy, tel. +33 (0)1 34677260, quentin. gouin2@gmail.com Aperto tutti i giorni.

CHEZ MARILOU 45 Rue de la Norée, Berthenonville, tel. +33 (0)6 11124651.

DA C E R G Y A G I S O R S

D a Pa r i g i a L o n d r a


42

SHOPPING MERCATO A GISORS Lunedì tutto il giorno e venerdì mattina

EVENTI , Metà maggio: Gisors, La Légendaire. Durante la rivisitazione storica il borgo medievale si veste a festa e la piazza della Chiesa di Saint-Gervais Saint-Protais diventa il centro dell’evento. Le abitudini e la vita quotidiana del Medioevo rivivono attraverso il mercato, gli antichi mestieri artigianali e gli spettacoli con musica, balli e acrobati. Office de Tourisme, 4 Rue du Général de Gaulle, Gisors, tel. +33 (0)2 32276063, www.tourisme-gisors.fr , Prima domenica di giugno: Fête de la Peinture. Artisti professionisti e dilettanti muniti di cavalletto e pennello sono invitati a condividere la loro arte all’aria aperta. Service Culturel, tel. +33 (0)2 32276090. , Fine giugno: Fête de la Musique. Festival della musica che dal 1982 per gli appassionati di musica jazz, gospel, hip hop, pop rock, country, francese e internazionale. Centre-Ville, tel. +33 (0)2 32276681.


D a Pa r i g i a L o n d r a

43

Si parte da Gisors verso Gournay-en-Bray e poi verso Forges-les-Eaux, rinomata stazione termale. Lasciata Gisors il percorso segue la valle dell’Epte, tra le colline boscose del Vexin Normanno e la Piccardia. Piccole strade risalgono le colline fino a Neuf-Marché, che segna il confine tra i dipartimenti dell’Eure, dell’Oise e della Senna-Marittima. Dopo Neuf-Marché il percorso prosegue su tranquille strade secondarie passando per St.-Germer-de-Fly e Gournay-en-Bray: benvenuti in Normandia o meglio in Gourmandie, terra di sapori unici! Da non perdere i saporiti formaggi meglio se accompagnati dal prelibato miele locale e da un buon bicchiere di sidro. Nella seconda parte della tappa da Gournay-en-Bray a Forgesles-Eaux il percorso sebbene ancora ondulato sarà meno impegnativo.

NORMANDIA IN NUMERI AREA: ca. 30.000 km² ABITANTI: ca. 3.200.000 LE CITTÀ PIÙ GRANDI (IN TERMINE DI ABITANTI) SONO: Rouen (485.000), Le Havre (245.000 abitanti), Evreux (84.000) e Dieppe (34.000).

NORMANDIA

Normandia


44

D a Pa r i g i a L o n d r a

Storia 57-56 A.C. Resistenza delle popolazioni galliche alle legioni ro-

mane

NORMANDIA

51 A.C. La regione passa sotto il dominio romano III SEC. La Normandia diventa una provincia romana con il nome di Gallia Lugdunense 406 L’impero romano inizia a indebolirsi e i Sassoni s’insediano sulle coste 486 Le regioni tra i fiumi Somme e Loira passano sotto il controllo del re dei Franchi, Clodoveo 790 Primi insediamenti dei Vichinghi, chiamati Normanni, da cui la regione prende il nome attuale di Normandia 911 Accordo tra il capo norvegese Rollone e il re Carlo III riguardante l’occupazione della terra normanna 1315 Carta dei Normanni, viene stipulata per definire l’autonomia della regione in materia di giustizia e di imposte

LA VALLE DELL’EPTE Il fiume Epte è un’affluente della Senna che va da Forges-les-Eaux a Giverny. L’Epte e la sua valle sono stati testimoni di secolari lotte tra francesi e normanni durante il Medioevo. L’evidente traccia si trova nei roccaforti lungo la valle dell’Epte,

una vera e propria linea di frontiera fortificata eretta dai Duchi di Normandia per difendersi dai re francesi. Tutti i castelli sono caratterizzati dal tipico torrione centrale, che serviva come punto d’osservazione e come ultimo rifugio.


D a Pa r i g i a L o n d r a

45

1348 La peste nera

Buono e il re di Navarra Carlo II Il Malvagio per i diritti sul trono di Francia 1365 Trattato di Avignone, Carlo rinunciò ai territori normanni in favore del re di Francia 1431 Giovanna d’Arco fu condannata a morte e bruciata al rogo 1517 Costruzione della città portuale di Le Havre XVI SEC. In seguito alla riforma protestante anche la Normandia fu travolta dalle guerre religiose 1572 San Bartolomeo, massacro dei protestanti a Rouen 21/09/1589 Battaglia di Arques 1608 Spedizione di Samuel de Champlain alla città di Québec 1639 La rivolta dei Piedi Scalzi (Nus Pieds), contro la tassazione delle gabelle all’intero territorio francese 1689 Guerra contro Inghilterra 1692 La flotta francese brucia nella battaglia di La Hogue 1694 Bombardamenti delle città di Le Havre e Dieppe 1780 Crisi economica che porta alla Rivoluzione Francese 1789 “Grande Paura” (Grande Peur), un complotto aristocratico per schiacciare la Rivoluzione 1790 Creazione dei cinque dipartimenti normanni 1815 Meccanizzazione dell’industria tessile (forza idraulica) 1843 Miglioramento delle vie di comunicazione: battelli a vapore sulla Senna e ferrovia tra Parigi e Rouen 1870 Guerra franco-prussiana 06/06/1944 Operazione Overlord; l’inizio della Battaglia di Normandia (D-Day)

NORMANDIA

XIV SEC. Violenta opposizione tra il re di Francia Giovanni il


46

D a Pa r i g i a L o n d r a

NORMANDIA

Storia della regione (Alta) Normandia La Normandia era una delle province storiche della Francia, fu suddivisa nel 1790 in 5 dipartimenti (Calvados, Manica, Orne, Eure e Senna). Nel 1956 i primi tre furono raggruppati nella Bassa Normandia, mentre i dipartimenti Eure e Senna Marittima nell’Alta Normandia. Nel 2014 i dipartimenti normanni si sono riuniti in una sola regione, la Normandia. In Normandia sono stati ritrovati numerosi reperti che testimoniano la presenza dell’uomo già in età preistorica, le zone interessate sono soprattutto l’Eure e Calvados. Nel III secolo si diffonde il Cristianesimo in tutta la regione e alla fine del V secolo il fenomeno si fortifica con la costruzione di chiese e di oratori. Fin dal 1570 il prezioso Canale della Manica svolse un ruolo fondamentale per il passaggio di navi mercantili con destinazione Londra ed Anversa. La Normandia importava per lo più materie prime come lana, stagno e cuoio dalle isole britanniche. Durante le guerre religiose nella secon-

L’ALTA NORMANDIA IN NUMERI AREA: ca. 12.000 km² ABITANTI: ca. 1.834.000 LE CITTÀ PIÙ GRANDI (IN TERMINE DI ABITANTI) SONO: Rouen (485.000), Le Havre (245.000), Caen (235.000), Evreux (84.000), Cherbourg (82.000) e Dieppe (34.000).

ALTA NORMANDIA IN INTERNET WWW.HAUTENORMANDIE.FR WWW.GOURNAY-EN-BRAY.FR Informazioni generali sulla regione dell’Alta Informazioni generali su Gournay-en-Bray Normandia e dintorni WWW.FRANCE-VOYAGE.COM/ FRANCIA-GUIDA-TURISMO/HAUTENORMANDIE-REGION.HTM Informazioni generali sulla regione dell’Alta Normandia WWW.NORMANDIAFRANCIA.IT/ SENNA-MARITTIMA/ Informazioni generali sul dipartimento della Senna Marittima

WWW.GOURNAYENBRAY-TOURISME. FR Informazioni generali su Gournay-en-Bray e dintorni WWW.FORGESLESEAUX.FR Informazioni generali su Forges-les-Eaux WWW.FORGESLESEAUX-TOURISME. FR Informazioni generali su Forges-les-Eaux


D a Pa r i g i a L o n d r a

47

La regione moderna e nuova Durante la seconda guerra mondiale le coste della Normandia furono il punto di partenza dell’Operazione Overlord: il famoso sbarco in Normandia che contribuì a mettere fine all’occupazione tedesca. Era il 6 giugno del 1944 quando ebbe inizio l’operazione, il più grande sbarco di tutta la storia militare condotto contemporaneamente su diverse spiagge del Calvados e della Manica a cui parteciparono truppe americane, inglesi e canadesi insieme a contingenti francesi e polacchi. Dopo lo sbarco ebbe inizio la battaglia di Normandia, che si concluse il 12 settembre quando diverse regioni della Francia erano già state liberate.

NORMANDIA

da metà del XVI secolo gran parte della popolazione protestante abbandonò la Normandia emigrando verso l’Inghilterra ed i Paesi Bassi. Nel XVIII secolo si sviluppò l’industria del cotone anche se l’agricoltura rimase l’attività principale legata soprattutto alla produzione cerealicola, (grano, orzo, guado, lino, canapa, legumi) e alla coltivazione di mele, mentre si ridusse notevolmente la coltivazione di viti. Inoltre, nella valle della Senna cominciarono a svilupparsi le raffinerie di zucchero. L’allevamento e la produzione casearia ebbero un rapido incremento insieme alla produzione manifatturiera: metallurgia, fabbricazione di utensili in rame, produzione di vetro, ceramica, porcellana e l’industria tipografica.


Formèrie

Forgesles-Eaux Pommereux

lle

Le

T

L’ A n

de

Haussez

rai

n

L’ E p te

Dampierreen-Bray Cuy-SaintFiacre

4

Gournayen-Bray

Ferrièresen-Bray

3

NeufMarché

Saint-Germerde-Fly

2

L’ Ep te

Amecourt

Sérifontaine

Etrépagny

Bazincourtsur-Epte 1

La

B o nde

N 0

5 km

NeuflesSaint-Martin

Gisors


D a Pa r i g i a L o n d r a

49

Da Gisors a Forges-les-Eaux è una piccola regione storica tra Rouen e Amiens a cavallo tra le regioni Piccardia, Normandia e Senna Marittima. Le città più importanti sono: Neufchâtel-en-Bray, Forges-les-Eaux e Gournay-en-Bray. I prelibati prodotti agricoli e caseari sono la peculiarità indiscussa di questa regione. Molti di questi, come ad esempio il formaggio Neufchâtel, il calvados (acquavite di sidro) e le mele normanne hanno ottenuto la denominazione di origine controllata (AOC in francese). Uno dei formaggi più apprezzati è senza dubbio il formaggio fresco petit Suisse, prodotto vicino a Gournay-en-Bray. 1 IL PAYS DE BRAY

2 NEUF-MARCHÉ è un piccolo villaggio con una posizione strategica. Si trova all’incrocio tra i dipartimenti dell’Eure, dell’Oise e della Senna Marittima ed è situato ai margini della foresta demaniale di Lyons, una delle più belle di Francia.


50

D a Pa r i g i a L o n d r a

DA G I S O R S A F O R G E S L E S E AU X

3 ST-GERMER-DE-FLY è una cittadina medievale, caratterizzata dalla maestosa presenza di due enormi chiese gemelle: l’abbazia di Saint-Germer (XII secolo) e quella della Sainte Chapelle (XIII secolo). L’abbazia fondata nel VII secolo da Saint Germer, primo abate, è considerata una delle costruzioni più rappresentative dello stile gotico in Francia. Poco distante si trova un antico granaio, ora municipio e sede del Museo delle Arti e Tradizioni Popolari. 4 GOURNAY-EN-BRAY è una cittadina di origini medievali. La Collegiale Saint-Hildevert risalente al XI secolo, conserva al suo interno splendidi capitelli romanici. L’ufficio informazioni di Gournay si trova invece all’interno di un convento di frati cappuccini del XVII secolo. Poco distante troverete un antico mulino a testimonianza della ruralità di Gournay-en-Bray.

