Page 1

Da oggi è disponibile la

Guida italiana delle imprese per il fotovoltaico

Anno IV - n° 4 Maggio 2011

Anno IV - n° 4 IV - n° 42011 Anno Maggio

IV - n° 42011 AnnoMaggio Maggio 2011

2011/2012

a

a ital aian ana ian da ian itali ital ital Gui da da da Gui Gui Gui e per per per res eper rese rese imp res leimp edel leimp dell leimp del del aico volt taico aico aico vol volt il ilfoto volt foto foto ilfoto il

012 1/2 201 012 012 1/2 012 1/2 201 1/2 201 201 Seconda edizione

Con il patrocinio di Gifi - Anie

edizione Seconda edizione edizione Seconda Seconda

Anno IV - n° 9 - pag. 1 Novembre 2011

visita wattonweb su Facebook

visita wattonweb su Facebook visita wattonweb su Facebook visita wattonweb

su Facebook

NEWS

pag. 2

NEWS NEWS

pag. 2

PROSIEL: una precisazione sui patti in deroga

CEI Magazine per smart phone da oggi disposibile su e-dicola CEI Magazine, la rivista di informazione del Comitato Elettrotecnico Italiano, è disponibile da oggi per tutti gli utenti smart phone, scaricabile gratuitamente dall’App e-dicola. ...

Prosiel intende esprimere le proprie perplessità a fronte di opinioni relative alla possibilità di derogare alla vigente legislazione in materia di impianti elettrici per ambienti domestici ed alle relative norme tecniche che, secondo voci che circolano a tale riguardo, potrebbero essere applicate ...

RUBRICA

pag. 7

Lettera aperta delle associazioni del fotovoltaico al nuovo Governo Le principali associazioni di categoria del fotovoltaico, ANIE/GIFI e ASSOSOLARE, confidano di poter collaborare al più presto con il nuovo Governo, con l’obiettivo di garantire lo sviluppo organico e duraturo delle fonti ...

DOSSIER

pag. 10

Report e.tech e EnerSolar+ In quattro giorni di mostra sono stati 40.500 gli operatori della filiera elettrica ed energetica giunti a Fiera Milano per valutare prodotti, tecnologie e soluzioni innovative in grado di produrre e distribuire energia, ma anche per fare il punto sulla situazione di un mercato che sente sempre più urgente il bisogno di un piano energetico nazionale. ...

visita wattonweb su Facebook

pag. 8

RUBRICA

Avvio della procedura di antidumping negli USA a carico dei produttori cinesi Il Dipartimento del Commercio degli Stati Uniti d’America ha ufficialmente avviato l’esame delle pratiche commerciali di aziende cinesi attive sul mercato statunitense delle celle e dei moduli fotovoltaici. Come annunciato mercoledì scorso (ora locale) dallo stesso ...

GUIDA ALL’ACQUISTO

pag. 19

I nostri inserzionisti presentano la loro tecnologia frutto di una continua ricerca e i loro prodotti più avanzati garantiti da un continuo e accurato collaudo.


Anno IV - n° 9 - pag. 2 Novembre 2011

www.prosiel.it

NEWS NEWS PROSIEL: UNA PRECISAZIONE SUI PATTI IN DEROGA Prosiel intende esprimere le proprie perplessità a fronte di opinioni relative alla possibilità di derogare alla vigente legislazione in materia di impianti elettrici per ambienti domestici ed alle relative norme tecniche che, secondo voci che circolano a tale riguardo, potrebbero essere applicate solo in parte dall’installatore e su richiesta specifica del cliente. Riteniamo che così si rischi di dare informazioni confuse e scarsamente cautelative sia per gli installatori sia per gli utenti finali. Infatti, la legge (Legge 186/1968 e DM 37/2008) richiede (inderogabilmente) che gli impianti elettrici debbano essere

realizzati e costruiti a regola d’arte. A tal fine, l’installatore ha a disposizione due alternative: applicare la vigente norma tecnica e, in tal caso, beneficiare della presunzione di conformità alla regola dell’arte; oppure, effettuare lui stesso un’analisi dei rischi dell’impianto, documentando puntualmente nella dichiarazione di conformità le soluzioni tecniche individuate ed applicate per azzerare tali rischi. La mera opinione relativa alla possibile applicazione parziale delle norme tecniche, scindendone gli aspetti prestazionali da quelli di sicurezza - sulla base peraltro di una valutazione del tutto soggettiva

dell’installatore - non trova riscontro nelle norme tecniche per le quali sicurezza e prestazioni appaiono strettamente correlate e facenti parte di un unico corpo normativo. Ricordiamo che l’impianto deve essere realizzato a regola d’arte e che gli installatori per legge sono i soggetti responsabili della corretta esecuzione degli impianti, senza che sia possibile scaricare le loro responsabilità sui clienti sulla base di accordi o patti con i clienti medesimi, trattandosi di responsabilità poste a tutela dell’utente finale. www.prosiel.it

CEI MAGAZINE PER SMART PHONE DA OGGI DISPOSIBILE SU E-DICOLA CEI Magazine resta disponibile in ne del Comitato Elettrotecnico Italiano, formato web, accessibile dal sito per è disponibile da oggi per tutti gli utenti l’estratto relativo agli aggiornamenti smart phone, scaricabile gratuitamente normativi, contenente gli elenchi delle dall’App e-dicola. nuove Norme CEI pubblicate, le inchieGià disponibile on line gratuitamente dal ste pubbliche, le Norme Europee rece2008, CEI Magazine compie un’ulteriore pite, le ratifiche CENELEC e la segnaevoluzione grazie alle potenzialità offer- lazioni ETSI e, in versione integrale, per te dalle nuove tecnologie mediatiche. tutti i Soci e gli abbonati. Ricordiamo Sempre all’avanguardia nel favorire che l’abbonamento alla rivista è gratul’adozione dei nuovi media per raggiun- ito, previa richiesta attraverso apposito gere la propria utenza, il CEI è da oltre modulo scaricabile dal sito CEI. 10 anni sul web con il proprio portale www.ceiweb.it www.ceiweb.it, dotato anche di negozio virtuale. Negli ultimi tempi ha inoltre aperto un profilo sul social network Facebook e Linkedin. CEI Magazine, la rivista di informazio-


www.anie.it Anno IV - n° 9 - pag. 3 Novembre 2011

NEWS FEDERAZIONE ANIE: STEFANO BULLETTI È IL NUOVO PRESIDENTE DI AICE Stefano Bulletti, Amministratore Delegato di Prysmian Cavi e Sistemi Italia srl, è il nuovo Presidente di Aice, l’Associazione, aderente a Federazione Anie, che rappresenta le aziende ope-

