Page 1

2011-12

N. 3

speciale

Giornalino On.line

Benvenuto nel nostro giornalino qui tutto è molto carino. Mille notizie puoi trovare e la tua avventura puoi raccontare.


SOMMARIO Descrizione Articolo

Giornalino On.line Benvenuto nel nostro giornalino qui tutto è molto carino. Mille notizie puoi trovare e la tua avventura puoi raccontare.

Periodico di attualità, cultura, informazione a cura del

3° Istituto Comprensivo

“E. De Cillis” Direttore: Prof. Pietro Pirosa Coordinamento redazionale e progettazione grafica: Giorgio Figura Hanno Collaborato: Sebastiana D., le maestre della scuola dell’infanzia, Nicolò G., Iside C., Sofia G., Flavia G., Genitori scuola dell’infanzia, Valeria A., Salvatrice Cassola, Giovanni Adamo.

Pagina

1712-2012 Trecento anni di storia

1

Il ricordo della Shoah

1

La magia della neve in classe

2

Arriva la frutta invernale

2

L’arrivo del pupazzo di neve

3

Alla scoperta della vitamina “C”

3

Speciale VOLALIBRO 2012

4-5

Pitturare a scuola

6

Segnali dallo Spazio ...

6

Visita guidata Osservatorio astrofisico di Catania

7

Finalmente ci tuffiamo

8

Speciale Carnevale

8-9-10 11-12

Il fascino della musicoterapia

12

Visita guidata all’Eremo di Croce Santa

13

Torneo Provinciale di scacchi

13

www.conadkids.it

13

Direzione, Redazione: Via Rapisardi, 25 Rosolini (SR) Tel.: 0931-855460 - 855510 Fax: 0931 - 503085 e.mail: sric85000@istruzione.it www.decillisrosolini.gov.it Impaginazione grafica:

Anno Scolastico 2011-2012 numero 3

Questo Giornalino on.line è anche interattivo. Tutte le volte che trovi il “MOUSE BIRICHINO” potrai cliccare per approfondire la notizia. Prova subito e vedrai che nell’home page del sito della scuola ti troverai.


1712-2012 Trecento anni di storia

I giovani “Custodi” del patrimonio storico e culturale di Rosolini.

In occasione del 300° anniversario della fondazione di Rosolini, il 14 Gennaio è stata inaugurata una stele collocata al parco Giovanni Paolo II. Davanti alle autorità della nostra città tra cui il Sindaco, i rappresentanti del consiglio Baby, Padre Luigi Vizzini, la Presidente dell’Archeoclub, noi alunni di 3°media, abbiamo percepito il senso di appartenenza ad una comunità. Abbiamo ripercorso la storia di Rosolini dal 1485 quando a Don Antonio Platamone e a Margherita de Podio, Baroni di Rosolini , fu concessa la prima “licentia aedificandi” dal Re Ferdinando d’Aragona. Ma bisognò attendere il 1° Agosto 1712 per ottenere la definitiva “licentia edificandi” ai primi abitanti furono dati i pezzi di terra insieme a povere casette dove abitare per migliorare le loro misere condizioni di vita. Così il Borgo si espande lentamente nel corso del 700 comprendendo anche palazzi, la chiesa del SS. Sacramento , l’acquedotto Cansisina e alcuni abbeveratoi. Ma è dalla prima metà dell’800 fino alla prima metà del 900 che Rosolini si arricchisce di artistici palazzi molti dei quali fanno da cornice alla Chiesa Madre detta inizialmente chiesa delle Anime Purganti. Nonostante Rosolini sia un comune giovane, il suo territorio ha radici antiche ed è ricco di testimonianze che vanno dal Paleolitico all’età del bronzo e alle dominazioni di Greci, Romani, Bizantini e Arabi, i quali hanno dato il nome alla nostra cittadina “Rusalini” . Approfondendo la storia del nostro territorio abbiamo avuto modo di apprezzare i tesori architettonici di Rosolini come l’Eremo di Croce Santa con 4 chiesette del IV e V secolo d.c. e la Basilica ipogeica. Interessanti sono anche i siti archeologici come Cava Prainito – Paradiso, Cava dei Servi, Cava d’Ispica e Cava Grande che rappresentano un patrimonio di inestimabile valore. Durante l’inaugurazione, nel momento in cui è stata scoperta la stele formata da quattro lastroni su cui è stato inciso l’anno di nascita della nostra città, abbiamo capito che cos’è la cittadinanza nel senso che ognuno di noi è cittadino di questa città e deve fare al meglio il proprio dovere. Siamo convinti che gli eventi che si susseguiranno per tutto il 2012 possano essere una buona occasione per noi giovani di riscoprire la nostra identità culturale, riconoscendo le nostre origini e guardando al futuro per favorire la crescita culturale ed economica della nostra città. Spetta a noi giovani costruire la Rosolini di “domani” salvaguardando e valorizzando i tesori architettonici e archeologici in essa presenti insieme alle bellezze naturalistiche e paesaggistiche conservando anche le tradizioni, il dialetto e la storia del nostro territorio. Siamo noi i “custodi” della nostra città guardando al futuro senza dimenticare il passato , cioè le nostre radici.

