__MAIN_TEXT__
feature-image

Page 1

RELAZIONE DEL CONSIGLIO D'AMMINISTRAZIONE SULLA GESTIONE DELL' ESERCIZIO 2015 Gent.mi componenti del Consiglio di Amministrazione,

il Bilancio Consuntivo al 31 dicembre 2015, composto dallo Stato Patrimoniale e dal Conto Economico, è relativo al ventesimo esercizio finanziario della Fondazione. La dinamica della formazione del risultato d’esercizio trova sintetica espressione nel Conto Economico; i proventi complessivi nel 2015 ammontano ad euro 395.867 contro Euro 406.525 del 2014 registrando così una diminuzione che andiamo ora ad esaminare. Scendendo più nel dettaglio, si riscontrano minori contributi e liberalità realizzati nel 2015, (Euro 176.621 rispetto ad Euro 188.461 del 2014) come evidenziato nella tabella “proventi”. In merito ai “proventi commerciali” della Fondazione, si riscontra un miglioramento rispetto ai valori del 2014; si è passati ad Euro 198.585 contro i 195.160 dell’anno precedente. Detto miglioramento è imputabile agli incassi derivanti dalle vendite relative all’attività di bookshop svolte sia presso il museo che presso il campo ( + 4.423 Euro); gli incassi derivanti dalle visite guidate al museo registrano una sostanziale tenuta rispetto all’esercizio 2014 (Euro 56.203 contro 57.201 del 2014). Per quanto riguarda le presenze dei visitatori recatisi al Museo Monumento al Deportato (26.733 visitatori complessivi) si è registrato un aumento rispetto allo scorso anno; aumento registrato anche al Campo di Fossoli (28.495 presenze) in particolare con riferimento ai visitatori liberi. Sostanzialmente costante il flusso di visitatori all’ex Sinagoga, con 1.120 presenze. Il corrispettivo del Comune di Carpi si è confermato rispetto ai valori del 2014. Anche dal punto di vista dei ricavi e proventi finanziari non si sono registrate variazioni sostanziali. Più in dettaglio (valori espressi in euro): Proventi: Contributi in c/esercizio Proventi commerciali Fondazione Altri proventi Proventi finanziari Proventi straordinari Totale

2015 176.621 198.585 288 9.623 10.750 395.867

2014 188.461 195.160 3.220 9.587 10.097 406.525

Variazione -11.840 3.425 -2.932 36 653 -10.658

La voce “Contributi in c/eserscizio” comprende: -

I contributi ricevuti da enti pubblici e privati e destinati allo svolgimento delle varie iniziative istituzionali promosse;

-

Le erogazioni liberali raccolte presso il Museo e il Campo di Fossoli.

La voce “proventi commerciali” comprende:

1


-

il corrispettivo pari ad Euro 132.272, ricevuto dal Comune di Carpi per la gestione del Campo di Fossoli e del Museo Monumento al Deportato in forza di un’apposita convenzione stipulata il 1° gennaio 2001 nonché, dal 2009, dei locali storico-artistici della Ex-Sinagoga di Carpi;

-

i ricavi derivanti dalle visite guidate presso il Campo di Fossoli e il Museo Monumento al Deportato e dalle vendite presso il bookshop di entrambi i siti, per Euro 66.313; nel 2014 erano Euro 62.888.

La voce “altri proventi” è costituita da arrotondamenti e abbuoni su acquisti.

La voce “proventi finanziari” è costituita dagli interessi maturati sul fondo di dotazione consistente in Buoni del Tesoro Poliennali.

La voce “proventi straordinari” è composta quasi esclusivamente (Euro 7.741) da un avanzo sulle quote di partecipazione al “Treno per Auschwitz 2015”, le quali contenevano una somma destinata ad imprevisti non verificatisi; il resto della voce è sostanzialmente composto da sopravvenienze attive derivanti dallo storno di costi, a causa di un eccesso di stima dei conti preventivi di energia elettrica, addebitati dal Comune di Carpi nel 2014 e relativi al sito del Museo.

L’andamento complessivo dei costi e delle spese nel corso dell’esercizio ha registrato una diminuzione rispetto ai livelli del 2014. I costi ammontano infatti complessivamente ad Euro 392.943, contro Euro 403.007, rilevati nel 2014. Il trend è confermato anche andando a confrontare i soli costi di gestione, senza cioè considerare l’effetto fiscale delle imposte e dei costi straordinari (vedi prima riga in grassetto della tabella che segue); la variazione è di 23.415 Euro di costi in meno rispetto al 2014. In particolare si sono riscontrati: •

Il decremento degli oneri e spese relative all’attività della Fondazione (- 28.245 Euro), da imputare principalmente: al risparmio di costi nella gestione della manifestazione “Un Treno per Auschwitz”; alle minori collaborazioni coordinate e continuative; alla presenza nel 2014, non ripetuta nel 2015, dei costi sostenuti per il progetto, affidato al dipartimento di Architettura dell’Università di Bologna, di un piano di conservazione/ristrutturazione del Campo di Fossoli;

la diminuzione generalizzata (per il secondo esercizio consecutivo) dei costi relativi alle utenze e i servizi, (- 3.279 Euro), a testimonianza di una buona gestione delle risorse “amministrative”;

l’incremento del costo del personale (+ Euro 9.704) dovuto al rientro dal periodo di maternità, di una delle dipendenti;

la contrazione degli ammortamenti (molti cespiti sono ormai “esauriti”);

2


Più in dettaglio (valori espressi in unità di euro e percentuali arrotondate): Costi e spese varie

2015

2014

Diff.

Variaz.%

Acquisto materiale per bookshop

1.207

6.866

-5.659

-82%

Utenze e servizi

26.176

29.455

-3.279

-11%

Personale

69.187

59.483

9.704

16%

Prestazioni terzi

10.873

10.912

-39

0%

Acquisti diversi

760

448

312

70%

Costi di manutenzione

5.754

2.085

3.669

176%

Oneri finanziari e spese bancarie

2.716

1.905

811

43%

Oneri e spese attività ist.li Fond.

