Page 1

Seconda Edizione

CIVITANOVA MARCHE

DAL 25 LUGLIO AL 3 AGOSTO 2014

est, d o u q , t i u f Quod m est u r u t u f d o qu LE MOSTRE IN

ANTEPRIMA IL 24 LUGLIO

RASSEGNA STAMPA EDIZIONE 2014


Scuola Consiglia

38

Tw eet

5

0

LinkedIn

Festival Futura: "L'Italia dei social network? Verrà salvata dalla poesia" A Civitanova  Marche  con  la  partecipazione,  fra  gli  altri,  di  Zygmunt Bauman,  Derrick  De  Kerchove  e  George  Ritzer. di  SARA  FICOCELLI 15  aprile  2014

Disegnare scenari  possibili  per  il futuro  vicino  e  per  quello  lontano, nelle  più  diverse  direzioni.  Questo il  tema  della  seconda  edizione  del Festival  Futura  (25  luglio-­3  agosto a  Civitanova  Marche),  quest'anno tutto  dedicato  ai  social  network,  e che  vedrà  la  partecipazione  di intellettuali  del  calibro  di  Zygmunt Bauman,  Derrick  De  Kerchove  e George  Ritzer.  L'idea  nasce grazie  allo  spirito  di  iniziativa  di Gino  Troli,  il  lungimirante  direttore artistico  della  manifestazione,  ma dietro  di  lui  ci  sono  tante  altre  menti  brillanti,  responsabili  di  sezioni  dedicate  alla poesia,  al  linguaggio,  ai  nuovi  media.    "Il  nostro  futuro  e  quello  dei  nostri  figli  -­  spiega  Massimo  Arcangeli,  linguista  e responsabile,  per  il  2014,  della  sezione  "Les  mots  et  les  choses"  -­  è  da  affidarsi al  dialogo  serrato  fra  'diversi',  da  intendersi  come  persone  diverse,  settori diversi,  diversi  ambiti  d'applicazione  del  nostro  sapere.  Dobbiamo  prendere  atto che  il  dialogo  -­  o  anche  soltanto  il  contatto  -­  fra  mondi  e  realtà  differenti  oggi  è tutto". I  generi  disciplinari,  le  scuole  di  pensiero  e  le  correnti  religiose,  le  scommesse  in campo  tecnologico  e  scientifico,  l'identità  e  le  scelte  in  materia  sessuale:  tutto parla,  e  sempre  più  interagisce  e  si  contamina  proficuamente,  con  tutto.  Ed  è proprio  questo  lo  spirito  di  un  festival  unico  nel  suo  genere,  che  ogni  anno sceglie  cinque  espressioni  chiave  per  raccontare  al  pubblico  la  propria  'anima': l'anno  scorso  le  parole  scelte  furono  'pianeta',  'visioni',  'homo  ludens',  'humanitas' e,  appunto,  'anima'. "Quest'anno    -­    continua  Arcangeli  -­  l'offerta  sarà  molto  più  ampia,  e  ci  sarà anche  chi,  come  Zygmunt  Bauman,  ospite  della  mia  sezione,  stenderà  un decalogo  per  il  futuro".  Parlando  con  gli  organizzatori,  sembra  davvero  che  il miracolo  possa  ancora  accadere,  che  la  poesia  sia  realmente  in  grado  di salvare  il  mondo.  Ma  a  una  condizione:  quella  di  sottrarsi  alla  propria  condizione di  splendido  isolamento,  tornando  a  comunicare  la  realtà,  senza  per  questo svendersi  alle  urgenze  di  una  semplificazione  truccata.  "Il  grande  Tolstoj    -­   precisa  Arcangeli  -­  introducendo  le  opere  di  Guy  de  Maupassant,  ha  scritto  che  il genio  vede  tutto  quel  che  vedono  gli  altri  ma  in  modo  più  chiaro.  Quel  genio, soprattutto  se  è  un  poeta,  ha  il  dovere  di  esser  consapevole  che  la  propria visione  va  sempre  più  condivisa.  Ognuno  di  noi  è  quel  che  è  solo  in  virtù  di  quel che  tutti  noi  siamo.  Se  diamo  agli  altri  ciò  che  abbiamo  in  più  rispetto  a  loro,  e  lo

0

indoona


facciamo con  onestà,  gli  altri  ci  restituiranno,  e  con  gli  interessi,  ciò  che  gli avremo  dato.  È  un  tema  a  me  molto  caro,  che  prendo  di  petto  anche  in  un  saggio di  imminente  uscita  presso  l'editore  Gaffi,  'Poesia  di  tutti,  poesia  per  tutti. Controcanto  criticò  ". Inutile  dire  quanto,  in  tutto  questo  conti  il  linguaggio.  Uno  strumento  che  ci  aiuta, ad  esempio,  a  capire  che,  se  non  attribuiamo  un  nome  a  un  oggetto  del  mondo, quest'oggetto  non  esiste.  "Le  parole  -­  continua  il  linguista  -­  danno  senso  al  reale. Quanti  colori  scompaiono?  Tanti,  e  spesso  con  gli  oggetti  a  cui  si  riferivano.  Il latino  distingueva  fra  nero  opaco  (niger)  e  nero  brillante  (ater)  e  fra  bianco  opaco (albus)  e  bianco  brillante  (candidus);;  l'italiano  non  distingue  più  fra  le  due  tonalità: abbiamo  il  nero  e  il  bianco  (termine  di  origine  germanica),  accanto  a  candido, certo,  che  non  è  però  il  bianco  lucente  ma  il  bianco  immacolato,  bianchissimo. Nella  Commedia  di  Dante  si  parla  di  "aer  perso",  oscuro;;  quel  perso  era  un colore  fra  il  bruno,  il  violaceo  e  il  rossiccio,  il  colore  di  stoffe  provenienti  dalla Persia;;  e  non  sempre  associamo  l'indaco,  uno  dei  sette  colori  dell'iride, dell'arcobaleno  (fra  azzurro  e  violetto),  all'India.  Colori  e  luoghi,  anche  lontani  ma per  lo  più  ricordati  dall'oggetto  concreto  a  cui  rinviano:  il  magenta  è  venuto  di moda  dopo  la  sanguinosa  battaglia  di  Magenta,  con  allusione  al  sangue  (si  tratta infatti  di  un  rosso  molto  intenso)  che  vi  fu  versato". 'Forse  qualcuno  di  voi  ha  la  brutta  sensazione  di  lavorare  come  dopo  un  conflitto: in  mezzo  a  macerie  morali  e  culturali',  così  scrisse  il  maestro  elementare  Mario Lodi,  morto  novantaduenne  il  2  marzo  scorso,  in  una  lettera  aperta  il  21 settembre  2010,  indirizzata  a  chi  gli  aveva  chiesto  come  fare  a  insegnare  in tempi  tanto  difficili. "Per  l'Italia    -­    conclude  Arcangeli    -­    voglio  immaginare  un  prossimo  futuro  che metta  fine  a  ogni  deriva  morale  e  culturale  e,  per  le  prossime  generazioni,  una vita  umana  e  professionale  che  non  baratti  mai  la  conoscenza  con  la  sua mercificazione".  Un  auspicio,  più  che  un  pronostico.  Ma  ne  abbiamo  proprio bisogno.   GUARDA  ANCHE

Finocchiaro urla  "bugiardi" ai  senatori  M5s  in  aula

Videoforum con  Giuliano Poletti:  l'integrale

Sud Corea,  traghetto affondato:  100  dispersi,  le immagini  dei  soccorsi

Roma: tafferugli  e  cariche della  polizia  durante sgombero

Garlasco, il  consulente  di parte  civile  "La  difesa  si oppone  ad  accertamenti''

Prandelli: "Non  abbiamo ancora  parlato  di  contratto"

Divisione Stampa  Nazionale  —  Gruppo  Editoriale  L’Espresso  Spa  -­  P.Iva  00906801006  —  Società  soggetta  all’attività  di  direzione  e  coordinamento  di  CIR  SpA


08/05/2014


Il Messaggero (ed. Marche) 24 Luglio 2014

PRESSToday (carlo@essercicomunicazione.it)

pag. 19

Salvo per uso personale e' vietato qualunque tipo di redistribuzione con qualsiasi mezzo.


Il Messaggero (ed. Marche) 29 Luglio 2014

PRESSToday (carlo@essercicomunicazione.it)

pag. 33

Salvo per uso personale e' vietato qualunque tipo di redistribuzione con qualsiasi mezzo.


Il Manifesto 30 Luglio 2014

PRESSToday (carlo@essercicomunicazione.it)

pag. 11

Salvo per uso personale e' vietato qualunque tipo di redistribuzione con qualsiasi mezzo.


1/9/2014

Stampa Articolo


Album Giacomo Leopardi arriva su Twitter - IlGiornale.it

http://red.presstoday.com/pt_pdf.php?pid=618&url=http://ww...

cultura Home

Interni

Esteri

Cronache

Blog

Economia

Sport

Cultura

Tech

Milano

Motori

Speciali

29-06-2014,

29-06-2014,

30-06-2014,

30-06-2014,

01-07-2014,

01-07-2014,

28-06-2014,

28-06-2014,

18:00

22:00

18:00

22:00

18:00

22:00

18:00

22:00

NED

CRC

FRA

GER

ARG

BRA4

COL2

Condividi:

Cucina

Cerca

Album Giacomo Leopardi arriva su Twitter

Commenti: 00

Redazione - Dom, 29/06/2014 - 07:33

ccoom mm meennttaa

0

Mi piace

0

Oggi, giorno di nascita di Giacomo Leopardi, parte il nuovo contest di Futura Festival, «m'è dolce il cinguettar...» con hashtag #leopardeide, ideato da Massimo Arcangeli. Si potrà partecipare fino al 24 luglio, un giorno prima dell'inaugurazione di Futura. Chi vuole può postare un tweet con un estratto delle «Operette Morali» o dello «Zibaldone», riscritti in chiave moderna, in prosa o in poesia. «Scritture Brevi» è entrato nella top ten 2014 dei blog professionali di linguistica.

Inserisci le chiavi di ricerca Cerca

Info e Login

login

Nuovo iPad da €13.99 Consumatori Italiani scoprono il segreto degli affari online

Puoi Diventare un Trader! Impara il mercato Forex,mercato il più lucrativo al mondo ! Richiedi l'ebook gratuito in PDF !

registrazione

edicola

Dalani Home & Living Rinnova la tua casa: decorazioni e mobili delle migliori marche. Fino al 70% di sconto. Pubblicità

Annunci Google

AALLTTR RII AAR RTTIIC CO OLLII

Salvini contro Renzi: "È peggio di Monti. Coi bugiardi non tratto"

Siamo con Dell'Utri E adesso processateci tutti

Le pompe funebri tartassate: "Non vediamo la tv col morto"

"Balzello illegittimo: noi artigiani non paghiamo"

Vola a Barcellona da Vola con Vueling. Prenota ora! 60,12 €

© IL GIORNALE ON LINE S.R.L. - P.IVA 05524110961

1 di 2

29/06/14 10:00


ultimaora - flash news 24 Corriere della Sera

ultimaora - flash news 24 Corriere della Sera ews 24 Corriere della Sera

http://www.corriere.it/notizie-ultima-ora/Spettacolo/Stop-facc... http://www.corriere.it/notizie-ultima-ora/Spettacolo/Stop-facc... http://www.corriere.it/notizie-ultima-ora/Spettacolo/Stop-facc...

! !

! CULTURA E SPETTACOLO

Stop'facce da festival',scelgono lettori op'facce Stop'facce da festival',scelgono lettori da festival',scelgono lettori

TURA E SPETTACOLO CULTURA E SPETTACOLO

15:31 (ANSA) - CIVITANOVA MARCHE (MACERATA) - Se siete stanchi delle solite 'facce(ANSA) da festival' un modo per scegliere Lestanchi 'primarie deisolite lettori forti', lanciate 1 (ANSA) - CIVITANOVA MARCHE (MACERATA) - (MACERATA) Sec'è. siete delle 15:31 - CIVITANOVA MARCHE - Se siete stanchi delle solite da

Filippo Porta al Festival di Civitanova Marche. ada domenica, chi da ce da festival' un modo per scegliere c'è. Lescegliere 'primarie deiLe lettori forti', lanciate 'facce daLafestival' unFutura modo per c'è. 'primarie deiFino lettori forti', lanciate

ppo La PortaFilippo al Futura Festival dialmeno Civitanova Marche. Fino domenica, chia domenica, dichiara leggere 12 libri puòaindicare gli ospiti che vorrebbe LadiPorta al Futura Festival dil'anno Civitanova Marche. Fino chi

hiara di leggere almeno 12 intellettuali libri l'anno gli può ospiti che vorrebbe ascoltare. Gli più votati saranno invitati all'edizione 2015 di Futura, che dichiara di leggere almenopuò 12 indicare libri l'anno indicare gli ospiti che vorrebbe

oltare. Gli intellettuali più votati saranno all'edizione 2015 di De Futura, che die Futura, quest'anno incontri con Marc Augè, Derrick Kerkhove Zygmunt ascoltare. Glipropone intellettuali più invitati votati saranno invitati all'edizione 2015 che

st'anno propone incontripropone con Marc Augè,con Derrick Kerkhove Zygmunt Bauman. quest'anno incontri MarcDe Augè, Derricke De Kerkhove e Zygmunt

man.

Bauman.

COSA DICE IL PAESE

11% si sente

11% si sente COSA DICE IL PAESE 11% si sente


Data:

L'Arena.it

31/07/2014

Stop'facce da festival',scelgono lettori Stop'facce da festival',scelgono lettori Stop'facce da festival',scelgono lettori Tutto Schermo Aumenta Diminuisci Stampa Invia Tweet @Seguici CIVITANOVA MARCHE (MACERATA), 31 LUG - Se siete stanchi delle solite 'facce da festival' un modo per scegliere c'è. Le 'primarie dei lettori forti', lanciate da Filippo La Porta al Futura Festival di Civitanova Marche. Fino a domenica, chi dichiara di leggere almeno 12 libri l'anno può indicare gli ospiti che vorrebbe ascoltare. Gli intellettuali più votati saranno invitati all'edizione 2015 di Futura, che quest'anno propone incontri con Marc Augè, Derrick De Kerkhove e Zygmunt Bauman. MOR

PRESSToday (carlo@essercicomunicazione.it)

1

Salvo per uso personale e' vietato qualunque tipo di redistribuzione con qualsiasi mezzo.


