Issuu on Google+

PIETRO BEMBO

E L'INVENZIONE DEL

RINASCIMENTO

PADOVA, dal 2 febbraio al 19 maggio 2013 Palazzo del Monte di Pietà, Piazza Duomo 14


LA MOSTRA RACCONTA LA STORIA DI UN UOMO, LA SUA FEDELTÀ AD UN SOGNO E AD UNA PASSIONE. L’UOMO SI CHIAMA PIETRO BEMBO E IL SOGNO È VIVERE D’ARTE E DI POESIA, CONTRO CONSUETUDINI FAMILIARI E SOCIALI. LA PASSIONE È LA BELLEZZA: ASSOLUTA, SENZA TEMPO, CERCATA NEL PASSATO E PROIETTATA NEL FUTURO.

Nella pagina a fianco In alto: Andrea Mantegna, San Sebastiano Venezia, Galleria Giorgio Franchetti alla Ca’ d’Oro

In basso: Raffaello, Ritratto di Navagero e Beazzano Roma, Galleria Doria Pamphilj

DOPO 500 ANNI TORNA A PADOVA LA COLLEZIONE DI PIETRO BEMBO La mostra riunisce insieme le opere straordinarie degli artisti di cui Bembo fu amico, mentore, talvolta complice, e di cui si circondò nella sua casa di Padova, insieme a tesori di archeologia, dando vita al primo “museo” del Rinascimento. Per la prima volta dopo cinquecento anni queste opere eccezionali ritornano a Padova dai grandi musei d’Europa e Stati Uniti. Una parata di meraviglie per raccontare la storia non di un semplice collezionista, ma di uno dei registi della creazione di un’arte italiana del Rinascimento che ancora oggi è ammirata nel mondo. La mostra è un viaggio per immagini che si snoda lungo il percorso della vita di Bembo. Ha inizio nella Venezia del tardo Quattrocento, con le opere di Bellini, Giorgione e Aldo Manuzio. Attraverso la Ferrara dove Bembo amò Lucrezia Borgia nei primi anni del nuovo secolo, si entra nel mondo delle corti: prima Mantova, dominata dalla figura di Isabella d’Este, dove Bembo scoprì la pittura del Mantegna, poi Urbino del giovane Raffaello, Perugino, Gian Cristoforo Romano. Il percorso di mostra approda poi nella Roma dei Papi, dominata dal maturo Raffaello, con Valerio Belli e Giulio Romano. Si acquieta a Padova, la città dove Bembo scelse di vivere e conservare i propri tesori, nella casa di via Altinate, definita il primo museo del Rinascimento. Il viaggio si chiude nella Roma di Paolo III Farnese, con Bembo ritratto da Tiziano in veste cardinalizia, accanto ad opere stupende di Michelangelo e Sebastiano del Piombo, mentre i legami

con il Veneto sono evocati attraverso le opere di Sansovino, Giulio Clovio, Bartolomeo Ammannati, Danese Cattaneo. Alla fine del viaggio sembrerà di avere assistito, accanto a Bembo, alla nascita del Rinascimento, al sorgere di un’arte italiana costruita sulle orme della classicità e declinata dal genio di architetti, pittori e scultori. Un’arte che ancora oggi è celebrata nel mondo e che ha contribuito a creare anche una certa idea di Italia, che ora più che mai dobbiamo conoscere e difendere.


UN’ECCEZIONALE galleria di dipinti

UNA MOSTRA che fa rivivere un mondo

Un monumentale dipinto di Mantegna, un disegno di Michelangelo, due tavole di Hans Memling, quattro dipinti di Giorgione, tre di Tiziano, due di Raffaello, due di Giovanni Bellini, due di Giulio Romano, più Perugino, Francesco Francia, Lorenzo Costa, Sebastiano del Piombo: la mostra su Pietro Bembo offre l’opportunità di ammirare dipinti meravigliosi, molti dei quali esposti per la prima volta in Italia.