250.681

278.926

-28.245

-10%

3.495

4.920

-1.425

-29%

750

-150

900

-600%

Diverse

10.853

11.017

-164

-1%

Totale ante imposte e ante costi straordinari

382.452

405.867

-23.415

-6%

Oneri straordinari

4.360

7.659

-3.299

-43%

Imposte

6.131

-10.519

16.650

-158%

392.943

403.007

-10.354

-3%

Ammortamenti Variazione rimanenze

Totale

Gli oneri straordinari sono composti da sopravvenienze passive per Euro 3.688 e da erogazioni liberali per Euro 670. Le prime, sono valorizzate essenzialmente da scontrini e documentazione varia di competenza di esercizi precedenti. Le maggiori imposte ( Ires corrente e differita – l’Irap corrente è rimasta costante) sono giustificate dai minori costi sostenuti nel corso dell’esercizio nonché dalla tassazione dei contributi incassati nel corso del 2015 ma di competenza e quindi previsti, nell’esercizio precedente, risultati maggiori rispetto a quelli incassati nel 2014 ma di competenza del periodo precedente; inoltre si è registrato il minor impatto “benefico” dello storno delle imposte differite dell’esercizio 2015 rispetto a quanto avvenuto nel 2014 (Euro – 8.849).

Si segnala che nell’esercizio 2015 non sono stati effettuati significativi investimenti in beni materiali. Complessivamente la gestione dell’esercizio 2015 si sostanzia in un risultato positivo pari ad Euro 2.924.

3


Relazione attività 2015 PATRIMONIO − Museo Monumento al deportato Nel corso del 2015 il Museo Monumento è stato oggetto di diverse iniziative che lo hanno rivitalizzato e reso un luogo aperto a nuove sollecitazioni, artistiche e storiche. Reading, installazioni, mostre e attività didattiche (vedi paragrafi successivi) sono state occasioni per riportare al Museo nuovi visitatori, motivare a ritornare in museo, coinvolgere a livello nazionale personalità del mondo politico e della cultura. E’ proseguita la ricerca per la realizzazione del nuovo Catalogo e della nuova Guida che verranno pubblicati nella Collana dei Musei dell’Emilia Romagna (Edizioni BUP), una occasione importante che permetterà dare a questa opera la giusta collocazione nel panorama italiano e internazionale. In collaborazione con l’ufficio tecnico di Carpi è continuato lo studio di fattibilità per riapertura della 14° sala del Museo in modo da ripristinare il percorso originario e permettere un migliore deflusso dei visitatori. Altro intervento in studio è la verifica della possibilità di portare all’interno del Museo una qualche forma di riscaldamento che renda la temperatura degli ambienti nel periodo invernale quantomeno sopportabile. Resta in ogni caso aperta la questione di fondo, che si intende continuare a porre alla attenzione della amministrazione comunale: dotare il Museo di locali di servizio idonei sia all’accoglienza dei visitatori, che alle diverse attività che si stanno realizzando a partire dal patrimonio del Museo. Il restauro del vicino Torrione degli Spagnoli potrebbe dare l’opportunità per affrontare questo tema. − Campo di Fossoli Nel corso del 2015 è stato approvato il progetto per gli Interventi di messa in sicurezza e conservazione di alcune baracche danneggiate dal sisma 2012. Non è stato possibile nel corso dello stesso anno procedere al bando per l’assegnazione dei lavori. E’ continuato il lavoro di indagine sul verde che completa l’indagine storico - morfologica assegnata all’Università di Bologna – Dipartimento di Architettura per la predisposizione del Codice di Pratica in via di definitiva stesura. Nell’ottobre i professionisti hanno presentato al Consiglio di Amministrazione le conclusioni relative al verde e le linee guida generali del Codice, che sono state utilizzate già nel progetto di intervento approvato dalla Soprintendenza da effettuarsi sulle tre baracche designate. Il Campo è stato oggetto di attenzione anche da parte del Governo che ha deliberato un finanziamento per la sua valorizzazione. − ex Sinagoga La Fondazione ha collaborando con l’Ufficio tecnico sul restauro della Sinagoga settecentesca, in particolare per la ricostruzione storica, la decifrazione delle scritte ebraiche ancora visibili e per la progettazione futura del suo uso per il quale la Fondazione ha proposto si possa creare un punto allestitivo/informativo sulla presenza degli ebrei a Carpi − Archivio e biblioteca Nel corso del 2015 si è continuata l'azione di consolidamento del patrimonio storico documentario; si sono registrati nuovi ingressi di documentazione, per lo più consistente in carte private e lettere dal Campo di Fossoli in copia ma anche in originale (ad esempio donazione Favilli) donate da familiari di ex deportati. Rispetto alla questione complessa della sistemazione del patrimonio archivistico della Fondazione, sia per quanto attiene al nucleo della documentazione storica sia per quanto attiene all'archivio proprio dell'ente Fondazione Fossoli, si è tenuto un incontro con la Soprintendenza archivistica dell'Emilia Romagna con l'obiettivo di giungere al riconoscimento e alla notifica di Notevole interesse storico del patrimonio archivistico, bibliotecario e audiovisivo. L'incontro ha permesso di delineare il quadro generale e il piano di lavoro che sarà da compiere nel corso