Data:

Galileo

01/08/2014

Futura Festival, uno sguardo sul domani Temi società --> Futura Festival, uno sguardo sul domani --> 0 di Matteo Massicci | Pubblicato il 01 Agosto 2014 16:42 Back home Print page Share | prossimo articolo --> Come sarà il nostro domani? E quali sono le certezze - o le incertezze con cui dovremmo confrontarci nell'immediato futuro? Sono queste le domande a cui cercherà di trovare risposta la seconda edizione di Futura Festival, manifestazione incentrata sulla divulgazione di tematiche scientifiche e culturali che si sta svolgendo proprio in questi giorni a Civitanova Marche. L'evento si propone di delineare il quadro delle conoscenze odierne attraverso l'incontro con i più illustri scienziati (ma non solo) italiani e internazionali, in modo da gettare uno sguardo su cosa caratterizzerà il nostro avvenire. 
 Gli oltre 70 ospiti che si alterneranno nelle 10 giornate della rassegna, in programma fino al 3 agosto, approfondiranno questioni inerenti a campi diversi della ricerca, come la fisica, le neuroscienze e la matematica. Un ampio spazio è stato inoltre riservato all'incontro tra la scienza applicata e i più giovani, attraverso gli innumerevoli laboratori previsti . 
 "Non credo si possa pensare di fare un evento dedicato al Futuro come indica il nome stesso del festival senza lasciare un ampio spazio alla ricerca scientifica, alle acquisizioni più recenti della scienza e ai suoi orizzonti", racconta Gino Troli, direttore artistico di Futura Festival. "È certo appropriato interloquire con i filosofi e interessarsi di economia, ma per un' iniziativa come la nostra è indispensabile lasciare quanto più spazio possibile alla scienza e alle sue prospettive." 
 Link: http://www.futurafestival.it/ -->

PRESSToday (carlo@essercicomunicazione.it)

1

Salvo per uso personale e' vietato qualunque tipo di redistribuzione con qualsiasi mezzo.


Bauman: "Gaza è diventata un ghetto, Israele con l'apartheid ...

http://www.repubblica.it/esteri/2014/08/05/news/bauman_gaz...

Esteri Tweet

6

97

LinkedIn

0

indoona

Bauman: "Gaza è diventata un ghetto, Israele con l'apartheid non costruirà mai la pace" L'amarezza dell'intellettuale polacco di origini ebraiche. Sfuggito all'Olocausto, non risparmia critiche ad Hamas e a Netanyahu: "Pensano alla vendetta, non alla coabitazione. Purtroppo sta accadendo ciò che era ampiamente previsto. La Shoah è la prova di quel che gli uomini sono capaci di fare ad altri esseri umani in nome dei loro interessi. Una lezione mai seriamente presa in considerazione" di ANTONELLO GUERRERA 05 agosto 2014

"CIÒ A cui stiamo assistendo oggi è uno spettacolo triste: i discendenti delle vittime dei ghetti nazisti cercano di trasformare la striscia di Gaza in un altro ghetto ". A dirlo non è un palestinese furioso, ma Zygmunt Bauman, uno dei massimi intellettuali contemporanei, di famiglia ebraica e sfuggito all'Olocausto ordito da Hitler grazie a una tempestiva fuga in Urss nel 1939. Zygmunt Bauman

Bauman ha 88 anni, suo padre era un granitico sionista e negli anni ha sviscerato come pochi l'aberrazione e le conseguenze della Shoah. Sinora il grande studioso polacco non si era voluto esprimere pubblicamente sulla recrudescenza dell'abissale conflitto israelo-palestinese. Ora però, dopo aver accennato alla questione qualche giorno fa al Futura Festival di Civitanova Marche in un incontro organizzato da Massimo Arcangeli, Bauman confessa la sua amarezza in quest'intervista a Repubblica.

1 di 3

Professor Bauman, lei è uno dei più grandi intellettuali contemporanei ed è di origini ebraiche. Qual è stata la sua reazione all'offensiva israeliana a Gaza, che sinora ha provocato quasi 2mila morti, molti dei quali civili? "Che non rappresenta niente di nuovo. Sta succedendo ciò che era stato ampiamente previsto. Per molti anni israeliani e palestinesi hanno vissuto su un campo minato, in procinto di esplodere, anche se non sappiamo mai quando. Nel caso del conflitto israelo-palestinese è stata la pratica dell'apartheid - nei termini di separazione territoriale esacerbata dal rifiuto al dialogo, sostituito dalle armi - che ha sedimentato e attizzato questa situazione esplosiva. Come ha scritto lo studioso Göran Rosenberg sul quotidiano svedese Expressen l'8 luglio, prima dell'invasione di Gaza, Israele pratica l'apartheid ricorrendo a "due sistemi giudiziari palesemente differenti: uno per i coloni israeliani illegali e un altro per i palestinesi 'fuorilegge'. Del resto, quando l'esercito israeliano ha creduto di aver identificato alcuni sospetti palestinesi (nella caccia ai responsabili dell'omicidio dei tre adolescenti israeliani rapiti in Cisgiordania il giugno scorso, ndr), ha messo a ferro e fuoco le case dei loro genitori. Invece, quando i sospettati erano ebrei (per il susseguente caso del ragazzino palestinese arso vivo, ndr) non è successo nulla di tutto questo. Questa è apartheid: una giustizia che cambia in base alle persone. Per non parlare dei territori e delle strade riservate solo a pochi". E io aggiungo: i governanti israeliani insistono, giustamente, sul diritto del proprio

chiudi [x]

05/08/14 17:02


Bauman: "Gaza è diventata un ghetto, Israele con l'apartheid ...

http://www.repubblica.it/esteri/2014/08/05/news/bauman_gaz...

paese di vivere in sicurezza. Ma il loro tragico errore risiede nel fatto che concedono quel diritto solo a una parte della popolazione del territorio che controllano, negandolo agli altri". Come anche lei sottolinea, tuttavia, Israele deve difendere la sua esistenza minacciata da Hamas. C'è chi, come gli Usa, dice che la reazione dello Stato ebraico su Gaza è dura ma necessaria. Chi la giudica eccessiva e "sproporzionata". Lei che ne pensa? "E come sarebbe una reazione violenta "proporzionata"? La violenza frena la violenza come la benzina sul fuoco. Chi commette violenza, da entrambe le parti, condivide l'impegno di non spegnere l'incendio. Eppure, la saggezza popolare (quando non è accecata dalle passioni) ci ricorda: "Chi semina vento raccoglie tempesta". Questa è la logica della vendetta, non della coabitazione. Delle armi, non del dialogo. In maniera più o meno esplicita, a entrambe le parti del conflitto fa comodo la violenza dell'avversario per rinvigorire le proprie posizioni. E il risultato è: sia Hamas sia il governo israeliano, avendo concordato che la violenza è il solo rimedio alla violenza, sostengono che il dialogo sia inutile. Ironicamente, ma anche drammaticamente, potrebbero avere entrambi ragione". Cosa pensa, nello specifico, del premier israeliano Netanyahu e del suo governo? Ha commesso errori? "Netanyahu e i suoi sodali, e ancor più gli israeliani che bramano il loro posto, si sforzano di fomentare il desiderio di vendetta nei loro avversari. Spargono semi di odio perché temono che l'odio del passato scemi. Alla luce della loro strategia, questi non sono "errori". I governanti israeliani hanno più paura della pace che della guerra. Del resto, non hanno mai imparato l'arte di governare in contesti pacifici. E, negli anni, sono riusciti a contaminare gran parte di Israele con il loro approccio. L'insicurezza è il loro migliore, e forse unico, vantaggio politico. E magari vinceranno facilmente le prossime elezioni facendo leva sulle paure degli israeliani e sull'odio dei vicini, che hanno fatto di tutto per irrobustire". Lei in passato è stato critico nei confronti del sionismo e dell'uso che Israele fa della tragedia dell'Olocausto per giustificare le sue offensive militari. La pensa ancora così? "Raramente la vittimizzazione nobilita le sue vittime. Anzi, quasi mai. Troppo spesso, invece, provoca un'unica arte, che è quella del sentirsi perseguitati. Israele, nato dopo lo sterminio nazista contro gli ebrei, non è un'eccezione. Quello a cui siamo di fronte oggi è un triste spettacolo: i discendenti delle vittime nei ghetti cercano di trasformare la striscia di Gaza in un ghetto che sfiora la perfezione (accesso bloccato in entrata e uscita, povertà, limitazioni). Facendo sì che qualcuno prenda il loro testimone in futuro". A questo proposito, cosa pensa del silenzio di politici e intellettuali europei sul conflitto riesploso a Gaza? "Innanzitutto, non esiste la "comunità internazionale" di cui parlano americani ed europei. In gioco, ci sono soltanto coalizioni estemporanee, dettate da interessi particolari. In secondo luogo, come ha osservato Ivan Krastev celebrando il centenario dell'inizio della Grande Guerra, noi europei abbiamo ben in mente che "un'eccessiva" reazione come quella all'omicidio di Francesco Ferdinando ha portato alla catastrofe "che nessuno voleva o si aspettava"".

2 di 3

Lei ha scritto in passato che la società moderna non ha imparato l'agghiacciante lezione dell'Olocausto. Questo concetto si può applicare anche al conflitto israelopalestinese? "Le lezioni dell'Olocausto sono tante. Ma pochissime di loro sono state seriamente prese in considerazione. E ancor meno sono state apprese - per non parlare di quelle messe realmente in pratica. La più importante di queste lezioni è: l'Olocausto è la prova inquietante di ciò che gli umani sono capaci di fare ad altri umani in nome dei propri interessi. Un'altra lezione è: non mettere un freno a questa capacità degli umani provoca tragedie, fisiche e/o morali. Questa lezione, nel nostro mondo veloce, globalizzato e irreversibilmente multicentrico, ricopre ancora un'importanza universale, applicabile a ogni antagonismo locale. Ma non c'è una soluzione a breve termine per lo stallo attuale. Coloro che pensano solo ad armarsi non hanno ancora imparato che dietro alle due categorie di "aggressori" e "vittime" della violenza c'è un'umanità condivisa. Né si accorgono che la prima vittima di chi esercita violenza è la propria umanità. Come ha scritto Asher Schechter su Haaretz, l'ultima ondata di violenza nell'area "ha fatto compiere a Israele un ulteriore passo verso quel torpore emotivo che si rifiuta di vedere ogni sofferenza che

chiudi [x]

05/08/14 17:02


3 SERVIZI RAI TG3 MARCHE 1 SERVIZIO NAZIONALE RAIRADIO1 PRIMA DI TUTTO

1 SERVIZIO NAZIONALE RAIRADIO1 START Carlo Scheggia - responsabile comunicazione istituzionale - 3398775717 - carlo@essercicomunicazione.it Teatri di Civitanova - Azienda Speciale Servizi Cultura e Spettacolo | Via B. Buozzi 1 - 62012 Civitanova Marche email: info@teatridicivitanova.com | www.tdci.it | Tel +39.0733.812936 | Fax +39.0733.811536


4

24/04/2014


05/06/2014

Ma r ch e Cu lt

I capanni da spiaggia, il fascino dell anarchia

u n fest iva l it in er a n t e a cu i h a n n o p r eso p a r t e a lcu n i t r a gli a r t ist i in d ie p i r a p p r esen t a t ivi in It a lia . E n ella lin e u p com p a r iva a n ch e la ca n t a u t r ice p esa r ese. In t a n t o l est a t e a lle p or t e. Ar r iva la st a gion e d ei fest iva l. Tr a t or m en t on i d id a sca lici e scon t a n t i, Ma r ia An t on iet t a n e a vr d i p a lch i d ove p ot er si esp r im er e e fa r si la r go. Com in cia il t ou r . An d r e a Ma cca r o n e

cr ezia Er coli. La m et d elle ed izion i e il dop p io dei gior n i, fitti di in con tr i e d i sp etta coli n ei diver si sp azi della citt , p er Fu tu r a Festiva l, dal 25 lu glio al 3 agosto a Civitan ova. Figu r e di p en sator i e di scien ziati, con teor ie e lin ee di r icer ca n ote o da con oscer e, si alter n an o su l tem a del fu tu r o ch e gi com in ciato : il filosofo e sociologo p olacco Zygm u n t Bau m an , in stan cabile e lu cido n ovan ten n e p r on to a r isp on d er e a lle ch ia m a te p u bblich e p r oven ien ti dal n ostr o p a ese, Lu cia n o Ca n for a , Er n esto Ga lli della Loggia , il cr itico letter a r io Filip p o La Por ta p r om otor e d el p r im o esp er im en to di p r im a r ie dei lettor i for ti ossia di color o ch e scelgon o di sp ostar si da casa e a n d a r e a vota r e u n p r op r io ca n dida to scr ittor e . Sa r u n p u zzle di p en sier o, scien za e social m edia, dal locale al globale, sotto la dir ezion e di Gin o Tr oli. Adr ia tico Mediter r a n eo si far , dicevam o, com e sem p r e ad An con a, p r im a della Festa del m a r e, tr a la fin e di a gosto e i p r im i gior n i di settem br e, con m u sich e e r iflession i su lla geop olitica di u n m ar e in tor n o al qu ale si va costitu en do u n a m acr or egion e e u n dialogo cu ltu r ale a p i voci. Tr a gli in tellettu ali e i filosofi ch e du r an te le p assate edizion i della ker m esse dir etta da Giovan n i Sen eca si son o fer m ati a in ter p r etar e l iden tit di qu esto m ar e Tah ar Ben Jallou n , Massim o Cacciar i, Pr edr ag Matvejevic. In fin e, La pu n ta della lin gu a , slittata dall in izio a fin e stagion e. Ma salva. Il festival di p oesia p r om osso e or gan izzato da Nie W iem con la dir ezion e ar tistica di Lu igi Socci si p r ep ar a a com p or r e il ca r tellon e, con l id ea d i m a n ten er n e a lta la qu alit p er for m ativa, in qu an to a r itm o e m elodia in ter n a , n on ch il livello di discu ssion e in tor n o alla p ar ola con dotta da ospiti n azion ali e str an ier i. Sen za tr ascu r ar e gar e di ver sificazion e sia dal vivo ch e on lin e. M a r ia M a n ga n a r o