EVENTI , 6 giugno: Normandy Day. Day. D-Day, anniversario dello sbarco alleato del 6 giugno 1944. Commemorazioni e celebrazioni nei luoghi dello sbarco.


Forges-les-Eaux Forges-les-Eaux, il nome stesso indica il forte legame della città con le sue sorgenti le cui proprietà curative furono scoperte nel XVI secolo. L’assidua presenza di Luigi XIII, della moglie Anna d’Austria e del cardinale Richelieu in città diede un rilievo internazionale alla località, tanto che diventò una meta alla moda, frequentata spesso dalla corte reale e dalla ricca borghesia parigina. L’acqua di Forges-les-Eaux, particolarmente ricca di ferro, era considerata una sorta di fonte di giovinezza, questa leggenda ha reso la località una vera e propria meta turistica, grazie anche alla costruzione di uno stabilimento termale e di un casinò.

UFFICIO TURISTICO ST. GERMER DE FLY 11 Place de Verdun, tel. +33 (0)3 44826274, www.ot-paysdebray.fr UFFICIO TURISTICO GOURNAY-EN-BRAY 9 Place d’Armes, tel. +33 (0)2 35902834, www.ot-gournay-en-bray.fr UFFICIO TURISTICO FORGES-LES-EAUX Rue Albert Bochet, tel. +33 (0)2 35905210, www.forgesleseaux-tourisme.fr

EVENTI , Durante l’anno Forges-les-Eaux offre concerti, spettacoli teatrali, opere liriche, musical e altri eventi. Molti spettacoli vengono fatti nella sala a Espace Jean Bauchet, a Domaine de Forges, o all’aperto.


2

Aven

L’ A

n

250 m

en Rid

erte

1

rien Cyp ue

ue V

urces Avenue des So

ll e

E. Rue

R

vigné

D 919

i

Rue

nu Ave

urces s So e de

et God Rue

D 13 13

tte Mare

an amd

Dr Rue dule Roy François

Ferry Jules

D 1314 Ru e

de N

eu fc

R

e ue d

hâ tea u

Fer é la R

Rue F ran ci s Place Brevière pu

i bl

de l a

M

Libé rat ion

du

D 915

ro ux

Ru ed

es L a

itie rs

D 919

Ufficio del Turismo

Hotels 1 Forgeshotel 2 Hotel Le Continental

Forges-les-eaux

Rue

e enu Av

lerc Lec hal c é ar

Rue Guy de Mo upass ant

D 921

s cteur es Do Rue dCisseville

R

Aven e

B e

Rue Jacq ue s Hébertot

e Sé me d

ada ard M oulev qu

Rue eL

Avenue du Onze Novembre

Ru

de

Newhaven Gisors

dun Ver du e Ru

iessé olas Th d Nic r a v le Bou

ue V

erte


53

Mangiare e bere La Normandia, assieme alla Bretagna, è la terra del sidro, bevanda alcolica ottenuta dalla fermentazione delle mele, mele cotogne e pere, di cui la regione abbonda. La mela viene utilizzata moltissimo nella cucina locale anche per produrre il celebre calvados, acquavite di sidro di mela. I bovini delle razze normanna e del Jersey sono conosciuti per la qualità del latte ed i formaggi che se ne ricavano sono i migliori della regione ((camembert di Normandia, livarot, neufchâtel, d’Auge, pont-l’évêque). pavé d’Auge pont-l’évêque La Normandia è inoltre la seconda regione francese produttrice di ostriche.

MANGIARE E BERE À L’ÉPOQUE 2 Av. Georges Heuillard, Neuf-Marché, tel. +33 (0)2 35094649, aperto da martedì a domenica dalle 9.30. Chiuso il mese di agosto.

Bar/ristorante/pizzeria,

L’AUBERGE DE L’ABBAYE 5 Place de l’Abbaye, Saint-Germer-de-Fly, tel. +33 (0)3 44825073, aubergedelabbaye60@orange.fr Aperto lunedì e martedì 9.00-14.00, da giovedì a domenica 9.00-21.00. Chiuso il mercoledì.


Mersles-Bains

Le Tréport La M a n c he

La

B

re

e

sl

L’ Y

Dieppe 7

4

5

es

Envermeu

Arquesla-Bataille

L’

6

Ea

ul

n

1

e

La

Offranville

èr

t

hu

Freulleville

Longuevillesur-Scie S cie

Buresen-Bray

A 28

OsmoySaint-Valery

n L a Va r e

3

ne

La

Londinières

ne

Bellecombre

Quièvrecourt 8

A2

2

Neufchâtelen-Bray

A 29

NeuvilleFerrières

Saint-Saëns Beaubecla-Rosière

A 29

Forgesles-Eaux 8

el

le

A2

ROUEN

L’ A

nd

0

N 5 km


D a Pa r i g i a L o n d r a

55

Da Forges-les-Eaux a Dieppe La nuovissima pista ciclabile che parte da Forges le Eaux vi porterà direttamente a Dieppe seguendo la vecchia linea ferroviaria lungo il corso del fiume la Béthune e l’Arques. Ancora tanta Normandia nella tappa odierna: verdi distese disseminate di fattorie con le tipiche case normanne, pascoli e in lontananza l’azzurro del mare. All’altezza dell’estuario dell’Arques, passerete accanto all’omonimo castello e alle antiche cave di arena oggi diventate rifugio di molti uccelli palustri. Arriverete a Dieppe stazione balneare francese dove nel tardo pomeriggio salperete alla volta di Newhaven.

SENNA MARITTIMA IN NUMERI AREA: ca. 6.000 km² ABITANTI: ca. 1.250.000 LE CITTÀ PIÙ GRANDI (IN TERMINE DI ABITANTI) SONO: Rouen (485.000), Le Havre (245.000), Dieppe (34.000), Fécamp (19.800), Elbeuf (17.600), Yvetot (12.500), Bolbec (11.800) e Eu (7.700).

2 NEUFCHÂTEL-EN-BRAY è stata l’antica capitale della regione storica dei Pays de Bray. La cittadina è situata sul fiume La Béthune. Nonostante il bombardamento avvenuto durante la Seconda Guerra Mondiale, la Chiesa di Notre-Dame (XII sec.) è rimasta intatta ed è tutt’oggi visitabile. In un’antica dimora del XVI sec. si trova il Museo Mathon-Durant con una interessante collezione d’arte e tradizioni popolari della Normandia.

DA F O R G E S - L E S - E AU X A D I E P P E

1 SENNA MARITTIMA

Il dipartimento della Senna Marittima (Alta Normandia) si affaccia sul canale della Manica con le sue spettacolari falesie di gesso che tanto affascinano i visitatori.


56

3 IL CASTELLO DI MESNIÈRES-EN-BRAY

DA F O R G E S - L E S - E AU X A D I E P P E

Bello, maestoso ed imponente, vi sorprenderà già da lontano con il suo aspetto fiabesco. È un esempio di architettura rinascimentale ed è oggi sede di un collegio e di una scuola di agricoltura. Il castello e il suo parco sono visitabili con il seguente orario: da Pasqua a Ognissanti, durante il weekend e giorni festivi 14.30-18.30. I mesi di luglio e agosto tutti i giorni 14.30-18.30. Chiuso il martedì. Visita guidata € 4 a persona, visita del parco € 2 a persona. Château de Mesnières-en-Bray, Domaine du Château, Mesnières-en-Bray, tel. +33 (0)2 35931004 4 IL PARCO NATURALE DIDATTICO GUY WEBER

Scopo principale di questo parco è quello di diffondere la materia scientifica e naturalistica offrendo la possibilità di visitare una zona umida del fiume Béthune. Al suo interno potrete visitare: il giardino di piante officinali, la casa dell’acqua, la riserva ornitologica e l’orto botanico. Per chi lo desidera è possibile fare delle visite guidate e gratuite. Parc Guy Weber, Avenue Verte 550 Rue de Biffret, St. Aubin le Cauf, tel. +33 (0)2 35043884, aperto tutti i giorni 9.00-18.00, entrata gratuita, parc.staubin@wanadoo.fr, parcguyweber.free.fr/index_en.php

5 PARC ANDRÉ FONTAINE, parco

comunale.

Marie de St. Aubin le Cauf, Place de l’église, tel. +33 (0)2 35858254, aperto lunedì, mercoledì e venerdì 11.00-12.00 e 16.30-18.30


D a Pa r i g i a L o n d r a

57

6 BASE DE LOISIRS DE LA VARENNE. Tappa imperdibile, questo luogo è un’area interamente dedicata alle attività all’aria aperta. Si può scegliere tra catamarano, surf, canoa, kayak, pesca, MTB, arrampicata, trekking, orienteering e molto altro! Varenne Plein Air – Base de Loisirs, Rue des Iaunay, St. Aubin le Cauf, tel. +33 (0)2 35856905, info@varennepleinair.fr, www.varennepleinair.fr

7 IL CASTELLO DI ARQUES-LA-BATAILLE fu costruito in cima ad uno stretto promontorio nella prima metà del XII secolo. L’origine del nome del castello risale al 1472 quando, proprio ai piedi della fortezza, ci fu una battaglia tra il re e le truppe cattoliche. Con il passare degli anni il castello venne lentamente abbandonato ma nel 1868 lo Stato francese decise di comprarlo, venne così ristrutturato e dal 1875 è classificato come Monumento storico di Francia.

WWW.SEINE-MARITIME-TOURISME. COM Informazioni generali sul dipartimento

WWW.NEUFCHATEL.FR Informazioni generali su Neufchâtel-enBray

WWW.FRANCE-VOYAGE.COM/ FRANCIA-GUIDA-TURISMO/COTEALBATRE-712.HTM Informazioni generali sulla Costa d’Alabastro

WWW.OT-PAYS-NEUFCHATELOIS.FR Sito ufficiale della promozione turistica di Neufchâtel-en-Bray

WWW.COTE-ALBATRE.FR Informazioni generali sulla Costa d’Alabastro

WWW.FRANCE-VOYAGE.COM/ FRANCIA-CITTA/DIEPPE-30209.HTM Informazioni generali su Dieppe

DA F O R G E S - L E S - E AU X A D I E P P E

SENNA MARITTIMA IN INTERNET


58

D a Pa r i g i a L o n d r a

FORMAGGIO NEUFCHÂTEL Il formaggio Neufchâtel è il più vecchio dei formaggi normanni. È un formaggio bianco, fresco o a breve stagionatura, morbido e con la crosta fiorita. Il Neufchâtel viene fatto in diverse forme, ma la forma più curiosa e che lo contraddistingue è quella a cuore. Questa scelta

particolare risale al periodo della Guerra dei Cent’Anni, e simboleggia la cordialità delle ragazze della regione che offrivano il formaggio agli occupanti inglesi. Il migliore per degustarlo è accompagnarlo a vini rossi fruttati come il Côtes-du-Rhône o al sidro artigianale Bouché.

