__MAIN_TEXT__

Page 1

FAB - Supplemento della rivista Sollevare dedicato alla Movimentazione Industriale e alla Logistica Meccanizzata

La Rivista “FAB” è edita da Mediapoint & Exhibitions s.r.l. di Genova

FAB

N. 2 - AGOSTO/SETTEMBRE 2020

Forklifts AGV Batteries


An exhibition audited by

8th Edition 106/2017 GISX17S1

106/2019 GISX19R

ARRIVEDERCI AL

SEE YOU AT R

Giornate Italiane del Sollevamento e dei Trasporti Eccezionali The Lifting, Industrial & Port Handling and Heavy Transport Show

7-9 October 2021 Piacenza (Italy)

GIS 2019 FACTS & FIGURES

Total Exhibitors: 428 - Qualified Visitors: 11.400 Total Exhibit Area: 3 Halls, more than 41.000 sqm

For info and stand booking - info@gisexpo.it - Ph. +39 010 5704948


Editoriale

Fabio Potestà

Alberto Finotto

Giacomo Grassi

La logistica che salva le nostre vite

Cari Lettori, quello che si temeva, purtroppo si è verificato puntualmente. La mancanza di preparazione sotto il profilo sanitario e organizzativo ha riportato il nostro Paese - insieme all’Europa intera - nel tunnel della pandemia da Covid-19. Ad essere colpiti duramente sono le persone, la società nel suo complesso e, naturalmente, gli operatori economici di qualsiasi settore. Nel caso della logistica, il ruolo degli attori di un comparto ora più che mai fondamentale, sta rivelando tutta la sua eccellenza nell’assicurare le necessità primarie alla nostra vita quotidiana e il flusso di fornitura indispensabile al mondo dell’industria. Su cosa si basa questa eccellenza? Seguendo l’analisi di un esperto come il professor Marco Melacini, direttore dell’Osservatorio Contract Logistics “Gino Marchet” alla School of Management del Politecnico di Milano, a vincere sul campo dell’emergenza è la “strategia agile”, orientata a una direzione inversa rispetto alla tendenza a minimizzare i costi. Piuttosto, occorre, secondo Melacini “una maggiore ridondanza di risorse (in primis nei magazzini) per poter riallocare velocemente le scorte e superare le criticità, come lo stop delle attività, a livello locale”. Una linea di

4

FAB

Forklifts AGV Batteries

pensiero che ci sentiamo di condividere in pieno, soprattutto se abbinata alla “velocità decisionale”, con scelte dinamiche guidate dall’analisi di una situazione che cambia assai velocemente. Nell’allestimento degli ordini e nel trasporto - le attività fondamentali per magazzini e centri intralogistici - la “responsabilità sociale in termini di sicurezza del luogo di lavoro” è una pietra d’angolo a favore della continuità. Distribuzione di DPI (Dispositivi di Protezione Individuale), sanificazione frequente dei luoghi di lavoro (magazzini, cabine dei mezzi di trasporto, carrelli di movimentazione, terminali o supporti di traslazione delle merci), monitoraggio delle temperature corporee del personale e revisione delle procedure operative sono gli elementi di prevenzione in grado di assicurare il risultato più brillante alla logistica in tempi di Coronavirus. Insieme all’automazione di macchine e sistemi all’interno dei magazzini. Un futuro tecnologico che la pandemia, nella sua drammatica contingenza, ci indica come obiettivo di modernità e di progresso sostenibile. Buona lettura!


LIFTING LIFTING SOLUTIONS SOLUTIONS

Linee Lineedidiprodotti prodottiper pertutte tutteleleesigenze esigenzedidilavoro. lavoro. Affidabili, Affidabili,personalizzabili, personalizzabili,compatibili, compatibili,inarrestabili. inarrestabili.

ZOOMLION ZOOMLIONCIFA CIFAEurope EuropeS.r.l. S.r.l.- Via - Via Stati Stati Uniti Uniti d’America, d’America, 2626 20030 20030 Senago Senago (MI) (MI) - Italy - Italy Phone Phone+39-02 +39-02990131 990131- info@zoomlion-europe.com - info@zoomlion-europe.com - www.zoomlion-europe.com - www.zoomlion-europe.com


Sommario

Periodico associato a

Agosto/Settembre 2020 - N. 2

FAB - Supplemento della rivista Sollevare dedicato alla Movimentazione Industriale e alla Logistica Meccanizzata

News .......................... p.8 Cover Story Mouvers ..................... p.14

FAB

Forklifts AGV Batteries

Direttore Responsabile Fabio Potestà Responsabile Editoriale Alberto Finotto Collaboratori Roberto Ambra Francesco Bottino Giacomo Grassi

Carrelli Elevatori Forklifts Still .............................. p.18 Baoli ............................ p.22 Aisem ......................... p.26 Mastermover ............. p.30 Brigade ....................... p.34 CLS ............................. p.38 Degrocar .................... p.42 CAT ............................ p.46 Jungheinrich .............. p.48

FAB

Forklifts AGV Batteries

Grafica e impaginazione Romina Testino grafica@mediapointsrl.it Fotografia Archivio Sollevare Ufficio traffico Daniela Chiusa daniela.chiusa@mediapointsrl.it

N. 2 - AGOSTO/SETTEMBRE 2020

In copertina: MOUVERS Si chiama Apollo e già nel nome richiama la perfezione di un’idea tecnologica nata dall’esperienza di Mouvers, protagonista d’avanguardia della movimentazione logistica e industriale

Direzione e redazione MEDIAPOINT & EXHIBITIONS SRL Corte Lambruschini Corso Buenos Aires, 8/7 16129 Genova - Italy tel. +39-010-5704948 fax +39-010-5530088 redazione@sollevare.it Pubblicità Italia ed estero tel. +39-010-5704948 fax +39-010-5530088 adv@sollevare.it Pre-stampa e stampa Euro Grafica - Genova Registrazioni Tribunale di Genova n.27/2011. Camera Commercio di Genova, R.I. N.O 395768 del 5 novembre 2001 Registro operatori di comunicazione N.O 022258 del 20 gennaio 2012

AGV EK Automation ......... p.52

Batterie Batteries Aliant Ultralight Battery ........................ p.54 Crown ........................ p.56 Enersys ....................... p.58

48

58

Comunicazione agli abbonati Art. 10 Legge 675/96. I dati personali contenuti negli archivi della casa editrice “Mediapoint & Exhibitions Srl” sono utilizzati solo dalla casa editrice e solo per perfezionare gli obblighi derivanti dagli abbonamenti. Tutti gli abbonati possono chiedere in qualsiasi momento l’aggiornamento o la cancellazione dei propri dati. Responsabile: Fabio Potestà Testi e foto a riproduzione vietata senza consenso della casa editrice. Legge 1396/42, art. 7, Reg. 18 © Copyright 2020

6

FAB

Forklifts AGV Batteries


www.ftmh.it


News LINDE

Material Handling da Formula Uno Dietro ogni grande spettacolo c’è un enorme lavoro di preparazione, coordinamento, cura, attenzione ai dettagli. E il Gran Premio di Formula 1 di Monza non fa eccezione. Negli spazi di manovra per la movimentazione dei bolidi da gara e di tutte le attrezzature necessarie agli allestimenti, il contributo dei carrelli Linde è decisivo. Ad essi è affidato l’inestimabile compito di occuparsi delle operazioni di carico e scarico dei truck e il disallestimento dei paddock per il Renault Racing Team, con tempistiche ridottissime e un’enorme responsabilità. Traslatori, posizionatori, fari speciali per il lavoro in notturna e forche speciali in lunghezza e larghezza sono gli strumenti fra le mani di un Service che ha zero margine di errore. Non c’è timore per l’altissimo valore delle attrezzature movimentate: la precisione dei muletti Linde H25 e H80, con l’ulteriore allestimento dedicato, si confermano ideali e affidabilissimi malgrado le esigenze di mobilità in spazi veramente ristretti. I fermi macchina non sono contemplati, esattamente come i ritardi nei servizi di consegna dei mezzi. Un massiccio schieramento di tecnologia vede il service di Linde arricchirsi dell’eccellente professionalità dei suoi tecnici, che con un vero gioco di squadra riesce a mettere il Racing Team nelle condizioni di dare il meglio in gara, ancora una volta.

8

#TENIAMODURO FAB Forklifts AGV Batteries


FLASH BATTERY

NewControl, vertice di ricerca in Europa Flash Battery, procede senza interruzioni lo sviluppo di un pacco batterie ad alta tensione tecnologicamente avanzato all’ interno del progetto europeo NewControl. La sinergia che si è creata tra le diverse figure del reparto R&D di Flash Battery (sviluppatori HW, FW, custom e progettisti) ha dato il via alla personalizzazione del proprietario BMS “Battery Management System” e l’introduzione di algoritmi diagnostici evoluti, in grado di tenere conto di dati ambientali e di sistema. In questo modo l’azienda contribuirà alla realizzazione del progetto europeo NewControl, che tra gli obiettivi primari ha proprio la creazione di una piattaforma di propulsione stabile ed altamente efficiente, parte di un ecosistema intelligente concepito in ottica predittiva e reattiva. Parte del Programma Quadro dell’Unione Europea per la ricerca e l’innovazione Horizon 2020, il progetto NewControl che si concluderà nel 2022, è finalizzato allo sviluppo di sistemi di controllo avanzati nell’ambito delle tecnologie abilitanti per la mobilità elettrica (guida autonoma, PowerTrain, batterie, ecc.) e si propone, in particolare, di rappresentare il punto di riferimento per l’affermazione nel mercato di veicoli elettrici ad elevata automazione.

AREA ESTERNA

Stand M2-N1

come and visit us

PIACENZA 3-5 OTTOBRE

2019

Forklifts AGV Batteries

FAB

9


News ENERMOVE

Alla ricarica per Michelin Il futuro della logistica industriale è senza fili: la multinazionale francese Michelin ha scelto di sperimentare la tecnologia di Enermove, startup spinoff del Politecnico di Torino e incubata in I3P, Incubatore di Imprese Innovative del Politecnico di Torino, per alimentare le batterie dei propri carrelli elevatori con il sistema di ricarica wireless. Per Michelin, il sistema di ricarica Wireless è stato collocato a bordo di un carrello elevatore frontale STILL Rx 20-20; in particolare, la macchina è stata equipaggiata con una batteria ermetica TPPL Piombo Puro. La progressiva eliminazione degli accumulatori tradizionali permetterà di sopprimere le zone dedicate alla rigenerazione delle batterie in stabilimento, con conseguenti benefici su sicurezza e ambiente. Grazie al monitoraggio del sistema da remoto possono essere prevenuti guasti e utilizzi impropri e di conseguenza risulterà significativamente ridotto il ricorso a interventi manutentivi di riparazione. L’impianto prototipale Enermove, che sarà installato presso Michelin, potrà in seguito essere generalizzato sugli altri carrelli della flotta, semplicemente equipaggiando le macchine di bobina ricevente, senza comportare modifiche strutturali dei mezzi.

PRECAST CONCRETE TRANSPORTER

10

FAB

Forklifts AGV Batteries TOP HANDLING SOLUTIONS SINCE 1962

www.italcarrelli.eu MADE IN ITALY


YALE

Al fianco della grande meccanica

Tradizione. Innovazione. Visione. Il motto del gruppo Silbitz riflette efficacemente la sua storia aziendale e il suo approccio lungimirante. Dalla fondazione della fonderia di Rasberg nel 1896, la società ha continuato a espandersi sino ad annoverare tre fonderie e uno stabilimento di lavorazioni meccaniche in quattro stabilimenti situati in Germania e in Slovacchia. Il gruppo Silbitz progetta e realizza in tempi rapidi prodotti affidabili e di alta qualità, fornendo ai clienti un ampio spettro di soluzioni e servizi per vari settori industriali, tra cui le tecnologie ferroviarie, le macchine utensili e l’eolico. Da 20 anni Yale Europe Materials Handling è a fianco del gruppo Silbitz nei suoi innovativi processi aziendali, fornendo le soluzioni più adatte alle specifiche esigenze del gruppo. HFT Hebe- und Fördertechnik ha operato in stretta collaborazione con il gruppo Silbitz per comprendere le esigenze operative dei tre nuovi stabilimenti e, avvalendosi delle esperienze maturate con le forniture alla fonderia di Silbitz, ha formulato soluzioni che si adattavano perfettamente ai requisiti di ogni singolo stabilimento. Sono state realizzate configurazioni di carrelli e attrezzature di varie portate e adatte a soddisfare le attuali e future esigenze di produzione. Sono state sviluppate soluzioni personalizzate per risolvere numerose problematiche e migliorare l’operatività futura degli stabilimenti. Per esempio, per lo stabilimento di Zeitz del gruppo è stato scelto il carrello controbilanciato GDP16EC12 con portata aumentata da 12 a 16 tonnellate. Di conseguenza il carrello è in grado di movimentare un numero significativamente maggiore di componenti, riducendo congestioni e punti di rallentamento nelle operazioni di carico con gru. In molti casi la flotta è stata standardizzata, riducendo in misura significativa la varietà di modelli e consentendo di ottenere maggiore flessibilità e intercambiabilità nel ricorso ai carrelli. Forklifts AGV Batteries

FAB

11


News CEVA

Logistica per giocattoli Ceva sarà responsabile della gestione del centro di distribuzione nazionale del Gruppo Ri-Happy nella città di Araçariguama, a nord-ovest di San Paolo, da cui l’azienda distribuisce una gamma di giocattoli che comprende articoli esclusivi e prodotti a marchio proprio. Questo centro di distribuzione di 21.000 metri quadrati rifornisce sia i negozi fisici che i clienti finali dell’eCommerce. CEVA gestirà più di 14.000 unità di stoccaggio (SKU) in questa struttura dedicata ai servizi B2C e B2B e supporterà più di 120 negozi in 81 località del Brasile. Il Gruppo Ri-Happy è l’unico rivenditore di giocattoli in Brasile con un’impronta nazionale. Il suo business è in rapida espansione e per il 2021 è previsto un secondo centro di distribuzione focalizzato nel nord est del paese. Il business online del Gruppo Ri-Happy è attualmente focalizzato nel sud est del Brasile, mentre i suoi negozi si trovano in tutta la nazione. Parte del ruolo di Ceva è quello di sviluppare la capacità online di Ri-Happy Group fornendo una gamma completa di prodotti in entrata, in partenza, gestione dell’inventario, picking, imballaggio e spedizione in tutta la sua vasta gamma di prodotti. Utilizzando il suo WMS (sistema di gestione del magazzino) e il software satellitare, Ceva collegherà senza soluzione di continuità tutti gli elementi della catena di fornitura per fornire al cliente una soluzione completamente trasparente e integrata.