RIPRODUZIONERISERVATA

RIPRODUZIONE RISERVATA

Estate andiam o tem po di pensare I festival, gli incontri La filosofia regina della stagione

`

L

a filosofia u n a ten den za del m om en to, n on solo italian a. Clu b filosofici, pu b socr a tici, ca ff illu m in istici p r atican o u n a ter ap ia dell an im a n elle m etr op oli e n elle citt di pr ovin cia di alm en o du e con tin en ti. Com e se u n a n au sea vagam en te sar tr ian a n ei con fr on ti della politica (ch e h a per m esso alla fin an za u n am or ale eu for ia) tr ovasse r im edio in lezion i den se. Tan t , in r egion e il p en sier o di casa, com e altr ove, in for m a di festival con decin e di ap p u n tam en ti con cen tr ati in p och i gior n i o dilu iti n ell ar co di m esi. La stagion e p r efer ita qu ella bella, giu stam en te. Fu tu r a Festiva l e Popsoph ia , m a an ch e Adr ia tico Mediter r a n eo e La Pu n ta della lin gu a , n on m a n ch er a n n o n ea n ch e qu est an n o, p er for tu n a. Ma com in ciam o da u n a coda. Il 24 giu gn o si con clu don o a Osim o La gior n a te dell a n im a, a cu r a di Gia n ca r lo Ga lea zzi (ar tefice del Festival del pen sier o p lu r ale lu n go u n an n o), con Dacia Mar ain i in vitata a in ter ven ir e la ica m en te su Sa n ta Ch iar a, oggetto del su o p i r ecen te libr o. Men tr e per L or a felice, n el giar din o p en sile del castello di Falcon ar a, si p assan o

il testim on e du e n oti filosofi italian i com e Giacom o Mar r am ao, au tor e di u n r iesam e cr itico delle p r etese di u n iver salit tipicam en te occiden tali (27 giu gn o), e il giovan e e solido Diego Fu sar o (2 lu glio). Negli stessi gior n i, a Pesar o, la qu ar ta edizion e di Popsoph ia si aggir a in tor n o alla bor gh esian a n ostalgia del p r esen te (dal 2 al 6 lu glio) a Rocca Costan za la for tezza della r iflession e su i fen om en i d ella qu otidian it osser vati al p ar i dei gr an di p r odotti della cu ltu r a alta. La filosofia in daga il p op e il p op r accon ta la filosofia , u n in con tr o ch e n on esclu de a lcu n fen om en o p op ola r e dall occh io atten to del p en sier o cr itico, p er adden tr ar si n elle p assion i e n elle ossession i ch e com p on gon o il p r esen te. Tr a gli in tellettu ali gi ospitati a Pesar o, Vattim o, Natoli, Cu r i, Regazzon i e an ch e Matteo Ren zi, oltr e a m ostr e, con cer ti e allestim en ti teatr ali. Pr esto sap r em o di p i della m an ifestazion e di cu i dir ettr ice ar tistica Lu -

DAPOPSOPHIAAFUTURA PASSANDOPER ADRIATICOMEDITERRANO ELAPUNTADELLALINGUA SGUARDI SUPRESENTE EFUTUROSOTTOLESTELLE

Zygm u n t Ba u m a n sa r osp it e a Fu t u r a 20 14

Da lla p r im a d e ll in se r t o

Il tor m en ton e di Mar ia An ton ietta E il sin golo Ossa sen za d u b b io il b r a n o in d ie d ell est a t e it a lia n a . Ma r ia An t on iet t a h a u n a ca r ica p u n k, a llegger it a d a u n p iglio ca n t a u t or a le e d a u n a t t en zion e a r m on ica ch e fa n n o d i lei u n a r t ist a com p let a e sop r a t t u t t o st im a t a d a b la son a t i collegh i. Ta n t o ch e lo st esso Ma n u el Agn elli, voce e lea d er d ei m ila n esi Aft er h ou r s, l h a volu t a in ser ir e n el p r oget t o Ha i p a u r a d el b u io? , ovver o

a c r n a q t v c d D s z s n a c s m l c s m e t e e f s p n q m o s z a v l f s p e s d r d n r m v r p m m n c n n


Il Resto del Carlino (ed. Macerata) 12 Agosto 2014

PRESSToday (carlo@essercicomunicazione.it)

pag. 49

Salvo per uso personale e' vietato qualunque tipo di redistribuzione con qualsiasi mezzo.


Corriere Adriatico (ed. Macerata) 12 Agosto 2014

PRESSToday (carlo@essercicomunicazione.it)

pag. 29

Salvo per uso personale e' vietato qualunque tipo di redistribuzione con qualsiasi mezzo.


Il Messaggero (ed. Marche) 12 Agosto 2014

PRESSToday (carlo@essercicomunicazione.it)

pag. 41

Salvo per uso personale e' vietato qualunque tipo di redistribuzione con qualsiasi mezzo.


16/11/2013


17/11/2013


17/11/2013


18/11/2013


19/11/2013


26/11/2013


15/01/2014


15/01/2014


15/01/2014


15/01/2014


22/01/2014


22/02/2014


22/02/2014


23/02/2014


23/02/2014


23/02/2014


04/03/2014


09/03/2014


11/03/2014


11/03/2014


11/03/2014


11/03/2014


11/03/2014


11/03/2014


20/03/2014


20/03/2014


10/04/2014


4

08/05/2014


11/05/2014


4

11/05/2014


13/05/2014


13/05/2014


03/06/2014

Futura festival oggi svela altri ospiti CIVITANOVA E' il giorno della presentazione della seconda edizione di Futura Festival, Officina del domani - Laboratorio dell'Avvenire. Il programma dell'evento culturale che prenderà il via il 25 luglio sarà svelato oggi ad Ancona, nella sala dell'Agricoltura della Regione. Presenti l'assessore regionale alla Cultura Pietro Marcolini, il direttore artistico Gino Troli, il linguista Massimo Arcangeli, il sindaco Tommaso Corvatta e l'assessore Giulio Silenzi. I nomi di alcuni grandi ospiti sono noti: il filosofo polacco Zygmunt Bauman (foto in alto), l'intellettuale della società liquida, il sociologo Derrick de Kerckhove, che ha adattato la teoria dell'intelligenza collettiva di Pierre Levy al contesto sociale attuale, il sociologo Domenico De Masi, lo storico Luciano Canfora, grande esperto della cultura classica, il giornalista Ernesto Galli Della Loggia, editorialista del Corriere della Sera e lo psicoanalista Luigi Zoja. Oggi è attesa l'ufficializzazione di nuovi grandi ospiti.


!

!

!

!

!

04/06/2014

8 Mercoledì 4 Giugno 2014

CULTURA e SPETTACOLI

Il presente e la ricerca del domani Futura Festival, dieci giorni tra grandi ospiti e temi di forte impatto culturale LA RASSEGNA DI CIVITANOVA CRISTINA GIOACCHINI Ancona

Assieme ad intellettuali e ricercatori di fama, dai sociologi Zygmunt Bauman e Derrick De Kerckhove, al filologo Luciano Canfora e al politologo Ernesto Galli della Loggia, con una maratona culturale di 10 giorni e la scelta di non camminare da soli gemellandosi con la Festa di Scienza e Filosofia di Foligno, torna il Futura Festival, dal 25 luglio al 3 agosto a Civitanova Marche. Sarà un viaggio tra passato, presente e futuro: sfogliare le tre fasi della vita per rileggerle approdando all'oggi, con un linguaggio contemporaneo, fino al tweet. Alessandro Bergonzoni, Ernesto Galli Della Loggia, Luigi Zoja, eccone altri, di nomi dei protagonisti di Futura, che si incrocia in questa seconda edizione con Civitanova Danza, con due serate speciali, il 28 e 29 luglio, dedicate allo spettacolare show dei Momix. E non è tutto, durante la manifestazione infatti, ci saranno delle anticipazioni sui grandi temi dell'expo 2015, grazie a Claudia Sorlini, presidente del comitato scientifico Expo2015 del Comune di Milano. Si pensi che quanto anticipato è solo una parte dell'intero programma di Futura 2014, come hanno annunciato ieri in conferenza stampa in Regione l' assessore alla Cultura Pietro

Gino Troli, Pietro Marcolini e Giulio Silenzi durante la conferenza per illustrare il Futura Festival che si svolgerà a Civitanova

Marcolini, il collega provinciale Massimiliano Bianchini, l'assessore di Civitanova Giulio Silenzi, la presidente TdC Rosetta Martellini, il direttore artistico Gino Troli, Massimo Arcangeli, coordinatore di sezione e Pierluigi Mingarelli, direttore Laboratorio Scienze Sperimentali di Foligno. “Futura è una riflessione su scienza, filosofia e cultura -spiega Marcolini- che con la scelta di gemellarsi con la festa di Scienza e Filosofia di Foligno, ha creato un'alleanza interregionale fondata sulla collaborazione e condivisione degli appuntamenti culturali e anticipa la maggiore integrazione territoriale che avverrà con la nuova viabilità grazie alla Quadrilatero. E non si tratta di spettacolarizzazione e pre-

senza di filosofi famosi attraverso la Tv, ma di una riflessione radicata alla preparazione di un dibattito locale, regionale. Il pubblico viene preparato alla dissertazione e conosce le tematiche, con Futura viene riprogrammata la vita culturale di Civitanova. Turismo, economia e cultura viaggiano insieme con una riflessione sui temi trattati che risale ai mesi precedenti al Festival e lascia lavoro alle direzioni didattiche e ai circoli culturali della città". Le sezioni del Futura Festival prendono il nome dei grandi classici della letteratura come Guerra e Pace, Padri e figli/I Vecchi e i giovani, Radici. La programmazione dell' evento si svolgerà tra Civitanova alta e bassa.© RIPRODUZIONE RISERVATA

“Si è seguita la via del rigore finanziario mantenendo i contenuti di alta qualità” Ancona Nonostante l'entità della manifestazione Futura Festival 2014: “Si è seguita la via del rigore finanziario- ha assicurato l'assessore Silenzimantenendo i contenuti di alta qualità”. E quando dice questo, si riferisce altresì ad eccellenze nei vari campi come il linguista Massimo Arcangeli, il biologo Edoardo Boncinelli, alla giornalista ed editore Valentina Conti, allo scrittore Paolo Di Paolo, al critico letterario Filippo La Porta ed a quello cinematografico e

autore TV Italo Moscati. Tra le novità, due i contest dedicati al Leopardi, lanciati su Twitter e Instagram, tenuto conto dell'importanza dei social. “In 2 mesi - sottolinea Arcangeli sono già 20mila i Tweet arrivati". Infine, il 29 giugno, data di nascita del poeta di Recanati, prende il via l'ultimo premio "M'è dolce il cinguettar...", realizzato con il blog 'Scritture Brevi', di Francesca Chiusaroli, docente dell'Università di Macerata, e Fabio Massimo Zanzotto, docente dell'Università di Roma "Tor Vergata".


04/06/2014

SPETTACOLI

no - LA NAZIONE

ONE h. 21

re ini’

tro Mercantini a alle 21, alunni rensivo e ruota attorno l’Arte. esco Aceti voro sulle toria, i tipi.

18

itrovato cesco

ico i Urbino’ me che sarà lla la sede tico, in via verranno Gilberto lcioni, me .

37 il caffè

FUTURA FESTIVAL A CIVITANOVA

Viaggio nel tempo in cerca delle radici ·ANCONA

PARLARE del futuro guardando alle nostre radici culturali grazie ad un approccio che comprende tutte le discipline. E’ il filo conduttore della seconda edizione di Futura Festival, in programma a Civitanova Marche dal 25 luglio al 3 agosto. Assieme a intellettuali e ricercatori di fama, dai sociologi Zygmunt Bauman e Derrick De Kerckhove fino al filologo Luciano Canfora e al politologo Ernesto Galli della Loggia, la manifestazione, diretta da Gino Troli, affronta temi quali il rapporto padri-figli, l’alimentazione, i problemi del pianeta, la co-

DIALOGO SUL FUTURO Tra i tanti ospiti Zygmunt Bauman e Luciano Canfora municazione. Coordinano le diverse sezioni del festival (da quest’anno gemellato con la Festa della Scienza e Filosofia di Foligno) Massimo Arcangeli, Edoardo Boncinelli, Valentina Conti, Paolo Di Paolo, Filippo La Porta e Italo Moscati. Tra i partecipanti anche George Ritzer, Domenico De Masi, Alessandro Bergonzoni e Luigi Zoja. La manifestazione è un viaggio tra passato, presente e futuro: quod fuit, quod est, quod futurum est, come Seneca definì nel ‘De Brevitate Vitae’ le fasi dell’esistenza umana. Le sue se-

PENSATORI Sopra Bergonzoni e Bauman, in alto Canfora

zioni hanno i nomi di grandi classici della letteratura, da cui partire per immaginare il domani tra radici storiche e scenari possibili. TANTE le sezioni previste in questa edizione, ognuna legata ad un tema classico, rivisitato in una chiave di reinterpretazione alla luce dell’attuale dibattito culturale e delle varie discipline che si occupano di definire, ciascuna secondo il suo statuto e la sua epistemologia, le linee possibili del mondo di domani. Questi i titoli principali: Guerra e pace, Padri e figli/I vecchi e i giovani, Radici, Alla ricerca del tempo perduto, La buona terra/I nutrimento terrestri, Le città invisibili/Il pianeta irritabile, The soft machine, Les mots et les choses, L’uomo in rivolta, Vaghe stelle dell’Orsa, Futura di marca. A delineare il quadro degli ospiti e lo sviluppo dei temi del Festival sono nomi autorevoli e

SUPERENALOTTO

crucinterno Non bene Frivolo,

Efferato Il perso-

rappresentavi delle rispettive discipline di riferimento. «Futura si incrocia con Civitanova Danza — dichiara Troli — e dedica due serate speciali a questo grande festival che il 28 e 29 luglio propone a Civitanova i Momix. Non solo, durante la manifestazioni ci saranno anche delle anticipazioni sui grandi temi dell’Expo 2015 con l’intervento di Claudia Sorlini, presidente del comitato scientifico Expo2015 del Comune di Milano». Tra le curiosità di questa edizione due contest lanciat su twitter e Instagram dedicati a Leopardi. In due mesi sono già 20mila i tweet arrivati. Il 29 giugno, data di nascita del poeta di Recanati, prenderà il via l’ultimo premio M’è dolce il cinguettar…, realizzato anche questo con il blog ‘Scritture Brevi’, di Francesca Chiusaroli, docente di Linguistica generale dell’Università di Macerata, e Fabio Massimo Zanzotto, docente di Ingegneria informatica dell’Università di Roma “Tor Vergata”.

