a product message image
{' '} {' '}
Limited time offer
SAVE % on your upgrade

Page 1

FAB - Supplemento della rivista Sollevare dedicato alla Movimentazione Industriale e alla Logistica Meccanizzata

FAB

Forklifts AGV Batteries N. 1 - FEBBRAIO/MARZO 2020


An exhibition audited by

8th Edition 106/2017 GISX17S1

106/2019 GISX19R

ARRIVEDERCI AL

SEE YOU AT R

Giornate Italiane del Sollevamento e dei Trasporti Eccezionali The Lifting, Industrial & Port Handling and Heavy Transport Show

7-9 October 2021 Piacenza (Italy)

GIS 2019 FACTS & FIGURES

Total Exhibitors: 428 - Qualified Visitors: 11.400 Total Exhibit Area: 3 Halls, more than 41.000 sqm

For info and stand booking - info@gisexpo.it - Ph. +39 010 5704948


Editoriale

Fabio Potestà

Alberto Finotto

Insieme, nel mare del progresso

Cari Lettori, Siamo all’esordio con la nuova esperienza editoriale di FAB (Forklifts, AGV, Batteries). Vi chiederete perché una nuova rivista - o meglio, un nuovo spin-off editoriale che esce dalle pagine di Sollevare per conquistare uno spazio autonomo proprio e ben specifico - e non una semplice sezione di prodotto da inserire tra le rubriche della nostra pubblicazione principe dedicata al sollevamento. Le ragioni sono più di una ma la spinta principale al varo di questa iniziativa deriva dallo slancio incontenibile che caratterizza la ricerca e lo sviluppo scientifico applicati alla movimentazione di materiali nella logistica industriale integrata. Fino a ieri parlavamo di semplici carrelli elevatori a supporto delle operazioni di prelievo e stoccaggio all’interno di un magazzino. Oggi la competizione globale, la ricerca di nuovi mercati e rivoluzioni impensabili fino a pochi anni fa come l’e-commerce, hanno alzato il tiro dell’evoluzione, portando macchine e sistemi organizzativi a confrontarsi con l’orizzonte dell’automazione di processo, della connettività e di una gestione tecnologica intelligente della supply chain. Alla nuova edizione di Logimat 2020, negli spazi

4

FAB

Forklifts AGV Batteries

della fiera di Stoccarda, è stato riservato un padiglione intero e un forum di importanza internazionale ai moduli di sollevamento e movimentazione AGV (Automated Guided Vehicles) e ai più recenti sviluppi della robotica applicata al material handling e alla logistica. Si tratta di una rivoluzione dalla portata straordinaria che impiega un nuovo vocabolario. Imaging, sensoristica, lettura Rfid, software di raccolta e analisi dei dati per un miglioramento dei processi e delle tempistiche di ciclo. Una miniera inestimabile al servizio della produttività che da esploratori del mondo industriale non possiamo ignorare o liquidare con una cronaca tangenziale ad altre tematiche. Un’altra cosa non va dimenticata: l’Italia occupa attualmente, nel settore logistico, oltre un milione di lavoratori, con ampie prospettive di crescita legate alla forte spinta indotta proprio dai cambiamenti gestionali basai sulle nuove tecnologie. Stiamo parlando di un’onda che potrà far crescere il valore moderno di un intero comparto nella produzione di scala e nei servizi all’impresa. Un momento di svolta e un’esperienza straordinaria che vogliamo vivere, ancora una volta, Insieme a voi. Buona lettura!


20

The Lifting, Industrial & Port Handling and Heavy Transport Show Piacenza, Italy 3 -5 October 2019

20

21

Piacenza 7-9 Ottobre 2021

21

L’UNICO EVENTO DEL SETTORE

AGV EXPO AGV EXPO

®

®

Gli AGV (acronimo per Automatic Guided Vehicles) sono sistemi logistici che assolvono innumerevoli funzioni, affinché la movimentazione dei materiali sia la più consona ed efficiente possibile: dall’immagazzinamento allo stoccaggio, dalla movimentazione dei materiali al controllo delle giacenze, dal confezionamento all’evasione degli ordini. I veicoli automatici AGV sono oggi integrati nei processi produttivi e sono utilizzati da una sempre più ampia fascia di clientela che spazia dal comparto automobilistico, meccanico, ceramico, alimentare a quelli del beverage, del farmaceutico, dei film plastici, dell’industria cartaria, dell’abbigliamento, del legno, dei colorifici ed altri ancora. La seconda edizione della AGV EXPO si terrà in concomitanza con l’8a edizione del GIS e più precisamente nel Padiglione 3 del quartiere fieristico di Piacenza Expo e nell’ampia area all’aperto prospiciente ad esso.

Per informazioni: Tel. (+39) 010 5704948 - info@agvexpo.it www.agvexpo.it


Sommario

Periodico associato a

Febbraio/Marzo 2020 - N. 1

FAB - Supplemento della rivista Sollevare dedicato alla Movimentazione Industriale e alla Logistica Meccanizzata

News .......................... p.8 Cover Story Elsa Solutions ............ p.16

FAB

Forklifts AGV Batteries N. 1 - FEBBRAIO/MARZO 2020

Collaboratori Roberto Ambra Francesco Bottino Grafica e impaginazione Romina Testino grafica@mediapointsrl.it

Still .............................. p.20 Cat .............................. p.24 Hyster ........................ p.27 Jungheinrich .............. p.30 Yale ............................. p.34 Crown ........................ p.36

Fotografia Archivio Sollevare Ufficio traffico Daniela Chiusa daniela.chiusa@mediapointsrl.it Direzione e redazione MEDIAPOINT & EXHIBITIONS SRL Corte Lambruschini Corso Buenos Aires, 8/7 16129 Genova - Italy tel. +39-010-5704948 fax +39-010-5530088 redazione@sollevare.it

In copertina: ELSA SOLUTION - ALIANT Da Imola arriva la rivoluzione al litio per le batterie da trazione per carrelli elevatori e AGV.

AGV

Pubblicità Italia ed estero tel. +39-010-5704948 fax +39-010-5530088 adv@sollevare.it

A.Celli ........................ p.38 Dematic ...................... p.42 Bosch Rexroth ........... p.44 Linde .......................... p.48

Enermove .................. p.52

Fiere e Congressi Trade Shows and Conferences Green Logistics Expo . p.56

Direttore Responsabile Fabio Potestà Responsabile Editoriale Alberto Finotto

Carrelli Elevatori Forklifts

Batterie Batteries

FAB

Pre-stampa e stampa Euro Grafica - Genova Registrazioni Tribunale di Genova n.27/2011. Camera Commercio di Genova, R.I. N.O 395768 del 5 novembre 2001 Registro operatori di comunicazione N.O 022258 del 20 gennaio 2012

20

38

Comunicazione agli abbonati Art. 10 Legge 675/96. I dati personali contenuti negli archivi della casa editrice “Mediapoint & Exhibitions Srl” sono utilizzati solo dalla casa editrice e solo per perfezionare gli obblighi derivanti dagli abbonamenti. Tutti gli abbonati possono chiedere in qualsiasi momento l’aggiornamento o la cancellazione dei propri dati. Responsabile: Fabio Potestà Testi e foto a riproduzione vietata senza consenso della casa editrice. Legge 1396/42, art. 7, Reg. 18 © Copyright 2020

6

FAB

Forklifts AGV Batteries

Forklifts AGV Batteries


Non vuoi finire così?

Non trascurare mai la manutenzione delle batterie.

La batteria è la parte più costosa di qualsiasi veicolo elettrico. È anche la parte con il maggior potenziale per farti risparmiare tempo e denaro. La corretta manutenzione della batteria è di solito un lavoro impegnativo. È necessario pulire, caricare, scaricare − misurare la tensione della cella durante tutta la scarica − controllare ripetutamente la densità delle singole celle e così via. Gli strumenti di manutenzione della batteria Energic Plus eseguono automaticamente quest’intero processo. Basta impostare tutto. Ricarica, scarica, analisi delle celle, desolfatazione, rapporti prima e dopo, analisi e rigenerazione: tutto questo è fatto mentre stai facendo altri lavori!

Vuoi saperne di più? Contatta Energic Plus tramite info@energicplus.com oppure vai su www.energicplus.com per scoprire la gamma completa, guardare filmati sui prodotti o leggere alcune storie di successo stimolanti.

IN CHARGE OF YOUR BATTERIES


News STILL

Il primo secolo di un protagonista La realtà di oggi rivela otto stabilimenti produttivi e 286 sedi di vendita distribuite in tutto il mondo, per una gamma di prodotti che comprende carrelli elevatori, macchine da magazzino, trattori, trasportatori e i più moderni sistemi per la logistica integrata. Sotto l’egida di un logo celebrativo che richiama il simbolo dell’infinito, Still compie 100 anni nella direttrice di “Una storia di futuro” - come recita il payoff ideato dall’azienda - a significare da un lato che sin dalla sua fondazione si è distinta per la capacità di innovare e plasmare il progresso di un intero settore, dall’altro che la ricorrenza attuale rappresenta solo un capitolo di una storia di successi alla quale si aggiungeranno ancora molte altre pagine. “Siamo entusiasti di celebrare un traguardo importante come quello dei nostri 100 anni di storia – ha dichiarato Angelo Zanotti, amministratore delegato di Still in Italia – Il nostro percorso virtuoso è sempre stato al servizio del cliente. Comprendere le esigenze e rispondere alle richieste delle aziende che operano nella logistica, con idee innovative e versatili, è sempre stata la nostra forza. Grazie allo sviluppo di prodotti all’avanguardia, tecnologici ed ecosostenibili, abbiamo rivoluzionato la storia dell’intralogistica nell’ultimo secolo e anche negli anni a venire vogliamo esserne protagonisti e artefici”. Still fu fondata l’1 febbraio 1920 dal giovane Hans Still, a capo di una piccola azienda per la riparazione di motori elettrici nella Spaldingstrasse di Amburgo. In poco tempo il successo dell’attività portò all’ampliamento dell’offerta e degli spazi, fino all’approdo nel distretto di Billbrook, dove ancora oggi si trova il quartier generale del gruppo. “Il nostro lavoro è trovare oggi le soluzioni per le esigenze di domani”, era il motto di Hans Still. Fin dagli inizi, Still si è distinta per la capacità di spostare in avanti le frontiere dell’innovazione logistica. Nel 1945 lancia sul mercato l’EK 2000, un transpallet totalmente elettrico che in quegli anni rappresenta una vera rivoluzione. Nel 1949 viene lanciato il primo carrello elevatore Still, l’EGS 1000. Solo un anno dopo, nel 1950, l’azienda festeggia la prima grande commessa internazionale: le forze britanniche ordinano 60 camion elettrici EXL 1500. Un altro anno fondamentale è il 1983, quando Still presenta il primo carrello elevatore a propulsione ibrida. La crescita continua e l’espansione verso nuovi mercati spingono la società ad avviare un massiccio programma di investimenti all’alba del nuovo millennio. Still diventa sempre più riconoscibile sul panorama internazionale come marchio premium, non solo per l’ampia gamma di veicoli ma anche per i servizi e le soluzioni integrate di movimentazione. La trasformazione che porta l’azienda da semplice produttore a fornitore di soluzioni complete, consente di conquistare una posizione dominante in Europa nella fornitura di sistemi di controllo per i processi intralogistici. A queste attività Still affianca oggi servizi di consulenza erogati

8

FAB

Forklifts AGV Batteries


da appositi team di esperti di intralogistica, in questo modo è possibile dare le giuste risposte alle sempre crescenti esigenze della logistica integrata. Nascono così soluzioni e progetti totalmente customizzati che vanno oltre il semplice carrello elevatore, integrandolo con software di magazzino, scaffalature, automazione, progetti di lean production e asservimento linee. Da produttore a fornitore e poi da fornitore a partner: quella di Still è una storia in continua evoluzione che si caratterizza per il costante impegno in ricerca e sviluppo, finalizzato a definire nuovi e sempre più alti standard di efficienza energetica, sicurezza ed ergonomia dei prodotti. Una ricerca che si sostanzia nell’impiego dei migliori materiali sul mercato e nell’attenzione al rispetto dell’ambiente, del luogo di lavoro e della persona, che sono alla base della proposta di un’ampia gamma di oltre 60 prodotti sempre più ricca di propulsioni alternative, come la tecnologia ibrida, le batterie agli ioni di litio e le celle a combustibile. In Italia, Still registra numeri in costante crescita grazie anche alla solida e capillare rete di vendita e assistenza presente sul territorio, composta da 7 filiali dirette, oltre 60 tra concessionari e partner, 950 tecnici di assistenza e più di 170 funzionari commerciali. Per ripercorrere e dar lustro ad alcune delle più significative pagine della storia che ha portato una piccola officina a diventare leader mondiale nella logistica, è stato inoltre sviluppato il minisito www.still.it/100, che nel corso dell’anno sarà arricchito di nuovi contenuti, immagini e testimonianze.