12

FAB

Forklifts AGV Batteries


e e: info@jmgcranes.com

Elec www.jmgcranes.com Pick From 2 to 70 Ton Cran

Stand C2D1

Electric Pick&Carry e e: info@ Cranes www.jm

From

e e: info@jmgcranes.com www.jmgcranes.com

25 - 27 May 2022 Piacenza (Italy)

From 2 to 70 Ton

Stand C2D1 Visit Us:

25 - 27 May 2022 Piacenza (Italy)

Forklifts AGV Batteries

SAVE THE DATE: OPEN DAY CREMONA HUB

FAB

13


Cover Story MOUVERS

IL NOME DI UN SISTEMA DI MOVIMENTAZIONE RIVOLUZIONARIO RICHIAMA IL MODULO DELLA CONQUISTA DELLA LUNA. IN QUESTO CASO, IL SUCCESSO DELLA RICERCA TECNOLOGICA È ATTERRATO SULLA TERRA DELLA LOGISTICA E DELLA SUPPLY CHAIN INDUSTRIALE

14

FAB

Forklifts AGV Batteries

Apollo, l’evoluzione nello spazio L e idee non nascono mai dal nulla. Occorre che all’origine ci sia una culla propizia, un contenitore in grado di favorire, di queste stesse idee, la gestazione e lo sviluppo. A Padova, uno di questi contenitori formidabili è dedicato alla movimentazione e contiene già nel nome la propria vocazione. La Mouvers nasce ufficialmente nel 2001 ma due anni prima il seme di un’invenzione straordinaria si era già

insediato in un progetto innovativo, denominato Apollo 30, un carrello movimentatore in grado di spostare carichi fino alle 30 tonnellate. “L’azienda è nata proprio in occasione del brevetto ottenuto per l’Apollo ma le sue radici risalgono a sessant’anni prima - ci racconta Massimo Bettella, amministratore delegato di Mouvers - L’attività di famiglia si è sempre occupata del trasporto, della movimentazione e


dell’insediamento di macchinari e impianti pesanti, con operazioni specializzate spesso eseguite in condizioni difficili e in spazi ristretti. Proprio da questa esperienza è nata l’idea di creare un sistema mobile che potesse agevolare questo ciclo di interventi, anche nei contesti più complessi, dove non si può accedere, ad esempio, con una gru”. Da qui nasce l’Apollo, un carrello agile e modulare, pensato e concepito per i carichi e le movimentazioni più pesanti. Una macchina che in pochi anni dà origine a una vera e propria gamma di modelli differenziati a seconda degli ambiti di intervento. Questa stessa gamma oggi è stata aggiornata da Mouvers in versione Apollo System 2.0, il sistema modulare per la movimentazione di carichi pesanti e macchinari industriali. Il successo e l’attenzione di un pubblico di operatori internazionali è diventato il vettore di crescita e di successo per l’attività di Mouvers e da questa matrice eccellenza sono nate altre iniziative e nuovi progetti. “Il sistema si è arricchito nel tempo con soluzioni destinate a risolvere necessità molto particolari - continua Bettella, indicando la filosofia di evoluzione dell’Apollo - Altre applicazioni ad hoc sono state implementate su questo modello di carrello elevatore per soddisfare le esigenze di aziende primarie come la General Electric, ad esempio, che ha adottato una nostra macchina per la movimentazione di alcu-

ni tipi di turbine durante il ciclo di assemblaggio all’interno dello stabilimento di Firenze”. Il concetto alla base di Apollo System 2.0 è quello di avere a disposizione diverse combinazioni di carrelli che consentano la massima flessibilità operativa e valorizzino al massimo l’investimento nel parco macchine da parte dell’impresa.

L’Apollo è un carrello agile e modulare. La gamma oggi è stata aggiornata in versione Apollo System 2.0, per la movimentazione di carichi pesanti e macchinari industriali.

A misura dell’industria Una versione ulteriore e recente del sistema Apollo è stata concepita da Mouvers per sopperire alle necessità delle aziende di produzione, di movimentare items di un certo peso, che devono essere collocati su un piano di carico e, per ragioni operative, movimentati con frequenza alternando le fasi di presa e deposito. Il modulo si chiama Apollo Industry ed è molto simile a un rimorchio o a un semirimorchio ma con dimensioni ridotte e, soprattutto, un’altezza da terra estremamente bassa. “Il pianale può essere costruito con le misure necessarie e il numero di ruote posteriori adeguato alla portata - specifica Roberto Pellegrino - Ad esempio, nella versione Industry 20, il sistema Apollo è composto da un carrello semovente frontale FST 10 che incorpora un pistone centrale per consentire l’autocaricamento del pianale e una movimentazione immediata, senza l’ausilio di martinetti”. Il pianale, nella parte posteriore, contempla una fila di otto ruote del diametro di 200 mm, divise in due gruppi di quattro, della portata di 10 tonnellate ciascuno. Complessivamente, quindi, il carrello può movimentare fino a 20 tonnellate di peso, con un’altezza di carico minima e una centrale di alimentazione unica - a scelta tra le centrali già in produzione - che potrà essere utilizzata con altri componenti del sistema Apollo 2.0.

Forklifts AGV Batteries

FAB

15


Cover Story “Tutti gli elementi del sistema possono essere combinati tra loro per comporre la macchina che corrisponde alle esigenze dell’utilizzatore ci spiega Roberto Pellegrino, sales manager di Mouvers - Una configurazione tipica, ad esempio, è quella formata dalla centrale di alimentazione, da un carrello anteriore semovente e da una coppia di carrelli posteriori, ma le varianti possono essere innumerevoli. Per scegliere la combinazione ideale a misura dell’applicazione a cui l’Apollo è destinato, bisogna considerare innanzitutto la massa complessiva da movimentare, tenendo presente che in ogni momento il cliente ha la facoltà di sostituire uno degli elementi e raggiungere una capacità maggiore o, se necessario, un minore ingombro. Il sistema Apollo, in buona sintesi, è in grado di accompagnare puntualmente lo sviluppo di ogni attività che preveda una dinamica interna di movimentazione importante e strategica”. L’Apollo System 2.0 può essere composto, quindi, seguendo la necessità operativa del momento ed è sempre possibile sostituire uno dei componenti per raggiungere la portata desiderata. La scelta tra le centrali oleodinamiche disponibili vede l’alternativa tra un’alimentazione elettrica o a batterie mentre i carrelli semoventi FST possono essere selezionati in base alla portata oppure in considerazione delle dimensioni dei manufatti da movimentare. “Gli aggiornamenti e le novità tecniche che riguardano l’Apollo Sysrem 2.0 sono in continua evoluzione - rivela ancora Pellegrino - L’anno scorso è stata lanciata una combinazione formata esclusivamente da carrelli FST8 (della capacità di 8 ton) collegati tra loro e alimentati da una sola centrale. Una configurazione molto utile per la movimentazione di carichi con baricen-

Una configurazione tipica di Apollo System 2.0 è quella formata da una centrale di alimentazione, un carrello anteriore semovente e una coppia di carrelli posteriori.

16

FAB

Forklifts AGV Batteries


tro molto alto oppure con la necessità di essere supportati su quattro punti. Di recente, invece, abbiamo presentato la novità assoluta dei carrelli posteriori sterzanti RT-S 15 e RT-S 30 a comando idraulico, una tipologia che consente di movimentare items di grandi dimensioni in spazi molto ristretti, riducendo in modo significativo il raggio di rotazione e consentendo il movimento in diagonale, indispensabile per avvicinare o allontanare il manufatto da un muro o da un altro ostacolo fisso. Questi carrelli possono es-

sere forniti anche con dispositivo di compensazione idraulica per la formazione di gruppi di movimentazione su quattro punti”. Le novità della galassia Apollo System 2.0 non si esauriscono qui. Con la combinazione Twin-set, viene offerta la possibilità di operare con due carrelli motorizzati FST accoppiati da una sola centrale di alimentazione e con un solo radiocomando. In questo modo è possibile movimentare casse e oggetti che richiedono il supporto su quattro punti anziché sui classici tre punti. Le idee, quando la culla matrice di cui dicevamo all’inizio è oltremodo proficua, non si possono fermare. Così, sul fronte delle attrezzature, la dotazione di Apollo System 2.0 oggi può avvalersi anche del modulo Transpallet. “Sempre nell’ottica di conferire la massima flessibilità di utilizzo alle nostre macchine, abbiamo realizzato un accessorio che può essere assemblato sui carrelli semoventi standard FST8 e FST15 - ci illustra ancora Roberto Pellegrino - Questo attachment permette l’autocaricamento e la movimentazione di items fino a un peso di 15 tonnellate, in modo simile a quanto viene fatto con i normali transpallet. Nella versione standard, le forche del nostro accessorio sono telescopiche in lunghezza e allargabili ma possiamo realizzare anche versioni con forche dimensionate in modo specifico per la singola esigenza”. Il nostro articolo si conclude qui ma, come avrete ben capito, il flusso vitale della creatività Mouvers non si arresta alla cronaca attuale. Continua con altre invenzioni, sull’orizzonte multiforme della creatività.

L’attrezzatura transpallet permette l’autocaricamento e la movimentazione di items fino a un peso di 15 tonnellate, Nella versione standard, le forche sono telescopiche in lunghezza e allargabili.

Forklifts AGV Batteries

FAB

17


Carrelli Elevatori / Forklifts STILL

UN’AUTENTICA RIVOLUZIONE, QUELLA IMPRESSA DAL GRUPPO SOFIDEL ALLA PROPRIA FLOTTA DI MATERIAL HANDLING. SARÀ “FULL ELECTRIC” E DOTATA DI SISTEMI DI MONITORAGGIO D’AVANGUARDIA

18

FAB

Forklifts AGV Batteries

La carta del cambiamento L a decisione è di quelle che segnano il cambiamento di un’intera filosofia nella supply chain di un’azienda. Il gruppo Sofidel, uno dei leader mondiali nel mercato della produzione di carta tissue per uso igienico e domestico, ha deciso di sostituire tutti i carrelli termici in funzione nei propri stabilimenti produttivi e nei magazzini con carrelli a propulsione elettrica. Una premessa doverosa, proprio in considerazione della storicità del protagonista di questo passo epocale. La grande avventura industriale del gruppo Sofidel inizia nel 1966 e attualmente

coordina dalla sede centrale di Porcari (Lu) l’attività di 17 società in Europa e negli Stati Uniti (per oltre 6.400 addetti), impegnate nella produzione annua di oltre 1,3 milioni di tonnellate di carta. La rivoluzione definitiva del passaggio dai carrelli termici a una flotta completamente elettrica è maturata dopo una partnership trentennale tra la stessa Sofidel e un protagonista del material handling mondiale come Still; un sodalizio nato e cresciuto negli anni anche grazie all’eccellente lavoro del concessionario Baroncini di Livorno che da sempre segue le forniture e i servizi Still per la società lucchese.


Ambiente IREAD4.0

Sofidel può oggi fare affidamento in Italia su una flotta composta da oltre 160 carrelli Still – prevalentemente frontali elettrici RX 20 e RX 60 – che sono utilizzati per tutte le attività, dalla movimentazione della materia prima fino allo stoccaggio in magazzino del prodotto finito e al carico dei camion. Per rispondere alle specifiche esigenze dell’industria cartaria, la maggior parte dei carrelli è dotata di speciale equipaggiamento, come le pinze studiate per movimentare le balle di cellulosa o quelle per le bobine di carta. Su richiesta di Sofidel, che pone la salvaguardia dei propri operatori al primo po-

Recentemente due carrelli Still impiegati all’interno del magazzino di Tassignano, non lontano dal quartier generale di Sofidel, sono stati dotati di innovativi sistemi di tracciabilità volti sia a garantire la massima sicurezza nell’ambiente di lavoro sia a ottimizzare l’allocazione dei pallet e dei percorsi compiuti dai mezzi. Equipaggiati con antenna di rilevamento e avanzati sistemi di lettura di Tag RFID, i carrelli Still sono diventati una componente essenziale del sistema IREAD4.0 implementato da Sofidel per il monitoraggio e la gestione automatica di merci e carrelli. “Con il progetto IREAD4.0 – spiega Antonio Congi, Supply Chain Models Development Manager di Sofidel – abbiamo dotato i nostri magazzini di tecnologie all’avanguardia nell’ottica del paradigma dell’industria 4.0. Questo ci ha permesso di rendere più efficienti e meno onerose tutte le attività di movimentazione nel magazzino”.

La rivoluzione Still del passaggio dai carrelli termici a una flotta completamente elettrica è maturata dalla partnership trentennale con Sofidel.

Forklifts AGV Batteries

FAB

19


Carrelli Elevatori / Forklifts

sto, tutti i carrelli sono inoltre stati equipaggiati delle più avanzate dotazioni di sicurezza, come la Safety Light che segnala l’approssimarsi del mezzo o il sistema di prevenzione delle collisioni che rallenta o arresta il carrello quando rileva un pedone o altri ostacoli. Con l’obiettivo di azzerare le emissioni e rendere ancora più efficienti le attività logistiche, Sofidel quindi ha avviato un processo di sostituzione di tutti i carrelli termici con equivalenti modelli elettrici in tutta Europa. Still supporta questo ambizioso progetto attraverso il coordinamento internazionale dalla propria sede centrale. Da anni leader nello sviluppo di soluzioni innovative in questo ambito, Still offre sotto questo profilo una gamma notevolmente ampia e completa di carrelli elettrici con la garanzia delle stesse prestazioni dei modelli equipaggiati con motori diesel e con il plus rilevante dei costi di manutenzione sensibilmente inferiori. In Italia, Sofidel si è già dotata di oltre 20 nuovi carrelli elettrici Still e nel giro di cinque anni tutta la flotta italiana del gruppo sarà a emissioni zero.

Sofidel ha avviato un processo di sostituzione di tutti i carrelli termici con equivalenti modelli elettrici Still in tutta Europa.

20

FAB

Forklifts AGV Batteries


Non vuoi finire così?

Non trascurare mai la manutenzione delle batterie.

La batteria è la parte più costosa di qualsiasi veicolo elettrico. È anche la parte con il maggior potenziale per farti risparmiare tempo e denaro. La corretta manutenzione della batteria è di solito un lavoro impegnativo. È necessario pulire, caricare, scaricare − misurare la tensione della cella durante tutta la scarica − controllare ripetutamente la densità delle singole celle e così via. Gli strumenti di manutenzione della batteria Energic Plus eseguono automaticamente quest’intero processo. Basta impostare tutto. Ricarica, scarica, analisi delle celle, desolfatazione, rapporti prima e dopo, analisi e rigenerazione: tutto questo è fatto mentre stai facendo altri lavori!