Grosso uccello acquatico Escur-

Baronetto inglese

3 25 26 29 48 79 NUMERO JOLLY 56 NUMERO SUPERSTAR 45 LOTTO Estrazione n. 66 del 3-6-2014


04/06/2014

Dieci giorni di incontri no stop a Civitanova «officina del domani» Tra i superospiti Zygmunt Bauman, Luciano Canfora, George Ritzer Derrik de Kerkhove, Galli della Loggia, Robert Casati e Andrea Moro

Futura festival full immersion con il pensiero L’EVENTO

D

ieci giorni e un gran numero di appuntamenti per Futura Festival, «officina del domani» aperta a Civitanova l'anno scorso sotto la direzione di Gino Troli, che ieri in conferenza stampa in regione, presentava «solo la metà di un programma molto ricco». C'è ancora tempo per conoscere tutti i nomi e gli eventi del festival. Intanto sono sicure le date d'inizio e fine: dal 25 luglio al 3 agosto. Sappiamo anche che si svolgerà soprattutto a Civitanova Alta, fra la piazza, il teatro Annibal Caro, il chiostro e la chiesa di Sant'Agostino, dove sarà allestita una mostra sul cibo, dai Piceni ai giorni nostri. Non solo pensiero filosofico, dunque. Ma anche una naturale connessione con il tema dell'Expo di Milano 2015, «Nutrimenti terrestri», con Claudia Sorlini esperta di nutrizione ed equilibri alimentari del pianeta, nonché presidente del comitato scientifico dell'esposizione universale del prossimo anno. A Civitanova, ci saranno intellettuali assai noti come il sociologo polacco Zygmunt Bauman (1 agosto, sull'ibridazione), il filologo Luciano Canfora (1 agosto, sull'utopia del passato come modello per il futuro), i sociologi Derrik de Kerkhove (belga) e George Ritzer (teorico della macdonaldizzazione), lo studioso di processi cognitivi americano ma di origino marchigiane Robert Casati, il linguista e neuro scienziato Andrea Moro e tanti altri. Tutti «troveranno un

L’ASSESSORE MARCOLINI: «PUBBLICO PREPARATO E NON SOLO INCANTATO DOPO LA PREPARAZIONE CON I LABORATORI NELLE SCUOLE SUPERIORI»

Dal 25 luglio al 3 agosto la cultura trova casa tra piazze e teatri Sopra, Galli della Loggia, a sinistra Canfora e Bauman, sotto De Kerkhove A destra Troli Marcolini e Silenzi presentano Futura festival

pubblico preparato e non solo incantato, perché nei mesi scorsi Futura Festival ha preparato il terreno con laboratori nelle scuole medie inferiori di Civitanova e incontri pubblici a tema», puntualizzava l'assessore regionale alla cultura Pietro Marcolini. «Un laboratorio per tutto l'anno - gli faceva eco l'assessore comunale alla cultura a e al turismo Giulio Silenzi, - che deve far crescere la popolazione del territorio e della regione. Un format originale, per il quale spenderemo la metà delle manifestazioni che si sono succedute fra il 2009 e il 2011». È di 200 mila euro il budget di una kermesse che «al contrario di molte altre, è una vera proposta culturale», concordavano Massimiliano Bianchini assessore alla cultura della Provincia di Macerata e Rosetta

Martellini presidente dei Teatri di Civitanova. Non potevano mancare i social network in un festival che si chiama Futura e che tra i suoi promotori trova il linguista Massimo Arcangeli (artefice di uno sperimentale Decamerone riscritto per tweet) che ha lanciato su Twitter un progetto sui Canti leopardiani lanciati lo scorso 21 marzo con l'ashtag #semprecaromifu a cui

partecipare con parole e immagini fino al prossimo 20 giugno. Dal 29 giugno, nel giorno in cui il Poeta nacque a Recanati, si parte con #leopardaide dallo Zibaldone per formare un gran poema in prosa con i tweet: una scommessa, quella di Arcangeli, almeno quanto quella delle «primarie del lettore forte» che si terranno nelle librerie e nelle biblioteche di Civitanova e Macerata durante la manifestazione. Spazio al futuro che già c'è nelle regione Marche (con il contributo di Valentina Conti) e all'illusionismo scenico-atletico dei Momix in collaborazione e co-organizzazione con l'Amat. Da non trascurare né la rilettura dei classici, nell'ottica di un futuro che poggia sulle basi del passato, né i lunghi passi della scienza verso il domani con il biologo Eoardo Boncinelli e i suoi illustri colleghi (non è casuale il gemellaggio di Futura con la Festa di Scienza e Filosofia di Foliogno). Maria Manganaro © RIPRODUZIONE RISERVATA

F e


Corriere Adriatico (ed. Ancona) 19 Giugno 2014

PRESSToday (carlo@essercicomunicazione.it)

pag. 09

Salvo per uso personale e' vietato qualunque tipo di redistribuzione con qualsiasi mezzo.


Il Resto del Carlino (ed. Macerata) 19 Giugno 2014

PRESSToday (carlo@essercicomunicazione.it)

pag. 63

Salvo per uso personale e' vietato qualunque tipo di redistribuzione con qualsiasi mezzo.


Il Messaggero (ed. Marche) 19 Giugno 2014

PRESSToday (carlo@essercicomunicazione.it)

pag. 55

Salvo per uso personale e' vietato qualunque tipo di redistribuzione con qualsiasi mezzo.


Il Resto del Carlino (ed. Macerata) 26 Giugno 2014

PRESSToday (carlo@essercicomunicazione.it)

pag. 62

Salvo per uso personale e' vietato qualunque tipo di redistribuzione con qualsiasi mezzo.


Leopardi su twitter, contest a Futura - Cultura - ANSA.it

http://red.presstoday.com/pt_pdf.php?pid=149&url=http://ww... Ansa

Cultura

Leopardi su twitter, contest a Futura Per #leopardeide 'cinguettii' da Operette Morali e Zibaldone - Redazione ANSA - CIVITANOVA MARCHE (MACERATA) 28 giugno 2014 - 19:16 - NEWS

Suggerisci Facebook Twitter Google+ Altri

Stampa Scrivi alla redazione

CLICCA PER INGRANDIRE

+

(ANSA) - CIVITANOVA MARCHE (MACERATA), 28 GIU - Il 29 giugno, giorno di nascita di Giacomo Leopardi, parte il nuovo contest di Futura, "m'è dolce il cinguettar..." con hashtag #leopardeide, ideato da Massimo Arcangeli. Si potrà partecipare fino al 24 luglio, postando un tweet con un estratto delle Operette Morali o dello Zibaldone, riscritti in chiave moderna, in prosa o in poesia con l'hashtag #leopardeide. I tweet, selezionati in modo da poter essere letti in successione, saranno lanciati su twitter dal 29 giugno.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

1 di 1

29/06/14 10:01


Il Resto del Carlino (ed. Macerata) 29 Giugno 2014

PRESSToday (carlo@essercicomunicazione.it)

pag. 56

Salvo per uso personale e' vietato qualunque tipo di redistribuzione con qualsiasi mezzo.


Corriere Adriatico (ed. Ancona) 29 Giugno 2014

PRESSToday (carlo@essercicomunicazione.it)

pag. 43

Salvo per uso personale e' vietato qualunque tipo di redistribuzione con qualsiasi mezzo.


Il Messaggero (ed. Marche) 29 Giugno 2014

PRESSToday (carlo@essercicomunicazione.it)

pag. 52

Salvo per uso personale e' vietato qualunque tipo di redistribuzione con qualsiasi mezzo.


Il Messaggero (ed. Marche) 29 Giugno 2014

PRESSToday (carlo@essercicomunicazione.it)

pag. 52

Salvo per uso personale e' vietato qualunque tipo di redistribuzione con qualsiasi mezzo.


Il Resto del Carlino (ed. Macerata) 02 Luglio 2014

PRESSToday (carlo@essercicomunicazione.it)

pag. 51

Salvo per uso personale e' vietato qualunque tipo di redistribuzione con qualsiasi mezzo.


Corriere Adriatico (ed. Macerata) 02 Luglio 2014

PRESSToday (carlo@essercicomunicazione.it)

pag. 16

Salvo per uso personale e' vietato qualunque tipo di redistribuzione con qualsiasi mezzo.


Il Messaggero (ed. Marche) 02 Luglio 2014

PRESSToday (carlo@essercicomunicazione.it)

pag. 46

Salvo per uso personale e' vietato qualunque tipo di redistribuzione con qualsiasi mezzo.


Il Resto del Carlino (ed. Macerata) 20 Luglio 2014

PRESSToday (carlo@essercicomunicazione.it)

pag. 51

Salvo per uso personale e' vietato qualunque tipo di redistribuzione con qualsiasi mezzo.


Corriere Adriatico (ed. Ascoli) 20 Luglio 2014

PRESSToday (carlo@essercicomunicazione.it)

pag. 33

Salvo per uso personale e' vietato qualunque tipo di redistribuzione con qualsiasi mezzo.


Il Messaggero (ed. Marche) 20 Luglio 2014

PRESSToday (carlo@essercicomunicazione.it)

pag. 60

Salvo per uso personale e' vietato qualunque tipo di redistribuzione con qualsiasi mezzo.


Il Messaggero (ed. Marche) 20 Luglio 2014

PRESSToday (carlo@essercicomunicazione.it)

pag. 50

Salvo per uso personale e' vietato qualunque tipo di redistribuzione con qualsiasi mezzo.


Il Resto del Carlino (ed. Macerata) 23 Luglio 2014

PRESSToday (carlo@essercicomunicazione.it)

pag. 50

Salvo per uso personale e' vietato qualunque tipo di redistribuzione con qualsiasi mezzo.


Il Messaggero (ed. Ancona) 23 Luglio 2014

PRESSToday (carlo@essercicomunicazione.it)

pag. 50

Salvo per uso personale e' vietato qualunque tipo di redistribuzione con qualsiasi mezzo.


Corriere Adriatico (ed. Ascoli) 23 Luglio 2014

PRESSToday (carlo@essercicomunicazione.it)

pag. 25

Salvo per uso personale e' vietato qualunque tipo di redistribuzione con qualsiasi mezzo.


Il Resto del Carlino (ed. Macerata) 24 Luglio 2014

PRESSToday (carlo@essercicomunicazione.it)

pag. 57

Salvo per uso personale e' vietato qualunque tipo di redistribuzione con qualsiasi mezzo.


Il Messaggero (ed. Marche) 24 Luglio 2014

PRESSToday (carlo@essercicomunicazione.it)

pag. 49

Salvo per uso personale e' vietato qualunque tipo di redistribuzione con qualsiasi mezzo.


Il Resto del Carlino (ed. Macerata) 25 Luglio 2014

PRESSToday (carlo@essercicomunicazione.it)

pag. 48

Salvo per uso personale e' vietato qualunque tipo di redistribuzione con qualsiasi mezzo.


Corriere Adriatico (ed. Macerata) 25 Luglio 2014

PRESSToday (carlo@essercicomunicazione.it)

pag. 30

Salvo per uso personale e' vietato qualunque tipo di redistribuzione con qualsiasi mezzo.


Il Messaggero (ed. Ancona) 25 Luglio 2014

PRESSToday (carlo@essercicomunicazione.it)

pag. 50

Salvo per uso personale e' vietato qualunque tipo di redistribuzione con qualsiasi mezzo.


Il Resto del Carlino (ed. Macerata) 26 Luglio 2014

PRESSToday (carlo@essercicomunicazione.it)

pag. 50

Salvo per uso personale e' vietato qualunque tipo di redistribuzione con qualsiasi mezzo.


Corriere Adriatico (ed. Ascoli) 26 Luglio 2014

PRESSToday (carlo@essercicomunicazione.it)

pag. 31

Salvo per uso personale e' vietato qualunque tipo di redistribuzione con qualsiasi mezzo.


Il Messaggero (ed. Marche) 26 Luglio 2014

PRESSToday (carlo@essercicomunicazione.it)

pag. 50

Salvo per uso personale e' vietato qualunque tipo di redistribuzione con qualsiasi mezzo.


Il Resto del Carlino (ed. Macerata) 27 Luglio 2014

PRESSToday (carlo@essercicomunicazione.it)

pag. 52

Salvo per uso personale e' vietato qualunque tipo di redistribuzione con qualsiasi mezzo.


Corriere Adriatico (ed. Ancona) 27 Luglio 2014

PRESSToday (carlo@essercicomunicazione.it)

pag. 32

Salvo per uso personale e' vietato qualunque tipo di redistribuzione con qualsiasi mezzo.


Il Messaggero (ed. Marche) 27 Luglio 2014

PRESSToday (carlo@essercicomunicazione.it)

pag. 58

Salvo per uso personale e' vietato qualunque tipo di redistribuzione con qualsiasi mezzo.


Il Resto del Carlino (ed. Macerata) 28 Luglio 2014

PRESSToday (carlo@essercicomunicazione.it)

pag. 41

Salvo per uso personale e' vietato qualunque tipo di redistribuzione con qualsiasi mezzo.


Corriere Adriatico (ed. Fermo) 28 Luglio 2014

PRESSToday (carlo@essercicomunicazione.it)

pag. 28

Salvo per uso personale e' vietato qualunque tipo di redistribuzione con qualsiasi mezzo.


Il Messaggero (ed. Marche) 28 Luglio 2014

PRESSToday (carlo@essercicomunicazione.it)

pag. 43

Salvo per uso personale e' vietato qualunque tipo di redistribuzione con qualsiasi mezzo.


Il Resto del Carlino (ed. Macerata) 29 Luglio 2014

PRESSToday (carlo@essercicomunicazione.it)

pag. 54

Salvo per uso personale e' vietato qualunque tipo di redistribuzione con qualsiasi mezzo.


Il Resto del Carlino (ed. Macerata) 29 Luglio 2014

PRESSToday (carlo@essercicomunicazione.it)

pag. 48

Salvo per uso personale e' vietato qualunque tipo di redistribuzione con qualsiasi mezzo.