Forklifts AGV Batteries

FAB

9


News SWISSLOG

La scienza nel magazzino a Logimat 2020 Negli spazi della hall 1 (stand B51), Swisslog andrà in scena alla fiera di riferimento nell’automazione logistica Logimat - dal 10 al 12 marzo 2020, a Stoccarda. La presenza del marchio elevetico sarà principalmente dedicata alla robotica innovativa e all’automazione intelligente. “Siamo uno dei principali attori mondiali nell’automazione logistica e offriamo una varietà di soluzioni uniche - afferma Christian Baur, CEO di Swisslog - La nostra partecipazione sarà inoltre per promuovere nuove soluzioni digitali che garantiscono un alto grado di intelligenza e flessibilità nei magazzini e nei centri di distribuzione”. I visitatori di Logimat potranno analizzare da vicino queste innovazioni, in particolare i sistemi ItemPiQ, ACPaQ e SynQ, il software di gestione del magazzino all’avanguardia di Swisslog. Oltre al portafoglio software proprietario, l’azienda svizzera di intralogistica presenterà anche le soluzioni SAP EWM. Entriamo nel dettaglio dei prodotti presentati. ItemPiQ è un sistema di prelievo ordini robotico completamente automatizzato. Mentre il robot raccoglie un’ampia varietà di piccoli articoli ne apprende continuamente le caratteristiche, identificando valori come le dimensioni, il peso e molte altre caratteristiche. Il sistema adatta quindi le sue tecniche di presa, rendendo il sistema sempre più efficiente. “ItemPiQ è un’innovazione di mercato che avvicina l’automazione all’intelligenza artificiale applicata con l’ausilio di sensori altamente sviluppati - conferma Baur - La soluzione è già stata implementata negli Stati Uniti in combinazione con il sistema di stoccaggio compatto AutoStore. Anche altri clienti in Europa stanno implementando la soluzione ItemPiQ”. L’ACPaQ è un’altra soluzione di pallettizzazione robotica completamente automatizzata, dal design modulare. Può essere ridimensionata per centri di distribuzione di piccole, medie e grandi dimensioni con un throughput fino a 500.000 pacchetti al giorno. I sistemi di stoccaggio automatico, come il sistema shuttle CycloneCarrier, possono essere completamente integrati nei sistemi di magazzino, a garanzia di un funzionamento affidabile e trasparente. Il software

AREA ESTERNA

Stand M2-N1

10

come and visit us

FAB

PIACENZA 3-5 OTTOBRE

2019

Forklifts AGV Batteries


di Swisslog consente di personalizzare l’ordine di pallettizzazione per aumentare l’efficienza durante il riempimento degli scaffali dei negozi. Quattro aziende leader del settore alimentare e della vendita al dettaglio stanno già investendo nella tecnologia altamente efficiente per la pallettizzazione a collo misto, tra�cui Coca-Cola in � un � rprogetto a � l i � Nuova Zelanda e uno in implementazione nel nuovo centro logistico di Nestlé. La più grande azienda food and beverage inaugurerà un nuovo magazzino all’avanguardia a East Midlands Gateway, in Inghilterra, nella primavera del 2020. La tecnologia innovativa è parte integrante del centro totalmente customizzato, che dispone anche di sistemi avanzati di smistamento, robotica e automazione all’avanguardia. Il software intelligente SynQ di Swisslog per la gestione del magazzino è oggi implementato in oltre 200 progetti di clienti worldwide. Questo software costituisce il nucleo di un magazzino, orchestrando e migliorando tutti i flussi di materiale e visualizzandoli in tempo reale e in 3D. Oltre alle tradizionali funzioni WMS per le aree di archiviazione automatiche e manuali, SynQ offre anche servizi smart. Sono incluse applicazioni di realtà virtuale e aumentata che semplificano la manutenzione, la formazione dei dipendenti o la gestione dei pezzi di ricambio. Il colosso dell’arredamento Ikea è l’ultimo cliente ad aver introdotto SynQ. Ikea implementa il software SynQ nel suo più grande centro di distribuzione nella regione AsiaPacifico per il controllo della circolazione delle merci. ®

®

� � � r a � l i �

FB Hydraulic FB Hydraulic S.r.l. S.r.l. Via Provinciale Via Provinciale NordNord 26/a 26/a Castello d’Argile Castello d’Argile (BO)(BO) T. 051.976635 T. 051.976635 info@fb-channel.net info@fb-channel.net www.fb-channel.net www.fb-channel.net

11 FAB “Assembliamo“Assembliamo Esperienza” Esperienza” Forklifts AGV Batteries


News AME

Il senso tecnologico per la logistica La realtà tecnologica di AME (Advanced Microwave Engineering) parteciperà con una selezione attuale di sistemi e soluzioni al prossimo Logimat 2020 di Stoccarda. Lo specialista di Firenze presenterà in fiera le nuove soluzioni di sicurezza che riguardano l’interferenza carrello elevatore-operatore e la gestione del magazzino. Tra gli highlights in presentazione, le nuove funzionalità e performance del sistema anti-collisione EGOpro Safe MOVE anticollisione veicolo-pedone, la nuova linea di soluzioni EGOrpo Safe Crossing per la gestione del traffico di muletti e pedoni in sicurezza attraverso sensori, semafori e allarmi sonori e acustici, e le nuove integrazioni tra EGOpro safe Zoning e EGOpro Safe Zoner per creare aree sicure in azienda. Nata nel 1999 dall’incontro di competenze sistemistiche con un know-how consolidato nel campo dell’elettronica ad alta frequenza e della sensoristica a microonde, AME ha sviluppato tecnologie e ottenuto numerosi brevetti nel campo dell’identificazione automatica (RFID) attiva, delle tecnologie wireless e della sensoristica per le applicazioni industriali. A.M.E. progetta, sviluppa e realizza soluzioni integrate chiavi in mano per la Security & Safety, la logistica e l’automazione in campo industriale.

12

FAB

Forklifts AGV Batteries


BAOLI

Merito di efficienza A Stoccarda (padiglione 10, stand C41) Baoli porterà la sua eccellenza di serie, diversificata tra frontali elettrici KBE da 15 a 35 quintali, frontali termici KB da 15 a 100 quintali, transpallet serie EP e stoccatori serie ES. Il palcoscenico di Logimat è per Baoli l’occasione ideale di promozione sul mercato tedesco e per l’avvio di nuove relazioni con i dealer di tutto il mondo. Acquisito dal Gruppo Kion nel 2009, il marchio Baoli si pone l’obiettivo di catturare l’ampia fascia di mercato composta da clienti che cercano qualità e affidabilità, unite a un’economia di costi e complessità gestionale. Grazie alla capacità unica di coniugare l’ingegneria e la tecnologia di un grande gruppo mondiale con il pragmatismo e l’attenzione ai costi dei prodotti realizzati in Asia, in poco tempo Baoli ha conosciuto una crescita straordinaria ed è presente oggi in oltre 80 paesi del mondo. La sede EMEA di Baoli si trova in Italia, a Lainate, e in Italia è insediato anche il magazzino ricambi che si estende su un’area di 14.000 metri quadrati e conta oltre 4.600 referenze a stock. “Il Logimat è divenuto per noi un appuntamento imperdibile perché si configura come il contesto ideale per rafforzare la nostra posizione di partner e fornitore di servizi a livello globale nel settore logistico – sottolinea Giovanni Culici, Managing Director di Baoli EMEA – Nell’ultimo anno abbiamo registrato una crescita del 30% nell’area Europa-Middle East-Africa; l’obiettivo è quello di continuare questo sviluppo per realizzare ovunque una rete capillare ed efficiente di dealer come quella che abbiamo in Italia, primo Paese nel quale Kion ha avviato il progetto Baoli”. Lanciata in Italia nel 2016, oggi l’azienda è infatti presente in tutta la penisola con una capillare rete composta da oltre 70 dealer, la metà dei quali monomarca, e le vendite sono equamente distribuite tra Nord, Centro e Sud. Oltre a crescere dal punto di vista delle vendite, Baoli è in grado di offrire elevatissimi livelli di servizio: nel 2019 ha evaso il 74% degli ordini entro 30 giorni, un tempismo senza eguali anche tra i maggiori player del settore. Ottime anche le performance del servizio after-sales, sempre più efficiente (ad oggi l’azienda è in grado di consegnare l’83% degli ordini di ricambi entro 24 ore).

SPECIALISTI NELLA PESATURA MOBILE Le nostre soluzioni di pesatura si integrano perfettamente al tuo sistema logistico per un controllo efficace del materiale movimentato

NEW

Kit di pesatura per carrelli elevatori

Fiorano Modenese (MO) Tel.: +39 0536 843418 Dipendenti qualificati

Installazioni nel mondo

Soluzioni a catalogo

Referenze a magazzino

Forklifts AGV Batteries

www.diniargeo.com 13 FAB

Dini Argeo is a company of Rice Lake Weighing Systems


News FLASH BATTERY

Felix… due volte!

In occasione della seconda edizione del Premio Industria Felix – L’Emilia Romagna che compete, il CEO di Kaitek Flash Battery, Marco Righi, ha ritirato ieri l’Alta Onorificenza di Bilancio come miglior impresa Under 40 della provincia di Reggio Emilia per performance gestionale e affidabilità finanziaria (anno fiscale 2018). L’anno scorso, l’azienda reggiana aveva già ottenuto il riconoscimento con la stessa motivazione. Nelle settimane scorse, durante il Comitato Scientifico di Industria Felix, riunitosi a Roma all’Università Luiss Guido Carli, Kaitek Flash Battery è stata inizialmente selezionata secondo un algoritmo oggettivo di bilancio e infine scelta tra le migliori d’Italia. La selezione è avvenuta tramite la maxi-inchiesta giornalistica del trimestrale nazionale di economia e finanza diretto da Michele Montemurro, Industria Felix Magazine ed è stata realizzata in collaborazione con l’Ufficio studi di Cerved Group S.p.A., la data driven company italiana e una delle principali agenzie di rating in Europa. Kaitek Flash Battery sta preparandosi per sostenere la domanda di batterie al litio di nuova generazione, una grande opportunità per la crescita economica e la creazione di posti di lavoro: nei prossimi mesi, infatti, l’azienda (14 milioni di fatturato nel 2019, 52 dipendenti con un’età media di 33 anni, rapporti commerciali con 54 Paesi) inaugurerà il nuovo stabilimento in corso di realizzazione a Sant’Ilario d’Enza, su un’area di 20.000 metri quadrati (1.500 per uffici e 3.200 dedicati all’area produttiva, con la possibilità di espansione per ulteriori 5.000 metri quadrati).

MORA

Da Parma all’hub mondiale Da Fornovo di Taro (Pr) la realtà quasi cinquantenne di Mora ha fatto valere la qualità dei propri carrelli in tutto il mondo. Questa tradizione padana e internazionale la potrete conoscere in dettaglio sempre a Logimat 2020 (hall 9, stand D-21), dove l’annoso costruttore parmense (anno di fondazione 1972) porterà una selezione attuale della gamma di carrelli elevatori elettrici, termici ad alte prestazioni e speciali (tra questi, i modelli per l’ambito terminalistico e portuale). Progettati per un uso intenso, i carrelli elevatori Mora coniugano innovazione tecnologica e alta produttività; sono l’ideale per le operazioni di scarico e carico, movimentazione e stoccaggio, utilizzabili sia per interni che per esterni. I carrelli elevatori elettrici Mora (serie EP) in particolare vantano una tecnologia avanzata che permette di limitare emissioni, vibrazioni e livello di rumorosità con conseguenti costi ridotti di gestione. Un risparmio economico a cui corrispondono alte prestazioni.

14

FAB

Forklifts AGV Batteries


LOGIMAT 2020

AGV, il futuro in mostra a Stoccarda Lo sviluppo dell’intralogistica spinto dalla diffusione dei veicoli a guida automatica (AGV) e dai cosiddetti “robot collaborativi” (cobot) ruba la prima scena a Logimat 2020. Il focus è nello spazio di ricerca avanzata allestito nella Hall 2, con il valore aggiunto di un forum AGV al quale interverranno alcuni tra i maggiori esperti del settore. Intelligenza artificiale, robotica, gestione autonoma e automatizzata dei magazzini, software, imaging, sensori e automazione. Sarà questo il mondo illustrato nella sua avanguardia d’attualità a Stoccarda. Quasi ogni settimana le nuove scoperte nel settore dei cobot e dei veicoli senza conducente dedicati al material handling - senza contare i nuovi esoscheletri, i robot di prelievo e gli AGV più sofisticati in grado di creare sistema all’interno dei magazzini - alimentano un interesse straordinario che si sposa a costi di investimento abbattuti a tempo di record. L’ultimo rapporto mondiale sulla robotica dell’International Federation of Robotics (IFR) stima che oltre 2,4 milioni di robot industriali siano già impiegati negli stabilimenti in tutto il mondo. L’IFR prevede che il numero di nuove installazioni aumenterà in media del 12% nei prossimi tre anni, per un totale complessivo di 584.000 nuovi robot nel 2022. Più di uno su quattro robot venduti nel 2018 (110.700 unità) rientrava nella categoria dei sistemi logistici - comprensivi delle tipologie di AGV, robot di raccolta e pinze mobili. Al contrario, il mercato dei cobot è ancora relativamente piccolo, sempre secondo l’IFR, con una quota del 3,24% ma comunque in ascesa secondo un tasso di crescita annuo del 23%. “In considerazione della crescente importanza di AGV e cobot nell’intralogistica, abbiamo deciso per la prima volta di riservare un’area espositiva dedicata nel padiglione 2 dell’esposizione - spiega Michael Ruchty, direttore di Logimat - La logistica semplificata abbiamo voluto attuarla anche negli spazi della fiera, offrendo ai professionisti in visita da tutto il mondo una visione unitaria e concentrata in uno spazio unitario sugli ultimi sviluppi della robotica. I partecipanti possono ottenere informazioni in anteprima dagli espositori di questo segmento, sui loro ultimi prodotti, sulle tecnologie e sulle prossime innovazioni”. Sta diventando sempre più consueto per le aziende affidarsi a sistemi integrati di AGV, cobot e robot di raccolta innovativi per i flussi di processo e di stoccaggio in fabbrica. “In alcune aree di mercato, oltre la metà dei clienti che esplorano l’automazione dei processi sta già chiedendo informazioni specifiche sugli AGV - sottolinea Hans-Joachim Finger, direttore vendite e forniture per Hubtex (hall 10, stand D-05). L’area espositiva AGV nel padiglione 2, tra le innumerevoli innovazioni, rivelerà le soluzioni inedite per AGV di protagonisti tecnologici come dpm Daum+Partner (stand A-05 e A-02), Grenzebach (D-05), DS Automotion (D-02), Norcan (D-41), serva transport systems (D-11), i danesi di Mobile Industrial Robots (D-25) e E&K Automation (B-05 e C-07). Da dpm Daum+Partner vedremo la nuova tecnologia “Vision E” AGV, progettata per l’impiego nel settore automotive per carichi utili fino alle tre tonnellate. Grenzebach presenta non solo il sistema già collaudato L600 - una soluzione dedicata all’e-commerce - ma anche il nuovo modulo L1200S AGV per il monitoraggio dinamico avanzato. Il nuovo sistema rileva gli oggetti più grandi e regola automaticamente il rilevamento in base alla velocità e al carico dell’AGV. DS Automotion dall’Austria sarà presente nello stand adiacente con diversi AGV in sessioni dimostrative. I visitatori di Logimat 2020 potranno vedere in azione il nuovo “Amadeus” con una fotocamera ToF per la rilevazione tridimensionale degli oggetti, insieme al sorprendente “Oscar Omni”, con telaio a quattro ruote sterzanti. Norcan dalla Francia porterà l’ultimo membro della famiglia di cobot Sherpa, con funzioni di navigazione e targeting completamente autonomi adatti ad ambiti come l’e-commerce che richiedono una soluzione di trasporto efficace per ambienti dalla dinamica di movimentazione sempre mutevole.

Forklifts AGV Batteries

FAB

15


Cover Story ELSA SOLUTIONS

L’energia del domani

CON IL MARCHIO ALIANT, L’AZIENDA DI IMOLA HA PORTATO LA RIVOLUZIONE DEL LITIO NEL MONDO DELLE BATTERIE PER TRAZIONE DEDICATE A MACCHINE OPERATRICI, PIATTAFORME AEREE, CARRELLI ELEVATORI E AGV/LGV

Aliant ha sviluppato un sistema di ricarica ultra-rapida che consente di convivere con i biberonaggi parziali senza inficiare la durata di vita utile della batteria. Una funzione particolarmente apprezzata dai costruttori di AGV.

