Issuu on Google+

Guido Talarico Editore

Dicembre 2010

Copia Promozionale Gratuita

IL SOLE 24 ORE S.p.A System Comunicazione Pubblicitaria legale@ilsole24ore.com

IL SOLE 24 ORE S.p.A System Comunicazione Pubblicitaria legale@ilsole24ore.com

Anno 3 - Nr 26

Parla la dottoressa Carla Villari, responsabile delle dismissioni immobiliari nel capoluogo piemontese

Dismissioni, un affare per Comuni e cittadini «L’impatto sul bilancio dell’Ente è rilevante e fondamentale come strumento di riequilibrio finanziario» di Alessandro Caruso

Borsa Immobiliare

«Le dismissioni immobiliari comportano vantaggi oltre che per la Pubblica amministrazione, anche per la cittadinanza, a cui viene offerta un’opportunità di investimento patrimoniale certa e trasparente», così la dottoressa Carla Villari ha spiegato come spesso il cittadino possa trovare nell’Amministrazione un valido interlocutore per gli affari immobiliari. Con le dismissioni i Comuni mettono in vendita alcuni immobili di loro proprietà che non servono più ai fini istituzionali e così, per "fare cassa", se ne sbarazzano, a vantaggio degli acquirenti che avranno la possibilità di acquistare una casa a prezzi, spesso, molto competitivi. La responsabile delle dismissioni del Comune di Torino ci ha messo a disposizione alcune delle sue conoscenze in materia per illustrarci i principali aspetti di questa forma di vendita. Senza omettere qualche "dritta" per gli investitori nel settore immobiliare: «Puntate sul social housing e negli edifici da destinare ai servizi della persona». a pag. 6 e 7

Servizi al cittadino

Salgono i mutui e scendono gli affitti Aumentano in tutta Italia le erogazioni di mutui: +23% su base trimestrale e +22% su base semestrale. Cala però la domanda. Scendono gli affitti nelle grandi città: -0,3% per i bilocali e -0,4% per i trilocali. pagg. 12-13

Notai Notai e Ue per semplificare le succesioni Semplificare le procedure per le successioni internazionali. È stato questo il tema dell’importante tavolo di lavoro svolto a Bruxelles fra i notai d’Europa e la Commissione europea. Palazzo Civico, sede del Comune di Torino

Il Salone della Giustizia di Rimini

Incentivi, tempi stretti per la 488

Un comparto pronto alle sfide future

Le imprese operanti nell’industria, nei servizi, nell’edilizia, nel settore del commercio e del turismo stanno facendo i conti in questi giorni con la mole di documenti da presentare per poter usufruire degli incentivi sugli investimenti nelle aree depresse.

Rimini capitale della Giustizia per la seconda edizione del Salone della Giustizia. Quattro giornate, dal 2 al 5 dicembre, ideate dal presidente della commissione Giustizia del Senato, Filippo Berselli durante le quali magistrati, avvocati, politici, esperti ed operatori del settore si sono confrontati sui problemi ma anche sulle riforme in corso nel pianeta giustizia. Tutto nell’ambito di un dibattito sereno, qualificato e costruttivo, aperto ai cittadini, ma soprattutto ai ragazzi, con oltre 32 workshop.

pag. 19

a pag. 4 e 5

a pag. 14

In questo numero gli annunci del Tribunale di Milano a pag. 22


Sommario

AsteInfoappalti

2

SOMMARIO La parola al’esperto 2

Aste, la parola all’esperto

Primo Piano 4 Partecipare a un’asta è possibile per tutti, è vero, ma il sapersi districare tra le molte regole del caso con la dovuta avvedutezza non è una caratteristica comune a tutti i partecipanti. E le truffe sono frequenti: «Il problema si pone se un ignaro cittadino si affida a cattivi consulenti o a persone che millantano amicizie con giudici, professionisti o tecnici di sorta», avverte l’avvocato Mario Guido, esperto in diritto Fallimentare. A lui abbiamo chiesto i suggerimenti, le nozioni e i consigli perorientarsi nel mondo delle aste senza perdere la bussola.

Primo Piano 5 Intervista 6 Intervista 7 Economia 9 Economia 11 Borsa Immobiliare 12 Borsa Immobiliare 13

Avvocato, come fa un cittadino comune ad accedere a un’asta? «Oggi grazie alla pubblicità su quotidiani e siti di settore qualsiasi cittadino che abbia interesse ad acquistare un immobile a un prezzo competitivo può accedere a un’asta. Sui siti sono spiegate tutte le modalità di partecipazione all’asta, comprensive della consulenza tecnica (la perizia che stabilisce il valore del bene), del prezzo base, degli aumenti che si devono fare nel caso si tratti di vendita con incanto, e delle planimetrie che riguardano l’immobile». Quali sono i rischi da evitare? Che consigli si sente di dare? «Consiglierei di rilevare sempre il numero della procedura, cioè il numero del fallimento, indicato sull’avviso d’asta. In questo modo si può conoscere il nome del giudice che si occupa della procedura, quello del curatore, la perizia (in cui è specificata ogni cosa, dallo stato di manutenzione dell’immobile, al numero dei vani, al valore catastale). Consiglierei, poi, di espletare una serie di accertamenti: verificare in che condizioni si trova il fabbricato; acquisire il nome dell’amministratore del palazzo per sapere se il “fallito” ha delle pendenze nei confronti dell’amministrazione del condominio. Nella perizia sono indicati anche i cosiddetti gravami, ovvero gli atti pregiudizievoli. Quegli atti, cioè, che possono essere stati iscritti o trascritti su quell’immobile. A tal riguardo presso l’Agenzia del territorio si trova la Conservatoria dei registri immobiliari dove si può vedere se sul bene è stata iscritta ipoteca o se lo stesso è stato sottoposto a pignoramenti. Anche se il Giudice nell’emettere il decreto di trasferi-

Notai 14 Avvocati e Magistrati 15 Commercialisti 16 Risparmio Energetico 17 Incentivi 19

Aste - Elenco dei bandi

Da pagina 22 a pagina 39

Invia le tue domande a Aste Infoappalti. I tuoi quesiti verranno sottoposti a degli esperti che risponderanno sul numero successivo. Scrivi a redazioneaste@guidotalaricoeditore.it

mento, che verrà redatto dopo l’aggiudicazione, ordinerà al conservatore dei registri immobiliari di cancellare tutti i gravami, è sempre bene conoscere la situazione dell’immobile. Se l’immobile interessa particolarmente, l’offerente dovrà munirsi di un assegno circolare non trasferibile, intestato al fallimento, pari in genere al 20% dell’offerta. Ad ogni modo, in caso di dubbi, è bene farsi assistere da uno studio legale». Quali sono le truffe più frequenti da cui bisogna guardarsi? «Se il rapporto è diretto tra il Tribunale, il curatore e l’interessato è a conoscenza del numero della procedura, è difficile che succeda qualcosa. Il problema si pone se un ignaro cittadino si affida a cattivi consulenti o a persone che millantano amicizie con giudici, professionisti o tecnici di sorta». Cosa è cambiato sostanzialmente con la nuova riforma del diritto fallimentare del 2008? «È una riforma che definirei di stampo “liberale”, perché è tesa a considerare il fallimento un “trauma” da cui si può uscire. L’aspetto più innovativo rispetto al passato è rappresentato dai nuovi istituti giuridici, tra cui quello della ristrutturazione dei debiti attraverso accordi con i creditori. Oggi il concordato fallimentare può essere proposto anche dal singolo creditore e da un terzo. Per capirci, se il creditore ha fiducia nella figura dell’imprenditore molte volte può contribuire a far rinsavire la società fallita. In sostanza, è diventato più difficile “fallire”. E anche l’introduzione delle soglie per aprire la procedura fallimentare ha aiutato a scongiurare questa ipotesi». È possibile fare dei veri e propri affari con le aste? «Si, ma non è l’approccio giusto per orientarsi in questo mondo. Bisogna essere avveduti. Non sempre l’immobile acquistato all’asta può risultare un affare. Perché se un immobile è interessante ci sono diverse persone che lo tengono d’occhio. È successo, a volte, che alcuni beni che non hanno avuto delle offerte alla prima e alla seconda asta, alla terza, dopo un abbassamento della base d’asta, abbiano visto il prezzo del bene “schizzare” in alto per via delle molte offerte». In questi tempi di crisi economica so-

L'avvocato Mario Guido

L’avvocato Mario Guido è nato a Cosenza nel 1955. Dal 1983 è iscritto come avvocato presso il Consiglio dell’ordine di Roma e all’Albo dei Curatori Fallimentari presso il Tribunale di Roma. Dal 1997 è iscritto nell’Albo Speciale degli Avvocati ammessi al patrocinio dinanzi alle Corte di Cassazione e alle Giurisdizioni Superiori. Dal 2000 è iscritto nel Registro dei Revisori Contabili.

no aumentati i fallimenti? «I fallimenti sono aumentati; sicuramente nel 2009 e nel 2010 ne sono stati dichiarati un numero maggiore. Un altro dato che è interessante rilevare è che non ci sono più fallimenti cosiddetti “medi”. Oggi è più difficile trovare “attivo” all’interno del fallimento. In conclusione, si può dire che oggi il fallimento sia diventato l’ “extrema ratio” per un debitore, alla quale si arriva dopo molti tentativi, cui si accennava prima, di risollevare la situazione debitoria». A cura di Alessandro Caruso

ASTE INFOAPPALTI Direttore responsabile Guido Talarico Direzione, redazione e amministrazione: Via Archimede 201 - 00197 Roma Tel: 06.8080099 - 06.99700377 Fax: 06.99700312 SEDE: Roma - via Archimede 205 e-mail:redazioneaste@guidotalaricoeditore.it Portale: www.astepress.it Registrazione tribunale di Roma N.386/2008 del 20/11/2008 AsteInfoappalti da un'idea di Giuseppe Gangale

www.aste.eugenius.it

Asteinfoappalti è edito da Guido Talarico Editore Spa (Presidente Guido Talarico, A.D. Carlo Taurelli Salimbeni, cons. Anne Sophie Cnapelynck). Impresa iscritta al ROC con n° 15822 Responsabile trat. dati Guido Talarico. È vietata la riproduzione, anche parziale dei testi e delle informazioni pubblicate. Tutti i diritti sono riservati. Il materiale inviato non verrà restituito.

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITA’

CENTRI STAMPA

Il Sole 24 Ore Spa System Direzione generale: Gianni Vallardi Direzione amministrativa: Via Monterosa, 91 - 20149 Milano Tel: 02.30223594 - 02.30223126 02.30223257 e-mail: legale@ilsole24ore.com

Tipografia Stiem Viale dell’industria, n° 5 Fisciano (Salerno)

Questa testata è associata all’Unione Stampa Periodica Italiana

Il sito internet www.aste.eugenius.it della Guido Talarico Editori Spa è stato iscritto nell'elenco ministeriale dei siti gestiti dai soggettin possesso dei requisiti professionali di cui all'Art. 3 e 4 del D.M. 31/10/2006 con provvedimento del 28.06.2010. In base a tale provvedimento il sito www.aste.eugenius.it è autorizzato a effettuare la pubblicità delle vendite giudiziarie per tutti i Tribunali appartenenti ai Distretti di Corte d'Appello italiani


Primo Piano

AsteInfoappalti

4

Quattro giorni di convegni e manifestazioni sui temi più caldi con la presenza di nomi illustri della politica e del comparto

Il mondo della Giustizia si incontra a Rimini Si è chiuso il Salone della Giustizia andato in scena nella città emiliana dal 2 al 5 dicembre fanno parte di ciascuna delle 26 Direzioni distrettuali antimafia sparse sul territorio nazionale, con un archivio che contiene 63 mila 705 procedimenti nei confronti della criminalità organizzata, corredati da circa 1 milione 800 mila atti giudiziari, con poco meno di un milione e 300 mila nominativi di persone indagate o condannate per mafia. Nel suo ultimo giorno di attività, che ha visto l’intervento del ministro della Giustizia, Angelino Alfano, il Salone ha chiuso i lavori ponendo le basi per la realizzazione di una "Fondazione per la giustizia" che avrà il fine di confrontarsi e discutere, dibattere i problemi comuni e venire a contatto diretto con la società civile. Il progetto ha trovato l’adesione dei vertici di magistratura, avvocatura e ordini professionali. Interessati all’iniziativa si sono già mostrati i presidenti del-

di Giuseppe Tetto

Rimini capitale della Giustizia per la seconda edizione del Salone della Giustizia. Quattro giornate, dal 2 al 5 dicembre, ideate dal presidente della commissione Giustizia del Senato, Filippo Berselli, durante le quali magistrati, avvocati, politici, esperti ed operatori del settore si sono confrontati sui problemi ma anche sulle riforme in corso nel pianeta giustizia. Tutto nel contesto di un confronto sereno, qualificato e costruttivo, aperto gratuitamente ai cittadini, ma soprattutto ai ragazzi, con oltre 32 workshop. Completamente rinnovate le scenografie dei padiglioni, suddivisi in base ai temi della "Legge", della "Sicurezza", del "Processo" e della "Pe-

Magistrati, avvocati, politici, esperti ed operatori del settore si sono confrontati sui problemi ma anche sulle riforme in corso nel pianeta giustizia. Tutto all’interno di un confronto sereno, aperto gratuitamente ai cittadini, ma soprattutto ai ragazzi con oltre 32 workshop na". Ad aprire le danze il giorno 2 è intervenuto il vicepresidente del Csm Michele Vietti insieme al presidente della Commissione giustizia del Senato Filippo Berselli. «Il dialogo e il confronto - ha detto Vietti - sono la via obbligata per trovare qualunque soluzione utile al Paese e Dio solo sa se questo Paese abbia bisogno dialogo perché con le contrapposizioni non si ottiene nulla. Mi auguro che questo non avvenga troppo tardi perché la giustizia non può aspettare». I presidenti della Repubblica, Giorgio Napolitano, e del Senato, Renato Schifani, che inizilamente doveva tagliare il nastro, hanno invece inviato un messaggio. Anche il ministro della Difesa, Ignazio La Russa, ha visitato il salone; tra gli altri partecipanti ai vari convegni di questi giorni ci sono stati il capogruppo del Pdl, Maurizio Gasparri, i sottosegretari Carlo Giovanardi, Giacomo Caliendo ed Elisabetta Casellati Numerosi gli stand allestiti al Palafiera, tra i quali quello dell’Associazione nazionale magistrati, del Csm, del ministero della Difesa, di Finmeccanica. Ma anche quello del Consiglio nazionale forense, dei notai e anche dell’Organi-

smo unitario dell’avvocatura, con oltre cento avvocati che hanno allestito 20 studi per la consulenza legale gratuita ai visitatori. E proprio l’Oua è stato protagonista con un convegno organizzato e intitolato "Verso una riforma della giustizia e della professione di avvocato". Riforma urgente come sostiene senza peli sulla l’ingua Maurizio Tilla, presidente dell’Oua: «Se si andrà allo scioglimento del Parlamento chiederemo due decreti legge: uno per abrogare la legge Bersani e l’altro contro l’obbligatorietà della mediazione». Convegno importante è stato "Il tempo del carcere e il carcere nel tempo" dove è intervenuto il capo del Dipartimento dell’amministrazionepenitenziaria,Franco Ionta, il quale ha evidenziato l’importanza del lavoro all’interno degli istituti penitenziari. «Un carcere più aperto è un carcere più sicuro - ha sottolineato il capo del Dap - quando i detenuti svol-

gono un’attività all’interno degli istituti carcerari le condizioni migliorano per tutti anche per la polizia carceraria». Un tema urgente quello delle carceri testimoniato dai numeri: il 20% dei detenuti che sono nelle carceri italiane lavora. Di questi l’85,2% presta la sua attività alle dipendenze dell’amministrazione penitenziaria, mentre il 14,58%, in stato di semilibertà, lavora per cooperative o imprese. Interesse ha richiamato anche l’incontro organizzato dagli uffici di procura, che ha visto la partecipazione procuratore nazionale antimafia Pietro Grasso, il quale ha ricordato la banca dati Sidda/Sidna realizzata presso l’ufficio della Procura nazionale antimafia con il contributo del ministero della Giustizia. Un sistema informativo costituito da una rete locale, con un numero di stazioni individuali di lavoro per magistrati, personale ausiliario e di polizia giudiziaria, che

Il Salone ha chiuso i lavori ponendo le basi per la realizzazione di una "Fondazione per la giustizia" che avrà il fine di confrontarsi e discutere i problemi comuni e venire a contatto diretto con la società civile la Corte di cassazione Ernesto Lupo, dell’Anm Luca Palamara, Maurizio de Tilla presidente Oua e il presidente del Cnf Guido Alpa e il Consiglio superiore della magistratura.

Per l'inserimento di ordinanze rivolgersi a System Comunicazione Pubblicitaria: legale@ilsole24ore.com


Primo Piano

Lettera del Presidente Napolitano: «Sistema lacerato da gravi disfunzioni e ritardi»

AsteInfoappalti

5

IL SALONE/ Strappo ricucito con il mondo dell’avvocatura dopo i cartellini rossi di Genova

«Sei milioni di cause pendenti» Allarme del Guardasigilli Alfano in visita nell’ultimo giorno del Salone della Giustizia di Giuseppe Tetto

Giorgio Napolitano

La giustizia è «un sistema complesso, spesso lacerato da gravi contrapposizioni e caratterizzato da disfunzioni e ritardi, ma chiamato a esercitare un ruolo essenziale intervenendo su situazioni che incidono sulla serenità dei singoli e della collettività tutta». È questo il messaggio che il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano ha voluto inviare al presidente della commissione giustizia del Senato, Filippo Berselli, in occasione della seconda edizione del Salone della Giustizia. Il Capo dello Stato ha espresso il suo apprezzamento per la scelta di riservare quest’anno una intera sessione alla promozione della cultura della legalità in ambito scolastico. «Ai successi nel contrasto alla delinquenza, colti grazie alla straordinaria mobilitazione della magistratura e delle forze dell’ordine - ha osservato Napolitano - deve infatti accompagnarsi la crescita, specie nelle giovani generazioni, di un forte senso civico insieme con la consapevolezza del valore del rispetto dei principi della Costituzione e di tutte le regole dell’ordinamento». Per il Presidente della Repubblica, «solo in tal modo è possibile scongiurare definitivamente il pericolo che le varie forme di criminalità possano controllare il territorio, avvalendosi della intimidazione e della violenza ed infiltrarsi pericolosamente nella economia legale nazionale e internazionale». GT

Il quarto ed ultimo giorno del Salone è il giorno del ministro della Giustizia Angelino Alfano. Parole chiare e concise le sue che fanno luce sui problemi più urgenti da risolvere: «Sono ormai sei milioni le cause civili pendenti negli uffici giudiziari: per questo è necessario proseguire nel cammino di riforma della Giustizia, nell’interesse dei cittadini e del sistema Paese». Dati che evidenziano la grave patologia che investe i tribunali italiani. Significa, infatti, che tra i dodici e i quindici milioni di cittadini del nostro paese hanno a che fare con un giudice che deve decidere qualcosa che li riguarda. Servono misure urgenti dunque. Provvedimenti come l’inserimento della delega per la semplificazione dei riti, i cui decreti attuativi saranno pronti entro il 31 dicembre, insieme a quelli per il codice antimafia e la riforma della magistratura onoraria, che il Guardasigilli espone alla platea del Salone insieme all’apertura al responsabile giustizia del Pd Andrea Orlando per la realizzazione di un decreto per affrontare l’emergenza. «Sono disponibile a discutere con Andrea Orlando - annuncia Alfano - per vedere insieme quali sono i nodi da sciogliere per recuperare efficienza». Ma il Salone della Giustizia è stata anche l’occasione per il numero uno di Via Arenula di manifestare il suo apprezzamento verso la Magistratura. L’occasione è offerta dagli esiti delle indagini della Procura di Reggio Calabria che hanno intercettato le conversazioni di Ciancimino Junior con esponenti della ’ndrangheta per riciclare denaro. Massimo Ciancimino, aveva reso numerose dichiarazioni ai magistrati di Palermo sui

Angelino Alfano

contatti tra la mafia e esponenti di Forza Italia. «Non interferisco con la magistratura, per la quale non posso che avere rispetto, sono compiaciuto di vedere che sul personaggio Ciancimino ci sono sensibilità diverse da parte delle procure, come dimostrano i risultati delle indagini che lo indicano in contatto con gli esponenti della mafia - afferma Alfano - ci sono magistrati che non perseguono disegni politici precostituiti. Io ho sempre sostenuto chi persegue un disegno di verità». Ma la presenza del ministro della Giustizia ha anche un significato particolare per il complesso rapporto con il mondo

dell’avvocatura. Con la visita allo stand dell’ordine degli avvocati di Roma, il Guardasigilli ha teso la mano per ricucire lo "strappo" di Genova, quando gli avvocati riuniti nel XXX Congresso nazionale forense, alzarono cartellini rossi in segno di protesta. Un’apertura accolta dal presidente dell’Ordine degli avvocati di Roma, Antonio Conte, che ha anche lui cercato di ricomporre la vicenda. Il legale ha infatti auspicato che il dialogo sulla riforma dell’avvocatura e della giustizia possa proseguire e che si attivi un tavolo per parlare, insieme, di quanto possa contribuire a migliorare il sistema giustizia.

Questo è il messaggio del presidente del Senato, Renato Schifani inviato al Salone della Giustizia

Riforma attreverso dialogo costruttivo «L’obiettivo principale di ogni intervento in materia di giustizia nel nostro Paese rimane quello di mantenere alta la qualità delle prestazioni, di modernizzare e razionalizzare il sistema innanzitutto a garanzia effettiva di tutti i cittadini». Così il Presidente del Senato, Renato Schifani, nel messaggio inviato in occasione del secondo Salone della Giustizia nel giorno dell’inaugurazione a Rimini. Schifani ha ricordato che il senso dello Stato si

rafforza con la percezione quotidiana di una giustizia effettiva e che solo attraverso un’azione sinergica di tutti gli operatori del mondo della giustizia si realizzano quei risultati concreti che rafforzano nei cittadini una rinnovata e piena fiducia nella democrazia e nelle Istituzioni. «Ogni riforma dovrà tenere conto di queste improcrastinabili esigenze e soprattutto dell’interesse degli italiani che chiedono certezza ed effettività della pe-

na. È questa la via maestra da seguire con efficacia, determinazione, ma anche con dialogo di quanti operano in questo settoRenato Schifani re strategico, perché dal confronto costruttivo - nostra Italia sempre più conclude il Presidente Sc- moderna e allineata ai Paehifani - possano nascere e si più avanzati». realizzarsi quelle idee che contribuiranno a rendere la DT

Gli annunci integrali con eventuali perizie sono consultabili sul sito www.astepress.it


Intervista

AsteInfoappalti

6

INTERVISTA ESCLUSIVA alla dottoressa Carla Villari, responsabile delle dismissioni immobiliari del Comune di Torino

Dismissioni, l’occasione è dietro l’angolo «Offriamo alla cittadinanza un’opportunità di investimento patrimoniale certa e trasparente» di Alessandro Caruso

Parlare del mondo immobiliare italiano senza entrare nei mercati locali, per scoprirne abitudini, andamenti e personaggi, risulta impresa difficile e approssimativa. A questo scopo abbiamo pensato di iniziare un viaggio all’interno delle tante sfaccettature che riguardano il settore "casa", dai problemi delle vendite, alle occasioni, alle regole imposte dal diritto, al funzionamento della macchina della giustizia, all’economia, alle curiosità fino, perché no, a qualche consiglio. Come quello servitoci dalla dottoressa Carla Villari, responsabile delle dismissioni immobilari del Comune di Torino, la quale, da conoscitrice della materia, suggerisce, dal canto suo, di inve-

«Le dismissioni di immobili da parte di Enti pubblici consentono una razionalizzazione del patrimonio non più funzionale ai loro scopi istituzionali e la creazione di risorse da reinvestire per il miglioramento degli standard dei servizi erogati alla collettività e da destinare a nuovi progetti di sviluppo» stire nel social housing e negli edifici da destinare a servizi alla persona. La sua esperienza si focalizza nel rapporto tra Pubblica amministrazione e cittadino per l’acquisizione di un immobile. Le dismissioni immobiliari sono, infatti, le operazioni attraverso le quali un comune mette in vendita ai privati il suo patrimonio immobiliare. Le occasioni, per i diretti interessati, sono dietro l’angolo. Dove i diretti interessati non sono solo i cittadini, ma anche le amministrazioni. Da quanto ci ha spiegato la dottoressa Villari, in effetti, per i comuni le dismissioni immobiliari rappresentano una possibilità di razionalizzazione del patrimonio con utili vantaggi sulle proprie casse: «L’impatto sul bilancio dell’Ente ha riferito - è sicuramente rilevante e fondamentale come strumento di riequilibrio finanziario e di promozione economica e sociale». Aspetto, quest’ultimo, tanto più rilevante in un momento come questo in cui i comuni stanno "patendo" il graduale passaggio verso il federalismo fiscale. I cittadini, ad ogni modo, ringraziano. E, in particolare, quelli di Torino sono "avvertiti": «A partire da gennaio 2011 - ha annunciato Carla Villari - si aprirà la vendita all’asta di un pacchetto di immobili

La dottoressa Carla Villari

di gran pregio, collocati nel centro cittadino, oggetto della seconda fase del programma di cartolarizzazione immobiliare citato; ritengo che detti beni possano essere estremamente appetibili per investitori abituati ad operare su immobili di lusso, mediante il loro recupero e la loro valorizzazione». Dottoressa, può spiegarci quali sono i vantaggi per un’amministrazione comunale e per i cittadini derivanti da una dismissione immobiliare? «Le dismissioni di immobili da parte di Enti pubblici consentono a) una razionalizzazione del patrimonio non più funzionale ai loro scopi istituzionali; b) la creazione di risorse da reinvestire per il miglioramento degli standard dei servizi erogati alla collettività e da destinare a nuovi progetti di sviluppo capaci di generare ricchezza; c) risparmio di oneri manutentivi con contestuale riqualificazione di ambiti territoriali più o meno vasti. Detti elementi costituiscono vantaggi oltre che per la Pubblica amministrazione anche per la cittadinanza a cui viene offerta, in tal modo, una opportunità di investimento patrimoniale certa e trasparente». Che impatto hanno le dismissioni immobiliari sui bilanci del Comune di Torino? «L’impatto sul bilancio dell’Ente è sicuramente rilevante e fondamentale come strumento di riequilibrio finanziario e di promozione economica e sociale, proprio nel momento in cui il patto di stabilità ha fortemente inciso sul ricorso all’indebitamento per finanziare gli investimenti in opere pubbliche». La soddisfa la normativa vigente in questa materia? In cosa potrebbe essere migliorata? «Nonostante il tentativo di facilitare la dismissione del patrimonio pubblico attraverso il “federalismo demaniale”, nel corso degli ultimi anni sono state intro-

dotte una serie di disposizioni legislative che hanno fortemente appesantito il procedimento di alienazione; cito, in particolare, l’art. 19 comma 14 del d.l. 78 del 2010, convertito nella legge 122/2010 (a tenore del quale, la parte venditrice, ivi compresi gli enti pubblici, deve attestare la conformità dello stato di fatto rispetto alla situazione catastale); la legge 47/1985 e il T.U. 380/2001 in materia edilizia (che impongono, a pena di nullità dell’atto, la citazione di tutti i permessi edilizi rilasciati in forza dei quali l’immobile è stato costruito); la certificazione energetica (l’art. 6, comma 1 bis, del d.lgs. 192/2005 prevede che dall’1/7/2009 sia obbligatorio, anche per gli Enti Pubblici, dotare di attestato di certificazione energetica tutti gli edifici e le unità immobiliari trasferite a titolo oneroso); la procedura di verifica dell’interesse culturale per consentire l’apposizione del

relativo vincolo o la successiva autorizzazione all’alienazione (prevista dal d.m. del 6 febbraio 2004, modificato dal d.m. del 28 febbraio 2005), peraltro estesa con la modifica del 2008 anche a concessioni e locazioni di immobili di proprietà pubblica edificati da più di 50 anni». Sotto l’aspetto delle dismissioni, ha elementi per capire se la posizione di Torino è diversa da altri comuni della portata del capoluogo torinese? «Non è frequente attuare, per le pubbliche amministrazioni, una politica sistematica di razionalizzazione del patrimonio, anche attraverso procedure di dismissione. Inoltre, la peculiarità del Comune di Torino, anche in relazione alle diverse tipologie di asset (dal palazzo storico di grande pregio alla singola

«L’impatto sul bilancio dell’Ente è sicuramente rilevante e fondamentale come strumento di riequilibrio finanziario, proprio nel momento in cui il patto di stabilità ha fortemente inciso sul ricorso all’indebitamento per finanziare gli investimenti in opere pubbliche» unità abitativa o al singolo terreno di limitato valore), è stata quella di diversificare le metodologie e gli strumenti messi a > segue >

Per l'inserimento di ordinanze rivolgersi a System Comunicazione Pubblicitaria: legale@ilsole24ore.com


Intervista

AsteInfoappalti

7

continua disposizione dalla legge per dismettere i beni del patrimonio pubblico (oltre alla classica procedura del pubblico incanto attraverso la quale il Comune di Torino ha incassato oltre 81 milioni di euro, la civica amministrazione torinese ha dismesso ad un fondo immobiliare chiuso, ai sensi dell’art. 14 bis della legge 86/1994, beni per un valore di oltre 131 milioni di euro, ed ha cartolarizzato fabbricati e terreni edificabili per un valore complessivo di oltre 67,5 milioni di euro, ai sensi del decreto legge 351/2001 come convertito in legge 410/2001, e dell’art. 84 della legge 289/2002). Peraltro, mi risulta che Torino sia l’unica città ad avere utilizzato, a seconda della tipologia di beni da dismettere, tutte le diverse modalità di alienazione consentite dalla legge, al punto che l’esperienza torinese sta diventando un riferimento per gli altri enti locali».

«La ripresa del mattone è evidente, specialmente per gli immobili ubicati nella zona centrale della città o comunque per gli immobili di pregio; altro settore per il quale si avverte un forte interesse è quello del Social Housing su iniziativa di operatori privati»

«Mi risulta che Torino sia l’unica città ad avere utilizzato, a seconda della tipologia di beni da dismettere, tutte le diverse modalità di alienazione consentite dalla legge, al punto che l’esperienza torinese sta diventando un riferimento per gli altri enti locali» Quanto ha influito o sta influendo la crisi economica nel mondo immobiliare? «La crisi immobiliare non ha comportato, almeno a Torino, rilevanti diminuzioni dei prezzi di vendita ma ha significativamente rallentato la richiesta di immobili e, in particolare, di terreni edificabili, soprattutto nelle aree periferiche o di scarso pregio ambientale». Nonostante tutto, negli ultimi tempi alcune stime hanno confermato una ripresa del "Mattone". Lei è dello stesso parere? «La ripresa è evidente per gli immobili ubicati nella zona centrale della città o comunque per gli immobili di pregio; altro settore per il quale si avverte un forte interesse è quello del Social Housing su iniziativa di operatori privati». Cosa si sentirebbe di consigliare a un investitore intenzionato a comprare casa? «Se dovessi dare un consiglio ad un investitore in questo momento, probabil-

Carla Villari

mente consiglierei di investire oltre che nelle due tipologie appena citate, anche in edifici da destinare a servizi alla persona (quali, ad esempio, case di riposo per anziani, centri fitness ecc.). A tal proposito, ricordo che abbiamo indetto a fine novembre un’asta pubblica – la quinta dell’amministrazione guidata dal sindaco Chiamparino – tra i cui lotti sono compresi, per l’appunto, terreni che si prestano per la realizzazione dei servizi sopra citati. Colgo infine l’occasione per segnalare che, a partire da gennaio 2011, si aprirà la vendita all’asta di un pacchetto di immobili di gran pregio, collocati nel centro cittadino, oggetto della seconda fase del programma di cartolarizzazione immobiliare citato; ritengo che detti beni possano essere estremamente appetibili per investitori abituati ad operare su immobili di lusso, mediante il loro recupero e la loro valorizzazione. Basti citare, per tutti, il complesso della Cavallerizza Reale, ubicato alle spalle di piazza Castello e del Teatro Regio, progettato e successivamente sviluppato fra la metà del 1600 e la fine del 1800 per ospitare le attività di servizio al Palazzo Reale e alla Corte in un momento di forte sviluppo ed ampliamento urbanistico della città ispirato dalla casa regnante per conseguire un’immagine adeguata a quella di altre capitali europee. Il complesso, al cui

progetto contribuirono tutti i grandi architetti dell’epoca - Vitozzi, Castellamonte, Guarini e Juvarra - fu realizzato al limite orientale della città barocca, quale struttura destinata a giochi ed esercizi cavallereschi, a maneggio, come ancora testimoniano stucchi e decorazioni sui portali e sulle volte. In particolare il maneggio reale – la Cavallerizza in senso stretto – voluto da Carlo Emanuele III, fu realizzato ad opera di Benedetto Alfieri nel 1740, su un’idea di Filippo Juvarra. Da questa breve citazione storica si intuisce l’importanza culturale ed architettonica del compendio oggetto di alienazione».

«La crisi immobiliare non ha comportato, almeno a Torino, rilevanti diminuzioni dei prezzi di vendita ma ha significativamente rallentato la richiesta di immobili e, in particolare, di terreni edificabili, soprattutto nelle aree periferiche o di scarso pregio ambientale»

Gli annunci integrali con eventuali perizie sono consultabili sul sito www.astepress.it


PER CHI HA

IDEE DA VALORIZZARE

TALENTO DA MOSTRARE O UN LAVORO DA PUBBLICARE

Skill Edition grazie alla tecnologia on-demand ti consente di pubblicare con facilità il tuo lavoro e con una ef� cace campagna di comunicazione farà emergere il tuo nome e il tuo talento.

Fa vedere chi sei

www.skilledition.it


Economia

AsteInfoappalti

9

La novità: resta l’esenzione dall’Iva per gli immobili invenduti ancora per un altro anno

Finanziaria: novità per proprietari e catasto Approvato un odg del Pdl che proroga al 31 dicembre 2011 il termine per la regolarizzazione degli immobili non ancora accatastati all’acquisto di nuovo materiale rotabile: sarà necessario acquisire il parere favorevole della Conferenza unificata. Nella ripartizione bisognerà tener conto, tra l’altro, degli aumenti tariffari, da cui risulti l’incremento del rapporto tra ricavi da traffico e corrispettivi e la razionalizzazione dei servizi, con conseguente incremento del carico medio annuo dei passeggeri trasportati. Ricerca aerospaziale ed elettronica : Per assicurare la continuità degli interventi a sostegno della ricerca aerospaziale ed elettronica le risorse previste dall’articolo 3-bis del dl 135/2009 (disposizioni urgenti per l’attuazione di obblighi comunitari e per l’esecuzione di sentenze della Corte di giustizia europea) sono ridestinate, fino a un massimo di 400 milioni, a interventi per lo sviluppo e l’accrescimento delle industrie

di Carlo Bassi

La legge di stabilità, ossia la vecchia Finanziaria, è stata approvata martedì 7 a tempo di record in via definitiva dal Senato con 161 voti a favore, 127 contrari e 5 astenuti. E senza alcuna modifica rispetto al testo che già era passato alla Camera. Nel passaggio a Palazzo Madama il provvedimento non ha subito alcuna modifica rispetto al testo approvato dalla Camera perché tutti gli emendamenti sono stati respinti. Accolti invece alcuni ordini del giorno fra cui quello presentato dal Pd che impegna il governo ad inserire nel prossimo decreto, presumibilmente il milleproroghe, le risorse aggiuntive del 5 per mille dell’Irpef per riportare le risorse complessive a

Proroga di un anno dell’ esenzione dall’Iva per immobili invenduti. Imposte anticipate per chi acquista immobili in leasing. Imposta sostitutiva relativa ai contratti in essere che dovrebbe portare maggior gettito per 173 milioni 400 milioni rispetto ai 100 finora previsti nella legge di stabilità. Approvato anche un odg del Pdl (a firma Cosimo Izzo) che proroga al 31 dicembre 2011 il termine per la regolarizzazione degli immobili non ancora accatastati. Ecco, nel dettaglio, le misure più importanti contenute nel disegno di legge. Le coperture principali della manovra da 5,7 miliardi di euro sono: 2,4 miliardi dall’asta delle frequenze; 500 milioni dalla stretta sui giochi; 500 milioni dalla lotta all’evasione e 1,7 miliardi dal cosiddetto Fondo Letta. Accertamenti fiscali - Arriva una stretta sulle sanzioni: vengono elevate da un quarto a un terzo del minimo previsto per legge le sanzioni amministrative applicabili nel caso di accertamento con adesione riferito alle imposte sui redditi, all’Iva, e alle altre imposte indirette. Sono innalzate le multe in caso di rinuncia a impugnare l’avviso di accertamento o liquidazione o di formulare istanza di accertamento con adesione. Crescono anche le sanzioni pecuniarie. Ammortizzatori : Vengono rifinanziati per il 2011 gli ammortizzatori sociali (oltre 1 miliardo). Detassazione salario : viene detassata con un’aliquota del 10 per cento la

parte del salario legata alla maggior produttività. Università : Arrivano 800 milioni in più, nel 2011, per incrementare il fondo di funzionamento degli atenei, che passa quindi da 6,1 miliardi a 6,9. Per il 2012 e 2013, l’incremento sarà di 500 milioni. Entro il 31 gennaio di ogni anno, e per gli anni 2011-2016, arriverà un decreto interministeriale (Istruzione Economia) per l’approvazione di un piano straordinario per la promozione ad associato dei ricercatori. Borse di studio, prestiti d’onore : Disco verde a 100 milioni, per il 2011, per la concessione dei prestiti d’onore e l’erogazione delle borse di studio. Editoria: Arrivano oltre 100 milioni per il sostegno all’editoria e altri 45 per tv locali. Scuole paritarie: I fondi, inizialmente previsti a 150 milioni, salgono a 245 milioni. Cinque per mille : 100 milioni serviranno alla "proroga della liquidazione del 5 per mille". Stop ticket sanità per 5 mesi : Proroga dell’esenzione del ticket sulle visite specialistiche per il 2011 ma solo per 5 mesi e per un ammontare di 347,5 milioni. Missioni di pace : Sono prorogate per il primo semestre 2011 con un fondo di 750 milioni. Ambiente : Arrivano oltre 130 milioni in 3 anni per il ministero dell’Ambiente. Serviranno a pagare il personale degli enti parco e alla ricerca. Fas territoriale: I fondi Fas (1,5 miliardi per l’edilizia sanitaria pubblica) andranno per l’85 per cento al sud e per il 15 per cento al centro-nord. Patto stabilità : Viene ammorbidito il taglio previsto con il decreto di luglio. Sblocco del turnover del personale per i micro comuni per garantire servizi essenziali in linea con quanto previsto dal federalismo. Comuni virtuosi: 60 milioni in arrivo per il pagamento degli interessi passivi maturati per il ritardato pagamento dei fornitori. Stretta sulle indennità e i gettoni degli amministratori locali che portano i loro territori in rosso. Ici: 344 milioni da attribuire ai Comuni dopo l’abolizione dell’Ici sulla prima

casa (a valere sul 2008). Giochi: Arriva una stretta sui giochi con un piano di controlli straordinari da parte dell’amministrazione. Dovrebbe fruttare 500 milioni. Immobili : Proroga di un anno dell’esenzione dall’Iva per immobili invenduti. Imposte anticipate per chi acquista un immobile in leasing. Imposta sostitutiva relativa ai contratti in essere che dovrebbe portare maggior gettito per 173 milioni. Trasporto pubblico locale ferroviario : viene introdotta una "norma di responsabilità", prevedendo che l’erogazione dei 480 milioni l’anno (fino al 2011) è subordinata alla verifica, nei contratti di servizio del trasporto pubblico locale su ferro, di misure di efficientamento e razionalizzazione del trasporto. La verifica va fatta entro il primo semestre 2011 da parte dei ministeri dell’Economia e dei Trasporti. Si prevede poi la ripartizione dei 425 milioni (annualità 2009) destinati

Stretta sulle sanzioni: vengono elevate da un quarto a un terzo del minimo previsto per legge le sanzioni amministrative nel caso di accertamento con adesione riferito alle imposte sui redditi, all’Iva, e alle altre imposte indirette del settore aeronautico. Agricoltura: prorogate le agevolazioni contributive per le imprese agricole delle aree sottoutilizzate e di montagna. Confermate le agevolazioni fiscali per i coldiretti.

Il ministero delle Finanze

Per l'inserimento di ordinanze rivolgersi a System Comunicazione Pubblicitaria: legale@ilsole24ore.com


Economia

AsteInfoappalti

11

Dicembre di fuoco a Bruxelles, ma alla fine l’Irlanda è salva e gli spread diminuiscono

Crisi euro: l’Italia a testa alta E il nostro Tremonti dimostra che la crisi irlandese è nata dal debito privato non pubblico di Carlo Bassi

Una delle critiche più dure alla Legge di stabilità approvata in via definitiva (vedi a pagina 9) è venuta dalla capogruppo del Pd al Senato Angela Finocchiaro che l’ha definita insufficiente ma soprattutto bugiarda in quanto non tiene conto degli impegni dell’Italia in sede europea per la riduzione del debito pubblico. Quanto c’è di vero in questa affermazione? La risposta la fornisce lo stesso ministro dell’Economia, Giulio Tremonti, e proprio da Bruxelles in occasione dell’ultimo Eurogruppo, seguito dall’Ecofin, che hanno approvato le misure di salvataggio per l’Irlanda. La posizione italiana sulla riforma del Patto

Tremonti: «Il giro di vite previsto per chi non rispetta una disciplina finanziaria «è ancora in discussione e avrà effetto fra 5 anni». E aggiunge a beneficio dei critici italiani: «Mi spiace deludere chi la voleva anticipare, ma sarà applicata solo nel 2014» di stabilità e di crescita, che rafforzerà la ‘governance’ economica dell’Eurozona, «è la stessa della Commissione europea», secondo il ministro dell’Economia. Il testo più recente della Commissione, ha detto il ministro da Bruxelles, contiene tutti gli elementi fondamentali del nuovo sistema, compresi i nuovi «fattori rilevanti per la considerazione del debito» (in particolare il livello del debito privato in ogni Stato membro) che finora non erano stati presi in conto, e non specifica, invece, "i dettagli numerici", ovvero il ritmo di riduzione ‘a tappe forzate’ dei debiti pubblici dei Paesi membri superiori al limite di Maastricht del 60% rispetto al Pil. L’Italia, come gli altri Paesi con un alto debito, si era opposta a quest’ultimo punto, e in particolare alla proposta di rendere obbligatoria una riduzione annuale del 20% dello ‘sforamento’ rispetto al limite, che comporterebbe pesantissime manovre finanziarie ogni anno. Tremonti ha premuto molto, invece, perché l’indebitamento privato (soprattutto quello delle banche, ma anche quello delle famiglie) venisse considerato in sede Ue come uno dei fattori da tenere presente nel valutare le condizioni dei conti pubblici degli Stati mem-

Un po' di luce per la Banca d'Irlanda

bri, e l’eventuale necessità di correzioni. Il debito pubblico, ha insistito il ministro «è un fattore fondamentale, ma non è un fattore totale. Ne esistono altri che devono essere oggetto di considerazione perché sono fattori di rischio sistemico. Tremonti ha sottolineato quindi che «la crisi dell’Irlanda ci ha dato ragione», in quanto ha dimostrato proprio la rilevanza del debito privato, quello delle banche, che all’improvviso, dopo il loro salvataggio e la loro nazionalizzazione, si è trasferito sul debito pubblico. Un problema che non si presenterebbe in Italia, dove il sistema finanziario e le famiglie sono poco indebitati. «L’Irlanda - ha ricordato il ministro - aveva un debito minimo, credo al 12% del Pil. Poi è cresciuto per effetto della crisi». Comunque, la riforma del Patto di stabilità, con il giro di vite previsto per chi non rispetta una disciplina finanziaria di stile ‘tedesco’, «è ancora in discussione

e avrà effetto fra 5 anni», ha avvertito Tremonti aggiungendo a beneficio dei critici italiani: «Mi spiace deludere chi la voleva anticipare, ma sarà applicata solo nel 2014». L’Ecofin, il consiglio dei ministri di Economia e Finanza dell’Europa a 27, ha dato dunque il via libera al piano di aiuti all’Irlanda per 85 miliardi, comprensivo dell’apporto del Fondo monetario internazionale. La decisione permetterà formalmente di attivare la «facility» (Efsf) che emetterà obbligazioni in euro per raccogliere i fondi per i prestiti all’Irlanda, secondo Paese dopo la Grecia a chiedere l’intervento europeo. In maggio la Grecia aveva ottenuto prestiti fino a 110 miliardi di euro che però non sono stati «pescati» dal fondo Efsf. Degli 85 miliardi di euro 35 serviranno per le banche, il resto per coprire le necessità del bilancio. Saranno forniti

Il commissario per gli Affari monetari Olli Rehn

dall’Efsf 22,5 miliardi, altrettanti dallo strumento di prestito della Ue (garantito dal bilancio) e dal Fondo monetario internazionale. Anche Regno Unito, Svezia e Danimarca, che non fanno parte dell’Eurozona, parteciperanno alle garanzie governative. Il direttore generale del Fondo monetario internazionale, Dominique Strauss-Kahn, ha rivolto un appello alla Ue perché concordi con lo stesso Fmi un prolungamento dei termini per il rimborso del prestito da 110 miliardi di dollari ottenuto lo scorso maggio dalla Grecia. Strauss-Kahn ha parlato ad Atene in occasione di una conferenza stampa congiunta con il primo ministro greco Georges Papandreou e si è detto soddisfatto che «un numero sempre crescente di persone» condivi-

La Commissione Ue nelle sue previsioni di autunno ha stimato il deficit italiano al 4,3 % del Pil nel 2011 a fronte di un target governativo del 3,9 %. Nel 2012 Bruxelles si attende un deficit italiano del 3,5 % del Pil a fronte del 2,7 fissato da noi dano questo orientamento (di prolungare i tempi del rimborso) anche in seno alla Ue sebbene al momento resti difficile superare la resistenza della Germania. La Grecia spera di ridefinire i termini del suo prestito sull’onda di quanto si sta decidendo per l’Irlanda e nello specifico le discussioni vertono su un prolungamento della data prevista per il rimborso dal 2015 al 2024. «Francamente io sono fiducioso - ha detto Strauss Khan - e penso che il 2012 sarà il primo anno con una crescita positiva». A Bruxelles il ministro Tremonti ha risposto con un "vedremo" alla domanda su possibili misure di bilancio aggiuntive dopo che la Commissione Ue ha indicato la possibilità di uno sforamento dei conti pubblici italiani nel 2011 e nel 2012. La Commissione Ue nelle sue previsioni di autunno ha stimato il deficit italiano al 4,3 per cento del Pil nel 2011 a fronte di un target governativo del 3,9 per cento. Nel 2012 Bruxelles si attende un deficit italiano di 3,5 per cento del Pil a fronte del 2,7 fissato dal governo. Il commissario Ue Olli Rehn è stato a Roma venerdì 10 per un’audizione in Parlamento, ed è stato informato dello stato dell’arte delle nostre finanze.