MANGIARE E BERE CRÊPERIE DE LA GARE

Rue de la Gare, lungo l’Avenue Verte, Neufchâtel-en-Bray, tel. +33 (0)2 35172783

LE RELAIS DE L’AVENUE VERTE

66 Rue de l’église, St. Vaast d’Equiqueville, tel. +33 (0)2 35401648, www.rav76.fr


59

Dieppe Dieppe è una cittadina portuale che per la sua posizione svolge da sempre un ruolo fondamentale per la navigazione. L’Arques, il fiume che l’attraversa, lungo solo 6 km, sfocia direttamente nella Manica. Tipica cittadina di mare offre delle bellissime spiagge e affascinanti falesie che piombano verticali nel mare. Dieppe è ricca di monumenti e siti di interesse turistico i più antichi dei quali sono stati classificati Monumento storico di Francia. Ecco alcuni suggerimenti:

LA COSTA D’ALABASTRO La Costa d’Alabastro, in francese la Côte d’Albâtre, è un tratto di costa sulla Manica che si estende per 130 chilometri tra Le Tréport e Dieppe, passando tra gli altri per Le Havre e Étretat. Questo tratto di costa è diventato un’icona di quest’area francese grazie alle splendide ed altissime falesie

bianche alternate a spiagge di ciottoli. Un modo alternativo di godersi il paesaggio infinito del mare è quello di percorrere il sentiero escursionistico che costeggia le ripide scogliere. Le falesie di Étretat, alte ben 85 m., sono tra le più apprezzate ed ammirate soprattutto per la loro forma.

UFFICIO TURISTICO DI DIEPPE 56 Quai Duquesne, tel. +33 (0)2 32144060, www.dieppetourisme.com


ci

La

S 1N

e ov 8 91

Arques-laBataille

m

L a Sc

ie

de

e r a ir i e

un sP

th B é Che m

Saint-Aubin-sur-Scie

e1

D 54

br e1

La

2 km

d Rue

1,8

L a Va r e n n e

D 91 915 5

Calmont

es qu

Rouxmesnil Rouxmesnil le Haut

D1

s

4,1

D1

e Martin-Église Martinln L’ E a u

4

Forges-les-Eaux

6

Qu a 7

l’aveni r i de

D1

Saint-Nicolasd’Aliermont

500 m

ue

D 256

bliq

D 113

e Ru clerc Av de e L l a r la Ré Av Gene pu

D 56

FFo o rê t D em a ni a l e d d’A rq u es

ne

1 2 3 4

ed ’Ar

D 154 e

ques

Luoghi di interesse storico-artistico Castello di Dieppe Le Le Hamelet Hotels Chiesa di Saint-Rémy 8 Hotel Mercure Chiesa di San Giacomo D 55 N 27 N27 Quai Duquesne

Machonville Macho

D 154 Ru

3

Forges-les-Eaux

2

e

D 153

p m ha es u Cours d e C Ru de

5 Quai Enrico IV Les Les Vertus Vertus 6 Quartiere del Pollet 7 Chiesa di Notre-Dame-deBon-Secours

Ru 3,3 e de de la Pie Cro rre ix

1

u ai d ge Qu réna Ca

IV nri He 5 e Quai de la Somm

Ufficio del Turismo D 925 D925

s

Square du Canada

ai Qu

un

i Du

Hautot-sur-Mer Hauttot-su Hau -surr-M Mer

ue

D 485

rd Ve

oin Lav

Dieppe

l éra én u G zy e dChan u R

N 27

rq

de ard lev u Bo Qua

RouxmesnilBouteilles

L’ A

D 920

. Ru e E

PetitAppeville Appeville

e

0,9

2,0

i de Qua enir l’av

D 113

e Arc durse la Bo

D 75

Dieppe

1,3

Rue Thiers

D 153

Pourville-sur-Scie

D 75

La Manche Hable ai du Qu

Quai de la Marne

i Quaesne u Duq

R. de Stalingrad

de L ime s de l aC ité

Newhaven

Quai de la Marne

in


D a Pa r i g i a L o n d r a

61

1 CASTELLO DI DIEPPE (1443) originariamente fu utilizzato come caserma ed oggi è un museo che ospita una collezione di avori. 2 CHIESA DI SAINT-RÉMY

(XVI-XVII sec.) una delle chiese più

visitate della Normandia. 3 CHIESA DI SAN GIACOMO

(XII-XVI sec.) diventò chiesa parroc-

chiale nel 1282. 4 QUAI DUQUESNE, con le arcate della Borsa, la Camera di Commercio e l’edificio dell’antica chincaglieria Leveau (26 quai Duquesne), in uno stile che oscilla fra modernismo e classicismo. 5 QUAI ENRICO IV (il vecchio Grand-Quai) circondato da molti ristoranti ed edifici storici del XVII e XVIII secolo

(1876), meta di pellegrinaggi e luogo della memoria dei marinai dispersi in mare 7 CHIESA DI NOTRE-DAME-DE-BON-SECOURS

Affacciata sulla Manica, Dieppe grazie alla sua posizione privilegiata ha sempre avuto un ruolo fondamentale negli scambi commerciali oltremanica. Oltre ad essere una città portuale, Dieppe è anche un’importante stazione balneare: in estate la spiaggia è sempre affollata ed il lungomare è pieno di negozi e ristoranti dove poter gustare un bel piatto di moules à la dieppoise e St. Jacques (frutti di mare e ostriche).

EVENTI , Settembre: Cerf Volant. Festival internazionale dell’aquilone di Dieppe è il più grande del mondo e si tiene ogni due anni. Durante questa manifestazione vengono proposte molte attività e workshop per tutti i visitatori e il vero protagonista, il cielo, si tinge di mille forme e colori. Les Tourelles, Boulevard de Verdun, Dieppe, tel. +33 (0)2 32900495, infos@dieppe-cerf-volant.org, www.dieppe-cerf-volant.org

DIEPPE

6 QUARTIERE DEL POLLET, da dove parte la passeggiata che porta alla sommità della falesia


D a Pa r i g i a L o n d r a

63

Traghetto Dieppe–Newhaven Al terminal portuale di Dieppe, nel tardo pomeriggio, vi imbarcherete per Newhaven. La traversata della Manica dura circa 4 ore. Nella parte inferiore del traghetto vengono parcheggiati i veicoli e le biciclette, mentre nei ponti superiori si trovano le poltrone per i passeggeri insieme a bar, ristorante, saloni e servizi igienici. IMPORTANTE: per salire a bordo ricordate di portare con voi un documento d’identità o passaporto. Si consiglia inoltre, abbigliamento comodo e una giacca a vento. Arrivati a Newhaven raggiungerete l’hotel in bicicletta, ricordatevi di pedalare sul lato sinistro della strada! Vi preghiamo di essere vigili soprattutto in prossimità di rotatorie e incroci, dove i veicoli arriveranno da destra. IL CANALE DELLA MANICA

Il Canale della Manica, separa la Gran Bretagna dall’Europa. È lungo circa 560 km e la sua larghezza varia da un massimo di 240 km a un minimo di 34 km tra Dover e Calais. Il Canale della Manica rappresentata da sempre per la Gran Bretagna una barriera naturale. Nel passato ha contribuito a scoraggiare attacchi esterni preservando il territorio britannico da insidie via mare. Lungo le sue coste sono stati creati numerosi porti che hanno reso ancora più florida l’attività mercantile, tra questi i più importanti sono: Dover, Calais, Dieppe, Southampton, Portsmouth, Le Havre, Cherbourg e Dunkerque. Ancora oggi La Manica è una delle vie marittime più trafficate al mondo, tant’è che nel 1994 è stato inaugurato l’Eurotunnel, galleria stradale e ferroviaria che collega Calais a Folkestone. Nel corso della storia, la sfida di attraversare La Manica ha sempre attratto molti avventurieri: i primi per via aerea furono Jean-Pierre Blanchard e John Jeffries nel 1785 con un pallone aerostatico; Matthew Webb nel 1875, la attraversò a nuoto e nel 1926 fu la volta di Gertrude Ederle che batté il record maschile di ben due ore. L’ultima grande impresa è stata compiuta da Yves Rossy che nel 2008 attraversò La Manica in poco più di 9 minuti indossando una tuta alare.


64

S U D E S T I N G H I LT E R R A

Sud Est Inghilterra (South East England) Il South East England è la regione più grande di tutta l’Inghilterra e le città principali sono: Brighton and Hove, Southampton, Portsmouth, Oxford, Canterbury, Winchester e Chichester. La vicinanza di Londra ha contribuito allo sviluppo economico della regione. Oxford è conosciuta per la sua rinomata università, i collegi e le squadre di canottaggio che si allenano sul Tamigi.

SUD EST INGHILTERRA IN INTERNET WWW.INFOBRITAIN.CO.UK/SOUTH_ EASTERN_ENGLAND.HTM Informazioni generali sulla regione WWW.VISITSOUTHEASTENGLAND. COM Informazioni generali sulla regione WWW.SUSTRANS.ORG.UK Informazioni sugli itinerari cicloturistici

WWW.EUROVELO.ORG.UK Informazioni sugli itinerari cicloturistici WWW.NATIONALRAIL.CO.UK Informazioni sulle ferrovie in Inghilterra WWW.VISITBRITAIN.COM Informazioni generali sulla Gran Bretagna


D a Pa r i g i a L o n d r a

65

Storia 54 A.C. I romani giungono sulla costa del Kent, prime spedizio-

ni di Giulio Cesare in Britannia 43 D.C. I romani invadono il Kent V SEC. I sassoni invadono la penisola di Thanet 597 D.C. Il missionario Augustine giunge a Thanet e inizia a diffondere il Cristianesimo 1066 I Normanni arrivarono a Hastings XII SEC. Diffusione della lavorazione del ferro FINE XV SEC Introduzione di nuove tecniche di lavorazione e sviluppo della produzione del ferro, che assume sempre maggiore importanza nell’economia locale INIZIO XVIII SEC. Durante la crisi industriale a causa della mancanza di giacimenti di carbone molte industrie si spostano a nord e nel South East si intensifica la coltivazione di frutteti e luppolo 1940 Battaglia aerea d’Inghilterra

SUD EST INGHILTERRA IN NUMERI AREA: ca. 19.000 km² ABITANTI: ca. 8.650.000 SUDDIVISA (IN ORDINE DI SUPERFICIE) IN Hampshire (3769 km², 1.764.000 ab.), Kent (3736 km², 1.732.000 ab.), Oxfordshire (2605 km², 655.000 ab.), West Sussex (1991 km², 809.000 ab.), Buckinghamshire (1874 km², 757.000 ab.), East Sussex (1792 km², 800.500 ab.), Surrey (1663 km², 1.136.000 ab.), Berkshire (1262 km², 865.000 ab.) e Isle of Wight (384 km², 138.500 ab.)


66

D a Pa r i g i a L o n d r a

East Sussex (Sussex dell’Est) La Contea dell’Est Sussex è caratterizzata dalle “downs”, colline calcaree che si estendono a perdita d’occhio. Valli, boschi, cittadine e piccoli borghi si alternano tra queste dolci colline.

EAST SUSSEX IN INTERNET WWW.VISITSUSSEX.ORG Informazioni generali sulla regione del Sussex

WWW.DISCOVERTHEGARDENOFENGLAND.COM Informazioni generali su Sussex

WWW.EASTSUSSEX.GOV.UK/ Informazioni generali su East Sussex

S U D E S T I N G H I LT E R R A

SOUTH DOWNS CENTRE North Street, Midhurst, West Sussex, tel. +44 (0)1730 814810, info@southdowns.gov.uk, www.southdowns.gov.uk

NATIONAL CYCLE NETWORK National Cycle Network è la rete ciclabile che copre il Regno Unito e alcune isole della Scozia: circa 20.000 km d’itinerari pedonali e ciclistici. NCN è stato creato dall’organizzazione Sustrans (Sustainable Transport) che si occupa di mobilità sostenibile da più di vent’anni. L’Avenue Verte Parigi-Londra è segnalata da Newhaven a Londra su cartelli della NCN su sfondo blu e numero della strada su sfondo rosso. In alcuni casi, a indicarvi la direzione saranno dei

semplici adesivi con il numero dell’itinerario. Avenue Verte segue i seguenti itinerari: NCN 2 da Newhaven a Polegate, NCN 21 da Polegate a Crawley, NCN 20 da Crawley a Londra, NCN 4 a Londra.


