Page 1

Da oggi è disponibile la

Guida italiana delle imprese per il fotovoltaico

Anno IV - n° 4 Maggio 2011

Anno IV - n° 4 IV - n° 42011 Anno Maggio

IV - n° 42011 AnnoMaggio Maggio 2011

2011/2012

a

a ital aian ana ian da ian itali ital ital Gui da da da Gui Gui Gui e per per per res eper rese rese imp res leimp edel leimp dell leimp del del aico volt taico aico aico vol volt il ilfoto volt foto foto ilfoto il

012 1/2 201 012 012 1/2 012 1/2 201 1/2 201 201 Seconda edizione

Con il patrocinio di Gifi - Anie

edizione Seconda edizione edizione Seconda Seconda

Anno V - n° 2 - pag. 1 Marzo 2012

visita wattonweb su Facebook

visita wattonweb su Facebook visita wattonweb su Facebook visita wattonweb

su Facebook

EWS NNEWS

pag. 3

NEWS NEWS

pag. 2

5° Conto Energia: necessità di chiarezza sulle bozze ANIE/GIFI esprime forte preoccupazione e chiede ai Ministeri competenti di fare chiarezza assumendo una posizione ufficiale. Da alcuni giorni il settore fotovoltaico italiano è nuovamente in una situazione di stallo a causa di differenti versioni di bozze riguardanti il testo del 5° Conto Energia ...

Apprezzamento di ANIE sul Piano industriale presentato da Terna Il Presidente e il Direttore Generale di Confindustria ANIE - la Federazione che rappresenta l’industria elettrotecnica ed elettronica nazionale con aziende leader ...

pag. 8

NEWS

pag. 5

ASSOTEL entra in ASSISTAL Si è tenuta oggi a Milano, presso la sede di ASSISTAL, l’Assemblea dei soci ASSOTEL, nel corso della quale sono stati rinnovati gli organi direttivi dell’Associazione ed è stato ufficializzato l’ingresso di ASSOTEL in ASSISTAL. ...

RUBRICA

Il lighting designer al centro del sistema luce Nell’ambito di un dibattito che si protrae da anni su cosa significhi progettazione della luce e su quale figura professionale ne incarni e interpreti al meglio i fondamenti, APIL, l’associazione dei professionisti italiani che ...

pag. 10

DOSSIER

Installatori di fotovoltaico certificati ICMQ ISES ITALIA propone un corso del tutto innovativo che prevede una prima parte, dal 21 al 23 maggio, di formazione teorico-pratica finalizzata a preparare in modo ...

GUIDA ALL’ACQUISTO

visita wattonweb su Facebook

pag. 16

I nostri inserzionisti presentano la loro tecnologia frutto di una continua ricerca e i loro prodotti più avanzati garantiti da un continuo e accurato collaudo.


Anno V - n° 2 - pag. 2 Marzo 2012

NEWS EWS N 5° CONTO ENERGIA: NECESSITÀ DI CHIAREZZA SULLE BOZZE

www.gifi-fv.it

ANIE/GIFI esprime forte preoccupazione e chiede ai Ministeri competenti di fare chiarezza assumendo una posizione ufficiale. Da alcuni giorni il settore fotovoltaico italiano è nuovamente in una situazione di stallo a causa di differenti versioni di bozze riguardanti il testo del 5° Conto Energia: bozze che sono state pubblicate dai media e che hanno già avuto ampia diffusione creando sconcerto. “In tutta onestà – dichiara Valerio Natalizia, Presidente GIFI-ANIE – stento a credere che i Ministeri competenti vogliano infondere panico nel mercato fotovoltaico facendo circolare bozze - diverse tra loro nei contenuti e nella forma - piuttosto che operare con responsabilità nei confronti di un comparto industriale, quello del fotovoltaico, che ad oggi ha contribuito concretamente allo sviluppo nel nostro Paese del mercato energetico, componente fondamentale di ogni sistema economico. Un intervento legislativo come quello prospettato dalle bozze in circolazione vanificherebbe tutti gli investimenti realizzati fino a ora”. I contenuti dei documenti in questione profilano un sistema incentivante insostenibile per l’industria fotovoltaica italiana. Registro per tutti gli impianti al di sopra dei 3 kW di potenza, limite di 100 mln€ di spesa a semestre per nuovi impianti, dimezzamento delle tariffe dal 1 luglio 2012 anche per gli impianti più piccoli e su edificio, sono i principali aspetti negativi emersi dalla lettura delle bozze in circolazione. Così come accaduto nel 2011, le banche hanno già sospeso i finanziamenti in erogazione ed i clienti stanno procedendo con l’annullamento degli ordini: questo significa porre nuovamente in serio pericolo migliaia di posti di lavoro e centinaia di milioni di euro di investimenti. “Ed è proprio di investimento che bisogna parlare – continua Natalizia - quando si considera il denaro utilizzato per incentivare l’energia fotovoltaica. A differenza delle fonti tradizionali, dove le risorse finanziarie devono far fronte alla necessità di continuo approvvigionamento di combustibile, spesso da Paesi politicamente instabili, in questo caso gli investimenti vanno a favore dello sviluppo tecnologico e della generazione distribuita ed efficiente di energia, con conseguenti benefici per il sistema elettrico nel suo complesso e per gli utenti finali. Una volta superato il sistema degli incentivi, gli effetti della potenza fotovoltaica installata saranno positivi e vedranno la diminuzione del valore delle importazioni e del costo dell’energia elettrica.” “ANIE/GIFI – conclude Natalizia - chiede una smentita ufficiale ai Ministeri competenti sulle bozze in circolazione e si rende disponibile sin da subito a collaborare per la definizione di un 5° Conto Energia che tenga conto delle necessità di tutto il settore energetico, garantendo nel contempo all’industria fotovoltaica il più adeguato periodo di transizione per il raggiungimento della piena competitività e indipendenza dagli incentivi. Tutto questo nel rispetto del contenimento dei costi per la collettività”.