Il ricordo della Shoah

Alunni classe III B scuola secondaia

Clicca sul MOUSE BIRICHINO per guardare le foto della cerimonia di apertura del 300°.

A scuola per ricordare la Shoah abbiamo letto alcuni libri. Io ho letto "L'amico ritrovato" di Fred Uhlman. E' un libro storico che racconta la storia di due ragazzi sedicenni che frequentano la stessa scuola esclusiva. L'uno è Hans Schwarz figlio di un medico ebreo , l'altro è Konradin von Hohenfels figlio di una ricca famiglia aristocratica che osannava Hitler. Tra loro nasce un'amicizia profonda. La vicenda è ambientata in Germania nella città di Stoccarda durante la seconda guerra mondiale quando si affermò il regime nazista. Infatti il ragazzo ebreo, Hans, si trasferisce in America da un cugino di suo padre per scampare alle persecuzioni. Lì studia giurisprudenza e diventa un rinomato avvocato. Un giorno arrivò da parte della scuola da lui frequentata una richiesta di fondi per l'erezione di un monumento funebre alla memoria degli allievi caduti durante la seconda guerra mondiale. Tale richiesta era accompagnata da un libretto contenente la lista dei caduti. Hans la lesse con trepidazione e scorse il nome del suo migliore amico Konradin che era stato giustiziato perché implicato nel complotto per uccidere Hitler.In questo romanzo l'autore ha voluto mettere in evidenza la logica del regime nazista ma ha anche voluto trasmettere alcuni valori come l'amicizia che va oltre il colore della pelle o della religione perché è un sentimento che ci unisce al di là delle nostre diversità. E' stato un romanzo interessante ed appassionante di cui condivido molto i messaggi e consiglio ai giovani e ai meno giovani di leggerlo tutto d' un fiato.

Sebastiana Di Dio III B scuola secondaia

Pag. 1


Giornalino On.line N. 3 Anno scolastico 2011-12

La magia della neve in classe Arriva gennaio e al plesso S. Caterina come per magia ricreiamo la neve in classe e svolgiamo tutte le attività che si possono fare con la neve: dalla realizzazione di cubetti di ghiaccio per fare palle di neve alla realizzazione di pupazzi di neve. La magia della neve permette ai piccolini della scuola dell’infanzia di “Volare” sulla cima della montagna per scoprire l’ebbrezza del bianco candido della neve. Le maestre del plesso S. Caterina

Clicca sul MOUSE BIRICHINO per guardare le foto della magia della NEVE in classe.

Arriva la frutta invernale

E’ Minnie il personaggio fantastico che introduce l’inverno. Continua il viaggio nel mondo delle fiabe per i bambini della scuola dell’infanzia alla riscoperta delle stagioni. Il personaggio fantastico del mese di Gennaio è Minnie rappresentata da Nicoletta N. che è entrata nella sezione con la sua cesta piena di frutta invernale: arance e mandarini. Le arance sono state utilizzate per preparare le spremute e dopo con la pasta di sale, preparata a scuola, i bambini hanno realizzato i mandarini. Le maestre del plesso S. Caterina

Clicca sul MOUSE BIRICHINO per guardare le foto dell’arrivo della frutta invernale Pag. 2


L’arrivo del pupazzo di neve

Clicca sul MOUSE BIRICHINO per guardare le foto della festa con il pupazzo di neve.

