Issuu on Google+

Spring 2014 2014 Spring


DESIGN TOP TEN series Exhibition Catalogues Contemporary Designers TRAVEL ON THE ROAD series

ARCHITECTURE Contemporary Creators Contemporary Works ONE series Critical Readings Urban Planning Typologies

ART Exhibition Catalogues


FORMA EDIZIONI

www.formaedizioni.it

download on the App store

Forma rappresenta un’iniziativa editoriale sviluppata al fine di consentire la divulgazione e la conoscenza di percorsi ed esperienze che interessano l’arte, l’architettura, la fotografia e più in generale per promuovere le migliori ricerche in ambito produttivo, tecnologico, di trasformazione del territorio, degli stili di vita e dell’abitare contemporaneo. Volontà della casa editrice è dare “forma” alle tracce espressive che animano il dibattito culturale di oggi approfondendo sia specifici ambiti conoscitivi noti al pubblico, quanto rimuovere dalla marginalità quelle espressioni intellettuali ed artistiche ritenute, a vario titolo, rivelatrici di nuovi punti di osservazione della realtà. Per realizzare le proprie finalità Forma utilizza, senza distinzione di priorità, tutti i mezzi di comunicazione attualmente disponibili, sia digitali, quali le disponibilità in rete o la diffusione di e-book, sia tradizionali, attraverso la realizzazione di volumi cartacei, come pubblicazioni monografiche, cataloghi di mostre ed eventi. Caratteristica comune di ogni iniziativa è l’alta qualità del prodotto, delle immagini, della stampa, dei processi tipografici o informatici impiegati oltre che una mirata diffusione e distribuzione nei luoghi (librerie specializzate, bookshop di musei e luoghi espositivi) che aggiungono alla normale reperibilità in rete, quella necessaria e indispensabile presenza nei “siti” dove si costruiscono opinioni e valutazioni di merito.

Forma is a publishing initiative aimed at the diffusion of knowledge of trends and experiences in the fields of art, architecture and photography and, more in general, at the promotion of the most interesting researches on productive and technological aspects related to the transformation of the territory, contemporary lifestyles and homes. The intention of the publishing house is to give a “form” to the expressive undercurrents which run through and animate the current cultural debate and to explore both specific areas of knowledge that are known to the public, and to give greater visibility to those currently marginal intellectual and artistic expressions that are considered, for various reasons, to open new vistas on reality. To achieve this, Forma avails itself, without any distinction of priority, of all means of communication, both digital by making its publications available on the internet or by means of e-books, and traditional ones, by printing volumes on paper, such as monographs and catalogues of exhibitions and events. Every initiative is characterized by the high quality of the overall product (including images and printing). The publications are distributed in places (specialized bookstores, museum bookshops and exhibition venues) which, in addition to being available on the internet, assure the necessary and indispensable presence in the “sites” where opinions and critic valuations are formed.


CANTINA ANTINORI

Cronistoria della costruzione di un nuovo paesaggio

ANTINORI WINERY

Diary of building a new landscape

di by: Laura Andreini, testi di texts by: P. Antinori, M. Casamonti introduzione di introduction by: M. Fuksas presentazione di presentation by: C. Clini

Il nuovo progetto per la cantina Antinori si inserisce nello straordinario contesto collinare-vinicolo del Chianti, a metà strada tra Firenze e Siena. La richiesta della committenza è valorizzare il paesaggio e il territorio circostante quale espressione della valenza culturale e sociale dei luoghi di produzione del vino. Il tema concettuale del progetto si traduce in un involucro completamente interrato, privo di coperture, di pareti, di strade, di piazzali di parcheggio, secondo un disegno che tenta una difficile ma necessaria riconciliazione tra naturale e artificiale. è proprio il racconto di questa continua ricerca, della doverosa connessione fra architettura e paesaggio, il fulcro attorno al quale ruota l’intero volume. Centinaia di scatti di Pietro Savorelli hanno immortalato anni di lavoro in cantiere, raccontando tutte le fasi che hanno reso possibile la realizzazione di questo intervento così lontano dal comune. Le immagini, insieme con numerosi disegni tecnici a tutte le scale, testi critici e descrittivi, illustrano il processo progettuale che ha portato alla costruzione di un nuovo paesaggio. The new Antinori winery project is located in the extraordinary hilly landscape covered with vineyards of Chianti, halfway between Florence and Siena. The customer wanted a building which enhanced the surrounding landscape and territory and bore witness to the cultural and social relevance of the places where wine is made. The conceptual theme of the project has taken the form of a shell that is totally underground, without roofs, walls, streets and parking spaces, following a design which dares to reconcile (a difficult but necessary challenge) the natural and the artificial. It is precisely the story of this constant research, of the indispensable connection between architecture and landscape, which represents the fulcrum on which the whole volume pivots. Hundreds of photographs by Pietro Savorelli have immortalized years of work on the building site, telling the story of all the phases that have made it possible to realize this extraordinary project. The images, along with numerous technical drawings on every scale, critical and descriptive texts, illustrate the design process which has led to the construction of a new landscape.


ARCHITECTURE

LIBRO + DVD

DESIGN Formato Format: 33,5x28 cm Pagine Pages: 438 Lingue Languages: ita o or eng Anno di pubblicazione Year of publication: 2012 Collana Series: Opere Contemporanee Contemporary Works Stampa Printing: colori colour Legatura Binding: cartonato telato bound hardback with cloth cover Testi in portoghese Portuguese texts Isbn: 978-88-96780-49-7 (por) Prezzo Price: 20,00 euro Testi in spagnolo Spanish texts Isbn: 978-88-96780-47-3 (esp) Prezzo Price: 20,00 euro Testi in tedesco German texts Isbn: 978-88-96780-48-0 (de) Prezzo Price: 20,00 euro

Libro Book (Italian version) Isbn: 978-88-96780-33-6 (ita) Prezzo Price: 69,00 euro

Libro Book (English version) Isbn: 978-88-96780-40-4 (eng) Prezzo Price: 79,00 euro

Libro + cofanetto Book + slipcase Isbn: 978-88-96780-37-4 (ita) Prezzo Price: 89,00 euro

Libro + cofanetto Book + slipcase Isbn: 978-88-96780-39-8 (eng) Prezzo Price: 99,00 euro


ARCHEA CHINA 20 con un’introduzione di with an introduction by: Z. Fang

Il volume racconta l’esperienza di Archea Associati in Cina attraverso l’illustrazione di 20 progetti sviluppati in questi ultimi anni. La rassegna comprende concorsi, interventi tutt’ora in cantiere e realizzazioni; e offre una panoramica dell’attività progettuale e di ricerca, spaziando da masterplan di intere città a complessi residenziali e industriali, fino al disegno degli interni dei singoli edifici. Le immagini di Charlie Xia, i disegni tecnici, e alcuni testi descrittivi rappresentano un fondamentale strumento per l’interpretazione e la comprensione dei progetti selezionati. Un testo critico di Zhenning Fang offre l’occasione per riflettere sulle peculiarità dell’architettura cinese contemporanea e sulle sue possibili future evoluzioni. The volume records the experience of Archea Associati in China through 20 illustrated projects of recent years. The collection includes competitions, projects under construction and complete works. It gives an overview on the design and research activity of Archea, ranging from masterplans for entire cities to housing and industrial complexes, to the interior design of single buildings. Charlie Xia’s images, the technical drawings and some text descriptions represent a fundamental instrument for the interpretation and the comprehension of the selected projects. A critical text by Zhenning Fang gives the opportunity to reflect on the peculiarities of comtemporary Chinese architecture and on its possible future evolutions.


ARCHITECTURE Mus expellentiis eos a non et estius mo blandis et occusam, volorum ipsam dolestiumet fuga. Meniani hilibus, sum rest magnis sequibusam quibus wmolestiunt quia eost aut volor sapidion nis doluptusae nulpa que nis nosaperum laboribusdae parum ulluptasped ut volorporum in et arum assin corum aut eumende bitius dignihi llent. Pis que laces idi rero ium sed mil magnis venis nosam, tem. Et ad qui sim conseque nonsendamus dolo con nis autatest asperi consed ea am in nis rereiunti sition num quia dolendus de labore magnati am sincto disquias eiciis dusciist, quiberibus idebit, sum qui coribus. Nam di doluptam fuga. Erit quunt expliate pa dolorem fuga. NemBus, qui verio officiliae labor aliti cus aute dessit, sinihilique dolupta verspitem arum et unt et, te sit as rem voluptati culparum doluptum fugias pe estiur atistis dolupti con commodis sit apistes quatur sitistiae reicitatur arum recullatist volore pro berepe verorehenis re consecti beatio. Lendic to cus sequis et, to veruptiundia corem qui occus ut quati dolesequas. Ad excesci psandaepe labor solupta temoluptas aut fuga. Nem eaque ped ut quunt voluptae nim ullabor.

tianjin land 7 office building tango disco parkour - beijing tianjin smic masterplan ubpa b3-2 pavilion world expo 2010 shangri-la winery gel - green energy laboratory helmchen island consulting for sino-singapore nanjing eco hi-tech island conceptual planning renovation of beijing fushin logistic center ordos 20+10 p12 ordos 20+10 t06 guizhou zhen winery li ling world ceramic art city moove - chang li winery madam dai centre - theatre and art gallery of changsha yanqing wine industry urban planning tasly hotel lvbo core cluster area beijing jun zhuang international winery culture centre

DESIGN Isbn: 978-88-96780-55-8 Formato Format: 21x24 cm Pagine Pages: 320 Lingue Languages: eng/ita Anno di pubblicazione Year of publication: 2013 Collana Series: Autori Contemporanei Contemporary Authors Stampa Printing: colori colour Legatura Binding: brossura con alette paper binding with flaps Prezzo Price: 45,00 euro

ISBN 978-88-96780-55-8

Archea Associati, MADAM DAI CENTRE (theatre and art gallery), Changsha (China), competition 2011

9

9


HABITAR A COMUNIDADE ABITARE LA COMUNITÀ di by: M. Casamonti, M. Giberti

DESIGN Isbn: 978-88-96780-27-5 Formato Format: 24,5x32,5 cm Pagine Pages: 240 Lingue Languages: por/eng Anno di pubblicazione Year of publication: 2012 Collana Series: Urban Planning Urban Planning Stampa Printing: colori colour Legatura Binding: cartonato bound hardback Prezzo Price: 30,00 euro

Rio de Janeiro è attualmente all’attenzione del mondo per gli eventi che la città e il governo brasiliano hanno saputo attrarre sull’ex capitale. Ciò rappresenta il risultato di una precisa volontà politica tendente a consolidare l’immagine di un paese in forte espansione, rispetto al quale l’incisiva presenza di tessuto urbano informale, le Favelas, sta divenendo sempre più inconciliabile. Il volume “Habitar a comunidade / Abitare la comunità”, nasce dal tentativo di individuare nuove strategie di intervento nella “città informale” che non cerchino di imporre modelli esterni, ma piuttosto definiscano alcuni semplici principi operativi che possano essere attuati sia dai singoli che dalle amministrazoni attraverso progetti condivisi e partecipati. L’idea è che le Comunità possono riqualificarsi solo attraverso il coinvolgimento diretto dei propri membri. Rio de Janeiro is currently the centre of the world’s attention due to the events the city and the Brazilian government have succeeded in attracting to the former capital. This is the result of a specific political strategy aimed at consolidating the image of a country undergoing a rapid expansion, which is becoming increasingly irreconcilable with the conspicuous presence of an informal urban fabric in the form of favelas. The volume “Habitar a comunidade / Abitare la comunità” has been created within the context of an attempt to identify new strategies of intervention in the “informal city” that rather than try to impose external models, aims to define some simple operational principles that may be implemented both by individuals and by administrations through shared and participative projects. The underlying concept is that the communities can only be upgraded through a direct involvement of their own members.


ARCHITECTURE

POLI FIERISTICI a cura di edited by: C. F. Kusch con il contributo di with a contribution by: V. Marg

Negli ultimi venti anni quasi tutti i grandi poli fieristici europei sono stati ampliati o ristrutturati, nuovi quartieri sono stati realizzati al posto di vecchie strutture divenute obsolete e inadeguate e considerevoli somme sono state investite. Tutto questo ha portato alla trasformazione delle geografie urbane ed economiche delle città. All’interno di questo volume viene proposta una selezione dei più interessanti poli europei, distinguendo i centri fieristici sorti ex-novo (come a esempio le fiere di Milano, Roma e Stoccarda), da quelle che invece sono state ristrutturazioni importanti o ampliamenti di quartieri fieristici esistenti (quali Vienna, Berlino, Padova e Torino). Ogni intervento è descritto attraverso una dettagliata scheda di progetto accompagnata da immagini e disegni tecnici. Infine un’appendice a carattere manualistico sintetizza aspetti teorici e informazioni pratiche utili per la corretta progettazione di un polo fieristico. In the past twenty years, nearly all of Europe’s major ex­hibition centres have been expanded, rebuilt, or constructed in new locations to replace antiquated and inadequate facilities. Significant amounts have been invested in developments that have often brought radical change to entire city districts. This volume offers a selection of the most interesting European exhibition complexes, distinguishing the new centres (as for example the fairs in Milan, Rome and Stuttgart), from those which have been renovated or expanded (such as Vienna, Berlin, Padua and Turin). Each project is described through an illustrative text, completed by images and technical drawings. In the last pages, a practical manual summarizes all the information and the requirements for the correct design of a trade fair.

