Page 1


8 10 11 14 18 20 23 24 27 30

Itinerari di Sardegna Ottobre in Sardegna Dalla - De Gregori CD del mese La Quarta Dimensione Guida all’acquisto Hi-Tech Sapori&Dintorni In diretta dalla nostra mente... Guida ai locali Vasco Europe Indoor Tour

SASSARI&HINTERLAND Anno XV - N. 10

Direttore Responsabile: Marcella Marongiu Ufficio grafico: Giuseppina Medde

SEGNALI DI FUMO 4

Pata Pizza. Alghero

7

Samuel Giò Pizza. Sassari 16

Il Muflone. Sassari

7

Caffè del Popolo. Sassari 25

Triò. Sassari

13

Asterix. Sassari

25

Scalodero. Sassari

15

Lady Domini. Sassari

26

Los Cornetteros. Sassari

16

Progetto Sport. Sassari

Hanno collaborato: Daniele Dettori, Maurizio Figus, Emanuela Ravot, Frank M. Roche Editore: Marco Cau Pubblicità e grafica:

esse&acca

Predda Niedda str. 18 bis -  079.267.55.62 Stampa: Tipografia Gallizzi S.r.l. - Sassari Pubblicazione registrata presso il Tribunale di Sassari al n° 324 del 8.7.1996. E’ vietato riprodurre disegni, foto e testi parzialmente e totalmente contenuti in questo numero del giornale.


4

S&H

da Pata Pizza - Alghero Valeria e Agnese della er il pizzaiolo del Patapizza, non onna Laura stai diventando vecPerPiazzetta: siete bellissime. By Il PAntonio: ses un bou! Messo Nchia! Messaggero. male… ristina C. stai diventando sempre n bacio alla biondona d'Alcatraz. l 18 mi sposo! E poi? Per ora si Cpiù UBaci, Jumpy. Ibeve … poi si vedrà!!! Ciccio ciccio. Ahahahahahha. cicciottella!!!!! ses lu mes bel!!! un mese da questo giorno vi spoppuntamento per fine settembre Bozz Maracaibooo tu sunna fas "bibo- Aserete. Auguri Jonathan e Ain casa Freedom per la visione biboo!!!". Rosaria, dai vostri testimoni della meravigliosa estate di Jor and er Francesco di Pata Pizza: la tua Giovanni e Daniela. Ppizza è troppo buona sei fantasti- er Cristian del Patapizza: friends. è bellissima ma il che babbo co!!! Un bacione. La tua ammiratrice. Pciauuuu!!!! Paola è più buono! Annalisa. M.C.L.: hai rotto di dirci che sei n saluto a tutto il Patapizza! Pergrassa!!! Ma mangiati questa U pizza!!! Dai fratelli del ghetto. er Mauro non vuoi visto. Mettiti io ha tanto amato il mondo che Pocchio da solo porti male, occhio Dha dato il suo unigenito figlio malefico. By chi sai tu. affinchè chiunque crede in Lui non nche una scimmia può scrivere la perisca ma abbia la vita eterna. Dio ADivina Commedia schiacciando ti ama così come sei. Accettalo! er Ste.so: vai a Urbino channel! Grande!

P

tasti a caso, ma mai nessuno potrà scrivere delle pagine così belle della mia vita come quelle passate con te!


6

Musica

Very Very White La black voice di Mario Biondi approda in Sardegna

Il 28 Agosto scorso gradito ospite dell'Anfiteatro Maria Pia di Alghero è stato Mario Biondi che ha presenta "IF" il suo ultimo album di inediti, doppio disco di platino con più di centocinquantamila copie vendute. Al secolo Mario Ranno, nato a Catania il 28 Gennaio 1971, adotta Biondi come cognome d'arte per omaggiare il padre che, cantante apprezzato a livello locale e suo primo ispiratore dell'amore per la musica, si faceva chiamare Stefano Biondi. Appassionato di musica soul, Mario Biondi fa una lunga gavetta come turnista nelle sale di registrazione e deve aspettare il 2004 perchè la sua carriera decolli. In quell'anno, con il suadente singolo This is what you are, conquista una grande popolarità. Il brano non si rivela un semplice fuoco di paglia, infatti un clamoroso successo in termini di vendite e di critica premia il suo primo album Handful of Soul, un bellissimo disco di soul jazz inciso insieme agli strepitosi musicisti che compongono gli High Five Quintet e che viene pubblicato nel 2006. Il cantante siciliano torna nell'isola dopo due anni, con il suo timbro vocale decisamente riconoscibile, che riesce a rendere la musica soul jazz intensa e passionale. Non potevamo mancare! Due ore di grande spettacolo che hanno ripagato alla grande i circa trenta minuti di attesa rispetto all'inizio dello spettacolo. La voce black per

eccellenza è sbarcata in Sardegna con due concerti, uno all'Anfiteatro romano di Cagliari e l'altro all'Anfiteatro Maria Pia di Alghero. Due appuntamenti in cui il cantante siciliano è stato accompagnato sul palco da una band di undici musicisti e quattro coriste: Lorenzo Tucci e Fabio Nobile (batteria), Tommaso Scannapieco (contrabbasso), Claudio Filippini (piano), Beppe Di Benedetto (Trombone), Giovanni Amato (tromba), Daniele Scannapieco (sax e flauto), Luca Florian (percussioni), Andrea Satomi Bertorelli (tastiere e synth), Andrea Celestino (basso), Michele Bianchi (chitarre), Samantha Iorio, Vahimiti Cenci, Cristiana Polesi e Wendy Lewis (back vocals). Il suo live in Sardegna "Spazio Tempo Tour Estate 2010" è stata l'occasione speciale per rivedere e ascoltare dal vivo la travolgente simpatia e la potenza della voce del "very very White" (come scherzosamente si definisce il cantante siciliano). Mario Biondi non ha avuto bisogno di effetti speciali per conquistare il pubblico dell'Anfiteatro di Maria Pia: una poltrona, una vecchia radio, due band e una voce meravigliosa che spazia tra swing, pop, soul, jazz e musica leggera. Sul palco si danno battaglia due formazioni: una acustica, l'altra elettrica. Alla fine vincono tutti. Nature boy apre la serata dopo una breve introduzione ed i riferimenti alla black music si sprecano. C'è ovviamente Barry White, ci sono gli Earth, Wind & Fire, c'è Al Jarreau. Nel bis c'è spazio anche This is what you are, il brano che ha regalato gloria e fama internazionale all'artista catanese. Il musical orchestrale di Mario Biondi è una gradevole sintesi di elementi: musicali, vocali e scenici da un impatto non enfatizzato ma elevato nell'alta qualità dei partecipanti sul palco, dall'elegante intelligenza dell'interprete, oltre che dalla sua naturale e rara potenza vocale. Il tutto corroborato da un atmosfera sobria e colta nelle luci, soffuse e blu in gran parte, consone al groove blues dominante. Il cammino professionale, in tanti anni di gavetta in giro per l'Italia e i diversi riconoscimenti ottenuti, fanno di Mario Biondi un artista molto più simile per esperienze lavorative ai colleghi d'oltreoceano, piuttosto che a quelli italiani. Bellissima serata dai toni caldi e corposi. Marcella Marongiu


S&H

7

da Samuel Giò Pizza e da Caffè del Popolo - Sassari i più forti, i mini ortolani d un mese dal mio compleanno ricoggi no n'aggiu gana!!!! Mancu Siamo della Meridiana! M.F. tamburino Amincio con la danza al Centro Omari Mariolino m'ha daddu una bedda birretta croccante!!! Ouuuu. sei troppo forte da D.N.

iao amore, ho voglia di fare l'amore e vedrai non te ne pentirai. Ciao il tuo amore.

C

Balletto Classico per il 2° anno. Per fortuna c'è qualcuno e ci sono persone che mi sanno apprezzare. Chi non capisce queste cose di me non ha capito niente! Una danzatrice con le punte.

a tutti i Popolani! Ha riaperto Ciao il Caffè del Popolo!!! Tremate!!! n bacio enorme al nostro bocU concino! Ajò chiudi e vieni a sbirrettare con noi al Popolo…

pizza è molto buona! M.F. ringraziare la mia amica Questa Forza i mini ortolani! renuzza salutaci Venezia! Vorrei Paola di Cartolandia in via Manno Lalalalaalala. I Proteggiti, proteggiti! Martuzza, per il bellissimo regalo. Una tua cara 14/08 ho festeggiato gli anni Stefanuzzo e Valeriuzza! Caffè del Ilcongiorno le mie amiche Claudia, Marta e amica e cliente. Popolo. a Pa L'americano!!!!!!! Simona. Per la bellissima serata e per entre scrivi i messaggi leggo che i regali originali non posso dimenticar- P M non cerchi serietà, vuoi essere mi della mia amica Raffaella, sei un aola del Cuore Immacolato: bere lasciato in pace, cerchi le donne a gioiello. Grazie di cuore e meriti tanto. Pl'Ichnusa da te è come brindare comodità e il messaggio di auguri Una tua amica felice. anti auguri a mio nipote Mario che compie 21 anni. Ad altri 100 di quello che desideri! Da zia.

T

amore mio, sei la mia Carmine, vita!!!!!!!!!! La tua raga M.

con lo champagne in cima alla Torre Eiffel... Black Devil.

secondo me questo bar non è Allora per niente messo male a baristi!!!! Uno meglio dell'altro… nulla è… ohia!!!!

per me mi hai minacciato. È un controsenso e sei insicuro. Dammi retta, ognuno per la propria strada. Dei miei messaggi capisci quello che vuoi, ma non capisci lo stesso! Ciao Stefano, buon viaggio e divertiti! Non sono per te!


8

Itinerari di Sardegna

a cura di EMANUELA RAVOT

Sindaco: Alessandro Bianchi Abitanti: 36.400 Altitudine: 546 mt s.l.m.

NUORO Dal centro storico al monte Ortobene.