In occasione dell’arrivo dell’inverno, per stimolare la fantasia dei bambini, al plesso Risorgimento, è stato realizzato un pupazzo che imitasse il “Pupazzo di Neve”. La realizzazione del manufatto è stata un successo, c’è stata una grande partecipazione da parte dei piccoli alunni, che si sono divertiti tantissimo cantando e giocando attorno al “pupazzo di neve”. Il clima che si è creato ha sicuramente riscaldato i cuori e la fantasia dei bambini, che hanno avuto l’occasione di immaginare un fantastico viaggio immersi nella neve. Le maestre del plesso Risorgimento

Alla scoperta della vitamina E’ stata organizzata al plesso Risorgimento la festa degli “Agrumi”. Nell’occasione è stato spiegato il beneficio che si ha ingerendo la Vitamina “C” contenuta negli agrumi, sono state spiegate anche le modalità per ingerirla tra le quali anche i succhi ottenuti dalla spremitura dei frutti. Alla fine c’è stata la dimostrazione pratica della spremitura con degustazione finale. Le maestre del plesso Risorgimento

Clicca sul MOUSE BIRICHINO per guardare le foto della festa degli agrumi al plesso Risorgimento.

Progetto inclusione alunni stranieri Il progetto “Inclusione e integrazione alunni stranieri” si propone di favorire il successo formativo e scolastico e l’integrazione attraverso il miglioramento delle competenze linguistiche: la lingua, quindi usata come mezzo per comunicare, orientarsi, integrarsi e comprendere la realtà. Uno degli obiettivi prioritari è quello di promuovere l’acquisizione di una buona competenza nell’italiano scritto e parlato, nelle forme ricettive e produttive, per assicurare uno dei principali fattori di successo scolastico ed inclusione sociale. Prof. Giovanni Adamo

Pag. 3

Clicca sul MOUSE BIRICHINO per guardare le foto del progetto Inclusione alunni stranieri.


Giornalino On.line N. 3 Anno scolastico 2011-12

2012

Una giornata all’insegna della cultura, del teatro e della tradizione artigianale. Sabato 21 gennaio 2012 le classi 5A 5B e 5C, sono andate a Noto per partecipare alla manifestazione “VOLALIBRO”. Per prima cosa, hanno ascoltato il discorso introduttivo della scrittrice Giovanna Strano, la quale ha illustrato, anche con la proiezione di immagini, il suo libro dal titolo “Sapiensauris”, una storia di fantasia ispirata ai moderni personaggi dei cartoni animati ed ai preistorici dinosauri. La scrittrice, dice che tutto inizia dopo l’estinzione dei dinosauri. Alcune uova di dinosauro, rimaste illese, rotolarono dentro un bacino d’acqua che le conservò per miliardi di anni, finché non si schiusero e ne uscirono fuori degli strani dinosauri. Avevano caratteristiche umane tra cui tratti somatici, intelligenza particolarmente sviluppata, coscienza e autocontrollo.

Clicca sul MOUSE BIRICHINO per guardare le foto del laboratorio: Sapiensauris. Clicca sul MOUSE BIRICHINO per guardare le foto del laboratorio: La cava grande del Cassibile Clicca sul MOUSE BIRICHINO per guardare il video “Antigone” Pag. 4

In seguito gli alunni hanno ascoltato”Antigone” di Sofocle, una tragedia greca recitata dagli allievi dell’Accademia dell’arte della tragedia antica. Infine, hanno visitato un museo del presepe e ammirato tanti presepi realizzati a mano con i più svariati materiali. C’era quello realizzato con le pigne, quello costruito all’interno di un vecchio televisore, quello realizzato a Venezia, un altro su un carro siciliano, uno con personaggi che si muovevano meccanicamente, un altro ancora di cui ogni dettaglio era realizzato all’uncinetto e per il cui completamento sono occorsi tre anni…e tanti altri presepi. E’ stata una giornata all’insegna della cultura, del teatro e della tradizione artigianale. Nicolò Giallongo 5C Scuola Primaria


