Page 1

festival cine espa単ol del

Roma

8/14 aprile 2011


con il sostegno di

Ambasciata di Spagna main partner

special partner

in collaborazione con

Ambasciata Argentina

patrocini

programma e organizzazione

EXIT med!a


index

La Nueva Ola Aballay, el hombre sin miedo

Viridiana

El hombre de al lado Todas las canciones hablan de mĂ­ La mosquitera Pa negre Cerro Bayo

Elisa K Bicicleta, cullera, poma

Intacto Smoking Room La suerte dormida FrĂ­o sol de invierno Tapas Azuloscurocasinegro El orfanato El truco del manco

22/23


Enrique PanĂŠs Calpe

evento fuori programma

manzana

cast

Bicicleta,

Amics

di Mar Coll 2011 | 6 min 16 mm B/N [Amici] VO catalana

fotografia arte produzione

suono musica

cuchara,


Jorge Hevia Sierra

Balada triste di Alex de la Iglesia


Luis Buñuel Portolés Calanda, 22 febbraio 1900 – Città del Messico, 29 luglio 1983 il testo a seguire è dello stesso

Luis Buñuel

da “Mi último suspiro”

Mi amigo Julio Alejandro me ayudó a desarrollar una antigua fantasía erótica en la que, gracias a un narcótico, abusaba de la reina de España. […] Cuando el guión quedó terminado, Alatriste me dijo: - Vamos a rodarla en España. Esto me planteaba un problema. No acepté si no a condición de trabajar con la sociedad de producción de Bardem, conocido por su espíritu de oposición al régimen franquista. A pesar de ello, nada más conocerse mi decisión se elevaron vivas protestas entre los emigrantes republicanos en México. Una vez más, se me atacaba y se me insultaba, pero en esta ocasión los ataques procedían de los mismos dentro de los que yo me alineaba.


evento speciale

1961 / 2011 - 50º anniversario

Viridiana di Luis Buñuel

Luis Buñuel, Julio Alejandro José Fernández Aguayo Pedro del Rey Gustavo Pittaluga Gustavo Alatriste (Producciones Alatriste), Pere Portabella (Films 59), Ricardo Muñoz Suay (Unión Industrial Cinematográfica) Silvia Pinal, Francisco Rabal, Fernando Rey, Margarita Lozano Spagna/Messico 1961 : Cult movie : 95’ V.O. spagnola <<< “L’amico Julio Alejandro mi aiutò a sviluppare

un’antica fantasia erotica, in cui grazie a dei narcotici,

abusavo della regina di Spagna. […]. Quando finimmo la sceneggiatura, Alatriste mi disse: - La girareremo in Spagna.

Questo generava un problema. Accettai solo a patto

di lavorare con la casa di produzione di Bardem, noto

per il suo spirito di opposizione al franquismo.

Eppure, non appena fu pubblica la mia decisione, si

alzarono immediatamente vive proteste tra gli

emigranti repubblicani in Messico. Ancora una volta, venivo attaccato e insultato, ma in questa occasione gli attacchi provenivano dalle stesse fila in cui mi allineavo”.

Palma d'oro al Festival di Cannes 1961


La Nueva Ola

Aballay, el hombre sin miedo di Fernando Spiner

Fernando Spiner, Javier Diment, Santiago Hadida Claudio Beiza Alejandro Parysow Gustavo Pomeranec Boya Films, Armonika, Universidad Nacional de Lomas de Zamora Pablo Cedrón, Nazareno Casero, Claudio Rissi, Moro Anghileri, Luis Ziembrowski, Lautaro Delgado, Anibal Guiser, Fernando Spiner Argentina/Spagna 2010 : Western : 100’ V.O. spagnola

Pampa argentina 1850: Aballay, gaucho fuorilegge,

galoppa con la sua banda all’attacco di una diligenza.

Dopo aver ucciso e derubato l’unico passeggero

maschio, incontra lo sguardo terrorizzato del figlio

della vittima: è qui che prende coscienza della propria

brutalità. Decide allora di intraprendere una strada di penitenza senza ritorno: diviene un Simón del

Desierto a cavallo. Passano gli anni e la sua figura

diventa leggenda… ma Abballay sa che quel bambino,

ormai uomo, è sulle sue tracce.