4


dell'anno 2016, orientato al censimento e ricognizione di tutto il materiale custodito e conservato dalla Fondazione dalla sua nascita ad oggi. L'archivio ha promosso anche per il 2015 la dimensione di rete, mantenendo la partecipazione alla Settimana della Didattica d'archivio (cfr capitolo didattica) e promuovendo la valorizzazione del patrimonio anche mediante l'adesione alla manifestazione delle Giornate Europee del Patrimonio (19-20 settembre), promosse a livello nazionale dal Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo. Per quanto riguarda la Biblioteca si è inoltre avviata la collaborazione con L'Istituto Luigi Sturzo: il progetto, incentrato sulla figura di V. E. Giuntella, consentirà di mettere in rete il fondo librario omonimo conservato dall'Istituto Sturzo e il patrimonio librario (in particolare il periodico Lacio Drom) conservato nel Fondo Zingari della Fondazione. Continuativo è stato inoltre il lavoro di consulenza a familiari e studiosi che la Fondazione svolge nella quotidianità e nel corso dell'intero anno 2015, che ha interessato Archivio e Biblioteca. Per quanto attiene al piano della valorizzazione del patrimonio, si è investita particolare attenzione alla promozione del patrimonio in connessione alle diverse iniziative culturali promosse nel corso del 2015 e alle offerte didattiche, con l'uso di materiali storici e librari anche facenti parte della documentazione custodita dalla Fondazione (per la descrizione si rimanda al capitolo specifico della presente relazione). Sempre sul piano della valorizzazione, si sottolinea il programma di pubblicazione on line che è stato incentivato nel corso del 2015. In particolare, sono stati pubblicati in edizione e-book e accessibili liberamente dal sito della Fondazione, i volumi facenti parte della Collana Quaderni di Fossoli, nonché si è curata l'edizione, con pubblicazione on line, di Perchè siano fatte nostre. Lettere di condannati a morte della Resistenza Europea “adottate” dagli esponenti della cultura italiana. Inoltre, sempre in riferimento all'attività dei Servizi, si è rafforzata e intensificata l'attivazione di stage alla presenza di tirocinanti provenienti dagli Istituti superiori di II grado del territorio di Carpi (4 studenti, per un periodo di tre settimane ciascuno) ma anche universitari (Valentina Camac) e post-universitari (Sophie Honorè, Università Francia) che hanno svolto circa due mesi di lavoro presso la Fondazione. Sostenuti e condotti con programmi di lavoro individuali e specifici, i tirocini condotti dagli studenti della scuola superiori si sono concentrati sul consolidamento e affiancamento all'attività ordinaria dell'Ente, mentre i tirocini universitari hanno consentito di produrre esiti nel campo dell'indagine bibliografica, di contatto con enti nazionali ed internazionali ed infine di traduzioni di materiali illustrativi e divulgativi della Fondazione.

DIDATTICA (anno scolastico 2014-15 e avvio anno scolastico 2015-16) Il settore didattica per l'anno 2015 ha portato a conclusione le attività già progettate nell'anno scolastico 2014-15, e si è rivolto alla programmazione didattico-formativa per l'anno scolastico 2015-16. In particolare gli ambiti di azione dell'attività didattica nel corso del 2015 si sono rivolti alla valorizzazione e presentazione del piano di offerta didattica, alla formazione docenti, allo sviluppo della consolidata didattica legata ai luoghi -Campo, Museo e Sinagoga-, alla cura di “percorsi didattici speciali” (per i temi trattati, metodologia, e durata dell'attività), alla consulenza e sportello didattico rivolto al corpo docente, allo sviluppo della “didattica in rete” all'interno di piani di lavoro co-promossi con altri enti e associazioni. In particolare inoltre si è seguita, a livello didattico, la programmazione relativa al 70^ anniversario della liberazione. Da segnalare l’avvio nel 2015 del Master in Public History presso l’Università di Modena e Reggio di cui la Fondazione è uno dei partner assieme a Istituto storico di Modena, Istituto storico di Reggio Emilia e Museo Casa Cervi. In questa funzione ha collaborato alla definizione degli obiettivi, della programmazione e condotto un seminario. • Didattica legata ai luoghi: Campo Fossoli, Museo Monumento e ex Sinagoga 5


A partire dalla centralità dei luoghi, la didattica si articola in un piano di offerta di visite guidate ai luoghi e attività laboratoriali di approfondimento tematico. Per quanto attiene alla descrizione qualitativa della presenza del mondo della scuola raggiunta dalle visite guidate si rimanda al capitolo specifico della presente relazione; in particolare si sottolinea che il 2015 ha visto lo svolgimento di 67 laboratori di approfondimento connessi alle viste, per un totale di 1677 alunni coinvolti. Percorsi didattici speciali: − Un treno per Auschwitz. Andata e ritorno, XI edizione Nel progetto sono stati coinvolti oltre 480 studenti, 56 docenti, dei 33 gli istituti superiori della provincia di Modena. Hanno partecipato assieme alle scuole anche 45 adulti, parte provenienti dalle realtà associative che singoli cittadini. Il progetto come da 11 anni è stato realizzato in collaborazione con i Comuni capo distretto – Carpi, Castelfranco Emilia, Finale Emilia, Mirandola, Modena, Pavullo, Sassuolo e Vignola. Ha ricevuto il sostegno della quattro Fondazioni Bancarie del territorio, della Assemblea Legislativa, il contributo di CoopEstense, il patrocinio della alte cariche dello Stato e del MIUR. Formazione docenti Nell’ambito dell’undicesima edizione del progetto sono stati organizzati alcuni momenti seminariali rivolti ai docenti partecipanti al progetto, incontri aperti come sempre a tutti gli interessati : 14 gennaio 2015 Fossoli nel sistema concentrazionario nazista, visita al luogo. A seguire La complessità del fenomeno della deportazione, presentazione del volume Le deportazioni femminili dall'Italia tra storia e memoria di Alessandra Chiappano con la partecipazione di Bruno Maida (Università di Torino) e Nadia Baiesi (LANDIS Bologna) 3 febbraio 2015 Le narrazioni possibili presentazione del volume Il Silenzio di Abram. Mio padre dopo Auschwitz di Marcello Kalowski con la partecipazione dell’ autore e Brunetto Salvarani (Facoltà Teologica dell’Emilia Romagna) 17 febbraio 2015 Scrivere di sé: la scrittura come forma di resistenza incontro con Duccio Demetrio 19 marzo 2015 Narrazioni di pietra presentazione del volume A partire da ciò che resta di Elena Pirazzoli con la partecipazione dell'autore e Andrea Ugolini (Università di Bologna) Formazione studenti

Sono stati predisposti dei percorsi specifici per gli studenti, percorsi svolti da docenti formatori interni alle diverse scuole coinvolte e hanno garantito a tutti gli studenti partecipanti un percorso di formazione storica, in funzione dell’acquisizione di conoscenze essenziali rispetto al tema della Shoah. Il percorso ha previsto 4 incontri: 3 prima del viaggio ed 1 al ritorno; dei 3 prima della partenza il primo specifico sul Campo di Fossoli, per sottolineare il legame storico tra Fossoli ed Auschwitz, svolto sempre da un operatore della Fondazione. Per i Comuni di Modena ( 4 marzo) e Carpi (22 febbraio) sono state organizzate serate di presentazione e incontro con le famiglie degli alunni. Giornata di restituzione dell’esperienza - Obiettivo Memoria