Visita guidata a Noto per le classi quarte Volalibro l’occasione per conoscere le bellezze del Barocco netino e l’opportunità di esprimere la creatività e la fantasia nei laboratori. Giorno 25 gennaio 2012 quasi tutti gli alunni delle classi quarte della scuola primaria siamo andati a Noto per la 4^ edizione di “Volalibro”. Appena arrivati siamo stati divisi in due gruppi perchè un gruppo si è diretto al laboratorio didattico di archeologia sperimentale “Trasi iancu e nesci niuru”. Qui è stato spiegato come si colora la lana, il lino, il cotone , come si costruisce un telaio e abbiamo sperimentato la tessitura della lana. Io e il mio gruppo invece ci siamo recati al laboratorio “Un amore di libro” e ci hanno fatto vedere tanti tipi di libri illustrati molto belli e quello che mi è piaciuto di più era quello “Pop up” che quando si apriva uscivano delle immagini e se si chiudeva le immagini non si stropicciavano. Abbiamo imparato a realizzare un libro con un solo foglio di carta, ma non era quello Pop up. I due gruppi ci siamo riuniti al “Museo del Presepe” intitolato “Le mille e una grotta” dove erano esposti 100 presepi realizzati dalla dottoressa C. Perricone. I presepi erano meravigliosi e i più caratteristici erano quelli in miniatura: dentro un’arachide, dentro un ditale, una nocciola ecc... Per il pranzo ci siamo fermati presso una scuola e ci siamo un po’ rilassati dopo abbiamo gustato un bel gelato, di pomeriggio siamo andati alla biblioteca comunale per il laboratorio “Dal cartellone dei cantastorie al libro illustrato”. L’illustratrice Marcella Brancaforte ci ha raccontato la storia della “Bella dalla stella d’oro” e dopo anche noi ci siamo cimentati ad illustrare la storia in sequenze. E’ stata un’esperienza davvero particolare che difficilmente dimenticherò.

Iside C. Classe 4A scuola primaria

Volalibro 2012: l’esperienza continua anche in classe L’esperienza di VOLALIBRO per noi alunni non è finita al ritorno a scuola, anzi arrivati in classe abbiamo iniziato a fare vedere le nostre creazioni e a realizzarle di nuovo. Ci ha fatto piacere che sono state apprezzate anche da chi non ha partecipato alla gita. Ci siamo ritrovati a fare gli insegnanti! Abbiamo riunito i banchi delle due classi e abbiamo spiegato come si realizzano i nostri lavori agli altri compagni, così abbiamo rifatto il “Libro castello”. Questo lavoro è stato realizzato con un foglio bianco, delle forbici e una matita: abbiamo realizzato un oggetto che, chiuso sembrava un libro ed aperto sembrava un castello che rappresentava una storia che avevamo inventato. Abbiamo messo in funzione la nostra fantasia e abbiamo realizzato tanti “Libri” ed erano cosi belli che li abbiamo letti tutti. Abbiamo realizzato anche il telaio con la lana, bastoncini e cartoncino e sono venuti fuori anche bei tappeti. Che bello creare con le mani! La nostra opinione è che questa realizzazione ci è stata di grande aiuto per capire come noi bambini possiamo realizzare molte cose belle lavorando insieme e condividendo le nostre idee. E’ proprio vero quello che ci ripetono sempre i nostri insegnanti: l’individuo da solo non può “Costruire”, ma l’unione, la collaborazione e il gruppo unito permettono e realizzano la crescita dei singoli. Alunni classi 4B-C scuola primaria

Pag. 5

Clicca sul MOUSE BIRICHINO per guardare le foto del laboratorio: “Trasi iancu e nesci niuru” Clicca sul MOUSE BIRICHINO per guardare le foto del laboratorio: “Un amore di libro” Clicca sul MOUSE BIRICHINO per guardare le foto del laboratorio: “La bella dalla stella d’Oro” Clicca sul MOUSE BIRICHINO per guardare i nosti lavori realizzati in classe dopo VOLALIBRO 2011


Giornalino On.line N. 3 Anno scolastico 2011-12

Dentro l’Opera: Laboratorio di pittura per gli alunni della classe 5A della scuola primaria, alla scuola di Vincent Van Gogh. Dopo aver osservato e analizzato lo splendido dipinto di Vincent Van Gogh “Il Gelso”, noi alunni della classe 5^ A della scuola primaria, guidati dalla nostra maestra Enza, abbiamo trasformato l’aula in un “laboratorio di pittura” e ci siamo divertiti tanto ad imitare il grande artista, alla fine della bella esperienza ci siamo accorti che in alcuni di noi potrebbe esserci un artista nascosto. Alunni classe 5A scuola primaria

Clicca sul MOUSE BIRICHINO per guardare le foto del laboratorio di pittura.