Fiera di Rimini

Architetti: von Gerkan, Marg und Partner, Amburgo

Committente: Ente Autonoma Fiera di Rimini

Realizzazione: 1999-2001

Progetto strutturale: Favero e Milan Ingegneria, Mirano-Venezia Schlaich, Bergmann und Partner, Stoccarda

Concorso: 1997, 1° premio

Numero di padiglioni: 12

Coordinamento locale: Clemens F. Kusch, Venezia

Superficie lorda: 130.134 mq Superficie espositiva: 82.000 mq Costo: ca. 93 milioni Euro Ampliamento: due padiglioni doppi, 2001-2003 Foto: Klaus Frahm, Heiner Leiska

Con l’assegnazione del primo premio al concorso per la realizzazione della nuova fiera di Rimini, si offre allo studio von Gerkan, Marg und Partner, immediatamente dopo il completamento della Nuova Fiera di Lipsia, un’altra occasione di costruire un polo fieristico completamente ex-novo. Nella patria dell’architettura classica gli architetti attingono al vocabolario della tradizione con un’impostazione generale di tipo assiale e nella definizione dei singoli elementi tipologici di cui è formato il complesso fieristico: padiglioni con volte a botte, cupole, portici, cortili e aule colonnate richiamano le forme archetipiche dell’architettura pur rimanendo sempre il risultato di soluzioni funzionali e costruttive contemporanee. Quattro esili torri d’acciaio e vetro, illuminate di notte con luce blu, sono il simbolo della fiera: ben visibili da lontano fanno riferimento alle torri gentilizie, tipiche delle città medievali dell’Italia centrale. Posizionate davanti all’ingresso principale, accolgono il visitatore, dopo il passaggio sotto la linea ferroviaria, su un vasto piazzale dal quale si accede alla fiera, agli uffici amministrativi nelle due ali laterali e all’anello di accesso carrabile ai padiglioni, nonché alla fermata ferroviaria, realizzata appositamente per la fiera. Il complesso ha una chiara impostazione simmetrica, organizzata secondo lo schema “a doppio pettine”, risultato il più funzionale per l’organizzazione degli spazi espositivi. Dall’ingresso principale, situato sull’asse centrale, si accede ad una sala colonnata e da questa, sui due lati, ai padiglioni espositivi nonché alla cupola centrale, alle sale conferenza, ai ristoranti e agli altri servizi. Due ulteriori ingressi, sui due lati est ed ovest, collegati con vaste aree parcheggio, permettono un’ottimale flessibilità e gestione degli eventi fieristici. Dopo l’ampliamento, con due padiglioni doppi attestati sugli ingressi laterali, sedici ambienti espositivi offrono circa 110.000 mq di superficie per fiere ed eventi che possono svolgersi anche contemporaneamente, grazie ai tre ingressi di accesso separati. I padiglioni

sono illuminati da luce naturale attraverso le facciate laterali vetrate e da lucernari in copertura, ma possono essere oscurate completamente se necessario. Piccoli padiglioni di raccordo e il colonnato assicurano al visitatore un passaggio coperto e continuo attraverso tutta la fiera. I padiglioni, disposti sui due lati dei lunghi colonnati che circondano i vasti specchi d’acqua, sono monoplanari e hanno coperture voltate a botte in legno lamellare. Le volte a losanghe sono un riferimento alle costruzioni degli anni ’20 dell’ingegnere tedesco Friedrich Zollinger e dell’ingegnere italiano Pier Luigi Nervi. Le travi, alte solo 80 cm, hanno tutte le stesse dimensioni formando una rete omogenea di losanghe, che copre il padiglione senza sostegni intermedi per una superficie di 60×100 m. Per la costruzione della cupola, il cuore della fiera, la tecnica costruttiva utilizzata per i padiglioni, è stata ulteriormente affinata. Lo spazio circolare, con un diametro di 30 m alla base, contornato da una doppia fila di colonne, è coperto con una cupola lignea composta da elementi di varie dimensioni che formano una rete a losanghe che si stringe verso il lucernario centrale. Il pavimento in grès è abbassato di alcuni gradini rispetto al livello circostante e riporta, intarsiato, il michelangiolesco motivo della piazza del Campidoglio.

70 71

DESIGN Isbn: 978-88-96780-38-1 Formato Format: 22,5x28 cm Pagine Pages: 304 Lingue Languages: ita Anno di pubblicazione Year of publication: 2013 Collana Series: Tipologie Typologies Stampa Printing: colori colour Legatura Binding: cartonato con sovraccoperta bound hardback with folded dust jacket Prezzo Price: 40,00 euro


NEMBRO PUBLIC LIBRARY a cura di edited by: L. Andreini con testi di with texts by: F. Bollack, L. Molinari

La biblioteca di Nembro, disegnata dallo studio Archea tra il 2002 e il 2007, potrebbe essere definita come un perfetto e coerente lavoro figlio della cultura architettonica italiana del secondo dopoguerra, con tutte le ricchezze, complessità e sottili contraddizioni che questa definizione porta con sé. Il nuovo corpo di fabbrica si presenta come una scatola di cristallo e acciaio, filtrata dalla luce solare da un curioso sistema di frangiluce in cotto rosso montati su tondini di ferro. The library of Nembro designed by the Archea firm between 2002 and 2007 could be defined as a perfect and coherent work, a child of the Italian architectural culture of the postwar years with all the wealth of meanings, complexity and subtle contradiction that this definition entails. The new building appears as a box of glass and steel, shielded from the sun by a curious system of sunscreens in red earthenware, fastened to iron rods.

PERFETTI VAN MELLE FACTORY RENOVATION a cura di edited by: L. Andreini con testi di with texts by: P. Meuser, M. Giberti

Nel 2004 la Perfetti Van Melle, un’importante azienda italiana, tra i primi produttori al mondo di chewing gum e caramelle, decide di ampliare il primo storico stabilimento di Lainate, pochi chilometri a nord di Milano. L’idea è quella di realizzare un nuovo magazzino centrale per lo stoccaggio di tutti i prodotti realizzati in questo comparto, riorganizzando inoltre anche i reparti direzionali che sarebbero stati concentrati in un nuovo edificio per uffici. In 2004 Perfetti van Melle, an important Italian corporation and one of the world’s leading chewing gum and candy manufacturers, decided to expand its first historical plant in Lainate, a few kilometres north of Milan. The idea has been to build a new central warehouse for the stocking of all products made in this section, as well as to organize the management offices by concentrating them in a new office building.

DESIGN

DESIGN

Isbn: 978-88-96780-25-1 Formato Format: 21x16,5 cm Pagine Pages: 160 Lingue Languages: ita/eng Anno di pubblicazione Year of publication: 2012 Collana Series: Opere Contemporanee Contemporary Works Stampa Printing: colori colour Legatura Binding: cartonato bound hardback Prezzo Price: 30,00 euro

Isbn: 978-88-96780-20-6 Formato Format: 24,5x32,5 cm Pagine Pages: 160 Lingue Languages: ita/eng Anno di pubblicazione Year of publication: 2012 Collana Series: Opere Contemporanee Contemporary Works Stampa Printing: colori colour Legatura Binding: cartonato bound hardback Prezzo Price: 30,00 euro


ARCHITECTURE

GEL GREEN ENERGY LABORATORY a cura di edited by: L. Andreini testi di texts by: V. P. Mosco con un’introduzione di with an introduction by: Zhenning Fang

Il progetto nasce da una collaborazione tra la Jiao Tong University e il MInistero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare Italiano per la realizzazione di un edificio a basso impatto ambientale. GEL Green Energy Laboratory, è un volume semplice e compatto dotato di un cortile centrale coperto con un lucernario. Ogni singolo ambiente gode dei benefici raggiunti dall’ottimazione della ventilazione e della luce naturale attraverso una pelle esterna fatta di pannelli in acciaio e cotto fabbricati in Italia. Questa facciata garantisce il controllo e la protezione dai raggi solari della superficie interna vetrata. Le immagini di Charlie Xia e i disegni tecnici di Archea Associati illustrano l’edificio nella monografia bilingue italiano/inglese. Il volume è arricchito da un saggio del critico Fang Zhenning.

DESIGN Isbn: 978-88-96780-56-5 Formato Format: 24,5x32,5 cm Pagine Pages: 136 Lingue Languages: ita/eng Anno di pubblicazione Year of publication: 2014 Collana Series: Opere Contemporanee Contemporary Works Stampa Printing: colori colour Legatura Binding:cartonato bound hardback Prezzo Price: 30,00 euro

The project arises from a collaboration between the Jiao Tong university and the Italian Ministry of Environment and Protection of Land and Sea for the realization of a low environmental impact building. GEL Green Energy Laboratory is a simple and compact body endowed with a central courtyard covered by a skylight. Every space enjoys the benefits derived from the maximization of ventilation and natural lighting through an external skin made by a steel and cotto panels manifactured in Italy. This facade guarantees the control and the screening of sun rays on the glazed internal surface.

coming soon


ARCHEA SUSTAINABLE LANDMARKS a cura di edited by: L. Andreini con un’introduzione di with an introduction by: F. Burkhardt

DESIGN Isbn: 978-88-96780-00-8 Formato Format: 21x21 cm Pagine Pages: 912 Lingue Languages: eng/ita Anno di pubblicazione Year of publication: 2009 Collana Series: Autori Contemporanei Contemporary Authors Stampa Printing: colori colour Legatura Binding: cartonato telato bound hardback with cloth cover Prezzo Price: 55,00 euro ISBN 978-88-96780-00-8

Il volume, parte della collana Autori contemporanei, costituisce l’occasione per una riflessione sull’attività svolta in oltre venti anni dallo Studio Archea. Dopo l’introduzione di François Burkardt viene proposta una panoramica di piu’ di 50 lavori dello studio collocati in sezioni tematiche diverse, come il paesaggio, l’architettura, gli interni e gli allestimenti. Il panorama della selezione di architetture e progetti pubblicati mostra un costante lavoro di ricerca finalizzato alla sperimentazione di temi in continua evoluzione. Tuttavia, nonostante l’insistito interesse per la variazione, emergono, oltre alle differenze, i tratti originali di un agire misurato sul carattere specifico degli ambiti culturali coinvolti nel progetto. Spingendosi oltre l’eterogeneità delle opere presentate, si arriva a intravedere una linea direttrice chiara, che colloca lo studio Archea in una posizione ben definita all’interno del panorama internazionale dell’architettura. The volume, part of the Contemporary Authors series, provides an opportunity to reflect upon over twenty years of Studio Achea’s activity. After the introduction by François Burkhardt, more than 50 works by the studio are shown, placed in different thematic sections such as landscape, architecture, interiors and furnishing. The broad selection of architecture and projects published is proof of the continual research and experimentation of ever-evolving themes. Nevertheless, in spite of unceasing interest in variation, specific characteristics of the cultural circles involved in the project emerge,along with the differences. Going beyond the heterogeneity of the submitted proposals, we can catch a glimpse of a clear guideline, which sets Studio Archea in a well-defined position within the landscape of contemporary architecture.

9 788896 780008

coming soon

SUSTAINABLE LANDMARKS

seconda edizione second edition


di by: C. Terpolilli

DEL CONCETTO DI PROPORZIONE DAL RINASCIMENTO AL MODERNO

di by: C. Terpolilli

ARCHITECTURE

LA PROGETTANDO 3 CITTÀ EDIFICI (IM)POSSIBILI PERMANENZA

di by: L. Andreini

Progettando Edifici Considerazioni sul progetto di architettura come arte della tecnica

Carlo Terpolilli Carlo Terpolilli è architetto e docente presso la Facoltà di architettura dell’Università di Firenze, dove insegna Tecnologia dell’Architettura. Visiting professor presso lo IUAV di Venezia, nei workshop estivi dal 2004 al 2006. Socio fondatore di Ipostudio architetti, a Firenze dal 1983. La sua attività ha come campo di indagine le relazioni tra la progettazione architettonica e quella tecnologica, in particolare nel settore dell’innovazione del processo di progettazione e costruzione della progettazione architettonica. Ha curato il volume Emergenza del progetto – progetto dell’Emergenza, architetture con-temporaneità edito da Federico Motta Editore nel 2005. Le sue opere hanno ottenuto riconoscimenti in diversi concorsi di progettazione a livello nazionale e internazionale, sono state più volte pubblicate in Italia e all’estero ed esposte in mostre, tra le quali la Biennale di Venezia e la Triennale di Milano. Tra i riconoscimenti, è stato finalista al premio Medaglia d’oro all’architettura italiana del 2006 e segnalato al XIX Compasso d’oro ADI 2001. I suoi lavori sono raccolti nel volume Ipostudio, la concretezza della modernità di Marco Mulazzani, pubblicato da Electa nel 2008 nella collana Documenti di architettura.

Laura Andreini

La permanenza del concetto di proporzione dal Rinascimento al Moderno

Carlo Terpolilli

carlo terpolilli 3 città (im)possibili

ntemporaneo e nel territorio e a costruzione, ne, sulle generali essario capire sta nuova vo con le e oggi può vazione rispetto , superficie, e, prodotti uramente ella tecnica: cipio di realtà e one, depositario i quello che

Progettando Edifici

Carlo Terpolilli

Carlo Terpolilli

Carlo Terpolilli è architetto e docente presso la Facoltà di architettura dell’Università di Firenze, dove insegna Tecnologia dell’Architettura. Visiting professor presso lo IUAV di Venezia, nei workshop estivi dal 2004 al 2006. Socio fondatore di Ipostudio architetti, a Firenze dal 1983. La sua attività ha come campo di indagine le relazioni tra la progettazione architettonica e quella tecnologica, in particolare nel settore dell’innovazione del processo di progettazione e costruzione della progettazione architettonica. Ha curato il volume “Emergenza del progetto – progetto dell’Emergenza, architetture con-temporaneità” edito da Federico Motta Editore nel 2005. Le sue opere hanno ottenuto riconoscimenti in diversi concorsi di progettazione a livello nazionale e internazionale, sono state più volte pubblicate in Italia e all’estero ed esposte in mostre, tra le quali la Biennale di Venezia e la Triennale di Milano. Tra i riconoscimenti, è stato finalista al premio Medaglia d’oro all’architettura italiana del 2006 e segnalato al XIX Compasso d’oro ADI 2001. I suoi lavori sono raccolti nel volume “Ipostudio, la concretezza della modernità” di Marco Mulazzani, pubblicato da Electa nel 2008 nella collana “Documenti di architettura”. La proporzione come principio immutabile, a cinquecento anni dalle formulazioni albertiane, costituisce il riferimento primo delTerpolilli comporreisinarchitect and professor at the University of Florence, where he Carlo teaches Technology architettura, regola d’insegnamento, fattore di ispirazione e controllo delof Architecture. From 2004 to 2006 he was visiting Professor at IUAV summer workshops progetto. Quelle stesse proporzioni, che per Viollet-le-Duc dipendono dalle in Venice. He is founder partner of Ipostudio Architects, in Florence since 1983.in “regole della geometria”, costituiscono forse l’elemento che manifesta Carlo Terpolilli’s activity expecially enquires into the connections between architecmodo più evidente la “continuità del classico” e la permanenza di quel turalviene design and technology, focusing on the field of design process and construction sistema di valori che sotterraneamente, come più volte evidenziato nel corso di questo studio, convivono con l’adesione alinnovation. moderno e la ricerca di He edited the book “Emergenza del progetto – progetto dell’Emergenza, architetture razionalità che caratterizza le esperienze degli anni Venti e Trenta in Italia. con-temporaneità” published by Federico Motta Editore in 2005. His works have won awards in various national and international design competitions and were published in Italy and abroad. A wide selection of these works is collected in the book “Ipostudio, la concretezza della modernità” by Marco Mulazzani, published by Electa in 2008 in the series “Documenti di architettura”. Among the awards, he was finalist at the Medaglia d’oro all’architettura italiana Award (2006) and was selected for the international design award XIX Compasso d’Oro ADI (2001), Milan. His works have been exposed in many exhibitions, including the Venice Biennale and the Milan Triennale.

