Issuu on Google+

XXV ASSEMBLEA - SIGLATO ACCORDO COMUNI-INAIL PER SICUREZZA SUL LAVORO (H. 12.05) www.anci.it [24-10-2008]

Trieste – In quattro Comuni medio-piccoli, uno per ogni provincia della regione Friuli Venezia Giulia, saranno avviati programmi per innalzare il livello di sicurezza. Questi i termini di un protocollo d’intesa che è stato siglato dall’ANCI, da Federsanità Friuli Venezia Giulia e dalla Direzione regionale INAIL nell’ambito della XXV Assemblea Nazionale ANCI a Trieste. Se i risultati raggiunti nei quattro Comuni interessati saranno quelli ipotizzati, la sperimentazione sarà estesa a un più ampio campione di realtà comunali. L’obiettivo di fondo dell’intesa è quello di rendere le istituzioni del territorio veri modelli di riferimento in ambito di prevenzione e sicurezza sui luoghi di lavoro. Ma l’impegno è anche quello di avviare una serie di iniziative, momenti formativi, informativi e di sensibilizzazione dei cittadini all’implementazione dei Patti Territoriali per la Sicurezza che hanno l’obiettivo di diffondere la cultura della sicurezza e della prevenzione in modo concreto e calibrato alla realtà regionale. Per il Presidente di Federsanità ANCI, Giuseppe Napoli e per il Presidente ANCI Friuli Venezia Giulia, Gianfranco Pizzolitto la sigla del Protocollo “rappresenta una tappa importante del percorso avviato nel 2006 con l’obiettivo di promuovere una strategia intersettoriale per la prevenzione e la promozione della cultura della salute e sicurezza sul lavoro. Necessario sarà però il coordinamento tra le istituzioni e le realtà sul territorio e le iniziative di formazione sempre più rispondenti alle nuove esigenze del mondo del lavoro”. (fr)


Anci