ranti nei comparti dei cavi per energia, dei cavi per comunicazione e dei conduttori per avvolgimenti elettrici. Stefano Bulletti ha conseguito la laurea in Ingegneria Elettronica presso l’Università di Firenze nel 1984. Nello stesso anno è entrato in Label come Electronic Projects Designer e nel 1985 si è trasferito presso la Savio Matec (gruppo ENI) per assumere la carica di Manager del dipartimento tecnico Hardware & Software. È entrato nella divisione Tyre del gruppo Pirelli & C. S.p.A. nel 1988 con la qualifica di Automation Manager per la divisione “Steel Cord”. Quattro anni più tardi è diventato Technical Director e, nel corso del 1995, ha assunto la carica

di Production Manager per la divisione “Steel Cord” a Figline Valdarno dove, nel 1996, è diventato Plant Manager. Nel 2001 ha lavorato in Brasile come Plant Director di uno degli stabilimenti Pirelli. L’anno successivo è tornato a Milano per lavorare presso la divisone “Steel Cord” in qualità di Operations Director. Nel 2004 è entrato nella divisione cavi e sistemi energia ricoprendo la carica di Manufacturing Director Europe. Ha assunto la carica di Head of Operations nel 2005 e quella di responsabile della Direzione Manufacturing & Logistics dall’ottobre 2008 e mantenuto tali cariche fino a gennaio 2011. Dall’Aprile del 2010 al Marzo del 2011 ha fatto parte del Consiglio di Prysmian SpA. Da Gennaio 2011 ha assunto il ruolo di Amministratore Delegato della Prysmian Cavi e Sistemi Italia srl. Nell’illustrare le linee guida del proprio mandato, il neo Presidente Bulletti ha

tenuto a sottolineare come le imprese del comparto cavi abbiano dato negli ultimi tempi un importante contributo allo sviluppo del settore delle energie rinnovabili, in particolare con la realizzazione di cavi ad hoc per gli impianti fotovoltaici, e che debbano proseguire su questa linea esplorando nuovi settori, come per esempio quello dell’eolico. Massima attenzione viene poi prestata da Bulletti alla questione della sicurezza degli impianti elettrici, legata soprattutto al pericolo degli incendi. Il Presidente auspica una forte spinta verso l’utilizzo dei cavi atossici, non propaganti l’incendio e resistenti al fuoco, da realizzare anche tramite l’adozione di leggi europee e nazionali di tipo “obbligatorio”. www.aiceweb.it

Stefano Bulletti Presidente di AICE


Da oggi wattonweb è anche su IPad e IPhon! w w w. w a t t o n w e b . i t

Anno IV - n° 9 - pag. 5 Novembre 2011

RUBRICA ACCORDO CEI – CIVES E REGIONE EMILIA ROMAGNA Promozione e realizzazione di iniziative e progetti finalizzati al miglioramento ambientale nel campo della mobilità, accompagnati da un’attività di divulgazione e sensibilizzazione. È, in sintesi, quanto il CEI - CIVES e la Regione Emilia-Romagna si impegnano ad attuare in base a un accordo siglato recentemente, ognuno in relazione alle proprie specifiche competenze e ambiti. Il CEI - Comitato Elettrotecnico Italiano di cui la CIVES fa parte, è l’istituzione italiana deputata all’armonizzazione delle norme in materia di standardizzazione degli apparati elettrici di ricarica dei veicoli, su mandato della Commissione Europea. CEI-CIVES (Commissione Italiana Veicoli Elettrici Stradali) è attiva da oltre 30 anni con iniziative di sensibilizzazione per la promozione della diffusione dei veicoli elettrici nel sistema della mobilità, attraverso studi scien-

tifici di carattere ambientale ed energetico, proposte di interventi legislativi, seminari e convegni informativi per le istituzioni e la cittadinanza. La Regione Emilia-Romagna, dal canto proprio, considera tra gli obiettivi prioritari il risanamento e la tutela della qualità dell’aria, tenuto conto delle importanti implicazioni sulla salute dei cittadini e sull’ambiente e sta attuando una serie di politiche volte allo sviluppo della mobilità sostenibile. CEI-CIVES e Regione Emilia-Romagna concordano sull’opportunità di promuovere buone pratiche a favore della mobilità sostenibile attivando iniziative volte alla diffusione di veicoli con propulsione elettrica o ibrida. In particolare, concordano sulla promozione dell’uso di veicoli a basso impatto ambientale ai fini della tutela ambientale; sulla creazione, tra i potenziali utenti,

della consapevolezza di nuove modalità di mobilità in grado contribuire a ridurre i gas serra (CO2), le emissioni inquinanti e la dipendenza dalle fonti petrolifere, e stimolare la partecipazione collettiva all’attuazione di tali potenzialità. Condividono l’obiettivo di sviluppare campagne di comunicazione sul programma “Mi Muovo Elettrico”, per favorire l’uso di mezzi ecologici anche mediante l’impiego di un sistema di Information Tecnology che faciliti tale utilizzo; e di concorrere attivamente al raggiungimento degli obiettivi della Regione relativi all’uso dei veicoli elettrici. www.ceiweb.it


Da oggi la Guida italiana delle aziende per il fotovoltaico è su IPad e IPhon! Anno IV - n° 9 - pag. 6 Novembre 2011

w w w. w a t t o n w e b . i t

RUBRICA LA PIATTAFORMA DI PUBBLICA ILLUMINAZIONE NEL COMUNE DI OLLOLAI Con la nuova Piattaforma di pubblica illuminazione nel Comune di Ollolai (NU), progetto grazie al quale la città ha ottenuto in fase di sperimentazione risparmi energetici attestati al 45%. Tutti i 400 lampioni del Comune sono stati infatti muniti di Minos System, soluzione unica sul mercato creata da Umpi, che permette, grazie all’utilizzo delle onde convogliate, di gestire l’illuminazione in modo intelligente, garantendo quindi grandi risparmi in termini di consumi energetici e di spese di manutenzione. A Ollolai il progetto è stato realizzato in collaborazione con il Consorzio Alux e implementato da alcuni servizi, tra i quali quello di video sorveglianza – utilizzando la rete elettrica esistente -, forniti dal partner Telecom. La gestione dei punti luci avviene tramite tablet: un sistema che permette