Segnali dallo spazio ...!

Visita guidata all’Istituto Nazionale di Astrofisica (INAF) in località Renna. La 2^A e la 3^A della scuola secondaria del nostro istituto hanno visitato l’ Istituto Nazionale di Astrofisica (INAF) in località Renna, presso Noto. Il tecnico, Signor Luigi Papaleo, in una grande aula, con delle diapositive ci ha spiegato un po’ quello che si fa all’interno della struttura, cioè si osservano corpi celesti e quello che succede nello spazio, specialmente in certi periodi dell’anno in base ad un lavoro concordato con altri Istituti simili. I segnali captati vengono registrati per metterli insieme a quelli degli altri radiotelescopi, poi vengono mandati al correlatore che li mette insieme e gli astronomi lavorano su questi dati. La radioastronomia nasce negli anni ’30 e l’ ingegnere Karl Jansky è il primo a rilevare onde radio nello spazio. Il radiotelescopio più grande al mondo si trova ad Arecibo (Portorico) con i suoi 300 metri di

diametro; quello di Renna ha un diametro di 32 metri ed è operativo dal 1989; nel New Mexico c’è il Very Large Array a Socorro ed il più grande raggruppamento di radiotelescopi (27 di 25 m ciascuno). Tutti i radiotelescopi della Terra formano un occhio grande quanto essa. A conclusione della visita abbiamo visto in movimento la grande antenna parabolica ed è stato impressionante e affascinante, con i nostri occhi vediamo poco di quello che ci circonda..!

Pag. 6


Visita guidata:

Osservatorio Astrofisico Catania

Il 3° Istituto Comprensivo “E. De Cillis” a Catania per una sperimentazione scientifica, tecnologica e storica di inevitabile testimonianza della grandezza umana. E’ stato veramente entusiasmante il percorso formativo sperimentato con i nostri compagni e i nostri professori in data 09/02/2012, presso l’Osservatorio di Astrofisica della “Cittadella Universitaria di Catania”. Di certo eravamo già consapevoli della “ridotta” dimensione fisica dell’uomo, rispetto all’immensità dell’universo ma, abbiamo anche preso coscienza della “grandezza” della dimensione intellettiva dell’uomo che, grazie alle sue ricerche scientifiche e alle numerose sperimentazioni, è riuscito a racchiudere in una piccola lente “l’immensità”del sole. Dopo la sperimentazione e l’osservazione nella cupola dell’osservatorio abbiamo costituito con l’esperto una tavola rotonda in cui sono state chiarite le nostre perplessità e paure. La nostra visita guidata è proseguita con un percorso cinematografico e storico presso il complesso fieristico delle”Ciminiere”. Al museo del Cinema abbiamo partecipato ad un viaggio “virtuale” accompagnati dall’attore Lando Buzzanca. L’intero percorso focalizzava soprattutto l’attenzione sull’evoluzione tecnologica del cinema: dal cinematografo dei fratelli Lumière ai nostri giorni. Noi telespettatori del cinema in 3D, abbiamo sorriso nel vedere la reazione di spavento dei telespettatori del primo film della storia del Cinema: “L’arrivée d’un train”. Di pari interesse ma, con un maggior coinvolgimento è stata la visita del Museo dello “Sbarco”: nel 1943 la liberazione della Nostra Europa è cominciata proprio dalla nostra isola con lo sbarco, nei pressi di Gela, degli americani e degli inglesi. Di certo, conoscevamo già gli eventi storici di questo periodo attraverso i libri di testo e le innu-