Feste tradizionali: Festa del Redentore (agosto), Nostra Signora delle Grazie (novembre). Come raggiungerla: Da Sassari. S.S. 131 121 km Da Olbia. S.S. 127 102 km Da Cagliari. S.S. 131 179 km Sito web: www.comune.nuoro.it Percorrendo la strada 131 si raggiunge Nuoro, nel cuore della Barbagia; la città è antica come il suo nome originario, Nugor, lo testimonia il fatto che in prossimità del centro storico ci siano un nuraghe e il villaggio di Tanca Manna, con i resti della presenza umana rinvenuti in una tomba (VI-VII sec. a.C.). Il centro storico conserva l’identità nei quartieri di Seuna, anticamente quartiere dei contadini, e di Santu Pedru, abitato in passato dai pastori, entrambi caratterizzati da edifici in granito, o in sassi e fango, con portali eleganti e caratteristici cortili. Proprio nel quartiere di Santu Pedru, nella via Grazia Deledda, sta il palazzetto dove nacque e visse la scrittrice, trasformato dall’Istituto Etnografico della Sardegna in Museo deleddiano. All’interno, nella struttura a tre piani con cortile, sono conservati i documenti (foto, scritti ufficiali e personali) e gli ambienti di vita della Deledda: la cucina ricostruita seguendo le indicazioni del romanzo autobiografico Cosima e lo studio di Roma, realizzato dalla falegnameria dei Fratelli Clemente di Sassari. Seguendo poi la via San Carlo, si arriva in piazza Su connottu, realizzata in seguito alla demolizione della vecchia Caserma dei Carabinieri; attraverseremo via Roma, per scendere lungo via Cavour, ricca di edifici dell'Ottocento, e scoprire, sulla destra, Piazza Satta, su cui s’affaccia la casa del poeta Sebastiano Satta. Progettata dall’architetto sardo Costantino Nivola, la piazza è arricchita da sculture in bronzo abbinate a massi in granito provenienti dall’Ortobene. In prossimità, tra il corso Garibaldi e

Piazza Satta

la Piazza Satta, c’è il Museo provinciale d’Arte di Nuoro (MAN), allestito nel palazzo antica sede della Provincia (XIX sec.). Scendendo per via Manara si arriva alla vecchia via Majore, oggi corso Garibaldi, il corso principale sul quale si affacciano molte case con caratteristici cortili antistanti. Da qui si arriva in via Asproni e in piazza Italia dove si trova la biblioteca comunale, con una grande sezione dedicata ai testi sardi e ai libri dedicati alla Sardegna. In prossimità della biblioteca, in via Mannu, c’è il Museo Speleo-archeologico che conserva reperti raccolti sia in Barbagia sia nel Sarcidano. Il museo è situato nel palazzo appartenuto a Giorgio Asproni. L'esposizione, al piano terra, è articolata in sei sale e conserva ritrovamenti dal Neolitico all'alto Medioevo. Risalendo il corso, si gira a destra all'altezza della Piazza Mazzini e, costeggiando i giardini di piazza Vittorio Emanuele, si continua a salire lungo via Monsignor Bua, passato l'Arco del Seminario, si arriva alla Cattedrale di Santa Maria della Neve, nell’omonima piazza. La chiesa ha facciata neoclassica, colonne ioniche e due campanili laterali. Proseguendo verso via Alagon e piazza Palestro, si lascia a sinistra la villa Lostia con la caratteristica torre merlata, si sale verso il Colle di Sant'Onofrio e, percorrendo l'omonimo viale, si arriva al Parco, spazio

ideale per una sosta. Proseguendo nel verde della pineta, fino alla rotonda in cima al colle, vedremo tutta la città con le alture circostanti, il monte Ortobene e la Valle di Oliena. Ritornando al cancello d'ingresso, si scende sulla sinistra, dove alla prima curva, in via Antonio Mereu, si trova il Museo della Vita e delle Tradizioni popolari. Il complesso di edifici che lo ospita fu costruito su disegno dell'Arch. Antonio Simon Mossa (1950-60), e oggi appare come un villaggio sardo. L'attuale percorso si snoda attraverso tre aree: una sala principale che ospita circa 8.000 reperti (abiti, gioielli, manufatti tessili e lignei, armi, pani, utensili), una saletta dedicata agli strumenti musicali ed una sezione dedicata al carnevale, ricca di maschere. Finita la visita al paese se non ci si trattiene troppo nei vari musei o si fa una scelta su quali sia più opportuno visitare, si può proseguire attraversando il panoramico viale Ciusa, in direzione Orosei fino al Monte Ortobene. La strada da percorrere permette

Numeri e indirizzi utili Museo Speleo-archeologico. Tel. 0784.31688 (via Mannu, 1) Museo Deleddiano. Tel. 0784.242900 (via Grazia Deledda, 42) Museo Etnografico Sardo. Tel. 0784.257035 (via Mereu, 56)


Itinerari di Sardegna

Cattedrale di Santa Maria della Neve

d’incontrare nel primo tratto la Chiesa della Solitudine, disegnata da Ciusa sul sito di un antico tempio. Qui, dal 1959, è conservato il corpo della Deledda. Proseguendo, dopo un primo tornante si prende una strada secondaria che porta alla chiesa campestre di Nostra Signora di Valverde (1650). Rientrati sulla strada principale, tra la macchia mediterranea, il granito rosa e le diverse fontane naturali che si aprono dalla roccia, troviamo la fonte ‘e Milianu, presso la quale un tempo sorgeva un villaggio. Siamo ad oriente della città e il Monte Ortobene costituisce un vero e proprio monumento granitico dalle molteplici forme, con pinnacoli e torrioni che si susseguono a zone pianeggianti e conche di granito arenizzato, ripide gole e una grande varietà di rocce antropomorfe, zoomorfe, sferoidali o a nido d'ape, frutto della millenaria azione di agenti climatici, fisici, chimici e antropici. Il rilievo per la

sua collocazione costituisce una suggestiva terrazza da cui ammirare, in giornate limpide, le montagne e le splendide vallate circostanti. Ottimo punto di osservazione è Cuccuru Nigheddu (1.000 m.) che consente allo sguardo di spaziare a trecentosessanta gradi, da Monte Albo e dalla piana di Siniscola al Monte Tuttavista, dal Corrasi e dal Supramonte di Orgosolo al Gennargentu, dal Monte Gonare all'altopiano di Bitti e a Orune. Nella cima del monte, si trova un parco-giardino attrezzato; al centro del parco c’è la chiesa di Nostra Signora del Monte. Dal parco si può raggiungere il belvedere dove, dal 1901, è collocata la statua del Cristo Redentore, che di recente è stata transennata per iniziare l’opera di restauro. Da qui si può anche proseguire a piedi e raggiungere diverse località come punta Coda Chervina, a nord, e punta Gurtugiones, ad est. La strada che fa ritorno a Nuoro è

9

ricca di punti sosta. Per rientrare si può percorrere la strada panoramica che si congiunge a quella precedentemente percorsa e si snoda fra boschi di pini e di lecci fino a Sedda e Ortai dove si trova un parco giochi ed è possibile ammirare Sa Conca Manna, una grande roccia cava all’interno della quale è stato ricavato un ovile. In corrispondenza dell’ultimo tornante, una strada sterrata, a destra, conduce alla domu de janas de Borbore. Termina qui il nostro itinerario che potremo percorrere rapidamente in una sola giornata o, scegliendo di trattenerci a lungo nei musei, protrarre la permanenza in città per una o più giornate. Una di queste sarebbe opportuno dedicarla alle passeggiate nel circondario, per cogliere la bellezza di questi luoghi fin dalle prime ore della giornata, godendosi magari anche un’alba.

Statua del Cristo Redentore


10

EVENTI IN SARDEGNA

a cura di Emanuela Ravot

Il MAN di Nuoro. Ed Templeton.

ottobre in sardegna 1/3 OTTOBRE Tonara (NU) - Autunno in Barbargia 1/31 OTTOBRE Cagliari - Centro Comunale d'Arte e Cultura Lazzaretto di Sant'Elia. Mostra: Vele, tonni e scimitarre. Avventure salgariane nel Mar di Sardegna. 2 OTTOBRE Cagliari - MiniMax, il Ridotto del Teatro Massimo, ore 21. Stagione Concertistica degli Amici della Musica. Concerto di Roberto Piana (pianoforte) 2-3 OTTOBRE Orani (NU) - Autunno in Barbargia Sestu (CA) - San Geminiano. Festival delle proloco: incontro delle diverse sagre enogastronomiche 3 OTTOBRE Alghero - Cronoscalata di Scala Piccada Olmedo - Sos Pianos - Piazza Giovanni XXIII, Ore 8,00/9,45. Sentieri Olmedesi: cicloescursione e trekking.

Talvolta ci si innamora… e allora attraversare l'isola da una parte all'altra con il solo obiettivo di far conoscere la propria terra alla persona amata, diventa la normalità; non contano i chilometri, né la distanza, tutto è facile e veloce, sembra seguire il ritmo del nuovo battito del cuore. Così qualcuno si è ritrovato in Via Satta 27, a Nuoro per visitare il Man, Museo d'Arte, gestito dalla Cooperativa Ecotopia, contattabile allo 0784/252110. Pensavano entrambi di trovarvi esposte le oltre duecento opere dei maestri sardi del XX secolo, tra i quali Antonio Ballero, Giuseppe Biasi, Francesco Ciusa, Giovanni Ciusa Romagna, Mario Delitala, Carmelo Floris, Costantino Nivola; la raccolta di disegni e ceramiche di Salvatore Fancello e le opere grafiche di Giovanni Pintori; ma l'impianto stabile del museo è stato dismesso, almeno temporaneamente, per lasciare spazio alle produzioni artistiche più moderne. Nei mesi di Agosto e Settembre lo spazio museale è stato dedicato interamente ad Ed Templeton, con la mostra intitolata Il Cimitero della Ragione. Foto, disegni, acrilici, sculture, video, clips, interventi sonori degli ultimi quindici anni del vitale e dinamico artista Ed Templeton, definito l'Andy Warhol e/o il Basquiat dell'America di oggi. La mostra racconta la storia di uno skateur professionista, di un fotografo, di un designer, di un pittore, di un ragazzo di strada che diventa un pubblicitario di successo e un creatore di moda (infatti, negli States, le sue scarpe sono simbolo di libertà creativa), dunque, un interprete-protagonista delle periferie, animate da adolescenti in cerca di identità e band che vivono la noia ruotando su una pista da skateboard. Una storia che supera però la dimensione autobiografica per mettere a nudo i fenomeni sociali. Ed Templeton (1972), cresce in una periferia di Los Angeles, adolescente diviso tra skateboarding e punk, che sceglie come