Il 28 aprile in Teatro alla presenza di tutti gli studenti e docenti sono stati presentati i lavori realizzati autonomamente da alcuni istituti e gli esiti dei due laboratori proposti dalla Fondazione: laboratorio fotografico coordinato da Sara Cestari, laboratorio di scrittura coordinato da Anna Maria Perdetti e Gianna Niccolai della libera università dell’Autobiografia di Anghiari che sono stati raccolti e pubblicati in due quaderni; nonché il documentario di viaggio “2015 diario di un viaggio”per la regia di Federico Baracchi e Roberto Zampa

6


− Brundibar In collaborazione con l’Istituto Superiore di Studi Musicali Vecchi – Tonelli. Il percorso didattico ha visto coinvolte le scuole del territorio di Carpi di ogni ordine e grado, ciascuna con un percorso specifico. Percorso specifico per rivolto agli studenti delle classi 2^Ai e 2^Ach della scuola secondaria di secondo grado ITIS Leonardo da Vinci di Carpi. Si è sviluppato un percorso storico-formativo che, a partire dalla centralità dell'opera Brundibar, ha affrontato la sua genesi, il contesto in cui essa stata prodotta e la specificità del ghetto di Terezin, nel quadro più ampio dell'istituzione dei ghetti e campi di concentramento durante il secondo conflitto mondiale. A seguito della prima parte prevalentemente dedicata alla comprensione storica, conseguita anche attraverso l'analisi di diversi documenti, il percorso didattico si _ indirizzato alla preparazione del lavoro di restituzione, in cui gli studenti sono stati coinvolti nel piano di una propria produzione. Obiettivo conclusivo dell'attività infatti è stata la cura della presentazione al pubblico dell'opera Brundibar per la messa in scena del 27 gennaio 2015 presso il Teatro comunale di Carpi. Complessivamente si sono svolti 10 incontri con gli studenti. Per le scuole primarie e le secondarie di primo grado si è proposto un laboratorio storico-musicale, in grado di unire didattica della storia e didattica musicale. Sono state coinvolte le scuole primarie di S. Croce, Gasparotto, Da Vinci, Collodi e Rodari, e le secondarie di primo grado di Rovereto sulla Secchia. Tutti gli studenti hanno partecipato alle prove generali pomeridiane dello spettacolo teatrale. Il progetto inoltre ha avuto la partecipazione anche della Scuola di Infanzia Agorà, Comprensivo Carpi 2- Carpi, con una presentazione in occasione dello spettacolo serale che si è svolto nel Taro Comunale di Carpi alla presenza di 500 persone. Nelle diverse attività stati coinvolti 284 studenti. − Capire per Ricordare In collaborazione con il Comune di Cavezzo, Assessorato all'istruzione, per l'a.s. 2014-15 si è sviluppato il progetto rivolto alle classi terze della scuola secondaria di primo grado, per un coinvolgimento di 70 studenti che hanno svolto nel mese di marzo il lavoro didattico sia in classe che sui luoghi, con viste e laboratori. − Codice Memoria. QR Code ci guida sui nostri luoghi di memoria Inserito nella progettazione connessa al 70° anniversario della liberazione, il progetto è stato curato dalla Fondazione in collaborazione con l'ISS Meucci di Carpi e il comune di Carpi. Obiettivo del progetto è stata la creazione , da parte degli studenti di IIF-Meucci, di QR Code e relative schede descrittive per 5 luoghi che segnano la memoria della seconda guerra nel nostro territorio: Museo monumento, Campo di Fossoli, Poligono di Tiro, stazione Ferroviaria e ex Sinagoga. Al termine del progetto didattico è stata realizzata l'applicazione Qr Code, la Mappa della memoria, 5 targhe posizionate nei 5 luoghi identificati a segnalazione dell'applicazione, la versione dell'applicazione per cellulari e tablet e il sito web del progetto contenente le schede descrittive. Il 25 aprile al Campo di Fossoli è stato presentato ufficialmente il laboratorio alla presenza dell'amministrazione comunale e a maggio presso l'istituto Meucci alla presenza del corpo docente e degli studenti dell'istituto. − Consiglio Comunale dei ragazzi promosso da Comune Carpi-Settore Istruzione nell'ambito delle attività connesse al 70° anniversario della liberazione, il progetto ha avuto la collaborazione della Fondazione Fossoli che ha curato l'intera consulenza storico-scientifica del progetto didattico. Seguita nel 2014 la progettazione con i referenti della didattica del Comune, lo sviluppo della didattica con i ragazzi si è svolta a partire da gennaio 2015 e per tutto il periodo scolastico. Il progetto ha visto 3 incontri