Corriere Adriatico (ed. Macerata) 29 Luglio 2014

PRESSToday (carlo@essercicomunicazione.it)

pag. 06

Salvo per uso personale e' vietato qualunque tipo di redistribuzione con qualsiasi mezzo.


Il Messaggero (ed. Ancona) 29 Luglio 2014

PRESSToday (carlo@essercicomunicazione.it)

pag. 61

Salvo per uso personale e' vietato qualunque tipo di redistribuzione con qualsiasi mezzo.


Il Resto del Carlino (ed. Macerata) 30 Luglio 2014

PRESSToday (carlo@essercicomunicazione.it)

pag. 47

Salvo per uso personale e' vietato qualunque tipo di redistribuzione con qualsiasi mezzo.


Corriere Adriatico (ed. Macerata) 30 Luglio 2014

PRESSToday (carlo@essercicomunicazione.it)

pag. 05

Salvo per uso personale e' vietato qualunque tipo di redistribuzione con qualsiasi mezzo.


Il Messaggero (ed. Marche) 30 Luglio 2014

PRESSToday (carlo@essercicomunicazione.it)

pag. 52

Salvo per uso personale e' vietato qualunque tipo di redistribuzione con qualsiasi mezzo.


Il Resto del Carlino (ed. Macerata) 31 Luglio 2014

PRESSToday (carlo@essercicomunicazione.it)

pag. 50

Salvo per uso personale e' vietato qualunque tipo di redistribuzione con qualsiasi mezzo.


Corriere Adriatico (ed. Macerata) 31 Luglio 2014

PRESSToday (carlo@essercicomunicazione.it)

pag. 08

Salvo per uso personale e' vietato qualunque tipo di redistribuzione con qualsiasi mezzo.


Il Messaggero (ed. Marche) 31 Luglio 2014

PRESSToday (carlo@essercicomunicazione.it)

pag. 59

Salvo per uso personale e' vietato qualunque tipo di redistribuzione con qualsiasi mezzo.


Il Resto del Carlino (ed. Macerata) 01 Agosto 2014

PRESSToday (carlo@essercicomunicazione.it)

pag. 63

Salvo per uso personale e' vietato qualunque tipo di redistribuzione con qualsiasi mezzo.


Corriere Adriatico (ed. Macerata) 01 Agosto 2014

PRESSToday (carlo@essercicomunicazione.it)

pag. 05

Salvo per uso personale e' vietato qualunque tipo di redistribuzione con qualsiasi mezzo.


Il Messaggero (ed. Marche) 01 Agosto 2014

PRESSToday (carlo@essercicomunicazione.it)

pag. 52

Salvo per uso personale e' vietato qualunque tipo di redistribuzione con qualsiasi mezzo.


(http://ad2.bal.dotandad.com/click?par=31.173926.-

Lifestyle (/lifestyle)

(http://ad2.bal.dotandad.com

cerc

Cerca in Ansa Lifestyle

(/)

Self service, quando il consumatore finisce per lavorare - Nuo...

http://www.ansa.it/lifestyle/collection/societa_nuove_abitudin...

Self service, quando il consumatore finisce per lavorare

Moda (/lifestyle/moda.html) People (/lifestyle/people.html) Personalizzare gli acquisti diventa forma di produzione, dalla benzina alla banca on line. Sociologo Ritzer, ''è nuovo sfruttamento''

Lusso (/lifestyle/lusso.html) Beauty (/lifestyle/beauty.html) 0

Tweet

(http://ad2.bal.dotandad.c

0

Passioni (/lifestyle/passioni.html) Kids (/lifestyle/kids.html) Consiglia

Indietro

0

Stampa

In Cartellone (/lifestyle/incartellone.html) Società (/lifestyle/societa.html) a1e3-4e3401fc4e08_html%7Cmeteo300600%7Cansa300%7Cansa72 all-2014-07-24..http%3A%2F%2Fwww%252eansa%252eit%2Flifestyl %2Fwww%252eansa%252eit%2Flifestyle%2Fcollection%2Fsocieta_nu %2F%3Faid%3D4332%26ac%3D300x250300x250%26cid%3Ddc0

Nuove Abitudini (/lifestyle/notizie/societa/nuove_abitudini/nuove_abitudini.html)

Speciali ed Eventi

TToorrnnaa TTrraaffffiicc,, ‘‘ccoorrttoocciirrccuuiittoo’’ (/lifestyle/notizie m muussiiccaallee ttrraa ssttoorriiaa ee ffuuttuurroo /rubriche Pet Shop Pezzali ebrriic Litfiba ((//lliiffe essttyylleBoys, e//nnoottiiz ziiee//rruub chhee per 11/a

/speciali /2014/07 LLaavvaazzzzaa ccrreessccee aallll’’eesstteerroo,, iill ccaaffffèè (/lifestyle/notizie /25/torna-trafficnneell m moonnddoo èè iittaalliiaannoo ((//lliiffeessttyyllee /rubriche/speciali cortocircuito-musicaleAzienda a/rWimbledon, espresso //nnoottiizziiee/ ruubbrriicchhee//ssppe ecciiaallii made in tra-storiaitaly conquista patria tè (/lifestyle/notizie /2014/06 /26/lavazza-crescee-futuro_59935f96AA FFiirreennzzee iill M Muusseeoo N Noovveecceennttoo (/lifestyle allestero-il-caffe-nel-mondof8de-433e((//lliiffeessttyyllee//nnoottiizziiee//rruubbrriicchhee /notizie e-italiano_a18088c8-8e46-45c88c54-85a07e020307.html Con Gioco del visita gratis //ssppeec ciiaallii//2 2001Lotto 144//006 6//2255/ /aa--ffiir(/lifestyle reennzzee-/rubriche aaf1-15ff25377f4b.html /notizie/rubriche/speciali/2014/06/25/a/speciali vai alla rubrica >> (/lifestyle/notizie/rubriche /2014/06/25/afirenze-il-museo/speciali/speciali.html) novecento_124739f4c274-40e4-8a5e30a5bd39992e.html edizione Free Festival (/lifestyle/notizie

(di Federica Acqua) (ANSA) - Ancona - Addio al vecchio capitalismo, adesso c'è il 'prosumerismo', termina che accorpa produttori di lavoro e consumatori in un identico sfruttamento. A teorizzarlo è il sociologo dell'Università del Maryland George Ritzer, che sull'argomento ha tenuto una relazione al Futura Festival di Civitanova Marche (Macerata). In sostanza la stampante 3D con cui ognuno si costruisce un oggetto, la carta d'imbarco o un bonifico bancario on line, che dobbiamo farci da soli e per di più gratis, non sarebbero che un modo più evoluto per spostare le spese dal produttore al consumatore, sfruttando sia il lavoro del dipendente che quello del cliente. Il tutto nasce dal sistema teorizzato da Ritzer nel suo libro 'McDonaldizzazione della società', tradotto in 16 lingue, che prende ad esempio il modello di razionalizzazione estrema della catena di fast food.

Più lette

1

PEOPLE (/LIFESTYLE/NOTIZIE /PEOPLE/PERSONE/2014/07 /27/SCARLETT-JOHANNSONUN-SEMIDEA-SEXY-E-LETALEPER-LUC-BESSON.-

2

IN CARTELLONE (/LIFESTYLE /NOTIZIE/INCARTELLONE /FILM/2014/07/28/HUNGERGAMES-IL-CANTO-DELLARIVOLTA.-PHILIP-SEYMOUR-

3

PASSIONI (/LIFESTYLE/NOTIZIE /PASSIONI/MUSTHAVE/2014/07 /29/ACCESSORIIRRINUNCIABILI-ANCHEIN-SPIAGGIA_32A17689-

Ambienti tutti uguali e per questo rassicuranti (35.000 i ristoranti della catena nel mondo), dove si mangiano le stesse cose e i dipendenti recitano tutti la stessa parte. Seggioline studiate per diventare scomode dopo venti minuti per favorire il cambio della clientela, hamburger minuziosamente misurati dalle macchine a crudo, così come il tempo di cottura delle patatine. In sostanza macchine che dialogano con altre macchine, esautorando gli individui in favore di un'apparente razionalità e cordialità, che a ben vedere si traduce in lunghe file, ripetitività di azioni e di cibi, e danni all'ambiente per l'eccessiva coltivazione delle patate e degli alimenti consumati. Dalla catena di montaggio del fast food a quella del presunto 'fai da te', che usa i consumatori nella doppia veste di produttori e di sfruttati il passo è breve per Ritzer. ''Anche se in questo continuum si raggiunge spesso un punto di equilibrio - afferma - sempre di sfruttamento si tratta''. L'utilizzo delle macchine, inoltre, per controllare i dipendenti porta inevitabilmente alla loro progressiva sostituzione, per non parlare di internet e dei social media. Ogni volta che da consumatori o da utenti andiamo sul web forniamo ai produttori una ricchezza di dati sui nostri gusti e sulle nostre preferenze che valgono un patrimonio. ''Un esempio – dice Ritzer – è quello di un nuovo vestito che da opaco diventa trasparente, per indicare l'interesse sessuale delle donne. Giuro che non me lo sto inventando!'' . Ritzer associa la progressiva rilevanza del fenomeno del prosumption tradizionale al processo di coinvolgimento dei consumatori nei processi di produzione, la “messa al lavoro dei consumatori”, accelerata con l’avvento dei ristoranti fast food, prima, e delle variegate forme di

1 di 2self di3 3service, poi: dai distributori di benzina ai lettori dei codici a barre nei supermercati, dagli

sportelli bancomat alla diffusione di strumenti di automedicazione (misurazioni di pressione, test di gravidanza, glucometri, ...), dalla ricerca e acquisto di libri su Amazon alla prenotazione di un

03/08/14 17:10

03/08/14 1


Il Resto del Carlino (ed. Macerata) 02 Agosto 2014

PRESSToday (carlo@essercicomunicazione.it)

pag. 53

Salvo per uso personale e' vietato qualunque tipo di redistribuzione con qualsiasi mezzo.


Corriere Adriatico (ed. Macerata) 02 Agosto 2014

PRESSToday (carlo@essercicomunicazione.it)

pag. 08

Salvo per uso personale e' vietato qualunque tipo di redistribuzione con qualsiasi mezzo.


Corriere Adriatico (ed. Macerata) 02 Agosto 2014

PRESSToday (carlo@essercicomunicazione.it)

pag. 09

Salvo per uso personale e' vietato qualunque tipo di redistribuzione con qualsiasi mezzo.


Il Messaggero (ed. Marche) 02 Agosto 2014

PRESSToday (carlo@essercicomunicazione.it)

pag. 49

Salvo per uso personale e' vietato qualunque tipo di redistribuzione con qualsiasi mezzo.


Il Resto del Carlino (ed. Macerata) 03 Agosto 2014

PRESSToday (carlo@essercicomunicazione.it)

pag. 51

Salvo per uso personale e' vietato qualunque tipo di redistribuzione con qualsiasi mezzo.


Il Resto del Carlino (ed. Macerata) 03 Agosto 2014

PRESSToday (carlo@essercicomunicazione.it)

pag. 43

Salvo per uso personale e' vietato qualunque tipo di redistribuzione con qualsiasi mezzo.


Il Resto del Carlino (ed. Macerata) 03 Agosto 2014

PRESSToday (carlo@essercicomunicazione.it)

pag. 55

Salvo per uso personale e' vietato qualunque tipo di redistribuzione con qualsiasi mezzo.


Corriere Adriatico (ed. Macerata) 03 Agosto 2014

PRESSToday (carlo@essercicomunicazione.it)

pag. 29

Salvo per uso personale e' vietato qualunque tipo di redistribuzione con qualsiasi mezzo.


Il Messaggero (ed. Marche) 03 Agosto 2014

PRESSToday (carlo@essercicomunicazione.it)

pag. 52

Salvo per uso personale e' vietato qualunque tipo di redistribuzione con qualsiasi mezzo.


Il Resto del Carlino (ed. Macerata) 04 Agosto 2014

PRESSToday (carlo@essercicomunicazione.it)

pag. 41

Salvo per uso personale e' vietato qualunque tipo di redistribuzione con qualsiasi mezzo.


Corriere Adriatico (ed. Macerata) 04 Agosto 2014

PRESSToday (carlo@essercicomunicazione.it)

pag. 29

Salvo per uso personale e' vietato qualunque tipo di redistribuzione con qualsiasi mezzo.


Il Resto del Carlino (ed. Macerata) 05 Agosto 2014

PRESSToday (carlo@essercicomunicazione.it)

pag. 49

Salvo per uso personale e' vietato qualunque tipo di redistribuzione con qualsiasi mezzo.


Corriere Adriatico (ed. Macerata) 05 Agosto 2014

PRESSToday (carlo@essercicomunicazione.it)

pag. 25

Salvo per uso personale e' vietato qualunque tipo di redistribuzione con qualsiasi mezzo.


Il Messaggero (ed. Marche) 05 Agosto 2014

PRESSToday (carlo@essercicomunicazione.it)

pag. 48

Salvo per uso personale e' vietato qualunque tipo di redistribuzione con qualsiasi mezzo.


Il Resto del Carlino (ed. Macerata) 06 Agosto 2014

PRESSToday (carlo@essercicomunicazione.it)

pag. 48

Salvo per uso personale e' vietato qualunque tipo di redistribuzione con qualsiasi mezzo.


Corriere Adriatico (ed. Macerata) 06 Agosto 2014

PRESSToday (carlo@essercicomunicazione.it)

pag. 25

Salvo per uso personale e' vietato qualunque tipo di redistribuzione con qualsiasi mezzo.


Il Resto del Carlino (ed. Macerata) 10 Agosto 2014

PRESSToday (carlo@essercicomunicazione.it)

pag. 48

Salvo per uso personale e' vietato qualunque tipo di redistribuzione con qualsiasi mezzo.


Corriere Adriatico (ed. Macerata) 10 Agosto 2014

PRESSToday (carlo@essercicomunicazione.it)

pag. 36

Salvo per uso personale e' vietato qualunque tipo di redistribuzione con qualsiasi mezzo.


Il Messaggero (ed. Marche) 10 Agosto 2014

PRESSToday (carlo@essercicomunicazione.it)

pag. 54

Salvo per uso personale e' vietato qualunque tipo di redistribuzione con qualsiasi mezzo.