67

l Parco Nazionale di South Downs, inaugurato nel 2011, è uno dei parchi inglesi di più recente istituzione. Si estende per un’area di 1627 km2, lungo 140 km da Winchester a Eastbourne. All’interno del parco si possono visitare le famose bianche scogliere di gesso (South Downs), le colorate

colline di arenaria e argilla di Western Weald e i boschi vallivi. Il gesso delle scogliere si è formato nel tardo Cretacico (dai 100 milioni ai 66 milioni d’anni fa), quando la zona non era ancora emersa. Alcune delle scogliere più impressionanti sono quelle di Beachy Head, le Seven Sisters e Seaford Head.

SEVEN SISTERS (SETTE SORELLE) Nel litorale del South Downs National Park, il parco naturale delle Sette Sorelle comprende 280 ettari di falesie d’alabastro, è in assoluto uno dei punti panoramici più affascinanti di tutta la contea. Le scogliere denominate Seven Sisters si affacciano a picco sulla Manica tra le cittadine di Seaford e Eastbourne. L’origine del

nome deriva dalle sette colline che si affacciano direttamente sul mare. East Sussex County Council, Seven Sisters Country Park, Exceat, Seaford, East Sussex, tel. +44 (0)345 6080193, countrysidemanagement@ eastsussex.gov.uk, www.sevensisters.org.uk

S U D E S T I N G H I LT E R R A

SOUTH DOWNS NATIONAL PARK


Tonbridge

Edenbridge

Crawley Down

er

Me

dway

v

er Eden

Ri

M 23

Riv

Royal Tunbridge Wells

East Grinstead er Riv

Medw

ay

Groombridge

5

6

Forest Row

Crowborough

Rotherfield Mayfield

U

ck

Riv

er

Haywards Heath

Uckfield Riv

Heathfield

er Ouse

Burgess Hill

Horam

Hellingly

Lewes

Hailsham

BRIGHTON South Heighton 1

Newhaven E n gl i s h C h a nn e l

0

5 km

Alfriston Seaford

Polegate

Eastbourne

Cuckme

Telscombe Cliffs

re R ive r

3

2

N

4


69

La tappa più impegnativa dell’Avenue Verte inizia con un trasferimento in treno da Newhaven a Polegate e da qui comincerete a pedalare percorrendo il Cuckoo Trail lungo l’omonima valle. Il percorso, che segue l’antica linea ferroviaria, è pianeggiante fino a Heathfield, da dove la strada inizia a farsi più ondulata. Immersi nelle scenografiche colline inglesi punteggiate di piccoli paesi e fattorie affronterete alcuni tratti ripidi ma brevi sia in discesa che in salita percorrendo principalmente strade secondarie e alcuni sentieri in buone condizioni. Da Groombridge si pedala nuovamente su un terreno pianeggiante che segue la ciclabile della Forest Way fino a East Grinstead, antica cittadina commerciale. Un’alternativa facile, che però non segue l’originale percorso dell’Avenue Verte, è di pedalare da Newhaven a Brighton seguendo le indicazioni cicloturistiche del National Cycle Network 2 (NCN 2). Raggiunta Brighton proseguire con un transfer in treno fino alla stazione ferroviaria di Crawley Three Bridges e da lì riprendere a pedalare lungo la pista ciclabile Worth Way fino a East Grinstead.

DA N E W H AV E N A E A S T G R I N S T E A D

Da Newhaven a East Grinstead


Brighton

oad Dyke R

Street

l rn R

d

Bay

a th W S ou Vue

Co

ur t

rm Fa

ad Ro

Gibbon Road

te Wes

Brighton Rd

y

Rd

For t Road

500 m

d oa eR

Fort Roa d

e

Madeir a Driv e

St

Kemptown

mes’s

rn Ro a

d

ueens ueen Queens Parkk

Easte

r St Ja

Uppe

de

e Para

Marin

l

Dr o v

Road

English Channel

A 259

St Jame s’s Stre et

Edward

n Hil

t

H il

A 259

Nor th Way

Denton Island

Mi l l

e ov Dr

A

C re

Se

A 259

Hotels 1 Premier Inn Newhaven Hotel

Newhaven

e Th

1

d vis R

ek

500 m

oad

Steine Gardens

Pavillon Str Gardens ee t

Carl to

Stre e

i on

gw o

Ea Fres st Dr h iv e ld Ro e ad

Elm Grove

s r Ou

King’s R

Nort h

Susse x

Alb

So ut ho ve rS tre et

Isli n

Beach

A 259

oad

A 23

Victoria reet Gardens

rch S t

Chu

North R oad

Trafalga r Street

The Level

d

Western R

N St

A 2010

A 23 A23

Ditchling Rd

London Road hR out

Upper

Bucking ham Road

Buckingham Pl

B 2122

St

Surey

on

A 270

Rive

et

d rd Roa

ad

Fle e t St d oa S

ns Ro

R es Lew Railway Road

West S tre

ide Riversrd No

Quee

d T err ac e

hm

Ric

d Roa

Qu We een st D ’s P rive a r kS tre et

New

r est R o a d

rd Road afo

Hill C

A 26

East Grinstead

Forges-les-Eaux ges-les-Eaux

Newhaven

Old Steine


D a Pa r i g i a L o n d r a

71

1 NEWHAVEN è una cittadina portuale con una popolazione di circa 12.300 abitanti. La città è affacciata direttamente sulla Manica, questo ha contribuito a renderla fondamentale per il commercio locale e per i collegamenti navali con tutta l’Europa. www.newhaventown.co.uk www.ournewhaven.org.uk 2 BRIGHTON (ca. 156.000 abitanti) è una delle località balneari più vicine a Londra, famosa oltre che per le spiagge anche per il divertimento. Sede di tre università, il suo lungo litorale è tutto un susseguirsi di palazzi tra i quali spicca lo stravagante Royal Pavilion, d’ispirazione orientale insieme all’elegante Brighton Pier (molo) di fine Ottocento. Non mancano le vie dello shopping, conosciute come “Lanes” nelle quali si affacciano musei, teatri e discoteche.

, Mese di maggio: Brighton Fringe. È il più grande festival all’aperto dedicato a tutte le forme d’arte. Ospita oltre 3000 performance e spettacoli in più di 180 luoghi nel centro di Brighton e ogni anno accoglie più di 250.000 spettatori. L’obiettivo principale del festival è di promuovere i talenti locali. www.brightonfringe.org , Fine giugno: Brighton Lindy Hop Festival. È un festival di ballo dedicato agli amanti della musica Swing. Durante la manifestazione vengono organizzati numerosi workshop di ballo per principianti ed esperti (Swing, Charleston, Lindy Hop e Texas Tommy) e concerti di musica dal vivo. www.brightonlindyhopfestival.com , Primo weekend di agosto: Brighton Pride. Brighton, conosciuta come “the gay capital” per la presenza di una consistente comunità e di numerose organizzazioni LGBT (lesbian, gay, bisexual, transgender), ospita ogni anno un festival che ha lo scopo di promuovere la parità, la diversità e l’educazione contro le discriminazioni di genere. www. brighton-pride.org , Metà settembre: The Brighton & Hove Food and Drink Festival. Manifestazione enogastronomica che si svolge a Pasqua, maggio, settembre e dicembre. Nel 2012 il “New York Post” ha nominato The Brighton & Hove Food and Drink Festival come uno dei principali eventi enogastronomici di tutto il mondo. brightonfoodfestival.com

DA N E W H AV E N A E A S T G R I N S T E A D

EVENTI A BRIGHTON


DA N E W H AV E N A E A S T G R I N S T E A D

3 POLEGATE E IL CUCKOO TRAIL

Il Cuckoo Trail è una delle piste ciclopedonali più famose della Gran Bretagna, è lunga 23 km e collega Hampden Park a Heathfield passando per Polegate. Il percorso segue una vecchia linea ferrovia, aperta nel 1880 e chiusa nel 1968, la “Cuckoo Line” che collegava Londra con l’attuale stazione balneare di Eastbourne e che diede un forte impulso economico allo sviluppo della regione. Il curioso nome “Linea del Cuculo” deriva proprio dal canto di questo uccello che in primavera risuonava nella vallata. Il percorso è ben attrezzato con aree di sosta per il picnic e sculture in legno di artisti locali. www.eastsussex.gov.uk/leisureandtourism/countryside/walks/ cuckootrail/default.htm 4 HEATHFIELD (ca. 11.500 abitanti) è una piccola città che sorge su l’antica mulattiera “The Ridgeway”, che collegava i South Downs con il Weald. L’importanza commerciale di Heathfield è legata alla lavorazione del ferro il cui sviluppo iniziò nel XVI e XVII secolo e aumentò notevolmente dopo il 1880 con la realizzazione della Cuckoo Line. Come in moltissime città e cittadine inglesi non manca la tradizionale banda musicale che anima le feste di paese. www.heathfield.net


D a Pa r i g i a L o n d r a

73

EVENTI A HEATHFIELD , Fine maggio: Heathfield Spring Fair fiera annuale di prodotti e artigianato locali. Preparatevi a gustare alcune delle migliori delizie della zona. Entrata libera. Aperto 10.00-15.00. State Hall, Kings Church, Station Road, Heathfield.

5 GROOMBRIDGE E LA FOREST WAY

Groombridge (ca. 1600 abitanti) si trova sul confine tra le contee del Kent (considerato il giardino d’Inghilterra) e dell’East Sussex. L’elegante Groombridge Place è una villa del 1239, con bellissimi giardini, vigneti e un centro per uccelli rapaci. www.groombridge.com

La Forest way, altro piccolo gioiello ciclopedonale ricavato da una linea ferroviaria in disuso, collega Groombrigde a East Grinstead. Il tracciato lungo 16 km è immerso nella verde campagna inglese dell’East Sussex. A salutarvi lungo il percorso non mancheranno cervi, volpi e tassi che qui sono di casa! 6 HARTFIELD

È un villaggio di circa 2200 abitanti a nord della Ashdown Forest, foresta i pini, betulle e querce. Lo scrittore Alan Alexander Milne che visse proprio a Hartfield ambientò le avventure dell’orsachiotto “Winnie the Pooh” e i suoi amici proprio in questa foresta che prese il nome di Foresta dei 100 acri.


STEAMTRAIN SPA VALLEY RAILWAY

DA N E W H AV E N A E A S T G R I N S T E A D

La Spa Valley Railway (SVR) fa parte del patrimonio ferroviario inglese e collega la stazione ferroviaria di Tunbridge Wells West a High Rocks, Groombridge e Eridge. Ancora oggi è possibile viaggiare sul treno a vapore

originale che ripercorre la tratta. La stazione principale è Tunbridge Wells West. La Spa Valley Railway è aperta nei weekend da marzo a ottobre. www.spavalleyrailway.com

EVENTI A LEWES , Inizio giugno: Waterloo Bonfire Annual Fete. Musica, luna park, mercato all’aperto locali e molti altri eventi. Aperto 12.00-17.00. Entrata libera. The Avenue, Paddock Lewes, amanda@waterloobonfire.co.uk, www.lewesbonfire.com


D a Pa r i g i a L o n d r a

75

West Sussex (Sussex dell’Ovest) La contea del West Sussex si trova nella parte settentrionale dell’Inghilterra, è una zona prevalentemente pianeggiante con alcuni rilievi, il più alto dei quali è Blackdown (280 m s.l.m.). In passato l’attività principale dell’area era l’agricoltura, mentre il turismo e l’industriale sono i settori trainanti. Il patrimonio paesaggistico rende il West Sussex un territorio ideale per gli amanti delle escursioni a piedi o in bicicletta.

