Page 1

Club Alpino Italiano Sezione di Valenza

“Davide e Luigi Guerci”

Alla scoperta dei Parchi Nazionali della Maiella e del Gargano

21 - 27 Settembre 2014 - 7 giorni 6 notti in collaborazione con Bruno Di Crescenzo del Gruppo Escursionisti Maiella Domenica 21 settembre Partenza da Valenza per Ortona con sosta pranzo a Gradara con visita: il castello grandioso esempio di architettura militare dove avvenne la vicenda di Paolo e Francesca, le case medioevale del borgo,il Palazzo Comunale

Lunedì 22 Escursionisti: Eremi di Santo Spirito a Maiella e San Bartolomeo in Legio. Da Decontra - Lunghezza km.20 - dislivello m, 400 - difficoltà E. - h. 6,00 Percorso di grande interesse tra prati e faggete che consente di visitare due degli Eremi più suggestivi della Maiella tra cui spicca quello di San Bartolomeo scavato in una parete rocciosa e accessibile solo tramite un grosso foro. In entrambi gli eremi visse Celestino V, il Papa del gran rifiuto.

Turisti: visita di Roccamorice - Il paese arroccato su uno sperone triangolare che avanza tra le acque del Lavino e Lannella, presenta case a due piani, allineate a schiera lungo le strade strette che attraversano l’assetto urbano. Nel 1400 il paese divenne feudo dei Valignani e rimane in possesso della famiglia fino al XVII secolo,ma la zona fu abitata sin dal Paleolitico, come attestano le numerose testimonianze rinvenute nella Valle Giumentina. Da vedere: resti del castello medioevale, nelle vicinanze Abbazia di Santo Spirito a Maiella. Abbateggio - chiesa di San Lorenzo con facciata rinascimentale. San Valentino in Abruzzo Citeriore parrocchiale di San Valentino su progetto del Vanvitelli, Palazzo Farnese. (Chieti resti romani II sec. a.C., cattedrale medioevale, chiesa di Sant’Agostino con adiacente monastero trecentesco, chiesa seicentesca di San Domenico in barocco romano).


Martedì 23 Escursionisti: La Valle Da Bocca di Valle km. 15 - dislivello m.1000 - difficoltà EE. - h. 5,00 Percorso ad anello attraverso pini, abeti e faggete in ambienti naturali sempre diversi con ampi panorami sul mare Adriatico e possibilità di vedere le Tremiti.

Turisti: visita di Guardiagrele - è sede del Parco Nazionale della Maiella e fa parte della Comunità montana della Maielletta, nonché del club i borghi più belli d’Italia. Famosa per le produzioni artigianali, in particolare nella lavorazione dei metalli, oltre ad aver dato i natali all’orafo, incisore e pittore Nicola Gallucci, detto Nicola da Guardiagrele. Fu il primo luogo, insieme ad Agnone, dove iniziò la produzione della “presentosa”, un gioiello femminile abruzzese generalmente in oro, indossato nelle occasioni di festa. Da vedere: Collegiata di Santa Maria, chiesa trecentesca di San Francesco, botteghe artigiane per la lavorazione del ferro e del rame. Pennapiedimonte – E’ intrigante fare un giro, magari di sera, per le stradine del paese, fatte di strette passaggi e gradini che salgono e scendono, sfociando in piccole piazzette o punti panoramici a dir poco stupefacenti. Da vedere: parrocchiale in pietra bianca di San Rocco, costruita nel 700 sulle rovine dell’antico tempio di Santa Maria Maddalena, o fare una passeggiata al Balzolo (punto panoramico appena sopra il paese, da li parte un viale che va lungo la vallata, è un luogo bellissimo). Fara San Martino - parrocchiale di San Remigio, gole di San Martino. Roccaraso - centro climatico e di sport invernale. (Pescostanzo - abitato con pregevoli palazzetti, fontane e case del 500 e 600, collegiata di Santa Maria del Colle, palazzo Municipale. Rivisondoli - parrocchiale di San Nicola di Bari, case con tipiche scale esterne e balconi in ferro battuto. Lanciano - chiesa di Santa Maria Maggiore, chiesa di San Biagio, la Torre della chiesa di San Giovanni.)

Mercoledì 24 Escursionisti: Monte Acquaviva - Cima delle Murelle Dal Rifugio Pomilio Lung. Km. 14 - dislivello m. 850 - difficoltà EE. - h. 7,00 Escursione sulle alte cime della Maiella con spettacolari panorami sulle valli dell’Orfento, di Selvaromana e delle tre Grotte. Possibilità di incontrare i camosci dell’Anfiteatro delle Murelle e scoprire le caratteristiche iscrizioni dalla ”Tavola dei Briganti” lasciate da pastori e viandanti.