7


frontali con gli alunni seguiti direttamente dalla Fondazione e lo svolgimento della visita Carpi inn tempo di Guerra, nonchè periodici incontri di valutazione del percorso e il supporto alla realizzazione del lavoro di restituzione. Prodotto finale del progetto è stata la creazione della mappa interattiva Carpi in tempo di guerra. Alla scoperta di luoghi della nostra città nel periodo della Resistenza. Il lavoro è stato poi presentato dai ragazzi al Consiglio Comunale nella seduta del 21 maggio 2015, con la presenza anche delle istituzioni scolastiche e dei genitori degli alunni. − Didattica in rete. Collaborazioni con altri enti e soggetti si segnalano : a) Partecipazione alla Settimana della didattica d'archivio (maggio 2015),- progetto promosso dalla Soprintendenza archivistica per l'Emilia Romagna e dall'IBC Istituto per i Beni Artistici dell’Emilia Romagna; b) adesione al progetto “Educazione e politica: la cittadinanza fra storia e scienze della formazione”, promosso da Ente Regione e Dipartimento di Scienze dell’Educazione “Giovanni Maria Bertin” dell’Università di Bologna insieme alla Rete degli istituti storici della Resistenza -, con l'attivazione di un percorso laboratoriale rivolto a studenti universitari e inserito nel piano formativo della Facoltà.; c) partecipazione delle proposte didattiche al piano formativo di Memo per il territorio di Modena. d) 25 settembre 2015 Modena ITI CORNI-Modena L'educazione oltre il rito Seminario interdisciplinare di approfondimento del significato educativo delle celebrazioni e del valore formativo della memoria nella scuola, in collaborazione con MEMO, Istituto Storico Modena, nell’ambito delle iniziative promosse dal Comitato per la memoria e le celebrazioni del Comune di Modena e dal Comitato per la celebrazione del Centenario della Grande Guerra, Modena L’iniziativa ha avuto il patrocinio della Regione Emilia Romagna, del Dipartimento di Scienze dell’Educazione e del Centro di ricerca e formazione Educazione Storia Politica – Alma Mater Studiorum Università di Bologna e del MIUR − Filo Diretto. Sportello Didattico E’ continuato il lavoro di consulenza a favore di enti, istituti scolastici e studenti per la predisposizione di percorsi didattici e /o ricerche storiche e documentarie sia sul patrimonio del Centro Studi e Documentazione “P. Levi” della Fondazione che riguardo temi affini alla sua attività. • Avvio anno scolastico 2015-2016 Il 22 settembre 2015 nella Sala Mori di Palazzo dei Pio è stata presentata l’Offerta didattica della Fondazione Fossoli e degli Istituti Culturali del Comune di Carpi alle scuole dell’infanzia, le primarie e le scuole secondarie I grado Il 24 settembre nel Giardino di Levante presso il Comune di Carpi è stata presentata l’Offerta didattica della Fondazione Fossoli e degli Istituti Culturali del Comune di Carpi per l’ a.s. 20152016 rivolta alle scuole secondarie II grado • Treno per Auschwitz . Andata e ritorno Formazione docenti, Dicembre 2015, Auditorium Arturo Loira E’ possibile educare alla memoria attraverso il viaggio?, Primo incontro di formazione con il prof. David Bidussa e la dott. Elena Bissaca

8


PROGETTI • Perché siano fatte nostre Lettere di condannati a morte della Resistenza europea 'adottate' dagli esponenti della cultura e della società italiana. Nella ricorrenza del Settantesimo della Liberazione la Fondazione Fossoli ha promosso il progetto Perchè siano fatte nostre. A partire dalle parole graffite lungo tutto il perimetro del Museo Monumento al Deportato e tratte dalle Lettere di condannati a morte della Resistenza europea, _ stato chiesto ad esponenti del mondo della cultura italiana di scegliere una frase e di commentarla attraverso un breve testo o video. Una riflessione sul nostro presente, quindi, letto alla luce del recente passato, composto insieme di tragicità e speranza, oppressione ed anelito alla libertà. Tutti i contributi sono stati raccolti e pubblicati in un e book disponibile sul sito della Fondazione, e una selezione di questi sono stati letti alla cittadinanza in occasione del 25 aprile . • Campo di Volontariato Fossoli: i giovani per progettare Dal 4 -12 luglio si è svolta la terza edizione del campo di volontariato realizzato in collaborazione con il Comune di Carpi e la Fondazione Casa del Volontariato e rivolto a ragazze e ragazzi dai 18 ai 24 anni. Dodici ragazzi hanno trascorso una settimana lavorando presso il Campo di Fossoli e il Museo Monumento e approfondendo temi, grazie alla presenza di esperti e testimoni, quali la memoria storica, i conflitti, la pace, la responsabilità e strade della convivenza. Il risultato dei lavori svolti dai ragazzi sono stati presentati nel corso di una serata aperta alla cittadinanza • Ai figli e ai figli dei figli All’interno del programma del Festival Filosofia (Eredità) e delle Giornate del Patrimonio (18 19 20 settembre ) è stato realizzato il seguente programma presso il Museo Monumento al deportato Venerdì 18 18.30: inaugurazione Ai figlie e ai figli dei figli, installazione sonoro ore 19.30 Reading teatrale con musica dal vivo cura del "Teatro dell'Argine" La memoria di una storia. Trasformazioni del Campo di Fossoli (1942-1970) ore 21.00 Trasformazioni della memoria Racconto per immagini dell’esperienza della deportazione, a cura di Roberto Zampa VISITATORI AI LUOGHI Le statiche presentate rappresentano il collettore delle tante iniziative – didattiche, culturali, divulgative- come dei rapporti stretti dalla Fondazione nel corso del 2015. Esse tengono conto: - delle presenze dovute a specifici progetti didattici promossi dalla Fondazione ex Campo Fossoli (Un Treno per Auschwitz, Brundibar, Campo di Volontariato Fossoli: i giovani per progettare), - delle visite che hanno richiesto una organizzazione specifica (Il poster della pace –Lions club Carpi Host, Direttivi Spi CGIL di Carpi e dell’Emilia Romagna, Rotary di Sassuolo, ecc…) - delle prenotazioni delle singole scuole - dei visitatori che sono arrivati sui luoghi in modo autonomo • Museo Monumento al Deportato 9


Il Museo Monumento al deportato ha accolto 6024 visitatori liberi ossia non organizzati in gruppi. I gruppi, scolastici in prevalenza, che si sono avvalsi di visite guidate sono stati 825 per un totale di 20709 visitatori Totale visitatori: 26.733 • Campo di Fossoli Il Campo di Fossoli ha accolto 8277 con un picco di presenze nelle giornate commemorative del 27 gennaio, Giornata della Memoria , e del 25 aprile, Festa della Liberazione. I gruppi che hanno prenotato visite guidate sono stati 803 per un totale di 20.218 visitatori, anche in questo caso in prevalenza delle scuole. Totale visitatori: 28.495

• Ex Sinagoga 19 gruppi hanno richiesto esplicitamente la visita guidata alla ex Sinagoga che ha visto nel complesso 1120 visitatori. Oltre alla apertura della prima domenica di ogni mese, la ex Sinagoga è aperta in modo straordinario nelle giornate commemorative del 27 gennaio e del 25 aprile ed è sede di esposizioni temporanee. Totale visitatori: 1.120