Vuoi saperne di più? Contatta Energic Plus tramite info@energicplus.com oppure vai su www.energicplus.com per scoprire la gamma completa, guardare filmati sui prodotti o leggere alcune storie di successo stimolanti.

IN CHARGE OF YOUR BATTERIES Forklifts AGV Batteries

FAB

21


Carrelli Elevatori / Forklifts

BAOLI

La squadra svelta L CON L’ORDINE DI 173 NUOVI MODELLI DI TRANSPALLET E STOCCATORI, UNICOOP TOSCANA HA SCELTO L’AFFIDABILITÀ E LA FLESSIBILITÀ D’USO DI MODELLI COME L’EP 12WS E L’ES 10-N01

22

FAB

Forklifts AGV Batteries

a scelta di Unicoop Tirreno - una delle nove grandi cooperative italiane della Grande Distribuzione Organizzata -, ha scelto di affidarsi all’efficienza di servizio dei carrelli Baoli per le attività di movimentazione all’interno dei 94 punti vendita proprietari in Toscana. La flotta di mezzi consegnata a Unicoop da Baoli è composta dai transpallet EP 12WS e dalle serie di stoccatori ES 10-N01 e ES 16-N02 a propulsione elettrica con caricabatterie incorporato, che oltre al vantaggio dell’assenza di emissioni inquinanti, escludono la necessità di sale adibite alla ricarica all’interno dei magazzini. Fondata nel 1945, Unicoop Tirreno impiega complessivamente 3.800 dipendenti e circa 600.000 soci e conta 94 punti vendita distribuiti tra la Toscana, il Lazio e l’Umbria. Nel 2017 la cooperativa ha avviato un ambizioso piano di trasformazione e risanamento, optando su un modello commerciale improntato su supermercati, superstore e negozi di prossimità, con l’obiettivo di fornire ai clienti prodotti freschi e

legati al territorio. Al contempo, il nuovo management ha investito nell’ammodernamento dei punti vendita e in dinamiche di efficienza per tutte le operazioni logistiche. Con una selezione che ha coinvolto i principali costruttori internazionali nella gara per la sostituzione della flotta di carrelli utilizzata nei punti vendita dell Toscana - per la maggior parte era composta da mezzi vecchi e obsoleti con alti costi di gestione e batterie al piombo - l’analisi delle prerogative delle varie linee di prodotto ha portato a un verdetto inoppugnabile. Tra le offerte presentate, Unicoop ha scelto quella di Baoli e, dopo aver sottoposto i mezzi a numerose prove d’impiego, ha ordinato la flotta di 173 nuovi carrelli delle tre differenti tipologie già menzionate. Si parte dagli stoccatori compatti ES 10-N01, in grado di movimentare fino a 1.000 kg, dotati di un comodo layout a quattro punti di appoggio e di un timone laterale che conferisce stabilità e modalità di guida ottimali. A seguire, i modelli ES 16-N02, stoccatori con portata da 1.600 kg che garantiscono elevate portate residue ad


Efficienza di stoccaggio L’ES 10-N01, tra gli ordini maggiori effettuati per la flotta di Unicoop Tirreno, è uno stoccatore elettrico della gamma Baoli più compatta e funzionale. Si tratta di una macchina utilizzabile in una grande varietà di applicazioni non gravose all’interno dei magazzini. Ha una portata di 1.000 kg ed è disponibile con altezze di sollevamento da 1.60 a 3.500 mm. Le batterie installate (2 x 12V - 85 Ah) sono di tipo automotive e il caricabatterie incorporato garantisce le migliori performance di alta autonomia. Il timone di guida, molto ergonomico, permette un controllo sicuro del mezzo con una mano. Quattro punti di appoggio e un timone disposto lateralmente conferisce, come già rilevato nell’articolo principale, un’ottima manovrabilità. Tra le dotazioni, menzioniamo inoltre l’indicatore di scarica batteria, con funzione di cut-off del sollevamento. Le colonne di sollevamento sono progettate per garantire la massima visibilità e un’elevata affidabilità strutturale nel tempo.

Forklifts AGV Batteries

FAB

23


Carrelli Elevatori / Forklifts La flotta di mezzi Baoli per Unicoop è composta dai transpallet EP 12WS e dalle serie di stoccatori ES 10-N01 e ES 16-N02 a propulsione elettrica.

24

FAB

Forklifts AGV Batteries

alte quote di movimentazione e una perfetta visibilità attraverso i montanti. L’EP 12WS è invece la scelta di transpallet elettrico con 1.200 kg di portata che si caratterizza per la sua struttura leggera e robusta e per le sue dimensioni estremamente ridotte, punti di forza che lo rendono una macchina ideale per operare in spazi angusti come negozi e punti vendita al dettaglio. Le attività di manutenzione ordinaria e straordinaria di tutta la flotta sono invece state affidate a STC, azienda partner di Baoli per il Service, insediata nel quartiere generale di Venturina (Li). “Siamo entusiasti della collaborazione avviata con Baoli – sconferma Armando Picuno, diret-

tore operativo di Unicoop Tirreno – Oltre ad aver presentato la migliore offerta in termini di qualità-prezzo, Baoli ha saputo proporre moduli perfetti per le nostre esigenze. Sono stati gli stessi operatori a promuovere i carrelli Baoli, che prima della stipula del contratto sono stati testati per diversi mesi nei nostri punti vendita. Scegliendo carrelli moderni ed efficienti da un lato abbiamo ridotto il numero della flotta da 240 a 173 unità, contenendo i costi di gestione, dall’altro abbiamo guadagnato spazio nei punti vendita con nuovi carrelli che non necessitano di una postazioni e sale di ricarica dedicate”.


Co-located with

europe

18-20 May, 2021 // Messe Stuttgart, Germany

The leading meeting place for the advanced ba ery and H/EV technology community

3

days

400+

90+

exhibitors

For 10% off a conference pass, enter ‘SOLL10’ at checkout Key Ba ery Show companies in a endance

speakers

The thing that brings us back is the combination of both decision makers, engineers and the scientists that you get to meet face-to-face. — Jeff Norris CEO Paraclete Energy

Register for your pass at www.thebatteryshow.eu 8605_TBS_EU20

Forklifts AGV Batteries

FAB

25


Carrelli Elevatori / Forklifts

(Ri)flessioni di mercato

AISEM

UN CALO FISIOLOGICO NEL 2019 PER I FRONTALI ELETTRICI E TERMICI. AVANZANO ANCORA I MODELLI DA MAGAZZINO, CON PREVISIONI DI CRESCITA SULLE TIPOLOGIE ELETTRICHE

26

FAB

Forklifts AGV Batteries

D

all’elaborazione delle indagini statistiche condotte in collaborazione tra Anima/Aisem e Ascomac/Unicea - a cui aderiscono tutti i principali costruttori e distributori di carrelli industriali in Italia - è stata ricavata e resa pubblica dalla stessa Associazione italiana dei sistemi di sollevamento, elevazione e movimentazione, la nota informativa annuale sull’andamento del mercato che riguarda i carrelli elevatori. I dati definitivi rilevano che nel 2019 il mercato italiano dei carrelli industriali ha fatto segnare la prima lieve decrescita dal 2012 (-2% rispetto al 2018). La decrescita è stata relativamente più marcata nel segmento dei carrelli frontali elettrici (-9%) e nel segmento dei carrelli frontali termici (-5%) mentre nel segmento dei carrelli da magazzino è stata registrata un’ulteriore lieve crescita rispetto al 2018 (+2%). “Le previsioni dello scorso anno circa la possibile decrescita del nostro mercato sono state con-

fermate per quasi tutte le tipologie di macchine, eccezione fatta per i carrelli magazzinieri (+2%) - è il commento di Patrizio Mascitti, presidente di Unicea - Questo dato conferma come in Italia sia sempre più solido ed in espansione il settore logistico. Tali macchine si prestano inoltre molto facilmente all’applicazione di nuovissime soluzioni ad alta tecnologia, che massimizzano la produttività e la sicurezza delle macchine. I carrelli controbilanciati elettrici (-9%) e quelli endotermici (-5%) hanno seguito l’andamento decrescente del mercato di riferimento mondiale (-2%). Si pensa che la diminuzione sia dovuta a un calo di ordini sul venduto, a fronte di un comparto noleggio pressoché invariato e prevalente. Comunque, è altresì importante notare come quasi tutte le regioni del Centro-Sud Italia, abbiano avuto un trend 2019 quasi totalmente opposto a quello nazionale e siano le uniche, oltre al Trentino-Alto Adige, ad aver registrato crescite”.


Scheda Informativa 2020

50.640

33.012

14.789

2.839

Mercato a livello regionale – Ordini 2019 Fonte: Aisem/Anima

Nel 2019 il mercato italiano dei carrelli industriali ha fatto segnare la prima lieve decrescita dal 2012 (-2% rispetto al 2018).

Frontali

Frontali

TOTALE

La decrescita è stata relativamente dei carrelli frontali elettrici (-9%) e nel segmento dei REGIONE più marcata nel segmento Magazzinieri Elettrici Termici GENERALE carrelli frontali termici (-5%) mentre nel segmento dei carrelli da magazzino è stata registrata un’ulteriore lieve PIEMONTE - V. D'AOSTA 2.454 1.374 186 4.014 crescita rispetto al 2018 (+2%)

LIGURIA LOMBARDIA VENETO FRIULI VENEZIA GIULIA TRENTINO ALTO ADIGE EMILIA ROMAGNA TOSCANA UMBRIA MARCHE LAZIO ABRUZZO - MOLISE CAMPANIA PUGLIE BASILICATA – CALABRIA SARDEGNA SICILIA TOTALE ITALIA

308 9.121 5.089 563 723 4.201 1.556 454 717 2.251 654 1.854 1.097 435 423 1.112 33.012

107 3.973 1.982 459 336 2.366 783 193 376 680 470 719 406 171 128 266 14.789

41 511 268 83 39 472 142 51 43 144 69 247 207 94 60 182 2.839

456 13.605 7.339 1.105 1.098 7.039 2.481 698 1.136 3.075 1.193 2.820 1.710 700 611 1.560 50.640

Fonte: Aisem/Anima

Forklifts AGV Batteries

FAB

27


Carrelli Elevatori / Forklifts

Mercato a livello regionale – Confronto Ordini 2019/2018

Regione PIEMONTE – V. D'AOSTA LIGURIA LOMBARDIA VENETO FRIULI VENEZIA GIULIA TRENTINO ALTO ADIGE EMILIA ROMAGNA TOSCANA UMBRIA MARCHE LAZIO ABRUZZO - MOLISE CAMPANIA PUGLIE BASILICATA – CALABRIA SARDEGNA SICILIA TOTALE ITALIA

TOTALE

Peso della Regione sul Totale (2018)

Peso della Regione sul Totale (2019)

-2%

-8%

8%

8%

-44% -10% -7%

11% -16% -3%

-30% -5% -4%

1% 28% 15%

1% 27% 14%

6%

-8%

5%

-1%

2%

2%

10%

-8%

-24%

2%

2%

2%

-1% -11% -14% 4% 29% 1% 15% 15%

-21% -3% 7% -12% 8% 65% 21% -2%

-21% -26% -2% 0% -15% 82% -5% 75%

-10% -10% -8% -2% 21% 23% 14% 15%

15% 5% 1% 2% 5% 2% 5% 3%

14% 5% 1% 2% 6% 2% 6% 3%

41%

16%

29%

32%

1%

1%

43% 14% 2%

5% -4% -9%

50% 17% -5%

33% 11% -2%

1% 3%

1% 3%

Magazzinieri

Frontali Elettrici

Frontali Termici

3%

-23%

-28% -2% -3%

Fonte: Aisem/Anima

Aisem, testimone d’industria L’Associazione italiana dei sistemi di sollevamento, elevazione e movimentazione (Aisem) si è costituita nel 1992 dalla fusione di due unioni imprenditoriali già federate ad Anima-Confindustria da più di quarant’anni, l’UCICIS e l’UST.  L’UCICIS, fondata nel 1955, per anni ha rappresentato l’associazione dei costruttori di carrelli elevatori, delle attrezzature e delle ruote industriali. L’UST, costituta nel 1985, ha raccolto l’esperienza e la professionalità di una precedente unione che operava nell’ambito di Anima fin dagli anni Cinquanta, raccogliendo l’eredità di riferimento per i costruttori delle macchine di sollevamento. Oggi Aisem, in uno spirito di sinergia, riunisce al suo interno i maggiori imprenditori nazionali nella costruzione e distribuzione di macchine per la movimentazione e il sollevamento di materiali; attualmente rappresenta circa il 75% dell’intera produzione nazionale, di cui circa il 40% destinata all’export. Recentemente il Gruppo Ruote industriali si è staccato dall’Associazione costituendo una unione a sé, l’UCIR (sempre nell’ambito della Federazione Anima). Aisem rappresenta il Comitato Nazionale Italiano FEM (Federation Europeen de la Manutention) che da oltre 50 anni riunisce i più prestigiosi costruttori europei del settore ed è stata tra le prime organizzazioni in Europa a produrre raccomandazioni tecniche per la costruzione di macchine, diventando uno dei principali interlocutori del CEN (Comitato Europeo di Normazione).

28

FAB

Forklifts AGV Batteries

La riflessione del presidente di Unicea è completata dalla considerazioni di Loreno Leri, coordinatore del Comitato Statistiche Sezione Carrelli Industriali di Aisem. “Dopo anni di crescita costante, il mercato Italiano vede una leggera correzione - rileva Leri - Questa dinamica di flessione piuttosto accentuata riguarda i carrelli controbilanciati ma il calo è compensato dal comparto dei magazzinieri che beneficia, comunque, dell’ingresso sul mercato di carrelli a timone di fascia molto economica. In termini di fatturato quindi il calo è comunque sensibile, ma era atteso dopo anni di continua crescita. Sicuramente il comparto dei carrelli da magazzino, modelli di più alte prestazioni per applicazioni specifiche, è quello destinato maggiormente ad essere sostenuto nel prossimo futuro. L’Italia, ahimè più votata ad essere un paese con centri logistici piuttosto che ricco di centri produttivi, vedrà senz’altro, sempre di più, la crescita di carrelli elettrici e da magazzino”.