Premio del pubblico e Menzione

Speciale della Giuria al Festival di

Mar del Plata 2010


La Nueva Ola

e

Público Joven

El hombre de al lado

di Gastón Duprat e Mariano Cohn Andrés Duprat Gastón Duprat, Mariano Cohn Jerónimo Carranza Sergio Pángaro Aleph Media (Fernando Sokolowicz) Rafael Spregelburd, Daniel Aráoz, Eugenia Alonso, Inés Budassi, Eugenio Scopel Argentina 2009 : Commedia nera : 105’ V.O. spagnola

Leonardo, un designer industriale, famoso, snob e

superbo, vive con la moglie e la figlia preadolescente in un spettacolare appartamento disegnato da Le

Corbusier nella città di La Plata, Argentina. In questo

edificio, nel locale accanto al suo, trasloca Víctor, un

rivenditore di oggetti usati, prepotente, rude e

volgare. Quando Víctor fa un buco per costruire una

finestra nel muro che si affaccia sulla casa di

Leonardo, la guerra tra i due vicini diventa inevitabile. A partire da un curatissimo sviluppo estetico, il film

racconta attraverso un humor ironico e sofisticato

temi universali del mondo contemporaneo, come la

differenza tra classi sociali e la relazione dell’essere umano con lo spazio che lo circonda.

Miglior Fotografia World Cinema al

Festival di Sundance 2010 |


La Nueva Ola

e

Público Joven

Todas las canciones hablan de mí di Jonás Trueba

Jonás Trueba, Daniel Gascón Santiago Racaj Marta Velasco Perico Sambeat Tornasol Films (Gerardo Herrero), Castafiore Films Oriol Vila, Bárbara Lennie, Ramón Fontserè, Bruno Bergonzini, Valeria Alonso Spagna 2010 : Commedia romantica : 105’ V.O. spagnola

L’opera prima del giovane Jonás Trueba è una

commedia romantica che però non segue lo schema

“ragazzo-conosce-ragazza”. La premessa è piuttosto

“un ragazzo prova a dimenticare una ragazza”:

qualcosa che risulta piuttosto difficile se la persona

che vuoi dimenticare è ancora presente nella tua vita,

e ogni cosa rimanda a un momento vissuto assieme.

Lo stesso regista aggiunge: "Mi piacerebbe che il film andasse oltre le frontiere generazionali e facesse da

antidoto contro l’infelicità; quella prodotta dal troppo

pensare che ci meritiamo qualcosa di meglio,

rifiutando le cose buone che ci circondano".

2 nomination ai Premi Goya 2011: Miglior Regista

Esordiente e Miglior Attore Rivelazione (Oriol Vila)


La Nueva Ola

e

Público Joven

La mosquitera di Agustí Vila

Agustí Vila Neus Ollé Martí Roca Alfons Conde Eddie Saeta (Lluis Miñarro) Emma Suárez, Eduard Fernández, Martina García, Marcos Franz, Àlex Batllori, Geraldine Chaplin Spagna 2010 : Drammatico : 95’ V.O. catalana e spagnola

Un cocktail esplosivo, amaro e allo stesso tempo

comico: una tragedia raccontata sottoforma di

commedia che narra le vicende di una famiglia benestante, rinchiusa nel piccolo mondo di giustificazioni che si è costruito su misura.

Afferma il regista: “I personaggi credono che l’unica cosa da temere siano le zanzare. Pensano che limitando la corrente sfuggevole della vita

raggiungeranno la felicità. Ma questa idea di felicità è stanca. E l’acqua stanca va in putrefazione. Allora le zanzare possono diventare lupi”.

Miglior Film al Festival

di Karlovy Vary 2010


La Nueva Ola

e

Público Joven

Pa negre di Agustí Villaronga

Agustí Villaronga dall’omonimo romanzo di Emili Teixidor Antonio Riestra Raúl Román Jose Manuel Pagán Massa d’Or (Isona Passola), Televisió de Catalunya Francesc Colomer, Marina Comas, Nora Navas, Laia Marull, Eduard Fernández, Sergi López Spagna 2010 : Dramma storico : 108’ V.O. catalana

Negli anni del dopoguerra, nella Catalalogna rurale,

Andreu, figlio di un militante di repubblicano, trova

nel bosco i cadaveri di un uomo e un bambino. Le

autorità franchiste attribuiscono le morti a suo padre,

che perciò è costretto a fuggire, ma il piccolo Andreu

non si lascia persuadere, e per conto suo va alla ricerca dei veri responsabili.