16

FAB

Forklifts AGV Batteries

L

a capacità di evolversi, aggiungendo valore al proprio spirito imprenditoriale nel solco di una competenza sempre maggiore, ancora più specializzata e all’avanguardia. Potrebbe essere questa la definizione odierna di una realtà aziendale come Elsa Solutions ma non basta ad esaurirne il grande contenuto tecnologico. Innanzitutto vediamo le origini. La società Commerciale Elsa nasce nel 1980 per iniziativa di Deanna ed Enzo Dal Pozzo e l’esordio dell’attività è incentrato sulla commercializzazione di apparecchiature e componenti per l’automazione industriale e l’elettronica di potenza (motori elettrici, azionamenti e trasdutto-

ri). Dall’attività di rivenditore e system integrator di un marchio internazionale come Control Techniques - specializzato in servoconvertitori e servomotori per l’automazione industriale in molteplici settori, dal cartario a quello del riciclaggio fino all’industria dell’acciaierie e delle acque). Dal 2011 la ragione sociale dell’azienda muta in Elsa Solutions e il cambiamento non è solo nominale. Due anni prima, il figlio di Enzo e Deanna, Davide Dal Pozzo - giovane ingegnere con una passione viscerale per le moto - si trova negli Stati Uniti per un progetto di ricerca del Massachussetts Institute of Technology (MIT) a Boston e proprio durante quelle sessioni di studio scopre


la tecnologia al litio. “Ero partito per gli Stati Uniti pieno di speranze e in cerca di opportunità, dopo aver lavorato per qualche anno dopo la laurea in un’azienda di macchine automatiche del bolognese come progettista – ricorda lo stesso Davide Dal Pozzo, che oggi ricopre il ruolo di Project Manager all’interno dell’azienda di famiglia -– Il mio obiettivo era quello di approfondire uno dei miei ambiti preferiti, quello della robotica. In quel periodo, diversi laboratori di robotica interni al MIT erano impegnati - in virtù dei fondi stanziati da alcuni sponsor industriali - in diverse direttrice di sviluppo, legate in particolare alle tecnologie chimiche ed elettriche di accumulo. Propio nel 2009 dal MIT era appena nata, come spin-off, la A123 Systems, un’azienda pioniera della tecnologia Litio-Ferro-Fosfato. Io ho avuto la fortuna di entrare nell’ala protettiva di professori come Alex Slocum e Steven Dubowski, veri antesignani in tema di disruptive design e innovazione”. Una volta entrato nel laboratorio Robots, condotto proprio dal professor Steven Dubowski, Davide di concentra sullo studio approfondito di batterie al litio, sistemi fotovoltaici con accumulo portatili e bilanci energetici. “È stata una vera sorpresa scoprire quanto queste tematiche mi entusiasmassero. Ho fatto parte di un team che ha completato diverse pubblicazioni per un sistema portatile di potabilizzazione dell’acqua ad osmosi inversa, indipendente sotto il profilo energetico (il terremoto di Haiti era appena successo e la popolazione non aveva accesso né all’energia elettrica, né all’acqua potabile). Avevo accesso a materiale di prova, oltre che a una documentazione e a una letteratura avanzatissima. La disponibilità della biblioteca e delle infrastrutture universitarie 24 ore al giorno, sette giorni su sette, mi ha praticamente soggiogato. Approfittavo di ogni momento libero dai

corsi e dal laboratorio per cercare di approfondire tematiche di mio interesse. Con un’idea di fondo: tornare in Italia e progettare una batteria al litio per l’avviamento delle moto”. Davide, al rientro in Italia, sviluppata una batteria al litio che conquista in breve tempo il mondo del motociclismo sportivo, e il successo si estende alle imbarcazioni da competizione e all’automobilismo. acquatici. Per l’azienda di famiglia, Davide crea una divisione e un marchio, denominato Aliant, dedicati alla produzione di batterie al litio ultraleggere. Poi, nel 2011, proprio in coincidenza con il cambio di ragione sociale dell’azienda in Elsa Solutions, avviene l’incontro con il mondo del sollevamento. Bluelift, costruttore di piattaforme aeree cingolate ragno, si rivolge ad Aliant nel 2011 per equipaggiare con power pack al litio alcune linee di prodotto. Da quel momento, la voce dell’innovazione si diffonde e altri produttori di PLE e minigrù si rivolgono alla divisione dell’azienda imolese. “I primi anni sono stati massacranti per l’impegno dedicato a questa diversificazione dell’attività di Elsa Solutions - ammette Davide - Il passaggio dalla batteria al litio per avviamento a quella di trazione il passaggio era obbligato. Una volta che si è preso possesso di questa tecnologia, comunque, è necessario ascoltare le necessità specifiche del cliente per poter creare sistemi che rispondano in modo puntuale alle esigenze delle diverse applicazioni. Un altro aspetto molto importante da non trascurare è quello della sicurezza. Mettendo in campo tutto il nostro bagaglio tecnico, abbiamo creato un BMS che soddisfacesse i requisiti di sicurezza e di affidabilità evitando che le celle potessero lavorare in condizioni critiche o pericolose. Abbiamo sviluppato inoltre un sistema di ricarica ultra-rapida che consente di convivere con

Il monitoraggio remoto Athena, unito al BMS Pegasus, consente di monitorare lo stato della batteria e di eseguire aggiornamenti firmware sui parametri del BMS da una stazione di monitoraggio centralizzata.

Forklifts AGV Batteries

FAB

17


Cover Story Un hub di celle a garanzia della reattività Federico Peluso, dopo l’intervista a due voci negli uffici di Elsa Solutions, ci ha accompagnato in un breve tour negli spazi dedicati alla produzione. “Non solo i progetti devono essere completati in modo rapido - sottolinea il Sales Manger di Aliant - Anche la produzione deve rispondere a un modulo organizzativo ineccepibile. I tempi di consegna per noi rappresentano un punto importantissimo nella fornitura delle batterie, talvolta si sottovaluta l’importanza di quest’ultimo aspetto riguardo alla complessità dell’intero progetto, ma senza di essa lo stesso progetto stesso farà fatica a decollare. Pertanto ci siamo organizzati con un importante hub di celle in grado di garantire sempre tempi di consegna molto brevi”.

18

FAB

Forklifts AGV Batteries

i cosiddetti biberonaggi parziali senza inficiare la durata di vita utile della batteria e questa funzione è particolarmente apprezzata dai costruttori di AGV (Automated Guided Vehicles) e di LGV (Laser Guide Vehicles) dedicati alle movimentazioni nei processi della logistica e dei sistemi di magazzino”. Dalle piattaforme aeree ai carrelli elevatori, dagli AGV-LGV alle spazzatrici stradali elettriche, passando dalle macchine movimento terra fino ad approdare alla propulsione dei veicoli ferroviari ibridi e alle imbarcazioni a propulsione ibrida o elettrica. “Siamo costantemente alla ricerca di nuovi mercati dove poter applicare la nostra tecnologia - conferma Davide Dal Pozzo - I vantaggi delle batterie al litio sono innumerevoli. Non molti anni fa sembrava un’utopia parlare di pale, benne ed escavatori Full Electric, eppure oggi questa realtà è in crescita, in ogni parte del mondo. Da parte nostra siamo orgogliosi di aver equipaggiato la prima macchina movimento terra Full Electric prodotta

in Italia con una delle nostre batterie. Oggi continuiamo a credere che la chiave di volta della nostra impresa sia insediata nella costante collaborazione e attenzione verso i nostri clienti, senza mai peccare di presunzione. Il nostro sistema di batterie al litio è altamente configurabile e ci consente un elevato grado di personalizzazione per corrispondere alle esigenze di ogni singola applicazione”. Durante la nostra conversazione negli spazi moderni della nuova sede Elsa Solutions di Imola, ci raggiunge Federico Peluso, Sales Manager di Aliant. “Le potenzialità del nostro prodotto sono irriducibili – ci dice, confermando le parole di Davide - Grazie al constante investimento in Ricerca e Sviluppo, siamo in grado di proporre una gamma di batterie al litio per trazione molto ampia, sia in bassa tensione che in alta tensione, con sistemi di ricarica rapida e a induzione e con monitoraggio remoto. Il monitoraggio remoto Athena, unito al BMS Pegasus consente di monitorare lo stato della batteria e di eseguire aggiornamenti firmware sui parametri del BMS dalla nostra postazione di monitoraggio centralizzata. Oppure, rilasciare aggiornamenti Over-The-Air in modo scalabile e massivo. Questo dinamica inoltre garantisce la massima autonomia ai nostri clienti, rendendoli liberi di intervenire in ogni momento sulle proprie macchine, evitando imprevisti e onerosi interventi tecnici. Il mercato chiede velocità, sia nello sviluppo di nuovi progetti, che nella fornitura di prodotti, che anche nell’assistenza post vendita. Le migliorie, poi, in un settore in piena via di sviluppo, non possono seguire logiche rigide e lente. Grazie ad Athena, cerchiamo di apprendere come le batterie al litio


Le batterie Aliant sono prodotte secondo un criterio “taylor made” per agevolare il compito degli uffici tecnici nell’esigenza di convertire i veicoli in modalità ibrida o elettrica senza stravolgerne il layout.

vengono utilizzate e come si comportano, e questo continuerà a incrementare la nostra competenza nella loro applicazione”. Se a questo aggiungiamo l’importanza di batterie prodotte secondo un criterio ‘taylor made’ - per poter agevolare il compito degli uffici tecnici che hanno l’esigenza di convertire macchine o veicoli endotermici in modalità ibrida o elettrica senza stravolgerne il layout - risulta ben chiaro come la mission di Aliant assuma caratteri che si potrebbero definire sartoriali, con la previsione di tempistiche progettuali e produttive molto rapide. “La nostra volontà è quella di continuare a dedicarci ai clienti facendo leva sulle nostre caratteristiche innate di umiltà, passione e dedizione - tiene ancora a sottolineare Federico Peluso - Dobbiamo essere sempre a loro disposizione perché costituiscono il valore aggiunto che ci consente di migliorare giorno dopo giorno, batteria dopo batteria. Una consulenza costante, assidua e sempre onesta nella rivelazione delle potenzialità di ogni progetto specifico, dà vita a un prodotto condiviso da noi e dallo stesso committente, secondo una filosofia basata sulla disponibilità e il miglioramento reciproco di conoscenze e valori. Lo consideriamo il miglior certificato di garanzia da abbinare alle nostre batterie. La consapevolezza di confrontaci con un mondo che basa i propri criteri di valutazione su fattori che nulla hanno a che vedere con la qualità delle persone e dei prodotti? Non ci spaventa, perché siamo altrettanto consapevoli del fatto che la Romagna, a cui appartiene la storia comune di Elsa Solutions e di Aliant è prima di tutto una terra di passione, nel solco di una tradizione che ha proclamato l’Italia come Paese di inventori, lontano da rigidità ‘alla tedesca’ che non fanno parte del nostro modo di essere. Rigidità e limitazioni che non appartengono neppure alla personalità dei clienti Aliant che hanno sposato la nostra stessa passione per la grande qualità e per una ricerca mai doma di soluzioni innovative”.

Forklifts AGV Batteries

FAB

19


Carrelli Elevatori / Forklifts STILL

L’alimento della produttività PROGRAMMARE L’AGGIORNAMENTO E LA GESTIONE DI UNA NUOVA FLOTTA COSTITUISCE UNA PEDINA FONDAMENTALE NEL SUCCESSO LOGISTICO DEI MAGAZZINI PARMACOTTO

P

rogrammare il material handling di uno stabilimento dai flussi logistici complessi come quello di Parmacotto storica azienda italiana speciPalizzata nella produzione di salumi di prima qualità - costituisce sempre un progetto speciale per un costruttore come Still. Per chi pensa e realizza carrelli elevatori e soluzioni di logistica integrata, ogni richiesta è un caso specifico da analizzare e programmare con cura. Nello specifico, attualmente l’azienda emiliana si è dotata di 20 carrelli per le attività di movimentazione all’interno dei due stabilimenti insediati

20

FAB

Forklifts AGV Batteries

nel parmense. La flotta ordinata da Parmacotto alla Filiale Emilia Ovest di Still comprende - proprio in considerazione di un flusso di movimentazione analizzato in modo puntuale e preciso - una grande varietà di modelli. Di questo rinnovamento del parco macchine fanno parte due frontali elettrici RX 20, sette stoccatori uomo a bordo EXV-SF, due stoccatori EXV, tre transpallet uomo a bordo EXU-SF, due transpallet EXU, un retrattile FM-X e sei carrelli inox. L’azienda alimentare si è inoltre dotata dell’innovativo Still FleetManager 4.x, il software che permette di controllare l’acces-


Predominanza elettrica La logistica sostenibile di Still oggi ha un nuovo campione. Si tratta del modello RX 60-25/35, un veicolo ideale per un’intralogistica dei processi in fase di accelerazione. In equilibrio tra potenza, ergonomia, manovrabilità ed efficienza energetica, l’RX 60-25/35 non è solo un carrello elevatore ad alte prestazioni, ma rivela prestazioni preminenti rispetto alla concorrenza nell’ambito delle serie elettriche. Può spostare, ad esempio, carichi di 258 tonnellate in soli 3.600 secondi e con una sola carica della batteria può movimentare pallet in modo continuativo per 32.400 secondi. L’ergonomia dell’ex 60-25/35 è testimoniata dallo spazio comodo per l’operatore, nella zona inferiore, dalla vista panoramica e dall’esclusivo computer di bordo Still Easy Control. Con questa strumentazione, tutte le funzioni di gestione del veicolo sono digitalizzate e intuitive e l’utilizzatore ha sempre disposizione, immediatamente, la totalità dei dati sulle prestazioni del carrello elevatore.

so e lo stato dei carrelli in modo efficace e reattivo, ovunque e in qualsiasi momento. Parmacotto, che ha una storia di oltre 40 anni e distribuisce i suoi prodotti in tutto il mondo,

produce i suoi salumi nello stabilimento di San Vitale Baganza, mentre il centro operativo, i magazzini e la struttura adibita all’affettamento e al confezionamento degli insaccati si trovano a

Forklifts AGV Batteries

FAB

21


Carrelli Elevatori / Forklifts Marano, sempre nella provincia di Parma. Nello stabilimento di Marano l’azienda confeziona ogni giorno migliaia di vaschette di affettati e, per far fronte alle promozioni dei punti vendita della grande distribuzione organizzata, spesso si trova in condizione di gestire altissimi picchi produttivi. Proprio la necessità di ovviare alla grande domanda dei consumatori ha spinto Parmacotto a scegliere come partner logistico Still, andando così a migliorare le attività di movimentazione nel magazzino e nell’area produttiva dello stabilimento emiliano. “Nel nostro stabilimento di Marano abbiamo in

22

FAB

Forklifts AGV Batteries

dotazione una flotta di carrelli Still composta da transpallet, stoccatori, retrattili e frontali – spiega Paolo Di Pietro, responsabile della Logistica di Parmacotto – Avevamo bisogno di carrelli affidabili, che ci garantissero performance di alto livello. I carrelli Still si sono rivelati una scelta vincente, perché ci permettono di eseguire con estrema facilità tutte le operazioni di movimentazione dei pallet, sia nell’area produttiva che nel magazzino”. Nell’ottica di sensibilizzare gli operatori al corretto utilizzo dei nuovi carrelli e per aumentare ulteriormente i parametri di sicurezza nello stabilimento, Parmacotto – come


abbiamo già anticipato prima – ha scelto di dotarsi del FleetManager 4.x, il sistema ideato da Still per un presidio tecnologico costante dello stato funzionale della flotta di carrelli. Le unità connesse al FleetManager trasmettono in tempo reale al sistema tutte le informazioni rilevanti tramite GPRS. In questo modo è possibile gestire le autorizzazioni all’utilizzo dei mezzi, rilevare eventuali urti e anche generare un’ampia varietà di rapporti, monitorando ad esempio l’usura o programmando gli interventi di manutenzione. I carrelli Still rientrano così in un progetto di miglioramento logistico sviluppato da Parmacotto secondo una dinamica industriale moderna, sviluppata nell’ottica di un incremento produttivo ottimale che ha portato l’azienda a chiudere il

2019 con numeri da record. “Il nostro obiettivo dei quattro milioni di chilogrammi di affettato spedito nell’anno appena trascorso, è stato raggiunto – conferma Emanuele Rossetti, direttore dello stabilimento di Marano – Per raggiungere vette di produttività così ambiziose, l’efficienza della logistica è essenziale. Si tratta di migliorare tutto ciò che segue la fase di affettamento, confezionamento, etichettatura, inscatolamento e pallettizzazione. Per questo, la nostra sinergia con Still è un elemento prezioso nel processo di continuo miglioramento dei nostri processi interni. Il nostro comun denominatore è quello l’eccellenza qualitativa, nella dedizione a un progetto condiviso che ci rende orgogliosi dei grandi risultati raggiunti nel tempo”.