vie di fuga e strumento di salvezza. Lo sport gli dà il successo e a 21 anni, poi fonda la società "Toy Machine Bloodsucking Skateboard Company". La passione per la pittura esplode con la scoperta di Schiele, Balthus e David Hockey; insieme con la passione per la fotografia. Templeton non vuole scegliere, non vuole limitarsi ad sola disciplina nelle sue espressioni artistiche: continua ad essere artista, mito, ragazzo di strada, così come fotografia, pittura, scultura ai suoi occhi sono eguali e complementari. Sulle sue opere egli usa annotare impressioni, aneddoti, stati d'animo, unendo alle sue forme artistiche anche la scrittura ed il racconto. Se profondo è il suo modo di attraversare mondi, con immagini di un universo che ben conosce per averlo vissuto sulla propria pelle; leggera è l'espressione con cui lo fa, come a riempire caoticamente adolescenziali diari di vita. Lo skateboarder Ed Templeton, continua a praticare il suo sport, che gli consente di avvicinare i più giovani, registrandone costantemente crisi e ricerche, sogni, desideri, paure, senza giudicare, offrendo, semmai, opportunità e chiavi di comprensione a chi abbia voglia di capire. A lui aderisce l'etichetta di "street art", arte di strada, un insieme disordinato e straordinariamente vivo e attuale di linguaggi. Templeton esprime una continua contaminazione di foto e immagini dipinte, d'interventi grafici e di scrittura: murales, tags, graffiti, pubblicità, ma anche musica, in un sovrapporsi di codici visivi e comportamentali, insomma un Cimitero della Ragione, vissuto e raccontato con crudezza e poesia. La mostra, curata da Thomas Caron, è un progetto in collaborazione con lo SMAK di Ghent. Non so se la coppia sia ancora innamorata e quali altri luoghi ora stia visitando, ma so per certo che la mostra sarà aperta ancora per pochi giorni ad Ottobre e vale davvero la pena visitarla!

5 OTTOBRE Alghero - Cattedrale di Santa Maria, ore 21. Concordia Vocis: Festival Internazionale di Musica Vocale. The Philippine Madrigal Singers (dirige Mark Antony Carpio) 7-8 OTTOBRE Alghero - Piazza Sant'Erasmo. Ne carne ne pesce: degustazione e gara culinaria 7/16 OTTOBRE Cagliari - Teatro Massimo, ore 21. Spettacolo: Storie a mare verso l'America 8/10 OTTOBRE Meana Sardo - Gavoi - Ollolai (NU) - Autunno in Barbargia 8/9 OTTOBRE Ollolai (NU) - Pastores-tenores: esibizione di canti sardi a tenores 8-10-12 OTTOBRE Sassari - Teatro Verdi, ore 20:30. Tragedia lirica: Poliuto (tre atti, di G. Donizetti) 10 OTTOBRE Gesturi (VS) - La fiera delle arti e dei mestieri 15 OTTOBRE Sassari - Teatro Verdi, ore 20:30. Concerto sinfonico (musiche di Chopin e Schuman) 16 OTTOBRE Alghero - Cattedrale di Santa Maria, ore 21. Concordia Vocis: Festival Internazionale di Musica Vocale. Coro Kolner Kantorei (dirige Volker Hempfling) 16/17 OTTOBRE Onanì (NU) - Autunno in Barbargia 17 OTTOBRE Nuoro - Dorgali. Mare-Montagna: Gara Nazionale di Corsa in Montagna. 21/27 OTTOBRE Cagliari - MiniMax, il Ridotto del Teatro Massimo. Spettacolo: La vita in versi 22-23 OTTOBRE Cagliari - Teatro Lirico, ore 20,30 e 19. Stagione Concertistica: Orchestra e Coro del Teatro Lirico dirige Fabio Luisi (musiche di Beethoven e Mendelssohn) 22/24 OTTOBRE Belvì - Dorgali - Sorgono (NU) - Autunno in Barbargia 23 OTTOBRE Cagliari - Basilica di Santa Croce, ore 21. Coro Polifonico del C.U.M., Ensemble Vocale Epigramma '98 (dirige Onofrio Figliola) 30/31 OTTOBRE Sassari - Teatro Verdi, ore 20,30. Dramma giocoso: Il Barbiere di Siviglia ovvero la precauzione inutile (di G.Pisiello) Aritzo - Desulo (NU) - Autunno in Barbargia Fino al 31 OTTOBRE Nuoro - Spazio Tribù. Mostra: Nivola. L'investigazione dello spazio


Musica

11

Work In Progress Lucio Dalla e Francesco De Gregori in concerto

di Marcella Marongiu Il 21 agosto scorso ad Alghero, all'Anfiteatro Maria Pia, si è tenuto puntualmente dalle 21.30 il concerto di Lucio Dalla e Francesco De Gregori. I due cantanti ancora una volta insieme in Sardegna (due date, ieri a Cagliari) nel loro attesissimo "Duemiladieci Work in Progress Tour" organizzate da Sardinia Entertainment. Un grande appuntamento al quale sia noi che chi è nell'isola per qualsiasi buon motivo, vacanza, lavoro, svago o semplicemente di passaggio, non poteva mancare! Per i più giovani, forse, l'unione tra questi due cantautori è assolutamente inedita, sconosciuta. Ma la realtà è diversa: forse non tutti sanno o ricordano che il noto brano "Ma come fanno i marinai" del 1978 è frutto della loro prima unione artistica, come anche Banana Republic, tour di De Gregori e Dalla del '79. I concerti, partiti il 5 agosto, dopo due prime uscite a gennaio e a marzo per il program-

ma di Raidue "Due", stanno registrando un vero e proprio successo di pubblico. Oltre due ore di concerto con più di 30 canzoni, tra classici radicalmente riarrangiati e brani altrui (Just a gigolo) presi in prestito e riproposti con gran divertimento degli interpreti e del pubblico. Le grandi canzoni che hanno segnato la storia della musica italiana come "Tutta la vita", "Anna e Marco", "Titanic", "La leva calcistica della classe '68", "Canzone", "Henna", la bellissima "Santa Lucia", o le indimenticabili "Piazza Grande" e "Viva l'Italia", hanno fatto riscoprire straordinarie emozioni sul palco algherese. Non sono ovviamente mancate le sorprese a colpi di note e poesia, come "Rimmel", "La donna cannone", "Caruso". È stata una bellissima occasione ed emozione per rivivere quelle splendide canzoni che ormai appartengono al cuore delle vecchie e delle nuove generazioni, interpretate da due dei più grandi artisti della musica colta d'autore. La scenografia del tour è firmata dal celebre

pittore e scultore Mimmo Paladino. Sul palco, con Dalla e De Gregori, Bruno Mariani alle chitarre, Alessandro Valle alla pedal steel guitar, Alessandro Arianti e Fabio Coppini alle tastiere, Guido Guglielminetti al basso, Gionata Colaprisca alle percussioni, Maurizio Dei Lazzaretti alla batteria, Emanuela Cortesi e Marco Alemanno ai cori. Chi ha avuto modo di vedere Dalla e De Gregori in concerto, sarà sicuramente convinto che loro, davvero, non sanno solo cantare, ma riescono anche a toccare il cuore.


12

Appuntamento al cinema a cura di Frank M. Roche

Siamo in Autunno ormai, il tempo ideale per recarsi al cinema e godere senza soffocanti saune delle interessanti proposte scelte per voi da S&h. Cominciamo subito dal primo del mese con una commedia frizzante con l'arcinoto Adam Sandler, attore, a dire il vero, ormai ostaggio da troppo tempo dei soliti ruoli comici. Il titolo è "Un weekend da bamboccioni" sotto la direzione dell'esperto Dennis Dugan, regista dell'ultimo "Io vi dichiaro marito e… marito", sempre con Sandler, diventato a questo punto un vero e proprio feticcio porta fortuna per lui. Non aspettatevi niente di eccezionale comunque, ma solo un'onesta commedia con qualche spunto interessante qua e là. E passiamo invece a quella che ormai sta diventando una vera e propria serie dedicata al mondo della street dance, ossia la saga di Step up, giunta al terzo episodio. L'8 Ottobre, infatti, uscirà nelle sale italiane "Step up 3D" di Jon Chu, ciò significa che, ancora una volta, avremo a che fare con la nuova tecnologia 3D che, nelle intenzioni dei produttori, dovrebbe coinvolgere ulteriormente lo spettatore nella battaglia acrobatica condotta a colpi di piroette e capriole. Zero trama e tanta musica. Replicherà il successo? A voi, come sempre, la risposta. Sarà ad ogni modo una bella sfida contro l'ultimo film di James Mangold dal titolo "Innocenti bugie", in uscita praticamente lo stesso giorno. Un thriller ben architettato, per nulla scontato, con un cast di stelle del calibro di Tom Cruise e Cameron Diaz, di nuovo insieme dopo la buona risuscita del sofisticato e controverso "Vanilla Sky", datato 2001. Consigliato a tutti quelli che amano il cinema al cardiopalma. Per il 15 di Ottobre invece, mi sembra molto interessante l'ultima fatica di Luc Besson: "Adèle e l'enigma del faraone". Non credo sia necessario dire chi sia questo regista, diventato celebre in tutto il mondo grazie ai suoi personaggi carichi di malinconia, alle volte grotteschi, ma allo stesso tempo ironici, discendenti da una tradizione cinematografica in grado di sposare in modo barocco elemen-

Cameron Diaz e Tom Cruise nel film “Innocenti bugie”

