Fitmed n°12/2012 short version. In this issue: functional assessment of the cardiovascular system.

Page 1

Fit med

online

Anno 4 numero 12 - dicembre

La rivista online per i professionisti del settore

Focus:

valutazione del sistema

cardiocircolatorio

I test di valutazione funzionale La frequenza cardiaca Efficienza del meccanismo aerobico ed efficienza fisica Hard people test

I test di Margaria e Conconi

I nuovi protocolli di misurazione dell'attivitĂ motoria nei soggetti metabolici

Conto energia termica

Il cioccolato aiuta a ridurre la pressione sanguigna? L’esercizio eccentrico nelle tendinopatie patellari e dell’Achilleo


ANNO 4 N°12 DICEMBRE 2012

WWW.PROFESSIONEFITNESS.COM Fitmed online è una rivista mensile di aggiornamento che si rivolge a imprenditori, manager, opinion leader, professionisti che operano nel mondo del fitness, benessere, prevenzione e salute. Propone articoli riguardanti metodiche di allenamento, rieducazione funzionale, alimentazione, prevenzione e benessere, marketing e management. Editore Alea Edizioni di Alessandro Lanzani via G. Sapeto, 5 - 20123 Milano Redazione e uffici via P. Orseolo, 3 - 20144 Milano tel. 0258112828 - fax 0258111116 fitmed@professionefitness.com redazione@professionefitness.com Direttore responsabile Alessandro Lanzani alanzani@professionefitness.com Redazione Mia Dell’Agnello mia@professionefitness.com - int. 212 Progetto grafico Stefano Frattallone Impaginazione Anita Lavoce Pubblicità Alessandro Lanzani alanzani@professionefitness.com Hanno collaborato a questo numero Emiliano Sessa, Claudio Ciapparelli Antonio Gianfelici, Alessio Donnini , Giulio Sergio Roi, Roberto Albanesi, Rosario D’Onofrio, Alfonso De Nicola Autorizzazione del Tribunale di Milano n. 578 del 20.12.93. L’Editore e l’autore non potranno in alcun modo essere responsabili per incidenti o danni provocati dall’uso improprio delle informazioni o delle immagini contenute nel materiale ricevuto; inoltre non necessariamente le opinioni pubblicate rispecchiano il pensiero dell’editore. Il materiale (testi, immagini e disegni) pervenuto in redazione non verrà restituito, anche se non pubblicato e viene considerato libero da diritti. La riproduzione del materiale apparso su Fitmed online in qualsiasi forma e per qualsiasi scopo non è consentita se non dietro richiesta scritta e firmata dal direttore responsabile e dall’editore. Per eventuali controversie il Foro di competenza è quello di Milano.

Alea edizioni è una casa editrice specializzata in libri di finess, be-nessere e rieducazione funzionale, con più di 50 titoli a catalogo.

Da oltre 25 anni la Scuola di Professione Fitness con i suoi corsi, master e stage ha contribuito alla formazione e all’aggiornamento di migliaia di operatori del settore, mettendo a loro disposizione un corpo docente selezionato e altamente qualificato. Rilascia diplomi e attestati di partecipazione accredidati dall’UISP Milano, ente di promozione sportiva riconosciuto dal CONI.

Gestione dati digitali Lidia Di Giovanni ldigiovanni@professionefitness.com - int. 218 Amministrazione Luciana Iritano liritano@professionefitness.com - int. 219 La Scuola di Professione Fitness Francesco Capobianco fcapobianco@professionefitness.com - int. 217

LE AZIENDE CHE HANNO PARTECIPATO ALLA REALIZZAZIONE DI QUESTO NUMERO Tram edizioni

pag 13


CLICCA SUL TITOLO

Sommario

Sommario

PER ANDARE DIRETTAMENTE ALL’ARTICOLO CHE PIÙ TI INTERESSA

23

CORSI DI FORMAZIONE E AGGIORNAMENTO PROFESSIONALE

19

NEWS

COMMUNITY BUSINESS 6

sommario

RUBRICHE2

CONTO ENERGIA TERMICA: Un’occasione da non perdere di Emiliano Sessa

FOCUS: LA VALUTAZIONE DEL SISTEMA CARDIOCIRCOLATORIO 8

I TEST DI VALUTAZIONE FUNZIONALE Generalità di Francesco Capobianco

10

I TEST DI MARGARIA E CONCONI Per valutare la potenza aerobica, la massima potenza aerobica e la soglia anaerobica di Claudio Ciapparelli

12

LA FREQUENZA CARDIACA Il tachimetro del corpo umano

di Antonio Gianfelici e Alessio Donnini

14

EFFICIENZA DEL MECCANISMO AEROBICO ED EFFICIENZA FISICA di Giulio Sergio Roi

15

QUALI CRITERI DI MISURAZIONE PER I SEDENTARI? I nuovi strumenti del fitness metabolico di Alessandro Lanzani

16

HARD PEOPLE TEST. Valutare lo stato di forma di Roberto Albanesi

ALLENAMENTO E REHAB 21

L’ESERCIZIO ECCENTRICO nelle tendinopatie patellari e dell’Achilleo di Rosario D’Onofrio e Felice Piccariello


Scarica la versione integrale di

Fitmed online Stai leggendo la versione “light” di Fitmed online, gratuita e a disposizione di tutti i lettori. Alcuni articoli sono pubblicati integralmente, mentre di altri troverai solo l’abstract. Vuoi leggere e scaricare l’edizione integrale della rivista? Accedi al sito FitMedEdu.com, una piattaforma di contenuti professionali dedicati a: medicina dello sport, fitness metabolico, attività motorie e sportive, allenamento, riabilitazione e rieducazione funzionale, alimentazione e corretti stili di vita. L’accesso alla rivista Fitmed online, così come agli articoli e ai video presenti in Fitmededu.com, avviene tramite l’acquisto di crediti di consumo a scalare. La rivista nella sua versione integrale ha un costo di 3 crediti. Il fine ultimo è quello di erogare contenuti scientifici credibili in un panorama, quello del web, dove non sempre è facile accedere a informazioni corrette, attendibili, complete e autonome da interessi di parte. Gli autori di articoli, video e monografie pubblicati su FitMedEdu.com sono realizzati da accreditati esperti del settore, per garantire il massimo della qualità e dell’attendibilità scientifica e divulgativa.


www www Il primo portale di contenuti professionali on line

Video, articoli tecnici e studi scientifici al servizio dei professionisti delle attività motorie, sportive e del recupero funzionale

Direttamente sul tuo computer avrai in pochi click la possibilità di accedere al motore di ricerca e selezionare i contenuti che preferisci per implementare la tua esperienza e conoscenza Mai la formazione è stata cosi accessibile, imme-

diata, rigorosa ed economica

La credibilità della Scuola di Professione Fitness ora immediatamente a disposizione on line. Direzione scientifica a cura del dott. Alessandro Lanzani, specialista in medicina dello sport, ortopedia e direttore della scuola. Diverse possibilità di abbonamento per tutte le esigenze

Pagamenti on line con attivazione immediata. Preferisci un pagamento tradizionale? Nessun problema: potrai accedere al servizio anche tramite bonifico, bollettino postale e contrassegno.

Per info e gestione acquisto dei crediti:

acquisti@FitMedEdu.com Per collaborazioni e commenti:

direzione@FitMedEdu.com Per informazioni generali e partnership:

info@FitMedEdu.com Per i partner accreditati e riconosciuti:

partner@FitMedEdu.com Alea edizioni via Orseolo, 3 20144 Milano tel 02 58112828 fax 02 58111116


community business

Conto energia termica Un’occasione da non perdere di Emiliano Sessa

info@gestionenergia.it

Una nuova occasione per segnare un margine di profitto si affaccia sul mercato: si tratta del Conto Energia Termica. Attraverso questo nuovo sistema di incentivazione si vuole promuovere l’installazione di impianti alimentati da fonti rinnovabili e con prestazioni più elevate, che si traducono in una netta riduzione dei costi di gestione per il riscaldamento e la climatizzazione, nonché la produzione di acqua calda a uso sanitario. Oggigiorno i costi di gestione di un centro possono rappresentare la differenza tra profitto o perdita e giocheranno sempre più un ruolo fondamentale nella creazione di quel “plus” competitivo verso i diretti concorrenti. Ma vediamo più nel dettaglio di cosa si tratta.

6


community business

l Conto Energia Termica si prefigge l’obiettivo di incentivare tutti gli interventi tesi al miglioramento dei sistemi di produzione di energia termica attraverso l’installazione di pompe di calore, caldaie a biomassa e solare termico. Questi sono gli interventi incentivabili: a) sostituzione di impianti di climatizzazione invernale esistenti con impianti di climatizzazione invernale che utilizzano pompe di calore elettriche o a gas, anche geotermiche; b) sostituzione di impianti di climatizzazione invernale o di riscaldamento delle serre esistenti, con impianti di climatizzazione invernale dotati di generatore di calore alimentato da biomassa; c) installazione di collettori solari termici, anche abbinati a sistemi di “solar cooling” (impianto di condizionamento alimentato con il calore prodotto da pannelli solari termici anziché con l’energia elettrica): d) sostituzione di scaldacqua elettrici con scaldacqua a pompa di calore.

I

ENTITÀ E NATURA DELL’INCENTIVO Non si tratta di una detrazione fiscale dalle tasse, ma di un incentivo erogato tramite un contratto di diritto privato tra il GSE (Gestore Servizi Energetici) e il soggetto responsabile dell’impianto, cioè colui che ha sostenuto le spese per l’esecuzione degli interventi. Per alcuni interventi l’incentivo sarà erogato in due annualità, per altri in cinque annualità, in base alla potenza dell’impianto installato o alla superficie necessaria. Il valore economico del contributo è commisurato alla produzione di energia termica ed è determinato sulla base di una tabella che contiene i seguenti parametri di riferimento: - le zone climatiche, raggruppate in tre macro aree (A+B, C+D, E+F);

- la potenza di apparecchi e caldaie, suddivisa in classi omogenee. Quindi, sulla base della zona climatica del Comune in cui ricade l’edificio oggetto dell’intervento e della potenza del generatore di calore, è possibile stimare la quantità di energia termica prodotta e quindi determinare il valore dell’incentivo che comunque dovrebbe attestarsi all’incirca al 40% del costo complessivo sostenuto. Il decreto ha anche previsto un sistema premiante per apparecchi e caldaie che presentano livelli di emissioni ulteriormente ridotti rispetto ai criteri base per l’accesso. Il meccanismo è costituito da due coefficienti di moltiplicazione che aumentano l’incentivo in relazione a classi emissive con valori inferiori espresse in milligrammi per normal metro cubo di particolato primario (mg/Nm3), comprensivo della frazione condensabile. Quindi a minori emissioni di polveri, maggiore potrà essere l’incentivo.

UN ESEMPIO PRATICO Vediamo di seguito che vantaggi si avrebbero sostituendo una caldaia standard con una Pompa di calore per un piccolo centro sportivo con termario.

7

DATI Caldaia a Gas Metano da 35 Kw termici asservita al riscaldamento e alla produzione di acqua calda ad uso sanitario. Consumo annuo Gas Metano pari a 12.000 euro. Costo per intervento di sostituzione della caldaia a gas metano con pompa di calore: 12.000 euro Incentivo annuo: 2.600 Periodo di incentivazione: 2 anni Riduzione costi annui: 3.600 euro In basso sono riportati i dati economici annuali su un periodo di 15 anni. Dalla tabella si può notare come in soli 2 anni si possa rientrare dall’investimento fatto e nei successivi anni il risparmio complessivo porta a una differenza di circa 47.000 euro tra l’utilizzo di un sistema innovativo o il mantenimento dell’impianto tradizionale. Questi soldi possono essere pertanto utilizzati per garantire alla clientela un servizio ancora migliore, ampliando la gamma di servizi offerti o riducendo il costo degli abbonamenti.

EMILIANO SESSA Laureato in Ingegneria Gestionale presso il Politecnico di Milano, è consulente e certificatore energetico. www.gestionenergia.it


Focus: valutazione del sistema cardiocircolatorio

I test di valutazione funzionale Generalità

di Francesco Capobianco fcapobianco@professionefitness.com

I test di valutazione funzionale sono un indicatore dello stato di forma di una persona e rappresentano uno strumento motivante che molti trainer utilizzano per stimolare i propri atleti nel tempo, puntando sui miglioramenti ottenuti. Il test non è uno strumento diagnostico per la valutazione delle malattie o dello stato di benessere di un individuo: una raccolta dei dati ben fatta sulla salute del soggetto, unitamente a un rapporto interpersonale con il suo medico, sono il sistema più efficace per determinare il suo stato di salute. La scelta di quale o di quali test utilizzare è naturalmente dettata dal tipo di indagine e di obiettivo che si vuole perseguire, in relazione allo sport praticato e/o alle informazioni occorrenti per la stima dello stato di forma del soggetto testato. Qualsiasi test dovrà comunque essere il più valido, il più attendibile e il più obiettivo possibile. Il test sarà considerato valido se offrirà dati chiari e precisi su ciò che si prefigge di analizzare e sarà considerato attendibile solamente se saranno ridotte al minimo tutte le possibilità di errore, sia da parte di chi esegue il test che di chi lo riceve.

8


Focus: valutazione del sistema cardiocircolatorio

test di valutazione funzionale a cui fare riferimento sono numerosi, perché numerose sono le qualità che possono essere indagate in un soggetto. Possono essere classificati in due grandi categorie: test da sforzo e test non da sforzo. I test da sforzo si differenziano dagli altri per la richiesta al soggetto da esaminare di una prova atletica e, a loro volta, possono essere distinti in test da laboratorio (per esempio presso un centro di Medicina Sportiva) e test da campo.

I

TEST NON DA SFORZO Test per valutare la mobilità articolare Test per l’equilibrio Test per il sistema cardio-respiratorio Test per la coordinazione motoria Test per la resistenza muscolare Test per la flessibilità Test per il tempo di reazione TEST DA SFORZO Test per la potenza Test per la velocità Test per la forza esplosiva Test per la forza resistente Test per la forza massimale

CRITERI PER VALUTARE I TEST Quali sono i criteri a cui un test si deve adeguare per essere un buon test? Affidabilità: deve dare informazioni sufficientemente precise e attendibili. Semplicità: di facile esecuzione e comprensione per l’esecutore e l’atleta. Economia: deve avere costi contenuti per poter essere ripetuto più volte. Sicurezza: non deve arrecare danno a chi lo esegue, né al momento né successivamente. Ripetibilità: perché è dal confronto ripetuto che è possibile verificare la validità dell’allenamento. Rispettando questi criteri, il risultato sarà determinato unicamente dalle

capacità dell’individuo di effettuare quel dato gesto atletico e potranno essere garantiti il confronto e l’interpretazione dei dati, che costituiscono, nell’ambito della valutazione, il passo successivo alla somministrazione di un test. Il risultato ottenuto da un soggetto potrà poi essere confrontato con altri test ottenuti da altri soggetti. La standardizzazione del test risulta completa dalla presenza di apposite norme di confronto, ottenute sottoponendo quel test a un ampio campione rappresentativo della realtà indagata (per esempio sottoporre il test di Conconi a 100 ciclisti e fare la media dei risultati ottenuti).