Per l'inserimento di ordinanze rivolgersi a System Comunicazione Pubblicitaria: legale@ilsole24ore.com


Borsino

12

AsteInfoappalti

L’INDAGINE /1 Secondo l’Ufficio studi di Tecnocasa su dati Banca d’Italia salgono le erogazioni ma cala la domanda

I mutui confermano l’inversione di marcia Positive tutte le macroaree. Importo medio più alto in Valle d’Aosta, più basso in Calabria

Il mercato dei mutui in Italia continua con il segno più. Il volume di erogazioni per l’acquisto di abitazioni da parte delle famiglie italiane nel secondo trimestre del 2010 è pari a 16.181 milioni di euro, in crescita rispetto allo stesso periodo 2009 (dati del 17/11/2010 fonte Banca d’Italia). Nel dettaglio, la differenza positiva è pari a circa 3.046 milioni di euro, che in termini percentuali rappresenta un aumento del 23%. Il dato, dunque, conferma il trend di crescita del mercato dopo una decrescita iniziata a fine 2008.

2009). In crescita l’ importo medio dei mutui nel II trimestre 2010. Il ticket medio nazionale è pari a circa 125mila euro nel trimestre (117mila euro nello stesso periodo del 2009, +7%); su base semestrale l’importo è pari a 124mila euro. Per il III trimestre del 2010 si prevede stabilità. A livello regionale, nel secondo trimestre 2010, si registrano valori molto eterogenei che vanno dal mutuo medio più alto della Valle d’Aosta (141mila euro) a quello più basso della Calabria (72mila euro). Il Lazio si colloca al secondo posto con 138mila euro, seguito dalla Toscana con 136mila euro. Quasi tutte le regioni dell’area Meridionale si posizionano in fondo

Da tenere presente che i volumi erogati includono anche i mutui di sostituzione/surroga, benché in calo rispetto al 2009, che rappresentano nel primo semestre 2010 circa il 12-14% dei volumi. Ragionando in semestri, invece, i primi sei mesi del 2010 vedono un aumento del 22% rispetto allo stesso semestre del 2009, con una differenza positiva di circa 5.289 milioni di euro. Le erogazioni ritornano sui livelli del primo semestre 2008. Entrambe le variazioni, trimestrale e semestrale, sono un ulteriore segnale che indica il cambiamento di tendenza del mercato. In controtendenza, però, la domanda di mutui che nel mese di giugno 2010 è in calo (tra -3% e -5%), dato che nel primo semestre 2010 si riduce (tra -1% e -3%). Le richieste di mutui, infatti, raggiungono i livelli del 2007. Nel II trimestre 2010 tutte le macroaree hanno registrato un andamento positivo. Come illustrato dalla tabella, la variazione più sensibile si registra nell’area Meridionale (+28%); seguono l’area Nord Occidentale e l’area Centrale con entrambe +27%. Analizzando il I semestre 2010, si evidenziano maggiori

alla classifica, ad eccezione della Campania con 126mila euro. I tassi di interesse , grazie ai provvedimenti adottati dalle autorità internazionali, hanno registrato dal novembre 2008 una serie di cali significativi. Negli ultimi mesi il tasso Euribor (3 mesi) ha subito una serie di importanti riduzioni attestandosi intorno all’1% (valore medio a ottobre 2010); si pensi che nell’ottobre del 2008 il tasso registrava il suo valore massimo (5,11% tasso medio). Si è calcolato che la rata mensile di un mutuo a tasso variabile di 120 mila euro in 20 anni con uno spread dell’1,30% acceso nell’ottobre del 2008 costava ad una famiglia 264 euro in più di quanto costerebbe stipularlo utilizzando il tasso medio di ottobre 2010. Si evidenzia, però, che il tasso Euribor (3m) ha mostrato negli ultimi mesi una leggera crescita. L’Eurirs (y20) registra un tasso del 3,08% (valore medio di ottobre 2010) ed è uno dei valori più bassi degli ultimi periodi (il valore minimo 3,03% è stato registrato a settembre 2010). Nel mese di ottobre 2010 i tassi di interesse bancari in Italia restano inferiori di circa 36 bps rispetto alla media europea.

di Sofia Ricciardi

variazioni nella macroarea Centrale (+31%) e Insulare (+30%). Nel caso dell’area Centrale la variazione è influenzata notevolmente dalle erogazioni del I trimestre 2010, nell’area Insulare il dato è invece influenzato dalla bassa erogazione del primo trimestre 2009. A livello regionale, nel secondo trimestre 2010, tutte le regioni registrano una crescita: l’incremento maggiore

si evidenzia in Lombardia (+61%) e in Basilicata (+59%). Il valore delle consistenze dei mutui in Italia mostra ancora una tendenza positiva. Infatti, dopo un’iniziale decrescita nei primi trimestri del 2008, l’andamento ha ripreso ad aumentare fino a raggiungere il volume record di 298.358 milioni di euro nel secondo trimestre 2010 (+28% rispetto allo stesso trimestre del

Per l'inserimento di ordinanze rivolgersi a System Comunicazione Pubblicitaria: legale@ilsole24ore.com


Borsino

13

AsteInfoappalti

L’INDAGINE /2 Ecco altri dati sul monitoraggio periodico dell’andamento del mercato immobiliare

Affitti: ribassi nel primo semestre 2010 Nelle grandi città la contrazione è stata dello 0,3% per i bilocali e dello 0,4% per i trilocali di Giulio Crocitti

In calo il prezzo degli affiti in Italia. Almeno considerando i primi sei mesi del 2010, dove i canoni di locazione hanno segnalato ancora ribassi dei valori a livello nazionale (-0,4% per i bilocali e -0,2% per i trilocali). Questi gli ultimi dati resi noti dall’ Ufficio Studi Tecnocasa che si occupa di monitorare periodicamente l’andamento del mercato immobiliare sulla base di coloro che si rivolgono alle agenzie del Gruppo. Andando ad analizzare le stime nello

Ad alimentare la domanda di immobili in affitto spesso sono persone che scelgono la locazione perché non riescono ad accedere al mercato del credito. Allo stesso tempo però si è registrata una maggiore propensione all’acquisto da parte di coloro che, avendo determinati requisiti reddituali, hanno potuto stipulare un mutuo

specifico si può notare come, tra le grandi città, i canoni siano in aumento a Genova (+2,1% per i bilocali e +2,3% per i trilocali), Napoli ( +1,3% e + 0,3%), Verona (+0,3% e +0,7%), Milano (+0,4% e +0,2%). Stabili i valori a Torino mentre nelle altre grandi città si registra una diminuzione dei canoni di locazione. Per quanto riguarda i valori medi dell’affitto la città più costosa resta Roma con un canone medio di 850 euro al mese per un bilocale e 1050 euro al mese per un trilocale, seguita da Milano con 750 euro al mese per un bilocale e 1000 euro al mese per un trilocale. Ad alimentare la domanda di immobili in affitto spesso sono persone che scelgono la locazione perché non riescono ad accedere al mercato del credito. Allo stesso tempo però si è registrata una maggiore propensione all’acquisto da parte di coloro che avendo determinati requisiti reddituali hanno potuto stipulare un mutuo. Resta poi sempre importante la fetta di mercato rappresentata dagli studenti universitari e dai lavoratori fuori sede. Da un’analisi effettuata su coloro che si sono rivolti alle agenzie del Gruppo Tecnocasa per stipulare un contratto di locazione la maggioranza (il 73,3%) ricade in una fascia di età compresa tra 18 e 44 anni. Il 43% di chi cerca in affitto è rappresentato da famiglie. Il contratto maggiormente utilizzato è quello a canone libero. La diminuzione dei canoni, nonostante una domanda in crescita, è da attribuirsi alla contrazione della disponibilità di spesa di coloro che cercano in affitto e all’offerta cospicua di immobili in locazione che ha contribuito a calmierare i valori. La novità che sembra emergere forte e in maniera omogenea sul territorio italiano, in questa prima parte del 2010, riguarda una maggiore rigidità da parte dei proprietari ad affittare l’immobile. Si desiderano sempre più garanzie sull’affidabilità dell’inquilino e la continuità dei pagamenti. Quando possibile si chiedono anche polizze assicurative che tutelino il rapporto di locazione. Continua a registrarsi una maggiore attenzione, da parte dei potenziali locatari, alla qualità dell’immobile che, in questo caso, è legata non solo allo stato di conservazione dello stesso, ma anche ad altre variabili tra cui la qualità dell’arredamento (se già arredato), la luminosità, la tranquillità e la presenza di servizi in zona. Si apprezzano le abitazioni con riscaldamento autonomo, preferibilmente con la cucina arredata, e la presenza

di collegamenti internet ad alta velocità (soprattutto per gli studenti). Ribassi più sensibili dei canoni di locazione si sono avuti proprio su immobili in cattivo stato di conservazione. Da segnalare anche una contrazione del budget da destinare all’affitto e il venire meno, soprattutto nelle grandi città, della domanda di immobili da parte di aziende per i propri dipendenti; questo aspetto si è notato soprattutto nelle zone centrali delle grandi città relativamente agli appartamenti più signorili.

Continua a registrarsi una maggiore attenzione, da parte dei potenziali locatari, alla qualità dell’immobile che, in questo caso, è legata non solo allo stato di conservazione dello stesso ma anche ad altre variabili tra cui la qualità dell’arredamento (se già arredato), la luminosità, la tranquillità e la presenza di servizi in zona

Gli annunci integrali con eventuali perizie sono consultabili sul sito www.astepress.it


Notai

AsteInfoappalti

14

Sul tavolo di lavoro il Progetto di regolamento europeo relativo alle procedure di oltre 450mila successioni transnazionali

Notai e Ue insieme per semplificare le succesioni Riuniti a Bruxelles i notai d’Europa insieme alla Commissione Ue per discutere le nuove vie da seguire di Giuseppe Tetto

Semplificare le procedure per le successioni internazionali. È stato questo il tema dell’importante tavolo di lavoro fra i notai d’Europa e la Commissione europea. Un incontro quello tenuto a Bruxelles volto a dare un contributo significativo per stimolare la discussione sul progetto di Regolamento europeo relativo alla competenza, alla legge applicabile, al riconoscimento e all’esecuzione delle decisioni e degli atti pubblici in materia di successione e alla istituzione del certificato successorio europeo. E sono stati 400 gli esponenti del mondo politico, giuridico e universitario hanno preso parte ai lavori presso la sede della Commissione Ue: in particolare, il Vicepresidente della Com-

Undici milioni sono gli europei che vivono fuori dal loro paese d’origine. Ci sono 2 milioni e mezzo di immobili nella Ue che appartengono a residenti in Stati diversi. Ogni anno, vengono aperte in Europa 450mila successioni internazionali, con un valore di circa 123 miliardi di euro

missione europea e Commissario per la giustizia, Viviane Reding, il ministro belga della giustizia e presidente di turno dei ministri Ue, Stefaan De Clerck e il presidente del Consiglio dei notariati d’Europa (Cnue), Roberto Barone. Nomi importanti che danno il senso della rilevanza del tema in questione. E i numeri parlano chiaro: undici milioni sono gli europei che vivono fuori dal loro paese d’origine. Ci sono due milioni e mezzo di immobili nella Ue che appartengono a persone residenti in Stati diversi rispetto al luogo in cui si trovano gli immobili stessi. Ogni anno, vengono aperte in Europa 450 mila successioni internazionali, con un valore superiore a 123 miliardi di euro.

Oltre 50mila applicazioni scaricate in meno di un mese

Durante le tavole rotonde i relatori hanno discusso della bozza di regolamento della Commissione europea sulle successioni internazionali e di quali regole dovrebbero essere applicate in queste fattispecie per tutelare cittadini e familiari. In particolare è stata approfondita la proposta del certificato di eredità che avrebbe efficacia in tutta Europa, semplificando la vita ai cittadini. «La proposta di cui si discute oggi sostiene il Commissario Ue per la giustizia Viviane Reding - è un vero valore aggiunto per i cittadini che garantisce la certezza giuridica e la tutela degli interessi dei familiari. Lo stesso certificato successorio Ue sarà un elemento innovativo ed essenziale».

«Abbiamo grande fiducia nei professionisti del diritto - ha spiegato il ministro belga della Giustizia e presidente di turno dei Ministri Ue, Stefaan De Clerck - e i notai hanno un ruolo essenziale nell’ambito della creazione dello spazio giuridico europeo rappresentando gli interessi delle parti ma anche di tutta la società». «Il notariato, per la sua tradizionale preparazione e vicinanza al cittadino, ha un ruolo preminente nelle successioni - ha concluso il Presidente dei Notai d’Europa Roberto Barone. «È quindi evidente l’interesse a che queste regole funzionino e possano essere applicate bene per semplificare la vita dei cittadini. Con il nostro ruolo di imparzialità e terzietà, di delegati alle funzioni pubbliche, siamo qui per cooperare al fianco delle istituzioni europee per la costruzione dello spazio giuridico europeo». I notai d’Europa, inoltre, hanno presentato i loro progetti per la realizzazione dell’Europa del diritto. Il più recente è il sito web successions-europe.eu che mette a disposizione -nelle 23 lingue ufficiali e per i 27 paesi membri dell’Ue - le informazioni necessarie per seguire e comprendere qualsiasi vicenda legata ad una successione, in qualsiasi paese essa si svolga. E’ stato illustrato il nuovo progetto di formazione sulla normativa comunitaria per i Notai d’Europa realizzato attraverso la Rete notarile europea e il progetto Aret (Associazione della rete europea dei registri testamentari, www.arert.eu), in collaborazione con la Commissione Ue, costituito tra i notariati di Italia, Francia, Belgio, Bulgaria, Slovenia, Portogallo e Romania e destinato a creare la interconnessione tra i registri testamentari europei.

Obiettivo: ridurre i costi che le imprese devono sostenere

Grande successo per i notai Milano, notai a sostegno delle Pmi Grande successo per iNotai, la prima applicazione sviluppata dal Consiglio Nazionale del Notariato per iPhone e iPad. Scaricabile gratuitamente, consente di consultare le Guide realizzate per i cittadini con le Associazioni dei Consumatori e con le Associazioni di categoria. Dopo solo due settimane il numero di applicazioni scaricate era già sopra quota 48.000 a testimonianza del forte interesse dei cittadini verso informazioni chiare e trasparenti. L’applicazione ha così scalato sia la classifica delle applicazioni gratuite del settore istruzione sia quella generale, inserendosi nelle prime due settimane dal suo lancio rispettivamente al primo posto (istruzione) e tra le prime 200 (generale). Di particolare interesse anche le 99 recensioni ricevute così come si segnala la possibilità da una settimana

di condividerne il contenuto anche su Facebook. Le Guide inserite in iNotai forniscono le informazioni indispensabili per non trovarsi impreparati di fronte a temi di fondamentale importanza per i cittadini quali ad esempio l’acquisto della casa, l’accensione di un mutuo, la gestione del patrimonio. Seguire i suggerimenti delle Guide permette, grazie ad una informazione preventiva, da un lato di evitare azioni fonti di possibile contenzioso e, dall’altro, di poter manifestare al notaio ancor più chiaramente le proprie specifiche esigenze. Si ricorda che le guide sono scaricabili gratuitamente anche sul sito del Notariato (notariato.it), delle Associazioni dei Consumatori e di categoria. GC

Il Consiglio Notarile di Milano, competente sul territorio per Milano, Busto Arsizio, Lodi, Monza e Varese, e il Comitato Piccola Industria di Confindustria Monza e Brianza annunciano l’avvio di iniziative congiunte a sostegno delle PMI presenti sul territorio. La collaborazione ha l’obiettivo di semplificare il funzionamento delle piccole e medie imprese, cercando inoltre di ridurre i costi che le imprese devono sostenere. Le iniziative sono volte a supportare le attività industriali sul territorio attraverso l’assistenza e la consulenza fornita dai notai, tradizionalmente impegnati al fianco degli imprenditori nella soluzione di problematiche societarie, spesso strettamente correlate a sistemazioni fami-

liari. La prima iniziativa concreta prevista dall’accordo è l’apertura di uno sportello che fornirà consulenze personalizzate gratuite agli imprenditori. Lo sportello, che sarà attivo da gennaio 2011, sarà presso la sede di Confindustria in via Petrarca 10, Monza. Le piccole imprese associate (650 su un totale di 800 per circa 14.000 dipendenti complessivi) potranno ottenere consulenza per quanto riguarda in particolare la scelta del tipo societario, consulenza giuridica in caso di ricorso al credito ipotecario, regolamentazione relativa alla continuità d’impresa e soluzioni interpretative e innovative a norme specifiche sull’impresa.

Per l'inserimento di ordinanze rivolgersi a System Comunicazione Pubblicitaria: legale@ilsole24ore.com

GC


Avvocati e magistrati

AsteInfoappalti

15

Concluso a Genova il XXX Congresso nazionale Forense che ha visto la partecipazione di oltre 2.500 avvocati, provenienti dagli ordini professionali di tutta Italia

Congresso forense: avvocati uniti per voltare pagina Alpa: «Il testo approvato al Senato è equilibrato e progressivo. Ora il sì della Camera» di Daniele Tosatti

Oltre 2.500 avvocati, provenienti dagli oltre 160 ordini professionali di tutta Italia sono intervenuti oggi al XXX Congresso nazionale forense "L’avvocatura italiana al servizio dei cittadini", in programma dal 25 al 27 novembre a Genova, a bordo della nave Costa Concordia. Scenario suggestivo ma anche significativo, metafora di una avvocatura che si trova a un bivio: prendere il largo o rimanere incagliati a riva. Lo sa bene il presidente del Consiglio nazionale forense, Guido Alpa che dal palco del congresso ha elencato i nodi cruciali da sciogliere per il rilancio del settore: «Approvazione veloce alla Camera della riforma della professione per una rafforzata qualificazione dell’av-

«Siamo in presenza di un fatto storico - afferma il presidente Alpa - e confidiamo di poter persuadere anche le forze politiche che non l’hanno approvato, che il testo di riforma dell’ordinamento forense, equilibrato e progressivo, deve seguire il suo iter alla Camera senza ostacoli, intoppi e ripensamenti»

Guido Alpa

vocato, revisione delle norme sulla mediazione che rischiano un giudizio di incostituzionalità, riforme organiche della giustizia». E Alpa non può che esprimere la propria soddisfazione per la riforma approvata in prima lettura al Senato: «Siamo in presenza di un fatto storico e confidiamo di poter persuadere anche le forze politiche che non l’hanno approvato, che il testo di riforma dell’ordinamento forense, equilibrato e progressivo, deve seguire il suo iter alla Camera senza ostacoli, intoppi e ripensamenti». Fra gli altri punti elencati poi dal presidente del Cnf troviamo anche la riproposizione della figura dell’avvocato come tutore dei diritti in una dimensione europea, saldamente

Abbiamo discusso per costruire una professionalità che punti su qualità e merito: per una professione che sia sempre di più al passo con i tempi». E per Tilla uno dei nodi più urgenti da sciogliere è quello della mediazione obbligatoria. Dure infatti le parole del presidente dell’Oua che ne chiede la soppressione: «La legge sulla mediazione obbligatoria è una brutta pagina, un brutto atto della politica italiana nei confronti dell’avvocatura. È un atto denigratorio. Per questo combatterò fino alla fine contro questa legge». Secondo Alpa invece le norme sulla conciliazione vanno modificate perché a rischio di incostituzionalità: «Conviene richiamare inoltre l’attenzione non solo sulla sospetta incostituzionalità del provvedimento legislativo e dei decreti di attuazione, ma anche della possibile in-

legato ai canoni deontologici e rafforzamento del suo ruolo di consulente anche fuori dalla aule di tribunale, vicino ai problemi quotidiani dei cittadini in linea con lo sviluppo della professione nei paesi europei. Presenza importante anche quella di Maurizio de Tilla, presidente in carica dell’Organismo unitario dell’avvocatura, che ha definito l’assise di Genova un successo per la manifestazione di unità della categoria e per la capacità di rappresentanza e di dialogo tra i vertici e la base dell’avvocatura stessa: «Abbiamo un’avvocatura che si è confrontata apertamente per proporre un nuovo modello di giustizia a misura di cittadino e per il rilancio economico del Paese.

Maurizio De Tilla

compatibilità della disciplina con le regole del diritto comunitario, alla luce di una recente sentenza della Corte di Giustizia dell’Unione europea».

«La legge sulla mediazione obbligatoria è una brutta pagina, un brutto atto della politica italiana nei confronti dell’avvocatura. È un atto denigratorio. Per questo combatterò fino alla fine contro questa legge» sostiene Maurizio De Tilla, presidente dell’Oua

Gli annunci integrali con eventuali perizie sono consultabili sul sito www.astepress.it


Commercialisti

16

AsteInfoappalti

I commercialisti aderiscono ai tavoli tecnici aperti dal Ministro Tremonti per ridisegnare il sistema tributario

Il manifesto dei commercialisti per la riforma del fisco Basta con i condoni, le mille deroghe e l’abuso di diritto. La parola d’ordine diventa "semplificazione" di Gaia Mutone

Su poche cose c’è una convergenza così trasversale come sulla necessità di riformare radicalmente il sistema tributario italiano. Una macchina decisamente complessa e disorganica che ha risentito delle stratificazioni apportate nel corso degli anni da una valanga di interventi normativi che ne hanno modificato di volta in volta solo singoli comparti ignorando qualsiasi istanza di coerenza complessiva. I commercialisti e gli esperti contabili, per i quali il fisco rappresenta lo "strumento professionale", avendo deciso di aderire all’invito del ministro dell’Economia Giulio Tremonti, che ha istituito quattro tavoli di lavoro coordinati al fine di avviare i lavori che dovrebbero portare all’implementazione di un disegno complessivo di riforma dell’attuale ordinamento tributario nazionale, illustrano le loro proposte in un documento che affronta tutti i nodi da risolvere. Lo fanno ponendo prima di tutto cinque condizioni pregiudiziali a qualsiasi ipotesi di intervento normativo: primo, il progetto di riforma deve essere il frutto di un percorso condiviso non soltanto tra il governo, i sindacati del lavoro dipendente, le rappresentanze della piccola e grande impresa e gli ordini professionali, ma anche di un reale confronto tra maggioranza e opposizione, al fine di assicurare che ciò che viene fatto dall’una non venga poi smontato pezzo a mezzo dall’altra, come puntualmente verificatosi negli ultimi dieci anni di scellerato bipolarismo fiscale; secondo, il punto di partenza sono gli obiettivi

socio-economici mentre solo dopo viene il gettito fiscale (che costituisce un vincolo) e non il contrario; terzo, il progetto di riforma non deve essere la tela di Penelope che, fino al suo completamento, consente di differire ogni decisione in merito a provvedimenti più circoscritti e mirati di riduzione e modificazione dell’attuale prelievo fiscale che insiste su famiglie, imprese e professionisti; quarto, obiettivo primario deve essere la semplificazione del sistema, da raggiungere attraverso una maggiore sistematicità nella produzione normativa indirizzata alla creazione e alla manutenzione di Testi Unici, e attraverso una minimizzazione degli adempimenti documentali richiesti ai contribuenti; quinto, il progetto di riforma non deve diventare la pragmatica giustificazione per l’introduzione di nuove sanatorie e condoni fiscali con i quali chiudere il pregresso, facendo leva sul fatto che con la riforma tutto viene ad essere cambiato. Date le precondizioni, la nuova riforma dovrebbe muoversi lungo quattro linee guida. Regole certe per rilanciare la fiducia. La storia dei rapporti tra fisco e contribuenti, invece di svolgersi all’insegna della chiarezza, troppe volte ha visto alternarsi deroghe sistematiche e violazioni ai principi che sottendono al rapporto tributario, dimenticando che se da una parte sono ancora troppe le occasioni di evasione fiscale da parte del cittadino-contribuente, dall’altra lo Stato dà spesso l’impressione di agire come un persecutore e non come soggetto tutelante del cittadino stesso. Dunque, preso atto che neanche l’approvazione con legge ordinaria dello Stato di uno "Statuto del contri-

LE 4 LINEE PRIORITARIE DI AZIONE PER CENTRARE 10 OBIETTIVI FONDAMENTALI

buente" ha risolto questa situazione, ma ha anzi enfatizzato lo stato di sistematica legislazione in deroga, i commercialisti ritengono che debba essere contemplano l’up grade dei principi dello Statuto del contribuente a norme di rango costituzionale, subordinando l’approvazione di leggi di condono fiscale all’approvazione da parte di maggioranze parlamentari qualificate. Come già accade in molti altri paesi europei, per avere una maggior sicurezza sull’effettiva efficacia semplificativa dei provvedimenti fiscali, si dovrebbe affidare la valutazione degli impatti delle nuove misure (gettito e analisi costi-benefici) ad un’Authority indipendente. Riguardo alla questione dell’abuso di diritto, non è più procrastinabile la definizione di criteri chiari e ineludibili che consentano di prevenire all’origine la fruizione di risparmi fiscali indebiti maturata attraverso il simultaneo utilizzo di diverse disposizioni, corrette singolarmente ma non nell’insieme. Fermezza contro l’evasione ma nella garanzia di giustizia. La correlazione tra redditi e tenore di vita deve divenire il cardine della lotta all’evasione fiscale di massa delle persone fisiche. Il modello del redditometro deve essere perfezionato e informatizzato per divenire il punto di partenza nella selezione delle posizioni individuali da assoggettare a verifica tributaria, senza però venire snaturato in una sorta di "studi di settore per famiglie", attraverso la costruzione di indicatori statistici volti a moltiplicare gli effetti delle presunzioni oggettive riconducibili alla disponibilità di beni e di capacità di spesa analiticamente accertata. La lotta all’evasione fiscale passa senza dubbio anche attraverso una maggiore tracciabilità delle transazioni finanziarie. Per chi effettua i propri pagamenti mediante sistemi tracciabili, bisogna prevedere meccanismi premiali, facendo leva anche sul c.d. "conflitto di interessi" finalizzato all’emersione di base imponibile. Occorre, inoltre, disinnescare l’effetto distorsivo provocato dall’esistenza dai cosidetti paradisi finanziari (finanziari, non fiscali): la lotta all’abuso di queste strutture deve essere fermissima. Discorso tutt’altro che secondario, l’esistenza di una struttura capace di garantire il funzionamento del sistema tributario anche quando il rapporto tra fisco e contribuente sfoci in un contenzioso, senza che si arrivi agli eccessi di una "polizia fiscale". Un prelievo equo, efficiente e coerente rispetto al modello di

società che vogliamo. Punto irrinunciabile: l’abrogazione dell’Irap. L’attuale sistema, paradossalmente, penalizza di più le imprese che danno lavoro. Bisogna, invece, arrivare ad un modello di tassazione in cui, a parità di reddito, le imprese che danno occupazione sul territorio nazionale paghino meno di quelle che non ne danno o che delocalizzano, perché è ormai di tutta evidenza come la forma di ricchezza che crea maggiore benessere alla società, oltre che al singolo individuo, è quella che crea lavoro. Inoltre, non si può prescindere da una attenuazione della forbice che intercorre ora tra il prelievo di cui sono gravati i redditi di derivazione patrimoniale e i redditi di derivazione produttiva. La progressività Irpef in Italia non è tarata sui redditi, ma sull’evasione fiscale: già a partire da 28mila euro scatta un prelievo del 38%, cui vanno ad aggiungersi le addizionali e, per imprenditori e lavoratori autonomi, l’Irap. Gli unici redditi che subiscono realmente questo sanguinoso prelievo (se dichiarati) sono però quelli di lavoro dipendente, autonomo o organizzato in forma di impresa. Per i redditi di derivazione patrimoniale vi sono invece assai più convenienti regimi di imposizione sostitutiva: è così per tutti quelli derivanti da ricchezza mobiliare, per alcuni di quelli derivanti da ricchezza immobiliare e, periodicamente, anche per alcuni componenti patrimoniali del reddito di impresa. Un federalismo in cui conti l’autonomia finanziaria piuttosto che l’autonomia impositiva. Le regioni e gli enti locali devono essere i titolari effettivi del gettito prodotto dai loro territori, trasformando i trasferimenti erariali in entrate proprie. Più della proliferazione di tributi locali e regionali, è preferibile una individuazione il più possibile accentrata di ciò che costituisce presupposto imponibile. Regioni ed enti locali devono avere autonomia nel modulare il prelievo su presupposti imponibili nazionali e una limitata autonomia nel determinare tributi ex novo, assicurando per il resto la diretta titolarità dei tributi erariali, al netto delle compartecipazioni dello Stato e delle quote destinate ai fondi di perequazione territoriale. Ruolo fondamentale nel responsabilizzare politici e amministratori avrà poi il cosidetto "fallimento politico", nel caso in cui, dalla valutazione delle condizioni economico-finanziario delle regioni e degli enti da essi amministrati, emergano gravi responsabilità.

Gli annunci integrali con eventuali perizie sono consultabili sul sito www.astepress.it


Risparmio energetico

17

AsteInfoappalti

Il nuovo sistema di incentivazione, che recepisce la direttiva Ue, dovrebbe partire il 1° gennaio 2013

Sì del Cdm al decreto che riordina gli incentivi Più chiarezza sui certificati di origine dell’elettricità prodotta da fonti rinnovabili

di Gaia Mutone

Aumentare la produzione di energia da fonti rinnovabili e ridurre significativamente i relativi oneri in bolletta a carico dei consumatori. Sono gli obiettivi del decreto legislativo per lo sviluppo delle fonti rinnovabili e dell’efficienza energetica che il Consiglio dei ministri ha approvato il 30 novembre scorso su proposta del ministro per le Politiche europee e che rappresenta il frutto del lavoro congiunto dei ministeri dello Sviluppo economico, dell’Ambiente, dell’Economia e delle Politiche agricole. Il provvedimento, che dovrà incassare il via libera delle commissioni parlamentari e della Conferenza unificata per poi tornare al Consiglio dei ministri per l’approvazione definitiva, recepisce e attua gli obiettivi vincolanti fissati dall’Europa (direttiva 2009/28) e traduce in misure concrete le strategie delineate nel Piano di azione nazionale (Pan) inviato a luglio alla Commissione europea per il conseguimento, entro il 2020, della quota del 17% di fonti energetiche rinnovabili su consumi energetici nazionali. Come ha specificato il ministero dello Sviluppo economico, sono quattro le linee di intervento: razionalizzazione e adeguamento del sistema di incentivi per produrre e utilizzare l’energia rinnovabile, per la produzione di energia elettrica e termica; individuazione di misure volte all’incremento dell’efficienza energetica nei vari settori di utilizzo dell’energia; necessaria semplificazione delle procedure autorizzative; sviluppo delle infrastrutture di rete necessarie per il pieno sfruttamento delle fonti rinnovabili. Il tutto sostenuto da una ulteriore definizione delle modalità di diffusione delle informazioni e di moni-

toraggio dei risultati conseguiti rispetto agli obiettivi prefissati. Questi gli strumenti di incentivazione: incentivo per il biometano immesso nella rete; fondo a favore dello sviluppo dell’infrastruttura per il teleriscaldamento e il teleraffreddamento; incentivi per la produzione di energia elettrica da impianti alimentati da fonti rinnovabili; contributi per la produzione di energia termica da piccoli impianti; potenziamento del sistema di incentivi per l’efficienza energetica, attraverso i certificati bianchi; fondi in favore dello sviluppo tecnologico ed industriale. Le disposizioni contenute nel testo dello schema del decreto dovrebbero riformare il sistema di incentivazione per la produzione di energia elettrica da fonti rinnovabili già a partire dal 1° gennaio 2013, al termine di una fase di transizione.

Per gli impianti di piccola taglia (fino a 5 MW) è previsto un meccanismo a tariffa fissa, mentre per quelli di taglia maggiore unmeccanismodiastecompetitive.Bloccata, inoltre, la possibilità di pagare incentivi all’energia importata anche se prodotta da fonti rinnovabili: in questo caso lo schema di decreto apporta chiarezza in merito ai certificati di origine dell’elettricità prodotta da fonti rinnovabili, che non potranno più essere utilizzati ai fini del raggiungimento degli obiettivi nazionali di sviluppo delle fonti rinnovabili. Il provvedimento regolamenta inoltre il sostegno per la produzione da biomasse e prevede il potenziamento del sistema di incentivi per l’efficienza energetica, attraverso i cosiddetti certificati bianchi, premi per gli interventi di risparmio energetico compiuti dai consumatori finali.

Un nuovo portale per scegliere l’auto verde Sulla scia di una recente direttiva (2009/33/Ce) che richiede alle autorità di trasporto pubblico di tenere in conto dell’emissione di CO2 al momento dell’acquisto di nuovi veicoli, la Commissione europea ha presentato Clean Vehicle (www.cleanvehicle.eu), il nuovo portale web che aiuterà autorità pubbliche e cittadini ad individuare le vetture più ecologiche ed efficienti dal punto di vista del risparmio energetico. La consultazione è semplice. Direttamente dalla home page del sito, è possibile accedere ad un ricco database che fornisce tutte le informazioni e le caratteristiche delle auto attualmente in commercio permettendo un’indagine incrociata su modelli e marche. Una volta specificato il tipo di veicolo che si sta cercando (l’utente può scelgliere tra 5 categorie: Passangers cars, Light duty vehicle, Heavy duty vehicles, Mini-busses e Busses), il sistema rimanda ad una schermata dove è possibile raffinare ulteriormente la propria indagine indicando, ad esempio, che si vuole una vettura compatta, alimentata a diesel, di una certa potenza e con una certa vita (espressa in miglia/Km di percorrenza). A questo punto, sulla base dei parametri fissati, il sistema fornisce una lista di auto, e, di ognuna di queste, tutte le informazioni. L’innovazione sta nel fatto che per la prima volta sono indicati i costi che il potenziale acquirente dovrà sostenere durante tutta la vita della vettura, il costo totale della benzina e persino il costo in termini di emissioni e di inquinamento. E non solo: la ricerca può essere effettuata anche inserendo specifiche del paese in cui si vive e, nel caso si tratti di un soggetto pubblico, richiedendo informazioni sulle direttive comunitarie e sui requisiti che i mezzi di trasporto devono soddisfare per legge dato il loro utilizzo. Con questo portale, la Commissione intende orientare il mercato verso vetture ecologiche e a risparmio energetico, stimolando al contempo la ricerca industriale in questo settore.

L’obiettivo è ridurre l’aumento del consumo di acqua e di energia incentivando trasparenza e innovazione tecnologica

Dall’Europa regole più severe per le eco cucine Niente sprechi a valle e tecnologia intelligente a monte. In altre parole: consumi intelligenti e progettazione ecocompatibile degli apparecchi domestici, voce di spesa importante in bolletta. Questa è la strada che la Commissione europea ha deciso di imboccare con decisione rendendo note le specifiche che i produttori di lavastoviglie dovranno rispettare per continuare a commercializzare i loro prodotti. Le nuove regole, infatti, oltre a perseguire una significativa riduzione dei consumi di energia e di acqua, forniscono importanti indicazioni sui comportamenti, sulle tecnologie più

efficienti e sulle modalità attraverso le quali è possibile valutare la conformità degli elettrodomestici, raccomandando le specifiche tecniche che devono essere indicate sull’etichetta. Vera e propria stretta anche sulle informazioni da fornire in caso di vendita a distanza, promozione e diffusione di materiali tecnici promozionali delle lavastoviglie per uso domestico alimentate dalla rete elettrica e per le lavastoviglie per uso domestico alimentate dalla rete elettrica che possono essere alimentate anche a batteria, incluse quelle commercializzate per usi diversi da quello domestico e

le lavastoviglie da incasso. Ogni elettrodimestico sarà valutato per conformità della classe di efficienza energetica dichiarata, consumo annuo di energia e di acqua, indice di efficienza di asciugatura, durata del programma, consumo di energia nel modo spento e lasciato acceso (left-on), durata del modo lasciato acceso e per le emissioni di rumore aereo. Le lavastoviglie per uso domestico immesse sul mercato prima del 30 novembre 2011 devono essere conformi alle disposizioni dell’attuale direttiva 97/17/CE che, comunque, decadrà il 20 dicembre 2011.

Per l'inserimento di ordinanze rivolgersi a System Comunicazione Pubblicitaria: legale@ilsole24ore.com


Incentivi

19

AsteInfoappalti

Già dal 9 dicembre è possibile inviare le domande per usufruire degli incentivi per l’innovazione tecnologica

Iter complesso e tempi stretti per la 488 Preoccupazione diffusa per l’ingente mole di documenti da allegare per i progetti che prevedono spese per immobili di Sofia Ricciardi

Mentre è ancora in bozza il decreto ministeriale che dovrebbe mettere finalmente ordine in quella babele che è diventato il sistema di incentivi alle imprese (provvedimento con il quale il governo attuerebbe la delega alla legge sviluppo), in questi giorni tante aziende, soprattutto al Sud, stanno facendo i conti con l’enorme mole di adempimenti burocratici da assolvere per poter usufruire delle agevolazioni previste dalla legge 488/92. Dati i tempi stretti e la dettagliata documentazione da presentare, da inviare sia tramite la procedura telematica sia in forma cartacea a Invitalia (l’Agenzia nazionale per l’attrazione degli investimenti e lo sviluppo d’impresa), è facile

I benefici possono essere richiesti per programmi di investimento realizzati nelle aree Obiettivo 1 e 2 e in quelle in regime di deroga nei settori industria, turismo e commercio. La domanda va compilata sia in cartaceo che online

prevedere che non tutte le imprese che ne avrebbero diritto godranno dei fondi messi a disposizione. Ma veniamo ai tempi. A partire per prime, già il 9 dicembre, saranno le domande per gli incentivi all’innovazione tecnologica, poi sarà il turno di quelle per gli investimenti energetici e l’11 delle domande relative agli investimenti finalizzati all’industrializzazione di progetti di ricerca e sviluppo. Per quanto riguarda la procedura cartacea, alla domanda dovranno essere allegati: il Durc (in originale), il certificato di iscrizione al registro delle imprese e la documentazione antimafia. La restante documentazione, invece, dovrà essere

inviata online in formato Pdf. Nel caso in cui i progetti per i quali si fa richiesta di contributo prevedano delle spese relative ad immobili, l’iter si complica. Oltre ad inquadrare l’utilizzo dell’immobile nel progetto in esame, al momento della compilazione online dovrà essere allegata la planimetria generale in scala, dalla quale devono risultare gli spazi destinati all’uso aziendale e che deve essere munita di legenda e schede tecniche di tutte le superfici. Da includere anche la concessione edilizia e il certificato di abitabilità e agibilità. Nel caso in cui si tratti di lavori di ristrutturazione, invece, si dovrà fornire una planimetria dalla quale risultino i nuovi spazi, tutte le modifiche ri-

spetto alla configurazione precedente e le descrizioni di tutti i piani del fabbricato in questione. Non solo: si dovrà fornire il preventivo di spesa, il certificato di destinazione urbanistica, gli atti di visura presso la Conservatoria dei Reii. Insieme alle specifiche riguardanti gli immobili, devono essere allegati anche i documenti riguardanti l’impresa e l’attività da questa svolta. Qui è evidente una vera e propria stretta introdotta dal legislatore e la volontà di avere informazioni molto più dettagliate che in passato: per ogni socio dell’impresa di dovrà fornire il curriculum vitae e il bilancio degli ultimi tre esercizi di ogni socio persona giuridica. Se manca il bilancio perché ancora in attesa do approvazione, è specificato che è necessario inviare lo stato patrimoniale. Le agevolazioni sono articolate nella forma sia di contributo a fondo perduto che di finanziamento agevolato, con un ammontare minimo di mezzi apportati dall’impresa non inferiore al 25% degli investimenti ammissibili. I programmi di investimento (nei settori industria, turismo e commercio) riguardano spese relative a opere murarie, acquisizione di immobili e infrastrutture specifiche aziendali, acquisto di macchinari, impianti e attrezzature, programmi informatici, brevetti concernenti nuove tecnologie di prodotto e nuovi processi produttivi. Le domanda devono essere indirizzata ad una banche concessionaria per la gestione della legge 488 92 convenzionate con il ministero delle Attività produttive.

Fotovoltaico: da dicembre richieste online di incentivi

Prendi il sole con un click A partire dal 1° dicembre 2010, il Gestore dei servizi energetici (Gse) renderà operativa la nuova procedura telematica che permetterà a tutti i titolari di impianti fotovoltaici di richiedere gli incentivi in maniera più semplice, veloce ed economica e accedere così al Conto Energia. La fase sperimentale che nel corso del 2010 ha permesso di testare l’efficienza della procedura ha infatti confermato l’utilità di questa nell’abbattere significativamente i tempi del servizio, accelerando la valutazione delle domande presentate. Con la procedura telematica si farà fronte a quelli che sono ormai i grandi numeri del fotovoltaico, sia nel privato sia nel settore pubblico. Le richieste di incentivazione (da inviare entro 60 giorni dalla data di entrata in

esercizio degli impianti fotovoltaici pena la non ammissibilità degli impianti alle tariffe incentivanti) devono essere effettuate esclusivamente attraverso il portale Web predisposto dal Gse (https://applicazioni.gse.it). Inoltre, la dichiarazione di accettazione della convenzione, unico documento da inviare in forma cartacea, dovrà essere inviata a mezzo di raccomandata con avviso di ricevimento o posta celere o posta prioritaria o posta ordinaria o consegnata a mano o consegnata tramite corriere. Si ricorda infatti che è cura del mittente scegliere modalità di invio tali da garantire l’arrivo a buon fine del documento. Per ulteriori informazioni si può consultare l’apposita Guida disponibile sul sito www.gse.it.