Anno V - n° 2 - pag. 3 Marzo 2012

NEWS EWS N APPREZZAMENTO DI ANIE SUL PIANO INDUSTRIALE PRESENTATO DA TERNA Il Presidente e il Direttore Generale di Confindustria ANIE - la Federazione che rappresenta l’industria elettrotecnica ed elettronica nazionale con aziende leader nelle tecnologie per la produzione, trasmissione e distribuzione dell’energia elettrica - hanno preso parte alla presentazione tenutasi a Milano del Piano Industriale di Terna. Confindustria ANIE esprime un vivo apprezzamento sul Piano industriale di Terna, soprattutto in un momento come questo di crisi di fiducia e di bassa crescita dell’economia italiana. I 6 miliardi di investimenti annunciati per il quinquennio 2012-2016 rappresentano un chiaro segnale per le imprese del settore della volontà di Terna di continuare nella politica intrapresa da alcuni anni e di contribuire allo sviluppo di tutta la filiera energetica. I programmi di sviluppo previsti da Terna serviranno da un lato a creare le condizioni per un mercato elettrico più efficiente, attraverso una maggiore concorrenza nei vari comparti del settore, dall’altro sono un chiaro segnale di voler raccogliere le opportunità offerte dalle nuove tecnologie. Gli obiettivi di sviluppo di una rete efficiente e all’avanguardia, nei termini annunciati oggi da Terna, sono sicuramente sfidanti per le imprese aderenti ad ANIE. Dando nuovo impulso alla crescita infrastrutturale dell’economia sono altresì una risposta concreta alle esigenze del Paese. Muovendo su questa strada la prospettiva di una ripresa dell’economia si fa più concreta e potrà poggiare su basi solide.

www.anie.it

www.terna.it


Anno V - n° 2 - pag. 5 Marzo 2012

NEWS ASSOTEL ENTRA IN ASSISTAL Si è tenuta oggi a Milano, presso la sede di ASSISTAL, l’Assemblea dei soci ASSOTEL, nel corso della quale sono stati rinnovati gli organi direttivi dell’Associazione ed è stato ufficializzato l’ingresso di ASSOTEL in ASSISTAL. Un’intesa che nasce dalla convinzione comune che la trasformazione dell’assetto legislativo, normativo e di mercato, alla luce dei processi di liberalizzazione, richiede sempre maggiori iniziative a tutela del comparto delle telecomunicazioni.L’accordo consentirà alle imprese aderenti di partecipare congiuntamente alle attività delle rispettive realtà associative per una migliore tutela del settore. “Vorrei prendere spunto dall’evento or-

ganizzato da ASSISTAL e patrocinato da ASSOTEL, E=cc², dedicato alla convergenza tra i settori della Security e dell’IT, per lanciare un messaggio forte – afferma Modesto Volpe, Presidente di ASSOTEL -. La formula E=cc² (Evoluzione = Crescita x Competizione²), infatti, è carica di significato in quanto dimostra che solo attraverso una crescita finalizzata ad una maggiore capacità competitiva, il settore potrà svilupparsi ulteriormente. Con la sigla di questo accordo ASSOTEL vuole fare da apripista alle imprese, fornendo un esempio virtuoso: l’aggregazione con ASSISTAL. Ciò fornirà il giusto impulso per il rafforzamento della rappresentanza e l’ampliamento di servizi per le imprese del comparto telefo-

nia e telematica”. “Un accordo - sostiene Giuseppe Gargaro, Presidente di ASSISTAL – che assicurerà un rapporto di stretta collaborazione tra ASSISTAL ad ASSOTEL e che da oggi ci permetterà di operare insieme per la promozione, la tutela e l’ulteriore sviluppo del comparto. Alla luce di una convergenza sempre più allargata tra le imprese che compongono il panorama del settore impiantistico, ASSISTAL sta svolgendo un importante ruolo di soggetto aggregatore: se la crescita passa anche dall’aggregazione, ASSISTAL mira a porsi quale punto di riferimento per le diverse rappresentanze del mondo dell’impiantistica”.

www.assistal.it

Il Presidente di Assotel Modesto Volpe con Giuseppe Gargaro Presidente di Assistal

www.assotel.it


Anno V - n° 2 - pag. 6 Marzo 2012

RUBRICA CONTATORI INTELLIGENTI DI GE ENERGY PER I MERCATI IEC GE Energy ha annunciato la disponibilità del contatore intelligente SGM1100 conforme alle specifiche PRIME PLC (Power Line Intelligent Metering Evolution) progettato per le utility di tutto il mondo che seguono i requisiti della IEC (Commissione Elettrotecnica Internazionale) . Il contatore SGM1100 rappresenta una soluzione economica e flessibile per rispondere alle esigenze delle infrastrutture AMI (Advanced Metering Infrastructure) gettando le basi per un aumento dell’efficienza e una migliore gestione dei costi dell’energia. “Dopo quasi un secolo di esperienza nello sviluppo di soluzioni affidabili per i contatori delle utility, GE è orgogliosa di annunciare la disponibilità del contatore intelligente SGM1100 per i mercati IEC”, ha dichiarato Luke Clemente, General Manager Metering & Sensing Systems della divisione Digital Energy di GE. ”GE vanta una profonda comprensione delle particolari necessità delle utility avendo costruito in tutto il mondo reti elettri-