merevoli immagini ma, ritrovarsi immersi in un contesto di un quartiere d’epoca e, soprattutto, coinvolti in una simulazione di un attacco aereo: il suono della sirena, il raggiungimento del rifugio, l’attesa interminabile su quelle panchette tremolanti all’arrivo delle bombe…….. ha suscitato un susseguirsi di emozioni tristi ma cariche di consapevolezza dell’enorme fortuna di noi ragazzi di oggi e di speranza di fare sempre un buon uso della libertà nella gestione di questo grande bene: la Pace. Inevitabilmente l’intera visita guidata è stata una testimonianza del fatto che lo studio o l’apprendimento scolastico non devono essere fine a se stessi: non si studia solo per avere un buon voto; il sapere bisogna trasferirlo” fuori” dalla scuola per renderlo veramente utile. A cosa mai sarebbero serviti gli studi di fisica o scienze senza delle sperimentazioni o ricerche nel settore? Sarebbe servito il solo sapere dei fratelli Lumière per arrivare al Cinema in 3D? Basterebbe vivere una simulazione in situazione per comprendere quanto sia terribile una guerra? E allora facciamo di questo nostro”sapere” un mezzo, in continua crescita, per migliorare la condizione umana e non sentirci stanchi ma fieri di sentirci dire: “voi giovani siete il nostro futuro”. I Nostri prof. credono in noi e, speriamo di non deluderli! Le alunne V. Carpanzano, N. Di Dio, F. Galizia, S. Giuca

Clicca sul MOUSE BIRICHINO per guardare le foto della visita all’osservatorio solare. Pag. 7


Giornalino On.line N. 3 Anno scolastico 2011-12

Finalmente ci tuffiamo ... Giorno 2 febbraio 2012 finalmente è iniziato il progetto “Piscina” aperto a tutti gli alunni della scuola primaria del nostro istituto. Siamo molto entusiasti di fare questa nuova e particolare esperienza perchè ogni lezione è una nuova avventura. Questo pregetto ci permette di fare un’esperienza condivisa tra alunni delle diverse classi, la “festa” inizia già nel pullman durante il viaggio perchè abbiamo l’occasione di conoscere e fare amicizia con alunni delle altre classi, la festa poi continua arrivati in piscina dove tutti noi ci divertiamo tanto tra tuffi e spruzzi d’acqua. Ringraziamo il Dirigente e le insegnanti che hanno permesso la realizzazione di questo sogno. Gli alunni

Clicca sul MOUSE BIRICHINO per guardare le foto del progetto PISCINA

Ogni trucco vale A carnevale non solo ogni scherzo vale, ma anche ogni trucco vale. Gli alunni della classe 2C della scuola primaria hanno festeggiato il Carnevale scoprendo tutti insieme, femminucce e maschietti, la fantasia del trucco. Tra scherzi, sorrisi e tanti commenti hanno scoperto come il trucco può modificare totalmente l’aspetto di una persona. Gli alunni della classe 2C scuola primaria

Clicca sul MOUSE BIRICHINO per guardare le foto degli alunni 2C truccati allegramente. Pag. 8


Aspettando In occasione del Carnevale anche quest’anno, presso la nostra scuola dell’infanzia S. Caterina, si è mantenuta la tradizione dei maccheroni fatti con il “pettine”, realizzati dalle mamme con spirito di collaborazione e tanto entusiamo. In questo modo i bambini hanno avuto l’opportunità di apprezzare e di conoscere le “usanze” dei nostri nonni, perchè la scuola non è solo luogo di crescita ma anche di educazione alle tradizioni. Le mamme del plesso S. Caterina

La festa a scuola con le mamme

Clicca sul MOUSE BIRICHINO per guardare le foto della preparazione dei maccheroni

Non può essere un vero carnevale se mancano la musica e il ballo. Per i bambini della scuola materna la festa quest’anno è stata particolare perchè travestiti con i loro costumi preferiti di carnevale hanno trascorso allegramente qualche ora, ballando, giocando e degustando i tipici dolci del carnevale alla presenza dei genitori. Per la gioia dei piccoli la festa è proseguita nel pomeriggio della domenica con le famiglie riunite trascorrendo in compagnia dei momenti veramente piacevoli. I genitori della scuola materna

Clicca sul MOUSE BIRICHINO per guardare le foto della festa con i genitori. Pag. 9


Giornalino On.line N. 3 Anno scolastico 2011-12

La Sfilata Il favoloso mondo di maghi e streghe I bambini vestiti in maschera hanno formato un coloratissimo e festoso corteo sfilando lungo la strada che circonda l’Istituto “E. De Cillis”, fino a raggiungere la palestra, dove si sono esibiti in canti e balli raffiguranti il mondo dei maghi e delle streghe, accompagnati da un’atmosfera allegra tipicamente carnevalesca, sotto una pioggia di stelle filanti e coriandoli. Le maestre della scuola dell’infanzia

Clicca sul MOUSE BIRICHINO per guardare le foto della sfilata.

