Page 1

Poste Italiane S.p.a. - Spedizione in abbonamento postale - D.L. 353/2003 (conv. in L. 27/02/2004 n° 46) Art. 1 comma 1 LO/MI - N. 11 dicembre 2016

COPPA ITALIA CONTINENTALI JACK RUSSELL SEALYHAM TERRIER TROFEO PAOLO CICERI

“organo ufficiale ENCI”

dicembre 2016


Samoiedo. Foto Silvia Nieto.

tante piccole storie...

Volpino Italiano. Foto Odilia Piscedda.


SOMMARIO Notizie ENCI Il Jack Russell nella leggenda Selene Magri Il Sealyham, Terrier felice Lisa Novali Fu così che i lupi divennero cani R.F. Don Bosco, il grigio e i masnadieri Rodolfo Grassi Notizie dall’estero Paolo Dondina Bergamo-Lecco. Rosalia è la più bella Sergio Scarpellini Crotone. Cinofili e Riesenschnauzer sul podio Monica Bolignano Treviso esordio con successo Mariolina Zanandrea Malpensa dei record Rosita Trotti

4 8 12 16 18 20

38 42 44 46 47

Ai Bracchi Francesi la Coppa Italia Marco Ragatzu Coppa Europa Setter Irlandesi. Gimac Willy fa vincere l’Italia Cesare Maurizio Valvo All’Italia la Coppa Vizsla Alessandro Poggini Trofeo Ciceri. Hariette Regina di Montagna Claudio Trentin I Breton s’inchinano a Deasy e Jago Giorgio Bellotti

26 CHI E DOVE

30 32 34

49 I successi 55 I club 62 Gli allevatori

PER I GRUPPI CINOFILI

TEMPI DI CONSEGNA DI TESTI E FOTO

Si informano i Gruppi Cinofili ENCI che all’interno de “I Nostri Cani” sono disponibili gratuitamente pagine dedicate ai resoconti delle Esposizioni Internazionali e Nazionali. Per avere informazioni riguardanti gli aspetti tecnici e le modalità d’invio, contattare la redazione: redazione@enci.it - tel. 0270020358

Pubblicità expo con giuria: entro il giorno 3 del mese precedente l’uscita (es. 3 novembre per pubblicazione in dicembre) Pubblicità expo senza giuria: entro il giorno 5 del mese precedente l’uscita Articoli: previo accordi con la redazione Rubrica club: entro il giorno 5 del mese precedente l’uscita, in merito allo spazio disponibile Successi: in ordine di ricevimento, in merito allo spazio disponibile inviare a redazione@enci.it Si ringrazia per la collaborazione


Notizie ENCI

ASSEMBLEA GENERALE DEI SOCI ENCI Con riferimento all’elezione del Consiglio Direttivo ENCI eletto in data 22-23 aprile 2016, al fine di integrare il Consiglio stesso con un consigliere facente parte della sezione Soci Collettivi, preso in esame le norme statutarie e regolamentari dell’Ente, considerata la presentazione nella precedente riunione assembleare di una unica lista e, pertanto la conseguente mancanza del primo candidato non eletto, ha deliberato quanto segue: 1. di avviare l’apertura del procedimento elettorale per la nomina di un consigliere rappresentante dei soci collettivi, secondo le previsioni dell’articolo 12.4 e 12.5 del regolamento di attuazione dello statuto, e in analogia a quanto già messo in atto per l’assemblea dei soci del 18-19 aprile 2008 e 1-2 aprile 2011; 2. di dare immediata notizia di quanto sopra ai Soci Collettivi aventi diritto al voto, mediante pubblicazione della presente delibera sul sito internet dell’ENCI e sul giornale sociale I Nostri Cani. CONVOCAZIONE DELL’ASSEMBLEA GENERALE DEI SOCI Ai sensi dell’art. 9, commi 4, 5 e 6 dello Statuto Sociale, si comunica che l’Assemblea dei Soci dell’Ente Nazionale della Cinofilia Italiana è convocata in Milano presso l’Hotel Michelangelo Via Scarlatti n. 33 tel. 02/67551 alle ore 20,00 di venerdì 28 aprile 2017 in prima convocazione e il giorno 29 aprile 2017 nello stesso luogo alle ore 9,00 in seconda convocazione. L’Assemblea è valida in prima convocazione quando siano presenti o rappresentati almeno la metà dei voti spettanti alla titolarità dei Soci; l’Assemblea sarà valida in seconda convocazione qualunque sia il numero dei Soci presenti o rappresentati. 4

ORDINE DEL GIORNO: PARTE ORDINARIA 1. Relazione del Presidente sulla gestione dell’anno 2016; 2. Relazione del Collegio dei Sindaci al Bilancio Consuntivo 2016; 3. Approvazione variazioni al Bilancio di Previsione 2016; 4. Approvazione del Bilancio Consuntivo 2016; 5. Programma Generale dell’attività dell’Ente nel 2017; 6. Approvazione del Bilancio di Previsione 2017; 7. Elezione di un componente del Consiglio Direttivo - sezione Soci Collettivi -. Possono partecipare con diritto di voto soltanto i soci in regola con la quota sociale 2017. In caso di impossibilità, i soci Allevatori e i Presidenti dei Gruppi Cinofili e delle Associazioni Specializzate potranno far pervenire la loro delega entro lo ore 17,30 del 27 aprile 2017 alla sede ENCI di Viale Corsica 20 in Milano, fax 02/70020323, secondo quanto disposto ai commi 4 e 5 dall’art. 10 dello Statuto Sociale. Relativamente al punto 7 dell’ordine del giorno hanno diritto di voto i Presidenti dei Soci Collettivi. che in caso di impedimento potrà essere sostituito dal Vice Presidente, oppure, per delega, attribuita dal Presidente ad un Consigliere o altro Socio dello stesso Gruppo o della stessa Associazione. (art. 5 Statuto Sociale ENCI). ELEZIONE DI UN MEMBRO DEL CONSIGLIO DIRETTIVO DELL’ENCI La modulistica da utilizzare (1), (2), per la presentazione del candidato quale membro del Consiglio Direttivo dell’ENCI è scaricabile dal sito www.enci.it.

REGOLAMENTO DELLA PRESENTAZIONE DEL CANDIDATO AL CONSIGLIO DIRETTIVO ENCI Le candidature devono essere depositate a mano presso la sede dell’ENCI Viale Corsica 20 in Milano entro le ore 17.30 di lunedì 27 febbraio 2017. Il deposito dovrà essere effettuato dal candidato o da persona dallo stesso delegata per iscritto. Della documentazione presentata all’ENCI verrà rilasciato verbale di consegna controfirmato dal depositario. All’ENCI dovrà pervenire l’originale della dichiarazione di accettazione della candidatura sottoscritta dal candidato (1), compilata preferibilmente utilizzando l’apposito modulo distribuito dall’ENCI (1), a mani o reperito sul sito. Il tutto dovrà essere accompagnato dalle sottoscrizioni dei Presidenti dei Soci Collettivi a sostegno della candidatura (2) e del relativo programma. Le firme di sostegno possono essere raccolte anche a mezzo fax utilizzando preferibilmente, anche in questo caso, gli appositi moduli (2), forniti come sopra detto, e comunque compilati tenuto conto di quanto previsto agli artt. 12.1 lett. b), 12.6 e 12.7 del regolamento di attuazione, accompagnati dalla copia del documento di identità. PUBBLICAZIONE DELLE CANDIDATURE (ART. 12.5) Non meno di trenta giorni prima dell’assemblea, verificata a cura degli uffici dell’ENCI la regolare presentazione delle candidature secondo quanto sopra riportato e l’eleggibilità dei candidati, tutte le candidature ammesse ed i relativi programmi vengono pubblicati sull’organo dell’ENCI e sul sito web.


Notizie ENCI Il Natale per noi, gente di cinofilia Alle vostre famiglie ed a Voi tutti auguri sinceri per un altro anno operoso, sereno e pieno di successi “Se ci diamo una mano i miracoli si faranno E il giorno di Natale durerà tutto l’anno”. Gianni Rodari L’inverno nella cinofilia porta progetti e speranze ed il Natale li santifica per tutti rendendoli veri soltanto per quanti hanno buona volontà di realizzarli. Accada, è l’augurio del Consiglio Direttivo e mio, per ciascuno delle migliaia che animano la grande famiglia ENCI: dagli adulti ai bambini e da quanti, impegnati con i propri cani, partecipano alle ansie, illusioni e speranze per traguardi da raggiungere ed a tutti coloro che danno vita ai giorni carichi di aspettative delle esposizioni e delle prove. Il tempo trascorso - il Natale impone un bilancio fatto non solo di emozioni - è stato fervido di iniziative e di proposte ma anche generoso di traguardi raggiunti dagli allevatori e, più in generale, dal grande popolo di questa nostra cinofilia in costante crescita. Abbiamo vinto importanti battaglie per conquistare spazio in un mondo che non sempre ci è favorevole ed è stata una vittoria silenziosa a cui vogliamo aggiungere nei giorni a venire tante altre conferme nella Società Civile, fra la gente, dimostrando che, nella scelta del cane di razza, sentimento e ragione camminano insieme lungo una strada che ogni anno accoglie nuovi viandanti. La “crescita” delle iscrizioni al Libro genealogico lo dimostra ed è la prova di professionalità ed impegno che in altre parti d’Europa non ha eguali. Il numero dei visitatori alle esposizioni ne è diventata ogni volta una conferma veritiera. Le vittorie in confronti internazionali dimostrano anno dopo anno- e quello che ci lasciamo alle spalle ne è una nuova dimostrazione – che gli allevatori italiani hanno conquistato posizioni di prestigio da tutti invidiate. E non solo per la bellezza e la perfe-

zione dei nostri esemplari, segno di una selezione intelligente e scientificamente fondata, ma anche per la bravura dei cani nelle prove e in ogni verifica zootecnica. Spenti il rumore degli applausi per i podi conquistati, restano i nomi in vetta agli annali delle più importanti rassegne. Ed ogni vittoria individuale è andata ad accrescere il prestigio di Gente - e lo dico con orgoglio ed affetto - che si è imposta per volontà ed un pizzico di quel genio italico che molti ci invidiano. E con orgoglio autentico e tanto, tantissimo affetto che auguro alle vostre famiglie, ai vostri cari un lieto Natale ed un anno nuovo carico di soddisfazioni e di desideri che si avverino. Dino Muto

Edizioni ENCI ENCI presenta i volumi che potranno essere acquistati esclusivamente dai Soci Allevatori e dai Soci dei Gruppi Cinofili e delle Associazioni Specializzate riconosciute. A disposizione, fino ad esaurimento scorte, anche un piccolo quantitativo di volumi editi da Associazione Culturale Editrice San Giorgio. PER INFO E ACQUISTO: http://www.enci.it/documenti-e-pubblicazioni/libri

EDIZIONI ASSOCIAZIONE CULTURALE EDITRICE SAN GIORGIO:

* SUNTO DELLE LEZIONI DI ZOOGNOSTICA CANINA Autore: Giuseppe Solaro (Ed. ENCI 1958)

* IL CANE SI MUOVE Autore: Franco Bonetti e Walter Gorrieri

* LEZIONI DI CINOGNOSTICA (Ed. ENCI 1959) Autore: Ignazio Barbieri

* PSICOLOGIA DEL CANE Autore: Gilberto Fanfoni

* IL CIRNECO (Ed. ENCI 1998) Autore: Giuseppe Urzi

* L’OLFATTO DEL CANE Autore: Gilberto Fanfoni

* ZOOGNOSTICA DEL CANEZOOGNOSTICA DEL CANE Autore: Franco Bonetti

* IL CANE DA SOCCORSO NELLA PROTEZIONE CIVILE Autore: Gianni Pezzuolo

5


Notizie ENCI Bandiera Verde 2016: la Cia-Agricoltori Italiani premia la cinofilia professionale In Campidoglio, venerdì 11 novembre 2016, tra i riconoscimenti assegnati nella 14esima edizione, il Premio all’azienda agricola biologica “Il Pastore Transumante” di Dario Capogrosso, presente alla premiazione il Presidente Dino Muto hanno consegnato il Premio a Dario Capogrosso nella cornice della Sala della Protomoteca del Campidoglio. Il Circolo del Pastore Maremmano Abruzzese ha voluto accompagnare Dario. Alla premiazione hanno partecipato il vicepresidente Antonio Grasso, il segretario Mauro Di Fonzo e la consigliera Chiara Castellucci. Presenti anche il presidente della Cia di Alessandria Giampiero Ameglio, insieme alla responsabile dell’Ufficio stampa Genny Notarianni. A seguire Dario alla consegna del Premio “Bandiera Verde” due magnifici esemplari dei sui cani: Gandalf, Pastore Maremmano Abruzzese, e Apollo, cucciolone di Pastore della Sila. Ma il momento più toccante è stato nei ringraziamenti di Dario, che ha voluto dedicare il suo Premio ad un’amica, Silvia Bonomi, allevatrice di pecore di razza “Sopravvissana” di Ussita, che sta vivendo giorni drammatici per la perdita di casa e stalla a causa del terribile terremoto che ha colpito l’intera Italia centrale e che comunque non vuole abbandonare i suoi animali e tenacemente vuole continuare a fare la sua vita di pastore.

La premiazione in Campidoglio

“Bandiera Verde” allo zoonomo Dario Capogrosso, associato della Cia di Alessandria. Il Premio promosso dalla Confederazione, che ogni anno premia i “campioni” dell’agricoltura italiana, è andato quest’anno all’azienda agricola cinofila, situata a cavallo tra i comuni di Sarezzano e Tortona, esempio di tecnica e passione, dove vengono allevati principalmente Pastori Maremmani Abruzzesi ma dove vengono custoditi i “tesori genetici” delle più antiche razze italiane come il Pastore della Sila, lo Spino degli Iblei e il Cane Fonnese. Alla cerimonia di premiazione ha partecipato il presidente ENCI Dino Muto che, insieme al presidente nazionale della Cia Dino Scanavino e all’assessore all’Ambiente del Comune di Roma Paola Muraro, 6

Foto di gruppo


Notizie ENCI FIRMATO L’ACCORDO TRA ENCI E MINISTERO DELLA GIUSTIZIA

ENCI CONTRO LA TASSA SUI CANI NON STERILIZZATI

Firmato l’accordo tra ENCI e Ministero della Giustizia - Provveditorati dell’amministrazione penitenziaria di Toscana-Umbria, Puglia-Basilicata. Nasce il “master per unità cinofile in ambito penitenziario” Oscar, un bellissimo terranova di sei anni, da oltre un anno accompagna, con la sua conduttrice Cristina, i figli dei detenuti ai colloqui mensili con i genitori, in alcune strutture detentive della Toscana. Questo “gigante buono”, dall’aspetto protettivo e rassicurante, è stato un aiuto prezioso per i bambini, per superare il trauma dell’accesso all’interno del carcere, le attese, i controlli e perquisizioni, ed anche per affrontare meglio il colloquio con il genitore e, successivamente, il distacco. Questa esperienza è stata lo spunto per consolidare la presenza dei cani all’interno delle strutture detentive. Il primo passo è stata la firma, a Firenze, presso la sala Rotary all’interno del Centro tecnico federale di Coverciano, di un accordo tra ENCI e Ministero della Giustizia - Provveditorati regionali dell’amministrazione penitenziaria di Toscana-Umbria, Puglia-Basilicata, grazie al quale nasce il primo “master per unità cinofile in ambito penitenziario”, un percorso altamente qualificante che specializzerà gli operatori cinofili che andranno a svolgere attività con l’ausilio dei cani, all’interno delle strutture detentive. Un percorso che testimonia l’impegno di ENCI nella valorizzazione delle proprie professionalità, che, con questo percorso nello specifico, vengono messe a servizio di attività di grande rilevanza sociale. Molto varie, infatti, le attività che verranno svolte all’interno delle carceri, da progetti di supporto alla genitorialità, che si svilupperanno in proseguimento del percorso iniziato da Oscar, ad attività con i detenuti che aiutino gli stessi a lavorare per obiettivi e riscoprendo il valore dell’intesa e complicità che i cani sono in grado di trasmettere, fino alla formazione degli agenti di polizia penitenziaria. I cani non potranno certo risolvere tutti i problemi legati alla difficile vita carceraria, ma questo percorso attraverso il quale ENCI mette a disposizione il lavoro dei propri allevatori e le conoscenze ed esperienza dei propri professionisti, è un punto di partenza importante per la valorizzazione del cane in contesti sociali complessi. Il Presidente Dino Muto

Con riferimento all’emendamento alla legge di Bilancio presentato dai deputati Anzaldi, Cova e Preziosi volto a tassare proprietari o detentori di cani non sterilizzati, che avrebbe lo scopo di finanziare le attività dei Comuni contro il randagismo, l’Ente Nazionale della Cinofilia Italiana (ENCI) comunica che si adopererà in ogni sede e con tutti gli strumenti che la legge mette a disposizione per bloccare tale scellerata ipotesi. Non risulta sufficiente che l’emendamento specifichi che sarebbe prevista l’esenzione per “i cani di proprietà di allevatori professionali”. Se la proposta diventasse legge, infatti, verrebbero immotivatamente colpiti gli allevatori che producono annualmente un numero limitato di cucciolate e i proprietari dei cani di razza che nulla hanno a che vedere con il fenomeno del randagismo, ma che, al contrario, contribuiscono fattivamente alla diffusione della cultura cinofila in Italia. Gli allevatori che iscrivono i propri cani al Libro genealogico (professionisti o meno), i proprietari e i detentori dei cani di razza non sono certamente coloro i quali contribuiscono al triste fenomeno del randagismo. Attraverso il loro quotidiano impegno e grazie all’attenzione riposta verso l’educazione e la salute dei propri cani, con i sacrifici anche economici e nel più grande rispetto del benessere animale, favoriscono in modo determinante il corretto inserimento dei cani nel tessuto sociale del nostro Paese. L’ENCI dunque si farà promotore, anche attraverso le relazioni istituzionali di cui dispone, della tutela degli amanti dei cani e di tutta la cinofilia. Il Presidente Dino Muto

7


L’intrigante vicenda di una razza di successo

Il Jack Russell nella leggenda Lo standard di razza lo descrive così: “un terrier vivace, sveglio e attivo con espressione acuta e intelligente. Audace e senza paura, amichevole ma abbastanza sicuro.” La sua reattività all’ambiente è proverbiale e sperimentabile in ogni situazione: una palletta di energia, abile, senza paura; instancabile, affettuoso e tremendamente intelligente. L’espressione da “furbetto” ammiccante, l’incredibile agilità che dimostra sia all’aperto… che in casa…, il mantello colorato e la taglia ridotta lo hanno reso molto popolare anche se la vita in appartamento senza la possibilità di scaricare tutta l’energia che possiede potrebbe diventare di non facile gestione. Il Jack Russell è un terrier a gamba corta, un cane per la caccia alla volpe ed ai piccoli roditori, abile ad entrare nelle tane, pertanto, lo scavare è una sua prerogativa naturale. La vita all’aria aperta lo anima al punto da rincorrere anche una farfalla o una foglia che cade dall’albero, portata via dal vento. Ha una resistenza notevole nella corsa ed è anche abile nel salto… nonostante la taglia ridotta. È un cane molto affettuoso, amichevole e desideroso di imparare. Dorme con un occhio solo, ed è sempre pronto… per qualsiasi cosa divertente vogliate proporgli. Nel nostro Paese la sua popolarità è in continua ascesa, come dimostra il grafico, ed anche la qualità della selezione, nonostante i gradi numeri delle nascite, è a livelli di eccellenza. La sua storia ha riempito pagine e pagine di libri, riviste e giornali. Come spesso succede, sono sorte controversie sulle date, sui luoghi, sulle razze coinvolte durante la prima selezione. Quello che di certo abbiamo è la storia leggendaria del Reverendo John Russell, vicario di SwimBridge, nel Devon, che si presume venne in possesso del suo primo terrier mentre studiava a Oxford. In questo panorama intricato che ha conquistato migliaia di lettori, c’è un libro interessante che propone date e luoghi in una sequenza coinvolgente e a volte cruda com’era la condizione non solo dei cani ma della maggior parte della popolazione che viveva nei sobborghi di Londra o nelle campagne verdeggianti dell’Inghilterra di metà Ottocento. Il titolo del libro è: “The Complete Jack Russell Terrier” di D. Brian Plummer, e le sue pagine raccontano molto più che la sola storia del Jack Russell. Palmer, proprietario e allevatore, ha creato una lettura essenziale per tutti gli appassionati di questa razza che vogliono capire il vero carattere dei loro piccolo terrier.

Foto Chiara De Roia.

8

Eccone alcuni brani. “Si dice che il reverendo John Russell, vicario di SwimBridge, nel Devon, venne in possesso del suo primo terrier mentre studiava a Oxford. Le date di questo fantomatico fatto variano tra il 1815 e il 1819, e la storia dice che John Russell acquistò il suo primo terrier dal lattaio, sembra nel villaggio di Marston, nella contea di Oxford.


i nostri

Cani

Anno 62 num. 11 dicembre 2016

Foto Simone Santarelli.

Il cane acquistato da Russell- un Brian Plummer continua deCreata dal reverendo tipo di fox terrier- pare fosse alto scrivendo la vita nel Devon di cui porta il nome è allegro, circa 14 pollici al garrese, di pelo dell’epoca Vittoriana, dove “il vivace e sempre vigile ruvido e di colore prevalentetempo sembra essersi fermato, mente bianco, all’incirca della tae personaggi più a loro agio glia di una volpe femmina adulta. nei costumi di un secolo preLa storia prosegue raccontando che questo terrier, una femmina cedente - bizzarri, eccentrici e quasi folli - erano abbastanza codi nome Thump, sarebbe la progenitrice di tutto il ceppo - pratimuni nelle contee dell’Ovest dell’Inghilterra. Alcuni di questi camente leggendario - di terrier del reverendo”. sono amici del reverendo John, come Templar di Stowe, che andava a caccia con una scimmia legata alla sella. Inoltre il reverendo Froude, citato sopra, era a capo di una banda di malfamati Il soggetto che il reverendo usò per la monta con questo terrier è che terrorizzava i villaggi vicino alla parrocchia di Russell, rumateria di speculazione, basti dire che, a partire dal 1850, Russell bando e saccheggiando”. era considerato uno dei principali allevatori/commercianti di fox L’autore prosegue… “Questi parroci, che si comportavano come terrier nelle contee dell’Ovest dell’Inghilterra. dei criminali, erano così affascinanti, più a loro agio in un malfa“Russell era un cacciatore quasi ossessivo nella sua mania, e ci mato sobborgo di Londra che in un sonnolento villaggio della sono infinite storie riguardanti la sua espulsione da varie scuole contea di Devon, che R.D. Blackmore, autore del libro “Lorna a causa della sua aggressiva collezione di furetti, terrier e segugi, Doone”, utilizzò Froude e Radford come modelli per i suoi feroci che furono i suoi compagni di vita. e famigerati personaggi; ed il reverendo Chowne e Rambone, in Quando, alla fine, ottenne il posto di curato di George Nympton, un suo libro poco noto ma molto piacevole da leggere, The maid rapidamente radunò un gruppo di segugi e si diede principalof Sker. C’è da dire che Russell non sarebbe parso per nulla strano mente alla caccia di lontre, passando i suoi inverni ad assistere nel clima sociale dei suoi tempi”. un altro parroco cacciatore, il reverendo Jack Froude di Knowstone, nella caccia alla volpe”. Il nuovo Secolo Nell’esplorare la storia unica del Jack Russell Terrier l’autore D. “La grande moda del diciannovesimo secolo era quella di incro-

9


Foto Chiara De Roia.

