Page 1


10

Ligabue a Oristano in concerto

8 10 10 12 18 20 22 24 27 29 30

E...state qua! Appuntamenti Luglio in Sardegna Radiodistorta La Quarta Dimensione Guida all’acquisto Hi-Tech Appuntamento al Cinema In diretta dalla nostra mente... Guida ai locali Sapori&Dintorni Sport: Spazio Dinamo

SASSARI&HINTERLAND

Anno XV - N. 7 Direttore Responsabile: Marcella Marongiu Ufficio grafico: Giuseppina Medde Hanno collaborato: Daniele Dettori, Paolo Pintus, Emanuela Ravot, Frank M. Roche Editore: Marco Cau Pubblicità e grafica: Predda Niedda str. 18 bis -  079.267.55.62 Stampa: Tipografia Gallizzi S.r.l. - Sassari

esse&acca

Foto copertina Loffry Photo Pubblicazione registrata presso il Tribunale di Sassari al n° 324 del 8.7.1996. E’ vietato riprodurre disegni, foto e testi parzialmente e totalmente contenuti in questo numero del giornale.

14

Itinerari di Sardegna: L’Ogliastra

Cd del mese Aphrodite di Kylie Minogue

SEGNALI DI FUMO 4 6 7 7 11 13 13

Bar Oblio. Sassari Pata Pizza. Alghero Di Fronte al Comune. Sassari Scalodero. Sassari Lady Domini. Sassari Asterix. Sassari Segnali WEB

15 15 16 16 25 26

Samuel Giò Pizza. Sassari Los Cornetteros. Sassari Lila Cafè. Sassari Caffè del Popolo. Sassari Triò. Sassari Los Cornetteros. Sassari


4

S&H

da Bar Oblio - Sassari D. e Vivi: vi voglio troppo er Ivana: come farò senza di te da il rappresentante: ricorda Paoletto PercheStefano a me non piacciono gli uomini che bene, un bacio quella rompi di PPaninomania? Una tua cliente. passano da una donna all’altra come fai Vale. inalmente martedì siamo andati a tu, e poi come ti vedono ti trattano! Lorenzino: ti voglio troppo bene, un Ffesteggiare con i miei amici un comContinua ad andare alle sagre, al mare, xbacio la solita. pleanno di una mia carissima amica e in discoteca, in tribunale, e vai in chiesa poi due miei amici si sposano ed altri non ci stai a fare niente perché non Andrea M. ti voglio troppo bene. sono già sposati, sono contenta per che credi, tu ami te stesso e non gli altri. Io M.: mi manchi socia, un bacio loro, se lo meritano. Le auguro di voglio persone serie non come te. cuore tanta felicità e quello che loro xAnna ti amo. Vale. mia amica Raffaella: ti ringradesiderano. Una vostra cara amica. Perziolainfinitamente perché sei semer Stefano il donnaiolo: alle tue Piera: ti daresti una calmata con pre al mio fianco nei momenti belli e Pbugie ci sono abituata anche a Peri clienti? Quanto sei acida, i clienti brutti, quando mi sposerò farai parte questa che “sei fidanzato”, a 43 anni non cambi, vuoi avere le tue avventure, stare solo e fare danno agli altri. Ti ricordi in pizzeria? Sia la pizza che il caffè quella sera me li hai fatti andare di traverso. Bella figura… e tutti ci guardavano perché avevamo litigato. il Fast Food di Renato: compliPermenti per i panini, le pizzette e le patatine. Una vostra cliente.

li fai scappare, per fortuna le tue colleghe sono migliori di te. Sono una cliente che ama la pasta e complimenti allo staff. madrina Teresa ed il ragazPerzo mia Antonio: auguri di cuore per il vostro matrimonio pieno di felicità e di tutto quello che desiderate al mondo. Tua figlioccia ballerina.

dei miei invitati e chissà, potresti essere la mia testimone e grazie a te ho superato tante cose. Sei una persona speciale, seria, con i propri valori e ti auguro ogni bene! Una tua cara amica ballerina. er la mia amica Marta: belli questi due giorni per vedere la Cavalcata, mi sono divertita molto. Una tua amica.

P


6

S&H

da Pata Pizza - Alghero all’esame di matuCristian: mentre noi andiamo al l secondo anno di architettura: Nonrità,ammesse eh va bè pazienza, stanotte xmare, tu svernici barche, ah ah ah Aprrrr! sbronza Alghero by night. Al prossi- sto aspettando ancora la nostra 9/05/2010 con chi andremo alla mo anno. Intanto noi costumino e sfida. Pink. 2 festa di fine anno del Classico? mare. Ciao da Loredana e Daniela, aura e Anna Rosa scusate le spal- W noi single L. & L. ah buono il kebab ci ricorda Madrid Lle, siamo troppo avanti. Muso forever. giallo. Ciao moglie ti amo tanto. Ciau. P. ti amo, sei la mia vita, iamo al Pata Pizza io e Micaela, more mio sei la mia vita, ti amo Giovanni ogni secondo passato con te è un Samore se hai fame mangiatela Atroppo, un bacio dalla tua piccola sogno, sei troppo speciale. I love you. quella pizza che tanto ti attira. Un Silvia. ti amo, sei la cosa più bella xSara: che mi potesse capitare! Per sempre Manuel. alve, abbiamo una triste notizia da comunicarvi: il calcio capace di resistere agli scandali di calciolpoli è morto! La vittoria in Champions dell’Inter è un colpo troppo duro da sopportare. Ci mancherai football. Sara: tanti auguri di buon compleanno dal pelato.

S

x

bacio bistecchina. la cassiera: mi piacerebbe conoscerti. By anonimo trancio. Stefano della cornetteria: sei troppo simpatico e carino, i tuoi cornetti sono troppo buoni. Baci, ah ah ah. By G. Manuela del Pata Pizza: ciauuu!

x x

x I. ma che bella felpa fuxia, ma Luci mi sembra di averla già vista! Comprati la personalità.

ucciolo mio ti amo tanto tanto, M baci baci dalla tua stellina. Cipollina. orellina mia ti voglio troppo bene, S scusami per tutto, un bacio. Silvia. Malanda, Marco Antonio WIMichele. Posso?? er il cameriere dell’acquolina: sei Ptroppo figo. Una tigre. Viva i batuffoli del mondo. M&R.


S&H

7

da Di Fronte al Comune e da Scalodero - Sassari er chi ha scritto il messaggio su Maurizio: tanti auguri per la piccorancesca sei la migliore! P Roberto: se magari ti fai un po’ di xla Nicole, anche se si assomiglia F c… tuoi saresti più simpatico/a! al vicino di casa! Le tue colleghe prepaghetti cozze e vongole? Da eramente bello questo locale, com- ferite Laura e Marcella. S sono una favola compliVplimenti… Un saluto all’amorino mio. i amo e ti odio. La tua farfalla. mentipaura, al cuoco. F. Erika B.: non puoi proprio parla- T anielino e Antonellino si stanno xall’asino. re… cavolo il bue che dice cornuto esci ne hai? Allora non esco con Dsparando una pizza gigante menL’invidia fa questo ed altro! Pte. By anonima. tre Al li guarda. Saluti a grattacielo. er Roberto il mio collega preferito: Francesca: sei troppo forte! sei un mostren facenden le Pil tuo cappuccino è il migliore. Un x xFabio: pizzen. By E. bacio Laura M. la lavapiatti: sei un treno. Da Tino. cameriere nuovo dello er la barista Laura: sei simpati- x AlScalodero: ho saputo che hai 40 P cissima ed hai un sorriso stupene Biccio: vi amo tanto. anni ma ne dimostri 20. A zent’anni! do. Bacio collega. PerDa Kekko Ottavio e co. mamma. Marcella e Maurizio: ma voi non cameriera più bona che c’è: Giò: mi che la Coca Cola non si xavete fame? xlaFrancesca xagita, guasto. sei la migliore, facci un er Marcella: il Di fronte al caffè macchiato! Ti voglio bene. Vale. Kekka: quando imparerai a scrivePComune sorride grazie a te!! Sei xre in grande? o ho votato G. e tu? bellissima. I Denise: ci manchi tanto, torna precassiera: sei la più simpatica di sei la mia cugina prexseilaCorte Santa Maria. Meno male ci xsto perché questo locale senza di xFrancesca: te non è lo stesso! Bea e co. tu. Un bacio. ferita dopo tutte le altre.


8

Itinerari di Sardegna

a cura di EMANUELA RAVOT

Sindaco: Salvatore Lai Abitanti: 3.886 Altitudine: 480 mt s.l.m.

L’OGLIASTRA Da Santa Maria Navarrese a Baunei.

Feste tradizionali: Santa Maria (Agosto), San Nicola di Bari (Dicembre). Come raggiungerla: Da Sassari. S.S. 389 208 km Da Olbia. S.S. 125 157 km Da Cagliari. S.S. 125 144 km Sito web: www.comunedibaunei.it Ci si deve muovere presto se si vuole partire alla volta di questa meravigliosa meta tipicamente estiva. Non che la località non abbia il suo fascino anche in altri periodi dell’anno ma è d’estate che il mare calmo consente con facilità di raggiungere le belle calette di questo tratto della costa orientale, partendo proprio dalla marina di Santa Maria Navarrese. La nuova strada che superando Nuoro passa per Villagrande Strisaili (S.S. 389) ci facilita il cammino che un tempo era percorribile solo con il treno delle Ferrovie Complementari o a cavallo di un mulo. Gli anni passano, molte cose sono cambiate (ben venga!) ma siamo pur sempre in Ogliastra, la terra degli olivastri, che prende nome da un’alta guglia che precipita direttamente sul mare, s’Agugliastra. Nonostante gli anni passati, immutato resta il fascino della sub regione: qui i monti incontrano il mare, tra cale isolate e zone impervie a strapiombo sul costone roccioso. Poco conosciuta dai turisti che cercano una Sardegna d’elite, grandi alberghi e passeggiate mondane, Santa Maria Navarrese è più una meta per viaggiatori, gente come noi, che ha ancora voglia di scoprire giornalmente posti poco noti e per gli sportivi che tra trekking e arrampicate, possono qui soddisfare le proprie passioni. Santa Maria, è una frazione di Baunei (480 metri s.l.m.), costruita di recente come località marina del paese che stando sulle montagne non era certo a vocazione marinara. In realtà il nome nasconde una più antica origine (1052), legata alla sfortunata navigazione di Isabella, figlia di Garcia IV, re