Corriere Adriatico (ed. Macerata) 15 Agosto 2014

PRESSToday (carlo@essercicomunicazione.it)

pag. 28

Salvo per uso personale e' vietato qualunque tipo di redistribuzione con qualsiasi mezzo.


Il Messaggero (ed. Marche) 17 Agosto 2014

PRESSToday (carlo@essercicomunicazione.it)

pag. 53

Salvo per uso personale e' vietato qualunque tipo di redistribuzione con qualsiasi mezzo.


Il Resto del Carlino (ed. Macerata) 19 Agosto 2014

PRESSToday (carlo@essercicomunicazione.it)

pag. 59

Salvo per uso personale e' vietato qualunque tipo di redistribuzione con qualsiasi mezzo.


18/11/13

Scienza, filosofia e futuro Due festival si gemellano

Dal 1860  il  quotidiano  delle  Marche

CHI SIAMO  -­  LA  STORIA  -­  CONTATTI

Lunedì 18  Novembre  2013      -­      ultimo  aggiornamento  12:21

FLASH NEWS

11:29 Comuni:  Milano,  aula  approva  Bilancio  dopo  seduta  record

Home

11:52 Governo:  Letta,  con  Ncd  Italia  più  stabile Ancona Macerata Fermo Ascoli Pesaro

Marche

CERCA       cerca  nel  sito

Sport Marche

Sport

Spettacoli

Gossip

Attualità

Economia

Motori

Viaggi

Salute

11:46 Roma:  maxiconcorso,'protesta  buste',non  si  scherzi  su  di  noi

Scienza, filosofia  e  futuro   Due  festival  si  gemellano

11:43 Greenpeace:  Russia,  altri  3  mesi  carcere  per  attivista 11:37  Maltempo:  nubifragio  in  Sardegna

PER APPROFONDIRE:  civitanova,  festival,  futura,  foligno,  festa  scienza

Consiglia

1

Tweet

0

SEGUI IL   CORRIERE  ADRIATICO

0

CIVITANOVA MARCHE  -­  Gemellaggio  in  vista  per  Futura,  il  Festival che  ha  animato  l’estate  di  Civitanova  Marche  attraverso  le  lingue della  filosofia,  delle  scienze,  della  nuova  cultura  umanistica,  della scena  teatrale  e  musicale:  oggi  il  direttore  artistico  Gino  Troli  ha incontrato  a  Civitanova  il  fisico  e  genetista  Edoardo  Boncinelli, ospite  dell’edizione  2013  di  Futura  e  curatore  della  Festa  di  Scienza e  Filosofia  che  si  svolge  a  maggio  a  Foligno,  in  Umbria,  con l'obiettivo  di  valutare  possibili  sinergie  dal  punto  di  vista  artistico, con  iniziative  ed  ospiti  comuni,  e  promozionale. All’incontro  hanno  partecipato  anche  i  sindaci  di  Civitanova  Marche Claudio  Tommaso  Corvatta  e  di  Foligno  Nando  Mismetti.  Futura Festival  e  la  Festa  di  Scienza  e  Filosofia  si  impegnano  a  firmare  un protocollo  d’intesa  nei  prossimi  mesi,  per  avviare  già  ad  aprile  le prime  attività  in  vista  della  quarta  edizione  della  rassegna  umbra, che  si  occupa  di  varie  aree  disciplinari:  dall’astronomia  alla  biologia, dall’economia  alla  filosofia,  dalla  fisica  al  giornalismo, dall’ingegneria  alla  matematica,  dalla  neuroscienza  alla  storia.

Tenerissimi gemelli:  sono  nati  ma  non lo  sanno

Gli ritirano  la  patente  Giovane  si impicca

Maltempo nelle  Marche La  badante  infedele  tradita  dal ciambellone

Tanti i  punti  di  contatto  delle  due  rassegne,  ha  sottolineato  Troli: "con  Boncinelli  siamo  daccordo  sulla  metodologia  di  lavoro  da seguire  e  sul  fatto  che  occorre  puntare  sui  giovani.  Futura  intende essere  un  laboratorio  aperto  tutto  l’anno  a  Civitanova,  con  spazi  di dibattito,  aperti  a  tutti.  Questa  partnership  con  la  Festa  di  Scienza  e Filosofia  rappresenta  sicuramente  un  punto  di  forza  per  entrambi". Sabato  16  Novembre  2013

Morto in  guerra  nel  1944  Sepolto nella  sua  Cingoli

Corriere Adriatico.it Like

3,244

Palpeggia un  gay  per  scherzo  La serata  finisce  a  schiaffi

www.corriereadriatico.it/macerata/scienza_filosofia_futuro_festival_civitanova_foligno/notizie/360460.shtml

1/2


Giovedì 16  Gennaio  -­  agg.9:37

seguici su

Marche

HOME

PRIMO PIANO

135 ANNI

ROMA

|

ECONOMIA

VITERBO

|

CULTURA

RIETI

|

SPETTACOLI

LATINA

|

SOCIETÀ

SPORT

FROSINONE

|

TECNOLOGIA

ABRUZZO

|

MOTORI

MODA

MARCHE

SALUTE

VIAGGI

WEB TV

UMBRIA

|

Il Messaggero  ›  Marche  ›  Troli:  «A  Futura  uno  strepitoso  Paolo...

Civitanova, Troli:  «Aspettiamo  Sorrentino per  il  bis  la  prossima  estate  al  festival  Futura» PER  APPROFONDIRE  

SEGUICI su  facebook Il  Messaggero.it Like

paolo sorrentino,  regista,  futura,  la  grande  bellezza,  civitanova,  gino  troli 240,180  people  like  Il  Messaggero.it.

Facebook social  plugin

LE NEWS  PIÙ  LETTE OGGI

ALTRI ARTICOLI

SETTIMANA

MESE

SOCIETÀ New York,  neonato  indemoniato  in  carrozzina terrorizza  i  passanti C'è  qualcosa  di  più  tenero  e  innocente  di  un  neonato  in carrozzina?

di Simone  Ronchi Consiglia

7

Tw eet

0

0

CIVITANOVA -­  «Ci  complimentiamo  con  Paolo  Sorrentino,  per  la vittoria  del  Golden  Globe  del  film  La  grande  bellezza,  premiato  come miglior  film  straniero».  «Quando  abbiamo  deciso  di  invitare  il  regista a  Futura  la  scorsa  estate  avevamo  intuito  che  quest'opera  avrebbe riproiettato  il  cinema  italiano  sulla  ribalta  mondiale.  Contiamo  di riavere  Sorrentino  sul  palco  del  festival,  prima  o  poi.  Proveremo  a riportarlo  a  Futura:  abbiamo  i  contatti  giusti». Il  direttore  artistico  di  Futura  Gino  Troli  commenta  così  il  prestigioso riconoscimento  assegnato  a  Paolo  Sorrentino  per  La  grande bellezza.  L'unica  uscita  pubblica  estiva  del  2013  del  regista  è  stata  a Civitanova.  Una  serata  che  di  buon  auspicio  per  il  talentuoso  regista campano  e  senza  dubbio  un  colpo  a  sensazione  della  rassegna

Golden Globe,  nomination  per  "La Grande  Bellezza"  di  Sorrentino. Favoriti  "American  Hustle"  e  "12 anni  schiavo"

L'ufficialità ancora  non  c'è,  ma  il  taglio  lineare  delle detrazioni  Irpef  con  effetto...

SPETTACOLI Teatro, malore  in  scena  per  l'attore  Massimo Ghini Toni  Servillo:  «Mi  ha  avvertito Paolo,  abbiamo  gioito  insieme  al telefono»

Malore in  scena  per  Massimo  Ghini  al  Teatro  Guglielmi  di Massa  mentre  l'attore  era  impegnato  con  Elena...

PRIMO PIANO Costa  Concordia,  ecco  quello  che  resta:  l'interno della  nave  negli  scatti  inediti Dopo  l'anniversario  della  tragedia  del  Giglio  ecco  le  immagini dell'interno  della  Costa  Concordia,...

Golden globe  a  "La  grande bellezza"  Sorrentino,  l'Oscar  si

culturale. Il  31  luglio  Sorrentino  è  stato  ospite  della  serata  conclusiva del  festival  culturale,  per  parlare  proprio  de  La  grande  bellezza, potente  affresco  di  una  Roma  bellissima  e  decadente,  vista  con  gli occhi  dello  scrittore  Jep  Gambardella,  personaggio  pigro  e mondano,  interpretato  da  uno  straordinario  Toni  Servillo.

avvicina

Futura, piccolo  talismano  per  le  fortune  de  La  grande  bellezza, sogna  ora  di  riportare  il  regista  a  Civitanova,  magari  dopo l'entusiasmante  corsa  all'Oscar.  Con  la  conquista  del  Golden  Globe il  film  ha  messo  infatti  una  solida  ipoteca  sulla  nomination (l'ufficializzazione  della  rosa  dei  finalisti  è  attesa  per  domani). «Sarebbe  bello  riavere  ospite  Sorrentino,  per  parlare  del  successo internazionale  del  film  -­  afferma  Troli  -­  Prima  o  poi,  compatibilmente con  gli  impegni  del  regista,  contiamo  di  realizzare  questo  obiettivo. La  città  e  il  territorio  hanno  già  avuto  l'opportunità  di  ascoltare l'intervista  della  scorsa  estate,  nella  quale  si  è  parlato  a  lungo  di questo  grande  film,  che  ha  lasciato  il  segno.  Siamo  lieti  di  avere avuto  l'intuizione  giusta.  Anche  nell'edizione  2014  di  Futura  ci  sarà un'importante  sezione  dedicata  al  cinema,  con  ospiti  di  primo  piano, che  per  ora  non  sveliamo».

“La mia  classe”:  Valerio Mastandrea  insegna  ai  nuovi italiani

Complimenti e  un  grosso  «in  bocca  al  lupo»  a  Sorrentino  per  la nomination  all'Oscar  arrivano  dall'amministrazione  comunale  e  dai Teatri  di  Civitanova,  che  nell'ultima  estate  hanno  dedicato  3  serate alle  opere  del  regista.  Oltre  a  La  grande  bellezza  al  Lido  Cluana sono  stati  infatti  proiettati  L'uomo  in  più  e  Le  conseguenze

ECONOMIA Irpef, in  arrivo  il  taglio  delle  detrazioni:  perdita media  di  30  euro  a  testa

TECNOLOGIA Apple, risarcimento  da  32,5  milioni  di  dollari  ai genitori:  i  bambini  acquistano  app  senza  il  loro consenso Apple  ha  siglato  un  patteggiamento  da  almeno  32,5  milioni  di dollari  con  la  Federal  Trade  Commission,...

CASA FISCO

NORME

CONDOMINIO

GUIDE

Ravvedimento operoso,  ora  è  più conveniente Dal  1°  gennaio  il  tasso  d’interesse  sceso dal  2,5  all’1%

Lavori in  casa,  il  2014  è  l'anno delle  detrazioni

Golden Globe  a  "La  grande bellezza",  il  miglior  film  straniero

Prorogato il  bonus  Irpef  del  50%  sulle spese  di  recupero  edilizio

L'imposta di  registro  cala  da gennaio  dal  3  al  2%

Oscar, "La  grande  bellezza"  di Sorrentino  entra  nei  magnifici nove

Il beneficio  vale  per  l'acquisto  della  prima casa  da  un  privato GUARDA  TUTTE  LE  NEWS CONSULTA  GLI  ANNUNCI  IMMOBILIARI

IL METEO


dell'amore. Durante  l'evento  clou  di  Futura  2013,  condotto  dal giornalista  scrittore  Italo  Moscati  e  seguito  da  oltre  2mila  persone, Sorrentino  ha  parlato  ampiamente  del  suo  modo  di  fare  cinema  e degli  spunti  da  cui  è  nato  il  suo  capolavoro.  «L'idea  per  La  Grande Bellezza  mi  è  venuta  la  prima  volta  che  sono  stato  a  Roma,  a  18  anni -­  ha  spiegato  -­  Al  tavolo  di  un  bar  ho  osservato  una  scena:  un dirigente  Rai  che  faceva  avances  a  una  giovane  ragazza  dell'est.  La scintilla  è  partita  da  lì». Sorrentino  ha  poi  definito  gli  italiani  come  «un  popolo  in  un  certo modo  affascinato  dalla  corruzione  che  deriva  dal  potere»  e  ha  fatto una  sua  personale  riflessione  sul  cinema  italiano,  che  «soffre  per  i problemi  politici  e  per  la  penuria  di  fondi,  ma  che  annovera  autori straordinari».

Oscar, i  pre-­candidati  italiani:  in pole  "La  grande  bellezza"  di  Paolo Sorrentino

Sud

Isole

Perugia Pescara

Tutte  le  previsioni

L'intervista a  Sorrentino:  «La  mia pazza  Italia  fonte  d'ispirazione»

TUTTOMERCATO

IL MESSAGGERO  PER  I  LETTORI GIORNALE  CARTACEO Abbonamenti,  Arretrati,  Prezzi  per  l'estero,  Consegna  a domicilio.

Tw eet

LEGALMENTE 0

0

LEGALMENTE.NET Il sito  di  Piem m e  per  la  pubblicità  legale certificato  dal  Ministero  di  Giustizia  ai sensi  del  D.M.  31/10/2006  Autorizzazione Ministeriale  con  provvedimento  del  10.5.2012.

POTREBBE INTERESSARTI  ANCHE OGGI  IN  PRIMO  PIANO ECONOMIA  E  FINANZA Irpef,  in  arrivo  il  taglio  delle detrazioni:  perdita  media  di  30

PIEMME CONCESSIONARIA DI  PUBBLICITA' w w w .piem m eonline.it Per  la  pubblicità  su  questo  sito,  contattaci

euro a  testa Tempo  quasi  scaduto  per  la  revisione selettiva  degli  sconti.  A  regime  perdita media  di  30  euro...