ANDAMENTO DEMOGRAFICO ANNO 2006 2007 2010 2015

2453 3188 4975 5339

ciare i vari terrier britannici con i bulldog, per produrre un terrier incredibilmente tenace e resistente, ma Russell fu sempre contrario a questa idea, dato che l’inclusione del sangue del bulldog rovinava ciò che lui definì “le caratteristiche da gentiluomo” del suo ceppo. Si dice preferisse terrier dal pelo duro, visto che la maggior parte dei fox terrier a pelo liscio dell’epoca aveva sangue di bulldog tra i loro antenati. Forse è vero che preferiva terrier a pelo duro, ma sicuramente allevò anche molti cani a pelo liscio nel suo allevamento a Swimbridge. John Russell preferiva i cani con la coda intera, non tagliata. Sosteneva che la coda naturale, non tagliata, rendeva più facile la presa del cane quando lo si voleva staccare dalla preda alla quale era attaccato”. “Se John Russell avesse o meno un ceppo di fox terrier a pelo duro sarà argomento di discussione per anni a venire. Molti accusano il reverendo di essere stato un semplice commerciante, che comprava e faceva riprodurre ogni terrier che gli piacesse, aggiungendo una rendita al suo scarso stipendio trafficando con gli animali. Tuttavia, una cosa è abbastanza sicura: lui fece molto per rendere famoso il fox terrier a pelo ruvido, una delle razze più

10

diffuse ora in Gran Bretagna, ma all’epoca una cenerentola, il parente povero del fox terrier a pelo liscio. Russell, di fatto, fu uno dei fondatori del Kennel Club. Russell morì nel 1883, e suoi cani vennero sparpagliati, alcuni si dice passarono a Nicholas Snow di Oare, Staffiere. Questi divennero il ceppo originario usato da un certo Arthur Heinemann, che spesso è citato come l’ultimo allevatore dei “veri” Jack Russell terrier. Se Russell era un personaggio bizzarro, Heinemann lo era ancora di più, e oltre a usare i suoi terrier per le lontre e le volpi (era Master of Houds a Cheriton), usò le sue mute per stanare i tassi. Heinemann morì nel 1930, si dice dopo aver sperperato una fortuna di 70,000 sterline, e il suo ceppo di terrier fu letteralmente disperso ai quattro venti”.

Memoria del reverendo John Russell e della sua vita all’aperto Sin da quando l’uomo ha conosciuto la piaga di animali infestanti, sono esistite razze di terrier per combatterli. Sappiamo per certo che, nel sesto secolo, dei terrier furono dati in dono da un re tedesco ad un altro, ed è probabile che anche in Inghilterra ci fossero cani in grado di andare in tane sotterranee anche prima di questa data” (The Complete Jack Russell Terrier - Facts about Jack Russell Terrier History). “La maggior parte delle prime stampe e illustrazioni che mostrano dei terrier- incluse quelle che mostrano il cane che blocca i tunnel di fuga dalle tane - presenti nel bel libro di Sparrow “The Terrier Vocation”, assomigliano a incroci tra Cairn e terrier, con la coda intera e dal pelo duro. A quel tempo, viaggiare era difficile e avveniva lentamente,


i nostri

Cani

Anno 62 num. 11 dicembre 2016

MANTELLO PELO può essere liscio, spezzato o ruvido. Deve essere impermeabile. I mantelli non devono essere manipolati (stripping profondo) per apparire lisci o spezzati.

quindi ogni distretto tendeva ad allevare i propri terrier, molti dei quali sono gli avi di razze quali il Norwich, il Norfolk, il Cairn, il Bedlington e via dicendo” (The Complete Jack Russell Terrier Facts about Jack Russell Terriers).

La vocazione del Terrier Un’altra moda destinata ad alterare l’aspetto e la struttura del terrier britannico da lavoro fu la diffusione delle gare competitive di uccisione di ratti. Il ratto bruno, che arrivò in Inghilterra attorno al 1720, si era moltiplicato in numeri così elevati da essere non solo un grande pericolo per la salute, ma anche la preda preferita per la caccia delle classi operaie. Henry Mayhew descrive lo sport dell’uccisione competitiva di ratti come “l’ultimo sport per poveri rimasto”. Così il bulldog inglese fu incrociato con il terrier per ottenere un cane più cattivo per le gare nel ring contro i ratti. Una ponderata miscela di terrier e bulldog, con l’agilità e la velocità del terrier e l’incredibile coraggio del bulldog, fornì il cane ideale” (The Complete Jack Russell Terrier - Facts about Jack Russell Terrier Origins). A volte, al potente mix tra buldog e terrier fu aggiunto un altro

TAGLIA E PESO Altezza ideale: da 25 cm a 30 cm.

ingrediente: il beagle. “Il conte di March, nel suo Records of the Old Charlton Hunt fa cenno ad un poema che invoca l’incrocio dei beagle con dei robusti terrier, per produrre un cane con olfatto e voce; e dato che i beagle sono prevalentemente di corpo bianco, il terrier da lavoro bianco non fu troppo alterato da questo incrocio, a parte il fatto che i cuccioli erano molto più utili come terrier da caccia. Fu da questo intrico o miscuglio che il moderno Jack Russell emerse insieme al fox terrier (molti dei quali hanno caratteristiche da segugio così simili a quelle dei beagle che la discendenza da segugi è ovvia). In questo modo si è conservato l’incrocio chiamato Jack Russell, ben dentro il ventesimo secolo, e le prime mostre di terrier da caccia degli anni ‘50 furono veramente eccezionali, con una incredibile varietà di cani che veniva orgogliosamente presentata come il Jack Russell genuino. Alcuni mostravano tracce di collie, e non raramente c’era del bassotto nelle loro linee di sangue. Molti erano orrendi, ma... è bello ciò che piace, e alcuni di quei mostri si dimostrarono lavoratori incredibilmente abili” (The Complete Jack Russell Terrier Facts about Jack Russell Terriers).

L’era moderna Per arrivare ai giorni nostri, nell’anno 2000, l’Australia (dove la razza gode di una popolarità assoluta) chiede il riconoscimento ufficiale per il Jack Russell Terrier (sino a quel momento appaiata al “cugino” Parson dal quale discende). Si legge nello standard moderno. Origine: Inghilterra, Paese di sviluppo: Australia. In Italia, la Società Italiana Terrier, la più antica associazione specializzata di razza, fondata nel 1956, è messa a tutela di questo cane tanto piccolo quanto grande per intelligenza, vivacità, allegria e voglia di vivere. Selene Magri (traduzione di Matteo Rizzardi)

Foto Simone Santarelli.

11


I pregi di una razza poco conosciuta

Il Sealyham, Terrier felice Il Sealyham non è una razza antica, nel 1850, dopo aver lasciato la carriera militare, il Capitano John Edwardes, eccentrico cacciatore, decise di selezionare un cane senza paura per la caccia ai nocivi, in grado di tenere lontano dalla sua tenuta ratti, lontre, volpi, tassi e puzzole… La sua tenuta era la famosa Sealy Ham Mansion, nel Pembrokeshire tra Haverfordwest e Fishguard, nel sud del Galles. Il Capitano non ha lasciato documenti dei suoi accoppiamenti, ma di sicuro usò sia il Welsh Corgi che il Dandie Dinmont terrier come fondamento della nuova razza, principalmente per accorciare le zampe, successivamente usò il Bull terrier per la mascella possente. Più avanti, il Sealyham sarebbe stato incrociato con il West Highland per ridurre la taglia ed avere cani dal mantello bianco: i cacciatori preferivano un cane bianco che non potesse essere confuso con una volpe mentre usciva dalla tana. Il requisito fondamentale di un Sealyham doveva essere il coraggio, la tenacia, estrema sostanza racchiusa in un piccolo cane sufficientemente veloce da scavare il terreno e combattere in tana. Lo

12

scopo del Sealyham era quello di immobilizzare la preda in tana e tenerle testa finché i cani della muta in superficie non l’avessero stanata scavando: ci vuole un estremo coraggio e un cane di piccola taglia e dal corpo flessibile. Molto attivo nella selezione della razza fu Sir Jocelyn Lucas che mantenne il carattere attivo del Sealy, ma allevò cani con buon tipo, qualità e ottimo pelo: il capitano Lucas diede cani alla principessa Margaret e diverse star di film e teatro, scrisse il libro “The New book of Sealyham Terrier” ricco di aneddoti e consigli per che desiderava lavorare con un Sealyham per la caccia al tasso. Di sicuro oggi i miei Sealyham dividono volentieri il divano con me… ma non disdegnano di rincorrere uccelli, topi e lucertole se ne trovano: il Sealy è una delle più affascinati razze terrier, elegante e stiloso nella sua toelettatura con barba e frange e il pelo bianco candido, senza però aver perso la costruzione che gli serviva per svolgere il suo lavoro in tana e il carattere vivace e simpatico che ne fa un perfetto compagno in casa.


i nostri

Cani

Anno 62 num. 11 dicembre 2016

È un cane basso sugli arti, non troppo basso però da renderlo guito correttamente a mano o con coltellini appositi su tutto il poco efficace nei movimenti, con un corpo oblungo e flessibile mantello testa e orecchie, particolarmente importante strippare che gli permette di essere estremamente agile in grado di muoa mano le parti colorate al fine di non perdere la tessitura e l’inversi in spazi angusti: una perfetta combinazione di forza, potensità del colore. tenza e agilità. Forte sia nell’anteriore che nel posteriore, il collo La razza in Italia è poco diffusa. In Inghilterra l’anno scorso sono si innesta armonicamente sulla stai iscritti 113 cuccioli; i dati del linea dorsale che deve essere “The Institute of Canine Selezionato per la caccia in tana, ferma e dritta, collo che deve Biology” mostrano come in essere forte ma non pesante e Inghilterra I Sealyham raggiunha conquistato le abitazioni. proporzionato alla taglia del sero la massima diffusione negli “Ogni giorno con lui è un giorno lieto” cane. La taglia è molto imporanni ’30. tante: un Sealyham non deve essere troppo grosso, perderebbe la capacità di lavorare per lo La scarsa diffusione fa sì che i Sealyham siano sconosciuti al scopo per il quale è stato selezionato. pubblico, che non vedendone, ovviamente, non ne fa richiesta; gli allevatori, dati i pochi soggetti, devono fare lunghe trasferte Il mantello per delle monte che garantiscano una variabilità genetica sufficiente, ovviamente con alti costi e notevoli sacrifici (che siamo Il pelo è bianco e può avere macchie marroni (tan), tasso ovviamente contenti di fare per la nostra amata razza) e probabil(badger) o limone sulla testa e sulle orecchie. È composto da un mente la preziosissima cucciolata non avrà numerose richieste. sottopelo denso, fitto che protegge il cane da tutti i tipi di intemperie, il pelo di copertura è ruvido e forma una sorta di corazza. La salute La toelettatura da show è particolarmente impegnativa, la cura del mantello deve essere regolare: lo stripping deve essere eseUna patologia ereditaria che colpisce il Sealyham è la lussazione

13


TAGLIA E PESO Altezza: non dovrebbe mai superare 31 cm Peso ideale Maschi circa 9 kg Femmine 8,2 kg ma la conformazione generale, l’equilibrio dell’insieme, il tipo e la sostanza sono i criteri più importanti da tener presente.

tato della mutazione in questione. “Carrier”: eterozigote, una coppia della mutazione, “portatore sano” “Affected”: omozigote mutante, due coppie della mutazione, ad alto rischio di sviluppare la PLL. È necessario testare i Sealyham, principalmente per conoscere lo stato di salute del cane e poter monitorare l’occhio nel caso il risultato sia Affected; ma è assolutamente indispensabile conoscere lo stato del cane per accoppiamenti consapevoli, non è possibile pensare di escludere la popolazione dei portatori e degli affetti dalla riproduzione, specalmente in una razza così poco numerosa, il rischio sarebbe quello di aumentare nuove patologie ereditarie. Carrier ed Affected possono essere accoppiati con Clear per evitare di avere cuccioli affetti, si testerà la cucciolata per valutare nuovamente la PLL. del cristallino (PLL): la lente perde la sua normale localizzazione e si disloca nella parte anteriore (lussazione anteriore) o posteriore (lussazione posteriore) dell’occhio. È stata identificata una mutazione genetica associata allo sviluppo della PLL in diverse razze, in particolare i terrier; fortunatamente è stato sviluppato un test del DNA per valutare la presenza o l’assenza di questa particolare mutazione, il risultato può dire se il cane è: “Clear”: omozigote normale, non svilupperà mai PLL come risul-

Il carattere Il Sealyham è un cane felice ed attivo, un po’ clown e sempre pronto a seguirti fedele e devoto: sembra saperti leggere il pensiero tanto è il legame che si crea con il compagno umano; è amichevole con gli estranei, ma sempre devoto al padrone. È un vero terrier, in allerta, intelligente e robusto, ama starti vicino, giocare e divertirsi, ma da fiero compagno desidera rispetto. Lisa Novali

“IL MIO MIGLIOR AMICO” I ricercatori del Bassett Medical Center di Cooperstown, New York, hanno dimostrato attraverso una complessa ricerca che la compagnia di un cane aiuta i bambini a tenere lontana l’ansia. Lo strumento utilizzato è stato un questionario somministrato a genitori di bambini d’età compresa tra 4 e 10 anni Lo studio ha incluso 370 bambini che avevano cani in casa e 273 i bambini che non ne hanno mai avuto uno. Tra il 58% dei bambini con un cane, il 12 per cento è risultato positivo in un test di screening per l’ansia. Nel gruppo senza cani, il numero quasi raddoppiava al 21 per cento. “Quello che abbiamo trovato in realtà è che bambini provenienti da case con i cani da compagnia avevano punteggi di ansia più bassi rispetto ai bambini in case senza cane” spiega l’autrice dello studio dott.ssa Anne Gadomski. Alcuni tipi di ansia sono normali durante l’infanzia, come aver paura del buio, dei mostri, tuoni e fulmini, o insetti e ragni, per esempio. Il disturbo d’ansia generalizzato interferisce con il sonno e l’apprendimento: un cervello preoccupato non riesce a imparare. Per i bambini con ansia sociale, un animale domestico può davvero essere un “migliore amico”. I bambini spesso parlano con i loro animali quando qualcosa li infastidisce. Se è pur vero che l’arrivo in famiglia di un cucciolo comporta impegno e responsabilità da parte dei genitori, d’altro canto varrebbe la pena di valutare anche gli effetti benefici che un cane è in grado di elargire. R.F.

14


Fu così che i lupi divennero cani Comparsi prima in Europa e poi in Asia, vennero addomesticati dalle popolazioni di entrambi i continenti

Sappiamo con certezza che la domesticazione dei cani è avvenuta in un arco di tempo lontanissimo da noi. Da anni paleontologi e genetisti dibattono su dove e quando alcuni lupi grigi (Canis lupus) meno aggressivi furono trasformati lentamente nei migliori amici degli uomini. Ora uno studio genetico apparso su Science forse mette la parola fine alla diatriba: i cani furono addomesticati due volte, in Asia orientale (o nel Medio oriente) e in Europa occidentale. Una squadra di studiosi guidata da Laurent Frantz dell’Università di Oxford, comparando il patrimonio genetico del teschio di un cane di 4.800 anni fa trovato in Irlanda, il DNA mitocondriale di 59 cani rivissuti tra 14 mila e 3 mila anni fa e quello di 605 cani moderni di Europa e Asia, avanza l’ipotesi che la domesticazione avvenne due volte ai due lati estremi del continente euroasiatico. Oggi la grande varietà delle razze canine è stata ampliamente studiata e classificata e questa recente scoperta potrebbe ulteriormente agevolare nuovi studi sull’origine di alcuni dei principali ceppi che hanno dato origine alle razze pure. L’origine del cane è complessa e inizia con i gruppi di cacciatori-raccoglitori ben prima della «scoperta» dell’agricoltura. I resti fossili indicano che due distinte popolazioni di cani erano presenti oltre 12 mila anni fa in Europa occidentale e in Estremo oriente, ma non nei territori di mezzo a queste due aree. Tracce di cani addomesticati risalente a 33 mila anni fa furono rinvenute in una caverna sui monti Altai (Siberia) e in una grotta in Belgio. Altri dati invece portano a concludere che i cani furono addomesticati in Cina meridionale, in un’area a sud del fiume Yangtze. Con le migrazioni delle popolazioni asiatiche verso ovest tra 14 mila e 6.400 anni fa, i cani est-asiatici arrivano in Europa dove si mescolarono e parzialmente sostituirono gli originari cani europei del Paleolitico. I cani attuali sono il risultati di quei primitivi mescolamenti genetici. “Sarebbe sorprendente” ammette il primo firmatario dell’articolo Laurent Frantz dell’Università di Oxford, “perché solitamente gli animali domestici hanno una sola origine……Molti cani moderni, mostrano nel loro patrimonio genetico tracce sia dei progenitori orientali che di quello occidentali”. R.F.

16


Un frammento della meravigliosa storia della cinofilia

Don Bosco, il grigio e i masnadieri Il Santo raccontò che in alcune circostanze fu salvato da un misterioso, gigantesco cane che mise in fuga i malintenzionati. Gli episodi ricordati nelle sue memorie “Gesù sente i nostri problemi, sente le nostre debolezze, sente i nostri bisogni. Ecco la Provvidenza!” Papa Francesco Ogni cane è l’ombra lieve della storia dell’uomo e mai lo trovi antagonista. In ogni vicenda destinata alla memoria appare e se ne va e di lui resta poco più di un riferimento avvolto in un minuscolo mistero. Proprio come il Grigio, ed era la Provvidenza (così sono chiamate le azioni divine che vanno in soccorso dell’uomo) che per difendere don Giovanni Bosco dai masnadieri si fece cane. Un gigantesco esemplare di razza indefinita con mascelle potenti, ringhio spaventoso e zanne simili a quelle dell’orso. Le mostrò diverse volte e sempre convincendo i malfattori, fra il 1852 ed il 1855, a preferire la fuga rinunciando ad ogni proposito di aggressione. E fu proprio don Bosco a raccontarlo e riferire delle circostanze in cui era stato salvato. Chiamava il cane “Grigio” dal colore del mantello e “nella grossezza e nella forma assomigliava ad un cane da gregge o mastino da guardia”. Così scrive il biografo ufficiale del santo, don Giovan Battista Lemoyne dotto salesiano figlio di un medico e della contessa Angela Prasca di Genova e che fu per molti anni anche segretario del santo dedicandosi poi all’espansione della misericordia salesiana nel mondo. L’intera vicenda comparve anche, a suo tempo, su molti giornali e su Rassegna Cinofila, periodico dell’ENCI, a firma di Egidio Aliverti che svela come l’unico ritratto a carboncino al cane fatto su un racconto particolareggiato di don Bosco fosse stato donato a don Ambrogio Trezzi parroco di Vedano Olona un comune alle porte di Varese. Ed erano gli anni della presidenza di Giuseppe Solaro e di uomini ENCI oramai nel mito, da Giulio Colombo a Camillo Bosatra Casalone, dall’ingegner Luigi Delaini di Verona e molti altri che mai avrebbero tollerato l’inquinamento fra il fantastico ed il vero. Il testo infatti oltre al valore di testimonianza e riscoperta di un ritratto testimonia con quanta attenzione il periodico

ENCI fosse attento alle vicende di cinofilia allargando i suoi riferimenti non solo all’allevamento ed alla tecnica ma anche alla cultura ed all’attualità. Gli episodi in cui Grigio “salvò” il Santo sempre mettendo in fuga i masnadieri, sono molti e alcuni raccontati dallo stesso don Bosco e che si possono leggere nelle sue memorie. “… una sera del 1852 in sul tardi egli veniva a casa soletto soletto non senza timore di qualche cattivo incontro, quand’ecco farglisi accanto un grosso cane”. Nonostante l’aspetto si mostrò docilissimo e dopo aver accompagnato il santo fin sulla porta dell’oratorio se ne andò. In seguito ogni volta che don Bosco rientrava tardi spuntava ora da un lato ora dall’altro della via il Grigio e lo accompagnava a casa. Don Lemoyne nel suo libro cita i nomi degli alunni dell’Oratorio, che negli anni 18521855 ebbero occasione di vedere Don Bosco in compagnia del suo custode a quattro zampe. Riporta anche una interessante descrizione di questo misterioso cane, fatta da un certo Carlo Tomatis, che lo vide una sera verso le 21: «Era un cane dì aspetto veramente formidabile... Aveva una figura quasi di lupo, muso allungato, orecchie diritte, pelo grigio, altezza un metro». Con queste caratteristiche il «Grigio» venne infatti effigiato in un grande quadro che si trova nella Basilica di Maria Ausiliatrice in Torino. Un altro ex-alunno dell’Oratorio, un certo Pietro Grasso, volle fissare col carboncino nel 1886 la figura del «Grigio» insieme a Don Bosco. Quando il quadro venne presentato al Santo questi esclamò: «Ecco il mio Grigio!». Il cane dipinto dal Grasso ha infatti le orecchie ben pendenti (tipo bracco), figura e taglia tipiche del cane di San Bernardo. Che il «Grigio»: fosse un cane misterioso, oltre al fatto che «... nessuno e neppure Don Bosco, seppe mai donde venisse o chi ne fosse il padrone», lo dimostra un episodio

riportato nelle citate «Memorie». Don Bosco tornava una sera con un amico, giunti al Rondò (l’attuale incrocio di corso Regina Margherita, via Cigna, corso Valdocco, ecc.) l’amico si accomiatò, e tosto apparve il cane. L’amico si spaventò e, nonostante le assicurazioni del Santo sulla docilità del cane, lo volle scacciare lanciandogli contro con violenza due grosse pietre. Il cane non si mosse, insensibile «... come se non sopra il suo corpo, ma sopra un sasso avesse battuto». È interessante notare che al «Grigio» parecchie volte venne offerto del cibo, ma il cane lo rifiutava sempre e anzi generalmente non lo annusava nemmeno. Quando poi difendeva Don Bosco dagli assalti degli energumeni armati di randelli, il «Grigio» abbaiava così forte, che «... il suo pareva non il latrare di un cane e neppure di un lupo, ma l’urlare di un orso arrabbiato, sicché atterriva e assordava ad un tempo». Don Lemoyne riferisce che questo «Grigio» fu «... tema di molte indagini e discussioni, sembrando alcunché di ben curioso e insieme soprannaturale; e nessuno poté mai sapere ove si ritirasse dopo compiuta la sua missione». L’autore termina il suo capitolo sul «Grigio» con questo interessante commento: «Il riferito racconto potrà sembrare a taluno una favola. Ognuno è libero di farne quel conto che giudica. In quanto a noi reputiamo lecito e conforme a verità il credere che Iddio nella paterna sua bontà abbia voluto servirsi, di una bestia che è il simbolo della fedeltà per difendere e confortare un uomo...». Lo stesso Don Bosco, si legge in un altro volume delle citate «Memorie», nel 1870 ebbe a dichiarare: «Questo cane è veramente una cosa notabile nella mia vita! Dire che sia un angelo, farebbe ridere; ma neppure si può dire che sia un cane ordinario, perché l’ho visto ancora l’altro giorno!». Rodolfo Grassi


CAC CACIB

DOPPIA ESPOSIZIONE INTERNAZIONALE (VC) CARESANABLOT 1 E R IE IF LL E C R E V Olcenengo 10/1 Strada Vecchia per

SABATO 4 FEBBRAIO 2017 GRUPPO CINOFILO VERCELLESE

DOMENICA 5 FEBBRAIO 2017 GRUPPO CINOFILO BIELLESE

DOMENICA 5 FEBBRAIO 2017

RADUNO CANE DA PASTORE D’OROPA CHALLENGE ANGELA CIPOLLA AL MIGLIOR TERRANOVA CHALLENGE FRANCA SIMONDETTI AL MIGLIOR COCKER SPANIEL INGLESE

GIURIA CONSULTABILE SUL SITO WWW.MIGLIOREDIRAZZAREPOR T.IT ISCRIZIONI: 1° CHIUSURA 5 GENNAIO 2017 2° CHIUSURA 16 GENNAIO 2017 Il pagamento dovrà essere effettuato tramite Bollettino Postale C/C n° 85371136 Assegno Bancario intestato a Gruppo Cinofilo Biellese Via Bengasi 5 – 13900 – Biella Tel: 015/20877 Tel/Fax: 015/8491729 ISCRIZIONI ON LINE: www.miglioredirazzareport.it Iscrizioni non accompagnate da relativo importo saranno cestinate senza alcun preavviso. OBBLIGATORIO IL LIBRETTO DELLE QUALIFICHE E VACCINAZIONE ANTIRABBICA POSSIBILE CONTROLLO ANTIDOPING


NOTIZIE DALL’ESTERO Una interessante panoramica sulla cinofilia internazionale dove l’allevamento italiano primeggia nelle razze Terrier con il Kerry Blue Balboa Saladin.