Tanti dipinti, ma anche sculture raffinatissime in marmo e terracotta, un maestoso arazzo dalla Cappella Sistina, strumenti musicali unici, squisiti manoscritti miniati, libri a stampa fra i più preziosi del mondo, gemme incise, sculture romane in marmo e in bronzo come l’Antinoo Farnese o l’Idolino di Pesaro, capolavori dall’antico Egitto come l’arcana Mensa Isiaca: una mostra con pochi precedenti in Italia, che vuole raccontare la ricchezza e la varietà dell’arte del Rinascimento.

Nella pagina a fianco: Raffaello, Petite Sainte Famille Parigi, Musée du Louvre Al centro: Giorgione, Ritratto di Francesco Maria della Rovere giovinetto Vienna, Kunsthistorisches Museum In alto: Arte romana, Antinoo Napoli, Museo Archeologico Nazionale


UNA MOSTRA che racconta un uomo

BEMBO: UN REGISTA DEL RINASCIMENTO Nel libro con cui fonda la lingua italiana, le Prose della volgar lingua, Bembo indica in Michelangelo e Raffaello i dioscuri di un’arte nuova, fondata sull’autorità dell’arte romana antica ma allo stesso tempo in grado di parlare al futuro, universale. Nasce quella che Vasari chiamerà la “maniera moderna”, che dominerà il gusto occidentale per secoli. È anche il momento in cui viene definito il linguaggio degli ordini architettonici, che con Serlio, Vignola e Palladio diventeranno la lingua europea dell’architettura. Bembo è nel cuore di questo momento cruciale per la nostra cultura.

Tutti conoscono il Bembo creatore della lingua italiana che parliamo ancora oggi. Ma pochi conoscono l’uomo Bembo, amante appassionato di Lucrezia Borgia e poi padre affettuoso (e deluso dal figlio Torquato), severo letterato ma anche collezionista febbrile, che celava per pudore “questa mia sensualità” verso gli oggetti. La mostra racconta la sua storia e quella del mondo intorno a lui, ma anche del nostro mondo, dove in molti aspetti è ancora netta la sua impronta.

Nella pagina a fianco: Tiziano, Ritratto del cardinale Pietro Bembo Washington, National Gallery of Art In alto: Tiziano, Ritratto di Pietro Bembo (?) Besançon, Musée des Beaux-Arts (particolare)


INVENTÒ una lingua per l’amore e nacque la pittura dell’anima Nel 1505 Bembo pubblica gli Asolani, un racconto d’amore ambientato nella sofisticata corte di Caterina Cornaro ad Asolo. Narra gioie e dolori di donne, ma anche di uomini, dando una nuova dignità letteraria all’introspezione amorosa. L’inedita riscoperta dei moti del cuore corrisponde in pittura ai rivoluzionari dipinti di Giorgione, che catturano nella tela la malinconica intimità dei giovani che vi sono ritratti.

INVENTÒ il libro tascabile

Sopra: Giorgione, Ritratto di giovane Budapest, Szépmüvészeti Múzeum A sinistra: Reliquiario con i capelli di Lucrezia Borgia Milano, Veneranda Pinacoteca Ambrosiana Nella pagina a fianco: Giorgione, Giovane con il libro verde San Francisco, Legion of Honor, Fine Arts Museums

Uno splendido ritratto di Giorgione proveniente da San Francisco porta in mostra la geniale invenzione di Aldo Manuzio e Pietro Bembo: i libri di piccolo formato. Pubblicano solo il testo di autori classici, senza commento, sono così piccoli da poter uscire dalle aule universitarie ed entrare nella vita di ogni giorno, alleviando noia o tristezza. Veri oggetti di “design” sono ambitissimi dai giovani alla moda, come il gentiluomo di San Francisco, che ha modificato i suoi guanti per meglio voltare le pagine.