agli addetti della pubblica amministrazione di controllare il sistema anche da postazione diversa da quella fissa. Il presidente del Consorzio Alux, Cipriano Corrias, dichiara: “è grazie allo spirito di aggregazione delle imprese locali che è stato possibile realizzare un importante risultato come questo in tempi così rapidi”. Il tema del risparmio energetico in un’ottica di rispetto ambientale è di crescente importanza e attualità alla luce anche del D.G.R. 48/31 del 29.11.2007 Regione Autonoma della Sardegna, “Linee guida per la riduzione dell’inquinamento luminoso e relativo risparmio energetico”. Nel Comune di Ollolai la ricerca scientifica e la progettazione si incontrano nella riqualificazione dell’impianto di Pubblica Illuminazione dove i punti

luce diventano veri e propri elementi di valorizzazione del Paesaggio e si pongono da base di una piattaforma intelligente che rende gli elementi attivi strumenti di comunicazione offrendo ai cittadini ulteriori servizi. La tradizione incontra la valorizzazione del Paesaggio nella creazione di un corpo illuminante a Led dedicato denominato “Piattello” che rappresenta la revisione aggiornata dell’apparecchio degli anni Trenta, alternativo alla “lanterna ville lumiére”, in quei luoghi dove quest’ultima anticamente non è mai apparsa. L’innovazione incontra la ricerca nell’uso di una nuova tecnologia a led a fosfori remoti che permette di ottenere la luce calda naturale ad alta resa cromatica e un’elevata efficienza energetica con consumi ridotti.

www.umpi.it

Lampioni muniti di Minos System che gestisce l’illuminazione attraverso le onde convogliate


ENNERAY S.p.A. - Via JFKennedy, 10 - 40069 Zola Predosa (BO) - Tel: +39.051.61.62.601 - Fax: +39.051.61.62.640 info@enerray.com - www.enerray.com

RUBRICA LETTERA APERTA DELLE ASSOCIAZIONI DEL FOTOVOLTAICO AL NUOVO GOVERNO Le principali associazioni di categoria del fotovoltaico, ANIE/GIFI e ASSOSOLARE, confidano di poter collaborare al più presto con il nuovo Governo, con l’obiettivo di garantire lo sviluppo organico e duraturo delle fonti rinnovabili che, come noto, rappresentano uno dei principali cardini della crescita economica del Paese. La riduzione della dipendenza energetica del Paese dalle fonti fossili, attraverso il consolidamento delle fonti rinnovabili e il perseguimento dell’efficienza energetica negli usi finali, non può che essere un obiettivo centrale della futura Strategia Energetica Nazionale, nell’interesse prioritario di tutti i cittadini. Il fotovoltaico ormai rappresenta un punto fermo nel mix energetico nazionale, avendo dimostrato negli ultimi anni potenzialità che sono andate ben oltre le aspettative: la previsione per il 2011 é di una produzione cumulata pari al 3% della produzione nazionale con picchi registrati in agosto (6%), e settembre ( 5%). Il compito che ci attende ora è quello di accompagnarne l’ulteriore sviluppo fino alla completa competitività con le altre fonti energetiche. Tale obiettivo è dietro l’angolo a patto che si adottino le giuste politiche energetiche ora. Le associazioni identificano i seguenti punti come prioritari per lo sviluppo del settore: stabilità e chiarezza normativa, sia a livello nazionale che locale, per garantire certezza degli investimenti, sviluppo della filiera industriale e creazione di posti di lavoro; semplificazione degli iter amministrativi, in una logica di omogeneizzazione tra le varie regioni; adeguamento delle reti e degli impianti di produzione, favorendo lo sviluppo delle smart grid e dei sistemi di accumulo di energia al fine di agevolare la crescita delle rinnovabili non programmabili in tutto il territorio nazionale; sostegno alla ricerca e all’innovazione tecnologica, attraverso meccanismi che premino la ricerca interna alle aziende e gli investimenti in impianti e macchinari innovativi; maggiore trasparenza sui numeri e una seria analisi dei costi e benefici delle energie rinnovabili, dal contributo al PIL (il fotovoltaico ha generato nel 2010 un giro d’affari di circa 40 miliardi di euro), al gettito fiscale conseguente (stimabile per il 2010 a circa 3,9 miliardi di euro). Lo sviluppo del fotovoltaico varrà, al raggiungimento dell’obiettivo del IV Conto Energia (23 GW di impianti installati), circa 30 TWh di energia rinnovabile prodotta, pari al 10% dell’energia attualmente venduta sul mercato, con un costo evitato in termini di emissioni di CO2 pari a circa 350 milioni di euro l’anno per il sistema Paese. www.gifi-fv.it

Anno IV - n° 9 - pag. 7 Novembre 2011


DIVA Systems hardware|software|network computing

Anno IV - n° 9 - pag. 8 Novembre 2011

RUBRICA AVVIO DELLA PROCEDURA DI ANTIDUMPING NEGLI USA Il Dipartimento del Commercio degli Stati Uniti D’America apre le indagini a carico di costruttori cinesi di prodotti fotovoltaici

Il Dipartimento del Commercio degli Stati Uniti d’America ha ufficialmente avviato l’esame delle pratiche commerciali di aziende cinesi attive sul mercato statunitense delle celle e dei moduli fotovoltaici. Come annunciato mercoledì scorso (ora locale) dallo stesso Dipartimento del Commercio, le indagini sono incentrate su pratiche di dumping e sovvenzioni anticoncorrenziali, nonché sulle contromisure necessarie a contrastare tali fenomeni. SolarWorld Industries America Inc., la filiale statunitense di SolarWorld AG, forte dell’appoggio di altre aziende americane, aveva in passato richiesto l’apertura di una tale procedura. Come rettificato dal Dipartimento del Commercio, la pro-cedura di antidumping è stata avviata dal momento che il gruppo di aziende richiedenti rappresenta la maggioranza

delle imprese statunitensi produttrici di celle solari in silicio cristallino. “Salutiamo con piacere l’avvio delle indagini in territorio statunitense. Si tratta infatti di ripristinare la giusta concorrenza. In tal senso, approviamo qualsiasi misura basata sulla ricerca e l’innovazione che punti a ridurre i costi di produzione energetica solare. Ma ci opponiamo con forza alle vendite in dumping i cui bassi prezzi sono possibili solo grazie a crediti miliardari di origine cinese, sovvenzioni di materiali e all’inosservanza delle direttive ambientali e degli standard sociali” ha dichiarato Dr.-Ing. E. h. Frank Asbeck, presidente del Consiglio di Amministrazione di SolarWorld AG. “La Cina persegue una strategia politico-industriale molto aggressiva che danneggia gli Stati Uniti e l’Europa. Tali pratiche anticoncor-

renziali devono essere fermate non solo nell’interesse dell’industria internazionale del solare ma piuttosto nell’interesse dell’intero settore in forte crescita delle tecnologie ambientali”. Il Dipartimento del Commercio degli Stati Uniti comunicherà la decisione sul da farsi nel 2012.