USA

a cura di Paolo Dondina

luta (primo di gran lunga ed ormai imbat-

celebrare, nella cornice prestigiosa ed at-

Puli nero Gran Campione CORDMAKER MISTER BLUE SKY, vincitore nel 2016 di 61 BIS, 125 volte primo nel Raggruppamento Pastori con un totale di oltre 72 mila punti. Proprietari E. Charles, J. Beadoin, L. Pitts e P.Kelly. Seconda una Boxer fulva nata in USA, fulva, Gran Campionessa MEPHISTO’S SPEACK OF THE DEVIL con 32 BIS, 91 Gruppi e 46207 punti. Terza assoluta un’altra razza tedesca, la femmina Bracco Tedesco a pelo corto Gran Camp. VJK MYST GARBONITA’S CALIFORNIA di proprietà M. Ulrich, L. Ulrich, V. Atkinson ed A. Manning – 20 BIS, 59 Gruppi e 37448 punti. * Sempre in USA i vincitori dei rimanenti quattro Raggruppamenti sono: Hound Greyhound femmina, Gran Campionessa GRANDERN GIOCONDA con 26 BIS, 74 Gruppi, 28511 punti di proprietà di M. Steel, A. Phelan, R. Tomlin e R. Gaudet. Toy - Maschio Affenpinschers nero di proprietà D e G. Giroguard con 61 BIS, 56 Gruppi e oltre 19 mila punti. Non Sporting – Boston Terrier maschio Gran Campione SABE’S SIMPLY INVINCIBILBILE con 23 BIS, 83 Gruppi e 25113 punti. Terrier – Il Fox T. a pelo duro nato e allevato in Brasile proprietario V. Malzoni jr, di cui si è parlato nel numero di Novembre, Gran Campione COURT’S BROXDEN WHAT IN CARNATION.

(Birmingham), il decimo anniversario della sempre più fiorente partecipazione all’evento mondiale. Chi scrive ne garantisce la qualità ed il grande spettacolo avendo partecipato da giudice e portabandiera italiano sia a Las Vegas che ad Orlando. La finale verrà disputata nel grande ring d’onore (l’Arena appunto) la domenica pomeriggio del primo weekend di marzo. All’Assemblea semestrale dei Soci del KC del 9 novembre in Londra, in agenda dal Board of Directory del rinnovato Kennel Club, è stato richiesto a grande maggioranza dai Soci di disdettare l’accordo tra FCI e KC (ratificato pochi anni fa in Irlanda) quanto alle procedure da seguire per l’invito in Paesi FCI di giudici inglesi abilitati in UK ad assegnare il CC, Gruppi e BIS e viceversa per l’invito di giudici di Nazioni FCI a giudicare nel Regno Unito. L’accordo finora in vigore, prevede che i giudici internazionali abilitati al CAC, CACIB, Gruppi e/o BIS possono giudicare nel Regno Unito (Irlanda del Nord inclusa) senza particolari formalità scritte per documentare la propria preparazione ed esperienza. Dopo alcune esperienze negative a Manifestazioni di club, di gruppi o di tutte le razze con CC, gli allevatori soci del KC si sono in grande maggioranza espressi contro l’attuale sistema che non garantirebbe sufficiente preparazione ed esperienza dei giudici della FCI senza che venga compilato un “questionario” come invece devono i giudici anglosassoni ogni volta che vengono invitati a giudicare in UK! L’Assemblea dei Soci del KC ha deliberato che l’accordo con la FCI in tema di reciprocità tra giudici anglosassoni ed FCI dovrà essere dal KC entro sei mesi disdettato e sostituito da altro accordo che garantisca maggiormente la qualità dei giu-

* Montgomery Show - Il nove ottobre ul- tibile) un maschio di razza ungherese il trezzata della immensa Arena del NEC timo scorso alla Speciale Terrier più famosa del mondo il Norwich Terrier maschio Gran Campione USA TOLESIN TWICE AS NICE ha battuto circa 1500 Terrier presenti. Giudice della Razza l’icona del terrierismo mondiale Peter Green, gallese di nascita ma cittadino USA da molti decenni, già Top Handler negli USA, di 80 anni. “Tanner”, come conosciuto dagli appassionati, è di proprietà degli allevatori Lisa Sons e Joan Ecket. Handler Miss Susan De Pew. A seguire la tradizionale sfilata di tutti i Terrier migliori di razza giudicati da Dan Ericson, il flemmatico terrierista svedese allevatore di Scottish Terrier, giudice del Raggruppamento Terrier alla Mondiale di Milano, nel 2015. La razza più rappresentata in questa edizione assai affollata è stata proprio quella dei Norwich Terrier con 136 cani iscritti, di cui decine di campioni maschi e femmine. Seconda razza gli Schnautzer nani con 123 iscritti. Terzi i Kerry Blue Terrier con 113 iscritti. Vincitore dei cani iscritti in classe libera maschi è l’unico cane italiano partecipante, Balboa Saladin, grande vincitore in Inghilterra al National Terrier ai primi settembre al Birmingham Show. Quarti i 109 Soft Coated Wheaten e ben 102 Airedale Terrier quinta razza per numero di iscritti. Secondo assoluto a Montgomery un giovane Cairn Terrier non ancora campione di nome HYOHOO’S LOVE LOOKING AT HJO. Il terzo posto, in un lotto complessivo di eccellenti esemplari in piena forma, è stato assegnato all’Airedale Gran Campione DARLING LUCY IN THE SKY WITH DIAMOND. Quarto sul podio è salito il Gran Campione BRYWOOD HELNUA, un maschio Parson Russel. Sempre in USA, a poco tempo dalla fine anno, risultano in testa alla classifica asso-

20

UK

* È deciso per il 2017. La importante mani-

festazione organizzata da Eukanuba per tutti i migliori cani di almeno 40 Nazioni appartenenti alla FCI, dopo aver iniziato a Las Vegas (California) per due anni e proseguita a Orlando (Florida) per alcuni anni, per quindi approdare in Europa, ad Amsterdam in occasione della tradizionale Winner Show, verrà ospitata al Cruft’s per


i nostri

Cani

Anno 62 num. 11 dicembre 2016

dizi degli esperti stranieri appartenenti ai Paesi sotto controllo FCI. Da recenti affidabili notizie ottenute in alto loco si va facendo strada una soluzione di compromesso con requisiti immutati per i giudici anglosassoni, ma con la sottoscrizione di un contratto da parte dei giudici FCI invitati a giudicare nel Regno Unito, nel quale, sotto le comminatorie di legge in caso di false dichiarazioni, vengono fornite varie informazioni in ordine alla sicura conoscenza delle razze per le quali vengono invitati, il numero di volte che hanno già giudicato nel paese di origine o all’estero in ambito FCI la razza/razze per cui vengono invitati in Inghilterra, Galles, Scozia e Irlanda del Nord, il numero di volte ed il numero di cani della stessa razza giudicati, il luogo e la data, a quanti anni risale la conoscenza della razza, con indicazione del tipo di apprendistato e esami sostenuti nel paese di origine, infine l’assenza di divieti o limitazioni a giudicare. Ovviamente il KC avrà il controllo delle giurie anche formate da stranieri ed eserciterà il controllo a campione con regole e garanzie per tutti che dovranno essere predeterminate. Un leggero venticello conservatore di Brexit si incomincia a percepire. Ci auguriamo, almeno per il nostro mondo, che comunque tutto finisca qui. Battuti tre record di razza nell’ultimo

weekend di ottobre. Il Bull Mastiff maschio Ch. OLD MANILA’S WISKY MAC FOR OPTIMUS ha conquistato il 41 CC alla Chanpionship di Midland Counties (giudice Stuart Mallard). * “Mac” è arrivato primo in nove raggruppamenti e secondo in nove. Top Bullmastiff nel 2013 e nel 2014, anno in cui è anche salito al secondo posto assoluto per il Cane dell’anno (il nostro Cajelli per intenderci). Nato e allevato in Norvegia da Hilde Kjeldby è stato importato in Inghilterra da piccolo. Il padre è il Ch. USA Leatherneoks Stealing Hearts. La madre è Ch. Norv. e Sved. Old Manila’s Springs. Questo magnifico ancor giovane esemplare è padre di tre Camp. Inglesi assai promettenti. L’altro cane che ha raggiunto il massimo di CC per la Razza è una femmina Parson Russel Terrier Ch. ALNCROFT I SPY di proprietà di Kate Smith e presentata dalla figlia di 10 anni Jessica, ottima handler di questa cagna fin dall’inizio carriera. 26 i CC conquistati. Risulta essere ora il Top Parson Terrier di tutti i tempi, oltre che BOB a Crufts 2014. Il Parson è una razza poco diffusa nel Regno Unito e prende il nome dal suo creatore, appunto il reverendo Parson. E’ il risultato di un raffinato cocktail di razze Terrier di media altezza con arti allungati, testa con cranio piatto, orecchie triangolari portate pendenti,

muso allungato e di discreta quadratura con masseteri muscolosi, pelo tipo broken (spezzato) o da Fox Terrier (da toelettare più spesso). Maschera simmetrica bianca, occhio scuro abbastanza rotondo e con marcati pigmenti. La predominanza del bianco sul tronco e gli arti. Intelligenza vivace. Con caratteristiche differenziate rispetto al Jack Russel specie quanto all’altezza e alla lunghezza del tronco, al profilo della groppa e inserzione di coda. Il torace è più stretto, quindi con scarsa cerchiatura. Il posteriore è meno angolato anche se deve essere parimenti muscoloso e parallelo in movimento. Un secondo Terrier ha conquistato il record di CC nella razza (ben 35) il sabato 29 ottobre 2016 al Raduno nazionale inglese del Club di Razza, ove ha conquistato il BOB e l’automatico BIS. Si tratta del Soft Coated Wheatens Ch. JANEY JINUYAMS (un nome celtico? Certamente complicato) allevato da Mrs Charleston e di proprietà della fortunata Alison Fallon che, presentando il primo cane mai posseduto, ha conquistato il record assoluto di vittorie in questa razza irlandese in meno di 3 anni. Il Wheaten maschio dal nome impronunciabile è risultato infatti primo nella razza nel 2014, 2015 e fino a novembre 2016. Fantastico! Complimenti….. anche a…. tutti i pazienti miei lettori.


Notizie ENCI

CONVENZIONE ENCI-FCA Prospetto modelli FCA FIAT in promozione. Sconto minimo garantito MARCA

FIAT

Requisiti di accesso alla promozione Per poter usufruire di questa promozione è necessario essere Soci ENCI, che al momento della prenotazione del veicolo (ovvero al momento della sottoscrizione del contratto) possano esibire la tessera associativa, in grado di validare l’effettiva iscrizione all’associazione per l’anno in corso da almeno due mesi. Le vetture dovranno, pertanto, essere intestate direttamente agli Associati ENCI, quali soggetti privati o aziende. Condizioni generali di fornitura I trattamenti di sconto indicati s’intendono praticati sul listino detassato comprensivo di eventuali optional e sono cumulabili esclusivamente con le iniziative finanziarie predisposte in accordo con FCA Bank e di seguito riportate: • Be-Lease Tan 2,95% con polizza Furto&Incendio inclusa Be-Lease è l’unico prodotto leasing con la Polizza RCA inclusa nel canone che mantiene lo stesso costo per tutta la durata del contratto (con facoltà di disdetta ad ogni scadenza contrattuale come da data contrassegno): un pensiero in meno per il cliente che consente una pianificazione delle spese ancora più precisa. • FIAT Lease Tan 2,95%. • Rateale Tan 2,95% con polizza Furto&Incendio inclusa: il finanziamento classico a tasso promozionale per chi acquista un veicolo e vuole dilazionare il pagamento di tutto o parte del veicolo stesso potendo scegliere la durata contrattuale da 24 a 84 mesi. Condizioni di pagamento Ugualmente, le modalità di pagamento dovranno essere concordate direttamente con la concessionaria venditrice. Con questa iniziativa, ENCI intende offrire a tutti i Soci l’opportunità di usufruire di eccezionali sconti per l’acquisto di veicoli in grado di soddisfare le diverse esigenze di allevatori, espositori, sportivi e proprietari di cani. Moderni mezzi di trasporto in grado di garantire confort e sicurezza non solo ai passeggeri ma anche ai cani trasportati. LEPROMOZIONI SCADONO IL 31 DICEMBRE 2016

ABARTH LANCIA ALFA ROMEO

JEEP

MODELLO 500X 500L 500L LIVING 500 PANDA PUNTO TIPO SEDAN TIPO SP E SW QUBO DOBLÒ FREEMONT 124 SPIDER 500 124 SPIDER ABARTH YPSILON 5 porte MITO GIULIA GIULIETTA 4C NEW CHEROKEE GRAND CHEROKEE WRANGLER RENEGADE

% sconto a cliente 16,0 18,0 20,0 22,0 23,0 30,0 17,0 17,0 27,0 23,0 12,0 10,0 16,0 10,0 25,0 25,0 16,0 25,5 2,5 16,5 20,5 16,5 16,5

Prospetto Veicoli Commerciali FCA. Sconto minimo garantito

MARCA

FIAT PROFESSIONAL

MODELLO PANDA Van PUNTO Van 500L PRO FIORINO DOBLÒ Cargo SCUDO TALENTO FULLBACK DUCATO NEW DUCATO H NEW

% sconto a cliente SENZA permuta CON permuta

o rottamazione o rottamazione 11,0 11,0 21,0 21,0 14,0 14,0 22,5 26,5 23,0 28,0 27,5 32,5 26,0 26,0 15,0 15,0 29,0 29,5 29,0 29,5

INIZIATIVA STRAORDINARIA 2016 - FIAT PROFESSIONAL DUCATO Euro 6

“Businnes Class” ovvero Pack SX Nav, inclusa nel prezzo

DOBLÒ Euro 6

“Businnes Class” sulla versione SX, inclusa nel prezzo

FIORINO Euro 6

“Businnes Class” sulla versione SX, inclusa nel prezzo

TALENTO Euro 6

“Businnes Class” ovvero Pack SX Nav, inclusa nel prezzo

Il Pack SX Nav prevede: Clima, Radio Navigatore, Telecamera Posteriore e Cruise Control Vantaggio Cliente 1.800 € (valore del listino degli optional) La “Businnes Class” sulla versione SX prevede: Clima, Radio e Porta Laterale Scorrevole Vantaggio Cliente 1.200 € (valore del listino degli optional) La “Business Class sulla versione SX prevede: Clima e Porta Laterale Scorrevole Vantaggio Cliente 1.150 € (valore del listino degli optional) Il Pack SX Nav prevede: Clima, Touch-Radio con Navigatore 7”e telecamera posteriore Vantaggio Cliente 1.700 €

FULLBACK Euro 6 Sostegno di 2.000 € in caso di permuta di un modello pick up usato

PER ACCEDERE ALL’INIZIATIVA CONSULTARE IL SITO:http://www.enci.it


CACIB BERGAMO. BEST IN SHOW: 1° ROSALIA GAETANA DEL BARONE RAMPANTE PICCOLO LEVRIERO ITALIANO di CALDARONE G. 2° JACKANDFISH AND GEK RAZ JACK RUSSEL TERRIER di SERAFINI S. 3° ONE ONEIRO DEI NOBILPAZZI BOBTAIL di MALACRIDA S.

Due giorni di successo all’Expo Bergamo-Lecco

ROSALIA È LA PIÙ BELLA La campionessa “del Barone Rampante” vince nel giorno di Bergamo. Bolo, Bracco italiano fa suo il BIS per Lecco. Ricordato Luigi Corna a pochi mesi dalla scomparsa Il 24 e 25 Settembre 2016 a Mapello in provincia di Bergamo si sono svolte le due esposizioni Internazionali di Lecco e Bergamo. Anche quest’anno il binomio tra il Gruppo Cinofilo Lecchese e il Gruppo Cinofilo Bergamasco ha portato a termine un bellissimo ed importante weekend cinofilo. Quasi 1800 soggetti in rappresentanza di 183 razze hanno partecipato a questa manifestazione che dopo alcuni anni di esilio fuori provincia è ritornata a svolgersi a Bergamo. Il timore di non riuscire ad avere una buona affluenza visto il periodo è stato subito fugato man mano che vedevamo le iscrizioni aumentare e alla fine siamo stati premiati, la scelta di ritornare nella provincia bergamasca ha trovato entusiasti i cinofili locali e sperimentare la scelta di fare la manifestazione in un

26

centro commerciale poteva sembrare azzardata, qualche volta anche noi lo abbiamo pensato ma alla fine tra i pro ed i contro che ci sono stati... i pro hanno avuto la meglio ed anche la maggior parte degli espositori sono stati contenti. Sicuramente la comodità dei parcheggi a costo zero, la possibilità di poter usufruire delle comodità del centro commerciale hanno influito, come ha sicuramente influito la qualità della giuria, ben assortita tra esperti giudici nazionali e stranieri, tutti però di fama internazionale. Per noi del Gruppo Cinofilo Bergamasco questa esposizione aveva un’importanza particolare, dopo molti anni si è svolta senza il nostro amico, consigliere e Giudice di fama internazionale Luigi Corna, mancato troppo frettolosamente alcuni mesi


CACIB LECCO. BEST IN SHOW: 1° BOLO BRACCO ITALIANO BA di TURCI M. 2° ROSALIA GAETANA DEL BARONE RAMPANTE PICCOLO LEVRIERO ITALIANO di CALDARONE G. 3° GLENHEATH ENTREPRENEUR SCOTTISH TERRIER di KOVALEVA V.

RAGGRUPPAMENTI CACIB LECCO 24-10-2016 GRUPPO Ê 1° ONE ONEIRO DEI NOBILPAZZI BOBTAIL PR. MALACRIDA S. GRUPPO Ë 1° BLU EMPEROR OF NEWFOUNDLAND HILLS TERRANOVA PR. DE VITTO D. GRUPPO Ì 1° GLENHEATH ENTREPRENEUR SCOTTISH TERRIER PR. KOVALEVA V. GRUPPO Í 1° THOR DEL WANHELSING BASSOTTO NANO PD PR. SILVESTRO D. GRUPPO Î 1° THE MAGICIAN RED FOLEY ALASKAN MALAMUTE PR. ARTU G. GRUPPO Ï 1°ARISTOTELE DEL PARNASO DALMATA PR. SOLDATI D. GRUPPO Ð 1° BOLO BRACCO ITALIANO BA PR. TURCI M. GRUPPO Ñ 1° MANITOU’S GLITTER IN THE AIR NOVA SCOTIA DUCK TOLLING RETRIEVER PR. SKYLERFOX’S GRUPPO Ò 1° CONNECTION SILJANS MASTERCARD EPAGNEUL NANO CONTINENTALE PAPILLON PR. WANG N. GRUPPO Ó 1° ROSALIA GAETANA DEL BARONE RAMPANTE PICCOLO LEVRIERO ITALIANO PR. CALDARONE G. BIS JUNIORES 1° POSEIDONE DABUM LA SIGNORA DEI 100 CANI BOVARO DEL BERNESE PR. ALLEV. LA SIGNORA DEI 100 CANI BIS GIOVANI 1° BUDINA GIRL DEL WANHELSING BASSOTTO KANINCHEN PD PR. ALLEV. DEL WANHELSING BIS VETERANI 1° BELLBOTTON PASTORE AUSTRALIANO PR. ROTANTI A. BIS RAZZE ITALIANE 1° ROSALIA GAETANA DEL BARONE RAMPANTE PICCOLO LEVRIERO ITALIANO PR. CALDARONE G. BIS COPPIE 1° EDUARDO BERTONI PRAGUE - HENNESSY DANITTY BRACCO UNGHERESE PR. GELMINI G. BIS GRUPPI 1° KOBLET DI CASA INES - IVAN DI CASA INES JUDE DI CASA INES CANE DA PASTORE TEDESCO STOCKHAAR PR. ALLEV. DI CASA INES

or sono, il lavoro fatto ed il risultato ottenuto sono stati in suo onore, un impegno che ci siamo presi tutti molto a cuore, tutti assieme abbiamo deciso che a premiare il BIS del CACIB di Bergamo fossero la moglie e la nipotina che lui tanto amava. Un grande ringraziamento a tutti loro, al delegato ENCI Maria

BIS GIOVANI CACIB BERGAMO 1° Samoiedo BELROS ANASTASIA AT CASA KALY PR. MAZZUCATO G. 2° Cocker A mericano ZILK’S LOOK ‘N LIKE PR. TUZZA M. 3° Jack Russel Terrier JACKANDFISH GET LUCKY PR. DE LORENZI S.

27


RAGGRUPPAMENTI CACIB BERGAMO 25-10-2016 1° ONE ONEIRO DEI NOBILPAZZI BOBTAIL PR. MALACRIDA S. GRUPPO Ë 1° ALEKSANDR NEVSKY EDERLEZI TERRIER NERO RUSSO PR. SVIETLIKAUSKAITE J. GRUPPO Ì 1° JACKANDFISH AND GEK RAZ JACK RUSSEL TERRIER PR. SERAFINI S. GRUPPO Í 1° BUDINA GIRL DEL WANHELSING BASOTTO KANINCHEN PD PR. DEL WANHELSING GRUPPO Î 1° BELROS ANASTASIA AT CASA KALY SAMOIEDO PR. MAZZUCCATO G. GRUPPO Ï 1° ARISTOTELE DEL PARNASO DALMATA PR. SOLDATI D. GRUPPO Ð 1° BOLO BRACCO ITALIANO BA PR. TURCI M. GRUPPO Ñ 1° NORA ICEFLOWER OF FINNWOODS LABRADOR PR. BARBIERI F. GRUPPO Ò 1° GINEVRA MAY LITTLE PEARL SHIH TZU PR. COLORIO M. GRUPPO Ó 1° ROSALIA GAETANA DEL BARONE RAMPANTE PICCOLO LEVRIERO ITALIANO PR. CALDARONE G. BIS JUNIORES 1° SWEET NIGHTMARE BEFORE CHRISTMAS AT DIAMONDUST SAMOIEDO PR. ACETI J. BIS GIOVANI 1° BELROS ANASTASIA AT CASA KALY SAMOIEDO PR. MAZZUCCATO G. BIS VETERANI 1° GINEVRA MAY LITTLE PEARL SHIH TZU PR. COLORIO M. BIS RAZZE ITALIANE 1° ROSALIA GAETANA DEL BARONE RAMPANTE PICCOLO LEVRIERO ITALIANO PR. CALDARONE G. BIS COPPIE 1° ARISTOTELE DEL PARNASO - TERSICORE DEL PARNASO DALMATA PR. SOLDATI D. BIS GRUPPI 1° AXEL - KOBLET DI CASA INES - IVAN DI CASA INES LEER DI CASA INES - KEILY DI CASA INES PASTORE TEDESCO STOCKHAAR PR. DI CASA INES GRUPPO Ê

BIS GIOVANI CACIB LECCO 1° Bassotto kaninken p/d BUDINA GIRL DEL WANHELSING PR. ALLEV. DEL WANHELSING 2 °Cocker SpanielIinglese GALLINAGOS IN A DREAM PR. APPEZZATO L. 3° Jack Russel Terrier QUANTUM BLUE DEI DUE LEONI PR. CURTI M.