che occupandosi di ogni cosa – dalla trasmissione alla distribuzione fino alla misurazione. Con il contatore SGM1100, GE aiuta ora le utility europee a compiere un nuovo passo in avanti lungo la loro evoluzione per diventare maggiormente sostenibili, affidabili e produttive attraverso le infrastrutture AMI”. La tecnologia AMI è il cardine della modernizzazione della rete di distribuzione elettrica, poiché consente la comunicazione bidirezionale tra l’utility e il consumatore. Attraverso AMI, utility e consumatori possono fruire di una migliore affidabilità della fornitura energetica, una maggiore disponibilità di energie rinnovabili, e un più completo controllo dei consumi inclusa anche la possibilità di ricaricare veicoli elettrici. Il modello SGM1100 è un contatore monofase appositamente realizzato per le utenze residenziali e quelle commerciali di piccole dimensioni. Nel rispetto degli standard locali, questo prodotto soddisfa i requisiti IEC e implementa la

comunicazione PLC AMI con i protocolli PRIME e DLMS/COSEM. Progettato per essere intuitivo da usare, il contatore GE SGM1100 permette alle utility di accelerare le installazioni, automatizzare la fornitura e ridurre il lavoro di assistenza post-installazione ottenendo così installazioni più rapide ed economicamente convenienti. Ulteriori vantaggi comprendono: Funzionalità di sicurezza e relè bipolare per una maggiore tranquillità durante l’installazione e l’assistenza Firmware aggiornabile da remoto mediante comunicazioni PLC per ridurre gli interventi di manutenzione sul posto Comunicazione locale per rendere possibili configurazioni, aggiornamenti del firmware e diagnostica on demand di installazioni specifiche Modem PRIME PLC integrato per fornire comunicazione affidabile e interoperabile con concentratori dati conformi allo standard PRIME. www.ge-energy.com

Il contatore intelligente SGM1100 di GE Energy


Da oggi wattonweb è anche su IPad e IPhon! w w w. w a t t o n w e b . i t

Anno V - n° 2 - pag. 7 Marzo 2012

RUBRICA LA BASILICA PALLADIANA PROTETTA GRAZIE ALLA FONDAZIONE ENZO HURBY Un sistema di 22 telecamere, attivo entro fine maggio, garantirà a Vicenza la sicurezza della Basilica Palladiana e delle piazze circostanti (piazza dei Signori, piazza Biade, piazza delle Erbe e piazzetta Palladio), grazie al contributo della Fondazione Enzo Hruby che ha deciso di sostenere gli oneri per la realizzazione del progetto. “La nostra Fondazione ha deciso di assumersi gli oneri di questo importante progetto per la sicurezza della Basilica e della città, il terzo sostenuto dalla Fondazione su un sito UNESCO, dopo la Basilica di Assisi e il Sacro Monte di Varallo”così ha spiegato Carlo Hruby durante la conferenza stampa martedì 27 marzo presso la sede del Comune di Vicenza. Insieme al sindaco della città Achille Variati, gli assessori alla sicurezza Antonio Dalla Pozza e alla cultura Francesca Lazzari, il Vice Presidente della Fondazione Enzo Hruby ha spiegato che verrà re-

alizzato entro fine maggio un avanzato sistema di videosorveglianza. La società Pieffe Sistemi di Vicenza partecipa all’importante iniziativa con un proprio sostanziale contributo, offrendo a titolo gratuito la manodopera per la realizzazione del progetto. Daniele Ferrarin, titolare della Pieffe, ha commentato: “Siamo onorati di poter mettere a disposizione la nostra professionalità per un progetto importante nella città in cui viviamo e lavoriamo. Vogliamo dimostrare che anche una piccola azienda come la nostra può, con professionalità ed esperienza, contribuire a rendere noto nel mondo un importante patrimonio culturale”. L’avanzato sistema di videosorveglianza, realizzato sotto i portici e nel perimetro della Basilica, sarà funzionante e telegestito 24 ore su 24 grazie alla trasmissione delle immagini in rete e prevede, oltre a 21 telecamere, un sistema di vi-

deoregistrazione digitale. “Sono previste 16 telecamere fisse ad alta risoluzione che garantiranno copertura completa del porticato al piano terra, - ha spiegato Daniele Ferrarin - e 5 telecamere orientabili situate in punti strategici sopraelevati per sorvegliare il perimetro esterno dell’edificio e le piazze circostanti.” La centrale operativa del comando della polizia locale e la sala di controllo della Polizia di Stato, cui tutto il sistema sarà collegato, potranno scegliere le migliori inquadrature, grazie alle riprese a 360 gradi e ai potenti zoom delle telecamere. Sarà inoltre installata un’ulteriore telecamera che garantirà una panoramica a 180 gradi sulla Basilica e sulla Piazza dei Signori, le cui immagini saranno fruibili da tutto il mondo tramite il sito del Comune di Vicenza, offrendo così una grande opportunità di promozione turistica e culturale.

www.fondazionehruby.org

Insieme al sindaco della città Achille Variati, gli assessori alla sicurezza Antonio Dalla Pozza e alla cultura Francesca Lazzarie il Vice Presidente della “Fondazione Enzo Hruby” Carlo Hruby