LA COLLEZIONE DI Pietro Bembo in mostra SALA 01 Una giovinezza umanistica 1470-1496

SALA 02

A sinistra: Raffaello, Ritratto di Elisabetta Gonzaga Firenze, Galleria degli Uffizi

Un padre autorevole fra arti e politica All’inizio, la filologia • La Grecia vista dal Vulcano • •

Il libro nella mano Gli Asolani e il ritratto dell’anima • “Il mio Bellin” •

Il volgare e l’amore. Il tempo degli Asolani 1497-1505

SALA 03

Poeta nelle corti di Ferrara, Mantova e Urbino 1502-1513

Sotto: Giovanni Bellini, Madonna con il Bambino Collezione privata

Al bivio fra doveri e passione La grande fiamma: Pietro e Lucrezia • La Mantova di Isabella • Un mondo fuori dal mondo: la corte di Urbino •

• Dove

SALA 04-05-06 A Roma, segretario del Papa E intanto Tiziano a Venezia... 1513-1521

nasce un’arte nuova Bembo e Raffaello • Una committenza misteriosa • Il volto di Bembo • Pirgotele • La nascita dell’archeologia • I grandi cantieri di Leone X • La lingua dell’architettura •

SALA 07-08 A Padova, “in casa di messer Pietro Bembo” Cose dagli altri mondi 1521-1539

SALA 09-10-11 Gli anni della porpora 1539-1547

• •

Un canestruccio di fragole Il Museo di Pietro Bembo a Padova

Bembo cardinale Una rinnovata spiritualità • E Roma si trasferì nel Veneto • La fedeltà ad un sogno • •

A sinistra: Francesco Francia, Lucrezia Collezione privata


Nella pagina a fianco: Michelangelo, Cristo in croce Londra, British Museum

In alto: Sebastiano del Piombo, Cristo portacroce Madrid, Museo del Prado


conferenze Conferenze a PalazzO del Monte di Pietà Padova, Piazza Duomo, 14 - Inizio ore 17.30 Ingresso libero, prenotazione obbligatoria Call Center: 049 87 79 005

26 Marzo 2013

Questioni religiose nel primo Cinquecento. Fratture e tentativi di ricomposizione di una cristianità lacerata Adriano Prosperi, Scuola Normale Superiore di Pisa, Accademia dei Lincei Roma

19 Febbraio 2013

4 Aprile 2013

Il ruolo di Pietro Bembo nella codificazione linguistica cinquecentesca

Pietro Bembo nello spazio politico veneziano ed europeo del primo Cinquecento. Al crepuscolo di una centralità secolare

Ivano Paccagnella, Università di Padova

Giovanni Silvano, Università di Padova 12 Marzo 2013

23 Aprile 2013

L’impegno letterario di Pietro Bembo nella cultura del primo Rinascimento

Impressioni di un visitatore di mezza età Giovanni Agosti, Università di Milano

Guido Baldassarri, Università di Padova

Conferenze al Museo della Terza Armata, ex Casa «Musaeum» di Pietro Bembo Padova, Via Altinate, 59 - Inizio ore 17.30 Ingresso libero, prenotazione obbligatoria Call Center: 049 87 79 005

concerto Sala dei Giganti al Liviano Corte Arco Valaresso, 7 - Inizio ore 21.00 Ingresso libero fino ad esaurimento posti

Nella pagina a fianco: Eusebio, Chronici canones Londra, British Library

Durante la Settimana dei Beni Culturali (Aprile 2013) Conferenze di approfondimento sulle arti visive e applicate Davide Gasparotto e Adolfo Tura, co-curatori della mostra

9 Marzo 2013 La Stagione Armonica Direttore Sergio Balestracci con Alessandro Bressanello, in: «L’Erbolato» Ragionamento sulla virtù delle erbe di Ludovico Ariosto, armonizzato dai versi di Pietro Bembo


promozioni Visita le mostre Pietro Bembo e l’invenzione del Rinascimento e Il successo italiano a Parigi negli anni dell’Impressionismo: la Maison Goupil acquistando il biglietto integrato a 10 euro (anziché 17). Riduzione valida per i singoli visitatori e per i gruppi, previa esibizione del biglietto

Visitando la Cappella degli Scrovegni, i Musei Civici agli Eremitani e Palazzo Zuckermann di Padova potrai accedere alla mostra Pietro Bembo e l’invenzione del Rinascimento a ingresso ridotto. Riduzione valida per i singoli visitatori, previa esibizione del biglietto

Visitando la mostra Pietro Bembo e l’invenzione del Rinascimento potrai accedere al Palladio Museum a ingresso ridotto. Visitando il Palladio Museum potrai accedere alla mostra Pietro Bembo e l’invenzione del Rinascimento a ingresso ridotto.