Grotte del Bue Marino

di Navarra, che dopo un attacco dei saraceni e le tempeste affrontate decise per voto, appena raggiunta la terraferma, d’innalzare la chiesa in onore di Santa Maria. Il porto può ospitare 370 imbarcazioni ed è fornito di un sollevatore per l’accesso a bordo delle persone diversamente abili, lo raggiungiamo e da lì ci spostiamo seguendo via Lungomare per arrivare al centro del paese. Non è troppa la distanza che ci separa dalla spiaggia del borgo, si gira a sinistra dopo la piazzetta e vediamo da subito la Torre Spagnola (1785) che è in prossimità della pineta che circonda la spiaggia lunghissima; non troppi anni fa mi è capitato di vedervi le anziane del luogo fare il bagno in costume… sardo, sollevando le gonne per poi entrare in acqua completamente vestite! Oltre la spiaggia si prosegue sempre per via Lungomare e si arriva di fronte alla chiesa di Santa Maria (1052). Nel piazzale della chiesa olivi millenari, tra cui uno alto 9 metri. La visita al centro abitato è breve, siamo comunque in una frazione, manca solo una capatina al faraglione di Petra Longa, per la gente del luogo S’Agugliastra, una guglia calcarea (128 m.) che si raggiunge, preferibilmente in fuoristrada, con una deviazione dalla S.S. 125 verso una scoscesa strada asfaltata lunga 4 km, ma anche a piedi percorrendo un sentiero che domina le alte falesie circostanti. Ritorniamo al porto se vogliamo spo-

starci velocemente via mare lungo le cale, prenotando un gommone o una minicrociera in barcone, o percorriamo 8 Km per arrivare a Baunei, se vogliamo esplorare l’interno e raggiungere le stesse cale via terra. Scegliete come organizzare la vostra permanenza, per vedere tutto due giornate vi saranno indispensabili. Baunei è un borgo dal profilo montano con centro storico ripido su cui spicca la chiesa di San Nicola di Bari (1600), con copertura a cupola e portale ornato, il cui impianto originario è stato rimaneggiato. Nel territorio di Baunei a poco più di 20 Km. dal centro abitato, c’è l’altopiano di Golgo con rocce calcaree, solcate da valli profonde e strette, le codule, tracce di antichi torrenti che vanno verso il mare, tra falesie, calette, rupi, doline, canyon e valli carsiche. Una cooperativa propone escursioni nel luogo anche a cavallo o in mountain bike. Tra i resti archeologici della zona: una muraglia-presidio, e quattro nuraghi:

Numeri e indirizzi utili Ufficio turistico Santa Maria Navarrese. Tel. 0782/615330 (P.zza Principessa di Navarra, 19) Coop. turistica Golgo. Tel. 337/811828 (trekking) Società Speleologica Baunese. Tel. 349/1463802 (trekking) Consorzio Marittimo Ogliastra. Tel. 348/7301728/9 (gite nelle calette)


Itinerari di Sardegna

Cala Luna

Alvo, Coeserra, Orgoduri, Nurageddu e un villaggio ancora sepolto dalla vegetazione, Dodovorgia. L’isolamento del luogo è tale che l’unica costruzione che disturba la vista tra la S.S. 125 e il mare, alla fine della via omonima, è la chiesa di San Pietro del Golgo (1700). Costruita con resti di una Tomba dei Giganti, a caratterizzarla sono le cubbendias, portici che ospitavano i pellegrini. Davanti alla chiesa c’è il betil di san Pietro, o Golgo stesso, menhir scolpito con volto umano. Nei dintorni, due pozzi nuragici artificiali, riutilizzati in tutte le epoche. Prima di arrivare alla chiesa, attraverso una strada bianca possiamo raggiungere S’Isterru, la voragine carsica più profonda d’Europa (-295 m.), che ha una vasta flora cavernicola. Seguendo la stessa strada, si arriva in prossimità di antiche pozze d’acqua dette As Piscinas, vicino c’è un parcheggio e le indicazioni per un sentiero che dal centro dell’altopiano (luogo in cui ci troviamo) porta in un canalone detto Bacu Goloritzè. Dopo un varco con tornanti, sullo sfondo si vede il mare e negli anfratti di calcare ovili nascosti; superata una roccia ad arco, appare la guglia di Goloritzè

(144 m.) che precipita sul mare. Effettuando trekking esplorativo, a nord dell’altopiano (km 172 della S.S. 125) possiamo percorrere, camminando per 10 km. in prossimità del fondo sassoso di un torrente, Codula Elune, un’area naturalistica ancora intatta che sfocia nell’omonima cala, Cala Luna; la grotta carsica che c’è nel sottosuolo è la terza cavità per lunghezza in Italia. Si può raggiungere anche Cala Sisine, lungo il percorso della Codula di Sisine, la valle con pareti calcaree e lecci millenari che terminano sull’omonima cala di pietre bianche che danno un colore unico al mare. Le stesse cale possono essere raggiunte via mare partendo dalla Marina di Santa Maria Navarrese, ma anche poco più a sud da Arbatax, frazione di Tortolì, e più a nord da Cala Gonone. A visitare le cale tutte in una sola giornata pare di non poterne godere a sufficienza, vorremmo trattenerci un’intera giornata su ognuna di esse ma sarebbe necessaria una settimana di vacanza. Questo, dunque, l’unico aspetto negativo della minicrocera che, nonostante la brevità, permette di vedere e fare sosta in tutte le cale. Raggiungerete: Cala Goloritzè, su

9

cui si erge il pinnacolo omonimo; Cala dei Gabbiani; Cala Mariolu, che deve il nome ai pescatori di Ponza che attribuivano il sostantivo napoletano (mariolu = ladro) alla foca monaca accusata del furto del pesce dalle reti, i locali, però, conservano per la cala il nome Ispulidi de nie, fiocchi di neve, perché a questi è somiglia il colore della sabbia; Cala Biriola; Cala Sisine; Cala Luna, il cui torrente percorribile anche a piedi, forma, nei periodi di piena forma, proprio dietro il bagnasciuga della spiaggia, uno stagno circondato da oleandri; e le Grotte del Bue Marino, in prossimità di Cala Gonone. Ma c’è ancora un modo per godere dell’Ogliastra più vera: percorrere con il Trenino Verde la tratta CagliariMandas-Arbatax. Il viaggio sarà al quanto lento ma ideale per chi abbia voglia di catturare emozioni e paesaggi tipici armato di macchina fotografica.

Cala Sisine


10

EVENTI IN SARDEGNA

a cura di Emanuela Ravot

1° LUGLIO Cagliari - Anfiteatro Romano, ore 21. Gloria Gaynor in concerto

E...state qua! Niente viaggi: l’estate è sempre, in primo luogo, Sardegna! Mai abbandonarla in questo periodo c’è solo da pentirsene… e i viaggi in terre lontane lasciamoli alle vacanze pasquali e natalizie! Sarà un’estate di grandi eventi; investite, dunque, le vostre economie nei concerti e negli spettacoli che l’isola propone, i cui costi rientrano tra i € 15, per i concerti più economici, fino ai € 65 dei biglietti migliori per godersi lo show di Fiorello. Tanti i nomi noti che saliranno sui palchi sardi a Luglio: Gloria Gaynor, Francesco Renga, Elisa e J-Ax, che recupera i mancati appuntamenti di Giugno. A seguire Cristiano De Andrè (1° Agosto, Anfiteatro Maria Pia – Alghero), Eros Ramazzotti in Ali e radici World Tour (3 Agosto, Fiera di Cagliari), Ligabue con Ichnusa Livefest (7 Agosto, aeroporto Fenosu - Oristano, preceduto sul palco da L’armeria Dei Briganti, Cordas Et Cannas, Sikitikis e Train To Roots), i Litfiba, ossia Piero Pelù e Ghigo Renzulli (10 Agosto, Fiera di Cagliari), la Bandabardò (il 10 Agosto, Piazzale Rocce Rosse di Arbatax), Fiorella Mannoia (12 Agosto, ad Arbatax), Carmen Consoli (12 e 13 Agosto, Alghero e Arbatax), Giovanni Allevi (13 e il 14 Agosto, all’Anfiteatro Romano di Cagliari e Arbatax), Toquinho (16 Agosto, Arbatax), Goran Bregovic and The Wedding & Funeral Band (20 Agosto, Arbatax) Lucio Dalla e Francesco De Gregori insieme per Duemiladieci Work in Progress Tour (20 e 21 Agosto, prima all’Anfiteatro Romano di Cagliari, poi ad Alghero), Gigi D’Alessio (24 Agosto, Anfiteatro Romano – Cagliari), i Gogol

a luglio in sardegna

1/10 LUGLIO Olbia - GEO Palace. Dance World Cup Competition: Mondiale 2010, gara di danze e categorie diverse 2 LUGLIO Alà dei Sardi - Centro storico. Tenoriades, olimpiadi del Tenore 9 LUGLIO Cagliari - Fiera Campionaria della Sardegna, ore 21. Fiorello Show

Bordello (25 Agosto, Stadio Comunale Sarroch), Marco Travaglio con lo spettacolo Promemoria 2 (il 26, 27 e il 28 Agosto, Anfiteatro Romano di Cagliari e poi Sassari ed Arbatax), Mario Biondi (27 e 28 Agosto, Anfiteatro Romano – Cagliari ed Alghero), i Placebo (29 Agosto, Sarroch), Alessandra Amoroso in Senza Nuvole Tour (1°, 3 e 4 Settembre rispettivamente al Teatro Tonio Dei - Lanusei, Anfiteatro romano – Cagliari e Alghero), Marco Mengoni in Re matto Tour (8 e 9 Settembre a Luogosanto e poi all’Anfiteatro romano Cagliari), Vasco Rossi col Europe Indoor Live in Concert (18 Settembre, Fiera di Cagliari), Elio e le storie tese (24 e 25 Settembre, all’Anfiteatro Romano di Cagliari e ad Alghero). Il 3 Agosto ad Alghero il musical della telenovela argentina il Mondo di Patty e il 10, dello stesso mese, ad Arbatax, lo spettacolo del Mago Forrest. Tanti anche gli appuntamenti ormai cult: l’estate algherese animata dal Festivalalguer; la terza edizione del Il Piccolo Festival dell’Argentiera, dal 31 Luglio al 3 Agosto, con lo spettacolo finale gratuito di Geppi Cucciari; i mitici Rocce Rosse Blues e Time Jazz, rispettivamente dal 23 Luglio al 28 Agosto e dal 10 al 16 Agosto; e il Sarroch Summer Grooves, dal 25 al 29 agosto. Ma l’estate sarà anche tanto cinema a Sassari con il tradizionale appuntamento e quest’anno con una novità: proiezioni anche all’Argentiera con sette serate all’insegna del buon cinema “gratuito” e quattro momenti musicali tra, Luglio ed Agosto, animati dai Los Amigos. Non perdete gli eventi che vi interessano, comunque sia contrassegnata la vostra estate: 100 % relax o intenso lavoro stagionale. A tutti, una Buona Estate.