3 città (im)possibili

Laura Andreini

La permanenza del concetto di proporzione dal Rinascimento al Moderno

Laura Andreini nasce a Firenze nel 1964. È architetto, Dottore di Ricerca, Ricercatore Universitario presso il Dipartimento di Architettura - Disegno, Storia, Progetto dell’Università degli Studi di Firenze. Nell’Ateneo fiorentino si occupa attualmente del corso di Interni e Allestimento a Disegno Industriale e del Laboratorio di Progettazione dell’Architettura II per il corso di Laurea in Scienze dell’Architettura. Nel corso degli anni la sua attività didattica si affianca a quella di ricerca, supporto, a sua volta, dell’attività professionale nel campo della progettazione architettonica, avviata nel 1988 con la fondazione, insieme agli architetti Marco Casamonti e Giovanni Polazzi, dello studio Archea. Dal 2003 rivste il ruolo di vice-direttore della rivista “area” edita dal Sole 24 Ore spa.

€ 19,90

€ 12,90

€ 12,90

DESIGN

DESIGN

DESIGN

Isbn: 978-88-96780-35-0 Formato Format: 16,3x24 cm Pagine Pages: 176 Lingue Languages: ita Anno di pubblicazione Year of publication: 2012 Collana Series: Letture Critiche Critical Readings Stampa Printing: colori colour Legatura Binding: brossura con alette paper binding with flaps Prezzo Price: 12,90 euro

Isbn: 978-88-96780-34-3 Formato Format: 21x24 cm Pagine Pages: 112 Lingue Languages: ita/eng Anno di pubblicazione Year of publication: 2012 Collana Series: Letture Critiche Critical Readings Stampa Printing: colori colour Legatura Binding: brossura con alette paper binding with flaps Prezzo Price: 19,90 euro

Isbn: 978-88-96780-29-9 Formato Format: 16,3x24 cm Pagine Pages: 288 Lingue Languages: ita/eng Anno di pubblicazione Year of publication: 2012 Collana Series: Letture Critiche Critical Readings Stampa Printing: colori colour Legatura Binding: brossura con alette paper binding with flaps Prezzo Price: 12,90 euro


RESIDENZA DEL FORTE CARLO FELICE con un’introduzione di with an introduction by: L. Molinari

FIORENZO URBAN BEST VALBONESI. PRACTICE TRE CANTINE AREA B3-2 PAVILION a cura di edited by: L. Andreini

a cura di edited by: L. Andreini

DESIGN

DESIGN

DESIGN

Isbn: 978-88-96780-01-5 Formato Format: 23x28 cm Pagine Pages: 194 Lingue Languages: ita/eng Anno di pubblicazione Year of publication: 2009 Collana Series: Opere Contemporanee Contemporary Works Stampa Printing: colori colour Legatura Binding: cartonato con sovraccoperta bound hardback with folded dust jacket Prezzo Price: 39,00 euro

Isbn: 978-88-96780-05-3 Formato Format: 23x28 cm Pagine Pages: 184 Lingue Languages: ita/eng Anno di pubblicazione Year of publication: 2010 Collana Series: Opere Contemporanee Contemporary Works Stampa Printing: colori colour Legatura Binding: cartonato bound hardback Prezzo Price: 40,00 euro

Isbn: 978-88-96780-04-6 Formato Format: 23x28 cm Pagine Pages: 120 Lingue Languages: ita/eng Anno di pubblicazione Year of publication: 2010 Collana Series: Opere Contemporanee Contemporary Works Stampa Printing: colori colour Legatura Binding: cartonato soft touch bound hardback soft touch Prezzo Price: 25,00 euro

ISBN 978-88-96780-01-5

9 788896 780015


di by: C. Donati, G. Felli

ARCHEA AND STUDIO SUSTAINABLE LANDMARKS con un’introduzione di with an introduction by: L. Molinari

CRISTINA DONATI GIULIO FELLI

CSPE CENTRO ONCOLOGICO FIORENTINO

CSPE CENTRO ONCOLOGICO FIORENTINO STORIA DI UNA TRASFORMAZIONE VERSO MODELLI FUTURI STORY OF AN ADAPTIVE REUSE FOR NEW MODELS OF CARE

DESIGN

DESIGN

DESIGN

Isbn: 978-88-96780-19-0 Formato Format: 23x28 cm Pagine Pages: 160 Lingue Languages: ita/eng Anno di pubblicazione Year of publication: 2011 Collana Series: Opere Contemporanee Contemporary Works Stampa Printing: colori colour Legatura Binding: cartonato con sovraccoperta bound hardback with folded dust jacket Prezzo Price: 30,00 euro

Isbn: 978-88-96780-12-1 Formato Format: 14x14 cm Pagine Pages: 96 Lingue Languages: por/eng Anno di pubblicazione Year of publication: 2011 Collana Series: Cataloghi di mostre Exhibition catalogues Stampa Printing: colori colour Legatura Binding: cartonato bound hardback Prezzo Price: 11,00 euro

Isbn: 978-88-96780-07-7 Formato Format: 16,5x21 cm Pagine Pages: 156 Lingue Languages: ita/eng Anno di pubblicazione Year of publication: 2011 Collana Series: Giovani Architetti Young Architects Stampa Printing: colori colour Legatura Binding: brossura con alette paper binding with flaps Prezzo Price: 20,00 euro

ARCHITECTURE

CSPE. CENTRO ONCOLOGICO FIORENTINO


UNDER 50 OVER 5000 a cura di edited by: L. Andreini con un saggio di with an essay by: L. Vinca Masini e un’introduzione di and an introduction by: M. Casamonti

Antonio Barbieri & Partners, EMILIO PUCCI SHOWROOM, Milano (Italy), 2011


ARCHITECTURE

“Under 50 over 5000”, offre un’inedita carrellata di progetti realizzati per il mondo della moda, analizzati e descritti con il prezioso contributo del loro autore, Antonio Barbieri architetto ma prima ancora artigiano, che da anni si occupa di interior design e spazi per l’esposizione e il commercio. Il volume raccoglie e illustra attraverso testi, disegni tecnici e immagini di Pietro Savorelli, una selezione di lavori, comprendente numerosi interventi, dall’arredo alla progettazione illuminotecnica, dai concept per brand internazionali alle vetrine, ai temporary store. Filo conduttore del racconto di architettura è l’eccellente versatilità del progettista, evidente soprattutto in una caratteristica sostanziale che permea tutti gli interventi documentati ovvero lo spiccato carattere di “artigianalità” e “fatto su misura”. L’utilizzo sapiente dei materiali e la loro declinazione in forme e collocazioni spesso inusitate permette a Barbieri di creare spazi che riescono non solo a soddisfare le necessità commerciali ma anche ad adattarsi alla più imperante delle restrizioni odierne, il “costo a metroquadro”. La selezione dei progetti all’interno di questo volume comprende infatti lussuosi interventi da budget stellari ma anche realizzazioni dai costi assai contenuti e ugualmente significative.

DESIGN Formato Format: 24x30 cm Pagine Pages: 160 Lingue Languages: ita/eng Anno di pubblicazione Year of publication: 2014 Collana Series: Autori Contemporanei Contemporary Authors Stampa Printing: colori colour Legatura Binding: cartonato con applicazione in plexiglass bound hardback with plexiglass cover Prezzo Price: 55,00 euro

“Under 50 over 5000” presents a completely new selection of designs made for the fashion sector, analysed and described with the precious contribution of their creator, Antonio Barbieri, an architect but above all a craftsman who has worked with interior design, exhibition areas and commercial spaces for many years. The volume unites and describes, through texts, technical drawings and images by Pietro Savorelli, a selection of works, comprising numerous projects ranging from furniture to lighting design, from concepts for international brands to window displays, to temporary stores. The main theme of the story about architecture is the outstanding versatility of this design, which is especially evident from an essential trait that characterizes all the projects included in the publications, namely their markedly “crafted” and “customised” nature. The skilful use of the materials and their adaptation to forms and placements, which is often very original, allow Barbieri to create spaces that not only succeed in meeting the commercial requirements, but that also adjust to the all-important present-day restriction, that of the “cost per square meter”. In fact, the choice of projects presented herein comprises both projects of luxurious interiors where nothing has been spared and others where a remarkable result has been achieved in spite of a limited budget.

coming soon


COLLANA ONE a cura di edited by: L. Andreini e A. Mannocci

Cofanetto 10 libri Slipcase 10 books Prezzo Price: 69,00 euro

ONE è l’iniziativa editoriale promossa da Forma Edizioni per una collana dedicata all’architettura italiana contemporanea, a cura di Laura Andreini e Andrea Mannocci. La collana vede protagonisti di questi volumi i progetti, uno per ciascuno, degli studi selezionati tra i progettisti che lavorano in Italia e all’estero. Le monografie, in edizione bilingue italiano/inglese, saranno pubblicate nel corso dell’anno e andranno a costituire, raccolti in un unico cofanetto, un documento sull’attuale realtà architettonica italiana colta nelle sue spinte più innovative e di avanguardia. Ciascun volume si compone di un saggio introduttivo, di una presentazione del progetto e dello studio attraverso una biografia, un sintetico regesto delle opere e una bibliografia delle pubblicazioni. ONE is the editorial initiative by Forma Edizioni about a serie dedicated to Italian contemporary architecture, edited by Laura Andreini and Andrea Mannocci. The central ‘characters’ of the volumes of this series are projects, one for each, of the selected offices among architects working in Italy and abroad. The monographs, in a bilingual Italian/English edition and collected in a special slipcase, will constitute a document of the Italian architectural reality in its most innovative and cutting-edge thrust. Each volume consists of an introductory essay, a presentation of the project and of the office, through a biography, a brief list of works and a bibliography of publications.


ONE series

-SCAPE VILLINO LIBERTY con un’introduzione di with an introduction by: G. Sanguigni L’intervento ha come oggetto il recupero di un edificio situato ai margini del centro storico di Roma e la riprogrammazione, in chiave contemporanea, dei due livelli sommitali dell’immobile, al fine di realizzare un’ampia residenza privata. La monografia, in edizione bilingue italiano/inglese, presenta una descrizione completa dell’opera, attraverso una scheda tecnica e un testo esplicativo, correlati di immagini fotografiche e disegni tecnici per una lettura più accurata del progetto. The project deals with the restoration of a building located on the outer edge of the old city centre of Rome and the redesign, in a contemporary key, of the two upper floors of the building, which have been turned into a large private dwelling. The monograph, in a bilingual Italian/English edition, presents a complete description of the work, through technical specifications and an esplicative text that, together with photographs and technical drawings, allow an in-depth reading of the project.

DESIGN Isbn: 978-88-96780-21-3 Formato Format: 21x16,5 cm Pagine Pages: 64 Lingue Languages: ita/eng Anno di pubblicazione Year of publication: 2012 Collana Series: ONE Stampa Printing: colori colour Legatura Binding: brossura con alette paper binding with flaps Prezzo Price: 10,00 euro


ONE series

LAN ARCHITECTURE GYMNASIUM AND TOWN HALL ESPLANADE con un’introduzione di with an introduction by: M. Orazi

DESIGN Isbn: 978-88-96780-50-3 (fra/eng) Isbn: 978-88-96780-51-0 (ita/eng) Formato Format: 21x16,5 cm Pagine Pages: 64 Lingue Languages: ita/eng o or fra/eng Anno di pubblicazione Year of publication: 2013 Collana Series: ONE Stampa Printing: colori colour Legatura Binding: brossura con alette paper binding with flaps Prezzo Price: 10,00 euro (ita/eng) 18,00 euro (fra/eng)

[...] Ed è la ricerca di una monumentalità controllata che accomuna i primi lavori realizzati dallo studio LAN e che da un lato permette loro di opporsi al kitsch dell’ampliamento in stile dell’Hotel de Ville o al pittoresco della facciata gotica della chiesa totalmente reinventata; dall’altro di imbrigliare la tecnologia e resistere – non sempre con successo – all’attuale retorica ecologista imperante che spinge soprattutto la committenza pubblica verso un’adesione ideologica e quindi del tutto acritica verso le tecnologie di produzione energetica. Dopo dieci anni circa di lavoro comune e di fisiologica sperimentazione formale, Benoit Jallon e Umberto Napolitano sembrano dunque intenzionati a proseguire la strada, già imboccata, verso la difficile arte del “fare città” che da sempre è una peculiarità e al tempo stesso un’ambizione ostinata della tradizione architettonica italiana. [...] It is precisely the pursuit of a restrained monumentality that represents the common denominator of the early works of LAN. On one side, that enables them to offset the kitschy and mannerist new wing of the Town Hall, or the picturesque style of the Gothic façade of the wholly reinvented church, and on the other to hold the reins on technology and resist – not always successfully – the current rampant ecologist rhetoric which drives especially public clients towards an ideological and thus wholly uncritical acceptance of energy production technologies. After about ten years of cooperation and physiological formal experimentation, Benoit Jallon and Umberto Napolitano do appear determined to continue along the path they have staked out for themselves, towards the difficult art of “city-making” which has always been a peculiarity and at the same time an obstinate ambition of the Italian architectonic tradition. M. Orazi


TRAVERSOLAPO RUFFI HOF VIGHY EDIFICIO TCR CITTADELLA CASA CESCHI con un’introduzione di DELL’EDILIZIA con un’introduzione di with an introduction by: L. Molinari

with an introduction by: V. P. Mosco

con un’introduzione di with an introduction by: M. Marandola

Giovanni Traverso e Paola Vighy seguono un percorso coerente volto alla realizzazione di edifici leggeri, basati su sperimentazione, prefabbricazione ed economia di risorse, collaborando con la produzione artigianale locale e cercando di stabilire un equilibrio tra sapienza tradizionale e ottimizzazione tecnologica.