INIZIATIVE CULTURALI Le iniziative culturali promosse dalla Fondazione nel corso dell’anno hanno in parte seguito il calendario civile, con particolare attenzione alla Gionata della Memoria, al Giorno del Ricordo - per le vicende che hanno coinvolto il campo di Fossoli - e alla Festa di Liberazione nel corso della quale il Campo di Fossoli è ormai diventato il luogo di riferimento per il territorio e non solo. Anche l’attenzione al patrimonio immateriale ha dato corso ad iniziative pubbliche, come pure le attività didattiche che hanno avuto spesso un momento di apertura alla comunità cittadina. Da segnalare la particolarità del 2015, 70° della Liberazione, che ha impegnato la Fondazione partner del Tavolo della Memoria di Carpi nel progetto DNA memoria. La partecipazione alle mostre, sia quelle realizzate dalla Fondazione e noleggiate da altri enti e in altri territori, che quelle ospitate hanno dimostrato la validità di questa forma di buona divulgazione. MOSTRE Un viaggio lungo dieci anni (2005-2014) 25 gennaio-1 marzo 2015 Mostra realizzata dalla Fondazione Fossoli in occasione del decennale del progetto Un treno per Auschwitz. Visitatori: da oltre 300 persone. Immagini dal silenzio, 24 gennaio – 8 febbraio 2015 In collaborazione con il Comitato comunale permanente per la Memoria e le Celebrazioni di Modena, in occasione del Giorno della Memoria, è stata allestita a Modena la mostra Immagini dal silenzio visitatori circa 200 persone I mondi di Primo Levi. Una strenua chiarezza, 19 aprile-30 giugno 2015 In occasione del 70° anniversario della Liberazione di Auschwitz, la Fondazione Fossoli ha ospitato al Campo la mostra realizzata dal Centro Studi Primo Levi di Torino. Visitatori: 11.500 persone

10


INIZIATIVE CULTURALI 23 gennaio, 15.00 San Filippo Neri Modena Conferenza di formazione tenuta dalla Fondazione Fossoli e rivolta ai docenti degli istituti scolastici di Modena dedicata alle prospettive didattiche della mostra Immagini dal silenzio . In collaborazione con il Comitato comunale permanente per la Memoria e le Celebrazioni di Modena pubblico: 30 docenti 24 gennaio, 18.30, San Filippo Neri Modena inaugurazione mostra Immagini dal silenzio In collaborazione con il Comitato comunale permanente per la Memoria e le Celebrazioni di Modena, pubblico: 45 persone 24 gennaio, 20.30 Auditorium Loria Carpi proiezione del film-documentario Un viaggio lungo dieci anni (2005-2014) In occasione del decennale del progetto Un treno per Auschwitz. Il film ripercorre attraverso la voce di alcuni protagonisti i dieci anni del progetto. Pubblico: 120 persone 25 gennaio 2015, ore 10,30 Novi di Modena In occasione del Giorno della Memoria, presentazione del Film documentario Crocevia Fossoli Iniziativa in collaborazione con Anpi di Novi, Comune di Novi Pubblico: 65 persone 25 gennaio, ex Sinagoga Carpi inaugurazione della mostra Un viaggio lungo dieci anni (2005-2014) In occasione del decennale del progetto Un treno per Auschwitz_. Il viaggio raccontato attraverso gli scatti di 10 fotografi che nel corso degli anni sono saliti sul treno insieme agli oltre 5000 studenti. Pubblico: oltre 300 persone 27 gennaio 2015, Nell'ambito del 70° della liberazione di Auschwitz, la Fondazione ex Campo Fossoli ha partecipato come invitato speciale alle celebrazioni ufficiali internazionali dell'anniversario tenutesi ad Auschwitz. Nel corso di tre serate, 26-28 gennaio, dedicate ai viaggi della Memoria, la Fondazione Fossoli ha presentato presso ’Istituto Italiano di Cultura di Cracovia la storia del Campo di Fossoli e le attività della Fondazione. 27 gennaio, ore 14,30 e 21,00, Teatro Comunale Carpi, Spettacolo Brundibar. Opera per bambini in due atti in collaborazione con l’Istituto Vecchi & Tonelli e grazie alla partecipazione dell’Istituto L. da Vinci di Carpi. L'iniziativa ha previsto una proiezione pomeridiana rivolta alle scuole aderenti al progetto didattico (vedi sezione didattica) e lo spettacolo serale rivolto alla cittadinanza in collaborazione con Comune di Carpi. Pubblico: spettacolo serale e pomeridiano: tutto esaurito 27 gennaio, 9,30 Teatro San Carlo Modena Proiezione del film Hannah Arendt In collaborazione con il Comitato comunale permanente per la Memoria e le Celebrazioni di Modena, Iniziativa per le classi V delle scuole superiori di secondo grado di Modena

11


L’apertura dei luoghi gestiti dalla Fondazione tra il fine settimana del 24-25 gennaio e la giornata del 27 ha registrato quasi 800 presenze 30 gennaio, 21,00 La tenda Modena Proiezione del film Hannah Arendt per il pubblico e cittadinanza In collaborazione con il Comitato comunale permanente per la Memoria e le Celebrazioni di Modena, 31 gennaio, 18,30 San Filippo Neri conferenza “Dopo tutto quello che abbiamo passato. Il destino degli ebrei in Italia 1945-1948” con Federica Di Padova. Iniziativa rivolta al pubblico nell'ambito del programma del Comitato comunale permanente per la Memoria e le Celebrazioni di Modena,