Michael Douglas e Shia LaBeouf in “Wall Street 2”

ti tra di loro un po' dissonanti. Quest'ultimo film si preannuncia, non a caso, ricco di fantasiose trovate e pieno zeppo di azione. Insomma, se vi siete incuriositi leggendo queste poche righe, il consiglio è: andate a vederlo! Ma lo stesso giorno sarà anche il debutto cinematografico tutto made in Italy per l'opera di Ascanio Celestini, "La pecora nera". Un adattamento di un'ottima opera teatrale, a sua volta adattamento del libro omonimo, entrambi frutto dell'ingegno dello stesso Celestini in veste di fac-totum (anche attore per l'occasione). Mi sembra più che accettabile anche il cast, con Giorgio Tirabassi e Maya Sansa fra gli altri. Fra tanta commedia di poco valore, finalmente un film drammatico di un certo spessore. Caldamente consigliato. Insomma, per la metà del mese ci sarà soltanto l'imbarazzo della scelta. Un altro titolo molto interessante sarà, infatti, "Buried" la cui regia è firmata da un giovane, ma si direbbe già esperto, Rodrigo Cortés. Un thriller claustrofobico ed atipico che, garantiscono i produttori, terrà incollati gli spettatori alle loro poltroncine per un'ora e mezza filata. Un cast non proprio famoso ma con un Robert Paterson (da non confondere con il vampiro Pattinson) in splendida forma. Lo avevamo annunciato in uscita qualche mese fa ma, soliti problemi di distribuzione (forse legati anche alle recenti rivelazioni di Michael Douglas sulla sua grave malattia) lo hanno fatto slittare al 22 Ottobre, stiamo parlando di "Wall Street: il denaro non dorme mai", opera di Oliver Stone che firma il secondo film sulle avventure del terribile Gordon Gekko. Soldi, affari sporchi e cupidigia saranno anche stavolta il tema centrale della pellicola. Se vi è piaciuto il primo… Di volata ricordiamo anche che il 27 Ottobre è prevista l'uscita di "Maschi contro Femmine", una commedia brillante diretta da Fausto Brizzi che ha messo insieme per l'occasione un buon ensemble di comici ed attori affermanti, da Claudio Bisio a Fabio De Luigi, passando per Paola Cortellesi e Nancy Brilli. Se l'eterno conflitto fra le due metà del cielo può diventare anche l'occasione buona per farci due risate sopra, perché non dare una chance in più a questo film? Bene, per questo mese è tutto, vi auguro una buona visione!


S&H

13

da Asterix - Sassari omplimenti al bar Oblio, ai nuovi urora sei la mia vita. Un bacio er Graziano: cioè sei… bette C P gestori per il caffè, il cappuccino, Agrande. La tua mamma. bono!!! le paste, la gentilezza e la simpatia 9/08/2010. Nella vita, nel gioco ensiero sei veramente vecchio dei proprietari giovani. Anche al 2e nell'arte anche l'occhio vuole la Pcon la testa… sei un palloso. cliente fa piacere il sorriso. Quando sua parte. By Stefanagostino.

ritorna la cioccolata? Una cliente originale. er Danielino il jolly: non sai neanche dove si trova via Muroni, ma chi si può! Lo so io e non lo sai tu… svegliati il sonno, scherzo! er Buffetti di via Attilio Deffenu: grazie mille per le vostre idee originali, la simpatia e per gli ottimi consigli. Una nuova cliente. iao a tutti! Oggi un mitico panino da Asterix. Troppo buoni!!!! er Bruno l'anziano vecchio zio di Asterix: che palle che sei quando stai sempre a cambiare turni. Anche noi abbiamo la nostra vita e le nostre giornate. Lasciaci vivere in pace non con il tormento tuo.

P P

C P

erò i panini più buoni sono quelli di Asterix!!!! Gnam gnam gnam. er lo staff de Los Cornetteros: sono tutti buoni i cornetti ma quello con la marmellata, con la nutella e panna e fragola e con il gelato non li batte nessuno! Sono i migliori! Una cliente buongustaia. cco ti ho scoperto! Chiara di Ozieri sei il mio sogno ti seguirò. By M. er Michele che soffre il ghirigori: ahahahahahhahaha soggetto! Marcella. er Luca: non ho ancora capito se nella tua agenzia vendi anche il pane…

P P E P P

Ciao i tuoi amici colleghi. er Giovanni filiale di Buddusò: mi fai un bonifico sex??? razie per avere bidonato Giuseppe e Mikele allo spogliarello del tuo addio al nubilato! apete qual è la spaghetteria migliore di Sassari? Si trova in via Porcellana che tutti conoscono come la spaghetteria di Sandrino. Ottimi i primi piatti, il sorbetto al limone e lo staff! Buone le penne con le vongole! Una cliente affezionata. n grande saluto a Anna, Francesca e Gian Battista delle Paoline di via carlo Alberto! Una vostra cara a mica cliente.

P G S

U


14

CD del mese a cura di Frank M. Roche

Cosa può esserci di meglio che Iniziare questo mese con una buona colonna sonora che accompagnerà la nostra transizione verso la stagione autunnale? Proprio per questo, al nostro attento radar non sono sfuggite le proposte musicali sia nazionali che internazionali più appetitose. Eccole qui, tutte per voi. Partiamo alla grande direttamente dalla fine di Settembre, esattamente dal 28, con quello che possiamo definire un evento vero e proprio. Infatti, per questo giorno è prevista l'uscita dell'ultimo album del grande maestro Francesco Guccini intitolato "Storie di altre storie". Si tratta di un regalo per tutti i fedelissimi fan del cantautore modenese che potranno ascoltare, nel doppio CD, una raccolta dei migliori pezzi creati da questo artista durante la sua lunga carriera. Polemica, poesia, attivismo politico, attenzione verso una realtà in continua trasformazione condita da continui riferimenti autobiografici, sono questi gli elementi che hanno reso Guccini il simbolo di una certa cultura non ancora estinta. Non solo, in questo album è racchiusa tutta la devozione verso un pubblico che lo ha sempre seguito e che, nonostante i

suoi 70 anni appena compiuti, tuttora lo segue nei suoi meravigliosi tour. Che altro aggiungere? La classe non si discute. Rimaniamo in ambito nazionale e restiamo focalizzati sulla fine di Settembre. Come avevamo annunciato il mese scorso in via del tutto ufficiosa, ecco stavolta la conferma dell'uscita per il 28 Settembre del terzo album di Alessandra Amoroso. Il titolo sarà "Il mondo in un secondo". Potete fin da ora ascoltare il singolo estratto dall'album "La mia storia con te" in heavy rotation già da qualche tempo. Come sempre si tratta di tematiche sentimentali (alle volte un po' ripetitive e stucchevoli a dire il vero) raccontate però dalla bella e caratteristica voce della giovane cantante, un vero talento da questo punto di vista. Non possiamo fare altro che augurarle di mantenere intatto il suo successo anche per questo ultimo lavoro. E mentre non è ancora ufficiale l'uscita dell'ultimo album di inediti firmato da Mietta (Ottobre e Novembre, pare che siano stati questi i mesi annunciati dalla cantante in una recente intervista a Vanity Fair), così come quello di Marco Mengoni (ormai praticamente finito a quanto pare), posso dare per certa l'uscita il 12 Ottobre dell'ultimo album dello storico gruppo dei Pooh dal titolo "Dove comincia il sole". C'è poco da dire su questa band, arcinota da decenni, con una folta schiera di fan che, sono sicuro, non si lasceranno sfuggire neppure questa ennesima prova. Gli anni passano ma la qualità non cambia.

E finalmente ecco una new entry internazionale. Il 15 di Ottobre vedrà finalmente la luce l'ambizioso album firmato da Markus Sigfridsson (dei Darkwater e Harmony) dal titolo "Into forever". Si tratta, per quanti non abbiano ancora subodorato la notizia, di un album di genere epic-metal che promette sfracelli. Certo non sfuggirà a tutti gli estimatori di questo bravo chitarrista e compositore che già da tempo seguono l'evoluzione di questo progetto. Da prendere seriamente in considerazione. A questo punto è un piacere annunciarvi anche l'uscita il 19 di Ottobre dell'ultimo, attesissimo, album di Bob Dylan, "The Bootleg Series vol. 9: The Witmark Demos: 19621964" . E' quasi superfluo spiegare chi sia questo personaggio, forse solo le ultimissime generazioni non hanno mai

sentito niente di questo autore. Però stiamo parlando chiaramente di una delle più grandi leggende viventi che hanno segnato e rappresentato un'epoca intera grazie alle proprie canzoni. Stiamo parlando di una fonte di inesauribile ispirazione anche per molti cantautori italiani ed internazionali venuti dopo di lui. Per quanti, insomma, volessero rivivere quelle intense emozioni, questo album non potrà che essere un acquisto obbligato.

Stesso giorno anche per l'uscita di "The union", album molto atteso di un'altra stella del pop internazionale: Elton John. Per l'occasione, l'eccentrico cantante inglese ha lavorato gomito a gomito con Leon Russell. Quest'ultimo è un grande autore, cantante e pianista, noto soprattutto per le sue canzoni country e folk. L'album sarà composto da 15 canzoni inedite e pare che della partita saranno anche musicisti del calibro di Jim Keltner, Jay Bellerose, Dennis Crouch ed altri. Sembra interessante … che ne dite? Siamo in chiusura, giusto il tempo di salutarvi e augurarvi un buon ascolto.


S&H

15

da Lady Domini - Sassari polacca di 21 anni ti farà er il pennellone biondo del icole tvb by me. Ragazza tantissima compagnia. Curve stu- PGinepro. Un bau bau solo per te. N pende. Per appuntamento…. Ciao Yorkshire. asquale sei un cagnaccio. Non er Antonello: ma sei tu che porti er Figarozzo un bacio solo per te Pmolli un c… Pin giro a Luna o è Luna che porta Pscemo! Da cicciottina. a come si fa a non vedere un in giro a te? Ma non fa differenza le, Roby vi amo di bene! By me. M calciatore come Francesco! Lo intanto tempo ne hai e voglia di lavo- A rare saltami addosso. Continua a far il giardiniere privato e così puoi fare dal produttore al consumatore. er mia moglie Pinuccia: vai che già lo passiamo Procedura!!!! iao Sirena 87. Ti ricordi il nostro incontro quando abbiamo fatto l'amore a Porto Ferro? Baci, tuo gattone nero. dopo 7 anni paga lui!!!! Finalmente!!!!! n saluto a tutti i Bequeddi. Vi adoro. E vi voglio bene. In particolare alla mia piccola Kikki. Ciao Piera.

P C

E U

vogliamo in serie D. By Ultras P.T.

iccardo sei troppo bello! By Muros. aola…Paola… che bel tattoo. Black Devil. i voglio e ti vorrò sempre bene. Roby Sassari. irko hai le unghie lunghe ma non te le tagli???? Già è vero che tu le spunti e basta! Fabiana. 1/09/10. Un saluto a tutte le colleghe di Original Marines. Un bacio, Fabiana. he gioia quando ti vedo.. Mariano mi fai impazzire!!! By F.O.