Clicca sul MOUSE BIRICHINO per guardare le foto della festa in palestra

La Festa Giovedì grasso all’insegna di balli, canti, travestimenti, per gli alunni delle classi della scuola primaria. Con la collaborazione dei genitori si sono assaporati anche i cibi tradizionali del carnevale “maccheroni col sugo” e “chiacchiere”. Gli alunni della classe 4C scuola primaria

Clicca sul MOUSE BIRICHINO per guardare le foto della festa. Clicca sul MOUSE BIRICHINO per guardare il video della festa. Pag. 10


Carnevale

al plesso Risorgimento Per i bambini del plesso risorgimento il carnevale è stato sicuramente uno dei momenti più allegri e festosi di tutto l’anno scolastico, insieme ai genitori si sono esibiti in balli e canti per manifestare la loro allegria ed esibire i loro fantastici costumi, ma hanno avuto anche l’occasione di ripercorrere le tradizioni del carnevale “Rusalinaru” gustando i piatti tipici del carnevale, dai classici “maccarruna” fino alle chiacchiere, il tutto in clima di allegria e spensieratezza. Le maestre del plesso Risorgimento

Clicca sul MOUSE BIRICHINO per guardare le foto del carnevale al plesso Risorgimento

La Maccheronata

Sabato 18 febbraio, all’ inizio della quarta ora, gli alunni delle classi 5B-C siamo andati in sala mensa e abbiamo gustato un bel piatto di maccheroni caldi. C’erano quelli, tipici, con la carne di maiale, quelli solo con la salsa di pomodoro e infine quelli in bianco. Tre mamme ci hanno servito i maccheroni, mentre un’ altra li metteva nei piatti. E noi li mangiavamo. Peccato che siamo dovuti tornare in classe, perché ci stavamo divertendo davvero moltissimo. E per concludere vorremmo dire grazie alle maestre e ai maestri perché ci fanno fare sempre nuove esperienze. Vorremmo dire grazie anche alle quattro mamme che hanno rinunciato ad un po’ del loro tempo per prepararci dei maccheroni fantastici. Valeria Amato classe 5B scuola primaria

Clicca sul MOUSE BIRICHINO per guardare le foto della Maccheronata

Pag. 11


Giornalino On.line N. 3 Anno scolastico 2011-12

Il gruppo Majorette

partecipa al carnevale 2012

Domenica 19 Febbraio 2012, ha visto gli alunni del III Istituto Comprensivo “De Cillis”, che fanno parte del progetto corso Twirling-Majorettes organizzato e diretto dalla maestra Cassola Salvatrice, partecipare alla manifestazione di apertura del Carnevale di Rosolini, come già avviene da undici anni a questa parte, portando come sempre colore, gioia ed eleganza alla manifestazione carnevalesca. Durante la sfilata le majorettes hanno regalato sorrisi, esercizi e coreografie con pom-pom, bastoni e bandiere, accompagnate dai suonatori di tamburini che da quest’anno si sono uniti al gruppo, dando il ritmo attraverso la percussione, alternandosi con la banda Musicale “Vincenzo Bellini”che in diverse occasioni ha sfilato con il gruppo. Con l’ avvio del progetto Twirling- Majorettes inizia l’attività motoria delle majorettes. Lo scopo infatti del progetto non è soltanto folkloristico ma soprattutto motorio, perché si propone di sviluppare una disciplina ginnico sportiva caratterizzata dall’impiego di un attrezzo denominato ” bastone “, e da movimenti del corpo coordinati con armonia su base musi-

cale. L’apprendimento di questa tecnica specifica accompagna gli allievi alla formazione fisico-psicologica, sviluppando delle qualità sia fisiche organiche che di ordine psicologico; trasmettendo agli allievi, scioltezza articolare, coordinamento ed equilibrio, forza muscolare, velocità, resistenza, volontà e coraggio. Tutto ciò ha contribuito a fare maturare l’idea di sport a ragazze e giovinette,organizzandosi i loro pomeriggi in funzione degli allenamenti, mentre d’altra parte hanno appreso con gioia nuove regole. Soprattutto hanno imparato a “stare insieme” avendo rispetto dei compagni. La majorette deve essere responsabile delle proprie azioni e del proprio operato, deve raggiungere lo spirito di gruppo, l’ amicizia e l’affiatamento con gli altri. Salvatrice Cassola