L’intervento riguarda la ristrutturazione di un vecchio edificio degli anni ‘50 che, radicalmente trasformato, diventa un centro sportivo dedicato al tennis. L’attività progettuale di Lapo Ruffi si muove lungo una costante ricerca sui significati dell’abitare, dei luoghi e della materia.

Giovanni Traverso and Paola Vighy develop along a coherent trajectory that leads to the creation of light buildings based on experimentation, prefabrication and a sparing use of resources; they cooperate with local craftsmen and try to find an equilibrium between traditional knowledge and technological optimization.

This project is about an old building from the Fifties, which has undergone radical renovations to become a sport center devoted to tennis. The activities of Lapo Ruffi focus on a continuous research on the meanings of way of living, places and materials.

DESIGN

DESIGN

DESIGN

Isbn: 978-88-96780-15-2 Formato Format: 21x16,5 cm Pagine Pages: 64 Lingue Languages: ita/eng Anno di pubblicazione Year of publication: 2011 Collana Series: ONE Stampa Printing: colori colour Legatura Binding: brossura con alette paper binding with flaps Prezzo Price: 10,00 euro

Isbn: 978-88-96780-17-6 Formato Format: 21x16,5 cm Pagine Pages: 64 Lingue Languages: ita/eng Anno di pubblicazione Year of publication: 2011 Collana Series: ONE Stampa Printing: colori colour Legatura Binding: brossura con alette paper binding with flaps Prezzo Price: 10,00 euro

Isbn: 978-88-96780-59-6 Formato Format: 21x16,5 cm Pagine Pages: 64 Lingue Languages: ita/eng Anno di pubblicazione Year of publication: 2013 Collana Series: ONE Stampa Printing: colori colour Legatura Binding: brossura con alette paper binding with flaps Prezzo Price: 10,00 euro

L’elegante volume della Cittadella dell’Edilizia coniuga identità urbana, esemplare qualità architettonica con innovative prerogative di efficienza energetica e costi contenuti, ponendosi come manifesto esemplare per progettisti e costruttori.

The elegant construction of the Cittadella dell’Edilizia combines urban identity and architectural quality with innovative requirements in terms of energy efficiency and reduced costs, becoming an example and manifesto for architects and builders.

ISBN 978-88-96780-59-6

9 788896 780596


DEP STUDIO CASA N/S

con un’introduzione di with an introduction by: N. Flora

con un’introduzione di with an introduction by: D. Rota

Ubicato nell’area nord di Napoli, l’intervento ha interessato la sistemazione esterna del giardino e la realizzazione degli interni di un appartamento al piano terra di un edificio residenziale di tre livelli.

Protagonista del nuovo volume è la residenza bifamiliare CASA N/S, costruita in provincia di Bergamo ad opera di dep studio. Arricchiscono il volume un saggio introduttivo, curato da Davide Rota, e una sezione di apparati bio-bibliografici.

The project, which is located in the northern area of Naples, has consisted of the landscaping of the garden and the planning and decoration of the interiors of an apartment on the ground floor of a three floor residential building.

ONE series

VECCIARCHITETTI CASA C

The new volume presents the two-family residence CASA N/S, built near Bergamo by dep studio. The volume is enriched by an introductory essay by Davide Rota and a presentation about the activities of the study, through bio-bibliographycal notes.

DESIGN

DESIGN

Isbn: 978-88-96780-24-4 Formato Format: 21x16,5 cm Pagine Pages: 64 Lingue Languages: ita/eng Anno di pubblicazione Year of publication: 2012 Collana Series: ONE Stampa Printing: colori colour Legatura Binding: brossura con alette paper binding with flaps Prezzo Price: 10,00 euro

Isbn: 978-88-96780-18-3 Formato Format: 21x16,5 cm Pagine Pages: 64 Lingue Languages: ita/eng Anno di pubblicazione Year of publication: 2011 Collana Series: ONE Stampa Printing: colori colour Legatura Binding: brossura con alette paper binding with flaps Prezzo Price: 10,00 euro


DIVERSERIGHESTUDIO CASALOGICA con un’introduzione di with an introduction by: L. Molinari

NEOSTUDIO PIAZZA GARIBALDI con un’introduzione di with an introduction by: F. Prati

Casalogica, realizzata nella pianura padana della Provincia di Bologna, si colloca in un’area di completamento del tessuto urbano caratterizzato dalla presenza di due edifici di forma compatta risalenti ai primi anni ’50, che vengono recuperati all’interno di un progetto unitario.

Serrata da una cinta muraria medievale ancora intatta, racchiusa all’interno di un impianto urbano in cui i vuoti appaiono ancora prevalenti rispetto alla densità dell’edificato, Piazza Garibaldi rappresenta un episodio importante nella riqualificazione del centro storico di Lastra a Signa.

Casalogica, a residential project realized in the Po Valley in the Province of Bologna, is positioned in an empty lot in an urban fabric characterized by the presence of two compact buildings from the early Fifties, which were recovered as part of a unitary project.

Encircled by a still intact belt of Medieval walls, enclosed within an urban plan whose empty spaces still prevail within the densely built sorroundings. Piazza Garibaldi represents an important episode in the redevelopment of the historical centre of Lastra a Signa.

DESIGN

DESIGN

Isbn: 978-88-96780-30-5 Formato Format: 21x16,5 cm Pagine Pages: 64 Lingue Languages: ita/eng Anno di pubblicazione Year of publication: 2012 Collana Series: ONE Stampa Printing: colori colour Legatura Binding: brossura con alette paper binding with flaps Prezzo Price: 10,00 euro

Isbn: 978-88-96780-28-2 Formato Format: 21x16,5 cm Pagine Pages: 64 Lingue Languages: ita/eng Anno di pubblicazione Year of publication: 2012 Collana Series: ONE Stampa Printing: colori colour Legatura Binding: brossura con alette paper binding with flaps Prezzo Price: 10,00 euro


con un’introduzione di with an introduction by: C. Piva Il volume descrive l’intervento di ripristino morfologico del paesaggio della pineta di Spotorno alterata da un preesistente blocco alberghiero. I nuovi volumi edilizi sono frammenti disposti seguendo le curve di livello ricavate ricostruendo la topografia della collina. The volume concerns the new summer houses built in an area in front of the pine wood which defines the skyline of Spotorno. The project is articulated in a number of simple terraced volumes that follow the morphologic development of the surroundings.

DESIGN Isbn: 978-88-96780-32-9 Formato Format: 21x16,5 cm Pagine Pages: 64 Lingue Languages: ita/eng Anno di pubblicazione Year of publication: 2012 Collana Series: ONE Stampa Printing: colori colour Legatura Binding: brossura con alette paper binding with flaps Prezzo Price: 10,00 euro

ONE series

ARIU+VALLINO ARCHITETTI SUMMER HOUSES


ON THE ROAD HAMBURG a cura di edited by: R. Bosi

DESIGN Isbn: 978-88-96780-58-9 (ita) Isbn: 978-88-96780-57-2 (eng) Formato Format: 11,5x16 cm Pagine Pages: 192 Lingue Languages: ita o or eng Anno di pubblicazione Year of publication: 2014 Collana Series: ON THE ROAD Stampa Printing: colori colour Legatura Binding: brossura con sovraccoperta paper binding with folded dust jacket

available on the App store


ON THE ROAD series

coming soon MOSCOW BERLIN MILAN LONDON

ON THE ROAD, collana dedicata alle città del mondo, è disponibile oltre che nel classico formato cartaceo anche come App per Ipad. Ogni volume è il racconto di un luogo, esplorato attraverso i suoi capolavori d’architettura. Testi critici e descrittivi, fanno da complemento essenziale alla parte di approfondimento dedicata alla rassegna dei luoghi selezionati. Ogni guida è corredata di una pratica cartina che, opportunamente ripiegata, diventa la sovraccoperta estraibile del volume. Sul retro della mappa sono riportate tutte le opere descritte all’interno, organizzate in itinerari. Il volume fornisce inoltre informazioni utili e consigli per chi viaggia, ottimizzando i tempi per gli spostamenti, permettendo di carpire anche con poco tempo a disposizione l’essenza del luogo. La App, oltre ad avere tutti i contenuti del volume cartaceo, offre immagini e informazioni supplementari e diventa utile strumento per orientarsi, grazie alla mappa interattiva satellitare. ON THE ROAD, the series dedicated to cities all over the world, in addition to the classical paper format, it also available as an App for Ipad. Every volume tells the story of a place, explored through its masterpieces of art and architecture. Critical and descriptive texts serve as essential complement to the section with in-depth studies of the selected places of interest. An introductory essay examines the development of the city in urbanistic and territorial terms, providing a historical overview which prepares us for an attentive tour of the city, while the second essay explores its contemporary reality. Each guide is accompanied by a practical map which is folded so as to serve as a removable dust jacket for the book. All the works described inside the book are featured on the back of the map, organized in itineraries. The volume also contains useful information and advice which will make it simpler to visit the city, reducing the time necessary to get around and making it possible to grasp the essence of the place also in a short visit. In addition to all the contents found in the paper volume, the App boasts additional images and is a useful tool for finding one’s way, thanks to the interactive satellite map.


KARIM RASHID di by: L. Andreini, M. Casamonti

DESIGN Isbn: 978-88-96780-60-2 (ita) Isbn: 978-88-96780-61-9 (eng) Formato Format: 21x26 cm Pagine Pages: 256 Lingue Languages: ita o or eng Anno di pubblicazione Year of publication: 2014 Collana Series: Autori Contemporanei Contemporary Creators Stampa Printing: colori colour Legatura Binding: brossura paper binding Prezzo Price: 59,00 euro

ISBN 978-88-96780-60-2

ISBN 978-88-96780-61-9

9 788896 780602

9 788896 780619


DESIGN

Forma Edizioni, promuove e approfondisce la ricerca sui designer contemporanei attraverso la creazione di un volume dedicato alle opere realizzate da Karim Rashid in collaborazione con aziende di tutto il mondo. L’obiettivo è raccogliere e presentare la testimonianza di opere realizzate durante la carriera del designer, al fine di indagare l’evoluzione del linguaggio contemporaneo. L’opera rappresenta la prima monografia completa, nell’ambito delle pubblicazioni italiane, di Karim Rashid in occasione del suo 50esimo compleanno e dei suoi primi venticinque anni di attività. Il volume è redatto in collaborazione con Marco Casamonti, già curatore della mostra “Karim Sampler - an edit from the last 15 years”, presentata alla Triennale di Milano, durante il Salone del mobile 2011.

Forma Edizioni promotes and conducts in-depth research on contemporary designers by creating a volume dedicated to the works of Karim Rashid in collaboration with companies from all over the world. The purpose is to collect and bear witness to the works realized in the course of the designer’s career, in order to study the evolution of contemporary design language. The volume is the first complete monograph, within the context of Italian publications, of Karim Rashid on the occasion of his 50th birthday and his fist twenty-five years of activity. The volume is edited in collaboration with Marco Casamonti, who has already curated the exhibition “Karim Sampler - an edit from the last 15 years” presented at the Triennale in Milan during the 2011 Salone del mobile.


TOP TEN collana a cura di series edited by: C. Vannicola

coming soon GIOVANNI LEVANTI texts by G. Bosoni PROSPERO RASULO texts by C. Vannicola MASSIMO IOSA GHINI texts by R. Antonucci


TOP TEN series

TOP TEN è un’iniziativa editoriale promossa da Forma edizioni, dedicata al design contemporaneo. Ciascun volume di questa collana prende in esame la produzione di un designer, analizzandone la carriera attraverso una selezione dei suoi oggetti. La monografia, in edizione bilingue italiano/inglese, regala un quadro d’insieme utile a comprendere la linea progettuale dell’autore presentato. Una presentazione e un testo critico a cura di Carlo Vannicola, curatore della collana, insieme a un saggio redatto da critici e personalità di fama internazionale introducono i lavori del designer protagonista nonchè la sua TOP TEN, le 10 tematiche fondamentali che hanno ispirato i progetti e i prodotti più noti, più emblematici e di maggior successo. Gli oggetti sono presentati e descritti compiutamente attraverso immagini, disegni, schizzi e brevi testi. Completano il volume le note biografiche e il regesto completo dei lavori. TOP TEN is a publishing initiative launched by Forma edizioni, dedicated to contemporary design. Each book in this series examines the production of a designer, analysing his or her career through a selection of some objects created by him or her. The monographic volume in a bilingual Italian/English edition, gives a comprehensive overview that makes it possible to understand the design philosophy of the presented author. A presentation and a critical essay by Carlo Vannicola, editor of the series, along with an essay written by famous critics and personalities introduce the work of the designers as well as its TOP TEN, the 10 key themes that inspired the projects and the most emblematic and most successful products. The objects are presented and fully described through pictures, drawings, sketches and short texts. The volume is completed by the biographical notes and a complete summary of the designer’s works.