Grossa partita di pannelli fotovoltaici di produzione cinese sequestrati al porto di Taranto.

Webbì Web

Business Solution Diva Systems S.a.s. Via Marescalchi, 19 - 20133 Milano Tel. 02/91534418 divamail@diva.it www.diva.it

Webbì è la Business Intelligence a misura delle PMI: meno costi; Presentazione del Corso maggiore competitività; più ricavi. Prova gratis per 3 mesi la soluzione Webbì


Anno IV - n° 9 - pag. 9 Novembre 2011

DOSSIER GEO2 BY CEI: IL NUOVO SOFTWARE PER LA PROGETTAZIONE DEGLI IMPIANTI DI TERRA GEO2 by CEI è il nuovo software CEI per la progettazione degli impianti di terra in conformità alle nuove Norme CEI EN 61936-1, CEI EN 50522. Il software permette di valutare i progetti anche secondo la Norma CEI 11-1 (ancora in vigore fino al 1/11/2013) e alla Guida CEI 11-37.

Il software GEO2 di CEI

Il software GEO2 by CEI calcola la resistenza di terra e traccia l’andamento del potenziale sul terreno per dispersori di qualunque forma, disegnato ad hoc oppure scelto in un elenco predefinito, aiutando così il progettista a dimensionare l’impianto di terra in bassa, media o alta tensione in conformità alle prescrizioni normative. In tal modo, è possibile verificare la protezione contro i contatti indiretti valutando la tensione di contatto e confrontandola con i limiti stabiliti dalle norme. GEO2 by CEI è fornito con un pratico manuale d’uso che contiene le istruzioni per l’installazione e gli esempi applicativi relativi al caso di un dispersore di una cabina MT al servizio di uno stabilimento e di un dispersore in un impianto alimentato in AT. Tali esempi illustrano, passo per passo, il percorso che porta alla scelta di un dispersore a partire dalla determinazione delle tensione di contatto ammissibile e della corrente di guasto a terra, per arrivare così al calcolo della resistenza di terra e alla valutazione dei risultati in base alla conformità alle prescrizioni normative. Al termine, GEO2 by CEI stampa i risultati dei calcoli e il disegno della geometria del dispersore che possono essere allegati dal progettista alla propria relazione di progetto.

www.ceiweb.it


www.etechexperience.it Anno IV - n° 9 - pag. 10 Novembre 2011

DOSSIER BILANCIO POSITIV0 PER ENERSOLAR+ E PER E.TECH EXPERIENCE In quattro giorni di mostra sono stati 40.500 gli operatori della filiera elettrica ed energetica giunti a Fiera Milano per valutare prodotti, tecnologie e soluzioni innovative in grado di produrre e distribuire energia, ma anche per fare il punto sulla situazione di un mercato che sente sempre più urgente il bisogno di un piano energetico nazionale. Questo il soddisfacente risultato conseguito dalle due mostre che si sono

svolte in contemporanea, dal 16 al 19 novembre nel quartiere espositivo milanese: EnerSolar+, dedicata alle energie rinnovabili, ed E.TECH Experience, biennale dell’energia, impiantistica elettrica ed illuminazione, alla sua prima edizione. “Il bilancio è senz’altro positivo, soprattutto in considerazione delle difficoltà con cui l’economia deve confrontarsi in questo momento” – ha dichiarato

Enrico Pazzali, amministratore delegato di Fiera Milano. “La scelta di svolgere le due manifestazioni in contemporanea si è rivelata vincente, permettendo di sviluppare utili sinergie. Gli operatori hanno potuto valutare non solo prodotti e tecnologie innovative per l’elettrico, ma anche soluzioni specifiche per il mondo delle rinnovabili”.

ricerca, progettisti, tecnici, industria e distribuzione – si sono dimostrati compatti nella richiesta di incentivi per la messa a norma e miglioramento degli impianti: un’iniziativa che farebbe da volano alla ripresa del comparto e supporterebbe il processo di ammodernamento e messa in sicurezza della rete elettrica. “La necessità di avviare un tavolo istituzionale per le verifiche degli impianti, guidata da obiettivi di sicurezza e qualità, è un tema importante per l’industria elettrotecnica ed elettronica che Anie segue con impegno da tempo. Non posso pertanto che accogliere con favore la proposta di sollecitare queste istanze attraverso uno sforzo comune di filiera intorno al progetto della rottamazione dell’impiantistica elettrica obsoleta. La disponibilità comune ad aprire un tavolo con il Governo emersa in occasione dell’evento di apertura della manifestazione fieristica è un segnale forte, non solo per il settore, ma per il mondo po-

litico in generale, al quale ci rivolgiamo coralmente in rappresentanza di una filiera che aggrega oltre un milione di addetti” – ha dichiarato Claudio Andrea Gemme, Presidente Confindustria Anie, la Federazione delle industrie elettroniche ed elettrotecniche. “Viviamo in un contesto economico” – ha aggiunto Giampaolo Ferrari, Presidente FME -“in cui non si può più parlare di crisi, ma di un mondo che è cambiato. E se il mondo è cambiato devono cambiare anche le nostre logiche. Non possiamo più agire come singoli imprenditori, ma come azionisti di un mercato comune. La via per la ripresa passa dall’accettazione di una logica di sistema, perché solo la creazione di alleanze ci consentirà di essere forti e affrontare il mercato con efficienza e competitività. È con questa convinzione che la Federazioneha sposato il progetto E.TECH Experience, scegliendolo come momento per aggregare l’intera filiera dell’impiantistica elettrica”.

www.etechexperience.it

E.TECH EXPERIENCE E.TECH Experience ha registrato 9.100 visitatori, per il 10% esteri, provenienti da ben 60 Paesi. Nei quattro giorni la manifestazione, a completamento dell’offerta espositiva, ha offerto numerose occasioni di aggiornamento e di formazione professionale rivolte agli operatori del settore elettrico (progettisti, installatori, manutentori, distributori), ma anche ai grandi utilizzatori privati, alle imprese di costruzione e ai funzionari pubblici. E.TECH Experience è stata l’occasione per conoscere e valutare servizi e le soluzioni tecnologiche più innovativi per il risparmio energetico e per un utilizzo dell’energia efficiente e sicuro. Grande interesse in particolare ha destato il convegno inaugurale “Rottamazione degli Impianti Elettrici. Una proposta al Governo”. Alla presenza di Vincenzo Correggia, dirigente del Ministero dello Sviluppo Economico, i principali protagonisti della filiera – mondo accademico e della