COME EFFETTUARE I TEST Indipendentemente dalle condizioni particolari di ogni singolo test, devono essere rispettate alcune precise indicazioni sia per l’uniformità del rilevamento che per un idoneo ed economico utilizzo delle risorse a disposizione; in altre parole, il test deve essere eseguito con scrupolo ma non deve occupare molto tempo che verrebbe tolto al normale programma di allenamento. È opportuno scegliere accuratamente i test da eseguire, tenendo presente che la batteria di test deve fornire un quadro completo. Gli operatori devono conoscere le modalità di somministrazione e provare preventivamente la misurazione. Se possibile, è opportuno che sia sempre lo stesso operatore a effettuare i test che dovranno poi essere comparati, per limitare gli errori soggettivi di misurazione. Le schede per il rilevamento devono essere preparate precedentemente così come le attrezzature da utilizzare, in modo da non perdere troppo tempo tra un test e l’altro. 9

D a l punto di vista fisiologico occorre effettuare un riscaldamento generale e successivamente un riscaldamento adeguato, più specifico al tipo di test che andremo a proporre; durante la fase di riscaldamento il soggetto proverà il gesto atletico per il quale poi sarà testato. I test, per limitare le variabili esterne sui risultati, dovrebbero essere effettuati sempre nello stesso momento della giornata. Infine, è importante sottolineare che tutti i test di valutazione funzionale devono essere utilizzati con grande cautela. Se il test ha il potenziale per diventare un elemento di imbarazzo per il soggetto, allora è meglio non utilizzarlo, soprattutto se si ha a che fare con persone in qualche modo “fragili”. Se, per esempio, il soggetto è obeso o molto sovrappeso, non è necessario eseguire una batteria di test per confermare l’eccesso di grasso. Non è molto motivante per un soggetto obeso sentirsi dire che lo strumento (plicometro) utilizzato per la rilevazione delle pliche non si apre abbastanza da permettergli di prendere le misure: un controllo visivo e una conversazione sono in genere più che sufficienti. I test devono essere effettuati solo quando hanno il potenziale per offrire informazioni importanti. Allo stesso modo, non si dovrebbe mai ricorrere a un test se questo mette il soggetto in situazioni sconvenienti, pericolose o ad alto rischio rispetto alle sue condizioni di salute e di forma fisica.Ascellare


Focus: valutazione del sistema cardiocircolatorio

I test di

Margaria e Conconi Potenza aerobica, massima potenza aerobica e soglia anaerobica di Claudio Ciapparelli claudio.ciapparelli@tin.it

La programmazione e il controllo dei mezzi di allenamento incidono sulla realizzazione di un lavoro ottimale: una pianificazione efficiente dell'allenamento deriva da stimoli adeguati, che rispondono alle reali esigenze e caratteristiche di ogni atleta. L'allenamento, per essere corretto, deve essere programmato a partire dalle caratteristiche individuali dell'atleta e ogni piano di lavoro deve considerarne la situazione reale in quel momento. Naturalmente, negli sport individuali, questo risulta più facile, poiché le verifiche e i piani di lavoro riguardano un solo atleta. Negli sport di squadra, soprattutto negli ultimi anni, si sta cercando di creare gruppi di lavoro tra atleti con caratteristiche simili per le diverse capacità condizionali: in questo modo gli stimoli, vale a dire le esercitazioni, risponderanno alle esigenze di molteplici atleti. Nelle discipline aerobiche le prestazioni sono condizionate dalla potenza aerobica (“cilindrata del motore”) che il soggetto è in grado di sviluppare, cioè dalla capacità di consumare elevate quantità di ossigeno quando lo sforzo lo richiede, per poter produrre il lavoro meccanico necessario. La massima potenza aerobica del soggetto è contraddistinta dal massimo consumo di ossigeno (VO2max); la potenza aerobica massima che può essere sviluppata per alcune decine di minuti è correlata alla soglia anaerobica. È fondamentale definire con chiarezza questi due concetti... (continua)

10


MANUALE DI CRESCITA MUSCOLARE

BODY-BUILDING DUEMILA

Analisi Tecnica dello Sport del Culturismo

Muscoli Iper Sviluppati Attraverso una Programmazione Ormonale e Naturale

I 2 VOLUM

Dalla teoria alla pratica

Le metodologie Le tecniche d’intensità

di SALVATORE RAMPONE - GIANLUCA CATAPANO tratto da “Optimum Anabolics” di JEFF ANDERSON

Angelo Giorno TRAM EdtirceSrl

VADEMECUM CULTURISTICO

Y

VADEMECUM CULTURISTICO B Guida illustrata degli esercizi di Body-building illustrazioni di Luca Lazzeretti

TRAM EdtirceSrl

€ 13,00

80 pagine € 15,00

€ 10,00

TRAM Srl Editrice

BODY-BUILDING DUEMILAUNO di ANGELO GIORNO

FULL BODY

Analisi tecnica dello sport del culturismo

di FRANCESCO CURRÒ

100 pagine

€ 21,00

€ 18,00

€ 12,00

€ 17,00

O D

€ 19,00

112 pagine

B

LE TABELLE PER UNA RADICALE CRESCITA MUSCOLARE

• Dalla teoria alla pratica • Le scuole dei campioni • Le metodologie • Le tabelle d’allenamento • Le tecniche d’intensità

Le scuole dei campioni

128 pagine a colori + Appendice Allenamento 80 pagine € 30,00 € 24,00

Angelo Giorno

UNO

ANGELO GIORNO

136 pagine

U • Esercizi di BB per tutti

80 pagine € 16,00

€ 9,00

• Il sistema endocrino e gli ormoni • Il metabolismo ormonale • L’azione ormonale, il sinergismo e l’antagonismo • Regolazione dei livelli ormonali in circolo • Ormoni peptidici e steroidei: trasporto e metabolismo • Concetti di neuroendocrinologia • Sistema di regolazione retroattiva (feedback) • Esercizio fisico ed asse ipotalamo-ipofisi-gonadi

• 11 sezioni argomentative • Ricette “Fitness”-“Muscle”“Energy”-“Diet” • Specchietti informativi di calorie e apporti nutrizionali di ogni ricetta • Piatti vegetariani • I drink più idonei alla pratica sportiva

i distretti muscolari • Descrizione biomeccanica L degli esercizi D • Tabelle di esecuzione degli esercizi • Varianti e alternative N • Muscoli bersaglio e ausiliari G • Riferimenti storici”

VADEMECUM CULTURISTICO

RICETTE PER LO SPORT

ORMONI E ALLENAMENTO

di ANGELO GIORNO illustrazioni di LUCA LAZZERETTI

di MARCO CERIANI

OLTRE 120 RICETTE PER GLI SPORTIVI

del prof. GIACOMO ZACCONE FONDAMENTI DI ENDOCRINOLOGIA GENERALE E DELL’ESERCIZIO FISICO

HUNTING - PIGOUT PREP REPPARAZIONE A AGONISTI DRUG FREE AGONISTICA

TRAM Srl Editrice

148 pagine con illustrazioni

SAPIENS ALLO STATO BRADO

HUNTING-PIGOUT PREPARAZIONE AGONISTICA DRUG-FREE

GIOVANNI CIANTI

“I QUADERNI DI

SAPIENS diALLO STATO BRADO LE RADICI DEI SAPIENS GIOVANNI CIANTI di GIOVANNI CIANTI € 19,00

€ 12,00

€ 26,00

€ 16,00

NOVITÀ! MARA BESACCHI PIER VENTURATO

ACIDOSI

La sindrome del secolo Fisiologia e fisiopatologia degli equilibri acido-base nel contesto sportivo

ACIDOSI La sindrome del secolo

Fisiologia e fisiopatologia degli equilibri acido-base nel contesto sportivo

I QUADERNI DI 19 - Allenamento

I QUADERNI DI 20 - Allenamento

Sull’apprendimento motorio degli esercizi di Body-building di JIMMY PEDEMONTE Impugnare gli attrezzi tradizionali del Prof. ANGELO CASTIGLIONI Il principio dell’adattamento progressivo di NUCCIO RUBERA Analisi di tre aspetti importanti della forza del Prof. ARMANDO FUCCI L’allenamento isometrico del Prof. ARMANDO FUCCI Deadlift di NICOLA CAMERA Il sistema a frequenza multipla di FRANCESCO CURRÒ Body-building & allungamenti miofasciali di NICOLA DACOMO

I QUADERNI DI n° 7 - Allenamento Le colonne d’Ercole di MARCO NERI e ARMANDO DEFANT Srl Andrea’s biceps Editrice di TIBERIO FRANCHI Tricipiti da bovi di ANGELO GIORNO Push it! di PIERO NOCERINO Tom Platz e i suoi pettorali di MARCO BECHINI L’allenamento del petto di EROS SAMMARTINO Rock Hard Abdominals di ALESSANDRO PELLACANI e COSTANTINO BERTUCELLI Addominali e falsi miti di VANNI SACCON Ciao deltoide di ANGELO GIORNO Come costruire dei deltoidi vincenti del Dott. MASSIMO SPATTINI Dorsali a volare del Dott. MARCO NERI I dorsali. Proposta d’allenamento per atleti hard-gainers avanzati di MARCO BECHINI

TRAM

I QUADERNI DI 21 - Biomeccanica

War of delts di RAFFAELE MORANDINI Il successo sta sulle spalle di JIMMY PEDEMONTE Il muscolo più amato dagli italiani di COSTANTINO BERTUCELLI e ALESSANDRO PELLACANI Allenamento della schiena di MAURO SARNI Allenamento della schiena di ENZO FERRARI Bicipiti come colline di GINO BARZACCHI Fast Abs di RAFFAELE MORANDINI Sù le gambe di CRISTIANA CASONI In gamb...issima! di FRANCESCO CURRÒ Come costruire un quadricipite fantastico senza lo squat di JOHNNY BLOISI Rocky Calves di RAFFAELE MORANDINI

21 26 34

I QUADERNI DI n° 8 - Allenamento

39 44

3 8 9 13 15 18 19 22 25 30 32 35

I QUADERNI DI 23 - Alimentazione

I QUADERNI DI 22 - Dossier

I QUADERNI DI 24 - Medicina dello sport

3

DOSSIER NATURAL “Super sostanze” e “Psyco-Muscle Training” del Dott. ALESSANDRO GELLI Questione di personalità del Dott. FRANCESCO TODDE Una preparazione H/P del Prof. ROBERTO CALCAGNO DOSSIER INVERNO Che la “massa” sia con noi di MARCO NERI e MAX MAFFUCCI Inverno vs. Termogenesi del Dott. ALESSANDRO VIANELLO Manualetto su come... perdere le gare di CLAUDIO CARELLA DOSSIER ESTATE Sole, mare e ... adipociti di VANNI SACCON Muscoli in ferie di RAFFAELE MORANDINI L’estate a tavolaGli errori più comuni nelle del Dott. ALESSANDRO VIANELLO del Prof. MASSIMO GUGLIELMI

8

Azione muscolare concentrica del Prof. ARMANDO FUCCI Parola di Verchoshansky di ANGELO GIORNO Difetti intrinseci delle presse nell’uso per il potenziamento degli arti inferiori del Prof. ANGELO CASTIGLIONI BIOMECCANICA IN PALESTRA Pre-allungamento e pre-accorciamento di DARIO SORARÙ L’angolo di lavoro di DARIO SORARÙ Il lavoro negli esercizi monoarticolari di DARIO SORARÙ Il lavoro negli esercizi poliarticolari di DARIO SORARÙ Le macchine semplici di DARIO SORARÙ Le macchine isotoniche di DARIO SORARÙ

11 15 17 20 25 29 32 36 41

The “Heavy-duty” System di FRANCESCO CURRO’ Heavy Duty 2 Srl PORTA di FAUSTO Siamo proprioEsicuri allenare? 3 d i tTeoria r i di c e saperci dell’allenamento di MARCELLO MORMINO di MARCELLO MORMINO Come e perché ci si con le superserie 6 Il allena blocco ipertrofia di EMILIO THEY del Prof. ARMANDO FUCCI Viaggio intorno alla forza ipertrofia con tecniche 11 Il blocco intensive di ARMANDO FUCCI del Prof. ARMANDO FUCCI L’allenamento della forza Intensità per gli atleti intermedi 14 di ENZO FERRARI di ANGELO GIORNO Criteri metodologici per lo sviluppo della forza massimale 18 di COSTANTINO BERTUCELLI e ALESSANDRO PELLACANI Caffé per una lezione intensa 22 del Dott. FILIPPO MASSARONI Come ottenere l’ipertrofia muscolare 30 di ARMANDO FUCCI Peaking 32 di PIER ANTONIO DELL’AMICO 3+1 35 di ANGELO GIORNO “Titan System” 39 di NICOLA CAMERA

TRAM

I QUADERNI DI n° 1 - Allenamento

Nozioni di base sulla teoria dell’allenamento sportivo del Prof. ARMANDO FUCCI Norme per l’allenamento giovanile nel body building di JIMMY PEDEMONTE La programmazione del lavoro per i principianti del Prof. ARMANDO FUCCI Fondamenti metodologici della periodizzazione dell’allenamento di JIMMY PEDEMONTE

3 8

I QUADERNI DI n° 14 - Allenamento

I QUADERNI DI n° 13 - Allenamento

3 13 17

3

7

I QUADERNI DI n° 9 - Allenamento

19 23 28 33 37 42

La scheda di allenamento di RICCARDO UBALDINI Terminologia chinesiologica di MARCELLO Srl MORMINO in pratica 11 E dL’allenamento itrice del Prof. ROBERTO CALCAGNO Settembre andiamo, 21 tempo di “ingrossare”… del Prof. MASSIMO GUGLIELMI 36 Periodizziamo la massa Come migliorare del le aree carenti GUGLIELMI 3 Prof. MASSIMO 43 di PIERLUIGI FASSETTA Duri a morire 5 di ANGELO GIORNO I veri esercizi base 8 di JIMMY PEDEMONTE Riflessioni su temi di ipertrofia muscolare 12 di ALESSANDRO AMMASSARI Processi di recupero e rigenerazione nell’allenamento 18 di PIER ANTONIO DELL’AMICO Occhio al tempo! 25 di ARMANDO FUCCI Training program Overtraining 30 di COSIMO ARUTA di RICCARDO UBALDINI Allenamento Dimagrire con dieta e peri-muscolare pesi. MARCELLO MORMINO Facile adidirlo, difficile a farlo 40 di ARMANDO FUCCI

3 6

TRAM

I QUADERNI DI n° 2 - Allenamento

Il carico di allenamento nel body building di SAMUELE MARCORA

Attenzione al concetto di “serie” di MASSIMILIANO MENCHI

3 8

I QUADERNI DI n° 10 - Alimentazione

10 17 28 32

36 39 44 palestre italiane 3

Facciamo chiarezza del Prof. ARMANDO FUCCI Noterelle di MARCELLO MORMINO La tecnica dell’esercizio nell’esercizio Srl 25 EdidJIMMY i t r i c ePEDEMONTE Tecniche di recupero nel body-building di ALESSANDRO PELLACANI 40 e del Prof. COSTANTINO BERTUCELLI La ruota del successo 44 Proteine: digestione di VANNI ed SACCON assorbimento 3 Un allenamento ciclico di RAFFAELE MORANDINI di PAOLO IANNETTONE Il ruolo degli aminoacidi a catena ramificata nella regolazione del metabolismo umano 13 del Dott. FULVIO FIORINI Il ruolo dei carboidrati come necessità energetica nell’attività fisica 20 del Prof. GIACOMO ZACCONE Il ruolo delle vitamine più importanti per il body-builder 27 di DANIELE RIZZO E la frutta quando? Sempre 31 di ANNA BARTOLINI 3 Fattori alimentari anti-tumore 38 di NICOLA CAMERA Il body-builder in off-season: 9 alimentazione e supplementazione 44 del Dott. MASSIMO MUSUMECI 3

18

TRAM

I QUADERNI DI n° 3 - Allenamento

6 14 20 25 29 44

14

High Intensity di UGO PERALDO

19

1a parte: Principi generali 2a parte: Braccia 3a parte: Torace 4a parte: Quadricipite femorale 5a parte: Dorsali