Giovanna Pagliari per il lavoro svolto con competenza e serenità, ai commissari di ring e a tutti quelli che con il loro aiuto hanno contribuito alla riuscita di questo bel weekend cinofilo. Sergio Scarpellini


BEST IN SHOW 1° ALEC DEI DEMONI NERI Riesenschnauzer pr. Giuseppe Giambertone 2° ENGIM GRANSAID WAS Levriero Afgano pr. Alessio Montoneri 3° WALK OF FAME DI SUTRI Jack Russell Terrier pr. Fausta Lucia Bittollo

CROTONE – Il successo organizzativo e di partecipazione

CINOFILI E RIESENSCHNAUZER SUL PODIO Alec dei Demoni Neri si è aggiudicato il BIS di una Expo da ricordare Uno scenario suggestivo quello del parco Bosco di Sant’Anna in agro di Cutro che lo scorso 25 settembre ha ospitato la V Expo Nazionale Canina di Crotone. La delegazione ENCI di Crotone - coordinata dal presidente Giuseppe Mancuso ha svolto un ottimo lavoro offrendo agli espositori ed al pubblico una location ideale con giardini ben curati, alberi secolari ed ogni tipo di servizi atti a rendere la giornata agevole. Fluida la gestione dei ring coordinata dal team di neo-commissari formati dalla Delegazione. Attento e disponibile lo stand veterinario - coordinato dall’Ambulatorio Artemide - presso cui è stato possibile effettuare diversi esami. Perfetta l’organizzazione logistica delle grooming zone che ha consentito agli espositori di preparare agevolmente i loro soggetti. Tutta l’area dell’expo è stata monitorata dalle Guardie Ambientali. Iscritti a catalogo 294 - in rappresentanza di 96 razze - che hanno tenuto impegnati i giudici Pietro Marino, Alfredo Alessandri, Galyah Litova, Jovica Golubovic, Augustin Ionescu e Rosa Agostini. Il compito più arduo è toccato ad Augustin Jonescu che ha giudicato i 24 soggetti iscritti della Mostra Speciale Akita Inu, dopo un’attentissima valutazione, alla fine, la scelta è caduta sulla stupenda Kimiko Go Daruma Kensha BOB, per il BOS Daimaru Go Hinai Oog e Takanohama Go Di Casa Saporito miglior giovane. Infine, una dura selezione per arrivare al BIS che ha visto Alfredo Alessandri incoronare Alec dei Demoni Neri, Riesenschnauzer quale soggetto più bello della manifestazione, al secondo posto un Levriero Afgano, Engim Gransaid Was, terza classificata una giovane Jack Russell Terrier, Walk of Fame di Sutri, che - con i

30

punti conquistati domenica - ha festeggiato anche il titolo di Giovane Promessa ENCI. La passione che la squadra crotonese ha investito per la buona riuscita dell’evento ha colpito il delegato ENCI Vincenzo Giusquiano. La giovane delegazione ENCI di Crotone ha tutti i numeri per lasciare un segno nello scenario della cinofilia italiana. Monica Bolignano

GRUPPO Ê GRUPPO Ë GRUPPO Ì GRUPPO Í GRUPPO Î GRUPPO Ï GRUPPO Ð GRUPPO Ñ BIS COPPIE BIS GRUPPI

RAGGRUPPAMENTI 1° Pastore Tedesco pelo corto GIORGIA DI SANTA VENERE pr. Antonio Greco 1° Riesenschnauzer Nero ALEC DEI DEMONI NERI pr. Giuseppe Giambertone 1° Jack Russel Terrier WALK OF FAME DI SUTRI pr. Fausta Lucia Bittollo 1° Rhodesian Ridgeback EZOLILE DELLA GRIFUNERA pr. Vittoria Franceschetti 1° Akita INU KIMIKO GO DARUMA KENSHA pr. Alessandro Balboni 1° Cocker Americano BLUE BETTY DE LAVIATTA pr. Claudia Cascioli 1° Chihuahua pelo corto SICILIAN FOLK SONG pr. Annaflavia Mazza 1° Levriero Afgano ENGIM GRAN SAID pr. Alessio Montoneri 1° Pastore Maremmano Abruzzese FAUNO+FERONEA DI SANTAMARIA pr. Allev. di SANTAMARIA 1° Pastore Maremmano Abruzzese pr. Allev. di SANTAMARIA


BEST IN SHOW 1° Chien De SaintHubert DEXTER di Perazzolo 2° Piccolo Levriero Italiano ROSALIA GAETANA DEL BARONE RAMPANTE di Caldarone 3° Cocker Spaniel Inglese FRANCINI’S DAY BY DAY di Marcellino

Folla e campioni alla prima Internazionale

TREVISO ESORDIO CON SUCCESSO Inaugurata dal Presidente Dino Muto la manifestazione che si è svolta nel Parco di Sant’Artemio Prima Expo Internazionale per il Gruppo Cinofilo Tervigiano, promosso sul campo dopo cinque anni di expo nazionali e gran fermento di preparativi per organizzare al meglio la due giorni al RAGGRUPPAMENTI sabato 3 settembre 1° West Highland White Terrier WHITE VILLAN KING OF THE ROAD pr. M. Sartori GRUPPO Í 1° bassotto standard p/d TIZIANO DEL TOCAI pr. Allev. del Tocai GRUPPO Ï 1° Chien De Sainthubert DEXTER pr. Perazzolo GRUPPO Ð 1° Cane da ferma tedesco LEX VON GHELLER pr. C. Fantuz GRUPPO Ó 1° Piccolo Levriero Italiano ROSALIA GAETANA DEL BARONE RAMPANTE pr. G. Caldarone BIS JUNIORES 1° Whippet SATELLITE OF LOVE pr. A. Corradini BIS GIOVANI 1° Greyhound L’AI JE BIEN DESCENDU AD HONORES pr. Allev. Kollaps BIS RAZZE ITALIANE 1° Bracco Italiano NIKE pr. B. Grasselli BIS VETERANI 1° Beagle MATIFU VON AIDA pr. P. Nuciari GRUPPO Ì

32

Parco di Sant’Artemio, sede della Provincia di Treviso, che ha piacevolmente accolto espositori e visitatori. Un parco grande, ricco di alberi secolari e di giardini perfettamente curati, ideale RAGGRUPPAMENTI domenica 4 settembre 1° Pastore Bergamasco BESSIE pr. P. Vezzoli 1° Riesenschnauzer Nero BLACKSTONE BAY FALL IN LOVE pr. Formignani GRUPPO Î 1° Siberian Husky LA DAM LATTEA GOLDEN LIGHT pr. D. Cotugno GRUPPO Ñ 1° Cocker Spaniel Inglese FRANCINI’S DAY BY DAY pr. C. Marcellino GRUPPO Ò 1° Shih Tzu BEETHOVEN THAT MUSIC pr. A. Rosolen BIS JUNIORES 1° Boston Terrier PRIMO CAVALIERE MISS SICILY pr. L. Carta BIS GIOVANI 1° Siberian Husky JISELE BAIKAL WHITE pr. P. Zatta BIS RAZZE ITALIANE 1° Lagotto Romagnolo IL GRANAIO DEI MALATESTA NEGRONI SBAGLIATO pr. M. Benelli BIS VETERANI 1° Barbone media mole CELESTINO pr. F. Camuffo GRUPPO Ê GRUPPO Ë


location per una manifesta­ zione cinofila. Tutto questo vede la determi­ nante collaborazione del Presidente della Provincia di Treviso, Leonardo Muraro e dell’Assessore Mirco Lorenzon, che dal 2011 hanno creduto in noi, promuovendo e contri­ buendo concretamente ogni anno alla riuscita della verifica zootecnica ENCI. A coronare il successo della manifestazione abbiamo avuto il piacere di ospitare il nostro Presidente Dino Muto, che ha potuto così toccare con mano l’accoglienza e il collaudato modello organizzativo. Un’altra soddisfazione pro­ viene dalle Associazioni Specializzate che ci hanno concesso le Speciali: Spitz, Chow Chow, Bovaro del Bernese, Bouledogue Fran­ cese, e un Raduno: Rhodesian Ridgeback. Un successo parti­ colare grazie al Club Cani Compagnia grazie alla Speciale Bouledogue Francesi che ha premiato la nostra Expo sfio­ rando i 50 soggetti iscritti. La manifestazione, svoltasi in due giornate, ha permesso ai partecipanti, pubblico ed espositori di godere delle varie selezioni del BIS con la calma e l’attenzione che a questo mo­ mento dovrebbe sempre es­ sere dedicata. Piacevole e ben gestito il con­ corso Junior Handler, valido per il titolo nazionale, che ha visto selezionare promettenti ragazzi, e che, con grande sor­ presa, ha accolto con entu­ siasmo l’ingresso di FIDO in persona, la mascotte dell’ENCI. Un grazie alla giuria per la competenza, l’attenzione e la serietà, con un pensiero parti­ colare al compianto Luigi Corna, che avrebbe dovuto es­ sere tra i componenti della giuria di quest’anno. Ed infine, in perfetto orario, il tanto atteso Best in Show a chiudere in bellezza la manife­ stazione che vede il giudice Francesco Balducci mettere in alto sul podio Dexter, Chien De SaintHubert di Perazzolo. Mariolina Zanandrea

DOMENICA BIS VETERANI 1° Barbone Media Mole Nero CELESTINO di Camuffo 2° Hovawart AAKY di Eccessi 3° Samoiedo MAROSA DI CASA KALY di Cenedese

SABATO BIS RAZZE ITALIANE 1° NIKE Bracco Italiano di Grasselli 2° ROANA Segugio Italiano di Marzolla 3° TOSCA Segugio Maremmano di Dionisi

33


BEST IN SHOW CACIB INSUBRIA WINNER 30/10/16 1° SOBRESALTO XXX WHIPPET di I ENRICO DE GASPARI 2° PICOLLO TECKEL INFANTA BASSOTTO Kaninchen p/c di EKATERINA PIKUL 3° SHAGGYBARK AMERICAN LOVER OF ARYAKAS BOBTAIL di MATTEO AUTOLITANO

Quattro giorni di Expo con 5.500 concorrenti

MALPENSA DEI RECORD La manifestazione in collaborazione con l’Ambasciata del Giappone. Il Paese del Sol Levante rappresentato da 370 esemplari Scuola Welcome Varese

34


BEST IN SHOW CACIB DESIO 31/10/16 1° PICOLLO TECKEL INFANTA BASSOTTI Kaninchen p/c di EKATERINA PIKUL 2° STARLIGHT EXPRESS DEL BIAGIO ALASKAN MALAMUTE dell’ALLEV. DEL BIAGIO 3° BALBOA SALADIN KERRY BLUE TERRIER di FRANCESCA CASSIN

Il 2016 verrà ricordato, tra le altre cose, per il 150° Anniversario del Trattato d’Amicizia e di Commercio tra Italia e Giappone, che segnò l’avvio delle relazioni diplomatiche tra i due Paesi, gettando le basi per dei rapporti economici rivelatisi poi vantag­ giosi e costruttivi per entrambi. Anche il Gruppo Cinofilo

Provinciale di Varese, Delegazione ENCI, è stato coinvolto nelle celebrazioni previste per questa importante ricorrenza, con l’or­ ganizzazione di un evento cinofilo senza precedenti durante il lungo ponte di Ognissanti: quattro giorni espositivi di assoluta eccellenza, per un totale di più di 5.500 soggetti iscritti in rappre­

RAGGRUPPAMENTI 30-10-2016 1° SHAGGYBARK AMERICAN LOVER OF ARYAKAS BOBTAIL PR. AUTOLITANO MATTEO GRUPPO Ë 1° MY NEW DREAM DU MONDE D’ELIAS BULLMASTIFF PR. TISCI ILARIA FEDERICA GRUPPO Ì 1° BALBOA SALADIN KERRY BLUE TERRIER PR. CASSIN FRANCESCA GRUPPO Í 1° PICOLLO TECKEL INFANTA BASSOTTO Kaninchen p/c PR. PIKUL EKATERINA GRUPPO Î 1° BLESSED TO DARE FROM LAVENDER MIST MEADOW SPITZ WOLFSPITZ PR. ALLEV. DEL MONTE DRAGNONE GRUPPO Ï 1° BORN TO BE MY DESTINY BEAGLE PR. CIBIN FEDERICA GRUPPO Ð 1° POLCEVERA’S AMETISTA BRACCO ITALIANO b/a PR. GHEZZI PIERINO GRUPPO Ñ 1° FRANCINI’S DAY BY DAY COCKER SPANIEL INGLESE PR. MARCELLINO CRISTIAN GRUPPO Ò 1° ALPHA URSA MAJORIDS AMOUREUX BOULEDOGUE FRANCESE PR. MRŠNIK LANA GRUPPO Ó 1° SOBRESALTO XXX WHIPPET PR. DE GASPARI ENRICO BIS JUNIORES 1° UNDE VENIT AMOENIAS DEI FIOCCHI ROSSI YORKSHIRE TERRIER PR. SPATA ENRICO BIS GIOVANI 1° HEADSTAR CINDY ON THE COVER CHIHUAHUA p/c PR. ALLEV. HEADSTAR BIS VETERANI 1° GINEVRA MY LITTLE PEARL SHIH TZU PR. COLORIO MARIA ROSA BIS RAZZE ITALIANE 1° ROSALIA GAETANA DEL BARONE RAMPANTE PICCOLO LEVRIERO ITALIANO PR. ALLEV. DEI RAGGI DI LUNA BIS COPPIE 1° LEONBERGER PR. MIKHALEVA ANNA BIS GRUPPI 1° AUSTRALIAN CATTLEDOG PR. ZUCCATO GEMMA

RAGGRUPPAMENTI 31-10-2016 1° PALABRA DEL CERESIO PASTORE TEDESCO p/c PR. BOTTIGELLI SABRINA GRUPPO Ë 1° BLACKGALAXY YANNICH NOAH ZWERGSCHNAUZER NERO PR. FREDIANI MARCO GRUPPO Ì 1° BALBOA SALADIN KERRY BLUE TERRIER PR. CASSIN FRANCESCA GRUPPO Í 1° PICOLLO TECKEL INFANTA BASSOTTO Kaninchen p/c PR. PIKUL EKATERINA GRUPPO Î 1° STARLIGHT EXPRESS DEL BIAGIO ALASKAN MALAMUTE PR. ALLEV. DEL BIAGIO GRUPPO Ï 1° BORN TO BE MY DESTINY BEAGLE PR. CIBIN FEDERICA GRUPPO Ð 1° BOLO BRACCO ITALIANO b/a PR. TURCI MAURIZIO GRUPPO Ñ 1° FRANCINI’S DAY BY DAY COCKER SPANIEL INGLESE PR. MARCELLINO CRISTIAN GRUPPO Ò 1° PANYO MAO PECHINESE PR. ALLEV. ORIENTE EXPRESS GRUPPO Ó 1° SOBRESALTO XXX WHIPPET PR. DE GASPARI ENRICO BIS JUNIORES 1° DAKOTA ROSE MY NAME IS PRINCE CHINESE CRESTED DOG SENZA PELO PR. MILANESI VALERIA ELENA MARIA BIS GIOVANI 1° SWEEPER DEL BIAGIO ALASKAN MALAMUTE PR. ALLEV. DEL BIAGIO BIS VETERANI 1° GINEVRA MY LITTLE PEARL SHIH TZU PR. COLORIO MARIA ROSA BIS RAZZE ITALIANE 1° BOLO BRACCO ITALIANO b/a PR. TURCI MAURIZIO BIS COPPIE 1° ZWERGSCHNAUZER NERO PR. PIUZZI OSVALDO BIS GRUPPI 1° ALASKAN MALAMUTE PR. ALLEV. DEL BIAGIO

GRUPPO Ê

GRUPPO Ê

35


BEST IN SHOW CACIB BUSTO ARSIZIO 1/11/16 1° BALBOA SALADIN KERRY BLUE TERRIER di FRANCESCA CASSIN 2° PICOLLO TECKEL INFANTA BASSOTTO Kaninchen p/c di EKATERINA PIKUL 3° ROSALIA GAETANA DEL BARONE RAMPANTE PICCOLO LEVRIERO ITALIANO dell’Allev. dei DEI RAGGI DI LUNA

sentanza di tutte le razze riconosciute. Uno spiegamento di forze mai visto, reso possibile grazie alla ormai collaudata collaborazione con i Gruppi Cinofili di Desio e di Busto Arsizio per un progetto espositivo che il Gruppo Cinofilo Provinciale di Varese ha sapientemente gestito dalla sua origine fino a portarlo ad assumere una dimensione che quest’anno si può definire più che mai “mondiale”, meritando perciò il patrocinio del Consolato Generale e dell’Ambasciata del Giappone. Infatti, sia la “Monografica” promossa dal Club Italiano Razze Nordiche e Giapponesi (CIRN), con ben 370 sog­ getti presenti nella giornata di sabato, sia la prestigiosa e ormai classica “Insubria Winner”, evento “clou” del week­end, nella giornata di domenica, sono stati inseriti nel contesto delle cele­ brazioni ufficiali previste appunto per il 150° Anniversario delle relazioni tra Giappone e Italia. Sabato 29 Ottobre è stato interamente dedicato ai Raduni di Razza: la parte “del leone” l’ha fatta la Mostra Mondiale dei Bassotti, con ben 409 soggetti presenti, numero da record! Contestualmente si sono svolti altri Raduni, di non minor rilievo da un punto di vista zootecnico: la già citata “Monografica” del Club Italiano Razze Nordiche e Giapponesi (CIRN), e, a seguire, i Raduni Schnauzer e Pinscher (92), Spitz (56), Pastore Australiano (54), Bovari Svizzeri (53), Pastore Belga (38), Pastore Svizzero Bianco (25), Yorkshire (22 soggetti) ed Hovawart (17 soggetti). Domenica 30 Ottobre è stata poi la volta di “Insubria Winner”, evento che, se nella sua configurazione attuale giunge quest’anno alla sua 12° edizione, purtuttavia affonda le proprie radici in una tradizione di oltre mezzo secolo di cinofilia, nel contesto di un progetto che il Gruppo Cinofilo Provinciale di Varese ha sapientemente gestito fino a portarlo ad assumere la dimensione che tutti conosciamo. Dalla “Prima Fiera Mercato del Cane”, nel 1952, all’Esposizione Cinofila “Città Giardino”, nella splendida cornice dei Giardini Pubblici di Palazzo Estense, prima, e dell’Ippodromo delle Bettole di Varese, poi, dodici anni fa la cinofilia varesina ap­ proda a “Malpensa Fiere”, con i suoi 13.000 mq di superficie

36

espositiva suddivisi in 3 padiglioni che, nel corso delle varie edizioni, hanno accolto decine di migliaia di soggetti di tutte le razze. Contestualmente è arrivata anche la necessità di un cambio di denominazione: “Insubria Winner”, Esposizione Internazionale

RAGGRUPPAMENTI 1-11-2016 1° LUNGORESINA DOM ROCK PASTORE SVIZZERO BIANCO PR. SARGENTONI ENRICO GRUPPO Ë 1° QUEENIE EYE DEL CASTEL LEVANTE ALANO FULVO PR. VIDANO PATRIZIA GRUPPO Ì 1° BALBOA SALADIN KERRY BLUE TERRIER PR. CASSIN FRANCESCA GRUPPO Í 1° PICOLLO TECKEL INFANTA BASSOTTO Kaninchen p/c PR. PIKUL EKATERINA GRUPPO Î 1° HEART MIND FIRE DEI LEONI IMPERIALI CHOW-CHOW PR. BETTINI STEFANIA GRUPPO Ï 1° FONTEPOSCA’S PRIMA DONNA BEAGLE PR. BALDI RUDI GRUPPO Ð 1° GWENDARIFF GETS CARRY’D AWAY SETTER IRLANDESE ROSSO PR. CASTOLDI SABRINA GRUPPO Ñ 1° FRANCINI’S DAY BY DAY COCKER SPANIEL INGLESE PR. MARCELLINO CRISTIAN GRUPPO Ò 1° ACHILIMOLIDO DEI COMTE D’EAU CAVALIER KING CHARLES SPANIEL PR. AQUILA CLAUDIA GRUPPO Ó 1° ROSALIA GAETANA DEL BARONE RAMPANTE PICCOLO LEVRIERO ITALIANO PR. ALLEV. DEI RAGGI DI LUNA BIS JUNIORES 1° NIGHTFALLKING AARON BULLMASTIFF PR. FLORIDIA TIZIANO BIS GIOVANI 1° RACHELZOE DEL BORGHINO SALUKI PR. ALLEV. DEL BORGHINO BIS VETERANI 1° GINEVRA MY LITTLE PEARL SHIH TZU PR. COLORIO MARIA ROSA BIS RAZZE ITALIANE 1° A SORPRESA VINCO IO DELL’ANTICA STORIA MALTESE PR. VEZZANI BARBARA BIS COPPIE 1° MASTINO SPAGNOLO Allev. del DHARMAPURI BIS GRUPPI 1° MASTINO SPAGNOLO PR. ALLEV. DEL DHARMAPURI GRUPPO Ê


di Varese. “Insubria” per un doveroso richiamo a quest’area ge­ ografica, che, oltre ad una grande valenza socio­economica, vanta pure una profonda e radicata tradizione cinofila, propo­ nendosi da sempre come un fecondo vivaio di allevatori. “Winner” per dare anche formalmente una connotazione di più ampio respiro ad un evento già affacciato da anni sul panorama europeo. “Esposizione Internazionale di Varese”, a significare lo “spaccato” di storia e di tradizione cinofila che poche altre ma­ nifestazioni in Italia possono vantare. Anche domenica hanno trovato spazio due Raduni, uno dei quali ha visto nuovamente protagonisti i Bassotti, con un nu­ mero ancora ragguardevole di iscritti (177), l’altro, una razza

ancora poco diffusa nel nostro Paese, il Terrier Nero Russo (10). Lo spettacolo pome­ ridiano del “Best in Show” ha, come ogni anno, polarizzato l’attenzione dei con­ correnti e del pub­ blico, con coreografie e musiche “mozza­ fiato” che si rinno­ vano con un fascino sempre maggiore ad ogni edizione. Lunedì è stata poi la volta dell’Expò Internazionale di Desio e, martedì, dell’ormai collaudata Expò Internazionale di Busto Arsizio che ha ospitato il Raduno dei popolarissimi Weimaraner (43). Un programma di assoluta eccellenza cinofila reso possibile, come si è detto, dalla fattiva collaborazione del Comitato Organizzatore con i Gruppi Cinofili di Busto Arsizio e di Desio, oltre che con le numerose Società Specializzate e Club di Razza coinvolti, in concerto con l’Ente Nazionale della Cinofilia Italiana, di cui era presente, nella giornata di sabato, il Presidente Dino Muto. Anche quest’anno è stato possibile seguire in diretta “streaming” le fasi cruciali di tutto il lungo week­end espositivo, dando la possibilità anche a chi non era presente di conoscere in tempo reale i risultati dei vari Best in Show, grazie all’efficienza del col­ laudato team di Bremadog. Rosita Trotti

Il comitato organizzatore con il giudice Nilsson Kurt ed il vincitore del BIS di Busto Arsizio

37


La squadra dei Bracchi Francesi (CIBF) vincitrice della Coppa Italia Continentali 2016