R P T M 1

C

dribbling!!!! Quindi? Grande Panino!!! ho visto la cerimonia e mi Oggi sono innamorata dei fanti piumati. Vi adoro. Siete bellissimi. W il perizoma di Cristina, tutto sgommato! sei il meccanico Perpiù…Alessandro: sei un amore!!! By R. e S. Ti adoro sei la mamma migliore. Scusaci Mister! By Ardara calcio!


16

S&H

da Progetto Sport e da Il Muflone - Sassari posso negare che dopo tutto oglio questi famosi 3 baci! Nonquesto tempo passato sono nuo- V vamente innamorata di te! L. non copiare i miei tiri Francesco. 07/09/2010. xCristian che non sei in grado pollo! By a Davide, Maria e Lorenzo! Pietro. Ciao Roberta! lub della stella noi poveri info4/09/2010…. Piccino mio non ci Cgnati! 0sono parole per descrivere ciò che B. del Progetto Sport: cantu mi sento per te… un grazie particolare xsthai su ri c…! per tutto ciò che fai per me!!! Con te ascia stare il mio attaccante. sto vivendo un sogno! Ti amo cipolla! L Un saluto dal Progetto n saluto da Mirko e Gianluca da 04/09/2010. Sport alle persone più belle che possa avere al mio fianco… tesori miei U(Pisa). Ciaooo. vi adoro! Vanda, Silvia, Chicca, Lucia. certo che galleggia Georgie! OhGalleggiano tu e anche tu gallegil lavoratore: sei fendi bava! gerai! Ciacco! x rikkio for ever! Progetto Sport. 04/09/2010. Vanda, Vale, Lucia, Federico e B company. Una bella serata tra amici udi's crew were here! Arr! P.S.: e l'estate è giunta alla fine! Tanti Dwe all love Gigetto. saluti e baci. iao sono F.M. Questa è la mia 4/09/2010. Amore mio????? Ma Cstoria: da piccolino ero basso… 0quanto mi manchi tu? Tantissimo! Non vedo l'ora che tu sia qui… sei essenziale per me, ti mando un bacio grandissimo. Tua cipolla. orenzo ti amo tantissimo. Un bacio, Roberta. el Bmw di R. S. ci può stare solo m… sempre che sia la stessa persona che dici tu! ristian L. non vuoi visto.

L N

tutti mi deridevano peer questo… ma sfruttai questo svantaggio a mio favore… ora sono cresciuto in tutti i sensi… ora faccio il pornoattore! Impossibile is nothing. er Eleonora: spero che le tue amiche ballerine scelgano il rosa per quest'anno. Ci vediamo in libreria? Anna. a Daniela per Luigi: ti amo vita mia. Sposami sono tua. By Daniela. er Gigi B.: la devi smettere di guardare tette e sederi ovunque!!!

P

D C atax t.v.u.m.d.b. By xxx. P P Alessa noi non siamo cagliaritani.


18

Mistero

La Quarta Dimensione: I continenti scomparsi - II parte: Mu. di Daniele Dettori Accanto alla mitica terra di Atlantide, con la quale ci siamo salutati il mese scorso, esiste un secondo continente scomparso che è forse meno conosciuto del luogo raccontato da Platone ma non per questo il suo mistero risulta essere meno appassionante. Si tratta di Mu, a detta di alcuni la vera culla della civiltà umana. Mu sarebbe stato un continente estesosi decine di migliaia di anni or sono nell'Oceano Pacifico, tra le coste dell'Oceania e quelle del Sud America. A diffondere il mito di Mu nel mondo moderno contribuì fra i primi James Churchword, un colonnello dell'esercito inglese con la passione per l'archeologia. In missione presso un monastero indiano nel 1868, Churchword strinse amicizia con alcuni monaci che, dopo un momento di iniziale diffidenza, gli confidarono come alcune opere e documenti conservati presso di loro fossero in realtà provenienti dai grandi fratelli della "terra madre" di Mu. Il colonnello studiò per anni cosa significassero quegli alfabeti in parte sconosciuti e in parte così simili ai geroglifici egiziani e all'alfabeto Maya, giungendo a conclusioni sorprendenti. L'oceano Pacifico avrebbe ospitato, in una remota antichità, un grande continente abitato da una civiltà molto avanzata. Inoltre, secondo Churchword, Mu sarebbe stata ricoperta da grandi foreste tropicali e numerose specie animali; circa sessantaquattro milioni di uomini avrebbero costituito la sua popolazione suddivisa in sette capitali, e da una delle diverse razze sarebbe derivata anche quella ariana, oggi nota soprattutto per le tristi vicende del Novecento. Ad un certo momento però Mu scomparve dalla storia: come mai? Gli stu-

diosi di civiltà perdute sostengono sia stato a causa di un cataclisma che, come accadde per Atlantide, spezzò il continente in numerosi punti per poi farlo sprofondare. A proposito di Mu si fa però riferimento ad una stella chiamata Bal che, precipitando sulla terra, avrebbe segnato la fine di quella civiltà. La catastrofe avvenne circa dodicimila anni fa, in un'epoca quindi molto vicina alla presunta scomparsa di Atlantide, stimata intorno ai diecimila anni or sono. Intorno ai due continenti sono fiorite, si sa, tantissime leggende e teorie anche al limite del fantastico. Spesso perfino il mondo esoterico è ricorso ad Atlantide e Mu per raccontare in forma criptica alcuni suoi segreti. Per quanto riguarda Mu, la si è identificata con la mitica Lemuria, un luogo oggi scomparso e abitato un tempo da uomini spiritualmente molto evoluti. Un luogo, questo, che si ricollega a sua volta con l'irraggiungibile Agarthi, altro mondo nascosto nelle profondità della terra e abitato da esseri in tutto superiori a noi. A questo proposito va sottolineato come alcuni esploratori sostengano di aver trovato gli ingressi di gallerie che si inoltrano nel sottosuolo per poi interrompersi misteriosamente, come se il resto del condotto fosse franato in tempi remoti. Scavando nelle antiche sapienze indiane e tibetane, a proposito di Mu si viene poi a conoscere qualcosa di molto interessante. Si narra infatti di antichi uomini discesi dalle stelle e abituati ad usare, per i loro spostamenti, strane sfere in grado di muoversi a comando in ogni direzione e utilizzanti il mercurio come propulsore. Si parla poi di alcune pietre portate dalla Luna e della capacità che avrebbero avuto i

nativi di Mu di viaggiare nel cosmo. Davanti a tutto questo, come si pone la scienza? Oggi l'esistenza di Mu, così come quella di Atlantide, è fermamente negata dagli scienziati e in primis dai geologi, i quali sostengono che, nei luoghi in cui vengono abitualmente collocati i due continenti, non può essere esistita nessuna terra scomparsa perché i fondali marini, così come il movimento delle placche tettoniche terrestri, parlano chiaro. Proprio dai fondali di diverse parti del globo emergono però ciclicamente reperti di difficile registrazione e collocazione storica, come accade per esempio a Yonaguni, in Giappone, dove i misteriosi resti di strani edifici ormai sommersi hanno subito riacceso i riflettori sulla possibile esistenza di Mu. Ad ogni modo, i continenti perduti rimangono oggi nella mente e nel cuore di milioni di appassionati che dedicano loro libri, film e prodotti multimediali; ma anche di ricercatori che spendono la propria vita nella speranza di trovare sia pure piccole tessere di un gigantesco mosaico inghiottito per sempre dai fondali marini.


HI-TECH a cura di Marco Cau

Carl Zeiss ha lanciato i suoi nuovi occhiali Cinemizer 3D Plus(1) che, utilizzando due display OLED interni ed un paio di auricolari installati nella montatura, ci danno la sensazione di guardare un display da 45 pollici a due metri di distanza. Gli occhiali sono compatibili con i dispositivi Apple e con molti lettori blu-ray, riproducono oltre ai normali film, logicamente, anche video in 3D. La batteria ha fino ad un massimo di 4 ore di autonomia ed è ricaricabile tramite USB. Prezzo 400 euro circa. Lunga meno di 20 mm e con un peso di 10 grammi LaCie MosKeyto(2) è la chiavetta USB più piccola tra quelle disponibili nel mercato. Ha una capacità di storage fino a 8GB, diventa praticamente invisibile una volta collegata a un notebook ed è estremamente comoda da trasportare insieme al notebook stesso, in una custodia di protezione o in una cartella. In pratica basta collegarla al computer e dimenticarsi della sua esistenza.

Anche nel caso in cui subisca degli urti, il fatto che la chiavetta aderisca al lato dell'unità a cui è collegata elimina qualsiasi rischio di perderla o di danneggiare la porta USB, il computer o la chiavetta stessa. Inoltre LaCie ha integrato nella chiavetta Moskeyto una capacità aggiuntiva di 4GB di spazio online su Wuala, potrete così archiviare i vostri dati e condividerli con gli amici. Disponibile nella versione da 4 e 8 GB ad un prezzo rispettivamente di 20 e 35 euro circa. Il nuovo Apple iPod Nano(3) è stato completamente ridisegnato e ora include la tecnologia multi-touch, la stessa che dà un tocco magico ad iPhone, iPad e iPod touch. È il 46% più piccolo e il 42% più leggero con controlli ancora più intuitivi. Con un solo gesto puoi ascoltare tutto quello che vuoi e le copertine, le foto e lo sfondo in tinta coordinata sono splendidi sul display a colori da 1,5" con risoluzione di 240x240 pixel. Con il nuovo connettore a 30 pin inte-

grato puoi collegare facilmente il tuo iPod nano all'autoradio, a un set di altoparlanti e a tanti altri prodotti creati per gli iPod e iPhone. Corpo in alluminio anodizzato in sette colori brillanti, il modello da 8 gb costa 169 euro e quello da 16 gb 199 euro. Samsung dichiara guerra ad Apple con Galaxy Tab(4), un tablet con uno schermo da 7 pollici touchscreen con risoluzione di 1024 x 600 pixel e processore ARM Cortex A8 con PowerVR SGX540. Basato su sistema operativo Android 2.2 (Froyo), con l'interfaccia utente TouchWiz 3.0 e supporto per i servizi di Google. Dotato di fotocamera da 3 megapixel e fotocamera frontale da 1,3 megapixel, memoria integrata da 16 o 32 GB con slot microSD per espanderlo fino a un massimo di altri 32GB. Non manca SamsungApps, Google Maps Navigation, tastiera Swype, ThinkFree Office (applicazione per l'editing di documenti), e funzioni di e-book reader.