3 13 17 25 33

High Intensity & Big Wave di NICOLA CAMERA

42

Serie: proposte del Dott. FILIPPO MASSARONI

24

21

Periodizzazione dell’allenamento di LUCIO LANDUZZI

32

26

Ciclizzazione funzionale nel body building di JIMMY PEDEMONTE

35

L’apporto calorico – Strategie & sinergie 3 di NICOLA CAMERA 7 chili in 7 mesi 16 di MARCELLO MORMINO Attenti alla fibra 21 di MARCO CERIANI A proposito di zuccheri 25 di MARCELLO MORMINO Master Aminoacid Pattern 29 di FILIPPO FORTUNA 2 mesi senza carne 36 Comportamento alimentare del Dott. ALESSANDRO GELLI di NICOLA CAMERA Allergie alimentari 40 Concetti di termochimica alimentare di NICOLA CAMERA del Dott. THEODORE J. BREMBOS e del Dott. MARCO DALLAPICCOLA Dieta: chiariamoci le idee di PIERLUIGI FASSETTA L’integrazione alimentare per Srl del pattern ormonale l’ottimizzazione d i t MASSIMO rice delEDott. MUSUMECI Alta definizione: i segreti di una dieta riuscita del Dott. PHILIPPE MORET La “qualità”Integrazione muscolare vincente 3 di RICCARDO UBALDINI di VITTORIO SCIALDONE La dieta pre-gara body-building Le prove di valutazione fisica:nel i test 8 del PELLACANI Prof. ROBERTO CALCAGNO di ALESSANDRO e COSTA BERTUCELLI Gli esami ematochimici 12 di PIERLUIGI FASSETTA Lo stress 15 di NICOLA CAMERA La ritenzione idrica 23 di PIER ANTONIO DELL’AMICO Funzione e metabolismo dell’Ormone dieta metabolica dellaLa crescita 26 delGIACOMO Dott. M. BRIGATTI del Prof. ZACCONE GH-peak 33 La dieta su misura del Dott. MASSIMO MUSUMECI di PIERLUIGI FASSETTA Aspetti attuali dell’iperplasia muscolare: miogenesi e fattori 38 Perfect diet di crescita del Dott. MASSIMOCOLOMBO SPATTINI di RENATO e del Prof. GIACOMO ZACCONE

I QUADERNI DI n° 11 - Medicina dello sport

3

Illustrazioni di VANNI SACCON

TRAM

I QUADERNI DI n° 4 - Alimentazione

Dentro le fibre 3 del Prof. GIACOMO ZACCONE I sistemi pilota nello sviluppo organico 8 di NICOLA CAMERA Cellule satellite & miogenesi 13 di NICOLA CAMERA Tante contrazioni un solo obiettivo 21 del Dott. ALESSANDRO LANZANI Il Principio di Henneman 25 di RICCARDO UBALDINI Biogenetica muscolare 31 di BRUNO DAVIDE BORDONI e IGOR FERRARINI Stimolazione e inibizione degli ormoni in rapporto all’esercizio intenso 35 del Prof. MASSIMO GUGLIELMI Ormoni: che cosa realmente sono? 40 Body-building & vitamine del Dott. TOMASO LEDER del Prof. MASSIMO GUGLIELMI Fenomenologia dell’ormone somatotropo 43 i no delle vitamine e dei minerali del Dott. ALDOTutti E. CALOGERO del Dott. ANDREA MARLIANI L’apporto del potassio per i culturisti di PIERLUIGI FASSETTA L’acqua del Prof. ROBERTO CALCAGNO FitnesStyle: 3 Srl& Fitness La Body-building ricarica dei carboidrati 5 E dROBERTO i t rVita i c e CALCAGNO del Circuiti Prof. 8 Le Estate acque minerali L’allenamento 10 di NICOLA CAMERA in casa La Mountain Bike 12 Il frullato di CRISTINAdiTEDESCHI MARCELLO MORMINO Creatine approach Pesi & fitness: il “circuit training” in palestra del Dott. MASSIMO MUSUMECI di LUCIO LANDUZZI 14 Schede di allenamento: il seno 17 di ANTONELLA LIZZA L’estate addosso 21 di ANTONELLA LIZZA Sudare fa bene 29 di MONICA ALBERTI Le bevande isotoniche 35 di MARCO CERIANI 25 modi per ottimizzare la vostra dieta 39 di SILVIA ZANET Come realizzare il “rimbalzo glucidico” Disintossicarsi a tavola 42 Dott. PHILIPPE a cura del di “MEDI INFO” MORET Per imparare un nuovo modo Il riequilibrio idro-salinico nello sport di alimentarsi basta una settimana 45 di PIER ANTONIO DELL’AMICO a cura di “MEDI INFO”

I QUADERNI DI n° 17 - Alimentazione

I QUADERNI DI n° 16 - Alimentazione

I QUADERNI DI n° 15 - Allenamento

15

3 12 19 25 29 33 40

3 6 12

Dieta e body building di NICOLA CAMERA

18

Questione di metabolismo del Dott. MARCO NERI e del Dott. ANTONIO PAOLI

31

Il metabolismo dei muscoli del Dott. ANDREA DEFANT e del Dott. MARCO DALLAPICCOLA

35

Metabolismo e bioenergetica muscolare di NICOLA CAMERA

38

Massa muscolare: pianificare la dieta di PIERLUIGI FASSETTA

44

I QUADERNI DI n° 12 - Fitness TRAM

I QUADERNI DI n° 5 - Alimentazione

Diuresi e ricambio idro-elettrolitico di NICOLA CAMERA

I QUADERNI DI n° 18 - Medicina dello sport Risposta adattativa del muscolo all’esercizio fisico: nuovi risultati sperimentali 3 del Prof. GIACOMO ZACCONE La fatica nel body-building: sue basi e significati 8 di JIMMY PEDEMONTE L’indolenzimento muscolare ad insorgenza ritardata 11 di RICCARDO UBALDINI Le patologie muscolari (1) Sintomi, diagnosi e terapia 18 del Dott. STEFANO TRICARICO Le patologie muscolari (2) Cause e riabilitazione 24 del Prof. FRANCESCO TODDE La visualizzazione 30 del Dott. GIUSEPPE ROMBOLA’ Visualizzazione & “ferro” 34 di ENZO FERRARI Il paradosso “mente-corpo” alla base della performance vincente 37 di NICOLA CAMERA Mente: la risorsa inestinguibile 41 del Dott. VINCENZO CAPRIOLI

3 13 16 19 24 29

I QUADERNI DI n° 6 - Medicina dello sport

35 39

I muscoli 3 8 15

La ricostruzione del glicogeno nel muscolo scheletrico negli esercizi di potenza 21 del Prof. GIACOMO ZACCONE “Ricaricare” senza problemi di PIERLUIGI FASSETTA

28

Integrare o non integrare? di MASSIMO GUASCO

31

Via degli acidi tricarbossilici o “Ciclo di Krebs” di RICCARDO UBALDINI

35

3

Il sistema muscolare del Dott. ANDREA MARLIANI Morfologia muscolare e sviluppo differenziato del Prof. ANGELO CASTIGLIONI Body building tra morfologia e fisiologia di MARCO CERIANI

9

15 20

Biochimica dell’attività muscolare nel body builder del Dott. LUIGI BUTTURINI

22

Analisi approfondita della contrazione muscolare del Prof. ARMANDO FUCCI

29

Esercizio fisico e risposta ormonale del Prof. GIACOMO ZACCONE La conduzione dell’impulso nervoso ai muscoli del Dott. MASSIMO MUSUMECI

36

43

NUOVO LISTINO PREZZI BUONO D’ORDINE

❏ ABBONAMENTO “CULTURA FISICA” - Spedizione per posta - € 33,00 (per l’Italia) Quaderni di CF: ❏ 1ª serie ❏ 2ª serie ❏ 3ª serie ❏ 4ª serie Ciascuna serie € 7,00 ❏ Due serie insieme € 10,00 ❏ Tre serie insieme € 15,00 ❏ Quattro serie insieme € 20,00 ❏ Libro “VADEMECUM CULTURISTICO” - € 12,00 ❏ Libro “BODY-BUILDING DUEMILAUNO” - € 13,00 ❏ Libro “RICETTE PER LO SPORT” - € 17,00 ❏ Libro “ORMONI E ALLENAMENTO” - € 9,00 ❏ Libro “MANUALE DI CRESCITA MUSCOLARE”+“APPENDICE ALLENAMENTO” - € 24,00 ❏ Libro “FULL BODY” - € 10,00 ❏ Libro “SAPIENS ALLO STATO BRADO” - € 12,00 ❏ Libro “LE RADICI DEI SAPIENS” - € 16,00 ❏ Libro “ACIDOSI” - € 10,00

Il presente tagliando può essere inviato via posta a Tram srl, via fax 055 582789, via email redazione@culturafisica.it, allegando la ricevuta di pagamento. PAGAMENTO: – C/c postale 21933502 intestato a TRAM Srl Viale dei Mille, 90 - 50131 Firenze (+ € 1,50 spese fisse solo per i libri e i Quaderni)

di MARA BESACCHI e PIER VENTURATO

TRAM Srl E d i t r i c e

– Post pay (poste o tabaccheria) n.4023600577192307 cod.fisc. TSS RCR 47P18D 612Q (+ € 1,50 spese fisse solo per i libri e i Quaderni)

– Spedizione in contrassegno: + € 9,00 rispetto ai prezzi dei libri. MODALITA’ DI RICHIESTA (trattamento dei dati personali ai sensi della legge n. 675/96)

108 pagine

Nome....................................................................Cognome..............................................................................................

con illustrazioni

Via ............................................................................................................................................................ N° ..........................

€ 10,00

CAP ................................... Città ................................................................................................ Prov. .............................. Tel..............................................................................Firma....................................................................................................


Focus: valutazione del sistema cardiocircolatorio

La frequenza cardiaca Il tachimetro del corpo umano

di Antonio Gianfelici e Alessio Donnini antonio.gianfelici@guest.coni.it a.donnini@genesispts.com

Il nostro cuore batte; il numero di volte che questo avviene in ogni minuto è definito frequenza cardiaca, solitamente abbreviata in FC. Il numero di battiti di un cuore a riposo è normalmente tra le 60 e 100 volte a minuto, ma con variazioni che possono essere legate sia ad aspetti fisiologici (aggiustamento a un carico di lavoro, emozioni, sonno ecc.) che patologici (tiroidite, ipervagotonia ecc.). L’unità di misura della FC è “bpm” che significa battiti per minuto. In medicina si usa l’elettrocardiogramma anche per la misura della FC, mentre in ambito sportivo sono oramai diffusissimi i cardiofrequenzimetri. La FC può rappresentare la misura indiretta del carico d’allenamento e l’allenamento può essere considerato al pari di una splendida medicina: la giusta dose di questo medicinale può essere misurata con la FC. Durante una seduta di allenamento non ci si può affidare solo alle sensazioni, perché talvolta ingannano: meglio affidarsi al proprio cuore!... (continua) 12


LIBRI LIBRI LIBRI LIBRI LIBRI LIBRI LIBRI LIBRI LIBRI LIBRI LIBRI LIBRI LIBRI LIBRI LIBRI LIBRI LIBRI

TAPING KINESIOLOGICO Il Taping Kinesiologico nella traumatologia sportiva Manuale di applicazione pratica di Rosario Bellia e Francisco Selva Sarzo Associazione Italiana Taping Kinesiologico Il taping kinesiologico è una tecnica per migliorare la limitata mobilità articolare e stabilizzare l'attività muscolare, contribuendo a produrre una “modulazione” del tono. Questo manuale fornisce gli elementi necessari per realizzare le più svariate applicazioni specifiche per i traumi sportivi e aiuta a fornire le competenze necessarie per svolgere la corretta applicazione del bendaggio in una visione neuromuscolare.

PREZZO 60,00 euro PAGINE 218 ALEA EDIZIONI MARZO 2011

Un libro pratico, chiaro, sintetico e facilmente comprensibile, corredato da OLTRE 500 illustrazioni a colori per realizzare il bendaggio neuromuscolare nello sport di tutti i giorni. Uno strumento fondamentale per i professionisti che lavorano nella riabilitazione funzionale, prevenzione e trattamento degli infortuni sportivi.

Offerta speciale! I due volumi 99 euro spese di spedizione incluse VAI ALL’OFFERTA

Taping Kinesiologico, il Metodo Koreano Manuale pratico di applicazione nello sport moderno di Rosario Bellia Associazione Italiana Taping Kinesiologico Il Metodo Koreano, seguendo i principi della MEDICINA TRADIZIONALE CINESE, della NEURODINAMICA, delle CATENE CINETICHE e delle FACILITAZIONI MUSCOLARI PROPRIOCETTIVE, affronta in modo globale la sintomatologia prodotta dalle patologie da sovraccarico funzionale nello sport, sia durante la fase di rieducazione, che durante quella agonistica, ponendo la massima attenzione sull’analisi delle catene cinetiche e sulla biomeccanica del gesto sportivo. Con più di 300 immagini a colori, l’autore esamina le diverse applicazioni del taping kinesiologico nella medicina sportiva secondo le catene cinetiche interessate, con una breve presentazione delle singole patologie da sport. È un ottimo metodo per i professionisti che lavorano nella riabilitazione funzionale, prevenzione e trattamento degli infortuni sportivi.

PREZZO 45,00 euro PAGINE 168 ALEA EDIZIONI APRILE 2012

Tel.02.58112828 - www.professionefitness.com - ordinilibri@professionefitness.com


Focus: valutazione dell’efficienza cardio-vascolare

Efficienza del meccanismo aerobico ed efficienza fisica di Giulio Sergio Roi tratto da “Manuale di cardiofitness”

I test di valutazione funzionale sono necessari per impostare un corretto programma di cardiofitness e per identificare gli obiettivi da raggiungere con l’allenamento. Tali obiettivi devono essere concordati con il soggetto attraverso la definizione del tempo da dedicare all’allenamento (numero di sedute settimanali e durata di ogni seduta) e il loro raggiungimento può essere verificato mediante l’esecuzione dei test di controllo. Fra i numerosi test che possono essere effettuati per raccogliere i dati che serviranno per impostare e per controllare un programma di cardiofitness risultano fondamentali la valutazione della soglia anaerobica, della massima potenza aerobica e dell’efficienza fisica. Nell’articolo sono presentati e commentati metodi di valutazione diretti e indiretti quali il test di Conconi, di Mader, di Mognoni-Sirtori, di Cooper, il test di Ruffier e l’IRI (Indice di Recupero Immediato). 14


Focus: valutazione del sistema cardiocircolatorio

I protocolli di misurazione per i soggetti

metabolici

di Alessandro Lanzani alanzani@professionefitness.com

Il fitness metabolico si rivolge a soggetti che per definizione sono sedentari, spesso in sovrappeso e quindi affetti dalla sindrome metabolica. Sebbene un sedentario possa caratterizzarsi come soggetto metabolico con infinite modalità diverse (la presenza o assenza di sovrappeso, la presenza o assenza di ipertensione, la presenza o assenza di diabete, eccetera), una caratteristica accomuna tutti i soggetti metabolici rispetto ai soggetti sportivi: una forte diminuzione della performance motoria. Questi soggetti, infatti, hanno una capacità prestativa ridotta rispetto alle tre qualità motorie: forza, resistenza, velocità. Inoltre, proprio in virtù del fatto che si muovono poco, hanno mediamente una riduzione della coordinazione motoria. Questo è il motivo fondamentale per cui tutti i test di valutazione sportiva sono poco adatti a misurare i soggetti metabolici. Anzi, spesso sono del tutto inadatti, se non controindicati e pericolosi... (continua) 15


Focus: valutazione del sistema cardiocircolatorio

Hard people test Valutare lo stato di forma di Roberto Albanesi wbdirez@albanesi.it

Per tutti coloro che frequentano la palestra spinti più da motivazioni salutistiche che da stimoli agonistici è veramente importante trovare obiettivi che rendano più sfidante la seduta. Senza di questi, spesso, non si è in grado di reggere mentalmente in modo continuo un'attività fisica se è vista, solo ed esclusivamente, come un compito che si deve svolgere "per stare bene". Ovviamente un obiettivo non vale l'altro ed è corretto riflettere su quali siano le caratteristiche principali che deve possedere.