“Un ritratto verace, complesso, profondo ed estetico

della barbarie del dopoguerra: gli abusi dei vincitori e

la sopravivenza terrorizzata dei vinti.[…] È il film più solido ed emotivo che ha mai realizzato questo regista, sempre inquietante” (Carlos Boyero)

9 Premi Goya 2011, tra cui

Miglior Regia e Miglior Film


Evento Speciale d’apertura La Nueva Ola focus Argentina

Cerro Bayo di Victoria Galardi

Victoria Galardi Julián Ledesma Alejandro Brodersohn Gale Cine, MyS Producción Adriana Barraza, Inés Efron, Verónica Llinas, Nahuel Pérez Biscayart, Guillermo Arengo Argentina 2010 : Commedia drammatica : 87’ V.O. spagnola

La stagione sciistica si avvicina nel Cerro Bayo,

cittadina della Patagonia ai piedi delle Ande; ma il

ritmo tranquillo del paese viene bruscamente alterato

quando la signora Keller, matriarca di una famiglia, tenta il suicidio. Mentre è in coma, le due figlie, e

l’intera costellazione familiare, vedranno le loro vite

sconvolte dalle conseguenze dell’incidente: emergono, nel bene e nel male, i vizi e le virtù di ognuno di loro. A San Sebastian è stato apprezzato “per concentrare

nel piccolo universo di una famiglia la molteplicità di sentimenti e aspirazioni di tre generazioni di donne che contano sugli uomini senza dipendere da loro”.

Premio TVE Otra Mirada, Festival

Internazionale di San Sebastián 2010


Balada triste di Alex de la Iglesia


Evento Speciale di chiusura La Nueva Ola

Elisa K

di Jordi Cadena e Judith Colell Jordi Cadena, dal romanzo “Elisa Kiseljak” di Lolita Bosch Sergi Gallardo David Gallart Oberón Cinematográfica (Antonio Chavarrías, Àngels Masclans) Aina Clotet, Nausicaa Bonnín, Lydia Zimmermann, Pol Montañés, Hans Richter, Jordi Gràcia, Clàudia Pons Spagna 2010 : Drammatico : 75’ V.O. catalana

A 24 anni la vita di Elisa viene sconvolta da un ricordo improvviso: è qualcosa che le è capitato tanto tempo fa, all’età di dieci anni. Le si era avvicinata un amico di suo padre, l’aveva fatta piangere e per calmarla le

aveva regalato un braccialetto d’argento. Nessuno in quel momento si era accorto di nulla…

"Un film esemplare: rispetta l’originale letterario, passando da uno stile all’altro con naturalità.

Dimostra come certi residui dell’avanguardia possano

amalgamarsi armoniosamente in un racconto più tradizionale” (Quim Casas)

Premio Speciale della Giuria al Festival di San Sebastian 2010


Evento Speciale La Nueva Ola

Bicicleta, cuchara, manzana di Carlos Bosch

Carles Bosch Carles Mestres Ernest Blasi e Carlos Prieto Josep Sanou Cromosoma (Tono Folguera e Toni Marin) Spagna 2010 : Documentario : 110’ V.O. spagnola, catalana, inglese, telugu (lingua ufficiale nello stato indiano dell'Andhra Pradesh), kannada (una delle principali lingue del gruppo dravidico parlata in India) e olandese Nell’autunno del 2007 a Pasqual Maragall (lo storico

Sindaco di Barcellona che preparò e realizzò le epocali

Olimpiadi del ‘92) viene diagnosticato l’ Alzheimer. Superato il trauma iniziale, al fianco dei familiari

comincia una crociata contro questa malattia e fin

dalle origini il film diviene un documento eccezionale. Con intelligenza, sincerità e buono umore, Maragall si lascia ritrarre assieme ai cari e ai medici per lasciar costanza della sua lotta quotidiana.

Filmato in Spagna, Argentina, India, USA e Olanda Premio Goya 2011

Miglior Documentario


Mario de Castro


Intacto

di Juan Carlos Fresnadillo Spagna 2001 | thriller | 108 min con Leonardo Sbaraglia, Eusebio Poncela, Mónica López

Smoking Room

[Intatto. Gioca o muori] Quattro persone, tutte sopravvissute a incidenti o disastri naturali, sono legate tra loro dal destino. Tomas, Federico, Sam e Sara: le loro vite sono tenute insieme da un filo sottilissimo che, da un momento all'altro, potrebbe spezzarsi portando tutti sull'orlo della tragedia.