iL SUCCESSO ITALIANO A PARIGI NEGLI ANNI DELL’IMPRESSIONISMO: LA MAISON GOUPIL Rovigo Palazzo Roverella, Via Laurenti 8/10 23 febbraio-22 giugno 2013 Tel. 0425 46 00 93 mostragoupil.iT

Musei Civici agli Eremitani Padova Cappella degli Scrovegni, Musei Civici e Palazzo Zuckermann, Piazza Eremitani 8 Tel. 049 820 4551 padovanet.iT

Palladio Museum Vicenza Palazzo Barbarano, Contrà Porti, 11 Tel. 0444 32 30 14 palladiomuseum.org

Riduzione valida per i singoli visitatori, previa esibizione del biglietto

Visitando la Galleria Giorgio Franchetti alla Ca’ d’Oro potrai accedere alla mostra Pietro Bembo e l’invenzione del Rinascimento a ingresso ridotto. Riduzione valida per i singoli visitatori, previa esibizione del biglietto

Nella pagina a fianco: Tiziano, Tobiolo e l’angelo Venezia, Gallerie dell’Accademia

ingresso gratuito

Festa della Mamma

Venezia Cannaregio, 3932 (Strada Nuova) Tel. 041 52 00 345

San Valentino

Chiusura mostra

Giovedì 14 febbraio

Domenica 19 maggio

CADORO.org

ingresso gratuito per le coppie

ingresso gratuito

Festa del Papà

È il giorno del tuo compleanno?

Galleria Giorgio Franchetti alla Ca’ d’Oro

Martedì 19 marzo

ingresso gratuito per i papà

Domenica 12 maggio

ingresso gratuito per le mamme

Ti regaliamo l’ingresso in mostra


SPECIALE SCUOLE:

SPECIALE SCUOLE:

VISITE GUIDATE TEMATICHE

LABORATORI DIDATTICI Durata della visita tematica: 1 ora e 30 minuti (comprensive di visita alla mostra)

IL RITRATTO COME SEGNO D’AMICIZIA

Costo ingresso: 1 euro a studente gratuito per 2 accompagnatori

Perché nasce un ritratto? Chi sono quei personaggi che ci guardano dalle pareti? Al tempo di Pietro Bembo regalare un ritratto era un modo per essere presenti nella vita di tutti i giorni di una persona lontana, testimoniando amicizia o amore.

Costo della visita guidata tematica: 25 euro gratuito per le scuole del Veneto

Pietro Perugino, Santa Maria Maddalena Firenze, Galleria Palatina

Laboratorio creativo sul genere artistico del ritratto

Gli studenti realizzeranno un ritratto come segno di amicizia.

Durata del laboratorio: 2 ore (comprensive di visita alla mostra) Costo ingresso: 1 euro a studente gratuito per 2 accompagnatori Costo laboratorio: 25 euro gratuito per le scuole del Veneto

UN GIOIELLO DI MANOSCRITTO Laboratorio creativo dedicato all’arte della miniatura Un tempo disporre di un libro significava possedere un oggetto prezioso: le parole erano scritte a mano, le lettere erano decorate e le illustrazioni erano capolavori in miniatura.

PIETRO BEMBO E L’INVENZIONE DEL RINASCIMENTO Pietro Bembo uomo del Rinascimento: le idee, la lingua e le opere

PADOVA E IL RINASCIMENTO Cultura, arte e collezionismo nella Padova del XVI secolo

Pietro Bembo fu uno dei registi di una straordinaria età d’oro delle lettere e delle arti, in grado di far rivivere la bellezza senza tempo dell’arte classica antica. Bembo partì dalla creazione di una lingua letteraria nazionale, in grado di superare la frammentazione linguistica dell’epoca, e insieme contribuì a definire un canone dell’arte e dell’architettura, che oggi conosciamo come Rinascimento.