Hardware e Software per l'automotive

www.cabletronicsrl.com info@cabletronicsrl.com Tel. 0523.501158 Via Emilia 13 - Cadeo (Pc)

Padiglione 1 Stand A59 Forklifts AGV Batteries

FAB

23


Carrelli Elevatori / Forklifts CAT

LA NUOVA GENERAZIONE DI CARRELLI DA TRAINO È ALL’AVANGUARDIA SOTTO IL DUPLICE PROFILO DELL’ERGONOMIA E DELLA GESTIONE AVANZATA

Intelligenza e comfort L

avorare in modo confortevole, con la consapevolezza di essere alla guida di una macchina moderna e spinta al futuro. Questa sensazione, l’operatore material handling può acquisirla immediatamente con la prova diretta della nuova serie carrelli da traino NTR30-50N2 di Cat Lift Trucks. Efficienza energetica, massimo controllo e, naturalmente, comfort top level per gestire ogni operazioni di magazzino nel modo più produttivo. La scelta prevista per questa linea è tra modelli standard da 3 ton e varianti da 5 ton per cari-

24

FAB

Forklifts AGV Batteries

chi pesanti. Entrambe le versioni sono caratterizzate da un design innovativo per motore e riduttore, dalla struttura a monoblocco integrato che ne ottimizza l’efficienza funzionale. Dal design ai sistemi intelligenti - già sviluppati e collaudati in modo specifico sulla gamma dei commissionatori per bassi livelli di prelievo NO-N2 Cat, fino alla funzionalità efficace e rapida e a un vano operatore spazioso e libero da ostacoli, sono altrettanti elementi di distinzione della nuova serie Cat Lift Trucks. Considerando proprio l’ultimo aspetto, quello del comfort,


lo stesso vano operatore è valorizzato da ampi ingressi, un gradino basso, il tappetino antiscivolo e nessun ostacolo all’accesso in pedana; l’ergonomia quindi si traduce nel valore produttivo di cui parlavamo prima, con la prerogativa di rapidi accessi, uscite e attraversamenti. Sempre nel segno del comfort, va rilevato il pavimento a tripla sospensione dalla struttura flottante per ridurre al minimo urti e vibrazioni e un sistema di ammortizzamento laterale che è in grado di rilassare ginocchia e caviglie - oltre al tappetino techno che inibisce le microvibrazioni e allo schienale, sagomato per la maggior sicurezza d’appoggio durante le curve. L’implementazione sulla serie NTR30-50N2 di un volante innovativo è un veicolo di eclettismo e agilità per l’operatore, che può impiegare indifferentemente e senza sforzo l’una o l’altra mano per condurre il carrello. Lo stesso volante è dotato inoltre di un sistema per smorzare le

L’opzione dell’efficienza Oltre alle generose specifiche di serie, i carrelli da traino NTR30-50N2 possono essere personalizzati con una varietà di caratteristiche extra. Le stesse includono un dispositivo di aggancio automatico che si attiva una volta che carrello e rimorchio sono allineati correttamente, bloccandoli istantaneamente insieme. Un ulteriore sblocco manuale opzionale consente di disaccoppiare senza scendere dal carrello. Assieme ai carrelli commissionatori per bassi livelli di prelievo NO-N2, questi sono i primi modelli Cat ad offrire le batterie agli ioni di litio come opzione.

Forklifts AGV Batteries

FAB

25


Carrelli Elevatori / Forklifts

vibrazioni ed è regolabile in altezza e inclinazione per adattarsi perfettamente al conducente. In retromarcia, la mano dell’operatore può essere posizionata sulla parte superiore del volante per sterzare con precisione e comodità, riducendo le torsioni per spalle e polsi. L’accelerazione e gli altri comandi di forma ergonomica, integrati nell’innovativo volante, sono facilmente raggiungibili senza rilasciare l’impugnatura. La tecnologia intelligente, basata sul sistema di guida sensibile Cat (Responsive Drive System - RDS), garantisce un’esperienza di guida precisa, sicura, rilassata e piacevole. L’avanzata funzionalità dello sterzo si adatta rapidamente ad ogni cambiamento del comportamento di guida dell’operatore e della velocità di marcia, per mantenere tutti i movimenti fluidi e controllati. In curva, l’esclusivo controllo intelligente regola costantemente la sensibilità dello sterzo, la velocità di svolta e la limitazione dell’angolo per mantenere movimenti fluidi, trazione ed equilibrio dall’inizio alla fine. La modalità d’impiego del volante utilizzato affiancando a piedi il carrello permette una

26

FAB

Forklifts AGV Batteries

chiara visuale del rimorchio. Ciò è particolarmente utile nelle manovre di aggancio e sgancio, o per spostare comodamente il carrello su distanze molto brevi. Sono disponibili comandi opzionali montati lateralmente. La funzione “flying start” consente all’operatore di iniziare l’accelerazione dalla posizione a piedi, prima di salire sul tappetino della pedana che rileva la sua presenza,. L’accelerazione completa viene permessa una volta che si trova a bordo. I più recenti progressi nel controllo della trazione assicurano un’accelerazione rapida e uniforme e prevengono lo slittamento delle ruote, e la relativa usura, durante la guida su superfici scivolose o quando si trainano carichi pesanti. La frenata rigenerativa è ottimizzata per eliminare l’effetto oscillatorio quando il carrello si arresta completamente. Si abbina alla funzione di blocco su rampa e ai freni anti-blocco per aiutare il conduttore a guidare in modo fluido, con fiducia e sicurezza in qualsiasi condizione. La velocità di decelerazione e la distanza di arresto sono facili da controllare e prevedere, per un posizionamento perfetto, e sono programmabili con il TruckTool.


Carrelli Elevatori / Forklifts HYSTER

LA GAMMA SPACESAVER COSTITUISCE LA SOLUZIONE IDEALE PER TUTTI I CONTESTI INDUSTRIALI DI MAGAZZINO CHE RICHIEDONO CARRELLI DALLE DIMENSIONI CONTENUTE. CON PRESTAZIONI NATURALMENTE DI ALTA FASCIA

Uno spazio da salvare U n problema epocale che si traduce addirittura in un trauma autentico per l’azienda e i suoi processi industriali. Si tratta del trasloco dei locali inerenti all’attività produttiva e alla logistica dei flussi interni; una dinamica di necessità da far tremare i polsi, a cui Hyster Europe si è dedicata con grande impegno, nell’ottica di creare un modulo di assistenza puntuale che possa scongiurare la scelta - a volte all’apparenza, irrimediabile - di spostare definitivamente in altra sede il quartier generale di un’impresa. In che modo? Hyster ha pensato, per le stesse aziende, all’alternativa di… crescere all’interno delle infrastrutture già esistenti, con l’adozione di carrelli elevatori salvaspazio. “I traslochi sono costosi e destabilizzanti per qualsiasi attività, per cui vale la pena valutare la

possibilità di sfruttare meglio lo spazio esistente - rileva Matthew Allen, Solutions Manager Hyster Europe EMEA per i carrelli controbilanciati e a grande portata - Molto spesso, la dimensione dei carrelli elevatori è fondamentale per riuscire ad aumentare lo spazio di stoccaggio in modo da supportare la crescita”. Per aiutare le aziende ad ottimizzare lo spazio già esistente per lo stoccaggio a magazzino, Hyster Europe ha sviluppato proprio la già menzionata gamma di carrelli salvaspazio con motore a combustione interna, capacità di sollevamento fino a 7 ton e minori ingombri dimensionali. “Abbiamo sviluppato alcuni tra i carrelli più piccoli e più corti del mercato - continua Allen - Ad esempio, il modello S2.5FT, in grado di assicurare una capacità di sollevamento di 2,5 ton, con un ingombro che negli effetti è quello di un carrello da 1,8 ton”.

Forklifts AGV Batteries

FAB

27


Carrelli Elevatori / Forklifts Spazio alle costruzioni

Guardando alla base della linea, il carrello più piccolo della gamma Spacesaver di Hyster è l’S2.0FT, in grado di operare in corsie di magazzino con larghezza di appena 3,54 m; praticamente una soluzione ideale per gli stabilimenti di produzione più affollati e trafficati. Il design, nello specifico, prevede anche una piastra porta-forche integrale che mantiene una capacità residua di movimentazione carichi superiore, nonostante il ridotto ingombro del carrello. Con una combinazione di potenza, manovrabilità e prestazioni, la gamma comprende le serie Hyster S2.0-3.5FT e S4.0-5.5FT, calibrate per le attività nei magazzini di produzione dove lo spazio è limitato. Questi carrelli sono piccoli ma potenti, ideali per la movimentazione di alimenti e bevande, prodotti elettronici o altri prodotti finiti. Guardiamo ora a un altro aspetto fondamentale che va messo sempre in relazione alle esigenze di economia degli spazi nei reparti di produzione industriale. Evitare danni è fondamentale per molte aziende, in particolare per quelle del-

28

FAB

Forklifts AGV Batteries

Per carichi più voluminosi in spazi ristretti, come ad esempio gli ambienti che talvolta caratterizzano la catena di distribuzione del settore delle costruzioni, Hyster ha messo a punto il carrello S5.5FTS che movimenta fino a 5,5 tonnellate. Con un interasse compatto di 1,43 m e un baricentro del carico di 600 mm, le sue dimensioni sono simili a quelle di un normale carrello elevatore con capacità di sollevamento di 2,5 tonnellate. Questo lo rende particolarmente adatto per applicazioni quali i piazzali di stoccaggio dei materiali edili, nei quali gli spostamenti con un carrello più grande potrebbero essere problematici. “È possibile aggiungere vari tipi di attrezzature per ampliare la gamma dei carichi movimentabili, quali ad esempio sacchi di calcestruzzo, mattoni, blocchi, bramme o coil - ci informa Matthew Allen - Uno dei nostri clienti, ad esempio, utilizza uno speciale braccio accessorio con il carrello S7.0FT Spacesaver per movimentare, in una sola volta, sei scacchi da 600 kg di materie prime alla rinfusa. Questo contribuisce a contenere al minimo i loro tempi ciclo anche durante il lavoro in un magazzino molto trafficato nel quale lo spazio è un elemento critico.” la catena di distribuzione della carta, dove questi potrebbero risultare estremamente onerosi. Nelle attività di stoccaggio di bobine di carta, ad esempio, una flotta di carrelli come quella degli S6.0-7.0FT di Hyster può davvero contribuire a limitare i danni. Gli utenti beneficiano in questo caso di un carrello con alta capacità di sollevamento con telaio compatto e interasse più corto che consente la manovrabilità ottimale attorno alle bobine di carta immagazzinate. L’S7.0FT ha, ad esempio, una lunghezza complessiva di soli 4.130 mm - simile a quella della maggior parte dei carrelli da 4 ton - ma con una capacità di sollevamento fino a 7 ton, ottimale per la movimentazione di grandi bobine di carta, quando nel confronto i carrelli di altri produttori con la stessa capacità di sollevamento sono solitamente molto più grandi. Il design robusto e compatto del telaio e il montante a estrema resistenza ottimizzano la portata residua alle elevate altezze di sollevamento. Questi carrelli inoltre sono particolarmente utili quando occorre usare un’attrezzatura frontale, come ad esempio le pinze comunemente usate per la movimentazione delle bobine di carta. I gestori di logistica dell’industria della carta possono anche impiegare accessori opzionali con i carrelli Hyster Spacesaver per prevenire


eventuali danneggiamenti. Una telecamera, ad esempio, consente all’operatore di appoggiare le bobine con maggiore precisione grazie alla possibilità di visualizzarne l’estremità inferiore dall’interno della cabina. “Con varie opzioni di telecamere, soluzioni telematiche e sistemi di rilevamento oggetti, i clienti possono anche optare per una tecnologia in grado di contribuire ad evitare i danni nella loro specifica applicazione - spiega a questo proposito Matthew Allen - Gli Spacesaver, che fanno parte della famiglia Hyster Fortens, offrono, in sintesi, un ambiente ottimale per gli operatori, bassi costi di esercizio, collaudata affidabilità ed eccellente manovrabilità, e hanno tutta la robustezza e resistenza colludata per poter adempiere con grande efficacia a un’ampia gamma di applicazioni industriali”. Ulteriore e fondamentale dettaglio, il simulatore di magazzino Hyster illustra come potrebbe effettivamente funzionare il flusso di movimentazione programmato e tiene conto anche di eventuali imprevisti nei proces-

si interni del material handling, calcolando le dinamiche sulla base di fattori di probabilità e fornendo una serie di risultati previsionali che si avvicinano molto alle reali variazioni operative quotidiane.