La suerte dormida di Ángeles González-Sinde Spagna 2003 | drammatico | 105 min con Adriana Ozores, Félix Gómez, Pepe Soriano

[La fortuna addormentata] Amparo, una donna che non riesce a superare un trauma del passato, vive in una campana di vetro perfetta. Un giorno si vede però costretta a difendere un caso giudiziario di indennità di morte: affrontando i propri fantasmi intraprende un processo che la riporterà al mondo dei “vivi”.

e

Público Joven


Frío sol de invierno

di Pablo Malo Spagna 2004 | drammatico | 97 min con Marisa Paredes, Unax Ugalde, Javier Pereira, Marta Etura [Freddo sole d’inverno] Il giovane Adrián riceve la notizia che il proprio padre, vedovo, gli lascia in eredità la casa di famiglia per andarsene a vivere con un’altra donna. Il ragazzo che è appena uscito dall’ospedale psichiatrico sente la notizia come un tradimento.

Tapas

Azuloscurocasinegro di Daniel Sánchez Arévalo Spagna 2006 | commedia romantica | 105 min con Quim Gutiérrez, Raúl Arévalo, Antonio de la Torre, Marta Etura

[Blu scuro quasi nero] Jorge ha ereditato il lavoro del padre, semiparalizzato. Si occupa anima e cuore di lui, del lavoro e della propria carriera. Con Paula riuscirà a sentirsi un po’ meno responsabile di ciò che gli accade intorno, e a tentare di seguire i propri desideri senza tener conto di ciò che tutti si aspettano da lui.


El truco del manco

di Santiago A. Zannou Spagna 2008 | dramma sociale | 87 min con J.M. Montilla 'El Langui', Ovono Candela, Javier Iglesias

El orfanato

[Il trucco del monco] Enrique ‘El Cuajo’, un ragazzo afflitto da una paralisi che non gli permette camminare normalmente convince l’amico Adolfo ad aprire uno studio musicale nel loro quartiere di periferia: l’idea è guadagnarsi la vita con il talento e la passione che li unisce: l’Hip Hop.

“Non ho alcun dubbio che se Goya vivesse i nostri tempi sarebbe un cineasta. Si muoverebbe tra la finzione e il documentario con la stessa energia e scioltezza, con lo stesso talento e la stessa immaginazione, che secoli fa ha usato per disegnare e dipingere… appassionato da un lavoro che era, allo stesso tempo, necessità espressiva e cronaca della propria vita. Era un cineasta ante litteram creativo e poderoso. Per questo, niente di più giusto che chiamare Goya i premi della nostra Accademia del Cinema”

Carlos Saura, 1986


Argentina

ENERC Escuela Nacional de Experimentación y Realización Cinematográfica FUC Fundación Universidad del Cine

Brasile

USP / ECA Universidade de São Paulo - Escola de Comunicações e Artes

Italia

CSC Centro Sperimentale di Cinematografia

Spagna

CECC Centre d'Estudis Cinematogràfics de Catalunya ECAM Escuela de Cinematografía y del Audiovisual de Madrid ESCAC Escola Superior de Cine i Audiovisuals de Catalunya

Special Guest: ANIMACIÓN MADEINSHORT Área Audiovisual Instituto Andaluz de las Artes y las Letras Consejería de Cultura - Junta de Andalucía