Per l'inserimento di ordinanze rivolgersi a System Comunicazione Pubblicitaria: legale@ilsole24ore.com


Dicembre 2010

AsteInfoappalti

22

www.astepress.it

www.asteinfoappalti.it

VENDITE IMMOBILIARI E FALLIMENTARI

TRIBUNALE DI MILANO -Sezione2ª Civile Fallimentare - 2°piano dita). La trascrizione dell’acquisto e la cancellazione degli eventuali pignoramenti e ipoteche avvengono a cura del Tribunale senza spese. Non è previsto l’intervento del Notaio. Il decreto di trasferimento prevede l’ordine di rilascio dell’immobile se occupato dal fallito. COME PARTECIPARE - Presentare la domanda di partecipazione su carta semplice con BOLLO di euro 14,62 contenente: la denominazione del fallimento e del numero della Procedura Esecutiva, delle generalità dell’offerente (codice fiscale, stato civile, regime patrimoniale se coniugato, visura camerale se trattasi di una società - allegando preferibilmente fotocopia della carta di identità), della descrizione del bene o del lotto che si intende acquistare nel caso di più lotti, del prezzo offerto (necessario se la vendita è

SENZA INCANTO), allegando assegno/i circolare/i intestato all’ Ufficio Esecuzioni Immobiliari - Tribunale di Milano pari al 10% del prezzo offerto (quale cauzione) e altro assegno circolare (a titolo di spese) pari al 15% ove la vendita sia soggetta a registro,o di un importo in misura fissa indicato espressamente nell’ordinanza (di solito 542,28 euro) ove la vendita sia soggetta ad IVA. ATTENZIONE: LEGGERE ATTENTAMENTE LE DISPOSIZIONI DELL’ORDINANZA DI VENDITA PRIMA DI EMETTERE GLI ASSEGNI CIRCOLARI. NON INSERIRE NEGLI ASSEGNI IL NUMERO DELLA PROCEDURA. La domande e gli assegni debbono essere consegnate presso la Cancelleria delle Esecuzioni Immobiliari, piano primo, entro le ore 12.30 del secondo giorno precedente la

Abitazioni e Box

Moro Visconti tel. 022909851. Rif. FALL 162/10

FM68326 BASIANO (MI) - VIA PASCOLI, 4 RAMO D’AZIENDA: costituito dal complesso dei beni organizzati per l’esercizio dell’attività di raccolta, recupero e smaltimento di rifiuti solidi urbani e principalmente costituito dai beni descritti nei documenti pubblicati. Prezzo base Euro 415.000,00. Vendita senza incanto 26/01/11 ore 10:00. G.D. Dott.ssa D. Marconi. Curatore Fallimentare Dott. P. Di Donato tel. 0277331603. Rif. FALL 274/09

FM68322 MELZO (MI) - VIA I° MAGGIO, 13 LOTTO 1) CAPANNONE INDUSTRIALE: con vani interni ad uso ufficio, servizi e piccole aree di servizio antistanti e retrostanti composto da mq. 504 ca. al piano terra, mq. 46 ca. al piano primo, mq. 20 ca. di soppalco e mq. 150 ca. di area pertinenziale a corte. Prezzo base Euro 400.000,00. Vendita senza incanto 12/01/11 ore 13:00. Eventuale vendita con incanto in data 26/01/11 ore 13:00. G.D. Dott.ssa Mammone. Curatore Fallimentare Dott. A. Lapi tel. 0276023873. Rif. FALL 389/08 (rge 2769)

POTENZA PICENA LOTTO DI TERRENO:composto da numero sette terreni liberi, di cui cinque edificabili e due agricoli, per un totale di Mq 10.840. Prezzo base Euro 375.000,00. Vendita senza incanto 12/01/2011 ore 11.15. Termine presentazione offerte: 11/01/2011 ore 13.00. Rilancio minimo: Euro 5.000,00. Vendita con incanto (eventuale) 26/01/2011 ore 11.10. Termine presentazione offerte: 25/01/2011 ore 13.00. Rilancio minimo: Euro 5.000,00. Luogo asta: Palazzo di Giustizia di Milano, Via Manara 1 secondo piano - Sezione Fallimentare, stanza G.D. Dr.ssa F.Mammone (n.34). Curatore Fallimentare Dott. Antonio Castiglioni tel. 02/48015636. Rif. FALL 51547/1987.

LE VENDITE GIUDIZIARIE sono aperte a tutti e per parteciparvi non è richiesta l’assistenza di un legale o di altro professionista. Si tengono presso l’ufficio del Giudice Delegato. Possono essere con incanto o senza incanto, come indicato nell’ordinanza di vendita. Oltre al prezzo sono dovuti gli oneri fiscali (IVA E IMPOSTA DI REGISTRO) con possibilità di utilizzare le agevolazioni di legge (prima casa, imprenditore agricolo, ecc..). Il trasferimento della proprietà e la consegna avvengono all’atto del decreto di trasferimento, previo versamento del saldo prezzo nel termine previsto e delle eventuali spese di voltura catastale. Il mancato pagamento del saldo nel termine comporta la perdita della cauzione, salvo il risarcimento del danno ex art. 587 C.P.C. (leggere attentamente l’ordinanza di ven-

Immobili industriali commerciali, strutture turistiche FM68307 ALBAIRATE (MI) - VIA RAVELLO, 81 - AREA: con sovrastante fabbricato industriale ad uso laboratorio. Prezzo base Euro 370.000,00. Vendita senza incanto 19/01/11 ore 10:15. Eventuale vendita con incanto in data 26/01/11 ore 10:20. G.D. Dott.ssa D. Marconi. Curatore Fallimentare Rag. L. Pagliuca tel. 02 48195889. Rif. FALL 590/05 FM69364 TRIBUNALE CIVILE E PENALE DI MILANO FALLIMENTO TECNOSEL SRL IN TIQUIDAZIONE N. 596/2006 GIUDICE DELEGATO DOTT. CIAMPI CURATORE DOTT. PAVLETIC VENDITA IMMOBILIARE SENZA INCANTO FALLIMENTO CEDE CAPANNONE INDUSTRIALE: nel comune di Arcisate (VA) per totale mq. 1.450. struttura di due piani, di cui l piano inferiore di mq. 5oo destinato a laboratorio ed uffici ed il piano inferiore di mq. 950 adibito a magazzino. prezzo base: euro 352.500,00 la vendita senza incanto si terrà il giorno 26 gennaio 2011 alle ore 10:10 presso l’ufficio del Giudice Delegato dott. Ciampi. le offerte di acquisto, con una cauzione pari al 10% del prezzo offerto, devono essere presentate, secondo le modalità stabilite con l’ordinanza di vendita, entro le ore 13000 del giorno antecedente la data fissata per l’esame delle offerte. i rilanci non potranno essere inferiori a euro 5.000,00. Per ogni informazione: il Curatore dott. Stefano Pavletic: tel. 0218055828 - fax 0218693035 e-mail : studiopavletic@ool. it FM68292 LEGNANO (MI) - VIA XX SETTEMBRE, 137/139 - LOTTO 1) CAPANNONE INDUSTRIALE: (mq 630) e sovrastante appartamento (mq 93) liberi. Offerte entro il 26.01.2011. Prezzo base Euro 804.000,00. Vendita senza incanto 26/01/11 ore 10:15. Eventuale vendita con incanto in data 02/02/11 ore 10:15. G.D. Dott. F. Lamanna. Curatore Fallimentare Avv. A. Camilletti tel. 025512114. Rif. FALL 187/08 FM68320 MASATE (MI) - VIA CONFALONIERI, 23 - CAPANNONE INDUSTRIALE: composto da due blocchi attigui rispettivamente di mq. 563 (per attività artigianali) e mq. 458 (uso uffici); lungo perimetro si estende area scoperta di circa mq. 1.868. Prezzo base Euro 605.000,00. Vendita senza incanto 25/01/11 ore 12:30. Eventuale vendita con incanto in data 08/02/11 ore 12:30. G.D. Dott.ssa I. Lupo. Curatore Fallimentare Avv. M.

FM69271 MILANO (MI) - ZONA 2 VIA RONCAGLIA, 14 - UNITÀ: posta al piano seminterrato dell’edificio in condominio, composto da ingresso, corridoio, tre uffici, locale show-room, un locale magazzino, servizi igienici, locale break. Prezzo base Euro 355.000,00. Vendita senza incanto 26/01/11 ore 11:15. Eventuale vendita con incanto in data 16/02/11 ore 11:15. G.D. Dott.ssa C. Macchi. Curatore Fallimentare Dott. M. Del Bianco tel. 024300141. Rif. FALL 447/09 (rge 2704/09) FM68805 MILANO, - VIA BALDUCCIO DA PISA, 7 FABBRICATO: piano interrato composto da deposito, magazzino, ufficio in soppalco, autolavaggio e relativo piazzale, totale mq 1.695 circa. Prezzo base euro 1.050.000,00. Apertura buste il giorno 01.02.2011, ore 14,30, con presentazione delle offerte cauzionate entro il 31.01.2011 ore 15,00, presso lo studio del Commissario Giudiziale, dott.ssa Beatrice Bompieri in Milano, Corso Matteotti, 10. Per regolamento e visita immobile contattare Sig.ra Soffritti Paola cell: 3382215020 e-mail: paolasoffritti@hotmail.com Rif. Concordato Preventivo Autoesse s.p.a. in liquidazione R.G. 72/09, maggiori informazioni disponibili anche sul sito www.tribunale.milano.it FM68318 TREZZO SULL’ADDA (MI) - VIALE LOMBARDIA, 78 - LOTTO 1) COMPLESSO IMMOBILIARE INDUSTRIALE: di complessivi mq. 10.500 costituito da un capannone ad uso magazzino di mq. 3.770 oltre ad uffici di mq. 460, con annessa area urbana nonchè porzione di terreno confinante. L’immobile è libero. Prezzo base Euro 3.500.000,00. Vendita senza incanto 17/01/11 ore 11:15. Eventuale vendita con incanto in data 31/01/11 ore 10:15. G.D. Dott.ssa C. Macchi. Curatore Fallimentare Dott. M.G. Candiani tel. 0331306705. Rif. FALL 617/09 (rge 2765)

Invito ad Offrire FM68077 BERGAMO (BG) - VIA GIOSUE’ CARDUCCI - AREA EDIFICABILE: nel sottosuolo di mq. 8.368. Prezzo base Euro 288.000,00. Vendita senza incanto 19/01/11 ore 10:00. Eventuale vendita con incanto in data 26/01/11 ore 10:15. G.D. Dott.ssa D. Marconi. Curatore Fallimentare Dott.ssa M. Bertoldo tel. 02603357 . Rif. FALL 60822 FM68070 POTENZA PICENA (MC) - ZONA

Tribunale di Busto Arsizio Abitazioni e Box BU69399 GALLARATE (VA) - PIAZZA RISORGIMENTO, 14 - LOTTO 2) APPARTAMENTO: in corte in piano primo composto da ingresso, soggiorno, cucina, disimpegno, due servizi igienici, camera letto, balcone/terrazzo, nonchè vano in corpo staccato con accesso dal terrazzo suddetto. Prezzo base Euro 236.000,00. LOTTO 3) APPARTAMENTO: in corte in piano secondo e sottotetto, composto da ingresso, soggiorno, cucina, disimpegno, due servizi, camera da letto, balcone/terrazzo, ripostiglio in corpo staccato con accesso dal terrazzo suddetto, nonchè piano sottotetto al rustico con accesso da scala interna all’appartamento. Prezzo base Euro 315.200,00. Vendita senza incanto 18/01/11 ore 10:45. Eventuale vendita con incanto in data 04/02/11 ore 10:45. Notaio Delegato Dr. A. Bortoluzzi tel. 0331777334. Ausiliario e Custode Giudiziario GIVG srl tel. 0332335510. Rif. RGE 248/06 A. srl BU68455 ALBIZZATE (VA) - VIA DELLE CASCINE, 44 - LOTTO 1) APPARTAMENTO: al piano rialzato, composto da soggiorno con annesso tinello, cucina, tre camere, due bagni, vani accessori e terrazzo di 13,5 mq; al piano interrato: autorimessa/locale di sgombero e separata cantina. Prezzo base Euro 275.000,00. Vendita senza incanto 25/01/11 ore 17:00. Eventuale vendita con incanto in data 08/02/11 ore 17:00. G.E. A. D’Elia. Professionista Delegato alla vendita Dott. U.V. Gaspari tel. 0331794500. Custode Giudiziario GIVG srl tel. 0332335510. Rif. RGE 110/07 A BU68360 BUSTO ARSIZIO (VA) - VIA DEL GALLO, 8/9 - CASA A SCHIERA: posta su tre livelli, composta da locale ad uso autorimessa per due posti auto, ampio locale ad uso cantina e vano scala interna al piano seminterrato; soggiorno, bagno, cucina, vano scala interna e due balconi al piano oltre scala esterna per accedere al giardino al piano rialzato; vano scala, disimpegno, due bagni, tre camere con terrazzo al piano primo. Prezzo base Euro 200.000,00. Vendita senza incanto 27/01/11 ore 11:45. Eventuale vendita con incanto in data 10/02/11 ore 11:45. G.E. Dott. M. Radici. Professionista Delegato alla vendita Dott.ssa Borghi P. - Cooperativa Adjuvant tel. 0331321353. Ausiliario e Custode Giudi-

vendita (orari cancelleria per informazioni lun-sab 9-13). Nelle vendite con incanto (se stabilito in ordinanza), l’offerente non divenuto aggiudicatario che abbia omesso di partecipare all’incanto senza documentato e giustificato motivo vedrà restituita la cauzione solo nella misura dei 9/10 dell’intero importo versato. Prima di presentare l’offerta, secondo le modalità previste nell’ordinanza, è opportuno consultare la perizia depositata in cancelleria o pubblicata sul sito web www.fallimentitribunalemilano.net e visionare l’immobile previo accordo con il curatore al quale potranno essere rivolte ulteriori richieste di chiarimenti. Per informazioni su tutti i fallimenti consultare il sito www.tribunale.milano.it ziario GIVG srl tel. 0332335510. Rif. RGE 400/08 Z BU69124 BUSTO ARSIZIO (VA) - VIA XX SETTEMBRE, 115 - COMPLESSO IMMOBILIARE: formato da un fabbricato composto da due unità abitative, quattro autorimesse ed un laboratorio con annessa area circostante e pertinenziale, così costituito: A) Porzione di fabbricato ad uso civile abitazione disposto nei piani cantinato, terra, primo e secondo, composto da: - appartamento in piano terra: ingresso, disimpegno, cucina, bagno e due vani utili; - appartamento in piano terra, composto da cucina, disimpegno, bagno, ripostiglio e tre vani utili con annessi locale caldaia e un vano ad uso sgombero in piano cantinato; appartamento in piano primo composto da ingresso/disimpegno, cucina, bagno e tre vani utili; - appartamento in piano primo, composto da ingresso/disimpegno, quattro vani utili, bagno e ripostiglio; - alloggio al piano secondo mansardato, non accatastato. B) Porzione di fabbricato ad uso laboratorio composto da un vano ad uso laboratorio, magazzino, ripostiglio e sgombero. C) Porzione di fabbricato composto da quattro vani ad uso autorimessa. Prezzo base Euro 707.200,00. Vendita senza incanto 18/01/11 ore 10:00. Eventuale vendita con incanto in data 04/02/11 ore 10:00. Notaio Delegato Dr. A. Bortoluzzi tel. 0331777334. Ausiliario e Custode Giudiziario GIVG srl tel. 0332335510. Rif. RGE 44/06 C BU69036 CASALE LITTA (VA) - VIA VICOLO DEL POZZO - EDIFICIO BIFAMILIARE: a destinazione residenziale in corso di costruzione con annesso giardino pertinenziale, costituito da: appartamento disposto nei piani interrato e terra in corso di cotruzione; apprtamento disposto nei piani interrato, terra e primo in corso di costruzione; autorimessa in piano interrato. Prezzo base Euro 321.040,00. Vendita senza incanto 18/01/11 ore 12:15. Eventuale vendita con incanto in data 04/02/11 ore 12:15. Notaio Delegato Dr. A. Bortoluzzi tel. 0331777334. Ausiliario e Custode Giudiziario GIVG srl tel. 0332335510. Rif. RGE 18/07 B BU68408 CASSANO MAGNAGO (VA) - VIA PUGLIA, 4/C - VILLETTA A SCHIERA INDIPENDENTE: su tre livelli con area pertinenziale esclusiva sui lati sud e ovest, composta da: - al piano terra ampio soggiorno con funzione di ingresso, cucina, disimpegno, bagno e due camere da letto, vano scale, terrazzino, porticato ed area pertinenziale; - al piano primo due camere, disimpegno con vano scale, bagno e due terrazzini; - al piano interrato ampio locale cantinato. Prezzo base Euro 219.369,22. Vendita senza incanto 25/01/11 ore 11:00. Eventuale vendita con incanto in data 10/02/11 ore 11:00. G.E. A. D’Elia. Professionista Delegato alla vendita Dott.ssa S. Cassarà - Cooperativa Adjuvant tel. 0331321353. Ausiliario e Custode Giudiziario GIVG srl tel. 0332335510. Rif. RGE 303/09 I. srl BU69118 GALLARATE (VA) - VIA ANTONIO CANOVA, 13/F - VILLETTA UNIFAMILIARE: segue

Sito autorizzato ad effettuare la pubblicita' delle vendite giudiziarie per tutti i Tribunali appartenenti ai Distretti di Corte d'Appello d'Italia


Novembre 2010 www.astepress.it

AsteInfoappalti

23

www.asteinfoappalti.it

VENDITE IMMOBILIARI E FALLIMENTARI di mq. 297 circa con annessa area circostante e pertinenziale così composta: cantina e centrale termica nonchè due vani ad uso box autorimessa in piano interrato; ingresso, cucina, soggiorno, bagno ed annessa area circostante e pertinenziale in piano terra; quattro camere, due bagni, ripostiglio e due balconi in piano primo. Prezzo base Euro 300.000,00. Vendita senza incanto 08/02/11 ore 11:45. Eventuale vendita con incanto in data 25/02/11 ore 11:45. Notaio Delegato Dr. A. Bortoluzzi tel. 0331777334. Ausiliario e Custode Giudiziario GIVG srl tel. 0332335510. Rif. RGE 65/09 C. srl

termica e w.c. in piano terra; un locale ad uso esposizione arredamenti, un vano ad uso deposito e terrazzo nonché appartamento ad uso civile abitazione composto da ingresso/corridoio, cucina, cinque vani utili e due bagni in piano primo; locale ad uso esposizione arredamenti in piano secondo; deposito in piano terzo; locale montacarichi in piano quarto. Prezzo base Euro 1.058.560,00. Vendita senza incanto 08/02/11 ore 11:15. Eventuale vendita con incanto in data 25/02/11 ore 11:15. Notaio Delegato Dr. A. Bortoluzzi tel. 0331777334. Ausiliario e Custode Giudiziario GIVG srl tel. 0332335510. Rif. RGE 67/05 M

BU68411 GORLA MINORE (VA) - VIA VERGA - A) FABBRICATO AD USO CIVILE ABITAZIONE: di circa mq. 364 (sup. commerciale) con annesso manufatto in corpo di fabbrica separato ed annessa area circostante e pertinenziale, costituito da: in piano terra/rialzato appartamento composto da ingresso/vano scala, corridoio, cinque vani utili, antibagno e bagno nonchè portico ed autorimessa nel manufatto in corpo di fabbrica separato con annessa area circostante e pertinenziale; in piano primo sottostrada: cantine, lavanderia, ripostiglio e locale caldaia. B) APPEZZAMENTO DI TERRENO di mq. 450 circa annesso all’immobile di cui al punto a). Prezzo base Euro 222.210,00. Vendita senza incanto 18/01/11 ore 09:45. Eventuale vendita con incanto in data 04/02/11 ore 09:45. Notaio Delegato Dr. A. Bortoluzzi tel. 0331777334. Ausiliario e Custode Giudiziario GIVG srl tel. 0332335510. Rif. RGE 140/05 R

BU69130 SAMARATE (VA) - VIA ADRIATICO, 13 - LOTTO 1) FABBRICATO AD USO CIVILE ABITAZIONE: con annessa area circostante e pertinenziale e precisamente: A) fabbricato ad uso civile abitazione disposto su due piani, composto da ingresso/disimpegno, cucina e sala pranzo, bagno, due vani ad uso studio e soggiorno in piano terra; tre camere, disimpegno e bagno in piano primo; B) manufatto in corpo di fabbrica separato in piano terra composto da due vani ad uso magazzino, lavanderia e wc; C) un vano ad uso box autorimessa facente parte di un manufatto in corpo di fabbrica separato. Prezzo base Euro 311.040,00. Vendita senza incanto 18/01/11 ore 10:15. Eventuale vendita con incanto in data 04/02/11 ore 10:15. Notaio Delegato Dr. A. Bortoluzzi tel. 0331777334. Ausiliario e Custode Giudiziario GIVG srl tel. 0332335510. Rif. RGE 179/03 M

BU68470 JERAGO CON ORAGO (VA) - VIA VARESINA, 88 - COMPLESSO IMMOBILIARE: con annessa area circostante e pertinenziale e precisamente fabbricato ad uso commerciale comprendente: ingresso per carico/scarico, due locali ad uso esposizione arredamenti, un vano ad uso deposito, vano ascensore, un vano ad uso laboratorio, due vani ad uso ufficio, centrale

BU68303 SARONNO (VA) - VIA CASCINA COLOMBARA, 14 - FABBRICATO AD USO CIVILE ABITAZIONE: con annessa area circostante e pertinenziale composto da: appartamento in piano terreno composto da soggiorno, cucina, sala-pranzo, disimpegno, due bagni e tre camere; appartamento in piano primo composto da ingresso, soggiorno, cucina, salone-pranzo, disimpegno, due bagni, tre camere e balcone. Prezzo base Euro

274.180,00. Vendita con incanto 25/01/11 ore 11:00. Notaio Delegato Dr. A. Bortoluzzi tel. 0331777334. Rif. RGE 46/96 S

Immobili industriali commerciali, strutture turistiche BU68299 CAIRATE (VA) - VIA ALESSANDRO MANZONI, 54 - COMPLESSO IMMOBILIARE: composto da: - 2 capannoni industriali al paino terra per complessivi mq. 784,44 composti da 2 campate; - laboratorio di mq. 85,05 con ambienti non riscaldati; - uffici al piano terra con servizi igienici e locale caldaia di mq. 131 per gli uffici e mq. 30,25 per servizi e locale caldaia; - ufficio al paino primo di totali mq. 77,88; - appartamento ad uso residenziale al piano primo di mq. 76,97, composta da camera, bagno, disimpegno, cucina e soggiorno; - 2 terreni edificabili di pertinenza. Prezzo base Euro 708.800,00. Vendita senza incanto 25/01/11 ore 12:30. Eventuale vendita con incanto in data 10/02/11 ore 12:30. G.E. Dott. S. Passafiume. Professionista Delegato alla vendita Dott. P.A. Brambilla Cooperativa Adjuvant tel. 0331321353. Ausiliario e Custode Giudiziario GIVG srl tel. 0332335510. Rif. RGE 105/08 G. srl BU68422 CARONNO PERTUSELLA (VA) VIA LAMBRO, 255 - COMPLESSO PRODUTTIVO: in disuso (ex cartiera di Caronno) formato da edifici industriali, uffici, abitazione custode ed aree scoperte annesse e precisamente: fabbricato a destinazione produttiva disposto nei piani seminterrato, terreno, primo e secondo, composto da quattro vani ad uso sgombero, disimpegno e locale caldaia in piano seminterrato, reparto lavorazione, magazzini, officina servizi igienici e spogliatoi operai, cabina elettrica, uffici, ripostigli e wc ed annesse tettoie in piano terra, un vano ad uso magazzino in piano primo ed un vano ad uso magazzino in piano secondo; appartamento in piano primo composto da ingresso,

cucina, un vano utile, bagno e balcone; appartamento in piano primo composto da ingresso disimpegno, cucina, due vani ad uso ripostiglio, tre vani utili, bagno e wc, tre balconi. Prezzo base Euro 2.437.320,00. Vendita senza incanto 01/02/11 ore 10:30. Eventuale vendita con incanto in data 18/02/11 ore 10:30. Notaio Delegato Dr. A. Bortoluzzi tel. 0331777334. Ausiliario e Custode Giudiziario GIVG srl tel. 0332335510. Rif. RGE 172/08 A. srl BU68961 GERENZANO (VA) - VIA CLERICI, 100/A - FABBRICATO ADIBITO A PALESTRA: con annessa area pertinenziale, costituito da: a piano interrato: più locali adibiti a sauna, bagno turco e relativi servizi, deposito e centrale termica oltre a box nel corpo di fabbrica; a piano terra: atrio, più locali adibiti a palestra e studio; a piano primo: atrio, sale adibite ad estetica, studio e relativi servizi. Prezzo base Euro 1.250.000,00. Vendita senza incanto 25/01/11 ore 10:00. Eventuale vendita con incanto in data 08/02/11 ore 10:00. G.E. A. D’Elia. Professionista Delegato alla vendita Rag. G.P. Cherchi tel. 0331785670. Ausiliario e Custode Giudiziario GIVG srl tel. 0332335510. Rif. RGE 55/09 I. srl BU68348 SOLBIATE ARNO (VA) - VIA I° MAGGIO, 26/28 - FABBRICATO INDUSTRIALE: cosituito da magazzino con uffici, servizi, accessori ed abitazione del custode al piano terra e da un laboratorio, uffici, servizi ed accessori al piano primo, nonchè in corpo staccato al piano terra due vani ad uso rimessa veicoli e un vano ripostiglio. Prezzo base Euro 1.300.000,00. Vendita senza incanto 27/01/11 ore 09:15. Eventuale vendita con incanto in data 10/02/11 ore 09:15. G.E. Dott. M. Radici. Professionista Delegato alla vendita Dott. Tosi F. - Cooperativa Adjuvant tel. 0331321353. Ausiliario e Custode Giudiziario GIVG srl tel. 0332335510. Rif. RGE 300/08 O. srl Fine

Elenco dei Bandi • TRIBUNALE DI •

ASTI

TRIBUNALE DI ASTI - Ufficio Fallimenti FALLIMENTO dichiarato con sentenza n.1 in data 22-23.1.2004 Giudice Delegato: dott.ssa Laura Ceccon Curatore: avv. Nicoletta Gaj ESTRATTO DI ORDINANZA DI VENDITA IMMOBILIARE CON INCANTO Il Giudice Delegato, dott.ssa Laura Ceccon, con ordinanza 29.11.2010, depositata il 30.11.2010, e successiva ordinanza 1.12.2010, letta l’istanza di vendita presentata il 17.9.2010 dal curatore, avv. Nicoletta Gaj, visto il parere favorevole espresso dal Comitato dei Creditori, letti gli artt.108 L.F. (vecchio testo) e 576 e segg. c.p.c., ordina procedersi alla vendita con incanto del seguente complesso immobiliare: LOTTO UNICO IN PIENA PROPRIETA’: Comune di Asti, Piazza Alfieri nn.16-19-20-25, due negozi distinti, ciascuno distribuito su due piani, e pertinenze, descritti come segue: 1) - negozio n.1 censito al Catasto Fabbricati al foglio 77, part.8228, sub 281, z.c.1, categoria D/8, rendita E 3.483,00, piano terra/S1, Piazza Alfieri

n.25. I locali ubicati al piano terreno hanno una consistenza di 15,91 mq., i locali ubicati al piano sotterraneo hanno una consistenza di 291,07 mq. 2) - negozio n.2 censito al Catasto Fabbricati al foglio 77, part.8228, sub 280, z.c.1, categoria D/8, rendita E 5.967,00, piano T/S1, Piazza Alfieri nn.16-19-20. I locati ubicati al piano terreno hanno una consistenza di 133,41 mq., i locali ubicati al piano sotterraneo hanno una consistenza di 384,25 mq. 3) - pertinenze comuni ai negozi n.1 e 2, per ½ ciascuno, censite al Catasto Fabbricati al foglio 77, part.8228, sub 282, z.c.1, categoria 00, piano T/S1, Via Ospedale n.11, rendita E 0. il tutto come descritto nella perizia del perito estimatore, geom. Sergio Cuniberti, con studio in Asti, in data 25.1.2009, pubblicata sui siti internet www.tribunalediasti.net e www.astegiudiziarie.it Prezzo base: Euro 1.600.000,00 (unmilioneseicentomila/00 Euro), oltre oneri fiscali Offerte in aumento : Euro 15.000,00 (quindicimila/00 Euro) Il lotto unico sarà posto all’incanto, a corpo e non a misura, nello stato di fatto e di diritto in cui si trova. Le due unità immobiliari sono munite di attestati di certificazione energetica. In ragione di precedenti obblighi assunti dalla curatela nell’ambito del cessato contratto di locazione immobiliare con McDonald’s Development Italy Inc., l’aggiudicatario del bene si impegna, per un periodo di 5 (cinque) anni dalla data di acquisto della proprietà, a non vendere, concedere in locazione o in altro modo disporre dei locali in fa-

vore delle attività/catene esercitate sotto le seguenti insegne: Kentucky Fried Chicken, Taco Bell, Dunkin’ Donuts, Burger King, Quick, Wendy’s, Subway e Pans. La violazione di tale divieto comporterà il pagamento, a titolo di penale, di una somma pari ad E 250.000,00 in favore del fallimento, salvo in ogni caso l’obbligo di manlevare la curatela da ogni ulteriore pretesa che dovesse essere avanzata da McDonald’s Development Italy Inc. in relazione alla violazione dei predetti obblighi di non concorrenza. Un richiamo specifico alla sopra detta clausola dovrà essere inserito nella domanda di partecipazione. Le spese di cancellazione delle formalità trascritte e iscritte sono a carico dell’aggiudicatario. La vendita con incanto avrà luogo avanti il Tribunale di Asti, Via Govone n.9, Giudice Delegato dott.ssa Laura Ceccon, aula 3, il giorno 25 FEBBRAIO 2011 alle ore 12,00. Chiunque intenda partecipare all’asta dovrà depositare in Cancelleria Fallimenti del Tribunale di Asti, Via Govone n.9, entro le ore 13.00 del giorno 24 febbraio 2011 istanza in bollo diretta al Giudice Delegato, contenente assegno circolare, non trasferibile, intestato a "Poste Italiane S.p.a." per una somma pari al 10% del prezzo base del lotto unico, a titolo di cauzione. La domanda di partecipazione all’incanto dovrà contenere, inoltre, un esplicito richiamo alle condizioni di vendita e se si agisca, o meno, nell’esercizio di impresa, arte o professione. Nel caso di cessione di fabbricato a cessionari che agiscano nell’esercizio

di impresa, arte o professione, la procedura esprimerà opzione per il regime dell’inversione contabile - cd. "reverse charge". Nel caso, invece, di aggiudicatario non esercente impresa, arte o professione (privato), la fattura verrà emessa con imposta sul valore aggiunto - IVA - al 20% e, di conseguenza, incassata e versata all’Erario. Il prezzo di aggiudicazione, dedotto quanto già depositato, dovrà essere versato entro giorni sessanta dall’incanto, oltre alle somme necessarie per il pagamento delle spese relative alla vendita. Maggiori informazioni saranno fornite a chiunque vi abbia interesse dalla Cancelleria Fallimentare del Tribunale di Asti (tel. 0141/388431) e dal curatore avv. Nicoletta Gaj (tel. 0141/593150 fax 0141/436422 e-mail: studiogaj@libero.it), dalle ore 9.00 alle ore 12.30, escluso il sabato. Il Giudice Delegato Dott.ssa Laura Ceccon

Cerchi casa? Prova all'incanto!

Sito autorizzato ad effettuare la pubblicita' delle vendite giudiziarie per tutti i Tribunali appartenenti ai Distretti di Corte d'Appello d'Italia


AsteInfoappalti

Dicembre 2010

24

www.astepress.it

www.asteinfoappalti.it

Elenco dei bandi • TRIBUNALE DI •

• TRIBUNALE DI •

BERGAMO

CATANZARO

TRIBUNALE DI BERGAMO Fallimento n. 27/2010: ADORKEM TECHNOLOGY S.R.L. IN LIQUIDAZIONE SI RENDE NOTO che è pervenuta allo scrivente Curatore l’offerta di acquisto relativa ai seguenti beni giacenti presso lo stabilimento di Opera (MI), Via Lambro n. 38: macchinari e impianti per la produzione di prodotti chimico farmaceutici per via fermentativa e chimica, attrezzature e strumenti di laboratorio e generiche, mezzi di sollevamento interno, serbatoi per lo stoccaggio, mobili ed arredi d’ufficio, personal computer Valore dell’offerta ricevuta E 1.000.000,00= oltre a I.V.A. di Legge. Eventuali offerte migliorative debitamente accompagnate da cauzione pari al 10% del prezzo offerto dovranno pervenire entro le ore 12 del giorno 31 gennaio 2011 presso la Cancelleria Fallimentare del Tribunale di Bergamo. La gara informale tra gli eventuali offerenti, con prezzo base quello dell’offerta più alta e offerte minime in aumento pari a E 25.000,00, si terrà avanti al G.D. del Tribunale di Bergamo dott. Massimo Gaballo il giorno 01 febbraio 2011 alle ore 11.30 alle seguenti condizioni: entro 30 giorni l’aggiudicatario dovrà sottoscrivere regolare contratto di compravendita e contestualmente presentare idonee garanzie bancarie confermate da primario istituto di credito per il pagamento del prezzo che dovrà essere effettuato entro e non oltre sei mesi dall’aggiudicazione. Qualsiasi onere di spesa diretto e indiretto connesso allo smontaggio, smaltimento, trasporto e ripristino allo stato di fatto dei luoghi ove insistono i beni, nonché per servizi di guardiania, sarà a cura e spese dell’aggiudicatario che, dalla data dell’aggiudicazione, si assumerà la responsabilità per la custodia dei beni. L’asporto dei beni aggiudicati dovrà avvenire nel termine massimo di 18 mesi dalla data dell’aggiudicazione. Per ulteriori informazioni rivolgersi al Curatore rag. Stefano Ambrosini, tel. 0039.035.4284033 - 0039.035.833843, o al liquidatore della società Rag. Graziano Maino, tel. 0039.335.7116378.

TRIBUNALE DI CATANZARO Procedura esecutiva n.138/08 R.G. Espr. II Giudice dell’esecuzione, dott.ssa Giovanna Gioia, a scioglimento della riserva assunta in data odierna, Dispone la vendita senza incanto del compendio pignorato di seguito descritto: lotto unico: locale commerciale al piano seminterrato sito in Settingiano, Contrada Martelletto n. 94 (CZ), in catasto al fg 13 part. 646 sub 3, al prezzo base di E 117.048,00; fissa per la presentazione delle offerte d’acquisto il termine del 25.01.2011 ore 12,00; fissa per la deliberazione sull’offerta e per l’eventuale gara tra gli afferenti, con rialzo minimo non inferiore a E 1 .000,00, l’udienza del 26.01.201 1 ore 9,30; dispone che le offerte d’acquisto siano presentate in busta chiusa unitamente ad un assegno circolare intestato "Tribunale di Catanzaro - Procedura n. 138/08" portante una somma pari al decimo del prezzo proposto, da imputare a cauzione; L’immobile, meglio descritto nella relazione tecnica consultabile in cancelleria, sarà venduto nello stato di fatto e diritto in cui si trova, che si intenderà conosciuto dall’aggiudicatario, anche con riferimento alla situazione di conformità degli impianti e alla situazione energetica; L’aggiudicatario dovrà versare il prezzo d’acquisto, dedotta la cauzione, entro il termine perentorio di sessanta giorni dall’aggiudicazione; Le spese di trasferimento saranno a carico della procedura esecutiva;

Cerchi casa? ... prova all’incanto!

TRIBUNALE DI CATANZARO UFFICIO ESECUZIONI IMMOBILIARI Il G.E., Dott.ssa Giovanna Gioia, nella procedura di espropriazione immobiliare n. 92/2006 R.E. promossa da Centro Leasing S.p.A., alla quale è riu-

nita la procedura n. 167/09 promossa dal Banco di Napoli, ha disposto procedersi alla vendita senza incanto dei seguenti beni: LOTTO N. 1: piena proprietà di deposito commerciale sito nel comune di Sellia Marina, Traversa V di Via Giardiniello, composto da un unico vano posto al piano terra, sup. mq 83,13. In catasto al foglio 12, p.lla 773 sub. 1. PREZZO BASE D’ASTA E 26.918,00 LOTTO N. 2: piena proprietà di deposito commerciale sito nel comune di Sellia Marina, Traversa V di Via Giardiniello, composto da un unico vano posto al piano terra, sup. mq 34,63. In catasto al foglio 12, p.lla 773 sub. 2. PREZZO BASE D’ASTA E 8.831,00 L’udienza per la deliberazione sulle offerte ex art. 572 c.p.c. e per l’eventuale gara tra gli offerenti ex art. 573 c.p.c. è fissata in data 9/2/2011, ore 9,30, davanti al G.E. Dott.ssa Gioia in una sala delle pubbliche udienze del Tribunale di Catanzaro. Ciascun offerente dovrà depositare in Cancelleria la propria offerta in busta chiusa unitamente ad un assegno circolare intestato al "Tribunale di Catanzaro - Procedura N. 92/06 RGE" di importo pari al 10% del prezzo proposto a titolo di cauzione, entro le ore 12:00 del giorno 8/2/2011. In caso di pluralità di offerte il Giudice inviterà gli offerenti ad una gara sull’offerta più alta, con rialzo minimo non inferiore ad E 1.000,00. L’aggiudicatario dovrà versare il prezzo di acquisto, dedotta la cauzione prestata, entro 60 giorni, in cancelleria. Le spese di trasferimento saranno a carico della procedura. Maggiori informazioni presso la cancelleria delle espropriazioni immobiliari del Tribunale di Catanzaro. IL CANCELLIERE IL GIUDICE TRIBUNALE DI CATANZARO Avviso di vendita di beni immobili pignorati ex art.569 c.p.c. Cancelleria esecuzioni immobiliari IL GIUDICE DELL’ESECUZIONE Dr.ssa Giovanna Gioia nella procedura esecutiva n.3/88 r.g.e. ha disposto procedersi alla vendita senza incanto dei seguenti beni: Lotto n.1: Appartamento sito in Badolato (CZ), in catasto foglio 28, p.lla 354 sub.9 Prezzo base d’asta euro 29.236,00 Lotto n.2:

FIRS ITALIANA ASSICURAZIONI SpA La FIRS Italiana di Assicurazioni SpA in L.C.A. sede in Roma Via Adelmo Niccolai 24/26 vende 27/01/2011 ore 16,00 mediante gara offerte in busta chiusa presso Notaio Stefano Bompadre Via Ennio Quirino Visconti n° 90 (00193) Roma tel. 063203510i seguenti immobili liberi: Lotto n° 1: Autorimessa al piano interrato con accessi da Via Ferrigni 27 e Via Yambo 26 della consistenza di circa 1856 mq. Prezzo base Euro 1.317.600,00 aumenti minimi di E 65.000,00 in E 65.000,00. Lotto n° 2: Ufficio al piano interrato con accesso da Via Ferrigni 28 composto di 9,5 vani catastali. Prezzo base Euro 310.500,00 aumenti minimi di E 15.000,00 in E 15.000,00. Le offerte in busta chiusa, intestate alla Liquidazione dovranno pervenire entro il 24/01/2011 ore 18,30 presso Notaio Stefano Bompadre e dovranno essere accompagnate da un deposito cauzionale del 15% del prezzo base, di cui il 10% a titolo di cauzione ed il 5% per spese. L’aggiudicazione potrà avvenire anche con offerta pari al prezzo base. Informazioni tel. 06/409013300-301 e sito internet www.isvap.it. Il Commissario Liquidatore: Dott. Mario Perrone

Appartamento sito in Badolato (CZ), in catasto foglio 28, p.lla 354 sub.10 Prezzo base d’asta euro 27.591,00 Lotto n.4: Appartamento sito in Badolato (CZ), in catasto foglio 28, p.lla 354 sub.12 Prezzo base d’asta euro 27.591,00 Lotto n.6: Appartamento sito in Badolato (CZ), in catasto foglio 28, p.lla 354 sub.14 Prezzo base d’asta euro 24.711,00 Gli immobili, venduti nello stato di fatto e di diritto, in cui si trovano, sono meglio descritti nella relazione di stima consultabile in Cancelleria., L’udienza di vendita ex art.572 c.p.c. è fissata per il giorno 09 febbraio 2011 Nella medesima data è fissata l’udienza ex art. 569 c.p.c., in caso di mancanza di offerte d’acquisto. Ogni offerente per essere ammesso alla vendita dovrà depositare in Cancelleria, entro le ore 12.00 del giorno antecedente la vendita (08 febbraio 2011), una busta sigillata recante la data della vendita ed il nome del Giudice e contenente domanda di partecipazione (secondo lo stampato fornito dalla stessa cancelleria) in bollo, fotocopia del documento d’identità nonché un "Assegno Circolare Non Trasferibile" intestato a "Tribunale di Catanzaro proc. n.3/88 RGE" di un importo pari al 10% del prezzo base o del prezzo offerto - a titolo di deposito cauzionale. L’offerente, depositando offerta, dichiara di conoscere lo stato dell’immobile. In caso di gara tra più offerenti, l’aumento minimo è fissato in euro 1000,00 L’aggiudicatario, dovrà versare in Cancelleria, il prezzo d’acquisto - dedotta la già versata cauzione - entro il termine di sessanta giorni dalla data dí aggiudicazione. Le spese di trasferimento sono a carico della procedura esecutiva. TRIBUNALE DI CATANZARO Avviso di vendita di beni immobili pignorati ex art.569 c.p.c. Cancelleria esecuzioni immobiliari IL GIUDICE DELL’ESECUZIONE Dr. Giuseppe Cava nella procedura esecutiva n.276/95 r.g.e. ha disposto procedersi alla vendita senza incanto dei beni indicati nel prospetto allegato e ai seguenti prezzi: Lotto n.2: Terreno Agricolo in Badolato (CZ), loc. Orto di Provvidenza (F.21, P.lla 20) Euro 337.50 Lotto n.5: Magazzini saltuariamente destinati a residenza turistica siti in Badolato (CZ), Frazione Marina, Via F. Caporale (F.28, P.lla 552 - sub 4 - 11) Euro 22.882,50 Lotto n.6: Magazzini saltuariamente destinati a residenza turistica siti in Badolato (CZ), Frazione Marina, Via C. Alvaro (F.28, P.lla 552 - sub 5 - 12) Euro 22.072,50 Gli immobili, venduti nello stato di fatto e dí diritti, in cui si trovano, sono meglio descritti nella relazione di stima consultabile in Cancelleria. L’udienza di vendita ex art.572 c.p.c. è fissata per il giorno 19 gennaio 2011 Nella medesima data è fissata l’udienza ex art.569 c.p.c. , in caso di mancanza di offerte d’acquisto. Ogni offerente per essere ammesso - segue

Sito autorizzato ad effettuare la pubblicita' delle vendite giudiziarie per tutti i Tribunali appartenenti ai Distretti di Corte d'Appello d'Italia