Clicca sul MOUSE BIRICHINO per guardare le foto della sfilata del gruppo Majorette al Carnevale 2012

Il fascino della Musicoterapia

L’istituto Comprensivo “E. De Cilis” ha aderito all’iniziativa promossa da un gruppo di ragazze tirocinanti che frequentano la scuola biennale di musicoterapia di Noto, diretta dalla dott.ssa Raffaella Juvara. Il progetto è rivolto agli alunni delle classi 2 A-B della scuola primaria e si svolge presso l’aula di musica una volta la settimana. Questo progetto, che ha avuto inizio nel mese di febbraio, ha come finalità, tra le tante, la stimolazione della creatività, della musicalità e della ricerca personale, la conoscenza dello schema corporeo e la percezione di sé nello spazio. Il progetto mira, inoltre, a favorire l’integrazione dei bambini diversamente abili, svantaggiati e appartenenti ad altre culture. Le maestre delle classi 2A-B scuola primaria

Clicca sul MOUSE BIRICHINO per guardare il video della Musicoterapia Pag. 12

Clicca sul MOUSE BIRICHINO per guardare le foto della Musicoterapia


Campionati giovanili studenteschi Scacchi a squadre fase provinciale

La visita all’Eremo di

Croce Santa

Giorno 1 Marzo i bambini della scuola dell' Infanzia “S. Caterina” hanno svolto la prima visita guidata dell'anno scolastico in corso. L'avventura è iniziata alle ore 9, 30 quando i bambini con cappellini colorati e zaini alle spalle sono saliti sul bus scolastico che li ha condotti all' Eremo di Croce Santa. Questa visita non è stata solo un momento di svago, ma uno strumento educativo. Infatti l'obiettivo è stato quello di far conoscere ai bambini il luogo sacro e la storia del ritrovamento della Croce ed è stato apprezzato dai bambini che hanno manifestato gioia e felicità. Le maestre

Tra le varie attività che arricchiscono l’offerta formativa del nostro Istituto gli Scacchi da dieci anni a questa parte ci caratterizzano e ci distinguono. Memori dei successi riportati negli anni precedenti (primi a livello provinciale, terzi a livello regionale e settimi a livello nazionale) abbiamo voluto rivivere l’esperienza di un torneo provinciale. Così il 3 marzo ci siamo recati ad Avola presso il 1° circolo “E. De Amicis” e ci siamo confrontati con squadre scolastiche provenienti da tutta la provincia. Al termine dei 5 turni previsti abbiamo totalizzato il massimo del punteggio, vincendo la coppa dei primi classificati e qualificandoci per la fase regionale che si svolgerà a Terrasini (PA) il prossimo 12 marzo. Claudio Alabiso 3A scuola secondaria Corrado Modica 3A scuola secondaria Luigi Spatola 3A scuola secondaria Alessandro Santirelli 1C scuola secondaria

Clicca sul MOUSE BIRICHINO per guardare le foto dell’Eremo di Croce Santa

Clicca sul MOUSE BIRICHINO per guardare le foto del Torneo di scacchi

www.conadkids.it Dalla parte dei bambini e delle mamme.

Bambini, venite a giocare e a divertirvi con Leo e tutti i suoi amici sul sito www.conadkids.it. Vi aspettano tanti giochi, idee per divertirsi a casa o con gli amici e una grande varietà di immagini da colorare.

Mamme, il sito www.conadkids.it dedica un’intera sezione anche a voi, per consigli e approfondimenti con esperti nutrizionisti e pedagogisti. In più potete conoscere da vicino la linea Conad Kids, dedicata ai più piccoli per aiutarli a seguire un’alimentazione corretta e completa, con tutti i nutrienti necessari per affrontare i tanti impegni quotidiani.

Pag. 13


Giornalino On.line

Benvenuto nel nostro giornalino qui tutto è molto carino. Mille notizie puoi trovare e la tua avventura puoi raccontare. www.decillisrosolini.gov.it

IL MEGAFONO ON-LINE N. 3  

Terzo numero del giornalino on.line del 3° Istituto Comprensivo DE CILLIS di Rosolini Anno scolastico 2012-13.

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you