6 febbraio Presentazione e proiezione alla cittadinanza del film documentario Crocevia Fossoli in collaborazione con il Comune di Moglia pubblico: 30 persone 7 febbraio, 18,30 San Filippo Neri in collaborazione con l’Istituto storico di Modena , Università di Modena, Fondazione San Carlo, Comune di Modena e in occasione delle iniziative promosse in occasione del Giorno della Memoria a Modena è stata organizzata la conferenza “Angelo Donati, cittadino italiano di religione ebraica. Da Modena all’Europa” con Patrizia Di Luca. 10 febbraio In occasione del Giorno del Ricordo è stato presentato in anteprima la rivista realizzata dagli studenti che hanno preso parte al progetto provinciale Confini in guerra. Viaggio sul confine orientale italiano iniziato nell’autunno del 2014 e promosso dalla Fondazione Fossoli, dall’Istituto storico di Modena e dalla Fondazione Villa Emma di Nonantola, che ha visto la partecipazione di 100 studenti afferenti a 4 istituti superiori della Provincia. A Carpi è stata coinvolta una classe terza dell’Istituto L. da Vinci che il 10 febbraio ha presentato alla scuola e alle autorità cittadine la rivista nata nell’ambito del progetto 10 marzo, Auditorium Loria Carpi In collaborazione con il tavolo della memoria del Comune di Carpi, DNA memoria e l’Associazione Amici del Museo Monumento e del Campo di Fossoli è stato presentato il libro Questo ascensore è vietato agli ebrei curato da Odoardo Semellini 14 marzo, in onda su Raidue la puntata di Sereno Variabile con servizio sul Campo di Fossoli ed il Museo Monumento al deportato. 24 marzo, 15,00, Circolo sociale ricreativo Gorizia Carpi Presentazione del film documentario Crocevia Fossoli Pubblico: 55 persone 11 aprile, ore 18.30 Libreria La Fenice Carpi Presentazione della raccolta di racconti Uomini e comandanti di Giulio Questi, Einaudi, 2014 A cura di ANPI Carpi in collaborazione con Fondazione ex Campo Fossoli e Istituto Storico di Modena

12


13 aprile, 9,00 Modena partecipazione alla puntata di TRC Detto tra noi, per presentare le inizitive della Fondazione nell'ambito del 70 della liberazione 14 aprile, Sinagoga conferenza stampa dedicata al programma di iniziative promosse in occasione del 25 aprile nel 70 della liberazione 18 aprile,ore 18.30 Libreria La Fenice, Carpi Presentazione del saggio Storie di GAP. Terrorismo urbano e Resistenza di Santo Peli, Einaudi 2014. A cura di ANPI Carpi in collaborazione con Fondazione ex Campo Fossoli e Istituto Storico di Modena 22 aprile, 11,00 sala Peruzzi Carpi Spettacolo Dove sono le mie montagne dedicato alla figura di L. Gasparotto e a cura del Teatro dell'Argine. Iniziativa rivolta alle classi 3-4-5 degli Istituti superiori di Carpi in occasione del 70^ della liberazione della città di Carpi. In collaborazione con DNA Memoria Presenti: 120 studenti 25 aprile, INIZIATIVE IN PROGRAMMA SUI LUOGHI – Fondazione Fossoli In occasione del 25 aprile la Fondazione ha aperto per tutta la giornata e a ingresso gratuito il Museo Monumento, l’ex Sinagoga e il Campo di Fossoli che hanno registrato complessivamente un pubblico di 2200 persone. Presso il Museo Monumento al Deportato Perchè siano fatte nostre. Lettere dei condannati a morte della Resistenza europea ‘Adottate dagli esponenti della cultura e della società italiana . Percorso nel Museo Monumento al Deportato sulle tracce delle Lettere graffite scelte e commentate da personalità della cultura italiana

Presso il Campo di Fossoli sono stati realizzati diversi appuntamenti: in collaborazione con l’AGESCI laboratori di animazione per ragazzi . L’apertura per tutta la giornata della mostra "I mondi di Primo Levi – Una strenua chiarezza" La presentazione al pubblico del progetto Codice Memoria. Presentazione del progetto didattico in collaborazione con IISS Meucci di Carpi Il concerto Un Requiem laico. Di e con Francesco Benozzo, Fabio Bonvicini e Fratelli Mancuso Una produzione di Fondazione ex Campo Fossoli e Associazione Il Ponte in collaborazione con Arci Reggio Emilia 25 aprile, sala Truffaut Modena Presentazione e proiezione del documentario Crocevia Fossoli 26 aprile Correggio Incontro presso la Festa del PD sul tema della Resistenza, dell’uso dei luoghi di memoria nella formazione dei giovani 30 aprile, 9,00 Modena Partecipazione alla puntata di TRC Detto tra noi, per presentare QR-Code, Codice Memoria progetto didattico della fondazione Fossoli e dell'Istituto scolastico Meucci di Carpi

13


18 maggio, Torino La Fondazione Fossoli ha partecipato al Salone Internazionale del Libro di Torino in occasione della presentazione del libro Se chiudo gli occhi muoio, un instant book frutto della collaborazione tra il quotidiano La Stampa e il Museo Internazionale di Auschwitz-Birkenau. L’incontro è stato curato dall’Associazione Terra del Fuoco , Fondazione Fossoli, La Stampa e dal Museo Internazionale di Auschwitz-Birkenau. 20 maggio, memoriale della Shoah Milano La Fondazione Fossoli ha collaborato e presso parte al convegno Aldo Carpi. Arte Resistenza Vita dedicato all’artista Aldo Carpi e promosso dall’Accademia di Brera, Aned Milano, INSMLI e Università degli Studi di Milano 25 maggio , 9,00 Aula Magna San Filippo Re Dipartimento di Scienze dell'Educazione Giornata di studi Diventare cittadini: un calendario per la memoria. Una riflessione su educazione, storia, istituzioni e pratiche memoriali. promosso dall’Università di Bologna e dal Centro di Ricerca e Formazione Educazione Storia Politica, in collaborazione e con la partecipazione anche della Fondazione Fossoli. 26 - 29 maggio Seminario Situazione museologica e Memoria in Italia. Progetti sull'eredità della Memoria a 70 anni dalla Liberazione" organizzato da EUROM -European Observatory on Memories in collaborazione con INSMLI e Fondazione Fossoli e Istituto di Modena. L'evento si è svolto tra Modena, Bologna, Fossoli e Predappio, 30 maggio – 2 giugno , Carpi Nell'ambito della Festa Nazionale dell’ANPI tenutasi a Carpi, la Fondazione ha attivato l’apertura straordinaria dei luoghi gestiti dalla Fondazione ed ha promosso l'iniziativa del giorno 31 maggio, dalle 14,30 alle 17,00 con Visita al Campo di Concentramento di Fossoli e presentazione nella sala didattica della baracca recuperata, verranno illustrati la storia del Campo, il Museo, la deportazione con relazioni e breve discussione. complessivamente sono state registrate 2000 presenze. 1-2 giugno La Fondazione Fossoli ha preso parte al convegno promosso dall’Istituto storico di Reggio Emilia A cosa serve la storia, dedicato ai viaggi della memoria 28-29 giugno Tutte le genti che passeranno. Fare memoria oggi nell’ambito del progetto “Riprogettarci” su Memoria e antifascismo promosso dall’ARCI Nazionale. Al seminario è stata invitata anche la Fondazione Fossoli. 7-9-14 luglio, Carpi Nell’ambito degli appuntamenti della Carpi Estate e in occasione della terza edizione del Campo di volontariato "Campo Fossoli: i giovani per progettare", in collaborazione con l’Assessorato alle politiche giovanili del Comune di Carpi sono state organizzate 3 serate rivolte alla cittadinanza : 7 luglio Un treno per Auschwitz. Andata e ritorno. Letture e proiezioni video con la partecipazione di studenti e docenti dell’undicesima edizione del progetto. Pubblico: 100 9 luglio Scenari di guerra e migrazioni di popoli. Incontro con la scrittrice e reporter Annalisa Vandelli, lo studioso Giovanni Mottura e la testimonianza di alcuni profughi ospiti dei comuni dell’Unione Terre d’Argine. Pubblico: 70 persone 14