AsteInfoappalti

Dicembre 2010

25

www.astepress.it

www.asteinfoappalti.it

Elenco dei bandi alla vendita dovrà depositare in Cancelleria, entro le ore 12.00 del giorno antecedente la vendita (18 gennaio 2011), una busta sigillata recante la data della vendita ed il nome del Giudice e contenente domanda di partecipazione (secondo lo stampato fornito dalla stessa Cancelleria) in bollo, fotocopia del documento d’identità nonché un Assegno Circolare "Non Trasferibile" intestato a "Tribunale di Catanzaro proc. n.276/95 RGE" di un importo pari al 10% del prezzo base o del prezzo offerto - a titolo di deposito cauzionale. L’offerente, depositando offerta, dichiara di conoscere lo stato dell’immobile. In caso di gara tra più offerenti, l’aumento minimo è fissato in euro 1000,00 L’aggiudicatario, dovrà versare in Cancelleria, il prezzo d’acquisto - dedotta la già versata cauzione - entro il termine di sessanta giorni dalla data di aggiudicazione. Le spese di trasferimento sono a carico dell’aggiudicatario. TRIBUNALE DI CATANZARO Prima Sezione Civile Il Giudice dell’esecuzione, dott.ssa Giovanna Gioia, ha pronunciato la seguente ORDINANZA nel procedimento n. 70/06 R.G.E. pendente tra Noto Desiderio E omissis Visti gli atti; DISPONE Procedersi alla vendita senza incanto con riduzione di ¼ del prezzo del bene seguente: Lotto 1: quota pari a ½ di appartamento posto al primo piano di un edificio residenziale in Roccelletta di Borgia, sup. mq. 93,00, oltre portico e giardino di pertinenza, in catasto al foglio 32, p.lla 370 sub.1 prezzo euro 55.642,50 Gli immobili, venduti nello stato di fatto e di diritto in cui si trovano, sono meglio descritti nella relazione di stima consultabile nella cancelleria di questo Tribunale. L’offerente, depositando offerta, dichiara di conoscere lo stato dell’immobile. Ogni offerente dovrà depositare in cancelleria la propria offerta in busta chiusa unitamente ad un assegno circolare intestato Tribunale di Catanzaro proc. N.70/06 recante un importo pari al 10% del prezzo proposto a titolo di cauzione, entro le ore 12 del giorno 25.01.2011, sono a carico del procedimento le spese di trasferimento. L’udienza per la delibazione sulle offerte ex art.572 e per l’eventuale gara tra gli offerenti ex art.573 c.p.c. è fissata in data 26.01.2011 ore 09,30. Aumento minimo in caso di gara euro 1000,00. L’aggiudicatario, dovrà versare il prezzo di acquisto, dedotta la già versata cauzione, entro il termine di giorni sessanta dalla data di aggiudicazione in cancelleria. TRIBUNALE DI CATANZARO Cancelleria esecuzioni Immobiliari IL GIUDICE DELL’ESECUZIONE Dott.ssa Giovanna Gioia nella procedura esecutiva n.44/1993 R.G.E. ha disposto procedersi alla vendita senza incanto del seguente bene: Lotto n.4 Magazzino sito in Catanzaro al viale Brutium, ubicato al piano terra, esteso

mq.44 e riportato in catasto al foglio 59 particella 260 sub 53 - prezzo base euro 9.728,00. L’immobile, venduto nello stato di fatto e di diritti in cui si trova, è meglio descritto nella relazione di stima consultabile in cancelleria. L’udienza di vendita ex art.572 c.p.c. è fissata per il giorno 26/1/2011. Nella medesima data è fissata l’udienza ex art.569 c.p.c. in caso di mancanza di offerte d’acquisto. Ogni offerente per essere ammesso alla vendita dovrà depositare in cancelleria, entro le ore 12,00 del giorno antecedente la vendita, una busta sigillata recante la data della vendita e il nome del giudice e contenente domanda di partecipazione (secondo lo stampato fornito dalla stessa Cancelleria) in bollo, fotocopia del documento d’identità nonché un assegno circolare "non trasferibile" intestato a "Tribunale di Catanzaro proc. n.44/1993" di un importo pari al 10% del prezzo base o del prezzo offerto - a titolo di deposito cauzionale. L’offerente, depositando offerta, dichiara di conoscere lo stato dell’immobile. In caso di gara tra più offerenti, l’aumento minimo è fissato in euro 500,00. L’aggiudicatario dovrà versare in Cancelleria il prezzo di acquisto - dedotta la già versata cauzione - entro il termine di sessanta giorni dalla data di aggiudicazione. Le spese di trasferimento restano a carico della procedura esecutiva

• TRIBUNALE DI •

CROTONE

TRIBUNALE DI CROTONE Esecuzioni Imm. n.55/2005 R.G.E. G.E.: Dr. Francesco Murgo Lotto Uno: La piena ed intera proprietà di locale magazzino sito in Petilia Policastro, alla via Montecristo n.53. Prezzo base: E 5.313,00 Rilancio: E 200,00 Lotto Due: Quota di 1/24 della nuda proprietà di terreno sito in Mesoraca, loc. Pantani. Prezzo base: E 785,00 Rilancio: E 200,00 Vendita senza incanto: # Vendita con incanto: 09/02/2011 Le vendite saranno effettuate presso il Tribunale di Crotone Presentare le offerte entro h.12.00 del giorno precedente la vendita Per maggiori informazioni rivolgersi al Custode Giudiziario Avv. Maria Levato, consultare i siti internet www.tribunaledicrotone.net e www.asteimmobili.it. TRIBUNALE DI CROTONE Esecuzioni Imm. n. 114/2009 R.G.E. G.E.: Dr. Francesco Murgo Lotto Unico:

La piena ed intera proprietà di appartamento sito in agro di Cirò Marina Frazione Punta Alice. Prezzo base: E 72.500,00 Rilancio: E 1.000,00 Vendita senza incanto: 16/02/2011 Vendita con incanto: 23/02/2011 Le vendite saranno effettuate presso il Tribunale di Crotone Presentare le offerte entro h.12.00 del giorno precedente la vendita Per maggiori informazioni rivolgersi al Custode Giudiziario Avv. Rosa Ciliberto, consultare i siti internet www.tribunaledicrotone.net e www.asteimmobili.it. TRIBUNALE DI CROTONE Esecuzioni Imm. n. 37/2004 R.G.E. G.E.: Dr. Francesco Murgo Lotto Uno: La piena ed intera proprietà di appartamento sito in Petronà, alla Via Roma, vico I. Prezzo base: E 4.218,75 Rilancio: E 200,00 Lotto Due: Quota di 1/2 della piena proprietà di villetta unifamiliare su tre livelli in Petronà alla via Vaccari n.59/a, con box auto. Prezzo base: E 36.703,00 Rilancio: E 200,00 Vendita senza incanto: # Vendita con incanto: 23/02/2011 Le vendite saranno effettuate presso il Tribunale di Crotone Presentare le offerte entro h.12.00 del giorno precedente la vendita Per maggiori informazioni rivolgersi al Custode Giudiziario Avv. Maria Levato, consultare i siti internet www.tribunaledicrotone.net e www.asteimmobili.it. TRIBUNALE DI CROTONE Esecuzioni Imm. n. 3/2003 R.G.E. G.E.: Dr. Francesco Murgo Lotto Uno: Piena proprietà di terreno sito in Melissa, contrada Campo di circa mq.2555. Prezzo base: E 13.350,00 Rilancio: E 300,00 Lotto Due: Piena proprietà di terreno sito in Melissa, contrada Campo di are 24,10. Prezzo base: E 8.887,50 Rilancio: E 300,00 Vendita senza incanto: # Vendita con incanto: 09/03/2011 Le vendite saranno effettuate presso il Tribunale di Crotone Presentare le offerte entro h.12.00 del giorno precedente la vendita Per maggiori informazioni rivolgersi al Custode Giudiziario Avv. Vincenzo Bianchi, consultare i siti internet www.tribunaledicrotone.net e www.asteimmobili.it. TRIBUNALE DI CROTONE Esecuzioni Imm. n. 100+103/1990 + 29/2000 + 97/2002 R.G.E. G.E.: Dr. Francesco Murgo Lotto Unico: Piena ed intera proprietà di fondo sito in Petilia Policastro, località Pianette, esteso mq. 1380, con sovrastante fabbricato rurale. Prezzo base: E 9.000,00 Rilancio: E 500,00 Vendita senza incanto: # Vendita con incanto: 09/03/2011 Le vendite saranno effettuate presso il Tribunale di Crotone

Presentare le offerte entro h.12.00 del giorno precedente la vendita Per maggiori informazioni rivolgersi al Custode Giudiziario Avv. Mariangela Mesoraca, consultare i siti internet www.tribunaledicrotone.net e www.asteimmobili.it. TRIBUNALE DI CROTONE Esecuzioni Imm. n. 29/2007 R.G.E. G.E.: Dr. Francesco Murgo Lotto Uno: Quota di comproprietà pari ad 1/9 di appartamento sito in Cutro alla via Trav. Rosito. Prezzo base: E 3.544,00 Rilancio: E 1.000,00 Lotto Due: Piena ed intera proprietà di terreno agricolo, sito in agro del Comune di Cutro, località Carnalivari. Prezzo base: E 42.188,00 Rilancio: E 1.000,00 Vendita senza incanto: 02/03/2011 Vendita con incanto: 09/03/2011 Le vendite saranno effettuate presso il Tribunale di Crotone Presentare le offerte entro h.12.00 del giorno precedente la vendita Per maggiori informazioni rivolgersi al Custode Giudiziario Avv. Rosa Scavelli, consultare i siti internet www.tribunaledicrotone.net e www.asteimmobili.it. TRIBUNALE DI CROTONE Esecuzioni Imm. n. 19/2009 + 20/2009 R.G.E. G.E.: Dr. Francesco Murgo Lotto Uno: La piena ed intera proprietà di appartamento sito in Crucoli frazione Torretta alla via Kennedy. Prezzo base: E 25.000,00 Rilancio: E 1.000,00 Lotto Due: La piena ed intera proprietà di appartamento sito in Crucoli frazione Torretta alla via Kennedy. Prezzo base: E 28.500,00 Rilancio: E 1.000,00 Lotto Tre: La piena ed intera proprietà di appartamento sito in Crucoli frazione Torretta alla via Kennedy. Prezzo base: E 25.000,00 Rilancio: E 1.000,00 Lotto Quattro: La piena ed intera proprietà di appartamento sito in Crucoli frazione Torretta alla via Kennedy. Prezzo base: E 23.000,00 Rilancio: E 1.000,00 Lotto Quattro: La piena ed intera proprietà di terreno sito in Crucoli frazione Torretta. Prezzo base: E 40.000,00 Rilancio: E 1.000,00 Lotto Cinque: La piena ed intera proprietà di terreno incolto sito in Crucoli frazione Torretta. Prezzo base: E 18.000,00 Rilancio: E 1.000,00 Vendita senza incanto: # Vendita con incanto: 09/03/2011 Le vendite saranno effettuate presso il Tribunale di Crotone Presentare le offerte entro h.12.00 del giorno precedente la vendita Per maggiori informazioni rivolgersi al Custode Giudiziario Avv. Salvatore Strafaci, consultare i siti internet www.tribunaledicrotone.net e www.asteimmobili.it. - segue

Sito autorizzato ad effettuare la pubblicita' delle vendite giudiziarie per tutti i Tribunali appartenenti ai Distretti di Corte d'Appello d'Italia


AsteInfoappalti

Dicembre 2010

26

www.astepress.it

www.asteinfoappalti.it

Elenco dei bandi TRIBUNALE DI CROTONE Esecuzioni Imm. n. 82/2002 R.G.E. G.E.: Dr. Francesco Murgo Lotto Unico: Quota pari ad un mezzo dell’appartamento sito in Crotone alla via Firenze n. 134/b. Prezzo base: E 39.600,00 Rilancio: E 500,00 Vendita senza incanto: # Vendita con incanto: 09/03/2011 Le vendite saranno effettuate presso il Tribunale di Crotone Presentare le offerte entro h.12.00 del giorno precedente la vendita Per maggiori informazioni rivolgersi al Custode Giudiziario Avv. Salvatore Strafaci, consultare i siti internet www.tribunaledicrotone.net e www.asteimmobili.it. TRIBUNALE DI CROTONE Esecuzioni Imm. n. 10/2006 R.G.E. G.E.: Dr. Francesco Murgo Lotto Unico: Piena ed intera proprietà di terreno sito in Rocca di Neto, località Piano del Pero, esteso circa mq. 8.000. Prezzo base: E 59.326,00 Rilancio: E 1.000,00 Vendita senza incanto: 16/02/2011 Vendita con incanto: 23/02/2011 Le vendite saranno effettuate presso il Tribunale di Crotone Presentare le offerte entro h.12.00 del giorno precedente la vendita Per maggiori informazioni rivolgersi al Custode Giudiziario Avv. Rosanna Macrini, consultare i siti internet www.tribunaledicrotone.net e www.asteimmobili.it. TRIBUNALE DI CROTONE Esecuzioni Imm. n. 105/2007 R.G.E. G.E.: Dr. Francesco Murgo Lotto Unico: La piena ed intera proprietà di appartamento sito in Petronà, alla Via Acquavona n.63, della superficie complessiva di circa mq. 144,00. Prezzo base: E 57.665,00 Rilancio: E 2.000,00 Vendita senza incanto: 02/02/2011 Vendita con incanto: 09/02/2011 Le vendite saranno effettuate presso il Tribunale di Crotone Presentare le offerte entro h.12.00 del giorno precedente la vendita Per maggiori informazioni rivolgersi al Custode Giudiziario Avv. Maria Levato, consultare i siti internet www.tribunaledicrotone.net e www.asteimmobili.it. TRIBUNALE DI CROTONE Esecuzioni Imm. n. 119/1999 R.G.E. G.E.: Dr. Francesco Murgo Lotto Unico: La piena ed intera proprietà di fabbricato sito in Petronà, loc. Tavernelle, di superficie complessiva di circa mq. 567. Prezzo base: E 30.375,00 Rilancio: E 500,00 Vendita senza incanto: 02/02/2011 Vendita con incanto: 09/02/2011 Le vendite saranno effettuate presso il Tribunale di Crotone Presentare le offerte entro h.12.00 del giorno precedente la vendita Per maggiori informazioni rivolgersi al Custode Giudiziario Avv. Maria Levato, consultare i siti internet www.tribunaledicrotone.net e www.asteimmobili.it. TRIBUNALE DI CROTONE Esecuzioni Imm. n. 41/2001 R.G.E.

G.E.: Dr. Francesco Murgo Lotto Uno: Piena ed intera proprietà di appartamento posto al primo piano di fabbricato sito in Petronà alla via Arenacchio. Prezzo base: E 22.781,00 Rilancio: E 1.000,00 Lotto Due: Piena ed intera proprietà di appartamento posto al primo piano di fabbricato sito in Petronà alla via Arenacchio. Prezzo base: E 25.312,00 Rilancio: E 1.000,00 Vendita senza incanto: 02/02/2011 Vendita con incanto: 09/02/2011 Le vendite saranno effettuate presso il Tribunale di Crotone Presentare le offerte entro h.12.00 del giorno precedente la vendita Per maggiori informazioni rivolgersi al Custode Giudiziario Avv. Roberto Previte, consultare i siti internet www.tribunaledicrotone.net e www.asteimmobili.it. TRIBUNALE DI CROTONE Esecuzioni Imm. n. 105/2005+48/2006 R.G.E. G.E.: Dr. Francesco Murgo Lotto Unico: Piena ed intera proprietà di appartamento sito in Cirò Marina, alla contrada Brisi. Prezzo base: E 41.133,00 Rilancio: E 1.000,00 Vendita senza incanto: # Vendita con incanto: 16/02/2011 Le vendite saranno effettuate presso il Tribunale di Crotone Presentare le offerte entro h.12.00 del giorno precedente la vendita Per maggiori informazioni rivolgersi al Custode Giudiziario Avv.Rosanna Macrini, consultare i siti internet www.tribunaledicrotone.net e www.asteimmobili.it.

• TRIBUNALE DI •

FIRENZE

TRIBUNALE DI FIRENZE FALLIMENTI N. 18191 - 18192 L’anno 2011 il giorno 17 (diciassette) del mese di febbraio ad ore 12,00. = dinanzi al Giudice Delegato Dott. Antonio Settembre presso il Tribunale di Firenze avrà luogo la vendita con incanto, soggetta ad imposta di registro, del seguente complesso immobiliare e relativi arredamenti ed attrezzature, a corpo e non a misura, nella consistenza e nello stato di fatto e di diritto in cui si trova con esclusione di garanzia per eventuali vizi, meglio descritto nella relazione di CTU redatta dall’Ing. Paolo D’Elia asseverata in data 23 aprile 2007 e nel verbale di inventario 27 dicembre 2006 documenti ai quali si rinvia: LOTTO UNICO COMPLESSO RESIDENZIALE COMPLESSO IMMOBILIARE DENOMINATO " IL POGGIO " POSTO IN LOCALITÀ POGGILUPI A CUCCUME FRAZIONE RENDOLA DEL COMUNE DI MONTEVARCHI (AR)

Descrizione del bene Costituito da due corpi di fabbrica ristrutturati a " villa", con i relativi arredamenti ed attrezzature; il fabbricato principale misura complessivamente mq. 285,00 comprendendovi quattro camere matrimoniali, tre servizi uno dei quali a piano terreno, ampio salone di ingresso, cucina con camino, office, studio, scala in legno per collegare i due piani sui quali si articola, disimpegni vari oltre 54,00 mq tra portico e terrazze, e 52 di cantine.Degli annessi esterni di mq. 110,00 sono destinati a civile abitazione con camera matrimoniale, un bagno, ampio salotto e cucina, il tutto articolato sui due piani collegati da scala in legno interna.Vi sono inoltre annessi vari per mq. 76,00; adiacente al fabbricato è ubicata una piscina di 7,5 ml x 15,00 ml, giardino e vasto uliveto circostante, una ulteriore parte a pascolo e bosco, per complessivi Ha 10.70.80 e con superfici non residenziali di corredo di mq. 130,70.Indicazione dei dati catastali All’Ufficio Tecnico Erariale di Arezzo del Comune di Montevarchi, i beni risultano così censiti ed esattamente intestato alla proprietà: FABBRICATI AD USO ABITATIVO, così identificati al Catasto urbano di Montevarchi nel foglio di mappa 51 particella 23: - Sub 2 - Cat. A/7 - classe 4 - vani 15,5 - rendita 2.281,45 E - Sub 3 - Cat. A/3 - classe 1 - vani 3 rendita 138,36 E - Sub.4 - Cat. A/3 _ classe 1 - vani 4,5 rendita 207,54 E TERRENI, identificati al Catasto Terreni di Montevarchi al Foglio 51 alle seguenti: particelle 20, 21 e 22 per Ha 01.62.80 R.D. E 72,08 particelle 24, 25, 67, 68, 69, 101, 107, 108, 109 per Ha 09.08.00 R.D. E 426,85 Situazione in relazione alla L. 47/85 e successive modificazioni Ai fini della Legge 47/85 da accertamenti effettuati nel Comune di Montevarchi, circa la destinazione urbanistica e la certificazione ottenuta dagli uffici comunali nonché copia delle tavole riguardanti la Concessione Edilizia in sanatoria n°133 del 15/04/89 rilasciata dal Comune di Montevarchi, nonché tavole n°01-02 e 03 dell’11/05/06 di una D.I.A. (denuncia inizio attività) che però non risulta essere stata ritirata dal richiedente (Dott. XXXXXXXXX), rispetto a quanto sanato con la concessione n°133 sopra citata, risulta non autorizzata la chiusura con elementi in acciaio e vetro, di un modesto locale destinato a piccola palestra con annesso bagno.Pertanto, circa la situazione edilizia, il complesso risulta in origine regolarmente concessionato nel 1971 e i successivi abusi risultano sanati ai sensi della L.47/85, salvo per quanto già esposto per l’aumento di volume e per lievi modifiche interne ed esterne; per quanto esposto, ai fini della regolarità urbanistica, necessita depositare negli uffici competenti pratiche edilizie a sanatoria.Il complesso immobiliare è da considerarsi libero.** ** ** ** ** PREZZO BASE E. 880.000,00 AUMENTO MINIMO E. 20.000,00 DEPOSITO PER SPESE E. 132.000,00 DEPOSITO CAUZIONALE E. 88.000,00 Ai fini tributari ed ai fini dei diritti di pre-

lazione gravanti il complesso immobiliare fermo restando la unitarietà della vendita e del prezzo, il suddetto importo di E 880.000,00 dovrà essere così imputato proporzionalmente ai seguenti valori: E 860.000,00 per il complesso immobiliare di cui 60.000.= per i terreni agricoli (Uliveto pascoli e bosco) E 20.000,00 per gli arredi e altri beni mobili.Gli eventuali aumenti di prezzo saranno ripartiti proporzionalmente tra i valori di cui sopra.La vendita è soggetta ad imposta di registro.** ** ** ** ** Coloro che intendono partecipare all’incanto dovranno depositare entro le ore 12 del giorno antecedente l’asta presso la Cancelleria Fallimentare del Tribunale di Firenze, domanda in carta bollata, accompagnata dal deposito delle somme sopra determinate per spese e cauzione con assegni circolari non trasferibili, così intestati: - Fallimento n. 18192 del Tribunale di Firenze per deposito spese E 132.000,00; - Fallimento n. 18192 del Tribunale di Firenze per deposito cauzionale E 44.000,00; - Fallimento n. 18191 del Tribunale di Firenze per deposito cauzionale E 44.000,00.L’aggiudicatario dovrà versare presso la Cancelleria Fallimentare del Tribunale di Firenze, il residuo prezzo, detratto quanto già versato a titolo di cauzione entro il termine di giorni 60 dalla provvisoria aggiudicazione a mezzo assegni circolari non trasferibili intestati per il 50% del residuo prezzo a Fallimento n. 18192 del Tribunale di Firenze e per il 50% del residuo prezzo a Fallimento n. 18191 del Tribunale di Firenze.Maggiori informazioni presso il Tribunale di Firenze, Cancelleria Fallimentare, oppure presso i Curatori, Dott. Rag. Enrico Terzani, Via Turri 62, Scandicci, Firenze, tel. 055/2579659 - fax 055/2591777, e-mail enricoterzani@commercialisti.fi.it; e Dott. Francesco Mancini, Viale Amendola 14, Firenze,- tel. 055/2340436, fax 055/244982 e-mail francesco.mancini@studiotanini.it.Firenze, lì 23 novembre 2010. IL CANCELLIERE Dott.ssa Rosa alba Messina

• TRIBUNALE DI •

LAMEZIA

TRIBUNALE DI LAMEZIA TERME FALL. N. 373/92 R.F. Lotto 1 Comune di Lamezia Terme, Via Timavo, 27. Locale ad uso commerciale (negozio) di mq. 94. Prezzo base: Euro 145.000,00. Vendita con incanto: 11/01/2011 ore 12.00 innanzi al G.D. Dott. Alessandro Brancaccio presso il Tribunale - segue

Sito autorizzato ad effettuare la pubblicita' delle vendite giudiziarie per tutti i Tribunali appartenenti ai Distretti di Corte d'Appello d'Italia


AsteInfoappalti

Dicembre 2010

27

www.astepress.it

www.asteinfoappalti.it

Elenco dei bandi di Lamezia Terme, P.zza della Repubblica, 2. Deposito offerte entro le ore 13.00 del 10/01/2011 c/o Cancelleria Fallimentare, unitamente a cauzione pari al 10% del prezzo offerto. Maggiori info in cancelleria fallimentare e sul sito www.astegiudiziarie.it (A143232). TRIBUNALE DI LAMEZIA TERME AVVISO DI VENDITA Procedura esecutiva immobiliare n. 68/2006 R. E. (nominativi omessi ex art. 174 del D. Lgs. n. 196/2003) II professionista delegato avv. Francesca Misuraca, con studio in Lamezia Terme (CZ), Via Garibaldi n. 3, nella procedura esecutiva indicata in epigrafe visto il provvedimento di delega, ex art. 591 bis c.p.c., delle operazioni di vendita, emesso dal Giudice dell’esecuzione del Tribunale di Lamezia Terme dott. Alessandro Brancaccio in data 7.3.2008 visto il provvedimento reso dal G. E. in data 11.6.2009 con il quale è stata concessa la proroga del termine finale di compimento delle attività delegate alla scrivente sino al 30.5.2010 visto il provvedimento reso dal G. E. in data 17.5.2010 con il quale è stata concessa la proroga del termine finale di compimento delle attività delegate alla scrivente sino al 30.3.2011 visto il provvedimento del 26.1.2009 con il quale il G. E. ha autorizzato il professionista delegato a fissare le nuove vendite ad un prezzo base inferiore di ¼ rispetto al prezzo fissato nel provvedimento di delega visto il provvedimento del 19.10.2009 con il quale il G. E. ha autorizzato il professionista delegato a fissare le nuove vendite ad un prezzo base inferiore di ¼ rispetto al prezzo fissato precedentemente visto il provvedimento del 3.8.2010 con il quale il G. E. ha autorizzato il professionista delegato a fissare le nuove vendite ad un prezzo base inferiore di ¼ rispetto al prezzo fissato precedentemente sciolta la riserva presa in data 23.11.2010 ritenuto necessario fissare la vendita con incanto del bene pignorato visti gli artt. 569, 576 e 591 c.p.c. AVVISA che nella data e nel luogo sotto indicati si terrà la vendita con incanto del seguente bene immobile: LOTTO UNICO Complesso immobiliare con destinazione agrituristica alberghiera, di recente costruzione, realizzata in strutture portanti in cemento armato, solai in latero-cemento, muratura esterna ed interna in mattoni forati. Rifiniture esterne ed interne in materiale di ottima qualità e manifattura, con giardino esterno arredato e corredato di piscina, posti auto e piantumazione a verde. Il complesso espone targa pubblicitaria con 4 stelle, ha una superficie complessiva di mq. 2.080 e si sviluppa su 4 livelli. Al piano seminterrato, su una superficie lorda di mq. 530, sono allocati i servizi principali (centrale termica, celle frigorifere, gruppo elettrogeno, lavanderia, cucina, spogliatoi, servizi igienici del personale, centrale aria condizionata) ed un locale tavernetta. Al piano terra, su una superficie lorda di mq. 730, trovasi la hall con angolo bar, una sala di attesa, la reception, l’ufficio, due sale ristorante, disimpegni

e servizi vari nonché un portico di circa mq. 70. Al primo piano, su una superficie lorda coperta di mq. 400, sono allocate 10 camere, ciascuna con bagno e balcone, spogliatoi e servizi per il personale, nonché un terrazzo di circa mq. 40. Al piano secondo-sottotetto, su una superficie di mq. 270, sono allocati i locali di sgombero e di alloggio del personale nonché un terrazzo aperto di mq. 40 circa. Il complesso immobiliare gode di una magnifica vista panoramica di tipo collinare ed è situata nel verde, sopra ad una collinetta, a pochi km dal centro abitato, facilmente raggiungibile. È posta in Curinga (CZ), Località Croce Cappello o Iencarello ed è censita al Catasto di siffatto Comune al foglio di mappa 56, particella 332, sub 5, piano S1 - T - 1° - 2°, categoria D2. L’opera risulta realizzata secondo i vari progetti allegati sia alla concessione edilizia che alle successive varianti e non ci sono da segnalare irregolarità di natura edilizia-urbanistica. Il Comune di Curinga, verificata la conformità dell’opera realizzata, ha rilasciato, in data 15.11.2005, il certificato di agibilità per attività agrituristica alberghiera. Il bene di cui sopra risulta meglio descritto nella relazione di stima a firma del geom. Francesco Sgrò che deve essere consultata dall’acquirente ed alla quale si fa espresso rinvio anche per tutto ciò che concerne l’esistenza di eventuali oneri, pesi nonché difformità edilizie ed urbanistiche a qualsiasi titolo gravanti sul bene stesso. La relazione è consultabile presso lo studio del professionista delegato, dal lunedì al venerdì, dalle ore 16,00 alle ore 18,00, previo appuntamento telefonico ed altresì sui siti internet www.aste.immobili.it, www.portaleaste.com e www.aste.eugenius.it. Prezzo base E 1.491.750,00 (Euro unmilione quattrocentonovantunomila settecentocinquanta /00). Rilancio minimo E 80.000,00 (Euro ottantamila/00). Data dell’incanto 27 gennaio 2011, ore 15,00 e segg. Luogo dell’incanto: studio del professionista delegato avv. Francesca Misuraca sito in Lamezia Terme (CZ), Via Garibaldi n. 3, telefono 0968.24353, telefax 0968.441516, e-mail avv.francescamisurac@tiscali.it

• TRIBUNALE DI •

LOCRI

TRIBUNALE DI LOCRI CANCELLERIA ESECUZIONI IMMOBILIARI SI RENDE NOTO (ai sensi del combinato disposto dagli artt. 490 e 570 c.p.c.) che il Giudice dell’Esecuzione, Dr. DAVIDE LAURO, letti gli atti della procedura Esecutiva n. 10-1991 promossa da I.F.I.M. - ISTITUTO FINANZIARIO DEL MEZZOGIORNO DISPONE

procedersi alla vendita dei beni immobili indicati nella parte descrittiva dell’allegata ordinanza di vendita alle condizioni ivi previste nei punti da 1. a 28. DESCRIZIONE DEGLI IMMOBILI: LOTTO UNICO: "Diritto di piena proprietà sull’immobile, adibito a civile abitazione, a tre piani fuori terra in Siderno, via Jonio, identificato nel Catasto al foglio di mappa n. 36, particella n. 197 sub 1"; PREZZO BASE: Euro 119.170,00 CAUZIONE: 10% DEL PREZZO PRINCIPALI CONDIZIONI DI VENDITA SENZA INCANTO (Per le condizioni complete, TRANNE QUANTO SOTTO RIPORTATO, vedere l’ordinanza di vendita del 28.10.2006 (punti da 1 a 28) allegata al presente avviso) La vendita senza incanto, in cui procederà all’esame delle singole offerte ai sensi degli artt. 573 e 573 cpc, avverrà all’udienza del 03.02.2011 con il prezzo DA RIDURRE DI 1/4 +1/4+1/4 , alle seguenti condizioni: entro le ore 12,00 del giorno antecedente la vendita, l’offerente deve presentare nella cancelleria delle esecuzioni immobiliari domanda in bollo (vedi ordinanza di vendita per la compilazione) per partecipare alla vendita senza incanto;; l’offerta deve essere inserita in busta chiusa, al cui esterno non sarà consentito annotare nessun altro elemento e specialmente quelli che possono condurre ad identificare il bene per il quale l’offerta è prestata; l’offerta deve essere accompagnata dal deposito della cauzione, pari alla decima parte del prezzo offerto, da versare con assegni circolari "NON TRASFERIBILI" intestati all’offerente, che, a cura dell’offerente, dovranno essere inseriti nella medesima busta; le offerte in aumento, nel caso di cui all’art. 573 cpc, non potranno essere inferiori al 3% del prezzo base; l’offerente dovrà, nel termine perentorio di gg. 60 dall’aggiudicazione, depositare: - il residuo prezzo, detratto l’importo per cauzione già versato; - l’importo complessivo per le spese collegate alla vendita necessarie per l’emanazione del decreto di trasferimento; il mancato versamento del prezzo residuo nei termini indicati comporterà la decadenza dell’aggiudicazione e la perdita della cauzione, ed esporrà l’aggiudicatario inadempiente alle conseguenze di cui all’art. 587 co II cpc (richiamato dall’art. 574, III co, cpc); PRINCIPALI CONDIZIONI DI VENDITA CON INCANTO (Per quanto non indicato vedere l’ordinanza di vendita del 28.11.2008 (punti da 1 a 28) riportata di seguito al presente avviso) Ove si debba procedere ai sensi degli artt. 571, 572 e 573 cpc, il pubblico incanto avverrà all’udienza del 05.05.2011, con il prezzo DA RIDURRE DI 1/4 +1/4+1/4, alle seguenti condizioni: ciascun offerente, tranne il debitore e tutti i soggetti per legge non ammessi alla vendita, dovrà depoditare, sino all’inizio effettivo dell’udienza di vendita, unitamente all’istanza di partecipazione all’incanto (non in busta chiusa), una somma pari al 10% del prezzo base d’asta sopraindicato a titolo di cauzione, mediante consegna in Cancelleria di assegni circolari NON TRASFERIBILI intestati all’offerente; le offerte in aumento non potranno essere inferiori al 3% del prezzo base; se l’offerente non diviene aggiudicata-

rio, la cauzione è restituita nella misura stabilita dall’art. 680 cpc; l’aggiudicatario, invece, dovrà versare il saldo e l’importo delle spese secondo quanto previsto per la vendita senza incanto, ferma restando la decadenza di cui all’art. 587 cpc in caso di mancato deposito.

• TRIBUNALE DI •

LATINA

TRIBUNALE DI LATINA Notaio Carla Quattrociocchi Esecuzione Immobiliare n. 237/06 R.Es. Vendita all’asta con incanto il giorno 9 febbraio 2011 ore 16,30 e seguenti in Latina, Via Vincenzo Rossetti n. 24, presso Victoria Residence Palace a cura del Notaio Carla Quattrociocchi. LOTTO PRIMO: Immobili siti nel Comune di Prossedi (LT) e più precisamente:- diritti indivisi pari ad un settimo (1/7) di nuda proprietà del terreno agricolo sito in località Colle Mandrone, costituito terreno di mq. 32.440 circa;- intera nuda proprietà su terreno agricolo sito in località Falabrica, di mq. 1.340 circa; Prezzo base d’asta euro 6.722,00 Offerte in aumento minime euro 130,00 LOTTO SECONDO: Immobili siti nel Comune di Prossedi (LT) e più precisamente: - intera nuda proprietà del terreno agricolo sito in località Falabrica, di mq. 11.741 circa, parzialmente coltivato a vigneto (circa mq. 1.100) e per la restante parte coltivato a foraggio; - intera nuda proprietà su fabbricato (totalmente abusivo) sito in località Falabrica, costituito da locale forno di mq. 23 circa e locale garage di mq. 42 circa, in mediocre stato di manutenzione;- diritti indivisi pari ad un mezzo (1/2) di nuda proprietà del terreno agricolo sito in località Falabrica, di mq. 2.770 circa; - diritti indivisi pari ad un mezzo (1/2) di nuda proprietà sui seguenti fabbricati siti in località Falabrica e più precisamente: a) appartamento di mq. 85 circa; disimpegno, di mq. 96 circa, oltre a tre balconi; da un locale sottotetto di mq. 88 circa; b) locale cantin di mq. 32 circa; c) appartamento di mq. 81 circa, oltre a portico coperto ; d) appartamento di mq. 118 circa, oltre ad un terrazzo di mq. 52 circa; e) locale deposito di mq. 30 circa.Prezzo base d’asta euro 127.405,00 Offerte in aumento minime euro 2.5000,00 Esecuzione Immobiliare n. 204/89 R.Es.. Vendita all’asta con incanto il giorno 9 febbraio 2011 ore 16,30 e seguenti in Latina, Via Vincenzo Rossetti n. 24, presso Victoria Residence Palace a cura del Notaio Carla Quattrociocchi. LOTTO QUARTO: Immobile sito nel Comune di Aprilia, Via Enrico Toti n. 26 e - segue

Sito autorizzato ad effettuare la pubblicita' delle vendite giudiziarie per tutti i Tribunali appartenenti ai Distretti di Corte d'Appello d'Italia


AsteInfoappalti

Dicembre 2010 www.astepress.it

28

www.asteinfoappalti.it

Elenco dei bandi più precisamente: - garage-magazzino al piano seminterrato, di mq. 120 utili circa. Prezzo base d’asta euro 14.700,00 Offerte in aumento minime euro 250,00. Oneri da sostenere per la sanatoria edilizia euro 4.089,00 circa. LOTTO SETTIMO: Immobile sito nel Comune di Aprilia, Via Enrico Toti n. 22 e più precisamente:- locale garage-magazzino posto al piano seminterrato di mq. 60 utili circa. Prezzo base d’asta euro 7.000,00. Offerte in aumento minime euro 130,00. Oneri da sostenere per la sanatoria edilizia euro 2.044,00 circa. OFFERTE PREZZO: assegno circolare non trasferibile intestato al notaio delegato pari al 10% del prezzo base, entro le ore 13 del giorno precedente la vendita, accompagnato dalla domanda di partecipazione, presso lo studio del Notaio delegato - Dottoressa Carla Quattrociocchi, Latina, Via del Lido n. 104, e saranno esaminate il giorno dell’asta. Gli immobili potranno essere visionati previo accordoInformazioni, consultazione e visione perizia: Notaio Carla Quattrociocchi, Via del Lido n. 104 - Latina - Tel. 0773/608091. TRIBUNALE DI LATINA Estratto avviso vendita immobiliare L’Avv. Paolo Centola AVVISA che per l’esecuzione immobiliare n. 154/07 presso lo studio dell’avv. Paolo Centola, sito in Latina (LT;04100), Via Custoza, 3, il giorno Venerdì 11 Marzo 2011 alle ore 16,00, sarà effettuata la vendita senza incanto del seguente immobile: immobile a destinazione residenziale, disposto su due piani con piccola corte interna, sito in Aprilia (LT) in località La Cogna, Via Delle Ginestre, n. 8/B, Il tutto meglio descritto nella relazione di stima, redatta dal Geom. Franco Catalani. VALORE di stima al netto delle spese richieste dal Comune Di Aprilia per ottenere la sanatoria € . 141.540,94. L’immobile sarà posto in vendita ad un prezzo ribassato di 1/5 di E. 113.237,76. Misura minima dell’aumento da apportarsi alle offerte Euro 1.500,00. Custode l’Avv. Paolo Centola. Le offerte dovranno pervenire in busta chiusa presso l’avv. Paolo Centola, delegato alla vendita, entro e non oltre le ore 13.00 del giorno precedente l’asta e saranno esaminate il giorno dell’asta. Si avvisa altresì Che l’eventuale successiva vendita con incanto del predetto immobile avrà luogo presso lo studio del dell’avv. Paolo Centola, sito in Latina (LT;04100), Via Custoza, 3, il giorno 18/03/2011 ore 16,00. L’immobile sarà posto in vendita ad un prezzo ribassato di 1/5 di E. 113.237,76. Misura minima dell’aumento da apportarsi alle offerte Euro 1.500,00. Custode l’Avv. Paolo Centola. Informazioni, consultazioni e visione perizia: sul sito "www.astegiudiziarie.it" ovvero presso Avv. Paolo Centola, Via Custoza n. 3 Latina Tel. 0773/488783 TRIBUNALE DI LATINA Procedura Esecutiva N. 287/08 R.G.E. AVVISO DI VENDITA SENZA INCANTO E CON INCANTO

Si rende noto che il giorno 15 febbraio 2011 alle ore 10,00 e seguenti presso lo studio del Notaio Nicola Riccardelli sito in Latina via Oberdan, numero 24, avrà luogo la vendita senza incanto dei seguenti immobili siti in Comune di Pontinia (LT), Via Latina, 1 (Via Migliara 47 1/2): azienda agricola dell’estensione complessiva di circa mq. 89.710, con relativi accessori, serre, deposito attrezzi agricoli, appartamento e deposito magazzino. L’appartamento si compone di ingresso, cucina, pranzo, due bagni, soggiorno, due studi, tre letti. Il deposito si compone di ingresso, disimpegno, vano lavorazione, vano deposito. Esiste contratto di locazione registrato in data antecedente la trascrizione del pignoramento immobiliare con scadenza al 20 luglio 2024. Prezzo b.r. 462.000,00 ril. 9.240,00 AVVISA ALTRESI’ che l’eventuale successivo incanto avrà luogo presso lo studio del Notaio Nicola Riccardelli in Latina alla via Oberdan, 24, il giorno 1 marzo 2011 alle ore 11,15 al prezzo base di asta euro 462.000,00 ril. 10.000,00. Come visitare l’immobile: rivolgersi al custode giudiziario Notaio Delegato Avv. Nicola Riccardelli. Maggiori informazioni presso lo studio del Notaio Delegato Avv. Nicola Riccardelli tel. 0773/695902 - 484783 TRIBUNALE DI LATINA Il giorno giovedì 20 gennaio 2011 presso lo studio notarile Liguori in Fondi, in via degli Ausoni vico II n. 2, si terranno le seguenti vendite senza incanto: 1) ORE 16.00 e seguenti - Esecuzione immobiliare n. 109/98 R.G.E. Tribunale di Latina , promossa da Banca Nazionale del Lavoro. LOTTO 1 nuda proprietà di appartamento sito in Gaeta, Via Montebello n.10 posto al piano terra rialzato, composto di una cucina, pranzo soggiorno, disimpegno, tre camere, bagno ripostiglio e due ampie verande, con annessi garage e cantina al piano seminterrato ed area esterna giardinata di mq.668,00, di categoria A/7, vani catastali 7, rendita E 1.156,86. Il fabbricato di cui l’unità immobiliare è parte, è stato costruito con concessione edilizia n.48 dell’8 giugno 1985 e concessione edilizia di variante n.6 del 18 febbraio 1989. Il progetto assentito con le predette due concessioni edilizie prevedeva un’unica villa unifamiliare che invece è stata divisa in più unità immobiliari. Per tali opere abusive può essere richiesta sanatoria edilizia ai sensi dell’art.13 della Legge n.47/85. PREZZO BASE E 289.500,00. Aumento minimo E 5.800,00. AVVISA altresì che in caso di asta deserta procederà alla vendita con incanto il giorno giovedì 27 gennaio 2011 alle ore 16,00 e seguenti. PREZZO BASE E 289.500,00. AUMENTO MINIMO E 5.800,00. La perizia e i relativi allegati sono integralmente pubblicati sul sito www.astegiudiziarie.it. 2) ORE 16.00 e seguenti - Esecuzione immobiliare n. 57/2004 R.G.E. Tribunale di Latina - Sez. Distaccata di Terracina - promossa da Banca Popolare di Fondi. Immobili siti in Fondi Via Madonna delle Grazie n.348: Lotto 1 Locale commerciale al piano terra censito al Fg. 36 p.lla 480 subb.2 e 3, adibito a magazzino per la lavorazione e la commercializzazione di prodotti

ortofrutticoli di circa mq.750, ed adiacente terreno adibito a deposito cassette per imballaggio, e parcheggio di circa mq.2.148,00, cat. D1, R.C. E 5.220,20. PREZZO BASE E 675.000,00. Aumento minimo E 13.500,00. LOTTO 2 appartamento al piano I int.1 Fg.36 p.lla 480 sub.7, di 7,5 vani, R.C. E 600,38; PREZZO BASE E 157.500,00. Aumento minimo E 3.150,00. LOTTO 3 appartamento al piano I int.2 censito al Fg.36 p.lla 480 sub. 8, di vani 8,5, R.C. E 680,43. PREZZO BASE E 168.000,00. Aumento minimo E 3.360,00. LOTTO 4 appartamento al piano II, int.3, censito al Fg. 36 p.lla 480 sub. 9, di vani 7,5 R.C. E 600,38; PREZZO BASE E 157.500,00. Aumento minimo E 3.150,00 LOTTO 5 appartamento al piano II, int.4 censito al Fg.36 p.lla 480 sub. 6, oltre una cantina di circa mq.22 al p.t. ed un piccolo locale ripostiglio sottoscala di circa mq.5, per un totale di vani 9, R.C. E 720,46; PREZZO BASE E 180.000,00. Aumento minimo E 3.600,00. LOTTO 6 appartamento al piano III, int.5 censito al Fg.36 p.lla 480 sub.10, di vani 7,5 R.C. E 600,38; PREZZO BASE E 204.750,00. Aumento minimo E 4.095,00. Il fabbricato, di cui i lotti sopra descritti fanno parte, è stato edificato in virtù di Licenza Edilizia n.2550 del 16.06.1973, Concessione Edilizia n.29 del 30.4.1977 e Concessione Edilizia in sanatoria n. 147 del 16.2.1990. I lotti n. I,II,III,IV e V risultano concessi in locazione, con contratti antecedenti alla data del pignoramento, come meglio specificato nella perizia pubblicata sul sito "agenziaste.com". AVVISA altresì che in caso di asta deserta procederà alla vendita con incanto il giorno giovedì 27 gennaio 2011 alle ore 16,00 e seguenti. PREZZO BASE Lotto 1 E 675.000,00. Aumento minimo E 13.500,00. PREZZO BASE Lotto 2 E 157.500,00. Aumento minimo E 3.150,00. PREZZO BASE Lotto 3 E 168.000,00. Aumento minimo E 3.360,00. PREZZO BASE Lotto 4 E 157.500,00. Aumento minimo E 3.150,00. PREZZO BASE Lotto 5 E 180.000,00. Aumento minimo E 3.600,00. PREZZO BASE Lotto 6 E 204.750,00. Aumento minimo E 4.095,00 . 3) ORE 16.00 e seguenti - Esecuzione immobiliare n. 3/2008 R.G.E. Tribunale di Latina - Sez. Distaccata di Terracina - promossa da Banca Monte dei Paschi di Siena. complesso immobiliare ad uso laboratorio artigianale destinato alla conservazione e lavorazione di prodotti ortofrutticoli, con annessi uffici e servizi, n.3 celle frigorifere, sala macchine e piazzale, sito in Fondi sulla S.S. n.7 appia (Lato Terracina) al Km 118,300 il tutto, tra coperto e scoperto, di circa mq.3100. In catasto fabbricati al Fg.21 p.lla 685 subb. 4 e 5 e p.lla 686 graffati, cat. C/3, classe 2 mq.1216 R.C. E 2.700,44 Via Appia Nuova - Piano terra. L’immobile è stato edificato in virtù di licenza edilizia n.1050 del 23.6.1971 e conces-

sione edilizia in sanatoria n.382 del 5 novembre 1991. PREZZO BASE E 1.228.914,00. AUMENTO MINIMO E 24.578,00. AVVISA altresì che in caso di asta deserta procederà alla vendita con incanto il giorno 27 gennaio 2011 alle ore 16,00 e seguenti. PREZZO BASE E 1.228.914,00. AUMENTO MINIMO E 24.578,00. La perizia e i relativi allegati sono integralmente pubblicati sul sito www.agenziaste.it. 4) ORE 16.00 e seguenti - Esecuzione immobiliare n. 119/2006 R.G.E. Tribunale di Latina Sez. Distaccata di Terracina - promossa da Capitalia Services J.V. - locale commerciale al p.t., in Comune di Fondi, in Via degli Ausoni n.1/a ed 1/b, della superficie utile di mq.201 oltre soppalco di mq. utili 24. Censito in catasto al Fg. 18 mappale 192 sub.5 (ex sub.1) categoria C/1, classe 6, consistenza mq.201, superficie catastale mq.227, rendita E 3.643,66. Il locale è stato costruito in difformità della licenza edilizia n.2300 del 18.4.1973. Per detta difformità, che consiste nell’ampliamento del locale sulla parte restrostante, è stata presentata domanda di condono edilizio n.5342 prot.1/2813 del 21.2.1987 tutt’ora in corso di definizione. PREZZO BASE E 252.000,00. AUMENTO MINIMO E 5.000,00. AVVISA altresì che in caso di asta deserta procederà alla vendita con incanto il giorno 27 gennaio 2011 alle ore 16,00 e seguenti. PREZZO BASE E 252.000,00. AUMENTO MINIMO E 5.000,00. La perizia e i relativi allegati sono integralmente pubblicati sul sito www.agenziaste.com. Le offerte dovranno essere depositate presso lo studio notarile entro le ore 12,30 del giorno precedente unitamente ad un assegno circolare non trasferibile intestato al Notaio Gennaro Liguori pari al 10% del prezzo base. Maggiori informazioni presso lo studio del Notaio Gennaro Liguori - Via degli Ausoni, vico II, 2 - FONDI - Tel 0771/504876 - Fax 0771/512430. TRIBUNALE DI LATINA Trib. LT, sez. di Terracina - Notaio delegato Dr. Ernesto Narciso con studio in Terracina (LT), Via Roma 103, Tel. 0773/701330-Fax. 0773/702369 - Es. Imm. 100/2006 promossa da MCC S.p.A. AVVISA che terrà il 16/02/2011 alle ore 09:30 e seguenti la Vendita Senza Incanto dei seguenti beni immobili: Lotto 1°: Piena Proprietà dell’appartamento in Terracina (LT), a cui si accede tramite stradina privata di Via Badino n. 213/A, costituito da piano seminterrato, terra e primo. Il tutto come da relazione del C.T.U. In Catasto al Foglio 209, partc. 17, sub. 17, 59 (corte), 24 (lastrico solare). Occupato dall’esecutato. Prezzo Base Euro 286.053,00; Offerta minima in aumento Euro 6.000,00 Lotto 2°: Piena Proprietà dell’appartamento in Terracina (LT), a cui si accede da Via delle Arene n. 213/bis, costituito da piano primo e secondo ed autorimessa al piano seminterrato. Il tutto come da relazione del C.T.U. In Catasto al Foglio 209, partc. 861, sub. 14 - segue