FAB - Supplemento della rivista Sollevare dedicato alla Movimentazione Industriale e alla Logistica Meccanizzata

FAB

FAB

Forklifts AGV Batteries

Forklifts AGV Batteries

N. 1 - FEBBRAIO/MARZO 2020

N. 2 - AGOSTO/SETTEMBRE 2020

Per prenotare la Vostra pubblicità su

FAB FAB Forklifts AGV Batteries

Visitate www.sollevare.it, il Portale Italiano per il Sollevamento, la Movimentazione Industriale e Portuale e il Trasporto Pesante The Leading Italian Magazine and Website for the Lifting, Industrial & Port Handling and Heavy Transport Markets

Forklifts AGV Batteries

La Rivista “Sollevare” è edita da Mediapoint & Exhibitions s.r.l. di Genova

Anno 6 - Agosto/Settembre 2020

B

Sollevamento | Trasporti Eccezionali | Movimentazione Industriale e Portuale Sollevamento | Trasporti Eccezionali Movimentazione Industriale e Portuale 8a Edizione

R

Giornate Italiane del Sollevamento e dei Trasporti Eccezionali

The Lifting, Industrial & Port Handling and Heavy Transport Show Piacenza, 7-9 October 2021 www.gisexpo.it

FAB contattare

Piacenza 7- 9 Ottobre 2021

FAB - Supplemento della rivista Sollevare dedicato alla Movimentazione Industriale e alla Logistica Meccanizzata

FAB

Forklifts AGV Batteries

FAB - Supplemento della rivista Sollevare dedicato alla Movimentazione Industriale e alla Logistica Meccanizzata

Forklifts AGV Batteries

Forklifts AGV Batteries

Tel. 010 5704948 / info@fab-magazine.it N. 1 - FEBBRAIO/MARZO 2020

Batteries è il supplemento speciale nte dedicato a quella tipologia di macchinari a per il comparto della logistica (e non solo). all’anno come testata a sé stante insieme avrà la medesima capillare diffusione atori italiani del comparto.

ies es

FAB - Supplemento della rivista Sollevare dedicato alla Movimentazione Industriale e alla Logistica Meccanizzata

FAB - Forklifts AGV Batteries is the special supplement of Sollevare magazine entirely dedicated to those types of machines and equipment which are essential for the logistics operators (and not only). FAB will be distributed three times a year as a separate magazine together with Sollevare and will have the same wide distribution to all Italian industry operators.

PROSSIME USCITE N. 2 - AGOSTO/SETTEMBRE 2020

USCITA/ISSUE

TEMATICHE/MAIN FEATURES

DISTRIBUZIONI FIERISTICHE/BONUS DISTRIBUTION

N° 1 - 2021

Anteprime CEMAT e THE BATTERY SHOW EUROPE

• MADE IN STEEL 2021 (Milano), 17-19 Marzo

Febbraio / Maggio February / May

CEMAT and THE BATTERY SHOW EUROPE Previews

• TRANSPOTEC LOGITEC – Milano (Italia), 18-21 Marzo

Speciale focus: BATTERIE, ACCUMULATORI, RADDRIZZATORI

• CEMAT 2021 – Hannover (Germania), 12-16 Aprile • THE BATTERY SHOW EUROPE – Stoccarda (Germania), 18-20 Maggio

Special focus on: - BATTERIES AND BATTERY CHARGERS

• IRE INTERNATIONAL RENTAL EXHIBITION – Maastricht (Olanda), 15-17 Giugno

N° 2 - 2021

Anteprima LOGIMAT

• LOGIMAT – Stoccarda (Germania), 22-24 Giugno

Giugno / Settembre June / September

LOGIMAT Preview

• ISSA PULIRE 2021 – Verona (Italia), 7-9 Settembre

N° 3 - 2021

Guida al AGV EXPO e GIS 2021

• AGV EXPO 2021 – Piacenza (Italia), 7-9 Ottobre

Ottobre / Dicembre October / December

AGV EXPO and GIS 2021 Show Guide

• GIS 2021 – Piacenza (Italia), 7-9 Ottobre

• APEX 2021 – Maastricht (Olanda), 15-17 Giugno

nferences

• PLATFORMERS DAYS – Karlsruhe (Germania), 10-11 Settembre

ware 4.0

e

on firms

• MIAC 2021 – Lucca (Italia), 13-15 Ottobre

Forklifts AGV Batteries

FAB

29


Carrelli Elevatori / Forklifts MASTERMOVER

Sicuri del proprio valore

I nuovi trainatori multiterreno AT TOWs di MasterMover incrementano l’efficienza operativa grazie alla notevole autonomia della batteria (al litio, con caricabatterie interno).

DAL REGNO UNITO ARRIVA UNA GAMMA IN GRADO DI ELEVARE L’EFFICIENZA OPERATIVA IN OGNI TIPO DI MAGAZZINO. IN PRIMO PIANO, I NUOVI TRAINATO ALL TERRAIN AT TOWS

30

FAB

Forklifts AGV Batteries

L

e soluzioni innovative più diversificate per il material handling non mancano certo a un costruttore polivalente come MasterMover, specialista nelle tipologie

dei trainatori e spintori elettrici per la movimentazione di carichi su ruota da 50 fino a 360.000 kg. Gli ingegneri della sede di Ashbourne hanno sviluppato nel tempo peculiarità importanti


che caratterizzano una gamma di movimentatori elettrici rivolti a una clientela che richiede moduli in grado di lavorare con efficienza entro spazi limitati, secondo prerogative di sicurezza e di automazione (inclusa una linea di prodotti dedicata agli AGV). La ricerca MasterMover negli ultimi mesi si è dedicata al potenziamento della propria serie di trainatori multiterreno (AT TOWs), incrementandone l’efficienza operativa con un miglioramento di autonomia della batteria (con l’implementazione di batterie al litio e caricabatterie interno), un accesso facilitato e l’opzione di controllo wireless della macchina, con la possibilità di selezionare la modalità di guida. Si tratta dell’ultima generazione della linea di prodotti MasterMover, in grado di elevare il rendimento di movimentatori elettrici che riducono ormai al minimo il rischio e lo sforzo-limite nelle operazioni di spostamento dei carichi pesanti su ruota. I movimentatori MasterMover (con operatore a piedi) sono flessibili, sicuri da gestire e con una preminenza di comparazione funzionale, nel confronto con altri tipi di soluzioni per la movimentazione di magazzino. “I nuovi AT TOWs sono l’ultima frontiera di una vasta gamma di prodotti concepiti per le diverse sfide che i nostri clienti affrontano nei più vari contesti di produzione e logistica - conferma Andy Owen, amministratore delegato di MasterMover - Per questo motivo offriamo anche un servizio di programmi speciali per soluzioni personalizzate. Grazie alle nostre competenze nella progettazione, possiamo modificare prodotti esistenti o realizzare soluzioni completamente nuove per risolvere le specifiche necessità dei nostri clienti in relazione alla movimentazione dei materiali”. Le soluzioni innovative menzionate da Owen, sono sempre più apprezzate da un ampio pubblico di clienti internazionali in vari settori, dalla manifattura farmaceutica all’edilizia, dalla fabbricazione di imbarcazioni agli ambiti più generali dei magazzini e della logistica. Come risultato, MasterMover si presenta come partner per eccellenza dei più grandi brand globali per una vasta gamma di impieghi. “I nuovi AT TOWs racchiudono tante altre recenti innovazioni di MasterMover, tutte progettate nel nostro quartier generale centrale di Ashbourne - aggiunge Andy Owen - I nostri movimenta-

Avanguardia da remoto RPS3000+, il primo movimentatore elettrico di MasterMover controllato completamente da remoto, è stato lanciato con successo nel 2018 ed è a oggi la soluzione di movimentazione più potente dell’azienda. Capaci di spostare carichi su ruota con un peso fino a 30.000 kg, le macchine hanno già ricevuto apprezzamenti provenienti da clienti produttori di barche e di turbine eoliche. Il movimentatore PS3000+ può essere utilizzato anche nella modalità multilink, consentendo un controllo wireless e in simultanea di 12 trainatori elettrici con un movimento completamente sincronizzato. Si tratta di un’applicazione modulare, scalabile e pronta per il futuro che permette la movimentazione sicura di carichi da 30.000 kg fino a 360.000 kg. MasterMover è all’avanguardia della tecnologia automatica nei movimentatori elettrici per una maggiore flessibilità e la creazione di flussi di lavoro pronti per gli standard dell’Industria 4.0. La linea AGV è in grado di movimentare carichi fino a 30.000 kg e offre una selezione di dispositivi di superficie, laser o ambiente sia con intelligenza a bordo per le unità che operano da sole o intelligenza centralizzata per la coordinazione della flotta. Una navigazione naturale che usa uno scanner laser e rimuove la necessità di strutture fisse come nastri, tag RFID o codici a barre. Intanto, la funzione dual-mode permette di passare, all’occorrenza, da un AGV senza operatore a trainatore pedonale. Questo significa che se i clienti vogliono cambiare temporaneamente il percorso dell’AGV, non necessitano del nostro intervento e non devono imparare come programmare autonomamente l’AGV stesso.

Il movimentatore PS3000+ può essere utilizzato anche in modalità multi-link, con gestione wireless simultanea fino a 12 trainatori elettrici con movimento completamente sincronizzato.

Forklifts AGV Batteries

FAB

31


Carrelli Elevatori / Forklifts

I trainatori e spintori elettrici per la movimentazione di carichi su ruota di MasterMover contemplano capacità da 50 fino a 360.000 kg.

32

FAB

Forklifts AGV Batteries

tori elettrici migliorano ovunque la sicurezza dell’ambiente di lavoro e l’efficienza operativa, seguendo le esigenze più importanti della facilità di guida e della precisione di gestione dei carichi in spazi ristretti. Abbiamo la disponibilità di offrire modelli in acciaio inossidabile e Atex per soddisfare gli standard più stringenti delle imprese del settore. In sostanza, i movimentatori elettrici MasterMover si candidano ad essere soluzioni ideali per raggiungere un aumento sensibile della produttività e una riduzione delle attività di magazzino senza valore aggiunto, grazie all’ingegneria d’eccellenza contenuta nelle nostre macchine. Partner di lavoro, lo ripeto, sicure e facili da utilizzare, in grado diridurre la necessità di intervento manuale e di abbattere decisamente ogni rischio di infortunio”.


THE ONLY EUROPEAN EXHIBITION FULLY DEDICATED TO THE MID-STREAM SECTOR AND THE GAS, OIL & WATER DISTRIBUTION NETWORKS

Pipeline & Gas Expo THE UTILITY CONSTRUCTION SHOW 2nd Edition

25-27 May 2022 - Piacenza (Italy)

For info and stand bookings info@pipeline-gasexpo.it - Ph. +39 010 5704948

www.pgexpo.eu

Forklifts AGV Batteries

FAB

33


Carrelli Elevatori / Forklifts BRIGADE

Terminal sicurezza

SUL NUOVO FORKLIFT FTMH FTF36-12, RAIL CARGO HA INSTALLATO UN MODULO BACKEYE360 DI ULTIMA GENERAZIONE. PER UNA VISIONE TOTALE NELLE OPERAZIONI E SULL’AREA CIRCOSTANTE, AZZERANDO OGNI RISCHIO 34

FAB

Forklifts AGV Batteries

A

Desio, sulla linea ferroviaria Milano-Chiasso, ha base uno dei Terminal di Rail Cargo, il ramo italiano della divisione merci Ferrovie Austriache, in capo al gruppo ÖBB. Il secondo centro intermodale si trova a San Stino di Livenza, in provincia di Venezia ed entrambe le sedi rappresentano importanti snodi logistici completi di magazzini coperti - rispettivamente da 36.000 e 24.000 metri quadrati - dove si completano gli scambi delle merci dal trasporto su rotaia a quello su gomma. A complemento della presenza del gruppo ÖBB, in Italia, sono insediate altre due società, la Rail Cargo Carrier, azienda di trazione ferroviaria proprietaria dei locomotori, e la Rail Cargo Logistics che commercializza i servizi delle altre divisioni. Questo preambolo ci serve per definire una realtà logistica consolidata, in crescita costante ormai da parecchi anni e con un 2020 in asce-

sa, nonostante le difficoltà del periodo causate dalla crisi economico-sanitaria legata al Coronavirus. Una visione proiettata in avanti, con


ZoneSafe, raggio di controllo Nell’ottica di un perfezionamento ancora maggiore della sicurezza operativa, Rail Cargo sta testando un nuovo dispositivo di Brigade Elettronica, denominato ZoneSafe. Si tratta di un sistema di rilevamento macchinauomo, con tecnologia di identificazione a radiofrequenza RFID, in grado di segnalare tempestivamente la presenza di persone nei pressi delle macchine, oltre a poter controllare gli accessi e ad integrarsi con le automazioni aziendali. ZoneSafe si compone di un’unità di controllo, di una o più antenne montate sul mezzo, di una Vibratag Driver portata dal conducente e di altre Vibratag per i pedoni. Quando una persona, dotata di tag, entra nella zona di rilevamento dell’antenna, un allarme visivo e sonoro avvisa l’operatore. L’area di rilevamento dell’antenna è programmabile, con un raggio variabile da 3 a 10 metri, anche attraverso muri ed ostacoli. Le tag di ZoneSafe, oltre a incrementare il livello di sicurezza, sono utili pure per il controllo degli accessi del personale. Ogni tag, infatti, ha un identificatore univoco ed è collegata ad individui specifici. Il sistema è di facile settaggio e impiego, tramite l’apposita applicazione e il dashboard che, via wi-fi, monitora le varie tag, oltre a generare report automatici e condividere dati. ZoneSafe è al vaglio di Rail Cargo, che ha già comunque espresso parere positivo e ne sta valutando l’adozione.

Forklifts AGV Batteries

FAB

35


Carrelli Elevatori / Forklifts una reale attenzione alla sicurezza operativa nelle aree dedicate al traffico merci. Recependo a pieno le indicazioni della casa madre austriaca, Rail Cargo ha applicato ogni tutela individuata da normative e procedure per i lavoratori interni, con un accento particolare sui lavoratori dedicati alle movimentazioni. Nelle operazioni di carico e scarico, infatti, è necessario che parte del personale stia relativamente vicino al mezzo di sollevamento; Rail Cargo quindi ha operato su due fronti per aumentarne la sicurezza, nell’aggiornamento del parco macchine e nell’installazione di dispositivi ausiliari. Nella sede di Desio Rail Cargo ha sostituito i vecchi modelli di forklift con nuove unità più ergonomiche e con una visibilità migliore. Sul nuovo FTMH FTF36-12 ha previsto inoltre l’installazione del modulo Backeye360 di Brigade Elettronica, il sistema di visione a 360 gradi che consente di visualizzare perfettamente tutta l’area circostante il mezzo in opera, con diversi vantaggi che comprendono la tranquillità di guida, la sicurezza per gli operatori presenti sul piazzale e un notevole aiuto nelle manovre più complesse. Rail Cargo ha optato per un sistema Backeye360 di ultima generazione, abbinandolo al monitor VBV-7104FM, sempre di Brigade Elettronica, robusto, resistente e con una dimensione di ben 10,4 pollici. Il Backeye360, tramite un software dedicato, riunisce in un’unica immagine dall’alto, in tempo reale, le riprese di quattro telecamere intorno al mezzo, azzerando così gli angoli ciechi. Backeye360 è configurabile a seconda delle applicazioni e prevede, addirittura, 19 modalità di visualizzazione, a schermo intero o frazionato: oltre ad immagini panoramiche del veicolo a tutto campo, si può anche suddividere il monitor e focalizzarsi su singole viste attivate, come l’area anteriore/posteriore del veicolo, ideale per le manovre di parcheggio e a bassa velocità, o specifici settori in caso di operazioni di carico e scarico. Considerando che a Desio vengono movimentate circa 600.000 tonnellate di merce all’anno, per il 60% siderurgica (coils, tubi, blocchi di ferro), Backeye360 costituisce certamente la soluzione più indicata. Con continui trasbordi da rotaia a camion, e viceversa, e, a volte, anche nei depositi intermedi e nelle zone di stoccaggio, il rischio di incroci tra mezzi e persone è elevato e la scelta di Rail Cargo spezza una lancia decisiva a favore della massima sicurezza.