S&H Grazie alla batteria da 4000 mAh garantisce ben 15 ore di autonomia in conversazione e 800 ore in standby. In vendita da ottobre a partire da 699 euro (versione da 16 GB). BlackBerry Curve 3G(5) è uno smartphone facile da usare, aggiornato con le ultime caratteristiche dei suoi fratelli più grandi, dedicato ad una utenza business. Elegante, funzionale e molto ben rifinito con l'utilizzo di nuovi materiali per la parte più esterna della scocca, conserva le caratteristiche stilistiche tipiche della gamma BlackBerry ma con una marcia in più, il 3G! Display da 2.5" con risoluzione 320x240 pixel, tastiera estesa QWERTY, connettività HDSPA, WiFi e GPS integrato, trackpad ottico per una navigazione più fluida, memoria espandibile con schede microSD fino a 32GB (scheda da 2GB compresa nella confezione), fotocamera da 2 megapixel e processore più potente da 624 Mhz per un accesso alle applicazioni migliorato e velocizzato. Il prezzo di vendita è di 329 euro circa. Sony VAIO P11S1E(6) invece è un notebook colorato e dalle dimensioni compatte, dotato di funzionalità ultra

moderne. La novità che questo dispositivo propone è l'integrazione di una bussola elettronica abbinata ad un modulo GPS, che permette attraverso Vaio Location Search di visualizzare una mappa che mostra in tempo reale la posizione dell'utente ed i punti di interesse collocati nelle vicinanze. Presente anche un accelerometro, che permette di modificare la visualizzazione del desktop verticalmente o orizzontalmente, per leggere in modo intuitivo le pagine con l'orientamento dello schermo. La luminosità del display è regolata da un sensore a seconda della luminosità ambientale. Premendo semplicemente un pulsante, si può cambiare la risoluzione dello schermo per ottenere una visualizzazione più grande o per sottolineare maggiori dettagli nella visione di video HD. Dotato di tecnologia DNLA per condividere foto, video e file audio attraverso la rete domestica il nuovo Vaio è disponibile in bianco e nero e diversi colori come verde, rosa e arancio, ha una tastiera chiclet a tasti piatti e il trackpoint è posizionato tra i tasti ed i pulsanti di selezione sotto la tastiera. Prezzo 899 euro.

21

Concludiamo con l’ultimo nato della storica famiglia di lettori portatili, Sony Walkman S750(7). Lettore video MP3 impreziosito dal un rivestimento in alluminio è in grado di abbinare qualità e stile in dimensioni ridotte, solo 7,5 mm di spessore con schermo LCD da 2". Adotta le cuffie intrauricolari EX con design verticale e tecnologia Digital Noise Cancelling integrata, in grado di eliminare il 98% dei rumori circostanti durante l'ascolto; impiega tutte le tecnologie Clear Audio di Sony, come Clear Bass, Clear Stereo e DSSE, il sistema che ripristina le alte frequenze, perse durante la compressione dei file audio. Infine, tramite il cavo opzionale di uscita A/V, è possibile riprodurre sul proprio televisore i video memorizzati sul Walkman, con una risoluzione pari a 720 x 480 pixel. Disponibile nei colori azzurro, rosa, argento o nero, sarà in vendita dal mese di ottobre. Ho esaurito lo spazio a mia disposizione e non mi resta che darvi appuntamento al prossimo mese sempre su queste pagine. Buon shopping hi-tech a tutti!


a cura di Daniele Dettori

Sapori&Dintorni

23

Come preparare la fainè Formare un composto liquido, senza grumi, mescolando tre parti d'acqua e una di farina di ceci. Versare il composto in una teglia di alluminio il cui fondo sia stato ricoperto, in precedenza, da un velo d'olio. Attenzione a versare il composto in quantità non eccessiva, per evitare che la fainè venga troppo grossa. Lo spessore consigliato è di circa 5 millimetri. Far cuocere in forno per una mezz'ora alla massima temperatura fino al formarsi, sulla superficie, della fragrante crosticina dorata. A piacere si possono aggiungere all'impasto, prima della cottura, salsiccia e cipolle. Buon appetito!

La Fainè. C'è un piatto (anzi, sarebbe meglio dire una teglia) che accompagna i sassaresi scaldando le loro tavole nelle fresche notti d'autunno e per tutto l'inverno. Si tratta della farinata di ceci meglio nota, nel capoluogo turritano, come fainè. Questo piatto dall'invitante doratura color ocra, è una prelibatezza piuttosto conosciuta in ambito locale ma purtroppo non "decollata" a livello nazionale come è invece successo alla più fortunata pizza. Le regioni presso le quali è oggi diffusa sono solo la Sardegna, la Liguria e la Toscana, anche se è bene precisare che in altre parti del mondo la farinata viene ugualmente preparata e assaporata seppure sotto diverso nome. È il caso della Costa Azzurra, dove è chiamata "socca"; di Gibilterra, dove

prende il nome di "calentita"; e del Sud America dove è conosciuta come "fainà". Per quanto riguarda le origini, quelle della fainè sono molto antiche anche perché, essendo un impasto di acqua e farina di ceci, le varianti create nei secoli dai vari popoli, pure con legumi diversi, sono state sicuramente numerose. Wikipedia racconta di una leggenda che fa risalire questo piatto al 1284, quando Genova sconfisse Pisa in occasione della Battaglia della Meloria. All'interno di alcune navi genovesi, trovatesi in balia di una tempesta, si rovesciò il carico di olio e farina di ceci formando un impasto che poi fu mangiato dagli uomini dell'equipaggio per mancanza di provviste. La ricetta venne ripresa dai genovesi sulla terraferma e migliorata con la cottura in forno, che segnò l'inizio della storia della farinata. A Sassari sono oggi diverse e sempre più numerose le pizzerie, soprattutto da asporto, che pre-

parano la fainè includendola nei propri menù serali. Le varianti cittadine vedono le teglie condite a preferenza con cipolla e salsiccia e, per i palati più forti, è buon uso aggiungere alle fette di farinata una spolverata di pepe, fornito in bustina al momento dell'acquisto. Infine, un occhio alla bilancia. La fainè è composta per la quasi totalità da farina di ceci, ricca di carboidrati e, seppure in misura inferiore, di proteine. L'olio d'oliva con cui viene poi unta la teglia prima della cottura costituisce un notevole apporto calorico e, a questo, si aggiungano le cipolle, la salsiccia e il pepe per chi ama gustarla particolarmente condita. Non può dirsi quindi un piatto leggerissimo ma, come sempre, è sufficiente non esagerare con le dosi e concedersi qualche fetta di tanto in tanto in tutta tranquillità. Se dovesse avanzarne, niente paura: la fainè è ottima anche riscaldata!


24

S&H

coraggio

Il coach. Maurizio Figus è Master e Certified Licensed Trainer of NLP (Programmazione Neuro linguistica) di livello internazionale; si occupa di comunicazione da oltre 10 anni e ha formato oltre 3.000 persone, inclusi personaggi dello spettacolo e dello sport. Attualmente svolge l’attività di consulenza personale motivazionale e di gruppo, preparazione per convegni, discorsi in pubblico, team building aziendale. Si occupa inoltre di coaching “one to one” per sviluppare e migliorare i rapporti di coppia e di socializzazione in genere, creare fascino e incoraggiare la comunicazione tra individui; risolvere difficoltà legate al rapporto col cibo, alcol e droghe. È autore del libro “Ogni lasciata è persa”.

Ciao Maurizio, mi chiamo Laura, e quest'anno farò la quinta superiore. Il mio problema è che frequento una scuola che non mi piace, che i miei genitori mi hanno costretto a fare, e l'idea di dover studiare per la maturità mi fa venire voglia di ritirarmi senza dire nulla. E poi, cosa potrò fare dopo? Anche nell'eventualità di riuscire a diplomarmi, poi cosa farò dato che proprio non mi piace il mio tipo di studio? Laura di Sassari Cara Laura, diplomarsi è comunque un traguardo, per te stessa. Ciò che i tuoi genitori ti hanno costretto a fare ormai è passato, hai fatto tutto il percorso, interromperlo sarebbe davvero un peccato, una di quelle cose di cui pentirsi. E' arrivato però il momento di decidere per te stessa, da questo momento in poi. Papà e mamma ti hanno dato tanto ma sono certo che capiranno che ora è la personalità che deve prendere il volo. Dopo il diploma ti chiederai cosa vuoi fare veramente, ma prima completa nel migliore dei modi l'ultimo anno scolastico, ricordati che l'istruzione e la conoscenza sono i beni più preziosi che ognuno porta con sé per tutta la vita. Potete inviare le vostre domande a Maurizio Figus tramite e-mail maurizio.figus@tiscali.it oppure per posta alla redazione di S&H.