Sito autorizzato ad effettuare la pubblicita' delle vendite giudiziarie per tutti i Tribunali appartenenti ai Distretti di Corte d'Appello d'Italia


AsteInfoappalti

Dicembre 2010 www.astepress.it

29

www.asteinfoappalti.it

Elenco dei bandi e 21. Occupato dall’esecutata. Prezzo Base Euro 293.378,00; Offerta minima in aumento Euro 6.000,00 AVVISA altresì che in caso di vendita deserta procederà alla Vendita Con Incanto il 16/03/2011 alle ore 09:30 e seguenti. Per le modalità di partecipazione e consultazione perizia sul sito internet www.astegiudiziarie.it oppure presso lo studio del Notaio delegato. TRIBUNALE DI LATINA Fallimento n. 25/07 ORDINANZA DI VENDITA CON INCANTO II Giudice Delegato Dr. GUIDO MARCELLI D I S P O N E per il giorno 20 gennaio 2011, alle ore 9.30, la vendita al SECONDO incanto dei seguenti beni immobili acquisiti all’attivo del fallimento n. 25/07 consistenti in: - complesso industriale esercente carpenteria metallica sito in Pontinia (LT), agglomerato industriale di Mazzocchio, alla Strada Secondaria A/1, costituita da: LOTTO UNICO: IMMOBILE INDUSTRIALE, comprensivo di uffici, servizi ed accessori, esteso mq. 5.365, di nuova costruzione insistente su di un’area di mq. 15.945 distinto in Catasto del Comune di Pontinia al Foglio 79, numero 696, sub 1 e sub 2, categoria D/7 e A/2; MACCHINARI adibiti alla produzione e lavorazione di carpenteria metallica (al netto degli automezzi e mezzi d’opera). Il tutto meglio descritto nelle perizie estimative del C.T.U. Ing. Umberto De Feo depositate in atti. Si evidenzia che: - il terreno, esteso mq. 15.945 su cui insiste l’immobile, per solo refuso catastale, è gravato da livello a favore del Comune di Priverno, pur appartenendo al costituito Comune di Pontinia con Legge 13/06/1935, con espressa esclusione dell’esistenza di usi civici, come da certificazione in atti; la cabina ENEL, l’ampliamento del deposito e la pesa elettronica risultano abusivamente realizzati la cui sanatoria sarà a carico, cura e spese dell’aggiudicatario; l’immobile industriale è regolarmente accatastato ed è munito del certificato del collaudo statico e necessita per l’agibilità: a) del parere favorevole del Consorzio Industriale ASI; b) del certificato definitivo di prevenzione incendi (il cui progetto è stato già presentato); c) dell’autorizzazione all’emissione in atmosfera dei fumi derivanti dalla saldature; d) dell’autorizzazione allo scarico delle acquee reflue provenienti dai soli servizi igienici; le suddette certificazioni saranno a carico, cura e spese dell’aggiudicatario. Si rende noto che tutto il complesso industriale è attualmente concesso in fitto di azienda, per la produzione di carpenteria metallica, con contratto scadente, il 31/08/2011, al canone di E 119.000,00= annui, con diritto di prelazione dell’affittuaria, alle condizioni tutte risultanti dal contratto di affitto di azienda depositato in atti. In virtù di tale contratto si rende noto che tutte le maestranze, in carico alla fallita alla data del fallimento, sono state poste dalla Curatela in CIGS (cassa integrazione guadagni straordinaria) e successivamente licenziate e poste in mobilità. Parte delle maestranze stesse in base al contratto di fitto di azienda in essere sono state direttamente riassunte dall’affittuaria usufruendo dei benefici contributivi previsti alla Legge 223/91 in favore delle imprese che as-

sumono personale dipendente licenziato a seguito di procedura di mobilità. Attualmente l’affittuaria ha in forza n. 30 unità di cui 14 provenienti dalle liste di mobilità aperte dalla Curatela. La Curatela, pur non avendo in carico alcuna maestranza, renderà noto alle Associazioni Sindacali di categoria e all’affittuaria il presente bando di vendita, nonché l’eventuale aggiudicazione al fine di promuovere tra le parti l’eventuale procedimento di consultazione sindacale a tutela delle maestranze. Il bene è pervenuto al fallimento mediante acquisto di appezzamenti di terreni per atti a rogito Notaio Fucillo, e precisamente: - atto del 05/10/2002, repertorio 7322 raccolta 2906, appezzamento di terreno distinto in Catasto Terreni del Comune di Pontinia: - foglio 79 particella 640 (ex 246/a) di are 31,38; - foglio 79 particella 642 (ex 247/a) di are 46,90; foglio 95 particella 3 di are 12,60; - atto del 16/12/2002, repertorio 7643 - raccolta 3077, appezzamento di terreno distinto in Catasto Terreni del Comune di Pontinia: - foglio 79 particella 193 di are 57,87; - foglio 95 particella 2 di are 10,70. Detti terreni siti in località Mazzocchio rientrano nel territorio del Consorzio per l’area di Sviluppo Industriale del Lazio ROMA - LATINA e sui quali la fallita ha costruito il proprio complesso industriale con atto d’obbligo, a favore del Consorzio stesso, sui terreni di Pontinia Località Mazzocchio distinti al Foglio 79, particelle 193, 640 e 642, redatto con scrittura autenticata per Notaio Fucillo in data 29/01/2004. MODALITA’ DI VENDITA La vendita avrà luogo presso il Tribunale di Latina innanzi al Giudice Delegato, Dr. GUIDO MARCELLI per il giorno 20 gennaio 2011, alle ore 9.30, alle seguenti condizioni: 1) il complesso industriale sarà posto in vendita al prezzo base di E 2.378.626,00 Le offerte in aumento non potranno essere inferiori ad E 10.000,00. 2) Gli offerenti dovranno depositare una somma pari al 30% del prezzo base di cui il 10% a titolo di cauzione ed il restante 20% per deposito spese mediante assegno circolare, non trasferibile, intestato al Dr. Sergio Casolari Curatore del fallimento n. 25/07, entro le ore 13.00 del giorno antecedente la vendita presso la Cancelleria Fallimentare del Tribunale di Latina. 3) L’aggiudicatario dovrà pagare l’intero prezzo di aggiudicazione, dedotta la cauzione già prestata, mediante assegni circolari intestati al Curatore, entro il termine di giorni 60 dalla data di aggiudicazione. 4) L’aggiudicatario entrerà in possesso degli immobili alla data di emissione del decreto di trasferimento ai sensi dell’art. 586 c.p.c.. 5) Tutte le spese relative alla vendita, comprese I.V.A. imposte e tasse inerenti al passaggio di proprietà sono a carico dell’aggiudicatario. 6) Agli offerenti non divenuti aggiudicatari, subito dopo la chiusura della vendita, verrà restituita la cauzione ed il deposito delle spese. 7) Anche dopo l’effettuazione dell’incanto potranno essere fatte offerte entro il termine di dieci giorni, ai sensi dell’art. 584 c.p.c., qualora le stesse superino di un quinto il prezzo di aggiudicazione provvisoria. Per informazioni rivolgersi al Curatore: Dr. Sergio CASOLARI con studio in Latina - Via Carturan n. 7 - tel.

0773663904 - 0773488580 Il Curatore TRIBUNALE DI LATINA Esecuzione Immobiliare n. 204/89 R.Es.. Vendita all’asta con incanto il giorno 9 febbraio 2011 ore 16,30 e seguenti in Latina, Via Vincenzo Rossetti n. 24, presso Victoria Residence Palace a cura del Notaio Carla Quattrociocchi. LOTTO QUARTO: Immobile sito nel Comune di Aprilia, Via Enrico Toti n. 26 e più precisamente:- garage-magazzino al piano seminterrato, di mq. 120 utili circa. Prezzo base d’asta euro 14.700,00 Offerte in aumento minime euro 250,00.Oneri da sostenere per la sanatoria edilizia euro 4.089,00 circa. LOTTO SETTIMO: Immobile sito nel Comune di Aprilia, Via Enrico Toti n. 22 e più precisamente:- locale garage-magazzino posto al piano seminterrato di mq. 60 utili circa. Prezzo base d’asta euro 7.000,00. Offerte in aumento minime euro 130,00.Oneri da sostenere per la sanatoria edilizia euro 2.044,00 circa. OFFERTE PREZZO: domanda di partecipazione ed assegno circolare non trasferibile intestato al notaio delegato e seguito dal numero dell’esecuzione, pari al 10% del prezzo base, entro le ore 13.00 del giorno precedente l’asta presso lo studio del Notaio delegato - Dottoressa Carla Quattrociocchi, Latina, Via del Lido n. 104, e saranno esaminate il giorno dell’asta. Gli immobili potranno essere visitati, previo accordo. Informazioni, consultazione e visione perizia: Notaio Carla Quattrociocchi, Via del Lido n. 104 - Latina - Tel. 0773/608091. Notaio Dott. Carla Quattrociocchi

• TRIBUNALE DI •

PAOLA

TRIBUNALE DI PAOLA AVVISO DI VENDITA IMMOBILIARE CON INCANTO Espropriazione immobiliare N. 354/95 TRIBUNALE DI PAOLA Promossa da : CURATELA FALLIMENTARE ARREDI LAPERUTA SRL IL DOTT. FILIPPO MAGURNO NOTAIO IN DIAMANTE Delegato, ai sensi dell’art.591 bis cpc, dal Giudice dell’esecuzione del Tribunale di Paola, con ordinanza del 22 aprile 2005 depositata in cancelleria e notificata il 9 maggio 2005 RENDE NOTO CHE A) Il giorno 12 GENNAIO 2011 alle ore 12,00 PRESSO IL SUO STUDIO IN DIAMANTE, Corso Vittorio Emanuele Galleria San Biagio si procederà alla VENDITA CON INCANTO, IN UN UNICO LOTTO DEGLI IMMOBILI SOTTO DESCRITTI,CON ULTERIORE RIDUZIONE DI UN QUINTO DEL PREZZO BASE D’ASTA B) Tutte le attività che ai sensi degli

artt. 576 e segg. c.p.c. debbono essere compiute in cancelleria o davanti al giudice dell’esecuzione o dal cancelliere o dal giudice dell’esecuzione, saranno effettuate dal Notaio delegato presso il proprio studio in Diamante al Corso Vittorio Emanuele snc. C) Ogni offerente esclusivamente il giorno precedente l’incanto entro le ore 12.00 dovrà presentare la propria domanda di partecipazione, in carta legale con l’indicazione completa dei propri dati anagrafici, codice fiscale e del regime patrimoniale di cui alla legge 151/75, presso lo studio del notaio incaricato e contestualmente depositare il 10% del prezzo base d’asta per cauzione e il 20% del prezzo base per acconto spese presumibili di trasferimento, mediante due distinti assegni circolari non trasferibili, intestati al Notaio delegato. Se offerente è una persona fisica dovrà allegare alla domanda fotocopia di un documento di identità e del codice fiscale ed estratto per riassunto dell’atto di matrimonio o un certificato di stato libero; se Società o persona giuridica, certificato del registro delle imprese per la verifica dei poteri; se cittadino straniero, non facente parte della Comunità europea, certificato di cittadinanza ed eventualmente permesso o carta di soggiorno per la verifica della condizione di reciprocità. In caso di intervento a mezzo rappresentante volontario si dovrà allegare originale o copia autentica della procura speciale notarile; in caso di avvocato che presenti offerta per persona da nominare, la riserva di nomina dovrà essere effettuata nell’istanza di partecipazione all’incanto. D) Nel termine perentorio di giorni 10 dall’aggiudicazione provvisoria, sarà possibile fare altre offerte di acquisto purchè di importo superiore di almeno 1/6 il prezzo già raggiunto nell’incanto. Tali offerte vanno fatte a norma dell’art. 571 c.p.c. ed alla gara che si aprirà potrà partecipare anche l’aggiudicatario provvisorio senza presentare nuove domande o prestare cauzione. E) L’aggiudicatario definitivo nel termine di giorni 30 dall’aggiudicazione dovrà depositare il saldo del prezzo di acquisto dedotta la cauzione già versata, nonché l’eventuale saldo delle spese di cui all’art. 591 bis n.5 cpc. ( di registrazione, trascrizione, catastali, cancellazione trascrizioni pignoramenti e iscrizioni ipotecarie, onorario al Notaio), presso il Notaio delegato, mediante distinti assegni circolari non trasferibili intestati allo stesso Notaio. In caso di inadempienza, decadrà dal diritto e perderà la cauzione a titolo di multa con l’obbligo di pagare la differenza di cui alla 2^ parte dell’art. 587 cpc. F) L’incanto si svolgerà secondo le modalità di cui all’art. 581 c.p.c. e in caso di asta deserta ogni creditore entro 10 giorni può fare istanza di assegnazione a norma dell’art. 589 c.p.c.. G) Il presente avviso sarà notificato, a mezzo ufficiale giudiziario ai creditori iscritti e non intervenuti ai sensi dell’art. 498 c.p.c..e resterà affisso per tre giorni consecutivi all’albo del Tribunale di Paola e sarà pubblicizzato mediante l’ affissione murale nel comune dove sono ubicati gli immobili e la pubblicazione sulla edizione domenicale del quotidiano " Il Domani della Calabria", su "Aste" e sul sito internet www.aste.eugenius.it IMMOBILI IN VENDITA - segue

Sito autorizzato ad effettuare la pubblicita' delle vendite giudiziarie per tutti i Tribunali appartenenti ai Distretti di Corte d'Appello d'Italia


AsteInfoappalti

Dicembre 2010 www.astepress.it

30

www.asteinfoappalti.it

Elenco dei bandi LOTTO UNICO Nel Comune di SCALEA località Piano Grande appartamento su 2 piani ( zona giorno e zona notte) del fabbricato n.5, interno 5, con annessa corte, facente parte del complesso residenziale denominato "Parco Veronica", costituito da ingresso-soggiorno con camino, cucina, tre camere da letto , doppi servizi, per complessivi mq. 106 c.a., balcone, ballatoio e terrazzo di complessivi 35 mq.c.a con corte di uso esclusivo di 45 mq. c.a. Censito nel Catasto Fabbricati del comune di competenza, intestato ai debitori esecutati al foglio n.5 con la particella 119 sub 5,contrada Piano Grande piano 1-T, z.c.2, cat. A/3 classe 2 consistenza vani 6; Rendita catastale euro 237,05 e particella 119 sub 17 ( corte ) In relazione alla legge urbanistica ( Testo unico in materia edilizia), risulta che l’immobile è stato costruito in esecuzione alla concessione edilizia n.708 del 08/04/1986 e successiva variante n 754 del 17/10/1986. Sussistono lievi difformità edilizie sanabili. .Pertanto, si avvisa l’aggiudicatario che, ricorrendone i presupposti , potrà avvalersi delle disposizioni di cui all’art. 46 del vigente T.U. sull’edilizia di cui al D.P.R. 6/6/2001 n.380 ed art. 40 VI della citata legge 47/85. PREZZO BASE D’ASTA EURO 21.146,00 OFFERTA MINIMA DI AUMENTO EURO 1000,00 Il prezzo base d’asta è stato determinato dal CTU tenendo conto delle spese di condono per le lievi difformità e di quelle per il rilascio del certificato di agibilità. Gli immobili pignorati risultano abitati dai proprietari e non gravati da vincoli o altre formalità pregiudizievoli per le quali non sia possibile ottenere l’ordine di cancellazione. Gli stessi sono posti in vendita nello stato di fatto e di diritto in cui si trovano e per come meglio descritti nella consulenza tecnica di ufficio redatta a cura del dott. agr. Aldo Mecca che potrà essere consultata presso lo studio del Notaio delegato al quale potranno chiedersi direttamente maggiori informazioni telefonando ai numeri 0985/81760-87561). Il debitore o il custode consentiranno la visita del compendio posto in vendita nei tre giorni antecedenti l’incanto, dalle ore 16.00 alle 18.30, salvo diverso orario da concordarsi con il notaio delegato. Diamante lì 23 novembre 2010 IL NOTAIO DELEGATO Dott. Filippo Magurno TRIBUNALE DI PAOLA AVVISO DI VENDITA IMMOBILIARE CON INCANTO Espropriazione immobiliare N. 14/92 promossa da : INTESA GESTIONE CREDITI SPA IL DOTT. FILIPPO MAGURNO NOTAIO IN DIAMANTE Delegato, ai sensi dell’art.591 bis cpc, dal Giudice dell’esecuzione del Tribunale di Paola, con ordinanza del 26 ottobre 2005 e notificata in pari data RENDE NOTO CHE A) Il giorno 12 GENNAIO 2011 alle ore 11,00 PRESSO IL SUO STUDIO IN DIAMANTE, Corso Vittorio Emanuele Galleria San Biagio si procederà alla VENDITA CON INCANTO E CON ULTERIORE RIDUZIONE DI UN QUINTO DEL PREZZO BASE D’ASTA, DEGLI IMMOBILI SOTTO DESCRITTI. B) Tutte le attività che ai sensi degli

artt. 576 e segg. c.p.c. debbono essere compiute in cancelleria o davanti al giudice dell’esecuzione o dal cancelliere o dal giudice dell’esecuzione, saranno effettuate dal Notaio delegato presso il proprio studio in Diamante al Corso Vittorio Emanuele snc. C) Ogni offerente esclusivamente il giorno precedente l’incanto entro le ore 12.00 dovrà presentare la propria domanda di partecipazione, in carta legale con l’indicazione completa dei propri dati anagrafici, codice fiscale e del regime patrimoniale di cui alla legge 151/75, presso lo studio del notaio incaricato e contestualmente depositare il 10% del prezzo base d’asta per cauzione e il 20% del prezzo base per acconto spese presumibili di trasferimento, mediante due distinti assegni circolari non trasferibili intestati al Notaio delegato. Se offerente è una persona fisica dovrà allegare alla domanda fotocopia di un documento di identità e del codice fiscale ed estratto per riassunto dell’atto di matrimonio o un certificato di stato libero; se Società o persona giuridica, certificato del registro delle imprese per la verifica dei poteri; se cittadino straniero, non facente parte della Comunità europea, certificato di cittadinanza ed eventualmente permesso o carta di soggiorno per la verifica della condizione di reciprocità. In caso di intervento a mezzo rappresentante volontario si dovrà allegare originale o copia autentica della procura speciale notarile; in caso di avvocato che presenti offerta per persona da nominare, la riserva di nomina dovrà essere effettuata nell’istanza di partecipazione all’incanto. D) L’incanto si svolgerà secondo le modalità di cui all’art. 581 c.p.c. e in caso di asta deserta ogni creditore entro 10 giorni può fare istanza di assegnazione a norma dell’art. 589 c.p.c.. E) Nel termine perentorio di giorni 10 dall’aggiudicazione provvisoria, sarà possibile fare altre offerte di acquisto purchè di importo superiore di almeno 1/6 il prezzo già raggiunto nell’incanto. Tali offerte vanno fatte a norma dell’art. 571 c.p.c. ed alla gara che si aprirà potrà partecipare anche l’aggiudicatario provvisorio senza presentare nuove domande o prestare cauzione. F) Il credito azionato dall’Istituto Bancario procedente è un credito fondiario, sicchè, ai sensi dell´art. 41 comma 5 della nuova Legge Bancaria (D.Lgs. 1/09/1993 n. 385), l´aggiudicatario ha la facoltà di subentrare, senza autorizzazione del Giudice dell’Esecuzione, nel contratto di finanziamento fondiario, purchè entro quindici giorni dalla data di aggiudicazione definitiva ( venticinque giorni dall’incanto) paghi al creditore fondiario le rate scadute, gli accessori e le spese; l’aggiudicatario definitivo che non intenda avvalersi della facoltà di subentrare, a norma dell’art. 41 5° della citata legge, nel contratto di finanziamento, dovrà: a) versare direttamente all´Istituto di credito fondiario, entro il termine di giorni venti dalla data in cui l´aggiudicazione diviene definitiva ,la parte del prezzo corrispondente al complessivo credito dello stesso. A tal fine l’Istituto di credito dovrà far pervenire, presso lo studio del notaio delegato, entro cinque giorni dall’aggiudicazione definitiva ( quindici giorni dall’incanto) la nota di precisazione del suo credito, indicante la somma che dovrà essere versata dall’aggiudicatario, con il dettaglio del capitale, rate scadute, interessi e

spese, nonché, trattandosi di vendita in lotti, la quota proporzionale del credito riferita a ciascun lotto; indicando, altresì, le modalità di versamento. b) depositare nel termine di giorni 30 dall’aggiudicazione definitiva presso il Notaio delegato l’eventuale eccedenza del saldo prezzo di aggiudicazione sul credito fondiario, dedotta la cauzione già versata, nonché l´eventuale saldo delle spese di cui all’art. 591 bis n.5 cpc. ( di registrazione, trascrizione, catastali, cancellazione trascrizioni pignoramenti e iscrizioni ipotecarie, onorario al Notaio), mediante distinti assegni circolari non trasferibili intestati allo stesso Notaio. In caso di inadempienza, decadrà dal diritto e perderà la cauzione a titolo di multa con l’obbligo di pagare la differenza di cui alla 2^ parte dell’art. 587 cpc. c) depositare, altresì, nel predetto termine di giorni 30 dall’aggiudicazione definitiva, attestazione-quietanza dell’importo versato all’Istituto di credito. G) E’ data la possibilità, per i partecipanti all’asta, di ottenere mutui ipotecari per un importo fino ad un massimo del 70-80% del valore dell’immobile (come stimato nella perizia) a tassi e condizioni economiche prestabiliti da ogni singola banca. Le banche aderenti all’iniziativa sono: 1) Banca Monte Paschi di Siena Spa, filiale di Paola (Direzione di Reggio CalabriaSettore Prodotti Retail - viale Calabria Angolo Vico S. Anna,89131 Reggio Calabria , tel. 0965-353465/478/468; 2) Unicredit Banca Spa, Agenzia Unicredit di Cosenza, 127 ang. Tagliamento , Corso Mazzini. I partecipanti alla aste, sono, pertanto, invitati a contattare le sedi delle agenzie o filiali come sopra indicate. Altre banche aderenti all’iniziativa sono consultabili sul sito dell’ABI (http:www3.abi.it/AsteImm/). H) Il presente avviso sarà notificato, a mezzo ufficiale giudiziario ai creditori iscritti e non intervenuti ai sensi dell’art. 498 c.p.c..e resterà affisso per tre giorni consecutivi all’albo del Tribunale di Paola e sarà pubblicizzato mediante l’ affissione murale nel comune dove sono ubicati gli immobili e la pubblicazione sulla edizione domenicale de quotidiano " Il Domani della Calabria", nonchè sul mensile "Aste" e sul sito internet www.aste.eugenius.it; IMMOBILI IN VENDITA I LOTTO Nel Comune di TORTORA (CS) : Complesso turistico-alberghiero in Via Sirimarco,47, composto da n. 7 corpi di fabbrica, realizzati sui lati estremi dell’appezzamento di terreno su cui sorge l’intera struttura immobiliare e al centro del quale è ubicato un ampissimo spazio destinato a verde comune e ritrovo, con annesse piscine e piantumato con alberi di altro fusto. Nel corpo centrale, contraddistinto con il numero "1" sono situati i servizi comuni al complesso turistico ( reception, sala ristorante, bar, cucina, camere albergo ecc.); con il numero "2" è indicato il corpo di fabbrica destinato a impianti tecnologici e servizi ed il residence con numerazione delle camere "600"; con il numero "3" è indicato il corpo di fabbrica destinato a residence e suddiviso in quatto lotti, con camere che vanno dalla numerazione "200" a quella "500"; con il numero "4" è indicato il corpo di fabbrica destinato a residence con numerazione delle camere " 100"; con il numero "5" è indicato il corpo di fabbrica destinato a

magazzini; con il numero "6" è indicato il corpo di fabbrica destinato a deposito ed impianti; con il numero "7" è indicato il corpo di fabbrica ancora incompleto. Censito nel N.C.E.U alla partita catastale 1589, in ditta al debitore esecutato, foglio 47, particella n. 177, via Sirimarco 47, piano T-1-2-3-4-1/ST, z.c. 1, Cat. D/2, rendita E 87.943,00 00. PREZZO BASE D’ASTA EURO 1.493.365,00 - OFFERTA MINIMA DI AUMENTO EURO 10.000,00

• TRIBUNALE DI •

ROMA

TRIBUNALE DI ROMA Trib. Roma Fall. 275/09 G. D. Dott. Di Salvo, ud.za 26/01/2011, ore 10,30, vende, in unico lotto, immobile nonché Azienda Alberghiera in esso esercitata denominata "Hotel Hermitage", in Vitulazio (CE), Strada Statale 7, "Appia", km. 195+480 in Catasto F. 9, p.lla 5042, Cat. D/2, Rendita E 34.808,00 e p.lla 5042 Ente Urbano Ha 00.80.99. Prezzo base E 6.714.680,40. Aum.to minimo E 25.000,00. Offerte, cauzionate 35%, entro ore 13 giorno lavorativo precedente quello di vendita. Info Cancelleria G. D. e . TRIBUNALE DI ROMA Sezione fallimentare Fallimento 363/07 G.D. dott. U. Gentili - Curatore avv. G.L. Righi Si rende noto che il G.D. con ordinanze del 13.10.2010 ha disposto la vendita dei seguenti beni del fallimento 363/07: LOTTO 1): VENDITA SENZA INCANTO del "Ramo d’Azienda" costituito i) dal complesso dei beni organizzati per l’esercizio dell’attività di smaltimento di rifiuti ovvero macchinari, attrezzature industriali, autoveicoli, licenze, autorizzazioni nonché dai rapporti giuridici inerenti l’attività d’impresa e dai rapporti di lavoro ancora esistenti - attualmente detenuti da società affittuaria contro la quale la curatela ha già intrapreso azione giudiziaria per la risoluzione di tutti i contratti in essere e di condanna al rilascio ed alla riconsegna dei beni e al pagamento dei canoni insoluti - ii) dal credito, maturato e maturando, vantato dalla società fallita nei confronti della società affittuaria per canni d’affitto e locazione non pagati. Il tutto meglio identificato e descritto nella relazione di stima e nelle successive integrazioni redatte dai CTU della procedura, nello stato di fatto e di diritto in cui si trova, ad un prezzo non inferiore ad E 700.000,00, oltre spese e imposte di legge. L’udienza per la deliberazione sulle offerte e per l’eventuale gara tra gli offerenti è fissata per il giorno 26.11.2011 alle ore 12,00. Le offerte in bollo dovranno - segue

Sito autorizzato ad effettuare la pubblicita' delle vendite giudiziarie per tutti i Tribunali appartenenti ai Distretti di Corte d'Appello d'Italia


AsteInfoappalti

Dicembre 2010 www.astepress.it

32

www.asteinfoappalti.it

Elenco dei bandi essere depositate in cancelleria, in busta chiusa entro le ore 13,00 del 25.1.2011, accompagnate da assegno pari al 10% del prezzo offerto a titolo di cauzione. LOTTO 2) VENDITA CON INCANTO immobili siti in Anzio, Via delle Cinque Miglia e stradone della Spadellata s.n.c., identificati al N.C.E.U. di Anzio al foglio 5 part. 91 sub 1-4 e al foglio 5 part. 91 e 1228, graffati sub. 2 e 91, e 1229, graffati sub 3, e al foglio 5 part. 1230, attualmente oggetto di due contratti di leasing immobiliare stipulati fra la società fallita e la Banca Centrale per il Leasing delle Banche Popolari - Italease S.p.A. (n. 288057 e n. 317572), e della cabina elettrica - identificata in NCEU al foglio 5 mapp. 1227 - acquistata per atto Notaio Roberto Labate di Sora del 20.7.2001 rep. 223669 racc. 31670 e di proprietà della società fallita. Il tutto meglio identificato e descritto nella relazione di stima redatta dalla CTU della procedura, arch. Teresita d’Agostino, nonché nella relazione ventennale sullo stato delle trascrizioni e iscrizioni sugli immobili, redatta dal Notaio Lauretta Casadei, nello stato di fatto e diritto in cui si trovano, al prezzo non inferiore ad E 2.200.000,00 oltre spese e imposte di legge. La vendita avrà luogo davanti al Giudice Delegato, nell’aula della sezione fallimentare del Tribunale di Roma, all’udienza del 26.1.2011 alle ore 12,10. Le offerte in bollo dovranno essere depositate in cancelleria, in busta chiusa entro le ore 13,00 del 25.1.2011, accompagnate da assegno pari al 10% del prezzo offerto a titolo di cauzione. Ulteriori informazioni: Tribunale di Roma cancelleria sezione fallimentare G.D. dott. Gentili, Curatore tel. 06 68135702 fax 06 68131310 o sul sito www.astegiudiziarie.it. IL CURATORE FALLIMENTARE Avv. Gian Luca Righi TRIBUNALE DI ROMA Trib. Roma Fall. 275/09 G. D. Dott. Di Salvo, ud.za 25/01/2011, ore 12,00, vende, in unico lotto, immobili in Roma, via Giulio Galli n. 25/D. 1- magazzio-deposito, piano S1 int A in Catasto al F 111, p. 32, sub 506 (ex sub 49), Cat. C/2, 350 mq., rendita E 759,19; 2- autorimessa, piano S1 int 7 in Catasto al F 111, p. 32, sub 34, Cat. C/6, 19 mq., rendita E 104,01; 3- autorimessa, piano S1 int 8 in Catasto al F 111, p. 32, sub 35, Cat. C/6, 18 mq., rendita E 98,54; 4- autorimessa, piano S1 int 9 in Catasto al Fo 111, p. 32, sub 36, Cat. C/6, 45 mq., rendita E 181,28; 5- autorimessa, piano S1 int 12 in Catasto al F 111, p. 32, sub 53, Cat. C/6, 42 mq., rendita E 169,19; Prezzo base E 1.021.000,00. Aum.to minimo E 10.000,00. Offerte, cauzionate 35%, entro ore 13 giorno lavorativo precedente quello divendita. Info Cancelleria G. D. e . TRIBUNALE DI ROMA Fallimento n. 20/2008 G.D. Dott. Aldo Ruggiero Curatore Prof. Francesco Minnetti Asta del 16/02/2011, ore 13.00 per vendita prestigioso immobile uso uffi-

cio in Roma zona centro Si rende noto che il G.D. Dott. Ruggiero con ordinanza depositata il 11/10/2010 ha disposto la vendita senza incanto del fabbricato cielo-terra ad uso ufficio sito in Roma Via Giovan Battista Martini n. 3 - Piazza Verdi s.n.c., costituito da nove piani fuori terra oltre al piano terra e da due piani interrati della superficie complessiva di mq. 15.000 - cui si aggiungono 690 mq. di parcheggio esterno, 360 mq. di terrazza al piano 9° e 1.577 mq. di superficie di pertinenza nell’ambito di una porzione in comproprietà con l’adiacente proprietà - oltre ad una quota di 404/1000 su parti comuni con l’adiacente proprietà per una ulteriore superficie di pertinenza di circa 1.500 mq. L’immobile, attualmente locato all’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato al canone annuo di E 4.353.359,08 + IVA, sarà posto in vendita nello stato di fatto e di diritto in cui si trova al prezzo base di E 80.000.000,00. L’udienza per la deliberazione dell’offerta e per l’eventuale gara fra gli offerenti ai sensi dell’art. 573 c.p.c. è fissata per il giorno 16.02.2011, ore 13,00 innanzi al G.D., Dott. Aldo Ruggiero. Il deposito dell’offerta in busta chiusa dovrà avvenire presso la Cancelleria del Tribunale Fallimentare di Roma entro il termine massimo del 15/02/2011. L’offerta dovrà contenere, fra l’altro, l’indicazione del bene per il quale l’offerta è proposta, l’espressa dichiarazione di aver preso visione della perizia di stima e l’indicazione del prezzo offerto, che non potrà essere inferiore al prezzo base sopra indicato. La domanda in bollo dovrà essere corredata da un assegno circolare non trasferibile, intestato al Curatore, per una somma pari al 10% del prezzo offerto a titolo di cauzione. L’ordinanza di vendita e la perizia dell’immobile sono integralmente riportate presso il sito internet www.portaleaste.com. Ulteriori informazioni sono disponibili presso la Cancelleria del Tribunale Fallimentare di Roma, Viale delle Milizie n.3/E, piano terra, st.185 e presso lo studio del Curatore (Roma, Via Parigi n. 11, Tel. 06.4807021Fax. 06-48070251). Roma, 16 dicembre 2010 TRIBUNALE DI ROMA NOTIFICA PER PUBBLICI PROCLAMI Tribunale Ordinario Di Roma - Sezione -Quinta -Giudice Dr Belloni R.G.N. 40438/10 In esecuzione di quanto disposto dal Sig. Presidente del Tribunale di Roma dott. Paolo De Fiore, su parere favorevole del P.M., con decreto di autorizzazione rilasciato in data 23 novembre 2010, si provvede alla notificazione per pubblici proclami del gravame sotto forma di estratto del ricorso per affrancazione ex L. 22 luglio 1966, n. 607. depositato in data 28.06.2010 dalla Sig.ra Nazio Ivana, elettivamente domiciliata in Roma, P.zza del Fante,n.8 presso lo studio degli Avv.ti Stefano Pucci e Paolo Scipinotti che la rappresentano e difendono, e del decreto di fissazione di udienza per il 17.01.2011 ore 9.30 nei confronti degli Eredi di Rollero Pia, Silvestri Lidia, Silvestri Mario, Signorelli Alfonsa, Signorelli Virginia, Signorelli Enrica e Signorelli Emilia, questi ultimi nella qualità di concedenti il livello gravante sul terre-

no sito nel Comune di Roma, località "S. Matteo", alla Via di San Matteo, 72 - appezzamento di terreno di are ventisette e centiare trenta, con sovrastante fabbricato urbano, confinante con proprietà Mancini, proprietà Tardiola, proprietà Benzi, Via di San Matteo, salvo altri, censito al NCT di detto Comune come segue: - partita 2024, foglio 1017 part. 123, are 9.00, senza reddito, part. 124, are 18.30, vigneto, classe 2°, R.D. Euro 54.45, R.A. Euro 18.90. Roma lì 01.dicembre.2010 Avv. Stefano Pucci TRIBUNALE DI ROMA Sezione Fallimentare *** Liquidazione Concordataria dei Beni di "Casamercato s.r.l." Concordato Preventivo n. 24/2008 AVVISO DI VENDITA La Liquidazione Concordataria dei Beni di "Casamercato s.r.l." - Concordato Preventivo n. 24/2008 (la Procedura), comunica che nel quadro delle attivita’ finalizzate al realizzo delle attivita’ cedute, intende procedere alla vendita in lotti separati, dei seguenti complessi immobiliari ceduti ai creditori: LOTTO NUMERO 1: complesso immobiliare ubicato in Comune di Alseno (PC) consistente in un centro commerciale della superficie complessiva di circa 41.681 mq; LOTTO NUMERO 2: complesso immobiliare ubicato in Comune di Cava Manara (PV), consistente in un centro commerciale della superficie complessiva di circa 26.543 mq.; LOTTO NUMERO 3: complesso immobiliare ubicato in Comune di Sesto Fiorentino (FI), consistente in un terreno della superficie di circa 8.110 mq. catastali e soprastanti fabbricati consistenti in vari immobili a destinazione commerciale, della superficie complessiva coperta di circa 637,2 mq. e n. due immobili a destinazione abitativa, della superficie complessiva coperta di circa 174,9 mq.; LOTTO NUMERO 4: complesso immobiliare ubicato in Comune di Alseno (PC), consistente in un terreno della superficie di circa 6.542 mq. catastali e soprastanti fabbricati consistenti in una abitazione in villa, della superficie complessiva coperta di circa 313 mq., un’abitazione rurale, della superficie complessiva coperta di circa 244 mq. ed un magazzino, della superficie complessiva coperta di circa 125 mq.; LOTTO NUMERO 5: complesso immobiliare ubicato in Comune di Lavagno (VR), frazione Vago, consistente in un terreno edificabile della superficie complessiva di circa 30.431 mq. Catastali. I Complessi Immobiliari sono comunque meglio descritti nella documentazione inerente la procedura di vendita, consultabile sul sito internet: www.casamercato.it. La procedura di vendita si espletera’ mediante un’asta, che si terra’ avanti il notaio dottor Luca Troili (il notaio incaricato), avente studio in Roma, via Oslavia, 12, tel.: 06.3720548, fax.: 06.37526536, il giorno 24 febbraio 2010, alle ore 12,00. L’integrale disciplina della procedura di vendita e’ contenuta nelle "NORME CHE REGOLANO L’INVITO A PRESENTARE OFFERTE DI ACQUISTO DI COM-

PLESSI IMMOBILIARI COMPRESI NELL’ATTIVO DELLA PROCEDURA, COSTITUENTI LOTTI SEPARATI - DISCIPLINARE D’ASTA (in breve: "Regolamento di vendita"). Il Regolamento di Vendita puo’ essere consultato sul sito web: www.casamercato.it. Ai fini della presentazione delle offerte segrete di acquisto, i prezzi base d’asta dei Complessi Immobiliari sono stabiliti come segue: LOTTO NUMERO 1: prezzo base d’asta euro 17.589.659,49 (euro diciassettemilioni cinquecentoottantanovemilaseicentocinquantanove/49); LOTTO NUMERO 2: prezzo base d’asta euro 12.421.060,83 (euro dodicimilioni quattrocentoventunomilasessanta/83); LOTTO NUMERO 3: prezzo base d’asta euro 1.980.450,00 (euro unmilione novecentoottantamilaquattrocentocinquanta/00); LOTTO NUMERO 4: prezzo base d’asta euro 637.951,14 (seicentotrentasettemila novecentocinquantuno/14); LOTTO NUMERO 5: prezzo base d’asta euro 6.642.000,00 (euro seimilioniseicento quarantaduemila/00). I Complessi Immobiliari possono essere visionati previa richiesta da inviare in forma scritta, via fax, al numero 06.37500515. La visita sara’ confermata in forma scritta dalla Procedura e potra’ avere luogo alla presenza di un delegato dei Commissari Liquidatori. Il presente avviso, in ogni caso, non costituisce proposta irrevocabile né offerta al pubblico, né sollecitazione al pubblico risparmio, né impegna in alcun modo i Commissari Liquidatori a contrarre con gli offerenti. Roma, data della pubblicazione I Commissari Liquidatori Avv. Giuseppina Ivone Dott. Roberto Falcone TRIBUNALE DI ROMA SEZIONE FALLIMENTARE Fall. n. 2/2009 Vuelta International SpA in liq. - G.D. dott. Fabio Miccio, curatore avv. Raffaele Ambrosio - vende ad offerte segrete il giorno 28 marzo 2011 ore 12,00 al prezzo base di E. 400.000,00 (offerte minime in aumento E. 5.000,00) marchi di impresa e brevetti di invenzione nel settore della ciclistica meglio precisati nella perizia nonché nell’istanza e nell’ordinanza di vendita unite all’annuncio su www.astegiudiziarie.it. Le offerte di acquisto unitamente alla cauzione del 10% del prezzo base dovranno pervenire alla cancelleria dell’Ufficio Fallimentare di Roma entro e non oltre le ore 12,00 del giorno 25 marzo 2011 a pena di irricevibilità. Per eventuali chiarimenti contattare curatore, avv. Raffaele Ambrosio, tel. 06.3202738. TRIBUNALE DI ROMA - SEZIONE FALLIMENTARE FALLIMENTO N. 354/05 "L’ELITE S.R.L." G.D. DR. MARIA LUISA DE RENZIS CURATRICE AVV. CARLA BELTRANDO AVVISO DI VENDITA IMMOBILE ASTA DEL 6.04.2011 ORE 12:30 VENDITA SENZA INCANTO Si rende noto che il G.D., con ordinanza del 22.07.2010 ha disposto la vendita senza incanto di quanto - segue

Sito autorizzato ad effettuare la pubblicita' delle vendite giudiziarie per tutti i Tribunali appartenenti ai Distretti di Corte d'Appello d'Italia


AsteInfoappalti

Dicembre 2010

34

www.astepress.it

www.asteinfoappalti.it

Elenco dei bandi appresso indicato, e nel caso in cui non abbia luogo per mancanza di offerte o per altra ragione, si procederà alla vendita con incanto, con asta il 18.05.2011 ore 12.00, alle seguenti condizioni: Deposito delle offerte in cancelleria entro le ore 13:00 del giorno antecedente l’asta Condizioni di partecipazione: Domanda in bollo, corredata da assegni circolari NON TRASFERIBILI, intestati a favore del Fallimento, dell’importo pari al 30% del prezzo base, di cui 10% a titolo di cauzione, 20% a titolo di spese presuntive di vendita. Ulteriori informazioni in Cancelleria Tribunale Fallimentare di Roma, piano terra, stanza 191, o contattare Curatrice Tel. 06/3724252 - 06/3728417 LOTTO UNICO: Locale ad uso commerciale, sito in Grosseto, loc. "Marina di Grosseto", Via XXIV Maggio,72/B PREZZO BASE RIBASSATO Euro 464.000,00= RIALZO MINIMO Euro 5.000,00= TRIBUNALE DI ROMA Giudice Delegato Dott. Giuseppe Di Salvo - Fallimento n. 275/09 udienza 16/02/2011, ore 11,30 vendita con incanto, in unico lotto, di immobile nonché Azienda Alberghiera in esso esercitata denominata "Hotel Quadrifoglio"- in Castello di Cisterna (NA), via Sandro Pertini (giá via Cimitero) in Catasto F. 3, p.lla 427 Cat. D/2 (l’Albergo), p.lla 1010 sub 1 (giá p.lla 28) Cat. D/6 (il Complesso Sportivo) e p.lle 490, 673, 674, 675 Cat T sup. Ha 01.45.00 (le aree limitrofe). Prezzo base E 5.657.921,90. Aumento minimo E 25.000,00. Offerte, cauzionate 35%, entro ore 13 del giorno lavorativo precedente quello di vendita. Info Cancelleria G. D. e TRIBUNALE DI ROMA FALL. n.200500285 TRIBUNALE DI ROMA G.D. DE RENZIS vende con incanto 16/02/2011 ore 12,00, presso Tribunale di Roma Sezione Fallimentare, brevetto industriale (PCT WO 01/56632 A2), Modello di utilità e marchio comunitario per la produzione di siringhe pre-riempite denominato "Fadajet". Prezzo base Euro 65.000,00. Cauzione 20% entro ore 12,00 del 15/02/2011. Rilanci minimi Euro 20.000,00. Informazioni presso cancelleria Tribunale e curatore dott. Fondi tel 06 45471503.