Turisti: visita del Rifugio Pomilio - grandiosi panorami sulle cime della Maiella. San Liberatore a Maiella - La chiesa benedettina, posta in posizione isolata ai piedi della Maiella ed immersa in un suggestivo scenario naturale, rappresenta il più antico esempio di organismo medievale d’Abruzzo. Da vedere: chiesa abbaziale e convento benedettino. Serramonacesca Il paesino di Serramonacesca (280 m. e circa 620 abitanti nell’ambito comunale) sorge, circondata da boschi e uliveti, alle falde settentrionali della Maiella, nei pressi del fiume Alento. Da vedere: parrocchiale romanica dell’Assunta, rovine di Castel Menardo. Pretoro - resti di una villa romana, chiesa barocca di San Nicola, santuario della Mazza costruito dai francesi.


Giovedì 25 Parco Nazionale del Gargano Escursionisti: Torre Mileto - Pietre Nere (Foresta Umbra) Itinerario pianeggiante su sterrato e sentieri tra rosmarini, lentischi e ginepri fino alla cinquecentesca Torre Scampamorte costeggiando le paludi punteggiate di bufali al pascolo e sorvolate dal falco di palude. h. 4,00

Turisti: visita di Rodi Garganico – vecchio borgo di origine medioevale dalle tipiche case bianche, chiesa della Confraternita con campanile barocco, chiesa della Madonna della Libera del 700. Peschici - tipico borgo costiero con alcune case di gusto orientale, castello di antica origine, chiesa Madre del sec. XV, antichissima chiesa di Santa Maria di Catena sec. IX. (San Giovanni Rotondo - notissimo centro di pellegrinaggi religiosi, chiesa di San Giovanni, chiesa di Sant’Onofrio, chiesa di Sant’Orsola, convento francescano di Santa Maria delle Grazie).

Venerdì 26 Escursionisti: Valle del’Orfento Da Caramanico Terme Lung. 15 km. dislivello m. 500 - dif. E. - h. 6,00 Rocciosa e selvaggia la valle dell’Orfento è una delle più suggestive della Maiella protetta da una Riserva Naturale con una grossa presenza di fiori e piante secolari. Durante il percorso, con spettacolari panorami sulle cime della Maiella, è facile avvistare l’aquila e il cervo.

Turisti: visita di Caramanico Terme – Posto allo sbocco dello splendido canyon dell’Orfento e della valle del fiume Orta, Caramanico è da un secolo il simbolo del termalismo abruzzese. Secondo la leggenda sarebbe stato addirittura il nipote di Carlo Magno, il monaco Caro, a fondare nel 980 la città. Da vedere: stabilimento termale, museo naturalistico, numerose le chiese del periodo romano-gotico: San Domenico, Santa Maria Maggiore, San Nicola e San Tommaso. Sant’Eufemia a Maiella - centro di villeggiatura tra i massicci della Maiella e del Morrone. Sulmona La cittadina di Sulmona (circa 25000 abitanti),che sorge ad un’altezza di 400 m.,è il centro più importante della Valle della Peligna, che divide i Parchi Nazionali dell’Abruzzo e della Maiella. Tuttavia, nonostante la sua splendida posizione geografica, Sulmona deve senza dubbio il suo fascino alla sua ricchissima tradizione storica. Già città natale del poeta latino Ovidio, l’autore delle Metamorfosi, di ben due papi, Celestino V e Innocenzo VII, del letterario Giuseppe Capogrossi, la leggenda vuole che le sue origini siano addirittura legate ad uno dei compagni di Enea. Da vedere: cattedrale di San Panfilo, chiesa di San Francesco della Scarpa, Santa Maria della Tomba, Sant’Agostino, acquedotto del sec.XIII, porta Napoli del 300, chiesa e palazzo dell’Annunziata, Badia Moronese Salle - castello, museo medioevale Borbonico, botteghe artigianali dei cordari di budella.


Sabato 27 Mattino visita di Ortona per tutti: cattedrale di origini antichissima con all’interno preziose opere quattrocentesche, i resti del Castello Aragonese, le chiese di Santa Maria Maddalena,di San Rocco e della Trinità.

Pranzo in hotel e partenza per il rientro con adeguate soste.

Le località tra parentesi e sottolineate sono visitabili solo con il completamento del secondo pullman. La sistemazione alberghiera sarà nella zona di Ortona punto strategico per tutte le escursioni e le visite turistiche.

Organizzato dal Cai Valenza:

Coordinatori: Enea Robotti e Giovanni Omodeo in collaborazione con la Stat Viaggi Casale email: cai@valenza.it Fax e Tel. 0131 945633 Cell. 340 9882624 Omodeo – 338 5315376 Sisto

Programma Maiella e Gargano 2014 CAI Valenza  

Programma Maiella e Gargano 2014 CAI Valenza

Advertisement