Anno IV - n° 9 - pag. 11 Novembre 2011

DOSSIER ENERSOLAR+ L’edizione 2011 di EnerSolar+,l’evento dedicatoall’energia solare fotovoltaica e termica, alle tecnologie fotovoltaiche (PV Tech), agli inverter (Invex) e ad altre energie rinnovabili quali cogenerazione, biogas, idroelettrico, legno e biomasse, geotermia, biocarburanti (Greenergy Expo) si è conclusa con un risultato molto positivo. La manifestazione, che si è svolta in contemporanea con HTE (tecnologie innovative) e Robotica (robotica umanoide e di servizio), è stata visitata da 31.400 operatori (+7% rispetto all’anno scor-

so) provenienti da 75 Paesi. Nell’ambito di EnerSolar+ 2011hanno suscitato notevole interesse le 50 sessioni congressuali alle quali sono intervenuti ben 350 qualificati relatori, in rappresentanzadel mondoassociativo,industriale,accademi co e associativo. Tra i temi affrontati, ad esempio, come progettare e installare il fotovoltaico a regola d’arte, il fotovoltaico come solution provider, il progresso tecnologico e lo sviluppo del mercato del solare termico. “Siamo particolarmente soddisfatti - ha dichiarato Marco Pinetti, presidente di

Artenergy Publishing, la società organizzatrice - EnerSolar+ è un evento in continua crescita, a conferma della validità della formula che valorizza il buon stato di salute del settore, mentre Robotica e HTE hanno suscitato molto interesse grazie ai loro contenuti innovativi e proiettati nel futuro. Quest’anno i risultati ottenuti sono stati particolarmente significativi sia per le numerose novità introdotte sia per le sinergie con le altre manifestazioni che si sono svolte in contemporanea”.

FEDERAZIONE DEI GROSSISTI DISTRIBUTORI DI MATERIALE ELETTRICO www.fmeonline.it FME è stata grande protagonista della prima edizione di E.TECH EXPERIENCE tenuta presso la Fiera di Rho dal 16 al 19 Novembre 2011. La Federazione ha intrapreso una stretta collaborazione con la Fiera con l’intento e l’obiettivo di rilanciare una manifestazione che negli anni ha rappresentato un momento importante per del settore e che si desidera torni ad essere un punto di riferimento per tutti gli operatori del mercato. FME ha raggiunto questo anno un risultato importante riportando in Fiera quei Produttori che nelle passate edizioni non erano stati presenti e che così sono stati protagonisti all’interno dell’area FME con il loro importante contributo professionale per tutto ciò che riguarda l’innovazione e le tecnologie del futuro. ABB – BEGHELLI – BTICINO – GEWISS – PRYSMIAN – OSRAM – PHILIPS – SCAME PARRE – SCHNEIDER – SIEMENS – VIMAR assieme a tutti gli altri produttori e agli altri protagonisti del settore per un progetto che si è posto l’ambizioso obiettivo di coinvolgere l’intera Filiera elettrica in un dibattito sul mondo che verrà. Un rilancio della Fiera che doveva passare, senza dubbio, anche dalla presenza della Distribuzione e, tramite questa, degli Installatori, nella convinzione che, soprattutto in un momento di difficoltà come quello che nuovamente stiamo attraversando, un appuntamento fieristico ben strutturato può e deve rappresentare uno strumento importante di business e di opportunità di crescita. Nell’Area FME, per la durata di tutte e quattro le giornate a rotazione continua sono stati proiettati filmati e work shop tecnici di approfondimento relativi alle 4 aree nelle quali i Fornitori che hanno aderito all’iniziativa forniscono i loro contributi professionali: MOBILITA’ ELETTRICA – ILLUMINAZIONE- GENERAZIONE ENERGIA, CONTROLLO ENERGIA. Durante ogni giornata si potuto assistere a TALK SHOW dal vivo con i protagonisti del settore sulle tematiche di maggior interesse.


E.TECH

AROS SOLAR TECHNOLOGY www.aros-solar.com Divisione di Riello Elettronica Produzione sistemi di continuità (UPS)

ARTELETA International spa www.arteleta.it Produzione di apparecchi di illuminazione per interno per applicazioni particolari, per emergenza, per il settore terziario e residenziale, per la gestione e il controllo dell’illuminazione, led e componenti optoelettronici, lampade e corpi illuminanti, prese,rivelatori perimetrali per sterno, spine e connessione

ITALCLEM spa www.italclem.com Produzione di apparecchi modulari per il controllo e la protezione elettrica, interruttori differenziali

Conchiglia spa www.conchiglia.com Produzione di apparecchi di protezione, di connessione, armadi e interruttori per quadri elettrici, cabine elettriche, componenti attivi per l’illuminazione e per quadri elettrici, fusibili, prese, quadri di protezione, quadri elettrici, sistemi di controllo, di telecontrollo, spine e connessioni

DKC Europe srl www.dkceurope.com Produzione di armadi e interruttori per quadri elettrici, canalizzazioni, componenti per quadri elettrici e di controllo, quadri elettrici

Compel Electronics spa www.compel.it Produzione di apparecchi di illuminazione stradale, cavi e cavetteria varia per telecomunicazioni, componenti attivi per illuminazione, componenti elettrici (trasformatori, caricatori, variatori di tensione, conduttori, connettori, circuiti stampati), gestione e controllo dei consumi, gestione e controllo dell’illuminazione e delle reti elettriche, sistemi di telecontrollo, software e consulenza per l’impiantistica elettrica e per le tecnologie della luce, spine e connessione

HAGER SICUREZZA LOGISTY ATRAL ITALIA www.hager-sicurezza.it Produzione di antifurto, centrali di allarme, citofonia e videocitofonia, rivelatori perimetrali per esterno, rivelatori perimetrali per interni


Think Simple spa www-vitrum.com Produzione di apparecchi di illuminazione per interno residenziali, automazione di tende, serrande e tapparelle, automazione per porte e cancelli, comandi, gestione e controllo dei consumi, gestione e controllo del clima, gestione e controllo dell’illuminazione, interruttori, interruttori, prese, portalampade per impianti elettrici di edifici, prese

Raytech srl www.raytech.it Produzione di componenti per AT e MT, connessione, derivazioni, sistemi di distribuzione, sistemi di distribuzione per impianti elettrici di edifici