WEST SUSSEX IN INTERNET WWW.VISITSUSSEX.ORG Informazioni generali sulla regione del Sussex

WWW.DISCOVERTHEGARDENOFENGLAND.COM Informazioni generali su Sussex


Felbridge

4

London

500 m

do

Lo n

nR

d

oa

He

Lowdells Lane

st Way

Ha lsfo rd P

ard

en Wo od

athcot e Driv e

A 22

Buc knur

5

Ro a

d

B 2110

Park Road nR

do

Lo n oa d

st Hill We

ching Way Bee roach Railway App

ad

A 264

Lan e

Lo n

B 2110

1

Be ec hi

2

B 2110

Newhaven

3 High St r eet

A 22

ac Bl

Ho

Luoghi di interesse storico-artistico A 264 A264 26 1 High Street 2 Palazzo di East Court 3 Chiesa di St. Swithun

Ufficio del Turismo

Lewe s Ro ad

Estc o t s Drive

Hotels 4 The Felbridge Hotel & Spa 5 Premier Inn East Grinstead Hotel

East Grinstead

l t ye Roa d

A 22

d Roa

Imb erh orn e

Ch a n Ro Stat io

G a r d en

Brook land sW ay

A 22

ue

d rlw oo ds

Ro a oa d Mo at R

Rd

ell kw

orne

ark

ad n Ro do

W

dmill Lane indm Win W

Av

en

erh Imb

ad Ro

e College Lan

o o dbu ry

Blackw ar m ell F y Wa ng

S h i p Street

G

d Road Woo

Lane


77

East Grinstead East Grinstead (ca. 24.000 abitanti) è una popolosa cittadina del West Sussex. Il suo centro storico è caratterizzato dalla centralissima High Street 1 , un susseguirsi di case in legno del XIV secolo, unica in Inghilterra. La città è attraversata dal meridiano di Greenwich, che passa proprio all’interno del settecentesco palazzo signorile di East Court, sede del municipio 2 . La chiesa anglicana di St. Swithun 3 , risalente al XI secolo, è uno degli edifici meglio conservati e merita una visita. Nel 2013, la stazione di East Grinstead è stata ripristinata, come fermata della Blubell Railway.

UFFICIO TURISTICO DI EAST GRINSTEAD Library Building, 32-40 West Street, tel. +44 (0)1342 410121, www.eastgrinstead.gov.uk, www.egnet.co.uk/index.php


78

D a Pa r i g i a L o n d r a

BLUEBELL RAILWAY The Bluebell Railway è un’antica ferroviaria lunga 11 km che corre lungo il confine tra East e West Sussex. Utilizza treni a vapore che viaggiano tra Sheffield Park e East Grinstead, con stazioni intermedie a Horsted Keynes e Kingscote. Oggi la ferrovia è gestita in gran parte da

volontari e ha la più grande collezione (oltre 30) di locomotive a vapore nel Regno Unito dopo il National Railway Museum. La Società ha inoltre una collezione di quasi 150 carrozze e carri, la maggior parte di loro pre1939. www.bluebell-railway.co.uk

DA N E W H AV E N A E A S T G R I N S T E A D

MANGIARE E BERE THE CUCKOO REST Station Road, Hellingly, tel. +44 (0)1323 440745, aperto tutti i giorni, cuckoorest@btconnect.com, www.cuckoorest.co.uk THE PINK CABBAGE PRODUCE CO. Millholme, High Street, Mayfield, tel. +44 (0)1435 872557, www.pinkcabbageproduce.com THE MIDDLE HOUSE High Street, Mayfield, tel. +44 (0)1435 872146,

aperto tutti i giorni 12.00-14.15, info@themiddlehousemayfield.co.uk, www.themiddlehousemayfield.co.uk THE HUNTSMAN PUB Groombridge Lane, Eridge, tel. +44 (0)1892 864258, www.thehuntsmanpub.com THE RIVERVIEW CAFE Station Road, Forest Row, tel. +44 (0)1342 823030, info@riverview.co.uk, www.riverviewcafe.co.uk


80

LONDON Westminster

R iv

9 8

Wandsworth

Riv e r

7

s

Clapham

Bromley

Mitcham

W

an

dle

4

Th a m e er

5

Sutton

6

New Addington

Purley 3

Banstead

Orpington

Croydon

Chipstead

Coulsdon

Biggin Hill

Chaldon

Caterham

Merstham

5

Reigate e

Horley

Crawley Down

Crawley

N 0

en

Salfords

Edenbridge

M 23

ol

d r E

M

Rive

er

Oxted

Godstone

Redhill Riv

M 25

1

East Grinstead

2

5 km

Riv e r

Forest Row

a

y

M2

Medw


81

Da East Grinstead a Londra Ultima tappa in bici. Sarà piacevole seguire la “Worth Way”, ciclabile che segue la vecchia ferrovia e che comincia nei pressi della stazione di East Grinstead. Giunti alla stazione di Crawley, Three Bridges, un trasferimento in treno vi porterà a Coulsdon South evitando un tratto particolarmente trafficato. Da Coulsdon South a Londra si prosegue lungo la “Wandle Way”, attraversando un altro rigoglioso bosco. Nei mesi di luglio ed agosto a Mayfield potrete ammirare la fioritura dei campi di lavanda….sarà come pedalare in un mare viola. Parchi e nuovissime piste ciclabili vi condurranno diritti nel cuore della capitale inglese e a Westminster sarete premiati con un WELCOME IN LONDON!


EAST GRINSTEAD–LONDRA

Greater London (Grande Londra) L’esponenziale crescita urbanistica ha reso necessario la suddivisione della città in due aree amministrative: la City e la Greater London. La City è considerata uno dei maggiori centri economico-finanziari del mondo, basti pensare che la popolazione residente è di circa 7000 abitanti ma oltre 300.000 persone vi lavorano. La Grande Londra è invece il termine con cui si fa riferimento all’amministrazione comunale della capitale britannica. Con la crescente industrializzazione, anche la popolazione di Londra è aumentata rapidamente nel corso del XIX e inizio XX secolo. Oggi Londra è la città più popolosa dell’Unione europea con più di 8.600.000 abitanti.

THE GREATER LONDON IN NUMERI AREA: ca. 1572 km² ABITANTI: ca. 8.600.000


D a Pa r i g i a L o n d r a

83

1 LA WORTH WAY è un percorso ciclopedonale, creato su una vecchia linea ferroviaria, che collega Crawley e East Grinstead, un’area dove potrete ammirare una ricca varietà di piante e animali: qui vivono più di 200 specie di insetti, tra cui numerosi tipi di le farfalle. Insieme alla Forest Way e il Cuckoo Trail fanno parte del percorso nr. 21 della NCN, che collega Londra e Gatwick Airport con East Grinstead, Heathfield e Eastbourne. 2 CRAWLEY (ca. 107.500 abitanti) è una città che si trova a 45 km a sud di Londra. I primi insediamenti risalgono all’Età della Pietra. L’economia locale è legata al commercio del ferro sin dall’epoca romana. Interessante è la varietà architettonica dei quartieri di Crawley con stili molto diversi. La città ospita l’aeroporto di Gatwick, uno dei più grandi della Gran Bretagna. www.crawley.gov.uk/pw/Leisure_and_Culture/Tourist_Information/ index.htm

EVENTI A CRAWLEY

3 COULSDON (ca. 26.000 abitanti) si trova a ridosso nelle North Downs, le colline calcaree. L’agricoltura è stata per anni la principale attività legata al latifondo e solo intorno al 1860 ebbe inizio lo sviluppo urbanistico e industriale soprattutto nella zona periferica della città. Mentre il centro storico ha conservato molte aree verdi dove ancora oggi ha sede uno dei primi club di cricket del mondo.

EAST GRINSTEAD–LONDRA

, Fine giugno: Crawley Festival. Festival Manifestazione dedicata allo sviluppo e alla promozione dell’arte e delle attività culturali. , Fine agosto: Crawley International Mela Mela. Festival estivo che coinvolge le varie comunità etniche e culturali di Crawley che ha l’obiettivo di incoraggiare e rinforzare la collaborazione tra le varie culture attraverso spettacoli artistici. The Hawth, Hawth Avenue. www.crawleymela.uk , Ultimo weekend di luglio: Summer Diesel Gala. Festival annuale dalla durata di tre giorni, durante il festival vengono esposte ai visitatori le storiche locomotive a vapore. Le stazioni interessate sono: Tunbridge Wells West, High Rocks, Groombridge e Eridge. A rallegrare il festival la tipica birra “ale” e le salsicce nostrane chiamate “sausage rolls”. Spa Valley Railway, West Station, Royal Tunbridge Wells, tel. + 44 (0)1892 537715, www.spavalleyrailway.co.uk


84

4 WANDLE WAY

Il Wandle Trail è un percorso ciclopedonale di 20 km che attraversa le numerose aree naturalistiche situate lungo il corso del fiume Wandle, un immissario del Tamigi. Rilassante e divertente sarà pedalare in questo ambiente naturale dove incontrerete simpatici scoiattoli intenti ad arrampicarsi sugli alberi e nella bella stagione i tipici prati inglesi in fiore perfetti per scattare una foto.

EAST GRINSTEAD–LONDRA

www.wandletrail.org 5 IL MAYFIELD LAVENDER è il nome di un’azienda agricola a conduzione familiare specializzata nella coltivazione biologica di lavanda. La lavanda viene coltivata senza concimi chimici, pesticidi o erbicidi. Fatto curioso è che la piantagione si trova esattamente nello stesso luogo dove si coltivava la lavanda già nel XVIII e XIX secolo. Generalmente la lavanda fiorisce tra la fine di giugno e la fine di agosto. I 25 ettari coltivati permettono di passeggiare totalmente immersi nella delicata fragranza e nel colore di queste piante. All’interno della fattoria c’è un piccolo bar e servizi igienici. Il parco è aperto da inizio giugno a fine settembre, da martedì a sabato 9.30-16.30. Mayfield Lavender, 139 Reigate Road, Epsom, tel. +44 (0)75 03877707, info@mayfieldlavender.com, www.mayfieldlavender.com


D a Pa r i g i a L o n d r a

85

6 OAKS PARK è un parco pubblico a Carshalton, a sud di Londra, realizzato per volere del Conte di Derby nel 1770. La villa, all’interno del parco, è stata demolita ma si possono ancora visitare la panetteria e le stalle. Inoltre vi sono un campo da golf, un centro sportivo, un centro artigianale e un bar. Il parco è aperto tutti i giorni.