36

FAB

Forklifts AGV Batteries


Forklifts AGV Batteries

FAB

37


Carrelli Elevatori / Forklifts

Oltre l’automazione

CLS

CONTINUA IL PERCORSO D’INNOVAZIONE DELL’AZIENDA MILANESE CHE PUNTA SU SOLUZIONI E CONSULENZA DI ALTO LIVELLO PER LA LOGISTICA DELLE IMPRESE

S

iamo di fronte a un’evoluzione definitiva verso un approccio complesso alla logistica di chi fa impresa. Chi vuole adottare, oggi, soluzioni efficaci e realmente innovative può trovare in CLS un partner puntuale per il proprio futuro. Una metodologia

38

FAB

Forklifts AGV Batteries

all’avanguardia e un approccio di consulenza che offre realmente vantaggi competitivi: un intento dichiarato dall’azienda di Carugate (Mi) anche sul nuovo sito web, focalizzato non più solo sulla presentazione di prodotti efficienti e all’avanguardia, ma su veri e propri sistemi di


gestione completi e su misura per ogni ambito della logistica. L’obiettivo perseguito da CLS, specialista ormai conclamato nel noleggio, nella vendita e nell’assistenza dedicata alle tipologie di carrelli elevatori e mezzi e attrezzature per la gestione dei magazzini e dei depositi a stock, con questa nuova vision aziendale delinea la strada verso il futuro dei processi logistici. “Accelerate e rese ancora più urgenti dal contesto Covid, le esigenze delle aziende di ogni comparto e settore si sono evolute - spiegano dal quartier generale CLS - Devono trarre vantaggio e supporto dalla digital transformation per poter sostenere e affrontare anche i periodi incerti, ottimizzando l’operatività e la produttività senza interruzioni, ove necessario. Noi di CLS abbiamo compreso appieno la trasformazione in atto e le relative necessità dei clienti, in questo contesto sempre più dinamico e in evoluzione. Per questo abbiamo plasmato il nostro approccio di business diventando consulenti completi per le aziende che si rivolgono a noi. Una trasformazione che non mette da parte la forte esperienza di oltre 70 anni nella gestione e nella distribuzione di macchine e attrezzature per la logistica - con la vendita e l’assistenza ai carrelli elevatori in primis - ma che la evolve e la mette al servizio di una nuova fase, più complessa e orientata a una programmazione totale”. La direzione di CLS è quella intrapresa in maniera chiara a partire dall’istituzione, nel 2019, della business unit dedicata all’automazione e alla digitalizzazione dei processi manutentivi. CLS iMation è la chiave per aprire la porta verso

il futuro dell’automazione; il team di esperti di CLS mette a disposizione dei clienti una consulenza di alto livello e una visione moderna orientata a soddisfare le necessità attuali e future delle aziende, in ogni settore, attraverso l’ideazione, lo sviluppo e la messa in opera di soluzioni realmente su misura per l’automazione dell’intralogistica. “Un servizio che CLS ha portato con successo in Italia e che sta estendendo con convinzione in Europa - sottolineano i responsabili

Paolo Vivani, amministratore delegato di CLS

Forklifts AGV Batteries

FAB

39


Carrelli Elevatori / Forklifts

La missione di CLS verso i clienti per l’automazione nell’intralogistica prevede soluzioni intelligenti, modulari, flessibili e scalabili.

di Carugate - proiettando sui mercati esteri la commercializzazione, la consulenza ed anche l’assistenza di sistemi automatici promossi dalla nostra business unit”. Il percorso di costante impegno e di supporto alle esigenze concrete dell’Industria 4.0 è passato, nel corso dell’evoluzione di CLS, dalla digitalizzazione con sistemi di telemetria, alle macchine automatiche, fino all’utilizzo di collaborative robot, per poi sfruttare l’intelligenza artificiale che oggi guarda verso i sistemi di simulazione. “Fino a oggi abbiamo attinto al patrimonio tecnico e culturale di CLS per fornire macchine automatiche per la movimentazione di carichi, primo fra tutti attraverso l’Agilox - ci spiega l’ingegner Michele Calabrese, responsabile di CLS iMation - Abbiamo cominciato a studiare soluzioni per ottimizzare i processi dei clienti e per automatizzarli. Ci siamo accorti però della

Protagonisti della logistica CLS, società del gruppo italiano Tesya (precedentemente Tesa), è un’azienda di servizi dedicata alla vendita, al noleggio, e all’assistenza per carrelli elevatori, macchine e attrezzature per ogni settore della logistica sul territorio nazionale. CLS è dealer esclusivo in Italia della gamma di carrelli elevatori Hyster, presse da imballaggio HSM, trattori industriali MAFI e veicoli automatizzati Agilox. Un organico di oltre 300 persone, la direzione generale a Carugate (MI), 10 filiali, nove centri operativi, 180 officine mobili, oltre 5.500 mezzi a noleggio, fanno di CLS una Solution Company al servizio della piccola e grande impresa italiana, per soluzioni e servizi nelle scelte di movimentazione dei materiali e della logistica.

40

FAB

Forklifts AGV Batteries

necessità di ulteriori passi in avanti per fornire alle imprese soluzioni efficienti nel complesso. Dopo la fornitura di macchine automatiche per la movimentazione dei carichi, abbiamo pertanto introdotto i cobot per connettere le linee di produzione ai veicoli automatici, e oggi stiamo pensando ai robot in applicazioni di manipolazione logistica quando sono necessarie prestazioni elevate. Stiamo inoltre considerando di introdurre una soluzione per i magazzini automatici facile da installare in ambienti già esistenti e flessibile nell’utilizzo”. L’evoluzione di CLS ha coinvolto anche un cambiamento radicale nella gestione dei processi dell’assistenza tecnica, attraverso miglioramenti e aggiornamenti continui, coinvolgendo tutti i processi aziendali, e con l’obiettivo di rendere le soluzioni offerte non solo innovative, ma anche semplici. Per riassumere, la missione di CLS sarà quella di aiutare i clienti a identificare il migliore approccio all’automazione dell’intralogistica attraverso l’offerta di soluzioni intelligenti, modulari, flessibili e scalabili, sempre all’avanguardia. Una rinnovata vision che si riflette nel lancio - che abbiamo già menzionato prima - di un nuovo sito che dà un volto a questa missione supportando i clienti con una user experience all’altezza delle esigenze sempre più specifiche del business. In evidenza sul nuovo website si trovano tutte le attività offerte da CLS, a partire dai servizi a valore aggiunto, dalla consulenza all’automazione che l’azienda milanese offre a molteplici comparti industriali diversificati, da


quello chimico e farmaceutico, all’automotive, dal Food & Beverage agli interporti, dal settore del riciclo e dell’imballaggio all’industria manifatturiera (oltre, ovviamente, alla logistica di magazzino). “Il lancio del nuovo sito CLS è un evento significativo perché rappresenta un importante traguardo, o meglio un doppio punto di partenza - dichiara Paolo Vivani, amministratore delegato di CLS - Da una parte, è un ulteriore passo nella trasformazione digitale che ha coinvolto CLS negli ultimi cinque anni, dall’altra racconta quello che CLS vuole diventare nel prossimo futuro. Ci troviamo di fronte a una serie di sfide che ci stanno facendo ripensare come debba essere svolto al meglio il lavoro, ovvero in una maniera più efficiente, più rispettosa della salute delle persone e più attenta agli elementi legati alla sicurezza. Durante questo delicato periodo non abbiamo mai smesso di concentrarci sullo studio di nuove soluzioni, mettendo a disposizione dei nostri clienti una dinamica di consulenza che può realmente fare la differenza e fornire valore aggiunto”.

Forklifts AGV Batteries

FAB

41


Carrelli Elevatori / Forklifts DEGROCAR

Avanti tutta

NON SARÀ UNA SECONDA ONDATA PANDEMICA A SPAVENTARE IL GRUPPO DI ARZIGNANO. NELL’INTERVISTA AL SALES MANAGER ROBERTO SAVINI, LE PROSPETTIVE, L’IMPEGNO E LA FORZA STRATEGICA PER UN MERCATO DA RILANCIARE

L

a tradizione e la forza. Due elementi che servono al superamento di ostacoli e difficoltà contingenti e che si traducono in altrettanti valori, indispensabili per vincere nei momenti storici più drammatici e cruciali. Quello della pandemia da Coronavirus costituisce uno di quei momenti straordinari, per gravità e conseguenze sul tessuto socio-economico mondiale. Il nostro Paese, così fragile per molte ragioni pregresse, si trova ad affrontare oggi la seconda fase di questa crisi con la consapevolezza di un impegno senza precedenti. Un impegno che la realtà industriale di Degrocar non teme certo, con tutta la tenacia di una filosofia aziendale fondata sulla resistenza e sulla reattività. La vicenda di Degrocar ha inizio quasi mezzo secolo fa, nella provincia vicentina, da un’intuizione di Zelio de Grossoli, titolare di

42

FAB

Forklifts AGV Batteries


un’officina di riparazione per macchine agricole. Quando gli capita l’occasione di ritirare un carrello elevatore da rimettere a nuovo per poi rivendere, si accorge del valore che in futuro potrà avere questo tipo di macchinario. Sarà la moglie di Zelio, Waida Nogarole, a cogliere in pieno la sfida del futuro. Sarà lei a fondare, nel 1987, la Degrocar, coinvolgendo nell’impresa i figli Giuliano e Lorella. Da qui ha inizio un’avventura straordinaria che negli anni ha portato il gruppo Degrocar al ruolo naturale di leader nazionale nel settore della distribuzione e dell’assistenza ai carrelli elevatori, diventando il fulcro italiano della rete internazionale Mitsubishi. Per approfondire la realtà attuale di Degrocar, in questo momento decisivo di ripresa autunnale nel tempo difficile della pandemia Covid-19, abbiamo intervistato Roberto Savini, Sales Manager dell’azienda di Arzignano (Vi) e protagonista della strategia commerciale del gruppo per il prossimo futuro. Dopo una primavera e un’estate contraddistinte dalle difficoltà causate dalla terribile pandemia da Coronavirus, che autunno vi aspettate dopo l’esperienza terribile del lockdown e le necessità di una ripresa veloce e reattiva? Non è semplice fare previsioni che abbiano un qualche fondamento oggettivo sull’andamento del comparto economico nel quale operiamo. I segnali che riceviamo dal mercato sono contrastanti e il sentiment dei clienti è generalmente improntato all’incertezza. Nonostante queste premesse, gli aspetti positivi che scorgiamo, cone le ottime performance di Degrocar nel Mezzogiorno in generale e la tenuta di alcuni comparti economici strettamente legati alla nostra attività, ci confortano nell’affrontare gli ultimi mesi dell’anno con una ragionata speranza di trend economico in parziale ripresa. Quali sono i vostri punti di forza e i servizi offerti per le attività di vendita e after sales, in un momento così complesso? Lo sviluppo dei servizi digitali ha rappresentato un’opportunità? Abbiamo approfittato dei mesi di fermo obbligato per dare impulso all’implementazione del progetto di preventivazione e di sviluppo ordini

Roberto Savini, Sales Manager di Degrocar completamente on-line. Questo lavoro ci ha permesso di fornire alla nostra rete uno strumento efficace, preciso e performante per supportare la forza vendite ed il lavoro di back-office. Il lock-down obbligato ha poi incentivato forme di contatto digitale con i nostri clienti e colleghi concessionari aprendoci una nuova prospettiva di operatività commerciale. Com’è organizzata attualmente la struttura del gruppo Degrocar? Ci sembra che la scelta delle risorse umane e l’attenzione alla formazione testimonino una grande fiducia nel futuro.

Un successo fatto di persone Il connubbio tra Degrocar e Mitsubishi inizia nel 1997, con la distribuzione affidata dal marchio giapponese al gruppo di Arzignano nell’Italia Settentrionale. La svolta, nel 2007, con Degrocar che raccoglie la sfida di trasformarsi in referente ufficiale Mitsubishi per tutto il territorio nazionale. Oggi la sfida di Degrocar è vinta e il successo pieno è testimoniato da una rete di 47 concessionari in tutta Italia, in continua espansione e con un’offerta straordinaria concepiti da Mitsubishi per il mercato europeo. “Abbiamo sempre messo le persone al centro della nostra azienda, e non abbiamo dimenticato chi ha contribuito al nostro sviluppo - ha dichiarato Wanda Nogarole, storico presidente di Degrocar, insignita dell’ITALA Awards alla carriera durante lo scorso GIS 2019 a Piacenza Expo - A tutti, soprattutto, abbiamo permesso di esprimere il proprio talento, ricavandone una risorsa fondamentale per la crescita della nostra azienda”. Oggi la guida di Degrocar è affidata all’amministratore delegato Giuliano De Grossoli, figlio di Waida e Zelio. A lui spetta il coordinamento del team tecnico e commerciale di Degrocar, l’individuazione delle strategie aziendali e lo sviluppo della rete nazionale del gruppo.

Forklifts AGV Batteries

FAB

43


Carrelli Elevatori / Forklifts Dal 2007, Degrocar è il referente ufficiale della distribuzione Mitsubishi su tutto il territorio italiano.