• TRIBUNALE DI •

SANT’ANGELO DEI LOMBARDI

TRIBUNALE SANT’ANGELO DEI LOMBARDI (AV) FALLIMENTO N. 05/2004 R. Fall Il G.D. D’Inverno, vende con incanto il 08/02/2011 ore 13,00, avanti a sé, i seguenti lotti:

Lotto 1. Suolo edificatorio a destinazione industriale totale mq 13592, in catasto al foglio 2 particelle 176 - 5014 -5020 - 5024 - 5027 - 5031 - 5037, Via Provinciale Tora-Casilina. Prezzo base E 244.656,00, oltre accessori se dovuti. Lotto 2. Suolo edificatorio a destinazione industriale totale mq 21956, in catasto al foglio 2 particelle 5016-5017-5026, Via Provinciale Tora-Casilina. Prezzo base E 395.208,00, oltre accessori se dovuti. Lotto 3. Suolo edificatorio a destinazione industriale totale mq 11.875, in catasto al foglio 2 particelle 5029-5039, Via Provinciale Tora-Casilina.. Prezzo base E 213.750,00 oltre accessori se dovuti. I beni de quibus sono gravati da servitù come indicato in perizia. Deposito offerte in bollo, busta chiusa entro 07/02/2011 ore 13.00 c/o cancelleria fallimentare con copia documento e A/C N.T. 10% prezzo offerto (cauzione) intestato al fallimento, aumento minimo E 50.000,00. Info: Cancelleria Tribunale (0827-23152), curatore Dott. Fortunato Esposito (081/560.66.93), Ordinanza, avviso di vendita, e CTU consultabili su www.astegiudiziarie.it a cui si rinvia per ulteriori notizie.

• TRIBUNALE DI •

TERAMO

TRIBUNALE DI TERAMO Amministrazione Straordinaria del gruppo ATR costituito dalle società "ATR s.r.l., ATR Composites s.p.a., ATR Tools s.p.a. , ATR Materials s.r.l., ATR Aerospace s.r.l., S.L.C. s.r.l., ATR Servizi s.r.l., ATR Engineering s.r.l., ATR R&D s.r.l." Procedura negoziata ESTRATTO DELLA PROCEDURA NEGOZIATA PER LA VENDITA DELL’INTERO COMPLESSO AZIENDALE COSTITUITO DALLE AZIENDE DELLE SOCIETÀ DEL GRUPPO ATR IN A.S. OVVERO DI SINGOLI RAMI D’AZIENDA DEL GRUPPO ATR IN A.S. Il Prof. Avv. Gennaro Terracciano, Amministratore Straordinario del Gruppo ATR costituito dalle società ATR S.r.l., ATR Composites S.p.A., ATR Tools S.p.A., ATR Materials S.r.l., ATR Aerospace S.r.l. , S.L.C. S.r.l., ATR Servizi S.r.l., ATR Engineering S.r.l., ATR R&D S.r.l., tutte aventi sede in Italia, nel Comune di Colonnella (TE), zona industriale "Valle Cupa", ammesse alla procedura di Amministrazione Straordinaria dal Tribunale di Teramo - Sezione Fallimentare con decreto in data 22.06.09 (D. Lgs. 8 luglio 1999, n. 270 ) Premesso che - Con decreti del 15.12.2009 e del 15.11.2010 il Ministero dello Sviluppo Economico, previo parere favorevole del Comitato di Sorveglianza, ha autorizzato l’esecuzione del Program-

ma di cessione delle attività aziendali facenti capo al gruppo di imprese denominato ATR e precisamente ATR S.r.l., ATR Composites S.p.A., ATR Tools S.p.A. , ATR Materials S.r.l., ATR Aerospace S.r.l. , S.L.C. S.r.l., ATR Servizi S.r.l., ATR Engineering S.r.l., ATR R&D S.r.l.; - Il complesso aziendale da cedersi, unitariamente ovvero attraverso la cessione disgiunta dei singoli rami d’azienda "Automotive" ed "Aerospace", opera nel settore della progettazione, produzione e commercializzazione di componenti e prodotti per il settore automobilistico ed aeronautico ed è composto dai beni immobili, beni mobili, impianti, arredi, attrezzature e macchinari, documentazione tecnica e Know-how, autorizzazioni, permessi e licenze e concessioni, rapporti contrattuali in essere alla data di cessione, marchio ed altre immobilizzazioni immateriali iscritte a bilancio delle singole società facenti parte del Gruppo ATR; Comunica che il bando e disciplinare della procedura di vendita dell’ intero complesso aziendale costituito dalle aziende delle società del gruppo ATR in a.s. ovvero di singoli rami d’azienda del gruppo ATR in a.s. è pubblicato integralmente sul sito internet della procedura dell’Amministrazione Straordinaria del Gruppo ATR www.atrgroup.it ed invita i soggetti interessati all’acquisto del suddetto complesso aziendale ovvero dei singoli rami Automotive ed Aerospace a presentare le proprie offerte secondo le modalità, termini e condizioni indicate, insieme ad ogni altra informazione utile, nel bando pubblicato sul sito internet. Il presente estratto non costituisce un’offerta al pubblico ex art. 1336 del Codice Civile né sollecitazione del pubblico risparmio ex artt. 94 e ss. del D.Lgs. n. 58 del 24 febbraio 1998. Roma, lì 25/11/10 Il Commissario Straordinario prof. Avv. Gennaro Terracciano

• TRIBUNALE DI •

TORINO

TRIBUNALE DI TORINO Sezione fallimentare Fallimento: n.ro 159/2007 R.G. Si comunica che è stata disposta la gara volta a cedere l’azienda della fallita costituita da attività alberghiera , componente immobiliare e mobiliare, corrente sotto l’insegna " Vercelli Palace Hotel" , ubicato in Vercelli, Via Tavallini n. 29, unico ivi contraddistinto dalle 4 stelle, dotato di 80 stanze arredate, centro congressi, piano bar, ristorante, parcheggio. Il termine entro il quale gli interessati dovranno depositare presso lo studio del curatore, dr. Michele Vigna, Via Perrone n. 16, Torino, le offerte in busta chiusa recante la dicitura "offerta d’acquisto per l’azienda del fallimento n. 159/2007 R.G." è fissato per il giorno 25 gennaio 2011 alle ore 12,30. L’apertura delle buste e l’eventuale successiva gara al rialzo sono fissate per il gior-

no 28 gennaio 2011, ore 15,30 presso lo studio del legale del fallimento, avv. Dario Bertino, Corso Vittorio Emanuele II n. 107, Torino. La busta dovrà contenere: a) L’ offerta di acquisto dell’azienda come sopra indicata ad un prezzo che non potrà essere inferiore al prezzo base di E 1.900.000,00, b) Il versamento a mezzo assegno circolare intestato al Fallimento n.ro 159/2007 di cauzione pari al 10% del prezzo offerto, c) Accettazione incondizionata di tutte le condizioni e modalità contemplate nel bando eventualmente visibile presso il curatore o, unitamente alla perizia, sul sito www.legaleentieaste.it Il Curatore

• TRIBUNALE DI •

VELLETRI

TRIBUNALE DI VELLETRI Fall. 3120 GD La Malfa vende con incanto 01 febbraio 2011 ore 12,00 Lotto 1: 50% immobile uso abitazione su tre piani con ingresso autonomo e cortile in Villetta Barrea (AQ) PB E 132.800,00 Lotto 2: 50% immobile uso abitazione 5 vani catastali con autorimessa e terreni agricoli in Albano Laziale (RM) PB E 110.434,25 Lotto 3: fabbricato abitativo unifamiliare sito in Albano Laziale (RM) PB E 170.000,00. Aumenti minimi per lotto E 5.000,00. Offerte cauz. 30% giorno antecedente in cancelleria h. 13,00 - perizie documentazione ed info www.astegiudiziarie.it Dr.ssa Donatella Zanetti DOTTORE COMMERCIALISTA REVISORE CONTABILE 00192- Roma - Via Vigliena n° 2 - Tel. 06.32.11.12.14 Fax 06.37.51.13.00 Codice Fiscale ZNTDTL57D56C980B e Partita Iva n°09778531005 Mail: donatellazanetti@tiscali.it studio.dzan@tiscali.it - Fine

Cerchi casa? Prova all'incanto!

Sito autorizzato ad effettuare la pubblicita' delle vendite giudiziarie per tutti i Tribunali appartenenti ai Distretti di Corte d'Appello d'Italia


Dicembre 2010

AsteInfoappalti

35

www.astepress.it

www.asteinfoappalti.it

TRIBUNALE DI FERRARA Aste immobiliari con incanto nelle apposite aule del Tribunale di Ferrara www.asteferrara.it perizie, foto, dati catastali, confini, bandi, inventari CUSTODI GIUDIZIARI ESECUZIONI IMMOBILIARI Istituto Vendite Giudiziarie, Via Gulinelli,9, Ferrara,tel. 340-3047861 – tel. 0532/56655 fax 0532/774331 e.mail estenseaste@gmail.com Dott.ssa Eleonora Permunian via Cortevecchia 39, FE; Cell. 331/9950657, Tel. 0532/242107; fax. 0532/242107 e-mail eleonorapermunian@esecuzioniimmobiliarife.com Dott.ssa Emanuela Patroncini via Garibaldi, 39 FE tel. 0532/242371 - fax 0532/242376 e-mail emanuelapatroncini@studiomarinari.com Procedure esecutive immobiliari delegate al Dott. Angelo Adamini Commercialista presso lo studio in Ferrara, Corso Isonzo, 109 Es. 288/07 riunita all’es. 274/08 vendita senza incanto Mercoledì 12 gennaio 2011 ore 9.00 (Quarto esp.) ARIANO (FE) Via Garbina Lotto Unico) Appezzamento di TERRENO AGRICOLO, con sovrastante impianto di allevamento ittico, costituito da vasche in terra ed altre opere di adduzione e scarico. Diritto venduto: Quota di 1/2 della piena proprietà Offerta minima E. 19.600,00 Custode Giudiziario: Dott.ssa Emanuela Patroncini Es. 148/08 vendita senza incanto Mercoledì 12 gennaio 2011 ore 9.00 (Settimo esp.) BERRA (FE) Via Bellaria N. 70, Piani Terra e Primo Lotto unico) Porzione di fabbricato, costituita da un APPARTAMENTO di quattro vani e accessori oltre ad una porzione di area cortiliva esclusiva, sulla quale insistono un fabbricato in muratura ad uso ripostiglio ed un box metallico da rimuovere. Offerta minima E. 17.600,00 (*) credito fondiario Diritto venduto: Piena Proprietà Custode: Dott.ssa Emanuela Patroncini Es. 13/08 vendita senza incanto Mercoledì 12 gennaio 2011 ore 9.00 (Settimo esp.) BERRA (FE) Via III Dicembre 36/A Lotto Unico) Porzione di fabbricato adibito a civile ABITAZIONE, dotato di garage ed area a sedime del ripostiglio e cantina demoliti. L’abitazione è disposta su due piani fuori terra ed è composta da: ingresso e cucina al P. Terra e due stanze da letto e bagno al P. Primo, oltre al garage. La superficie commerciale dell’abitazione è di mq. 75 circa e quella del garage è di mq. 14 circa. Diritto venduto: Intera Proprietà Offerta minima E. 10.600,00 (*) credito fondiario Custode Giudiziario: Dott.ssa Eleonora Permunian Es. 284/08 vendita senza incanto Mercoledì 12 gennaio 2011 ore 9.00 (Sesto esp.) CENTO (FE) Viale A. De Gasperi,15, Piano Terzo Lotto unico) APPARTAMENTO ubicato in condominio. L’immobile è composto da: ingresso, soggiorno, cucina, due letto, un bagno, disimpegno, ripostiglio e due balconi. Al piano terra la cantina. Il tutto per una superficie calcolata al lordo delle muratura pari a mq. 90,00 compreso della cantina. Diritto venduto: Piena Proprietà Offerta minima E. 65.700,00 (*) credito fondiario Custode Giudiziario: Dott.ssa Emanuela Patroncini Es. 353/08 vendita senza incanto Mercoledì 12 gennaio 2011 ore 9.00 (Quarto esp.) COLOGNA (FE) Via Provinciale 173 Lotto Unico) ABITAZIONE Con corpo accessorio ricomprendente garage, rip. tettoia, cottura ed ex pollai oltre ad ampia corte esclusiva. L’abitazione si compone di P.Terra: ingresso vano scala di accesso al P. Primo, soggiorno, cucina e ripostiglio oltre ad una tettoia esterna in struttura lignea in aderenza alla cucina. P.Primo: vano scala - disimpegno (in cui a soffitto è ubicata la botola di accesso al sottotetto non abitabile), 3 vani letto, bagno e un balcone. Diritto venduto: Piena Proprietà Offerta minima E. 47.200,00 (*) credito fondiario Custode Giudiziario: Dott.ssa Emanuela Patroncini Es. 98/07 vendita senza incanto Mercoledì 12 gennaio 2011 ore 9.00 (Settimo esp.) CONSANDALO DI ARGENTA (FE) Via Sabbioni Lotto unico) AREA URBANA di complessivi mq. 22 ca., adibito a orto/giardino, accessibile dalla pubblica via tramite cortile comune, non recintato e delimitato fisicamente in loco. Diritto venduto: Piena Proprietà Offerta minima E. 1.000,00 Custode Giudiziario: Dott.ssa Emanuela Patroncini Es. 132/06 vendita senza incanto Mercoledì 12 gennaio 2011 ore 9.00 (Ottavo esp.) COPPARO (FE) Via Guarda n. 68 Lotto 1) IMMOBILI A DESTINAZIONE RURALE, facenti parte del fondo denominato "S. Bernardino". Sono costituiti da aree di terreno agricolo con adiacenti fabbricati ad uso abitazione, garage, deposito/officina, magazzino e accessori, oltre ad una stalla. L’abitazione è formata, al P. Terra, da portico antistante, ingresso/vano scala, cucina/pranzo, soggiorno, bagno, lavanderia e garage, mentre al P. Primo piano da sette camere da letto, disimpegno, servizio igienico con relativo antibagno. In adiacenza sono presenti un locale deposito/officina ed un magazzino, oltre ad accessori pollaio e legnaia. I fabbricati si completano di una stalla con attigua sala mungitura e relativi accessori. Le aree agricole sono prevalentemente coltivate a seminativo, ad eccezione delle porzioni più adiacenti alle costruzioni, riservate alla corte e a zone di deposito automezzi, attrezzature e materiale per l’attività rurale. Diritto venduto: Piena Proprietà Offerta minima E. 245.000,00 (*) credito fondiario Custode Giudiziario: Dott.ssa Emanuela Patroncini Es. 248/08 vendita senza incanto Mercoledì 12 gennaio 2011 ore 9.00 (Secondo esp.) GAMBULAGA (FE) Via Sandolo, 102-103 Lotto 1) VILLA CON AUTORIMESSA, proservizio e corte esclusiva. La villa sorge su terreno di catastali mq.1359. La villa è costituita da:P. Semint. (altezza utile ml.1,80/2,00) n.4 locali sgombero con disimpegno, vano scala e veranda; P. Rialzato (altezza utile ml. 3,00) ingresso, cucina, pranzo, salotto, ampio soggiorno, antibagno, bagno e ballatoio, Piano Primo (altezza utile ml. 3,00) 4 camere da letto matrimoniali, disimpegno, 2 bagni e 2 balconi. La superficie commerciale della villa è di circa mq. 274. L’autorimessa è per n. 4 posti auto in corpo di fabbrica sul retro. Misura circa mq. 61 con altezza media ml.2,85. Il proservizio misura circa mq.8. Diritto venduto: Piena Proprietà Offerta minima E. 206.400,00 (*) credito fondiario GAMBULAGA (FE) Via Verginese in prossimità del cn. 22 Lotto 2) TERRENO ARTIGIANALE DI MQ 6.101 CON CAPANNONE DA ULTIMARE E ABITAZIONE AL GREZZO. Il capannone da ultimare è costituito da un locale che comprende due vani ed un disimpegno al grezzo da destinarsi a bagno e spogliatoio. La superficie utile è di mq. 200 circa con altezza utile da ml.4,70 a 6,30. L’abitazione al grezzo è contigua il capannone ed è costituita da locali da destinarsi: al P.T. ingresso-soggiorno con scala, cucina, disimpegno, bagno, lavanderia e portico; al P.1° due vani letto matrimoniali, disimpegno, bagno, spogliatoio, ripostiglio e balcone. La superficie commerciale dell’abitazione è di circa mq. 166. Sul lotto esistono una pista di circa ml.18 x 6, con attrezzature e macchinari per lavaggio camion ed un box metallico prefabbricato di circa mq.14.

Offerta minima E 260.800,00 (*) credito fondiario Diritto venduto: Piena Proprietà Custode: Dott.ssa Emanuela Patroncini Es. 207/08 vendita senza incanto Mercoledì 12 gennaio 2011 ore 9.00 (Secondo esp.) LIBOLLA (FE) Strada Dianti, 9, Piani Terra e Primo Lotto unico) APPARTAMENTO di civile abitazione dotato di ingresso indipendente, si compone di: ingresso, pranzo soggiorno, cucina, ripostiglio e ripostiglio sottoscala, al P. Terra; due camere da letto doppie, bagno, ripostiglio e disimpegno al P. Primo; una scala interna collega i due livelli dell’abitazione. All’immobile compete proporzionale quota di comproprietà sugli enti comuni dell’edificio di cui è parte. Diritto venduto: Piena Proprietà Offerta minima E. 38.400,00 (*) credito fondiario Custode Giudiziario: Dott.ssa Emanuela Patroncini Es. 125/07 vendita senza incanto Mercoledì 12 gennaio 2011 ore 9.00 (Ottavo esp.) MASSAFISCAGLIA (FE) Via Briccola C.N. 9, Piani Terra e Primo Lotto unico) Fabbricato ad uso civile ABITAZIONE con autorimessa, cantine e vano per ricovero animali da cortile oltre ad annesso bassocomodo ed area cortiliva circostante. Abitazione al P. Terra: ingresso, ripostiglio, ripostiglio in sottoscala, un angolo cottura, soggiorno-pranzo, disimpegno, vano scala ed un bagno. Al P. Primo: disimpegno, tre camere da letto, un bagno comunicante con un ripostiglio. Il tutto per una superficie complessiva, al lordo delle murature di circa mq. 144. Le cantine, e il vano per ricovero animali da cortile (in corpo unico con l’abitazione), hanno superficie complessiva, al lordo delle murature di circa mq. 49. Il portico, in corpo con l’abitazione, ha una superficie di circa mq. 18. Il bassocomodo ha una superficie complessiva, al lordo delle murature di circa mq. 24.L’autorimessa, in corpo unico con l’abitazione, ha una superficie complessiva, al lordo delle murature di circa mq. 16; infine la corte esclusiva è di circa mq. 941. Diritto venduto: Piena Proprietà Offerta minima E. 35.900,00 (*) credito fondiario Custode Giudiziario: Dott.ssa Emanuela Patroncini Es. 215/07 riunita all’es. 39/08 e all’ es 58/08 e all’es. 88/09 vendita senza incanto Mercoledì 12 gennaio 2011 ore 9.00 (Sesto esp) MEZZOGORO DI CODIGORO (FE) Via Bengasi 109 Lotto 2) FABBRICATO (ex scuola) è’ stato costruito in epoca antecedente il 1967 ed è completamente da ristrutturare. Si articola su due piani ed è composto da: P.T. ingresso, vano scala, 3 saloni, 1 camera, disimpegno, oltre servizi igienici e nella corte esclusiva esiste un fabbricato ex centrale termica. P. Primo: 3 saloni, 2 camere, disimpegno e servizi igienici. La superficie commerciale complessiva dei due piani è di circa mq. 680. Diritto venduto: Piena Proprietà Offerta minima E. 40.000,00 (*) credito fondiario MEZZOGORO DI CODIGORO (FE) Via per Ariano 91 P. Primo Lotto 3) APPARTAMENTO e garage compreso in palazzina di 6 alloggi e altrettanti garages (lotti 4-5-6-7-8) con ampia area cortiliva circostante. L’appartamento al P.1° (mapp. 23 sub.52) misura circa mq. 82,00 ed è costituito da cucina-pranzo, n. 2 camere da letto, disimpegno e bagno. Il garage (mapp.23 sub. 63) è per unico posto auto e comprende una cantina. L’appartamento con garage è occupato con contratto di locazione (antecedente il pignoramento) registrato. Compete all’immobile proporzionale quota di comproprietà sulle parti comuni dell’edificio. Diritto venduto: Piena Proprietà Offerta minima E. 19.200,00 (*) credito fondiario MEZZOGORO DI CODIGORO (FE) Via per Ariano 91 P. Primo Lotto 4) APPARTAMENTO e garage compreso in palazzina di 6 alloggi e altrettanti garages (lotti 3-5-6-7-8) con ampia area cortiliva circostante. L’appartamento al P.1° (mapp.23 sub.53) misura circa mq. 87,00 è costituito da ingresso, cucina, pranzo-soggiorno, n.2 camere da letto, due disimpegni e bagno. Il garage (mapp.23 sub. 59) è per unico posto auto e comprende una cantina. L’appartamento con garage è libero. Compete all’immobile proporzionale quota di comproprietà sulle parti comuni dell’edificio. Diritto venduto: Piena Proprietà Offerta minima E. 22.100,00 (*) credito fondiario MEZZOGORO DI CODIGORO (FE) Via per Ariano 91, P. Primo Lotto 5) APPARTAMENTO e garage compreso in palazzina di 6 alloggi e altrettanti garages (lotti 3-4-6-7-8) con ampia area cortiliva circostante. L’appartamento al P.1° (mapp.23 sub.54) misura circa mq. 82,00 ed è costituito da cucina-pranzo, disimpegno, 2 camere da letto e bagno. Il garage (mapp.23 sub. 62) è per unico posto auto e comprende una cantina. Comprende la quota proporzionale di comproprietà del sottotetto (mapp. 23 sub.44) dell’ingresso-scale-corridoi (mapp.23 sub.14), del vano tecnico (mapp.23 sub.51) e della corte comune (mapp.23 sub.15). L’appartamento con garage alla data del sopralluogo era libero. Risulta ancora in essere contratto di locazione registrato, ma non risulta recesso anticipato. Compete all’immobile proporzionale quota di comproprietà sulle parti comuni dell’edificio. Diritto venduto: Piena Proprietà Offerta minima E. 20.800,00 (*) credito fondiario MEZZOGORO DI CODIGORO (FE) Via per Ariano 91, P. Secondo Lotto 6) APPARTAMENTO e garage compreso in palazzina di 6 alloggi e altrettanti garages (lotti 3-4-6-7-8) con ampia area cortiliva circostante. L’appartamento al P.2° (mapp.23 sub.55) misura circa mq. 96,00 ed è costituito da cucina-pranzo, disimpegno, n. 3 camere da letto, bagno e un balcone. Il garage (mapp.23 sub. 60) è per unico posto auto e comprende una cantina. L’ appartamento con garage al sopralluogo era libero. Risulta ancora in essere con contratto di locazione reg., ma non è stata reperita la denuncia di recesso anticipato. Compete all’immobile proporzionale quota di comproprietà sulle parti comuni dell’edificio. Diritto venduto: Piena Proprietà Offerta minima E. 22.100,00 (*) credito fondiario MEZZOGORO DI CODIGORO (FE) Via per Ariano 91, P. Secondo Lotto 7) APPARTAMENTO e garage compreso in palazzina di 6 alloggi e altrettanti garages (lotti 3-4-6-7-8) con ampia area cortiliva circostante compreso in palazzina di 6 alloggi e altrettanti garages (lotti 3-4-5-6-8) con ampia area cortiliva circostante. L’appartamento al P.2° (mapp.23 sub.56) misura circa mq. 75,00 ed è costituito da ingresso, cucina-pranzo, disimpegno, n. 2 camere da letto, bagno e 2 balconi. Il garage (mapp.23 sub. 58) è per unico posto auto e comprende una cantina. Al sopralluogo l’appartamento era occupato con contratto di locazione registrato. Compete all’immobile propor-

zionale quota di comproprietà sulle parti comuni dell’edificio. Diritto venduto: Piena Proprietà Offerta minima E. 17.800,00 (*) credito fondiario MEZZOGORO DI CODIGORO (FE) Via per Ariano 91, P. Secondo Lotto 8) APPARTAMENTO e garage compreso in palazzina di 6 alloggi e altrettanti garages (lotti 3-4-6-7-8) con ampia area cortiliva circostante compreso in palazzina di 6 alloggi e altrettanti garages (lotti 3-4-5-6-7) con ampia area cortiliva circostante. L’appartamento al P. 2° (mapp.23 sub.57) misura circa mq. 82,00 ed è costituito da cucina-pranzo, disimpegno, n. 2 camere da letto, bagno e balcone. Il garage (mapp.23 sub. 61) è per unico posto auto e comprende una cantina.L’appartamento con garage è occupato con contratto di locazione registrato. Compete all’immobile proporzionale quota di comproprietà sulle parti comuni dell’edificio Diritto venduto: Piena Proprietà Offerta minima E. 19.200,00 (*) credito fondiario Custode Giudiziario: Dott.ssa Eleonora Permunian Es. 94/09 riunita all’es. 161/09 vendita senza incanto Mercoledì 12 gennaio 2011 ore 9.00 (Quarto esp.) MIGLIARO (FE) Via Belvedere N. 3, Piani Terra E Primo Lotto unico) Fabbricato indipendente contenente un’ABITAZIONE E DUE MAGAZZINI, oltre a garage e proservizi posti nell’area scoperta esclusiva. L’appartamento è composto al P. Terra da: ingresso, bagno, cucina-soggiorno, stireria e vano scala, al P. Primo da: disimpegno, tre camere da letto e bagno. Al piano terreno vi sono inoltre i due locali ad uso magazzino, accessibili dall’esterno. Il garage e i proservizi (ex porcile/legnaia) sono ricavati in due manufatti distinti e separati, all’interno dell’ampia area esclusiva. Diritto venduto: Piena Proprietà Offerta minima E. 35.900,00 (*) credito fondiario Custode Giudiziario: Dott.ssa Emanuela Patroncini Es. 59/09 vendita senza incanto Mercoledì 12 gennaio 2011 ore 9.00 (Quarto esp.) MIZZANA (FE) Via Legnano N. 4, Piano Secondo Lotto unico) Porzione di fabbricato ad uso abitativo, composto da un APPARTAMENTO condominiale con annesso ripostiglio in corpo separato. L’immobile si compone di: un locale ad uso pranzo-cucina, un bagno, una camera da letto ed un ripostiglio. La superficie commerciale totale dell’immobile è pari a circa 58 mq. Compete all’immobile proporzionale quota di comproprietà sulle parti comuni dell’edificio Diritto venduto: Piena Proprietà Offerta minima E. 47.300,00 (*) credito fondiario Custode Giudiziario: Dott.ssa Emanuela Patroncini Es. 215/08 vendita senza incanto Mercoledì 12 gennaio 2011 ore 9.00 (Quinto esp.) LIBOLLA, (FE), STRADA DIANTI, 15 Lotto unico) APPARTAMENTO in vecchio edificio residenziale di nove unità con area scoperta comune. L’immobile è composto da: ingresso, vano scala, ripostiglio, cucina-pranzo, nonchè bagno, ripostiglio e latrina nel corpo ad un sol piano al P.T., una camera da letto, disimpegno e due ripostigli al P. Primo. La superficie commerciale è di circa mq. 73. Compete la proporzionale quota di comproprietà sulle parti comuni dell’edificio. Diritto venduto: Piena Proprietà Offerta minima E. 12.000,00 (*) credito fondiario Custode giudiziario: Dott.ssa Emanuela Patroncini Es. 166/01 vendita senza incanto Venerdì 12 gennaio 2011 ore 09.00 (Quarto esp.) GALLO FRAZ. DI POGGIO RENATICO (FE) Via F.lli Cervi, 85, Piani Terra E Rialzato Lotto 1) Fabbricato adibito ad ABITAZIONE INDIPENDENTE su 4 lati disposto su 2 piani oltre a garage esterno per due posti auto e ripostiglio esterno adiacente l’autorimessa con annessa corte esclusiva. L’abitazione è composta al P. Terra di: ingresso, locale caldaia, camera, bagno-lavanderia, cucina di servizio e cantina; al P. Rialzato di: ingresso, angolo cottura, pranzo-soggiorno, bagno e camera matrimoniale. Diritto venduto: Quota di proprietà indivisa di 1/3 Offerta minima E. 28.800,00 Custode Giudiziario: Dott.ssa Emanuela Patroncini Es. 327/07 riunita all’es. 427/08 vendita senza incanto Mercoledì 12 gennaio 2011 ore 9.00 (Terzo esp.) PORTOMAGGIORE (FE) Via Ferrara, 70 - 70/a Lotto unico) Fabbricato con DUE APPARTAMENTI (al P. Terra al grezzo ed al P. Primo ultimato) e DUE AUTORIMESSE al grezzo nella corte pertinenziale retrostante con accesso da un vecchio stradello. L’appartamento al P. Terra (di mq. 96) è allo stato grezzo, privo di tramezzi, impianti e serramenti. Il progetto scaduto prevedeva: ampio soggiorno-pranzo, disimpegno, 2 camere da letto matrimoniali, bagno e w.c. oltre un piccolo portico sul retro. L’appartamento al P. Primo (di mq. 121) è ultimato (salvo i parapetti dei balconi) ed è composto da ingresso vano scala esclusivo al P. Terra, cottura, soggiorno-pranzo, disimpegno, bagno, ripostiglio, 2 camere da letto matrimoniali e 2 balconi. Le due autorimesse in unico corpo, sono allo stato grezzo, separate da una tramezza e per unico posto auto di mq. 17,50 ciascuna. L’alloggio al P.T. ed i garages sono allo stato grezzo. L’appartamento al P. Primo è abitato dagli esecutati che utilizzano anche le restanti unità al grezzo. Diritto venduto: Piena Proprietà Offerta minima E. 118.400,00 (*) credito fondiario Custode: Dott.ssa Eleonora Permunian Es. 12/09 vendita senza incanto Venerdì 12 gennaio 2011 ore 9.00 (Quinto esp) PORTOMAGGIORE (FE), FRAZIONE PORTOROTTA Via Santa Margherita Nn° 24-25, Piani Terra E Primo Lotto unico) Porzione di edificio ad uso civile abitazione, costituita da un APPARTAMENTO oltre ad un garage ubicato in un corpo di fabbrica separato. L’abitazione è così composta: al P. Terra: ingresso, pranzo-soggiorno, cucina, bagno, camera e ripostiglio; al P. Primo vano letto e due ripostigli. Il tutto della superficie lorda di mq. 97,00. Il garage ha una superficie lorda totale di mq. 19,00 dei quali mq. 2,00 lordi di w.c. Compete all’immobile proporzionale quota di comproprietà sugli enti comuni dell’edificio. Offerta minima E. 20.000,00 (*) credito fondiario Diritto venduto: Piena Proprietà Custode Giudiziario: Dott.ssa Emanuela Patroncini Es. 149/07 vendita senza incanto Mercoledì 12 gennaio 2011 ore 9.00 (Decimo esp.) PORTOMAGGIORE (FE) Via Fortezza di Ripapersico fra I nn.Cc. 44/1 e 50 Lotto unico) PORZIONI DI TERRENO EDIFICABILI formanti un sol corpo,con edificazione in atto fino all’imposta del solaio del Primo Piano per la realizzazione di villette trifamiliari. Diritto venduto: Piena Proprietà Offerta minima E. 33.600,00 (*) credito fondiario

Custode: Dott.ssa Eleonora Permunian Es. 14/08 vendita senza incanto Mercoledì 12 gennaio 2011 ore 9.00 (Terzo esp.) SANDOLO DI PORTOMAGGIORE (FE) Via Sandolo-Gambulaga 19, Piano Primo Lotto unico) PORZIONE DI ABITAZIONE in un fabbricato. Pertinenziali al piano terra vi sono basso comodi e area esclusiva a sedime di porzioni demolite. La porzione è composta di: 5 vani oltre disimpegni, 2 bagni e 2 cucine. Compete all’immobile proporzionale quota di comproprietà sugli enti comuni dell’edificio. L’immobile è occupato. Offerta minima E. 114.000,00 (*) credito fondiario Diritto venduto: Piena Proprietà Nota: L’immobile risulta attualmente occupato Custode: Dott.ssa Emanuela Patroncini Es. 207/07 vendita senza incanto Mercoledì 12 gennaio 2011 ore 9.00 (Primo esp.) SAN GIUSEPPE (FE) via Belluno cn 4, Piani Terra e Primo Lotto 1) APPARTAMENTO di civile abitazione in villetta bifamiliare, con piccola corte esclusiva antistante. L’immobile è costituito al P. Terra da bussola di ingresso, corridoio / vano scala, soggiorno, cucina, bagno; al P. Primo: due camere da letto matrimoniali, bagno, ripostiglio, disimpegno, balcone e terrazza. Compete all’immobile quota di comproprietà sugli enti comuni dell’edificio . Offerta minima E. 30.000,00 (*) credito fondiario Diritto venduto: Quota indivisa pari ad 1/3 di piena proprietà SAN GIUSEPPE (FE) via Vicenza, 8 Lotto 2) AUTORIMESSA composta da struttura prefabbricata costituita da pannelli in calcestruzzo, con retrostante vano ad uso cantina. Offerta minima E. 1.500,00 (*) credito fondiario Diritto venduto: Quota indivisa pari ad 1/6 di piena proprietà PORTOMAGGIORE (FE) via Mazzini cn 30 Lotto 3) Casetta indipendente costituita da APPARTAMENTO di civile abitazione, disposto ai Piani Terra e Primo, con autorimessa e corte esclusiva. L’immobile è composto al P. Terra da: due vani uso tavernetta, bagno con antibagno, due vani ad uso ripostiglio, vano centrale termica, disimpegno, ripostiglio sottoscala accessibile dall’esterno; al P. primo da: cucina, pranzo soggiorno, due camere da letto (matrimoniale e singola), bagno, corridoio disimpegno; al piano terra è inoltre presente, in una costruzione separata, l’autorimessa. Offerta minima E. 140.000,00 (*) credito fondiario Diritto venduto: Piena Proprietà Custode: Dott.ssa Emanuela Patroncini Es. 23/08 vendita senza incanto Mercoledì 12 gennaio 2011 ore 9.00 (Ottavo esp.) SERRAVALLE DI BERRA (FE) Via Canal Bianco 145 Lotto 2) Palazzina su due piani, di DUE APPARTAMENTI, UN GARAGE E CORTE . E’ costituito da ingresso, pranzo, cucina abitabile con retro e ripostiglio nonchè ex bagno e ampia camera al grezzo.L’appartamento al P.1° è accessibile da una scala esterna e composto da locale ingresso-soggiorno-pranzo-cottura, disimpegno, 2 camere matrimoniali, bagno e terrazzo. Il garage al P.T. è per unico posto auto e comprende una caldaia murale per l’impianto di riscaldamento dell’alloggio al P.1°. L’area scoperta circostante è in comune col "lotto 1" e consente l’accesso anche ad altre abitazioni di terzi sul retro del lotto. Diritto venduto: Piena Proprietà Offerta minima E. 20.900,00 (*) credito fondiario Custode Giudiziario: Dott.ssa Emanuela Patroncini Es. 119/07 vendita senza incanto Mercoledì 12 gennaio 2011 ore 9.00 (Undicesimo esp.) TORBIERA DI CODIGORO (FE) Via Caduti del 1944 C.N. 39 Lotto unico) Porzione di EDIFICIO a destinazione ABITATIVA, INDIPENDENTE da terra a cielo; allo stato inutilizzabile e in disuso ormai da anni e composto da porzione di testa di vecchio edificio plurifamiliare su due piani e piccola corte esclusiva con sovrastanti accessori.L’area cortiliva, adiacente l’abitazione è di forma rettangolare allungata e ospita piccoli edifici accessori e presenta un accesso non agevole a mezzi motorizzati. Diritto venduto: Piena Proprietà Offerta minima E. 17.600,00 (*) credito fondiario Es. 295/08 vendita senza incanto Mercoled’ 12 gennaio 2011 ore 9.00 (Sesto esp) TRESIGALLO (FE) Via Del Lavoro N°86, Piano Primo Lotto unico) Porzione di fabbricato costituita da un APPARTAMENTO, di due vani utili più accessori, il tutto censito al N.C.E.U. di Tresigallo al foglio 5 mapp.47 sub.4, cat. A/4, classe 5°, vani 3,5, R.C. E. 175,34; compete la proporzionale quota di comproprietà delle parti comuni del fabbricato. L’appartamento è composto da un disimpegno di superficie interna mq.1,60 , un camera da letto di mq.18,60, una cucina di mq. 13,25, collegata ad un ulteriore retro-cucina, di superficie mq.5,25 ed un bagno di mq.5,45. Diritto venduto: Quota di 1/1 di Piena Proprietà Offerta minima E. 11.900,00 (*) credito fondiario Custode Giudiziario: Dott.ssa Emanuela Patroncini Es. 302/08 vendita senza incanto Mercoledì 12 gennaio 2011 ore 9.00 (Sesto esp) TRESIGALLO (FE) Via Roma, 105, Piani Terra e Primo Lotto unico) Porzione di fabbricato di vecchia costruzione, costituita da una modesta ABITAZIONE con sviluppo su due piani, in pessimo stato di conservazione, L’unità è composta da un vano cucina con ripostiglio sottoscala, bagno con piccolo antibagno al piano terra ed una camera letto al piano primo, per una superficie lorda complessiva di mq. 43 circa. Compete all’immobile la proporzionale quota di comproprietà delle parti comuni dell’edificio. L’ immobile è occupato da terzi in forza del contratto di locazione registrato a Ferrara in data antecedente al pignoramento . Diritto venduto: Piena Proprietà Offerta minima E. 8.600,00 (*) credito fondiario Custode Giudiziario: Dott.ssa Emanuela Patroncini Es. 318/08 vendita senza incanto Mercoledì 12 gennaio 2011 ore 9.00 (Quarto esp.) VALCESURA DI MIGLIARINO(FE) Via Valcesura N.C 16 Lotto unico) Fabbricato inabitabile già ad uso abitazione, indipendente da cielo a terra, libero su due lati. La composizione in vani è la seguente: P.Terra: ingresso - vano scala, soggiorno, cucina; P. Primo: disimpegno - vano scala, letto, ripostiglio e bagno. Presso l’Agenzia del Territorio Ferrara l’immobile è così censito: N.C.F Comune di Migliarino: Fg.27 mapp.215 Sub 2 cat A5 CL 2,CONS 5, R.C, E.157,52,MAPP 288, 158, 290, 289. Diritto venduto: Piena Proprietà Offerta minima E. 13.400,00 (*) credito fondiario Custode giudiziario: Dott.ssa Emanuela Patroncini - segue