DONEGANI & LAUDA LA CASA FREDDA testi di texts by: C. Vannicola con un’introduzione di with an introduction by: A. Branzi

DONEGANI & LAUDA I Saloni, Euroluce - Milano 12/04/2013


“The purpose of this book, and of the series it is part of, is to find a way to catalogue design and its creative, rather than productive, evolution. If we want to hand down the experience associated with design and learn from it, I believe that the most interesting aspect of a product is its biography. Starting from the birth and development of the idea of a project, it is interesting to tell anecdotes, document the encounters between different fields of expertise, observe successes and failures in the prototyping phase and understand how a name is born: in other words, document the whole process, almost as in a diary. [...]” “Donegani and Lauda are a team of designers who choose their projects very carefully, and who do not use style as a distinctive element. Far from the logic of originality at any cost (considered the result of a professional process and not episodic geniality), they develop themes where the evolution of uses and new habits become sources of inspiration for the definition of the project. Their aim is to create future hypotheses and implications which will culminate in a product or a new way to use space. This way of conducting research is applied to all scales of design, minimal or maximal spaces, territory, city, house, room, furniture or utensil. [...]” The monograph, published in a bilingual Italian/English edition, provides an overview that makes it possible to understand the design strategy of the presented authors. A presentation and a critical report by Carlo Vannicola along with an essay by Andrea Branzi precede the selection of works, exhaustively described through images, drawings, sketches and short texts. The volume is completed by the biographic notes and a complete summary of the works of the duo.

TOP TEN series

“Lo scopo di questo volume e della linea editoriale di cui fa parte è trovare un modo di catalogare il progetto in relazione alla sua evoluzione ideativa più che produttiva. Partendo dalla nascita e dallo sviluppo ideativo di un progetto, è interessante raccontare aneddoti, documentare i momenti di incontro delle competenze, annotare i successi e gli insuccessi della fase di prototipazione, capire come nasce un nome: “registrare” quindi l’intero processo quasi come in un diario. [...]” “Donegani e Lauda sono una coppia di designer che scelgono i loro progetti con estrema cura e che non usano lo stile come elemento distintivo. Distanti dalla logica dell’originalità a tutti i costi (considerata il risultato di un processo professionale e non da genialità episodica) sviluppano temi in cui l’evoluzione degli usi e dei nuovi comportamenti diventano stimolo alla definizione del progetto. Il loro obiettivo è generare ipotesi e implicazioni future che daranno vita ad un prodotto o ad un nuovo modo di fruire lo spazio. Questo loro modo di fare ricerca viene applicato a tutte le scale progettuali: spazio minimo o massimo, territorio, città, casa, stanza, arredo o utensile. [...]” La monografia, in edizione bilingue italiano/inglese, regala un quadro d’insieme utile a comprendere la linea progettuale degli autori presentati. Una presentazione e un testo critico a cura di Carlo Vannicola insieme a un saggio di Andrea Branzi introducono la selezione delle opere, descritte compiutamente attraverso immagini, disegni, schizzi e brevi testi. Completano il volume le note biografiche e il regesto completo dei lavori.

DESIGN Isbn: 978-88-96780-41-1 Formato Format: 16,6x24 cm Pagine Pages: 96 Lingue Languages: ita/eng Anno di pubblicazione Year of publication: 2013 Collana Series: TOP TEN Stampa Printing: colori colour Legatura Binding: brossura paper binding Prezzo Price: 18,00 euro


TOP TEN series

5.5 DESIGNERS 10 DATES

9 788896 780459

/LE 10 “PRIME VOLTE” DEI 5.5 - THE 10 FIRST TIMES OF 5.5 Nel giro di dieci anni, i 5.5 hanno saputo creare un universo con il loro originale approccio al design. Questo volume, pensato come una linea del tempo, propone di soffermarsi non sugli oggetti rappresentativi del loro lavoro, ma su dieci date che hanno scandito il loro percorso e hanno plasmato il loro modo d’essere. In a decade, 5.5 succeeded in creating a universe with a unique approach to design. This work, conceived as a chronologic frieze, proposes a review, not of the emblematic objects of their work, but of 10 dates which have marked their career and built their state of mind. euro 18,00

ISBN 978-88-96780-45-9

5.5 DESIGNERS / 10 DATES

testi di texts by: J. S. Blanc con un’introduzione di with an introduction by: L. Andreini

In occasione dei primi dieci anni di carriera dei 5.5 designers Forma presenta un nuovo volume dedicato a questi giovani, intraprendenti e già famosi progettisti che hanno creato un loro personale universo di oggetti attraverso un approccio al design piuttosto originale fatto al contempo di intuizione, logica, creatività e divertimento impiegati con una certa continuità. 10 date collegate a 10 “prime volte” scandiscono un percorso temporale che oltre a segnare delle tappe importanti, formative e di sicuro impatto per la loro carriera, proiettano il lettore all’interno della loro visione delle cose, portando a comprendere il come e il perchè dei loro oggetti e del loro successo. On the occasion of the first ten years of 5.5 designers Forma presents a new volume dedicated to these young, enterprising and already famous designers which have created a personal universe of objects with a quite original design approach which combines intuition, logic, creativity and playfulness with a certain consistency. 10 dates, connected to 10 “first times”, form the stages of a journey in time which in addition to marking moments that have been important, instructive and crucial to their career, allow the reader to imagine him or herself in their shoes, seeing things with their eyes and understanding the hows and whys of their objects and their success.

DESIGN Isbn: 978-88-96780-46-6 (fra/eng) Isbn: 978-88-96780-45-9 (ita/eng) Formato Format: 16,6x24 cm Pagine Pages: 96 Lingue Languages: ita/eng o or fra/eng Anno di pubblicazione Year of publication: 2013 Collana Series: TOP TEN Stampa Printing: colori colour Legatura Binding: brossura paper binding Prezzo Price: 18,00 euro (ita/eng) 25,00 euro (fra/eng)


CISOTTI + LAUBE IBRIDAZIONI E COMMUTAZIONI

CISOTTI + LAUBE

CISOTTI + LAUBE

testi di texts by: L. Chimenz saggio di with essays by: C. Vannicola

/IBRIDAZIONI E COMMUTAZIONI - HYBRIDIZING AND COMMUTATION Il design di Sandra Laube e Biagio Cisotti è il frutto d’ibridazioni, contemporaneamente attente, ricercate e innovative, mirabilmente sposate a commutazioni, contestualmente sapienti, consapevoli e creative. The design of Sandra Laube and Biagio Cisotti is hybridized; it is attentive to contemporariness, studied and innovative, admirably combined with commutations, and at the same time wise, conscious and creative. euro 18,00

DESIGN Isbn: 978-88-96780-44-2 Formato Format: 16,6x24 cm Pagine Pages: 96 Lingue Languages: ita/eng Anno di pubblicazione Year of publication: 2013 Collana Series: TOP TEN Stampa Printing: colori colour Legatura Binding: brossura paper binding Prezzo Price: 18,00 euro

“Il design di Sandra Laube e Biagio Cisotti è il frutto d’ibridazioni, contemporaneamente attente, ricercate e innovative, mirabilmente sposate a commutazioni, contestualmente sapienti, consapevoli e creative. […] Ibridazione perché il loro design mette insieme semplicemente, con movimento fluido e allo stesso tempo con accurata ricercatezza, elementi diversi e di diversa provenienza. Materiali, textures, patterns vengono esplorati senza pregiudizi; possibilità produttive e destinazioni d’uso sono equiparate e affrontate senza costrittive gerarchie, con allegra serietà e composto gesto creativo. Commutazione in quanto i progettisti, più che mai concreti e pragmatici nelle loro ricerche sulla forma, sulle geometrie ideative, sui pattern e sulle loro possibilità realizzative, aprono con disinvolta capacità, solo apparentemente priva di sforzo intrinseco, a fruttuosi scambi comunicativi e a nuovi orizzonti d’applicabilità, dimostrando come questi ultimi possano essere sempre implementabili, mai banalmente trasposti.”.

“The design of Sandra Laube and Biagio Cisotti is hybridized; it is attentive to contemporariness, studied and innovative, admirably combined with commutations, and at the same time wise, conscious and creative. […] Their approach is a hybrid one because their design combines, with simple means, fluid movements and yet with studied precision, different elements of different origins. Materials, textures and patterns are explored without prejudice; possible ways to produce and to use are placed on the same footing and dealt with without constraining hierarchies, with cheerful determination and restrained creative gestures. It involves commutation because the designers, more than ever concrete and pragmatic in their research on the form, on creative geometries, on patterns and their creative possibilities, leave the door open - with a nonchalant ability that is only apparently effortless - to prolific communicative exchanges and new utilitarian horizons, proving that the latter can always implemented, but never banally transposed.”


TOP TEN series


MARTA LAUDANI E MARCO ROMANELLI I Saloni - Milano 10/04/2014


/per un moderno continuo - For an ongoing modernity “Nel quadro di questo racconto non si ostenta mai nulla, si presenta semmai, con quella modestia di chi sa, di chi ha esperienza, ma non deve proclamarla ogni volta”. “In the context of this story, nothing is ever flaunted. Rather it is presented with the modesty of those who know, those who have experience and don’t need to proclaim it every day.” euro 18,00

ISBN 978-88-96780-63-3

9 788896 780633

“Come per i primi tre libri, quello che si racconta innanzitutto di Marta Laudani e Marco Romanelli è la retorica delle relazioni all’interno di un mestiere mai del tutto definibile. Vale a dire la capacità di misurarsi inizialmente con l’addizione di soggetti diversi in un rapporto umano e professionale mai prevedibile [...]. Il valore di questa multiforme esperienza pretende allora di essere valutato per com’è mutato nel tempo superando trasformismi personali e la contraddizione che sempre esiste nei lavori a quattro mani tra chi fa cosa, come e quando. Ma questo sottile punto di vista si supera avendo constatato che le loro rispettive personalità hanno comunque assicurato un’unicità di risultato, probabilmente anche perché frutto di una pratica professionale singolare per come si è svolta per oltre 25 anni tra Milano e Roma [...]”.

“As we did for the first three books, the first thing we have to tell about Marta Laudani and Marco Romanelli is about relationships within a profession that can never be fully defined. This is the ability to grapple at first with the addition of different entities in a never-predictable human and professional relationship. [...] The value of their multifaceted careers requires assessment of how it has changed over time and overcome personal changes and the contradictions that are always part of work done in a pair regarding who does what, how and when. We can get past this narrow point of view by noting how their respective personalities have given a uniqueness to their work, likely in part because it came out of an uncommon professional practice that has been carried out between Milan and Rome for over 25 years.[...]”

Vincenzo cristallo

marta LaUDaNI E marco romaNELLI

marta LaUDaNI E marco romaNELLI

testi di texts by: V. Cristallo saggi di with essays by: C. Vannicola, B. Finessi

DESIGN Isbn: 978-88-96780-63-3 Formato Format: 16,6x24 cm Pagine Pages: 96 Lingue Languages: ita/eng Anno di pubblicazione Year of publication: 2014 Collana Series: TOP TEN Stampa Printing: colori colour Legatura Binding: brossura paper binding Prezzo Price: 18,00 euro

TOP TEN series

MARTA LAUDANI E MARCO ROMANELLI PER UN MODERNO CONTINUO


DADAMAINO testi di texts by: B. Blistène, F. Gualdoni

DESIGN

M AT I CA LA IERE I COSE.

SSUE NSIONS G S F LY ODUCE AT I S F I E D ”: T H E Y

Isbn: 978-88-96780-53-4 (ita/eng) Isbn: 978-88-96780-52-7 (fra/eng) Formato Format: 24x30 cm Pagine Pages: 176 Lingue Languages: ita/eng o or fra/eng Anno di pubblicazione Year of publication: 2013 Collana Series: Cataloghi di mostre Exhibition catalogues Stampa Printing: colori colour Legatura Binding: cartonato con sovraccoperta in PVC bound hardback with PVC dust jacket Prezzo Price: 49,00 euro

DADAMAINO

seconda edizione second edition testi di texts by: B. Blistène, F. Gualdoni

DESIGN Isbn: 978-88-96780-64-0 (ita/eng) Formato Format: 24x30 cm Pagine Pages: 176 Lingue Languages: ita/eng Anno di pubblicazione Year of publication: 2014 Collana Series: Cataloghi di mostre Exhibition catalogues Stampa Printing: colori colour Legatura Binding: cartonato con sovraccoperta in PCV bound hardback with PVC dust jacket Prezzo Price: 49,00 euro

ISBN 978-88-96780-64-0

9 788896 780640


ART

Per quanto si tenti di inquadrarla, l’opera di Dadamaino resiste a ogni classificazione. È lei a sottrarvisi: la si crede informale negli anni Cinquanta, nei paraggi del cinetismo negli anni seguenti; la si vuole minimalista e seriale negli anni Settanta; tra queste due fasi, la si accosta all’arte povera, se non all’arte concettuale. Ma chi è esattamente, e perché oggi richiama la nostra attenzione con sempre maggiore intensità e curiosità? Tra categorie e comprensione, può essere che Dadamaino metta di fronte alla difficoltà di giudicare, e che ciò rappresenti una delle sue dimensioni fondamentali. Nessuna subordinazione a un ordine stabilito. Nessun ostacolo a un movimento. Nessuna appartenenza. Qualcosa, tutto sommato, in perfetta sintonia con la donna così come la si conosce: ribelle e impegnata, militante e libera. Non è il minore dei meriti di quest’opera, quello di essere a immagine di colei che l’ha creata! Dadamaino non è l’erede dello Spazialismo più di quanto non lo sia dell’arte cinetica, del minimalismo europeo o di queste forme di arte processuale con cui piacerebbe confonderla. Lei è tutto questo allo stesso tempo, concentrata a disegnare linee di fuga specifiche, obiettivi differenti, prospettive singolari. Una cosa ricorre tuttavia in tutta l’opera, da un capo all’altro: Dadamaino ha il gusto dell’esperienza, così come quello della pazienza. Pazienza ed esperienza sono proprio i due fattori di un lavoro attento, si direbbe di una filosofia della creazione.