A Castel di Salce il confronto dei continentali

Ai Bracchi Francesi la Coppa Italia Lo Spinone Faruk Della Becca conquista il titolo individuale. In gara 50 “atleti” di undici razze. Presenti i consiglieri ENCI Antonino La Barbera e Giancarlo Passini Nel merito delle attività che l’ENCI patro­ cina durante il corso dell’anno, per la sal­ vaguardia e la tutela delle razze canine, per il loro benessere, insieme al manteni­ mento ed al miglioramento delle qualità di tipo standardizzati, oramai da sedici anni la Coppa Italia per razze continentali rap­ presenta uno dei test periodici di eccel­ lenza. Nasce nel 2001 per iniziativa del Coordinamento delle Razze Continentali da Ferma, con iniziale presa di atto da parte dell’Ente per giungere ai giorni nostri con totale patrocinio e coordinamento dell’ENCI. L’evento, articolato in due differenti prove di lavoro, (su selvaggina e su selvatico ab­ battuto), affiancate dal controllo dell’atti­ vità nel riporto dall’acqua e delle qualità morfologiche, è partecipato dalle squadre

38

selezionate dalle differenti associazioni che tutelano le rispettive razze da ferma continentali, composte da sei soggetti ca­ dauna. Ogni anno situazioni caratterizzate da molteplici e particolari aspetti, in ra­ gione di allocazioni, condizioni di terreni e target, ma sempre motivatamente fre­ quentate e serenamente esaminate con ri­ sultanze utili al raggiungimento degli scopi zootecnici ricercati. La sedicesima edizione si è svolta in Centro Italia, posizione baricentrica e storica­ mente legata alla cinofilia: SABI e CIBF scelgono Castel di Salce in Provincia di Viterbo quale teatro dove l’ENCI patrocina il particolare evento durante il quale ben 59 selezionati di 11 razze differenti si esibi­ scono in eccellenti manifestazioni. Nei giorni di 29 e 30 ottobre, la prova si apre

con Epagneul Breton, Kurzhaar, Bracchi e Spinoni italiani, Drahthaar, Vizsla, Weimaraner, Korthals, Borbonesi, Blu d’Al­ vernia, e Bracchi francesi, sono questi ul­ timi, in virtù delle qualifiche ottenute, i maggiormente preparati, evidenziandosi di conseguenza i migliori tra gli scelti. Il CIBF per la prima volta ottiene il presti­ gioso riconoscimento concedendosi l’o­ nore di detenere la XVI Coppa Italia Razze Continentali. L’attenzione si rivolge, opportunamente, anche al singolo soggetto: lo Spinone ita­ liano Faruk della Becca “combatte all’ul­ tima ferma” con il Bracco italiano Piera ed il Bracco francese Made in Canada Axel, spuntando il margine di punteggio che gli consente di guadagnare il premio indivi­ duale per il 2016.


i nostri

Cani

Anno 62 num. 11 dicembre 2016

Faruk della Becca vincitore del Titolo Individuale

Volendo ribadire che di agonismo non si tratta è utile sottolineare che, in questa particolare occasione, tutte le batterie hanno visto classificarsi soggetti di più razze, con un probabile aumento della media ottenuta in passato, specialmente nelle prove della domenica su selvatico abbattuto (fino a quattro), e meno in quelle del sabato (con due soggetti cadauna). La squadra che guadagna la Coppa vede classificati accanto ad Axel anche Iacopo di S.Donato, Fedra e Dasy, tutti all’Eccel­ lente, mentre tra gli altri delle differenti razze che hanno saputo mantenere alto il livello qualitativo troviamo il Breton Schumy che ottiene il CACIT al quale si affiancano altri tre Eccellenti dei com­ pagni di equipe; stesso dicasi per i Kurzhaar con un CAC di Nadir di S. Mamiliano insieme ad un MB ed un

Dasy in azione CAC

Eccellente di altri due Bracchi tedeschi. I nostri Bracchi nazionali magnificano per le prestazioni di Brenno, Piera e Luchino di Cascina Croce. Questo lo specchio delle realtà, nel quale si fissa indelebile l’imma­ gine dell’effettiva situazione che vede le razze sopra elencate tra le protagoniste di maggior spicco nel panorama delle prove di lavoro ufficiali in merito ai continentali. L’impegnativo lavoro di verifica è stato affi­ dato agli Esperti Riccardo Acerbi, Pietro Aglio, Francesco Bonasera, Amedeo Bovicelli, Giovanni Capone, (designato anche per la verifica morfologica), Giuseppe Corrao, Piero Frangini, Alvaro Mantovani, Artemio Spezia e Francesco Storto; delegato ENCI Pietro Mazzocchi, alla presenza dei consiglieri Antonino La Barbera e Giancarlo Passini. La palestra utilizzata in questa edizione è caratterizzata da terreni di primissima qualità, ampi e ben popolati di fagiani e alcuni branchi di starne che hanno impe­ gnato tutti i cani durante un week end di tempo ideale, soleggiato e ventilato. Italica e Professional Pet Food, insieme a BS Planet, hanno onorato l’evento con la loro sponsorizzazione. Esattamente l’allo­ cazione ha costituito la prevalente e favo­ revole novità rispetto al passato, soprat­ tutto per vantaggi logistici legati a miglio­ ramenti di natura tecnica, oltre al “riaffio­ rare” della storicità cinofila che queste zone del Centro Italia hanno saputo se­ gnare in tempi passati. Castel di Salce, palestra che non passa inosservata, insiste nel perimetro della ri­ nomata Roccarespampani e si estende in un territorio di poco più di tremila ettari, dei quali duemila di ampi prati e coltivi a frumento adatti e particolarmente oppor­

tuni alle prove di lavoro per i cani da ferma. I protagonisti della Coppa sono stati divisi in cinque batterie esaminate ruotando nelle due giornate sulle zone e sotto lo sguardo di differenti Esperti, per le prove a selvaggina e su selvatico abbattuto. L’autunno non rappresenta normalmente un periodo vantaggioso, soprattutto quando i terreni che si vogliono utilizzare sono anche sottoposti ad attività agricola. Tale precisazione vuole sottolineare la pre­ ziosa ospitalità fornita da Pier Paolo Fondi e Maurizio Testa, rispettivamente conces­ sionario faunistico dell’Azienda e Sindaco del Comune di Monte Romano. Castel di Salce infatti racchiude dentro di se una pregiata azienda faunistico venatoria ed una agricola. I terreni, di proprietà della Regione Lazio, sono gestiti dal Comune di Monte Romano per le coltivazioni desti­ nate all’allevamento di vacche e cavalli maremmani, dati in concessione per la

COPPA ITALIA CONTINENTALI 2016 CASTEL DI SALCE (VT) 29 E 30 OTTOBRE 2016 CLASSIFICHE 29/10/2016 PROVA SU SELVAGGINA NATURALE BATTERIA 1 GIUDICI SPEZIA-STORTO 1° CAC/CACIT SCHUMY EB Cond. Calcinai BATTERIA 2 GIUDICI BOVICELLI-ACERBI 1 MB PIERA BI Cond. Turci BATTERIA 3 GIUDICI MANTOVANI-AGLIO 1° ECC PRADELLINENSIS SARA K Cond. Ubirti BATTERIA 4 GIUDICI CAPONE-FRAMGINI 1° ECC BRENNO BI Cond. Angelini BATTERIA 5 GIUDICI BONASERA-CORRAO 1° ECC MADE IN CANADA AXEL BF Cond. Renzi 30/10/2016 PROVA SU SELVATICO ABBATTUTO CAC BATTERIA 1 GIUDICI BONASERA-CORRAO 1° ECC MICRO SP Cond. Rebaschio BATTERIA 2 GIUDICI SPEZIA-STORTO 1° CAC NADIR DI S.MAMILIANO K Cond. Moretti BATTERIA 3 GIUDICI BOVICELLI-ACERBI 1° ECC FARUK DELLA BECCA SP Cond Rebaschio BATTERIA 4 GIUDICI MANTOVANI-AGLIO 1° ECC ROKY EB Cond. Iacomini BATTERIA 5 GIUDICI CAPONE-FRANGINI 1° ECC LUCHINO DI CASCINA CROCE BI Cond Angelini CLASSIFICA A SQUADRE 1° BRACCO FRANCESE Punti 92,73 2° EPAGNUEL BRETON 90,83 3° BRACCO ITALIANO 77,87

39


Gruppo SABI con butteri

Monte Romano per le coltivazioni destinate all’allevamento di vacche e cavalli maremmani, dati in concessione per la Lampo durante la prova

40

parte faunistico venatoria, (gestita con particolari limitazioni di prelievo atte al mantenimento della piccola selvaggina,

soprattutto starne), al dr. Fondi il quale eredita dal padre l’incarico che dura dalla fine degli anni ‘60 del Secolo scorso. Non solo è stata concessa la disponibilità alla frequentazione dei terreni ma si sono anche prodigati affinché questi si conservassero per noi idonei all’espletamento delle prove, opportunamente vegetati e frequentati dalla selvaggina, sospendendo la lavorazione in quelle zone nelle quali le batterie hanno trovato teatro d’opera. Sostenere che si è avuto a che fare con ottimi spazi è riduttivo: Castel di Salce è un nome noto ai cinofili del passato, (periodi nei quali personaggi come Silvano Sorichetti organizzavano prove primaverili a starne da sempre presenti negli ambienti della Tuscia viterbese), anche in virtù della sua estensione. Basti pensare che, causa il periodo dell’anno, soltanto un terzo del disponibile è stato impiegato. Tutto insiste dentro i limiti di Roccarespampani: castello eretto dai Precettori del Pio Istituto del Santo Spirito all’inizio del 1600, un vero gioiello di architettura rurale che è stato messo a disposizione della cinofilia ed utilizzato, (purtroppo), solo in misura ridotta rispetto a quanto offerto preventivamente, a causa del sisma registrato nei giorni antecedenti e durante la Coppa. Malgrado ciò il suo maestoso portone si è aperto al mattino di sabato 29 ottobre, permettendo ai butteri maremmani a cavallo di presentare le undici squadre delle razze continentali in un suggestivo paesaggio di alto valore culturale, lo stesso attribuito alla cinofilia. Marco Ragatzu


A Cantalupo Ligure il Campionato d’Europa Setter Irlandesi

Gimac Willy fa vincere l’Italia

Foto di gruppo per la premiazione da sx: G. Gaggero, F. Gerzinic, R. Biggi, M. Iazzetta con Gimac Willy, F. Balducci, J.P. Gotti, A. Fusillier con Isle of Jura du Pied du Mont, A. Brisa

Il Club Internazionale del Setter Irlandese nella riunione dello scorso anno aveva deciso di accogliere la proposta avanzata dal presidente del Club irlandesi SIS, Angelo Brisa, di mettere in calendario un Campionato d’Europa di Caccia Pratica, manifestazione da affiancare al Campionato d’Europa Printemps che si tiene ogni anno in Francia. Questa prima edizione, la cui organizzazione è stata conferita al Club Irlandesi della SIS, si è svolta il 24 e 25 settembre a Cantalupo Ligure, sui magnifici terreni collinari messi cortesemente a disposizione dal dott. Claudio Macchiavelli. Terreni, ha voluto sottolineare il Presidente del Red Club France e Vice Presidente del Club internazionale Jean Pierre Gotti, particolarmente adatti alle prove di caccia pratica. Qualificata la partecipazione che ha registrato 34 soggetti iscritti in rappresentanza di Belgio, Francia, Italia e Repubblica di S. Marino. Alle prove ha assistito il Presidente dell’UKR Hunting Dog Club di Kiev, Anatolii Golubchenko, accompagnato da Nikolaj Zhykhariev, i quali hanno seguito e filmato i turni. In Ucrania, ci riferiscono esservi un discreto numero di Setter Irlandesi utilizzati dai cacciatori, per

42

questo hanno voluto organizzare questa impegnativa trasferta per effettuare un reportage sul Setter irlandese da lavoro. Nella giornata di sabato si è tenuta la consueta cerimonia di presentazione delle squadre e della giuria, composta da Francesco Balducci, Riccardo Biggi, Giorgio Gaggero, Franco Gerzinic e Jean Pierre Gotti.

Il Presidente della SIS, Francesco Balducci, nel salutare tutti i presenti e i concorrenti, ha sottolineato l’importanza di aver organizzato questa manifestazione, che rappresenta una nuova importante occasione per riunire tutti gli appassionati europei della razza. Balducci, inoltre, ha auspicato che in futuro ci possa essere una più nutrita partecipazione, anche da parte di altre nazioni. Infine, ha rivolto un ringraziamento alla BS Planet e alla Hill’s, sponsor della manifestazione. La carovana delle due batterie si muove quindi verso le località Chiesa e Merlassino dove, a seguito del lungo periodo di siccità, i terreni si presentano particolarmente impegnativi e il caldo, ancora estivo, rende più difficile il lavoro dei cani. Al termine delle due giornate di prove, per sommatoria di punti, si aggiudica il titolo di Campione d’Europa di Caccia Pratica, Gimac Willy di Giuseppe Cocozza, condotto da Mauro Iazzetta. Vice Campione d’Europa è Isle of Jura du Pied du Mont proprietaria Myriam Byn, condotto dal francese André Fusillier. Gimac Willy è stato proclamato Campione italiano di lavoro il 15 ottobre 2014, nel 2015 si è aggiudicato il titolo di Vice Campione d’Europa Printemps e, a mia memoria, negli ultimi vent’anni, è l’unico Setter irlandese ad essersi aggiudicato qualifiche di Eccellente in prove classiche su quaglie. Nelle relazioni finali i giudici hanno evi-

IL COMMENTO DEL PRESIDENTE DI SEZIONE ANGELO BRISA Il primo Campionato d’Europa di caccia pratica autunnale per Setter Irlandesi, una manifestazione che ha visto la partecipazione di ben 34 soggetti ogni giorno e 24 Irish in Raduno espositivo giudicato da Francesco Balducci. Terreni ottimi con selvaggina veramente difficile, anche in considerazione di condizioni di temperature ancora estive. Ottima la qualità dei soggetti presentati dai concorrenti italiani, francesi, belgi e della Repubblica di San Marino il che è stato un indice di un rinnovato interesse a questo nuovo tipo di manifestazione. Al contrario dei grandi terreni di Francia in primavera dove ci si cimenta esclusivamente su starne, il Campionato autunnale si svolge prevalentemente su terreni più adeguati alla prova di caccia con presenza di selvaggina mista. Un ringraziamento particolare al dott. Claudio Macchiavelli per la concessione della sua magnifica riserva di caccia. Un grazie ai giudici Francesco Balducci, Giorgio Gaggero, Riccardo Biggi, Franko Gerzinic e Jian Pier Gotti; un grazie agli sponsor ILS Mangimi, Virgiglio Grana Padano ed Eureka Project di Lecco. Presente Anatoly Golubchenko presidente della federazione cinofila di caccia Ucraina.


i nostri

Cani

Anno 62 num. 11 dicembre 2016

Il fuoriclasse condotto da Mauro Iazzetta si impone su altri 33 concorrenti nella prima edizione della prova denziato come in questi terreni difficili e in queste condizioni climatiche, i cani avevano il compito di dimostrare di saper leggere il terreno, diverso dalle immense distese pianeggianti del campionato primaverile su starne, e di mettere in luce le loro doti di cacciatori. Ebbene, hanno dichiarato, lo hanno ampiamente dimostrato evidenziando l’ottimo stato di salute di questa magnifica razza da caccia. Cesare Maurizio Valvo

Il Club Internazionale del Setter Irlandese RICONOSCIUTO DALLA FCI Il Club internazionale del setter irlandese “International Irish Red Setter Club - I.I.R.S.C.” ha firmato un Accordo di Cooperazione con la Federazione Cinologica Internazionale - FCI e l’Irish Kennel Club - IKC. Il documento, Cooperation Agreement, datato 25 luglio 2016, rientra nel quadro degli accordi di cooperazione che la FCI può sottoscrivere con le Associazioni di razza che operano a livello internazionale, attive in almeno due continenti. La firma è giunta, acquisito conforme parere del Comitato Esecutivo della stessa FCI, nel mese di novembre 2016, al termine di un lungo iter durato oltre un anno. L’Accordo stabilisce, come previsto dallo Statuto dell’I.I.R.S.C., la promozione della razza Setter rosso irlandese in tutto il mondo, sulla base delle caratteristiche contenute nello Standard ufficiale FCI n. 120 / 02.04.2001. Le parti firmatarie dell’Accordo coopereranno al fine di far valere la loro influenza in tutti i settori della cinofilia, in particolare si adopereranno per garantire a livello mondiale l’applicazione dello Standard morfologico e quello di lavoro redatto dal Paese di origine. Tra gli scopi statutari rientrano pertanto: la salvaguardia delle caratteristiche essenziali di temperamento e di abilità al lavoro, richieste dallo Standard ufficiale di razza; la conservazione globale dell’idoneità all’uso per il quale la razza è stata allevata; la soddisfazione di ogni requisito di salute della razza in tutto il mondo. L’Accordo prevede, inoltre, la cooperazione su tutte le questioni inerenti la razza che abbiano rilevanza politica nazionale o internazionale; a riguardo le parti firmatarie sono impegnate a trovare soluzioni concordate, al fine di eliminare eventuali problemi o controversie che dovessero sorgere. I Clubs di razza membri dell’I.I.R.S.C., i quali devono essere aderenti ai loro rispettivi Kennel Club nazionali, sono impegnati a realizzare gli obiettivi del Club internazionale nel loro ambito nazionale. Con la sottoscrizione dell’Accordo, l’Associazione mondiale non acquisisce il diritto di appartenere alla FCI, in quanto l’adesione alla stessa è riservata ai Kennels Clubs nazionali, così come la FCI non acquisisce il diritto di appartenere all’ I.I.R.S.C., in quanto la stessa è riservata ai Clubs nazionali di razza. Cesare Maurizio Valvo

CAMPIONATO EUROPEO CACCIA PRATICA CANTALUPO LIGURE SABATO 24 SETTEMBRE 2016 Batteria 1 Giuria: Giorgio Gaggero, Jean Pierre Gotti 1 CAC CACIT Isle of Jura du Pied du Mont pr. Myriam Byn cond. André Fusillier 2 ECC Gimac Willy pr. Giuseppe Cocozza cond. Mauro Iazzetta Batteria 2 Giuria: Francesco Balducci, Riccardo Biggi, Franco Gerzinic 1 MB Furtis du Rond de Beaumé pr. e cond. Laurent Pernin DOMENICA 25 SETTEMBRE 2016 Batteria 1 Giuria: Francesco Balducci, Riccardo Biggi, Franco Gerzinic 1 ECC Gimac Willy pr. Giuseppe Cocozza cond. Mauro Iazzetta CAMPIONE D’EUROPA CACCIA PRATICA 2016 GIMAC WILLY (Italia) di Giuseppe Cocozza - conduttore Mauro Iazzetta Vice Campione d’Europa di Caccia Pratica 2016 Isle of Jura du Pied du Mont (Belgio) di Myriam Byn - conduttore André Fusillier

RADUNO SETTER IRLANDESE MEETING EUROPEO Giudice: FRANCESCO BALDUCCI CANTALUPO 24 SETTEMBRE 2016 MASCHI LIBERA KRONOS DELL’INCREDULOUS RED CAC BOB DORAN 2 MB INTERMEDIA POLLO CHARLIE R/CAC LAVORO FRECCIA DELLA MEZZALUNA CAC RACE De LAMBRINIE R/CAC GIOVANI MALCONTENTIS HUNTER 1 ECC JUNIORES LOUIS DELL’INCREDULOUS RED P FEMMINE CAMPIONI Flegreum Athena 1 ECC Miglior Femmina 1SIBILLA DELLA MEZZALUNA 2 ECC LIBERA ALLEGRA 1 ECC PERLA 2 MB LAVORO SHIRLEY TEMPLE DEGLI ANGELI ROSSI CAC BRISA’S IRISHES BLOODY MERY 2 ECC GIOVANI MON CHERI De LAMBRINIE 1 ECC Miglior Giovane GINEBRA DE VILLA JAMBRINA 2 ECC

43


All’Italia la Coppa Vizsla In un’ottica di grande impegno per la valorizzazione della razza, volta a coniugare l’aspetto morfologico in funzione del lavoro che il Vizsla è chiamato a svolgere, l’Associazione Magyar Vizsla Club Italiano si è candidata per organizzare l’edizione 2016 della: 18° MAGYAR VIZSLA EUROPERAN CUP. Grazie ai numerosi sforzi e risultati ottenuti in questi due anni di gestione, tutti i Vizsla Club europei hanno accolto con piacere la nostra proposta e ci hanno incaricati di organizzare questa importante manifestazione. La competizione ha avuto luogo il 7-8-9 Ottobre 2016 in collaborazione con il Gruppo Cinofilo Pisano ed il Gruppo Cinofilo Lucchese presso i terreni di Lajatico (Pi), con sede operativa presso la tenuta “La Vallata”. A metà settembre il quadro era ormai chiaro, con ben 8 Paesi per un totale di 9 squadre e 52 soggetti; la Coppa Europa Vizsla prevede infatti la partecipazione per ogni Club di una squadra di Vizsla a pelo corto, una a pelo duro o eventualmente una squadra mista. In contemporanea alla logistica organizzativa, per il Club avveniva anche la verifica dei soggetti che avrebbero dovuto comporre la Squadra Italiana. Un impegno questo durato quasi un’anno intero e svolto con serietà e consapevolezza dal nostro Comitato Tecnico ed in primis da Omar Canovi.