Ha una  bottiglia incastrata nell'addome,  ai medici:  "Non  so  come possa  esserci  finita"

A ncona

Gio 16

Premio Oscar,  "La  grande bellezza"  è  il  candidato  italiano

Lola Ponce,  sexy mamma  al  mare  con  la piccola  Erin  e  il compagno  Aaron

Centro

Sab 18

VUOI CONSIGLIARE  QUESTO  ARTICOLO  AI  TUOI  AMICI? 7

Nord Firenze

by ILMeteo.it

© RIPRODUZIONE  RISERVATA

Consiglia

Roma

Ven 17

Vanzina: «Un  film  che  racconta  la metafora  di  Roma»

Mercoledì 15  Gennaio  2014  -­  14:40 Ultimo  aggiornamento:  18:56

Perderà la  verginità  in pubblico  al  museo: "l'opera  d'arte"  di  un ragazzo  di  19  anni

IL SEGRETARIO  PD Legge  elettorale,  Renzi  pronto  a incontrare  Berlusconi  per chiudere.  Alta  tensione  nel  Pd Altolà  dei  bersaniani  al  segretario:  no al  vertice  con  il  Cavaliere.  Il  leader:  le regole  si...

NOTIZIE CONSIGLIATE

Powered by

+ TUTTI  I  VIDEO

IL CASO  SANNITA De  Girolamo,  il  Pd  alza  il  tiro.  I grillini  presentano  la  mozione  di sfiducia

EDIZIONE DIGITALE

​Per Nunzia  De  Girolamo  il  giorno  della verità  è  domani.

CASO KYENGE Maroni:  «Contestare  la  Kyenge non  è  razzismo».  Lettera  con polvere  sospetta  a  palazzo  Chigi Allarme  rientrato.  Il  ministro: «Minacciano  la  democrazia»

Bambino morto  d'infarto  al  Grassi, l'editoriale  di  Paolo  Graldi

EDITORIALE -­  Bill  De  Blasio  e  le botticelle

IL REFERENDUM L'Egitto  dice  sì  alla  nuova Costituzione:  approvata  con  il  95% dei  voti E'  finito  il  conteggio  dei  voti  per  il referendum  sulla  nuova  Costituzione egiziana:  i...

IL CASO La  beffa  delle  multe  che  fanno  il bis  Arrivano  notifiche  per  violazioni già  pagate

Il "vaffa"  di  Tony  Servillo  alla giornalista,  il  commento  di  Paolo...

Sorrentino trionfa  ai  Golden  Globes con  La  grande  bellezza

ERA MALATO  DA  ANNI Morto  Onofri,  papà  di  Tommy,  il bambino  rapito  e  ucciso  nel  2006 Si  è  spento  nella  notte  Paolo  Onofri, papà  del  piccolo  Tommy,  il  bambino rapito  ed...

DIVENTA FAN  DEL  MESSAGGERO

Il Messaggero.it

«Questa multa  l’ho  già  pagata,  cosa volete  da  me?».  E  ancora:...

Segui @ilm essaggeroit

Like 240,180

I  film,  le  trame  e  i  cinema  di tutta  Italia:  comincia  lo spettacolo

I  migliori  locali  dove  gustare  le ricette  per  gli  amanti  della buona  cucina

Scegli che  strada  prendere:  il traffico  di  Roma  in  tempo reale

Resta aggiornato  con  tutti  dati i  delle  Borse  in  tempo  reale

Pioggia, vento  o  sole?  Scopri come  sarà  tempo  nella  tua città

Branko legge  e  racconta  le parole  delle  stelle,  segno  per segno


Data:

Il Resto del Carlino.it (ed Civitanova Marche)

28/06/2014

"M'è dolce il cinguettar...", Leopardi sbarca su Twitter HOMEPAGE > Civitanova Marche > "M'è dolce il cinguettar...", Leopardi sbarca su Twitter. "M'è dolce il cinguettar...", Leopardi sbarca su Twitter Nuovo contest di Futura Festival con hashtag #leopardeide il manoscritto di Leopardi">Colpo di scena: ritirato dall'asta il manoscritto di Leopardi Giacomo Leopardi Notizie Correlate Articoli correlati il manoscritto di Leopardi"> Colpo di scena: ritirato dall'asta il manoscritto di Leopardi --> Macerata, 28 giugno 2014 - Il 29 giugno, giorno di nascita di Giacomo Leopardi, parte il nuovo contest di Futura Festival, "m'e' dolce il cinguettar..." con hashtag #leopardeide, ideato da Massimo Arcangeli. Si potrà partecipare fino al 24 luglio, un giorno prima dell'inaugurazione di Futura. Chi vuole può postare un tweet con un estratto delle Operette Morali o dello Zibaldone, riscritti in chiave moderna, in prosa o in poesia. Ogni post dovrà essere strutturato in questa sequenza: contributo personale con l'aggiunta dell'hashtag #leopardeide e il profilo @futurafestival. I tweet saranno selezionati in modo da poter essere letti tutti insieme in successione e saranno lanciati su twitter dal 29 giugno al 24 luglio. L'iniziativa è in collaborazione con il blog "Scritture Brevi" di Francesca Chiusaroli, docente di Linguistica generale dell'Universita' di Macerata, e Fabio Massimo Zanzotto, docente di Ingegneria informatica dell'Università di Roma "Tor Vergata". "Scritture Brevi", dieci giorni fa, è entrato nella top ten 2014 dei blog professionali di linguistica, nella classifica di Bab.la, dizionario online multilingue fra i piu' accreditati a livello internazionale. -->

PRESSToday (carlo@essercicomunicazione.it)

1

Salvo per uso personale e' vietato qualunque tipo di redistribuzione con qualsiasi mezzo.


Futura Festival si mette in mostra con cibo e cinema - Civitan...

http://www.ilrestodelcarlino.it/civitanova-marche/futura-festiv...

n

Altre Citta c

CIVITANOVA MARCHE

Futura Festival si mette in mostra con cibo e cinema Civitanova, 22 luglio 2014 - Da uno spicchio di cocomero di una natura morta fino al manifesto di “Et” che vola verso la luna. Sono iconiche e suggestive le mostre che quest'anno Futura Festival presenta alla città. I due contenitori culturali di Civitanova Alta, la Chiesa di San Francesco e Sant'Agostino, sono pronti ad aprire le porte a due grandi esposizioni che resteranno nella storia del patrimonio della città. “Se con gli incontri di Futura vogliamo ampliare l'offerta culturale – ha detto il direttore artistico Gino Troli – con le mostre, l'obiettivo è promuovere i nostri beni. Il cibo entra di forza quest'anno nel Festival, è uno dei temi dell'Expo 2015 che qui anticipiamo e, inoltre, per la prima volta, abbiamo uno spazio nel chiostro dedicato alla gastronomia. Il cibo sarà al centro di alcuni interventi nell'ex pescheria e questo originale percorso nella mostra ci sembrava interessante. Visioni è invece un'esposizione che nasce nell'azienda Teatri e raccorda il tema del futuro attraverso la fantascienza”. Il buono e il bello si incontrano nella mostra "Arte e cibo. Oggetti, dipinti, design dai Piceni ai giorni nostri". È il titolo scelto da Enrica Bruni e Stefano Papetti per un viaggio all'interno delle opere che ritraggono il cibo. Cento opere fra antichi manufatti archeologici prestati dal Museo Archeologico di Ancona, passando per la sezione delle nature morte del Novecento, rappresentate dalle tele di Giorgio de Chirico, Filippo de Pisis, Galileo Chini, Osvaldo Licini, Francesco Casorati, Carlo Mattioli, Enrico Paolucci, Wladimiro Tulli, Tullio Crali, Mario Broglio, Mario Tozzi e Sante Monachesi. E poi ancora porcellane, vasellame fino alla plastica, con le opere d'arte, ma stavolta di design, della Guzzini, realizzate dai suoi

1 di 3

23/07/14 11:38


Futura Festival si mette in mostra con cibo e cinema - Civitan...

http://www.ilrestodelcarlino.it/civitanova-marche/futura-festiv...

designer più famosi, pezzi divenuti da museo. “L'idea è nata diverso tempo fa – spiega Enrica Bruni, direttore della Pinacoteca Moretti – e come tutte le mostre che realizziamo ha un doppio scopo: creare un'esposizione scientifica, con tanto di catalogo, e promuovere gli artisti marchigiani e le opere inedite mai esposte. Abbiamo selezionato una serie di manufatti e di tele e alla fine abbiamo costruito due sezioni: quella archeologica, dove abbiamo ad esempio un raro cratere a figure rosse o un olle per il vino, e quella pittorica dove dal ‘600 prende piede la natura morta”. Libri, manifesti, un vecchio ciak, libri, proiezioni e addirittura il primo proiettore del cinema Rossini, costruiscono il ricco repertorio di oggetti della mostra “Visioni”. “Questo progetto nasce proprio all'interno dell'azienda spiega la presidente dei TdC Rosetta Martellini –. Abbiamo voluto catalogare un patrimonio abbandonato, fatto di manifesti dei film proiettati dalla nascita del cinema Rossini ad oggi. Ora lo vogliamo rendere fruibile”. E quale tema migliore se non la fantascienza per legare la mostra a Futura Festival. Due i percorsi previsti all'interno di San Francesco: il primo, cronologico, composto dalle locandine dei film, da Metropolis del 1926 a Gravity del 2013; ventisei manifesti che hanno segnato la storia cinematografica. C'è poi il percorso tematico nella struttura centrale, dove sono stati raccolti frame di film e oggetti inerenti l'idea del viaggio nel tempo, nello spazio o l'ibridazione uomo/macchina. Allestita anche una sezione della biblioteca Zavatti che ha raccolto 100 titoli di letteratura fantascientifica. Nelle cappelle laterali spazio alle proiezioni di film storici, cortometraggi provenienti dal “Future Film Festival” di Bologna e un montaggio con le scene clou delle migliori pellicole selezionate attraverso il filtro dei supereroi o degli effetti speciali. Inoltre il 30 luglio e il 2 agosto, nel cortile dell'ex Liceo Classico, verranno trasmessi due grandi classici: “Blade Runner” e “2001 Odissea nello spazio”.

Info su www.futurafestival.it

o MEDIA CORRELATI

Lindsay Lohan fa causa a Grand Theft Auto V

2 di 3

23/07/14 11:38


Data:

ANSA.it

31/07/2014

Stop'facce da festival',scelgono lettori ANSA.it Cultura Libri Stop'facce da festival',scelgono lettori Stop'facce da festival',scelgono lettori A Futura Festival di Civitanova Marche +CLICCA PER INGRANDIRE Redazione ANSA CIVITANOVA MARCHE (MACERATA) 31 luglio 201415:31 News Suggerisci Facebook Twitter Google+ Altri Stampa Scrivi alla redazione Archiviato in (ANSA) CIVITANOVA MARCHE (MACERATA), 31 LUG - Se siete stanchi delle solite 'facce da festival' un modo per scegliere c'è. Le 'primarie dei lettori forti', lanciate da Filippo La Porta al Futura Festival di Civitanova Marche. Fino a domenica, chi dichiara di leggere almeno 12 libri l'anno può indicare gli ospiti che vorrebbe ascoltare. Gli intellettuali più votati saranno invitati all'edizione 2015 di Futura, che quest'anno propone incontri con Marc Augè, Derrick De Kerkhove e Zygmunt Bauman. RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

PRESSToday (carlo@essercicomunicazione.it)

1

Salvo per uso personale e' vietato qualunque tipo di redistribuzione con qualsiasi mezzo.


Data:

Il Messaggero.it

27/07/2014

Civitanova, Paolo Virzì e Micaela Ramazzotti la coppia da film fa il pieno a Futura Festival Il Messaggero ? Marche ? Paolo Virzì e la Ramazzotti bagno di... Civitanova, Paolo Virzì e Micaela Ramazzotti la coppia da film fa il pieno a Futura Festival PER APPROFONDIRE paolo virzì, micaela ramazzotti, film, capitale umano, civitanova, futura festival Civitanova, Virzì e Micaela a Futura festival (foto De Marco) di Simone Ronchi --> --> --> CIVITANOVA - Prima dell?incontro a Futura Festival il regista Paolo Virzì, arrivato in città con la compagna Micaela Ramazzotti, talentuosa attrice, si è concesso un aperitivo al bar Renzetti, sul lungomare sud. Fresco dei trionfi de Il Capitale Umano, che ha conquistato 7 David di Donatello e 6 Nastri d?Argento, il regista ha brindato col direttore artistico Gino Troli, col sindaco Tommaso Corvatta, col filosofo Giulio Giorello e col genetista Edoardo Boncinelli. Virzì si è soffermato sul ruolo dei giovani nella società del futuro. «L?unica visione ottimistica del mio ultimo film è legata a loro. Il futuro passa dalla loro passione e dalla loro energia. E? un momento positivo per il nostro cinema - ha poi dichiarato il regista - che riceve premi e consensi a livello internazionale. Il Capitale Umano ha fatto registrare sold out in molti Paesi. La situazione italiana resta però piena di difficoltà. Sono state privilegiate scelte clientelari e non è mai stato creato un vero mercato culturale». Virzì ha fatto una breve battuta sulla presenza di Sorrentino a Civitanova prima della vittoria di Golden Globe e Oscar, in occasione di Futura 2013. «In effetti Paolo al telefono mi ha detto di essersi dimenticato di Civitanova nei ringraziamenti che ha fatto nella Notte degli Oscar » ha detto scherzosamente il regista livornese. Domenica 27 Luglio 2014 - 20:56 Ultimo aggiornamento: 22:17

PRESSToday (carlo@essercicomunicazione.it)

1

Salvo per uso personale e' vietato qualunque tipo di redistribuzione con qualsiasi mezzo.


DIRITTO DI FAMIGLIA - Rapporti di COPPIA: quando l'...

http://www.studiocataldi.it/news_giuridiche_asp/news_giurid...