16


Focus: valutazione del sistema cardiocircolatorio

LA DEFINIZIONE DI UN OBIETTIVO La discussione che segue è un adattamento al nostro caso di concetti generali di psicologia dello sport; le caratteristiche sono riportate in ordine di priorità. Sfidante. Un obiettivo troppo facile dà una gratificazione a brevissimo termine; in ambito salutistico può ingenerare la convinzione che "fare sport non sia necessario"; il soggetto si sente "comunque" in forma e ha la tendenza a non investire molte risorse nel fare attività fisica. Un caso classico è quello dell'impatto che ha il sedentario svolgendo l'attività con i pesi. Dopo le prime sedute, normalmente traumatiche a causa dei microtraumi causati dall'attività eccentrica, non appena il soggetto riuscirà a gestire gli esercizi con sufficiente facilità, se non sarà "agonisticamente" attratto dal miglioramento delle proprie prestazioni, sarà portato a credere di essere "ormai arrivato" e che la sua presenza in palestra obbedisce a un puro e semplice compito di mantenimento.

Fattibile. In un certo senso questa caratteristica è opposta alla precedente: se l'obiettivo è così sfidante da essere poco probabile, la maggior parte dei soggetti abbandonerà dopo i primi tentativi. A medio termine. Significa che il superamento del test richiede un allenamento dell'ordine di mesi (che è, anche, il tipo di allenamento che più fidelizza il cliente della palestra). È la sintesi delle precedenti caratteristiche. Molti test (soprattutto quelli che richiedono strumentazione sofisticata) non lasciano intuire il grado di difficoltà: il soggetto li prova, ne ottiene magari un numero, ma non sa come e in quanto tempo quel numero possa essere migliorato. Senza queste informazioni il test è accettato così com'è, fine a se stesso, e non c'è spazio per un piano d'allenamento finalizzato. Caso classico è una qualunque valutazione che si basi sulla forza del soggetto: non è possibile definirla in termini oggettivi come obiettivo a medio termine. Dire che a una tale macchina un uomo deve

17

gestire X kg non ha senso: se X è troppo piccolo, può capitare che anche un “non sportivo” ci riesca, mentre se X è troppo grande, viene meno l'oggettività dell'affermazione, perché molti uomini potrebbero non arrivarci anche dopo mesi di allenamento. La forza non è quindi un parametro completamente correlabile allo stato di forma del soggetto (pensiamo a un traslocatore con decine di kg sovrappeso, con un cattivo stile di vita e che non ha mai fatto sport, ma che è dotato di una forza nettamente superiore alla media della popolazione). Diverso è il discorso delle capacità aerobiche, che sono molto più specifiche e sensibili relativamente allo stato di forma. Replicabile. È per tutti ovvio che un test possibile solo in determinate condizioni (per esempio la presenza di personale altamente specializzato) sia troppo complesso da proporre, perché sarebbe recepito più come un esame medico che non come un gioco interessante. La replicabilità consente anche ve-


Focus: valutazione del sistema cardiocircolatorio

rifiche successive, in genere molto gratificanti. Non definitivo. Il test deve "avere un seguito", deve essere il punto di partenza di un discorso sportivo per far apprezzare lo sport indipendentemente dalla sua valenza salutistica. Deve essere il primo passo verso la formazione di una coscienza sportiva.

Qualcuno ci riuscirà anche senza allenamento, ma la percentuale di successi diminuirà drasticamente con l'aumentare dell'età; probabilmente molti sedentari che lo tenteranno temerariamente senza un allenamento specifico, allo scadere dell'ora avranno di poco superato i 5 km.

LE OBIEZIONI IL TEST DEL MORIBONDO Questa è la dizione originaria (2002) e può essere utilizzata in alternativa a quella più "seria" nota come Hard People Test. Le locuzioni non sono casuali e hanno una valenza psicologica non trascurabile: la prima indica lo stato di notevole precarietà salutistica di chi non riesce a superarlo, mentre la seconda vuole essere gratificante con chi sta lottando per riuscirci. Dai feedback che ho nel mio sito internet (www.albanesi.it), è opportuno usare la prima locuzione parlandone genericamente con il sedentario, mentre la seconda conviene impiegarla con il principiante che ha iniziato la sua “rinascita salutistica”. Chi ci prova deve essere consapevole di essersi imbarcato in un'impresa che può durare anche mesi ed è quindi fondamentale che sia aiutato, ascoltato, consigliato con la massima attenzione: deve trovare nel trainer un vero e proprio amico che lo porti al successo. Per poter definire un test che sia valido per tutti, occorre considerare il sesso e l'età. Inoltre, moltissimi test della fisiologia sportiva sono troppo "difficili" per poter essere rivolti anche al sedentario. Dall'esperienza acquisita ho scoperto che un banalissimo test distrugge le illusioni di efficienza fisica di moltissimi sedentari, senza che possano appellarsi all'età o al sesso; infatti viene facilmente superato sia da donne che da anziani purché in buona forma. Provate a percorrere camminando o correndo (eventualmente alternando) 10 chilometri: se ci impiegate più di un'ora avete fallito il test.

Principalmente sono tre e vanno affrontate con serietà, ma anche con rigore scientifico. 1. Non sono un campione. Qualunque persona sana sotto i 60 anni può superare il test, semplicemente allenandosi. Il campione è una persona speciale che ottiene ben altri risultati: il campione del mondo corre i 10 km in poco più di 26 minuti, mentre la donna più veloce ci riesce in meno di 30. 2. Non sono più giovane. Il canadese Ed Whitlock, a 77 anni, ha corso la maratona (42,195 km) in 3h04'54", cioè ha superato il test ben 4 volte consecutivamente (durante la maratona correva le frazioni di 10 km in 43' circa)! Un atleta cinquantenne, per percorrere dieci chilometri, impiega solo qualche minuto in più di quando era nel fiore dell'età. L'età non è un alibi, e probabilmente ci si è lasciati andare molto più del dovuto: invece di non fare nulla e correre metaforicamente verso la fine, è opportuno darsi da fare e correre verso la vita! 3. La corsa non fa per me. Alcuni sportivi di altre discipline ritengono che il test possa essere troppo critico. Nuotare per più chilometri o percorrerne decine in bici può non essere significativo, perché lo sforzo può essere a bassa intensità. L'Hard People Test vuole proprio evidenziare l'incapacità del fisico del soggetto a gestire sforzi di una certa intensità. Infatti, nel nuoto l'acquaticità può favorire molto e si possono percorrere lunghe distanze semplicemente grazie alla "tecnica", mentre nel ciclismo il sostegno del mezzo può essere determinante. Va comunque da sé, che un buon nuotatore o un buon 18

ciclista (cioè soggetti con buone prestazioni agonistiche) non hanno difficoltà a superare il test nella sua forma originaria.

LA PRATICA IN PALESTRA Ovviamente lo strumento per il test è il tapis roulant. È opportuno che sia tarato esattamente, dove per taratura si intende che, a una determinata velocità, un soggetto deve fare la stessa fatica sia che percorra un km all'aperto sia che lo percorra sul tappeto. Se per un qualunque motivo il mezzo non è tarato, il test è poco attendibile. Basti pensare che una differenza del 10% (cioè 10 km sul tappeto equivalgono a 9 o 11 all'aperto) rischia di essere troppo ottimistica (l'obiettivo non è più sfidante) o troppo pessimistica (l'obiettivo non è fattibile) per un 25% della popolazione. Per un maggior coinvolgimento, si possono utilizzare step intermedi, come per esempio il test sui 20 minuti o sulla mezz'ora. È al di fuori degli scopi dell'articolo indicare la strategia d'allenamento per il superamento del test, si deve però notare che tale strategia deve essere altamente personalizzata e non può prescindere dalla professionalità del personal trainer.

ROBERTO ALBANESI È laureto in ingegneria elettronica, ma da circa vent'anni si occupa di scienza del benessere. Dal 2000 dirige il sito www.albanesi.it, un portale diventato ormai un riferimento per il mondo italiano del benessere (oltre 35.000 accessi al giorno). Nel sito e nelle sue opere (una decina di testi) propone l'integrazione di una costante attività fisica (soprattutto di tipo aerobico), un'alimentazione corretta (dieta italiana) e una mente equilibrata (Wellbeing) allo scopo di assicurare la massima qualità della vita.


NEWS NEWS NEWS NEWS NEWS NEWS NEWS CON LINK DI APPROFONDIMENTO

IL CIOCCOLATO AIUTA A RIDURRE LA PRESSIONE SANGUIGNA? I flavanoli sono un tipo di fitonutrienti appartenenti al più ampio gruppo dei flavonoidi, composti idrosolubili presenti nelle piante, il cui nome deriva dal latino flavus (giallo). Vari studi controllati condotti sull'uomo hanno dimostrato che la loro principale caratteristica è la funzione antiossidante, ma i flavonoidi contribuiscono anche a combattere la fragilità capillare, migliorando la funzione endoteliale, riducono l’ossidazione del colesterolo LDL e svolgono una funzione antinfiammatoria e antibatterica. I polifenoli, in particolare i flavanoli del cacao, hanno dimostrato di aumentare la biodisponibilità di ossido nitrico, che contribuisce alla riparazione dell'endotelio danneggiato a seguito dell'insulto vascolare. Oltre che in frutta e verdura, i flavonoidi sono presenti anche nel tè (soprattutto verde) e nel cacao, anche se sono in gran parte persi nel processo di lavorazione per la produzione del cioccolato. Il cioccolato fondente e i flavanoli contenuti in prodotti ricchi di cacao hanno attirato l'interesse della comunità scientifica come trattamento alternativo per l'ipertensione, un fattore di rischio noto per le malattie cardiovascolari. Precedenti meta-analisi hanno concluso che alimenti ricchi di cacao possono ridurre la pressione sanguigna, ma diversi studi recenti hanno dato risultati contrastanti; questo studio riassume le attuali evidenze sugli effetti dei flavanoli sulla pressione sanguigna nei soggetti ipertesi e normotesi. Sono stati analizzati tutti gli studi pubblicati su Medline e altri portali internazionali tra il 1955 e il 2009 che valutavano l'effetto del cacao sulla pressione sistolica e diastolica (PAS/PAD) rispetto al placebo, per una durata minima di 2 settimane. Sono stati considerati dosaggi giornalieri di flavanoli variabili da 30 mg a 1000 mg e la significatività statistica è stata fissata a P <0,05. Di tutti gli studi valutati, 15 hanno incontrato i criteri di inclusione. È da rilevare che vi è una certa confusione nella letteratura sulla corretta etichettatura dei componenti chimici vasoattivi presenti nel cacao (polifenoli, flavanoli, proantocianidine, epicatechina e catechina), e le definizioni sono spesso utilizzate in modo intercambiabile e talvolta non correttamente. Nonostante ciò, gli studi inclusi in questa meta analisi presentavano dosaggi di polifenoli totali paragonabili. Sono state inoltre raccolte informazioni su età, peso e BMI dei soggetti, perché l'età e l’indice di massa corporea possono influenzare la risposta al trattamento della pressione arteriosa (2, 3). La meta-analisi suggerisce che il cioccolato fondente è superiore al placebo nel ridurre la pressione sistolica e diastolica nel gruppo degli ipertesi e pre-ipertesi (con pressione sistolica <140 mmHg e pressione diastolica < 80 mmHg). I flavanoli del cioccolato non riducono invece la pressione arteriosa dei soggetti con la pressione sanguigna nella norma (media sistolica inferiore a 140 mmHg o diastolica 80 mmHg). Questi risultati sono in linea con meta-analisi di altri integratori alimentari sul sangue pressione, che analogamente trovato che la pressione era significativamente ridotta in sottogruppi ipertesi ma non nei sottogruppi normotesi (4, 5). L’eterogeneità nel sottogruppo di normotesi è stata ridotta in modo soddisfacente, tanto da far ritenere i risultati validi e certi. Nel sottogruppo di ipertesi, invece, è rimasta un’elevata eterogeneità, che ha influenzato notevolmente i risultati, visto il numero relativamente esiguo di studi introdotti nell’analisi. Pertanto, l’entità e il significato degli effetti sul sottogruppo di soggetti ipertesi deve essere interpretato con cautela. Ulteriori studi sulle popolazioni di ipertesi sono necessari per chiarire se le abitudini alimentari locali o i fattori genetici possono influenzare l’effetto del cacao sulla riduzione della pressione arteriosa. Premesso che i dati fin qui disponibili non permettono alcune raccomandazioni per quanto riguarda dosaggio ottimale, si evidenzia che il cioccolato fondente contiene la percentuale maggiore di flavanoli del cacao, il cioccolato al latte ne contiene importi minori, mentre il cioccolato bianco non ne contiene affatto.

17


NEWS NEWS NEWS NEWS NEWS NEWS NEWS CON LINK DI APPROFONDIMENTO

In ogni caso, la comunità scientifica è d’accordo nell’affermare che anche piccole riduzioni della pressione sanguigna possono ridurre sostanzialmente il rischio cardiovascolare (6, 7): un calo di 5 mmHg in pressione arteriosa sistolica può ridurre il rischio di un evento cardiovascolare di circa il 20% in 5 anni. A questo si può aggiungere che le linee guida attuali raccomandano di modificare il proprio stile di vita come trattamento complementare all'uso dei farmaci convenzionali per il controllo della pressione sanguigna: integrando con una moderata attività fisica (30 min/die) si può ridurre la pressione arteriosa sistolica di 4 - 9 mmHg (8). 2. Weir MR: Impact of age, race, and obesity on hypertensive mechanisms and therapy. Am J Med 1991, 90:3S-14S 3. Wofford MR, Smith G, Minor DS: The treatment of hypertension in obese patients. Curr Hypertens Rep 2008, 10:143-150 4. Ried K, Frank OR, Stocks NP, Fakler P, Sullivan T: Effect of garlic on blood pressure: a systematic review and meta-analysis. BMC Cardiovasc Disord 2008, 8:13 5. Reinhart KM, Coleman CI, Teevan C, Vachhani P, White CM: Effects of garlic on blood pressure in patients with and without systolic hypertension: a meta-analysis. Ann Pharmacother 2008, 42:1766-1771 6. Lewington S, Clarke R, Qizilbash N, Peto R, Collins R: Age-specific relevance of usual blood pressure to vascular mortality: a meta-analysis of individual data for one million adults in 61 prospective studies. Lancet 2002, 360:1903-1913 7. McInnes GT: Lowering blood pressure for cardiovascular risk reduction. J Hypertens Suppl 2005, 23:S3-S8 8. Chobanian AV, Bakris GL, Black HR, Cushman WC, Green LA, Izzo JL Jr, Jones DW, Materson BJ, Oparil S, Wright JT Jr, Roccella EJ, NationalHeart, Lung, and Blood Institute Joint National Committee on Prevention, Detection, Evaluation, and Treatment of High Blood Pressure; National High Blood Pressure Education Program Coordinating Committee: The Seventh Report of the Joint National Committee on Prevention, Detection, Evaluation, and Treatment of High Blood Pressure: the JNC 7 report. JAMA 2003, 289:2560-2572 Does chocolate reduce blood pressure? A meta-analysis, Karin Ried, Thomas Sullivan, Peter Fakler, Oliver R Frank, Nigel P Stocks http://www.biomedcentral.com/1741-7015/8/39