vs

paura

Se ci guardiamo intorno, ci accorgiamo che il concetto di coraggio non gode di troppa considerazione, al contrario di quanto invece si potrebbe pensare. Il coraggio è una qualità che accomuniamo spesso al concetto di eroismo, riferendoci ai gesti eccezionali di quanti mettono a repentaglio la propria vita per la patria e ci sembra quasi che non sia fatto per noi. Solo poche volte viene concepito come una virtù da coltivare e mettere in pratica quotidianamente, come qualcosa che fa crescere la nostra autostima. Spesso ci viene consigliato di non rischiare, di non esporci, non correre rischi non necessari. C'è, tuttavia, un effetto secondario non irrilevante in tutto ciò: invece di assumere un ruolo di responsabilità pianificando i tuoi obiettivi e perseguendoli nel modo da te stabilito, finisci al contrario per giocare in difesa, rimanendo al sicuro e cercando di respingere gli attacchi al guscio che ti sei creato. Invecchi e cominci a dare le tue paure per scontate, i tuoi timori finiscono per appartenerti. Allora cerchi di razionalizzare i tuoi comportamenti e giustificare le tue paure. Hai una famiglia da mantenere e non puoi prendere rischi, sei troppo in là con gli anni per cercare un nuovo lavoro, non puoi smettere di fumare perché ormai hai preso il vizio e così via. Ed è così che trascorrono cinque anni, poi dieci, venti... Affiorano rimpianti e le insoddisfazioni si fanno strada. Cerchi allora di convincerti che devi solamente vivere gli anni che ti restano nel modo più tranquillo e normale possibile. Continui allora a rimanere nel tuo lavoro, anche

a cura di Maurizio Figus se non ti soddisfa. Continui a restare in una relazione nella quale l'amore e la passione sono svaniti da tempo, senza preoccuparti di come rivitalizzarla, solo perché il rapporto va ormai avanti da anni. Potrai dire di esserti goduto la vita? Direi proprio di no. Ti piacerebbe se le paure non ti frenassero, vero? Allora comincia a dargli un nome. Si, proprio alle tue paure. Cerca di non negarle, al contrario tenta di riconoscerle, prova semplicemente ad acquisirne consapevolezza. Il passo successivo è quello di affrontarle, decidere di passare all'azione. E per fare ciò non hai alcuna necessità di intraprendere azioni drastiche immediate. Il vero segreto per superare la paura ed acquisire coraggio è farlo con determinazione e costanza, ma allo stesso tempo con gradualità, senza lanciarsi in disperati salti nel buio. Dove ti porterà il tuo coraggio? La risposta è che ti consentirà di condurre un'esistenza estremamente più intensa e colma di significato. Inizierai a vivere con consapevolezza, sarai in grado di scoprire e sviluppare i tuoi talenti, inseguire i tuoi sogni e raggiungere i tuoi obiettivi. Cerca di ricordare sempre a te stesso che la paura non è il tuo nemico. E' una bussola in grado di indirizzarti verso le aree dove hai maggiormente bisogno di crescere. Quando incontri una nuova paura dentro di te, prova a pensarla come una nuova opportunità di crescita. E non dimenticare che ciò che fai della tua vita non dipende dai tuoi genitori, dal tuo capo o dal tuo partner. Dipende da te e da te soltanto, è nelle tue mani. Non lasciarti sfuggire l'opportunità di abbracciare l'emozionante avventura della vita. Sperimenterai fallimenti e delusioni, sarà inevitabile. Ma queste saranno le pietre miliari lungo il cammino di una vita vissuta con coraggio e ti schiuderanno uno spazio infinito di gioia, determinazione e felicità.


S&H

25

da Triò e da Scalodero - Sassari il cornutone con la Seat Ibiza: onno mi manchi. Sei nel cielo ma er il nostro amico spugna di Perguarda che hai due buchi sulla Nso che mi vuoi bene anche tu. PPloaghe: salutaci l'Ichnusa. Ciao. Martina S. capota. Spuntati le corna! osso hai cambiato auto..155… er 155 rossa: ritirati, stai sempre Rma non ti vergogni di andare in more mio ti amo. Giò. Pal bar, ma non sarai alcolizzato giro e poi stare sempre al bar cotto? A per caso? Mi che fai schifo. I tuoi Ritirati. I tuoi amici Ichnusa. iao Simo, ti voglio bene. amici di Ploaghe. Salutami l'Ichnusa. zia mia, mi manchi tanto. Ti CSperiamo che vai in serie A da er il bel palestrato davanti a me: Lella, voglio bene. Martina S. tua sorella. Marti. Pcome ti chiami? Poi con quella er Stappa di Ploaghe: stai sempre Pacceso, ritirati e cerca una compaer il rosso di Ploaghe detto benzi- maglietta rosa… Uhmmm. Pna: passi sempre le giornate a Amore di babbo torna a casa che sei gna. Lascia perdere l'alcool. Fai schifo. in ospedale solo da un giorno e non er la cameriera dello Scalodero: birrettare, ma è vero che ti devi aprine posso più di stare senza te. By Caly. Pciuccio torna con cucciolo amo!!!! re un locale? E solo per te stesso? ndrè prendiiii, passamiiii, dam- By Canu 5. Un saluto al magaz- Amiiii. Peppò avvicinaaaa, porAlessandro: hai il naso un bè 20/09/2010. ziniere che lavora a Predda taaaaa, controllaaaaa. Alessà metAdgrande, occhio a come ti giri se Niedda che è troppo bono! Un saluto al pizzaiolo del Veliero in via Ciriaco Carru che ha un fisico da paura!!!! Ed un saluto al macellaio più bello che c'è in ferie. Michela, Sara, Carla.

tiiii, giraaaa, sollevaaaaa….. er il barboncino biondo della mia classe: fatti la piastra!!!!! iamo da Triò a mangiare un buon panino. Gavi e Fra siete er meglio de Sassari.

P S

no ci fai a tutti cechi, ah ah ah già ti vogliamo bene lo stesso. ingomma forever. Je t'aime.

C Bibbo devi dimagrire.


26

S&H

da Los Cornetteros - Sassari bambino al padre: "Papà papà! osa hai fatto??? E con chi???? er Manuela di Carbonazzi: vivere IlQuesto cane parla!!!". E il cane: CChe delusione… non riusciamo a Psenza te, moriremmo… ma "non è vero!". ai che c'è? Manchi te… e adesso che sei dovunque sei chissà se ti arriva il mio pensiero… Piccola Meri (triste…!). tavo nuotando quanto ti sento "bau bau"… mi giro pussa via lu besce gani!!!! iamo qui io, Marco e Fiocco di neve. Siamo i migliori nel campo e non ne abbiamo di fascino in 3 oggi!!!!!!!!!!!!! iamo a Los Cornetteros con Valeria Marini e Platinette, mentre i nostri Sampey sono a pescare e dormono in tenda assieme… che romantici!!!! Ciao Tore ti amo! Mighiii. ppala ma abbiamo perso la corona draghetta!

S S S S

O

stare tranquille. Non ho sofferto abbastanza, quanto ancora devo soffrire? Per Diletta da tu sai chi…

gandu… ma gandu mi ra finiddi!!!

perdonare il male ricevuto Èdifficile ma questa persona continuerà a

bacio a te e un saluto a tutto lo staff de "Los cornetteros". Ciauuu!!! Claudia.

farlo e la domenica sera va a messa nella parrocchia di san Giuseppe. Donne attente! La realtà è che il mondo è fatto di amanti clandestini ma per fortuna ci sono le cose belle della vita. Barbara amica di Stefano. 6/09/2010. Perla di saggezza: donna pelosa sempre virtuosa!!! By la sirenetta.

1

non hanno rispetto Lepermiela amiche religione del ragazzo che non mi interessa più ma se una mia amica ci esce l'ammazzo!!!! E dunque secondo un test io dovrei riuscirci!

after con Giulia e Michele! Oggi Non abbiamo manco riso!!!! Un

buon viaggio da Irenuzza Stefanuzzo e Valeriuzza. Divertiti a Venezia! è il compleanno di Traunaduemiagiorni amica da noi soprannominata "ciccina". Se volete farvi un'idea di com'è lei è un incrocio tra un orsetto lavatore e una vecchia zitella. Un incrocio venuto molto male. Per complicare le cose è anche una fan di Marco Carta (bleaeah!!!). Però a noi piace così, perciò tanti auguri ciccina!


S&H

Sassari e dintorni Via Torre Tonda, 26  079/2006121-079/2005877 ASTERIX

J z Y Vsab,dompranzo Via Sardegna, 3  079/200075 ASTERIX 2

J z Y Vsab,dompranzo Via degli Astronauti, 21  079/3758115 BIRRZERIA

E e J

V nessuno

Via Amendola, 70  079/212252

ANTICA POSTA

z e

CAFFÈ DUEMILA

V martedì

Via Duca degli Abruzzi, 23  079/274255

CAFFÉ EUROPA Via P.ssa Maria, 36  079/218540 CAFFÉ IMPERIAL Via Carbonazzi, 18  079/274247 CAFÈ ITALIANO Via Roma, 38 CAFFÈ LA BULA Via Savoia, 46/D  079/371159 CAMELOT RISTO PUB Via S. Satta 23  339/5419872 CAPITAN UNCINO Piazzale Segni  079/278800

DA CARLO Loc. Bancali -  079/309773 DADA Via C. Alberto, 2 -  079/5904654 DAVIDSON CAFÈ C.C. La Piazzetta -  079/260458 Cortesantamaria -  079/200185 DIDÒ L.go Pazzola, 8 -  079/2006089 ELLAS Via Usai, 33 -  368/3537404 FLORIAN

e V domenica Via Capitano Bellieni, 27  079/4813140 GUSS CAFÉ Via Perantoni Satta, 23 GUSTA’VINHÒ’S Via Turritana, 11 -  079/200250 HELENA Via Zanfarino, 2/f -  079/272341 IL MUFLONE

CAPO DI SOPRA

CAFFÉ AZUNI

z e

z e

Viale Italia, 3/b

Viale Mancini, 13

Viale Dante, 31

CAFÈ BAUDELAIRE

E J

V nessuno

Via Arcivescovado, 2 CAFÈ CARLOTTA

V domenica

 079/272322 CARHIBA Piazza Caduti del Lavoro CENTRAL BAR Emiciclo Garibaldi, 13

Predda Niedda Strada 18

CHEERS

 079/2678028 CAFÈ COCO LOCO

E e J V domenica Predda Niedda Strada 19

Viale Roma, 170

 079/260381

Viale Italia, 7/f CAFÈ ZIÑHO Piazza Castello, 9 CAFFÉ DEGLI ARTISTI Via Rizzeddu, 3 CAFFÈ DEL POPOLO

E J b

V nessuno

Via Amendola, 14

CHICO LOCO Via Camboni, 9 - Li Punti  079/399103 COFFEE & BREAK Piazza Azuni, 19/a  079/2009061 COUNTRY CLUB Via Monte Bianchino  349/7136317

V nessuno

 079/236603 IL POMODORO Via G. Bruno (Li Punti)  079/397379 IL POSTO Via E. Costa, 16 -  079/233528 I TRE LEONI Località Bancali, 218  079/308041 - 334/3341486 JESSE JAMES

e b V nessuno “Il Vialetto” - Predda Niedda  079/262186 JOY JOY’S CAFÈ Via Coradduzza, 45 L’ANTICA PERGAMENA