Anno V - n° 2 - pag. 8 Marzo 2012

RUBRICA IL LIGHTING DESIGNER AL CENTRO DEL SISTEMA LUCE Nell’ambito di un dibattito che si protrae da anni su cosa significhi progettazione della luce e su quale figura professionale ne incarni e interpreti al meglio i fondamenti, APIL, l’associazione dei professionisti italiani che operano nel campo della luce, conferma il suo impegno nell’intraprendere e sviluppare una seria ed effettiva riflessione in merito, con il coinvolgimento di tutti gli attori interessati. Occasione privilegiata è stata offerta da un incontro promosso dall’Associazione, da cui sono emersi numerosi spunti sui quali proseguire e fondare le azioni future. In particolare, ci si è soffermati sulle prospettive future di una figura professionale di grande attualità, quella del lighting designer: in un settore in continua evoluzione in virtù delle novità tecnologiche continuamente aggiornate dalla ricerca, è necessario innanzitutto giungere a una chiara definizione di tale nuova figura, per poi favorirne la visibilità e sostenerne la professionalità nel tempo. Da qui la necessaria ridefinizione del ruolo delle associazioni di categoria come APIL che, in seguito al ridimensionamento de-

gli ordini professionali, assumono sempre maggiore rilevanza a livello nazionale e che, ora più che mai, devono garantire specifiche professionalità. “La situazione attuale prefigura nuovi scenari – afferma il presidente di APIL, Cinzia Ferrara. Sia per le conseguenze del decreto sulle liberalizzazioni sia più in generale per l’orientamento europeo, ci stiamo dirigendo verso un deciso ridimensionamento degli ordini professionali, ma non della figura del libero professionista. Stabilito questo, possiamo ragionevolmente ipotizzare che nel prossimo futuro si aprano forme di associazionismo libero, probabilmente di tipo anglosassone, con funzioni di promozione e garanzia del “mestiere”, includendo altresì forme di garanzia sull’aggiornamento professionale obbligatorio”. Come evidenziato da APIL e come scaturisce anche dall’azione della Commissione Energia in ambito europeo, assume sempre maggiore importanza il libero professionista, come appunto il lighting designer, unica figura che possa essere garante del cliente finale.

PHILIPS ILLUMINA LA A21 Philips continua il suo contributo all’illuminazione pubblica inaugurando l’impianto di illuminazione a LED del ponte autostradale della A21, sul raccordo all’uscita di Brescia Sud . L’opera, insieme a 17 Km di raccordo autostradale, è stata aperta al traffico lo scorso 3 Febbraio con nove mesi di anticipo. Con questa soluzione Philips si riconferma un’azienda leader nel settore delle soluzioni innovative a base LED. www.philips.com

Egli, infatti, è indipendente, non legato ad una singola azienda o rivenditore di materiale illuminotecnico e quindi imparziale nelle proprie scelte e unico responsabile del proprio progetto. Scopo dell’incontro, che si è tenuto il 5 marzo presso la sede APIL a Milano, è stato raccogliere la visione di tutti gli attori coinvolti, al fine di raggiungere dei punti di contatto e azioni comuni da intraprendere. La giornata di lavoro ha visto infatti l’intervento di alcuni delegati delle associazioni presenti, i quali hanno avuto l’opportunità di manifestare la propria visione in merito e confrontarsi non solo con i rappresentanti delle altre associazioni ma anche con tutte le persone interessate che ruotano attorno al settore della progettazione dell’illuminazione e che sono intervenute alla discussione tramite lo strumento delle call for papers. www.federlegno.it


EventS on LINE ≈ 100, 500, 1000 utenti. ≈ Sito web dedicato all’evento, on-line 15 gg prima. Sul sito, personalizzato con loghi e marchi, potranno essere inserite immagini, documenti descrittivi, listini ecc.. L’accesso al video in diretta sarà consentito solo a coloro che si saranno registrati tramite invio di un mail all’indirizzo prestabilito e avranno ricevuto una password. Durante l’evento coloro che seguono via web potranno intervenire rivolgendo domande in diretta tramite un indirizzo di posta dedicato. Il sito rimarrà on line per 15 gg dopo lo svolgimento dell’evento. ≈ 1, 2 o 3 telecamere con operatori. ≈ Regia con gestione dei contenuti proiettati durante l’evento.

EventS on LINE

By IBR Sistemi in collaborazione con GIGACOM

Per ulteriori informazioni: redazione@wattonweb.it

EventS on LINE ≈ Incrementa il numero degli spettatori ai tuoi eventi ad un costo particolarmente ridotto. ≈ Consente ai tuoi clienti di seguire dall’ ufficio o da casa il tuo evento ≈ Consente ai clienti che seguono da lontano l’evento di sottoporre le loro domande ai relatori. ≈ Assicura una visione completa dell’evento e di quanto viene proiettato su schermo ≈ garantisce per la partecipazione all’evento anche dall’ufficio o da casa l’ottenimento dei crediti previsti per la partecipazione all’evento dal vivo. ≈ Permette di rivedere l’evento quante volte si desidera anche dopo che è terminato.


Anno V - n° 2 - pag. 10 Marzo 2012

DOSSIER INSTALLATORI DI FOTOVOLTAICO CERTIFICATI ICMQ ISES ITALIA propone un corso del tutto innovativo che prevede una prima parte, dal 21 al 23 maggio, di formazione teorico-pratica finalizzata a preparare in modo concreto figure professionali che nella seconda parte del corso sosterranno, il 24 e 25 maggio, un esame tenuto dall’Organismo di Certificazione ICMQ, che verificherà le competenze dei candidati attraverso prove teoriche e pratiche. La certificazione potrà essere richiesta sia da singole persone, sia da aziende che intendono certificare uno o più dipendenti o collaboratori. Il corso si tiene presso Il Parco dell’Ener-

gia Rinnovabile (PeR) Loc. Inano Fraz. Frattoccia (TR), tra Amelia e Todi. Realizzare un impianto fotovoltaico richiede conoscenze progettuali e impiantistiche che, qualora poco valide, possono procurare scarsa soddisfazione al cliente. Per questo motivo, un installatore con certificato può offrire un servizio qualificato e di maggiore garanzia. Inoltre, in base all’art 14 della Direttiva europea 2009/28/CE sulla promozione dell’uso dell’energia da Fonti Rinnovabili e al suo recepimento in Italia con D.Lgs n. 28 del 3/03/2011, dal 2013

sarà obbligatorio disporre di una certificazione per installare pannelli fotovoltaici. Acquisire fin da ora questi requisiti servirà a collocarsi al meglio sul mercato del lavoro.