LA SPESA SANITARIA IN EUROPA È stato recentemente pubblicato "Health at a Glance: Europe 2012", il rapporto sulla spesa sanitaria nei Paesi europei a cura della Commissione europea e dell’OCSE. La spesa sanitaria in Europa, per persona e in percentuale al PIL, nel 2010 è scesa per la prima volta dal 1975, passando da un tasso di crescita medio annuo del 4,6% tra il 2000 e il 2009, a -0,6% nel 2010, con punte del -7,9% in Irlanda e -6,7% in Grecia. Anche se la relazione non dimostra alcun effetto sul peggioramento della salute dei cittadini, e quindi i dati potrebbero essere letti in modo positivo, si sottolinea che il comparto più penalizzato è ancora una volta quello della prevenzione, a cui i governi europei dedicato solo il 3% della spesa sanitaria totale. Nel 2010, i budget per i programmi di sanità pubblica in settori come la lotta fumo e al consumo di alcool e l'educazione per una corretta alimentazione e attività fisica, hanno subito un calo del 3,2% rispetto all'anno precedente. Eppure si ribadisce che la spesa per la prevenzione oggi può essere molto più conveniente rispetto alla cura delle malattie domani. I tassi di obesità sono raddoppiati dal 1990 in molti paesi europei e l'obesità, insieme al fumo, è un fattore di rischio determinante per le malattie cardiache e l’ictus, che rappresentano più di un terzo (36%) di tutte le morti nei paesi dell'UE nel 2010. http://ec.europa.eu/health/reports/european/

18


Allenamento e rehab

L’esercizio eccentrico nelle tendinopatie patellari e dell’Achilleo di Rosario D’Onofrio e Felice Picariello r.donofrio@alice.it

Le statistiche evidenziano che l’incidenza delle tendinosi dell'Achilleo nei runner oscilla tra l’11 e il 24%, mentre le tendinosi patellari (meglio conosciute come jumper’s knee), sono presenti con maggior frequenza negli sport di salto (pallacanestro e volley), con percentuali fra il 32 e il 45%, rispettivamente. I training eccentrici sono diventati il trattamento d’élite nel jumper’s knee. In letteratura sono stati individuati moltissimi lavori su questo tema e i risultati sono in massima parte positivi, anche se, per dovere di critica scientifica, non sempre è riscontrabile un’omogeneità strutturale. Gli atleti dovrebbero sospendere l'attività sportiva nel primo periodo di trattamento. La prescrizione di tali esercizi deve essere valutata attentamente ed è dipendente da molti fattori, che includono i livelli di forza, di flessibilità e il quadro clinico. La prevenzione riveste un ruolo capitale nella genesi delle tendinopatie del tendine rotuleo e dell’achilleo e passa inesorabilmente attraverso un warm-up accurato, così come un cool-down eseguito alla fine di ogni sessione d’allenamento... (continua)

19


CASI cliniciin palestra Capita spesso che in palestra si presentino all’attenzione dell’istruttore o del personal trainer dei casi particolari, in cui il soggetto è portatore di patologie che in palestra devono essere affrontate con particolare cautela e solide conoscenze. Il lavoro dell’operatore, in questi casi, senza avere alcuna connotazione riabilitativa, si carica comunque di responsabilità. VOLUME 1. Sindrome della schiena dritta e scoliosi – Spondilolisi con listesi – Agenesia del pettorale – Lussazione acromion claveare – Cifosi e petto carenato e altri 9 casi Alessandro Lanzani - 1994 pag. 128 euro 21 VOLUME 2. Calcificazione del tendine del sovraspinato - Correzione di varismo tibiale Grave artrosi vertebrale - Strabismo di rotula Ernia del disco in un culturista - Periartrite scapolo omerale e altri 10 casi Alessandro Lanzani - 1997 pag. 128 euro 21

Per questo è importante stabilire un metodo di studio e lavoro che consenta di affrontare con serenità e competenza anche le situazioni più complesse, individuando nel contempo i propri ambiti d’intervento e i limiti operativi. I casi sono analizzati con un metodo standard: anamnesi, descrizione della patologia, esame motorio, obiettivi e linee guida del protocollo, con gli esercizi consigliati e quelli da evitare, controllo finale.

PER CONSULTARE L’INDICE COMPLETO CLICCA SULE COPERTINE

VOLUME 3. Rottura del menisco del ginocchio - Weight lifters syndrome - Condropatia di rotula - Lombalgia in discopatia L5-S1 - Rottura del legamento crociato anteriore del ginocchio e altri 10 casi Riccardo Gambaretti - 1998 pag. 128 euro 21

VOLUME 4. Doppia frattura vertebrale da schiacciamento - Frattura con deformazione a cuneo di L1 - Rachischisi cervicale Emilombarizzazione subtotale di S1- Rottura e sintesi del tendine rotuleo e altri 10 casi Edoardo Lanzani - 1998 pag. 128 euro 21

VOLUME 5. Concussione coxofemorale e postumi da trauma - Calcificazione sottodeltoidea in periartrite scapolo omerale - Degenerazione del sovraspinato Frattura tipo colles di radio e altri 12 casi D. Fogliadini, A. Lanzani - 2005 pag. 128 euro 21 VOLUME 6. Distorsione di ginocchio nello

OFFERTA SPECIALE: 6 VOLUMI a 99 euro (anziché 126) SPEDIZIONE GRATUITA!

1 VOLUME 25 euro incluse spese di spedizione Link

Ordina direttamente on line

sportivo - Frattura di clavicola - Rottura del legamento crociato posteriore - Instabilità di rotula - Sublussazione recidiva del capo lungo del bicipite brachiale e altri 7 casi A. Lanzani, M. Pitti - 2012 pag. 128 euro 21

Per informazioni e ordini: tel 0258112828 - fax 0258111116 www.professionefitness.com ordinilibri@professionefitness.com


CORSI MASTER STAGE

w w w . p ro f e s s i o n e f i t n e s s . c o m

di formazione e aggiornamento professionale risparmia e gioca d’anticipo con le nostre offerte Corso di FITNESS TRAINER

clicca sulle iniziative!

Corso di PERSONAL TRAINER Corso per OPERATORE di FITNESS METABOLICO Master di MASSAGGIO SPORTIVO Stage di MASSAGGIO MIOFASCIALE Master per OPERATORE di FITNESS METABOLICO Stage di COMPOSIZIONE CORPOREA ANTROPOPLICOMETRIA Stage di VALUTAZIONE POSTURALE LA

SCUOLA DI PROFESSIONE FITNESS

25 ANNI dedicati alla formazione e all’aggiornamento professionale PER ALTRE INFORMAZIONI, PROGRAMMI E CALENDARIO DELL’OFFERTA FORMATIVA COMPLETA: Tel 02 58112828 infoscuola@professionefitness.com www.professionefitness.com


CORSI 1° livello FITNESS TRAINER Iscrizioni Quanto costa: 499 euro entro il 31 dicembre; 549 euro entro il 31 gennaio; 599 euro per iscrizioni successive. Prezzi Iva inclusa. La quota è comprensiva di: - 30 euro di iscrizione alla scuola (validità annuale) - accesso alle lezioni - materiale didattico, dispense ad ogni lezione - esame per il conseguimento della certificazione di Istruttore di Fitness Trainer - nel caso la certificazione non venga conseguita al primo esame è previsto un secondo esame gratuito alla sessione successiva. Modalità di pagamento - Versamento postale: Conto corrente postale n° 26993204 Intestato ad Alea Edizioni, via Sapeto, 5 20123 Milano - Bonifico bancario: CC 48054 intestato a: Alea Edizioni Banca Popolare di Milano Ag. 7 Codice IBAN: IT 43 Q 05584 01607 000000048054 Inviare via fax al n°0258111116, o via mail a infoscuola@professionefitness.com, la fotocopia della ricevuta del versamento con il nome dell´iniziativa scelta e i dati personali completi di un recapito telefonico e un'e-mail (codice fiscale e/o partita IVA obbligatori).

Milano, da sabato 23 febbraio a sabato 8 giugno 13 giornate a tempo pieno 59esima edizione del corso che più di tutti ha consolidato negli anni l’immagine della Scuola di Professione Fitness. Su una base di conoscenza completa e polivalente, costruisce gli strumenti per affrontare la realtà diversificata delle attività in palestra.

A chi è rivolto? A tutti gli appassionati di fitness. Sempre più numerosi i diplomati ISEF e i laureati in scienze motorie scelgono questo corso per il completamento della loro preparazione specifica in ambito fitness.

PROGRAMMA Parte teorico-scientifica - Anatomia umana dell’apparato locomotore - Anatomia funzionale - Fisiologia della contrazione muscolare e metabolismo energetico - Biomeccanica del movimento - Biomeccanica irrazionale - Studio degli attrezzi e delle loro modalità di utilizzo - Analisi dei frequentatori del club - Tecniche e metodologie d’allenamento - I paramorfismi - Alimentazione - Doping - Anamnesi motoria - Il recupero funzionale dell’atleta infortunato

Laboratori di anatomia e seminari tecnici con la visione di supporti video. Come lavorare su: - addominali e paravertebrali - cingolo scapolare - pettorali e dorsali - arti superiori - arti inferiori - Cenni di ginnastica correttiva, antalgica e stretching - Come costruire un programma d’alle-

namento - Allenamento cardiovascolare - Esame obiettivo motorio

Durata del corso Il corso è articolato in 13 incontri di una giornata ciascuno, con lezioni teoriche, laboratori di anatomia e seminari tecnici con l'utilizzo di supporti multimediali. Le lezioni si svolgono sempre di sabato, a partire da sabato 23 febbraio, con cadenza settimanale. È necessario frequentarne almeno l'80% per poter accedere all'esame di fine corso per conseguire la certificazione di Istruttore di Fitness Trainer. Orari - inizio lezioni ore 10 - break di dieci minuti ore 11,30 - pausa pranzo di 30 minuti ore 13 - fine lezione ore 17. Dove: Milano, Sala De Amicis Via De Amicis, 17 . Via de Amicis 17 è in zona centrale a 600 m. da piazza del Duomo. Si consiglia di venire con i mezzi pubblici, eventualmente parcheggiando l'auto presso una fermata qualsiasi del metro. linea metro 2 verde : fermata Sant'Ambrogio. Esame: sabato 8 giugno; quiz a risposta multipla, colloquio orale e prova pratica.

guarda i video

www.professionefitness.com infoscuola@professionefitness.com tel 02/58112828


PERSONAL TRAINER

CORSI 2° livello Iscrizioni

Milano, da sabato 23 febbraio a sabato 20 aprile. 7 weekend a tempo pieno Il personal trainer come operatore motorio, referente psicologico e imprenditore. Il corso, giunto alla 33° edizione, affronta argomenti tecnici, comunicativi, gestionali e di marketing. L’obiettivo è ottimizzare le risorse personali per gestire con successo una moderna libera professione.

A chi è rivolto? A tutti i diplomati ISEF, i laureati in scienze motorie o fisioterapia con esperienza di istruttori e a tutti gli istruttori e preparatori atletici con un diploma valido rilasciato da una federazione.

PROGRAMMA Definizione e ambito di lavoro Caratteristiche personali, target di riferimento, qualificazione professionale, gestione del tempo. Come operare nei club e nelle abitazioni private. Aspetti chinesiologici e posturali Basi scientifiche della chinesiologia e dell’analisi posturale. Valutazione e impostazione di un protocollo di lavoro tipo. Composizione corporea, antropoplicometria Cos’è l’antropoplicometria. Procedura delle misurazioni plicometriche. Rilevazioni e descrizione delle circonferenze. Body Mass Index (BMI). Body Fat Index (BFI) Indice Globale di Rischio (GRI) Basic Life Support (BLS) Modalità di primo soccorso, manovre di salvataggio e prove pratiche. Educazione alimentare Il principio biologico della regolazione: l’omeostasi come legge del vivente. Un’alimentazione a basso indice e carico glicemico. Malattie metaboliche e malattie infiammatorie. Alimentazione e fabbisogni specifici. L’educazione alimentare e le linee guida generali. Test di valutazione funzionale I nuovi FIX metabolici. Controindicazioni e limiti Protocolli di intervento in presenza di ipertensione, cardiologia, diabete, asma. Strategie di marketing Proposte pratiche per mettere sul mercato il servizio di personal training. Strumenti di fitness marketing di base,

passaparola organizzati, analisi del mercato, ricerca della clientela, comunicazione e rapporto cliente-trainer, capacità di autopromozione. Aspetti fiscali e legali Il libero professionista, apertura della partita IVA, tenuta dei libri contabili, pagamento delle tasse. Responsabilità professionale e legale, assicurazione.

Durata del corso Il corso è articolato in 7 incontri di una giornata ciascuno, con lezioni teoriche e pratiche, ragruppati in tre fine settimana, a partire da sabato 23 febbraio. È necessario frequentare almeno l'85% delle lezioni per poter accedere agli esami di fine corso per la qualifica di Personal trainer. Orari - inizio lezioni ore 10 - break di dieci minuti ore 11,30 - pausa pranzo di 30 minuti ore 13 - fine lezione ore 17. Dove: Milano, Sala De Amicis Via De Amicis, 17. Via de Amicis 17 è in zona centrale a 600 m. da piazza del Duomo. Si consiglia di venire con i mezzi pubblici, eventualmente parcheggiando l'auto presso una fermata qualsiasi del metro. Linea metro 2 verde: fermata Sant'Ambrogio. Esame: sabato 20 aprile; quiz a risposta multipla e discussione della tesi.

Quanto costa: 499 euro entro il 31 dicembre; 549 euro entro il 31 gennaio; 599 euro per iscrizioni successive. Prezzi Iva inclusa. La quota è comprensiva di: - 30 euro di iscrizione alla scuola (validità annuale) - accesso alle lezioni - materiale didattico, dispense ad ogni lezione - esame per il conseguimento della certificazione di Personal Trainer - nel caso la certificazione non venga conseguita al primo esame è previsto un secondo esame gratuito alla sessione successiva. Modalità di pagamento - Versamento postale: Conto corrente postale n° 26993204 Intestato ad Alea Edizioni, via Sapeto, 5 20123 Milano - Bonifico bancario: CC 48054 intestato a: Alea Edizioni Banca Popolare di Milano Ag. 7 Codice IBAN: IT 43 Q 05584 01607 000000048054 Inviare via fax al n°0258111116, o via mail a infoscuola@professionefitness.com, la fotocopia della ricevuta del versamento con il nome dell´iniziativa scelta e i dati personali completi di un recapito telefonico e un'e-mail (codice fiscale e/o partita IVA obbligatori).

guarda il video

www.professionefitness.com infoscuola@professionefitness.com tel 02/58112828


-LEARNING

OPERATORE DI FITNESS METABOLICO

Iscrizioni Quanto costa: 720 euro Iva inclusa. La quota comprende: - l'iscrizione alla scuola - l'opera completa - 1 Workshop tecnico - l'esame finale (a Milano) per conseguire la certificazione. È possibile ottenere più certificazioni con la stessa opera. Per qualsiasi ulteriore informazione contattare la segreteria corsi al numero 02.58112828 Esame: colloquio orale. Modalità di pagamento - Versamento postale: Conto corrente postale n° 26993204 Intestato ad Alea Edizioni, via Sapeto, 5 20123 Milano - Bonifico bancario: CC 48054 intestato a: Alea Edizioni Banca Popolare di Milano Ag. 7 Codice IBAN: IT 43 Q 05584 01607 000000048054 Inviare via fax al n°0258111116, o via mail a infoscuola@professionefitness.com, la fotocopia della ricevuta del versamento con il nome dell´iniziativa scelta e i dati personali completi di un recapito telefonico e un'e-mail (codice fiscale e/o partita IVA obbligatori).

