Issuu on Google+


... la continua ricerca artistica, le forme, le ombre, soprattutto i colori... ... una sempre pi첫 attenta sperimentazione di tecniche e metodi vecchie e nuovi, tutte le muse che generano una magica sinergia. dalla pittura alla grafica, il design, la progettazione web, per arrivare alla vera comunicazione che genera le attuali emozioni... attenti sempre al contesto nel quale si opera per riuscire a rappresentare idee che vorremmo fossero pure, incontaminate, come sono solo nella testa di chi le pensa... o forse meglio di chi le riesce a realizzare...


design del logo •


MISITI • gestione giardini e piscine

BOVARCHE’ • Altervua • mostra agosto 009

Istituto G. Mottareale

mySITI garden c

giemme rappresentanze

di Genovese Mario FACE Festival Arte Creatività Ecocultura •RC

Gallorosso’ • Giarre CT

Giemme rappresentanze CS

design del logo •


Hote Cappello Lecce

TerreAlcantara • ME

TheSK • Roma

Cappell o Lecce

Il Regalo • Palmi RC

Esseconcerti • Calabria

La Perla di Portocervo • Porto Cervo

design del logo •


MM • RC

Ecolandia Fortino di Arghillà • RC

Escom • Roma

Calandruccio GR snc • Calabria

Calandruccio • RC

Lido dello Stretto Catona Rc

design del logo •


DR • Isernia

cantina Zagari • RC

Number One • Catona Rc

Z

c a n t i n a z a g a r i

Cannitello

FB office • Fermo MC

Baia Portigliola • Cannitello RC

Kedive Home Interiors • RC

design del logo •


Sportello del Cittadino di Perugia

Castelli Salentini in Tour • LE

logo piano strategico RC

Primavera Italiana

IGD • Roma

Cat.ON.a onlus

Hong Kong design Institute

design del logo •


loscò • Scilla Rc

Baresito Porto San Giorgio • MC

fidenza assicurazioni • Firenze

www.digitalrebels.eu

Centro Studi Ensis •

Semino di mela • website

design del logo •


immagine coordinata •

bovarchè•catonateatro•facefestival•lidodellostretto•baiaportigliola•escom•progettocastle•concorsoideeRC•kedive•gr


Angela Pellicanò

INAGURAZIONE 9 AGOSTO ORE 19.30

direttore artistico

•PALAZZO MESIANI•CHIESA DELLO SPIRITO SANTO VECCHIO ACQUEDOTTO•CAMPANILE DEL BELVEDERE•

WWW BOVARCHE.COM

•PALAZZO MESIANI•CHIESA DELLO SPIRITO SANTO•VECCHIO ACQUEDOTTO•CAMPANILE DEL BELVEDERE•

BOVA (RC) 10/8•6/9 IX EDIZIONE

BOVA (RC) 10/8•6/9 IX EDIZIONE d rettore a tis ico Angela Pellicanò a cura di Serena Carbone

a cura di Serena Carbone

LOCANDINE •

INVITI •

cliente • Bovarchè IX Edizione • MAPPA/BROCHURE

Flavio Favelli Margherita Crocco Mauro Laruffa Marco Bernacchia Gianfranco Scafidi Davide Scialò Pietro Plutino Giuseppe Plutino Angelo Sarleti Francesco Scialò Maria Vitto ia Perrelli Paolo Genoese Paolo Albanese locomotiva

• CATALOGO

t"

t%

t# t$ t%

t$

t

t"