www.icmq.it

www.isesitalia.it

INCONTRO TECNICO IMQ SUGLI IMPIANTI ELETTRICI NEI CANTIERI Una percentuale non trascurabile di infortuni nei cantieri edili è dovuta a cause elettriche. L’impianto di cantiere deve essere realizzato con i requisiti minimi di sicurezza previsti dalla Norma CEI 64-8. IMQ ha organizzato per il giorno 23 aprile 2012 alle ore 20,30 presso la sua sede di Milano in Via Quintiliano, 43 un incontro tecnico nel quale si analizzeranno gli aspetti salienti della parte 704 della Norma CEI 64-8 e della Guida 64-17, in particolare: cosa collegare a terra, cosa fare per la protezione contro i fulmini, la documentazione, utilizzo delle prese a spina di tipo civile. L’incontro tecnico è realizzato in collaborazione con Albiqual.

www.albiqual.it

www.imq.it


Anno V - n° 2 - pag. 11 Marzo 2012

DOSSIER ACCORDO TRA PUNTO FOTOVOLTAICO E SOLSONICA Punto Fotovoltaico spa (www.puntofotovoltaico.it), la prima Rete dedicata all’offerta di soluzioni per il risparmio energetico con oltre 60 punti vendita su tutto il territorio nazionale, e Solsonica spa, il maggior produttore in Italia di celle, moduli e soluzioni fotovoltaiche, all’avanguardia nella ricerca e nello sviluppo di processi e prodotti innovativi per migliorare l’efficienza dei sistemi fotovoltaici, hanno concluso un importante accordo. La collaborazione prevede l’offerta da parte di tutti i punti vendita del network Punto Fotovoltaico dei prodotti Solsonica nell’ambito della vendita degli impianti “chiavi in mano” e dei servizi a valore aggiunto che caratterizzano l’offerta di Punto Fotovoltaico.. Realizzati selezionando le migliori tecnologie disponibili per garantire performance e affidabilità nel tempo, ogni modulo Solsonica supera, attraverso l’intero ciclo di produzione, oltre 30 controlli di qualità: dalla selezione delle materie prime, ai processi di produzione, fino al test di funzionamento e classificazione del prodotto finito. L’accordo tra Punto Fotovoltaico e Solsonica rappresenta un’importante sinergia tra le due aziende e segna la nascita di una filiera del fotovoltaico tutta italiana. Alessandro Furfaro Direttore Commerciale di Solsonica ha spiegato che “ l’accordo con Punto Fotovoltaico, la prima rete fotovoltaica e per l’energia rinnovabile in Italia, rappresenta un passo concreto per fornire all’utente finale energia solare tecnologicamente avanzata ed affidabile, rigorosamente “Made in Italy” Tommaso Lascaro, Amministratore Delegato di Punto Fotovoltaico ha dichiarato “Solsonica è un’azienda leader a livello europeo, pioniere in Italia nello sviluppo della tecnologia per il fotovoltaico: questo accordo sancisce un’alleanza strategica tra due dei primi player italiani nell’industria del fotovoltaico nel nostro Paese e testimonia l’impegno di entrambi nella promozione e diffusione dell’utilizzo dell’energia solare offrendo qualità e affidabilità.”

La sede di Punto Fotovoltaico

Tommaso Lascaro A.D. di Punto Fotovoltaico

www.puntofotovoltaico.it

www.solsonica.com


Anno V - n° 2 - pag. 12 Marzo 2012

ULTIME DAI PRODUTTORI NUOVI SCANNER LASER REDSCAN DI HESA PER MONITORARE LE AREE ESTERNE Un potente e preciso laser “scannerizza” in continuo l’area da controllare rilevando movimento, velocità e forma del soggetto, discriminando con precisione tra animali domestici, oggetti e figure a rischio e attivando sino a 4 speed dome analogiche. La sicurezza delle aree esterne è di vitale importanza per garantire l’inviolabilità degli edifici, e le aziende del settore sono alla costante ricerca di tecnologie sempre più affidabili per elevare il livello di protezione degli spazi esterni, limitando progressivamente i falsi allarmi. HESA SpA ha di recente completato la sua gamma di barriere e rilevatori per esterni, con la serie Redscan, un innovativo sistema di rilevazione dei movimenti a scanner laser, per applicazioni di antintrusione particolarmente precise, rapide ed efficaci, e soprattutto con prestazioni atte a evitare i falsi allarmi in un’area molto ampia. Il monitoraggio di soggetti in movimento avviene infatti tramite un sofisticato algoritmo che garantisce una reazione del fascio laser in tempi molto rapidi e particolarmente appropriata in rapporto agli eventi. E con una particolare flessibilità ambientale poiché con un solo scanner laser si controlla un’area molto estesa, per la quale sarebbero necessari più rivelatori di tecnologia convenzionale. Montato in orizzontale, infatti, consente di rilevare a distanza velocità e dimensione di un soggetto in movimento entro una superficie di 30 metri di raggio per 190°di ampiezza, equivalente ad oltre 1.400 mq di estensione.