Corso a distanza. L'apprendimento è supportato da un servizio di assistenza on line e completato da una giornata di Workshop tecnico Questo corso permette di raggiungere obiettivi operativi altamente specialistici, fornendo le basi necessarie teoriche e pratiche per realizzare percorsi motori personalizzati in sicurezza per la sindrome metabolica. Il corso si sviluppa in un'opera composta da un volume + 8 DVD multimediali con contributi tecnici: - audio mp3 con registrazioni e approfondimenti verbali; - video con filmati didattici e tecnici; - immagini a supporto dei testi; - testi con documenti interi o recensiti; - presentazioni con grafici e tabelle. Docente: Alessandro Lanzani

A chi è rivolto? A tutti i diplomati ISEF, i laureati in scienze motorie o fisioterapia con esperienza di istruttori e a tutti gli istruttori e preparatori atletici con un diploma valido rilasciato da una federazione.

CONTENUTI Strumenti tecnici - Accreditamento istituzionale. - I soggetti metabolici: definizione delle principali parole chiave; sedentarismo e malnutrizione da eccesso, stili di vita. - Alfabetizzazione motoria, Fitness metabolico e Fitness terapia: tre livelli per un nuovo stile di vita. - Equilibrio funzionale, allenamento funzionale: la gara della vita quotidiana. - Fitness metabolico e diabete. - Fitness metabolico e obesità, sovrappeso, anoressia e bulimia (strategie integrative nel centro fitness). - Fitness metabolico e ipertensione, malattie cardiovascolari. - Fitness metabolico e apparato locomotore: artrosi e osteoporosi. - Classificazione, approccio psicologico e fidelizzazione del soggetto metabolico. - Classificazione e approccio dei soggetti sedentari, motori, sportivi, e agonisti. - Selezione e abstract della più recente bibliografia scientifica internazionale sul fitness metabolico. - Aspetti di marketing e gestionali: co-

guarda il video

me si vende il fitness metabolico e con quali “pacchetti servizio”. - Formazione per lo staff di vendita: inquadramento generale.

Step operativi - Inquadramento del soggetto e anamnesi metabolica: un metodo di sicurezza per l'operatore e il soggetto metabolico; - gli strumenti di misura: dai test tradizionali dello sport ai Fix metabolici specifici; il tempo zero; - le misure sicure per la gestione dei metabolici; - strumenti di lavoro e unità motorie metaboliche; - programmazione dell'attività motoria; - insegnamento dell'attività motoria; - strumenti di fidelizzazione: il passaporto metabolico;

Esempi pratici - Come strutturare le prime ore di lavoro con i soggetti metabolici - Monitoraggio e verifica dei risultati - Codice deontologico - Manifesto del fitness metabolico.

ATTENZIONE: I DVD SONO FRUIBILI SOLO SU PERSONAL COMPUTER E NON SU MACINTOSH

www.professionefitness.com infoscuola@professionefitness.com tel 02/58112828


MASTER ON LINE PER OPERATORE DI FITNESS METABOLICO

-LEARNING Iscrizioni

Il master può essere attivato in qualsiasi momento tramite compilazione del modulo anagrafico on line e invio della ricevuta di pagamento; oppure può essere acquistato direttamente sul sito www.fitmededu.com La Scuola di Professione Fitness presenta una novità assoluta: il master on line per operatori di fitness metabolico. È la versione digitale on line, immediatamente fruibile da qualsiasi computer, dei contenuti del corso di formazione per operatori di fitness metabolico. Il master on line permette di accedere a tutti i contenuti del corso - testi presentazioni in power point video e audio - direttamente dal proprio computer.

A chi è rivolto? A tutti gli operatori del settore fitness, istruttori e personal trainer, che abbiano consolidato una buona esperienza lavorativa, a laureati in Scienze Motorie e fisioterapisti.

PROGRAMMA E CONTENUTI Il master si compone di 64 capitoli, in ognuno dei quali viene svolto un argomento del programma: 1 Obiettivo del corso 2 La sindrome metabolica 3 I soggetti metabolici (1) 4 Il soggetto metabolico (1) 5 Prestazione e capacità 6 Ambiente motorio 7 Manifesto fitness metabolico 8 Domande di verifica via e-mail (solo per chi acquista il servizio di tutoring) 9 Fitness metabolico (1) 10 Fitness metabolico (2) 11 Le qualità motorie 12 Equilibrio funzionale 13 Fitness Funzionale 14 Fitness Terapia 15 Accreditamento istituzionale 16 Domande di verifica via e-mail (solo per chi acquista il servizio di tutoring) 17 F.M. & Diabete 18 Linee guida 19 Evidenza clinica 20 F.M & Ipertensione 21 Linee guida 22 Evidenza clinica 23 Dai test ai fix 24 Domande di verifica via e-mail (solo per chi acquista il servizio di tutoring) 25 F.M. & Cardiopatie 26 Linee guida 27 Evidenza clinica 28 F.M. & Dislipidemie 29 Linee guida

30 Evidenza clinica 31 Body Fat Index (B.F.I.) 32 Domande di verifica via e-mail (solo per chi acquista il servizio di tutoring) 33 F.M . & Obesità 34 Linee guida 35 Evidenza clinica 36 F.M. & anoressia, ortoressia 37 F.M & Artrosi e 38 F.M & Osteoporosi 39 Evidenza clinica 40 Domande di verifica via e-mail (solo per chi acquista il servizio di tutoring) 41 Anamnesi metabolica (6.1.) 42 Anamnesi metabolica (6.2.) 43 Alimentazione metabolica 44 Fix di forza funzionale 45 Fix di mobilità 46 Fix di resistenza 47 Fix antropometrici 48 Domande di verifica via e-mail (solo per chi acquista il servizio di tutoring) 49 Unità Motorie (U.M.) 50 U.M. di forza 51 U.M. di resistenza 52 U.M. di coordinazione 53 U.M. di Mobilità 54 Aspetti psicologici 55 Attività motoria e prevenzione 56 Domande di verifica via e-mail (solo per chi acquista il servizio di tutoring) 57 Passaporto Metabolico 58 Passaporto Metabolico 59 Protocollo Personal Metabolico 60 Formazione staff commerciale 61 Formazione staff commerciale 2 62 Comunicazione Metabolica

Il master on line per operatori di fitness metabolico è usufruibile scaricandolo dal sito www.fitmededu.com previo acquisto del codice di accesso, che sarà inviato via email all’iscritto. Il costo del master on line è di 420 euro e include l’invio, tramite email, dell’attestato di partecipazione al Master on line per operatori di fitness metabolico. Il Master può essere attivato in qualsiasi momento tramite il pagamento della quota di iscrizione secondo le modalità tradizionali della Scuola di Professione Fitness: compilazione del modulo anagrafico e invio della ricevuta di pagamento, oppure acquistando direttamente i crediti sul sito www.fitmededu.com Istruzioni a questo link:

guarda il video 63 Codice Deontologico 64 Domande di verifica via e-mail (solo per chi acquista il servizio di tutoring)

Certificazione per operatori di fitness metabolico Nel caso si voglia ottenere la certificazione in operatori di fitness metabolico è necessario sostenere un esame presso la Scuola di Professione Fitness. L’esame consiste della discussione di una tesina precedentemente concordata con un responsabile della scuola e inviata almeno una settimana prima della data dell’esame. Gli esami si tengono tutti i mesi, previo appuntamento concordato. Il costo dell’esame per la certificazione è di 150 euro. Dove: Milano, Via Orseolo, 3 presso la sede della Scuola di Professione Fitness.

www.professionefitness.com infoscuola@professionefitness.com tel 02/58112828


master e stage

MASSAGGIO SPORTIVO MASSAGGIO MIOFASCIALE MASSAGGIO SPORTIVO

Iscrizioni Quanto costa: 280 euro entro il 31 dicembre; 310 euro entro il 31 gennaio; 340 euro per iscrizioni successive. Prezzi Iva inclusa. La quota è comprensiva di: - 30 euro di iscrizione alla scuola (validità annuale) - accesso alle lezioni - materiale didattico - attestato di partecipazione Modalità di pagamento - Versamento postale: Conto corrente postale n° 26993204 Intestato ad Alea Edizioni, via Sapeto, 5 20123 Milano - Bonifico bancario: CC 48054 intestato a: Alea Edizioni Banca Popolare di Milano Ag. 7 Codice IBAN: IT 43 Q 05584 01607 000000048054 Inviare via fax al n°0258111116, o via mail a infoscuola@professionefitness.com, la fotocopia della ricevuta del versamento con il nome dell´iniziativa scelta e i dati personali completi di un recapito telefonico e un'e-mail (codice fiscale e/o partita IVA obbligatori).

Milano, sabato 2 e 23 marzo, sabato 6 aprile. 3 giornate a tempo pieno Master di tre giorni, accessibile preferibilmente a personal trainer, diplomati Isef e laureati in Scienze Motorie, fisioterapisti e medici. Questo master fornisce tutte le conoscenze necessarie per ottimizzare la prestazione attraverso il massaggio e per guidare l’atleta verso il pieno recupero funzionale da eventi traumatici acuti e cronici.

A chi è rivolto? Accessibile preferibilmente a personal trainer, diplomati Isef e laureati in scienze motorie, fisioterapisti e medici.

PROGRAMMA

Durata del corso

- Aspetti fisiologici e meccanismo d’azione del massaggio. - Indicazioni e controindicazioni. - Periodizzazione e finalità del massaggio sportivo. - Esame del paziente - Tecniche del massaggio - Trattamento del rachide cervicale, del tronco, del bacino e degli arti.

Il corso è articolato in 3 incontri di una giornata ciascuno, con lezioni teoriche e pratiche. Le lezioni si svolgono sempre di sabato, nelle date: 2 e 23 marzo, 6 aprile. Orari - inizio lezioni ore 10 - break di dieci minuti ore 11,30 - pausa pranzo di 30 minuti ore 13 - fine lezione ore 17.

MASSAGGIO MIOFASCIALE Milano, sabato 1 dicembre una giornata a tempo pieno Questo stage di una giornata fornisce tutte le conoscenze necessarie per ottimizzare la prestazione attraverso il massaggio e per guidare l'atleta verso il pieno recupero funzionale da eventi traumatici acuti e cronici.

A chi è rivolto? Accessibile preferibilmente a personal trainer, diplomati Isef e laureati in scienze motorie, fisioterapisti e medici.

PROGRAMMA

Durata del corso

- Anatomia e topografia della fascia. - Fisiologia, patologia e sintomatologia della fascia. - Tecniche di base, trattamento preliminare, globale, segmentario. - Tecniche avanzate di detensionamento miofasciale, i punti trigger, tecniche profonde e traverse, tecniche combinate.

Il corso si svolge in una giornata Orari - inizio lezioni ore 10 - break di dieci minuti ore 11,30 - pausa pranzo di 30 minuti ore 13 - fine lezione ore 17.

Iscrizioni Quanto costa: 150 euro Iva inclusa. La quota è comprensiva di: - 30 euro di iscrizione alla scuola (validità annuale) - accesso alle lezioni - materiale didattico - attestato di partecipazione Modalità di pagamento - Versamento postale: Conto corrente postale n° 26993204 Intestato ad Alea Edizioni, via Sapeto, 5 20123 Milano - Bonifico bancario: CC 48054 intestato a: Alea Edizioni Banca Popolare di Milano Ag. 7 Codice IBAN: IT 43 Q 05584 01607 000000048054 Inviare via fax al n°0258111116, o via mail a infoscuola@professionefitness.com, la fotocopia della ricevuta del versamento con il nome dell´iniziativa scelta e i dati personali completi di un recapito telefonico e un'e-mail (codice fiscale e/o partita IVA obbligatori).

Prossima data disponibile sabato 20 aprile 2013

www.professionefitness.com infoscuola@professionefitness.com tel 02/58112828


master e stage

VALUTAZIONE POSTURALE

COMPOSIZIONE CORPOREA E ANTROPOPLICOMETRIA

VALUTAZIONE POSTURALE Iscrizioni Quanto costa: 110 euro entro il 31 dicembre; 130 euro entro il 31 gennaio, 150 euro per iscrizioni successive. Prezzi Iva inclusa. La quota è comprensiva di: - 30 euro di iscrizione alla scuola (validità annuale) - accesso alle lezioni - materiale didattico - attestato di partecipazione Modalità di pagamento - Versamento postale: Conto corrente postale n° 26993204 Intestato ad Alea Edizioni, via Sapeto, 5 20123 Milano - Bonifico bancario: CC 48054 intestato a: Alea Edizioni Banca Popolare di Milano Ag. 7 Codice IBAN: IT 43 Q 05584 01607 000000048054 Inviare via fax al n°0258111116, o via mail a infoscuola@professionefitness.com, la fotocopia della ricevuta del versamento con il nome dell´iniziativa scelta e i dati personali completi di un recapito telefonico e un'e-mail (codice fiscale e/o partita IVA obbligatori).

Milano, domenica 24 febbraio. Una giornata a tempo pieno Saper analizzare e comprendere la postura di un soggetto è la tappa obbligata per elaborare un programma di allenamento davvero “personal”. Con questo stage vi impadronirete di uno strumento pratico di grande accuratezza, con uno sguardo alla psicologia.

A chi è rivolto? A tutti gli operatori del settore fitness. Personal Trainer, Laureati in scienze motorie, diplomati ISEF, Massofisiote-rapisti e istruttori di Fitness.

PROGRAMMA

Durata del corso

- Dal neonato all’anziano: la formazione e l’evoluzione delle curve rachidee. - La postura fisiologica del soggetto - Appoggio plantare ed effetti posturali. - Gli effetti del sistema muscolo-connettivale sull’apparato scheletrico. - Individuare le asimmetrie mediante la valutazione posturale. - Contrazione, contrattura e retrazione muscolare. I test. - Muscoli agonisti, antagonisti e sinergici. - Esercitazioni pratiche di gruppo.

Il corso si svolge in una giornata Orari - inizio lezioni ore 10 - break di dieci minuti ore 11,30 - pausa pranzo di 30 minuti ore 13 - fine lezione ore 17.

COMPOSIZIONE CORPOREA e ANTROPOPLICOMETRIA Milano, sabato 16 marzo. Una giornata a tempo pieno Obiettivo della giornata di formazione è di fornire i contenuti pratici e teorici della misurazione corporea. La valutazione della composizione corporea è uno strumento utile per programmare e monitorare il lavoro fisico e gli obiettivi. È anche uno strumento di fidelizzazione perché aiuta il personal trainer a instaurare una relazione professionale di credibilità ed efficienza con i propri assistiti.

A chi è rivolto? A tutti gli operatori del settore fitness. Personal Trainer, Laureati in scienze motorie, diplomati ISEF, Massofisiote-rapisti e istruttori di Fitness..

PROGRAMMA

Durata del corso

- Cos’è l’antropoplicometria. - Procedura delle misurazioni plicometriche; rilevazioni e descrizione dei punti di repere per le pliche. - Rilevazioni e descrizione delle circonferenze. - Body Mass Index (BMI).

Il corso si svolge in una giornata Orari - inizio lezioni ore 10 - break di dieci minuti ore 11,30 - pausa pranzo di 30 minuti ore 13 - fine lezione ore 17.

Iscrizioni Quanto costa: 110 euro entro il 31 dicembre; 130 euro entro il 31 gennaio, 150 euro per iscrizioni successive. Prezzi Iva inclusa. La quota è comprensiva di: - 30 euro di iscrizione alla scuola (validità annuale) - accesso alle lezioni - materiale didattico - attestato di partecipazione Modalità di pagamento - Versamento postale: Conto corrente postale n° 26993204 Intestato ad Alea Edizioni, via Sapeto, 5 20123 Milano - Bonifico bancario: CC 48054 intestato a: Alea Edizioni Banca Popolare di Milano Ag. 7 Codice IBAN: IT 43 Q 05584 01607 000000048054 Inviare via fax al n°0258111116, o via mail a infoscuola@professionefitness.com, la fotocopia della ricevuta del versamento con il nome dell´iniziativa scelta e i dati personali completi di un recapito telefonico e un'e-mail (codice fiscale e/o partita IVA obbligatori).

www.professionefitness.com infoscuola@professionefitness.com tel 02/58112828


MASTER PER OPERATORE DI FITNESS METABOLICO MASTER PER OPERATORE DI FITNESS METABOLICO

master e stage Iscrizioni

Milano: 21 gennaio, 4 e 18 febbraio, 4 marzo Formula serale: dalle 20,30 alle 22,30 Partendo dalla revisione e dall’aggiornamento del corso a distanza, proponiamo, come novità assoluta, il Master per operatore di Fitness Metabolico, che consente di conoscere e acquisire questa metodica operativa con una modalità meno impegnativa rispetto al corso integrale. Il Master si sviluppa su tre incontri monografici di tre ore ciascuno, svolte di pomeriggio; è possibile partecipare anche a un singolo incontro, ma solo chi segue il percorso completo riceverà l’attestato di partecipazione.