DIRITTO DI FAMIGLIA - Rapporti di COPPIA: quando l'AMORE finisce, la FAMIGLIA continua - Successo di pubblico a Civitanova Futura in attesa di Zygmunt BAUMAN Partager

25

J’aime

25

Tweet

4

2

4

Segui:

J’aime

77k

di Paolo M. Storani - "Genitori e figli di un paese serio. I rapporti, i conflitti, le speranze e il futuro" (Civitanova Marche Alta, 29 luglio 2014, Auditorium Sant'Agostino) Nella splendida cornice di Civitanova Marche Alta in questi giorni si celebra il sontuoso Futura Festival, manifestazione costellata di pregevoli eventi alla portata di tutti (siamo in ansiosa attesa della lectio magistralis di domani, 1° agosto 2014, di Zygmunt Bauman, ritenuto il più grande pensatore vivente: "la natura dei sogni è diventata privata, il sogno è diventato privato, io cerco un posto comodo per me e i miei cari in un mondo irrimediabilmente non riparabile", anche se un'àncora in Italia l'abbiamo ed è quel "buon capitale sociale comunitario" che risponde al nome di famiglia; seguirà un intervento del giornalista anti-Casta Gian Antonio Stella: due personaggi dei quali il nostro Portale parla spesso). Nello spirito di condivisione che si respira nelle piazzette e nelle location storiche vestite della luce nuova del futuribile, ha trovato spazio il salotto a cura dell'Ordine degli Avvocati di Macerata sul tema "Genitori e figli di un paese serio. I rapporti, i conflitti, le speranze e il futuro". La conduttrice, Avv. Luisella Cellini, ha introdotto gli astanti in un affascinante viaggio sui rapporti di coppia e sui modelli familiari coniugando tradizione e innovazione. Come l'insorgere della borghesia ha eroso progressivamente e inevitabilmente il modello socio-culturale della famiglia patriarcale verso la forma della famiglia mono nucleare così la crisi economica e dei valori di riferimento ha aperto a scenari nuovi in cui la figura classica viene affiancata da modelli di unione più semplici come le convivenze. Il Presidente dell'Ordine degli Avvocati, Stefano Massimiliano Ghio, ha evidenziato che la separazione della coppia determina un impoverimento non solo umano e affettivo, ma anche economico degli ex e della società stessa. Una situazione peggiorativa che conduce verso l'isolamento della famiglia e del minore all'interno della stessa in un'escalation negativa che rischia di essere senza ritorno. Il compito degli operatori nel diritto di famiglia, ha osservato il Presidente Ghio, è molto delicato ma allo stesso tempo cruciale. I cosiddetti matrimonialisti godendo di un osservatorio prospettico rispetto agli interessati separandi hanno gli strumenti per porre i coniugi di fronte alle loro responsabilità indipendentemente dalle ragioni contrapposte spingendo la ex coppia verso la ricerca di un nuovo assetto degli equilibri familiari. Come dire: la famiglia continua anche quando l'amore finisce. La psicoterapeuta Dott.ssa Lorella Cerquetti, mitica autrice dei testi dei Nomadi, con cui il sodalizio dura da oltre vent'anni, mentre compone e scompone le parole in un'affascinante melodia espressiva che calamita l'attenzione dell'uditorio, ha tratteggiato i contorni di una coppia concentrata su sé stessa, incapace di rinunciare all'ideale della "coppia più bella del mondo" e di scendere a compromesso con la realtà del limite dell'altro e dell'amore che si trasforma in affetto. Una coppia in cui non esiste più il ruolo del padre che protegge la mamma col bambino nei primi mesi di vita e poi parimenti è capace di staccare il legame difeso per riportare all'autonomia la moglie e il figlio iniziandolo al mondo. Una soluzione possibile richiede l'affiancamento dei coniugi in un iter teso a riconquistare il territorio bruciato dall'innamoramento convertendo in forme affettive inaspettate e maggiormente evolute. Condurre per mano questo padre disorientato dalla sponda dell'autorità verso l'approdo più equilibrato ed equilibrante dell'autorevolezza. Don Mario Colabianchi, Presidente Tribunale Ecclesiastico Regionale Piceno, ha parlato di minori e di famiglie ossessionate dal mito dell'apparire e dal senso di inadeguatezza compensato dai beni materiali. Ansia di "essere uguali" per sentirsi uguali. La famiglia crede di essere libera concentrandosi su se stessa in una dimensione sempre più privatistica che, invece, la costringe in una deriva sempre più isolazionista. Educare alla libertà che rende capaci di accettare la diversità dell'altro e del mondo; accompagnare ciascuna unione nel viaggio verso questa libertà ė il compito della Chiesa oggi. Il compito di chi sceglie di abbandonare la visione dal centro per assumere la vista dalle periferie come dice Papa Francesco. L'Avv. Deborah Bianchi, esperta in responsabilità civile e diritto di famiglia, partendo dalla consapevolezza del fallimento del modello familiare proposto dal nostro Ordinamento giuridico ormai assolutamente disallineato rispetto alla realtà, ha lanciato la provocazione dell'ipotesi di un modello giuridico nuovo, capace di accogliere la famiglia quale legame di affetti primari disancorati dal rapporto orizzontale moglie-marito o comunque tra ex. Si tratta del conio di un nuovo modello culturale in cui viene spezzata l'equazione diabolica cattivo coniuge=cattivo genitore. Un marito infedele può essere un buon padre. Una moglie stakanovista può essere un'insopportabile compagna ma un'ottima madre. Spetta anche al diritto aiutare questo nuovo modello culturale di famiglia facendo si che le questioni delle colpe e degli addebiti restino confinate nel rapporto giuridico di coppia (responsabilità endofamiliare) e si affianchi la questione del fallimento della famiglia di fronte al minore e di fronte alla società in cui gli ex coniugi o i genitori naturali sono responsabili in solido a prescindere, in una dimensione collocata nell'ambito della

1 di 2

01/08/14 13:06


DIRITTO DI FAMIGLIA - Rapporti di COPPIA: quando l'...

http://www.studiocataldi.it/news_giuridiche_asp/news_giurid...

responsabilità oggettiva (responsabilità familiare). Dopo la delusione della riforma del diritto di famiglia del 2006 e di un affido condiviso che di fatto è rimasto affidamento alla madre, occorre rifondare il rapporto figli-genitori sulla scorta della disciplina di parificazione tra figli matrimoniali e figli naturali (d.lgs. 154/2013) secondo cui la famiglia richiede soluzioni condivise tra i diretti interessati e tutta la community dei professionisti della famiglia (avvocati, magistrati, servizi sociali, psicologi, mediatori, terzo settore). L'Avv. Cellini ha concluso rilanciando tutte le riflessioni al pubblico, lieta di un dibattito su un tema "vecchio" che però è sempre nuovo e che in un Paese serio deve trovare collocazione nell'ambito di una comunità di veri professionisti della famiglia, professionisti di testa ma anche di cuore. La foto di corredo al presente resoconto è nostra: effigia l'Avv. Deborah Bianchi mentre espone nel corso del terzo intervento, affiancata dal Pres. dell'Ordine degli Avvocati di Macerata, Avv. Stefano Massimiliano Ghio, e dalla presentatrice, Avv. Luisella Cellini. Altri articoli di Paolo Storani | Law In Action | Diritti e Parole | MEDIAevo | Posta e risposta (31/07/2014 - Law In Action - di P. Storani) Lascia un commento • Ultimi commenti • Cita nel tuo sito • Salva in PDF Partager

25

J’aime

25

Tweet

4

2

4

Segui:

J’aime

77k

Contatti Pubblicità News e risorse per il tuo sito Feed rss Mappa del sito Informativa sulla privacy © Copyright 2001 - 2014 Studiocataldi.it

2 di 2

01/08/14 13:06


Orizzonti energetici al futura festival | Scienza in Rete

http://www.scienzainrete.it/contenuto/news/orizzonti-energeti...

Cerca

Dossier

TV Newsletter

Grafici

Immagini

Chi siamo

Partner

Video

Rassegna stampa

Contribuisci

Autori

Log in/Crea un account

Ebola: l'Africa chiede aiuto Home » News

ENERGIA E SOSTENIBILITÀ

Tag

Orizzonti energetici al futura festival Login o registrati per inviare commenti

INFN

98 letture

un’eventualità difficile da attuare in tempi brevi. Quali sono, quindi, le ragioni e gli interessi che ostacolano

Più letti oggi

oggi lo sviluppo di sistemi di produzione dell’energia in grado di salvaguardare i già compromessi equilibri del nostro ambiente? E’ questa la difficile domanda a cui Fernando Ferroni, presidente dell’Istituto

Un test per il multiverso? (60)

La rivoluzione verde in campo energetico - prevista e auspicata dai più - sembra ancora, soprattutto in Italia,

Nazionale di Fisica Nucleare (INFN), ha cercato, durante FuturaFestival, manifestazione dedicata alla divulgazione di tematiche scientifiche e culturali - che si sta svolgendo proprio in questi giorni (dal 25 luglio al 3 agosto) a Civitanova Marche - , di dare una risposta. Per sperare, in un futuro prossimo, di raggiungere un benessere mondiale che sia realmente equo e sostenibile, ha sostenuto il professor Ferroni nel suo intervento a FuturaFestival, il primo passo da compiere è quello di rendere consapevoli i cittadini di quanto le loro scelte influiscano sulle politiche energetiche globali. Le abitudini e gli stili di vita che contraddistinguono i paesi più industrializzati, infatti, richiedono una spesa energetica che non può essere sottovalutata. Considerando “il consumo medio giornaliero di una famiglia, che è pari a circa 20000 watt ora, possiamo notare come questo sia solo una parte trascurabile della grande energia, più o meno nascosta, che impieghiamo quotidianamente per alimentarci, provvedere ai nostri spostamenti e far funzionare gli strumenti elettronici di uso comune come smartphone o computer”. Per assicurare l’approvvigionamento di una simile richiesta energetica, destinata a crescere a causa dell’aumento della popolazione mondiale e delle esigenze dei paesi in via di sviluppo, gli stati sono costretti a implementare interventi adeguati e ad adottare misure che tengano conto tanto dei costi dell’energia quanto delle risorse a disposizione di ogni singolo territorio. Questi molteplici - e non trascurabili - fattori contribuiscono a dettare l’agenda odierna dei programmi energetici. “Attualmente”, ha affermato Ferroni in maniera provocatoria, “l’unica energia buona è quella che può essere prodotta con spese di produzione contenute”. Pertanto, petrolio e gas naturale, i cosiddetti combustibili fossili, - a dispetto dei danni che il loro utilizzo provoca all’ambiente - rappresenteranno, per ancora molto tempo, le uniche fonti di energia realmente spendibili, poiché soddisfano – ad oggi - il criterio di mercato del miglior prezzo disponibile. La comunità scientifica, impegnata in prima linea su tali questioni, è lontana dall’individuazione di fonti di energia alternative a quelle attuali realmente sicure ed efficienti; inoltre, nonostante le evidenze che provano l’esistenza del rapporto tra inquinamento e innalzamento delle temperature (global warming), ha spiegato il presidente dell’INFN, “a causa della natura complessa delle variabili in gioco, non siamo in grado di comprendere appieno meccanismi che spiegano questa relazione”. L’irraggiamento solare produce, nell’arco di una giornata, molta più energia di quanto serva per soddisfare il fabbisogno energetico mondiale. Tuttavia, i sistemi che utilizziamo per sfruttare questa risorsa non permettono di garantire il trasferimento e l’afflusso costante di energia nelle zone in cui ne avremmo più bisogno. Per superare queste difficoltà, e consegnare alle future generazioni un pianeta vivibile, servirebbero investimenti immediati, al fine di costruire centrali fotovoltaiche nella aree con la maggiore esposizione alla luce della nostra stella, come i deserti, e una rete di distribuzione in grado di consentire l’accesso su scala globale all’energia così prodotta. Tutto ciò, però, ha concluso Ferroni, non sarà possibile senza una volontà comune supportata dalle scelte - anche e soprattutto politiche – della popolazione mondiale.

Scarica il libro (39) Cambiamenti climatici in Italia: cosa sappiamo veramente? (39) La voce dei ricercatori. Un’indagine in campo ambientale (33) Quando l'inquinamento industriale accorcia la vita (26)

Pubblicati di recente Orizzonti energetici al futura festival (02 Ago 2014) SpoTT: un progetto per valutare l'inquinamento ambientale (02 Ago 2014) La voce dei ricercatori. Un’indagine in campo ambientale (02 Ago 2014) Al via il progetto “PhD ITalents” (01 Ago 2014) Novae a emissione gamma (31 Lug 2014)

2 agosto, 2014

Siti Scinet

Risorse

Scinet Italian Research Map Scinet Jobs

Archivio Cerca La biblioteca di Scienza in rete

Ambiente

1 di 2

Astronomia

Biologia

Chimica

Fisica

Medicina

Dossier

Rubriche

Documenti

Bosone di Higgs 150 scienziati d'Italia Grafici Evoluzionismo App4Scientist Immagini Open Access News Video Sperimentazione Editoriale Slide animale In agenda Autoriapplicate Politica della ricerca Scienze matematiche, fisiche e naturali Scienze sociali Tecnologia e scienze

03/08/14 17:10


Quasi Rete al Futura Festival | Quasi rete

http://quasirete.gazzetta.it/2014/07/29/quasi-rete-al-futura-fest...

IL BLOG DI GAZZETTA GAZZASPACE MAGIC CUP SCOMMESSE TICKETING GAZZATOWN

GAZZATRAVEL SPORTWEEK

Gazzetta dello Sport.it > Quasi rete > Quasi Rete al Futura Festival lug 29

Quasi Rete al Futura Festival di embycicleta

Oggi c’è un po’ di Quasi Rete al Futura Festival di Civitanova Marche. La giornata di oggi infatti viene chiusa da Dopo i Mondiali: il calcio tra mito e futuro, dibattito fra Marco Marsullo, Giancarlo Liviano D’Arcangelo e i nostri Francesco Savio e Antonio Gurrado. Interviene Maurizio Compagnoni, telecronista di Sky, e modera Paolo Di Paolo. Sarà inoltre presente un calciatore italiano a sorpresa. L’appuntamento è per oggi martedì 29 luglio alle ore 23 in piazza della Libertà a Civitanova Alta. Tags: civitanova marche, festival letterario 1

Tweet

0

Recommend

14

0

I VOSTRI COMMENTI 0 Per poter commentare i post devi essere registrato al sito di Gazzetta.it. Se sei già un nostro utenti esegui il

altrimenti

Post più recenti QUASI RETE / Em Bycicleta Leggi la bio

1 di 3

30/07/14 10:31


TV E RADIO LOCALI

Carlo Scheggia - responsabile comunicazione istituzionale - 3398775717 - carlo@essercicomunicazione.it Teatri di Civitanova - Azienda Speciale Servizi Cultura e Spettacolo | Via B. Buozzi 1 - 62012 Civitanova Marche email: info@teatridicivitanova.com | www.tdci.it | Tel +39.0733.812936 | Fax +39.0733.811536

Futura Festival 2014  

Rassegna stampa nazionale e locale della seconda edizione di Futura Festival, Civitanova Marche (25 luglio - 3 agosto 2014). Direzione artis...

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you