Montato in verticale, copre un’area di rilevazione con l’effetto tenda molto stretto e concentrato di 60 metri, sempre controllando forma e velocità di spostamento del soggetto. Con soli quattro rilevatori Redscan si riesce a garantire una copertura di analisi del movimento e dei soggetti, di grande affidabilità su superfici molto estese ed ad elevato rischio, per li quali sarebbe necessario impiegare un numero nettamente superiore di rilevatori convenzionali. L’azione dello scanner laser della serie Redscan raggiunge un grado di discriminazione ottimale, tale da distinguere le tipologie del soggetto, se uomo o animale, e, in quest’ultimo caso, se si tratta di un animale domestico o comunque non a rischio. All’interno di questa area si può definire manualmente o automaticamente lo spazio da “allarmare” secondo linee e forme anche complesse, con una modalità di protezione su misura della situazione, della conformazione della zona e della presenza, appunto, di animali domestici. La serie Redscan è dotata di 4 aree di rilevazione e questo consente di comandare in automatico e per ogni area lo spostamento immediato di una speed dome là dove l’allarme è stato generato, con un effetto deterrente e di intervento puntuale e preciso. Una versione ha anche l’interfaccia IP con 4 uscite indipendenti per la connessione ad applicazioni video remote consentendo così di garantire 24 ore su 24, anche in assenza degli abitanti, antintrusione e videosor-

veglianza al massimo dell’integrazione. Tra le uscite da sottolineare, oltre ad una per avaria e alla funzione di antimascheramento e antirotazione, è disponibile anche la disqualifica ambientale che invia un segnale di allarme per guasto quando, per condizioni ambientali molto critiche, l’intensità del fascio laser non è al livello minimo accettabile. L’installazione, infine, prevede un’impostazione ed una verifica dell’area di rilevazione manuali, automatiche oppure tramite Pc, un requisito non in dotazione ad altri sensori di rilevazione e che aiuta l’installatore a offrire un intervento e un servizio altamente professionali in tempi rapidi. www.hesa.com

Scanner Laser della serie Redscan di Hesa


Anno V - n° 2 - pag. 13 Marzo 2012

ULTIME DAI PRODUTTORI COMPEL ELECTRONICS A SOLAREXPO 2012 PRESENTA IL CONNETTORE CSP-2 VALVE Compel Electronics azienda leader a livello internazionale nella progettazione e produzione di sistemi d’interconnessione e cablaggi, in occasione della partecipazione alla prossima edizione di SolarExpo (stand: Hall 11 Booth A4.2), presenta il connettore CSP-2 valve. Questo connettore è il frutto della partnership costituita da Compel con Bimed, azienda turca che opera nella produzione di serra cavi. La collaborazione è portata avanti appositamente per lo sviluppo di connettori speciali destinati al mercato fotovoltaico.

Il nuovo connettore CSP-2 valve è una soluzione avanzata che integra la valvola osmotica ed è utilizzabile per applicazioni su Inverter e String box. La membrana è in politetrafluoroetilene (PTFE): questo versatile polimero fa si che l’aria fluisca liberamente attraverso di esso, bilanciando continuamente la pressione interna. Grazie all’utilizzo di questo materiale microporoso, la membrana previene il passaggio dei liquidi, sia con tensione superficiale alta (acqua) sia bassa (olio, sapone, alcol) tenendo quindi gli agenti contaminanti fuori dal connettore.

Raffaele bestini Sales Manager Photovoltaic Interconnection System di Compel

CRIMP connector CON VALVOLA INTEGRATA – APPLICAZIONE FRONT PANEL CONTATTO Maschio Ø 4,0 mm SEZIONE DEL CAVO 4mm² ÷ 6mm² DIAMETRO DEL CAVO min 5,5mm ÷ max 7,2mm VALVOLA OSMOTICA INTEGRATA (VENTILATION) NESSUNA NECESSITÀ DI VALVOLE AGGIUNTIVE NEL FRAME

Connettore CSP-2 valve di Compel Electronics

www.compel.it


Anno V - n° 2 - pag. 14 Marzo 2012

ULTIME DAI PRODUTTORI UN MULTIMETRO DI ALTO LIVELLO CHE SCONFINA NEL MONDO DELLA REGISTRAZIONE VELOCE Nelle applicazioni elettriche ed elettroniche può capitare di dover effettuare, in maniera pratica e veloce, un controllo nel tempo del segnale misurato (la tensione raddrizzata del circuito di ricarica delle batterie stazionarie, la temperatura all’interno di un quadro elettrico, la corrente assorbita da una scheda elettronica o, la caduta di tensione sulla presa più lontana dal punto di consegna del circuito elettrico ecc…). Sul multimetro portatile PC720M è installato un sistema di registrazione che permette di memorizzare il segnale applicato sull’ingresso dello strumento con comandi semplici e diretti. PC720M rappresenta infatti la nuova frontiera nel campo dei multimetri palmari ad elevata tecnologia in quanto, oltre alle elevate prestazioni di misura, dispone di un’ampia memoria interna capace di registrare ben 87.328 misure. Applicare il segnale sull’ingresso dopo aver selezionato la funzione di misura richiesta, programmare la cadenza di registrazione del dato in memoria e avviare la registrazione con l’apposito tasto, sono le uniche e semplici operazioni che l’utente deve svolgere per catturare in memoria l’andamento nel tempo del segnale in esame. Tramite il kit di comunicazione è possibile trasferire i dati memorizzati dallo strumento sul computer per ottenere una rappresentazione in formato tabellare o grafico da esportare eventualmente in una relazione tecnica. La velocità di memorizzazione di 0,05 secondi max, fornisce registrazioni con un elevato dettaglio di analisi. Utilizzando il potente software fornito in dotazione al kit e mantenendo il collegamento diretto dello strumento al computer, sarà possibile inviare un messaggio di allarme al verificarsi dell’evento che soddisfa la condizione pre-impostata. I riferimenti di data e ora saranno associati ad ogni singolo dato che lo strumento trasmette al computer collegato direttamente, creando un file dedicato sul PC stesso.