A chi è rivolto? A tutti gli operatori del settore fitness, istruttori e personal trainer, che abbiano consolidato una buona esperienza lavorativa, a laureati in Scienze Motorie e fisioterapisti.

PROGRAMMA Prima giornata - La sindrome metabolica: differenze fisiologiche correlate all’attività fisica dei soggetti affetti da sindrome metabolica. La curva di regressione delle qualità motorie Diabete, Obesità, ipercolesterolemia, Ipertensione. - I compiti e i limiti dell’operatore di fitness metabolico. - Le indicazioni dell’Organizzazione Mondiale della Sanità. - Anamnesi metabolica, il metodo e l’applicazione; la suddivisione in classi di rischio e la somministrazione dei carichi di lavoro appropriati.

Seconda giornata - Dai test ai fix metabolici : dai test performanti ai fix qualitativi e relazionali. - I fix cardiovascolari: il punto zero, la sicurezza la ripetibilità nel tempo. - I fix di forza: forza assoluta e forza relativa; gli obiettivi di forza nel soggetto metabolico; ambiente motorio, imprevisto motorio. Successo motorio. - I fix di mobilità e i fix di coordinazione. - Strumenti per la gestione e la definizione degli obiettivi: Il body max index, il body fat index, il GRI (Global Risk Index).

Terza giornata - Le unità motorie per la gestione del tempo motorio. - Il metodo di applicazione e lo start up con il soggetto metabolico. - Obiettivi controllo dei dati: il passaporto metabolico. - Elementi di marketing per il centro fitness e per i personal trainer. - La gestione del rapporto con i medici.

Quanto costa: 100 euro per la singola giornata; 270 euro per il percorso completo (4 giornate). Prezzi Iva inclusa. La quota è comprensiva di: - accesso alle lezioni - materiale didattico - attestato di partecipazione (solo per chi acquista il pacchetto completo di tutti e tre gli incontri). A tutti gli iscritti al master verrà fatto omaggio di una card di 20 crediti per l’accesso ai contenuti professionali della piattaforma web: www.fitmededu.com Modalità di pagamento - Versamento postale: Conto corrente postale n° 26993204 Intestato ad Alea Edizioni, via Sapeto, 5 20123 Milano - Bonifico bancario: CC 48054 intestato a: Alea Edizioni Banca Popolare di Milano Ag. 7 Codice IBAN: IT 43 Q 05584 01607 000000048054 Inviare via fax al n°0258111116, o via mail a infoscuola@professionefitness.com, la fotocopia della ricevuta del versamento con il nome dell´iniziativa scelta e i dati personali completi di un recapito telefonico e un'e-mail (codice fiscale e/o partita IVA obbligatori).

Durata del corso Il Master si sviluppa su tre incontri monografici di tre ore ciascuno. È possibile partecipare anche a un singolo incontro, ma solo chi segue il percorso completo riceverà l’attestato di partecipazione. Orari - dalle 20,30 alle 22,30 (serale) Dove: Milano, Via Orseolo, 3 presso la sede della Scuola di Professione Fitness. Linea metro 2 verde: fermata Sant'Agostino

guarda il video

www.professionefitness.com infoscuola@professionefitness.com tel 02/58112828


LA SCUOLA DI PROFESSIONE FITNESS DIPLOMI E ATTESTATI

MODALITÀ DI ISCRIZIONE

Ogni corso prevede un esame finale al quale potrai accedere frequentando almeno l’80% delle lezioni teoriche. Il voto che otterrai sarà espresso in centesimi: 60/100 è la votazione minima necessaria per ottenere il diploma rilasciato da Professione Fitness e riconosciuto da Uisp sport per tutti, comitato di Milano, ente di promozione sportiva riconosciuto dal CONI. A ogni master, frequentando almeno l’80% delle lezioni, otterrai un attestato di partecipazione rilasciato da Professione Fitness e riconosciuto da Uisp sport per tutti, comitato di Milano, ente di promozione sportiva riconosciuto dal CONI. Ogni stage è un’iniziativa monotematica di una giornata al termine della quale otterrai un attestato di partecipazione rilasciato da Professione Fitness e riconosciuto da Uisp sport per tutti, comitato di Milano, ente di promozione sportiva riconosciuto dal CONI.

La quota di partecipazione ai corsi comprende il materiale didattico, l’accesso alle lezioni e il diploma o attestato di partecipazione. Per iscriverti puoi venire di persona presso la nostra sede amministrativa in via Orseolo n°3 a Milano, oppure puoi scegliere una tra le seguenti modalità: • Versamento sul conto corrente postale n°26993204 intestato ad Alea Edizioni - via Sapeto 5, 20123 Milano • Bonifico bancario sul conto corrente n°48054 intestato ad Alea Edizioni- Banca Popolare di Milano Ag. 7 –IBAN IT 43 Q 05584 01607 00000 0048054; in entrambi i casi è necessario inviare via fax la fotocopia del versamento postale o del bonifico bancario segnalando il nome dell’iniziativa scelta, i dati personali, il codice fiscale, un recapito telefonico ed e-mail al fax n° 02.58111116. • Assegno bancario non trasferibile intestato ad Alea Edizioni, da inviare, unitamente al nome dell’iniziativa scelta, i dati personali, il codice fiscale, un recapito telefonico ed email, tramite posta prioritaria a Professione Fitness via Orseolo 3 - 20144 Milano.

SEGRETERIA ORGANIZZATIVA Per ogni informazione la nostra segreteria organizzativa è sempre a tua disposizione. Ci trovi presso Professione Fitness in via Orseolo, 3 Milano. Il nostro numero di telefono è 0258112828, fax 0258111116, e-mail infoscuola@professionefitness.com. La fermata più vicina della metropolitana è MM S. Agostino sulla linea verde. Ci trovi dal lunedì al venerdì, dalle 9.00 alle 18.00

ANNULLAMENTI E RINUNCE La Scuola di Professione Fitness si riserva il diritto di annullare le iniziative in programma qualora non si raggiunga il numero minimo di iscritti, provvedendo in tal caso al rimborso totale delle quote già corrisposte. In caso di rinuncia, la Scuola di Professione Fitness provvederà al rimborso parziale della quota corrisposta secondo le modalità indicate nel sito www.professionefitness.com

I NOSTRI DOCENTI Alessandro Lanzani Direttore scuola Francesco Capobianco Responsabile scuola Davide Fogliadini Massofisioterapista, personal trainer Edoardo Lanzani Medico ortopedico, esperto in rieducazione funzionale Davide Girola Medico, esperto in riabilitazione cardiologica Roberto Dagani Laureato in scienze motorie, massofisioterapista Andrea Scala Laureato in scienze motorie, personal trainer,

Serenella Lattanzio Avvocato, esperta in normative tributarie Luca Mazzotti Dottore commercialista Andrea Medici Preparatore atletico, esperto in osteopatia Gianni Montagna Trainer, esperto in alimentazione e integrazione Andrea Gianesella Laureato in scienze motorie, Presenter di discipline musicali Francesca Degasperi Presenter di discipline musicali Corrado Ceschinellli Sociologo, naturopata, preparatore atletico ed esperto in comportamenti alimentari

www.professionefitness.com infoscuola@professionefitness.com tel 02/58112828


LIBRI ALLENAMENTO - LIBRI ALLENAMENTO - LIBRI ALLENAMENTO - LIBRI ALLENAMENTO Vuoi consultare il sommario e leggere il primo capitolo? Clicca sul libro che ti interessa! FITNESS & BODY BUILDING La terza edizione, completamente aggiornata, del libro che ha formato intere generazioni di professionisti del fitness. Dall’anatomia funzionale dell’apparato locomotore alla fisiologia muscolare, fino alla biomeccanica degli esercizi; in questo volume il futuro istruttore troverà tutte le nozioni indispensabili, arricchite di 120 disegni e oltre 400 foto a colori. Alessandro Lanzani Alea Edizioni 2004 pag. 360 - Euro 45

MANUALE DI CARDIOFITNESS Il volume tratta in modo approfondito il cardiofitness nei suoi diversi aspetti: dall’anatomia e fisiologia, ai metabolismi energetici e alla biomeccanica muscolare, per poi addentrarsi nello specifico del training cardiovascolare. Abbraccia l’attività indoor e outdoor, l’utilizzo dei simulatori aerobici e il monitoraggio della frequenza cardiaca. Giulio Sergio Roi Alea Edizioni 2004 pag. 238 - Euro 35

STRETCHING Non più allungamento muscolare, ma miglioramento della mobilità di tutte le componenti dell’apparato locomotore. Partendo da questa convinzione gli autori riprendono i principi teorici dello stretching, propongono test di valutazione e una lunga serie di esercizi suddivisi per attività sportiva. Francesco Capobianco Alessandro Lanzani, Alea Edizioni - pag. 224 Euro 21

ALLENAMENTO ESTETICO Rivolto a quanti vogliono programmare un’attività finalizzata al miglioramento dell’aspetto, fornisce metodi d’allenamento, suggerimenti alimentari e di postura, consigli estetici. Ogni nozione è basata su uno studio approfondito e sul continuo confronto con l’applicazione pratica.

Roberto Tarullo Alea Edizioni 2001 pag. 160 Euro 24

CROSS FITNESS TRAINING I “grandi classici” del training (allenamento con i pesi, corsa, bicicletta e nuoto), integrati a esercizi specifici della chinesiologia rieducativa, costituiscono un unico programma articolato, che stimola tutte le qualità motorie. Un programma di allenamento incrociato, finalizzato al fitness e adattabile a qualsiasi soggetto. Completo di tabelle e immagini esplicative degli esercizi proposti. Davide Traverso Alea Edizioni 2010 pag. 144 - Euro 21

LIPOCARDIOFITNESS Perdere peso è il diktat della maggior parte dei frequentatori dei centri fitness. L’autore fornisce gli strumenti per rispondere a questa richiesta: analisi del tessuto adiposo e del metabolismo muscolare, metodologia dell’allenamento con attrezzature cardiovascolari e isotoniche, test di controllo.

Massimiliano Ferrero Alea Edizioni pag. 144 - Euro 24

L'ALLENAMENTO DELLA MOBILITÀ DELL'APPARATO LOCOMOTORE. RICERCHE E APPLICAZIONI PRATICHE Un valido sussidio per chi si occupa di mobilità articolare e di flessibilità muscolo-tendinea. Un utile strumento operativo per la creazione di tabelle di allenamento personalizzate. I capitoli dedicati alla ricerca applicata all'allenamento permettono di approfondire la valutazione funzionale dell'individuo. Massimiliano Gollin Alea Edizioni 2009 pag. 148 - Euro 25

IPERTROFIA MUSCOLARE Come si costruisce una tabella d’allenamento personalizzata? Il libro fornisce un’esauriente risposta a questa domanda analizzando i principi della programmazione e periodizzazione, le fasi dell’allenamento e le caratteristiche biomeccaniche di numerosi esercizi tipici dell’allenamento in palestra.

Claudio Suardi Alea Edizioni 2000 pag. 208 Euro 26

99 ESERCIZI ADDOMINALI Il volume è utile per comprendere a fondo l’anatomia, la funzione e la cinesiologia dei muscoli addominali e per imparare a valutare la loro forza. In più, un’interessante classificazione degli esercizi e un intero capitolo dedicato agli errori di esecuzione.

ORDINA DIRETTAMENTE ON-LINE!

Potrai pagare in contrassegno al ricevimento dei libri oppure on-line con paypal Cl icca qui

Giulio Sergio Roi e Rachele Groppi Alea Edizioni 2001 pag. 128 - Euro 21

SPESE DI SPEDIZIONE

Acquisti in contrassegno: 6 euro Ordini pre-pagati: 4 euro


LIBRI ALLENAMENTO - LIBRI ALLENAMENTO - LIBRI ALLENAMENTO - LIBRI ALLENAMENTO

Allenamento

Vuoi consultare il sommario e leggere il primo capitolo? Clicca sul libro che ti interessa! PERSONAL TRAINER

ELETTROSTIMOLAZIONE

Cosa serve per diventare personal trainer? Partendo da un’analisi storica della professione, il libro risponde a questa domanda illustrando le competenze tecniche, psicologiche, commerciali e manageriali che il professionista deve possedere.

Il manuale richiama le nozioni teoriche per affrontare l’utilizzo dell’elettrostimolazione in allenamento sportivo, riabilitazione ed estetica. In appendice sono fornite tavole di posizionamento elettrodi ed esempi di schede personalizzate.e.

Francesco Capobianco (Cap.4 ‘Personal trainer come libero professionista’ a cura di Paola Bruni Zani )

Alea Edizioni 2001 - pag. 240 Euro 26

Fabio Aprile e Fabio Perissinotti Alea Edizioni 1998 - Pag. 128 E 20,66

PERSONAL TRAINING BUSNESS

PUNTI MOTORI DI ELETTROSTIMOLAZIONE

Questo lavoro pone una lente d’ingrandimento sulla professione del personal trainer. Dall’analisi delle potenzialità di mercato al management e alla comunicazione fino ad arrivare all’organizzazione gestionale dell’impresa PT, il testo si propone di avviare trainer esperti e non a un percorso di successo. Daria Illy Alea Edizioni 2002 Pag. 128 - Euro 21

Per la corretta applicazione dell’elettrostimolazione è fondamentale conoscere con precisione e accuratezza i punti motori. Avere una mappa precisa permette un allenamento senza effetti collaterali non solo nei distretti più conosciuti, ma anche a livello di tibiali, peronei, trapezi, obliqui e cuffia dei rotatori.. Alessandro Lanzani Alea Edizioni 1999 Pag. 128 - E 20,66

ELETTROSTIMOLAZIONE NUOVE FRONTIERE

PREPARAZIONE ATLETICA IN PALESTRA Come effettuare all’interno del centro fitness una preparazione atletica che miri non soltanto al benessere fisico, ma che proponga esercizi con i sovraccarichi per la muscolatura specifica dello sport, con un occhio particolare all’esecuzione e alla richiesta energetica il più possibile simili al gesto sportivo. Maurizio Fanchini Alea Edizioni 1999 Pag. 192 - Euro 25,82

Il volume mette in risalto le metodiche di allenamento con l’utilizzo dell’elettrostimolazione, facendo riferimento alle variazioni metaboliche, agli indici di fatica ed alla modulazione dei parametri che condizionano l’allenamento. Sono inserite un’ampia parentesi sulla riabiltazione associata all’elettrostimolazione e una valutazione sulle possibili utilizzazioni nell’immediato futuro. Fabio Aprile - Fabio Perissinotti Alea Edizioni 2001 Pag 144 - E 20,66

FREE METHOD BIKE

CROSS TRAINING

Il free method bike è una metodica di allenamento su bicicletta stazionaria che ha come obiettivo principale il voler dare strumenti e mezzi per programmare e arricchire nel tempo un’attività motoria clinica. L’intento è quello di guidare i lettori ad un uso razionale dell’attività, adattandola a tutte le età, per il raggiungimento del benessere psico-fisico.