Il successo di Degrocar si basa sull’impegno assiduo di 46 persone che lavorano direttamente nella struttura di Arzignano e sulla forza dei 48 concessionari-partner che operano in Italia. Crediamo fortemente nella formazione del personale e del network italiano e molte risorse sono destinate al miglioramento delle competenze personali con particolare attenzione alle attitudini ed aspirazioni personali. Poter contare su risorse di personale competenti e motivate costituisce la base per ogni successo aziendale. Quali sono i clienti ormai consolidati e i nuovi referenti a cui puntate? Ci sono segmenti di attività che oggi trainano in particolare il vostro core business? La gamma dei carrelli elevatori Mitsubishi è molto articolata, oltre che tecnicamente all’avanguardia, e permette di risolvere qualsiasi esigenza logistica fornendo soluzioni innovative ed economicamente vantaggiose. Degro-

44

FAB

Forklifts AGV Batteries

car è importatore unico di Mitsubishi Carrelli Elevatori in Italia, ha ormai una storia ultratrentennale alle spalle e copre per intero tutti i mercati dove vengono impiegati i carrelli elevatori. Con la crescita della rete tecnico-commerciale siamo ormai in grado di fornire il giusto supporto anche a clienti con flotte di carrelli strutturati su più sedi dislocate in tutta la Penisola. Quali strategie metterete in atto per il 2021? Il nostro principale obiettivo è quello di sviluppare la nostra rete di concessionari e partner nelle competenze e dare supporto al loro sviluppo aziendale. Il successo e lo sviluppo sono perseguiti al fianco delle aziende con le quali collaboriamo per riprendere così il trend di crescita che ha contraddistinto gli ultimi sei anni di lavoro per continuare a realizzare investimenti nel personale e nelle strutture Degrocar.


TECNOLOGIA DEL CALCESTRUZZO - OPERE CIVILI E INFRASTRUTTURE - PAVIMENTAZIONI INDUSTRIALI E MASSETTI - INDUSTRIA DEGLI INERTI PREFABBRICAZIONE E MANUFATTI IN CALCESTRUZZO - MONITORAGGIO, RIPRISTINO E CONSOLIDAMENTO - DEMOLIZIONE E RICICLAGGIO

Filiera del calcestruzzo e della prefabbricazione

R

Supply chain of concrete eand precast industry Filiera del calcestruzzo della prefabbricazione

Supply chain of concrete and precast industries R

Supply chain of concrete and precast industry

Per informazioni info@concretenews.it Tel. (+39) 010 5704948

www.concretenews.it FAB 45 Forklifts AGV Batteries


Carrelli Elevatori / Forklifts CAT

FORZA, VELOCITÀ E DURATA SENZA COMPROMESSI PER I “GLADIATORI” DIESEL DA 6 A 10 TONNELLATE

46

FAB

Forklifts AGV Batteries

Fuoriclasse termici G li ingredienti sono semplici, sulla carta, ma per ricavarne una ricetta eccellente serve un maestro di cucina. In questo caso, il master chef è elettromeccanico e si chiama Cat Lift Trucks. I componenti di forza, velocità e durata senza compromessi hanno prodotto risultati operativi di prim’ordine nella categoria dei carrelli elevatori diesel da 6 a 10 tonnellate. Spinti da uno dei motori più potenti della sua categoria, i modelli DP60-100N3 di Cat risultano tra i più veloci ed efficienti dell’intero settore e l’unità di alimentazione diesel common rail da 3,8 litri dà come risultato prestazioni rapide, anche nella movimentazione di grossi carichi. Le elevate velocità di sollevamento, insieme

alla trasmissione powershift automatica a due velocità che garantisce un’accelerazione controllata e potente, assicurano sempre la massima produttività. Nonostante l’elevata potenza e la costruzione robusta, questi carrelli sono comodi e reattivi alla guida. I materiali impiegati per i componenti di sospensione tra il motore e il telaio assicurano bassissime vibrazioni. Il sedile Grammer deluxe, di forma ergonomica e con cuscino sullo schienale, produce comfort e sostegno ottimali per la schiena dell’operatore. La disposizione dei rulli del montante estremamente rigida e i profilati stretti sono stati progettati con cura, insieme al tettuccio di protezione ad alta visibilità, per


migliorare al massimo la vista in avanti e verso l’alto. La cabina opzionale inoltre protegge i conduttori dalle temperature estreme e da acqua e umidità, senza oscurare la loro visuale. Tutti i comandi sono facili e intuitivi da utilizzare. Le opzioni includono un bracciolo regolabile, che combina il supporto anatomico con il movimento libero e il perfetto posizionamento della mano; il bracciolo è dotato di leve idrauliche a sfioramento, ottimizzate per le migliori prestazioni di risposta comandi. L’affidabilità del motore si combina con i robusti componenti del carrello, che resistono ai danni e all’usura, per contribuire a ridurre al minimo le spese di riparazione e di manutenzione. Un ulteriore risparmio di tempo e di costi si ottiene grazie all’accesso semplice e rapido ai componenti per i controlli e la manutenzione ordinaria. Le pedane senza bulloni, ad esempio, possono essere rimosse facilmente, senza attrezzi, per raggiungere le aree chiave. Con queste caratteristiche e qualità, è semplice ed economico mantenere il carrello in buone condizioni di lavoro, ridurre i tempi di fermo macchina e abbassare il costo totale di proprietà. Inoltre, grazie all’elevata efficienza del motore, si risparmia ogni giorno sul carburante. I carrelli elevatori DP60-100N3 Cat sono costruiti per applicazioni gravose come lo stivaggio, la movimentazione di container, di macchinari e attrezzature industriali e di merci pesanti nei centri di distribuzione. Sono ideali per essere impiegati con i materiali più pesanti, come metallo, cemento, pietra, mattoni, argilla, vetro e legname. Sono disponibili portate da 6, 7, 8 e 10 tonnellate. Ogni modello infine può essere personalizzato con un’ampia gamma di funzioni opzionali per soddisfare le esigenze specifiche dell’utilizzatore.

Orizzonte al litio per gli elettrici La scelta sostenibile di Cat Lift Trucks oggi si identifica con le batterie agli ioni di litio previste in futuro come propulsione di serie su alcuni modelli specifici di carrelli. Finora i powerpack al litio sono stati adottati come opzione su diversi modelli di commissionatori, transpallet, stoccatori e carrelli da traino, oltre che sui modelli elettrici più piccoli da 48V della gamma Cat. Le batterie agli ioni di litio oggi sono considerate da Cat un’alternativa realistica a quelle al piombo, in considerazione dell’economia e della praticità di questa tipologia soprattutto in operazioni dove è richiesta un’elevata energia del carrello su più turni, 24 ore su 24, a ciclo continuo. Progettati per affrontare compiti intensivi e condizioni difficili, i modelli EP25-35(C)N Cat sono carrelli elettrici ad alta potenza ed elevata produttività che possono beneficiare dei vantaggi delle batterie agli ioni di litio in termini di risparmio di costi e rendimento. Le nuove batterie garantiscono un servizio più esteso nel tempo, una maggiore efficienza energetica e una maggiore autonomia, con una curva di tensione più costante che mantiene alti i livelli di prestazione anche verso la fine di un turno di lavoro. Un ulteriore risparmio di tempo deriva da una ricarica più veloce e delle opportunità di tali ricariche, senza praticamente alcuna necessità di manutenzione della batteria stessa. A seconda delle tabelle di lavoro, è possibile far funzionare i carrelli in modo continuo senza sostituire le batterie tra un turno e l’altro. Sono sufficienti quindi alcune ricariche brevi durante le pause di lavoro, per protrarre in modo efficiente l’autonomia delle batterie.

Forklifts AGV Batteries

FAB

47


Carrelli Elevatori / Forklifts JUNGHEINRICH

Sulle tracce dell’automazione

DAL 1962 IL COSTRUTTORE TEDESCO SEGUE LA STRADA DELLE SOLUZIONI DI MOVIMENTAZIONE AUTONOME. UNA PARTNERSHIP ALL’AVANGUARDIA E UNA FORNITURA DI SISTEMI INTEGRATI INDICANO LA STRADA MAESTRA PER I PROSSIMI ANNI 48

FAB

Forklifts AGV Batteries

L’

automazione è al centro delle strategie e della ricerca attuale di Jungheinrich. Su questo punto, le conferme che arrivano dalle azioni più recenti del gruppo sono molto chiare e gli investimenti vanno di pari passo con l’attenzione puntuale alle dinamiche di mercato più innovative e interessanti. L’ultimo impegno specifico riguarda la partecipazione alla startup Magazino, specializzata in robotica, con la firma nel settembre scorso, a Dingolfing, nei pressi di Monaco di Baviera, dei contratti rispettivi delle due società. Allo stesso tempo, Jungheinrich e Magazino hanno concordato un’ampia cooperazione strategica e in futuro intendono unire le loro competenze per uno sviluppo avanzato nel campo dell’automazione mobile. “Magazino è

un’azienda altamente innovativa e giovane che ha un’eccezionale competenza nel campo dei software di navigazione e di controllo per l’automazione mobile - spiega Lars Brzoska, presidente di Jungheinrich AG - La partecipazione segue la nostra strategia nello stesso campo e darà un contributo significativo all’espansione accelerata del nostro business che riguarda i carrelli automatizzati. Controllando i robot in un ambiente complesso, Magazino ha acquisito una competenza unica al mondo che in futuro vogliamo espandere ulteriormente, insieme, e integrare nel mondo dei prodotti Jungheinrich”. L’automazione è considerata uno dei maggiori motori di crescita nel settore dell’intralogistica e Jungheinrich prevede tassi di crescita a due cifre


in questo segmento negli anni a venire. Questo trend viene spinto soprattutto dalla persistente forte crescita del commercio online e dalla carenza a livello globale di specialisti nella logistica, in particolare degli operatori di carrelli elevatori. Magazino è sul mercato dal 2014 con il progetto, la realizzazione e la messa in opera di un robot commissionatore che è in grado di “navigare” in modo intelligente all’interno del magazzino e di prelevare in modo preciso gli item corretti. Il sistema è già impiegato con notevole produttività nei magazzini delle diverse aziende che si occupano di commercio online e dei fornitori di

La startup è un robot Il partner di Jungheinrich nella collaborazione dedicata allo sviluppo dell’automazione in ambito logistico si identifica in una startup d’eccezione. Magazino GmbH sviluppa e costruisce robot intelligenti e mobili che rilevano le caratteristiche dell’ambiente e prendono decisioni in modo indipendente. I robot autonomi lavorano in parallelo al personale e rendono più flessibili ed efficienti i processi nel campo del commercio elettronico, della logistica della moda e della produzione. Con oltre 100 dipendenti nella sede di Monaco di Baviera, Magazino è il più grande team di robotica avanzata d’Europa. Tra le realtà che si sono rivolte a Magazino per soluzioni automatizzate si annoverano tra le altre Körber AG, Zalando e Fiege Logistik.

Forklifts AGV Batteries

FAB

49


Carrelli Elevatori / Forklifts

servizi logistici. “La partecipazione di Jungheinrich in Magazino è la dimostrazione della grande richiesta di mercato per il nostro software Acros.AI e per i nostri robot - conferma Frederik Brantner, CEO e cofondatore di Magazino - Per questo, la nostra società avrà un ruolo centrale nel concepimento del software ideale per un mercato in rapida crescita come quello della robotica mobile”.

Jungheinrich in Magazino avrà il ruolo centrale nello sviluppo di un software dedicato alla robotica mobile.

50

FAB

Forklifts AGV Batteries

Magazino non poteva che trovare nel costruttore tedesco il partner ideale nello sviluppo delle soluzioni di automazione applicate alla logistica. Jungheinrich, in questo ambito, è un vero e proprio precursore, dal momento che il primo sistema di trasporto a guida automatica fu concepito dall’azienda già nel 1962. Da allora, il gruppo tedesco si è sviluppato fino a diventare uno dei fornitori primari nel mercato in rapida crescita dei modelli


R

automatizzati per la movimentazione di materiali. Con l’ausilio di software avanzati e tecnologie di navigazione all’avanguardia, Jungheinrich ha ormai segnato la propria strada nel futuro, anche nell’ambito dei sistemi di magazzino automatici. Un esempio recente riguarda la fornitura alla catena norvegese Bohus, marchio molto conosciuto nel settore dell’arredamento e dell’interior design. Il gruppo ha commissionato a Jungheinrich la realizzazione di un nuovo magazzino centrale a Lillestrom, vicino a Oslo. La fornitura comprende soluzioni di automazione complete, tra cui un magazzino verticale per pallet, miniload, sistemi di convogliamento e software. La messa in servizio dell’impianto è prevista proprio per il 2021. In questo caso, l’obiettivo di Jungheinrich nella progettazione del magazzino era di garantire a Bohus la massima flessibilità nella gestione delle numerose categorie di prodotti e delle dimensioni variabili di carico. La soluzione si è concretizzata in magazzino manuale con 2.000 posti pallet e, soprattut-

to, nel magazzino verticale completamente automatico con tre corsie che possono ospitare 10.000 posti pallet e altre due corsie per 1.200 posti pallet speciali di dimensioni 2.600 mm x 1.260 mm. Lo stoccaggio e il prelievo sono gestiti da trasloelevatori dotati di forche telescopiche della gamma Mias - società acquisita da Jungheinrich nel 2015 - Nel magazzino automatico per minuterie, con una capienza totale pari a 22.000 posti pallet, saranno utilizzati due miniload Jungheinrich del tipo STC 2B1A e tutti i sottosistemi verranno gestiti dal sistema WCS Jungheinrich, collegato al sistema SAP del cliente. “Questo progetto, che rappresenta una pietra miliare per Jungheinrich Norvegia, è un’occasione per dimostrare che siamo ormai fornitori di servizi completi nell’intralogistica - sottolinea Arild Drageset, Managing Director di Jungheinrich Norvegia - Con noi il magazzino Bohus otterrà un progetto di gestione completo in ogni ellemento, dal carrello elevatore al magazzino automatico verticale”.