V nessuno z e S.S. 131 Sassari - Porto Torres  339/3764259

27

LA PERLA ROSA Via IV Novembre, 63  079/281255 LA PINTA

e z Y

V martedì

Via A. Saffi, 27  079/236903 LA SPIGA Via M. Grappa, 44 -  079/216236 LA TANA V.le P.Torres, 15 -  079/261977 LA VOLPE E L’UVA Via Giorgio Asproni, 24  079/272711 LADY DOMINI

J e z V

nessuno

Via Napoli, 35  079/270414 LE CONCE Corso Angioy, 26  079/230333 CAFÈ LILA

E e V nessuno C.so Margherita di Savoia, 31  347/0463958 LOS CORNETTEROS CAFFÈ

h E

V nessuno

Via A. Deffenu, 3/f MOOVIDA CAFÈ Via Pasquale Paoli, 9  079/2009060 OBLIO SNACK BAR

E e

o

V domenica

Via Porcellana, 3/B  339/2417690 OLD AMERICA Via Principessa Maria, 13 OMAR CAFÈ Via Giagu, 1  349/1036822


E Bar



J Paninoteca  Birreria  z Pizzeria

OVER CAFÈ

QUIKKO

E z e V domenica Via Caniga, 4 PANCHO VILLA

J z



e Ristorante

SAMUEL GIÒ PIZZA

V lunedì sera

J z Y

V nessuno

Via Carlo Alberto, 14

Via Baldedda, 17

 340/6509003

 079/2598890

Viale Porto Torres, 5  079/261274 - 348/5577907 PANINOMANIA Via Mazzini, 13/a -  079/235296

SCALODERO

RAFAEL CAFÈ

E e b

V nessuno

Via Asproni, 40

 345/4129965

REGINELLA

PANPIZZA

J z Y

V nessuno

e z V martedì Via Siotto Pintor, 2/F

Via Catalocchino, 1

S’ISPIDUDUE

Viale Mancini, 35

 079/272872

Via Roma, 50 - Ossi

 079/4921129

REMIDA CAFFÈ

 079/348219

Viale Adua, 40

SOLIN SNACK BAR

PAOLINO

J

V domenica

Cortesantamaria -  079/233921 C.C. La Piazzetta -  079/262252 PIZZERIA PIRANDELLO Via Pirandello, 1 -  079/240059 PROF. PANE GROSSO Via Luna e Sole, 1/e  079/291084 PROGETTO SPORT

E e b

X ENDAS

RIC. LOTTO 47 - TOTOCALCIO SUPERENALOTTO - TOTIP

V domenica Via Carbonazzi, 18

Via Vardabasso, 5/b THE WALL CAFÈ

E J

V domenica

Via Napoli, 69

 079/274247 TRIÒ RIFUGIO DELL’AQUILA Loc. Monte di Bonaria - Osilo  339/5398804

 349/7673766

RUSTAM

e z

V giovedì sera J z Via Galileo Galilei, 39 TRIS BAR

V lunedì

Via Tempio, 17 -  079/271240

Viale Porto Torres, 16

Via Carlo Alberto, 10

UNIVERSITY PUB

 079/261991

 079/239184

Via Amendola, 49/a



o Gelateria

Alghero AL SOLITO POSTO Via Principe Umberto, 82  079/980054 AL VECCHIO MULINO Via Don de Roma, 3  079/977254 BARAONDA Via Principe Umberto, 75 BAR MONTI Via Garibaldi, 45/d BONTA’ SARDA Via R. Sanzio, 13 -  079/984860 CAFÈ TEATRO Via Principe Umberto, 23/25  079/4816252 CASABLANCA Via Principe Umberto, 78  079/983353 DAPS Via F.lli Cervi, 16 -  079/950050 DIVA CAFÈ P.zza Municipio -  079/982306 IL MILESE Via Garibaldi, 11 L’AMBAT CAFÈ Bastioni Cristoforo Colombo, 1  079/9731052


j

Disco



b

Live music

LA LANTERNA Via Giovanni XXIII, 82



Y

Domicilio



X

Circolo privato

BAR INSOMNIA

PATA PIZZA

J z Y V

mercoledì

Piazza Ginnasio

BAR PARADISO

LA MOSCA BIANCA

 079/975177

Via Sassari, 130

Viale Europa, 70  079/3075020

z

Y

DA VITO

LA PERGOLA

Via Palomba, 42

Viale I Maggio, 3 -  079/950531

Loc. Badde Cossos - Sennori

 079/979798

 079/360245

L’INCONTRO Località Galboneddu  079/986978 LES ARENES Via Lido -  079/985522 LOS CORNETTEROS

POCO LOCO Via Gramsci, 8 -  079/983604 RAMBLAS Via Don Minzoni -  079/9893073 THOLOS PUB

e b V domenica

Via G. Ferret, 47

Via Brigata Sassari, 6

LU CASAL

 349/7805411

Via De Giorgio -  079/951175 PACO Largo San Francesco, 8  079/975785

TRE TORRI Largo S. Francesco, 5  079/9735057

PANCHO VILLA Via Carbia, 13  079/982932 - 345/3058584

FALÒ CAFÈ Via del Mare, 10 -  079/5902793 FUORI ORARIO

PASSAPAROLA

SA DOMO Via Chinnici, 26 SAN GAVINO Piazza Marconi, 12/a  079/510300 S’INCONTRU Via Sassari, 68 THE SIGNOR G Piazza Garibaldi

Piazza XX Settembre, 7 LA PIAZZETTA C.so V. Emanuele, 89  079/503423

Castelsardo

LA ROSA DEI VENTI

e z Y

V nessuno

Via Ettore Sacchi  079/502590 PAPILLON

Porto Torres e dintorni

V nessuno

 079/501570

Corso Vittorio Emanuele, 9

V lunedì

e z Piazza Garibaldi

CAFÈ LE CARRÈ

PIZZERIA D&V

V Chiusura

PIAZZA GARIBALDI

Via Ettore Sacchi, 112

 079/978556



Via Falcone e Borsellino, 8  079/5048158 PEPITO PIZZA

Via G. Ferret, 35

BALAI CAFFÈ

C.so V. Emanuele, 137

 333/9118615 - 380/5134643

Lungomare Balai, 70

 079/5048034

AMPURIAS Via Genova, 4 - Lu Bagnu  079/474008-474444 DA UGO Corso Italia, 7/c - Lu Bagnu  079/474124 ROCCA ‘JA Via Sedini, 6  079/470164 SAX BAR Via Sedini, 46


30

Musica

Vasco Rossi La Sardegna in delirio per il rocker emiliano Dopo cinque anni di assenza il Blasco è sbarcato nuovamente sulle coste della Sardegna per un'unica tappa a Cagliari. L'unico spettacolo di questo tour che ha riportato il rock show di Vasco all'aperto, presso la Fiera del capoluogo sardo. Partito il 6 ottobre 2009 da Pesaro all'insegna del tutto esaurito, è in corso la seconda tranche del tour che vede il rocker protagonista sui palchi dei palazzetti italiani ed europei fino ad Ottobre 2010, quando, il Re del Rock targato ITA, finirà (salvo imprevisti) con 2 date nella città di Firenze. Il popolo di Vasco Rossi si è mobilitato da tutta Italia per la tappa sarda del tour. Dei 25 mila biglietti staccati in prevendita, 6.000 sono stati venduti nella penisola. Un gruppo di ragazzi di Pesaro ha piazzato sin dal giorno precedente al concerto, la tenda davanti alla Fiera in attesa del grande evento. L'atteso concerto di Vasco Rossi è stato ancora una volta un grandissimo successo, uno show indimenticabile e travolgente ed a volte anche molto intimo. Blasco è "andato al massimo" trascinando giovani e meno giovani cantando le sue nuove e vecchie canzoni. A Cagliari grande spettacolo pirotecnico. Giusto qualche battuta per salutare il

pubblico e poi più di 2 ore di delirio misto emozioni, brividi e lacrime… con i suoi contrasti e le sue follie, Vasco si presenta sul palco in modo unico! Un palco allestito in modo favoloso è stato letteralmente dominato da un quasi sessantenne che saltava, ballava e si dimenava come un ragazzino. Semplicemente grande! Una dietro l'altra le 29 canzoni alternano momenti di irrefrenabile frenesia e adrenalina (Un gran bel film un pezzo del 1996, Cosa vuoi da me, Domenica lunatica, Deviazioni) a momenti di emozioni, brividi e riflessioni (Ogni volta, Anima fragile, Ad ogni costo, Il mondo che vorrei). Vasco ci sorprende con quasi trenta canzoni che ripercorrono trent'anni di storia della musica. Il Vasco visto a Cagliari è decisamente diverso rispetto a quello di cinque anni fa. Il re del rock italiano si rimette in gioco. È un rocker a misura di famiglia. Nel grigio piazzale della fiera ci sono padri e figli, due generazioni di fans legate dalle canzoni. Glen Sobel, il batterista chiamato a sostituire all'ultimo momento Matt Laug, ha avuto soltanto pochi giorni per prendere confidenza con il repertorio di Vasco, ma da grande professionista quale è ha portato a termine la missione senza alcun

problema. La band di Vasco conta ottimi musicisti come Stef Burns, Maurizio Solieri, Claudio Gallo Golinelli, Alberto Rochetti, Frank Nemola, Andrea Innesto e Clara Moroni. L'artista emiliano alterna ballate e canzoni d'amore a brani conditi di ritmo e chitarre arrabbiate e si concede anche un intenso momento acustico. Chitarra e voce per regalare in versione unplugged Sally, Jenny è pazza e Dillo alla luna. Quasi impeccabile è stata tutta la macchina organizzativa gestita da Live Nation e Sardinia Entertainment con il patrocinio de L'Unione Sarda. Comunque, lo show è filato via senza tregua fino alla fine quando con le tre canzoni che forse lo rappresentano di più Vasco ha chiuso il concerto. Prima "Vita Spericolata", poi "Canzone" e infine l'intramontabile "Alba Chiara". Applausi per Vasco. Marcella Marongiu


Sassari & Hinterland - Ottobre 2010  

Sassari & Hinterland - Ottobre 2010