11 LUGLIO Castelsardo - Rasciada Village, ore 21. Concerto dei Broken Melody: Mirroring Identities 17 LUGLIO Arborea(OR) - Piazza Maria Ausiliatrice, ore 21. Concerto Luca Carboni 22 LUGLIO Cagliari - Anfiteatro romano, ore 21. Concerto di Elisa in Heart a Live Tour 24 LUGLIO Alghero - Anfiteatro Maria Pia, ore 21. Festivalalguer: concerto di Elisa, Heart a Live Tour Cagliari - Anfiteatro romano, ore 21. Concerto di J-Ax: Illegale tour Iglesias - Ore 21. Concerto dei Broken Melody: Mirroring Identities 25 LUGLIO Alghero - Anfiteatro Maria Pia, ore 21. Festivalalguer: concerto di J-Ax, Illegale tour 29 LUGLIO Cagliari - Anfiteatro Romano, ore 21.30. Francesco Renga in concerto 30 LUGLIO Arbatax - Piazzale Rocce rosse, ore 21. Rocce Rosse Blues: Concerto di Cristiano De Andrè Alghero - Anfiteatro Maria Pia, ore 21.30. Francesco Renga in concerto 31 LUGLIO Sassari - Argentiera, ore 19. Serata inaugurale del Piccolo Festival dell’Argentiera. Appuntamenti musicali e letterari, curati da Flavio Soriga e Scuola di scrittura con Matteo B. Bianchi Fino al 3 Luglio Cagliari - Espace S&P. Mostra fotografica: Scatti di Sardegna - Il mare nel display di un telefono fino al 12 Luglio Cagliari - Teatro lirico, foyer di platea. Mostra: Artisti latino americani contemporanei Fino al 31 Luglio Barumini - Centro Culturale Giovanni Lilliu. Esposizione: Le Macchine di Leonardo da Vinci Collinas - Museo del Territorio Sa Corona Arrùbia. Mostra: ¡CHE! Revoluciòn y mercado - Ernesto Che Guevara, Rivoluzionario e Icona Cagliari - Museo Archeologico. Mostra: Note di colore. Nuove luci dal restauro dei vasi della collezione Gorga dell’Università di Sassari


S&H

11

da Lady Domini - Sassari bacio speciale alla direttrice del 5/05/2010 un saluto ed un bacio C.: ma non ti vergogni a lasciare Ungiornale! Marcella ti voglio bene 2a tutte quelle bonazze delle mie xnella m… i tuoi compagni di lavocompagne di classe con cui abbiamo

anche se non ho tempo per vederti! Rik. E l’amore?? Ah ah ah!

Lady Domini con G. P., ogna Dafammi, ciao piccolina M. V. ti amo. By Gabry 91. Pamela de La Charla: ogni tanto Perguardami… riusciremo a conoscerci, comunque sei molto carina. By cugino di Daniela.

formato uno splendido gruppo: Simona, guga, Lidia e Mary Grace. Un bacio. Siete speciali non vi dimenticherò. e difficoltà si superano, le diversità si affrontano e solo così riusciremo a costruire quel grande amore che ci siamo promessi. Un grande amore unico, strepitoso e solo solo nostro! Ti amo brutto gelosone. rancesca B. non ama Giovanni ma ama C. Silvana C.: mi dispiace per come è andata con Tore sappi che ci siamo sempre per te. lla mia mamma: tanti auguri amore mio, ti voglio bene. Tua figlia Vale S. ianluca e Alessandra.

L

Franci: sei la cosa più bella che Perabbia mai desiderato. Ti voglio F bene. By mascì 71. di Studio donna: sei A xlala parrucchiera più simpatica. Un saluto da ammiratore. A tanotte Inter vs Bayer, tanto non Svincete interisti, W Juve. By Gabry 91. G

ro? Non sei un vero uomo. By uno che non ti può vedere.

Adamo P. lavati i denti puzzolenti! Evviva l’estate, ma quando arriva? Manuel ma cosa mi 09/06/2010 hai fatto? Non riesco a smettere di pensarti. Ti adoro. Michela. Saluti da M. e da At-t! Bacio. mio sono la tua sorellina, Tesoro ricordati che ti voglio un mondo di bene. Fratellino mio sei unico. Ale Clà. (Da Lady Domini). 13/06/2010 faccio 7 mesi Oggi con la mia piccola che amo tanto, e siamo qui a mangiare da Lady Domini, gnam gnam. Ti amo piccolina.


12

Radiodistorta

Da_Radiodistorta >>>

kutty

di Paolo Pintus Suona ‘sto kutty, e suona, madonna come suona, borbotta qualcuno alle mie spalle in quel di un locale di Ostia, qualche tempo fa, più esattamente per il ponte del primo maggio, mentre in piazza San Giovanni l’esercito annuale applaudiva Enzo del Re che sganciava una bomba concettuale sul lavoro e il governo - vista da me poi in differita, e apprezzata pure tanto -. Kutty è un amico che non ha lasciato la nostra zona morta, ma ha imbracciato buona volontà e voglia di fare, e qualcosa a passi lenti la tira fuori, da outsiders vagamente snob - che ultimamente li becco tutti così, mi viene da dire, e li inserisco pure in scaletta uno dietro l’altro a sventagliate di mitra -. “È stato per caso a Ostia, così, tanto per fare, quattro locali da girare laddove Pasolini è morto”, mi dice

“una specie di tributo personale, visto che sono trentacinque anni che è morto, ma che poi non è che la sua morte abbia molto a che vedere con quello che faccio e voglio fare, è giusto un pensiero, così, per sensibilizzare le menti anche se quelle, oggi, pensano ai mondiali, e mica a Petrolio e la sua riedizione”, mi si presenta così, incipit immediato che quasi mi viene da ridere, mentre ripenso e gli dico che la gente ha apprezzato molto quello che ha fatto, che alla gente è parecchio piaciuto e tra commenti in romanesco e romanaccio, un buon risultato l’ha portato a casa a leggere e intarsiare parole e suoni. “Sinceramente? Io manco li sento quando parlano o dicono qualcosa, è come entrare in trance, una specie, sì, insomma, non è che sia una persona tipo quegli artisti che su un palco, a suonare, si isolano completamente dal mondo perché sono in overdose adrenalinica che tappa il cervello e i sensi, sono parecchio lontano da quella specie di olimpo, io attacco sulla batteria quando Mario recita quelle specie amorfe di poesie e strimpella la chitarra come Edda dei Ritmo Tribale, o qualcosa di simile insomma, e tutto meno bello di quanto tu possa far apparire”. Partiamo dal presupposto che il progetto di Kutty è quello di batteria e chitarra, percussioni dissonanti e martellanti a sostenere un’impalcatura fragorosa di frastuono, quasi, a creare un muro dai tempi e movimenti tesi e scuri, febbrili talvolta, sentimentalisti e sensazionalistici a supporto di una storia, una storia raccontata da Mario Ricciardi, “l’omone vestito di nero che talvolta viene a farmi compagnia in questo itinerario

artistico”, lo definisce. Le storie sono quelle scritte da Kutty a quattro mani con Mario Ricciardi, “che quando capita è bravo proprio a scrivere e parlare di tossici anni ottanta, e infilarci dentro piccoli tributi al cinema vecchio, passato, quello bello dell’Italia felice artisticamente”. Il progetto è un qualcosa che si incastra tra teatro e musica, che ha una recitazione e quest’accompagnamento dissonante e ansiogeno, che taglia il petto in quattro a suon di rumori e queste percussioni suonate a tempo di parole. Ci sono poesie, e stralci di racconti, piccole parentesi di vita raccontate e recitate con quel fare preso e buttato lì, senza troppe pretese. “Un giorno mi è venuta su l’idea di questo combo, scrittura più musica, poi mi son detto la musica non sempre è quella bella e melodica, quella che canti sotto la doccia, per essere banali, poi m’è capitato a tiro il primo disco de Les Tambours du Bronx, e ho pensato che in piccolo qualcosa la si poteva fare, qualcosa che fosse diverso, o quasi, visto che la diversità artistica è semplicemente una variabile di un qualcosa che già esiste, che ha già colpito e fatto centro, per questo non apro e non voglio myspace, studio e lavoro, ho la fortuna di poter viaggiare per lavoro, non come vorrei, e mi tiro dietro gente, qualcuno che vesta i panni di Mario Ricciardi, che canti e parli e reciti e faccia tutto”. In un soffio finiamo di parlare a ritmi di Peroni gelata, come dice Brunori Sas, fuori è caldo, in un colpo solo artista e suo alter ego, penso. E quasi sorrido. Solo un contatto, la mail: kutty.s@live.it Contatti: 347/2157298 redazione@seh-net.it


S&H

13

da Asterix e dal sito www.seh-net.it tigre grazie per illuminare il er Paola la barista del Cuore Ed oggi ci ubriachiamo!! Siii. Cara buio della notte, per la tua feroce PImmacolato: sei veramente hot. Vorrei farmi la tessera se me la firmi da gaggio e gaggia che pren- forza, Dio benedica il sole rosso. Ciao dono in giro la nostra cara comSilvietta la cassiera più bella che tu... Black Devil. pagna di scuola… T. sei brutta come xci sia: non sposarti, sono io l’uoer Cinzia: sei proprio una p…, la mala sorte. P.S.: gaggio ti voglio mo della tua vita. By mister x. P lascia in pace i ragazzi delle altre un bene dell’anima… ricordati di noi che neanche ti filano, e pensa a stare Maurizio Figus io ho già la risposempre. a casa con tuo figlio invece di fare la x sta, ma vorrei sentire anche la tua b… a Sassari. Non ti è bastato a . “Perché cambiare il mondo quando quanti già l’hai data? Ittiri forever. Giulia O. sei una t…! possiamo cambiare noi stessi ?” l segreto per vivere bene è che ci L. ti amo, sei la mia vita. (Gandhi). Ascoltando ciò che dicono Roberto Mara. tante persone, si nota sovente la Idobbiamo adeguare sia alle persouna pizzeria aperta alle 23 pretesa che siano sempre gli altri a ne che ci stanno vicine che al posto Trovare di mercoledì non ha prezzo… dover cambiare. Ma è giusta questa dove siamo, la saggezza è il frutto dell’albero della riflessione… la sem-

Andrè e Pinto. n messaggio alle donne della pasticceria S.: siete troppo belle e gentili ma cambiare colleghi uomini no? Anonimi. er Roberta M.: ma quando lo porti dal parrucchiere il tuo amante personal trainer?