MOBILE MACHINES MANAGEMENT IOM ( Internet Of Machines ) Compatibile con Industria 4.0

Innoval Srl Via Renata bianchi, 38 - 16152 Genova - italy Phone: (+39) 0106044220 - Email:info@innoval.biz

FAB

Forklifts www.innoval.biz AGV Batteries

51


AGV EK AUTOMATION

La svolta visuale NELL’ACCATASTAMENTO AUTOMATICO DI MERCI INSTABILI IN UN MAGAZZINO A BLOCCHI, È STATO UTILIZZATO PER LA PRIMA VOLTA UN SISTEMA DI TELECAMERE 3D IN COMBINAZIONE CON UN SOFTWARE INNOVATIVO PER L’ANALISI DELLE IMMAGINI

P

rodotti instabili, ad esempio bottiglie in PET, lattine o lattine impilate su pallet, rendono più difficili i processi automatizzati di intra-logistica, tra l’altro, a causa di altezze incoerenti delle merci da trasferire. EK Automation ha sviluppato una soluzione che utilizza la tecnologia delle telecamere 3D: Una telecamera di profondità montata sul robot di trasporto autonomo (ATR) registra il carico da trasportare. La telecamera 3D registra la distan-

52

FAB

Forklifts AGV Batteries

za di ogni singolo pixel. I dati vengono catturati in una nuvola di punti e valutati in tempo reale da un software sviluppato sempre da EK Automation. In questo modo il veicolo è in grado di riconoscere il tipo e la posizione esatta della merce trasportata e dei pallet. Il progresso tecnico è andato così lontano che il robot è in grado di distinguere se il bordo superiore identificato del carico è il foglio di imballaggio o il carico stesso. In questo modo il robot di trasporto utilizzato è in grado di prelevare e trasportare in sicurezza anche merci instabili di altezza non uniforme. In un progetto congiunto con un cliente primario, EK Automation ha testato con successo l’uso di telecamere 3D e di software innovativi. L’esigenza dell’azienda era il trasporto affidabile di contenitori PET vuoti da parte di veicoli di trasporto autonomi. L’obiettivo era quello di garantire che i carichi instabili potessero essere sia impilati che non impilati senza danneggiar-


Evoluzione nel Transport Robotic Il modulo Vario Move di EK Automation ha stabilito senza dubbio nuovi standard nella Transport Robotic sul fronte della sicurezza, dell’efficienza e della potenza operativa. Il Vario Move è costituito da un’unità di azionamento che può essere equipaggiata in modo flessibile, con diversi accessori per la movimentazione dei carichi tramite un’interfaccia universale. I veicoli possono essere dotati di tutte le principali tecnologie di navigazione disponibili sul mercato. L’innovativo sistema con batteria agli ioni di litio consente una ricarica completamente automatizzata e garantisce la massima disponibilità. Semplificata anche la manutenzione generale grazie a una progettazione intelligente; tutti i componenti del veicolo sono facilmente accessibili attraverso pannelli rapidamente rimovibili. Anche la parte anteriore del veicolo - la “zona paraurti”, particolarmente solida, che comprende la tecnologia di sicurezza come i personal security scanner - può essere sostituita in modo rapido e semplice in caso di danni. Sia l’unità di azionamento del Vario Move che i vari accessori per la movimentazione dei carichi sono standardizzati e collegati tramite un’interfaccia uniforme e non sono necessari ulteriori adattamenti; questa prerogativa riduce i tempi d’azione del veicolo in ogni contestooperativo. Per realizzare la struttura del Vario Move sono stati impiegati componenti particolarmente durevoli, a vantaggio di una vita utile dei veicoli notevolmente più lunga rispetto ai tradizionali AGV standard. Ultima menzione da riservare, inoltre, al moderno design industriale che conferisce un accento di innovazione nel confronto con le tipologie di settore più attuali. li. I risultati del progetto sono all’avanguardia e impressionanti considerando la complessità del compito. I robot da trasporto hanno convinto nella prova pratica con la massima precisione e sicurezza operativa. Rispetto ai carrelli elevatori

a comando manuale, il tasso di errore e i danni di trasporto sono stati notevolmente ridotti. A seguito del successo del progetto pilota e dell’operazione di prova, la tecnologia innovativa sarà presto disponibile per altri clienti.

Forklifts AGV Batteries

FAB

53


Batterie / Batteries A CURA DI ALIANT ULTRALIGHT BATTERY

Lo sapevi che… il biberonaggio non ha alcun impatto sulla durata della batteria al litio?

NON TUTTI SANNO CHE LE BATTERIE AL LITIO POSSONO ESSERE RICARICATE IN QUALSIASI MOMENTO SENZA EFFETTI INDESIDERATI SULLA LORO CAPACITÀ TANTOMENO SULLA DURATA DELLA STESSA 54

FAB

Forklifts AGV Batteries

R

icarica parziale, biberonaggio, opportunity charge, chiamatelo nel modo che più vi piace, ma tutte queste parole sono riconducibili alle batterie utilizzate nel mondo dell’intralogistica. Le batterie al Litio non hanno alcun effetto memoria, le ricariche parziali meglio note come biberonaggi ripristinano una parte dell’energia complessiva della batteria in tempi brevi.

Qualunque tipo di ricarica anche se parziale, per le batterie al Piombo verrà conteggiata come un intero ciclo sulla vita utile della batteria, questo nel caso del Litio non succede. Infatti la ricarica di una batteria al Litio, specie se parziale, ha un impatto sulla vita utile di batteria direttamente proporzionale all’energia ripristinata durante la fase di ricarica.


Ipotizziamo di effettuare il biberonaggio su una batteria Litio carica al 50 % e che in questa fase di ricarica parziale si recuperi il 10% di energia raggiungendo pertanto a fine carica un’autonomia residua del 60 %. Tale operazione verrà percentualizzata al 10% su un intero ciclo di ricarica della batteria, pertanto a differenza di altre tecnologie più note dove ogni ricarica anche se parziale viene conteggiata come un intero ciclo per la vita utile della batteria, nel caso del Litio sarà direttamente proporzionale alla capacità ripristinata durante la ricarica. Un’altra importante differenza legata alla fase di ricarica tra le due tecnologie sta nel fatto che, prima di dar vita alla fase di ricarica, una batteria al Piombo quando collegata al carica batterie compie un’inversione di polarità, durante questo fenomeno la batteria seppur collegata ad una fonte energetica non viene ricaricata e pertanto il tempo necessario al completamento di questo fenomeno si traduce in tempo morto per la ricarica della stessa batteria. Nel caso del Litio invece non si compie alcuna inversione di polarità, questo permette appunto di immagazzinare immediatamente energia dalla rete senza alcuna perdita di tempo. Va da sé che la tecnologia Litio risulta la più appropriata in applicazioni come la logistica dove le ricariche parziali la fanno da padrone, basti pensare che in un impianto munito di carrelli AGV/LGV la forza del Litio abbinato al biberonaggio e carica rapida consente in alcuni casi di ripristinare in soli 5 minuti l’energia prelevata dalla batteria in un’intera ora di lavoro, il tutto

senza conseguenze sulla vita della batteria. Tutto ciò risulta ancor più vantaggioso se si considera che le batterie al Litio, grazie all’elettronica di controllo integrata “BMS” durante la fase di ricarica effettuano un bilanciamento accurato delle singole celle, garantendo prestazioni ottimali ed un importante miglioramento della vita stessa della batteria. Quindi non abbiate paura, ricaricate gente ricaricate!!!

Con il Litio non si verifica alcuna inversione di polarità, a vantaggio dell’immagazzinamento immediato dell’energia dalla rete senza perdite di tempo.

Forklifts AGV Batteries

FAB

55


Batterie / Batteries CROWN

Ricarica a tutta V-Force P IL SISTEMA DI ACCUMULO ENERGETICO DEDICATO AI CARRELLI DEL MARCHIO STATUNITENSE COMPRENDE BATTERIE E CARICABATTERIE AGLI IONI DI LITIO. ORA È DISPONIBILE PER L’INTERA GAMMA

56

FAB

Forklifts AGV Batteries

er i manager del parco carrelli, poter fare affidamento su un unico fornitore sia per i carrelli che per la tecnologia delle batterie è fondamentale. Per fornire ai clienti un servizio di alta qualità con un unico punto di contatto dedicato alla tecnologia agli ioni di litio, Crown ha lanciato batterie e caricabatterie a marchio V-Force. L’intero sistema è supportato dalla rete globale di manutenzione e assistenza di Crown. Tecnici dell’assistenza altamente specializzati visitano le sedi dei clienti per assicurare il corretto funzionamento delle batterie e dei caricabatterie dei carrelli. Le batterie e i caricabatterie V-Force sono anche disponibili per il noleggio. “Le batterie V-Force agli ioni di litio durano fino a tre volte più a lungo delle batterie al piombo-acido, fornendo inoltre prestazioni di livello superiore - conferma Horst Kirsch, Senior Manager Product Marketing di Crown - Le batterie consentono cicli di carica e scarica più efficienti, fornendo prestazioni elevate costanti per tutto il

periodo di carica. La capacità di ricaricare le batterie in qualsiasi momento consente di estendere l’operatività del carrello nelle 24 ore. Questo significa poterle utilizzare per uno o più turni di lavoro senza la necessità di sostituirle”. Rispetto alle batterie al piombo-acido, i sistemi agli ioni di litio - come già sappiamo da innumerevoli e approfonditi report di ricerca - offrono vantaggi significativi, soprattutto per le attività che operano su turni di lavoro multipli. La manutenzione ordinaria delle batterie non è più necessaria, e si può anche fare a meno di sostituirle o rabboccare l’acqua. Si possono inoltre eliminare spazi separati dedicati alla ricarica, dal momento che le batterie agli ioni di litio non producono emissioni durante la ricarica. In breve, la migliore efficienza e i minori costi di manutenzione delle batterie nel tempo generano vantaggi considerevoli per la supply chain e la logistica delle imprese. Le batterie V-Force di Crown sono concepite per soddisfare gli standard del comparto automoti-


ve in termini di massima sicurezza e facilità di utilizzo, offrendo così prestazioni migliori di molte altre batterie agli ioni di litio presenti sul mercato. Dotata di molteplici sistemi di sicurezza ridondanti, ogni batteria è costituita da un’architettura di sicurezza multi-livello, che include, tra l’altro, una serie di fusibili e il monitoraggio della temperatura delle singole cellule e del voltaggio. I sistemi di sicurezza integrati nella batteria contribuiscono a proteggerla da surriscaldamento, corto circuiti, sovraccarichi o scariche profonde. E ancora meglio, diverse funzioni di protezione attiva prevengono gli errori degli operatori che potrebbero danneggiare la batteria. I caricabatterie V-Force serie V-HFB di Crown forniscono la potenza necessaria al sistema di accumulo energetico agli ioni di litio, oltre a prestazioni eccellenti grazie al veloce processo di ricarica. I caricabatterie V-Force utilizzano infatti la tecnologia a frequenza di risonanza per raggiungere velocità di ricarica fino a 1C. Ciò significa che possono ricaricare completamente batterie fino a 400 Ah in meno di 60 minuti, fornendo una corrente di carica costante fino a 400 A. Sono prestazioni tra le migliori della categoria. Questi caricabatterie, facili da usare, possono gestire batterie con voltaggi compresi tra 24 e 80 volt. Per rilevare automaticamente il voltaggio di ciascuna batteria e ricaricarla senza preselezioni manuali, il caricabatteria comunica direttamente con il sistema di gestione della batteria tramite il bus CAN. E durante la fase di ricarica, un ampio touchscreen visualizza una panoramica straordinariamente chiara dello stato operativo e di ricarica della batteria.

Un modulo unico I caricabatteria V-Force ad alta frequenza offrono prestazioni e flessibilità al sistema di accumulo di energia agli ioni di litio. Un interfaccia CAN Bus comunica direttamente con il sistema di gestione della batteria per abilitare il processo di carica rapida. I caricabatteria V-Force si presentano compatti, modulari e leggeri, con un grado di efficienza fino al 97 per cento. La loro flessibilità permette di caricare sia le batterie agli ioni di litio che le batterie al piombo acido e questa prerogativa li rende la scelta ideale per ogni necessità di ripristino funzionale.

Forklifts AGV Batteries

FAB

57


Batterie / Batteries ENERSYS

Sicurezza antideflagrante C LE BATTERIE NEXSYS ATEX OFFRONO I VANTAGGI DELLA TECNOLOGIA TPPL AI VEICOLI INDUSTRIALI ELETTRICI CHE OPERANO NELLE AREE A RISCHIO

58

FAB

Forklifts AGV Batteries

he caratteristiche deve avere una batteria per operare in completa sicurezza nei siti logistici più sensibili e a rischio deflagrante? L’identikit ce lo fornisce EnerSys, con il nuovo modulo NexSys Atex, un powerpack che consente ai veicoli per la movimentazione dei materiali di operare in sicurezza in ambienti che contemplano al massimo grado il pericolo di deflagrazione. Si tratta di batterie conformi proprio alle norme Atex - come pre-

visto a norma di legge in Europa - disponibili a livello internazionale con omologazione in conformità alle norme IECEx. Le nuove batterie, disponibili pressoché in tutte le dimensioni e capacità DIN, offrono vantaggi significativi rispetto sia alle soluzioni al gel al piombo acido regolate da valvola (VRLA) sia alle soluzioni al piombo-acido a vaso aperto grazie alla tecnologia TPPL (Thin Plate Pure Lead) che offre un’eccezionale capacità di ampere per ora (Ah).


Le batterie NexSys Apex richiedono una manutenzione notevolmente ridotta rispetto a quelle a vaso aperto e non necessitano di rabbocco. Dettaglio fondamentale negli ambienti pericolosi, l’elettrolita delle batterie non fuoriesce, poiché viene assorbito nel materiale del separatore AGM (Absorbent Glass Mat). Inoltre, si ricaricano più velocemente delle batterie al gel e a vaso aperto, con possibilità di biberonaggio. In questo modo si aumenta la produttività e si riducono i

costi. Inoltre, la durata di vita è maggiore rispetto alle batterie al gel. Il termine Atex - che deriva dal francese Atmosphères Explosives - si riferisce alle atmosfere rese potenzialmente esplosive dalla possibile presenza di polveri o gas suscettibili a incendio o esplosione, ad esempio nelle industrie petrolifere e del gas, nell’attività estrattiva e chimica, oppure durante le operazioni logistiche e di movimentazione delle merci. La certificazione

Le nuove batterie NexSys Atex, implementano la tecnologia TPPL (Thin Plate Pure Lead) che offre un’eccezionale capacità di ampere per ora (Ah).

Soluzioni globali EnerSys, realtà primaria globale nelle soluzioni di accumulo di energia per applicazioni industriali, produce e distribuisce batterie di riserva e trazione, caricabatterie, apparecchiature elettriche, accessori per batterie e cabinet per apparecchiature da esterni a clienti di tutto il mondo. Le batterie per trazione e i caricabatterie vengono impiegati su carrelli elevatori e altri veicoli commerciali alimentati con energia elettrica. Le batterie di riserva trovano invece impiego nel settore delle telecomunicazioni e dei servizi pubblici, nei sistemi ad alimentazione elettrica continua e in altre numerose applicazioni che si avvalgono di soluzioni per l’accumulo di energia, incluso il settore medico, aerospaziale e della difesa. Con la recente acquisizione di Alpha, EnerSys fornisce soluzioni e servizi energetici altamente integrati alle connessioni a banda larga, alle telecomunicazioni, alle rinnovabili e a clienti industriali. I prodotti destinati a cabinet per uso esterno vengono utilizzati nei settori delle telecomunicazioni, dei cablaggi, dei servizi pubblici, dei trasporti e da clienti operanti per enti governativi e nella difesa. Attraverso le sue sedi di vendita e di fabbricazione presenti in tutto il mondo, l’azienda offre anche servizi di postvendita e di assistenza clienti a una vasta clientela dislocata in oltre 100 paesi.