Forklifts AGV Batteries

FAB

29


Carrelli Elevatori / Forklifts JUNGHEINRICH

Potere al... litio

LA CONFERENZA ANNUALE DELLO SPECIALISTA TEDESCO PORTA LA NOVITÀ EFG P30I INSIEME ALL’ANNUNCIO GENERALE DELL’ERA FULL ELECTRIC PER IL FUTURO DELLA GAMMA

D

a Amburgo parte la rivoluzione della sostenibilità firmata Jungheinrich. L’evento “Innovations & Highlights 2020”, alla fine di gennaio, ha rivelato le intenzioni di futuro del marchio con il lancio in anteprima del carrello controbilanciato EFG P30i, una dichiarazione di intenti in grande stile dai contenuti tecnologici inequivocabili. “Il P30i è il primo carrello che adotta la tecnologia agli ioni di litio - conferma Christian Erlach, direttore marketing & sales di Jungheinrich - Il fatto che la resa di un carrello con questa propulsione sia la stessa di un modulo con motore termico, dimostra il livello di innovazione a cui Jungheinrich è approdata”. In attesa del lancio

30

FAB

Forklifts AGV Batteries


Rivoluzione diffusa Nel novero delle tecnologie AGV, ad Amburgo Jungheinrich ha presentato il nuovo transpallet a guida autonoma ERC 213a, i commissionatori rinnovati nel concetto dinamico EKS 210, 310, 412, 310s, 412s, e il nuovo transpallet multifunzione a batteria - a comando pedale - della serie EJD 222. Per Jungheinrich, l’automazione oggi si estende ai nuovi sistemi di assistenza ottica, esemplificati da una fotocamera digitale instancabile sulle forche per scansionare le merci movimentate. Da menzionare anche il retrattile ETV 216i, sempre con batterie Lithium-Ion integrate, forte di un biennio di successi operativi ed equipaggiato con un modulo di ricarica montato direttamente sulla batteria - per una ricarica effettuabile da qualsiasi presa ad alta tensione standard da 400V/16A.

dell’EFG P30i nell’ultimo trimestre del 2021, la conferenza annuale di Amburgo ha rivelato la direttrice generale del costruttore tedesco verso l’elettrificazione di gamma - già dichiarata da altri passi decisivi, come quello del lancio dell’ERC 216zi a batterie Lithium-Ion integrate - con l’approntamento di versioni alternative per la stessa linea ERCi varianti (capacità di

1,4 t oppure di 1,6 t, montante doppio o triplo, con o senza sollevamento iniziale, passo largo o stretto). Ma concentriamoci sulla rivoluzione P30i, parlando di alcuni aspetti che testimoniano il valore decisivo della ricerca e sviluppo di Jungheinrich. Il powerpack delle batterie agli ioni di litio è integrato nel carrello, a beneficio del comfort

Forklifts AGV Batteries

FAB

31


Carrelli Elevatori / Forklifts generale per l’operatore - che guadagna un considerevole spazio nell’area di calpestio in virtù del layout modulare della stessa propulsione, con una batteria sotto il sedile del conducente e una insediata nel contrappeso, per una potenza da 25 kWh ciascuna. In considerazione dell’economia di gestione dell’energia elettrica in situ,

32

FAB

Forklifts AGV Batteries

a beneficio delle aziende che non dispongono di una fonte di ricarica sufficiente, Jungheinrich ha sviluppato un sistema di accumulo di energia stazionaria “plug & play” per caricare il carrello fino a 22 kW, erogando 44 kW. Sempre a beneficio del comfort, rimarchiamo il nuovo sedile ergonomico del P30i e il sistema di riscaldamento e aria condizionata ad alta efficienza. Total visual efficiency per il material handling e altri accorgimenti a beneficio della sicurezza rendono la macchina uno standard di riferimento per il mercato attuale. La velocità di sollevamento rappresenta un altro sintomo di svolta per il settore: è superiore del 25% rispetto ai carrelli elevatori elettrici standard disponibili oggi sul mercato - grazie alla tecnologia ad alta tensione sviluppata dalla divisione R&D di Jungheinrich - con una capacità di superamento dei dislivelli superiore del 30% rispetto agli stessi canoni di riferimento e una resistenza a temperature comprese tra -20 ° e + 40 ° C.


Pneumatici che abbinano tecnologia, performance HGDIÀGDELOLWjGDSURWDJRQLVWL

Distributore in Italia al ricambio per:

2 5 0 8 1 B e d i z z o l e ( B S ) • Te l . + 3 9 0 3 0 . 6 8 7 1 5 8 0 i n f o @ i n d u s t r i a l g o m m e g r o u p . i t • w w w . i n d u s t r i a l g o m m e g Forklifts rou p.it AGV Batteries

FAB

33


Carrelli Elevatori / Forklifts

Appuntamento

YALE

PER IL MARCHIO AMERICANO SARÀ UN’EDIZIONE CRUCIALE, QUELLA DEL LOGIMAT 2020. IN PRIMO PIANO, IL NUOVO CONTROBILANCIATO ELETTRICO ERP15-35UX E UN DUPLICE CENTENARIO

34

FAB

Forklifts AGV Batteries

S

arà la ribalta imminente di Logimat 2020, Dal 10 al 12 marzo prossimi, a ospitare negli spazi della Stuttgart Messe le novità di Yale Material Handling. Un’ampia varietà di attrezzature per la movimentazione di materiali è stata accuratamente selezionata in vista dell’esposizione internazionale che vedrà il marchio americano insediato nel Padiglione 9 (stand B33); si tratterà di un appendice produttiva di notevole interesse che affiancherà la linea di carrelli integralmente elettrici, con gli esperti tecnici Yale a condurre clienti e visitatori nello spazio tecnologico delle soluzioni di alimentazione più adatte alla specifica applicazione in ambito industriale. L’highlight di Yale a Logimat 2020 sarà costituito dal debutto europeo del carrello elettrico controbilanciato a quattro ruote ERP15-35UX, che rientra nell’ampliamento della gamma di carrelli per applicazioni a bassa intensità. Si tratta di un nuovo prototipo a quattro ruote con batteria agli ioni di litio integrata, ideale per i clienti impegnati in applicazioni che richiedono un uso intermit-

tente dei carrelli, con la necessità di un carrello in grado di svolgere operazioni di massima importanza. Iain Friar, Yale Brand Manager, è raggiante per il ritorno di Yale nella piazza espositiva di Stoccarda. “Ne siamo felici - conferma Friar I settori della logistica e del beverage saranno al centro della nostra esposizione, con i nostri concessionari ed esperti Yale a disposizione per illustrare come i nostri prodotti possano migliorare produttività ed efficienza in queste e in altre applicazioni di settore. ‘This is Yale’ è sempre il filo conduttore dei nostri eventi dimostrativi nei quali mostreremo in diretta la versatilità delle soluzioni più attuali. Non vediamo l’ora di introdurle nelle attività dei nostri clienti consolidati e nelle flotte che attendono i carrelli della nostra gamma”. Logimat continua a essere un appuntamento imperdibile nel calendario Yale. La manifestazione offre un’opportunità unica per mettere in contatto concessionari, clienti e potenziali clienti e dimostrare la grande esperienza dell’azienda in soluzioni di movimentazione


a Stoccarda di materiali e in applicazioni per specifici settori nei quali il material handling è parte fondamentale dei processi produttivi. “Ci auguriamo che i visitatori del LogiMAT siano attratti dal nostro stand per scoprire in modo approfondito come la nostra filosofia ‘Persone. Prodotti. Produttività’ possa essere applicata per migliorare la loro attività - aggiunge Iain Friar - Conosciamo il business dei nostri clienti e i loro punti critici e consigliamo loro la soluzione ottimale per soddisfare le loro specifiche esigenze”. La scelta promozionale principe del gruppo è ricaduta sul Logimat 2020 perché quest’anno si celebrano due importanti centenari nella storia di Yale: l’introduzione del primo carrello elevatore elettrico e la nascita dello stesso brand Yale. Nel 1920 Yale e Towne costruirono quello che è ampiamente riconosciuto come il primo carrello elevatore elettrico introdotto nel mercato europeo della movimentazione dei materiali. Con l’introduzione di questo carrello elettrico, è ufficialmente nato anche il brand Yale che nel corso dello stesso anno introdusse una nuova versione del medesimo carrello elettrico e una vasta gamma di nuove macchine e attrezzature per la movimentazione dei materiali.

Forklifts AGV Batteries

FAB

35


Carrelli Elevatori / Forklifts CROWN

CANDIDATO NELLA CATEGORIA DEI CARRELLI PER GRANDI ALTEZZE, IL RETRATTILE ESR 1000 CON SISTEMA OPERATIVO GENA È TRA I FAVORITI AGLI IFOY AWARDS 2020

36

FAB

Forklifts AGV Batteries

Una ricerca a prova di premio

L’

eccellenza di un prodotto dai notevoli contenuti di ricerca adesso è davvero un proclama internazionale. Crown è in lizza per il premio internazionale di intralogistica e carrello elevatore dell’anno IFOY 2020. La candidatura, nella categoria “Carrelli elevatori da magazzino a grandi altezze”, è dedicata al retrattile ESR 1000. Il premio che celebra i migliori prodotti e le soluzioni già innovative di intralogistica dell’anno, ha selezionato la nuova serie ESR 1000 di Crown per valori tecnologici come il sistema operativo Gena di nuova generazione e la tecnologia di abbassamento del montante Xpress Lower. Voigt Logistik, fornitore di servizi di trasporto e logistica, è stato tra i primi a dotarsi del nuovo retrattile Crown e la sua opinione può già costituire un paradigma dell’apprezzamento generale che si sta diffondendo per questa linea di prodotto. “La serie ESR 1000 lanciata di recente


IFOY 2020, alla ricerca di un full d’assi

da Crown rivela retrattili che i nostri operatori hanno subito apprezzato per le caratteristiche innovative - rileva Jan-Peter Wingert, responsabile della sede di Voigt Logistik a Neumünster, in Germania - Parliamo ad esempio della selezione automatica dell’altezza, del monitor dati di portata e della nuova, intuitiva esperienza di utilizzo offerta da Gena”. Il retrattile ESR 1000 offre in effetti implementazioni tecnologiche inedite e nuove caratteristiche intelligenti e di connettività con il già menzionato sistema operativo Gena; si tratta di contenuti rivoluzionari che consentono agli operatori di lavorare con perizia e precisione a qualsiasi altezza senza compromettere la produttività giornaliera basata sulla macchina stessa. Riguardo alla tecnologia opzionale Xpress Lower, va rilevato il raddoppio della velocità di abbassamento del montante a 1,1 m/s - un indice unico per il settore - che consente di migliorare la produttività generale fino al 21%. Allo stesso tempo, l’impiego delle modalità di abbassamento e frenata a recupero d’energia da parte del carrello promuove risparmi energetici fino all’11%. La selezione automatica dell’altezza, un’altra caratteristica optional, migliora la precisione di intervento. Gli operatori possono utilizzare questo selettore automatico di altezze predefinite per arrestare le forche ad altezze scaffale programmate. Le sue capacità di posizionamento accurate e automatizzate contribuiscono a evitare danni a prodotti, scaffali e carrello, oltre a migliorare la produttività. Programmare altezze scaffale multiple per diverse aree del magazzino diventa quasi elementare. Mentre le forche si sollevano, l’ampio display a colori ne mostra l’altezza effettiva, avvisando l’operatore al raggiungimento dell’altezza desiderata. Il monitor dati di portata si rivela una funzione altrettanto utile, consentendo agli operatori di visualizzare a colpo d’occhio limiti di peso del carico, altezza di sollevamento e portata, per rimanere entro i limiti di sicurezza del carico. Inoltre, gli operatori, così come i responsabili del magazzino, della sicurezza e i tecnici della manutenzione, possono sfruttare il nuovo sistema

Tutti i finalisti hanno affrontato, dopo la candidatura al premio, un’intera settimana di test IFOY, durante la quale i prodotti candidati dovranno superare una prova indipendente, una verifica scientifica delle innovazioni e l’esame di una giuria. I test sonderanno i prodotti candidati in merito a qualità dell’innovazione, rapporto costi/benefici, efficienza energetica, sostenibilità, sicurezza, ergonomia e design. I vincitori del premio IFOY di quest’anno saranno annunciati nel corso di un evento di gala che si terrà all’inizio della fiera di Hannover (Hannover Messe) ad aprile. L’IFOY Award è tra i premi internazionali più prestigiosi in assoluto per il settore dell’intralogistica e delle soluzioni di movimentazione di materiali. I vincitori sono selezionati da una giuria di giornalisti del settore dalla reputazione internazionale. Crown ha già ricevuto questo ambito riconoscimento tre volte: nel 2013, per il sistema wireless InfoLink di gestione del parco carrelli; nel 2014, per la tecnologia di commissionamento QuickPick Remote; e nel 2016, per i transpallet con operatore a bordo della serie RT 4000. operativo Gena, sviluppato da Crown, integrato per la prima volta nel retrattile ESR 1000. Ricordiamo che Gena è un sistema intuitivo, personalizzabile e interattivo. Il touchscreen a colori da 7” consente agli operatori di scegliere tra 25 lingue e una selezione crescente di widget per visualizzare funzionalità fondamentali del carrello, come tempo di utilizzo, angolo di sterzata, velocità e carica della batteria. Gena è in grado di ottimizzare le prestazioni del carrello e facilita la visualizzazione, comprensione e utilizzo delle informazioni critiche, contribuendo a migliorare la produttività degli operatori. Crown propone infine un approccio flessibile alle fonti di alimentazione attualmente disponibili sul mercato. Come tutti i carrelli Crown, anche il nuovo retrattile ESR 1000 è disponibile con batteria agli ioni di litio, che può essere sostituita con batterie al piombo-acido in qualsiasi momento, a seconda delle esigenze di utilizzo dell’applicazione.

Le caratteristiche avanzate e user friendly della serie ESR 1000 hanno spinto la candidatura del retrattile nelle selezioni degli IFOY Awards 2020.

Il sistema operativo Gena, con la tecnologia di abbassamento Xpress Lower, fa dell’ESR 1000 un modulo di gestione avanzato per le grandi altezze.

Forklifts AGV Batteries

FAB

37


AGV A.CELLI

R-Way, direzione futuro L’integrazione R-Way sviluppata da A.Celli obbedisce a logiche di gestione smart, flessibile e veloce.