U

aspettativa? Perché... dovrebbero cambiare gli altri e noi no? Oppure, perché dovrebbero cambiare per forza insieme con noi? Non siamo tutti degli esseri liberi?

P

ti amo da impazzire 14/06/2010 piccolo. Oggi sono 2 anni, sei tutto per me. By Ely.

plicità è la virtù della vita. Delta 70. S.C. ti senti sola perché non ci facciamo compagnia Red Passion. ei perfida come una vipera nascosta sotto un covone di paglia... aledetto popolo di facebook!

x S M


14

CD del mese a cura di Frank M. Roche

Bentornati anche questo mese all’ormai consueto angolo delle proposte musicali. Come sempre, sarà una rapida carrellata delle release più interessanti che andranno ad allietare la nostra torrida Estate contendendosi le nostre preferenze a colpi di hit.

Mentre è data ormai per certa la tappa italiana all’ “Heineken jammin’ festival” al Parco San Giuliano di Mestre dei mitici Pearl Jam per il 6 Luglio, praticamente lo stesso giorno è prevista anche l’uscita del nuovissimo album di Kylie Minogue, “Aphrodite”. Anticipato di poco dalla pubblicazione del video “All the lovers”, l’ultima fatica dell’affermata star in formato pocket dovrà vedersela direttamente con le agguerrite Lady Gaga (per la quale la stessa Minogue ha espresso una sportivissima ammirazione) e la peperina Katy Perry. Insomma, chi si conquisterà la palma d’oro di reginetta dell’Estate? A voi la risposta. Attenzione però, perché sempre per lo stesso giorno è prevista anche l’uscita di “Flesh tone” di Kelis. Insomma, c’è proprio l’imbarazzo della scelta. Anche la graziosa cantante afro-americana interprete di “Caught out there”, sulla

breccia ormai dal lontano 1997, rilancia per questa Estate la sua candidatura come alternativa più che valida con un repertorio Rhythm and blues di un certo spessore, repertorio supportato da una voce veramente molto bella. Fateci un pensierino. Cambiando completamente genere passiamo dal pop soft e R&B al duro metal ed alle sue infinite varianti. Non è ancora sicuro al cento per cento ma numerose voci di corridoio lo quotano di già come il grande evento per questo Luglio 2010. Stiamo parlando dell’imminente uscita dell’ultimo album dei Limp Bizkit, “Gold Cobra”. Si tratterebbe del quinto album in studio sotto etichetta Polydor ed Interscope records per la band statunitense dopo l’EP “The Unquestionable Truth (Part 1)” datato ormai 2005. Già l’Aprile scorso qualcosa si era mosso ed i fan più attenti non si sono certo lasciati sfuggire la pubblicazione sul sito ufficiale di alcune tracce come ad esempio “Why Try” nonché la probabile track-list del nuovo lavoro. Niente è sicuro comunque, per cui, non rimane che incrociare le dita e sperare bene. L’unica cosa veramente certa è che “Gold Cobra” sarà un album

duro e ben costruito, dedicato espressamente a chi ama il nu metal e la sua variante ibrida più rappeggiante. Rimaniamo però ancora in tema annunciando l’uscita per il 13 Luglio dell’ultima fatica dei Korn dal titolo “Korn III Remember who you are”. Preceduto dall’ inquietante singolo “Oildale (Leave me alone)”, la band torna a battere sentieri già noti con musicalità ricercate, cupe, martellanti che fanno da contrappunto ideale alla voce possente di Jonathan Davis. Anche questo può essere considerato un album-evento a tutti gli effetti. Dopo “Untitled” del 2007, una lunga attesa di ben tre anni per la band californiana che, possiamo solo sperare, rinverdisca ancora una volta i fasti di quel meraviglioso capolavoro che è stato “Untouchables”.

Ma lo stesso giorno è previsto anche il ritorno di un altro grande big della musica internazionale. Personaggio, questo, che di certo non ha bisogno di lunghe presentazioni, iperattivo (e non solo nel campo musicale), con un curriculum alle spalle che parte dai prestigiosi Police e giunge sino al grande successo anche come solista. Stiamo par-

lando ovviamente di Sting che, in barba a tutte le definizioni, cambia pelle ancora una volta e con “Symphonicities” propone a tutti i suoi estimatori una serie di versioni classiche dei pezzi più belli dei bei tempi dei Police. Accompagnato niente meno che dalla Royal Philharmonic Concert Orchestra, questo album si preannuncia come l’ennesima conferma della popolare star inglese.

E sempre dall’Inghilterra ecco anche l’ultimo album firmato da Richard Ashcroft che, per quanti non lo ricordassero, è stato per un pezzo il frontman dei The Verve. Con “Redemption” (ma non è detto che sia questo il titolo), in uscita tra il 16 e il 19 Luglio, Ashcroft segna il suo debutto con la nuova band, i “The United Nations of sound”. Di certo il talento non gli manca, non si può fare altro che attendere fiduciosi la pubblicazione dell’album e stimare così le possibilità di vita futura di questo nuovo, ambizioso progetto. Siamo proprio in chiusura, non resta altro che salutarvi tutti e, come sempre, augurarvi un buon ascolto. Restate sintonizzati.


S&H

15

da Samuel Giò Pizza e da Los Cornetteros - Sassari dov’è la serietà? A queste eleIvo: ma ti sei visto in faccia? er lo zoo: sappi che a me piaccioMazioni si sono candidati cani e xPerché non ammetti di essere del- Pno i cavalli soprattutto con aglio e prezzemolo, ah e i conigli sono più l’altra sponda? By un tuo nemico.

porci… Andrea gaggio, ti prenderei a schiaffi… spesso!

amore che oggi ha pasPersatoil mio la teoria della patente: bravo cucciolo, sono orgoglioso di te! Ti amo. Letizia. mio riccino con la parrucca Alnuova! mio cucciolino odoroso: hai il Alnaso più profumato del mondo. By il tuo Rich.

buoni al tegame con il sughetto.

fiocco di neve: ti sei perso un bel A Chris: sei una persona molto apersabato, altro che raccogliere xnostra ta, vedi di chiuderti un po’. Lei è acqua, ce n’era da raccogliere… non ce la prenderai mai. By le Mary: sappi che il gavettone te lo xA16. farò prima o poi, preparati. By tre M. e A16. ippi ti amo Cla. ggi è stato l’ultimo giorno di lezio- P adesso metti a fuoco? Mi vedi One dalla triennale! E domani con Masono caduta in piedi ci credi? zia!! ravamo rimasti in pochi a parlare Non ti cercherò, ho tolto le tue foto dalle pareti dei miei sogni segreti, Ebene l’italiano. non ti vedo e a dormire non ci rienon ne abbiamo di fascino, no no sco, esco quando mi va, bevo Eou! Da Bettu. abbondanti sorsate di libertà, faccio er E. P.: e muoviti dai, questo sta assordanti risate con gli amici al Pimpazzendo, pensa che ho paura bar, cess com’ero spento quando di stare solo con lui, ciauuu! perdevo tempo stando con quella la

zuzza e zuzzo hip hip urrà. By Eper anonimo imbecille. saluto a Marco M. della UnMeridiana. ti devo dire una cosa… io ti nutile che ti prendi la mia vita, er Lallix: sappi che qualcosa di xIvan: “lowo” davvero! Spero tu ricambi Iamici ecc. non c’è competizione Ptedesco già lo conosco. Das wascon me. questo amore. By L. D. ser. By A16.


16

S&H

da Lila Cafè e da Caffè del Popolo - Sassari pizzeria la Scacchiera: siete i oglia di studiare, voglia di laurearxlamigliori e le pizze sono le migliori Vsi, voglia di pagare le tasse, voglia di andare fuori corso, la festa

di tutta Sassari. Ciaooo! Fefy: anche se non stiamo passando il miglior periodo dei nostri sei anni, sappi che ti amo tanto. Ciao patà. By ciccione. eba F. ti amo troppo! Sei mio. Da Angela. 4/06/2010 x Giampaolo: se non la smetti lo dico a C.! er il mio amore: dai dai che ce la fai a dimagrire, non mi odiare se ti vieto di mangiare, quando poi sarai pronto per la prova costume mi ringrazierai. ggi 05/06/2010 siamo qua io (Willy), Valeria, Fabiotò e Alessiolà al Lila Cafè per festeggiare la promozione della qualifica. Io ammesso con 64 e Fabio con 60. Lore ti amo sei la mia vita. che a volte il silenzio ha il suo valore. aleria S., Fabio T., William A. vi voglio bene. By C. A. Fefy: si metterà tutto a posto, tranquilla. Ti amo troppo per perderti. aleria ti amo by Fabio. 05/06/2010. Ti amooo! ara Laura se proprio devi fare tardi almeno che sia per una giusta causa!! Facciamo in modo che sia io. Giamp. 4/06/2010 c’è la paura di amare, perché amare rende deboli. Un bacio a te che nonostante tutto… mi manchi. Pesky.

x

S 1 P

O E V x

V C 1

è saltata, ma questo ragazzo con il libro ha tanta roba!! Farmacisti quasi laureati. ariolino sei il nostro fiorellino di zucca. ggi sono cotta a livelli, sorè ti vogliu troppu bè. By ‘89. er Mariolino e Alberto: mi si ni ra finiddi di fa ri macchi. Jasmine: non volevo offenderti, era più di un complimento. ’ stata una grande stagione… uno staff unico e introvabile, grazie di cuore a tutti. Alexa. ragazzi del Caffè del Popolo sono veloci veloci in tutti i sensi… Taac. i amo Camilla.

M O P x E

I T ricordare a tutte le ragazze Volevo che l’idraulico è dietro l’angolo. Gianni: una di queste mattine ti A rovescio la colazione addosso e smetti di pavoneggiarti. Alessio.