MARLANVIL spa www.marlanvil.it Produzione di accessori per illuminazione tecnica, apparecchi di illuminazione per arredo urbano, apparecchi di illuminazione per esterno, apparecchi di illuminazione per grandi aree/monumenti, apparecchi di illuminazione per interno per emergenza, apparecchi di illuminazione per interno per industria, apparecchi di illuminazione per interno per settore terziario, apparecchi di illuminazione stradale, automazione di tende, serrande e tapparelle, automazione per porte e cancelli, comandi, derivazioni, gestione e controllo dei consumi, interruttori, prese, quadri di protezione ed elettrici, sistemi di distribuzione per impianti elettrici di edifici, spine e connessioni

GEWISS spa www.gewiss.com OEC srl www.oecitaly.it Produzione di apparecchi di illuminazione stradale, armadi e interruttori per quadri elettrici, cabine elettriche, canalizzazioni e sistemi di distribuzione

Produzione di antifurto, apparecchi di illuminazione per arredo urbano, apparecchi di illuminazione per esterno, apparecchi di illuminazione per esterno per applicazioni particolari,apparecchi di illuminazione per grandi aree/monumenti, apparecchi di illuminazione per interno per emergenza, apparecchi di illuminazione per interno per industria, apparecchi di illuminazione per interno per settore terziario, apparecchi di illuminazione per interno residenziali, apparecchi di illuminazione stradale, apparecchi di protezione (es. interruttori, fusibili e portafusibili), armadi e Interruttori per quadri elettrici, automazione di tende, serrande e tapparelle, canalizzazioni, citofonia e videocitofonia, comandi, componenti per quadri elettrici, controllo accessi, derivazioni, gestione e controllo dei consumi, gestione e controllo del clima, gestione e controllo dell’illuminazione, impianti di diffusione sonora, interruttori, interruttori di sicurezza, interruttori e sezionatori per AT e MT, prese, quadri di controllo, quadri di protezione, quadri elettrici, rivelatori di gas, rivelatori perdite d’acqua, rivelatori perimetrali per esterno, rivelatori perimetrali per interni, sistemi BUS,


EnerSolar+ Asita srl

Dehn Italia spa www.dehn.it Protezione da fulmini, da sovratensioni, attrezzatura antinfortunistica

www.asita.com Apparecchiature di misura e Centro di Taratura ACCREDIA LAT n.109

ESC (Europe Solar Concept) www.europe-solar-concept.de Distribuzione di kit fotovoltaici completi, moduli, inverter, strutture di montaggio ed accessori

Conergy spa www.conergy.it Produzione e integrazione di sistemi solari

Fronius Solarelectronic srl www.fronius.it Sviluppo e produzione di inverter per impianti a energia solare

Power-one Italy spa www.power-one.com Progettazione e produzione degli inverter Aurora

Riverberi Enetec srl Gruppo MPES — www.mpes.it

SIEL spa www.sielups.com Produzione inverter con il marchio Siac SoleilProtezione da fulmini, da sovratensioni, attrezzatura antinfortunistica

Soluzioni e pacchetti ottimizzati per la generazione fotovoltaica


Anno IV - n° 9 - pag. 15 Novembre 2011

ULTIME DAI PRODUTTORI NOTTURNALED E NOTTURNALED AUTO BEGHELLI Utile, maneggevole, sicura e a basso impatto ambientale. E’ la lampada antiblack-out messa a punto da Beghelli per rendere sicure le abitazioni nel caso in cui dovesse mancare l’elettricità. NotturnaLed è una comoda luce guida notturna che si accende automaticamente quando l’ambiente è buio. Portatile e ricaricabile ha un consumo energetico minimo grazie all’utilizzo di una lampadina a LED che consente di risparmiare energia.

Anche se non spesso, capita in casa di trovarsi improvvisamente al buio. I motivi possono essere diversi: un black-out, un cortocircuito o semplicemente un sovraccarico di corrente. In questi casi la prima reazione è di disorientamento, quindi si cerca qualcosa per illuminare l’ambiente. NotturnaLed serve proprio per evitare questo breve momento di panico: di piccole dimensioni, si inserisce in una normale presa di corrente e, in caso di black-out, si accende automaticamente

svolgendo la funzione di luce di emergenza. Se estratta dalla presa di corrente, può essere utilizzata come lampada portatile in sostituzione delle tradizionali torce a pile con un’autonomia di 2 ore. E’ ideale anche nelle camerette dei bambini per allontanare la paura del buio o nei corridoi per agevolare i movimenti notturni di tutta la famglia. Al calare della luce, infatti, si attiva automaticamente grazie al sensore crepuscolare. Diventa così una comoda guida notturna per illuminare con una soffusa luce al neon verde i percorsi domestici, senza disturbare chi sta dormendo. La funzione luce guida è comunque disattivabile tramite un pulsante sul retro. www.beghelli.it

NotturnaLed e NotturnaLed auto di Beghelli


Da oggi wattonweb è anche su IPad e IPhon! Anno IV - n° 9 - pag. 16 Novembre 2011

w w w. w a t t o n w e b . i t

ULTIME DAI PRODUTTORI IDIM:UN SISTEMA COMPATTO PER GESTIRE LA LUCE iDim, il rivoluzionario sistema compatto per la gestione della luce di Helvar, ha da poco compiuto un anno e si arricchisce oggi di nuovi prodotti in grado di aumentarne le potenzialità e gli utilizzi. Nel frattempo il mercato ha avuto modo di apprezzare questo sistema innovativo e numerosi sono stati i riconoscimenti internazionali, tra cui la menzione al Lighting Design Awards 2011, dove iDim è stato molto applaudito nella sua categoria. La famiglia iDim comprende 2 componenti per il controllo della luce che abbinati a reattori elettronici intelligenti e inseriti direttamente negli apparecchi di illuminazione formano un sistema di gestione della luce indipendente, in grado di ottenere efficienza energetica e performance illuminotecniche proprie di sistemi più complessi.