Forklifts AGV Batteries

FAB

59


Batterie / Batteries Le batterie NexSys Atex possono essere utilizzate a temperature comprese tra 0 °C e 40 °C, in applicazioni a impiego ridotto e normale per sei giorni alla settimana.

60

FAB

Forklifts AGV Batteries

di prodotto Atex verifica le specifiche di progettazione del prodotto di un’azienda in base a una serie di norme di riferimento. Il processo di certificazione comprende le prove e la valutazione del prodotto, oltre al rilascio dei certificati Atex e IECEx e dei report attestanti la conformità del prodotto stesso. La certificazione Atex delle batterie NexSys è stata rilasciata da CSA Group SIRA, un organismo di valutazione indipendente. Il certificato SIRA numero 01ATEX3022X si riferisce alle batterie complete, mentre 03ATEX3090U si applica alle singole celle. È inoltre disponibile la certificazione in conformità alla normativa IECEx con numero di certificato IECEx SIR 07.0065X per la batteria e IECEx SIR 07.0064U per le celle. L’esperienza e il know-how tecnico dell’azienda sono il risultato di molti anni dedicati alla fornitura di batterie Atex destinate agli specialisti di soluzioni per la protezione contro le esplosioni, ai produttori di attrezzature per la movimentazione dei materiali e ad altri clienti che operano in contesti ad alto rischio. Le batterie e il relativo processo di produzione sono conformi alla direttiva Atex 2014/34/UE - che prevede la verifica esterna del processo di produzione in base alle norme ATEX a interval-

li regolari - e sono progettate per l’utilizzo nelle Zone ATEX 1 e 2 (gas), 21 e 22 (gas e polveri). Ogni batteria è concepita in base alle specifiche esigenze del cliente. Queste includono cassoni e coperchi appositamente progettati per la Zona 1 e maggiori protezioni e controlli per le batterie per Zone 21 e 22. Sebbene il prodotto per la Zona 2 sia diverso dalle comuni batterie, in genere non vengono montati coperchi, in quanto la protezione del coperchio è di solito fornita dall’apparecchiatura/applicazione. Inoltre, su richiesta, possono essere forniti e installati tappi certificati Atex. Il problema principale dei cassoni speciali è la ridotta capacità dovuta alla diversa configurazione. Le batterie NexSys, grazie alla loro densità di energia più elevata, risolvono questo problema. Lo spessore delle piastre TPPL ridotto fino a 0,8 mm (numero di piastre 3 volte superiore che nelle batterie a gel e a vaso aperto a parità di volume) fornisce una densità di energia più elevata e una maggiore capacità di Ah rispetto a una batteria a gel VRLA di pari dimensioni, oltre a una capacità di Ah maggiore o uguale rispetto a una batteria a vaso aperto di pari dimensioni. Le batterie NexSys Atex possono fornire il 10% di energia e potenza in più rispetto ai prodotti


standard a vaso aperto e il 15% in più rispetto ai prodotti standard gel. Le batterie possono essere utilizzate a temperature comprese tra 0 °C e 40 °C, in applicazioni a impiego ridotto e normale lavorando sei giorni alla settimana. Si possono raggiungere fino a otto ore o più di utilizzo, con una profondità di scarica (DoD) fino all’80% di C5 rispettando i tempi di ricarica. La durata del ciclo di vita può essere aumentata riducendo la DoD. Le batterie possono essere caricate tramite efficienti caricabatteria modulari ad alta frequenza NexSys o NexSys+. Il tempo di carica fino alla carica completa a partire da uno stato di carica del 20% è tra 5,5 e 6,25 ore. “Con le batterie NexSys Atex offriamo una soluzione che combina molti dei vantaggi delle batterie a vaso aperto e gel VRLA - commenta Mattia Bianconi, Application Manager Motive Power EMEA EnerSys - Questa soluzione si basa sulle nostre batterie NexSys standard, che hanno dimostrato di essere la soluzione ideale nelle normali applicazioni per la trazione dal 2011. Gli ambienti pericolosi si trovano in molti settori, dall’industria estrattiva e delle perforazioni, passando per gli impianti chimici e farmaceutici, l’industria petrolifera e del gas, il settore militare e aeronautico,

fino a quello alimentare e delle bevande, della gestione dei rifiuti, della stampa e della carta e molti altri”.

SPECIALISTI NELLA PESATURA MOBILE Le nostre soluzioni di pesatura si integrano perfettamente al tuo sistema logistico per un controllo efficace del materiale movimentato

NEW

Kit di pesatura per carrelli elevatori

Fiorano Modenese (MO) Tel.: +39 0536 843418 Dipendenti qualificati

Installazioni nel mondo

Soluzioni a catalogo

Referenze a magazzino

www.diniargeo.com 61

Forklifts AGV Batteries

Dini Argeo is a company of Rice Lake Weighing Systems

FAB


In questo numero

Inserzionisti

FAB - Supplemento della rivista Sollevare dedicato alla Movimentazione Industriale e alla Logistica Meccanizzata

FAB

IV AGV Expo

29 FAB

13 JMG

II Baumann

37 Flash Battery

I Mouvers

7 FTMH

33 Pipeline & Gas Expo

45 Concrete News

3 GIS

25 The Battery Show

61 Dini Argeo

10 Italcarrelli

21 TVH

51 Innoval

8 Butti

9 Euro Assistance

5 Zoomlion N. 2 - AGOSTO/SETTEMBRE 2020

Aziende citate A

F

Aisem .............................. 26

Flash Battery .....................9

Aliant .............................. 54 J

B Baoli ................................. 22

Jungheinrich ................... 48

Brigade ............................ 34 L C CAT ................................. 46 Ceva ................................ 12 CLS .................................. 38 Crown ............................. 56

Linde ..................................8 M MasterMouver ............... 30 Mouvers .......................... 14

D Degrocar ......................... 42

S Still ................................... 18

E EK Automation .............. 52

62

Enermove ....................... 10

Y

Enersys ............................ 58

Yale .................................. 11

FAB

Forklifts AGV Batteries

Forklifts AGV Batteries


International Exhibition

PERFORAZIONI FONDAZIONI SPECIALI GEOTECNICA

R

R

www.mediapointsrl.it

Corte Lambruschini - Corso Buenos Aires, 8 - int. 6/7 - 16129 Genova - Italy Tel. (+39) 010.5704948 - Fax (+39) 010.5530088 - info@mediapointsrl.it

MEDIAPOINT & EXHIBITIONS SRL

MEDIAPOINT & EXHIBITIONS SRL |

www.sollevare.it

www.perforare.it

www.saldare.info

SALDATURE | GIUNZIONI E TAGLIO | COSTRUZIONI SALDATE

www.pipelinenews.it

E’ il portale italiano dedicato all’informazione degli operatori del comparto del MIDSTREAM, ovvero trasporto e distribuzione primaria di idrocarburi e fluidi geotermici.

THE ITALIAN MIDSTREAM WEBSITE

www.oilgasnews.it

®

CalCestruzzo

N° 1 - 2020

DA GENOVA UN MODELLO DA IMITARE

www.concretenews.it

Il primo portale italiano dedicato a tutta la Filiera del Calcestruzzo: dalla produzione, la messa in opera, il ripristino e la riqualificazione delle strutture in calcestruzzo, fino alla prefabbricazione, le pavimentazioni continue, la manutenzione, la demolizione e il riciclaggio delle strutture in cemento armato.

Distribuzione: 11.066 copie

Periodicità: Trimestrale

Supply chain of concrete and precast industry

R

del calcestruzzo e della prefabbricazione SupplyFiliera chain of concrete and precast industries

Supply chain of concrete and precast industry

Filiera del calcestruzzo e della prefabbricazione R

TECNOLOGIA DEL CALCESTRUZZO - OPERE CIVILI E INFRASTRUTTURE - PAVIMENTAZIONI INDUSTRIALI E MASSETTI - INDUSTRIA DEGLI INERTI PREFABBRICAZIONE E MANUFATTI IN CALCESTRUZZO - MONITORAGGIO, RIPRISTINO E CONSOLIDAMENTO - DEMOLIZIONE E RICICLAGGIO

Edizione 2018 Espositori: 245 - Visitatori: 4.909

Piacenza, 27-29 Ottobre 2022 www.gic-expo.it

Piacenza, 29-31 Ottobre 2020

del

italian ConCrete days

Giornate italiane

4a Edizione

INFRASTRUTTURE E PREFABBRICATI IN CALCESTRUZZO DEMOLIZIONE & RICICLAGGIO TRASPORTO DEGLI INERTI

& EXHIBITIONS SRL - Italy Corte Lambruschini - Corso Buenos Aires, 8MEDIAPOINT - int. 6/7 - Aires, 16129 Genova Corte Lambruschini - Corso Buenos 8 - int. 6/7 - 16129 Genova - Italy Tel. (+39) 010.5704948 - Fax (+39) 010.5530088 - info@mediapointsrl.it Tel. (+39) 010.5704948 - E-mail: info@mediapointsrl.it www.mediapointsrl.it www.mediapointsrl.it

Il primo e unico portale web dedicato al sollevamento, alla movimentazione industriale e portuale e al trasporto eccezionale. On line dal 2010, è consultato quotidianamente da migliaia di visitatori in cerca di esaustive, accurate e aggiornate notizie sugli ultimi prodotti, persone e eventi, cantieri sulle aziende del sollevamento, del noleggio e dei trasporti eccezionali.

Sollevamento | Trasporti Eccezionali Movimentazione Industriale e Portuale

Trasporto

news newsnews

| Raffinazione | Trasporto | Ricerca | Estrazione | Raffinazione Ricerca| Estrazione

Piacenza, 25-27 Maggio 2022 www.pgexpo.eu

THE UTILITY CONSTRUCTION SHOW

2a Edizione

PIPELINES OIL & GAS - SALDATURA GIUNZIONE E TAGLIO

Ricerca Ricerca || Estrazione Estrazione || Raffinazione Raffinazione || Trasporto Trasporto E’ il portale italiano dedicato all’informazione degli operatori di tutti i comparti del Oil & Gas: UPSTREAM (ricerca, perforazione e produzione idrocarburi), MIDSTREAM (trasporto e stoccaggio), DOWNSTREAM (raffinazione).

N. 1 - GENNAIO 2020

Forklifts AGV Batteries

Periodicità: 7 uscite | Periodicità: Quadrimestrale Distribuzione: 10.687 copie

Piacenza, 3-5 Ottobre 2019

The Lifting, Industrial & Port Handling and Heavy Transport Show

Giornate Italiane del Sollevamento e dei Trasporti Eccezionali

Piacenza, Italy

Numero speciale

Sollevamento | Trasporti Eccezionali | Movimentazione Industriale e Portuale

FAB

FAB - Supplemento della rivista Sollevare dedicato alla Movimentazione Industriale e alla Logistica Meccanizzata

Il primo e unico portale web dedicato alle fondazioni, perforazioni, gallerie, geotecnica e industria estrattiva e mineraria. On line dal 2010, è consultato da migliaia di visitatori in cerca di esaustive, accurate e aggiornate notizie sugli ultimi prodotti, persone e eventi, cantieri sulle aziende dai vari settori di applicazione di cui parla.

Fondazioni | Perforazione pozzi || Gallerie Perforazione Pozzi Geotecnica || Industria estrattiva-mineraria Estrattiva-Mineraria

Distribuzione: 4.100 copie

Periodicità: Trimestrale

Fondazioni Perforazione pozzi Gallerie Geotecnica | Industria estrattiva-mineraria

Fondazioni | Perforazioni| Pozzi | Gallerie | Geotecnica | Industria Estrattiva-Mineraria |

Anno 5 - Maggio/Agosto 2019

Anno 5 - Ottobre 2019

Visitate www.sollevare.it, il Portale Italiano per il Sollevamento, la Movimentazione Industriale e Portuale e il Trasporto Pesante The Leading Italian Magazine and Website for the Lifting, Industrial & Port Handling and Heavy Transport Markets

Edizione precedente Espositori: 428 - Visitatori: 11.400

Edizione precedente Espositori: 355 - Visitatori: 11.206

THE ITALIAN MAGAZINE FOR VERTICAL AND HORIZONTAL DRILLING, SPECIAL FOUNDATIONS, GROUND ENGINEERING, WELL DRILLING, ENVIRONMENTAL DRILLING, TUNNELLING, QUARRYING AND MINING

Piacenza, 7-9 Ottobre 2021 www.gisexpo.it

Piacenza, 7-9 Ottobre 2021

The Lifting, Industrial & Port Handling and Heavy Transport Show

Giornate Italiane del Sollevamento e dei Trasporti Eccezionali

8a Edizione

Piacenza, 15-18 Settembre 2021 www.geofluid.it

15-18 September - Piacenza, Italy

Drilling & Foundations

2021

SOLLEVAMENTO MOVIMENTAZIONE INDUSTRIALE PORTUALE - TRASPORTO PESANTE

La Rivista “Concrete News” è edita da Mediapoint & Exhibitions s.r.l. di Genova


20 21

L’UNICO EVENTO DEL SETTORE

The Lifting, Industrial & Port Handling and Heavy Transport Show Piacenza, Italy 3 -5 October 2019

AGV EXPO

®

Piacenza, 7-9 Ottobre 2021 La seconda edizione della AGV EXPO si terrà in concomitanza con la 8a edizione del GIS (Piacenza, 7-9 Ottobre 2021) e più precisamente nel Padiglione 3 del quartiere fieristico di Piacenza Expo e nell’ampia area all’aperto prospiciente ad esso.

Gli AGV (acronimo per Automatic Guided Vehicles) sono sistemi logistici che assolvono innumerevoli funzioni, affinché la movimentazione dei materiali sia la più consona ed efficiente possibile: dall’immagazzinamento allo stoccaggio, dalla movimentazione dei materiali al controllo delle giacenze, dal confezionamento all’evasione degli ordini. I veicoli automatici AGV sono oggi integrati nei processi produttivi e sono utilizzati da una sempre più ampia fascia di clientela che spazia dal comparto automobilistico, meccanico, ceramico, alimentare a quelli del beverage, del farmaceutico, dei film plastici, dell’industria cartaria, dell’abbigliamento, del legno e dei colorifici ed altri ancora.

Per informazioni:

info@agvexpo.it

Tel. (+39) 010 5704948 www.agvexpo.it

Profile for fab-magazine

FAB - Agosto/Settembre 2020  

Advertisement
Advertisement