7 MORDEN HALL PARK è un parco della National Trust, un’organizzazione che si occupa della conservazione e protezione dell’eredità storica e naturale di Inghilterra, Galles e Irlanda del Nord. Attraversato dal fiume Wandle il parco ospita: la Morden Hall (vecchia scuola adibita a ospedale nel 1915), il Morden Cottage, (vecchio mulino per la macinazione del tabacco) e altre attività commerciali legate all’agricoltura. Non perdetevi il giardino delle rose con più di 2000 varietà di rose.

con i suoi 89 ettari di verde questo parco urbano a sud di Londra è conosciuto per il Victorian Bandstan, un palco in stile vittoriano dove fin dal 8 CLAPHAM COMMON

, Fine giugno: Colourscape Music Festival, nato nel 1989, è uno dei festival musicali più insoliti del Regno Unito ed unisce arte visiva e musica contemporanea (workshop e concerti). Aperto giorni feriali 12.00-13.00, weekend 13.00-18.00. Clapham Common, Windmill Drive. , Primo sabato di luglio: Calling Festival, festival di musica rock. Aperto 13.00-22.30. Clapham Common, Windmill Drive, www.callingfestival.co.uk , Fine luglio: Foodies Festival ospita i migliori chef che si esibiscono dal vivo cucinando in teatro. Una festa gastronomica con degustazioni, tè danzanti, attività culinarie e cocktail. Aperto 11.00-20.00. Clapham Common, Windmill Drive, tel. +44 (0)844 9951111, www.foodiesfestival.com

EAST GRINSTEAD–LONDRA

EVENTI A CLAPHAM COMMON


86

1890 vengono organizzati festival musicali. Chi preferisce praticare sport all’aria aperta troverà in questo parco moltissime infrastrutture sportive come una pista da corsa, campo da bocce, cricket, calcio, rugby, una pista per skateboard e tre laghetti da pesca. www.claphamcommon.org 9 BATTERSEA PARK aperto nel 1858 si trova proprio nel centro di Londra, sulla sponda meridionale del Tamigi e era il luogo dove all’inizio del XIX secolo vi si svolgevano duelli tra la nobilità inglese. Nel 1864 fu inaugurato il primo campo da calcio e nel 1951 venne realizzato un parco divertimenti per le famiglie, Battersea Fun Fair, oggi adibito a fiere ed esposizioni. www.batterseapark.org

EAST GRINSTEAD–LONDRA

SURREY Attraverserete la contea di Surrey durante il trasferimento in treno da Crawley a Coulsdon per evitare il denso traffico della zona di Gatwick. A Surrey (ca. 1.140.000 abitanti) vista la vicinanza vivono molti lavoratori pendolari. Il territorio è prevalentemente pianeggiante e ondulato. A sud si elevano le North Downs (colline calcaree simili alle South Downs),

che raggiungono i 295 metri di altezza, a nord la contea è pianeggiante ed è attraversata dal fiume Tamigi. Surrey è circondata da boschi di querce ed è la contea con più superficie boscosa della Gran Bretagna. La riserva naturale di Box Hill è la più antica della Gran Bretagna. www.visit-surrey.com


n

d

ia or

an

Str

ch

nt me ank b Em

Belved ere Ro ad

A 3211

Temple

St Fleet

A4

Holborn

for

Lambeth

m Sta

et

tre dS

B 300

A 40 A4

A 201

A 201

St 6

A1

Union Street

Sou thw ark S t re

14

et

e dg

side

Cheap

Barbican

Upper Thames St

Queen Victoria St

New gate

Newington

ut eC

Th

Thames iver

A 3200

R

A 5200

t

oo erl

500 m

9

Jubilee Gardens

Gol den J HunBridgeubilee g Briderford ge A 3211

A4

Covent Garden

yL

Vic t

Du r

Aldw y

ay

oad

10

gsw

kR

Kin

loo ter e WaBridg

Wa

Yor

Ln

Blackfriars Rd

th w ar

ery anc Ch

Blackfriars Bridge

Borough

A 3200

r Tha m s St

A 1213

A 2198

Too ley

A 3211

St

F

hu r en c

ch

Luoghi di interesse storico-artistico 3 Tower Bridge 5 Torre di Londra

Ufficio del A 10Turismo A10

A 1211

St

Londra

Southwark

Lo w e

City of London

London Wa ll

Berm

So u

Street Rd

on Farringd Millennium Bridge

k Br i

A 1202 B 134

3

A 200

A 100

5

Musei 10 British Museum 14 Tate Modern

6 St. Paul’s Cathedral

t xS

Sout h Bridgwalk e

se

Bridge

le id d

Mansell

London

Co

psgate

M

l St

Bis h o

rcia

e mm

A 11

A 1203

A 100

St an Lem

St

onds ey St

Ro

ad


P a rk L n

A 3214

int

Sa

500 m

kin

A 3217

4

B uc ki ng

e

riv

eR oa d

rav

ha ll

1,2

ux

Va

e

d

eR oa

dg

Bri

2

0,3

13

Horseferry Road

0,9

B 323

Vi

t

0,3

Great George S t

0,6

9

Jubilee Gardens

A 3212

East Grinstead

idge

Lambeth Br

Victoria Tower Gardens

1

Westminster Bridge Road

Westminster W estmins

r cto

tr ia S

ee

St J am es’s s ’s ’s Pa rk

Th

ll Ma

e Walk Birdcag 0,9

Pa

ham Ga t

reet ria St Victo

Be lg

’s D

org e

Ge

0,3

7

Victoria

A 3213

G re e n Park

0,5 Constitution Hill

Pic

Buck ingham Palace A 302 G ardens

0,3

A4

illy

oad

Spur Rd

all ll M

w

d ca

ce R

Pala

gha m

Buc

r Ro

ste

Roc he

bankment Victoria Em

Thames A 3036

ere Ro ad

Belved 18

ce

S

d for tam

Lam

stm ins t

t

ee

Str

Ge

A 23

Ken

ane nL to g nin

e’ s Ro Geraldine Mary ad Harmsworth Park

A 3203

St

or g

A 301

B 300

e r B ridge Road

ad h Ro bet

We

Lambeth

A 3200

la Pa Archibishop’s Park

R

15 N A 3211 orthum Avenbuerland e

Road Borough

B

A3

h

B 240

g Hi

St

ent R d

Elephant & Castle N ew K

or

gh ou

A 215

d

Joh

Lam bet h

oad

kR Yor

oad

oa d

Bay lis R

A4

ssb Str orou ee gh t

Be

Stre et

n Is lip

nk

sto

Mill ba

cle

River

Ec

et kment

re

t nS Emban

Pl

g

e

Marsham St

Roa

nin

r no ve os r G

t

rth

Ken

t

Marsham St

Roa

ee

G re a t S m i t h S

Kennington Road

ark

Ja d

d

d

Blackfriars Road

oa

ton P

St

hall White oa

Newi ngt o

loo ter e WaBridg oR

n C aus ew ay

tr sS

s’ me Wa lo ter nR

W

Albert

Lo o nd

o alw


A 315

500 m

Ha

17

Old B r o m p

s rden

ll Rd

t on

Cromwe

19

Gloucester R oad

16

1,0

8

Rd

A 3218

11

Royal Albert Hall

Ken sington Rd

Q

Queen’s

n Ga gto rrin

0,3

0,8

12

A 315 5

A 308

1,5

A4 A4

Rd

Pont S

t

A 321 3216 216

4 7

1 2

A 3217

St Sloane

Luoghi di interesse storico-artistico Sloane Palazzo di WestminsterSquare Collegiata di San Pietro in Rd Westminster g’s n i Buckingham Palace K Victoria Memorial

Ufficio del Turismo

Londra

on

pt

om

Br

e Dr

Knightsbridge

S Carriag Knightsbridge

The Serpen tine

Hyde Park

Belgravia

11 12 13 15

Pim

A 3217

Musei Natural History Museum Science Museum Tate Britain o Rd The NationallicGallery

8 Albert Memorial 9 London eye

Green Park

ly dil

ca

0,5 Constitution Hill

Pic

B u ck i ngham Pa l a ce A 302 G arden s

0,3

A4

sto

A 3220

A4

Palace Green

Kensington Palace

Fu

Ro u nd Po nd

Rd

Kensington Gardens

ate ueen’s G

et

m

re

t nS

llh a

t

Broa

4

0,3

7

Victoria

Hotels 18 Park Plaza Westminster Bridge London 19 Millenium Glouchester

Ristoranti 16 Green Door Steakhouse 17 The Stanhope Arms

Pl

Ea

lk d Wa St

qu

Sloane

king

Ln

e

cle ar

Ec Buc

or en sv ro

on S

G

ad

0,9

t

e Ro

rk

ee

alac

Jam

Spur Rd

Pa

Str

ham P

St s es’

East Grinstead

Gate


90

Londra City of London (Città di Londra) La City è l’insediamento più antico di Londra e oggi è tra i più importanti centri economico-finanziari del pianeta. Spesso ci si riferisce alla Città di Londra semplicemente come “the City” oppure come “Square Square Mile”” (Miglio Quadrato), data la sua estensione di 1,12 miglia quadrate. La City è la più piccola contea cerimoniale d’Inghilterra per superficie e popolazione, ma la quarta più densamente popolata. Il XVIII e il XIX secolo furono periodi di rapida crescita e l’area urbana di Londra cominciò ad estendersi oltre i confini della City, in particolare verso il West End e Westminster. Negli anni ’70 del Novecento iniziò il cambiamento architettonico con la costruzione di grattacieli sede amministrativa delle grandi imprese finanziarie. Nonostante la frenetica vita della City, i colletti bianchi possono trovare momenti di relax nei piccoli ma numerosi giardini rimasti tra un edificio e l’altro.

LONDRA

CITTÀ DI LONDRA IN NUMERI AREA: ca. 2,90 km² ABITANTI: ca. 7.500

UFFICIO TURISTICO DI LONDRA City of London Information Centre, St. Paul’s Churchyard, City of London, London, tel. +44 (0)20 7332 1456, visit@cityoflondon.gov.uk, www.visitthecity.co.uk


91

Londra con i suoi 8,5 milioni di abitanti è la capitale e la più popolosa  città del Regno Unito  e dell’Inghilterra. Tra 12 e14 milioni sono invece gli abitanti che risiedono nella periferia. Centro politico, economico e culturale del paese, Londra è suddivisa in sette distretti, inclusa la  City of London.  West End, distretto dello shopping e del divertimento basti pensare a Trafalgar Square, Oxford Street, Regent Street e Soho. West London conosciuta per i suoi eleganti quartieri residenziali, come Notting Hill. East London zona industriale. I Docks di Londra, sull’Isola dei Cani “Isle of Dogs”, che è la zona di grattacieli e uffici. South London  comprende anche i distretti di Wimbledon, famoso per l’omonimo torneo di tennis, e Greenwich, quartiere storico con il suo grande parco e l’Osservatorio Reale (noto perché vi passa il meridiano primo, detto anche meridiano di Greenwich). Il settimo distretto è North London  la cui zona più conosciuta è Camden Town, con i suoi variopinto mercati di giorno frequentato dai turisti, di notte scena della Londra “alternativa”. Londra ha un clima oceanico, influenzato dalla  Corrente del Golfo. In inverno le nevicate non sono frequenti e le temperature raramente scendono al di sotto dei −4°C. D’estate difficilmente si superano i 30°C. Le frequenti precipitazioni piovose sono di limitata intensità.

LONDRA

Londra


92

Storia 43 D.C. Primo insediamento romano VII SEC. Insediamento degli Anglosassoni, chiamato Lundenwic IX SEC. Attacchi Vichinghi X SEC. Unificazione d’Inghilterra XI SEC. Re Edoardo il Confessore, fonda e ricostruisce l’Abbazia

LONDRA

di Westminster, che successivamente diviene la residenza dei reali e sede di governo 14 OTTOBRE 1066 Battaglia di Hastings 1348-1349 Peste nera 1351 Statuto dei Lavoratori, con il quale i contadini e gli abitanti delle città chiedono un aumento dei salari e maggior tutela 1381 Rivolta dei contadini 1665 La grande peste 2-5 SETTEMBRE 1666 Grande incendio 1908, 1948 E 2012 Olimpiadi 1980 Completamento della Thames Barrier 1981 Rivolta di Brixton LA CITTÀ NELLA STORIA Il primo vero insediamento di Londra,

nonostante la presenza dei Britanni nell’area, fu opera dei Romani nel 43 d.C. Dopo 17 anni fu distrutto dalla tribù degli Iceni per essere poi ricostruito fino a raggiungere una popolazione di 60.000 abitanti nel II secolo. In seguito alla caduta dell’Impero Romano Londra fu abbandonata e solo nel VII secolo gli Anglosassoni vi crearono un nuovo insediamento chiamato Lundenwic.