www.asita.com

Multimetro PC720M di Asita


Studio grafico Immagine coordinata Comunicazione aziendale

Via Marescalchi, 19 20133 Milano Tel. 02 73951380


Anno V - n° 2 - pag. 16 Marzo 2012

GUIDA ALL’ACQUISTO

DA DISANO ILLUMINAZIONE: www.disano.it CILINDRO  asato su un attento studio dei dettagli, cilindro si caratterizza B per la finitura e per l’alta qualità della resa luminosa. Studiato per l’illuminazione indiretta/diretta o soltanto diretta può essere dotato di una lente capace di sottolineare maggiormente il fascio luminoso. Utilizzato in maniera modulare è in grado di sottolineare particolari archiettonici, segnare vuoti e pieni, in esterno oppure di dare ritmo alle superfici anche in interni di prestigio. Corpo: In alluminio pressofuso. Lampade ad alogenuru metallici 70W fluorescenti compatte 26T. Attacco G12 G24d-3. Distribuzione luminosa diretta - indiretta Grado di protezione: IP65

Disano Illuminazione V.le Lombardia, 129 - Rozzano (Milano) Tel.: 02824771 - Fax: 028252355

CLESSIDRA  roiettore a parete per luce diretta o diretta/indiretta. Dalla forma sobria ed elegante, si P inserisce agevolmente in ogni contesto architettonico. Complemento d’arredo adatto a diversi contesti architettonici. In particolare: Per l’illuminazione d’effetto di superfici esterne ed interne. Per creare suggestivi e attrattivi effetti di luce. Clessidra nasce per soddisfare le nuove tendenze dell’arredo urbano, sempre più orientate verso la ricerca della qualità estetica, e per dare un tocco personale al contesto attraverso la luce. Dal design sobrio ed elegante, si inserisce agevolmente in ogni contesto architettonico, come vero e proprio complemento d’arredo. Grazie alla possibilità di usare diverse ottiche, Clessidra è particolarmente adatto all’illuminazione perimetrale e per creare suggestivi effetti di luce. Clessidra grazie alle diverse emissioni luminose riesce a caratterizzare in modo diverso uno spazio unendo la componente decorativa formale dell’apparecchio a quella della luce. Ideale per essere applicata su pareti di pregio e su esterni ricercati Clessidra è in grado di stravolgere la percezione di un edificio grazie al suo carattere formale spiccato e all’effetto di luce unico che è in grado di creare. Lo strumento di luce ideale per valorizzare e rendere più attrattiva l’architettura. Un altro valore aggiunto a Clessidra. Il colore, la luce dinamica e il particolare fascio rendono la parete che lo ospita un’attrazione irrinunciabile per l’occhio. Clessidra, con lampada alogena da 100W, è disponibile in diverse versioni: a luce diretta/ indiretta, con lente, a luce diretta. Disponibile versione con FLC (luce diffusa) per soddisfare diverse esigenze e per creare suggestivi effetti di luce. Corpo in alluminio pressofuso; diffusore in vetro temperato resistente agli shock termici e agli urti; verniciatura con polvere epossipoliestere, resistente alla corrosione e alle nebbie saline; portalampada in ceramica e contatti argentati; cablaggio alimentazione 230V/50Hz in doppio isolamento in silicone con calza di vetro. Morsettiera 3P con massima sezione dei conduttori ammessa 2.5 mm2. Prodotti in conformità alle norme EN60598 - CEI 34 - 21. Hanno grado di protezione secondo le norme EN60529 (IP65). Lampade ad alogenuri metallici 20W fluorescenti a risparmio energetico FLC16W alogene 100W Attacco pgj5 r7s Distribuzione luminosa diretta - indiretta


Anno V - n° 2 - pag. 17 Marzo 2012

GUIDA ALL’ACQUISTO

DA PHILIPS: www.philips.it ColorBurst Compact Powercore

Philips spa V. Casati, 23 Monza (Milano) Tel.: 039203.1

 olorBurst Compact Powercore è un apparecchio di illuminazione a LED ad alta emissione, adatto all’uso in ambienti C esterni, concepito per l’illuminazione d’accento e di spazi all’aperto. Gli apparecchi Architectural e Landscape in formato standard e compatto offrono un’emissione luminosa a colori per supportare una gamma di applicazioni di illuminazione dinamica verso l’alto, a proiezione e decorativa. La tecnologia Powercore integrata garantisce un controllo rapido, efficiente e accurato dell’emissione di potenza all’apparecchio direttamente dalla tensione di linea, evitando di ricorrere ad alimentatori esterni. L’impiego di cablaggio standard semplifica notevolmente l’installazione e contribuisce a ridurre il costo totale del sistema. Potenza: 18W max Alimentazione: 110 – 240 V AC /50-60 Hz via DATA ENABLER (da ordinare separatamente) BCP462: Fornito completo di cavo di alimentazione/controllo HO7RN-F 4 conduttori 1 mm2 , lunghezza 1,8 m. BCP642 HA: Collegamento elettrico: 4 conduttori( F+N+T+Data) 1mmq liberi in uscita dalla staffa di fissaggio Vita economica: 80.000 ore @ L70 @ Ta=25 °C Flusso luminoso residuo pari a 70% del flusso inziale a T ambiente esterna media pari a 25 °C. Corpo e telaio vetro in alluminio pressofuso, verniciato colore grigio chiaro metallizzato. Staffa e base di fissaggio in alluminio pressofuso, verniciato colore grigio chiaro metallizzato. Chiusura: vetro piano temprato. BCP462: dimensioni base di fissaggio: diametro 122 mm. BCP462 HMA: Fissaggio tramite filettatura ½ “ NPT Temperature di funzionamento: -20°C<50°C. Peso: 3,9 Kg (BCP462); 2.0 Kg (BCP462 HMA) Lampade: 12 x LED Distribuzione luminosa: 498 Lumen Max. ottica 8°; 429 Lumen Max. ottica 14°; 418 Lumen Max. ottica 24°; 405 Lumen Max. ottica 41°; 432 Lumen Max. ottica 10° x 41°. Grado di protezione: IP66.