Sin dai tempi di Petrarca, la cultura e lo studio occupano un posto privilegiato a Padova. Gli intellettuali locali radunano nelle proprie case oggetti provenienti dal passato e creazioni di artisti contemporanei, come Falconetto, Bartolomeo Ammannati, Tiziano, Lambert Sustris, Giulio e Domenico Campagnola, Giovanni Cavino, i quali creano nelle case private e nei monumenti pubblici della città delle opere d’arte straordinarie.

RINASCIMENTO PRIVATO

LA CASA DELLE MUSE

“Le donne, i cavalier, l’arme e l’amore”: viaggio alla scoperta delle corti rinascimentali

Origini e storia del concetto “moderno” di Museo

Nel Rinascimento la corte rappresenta un microcosmo in cui il signore e tutti i suoi cortigiani, cavalieri, gentildonne, intellettuali e artisti sono in gara per lo stesso obiettivo: conquistare la bellezza, in tutte le forme ed espressioni. In quest’ottica la pittura, la scultura, il gioiello, il libro miniato, la musica, la poesia, la moda hanno un ruolo centrale nella vita delle corti dell’epoca.

Pietro Bembo raccoglie nella sua casa padovana opere d’arte e materiali di studio d’ogni tipo: dipinti di maestri come Mantegna e Raffaello, statue antiche come l’Antinoo, gemme incise, manoscritti, monete, bronzetti. Questa collezione diventa meta di pellegrinaggio per studiosi e appassionati d’arte di tutta Europa: la sua definizione di “casa delle Muse” è alla radice del museo moderno.

Attraverso l’osservazione dei manoscritti esposti in mostra, gli studenti scopriranno i segreti racchiusi nelle loro pagine e impareranno a realizzare una miniatura “personalizzata”.

MELODIA DI PAROLE Un viaggio creativo alla scoperta della musica e della poesia ai tempi di Pietro Bembo Nel Rinascimento poeti e musici sapevano allietare le corti cantando in versi: le poesie diventavano melodie. Come allora, gli studenti si divertiranno a trasformare le parole in rime e stanze, con il sottofondo delle note di uno strumento musicale dell’epoca.

L’ARTE DI DARE LA FORMA Piccoli scultori in mostra La scultura antica è per gli uomini del Rinascimento modello di perfezione e di bellezza assoluta. Dopo aver ammirato le sculture esposte in mostra, gli studenti si improvviseranno artisti per un giorno e, con materiali semplici e tanta fantasia, proveranno a dar vita alla materia come veri scultori del passato.

RIMBORSO DELLE SPESE DI TRASPORTO è previsto un rimborso delle spese di trasporto per le scuole della provincia di Rovigo che prenotano laboratori e visite alla mostra “Pietro Bembo e l’invenzione del Rinascimento” e per le scuole della provincia di Padova che prenotano laboratori e visite alla mostra “Il successo italiano a Parigi negli anni dell’Impressionismo: la Maison Goupil”.

Il rimborso è di 120 euro ed è valido per le prime 200 scuole prenotate.


ALLA SCOPERTA DI PADOVA RINASCIMENTALE

Tiziano, Tobiolo e l’angelo Venezia, Gallerie dell’Accademia (particolare)

ITINERARI guidati Il Cinquecento è per Padova un secolo di grande fervore culturale e di rinnovamento artistico; il ruolo svolto dall’Università, la presenza in città di eminenti personalità tra cui scienziati, letterati, umanisti, pittori e architetti, ha consentito la realizzazione di importanti opere in ogni ambito dello scibile. I luoghi selezionati consentono di ripercorrere le tappe dei momenti civili, storici e artistici che hanno caratterizzato questo secolo, lasciandoci eredi di conoscenza, fascino e bellezza.

“LETTERE E ARTI”: IL RINASCIMENTO A PADOVA I seguenti itinerari si svolgono in date prefissate con prenotazione obbligatoria. Per visitatori singoli (minimo 10 persone) e per gruppi (massimo 30 persone). Sabato 2 marzo, ore 10

Itinerario 1: Musei Civici Eremitani, Chiesa degli Eremitani, Oratorio di San Rocco, Palazzo Bembo Costo: Biglietti d’ingresso a persona 11 euro; visita guidata a persona 8 euro. Durata: 2 ore e 30 minuti