Apprezzato per la sua semplicità di installazione ed utilizzo, iDim è un sistema “very smart” che permette di selezionare la modalità di programmazione semplicemente ruotando la ghiera posta sul selettore e attivando così uno dei 6 diversi scenari luminosi pre-impostati, pensati per garantire il confort visivo e risparmiare energia. In risposta alle richieste del mercato, Helvar ha arricchito ora la propria gamma iDim con nuovi reattori elettronici dimmerabili e un telecomando per il controllo da remoto che rende ancora più facile l’utilizzo del sistema. Nuova gamma di reattori elettronici e un nuovo telecomando Tra i componenti del sistema iDim, gioca un ruolo importante il reattore elettronico di nuova generazione, denominato

EL-iDim. Si tratta di un reattore elettronico dimmerabile DALI che consente una regolazione precisa della luce e migliora gli standard previsti dalla direttiva europea EuP. Le perdite in fase di funzionamento sono infatti eccezionalmente basse e quelle in fase di stand-by sono minime (potenza in stand-by è solo di 0,3W). La gamma di reattori elettronici EL-iDim per lampade T5 è stata di recente potenziata con una versione per lampade 3x14W e da una nuova per lampade compatte, denominata EL-iDim-c. Quest’ultima mantiene tutte le caratteristiche innovative dei reattori per T5 (A1BAT, OCC, 0,3W di potenza in stand-press office Gaia Damiani.

www.helvar.com

Il sistema compatto per la gestione della luce iDim di Helvar


Anno IV - n° 9 - pag. 17 Novembre 2011

ULTIME DAI PRODUTTORI SYLVANIA LANCIA UN LED CHE SOSTITUISCE LE ALOGENE DA 500W Con ES50 GU10 da 350lm, Sylvania inaugura una nuova era dei LED retrofit. Grazie ai suoi laboratori di ricerca è riuscita a riprodurre perfettamente in una lampada a LED le caratteristiche dimensionali e di potenza delle lampade alogene da 50W, popolarissime protagoniste dell’illuminazione d’accento ed espositiva. La nuova ES50 350lm LED è infatti conforme ai limiti dimensionali massimi stabiliti dalla IEC, ed è direttamente installabile su tutti gli apparecchi con attacco GU10 e GZ10. In questo modo, da oggi i LED sono accessibili a tutto il mercato dell’illuminazione. Proprio Sylvania lanciava 15 anni fa con grande successo le lampade GU10, e oggi continua a sorprendere il mercato rinnovando questa tipologia di lampada per traghettarla nell’era dei LED.

La nuova lampada è prodotta a Tienen (Belgio), in uno stabilimento all’avanguardia dove nel 1997 è stata inventata e realizzata la prima lampada alogena GU10. La ES50 da 350lm presenta diverse caratteristiche brevettate che risolvono le carenze dei prodotti commerciali comparabili. Attualmente le migliori alternative sono offerte da lampade più grandi che non si adattano a tutti gli apparecchi, o da prodotti di dimensioni tradizionali che, in realtà, non riescono ad offrire le prestazioni di una vera alogena da 50 W. Il nuovo design vanta un equilibrio perfetto tra le dimensioni del dissipatore e lo spazio tra le lamelle di raffreddamento, offrendo un’efficiente circolazione dell’aria e un’efficace dispersione del calore. Il risultato è una lampada più compatta e leggera, che offre prestazio-

ni straordinarie, con un output di 350 lumen e fino a 25.000 ore di vita utile, garantendo performance al top della classe che stabiliscono un nuovo standard di riferimento per i LED. La ES50 da 350lm è disponibile in due versioni di fascio luminoso, da 25° e 40°, e tre colorazioni: 2700K Homelight, 3000K Warm white e 4000K Cool white. La versione con angolo da 25° fornisce 1200 candele, mentre quella da 40° genera 600 candele con colore bianco caldo. Il nuovo prodotto offre anche un altro vantaggio rispetto agli standard di mercato attuali: un fattore di potenza di 0,8. Molti prodotti LED sostitutivi presentano un fattore di potenza notevolmente più basso, che si traduce in un funzionamento meno efficiente. L’elevato fattore di potenza del LED ES50 da 350lm dimostra la capacità della lampada di convertire in modo efficiente la potenza in ingresso (VA) in potenza in uscita, ossia in potenza attiva (W). La ES50 da 350lm è solo il primo di una serie di prodotti LED che Sylvania lancerà nei prossimi mesi. Si prevede infatti l’ampliamento della gamma con versioni a luminosità ancora più elevata mirate a sostituire le lampade più grandi, comprese le alogene da 12V.

www.sylvania-lamps.com


Anno IV - n° 9 - pag. 18 Novembre 2011

ULTIME DAI PRODUTTORI L’IMPIANTO FOTOVOLTAICO DI PARAH SPA Parah, azienda leader nella produzione di intimo e costumi da bagno, da sempre sinonimo di qualità e pregio, ha scelto la qualità anche per l’ambiente. Da pochi giorni è, infatti, in funzione un impianto fotovoltaico, di potenza nominale pari a 190,08 kWp, sui tetti della propria sede di Gallarate. Un intervento realizzato grazie all’autorizzazione paesaggistica del Comune di Gallarate (VA), che ha permesso la costruzione dell’impianto sul tetto di un edificio storico. L’azienda sfrutterà così l’energia del sole incanalata nei pannelli fotovoltaici invece delle tradizionali modalità finora utilizzate, trasformandosi in una vera e propria centrale fotovoltaica. “Attraverso la predisposizione di questo impianto, Parah si impegna nell’utilizzo di risorse energetiche alternative – spiega Gregori Piazzalunga, Presidente di Parah Spa - con l’obiettivo di salvaguardare

Impianto fotovoltaico di Parah

l’ambiente e il territorio senza influire comunque sulla produttività. Un’azione mirata di Corporate Social Responsability a ridotto impatto ambientale e un ulteriore segnale di innovazione da parte di un’azienda sempre attenta alle ultime tendenze in ogni campo del suo operare”. Un impianto fotovoltaico, infatti, permette di trasformare direttamente l’energia solare in energia elettrica e ciò consente di ricavarne vantaggi sostanziali soprattutto a beneficio dell’ambiente. Il generatore fotovoltaico montato è in grado di fornire una potenza media annua di più di 229.000 kWh, idonea a coprire il 65% del fabbisogno energetico dell’azienda. Con questa soluzione Parah SpA contribuirà a una riduzione consistente di emissioni inquinanti nell’atmosfera e un risparmio annuo pari a 57 tonnellate di petrolio equivalente che non verranno

così bruciate e disperse nell’ambiente. Ogni anno si eviterà l’emissione di 140 tonnellate di CO2 . L’impianto fotovoltaico installato è estremamente affidabile ed è garantito per una durata superiore ai 25 anni. Inoltre è stato realizzato con materiali completamente riciclabili come alluminio, vetro e silicio che consentono uno smaltimento eco-compatibile al termine della vita utile dell’intero apparato. L’impianto è stato progettato da Ingegneria Elettrica Garoni, con sede a Cairate (VA), installato dalla ditta F.lli Zaffaroni Impianti, con sede a Jerago con Orago (VA). La direzione dei lavori è stata curata dall’architetto Giovanni Crosta, mentre la responsabilità sulla sicurezza dell’impianto e dei lavori è dello studio di ingegneria Edoardo Guenzani.