Dopo l’unificazione d’Inghilterra (X sec.), Londra divenne il centro politico ed economico più importante della nazione. Con la vittoria della battaglia di Hastings, nell’ottobre del 1066, il Duca di Normandia Guglielmo divenne re d’Inghilterra, e fu incoronato nella Cattedrale di Westminster. La Torre di Londra, uno dei primi castelli in pietra, fu commissionata dallo stesso Guglielmo I, mentre nel 1097 iniziarono i lavori di costruzione della Westminster Hall per volere del figlio Guglielmo II. La Westminster Hall divenne in seguito sede del governo centrale. Nel corso dei secoli anche Londra e la sua popolazione dovettero affrontare numerose difficoltà come pestilenze, rivolte, incendi. La peste nera ((Black Death) sterminò la popolazione londinese tra il 1349 e il 1353. Pochi decenni dopo le tensioni socio-politiche e la crisi economica generate dalla peste scatenarono la Rivolta dei contadini (paesants’ revolt). Un periodo di grandissima crescita economica fu tra il 1485 e il 1603, quando Londra divenne il principale porto del Mar del Nord. Ma prima la grande peste (Great Plague) del 1665 poi il grande incendio (Great Fire of London) nel 1666, oltre a provocare un numero altissimo di vittime gettarono la città in una profonda crisi economica. Se il fuoco spazzò via la peste, il legno con cui era costruita la maggior parte della città fu sostituito dei tipici mattoni rossi. Durante l’epoca georgiana (1714-1830) si costruirono  nuovi quartieri nella zona occidentale e nuovi ponti sul Tamigi che favorirono la crescita della parte settentrionale della città.

LONDRA

93


94

D a Pa r i g i a L o n d r a

Tra il 1831 e il 1925, Londra mantenne il primato di città più grande del mondo. L’esponenziale crescita urbana implicò un egual aumento del traffico, per fronteggiare il quale nel 1855 iniziò la costruzione della prima rete ferroviaria urbana. LONDRA MODERNA E NUOVA

I numerosi bombardamenti della Seconda Guerra Mondiale da parte degli aerei della Luftwaffe distrussero gran parte della città di Londra. Ciononostante la metropoli si rialzò in poco tempo e già nel 1948 ospitò le Olimpiadi nello stadio di Wembley. Dal 1950 iniziò ad arrivare un notevole flusso di migranti dai territori coloniali e ben presto Londra divenne una delle città più internazionali d’Europa. Nel 1952, la città fu colpita da una catastrofe ambientale dovuta all’inquinamento e conosciuta come Grande Smog che causò la morte di più di 10.000 persone. A seguito di questa catastrofe nel 1956 fu emanato il Clean Air Act per fronteggiare il problema dell’inquinamento e indicare concretamente come ridurre lo smog.

IL FIUME TAMIGI

LONDRA

Il fiume Tamigi (River (River Thames Thames) nasce nei pressi di Kemble nel Gloucestershire e dopo 346 km sfocia nel Mare del Nord a Southend-on-Sea nell’Essex. Il Tamigi attraversa Londra da ovest verso est e come tutti i grandi fiumi ha avuto una

grande influenza nello sviluppo della città. La Thames Barrier, costruita tra il 1974 e il 1984 a sud di Londra, è un sistema di chiuse che permette di regolare il corso del fiume e prevenire ondate di alta marea.


Da non perdere (Houses of Parliament), inizialmente residenza reale, oggi è sede delle due camere del Parlamento del Regno Unito: la Camera dei Lord e la Camera dei Comuni. L’edificio è uno dei simboli più conosciuti di Londra insieme alla Torre dell’Orologio (Elizabeth Tower) al cui interno si trova la famosissima campana chiamata Big Ben. Tra le oltre 100 stanze del Palazzo di Westminster, la Westminster Hall è uno dei saloni di gala più grandi di tutta Europa. 2 LA COLLEGIATA DI SAN PIETRO IN WESTMINSTER (Collegiate Church of Saint Peter) presso l’abbazia di Westminster, è il più importante luogo di culto anglicano di Londra dopo la cattedrale di San Paolo. In passato ospitò le cerimonie di incoronazione dei sovrani d’Inghilterra e al suo interno sono sepolte alcune tra le più importanti personalità inglesi. Dal 1987 è patrimonio mondiale dell’umanità UNESCO. 3 IL TOWER BRIDGE (“Ponte della Torre”, 1886-1894) è un ponte mobile situato sul fiume Tamigi che collega il distretto di Southwark alla Torre di Londra.

LONDRA

1 IL PALAZZO DI WESTMINSTER


96

D a Pa r i g i a L o n d r a

4 BUCKINGHAM PALACE (1703), è la residenza ufficiale del sovrano del Regno Unito dal 1837 e vi si svolgono numerose cerimonie pubbliche. Il tradizionale cambio della Guardia è uno spettacolo imperdibile per i visitatori di tutto il mondo.

(Tower of London) è un complesso di edifici fortificati costruiti nel Medioevo per motivi di difesa. Nel 1988 è entrata a far parte dell’UNESCO. 5 LA TORRE DI LONDRA

6 ST. PAUL’S CATHEDRAL (la la Cattedrale di San Paolo), Paolo), capolavoro dell’architetto Christopher Wren, è la chiesa madre della diocesi anglicana di Londra. 7 IL VICTORIA MEMORIAL (1911) è una scultura collocata di fronte a Buckingham Palace in memoria dei 63 anni e mezzo di regno della regina Vittoria. La statua che raffigura la regina si trova a nord est. 8 L’ALBERT MEMORIAL (1872) dedicato ad Alberto, principe riformatore che abolì la schiavitù, si trova all’interno dei Kensington Gardens di fronte alla Royal Albert Hall (sala da concerti). Il monumento fu commissionato dalla regina Vittoria in memoria del suo consorte morto nel 1861.


D a Pa r i g i a L o n d r a

97

9 LA LONDON EYE (Occhio di Londra), nota anche come Millennium wheel (Ruota del Millennio), è una ruota panoramica situata sulla riva sud del Tamigi. Fino al 2000 con i suoi 135 metri era la più alta del mondo, attualmente è la più alta d’Europa.

MUSEI

11 NATURAL HISTORY MUSEUM Cromwell Road (South Kensington), tel. +44 (0)20 7942 5511, aperto tutti i giorni 10.00–17.50, entrata libera (alcune esposizioni sono a pagamento), www.nhm.ac.uk Museo di storia naturale. 12 SCIENCE MUSEUM Exhibition Road (South Kensington), tel. +44 (0)870 870 4868 (oppure +44 (0) 20 7942 4000), aperto tutti i giorni 10.00–18.00, entrata libera

(alcune esposizioni sono a pagamento), info@sciencemuseum.ac.uk, www.sciencemuseum.org.uk Museo della scienza e della tecnologia. 13 TATE BRITAIN Millbank, tel. +44 (0)20 7887 8888, aperto tutti i giorni 10.00–18.00, entrata libera (alcune esposizioni sono a pagamento), visiting.britain@ tate.org.uk, www.tate.org.uk/visit/tate-britain Galleria d’arte britannica moderna e contemporanea. 14 TATE MODERN Bankside, tel. +44 (0)20 7887 8888, aperto tutti i giorni domenica-giovedì 10.00–18.00, venerdì-sabato 10.00-22.00, entrata libera (alcune esposizioni sono a pagamento), visiting.modern@tate.org.uk, www.tate.org.uk/visit/tate-modern Galleria d’arte moderna internazionale. 15 THE NATIONAL GALLERY Trafalgar Square, tel. +44 (0)20 7747 2885, aperto tutti i giorni 10.00–18.00, venerdì 10.00-21.00, entrata libera (alcune esposizioni sono a pagamento), information@ng-london.org.uk, www.nationalgallery.org.uk/visiting Pinacoteca

LONDRA

10 BRITISH MUSEUM Great Russel Street, tel. +44 (0)20 7323 8299, aperto tutti i giorni 10.00–17.30, venerdì 10.00-20.30, entrata libera, information@britishmuseum.org, www.britishmuseum.org Museo di storia universale.


98

PARCHI periferia è ricca di parchi e spazi verdi dove i londinesi amano trascorrere il tempo libero lontani dal caos cittadino: Hampstead Heath, Wimbledon Common ed Epping Forest I più importanti giardini botanici sono i Royal Botanic Gardens a Kew (patrimonio UNESCO dal 2003) e i giardini di Hampton Court.

Londra è una città con più di 100 parchi, di cui otto parchi reali, un tempo utilizzati come riserve di caccia: Hyde Park, Bushy Park, Green Park, Greenwich Park, Regent’s Park, Kensington Gardens, Richmond Park and St. James Park. Molti dei parchi comunali nacquero nella prima metà del XX secolo e fra questi vi sono: Victoria Park, Alexandra Park e Battersea Park. Anche la

LONDRA

LONDRA IN INTERNET WWW.LONDON.GOV.UK informazioni generali

WWW.LONDRAWEB.COM informazioni sui mercati

WWW.LONDONPASS.COM informazioni sul trasporto pubblico

WWW.TFL.GOV.UK informazioni sulla metropolitana

WWW.VISITLONDON.COM informazioni generali


D a Pa r i g i a L o n d r a

99

Mangiare e bere I quartieri di SoHo e Chinatown sono universalmente noti per la grande varietà di ristoranti multietnici. Gli chef più famosi che vi lavorano sono Gordon Ramsay e Jamie Oliver, entrambi proprietari di diversi ristoranti in questi quartieri. Al pub, oltre a degustare le tipiche “ale” e “lager”, troverete alcuni dei piatti più gustosi ed apprezzati di Londra: “fish and chips” (filetto di merluzzo fritto in pastella e servito con abbondanti patatine fritte); il “black pudding” (sanguinaccio); il “pie & mash” (un pasticcio a base di carne e purè di patate, servito insieme con salsa verde a base di prezzemolo e l’acqua delle anguille in umido); “bangers & mash” (conosciuto anche come sausages & mash, fatto di purè di patate e salsicce, a volte servito con salsa di cipolla, cipolle fritte, fagioli e piselli).

MANGIARE E BERE 16 GREEN DOOR STEAKHOUSE 152 Gloucester Road, South Kensington, tel. +44 (0)20 73732010, info@greendoorsteakhouse.co.uk, www.greendoorsteakhouse.co.uk

17 THE STANHOPE ARMS 97 Gloucester Road, South Kensington, tel. +44 (0)20 73734192, stanhope.0671@ spiritpubcompany.com, www.taylor-walker.co.uk/pub/ stanhope-kensington/c0671/.


100

SHOPPING A Londra troverete interi quartieri per lo shopping: Oxford Street, Regent Street, Covent Garden (moda trendy), Notting Hill (vintage, antiquariato, libri), Bond Street e Mayfair (shopping più esclusivo). Molti sono i mercati rionali di fiori, arte moderna, gastronomia,

antiquariato, capi di abbigliamento, oggetti curiosi… I più grandi sono Old Spitalfields, Camden Lock, Portobello Road, Greenwich o Borough. Altri sono Alfies Antique Market, Brick Lane, Broadway, Columbia Road Flower Market e Covent Garden.