UNA TECNOLOGIA SPECIALIZZATA NEI SISTEMI DI GESTIONE DI FINE LINEA COMPLETAMENTE INTEGRATI È STATA VALORIZZATA DA LOGICHE MODERNE DI MOVIMENTAZIONE AUTOMATICA 38

FAB

Forklifts AGV Batteries

N

ell’ambito del material handling e della gestione logistica delle bobine, con AGV e logiche di magazzino automatico, A.Celli R-Way Integrated Solutions è un ottimo esempio di innovazione e allo stesso tempo il risultato di una consolidata esperienza e di una tecnologia che guarda al futuro poggiando però saldamente su business che potremmo definire storici. Quello di A.Celli Group, innanzitutto, realtà di cui fanno parte due aziende con sede a Lucca presenti sul mercato da settantacinque anni e specializzate in soluzioni tecnologiche per l’industria della carta (A. Celli Paper) e del tessuto-non tessuto (A.Celli Nonwovens) e quello di Tecnoferrari, azienda del modenese che si occupa di automazione fin dal 1973, avendo depositato da allora circa 170 brevetti, e che vanta

particolare esperienza nei settori food, beverage, carta, farmaceutico, industriale e logistica. Dalla collaborazione fra queste due realtà è nato di sistema di gestione delle merci automatizzato, “smart”, flessibile e veloce. Dalla collaborazione fra queste due realtà è nato di sistema di gestione delle merci automatizzato, “smart”, flessibile e veloce. Come funziona? La tecnologia a brand A.Celli specializzata in sistemi di gestione di fine linea completamente integrati (Slittopack – Roll Handling) è stata impreziosita grazie alle logiche di movimentazione automatica AGV. Da qui è stato naturale interfacciare tutto con le dinamiche di integrazione e immagazzinaggio. Equipaggiando infatti le macchine con sistemi di raccolta dati, con sistemi di visione, con lettori di tag Rfid, che dialogano con sistemi gestionali ERP e


Movimento TGVP per l’industria cartaria La tradizione, la qualità, l’affidabilità, la precisione e la tecnologia sono tutto ciò che da oltre trent’anni contraddistingue il lavoro della milanese Commercarta nel settore packaging e applicazioni grafiche. Con l’avviamento del protocollo 4.0, l’azienda milanese si è trovata a dover far fronte ad un’ulteriore evoluzione tecnologica, che ha deciso di abbracciare senza restrizioni. La sfida consisteva nel garantire una maggiore sicurezza al personale addetto, riducendo allo stesso tempo le probabilità d’errore e migliorando la qualità del prodotto finito. Dall’asservimento delle bobine dalla macchina “ribaltatore”, alla movimentazione lungo i tratti di collegamento fra i capannoni di produzione e magazzino, l’automazione tramite veicoli TGVP, con forche su impianti a guida magnetica, ha reso possibile svolgere tutte le attività di movimentazione bobine, dallo stoccaggio alla produzione, con assoluta sicurezza. L’automazione degli strumenti di movimentazione è progettata per includere tutti i dispositivi di sicurezza più innovativi e adeguati, per proteggere sia il personale dipendente sia la merce, riducendo la percentuale di incidenti sul lavoro e aumentando la qualità dei prodotti stessi, riducendo gli scarti produttivi.

con una suite digitale appositamente sviluppata è stato raggiunto il risultato di un sistema intelligente, che opera in autonomia, che può lavorare ininterrottamente giorno e notte e che comunica con i software di analisi dei dati e tracciamento attraverso il cloud. Digitalizzazione, integrazione e tracciabilità sono le parole chiave del sistema R-Way. Questi i concetti cardine sulla quale è stata sviluppata una visione altamente specializzata e innovativa, non semplicemente focalizzata sulle logiche di magazzino ma che si estende a gestire i dati e le logiche di tutta la linea produttiva, a monte e a valle. A.Celli R-Way Integrated Solutions è una soluzione ad hoc per l’industria del tissue, della carta

e del tessuto non tessuto, ma non solo. È un sistema nato per accompagnare la bobina dalla sua formazione in avanti, codificando un apposito passaporto di dati e caratteristiche, passando dalle fasi di fasciatura e pallettizzazione, per arrivare poi ad essere trasportato a destinazione e posizionato con precisione seguendo il tracciato ideale di un veicolo automatico e spingendosi molto oltre, fino ad interfacciarsi con gli altri macchinari di linea per l’ottimizzazione e la qualità del prodotto destinato al converting e alle successive fasi di processo della catena produttiva. Oltre alla connettività, all’operatività continua e alla precisione, sua caratteristica è la facilità di installazione e di manutenzione. Trattandosi di

I veicoli automatizzati TGVP di A.Celli abbinano le forche agli impianti a guida magnetica.

Forklifts AGV Batteries

FAB

39


AGV un sistema orientato alla produzione ininterrotta, uno tra i più ovvi vantaggi del suo impiego è proprio l’incremento di produttività, ma A.Celli R-Way Integrated Solutions garantisce anche operazioni sicure e un trattamento perfettamen-

40

FAB

Forklifts AGV Batteries

te igienico degli articoli movimentati. E per l’industria del settore igienico, ancor più che per altri settori, questa è una necessità cruciale per salvaguardare la qualità ed evitare sprechi di materiale.


THE ONLY EUROPEAN EXHIBITION FULLY DEDICATED TO THE MID-STREAM SECTOR AND THE GAS, OIL & WATER DISTRIBUTION NETWORKS

20-22 May 2020 Piacenza (Italy)

THE UTILITY CONSTRUCTION SHOW

TRA GLI ESPOSITORI CONFERMATI DEL PGE 2020 AMONG THE CONFIRMED EXHIBITORS AT PGE 2020 A.M.S.

STC

Consulenze S.r.l.

Servizi di Consulenza su Qualità , Salute, Sicurezza ed Ambiente Servizi di Ingegneria Civile e Strutturale

Services Technology Consulting

Bonatti Franco S.r.l. IMBALLAGGI INDUSTRIALI

Service S.r.l.

Supporting Associations

For info and stand bookings info@pipeline-gasexpo.it - Ph. +39 010 5704948 Forklifts AGV Batteries

www.pipeline-gasexpo.it

FAB

41


AGV DEMATIC

Configurazione di efficienza

NOVE LINEE DI PRODOTTO PER OGNI GESTIONE DI PRELIEVO, MOVIMENTAZIONE E DEPOSITO. L’AZIENDA DEL GRUPPO KION OFFRE UNA SCELTA DI AUTOMAZIONE AMPIA E ARTICOLATA

S

e vogliamo parlare di attori consolidati nell’ambito dei sistemi AGV, la citazione di un protagonista di lungo corso come Dematic è praticamente d’obbligo. I veicoli autonomi del produttore (integrato nel gruppo Kion dal 2016) seguono percorsi di guida configurabili per applicazioni di archiviazione, prelievo e trasporto in un’ampia varietà di ambienti, secondo dinamiche di velocità, precisione e sicurezza. I sistemi AGV Dematic attuali sono

42

FAB

Forklifts AGV Batteries

progettati in serie che includono il trasporto orizzontale, lo stoccaggio e il recupero di materiali, la gestione dell’inventario e il rifornimento a supporto della distribuzione e della gestione di varie destinazioni di impiego. Per il comparto merci e materie prime, gli AGV Dematic sono dedicati all’intero processo di ricezione dalle linee di rimorchio alle linee di lavorazione, fornendo consegne just-in-time delle stesse materie prime. I moduli Dematic possono


funzionare poi come un sistema di stoccaggio e prelievo automatico (AS/RS) nelle tipologie, ad esempio, denominate Very Narrow Aisle (VNA) che possono operare all’interno dell’infrastruttura di corridoio esistente e tra più corridoi, con una maggiore flessibilità. Gli AGV Dematic inoltre rappresentano un efficace collegamento di trasporto tra un sistema di stoccaggio AS/RS e il prelievo o la spedizione in virtù dell’automatizzazione di un flusso ripetitivo, riducendo i tocchi e i danni ai prodotti. Prendendo in considerazione invece gli AGV automatizzati adibiti a carico e scarico del rimorchio (ATL), va rilevato che i modelli di questa linea caricano e scaricano automaticamente semirimorchi, trasportando fino a quattro pallet alla volta. Ma è nel trasporto di fine linea che gli AGV Dematic rappresentano il collegamento perfetto nell’ambito della catena di automazione, operando efficacemente con i palletizzatori e gli avvolgitori robotizzati per estrarre pallet finiti dai nastri trasportatori per il trasferimento automatico. Modificati con i dispositivi di gestione del carico, gli AGV Dematic movimentano carichi non standard (come grandi rulli di carta da giornale o di rivestimenti vinilici) per inclinare, ruotare e consegnare carichi, sempre nell’ambito di un processo automatizzato e, sono in grado infine di proteggere e

trasportare carichi instabili con pinze bloccanti laterali o superiori per trasportare un’ampia varietà di unità di carico basate su pallet. Tra le diverse serie di prodotto, menzioniamo due linee particolarmente versatili. La prima riguarda i veicoli a guida automatica (AGV) con contrappeso, noti anche come AGV con carrello elevatore, adibiti alla raccolta e alla consegna automatica di pallet, rotoli, carrelli, container e molti altri carichi trasportabili. Gli AGV con contrappeso sono il tipo più comune di AGV in virtù della versatilità intrinseca - per il prelievo e la consegna a livello del pavimento o per l’impilamento su scaffalature verticali, lunghe corsie e nastri trasportatori - e rappresentano la soluzione ideale per magazzini e centri di distribuzione, ma possono essere utilizzati per una vasta gamma di applicazioni. Gli AGV Dematic del tipo Narrow Aisle Reach invece utilizzano delle staffe che si estendono sulla parte esterna del carico per fornire un supporto di massima efficacia alle applicazioni più pesanti e a notevoli altezze (scaffali, pallet e rulli) e durante i movimenti di sollevamento più elevati. Gli AGV Narrow Aisle Reach di Dematic possono effettuare inoltre curve più strette e trasportare i carichi in aree più anguste rispetto agli AGV con contrappeso.

Intelligenza di magazzino La ricerca gestionale Dematic offre anche soluzioni di programmazione informatizzata per soddisfare l’ampia varietà di approcci di vendita al dettaglio nel settore della grande distribuzione, conferendo efficienza alla catena di fornitura nel settore omnicanale/multichannel. Il design modulare del software Dematic è dedicato ai processi di ricezione, stoccaggio, immagazzinamento, rifornimento, al prelievo di colli e pezzi, al consolidamento, all’imballaggio, alla palletizzazione, al carico di camion e alcross-docking. Le soluzioni per il settore della grande distribuzione Dematic includono prodotti e software che gestiscono le basi SKU per l’automazione delle sale di controllo e per i DC regionali. Il software avanzato di Dematic presiede all’evasione degli ordini e alla fornitura di approfondimenti sulle operazioni, con una notevole flessibilità per picchi stagionali e promozionali e cambiamenti nei profili degli ordini. L’evasione degli ordini inoltre condivide inventario e manodopera per operare in più canali, con un’elaborazione dei rendimenti più rapida ed efficiente anche con un numero crescente di SKU e per ordini più piccoli e più complessi. Sono previste anche configurazioni per evasione dedicati all’e-commerce o alla vendita al dettaglio.

Forklifts AGV Batteries

FAB

43


AGV BOSCH REXROTH

Shuttle in linea 4.0 L’ ALL’ESORDIO NEGLI STABILIMENTI IL NUOVO PRODOTTO INTEGRATO PER OTTIMIZZARE I SISTEMI DI MATERIAL HANDLING IN MODALITÀ CENTRALIZZATA

44

FAB

Forklifts AGV Batteries

efficienza di un sistema di trasporto completamente autonomo e automatizzato, con una capacità che arriva dai 260 kg e una flessibilità di integrazione che si abbina idealmente all’intralogistica dei processi produttivi in modo scevro dalla necessità di adattamento al layout dello stabilimento. Si chiama ActiveShuttle e di identifica con la più recente soluzione mobile di Bosch Rexroth per il material handling AGV nel settore della logistica e dei flussi di processo nella produzione. Proprio la semplicità dell’introduzione in diversi contesti logistici di questo AGV (Automated

Guided Vehicle) ne fanno un prodotto innovativo per la Logistica 4.0 in grado di rendere ancora più efficiente il trasporto di merci e materiali industriali. ActiveShuttle, già testato in otto stabilimenti produttivi del gruppo Bosch, è un vero e proprio robot in grado di caricare e scaricare in modo completamente automatizzato basi carrellate (dollies) con contenitori per carichi leggeri (i cosiddetti “KLT”), attraverso una piattaforma di sollevamento integrata che tiene conto dei requisiti logistici della fabbrica. Ultimo prodotto sviluppato dall’azienda fornitrice di tecnologie integrate per l’azionamento e


Il futuro in fabbrica

il controllo di macchine operatrici mobili, macchinari e impianti industriali, può trasportare materiali di dimensioni fino a 600 x 400 mm, impilati fino a un’altezza di 1,2 m. ActiveShuttle arriva alla velocità massima di 1 m/s e può essere impiegato sia in trasporti ciclici che in approvvigionamenti di materiale basati sulla chiamata a consumo. Il robot può essere da subito integrato nella produzione industriale, senza alcun processo di adattamento infrastrutturale, tramite il sistema “Plug & Go”. Scanner laser di sicurezza gli permettono inoltre di navigare nell’ambiente di lavoro anche in presenza di persone e altri veicoli di trasporto. Tramite l’ActiveShuttle Management System (AMS) è possibile ottimizzare i processi del sistema di produzione flessibile della fabbrica. L’AMS permette di gestire in maniera centralizzata gli ordini di trasporto, che possono essere inseriti sia manualmente che in modo automatizzato tramite sistemi di gestione terzi (come un Manufacturing Execution System o sistemi ERP). Gli stessi moduli di gestione possono inviare i dettagli relativi alle esigenze di trasporto all’ActiveShuttle Management System, che assegnerà a sua volta un incarico di trasporto a un membro della flotta automatizzata. L’ordine di lavoro verrà poi registrato, in modo che vi sia corrispondenza tra le scorte virtuali e quelle fisiche. L’AMS permette inoltre di comunicare con eventuali robot collaborativi già presenti nelle linee di assemblaggio. ActiveShuttle è sicuramente una soluzione automatizzata in grado di contribuire al miglioramento dei processi e all’aumento della pro-

Nella fabbrica del futuro secondo Bosch Rexroth si integrano diverse dinamiche avanzate in corso di evoluzione. Tra queste, il Software Nexeed per flussi di valore trasparenti. Con esecuzione in background, questo sistema all’avanguardia armonizza, analizza e visualizza enormi volumi di dati. È un esempio di come l’unità operativa Bosch Connected Industry, nata nel 2018, stia ulteriormente ampliando le competenze dell’azienda nel software per l’Industry 4.0. La domanda non manca: i progetti interni di Bosch indicano che utilizzando Nexeed, è possibile aumentare la produttività nelle singole strutture fino al 25%, riducendo i livelli di scorte del 30%. Nexeed rende più flessibili anche gli stabilimenti: i produttori possono cambiare gli utensili dei macchinari in modo più rapido e prepararli per la produzione personalizzata, da interi lotti di produzione fino a singoli pezzi. Inoltre, Nexeed facilita maggiore trasparenza nel flusso dei materiali per l’intralogistica e nelle supply chain internazionali. L’intelligenza artificiale di Bosch Rexroth e la sua efficienza nei processi logistici è già stata rivelata nel suo valore allo scorsa fiera di Hannover, con la presentazione di primi risultati del progetto di ricerca ViPAS. Si tratta di un’unità di ispezione visiva che è in grado di esaminare qualsiasi tipo di componente, dalle viti alle pompe fino agli iniettori del common-rail, o qualsiasi componente che il robot integrato sia in grado di raccogliere e tenere davanti alla telecamera nell’area illuminata. Dopo aver confrontato le immagini con le informazioni archiviate, classifica il pezzo come OK (controllo superato) o NOK (difettoso). Il deep learning consente l’autoapprendimento del sistema mediante immagini campione, rendendo il ViPAS utilizzabile per varie mansioni di ispezione visiva.

Forklifts AGV Batteries

FAB

45


AGV duttività industriale, due punti cardine della strategia orientata alla “lean production” di Bosch Rexroth. Allo scopo di ottimizzare i flussi dell’infrastruttura produttiva, gli ActiveShuttle

(in grado di funzionare 24 ore su 24, 7 giorni su 7) sono dotati di un sistema di mappe che si aggiorna automaticamente e comunicano tra loro tramite una connessione wireless.