Sabato 16 marzo, ore 10 Itinerario 2: Santo e Scoletta, Loggia e Odeo Cornaro, Palazzo Bembo Costo: Biglietti d’ingresso a persona 6 euro; visita guidata a persona 8 euro. Durata: 2 ore e 30 minuti Sabato 30 marzo, ore 10 Itinerario 3: Oratorio del Redentore, Basilica di Santa Giustina Costo: Visita guidata a persona 8 euro. Durata: 2 ore e 30 minuti

Per informazioni e prenotazioni itinerari turistici: ImmaginArte Associazione Culturale

Call center Tel. e fax 049 87 19 255 Da lunedì a sabato: 9.30-13.00 e 14.00-18.30 segreteria@immaginarte.pd.it

Sabato 13 aprile, ore 10 Itinerario 4: Palazzo Mantua Benavides, Santa Maria in Vanzo, Sala dei Giganti Costo: Visita guidata a persona 8 euro. Durata: 2 ore e 30 minuti

Gli itinerari, su richiesta, possono essere programmati anche nei sabati del mese di maggio.

Sabato 27 aprile, ore 10 Itinerario 5: Villa dei Vescovi a Luvigliano Costo: Biglietti d’ingresso a persona 8 euro; visita guidata a persona 8 euro. Durata: 2 ore e 30 minuti

Per gruppi e scolaresche (massimo 30 persone)

“PIETRO BEMBO E IL CINQUECENTO A PADOVA” Basilica del Santo e Scoletta, Loggia e Odeo Cornaro, Palazzo Bembo (esterno), Chiesa degli Eremitani

Costo: biglietti d’ingresso a persona 6 euro; visita guidata (costo per gruppo) 130 euro. Durata: 2 ore e 30 minuti Tutti i giorni della settimana eccetto il lunedì.


COME RAGGIUNGERE PALAZZO DEL MONTE DI PIETà IN AUTO

IN AEREO

Autostrada Venezia - Milano (A4) uscita di Padova Est, se arrivate da Venezia; uscita di Padova Ovest, se arrivate da Milano.

VENEZIA, Aeroporto Marco Polo (Tessera)

Autostrada Bologna - Padova (A13) uscita di Padova Sud, indicazioni Basilica del Santo. Piazza Duomo è Zona a Traffico Limitato (ZTL): la circolazione è consentita solo ai veicoli in possesso di apposito permesso.

IN TRENO Dalla stazione ferroviaria di Padova al centro

in taxi: il parcheggio nel piazzale antistante la stazione. RadioTaxi, tel. 049 65 13 33;

Da qui si può raggiungere Padova

in taxi, tramite due servizi: RADIOTAXI: tel. 049 65 13 33 almeno 24 ore prima per prenotare un taxi collettivo; AIRSERVICE: tel. 049 87 44 025 almeno 24 ore prima per prenotare un servizio collettivo di bus-navetta.

1

2

PARCHEGGI

AUDIOGUIDA

GRATUITA

Aperture straordinarie con orario festivo: Lunedì dell’Angelo Giovedì 25 aprile 2013 Mercoledì 1 maggio 2013

Ridotto: 6 euro (over 65, studenti universitari, insegnanti con documento, categorie convenzionate). Speciale ragazzi: 3 euro (dai 6 ai 18 anni). Gratuito: fino ai 5 anni, portatori di handicap e 1 accompagnatore, giornalisti con tesserino, militari in divisa.

mostrabembo.it

Biglietto famiglia: 2 adulti + 1 bambino (dai 6 ai 18 anni): 12 euro; 2 adulti + 2 bambini (dai 6 ai 18 anni): 15 euro; 2 adulti + 3 o più figli (dai 6 ai 18 anni): 18 euro.

Costo ingresso: 1 euro a studente e gratuito per 2 accompagnatori.

STAZIONE FERROVIARIA

4

5

Vicenza

Milano Venezia Treviso

GIARDINI DELL’ARENA

7 1

Costo laboratorio e visita guidata tematica: 25 euro; gratuito per le scuole del Veneto.