t

t#

• F a io Fave li, Bova di no te 2009 - Smalto su ncis one, cm 16 x 21,5 Pic o a e preziosa appa e Bova n ques a inc s one sul a quale l’a ti ta nterv ene con smal o nero e ros i di fuoco. I on orni del borgo sono come i evati da una sot ile quan o marca a l nea rossa che separa e case dal c elo, cie o scu o di no te. L’ nci ione or ginar a r sale al 1703 e fa par e dell’opera “Il Regno di Napoli n prospet iva” di G an Batt sta Pa iche li che, correda a da cen inaia di l ust a ioni, fu pubb ica a pos uma. Flav o Favel i nasce nel 1967 a Firenze, at ualmen e v ve e avora a Savigno (BO). • France co Sc alò, Sogni d oro 2007/2009 - nsta laz one D eci bambini s len i. Dieci bamb ni a senti. Sfere uminose che br l ano di luce propria. Chi d rà sogni d oro a questi bambin ? l lavoro intenso e ugges ivo fa if et ere u l infanz a, ulla fam gl a, ulla sol tudine dell’uomo/ bamb no che si perde ne l oscur tà di una not e. Dove trove anno pa e questi bamb ni nermi e hi i a solverà dal pe cato o igina e? Forse una chie a sconsac ata r chiama ogni bene e al ontana ogni male, ma questo non basterà alle anime le del L mbo, i lum nate da troppe luci del a r bal a. Francesco Scia ò nasce nel 1963 a Reggio Ca abria, dove a tualmen e v ve e lavora. • Ma co Bernac h a, Inf nite Loop Of De h 2009 - nstal azione Il fas id o di un suono comune d viene elemen o di dis urbo per un passagg o mmed a o ed indolore dal a v ta a la non/v ta. Il rumore de la scar ca e ett ica, provo a a da la morte di un in etto, v ene usato per produrre una colonna ono a n omaggio al a mor e s essa de l inset o. La mac h na è oggetto di mor e e di sublimazione n ieme in un mondo che sempre più oggi met e in onnes ione la cost uzione e la d st uzione, aff dando il giud zio fina e ad e ementi ar if cia i di cui l’uomo ste so è au ore. Mar o Bernacch a nasce nel 1979 a Senigal ia (AN), dove attua mente vive e lavo a. • Angelo Sa le i, Vouyer x 4 (Danie a) 2003 - Video Nel buio de la no te una vec hia donna sem nuda viene os e vata n qua tro momenti d fferen i a traver o una fines ra, pon e so pe o t a l io e il mondo. Ed è come en rare den ro a nost a cara vecchia ter a, a da e forte di radiz oni secola i, decadente nei suoi conto ni di superfic e opaca e pugnabi e. Il video si app opria di una p ivacy inev tabi mente già v ola a dalla nostra ormai soc età orwe l ana e per iò u i izzabi e esp ic tamen e da l’ar e che la rende pubbl ca. Ange o Sar eti nasce nel 1979 a Reggio Ca ab ia, at ua mente vive e avora a Mi ano. • Gianf an o Scaf di, In Dreams 2009 - nsta lazione Quando l’os uri à si propaga e le coordinate spazio tempo ali si f an umano di f on e ad una dimens one cogni iva alte ata, in quel momen o si giunge ad uno sta o zero. Que ta sensaz one di azzeramento fa emergere l’ n ima essenza ben celata sot o la maschera che ogni uomo durante il gio no porta on sé e su di sé. In una dimens one temporale ospesa, il lavoro prende corpo, riflet endo e facendo r fle tere u l int mo e quasi an estra e rapporto he lega il te ri orio di Bova alle condiz oni per ona i e mpersonali he accompagnano a not e. G anfranco Scaf di nasce nel 1976 a Mel to Por o Sal o (RC), at ua mente vive e avora a Regg o Calabr a. • Ma ghe i a Crocco, Paradoxal is on - Serie di 9 fo og afie, cm 80 x 80 Le fo ograf e sono tate scat ate da l’a ti ta a New Yo k tra il 2006 ed l 2007 e il cor idoio di un immobi e di China Town ( Manhat an) div ene metafora spaz ale de la fa e onir ca. Paradoxa vi ions i ife isce ad una “fase parados a e”, ossia il momen o in cui il ogno si r vela nei p imi a t mi del r svegl o at raverso immagini pr ve di ogni def n zione spazio tempo ale. È l’in on cio che si sve a n pochi is anti t a la no te e l’alba del g orno dopo, lasc ando t a ce mperce t bili del suo pa saggio. Margher ta C occo nas e nel 1979 a Mi ano, at ualmen e v ve e lavora a Parigi. • Ma ia V t oria Perrel i, So a voce 2009 - nsta lazione sonora Il lavo o ins al ato su uno dei tanti campan li sparsi per il borgo est tui ce l suono al a campana, afona ormai da decenni. L’a ia “Lasc a ch’ o pianga”, rat a dal epe tor o di Far nel i (1705 1782), famo o cast a o soprani ta, colma il g ande si enzio, narrando l’ impo sib l tà per le donne a quel tempo di cantare dentro la chiesa. l i enz o di una no te imanda così ad una mpos zione he obbl ga a parola a acere. E i veti e i d ctat ancora mai sop ti, nvadono i pensie i di hi a col a questo canto sotto un campan le depos tar o di voci che rec amano la l be tà. Mar a V ttor a Per el i nas e nel 1979 a Lo eto (AN), at ualmen e v ve e avora ra Bo ogna e Lore o. • Mau o Laruffa In ques e te e abi a ogni forma di ita, umana, anima e, vege ale, e u to si a sembla sot o forma di componenti ch mi he st a ifica e e ea i, che si spargano come polvere di ste le u una superf c e piana, gravi ando dal cie o al a te ra senza mai fermarsi. L’ object trouvé, giunto da nconsce ga assie e che t ova spazio ac an o al a te a, prende entamente forma e concet o, pare a tra ti una cle sidra he scandi ce il empo, ad a tri un peso he cal bra con a sua conc etezza l’enorme diveni e unive sale creando un equ lib io u tra erreno he dà ord ne al caos cosm co. Mauro Laruffa na ce nel 1980 a au ianova (RC), dove attua mente vive e lavo a. • Paolo Albanese & Pao o Genoe e, 2009 Video nsta lazione Quando a quie e si diffonde per l’aeree e i fantasmi de la men e prendono fo ma, ampl fi ati dai en i de l ud to e del a vis a per le vie del borgo si svelano dei mondi pos ibi i. Il lavo o res i uisce il rumo e de l’acqua al ve chio a quedo to. Lo paz o nteragi ce con l ope a, fino ad esserne fagoci ato. Pareti e so fi ti, p ani e superf ci, n ers izi nascos i e vuoti evidenti, ma anche a cessori casua i e decontes ua izza i, come cusc ni e fogli di p ex glas, con ribu scono a la reazione del p ccolo abita olo ntera ti o. Paolo Genoese nasce a Pi a nel 1980; Paolo A bane e nasce a Regg o Ca ab ia nel 1974 , at ua mente vivono e lavorano a Regg o Ca ab ia. • Sez one Sperimentale: Davide Scia ò, P etro e Giuseppe Plut no Ques a sez one nasce da la volontà di da e spazio ai g ovani a t sti emergen i del uogo. Le ope e si ca a ter zzano per una fres hezza e per una ingenui à formale e compos ti a inte essante da scorgere. Davide Scia ò nasce a Regg o Calabr a nel 1988, at ualmen e f equen a la Facol à di A chi ettu a nel a sua c t à. P etro e Giuseppe P utino na cono a Reggio Calabria nel 989, dip omat si all’I ti uto d Arte, at ualmen e f equen ano il I anno dell’Ac ademia di Be le Ar i del a lo o c ttà na ale.