Dicembre 2010 www.astepress.it

AsteInfoappalti

36

www.asteinfoappalti.it

TRIBUNALE DI FERRARA Procedure esecutive immobiliari delegate al Dott. Roberto Faveri Commercialista presso lo studio in Ferrara, Via Cortevecchia, 39 Es. 297/08 vendita senza incanto Mercoledì 12 gennaio 2011 ore 10.00 (Sesto esp.) BERRA (FE) Via G. Garibaldi, 24, Piani Terra e Primo Lotto Unico) Porzione da cielo a terra di fabbricato costituito da un APPARTAMENTO di vani utili quattro più accessori con adiacenti accessori di pertinenza dell’abitazione al piano terra, con aree cortilive di pertinenza una antistante e l’altra retrostante. Sull’area antistante insiste una pensilina, dotata altresì di piccolo fabbricato ad uso autorimessa con annessa piccola corte esclusiva. L’appartamento è costituito da ingresso, ripostigli e wc, al piano terra; cucina, pranzo, tre camere da letto, servizio igienico, disimpegni e vano scala, al piano primo; della superficie complessiva di circa mq. 92. Il ripostiglio (ex bar-gelateria), privo di collegamento diretto con l’appartamento sovrastante, è costituito da un unico vano al piano terra ed un retro; di circa mq. 46. Compete la proporzionale quota di comproprietà sugli enti comuni. Diritto venduto: Piena Proprietà Offerta minima E. 18.900,00 (*) credito fondiario Custode Giudiziario: Dott.ssa Eleonora Permunian Es. 107/08 vendita senza incanto Mercoledì 12 gennaio 2011 ore 10.00 (Settimo esp.) BERRA (FE) Via Viara N.42, Piani Terra e Primo Lotto Unico) Fabbricato ad uso civile ABITAZIONE, indipendente da cielo a terra e su tre lati, con bassocomodo ed area cortiliva. L’abitazione è composta al P. Terra da: pranzo, soggiorno, salotto, cucina, bagno, disimpegno scala; al P. Primo da: tre camere da letto, ampio sottotetto ad uso deposito-ripostiglio, bagno abusivo. Il bassocomodo sulla corte comprende un’autorimessa ed un ripostiglio. Diritto venduto: Piena Proprietà Offerta minima E. 28.600,00 (*) credito fondiario Custode Giudiziario: Dott.ssa Emanuela Patroncini Es. 297/07 vendita senza incanto Mercoledì 12 gennaio 2011 ore 10.00 (Ottavo esp.) BOSCO MESOLA (FE) Via Sacche 166, Piano Terra Lotto 1) Porzione di fabbricato ad uso LABORATORIO, e GARAGE-NEGOZIO INDIPENDENTE su quattro lati, posto su un’area cortiliva comune.Laboratorio: vano di ampie dimensioni ad uso laboratorio tessile, vano ad uso deposito con possibilità di ingresso retrostante, spogliatoio, antibagno e wc, piccolo ripostiglio,sottoscala. Superficie commerciale coperta di mq. 160.Garage-Negozio: due vani, di cui uno adibito ad uso ufficio, ed uno retrostante ad uso deposito. Non vi è possibilità di accesso diretto dalla strada pubblica. Superficie commerciale coperta di mq. 76. Compete la quota di comproprietà sugli enti comuni dell’edificio. Diritto venduto: Piena Proprietà Offerta minima E. 47.400,00 (*) credito fondiario Es. 3/09 vendita senza incanto Mercoledì 12 gennaio 2011 ore 10.00 (Quinto esp.) CASUMARO (FE) Via Ferrarese S.N.C Lotto unico) Porzione di fabbricato composta da DUE APPARTAMENTI, DUE GARAGE ED UN MAGAZZINO. Tutti i locali e le parti comuni sono al "grezzo". Gli appartamenti, rispettivamente ubicati al piano primo ed al piano secondo, sono composti da soggiorno, cucina, tre letto, due bagni, disimpegno, ripostiglio e balcone. La superficie misurata al lordo dei muri perimetrali è pari a mq. 112,00 per ogni appartamento. Al piano terra vi sono i due garage composti da un unico vano della superficie misurata al lordo dei muri perimetrali pari a mq. 24,00 e mq. 21,00 ed un magazzino composto da due vani della superficie misurata al lordo dei muri perimetrali pari a mq. 130,00. Diritto venduto: Piena proprietà Offerta minima E. 92.400,00 Custode: Dott.ssa Eleonora Permunian Es. 142/08 vendita senza incanto Mercoledì 12 gennaio 2011 ore 10.00 (Quinto esp.) COCCANILE DI COPPARO (FE) Via Boccati N. 176 Lotto unico) PORZIONE DI FABBRICATO DA CIELO A TERRA libera su due lati con piccola corte esclusiva ed ingresso indipendente, l’abitazione è così composta: P. Terra: ingresso - cucina (mq. 11,67), soggiorno (mq. 15,69), bagno (mq. 2,59), disimpegno (mq. 0,52), vano scala (mq. 1,56); P. Primo: camera da letto (mq. 12,56), camera da letto (mq. 16,04); - ripostiglio esterno (mq. 6,60). La superficie netta complessiva arrotondata dell’appartamento è di circa mq. 61 (oltre al ripostiglio di mq. 7). Compete all’immobile proporzionale quota di comproprietà sugli enti comuni dell’edificio di cui è parte. Diritto venduto: Piena Proprietà Offerta minima E. 12.400,00 (*) credito fondiario Custode: Dott.ssa Eleonora Permunian Es. 415/08 vendita senza incanto Mercoledì 12 gennaio 2011 ore 10.00 (Quarto esp.) CODIGORO (FE) LOCALITÀ PONTELANGORINO Via Centro N.C. 110 E N.C. 114 Lotto unico) DUE PORZIONI DI FABBRICATO CONFINANTI, la prima ad uso civile abitazione, la seconda adibita a magazzino. Compete all’immobile proporzionale quota si comproprietà sugli enti comuni dell’edificio. Diritto venduto: Quota di 1/2 della piena proprietà Offerta minima E. 14.900,00 Custode Giudiziario: Dott.ssa Eleonora Permunian Es. 92/91 riunita all’es. 6/05 ed all’es. 328/07 vendita senza incanto Mercoledì 12 gennaio 2011 ore 10.00 (Quarto esp.) FERRARA Via E. Michelini, 27 Piano Terra Lotto A) APPARTAMENTO di civile abitazione di commerciali mq. 57,00 composto di ampio ingresso, due stanze e servizio. Diritto venduto: Piena Proprietà Offerta minima E. 32.200,00 Via E. Michelini, 29, Piano Terra Lotto B) APPARTAMENTO di civile abitazione dotato di ripostiglio, veranda (abusiva) ed autorimessa esterni per una superficie convenzionale complessiva di mq. 149,75. L’immobile si compone di: ingresso, cucina, pranzo-soggiorno, disimpegno, servizio, studio e letto doppia oltre ad ampio vano con servizio ed ulteriore accesso. Diritto venduto: Piena Proprietà Offerta minima E. 84.300,00 Via E. Michelini, 25, Piano Primo Lotto C) APPARTAMENTO di civile abitazione con accesso dal vano ingresso-scale. Si compone di ingresso-disimpegno, cucina, servizio, e num. 2 stanze attraverso una delle quali si accede al terrazzo. La Superficie Convenzionale è di mq. 81,78 Diritto venduto: Piena Proprietà Offerta minima E. 50.200,00 Via E. Michelini, 25 Piano Primo Lotto D) APPARTAMENTO di civile abitazione con accesso dal vano ingresso-scale. Si compone di ingresso-disimpegno, cucina, servizio, e num. 2 stanze con accesso al terrazzo condiviso. La Superficie Convenzionale è di mq. 86,28 Diritto venduto: Piena Proprietà Offerta minima E. 53.000,00 Via E. Michelini, s.n.c. Lotto E) PREFABBRICATO IN CEMENTO ad unico livello con copertura a doppia pendenza e piccolo corpo uffici-archivio di minori dimensioni ed altezza; l’altezza sottotrave è di

cm. 470 e la superficie commerciale è di mq. 200,00 oltre a mq. 23,30 di uffici-archivio. Diritto venduto: Piena Proprietà Offerta minima E. 90.200,00 Custode Giudiziario: Dott.ssa Eleonora Permunian Es. 304/08 vendita senza incanto Mercoledì 12 gennaio 2011 ore 10.00 (Sesto esp.) FORMIGNANA (FE) Via Codirusco N. 2, Piani Terra e Primo Lotto Unico) APPARTAMENTO di civile abitazione in costruzione indipendente,con annessa piccola corte esclusiva. L’immobile è composto al P. Terra da: soggiorno, pranzo, vano cottura (erroneamente indicato in planimetria catastale come "lavanderia"), ingresso e piccolo ripostiglio sottoscala; al P. Primo: due camere da letto matrimoniali, disimpegno e balcone; una scala interna collega i due livelli dell’abitazione. Diritto venduto: Piena Proprietà Offerta minima E. 17.400,00 (*) credito fondiario Custode Giudiziario: Dott.ssa Eleonora Permunian Es. 42/08 vendita senza incanto Mercoledì 12 gennaio 2011 ore 10.00 (Ottavo esp.) GAVELLO (FE) Via Comunale 278, Piani Terra E Primo Lotto Unico) APPARTAMENTO di civile abitazione in villetta indipendente, con autorimessa e circostante corte esclusiva. L’abitazione è composta al P. Terra da: cucina, pranzo, soggiorno, camera pluriuso con cantina /sottoscala, lavanderia e bagno; al P. Primo da: da matrimoniale e singola, bagno, disimpegno. I due livelli sono collegati da una scala interna. Diritto venduto: Piena Proprietà Offerta minima E. 31.000,00 (*) credito fondiario Custode Giudiziario: Dott.ssa Eleonora Permunian Es. 313/07 vendita senza incanto Mercoledì 12 gennaio 2011 ore 10.00 (Settimo esp.) MASI TORELLO (FE) Viale Adriatico 45, Piani Terra e Primo Lotto unico) Fabbricato ad uso civile ABITAZIONE libero su quattro lati con annessi ripostigli e corte esclusiva. L’immobile è composto al P. Terra da: ingresso, soggiorno, pranzo, salotto, cucina, disimpegno, bagno e ripostiglio; al P. Primo troviamo quattro letto, due bagni, disimpegni e vano pluriuso. Sulla corte insiste un fabbricato ad uso cantina - ripostiglio. Diritto venduto: Piena Proprietà Offerta minima E. 91.800,00(*)credito fondiario Custode: Dott.ssa Eleonora Permunian Es. 319/08 vendita senza incanto Mercoledì 12 gennaio 2011 ore 10.00 (Sesto esp.) MEZZOGORO DI CODIGORO (FE) Via Piave N. 118-124 Lotto unico) Immobile per civile ABITAZIONE, disposto su 2 livelli (p.t. e p.1°), ricavato in porzione indipendente da terra a cielo e facente parte di fabbricato plurifamigliare in linea, di vecchia edificazione con piccola corte esclusiva antistante. L’immobile si compone al P. Terra di soggiorno e cucina/pranzo; al P. Primo da 2 camere da letto. Esiste solo un w.c. in un angolo di una camera da letto del P. Primo. Compete all’immobile la proporzionale comproprietà delle parti comuni dell’edificio. Diritto venduto: Piena Proprietà Offerta minima E. 13.900,00 (*) credito fondiario Custode Giudiziario: Dott.ssa Eleonora Permunian Es. 332/07 vendita senza incanto Mercoledì 12 gennaio 2011 ore 10.00 (Nono esp.) MIGLIARINO (FE) Via Santa Margherita N. 11 Lotto Unico) Fabbricato ad uso civile ABITAZIONE libero su due lati. L’immobile è composto al P. Terra da ingresso, soggiorno e cucina, al P. Primo troviamo due camere da letto e un bagno. Sulla corte esterna troviamo un piccolo fabbricato ad uso lavanderia, bagno e ripostiglio. La superficie, calcolata al lordo dei muri esterni, dell’abitazione è pari a mq. 60,00, quella del fabbricato esterno è pari a mq 30,00. Diritto venduto: Piena Proprietà Offerta minima E 19.200,00 (*) credito fondiario Custode Giudiziario: Dott.ssa Eleonora Permunian Es. 239/08 vendita senza incanto Mercoledì 12 gennaio 2011 ore 10.00 (Quarto esp.) MIGLIARO (FE) Via Nuova N. 32/D - 34, Piano Primo Lotto unico) Porzione del fabbricato plurifamigliare di civile abitazione, costituita da un APPARTAMENTO con locali accessori e garage al P. Terra. L’appartamento è così composto: ingresso, disimpegno, pranzo-soggiorno con cucina in nicchia, bagno, vano letto, vano guardaroba e ripostiglio, il tutto per una superficie lorda di mq. 69. La cantina ed il ripostiglio hanno una superficie lorda di mq. 24 . Il garage è di mq. 22 lordi. Compete all’immobile proporzionale quota di comproprietà sulle parti comuni dell’edificio di cui è parte. Diritto venduto: Piena Proprietà Offerta minima E. 26.100,00 (*) credito fondiario Custode Giudiziario: Dott.ssa Eleonora Permunian Es. 266/07 riunita all’Es. 67/09 vendita senza incanto Mercoledì 12 gennaio 2011 ore 10.00 MIGLIARO (FE) Via Barabagolo n. 6, Piani Terra e Primo Lotto 1) IMMOBILE A: Laboratorio composto da CAPANNONE ARTIGIANALE CON ANNESSO APPARTAMENTO al primo piano; il capannone è costituito da un unico vano al piano terra con locali di servizio antibagno e bagno. La corte esterna è esclusiva con accesso carrabile. L’appartamento al primo piano non è stato completato, è privo di scala e si presenta al grezzo. Il capannone con superficie lorda complessiva, esclusi gli accessori, di circa mq. 127. IMMOBILE B: DEPOSITO ARTIGIANALE/MAGAZZINO di recente costruzione costituito da n. 2 vani e un bagno situato al piano terra nell’area cortiliva con mapp. 64 sub 3; con superficie lorda complessiva di circa mq. 55. Diritto venduto: Piena Proprietà Offerta minima E 37.200,00 (*) credito fondiario MIGLIARO (FE) Via Estense n. 1, Piano Primo Lotto 2) IMMOBILE A: APPARTAMENTO di quattro vani utili posto in condominio (stesso dell’immobile 2 di cui al Lotto 3) composto da: ingresso, cucina, soggiorno, due bagni e due vani letto e due balconi, per una superficie lorda complessiva di circa mq. 83,75. Compete all’immobile la proporzionale quota di comproprietà delle parti comuni dell’edificio di cui è parte. Diritto venduto: Piena Proprietà Offerta minima E 31.700,00 (*) credito fondiario MIGLIARO (FE) Lotto 3) IMMOBILE 1) Via Ariosto, 1, Piano Rialzato: Porzione immobiliare indipendente, adibita a RISTORANTE PUBBLICO: ballatoio esterno d’ingresso, terrazza per la distesa estiva, 2 sale da pranzo, ampia cucina, antibagno e 2 bagni separati; p. seminterrato (o terra se accesso da via Estense): zona di servizio quale dispensa, lavanderia, magazzino, 2 bagni e secondo ingresso di servizio. IMMOBILE 2) Via Estense, 1/d, al P. Secondo senza ascensore. APPARTAMENTO in piccolo contesto di 4 unità abitative e 2 negozi (stesso dell’immobile A di cui al Lotto 2), composto da ingresso, soggiorno con balcone, cucina abitabile con balcone, ripostiglio, disimpegno notte, 2 camere da letto (matrimoniale e singola), bagno finestrato. IMMOBILE 3) Via Ariosto snc. AREA URBANA EDIFICABILE di mq. 93 circa, a verde, recintata e delimitata, accessibile da strada pubblica e dall’immobile 1. Diritto venduto: Piena Proprietà Offerta minima E 63.200,00 (*) credito fondiario Custode: Dott.ssa Eleonora Permunian Es. 172/08 vendita senza incanto Mercoledì 12 gennaio

2011 ore 10.00 (Sesto esp.) PORTOVERRARA, (FE) Via Centrale N. 18/A Int. 1 (Ex Strada Esterna Centrale di Portoverrara n. 180) Lotto Unico) ABITAZIONE libera su due lati, dotata di area cortiliva e bassocomodo esclusivi in corpo staccato. L’immobile è composto da: ingresso, cucina - pranzo, bagno, corridoio e due stanze al P. Primo, con ingresso e vano scale comuni al P. Terra. Compete all’immobile proporzionale quota di comproprietà selle parti comuni dell’edificio Diritto venduto: Piena Proprietà Offerta minima E. 23.900,00 (*) credito fondiario Custode Giudiziario: Dott.ssa Eleonora Permunian Es. 384/08 vendita senza incanto Mercoledì 12 gennaio 2011 ore 10.00 (Quarto esp.) RO (FE) Via Sarasina N. 8, Piani Terra e Primo Lotto Unico) Porzione di edificio costituita da un’ABITAZIONE con manufatto adibito a proservizi e garage insistente sulla corte pertinenziale esclusiva. All’immobile si accede tramite stradello privato che diparte dalla Via Sarasina. L’abitazione è così composta: al P.T. cucina, soggiorno, disimpegno e bagno; al P.P. disimpegno, due vani letto, ripostiglio e bagno; il tutto per una superficie lorda di mq. 137. I proservizi hanno una superficie lorda totale di mq. 9,50. I garage hanno una superficie lorda rispettivamente di mq. 13 e di mq. 15. La corte esclusiva ha una superficie catastale di mq. 239. Diritto venduto: Quota di comproprietà indivisa pari ad 1/2 Offerta minima E 28.200,00 (*) credito fondiario Custode Giudiziario: Dott.ssa Eleonora Permunian Es. 195/07 vendita senza incanto Mercoledì 12 gennaio 2011 ore 10.00 (Primo esp.) SCORTICHINO (FE) Via Provinciale, 129 Lotto unico) MAGAZZINO CON AREA CORTILIVA ESCLUSIVA e attiguo lotto di terreno inedificato. E’ accessibile attraverso un’area cortiliva in comproprietà con altri, attualmente destinata a strada privata ghiaiata. Il magazzino in questione privo di recinzioni rispetto le proprietà adiacenti, è in pianta di forma rettangolare e si eleva ad un sol piano fuori terra. Al suo interno l’ambiente è unico con una piccola porzione separata dal resto, con pareti in muratura e destinata ad ufficio-ripostiglio. Diritto venduto: Piena Proprietà Offerta minima E 125.000,00 Custode: Dott.ssa Eleonora Permunian Es. 225/07 vendita senza incanto Mercoledì 12 gennaio 2011 ore 10.00 (Decimo esp.) SERRAVALLE (FE) Via Argine Po N°135, Piani Terra e Primo Lotto unico) PORZIONE DI FABBRICATO di vecchia costruzione, costituita da una modesta abitazione e composta da un vano pranzo, cucina, ripostoglio sottoscala e bagno al P. Terra, due camere letto al P. Primo, oltre un accessorio esterno, composto da due locali ad uso ripostiglio, con circostante area cortiliva pertinenziale, per una superficie lorda complessiva di mq. 82 circa. Diritto venduto: Piena Proprietà Offerta minima E 11.000,00 (*) credito fondiario Custode: Dott.ssa Emanuela Patroncini Es. 120/08 vendita senza incanto Mercoledì 12 gennaio 2011 ore 10.00 (Quinto esp.) TRESIGALLO (FE) Via D. Alighieri N.5 Int.11. Piano Secondo Lotto unico) APPARTAMENTO ad uso civile abitazione in complesso immobiliare condominiale. L’appartamento è composto da: ingresso, pranzo/soggiorno, cucinotto, bagno, corridoio, ripostiglio e due camere da letto (una m. ed una s.), di superficie commerciale equivalente complessiva pari a mq. 69.70. Diritto venduto: Piena Proprietà Offerta minima E. 15.800,00 (*) credito fondiario Custode: Dott.ssa Eleonora Permunian Procedure esecutive immobiliari delegate al Dott. Aristide Pincelli Commercialista presso lo studio in Ferrara, Via Garibaldi, 39 Es. 91/08 vendita senza incanto Mercoledì 12 gennaio 2011 ore 11.00 (Ottavo esp.) AMBROGIO (FE) Via Benini, 136 Lotto 1) APPARTAMENTO di civile abitazione, diviso da cielo a terra con ingresso indipendente, disposto su due piani, con annessi proservizio esclusivo uso lavanderia ed autorimessa pertinenziale, oltre alla quota di comproprietà sulla corte comune. Agli immobili compete la quota indivisa di comproprietà sulla corte comune. Diritto venduto: Piena Proprietà Offerta minima E. 14.600,00 (*) credito fondiario AMBROGIO (FE) Via Benini, Senza Numero Civico Lotto 2) Piccolo appezzamento di TERRENO AGRICOLO della superficie di circa 900.00 mq ,al momento il terreno è accessibile dalla corte comune di cui al precedente Lotto 1) oppure dai fondi confinanti. Diritto venduto: Piena Proprietà Offerta minima E. 2.500,00 (*) credito fondiario Custode Giudiziario: Dott.ssa Emanuela Patroncini Es. 299/08 vendita senza incanto Mercoledì 12 gennaio 2011 ore 11.00 (Sesto esp.) BERRA (FE) Via Postale 77-79 Lotto 1) PORZIONE DI EDIFICIO di abitazione disposto su due piani, indipendente da terra a cielo, privo di impianti e servizi ma dotato di aree scoperte circostanti. Di vecchia costruzione e completamente da ristrutturare, l’alloggio si compone essenzialmente di num. 4 vani al P. Terra ed altrettanti al P. Primo collegati da due rampe di scale. Misura commerciali mq. 210,00 e dispone, al lordo dell’area di sedime, di mq. 1375 di terreno (mapp. 68, 355 e 357). Diritto venduto: Piena Proprietà Offerta minima E. 20.800,00 (*) credito fondiario Lotto 2) LOTTO DI TERRENO di forma regolare si complessivi mq. 785, in fregio alla via Postale e con accesso da stradello sterrato. Presenta alberature infestanti di alto fusto ed una precaria costruzione in lamiera da demolire. Diritto venduto: Piena Proprietà Offerta minima E. 3.600,00 (*) credito fondiario Custode Giudiziario: Dott.ssa Emanuela Patroncini Es. 320/08 vendita senza incanto Mercoledì 12 gennaio 2011 ore 11.00 (Sesto esp.) BERRA (FE) Via Pennacchiera N°54, Piani Terra e Primo Lotto 1) ABITAZIONE con bassocomodi e ampia corte esclusiva. L’abitazione si compone al P.T. di: cucina, vano scale, soggiorno e piccola lavanderia nel sottoscala; P.P. disimpegno-vano scale e due vani letto. Nel bassocomodo in corpo staccato è ubicato il servizio igienico oltre ripostigli. Limitrofe sono ubicate le cantine facenti parte di un più ampio fabbricato ricomprendenti anche altri locali di altra proprietà non esecutata. Spetta la comproprietà sull’area cortiliva antistante e laterale. L’immobile risulta disabitato e gravato da servitù di passaggio. Diritto venduto: Piena Proprietà Offerta minima E. 21.500,00 (*) credito fondiario BERRA (FE) Via Pennacchiera Senza numero civico. Lotto 2) TERRENO AGRICOLO pianeggiante e di medio impasto, attualmente incolto, privo di fabbricati. E’ gravata da servitù di passaggio. Diritto venduto: Piena Proprietà Offerta minima E. 4.900,00 (*) credito fondiario Custode Giudiziario: Dott.ssa Emanuela Patroncini

Es. 119/09 vendita senza incanto Mercoledì 12 gennaio 2011 ore 11.00 (Quarto esp.) BOCCALEONE DI ARGENTA (FE) Via Del Crocifisso N.18, Piani Terra e Primo Lotto unico) PORZIONE DI CASA INDIPENDENTE da terra a cielo, per civile abitazione, disposta a schiera in edificio in linea di vecchia edificazione oltre a area cortiliva con bassocomodi, con in tutto 2 camere su due livelli; disabitato, Diritto venduto: Quota di Piena Proprietà Offerta minima E. 17.500,00 (*) credito fondiario Custode Giudiziario: Dott.ssa Emanuela Patroncini Es. 175/08 vendita senza incanto Mercoledì 12 gennaio 2011 ore 11.00 (Sesto esp.) BOCCALEONE DI ARGENTA (FE) Via Del Crocifisso N. 7, Piani Rialzato e Seminterrato Lotto unico) VILLETTA SU DUE PIANI composta da un appartamento al P. Rialzato e locali accessori e garage al P. Seminterrato, circostante corte esclusiva con piccolo fabbricato abusivo ad uso ripostigli (da demolire).L’abitazione é costituita dai locali principali al P. Rialzato, con accesso dalla scala esterna, e vani di servizio (cantina, ripostigli e garage) al P. Seminterrato, accessibili solo dall’esterno e si compone di: ingresso, cucina, pranzo - soggiorno, disimpegno, due bagni, tre camere da letto per una superficie calpestabile complessiva di circa mq. 93 e superficie commerciale di mq. 113. Al P. Seminterrato, raggiungibile attraversando l’autorimessa, sono ubicati i locali ad uso sgombero e cantina per una superficie netta di mq. 52 circa e commerciale di mq. 66.e si compone di: disimpegno, sgombero comprensivo di armadio a muro, cantina. Nella corte c’è un piccolo fabbricato abusivo con ripostigli esterni (da demolire) ed è comprensivo di un camino in muratura e di un vano ripostiglio, superficie netta mq. 6. L’autorimessa: ha una superficie netta di mq. 41, altezza di m. 2,13. La corte esclusiva ha una superficie catastale: 413 mq. Diritto venduto: Quota di Piena Proprietà Offerta minima E. 64.400,00 (*) credito fondiario Note: Occupato dalla proprietaria ivi residente Custode Giudiziario: Dott.ssa Emanuela Patroncini Es. 117/06 vendita senza incanto Mercoledì 12 gennaio 2011 ore 11.00 (Primo esp.) CASUMARO Lotto 1) Immobili A) B) parte, CASUMARO fraz. di CENTO (FE), Via Correggio, 17, Piani Terra e Primo PORZIONI IMMOBILIARI costituenti l’abitazione, con annesse aree pertinenziali e con la proporzionale quota di comproprietà sulle parti comuni. Le porzioni immobiliari sono così identificate catastalmente nel Comune di Cento, al Foglio 3:A) Porzione quota pari ad 1/2 gravata da diritto d’abitazione: C.T. Mapp. 275, 272; C.F. Mapp. 275, 100 Sub 3; oltre al bene comune: C.T. e C.F. Mapp. 13; A) Porzione quota pari ad 1/2: C.T. e C.F. Mapp. 273;B)parte Porzione quota pari ad 1/6: C.T. Mapp. 100, 245; C.F. Mapp. 100 Sub 4,245 Sub 4. La porzione immobiliare corrispondente alla quota di 1/2 gravata dal diritto di abitazione ha una superficie commerciale complessiva pari a mq. 159,00 comprensiva della superficie principale e delle superfici secondarie. Quota di 1/2 della piena proprietà non gravata dal diritto d’abitazione dell’area scoperta pertinenziale Mapp. 273, la cui effettiva superficie catastale verosimilmente corrisponde a mq. 335. La porzione immobiliare corrispondente alla quota di 1/6 ha una superficie commerciale complessiva pari a mq. 109,00.E’ occupato. Diritto venduto: Quota di comproprietà indivisa pari ad 1/2, gravata del diritto d’abitazione e quota di comproprietà indivisa pari ad 1/6 delle porzioni immobiliari Offerta minima E. 26.300,00 (*) credito fondiario CENTO (FE), Via Giovannina, 34 Lotto 2) Immobile C) APPARTAMENTO ai piani terra e primo, con ripostiglio nella corte, Si è determinata la superficie commerciale complessiva pari a mq. 81,50, comprensiva della superficie principale e della superficie secondaria. Diritto venduto: Quota di comproprietà indivisa pari ad 1/6 Offerta minima E. 10.900,00 (*) credito fondiario CASUMARO fraz. di CENTO (FE), Via Correggio, 19, Lotto 3) Immobili B) parte D) ABITAZIONE ai piani terra e primo, locali ad uso sgombero-w.c. e ripostiglio ai piani terra e primo, garage e locale di deposito, oltre alla circostante corte.Gli immobili sono così identificati nel Comune di Cento, al Foglio 3: B)parte Porzione quota pari ad 1/6: C.T. Map. 245; C.F. Mapp. 245 Sub 8, 245 Sub 9;D) Porzione quota pari ad 1/4 dei fabbricati e ad 1/6 delle aree: C.T. Mapp. 99, 245; C.F. Mapp. 99 Sub 7 e 245 Sub 5, 245 Sub 6, 245 Sub 7, 245 Sub 10; Corte comune: C.T. Map. 245; C.F. Map. 245 Sub 1. La porzione immobiliare corrispondente alla quota di 1/6 ha le superfici commerciali costituite dalle superfici secondarie mq. 9,00 per i locali accessori ai piani terra e primo ed a mq. 5,00 per il garage.La porzione immobiliare corrispondente alla quota pari ad 1/4 dei fabbricati e ad 1/6 delle aree ha una superficie commerciale complessiva pari a mq. 101,00. Diritto venduto: Quota di comproprietà indivisa pari ad 1/6, oltre alla quota di comproprietà indivisa pari ad 1/4 dei fabbricati e di 1/6 delle aree sui beni costituiti da un’abitazione Offerta minima E. 6.200,00 (*) credito fondiario CENTO (FE), C.so Guercino n° 60 P. Primo. Lotto 4) Immobile E-F) APPARTAMENTO. Si è determinata la superficie commerciale complessiva pari a mq. 68,00. Diritto venduto: Quota di comproprietà indivisa pari a 8/32 di piena proprietà Offerta minima E.15.300,00 (*) credito fondiario Custode Giudiziario: Dott.ssa Emanuela Patroncini Es. 62/08 vendita senza incanto Mercoledì 12 gennaio 2011 ore 11.00 (Quinto esp.) CENTO (FE) Via Einaudi beni immobili siti nel complesso edilizio la "Corte Centese" Lotto 1) Civico 5. Piano Primo. APPARTAMENTO di civile abitazione, oltre a cantina ed autorimessa. L’immobile è composto da: ingresso, soggiorno con angolo cottura e terrazzo, disimpegno, n. 2 servizi e vano letto, per una superficie convenzionale di mq. 75,46. Offerta minima E. 55.700,00 (*) credito fondiario Lotto 3) Civico 5. Piano Terzo. Appartamento di civile abitazione, oltre a cantina ed autorimessa, composto da: ingresso, soggiorno con angolo cottura e terrazzo, disimpegno, n. 2 servizi e vano letto, per una superficie convenzionale di mq. 77,35. Offerta minima E. 56.800,00 (*) credito fondiario Lotto 4) Civico 5. Piano Secondo. Appartamento di civile abitazione, oltre a cantina ed autorimessa, composto di ingresso, soggiorno con angolo cottura e terrazzo, disimpegno, n. 2 servizi e vano letto per una superficie convenzionale di mq. 88,69. Offerta minima E. 65.600,00 (*) credito fondiario Lotto 5) Civico 5. Piano Primo. Appartamento di civile abitazione, oltre a cantina ed autorimessa, composto di ingresso, soggiorno con angolo cottura e terrazzo, disimpegno, n. 2 servizi e vano letto, per una superficie convenzionale di mq. 76,02. Offerta minima E. 56.100,00 (*) credito fondiario Lotto 6) Civico 5. Piano Cantinato. Autorimessa della superficie convenzionale di mq. 9,30 Offerta minima E. 6.200,00 (*) credito fondiario Lotto 7) Civico 5. Piano Cantinato. AUTORIMESSA della superficie convenzionale di mq. 9,30. Offerta minima E. 6.300,00 (*) credito fondiario Lotto 8) Civico 5. Piano Cantinato. AUTORIMESSA della superficie convenzionale di mq. 9,30. - segue


Dicembre 2010 www.astepress.it

AsteInfoappalti

37

www.asteinfoappalti.it

TRIBUNALE DI FERRARA Offerta minima E. 6.300,00 (*) credito fondiario Lotto 9) Civico 5. Piano Cantinato. AUTORIMESSA della superficie convenzionale di mq. 15,16. Offerta minima E. 10.500,00 (*) credito fondiario Lotto 10) Civico 7. Piano Secondo. APPARTAMENTO di civile abitazione, oltre a cantina ed autorimessa, composto da: ingresso, soggiorno, cucina e terrazzo, disimpegno, n. 2 servizi e n. 2 vani letto, per una superficie convenzionale di mq. 95,95. Offerta minima E. 71.300,00 (*) credito fondiario Lotto 11) Civico 7. Piano Secondo. APPARTAMENTO di civile abitazione, oltre a cantina ed autorimessa, composto da: ingresso, soggiorno, cucina e terrazzo, disimpegno, n. 2 servizi e n. 2 vani letto con ulteriore terrazzo, per una superficie convenzionale di mq. 97,14. Offerta minima E. 73.800,00 (*) credito fondiario Lotto 14) Civico 7. Piano Primo. APPARTAMENTO di civile abitazione, oltre a cantina ed autorimessa, composto da: ingresso, soggiorno, cucina e terrazzo, disimpegno, n. 2 servizi e n. 2 vani letto. L’unità è regolarmente locata in forza di contratto di locazione del 01/06/2006, con scadenza 31/05/2010, per una superficie convenzionale di mq. 97,91. Offerta minima E. 74.300,00 (*) credito fondiario Lotto 15) Civico 7. Piani Terzo, Quarto E Sottotetto. APPARTAMENTO di civile abitazione, oltre a cantina ed autorimessa, composto da: ingresso, soggiorno, cucina e terrazzo, disimpegno, n. 2 servizi e n. 2 vani letto uno dei quali dotato di ulteriore terrazzo; un servizio ed un grande vano trovano invece collocazione nel sottotetto, per una superficie convenzionale di mq. 123,84. Offerta minima E. 89.500,00 (*) credito fondiario Lotto 16) Civico 7. Piani Quarto, Quinto e Sottotetto. APPARTAMENTO di civile abitazione, oltre a cantina ed autorimessa, composto da: ingresso, soggiorno con angolo cottura e terrazzo, disimpegno, servizio e vano letto; vano di grandi dimensioni e servizio nel sottotetto, per una superficie convenzionale di mq. 84,21. Offerta minima E. 58.400,00 (*) credito fondiario Lotto 17) Civico 7. Piano Cantinato. AUTORIMESSA per una superficie convenzionale di mq. 10,08. Offerta minima E. 7.700,00 (*) credito fondiario Lotto 18) Civico 7. Piano Cantinato. AUTORIMESSA per una superficie convenzionale di mq. 13,00. Offerta minima E. 8.900,00 (*) credito fondiario Lotto 19) Civico 7. Piano Cantinato. AUTORIMESSA per una superficie convenzionale di mq. 9,20. Offerta minima E. 6.200,00 (*) credito fondiario Lotto 20) Civico 9. Piani Terzo, Quarto E Sottotetto. APPARTAMENTO di civile abitazione, oltre a cantina ed autorimessa, composto da: ingresso, soggiorno, cucina e terrazzo, disimpegno, n. 2 servizi e n. 2 vani letto; al piano sottotetto vi sono un grande vano di altezza variabile, un servizio e due ripostigli di altezza ridotta, per una superficie convenzionale di mq. 127,01. Offerta minima E. 90.200,00 (*) credito fondiario Lotto 21) Civico 9. Piani Quarto, Quinto E Sottotetto. APPARTAMENTO di civile abitazione, oltre a cantina ed autorimessa, composto da: soggiorno con angolo cottura e terrazzo, disimpegno, servizio e vano letto; al piano sottotetto due vani di altezza variabile, un servizio ed un ripostiglio di altezza ridotta. Per una superficie convenzionale di mq. 89,45. Offerta minima E. 60.700,00 (*) credito fondiario Lotto 22) Civico 9. Piani Quarto, Quinto E Sottotetto. APPARTAMENTO di civile abitazione, oltre a cantina ed autorimessa, composto da: ingresso, soggiorno con angolo cottura e terrazzo, disimpegno, servizio e vano letto; al piano sottotetto vi è un vano di altezza variabile ed un servizio completo. Per una superficie convenzionale di mq. 86,56. Offerta minima E. 60.300,00 (*) credito fondiario Lotto 23) Civico 9. Piano Cantinato. AUTORIMESSA per una superficie convenzionale di mq. 9,52. Offerta minima E. 7.900,00 (*) credito fondiario Lotto 24) Civico 9. Piano Cantinato. AUTORIMESSA per una superficie convenzionale di mq. 9,25. Offerta minima E. 6.800,00 (*) credito fondiario Lotto 25) Civico 9. Piano Cantinato. AUTORIMESSA per una superficie convenzionale di mq. 10,13. Offerta minima E. 6.500,00 (*) credito fondiario Lotto 26) Civico 9. Piano Cantinato. AUTORIMESSA per una superficie convenzionale di mq. 9,64. Offerta minima E. 7.500,00 (*) credito fondiario Lotto 27) Civico 9. Piano Cantinato. AUTORIMESSA per una superficie convenzionale di mq. 9,18. Offerta minima E. 5.800,00 (*) credito fondiario Lotto 28) Civico 9. Piano Cantinato. AUTORIMESSA per una superficie convenzionale di mq. 9,40. Offerta minima E. 6.200,00 (*) credito fondiario Lotto 29) Civico 9. Piano Cantinato. AUTORIMESSA per una superficie convenzionale di mq. 9,36. Offerta minima E. 5.800,00 (*) credito fondiario Lotto 30) Civico 9. Piano Cantinato. AUTORIMESSA per una superficie convenzionale di mq. 9,29. Offerta minima E. 6.200,00 (*) credito fondiario Lotto 31) Civico 9. Piano Cantinato. AUTORIMESSA per una superficie convenzionale di mq. 8,93. Offerta minima E. 5.800,00 (*) credito fondiario Lotto 32) Civico 9. Piano Cantinato. AUTORIMESSA per una superficie convenzionale di mq. 8,68. Offerta minima E. 6.800,00 (*) credito fondiario Lotto 33) Civico 9. Piano Cantinato. AUTORIMESSA per una superficie convenzionale di mq. 8,68. Offerta minima E. 6.800,00 (*) credito fondiario Lotto 35) Civico 11. Piano Primo. APPARTAMENTO di civile abitazione, oltre a cantina ed autorimessa, composto da: ingresso, soggiorno con angolo cottura e terrazzo, disimpegno, servizio e vano letto, per una superficie convenzionale di mq. 68,76. Offerta minima E. 50.500,00 (*) credito fondiario Lotto 36) Civico 11. Piano Primo. APPARTAMENTO di civile abitazione, oltre a cantina ed autorimessa, composto da: ingresso, soggiorno, cucina e terrazzo, disimpegno, n. 2 servizi e n. 2 vani letto, per una superficie convenzionale di mq. 96,87. Offerta minima E. 73.600,00 (*) credito fondiario Lotto 37) Civico 11. Piano Terzo. APPARTAMENTO di civile abitazione, oltre a cantina ed autorimessa, composto da: ingresso, soggiorno con angolo cottura e terrazzo, disimpegno, servizio e letto, per una superficie convenzionale di mq. 69,51. Offerta minima E. 50.500,00 (*) credito fondiario Lotto 38) Civico 11. Piani Quarto, Quinto E Sottotetto. APPARTAMENTO di civile abitazione, oltre a cantina ed autorimessa, composto da: soggiorno con angolo cottura, terrazzo, disimpegno, servizio e letto; nel sottotetto trovano collocazione due ampi vani di altezza variabile ed un servizio, per una superficie convenzionale di mq. 90,67. Offerta minima E. 62.100,00 (*) credito fondiario Diritto venduto per tutti i lotti: Piena proprietà in quota del 1000/1000 Note: Compete a tutti gli immobile proporzionale quota di comproprietà sugli enti comuni dell’edificio di cui è parte. Custode Giudiziario: Dott.ssa Emanuela Patroncini Es. 306/08 vendita senza incanto Mercoledì 12 gennaio 2011 ore 11.00 (Sesto esp.) CENTO (FE) Viale De Gasperi N°4 int.9, Piano Terzo Lotto unico) Porzione di fabbricato, costituita da un APPARTAMENTO, servito da ascensore, della consistenza di vani utili cinque ed accessori, con annesso vano cantina al P. Terra. L’alloggio è composto di ingresso, cucina, soggiorno, due

bagni, tre vani letto ed un piccolo ripostiglio, oltre il disimpegno e due balconi, per una superficie lorda complessiva di mq.117 circa. Al P. Terra si trova l’annesso vano ripostiglio di mq.3 circa. Compete all’immobile proporzionale quota di comproprietà sugli enti comuni dell’edificio. Diritto venduto: Piena Proprietà Offerta minima E. 55.400,00 (*) credito fondiario Custode Giudiziario: Dott.ssa Emanuela Patroncini Es. 209/93 vendita senza incanto Mercoledì 12 gennaio 2011 ore 11.00 (Quarto esp.) DENORE (FE) Via Pagana, 65, Piani Terra e Primo Lotto 3B) FABBRICATO CIVILE a 2 piani fuori terra già a servizio di piccolo fondo agricolo, con piccola costruzione ad uso proservizio-magazzino, con area cortiliva circostante. L’immobile è così composto: P.Terra: ingresso, soggiorno, pranzo, attigua piccola cucina, bagno e vano letto; P. Primo: due camere da letto, una cameretta e balcone. La superficie è di circa mq. 166 oltre mq. 7 di balcone. Diritto venduto: Piena Proprietà Offerta minima E. 46.500,00 (*) credito fondiario Custode Giudiziario: Dott.ssa Emanuela Patroncini Es. 160/07 vendita senza incanto Mercoledì 12 gennaio 2011 ore 11.00 (Primo esp.) FERRARA tra Piazzetta Corelli e Via Giuoco del Pallone, 43 Lotto Unico) FABBRICATO da terra a cielo, con corte pertinenziale esclusiva, in fase di totale ristrutturazione, attualmente al grezzo, da ultimare (in cui manca anche il coperto), come da concessione (oneri già assolti, ma scaduta da anni) di cui al progetto per la realizzazione di 12 MINI-APPARTAMENTI E 7 AUTORIMESSE. Diritto venduto: Piena Proprietà Offerta minima E 1.000.000,00 Custode: Dott.ssa Emanuela Patroncini Es. 29/08 vendita senza incanto Mercoledì 12 gennaio 2011 ore 11.00 (Quinto esp.) FERRARA Piazza Trento Trieste cn 52, Denominato "Teatro Nuovo " Lotto 2) CINEMA TEATRO, denominato "Cinema Teatro Nuovo". L’immobile è costituito oltre che dal cinema - teatro, anche da tutti i necessari accessori, quali l’atrio, la biglietteria, il guardaroba, il bar, i bagni per il pubblico, il palcoscenico completo di tutti i camminamenti e ponti di servizio, la platea, le gallerie, il "loggione", il "foyer" circolare disposto su due piani e che funge anche da disimpegno, gli uffici amministrativi e direzionali, i camerini e servizi igienici per gli artisti ed il personale, la cabina di proiezione, l’appartamento del custode, i magazzini ed i depositi dislocati in diverse posizioni della struttura, la centrale termica, le scale per il pubblico e quelle di servizio, il tutto disposto sui vari piani. Diritto venduto: Piena Proprietà Custode: Dott.ssa Emanuela Patroncini Es. 386/08 vendita senza incanto Mercoledì 12 gennaio 2011 ore 11.00 (Quarto esp.) LAGOSANTO (FE) Vicolo Verdi, 9-11 Lotto unico) FABBRICATO IN CORSO DI COSTRUZIONE a seguito di demolizione del fabbricato di civile abitazione preesistente. La superficie commerciale complessiva è di circa mq. 108. Diritto venduto: Piena Proprietà Offerta minima E. 33.300,00 (*) credito fondiario Custode Giudiziario: Dott.ssa Emanuela Patroncini Es. 121/08 vendita senza incanto Mercoledì 12 gennaio 2011 ore 11.00 (Quinto esp.) LIBOLLA (FE) Via Strada Dianti n° 11 Piani Terra e Primo Lotto unico) Civile ABITAZIONE INDIPENDENTE composta di: ingresso-soggiorno, ripostiglio sottoscala, cucina, bagno, disimpegno e vano scale al P.T., disimpegno, due stanze da letto e ripostiglio al piano 1°, con accesso e diritto alla corte comune. Diritto venduto: Piena Proprietà Offerta minima E. 25.600,00 (*) credito fondiario Custode Giudiziario: Dott.ssa Emanuela Patroncini Es. 167/08 vendita senza incanto Mercoledì 12 gennaio 2011 ore 11.00 (Settimo esp.) MIGLIARINO (FE) Via Monfalcone N° 20, Piani Terra e Primo Lotto unico) Porzione di fabbricato ad uso civile ABITAZIONE, dotata di vano ad uso lavanderia e vano ad uso ripostiglio facenti parte di fabbricato adiacente, dotata altresì di area cortiliva in proprietà esclusiva. L’unità immobiliare avente ingresso ed affacci principali prospicienti il Po di Volano, facente parte di un complesso immobiliare, risulta composta da: ingresso/soggiorno, cucina/pranzo, disimpegno e servizio igienico, al P. Terra; due camere da letto e vano scala al P. Primo, della superficie lorda pari a mq. 86 ca.; un proservizio esterno, accessibile dalla corte comune, composto da due vani ad uso ripostiglio e lavanderia. Diritto venduto: Piena Proprietà Offerta minima E 21.100,00 (*) credito fondiario Custode: Dott.ssa Emanuela Patroncini Es. 234/08 vendita senza incanto Mercoledì 12 gennaio 2011 ore 11.00 (Settimo esp.) PONTELANGORINO (FE), via centro N° 44, Piano Primo Lotto unico) Porzione di fabbricato ad uso civile abitazione, costituita da APPARTAMENTO dotato di area cortiliva in proprietà esclusiva su parte della quale insiste la scala per l’accesso all’abitazione. L’unità immobiliare facente è costituita da ambiente giorno con angolo cottura e caminetto in muratura,disimpegno/servizi,dispensa, servizio igienico/lavanderia, ripostiglio, retrocucina, disimpegno/zona notte, due camere da letto, servizio igienico e ripostiglio, oltre che da due balconi, da una terrazza e da area cortiliva, ad uso posti auto pertinenziali; della superficie lorda pari a mq. 165 ca. l’appartamento, a mq. 70 ca. la terrazza e i balconi, a mq. 65 ca. la corte esclusiva. Diritto venduto: Piena proprietà Offerta minima E 29.800,00 (*) credito fondiario Custode: Dott.ssa Emanuela Patroncini Es. 65/08 vendita senza incanto Mercoledì 12 gennaio 2011 ore 11.00 (Quarto esp.) PORTO GARIBALDI (FE) Via Salemi N° 95, Piano Terra Lotto unico) APPARTAMENTO ad uso residenziale con annessa corte esclusiva, in complesso immobiliare denominato Condominio "Ornella Nove". L’abitazione risulta composta da: cucina con zona pranzo, ampio soggiorno, bagno, camera matrimoniale, due camere singole ed un ripostiglio, di superficie commerciale equivalente pari a mq. 148,00;è doveroso segnalare che la camera matrimoniale ed una cameretta risultano cieche, cioè prive di apertura verso l’esterno. Compete all’immobile la proporzionale quota di comproprietà sulle parti comuni del complesso condominiale Diritto venduto: Quota di 1/1 di piena proprietà Offerta minima E 138.300,00 (*) credito fondiario Note: L’immobile attualmente risulta occupato dall’ esecutato. Custode giudiziario: Dott.ssa Emanuela Patroncini Es. 52/09 vendita senza incanto Mercoledì 12 gennaio 2011 ore 11.00 (Quarto esp.) PORTOMAGGIORE (FE) Via Delle Anime 2/E Lotto unico) Civile ABITAZIONE su due piani, aree cortilive, cantina e autorimessa, l’abitazione si compone al P. Terra di: ingresso-vano scale, soggiorno, pranzo, cucina, veranda, corti antistante e retrostante, cantina ed autorimessa in corpo staccato. La Superficie Convenzionale è di mq. 117,50. Compete

all’immobile proporzionale quota di comproprietà sugli enti comuni dell’edificio di cui è parte. Diritto venduto: Piena Proprietà Offerta minima E. 51.200,00 (*) credito fondiario Custode Giudiziario: Dott.ssa Emanuela Patroncini Es. 258/08 vendita senza incanto Mercoledì 12 gennaio 2011 ore 11.00 (Sesto esp.) PORTOMAGGIORE (FE) Via Giordano Bruno N. 25, Piani Terra e Primo Lotto unico) APPARTAMENTO per civile abitazione, inserito in più ampio fabbricato. L’alloggio si compone, al P. Terra, di locale ingresso indipendente con attiguo vano scala, mentre al P. Primo di piccolo disimpegno centrale, cucina, soggiorno, due camere e bagno. Compete all’immobile la proporzionale quota di comproprietà delle parti comuni dell’edificio. Diritto venduto: Piena Proprietà Offerta minima E. 38.600,00 (*) credito fondiario Custode Giudiziario: Dott.ssa Emanuela Patroncini Es. 77/09 riunita all’es. 95/09 vendita senza incanto Mercoledì 12 gennaio 2011 ore 11.00 (Quarto esp.) SAN CARLO (FE) con Accesso Via De Gasperi, 1, Piano Primo. Lotto 1) APPARTAMENTO, in una palazzina di complessive 4 abitazioni. Compete all’immobile la comproprietà di 1/4 di un garage di 4 posti auto e dell’area scoperta e la proprietà esclusiva di una piccola corte esclusiva della superficie di mq. 25. L’appartamento è composto da ingresso, soggiorno/pranzo con angolo cottura, due stanze, bagno, balcone chiuso con veranda. Nel piano seminterrato si trova la cantina di proprietà esclusiva. Sulla corte esclusiva insiste una porzione di una tettoia in legno appartenente al proprietario confinante. L’abitazione è locata in virtù di contratto di affitto. La superficie commerciale dell’abitazione è di mq. 88 circa, mentre quella del garage comune alle 4 abitazioni è di mq. 58 circa. Diritto venduto: Intera Proprietà Offerta minima E. 56.400,00 (*) credito fondiario SAN CARLO (FE) Via Frutteti, 18 Lotto 2) ABITAZIONE INDIPENDENTE da terra a cielo, disposta su due piani fuori terra, contigua a due adiacenti abitazioni. L’abitazione è composta da piccolo soggiorno, cucinotto, ripostiglio sottoscala e bagno al piano terra, una stanza da letto e ripostiglio al piano primo. L’immobile, in buono stato d’uso, è stato oggetto di recenti lavori di ristrutturazione. L’abitazione è attualmente abitata da terzi senza contratto di locazione. La superficie commerciale dell’abitazione è di mq. 85 circa. Diritto venduto: Intera Proprietà Offerta minima E. 58.900,00 (*) credito fondiario Custode Giudiziario: Dott.ssa Emanuela Patroncini Es. 203/08 vendita senza incanto Mercoledì 12 gennaio 2011 ore 11.00 (Quarto esp.) SAN NICOLÒ (FE) Strada della Donna Morta N. 1/A Lotto unico) CAPANNONE per ricovero attrezzi e prodotti agricoli, con ampia area scoperta circostante esclusiva, ubicato in piena zona agricola. L’immobile si compone in prevalenza di un ampio locale di deposito, "box" in muratura contenente un ufficio ed un servizio igienico, con sovrastante piano soppalco calpestabile occupato parzialmente da un secondo bagno. Diritto venduto: Piena Proprietà Offerta minima E. 81.500,00 (*) credito fondiario Custode Giudiziario: Dott.ssa Emanuela Patroncini Es. 37/08 riunita all’Es. 137/08 vendita senza incanto Mercoledì 12 gennaio 2011 ore 11:00 (Quinto esp.) VACCOLINO (FE) S.S. Romea, 123 Lotto 1) FABBRICATO RESIDENZIALE MONOFAMILIARE, indipendente, con corte esclusiva e bassocomodi esterni. L’abitazione è composta al P. Terra da: ingresso-vano scala, soggiorno, cucina, bagno con antibagno, ingresso posteriore, studio e officina; al P. Primo bagno, disimpegno vano scale, corridoio, tre stanze da letto e balcone. Diritto venduto: Piena Proprietà gravata da diritto di abitazione Offerta minima E. 24.700,00 (*) credito fondiario S.S. Romea, con accesso di fronte al civico 123 Lotto 2) Lotto di TERRENO INCOLTO e con i confini non ben delimitati, tramite servitù di passaggio a favore, larga mt. 2,00, come da atto notarile del 04/04/1952, Rep. 9777/4429; Diritto venduto: Piena Proprietà gravata da diritto di abitazione Offerta minima E. 6.200,00 (*) credito fondiario Custode Giudiziario: Dott.ssa Emanuela Patroncini Es. 303/07 vendita senza incanto Mercoledì 12 gennaio 2011 ore 11:00 (Sesto esp.) VACCOLINO (FE) S.S. "Romea" 91, Angolo Via Cella, Piani Terra e Primo Lotto unico) Porzione di fabbricato composta al P. Terra da LOCALE AD USO COMMERCIALE ed al P. Primo da APPARTAMENTO. Il locale ad uso commerciale è composto da: tre sale di esposizione/vendita comunicanti tra di loro, della superficie complessiva, al lordo delle murature d’ambito di circa mq. 112 al P. Terra. Un ampio deposito, un secondo deposito/magazzino sul retro, dotato di accesso secondario dalla via Cella, disimpegno, antibagno, un bagno, il tutto per una superficie complessiva, al lordo delle murature d’ambito, di circa mq. 83. L’abitazione composta da: l’ingresso, il vano scala, piccolo ripostiglio nel sottoscala al P. Terra; ingresso, un’ampia veranda chiusa con vetrate, un soggiorno-pranzo con angolo cottura, un corridoio, due bagni, tre camere da letto e uno studio al P. Primo. Il tutto per una superficie complessiva, al lordo delle murature d’ambito di circa mq. 217. L’area cortiliva esclusiva di pertinenza ha una superficie scoperta di circa mq. 79. Diritto venduto: Piena Proprietà Offerta minima E. 72.200,00 Custode Giudiziario: Dott.ssa Emanuela Patroncini Procedure esecutive immobiliari delegate al Notaio Dott. Antonio Baraldi presso lo studio del notaio delegato Via Frizzi 19/1 Ferrara Giudizio Divisorio R.G. 4612/2009 Cont. Civ. R.G. Es. 158/05 vendita senza incanto Mercoledì 26 gennaio 2011 ore 9.00 (Primo esp) BANDO DI ARGENTA (FE) Via Val d’Albero, 16, Lotto unico) ABITAZIONE INDIPENDENTE su due piani (mq. 200 circa), con proservizi, garage ed area scoperta (mq. 1.150 circa) distinta al Catasto Fabbricati di Argenta al foglio 84 con map. 8/3, cat. A/4, classe 2, vani 8.5, Rend. E 482,89; map. 8/4, cat. C/6, classe 2, mq. 17, Rend. E 67,60. Diritto Venduto: Intera Piena Proprietà Offerta minima E. 108.000,00 Es. 89/08 vendita senza incanto Mercoledì 26 gennaio 2011 ore 9.00 (Sesto esp.) CENTO (FE) Via Giovannina, 2, Piano Primo Lotto unico) ABITAZIONE con cantina al P. Interrato facente parte del Condominio "Il Grattacielo" censito nel Catasto fabbricati al foglio 49 con il mappale: 44/8, cat. A/3, cl. 2, Vani 4, RE.423,49. Compete all’immobile proporzionale quota di comproprietà sugli enti comuni. Diritto Venduto: Piena Proprietà Offerta minima E. 21.000,00 (*) credito fondiario Custodia Giudiziaria: Istituto Vendite Giudiziarie Es. 105/09 vendita senza incanto Mercoledì 26 gennaio 2011 ore 9.00 (Terzo esp.) CENTO (FE) Viale A. De Gasperi N. 21, Piano Quinto