Marino: ti ho notato mentre ogni xquella mercoledì e lunedì passi davanti a famosa parafarmacia con quella bravissima farmacista. Posso regalarti un solare per non scottarti? l più bono è sempre il “brizzu” Raimondo, altro che vecchio… By Moreno. uando ti ho rivista il cuore quasi mi si fermava, non c’è niente da fare, sei entrata nella mia vita e non ne esci. Gabriela noi 2 finiremo insieme. Ti amo. By karaoke

I Q


18

Mistero

La Quarta Dimensione: A caccia di Nessie. di Daniele Dettori Se amate andare a caccia di misteri e non avete ancora scelto la meta delle prossime vacanze estive, questa pagina fa per voi. Parliamo, questo mese, di un posto circondato da una fitta aria di mistero ormai da tantissimo tempo: il Loch Ness, uno dei laghi più inquietanti di tutto il mondo. Di tanto in tanto, ancora oggi, alcuni abitanti del posto o gruppi di turisti in cerca di emozioni forti effettuano un nuovo avvistamento della misteriosa creatura che vivrebbe nelle acque del lago scozzese. Il famigerato “mostro” ha alle spalle una lunga storia fatta di avvistamenti, ricerche e persino falsi d’autore che hanno contribuito con gli anni a creare il mito della creatura ribattezzata Nessie. La prima notizia di un avvistamento risale addirittura al quinto secolo, quando un monaco scrisse un testo, giunto fino a noi, dove raccontò di aver messo in fuga una creatura acquatica che infestava la zona mietendo vittime. Si devono però aspettare gli anni Trenta del secolo scorso perché il fenomeno diventi conosciuto a livello mondiale, grazie all’interesse dei giornali che gli dedicano sempre più spazio. Negli anni Cinquanta, un giornalista dichiarò di aver inventato la storia del mostro allo scopo di aumentare le vendite, ma questa confessione non fugò completamente i dubbi anche perché gli avvistamenti continuavano a susseguirsi e nuove fotografie del mostro, sebbene di scarsa qualità, continuavano a essere scattate e distribuite. Un aiuto importante, nelle indagini sull’esistenza di Nessie, arrivò a partire dagli anni Sessanta quando, per la prima volta, si poté impiegare il sonar per scandagliare il lago. Furono infatti numerosissime e molto importanti le tracce sospette rilevate dalle apparec-

chiature: masse sottomarine che si spostavano a velocità troppo elevata per essere semplici banchi di pesci e che erano troppo grandi per essere solo oggetti trascinati dalle correnti di profondità. Il dubbio, tuttavia, rimase. Nonostante i passi avanti compiuti dalla scienza nel corso degli anni, nemmeno i sommergibili sono mai riusciti a risolvere il mistero. Alcune spedizioni sui fondali del Loch Ness hanno registrato la presenza di qualcosa che però non si è mai riusciti a identificare con precisione. Anche le foto sottomarine, realizzate in passato con strumenti rudimentali, risultarono di scarsissima qualità. C’è poi da aggiungere che le acque del lago sono molto torbide, e già a pochi metri di profondità la luce scarseggia. Una spedizione sottomarina organizzata dall’americano Dan Taylor e dotata di particolari attrezzature, si pose addirittura come obiettivo quello di prelevare alcuni campioni di pelle del mostro, per poterlo catalogare da un punto di vista scientifico, ma è facile immaginare che si risolse con un insuccesso. A proposito della specie alla quale potrebbe appartenere Nessie, nel corso degli anni sono state formulate diverse ipotesi. Alcuni sostengono che si tratti di un grosso serpente marino, altri di un mammifero capace di spostarsi anche sulla terraferma. La teoria che però si è più radicata è quella secondo cui Nessie sarebbe in realtà un plesiosauro. Si tratta di un dinosauro acquatico che risulta essere estinto da migliaia di anni ma che in effetti corrisponde con le fotografie più nitide scattate alla misteriosa creatura. Le obiezioni più razionali a questa teoria sostengono che, se davvero un animale preistorico fosse soprav

vissuto all’interno del Loch Ness (cosa ritenuta poco probabile a causa delle basse temperature dell’acqua e dell’ambiente povero di cibo adatto), sui fondali dovrebbero esserci tantissime carcasse dei suoi antenati, e sarebbe stato molto facile avvistare gli esemplari vivi. I sostenitori ribattono però che l’organismo di una creatura marina non avrebbe problemi con le basse temperature e, inoltre, se nel Loch Ness esistesse un canale sconosciuto che collega il lago al Mare del Nord anche il secondo problema sarebbe risolto. Visto il clamore che la misteriosa creatura ha sempre suscitato, non stupisce che alcuni abbiano anche inscenato ad arte dei falsi avvistamenti. Il più clamoroso è quello di un medico che convinse tutti circa la sua buona fede e rivelò, in seguito, di aver realizzato un modellino del collo di Nessie al quale scattò una foto dopo averlo messo a galleggiare in controluce. Episodi come questo non sono comunque riusciti ad intaccare un mistero probabilmente destinato a durare ancora per molto tempo.


HI-TECH a cura di Marco Cau

Apriamo la nostra carrellata del mese di luglio con l’oggetto hi-tech più ambito del momento. È in vendita da fine giugno in America e in alcuni paesi europei e centinaia di persone pur di accaparrarselo per primi si sono messe in fila anche da una settimana prima. iPhone 4(1) ha un design totalmente rinnovato con oltre 100 nuove funzioni. La struttura esterna disporrà di una superficie di vetro sia nella parte anteriore che in quella posteriore mentre i bordi saranno in acciaio, a detta di Jobs sarà uno degli oggetti più belli mai realizzati da Apple. Uno degli aspetti più curiosi è proprio il nuovo bordo in acciaio sul quale si osservano, in due precise zone, due linee scure che non rivestono solo una funzione estetica, ma ricoprono invece un’importante funzione pratica ovvero la ricezione del segnale. Il bordo metallico è suddiviso in due sezioni le quali servono appunto a ricevere il segnale, UMTS o GSM, oppure Bluetooth, GPS e Wi-Fi. L’apparato fotografico sarà finalmente potenziato rispetto ai suoi predecessori e disporrà di una fotocamera da 5mpx con flash a tecnologia LED, che consentirà di registrare video HD (720p) fino a 30 frame al secondo con audio, inoltre sarà

dotato di una seconda fotocamera frontale per le videochiamate. Per quanto riguarda invece l’audio in input ed output, disporrà di 2 microfoni, uno nella parte inferiore ed uno nella parte superiore dotati della funzione noise cancellation che riduce i disturbi ambientali. Il display multi-touch widescreen da 3,5” sarà realizzato con una nuova tecnologia denominata “Retina” che permette di avere 4 volte maggiore densità di pixel (risoluzione 960×640 pixel a 326 ppi) le immagini sono dettagliate, i contorni più nitidi per una nuova migliorata esperienza visiva. Utilizzerà un sistema quad-band HSDPA, con una velocità pari 7.2Mbps e per quanto riguarda il sistema Wi-Fi sarà adottato il protocollo 802.11n; unica nota dolente che accetterà solo le micro Sim. Anche la batteria sarà migliorata, sarà di maggiori dimensioni in modo da poter incrementare l’autonomia in maniera considerevole. Il nuovo iPhone 4 sarà alto 115,2 mm, largo 58,6 e profondo 9,3 mm, per un peso totale di 137 grammi. In Italia sarà venduto a partire da fine luglio in due modelli da 16Gb (629 euro circa) e da

32GB (739 euro circa), ognuno disponibile nelle colorazioni bianca e nera. Mettiamo ora da parte il nuovo melafonino e passiamo ad un cellulare dal cuore “verde”. Puma Phone(2) è un cellulare con display touch-screen da 2.8 pollici, Gps, Bluetooth, lettore mp3 e fotocamera da 3.2 megapixel con flash (led) e zoom digitale 6x. Tramite Puma World sarete connessi ai principali social network (Facebook, Twitter, YouTube, Flickr). Il cellulare è equipaggiato con tante applicazioni per veri sportivi come il Gps tracker per tenere traccia del proprio allenamento (velocità, distanza percorsa, calorie bruciate), un collegamento al portale mobile Puma World per scaricare le applicazioni della casa e un sito di mobilecommerce per effettuare acquisti direttamente dal cellulare, oltre alle immancabili icone e ai temi del mondo dello sportswear. Ma ciò che caratterizza questo cellulare è un piccolo pannello fotovoltaico situato sul suo dorso che consente di ricaricare la batteria da 880 mAh. Il prezzo di vendità sarà di circa 299 euro. Toshiba Dynabook Qosmio V65(3) è un laptop dalle altissime capacità multimediali. Promette immagini e contenuti in alta qualità grazie al co-processore


S&H SpursEngine, la retroilluminazione LED e il display “Clear SuperView LED” HD TFT da 15.6 pollici con risoluzione 1,366×768. Le principali caratteristiche sono il lettore Blu-ray, il tuner per la TV digitale, processore Intel Core i5-450M da 2.40GHz, 4GB di RAM espandibili fino a 8GB, HDD da 500GB, speaker stereo integrati harman/kardon, 4 porte USB, interfaccia HDMI, Gigabit Ethernet, IEEE 802.11b/g/n Wi-Fi, web cam integrata da 3 megapixel e sistema operativo preinstallato Windows 7 Home Premium (32/64bit). A breve sarà disponibile anche in Italia. Tucano Music Bubble(4) è un minispeaker davvero particolare, sia nei colori che nella forma. Piccolo e compatto, facilmente trasportabile, non richiede

molto spazio. Tramite un jack da 3.5 si può collegare a tantissimi dispositivi, come lettori mp3, iPod, iPhone, personal computer, netbook e tanto altro. È inoltre dotato di un’apposita uscita che vi permetterà di collegare fino a 10 Music Bubble insieme per avere un audio molto più potente. Ha una potenza di 5W e grazie ad una batteria interna ricaricabile basta collegarlo alla presa usb per ricaricarla. Disponibile in diverse colorazioni, bianco, rosa, argento, nero è venduto ad un prezzo di circa 25 euro. Concludiamo il nostro shopping hi-tech di questo con uno sguardo al futuro. Con LG 15EL9500(5) inizia l’era delle TV OLED che rivoluzioneranno il modo di utilizzare il più diffuso elettrodomestico esi-

21

stente, la TV. La tecnologia OLED (diodo organico ad emissione di luce) è basata su componenti organici che emettono luce quando la corrente li attraversa, non richiede perciò nessuna retro-illuminazione, diversamente dagli schermi LCD. Il risultato è un minor consumo di energia e la possibilità di costruire display molto sottili. Inoltre gli schermi OLED hanno prestazioni che rendono migliore il colore, il nero e la luminosità perché la luce è prodotta direttamente dai materiali organici. LG 15EL9500 ha uno schermo da 15 pollici spesso appena tre millimetri con una risoluzione di 1366x768 pixel, contrasto di 10.000.000:1, connettività USB 2.0 e HDMI. Il prezzo è ancora abbastanza alto, 2.000 euro circa.