14 luglio L’officina della memoria: reading, videoistallazioni e musiche a cura del collettivo Tempo Perso di Carpi. Pubblico: 100 persone 12 luglio, Poligono di tiro In occasione del 71° anniversario della strage di Cibeno (12 luglio 1944) si è svolto presso il Poligono di tiro di Cibeno la commemorazione dei 67 internati del Campo di Fossoli alla presenza del Presidente della Regione Emilia Romagna Stefano Bonaccini e di Andrea Speranzoni, avvocato difensore di parte civile dei processi italiani per crimini nazifascisti. Pubblico: 70 persone 3 / 6 Settembre 2015. La Fondazione Fossoli ha preso parte al FESTIVAL DELL'AUTOBIOGRAFIA: Anghiari Marzia Luppi, Direttore della Fondazione Fossoli, presenta l'esperienza del viaggio ad AuschwitzBirkenau che da dieci anni si ripete coinvolgendo circa 600 studenti delle scuole superiori della Provincia di Modena. La Fondazione ex Campo Fossoli è stata ospite della quinta edizione del Festival dell’Autobiografia di Anghiari, svoltosi dal 3 al 6 settembre, organizzato dall’omonima Università (Libera Università dell’Autobiografia-LUA), partecipazione nata dalla recente collaborazione tra la Fondazione e la LUA nell’ambito del progetto “Un treno per Auschwitz. Andata e ritorno “ 6 settembre presso il Campo di Fossoli Sedicesima Giornata Europea dela Cultura Ebraica: le foto della iniziativa al Campo di Fossoli Circa 60 persone hanno preso parte con grande interesse alla conferenza tenuta dal professore Piero Stefani L'arco e i ponti - dalla Bibbia all'ebraismo di oggi introdotta dal Presidente della Fondazione Fossoli Pierluigi Castagnetti. 1 ottobre 2015 dalle ore 9 alle 12 nell'ambito della festa del racconto la Fondazione ha realizzato presso la ex Sinagoga "L'altra parte - other side", incontro con le figure istituzionali della Casa circondariale di Sant’Anna di Modena sul tema “Il carcere oggi e il racconto di sé come strumento di riprogettazione di vita”. Dalle ore 15 alle ore 19 presso il Campo di Fossoli l’iniziativa è continuata con "Teatro e carcere"incontro con gli studenti delle Scuole Superiori di Carpi, in collaborazione con Meucci-Lab Gli eventi sono a cura di ArServizi – Carpi, patrocinati da Fondazione Fossoli, Comune di Carpi, Ass. Gruppo Carcere-Città di Modena, Direzione della casa circondariale di Modena, Comune di Modena, Ausl di Modena e sostegno della Fondazione Cassa di Risparmio di Modena 23 ottobre 2015, ore 10 Casa Cervi La Fondazione Fossoli è tra le Istituzioni che collaborano al convegno METZ YEGHERN - IL GRANDE MALE A cento anni dal Genocidio Armeno, Saluti di Pierluigi Castagnetti 23 ottobre 2015, ore 14:30, alla Casa della Memoria in V. F. Confalonieri 14, Milano. nel quadro della manifestazione Bookcity Milano 2015, presentazione del volume Mino Steiner - Il dovere dell'antifascismo, ed. UNICOPLI, con la partecipazione della Fondazione 8 novembre, ore 17.30 Presentazione del film documentario Crocevia Fossoli, presso il Teatro dei Segni di Modena all’interno della manifestazione Viaemili@docfest 9 novembre alle ore 21,00 presso la ex Sinagoga si è tenuta l’iniziativa "Vittorio Grisi - Un patriota tra guerra e resistenza”.

15


27-28 novembre , Modena in collaborazione con Fondazione Fossoli Modena/Tirana Andata &Ritorno, programma di Mostra e iniziative diverse 14 dicembre 2015, ore 21 sala delle Vedute Palazzo Pio conferenza Lavorare sula memoria. Verso una legge regionale che tuteli la nostra storia Assemblea legislativa Emilia Romagna, Fondazione Fossoli, Comune di Carpi. Interventi di Stefano Bonaccini, Alberto Bellelli, Massimo Mezzetti, Pierluigi Castagnetti, Luca Lotti Sabato 19 dicembre - Teatro Comunale di Carpi Nell'ambito del 70^ della Liberazione messa in scena di O figli cari: non per memoria ma per i giorni che strisciano, spettacolo teatrale.

La presente Relazione e il Bilancio consuntivo al 31 dicembre 2015 testé esaminato, sono stati approvati all’unanimità in data 17 maggio 2016 dal Consiglio di Amministrazione, il quale ha altresì deliberato, sempre all’unanimità, di riportare l’avanzo di esercizio pari ad Euro 2.924 agli esercizi successivi.

Per il Consiglio di Amministrazione Il Presidente Dott. Pierluigi Castagnetti

16

Profile for Fondazione Fossoli

Relazione approvazione bilancio 2015  

Relazione approvazione bilancio 2015  

Advertisement

Recommendations could not be loaded

Recommendations could not be loaded

Recommendations could not be loaded

Recommendations could not be loaded