corporate identity •


CAMPAGNA PUBBLICITARIA •

cliente • Istituto Professionale G. Mottareale • SEGNALETICA


CAMPAGNA PUBBLICITARIA •

concorso di idee • Logo piano strategico città di Reggio • BROCHURE

• MAGLIETTE

• GRANDI FORMATI

corporate identity •


LOGO

segnaletica

Comunicazione istituzionale

Logo editoriale

Progetto CASTLE castelli salentini in tour. coming soon

Sito

Visit

Affissioni


LOGO

Comunicazione istituzionale

mltimedia

dr groupe - isernia

l’essenza dell’auto Visit

tute

buste

corporate identity •

www.drgroupe.com


visit

va 89 d w 77 ei fl ae ww 6 • R oso fg .ga om fi 22 @w la a er .t gr ge .it

cartint

ma rio ros sin i

LOGO image

t-shirt


Comunicazione istituzionale •

ADV

concorso di idee • comunica la Sicurezza Inail e Miur Sit • WWW

corporate identity •


comunicazione •


comunicazione •


comunicazione •


comunicazione •


•PALAZZO MESIANI•CHIESA DELLO SPIRITO SANTO•VECCHIO ACQUEDOTTO•CAMPANILE DEL BELVEDERE•

BOVA (RC) 10/8•6/9 IX EDIZIONE direttore artistico Angela Pellicanò a cura di Serena Carbone

comunicazione •


comunicazione •


comunicazione •


comunicazione •


comunicazione •


circondarsi di cose belle

comunicazione •


comunicazione •


comunicazione •


comunicazione •


comunicazione •


comunicazione •


comunicazione •


comunicazione •


grafica •


www •


www •


www •


www •


www •


www •


www •


www •


www •


www •


www •


www •


www •


photos •


3d •


3d •


3d •


PREMESSA Rappresentare una storia con diverse tecniche grafiche. Rappresentazione grafica del testo “”"Il guidatore notturno " di Italo Calvino attraverso un Cubo. Obiettivo: Alterazione illustrativa di un racconto... Riuscire a trasferire il racconto, il suo concept,i protagonisti e le loro azioni sul Cubo -Non alterare l’’identità del racconto -Mantenerne la riproducibilita’ ciclica -Aiutare nella comprensione tramite l’’oggetto ludico -Sperimentare nuove tecniche narrative Nella storia agiscono tre Personaggi: X,Y e Z . Ad ognuno viene assegnato un colore identificativo. La scelta di raffigurare i protagonisti con delle incognite matematiche aiuta tramite una chiara simbologia l’ immediata interpretazione del Cubo narrativo. Il Cubo pare riassumere in se stesso tutto il racconto di Calvino; Infatti una sorta di ritmo costante scaturisce sia dallo stesso oggetto che dall’’immagine di una delle sue facce, rafforzando ulteriormente l’ identita’ dello stesso cubo. Intorno alla telefonata si muovono X Y e Z anche se non dipendono direttamente da essa. Infatti e’ la scintilla che fa muovere la storia (comunicazione) Per una facile lettura del cubo, e’ stato preferibile sostituire gli smiles con le lettere attribuite ai protagonisti.

3d •


3d •


grafica •


portfolio008