44

Grande partecipazione e concorrenti preparati. I notevoli progressi della razza All’alba di venerdì 7 ottobre una leggera pioggerella ha accompagnato l’inizio della cerimonia di presentazione delle squadre: Repubblica Ceca, Danimarca, Germania, Gran Bretagna, Ungheria, Italia, Olanda e Slovenia. Sei i giudici italiani: Acerbi, Bezzecchi, Canovi, Gaddini, Sassarini, Trivellato e 3 Giudici stranieri: Anne Brigitte Du Fay Delavallaz dal Brasile, Barbara Schnabel dalla Germania e Fanni Verebely dall’Ungheria. La prova giovani alias Derby apre ufficialmente la 18° European Cup Magyar Vizsla. Per la batteria dei pelo corto 10 partecipanti con i giudici Omar Canovi, Daniele Gaddini e Barbara Schnabel. Si qualifica 1° Ecc. Pazmandi Pipacs condotta da Janos Varga. La batteria dei pelo duro è toccata invece alla terna composta da Giancarlo Trivellato, Anne Brigitte Du Fay Delavallaz e Fanni Verebely. La classifica vede 1° CAC Anouk Von Der Sonnenansicht condotta da Lazslo Pap (Ungheria) che si aggiudica il titolo di Derby Winner 2016. A fine mattinata le due batterie si riuniscono per i richiami e la verifica in coppia. Il volto dei vari giudici è pieno di soddisfazioni, evidentemente tra i giovani a pelo duro e quelli a pelo corto ci deve essere stata qualche prestazione

sopra la nota. Subito dopo pranzo si è tenuta la verifica morfologica sotto l’attenta supervisione del giudice Giulio Bezzecchi, membro del nostro Comitato Tecnico. È rimasto piacevolmente sorpreso dal nutrito numero di partecipanti e soprattutto dall’alta qualità dei soggetti a dimostrazione del fatto che morfologia e funzione in questa razza vanno di pari passo. L’alba di sabato mattina 8 ottobre è piovosa. La selvaggina, presente in buon numero, stentava ad uscire dalla fitta boscaglia dove aveva trovato riparo, molti turni si sono conclusi senza incontro e con i concorrenti zuppi dalla testa ai piedi. Quattro le batterie così suddivise: tre a pelo corto sotto la supervisione dei binomi di giudici Canovi/Delavallaz, Gaddini/ Schnabel, Trivellato/Sassarini, ed una a pelo duro con i giudici Verebely/Acerbi. Solo due cani portati al barrage, svoltosi in condizioni estreme visto che un’ulteriore rovescio atmosferico si stava abbattendo sui terreni de La Vallata: Baktai Fekete Aramis, che conquista il Cacit, condotto da Benedetta Costanzi per la squadra italiana e Duna Z Tisnovskych Reviru condotta da Jaroslav Treibal per la squadra ceca. Nel primo pomeriggio la verifica di riporto dalle acque profonde che tutti i 36 Vizsla presenti hanno terminato con esito positivo, confermando le grandi doti di riporto della razza. Tra tutti è spiccata la presta-


i nostri

Cani

Anno 62 num. 11 dicembre 2016

18° COPPA EUROPA MAGYAR VIZSLA 2016 SQUADRA ITALIANA DERBY VADASZFAI BATOR pr. e cond. Luca Zerbini DORA DI OSTERIA NUOVA pr. e cond. Enrico Brogiolo IURGEN REY D’CELIS pr. Romina Cantini cond. Massimo Dinelli FIELD TRIAL LORNA CHI TE CANTA DEL FATALBECCO pr. Luca Zerbini Cond. Massimo Dinelli GOKU ERCOLE DEL FATALBECCO pr. Nicola Merlo cond. Gino Troysi SARUMAN ORTHANC DEL FATALBECCO pr. e cond. Roberto Guglielmini AMIGO VON DEL SIEZENHEUMARAU pr. e cond. Maurizio Merz BAKTAI FEKETE ARAMIS pr. Alessandro Poggini cond. Benedetta Costanzi Riserva BREZZA pr. e cond. Roberto Guglielmini

Anouk Von Der Sonnenansicht (Ungheria), vincitrice del Derby Winner 2016

zione di Benca Vom Tannenhain di Christine Van Damme della Squadra Tedesca, che ha atteso per alcuni minuti il ripristino della pistola a salve, in posizione seduta senza collare osservando la conduttrice ed eseguendo alla perfezione il riporto, strappando un’applauso da tutti i presenti, giudici compresi. Cena al ristorante La Vallata, che ha presentato un menù strepitoso, e intervento dell’avv. Barbara Zanieri presidente del Gruppo Cinofilo Pisano e del dott. Luchino Lucchini presidente del Gruppo Cinofilo Lucchese, che hanno sottolineato, oltre che la meraviglia nel veder così tante persone provenienti da tutta Europa, anche il clima allegro, sereno ed il grande spirito sportivo presente in tutti i commensali. La domenica prevedeva una prova su selvatico abbattuto con brevetto di riporto: al

18° EUROPEAN CUP MAGYAR VIZSLA 2016 MIGLIOR TEAM 1° ITALIA 2° UNGHERIA pelo duro 3° GRAN BRETAGNA MIGLIOR SOGGETTO IN SINGOLO Duna z Tišnovských revírů (Repubblica Ceca) VIZSLA PELO CORTO Miglior Maschio Baktai Fekete Aramis (Italia) Miglior Femmina BOB Duna z Tišnovských revírů (Repubblica Ceca) VIZSLA PELO DURO Miglior Maschio Zoldmali Extreme (Ungheria) Miglior Femmina BOB Anouk von der Sonnenansicht (Ungheria) MIGLIOR WATER RETRIVING Benca Vom Tannenhain (Germania) pr. Christine Van Damme MIGLIOR MORFOLOGIA – Giudice Bezzecchi Gyurkovari Becses (Slovenia) pr. Petra Dezman

via le quattro batterie dove emergono per i pelo corto Lorna Chi Te Canta del Fatalbecco condotta da Dinelli che guadagna il CAC e Gyurkovary Buvesz condotto da Petra Dezman (Slovenia) con la Riserva di CAC. Nella batteria dei pelo duro si aggiudica il CAC Anouk Von Der Sonnenansicht condotta da Lazslo Pap (Ungheria). Entriamo quindi nel vivo delle premiazioni con la proclamazione della miglior squadra della Coppa Europa Vizsla con il passaggio di consegna dell’ormai famoso Trofeo del Fagiano errante da parte del Capitano della Squadra Danese Per Stouby, in rappresentanza del Team Olandese vincitore della passata edizione, al nostro Team Leader Omar Canovi, selezionatore della Squadra Italiana che si aggiudica questa indimenticabile 18° Coppa Europa Magyar Vizsla. Si ringraziano, il presidente del comitato razze da ferma continentali Giancarlo Passini, il Gruppo Cinofilo Pisano ed il suo presidente dott.sa Zanieri, Giuseppe Malasoma, il dott. Luchino Lucchini presidente del Gruppo Cinofilo Lucchese, il Delegato ENCI dott. Giovanni Spinelli, l’Azienda La Vallata, tutti i Giudici che ci hanno onorato della loro esperienza, il prof. Mario Borso e Benedetta Gaja per la traduzione del regolamento dal francese, i nostri sponsor Giuntini e Dr. Clouder, tutti gli amici del Club che si sono adoperati fattivamente per dare una mano: Cristina Lolli, Federica Mencagli, Barbara Colombetti, Renato Danielis, Ottavio Gardin, Ludovico Insalaco, i traduttori Loredana Lupica e Gualtiero Insalaco, gli

Miglior Soggetto Singolo. Duna z Tišnovských revírů (Repubblica Ceca)

accompagnatori, gli sparatori, i conduttori della squadra italiana Troysi, Dinelli, Costanzi, Merz, Guglielmini, i vice presidenti Luca Zerbini ed Enrico Brogiolo, ed in fine il nostro segretario a cui va gran parte del merito della buona riuscita di questa 18° Coppa Europa Vizsla, Mariella Michelon. Alessandro Poggini

Miglior Water Retriving. Benca Vom Tannenhain (Germania)

45


I risultati del “Trofeo Paolo Ciceri”

Harriette del Monte Pasubio di Gianesini vincitrice del Trofeo Ciceri 2016 e Jeko du Bois Courcol di Pozo 2° classificato

Hariette Regina di Montagna Grande partecipazione alle sei prove. La Breton di Gianesini si impone su concorrenti preparati. I massimi voti all’organizzazione Il trofeo ENCI “Paolo Ciceri” 2016 si è svolto secondo il calendario delle prove su selvaggina di montagna per le razze da ferma continentali sui terreni di:

12/13 marzo 2016 Frattura di Scanno (AQ) 13/14 agosto 2016 Thyon les Collons (SVIZZERA) 17/18 agosto 2016 Lanses - Fierozzo (TN) 20/21 agosto 2016 Torcegno - Troncegno (TN) 6/7/8 settembre 2016 St. Sorlin (FRANCIA) 10/11 settembre 2016 Aosta (AO) Alcuni luoghi erano già stati sperimentati in, altri, ad esempio Scanno, sono stati frequentati per la prima volta. In alcuni casi il numero dei cani presentati è stato limitato forse perche questo tipo di percorsi non rientravano nelle abitudini di tutti i conduttori, al contrario in altri ha trovato conferme. Fermo restando che sulla qualità della selvaggina non si discute… qualche parola potrebbe essere spesa sulla presenza della stessa o, in alcuni casi, sulla reperibilità di “galli” o “cotorni”. Le classifiche un po’ più povere rispetto agli anni precedenti ci devono far rifletter su alcuni particolari:

46

- Le prove non possono essere paragonate alla giornata di caccia, anche se si avvicinano molto, perché il cane ed il conduttore hanno un tempo limitato per poter reperire il selvatico. - Le zone sono aperte a tutti e quindi i selvatici possono essere disturbati anche da altri fattori. Anche quest’anno si è avuta una importante presenza di conduttori francesi che ha dimostrato quanto questo tipo di prove sia tenuto in considerazione Oltralpe ai fini della selezione di alcuni caratteristiche dei soggetti. La razza Epagneul Breton l’ha fatta da padrona grazie appunto all’attenzione dei francesi verso questo tipo di confronti. Alla fine comunque ha vinto meritatamente il Trofeo un cane italiano: Harriette di Monte Pasubio di Mauro Gianesini. Dobbiamo ricordare che lo scorso trofeo è stato vinto da un altro grande cane italiano Soraya Bracco Italiano di Penati che, purtroppo, quest’anno è scomparsa. Da tenere in considerazione tutte le altre razze che sono scese in campo. Sugli scudi quindi non solo Epagneul Breton ma anche Kurzhaar, Bracchi Italiani, Bracchi Francesi, Korthals, Spinoni… Ricapitolando il Ciceri 2016 è iniziato sui terreni di Scanno (AQ) con un tempo quasi proibitivo: vento, pioggia grandine. Solo 6 i soggetti iscritti che, malgrado l’ottima or-

ganizzazione di supporto non sono riusciti a reperire gli animali e quindi non ci sono stati cani in classifica. Si è proseguito con la Svizzera che ha visto nei due giorni di prove quattro cani in classifica: Fiero di Gilardoni, Gin di Chognard, Harriette di Gianesini e Java di Garcia. In Trentino in quattro giorni di confronto si sono distinti Harriette e Joba di Gianesini, Jeko, Igor e Guess di Pozo, Gin di Chognard, Ella di Garcia, Hagen di Berthon e Best della Val di Rem di Trentin. Nessun cane classificato in Francia nei tre giorni dedicati di cui il primo a pernici bianche. In Valle d’Aosta sui terreni di La Thuile sono state formate tre batterie con l’inserimento di un nuovo terreno, il Col Croce, che si è dimostrato adatto alla prova con presenza di animali più che sufficiente: dodici capi osservati il primo giorno e tre il secondo. I soggetti al punto sono stati ancora Harriette di Gianesini Jeko di Pozo, Fenixe di Chabanis e Gufo di Trentin. Fino alla fine due soggetti francesi Jeko e Gin hanno lottato per strappare il Trofeo a Harriette del Monte Pasubio senza riuscirci. Dopo i primi 4 posti il primo Kurzhaar: Gufo (figlio d’arte di Viva’ des Garrigues du Ministre) di Trentin che strappa, all’ultimo giorno di prove a La Thuile, un meritato 1 Ecc. Altri Kurzhaar che entrano in classi-


i nostri

Cani

Anno 62 num. 11 dicembre 2016

Mauro Gianesini e Dominique Pozo con i giudici Bonasera, Testa, Cortesi

Trentin con Gufo, De Cassan con Margot, Faggio con Bobo dell’Aietta, Chabanis con Fenixe du Val d’Ondaine

fica generale Hagen des Garrigues du Ministre e Best della Val di Rem. Non dobbiamo comunque dimenticare i soggetti di razze importanti che non hanno avuto la fortuna di concludere con il punto ma che hanno registrato ottime prestazioni. Fra questi gli Spinoni italiani Tancredi di Morghengo condotto da Giancotti e Connor da Fabio Platania, la Bracca italiana Margot di Silvano De Cassan, i Bracchi tedeschi di Renato Faggio, di Toni Giugliano e di Franco Della Torre. Il clima che si è respirato quest’anno in tutti i terreni è stato di sportività ed ami-

cizia, valori che non possono far altro che portare stimoli positivi al proseguimento di questo tipo di prove specialistiche. Le premiazioni del sabato sono state effettuate presso il ristorante Lo Riondet che ci ha accolto con il tipico calore che si riserva a vecchi amici che si rivedono e che condividono concetti e sapori comuni. Un grazie

particolare a Maria Elena e ad tutta la sua famiglia ed un arrivederci alla prossima stagione. Il tutto è terminato la domenica con la festa dell’assegnazione dei trofei e la condivisione di un picnic offerto dalla delegazione ENCI della Valle d’Aosta. Claudio Trentin

LAJATICO – Grande successo del Campionato Sociale

I Breton s’inchinano a Deasy e Jago

Il Club italiano Epagneul Breton, anche quest’anno ha organizzato il prestigioso Campionato sociale a selvatico abbattuto, una manifestazione che si disputa da alcuni anni, ma che in quest’ultima edizione, al classico Campionato individuale, ne affiancava uno squadre tra le varie delegazioni. L’organizzazione, è stata affidata al Gruppo Cinofilo Pistoiese, che anche in questa occasione ha saputo consolidare il rapporto di fiducia e amicizia con il CIEB delegazione Toscana. Grazie alla segretaria Alessandra, coadiuvata dal presidente Andrea e dal vice Riccardo, che hanno gestito in modo impeccabile le sei batterie, a

I due fuoriclasse conquistano il titolo su un terreno difficile e avversari preparati. Alla Toscana il titolo a squadre partire dai sorteggi delle giurie e dei terreni di prova. Questo Campionato sociale è stato fortemente voluto dal CIEB perché le prove sono le più vicine alla caccia ed in particolare la Toscana è stata scelta proprio per valutare i soggetti presentati nei suoi difficili terreni con calanchi e vegetazione

molto impegnativa. Alle relazioni dei giudici, i soggetti presentati, erano tutti di ottime qualità, il Campionato sociale anno 2016, è stato vinto con la qualifica di Eccellente con certificazione, dalla femmina bianco nera Deasy di Rosi Alessandro e da Jago di proprietà del socio Riccardo Chiarini e condotto da Boschi. Per quanto riguarda il Campionato sociale 2016 a squadre, è stato vinto dalla squadra della Toscana Uno, capitanata da Fabio Lascialfari. Presente alla manifestazione del CIEB il presidente Saletti, che si è complimentato con l’organizzazione. A questo importante evento, anche la dele-

47


La squadra Toscana 1 vincitrice del Campionato Sociale

Da sx. Campione sociale maschi e Campione sociale femmine

gazione della Puglia, con conduttore unico Antonio Cretì che ha presentato soggetti di indiscussa qualità e validità venatoria. Il clima molto caldo e una stagione molto secca, con crepe nel terreno anche pericolose per i cani, hanno messo a dura prova tutti i soggetti in particolar modo quelli non preparati a quel tipo di terreno. Giorgio Bellotti Seconda batteria. Aldovardi con Baldo de Keranlouan 1° Eccellente

TITOLO A SQUADRE 1° classificata Toscana 1 Capo squadra Fabio Lascialfari

1) Cico prop. e cond. Lascialfari Fabio 1° ECC punti 8 2) Cvharlye prop. e cond. Marchi Luca MB punti 5 3) Roky prop. e cond. Iacomini Giuseppe no punti 4) Chira prop. e cond. Scatizzi Enrico 3° MB punti 5 Riserva Mauro prop e cond. Innocenti Alessandro

2° A parità di punteggio: Toscana 2 Capo squadra Maurizio Aldovardi

1) Baldo de Keranlouan prop. e cond. Aldovardi Maurizio no punti 2) Atina prop e cond. Tureddi Andrea no punti 3) Shumy prop e cond. Calcinai Gianni 3° ECC punti 7 4) Deasy prop e cond. Rosi Alessandro 1° CAC punti 10 Riserva Milito prop e cond. Tureddi Andrea

Toscana 3 Capo squadra Stefano Boschi

1) Jago prop. Chiarini Riccardo cond. Boschi Stefano 1° CAC punti 10 2) Artù prop Del Rio cond. Boschi Stefano no punti 3) Wilma prop. e con. Ancillotti Lorenzo ECC punti 7 4) Astra prop e cond. Bernardini Luca no punti Riserva Billi 2° prop e cond. Caponi Alfonso

48

CLASSIFICHE Batteria 1 Riserva di caccia Cerbana. Giudice Giorgio Bellotti 1° Ecc. Cico prop. e cond. Lascialfari Fabio 2° Ecc. Marbuk prop. e cond. Innocenti Alessandro

Batteria 2 Riserva di caccia Lajatico. Giudice Omar Canovi 1° CAC Jago prop. Chiarini Riccardo cond. Boschi Stefano 2° Ecc. Tico del Marco Giorgio prop. e cond. Iacomini Giuseppe

Batteria 3 Riserva di caccia La Vallata. Giudice Daniele Gaddini 1° CAC Deasy prop e cond. Rosi Alessandro 2° Ecc. Devil prop e cond. Rosi Alessandrto

Batteria 4 Riserva di caccia Il Roglio. Giudice Riccardo Acerbi 1° Ecc. Colognensis Iak prop. e cond. Goffi Giuliano 2° Ecc. Gephore de Keranlouan prop. e cond. Goffi Giuliano

Batteria 5 Riserva di caccia La Cava. Giudice Maurizio Crudeli

1° Ecc. Bisa/D prop Da Prato Maria Cristina cond. Tureddi Andrea

Batteria 6 Riserva di caccia Lajatico. Giudice Giuseppe Fabbricotti 1° Ecc. Harold Des Bois De Gland prop. e cond. Aldovardi Maurizio 2° Ecc. Mak prop. Lippini Enrico cond. Selmi Marco


RUBRICA GRATUITA RISERVATA AI SOCI ENCI ACCESSO ALLA RUBRICA BEST IN SHOW: 1°, 2°, 3° classificato (compresi Coppie, Gruppi, Giovani, Veterani) RAGGRUPPAMENTO: 1°, 2°, 3° classificato RADUNI E SPECIALI DI RAZZA: BIS: 1°, 2°, 3° - BOB-BOS

1° classe campioni, libera, intermedia, lavoro, giovani, veterani

successi all’estero INDICARE nome del cane, razza, luogo e data expo, classifica, giudice, allevatore, proprietario. Le inserzioni incomplete, verranno cestinate

Inviare a redazione@enci.it

DAL NUMERO DI OTTOBRE SOLO SUCCESSI OTTENUTI DOPO IL 31 MARZO 2016

*** STELLE ITALIANE MONDIALE MOSCA 2016

KINGARRA DELLA BASSA PAVESE Irish wolfhound Raduno Europeo di Norten Hardenberg (D) 25/5/16 CAC BOS

Giudice Gretchen Bernardi Allev. e propr. A. e L. Salamon Turini

IL GRANAIO DEI MALATESTA ADRIANO Lagotto Romagnolo Maschio CACIB

KOICHI AKI NO IRO Akita Speciale di Lipica (SLO) 8/10/16 CAC BOB

Allevatore Monica Benelli Proprietario Carolyn e Jim Talbert

Guidice Jorgen Hindse Allevatore Pawel Mandziej Proprietario Rosanna Ortile

BUDINA DEL WANHELSING Bassotto kaninken p/d Bundessieger-Ausstellung di Dortmund (D) 14/10/16 Bundes-Jugendsieger Giudice M. Wein-Gysae

Expo di Dortmund (D) 15/10/16 Herbst-Jugendsieger

Giudice Horst Kliebenstein Allev. e propr. Gabriel Pascarella

LUDSTAR FREDERICK FRANKENSTEIN Gordon Setter City Of Birmingham Ch Show (UK) 2/9/16 CC BOB BOG Giudic B Schougal Allev. e propr. A. e L. Salamon Turini

49


successi all’estero

LAPO DEL WANHELSING Bassotto nano p/d Bundessieger-Ausstellung di Dortmund (D) 14/10/16 Bundes-Jugendsieger MIRANDA DELLA BASSA PAVESE Irish Wolfhound Hound Ch Show Stafford (UK) 6/8/16 1° BIS GIOVANI OSMANTHUS OMNIA NOIR Barbone toy Championnat de France di Metz 4/06/16 Miglior Barbone Assoluto

Giudice M. Wein-Gysae

Expo di Dortmund (D) 15/10/16 Herbst-Jugendsieger BOB Giudice Horst Kliebenstein Allevatore Gabriel Pascarella Proprietario Patrizia Agosta

Giudice S. Wilde - B. Bengston Allev. e propr. A. e L. Salamon Turini

Giudice Alix Jauffret Allevatore e proprietario Bruno Nodalli

SEABISCUIT DEL WANHELSING Bassotto nano p/d Bundessieger-Ausstellung di Dortmund (D) 14/10/16 3° classificato gruppo 4 PIXIE PERSEO COFFEE VIOLETTA JACK Jack Russell Terrier Expo Shkorpilovtzi (BG) 15/7/16 3° classificato gruppo 3

Giudice D. Janjiv Allevatore Violetta Jack Kennel Proprietario Devon Kennel 50

Giudice M. Wein-Gysae Allevatore e propr. Gabriel Pascarella

WHIPROSE QUEEN OF MY HEART Whippet Expo di Umago (HR ) 4/6/16 1° classificato gruppo 10 Giudice Daniele Poltri

Expo di Umago (HR) 5/6/16 3° classificato Best in Show Giudice Zsuzsanna Petik

Expo di Karlovac (HR) 24/9/16 3° classificato gruppo 10

Giudice U. Timonen Allevatore e propr. Allev. Whiprose


successi all’estero

ALEC Pastore svizzero bianco Expo di Tulln 2/10/16 Bundesjugendsieger BOB SEISHIDO DREAM TICKET FOR RESTAYL-ING Akita americano Expo di Lipica (SLO) 8/10/16 1° classificato Best in Show

Giudice Klein Dagmar Allevatore e propr. Enrico Sargentoni

Giudice Liliane De Ridder-Onghena Allevatore Roberto Delfine Proprietario Lorella Carsana

Giudice Laurent Picard Allevatore Nadezda Cherkasova Proprietario Emanuele Zanusso

PAPRIKA DEI DELFINI Chihuahua CACIB PEJA (Kossovo) 23/07/2016 1exc cac cacib bob BOG1

Giudice Sanja Vreteničić (MNE) Allevatore è propr. Piero Giannandrea

DANTE DEI PICCOLI DEMONI & BORN TO ANNOY DEI PICCOLI DEMONI Cavalier King Charles Spaniel Expo di Bruxelles 27/8/16 3° BIS Coppie

DI LEILA’S SHELTIE SILVER LEGEND IN COUNTRY CHIC Pastore Scozzese Shetland Expo di Klagenfurt (A) 18/6/16 1° BIS Giovani G iudice Monica Blaha Allevatore Dagmara Modzelewska Proprietario Allev. Country Chic

ARISTOTELE & TERSICORE DEL PARNASO Dalmata Expo di Golubac (SRB) 21/8/16 1° BIS Coppie Giudice D. Paunovic Allevatore Manola Poggesi Proprietario D. Soldati

51


successi all’estero

LANGRIGG SOLDIERING ON Beagle Expo di Nitra (SK) 12/6/16 1° classificato gruppo 6 Giudice Dorita witkowska Allevatore Lesley Osmeterly Proprietario Paolo Pieracci

BABA’ DEL BIROCCIAIO Volpino Italiano Expo di Obala (SLO) 13/8/16 2° classificato gruppo 5 Giudice Andrej Kocar

Speciale di Lipiza (SLO) 8/10/16 CAC BOB

Giudice Patrice Johansen

Giudice Kari Jarvinen Allevatore e propr. Nicoletta Pollini 52

Giudice Szaba Lokodi

Expo Atene (GR) 15/10/16 1° classificata gruppo 5

Giudice Antonio di Lorenzo Allevatore e propr. Mauro Scarlato

Giudice Igor Selimovic’ Allevatore Antonio Crepaldi Proprietario Francesco Penso

HARMAKHIS WISDOM AURORA FOSCA Rhodesian Ridgeback Speciale di Rygge (N) 26/6/16 1° classificato Best in Show

QOCCLE’S WELCOME EMIRA Yorkshire Terrier Expo di Innsbruck 13/8/16 1° classificato Best in Show

MERAVIGLIA DELLA COSTA D’AMALFI Bassotto standard p/d Expo di Atene (GR) 14/10/16 1° classificata gruppo 4

Speciale di Lund (N) 1/7/16 ECC 1° Giudice Ann Woodrow

Speciale di Stroby (DK) 2/7/16 CAC

Giudice R. Green Allevatore e proprietario Sara Venturelli

IL GRANAIO DEI MALATESTA NEGRONI SBAGLIATO Lagotto romagnolo Expo di Komarom (HU) 8/10/16 1° classificato gruppo 8 Giudice A. Wonish Allevatore e propr. Monica Benelli


successi all’estero

AMOR DI SCHNAUZER WELCOME ABOARD Schnauzer p/s Expo di Porvoo (SF) 11/9/16 2° classificato gruppo 2