22

Cinema

James Marsden e Cameron Diaz in “The Box”

Appuntamento al cinema di Frank M. Roche Nel momento in cui leggerete questo articolo, probabilmente, mancheranno solo pochi giorni alla gran finale dei Mondiali di Calcio, evento sportivo seguito con passione praticamente in tutto il pianeta da milioni e milioni di spettatori. Non sarà facile, per cui, suggerirvi una valida alternativa alle vostre serate, sebbene Luglio riservi, in ogni caso, grandi chicche cinematografiche che vale la pena di prendere in considerazione. Partiamo quindi a spron battuto. Il 7 Luglio, per tutti i piccini ma anche per i più grandi che non vogliono rinunciare ad assistere ad una bella storia e ad un altrettanto grandioso spettacolo visivo, ecco finalmente in tutte le sale “Toy Story 3 - La grande fuga”. La creatura che ha lanciato in orbita il geniale team di sviluppatori della Pixar quindici anni or sono, torna nelle veci stavolta di Lee Unkrich (Monster&Co. Nemo e Cars) che dirige quello che fin da ora si preannuncia come uno dei migliori lungometraggi di animazione digitale in 3D della stagione. Tornano quindi Woody, Buzz ed insieme a loro tutta la strampalata cricca di giocattoli parlanti, impegnati in una nuova, eccitante avventura. Tecnica e grandi emozioni per tutti insomma. Inutile dirlo: assolutamente imperdibile! Altro gradito ritorno, ma di tutt’altro genere, anche per Morgan Spurlock, l’acutissimo realizzatore di uno dei più bei documentari di sempre: “Super Size Me”. Smessi i panni dell’accanito divoratore di trash-food, con “Che fine ha fatto Osama Bin Laden?” in uscita il 9 Luglio, Spurlock si lancia invece, con il suo classico stile dolce-amaro, alla scoperta di quel gran caos che dall’11 Settembre in poi ha cambiato le sorti del nostro pianeta. Una critica sottile, salace al “regime” e alla politica di Bush figlio all’indomani dell’attacco al WTC. Insomma, un modo piuttosto intelligente di passare una serata al cinema. Ma il Cinema è anche disimpegno e questo significa grandi film con grandi effetti speciali e azione a valanga. Se è

questo quello che cercate, il 14 Luglio è prevista l’uscita di “Predators”, ennesimo film ispirato alla saga del malefico alieno rasta cacciatore di scalpi umani di schwarzeneggeriana memoria. Cast di tutto rispetto per la pellicola diretta da Nimròd Antal (Vacancy): Adrien Brody (un po’ improbabile nelle veci del macho) e Laurence Fishburne tanto per citarne un paio. Violenza e squartamenti al plurale per un prodotto standard (ma non sempre lineare) confezionato per soddisfare tutti gli amanti del genere promiscuo horrorscience fiction. L’alternativa resta indubbiamente quella di recarsi lo stesso giorno al cinema per assistere alla trasposizione cinematografica di uno dei personaggi più carismatici della letteratura heroic fantasy anni ‘30, frutto dell’abile penna di Robert Ervin Howard: “Solomon Kane”. Le avventure del brutale spadaccino puritano ambientate nel XVI secolo rivivono grazie al piglio monolitico di James Purefoy (un vice Hugh Jackman tanto per capirci) e alla regia (forse un po’ inesperta) di Michael J. Bassett. Si tratta di una pellicola ampiamente pubblicizzata e attesa, una produzione interamente europea che promette grande azione e spettacolo. Disimpegno assoluto in salsa dark. Altro film piuttosto interessante sulla carta, di certo piuttosto controverso per quello che riguarda l’interpretazione che ne scaturirà, è invece “The box”, sceneggiato e diretto da Richard Kelly (Donnie Darko), in uscita per il 21 Luglio. Un film cupo, basato su una trama inverosimile tratta da un racconto di Richard Matheson e, a quanto si legge, già plot per uno dei mirabolanti episodi della serie di “Ai confini della realtà”. Brutto affare insomma per la reginetta della commedia Cameron Diaz , tra le stelle del cast, alle prese con una brutta gatta da pelare che potrebbe riservarle amare scoperte. Da vedere. Siamo quasi in chiusura, rimane lo spazio per ricordarvi che il 23 Luglio sarà la volta de “Il solista”, film di Joe Wright (Orgoglio e pregiudizio) con un instancabile Robert Downey Jr. che ormai si può dire stia vivendo una seconda primavera dopo l’exploit di Iron Man (altri diranno dopo la grande interpretazione nello spassoso Tropic Thunder). Un film drammatico questo, costruito sul delicato rapporto tra l’abilità interpretativa degli attori (soprattutto il premio Oscar Jamie Foxx) e una regia solida. Insomma, consigliato praticamente a tutti. Siamo ai saluti, auguro a tutti una buona estate ma, soprattutto, una buona visione!

Jessie, Buzz Lightyear e Woody protagonisti di “Toy Story 3”


24

S&H

ogni giornata sprecata è...

persa a cura di Maurizio Figus

Il coach. Maurizio Figus è Master e Certified Licensed Trainer of NLP (Programmazione Neuro linguistica) di livello internazionale; si occupa di comunicazione da oltre 10 anni e ha formato oltre 3.000 persone, inclusi personaggi dello spettacolo e dello sport. Attualmente svolge l’attività di consulenza personale motivazionale e di gruppo, preparazione per convegni, discorsi in pubblico, team building aziendale. Si occupa inoltre di coaching “one to one” per sviluppare e migliorare i rapporti di coppia e di socializzazione in genere, creare fascino e incoraggiare la comunicazione tra individui; risolvere difficoltà legate al rapporto col cibo, alcol e droghe. È autore del libro “Ogni lasciata è persa”.

Buongiorno Maurizio, ho letto da qualche parte che ti occupi anche di aiutare persone che hanno il vizio della sigaretta. Ma come si può fare con quelle persone che non hanno alcuna intenzione di smettere? Sono anni che combatto con mio marito per questo motivo. Come posso comportarmi? M. Luisa di Cargeghe Carissima M. Luisa, è vero che tengo corsi per chi ha il vizio del fumo, ma è anche vero che chi viene ai miei corsi ha intenzione di smettere di fumare ma non riesce. “Non c’è peggior sordo di chi non vuoi sentire” recita un detto, e la PNL certamente non può fare miracoli nei confronti di chi testardamente continua per la propria strada, a torto o a ragione. Ricordati che l’essere umano prende le decisioni in un istante. Quello in cui nel nostro cervello scaturisce un meccanismo per cui decidiamo che la nostra vita deve cambiare. Si tratti di un’automobile da cambiare o di una decisione importante. Non puoi essere tu a cambiare la vita di qualcuno, puoi solo prenderlo per mano ed indicargli la giusta direzione, ma l’ultima decisione M. Luisa, spetta a tuo marito. Potete inviare le vostre domande a Maurizio Figus tramite e-mail maurizio.figus@tiscali.it oppure per posta alla redazione di S&H.

“Classico luogo comune, chi è che non lo sa?!” Non voglio far polemica nell’azzardare che quasi sicuramente farai parte anche tu della cerchia di persone che la pensano così, ho indovinato? Che pensano che nessuno possa insegnare loro come comportarsi nella vita, che le difficoltà già affrontate fino a questo momento siano state sufficienti a far maturare un senso di responsabilità individuale. Se tutto fosse così semplice, come potrei darti torto? Ma ti sei mai fermato a pensare quante giornate compongono la vita di un individuo che vive cento anni? Beh, il calcolo è facile, 36.500 giorni. Sembrano tantissimi vero? Ora immagina un grosso cronometro appeso ad un muro con le cifre rosse e con il conto alla rovescia; o meglio una grossa clessidra con 36.500:00:00:00:00 di granelli che cadono ad ogni micro istante, una frazione di secondo. Quindi diventerà 36.499:23:59:59:99 e mentre leggi sarà già d i v e n t a t o 36.499:23:59:56:10 e così via. Immagina di vederlo scorrere, immagina i centesimi di secondo che velocissimi scorrono e i secondi che scandiscono il ritmo. Immagina quei granelli che uno dopo l’altro vanno giù e non possono più tornare indietro. Quanto pensiamo di vivere ancora? Facciamo una settantina d’anni anziché cento? Bene tra il minuto che è trascorso nel leggere e i trent’anni che decurtiamo diventerà 25.449:23:59:55:00 mmm… direi che è diminuito drasticamente che dici? Ora concedimi di togliere 10 ore al giorno tra riposo, semafori, allacciarsi le scarpe, necessità, etc. Non credo di esagerare. 14.803:15:46:29:50 che dici? Basta così o togliamo anche i tempi nei quali litighiamo con qualcuno, guardiamo TV spazzatura, stiamo li a

roderci il fegato per chissà quale motivo? E quei momenti in cui ci stiamo annoiando e giriamo a vuoto? No no, direi di non togliere più nulla. Rifacendo i conti i nostri settanta anni (sicuri?) che ci rimangono sono diventati quaranta. “E dopo tanta matematica”, ti starai chiedendo: “dove vuoi arrivare?” Ma ormai lo sai benissimo dove voglio arrivare. Voglio che tu ti renda conto che non hai molto tempo per le stronzate, non hai molto tempo da perdere in cose inutili. Molte persone con cui ho lavorato mi dicono: “Ma ci sono delle cose che sono costretto a fare e sono delle cose inutili”; intanto se sei “costretto” a fare qualcosa, già significa che c’è qualcosa che non va. Ma a parte questo, su cui torneremo, vorrei ora analizzare con te quali sono le cose inutili che fai e soprattutto voglio che tu risponda ancora alla fatidica domanda, ora: se una cosa è inutile che senso ha farla? Dico sul serio. Se fosse davvero inutile non la faresti non credi? C’è una storiella sarda che parla di due fratelli contadini: il più grande si alza prestissimo ogni mattina e con grandi sacrifici cura la vigna, la coltiva, bada al bestiame e al tramonto rientra a casa; l’altro si alza tardi, si gode - diciamo così - i frutti della vigna, passa le giornate oziando e al tramonto torna a casa ubriaco. Un giorno il fratello maggiore comprò per sé un’automobile e il suo fratello minore, un po’ invidioso, gli chiese dove avesse trovato i soldi. “Basta alzarsi presto la mattina”, gli rispose quello con una certa durezza. Dopo qualche tempo il perdigiorno vinse una fortuna alla lotteria e tornò a casa milionario. Il fratello maggiore chiese come si fosse procurato tanta ricchezza, e quello rispose: “Quello che importa non è svegliarsi presto, ma indovinare l’ora!”