No matter how one approaches Dadamaino’s work, it resists any attempt at classification. It shirks from it. One thought she was Informal in the 1950’s, then almost Kinetic in the following years. One saw her as Minimalist and Serialist in the 1970’s. One related her to Arte Povera and even Conceptual Art in-between. What is she, exactly, and why does she get our attention today, with increasing acuity and curiosity? Between categories and reason, it is possible that Dadamaino confronts us to the difficulty of judging, and this might even be one of the most important aspects of her work. There is no submission to a given order. No ties to a movement. No belonging. Something, in fact, that is in perfect sync with that woman as we know her. Revolted and engaged, militant and free. If wouldn’t be the least merit of this work to be equal to the woman who made it. Dadamaino is no more an offspring of Spatialism than she is an epigone of kinetic art; no more a follower of European minimalist art than she is a representative of some forms of process-oriented art with which she has too often been associated. She is all of that at once, keen on drawing specific convergence lines, different objectives and unique perspectives. A common point ties her works together, however: Dadamaino has a taste for experience, as well as for patience. For her, patience and experience even seem to be the two foundations for any kind of attentive work – if not a philosophy of creation. B. Blistène

IL MOVIMENTO DELLE COSE 1993 China su acetato Indian ink on acetate 120×220 cm


BIANCO ITALIA a cura di edited by: D. Stella

“[...] La linea bianca, che sembra segnare il passaggio verso la seconda metà del Novecento, introduce una vibrazione creativa e annuncia trasformazioni socio-politiche e artistiche. Essa è di per sé un simbolo della volontà di contestazione globale. Nacque allora una generazione che seppe confrontarsi con il reale, inventando un’arte la cui forza impose una nuova dimensione alla creazione che, in quegli anni di dopoguerra, auspicava un rinnovamento artistico e spirituale impegnato in un tentativo di ridefinizione della modernità. Una «Nuova concezione artistica», come diceva Manzoni, uno spirito di resistenza si contrapponeva al materialismo esultante della nascente società dei consumi. L’idealismo europeo sembrava voler controbilanciare il cinismo di artisti quali Warhol, e per certi versi opponeva al dirompente Pop americano un atteggiamento ʻZenʼ che il bianco seppe caratterizzare in modo strepitoso.”

DESIGN Isbn: 978-88-96780-43-5 (ita/eng) Isbn: 978-88-96780-42-8 (fra/eng) Formato Format: 24x30 cm Pagine Pages: 184 Lingue Languages: ita/eng o or fra/eng Anno di pubblicazione Year of publication: 2013 Collana Series: Cataloghi di mostre Exhibition catalogues Stampa Printing: colori colour Legatura Binding: cartonato con sovraccoperta in PVC bound hardback with PVC dust jacket Prezzo Price: 35,00 euro

“[...] The white line, which seemed to mark the passage toward the second half of the twentieth century, introduced a creative vibration and announced socio-political and artistic transformations. It was in itself a symbol of a universal questioning.A generation was born, which was able to confront reality, and invented an art so powerful that it added a new dimension to creation – which, in the post-war years, was yearning for an artistic and spiritual renovation, engaged in an attempt to redefine modernity. In Manzoni’s words, a ‘new artistic conception’, a spirit of resistance, was opposed to the triumphant materialism of the emerging consumer society. It seemed as though European idealism wished to counter-balance the cynicism of artists such as Warhol; it responded to the American Pop movement with a ‘Zen’ attitude that the color white spectacularly embodied.”

Alighiero Boetti EMME I ELLE ELLE E …, 1970 Pizzo a filet Filet lace 27x27 cm


ART

BIANCO ITALIA Tornabuoni Art 16, Avenue Matignon - Paris 26/04/2013 - 13/07/2013


LUCIANA RATTAZZI a cura di edited by: E. Burlando

LUCIANA RATTAZZI Museo di Sant’Agostino Piazza di Sarzano, 35r - Genova 09/11/2013


ART

memoria illuminata 2010 carboncino su tela cm 150x120

68

69

memoria illuminata 2010 carboncino su tela cm 150x120

90

91

“Non sono propriamente disegni, queste opere di Luciana Rattazzi, perché in esse non si rinvengono linee, né pitture, prive come sono di ductus e di colore; sono artifici molto espressivi che controllano la texture della carta con polveri bianche e nere-carboncino e perborato e riproducono, in chi li osservi, lo spirito gigante del mare, sospeso e dubitoso. [...] Bianco e nero, insieme, danno il grigio, più o meno grigio secondo la quantità di polveri bianche o nere, dosate da una intenzione assolutamente spaziale. [...]Un caso pittorico della natura, uno dei più difficili per i pittori e per i poeti, viene prodigiosamente tracciato da un severo quasi-nulla che si apre ai possibili della visione ed affronta i temi più grandi: il volume del cielo, le brume e i pulviscoli, le forme cosmiche della schiuma, e la luce, tenue come la speranza e perenne come l’attesa, che appare in lontananza sulla linea dell’orizzonte. [...]” “They are not drawings, strictly speaking, these works by Luciana Rattazzi, because there are no lines in them; neither are they paintings, as they lack strokes and colour. They are highly expressive artifices which control the texture of the paper with black and white powders, coal and perborate, and which inspire those who look at them with the gigantic spirit of the sea, suspended and doubtful. When united, black and white become grey, more or less grey depending on the quantity of white or black powders, dosed by an absolutely spatial intention. [...] A pictorial case of nature, one of the most daunting challenges for painters and poets, is prodigiously traced by a severe quasi-nothing that opens to possible visions and tackles the g reatest themes: the volume of the sky, mist and dust particles, the cosmic forms of foam, and light, fragile like hope and eternal like expectation, that appears in the distance, on the horizon line. [...]”

DESIGN Isbn: 978-88-96780-36-7 Formato Format: 21x24 cm Pagine Pages: 104 Lingue Languages: ita/eng Anno di pubblicazione Year of publication: 2012 Collana Series: Cataloghi di mostre Exhibition catalogues Stampa Printing: colori colour Legatura Binding: brossura con alette paper binding with flaps Prezzo Price: 15,00 euro


NAKIS PANAYOTIDIS IVRESSE RÊVÉE a cura di edited by: B. Corà

Il libro, incentrato sulla figura dell’artista greco Nakis Panayotidis, propone opere selezionate dal 2007 al 2010 e un approfondimento finale con bozzetti a matita degli studi preparativi delle opere, attraverso i quali è possibile rintracciare il processo ideativo che coinvolge l’artista nel suo lavoro. “L’arte di Nakis Panayotidis si fonda nel vero quotidiano e storico, eludendo ogni tentazione idealistica e, al contrario, offrendo tracce concrete di un’esperienza estetica che ricava le sue valenze poetiche nei materiali del proprio tempo. Tra essi, l’impiego della luce è congenito a gran parte del suo lavoro per la scelta di una base fotografica in molte sue opere. Nondimeno, l’elaborazione plastica di scritte al neon – quali insegne dell’interiorità – consente a Panayotidis di formulare, insieme all’illuminazione emblematica dei luoghi e delle cose, un pronunciamento individuativo e oracolare volto a rischiarare le tenebre della nostra epoca e la coscienza di ciascuno”. The book, focused on the greek artist Nakis Panayotidis, presents selected works from 2007 to 2010 and a final examination section with sketches of the works’ preparatory studies through which you can identify the creative process that involves the artist in his work. “Nakis Panayotidis’ art is rooted in the truths of everyday life and history, escaping every idealistic temptation, on the contrary offering concrete traces of an aesthetic experience which owes its poetic tilt to the materials of its time. Among them, the use of light represents an essential part of his works. This can be attributed to the artist’s choice to use a photographic base in many of his works. All the same, the plastic elaboration of writings in neon – as signs of interiority – allows Panayotidis to formulate, along with an emblematic illumination of places and things, an identifying and oracular pronunciation aimed at illuminating the darkness of our age and the conscience of everyone of us”.

RISAIE 2009 carboncino e pastello su tela charcoal and pastel on canvas 85x112x6 cm


ART

DESIGN Isbn: 978-88-96780-03-9 Formato Format: 21x24 cm Pagine Pages: 120 Lingue Languages: fra/ita/eng Anno di pubblicazione Year of publication: 2010 Collana Series: Cataloghi di mostre Exhibition catalogues Stampa Printing: colori colour Legatura Binding: brossura con alette paper binding with flaps Prezzo Price: 20,00 euro


NOVECENTO. TENSIONI E FIGURA

LEE SUNG-KUEN. HUMAN+LOVE+ NATURE+LIGHT

a cura di edited by: F. Migliorati

saggi di essays by: J. Kwang-Suk, F. Migliorati

DESIGN

DESIGN

Isbn: 978-88-96780-22-0 Formato Format: 24x30 cm Pagine Pages: 96 Lingue Languages: ita Anno di pubblicazione Year of publication: 2012 Collana Series: Cataloghi di mostre Exhibition catalogues Stampa Printing: colori colour Legatura Binding: brossura con alette paper binding with flaps Prezzo Price: 25,00 euro

Isbn: 978-88-96780-02-2 Formato Format: 24x30 cm Pagine Pages: 128 Lingue Languages: ita/eng Anno di pubblicazione Year of publication: 2010 Collana Series: Cataloghi di mostre Exhibition catalogues Stampa Printing: colori colour Legatura Binding: brossura con alette paper binding with flaps Prezzo Price: 25,00 euro


ART

ARNALDO POMODORO saggi di essays by: B. Corà, J. Risset

Con la pubblicazione del volume “Arnaldo Pomodoro” Forma ripercorre la figura e l’opera dello scultore italiano attraverso l’illustrazione delle quaranta opere selezionate nel repertorio storico del maestro e che compongono la mostra monografica curata da Bruno Corà per la Tornabuoni Art di Parigi. Il volume si apre con un ampio saggio critico di Corà, che introduce alla lettura delle opere raccolte nel volume e invita ad una duplice riflessione, non solo sul valore indiscusso del lavoro svolto dal Maestro quanto sugli aspetti fondativi della sua produzione artistica ma anche sul ruolo svolto dalla sua azione nel contesto culturale italiano e internazionale. Grazie alla preziosa e stretta collaborazione dell’Archivio Pomodoro e il contributo critico di Jacqueline Risset, il volume ha l’ambizione non soltanto di costituire il catalogo della mostra parigina bensì di presentare la figura del Maestro attraverso un generoso apparato critico a sua volta commentato da una vasta raccolta di fotografie che ritraggono gli episodi, i luoghi e gli incontri più significativi del suo percorso artistico. Conclude il volume un’ampia sezione dedicata alla bio-bibliografia, alla filmografia e all’elenco delle mostre alle quali Arnaldo Pomodoro ha partecipato. With the publication of the volume “Arnaldo Pomodoro” Forma retraces the personality and work of the contemporary Italian sculptor with a presentation of about forty works chosen from the historical repertory of the master, which includes the monographic exhibition edited by Bruno Corà for Tornabuoni Art in Paris. The volume opens with an ample critical essay by Corà, which introduces to the reading of the works presented in the volume and suggests a dual reflection, not just on the value of the master’s work with regard to the fundamental aspects of his artistic expression, but also on the role played by his action in the Italian and international cultural scenario. Thanks to the precious and close collaboration with the Pomodoro Archive and the critical contribution of Jacqueline Risset, the volume not only aims to constitute the catalogue of the Parisian exhibition, but also to present the figure of the master through a generous critical apparatus, in its turn enriched by a vast collection of photographs of the most important episodes, places and meetings in his artistic career. The volume is concluded by an ample section dedicated to biography, bibliography, filmography and a list of the collective exhibitions in which Arnaldo Pomodoro has participated.

DESIGN Isbn: 978-88-96780-09-1 Formato Format: 24x30 cm Pagine Pages: 170 Lingue Languages: fra/ita/eng Anno di pubblicazione Year of publication: 2011 Collana Series: Cataloghi di mostre Exhibition catalogues Stampa Printing: colori colour Legatura Binding: cartonato con sovraccoperta bound hardback with dust jacket Prezzo Price: 39,00 euro


TOUT FEU TOUT FLAMME a cura di edited by: D. Abadie

DESIGN Isbn: 978-88-96780-31-2 Formato Format: 24x30 cm Pagine Pages: 184 Lingue Languages: fra/ita/eng Anno di pubblicazione Year of publication: 2012 Collana Series: Cataloghi di mostre Exhibition catalogues Stampa Printing: colori colour Legatura Binding: cartonato con copertina lenticolare bound hardback with lenticular cover Prezzo Price: 39,00 euro

In occasione della mostra “Tout feu tout flamme” presso la galleria Tornabuoni Art di Parigi, Forma edizioni presenta il catalogo completo di tutte le opere esposte, arricchito da immagini inedite che riproducono gli artisti al lavoro. Un saggio critico di Daniel Abadie, curatore del catalogo e della mostra introduce le differenti sezioni, ognuna dedicata alla biografia e alle opere di ogni artista. Tornabuoni Art e Daniel Abadie hanno messo insieme per la prima volta quaranta celebri lavori dei piu grandi artisti che hanno utilizzato il fuoco per creare arte. Non si tratta infatti della mera rappresentazione del fuoco, bensi del suo coinvolgimento all’interno del processo creativo. L’aspetto vivente delle fiamme, il gioco in movimento di luci e ombre e la gamma di colori che producono, li rende strumenti, considerati una vera fonte di ispirazione per gli artisti. Il fuoco non ha forma, è in perenne mutazione e permette una grande libertà di interpretazione, ecco quindi la “pittura di fuoco” di Yves Klein, le “combustioni” di Alberto Burri, le “accumulazioni” di Arman, i “percorsi di fiammiferi” di Bernard Aubertin, l’artificio dei “fiori di fuoco” di Jannis Kounellis, le “ombre escatologiche” di Christian Boltanski, le “strutture ghiaccianti” di Pier Paolo Calzolari, le “ceneri” di Chen Zhen.

Arman SENZA TITOLO / UNTITLED (CIMABUE) 1970 Contrabbasso bruciato incluso nel plexiglas Burnt contrabass enclosed in Perspex 200x160x20 cm


ART

ART

On the occasion of the exhibition “Tout feu tout flamme” at Tornabuoni Art in Paris, Forma edizioni presents a catalogue with all the works in the exhibition as well as some other unedited images that show the artists at work and are essential to understand them. A critical essay by Daniel Abadie, curator of the catalogue and of the exhibition introduces the different sections, dedicated to the biography and the works of each artist. Tornabuoni Art and Daniel Abadie bring together for the first time 40 of the most outstanding works of the greatest artists who used fire for their artworks. Rather than the representation of fire it is its involvement with the artists who reveal it as a fundamental element of their creative process. This exhibition shows the different ways in which artists perceive fire, a phenomenon that has always been a fascination. The living aspect of flames, the moving play of light and shadow and the range of colours they produce, make them into cultural tools, considered a real source of inspiration for artists. Fire is shapeless, perpetually changes, and it allows great freedom of interpretation: from Yves Klein’s “Paintings of Fire” to Alberto Burri’s “Combustions”, Arman’s “Accumulations” and Bernard Aubertin’s “Paths of Fire”; from Jannis Kounellis’ artifice of the “flower of fire” and Christian Boltanski’s “eschatological shadows” to Pier Paolo Calzolari’s “icy burns” or Chen Zhen’s “ashes”.