di Juan Francisco Viruega 2010 | 14 min colore [Stoccolma] V.O. spagnola

ENERC

Las sĂ­lfides

di Gisela Mouradian 2009 12 min colore [Le silfidi] V.O. spagnola

MADEINSHORT

PuĂąetera & Pelotero

di Marcos Busatori Montesinos 2010 5 min colore animazione 2D

ECAM

di Luis Caballero 2010 15 min colore [Nel bosco] V.O. spagnola

La huida

ESCAC

ECAM

Estocolmo

di Victor Carrey 2010 1o min colore [La fuga] V.O. spagnola

Minimercado Champion

FUC

di Federico Sosa 2009 12 min colore [Argentino Vargas] V.O. spagnola

Dentro del bosque

di Florencia Percia 2010 | 19 min colore [Minimarket Champion] V.O. spagnola

Todo queda en familia

ESCAC

ENERC

Argentino Vargas

di Luis Fabra 2009 | 12 min colore [Resta tutto in famiglia] V.O. spagnola


AMBASCIATA DI SPAGNA IN ITALIA Luis Calvo Merino Jorge Hevia Sierra

REALE ACCADEMIA DI SPAGNA A ROMA Enrique Panés José Luis Cerezo

UFFICIO SPAGNOLO DEL TURISMO DI ROMA (TURESPAÑA) María Elena Valdés del Fresno

ISTITUTO CERVANTES DI ROMA Mario García de Castro Gianfranco Zicarelli

ICAA Carlos Cuadros José Antonio De Ory

INSTITUT RAMON LLULL Vicenç Villatoro Susana Millet

AMBASCIATA DELLA REPUBBLICA ARGENTINA IN ITALIA Torcuato Di Tella Ana Emilia Sarrabayrouse FONDAZIONE ROMA LAZIO FILM COMMISSION Cristina Priarone Tina Bianchi ASSESSORATO ALLE POLITICHE CULTURALI DELLA PROVINCIA DI ROMA Cecilia D’Elia ASSESSORATO ALLE POLITICHE CULTURALI E DELLA COMUNICAZIONE COMUNE DI ROMA Dino Gasperini Persol – Luxottica (Paolo Baretti e Jasmine De Gobbi) Catalan Films & TV (Àngela Bosch, Carme Puig, Monica G. Massagué, Mar Medir), Cinema do Brasil (Rachel Monteiro, Marilia Perracini e Paula Gastaud), Fondazione Ente dello Spettacolo (Dario Viganò, Antonio Urrata), INCAA (Bernardo Bergeret), Libreria Spagnola di Roma (Patrizia Porpora) Maria Luisa Franco del Navío e Ignacio Martín (Ambasciata di Spagna), Arturo Escudero (RAER), Marco Barbieri, Gabriella Galluzzi e Andrea Valeri (Assessorato alle Politiche Culturali della Provincia di Roma), Juan Luis López Vázquez (Turespaña), Helena Jiménez (ICAA), Darío La Rosa (Ufficio Culturale Ambasciata Argentina in Italia), José Cantos, Yohana e Nadia Corsi (Istituto Cervantes), Anna Castanyer (Institut Ramon Llull)


CinemaSpagna, Festival del Cine Español ROMA Iris Martín-Peralta e Federico Sartori (EXIT med!a) Marco Barone Eugenia Varas Reggi&Spizzichino Direttore Fabio Amadei Cinzia Grasso, Miriam Rizzardi e Denise Stefanova Marina Piscolo Domenico Calabrese Vittoria Mannu Pau Barrena e Marc Garcia Javier Fernández Cuarto Ana Tejada Farnese CinemaLab (Elena Mascioli e Mario Cirillo) Aleph Media (Cecilia Seguí), Asociación para la Promoción Exterior de Sevilla (Adriana Piquet), Beta Film (Dirk Schurhoff, Delphine Eon), Boya Films (Valeria Astudillo), CECC (Homer Etminani), CSC (Alessandra Guarino), Cromosoma (Tono Folguera e Toni Marín), ECAM (Ismael Martín), Eddie Saeta (Luis Miñarro, Montse Pedrós), ENERC (Laura Keegan), Escándalo Films (Lita Roig, Gisela Casas), FUC (Maria Marta Antón), Gale Cine (Raphaële Monnoyer), Junta de Andalucía – Consejería de Cultura (Ana Alcalde), Latido Films (Oscar Alonso e Massimo Saidel), Massa d’Or (Isona Passola, Alba Forn), Oberón (Àngels Masclans e Marta Ramírez), Parallamps (Nico Villarejo), Universidade de São Paulo (Luís Fernando Angerami, Joel Yamaji) Ane Arruabarrena, Hassen Assam, José Barrero e Steve Alimonti, Anna Bartolomé, Monica Bernardi, Ana Inés Becette, Rafael Cabrera, Serena Ciavarella, Juan Del Valle, Carlo Dutto, Domenico Maselli, Giovanni Miglioli e Pia ‘tlam, Julián Martín, Helena M. Peralta, Mimmo Morabito, Annabella Nucara, Fina P.Gámez, Xavi Puebla, Marina Queraltó, Giovannella Rendi, Corrado Sartori, Natasha Senjanovic, Gianni Tittozzi, Nicolina Torturo Federico Sartori

Vama Grafiche, Roma


Tutti i film in

Versione Originale c/ sottotitoli in italiano una produzione

EXIT med!a

www.CinemaSpagna.org Š 2011

catalogo Roma 2011  

Festival cine español_Roma

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you