INDUSTRIA 4.0

REMOTE $&+,1(60$1$*(0(17 REMOTE al Srl $&+,1(60$1$*(0(17 02%,/(0$&+,1(60$1$*(0(17 ata Bianchi, 38 - REMOTE 16152 Genova - Italy $&+,1(60$1$*(0(17 9) 01002%,/(0$&+,1(60$1$*(0(17 604 42 20 - Email: info@innoval.biz Innoval Srl /(0$&+,1(60$1$*(0(17 OTE Via Renata Bianchi, 38 - 16152 Genova - Italy www.innoval.biz 02%,/(0$&+,1(60$1$*(0(17 Phone: (+39) /(0$&+,1(60$1$*(0(17 REMOTE Innoval Srl010 604 42 20 - Email: info@innoval.biz (60$1$*(0(17 Via Renata Bianchi, 38 - 16152www.innoval.biz Genova - Italy %,/(0$&+,1(60$1$*(0(17 /(0$&+,1(60$1$*(0(17 Phone: (60$1$*(0(17 al Srl(+39) 010 604 42 20 - Email: info@innoval.biz www.innoval.biz - 16152 Genova - Italy Innoval Srl %,/(0$&+,1(60$1$*(0(17 (60$1$*(0(17 0 - Email: info@innoval.biz Via Renata Bianchi, 38 - 16152 Genova - Italy %,/(0$&+,1(60$1$*(0(17 oval.biz Phone: (+39) 010 604 42 20 - Email: info@innoval.biz 46

FAB www.innoval.biz Forklifts AGV Batteries

Veniteci a trovare al Pad. 1 Stand C7

REMOTE

Piacenza, 3-5 Ottobre 2019


Electric Pick&Carry Cranes e e: info@jmgcranes.com www.jmgcranes.com From 2 to 70 Ton

Visit Us:

SAVE THE DATE: OPEN DAY CREMONA HUB MAY 15th 2020

Forklifts AGV Batteries

FAB

47


AGV LINDE

We are the robots L’ POTREMMO DEFINIRLA UNA NUOVA DINAMICA DI APPROCCIO AL MONDO DEGLI AUTOMATED GUIDED VEHICLES. MA LINDE ROBOTICS È QUALCOSA DI PIÙ. ASSOMIGLIA PIUTTOSTO A UN LABORATORIO DI SOLUZIONI AVANZATE A MISURA LOGISTICA DEI PROCESSI PRODUTTIVI

48

FAB

Forklifts AGV Batteries

ingresso nel mondo degli AGV per Linde si è trasformato presto nell’elevazione a una galassia tecnologica superiore e questo in virtù naturalmente di una vasta gamma di carrelli elevatori ma con l’apporto fondamentale di una tecnologia di navigazione che non richiede un’infrastruttura fissa, favorendo soluzioni di automazione flessibili e scalabili. Si chiama Linde Robotics il contenitore che racchiude le risposte più diversificate alle esigenze specifiche non solo di gradi realtà industriale ma anche delle piccole e medie imprese che intendono automatizzare sia i singoli processi che i flussi di materiale più complessi in modo estremamente efficiente. La nuova generazione Linde Robotics è composta da apparecchi autonomi dedicati a processi di movimentazione ripetitivi in modo indipendente e affidabile; moduli in grado di aumentare la produttività e di ridurre i costi, muovendosi e operando con precisione, eludendo danni ai beni e alle strutture di scaffali, pallets, rulliere, filmatrici, secondo un’affidabilità che consente a queste macchine automatizzate di svolgere tutte quelle operazioni scomode e faticose riservate in precedenza agli operatori. Alla base della gamma Linde Robotics ci sono carrelli elevatori già collaudati della produzione Linde in combinazione con un avanzato sistema di geo-navigazione, grazie al quale i carrelli robotizzati possono orientarsi senza riflettori,

bande magnetiche o induttive ma orientandosi all’intero del magazzino facendo riferimento alle infrastrutture esistenti (muri, scaffali, pilastri, porte). In confronto ad altri sistemi di automazione (AGV) i vantaggi sono sostanziali: tempi e costi di installazione limitati molto ridotti; costi del carrello e di progettazione operativi nettamente inferiori; scalabilità e flessibilità della soluzione molto superiori (oltre alla garanzia di assistenza puntuale attraverso la rete post-vendita Linde).


Un cuore gestionale Il software Supervisor (Robot Manager) gestisce la flotta robotizzata in tempo reale controllando la rotta delle singole macchine, il traffico, e assegnando le missioni da eseguire. Inoltre, gestisce l’interazione con porte avvolgibili, macchine da imballaggio, nastri trasportatori e macchine di produzione e può essere direttamente integrata con il software di gestione del magazzino (WMS) e/o il sistema gestionale ERP del cliente. Ciò significa che i carrelli sono già pronti per l’Industry 4.0 che prevede un futuro con macchine in grado di organizzarsi in modo autonomo e comunicare tra di loro.

La tecnologia di geo-navigazione Linde Robotics ha la capacità di interagire e di adattarsi all’ambiente di lavoro del cliente, Il carrello dopo essere stato fatto transitare nel magazzino e aver rilevato le strutture presenti, converte i dati in una mappa bidimensionale in cui vengono definiti l’ordine dei tragitti e le missioni assegnate ai singoli veicoli. In questo modo, grazie al supporto di un laser, di una unità di controllo e di una mappa digitalizzata, il veicolo è in grado di localizzare la propria posizione in tempo reale. I carrelli elevatori robotizzati utilizzano la mappa per determinare la propria posizione nello spazio. Questa tecnologia sfrutta la visione Laser gestita dal modulo di navigazione proprietario Linde. Basandosi su una mappa strutturale (colonne, scaffali, muri dell’impianto) creata da una scansione laser, il carrello rileva l’ambiente in cui si trova e confronta le informazioni con la mappa. Con trattori, transpallet, stoccatori, retrattili e trilaterali, la gamma Linde copre circa l’80% delle applicazioni di movimentazione in ambito di produzione e logistica di magazzino. Ma Linde non fornisce semplicemente delle macchine; realizza piuttosto dei pacchetti di automazione chiavi in mano, gestendo tutte le fasi del progetto e certificando integralmente l’impianto, non solo il carrello. Infatti uno degli aspetti fondamentale della soluzione Linde Robotics è la realizzazione di uno studio di valutazione dei rischi insieme al cliente, adottando e condividendo tutte le misure di sicurezza necessarie e certificandole. Inoltre grazie al sistema supplementare di monitoraggio dello spazio tramite laser o telecamere, i carrelli elevatori robotizzati si muovono in sicurezza anche in caso di interazione con operatori oppure con altri carrelli, senza alcuna perdita di produttività. Il controllo di sicurezza Linde Robotics reagisce in modo dinamico: se

viene rilevato un ostacolo, l’apparecchio riduce la velocità e si ferma solo quando la persona o il mezzo permane lungo il tragitto di lavoro e le operazioni riprendono automaticamente solo quando l’ostacolo ha abbandonato il campo di rilevamento del laser o della telecamera. La zona di sicurezza intelligente è una zona virtuale definita davanti all’AGV la cui dimensione è adattata alla specifica applicazione del cliente. Quando un ostacolo viene rilevato all’interno di questa zona, l’AGV si fermerà prima di colpire l’oggetto emettendo segnali acustici e luminosi. Solo dopo la rimozione dell’ostacolo, l’AGV riprenderà, da solo, il suo percorso. Linde Robotics ha elaborato un sistema dinamico di zone di sicurezza, la cui dimensione e forma varia in base alla traiettoria del mezzo, al fine di rilevare solo gli ostacoli che disturbano la circolazione dell’AGV. Va menzionata naturalmente anche la prerogativa costituita dal dual mode (automatico/manuale) secondo il quale i carrelli elevatori Linde Robotics possono essere utilizzati manualmente in qualsiasi momento. Basta azionare l’unità di comando e il funzionamento automatico viene arrestato immediatamente per consentire l’utilizzo del mezzo anche in operazioni al di fuori del ciclo di lavoro automatizzato. Anche in modalità manuale, il carrello Linde Robotics manterrà comunque inalterate le proprie caratteristiche iniziali. Sempre sotto il profilo della sicurezza, i carrelli elevatori Linde sono equipaggiati con un kit modulare di automazione denominato MoveBOX che si compone di diversi moduli e consente di trasformare un carrello Linde standard in un robot. Il kit comprende laser di navigazione, Blue Spot, telecamera 3D, laser a tenda 2D, indi-

I carrelli elevatori Linde sono equipaggiati con un kit modulare di automazione denominato MoveBOX che consente di trasformare un carrello Linde standard in un robot.

Forklifts AGV Batteries

FAB

49


AGV

I carrelli elevatori robotizzati utilizzano una mappa per determinare la propria posizione nello spazio. Questa tecnologia sfrutta la visione Laser gestita dal modulo di navigazione proprietario Linde.

Con la prerogativa dual mode (automatico/ manuale) i carrelli elevatori Linde Robotics possono essere utilizzati manualmente in qualsiasi momento.

50

FAB

Forklifts AGV Batteries

catori ottico/acustici, interruttore di emergenza, nterfaccia utente touch screen e scanner di sicurezza anteriore. Vale la pena di riassumere e di precisare, da ultimo, i cinque vantaggi fondamentali veicolati dalla geo-navigazione di Linde Robotics. Il primo attiene alla connessione in rete: la gamma spazia da operazioni senza accesso al sistema a una vasta rete con sistemi aziendali, macchinari e impianti. Secondo vantaggio, la sicurezza: l’ampia dotazione con scanner e fotocamere ne garantisce il massimo rispetto nel traffico veico-

lare, anche in caso di funzionamento misto. In terzo luogo, la semplicità: l’innovativo sistema di geo-navigazione con moderna tecnologia Light Detection and Ranging (LIDAR) non necessita di dispendiose infrastrutture. Quarto accento sulla flessibilità: tragitti e punti di riferimento possono essere adattati in breve tempo nel caso di cambiamenti delle condizioni operative. Infine, la trasparenza: il sistema genera dati importanti attraverso i quali può essere ottimizzata con precisione la produttività di ogni processo logistico.


Forklifts AGV Batteries

FAB

51


Batterie / Batteries

ENERMOVE

Wireless, la nuova strada UNA SOLUZIONE DI IMPORTANTE EFFICACIA, QUELLA BASATA SU BOBINE TRASMITTENTI E RICEVENTI DOTATE DI CONDENSATORI RISONANTI PER OTTIMIZZARE LA POTENZA DI TRASFERIMENTO 52

FAB

Forklifts AGV Batteries

D

al vigore ideale di una startup al valico di una nuova frontiera verso l’orizzonte della sostenibilità energetica. L’avventura imprenditoriale di Enermove, dalla sua costituzione nel maggio del 2019 - per iniziativa di Flavio Cavallo - ha seguito un tracciato virtuoso partendo da una grande esperienza maturata dal fondatore nel mercato degli accumulatori per la trazione elettrica. La ricerca si è concentrata in seguito sulle soluzioni tecniche di ricarica delle batterie a bordo di carrelli elevatori, AGV e robot mobili, in pratica una delle problematiche più importanti per queste tipologie di sistemi propulsivi. “Le batterie impiegate per l’alimentazione di questi sistemi, presenti negli impianti di logisti-

ca, sono di tre tipi: al piombo acido, al piombo ermetico e al litio - ci ricorda Cavallo - Le prime creano seri problemi perché in fase di ricarica generano gas nocivi e risulta necessario allestire apposite zone di ricarica. Le seconde, nonostante risolvano questo problema, richiedono necessariamente che il veicolo resti non operativo per diverse ore. Stesso discorso anche per le più costose e moderne batterie al litio. Attualmente le soluzioni più utilizzate per massimizzare l’energia e quindi per lavorare su più turni consistono nella sostituzione del pacco esausto con uno carico oppure nella tecnologia della ricarica FAST. Entrambe richiedono operazioni estremamente delicate e del personale addestrato. Inoltre comportano problemi di sicurezza per l’ambiente di


Startup da premio 4.0

lavoro e per la stessa natura elettrica degli impianti. Tutte queste problematiche si traducono purtroppo in complessità e tempi dilatati che vengono dedicati alla loro risoluzione, con la conseguenza di un calo della produttività e di un aumento dei costi di gestione”. Il quesito di Flavio Cavallo ha incontrato poi le scoperte del professor Paolo Guglielmi e del ricercatore Vincenzo Cirimele - del dipartimento Energia del Politecnico di Torino - incentrate sulla ricarica wireless automatica. Da queste ricerche è nato il sistema Enermove, basato sulla tecnologia dell’accoppiamento magnetico risonante Wireless Power Transmission. Questa tecnologia consiste nell’accoppiamento magnetico di due bobine - transmitter, a terra e receiver, a bordo macchina - A queste vengono collegati dei condensatori che conferiscono al sistema il carattere della risonanza, consentendone la massimizzazione di potenza trasferita, in parallelo a una riduzione delle dimensioni della medesima elettronica di potenza, con un incremento finale certo di efficienza del sistema. La tecnologia Enermove sfrutta questi principi fisici per realizzare una corsia di ricarica costituita da più bobine trasmittenti che si attivano

Si è conclusa il 14 febbraio scorso a Torino la quarta edizione del Premio Innovazione 4.0, concepito per promuovere i casi virtuosi di applicazione delle nuove tecnologie e del modello Industry 4.0 - allo scopo di favorire il trasferimento tecnologico di soluzioni innovative e contribuire alla crescita del comparto produttivo nazionale. Il processo di selezione ha visto molte categorie di testimonianze che sono state selezionate dal Comitato Scientifico Industriale nell’ambito dell’evento espositivo A&T (Automation & Testing). Vi hanno partecipato progetti innovativi afferenti a diverse categorie in gara: Aziende, Startup, Ricerca & Università, Scuole e ITS. In chiusura proprio della fiera A&T - dal 12 al 14 febbraio scorsi - si è svolta la premiazione dei progetti più innovativi proprio dal Comitato Scientifico Industriale e dal pubblico, con un premio dedicato a ciascuna categoria presente. A classificarsi primo nella categoria Startup è stato proprio il progetto “Dynamic Wireless Charging: ricarica batterie rapida, sicura ed ecologica… 4.0!” della startup Enermove, compresa nel contenitore I3P dal 2019, che si è aggiudicata il primo gradino del podio davanti a “INBODY: scanner 3D per l’analisi posturale e scoliotica” di BeyondShape (al secondo posto) e a “Monitoraggio della qualità di produzione in ambito automotive” di Nexus TLC (terzo classificato).

I sistemi AGV beneficeranno in modo sostanziale della Dynamic Wireless Charging di Enermove, con massimizzazione della potenza e incremento della produttività.

Forklifts AGV Batteries

FAB

53


Batterie / Batteries

Lo staff di Enermove, guidato da Flavio Cavallo durante il conferimento del Premio Innovazione 4.0 da parte della giuria di A&T.