GIUSEPPE CHIARI testi di texts by: F. Migliorati con un’introduzione di with an introduction by: E. Crispolti

DESIGN Isbn: 978-88-96780-10-7 Formato Format: 24x30 cm Pagine Pages: 448 Lingue Languages: ita/eng Anno di pubblicazione Year of publication: 2012 Collana Series: Cataloghi di mostre Exhibition catalogues Stampa Printing: colori colour Legatura Binding: cartonato con sovraccoperta bound hardback with folded dust jacket Prezzo Price: 49,00 euro

Il volume è dedicato all’opera di Giuseppe Chiari (1926-2007), artista e compositore fiorentino, poliedrico e sperimentale, promotore italiano delle avanguardie storiche dell’arte di ricerca. Il suo lavoro è qui documentato con un’ampia pubblicazione, edita nella sezione Arte di Forma Edizioni, che rappresenta uno spaccato importante del lavoro dell’artista, presentando oltre 900 opere inerenti a mezzo secolo di produzione. Il volume è arricchito dai saggi critici di Fabio Migliorati e dalla collaborazione diretta di Mario Chiari, figlio dell’artista. “Il lavoro di Giuseppe Chiari si fonda sul trattamento di una libertà dell’agire (fare arte), ritualizzata in esperienza, come riferimento alla costanza umana vicina alla dimensione sociale e politica delle cose; e tutto attraverso la performance o l’opera, l’azione o l’oggetto, nel moto che si compie dall’intervento musicale a quello visivo. Il principio artistico è allegoria della tensione a un libero esercizio che vuol dire creatività”. This volume is dedicated to the work of Giuseppe Chiari (1926-2010), an eclectic and experimental artist and composer from Florence, Italian promoter of the historical avant-garde of the research art. His work is here documented by a large volume published in the Art section of Forma Edizioni. This book represents an important overview of the artist’s work comprising about 900 works of half a century of production. The volume is enhanced by the critical essays of Fabio Migliorati in collaboration with Mario Chiari, the artist’s son. “The work of Giuseppe Chiari is based on a discourse on the freedom to act (to make art), ritualized in experience, as reference to human constancy, closely linked to the social and political dimension of things, all through the performance of the work, the action of the object, in the movement which is accomplished from the musical intervention to the visual one. The artistic principle is an allegory of the pursuit of a free action, which means creativity and which is both inspired by and leading to it.”


ART

ART

SENZA TITOLO, 1996 Tecnica mista e collage su carta Mixed media and collage on paper 48x66 cm


MIMMO ROTELLA con un saggio di with an essay by: B. Corà

CHE BEL CAPPOTTO 1961 Décollage Décollage 37x54 cm


On the occasion of the exhibition “Mimmo Rotella” which opened on March 29, 2012 at Tornabuoni Art in Paris, Forma edizioni presents a catalogue with all the works in the exhibition as well as some other pieces that are essential to understand the artist. The images are introduced by a critical essay by Bruno Corà. “Fifty years separate this festive and meaningful réntrée of the art of Mimmo Rotella in Paris from his first individual exhibition at Jeanette Goldschmidt’s Galerie J, which featured a selection of monothematic décollages dedicated to the Cinecittà series (1962). And it is unlikely that Rotella would have failed to stress such an anniversary [...].”

MIMMO ROTELLA

ART

In occasione della mostra “Mimmo Rotella” che si è inaugurata il 29 marzo 2012 alla Tornabuoni Art di Parigi, Forma edizioni presenta il catalogo completo delle opere esposte, arricchito di alcuni lavori non presenti in mostra, ma essenziali alla comprensione della figura dell’artista. Introduce le immagini un saggio critico di Bruno Corà. “Cinquant’anni separano questa festosa e densa réntrée dell’arte di Mimmo Rotella a Parigi dalla sua prima mostra personale ospitata presso la Galerie J. Di Jeannette Goldschmidt all’insegna di un nucleo di décollages monotematici allora dedicati al ciclo Cinecittà (1962). E Rotella, con buona probabilità, non avrebbe mancato di sottolineare un tale anniversario [...]”.

MIMMO ROTELLA

Le vécu de Rotella révèle une relation souterraine avec son décollag de soustraction des affiches, qu’il réélabore ensuite dans son atelier fait éclore à ses yeux, avant même ceux des autres, la complexité du fortuite et indéterminable de récits, de messages, de signes et de co densité phénoménologique […] déréalisée, affabulatrice, simulatrice de la publicité, du monde des produits et des biens, du spectacle et d découvre que si l’affiche est simulacre de la réalité, dans une société spectacle, il peut parvenir à rendre, avec cette irréalité, sa propre vie en interprétant avec ironie bien des rôles distinctifs et autant de pers un terme au cliché de la rigueur et du pathos attribué habituellemen

Il vissuto di Rotella rivela una relazione sotterranea con il suo décolla sottrattiva dai muri della città dei manifesti che successivamente egl studio dischiudono, prima che agli altri, ai suoi stessi occhi, la comp la sovrapposizione casuale e indeterminabile di narrazioni, messagg una densità fenomenologica […] derealizzata, affabulatoria, simulatr sfera della pubblicità, del mondo dei prodotti e delle merci, dello spe L’artista scopre che se il manifesto è un simulacro della realtà, in un e spettacolare, egli può arrivare a rendere dialettica, con quella irrea vita quotidiana, interpretando ironicamente molti ruoli distintivi e altr interrompendo un cliché di rigore e pathos attribuito di solito alla fig

Rotella’s experience reveals a secret relationship with his décollage, posters from the walls of the city to then work on them in his atelier, himself – the complexity of reality, the casual and indeterminable su stories, messages, signs and colours, a phenomenological density [… characteristic of the advertising sector, of the world of products and and fiction. The artist discovers that if the poster is a simulacrum of oriented towards consumerism and entertainment, he may succeed between that unreality and his own everyday life, ironically interpretin and as many personalities, revolting against the cliché of rigour and associated with the figure of the artist.

Bruno Corà

16, avenue Matignon 75008 Paris - France tél +33 (0) 1 53 53 51 51 - www.tornabuoniart.fr

Mimmo Rotella: Il gesto del décollage e lo svelamento conoscitivo

Mimmo Rotella: The gesture of the décollage and the revelation of knowledge

Bruno Corà

Bruno Corà

Premessa

Introduction

Cinquant’anni separano questa festosa e densa réntrée parigina di Mimmo Rotella dalla sua prima mostra personale ospitata presso la Galerie J di Jeannette Goldschmidt all’insegna di un nucleo di décollages monotematici allora dedicati al ciclo Cinecittà (1962). E Rotella, con buona probabilità, non avrebbe mancato di sottolineare un tale anniversario poiché, da sola, la circostanza merita l’accenno a una constatazione sulla tenuta inossidabile e perfino sullo sviluppo e sulla crescita dell’affermazione della sua opera a livello internazionale. Difatti, se già nel 1962 quella mostra tenutasi sotto il vigile riscontro critico del teorico del Nouveau Réalisme, Pierre Restany, sanciva un adeguato riconoscimento alla capacità dell’artista italiano di aver messo a punto una propria cifra distintiva tra gli affichistes europei a lui più prossimi – i francesi Raymond Hains, Jacques Mahé de la Villeglé e François Dufrêne –, questa che si apre a qualche anno dalla sua scomparsa (2006) può far comprendere con quanta vitalità, esuberanza e facoltà di proiezione i principi generativi della sua arte sono stati in grado fino all’ultimo di fornire nuove esperienze se il tempo lo avesse ancora consentito. Desta sorpresa e genuina ammirazione, in questa come in ogni vicenda artistica magistrale, la facilità e la naturalezza istitutiva che accompagna negli ultimi anni, come in quelli dell’esordio, l’azione innovativa di Rotella nell’articolare la struttura comunicativa basilare del suo sistema linguistico. Tra le varie possibili ragioni di tanta versatilità, si può ritenere che ciò sia dovuto a una naturale inclinazione dell’artista a favorire e produrre uno stupore di latenza scandalistica finalizzata all’apparizione dell’entità poetica. Una tale attitudine ha trovato sede nell’animo dell’artista per una vocazione al superamento di limiti imposti, di volta in volta, dalla condizione sociale, dall’educazione, dal costume del proprio tempo, per coniugare un sentimento di appartenenza sovratemporale a una tensione estetico-poetica che, se ha un riferimento ravvicinato nel Futurismo di Boccioni, nato anch’egli in Calabria, ha però eco più remota e profonda nella cultura controriformista del sud d’Italia, da cui Rotella proveniva.

Fifty years separate this festive and meaningful Parisian réntrée of Mimmo Rotella, since his first individual exhibition hosted by Jeannette Goldschmidt’s the Galerie J, which featured a series of monothematic décollages dedicated to the Cinecittà cycle (1962). And it is unlikely that Rotella would have failed to highlight such an anniversary because the circumstance, as such, deserves a mention of the resilient durability as well as the development and the growing international recognition of his work. In fact, if already in 1962 that exhibition held under the acute critical observation of Pierre Restany, theoretician of Nouveau Réalisme, represented an adequate confirmation of the fact that the Italian artist had succeeded in developing an own cipher that distinguished him from the European affichistes who were closest to him – the Frenchmen Raymond Hains, Jacques Mahé de la Villeglé and François Dufrêne –, this one, which opens some years after his death (2006) enables us to appreciate to what extent the vitality, exuberance and ability to project the generative principles of his art have been capable, until the very end, to provide new experiences if he had been given the time to do so. One cannot but feel surprise and genuine admiration, in this as in every outstanding artistic vicissitude, for the ease and institutive naturalness that have characterized, both in the last and in the early years, the innovative action of Rotella in articulating the basic communicative structure of his linguistic system. One of the various possible reasons for this great versatility may be the artist’s natural inclination to favour and elicit a stupor of scandalistic latency aimed at the apparition of the poetic entity. This kind of attitude has found a place in the soul of the artist due to his aspiration to overcome the limits imposed, as the case might be, by factors as social conditions, education and the customs of the period, to unite a feeling of timeless belonging to an aesthetic-poetic tension which, while being closely related to the Futurism of Boccioni, another native of Calabria, nevertheless has a more remote and profound echo in the counter-reformist culture of Southern Italy, where Rotella had his roots.

DESIGN Isbn: 978-88-96780-23-7 Formato Format: 24x30 cm Pagine Pages: 184 Lingue Languages: fra/ita/eng Anno di pubblicazione Year of publication: 2012 Collana Series: Cataloghi di mostre Exhibition catalogues Stampa Printing: colori colour Legatura Binding: cartonato con sovraccoperta bound hardback with dust jacket Prezzo Price: 39,00 euro

28

Classic 1999

Sur-peinture sur décollage / Sovrapittura su décollage / Overpainting on décollage cm 195x195

144

€ 39,00

Fetish 1999

Sur-peinture sur décollage / Sovrapittura su décollage / Overpainting on décollage cm 139x120

145


ENRICO CASTELLANI testi di texts by: E. Crispolti con un’introduzione di with an introduction by: F. Migliorati

DESIGN Isbn: 978-88-96780-13-8 Formato Format: 24x30 cm Pagine Pages: 200 Lingue Languages: fra/ita/eng Anno di pubblicazione Year of publication: 2011 Collana Series: Cataloghi di mostre Exhibition catalogues Stampa Printing: colori colour Legatura Binding: cartonato con sovraccoperta bound hardback with folded dust jacket Prezzo Price: 39,00 euro

“Enrico Castellani” è la monografia pubblicata in occasione della mostra dedicata all’artista dalla galleria Tornabuoni Art di Parigi. L’esposizione ha visto in mostra circa quarantacinque delle sue opere più significative, illustrate nel volume e accompagnate dai testi di Bernard Blistène. Enrico Castellani, nato nel 1930, è una delle figure di spicco del movimento artistico-culturale “Zero”, volto al rinnovo del linguaggio dell’immagine e della forma negli anni ’50 e ’60. Grazie alla collaborazione dell’Archivio Castellani, questo volume, in edizione trilingue francese/italiano/inglese, racconta il percorso creativo e il contributo artistico di questo protagonista dell’arte del XX secolo. Un’ampia sezione critica è dedicata alla bio-bibliografia e all’elenco delle mostre alle quali lo stesso Castellani ha partecipato. “Enrico Castellani” is a monograph and it will be also the catalogue of the exhibition of the artist, hosted in Tonabuoni Art gallery in Paris. The exhibition has shown off about forty of his most significant works, illustrated and accompanied in the volume by texts of Bernard Blistène. Enrico Castellani, who was born in 1930, is one of the leading figures of the artistic and cultural movement “Zero”, which aims to renew the language of image and form in the 50s and 60s. Thanks to the collaboration of the Castellani Archive, the volume, in a trilingual French/Italian/English edition, decribes the creative and artistic contribution of this protagonist of XXth century art. A large critical section is devoted to the bio-bibliography and to the list of exhibitions in which Castellani has participated.