FIERA

6

PIAZZA DELLE ERBE

(via Verrocchio - Capolinea Nord del tram)

Per bus turistici: Piazza Rabin, adiacente a Prato della Valle, ingresso da via Cinquantottesimo Fanteria. 8 Si arriva dalle tangenziali seguendo le indicazioni per Basilica del Santo e Prato della Valle.

PRIMA DI ACQUISTARE IL BIGLIETTO, VERIFICA LA TUA RIDUZIONE!

Speciale scuole: Visite guidate, percorsi tematici e laboratori didattici

CAPOLINEA NORD TRAM

3

Central Park (via A. da Bassano) 2 Selvazzano Park Sarpi (via F. P. Sarpi) 3 Park Fiera 4 Park Tommaseo 5 Park Piazzale Boschetti 6 Park Piazza Insurrezione 7 Park Piazza Rabin 8 Park Guizza (via Guizza - Capolinea Sud del tram) 9

Feriale 9.00-19.00 Sabato e festivi 9.00-20.00 Chiuso i lunedì non festivi

Visite guidate per gruppi adulti (da 10 a 30 persone): 85 euro e gratuito per 1 accompagnatore (e 6 euro per biglietto ingresso).

a piedi: il centro di Padova si raggiunge in meno di 20 minuti.

Per auto: Park Pontevigodarzere

BIGLIETTI DI INGRESSO: Intero: 8 euro (audioguida gratuita).

Gruppi (da 10 a 30 persone): 6 euro a persona e gratuito per 1 accompagnatore.

in autobus con Corriere BusItalia-SITA Nord, tel. 049 82 06 811

con autobus urbani e metrotram: partenze dalla stazione. Tel. 049 82 41 111;

PARCHEGGI

SEDE E ORARI: Padova, Palazzo del Monte di Pietà - Piazza Duomo, 14

PIAZZA DUOMO

OSPEDALE CIVILE BASILICA DI SANT’ANTONIO PRATO DELLA VALLE 8

Rovigo Ferrara Bologna

Chioggia Ravenna

CAPOLINEA SUD TRAM

Audioguide e radioguide: Audioguide per singoli comprese nel biglietto d’ingresso. Radioguide per gruppi con guida munita di patentino: nolo obbligatorio e gratuito; radioguide per gruppi con guida senza patentino: nolo obbligatorio a 50 euro. Baby parking domenicale: Area di intrattenimento per bambini. Ogni domenica dalle 11.00 alle 16.00: 3 euro a bambino.

LINEA TRAM

Per informazioni, prenotazioni, laboratori, visite guidate: Call center: 049 87 79 005 Da lunedì a venerdì: 9.30-18.30 Sabato: 9.30- 13.00

MURA DELLA CITTà

info@coopbembo.com

Palazzo del Monte di Pietà 9

Visite guidate collettive per singoli: Ogni sabato e domenica, alle 11.00 e alle 16.00; 5 euro e biglietto ingresso.


Pietro Bembo e l’invenzione del Rinascimento

Mostra a cura di: Guido Beltramini, Davide Gasparotto, Adolfo Tura

Da Bellini a Tiziano, da Raffaello a Mantegna

Ideazione e organizzazione: Centro Internazionale di Studi di Architettura Andrea Palladio

Padova, Palazzo del Monte di Pietà 2 febbraio – 19 maggio 2013

Direzione della mostra: Guido Beltramini, Alessia Vedova

Allestimento: Aldo Cibic, Mauro Zocchetta Realizzazione allestimento: Jolli snc, Vicenza Ufficio Stampa: Studio ESSECI di Sergio Campagnolo, Padova Catalogo: Marsilio Editore Servizi in mostra: Cooperativa Bembo Audioguide: START srl, Roma

In copertina: Giorgione, Doppio ritratto Roma, Museo Nazionale di Palazzo Venezia (particolare)

Graphics: Facci&Pollini Coordinamento generale e promozione: Fondazione Cassa di Risparmio di Padova e Rovigo Area Comunicazione e Relazioni Esterne

mostrabembo.it Mostra promossa da:

SOTTO L’ALTO PATRONATO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA

Con il patrocinio di:

In collaborazione e con il patrocinio di:

Main sponsor:

Sponsor tecnico:


Pietro Bembo e l'invenzione del Rinascimento