Locale inverter dell’impianto fotovoltaico di Parah


Anno IV - n° 9 - pag. 19 Novembre 2011

GUIDA ALL’ACQUISTO DA ASITA: www.asita.com

CENTRALINA EDS/TCP di ASITA L’ultima novità assoluta di Asita nel mondo della Green Energy è la centralina EDS/TCP, un dispositivo multifunzionale rivoluzionario in grado di realizzare un monitoraggio puntuale e completo dell’impianto elettrico sul quale è installato, sia che si tratti di produzione fotovoltaica, che di controllo dei consumi, senza la necessità di dotarsi di un PC locale.  la soluzione ideale per tutti gli installatori e progettisti a cui è stato di chiesto È di progettare/installare un impianto di medie/piccole dimensioni su terreni dove non c’è la possibilità di inserire un PC! Oltre a registrare le misure dal campo e consentire la visualizzazione remota, inoltra anche e-mail di segnalazione allarme. Le 6 uscite digitali a relè possono comandare attuatori locali come le sirene di allarme, l’ illuminazione esterna, i combinatori telefonici, ecc.... La centralina di monitoraggio EDS/TCP supporta al proprio interno una tecnologia embedded che adotta la “filosofia” del ns. software di monitoraggio Power-Studio Scada. Le sue principali funzionalità sono: - supervisione energetica integrata - visualizzazione di dati istantanei, elaborazione e registrazione storica dei parametri elettrici provenienti dai misuratori connessi sulla seriale RS485 - creazione di rappresentazioni in formato tabellare e grafico con funzione di esportazione - possibilità di personalizzare l’accesso con differenti profili utente - parametrizzazione e gestione di allarmi trasmessi tramite e-mail con protocollo SMTP - registrazione storica ed organizzazione degli eventi di allarme rilevati.

Centro di Taratura ACCREDIA LAT N°109 Via Malpighi, 170 - 48018 Faenza (RA) Tel. 0546-620.559 - Fax 0546-620.857

PV100 APPARECCHIO MULTIFUNZIONE DI ASITA Il multifunzione PV100 offre prestazioni di misura e modalità di prova decisamente innovative e pratiche per l’esecuzione di verifiche di sicurezza elettrica sulla sezione in DC degli impianti fotovoltaici, in conformità alle normative tecniche CEI EN 61557-2 e CEI EN 61557-4 alle quali la norma CEI 64-8/6 si riferisce. In particolare PV100 esegue le misure di continuità dei conduttori di protezione e delle relative connessioni nonché la misura della resistenza di isolamento tra i conduttori attivi del pannello o della stringa di pannelli, senza la necessità di modificare i collegamenti o realizzare artifici esterni per porre in corto-circuito i terminali positivo e negativo del pannello o della stringa di pannelli. Inoltre PV100 realizza le misure di tensione a vuoto, della corrente di corto-circuito e della corrente erogata dalla stringa di pannelli FV.  er la misura della resistenza di isolamento, PV100 si connette direttamente ai terminali del pannello o P della stringa (tramite gli idonei e specifici cavi di prova forniti a corredo), verifica la tensione di uscita a vuoto dopodiché mette in corto-circuito tali terminali e contemporaneamente ne verifica l’isolamento elettrico rispetto alla connessione di terra di riferimento. Il tutto in condizioni di totale sicurezza per l’operatore ed in maniera semplice e veloce. Durante la breve fase di corto-circuito, PV100 misura la corrente Icc della stringa di pannelli.


Centro di Taratura ACCREDIA LAT N°109 ASITA S.r.l. www.asita.com

Foto, disegni e testi Riproduzione vietata copyright ©. Tutti i diritti di riproduzione in qualsiasi forma, compresa la messa in rete, che non siano espressamente per fini di studio o professionali sono riservati. Per qualsiasi utilizzo che non sia individuale è necessaria l’autorizzazione scritta dell’Editore. Qualsiasi genere di materiale inviato in Redazione, anche se non pubblicato non verrà in nessun modo restituito. Si rende noto che i dati in nostro possesso sono impiegati nel pieno rispetto del D.Lgs. 196/2003. I dati trasmessi a mezzo questionari presenti nel periodico potranno venire utilizzati per indagini di mercato, proposte commerciali, o per l’inoltro di altri prodotti editoriali a scopo di saggio. L’interessato potrà avvalersi dei diritti previsti dalla succitata Legge. In conformità con quanto disposto dal codice di deontologia relativo al trattamento dei dati personali art. 2 comma 2, si comunica che presso la sede dell’Editore esiste una banca dati di uso redazionale. Gli interessati potranno esercitare i diritti previsti dal D.Lgs. 196/2003 contattando il Responsabile del Trattamento sig. Aldo Besozzi (besozzi@wattonweb.it). Informativa sulla Privacy Ai sensi dell’art. 13, d. lgs 196/2003 tutte le finalità dei dati relativi ai destinatari del presente periodico o di altri dello stesso Editore, consistono nell’assicurare una informazione tecnica, professionale e specializzata a soggetti identificati per la loro attività professionale. L’Editore, titolare del trattamento, garantisce ai soggetti interessati i diritti di cui all’art. 7 del d. lgs 196/2003.

INSERZIONISTI

GUIDA ALL’ACQUISTO

Anno IV - n° 9 - pag. 20 Novembre 2011

ASITA S.r.l. www.asita.com

IBR SISTEMI S.r.l. www.ibrsistemi.com

ENNERAY S.p.A. www.enerray.com

SYLVANIA www.sylvania-lamps.com

DIVA SYSTEMS S.a.s. www.diva.it

UMPI Elettronica www.umpi.it

Quindicinale di informazione per il mondo elettrotecnico e dell’illuminazione Direttore reponsabile Aldo Besozzi Redazione Tel. 02 73951380 Fax 02 73951380 E-mail: redazione@wattonweb.it www.wattonweb.it Editore: GIGACOM di A.F.G. Besozzi Via Garofalo, 5 - 20133 Milano P. IVA 12705670151 Graphic Designer: Lara Rossi Studio Reg. presso il tribunale di Milano n° 64 del 29/01/2008 Diffusione via web Copie spedite: 35.014 Inviare comunicati stampa a: redazione@wattonweb.it

visita wattonweb su Facebook

wattonweb n° 9 - 2011  

ELECTRICAL&LIGHTING MAGAZINE

Advertisement