SUPERFICIE GIALLA 1989 Acrilico su tela Acrylic on canvas 150x120 cm


ART

FONTANA E PARIGI testi di texts by: E. Crispolti con un’introduzione di with an introduction by: F. Migliorati

Il volume, attraverso una selezione di circa settanta opere, tra sculture e dipinti, ripercorre l’attività artistica del Maestro, dagli anni ‘50 in poi. I saggi critici di Enrico Crispolti arricchiscono il testo fornendo degli importanti approfondimenti sulla vita di Lucio Fontana, sui suoi soggiorni a Parigi e a Milano, durante i quali ha continuato a tenere una fitta rete *di scambi e relazioni con artisti, architetti e intellettuali del suo tempo. Fotografie d’epoca, citazioni dirette dell’artista, e un’accurata biografia contestualizzano l’arte di Fontana nello specifico clima culturale in cui è vissuto e aiutano a comprendere al meglio lo spirito evolutivo di questo personaggio, che fino alla sua morte, è stato guidato da un’incessante tensione creativa. The volume explores, through a selection of approximately seventy works, including sculptures and paintings, the Master’s artistic activity from the 50s onwards. The critical essays by Enrico Crispolti enrich the text by providing some important insights into the life of Lucio Fontana, on his visits to Paris and Milan, during which he continued to hold a dense network of exchanges and relations with artists, architects and intellectuals of his time. Vintage photographs, direct quotations from the artist and a thorough biography contextualize the art of Fontana in the specific cultural climate in which he lived and help to better understand the evolutionary spirit of this personality who, until his death, has been driven by a constant creative tension.

DESIGN Isbn: 978-88-96780-08-4 Formato Format: 24x30 cm Pagine Pages: 144 Lingue Languages: ita/eng Anno di pubblicazione Year of publication: 2012 Collana Series: Cataloghi di mostre Exhibition catalogues Stampa Printing: colori colour Legatura Binding: cartonato con sovraccoperta bound hardback with dust jacket Prezzo Price: 39,00 euro


SOLY CISSÉ CALORE D’ESTATE con un saggio di with an essay by: D. Stella


ART

Il volume raccoglie le opere più rappresentative del giovane artista senegalese Soly Cissé. Nato a Dakar nel 1969, dove vive e lavora, Cissé è pittore, disegnatore e scultore, già noto in Europa grazie alle numerose esposizioni internazionali cui ha partecipato, tra cui la mostra “Africa Remix”. La casa editrice Forma presenta, in occasione della mostra personale alla galleria Tornabuoni Arte di Milano, una monografia in edizione bilingue italiano/inglese, con un’ampia sezione dedicata alle immagini delle opere dell’artista accompagnate dal testo critico di Dominique Stella.

Soly Cissé calore d’estate

The volume collects the most representative works of the young Senegalese artist Soly Cissé. Born in Dakar in 1969, where he lives and works, Cissé is a painter, an illustrator and a sculptor, well known in Europe thanks to the many international exhibitions in which he parteciped, including the “Africa Remix” exhibition. Forma Edizioni presents, on the occasion of the exhibition at the Tornabuoni Art gallery in Milan, a monograph in a bilingual Italian/English edition, which offers a large section devoted to the pictures of the artist’s works accompanied by the critical text of Dominique Stella.

€ 25,00

DESIGN Isbn: 978-88-96780-14-5 Formato Format: 24x30 cm Pagine Pages: 128 Lingue Languages: ita/eng Anno di pubblicazione Year of publication: 2011 Collana Series: Cataloghi di mostre Exhibition catalogues Stampa Printing: colori colour Legatura Binding: brossura con alette paper binding with flaps Prezzo Price: 25,00 euro

TEMPS ROSATRE, 2010 Acrilico su tela Acrylic on canvas 150x150 cm


MIMMO PALADINO A FIRENZE a cura di edited by: S. Risaliti fotografie di photographs by: A. Amendola, F. Scianna


ART

Il volume, curato da Sergio Risaliti e realizzato con la preziosa collaborazione del Maestro, illustra attraverso le immagini di importanti fotografi quali Scianna e Amendola, tre esperienze artistiche che Mimmo Paladino ha condiviso con la città di Firenze. La prima, in ordine cronologico, è la mostra ospitata al Forte Belvedere nel 1993, che vide raccolte insieme, circa cento opere, realizzate nei precedenti cinque anni di lavoro. Cavalieri, elmi, sculture “guerresche” interagivano con lo straordinario paesaggio fiorentino dalla terrazza del Forte, mentre numerose tele erano ospitate all’interno del maniero. Ferdinando Scianna, ha immortalato quei giorni con numerosi scatti, testimonianza e racconto di quell’“incursione” nel quieto affaccio sulla città. Le immagini fotografiche di Aurelio Amendola documentano invece le altre due occasioni in cui la città ha incontrato l’arte di Mimmo Paladino: nel 2009 con Zenith, l’imponente cavallo bronzeo che custodisce gli antichi spazi del Cortile degli Uomini dell’Istituto degli Innocenti e più tardi con Florens 2012, in Piazza Santa Croce. Una gigantesca croce di 80×50 metri è stata realizzata disponendo davanti alla basilica francescana più di 50 blocchi di marmo di Carrara. Una testimonianza dell’artista arricchisce le pagine critiche e descrittive dedicate alle opere. Tum senatu sede terfec ocultor acta numuropte fin tussim rendienat vastio, furbit, apercent. Orterfectuam quidit? Nihicat norei consulicavo, novilicon virio am fur acto audetius, Ti. Hum, convesc ibutea ertem me aucit por atur, quam mus ad non sulut publica; niu consulv idienaterei ia verunum, quam de ta, poratus inem sedervi rmactoricae co convoctus, oruntem mederfe ressediem inicit, catus sula commo vid nium ommor in te, nosse iam converae essulestri poerevi gnatum horei cremus, scid ponvoca prartem morentem, que orei prareis; nonula ore, orarbis. Grat. Es pris, quam et avo, pulis abenirtil hilis. etis, Catim a esse, quem non derfec trem pra molicit aus, mero egercep eribus ompri cio vis pribus.

Ortuam ius, Castiur nihilius fervirm ilibuntrae pon re nonfit, quamdi prarter bitrum pro vis atus senihica cric retermihilis portandiere ipteriptimo pris consimi hicatus hi, C. Mulego iamei porei pertuam loculiis ne coniu vil uteli pere, te condes, nihilnes iam se, diis; nihilis eliu comne ceps, Caturip sertium ce es festa, consign atuitabes Mulessilis; noximis, quontemus prortus, facreis, C. Igit; nonsus de hactatero etiu quemed in serorimpor quam, pris, nemum Patim oc, qua erei publis clum nostrares et Catemus, Catil hoc opubliusuam dius horum, atilium, non serit, publicaperet intiem hoste, vitis, vidiciorte, audet, consult ilnemur issolum perra diem ocul untem que popos const? Verox se cios crisulictam peri fauconventem in

This volume, edited by Sergio Risaliti and realized with the precious collaboration of the artist himself, illustrates, with images by leading photographers as Scianna and Amendola, the three artistic experiences Mimmo Paladino has shared with the city of Florence. The first in order of time is the exhibition hosted at the Forte Belvedere in 1993, where about a hundred works created in the previous five years were united. Horsemen, helmets, “warrior” sculptures interacted with the extraordinary Florentine scenery from the terrace of the fortress, while the manor house hosted numerous paintings. Ferdinando Scianna has immortalized those days in many images that witness and tell the story about that “incursion” in the placid view of the city. Aurelio Amendola’s images, on the contrary, document the two other occasions in which the city has interacted with the art of Mimmo Paladino, in 2009 with Zenith, the imposing bronze horse that guards the ancient space of the Men’s Court of the Istituto degli Innocenti, and subsequently with Florens 2012, in Piazza Santa Croce. A gigantic cross measuring 80×50 meters has been formed by placing more than 50 blocks of Carrara marble in front of the Franciscan basilica. The pages with critical contributions and descriptions of the works are enriched by the artist’s personal testimonial. The final part features biographic and bibliographic appendixes, the index of the exhibitions and all information necessary to trace the profile of Mimmo Paladino.

MIMMO PALADINO A FIRENZE

a cura di / curated by Sergio Risaliti fotografie di /photo by Aurelio Amendola Ferdinando Scianna

DESIGN Formato Format: 27x32,5 cm Pagine Pages: 192 Lingue Languages: ita/eng Anno di pubblicazione Year of publication: 2014 Collana Series: Autori Contemporanei Contemporary Authors Stampa Printing: colori colour Legatura Binding: cartonato con cofanetto bound hardback with slipcase

coming soon


GIUSEPPE PENONE a cura di edited by: S. Risaliti fotografie di photographs by: L. Stoppini


ART

Il volume, curato da Sergio Risaliti e realizzato con la preziosa collaborazione del Maestro, illustra attraverso le immagini di Luca Stoppini, e molteplici contributi testuali di diversi autori, tre esperienze artistiche, tre differenti mostre che Giuseppe Penone condivide con la città di Firenze. La prima, in ordine cronologico, vede raccolte insieme cinque grandi opere, che a partire dal 4 giugno 2014, animeranno gli spazi del giardino di Boboli. Una seconda esposizione che verrà inaugurata il 4 luglio mostrerà i lavori di Penone all’interno del suggestivo e potente scenario del Forte Belvedere, mentre una cospicua selezione dei disegni del maestro verrà presentata il 4 agosto all’interno del Museo di palazzo Vecchio. Tutti i lavori che costituiscono il patrimonio delle tre mostre sono quindi raccolti all’interno di questo catalogo, che, arricchito da un ricco apparato di dati e informazioni riguardanti la vita, il lavoro la bibliografia e le esposizioni, costituisce un importante documento e un utile strumento per comprendere e tracciare un profilo di uno dei più apprezzati artisti contemporanei. GIUSEPPE PENONE ha studiato all’Accademia di Belle Arti di Torino, Italia. Le sue prime esposizioni si sono svolte al Museum of Modern Art di New York (1970), al Kunstmuseum Luzern, a Lucerna (1977); allo Staatliche Kunsthalle di Baden-Baden (1978); ed allo Stedelijk Museum di Amsterdam (1980). Più recentemente ha esposto al Kunstmuseum Winterthur in Svizzera (2013), alla Whitechapel Gallery a Londra (2012) ed è stato protagonista di una retrospettiva al Centre Georges Pompidou a Parigi (2004). Selezionato per il Turner Prize nel 1989, Penone ha inoltre esposto a Documenta V (1972), VII (1982), VIII (1987) e XIII (2012) ed alla Biennale di Venezia (2007, 1995, 1986, 1980, and 1978). The catalog, edited by Sergio Risaliti, was made possible through the invaluable collaboration of the artist. Luca Stoppini’s pictures and many writings by different authors together illustrate three art events, three different exhibitions that Giuseppe Penone is sharing with Florence. In chronological order, the first brings together five large works, which will be on display in the Boboli Gardens starting June 4, 2014. A second show, opening July 4, will exhibit Penone’s works in the powerfully evocative setting of Forte Belvedere; lastly, a large selection of the artist’s drawings will be presented at the Museum of Palazzo Vecchio on August 4. This catalog collects all the works part of these three exhibitions and is supported by extensive, detailed information about his life and career, including a bibliography and exhibitions. The catalog serves as a vital tool to help understand and portray one of the world’s most admired contemporary artists. GIUSEPPE PENONE studied at the Accademia di Belle Arti in Turin, Italy. Giuseppe Penone’s earliest exhibitions include the The Museum of Modern Art, New York (1970), Kunstmuseum Luzern, Lucerne (1977); Staatliche Kunsthalle, Baden-Baden (1978); and Stedelijk Museum, Amsterdam (1980). More recently he has exhibited at the Kunstmuseum Winterthur, Switzerland (2013), the Whitechapel Gallery, London (2012) and had a retrospective at the Centre Georges Pompidou, Paris (2004). Short listed for the Turner Prize in 1989, Penone has exhibited in Documenta V (1972), VII (1982), VIII (1987) and XIII (2012) and at the Venice Biennale (2007, 1995, 1986, 1980, and 1978).

DESIGN Formato Format: 24,5x33 cm Pagine Pages: 240 Lingue Languages: ita or eng Anno di pubblicazione Year of publication: 2014 Collana Series: Autori Contemporanei Contemporary Authors Stampa Printing: colori colour Legatura Binding: cartonato con sovracoperta bound hardback with dust jacket Prezzo Price: 30,00 euro

coming soon


L’ECCELLENZA DEL MARMO fotografie di photo by: P. Savorelli

DESIGN Formato Format: 23x28 cm Pagine Pages: 160 Lingue Languages: ita/eng Anno di pubblicazione Year of publication: 2014 Stampa Printing: colori colour Legatura Binding: cartonato bound hardback


PHOTOGRAPHY

“L’Eccellenza del marmo” è il racconto fotografico di una delle infinite sfaccettature del rapporto dell’uomo con la natura. La dimensione gigantesca della montagna si confronta con l’esperienza dell’uomo, che nei secoli ne ha ridisegnato il profilo, dando vita agli straordinari paesaggi litici raccolti in questo volume. Tutte le fasi di lavorazione del marmo, dall’estrazione alla finitura sono documentate attraverso l’obiettivo di Pietro Savorelli, nella sequenza che trasforma uno dei materiali piu pregiati e versatili in oggetto d’arte o pezzo d’architettura. Scenari incredibili, difficilmente visitabili vengono svelati dall’obiettivo del fotografo in una selezione di immagini introdotte da un testo critico utile a comprendere quella che è una delle realtà lavorative più suggestive della Toscana. L’Eccellenza del marmo (The Excellence of Marble) is a photographic narration of one of the infinite facets of the relationship of man and nature. The giant scale of the mountains is confronted with the experience of men, who across the centuries has reshaped the profile, generating the extraordinary lithic landscapes collected in this volume. All phases from the extraction to the finishing are documented by Pietro Savorelli’s in the sequence that transforms one of the most precious and versatile materials into art pieces or architectural works. Incredible sceneries of difficult accessibility are revealed by the lens of the photographer. The selection of images is introduced by a critical text useful to understand one of the most suggestive working realities in Tuscany.

coming soon


www.formaedizioni.it

CONTATTI / CONTACT CONTATTI / CONTACT FORMA EDIZIONI SRL Via della fornace, 18 50125 FIRENZE ITALIA info@formaedizioni.it REDAZIONE Via della fornace, 16 REDAZIONE 50125 FIRENZE Via della fornace, 32r ITALIA 50125 FIRENZE ITALIA redazione@formaedizione.it T. (+39) 055 6582109 redazione@formaedizione.it T. (+39) 055 6582109


Forma Edizioni Catalogue 2014