LONDRA

LONDRA IN BREVE

L’abbazia di Westminster oltre ad essere un visita imperdibile è anche un ottimo punto di partenza per scoprire la città a piedi, infatti pochi passi vi separano dal Palazzo di Westminster, dal Big Ben e da Buckingham Palace. Poco lontano dalla residenza reale si trovano poi i parchi più famosi della capitale: Kensington Gardens e Hyde Park. Se invece preferite passeggiare

lungo il Tamigi proseguite lungo la sponda settentrionale (Victoria Embankment) fino a raggiungere St. Paul’s Cathedral, il London Bridge, la Tower of London e il Tower Bridge. Altrimenti se siete temerari: attraversate il Westminster Bridge e dall’alto dei 135 metri del London eye potrete abbracciare con un colpo d’occhio l’intera Londra.


101

, Metà maggio: Festival all’aperto. Concerti nei principali parchi della città. Regents Park London. Tel. +44 (0)844 8264242, www.openairtheatre.com , Metà maggio: Museums at Night. Musei aperti dopo il tramonto. www.visitlondon.com/it/cosa-fare/evento/27693383-museums-atnight-2015 , Metà giugno: Trooping the Colour. Tradizionale sfilata della fanteria in occasione del compleanno della regina. Whitehall, London. www.trooping-the-colour.co.uk , Fine giugno, primi di luglio: Torneo di tennis di Wimbledon, il più antico e prestigioso al mondo. All England Lawn Tennis & Croquet Club (Championships) Ltd, Church Road, Wimbledon, London. Tel. +44 (0)20 8946 6131, www.wimbledon.com , Da metà luglio a metà settembre: BBC Proms, uno degli eventi di musica classica più seguiti al mondo. Royal Albert Hall, Kensington Gore, London. Tel. +44 (0)20 7589 8212, www.bbc.co.uk/proms , Ultimo weekend di agosto: Carnevale di Notting Hill, il più grande festival di strada d’Europa. Si svolge nelle strade di West London. www.thelondonnottinghillcarnival.com , Mesi di luglio e agosto: Buckingham Palace apre le porte al pubblico e si possono visitare i 19 appartamenti di Stato ed ammirare i più bei tesori della Royal Collection. Buckingham Palace, London. Tel. +44 (0)20 7766 7300, www.royalcollection.org.uk , Mese di settembre: Totally Thames. Eventi legati al Tamigi: arte, musica, festival, regate, gare sul fiume, fuochi d’artificio, attività per bambini e naturalmente non manca la parte gastronomica.

LONDRA

EVENTI


102

D a Pa r i g i a L o n d r a

INFORMAZIONI UTILI

NUMERI TELEFONICI

MONETA

DI EMERGENZA

Francia

112: Numero europeo unico per le

La valuta utilizzata in Francia è l’euro.

emergenze. Si tratta di un numero

Oltre che in contanti, è possibile pagare

gratuito, che può essere

i propri acquisti utilizzando le carte di

chiamato sia da telefoni di rete fissa

credito più diffuse. Con le carte di credito

sia da cellulari.

è anche possibile ritirare denaro presso gli sportelli Bancomat, presenti in maniera capillare sul territorio nazionale. Regno Unito La valuta utilizzata in Gran Bretagna è il Pound (sterlina) - GBP. Oltre che in contanti, è possibile pagare i propri acquisti utilizzando le carte di credito più diffuse. Con le carte di credito è anche possibile ritirare denaro presso gli sportelli Bancomat, presenti in maniera capillare

AMBASCIATE

sul territorio nazionale.

Ambasciata d’Italia a Parigi: 51, rue de Varenne

FUSO ORARIO

Tel: +33 149540300

Francia

E-mail: ambasciata.parigi@esteri.it

In Francia è applicato il fuso orario corrispondente al meridiano di Greenwich

Ambasciata d’Italia a Londra:

(GTM+1), ma con l’applicazione dell’ora

14, Three Kings Yard

legale in estate: all’inizio della primavera

London W1K 4EH

le lancette dell’orologio vengono spostate

Tel.: +44 (0)2073122200

avanti di un’ora in modo da usufruire di

E-mail: ambasciata.londra@esteri.it

una maggiore luminosità solare nel tardo pomeriggio/sera. All’inizio dell’autunno si

DOCUMENTI

ripristina l’ora solare (detta anche civile o

Per questo tour è sufficiente avere la

convenzionale).

Carta d’Identità o il Passaporto validi per l’espatrio. ASSISTENZA MEDICA Per l’assistenza sanitaria all’estero ricordatevi di avere con voi la nuova tessera sanitaria europea.


D a Pa r i g i a L o n d r a

Regno Unito L’ora legale inglese comincia l’ultima Domenica di Marzo quando l’orologio viene sposato in avanti di un’ora all’ 01:00,

103

Uffici postali: aperti dal lunedì al venerdì dalle 8.30/9 alle 17/18, mentre il sabato solo la mattina. Banche: aperte da lunedì a venerdì,

e termina l’ultima Domenica di Ottobre

dalle 8/9.00 alle 11.30/13.00 e dalle

quando la lancetta torna

13.30/14.00 alle 16.30/17.00. Molte

indietro di un’ora all’ 01:00. L’orario per il

banche dispongono di un servizio

resto dell’anno è il Coordinated Universal

bancario attivo 24h/24 h al quale

Time (Greenwich Mean Time, GMT) ed è

si può accedere attraverso uno

un’ora indietro rispetto all’Italia.

sportello bancomat. Regno Unito Negozi: generalmente aperti dal Lunedì al Sabato dalle 9:00 alle 17:30. La maggior parte degli esercizi chiude alle 18:00; i mercoledì e i giovedì rimangono aperti fino alle 19:00 o 20:00. Molti negozi sono aperti anche di Domenica dalle 10:00 alle 18:00. Negozi di alimentari e supermercati: aperti dalle 08:00 alle 22:00. Pub e bar: generalmente aperti con orario 11:00 -23:00 dal lunedì al sabato e dalle 12:00 alle 22:30 alla domenica. Farmacie: aperte dalle 9 alle 18 dal

ORARI DI APERTURA

lunedì al venerdì, e dalle 9 alle 13 il

Francia

sabato. Nelle grandi città spesso le

Negozi: da lunedì a sabato 09:00-14:00,

farmacie osservano orari di apertura

16:00-19:30. I negozi sono normalmente chiusi il lunedì mattina. Nei paesi più piccoli possono rimanere chiusi l’intera giornata di lunedì. Nelle città più grandi alcuni supermercati sono aperti dalle 09:00 alle 20:00. In alcune città i panifici sono aperti la domenica mattina e offrono diversi tipi di dolci da forno. Farmacie: solitamente sono aperte dal lunedì al sabato, dalle 9 alle 20. Nelle città più grandi ci sono sempre alcune farmacie aperte 24/24 h. Per emergenze durante la notte o gli orari di chiusura, ci si può rivolgere alle farmacie di turno, indicate fuori da tutte le farmacie.

più prolungati.


104

D a Pa r i g i a L o n d r a

INFORMAZIONI UTILI

Uffici postali: aperti dalle 09:00 alle

TRASPORTO PUBBLICO

18:00 dal lunedì al venerdì;

Francia

gli uffici principali sono aperti anche

www.sncf.com

al sabato mattina.

Potrete caricare la vostra bici su treni lo-

Banche: generalmente aperte dalle 9:30

cali (TER) senza spese aggiuntive e senza

alle 16:30 dal Lunedì al Venerdì.

prenotazione. A Parigi potete portare la

Tutte le banche sono chiuse durante

bici solo su RER e su treni “Transilien”:

le festività pubbliche. Molte banche

è gratuito ed è permesso tutti i giorni

dispongono di un servizio bancario

(eccetto dal Lunedì al Venerdì dalle 6:30

attivo 24h/24 h al quale si può

alle 9:30 e dalle 16:30 alle

accedere attraverso uno sportello

17:30).

bancomat.

Treni Intercity: alcuni di questi richiedono la prenotazione del posto, mentre altri no. Di conseguenza, a seconda del tipo di treno, potrebbe essere necessario prenotare, o pagare per il posto della vostra bici. Potete portare la vostra bici anche sui TGV, ma è necessario pagare 10 € a bici. Regno Unito www.nationalrail.co.uk Le bici vengono trasportate gratuitamente

CORRENTE ELETTRICA

nella maggior parte dei treni inglesi, mai

Francia

i posti sono limitati e talvolta è richiesta

In Francia la corrente elettrica ha un

la prenotazione, specialmente nei servizi

voltaggio di 220 volt ed è distribuita a

intercity.

corrente alternata a

Potete riservare un posto bici attraverso

frequenza di 50 hertz. Le prese elettriche

il servizio booking o chiamando il gestore

rispettano la normativa europea. Nella

treni.

maggior parte degli alberghi esistono adattatori per spine particolari. Regno Unito Il voltaggio utilizzato in Gran Bretagna è di 240 Volts AC a 50HZ. La maggior parte delle prese elettriche sono per spine elettriche standard a 3 punte. Gli adattatori per spine elettriche e i trasformatori sono facilmente disponibili, potrete acquistarli negli aeroporti, negozi di elettronica e hardware stores.


D a Pa r i g i a L o n d r a

105

Per tutte le informazioni sui trasporti ingle- Regno Unito si visitate il sito www.nationalrail.co.uk o

Per chiamare un numero inglese dall’este-

chiamate il numero +44 (0)8457 484950.

ro, dovete digitare il codice internazionale

Esistono anche compagnie ferroviarie pri-

per il Regno Unito che è

vate, quindi dovrete consultarne le norme

0044 (+44) ed il numero locale. Per

generali sul trasporto bici.

chiamare un altro paese dal Regno Unito: prima digitate il prefisso internazionale 00,

CHIAMATE LOCALI E

poi il codice dello stato (per l’Italia +39) e

INTERNAZIONALI

poi il codice della zona ed il numero.

Francia Per chiamare un numero telefonico

INTERNET

francese dall’estero è necessario digitare

Per collegarsi a Internet ci si può recare

il prefisso internazionale, 0033 (+33),

presso i numerosi punti internet: Internet

seguito dal numero di telefono dell’utente, point, Internet café ecc. In molti alberghi omettendo lo zero. Per chiamare dalla

(soprattutto in quelli di categorie superiori)

Francia verso un altro paese, dovete digi-

esiste la possibilità di collegarsi al web

tare 00 (+) e il prefisso internazionale del

direttamente nella stanza. Ci sono poi

paese verso cui chiamate (per l’Italia +39)

numerosi punti di accesso Wi-Fi negli ae-

seguiti dal numero di telefono dell’utente

roporti, negli hotel, nelle stazioni ferroviarie e in altri luoghi pubblici di transito e attesa.


O

L I B E

· · · · ·

G

· · · · ·

O

G I

R

R

R E E N S

Le GR E E N S sono una collana di cicloguide su misura dei nostri itinerari in Italia e in Francia. Il set di guide è composto da: • guida turistica • mappe dettagliate dell’itinerario • roadbook Le GR E E N S sono disponibili in italiano anche per i tour Puglia e Passo Resia–Bolzano, e in inglese e tedesco anche per Veneto, Bolzano–Venezia, Mantova–Venezia, Venezia–Parenzo, Provenza e Camargue.

Per maggiori informazioni: greens@girolibero.com


Questa guida è nata per accompagnare il tour in bicicletta di Girolibero lungo l’Avenue Verte Parigi–Londra. Qui troverete: , luoghi di interesse culturale e paesaggistico , informazioni storiche , informazioni pratiche , consigli enogastronomici

Da Parigi a Londra  
Da Parigi a Londra  
Advertisement