S&H

25

da Triò - Sassari sono stati i disagiati, sempliQuacemente Peppe finiscila di dire cavolate. Giù S. ti amo tanto, By Monia. una squadra illegale. er Monica ore 22: ciao amora, fammi vivere nuovamente ia moglie Anna S. è la luce che Sandra le tue passioni, baci Pasqualino Pnon vogliamo viste siamo ad un Millumina ogni giorno della mia centimetro l’una dall’altra e ci stia-

detto pisellino. Sandra: mi hai lasciato e per questo non posso perdonarti. Tuo Gigetto peloso. andra ti amo. Tuo Pino detto cocimilovo. Manu: ciao tesora, siamo al Triò e stiamo per mangiare, dopo andiamo al 3° pettine a cantare, ti voglio tanto bene anzi “I lo lo lo love you patata”. Wolly: amò I lo lo lo love you. P.S.: mangia piano. Ti amo piccolo mio. Manu. ooh vero verò? Siamo arrivati al Triò affamati di schifezze! Giuseppe lascia stare il pollo e molla la sigaretta.

x

S x x

O

mo scrivendo, ah ah ah dopo la pappa al Triò si va a cantare. Ti voglio bene amora mia. Manuela. orrei dire solo una cosa, che amo follemente mio marito Alessandro che è l’unica cosa bella e significativa che mi è capitata nella mia vita, ricorda sei stato un mio sogno ma ora sei la realtà dei mie giorni. Ti amo da Anna S. 0/05/2010 siamo al Triò io (Miky), Mary, Miky, Alessandro, Salva e Anto. Ciao a tutti. 0/05/2010 sono qui con la mia bellissima amichetta e la sua cuginetta che ha un bellissimo nome… Michela come me! Un bacio a tutte e due.

V

3 3

vita. Ti amo sgubina. oglio ringraziare il destino per avermi fatto incontrare nel mio cammino persone speciali, persone vere a cui anche se conosco da pochi mesi voglio un bene dell’anima… persone di cui mi posso fidare a cui darei in mano la cosa più preziosa che ho perché sono sicuro che la custodirebbero con il cuore. Vi voglio un mondo di bene. (Mario, Ilaria, Marco, Jessica, Claudia) by Dany. iamo qui al Triò, un saluto a cabbi ruiu e a Fabio sono spiacente… perdonami ah ah ah! hanel sei una terrorista bastaaa! Fai da brava. Un bacio mamma.

V

S C


26

S&H

da Los Cornetteros - Sassari uomini sono come incantatori di balletto classico: che pecIo e te spero per sempre. x F. da P. Gliserpenti. Percatoil centro a Giugno finisce il corso di Stefano donnaiolo 67. ti voglio, ti pretendo! E’ inutiiocco di neve sei fuso e drago di danza classica, stare due mesi ferma è un po’ noioso ma il prossimo anno farò Iole non che dici di no, io questo amore Fpiù. Ciao belli bè. il saggio, che gioia. Continuerò a ringralo pretendo. aka waka this is the time for ziare Annamaria, Amalia, Natalie le mie anno che passa, un anno in WAfrica, che figura di m… l’Italia compagne perché ci siamo sostenute, Unsalita che senso si vuoto che brutta ferita, delusa da te, da me… da quello che non ti ho dato mai! u la mia tentazione, prima o poi cederò. Baci tesoro mio. te amore mio che sai comprendermi e amarmi come nessuno ha fatto mai. Ti amo R. erata a La Scala andata a buon fine per l’etero ouu, sono riuscito a rimorchiare una donna. Etero 1 gay 0. 10 giorni dagli esami. Un bacio ai miei mitici prof. che non hanno capito niente ah ah ah, ciao. P.S.: vado agli esami con 16 punti di credito, incrociamo le dita.

T x

S -

pareggia anche con la Nuova Zelanda. ggi 06/06/2010 grazie alle mie amiche Raffaella e Claudia per una bella giornata al mare e grazie per i consigli. Una vostra amica da anni. er Stefano il donnaiolo: mi spieghi il motivo per il quale ti brucia tanto il mio ex? Che male ti ha fatto? Ti crea qualche problema se nel mio cuore c’è posto per Sandro P. e per te no? Con questi messaggi non facciamo altro che litigare, non è bello. Io sono serena e felice. Tu lo sai che ti dico la verità, a 43 anni non posso cambiarti, dipende solo se tu lo vuoi.

O P

tra alti e bassi si cresce e si va avanti. Grazie. Una allieva costante. opo tutti questi mesi ancora ti penso e tu con lei… mi devo liberare di te. Ti voglio odiare ma non ci riesco. iocco torra lu gani e non mi zi arriggà la scimmia a casa che si affarra cu ra iatta! By Tore e Fabrizio. Caa cantu è bona la cassiera ouu. er il Bar Oblio: la mia migliore cioccolata e colazione! Un grazie a Loredana per i buoni consigli, meglio seguire la buona strada che andare nella strada della perdizione! Una cliente fissa e sincera.

D F

P


S&H

Sassari e dintorni ANTICA POSTA Via Torre Tonda, 26  079/2006121-079/2005877

J z Y Vsab,dompranzo Via Sardegna, 3  079/200075

z e

V domenica

Viale Dante, 31

J z Y Vsab,dompranzo

CARHIBA Piazza Caduti del Lavoro CENTRAL BAR Emiciclo Garibaldi, 13

Via degli Astronauti, 21

E e J

V domenica

Predda Niedda Strada 19  079/260381

 079/3758115 BIRRZERIA Via Duca degli Abruzzi, 23  079/2859098 CAFÈ CARLOTTA Predda Niedda Strada 18  079/2678028 CAFÈ COCO LOCO Viale Italia, 7/f CAFÈ ZIÑHO Piazza Castello, 9 CAFFÉ DEGLI ARTISTI Via Rizzeddu, 3 CAFFÈ DEL POPOLO

V nessuno

Via Amendola, 14 CAFFÈ DUEMILA

V nessuno

Via Amendola, 70  079/212252 CAFFÉ EUROPA Via P.ssa Maria, 36  079/218540 CAFFÉ IMPERIAL Via Carbonazzi, 18  079/274247 CAFÈ ITALIANO Via Roma, 38 CAFFÈ LA BULA Via Savoia, 46/D  079/371159 CAMELOT RISTO PUB Via S. Satta 23  339/5419872

CHICO LOCO Via Camboni, 9 - Li Punti  079/399103 COFFEE & BREAK Piazza Azuni, 19/a  079/2009061 COUNTRY CLUB Via Monte Bianchino  349/7136317 DA CARLO Località Bancali  079/309773 DADA Via Carlo Alberto, 2  079/5904654 DAVIDSON CAFÈ

E e J V domenica Cortesantamaria -  079/200185 C.C. La Piazzetta -  079/260458 DIDÒ L.go Pazzola, 8 -  079/2006089 DI FRONTE AL COMUNE

E e J

HELENA Via Zanfarino, 2/f -  079/272341 IL MUFLONE

z e

V nessuno

Viale Italia, 3/b  079/236603

CHEERS

ASTERIX 2

E e J

CAPO DI SOPRA

 079/272322

ASTERIX

E J b

CAPITAN UNCINO Piazzale Segni  079/278800

V domenica

Cortesantamaria - Piano Piazza  079/2015064 ELLAS Via Usai, 33 -  368/3537404 GUSS CAFÉ Via Perantoni Satta, 23 GUSTA’VINHÒ’S Via Turritana, 11 -  079/200250

IL POMODORO Via G. Bruno (Li Punti)  079/397379 IL POSTO Via E. Costa, 16 -  079/233528 I TRE LEONI Località Bancali, 218  079/308041 - 334/3341486 JESSE JAMES “Il Vialetto” - Predda Niedda  079/262186 JOY JOY’S CAFÈ Via Coradduzza, 45 LA PERLA ROSA Via IV Novembre, 63  079/281255 LA PINTA

e z Y

V martedì

Via A. Saffi, 27

LA SPIGA Via M. Grappa, 44 -  079/216236 LA VOLPE E L’UVA Via Giorgio Asproni, 24  079/272711 LADY DOMINI

h E

V nessuno

Via A. Deffenu, 3/f MOOVIDA CAFÈ Via Pasquale Paoli, 9  079/2009060 OBLIO SNACK BAR

E e

o

V domenica

Via Porcellana, 3/B  079/237860 OMAR CAFÈ Via Giagu, 1  349/1036822 PANCHO VILLA Viale Porto Torres, 5  079/261274 - 348/5577907 PANPIZZA

J z Y

V nessuno

Viale Mancini, 35  079/4921129 PAOLINO

C.C. La Piazzetta -  079/262252 PROF. PANE GROSSO Via Luna e Sole, 1/e  079/291084 PROGETTO SPORT

E e b nessuno

Via Napoli, 35  079/270414 LE CONCE Corso Angioy, 26  079/230333 LE TRE CARAVELLE Via Civitavecchia, 12  079/274869 CAFÈ LILA

E e V nessuno C.so Margherita di Savoia, 31  347/0463958

LOS CORNETTEROS CAFFÈ

V domenica J Cortesantamaria -  079/233921

 079/236903

J e z V

27

X ENDAS

Viale Porto Torres, 16  079/261991 QUIKKO

V mart. sera J z Via Carlo Alberto, 14  340/6509003 RAFAEL CAFÈ

E e b

V nessuno

Via Asproni, 40 REGINELLA Via Catalocchino, 1  079/5621492


E Bar

J Paninoteca  Birreria  z Pizzeria



Alghero

RIC. LOTTO 47 - TOTOCALCIO SUPERENALOTTO - TOTIP

V domenica Via Carbonazzi, 18  079/274247 RUSTAM

e z V mart. sera Via Carlo Alberto, 10  079/239184 SAMUEL GIÒ PIZZA

J z Y

V nessuno

Via Baldedda, 17  079/2598890 SCALODERO

e z V martedì Via Siotto Pintor, 2/F  345/4129965 SOLIN SNACK BAR Via Vardabasso, 5/b TRIÒ