54

FAB

Forklifts AGV Batteries

in modo automatico al passaggio della macchina con installata la bobina ricevente. Il sistema consente di alimentare in modo continuo il modulo di propulsione della macchina stessa, eliminando la necessità delle soste per la ricarica o la sostituzione della batteria. I vantaggi della tecnologia Enermove sono molteplici: non occupa preziose aree di stabilimento, non richiede la modifica della potenza nominale dell’impianto elettrico, può essere utilizzata su tutte le macchine abilitate al movimento e non neces-

sita di sistemi di connessione rapida. Naturalmente il più grande vantaggio consiste nell’eliminare i tempi morti legati alle operazioni di sostituzione batteria e ricarica. Grazie alla ricarica wireless di Enermove, inoltre, non è più richiesto alcun intervento diretto degli operatori. Un’ultima nota riguarda il fatto che il sistema Enermove si rivela articolarmente adatto all’uso combinato con sistemi di generazione da fonti rinnovabili, indicando una via proficua all’autoconsumo dell’energia prodotta senza ricorrere allo stoccaggio.


3rd Edition

Fiera certificata An exhibition audited by

126/2018 GICX18S1

®

®

Giornate italiane del del CC alCestruzzo Giornate italiane alCestruzzo ItalIan ConCrete Days ItalIan ConCrete Days Piacenza (Italy) 29-31 October 2020

Piacenza (Italy) 29-31 October 2020

S AV E T E ! A ‘20 D E H T October 29-31ww.gic-expo.it w

AMONG THE CONFIRMED EXHIBITORS AT GIC 2020

Supporting Associations

Thematic Areas included

www.idrexpo.it

www.conpavitexpo.it

ITALIAN AGGREGATES TECHNOLOGY EXPO

For info and stand bookings ph. +39 010 5704948 55 info@gic-expo.it - www.gic-expo.itFAB Forklifts AGV Batteries


Fiere e Congressi / Trade Shows and Conferences GREEN LOGISTICS EXPO

A Padova, la piattaforma del futuro L SECONDA EDIZIONE DELL’EVENTO B2B CON I LEADER DELL’INTERMODALITÀ FERROVIARIA E MARITTIMA, DEL TRASPORTO MERCI, DELLA LOGISTICA PER L’INDUSTRIA E DEL SISTEMA PORTUALE

56

FAB

Forklifts AGV Batteries

a logistica italiana sceglie una delle città più attive del nord-est per delineare il futuro di uno dei settori cardine della nostra economia futura. La seconda edizione di Green Logistics Expo (in data da definirsi dopo l’emergenza nazionale Coronavirus), conferma la formula vincente del 2018 nell’affrontare le tematiche della logistica in termini sistemici e interconnessi. Per seguire una direttrice strategica e ragionata, l’evento di quest’anno sarà diviso in quattro macro-aree: Intermodalità, Logistica Industriale e Real Estate, E-commerce e City & Logistics. Green Logistics Expo 2020 si annuncia dunque come un’importante occasione di dialogo e confronto per chi rappresenta le imprese e i lavoratori del settore, con la partecipazione di policy makers italiani ed europei e della ricerca più avanzata relativa al comparto. La testimonianza di questo valore dialettico è testimoniata da un ricco calendario di convegni e

workshop che sarà inaugurato da un evento organizzato da Assologistica, e moderato dal vicedirettore di Radio24 Sebastiano Barisoni, al quale parteciperanno i principali protagonisti del mondo logistico nazionale. L’incontro avrà come importante appendice un impegno concreto di sinergia da parte di tutti gli attori coinvolti, con richieste altrettanto concrete al governo per la realizzazione di un sistema logistico nazionale davvero efficiente e sostenibile dal punto di vista ambientale, economico e sociale. A questo proposito, in queste settimane preliminari a Green Logistics Expo, tutti gli stakeholder sono coinvolti per elaborare insieme il testo della “Dichiarazione di Padova” che sarà presentata ufficialmente durante il convegno inaugurale della Fiera. Tra le adesioni più importanti all’appuntamento di Padova, va annoverati il settore importante della portualità italiana e internazionale con la presenza dei Porti di Genova, La Spezia e Trieste, ai quali si affianca il porto francese di Le Havre. Insieme ai principali interporti nazionali, il comparto dà vita oggi a un sistema integrato che compete a livello globale sul fronte del trasporto merci intercontinentale. Ne è un esempio evidente il successo della missione italiana composta da AdSP Mar Ligure Occidentale, Comune


di Genova, Interporto di Padova, Cisco, PSA Genoa Pra’, Zenatech, Spediporto, Genova Packaging presso gli operatori logistici ed economici dalla Great Bay Area cinese, una delle regioni più industrializzate della Repubblica Popolare (raccoglie il 4% della popolazione del Paese asiatico ma produce il 9% del PIL cinese). Green Logistics Expo ha in corso varie iniziative per valorizzare a livello internazionale i punti forza del sistema portuale e interportuale italiano capace di movimentare oltre 240 miliardi di euro in import/export marittimo l’anno, che conta su una rete di interporti di eccellenza, 5 dei quali stabilmente tra i primi 10 a livello europeo, in grado quindi di offrire un sistema capillare di strutture e servizi al settore logistico. L’intermodalità è elemento cardine per una maggiore efficienza e sostenibilità, e quindi conferma la sua presenza al Salone Mercitalia, nell’impegno di promuovere nuove soluzioni per il trasporto delle merci con l’Alta Velocità. Partecipano al programma anche Fercam da sempre un grande utilizzatore del trasporto su rotaia, Autamarocchi e altre aziende leader della logistica di casa nostra come Transitalia e GLS, solo per citarne alcune tra le principali. Importanti adesioni anche nel settore del Real Estate, con la presenza di World Capital, e in generale delle imprese leader nel settore degli impianti e delle infrastrutture come la Kuenz per il comparto gru, Zephir per i locotrattori, anche elettrici, e Ferrovie Nord Milano. Green Logistics Expo dedica anche una particolare attenzione all’ e-commerce con una giornata di studio organizzata da WMR-Studio Cappello. L’incontro con esperti del settore, testimonial e case history significative avrà un focus specifico sulle soluzioni logistiche che, per chi vende on line, hanno un’importanza fondamentale per l’efficacia del proprio modello di business. Il successo di un’attività di e-commerce dipende infatti in maniera fondamentale dalla logistica, e qualunque azienda, piccola o grande, deve conoscere le opportunità ma anche i rischi che la gestione di questa funzione nasconde. Green Logistics Expo, con l’articolato programma di convegni, incontri e workshop, si confi-

gura come ideale luogo d’incontro e confronto per rappresentanti istituzionali, amministratori pubblici, ricercatori e studiosi dei trasporti e della pianificazione urbana. Questi appuntamenti affrontano gli scenari, le soluzioni tecniche, le innovazioni di prodotto, di modello organizzativo e di business e approfondiscono temi quali lo sviluppo dell’intermodalità e delle infrastrutture, la gestione immobiliare e l’automatizzazione dei magazzini con l’utilizzo dell’Artificial Intelligence, la logistica e il commercio nello sconvolgimento dell’e-commerce, i nuovi design urbani in chiave green. Gli obiettivi di questa seconda edizione di Green Logistics Expo sono chiari: spazi espositivi più grandi, una dimensione internazionale in crescita, un’ancora maggiore vicinanza al mondo dell’impresa e della manifattura e l’aumento di workshop professionali.

Forklifts AGV Batteries

FAB

57


In questo numero

Inserzionisti 5 AGV

FAB - Supplemento della rivista Sollevare dedicato alla Movimentazione Industriale e alla Logistica Meccanizzata

3 GIS

10 Euro Assistance

III FAB

33 Industrial Gomme

Aliant

12 Farag

46 Innoval

II Baumann

11 FB Hydraulic

47 JMG

19 Butti

23 Cabletronic

51 FTMH

13 Dini Argeo

55 GIC

IV Zoomlion

I Elsa Solution

9 Flash Battery

41 Pipeline & Gas Expo 7 TVH

Aziende citate A

F

A.Celli ............................. 38

Flash Battery .................. 14

Aliant .............................. 16 Ame ................................. 12

G Green Logistics Expo .... 56

B

H

Baoli ................................. 12

Hyster ............................. 27

Bosch Rexroth ................ 44

J Jungheinrich ................... 30

C Cat ................................... 24

L

Crown ............................. 36

Linde ............................... 48 Logimat ........................... 15

D Dematic ........................... 42

Still ...............................8, 20 Swisslog .......................... 10

E

58

S

Elsa Solutions ................. 16

Y

Enermove ....................... 52

Yale .................................. 34

FAB

Forklifts AGV Batteries

FAB

Forklifts AGV Batteries N. 1 - FEBBRAIO/MARZO 2020


Batteries

FAB Piacenza, Italy

R

The Lifting, Industrial & Port Handling and Heavy Transport Show Piacenza, 3-5 Ottobre 2019

SPETTACOLO HITECH

Visitate www.sollevare.it, il Portale Italiano per il Sollevamento, la Movimentazione Industriale e Portuale e il Trasporto Pesante The Leading Italian Magazine and Website for the Lifting, Industrial & Port Handling and Heavy Transport Markets

nies ies

USCITA/ISSUE

Anno 5 - Agosto / Settembre 2019

Sollevamento | Trasporti Eccezionali | Movimentazione Industriale e Portuale

R R

Giornate Italiane del Sollevamento e dei Trasporti Eccezionali

ANTEPRIMA

The Lifting, Industrial & Port Handling and Heavy Transport Show Piacenza, Italy 3-5 October 2019

La forza compatta corre sui cingoli

1

IONS

Agosto/ Settembre 2018 Anno 4

Anno 5 - Giugno / Luglio 2019

Sollevamento | Trasporti Eccezionali | Movimentazione Industriale e Portuale

Grazie alla soluzione tecnologica KJ, la nuova gru Effer 2255 passa da 8 a 10 sfili, per uno sbraccio verticale di quasi 35 m che, nella massima configurazione, diventano addirittura 58

Visitate www.sollevare.it, il Portale Italiano per il Sollevamento, la Movimentazione Industriale e Portuale e il Trasporto Pesante The Leading Italian Magazine and Website for the Lifting, Industrial & Port Handling and Heavy Transport Markets

®

Giornate Italiane del Sollevamento e dei Trasporti Eccezionali The Lifting, Industrial & Port Handling and Heavy Transport Show Piacenza, Italy 3-5 Ottobre 2019

Batteries

Forklifts AGV Batteries SAVE TE! ‘19 THEOttDA obre .it 3-5www.gisexpo

FAB - Forklifts AGV Batteries is the special supplement of Sollevare magazine entirely dedicated to those types of machines and equipment which are essential for the logistics operators (and not only). FAB will be distributed three times a year as a separate magazine together with Sollevare and will have the same wide distribution to all Italian industry operators.

BKT, leader mondiale nei pneumatici Off-Highway, affianca la Lega Nazionale Professionisti B come Title Sponsor del Campionato degli Italiani. Impegno, lavoro e passione sono i valori in comune con i protagonisti di una stagione di calcio che promette grandi emozioni.

#SerieBKT

bkt-tires.com legab.it

il Campionato degli Italiani

L AND LOG INA

ITALA

IC AWARDS ® IST

GV Batteries è il supplemento speciale mente dedicato a quella tipologia di macchinari anza per il comparto della logistica (e non solo). olte all’anno come testata a sé stante insieme ne avrà la medesima capillare diffusione peratori italiani del comparto.

FAB

PREPARIAMOCI A GRANDI EMOZIONI

Sollevamento | Trasporti Eccezionali | Movimentazione Industriale e Portuale

Numero speciale

Giornate Italiane del Sollevamento e dei Trasporti Eccezionali

LIAN TERM ITA

AB

2019

2 0 1 95

Per maggiori informazioni scrivere a europe@bkt-tires.com

2019

www.italplatform.org

www.italawards.it

www.ilta.biz

Per info e prenotazioni Stand: info@gisexpo.it - T. +39 010 5704948

Sollevamento, Trasporti Eccezionali, Movimentazione Industriale e Portuale

Sollevamento | Trasporti Eccezionali | Movimentazione Industriale e Portuale

DISTRIBUZIONI FIERISTICHE/BONUS DISTRIBUTION

TEMATICHE/MAIN FEATURES

N° 1 - 2020

Anteprime LOGIMAT, GREEN LOGISTIC EXPO,

• LOGIMAT – Stoccarda (Germania), 10-12 Marzo

Febbraio / Marzo February / March

CEMAT e THE BATTERY SHOW

• CONEXPO – Las Vegas (USA), 10-14 Marzo

LOGIMAT, GREEN LOGISTIC EXPO, CEMAT

• GREEN LOGISTIC EXPO – Padova (Italia), 18-20 Marzo

and THE BATTERY SHOW Previews

• SAMOTER – Verona (Italia), 21-25 Marzo • CEMAT – Hannover (Germania), 20-24 Aprile • THE BATTERY SHOW – Stoccarda (Germania), 28-30 Aprile

e

• ISSA INTERCLEAN – Amsterdam (Olanda), 12-15 Maggio • PIPELINE & GAS EXPO – Piacenza (Italia), 20-22 Maggio • XYLEXPO – Milano (Italia), 26-29 Maggio

THE UTILITY CONSTRUCTION SHOW

nferences N° 2 - 2020

Anteprima SIL e iVT EXPO

Giugno / Luglio June / July

SIL and iVT EXPO Preview

ware 4.0

• SIL – Barcellona (Spagna), 9-11 Giugno

THE BATTERY SHOW, ISSA INTERCLEAN e XYLEXPO

• iVT EXPO – Colonia (Germania), 24-25 Giugno

LOGIMAT, GREEN LOGISTIC EXPO, CEMAT, THE BATTERY SHOW, ISSA INTERCLEAN and XYLEXPO Report

e

ion firms

Report LOGIMAT, GREEN LOGISTIC EXPO, CEMAT,

N° 3 - 2020

Report SIL e iVT EXPO

• MIAC – Lucca (Italia), 14-16 Ottobre

Ottobre / Novembre October / Novembrer

SIL and iVT EXPO Report

• GIC-Italian Concrete Days – Piacenza (Italia), 29-31 Ottobre

®

Giornate italiane CalCestruzzo

del

• ECOMONDO – Rimini (Italia), Novembre

ItalIan ConCrete Days 29-31 October 2020 - Piacenza, Italy

• EIMA INTERNATIONAL – Bologna (Italia), 11-15 Novembre

FAB - Supplemento della rivista Sollevare dedicato alla Movimentazione Industriale e alla Logistica Meccanizzata

FAB

Forklifts AGV Batteries N. 1 - FEBBRAIO/MARZO 2020

Per prenotare la Vostra pubblicità contattare

Tel. 010 5704948 info@fab-magazine.it N u E M E 3 UP P L

S

0 2 0 2 l e n e t i c s

TO di

sporti

Sollev

| Tra amento

o

nali | M

Eccezio

striale

e Indu

zion vimenta

ale

e Portu


LIFTING SOLUTIONS

Linee di prodotti per tutte le esigenze di lavoro. Affidabili, personalizzabili, compatibili, inarrestabili.

ZOOMLION CIFA Europe S.r.l. - Via Stati Uniti d’America, 26 20030 Senago (MI) - Italy Phone +39-02 990131 - info@zoomlion-europe.com - www.zoomlion-europe.com

Profile for fab-magazine

FAB - Febbraio/Marzo 2020  

FAB - Febbraio/Marzo 2020  

Advertisement