GRETA Riesenschnauzer p/s Expo di Dortmund (D) 14/10/16 1° Cl. Libera - Bundessieger Giudice Margritt Roloff Allevatore Carlo Angeletti Proprietario Roberto Di Gesù

HEART MIND FIRE DEI LEONI IMPERIALI Chow Chow Expo di Maastricht (NL) 24/9/16 3° classificato gruppo 5

Giudice Nadjia Timmermans-Kadenko Allevatore Campi e Carinelli Proprietario Stefania Bettini

Giudice Colm Hastings Allevatore Alessandro Schmid Proprietario V. Isoranta - K. Kentala

ARIEL DEL VENTO DI ALI GRIGIE Riesenschnauzer pepe sale Speciale di Blad (SLO) 11/6/16 BOS

Giudice Galyna Kalinichenko Allevatore e proprietario Daniela Vito

SAMSON EL MACHO Riesenschnauzer pepe sale Speciale di Blad (SLO) 11/6/16 CACIB BOB

Giudice Galyna Kalinichenko Allevatore e proprietario Daniela Vito

ARIMMINUM YASMEEN Cane Lupo Cecoslovacco Mondiale di razza di Nitra (SK) 10/6/16 CACJ BEST OF JUNIOR Giudice Gabriela Redarcikova Allev. Sarka Matrasova Proprietario Laura Scaglia

53


successi in italia ACCESSO ALLA RUBRICA 1° classificato del Raggruppamento, compresi Coppie e Gruppi, in Esposizioni Internazionali in Italia. 1°, 2°, 3° classificato del Best in Show generale

RUBRICA GRATUITA RISERVATA AI SOCI ENCI

INDICARE nome del cane, razza, luogo e data expo, classifica, giudice, allevatore, proprietario. Le inserzioni incomplete, verranno cestinate

Inviare a redazione@enci.it Dal numero di ottobre solo successi ottenuti dopo il 31 marzo 2016

OPHELIA DELLA KAFARA & JOKER DELLA KAFARA Bassotto nano p/d Expo di Palermo 18/9/16 1° BIS Coppie Giudice A.Kelly

SKJÆRGAARDENS M.STAR REALE Leonberger Expo di Jesi 7/8/16 1° classificato gruppo 2

OPHELIA DELLA KAFARA Bassotto nano p/d Expo di Palermo 18/9/16 2° classificato Best in Show

Giudice A.Kelly Allevatore e propr. Allev. della Kafara

QUEENIE EYE DEL CASTEL LEVANTE Alano Expo di Busto Arsizio 1/11/16 1° classificato gruppo 2

Giudice Gianfranco Bauchal Allevatore Del Castel Levante Proprietario Patrizia Vidano

Giudice Rosario Jari Spagna Allevatore Tone Mosby Proprietario Paola Maggi

GWENDARIFF GETS CARRYD AWAY Setter Irlandese Expo di Busto Arsizio 1/11/16 1° classificato gruppo 7 Giudice Pierluigi Buratti Allevatore Diane Stewart Ritchie Proprietario Sabrina Castoldi 54

QUEEN DA’NIGA DI GREYSBETH + BOKLAWOOD DI GREYSBETH + KAJKAVALIER DI GREYSBETH Weimaraner p/c Expo di Messina 23/10/16 1° BIS Gruppi Giudice Gianfranco Bauchal Allevamento e propr. Allev. Greys Beth

ALEKSANDR NEVSKY EDERLEZI Terrier nero russo Expo di Bergamo 1° classificato gruppo 2

Giudice Guido Vandoni Allevatore Agnieszka Aleksandra Sowka Proprietario Jelena Svietlikauskaite


C L U B CLUB ITALIANO DEL MOLOSSO

SEZIONE BROHOLMER PROVE CARATTERIALI IN VALSAMOGGIA Il 9 e il 10 settembre u.s. si sono felicemente conclusi, nella verde cornice collinare di Tiola, e sotto il patrocinio del comune di Valsamoggia (BO) che ringrazio infinitamente per la concessione degli spazi, i primi test psicologici e comportamentali tenutisi in Italia per la razza Broholmer e sono particolarmente orgogliosa del successo ottenuto con particolare riguardo all’atmosfera serena e sportiva in cui tutto si è svolto con partecipanti giunti anche da Polonia e Francia. Oltre alla normale e necessaria valutazione morfologica che ne stabilisca le principali caratteristiche previste dallo standard, i Broholmer, stante il protocollo danese, sono testati attraverso prove psicocomportamentali che ne completino la validità e l’equilibrio sotto tutti gli aspetti. L’indole del Broholmer è di essere estremamente equilibrato. Nei test quindi gli viene richiesto da un lato di interagire con persone sconosciute (in cui il soggetto sottoposto a prova non dovrà risultare né spaventato né aggressivo) e dall’altra si valutano la sua disponibilità al gioco, l’istinto predatorio (che deve risultare sostanzialmente inesistente), il livello di vivacità, la velocità nel cogliere i comandi, la curiosità nella partecipazione alle prove stesse nonché la reazione a ciò che lui percepisce come possibili minacce (il cane viene spaventato da apparizioni improvvise e forti rumori inaspettati, dovendo egli risultare sempre sicuro di se). Sono intervenute Katri Tammela e Annemarie Bogard, rispettivamente presidente e vicepresidente del Club finlandese del Broholmer che ringrazio calorosamente e con loro il team dei Giudici DKK oltre alla prestigiosa presenza del presidente del Broholmerselskabet David Levy, e della vicepresidente Rikke Poppe Wulf Andersen che hanno evidenziato il grande lavoro di cooperazione tra i nostri due Paesi per il bene della razza. A ulteriore testimonianza di ciò mi è stato consegnato il simbolo storico del Broholmerselskabet - lo striscione con il logo ufficiale della Casa Madre danese- significativo regalo inaspettato, che mi ha davvero commossa. Non posso certo nascondere che l’organizzazione di questa “prima” ha comportato comunque parecchi

Cuccioli ospiti al Raduno

Foto ricordo con la giuria e la rappresentanza del Club

Foto ricordo per i partecipanti all’evento mesi di duro lavoro e se tutto ha potuto concretizzarsi e svolgersi nel migliore dei modi lo si deve al grande supporto avuto dal CIM, nella persona del suo Presidente Vincenzo e al Dott. Dino Muto per l’aiuto fondamentale che, unitamente all’intero Consiglio ENCI da lui presieduto. Arrivederci a tutti alla prossima e… “Lunga vita Vanda Baldaccini

XXXIV RADUNO DEL CLUB ITALIANO DEL MOLOSSO SEZIONE BROHOLMER Doppio appuntamento a Campegine (RE) per il Broholmer 2° Test esteriore & 2° RADUNO di razza Giudice: Bo Lasthein Andersen (DK) L’8 e il 9 ottobre il Broholmer è stato ancora una volta protagonista al 34° raduno del CIM dove il giudice specialista della razza, Bo Lasthein Andersen, è venuto direttamente dalla Danimarca per valutare i nostri esemplari. Due prove imperdibili, e all’appello non è mancato nessuno. Ben 9 soggetti, su 11 iscritti, hanno superato brillantemente la prova del “test esteriore” al primo colpo. Gli altri due sono stati solamente “rimandati”, in quanto giudicati non ancora totalmente e fisicamente sviluppati per la loro giovane età, e potranno ripresentarsi quindi al prossimo test. 2° Raduno della Sezione Broholmer invece nella giornata di domenica 9 ottobre, all’interno del 34° Raduno del CIM, con 12 soggetti iscritti (ricordo che in Italia vivono solo 36 Broholmer) tra cui i quattro cuccioli nati lo scorso Aprile. Il giudice Bo Lasthein Andersen ha espresso giudizi molto positivi ed è rimasto impressionato dalla bellezza e dalle caratteristiche rispondenti allo standard dei nostri Broholmer, complimentandosi per l’impegno e l’entusiasmo dei membri della nostra Sezione e dalla nostra organizzazione accomunandoci ad “una grande famiglia”.

55


C L U B

Broholmer al Test Esteriore di Campegine Immancabile il sabato sera la cena sociale a cui hanno preso parte ben 25 soci. Occasione per ridere, scherzare, e ovviamente brindare ai nuovi successi con l’Italia che può ora vantare 10 Broholmer approvati in più, dando così piena soddisfazione alle nostre più ambiziose aspettative. Concludo con un grazie al CIM, al suo Presidente e ai consiglieri tutti per i sempre collaborativi e proficui rapporti, rendendoci ancora più orgogliosi sia di far parte dell’organizzazione, sia della possibilità di valorizzare i nostri Broholmer così unici. Lunga vita ai nostri Broholmer! Vanda Baldaccini (presidente di Sezione) CIM - CAMPEGINE SEZIONE BROHOLMER 2° TEST ESTERIORE IN ITALIA 8-10-2016 Ha giudicato Bo Lasthein Andersen giudice storico danese del Broholmerselskabet/DKK. 11 soggetti presentati; 9 soggetti passati 1) TJIASSE XXX+ All.re Dahl Kate Frimand - Prop. Ghirardelli Fausto 2) FROY XXX+ All.re Mygind Regina - Prop. Baldaccini Vanda 3) ARGO XXX+ All.re Mygind Regina - Prop. Oliva Mirco 4) SPIKE XXX All.re Stevnsvig Karin - Prop. Cosimo Rummo 5) CHILI XXX+++ All.re Mod Janet - Prop.Hure’ Michala 6) AMONA BITNER’S BEAUTY XXX++ All.re Bitner Magdalena - Prop. Bitner Magdalena 7) LEMPI XXX All.re Christiansen Anna Marie - Prop. Villan Nicola

Tutti i Broholmer del Raduno di Campegine

56

8) AZZI BITNER’S BEAUTY XXX+ All.re Bitner Magdalena - Prop. Bitner Magdalena 9) MERIDA XXX+ All.re Carsten Jefsen - Prop.Hgger Kurt 10) JANSEN’S LUNA XXX+++ All.re Lars Jans - Prop.Masetti Mauro 10) PAGO THREANT GEFION XXX+++ All.re Smit Dennis - Prop.Pica Maria Rubina RADUNO CIM- CAMPEGINE 9-10-2015 SEZIONE BROHOLMER Giudice: Bo Lasthein Andersen (DK) LIBERA MASCHI 1° Molto buono - - TJIASSE (Knud x Gamle Danere’s Elle) All.re Dahl Kate Frimand - Prop. Ghirardelli Fausto INTERMEDIA MASCHI 1° Molto buono - - FROY (Rumle of Troldhoj x Ester) All.re Mygind Regina - Prop. Baldaccini Vanda 2° Molto buono - - ARGO (Rumle of Troldhoj x Ester) All.re Mygind Regina - Prop. Oliva Mirco BABY MASCHI 1° Molto Promettente - FENGUR II DELLA STIRPE DI FENGUR (CH Alfred x Bellini) All.re Baldaccini Vanda - Prop. Coltrioli Enzo 2° Promettente - TZAR DELLA STIRPE DI FENGUR (CH Alfred x Bellini) All.re Baldaccini Vanda - Prop. Conti Letizia Francesca LIBERA FEMMINE 1° Ecc. - CAC- BOB - CHILI

(Valde x Tasha) All.re Mod Janet - Prop.Hure’ Michala 2° Ecc. - RES. CAC - AMONA BITNER’S BEAUTY (Ellebaekgardens Balder x Hossa Wspomnienie Darmy ) All.re Bitner Magdalena - Prop. Bitner Magdalena 3° Molto Buono - LEMPI (Urd x Saga ) All.re Christiansen Anna Marie - Prop. Villan Nicola INTERMEDIA FEMMINE 1° Ecc. - AZZI BITNER’S BEAUTY (Ellebaekgardens Balder x Hossa Wspomnienie Darmy) All.re Bitner Magdalena - Prop. Bitner Magdalena JUNIORES FEMMINE 1° Molto Promettente - Best Juniores -BEATRICE BITNER’S BEAUTY (CH Alfred x Hossa Wspomnienie Darmy) All.re Bitner Magdalena - Prop. Di Mitri Alessio BABY FEMMINE 1° Molto Promettente - Best Baby- LEXY DELLA STIRPE DI FENGUR (CH Alfred x Bellini) All.re Baldaccini Vanda - Prop. Ubbiali Antonio 2° Molto Promettente - DANA II DELLA STIRPE DI FENGUR (CH Alfred x Bellini) All.re Baldaccini Vanda - Prop. Tommasini Flavio CLUB ITALIANO DEL MOLOSSO Sezione Broholmer PRESIDENTE VANDA BALDACCINI Via Paradiso 1130 40053 Valsamoggia (Bo) Cell. +39 3473710795 presidente@sezionebroholmer.it


C L U B CLUB ITALIANO SPANIEL RADUNO DI BERGAMO 24/9/2016 MASCHI ROSSI LIBERA FRANCINI’S ORO FINO 1° CAC Allev. Francini A. Pr. Porcile L. LAVORO VIP AT MAGICA ROMANA 1°ECC Allev. Marzani Romana Pr. Donna Alice GIOVANI SHIVA DELLYLLÈ 1°ECC Allev. Ylenia Pravato Pr. Fasone Valeria JUNIORES MISSY’S COCKERS WILLIE 1°MP MIGLIOR JUNIORES Allev. Missy’s Cockers Pr..Sebastiani Sabina BABY ALMALEO KNOCK OUT 1°MP Allev. Franzoni L. Pr. Appezzato Laura VETERANI SAMMY 1°ECC Allev. Chirivi M. Pr. Moruzzi R. FEMMINE ROSSE CAMPIONI ALMALEO ISABELLA ROSSELLINI 1 ECC Allev. e pr. Franzoni L. LIBERA ESCORT LA ROSSA DELLA MAGICA ROMANA 1° ECC Allev. Marzani R. Pr.. Francini A. LAVORO MAGICA CASSANDRA ROMANA 1°ECC Allev. Magicaromana Pr. Marzani Romana MASCHI NERI NERI/FOCATI LIBERA MISSY’S COCKERS FREDDIE KEPPARD 1° R/ CAC Allev. Missy’s Cockers Pr. Sebastiani Sabina GIOVANI DELCASTEL ANNABELLE 1°ECC Allev. e pr. Martini Andrea BABY CHANDOOTSIE OUR HONEY 1°MP Allev. Morag Tailor Chandootsie Pr. Colletti Andrea

VETERANI MARGOT DI VILLA VILLACOLLE 1°ECC Allev. Biancardi Daniela Pr. Pravato Ylenia MASCHI NERI LIBERA MISSY’S COCKERS FREDDIE KEPPARD 1° R/ CAC Allev. Missy’s Cockers Pr. Sebastiani Sabina GIOVANI FRANCINI’S GET RIGHT 1°ECC Allev. Francini Angela Pr. Buttiglione Tanuel Maria FEMMINE NERE E NERE/FOCATE LIBERA CLEOPATRA DELLYLLE’ 1°ECC Allev. Dellylle’ Pr. Pravato Ylenia LAVORO TALK DIRTY TO ME CHILDREN OF BODOM DEL RE DI DANARI 1° CAC MIGLIOR FEMMINA BOS Allev. e pr. Danila Edelfina Dalla Vecchia ALMALEO VADO DI FRETTA 2 R/CAC Allev. Franzoni L. Pr..Bragato E. GIOVANI GALLINAGOS IN A DREAM 1°ECC Allev. Piljevic Dusko Pr. Appezzato Laura MASCHI ALTRI COLORI CAMPIONI FRANCINI’S DAY BY DAY 1°ECC Allev. Francini’s Pr. Marcellino Cristian LIBERA SUENO DE AMOR DELLYLLE 1°MB Allev. e pr. Pravato Y. LAVORO FRANCINI’S WHITE AFTER THE BLACK 1° CAC Allev. Francini Angela Pr. Buora Alberto MARVEIL ZEUS 2° R/CAC Allev. e pr. Marveil GIOVANI MARVEIL CARUSO 1°ECC MIGLIOR GIOVANE MIGLIOR MASCHIO BOB Allev. Marveil Pr. Franzoni L. JUNIORES ROXICOCKER CIN CIN 1°MP Allev. Opris R. Pr. Zanatto C. VETERANI LINDRIDGE TROOPING COLOURS 1°ECC Allev. e pr. Hackett Angela FEMMINE ALTRI COLORI CAMPIONI CASSOM OVERJOYED WITH MARVEIL 1°ECC

BOB Marveil Caruso BOS Talk Dirty to me Children of Bodom del Re di Danari

Allev. Amos Jones S. Pr. Allev. Marveil LIBERA FRANCINI’S ALICIA ALEXA 1°ECC Allev. Francini Angela Pr. Guerci Otello LAVORO MARVEIL ZENITH 1°ECC Allev. e pr. Pr. Allev. Marveil INTERMEDIA ROXICOCKER URANIA 1° CAC Allev. Opris R. Pr. Cipollini S. GIOVANI MISSY’S COCKERS MARILYN 1°ECC Allev. e pr. Missy’s Cockers JUNIORES MARVEIL EUPHORIA 1°MP Allev. e pr. Allev. Marveil BABY MARVEIL FIGLIA DEL VENTO 1°MP Allev. e pr. Allev. Marveil RADUNO DI MESSINA COCKER SPANIEL INGLESE ROSSO (GB) Giudice Laurent Pichard (CH) MASCHI LIBERA ATLAS MERLIN DEL VORTICE 1°MB Allev. Colausig L. Pr. Mandato C. YELLOWDARUMA FALL DOWN SEVEN TIMES GET UP EIGHT 2°MB Allev. Pesce F. Pr. Liuzzi K. FEMMINE LIBERA DREAMINGSTARS E BRILLA SOLO PER TE SAILOR VENUS 1°ECC RCAC Allev. Racanelli N. Pr. Scalone G. FRANCINI’S TRUE LIFE 2°ECC Allev. Francini A. Pr. Licciardello A. INTERMEDIA DREAMINGSTARS FUJIKO MINE 1°ECC ALLEV. RACANELLI N. PR. SPINELLI E. COCKER SPANIEL INGLESE NERO E NERO FOCATO (GB) Giudice Laurent Pichard (CH) FEMMINE LIBERA IBIAN DI CASA BUONO 1°ECC Allev. Casa Buono Pr. Liuzzi K. LAVORO MY FAIR LADY DELLA KALESA 1°ECC Allev. Della Kalesa Pr. La Corte L. INTERMEDIA AMY WINEHOUSE 1°ECC Allev. Sorze L. Pr. Spinelli E. GIOVANI SHEERCLEVER STAR FLYER 1°ECC Allev. Christensen T. Pr. Baldizzi F. ISINOFRET 2°MB Allev. Carone M. Pr. Izzo G. BABY DREAMINGSTARS PAINTED FOR YOU 1°MP Allev. Racanelli N. Pr. Scalone G. COCKER SPANIEL INGLESE ALTRI COLORI (GB) Giudice Laurent Pichard (CH) MASCHI LIBERA KASHIMIR DELLA KALESA 1° CAC BOB BEST IN SHOW Allev. Kalesa Pr. Lupo A. MANACA’S MAKE MY HEAD GO POP 2° R/CAC Allev. Forsander Monica Pr. Carichino Rosaria JUNIORES BLACK DELJA’S GINGER MARECHIARO 1°MP Allev. Valeria Milana Pr. Izzo Serena

57


C L U B FEMMINE INTERMEDIA SPECIAL BLEND VICTORIA’S SECRET 1° CAC Allev. e pr. Allev. Special Blend GIOCONDA DEIGINI 2° R/CAC ALLEV. BESATI LAURA PR. ALLEV.TO DEIGINI PERRO DE AGUA ESPANOL (E) Giudice Laurent Pichard (CH) MASCHI LIBERA RAYARAGUA NEBE GIVE ME FIVE 1°ECC CAC BOB 3*BIS Allev. Carrall Oscar Garcia Pr. Soethiono Ferdie

Messina Raduno BIS BABY DREAMING STARS MISSION IMPOSSIBLE 1°MP BEST BABY Allev. Racanelli N. Pr. Fusco Bianca FEMMINE LIBERA MANACA’S CHILL IN THE AIR 1°CAC Allev. Forsander Monica Pr. Carichino Rosaria DELLA FIUMANA FAIRLY LEGAL 2°ECC Allev. Daila Rocchi Pr. Carichino Rosaria LAVORO FRANCINI’S ASTRID 1° CAC BOS Allev. Francini A. Pr. Brumini I. ALMALEO FANTAGHIRO’ 2°ECC R/CAC Allev. Franzoni L. Pr. Pagone J. GIOVANI BIANCA 1°ECC MIGLIOR GIOVANE Allev. Aquaro M. Pr. Spinelli E. JUNIORES FRANCINI’S CHOCOLATE TEMPTATION 1°MP MIGLIOR JUNIORES Allev. Francini A. Pr. Licciardello A. BLACK DELJA’S GRAPEFRUIT MINT COOLER 2°MP Allev. Milana V. Pr. Pasini A. BABY MISTICA E LENTA LA DOLCE ATTESA 1°MP Allev. Lucifora D. Pr. Fenech R. COCKER AMERICANO (USA) Giudice Laurent Pichard (CH) MASCHI LIBERA BLACK AND BUFF’S ISCO 1° CAC BOB R/ BIS Allev. e pr. Olsson Nina INTERMEDIA SPECIAL BLEND VERTICAL TAKE OFF 1° R/ CAC Allev. e pr. Special Blend GIOVANI SPECIAL BLEND WHY NOT 1°ECC MIGLIOR GIOVANE Allev. e pr. Allev. Special Blend

58

SPANIELS DAYS Cocker Spaniel Inglese (GB) Giudice Herbert Klemann (D) MASCHI LIBERA MISSY’S COCKERS DONALD O’CONNOR 1°ECC Allev. Missy’s Cockers Pr Sebastiani Sabina GOFFREDO L’ARDITO DEL RE DI DANARI 2°MB Allev. Dalla Vecchia Danila Edelfina Pr. Costa Chiara LAVORO FRANCINI’S LADRO D’AMORE 1° CAC Allev. Angela Francini Pr. Milana Valeria VIP AT MAGICA ROMANA 2°MB Allev. Marzani Romana – Pr. Donna Alice GIOVANI SHIVA DELLYLLÈ 1°ECC Allev. Ylenia Pravato Pr. Fasone Valeria JUNIORES MISSY’S COCKERS WILLIE 1 MP Miglior Juniores Allev. Missy’s Cockers Pr. Mariani Maria Helena ROYAL EXCLUSIVE LUXURY MODUS VIVENDI 2°MP Allev. Irmina Lozia Pr Colletti Andrea FEMMINE LIBERA ESCORT LA ROSSA DELLA MAGICA ROMANA 1°ECC Allev. Romana Marzani Pr. Francini Angela MISSY’S COCKERS MOON 2°ECC Allev. Missy’s Cockers Pr. Sebastiani Sabina LAVORO MAGICA CASSANDRA ROMANA 1°ECC Allev. Magicaromana Pr. Marzani Romana DEMI ANKARANSKA 2°ECC Allev. Skalar -Ankaranska Pr Skalar-Ankaranska Slavica

