Issuu on Google+


Alta Definizione Gallucci


Yoko Ono Acorn traduzione di Franco Nasi ISBN 978-88-6145-648-8 Prima edizione febbraio 2014 ristampa 7 6 5 4 3 2 1 0

anno 2014 2015 2016 2017 2018

© 2014 Carlo Gallucci editore srl Roma titolo originale Acorn pubblicato per la prima volta in lingua inglese da OR Books, New York © 2013 Yoko Ono

Il marchio FSC® garantisce che la carta di questo volume contiene cellulosa proveniente da foreste gestite in maniera corretta e responsabile secondo rigorosi standard ambientali, sociali ed economici. L’FSC® (Forest Stewardship Council®) è una Organizzazione non governativa internazionale, indipendente e senza scopo di lucro, che include tra i suoi membri gruppi ambientalisti e sociali, comunità indigene, proprietari forestali, industrie che lavorano e commerciano il legno, scienziati e tecnici che operano insieme per migliorare la gestione delle foreste in tutto il mondo. Per maggiori informazioni vai su www.fsc.org e www.fsc-italia.it Tutti i diritti riservati. Senza il consenso scritto dell’editore nessuna parte di questo libro può essere riprodotta o trasmessa in qualsiasi forma e da qualsiasi mezzo, elettronico o meccanico, né fotocopiata, registrata o trattata da sistemi di memorizzazione e recupero delle informazioni.


INTRODUZIONE Sono passati cinquant’anni da quando è stato pubblicato Grapefruit (Pompelmo), il mio primo libro di istruzioni concettuali. Qualche anno fa ho ripreso da dove avevo lasciato, e ho scritto Acorn (Ghianda) per un evento in rete. Ora viene pubblicato in forma di libro. Sono a bordo di una macchina del tempo che mi riporta ai modi di una volta! Ottimo! Ho aggiunto i miei disegni a puntini come ulteriore sollecitazione per la mente. Dopo aver condiviso le istruzioni giorno per giorno, poniti liberamente delle domande, discuti e/o registra quel che la tua mente ti dice. Io sto solo piantando i semi. Divertiti. 7


s u di te

Nome (compresi tutti i nomi con cui ti chiamano): Indirizzo (passato, presente, futuro): Cosa ti piace: Età: Ho un’età in cui… Luogo: Data: Condizione meteo: Colore: Suono: Profumo: Gusto: Descrivi il mondo come lo vedi. a) Mondo interiore: b) Mondo esteriore:

8


Un tuo rimpianto:

Una cosa di cui vai fiero:

I tuoi affetti. a) Animati: b) Inanimati:

I tuoi desideri: 1) 2) 3)

9


c ie l o – P ezzo I

Verso la fine della Seconda guerra mondiale sembravo un piccolo spettro per la scarsità di cibo. Avevo fame. Se mi sdraiavo a guardare il cielo la fame diventava più sopportabile. Fu in quei momenti che m’innamorai del cielo, credo. Da allora, per tutta la vita, sono stata innamorata del cielo. Anche quando tutto intorno a me andava a pezzi, il cielo era sempre lì, per me. È stata l’unica cosa costante della mia vita, che invece è cambiata di continuo, alla velocità della luce e del fulmine. Come dissi a me stessa allora, fino a quando c’è il cielo non potrò rinunciare alla vita. Di’ quando ti sei accorto per la prima volta del cielo. Di’ quando ti sei accorto per la prima volta che il cielo era bello.

10


c ie l o – P ezzo I I

Guarda le stelle in cielo non come qualcosa di irraggiungibile ma come un pianeta che un giorno visiterai.

12


c ie l o – P ezzo I I I

Primavera Immagina una nuvola che lenta attraversa il cielo e poi ritorna. Spedisci una cartolina al tuo amico o alla tua amica.

14



Acorn