eWBurst Compact Powercore  WBurst Compact Powercore è un apparecchio di illuminazione a LED ad alta emissione, adatto all’uso in ambienti esterni, e concepito per l’illuminazione d’accento e di spazi all’aperto. Gli apparecchi Architectural e Landscape in formato standard e compatto offrono un’emissione luminosa a colori per supportare una gamma di applicazioni di illuminazione dinamica verso l’alto, a proiezione e decorativa. La tecnologia Powercore integrata garantisce un controllo rapido, efficiente e accurato dell’emissione di potenza all’apparecchio direttamente dalla tensione di linea, evitando di ricorrere ad alimentatori esterni. L’impiego di cablaggio standard semplifica notevolmente l’installazione e contribuisce a ridurre il costo totale del sistema. Potenza: 15W max Alimentazione: 100 – 277 V AC /50-60 Hz BCP463: Fornito completo di cavo di alimentazione HO7RN-F 3 conduttori 1 mm2 , lunghezza 1,8 m. BCP463 HMA: Collegamento elettrico: 3 conduttori( F+N+T) 1mmq liberi in uscita dalla staffa di fissaggio Vita economica: 90.000 ore @ L70 @ Ta=25 °C Flusso luminoso residuo pari a 70% del flusso inziale a T ambiente esterna media pari a 25 °C. Corpo e telaio vetro in alluminio pressofuso, verniciato colore grigio chiaro metallizzato. Staffa e base di fissaggio in alluminio pressofuso, verniciato colore grigio chiaro metallizzato. Chiusura: vetro piano temprato. BCP463: Dimensioni base di fissaggio: diametro 122mm. BCP463 HMA: Fissaggio tramite filettatura ½ “ NPT Temperature di funzionamento: -20°C < 50°C. Peso: 3,9 Kg (BCP463); 2 Kg (BCP463 HMA) Lampade: 12 x LED HB (Colorazioni disponibili: Bianco Caldo (WW) 2700 K - Bianco Neutro (NW) 4000 K) Distribuzione luminosa: − ottica 8° - 624 lm (2700K), 812 lm (4000K). − ottica 14° - 543 lm (2700K); 685 lm (4000K). − ottica 24° - 540 lm (2700K); 674 lm (4000K). − ottica 41° - 520 lm (2700K); 646 lm (4000K). − ottica 10° x 41°- 557 lm (2700K); 695 lm (4000K). Grado di protezione: IP66.


Disano Illuminazione www.disano.it Philips spa www.philips.it

Foto, disegni e testi Riproduzione vietata copyright ©. Tutti i diritti di riproduzione in qualsiasi forma, compresa la messa in rete, che non siano espressamente per fini di studio o professionali sono riservati. Per qualsiasi utilizzo che non sia individuale è necessaria l’autorizzazione scritta dell’Editore. Qualsiasi genere di materiale inviato in Redazione, anche se non pubblicato non verrà in nessun modo restituito. Si rende noto che i dati in nostro possesso sono impiegati nel pieno rispetto del D.Lgs. 196/2003. I dati trasmessi a mezzo questionari presenti nel periodico potranno venire utilizzati per indagini di mercato, proposte commerciali, o per l’inoltro di altri prodotti editoriali a scopo di saggio. L’interessato potrà avvalersi dei diritti previsti dalla succitata Legge. In conformità con quanto disposto dal codice di deontologia relativo al trattamento dei dati personali art. 2 comma 2, si comunica che presso la sede dell’Editore esiste una banca dati di uso redazionale. Gli interessati potranno esercitare i diritti previsti dal D.Lgs. 196/2003 contattando il Responsabile del Trattamento sig. Aldo Besozzi (besozzi@wattonweb.it). Informativa sulla Privacy Ai sensi dell’art. 13, d. lgs 196/2003 tutte le finalità dei dati relativi ai destinatari del presente periodico o di altri dello stesso Editore, consistono nell’assicurare una informazione tecnica, professionale e specializzata a soggetti identificati per la loro attività professionale. L’Editore, titolare del trattamento, garantisce ai soggetti interessati i diritti di cui all’art. 7 del d. lgs 196/2003.

INSERZIONISTI

GUIDA ALL’ACQUISTO

Anno V - n° 2 - pag. 18 Marzo 2012

ANIE www.anie.it

IBR SISTEMI S.r.l. www.ibrsistemi.com

ASITA S.r.l. www.asita.com

Lara Rossi Studio Grafico muxilara@gmail.com

Cabur S.r.l. www.cabur.it

Quindicinale di informazione per il mondo elettrotecnico e dell’illuminazione Direttore reponsabile Aldo Besozzi Redazione Tel. 02 73951380 Fax 02 73951380 E-mail: redazione@wattonweb.it www.wattonweb.it Editore: GIGACOM di A.F.G. Besozzi Via Garofalo, 5 - 20133 Milano P. IVA 12705670151 Graphic Designer: Lara Rossi Studio Reg. presso il tribunale di Milano n° 64 del 29/01/2008 Diffusione via web Copie spedite: 35.020 Inviare comunicati stampa a: redazione@wattonweb.it

visita wattonweb su Facebook

wattonweb n° 02-2012  

ELECTRICAL&LIGHTING MAGAZINE