L’analisi del cross training, degli effetti e delle sue potenzialità, potrebbe costituire la nuova frontiera dello sport di vertice e dello sport sociale. La sfida è lanciata, l’avventura comincia, sperando di ritrovarci numerosi su questo percorso.Cos’è il cross training? I diversi tipi di allenamento incrociato e gli adattamenti.

Roberto Carminucci , MariaLuisa Quinci Alea Edizioni 2001 Pag. 144 - Euro 20,66 -

Simone Diamantini Alea Edizioni 1999 pag. 128 Euro 16

SPESE DI SPEDIZIONE

Acquisti in contrassegno: 6 euro Ordini pre-pagati: 4 euro

ORDINA DIRETTAMENTE ON-LINE!

Potrai pagare in contrassegno al ricevimento dei libri oppure on-line con paypal

Clicca qui

Tel.02.58112828 - www.professionefitness.com - ordinilibri@professionefitness.com


Acqua e nutrizione

LIBRI ALLENAMENTO IN ACQUA E NUTRIZIONE - LIBRI ALLENAMENTO IN ACQUA E NUTRIZIONE

ACQUANTALGICA L’acqua offre la possibilità di facilitare la ripresa funzionale motoria: da questo punto di vista la piscina è una struttura sportiva cui deve essere riconosciuta una grande valenza a carattere rieducativo e riabilitativo. Il volume propone una sorta di educazione al movimento corretto in presenza di mal di schiena. Il libro contiene una sessantina di proposte fra esercizi e tecniche di “nuoto antalgico”. Andrea Altomare - Alea Edizioni 2000 Pag. 128 - Euro 21

COMPOSIZIONE CORPOREA L’attenzione ai problemi della forma fisica è importante per la sua componente sanitaria di prevenzione. L’attività all’interno del centro fitness necessita di un continuo controllo dei risultati, per cui diviene essenziale poter certificare tramite protocolli la qualità del servizio reso alla clientela. Il manuale intende suggerire metodiche semplici e di basso costo per la valutazione della composizione corporea. Sergio Rocco Alea Edizioni 2000 Pag. 128 - Euro 21

TOTAL FITNESS IN ACQUA

INTEGRATORI PER L’ATLETA

Roberto Conti, professionista affermato del fitness, trasferisce in questo volume tutti i segreti per realizzare lezioni di fitness in acqua: protocolli, metodi, differenziazioni delle classi. Un manuale efficace, serio e completo per gestire tutte le opportunità del fitness in acqua.

Una dietetica razionale negli sport può contribuire a migliorare la condizione fisica e psichica. Il volume considera la categoria degli integratori suddividendoli secondo le finalità preminenti: plastiche, energetiche o di reintegro.

Roberto Conti - Alea Edizioni 2004 pag. 128 Euro 21

Giovanni Posabella Alea Edizioni 1999 Pag. 144 - Euro 21

PLAYAGYM

L’ALIMENTAZIONE DELL’ATLETA 1 - GUIDA PRATICA

Una disciplina ginnica innovativa, creata appositamente per la spiaggia, propone esercizi specifici sviluppati in armonia con l’ambiente marino. In questo volume sono raccolte le informazioni relative all’insegnamento della ginnastica in spiaggia e ai benefici psicofisici che da questa si possono trarre.

Tiziana Scalambro Alea Edizioni 2002 pag. 160 - Euro 21

Partendo dai fondamentali aspetti teorici della fisiologia e della scienza alimentare, sono fornite indicazioni per stabilire il fabbisogno calorico quotidiano dell’individuo e programmarne l’alimentazione. Immancabile una sezione sull’integrazione e una serie di consigli sul comportamento da adottare in occasione di una gara. Ubaldo Garagiola Alea Edizioni 1998 pag. 128 - Euro 23,24

L’ALIMENTAZIONE DELL’ATLETA 2 - TABELLE

TRAINING IN ACQUA Il libro affronta in prima analisi i principi del movimento in acqua, spiegando dettagliatamente i fattori che condizionano la prestazione. Nella seconda parte esplora le diverse possibilità di allenamento delle qualità motorie con e senza attrezzi, facendo riferimento a più discipline sportive. .

Paolo Michieletto Alea Edizioni 2000 pag. 192 Euro 26

Il secondo volume è l’applicazione pratica dei principi teorici delineati nel primo. Vengono trattati dettagliatamente alcuni esempi di alimentazione personalizzata per atleti agonisti e amatoriali, frequentatori di palestre, soggetti in sovrappeso, giovani sportivi e over 60.

Ubaldo Garagiola Alea Edizioni 1998 pag. 96 - Euro 16

FITNESS IN ACQUA Partendo dagli esercizi di base per tutti i distretti muscolari, il libro affronta le diverse metodiche d’allenamento in acqua, tra cui l’aerobica, le arti marziali, lo step e la kick boxe. Grazie a numerose fotografie e schemi di lezione, il volume si caratterizza per un forte taglio pratico. La parte finale è dedicata alle competenze dell’istruttore di fitness in acqua. . Paolo Michieletto e Giada Tessari Alea Edizioni 2004 - pag. 224 Euro 26

IL BENESSERE POSSIBILE L'autore analizza aspetti fondamentali della nostra esistenza: consapevolezza come fondamento del benessere, alimentazione funzionale per la salute, attività fisica per la migliore condizione di forma. Il testo approfondisce temi importanti di alimentazione (come impostare i pasti, allergie e intolleranze alimentari ) e allenamento (attività fisica per uno stile di vita sano e come modello educativo, corsa e tonificazione). Corrado Ceschinelli, Alea Edizioni 2008 pag 200 Euro 25

SPESE DI SPEDIZIONE

Acquisti in contrassegno: 6 euro Ordini pre-pagati: 4 euro

ORDINA DIRETTAMENTE ON-LINE!

Potrai pagare in contrassegno al ricevimento dei libri oppure on-line con paypal

Clicca qui

Tel.02.58112828 - www.professionefitness.com - ordinilibri@professionefitness.com


Salute e rehab

LIBRI SALUTE E REHAB - LIBRI SALUTE E REHAB - LIBRI SALUTE E REHAB - LIBRI SALUTE

CASI CLINICI IN PALESTRA

MAL DI SCHIENA

In ognuno dei 5 volumi si inquadrano le principali patologie dell’apparato locomotore. Per ognuna di esse sono de-scritti anamnesi ed esame obiettivo motorio, sono individuati i traguardi da raggiungere, sono tracciate le linee gui-da del protocollo di lavoro attraverso gli esercizi consigliati e quelli da evitare

Il volume affronta il tema del mal di schiena in modo davvero esaustivo. Nella prima sezione guida il lettore al corretto utilizzo della colonna nella vita quotidiana e nella pratica sportiva. La seconda parte raccoglie invece approfondimenti sulle patologie e sui meccanismi del dolore lombare.

VOLUME 1: Sindrome della schiena dritta e scoliosi – Spondilolisi con listesi – Agenesia del pettorale – Lussazione acromion claveare – Cifosi e petto carenato – Petto scavato – Paralisi ostetrica – Poliomielite – Frattura di calcagno – Frattura di gomito – schiacciamento di un disco intervertebrale – Artrosi d’anca – Lussazione di spalla – Rottura del retto femorale Alessandro Lanzani - 1994

VOLUME 2: Calcificazione del tendine del sovraspinato - Correzione di varismo tibiale Grave artrosi vertebrale - Strabismo di rotula Ernia del disco in un culturista - Periartrite scapolo omerale - Artrosi di spalla grave Lombarizzazione della 1° vertebra sacrale Rifrattura di gamba - Dismetria degli arti inferiori - Rettificazione del tratto cervicale - Ginocchio recurvato - Ernia discale intraspongiosa - Piede cavo - Artrosi d’anca - Pseudoartrosi

Alessandro Lanzani - 1997

VOLUME 3: Rottura del menisco del ginocchio - Weight lifters syndrome - Condropatia di rotula Lombalgia in discopatia L5-S1 - Rottura del legamento crociato anteriore del ginocchio - Recidiva di distorsione della caviglia - Pubalgia - Instabilità di spalla - Postumi di frattura di gomito - Distorsione della colonna cervicale - Frattura di omero in un body builder - Piede piatto - Lombarizzazione della 1° vertebra sacrale - Rottura del tendine d’Achille - Calcificazioni della tibiotarsica

Claudio Corno Alea Edizioni 2001 pag. 256 - Euro 26

IL DOLORE CERVICALE Il manuale offre un’ampia panoramica delle patologie più comuni nell’individuo adulto: la cervicalgia. Il volume è diviso in tre parti: la prima, dedicata all’anatomia, alla fisiologia articolare e alla biomeccanica del tratto cervicale. La seconda, dedicata alle sindromi dolorose più comuni. Infine la terza parte che comprende alcune schede pratiche di utilizzo in palestra contenenti gli esercizi più idonei in relazione alla sintomatologia dolorosa. Claudio Corno Alea Edizioni 2003 pag. 128 Euro 21

IL CORPO INDIVISIBILE

Riccardo Gambaretti - 1998

La vecchiaia non è una malattia. La ginnastica per anziani non è uno sport. L’autore psicomotricista Giovanni Ghidini illustra come strutturare un corso di ginnastica per la terza età muovendosi fra fisiologia ed emotività, anatomia e psicologia motivazionale, rieducazione funzionale e programmazione dell’attività.

VOLUME 4: Doppia frattura vertebrale da schiacciamento - Frattura con deformazione a cuneo di L1 - Rachi-schisi cervicale Emilombarizzazione subtotale di S1- Rottura e sintesi del tendine rotuleo - Doppia spondilolistesi con artrosi vertebrale - Grave artrosi di ginocchio - Ipertrofia reattiva delle spine tibiali Rettificazione cervicale con grave artrosi - Lacerazione del tendine distale del bicipite brachiale Frattura di clavicola - Conflitto subacromiale in donna anziana - Rifrattura di ulna - Osteotomia di bacino in artrosi d’anca - Lesione dei legamenti della caviglia

Giovanni Ghidini e Alessandro Lanzani Alea Edizioni pag. 112 – Euro 21

Edoardo Lanzani - 1998

CRESCERE CON LO SPORT

VOLUME 5: Concussione coxofemorale e postumi da trauma - Calcificazione sottodeltoidea in periartrite scapolo omerale - Degenerazione del sovraspinato -Frattura tipo colles di radio Protrusione discale L5 - S1 - Rettificazione del tratto lombare in soggetto giovane - Ernia espulsa L3 - L4 - Frattura comminuta di tibia Polifrattura costale e frattura clavicolare Sindrome cervicale del manager stressato Frattura del malleolo esterno - Spalla del tennista - Modificazione a cuneo del passaggio lombosacrale - Frattura esposta di gamba - Os acetaboli - Pinzatura del tendine del sovraspinato

Davide Fogliadini, Alessandro Lanzani - 2005

Le attività fisiche praticate in età giovanile contribuiscono allo sviluppo armonico dell’organismo, a patto che l’attività mo-toria sia corretta e adeguata alle caratteristiche psicofisiche del ragazzo e alla sua particolare fase evolutiva. Il volume vuole essere un supporto a completamento del bagaglio tecnico e professionale di ciascun operatore sportivo che si trova a contatto con la realtà dell’allenamento giovanile. Antonio Maone Alea Edizioni 2000 Pag. 160 - Euro 26

Pag. 128 Euro 21 ogni volume Offerta: tutta la seria (5 volumi) a 84 Euro

SPESE DI SPEDIZIONE

Acquisti in contrassegno: 6 euro Ordini pre-pagati: 4 euro

ORDINA DIRETTAMENTE ON-LINE!

Potrai pagare in contrassegno al ricevimento dei libri oppure on-line con paypal

Clicca qui

Tel.02.58112828 - www.professionefitness.com - ordinilibri@professionefitness.com


LIBRI SALUTE E REHAB - LIBRI SALUTE E REHAB - LIBRI SALUTE E REHAB - LIBRI SALUTE Vuoi consultare il sommario e leggere il primo capitolo? Clicca sul libro che ti interessa! MASSAGGIO SPORTIVO

CARDIOLOGIA E FITNESS

Il testo propone tecniche manuali per il trattamento efficace della micro-traumatologia dei tessuti molli nello sportivo. I capitoli a carattere puramente pratico descrivono la conformazione dei tessuti connettivi, le interazioni tra il danno tessutale, l’infiammazione e gli eventi riparativi.

Partendo dai fondamenti della fisiologia cardiovascolare, l’autore accompagna il lettore dalla pratica clinica alla valutazione funzionale e psicosomatica del cardiopatico e alla periodizzazione dell’allenamento, spiegando con precisione gli effetti della terapia farmacologica sulla performance.

Roberto Dagani Alea Edizioni 2002 pag. 128 - Euro 21

Davide Girola Alea Edizioni pag. 248 - Euro 31

FISIOLOGIA APPLICATA AL FITNESS TRATTAMENO MIOFASCIALE PER LO SPORTIVO

Il manuale affronta in maniera concisa ma esaustiva la fisiologia del corpo umano, con particolare riferimento all’influenza dell’esercizio fisico su organi e apparati. Il manuale è anche uno strumento didattico e di autovalutazione per il professionista del fitness e costituisce strumento fondamentale per la programmazione del training.

Il manuale espone in maniera chiara ed esaustiva le tecniche manuali per il detensionamento miofasciale a indirizzo sportivo. L’ampia documentazione iconografica chiarisce ogni dettaglio di posizionamento e intensità del massaggio.

Davide Girola Alea Edizioni 2003 pag. 160 - Euro 23

100 QUIZ – 2 VOLUMI

Roberto Dagani Alea Edizioni 2005 pag. 128 - Euro 21

Un metodo che consente di appropriarsi della materia trattata in modo veloce, coerente e duttile allo stesso tempo, attraverso domande diversificate, piccoli trabocchetti logici, immagini con didascalie incomplete. Un efficiente mezzo di verifica che, dove evidenzia lacune di conoscenza, permette subito di colmarle, grazie alle informazioni mirate e accurate che corredano le risposte. In ogni volume: 100 quiz di anatomia e biomeccanica dell’apparato locomotore, 400 risposte e 400 commenti alle risposte.

FITNESS TERAPIA - 2 VOLUMI Il movimento è un farmaco naturale contro molte patologie cronico-degenerative. Partendo da questa convinzione i volumi propongono protocolli di lavoro e metodi di allenamento adeguati ai soggetti affetti dalle più comuni patologie.

VOLUME 1 Ipertensione - Patologie respiratorie ostruttive croniche - Low back pain Obesità - Patologie cardiache infantili

Alessandro Lanzani e Laura Boggero Alea Edizioni 2005 pag. 112 – Euro 21

VOLUME 2:

L’ESERCIZIO ISOCINETICO

Coronaropatie - Artrite reumatoide Patologie renali - Gravidanza - Fibrosi cistica Alea Edizioni 1999/2000 - pag. 144 Ogni volume Euro 24

Il manuale dopo alcuni cenni di anatomia e fisiologia muscolare, analizza i vari tipi di contrazione e tutti gli aspetti dell’esercizio isocinetico con i relativi protocolli di test e allenamento nel soggetto sano, nell’atleta e nel soggetto patologico, sia a scopo valutativo che rieducativo, con esemplificazioni riportate in appendice.

OFFERTA: 2 VOLUMI A 36 EURO

G. S. Roi, S. Respizzi, P. Buselli Alea Edizioni 2a edizione 1998 - Pag. 160 - Euro 26

SPESE DI SPEDIZIONE

Acquisti in contrassegno: 6 euro Ordini pre-pagati: 4 euro

ORDINA DIRETTAMENTE ON-LINE!

Potrai pagare in contrassegno al ricevimento dei libri oppure on-line con paypal

Clicca qui

Tel.02.58112828 - www.professionefitness.com - ordinilibri@professionefitness.com