Lotto unico) APPARTAMENTO (mq 110) con cantina e garage al piano terra censito al Catasto fabbricati del Comune di Cento al foglio 49 con i mappali: 783 sub. 23, cat. A/2, cl. 2, vani 7, rendita E. 1.102,64; 783 sub. 10, cat. C/6, cl. 2, mq 10, rendita E. 44,42. Compete la proporzionale quota di comproprietà sugli enti comuni dell’edificio di cui è parte Diritto Venduto: Intera e Piena Proprietà. Offerta minima E. 77.000,00 (*) credito fondiario Custodia Giudiziaria: Istituto Vendite Giudiziarie Divisione Giudiziale 773/09 R.G.E. cont civ. 179/07 vendita senza incanto Mercoledì 26 gennaio 2011 ore 9.00 (Sesto esp.) CODIGORO (FE), LOCALITÀ CAPRILE Via Caprile Centro N. 34 Lotto unico) ABITAZIONE con ripostigli e garage esclusivi in corpo staccato, distinta nel Catasto Fabbricati al Foglio 46 con i mappali: 27/1, P.S-1-T-1, Cat. A/4, Cl. 2, Vani 8,5, RE. 434,60(abitazione);227/5 (ripostiglio), 227/2, Cat. C/6, Cl. 1, Mq. 14, RE. 41,94 (garage). Diritto Venduto: Piena Proprietà Es. 207/05 riunita all’es. 176/08 ed all’es. 383/08 Asta Venerdì 28 gennaio 2011 ore 10:00 (Sesto esp.) CODIGORO (FE) Via Amendola 34 Lotto Unico) Porzione di fabbricato su due piani fuori terra ad uso Civile ABITAZIONE libero su due lati con corte esclusiva sulla quale insiste un vano ad uso lavanderia, il tutto censito al N.C.E.U. di Codigoro foglio 84, mappale 571/5, cat. A/4, cl. 2, vani 4,5, rendita E 230,08 e mappale 571/10. Diritto venduto: Piena Proprietà Base Asta E. 24.000,00 Aumento Minimo E 1.000,00 (*) credito fondiario Note: l’immobile è occupato dall’esecutato Es. 12/08 vendita senza incanto Mercoledì 26 gennaio 2011 ore 9.00 (Terzo esp.) CONSANDOLO (FE) Via Provinciale n. 25/2, Piano Terra Lotto unico) Porzione del fabbricato urbano costituita da un APPARTAMENTO (mq. 85), censita al Catasto fabbricati del Comune di Argenta al foglio 68 con il mappale: 11/14, cat. A/3, cl. 1, vani 5, R. E 464,81. Compete la proporzionale quota di comproprietà sugli enti comuni dell’edificio. Diritto Venduto: Piena Proprietà Offerta minima E. 29.000,00 (*) credito fondiario Custodia Giudiziaria: Istituto Vendite Giudiziarie Es. 112/09 riunita all’es. 47/09 vendita senza incanto Venerdì 26 gennaio 2011 ore 9:00 (Terzo esp.) FERRARA Via Pontida, 9 P.T. Lotto unico) APPARTAMENTO ad uso abitativo (Mq 63) con ripostiglio nella corte comune censito nel Catasto Fabbricati di Ferrara al Foglio 134 con i mappali: 503 sub.2 zc.2^ P.T. cat.A/4 cl.4 vani.4,5 RC. E. 290,51, 655 sub.4 (ripostiglio). Compete all’immobile la proporzionale quota di comproprietà sugli enti comuni dell’edificio. Diritto Venduto: Intera e Piena Proprietà Offerta minima E. 39.000,00 (*) credito fondiario Custodia giudiziaria: Istituto Vendite Giudiziarie Es. 16/09 vendita senza incanto Venerdì 26 gennaio 2011 ore 9:00 (Secondo esp.) FERRARA P.le Castellina, 7, Piano Terzo Lotto unico) APPARTAMENTO di civile abitazione (scala C int. 56 mq 147), (con ascensore), cantina (mq 15) al P. Sottotetto e posto auto esclusivo (mq 11) in autorimessa comune al P. Seminterrato, il tutto censito nel catasto fabbricati di Ferrara al foglio 135 con i mappali: 492 sub. 63, cat. A/2, cl. 2, vani 7,5, RE. 890,89, 493 sub. 68, cat. C/6, cl. 2, cons. mq. 11, RE. 62,49. Compete all’immobile la proporzionale quota di comproprietà sugli enti comuni dell’edificio. Diritto Venduto: Quota di 1/3 di piena proprieta’ Offerta minima E. 41.000,00 Custodia giudiziaria: Istituto Vendite Giudiziarie Es. 139/08 vendita senza incanto Mercoledì 26 gennaio 2011 ore 9.00 (Sesto esp.) JOLANDA DI SAVOIA LOC. CONTANE (FE) Via G. Pascoli, 8 Lotto unico) CASA INDIPENDENTE ad uso civile abitazione su due piani (mq 106) con autorimessa (mq 28) e corte (mq 180) di proprietà esclusiva, il tutto censito nel Catasto fabbricati al foglio 13 con i mappali: 80/1, cat. A/3, cl. 1, vani 5,5, R.C. E. 284,05; 80/2, cat. C/6, cl. 3, cons. mq. 25, R.C. E. 60,68; 80/3, bene comune non censibile ai sub 1 e 2. Diritto Venduto: Piena Proprietà Offerta minima E 16.000,00 (*) credito fondiario Custode Giudiziario: Istituto Vendite Giudiziarie Es. 122/08 vendita senza incanto Mercoledì 26 gennaio 2011 ore 9.00 (Sesto esp.) LIBOLLA (FE) Strada Dianti N. 23, Piani Terra e Primo Lotto unico) Porzione di fabbricato ad uso ABITAZIONE (mq 57), censita nel Catasto Fabbricati di Ostellato al foglio 27 con il mappale: 3/6, cat. A/3, cl. 2, vani 3,5, Rendita E 262,10. Con la comproprietà indivisa delle parti comuni dell’edificio ed in particolare della corte mappale 3/17. Diritto Venduto: Piena Proprietà Offerta minima E 8.000,00 (*) credito fondiario Custode Giudiziario: Istituto Vendite Giudiziarie Es. 275/08 vendita senza incanto Mercoledì 26 gennaio 2011 ore 9.00 (Terzo esp.) LIDO DEGLI ESTENSI (FE) Via Milano n. 84 Lotto unico) APPARTAMENTO (mq 64) ad uso abitativo di tipo balneare al piano terra con corte di pertinenza esclusiva (mq 35) facente parte del complesso residenziale "Vigna-Spina", censito nel Catasto Fabbricati di Comacchio al foglio 68 con i mappali: 692 sub 3, cat. A/3, cl. 3, vani 4,0, R E. 371,85; 692 sub 17, corte esclusiva. Compete la proporzionale quota di comproprietà sugli enti comuni dell’edificio di cui è parte. Diritto Venduto: Quota indivisa di 1/2 di Piena Proprietà Offerta minima E 32.000,00 (*) credito fondiario Custode Giudiziario: Istituto Vendite Giudiziarie Es. 226/03 vendita senza incanto Mercoledì 26 gennaio 2011 ore 9.00 (Primo esp.) RAVALLE (FE) In prossimità delle vie Martelli e Palazzetto Lotto unico) AREE DI TERRENO della superficie complessiva di Ha 2.80.40 censita nel Catasto Fabbricati di Ferrara al foglio 17 con i mappali: 2 seminativo cl.2^ Ha 01.06.80 RD.113,25 RA.55,16; 58 seminativo cl.1^ Ha 01.01.70 RD.122,89 RA.55,15; 59 seminativo cl.1^ Ha 00.71.30 RD.86,16 RA.38,66; 76 seminativo cl.1^ Ha 00.00.60 RD.0,73 RA.0,33. I mappali pignorati sono privi di fabbricati e non contigui fra loro. Diritto Venduto: Piena Proprietà Offerta minima E 185.000,00 Custode Giudiziario: Istituto Vendite Giudiziarie Divisione Giudiziale 227/10 Cont. Civ. R.G. 203/03 vendita senza incanto Mercoledì 26 gennaio 2011 ore 9.00 (Primo esp.) RIPAPERSICO (FE) Via Cà del Gallo, 3 Lotto unico) VECCHIO FABBRICATO su due piani (mq. 220 circa) suddiviso in tre unità abitative con piccola area cortiliva esclusiva, oltre a magazzino (mq. 52 circa) con area cortiliva esclusiva (mq. 310 circa) posto nelle immediate vicinanze -segue


Dicembre 2010 www.astepress.it

AsteInfoappalti

39

www.asteinfoappalti.it

TRIBUNALE DI FERRARA del fabbricato abitativo Diritto Venduto: Piena ed Intera Proprietà Offerta minima E 84.000,00 Es. 371/08 vendita senza incanto Mercoledì 26 gennaio 2011 ore 9.00 (Terzo esp.) SAN BIAGIO DI ARGENTA (FE) via Buriona n. 4, Piani Terra e Primo Lotto 1) Casa di civile ABITAZIONE INDIPENDENTE, con annessi vani ad uso magazzino in porzione di bassocomodo, oltre a corte di pertinenza esclusiva, il tutto distinto al Catasto Fabbricati al foglio 146 con il mappale: 582 cat. A/3, cl. 2, vani 10, R.C. E 1.084,56 (censito al Catasto Terreni, partita speciale 1, foglio 146 mappale 582, ente urbano di mq. 2.502). Diritto Venduto: Intera e Piena Proprietà Offerta minima E 90.000,00 (*) credito fondiario SAN BIAGIO DI ARGENTA (FE) via Buriona s.n.c., Piani Terra e Primo Lotto 2) Porzione di fabbricato ad uso MAGAZZINO con annesso vano anch’esso ad uso magazzino in porzione di bassocomodo, oltre a corte di pertinenza esclusiva ed area urbana pertinenziale, il tutto distinto al Catasto Fabbricati del Comune di Argenta al foglio 146 con i mappali: 584 cat. C/2, cl. 1, mq. 190, R.C. E 382,69; 583 area urbana di mq. 328. Diritto Venduto: Intera e Piena Proprietà Offerta minima E 34.000,00 (*) credito fondiario Custode Giudiziario: Istituto Vendite Giudiziarie Es. 101/08 riunita all’es. 271/08 vendita senza incanto Mercoledì 26 gennaio 2011 ore 9.00 (Sesto esp.) SANT’APOLLINARE (FE) Via Magnadura, 8 Lotto unico) Fabbricato ad uso CIVILE ABITAZIONE (mq 125) su due piani, dotato di due ripostigli e circostante area cortiliva in proprietà esclusiva, censito al catasto fabbricati al foglio 65 con il mappale: 6/4, cat. A/3, cl. 2, vani 8, RE 764,36. Diritto venduto: Piena Proprietà Offerta minima E. 21.000,00 (*) credito fondiario Custode Giudiziario: Istituto Vendite Giudiziarie Es. 228/08 vendita senza incanto Mercoledì 26 gennaio 2011 ore 9.00 (Terzo esp.) TRESIGALLO (FE) Via Del Mare, 53/A - 53/B, Piani Primo e Terra Lotto unico) Porzione del COMPLESSO IMMOBILIARE, costituita da: appartamento al primo piano (mq 139), autorimessa al piano terra (mq 26), laboratorio artigianale con annessi vani accessori al piano terra (mq 325), area cortiliva pertinenziale esclusiva (mq 315); il tutto censito al Catasto Fabbricati di Tresigallo al foglio 10 mappali: 140 sub. 8 cat.A/3, classe 2, vani 7,RE. 415,75;140 sub. 18 cat.C/6, cl.2, mq.28, RE.62,18;140 sub. 19 cat.D/7, RE.4.131,66; 140 sub. 21 (Corte, distinta nel Catasto Terreni, partita speciale 1, al foglio 10 mappale 371, ente urbano di mq. 315). Compete all’immobile proporzionale quota di comproprietà sugli enti comuni dell’edificio. Diritto venduto: Intera e Piena Proprietà Offerta minima E. 180.000,00 (*) credito fondiario Custode Giudiziario: Istituto Vendite Giudiziarie Aste Fallimentari avanti il Giudice Delegato ai Fallimenti Dott. S. Giusberti nell’aula delle pubbliche udienze Fallimento 1/06 vendita con incanto 11 gennaio 2011 ore 9:00 (Quinto esp.) avanti al Giudice Delegato Dott. Stefano Giusberti POROTTO (FE) via X Martiri, 158, Piani Terra e Primo Lotto 2) Porzione di fabbricato costituita da un APPARTAMENTO di civile abitazione della consistenza di quattro vani utili ed accessori, dotato di corte e garage in corte comune circostante. Compete all’immobile proporzionale quota di comproprietà sugli enti comuni dell’edificio di cui fa parte. Diritto venduto: Piena Proprietà Base Asta E. 58.200,00 Aumento Minimo E 2.500,00 Curatore: Dott. Gian Luca Soffritti Fallimento 7/07 vendita con incanto 11 gennaio 2011 ore 9:00 (Secondo esp.) avanti al Giudice Delegato Dott. Stefano Giusberti OSTELLATO (FE) Lotto 3) Via Circonvallazione, Dosso Rastrello, 9, Piena Proprietà CAPANNONE AGRICOLO indipendente composto da: ingresso-corridoio, due uffici, deposito ricambi, bagno con antibagno, magazzino con bagno ed antibagno, nonché ripostiglio-deposito soppalcati, per una superficie commerciale complessiva pari a mq. 250,00 più il terreno circostante, con l’esigenza di richiedere il C.D.U., con terreno agricolo di pertinenza condotto dalla proprietà Diritto venduto: Piena Proprietà Base Asta E. 93.500,00 Aumento Minimo E 5.000,00 Lotto 4) Via Giusberti, TERRENO parzialmente edificabile. Diritto venduto: Piena Proprietà Base Asta E. 76.500,00 Aumento Minimo E 2.500,00 Curatore: Dott. Gian Luca Soffritti Fallimento 6/08 vendita senza incanto Martedì 11 gennaio 2011 ore 09.15 (Sesto esp.) avanti al Giudice Delegato Dott. Stefano Giusberti MASSAFISCAGLIA (FE) Via Emilio Bonafini, 27 - 29, Piani Terra e Primo Lotto 1) APPARTAMENTO dotato di ripostiglio e cantina in corpo separato insistenti sulla corte pertinenziale esclusiva. Diritto venduto: Quota di 1/5 della Piena Proprietà Offerta minima E 3.600,00 MASSAFISCAGLIA (FE) Chizzolini, 3, Via Gramsci, 2, Piano Terra Lotto 2) Via Una porzione di fabbricato in corso di costruzione costituito da un APPARTAMENTO e un posto auto. Compete proporzionale quota di comproprietà sugli enti comuni. Diritto venduto: Quota di 1/1 della Piena Proprietà Offerta minima E 21.000,00 MASSAFISCAGLIA (FE) Via Chizzolini, 3, Via Gramsci, 2, Piano Terra Lotto 3) Una porzione di fabbricato in corso di costruzione costituito da un APPARTAMENTO e un posto auto. Compete proporzionale quota di comproprietà sugli enti comuni. Diritto venduto: Quota di 1/1 della Piena Proprietà Offerta minima E 20.300,00 Curatore: Dott. Paolo Berghenti Fallimento 3605 vendita senza incanto Martedì 11 gennaio 2011 ore 09.10 (Primo esp.) avanti al Giudice Delegato Dott. Stefano Giusberti FERRARA Via Mulinetto, 87, Piano Primo Lotto Unico) APPARTAMENTO posto in fabbricato condominiale, dotato di garage, le unità risultano allibrate alla partita n. 1000679 del N.C.E.U. del comune di Ferrara identificate al foglio 160 con i seguenti mappali: 115 sub. 28 z.c. 2°, cat. A/2, classe 2°, vani 6,5, rendita 872,81 (appartamento), 115

sub. 6, z.c. 2°, cat. C/6, classe 4°, mq. 26, rendita E 161,13 (garage). Compete all’immobile proporzionale quota di comproprietà sugli eNti comuni dell’edificio. Diritto venduto: Quota indivisa pari a 500/1000 di Piena Proprietà Offerta minima E 72.000,00 Curatore: Dott. Antonio Fogli Fallimento 13/08 vendita senza incanto Martedì 11 gennaio 2011 ore 09.20 (Sesto esp.) avanti al Giudice Delegato Dott. Stefano Giusberti BERRA (FE) Via P. Togliatti, 11, Piano Primo Lotto unico) LABORATORIO con garage ed area scoperta nonché diritto di superficie di n. 2 strisce di terreno contigue. Il fabbricato è composto da: ingresso, ufficio, laboratorio, servizi per le maestranze e garage per una superficie commerciale di mq. 190. Diritto venduto: Piena Proprietà e diritto di superficie su due strisce di terreno contigue Offerta minima E 31.400,00 Curatore fallimentare: Dott. Paolo D’Orazio Fallimento 13/09 vendita senza incanto 21 dicembre 2010 ore 9:15 (Primo esp.) avanti al Giudice Delegato Dott. Stefano Giusberti FERRARA Lotto 1) Via Barbieri, 96/A, Piano Primo, APPARTAMENTO con garage e cantina al P. Terra in fabbricato condominiale composto da: ingresso, soggiorno con zona cottura, disimpegno, bagno, camera da letto, 2 balconi. Compete all’immobile diritto sulle parti condominiali Diritto venduto: Piena Proprietà Offerta Minima E. 91.000,00 Lotto 2) Via Barbieri, 96/A, Piano Primo, APPARTAMENTO con garage e cantina al P. Terra in fabbricato condominiale composto da: ingresso, guardaroba, soggiorno con zona cottura, antibagno, bagno, camera da letto, un balcone. Compete all’immobile diritto sulle parti condominiali Diritto venduto: Piena Proprietà Offerta Minima E. 96.000,00 Lotto 3) Via Barbieri, 96, Piano Primo, APPARTAMENTO con garage e cantina al P. Terra in fabbricato condominiale composto da: ingresso, soggiorno con zona cottura, disimpegno, ripostiglio, bagno, camera da letto, un balcone. Compete all’immobile diritto sulle parti condominiali Diritto venduto: Piena Proprietà Offerta Minima E. 98.000,00 Lotto 4) Via Barbieri, 96, Piano Secondo, APPARTAMENTO con garage e cantina al P. Terra in fabbricato condominiale composto da: ingresso, soggiorno con zona cottura, disimpegno, ripostiglio, bagno, camera da letto, un balcone. Compete all’immobile diritto sulle parti condominiali Diritto venduto: Piena Proprietà Offerta Minima E. 98.000,00 Lotto 5) Via Barbieri, 96, Piano Terzo, APPARTAMENTO con garage e cantina al P. Terra in fabbricato condominiale composto da: ingresso, soggiorno-pranzo, cucina abitabile, disimpegno, corridoio, due bagni, due camere da letto matrimoniali ed un balcone. Compete all’immobile diritto sulle parti condominiali Diritto venduto: Piena Proprietà Offerta Minima E. 163.000,00 Lotto 6) Via Barbieri, 96/A, Piano Terzo, APPARTAMENTO con garage e cantina al P. Terra in fabbricato condominiale composto da: ingresso, soggiorno con zona cottura, disimpegno, bagno, camera da letto e due balconi. Compete all’immobile diritto sulle parti condominiali Diritto venduto: Piena Proprietà Offerta Minima E. 91.000,00 MESOLA (FE) Via F.lli Guidetti Lotto 8) DUE EDIFICI AL GREZZO con garage e corti esclusive. Dalle tavole della C.E. risulta che le 10 villette una volta ultimate saranno così costituite; al P. Terra: soggiorno-pranzo, cucina, disimpegno, bagno e ripostiglio sottoscala oltre al garage e ad un portico nel cortiletto antistante; al P. Primo: camera matrimoniale, ripostiglio, bagno e disimpegno; Sottotetto P. Primo: due ripostigli; P. Sottotetto: ampio locale dotato di abbaino e lucernaio; garage e piccole corti esclusive fronte-retro salvo quelle di testa con corte su tre lati Diritto venduto: Piena Proprietà Offerta Minima E. 581.000,00 Curatore: Dott. Francesco Pietrogrande Fallimento n. 35/06 vendita senza incanto Martedì 08 marzo 2011 ore 9.15 (Quarto esp.) avanti al Giudice Delegato Dott. Stefano Giusberti MIRABELLO, (FE) Via Imperiale, 9/A Lotto unico) COMPLESSO IMMOBILIARE costituito da un capannone artigianale con annesse tettoie/deposito in prefabbricato di c.a., palazzina con uffici e appartamento ed area scoperta circostante. Gli uffici si compongono di ingresso/disimpegno centrale, due vani ufficio, archivio, bagno, ripostiglio nel sottoscala e centrale termica. L’abitazione è fprmata da ingresso/vano scala al P. Terra, mentre al P. primo da disimpegno centrale, cucina, pranzo-soggiorno, due camere da letto, bagno con annesso vano lavatrice e balcone. Offerta minima E. 536.400,00 Diritto venduto: Piena Proprietà Curatore: Dott. Paolo Pifferi Concordato Preventivo 1/2009 vendita senza incanto, primo esperimento, Mercoledì 21 gennaio 2011 ore 09:00 in Via Cairoli, 32 presso lo studio del Notaio incaricato alla vendita Dott. Giuseppe Bignozzi MIGLIARO (FE) Via della Pace, 61/d Lotto 1) ABITAZIONE (mq 128), su due piani in villetta bifamiliare con garage (mq 19) ed area scoperta esclusiva. Offerta minima E. 115.000,00 Diritto venduto: Piena Proprietà MIGLIARO (FE) Via Estense Lotto 2) PICCOLA STRISCIA DI TERRENO di catastali mq.137 gravata da servitù di passaggio a favore di terzi per l’accesso a fabbricato residenziale posto sul retro. Offerta minima E. 3.000,00 Diritto venduto: Piena Proprietà PORTOMAGGIORE (FE) Via Pertini n. 1 LOTTO 3) ABITAZIONE su tre piani (mq 130) in villetta bifamiliare con garage (mq 37) ed area scoperta esclusiva. Offerta minima E. 186.000,00 Diritto venduto: Piena Proprietà Lotto 4) PORTOMAGGIORE (FE) Via Einaudi n. 18, VILLETTA SINGOLA (mq 135) su due piani con garage (mq 34) ed area scoperta esclusiva. Offerta minima E. 186.000,00 Diritto venduto: Piena Proprietà PORTOMAGGIORE (FE) Via Mazzini (ora Via Sud Africa) Lotto 5) PORZIONE DI EDIFICIO AD USO RESIDENZIALE (mq 144 circa) su due piani, in fabbricato quadrifamiliare, con autorimessa e area scoperta esclusiva, attualmente al grezzo e priva di impianti, compresa nella lottizzazione denominata "I

Cipressi". Offerta minima E. 120.000,00 Diritto venduto: Piena Proprietà Lotto 6) PORZIONE DI EDIFICIO AD USO RESIDENZIALE (mq 144 circa) su due piani, in fabbricato quadrifamiliare, con autorimessa e area scoperta esclusiva, attualmente al grezzo e priva di impianti, compresa nella lottizzazione denominata "I Cipressi". Offerta minima E. 120.000,00 Diritto venduto: Piena Proprietà Lotto 7) PORZIONE DI EDIFICIO AD USO RESIDENZIALE (mq 144 circa) su due piani, in fabbricato, quadrifamiliare, con autorimessa e area scoperta esclusiva, attualmente al grezzo e priva di impianti, compresa nella lottizzazione denominata "I Cipressi" Offerta minima E. 115.500,00 Diritto venduto: Piena Proprietà Lotto 8) PORZIONE DI EDIFICIO AD USO RESIDENZIALE (mq 144 circa) su due piani, in fabbricato quadrifamiliare, con autorimessa e area scoperta esclusiva, attualmente al grezzo e priva di impianti, compresa nella lottizzazione denominata "I Cipressi" Offerta minima E. 115.500,00 Diritto venduto: Piena Proprietà Lotto 9) PORZIONE DI EDIFICIO AD USO RESIDENZIALE (mq 131 circa) su due piani, in fabbricato bifamiliare, con autorimessa in edificio distaccato e area scoperta esclusiva, attualmente al grezzo e priva di impianti, compresa nella lottizzazione denominata "I Cipressi" Offerta minima E. 105.200,00 Diritto venduto: Piena Proprietà Lotto 10) AREA DI TERRENO EDIFICABILE compresa nella lottizzazione denominata "I Cipressi", servita da aree di terreno nelle quali devono essere realizzate o ultimate le opere di urbanizzazione (strade, marciapiedi, illuminazione e verde). Offerta minima E. 90.000,00 Diritto venduto: Piena Proprietà Lotto 11) AREA DI TERRENO EDIFICABILE compresa nella lottizzazione denominata "I Cipressi", servita da aree di terreno nelle quali devono essere realizzate o ultimate le opere di urbanizzazione (strade, marciapiedi, illuminazione e verde), Offerta minima E. 98.000,00 Diritto venduto: Piena Proprietà Lotto 12) AREA DI TERRENO EDIFICABILE compresa nella lottizzazione denominata "I Cipressi", servita da aree di terreno nelle quali devono essere realizzate o ultimate le opere di urbanizzazione (strade, marciapiedi, illuminazione e verde), Offerta minima E. 64.500,00 Diritto venduto: Piena Proprietà Lotto 13) AREA DI TERRENO EDIFICABILE compresa nella lottizzazione denominata "I Cipressi", servita da aree di terreno nelle quali devono essere realizzate o ultimate le opere di urbanizzazione (strade, marciapiedi, illuminazione e verde) Offerta minima E. 70.000,00 Diritto venduto: Piena Proprietà Commissario liquidatore: Dott. Massimo Cis Concordato Preventivo 03/2008 vendita senza incanto, quarto esperimento, Mercoledì 02 febbraio 2011 ore 10:00 in Contrada della Rosa 18 presso lo studio del notaio incaricato alla vendita Dott. Alessandro Riccioni OCCHIOBELLO (RO) Via Eridania Lotto 1) Trattasi di un immobile in corso di costruzione su area di risulta da demolizione di precedente fabbricato, sorgente nei pressi dello svincolo autostradale della A13 Bologna Padova, in zona a carattere prevalentemente commerciale, di ottima visibilità. L’immobile è previsto su 3 piani fuori terra ed uno entro terra, e sono state completate le strutture in calcestruzzo armato, le scale circolari in calcestruzzo, parte del tamponamento laterale ed il coperto in legno. Nell’area scoperta è prevista la realizzazione di una ampia struttura a tettoia, della quale è stata realizzato il corpo di fondazione. La destinazione d’uso della palazzina è ad UFFICI. Diritto venduto: Piena Proprietà Offerta minima E 972.000,00 BELFORTE MONFERRATO (AL) Lotto 2) TERRENO EDIFICABILE ED AGRICOLO. Trattasi di tre separati lotti di terreno posti nella zona periferica del Comune di Belforte Monferrato, della superficie complessiva rispettivamente di mq. 9.060,00 - 3670 - 5920, per un totale di mq. 18.650,00. Il terreno è dotato di ottimo collegamento viario al vicino casello autostradale di Ovada ed è prospiciente l’autostrada. Sulla parte edificabile (mq. 9060) sono ammessi insediamenti turistici ricettivi, con intervento diretto con permesso a costruire subordinato a stipula di convenzione. I restanti due lotti sono classificati come aree per attività agricole. Diritto venduto: Piena Proprietà Offerta minima E 648.000,00 VOGHIERA (FE), LOC. GUALDO Via F.lli Navarra 4 Lotto 3) TERRENO EDIFICABILE con sovrastante piccolo capannone in prossimità dello svincolo della superstrada Fe-Mare, il fondo è di forma quadrilatera e dotato di accesso attraverso un’area di circa ml. 3,5 x 13 con verde e piante ornamentali. Attualmente l’accesso avviene da stradello asfaltato contiguo di proprietà di terzi (mapp. 62). L’area coperta e scoperta ha una superficie catastale di Ha 00.67.60. Attualmente sull’area esistono porzioni di fondazioni dei precedenti fabbricati demoliti nonché macerie di demolizione. Il piccolo capannone edificato circa 20 anni fa è in pianta di ml. 15.05 x 12,35 ed ha un soppalco di circa mq. 60. Ha strutture in c.a. prefabbricato con tamponamenti perimetrali in pannelli anch’essi prefabbricati, pavimento in cemento al quarzo, scala interna ed esterna in profilati di ferro e c.a. serramenti di alluminio anodizzato e metallici. L’altezza utile è di ml. 5,50 circa. Nel soppalco esistono due locali uffici con 2 disimpegni.L’immobile è libero. Diritto venduto: Piena Proprietà Offerta minima E 421.200,00 MIZZANA DI FERRARA Via E. da Rotterdam Lotto 4) TERRENO EDIFICABILE di Ha 03.97.80 di forma irregolare della superficie catastale di Ha 03.97.80 in zona artigianale industriale, in prossimità del casello autostradale Ferrara-Nord. Il mapp. 603 ha forma rettangolare con un fronte strada di circa ml. 290, mentre il mappale 604 di forma irregolare, è retrostante alcuni capannoni di terzi. Il terreno è privo di edifici e non è coltivato. Sono presenti alcuni cumuli di terreno di riporto di macerie edilizie. Fa parte di un’ampia area su cui è stato approvato un Piano Particolareggiato di Iniziativa Pubblica già servito da strade, illuminazione e fognature. Nella zona sono presenti numerosi capannoni di recente edificazione. Il terreno è di libera disponibilità della proprietà. Diritto venduto: Piena Proprietà Offerta minima E 2.073.600,00 FERRARA Via G. Bongiovanni Lotto 5) TERRENO EDIFICABILE di Ha 00.36.93 privo di edifici, di forma irregolare, recintato in parte con muretti prefabbricati. Sono stati demoliti gli edifici sovrastanti (mapp. 569, sub. 3 - 568 - 947). L’intero terreno Ha superficie catastale di mq. 3.693. Il Comune di Ferrara ha approvato in data 29.09.03 il Piano Particolareggiato di Iniziativa Privata, la cui

Convenzione, non è stata ancora stipulata.Il Piano prevedeva la realizzazione di un complesso commerciale (mq. 1.722) e direzionale (mq. 861), parcheggio (mq. 1.354) e verde (mq. 1.456). Il terreno è di libera disponibilità della proprietà. Diritto venduto: Piena Proprietà Offerta minima E 712.800,00 FERRARA C.so E. I°D’Este 63 e Via Leopardi 20-22 Piani Seminterrato, Rialzato, Primo e Sottotetto Lotto 6) VILLA INDIPENDENTE SU TRE LATI, CON GIARDINO. Trattasi di ampia e prestigiosa villa contornata da area scoperta esclusiva per tre lati, destinata a giardino. Per il restante lato confina con due appartamenti ai P. Rialzato e Primo e con garages nel seminterrato con i quali dispone di area comune (mapp. 1085) con accesso dalla Via Leopardi cc. nn. 20-22. Al P. Seminterrato vi sono: taverna con zona bar, cucina ed attività ricreativa, n. 2 locali cantina, zona stireria, disimpegni, ampio bagno, sauna, autorimessa per un posto auto con accesso da Via Leopardi, autorimessa per 2 posti auto. Al P. Rialzato: ampio salone ingresso con scala a giorno semicircolare in marmo, ampio soggiorno con scala a vista in legno, sala da pranzo con balcone, cucina, disimpegno, antibagno, bagno, studio ed ampio portico, recentemente verandato sul prospetto anteriore. Al P. Primo: camera da letto matrimoniale con balcone, zona guardaroba-spogliatoio con ampio bagno, ballatoio che si affaccia sul salone d’ingresso, camera da letto matrimoniale con terrazzino, disimpegno, bagno, ampio ripostiglio e ballatoio che si affaccia sul soggiorno con scala in legno a vista. Il P. Sottotetto è accessibile dal vano scala-ascensore comune con scala retrattile che immette in locali comuni oltre a 2 locali esclusivi.La villa ha diritto, in comune con gli altri due alloggi confinanti, all’ingresso secondario con vano scala (mapp. 591 sub. 7) ed ascensore (mapp. 591 sub. 6) che consente l’accesso al sottotetto (mapp. 591 sub. 10). Ha diritto inoltre ad un locale comune (mapp. 591 sub. 15) utilizzato attualmente a centrale termica al servizio della sola villa. IL GIARDINO esclusivo è su piani sfalsati con stradelli carrai e camminamenti in porfido ed è recintato su tre lati con muretto faccia vista.La rimanente parte è a prato con piante ornamentali di essenze pregiate. Le superfici commerciali sono le seguenti:P. Seminterrato mq. 340; P. Rialzato mq. 268; P. Primo mq. 159; Sottotetto mq. 80; Giardino esclusivo mq. 960. Diritto venduto: Piena Proprietà Offerta minima E 2.592.000,00 FERRARA P.zza F. Beretta 23 Lotto 7) Complesso denominato "ASTRA CASINO’". Trattasi di PORZIONE DI FABBRICATO composta da un locale ristorante con annessi servizi ed accessori al piano terra, una sala da gioco (Bingo) con accessori al P. Primo, salotto ospiti al P. Secondo con servizi nonché camere con bagno per uso foresteria e del personale al P. Terzo. Comprende la proprietà di un’area esclusiva (mapp. 698 sub. 10) parzialmente prospiciente la Piazza Cacciaguida. L’area scoperta esclusiva (mapp. 698 sub. 10) è pavimentata in cotto e con aiuole nelle quali esistono ulivi secolari. Il P. Terra è composto da ampio locale con n. 3 ingressi, zona bar, area attesa, area ristoro, deposito vivande, area preparazione e cottura pasti e lavaggio stoviglie. Comprende inoltre vano scala, vano ascensore con impianti tecnici, guardaroba, antibagno con n. 6 servizi igienici di cui uno per disabili ed uno per maestranze, disimpegno, vano scala per uscita di sicurezza con ripostiglio. Il P. Primo accessibile da 2 scale ed 1 ascensore, è composto da ampia sala gioco (Bingo), locale vettovaglie, antibagno, n. 3 servizi igienici di cui uno per disabili. Esiste inoltre altra scala di collegamento fra i piani 1° e 2°. Il P. Secondo è destinato a salotto per gli ospiti con ampia vetrata a forma elissoidale visibile anche dal sottostante P. Primo con zona vivande, antibagno e 3 servizi igienici di cui uno per disabili. Il P. Terzo è accessibile solo dal vano scale principale con ascensore. E’ composto da n. 8 stanze da letto con bagno privato ad uso foresteria e per il personale. Le stanze sono disimpegnate da un corridoio e tre di esse hanno l’accesso su un terrazzo comune. Compete la proporzionale quota di comproprietà sugli enti comuni dell’edificio di cui è parte. Le superfici commerciali sono le seguenti: P. Terra mq. 465, P. Primo mq. 495; P. Secondo mq. 467; P. Terzo mq. 283; Giardino esclusivo mq. 213 catastali. Diritto venduto: Piena Proprietà Offerta minima E 3.207.600,00 FERRARA C.so Porta Po 119/A, Piano Terra Lotto 8) NEGOZIO con deposito nel P. Interrato, facente parte del condominio Embassy. Il negozio è accessibile da una porta vetrina al cn. 119/A e da altra porta vetrina sul portico di passaggio ad Est. E’ composto da unico vano con servizio igienico e disimpegno con vano scala che immette nel piano interrato costituito da un locale ad uso magazzino. Compete all’immobile proporzionale quota di comproprietà sugli enti comuni dell’edificio di cui è parte. La superficie commerciale del magazzino è di mq. 72 e mq. 15 la cantina. L’immobile è libero. Diritto venduto: Piena Proprietà Offerta minima E 90.720,00 FERRARA C.so Porta Po 115/A, Piano Terra Lotto 9) NEGOZIO già adibito a bar, con deposito nel P. Interrato, facente parte del condominio Embassy che è costituito da 6 piani fuori terra. Il negozio è accessibile da una porta vetrina al cn. 115/A ed è composto da unico vano con servizio igienico e disimpegno con vano scala che immette nel piano interrato costituito da tre locali ad uso magazzino. La superficie commerciale del bar è di mq. 60 e di mq. 80 la cantina. L’immobile è libero. Compete all’immobile proporzionale quota di comproprietà sugli enti comuni dell’edificio di cui è parte. Diritto venduto: Piena Proprietà Offerta minima E 110.160,00 FERRARA P.zza Cacciaguida 24, Piano Terra Lotto 10) NEGOZIO posto nel condominio "Le Crocette" Il negozio è attualmente accessibile da una porta vetrina ed è composto da unico vano con servizio igienico dotato di antibagno. Compete all’immobile proporzionale quota di comproprietà sugli enti comuni dell’edificio di cui è parte. La superficie commerciale è di mq. 78. L’immobile è libero. Diritto venduto: Piena Proprietà Offerta Minima E 149.040,00 FERRARA P.zza Cacciaguida 22 - scala E - int. 1, Piano Primo Lotto 11) UFFICIO di ampie dimensioni posto nel condominio "Le Crocette" ed è accessibile da vano scala condominiale con ascensore. Si tratta di unico locale, privo di servizio igienico, con un balconcino sul retro. Compete all’immobile proporzionale quota di comproprietà sugli enti comuni dell’edificio di cui è parte. La superficie commerciale è di mq. 123. Diritto venduto: Piena Proprietà Offerta minima E 200.880,00 FERRARA Via del Lavoro 8 Lotto 12) COMPLESSO IN CORSO DI RISTRUTTURAZIONE di superficie coperta di mq. 1727 con volume esistente di mc. 1488. L’immobile non è attualmente occupato. Diritto venduto: Piena Proprietà Offerta minima E 1.231.200,00 Commissario liquidatore Dott. Valter Bignozzi

INFORMAZIONI ASTE MOBILIARI E IMMOBILIARI Istituto Vendite Giudiziarie Ferrara: via Gulinelli 9, Ferrara dal lunedì al venerdì dalle ore 9/ 13 0532/56655 – 335/6740955 Fax 0532/774331 - estenseaste@gmail.com TUTTE LE VENDITE MOBILIARI E IMMOBILIARI Inventari e Foto www.asteferrara.it SERIZIO GRATUITO ISCRIVITI SU WWW.ASTEFERRARA.IT SARAI AGGIORNATO SETTIMANALMENTE SU TUTTE LE VENDITE MOBILIARI E IMMOBILIARI DEL TRIBUNALE DI FERRARA



AsteInfoappalti