Spaniel Days BIS

INTERMEDIA ALMALEO ENERGY OF LANA’S DESTINY SOFY ANKARANSKA 1°ECC Allev. Frazoni Laura Pr. Skalar-Ankaranska Slavica CASTAGNA DELLA MAGICA ROMANA 2°ECC Allev. Della Magica Romana Pr. Marzani ROMANA GIOVANI DELCASTEL ANNABELLE 1°ECC Allev. Martini Andrea Pr. Martini Andrea SHANTI DELLYLLÈ 2°ECC Allev. Dellyllè Pr Pravato Ylenia VETERANI MARGOT DI VILLA VILLACOLLE 1°ECC Allev. Biancardi Daniela Pr. Pravato Ylenia COCKER SPANIEL NERO E NERO FOCATO Giudice Herbert Klemann (D) MASCHI CAMPIONI FRANCINI’S ENIGMA 1°ECC BOB R/BIS Allev. e pr. Francini Angela BLACK DELJA’S GRAND CHEROKEE LIMITED TECH 2°ECC Allev. e pr. Milana Valeria LIBERA MISSY’S COCKERS MANOLO 1°MB Allev. Missy’s Cockers Pr. Sebastiani Sabina RHYS DEL RE DI DANARI 2°MB Allev. Danila Edelfina Dalla Vecchia Pr. Traverso Melania Maria Elisa LAVORO GIGOLO QUITE SPECIAL 1°MB Allev. Joksimovic Sale Pr. Marjanovic Gordana GIOVANI FRANCINI’S GET RIGHT 1°ECC Allev. Francini Angela Pr. Buttiglione Tanuel Maria BABY DIAMONDS IN THE SKY DEL RE DI DANARI 1°MP Allev. e pr. Danila Edelfina Dalla Vecchia FEMMINE LIBERA CLEOPATRA DELLYLLE’ 1°ECC RCAC Allev. Allev.To Dellylle’ Pr. Pravato Ylenia LAVORO BLACK DELJA’S UNKNOWN FATE KATHRIN MERTEUIL CRUEL 1°CAC Allev. e pr. Milana Valeria TALK DIRTY TO ME CHILDREN OF BODOM DEL RE DI DANARI 2°MB Allev. e pr. Danila Edelfina Dalla Vecchia GIOVANI GALLINAGOS IN A DREAM 1°ECC Allev. Piljevic Dusko Pr. Appezzato Laura


C L U B JUNIORES MARYLAND VIRGIN COLA DELLA MAGICA ROMANA 1°MP Allev. Marzani Romana Pr. Gualanors Mauro COCKER SPANIEL INGLESE ALTRI COLORI Giudice Herbert Klemann (D) MASCHI CAMPIONI FRANCINI’S JUST IN TIME 1°ECC Allev. Francini Angela Pr. Cacialli Ottria Alessandra FRANCINI’S PRIVATE COLLECTION 2°ECC Allev. Francini Angela Pr. Marcellino Cristian LIBERA MANACA’S MAKE MY HEAD GO POP 1° CAC Allev. Forsander Monica Pr. Carichino Rosaria SENZA FINE EVER FROST 2°ECC Allev. e pr. Traverso Dajana Maria Ida LAVORO FRANCINI’S WHITE AFTER THE BLACK 1° R/ CAC Allev. Francini Angela Pr. Buora Alberto GIOVANI FRANCINI’S ELLERY QUEEN 1°ECC MIGLIOR GIOVANE BIS GIOVANI Allev. Francini Angela Pr. Cacialli Ottria Alessandra BLACK DELJA’S BORSALINO 2°ECC Allev. e pr. Milana Valeria BABY BLACK DELJA’S GINGER MARECHIARO 1°MP Allev. Valeria Milana Pr. Izzo Serena SENZA FINE OUT OF CONTROL 2°MP Allev. e pr. Traverso Dajana Maria Ida VETERANI LINDRIDGE TROOPING COLOURS 1°ECC Allev. e pr. Hackett Angela FEMMINE CAMPIONI FRANCINI’S MOONLIGHT SERENADE 1°ECC BOS Allev. Angela Francini Pr. Milana Valeria FRANCINI’S SOMEWHERE OVER THE RAINBOW 2°ECC Allev. Francini Angela Pr. Cacialli Ottria Alessandra LIBERA FRANCINI’S ALICIA ALEXA 1°CAC Allev. Francini Angela Pr. Guerci Otello MANACA’S CHILL IN THE AIR 2°ECC Allev. Forsander Monica Pr. Carichino Rosaria LAVORO FRANCINI’S MAGICA REALTA’ 1° R/CAC Allev. Francini Angela Pr. Cacialli Ottria Alessandra FRANCINI’S MEADOW SWEET 2°MB Allev. Angela Francini Pr. Mazzotti Giovanna INTERMEDIA ALPHA 1 MB Allev. Cesura Michele Pr. Dutto Lorenzo GIOVANI MISSY’S COCKERS MARILYN 1°ECC Allev. Missy’s Cockers Pr. Sebastiani Sabina BABY FANCYGUN FIGA DA PAURA 1°MP MIGLIOR BABY Allev. e pr. Aurigemma Andrea VETERANI FRANCINI’S CRUDELIA DEMON MIGLIOR VETERANO Allev. e pr. Milana Valeria

LIBERA BLACK AND BUFF’S ISCO 1° CAC BOB BEST IN SHOW Allev. e pr. Olsson Nina RAINMOND ZE SLOVANSKÉ TVRZE 2° R/CAC Allev. Eva Korinkova Pr. Allev. Leonibus INTERMEDIA HEARTBREAKING AMI’S ENGLISH MAN IN NY 1°MB ALLEV. MICAELA BOLTRES PR HORST E ARACELI GIOVANI ZILK’S LOOK N’ LIKE 1°ECC MIGLIOR GIOVANE Allev. Charlott Ringstedt Pr. Tuzza Maura FEMMINE CAMPIONI JUPITHER FOLLING IN LOVE DELL’ISOLACHENONCE’ 1°ECC Allev. Vitartali Guido Giuseppe Pr. Stangoni Alessandra HILLSIDE’S BLACK CATBALLOU WESST 2°ECC Allev. Xiomara Larsen Pr. Narduzzo Elaine LIBERA LAFANCIULLADELWESST 1° R/CAC Allev. e pr. Elaine Narduzzo EMELI SANDE’ DEIGINI 2°ECC Allev. Dei Gini Pr. Milana Valeria INTERMEDIA GIOCONDA DEIGINI 1° CAC Allev. Besati Laura Pr. Allev Deigini JUNIORES MONNA LISA DEIGINI 1°MP MIGLIOR JUNIORES BIS JUNIORES Allev. Besati Laura Pr. Allev. Deigini LAYTON AFFAIR WITH GENARO 2°MP Allev. Linda Voláriková Pr. Bottaro Alessia

CLUB CANE LUPO CECOSLOVACCO MOSTRA SPECIALE CHIETI 1 OTTOBRE 2016 Giudice: Sambucco Giancarlo (IT)

CUT DOWN ROYALTY INC. DOUBLE CROSS 1°ECC Allev. J.J.G. Van Den Boom Pr. Bianchini Chiara CLUMBER SPANIEL Giudice Herbert Klemann (D) MASCHI INTERMEDIA BEAR’S BAY GEORGE WAKE UP1°CAC BOB Allev. Cigala Paola Pr. Bignardi Isabella FIELD SPANIEL (GB) Giudice Herbert Klemann (D) MASCHI INTERMEDIA SONNETEND INDIANA JONES 1° CAC BOB Allev. Stone Martin Pr. Mori D. SUSSEX SPANIEL (GB) Giudice Herbert Klemann (D) FEMMINE CAMPIONI LABRY BERRY DAME DIAMANTS ET CHOCOLATE 1° CAC BOB 3°BIS Allev. Levkina T. Pr. Grassi F. IRISH WATER SPANIEL (IE) Giudice Herbert Klemann (D) MASCHI LIBERA BLUE JEWEL’S AXEL 1° CAC BOB Allev. Lilian Zanoni Pr. Atzbreslaw CLUB ITALIANO SPANIEL C/O PASQUALI M.P. VIA V. BELLINI 3 38068 ROVERETO (TN) Tel. 0464-413558 - Alt. 339-3104142 info@clubitalianospaniel.com www.clubitalianospaniel.com

Maschi Juniores FUHRER-LUPIDELLAMAJELLA 1 MP Miglio Juniores FIUMAKI LUPI SI NASCE 2 MP Giovani ADE 1 ECC LESATH LEROY OLIM PALUS MALY BYSTEREC 2 ECC

BOB e BOS Mostra Speciale di Chieti 1 ottbre 2016 BOB: Vacuna Passo del Lupo propietario: Casali Gianni BOS: Balzac De Champbas propietario: Di Stella Sirio

COCKER AMERICANO (USA) Giudice Herbert Klemann (D) MASCHI CAMPIONI JUPITHER’S THE KING OF GODS 1°ECC Allev. e pr. Villicich Federica

59


C L U B Intermedia SANTIAGO OLIM PALUS 1 ECC R/CAC - R/ CACIB ENEA L’AURORA DEL LUPO 2 ECC Libera BALZAC DE CHAMPBAS 1 ECC CAC / CACIB - Miglior Maschio - BOS A NATAN 2 ECC Lavoro BAUKAW POR PRAMUK LUPI SI NASCE 1 ECC Veterani EZECHIELE OLIM PALUS 1 ECC Miglior veterano Femmine Baby ALICE 1 MP HONOREM REA SILVIA L’AURORA DEL LUPO 2 MP Giovani FUNNY GIRLS 1 ECC Miglior Giovane ARIMMINUM AKUNA MATHAI 2 ECC Intermedia CRUDELIA PASSO DEL LUPO 1 ECC SAFFO OLIM PALUS 2 ECC Libera DIANA AMARCORD 1 ECC CAC / R/ CACIB Czerwony Kapturek Creatine Blood Wilk z Basni 2 ECC R/ CAC Lavoro FIONA LUKY OF LUKAVA 1 ECC CAC ALTHEA IL SALTO DEL LUPO 2 ECC R/. CAC Campioni VACUNA PASSO DEL LUPO 1 ECC CACIB Miglior Femmina - BOB CLUB CANE LUPO CECOSLOVACCO C/O SEGRETERIA CCLC VIA SALVATERRA 21 42048 RUBIERA (RE) Contatti Cell. 3278364662 segreteria@clubcanelupocecoslovacco.it www.clubcanelupocecoslovacco.it

SHAR PEI CLUB ITALIANO SPECIALE SHAR PEI BUSTO ARSIZIO “INSUBRIA WINNER” 30 OTTOBRE 2016 GIUDICE: JARI SPAGNA 13 iscritti MASCHI CAMPIONI 1 CACIB ERCOLE I DRAGONI ORIENTALI All. Iolanda Bergagna Pr.Giovanni Contini LIBERA 1 MB BLACK MUSCK SHAKESPEARE All. Vago Ambrogio – Pr. Daveri Gabriele GIOVANI 1 ECC MIGLIOR GIOVANE BOS KHAMBALIQ FRED ASTAIRE All. Isabella Pizzamiglio Prop Vago Ambrogio FEMMINE LIBERA 1 R/CAC NELLY FURTADO I DRAGONI ORIENTALI All. Iolanda Bergagna Pr. Giula Frate 2 ECC BLACK MUSCK MONNALISA All.Black Musck Pr. Vago Ambrogio

60

BOB e BOS INTERMEDIA 1 CAC CACIB BOB LOOKING THE MOON IT’S GOOD TO BE IN LOVE All. e Pr.Valentina Foroni 2 ECC DIANA PRINCESS DELLA VALLE DI BACCO All. Pr. Lo Giudice Girolamo GIOVANI 1 ECC TERESA I DRAGONI ORIENTALI All e Pr. Iolanda Bergagna JUNIORES 1 MP MIGLIOR JUNIORES URSULA I DRA-

SOCIETA’ ITALIANA BASSET HOUND RADUNO DI OSTIGLIA 17 settembre 2016 L’Agriturismo “Il Glicine” di Ostiglia, ha ospitato ancora una volta il Raduno S.I.Bas, dando ai partecipanti la possibilità di esporre i propri cani in aperta campagna. Ambiente famigliare, estremamente curato nei particolari, prati erbosi appena falciati, comodi alloggiamenti per tutti i cani e i proprietari, cucina casareccia e non ultima un clima piacevole. L’evento ha avuto inizio con i giudizi dei 30 soggetti iscritti, da parte del Giudice Claudio De Giuliani, membro altresì del Comitato Tecnico S.I.Bas. Al termine sono stati assegnati ai migliori soggetti, numerosi premi realizzati artigianalmente da alcuni membri del Consiglio Direttivo. A completare la passerella dei nostri cani, si è esibita

GONI ORIENTALI All. Iolanda Bergangna Pr. Basso Dario SHAR PEI CLUB ITALIA C/O DAL ZOTTO LAURA - VIA NORCEN 31 32034 PEDAVENA (BL) Tel. 0439-303270 Alt. 329-2117313 Fax 049-3006989 segreteria@sharpeiclub.it http://www.sharpeiclub.it

a fine premiazione una giovane basset, che con la sua proprietaria si dedica anche alla Pet Therapy. Apprezzamenti generali a bordo ring ed un applauso finale, quasi a voler rimarcare la dolcezza e la disponibilità nel collaborare all’addestramento di questa nostra razza, confermando ancora una volta che contrariamente ad alcuni pareri, il Basset Hound non è un cane testardo! La giornata si è protratta fino a tardo pomeriggio, intrattenendo gli espositori con l’ottima cucina, i pareri espressi dal giudice sull’andamento dell’Allevamento Basset Hound in Italia, la tradizionale lotteria. Si ringraziano Claudio De Giuliani per aver accettato il nostro invito nonostante i suoi innumerevoli impegni. Il Vice Presidente Vittorio Cannas, che con la sua famiglia ha organizzato l’evento. Il Comune di Ostiglia per il patrocinio. Lo sponsor Gheda Mangimi per i premi offerti. Il Segretario Nicola Andreis e il Consigliere Dario Busata per la segreteria. La Presidente Marina Ansoldi il Consigliere Giliola Negro e il Socio Federica Vicarini per aver offerto i premi della lotteria. I fotografi Fausto Oreste Bartolomeo Cobianchi e Paola Bellani per aver immortalato col loro obiettivo questa splendida giornata.


C L U B

BOB Speciale di Messina MASCHI CAMPIONI 1° PAN CLAN LUCIANO ECC PR. FEDERICO SANGUINETTI ALL. BIANCA TEXEIRA LIBERA 1° FOXGLEN I AM THE REAL DEAL -CAC-BOS MIGLIOR MASCHIO PR. BARBARA FOLCO ALL.DEANS S. 2° BASS BARR FAMOUS DANCER R/CAC PR. SELVAGGIA BENTIVOGLIO ALL. WILLIAM O’LOUGHLIN INTERMEDIA 1° HOMO DAL RITMO CALIENTE ECC PR. CASELLATO BARBARA ALL. SUSANNA DEOTTI JUNIORES 1° BASSSCOTT O’UAPP CIRUZZ M.P PR. SCOTTI FRANCESCO ALL. NEGRO GILIOLA 2° CARBONCOPY NAME OF THE GAME M.P PR. FRANCESCO TREMUL ALL. FEDERICO SANGUINETTI FEMMINE CAMPIONI 1° CARBONCOPY IKEA ECC PR. E ALL. FEDERICO SANGUINETTI 2° BASSSCOTT IF YOU WANT YOU CAN FRANCINE ECC PR. SCOTTI FRANCESCO ALL. NEGRO GILIOLA LIBERA 1° PALOMA PICASSO R/CAC PR. E ALL. SUSANNA DEOTTI 2° VICTORIA’S SECRET DELLA TERRA DEI TEMPLARI ECC PR. TOSINATO C. ALL. DELLA TERRA DEI TEMPLARI INTERMEDIA 1° BORN IN BENTIVOGLIO SCRATTINA ECC-CAC.BOB MIGLIOR FEMMINA PR.E ALL. SELVAGGIA BENTIVOGLIO 2° RED & WHITE SUSAN’S PASSION ECC PR. IGOR PARENTE ALL. SUSANNA DEOTTI GIOVANI 1° BASSSCOTT NITROGLICERINA ECC MI-

Raduno di Ostiglia. Miglior giovane

Raduno di Ostiglia. BOB e BOS GLIOR GIOVANE PR. VERONICA NOVELLO ALL. NEGRO GILIOLA JUNIORES 1° CARBONCOPY NOTRE DAME DE PARIS M.P. MIGLIOR JUNIOR PROPR.E ALL. FEDERICO SANGUINETTI 2° BASSSCOTT OLIMPIA M.P PR. MARIA LUISA RANZATO ALL.NEGRO GILIOLA BABY 1° BORN IN BENTIVOGLIO MEREDITH GREY M.P. MIGLIOR BABY PR. E ALL. SELVAGGIA BENTIVOGLIO 2° RYAN TOFFEE M.P. PR. E ALL. GRETA BADODI MOSTRA SPECIALE DI MESSINA 23 OTTOBRE 2016 GIUDICE LAURENT PICHARD MASCHI LIBERA 1° BASSBARR FAMOUS DANCER CAC-CACIB - BOB PR. SELVAGGIA BENTIVOGLIO ALL. WILLIAM O’LOUGHLIN 2° VARENNE DEL MAUNIK ECC-R.CAC-R. CACIB PR. MARCHESE SEBASTIANO ALL. DEL MAUNIK INTERMEDIA 1° TERRA DORFILI FOLC ECC PR. CHETCUTI WALTER ALL. TERRA DORFILI GIOVANI 1° ZAFFIRO DELLE STELLE ECC JBOB PR E ALL. SEBASTIANO MARCHESE FEMMINE CAMPIONI 1° BUFFOBASS MALINA ECC CACIB PR. FLORIDIA TIZIANO ALL . M. AKINDINOVA LIBERA 1° QUEEN OF CAMELOTH ECC R.CAC PR. E ALL. SEBASTIANO MARCHESE 2° AFRODITE LA DEA ECC PR. E ALL. SEBASTIANO MARCHESE INTERMEDIA 1° RED & WHITE SUSAN’S PASSION CAC-R/ CACIB PR. IGOR PARENTE ALL. SUSANNA DEOTTI

GIOVANI 1° OSSIDIANA ARCOBALENO ECC PR. E ALL. SEBASTIANO MARCHESE 2° GIADA DELLA LUCE ECC PR. GAGLIARDI ELIO ALL. SEBASTIANO MARCHESE SOCIETÀ ITALIANA BASSET HOUND C/O ANDREIS NICOLA VIA SAN CESARIO 12/A 25075 NAVE (BS) Tel. 338-7474629 - Alt. 329-6734779 Fax 030-2535392 bassethoundclub@tiscali.it http://www.bassethoundclubitalia.org

Raduno di Ostiglia. Miglior Juniores

61


TERREMOTO E SOLIDARIETÀ

ORGANO UFFICIALE DELL’ENCI Ente Nazionale della Cinofilia Italiana n. 11 dicembre 2016 – Anno 62°

Un cucciolo di Border Collie salvato dalla macerie diventerà un cane da soccorso

DIRETTORE RESPONSABILE: Fabrizio Crivellari UFFICIO STAMPA E PUBBLICHE RELAZIONI: Rodolfo Grassi REDAZIONE: Renata Fossati PROPRIETÀ ED EDITORE: ENCI Milano HANNO COLLABORATO: Giorgio Bellotti, Monica Bolignano, Paolo Dondina, Rodolfo Grassi, Selene Magri, Lisa Novali, Alessandro Poggini, Marco Ragatzu, Sergio Scarpellini, Claudio Trentin, Rosita Trotti, Cesare Maurizio Valvo, Mariolina Zanandrea. ENCI IN INTERNET: www.enci.it informazioni: info@enci.it soci: soci@enci.it segreteria: segreteria@enci.it libro genealogico: lg@enci.it expo: expo@enci.it

Lo hanno ribattezzato “Terremoto”, dopo averlo estratto sano e salvo dalla macerie causate dalla violenta scossa dello scor-

so 30 ottobre che ha devastato il Centro Italia. È un cucciolo di Border Collie di Castelluccio di Norcia. Un paio di mesi d’età e tanta paura… Quando i Vigili del Fuoco lo hanno estratto indenne dalla macerie aveva un’aria frastornata ma, come sanno fare solo i cuccioli, si è ripreso presto. Il suo proprietario ha deciso di donarlo all’Enpa che a sua volta l’ha donato al Nucleo Cinofilo dei Vigili del Fuoco della Toscana che dopo il consueto periodo di socializzazione lo avvierà al percorso addestrativo per diventare un cane da soccorso. Da “soccorso” a “soccorritore”, una storia di quotidiana solidarietà di cui i cani sono stati ineguagliabili protagonisti durante l’immane tragedia causata dal devastante terremoto che ha colpito il Centro Italia.

prove: prove@enci.it redazione: redazione@enci.it biblioteca: biblioteca@enci.it REDAZIONE, PUBBLICITÀ: 20137 Milano - Viale Corsica 20 Tel. 02/7002031 Fax 02/70020323 IMPAGINAZIONE GRAFICA: Studio DOD design - Massa Lombarda (RA) STAMPA: ELCOGRAF S.p.A. Via Mondadori 15 37131 Verona SPEDIZIONE PER L’ITALIA E PER L’ESTERO: ELCOGRAF S.p.A. Via Mondadori 15 37131 Verona La quota associativa dei Soci Allevatori è pari a euro 51,65 e dei Soci Aggregati a euro 5,00; ai soli fini postali, euro 2,00, sono da considerarsi quale quota di abbonamento alla rivista.

La Direzione non si assume alcuna responsabilità sulle inserzioni pubblicitarie inoltrate senza bozzetto, sulle quali, peraltro, si riserva di operare eventuali tagli al testo, compatibilmente con lo spazio prenotato. Articoli e fotografie, anche se non pubblicati, non si restituiscono. La responsabilità per i contenuti e le opinioni espresse negli articoli pubblicati è esclusivamente degli autori In copertina: Bracco Francese. Foto: Marco Ragatzu Autorizzazione del Tribunale di Milano n. 3639 Pubblicazione riservata ai Soci dell’Ente

Associato alla Unione Stampa Periodica Italiana

66

Recensioni Gianni Vullo OBIETTIVO ZOOTECNICO SULLO SPINO DEGLI IBLEI Antico Cane da Pastore Siciliano Antonio Crepaldi Editore Prefazione di Luigi Guidobono Cavalchini Disegni cinotecnici di Alberto Marengoni Fra Gianni Vullo, valente Esperto Giudice ENCI, e lo “Spino” è amore a prima vista. In occasione di una fiera del bestiame li vide e se ne innamorò. Da quel giorno è stato un continuo susseguirsi di letture, ricerche iconografiche e, soprattutto, ricerca nel territorio ragusano di questi cani, intimamente legati alla pastorizia. Nasce il Club che lo tutela e inizia il percorso “ufficiale” per innalzare lo Spino degli Iblei a razza riconosciuta. Questo ponderoso libro ci porta a conoscere tutto di questo cane dal portamento fiero e dignitoso. Il libro, riccamente illustrato, contiene numerose foto del cane attuale ed una accurata analisi della popolazione ai giorni nostri. Un libro che non può mancare nella biblioteca del Cinofilo e degli appassionati delle razze antiche. (alb)

Antonella Boralevi BYRON Storia del cane che mi ha insegnato la serenità Mondadori Editore Studi medici hanno confermato l’effetto benefico di un cane sulle relazioni familiari, sullo sviluppo psicofisico dei bambini, sulla salute dei padroni, così come l’abilità del cane a essere in sintonia con l’anima del suo padrone e a essere in grado di parlargli. Con un alfabeto che questo divertissement prova a svelare. Basato sull’esperienza dell’autrice, proprietaria di un bassotto tedesco a pelo ruvido di nome Byron, ma anche sui risultati degli studi neurobiologici sui cani, sulle parole di filosofi, poeti e letterati, questo libro prova per la prima volta a rovesciare i punti di vista: non è più il padrone a insegnare al cane ma viceversa il cane che insegna al padrone.


Pastore Belga Groenendael. Foto Elisa Zanelli.

... fatte solo di neve Pastore Tedesco. Foto Salvatore Messina.


I Nostri Cani - dicembre 2016  

I Nostri Cani - dicembre 2016

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you