J z

V giovedì sera

Via Galileo Galilei, 39  349/7673766 TRIS BAR Via Tempio, 17 -  079/271240

j

Disco



b

ALIGA PIZZA EXPRESS Via Togliatti, 30  079/9738256 BARAONDA Via Principe Umberto, 75 BONTA’ SARDA Via R. Sanzio, 13 -  079/984860 CAFÈ TEATRO Via Principe Umberto, 23/25  079/4816252 CASABLANCA Via Principe Umberto, 78  079/983353 L’INCONTRO Località Galboneddu  079/986978 DAPS Via F.lli Cervi, 16 -  079/950050 DIVA CAFÈ P.zza Municipio -  079/982306 IL MILESE Via Garibaldi, 11 L’AMBAT CAFÈ Bastioni Cristoforo Colombo, 1  079/9731052 LA LANTERNA Via Giovanni XXIII, 82  079/978556

Live music



Y



e Ristorante

LA MOSCA BIANCA Viale Europa, 70  079/3075020 LA PERGOLA Viale I Maggio, 3 -  079/950531 LES ARENES Via Lido -  079/985522 LOS CORNETTEROS Via G. Ferret, 47 LU CASAL Via De Giorgio -  079/951175 PANCHO VILLA Via Carbia, 13  079/982932 - 345/3058584 PASSAPAROLA Via G. Ferret, 35  333/9118615 - 380/5134643

J z Y

V nessuno

Piazza Ginnasio  079/975177 POCO LOCO Via Gramsci, 8 -  079/983604 RAMBLAS Via Don Minzoni -  079/9893073 TRE TORRI Largo S. Francesco, 5  079/9735057 

X

o Gelateria

Porto Torres e dintorni BALAI CAFFÈ Lungomare Balai, 70 FALÒ CAFÈ Via del Mare, 10 -  079/5902793 FUORI ORARIO Piazza XX Settembre, 7 IL GALEONE

E e z V martedì Via Lungomare Balai, 48  347/9148456 LA ROSA DEI VENTI

e z Y

V nessuno

Via Ettore Sacchi

PATA PIZZA

Domicilio



 079/502590 PAPILLON Via Falcone e Borsellino, 8  079/5048158 PIAZZA GARIBALDI

e z

V nessuno

Piazza Garibaldi  079/501570 SAN GAVINO Piazza Marconi, 12/a  079/510300

Circolo privato



V Chiusura


a cura di Daniele Dettori

Sapori&Dintorni

29

Come preparare l’insalata di riso L’insalata di riso è molto semplice da preparare ed è particolarmente adatta come piatto unico per le giornate afose o come portata da picnic. Per 4 persone bollite in acqua salata 400 grammi g. di riso parboiled, scolatelo e versatelo nell’insalatiera. Aggiungete della maionese (senza esagerare) e mescolate il tutto. Aggiungete poi della verdura a piacere tagliata a dadini (vi consiglio carote, piselli, cetrioli, pomodorini, e peperoni) e un uovo sodo anch’esso tagliato a dadini. A piacere potete aggiungere della senape e qualche goccia di succo di limone. Mescolate ancora una volta e lasciate riposare in frigo per un paio d’ore. Buon appetito!

Sapori & Dintorni Risate... di gusto

Finalmente è arrivata l’estate! Il sole splende, le spiagge invitano a un tuffo nell’acqua cristallina e in cucina si preferiscono cibi freschi e leggeri. Niente di meglio, allora, di un buon piatto di riso per mantenersi in forma senza rinunciare al piacere del gusto: questo cereale può essere infatti condito in un’infinità di modi, tutti molto appetitosi, che lo rendono adatto per qualsiasi palato. E se, bilancia alla mano, con il riso ci prepariamo un’invitante insalata, l’acquolina in bocca è assicurata! Ma quale storia c’è dietro i piccoli chicchi che tutti conosciamo? Il riso è una pianta di origini asiatiche molto apprezzata in tutto il mondo per le sue qualità nutritive e benefiche per l’organismo. Sono stati rinvenuti alcuni reperti che dimostrano come già più di 7000

anni fa l’Oryza sativa (nome scientifico della pianta del riso) fosse coltivata nell’Asia orientale e in alcune zone della Thailandia. Anche gli antichi romani la conoscevano ma preferivano usarla a scopo terapeutico e la impiegavano per la preparazione di infusi e decotti. La coltivazione del riso richiede molta acqua e viene effettuata in grandi distese di terra, talvolta suddivise in vasche. Nel mondo, si producono oggi circa 550 milioni di tonnellate di riso ogni anno rendendo questo cereale una delle fonti di sostentamento più importanti dell’umanità. Fra le innumerevoli tipologie di riso esistenti e coltivate al mondo, le più diffuse oggi in Italia sono la carnaroli (che si distingue per la sua maggiore quantità di amido ed è usata per la preparazione del risotto), la arborio (dal chicco più piccolo e morbido), la basmati (originaria dell’India e dai chicchi lunghi, gustosi e

fragranti), il parboiled (che non è una varietà a sé ma ha subito dei trattamenti particolari per cuocere più velocemente e contiene più sostanze nutritive), e diverse altre qualità sia di importazione che di produzione italiana. Il riso è un alimento estremamente versatile e si presta a diverse ricette che lo vedono protagonista come antipasto, portata principale, condimento e persino come dolce. Ne è un ottimo esempio il gelato di riso, gustoso, dietetico e consigliato a chi soffre di celiachia. Recentemente sono nati diversi prodotti che permettono di fondere il benessere del riso con il sapore di altri cibi. Per esempio la pasta di riso, che comprende gli spaghetti, le bavette, e altri formati come la pasta corta; ma anche il latte, adatto per chi è intollerante al lattosio; i crackers e i biscotti, il pane, l’olio e il cioccolato.


30

SPORT

di Marcella Marongiu La tanto sospirata promozione nella massima serie, un sogno atteso 50 lunghissimi anni è finalmente diventato una meravigliosa realtà! Dopo 32 anni una squadra sarda torna nella serie A di basket. Dopo la Brill Cagliari, tocca alla Dinamo Banco di Sardegna di Sassari riportare l’isola nel campionato di massima serie. E pensare che solo qualche anno fa la Dinamo combatteva per non finire in serie B. E dopo una stagione prima dominata, poi gettata al vento, ed infine ripresa sul fil di lana, la Dinamo raggiunge il traguardo tanto agognato: la promozione in Serie A, proprio nell’anno del cinquantennale. Ma vediamo dove eravamo rimasti. La Gara 2 delle semifinali di Playoff del campionato di basket di Legadue si chiude con il punteggio di 86-77 per la Fasteweb Casale Monferrato. La formazione di coach Crespi espugna il campo della Dinamo Sassari e ribalta il vantaggio del fattore campo. Ora si è sull’1-1 e Casale avrà l’opportunità di sfruttare l’occasione di due gare casalinghe per chiudere la serie ed andare in finale. Dopo due quarti equilibrati, la differenza la fa uno straordinario 3/4 in cui Casale piazza un + 9. Un vantaggio che la Fastweb riuscirà a portare sino al termine. Dopo un incontro giocato palla su palla e condotto dignitosamente dai ragazzi di coach Meo Sacchetti, Sassari entra nell’oblio sul finale e perde la Gara 3 per 76 a 86 sulla Fastweb Casale Monferrato. Un crollo bruttissimo per i biancoblu che si portano sull’1 a 2 a favore dei casalesi. In Gara 4, sempre di Semifinale, la Dinamo torna ad essere la squadra del girone d’andata, spumeggiante e più aggressiva in difesa, anche se patisce un po’ il loro gioco in pick’n’roll. Una buona partita, con 100 punti fuori casa, a dimostrazione del carat-

tere dei giocatori biancoblu in una gara decisiva. A Casale la Fastweb si è incredibilmente lasciata sfuggire l’opportunità di chiudere la serie, perdendo per 100-86. È la squadra sassarese ad imporsi con il punteggio di 57 a 54 sui casalesi in una Gara 5 intensa ed in costante equilibrio, risolta all’ultimo secondo da un tiro di Marcelus Kemp (+22) che manda in delirio il PalaSerradimigni di Sassari. Si va in finale con la Prima Veroli per la promozione in serie A. La finale comincia male, una sconfitta pesante e senza nessuna giustificazione. Vince la Prima Veroli per 95-82, per manifesta superiorità. Il Banco di Sardegna per tre quarti di partita è assente forse stanco per le precedenti gare e quando cerca di rianimarsi è troppo tardi. In Gara 2 i ragazzi di Coach Sacchetti si riscattano prontamente dalla sconfitta portandosi sull’1-1 e si affidano alle successive gare casalinghe in terra sarda giocando sul fattore campo. Gara 2 finisce col risultato finale di 88 a 90 per Sassari che sa essere

concreta e cinica, ma soprattutto capace di dare il massimo in una gara praticamente decisiva per le sue sorti di sopravvivenza nella serie. Finalmente Sassari riesce a espugnare il palasport ciociaro dopo un match d’esordio dove sembrava che la finale fosse saldamente in mano alla Prima Veroli. Il Banco di Sardegna ha scacciato grazie a Jason Rowe l’incubo di un’altra Gara 3 maledetta, dopo quella persa all’ultimo possesso lo scorso anno con Soresina (Troy Bell che soffiò il pallone-partita proprio a Rowe). Il lavoro umile di gente come il capitano Manuel Vanuzzo e giovani come Baldassarre hanno segnato il successo della squadra sassarese che si impone per 86-79 strappando il match ball. Davanti ai suoi caldissimi 5000 tifosi la Dinamo sogna e fa sognare dimostrando di essere un gruppo unito e compatto. La Dinamo affronta e vive la sua partita più lunga in una Gara 4 emozionante ed indimenticabile per tutti. Prestazione maiuscola del Banco di Sardegna Sassari che sconfigge la Prima Veroli per 99-78, conquistando così la storica promozione in A1. I biancoblu confermano la propria superiorità arrivando al 3-1 che li porta nella massima serie, a un passo dai 100 punti che stende la Prima Veroli. La partita comincia con alti e bassi. La Dinamo parte bene, portandosi in vantaggio e arrivando alla fine del primo quarto sul 26-15. Ma Prima Veroli non ci sta e si aggrappa tenacemente alle ultime speranze di acchiappare la promozione recuperando e addirittura chiudendo il secondo e terzo quarto sul 43-38 e 65-63. A volte è riuscita persino a portarsi in avanti. È Jason Rowe che trascina la squadra nell’ultimo quarto e riesce a portare la Dinamo a un vantaggio di +19 a soli due minuti dalla fine. Il PalaSerradimigni esplode ed il fischio finale porta all’invasione di campo di tutti i tifosi! È A1! Grazie Dinamo!


Sassari & Hinterland - Luglio 2010  

Sassari & Hinterland - Luglio 2010

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you